Issuu on Google+

#26 - Fino al 6 Novembre

Free Fun Magazine! – www.ctrlmagazine.it


Un nUovo aPPUntamento a berGamo dedicato aGLi amanti deLL’oriGinaL verSion

6 ottobre 2011 THE KING’S SPEECH IL DISCORSO DEL RE - di Tom Hooper 3 novembre 2011 TAMARA DREWE TRADIMENTI ALL’INGLESE - di Stephen Frears 1 dicembre 2011 HARRY POTTER AND THE DEATHLY HALLOWS: PART II HARRy POTTER E I DONI DELLA MORTE (PARTE II) di David yates 2 febbraio 2012 ROUTE IRISH L’ALTRA VERITà - di Ken Loach 1 marzo 2012 BURKE AND HARE LADRI DI CADAVERI - di John Landis

Le proiezioni mattutine per le scuole sono su prenotazione telefonando al numero 035 320828. Le proiezioni sono in lingua originale sottotitolate in italiano (salvo diversa segnalazione). Prezzi d’ingresso intero 5,00 e ridotto 4,50 e (over 60 – under 26) abbonamento 5 ingressi 19,00 e (3,80 e a proiezione) Proiezioni mattutine gruppi scuola 4,00 e (gratuito per accompagnatori)

S.A.S. Servizio Assistenza Sale cinematografiche

Promosso da: Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia Ufficio X – Bergamo

Proiezioni Cinema ConCa Verde ore 17.15 e ore 21.00

Il centro cambrIdge per bergamo

via Angelo Goisis,96/B | Bergamo Tel. 035 320 828 | Fax 035 320 843 sas@sas.bg.it | www.sas.bg.it


#26 - Fino al 6 Novembre

Per segnalare un evento redazione@ctrlmagazine.it

5

indice 6-16

Calendario

17

Indirizzario

21-23

Intervista a Enrico Gabrielli

24-25

Intervisa a Frank Turner

26-29

David Adamo Ogni cosa a suo tempo

30

Cortopotere Short Film Festival

35-36

Pagina Moneta

37

Do It Yourself

38-39

Sold Out 1 Primal Scream

40-41

Sold Out 2 Fabri Fibra

42-43

Piccole Soddisfazioni

44

C'è gente che dicono

49

Ex Libris

50-51

No hobbies

52-53

Soup de théâtre

54-55

Records & Release

56-57

Urban Sound

58-59

Lo stato delle cose

60

Wildness

Registrati al Tribunale di Bergamo con numero 2/08 - decreto del 24/01/08

— Editor: Matteo Postini Enjoi Edizioni — Direttore responsabile: Andrea Gorrini — Segreteria di Redazione: Francesca Bolazzi — Caporedattori: Andrea Arnoldi, Scande — Redazione: Francesco Chiaro, Alberto Dall'Ara, Mara D'Arcangelo, Luca Gallo, Andrea Gorrini, Adele Pappalardo, Gianluca Piretti, Micaela Vernice, Enrico Vitali — Hanno collaborato e ringraziamo: Andrea Anghileri, Valentina Benaglia, Gio Cassavetes, Buzz Cattaneo, Giovanni Cavalleri, Monelle Chiti, Federica Cornelli, Stefano Corsi, Claudio Cristinis, Gionata Giardina, Miss Goffetown, Matteo Gotti, Gros Grossetti, Alberto Guerrini, Francesca Martinelli, Simone Montanari, ORO, Paolo Pagnoncelli, Marco Poli, Francesco Portesi, Francesco Previtali, Dimitri Sonzogni — Progetto grafico: Studio Temp — Stampa: Tipografia Signorelli — Redazione: Via B. Bono 43 (BG) Tel. fisso: 035.0342249 Tel. mobile: 349.1680619 redazione@ctrlmagazine.it www.ctrlmagazine.it


— Tutti gli indirizzi a pagina 17 —

ottobre 7

Venerdì

11:00 Fiera di Bergamo (!) Bergamo Creattiva: hobbistica e arti manuali 11:30 Sentierone (MERCATINI) Mercatanti in Fiera - Prodotti tipici europei

Speck tirolese? birra bavarese? oppure gulasch? bretzel? cup cakes? Mercatanti in fiera, la rassegna a cielo aperto di prodotti enogastronomici da tutta europa, invade per 3 giorni la città e compie dieci anni! Se non ci siete mai andati direi che è l'ora!

Ctrl Magazine

6

21:00 Paprika (JAZZ) Martha J.Trio 6€ Arci Fuorirotta (POESIA) S.Patterini in "Il giorno che non vedi" Auditorium P.zza Libertà (CINE) "Cinque Pezzi Facili" di B.Rafelson 21:30 Druso Circus (soul/GARAGE) Twin Bross & Sistah + The Pretty Face O'Deas (TRIBUTE) Supernova Tributo agli Oasis Bloom Mezzago (INDIE ROCK) Neverland presenta: Pineda (Moltheni project) + Bancale 22:00 Agorà Polaresco (TRASH) Cornoltis Compleanno di Progetto Radio X Edoné (50's / 60's) Edoné Jamboree - Dance Party + Hula Hoop Contest 22:30 Xel Seriate (COVER) Riflesso + DjAlex Live Trezzo (HARD ROCK) Symphony X + Dgm + Pagan's Mind 30€ Hangar73 (!) Teo e le Veline Grasse 23:00 Amigdala Theatre (DUB) Dub Club #32 - Dread Lion Hi Fi meets Idren Natural form UK 10€ Circolo Get Up (ELECTRO/HIP HOP) Sabotage season 3 - The big opening! 12/15€ Sale e Brasa Brignano (ROCK ACUSTICO) Wildrops in concerto 23:30 Setai Club (HOUSE) Special guest Skin from Skunk Anansie

8 Cookie Monster Cupcake 13:00 Uni Sant'Agostino (BG SCIENZA) Start Cup Bergamo - Idee d'impresa in gara 17:00 T.Brambilla Contemporary Art (EXPO) "Quiet days in Salò" di T.Helbig 18:30 Galleria Galgarte (EXPO) "Light in Jar" a cura di P.F. Denti 19:30 Ribeca Social Club (DJ SET) Winstan

Sabato

11:00 Uni Sant'Agostino (BG SCIENZA) Visioni di Città - Parigi da Haussmann a oggi AeroClub Bergamo (MOTO & CARS) mostra/scambio di auto d'epoca e pezzi custom 7€ 11:30 Sentierone (MERCATINI) Mercatanti in Fiera - Prodotti tipici europei 15:00 Spazio Estro (EXPO) "Hai Paura del Buio?" personale di Arianna Tinulla Studio Vanna Casati (EXPO) Personale di A.Pellacani - "Changing" Casa Natale G.Donizetti (VIDEO) Il Festival in Video - Senso di L.Visconti - free!


#26 - Fino al 6 Novembre

17:30 Teatro Sociale (BG SCIENZA) Come vincere un premio Nobel - Il Segreto delle divisione cellulare con R.Timothy Hunt 18:00 il Bopo (BLUES) Veronica Sbergia & The Red Wine Serenaders Spazio Alt (EXPO) Inaugurazione "Officina Italia 2" a cura di R.Baril 18:30 Galleria ARS (EXPO) "Una Palestra" di M.Tomasi e M.Salsi Galleria Galgarte (EXPO) Inaugurazione "Light in Jar" di P.Francesca Denti Bamboo Cafè (djset) Aperitivo con Dj Fabi - cocktail 3€ 21:00 Conca Verde (cine) Tomboy di C.Sciamma Paprika (ROCK) DLK 79 - cover band Degustami Wine Bar Mozzo (BLUES) Soul Medicine Duo - Note dolci per degustare tutti i sapori dell'anima Auditorium P.zza Libertà (CINE) Inside Job di C.Ferguson Circolo Arci Bonate Sopra (REGGAE) Reggae Showcase Party - Guallo dj + Capitan Albi + Dudus J & more 22:00 Agorà Polaresco (DJ SET & MORE) Shiny Happy BDay Radio X - Signor K Live + Djset Urban Edoné (INDIE ROCK) BG Sottosuolo Clash - Nova76 + Phil Reynolds + Laser Gaiser + Jhonny Mox Bloom Mezzago (SOUL REGGAE) Soul & Jamaican Party Druso Circus (TRIBUTE) Rolling Frakas tributo ai Rolling Stones 22:30 Amigdala Theatre (80'S) Into The Groove + Ruggy & Psico Dj 7/9€ Live Trezzo (TRIBUTE) Guns'n'roses, Aerosmith, Bon Jovi tribute night Xel Seriate (DJ SET) Dj Supermario Officine 100db (TRIBUTE) Malibu tributo alle Hole Afrostation Clusone (AFRO) The Beck's Fest - Backs a 3 euro 23:00 Daho Club (INDIE BRIT) We Are The Gang: London Loves con Dorian from Plastic Club Milano + Gentlemen's Club - 12€ list Setai (HOUSE) Setai Saturday Famous - Cristian Marchi + residents

Per segnalare un evento redazione@ctrlmagazine.it

9

7

Domenica

09:30 Teatro Sociale (BG SCIENZA) 20122030: Marte - il "pianeta abitabile"? 11:00 CAG Ponte S.Pietro (ROCK EXPO) Dai Led Zeppelin ai Metallica - mostra, vinili, cd e rarità Fiera di Bergamo (!) Bergamo Creattiva: hobbistica e arti manuali 11:30 Sentierone (MERCATINI) Mercatanti in Fiera - Prodotti tipici europei 16:00 Edoné (RADUNO) Raduno creativo di autoproduzione - a seguire dj set con Mr & Ms Bananas + Winstan 18:00 Il Bopo (JAM) Tree Man acoustic Jam 18:30 Bloom Mezzago (JAZZ AND MORE) Akira Jazz Project + State Allerti + Joe Vinastri Band 19:30 Maite (!) Festival del Rumore Bianco - Shana + Mr. Rain + Il peso del corpo + Goffedo & Joboaldo 20:00 Amigdala Theatre (BLUeS & FOOD) Hillbilly Blues Barbeque: Chris Jones & The Nightdrivers - Special guest: Sally Jones + Dr Feelgood from Virigin radio 7/15€ 21:00 Druso Circus (ROCK BLUES) Tuesday Fly in concerto 21:30 Xel Seriate (TANGO) Serata di tango argentino con Ass. Mitica

10

Lunedì

16:00 Acc. Carrara Belle Arti (MOSTRA) Arte e Impresa - capitali intangibili: luoghi, relazioni, persone. 17:00 Urban Center (BG SCIENZA) Iconemi 2011: Lo sguardo del geografo 20:30 Il Bopo (BRISCOLA) Ritorna il mitico torneo di briscolone del Bopo! 21:30 Australian Pub (QUIZ) Dr. Why prove di cultra generale Vecchio Tagliere Zanica (JAZZ) Simone Salvi Sax & Bass


— Tutti gli indirizzi a pagina 17 —

11

Martedì

18:00 Thomas Brambilla Contemporary Art (EXPO) "Quiet days in Salò" di T.Helbig Spazio Estro (EXPO) "Hai Paura del Buio?" personale di Arianna Tinulla 21:00 Conca Verde (FREE CINE) Evento speciale gratuito: Il Muro di S.Bitton Mamo's (VERY LIVE) Karaoke Druso Circus (TRIBUTE) Degeneration - AC/DC & more 21:30 Velvet (!) Serate Internazionali Universitarie

12

Ctrl Magazine

8

17:00 Tribuale penale Bergamo (BG SCIENZA) Cesvi presenta: Processo alla carne - in coll. con slow food

La carne salirà sul banco degli imputati, protagonista di un vero processo con tanto di accusa e difesa. La regina assoluta della nostra tavola messa alla sbarra per scoprirne un consumo più consapevole. "La carne fa bene" dice la mamma, ma non lo dice la mucca, e nemmeno l'ambiente!

Mercoledì

10:00 Palamonti (BG SCIENZA) I cambiamenti climatici nel sistema alpino: "Alberi e global change" 19:00 Galleria 27AD (EXPO) Vernissage Opere di L. Minotti e M. Fabbri M aite (ROOTS) From the roots to the future - Baro al mixer 20:00 Shake Bar (CHEaP) Tutto a 3,50€ 21:00 Xel Seriate (!) Mercoledì low cost Pizza + birra + caffè 10€ C ine Teatro del Borgo (CINE) Angelè e Tony di A.Delaporte Conca Verde (CINE) Il Ragazzo con la Bicicletta di J.P et L. Dardenne Auditorium P.zza Libertà (CINE) L'Ultimo Spettacolo di P.Bogdanovich 21:30 Druso Circus (ROCK REVIVAL) I Fracassoni - Beatles & more

13

19:00 035 cafè (DEEP FUNKY HOUSE) Be-House Sisters - Let's go party! 19:30 Ribeca Social Club (REGGAE) Shanty Sound from Bergamoreggae 21:00 Teatro Donizetti (BG SCIENZA) Contaminazioni Contemporanee: Tarkovsky quartet in concerto Cine Teatro del Borgo (CINE) Angelè e Tony di A.Delaporte Velvet (ARTWAY) Live concert di Il Sogno di Euridice + Timeline 21:30 Live Trezzo (BLUES GUITAR) Eric Sardinas & Big Motor 18€

Giovedì

09:30 Biblioteca Seriate (BG SCIENZA) Organizzare la conoscenza - milioni di dati nell'era di internet

22:00 Bloom Mezzago (DARK & ROCK) Pain + Turmion Katilot + Guest 20€ Xel Seriate (TRIBUTE) Sugarlive Druso Circus (JAZZ & MORE) Bolivar Edonè (!) Cortopotere Amarcord Un'ora di proiezioni dei migliori cortometraggi delle scorse edizioni


#26 - Fino al 6 Novembre

14

Venerdì

16:00 Gamec (EXPO) Tim Rollins & K.O.S. - On Transfiguration

Per segnalare un evento redazione@ctrlmagazine.it

15

Sabato

18:30 Disorder ex SkunkFunk (NEW) Inaugurazione nuovo punto vendita

09.30 Teatro Donizetti (BG SCIENZA) Una giornata molecolare - in tutta la città per tutto il giorno appuntamento con le molecole

19:30 Maite (CHANSONIER DE ROMA) Marco Conidi live Ribeca Social Club (FUKY & MORE) Martini e Jopparelli Music Selection

19:00 Sentierone (!) Never Lab. presenta Chem Session - Caso + Verbal + Sakee Sed + The Gentlemen + Matteo Bonfanti e i Maledetti + La Nevicata dell'85

21:00 Paprika (JAZZ) Roger Rota Trio B&A - viaggio nel possibile musicale 6€ Live Trezzo (HARD ROCK) Alice Cooper live 40€ Auditorium P.zza Libertà (CINE) L'Orizzonte del Mare di F.Zanotti Arci Fuoritorra Treviglio (POESIA) F.Agazzi presenta Ritratti di donna 7 Nani (SPORT & MUSIC) Switch Season Party a cura di Mystic FreeRide - Proiezione video e presentazione calendario Snow Safety Days

19: 30 Maite (OLD TIME BLUES) Federico Duende & Michele Dal Lago

21:30 O'Deas (TRIBUTE) Eici/Dici - Tributo agli AC/DC Discoteca Legend Seriate (!) Bepi & The Pristmas in concerto 22:00 Edoné (PARTY) Welcome Erasmus Party - Dj tax & Dj Pog Xel Seriate (COVER) Doctor Beat + Alex dj set Amigdala Theatre (DONNE E MOTORI) MissFra & Stee Dj: La storia! + Jammin dj 10€ Agorà Polaresco (INSTRUMENTAL) Verbal in concerto Bloom Mezzago (!) The Peaweeks + Miss Chain & The Broken Hells + Slowbeat & Franz Wild Honey 8€ - Recensione pag. 56 Druso Circus (ROCK) Spread 22:30 Circolo Get Up (INDIE ROCK) Panic dj set - promo all nigth - free entry/9€ 23:00 Setai (HOUSE) Serata a tema: Bollywood Party con M.Fratty & S. Burra djs

9

20:45 Teatro S.Giorgio (CORSI) Prova Shaker - festa presentazione corsi di teatro 2011/2012 21:00 Teatro Donizetti (BG SCIENZA) Contaminazioni Contemporanee: Dino Saluzzi Trio in concerto Arcibloom (ACOUSTIC) Angioletti Trio in concerto 21:30 Paprika (ETNO POP) Aldo Lundari Project - cantautori from sicily 5€ Il Bopo (SWING & MORE) The Beat Barons - un americano, un inglese, uno scozzese e un italiano… stiamo a sentire! 22:00 Live Trezzo (!) Zarro Night - The Funk Blaster Bros & Mr. G + Special Guest: Prezioso 18€ Centro Sportivo Torre de Roveri (REGGAE) Do The Reggae - I Trees Amigdala Theatre (ROCK) Rock Party con Rif Raf & Teo Roncalli 7€ Xel Seriate (DJ SET) Supermario dj Agorà Polaresco (GAMES) Human Twister Party Bloom Mezzago (NOIR PARTY) Gangster Party: Club Noir + Hl5 Fuckin' Lovers Silver Lady Brignano (ACOUSTIC) Carmen & The Rain Dogs Druso Circus (80'S) Sonic Temple Edoné (RAP LIVE) The Basement ft War Banana Foundation & More 23:00 Daho Club (FEMALE INDIE) We Are The Gang: Je Suis Une Panthere da Parigi + Pupa & Scintilla 12€ list Setai (HOUSE) 4 hours dj - Luca Guerrieri + Andy Love & more


— Tutti gli indirizzi a pagina 17 —

16

Domenica

15:30 Teatro Donizetti (BG SCIENZA) Elements - expo d'arte di 15 artisti internazionali sui 15 elementi della tavola periodica + Otolab audiovisual performance a cura di Verbo Essere e Traffic Gallery 18:00 Il Bopo (!) The Piggy Pipers 20:00 Amigdala Theatre (BLUES & FOOD) Hillbilly Blues Barbeque: Daniel Tenca in concerto 7/15€ 20:30 Agorà Polaresco (VERY LIVE) Karaoke night 21:00 Auditorium P.zza Libertà (CINE) Tra i Quali di R.Valtellina a seguire Bancale in concerto e merenda notturna Edoné (TEATRO) Animazione teatrale e mostra fotografica "Hulla Hop" Druso Circus (ACOUSTIC) Carmen & The Raindogs in concerto 21:30 Xel Seriate (TANGO) Serata di tango argentino con Ass. Mitica 22:00 Live Trezzo (HARD & HEAVY) Uriah Heep in concerto 30€ Bloom Mezzago (ELECTRO ROCK) Architecture in Helsinki + Sun Airway + The Nerd Follia + Once We Were President dj 12€ Hangar 73 (TRIBUTE) Articolo J. Tributo agli Articolo 31

17

Ctrl Magazine

18

10

Martedì

18:00 Spazio Estro (EXPO) "Hai Paura del Buio?" personale di Arianna Tinulla 20:30 Il Bopo (INCONTRI) Gli oli essenziali: corso teorico pratico di conoscenza e guida all'utilizzo 20:45 Creberg Teatro (!) Paolo Cevoli in "La PenVltima Cena" 21:00 Conca Verde (CINE) Progetto Dire, Fare, Abitare : La Strategia della Lumaca di S.Cobrera Mamo's (VERY LIVE) Karaoke Auditorium P.zza Libertà (CINE) Morte di un maestro del te' di K.Kumai 21:30 Velvet (!) Serate Internazionali Universitarie 22:00 Druso Circus (ROCK) Music Reminder presenta OsBlues + Long Sky Rock Band

19

Mercoledì

19:00 Maite (ROOTS) From the Roots to the Future - Baro al Mixer 20:00 Shake Bar (CHEAP) Mercoledì tutto a 3,50 20:30 Xel Seriate (BAVARIAN) Settimana Bavarese - Mercoledì low cost Pizza + birra + caffè 10€

Lunedì

20:30 Il Bopo (INCONTRI) Gli oli essenziali: corso teorico pratico di conoscenza e guida all'utilizzo

21:00 Cine Teatro del Borgo (CINE) La Vita Facile di L.Pellegrini Conca Verde (CINE) Corpo Celeste di A.Rohrwacher Spazio Bunker Treviglio (TEATRO) Laboratorio di maschere teatrali a cura di Cantine Teatrali Arcibloom (!) Sbronzi di Riace in concerto

21:00 Parco Rosolino Pilo (!) Beragmo bike polo "Thank God it is monday" Il polo in bici da vedere e provare Australian Pub (QUIZ) Dr. Why prove di cultra generale

21:30 Druso Circus (ROCK) NodirectiOn + Hachowave

21:30 Vecchio Tagliere Zanica (JAZZ) Castellazzi Taeggi 4tet

22:00 Bloom Mezzago (ROCK) Sick Of It All + Shai Hulud + All For Nothing 20€


#26 - Fino al 6 Novembre

20

Giovedì

Per segnalare un evento redazione@ctrlmagazine.it

11

21:30 Agorà Polaresco (!) J27 Party Jimmy Breaks All Party presenta Austin + Lord Assen live from Bologna

10:00 Parco Ovest (WILDNESS) Lega Ambiente invita tutti i volontari con l'obiettivo di piantare 2.000 alberi

22:00 Edoné (ROCK) The Exibition presenta: Lactis Fever + Daisy Chains + dj set

18:30 Caffè degli Artisti (APERITIVONE) Il mega aperitivo targato CDA

Lactis Fever, band canturina, milita nel panorama indie dal 2005. Passati da MTV, Operazione Soundwave e dalla vittoria di diversi concorsi praticano l'antica arte del pop. Che sia indie o power, che si tratti di arpeggi o di riff potenti, sono in grado di regalare sempre vere perle. Nel 2010 pubblicano il bellissimo "The Season We Met" per la Tubular Records.

19:00 035 cafè (DEEP FUNKY HOUSE) Be-House Sisters - Let's go party! 20:00 Sala Auser Filago (FOOD) Fila… gusto - sagra + anteprima documentaio "Finding Shelter" di S.Bonanno + palco acustico 20€ 21:00 Cine Teatro del Borgo (CINE) La Vita Facile di L.Pellegrini Conca Verde (CINE) Corpo Celeste di A.Rohrwacher Il Bopo (ARTWAY) Musica live - Alex Lazzari e Alberto Ghezzi + Logan Laugelli in "Canzoni Segrete" 22:00 Xel Seriate (BAVARIAN) Settimana Bavarese - Tributo a Elisa Bloom Mezzago (ROCK) Royal Republic 10€ Druso Circus (JAZZ) Kind of Druso presenta Cazzola Trio

21

Venerdì

16:30 Cag Villa di Serio (OPEN DAY) Presentazione progetto giovani 20:00 Sala Auser Filago (FOOD) Fila… gusto - sagra + anteprima documentaio "Finding Shelter" di S.Bonanno + palco acustico 20€ 21:00 Paprika (JAZZ) Gigi Cifarelli Trio - 7€ Mamo's (BDAY PARTY) Il Mamo's compie 12 anni! Festa tutta notte Arcibloom (DOCUMENTARI) Arci lesbica Bergamo presenta "Diversamente Etero" Auditorium P.zza Libertà (CINE) A Est di Bucarest di C.Porumboiu Arci Fuorirotta Treviglio (POESIA) F.Amato presenta Lunula

Lactis Fever 22:00 Bloom Mezzago (GOTHIC METAL) Lacuna Coil + Guests 25€ Live Trezzo (SUPERCONCERT) Francesco De Gregori 20€ Xel Seriate (COVER) Settimana Bavarese - Isterika + alex dj set Amigdala Theatre (SOULSELLER) Sonny Vincent from NY + The Leeches & Giudà + Dr Feelgood 10€ Druso Circus (BLUES) Dr. Faust Circolo Get Up (HIP HOP) Sabotage ospita Big Fish in dj set 12/15€ 23:00 Setai (HOUSE) "Airplace" Party - Dj Mauro Ferrucci + Residents


— Tutti gli indirizzi a pagina 17 —

22

Sabato

14:30 Edoné (GAMES) Gioco culturale 1, Nessuno, 100.000 Libri - Caccia al tesoro letteraria 16:00 Arcibloom (EXPO) Spazio Underground presenta: Mostra della rete- Genuino Clandestino 18:00 Cine Teatro Leffe (BOOKS) Associazione Presente Prossimo presenta Festival dei narratori italiani - Gabriella Kuruvilla

Ad aprire il festival, che continuerà fino a dicembre, la scrittrice, giornaliste e pittrice italo-indiana Gabriella Kuruvilla. Considerata una delle promesse della narrativa italiana, per anni collabora con quotidiani e riviste tra cui D di Repubblica e Corriere. Con lei e Marcello Fois, il 5 novembre, il via alla manifestazione promossa da Sistema Bibliotecario di Albino e Provincia di Bergamo

Ctrl Magazine

12

20:45 Teatro Sociale (TEATRO) "Anna Politkovskaja. Donna non rieducabile" di S.Massini con F.Piccolo 8/10€ 21:00 Paprika (OROBIC CABARET) Serata col Vava - Video canzoni e casòt - 3€ 21:30 Il Bopo (ALTERNATIVE ROCK) Riaffiora 22:00 Bloom Mezzago (REGGAE) Easy Star All Stars + Vito War 15€ Xel Seriate (BEER FEST) Serata Bavarese - Gibier Fest Band Agorà Polaresco (REGGAE) Polareggae - Reggae United: Up'n'Up + Jamestone + Shanty Sound Afrostation Clusone (AFRO) Afro Toda La Vida! - Guest: Dj Jimor Amigdala Theatre (PLAY STATION) Play Station Night - Ruggy + Mila&2tia dj set 7/9€ Edoné (DJ SET) 883 & Friends: Gli Anni - notte tributo a Pezzali Druso Circus (TRIBUTE) Ten Legs Tributo ai Pearl Jam Crystal Club (ACOUSTIC) Carmen & The Wallops 23:00 Daho Club (VINATAGE INDIE) We Are The Gang presenta: Brown Barcella + Pigro on Sofa12€ Setai (HOUSE) Guest- Alex Gaudino + Andy Love & more

23

Domenica

20:00 Amigdala Theatre (BLUES & FOOD) Hillbilly Blues Barbeque: Arthur Miles & The Nite Life 7/15€ 20:30 Auditorium P.zza della Libertà (short movie) Inaugurazione della 11a edizione di Cortopotere 21:30 Xel Seriate (TANGO) Serata di tango argentino con Ass. Mitica Hangar 73 (TRIBUTE) Tributo a Gianna Nannini - Flex Sound Il Bopo (!) Pino Fusco e Pietro Bonelli goup 22:00 Druso Circus (ROCK'N'ROLL) Rosemary Street Gand in concerto 19:30 Maite (JAZZ) Giulia Spallino Jazz Trio


#26 - Fino al 6 Novembre

24

Lunedì

20:30 Auditorium P.zza della Libertà (short movie) Proiezione cortometraggi del concorso nazionale e internazionale di Cortopotere 21:00 Parco Rosolino Pilo (!) "Thank God it is monday" Gare di bike polo P.zza Libertà (BG SCIENZA) Laser Scanning: fotografare l'architettura in 3D 21:30 Australian Pub (QUIZ) Dr. Why prove di cultra generale Vecchio Tagliere Zanica (JAZZ) Maurizio Brunod & The Psychedelic Dinner

25

Martedì

17:00 Viamoronisedici (EXPO) "Meister" di Oscar Giaconia 20:30 Auditorium Eventi Speciali (CORTI) Cortopotere - Hyènes di D.D.Mambéty 21:00 Conca Verde (CINE) Rassegna Dire, Fare, Abitare: La Zona di R.Plà Cine Teatro del Borgo (CINE) Un Perfetto Gentiluomo di R.Pulcini Mamo's (VERY LIVE) Karaoke 21:30 Druso Circus (ROCK) The Bone Busker Hardcore band + I Lie Velvet (!) Serate Internazionali Universitarie 22:30 Auditorium P.zza della Libertà (short movie) Proiezione cortometraggi del concorso nazionale e internazionale di Cortopotere

26

Mercoledì

16:00 Gamec (EXPO) Tim Rollins & K.O.S. - On Transfiguration

Per segnalare un evento redazione@ctrlmagazine.it

13

19:00 Maite (ROOTS) From the Roots to the Future - Baro al mixer 20:00 Shake Bar (CHEAP) Mercoledì tutto a 3,50 20:30 Xel Seriate (!) Mercoledì low cost Pizza + birra + caffè 10€ Auditorium Eventi Speciali (CORTI) Cortopotere - Contras' City / La Petite Vendeuse de Soleil / Le Franc di D.D.Mambéty 21:00 Conca Verde (CINE) The Tree of Life di T.Malick Bloom Mezzago (WINE PARTY) Bloom Wine Party - Desgustazione rossi piemontesi Arcibloom (SKA) Mountains 21:30 Druso Circus (BLUES) Druso In Blues presenta: Stefano Galli Quartet 22:30 Auditorium P.zza della Libertà (short movie) Proiezione cortometraggi del concorso nazionale e internazionale di Cortopotere

27

Giovedì

18:30 Caffè degli Artisti (APERITIVONE) Il mega aperitivo targato CDA 19:00 035 cafè (DEEP FUNKY HOUSE) Be-House Sisters - Let's go party! 20:30 Edoné (TEATRO) Les MisEnsamble presentano "Why To Blue" 21:00 Conca Verde (CINE) The Tree of Life di T.Malick Cine Teatro del Borgo (CINE) Un Perfetto Gentiluomo di R.Pulcini Beach Bar (ARTWAY) Musica live con S.O.C.S. - Recensione pag. 56 Teatresco (PALCO DEI COLLI) Slapsus & Luna e Gnac in "Tempesta" Shakespeare tuoni e fulmini! 22:00 Xel Seriate (TRIBUTE) The Shout Tributo ai Beatles Hangar 73 (TRIBUTE) Achtung Babies - Tributo agli U2 Druso Circus (JAZZ-BOP) Marco Gamba Quintet


— Tutti gli indirizzi a pagina 17 —

28

Venerdì

18:00 P.zza Matteotti (bike) Ritrovo e partenza della Critical Mass 20:30 Jazz Club Bergamo (JAZZ) Chihiro Yamanaka in concerto Auditorium P.zza della Libertà (short movie) Proiezione cortometraggi del concorso nazionale e internazionale di Cortopotere 21:00 Auditorium P.zza Libertà (CINE 35mm) Il Futuro della Memoria presenta: I Recuperati di E.Olmi - Proiezione dell'unica copia in pellicola dell'opera dell'artista Paprika (JAZZ) Fewell Ferra Duo incontro scontro tra due big guitar heroes 7€ Caffè d'Autore Nembro (book) Luca Ferri e Dario Agazzi presentano il nuovo libro "Fiori di Broca" 21:30 Maite (BLUES) Roby Zonca Blues Band O'Deas (TRIBUTE) The Clarvoyant Tributo agli Iron Maiden Arcibloom (CANTAUTRICI) Valentina Facchini in concerto 22:00 Xel Seriate (COVER) Anima + DjAlex Amigdala Theatre (ROOTS INVASION) Vito War & Guests 7€ Hangar 73 (!) Medicina Crow in concerto Edoné (ROCK'n'ROLL) Franz Barcella dj set Bloom Mezzago (PSYCHO) Psychovox + Dj Zimo Druso Circus (!) Music Reminder presenta Fufimonieri Experience 22:30 Circolo Get Up (INDIE ROCK) Panic dj set - promo all nigth - free entry/9€ 23:00 - Live Trezzo (ELECTRO FUNK) Planet Funk in concerto + Alex Neri dj set + Nats + De Grooning 15€ Setai (HOUSE) Relight Orchestra - Dj Robert-Eno + Marco Fratty & more C.s.a. Pacì Paciana (DUB) Festa del raccolto - Sound System Meeting #2: Prince Healer + Salomon's Heritage from France 3€

Ctrl Magazine

29

14

Sabato

20:30 Auditorium P.zza della Libertà (short movie) Premiazioni del concorso nazionale e internazionale di Cortopotere 21:00 Paprika (TOTO TRIBUTE) Turn Back Band - primissima bergamasca per la 80's band bergamasca 4€ Teatresco (PALCO DEI COLLI) Slapsus & Luna e Gnac in "Tempesta" Shakespeare tuoni e fulmini! 21:30 Centro Sportivo Cividate (FOLK ROCK) Folkstone@ halloween in cividate Il Bopo (TALENTANDO) Rassegna cantautori - Aperta a tutti! 22:00 Live Trezzo (TRIBUTE) Mercury Band Queen tribute 12€ Xel Seriate (DJ SET) Resident Supermario Deejay Amigdala Theatre (PUNK ROCK) R'n'R Kamikaze e Andead Live + Psico dj & Dr Feelgood 10€ Druso Circus (TRIBUTE) Wasbourne - Tributo a Ozzy Osburne Afrostation (AFRO) Afrostation Story - 14 anni Bloom Mezzago (RAP & MORE) Olyo!Bollente: Stokka & Madbuddy + Capitano Nema 5€ Edoné (DJ SET) Bond Street - British nordic sound 22:30 C.s.a. Pacì Paciana (REGGAE) Festa del Raccolto - Easy Skankers ls Dance Soldiers 5€ 23:00 Daho Club (INDIE PUNK) We Are The Gang presenta: Gaia Ramona dj set from Plastic Club 12€ list Setai (HOUSE) Special guest: Luca Provera Cube Guys + Coloppio

30

Domenica

16:00 Gamec (EXPO) Il Bel Paese dell'Arte - Etiche ed estetiche della nazione


#26 - Fino al 6 Novembre

Per segnalare un evento redazione@ctrlmagazine.it

15

Novembre

18:00 Il Bopo (PIANO) Alessio Scaglione Bigio l'Oster (JAZZ & MORE) Javier Girotto & la JW Orchestra 21:30 Druso Circus (CANTAUTORI) Music Reminder presenta: Mexcales 22:00 Edoné (TRIBUTE) Le Police - Tributo ai Police + dj set

31

Lunedì

19:30 Maite (!) I Peccatori ft Picchio Kino, Vale Benaglia, Pietro Bailo, Angelo Bonfanti e Michele dal lago in Suite Anticlericale 21:00 Via Gorizia, 19 Filago (BOBO') PartyPaoli: Expo d'arte a cura di Space Art Gallery - Sakee Sed + Capre Crepe + Pox & What Is djSet Infoline: 388.8193786 21:30 Australian Pub (QUIZ) Dr. Why prove di cultra generale Vecchio Tagliere Zanica (JAZZ) Andamento Latin 22:00 Amigdala Theatre (PARTY) Dylan Dog halloween night - Revolver in tributo ai beatles + Bond Street Live Trezzo (PARTY) Halloween Party - Zombies are back 18€ Xel Seriate (PARTY) X.el Halloween Party - Dj set e premiazioni per il miglior travestimento O'Deas (PARTY) Halloween Night… to get horribly drunk! Bloom Mezzago (PARTY) Disco halloween con dj Aldus Erpico & Steve Manero 7€ Edoné (!) Fuori di Zucca Party con dj Tax e dj Martino ft. Elio the Vox Druso Circus (PARTY) Halloween Party - Argonauti live 23:00 Circolo Get Up (ELECTRO HIP HOP) Sabotage presenta Monsters of Sabotagle Halloween Party 12/15€ Ego / Ex Cavò Club (re-opening) "Succhia Party 2011" Afrostation (PARTY) Halloween Afrhorror Night & body paint

1

Martedì

16:00 Gamec (EXPO) Tim Rollins & K.O.S. - On Transfiguration 17:00 Thomas Brambilla Contemporary Art (EXPO) "Quiet days in Salò" di T.Helbig 20:45 Cheers (football) Champions League Milan VS Bate Borisov 21:00 Mamo's (VERY LIVE) Karaoke 21:30 Velvet (!) Serate Internazionali Universitarie Druso Circus (!) Festival del Rumore Bianco - Ghiaccio 9 + WhyLife + open jam session - Recensione pag. 57

2

Mercoledì

19:00 Maite (ROOTS) From The Roots to the Future - Baro al mixer 20:00 Shake Bar (CHEAP) Mercoledì tutto a 3,50 20:30 Xel Seriate (!) Mercoledì low cost Pizza + birra + caffè 10€ 20:45 Cheers (football) Champions League Napoli VS Bayern Monaco 21:00 Conca Verde (ORIGINAL CINE) Original is better presenta: Tamara Drew di S.Frears Auditorium P.zza Libertà (CINE) I Quattrocento Colpi di F.Truffaut Cine Teatro del Borgo (CINE) Il Ragazzo con la Bicicletta di J.P. e L.Dardenne

Il calendario continua →


— Tutti gli indirizzi a pagina 17 —

3

Giovedì

Ctrl Magazine

5

16

Sabato

18:00 Live Trezzo (DARK & ROCK) Dark Tranquillity + Eluveitie + Varg + Mercenary & more 30€

18:00 Auditorium Albino (BOOKS) Presente Prossimo Festival dei Narratori Italiani - Marcello Fois

18:30 Caffè degli Artisti (APERITIVONE) Il mega aperitivo targato CDA

18:30 Spazio Polaresco (PERAMOREOPERFORZA) Da Tenere a Mente - aperitivo musicale della rassegna

19:00 035 cafè (DEEP FUNKY HOUSE) Be-House Sisters - Let's go party! 21:00 Cine Teatro del Borgo (CINE) Il Ragazzo con la Bicicletta di J.P. e L.Dardenne Spazio Polaresco (PERAMOREOPERFORZA) Da Tenere a Mente: Eugenio Barba in "Uno spettacolo che scosse il teatro" 10€ Tucan's Pub (ARTWAY) Wildrops Circolino Basso (TRASH) Cornoltis

4

Venerdì

16:00 Gamec (EXPO) Il Bel Paese dell'Arte - Etiche ed estetiche della nazione 17:00 Viamoronisedici (EXPO) "Meister" di Oscar Giaconia 21:00 Auditorium P.zza Libertà (CINE) Rassegna Il Futuro della Memoria Senso di L.Visconti Spazio Polaresco (PERAMOREOPERFORZA) Da Tenere a Mente: TTB in "India in super8" 10€ Teatro S.Pietro Sorisole (PALCO DEI COLLI) Slapsus in "Fair Play" 22:00 Edoné (INDIE ROCK) CHEAP Mondays + Daisy Chains 22:30 Circolo Get Up (INDIE ROCK) Panic dj set - promo all nigth - free entry/9€ 23:00 Amigdala Theatre (DUB) Dub Club #33 - Dread Lion Hi Fi meets Gussie P. ft Matic Horns 10€ Live Trezzo (TRIBUTE) Rammsteinx + System of a Down tribute Setai (HOUSE) Marco Fratty + Ala Berth & more

20:00 Maite (GUITAR) Slide Guitar & Elettric Perc con L'Ira di Pappatacio 21:00 Teatro Sociale (TEATRO DANZA) "Pink Floyd Random" - Pavlova International Ballet Company musiche dei Pink Floyd 15/17€ 21:30 Fiera di Seriate (!) Bepi & The Pristmas 5€ 22:00 Edoné (RAP) Tizle presenta l'album "1.27 Mixtape" ft Retraz, Freddy Fred, Sitron e Asher Kuno + Erion Recensione pag. 57 Amigdala Theatre (TAPE) Sananda Maitreya & The Nudge Nudge Ninfea Spinone al Lago (JAZZ FUNK) Joe La Viola ft. Ellade Bandini Trio 22:30 Live Trezzo (90'S DANCE) Zarro Night - Back to 90's! C.s.a. Pacì Paciana (REGGAE) LaureaPanda: Etana & Dub Acom Band ls Purple Woods Band 23:00 Daho Club (VINTAGE INDIE) We Are The Gang: We are the suburban kids! 12€ list Setai (HOUSE) Special Guest Gianluca Motta + Andy Love

6

Domenica

16:30 Teatro Sociale (TEATRO COMMEDIA) Scaramuccia di C.Boso 8/10€ Spazio Polaresco (PERAMOREOPERFORZA) Da Tenere a Mente - Franco Ruffini in "Che cosa sono le nuvole" 20:00 Amigdala Theatre (BLUES & FOOD) Hillbilly Blues Barbeque: Bluedust + Dr Feelgood 7/15€


#26 - Fino al 6 Novembre

Indirizzario: Indirizzi dei luoghi ricorrenti a calendario

035 cafè: P.zzle Matteotti, 10 Afrostation Clusone: Via Manzoni, 15 (Clusone) Agorà Modernissimo: P.zza Libertà (Nembro) Agorà Polaresco: Via Polaresco, 15 Amigdala Theatre: Viale Lombardia (Trezzo sull'Adda) Arcibloom: Via Gorizia, 17 Ars Arte e Libri: Via Pignolo, 116 Auditorium P.zza Libertà: Piazza Libertà Austrailan pub: Via del Commercio (Mozzo) Bacaro: Via Legnano, 31 Bar Bamboo: Via Fratelli Calvi, 1 Villa d'Almè Beach Bar: Via Palma il Vecchio, 18a Bloom Mezzago: Via Curiel Bolgia: Via Vaccarezza, 8 (Osio Sopra) C.s.a Pacì Paciana: Via Grumello, 61 Cabral: Via delle Attività 10/12 (Brembate) Caffè Letterario: Via S.Bernardino, 53 Carroponte: Via Granelli, 1 (Sesto S.Giovanni) CDA Caffè Degli Artisti: Via S.Tomaso, 70 Centro Congressi Giov. XXII: Via Papa Giovanni XXIII, 106 Che Festa!: Parco della Peschiera (Cologno al Serio) Cheers: Via Moroni, 163 Ciclostazione dei Colli: Via Valbona (Ponteranica) Cinema Conca Verde: Via Mattioli, 65 Cineteatro del Borgo: Via Borgo Palazzo, 51 Circolino Basso: Via Luzzatti, 6 Circolo Arci Bonate: Via Vittorio Veneto, 11 Bonate Sotto Circolo Arci Magnolia: Via Circonvallazione Idroscalo (Segrate) Circolo Get Up: Via Bianzana, 46 Coffee’n’television Store: Via S. Bernardino8/10 Conservatorio Verdi: Via Conservatorio, 12 (Milano) Creberg teatro: Via Pizzo della Presolana Cristal Club: Via Monte Grappa, 9c (Osio Sotto) Csc Anymore: Via Don Luigi Palazzolo, 23/c Daho Club: Viale Mariano, 60 (Dalmine) Daragi: Via G.Cesare, 2 Disorder / Skunkfunk Store: Via S.Orsola, 25 Druso Circus: Via Galimberti, 6b Edoné: Via Gemelli Fuorirotta Treviglio: Via Daste e Spalenga, 28 Galgarte: Via del Galgario, 13 Gamec: Via S.Tomaso, 53 Hangar 73: Via Galileo Galilei, 2 (Orio al Serio) Il Bopo: Via Concordia (Ponteranica)

Juice Club: Via Ghandi, 34 (Treviolo) Keller: Via Bergamo (Curno) La Chiave: Via S.Francesco D'Assisi, 6 LattePiù Live: Via Giuseppe Di Vittorio, 38 (Brescia) Live Club: Via Mazzini, 58 (Trezzo sull’Adda) Ludoteca: Via Camozzi, 2 (Dalmine) Maite: Via del Lazzaretto, 2 Museo Scienze Naturali: P.zza Cittadella, 10 O'Deas Pub: Via Borgo Palazzo, 211 Officine 100 db: Via Provincia, 112/B Palasharp Milano: Via S.Elia, 33 Rebelot: Via Tonale (Albano S. Alessandro) Ribeca Social Bar (ex Ud): Via Moroni, 18 Sagra della Taragna: Stabello (Zogno) Sala Auser Filago: Centro Sportivo (Filago) Sale e Brasa: Via Cologno, 22 (Brignano) Setai: Via Portico, 21 (Orio al Serio) Shake Bar: Via B.go Santa Caterina, 30 Silver Lady: V.le V.Emanuele, 29 (Brignano) Spazio Estro: Via Zambonate, 33 Studio Vanna Casati: Borgo Palazzo, 42 Teatro Donizetti: P.zza Cavour, 15 Teatro Prova S.Giorgio: Via F.lli Calvi, 12 Teatro Sociale: Via B.Colleoni, 4 The Dome: Via Case Sparse, 15 (Nembro) Thomas Brambilla Contemporary Art: Via Casalino, 23/25 Tribunale Penale Bergamo: Via Borfuro, 11b TTB Teatro Tascabile: Via Colleoni, 2 Tunnel: Via Giovanni battista Sammartini, 30 (Milano) Vecchio Tagliere Gaverina: Gaverina, Località Faisecco Vecchio Tagliere Nese: via Marconi, 69 (Alzano Lombardo) Viamoronisedici: Via Moroni, 16 Villa Luna e Capitones: Via Al Pianone, 4 Vinile 45 (Brescia): Via del Serpente, 45 Xcalibur/Laser Game: Via Zanchi, 20 Xel Seriate: Via Levata, 18 (Seriate)

(*) Free (**) Fun (***) Magazine


Ogni giovedì serA da ottobre a maggio

Artway porta l’arte

dei giovani bergamaschi

nei locali della città!

Per informazioni consultare il sito www.giovani.bg.it promossa da

in collaborazione con

con il patrocinio di

con il sostegno di

a sostegno di

MEDIA PARTNERSHIP


Yoguito Special Muffins From Boston (U S A) to Bergamo (I taly)

Amercian coffee, cioccolata calda, muffin, cupcakes, creperia, gelati artigianali, frullati, churros, yogurteria, frappè, insalate speciali, zuppe, menÚ dietetici

via borgo santa caterina 20/b 24124 bergamo www.yoguito.it aperto tutti i giorni dalle 10:30 all’ 01:00 di notte


calibro 35 intervista a

enrico gabrielli

Enrico Gabrielli, non il noto giurista, l'altro. Enrico Gabrielli, uno che compone, (s')arrangia e suona tanti strumenti diversi. Tutti contemporaneamente (cit.). Enrico Gabrielli, uno a cui probabilmente la musica piace molto.

Gli ho fatto qualche domanda proprio dopo un concerto dei suoi Calibro 35 al castello di Brescia, in un backstage spartano ma accogliente, con tutti i comfort. Gli ho chiesto se potevamo parlare un po' di lui, di noi. Lui mi ha risposto ed è stato molto bello.

#26 - Fino al 6 Novembre

Fotografia di Monelle Chiti

21


— Pensando da un lato all'offerta creativa, dall'altro agli spazi in cui quest'offerta può realizzarsi, come valuteresti l'attuale situazione della scena musicale indipendente? Dunque (si concentra)... tu parli di offerta. L'offerta è una cosa che per me è stata completamente travisata, se dovessimo andare a scavare più indietro, nel mio background di studi colti. Ovvero l'offertorium, un momento liturgico. In se stessa essa sarebbe qualcosa di estremamente importante, ma per quanto io sia una persona completamente laica, svincolata da qualsiasi tipo di ipotetico desiderio mistico, poi spesso mi ritrovo a ricavare la radice mistica delle cose. Improvvisamente lì trovo il senso più originario, più puro. Per cui l'offerta, quella antica, era un'offerta devozionale. E da un certo punto di vista di devozionale non c'è più niente. Però non è più neanche una questione legata al mercato indipendente o meno... — ...non è immolazione. Non lo è minimamente. Non è sacrificio. Poi il sacrificio in se stesso è un termine anche quello molto antico. Penso che ci sia addirittura un'estetica del sembrare eroico, ed è proprio tipica del circuito indipendente...

— ...una cosa vuota, di plastica, come certi di tipi di (super)eroi. Certo! Non è più il tempo di credere in niente (allarga le braccia e ride). Mi adeguo... cioè, mi adatto. So quali sono i problemi però. Ma non sono abbastanza forte per essere completamente avulso da questo contesto. Il contesto mi chiede di essere un eroe di un battaglione inesistente insomma. E' veramente un paladino che va avanti parlando di battaglie che non ci sono. — La fine delle ideologie? Io sono cresciuto col concetto che ideologia non era una brutta parola. Io mi chiamo Enrico, sono Enrico perché mio padre era segretario sezionale del PC, per cui c'era Berlinguer come nome da tutelare e l'ideologia comunista era un termine che si usava quotidianamente tra persone che ci credevano. Poi tutto è diventato strumento di demagogia. — Cosa consiglieresti ad una persona che sceglie oggi di fare il musicista? Di non pensare di farlo di mestiere. Se rimani un eterno dilettante hai la fortuna di restare una persona fresca, mia personale visione. Io sono considerato un professionista perché vivo.. sopravvivo di questo, ma non riesco a vedermici dentro neanche un po'.

Ctrl Magazine

22


— Hai studiato e ascoltato per molto tempo la musica classica e contemporanea. Com'è avvenuto l'incontro con la musica popolare? Avevo visto un festival di fantascienza in provincia di Siena. Durante il festival mettevano anche delle pillole di musica anni '70, di bootlegs che aveva. Mi ricordo i bootlegs dei Van Der Graaf Generator e dei Genesis, e grazie a loro mi sono interessato al resto. Adesso lo posso dire, vengo dal progressive! (inizia una animata diatriba di gruppo sul progressive, con le band multigenere come i Magma e i futuri rapporti del prog col metal) Progressive mascherato con psichedelia, per sembrare un po' più colto (ride) — Hai un tuo metodo creativo/ compositivo preciso? Da dove trai maggiormente la spinta a creare? Non c'è un metodo, perché sono un compositore parecchio timido, in realtà. Sul comporre non sono mai stato particolarmente sicuro. Il mio ruolo è quello di arrangiatore, pure nei Calibro alla fine. — Com'è nata l'idea del progetto Calibro 35? (ride , rivolgendosi al resto della band) lo posso dire? È stata una furbata ragazzi, una furbata della madonna, eccezionale, e io ne giovo!

#26 - Fino al 6 Novembre

Questa furbata è stata trovata da un mio caro amico (Tommaso Colliva, “regista” della band), una persona dall'acume e intelligenza incredibili. Lui è stato il nostro demiurgo, l'essenza generatrice. E' stata una cosa pensata, organizzata a tavolino. Noi pensavamo fosse una cosa che dovesse rimanere all'interno di un percorso di addetto ai lavori, di super appassionati. Siamo stati messi insieme in studio, sapevamo che dovevamo fare un disco, per divertirci, e basta. Il resto è stato tutto una sorpresa, che Tommaso aveva capito benissimo prima di tutti noi. — Un film italiano del decennio '70 che definiresti imperdibile? “Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto”. — Se le parole fossero destinate all'estinzione e tu potessi salvarne soltanto una - quale sceglieresti? (nasce un dibattito generale intorno alla domanda. Ognuno ne propone una, tranne Enrico che ci pensa su un po', poi comincia) ...se le parole non servono a un cazzo, cos'è che serve? Si campa anche senza parlare, no? Solo allora arrivi all'essenza di che cosa serve. E che cosa serve? ...allora l'unica parola che c'è da tenere è gesto. Gesto. Esatto. A cura di Gionata Giardina

Calibro 35 Live (at) Vinile 45 Brescia 29 Ottobre 2011

23


frank turner

Quaranta ore a Dublino - intense. Una notte di vomito nel bagno di un gelido b&b, un pomeriggio a cercare tepore tra animali morti al museo di scienze naturali, strane persone e una splendida dublinese... la Guinness. Festeggiamenti e cori con tifosi di football gaelico ubriachi, la Guinness. Ancora e mai a sufficienza. In mezzo a questa delirante cornice, il concerto di Frank Turner, vero motivo del viaggio. Uno dei rari momenti in cui senti di essere nel posto giusto al momento giusto. Per chi non lo conoscesse, Frank Turner è inglese, non se la tira, risponde alle mail e -udite uditeè forse il miglior cantautore dai tempi di Joe Strummer. I suoi

Fotografia di Giovanni Cavalleri

testi parlano di whiskey e della Thatcher, di religione e Bob Dylan, di donne e amicizia. Dicono che metà delle persone che assistevano ai concerti punk -la prima ondata, quella vera- subito formava un gruppo. La spinta che ti dà Frank Turner è la stessa, è qualcosa di cui non vuoi essere fan, ma partecipe. Testo, melodia e ritmo, forma e significato, nella sua musica c'è tutto - una propulsione irrefrenabile di creatività, rabbia, passione, ispirazione. Non vi ho detto che musica fa.. ascoltatelo — Cosa sono per te il punk rock ed il Do It Yourself, e che ruolo svolgono nella tua musica e nella tua vita?

Ctrl Magazine

24


Sono cresciuto con punk rock e Do It Yourself, ho pubblicato dischi, fatto concerti e una fanzine... insomma, tutto quel genere di cose. Penso ancora che queste idee siano al centro di quello che faccio - nonostante ora lavori con una label (indipendente) più grande e non fissi personalmente i miei concerti e tutto il resto – ma l’idea principale dietro a tutto per me era di non aspettare che le cose accadessero, ma farle accadere. Ed è ancora così che mi rapporto al lavoro. — In “One Foot Before the Other” c’è questa idea di immortalità laica che trovo molto interessante.. è la musica per te il modo per rimanere nel tempo? Sì, credo di sì. Per la maggior parte delle persone, prima o tardi, l’idea di eredità diventa fare dei figli, che non è una cosa a cui sono così interessato - per ora. La musica è un qualcosa da lasciare, ma, come dice la canzone e molto in linea con Carl Sagan, tutto quello che fisicamente ci costituisce continuerà dopo di noi, e questo per me è confortante. — Tre canzoni che amavi ascoltare da bambino. “Rain King” dei Counting Crows, “Dirty Davey” dei Levellers, “Fix Me” dei Black Flag. — Tre persone che ti hanno ispirato.

#26 - Fino al 6 Novembre

Henry Rollins, Bruce Springsteen e Loudon Wainwright III. — Qual è la canzone o il verso a cui sei più legato? Uh, è difficile sceglierne una ad essere onesti, sono tutte piuttosto personali. Credo ce ne siano alcune di cui vado più orgoglioso di altre. Non so. Penso sia una risposta noiosa rispondere alcune delle nuove canzoni su cui sto lavorando ora e di cui sono molto entusiasta... — Cosa diresti a Margaret Thatcher faccia a faccia? Nothing much. — Le prime parole dell’ultima canzone che hai scritto. “Man, we used to be brothers”. — Cosa pensi della musica italiana? Devo ammettere che effettivamente non conosco molto della musica italiana, dovrei migliorare. — La differenza tra musica e rumore? Uh.. pattern? — Cosa canti sotto la doccia? In realtà è solito venirmi in mente molto nuovo materiale sotto la doccia.. è così che faccio nuove canzoni.

A cura di Giovanni Cavalleri

25


david adamo

Nell'immagine un'installazione di David Adamo

ogni cosa a suo tempo

Ctrl Magazine

26


La mostra di Ettore Favini e David Adamo (fino al venti novembre nei matronei della basilica di Santa Maria Maggiore di

#26 - Fino al 6 Novembre

Bergamo) chiude il progetto “ogni cosa a suo tempo�, ideato e curato da Stefano Raimondi, Paola Tognon e Mauro Zanchi.

27


David Adamo (1979) è un artista americano di stanza a Berlino, ha partecipato alla Biennale del Whitney e a “Greater New York” del MOMA. I curatori ci raccontano il suo lavoro alla basilica di Bergamo

meno tangibili, come l'odore del cedro che si diffonde nella sala o il rumore solo immaginabile delle api poste nell'arnia, o elementi nascosti se non invisibili come i frutti mangiati, sono parti importanti della sua ricerca. —Abbiamo notato che nei suoi lavori esistono elementi ricorrenti: il cibo, le scale, i bastoni. Che significati hanno questi elementi?   — Il cibo ha senso come morso, la scala come luogo, il bastone come segno.

— Dopo aver visto i lavori di David Adamo in basilica, crediamo che lui sia un testimone del fatto che la scultura vuole ritrovare prepotentemente il contatto con la materia. Pensi che sia un eremita per questo o uno dei capofila di un ritorno alla materia? — Tagliare il legno è un atto di forte presenza fisica e di violenza ma è comunque un’azione di sottrazione della materia, le installazioni sono scheletri, il corpo è sul pavimento. Tuttavia anche aspetti

Intervista a David Adamo

— Parlaci di quel punto di vista da "sopra la scala"...  — Durante il primo sopralluogo in basilica David ha notato una piccola finestra chiusa, aprendola si poteva intravedere un affresco. Inizialmente l'idea era semplicemente di lasciare la finestra aperta, mettendo sopra dei frutti di ceramica. La scala è nata in seguito per legare la simbologia dell'affresco interno alla basilica che rappresenta Deborah delle api, protettrice del popolo d'Israele, all'arnia delle api posta all'esterno della basilica stessa. Inoltre la scala vecchia, di ferro, entra subito in rapporto con le sculture, diventando parte di un unico ambiente. — Guardando i lavori, non ho potuto fare a meno di pensare a Giacometti. Il processo

Ctrl Magazine

28


di sottrazione della materia fino quasi a farla scomparire.. credi che David Adamo possa essere in qualche modo legato a Giacometti? — Penso che parte del suo lavoro possa instaurare rimandi fertili alla storia dell'arte, da Giacometti all'arte povera italiana di Anselmo e Penone, ma allo stesso tempo si sviluppi in una sua dimensione autonoma e peculiare

#26 - Fino al 6 Novembre

— Quali spiriti avete incontrato nel sottotetto della basilica?  — Sicuramente quello degli artigiani che hanno costruito la basilica, che oltre a essere degli spiriti sono anche raccolti in un affresco funebre nella sala del grande argano. L'arpa posta dinanzi suona di una musica che solo loro possono ascoltare A cura di S. Raimondi, P. Tognon e M. Zanchi

David Adamo in mostra alla Basilica di S.Maria Maggiore fino al 20 novembre

29


Torna Cortopotere SFF - una settimana di visioni, incontri, retrospettive ed eventi collaterali. Numerosi gli autori di riferimento internazionale, tra cui Peter Tscherkassky (noto per le sue opere di found footage già a partire dagli anni ottanta e fondatore della Sixpack film, la più grande casa di distribuzione europea di film sperimentali), Abdenour Zahzah (Poulain d'Or al FESPACO 2011, uno dei più importanti festival africani), Juan Pablo Zaramella (Premio del pubblico ad Annecy 2011, il più importante festival internazionale di cinema di animazione), Damian Nenow (Premio Speciale della giuria ad Annecy 2011). Oltre ad autorialità di prestigio,si segnalano tra gli interpreti anche volti noti del panorama cinematografico italiano, tra cui Isabella Ragonese, Pippo Delbono e Alessandro Haber. Il concorso sarà inoltre affiancato da eventi collaterali e retrospettive cinematografiche, prima tra tutte la rassegna “Diop Mambéty: reinventare l'Africa”, con l'intera Cortopotere SFF - Auditorium P.zza della Libertà dal 23 al 29 Ottobre

filmografia del poeta del cinema dell’Africa nera, visionario artista d’avanguardia. La sua Africa non assomiglia a nessun’altra Africa che sia mai stata portata sugli schermi; il suo immaginario è senza dubbio il più complesso e visionario che il cinema africano abbia mai prodotto. Poi, in data 28 ottobre 2011 “Videoperformance” di Bruce McClure, esponente americano di punta dell'Expanded Cinema: un evento sonoro/visivo unico (beat sonori, flash di luci, buio, pellicola in loop, distorsioni elettroniche, etc). “Quello che cerco di fare è di far suonare l'oscurità, godendone ogni momento prima che qualcuno accenda la luce” (Bruce McClure) Infine, due focus del concorso internazionale, uno dedicato al cinema sperimentale e uno al cinema d’animazione. E non poteva mancare il super seguito cortokids - proiezioni e laboratori di animazione per bambini, anche quelli un po' cresciuti.

A cura di Francesco Portesi

Ctrl Magazine

30


FILIALE e con VIENI IN FI

in REGALO PER TE 15 brani mp3!

Libero di crescere, libero di scegliere. Finalmente c’è un conto corrente dedicato al tuo mondo con l’internet banking e il Bancomat.

In più, tante sorprese e fantastici premi!

inventaCPM aCPM

Solo per chi ha da 13 a 17 anni.

Scarabeo Net con casco

MacBook Pro

www.iwanttubi.ubibanca.com

Messaggio pubblicitario. Offerta riservata a minori di almeno 13 anni d’età; per la sottoscrizione è necessario il consenso di un legale si rinvia a quanto indicato nei fogli informativi disponibili in liale. Operazione a premi “I WANT TUBÌ MUSIC” avente durata dal 01 a € 18.425,00 + iva. Regolamenti disponibili in liale e su www.iwantubi.ubibanca.com


Un viaggio da urlo!

e rappresentante. Servizio Qui UBI I WANT TUBÌ obbligatorio, carta LIBRAMAT I WANT TUBÌ facoltativa. Per le condizioni contrattuali 1/09/11 al 31/08/12; concorso a premi “I WANT TUBÌ THE WINNER” avente durata dal 19/09/11 al 15/08/12, con montepremi pari


proudly presents:

MOVES YOUR WEAR KILLS YOUR IDOLS

I

ho

p

mom

In All

S

0 4 . 11 . 2 0 11 ~ o r e 1 8 : 0 0 inaugurazione nuovo shop in

Largo Europa n. 5 24044 Dalmine tel. 035.0292917 facebook.com/allinshop


pagina moneta Questa pagina potrebbe valere 175.000 euro, tra un anno potrebbe valerne 500.000. Questa è moneta, un intermediario tra un desiderio o una necessità e la sua realizzazione; è qualcosa che sostituisce un oggetto o un servizio, utilizzandone un altro concordato e considerato equivalente. E' un mezzo di scambio non ufficiale, per muovere le risorse nello stesso modo del canale economico istituzionale; questa è carta, poco meno costosa di quelle che conserviamo nelle tasche, e che volendo potrebbe valere di più. Per questo basterebbe mettersi d'accordo. L'idea di scrivere una pagina moneta è il pretesto per ascoltare un'esperienza alternativa, per fare conoscere una verità sul sistema; e staccare una pagina da un libro con una contropartita, considerevole. n.d.c. La nostra vita è scandita, dallo scambio di monete di carta, e generalmente per otto sei o quattro ore al giorno produciamo sostanze che spesso non usiamo

#26 - Fino al 6 Novembre

e per cui veniamo ricompensati con 4, 6, 8 euro l'ora. Più raramente, ma da ricordare sono i casi in cui per 1/4, 1/6 o 1/8 d'ora, si riescono a guadagnare 40, 60, 80 voglia di prenderene altrettanti euro l'ora. Per raggiungere qualcosa che non si ha e che si vuole avere, è necessario ricordare che per ottenere quella cosa ne esistono molte altre che si possono fare, oltre al pagare senza pensarci. Lo ricorda e sembrerebbe sperimentarlo da anni Heidemarie Schwermer in “Vivere senza soldi” Terra nuova edizioni, paradossalmente in vendita, ma comodamente acquistabile nei negozi equo e solidale a Bergamo. Lei ha smesso di usare il denaro ed ha deciso di campare, con il baratto, condividendo e offrendo quanto può, ricevendo quanto le serve. Non propone il suo stile di vita, ma garantisce di sentirsi più libera conscia di sembrare agli occhi degli altri alle dipendenze di tutti.

Da consegnare alla redazione di CTRL

35


La situazione reale, non ha niente a che fare con lo stile. Il Pnud , Programma delle Nazioni Unite per lo Sviluppo descrive una situazione semplicemente invertita: il 18% della popolazione mondiale possiede l'83% del reddito mondiale, mentre l'82% della popolazione mondiale solo il 17%. Ancora peggio: che le 7 persone più facoltose del mondo, contino patrimoni pari ad una volta e mezzo il reddito nazionale di 48 paesi. Sentirlo commentato da Galimberti fa un certo effetto; qualsiasi esso sia, questa è la fonte cui mi riferisco http://www.youtube.com/ watch?v=tnGXsqHuhWE.

— una cena con Francesca (ma che te lo dico affà); — un'ora di lezione/ricreazione nello studio d'arte di F.Chiaro; — una decina di adesivi ctrl magazine; — una partecipazione speciale durante una delle millemila riunioni settimanali di ctrl magazine con abbraccio redazionale finale. Se sarete pochi, molte altre sorprese, frutto della generosità che ci salverà più probabilmente di quanto non farà l'arte. Sintetici saluti

Veniamo al dunque. Perchè questa pagina vi permetta di fare la spesa, ci stiamo attrezzando, ma per il momento rischieremmo la condanna. Tentare human est, lupus in fabula, dulcis in fundo. (materia sofferta anche il latino). Eppure una forma di permuta, vantaggiosa è possibile. Per tutti coloro, che si impegneranno ad inviare questa pagina all'indirizzo di Via Bono n° 43, 24100, Bergamo, o che direttamente passeranno ad imbucare la pagina imbustata o meno nella casella di posta di ctrl, offriamo:

Pagina moneta

A cura di Bruno Algebra

Ctrl Magazine

36


do it yourself ...la vodka di pessima qualità Ok, apri gli occhi a fatica, il sole è già alto e ti ci vogliono almeno dieci minuti per rassettare i pensieri e ricordare quanto la festa di inaugurazione della tua nuova casa sia stata distruttiva per il tuo fisico e per la tua abitazione. Gli abiti puliti puzzano terribilmente di fumo, i tuoi amici invasati con gli adesivi pubblicitari del loro magazine li hanno incollati ovunque e la tua bocca ha il sapore di un posacenere caduto nel fiume di una cittadina industriale. Le finestre riportano macchie di sicura provenienza organica grazie alle quali qualcuno ha ricavato messaggi non proprio lusinghieri per la tua dirimpettaia. E per di più i tuoi capelli presentano grumi gommosi che davvero non riesci a spiegare. Ma la casa è nuova, appena inaugurata, e tu non hai niente che ti possa aiutare nelle pulizie. Frughi ovunque e l'unica cosa che riesci a trovare è una mezza bottiglia della terribile vodka che i tuoi amici hanno portato e che è probabilmente la principale indiziata per lo scenario che ti si para davanti agli occhi. Bene! Hai risolto tutto (se hai già letto quest'articolo).

#26 - Fino al 6 Novembre

Dieci usi per... Prendi la vodka rimasta e diluiscila con la stessa quantità d'acqua… Ora hai un prodotto DIY che: I. se spruzzato su vestiti e scarpe eliminerà ogni odore una volta asciutto. II. è un solvente eccezionale per tutti i residui di colla. III. spruzzato sui vetri, sugli occhiali e sugli specchi garantisce una pulizia perfetta. IV. è un meraviglioso sostituto del colluttorio e disinfetta la bocca. (SPUTATE!) V. sgrassa i capelli ed elimina gomme da masticare. VI. con l'aggiunta di un cucchiaio da caffè di zucchero conserverà i vostri fiori recisi molto più a lungo. VII. se proprio ci tieni può pulire i pori del viso. VIII. è un disinfettante ed un anestetico locale. Stranamente non molto in voga tra gli emo. IX. è la base perfetta per qualunque infuso di frutta. X. scollerà tutti i residui alcolici dal fondo dei bicchieri. La festa è finita, la tua casa è pulita e disinfettata e tu sei di nuovo presentabile! Un brindisi! A cura di Buzz Cattaneo

37


sold out 1

PRIMAL SCREAM

Paradiso Higher than the sun

Ho sempre sostenuto che Bobby Gillispie avesse la voce più sexy di tutta la musica britannica anni ’80-‘90. Dopo aver messo mano sopra uno dei dischi più influenti usciti proprio negli anni ottanta, “Psychocandy” dei Jesus & Mary Chain, è riuscito a portare il british pop dalla new-wave alla psichedelica shoegaze. Questo però è ancora niente se

paragonato a quello che con il suo gruppo, i Primal Scream, è riuscito a fare. Dopo album come “Sonic Flower Groove” del 1987, e l’omonimo “Primal Scream” del 1989, incidono un album che verrà ricordato come pietra miliare nel corso degli anni: “Screamadelica” nel 1991. Ci troviamo nell’Inghilterra di questi anni, da un lato gli shoegazer rannicchiati sui loro strumenti, rinchiusi nei loro stessi sentimenti e presi bene dalla fissa sulle loro scarpette cool, e dall’altro la folle Manchester, così denominata Madchester, dove i ragazzi andavano a sballarsi al ritmo di acid house e sognanti divagazioni psichedeliche. La differenza che fece quest'album? Portare la sensualità all’interno del rock, riconducendolo alla sua bellezza femminea e a quel suo fascino ambiguo dell’epoca dell’ecstasy e della scoperta delle nuove droghe sintetiche. Dimostrano così che ci si può nutrire di rock e vivere di dance music, muovendo il culo anche se si è duri, sporchi e cattivi. La mattina presto del cinque settembre ho preso il primo volo diretto ad Amsterdam per non perdermi la riproduzione di un album come “Screamadelica”, live.

Nella foto: Bobby Gillispie Fotografia di Federica Cornelli

Ctrl Magazine

38


Si sono esibiti in uno dei templi della musica del Nord Europa, il “Paradiso”. Quindi, come avrei potuto rimanere a casa quella sera, ascoltandomi il disco in loop? La crème de la crème della musica internazionale ha calpestato per anni il palco di un enterteinment center diventato negli anni ’70 il maggior punto di aggregazione della cultura punk e new wave migliore di tutti i Paesi Bassi. Ok, Amsterdam è un paradiso per principio, ma arrivata davanti al palco non ce la facevo più per l’impazienza. Installazioni grafiche dai mille colori, al centro la faccina stilizzata e stralunata presente sulla copertina del disco, e un silenzio tombale. L’età media degli spettatori era di circa trent'anni passati, quindi pareva essere un concerto più che pettinato. I componenti del gruppo riempiono il palco e si inizia con “Movin’ On Up”, la prima traccia del disco. E poi “Slip Inside This House” e “Don’t Fight It, Feel It”. Gospel da un lato e dall’altro i movimenti di bacino e di capelli sciolti al vento super sexy di Bobbie. Aka una bomba. I signorini pettinati di inizio concerto, iniziano a spogliarsi e a far andare il piedino su e giù. Si prosegue con i brani più affascinanti di tutto il disco, capaci di cullare la tua mente e di farti sentire sempre più in alto. Ritmi dolci e rasserenanti che sembrano estraniarsi dalla concezione di tempo, per sfociare in quello che

#26 - Fino al 6 Novembre

Freud definiva i meccanismi di difesa dell’Io. Non per niente erano il manifesto di una generazione che mangiava pasticche d'ecstasy come fossero caramelle. Subito dopo Loaded, inno per eccellenza di questa generazione, la E generation. Loaded, carichi. E anche dopo aver festeggiato i 20 anni del tour di Screamadelica, sono ancora magnificamente carichi. Ponte stilistico tra musica dance e rock & roll, acid dub e sonorità psichedeliche si uniscono fino alla creazione di un album perfetto. “Country Girl” è il brano che più si discosta dallo stile di questo gruppo, ma è anche quello che amo di più a prescindere dai miei ricordi super malinconici di risate e amori perduti. È speranza, redenzione, passione, urlate a squarciagola, fino a liberare il proprio spirito in una pazza corsa chiamata vita. A chiudere questo concerto da paura, “Jailbird” e “Rocks”. Pura energia che bastano e avanzano per impressionare una ragazza giovane e saputella come me, e per fare capire che al giorno d’oggi non si ha idea di quanto si divertivano e ci sapevano fare una ventina d'anni fa. Musica vibrante, cuori al microfono e passione che esce dalle corde, vocali e non. Perchè dovreste ascoltare il loro disco almeno una volta nella vita? Perchè è storia

A cura di Federica Cornelli

39


sold out 2

fabri fibra

Voglio anch'io una mamma hip-hop

vivere serenamente, sfornando dischi inutili e sempre uguali. Ma un concerto di Fabri a Sesto San Giovanni, bella fra', non posso perdermelo! Concentrazione inimitabile di uno spaccato di vite periferiche votate all’edonismo del sabato in centro, free-stylando i negozi della Rinascente… Belli carichi! Pellicciotto anche se ci sono trenta gradi, cappellino da baseball con paillettes d’oro e le iniziali d’argento, collanone con la croce d’oro da cento grammi e Caterpillar ai piedi, con la socia in miniabito Adidas da tennis.. minchia che stile! Ma giusto il tempo di oltrepassare i cancelli d'ingresso e cosa odo alle mie spalle? “Mamma, i compiti di grammatica li ho finiti ieri!”. Time out! Sarà un’allegra famigliola di sinistra che si fa una pizza alla festa dell’Unità! Mi giro e.. no! Un moccioso di dieci anni con la maglietta “Io odio Fabri Fibra”! Altro che tamarri da me-

Il carroponte è una macchina che trasporta merci all’interno di uno spazio chiuso e definito, con movimenti trasversali longitudinali programmatici. 'Sto giro ci carica Fabri Fibra sul palco! Chi non ha apprezzato le origini da seminterrato-di-reparto-psichiatrico di questo rapper maniaco-depressivo? Prima di tentare il suicido dopo le banalità ridicole da sedicenne (“Gente di Mare”) e il semi-illuminato “Turbe Giovanili”, voleva lasciarci il mai abbastanza premiato “Mr. Simpatia” come biglietto d’addio, ma l’inaspettato successo dell'album nei centri sociali di tutta Italia con conseguente contratto Universal e soldi e successo e donne e cocaina non tagliata, il tutto coordinato in sedute di psicanalisi da cento euro a botta, lo hanno reso d’incanto felicesicuro e convinto di poter

Ctrl Magazine

40


tropolitana e parco giochi, in rima su youtube.. lo zoccolo duro dei fans ha l’età media della scuola media! La vera chicca, però, sono le mamme!! Cioè, zio, dal punto di vista pedagogico attuale ci sta tutta: ai bambini piace Fibra perchè dice le parolacce, proprio come il bullo di 2^C! E io, mamma responsabile, consapevole, educativamente preparata dai corsi di formazione del conventino, piuttosto che bruciare i cd del Fibra, o usarli come sotto-bicchieri alla festa di compleanno e invece di fare mangiare a mio figlio il sapone di marsiglia quando dice “vaffanculo”, ce lo accompagno al concerto! Condivido con lui questa passione, per poterla conoscere e analizzare dall’interno, parlando il suo linguaggio e risultando così anche una mamma amica cui confidare tutto! (“mamma, mi sono fatto una canna!” - “tesoro, dimmi cosa hai provato! Ti ha dato molto? Lo sai che ti voglio bene? Non avresti un deca?”). E così al concerto del Fibra, mentre il figlio resta inebetito dal sonno, dai trentamila watts e dal fumo passivo di maria del vicino, la mammamica moderna e contemporanea balla e saltella sorridente! Ubbidisce ogni volta che Fibra dice “su le mani!” o “fate casino!”, si galvanizza quando Fabri esclama “viva la droga e le puttane!”, si carica di brutto quando il nostro invoca il

#26 - Fino al 6 Novembre

ricordo di “una bella spagnola che mi fa una spagnola” e così via... Ma voi dite che accompagna pure il cucciolo di tamarro a fare i vandalismi sulla ciclo-pedonale insieme al bullo di 2^C? Magari dando fuoco a qualche cestino della spazza!? Per la cronaca: Fabri Fibra sta perdendo tutti i suoi colpi d’autore originali. Il concerto scivola, perfetto nella resa acustica e scenica, ma a me è sembrato senz’anima, tra mille “su le mani” e “fate casino”, qualche banalità di stampo politico (invettive contro la lega e le varie manovrine finanziarie) e una patetica incitazione a coltivare una passione sana (la musica). Tutto ha un’impostazione standard, da major discografica, snaturando il vero hip-hop in un video-trip “Mtv friendly”, che fa storcere il naso ai puristi. Per farvi capire: Fibra sta all’hip-hop come Vasco sta al rock... Stessa parabola: entrambi hanno avuto l’incosciente fortuna di riuscire a vendere i loro pensieri e comportamenti deviati (droga e affini) a peso d’oro, ma altro non hanno fatto se non affidare le loro idee ai “professionisti” del music-showbusiness, accontentandosi di una vita da ricchi nababbi. A 'Fabri, facevi meglio a sparire dopo “Tradimento”, come Vasco dopo “Liberi Liberi”

A cura di Gianluca Piretti

41


PICCOLE SODDISFAZIONI

METEO MON AMOUR

Sotto i piedi le foglie secche si schiacciavano scrocchiando come patatine e la mattina cominciava a far freddo sul serio. Nello zaino i libri s'ispessivano di sottolineature, scarabocchi, insulti. Lo spirito ingrigiva esponenzialmente con il cielo buio - sempre più presto. Maledetta meteoropatia. L’assenza o la presenza del sole può arrivare a influenzare notevolmente lo stile di vita dell’uomo, soprattutto perchè può fornire più o meno pathos a una situazione vissuta. Basti pensare che nel nostro immaginario un film horror inizia sempre con un cielo buio e piovoso, così come nei momenti di rivelazione o ritrovamento si predilige la pioggia battente presente la scena di “Orgoglio e Pregiudizio” in cui Elizabeth e Mr. Darcy si urlano addosso? Del resto, alle volte il tempo può permettere di creare nuovi e inaspettati legami. D’estate, per esempio, si fa amicizia con tutti i condomìni dell’edificio di fronte grazie alla convivialità creata dalle canottierine e dalle braghette ostentate dalle finestre aperte, mentre d’inverno la loro massima espressione si esprime nei diversi tipi di luci di Natale che si appendono al balcone.

Dunque, se il clima è capace di influenzare i nostri comportamenti quotidiani e le nostre relazioni allora è evidente che è anche in grado di coinvolgere il nostro umore e la nostra salute, e non solo perchè le giornate di sole spesso ci fanno sentire ricchi di energie mentre quelle invernali malaticci e infreddoliti. Clarence A. Mills, professore di medicina sperimentale all’Università di Cincinnati, afferma che il cattivo umore e la discesa del barometro sono strettamente legati, al punto che nei casi in cui la salute è già incrinata il brutto tempo può portare a una degenerazione della malattia. Il meteo pertanto può colpire profondamente il modo di vivere di ognuno. Può contribuire a rendere un momento speciale oppure un disastro modificando radicalmente il nostro modo di viverlo. Può fornire una direzione piuttosto che un’altra a ogni nostra giornata e in modo così forte e concreto che forse, la mattina, per sapere come andrà la giornata sarebbe meglio leggere le previsioni del tempo piuttosto che l’oroscopo.

Collage a cura di Miss Goffetown

Ctrl Magazine

A cura di Fo Elettrica

42


#26 - Fino al 6 Novembre

Dall'8 al 30 ottobre "Miss Goffetown" espone presso: "La Cornice" - Cant첫

43


c'è gente

che dicono

Quando muoio mi faccio cromare.

Nino dice la sua sulla morte

Fuori i terroni dalla NATO!

Unknow genius su un muro di Bergamo

Ci vorrebbe la giornata mondiale di ammazza chi cazzo vuoi e chi c'ha paura sta a casa.

Roby, dopo aver visto il telegiornale

Quegli occhiali ti fanno proprio un bel culo.

Ezio, un uomo che coi complimenti ci sa fare

Il proverbio cinese dice: se la notte vai a dormire col culo che prude, la mattina ti svegli col dito che puzza.

Secco, giustificandosi per aver trasportato dei bicchieri di vodka con le dita dentro

Quale parte di " hai rotto il cazzo" non ti è chiara?

Paola - stato di FB

Ieri sera finalmente ho capito cosa cerco nell'alcool. L'alcool!

Roberta, siamo felici per te

I giovani chiamano girare hamburger, schiavitù, i nostri genitori la chiamavano opportunità (1) io lo chiamo girare hamburger. (2)

(1) B.Gates (2) J. Hoops

Se voglio rinnovarsi, sono le aziende che hanno bisogno dei ragazzi non i ragazzi delle aziende!

Professor Rullani FMT. DAY

Bisogna trovare il proprio centro per poter perderlo ogni volta.

Andrea pensandosi Platone

Rubrica di filosofia contemporanea...

A cura di GroS

Ctrl Magazine

44


DA TENERE A MENTE IIll rracconto acconto ddegli egli sspettacoli pettacoli cche he hhanno anno ffatto atto la la storia storia

LE ALE RA R ATTRA EAT TEATRALE NE TTE ON ZIO ZI AZION RMA OR O D FFORMAZIONE R O DI ARI NA MIINARI EM SEMINARIO SE 35 DEER 35 ND UNDER NI UN AN IOVVA GIOVANI GI ATTO A G RVVA SEER RISERVATO R SERV RI

GIOVEDÌ G GIO IO OVED VEDÌÌ 3 NO VE NOVEMBRE OVEM V BRE R ORE 221 ORE 1..00 0000 21.00

SABATO A ATO 5 NOVEMBRE NOV O EM OV EMB EMB BR REE VENERDÌ VEN E ERD DÌ 4 N NO NOVEMBRE OVEM E BREE SAB ORE 16 ORE 116.30 6.3 .30 30 30 REE 21.00 2211.00 000 ORE

Eugenio Euge geenio i Barb B Barba a a

Teatro Teat troo tascabile tas ascaabbile biile lee di di Ber B Berg Bergamo erg ergamo am m

Gary ary ar ry Bra B Br Brackett cket cke ck kket et t

Uno spet spe spettacolo e taco aco c loo che co chee sscosse coos coss ossse il teatro. tea eatro. ea tro tro. ro. Akropolis Akr Akro kropoli poli polis po olilis di JJerzy erzy erz erzy zy Grotowski Gro roto ro to kkii e gli tows gli attori atttori del e el teatro tea teat eatro laboratorio labor aborator aato ator at tor to tor orio io 13 13 Rzedów R ed Rz edów dów di di Opole Opo Opol p e (1962) ( 96 (1 962) 622))

India Ind Indi ndddiia in nndi in Sup SSuper Su uuppeerr 8 Dalla Dall Dal Dall a a ccineteca cinete ete teecaa del deell TTTB TB i gra TB ggrandi gr ra randi and ndi ndi interpreti tradizione iinte in int nnte t rpre ppreetti ddella ella la ttrad rad addizio izzioonee

The Th he Brig BBririg rig ig ddii Jonas Joon Jona JJon oonas Me Mekas k (196 kas (1964) 196 96644)) IlIl racconto racco acccc aacc cco cconto nntto t di di uunn film ffilm m e ddii unoo spettacolo spettaco spe spet acooloo

Iscrizio Iscrizione Iscr scriizio i nee oobbligatoria bbli bligato gatoria gato riaa entr ent entroo il 28 2 otto oottobre t bre bre al ccosto osto st di d € 100 incontri terranno Spazio Polaresco. TTuttii gli Tutt g i in gl ncont contri co ri ssii terran te rranno rran no ppresso re o lo Spa ress azzioo Pola Po laresc resc es o. es

DO ENI DOMENICA DOM EN CA 6 NOVEMBRE NOVE NOVE O MBR MB E ORE 16.30 ORE 16.30 16 .330 Franco Fran ran anco co Ruffi R Ruffini u ni uffi Teat Teatro Teat attrroo e spettacolo sppetta sp spe tttac ttac acolo o sono CChe hhe cosa cosaa sson so onnoo lee nuv nnuvole u ol olee di di Pier ier Paoloo Pasoli Pasolini Pao Paol Pa sool sol soli olliinnii ((1967 oli 1967 9 )

Per in informazioni: info foormaz rmazion ioon : ioni Tel. T 035.399657 Te 035. 035 003 35 3996 39996 999657 57 Mail: 57 Maai : spaziopolaresco@comune.bg.it Mail sspaz paziop iopo opo op p lare arrreesco are sco@ccomu sc sco@ omu om mune.b ne. g.it ne ne.b g.itit g.i


IV edizione 22 ottobre • 17 dicembre 2011 con il patrocinio

Assessorato alla Cultura Spettacolo Identità e Tradizioni

promosso dalle Biblioteche di sponsor

Albino, Clusone, Gandino Leffe, Nembro, Ranica, Treviglio,Villa di Serio nn Sabato 22 ottobre

tutti gli autori sono presentati da

RAUL MONTANARI

direttore artistico del festival

ore 18

Gabriella Kuruvilla

ore 18

Marcello Fois

Leffe, Cineteatro Centrale

nn Sabato 5 novembre Albino, Auditorium Comunale con il contributo

nn Sabato 12 novembre ore 18

Vivian Lamarque

Nembro, Biblioteca Centro Cultura

nn Sabato 19 novembre ore 18

Alessandro Perissinotto

Villa di Serio, Biblioteca comunale Comune di Pradalunga

nn Sabato 26 novembre ore 18

Giulio Mozzi

Ranica, Biblioteca Centro Cuturale “Roberto Gritti”

nn Venerdì 2 dicembre

ore 20.45

Match letterario Montanari vs Nove pro e contro “Pinocchio” nn Sabato 3/Domenica 4 dicembre Workshop di scrittura creativa Alzano Lombardo (Nese), “Al Vecchio Tagliere” con Raul Montanari nn Sabato 10 dicembre ore 18 Bjiorn Larsson Treviglio, Teatro Filodrammatici

con la collaborazione

www.leggere.it

Clusone, Auditorium Scuola primaria

nn Sabato 17 dicembre adesioni

ore 18

Romano De Marco e Sergio Pent

Gandino, Cineteatro Loverini

Ad ogni incontro nn segue buffet offerto da “Al Vecchio Tagliere” (Nese) ISIS “Oscar Romero”

CONTAMINAZIONI

CONFINI COLLISIONI LINGUAGGI www.presenteprossimo.it | info@presenteprossimo.it | telefono 035 759001 SPERIMENTAZIONI


ex libris

Tonino Guerra ha avuto un periodo di estesa popolarità di recente, per aver prestato volto e voce a uno spot televisivo; in precedenza, fama meno vasta ma ben più qualificata gli era venuta dal cinema, trattandosi del cinema di registi come Anghelopulos, Tarkovskij e Fellini (scrisse, per esempio, la sceneggiatura di Amarcord). Inizialmente, però, a dargli la sua peculiare notorietà (la più nobile e insieme la più ristretta) era stata la poesia: mentore Carlo Bo, Guerra aveva pubblicato già nel 1946 un primo libro di versi in dialetto romagnolo (“I scarabócc”) e nel 1972 “I bu” presso Rizzoli, con introduzione di Gianfranco Contini. Proprio il grande filologo definisce la lingua di quel volume primitiva e basica: lo strumento adatto per rappresentare con realismo gli ambienti poveri della provincia italiana degli anni cinquanta e sessanta, con i loro protagonisti e i loro (non) eventi. Matti e gatti, vecchi soli e ragazzi sgraziati, emigranti e aspiranti suicidi, amori consumati in un

#26 - Fino al 6 Novembre

L’aria più chiara portone e speranze di impossibile rivalsa sociale. Chi pensasse a I bu come a un libro tetro, tuttavia, sbaglierebbe. Perchè lo sguardo di Guerra è anche pieno di incanto e di meraviglia, come appartenesse a un bambino svagato e sempre capace di perdersi nel dettaglio per trovarvi un bagliore di poesia. Alla fine della raccolta, tre versi intitolati “L’aria” e dedicati a Elio Vittorini offrono, per esempio, un’intuizione di grazia assoluta. L’originale suona così: “L’aria l’è cla roba lizira / che sta da tonda la tu testa / e la dvénta piò cèra quand che t’roid” - tradotto: “L’aria è quella cosa leggera / che sta intorno alla tua testa / e diventa più chiara quando ridi”. Un’eco di stilnovo (da Cavalcanti e dal suo sonetto che meravigliosamente apre “Chi è questa che vèn, ch’ogn’om la mira, / che fa tremar di chiaritate l’âre”), anche se fuori dagli angusti limiti dell’intenzione amorosa e nella ruvida marginalità di una produzione dialettale. Davvero, la poesia è un fiume carsico che riemerge quando, come e dove vuole.

A cura di Secundus

49


no hobbies

Gordon Matta-Clark

Nel ’69 friggeva fotografie in padella, con olio bollente e foglia d’oro; due anni dopo ha aperto uno dei primi ristoranti nella degradata Soho. Luogo che è stato, per quel biennio, il centro di una parte del mondo artistico newyorkese che frequentava e prendeva parte in prima persona all’esperienza performativa. Cosi la trattava Gordon, che per anni ha anche cercato di vendere FOOD al gallerista Leo Castelli. Se andavi a mangiare da FOOD non sapevi mai ciò che potevi trovare, per la prima volta la cucina etnica entrava in un ristorante, con serate a tema spesso improbabili, come quella volta che Gordon propose il menù “Alive” con gamberi crudi in salamoia serviti all’interno di uova sode. Da FOOD passavano e spesso cucinavano: Philip Glass, Ed Harris, Robert Altman, Bob Rauchemberg, Richard Serra e altri giovinastri che avrebbero fatto la storia recente della cultura americana. Da qui in poi è storia (quasi)nota; prima Gordon ha tagliato un pezzo di muro del suo ristorante e un paio di anni dopo stava dividendo in due un edificio intero… A cura di Temporary Black Space

Ctrl Magazine

50


#26 - Fino al 6 Novembre

Composizione di fotografie di repertorio a cura di Temporary Black Space

51


Soup de théâtre

Dato che sapete già cos'è La Casa delle Arti, jumpo - come dice mio fratello adolescente - la spiegazione molto stringata (cioè che è una stagione nata l'anno scorso che ha per protagonista il Teatro Sociale che come una grande casa accoglie tanti eventi artistici diversi) e passo a raccontarvi cosa vi aspetta, anzi, cosa vi sta già aspettando (perchè è iniziata già a settembre). Prima di tutto: wow. A cui vanno aggiunti parecchi punti esclamativi perché gli appuntamenti sono davvero belli e interessanti. Tra conferme e novità fanno un totale di 52 spettacoli, 10 rassegne e 5 eventi collaterali. Tanta roba, come direbbe mio fratello adolescente. Ecco le new-entry: 1) Radio e Tv a Teatro. La rassegna porterà al Sociale il giornalista Vincenzo Mollica, quello di DoReCiakGulp, con Prima che mi dimentichi di tutto; il live di Ottovolante, programma di Rai Radio2

con Dario Ballantini e Savino Zaba e Rai Radio3 che trasmetterà in diretta “È stato così” con Alba Rohrwacher sul palco, del cartellone di Altri Percorsi. 2) Fringe. Luoghi Comuni Festival 2012. 4 giorni, 26 spettacoli e 50 repliche per un festival internazionale che invaderà Città Alta con compagnie teatrali europee e delle residenze teatrali lombarde dell'Associazione Être. 3)Teatro Ecologico, quest’anno autonomo, realizzato con Erbamill. Tre spettacoli e un convegno per promuovere il rispetto per la natura e la salvaguardia dell'ambiente. E poi ci sono le confermate rassegne di: Nuove tecnologie in scena, creata con Michele Cremaschi di Residenza Teatrale InItinere; Teatro-Circo in collaborazione con Ambaradan; Danza ideata con CSC Anymore e Pavlova International Ballet Company; Commedia dell'arte realizzata con Antiche Maschere dell'Arte associazione e Giocarteatro con Teatro Prova e Pandemonium Teatro. E pure alcuni appuntamenti di Molte fedi sotto lo stesso Cielo (Acli) e di Teatro Vivo (TTB). Wow, vero? Mo' quindi, per conoscere il programma preciso dovete andare sul sito: www.teatrodonizetti.it/ teatrosociale (troverete info anche sui biglietti).

Ctrl Magazine

52


Consiglio: tenete accanto a voi l’agenda perché sicuramente segnerete le date. Prossimo appuntamento: sabato 22 alle 20.45 con Ottavia Piccolo in Anna Politkovskaja. Donna non rieducabile (rassegna Acli). A novembre: — sabato 5 alle 21 Pink Floyd – Random (Danza) — domenica 6 alle 16.30 Scaramuccia (Commedia dell’Arte) — giovedì 10 alle 21 Orô di Otello (Teatro Vivo)

#26 - Fino al 6 Novembre

_martedì 15 alle 20.45 Il volto e il nome. L’inquietudine dell’altro (Molte fedi sotto lo stesso cielo) ...ed altri. Ah, dimenticavo! Nei giorni degli spettacoli si potrà viaggiare gratis (yuppi!) sui mezzi Atb da e per Città Alta. I dettagli sul sito.

A cura di Mica

Nella foto: Casa delle Arti

53


records & Release

Boomdabash “Mad(e) in Italy” Goodfellas Records

"Italians do it better". Apparat “Devil's walk” Shitkatapult

Al secolo Sasha Ring, in arte Apparat, attualmente in cerca di se stesso.

Devil's walk è un posto lontano ed è lo scenario di questa ricerca. Potendolo ammirarle solo con un binocolo manca la certezza per capire se questa sua nuova avanguardia sia andata a buon fine oppure no. Di certo non meraviglia la scelta di rompere col passato, si era capito da mo' che voleva cambiare aria. Quindi dimenticate tutto ciò che sapevate di lui, non vi servirà qui, in quest'album. Al Passo del Diavolo trovate poca elettronica e molta natura. E vi incontrate pure un Thom Yorke passeggiare beato. Se non fosse che non splende il sole. Vi sono purtroppo troppe zone d'ombra e la pochezza di alcuni capitoli dell'album è a tratti sconcertante. Sembra di ascoltare i Sigur Ròs a fine carriera per intenderci. Ciò che rende piacevole 'sta camminata sta nell'atmosfera estremamente intimista, avvolgente e riflessiva. Tutto qua. Diciamo che al Passo del Diavolo, oltre incontrarlo mentre continua a cercarsi, sono gran pochi i panorami mozzafiato nei quali perdersi.

Il salento è la Jamaica d'Italia e i Boomdabash sono tanta roba. Al secondo album le giovani (ex) promesse del reggae italico si riconfermano a livelli sopraelevati. Sopra la media italiana ed europea. Patos salentino, melodie e raggamuffin si mescolano alla perfezioni fuori dalle voci di Biggie "Pretty Face" Bash e Payà. Ma questo già lo sapevamo. Ciò che ci stupisce è l'originalità e la varietà delle produzioni di Mr. Ketra, la new entry del gruppo, con proposte che variano dal reggae al rock, dalla dancehall al soul, dall'hip hop alla drum'n'bass. Il risultato è un prodotto fresco, orgogliosamente "Mad(e) in Italy", che ce ne fossero. E, a sorpresa, in un panorama italiano dominato dall'hip hop dei Dogo e dai Modà feat. Emma Marrone (maròòò...), si aggiudicano pure l'MTV New Generation Contest 2011. Avanti così, vagnoni! Prepio from Bergamoreggae

Kasabian “Velociraptor!” Columbia

Francesco Der Previtali

I Kasabian sono arrivati all’appuntamento del loro quarto album con gli onori e gli oneri di essere indicati da molti

Nelle immagini: fotogrammi tratti dai videoclip

Ctrl Magazine

54


come i nuovi Oasis e come la miglior band inglese (giudizio quantomeno affrettato).

Eraldo Bernocchi (compositore e produttore di Raiz), Massimo Pupillo (Zu), Balazs Pandi (Zu, Merzbow), Lorenzo Esposito Fornasari (Naked Truth) si cospargono di sano grind-core e si radunano sull'altopiano del delirio, sospesi in bilico ma costantemente fermi sul baratro al fianco di Giovanni Lindo Ferretti pochi attimi prima dell'irreversibile eclissi. Trasfigurare, evolvere, esumare convenzioni artiche e catartiche svincolate da lidi spigolosi e ignoti. Tutto scorre, l'agressivo grind annaffia madide atmosfere cariche di gioioso spleen, mentre dei celestiali ossimori metallici esplorano angelici orizzonti sonori Pox

Il successo raggiunto con il precedente, stupendo, “West Ryder Pauper Lunatic Asylum” li ha messi inoltre nella scomoda situazione di dover replicare il loro capolavoro; impresa però riuscita per metà. “Velociraptor!” segue la scia del precedente mischiando pezzi dal forte sapore cinematografico (“Let's Roll Just Like We Used To”, il singolo “Days Are Forgotten”, “Acid Turkish Bath”) a inni da dancefloor di grande impatto (“Switchblade Smiles”, “Velociraptor!”). Peccato per i momenti in cui il gruppo cerca di omologarsi alla tradizione brit-pop con ballate piuttosto insipide (“Goodbye Kiss”, “I Hear Voices” e “Neon Noon”). Che i ragazzi abbiano preso troppo sul serio la storia dei nuovi Oasis?

Zomby “Dedication” 4Ad Records

Zomby è talmente avanti che lui stesso non ha più controllo sulla sua persona, la gente cerca di rincorrerlo, ma lui spiazza tutti, ma a dir la verità non vorrebbe questa situa!

Giò Cassavetes – rockisland.it

Obake “Untitled” Rarenoise Records

Languide visioni apocalittiche s'insinuano nell'incubo multiforme accanito di quattro musicisti che definiscono e rifiniscono contorni d'un genere musicale di fresco fresco concepimento.

Una volta ci siamo incontrati e mi ha detto che a lui sarebbe piaciuto lavorare in un pub a spillar birre e wiskettini, ma ora è costretto a fare interviste avere fan e diventare il prossimo aphex twin ed è in depressione. Povero!

#26 - Fino al 6 Novembre

Records & Release

Cruditè & Jet Privè

55


urban sound 14/

10

Miss Chain & The Broken Heels (at) Bloom Mezzago

Leggendo la carriera di Miss Chain e i suoi ci sembra di sfogliare le biografie di Forbes degli uomini d'affari di successo.

E' risaputo quanto un buon tempismo, nel difficile mondo del mercato, sia decisivo: così dopo fortunati tour in giro per il mondo la giovane band lancia in pasto ai media un album d'esordio prodotto nientepopodimeno che dalla Screaming Apple Records - il top fra le etichette garage pop mondiali - con dodici brani che sembrano registrati su una cadillac sfrecciante sulle pianure alcaline statunitensi. Se lo stile musicale, così rigidamente ben definito, non può lasciare spazio a orizzonti sconfinanti il puro beat roll che propongono, il bello è che tale rigidità riesce a fregiarsi di una strana leggera semplicità, che per chi ascolta si traduce immediatamente in efficacia straordinaria. Potremmo trovare tanta caparbietà nella bizzarra sartoria notturna esposta da qualche impomatato d'altri tempi, mentre strizza ansiosamente l'occhio ad ogni obiettivo in cerca di storie frivole da catturare. Se non

fosse per “save me”, brano nel quale i nostri mostrano una inaspettata capacità introspettiva, il resto del disco potrebbe essere definito come una colorata giostra vintage perfettamente restaurata che gira a velocità doppia rispetto al normale. Prezzi modici. Gionata Giardina

27/

10

S.o.c.s. (at) Beach Bar

Rock, duro e dal basso, dalla bassa in realtà! Loro lo chiamano Anal Rock: — "Ma scusami, ma cosa è 'sto AnalRock?" — "Mamma, lascia stare, è un gruppo di pettoni!" (Domanda di una Madre e Risposta di un Figlio alla Festa Democratica di Treviglio).

Per esteso fanno Sheeps On Creamy Spermwhale, arrivano da Verdello, con un ottimo accento inglese e pochi sbiascichii di vocali finali (che ci piace!) Hanno un urlato tipicamente rock che rende onore a Mr Orange (vox & guitar). Gli altri due sono Koppo e Trap. "Ascoltare i SOCS è come sentire Emilio Fede che parla di Che Guevara" dice un anonimo durante un concerto; "Voi siete cazzuti…." commenta Roby Zonca, il bluesman nostrum. Pure a noi sono piaciuti! Facebook e Myspace offrono alcuni brani, e molti altri "dicono di loro". Il live? Noi segnaliamo il 27 ottobre al beach bar in occasione di Artway. Achab

Ctrl Magazine

56


01/

11

Ghiaccio 9 (at) Druso Circus

"See certo.. adesso mi dirai che voi di CTRL avete scoperto l'acqua calda!"

05/

11

Tizle (at) Edoné

Nel 2010 in Italia sono state oltre 84.000 le patenti ritirate, tra queste c'era anche quella di Marco Parietti meglio conosciuto come Tizle.

"No, l'acqua calda, no. Però abbiamo scoperto i Ghiaccio 9." Forse non tutti sanno che, a Torre Boldone, c'è un associazione che si chiama G.o.s.t., che gestisce la sala prove dell'oratorio e che negli ultimi anni si sta dimostrando una fucina di giovani talenti dell'underground bergamasco. Un nome per tutti, i Violaspinto. Ma Dylan e soci non sono i soli: forse il prodotto più intrigante e particolare di questa associazione, che crede nella musica onesta e spontanea, sono i quattro "pischelli" dei Ghiaccio 9. Norberto Vergani alle tastiere, Riccardo Malabarba alla chitarra elettrica, Francesco Roncalli alla batteria e l'ultimo acquisto, Mirela Isaincu, al violino. I ragazzi, tutti 20enni, si inseriscono nel filone delle band strumentali… In bilico tra i Pink Floyd e i Goblin, martedì 1 novembre, ospiti dei Whylife, dal palco del Druso vi trasporteranno in un mondo di arrangiamenti progressive e beat di altissimo livello. Supportare e diffondere, gente, che quando stavamo per non crederci più, abbiamo scoperto che ci sono ancora "ragazzini" che suonano davvero.

"1.27 mixtape" (tasso alcolico del nostro una notte del novembre scorso) nasce così. é risaputo che le cose migliori nascano dalle situazioni peggiori e "il miglior mixtape mai uscito da bergamo" (cit.) non fa eccezione; 20 tracce esplosive, featuring autoctoni di spessore con Freddy Fred & Retraz (anche e sopratutto beatmaker dal tocco sempre più pregiato) a cui si aggiungono Asher Kuno da Milano e Evergreen da Varese; un biglietto da visita importante per mr.Parietti, degno di una patente ad honorem; oltretutto la facilità con la quale potete averlo aggratis sul vostro lettore mp3, laptop o qualsivoglia ghettoblaster è a dir poco disarmante: click su http://download.5pointz.it/ Una semplice e univoca azione: download! Il 5 novembre al'edoné la prima assoluta... and if you don't know, now you know!

Il gianlu scout

What is

#26 - Fino al 6 Novembre

Urban Sound

57


lo stato delle cose

"Carnage” Roman Polanski

Un film in cui c'è qualcuno che vomita vince per principio. Da qui la mia passione incontrollabile per “Piccola peste torna a far danni”, ma posso affermare senza vergogna che “Carnage” s'è preso il nuovo posto d'onore nel mio cuoricino naïf.

già scritto nelle righe che avete appena letto. Inoltre, credo sia stupido parlare di un film che parla già benissimo da sé. Invece vorrei chiedervi se qualcuno sa rispondere ad alcune domande che mi martellano la testa: ma perchè Roman ha voluto infilare quella maledetta immagine finale del criceto beato che scorazza nel prato? Perchè ha voluto trasformare “Carnage” in “Alvin Superstar”? Con quale sacro criterio una pessima virata narrativa ci catapulta fuori dal tiepido e comodo interno radical chic e falso-progressista in cui ci ha coccolati per più di un'ora? Signori miei, non ci crederete ma l'idea che ho in testa è che tutto il film a quel punto non diventi altro che il criceto. Un criceto che può assurgere a perfetto deus ex machina della narrazione – non sto ironizzando. Cosa fa infervorare gli animi delle tranquille coppie borghesi di New York? I bambini che si rompono i denti, i criceti e la strage del Darfur. Niente di più lontano dalla vita reale, che è fatta di torte melapera, vomito e insulti. andrea arnoldi

“Corpo celeste” Alice Rohrwracher

Ora, io vorrei scrivere qualcosa senza parlarvi davvero del film, perchè quello che c'è da sapere -che è un film a scatola chiusa girato in un interno con dialoghi circolari e la tipica struttura narrativa della fiaba per cui a ogni personaggio accade qualcosa che controbilancia e dona un nuovo equilibrio alla situazione- l'ho

L'esordio di Alice Rohrwacher è un film delicato e sensibile, che a volte però pecca di presunzione. Racconta di una ragazzina adolescente di ritorno nel paesino calabrese insieme a sua madre dalla Svizzera dove è cresciuta. Si concentra soprattutto sul suo rapporto con la religione, in particolare con la preparazione alla cresima, trattata dai catechisti e gli ecclesiastici locali come fosse una specie di show televisivo. Lo sguardo del film è senza dubbio evocativo, e riesce a indignare nel mostrare una terra allo sbando senza rinunciare alla poesia.

Nelle immagini: effetti subliminali & nonsense speciali

Ctrl Magazine

58


In alcune scene restituisce a riti sempre più svuotati e icone sotto anestesia una nuova fertilità, soprattutto grazie al personaggio di Marta, che come molti esseri umani della sua età crede ancora anche solo nella possibilità di cercare. I limiti però sono proprio nella messa in scena e nei caratteri minori, che soffrono di eccessiva distanza di maniera abbastanza diffusa nel cinema europeo attuale. Per intenderci, se i Dardenne sono indiscussi maestri nel "far sentire" così tanto allo spettatore grazie al pedinamento dei personaggi, al quale non aggiungono nulla, lasciando parlare le loro vite, è soprattutto grazie alla scelta (in sceneggiatura) di cosa filmare. Sembra che Rohrwacher abbia un'enorme facilità nel trovare la sobrietà necessaria allo stile di cui si serve, ma scelga momenti (a eccezione di quelli che riguardano la protagonista) non sufficienti a far vivere gli altri personaggi. Anche se, bisogna dirlo, la scena finale e la metafora della coda di lucertola sono lampi di genio.

Dico che pur non avendo visto tutti i film del regista, ed escludendo “la mosca” dalla lista che ha influenzato quello che per me è l'immaginario che con il suo cinema ha evocato, la mia aspettattiva è stata delusa. L'idea di parlare di psicoanalisi mi pareva potenzialmente di successo e mettere nelle mani di quell'uomo il sesso, la psiche, la patologia, la guerra e Keira Knightley, mi bastavano per annusare un capolavoro unico nel suo genere. Invece sono restato seduto.

N.Masi

“A dangerous method” David Cronenberg

Posto che tutte le sinossi citino come protagonista del film di Cronenberg la Storia, e della prima guerra mondiale invece non si senta la presenza se non come addobbo di cornice scenografica, il grande assente è proprio David.

#26 - Fino al 6 Novembre

Anche io sono restato influenzato dal fascino di chi tace tutto, almeno quanto è personale, e che enfatizza solamente i più plastici morsi ai sigari che ho mai visto. Perchè Freud morde il tabacco rimboccandosi il baffo, cosa che non si ha occasione di vedere facilmente in giro. Morgensen uccide, non il fumo. Eppure avrei creduto di trovarmi costretto, almeno una volta durante i 99 minuti di proiezione, a spostare lo sguardo, a provare sensazioni forti, più forti. Un Cronenberg facile da vedere; complicato da avvertire. Bruno Carli

Lo stato delle cose

59


wildness PER FARE

La sola cosa che la professoressa di arte ci faceva disegnare in prima media erano alberi. Alla fine dell'anno non ne potevamo più e io non capivo a che servisse questa tortura. Ora ho qualche idea in più. Quante volte usiamo l'albero come metafora? Cartesio se n'è servito per suddividere i saperi in ordine di importanza, per tanti poeti e scrittori i cambiamenti dell'albero alludono alle stagioni dell'uomo, alcuni psicologi invece suggeriscono che solo da come disegni un albero si capisce chi sei. A volte poi, capita di restare imbambolati davanti a un ciliegio in fiore, un pino infreddolito o un salice piangente, invidiando un poco la loro serenità. Gli alberi se ci vai vicino li senti, senti le loro storie, quello che tu hai solo letto nei libri di storia loro l'hanno visto. Poi ci sono quelli mingherlini, i giovincelli insomma, e tu li vedi lì, così fragili e indifesi che ti vien voglia di dargli una carezza. E facciamolo allora, che fa bene sia a loro che a noi.

L'ALBERO CI VUOLE L'ALBERO Sono proprio questi alberelli i protagonisti della Giornata dell'Albero che si terrà il 20 ottobre al futuro “parco ovest” di Bergamo (fine via san Bernardino - zona circonvallazione). Il progetto nasce dalla collaborazione tra Legambiente, Timberland e il comune di Bergamo. Nella giornata verranno piantati ben duemila alberi autoctoni.. quindi, chiunque voglia dare una mano è il benvenuto. Si inizia verso le dieci del mattino, e lo scopo sarà trasformare un poco alla volta questi tredici ettari in un vero parco, uno di quelli in cui vai perchè comunque lo senti un po' tuo, che in fondo hai contribuito alla sua creazione e alla sua crescita. Che bello se ognuno di noi potesse avere un suo albero vicino a casa propria. Accudirlo, potarlo, proteggerlo per poi vederlo crescere e fiorire; ci darebbe un senso di fierezza e di gioia. A New York questa cosa esiste già, si chiama “Request a Free Tree”(www.milliontreesnyc. org) ed è un modo per rendere la città più verde e i cittadini più felici. Chissà, magari anch'io un giorno potrò avere un albero tutto mio davanti a casa... Per ora mi accontento di andare a piantarne uno nel parco.. e poi magari lo disegno pure, sia mai che capisco qualcosa in più anche di me. A cura di Mara d'Arcangelo

Ctrl Magazine

60


Giovedi 13 Ottobre – dalle 22:00: • CORTOPOTERE AMARCORD Un'ora densa di proiezioni dei migliori cortometraggi delle scorse edizioni aspettando la nuova edizione del festival (23/29 ott) Venerdì 14 Ottobre – dalle 22:00 festa a tema: • WELCOME ERASMUS PARTY Dj Tax & Dj Pog [ happy music, happy feeling ] in collaborazione con AEGEE Bergamo

Lunedì 31 Ottobre – dalle 22:00 dj set: • FuoRi dI zUCcA Party! Dj Tax & Dj Martino feat. Elio The Vox [ happy music , happy feeling ] Free entry! Tutta la programmazione del mese visitate: www.edone-bergamo.com



CTRL magazine #26 - La pantera osa