Page 1

l’informazione sull’industria dello sport, del fitness, della piscina e del benessere trimestrale - anno 5 - n. 18 - ottobre-dicembre 2014

www.sportindustry.com SPORT & FITNESS

PISCINE

News

Mutui a tasso zero Ne beneficeranno 1000 impianti sportivi italiani grazie alla collaborazione tra la Presidenza del Consiglio dei Ministri e ICS.

WELLNESS

COMPLEMENTI

Cari impianti sportivi, vi scrivo

pag 2

Primo piano

Nel mercato delle App I vantaggi e le opportunità di questi strumenti mobile per chi gestisce centri sportivi, fitness, benessere e piscine.

pag 8

Primo piano

Piscine: cambiare per non fallire Un’intervista per fare il punto della situazione sulla gestione delle piscine ad uso pubblico in Italia.

pag 10

Siamo vicini alla fine dell’anno e, come ogni volta accade, è tempo di bilanci e di nuovi propositi. Questo 2014 si chiude con una ventata di ottimistico cambiamento, grazie alle nuove politiche che il Consiglio dei Ministri ha messo in campo per incentivare la pratica sportiva (con il progetto Sport di Classe) e la ristrutturazione delle palestre scolastiche e degli impianti sportivi di proprietà pubblica (con il progetto “Mille cantieri per lo sport”, del quale parliamo nella notizia a pagina 2). Un impegno che speriamo sia foriero di ottimi risultati, sia per la nostra impiantistica, che ha necessità di interventi tempestivi, sia per l’Italia che ha bisogno di veder ripartire cantieri, fabbriche e lavori. E questo per un motivo molto semplice: abbiamo tutti

bisogno di fiducia, di tornare a credere che il cambiamento, nel nostro Paese, sia di nuovo possibile. Nel nostro piccolo, vi promettiamo che rimarremo al vostro fianco. Continueremo a tenervi informati su tutte le ultime novità dei settori sport, fitness, piscina e benessere (si veda da pagina 12), sull’evento ForumClub e ForumPiscine (pagina 6), che crediamo fortemente rappresenti l’occasione di formazione e di crescita professionale per tutti coloro che si occupano di gestione e di management, non solo di piscine e fitness/wellness club, ma anche di impianti sportivi. E sopra ogni cosa proseguiremo nel nostro obiettivo principale: quello di tenere uniti questi quattro settori, così diversi eppure così vicini, accomunanti da tanti problemi ai quali, instancabilmente, cerchiamo e continueremo a cercare soluzioni (e un esempio lo trovate già nell’articolo a pagina 10). Quindi, non abbiate paura e abbracciate il cambiamento, smettete di pensare che, se le cose sono sempre andate così, allora lo saranno sempre e investite in favore del vostro futuro professionale. Il resto verrà di conseguenza. top sponsor

Scelti per voi

UNISCITI ALLA TRIBÙ

Cultura e business in rete. www.forumclub.it

ISSN 2038-5781

Sistemi e tecnologie per lo sport

th

16 Expo and International Congress for Fitness, Wellness & Aquatic Clubs

Tutte le ultime novità in tema di prodotti, sistemi e tecnologie per l’impiantistica sportiva.

19-20-21 Febbraio 2015 - Fiera di Bologna è un progetto

in collaborazione con

in concomitanza con

scarica l'App ForumClub da iTunes e PlayStore

pag 12 th

16 Expo and International Congress for Fitness, Wellness & Aquatic Clubs

th

16 Expo and International Congress for Fitness, Wellness & Aquatic Clubs


2

news

Mutui a tasso zero per 1000 impianti sportivi italiani Incentivare gli interventi di manutenzione, ristrutturazione o costruzione di impianti sportivi in Italia: questo l’obiettivo del progetto “1000 Cantieri per lo Sport” nato dalla collaborazione tra la Presidenza del Consiglio dei Ministri e Istituto per il Credito Sportivo (ICS). ICS fornirà infatti mutui a tasso zero, per un totale di 150 milioni di euro più 44 milioni di abbattimento degli interessi, destinati a: 500 spazi sportivi scolastici e 500 impianti sportivi di base pubblici e privati. I primi interventi, che partiranno entro la fine di novembre, riguarderanno gli spazi sportivi scolastici. Grazie ai 22 milioni di euro del “Fondo speciale per la concessione di contributi in conto interessi sull’impiantistica sportiva”, verranno destinati agli Enti locali proprietari delle scuole 75 milioni di euro di mutui a tasso zero. Per approfondire: bit.ly/sid6mutui

Lo sport fuori dal patto di stabilità Il Senato della Repubblica ha approvato in via definitiva la conversione in legge del decreto-legge del 12 settembre 2014 n. 133 (c.d. decreto Sblocca Italia), al cui interno sono contenute importanti esclusioni dai vincoli del patto di stabilità per gli enti territoriali (comma 3 art. 4) in materia di edilizia scolastica, impianti sportivi, contrasto del dissesto idrogeologico e sicurezza stradale. Il mondo dello sport ha espresso viva soddisfazione per l’approvazione del provvedimento, che pone l’impiantistica sportiva al di fuori dei vincoli del patto di stabilità. Per approfondire l’argomento, siamo già entrati in contatto con il Dr. Roberto Bresci, commercialista, che ha accondisceso a rispondere ad alcune domande in materia. Quindi, non vi resta che iscrivervi alla nostra newsletter tramite la homepage di www.sportindustry.com.

Gli impianti sportivi in Italia: interviste alle regioni Vi invitiamo a leggere le interviste alla dott. ssa Maria Grazia Donno, Dirigente Regionale del Servizio Sport per Tutti della Regione Puglia, e al dott. Franco Ferraresi (nella foto), dirigente della Regione Piemonte per la promozione sportiva e il sostegno all’impiantistica sportiva. Sono le prime due di quella che speriamo sarà una lunga serie; il nostro intento è infatti quello di intervistare gli assessori e i dirigenti allo sport delle regioni italiane per approfondire i piani d’investimento e le iniziative messe in atto a favore degli impianti sportivi. Siamo già in contatto con tutte le regioni e speriamo di poter riuscire a coinvolgerle, così da potervi offrire dati e informazioni aggiornati. Quindi, non vi resta che iscrivervi alla

nostra newsletter tramite la homepage di www.sportindustry.com. Per approfondire: bit.ly/sid6regioni

Bando a sostegno della pratica sportiva «Con il progetto “Borsa di sport 2014-2015” - si legge nel comunicato di presentazione del progetto - l’Amministrazione comunale intende riproporre un sostegno alla pratica sportiva dilettantistica, per i giovani riminesi appartenenti a nuclei familiari con situazione economica disagiata, mediante assegnazione di benefici economici a rimborso, parziale o integrale, del costo che essi sosterranno per lo svolgimento dell’attività sportiva». Considerate le centinaia di domande di ammissione al bando pervenute per la scorsa edizione, il Comune di Rimini ha deciso di impegnare la somma complessiva di euro 67.500,00. Le domande di partecipazione al bando

sono ammesse entro e non oltre il giorno 09/01/2015. Per approfondire: bit.ly/sid6bando

Per approfondire: bit.ly/sid-newsletter

Trasformare aree abbandonate in spazi per lo sport

I numeri dello sport in Italia “Lo sport in Italia: numeri e contesto” è il documento redatto dal CONI sulla dimensione dello sport nel nostro paese, uno studio importante che consente valutazioni di straordinaria rilevanza sociale. Le risultanze di questa pubblicazione evidenziano cifre considerevoli legate ai tesserati e ai praticanti, ma confermano anche la necessità di invertire i dati relativi alla sedentarietà. Secondo i dati riportati, sono infatti 24 milioni e 766 mila in Italia le persone che si dichiarano completamente sedentarie, contro i 17,7 milioni che dichiarano di praticare sport. La pubblicazione, aggiornata al 2014, analizza anche i numeri del CONI e del non profit nel nostro Paese.

“Pronti partenza via!” è il progetto promosso da Save the Children e da due partner autorevoli, UISP (Unione Italiana Sport per tutti) e CSI (Centro Sportivo Italiano), per promuovere un cambiamento nello stile di vita dei bambini, lavorando nelle scuole e in centri sportivi, con un focus particolare alle aree e ai quartieri disagiati. Il progetto, che si articolerà su tre livelli di intervento, vedrà il coinvolgimento di 66.440 tra bambini e loro famiglie, insegnanti, educatori, pediatri ecc, cercando di rendere partecipe tutta la comunità. Il punto di partenza del progetto sarà il recupero e la ristrutturazione di luoghi inseriti in zone disagiate delle città, con allestimento di campi da gioco, percorsi sportivi, spazi verdi, campi polivalenti, skate e roller park, Per approfondire: bit.ly/sid6numeri

www.sportindustry.com

piste podistiche e ciclabili. 10 saranno i quartieri italiani coinvolti; consulta su www.sportindustry.com l’elenco completo delle zone coinvolte nel progetto. Per approfondire: bit.ly/sid6progetti


Integrated sport systems

Sistemi integrati per lo sport

Un grande gruppo industriale che progetta e produce in 9 stabilimenti, con 32.000 mq coperti, 11 filiali e strutture commercili in 110 paesi tutte le soluzioni con professionalità e competenza. Ecco il nostro biglietto da visita. soluzioni a 360°, che comprendono sia la progettazione sia la cantieristica che realizziamo atttraverso il prezioso apporto dei nostri partners di zona. Hi-green superfici sportive in erba sintetica • calcetto • calcio professionale • golf • hockey • mini-calcio • polifunzionale • rugby • tennis Vision flex Piste atletica di piccole e grandi dimensioni Hi-Seat sedute sportive ergonomiche omologate AQUA fitness & pools • piscine pubbliche • stadi del nuoto • parchi acquatici • centri benessere • piscine private • accessori e componenti AQUA industrial group designs and manufactures in 9 factories, with 32.000 sqm indoor, 11 branches in 110 countries all solutions thanks to the professionalism and to the skills. We are the ideal partners for the most qualified sector operators. 360° solutions, which include both design and the realization that we carry through the invaluable contribution of our partners in your area. Hi-green artificial turf systems for sport surfaces • football • professional football • golf • hockey • mini football • multipurpose • rugby • tennis Vision flex Small and big size athletic tracks Hi-Seat ergonomics and design stadium seats AQUA fitness & pools • public pools • swimming stadium • water parks • spas • private pools • pool components and accessories

From industry to you AQUA S.p.A. 42018 San Martino in Rio, (RE) Italy - Phone: +39 0522 695805/85 - Fax: +39 0522 646160 - e-mail: aqua@aqua.it - Web: www.aqua.it


4

news

Una nuova soluzione per finanziare lo sport Utilizzare gli strumenti finanziari come opportunità per sostenere l’attività sportiva. Questo, in estrema sintesi, il nuovo progetto di finanziamento sportivo SportFinance, creato da Andrea Annunziata e Luigi Piscetta. “Il progetto - ci racconta Andrea Annunziata - nasce dalla volontà di trovare una valida alternativa al sistema delle sponsorizzazioni che, in questo particolare momento di difficoltà economiche, non hanno più lo stesso respiro di un tempo. L’idea di base è creare dei pacchetti di risparmio appositi per gli associati, i loro famigliari e amici, coinvolgendoli e proponendo loro di investire i propri risparmi su singoli progetti”. Per approfondire: bit.ly/sid6finance

Calano i tifosi, ma non la passione per il calcio Come preannunciato su Sport Industry Magazine n°17, stiamo portando avanti la nostra mini-inchiesta sugli stadi italiani, per cercare di capire perché essi siano ogni giorno meno frequentati e come fare per invertire questa tendenza. A tal proposito, dati estremamente interessanti vengono da una ricerca condotta nel periodo 04 - 10 settembre 2014 da Demos & Pi in collaborazione con Coop. Secondo questi dati cresce il numero degli appassionati di calcio: dal 36% al 40%, quattro punti più del 2013, però continuano a calare le persone che seguono le partite allo stadio (-18%). Moltissimi altri dati sono disponibili su www.sportindustry.com, categoria Stadi e Arene, nella quale potete trovare anche le nuove interviste a Federico Smanio, marketing manager della Lega Calcio Professionisti Serie B e a Salvatore Sanzo, Presidente CONI Toscana e Assessore allo sport del Comune di Pisa. Per approfondire: bit.ly/sid6stadi

Oristano: riqualificare 10 impianti sportivi Oristano: avviato il programma per la riqualificazione di 10 impianti sportivi. Nell’articolo pubblicato su www.sportindustry.com trovate il dettaglio di come verranno utilizzati i fondi stanziati, ovvero 1 milione 250 mila euro. L’impresa aggiudicatrice dell’applato - la Co.E.Ba. di Antonio Bogo - ha a disposizione 350 giorni di tempo per mettere in atto il programma. Per approfondire: bit.ly/sid6oristano

www.sportindustry.com

Sicilia: gli impianti sportivi ammissibili al bando Approvata la nuova graduatoria dei progetti valutati ammissibili in relazione al bando Sostegno Attività Sportive D.D.G. n.1106 del 12 Agosto 2014 pubblicato dalla Regione Sicilia. Il bando è riferito a sostenere l’attivazione, la riqualificazione e l’ampliamento di impianti su cui insiste l’attività sportiva. Analizzando l’elenco degli impianti ammessi alla graduatoria - 168 strutture dedicate allo sport per un importo complessivo di 193milioni di euro - colpisce la predominanza di interventi di ampliamento, ristrutturazione e messa

a norma rispetto alle nuove costruzioni. Per approfondire: bit.ly/sid6sicilia

Associazioni sportive: vi siete iscritte al REA? Istituito presso il Registro delle Imprese delle Camere di Commercio, sotto la vigilanza del Ministero dell’Industria, il Repertorio delle notizie Economiche ed Amministrative (REA) nasce allo scopo di raccogliere tutte le notizie aventi carattere economico, statistico e amministrativo delle imprese non previste a suo tempo dal Codice Civile. Sono tenuti a iscriversi al REA tutti i soggetti che esercitano in modo sussidiario e non prevalente un’attività economica di natura commerciale, quindi anche gli enti pubblici non economici, le associazioni riconosciute e non, le associazioni di categoria, i partiti politici, i sindacati, le

fondazioni, i comitati. Quindi anche le associazioni sportive dilettantistiche che svolgono abitualmente anche un’attività a carattere commerciale. Per approfondire: bit.ly/sid6REA

Bando della Regione Umbria per le strutture ricettive La Regione Umbria ha pubblicato un bando volto al rinnovamento delle strutture ricettive alberghiere (1-2-3 stelle) ed extralberghiere (ostelli per la gioventù, country house e strutture ricettive all’aria aperta), al fine di incentivare una maggiore competitività dell’offerta turistico ricettiva. Tra gli interventi ammissibili: la realizzazione di aree fitness, benessere, piscine e impianti sportivi.

Le domande sono ammesse dal 5 dicembre 2014 al 14 gennaio 2015. Per approfondire: bit.ly/sid6umbria


news

Il mercato delle piscine nel Sud Italia

5

Il mercato del turismo del benessere Con un mercato stimato intorno ai 439 miliardi di dollari, la “vacanza benessere” è una delle tendenze più significative in ambito turistico e rappresenta il 14% della cifra spesa globalmente nel settore dell’ospitalità e dei viaggi. Questi i dati emersi dal report 2014 Global Wellness Tourism Economy, commissionato dal Global Spa & Wellness Summit, con lo scopo di misurare e analizzare, per la prima volta, questo fenomeno. Una domanda, quella della vacanza per la salute, destinata a crescere molto più velocemente rispetto al turismo “regolare”, stando alle previsione statistiche dell’ente che ha condotto la ricerca – SRI International – con una stima di sviluppo del 55% entro il 2017.

La situazione attuale del mercato della piscina nel Sud Italia e i nuovi progetti e le iniziative per incentivarne la crescita e l’espansione. Questo l’argomento centrale che Assopiscine, Associazione Italiana Costruttori Piscine, affronterà nel Convegno che si svolgerà a Napoli il 16 gennaio 2015 presso l’Hotel Royal Continental. L’evento è pensato per tutti coloro che operano nel settore della piscina, associati e non, in Lazio, Campania, Puglia, Basilicata e Calabria. Il convegno sarà l’occasione per fare il punto sul mercato della piscina nel Sud d’Italia, per comprenderne le unicità e le caratteristiche, e per esplorare insieme nuove idee e nuove frontiere.

Per approfondire: bit.ly/sid6benessere

SPEGNI LE POMPE DI CALORE, A MANTENERLO CI PENSIAMO NOI.

Per approfondire: bit.ly/sid6mercato

Filtrazione e trattamento nelle piscine

La prima regola, quando si tratta di costruire una piscina, è garantire un bagno in assoluta sicurezza, che non abbia ripercussioni di alcun genere sulla salute dei bagnanti. Per questo motivo è indispensabile che l’acqua sia igienicamente controllata e trattata. A tal proposito, abbiamo realizzato una serie di articoli e di rassegne prodotti che approfondiscono la filtrazione dell’acqua di piscina (con le differenti tipologie, a skimmer, a sfioro, a sfioro con cascata), il trattamento dell’acqua e i prodotti per una gestione automatica. Tantissimi sono gli esempi riportati in questi articoli, che vi invitiamo a consultare nella categoria Trattamento acqua nel canale Piscine di www.sportindustry.com. Per approfondire: bit.ly/sid6piscine

Grazie alle nostre coperture isotermiche e alla tecnologia dei nostri sistemi di avvolgimento, l’acqua della tua piscina potrà mantenere il calore accumulato durante le ore del giorno, evitando il raffreddamento per evaporazione nelle ore notturne. Il risparmio energetico è garantito. Polimpianti Srl Via Piave, 174 - 21022 Azzate (VA) - Tel +39 0332 457727 (3 linee) Fax +39 0332 459126 Filiale: Via Vercelli - 13030 Caresanablot (VC) - Tel +39 0161 33 135 Fax +39 0161 33 086 www.polimpianti.it - email: info@polimpianti.it

Siamo presenti al

Fiera di Bologna 19 • 20 • 21 Febbraio 2015 info su: www.forumpiscine.it

www.sportindustry.com


6

primo piano formazione

E tu? Sei pronto al cambiamento? Carlo Checchinato, ex campione di Rugby. Alessandro Rimassa, consulente direttore della Scuola di Management e Comunicazione dello IED. Rudy Bandiera, “guru” nel mondo digitale. Tre pezzi da novanta pronti a condividere con voi esperienze e conoscenze per affrontare un mondo in continuo cambiamento. una squadra significa comprendere che, da solo, sono morto. Nel rugby questo è particolarmente evidente: fossi da solo contro 15 avversari verrei triturato. Più l’obiettivo è chiaro e condiviso, più è possibile che si possa raggiungere. E per fare questo ognuno è fondamentale». Un’occasione da non perdere, per crescere a livello personale e professionale e per imparare a fare squadra, nello sport, nel lavoro e nella vita, soprattutto in momenti di difficoltà economica come quelli che stiamo vivendo.

Il futuro è ora, il futuro siamo noi

Di Alice Spiga

SCONTI 2015 – ISCRIZIONE AL CONGRESSO

Chi deciderà di iscriversi in anticipo al Congresso sarà premiato con sconti del 20% e 10% se lo farà entro, rispettivamente, il 19 dicembre 2014 e il 23 gennaio 2015. Per conoscere i dettagli dell’offerta e usufruire degli sconti sulle tariffe, si prega di telefonare alla Segreteta Organizzativa allo 051.27.25.23.

«Sicuramente le similitudini tra il mondo del rugby e quello lavorativo sono molte. Per raggiungere dei risultati c’è bisogno di impegno, determinazione, competenze e motivazione personale, spirito di sacrificio. I risultati sono sempre la conseguenza della qualità del lavoro che si fa. Sia in campo sia nella vita. Non esistono scuse o alibi: devi sempre lavorare su te stesso per migliorarti giorno dopo giorno». Con queste parole, Carlo Checchinato racconta gli insegnamenti di vita che ha ottenuto grazie alla sua esperienza come ex campione di Rugby. Ex manager degli Azzurri, attualmente è direttore dell’Alto Livello della Federazione Italiana di Rugby e sarà presente a ForumClub/ForumPiscine, dal 19 al 21 febbraio in Fiera Bologna, per condividere la sua esperienza in tema di team building. «Nel Rugby, il concetto di Team è molto importante. Fare parte di

www.sportindustry.com

Del medesimo avviso, Alessandro Rimassa, classe 75, direttore della Scuola di Management e Comunicazione dell’Istituto Europeo di Design. Oggi è consulente comunicazione e innovazione per grandi aziende, e partecipa a numerosi dibattiti pubblici su lavoro, startup e nuove generazioni. Un “pezzo da novanta”, che crede fermamente che l’unico modo per superare la crisi economica che stiamo vivendo sia «costruire insieme una società diversa, un modo nuovo di fare impresa, di fare politica, di vivere e fare cultura. Abbiamo paura del diverso, del nuovo, dello sconosciuto e ci rifugiamo in un conservatorismo infinito pensando che, se alcune cose hanno funzionato in passato, possono andare bene anche ora. Tutto questo è riferito a chi fa politica e a chi fa impresa, nessuno escluso: gli imprenditori che decidono di fare impresa in Italia compiono il più forte gesto politico con valore sociale oggi possibile. È molto più facile andare all’estero, specie per i più giovani che operano in campo digital. Chi decide di fare startup, azienda, qui è il vero eroe del contemporaneo, perché sta scommettendo tutto ciò che ha sul futuro del Paese». Anche lui, come Checchinato, ha accettato di partecipare a ForumClub/ForumPiscine in qualità di relatore, per ispirare e motivare al cambiamento titolari, professionisti, imprenditori e gestori del settore sport, fitness, piscina e benessere che, anno dopo anno, investono nella loro formazione professionale partecipando all’evento di Bologna.

Il web come non lo avete mai visto

E a Bologna sarà presente anche Rudy Bandiera, blogger, consulente web, imprenditore e giornalista, il cui lavoro è “accompagnare aziende e individui dall’offline all’online attraverso tutti i si-

stemi che ci sono, dai social ai siti web ai video ecc”. Per chi non lo conoscesse, Rudy è un vero e proprio “guru” nel mondo del digitale e del “web 3.0”; in pochissimo tempo è riuscito a diventare un punto di riferimento in moltissimi settori, grazie all’applicazione delle sue conoscenze in ambito di marketing e di Social Media. Il suo intervento sarà, ve lo possiamo assicurare, veramente molto coinvolgete, divertente, motivante e allo stesso tempo – come lui stesso ha dichiarato: «Tornerete a casa con una consapevolezza che prima non avevate. Promesso».

Una selezione del programma

E se questi tre nomi vi hanno lasciato indifferenti, abbiamo selezionato per voi le sessioni del Congresso che vengono incontro alle difficoltà che gestori e imprenditori sportivi devono affrontare ogni giorno. E siccome si tratta di una minima parte dei contenuti che ForumPiscine/ForumClub propongono, vi invitiamo a consultare il programma completo pubblicato sul sito dell’evento (www.forumclub.it). E da quest’anno, per seguire tutte le novità relative all’evento, potete anche scaricare la nuova App (maggiori dettagli li trovate a pagina 9 di questo numero di Sport Industry Magazine).

Giovedì 19 febbraio Ore 11:00 – 12:00 Fare squadra per fare impresa. A lezione di Rugby Sette volte campione d’Italia del Rugby, Carlo Checchinato racconta la sua esperienza con il Rugby Rovigo e con la Benetton Treviso, puntando sul concetto di team building e di motivazione. Dalla sessione ad alto impatto emotivo emergeranno i grandi valori, sportivi e umani, del rugby. Relatore: Carlo Checchinato Ore 12:15 – 13:15 SportE2: una soluzione innovativa per la gestione ottimale delle piscine Un risparmio energetico del 30% e le stesse condizioni di comfort per gli utenti. Presentazione del progetto europeo SportE2 che ha sviluppato un sistema di management modulare, specifico per il trattamento di aria e acqua in piscina. Relatore: Marco Arnesano Ore 16:45 – 18:00 Si può gestire un centro sportivo


Nel sito primo piano formazione

senza essere una società senza fine di lucro? Dalle novità fiscali previste nel 2015 per il mondo dello sport all’analisi della possibilità di gestire centri sportivi con soggetti giuridici diversi dalle società e associazioni sportive dilettantistiche. Nello specifico: di quali vantaggi godono le cooperative sociali? Relatore: Guido Martinelli

Venerdì 20 febbraio Ore 9:15 – 10:45 Piscina: investimento “sociale” e suo futuro In questa sessione si presenteranno i cambiamenti necessari per la valorizzazione sociale ed educativa della piscina, interpretando le ragioni del 91% degli italiani che non la frequentano. Relatori: Angelo Gnerre, Massimo Giuliani, Gianni Gross Moderatore: Marco Tornatore Ore 11:00 - 13:00 Le qualifiche professionali del costruttore di piscine Il convegno Assopiscine illustrerà le più attuali disposizioni normative in merito alla qualificazione dei costruttori di piscina, con particolare riferimento al D.M. 37/2008 e al DPR 177/2011. Sarà inoltre presentato un aggiornamento sulla revisione della norma UNI 10637. Ore 14:00 – 15:00 Il futuro che verrà. Visioni, idee e cambiamenti Blogger, consulente web, imprenditore e anche giornalista: Rudy Bandiera è un’icona del Web! A ForumClub racconta gli scenari futuri del digitale, del web e della comunicazione in una sessione interessante, divertente, coinvolgente e... ricca di grassi saturi! Relatore: Rudy Bandiera Ore 15:00 – 16:30 Le convenzioni per le gestioni di centri sportivi di proprietà pubblica Dopo un breve excursus sulle modalità attraverso le quali la Pubblica amministrazione proprietaria di impianti sportivi può individuare il soggetto gestore privato, si analizzeranno le criticità delle varie modalità attraverso le quali i privati partecipano alle procedure pubbliche di assegnazione e i contenuti tipo delle convenzioni. Relatore: Guido Martinelli Ore 16:45 – 18:00 Innovare il servizio, sorprendere il cliente - un Hotel fuori dal comune Direttore di un hotel di Lugano premiato da Tripadvisor, Fontana è imprenditore attento ai temi “Innovazione” e “Tecnologia”. La sessione punterà il faro sui concetti di soddisfazione del cliente, promozione del servizio, fidelizzazione e innovazione. Relatore: Carlo Fontana

Sabato 21 febbraio Ore 11.30-12.30 La personalizzazione del programma e dell’offerta in piscina Una soluzione strategica per allargare l’i-

7

Nel sito

dea di servizio in piscina e nel club: il medico come referente insostituibile, ma a condizione che sia parte integrante di un sistema in cui lo staff sia allineato sull’interpretazione del nuovo approccio. Relatore: Francesco Confalonieri

ci sei anche tu! ci sei anche tu! Nel AuMENTA lAsito vISIbIlITà AuMENTA lA vISIbIlITà Nel sito DEllA TuA AZIENDA DEllA TuA AZIENDA

Ore 14.00 – 15.00 Startup e innovazione: le parole d’ordine del mondo che cambia Il cambiamento è qualcosa di ineluttabile, un fiume in piena, chi rimane fermo di fianco agli argini vedrà l’acqua fuori uscire e verrà spazzato via. Alessandro Rimassa affronta questi temi raccontando le storie di chi è riuscito a cambiare e innovare, a vincere la sfida del domani e a tracciare nuovi percorsi. Relatore: Alessandro Rimassa

Ore 15:15 – 16:15 La crisi del sistema vendite degli impianti natatori: come affrontarla La crisi economica ha accentuato il problema dell’acquisto di abbonamenti lunghi e rigidamente modulati. Per non perdere clientela si tende a “liberalizzare” durata, modalità di acquisto e pagamento: come percorrere questa strada con profitto? Relatore: Rossana Prola

ci sei anche tu! ci ci sei sei anche anche tu! tu! AuMENTA lA vISIbIlITà AuMENTA lA vISIbIlITà AuMENTA lAAZIENDA vISIbIlITà DEllA TuA DEllA DEllA TuA TuA AZIENDA AZIENDA

Tutti pronti per l’expo?

Il mondo di ForumClub/ ForumPiscine non si esaurisce però nel “solo” Congresso Internazionale. Come ogni anno, infatti, i visitatori dell’evento potranno entrare in contatto con circa 150 espositori su 16.000 metri quadrati di area espositiva. Strutturata nella formula del business to business, la Fiera aggiunge alla quantità la qualità del contatto: i principali decision maker del settore si danno appuntamento a Bologna per visitare i numerosi stand presenti, per seguire workshop tecnici, organizzati da aziende, enti e associazioni di categoria, nel padiglione 19 e/o le sessioni gestionali dell’attiguo Palazzo dei Congressi. L’expo è veramente un unicum nel panorama fieristico italiano, perché raccoglie in un unico luogo tutto ciò che occorre alla costruzione, allestimento, manutenzione, trattamento, gestione ecc. di piscine pubbliche e private, Spa e centri benessere, fitness club e centri sportivi. Operatori del settore, titolari, manager, amministratori, gestori, buyer e imprenditori di impianti natatori, sportivi, centri termali, centri benessere e hotel troveranno dunque a ForumClub/ForumPiscine un ambiente ricco e stimolante, con numerose occasioni di formazione e aggiornamento.

registrati ora sul portale www.sportindustry.com

• Registrati e richiedi la proprietà della tua vetrina • GRATIS PER SEMPRE • Contatto diretto con gli utenti • Completamento dei propri dati

registrati ora sul portale

• 2 Schede Prodotto

www.sportindustry.com registrati ora sul portale

registrati www.sportindustry.com registrati ora ora sul sul portale portalehelpdesk@sportindustry.com Per informazioni ed aiuto sull’iscrizione al portale contatta: www.sportindustry.com www.sportindustry.comadv@ilcampo.it Per informazioni commerciali contatta:

Per maggiori informazioni sui vantaggi dei profili vetrina gratuiti e a pagamento: Offerte e soluzioni pubblicitarie

• Registrati e richiedi proprietà tua vet • Registrati e richiedila la proprietà della della tua vetrina • • •

• • Registrati Registrati ee richiedi richiedi la la proprietà proprietà della della tua tua vetrina vetrina il portale delle aziende • GRATIS PER SEMPRE e dei prodotti italiani GRATIS PER PER SEMPRE • SEMPRE sport, del fitness, • GRATIS GRATIS PER SEMPRE dello della piscina e del benessere • Contatto diretto con gli utenti • diretto con gli utenti • Contatto Contatto diretto con digli gli utenti Sport Industry Directory è un prodotto Editrice Il Campo - Via Amendola, 11 - Bologna Contatto diretto con utenti Italy - voice +39.051.25.55.44 - fax +39.051.25.53.60 • Completamento dei propri dati - www.ilcampo.it • • Completamento Completamento dei dei propri propri dati dati • 2 Schede Prodotto Completamento dei propri dati • •2 2 Schede Schede Prodotto Prodotto SIM9 pagina 29.indd 29 28 ADV_29_5307.indd

• 2 Schede Prodotto

Per maggiori informazioni sui vantaggi dei profili vetrina gratuiti e a pagamento: Offerte e soluzioni pubblicitarie

VUOI PIÙ INFORMAZIONI?

Per informazioni sui vantaggi dei profili vetrina gratuiti e a pagamento: Per maggiori informazioni ed aiuto sull’iscrizione al portale contatta: Per maggiori informazioni sui vantaggi dei profili vetrina gratuiti e a pagamento: Per aiuto sull’iscrizione Per informazioni informazioni ed commerciali contatta: al portale contatta: Per informazioni ed aiuto sull’iscrizione al portale contatta: Per informazioni commerciali contatta: Per informazioni commerciali contatta:

Offerte e soluzioni pubblicitarie helpdesk@sportindustry.com Offerte e soluzioni pubblicitarie helpdesk@sportindustry.com adv@ilcampo.it helpdesk@sportindustry.com adv@ilcampo.it adv@ilcampo.it

Per il Congresso: Absolut Eventi & Comuncazione, 051.27.25.23, segreteria@absolutgroup.it Per maggiori informazioni sui vantaggi dei profili vetrina gratuiti e a pagamento: Offerte e soluzioni pubblic

Per informazioni ed aiuto sull’iscrizione al portale contatta: Per l’Expo: Editrice Il Campo, 051.25.55.44, forum@ilcampo.it Per informazioni commerciali contatta: PER APPROFONDIRE

Le interviste complete a Carlo Checchinato, Alessandro Rimassa e Rudy Bandiera sono disponibili sul sito www.forumclub.it.

il portale delle aziende e dei prodotti il portale delle italiani aziende sport,delle del italiani fitness, ildello portale aziende e dei prodotti della piscina e del benessere e dei prodotti italiani dello sport, del fitness, dello sport, del fitness, della piscina e del benessere della piscina e del benessere

helpdesk@sportindustry.co adv@ilcampo.it

Sport Industry Directory è un prodotto di Editrice Il Campo - Via Amendola, 11 - Bologna Italy - Directory voice +39.051.25.55.44 - fax +39.051.25.53.60 www.ilcampo.it Sport Industry è un prodotto di Editrice Il Campo - Via- Amendola, 11 - Bologna Sport Industry è un prodotto di Editrice Il Campo - Via- Amendola, 11 - Bologna Italy - Directory voice +39.051.25.55.44 - fax +39.051.25.53.60 www.ilcampo.it Italy - voice +39.051.25.55.44 - fax +39.051.25.53.60 - www.ilcampo.it

SIM9 pagina 29.indd 29 28 ADV_29_5307.indd SIM9 pagina 29.indd 29 28 ADV_29_5307.indd SIM9 pagina 29.indd 29 28 ADV_29_5307.indd

il portale delle aziende e dei prodotti italiani dello sport, del fitness, della piscina e del benessere

www.sportindustry.com


8 Benvenuti nel mercato delle App primo piano tecnologia

Un mercato che continua a crescere e offre grandi vantaggi e opportunità anche per chi gestisce centri fitness, sportivi, benessere e piscine. Ci riferiamo alle App, strumenti che in pochissimi anni hanno rivoluzionato interi settori. li sia a chi gestisce un centro fitness, benessere o sportivo, con funzioni che possono favorire la relazione tra iscritti e titolari/gestori. I professionisti che operano nei settori interessati – fitness, sport, benessere, salute – potrebbero aggiungere valore e/o efficienza alla propria attività, e risultare più competitivi, facendo sviluppare un’applicazione per il canale mobile. Per approfondire l’argomento, abbiamo scelto di intervistare Flavio Piccioni, titolare dell’azienda MakeIt App, che negli anni si è specializzata nella creazione di App per centri fitness, sportivi e benessere.

Intervista di Alice Spiga

Di Lucia Dallavalle L’impiego di applicazioni per il wellness, il fitness e la salute nei primi sei mesi del 2014 riflette un andamento molto dinamico, registrando un aumento del 62%.

La tecnologia è nostra amica? La risposta parrebbe scontata, ma così non è, anche volendo evitare le implicazioni sociali e sociologiche della dipendenza dall’hitech. La tecnologia è un valido strumento nelle mani di chi sa sfruttarla per cambiare le regole del gioco e i termini della competizione. Gli operatori tradizionali, abituati a confrontarsi con logiche e strategie di mercato valide per altre epoche (neanche troppo lontane nel tempo), rischiano di essere spazzati via da quella che oggi viene definita big bang disruption; quella rivoluzione tecnologica che destabilizza i mercati di cui Umberto Bertelè, professore ordinario della School of Management del Politecnico di Milano, ha analizzato effetti e conseguenze sulla nostra economia, nel corso di un convegno organizzato a Bologna il 2 ottobre scorso da Acef, Associazione culturale economia e finanza. All’origine di questo “big bang” c’è l’accesso a internet in mobilità e la diffusione su larga scala di Smartphone e Tablet. Gli effetti determinati da questi dispositivi polifunzionali si sono fatti sentire nel calo delle vendite di alcuni strumenti come orologi e macchine fotografiche, nel mondo dell’informazione, dove aumentano i lettori di quotidiani e riviste, ma le vendite registrano un continuo calo; riescono ad andare bene le testate affermate e quelle nate sulla combinazione di carta e web. Persino un mercato come quello delle consolle per videogiochi subisce l’attacco delle App di giochi per gli Smartphone e Tablet,

www.sportindustry.com

così popolari da rappresentare il 40% delle applicazioni scaricate complessivamente (i dati sono del centro di ricerca App Annie). Lo stesso e-commerce sta cambiando faccia, con l’impiego sempre più diffuso delle nuove tecnologie e delle App (e non è un caso se Louis Vuitton ha investito nella realizzazione di App per vendere tramite mobile). In ogni campo, il messaggio di Bertelè è: “Le App hanno ormai cambiato le regole della competizione. Gli operatori, ciascuno nella propria attività, dovranno capire come sfruttare al meglio tutte queste novità tecnologiche e solo chi saprà usare determinati meccanismi potrà competere in modo nuovo all’interno del proprio settore”.

Uno sguardo al mercato delle App

Secondo i dati forniti da Flurry, il mercato delle App, in termini di utilizzo, è cresciuto del 115% nel 2013. Anche se l’indice di crescita registrato dall’impiego di applicazioni per il wellness, in quello stesso anno, è inferiore (pari al 49%), i dati relativi ai primi sei mesi del 2014 riflettono un andamento assai più dinamico: un aumento del 62%. Il binomio “app e salute”, così come “app e wellness” e “app e fitness”, sembra dunque molto apprezzato da chi ha cura del proprio corpo e ama tenere traccia della propria attività fisica e sportiva. Oggi si può infatti spaziare tra numerose e diversificate soluzioni pensate per il mobile, rivolte sia agli utilizzatori fina-

1) Quali vantaggi possono ottenere le società che gestiscono impianti sportivi dalla creazione di un’App? «I vantaggi ottenibili dalla creazione di un’App spaziano dall’invio in tempo reale di aggiornamenti, alla distribuzione di informazioni sui servizi, fino ad azioni di customer care, offrendo ai soci uno strumento per avere tutto ciò che riguarda il loro centro sempre a portata di mano. La maggiore interazione con i soci permette di migliorare i propri servizi, aumentandone efficienza e qualità, e fidelizzare maggiormente i clienti/soci con operazioni promozionali e di affiliazione. I vantaggi sono notevoli anche in termini di marketing. Grazie, ad esempio, alle notifiche push è possibile inviare aggiornamenti a tutti i possessori dell’App in tempo reale, senza costi aggiuntivi; questo le rende un ottimo strumento per la rapida diffusione degli ultimi contenuti o per la promozione di nuovi servizi, anche in fase di lancio. Inoltre, funzionalità relative alla creazione di voucher e coupon permetto di aumentare efficacemente le vendite dei propri prodotti, la partecipazioni agli eventi e il numero di soci. È infine possibile sfruttare le funzioni di condivisione sui Social Network, così da aumentare la visibilità del centro sportivo.» 2) Quali sono invece le opportunità che un centro sportivo può sfruttare dotandosi di un’App? «L’opportunità maggiore è quella di potersi interfacciare con ogni socio in qualsiasi momento della giornata, permettendogli di accedere a numerosi servizi, ovunque si trovi. Una volta effettuato il log-in è infatti possibile usufruire di tutte le funzionalità dell’App in pochi tocchi, senza dover compilare ogni volta campi informativi. Questo è possibile grazie alla


primo piano tecnologia

profilazione automatica di ogni utente, che avviene al momento del primo accesso, o semplicemente premendo un pulsante ed effettuando il log-in tramite il proprio account Facebook. La gestione dei posti riservati per i diversi corsi può essere notevolmente semplificata e velocizzata grazie al sistema di prenotazioni integrato. In questo modo, gli utenti saranno maggiormente incentivati a usare il servizio, che troveranno più rapido, facile da usare e sempre disponibile. Un altro notevole vantaggio, soprattutto per i centri polifunzionali, è la possibilità di sfruttare i diversi sensori presenti negli Smartphone per rendere interattiva l’esperienza nel centro. È possibile, ad esempio, dare istruzioni per il corretto utilizzo dei macchinari quando un utente si avvicina, o avvisarli se nella sala accanto a loro sta per cominciare un nuovo corso e invitarli a partecipare. L’App permette anche di inviare costantemente promozioni, inviti ad eventi e contenuti multimediali che gli utenti possono a loro volta inviare ai loro amici tramite Social Network, innescando così meccanismi di condivisione virale che aumentano notevolmente la portata dei contenuti e la visibilità del centro. A tutto questo si aggiunge la possibilità di creare una vera e propria community all’interno del proprio centro, dove i soci potranno dialogare tra loro e con lo staff, fornendo preziosi feedback per migliorare ulteriormente i servizi offerti dal centro come dalla App.» 3) Secondo la sua esperienza, quali sono le funzionalità delle App che possono risultare più utili a una società sportiva? «Senza dubbio, il servizio di prenota-

zione, che permette di scoprire in un attimo quali sono i giorni e gli orari delle lezioni, quanti posti sono disponibili per ogni corso e quanti sono ancora liberi. Poi, i canali di contatto diretti integrati nell’App, grazie ai quali è possibile chiamare il centro, inviare una mail o visitare il sito web della sede con un tocco del dito, e infine le funzionalità di acquisto e promozione, generando voucher e coupon promozionali che rendono ancora più semplice l’acquisto di servizi e prodotti o l’invio di sconti e inviti agli eventi.» 4) È in crescita, in Italia, la sensibilità di palestre e centri sportivi verso l’adozione di un’App? «Decisamente sì. Il settore delle palestre e dei centri sportivi si sta dimostrando estremamente recettivo nei confronti di questa tecnologia. In due anni e mezzo di attività abbiamo già realizzato applicazioni per più di quaranta centri fitness e le richieste di informazioni per lo sviluppo di un’App arrivano quasi ogni giorno. Questo dinamismo è senza dubbio attribuibile alle enormi potenzialità di marketing offerte dallo strumento e dai numerosi vantaggi in termini di comunicazione e fidelizzazione della clientela, ma c’è dell’altro. Lo Smartphone ormai, più che un telefono, è un vero e proprio strumento di raccolta dei propri interessi, nel quale le persone cominciano a conservare le applicazioni ufficiali dei luoghi e delle attività a cui tengono di più.» 5) Può portarci l’esempio di un’App utilizzata da una società sportiva italiana? «Una realtà molto importante, a Milano, è la catena di palestre GetFit Club. Nel loro caso, si è rivelato risolutivo integra-

re la App con il sistema di gestione delle prenotazioni, già in uso. Questo ha permesso di creare un sistema completo, unendo ai canali più tradizionali di desk e sito web con uno strumento (la App) da utilizzabile in mobilità, che ha permesso la prenotazione in modo facile e veloce indipendentemente da dove si trovino i soci. Un altro esempio, questa volta relativo a una realtà più piccola, ma non per questo meno rilevante, è quello di Touchdown Gym. L’amministrazione del centro ha infatti deciso di abbandonare carta e penna sostituendoli con un sistema di gestione delle prenotazioni (desk, web e mobile), integralmente creato da noi. In poco tempo hanno guadagnato notevolmente in termini di efficienza gestionale, offrendo ai loro iscritti un servizio comodo e funzionale. Restando in tema di cura della persona, vale la pena citare il caso di un centro benessere: le Terme della Fratta di Bertinoro, che subito dopo il lancio della propria App ufficiale ha venduto più di 250 voucher per i servizi in meno di due settimane.» 6) Indicativamente, quanto può costare la creazione di una App? «Per un’applicazione personalizzata ready to go, dotata di funzioni di base è sufficiente un investimento inferiore ai 1000 euro, comprensivi dei costi di design, montaggio e pubblicazione negli Store. Il grande vantaggio delle App è quello di essere prodotti facilmente scalabili, il che permette di implementare costantemente nuove funzionalità, per offrire servizi aggiuntivi e modellare al meglio l’offerta sulla base delle esigenze, del budget e del feedback fornito dai soci».

9

PER APPROFONDIRE

Per la creazione di questo articolo sono stati utilizzati differenti articoli, che trovate pubblicati su www. sportindustry.com. Gli approfondimenti sono reperibili sfogliando la categoria “sport e tecnologia” del canale Sport & Fitness.

INCONTRA FLAVIO PICCIONI

Flavio Piccioni sarà presente all’evento ForumClub / ForumPiscine, che si svolgerà dal 19 al 21 febbraio 2015 alla Fiera di Bologna. Nel suo intervento parlerà proprio dei vantaggi e delle opportunità delle App, entrando nel dettaglio delle soluzioni più idonee per centri fitness, sportivi, benessere e piscine.

Vivi un’esperienza unica Scarica le nuove App ForumClub e ForumPiscine! GRATIS

Segnare gli orari delle sessioni ed esplorarne i contenuti Creare il tuo calendario personale dell’evento Fare il Check-in degli interventi, degli incontri, degli speaker Organizzare la lista dei preferiti del Congresso e dell’Expo Condividere tutti i contenuti dell’app che ritieni più interessanti sui social network Acquistare direttamente dallo smartphone le sessioni di interesse Essere aggiornato su prodotti, servizi e opportunità di business in Fiera Ricevere notifiche, info e gossip dell’evento in corso!

ForumClub scatta una foto al QR CODE e scarica l'App di ForumClub

ForumPiscine Le applicazioni ForumPiscine e ForumClub sono disponibili su l’App Store di ITunes e su PlayStore

Ricordati di attivare il bluetooth per vivere a pieno questa esperienza interattiva attraverso il tuo smartphone!

scatta una foto al QR CODE e scarica l'App di ForumPiscine

www.sportindustry.com


10

primo piano piscine

Piscine: cosa fare per non fallire Un’intervista che ci permette di fare il punto della situazione sulla conduzione delle piscine ad uso pubblico in Italia, sulle motivazioni per cui molte sono tornate in gestione al Comune e sulle strategie per invertire questa tendenza. tendenza “preoccupante” o si tratta di un ridimensionamento sulla base di mutati equilibri tra domanda e offerta? «I fallimenti in questo ultimo periodo sono il 35% in più rispetto a tre anni fa: un tempo, se potevamo considerare a rischio una piscina - in genere aperta al pubblico, ma di proprietà di un privato - su venti, oggi, un centro acquatico su 7 è a rischio e alcuni non chiudono solo grazie a onerosi interventi di terzi (municipalità o privati). Il dato si commenta da solo ed è speculare a quello che avviene in altri settori, dove però si parla d’imprese, PMI, e non di ASD o SRL senza fini di lucro, quali sono le società di gestione. Di fatto, il rischio d’impresa di tali società è sovente nullo e l’epilogo è non pagare i fornitori, chiudere l’impianto e lasciare le chiavi della piscina alla proprietà, ovvero il comune, il quale, non senza gravi colpe, resta “con il cerino in mano”.»

Di Alice Spiga Oggi bisogna creare spazi d’acqua che siano in grado di ospitare altro, diversificando l’offerta, così da accogliere nuove categorie di clienti, facendo attenzione a dare spazi a quelle che hanno maggior propensione alla spesa e tempo dedicabile: under 5 e over 65.

Negli ultimi anni stiamo assistendo a un profondo cambiamento nel settore delle piscine ad uso natatorio che, in Italia, sono per la maggior parte di proprietà delle Amministrazioni Comunali, date in gestione a un privato. Negli ultimi anni, alcune hanno chiuso, dichiarando fallimento, mentre altre sono tornate in gestione al Comune. Per approfondire l’argomento, di grande attualità e interesse, abbiamo deciso di coinvolgere uno dei nostri più fidati collaboratori: Marco Tornatore che, nella sua lunga esperienza di imprenditore, opinionista ed editorialista, ha lavorato a stretto contatto con gestori e titolari di piscine in tutta Italia. Approfondire le cause e le motivazioni che portano una piscina al fallimento è di fondamentale importanza per riuscire a invertire questa tendenza e poter contare su impianti sportivi efficienti,

www.sportindustry.com

adeguati alle reali necessità dell’utenza e in grado di coinvolgere tutte quelle persone che in acqua non sono mai entrate. Questo perché le piscine non sono e non possono più essere solo nuoto. “Serve - racconta Marco - un nuovo approccio sistemico che apra offerta e servizi a chi nelle piscine coperte non mette piede, ovvero il 91% della popolazione. Un 91% che va accolto, entusiasmato, emozionato e non contabilizzato come numero.” Per fare questo, il primo dato sul quale Marco pone l’accento è la formazione: “Oggi serve una cultura d’impresa da un lato e la capacità di cogliere le sfide di un mercato competitivo dall’altro. Serve aggiornamento continuo, formazione e confronto”. 1) Secondo i dati in tuo possesso, quanto è esteso questo fenomeno? Si tratta di una

2) Il fenomeno riguarda più alcune zone d’Italia rispetto ad altre? «Il problema non è legato a longitudini e latitudini: tocca tutto il territorio nazionale, in un crescendo che mette a nudo le inadeguatezze sistemiche, ma anche le modalità improprie con cui gli impianti vengono assegnati, nel caso di strutture pubbliche, o realizzati, quando si tratta di privati. Sicuramente alcuni gestori pagano fio, fallendo o cedendo la gestione, soprattutto perché non sanno accettare le trasformazioni sociali in atto, per cui quello che si reputa essere ancora valido, oggi, di fatto è desueto e superato da quasi un decennio. Solo per porvi un esempio. Il numero di chi frequenta le vasche indoor stagna ormai da due lustri. Nello stesso periodo, però, il numero di piscine è cresciuto del 20%. Forse sarebbe utile riflettere sulle cause di questa stasi, che non vede superare la soglia dei 5,4 milioni di praticanti, in modo da creare una nuova offerta, che sappia interpretare i bisogni della gente, intesa sia come singolo sia come nucleo.» 3) Quali sono le motivazioni principali che portano al fallimento di una piscina? «Insostenibilità gestionale, aree ad alta densità d’impianti, sovradimensionamento, strutture costosissime e iper-energivore, mancanza di capacità manageriali e imprenditoriali del gestore. Queste, riferite a piscine di proprietà pubblica, sono nell’ordine le principali cause. Per quanto riguarda invece le piscine


primo piano piscine

private o i centri fitness, le cause sono da individuare in macroscopici errori progettuali, nell’impreparazione ad affrontare l’ambiente acquatico dei titolari, del management o degli istruttori. Questo perché le piscine hanno bisogno di specifiche conoscenze tecniche e impiantistiche che non lasciano adito a improvvisazioni. Non dimentichiamo infine che molti sindaci e Amministratori Locali approvano progetti di impianti da 8-12 milioni di euro, senza partire da un PEF (Piano Economico Finanziario) o da un business plan, tantomeno da una valutazione dei bisogni effettivi della cittadinanza. Queste cifre comportano, di solo mutuo, circa 400.000-500.000€ anno per 12-10 anni, cui si aggiungono costi di gestione, con utenze che si aggirano su 250.000€ e costi dello staff, che in genere rappresenta il 42% degli oneri gestionali. Il che significa dover avere la certezza di contare, almeno, su 3.200 iscritti/anno o 180.000/200.000 presenze, che per molti complessi acquatici, sono un traguardo irraggiungibile. 2 o 3 milioni di euro sono il tetto che oggi dovrebbe essere imposto a qualsiasi nuova realizzazione, da approvare solo a condizione che il bacino d’utenza non sia limitabile ai 30.000 abitanti, in ragione della diffusa alfabetizzazione natatoria, ma sia allargato almeno a 40.000.» 5) Secondo la sua esperienza, riguarda più le piscine in attività da molti anni o le nuove aperture? «Non direi che le vecchie gestioni soffrano di più delle nuove: capitolano quelle che non sanno rinnovarsi, quelle che pensano che l’acqua sia solo nuoto e, estremizzando, agonismo. Intendiamoci: due tasselli importanti per la conduzione di una piscina, però non più risolutivi. Se oggi dovessi realizzare un impianto, pubblico o privato che sia, mai mi sognerei di fare solo una vasca natatoria, di cui l’Italia in alcune zone dispone in eccedenza, bensì penserei a contenitori destinati ad ospitare altro, diversificando l’offerta, così da accogliere nuove categorie di clienti, facendo attenzione a dare spazi a quelle che hanno maggior propensione alla spesa e tempo dedicabile: under 5 e over 65, ma anche chi cerca svago e intende prevenire o curare patologie lievi, di cui la lombalgia è l’esempio più indicativo, dal momento che oltre l’80% degli italiani ha sofferto almeno una volta di mal di schiena. Per fare questo, servono contenitori nuovi,

temperature dell’acqua più elevate, sistemi per ridurre all’essenziale i costi energetici e servizi accessori ben collegati.» 6) In che modo, dunque, dovrebbero affrontare la situazione le Amministrazioni Comunali? E i gestori? In che modo si potrebbe intervenire per invertire questa tendenza? «I Comuni nazionali (politici, funzionari, referenti area sport, urbanistica e lavori pubblici) dovrebbero obbligatoriamente seguire dei percorsi formativi su come vada pensato, progettato e affidato a privati un impianto sportivo, proiettando le scelte - di cui dovrebbero rispondere in solido - ai 20 anni a venire, perché almeno due decenni dovrebbe essere la vita di un impianto, senza alcun intervento strutturale, impiantistico e tecnologico. Tali training, però, per essere forieri di risultati positivi, non dovrebbero essere guidati da enti e istituzioni, ma da professionisti o realtà di comprovata serietà e competenza. E in tal senso l’Italia ha delle vere eccellenze. Per i gestori il problema è generazionale e culturale: un bravo tecnico di nuoto o un buon manutentore un tempo era la figura che gestiva impianti. Oggi serve una cultura d’impresa da un lato e la capacità di cogliere le sfide di un mercato competitivo dall’altro. Insomma, è fondamentale una strategia, declinata da persone dalla competenza trasversale, interpreti di una managerialità evoluta e fedele a un nuovo approccio sistemico che apra offerta e servizi a chi nelle piscine coperte non mette piede, ovvero il 91% della popolazione. Un 91% che va accolto, entusiasmato, emozionato e non contabilizzato come numero.» 7) Quanto è importante, da questo punto di vista, la formazione per chi gestisce piscine pubbliche? «Parlavo prima di formazione per le amministrazioni locali. Bene, per chi ha in mano la conduzione di complessi acquatici, aggiornamento, formazione e confronto dovrebbero essere il pane quotidiano. Prendete ad esempio un evento come ForumClub e ForumPiscine: chi partecipa è dieci passi avanti rispetto ai concorrenti, che pensano che acqua sia scuola nuoto. La maggior parte, però, ancora non coglie la portata di certe opportunità formative, reputando inutile e troppo “caro” investire su chi è espressione del meglio professionale del settore. In questo senso, parte del proble-

ma è anche chi offre ai gestori una formazione di basso profilo; enti che vorrebbero, con tariffe molto discutibili, dare le patenti per abilitare ad insegnare attività acquatiche e a dirigere una piscina. I migliori gestori di vasche sono quelli che si tengono lontani da tali insidie. Sopra tutti spiccano per eccellenza alcuni fitness club, guidati da titolari capaci e da manager che sono cresciuti imparando da chi vive di “pane e aggiornamento”. Restando nell’ambito delle piscine, non vorrei apparire di parte, ma le società di gestione che aderiscono ad Acquanetwork sono dei veri “giganti” rispetto all’80% delle realtà gestionali. E d’altronde, se aumentano i fallimenti e le difficoltà della maggioranza delle piscine, qualche colpa l’avranno anche gli attori del nostro ambiente (me incluso).» 5) Perché l’Italia, rispetto a paesi come Francia e Spagna, sembra patire maggiormente il dissesto strutturale-gestionale? «In parte, di certo dipende dal “sistema Italia” che oggi non funziona e che si porta dietro anche il settore delle piscine. Però penso che sia soprattutto un problema culturale, un’incapacità di valorizzare il patrimonio pubblico. All’estero, piscina comunale significa garantire il meglio alla collettività, assicurando un grande valore al bene comune, in quanto ogni cittadino ne è “titolare”. In Italia, tutto quanto sia a connotazione pubblica è in genere oggetto di saccheggi e abusi, in spregio al desiderio di preservare il patrimonio della Nazione. E non parlo solo di piscine, ma di palazzetti, stadi, palestre. Per cambiare dobbiamo pretendere, come contribuenti, che la “cosa pubblica” sia valorizzata da professionisti capaci e in grado di offrire servizi al prezzo che sia congruo con il valore sociale che acqua e acquaticità possono offrire non al 9% della popolazione, ma come minimo al 45% degli Italiani».

11 INCONTRA MARCO TORNATORE

Marco Tornatore sarà presente all’evento ForumPiscine / ForumClub, dal 19 al 21 febbraio 2015 in Fiera a Bologna, con una tavola rotonda – Piscina: investimento “sociale” e suo futuro – nella quale verranno approfonditi i cambiamenti necessari alla valorizzazione sociale ed educativa della piscina, interpretando le ragioni del 91% degli italiani che non la frequentano. Relatori: Angelo Gnerre, Massimo Giuliani, Gianni Gross. Modera, appunto, Marco Tornatore.

www.sportindustry.com


12

scelti per voi novità dal mercato

Sistemi integrati per impianti sportivi Aqua Industrial Group presenta la divisione Aqua-active-building - sistemi integrati per lo sport: un gruppo di lavoro che si occupa di consulenza, progettazione e costruzione di centri sportivi, stadi da calcio, da rugby, per il nuoto, palestre, palazzetti, parchi acquatici. Tutto questo è reso possibile grazie a uno stabilimento produttivo all’avanguardia che occupa, solo per il reparto di produzione, 4000 mq, collocato a San Martino in Rio (Reggio Emilia); dunque una produzione totalmente made in Italy. Tre sono i marchi principali di Aquaactive-building: Hi-Green, Hi-Seat, Vision Flex e Aquaspecial.

Gli spogliatoi della piscina più profonda del mondo Ultima referenza di grande prestigio per Ges Group, azienda specializzata nel proporre elementi d’arredo: la fornitura degli spogliatoi di Y-40, la piscina più profonda del mondo a Montegrotto Terme (PD). L’azienda veronese ha collaborato arredando gli spogliatoi e l’area dedicata ai servizi. Il progetto, studiato nel dettaglio insieme agli architetti, include top lavamani e pareti modulari modello GF che, grazie alla loro qualità estetica e strutturale, garantiscono durata nel tempo e facilità di igienizzazione. Inoltre, la modularità e la massima robustezza del sistema di armadietti Quadrant ha consentito di arredare in armonia le aree, garantendo intimità e semplificazione della gestione. Anche le panche sono state realizzate su misura. Pulizia delle linee, praticità ed eleganza si coniugano con materiali indeformabili e inattaccabili dalla ruggine e dagli acidi, e finiture resistenti agli urti. Per approfondire: bit.ly/sid6gesgroup

Per approfondire: bit.ly/sid6aqua

Boxe e fitboxe facilmente in palestra Sacchi boxe con pedana riempibile ad acqua o sabbia (nella foto), sacchi boxe da appendere, scudi per l’allenamento boxe. Questa la linea presentata da In Palestra, pronta ad arredare e fornire qualsiasi palestra con sacchi e accessori per la boxe prodotti rigorosamente in Italia e, per questo, ordinabili anche su misura e in otto diversi colori, accontentando ogni esigenza. I cappucci e le pedane dei sacchi riempibili sono acquistabili anche separatamente consentendo un facile ricambio. In particolare, il sacco boxe da appendere può essere prodotto in qualunque misura e peso e può essere impiegato anche per la disciplina di karate. Il sacco boxe con pedana riempibile ad acqua o sabbia è presente in due diverse misure - con cappuccio da 100 cm o da 75 cm. Acquistabili anche le protezioni per pavimento. Lo scudo per allenamento boxe, infine, è in tessuto vintage o in vinile. Le maniglie sono in neoprene, i colori sono gli stessi dei sacchi da boxe: beige o marrone testa di moro nel tessuto vintage; lime, argento, nero, blu, rosso o giallo. Per approfondire: bit.ly/sid6inpalestra

Sugli sci tutto l’anno

Italgreen presenta Geofill®, la vera rivoluzione nella realizzazione di campi da gioco improntati al rispetto dell’ambiente. Il prodotto è costituito da granuli organici composti in prevalenza da fibre vegetali e minerali resistenti all’invecchiamento e all’esposizione climatica, che non permettono la germinazione di vegetali infestanti e non producono fango. Geofill riduce al minimo l’abrasività, garantisce massima stabilità nelle corse e nessun movimento dell’intaso durante il rimbalzo dei palloni, non rilascia cattivi odori e mantiene la superficie di gioco fresca anche a temperature climatiche elevate. Rigorosamente testato dai principali laboratori a livello mondiale, Geofill è entrato ufficialmente nel calcio professionistico italiano con ottimi feedback da parte di giocatori, allenatori e fisioterapisti. Per approfondire: bit.ly/sid6italgreen

miha bodytec: nuova consolle per l’allenamento

Sciare 365 giorni l’anno, senza vincoli e in qualsiasi luogo si desideri. Da oggi è possibile, grazie a GEOSKI, la rivoluzionaria superficie sintetica per praticare gli sport invernali tutto l’anno, anche quando la neve non c’è. Sviluppata da Geoplast, garantisce infatti le stesse performance e le stesse sensazioni che può dare la neve. La gamma prodotti si compone di 3 soluzioni: GS TOP, GS START e GS FUN, tutti progettati per la creazione di piste da sci ad elevato tasso tecnico, in modo da permettere a tutti di provare le stesse sensazioni di tenuta, scorrevolezza e sciata della neve naturale. Svariate sono le applicazioni che hanno visto protagonista questo prodotto. Per citarvi una delle più recenti: la fornitura della superficie GEOSKI per la piazza di San Vigilio in Marebbe (BZ) che ha visto cimentarsi sugli sci bambini e adulti, sotto la supervisione della Scuola Sci San Vigilio, il 24, il 31 luglio e il 7 agosto 2014. Una soluzione ideale per destagionalizzare gli sport invernali. Per approfondire: bit.ly/sid6geoplast

www.sportindustry.com

La rivoluzione verde per il calcio

Allenare e garantire risultati tangibili sia a tutti coloro che, per i motivi più svariati, non hanno tempo da dedicare all’attività fisica, sia a chi desidera migliorare la propria performance fisica e sportiva, e allo stesso tempo riuscire a creare un centro di profitto molto produttivo all’interno di club fitness e sportivi. Questi gli scopi raggiungibili tramite l’allenamento total body con miha bodytec, azienda tedesca leader nel mercato EMS (Elettro Myo Stimolazione) Total Body, che consente di allenare tutti i distretti muscolari più importanti contemporaneamente, attivandone le fibre profonde e riducendo drasticamente i tempi di lavoro. E da oggi, miha bodytec presenta la nuova consolle di controllo, rinnovata tecnologicamente ed esteticamente. Nessun apparecchio per EMS è mai stato così bello ed efficiente. Per approfondire: bit.ly/sid6mihabodytec


scelti per voi novità dal mercato

13

Nuovi accordi nel settore del fitness Life Fitness, specializzato nella produzione di attrezzature per il fitness, ha reso noto l’accordo con SI LINE, che è diventato distributore in Italia in maniera effettiva a partire dal 1° luglio 2014. Questa partnership strategica garantirà ai clienti di Life Fitness in Italia un supporto migliore, attraverso una solida infrastruttura locale, una forza vendita esperta e un’organizzazione dedicata al servizio. Dal 1985, infatti, SI LINE distribuisce attrezzature da bowling in Italia per conto della Brunswick Bowling & Billiards, una consociata di Life Fitness. “La partnership con Life Fitness è un’evoluzione logica per SI LINE e trarrà il massimo vantaggio da tutta la nostra esperienza sul mercato italiano e nel settore del leisure”, ha detto Gaspare Piunti, Presidente SI LINE. “Grande è il nostro interesse per il mercato italiano - ha puntualizzato Frank van de Ven, Vicepresidente di Life Fitness International - e l’alleanza con questo distributore di fiducia ci consente di continuare a fornire i prodotti e il servizio di qualità superiore che sono sinonimi del marchio Life Fitness”.

ambienti innovativi per spogliatoi e servizi Modulabili • Personalizzati • Rispondenti alle normative vigenti di igiene e sicurezza

La nostra sfida è semplificare l’operatività delle vostre strutture

Per approfondire: bit.ly/sid6siline

Rocce, cascate e lagune: benvenuti a Carrisiland Carrisiland è un parco per tutta la famiglia, collocato a Cellino San Marco in provincia di Brindisi. Di grande impatto è la laguna di 1600 mq (24x67 m circa) realizzata con tecnologia pneumatica che permette una flessibilità nella variazione dell’onda; è attrezzata con due isole tematizzate rivestite con rocce GFRC. Da sfondo alle due isole si estende una suggestiva cordigliera in roccia artificiale GFRC, alta 4/5 metri, che compensa il dislivello del terreno e si estende lungo le tre lagune, a onde, di arrivo degli acquascivoli e dei bambini. Domina la piscina a onde un affascinante galeone dei pirati arenato, che durante l’estate funge da teatro di spettacoli suggestivi. Un progetto veramente unico e impegnativo; si pensi che la tematizzazione con rocce in GFRC e cascate sarà completata solo il prossimo anno, con l’inserimento di un maestoso vulcano. L’intera tematizzazione con rocce GFRC è opera di Puntoblu. Per approfondire: bit.ly/sid6puntoblu

Nella gabbia del fitness Uno dei trend più forti del mercato del fitness oggi è sicuramente lo sviluppo, all’interno di uno spazio indoor, di un’area dedicata all’allenamento funzionale. L’inserimento di “frame”, o come vengono comunemente chiamate in Italiano “gabbie”, è determinante perché, a seconda della tipologia di struttura scelta, sarà possibile presentare un numero molto ampio e vario di esercizi e programmi. La soluzione 3 DX PRO proposta da Sellfit è sicuramente una scelta vincente: è completamente modulare e possono essere personalizzate, anche in seguito e in modo estremamente rapido, sia la configurazione sia la dimensione. Il design curato ed ergonomico rende possibile il suo inserimento in qualsiasi tipologia di sala attrezzi o palestra. 3 DX PRO viene proposta con la consulenza di professionisti che si occupano, oltre che della formazione tecnica degli istruttori, anche di analizzare gli spazi in cui sviluppare l’area dedicata all’allenamento funzionale e definire la migliore soluzione possibile, dando anche supporto su come gestire in termini commerciali la vendita dei servizi. Per approfondire: bit.ly/sid6sellfit

Via dell’Industria, 20 37014 Castelnuovo del Garda (VR) - ITALY Tel. +39 045 6450920 - Fax +39 045 6450928 info@gesgroup.it - www.gesgroup.it

www.sportindustry.com


14

scelti per voi novità dal mercato

Un allenamento da campioni

Soluzioni per coprire un impianto sportivo

Fitness Profile presenta l’intervista a Rai Fazio, ex campione australiano di Boxe, personal trainer da 15 anni, che da sempre usa nella sua palestra, come metodo di allenamento fitness, le tecniche più performanti della Boxe. Insieme a Star Trac, ha sviluppato Boxmaster®, un innovativo attrezzo con il quale poter allenare fino a 12 persone contemporaneamente. Hugh Jackman stesso, per interpretare il famosissimo supereroe cinematografico di Wolverine, si è preparato con Boxmaster di Star Trac. Il video è disponibile nella vetrina dell’azienda Fitness Profile su www.sportindustry.com. Il link diretto lo trovate nel “Per approfondire”.

Isicover, azienda specializzata nella vendita e nella manutenzione di tensostrutture e palloni pressostatici per impianti sportivi, presenta l’ultima sua referenza: una copertura per campo sportivo di dimensioni 18 x 36 m, con archi in legno lamellare e telone in PVC. Il campo, così coperto, è stato pensato per ospitare molteplici attività, anche al di fuori dell’attività sportiva, garantendo un utilizzo polivalente e polifunzionale. L’azienda fornisce anche servizi accessori, utili alla realizzazione di un impianto sportivo, quali illuminazione, riscaldamento, pavimentazioni, tribune, spogliatoi, recinzioni.

Per approfondire: bit.ly/sid6boxmaster

Attrezzare le Olimpiadi

Per approfondire: bit.ly/sid6isicover

Sport, piscina e benessere allo stadio di Terni

Scelto per la sesta volta di seguito per fornire le attrezzature fitness per le Olimpiadi, Technogym ha firmato un contratto di fornitura esclusiva per tutti i centri di preparazione atletica per i Giochi Olimpici di Rio 2016. A Rio, Technogym fornirà una gamma completa di macchine, servizi e soluzioni per il principale centro di allenamento (circa 2.000 metri quadrati) presso il Villaggio Olimpico a Barra da Tijuca, a disposizione di tutti gli atleti partecipanti ai Giochi, e attrezzerà 15 centri e aree di preparazione, appositamente progettate per le diverse discipline nei siti di gara. In totale saranno fornirà circa 1.000 attrezzi, installerà la piattaforma digitale mywellness® cloud e metterà a disposizione un team di 50 trainer professionali per gestire i centri di preparazione atletica e supportare gli atleti.

Un nuovo complesso sportivo per lo stadio di Terni, una struttura all’avanguardia e di avanzata tecnologia, le cui piscine coperte portano la firma di Culligan Piscine. La suddivisione dell’edificio è articolata in tre “blocchi” funzionali: il volume piscine coperte; il blocco centrale che racchiude hall, reception, spogliatoi, palestre; e il blocco servizi dove si trovano baby parking, estetica e ristorante. All’esterno, il recupero di una vasca olimpionica preesistente completa l’intervento. Il volume piscine, con struttura portante in legno lamellare, è rivestito da una pelle metallica, incisa con profondi “graffi” obliqui che ne caratterizzano lo sviluppo orizzontale dei prospetti e disegnano le grandi vetrate asimmetriche. Il progetto persegue, contestualmente al ricorso alle tecnologie più efficienti, un utilizzo razionale e mirato delle fonti energetiche rinnovabili.

Per approfondire: bit.ly/sid6technogym

Per approfondire: bit.ly/sid6culligan

La sicurezza a prova di stadi Betafence presenta Publifor®, il sistema di recinzione mobile costituito da singoli moduli autoportanti, installabili e rimovibili in modo semplice e veloce; utilizzato prevalentemente come preselettore del flusso esterno, è stato adottato con successo in tutti i maggiori stadi italiani di serie A e B. Altro prodotto di largo impiego è il Parapetto Elevabile, progettato per separare pubblico e atleti o sezioni interne lo stadio; soluzione in linea con il concept di “stadio senza barriere”, coniuga in un unico prodotto due funzionalità: nella modalità 1200 mm, delimita l’area di gioco, mentre quando è elevato, a 2200 mm, costituisce una recinzione di contenimento. Novità 2014, verrà presentato il Parapetto fisso trasparente, la versione semplificata del modello elevabile, caratterizzato da massima visibilità e altezza ridotta, con il minimo impatto. Per approfondire: bit.ly/sid6betafence

www.ilcampo.it - la cultura in un click Alberto Manzotti

“Il manuale che non c’era vi aiuterà a gestire con profitto la vostra trimestrale e 7.00 anno 42° azienda e a ottenere il successo che meritate” numero 168 ottobre-dicembre 2014

AUDiOLiBri

Alberto Manzotti

Pianificazione e Controllo di Gestione per Impianti Sportivi, Fitness Club e Piscine

Marg

getti

ini

RI

SC

TI ES INV lisi Ana

Spr

Dati

echi

COSTI

RICAVI

UN

SP A

ITÀ

RI

Svil

uppo

Proie

PERDITE

zion

i

OP

PO

RT

Pianificazione e Controllo di Gestione

Pro

che

mercato e rassegna di prodotti

ForumPiscine 2015 l’appuntamento da non perdere

I

pisti

primo piano: la ristrutturazione delle piscine Molitor, un tuffo Art Deco

È presidente di Sanitatem, società che opera nell’ambito della sanità privata. Vanta una consolidata esperienze nell’ambito finanziario ed amministrativo in qualità di dirigente in gruppi internazionali, attualmente è Consigliere di amministrazione inchiestae membro del comitato di gestione della Fondazione dello Sport del Comune di Reggio minipiscine-spa, tendenze di Emilia e docente presso la LUISS Business School di Roma.

NT

Tem

Alberto Manzotti

P RO F I T T I ME

HI

“Pianificazione e Controllo di Gestione per Impianti Sportivi, Fitness Club e Piscine” afcopertina: fronta, per la prima volta, un tema di cruciale importanza come lain programmazione e il di Terni, una controllo di gestione nel vasto settore costituitole dapiscine impianti sportivi, fitness/wellness club e piscine a uso pubblico, rivolgendosi a realtà aziendali molto complesse che struttura all’avanguardia necessitano di veri e propri strumenti per essere governate con profitto. firmata Culligan Questo manuale, la cui approfondita parte teorica è arricchita da numerosi esempi pratici che facilitano l’assimilazione delle nozioni e l’applicazione delle procedure, affronta tutti gli aspetti critici dell’organizzazione aziendale trattandola come un insieme organico, ossia valutando tutto il ciclo “programmazione-produzione-venditacontrollo” all’interno di un unico sistema che deve necessariamente muoversi in modo sincrono. Con quest’opera Alberto Manzotti – uno dei massimi esperti in materia – fornisce a imprenditori, gestori e manager strumenti e conoscenze imprescindibili per svolgere una sistematica attività di guida e orientamento della propria impresa, per impiegare le risorse in modo efficace ed efficiente in relazione agli obiettivi economici fissati. Questo volume non può dunque mancare nella vostra libreria per una ragione molto semplice: vi aiuterà a gestire in modo redditizio la vostra azienda e a ottenere il successo che meritate.

IO

piscine oggi n.168

LiBri

RM

ottobre-dicembre 2014

riviste

€ 32,00 (iva inclusa)

PO168 COPERTINA.indd 1

27/11/14 17:11

www.sportindustry.com

viDeOLiBri

e-BOOk

Acquista on-line nello shop di Editrice Il Campo


scelti per voi novità dal mercato

15

Divertimento in acqua a prova di bambini Nata nei primi anni ‘80 Acquapark srl di Calcinato (Brescia) ha saputo conquistare il mercato italiano e distinguersi a livello internazionale grazie alle capacità di progettazione, alla qualità della sua produzione e alle sue attrazioni innovative. Di recente, l’azienda è stata coinvolta nella realizzazione del parco acquatico Carrisiland, composto da 30.000 mq di piscine, acquascivoli per adulti e bambini, attrazioni e giochi d’acqua. La laguna per i bambini, di 1200 mq, è attrezzata con un castello con spruzzi d’acqua, acquascivoli e giochi interattivi. Per i più temerari è stato installato uno scivolo multipista a 10 corsie che termina in un’ampia laguna di 1200 mq. Divertenti e colorati giochi d’acqua, con spruzzi e cascate d’acqua animano la laguna dedicata al gioco e ai divertimento dei più piccoli. Per approfondire: bit.ly/sid6acquapark

trimestrale, anno 5, n. 18 ott-dic 2014 Periodico iscritto al ROC, con numero 6228 ISSN 2038-5781, e all’ANES. Associato al sistema Confindustria Per contattare la redazione info@sportindustry.com Direttore responsabile Federico Maestrami Redazione Alice Spiga (responsabile redazione), Chiara La Piana, Davide Venturi, Sara Lisa di Mario Hanno collaborato Lucia Dallavalle, Marco Tornatore, Guido Martinelli,

Portiamo il calcio in palestra! 3bble srl produce e distribuisce in esclusiva gli impianti da Jorkyball, il calcetto 2 contro 2 in 50 mq. Incrocio tra calcio, squash e biliardo, il Jorkyball richiede velocità, coordinamento e gioco di squadra. Garanzia di intensa attività fisica, è un ottimo allenamento di tipo sia aerobico sia anaerobico. Favorisce la socializzazione e aiuterà ad attirare nuovi membri, soprattutto tra i più giovani. Oltre a nuovi soci, il Jorkyball consente un guadagno extra dall’affitto dei campi che oscilla tra i 6 e i 10 euro a giocatore (24 - 40 euro l’ora). La profittabilità per metro quadro è 5 volte superiore al calcetto a 5. Un impianto da Jorkyball può essere anche finanziato e basta un ora di affitto al giorno per ripagare la rata mensile. I giocatori entrano a far parte della crescente community internazionale di Jorkers e potranno competere, a livello di club, nazionale e internazionale ed entrare nella speciale classifica mondiale: la 3bble World Challenge, dove più giochi, più vinci, più prendi punti. Per approfondire: bit.ly/sid6jorkyball

Realizzazioni riservate al benessere Centro benessere con piscina interna, sauna, bagno turco e percorso docce. Questo il centro realizzato da Nord Piscine su progetto degli architetti Alessandro La Spada e Andrea Sogni. La piscina, in particolare, è attrezzata con piastre per aeromassaggio posizionate sul fondo, sedute per l’idromassaggio lombare, postazioni sempre di aeromassaggio tramite lettini tubolari in acciaio inox, due soffioni cervicali collocati a bordo vasca, rivestimento in marmo Irish Green, illuminazione subacquea e video proiettore. La sauna, in abete, è rivestita con pannelli multistrato Hemlock e pareti frontale e laterale in vetro temperato, dispone di soffitto stellato, televisore incassato, casse acustiche e un impianto di dosaggio essenze aromatiche. Il bagno turco, in polistirene estruso rivestito in marmo in pala nero design, è realizzato in opera ed è composto da parete frontale in vetro temperato, illuminazione diffusa, quadro di controllo esterno touch screen, casse acustiche e impianto di dosaggio essenze aromatiche.

Progetto grafico Alice Anna Rameschi, Claudia Gamberini, Sergio Melani Videoimpaginazione - prestampa Sabrina Paoletti Fotografie Freeimages.com Stampa GRAFICHE BARONCINI - Imola (BO) Spedizione in posta target PROPRIETÀ LETTERARIA RISERVATA © Copyright Editrice Il Campo srl fondata da Franco Maestrami Direzione editoriale Federico Maestrami, Roberto Maestrami Direzione, redazione, amministrazione e pubblicità Via Amendola 11, 40121 Bologna Tel. 051.25.55.44, Fax 051.25.53.60 info@ilcampo.it Domini internet: www.sportindustry.com www.sportindustry.net www.sportindustry.org www.sportindustry.info www.sportindustry.tv www.sportindustry.it www.sportindustry.eu L’Editore declina ogni responsabilità per eventuali errori e/o omissioni sui dati pervenuti e pubblicati. È vietata la traduzione, la memorizzazione elettronica, la riproduzione e l’adattamento totale o parziale, con qualsiasi mezzo (compresi i microfilm, i cd rom, le fotocopie e i siti Internet), non autorizzati.

Per approfondire: bit.ly/sid6nordpiscine

www.sportindustry.com


top sponsor

19-20-21

UNISCITI ALLA FESTA International business

Febbraio 2015 - Fiera di Bologna www.forumpiscine.it

La fiera italiana delle piscine e delle Spa vi aspetta per un’edizione da record. In un mondo ipertecnologico ForumPiscine offre all’industria globale del settore un’importante occasione d’incontro e di crescita. Innovazione, formazione e business per essere protagonisti sui mercati internazionali. ForumPiscine: chi c’è, si vede.

è un progetto

con il patrocinio

in collaborazione con

th

7 Pool & Spa Expo and International Congress

in concomitanza con

scarica l'App ForumPiscine da iTunes e PlayStore Vendita stand e segreteria scientifica: EDITRICE IL CAMPO Srl - tel +39 051 255544 - fax +39 051 255360 - forum@ilcampo.it Segreteria organizzativa e ufficio stampa: ABSOLUT eventi&comunicazione - tel. +39 051 272523 - fax +39 051 272508

seguici su facebook

Sport industry magazine 18  

In questo numero: mutui a tasso zero per gli impianti sportivi italiani. I vantaggi e le opportunità delle App per i gestori di centri sport...

Sport industry magazine 18  

In questo numero: mutui a tasso zero per gli impianti sportivi italiani. I vantaggi e le opportunità delle App per i gestori di centri sport...