Page 1

Speciale Natale

Gusto e magia

TERRITORIO e DIVERTIMENTO Alla scoperta delle tradizioni

BUON CIBO

Ricette delle feste

PER UNA TAVOLA SPECIALE Le nostre migliori proposte

Anno 1 - Speciale 1

2383

9984

2383

9984

Dicembre 2013

Costo â‚Ź 1, una copia omaggio per i possessori di DupliCarD


3 TERRITORIO e DIVERTIMENTO 2 Il Natale in Trentino atmosfere che scaldano il cuore 8 Il Natale in Alto Adige tra incanto e favola

LA TUA BUONA IDEA 13 Vellutata di carote, mele e zenzero 14 Risotto al radicchio, taleggio e speck 15 Arista di maiale in salsa di nocciole 17 Tortina al cioccolato e cardamomo con arance candite 18 Zimtsterne (stelline glassate alla cannella)

LE SPECIALI RICETTE DI NATALE 21 Tartare di salmone con crema di avocado 22 Patè di fegato di vitello con gelatina d’arancia 23 Il risotto spumante e gamberi 24 Ravioli al sugo di brasato 26 Salmone in crosta con ricotta ed erbette 27 Cappone al forno 28 Dessert al pistacchio e melograno 29 Torta di cioccolato con crema di zabaione

PER UN NATALE DAVVERO SPECIALE 30 Gli antipasti 38 La pasta fresca ripiena 40 La carne 42 Il pesce 45 I formaggi 48 I dolci

VINI 50 Nuovi gusti da provare 51 Le nostre idee regalo

Editore e proprietario Seven S.p.A. sede legale: via Alto Adige, 242 - 38121 Trento Direttore responsabile Giorgio Gaspari Imaginor s.r.l

Fotografie Fotolia, Marco Bucci, Azienda di Soggiorno e Turismo Bolzano, Trento Fiere S.p.a, Archivio Consorzio Levico Stampa Reggiani S.p.A. - Via Dante Alighieri, 50 21010 Brezzo di Bedero (VA) Reg. Trib. Trento N. 16/2012 del 13/11/2012

Immagine e coordinamento: Francesca Manzana Francesca Voltolini

Una copia omaggio per i possessori di DupliCarD. Distribuito presso i punti vendita del Gruppo Poli.

Anno 1 Speciale 1 Dicembre 2013 Chiuso in redazione il 15/11/13. © SUPERMERCATI POLI - Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale di testi e foto. Tutte le informazioni contenute nel presente numero sono aggiornate alla data di chiusura e potrebbero subire variazioni per cause non dipendenti dalla volontà della redazione. Le immagini riportate sono a scopo illustrativo. Le ricette sono proposte e redatte secondo scienza e coscienza. Non possiamo assumere responsabilità per la riuscita dei piatti.


4

TERRITORIO e DIVERTIMENTO

Il Natale in Trenti atmosfere che scaldano

( I

Mercatini, antiche tradizioni e profumi speziati: ecco come si celebrano le feste in questa terra di incontro fra le culture del Nord e del Sud Europa.

n Trentino le atmosfere del mondo germanico si fondono con quelle tipicamente mediterranee in un incontro suggestivo e tutto da scoprire. Il passaggio di Santa Lucia L’evento più atteso è l’arrivo di Santa Lucia, il 13 dicembre, quando si aprono i primi regali e si ricorda la ricorrenza, nata in tempi antichissimi, di ingraziarsi gli spiriti con doni e preghiere, sperando in un inverno mite e in un buon raccolto a primavera. Oggi la tradizione vuole che la sera del 12 dicembre i bambini, prima di andare a dormire, scrivano una letterina alla Santa e le lascino sul davanzale della finestra un piatto con della farina, in attesa di trovare la mattina dopo arance, biscotti, noci e qualche regalo. La “Strozegata” A Selva e a Levico in particolare, ma anche in molte altre località del Trentino, il 12 sera i

)


5

no il cuore

bambini si riuniscono per dare vita alla “Strozegata”, un rumoroso corteo che percorre le strade della città al suono delle “strozeghe”, lunghi fili di ferro a cui vengono appesi dei barattoli di latta; alla fine della sfilata, le letterine per la Santa vengono lanciate in cielo appese a dei palloncini colorati. Il 13 dicembre, festa di Santa Lucia, è invece il giorno della Fiera, che a Trento veniva allestita già nell’Ottocento è che oggi con le sue 450 bancarelle è uno simboli delle festività. Per la ricorrenza, figuranti con i costumi tradizionali percorrono le vie della città distribuendo dolci e caramelle. Trento in favola Da fine novembre, come in una favola, le piazze del Trentino si illuminano grazie alle candele dei mercatini di Natale. Tra i più famosi quello di Trento: aperto dal 23 novembre, quest’anno spegne 21 candeline e, per l’occasione, prolunga l’apertura di una settimana, fino al 30 dicembre. Le medievali mura di Piazza Fiera fanno da affascinante scenario alle molte proposte: dagli addobbi per il presepe e per l’albero fino agli oggetti dell’artigianato, oltre alle immancabili specialità culinarie. La novità di quest’anno riguarda la partnership con Augusta, città nella quale il Mercatino ha radici antiche, risalenti al Rinascimento, epoca nella quale il Municipio della città bavarese venne trasformato in un enorme calendario dell’Avvento. Una collaborazione che si affianca a quella creata da qualche anno con Innsbruck, costituendo così un’ideale “asse del Natale” fra Germania, Austria e Italia. Asburgo e popoli lontani Dal 15 novembre invece, le 40 casette di legno del mercatino di Arco sono anche il punto di partenza di visite guidate alla città, dove visse Alberto d’Asburgo: in occasione delle festività nel centro storico sfilano giocolieri, personaggi delle fiabe e cantori; nei bar si gustano latte caldo con miele e rum, e la famosa cioccolata Sissi al gusto di arancia e cannella. Oltre all’apertura prevista ogni venerdì, sabato e domenica dal 15 novembre al 23 dicembre, il mercatino resterà aperto anche nelle giornate del 26, 27, 30, 31 dicembre e 1, 2, 3 e 6 gennaio. Ma il Natale trentino guarda anche agli altri Paesi del mondo. La tenda della Terra Santa, i Villancicos – i canti popolari natalizi della Spagna – e gli artigiani di Betlemme dal 22 novembre al 6 gennaio. Profumo di festa Nel periodo delle feste, i turisti riconosceranno il tipico profumo del Vin brulé servito in strada, e potranno provare a combattere il freddo assaggiando il Parampoli, bevanda alcolica della Valsugana [ segue ]


6

TERRITORIO e DIVERTIMENTO trentina composta da grappa, caffè, vino, zucchero, miele e aromi. Nel menu del Natale ci sono nomi noti nelle tavole di tutto il mondo: lo Strudel, la polenta brustolada, gli strozzapreti o il capriolo al forno con patate. Si contendono il primato con ricette tipiche trentine custodite solo nelle migliori cucine di questa regione, come la treccia mochèna, il dolce con crema di mirtilli tipico della valle dei Mocheni. Non manca, in strada e sulle tavole a fine pasto, anche la tipica grappa del Trentino, in particolare quella di Santa Massenza, nella Valle dei Laghi, dove la preparazione è frutto di antichi saperi che gli abitanti del borgo si tramandano da generazioni. La distillazione inizia a metà settembre e termina alla fine delle feste, trasformandosi in un vero e proprio spettacolo natalizio fatto di degustazioni, spettacoli e percorsi enogastronomici tra gli alambicchi di rame.

Prepariamo lo Zelten Per preparare lo Zelten secondo la tradizione trentina prendete 250 g di farina, 70 di zucchero, 3 uova, 90 g di burro, 50 g di noci, 50 g di fichi, 50 g di pinoli, 50 g di mandorle, 50 g di cedro, 30 g di uva sultanina, lievito, rum. Sbattete i tuorli con lo zucchero e il burro fuso allungato con mezzo bicchiere di acqua tiepida. Dopo mezz’ora aggiungete la farina, il lievito e tutti gli altri ingredienti, tritati e mescolati, che avrete lasciato riposare dalla sera prima in quattro cucchiai di rum. Aggiungete gli albumi montati a neve. Decorate la superficie con la frutta secca e fate cuocere per 90 minuti a 160 gradi.

I

I fasti imperiali di Levico

mmaginate i fasti della Belle Époque asburgica. L’antica nobiltà austriaca che scende nelle valli del Trentino per passare l’estate tra le acque termali di Levico. Qui, dove ancora oggi si respira un’atmosfera imperiale, le settimane dell’Avvento diventano l’occasione per riscoprire la tradizione popolare e i simboli dell’eleganza ottocentesca, rendendo l’attesa del Natale un evento unico. Una passeggiata nel Parco Secolare, un giro in un’elegante carrozza trainata da cavalli, una cena con i piatti della cucina asburgica sono solo alcune delle attività più suggestive, da sperimentare solo dopo avere visitato il tradizionale mercatino natalizio nel secolare arboreto del Parco degli Asburgo aperto dal 23 novembre al 6 gennaio (il 30 novembre, 7 e 14 dicembre alle 21.30 anche con spettacolo pirotecnico!). Oltre ai prodotti tipici del territorio, tra le piante secolari i bambini potranno trovare il trono di Babbo Natale e la casa degli Elfi, che accoglieranno i visitatori con storie fantastiche e piccole creazioni natalizie. Da questo luogo incantato incamminatevi verso il piccolo centro di Levico Terme che vi aspetta per scoprire il “Presepe vizin a cà” e oltre 100 presepi di artigianato locale e nazionale raccolti in una mostra allestita per l’occasione.


8

TERRITORIO e DIVERTIMENTO

Il Natale in Alto A tra incanto e

( Q

Tradizioni e usanze della cultura mitteleuropea e legate ai riti dell’Avvento, sono rimaste vive e si respira ancora aria di fiaba vivente, autentica e familiare.

uesta terra sotto Natale dà il meglio di sé, offrendo un suggestivo spettacolo di luci, colori, e sapori intensi. Non è un caso se ai mercatini arrivino da sempre visitatori da tutto il mondo. Qui, le settimane che precedono la Natività sono l’essenza stessa della festa. Tutto ha inizio il 29 di novembre, con l’apertura dei mercatini originali dell’Alto Adige, ognuno con il suo simbolo legato alla tradizione locale (aperti fino al 6 gennaio): Bolzano l’angioletto, Bressanone l’agnello, Brunico la stella, Merano la campana e Vipiteno la torre. La corona e il calendario dell’Avvento L’attesa del Natale inizia la prima domenica di dicembre, quando nelle case si accende la prima candela della Adventskranz, la corona dell’Avvento. Fatta in casa o comprata, è composta di rami di abete bianco e decorata con fiocchi, nastri, bacche o spezie e quattro candele rosse, a simboleggiare le 4 domeniche di Avvento prima

)


9

dige favola

del Natale, e da accendere, una per ogni settimana, fino alla sera della vigilia. Dal primo dicembre invece i bambini aprono le 24 finestrelle dell’Adventskalender, il calendario con immagini natalizie o religiose che in alcune versioni può contenere all’interno anche cioccolatini o piccoli giocattoli. Una tradizione talmente radicata che non è raro, in città come Bolzano, Merano o Brunico, vedere interi palazzi trasformati in enormi calendari, con le finestre che si aprono ogni mattina con una diversa immagine del Natale. La magia di San Nicolò La festa si fa inebriante la notte del 5 dicembre, al passaggio di San Nicolò, vescovo di Myra, tradizionalmente rappresentato come un vecchio bonario dalla lunga barba bianca, che attraversa le vie dei paesi trainato su una carrozza e che distribuisce ai bambini dolci e frutta secca. È lui che porta regali ai bambini buoni e carbone a chi è stato cattivo. Ogni anno Nicolò torna nei paesi dell’Alto Adige a ricordare la sua battaglia contro i Krampus, demoni che sfilano per le strade in suggestivi cortei al lume delle fiaccole (vedi box). Particolarmente antica (risale al 16° secolo), e tramandata fino ai giorni nostri in Val Sarentino, è l’usanza del Klöckeln, che si celebra ogni giovedì di Avvento con gruppi di uomini mascherati che vanno di casa in casa a raccogliere offerte, cantando canzoni tradizionali. Nella parata giocano un ruolo importante due figure vestite da sposi, chiamati Zussler. Lebkuchen e Staruben È a tavola che la tradizione natalizia altoatesina diventa inimitabile. Si comincia con i Lebkuchen: dolcetti speziati il cui nome significa letteralmente “torta della vita”, perché hanno bisogno di molto tempo e molte cure per sviluppare al meglio il loro gusto e la loro fragranza. L’impasto di questi biscotti fatti di miele, spezie, mandorle e farina deve riposare almeno una notte prima di essere steso e tagliato con gli stampini dalle tipiche forme natalizie. Sono i preferiti dei bambini, da servire subito in tavola o, ancora meglio, da appendere all’albero di Natale, semplicemente applicando un foro su ogni biscotto dal quale far passare un nastrino colorato. Visitando i mercatini, il pane del contadino e il Dinnede, fatti di formaggio e pancetta, gli Strauben caldi con marmellata di mirtilli, sono invece specialità da afferrare al volo e gustare passeggiando tra una bancarella e l’altra. Bisogna essere qui per gustare a pieno queste prelibatezze autentiche, sentirne l’odore, vederle preparare e infine assaporarle. Gli Sternsinger Gli ultimi giorni dell’anno si aggirano di casa in casa gli Sternsinger, bambini o adulti vestiti da Re Magi [ segue ]


10

TERRITORIO e DIVERTIMENTO che cantano canzoni natalizie e raccolgono le offerte per qualche progetto solidale. In cambio regalano carbone, incenso e un gessetto: i primi due vanno scaldati in un pentolino per benedire la casa, il gessetto per riportare sulla porta delle abitazioni e delle stalle la scritta 20+C+M+B+ le ultime due cifre dell’anno nuovo. Secondo il popolo indicano le iniziali dei Re Magi Gaspare (Caspar in tedesco), Melchiorre e Baldassarre, secondo la Chiesa invece indicano la dicitura latina “Christus Mansionem Benedicat”, ossia Cristo benedica questa casa.

Scaldarsi con il vin brulé Bevanda aromatica da servire calda, il vin brulé è una delle più antiche ricette dell’Alto Adige. Per 4 persone prendete un litro e mezzo di vino rosso, 3 stecche di cannella, 250 grammi di zucchero, 10 chiodi di garofano, 2 arance, un limone, una mela e un pizzico di noce moscata. Tagliate la scorza delle arance e del limone, e affettate la mela a rondelle sottili. Unite tutti gli ingredienti in una pentola e versate il vino rosso. Mescolate il tutto e portate a ebollizione per 5 minuti. Infine avvicinate una fiamma alla superficie del vino, l’alcol prenderà fuoco producendo delle fiamme blu che in breve tempo si spegneranno. La bevanda è pronta per essere servita e per scaldare il freddo inverno di festa.

Il corteo dei Krampus

L

a notte del 5 dicembre un corteo grottesco percorre le valli dell’Alto Adige. Figure leggendarie dall’aspetto demoniaco sfilano per le strade alla ricerca di adulti e bambini da spaventare con campanacci e fruste. Sono i Krampus, i diavoli che accompagnano l’arrivo di San Nicola, e la loro sfilata alla luce delle fiaccole è una delle più famose e folcloristiche tradizioni delle zone alpine. La loro origine si deve a una delle più antiche leggende di questa regione, che narra di un tempo lontano, quando un gruppo di ragazzi vestiti da demoni si aggirava per i paesi delle valli, seminando terrore e razziando le provviste per l’inverno. Un giorno scoprirono che tra loro si nascondeva il diavolo in persona, riconoscibile tra le loro maschere, solo dai piedi a forma di zoccolo di capra. Spaventati, chiesero aiuto a San Nicola, che dopo aver sconfitto il maligno, gli impose di continuare a visitare i paesi delle valli, da quel giorno non più a depredare ma a portare doni a grandi e piccini. Da allora, la notte che precede la festa di San Nicola, i Krampus invadono le strade delle località del territorio, da Ora, a Termeno, da Caldaro, a Castelrotto, fino ai più famosi cortei di Dobbiaco e Brunico.


13

Una sezione completamente fatta da voi: Buonaidea ha raccolto i vostri menu speciali per il Natale e li ha raccontati in queste pagine. Ricette originali e ricche di

consigli prese in prestito dai vostri ricettari di famiglia. Inviaci anche tu la TUA BUONA IDEA! Per info: www.superpoli.it/it/la-tua-buona-idea

Vellutata di carote,

PREPARAZIONE

INGREDIENTI

mele e zenzero 400 gr carote 1 cipollotto medio 1 mela granny smith 1 mela gala zenzero fresco (in dose a piacere in base alla piccantezza desiderata)

sale, pepe acqua 4 fette di speck olio extravergine d’oliva

Pelare le carote, togliere il torsolo alle mele, pelare lo zenzero; tagliare a pezzetti carote e mele; sminuzzare il cipollotto per il soffritto; in una pentola far soffriggere il cipollotto in olio extravergine d’oliva; una volta imbiondito il cipollotto aggiungere le mele e le carote a tocchetti e lo zenzero pelato; salare; lasciar cuocere per 40 minuti circa a fuoco basso e comunque fino a che le carote non si saranno ammorbidite; eventualmente aggiungere acqua qualora fosse necessario. Una volta cotte le verdure, passare il compo-

sto al minipimer fino ad ottenere una crema vellutata; aggiungere il pepe. Servire in una ciotolina con una fetta di speck precedentemente tagliato a listarelle e abbrustolito in una padella antiaderente.

Nicholas Bortolotti Sono Nicholas Bortolotti, della Val di Fiemme, e studio Design a Verona. La mia passione per i fornelli si è accesa da piccolo quando, nei pomeriggi uggiosi d’autunno, con l’aiuto di mio padre mi divertivo a preparare delle torte. Oggi mi diverto a cucinare per le persone che amo regalando loro ottime cenette. Per un anno ho lavorato come cameriere in un ristorante italiano a Parigi. La bravura dello chef mi ha permesso di conoscere una cucina fuori dagli schemi, con accostamenti capaci di creare un’esplosione di gusto. Come la mia vellutata di carote mele e zenzero: tutti sappiamo fare una vellutata, ma basta un po’ di originalità per renderla unica e raffinata!

4 persone Tempo preparazione: 20 min Tempo cottura: 1 h 30 min Difficoltà: media


14

PREPARAZIONE

INGREDIENTI

Risotto al radicchio, taleggio e speck Per il riso: 350 gr riso Vialone Nano 2 scalogni piccoli 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva mezzo bicchiere di vino bianco brodo vegetale quanto basta 150 g Taleggio 150 g speck tagliato a listarelle

Per la quenelle: 2 mazzi di radicchio tardivo 1 scalogno 1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva 1 cucchiaio di aceto balsamico sale

Tritare i due scalogni e soffriggerli con tre cucchiai di olio. Aggiungere il riso e farlo tostare. Sfumare con il vino, aggiungere il brodo e lasciare cuocere per 20 minuti, senza mescolare. Nel frattempo preparare le quenelle di radicchio. Tritare lo scalogne rimanente e soffriggerlo in un cucchiaio di olio. Aggiungere il radicchio tagliato a striscioline. Sfu-

mare con l’aceto balsamico, salare e lasciare cuocere a fiamma bassa per 5 minuti. Una volta cotto il riso, aggiungere il Taleggio tagliato a pezzetti e far sciogliere. Disporre in un piatto una base di quenelle di radicchio e sovrapporre il riso al taleggio con l’aiuto di un coppapasta. Per finire cospargere il riso con le listarelle di speck precedentemente rese croccanti in padella.

Rosanna Brendolise Ciao, mi chiamo Rosanna Brendolise, abito a Villa Agnedo e sono una signora che fra famiglia e impegni lavorativi si diverte in cucina. Per i miei piatti amo sperimentare e prendere spunti dalle riviste e dai vari programmi televisivi, anche se poi alla fine mi ritrovo a fare sempre le solite cose… quelle tradizionali, che tutti apprezzano. Per questo ho proposto il classico risotto al radicchio, taleggio e speck: un piatto che non manca mai nelle feste più importanti, facile da preparare ma che colpisce sempre gli ospiti per quanto è buono.

4 persone Tempo di preparazione: 45 min Difficoltà: media


15

PREPARAZIONE

INGREDIENTI

Arista di maiale in salsa di nocciole 1 kg di arista di maiale 500 ml di latte 1 bicchiere di vino bianco 100 g di nocciole tritate 1 cucchiaio di fecola di patate 1 cipolla

3-4 cucchiai di olio extravergine di oliva 1 rametto di rosmarino 2 foglie di salvia sale

Soffriggere la cipolla con l’olio ed unire salvia e rosmarino. Lasciar rosolare bene l’arista e sfumare con un bicchiere di vino bianco. Successivamente aggiungere il mezzo litro di latte caldo e lasciare cuocere coperta per almeno un’oretta a fuoco basso. Lasciar raffreddare la carne e aggiungere alla salsa un cucchiaio di fecola in modo da addensarla un po’ e aggiungervi le nocciole tritate. Una vol-

ta tagliata la carne sistemarla di nuovo in pentola e scaldarla con la salsa. Servire ben calda.

federica scalise Ciao, mi chiamo Federica Scalise ho 24 anni e vivo a Trento. Sono una studentessa di Scienze dell’educazione all’Università di Verona e adoro cucinare. Grazie alla grande passione per la cucina, ho imparato a creare molte ricette tra cui questa, arista di maiale in salsa di nocciole. Tengo molto a questo piatto perché è una ricetta che ho creato per le persone che amo e che è piaciuta molto. Sa di buono, di calore, di nido, di casa. È una ricetta che faccio quando ho voglia di coccolarmi e di coccolare la mia famiglia. Consiglio questo piatto a tutti perché è molto semplice da preparare ma di sicuro successo!

4 persone Tempo preparazione: 20 min Tempo cottura: 1 h 30 min Difficoltà: media


17

Tortina al cioccolato

e cardamomo con arance candite

PREPARAZIONE

INGREDIENTI

(per celiaci e intolleranti al lattosio) 2 uova medie a temperatura ambiente 200 g di cioccolato fondente 2 cucchiai di zucchero 2 cucchiai di farina di riso 1 cucchiaino di lievito per dolci 2 cucchiai di liquore d’arancia Separate gli albumi da tuorli. Accendete il forno a 175°C. Spezzate il cioccolato fondente e scioglietelo a bagnomaria. Nel frattempo montate gli albumi a neve ferma. Aggiungete un tuorlo alla volta al cioccolato fuso e da ultimo il liquore all’arancia, mescolando sempre con una spatola. Unite gli albumi a questo composto e mescolate con delicatezza dal basso verso l’alto per non smontarli. Aggiungete per ultimi la farina, lo zucchero, il cardamomo e il lievito precedentemente uniti - e

mezzo cucchiaino di cardamomo in polvere 40 g scorze d’arancia candite

Non siamo riusciti a contattare la signora Susanna e a farci mandare la sua foto. Speriamo che ci possa raggiungere nelle prossime settimane al numero verde 800 085 105. Avremmo anche piacere di consegnarle lo speciale grembiule La TUA BUONA IDEA, simpatico omaggio per i lettori che diventeranno Chef BuonaIdea per un mese.

Susanna S. alcuni pezzi di scorza d’arancia candita, mescolando sempre dal basso verso l’alto con la spatola. Versate nello stampo ricoperto dalla carta da forno e infornate per 25 minuti. Controllate che la torta sia cotta facendo la prova dello stuzzicadenti e sfornate. Guarnitela a piacere con scorze d’arancia candite.

Questa ricetta ci è stata inviata dalla signora Susanna S. È una tortina al cioccolato e cardamomo con arance candite, non solo gustosa ma anche speciale: la sua preparazione è infatti adatta anche alle diete delle persone celiache e di quelle intolleranti al lattosio. Nell’impasto utilizza farina di riso e non comprende tra gli ingredienti alcun derivato del latte: niente burro e il cioccolato è fondente. Un dessert perfetto per tutti, senza rinunce!

4 persone Tempo preparazione: 20 min Tempo cottura : 25 min Difficoltà: facile


18

Zimtsterne

PREPARAZIONE

INGREDIENTI

(stelline glassate alla cannella) 3 albumi 250 g di zucchero a velo 1 ½ o 2 cucchiai di cannella in polvere 2 cucchiai di succo di limone bio 400/450 g di mandorle tritate farina qb zucchero a velo in più (facoltativo) Montare a neve fermissima gli albumi, aggiungere poi sempre mescolando con le fruste lo zucchero a velo, la cannella ed il limone. Mescolare con cura. La consistenza deve essere molto simile a quella di una meringa, lucida e morbida. Togliere 4/5 cucchiai abbondanti dal composto, metterli da parte per la glassa. Unire al resto le mandorle e lavorare senza smontare troppo la meringa. L’impasto ottenuto sarà molto appiccicoso, molle e soffice. A questo punto lavorare con la farina, incorporandone molta, fino ad ottenere una consistenza buona per formare le stelline (potete anche usare dello zucchero a velo per aiutarvi). Con il piano infarinato coppare i biscotti e porli sulle teglie rivestite di carta forno. Glassare le stelline con la meringa che si era

circa 20 biscotti (2 teglie da forno) Tempo preparazione: 40 min Tempo cottura: 35-40 min Difficoltà: media lasciata da parte, aiutandovi con un cucchiaino da caffè, e livellare bene la dose su tutto il biscotto. Infornare a 160°C in forno caldo e cuocere i biscotti, controllando sempre la cottura. Sfornare, una volta pronti, far raffreddare e conservare in contenitori ermetici, o servire. Nota: - per la glassa esiste anche la possibilità ‘a crudo’: svolgendo lo stesso procedimento, si possono infornare i biscotti e glassarli dopo la cottura, dopo averli fatti raffreddare. Basterà poi far asciugare la glassa per una notte, in un luogo fresco.

Martina Cigolla Ciao, mi chiamo Martina Cigolla, ho 19 anni e sono fassana di nascita, ma cittadina di Trento per adozione. Sono iscritta al 1° anno di Economia, e sono un’amante del cibo in ogni sua forma e provenienza. Mi definisco una “foodie” o, come dicono molti, foodblogger. Da poco più di un anno infatti possiedo un blog di cucina, “Me and food”, uno spazio nel quale racchiudo tre grandi passioni: la cucina, la scrittura e la fotografia. È un angolo personale, intimo. Perché la cucina, per me, va oltre una semplice ricetta. È emozione trasmessa tramite uno scatto, è racconto di quel che si nasconde dietro un piatto: sorrisi, dubbi o ricordi. Ed è quello che vorrei fare “da grande”: la “food writer”. Questo forse è il mio sogno più grande.


CONFETTURE CREMOSE BIOLOGICHE ZUEGG Dalla miglior frutta biologica, coltivata senza fertilizzanti e pesticidi nascono le nuove confetture cremose Zuegg Bio con zucchero di canna biologico. Tutto il piacere di una confettura cremosa, con tantissima frutta, che la rende adatta anche per i pi첫 piccoli. Ottima da spalmare come una crema, ideale se aggiunta nello yogurt oppure come guarnizione di dolci al cucchiaio.


È SBOCCIATO IL LILLA.

Foxy Bouquet, in edizione limitata Lilla. Una casa si giudica anche dal bagno. E allora perché non dargli quel tocco in più d’eleganza e ricercatezza, nel modo più semplice che ci sia. Foxy Bouquet è la prima e unica carta igienica colorata, adesso anche nella nuova sfumatura lilla, per intonarsi davvero ad ogni stile. Colora il tuo mondo con Foxy Bouquet: se per te la carta igienica è sempre stata bianca, preparati a fare uno strappo alla regola.

F OX Y . P I C C O L I C O L P I D I G E N I O .


LE NUOVE RICETTE DEL NATALE

Natale

Tartare di salmone con crema di avocado

INGREDIENTI

Speciale ricette

21

PREPARAZIONE

Volete preparare una tavola per le feste fantasiosa e diversa dal solito? Sfogliate le nostre ricette natalizie selezionate per voi: semplici da realizzare o più raffinate, sono perfette per cimentarsi in creazioni speciali per i vostri cari.

400 g salmone fresco 2 avocado il succo di un limone il succo di un pompelmo 150 g formaggio morbido da spalmare 1 cucchiaino di pepe rosa in grani leggermente pestati

sale q.b. timo, qualche rametto 1 mazzetto di rucola 8 fette pancarrè pomodorini per decorare aceto balsamico per decorare

Tagliate le fette di pancarré con un coppapasta di forma tonda per ottenere 8 dischi. Metteteli da parte e intanto preparate le tartare. Sbucciate gli avocado, divideteli in due e togliete i noccioli interni, tagliate la polpa a dadini e raccoglieteli in una ciotola. Irrorate con il succo di limone e mescolate delicatamente. Con un coltello affilato tagliate il salmone prima a listarelle sottili e poi a dadini delle stesse dimensioni di quelli dell’avocado e mescolate con cura. Insaporite entrambe le tartare con timo e pepe rosa. Incorporate al for-

maggio morbido qualche foglia di rucola tritata, per ottenere una crema. Adesso non vi resta che comporre insieme tutti gli ingredienti, sempre aiutandovi con il coppapasta, direttamente sui piatti individuali dell’antipasto, in quest’ordine: avocado, un disco di pancarré, salmone, ancora pancarré e infine la crema di formaggio. Per decorare usate qualche cucchiaiata di succo di pompelmo come letto per la vostra “torretta”, pomodorini, foglie di rucola e gocce di aceto balsamico.

4 persone Tempo di preparazione: 15 min Difficoltà: facile

Vino consigliato SPUMANTE BRUT ROSE’ CESARINI SFORZA Regione: Trentino Vitigno: Pinot Nero Colore: rosa con riflessi ramati Profumo: intenso; profumo di rosa e piccoli frutti rossi Gusto: asciutto, pulito ed elegante Gradi alcolici: 12,5% vol Temperatura di servizio: 8°C € 8,99


22

LE NUOVE RICETTE DEL NATALE

PREPARAZIONE

INGREDIENTI

Patè di fegato di vitello con gelatina d’arancia 400 g di fegato di vitello 400 g di cipolle bianche burro fresco q.b. (la quantità necessaria è variabile, ma procuratevene almeno 400 g) 1 bicchierino di Marsala (o altro

vino dolce) brodo di carne q.b 1 vasetto di gelatina di arancia sale q.b. pane casereccio q.b.

Affettate sottilmente le cipolle a fatele soffriggere in un ampio tegame con il burro, poi abbassate la fiamma e lasciatele stufare lentamente, con il coperchio, per mezz’ora. Allungate con un po’ di brodo caldo (qualche cucchiaiata) quando il composto diventa troppo asciutto. Una volta che le cipolle saranno ben cotte, unitevi il fegato a fettine sottili e il Marsala, e continuate a cuocere per 4-5 minuti a fuoco vivo. A questo punto aggiustate di sale e togliete dal fuoco. Mettete il composto ottenuto nel bicchiere del frullatore e azionate fino a ottenere una consistenza liscia e omogenea. Pesate la crema ottenuta e unitevi un uguale peso di burro fresco morbido a temperatura ambiente. Mescolate con cura in modo da amalgamare perfettamente il burro e la crema di fegato e cipolle. Poi conservate il paté in frigorifero, avvolto in carta oleata, per al-

4 persone Tempo di preparazione: 1 h Difficoltà: media

meno due ore. Servitelo spalmato su fettine di pane casereccio e completate ogni crostino con un velo di gelatina di arancia.

Vino consigliato PASSITO PANTELLERIA Regione: Sicilia | Vitigno: Zibibbo Colore: giallo dorato con riflessi ambrati Profumo: intenso e persistente con sentori di fichi secchi, albicocche e miele Gusto: armonico, persistente con eccellente armonia e morbidezza Gradi alcolici: 14,5% vol Temperatura di servizio: 12°C € 8,85


23

PREPARAZIONE

INGREDIENTI

Il risotto spumante e gamberi 320 g riso carnaroli 80 g burro 2 scalogni 1 ciuffo di prezzemolo 750 ml di spumante 20 gamberi di media dimensione 2 spicchi d’aglio

5 cucchiai di olio extravergine di oliva pepe nero macinato q.b. Brandy 40 ml acqua 250 ml sale

Pulite i gamberi e separate la polpa dalle carcasse. Dedicatevi subito al brodo di pesce: fate soffriggere uno scalogno tritato in 3 cucchiai d’olio, poi lasciatevi rosolare le carcasse, sfumate con il Brandy e fate fiammeggiare; allungate con 250 ml di acqua calda, lasciate cuocere incoperchiato a fiamma bassa per 10 minuti, poi aggiustate di sale, filtrate e tenete da parte. Tagliate la polpa dei gamberi a pezzetti e fateli soffriggere con 2 cucchiai d’olio e l’aglio schiacciato per 2 minuti a fuoco vivace, spegnete il fuoco e pepate. Tenete al caldo e procedete con il risotto: fate imbiondire l’altro scalogno tritato in 50

Vino consigliato ABATE NERO SPUMANTE BRUT Regione: Trentino Vitigno: Chardonnay Colore: giallo paglierino Profumo: fresco, intenso e fruttato Gusto: pieno, fragrante e armonico Gradi alcolici: 12,5% vol Temperatura di servizio: 8°C € 11,25

4 persone Tempo di preparazione: 1 h Difficoltà: media

g di burro, poi unite il riso e poco alla volta lo spumante (deve essere a temperatura ambiente). Consumati i 750 ml di spumante, utilizzate il brodo di pesce preparato in precedenza, gradualmente, per ultimare la cottura del riso. Quando questo sarà al dente aggiungete la polpa dei gamberi, amalgamate e spegnete il fuoco. Unite i 30 g di burro rimasto e il prezzemolo fresco tritato. Mantecate, impiattate e completate il tutto con un’altra spolverata di pepe e qualche foglia ancora di prezzemolo.


24

LE NUOVE RICETTE DEL NATALE

PREPARAZIONE

INGREDIENTI

Ravioli al sugo di brasato Per la pasta: 500 g farina di grano tenero o di semola 2 uova sale q.b. Per il ripieno: 800/1000 g carne di manzo

1 uovo 1 bicchiere di vino rosso 1 cipolla 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva sale q.b. Grana grattugiato a piacere

Come prima cosa predisporre la sfoglia con farina e uova. Dopo aver aggiunto sale e acqua impastare, facendo riposare l’impasto nella pellicola trasparente per un’ora. Quindi stendere la pasta (spessore 2 cm circa) tagliando tanti quadrati quanti saranno i ravioli, magari aiutandosi con una raviolatrice manuale. Per approntare il ripieno fare appassire in padella una cipolla tagliata sottile con due cucchiai d’olio. Quindi unire un pezzo di carne di vitello (dagli 800 g circa), bagnando con il vino rosso. Far sfumare l’alcol e proseguire la cottura a fuoco lento per 3 ore chiudendo con un coperchio. Terminata la cottura, macinare la carne all’interno di un mixer o un tritacarne unendo a uovo e grana, salando. Quando il brasato sarà pronto formare dei mucchietti e distribuire sui quadrati di sfoglia. Chiudere i ravioli con una forchetta o con l’aiuto dell’apposita rotel-

4 persone Tempo di preparazione: 1 h 10 min Difficoltà: media

la dentata. I ravioli possono essere conditi come si preferisce, con burro e salvia o con un sugo saporito. Un’ottima alternativa può essere quella di prepararli con il sugo dello stesso brasato, usando un pezzo più grande di carne.

Vino consigliato CHIANTI CLASSICO DOCG GIGLIO DEL DUCA Regione: Toscana | Vitigno: Chianti Colore: rosso rubino vivace Profumo: ampio, di facile beva con una gradevole acidità Gusto: armonico, sapido e leggermente tannico Gradi alcolici: 12% vol Temperatura di servizio: 18°C € 6,20


26

LE NUOVE RICETTE DEL NATALE

PREPARAZIONE

INGREDIENTI

Salmone in crosta con ricotta ed erbette 4 tranci di salmone da 120 g circa 2 paste sfoglie già pronte o, a piacimento, briseè 250 g di ricotta di mucca 1 rosso d’uovo la scorza grattugiata fine di 1 limone

1 bouquet di erbette (prezzemolo, timo e coriandolo) sale e pepe

Una ricetta facile e deliziosa: iniziate dalla ricotta, mescolatela insieme alle erbette tritate poi aggiungete la scorza del limone, il rosso d’uovo, sale e pepe. Mischiate il tutto fino a che non si avrà un impasto ben amalgamato. Nel frattempo accendete il forno e scaldatelo fino a raggiungere la temperatura di circa 200°C. Adesso occupatevi del primo trancio di salmone: salatelo e pepatelo in superficie come preferite quindi adagiatelo sulla pasta sfoglia che avrete diviso in quattro parti. Ora dovete solo richiudere nella pasta sfoglia il salmone con il composto di ricotta ed erbe: chiudete arricciando la sfoglia e per dare l’ultimo tocco spennellatela a piacimento con un rosso d’uovo sbattuto con un cucchiaio d’acqua. Il risultato sarà quindi un delizioso fagottino al ripieno di salmone e ricotta: non vi resta che riapplicare la stessa preparazione agli altri tre tranci. Se volete adornarli, usate delle strisce di pasta che

4 persone Tempo di preparazione: 20 min Difficoltà: facile

applicherete sul dorso dei fagottini disegnando dei rombi. Infine, mettete i vostri preparati in forno per 30 minuti: alla fine, serviteli caldi in tavola accompagnandoli con un’insalata.

Vino consigliato VALDOBBIADENE PROSECCO SUPERIORE DOCG LA GIOIOSA Regione: Veneto Vitigno: Glera Colore: giallo paglierino tenue Profumo: fruttato con sentori di floreale Gusto: morbido e armonico Gradi alcolici: 11% vol Temperatura di servizio: 7°C € 5,98


27

PREPARAZIONE

INGREDIENTI

Cappone al forno 1 cappone di circa 2 kg 200 g di olive nere snocciolate 1 cipolla 2 uova sode 5 cucchiai di pangrattato mezzo bicchiere di vino bianco

burro e olio sale, pepe brodo vegetale

Solitamente i capponi sono venduti già puliti: per sicurezza, passate il vostro alla fiamma, per eliminare eventuali tracce di peluria presenti sulla pelle, e lavatelo con l’acqua. Per il ripieno, in una padella mettete un cucchiaio di burro e qualche goccia d’olio e fate rosolare la cipolla precedentemente tritata. Quando questa comincia a dorarsi, spolverate di sale e pepe e bagnate con mezzo bicchiere di vino bianco. Fatelo evaporare, poi aggiungete 5 cucchiai di pangrattato (più o meno, a seconda di quanto gradite ricco il ripieno), le olive tritate e le uova sode. Mescolate per bene, fino a ottenere un composto omogeneo, e se necessario versate ancora qualche goccia di vino bianco. A questo punto farcite il cappone con il ripieno, legatelo per tenerlo unito e mettetelo in forno a 150°C. Il cappone può cuocere anche due ore, valutate con uno stuzzicadenti la croccantezza. Nel caso si asciu-

8 persone Tempo di preparazione: 30 min Tempo di cottura:1h 30 min circa Difficoltà: media

gasse troppo, bagnatelo con del brodo vegetale precedentemente preparato.

Vino consigliato VALPOLICELLA DOC CLASSICO ZONIN Regione: Veneto Vitigno: Corvina, Corvivnone E Rondinella Colore: rosso rubino brillante Profumo: delicato; sentori di mandorla e marasca Gusto: secco, vellutato e sapido Gradi alcolici: 12,5% vol Temperatura di servizio: 18°C € 4,95


28

LE NUOVE RICETTE DEL NATALE

PREPARAZIONE

INGREDIENTI

Dessert al pistacchio e melograno 400 g yogurt bianco 2 piccole mele il succo di un limone 4 cucchiai di miele di castagno 2 cucchiaini di buccia d’arancia grattugiata

100 g di pistacchi sgusciati 2 melograno cannella q.b.

Pulite i due frutti di melograno in questo modo: tagliate la parte superiore in orizzontale, sotto il gambo, e rimuovetela. Se non sono ancora visibili i semi, tagliate ulteriormente fino a che non si vedano i chicchi rossi. Suddividete il melograno in 4 spicchi, poi riempite un contenitore largo con acqua fredda e ponetevi all’interno gli spicchi. Rimuovete tutti i semi dalla polpa bianca e poi, aiutandovi con uno scolapasta, raccoglieteli in una ciotola. Tritate grossolamente i pistacchi e teneteli da parte in un’altra ciotola. A questo punto sbucciate le mele, eliminate i semi e tagliatele a cubetti che bagnerete subito con il succo di limone. Frullatele fino a ottenere una purea fine e aromatizzatela con la buccia di arancia. Non vi resta che mescolare lo yogurt (sceglietelo intero per un dessert più gustoso oppure magro per una versione più light) con un pizzico di cannella macinata e unite il tutto alla crema di mela. Riponete in frigorifero per 20 minuti circa. Poco prima di servire portate a ebollizione in un pentolino il miele, a fuoco molto basso. Componete infine il dessert in bicchierini individuali: alla base il miele bollente, poi la crema fredda di yogurt, ancora il miele e sulla superficie abbondanti semi di melograno e i pistacchi tritati.

Vino consigliato MOSCATO SPUMANTE DOC VERSI DI VINI Regione: Piemonte | Vitigno: Moscato Colore: giallo paglierino scarico spuma fine e persistente Profumo: profumo tipico di uve fresche con aroma fragrante di albicocca e fiori di acacia Gusto: fresco e leggero, questo vino spumante è perfettamente bilanciato negli zuccheri e nella freschezza dell’acidità Gradi alcolici: 7% vol | Temperatura di servizio: 8°C € 3,99

4 persone Tempo di preparazione: 45 min Difficoltà: facile


29

INGREDIENTI

Torta di cioccolato con crema di zabaione 200 g di cioccolato fondente 150 g di burro 200 g di zucchero semolato 5 uova 4 cucchiai di farina

mezzo bicchierino di liquore (Marsala o Cognac)

8 persone Tempo di preparazione: 30 min Tempo di cottura: 15 min

PREPARAZIONE

Difficoltà: media Innanzitutto, sciogliete a bagnomaria il cioccolato fondente. Lasciatelo quindi intiepidire e dopo aggiungete la farina e tre tuorli d’uovo: uno alla volta e amalgamando bene il tutto. Intanto, montate i tre albumi a neve, aggiungendo poco alla volta tre quarti dello zucchero semolato. A questo punto incorporate il composto montato al precedente: se riuscite, fatelo con movimenti delicati dal basso verso l’alto per non disperdere l’aria incorporata durante la montatura. Infine versate il composto così ottenuto in una pirofila per torte, di 25 cm di diametro e rivestita di alluminio: cuocete in forno caldo a 180°C per 15 minuti. Per testare la cottura, inserite uno stuzzicadenti al centro della torta: se è pronta, riuscirete ad estrarlo asciutto. Lasciate quindi riposare la torta almeno un paio d’ore prima di servirla. Per preparare la crema di zabaione, in una ciotola d’acciaio montate i due tuorli rimasti con lo zucchero avanzato, mescolate con una frusta fino a creare una spuma: cuocete a bagnomaria a temperatura

bassa, girando in continuazione e aggiungendo di tanto in tanto il mezzo bicchiere di liquore. Lasciate cuocere finché il composto si sarà addensato.

Vino consigliato PORTO RUBY SANDEMAN Regione: Portogallo Vitigno: Tinta E Touriga Colore: rubino splendente Profumo: ha naso di frutta selvatica, prugne e carcadé Gusto: in bocca avvolgenza ed alcol scaldano il palato, richiamando nette note fruttate Gradi alcolici: 19,5% vol Temperatura di servizio: 18°C € 7,98


Sapori d’ autore

Tutto il gusto della tradizione per ogni stagione

C’è sempre più gusto


Dal 16 al 31 Dicembre nei punti vendita che aderiscono all’iniziativa Scoprite da Poli la speciale sezione dedicata alle proposte per i vostri menu natalizi: con le esclusive idee della gastronomia potrete sbizzarrirvi in insolite preparazioni per le feste. Dal 16 al 31 dicembre, nei tanti Supermercati Poli che aderiscono all’iniziativa, trovate al banco self, gastronomia, del pesce, della carne, del pane e delle golosità prodotti selezionati appositamente per il vostro Natale. Trento e sobborghi • • • • •

Via Maccani, 56 Via Fermi, 5 Corso 3 Novembre, 57 Gardolo, Via Soprassasso, 21 Lavis, Via Clementi, 66

Bolzano e dintorni • • • • • • • • •

Via Resia, 19/p Via Claudia Augusta, 13 Via del Ronco, 2 Corso Italia, 8 Via Galvani, 3 San Giacomo, Via San Giacomo, 16/i Egna, Via Stazione, 23 Laives, Via Peter Mayr, 2 Merano, Via Piave, 63

Valsugana • • • •

Pergine Valsugana, Via Tamarisi, 2 Levico, Corso Centrale, 40 Caldonazzo, Via Roma, 94 Borgo Valsugana, Corso Vicenza, 61

Rovereto e dintorni • • • •

Via Craffonara, 24 Villa Lagarina, Via Salisburgo, 8 Ala, Corso Passo Buole, 5/a Mori, Via del Garda, 89

Alto Garda • •

Arco, Via Santa Caterina, 78 Riva del Garda, Viale Lutti, 12

Valli di Fiemme e Fassa •

Predazzo, Via Fiamme Gialle, 56

Val di Non •

Cles, Via Trento, 168

Val d’Isarco • •

Bressanone, Via Veneto, 26 Vipiteno, Via Marconi, 14/a

Si declinano eventuali responsabilità dovute ad errori tipografici o di stampa. Le fotografie sono solo rappresentative.

PER UN NATALE DAVVERO SPECIALE

31


32

PER UN NATALE DAVVERO SPECIALE Dal 16 al 31 Dicembre nei punti vendita che aderiscono all’iniziativa

Gli Antipasti Che la festa abbia inizio! Una festa per gli occhi, un trionfo di sapori per indurti in tentazione, per accompagnarti al menu delle grandi occasioni. il dolce ed il salato, la morbidezza, la croccantezza e la friabilità, il contrasto di gusti e colori. E la festa sta appena incominciando...

Salmone scozzese Primia Varietà di salmone molto delicata, la sua carne è facile da tagliare e contiene pochi grassi: è l’ideale da consumare in insalata, o da servire come antipasto. Con la garanzia della freschezza dei prodotti Primia.

€ 8,90

al pezzo

(al kg € 29,67)

300 g

Prosecco Conte Mangesa cl.75

Salmone selvaggio Alaska Il Salmone Selvaggio dell’Alaska è ricco di alimenti salutari e può essere cucinato in vari modi mantenendo intatto il suo gusto prelibato. A garantirne la naturalità è la sua alimentazione, costituita esclusivamente da organismi presenti nel suo habitat.

€ 6,50

al pezzo

(al kg € 65,00)

100 g

Spumante Brut Rosè Abate Nero cl.75


33 Tris di affumicati: salmone, tonno e pesce spada Una composizione che accontenterà tutti i palati: il tris di affumicati (salmone, tonno e pesce spada) conferisce colore e un sapore intenso alla tavola delle feste. Da abbinare con crostini al burro.

€ 6,90

al pezzo 150 g

(al kg € 46,00)

Spumante Brut Ferrari cl.75

Carpaccio di tonno Piatto delicato, capace di conquistare i commensali dai gusti più ricercati e quelli attenti alla linea: con il carpaccio di tonno andate sul sicuro. Servite con fette di pane e qualche fetta di limone.

€ 3,95

al pezzo

(al kg € 39,50)

100 g

Spumante Brut Altemasi cl.75

Carpaccio di SPADA Ottimo sia come antipasto sia come secondo piatto, da accompagnare con un contorno di verdure. Può essere servito freddo oppure tiepido. L’idea in più? Accostatelo a un’insalata di mele verdi, rucola e salsa di yogurt.

€ 4,50

al pezzo

(al kg € 45,00)

Spumante Brut Ferrari cl.75

100 g


34

PER UN NATALE DAVVERO SPECIALE

Lardo di colonnata i.g.p. Oltre che al naturale, cioè tagliato a strisce sottili e accompagnato a crostini, questo pregiato lardo viene utilizzato in innumerevoli preparazioni: zuppe di legumi e ortaggi, frittate, altri primi piatti come risotti o paste, secondi di carne e addirittura di pesce.

€ 24,90 al kg

al Kg

Vernaccia San Gimignano docg Giglio Duca cl.75

Prosciutto del Gargantuà Galloni La specialità dei Fratelli Galloni, si distingue per il ricco bouquet di aromi che rilascia al palato e l’intenso profumo che emana al taglio, grazie agli aromi naturali e alla stagionatura di almeno 20 mesi con il riposo finale in una cantina di legno aromatizzata dalla nebulizzazione della Malvasia dei colli di Parma.

€ 18,90 al kg

al Kg

Sauvignon doc Brigl cl. 75

Salame Felino i.g.p. Straordinario prodotto tipico, la sua denominazione è riferita all’area geografica della Provincia di Parma in cui è ubicato il paese di Felino da cui trae storicamente origine. La materia prima impiegata è costituita da carne di suini rigorosamente nati, allevati e macellati in Italia.

€ 19,50 al kg

al Kg

Lambrusco Secco doc Fortenero cl.75


35 Burro salato e Burro al tartufo Due alternative al classico prodotto caseario da cucina: il burro salato e quello profumato al tartufo conferisono carattere ai cibi cui vengono abbinati. Ideale condimento per i tutti i piatti caldi, paste, risotti, filetti di carne, uova, patate. BURRO AL TARTUFO

BURRO SALATO

€ 3,90

al pezzo

(al kg € 48,75)

€ 0,95

al pezzo

80 g

(al kg € 7,60)

125 g

Insalata russa L’insalata russa è un piatto tradizionale della cucina russa, molto gustoso, che col tempo ha subito numerosi cambiamenti: nel Settecento, era nota come insalata alla genovese, perché considerata uno dei principali piatti presenti nei pranzi di gala dell’aristocrazia ligure.

€ 6,50 al kg

al Kg

Blauburgunder Erste&Neue cl.75

Pane gastronomico Re incontrastato degli antipasti ad effetto, il pane gastronomico è una simpatica “invenzione” da portare in tavola a Natale. Per il ripieno, si può dare sfogo alla creatività, preparando le farciture più fantasiose e che più ci piacciono a base di carne, di pesce o vegetariane!

€ 4,50

al pezzo

(al kg € 9,00)

Prosecco Bio doc Ca Val cl.75

500 g


Immagine Frieder Blickle

Natura, fonte segreta d’inconfondibili sapori. Per ricevere il meglio dalla natura è necessario rispettarla, lasciando a lei il compito di offrirci quanto di più genuino possa darci. Da questo latte BIO così speciale nasce anche mozzarella Bio Brimi, la natura racchiusa in un freschissimo bocconcino. www.brimi.it


37 Voul au vent Da servire caldi o freddi, come antipasto o aperitivo, questi piccoli canestrini di pasta sfoglia si possono riempire con fantasia: con verdure, crema di formaggio o funghi, gamberetti, carne tritata e addirittura con un ripieno dolce.

€ 4,50

al pezzo

(al kg € 21,43)

210 g

Spumante Brut Rosè Marca Oro Valdo cl.75

Crema di Brie Con questa crema già pronta all’uso potete sbizzarrirvi in ricche preparazioni per la tavola delle feste ed ottenere con semplici mosse primi piatti da leccarsi i baffi, di cui andranno matti i bambini (e non solo!).

€ 1,45

al pezzo

(al kg € 11,60)

125 g

Chardonnay Bianco Hofstaetter cl.75

Ricotta al limone Con la ricotta al limone potete conferire un profumo diverso alle vostre preparazioni. Ideale per realizzare antipasti leggeri dove la dolcezza della ricotta si sposa con l’agro del limone. Provatela anche per dolci mousse e soufflé.

€ 8,50 al kg

Moscato Giallo Gaierhof cl. 75

al Kg


38

PER UN NATALE DAVVERO SPECIALE Dal 16 al 31 Dicembre nei punti vendita che aderiscono all’iniziativa

La pasta fresca ripiena Il prImo? non sI scorda maI. Accompagnati da funghi o carni, salse preziose e profumi di erbe aromatiche, i primi si presentano. Paste fresche ripiene, lasagne o tagliatelle, cucinate secondo le ricette delle tradizioni o della nouvelle cuisine, per un piatto che sia veramente...indimenticabile.

Stelle al tartufo Se c’è una pasta speciale per le festività è proprio questa, dove il gusto delicato della pasta fresca si sposa al sapore deciso del suo ripieno al tartufo. Il tutto reso magico dalla speciale forma a stella.

€ 4,90

al pezzo

(al kg € 19,60)

250 g

Nebbiolo Versi Di Vini cl.75

Tortelli con patate e speck Con i tortelli patate e speck non si sbaglia mai. Primo piatto ricco, è ottimo condito con semplicità: bastano un po’ di burro fuso e del formaggio grana spolverizzato in superficie.

€ 2,90

al pezzo

(al kg € 11,60)

250 g

Cabernet Sauvignon doc Grigolli cl.75


39 Tortelli al radicchio Per portare in tavola un colore diverso dal solito, scegliete i tortelli di pasta fresca al radicchio. Esaltate il gusto della verdura con un condimento ugualmente al radicchio, oppure serviteli lisci.

€ 2,90

al pezzo

(al kg € 11,60)

250 g

Gewürztraminer doc Walch cl.75

Tortellini di Valeggio Specialità veneta originaria di Valeggio sul Mincio, i tortellini vanno cotti in brodo di carne e con questo serviti oppure gustati asciutti con burro e salvia. Non deve mancare una spolverata di formaggio grana.

€ 8,50

al pezzo

500 g

(al kg € 17,00)

Schiava doc Mezzacorona cl.75

Ravioli al salmone Sulla tavola del Natale il salmone non può mancare e questi ravioli sono perfetti per il menu delle feste. In più, sono anche ricchi di acidi grassi Omega 3: il gusto buono che fa bene.

€ 2,45

al pezzo

(al kg € 9,80)

250 g

Müller Thurgau doc Storie di Vite cl.75


40

PER UN NATALE DAVVERO SPECIALE Dal 16 al 31 Dicembre nei punti vendita che aderiscono all’iniziativa

La carne Ai secondi, lA medAgliA d’oro. Carni bianche o rosse, farcite o accompagnate da profumi di bosco, di spezie e di erbe aromatiche, ricche di intingoli e salse oppure in preparazioni che esaltano morbidezza e gusto, il primo posto stavolta è dei secondi...

Arrosto di faraona ripiena Ottima per un pranzo importante o come ricetta di Capodanno, la faraona è una vera e propria “regina” dei menu italiani. Ripiena e arrosto delizierà con generosità gli ospiti.

€ 17,90 al kg

al Kg

Lago di Caldaro doc Bontà delle Valli cl.75

Arrosto di cappone con castagne In questo preparato, la carne tenera del cappone è abbinata con la castagna, compagna dell’inverno in grado di saziare tutta la famiglia. Ottimo anche riscaldato il giorno dopo.

€ 18,90 al kg

Mori Vecio doc Concilio cl.75

al Kg


41 Arrosto di coniglio ripieno al Parmigiano Reggiano Il coniglio arrosto dà il meglio di sé, ancora più saporito in questa varietà ripiena di formaggio grana. Potete arricchirlo con delle patate e dei pomodorini di contorno.

€ 17,90 al kg

al Kg

Lagrein Rosè Erste&Neue cl.75

Anatra a busto Dal gusto originale e delicato, l’anatra è una pietanza tipicamente servita nei mesi invernali ed è l’ideale per un pranzo o una cena festivi.

€ 7,90 al kg

al Kg

Rebo Cantina d’Isera cl.75

Petto d’anatra Un grande secondo piatto, si presta a numerose varianti, all’arancia o al miele per esempio. Sorprende arricchito da una salsa agrodolce, come il petto d’anatra all’aceto balsamico, ricetta tipica della cucina emiliana.

€ 16,90 al kg

Merlot doc Cavit cl.75

al Kg


42

PER UN NATALE DAVVERO SPECIALE Dal 16 al 31 Dicembre nei punti vendita che aderiscono all’iniziativa

Il pesce Un gUIzzo dI fantasIa, Un tUffo nel sapore. Il potere fortemente evocativo dei piatti di mare trova un’esaltazione di gusti e sapori in piatti di pesce e di crostacei, di molluschi e conchiglie che ci accompagnano in altri luoghi, in altri mondi, solleticando il nostro gusto e la nostra fantasia. Un tuffo... è festa!

Ostriche fresche Uno dei cibi più raffinati ed afrodisiaci, le ostriche danno un tocco speciale alla vostra tavola. Condite semplicemente con pepe e limone, permette di gustare tutto il loro sapore di mare.

€ 6,90 al kg

al Kg

Spumante Brut Abate Nero cl.75

Gambero intero decongelato Sono molto versatili in cucina e scenografici in tavola. Serviteli come antipasto con una salsa di avocado o appena scottati alla griglia per il secondo: questi crostacei non deludono mai.

€ 18,90 al kg

Gewürztraminer Erste&Neue cl.75

al Kg


43 Rombo chiodato Pesce d’acqua salata, il rombo chiodato si distingue per il corpo molto allargato e per i tubercoli presenti sulla superficie. La cottura al forno ne esalta il sapore.

€ 12,90 al kg

al Kg

Passerina doc Offida cl.75

Calamaro ripieno I calamari ripieni sono una piatto molto semplice, diffuso in tutta Italia. In questa versione con ripieno a base di gamberetti sono appetitosi e scenografici per una cena ad effetto.

€ 17,90 al kg

al Kg

Prosecco Rive di Colbertaldo Ca Val cl.75

Arrosto di PESCE Un’alternativa alla carne, che sarà altrettanto gradita dai vostri ospiti. L’arrosto di pesce sarà il re dei vostri banchetti, squisito cucinato al forno con un contorno di patate, pomodori e olive.

€ 17,90 al kg

al Kg

Pinot Nero frizzante Oltrepo’ Pavese doc Vie del Canto cl.75


45 PER UN NATALE DAVVERO SPECIALE Dal 16 al 31 Dicembre nei punti vendita che aderiscono all’iniziativa

I formaggi Tradizione, sapori e profumi prendono... forma. La tipicità di un territorio trova perfetta sintesi proprio nei formaggi. a te la possibilità di farti conquistare dalla cremosità, dalla grana perfetta, dalla consistenza, dalla presenza di preziose erborinature, dalle mille sfaccettature di un alimento che è espressione di genuinità e piacere della buona tavola, in tutte le sue... forme.

Torta alle noci La torta alle noci, già pronta da servire e bella da vedere, non è solo buona: fa anche bene. Le noci, infatti, hanno un bassissimo indice glicemico e provati benefici cardiovascolari.

€ 15,90 al kg

al Kg

Passito di Pantelleria cl.50

TOMINI AROMATIZZATI Formaggio erborinato a pasta molle, prodotto con latte vaccino intero e latte intero di capra e con stagionatura di 90 giorni. Crosta rossastra e pasta bianca screziata dallo sviluppo di muffe. Sapore caratteristico e molto aromatico. Pasta morbida e cremificata.

€ 2,45

al pezzo

(al kg € 11,67)

Chardonnay Bianco Hofstaetter cl. 75

g 35 x 6


46

PER UN NATALE DAVVERO SPECIALE

Robiola di Mondovì Occelli Formaggio a crosta fiorita e pasta molle, consigliato in cucina su insalate di stagione, a fine pasto o come formaggio “da stufa” con fette di pane abbrustolito Si accompagna ottimamente con un vino bianco di struttura o un buon vino rosso giovane.

€ 17,90 al kg

al Kg

Verdicchio Fazi Battaglia cl.75

Formaggio Casciotta d’Urbino d.o.p. Formaggio dop a pasta molle e friabile, con il 70-80% con latte di pecora e il 20-30% di vacca, con leggera occhieggiatura. Sapore dolce caratteristico, colore bianco-paglierino. Per essere gustato al meglio, il prodotto conservato in frigorifero va portato a temperatura ambiente per alcune ore.

€ 13,90 al kg

al Kg

Valpolicella Classico doc Zonin cl. 75

Formaggio Crucolo al vino Formaggio a pasta semidura preparato con latte selezionato di altissima qualità. Durante la stagionatura le forme vengono trattate in crosta con vino rosso. Così, il formaggio Crucolo al vino ottiene un gusto deciso, con profumi di mosto d’uva.

€ 14,90 al kg

Lagrein doc Muri Gries cl. 75

al Kg


47 Formaggio Moliterno al tartufo Gusto intenso e raffinato quello del formaggio Moliterno al tartufo. Prodotto con latte di pecora pastorizzato e tartufo nero estivo macinato, ottimo da assaporare anche da solo accompagnato da un buon rosso aromatico.

€ 24,90 al kg

al Kg

Rosso Conero doc Moncaro cl.75

FORMAGGIO PIAVE D.O.P. VECCHIO, SELEZIONE ORO DEL TEMPO E’ il più famoso dei formaggi tipici bellunesi. A rendere unici i pregiati formaggi “Oro del Tempo” è l’esclusiva stagionatura che giorno dopo giorno conferisce ai formaggi sapori ed aromi più intensi.

€ 12,90 al kg

al Kg

Carmenere Syrah riserva Falernia cl.75

Zola piccante Per chi ai sapori dolci preferisce i gusti forti, un menu con lo zola piccante è un’offerta irresistibile. Succulenta salsa per i primi piatti ma anche inattesa crema per la carne arrosto.

€ 11,90 al kg

al Kg

Corindone Rosso igt Secchi cl.75


48

PER UN NATALE DAVVERO SPECIALE Dal 16 al 31 Dicembre nei punti vendita che aderiscono all’iniziativa

I dolci e dulcis in fundo... Sarebbe un errore non chiudere in buonezza! Proprio per non avere rimpianti, lasciamoci tentare dalle golosità, anche da quelle esagerate. Le creme, il cioccolato, la panna; soffici impasti lievitati arricchiti da mille seduzioni e tentazioni. Potremo sentirci in colpa più tardi, ora chiudiamo in... buonezza.

panettone al pistacchio e crema di pistacchi Ideale per accompagnare il momento del tè o del caffè, con la sua morbida crema verde. La confezione natalizia realizzata dalla pasticceria siciliana Pistì infatti include, oltre al panettone, anche un goloso vasetto di crema al pistacchio.

€ 19,90 a confezione

Spumante Moscato Versi Di Vini cl. 75

ZELTEN Dolce tipico della tradizione regionale, lo Zelten non può mancare nelle nostre case. Delizia farcita con frutta secca, questo prodotto artigianale della pasticceria Grisenti, rallegra le tavole specialmente nei periodi di festa.

€ 17,90 al kg

Passito di Pantelleria cl. 50

al Kg


49 TORRONE AL PISTACCHIO / CROCCANTE AL PISTACCHIO Classico dolce natalizio, solitamente farcito con nocciole, arachidi o mandorle, si presenta in due alternative davvero raffinate: gustosi pezzi di pistacchio farciscono questi dessert della tradizione, in versione morbido torrone o croccante.

€ 4,90

al pezzo

(al kg € 24,50)

200 g

Vin Santo Sensi cl. 75

Chiccosi di arancia, classici e ricoperti Golose e da spizzicare in qualunque momento, le scorze di arancia candite profumano le tavole invernali e deliziano il palato. Ottime in versione classica, irresistibili ricoperte di buonissimo cioccolato.

€ 4,90

al pezzo

(al kg € 24,50)

200 g

CIOCCOLATO BIANCO CON PISTACCHI / FONDENTE CON MANDORLE Con il cioccolato si va sul sicuro. Ma ognuno ha i suoi gusti: bianco, al latte, fondente o croccante. Qui due opzioni golose: la tortina di cioccolato bianco con pistacchio o di fondente con mandorle per gli appassionati.

€ 3,50

al pezzo

(al kg € 35,67)

Porto Ruby Sandeman cl. 75

100 g


50

VINI Dal 16 al 31 Dicembre nei punti vendita che aderiscono all’iniziativa

Nuovi gusti PASSERINA DOC OFFIDA CL.75 Perché assaggiarlo: i suoi profumi , tipici della frutta tropicale , fiori bianchi e ginestra sono molto particolari e rappresentano un’ottima occasione per provare nuovi profumi e sentori. Da provare con: Ottimo sulle fritture di pesce e calamari o sui pesci bolliti.

da provare GRECO DI TUFO DOCG FEUDI SAN GREgORIO CL.75 Perché assaggiarlo: grazie al terreno ricco di zolfo dove risiedono i vitigni, il greco di tufo acquisisce sapidità e note minerali che rendono unico questo vino. Da provare con: è un vino perfetto per ogni preparazione a base di pesce e crostacei. PROVENIENZA: Campania

PROVENIENZA: Marche

€ 5,35

€ 10,98

(al litro € 7,13)

(al litro € 14,64)

SYLVANER DOC EISACKTALER CL.75

REBO DOC cANTINA D’ISERA cl.75

Perché ACQUISTARLO: questo vitigno, con tutta probabilità originario della regione tedesca del Franken e molto diffuso in Alsazia, è stato introdotto in Alto Adige intorno al 1900. E’ un vino piacevolmente fresco ed acidulo che pur richiamando gli omonimi d’oltralpe mantiene le caratteristiche del clima e terreni della Valle Isarco. Da provare con: antipasti leggeri, speck e asparagi.

Perché ACQUISTARLO: Dall’ incrocio genetico del Merlot con il Teroldego operato nel 1948 dal ricercatore Rebo Rigotti all’ Istituto Agrario di San Michele si ottiene il Rebo, ottimo vino rosso che unisce la gentilezza e la fragranza dei profumi tipici del Teroldego, alla robustezza e struttura decisa del Merlot che ne consente l’invecchiamento in bottiglia. Da provare con: ottimo il capretto e con le carni ovine speziate.

PROVENIENZA: Alto Adige

PROVENIENZA: Trentino

€ 6,99

(al litro € 11,13)

(al litro € 9,32)

NEBBIOLO VERSI DIVINI cl.75 Perché ACQUISTARLO: è considerato il “re dei vitigni di langa” per tutta una serie di caratteristiche genetiche superiori ad altri vitigni che si configurano in complessità aromatica, potenza tannica e maggiore longevità. Da questo vitigno si ricava il re dei vini italiani: il barolo. Da provare con: ben adatto ad affettati o formaggi si abbina molto bene con risotti, pasta e lasagne. PROVENIENZA: Piemonte

€ 5,98 (al litro € 7,97)

€ 8,35

CARMENERE SYRAH RISERVA FALERNIA Cl.75 Perché acquistarlo: questo vino proviene da una delle zone più aride del Cile, a circa 600 km a nord di Santiago, tra la capitale e il deserto di Atacama. Il clima e il territorio permettono di ottenere un’elevata qualità delle uve: Carmenere e Syrah, che si completano pienamente. Da provare con: carne rossa speziata con lunghe cotture; agnello e cacciagione. Formaggi stagionati. Da provare come vino da meditazione. PROVENIENZA: Cile

€ 7,98 (al litro € 10,64)


51

Le nostre idee regalo SPUMANTE BRUT ROTARI

MORI VECIO

Mezzacorona

CONCILIO

Bottiglia magnum lt 1,5

Bottiglia magnum lt 1,5

€ 15,90

€ 14,90

(al litro € 10,60)

(al litro € 9,93)

MERLOT

EREMO e MORELLINO

BRIGL

FATTORIA IL PALAGIO

Bottiglia magnum lt 1,5

TEROLDEGO, LAGREIN ROSATO e CHARDONNAY

MEZZACORONA

Confezione cl 75x2

€ 16,50

€ 9,80

(al litro € 11,00)

(al litro € 6,53)

TEROLDEGO ROTALIANO

CANTINA ROTALIANA

Confezione cl 75x3

Confezione latta cl.75

€ 14,90

€ 5,99

(al litro € 6,62)

(al litro € 7,99)


Buonaidea Speciale Natale  

Buonaidea Speciale Natale

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you