Page 267

Alberto Magnaghi (a cura di) La regola e il progetto. Un approccio bioregionalista alla pianificazione territoriale ISBN 978-88-6655-621-3 (online) 978-88-6655-624-4 (print) © 2014 Firenze University Press

Il progetto del cibo nella Provincia di Pisa: un “elemento costruttivo” dello spazio pubblico della bioregione Gianluca Brunori, Francesco Di Iacovo, Silvia Innocenti

1. Introduzione: un nuovo contratto sociale

La crescente consapevolezza della crisi di un sistema agro-alimentare che produce inquinamento, degrado del paesaggio, spreco e malnutrizione ha generato un dibattito di vasta portata sulle strategie di transizione verso un sistema più sostenibile. Un documento commissionato dal governo britannico conclude che “..non è richiesto niente di meno che una riprogettazione dell’intero sistema alimentare per garantirne la sostenibilità” (UK government 2011). A fronte delle crescita della consapevolezza su queste tematiche, le politiche che finora hanno cercato di correggere i difetti principali del sistema si sono basati in larga parte sulla regolazione dell’offerta, attraverso vincoli che variano dai divieti di produrre alle quote produttive, a standard con i relativi controlli, a politiche dell’innovazione volte a rimuovere gli impatti dannosi. Tali politiche si sono in molti casi rivelate inefficaci, perchè trascurano di connettere l’offerta con la domanda. Spesso la causa immediata di alcuni problemi - ad esempio l’obesità e lo spreco - risiede nelle abitudini di consumo, che a loro volta giustificano i presenti modelli di offerta. D’altra parte le politiche volte a orientare la domanda, come ad esempio le campagne dell’ex sindaco di New York Bloomberg, che aveva tentato di proibire le megadosi di soft drinks nel comune di New York, o le ‘sugar tax’ e ‘fat tax’ introdotte in alcuni paesi del Nord Europa, rischiano di essere non facilmente implementabili, come dimostra il fatto che la Corte Costituzionale USA ha dichiarato illegittima l’ordinanza di Bloomberg. Inoltre, queste misure sono molto divisive, perchè accusate da alcuni gruppi - per la verità spesso abbondantemente sostenuti

Le regole e il progetto  

Territori - 21 -