Issuu on Google+

Romeo/Lops/Margutti/Ghisolfi/Chiapasco/Vogel · Prognosi implantare a lungo termine nel trattamento di edentulie parziali e totali

1

Sopravvivenza a medio-lungo termine di impianti orali nel trattamento di edentulie parziali e complete. Studio prospettico a 7 anni con impianti ITI System Eugenio Romeo, Diego Lops, Emilio Margutti, Marco Ghisolfi, Matteo Chiapasco, Giorgio Vogel

Obiettivo: questo studio ha valutato la prognosi di sopravvivenza a medio-lungo termine di differenti tipologie di protesi supportate da impianti ITI. Materiali e metodi: 250 pazienti sono stati consecutivamente riabilitati mediante protesi fisse implanto-supportate. Sono state complessivamente utilizzate 106 protesi di tipo dente singolo, 42 protesi parziali fisse con estensioni, 137 protesi parziali fisse, 5 protesi complete fisse, 13 protesi supportate da denti naturali ed impianti e 37 protesi mobili di tipo overdenture. Il follow-up medio per ciascun paziente è stato di 3,85 anni. Sono state elaborate tavole di sopravvivenza per il calcolo dei tassi di sopravvivenza implantari. Sono state elaborate analisi statistiche per confrontare i tassi di sopravvivenza in base al sito di posizionamento per ciascun tipo di protesi. Risultati: è stato calcolato un tasso di sopravvivenza implantare pari al 95,6% per protesi di tipo dente singolo, 94,4% per protesi parziali fisse con estensioni, 96,1% per protesi parziali fisse, 100 per protesi complete fisse, 90,6% per protesi miste denti naturali-impianti e 95,7% per overdenture su impianti. I tassi di sopravvivenza per impianti posizionati in maxilla e in mandibola sono risultati similari. Le dimensioni implantari non hanno condizionato la sopravvivenza implantare. Discussione: i tassi di sopravvivenza di protesi di tipo dente singolo, parziali fisse con estensioni, parziali fisse, complete fisse e miste denti naturali-impianti sono stati considerati sovrapponibili. La prognosi a medio-lungo-termine degli impianti non è stata influenzata dal sito di posizionamento (maxilla o mandibola). Le sopravvivenze implantare e protesica delle overdenture supportate da 2 impianti sono risultate comparabili a quelle di overdenture supportate da 3 o più impianti. Conclusione: le protesi supportate da impianti ITI rappresentano un affidabile trattamento come supporto di protesi nella riabilitazione di edentulie parziali e complete. (Int J Oral Maxillofac Implants 2004;19:247-259. Pubblicato dalla Quintessence Publishing Co. Chicago, USA. Direttore editoriale William R. Laney.)

Parole chiave: Protesi supportate da impianti; Prognosi implantare; riassorbimento osseo periimplantare; Impianti ITI.

Implantologia 2005; 2: 175-194

175


2 Romeo/Lops/Margutti/Ghisolfi/Chiapasco/Vogel · Prognosi implantare a lungo termine nel trattamento di edentulie parziali e totali L’implantologia orale rappresenta oggi una valida e predicibile opzione terapeutica per la riabilitazione di edentulie parziali e complete. Un importante contributo in questo campo è stato apportato dal continuo miglioramento qualitativo delle componenti protesiche. Ad oggi, un’ampia gamma di soluzioni protesiche può soddisfare le aspettative dei pazienti in termini di estetica e funzione. Il successo della sistematica implantare ITI (Straumann, Waldemburg - Svizzera) è ben documentato dalla letteratura internazionale, con particolare riferimento al trattamento delle edentulie complete1-13. Studi prospettici e longitudinali sulle edentulie parziali indicano un successo implantare tra l’89 ed il 95,3%, e tassi di sopravvivenza cumulativa dal 93,6 ed il 96,7%, da 3 a 7 anni di carico protesico14-17. Il presente studio ha valutato la prognosi di successo e di sopravvivenza a medio-lungo termine di diverse tipologie di protesi supportate da impianti ITI. Un altro obiettivo è stato di determinare se esistessero differenze statisticamente significative di sopravvivenza e successo implantari in base al sito di posizionamento delle fixture.

Materiali e metodi

Selezione dei pazienti Duecentocinquanta pazienti (106 maschi e 144 femmine, di età compresa tra i 20 e i 67 anni) sono stati trattati consecutivamente tra il maggio 1995 e il giugno 2002. I pazienti sono stati trattati presso la Clinica Odontoiatrica, Dipartimento di Medicina e Chirurgia, Università di Milano. Tutti i pazienti sono stati informati adeguatamente e hanno firmato un consenso informato. In seguito al posizionamento della protesi, i pazienti sono stati seguiti per un periodo di follow-up variabile tra i 16 mesi e i 7 anni (media 3,85 anni). I criteri di inclusione sono stati: • edentulia parziale o completa; • volume osseo adeguato nel sito edentulo per il posizionamento di un impianto di almeno 3,3 mm di diametro e 8 mm di lunghezza. Il volume osseo è stato valutato tramite radiografie iuxtagengivali abbinate a valutazione clinica. Tomografie assiali computerizzate sono state richieste laddove l’anatomia dei siti edentuli richiedeva un’indagine più approfondita;

176

• relazione intermascellare favorevole. I criteri di esclusione sono stati: • stato di attività di malattia parodontale in atto; • malattie cardiache; • malattie del sistema leucocitario; • ritardi della coagulazione; • disordini metabolici; • radioterapia nella zona del collo e testa; • parafunzioni come clenching o bruxismo; • pazienti fumatori di più di 10 sigarette al giorno, o dipendenti da assunzione di droghe o alcolici13.

Impianti e protesi I pazienti sono stati riabilitati con protesi supportate da impianti ITI. Sono stati inseriti un totale di 759 impianti. Due impianti sono stati rimossi prima dell’inserimento delle protesi. Durante il periodo di 7 anni di follow-up, 49 pazienti con 82 impianti e 45 protesi hanno abbandonato lo studio. Cinque pazienti sono deceduti dopo aver ricevuto la protesi; 4 pazienti hanno riscontrato malattie gravi che hanno reso impossibili le visite di follow-up; 24 pazienti si sono traferiti e hanno abbandonato lo studio; 14 pazienti non sono stati rintracciati. Due pazienti sono stati traferiti a uno studio privato, ma non hanno mai seguito i controlli pianificati. Questi casi sono stati classificati come dropouts. La distribuzione degli impianti è mostrata nella tabella 1. Trecentotrentacinque impianti sono stati inseriti nella mascella e 424 nella mandibola. Gli impianti caricati misuravano da 8 a 16 mm in lunghezza e da 3,3 a 4,8 mm in diametro (Tab. 2). Centotrentasette protesi sono state posizionate nella mascella e 203 nella mandibola. Le protesi sono state così confezionate (Tab. 3): 110 corone singole (ST) (Fig. 1a), 42 protesi fisse con estensioni (CFP) (24 con estensione mesiale, 18 con estensione distale) (Figg. 1b, 1c), 137 protesi fisse parziali (FP) (Fig. 1d), 5 protesi fisse complete (FC) (Figg. 1e, 1f), 13 protesi miste dente-impianto (ITS) (Fig. 1g) e 37 overdenture (OD) (Figg. 1h, 1i).

Visita clinica e radiologica I tessuti periimplantari sono stati valutati attraverso gli indici di suppurazione (indice dicotomico Si/No)19,

Implantologia 2005; 2: 175-194


Romeo/Lops/Margutti/Ghisolfi/Chiapasco/Vogel · Prognosi implantare a lungo termine nel trattamento di edentulie parziali e totali

Tabella 1 Sede di posizionamento implantare. Sede

Impianti posizionati n.

Mascellare anteriore Mascellare posteriore Mandibolare anteriore Mandibolare posteriore Totale

112 223 99 325* 759*

% 14,8 29,4 13 42,8 100

* 2 impianti sono stati rimossi prima del carico protesico. 721 impianti sono stati sottoposti consecutivamente a follow-up.

Tabella 2 Caratteristiche degli impianti. Parametro Altezza implantare

Le radiografie intraorali sono state rilevate utilizzando la tecnica del cono lungo parallelo per controllare la geometria di proiezione, con parametri di esposizione di 65-90 kV, 7,5-10 mA, 0,22-0,25 secondi23-29. Le radiografie sono state eseguite al momento dell’inserimento dell’impianto, della consegna della protesi funzionale, a 6 e a 12 mesi e in seguito a ogni controllo annuale. Sono state poi acquisite su un computer e analizzate utilizzando il programma ImageJ (US National Institute of Mental Health, Bethesda, MD) al fine di valutare le modifiche della cresta ossea nel tempo. Il riassorbimento osseo periimplantare è stato misurato sui picchi ossei mesiali e distali agli impianti.

Trattamento protesico

Tipo

Impianti

8 mm 10 mm 12 mm 14 mm 16 mm

72 402 236 48 1

Diametro implantare 3,3 mm 4,1/4,0 mm 4,8 mm

149 579 31

Tipo

HS (Hollow-Screw) SS (Solid-Screw)

195 564

Superficie

TPS (Titanium Plasma Sprayed) SLA (Sand-blasted Acid-etched)

703 56

sondaggio clinico della tasca e profondità dell’attacco parodontale20, sanguinamento al sondaggio (Bleeding Index Score da 0 a 3)21, stato infiammatorio delle mucose perimplantari (seguendo le linee guida suggerite da Mombelli e Lang)22, indice di placca (Placque index score da 0 a 3)21, mobilità implantare (valutata secondo un indice da 0 a 2 (Mombelli e Coll.21) o utilizzando il Periotest (Siemens, Bansheim Germania) e valutazione del test di percussione18.

Implantologia 2005; 2: 175-194

3

I pazienti con qualità ossea di primo e secondo grado sono stati richiamati dopo 3 mesi dall’inserimento per una valutazione preprotesica; i pazienti con qualità ossea di terzo e quarto grado sono stati richiamati dopo 6 mesi30. Dopo un periodo variabile di 3-6 mesi, sono state rimosse le viti di guarigione e avvitati i monconi definitivi utilizzando una forza di torque di 35 Ncm. Per le protesi cementate sono stati utilizzati monconi Solidi o Octa (Straumann) con cappette auree di parallelizzazione. Per le overdenture, la sovrastruttura e il rivestimento estetico sono state fabbricate con leghe auree e resina. Tutte le altre protesi sono state fabbricate con leghe auree e porcellana. Nessuna saldatura delle framework è stata eseguita. Le protesi cementate sono state posizionate sul moncone con aggiunta di cementi all’ossifosfato di zinco o zinco-eugenolo, mentre le protesi avvitate sono state posizionate applicando una forza di torque di 15 Ncm alla vite di fissaggio della sovrastruttura, grazie all’impiego di un cricchetto dinamometrico.

Analisi statistica L’analisi statistica è stata eseguita con una life table analysis come descritto da Kalbleish e Prentice31 e Colton32. I dati sono stati analizzati a fine dicembre 2002, in modo che tutti gli impianti fossero stati caricati per almeno un anno. La seguente analisi è stata eseguita per l’intero gruppo di 759 impianti:

177


4 Romeo/Lops/Margutti/Ghisolfi/Chiapasco/Vogel 路 Prognosi implantare a lungo termine nel trattamento di edentulie parziali e totali Fig. 1a Protesi tipo dente singolo su impianto: radiografia periapicale.

Fig. 1b Protesi fissa su impianti con estensione mesiale: radiografia periapicale.

Fig. 1c Protesi fissa su impianti con estensione distale: radiografia periapicale. Fig. 1 d Protesi parziale fissa su impianti: radiografia periapicale.

Fig. 1e Impianti per supporto di protesi totale fissa: visione delle viti di guarigione.

178

Fig. 1f Protesi totale fissa su impianti: carico protesico.

Implantologia 2005; 2: 175-194


Romeo/Lops/Margutti/Ghisolfi/Chiapasco/Vogel · Prognosi implantare a lungo termine nel trattamento di edentulie parziali e totali

5

Fig. 1g Implanttooth connected prosthesis: radiografia periapicale.

Fig. 1h Overdenture su 2 impianti con attacchi a palla.

Fig. 1i Overdenture su barra supportata da 4 impianti.

• percentuale cumulativa di sopravvivenza: sono state calcolate la percentuale di sopravvivenza interna a ogni intervallo temporale e la sopravvivenza cumulativa per gli 8 anni. La percentuale di sopravvivenza è stata definita come la proporzione del numero di impianti caricati che non presentavano segni di dolore, mobilità21 o infezione (senza includere le periimplantiti trattate con successo)22; • percentuale cumulativa di successo: questa analisi si è rivelata più severa di quella della sopravvivenza. Gli impianti che non seguivano i criteri indicati da Albrektsson e Coll.33, Buser e Coll.34, van Steenberghe35, sono stati classificati come falliti. In aggiunta a questi criteri sono stati classificati come

Implantologia 2005; 2: 175-194

falliti anche gli impianti con infezione periimplantare con secrezione purulenta. L’analisi effettuata mediante tavole di sopravvivenza ha tenuto in considerazione i seguenti parametri: periodo di osservazione, numero di impianti all’inizio dell’intervallo (Ox), numero di fallimenti precoci (ovvero gli impianti falliti prima di essere sottoposti a carico), numero di impianti caricati, numero di impianti persi poichè il paziente ha abbandonato lo studio (dropout) (wx), numero di impianti a rischio (ovvero, la media armonica tra in numero di impianti all’inizio dell’intervallo e il numero alla fine dell’intervallo), numero di impianti falliti (dx) in ogni intervallo (qx), percentuale di sopravvivenza interna a ogni intervallo, percentuale di sopravvivenza cumulativa32. La formula uti-

179


6 Romeo/Lops/Margutti/Ghisolfi/Chiapasco/Vogel · Prognosi implantare a lungo termine nel trattamento di edentulie parziali e totali

Tabella 3 Protesi e impianti. Tipo di protesi

Impianti Maxilla Mandibola

ST (Dente singolo) 47 CFP (Protesi fissa con estensioni) 41 FP (Protesi fissa parziale) 133 FC (Protesi fissa completa) 33 ITS (Protesi mista dente naturale-impianto) 24 OD (Overdenture su impianti) 40 Totale 318*

63 46 190 14 8 82 403*

Protesi Totale

Maxilla

Mandibola

Totale

110 87 323 47 32 122 721*

47 20 53 6 8 9 144*

63 22 89 6 5 28 213*

110 42 143 12 13 37 357*

* Impianti e protesi di pazienti considerati dropout sono stati esclusi.

lizzata per calcolare la percentuale di fallimenti all’interno di ogni singolo intervallo è stata: dx qx = –––––––– x O – wx ––– 2 La formula utilizzata per calcolare la percentuale di sopravvivenza è stata: px = 1 – qx. Ad ogni modo, gli autori hanno tenuto in considerazione il fatto che diversi impianti fossero uniti alla stessa struttura protesica, nello stesso soggetto. Perciò ad esclusione di pazienti riabilitati con corona singola implantosupportata, gli autori hanno riconosciuto una minore potenza dei test di significatività. Una tabella di tipo 4 fields 36-37 è stata utlizzata per

presentare il numero di impianti considerati successi, sopravviventi, non considerati, e falliti per tutti i 7 anni di studio. Il quadro mostra una descrizione qualitativa dei materiali e metodi di valutazione utilizzati e rende evidenti i risultati. La percentuale di fallimenti è stata sempre cumulativa, e la somma dei quattro campi era 100% (quindi tutti gli impianti posizionati).

Criteri prognostici Per la valutazione degli impianti sono stati considerati i seguenti criteri:

Tabella 4 Criteri di successo. Valutazione

Criterio

Strumentale

Esame radiografico che riveli non più di 1mm di MBL durante il primo anno di carico, seguito da un riassorbimento osseo non superiore a 0,2 mm per anno. Assenza di grave infezione dei tessuti molli, dolore persistente, parestesia e discomfort. Assenza di mobilità verificata al sondaggio della stabilità implantare usando una leggera forza dislocante mediante l’ausilio di un avvitatore per abutment. Ogni segno di mobilità o sensazione di dolore sono interpretati come indicazione di perdita di osteointegrazione. Profondità di sondaggio (Probing Depth PD) non superiore a di 3 mm per ogni sito periimplantare (mesiale, buccale, distale, linguale-palatale): misurazioni effettuate con sonda calibrata di plastica.

Clinico Clinico

Clinico

180

Implantologia 2005; 2: 175-194


Romeo/Lops/Margutti/Ghisolfi/Chiapasco/Vogel · Prognosi implantare a lungo termine nel trattamento di edentulie parziali e totali

7

• fallimento: un impianto è stato considerato fallito se è stato rimosso per qualsiasi ragione. L’evidenza di una mobilità clinica ha condotto senza discussioni alla rimozione. L’assenza di mobilità è stata verificata applicando una leggera forza di serraggio all’impianto con un cacciavite per il serraggio dei monconi, senza opporre alcuna forza nella direzione opposta. La mobilità o la sensazione dolorosa sono stati considerati segni di perdita di osteointegrazione. La rimozione di un impianto è stata indicata inoltre per altri motivi, per esempio, un’infezione incurabile dei tessuti molli, dolore persistente, parestesia o discomfort. Tutte le informazioni riguardanti ogni evento avverso, includendo condizioni di stato, misurazioni rilevate e terapie eseguite, sono state registrate. Eventi avversi non sempre hanno risultato in rimozione dell’impianto; • sopravvivenza: gli impianti che non sono rientrati nella categoria dei falliti sono stati considerati sovravvissuti; • successo: gli impianti sopravvissuti sono stati considerati come un successo se la valutazione radiografica non ha mostrato più di 1,0 mm di perdita di osso marginale e non più di 0,2 mm di riassorbimento per anno negli anni seguenti, se non si riscontrava patologia o radiotrasparenza, e se la profondità di sondaggio (misurata con una sonda calibrata in plastica) non era maggiore di 3 mm su nessun lato (mesiale, distale, buccale o linguo-palatale). Per le misurazioni sono state utilizzate le radiografie iuxagengivali rilevate al momento della connessione dell’abutment e al

Risultati delle tavole di sopravvivenza a 7 anni: due impianti sono stati rimossi prima del carico a causa di una persistente parestesia, e sono stati classificati come fallimenti precoci. Durante i 7 anni di osservazione, 30 impianti sono falliti (Tab. 4). La mobilità implantare è stata riscontrata per 27 impianti (14 mascellari, 13 mandibolari) in 21 pazienti (Figg. 2, 3) a causa di una severa periimplantite (21 casi) e di sovraccarico funzionale (6 casi). Tre impianti mascellari si sono fratturati, due in protesi CFP e uno in una protesi FP. Tutti gli impianti falliti sono stati rimossi. Sei impianti falliti erano corti (8 mm in altezza), 8 erano stretti (3,3 mm in diametro) e 1 era sia stretto che corto. Ventotto casi di periimplantite sono stati trattati con successo22. Trentacinque impianti hanno mostrato più di 1mm di perdita di osso marginale durante il primo anno di carico, seguìto da più di 0,2 mm di perdita ossea per anno. Sette impianti hanno mostrato più di 3 mm di profondità di sondaggio. La percentuale di sopravvivenza cumulativa è stata calcolata per gli impianti che supportavano ciascun tipo di protesi: ST (95,6%), CFP (94,4%), FP (96,1%), FC (100%), ITS (90,6%) e Ods (95,7%) come mostrato nella tabella 5.

Fig. 2 Fallimento implantare da sovraccarico biomeccanico: radiografia periapicale.

Fig. 3 Fallimento implantare da periimplantite: esposizione parziale delle spire implantari.

Implantologia 2005; 2: 175-194

momento dell’ultimo controllo. Tutti gli impianti considerati successo erano clinicamente funzionali.

Risultati

181


8 Romeo/Lops/Margutti/Ghisolfi/Chiapasco/Vogel · Prognosi implantare a lungo termine nel trattamento di edentulie parziali e totali L’analisi a 4 campi (four fields analysis) ha incluso i calcoli dei fallimenti in 7 anni per ciascun tipo di protesi: ST (4,0%), CFP (5,4%), FP (3,6%), ITS (8,8%), Ods (4,0%), come mostrato nella tabella 6. Le percentuali di dropout sono state verificate per ciascun tipo di protesi: ST

(13,8%), CFP (9,7%), FP (12,2%), FC (25,5%), ITS (8,8%) e Ods (9,5%). La proporzione dei successi dopo 7 anni era del 75,6% per protesi ST, 76,3% per CFP, 73,8% per FP, 63,8% per FC, 70,6% per ITS e 78,6% per OD. Si sono verificate complicanze protesiche come la de-

Tabella 5 Caratteristiche degli impianti falliti. Fallimento

Impianto

Protesi

Sito implantare

Alt. Diam. (mm) (mm) Frattura implantare (sovraccarico biomeccanico) Frattura implantare (sovraccarico biomeccanico) Frattura implantare (sovraccarico biomeccanico) Frattura implantare (sovraccarico biomeccanico) Frattura implantare (sovraccarico biomeccanico) Frattura implantare (sovraccarico biomeccanico) Mobilità implantare (periimplantite) Mobilità implantare (periimplantite) Mobilità implantare (periimplantite) Mobilità implantare (periimplantite) Mobilità implantare (periimplantite) Mobilità implantare (periimplantite) Mobilità implantare (periimplantite) Mobilità implantare (periimplantite) Mobilità implantare (periimplantite) Mobilità implantare (periimplantite) Mobilità implantare (periimplantite) Mobilità implantare (periimplantite) Mobilità implantare (periimplantite) Mobilità implantare (periimplantite) Mobilità implantare (periimplantite) Mobilità implantare (periimplantite) Mobilità implantare (periimplantite) Mobilità implantare (periimplantite) Mobilità implantare (periimplantite) Mobilità implantare (periimplantite) Mobilità implantare (periimplantite) Mobilità implantare (periimplantite) Mobilità implantare (periimplantite) Mobilità implantare (periimplantite) Parestesia persistente Parestesia persistente

182

10 10 12 12 10 8 10 10 10 10 8 10 8 10 10 8 10 10 12 10 10 8 12 10 10 10 10 12 8 10 10 10

3,3 Protesi fissa con estensioni Maxilla 3,3 Protesi fissa con estensioni Maxilla 4,1 Protesi fissa parziale Maxilla 4,1 Overdenture su impianti Mandibola 4,1 Overdenture su impianti Mandibola 4,1 Dente singolo Mandibola 4,1 Protesi fissa parziale Mandibola 3,3 Protesi fissa parziale Mandibola 4,8 Protesi fissa parziale Mandibola 4,1 Protesi fissa parziale Mandibola 3,3 Protesi fissa parziale Mandibola 4,1 Protesi fissa parziale Maxilla 4,1 Protesi fissa parziale Maxilla 3,3 Protesi fissa parziale Maxilla 4,1 Protesi fissa parziale Maxilla 4,1 Protesi fissa parziale Maxilla 4,1 Protesi fissa parziale Maxilla 4,8 Protesi fissa con estensioni Mandibola 4,1 Protesi fissa con estensioni Mandibola 3,3 Protesi fissa con estensioni Maxilla 4,1 Dente singolo Maxilla 4,1 Dente singolo Maxilla 4,1 Dente singolo Mandibola 3,3 Dente singolo Mandibola 4,1 Overdenture su impianti Maxilla 4,1 Overdenture su impianti Maxilla 4,1 Overdenture su impianti Maxilla 4,1 Protesi mista dente naturale-imp. Mandib. 4,1 Protesi mista dente naturale-imp. Maxilla 3,3 Protesi mista dente naturale-imp. Maxilla 4,1 Impianto non caricato Mandibola 4,1 Impianto non caricato Mandibola

Implantologia 2005; 2: 175-194


Romeo/Lops/Margutti/Ghisolfi/Chiapasco/Vogel · Prognosi implantare a lungo termine nel trattamento di edentulie parziali e totali

9

Tabella 6a Life table analysis di sopravvivenza implantare: impianti a supporto di denti singoli. Intervallo (anni)

Impianti all’inizio dell’interv.

Fallimenti precoci

Impianti caricati

Dropouts

Impianti a rischio

Fallimenti nell’intervallo

123 118 118 110 105 103 103

2 0 0 0 0 0 0

121 118 118 110 105 103 103

3 0 5 3 2 0 2

119,5 118 115,5 108,5 104 103 102

0 0 3 2 0 0 0

0-1 1-2 2-3 3-4 4-5 5-6 6-7

Tasso di Tasso soprav. cumulativo di (%) soprav. (%) 100 100 97,4 98,2 100 100 100

100 100 97,4 95,6 95,6 95,6 95,6

Tabella 6b Life table analysis di sopravvivenza implantare: impianti a supporto di protesi con estensioni. Intervallo (anni)

Impianti all’inizio dell’interv.

Fallimenti precoci

Impianti caricati

Dropouts

Impianti a rischio

Fallimenti nell’intervallo

93 93 93 89 87 81 79

0 0 0 0 0 0 0

93 93 93 89 87 81 79

0 0 3 2 4 0 0

93 93 91,5 88 85 81 79

0 0 1 0 2 2 0

0-1 1-2 2-3 3-4 4-5 5-6 6-7

Tasso di Tasso soprav. cumulativo di (%) soprav. (%) 100 100 99 100 97,7 97,6 100

100 100 99 99 96,7 94,4 94,4

Tabella 6c Life table analysis di sopravvivenza implantare: impianti a supporto di protesi parziali fisse. Intervallo (anni)

Impianti all’inizio dell’interv.

Fallimenti precoci

Impianti caricati

Dropouts

Impianti a rischio

Fallimenti nell’intervallo

336 332 322 314 303 295 285

0 0 0 0 0 0 0

336 332 322 314 303 295 285

4 10 6 7 4 8 2

334 327 319 310,5 301 291 284

0 0 2 4 4 2 0

0-1 1-2 2-3 3-4 4-5 5-6 6-7

Implantologia 2005; 2: 175-194

Tasso di Tasso soprav. cumulativo di (%) soprav. (%) 100 100 99,4 98,7 98,7 99,3 100

100 100 99,4 98,1 96,8 96,1 96,1

183


10 Romeo/Lops/Margutti/Ghisolfi/Chiapasco/Vogel · Prognosi implantare a lungo termine nel trattamento di edentulie parziali e totali

Tabella 6d Life table analysis di sopravvivenza implantare: impianti a supporto di protesi complete fisse. Intervallo (anni)

0-1 1-2 2-3 3-4 4-5 5-6 6-7

Impianti all’inizio dell’interv.

Fallimenti precoci

Impianti caricati

Dropouts

Impianti a rischio

Fallimenti nell’intervallo

47 47 47 41 35 35 35

0 0 0 0 0 0 0

47 47 47 41 35 35 35

0 0 6 6 0 0 0

47 47 44 38 35 35 35

0 0 0 0 0 0 0

Tasso di Tasso soprav. cumulativo di (%) soprav. (%) 100 100 100 100 100 100 100

100 100 100 100 100 100 100

Tabella 6e Life table analysis di sopravvivenza implantare: impianti a supporto di protesi miste dente naturale-impianto. Intervallo (anni)

0-1 1-2 2-3 3-4 4-5 5-6 6-7

Impianti all’inizio dell’interv.

Fallimenti precoci

Impianti caricati

Dropouts

Impianti a rischio

Fallimenti nell’intervallo

34 34 34 33 32 30 29

0 0 0 0 0 0 0

34 34 34 33 32 30 29

0 0 1 0 1 1 0

34 34 33,5 33 31,5 29,5 29

0 0 0 1 1 0 1

Tasso di Tasso soprav. cumulativo di (%) soprav. (%) 100 100 100 97 96,8 100 96,6

100 100 100 97 93,8 93,8 90,6

Tabella 6f Life table analysis di sopravvivenza implantare: impianti a supporto di overdenture su impianti. Intervallo. Intervallo (anni)

0-1 1-2 2-3 3-4 4-5 5-6 6-7

184

Impianti all’inizio dell’interv.

Fallimenti precoci

Impianti caricati

Dropouts

Impianti a rischio

Fallimenti nell’intervallo

126 126 124 122 118 114 112

0 0 0 0 0 0 0

126 126 124 122 118 114 112

0 2 2 2 4 2 0

126 125 123 121 116 113 112

0 0 0 2 0 0 3

Tasso di Tasso soprav. cumulativo di (%) soprav. (%) 100 100 100 98,4 100 100 97,3

100 100 100 98,4 98,4 98,4 95,7

Implantologia 2005; 2: 175-194


Romeo/Lops/Margutti/Ghisolfi/Chiapasco/Vogel · Prognosi implantare a lungo termine nel trattamento di edentulie parziali e totali

11

Tabella 7 Tavola a quattro campi di distribuzione implantare dopo follow-up di 7 anni secondo i critesi di successo implantare. Impianti a supporto di protesi ST

Impianti a supporto di protesi FPC

Impianti a supporto di protesi FPD

Impianti a supporto di protesi FFD

Impianti a supporto di protesi PIT

Impianti a supporto di protesi OD

Successo dropouts Successo dropouts Successo dropouts Successo dropouts Successo dropouts Successo dropouts 93 17 71 9 248 41 30 12 24 (75,6%) (13,8%) (76,3%) (9,6%) (73,8%) (12,2%) (63,8%) (25,5%) (70,6%) Sopravv. 8 (6,6%)

Fall. Sopravv. 5 (4%)

8 (8,6%)

Fall.

Sopravv.

Fall.

3 99 12 (8,8%) (78,6%) (9,6%)

Sopravv.

Fall.

Sopravv.

Fall.

Sopravv. Fall.

5 35 12 5 (5,3%) (10,4%) (3,6%) (10,7%)

0 (0%)

4 (11,8%)

3 (8,8%)

10 5 (7,8%) (3,9%)

Tabella 8 Complicanze e fallimenti di protesi tipo overdenture. Evento

OD su ancore 32 Impianti 15 Protesi No.

%

OD su barra 54 Impianti 14 Protesi No.

Complicanza implantare 1 (TP) 3,1 5 (PBR) Fallimento implantare 2 (FIO) 6,2 3 (FIP) Complicanza protesica 3 (3SA) 20 2 (2SV) Fallimento protesico 1 (1ODF) 6,6 1 (1ODF) PBR = riassorbimento osseo periimplantare superiore ai limiti di accettabilità FIO = fallimento implantare da sovraccarico biomeccanico; FIP = fallimento implantare da periimplantite; TP = periimplantite trattata con successo; SA = cambio del teflon di ritenzione; SV = perdita della vite di serraggio; ODF = frattura dell’overdenture.

cementazione (4 ST e 5 FP), rilasciamento della vite di serraggio tra abutment e framework (3 FP), fallimento dell’ancora di ritenzione (n = 3) e rilasciamento della vite di serraggio (2 OD). Si è verificata la frattura di una vite di un moncone e di un elemento di ponte protesico entrambe in protesi FP. Sei rivestimenti estetici si sono fratturati (2 in protesi ST e 4 in FP). La frattura di protesi OD si è registrata due volte in due differenti pazienti (Tab. 7). Gli impianti mascellari e mandibolari hanno mostrato ri-

Implantologia 2005; 2: 175-194

% 9,2 5,5 14,2 7,1 stabiliti;

OD su chiavistelli 36 Impianti 8 Protesi No.

%

4 (TP) 0 0 0

11,1 0 0 0

sultati similari. Gli impianti mandibolari hanno mostrato una sopravvivenza cumulativa di 95,6% per protesi ST, 95,7 per CFP, 97,2 in FP, 100% per FC, 89,9% per ITS e 97,5% in OD (Tab. 8). Gli impianti mascellari (Tab. 9) hanno mostrato una sopravvivenza cumuilativa 95,7% in ST, 92,8 in CFP, 95,6 in FP, 100% in FC, 91,7% in ITS e 92,5% in OD. Infine, i risultati delle protesi OD supportate da 2 impianti (93,6% di sopravvivenza cumulativa) sono stati paragonati a quelli di protesi OD sup-

185


12 Romeo/Lops/Margutti/Ghisolfi/Chiapasco/Vogel · Prognosi implantare a lungo termine nel trattamento di edentulie parziali e totali

Tabella 9a Life table analysis di sopravvivenza implantare (mandibola): impianti a supporto di denti singoli. Intervallo (anni)

0-1 1-2 2-3 3-4 4-5 5-6 6-7

Impianti all’inizio dell’interv.

Fallimenti precoci

Impianti caricati

Dropouts

Impianti a rischio

Fallimenti nell’intervallo

72 68 68 64 62 60 60

2 0 0 0 0 0 0

70 68 68 64 62 60 60

2 0 2 1 2 0 1

69 68 67 63,5 61 60 59,5

0 0 2 1 0 0 0

Tasso di Tasso soprav. cumulativo di (%) soprav. (%) 100 100 97 98,4 100 100 100

100 100 97 95,4 95,4 95,4 95,4

Tabella 9b Life table analysis di sopravvivenza implantare (mandibola): impianti a supporto di protesi con estensioni. Intervallo (anni)

0-1 1-2 2-3 3-4 4-5 5-6 6-7

Impianti all’inizio dell’interv.

Fallimenti precoci

Impianti caricati

Dropouts

Impianti a rischio

Fallimenti nell’intervallo

49 49 49 45 45 43 42

0 0 0 0 0 0 0

49 49 49 45 45 43 42

0 0 3 0 2 0 0

49 49 49 45 44 43 42

0 0 1 0 0 1 0

Tasso di Tasso soprav. cumulativo di (%) soprav. (%) 100 100 98 100 100 97,7 100

100 100 98 98 98 95,7 95,7

Tabella 9c Life table analysis di sopravvivenza implantare (mandibola): impianti a supporto di protesi parziali fisse. Intervallo (anni)

0-1 1-2 2-3 3-4 4-5 5-6 6-7

186

Impianti all’inizio dell’interv.

Fallimenti precoci

Impianti caricati

Dropouts

Impianti a rischio

Fallimenti nell’intervallo

195 193 186 182 177 175 169

0 0 0 0 0 0 0

195 193 186 182 177 175 169

2 7 4 4 0 4 0

194 189,5 184 180 177 173 169

0 0 0 1 2 2 0

Tasso di Tasso soprav. cumulativo di (%) soprav. (%) 100 100 100 99,4 98,9 98,9 100

100 100 100 99,4 98,3 97,2 97,2

Implantologia 2005; 2: 175-194


Romeo/Lops/Margutti/Ghisolfi/Chiapasco/Vogel · Prognosi implantare a lungo termine nel trattamento di edentulie parziali e totali

13

Tabella 9d Life table analysis di sopravvivenza implantare (mandibola): impianti a supporto di protesi complete fisse. Intervallo (anni)

Impianti all’inizio dell’interv.

Fallimenti precoci

Impianti caricati

Dropouts

Impianti a rischio

Fallimenti nell’intervallo

14 14 14 14 14 14 14

0 0 0 0 0 0 0

14 14 14 14 14 14 14

0 0 0 0 0 0 0

14 14 14 14 14 14 14

0 0 0 0 0 0 0

0--1 1-2 2-3 3-4 4-5 5-6 6-7

Tasso di Tasso soprav. cumulativo di (%) soprav. (%) 100 100 100 100 100 100 100

100 100 100 100 100 100 100

Tabella 9e Life table analysis di sopravvivenza implantare (mandibola): impianti a supporto di protesi miste dente naturale-impianto. Intervallo (anni)

Impianti all’inizio dell’interv.

Fallimenti precoci

Impianti caricati

Dropouts

Impianti a rischio

Fallimenti nell’intervallo

10 10 10 9 9 9 9

0 0 0 0 0 0 0

10 10 10 9 9 9 9

0 0 1 0 0 0 0

10 10 9,5 9 9 9 9

0 0 0 0 0 0 1

0--1 1-2 2-3 3-4 4-5 5-6 6-7

Tasso di Tasso soprav. cumulativo di (%) soprav. (%) 100 100 100 100 100 100 89,9

100 100 100 100 100 100 89,9

Tabella 9f Life table analysis di sopravvivenza implantare (mandibola): impianti a supporto di overdenture. Intervallo (anni)

Impianti all’inizio dell’interv.

Fallimenti precoci

Impianti caricati

Dropouts

Impianti a rischio

Fallimenti nell’intervallo

84 84 82 82 78 74 72

0 0 0 0 0 0 0

84 84 82 82 78 78 72

0 2 0 2 4 2 0

84 83 82 81 76 77 72

0 0 0 2 0 0 0

0--1 1-2 2-3 3-4 4-5 5-6 6-7

Implantologia 2005; 2: 175-194

Tasso di Tasso soprav. cumulativo di (%) soprav. (%) 100 100 100 97,5 97,5 97,5 97,5

100 100 100 97,5 97,5 97,5 97,5

187


14 Romeo/Lops/Margutti/Ghisolfi/Chiapasco/Vogel · Prognosi implantare a lungo termine nel trattamento di edentulie parziali e totali

Tabella 10a Life table analysis di sopravvivenza implantare (maxilla): impianti a supporto di denti singoli. Intervallo (anni)

0--1 1-2 2-3 3-4 4-5 5-6 6-7

Impianti all’inizio dell’interv.

Fallimenti precoci

Impianti caricati

Dropouts

Impianti a rischio

Fallimenti nell’intervallo

51 50 50 46 43 43 43

0 0 0 0 0 0 0

51 50 50 46 43 43 43

1 0 3 2 0 0 1

50,5 50 48,5 45 43 43 42,5

0 0 1 1 0 0 0

Tasso di Tasso soprav. cumulativo di (%) soprav. (%) 100 100 98 97,8 100 100 100

100 98 96 93,9 93,9 93,9 93,9

Tabella 10b Life table analysis di sopravvivenza implantare (maxilla): impianti a supporto di protesi con estensioni. Intervallo (anni)

0--1 1-2 2-3 3-4 4-5 5-6 6-7

Impianti all’inizio dell’interv.

Fallimenti precoci

Impianti caricati

Dropouts

Impianti a rischio

Fallimenti nell’intervallo

44 44 44 44 42 38 37

0 0 0 0 0 0 0

44 44 44 44 42 38 37

0 0 0 2 2 0 0

44 44 44 43 41 38 37

0 0 0 0 2 1 0

Tasso di Tasso soprav. cumulativo di (%) soprav. (%) 100 100 100 100 95,3 97,4 100

100 100 100 100 95,3 92,8 92,8

Tabella 10c Life table analysis di sopravvivenza implantare (maxilla): impianti a supporto di protesi parziali fisse. Intervallo (anni)

0--1 1-2 2-3 3-4 4-5 5-6 6-7

188

Impianti all’inizio dell’interv.

Fallimenti precoci

Impianti caricati

Dropouts

Impianti a rischio

Fallimenti nell’intervallo

141 139 136 132 126 120 116

0 0 0 0 0 0 0

141 139 136 132 126 120 116

2 3 2 3 4 4 2

140 137,5 135 130,5 124 118 115

0 0 2 3 2 0 0

Tasso di Tasso soprav. cumulativo di (%) soprav. (%) 100 100 98,5 98,7 98,4 100 100

100 100 98,5 97,2 95,6 95,6 95,6

Implantologia 2005; 2: 175-194


Romeo/Lops/Margutti/Ghisolfi/Chiapasco/Vogel · Prognosi implantare a lungo termine nel trattamento di edentulie parziali e totali

15

Tabella 10d Life table analysis di sopravvivenza implantare (maxilla) : impianti a supporto di protesi complete fisse. Intervallo (anni)

Impianti all’inizio dell’interv.

Fallimenti precoci

Impianti caricati

Dropouts

Impianti a rischio

Fallimenti nell’intervallo

33 33 33 27 21 21 21

0 0 0 0 0 0 0

33 33 33 27 21 21 21

0 0 6 6 0 0 0

33 33 30 24 21 21 21

0 0 0 0 0 0 0

0-1 1-2 2-3 3-4 4-5 5-6 6-7

Tasso di Tasso soprav. cumulativo di (%) soprav. (%) 100 100 100 100 100 100 100

100 100 100 100 100 100 100

Tabella 10e Life table analysis di sopravvivenza implantare (maxilla): impianti a supporto di protesi miste dente naturale-impianto. Intervallo (anni)

Impianti all’inizio dell’interv.

Fallimenti precoci

Impianti caricati

Dropouts

Impianti a rischio

Fallimenti nell’intervallo

24 24 24 24 23 21 20

0 0 0 0 0 0 0

24 24 24 24 23 21 20

0 0 0 0 1 1 0

24 24 24 24 22,5 20,5 4

0 0 0 1 1 0 0

0-1 1-2 2-3 3-4 4-5 5-6 6-7

Tasso di Tasso soprav. cumulativo di (%) soprav. (%) 100 100 100 95,9 95,6 100 100

100 100 95,9 95,9 91.7 91.7 91.7

Tabella 10f Life table analysis di sopravvivenza implantare (maxilla): impianti a supporto di overdenture. Intervallo Impianti Fallimenti Impianti Dropouts Impianti Fallimenti Tasso di Tasso (anni) all’inizio precoci caricati a rischio nell’intervallo soprav. cumulativo di dell’interv. (%) soprav. (%) 0-1

42

0

42

0

42

0

100

100

1-2 2-3 3-4 4-5 5-6 6-7

42 42 40 40 40 40

0 0 0 0 0 0

42 42 40 40 40 40

0 2 0 0 0 0

40 41 40 40 40 40

0 0 0 0 0 3

100 100 100 100 100 92,5

100 100 100 100 100 92,5

Implantologia 2005; 2: 175-194

189


16 Romeo/Lops/Margutti/Ghisolfi/Chiapasco/Vogel · Prognosi implantare a lungo termine nel trattamento di edentulie parziali e totali

Tabella 11a Life table analysis di sopravvivenza implantare di 3 o più impianti a supporto di overdenture. Intervallo (anni)

0-1 1-2 2-3 3-4 4-5 5-6 6-7

Impianti all’inizio dell’interv.

Fallimenti precoci

Impianti caricati

Dropouts

Impianti a rischio

Fallimenti nell’intervallo

92 92 92 90 90 90 90

0 0 0 0 0 0 0

92 92 92 90 90 90 90

0 0 2 0 0 0 0

92 92 91 90 90 90 90

0 0 0 0 0 0 3

Tasso di Tasso soprav. cumulativo di (%) soprav. (%) 100 100 100 100 100 100 96,7

100 100 100 100 100 100 96,7

Tabella 11b Life table analysis di sopravvivenza implantare di 2 impianti a supporto di overdenture. Intervallo (anni)

0-1 1-2 2-3 3-4 4-5 5-6 6-7

Impianti all’inizio dell’interv.

Fallimenti precoci

Impianti caricati

Dropouts

Impianti a rischio

Fallimenti nell’intervallo

34 34 32 32 28 24 22

0 0 0 0 0 0 0

34 34 32 32 28 24 22

0 2 0 2 4 2 0

34 33 32 31 26 23 22

0 0 0 2 0 0 0

portate da 3 o più impianti (96,7% di sopravvivenza cumulativa) (Tab. 10).

Discussione Complessivamente, il successo e la sopravvivenza implantari e protesici sono risultati soddisfacenti; tuttavia, questi dati assumono una valenza relativa. I restauri protesici analizzati sono stati infatti sottoposti a complicanze qualitativamente e quantitativamente differenti. Sono stati dimostrati in letteratura30,31-36 tassi di sopravvivenza implantare più alti per impianti mandibolari rispetto a quel-

190

Tasso di Tasso soprav. cumulativo di (%) soprav. (%) 100 100 100 93,6 93,6 93,6 93,6

100 100 100 93,6 93,6 93,6 93,6

li mascellari. Il minore stress biomeccanico che l’osso mascellare può sopportare a causa del sottile spessore di lamina corticale e della minore densità ossea della spongiosa verosimilmente spiegano ciò37. Inoltre, Scurria e Coll.38 hanno riportato i risultati di terapie implantari su pazienti con vari gradi di edentulie. Sono state elaborate curve di sopravvivenza di Kaplan-Meier mediante l’uso di tavole di sopravvivenza secondo differenti siti di posizionamento e protesi. I modelli di rischio proporzionali combinati con modelli SUDAAN (RTI international, Research Triangle Park, NC) hanno evidenziato un’associazione significativa tra il fallimento implantare, le protesi rimovibili e il sito di po-

Implantologia 2005; 2: 175-194


Romeo/Lops/Margutti/Ghisolfi/Chiapasco/Vogel · Prognosi implantare a lungo termine nel trattamento di edentulie parziali e totali

sizionamento mascellare. Per questa ragione, il presente studio ha analizzato la sopravvivenza ed il successo implantari in base al tipo di protesi ed al sito di posizionamento implantare. I risultati dello studio confermano quelli reperibili in letteratura circa protesi ST13,15,17,38, FP17,39-42, CFP43, ITS44,45, FC42,46,47 e OD4,8,48-50. Inoltre il sito di posizionamento implantare non è stato identificato come importante fattore prognostico implantare; i lavori di Adell e Coll.51, Bass e Triplett52, Jaffin e Barman53, Jemt e Coll.54 supportano questi risultati. Tuttavia, sono stati pubblicati studi sperimentali in cui il successo e la sopravvivenza implantari risultano influenzati in modo significativo dal sito di posizionamento38,55,56. Scurria e Coll.38, Romeo e Coll.55, Balshi e Coll.56 hanno messo in evidenza il maggior carico biomeccanico cui sono sottoposti i settori posteriori. Nel presente studio inoltre non sono state rilevate differenze prognostiche apprezzabili tra protesi di tipo FP e CFP; questo supporta l’affidabilità della protesi con estensioni, qualora opportunamente progettata, valutando attentamente aspetti sia occlusali che biomeccanici. Anche la sopravvivenza di impianti a supporto di protesi FC e OD è risultata sovrapponibile, nonostante la maggiore fragilità delle componenti utilizzate per il confezionamento della sovrastruttura delle overdenture rispetto a quelle per le protesi fisse complete, ed un maggior rapporto corona-impianto osservabile per le protesi tipo overdenture. Queste ultime hanno evidenziato una maggiore percentuale di complicanze protesiche rispetto agli altri tipi di protesi (13,5% per OD, da 0 a 7,6% per le altre protesi): una spiegazione di ciò può venire dalla maggiore deteriorabilità delle componenti impiegate come ancoraggio delle framework delle overdenture agli impianti. I risultati del presente studio circa la prognosi di 2 o più impianti a supporto di protesi OD hanno parzialmente confermato quelli evidenziati da diversi studi12,57: la sopravvivenza di 2 impianti a sostegno di protesi OD (93,6%) è risultata solo di poco inferiore a quella di 3 o più impianti (96,7%). Gli autori non ritengono quindi che un numero di impianti a supporto di protesi OD superiore a 2 possa migliorare sensibilmente la prognosi implantare a medio-lungo termine. Infine, il fallimento impiantare non è apparso essere significativamente influenzato dalla lunghezza e dal diametro implantari; solamente il 20% degli impianti falliti

Implantologia 2005; 2: 175-194

17

era di lunghezza pari a 8 mm, mentre il 26,6% era di diametro pari a 3,3 mm. Friberg e Coll.58 hanno pubblicato uno studio a lungo termine su 49 pazienti trattati con 260 impianti corti. I loro risultati mostrarono l’alta predicibilità di quella procedura riabilitativa. Texeira e Coll.59 hanno altresì analizzato l’applicabilità di impianti corti rivestiti di idrossiapatite posizionati nei settori posteriori di mandibole parzialmente edentule. I tassi cumulativi di sopravvivenza implantare e protesico a 5 anni sono risultati pari al 94 e 91%, rispettivamente. Fu confermata l’affidabilità dell’applicazione di impianti corti nei settori posteriori mandibolari. In contrasto con i predetti studi, Fartash e Coll.60 documentarono un successo impiantare inferiore per impianti corti rispetto a quelli di lunghezza standard. In conclusione, sebbene i risultati a medio-lungo termine circa l’impiego degli impianti corti si sono rivelati incoraggianti, ulteriori e più approfondite indagini sono richieste per meglio comprendere le morfologie implantari più appropriate allo specifico sito edentulo, l’adeguata distribuzione delle fixture e la scelta del tipo di riabilitazione protesica.

Conclusioni I risultati clinici e radiologici preliminari di questo di popolazione hanno dimostrato che la riabilitazione di arcate completamente e parzialmente edentule mediante impianti ITI rappresenta un affidabile trattamento a medio-lungo termine. la sopravvivenza ed il successo implantari non sono stati influenzati dal sito di posizionamento (maxilla o mandibola). Ulteriori ricerche potranno meglio chiarire il ruolo del settore di posizionamento implantare (anteriore o posteriore) sulla prognosi degli impianti stessi. Impianti a supporto di protesi tipo ST, CFP, FP ed ITS hanno esibito similari tassi di sopravvivenza a 7 anni. Inoltre, quelli riscontrati per protesi tipo OD sono risultati vicini, seppur inferiori ai tassi di sopravvivenza di protesi tipo FC. È da ricordare la maggior suscettibilità alle complicanze protesiche delle overdenture rispetto agli altri tipi di protesi su impianti; gli autori ritengono opportuni ulteriori approfondimenti a conferma di questo trend. Infine, viene ribadita l’affidabilità di overdenture supportate sia da 2 che da 3 impianti in termini di sopravvivenza implantare e protesica.

191


18 Romeo/Lops/Margutti/Ghisolfi/Chiapasco/Vogel · Prognosi implantare a lungo termine nel trattamento di edentulie parziali e totali Autori: Eugenio Romeo, Responsabile Reparto di Protesi su Impianti, Clinica Odontoiatrica Ospedale San Paolo, Corso di laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria, Milano. Diego Lops, Assistente Reparto di Protesi su Impianti, Clinica Odontoiatrica Ospedale San Paolo, Corso di laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria, Milano. Emilio Margutti, Assistente Reparto di Protesi su Impianti, Clinica Odontoiatrica Ospedale San Paolo, Corso di laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria, Milano. Marco Ghisolfi, Assistente Reparto di Protesi su Impianti, Clinica Odontoiatrica Ospedale San Paolo, Corso di laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria, Milano. Matteo Chiapasco, Responsabile Reparto di Chirurgia Orale, Clinica Odontoiatrica Ospedale San Paolo, Corso di laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria, Milano. Giorgio Vogel, Direttore Clinica Odontoiatrica Ospedale San Paolo, Corso di laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria, Milano. Indirizzo per la corrispondenza: Eugenio Romeo Responsabile Reparto di Protesi su Impianti, Clinica Odontoiatrica Ospedale San Paolo Via Beldiletto 1/3 – 20142 Milano – Italy Tel. 0250319039 – Fax 0250319040 E-mail: eugenio.romeo@unimi.it

7.

8.

9.

10.

11.

12.

13.

14.

15.

Bibliografia 16. 1. Mericske-Stern R, Geering AH. Implantate in der Totaiprothetik. Die Verankerung der Totalprothese im zahnlosen Unterkiefer durch zwei Implantate mit Einzelattachment. Schweizerische Monatsschrift für Zahnmedizin 1988;8:871-876. 2. Mericske-Stern R. Clinical evaluation of overdenture restorations supported by osseointegrated titanium implants: A retrospective study. Int J Oral and Maxillofac Implants 1990;5:375-383. 3. ten Bruggenkate C, Muller K, Oosterbeek H. Clinical evaluation of the ITI (F-Type) hollow cylinder implant. Oral Surg Oral Med Oral Pathol 1990;70:693-697. 4. Gerring AH, Mericske-Stern R. Mandibular overdentures on ITI implants. In: Schepers E., Naert I., Theumiers G. (eds). Overdentures on Oral Implants. Leuven: Leuven University Press 1991;83-91. 5. Mericske-Stern R, Zarb GA. Overdentures: An alternative implants methodology for edentulous patients. Int J Prosthodont 1993;6:203-208. 6. Cune MS, de Putter C. Comparative evaluation of some out-

192

17.

18.

19. 20.

21.

come measure of implant systems and suprastructure types in mandibular implant-overdenture treatment. Int J Oral Maxillofac Implants 1994;9:548-555. Mericske-Stern R, Steinlin-Scheffner T, Marti P, Gerring AH. Peri-implant mucosal aspects of ITI implants supporting overdentures. A 5-year longitudinal study. Clin Oral Implant Res1994;5:9-18. Leimola-Virtanen R, Peltola J, Oksala E, Helenius H, Happonen RP. ITI titanium plasma-sprayed screw implants in the treatment of edentulous mandibles: A follow-up study of 39 patients. Int J Oral and Maxillofac Implants 1995;10:373-378. Versteegh PAM, van Beek GJ, Slagter AP, Ottervanger JP. Clinical evaluation of mandibular overdentures supported by multiple-bar fabrication: A follow-up study of two implant systems. Int J Oral and Maxillofac Implants 1995;10:595-603. Wismeijer D, van Waas AJ, Vermeeren J. Overdentures supported by ITI implants: A 6.5-year evaluation of patient satisfaction and prosthetic after-care. Int J Oral Maxillofac Implants 1995;10:744-749. Donatsky O, Hillerup. Non-submerged osseointegrated dental implants with ball attachments supporting overdentures in patients with mandibular alveolar ridge atrophy. A short-term follow-up. Clini Oral Implants Res1996;7:170-174. Batenburg RHK, Meijer HJA, Raghoebar GM, Vissink A. Treatment concept for mandibular overdentures supported by endosseous implants: A literature review. Int J Oral Maxillofac Implants 1998;13:539-545. Weber C, Crohin CC, Fiorellini JP. A 5-year prospective clinical and radiographic study of non-submerged dental implants. Clin Oral Implants Res 2000;11:144-153. Wedgwood D, Jennings KJ, Critchlow HA, Watkinson AC, Shepherd JP, Frame JW, Laird WRE, Quatle AA. Experience with ITI osseointegrated implants at five centers in the U.K. Brit J Oral Maxillofac Surg 1992;30:377-381. Buser D, Mericske-Stern R, Bernard JP, Behneke A, Behneke N, Hirt HP, Belser UC, Lang NP. Long-term evaluation of non-submerged ITI implants. Clin Oral Implants Res 1997;8:161-172. ten Bruggenkate CM, Asikainen P, Fatzik C, Krekeler G, Sutter F. Short (6-mm) nonsubmerged dental implants: results of a multicenter clinical trial of 1 to 7 years. Int J Oral Maxillofac Implants 1998;13:791-798. Behneke A, Behneke N, d’Hoedt B, Wagner W. Hard and soft tissue reactions to ITI screw implants: 3-year longitudinal results of a prospective study. Int J Oral Maxillofac Implants 1997;12:749-757. Esposito M, Hirsch JM, Lekholm U. Biological factors contributing to failures of osseointegrated oral implants. (I) Success criteria and epidemiology. Europ J Oral Science 1998;106:527-551. Mombelli A, Lang NP. Clinical parameters for the evaluation of dental implants. Periodontol 2000 1994;4:81-86. Mombelli A, Van Osten MAC, Schurch E, Lang NP. The microbiota associated with Successful or failing osseointegrated titanium implants. Oral Microbiol Immunol 1987;2:145-151. Lang, NP, Wetzel AC, Stich H, Caffesse RG. Histologic probe penetration in healthy and inflamed peri-implant tissues. Clin Oral Implants Res 1994: 5; 191-201.

Implantologia 2005; 2: 175-194


Romeo/Lops/Margutti/Ghisolfi/Chiapasco/Vogel · Prognosi implantare a lungo termine nel trattamento di edentulie parziali e totali

22. Mombelli A, Lang NP. The diagnosis and treatment of peri-implantitis. Periodontol 2000 1998;17:63-76. 23. Haussmann E, Allen K, Christianson L, Genco R. Effect of x-ray beam vertical angulation on radiographic alveolar crest level measurement. J Periodont Res 1989;24:8-19. 24. Benn DK. A rewiew of the reliability of radiographic measurements in estimating alveolar bone changes. J Clin Periodontol 1990;17:14-21. 25. Haussmann E, Allen KM., Piedimonte MR. Influence of variations in projection geometry and lesion size on detection of computer-simulated crestal alveolar bone lesions by subtraction. J Periodont Res1991;26:48-51. 26. Reddy MS, Mayield-Donahoo TL, Jeffcoat MK. A semi-automated computer assisted method for measuring bone support of dental implants. Clin Oral Implants Res 1992;3:28-31. 27. Weber HP, Buser D, Fiorellini JP, Williams RC. Radiographic evaluation of crestal bone levels adjacent to nonsubmerged titanium implants. Clin Oral Implants Res 1992;4:181-188. 28. Esposito M, Ekestubbe A, Gröndahl K. Radiological evaluation of marginal bone loss at tooth surfaces facing single Brånemark implants. Clin Oral Implants Res 1993;4:151-15. 29. Brägger U. Radiographic parameters for the evaluation of peri-implant tissues. Periodontol 2000. 1994;4:87-97. 30. Lekholm U, Zarb GA. Patient selection. Tissue Integrated Prostheses. Osseointegration in Clinical Dentistry. Chicago: Quintessence Publishing Co. 1985;199-209. 31. Kalbleish JD, Prentice RL. Failure time data. The statistical analysis of failure time data. 1st edition 1980;1-38. N.Y.: John Wiley and Sons, Inc. 32. Colton T. Calcolo delle tabelle di sopravvivenza. Statistica in medicina. 1st edition 1988; 246-251. Padova: Piccin 33. Albrektsson T, Zarb GA, Worthington P, Eriksson AR. The long-term efficacy of currently used dental implants: a review and proposed criteria of success. Int J Oral Maxillofac Implants; 1986;1(1):11-25. 34. Buser D, Brägger U, Lang NP, Nyman S. Regeneration and enlargement of jaw bone using guided tissue regeneration. Clin Oral Implants Res 1990;1(1):449-454. 35. van Steenberghe, D. Outcomes and their measurement in clinical trials of endosseous oral implants. Annals of Periodontology 1997;2: 291-298. 36. Albrektsson T, Zarb GA. Current interpretations of osseointegrated response. Clinical significance. implants. Int J Prosthodont 1993;6: 95-105. 37. Roos J, Sennerby L, Lekholm U, Jemt T, Gröndal K, Albrektsson, T. A qualitative and quantitative method for evaluating implant success: a 5-year retrospective analysis of the Brånemark implant. Int J Oral Maxillofac Implants 1997;12:504-514. 38. Olsson M, Gunne J, Åstrand P, Borg K. Bridges supported by free-standing implants versus bridges supported by tooth and implant. A five-year prospective study. Clin Oral Implants Res 1995;6:114-121. 39. Scurria MS, Morgan V, Guckes AD, Li s, Kock G. Prognostic variables associated with implant failure: a retrospective effectiveness study. Int J Oral Maxillofac Implants 1998; 13: 400-406.

Implantologia 2005; 2: 175-194

19

40. Jemt T, Lekholm V. Oral implant treatment in posterior partially edentulous jaws: a 5-year-follow-up report. Int J Oral Maxillofac Implants 1993;8:635-640. 41. Lindh T, Gunne J, Tillberg A, Molin M. A meta-analysis of implants in partial edentulism. Clin Oral Implants Res 1998;9:80-90. 42. van Steenberghe D. A retrospective multicenter evaluation of the survival rate of osseointegrated fixtures supporting fixed partial prostheses in the treatment of partial edentulism. J Prosth Dent 1989;61:217-223. 43. Collaert B, De Bruyn H. Comparison of Brånemark fixture integration and short term survival using one-stage or twostage surgery in completely and partially edentulous mandibles. Clin Oral Implants Res1998;9:131-35. 44. Rodriguez A, Aquilino S, Lund P. Cantilever and implant biomechanics: a review of the literature. Int J Prosthodont 1994;3:41- 46. 45. Bragger U, Aeschliman S, Burgin W, Hammerle CH, Lang NP. Biological and technical complications and failures with fixed partial dentures (FPD) on implants and teeth after four or five years of function. ClinOral ImplantsRes 2001;Feb:12(1):26-34. 46. Neart I, Quirynen M, van Steenberghe D, Darius PA. Study of 589 consecutive implants supporting complete fixed prostheses. Part II: Prosthetic aspects. J Prosth Dent 1992;68:949-956. 47. Jemt T. Fixed implant-supported prostheses in the edentulous maxilla. A five-year follow-up report. Clin Oral Implants Res 1994;5:142-147. 48. Meijer HJA, Raghoebar GM, Van’t Hof MA, Visser A, Geertman ME, Van Oort RP. A controlled clinical trial of implant-retained mandibular overdentures; five-years’ results of clinical aspects and aftercare of IMZ implants and Brånemark implants. Clin Oral Implants Res 2000;11: 441-447. 49. Berengdal T, Engquist B. Implant-supported overdentures: a longitudinal prospective study. Int J Oral and Maxillofac Implants 1998;13:253-262. 50. Chiapasco M, Abati S, Romeo E, Vogel G. Implant-retained mandibular overdentures with Brånemark System MKII Implants: a prospective comparative study between delayed and immediate loading. Int J Oral and Maxillofac Implants 2001;16:537-546. 51. Adell R, Eriksson B, Lekholm U, Brånemark PI, Jemt T. A longterm follow-up study of osseointegrated implants in the treatment of totally edentulous jaws. Int J Oral Maxillofac Implants 1990;5:347-359. 52. Bass SL, Triplett RG. The effects of preoperative resorption and jaw anatomy on implant success. A report of 303 cases. Clin Oral Implants Res1991;2:193-198. 53. Jaffin RA, Berman CL. The excessive loss of Branemark fixtures in type IV bone: A 5-year analysis. J Periodontol 1991;62:2-4. 54. Jemt T, Heath MR, Johns RB, McNamara DC, van Steenberghe D, Watson RM. A 5-year prospective multicenter followup report on overdentures supported by osseointegrated implants. Int J Oral Maxillofac Implants 1996 ;11:291-299. 55. Romeo E, Chiapasco M, Ghisolfi M, Vogel G. Long-term clinical effectiveness of oral implants in the treatment of partial edentulism. 7-Year life table analysis of a prospective study with ITI Dental Implants System used for single-tooth

193


20 Romeo/Lops/Margutti/Ghisolfi/Chiapasco/Vogel ¡ Prognosi implantare a lungo termine nel trattamento di edentulie parziali e totali restoration. Clin Oral Implants Res 2001;13:133-143. 56. Balshi TJ, Ekfeldt A, Stenberg T, Vrielinck L. Three-year evaluation of Brünemark implants connected to angulated abutments. Int J Oral Maxillofac Implants 1997;12:52-58. 57. Wismeijer D, van Waas MAJ, Mulder J, Vermeeren JIJF, Kalk W. Clinical and radiological results of patients treated with three treatment modalities for overdentures on implants of the ITI Dental Implants System. A randomized controlled clinical trial. Clin Oral Implants Res1997;10:297-306. 58. Friberg B, Grondahl K, Lekholm U, Branemark PI. Long-term

follow-up of severely atrophic edentulous mandibles reconstructed with short BrĂĽnemark implants. Clin Impl Dent Rel Res 2000 ;2(4):184-9. 59. Teixeira ER, Wadamoto M, Akagawa Y, Kimoto T. Clinical application of short hydroxylapatite-coated dental implants to the posterior mandible: a five-year survival study. J Prosth Dent 1997 Aug; 78(2):166-71. 60. Fartash B, Eliasson S, Arvidson K. Mandibular single crystal sapphire implants: changes in crestal bone levels over three years. Clin Oral Impl Res 1995 Sep; 6(3):181-8.

Long-term survival and success of oral implants in the treatment of full and partial arches: a 7-year prospective study with the ITI dental implant system Eugenio Romeo, Diego Lops, Emilio Margutti, Marco Ghisolfi, Matteo Chiapasco, Giorgio Vogel

Purpose: this study evaluated the long-term survival and success of different implant-supported prostheses supported by ITI implants. Materials and methods: two hundred fifty consecutive patients were rehabilitated using implant-supported prostheses. Seven hundred fifty-nine implants were loaded. Single-tooth prostheses (n = 106), cantilever fixed partial prostheses (n = 42), fixed partial prostheses (n = 137), fixed complete prostheses (n = 5), implant/tooth-supported prostheses (n = 13), and overdentures (n = 37) were used. The mean follow-up period was 3.85 years. Life table analyses were performed. Implant survival rates were calculated by means of standard life table principles. Statistical analysis was performed to compare the implant survival and success by implant placement site for each type of prosthesis. Results: the cumulative implant survival rates were calculated for implants supporting single-tooth prostheses (95.6%), cantilever fixed partial prostheses (94.4%), fixed partial prostheses (96.1%), fixed complete prostheses (100%), implant/tooth-connected prostheses (90.6%), and overdentures (95.7%). Similar survival and success rates were documented for implants placed in maxillae and mandibles. Implant size did not influence survival. Discussion: seven-year survival rates were similar for implants supporting single-tooth prostheses, cantilever fixed partial prostheses, fixed partial prostheses, and implant/toothsupported prostheses. Medium-long term implant survival and success were not influenced by the site (maxilla or mandible). Implant and prosthetic survival rates for overdentures supported by 2 implants were comparable to those for overdentures supported by 3 or more implants. Conclusion: prostheses supported by ITI implants represent a reliable medium-term treatment.

Parole chiave: Implant-supported restorations; Implant prognosis; Peri-implant bone resorption; ITI implants.

194

Implantologia 2005; 2: 175-194


Sopravvivenza a medio-lungo terminedi impianti orali