Page 1

N2./016

e

1

n

i z Maga


INDICE 4

Ma voi sapete cosa sono i washi tape?

10 Eventi 11 Libri 12 Uncinetto perfetto 16 Decorazioni eco frendly 20 Officina degli scatti 26 Pacchetto san valentino 31 Candele nei gusci di noce 38

Capodanno tra innovazione e tradizione

46 Christmas-bag 50 Vaso porta candela 54 Bigliettino Babbo Natale


EDITORIALE Esattamente un anno fa WoMoms ha partecipato al mercatino della solidarietà di Croce Rossa Area Metropolitana e quel clima mi ha conquistata. Amo il Natale e la sua atmosfera, amo i mercatini, ogni volta mi incanto osservando le mani d’oro delle creative che sfoderano splendidi pezzi artigianali e proprio per questo motivo, piano piano, è nata un’idea che oggi si concretizza: CREATIVE LAB MAGAZINE. Un magazine dove ben 10 creative racconteranno non solo chi sono e da dove vengono, ma anche cosa creano usando la fantasia e le loro mani. Daranno consigli, sveleranno segreti, vi aiuteranno a capire che basta poco per dare vita a splendidi pezzi unici... perchè tutto ciò che è artigianale, è unico! Anche questo nostro magazine è artigianale e sarete proprio voi lettori a godere della sua unicità... Vi auguro di cuore Buon Natale e felice 2017! Alessandra Bonadies

3


Ma voi sapete cosa sono i Washi Tape? Le fan del fai da te e anche chi come me che non lo sanno sono pazze per il Washi Tape. Il termine Washi deriva da wa, che significa giapponese, e shi che significa carta. Viene utilizzato come carta in molte arti tradizionali giapponesi, come per esempio l’origami ma negli ultimi anni ha trovato anche un uso diverso ovvero usarlo come nastro adesivo: il washi tape. La sua caratteristica principale è quella di poterlo attaccare e staccare senza lasciare tracce.

4


5


I Washi Tape è realizzato in fibre naturali ( bambù, canapa o materiali ricavati dalla corteccia di alcuni alberi nativi del Giappone). Si può utilizzare ovunque si voglia e quando si è stanchi della decorazione scelta si può staccare e cambiare. Ecco qui qualche esempio:

6


7


8


di Foto venti e a t n eeme @latt ar ylovest @m mela a p o l i @so mir till i d o n ti @ces 9


EVENTI 18-20 novembre 2016

Milano (The Mall – Porta Nuova): Creattiva

18-20 novembre 2016

Bastia Umbra: Hobby Show

26-27 novembre 2016

Segrate Novegro: Fatto a Mano

25-27 novembre 2016

Bologna: Il mondo creativo

25-27 novembre 2016

Montichiari-Brescia: Hobby Show Garda

3-4 e 7-8 dicembre 2016 Modena: Curiosa in fiera

18 dicembre 2016

Trento: Hobby sotto l’albero

10-12 febbraio 2017 Roma: Hobby Show

10


Libri

I consigli di zia Betta

La perfetta donna di casa di Zia Betta.

L’arte di buttare

Come liberarsi delle cose senza sensi di colpa di Nagisa Tatsumi.

Enciclopedia del legno

Una completa guida illustrata per scegliere e utilizzare 100 legni decorativi di Nick Gibbs.

Fatto in casa con Lucia.

Come risparmiare per uno stile di vita ECOnomico ed ECOlogico DVD di Lucia Cuffaro. 11


YES,I’M AN HOOKER!

Sì. faccio l’uncinetto. E no. Non ho 92 anni. La caporedattrice del “Creative lab.” mi ha chiesto una breve presentazione. In due parole? Potrei essere:Capitana Uncina. In tre parole: Domatrice di gomitoli. Eccomi. Come ho cominciato?!? Guardando. Sì. Guardando le case delle mie vicine ottuagenarie(abito in un piccolo paese del basso Piemonte, in un vicolo, nella casa che era dei miei nonni, in cui erano nati la mia mamma e i miei zii...) che son zeppe di centrini, tendine,coperte, tovaglie fatte all’uncinetto...e io le ho sempre guardate con ammirazione e una sorta di ansia da prestazione. [“Quanto ci hai messo a fare queste tende?” “Tre mesi” (aiuuuuuto- pensi-ok.) Non c’era la TV allora e nemmeno internet/Facebook/youtube-ecco come vi intrattenevate)] Poi resto incinta e decido che la prima copertina di Adele gliela devo fare io. All’uncinetto. E l’ho fatta. Ma per la carità. Le tendine della cameretta le abbiamo comprate. E sono a veneziana. 12


13


14


Il mio stile è molto lontano dal “centrino della nonna” (anche se ne ho fatti eh, mi piacciono pure...) Le cosuzze che faccio son colorate, di lane grosse dall’effetto rustico, hanno inserti fluo, gli articoli per bambini sono frutto di un’attenta ricerca dei materiali (alpaca e lana merinos su tutti) più morbidi e naturali possibili e poi perline, tante perline, cristalli e pietre dure. Proprio di quest’ultima parte della mia produzione vorrei parlarvi e presentarvi la mia idea per questo primo numero del “Creative lab.” I mesi che verranno saranno “impegantivi” dal punto di vista del...metabolismo eh eh eh, un fuoco di fila di cenoni, panettoni e veglioni...e per distrarre l’attezione dal girovita, punterei sull’accessorio, più su,lì, in zona décolleté con una bella #collaninaimperfetta #gemsedition. Vi lascio nella foto un paio di idee. A presto e buone feste e...

ricordatevi di brillare!

per m i o t t e

cin

IG:un

er fett

imp inetto

c

FB:un

fetto o

ETSY d e M su AL s p o E-sh

15


DECORAZIONI ECO FRENDLY per un Natale handmade

Chi ama il Natale come me, sicuramente in questa periodo comincerà a pensare alle decorazioni per la casa, per l’albero e per i pacchetti speciali da mettere sotto l’albero. Voglio mostrarvi un tutorial davvero semplice per creare delle bellissime decorazioni decisamente economiche, perché sfrutteremo di base la carta di cartoni da imballaggio, aggiungendo poi scampoli di tessuto e perché no riciclando una vecchia camicia come ho fatto io.

16


MI PRESENTO! Pamela, pugliese di nascita, emiliana d’adozione cresco a pane e fantasia! Mi reputo una Creativa cronica, disegno, coloro, decoro e cucio. Questo per me rappresenta un vero e proprio “bisogno” prima che un grande piacere. I miei interessi sono tanti, e non sempre riesco a sperimentare tutto ciò che vorrei, per mancanza di tempo, o semplicemente perché 1 ne faccio e 100 ne penso! Quello che amo di più dell’Handmade è riuscire a realizzare con le mie mani, qualcosa che nasce nella mia testa passando per il cuore. 17


Occorrente • Cartone spesso da pacco • Cartoncini vari nei colori che preferite (anche questi riciclabili) • Scampoli di tessuto • Fommy o gomma crepla glitterata • Spago • Forbici • Colla stick • Colla a caldo • A piacere applicazioni natalizie • Forme a piacere ma di 3 dimensioni differenti

INIZIAMO! Cominciamo disegnando le forme su un cartoncino che useremo come dima. In questo caso ho scelto un cuore, forma molto semplice e facile da tagliare anche su cartone, dovremmo creare la stessa soggetto ma in 3 formati differenti aumentando la circonferenza di mezzo centimetro. Prima di cominciare prepariamo le basi che andremo a tagliare: Utilizziamo il cartone da riciclo come base per i tessuti che decidiamo di aggiungere alla composizione. Basterà spalmare una bella base di colla stick , applicare sopra il tessuto e fare una leggera pressione con le mani per evitare delle grinze. 18


A questo punto lasciamo asciugare 10 minuti e nel frattempo ci dedichiamo a segnare e successivamente tagliare le nostre belle formine su tutti i materiali che ho elencato precedentemente. Una volta tagliate le disponete sul tavolo e cominciate a Mixare colori e materiali come preferite, non c’è limite alla fantasia ! Quando tutti gli abbinamenti sono terminati non ci resta che incollare, prepariamo dello spago o altri cordini che preferite creando un piccolo nodino che forma il cappio. A questo punto prendiamo il cuore “medio” e al rovescio mettiamo un punto di colla a caldo per fermare il cordino e successivamente su tutto il cuore per incollarlo sulla nostra base che sarà il cuore “grande”, per finire aggiungiamo il cuore “piccolo” sempre con colla a caldo e la nostra decorazione è finita! La stessa tecnica la si può utilizzare per personalizzare i regali da mettere sotto l’albero o come segna posto per la tavola nei giorni di festa. Spero che questo tutorial vi sia piaciuto! A presto Solopamela Handmade 19


OFFICINA DEGLI SCATTI

Due ragazze, due reflex, una passione... e un grande progetto. Eccoci riassunte in poche parole. Siamo Erica e Yessica, in primis due amiche, con una passione carnale per la fotografia. Ci siamo conosciute nel 2010 e chiacchiera dopo chiacchiera, abbiamo capito che la nostra passione avremmo potuto farla diventare un lavoro. Uno splendido lavoro! Adoriamo entrambe la ritrattistica, e tutte e due, avevamo fotografato ai matrimoni dei nostri amici. Così, in un pomeriggio di tranquillità, abbiamo realizzato che qualcosa di buono, dall’unione delle nostre due menti, poteva venir fuori! Siamo partite con un progetto piccolopiccolo nel 2013, che ci ha dato lo sprint per guardare avanti, per pretendere sempre di più da noi stesse. Abbiamo fotografato tanto, abbiamo fatto l’impossibile per dividerci fra lavoro e passione, ci siamo date anima e corpo fra corsi ed esperienza “sul campo”, e nel 2016 è nata “lei”, la nostra Officina Degli Scatti... Abbiamo pensato a lungo al nome da dare alla nostra “società”... volevamo qualcosa che ci rappresentasse in tutto, che facesse capire, già solo dal nome, cosa significa per noi fotografare. Officina degli Scatti è esattamente quello che accade quando appoggiamo gli occhi sui mirini delle nostre macchine. Iniziamo a raccogliere materiale “puro” e lo trasformiamo in ricordo. 20


21


22


Lavoriamo poco i nostri scatti perchè vogliamo che i ricordi rimangano un racconto di reportage: quegli attimi, quelle persone, quei sorrisi e quelle lacrime di felicità... tutto esattamente così come è avvenuto. La nostra filosofia è instaurare da subito un rapporto di amicizia con la coppia che affida a noi una parte del loro giorno più importante. Non siamo solo fotografe, siamo due ragazze che hanno voglia di divertire e divertirsi. Non siamo amanti delle foto in posa... a noi piacciono i sorrisi spontanei, le buffe facce di chi si rivede dopo qualche tempo e ride di gusto ricordando quel momento e il motivo di tale espressione. Ci piace fotografare col cuore, non solo con gli occhi.

A chi ci chiede se siamo fotografe dedite ai matrimoni rispondiamo sempre che noi siamo freelance al 101%: ci piace qualsiasi tipo di fotografia, che siano matrimoni, cerimonie, ritratti a bimbi o dolci mamme in attesa, purchè i nostri scatti diventino splendidi ricordi! 23


24


Stampate i vostri ricordi, imprimete su carta gli attimi che avete vissuto... Un file nel pc non ha lo stesso sapore di uno che potete toccare con mano, di uno che “accarezzerete” per togliere la polvere del tempo che passa. Il rischio più alto che potete correre è di perdere tutto, perchè la tecnologia si sa, non gode di chissà quale affidabilità assoluta! Un album invece, per quanto vecchio e pieno di polvere possa essere, vi aspetterà sempre pronto per essere sfogliato... Henri Cartier-Bresson un giorno disse: “Una fotografia non è né catturata né presa con la forza. Essa si offre. È la foto che ti cattura.” e noi siamo totalmente d’accordo con lui. Se volete conoscerci un po’ più da vicino, fate un giro nel nostro sito www. officinadegliscatti.it... vi aspettiamo (così vedrete anche le nostre facce!) Erica e Yessica 25


MARYLOVE SWEET TIME

Si sta avvicinando il periodo per me più importante dell’anno: il Natale. Fin da bambina ho amato questa festa, è la mia preferita in assoluto. Adoro preparare l’albero, allestire casa e preparare pacchetti unici per ogni regalo. Quest’anno, per Natale, Marylove presenta una linea di accessori per i più piccoli. Credo che specialmente per loro questo sia un periodo magico e nelle mie creazioni ho cercato di trasmettere questa magia. Ho realizzato una linea di bavaglini e di accessori per i capelli. I colori predominanti sono sia il rosso e verde, un must in questa stagione e il panna e l’oro per delle bimbe super chic! L’idea è quella di avere un coordinato per i giorni di festa. Un bavaglino speciale che dia un tocco elegante e allo stesso tempo buffo per le vostre bimbe.

26


MI PRESENTO!

Marylove Sweet Time sono io, Mary, una ragazza con la testa tra le nuvole che vive nel suo universo fatto di unicorni, nuvole rosa e arcobaleni. Un mondo fatto di dolcezza che raccoglie tutte le mie passioni. Come mi definirei in una parola? Creativa, molto semplicemente, perché quello che faccio è creare. Fin da ragazzina ho sempre avuto le mani impegnate nel realizzare qualcosa. Qualunque cosa. Crescendo, grazie a una mamma sarta, ho iniziato ad avvicinarmi al mondo del cucito. Non finirò mai di ringraziarla abbastanza: senza di lei niente di tutto questo sarebbe stato possibile! Marylove Sweet Time nasce sette anni fa. Ho iniziato realizzando gioiellini in pasta di fimo e pochi accessori in tessuto ma, da qualche anno a questa parte, la passione per l’abbigliamento ha preso il sopravvento. In principio creavo capi da adulto, pian piano mi sono appassionata al mondo dell’abbigliamento per bambini. Adoro realizzare t-shirt, body e bavaglini per i più piccoli! Ogni progetto che realizzo è unico e ha dietro una storia: la cosa che amo di più in assoluto è creare prodotti su commissione, mi permette di dare vita a capi ancora più unici! 27


Occorrente • Carta stampata con cuoricini (va bene anche tinta unita color pacco) • cordino di spago, • accessori a forma di cuore e timbrini • forbice e nastro biadesivo

INIZIAMO! Pacchetto per San Valentino Chi ha detto che realizzare un pacchetto regalo è complicato? Con la carta e gli accessori giusti anche un semplice pacchetto vi farà fare colpo. Vi propongo un mini tutorial per realizzare un pacchetto adatto per San Valentino. Impacchettiamo il regalo in maniera classica. Fare un primo giro con lo spago e inseriamo l’accessorio a forma di cuore. Facciamo un secondo giro con lo spago. Annodiamo lo spago. Realizziamo un fiocco semplice con lo spago. Tagliamo il cordino in eccesso. Allarghiamo il cordino sulla superfice del pacchetto. 28


Prepariamo i timbrini per scrivere il nostro messaggio sul pacchetto. Iniziamo a scrivere il nostro messaggio. Completiamo il messaggio. In pochissimi passaggi possiamo realizzare un pacchetto veramente unico! Ora tocca a voi! Mary

29


Candele nei gusci di noce

Durante la stagione fredda la dispensa della mia cucina è letteralmente colonizzata da frutta secca di ogni tipo: dalle mandorle alle arachidi, dalle noci alle nocciole! Ogni momento è buono per sgranocchiarle, con la scusa che “Oh!Ma quanto fanno bene!” Fra tutte, le noci sono senza dubbio le mie preferite perché, oltre ad essere un cibo molto buono e nutriente, hanno dei gusci bellissimi e decorativi! Sembrano dei piccoli scrigni che racchiudono tesori e mi piacciono così tanto che ogni volta provo ad inventarmi qualcosa su come impiegarli anziché buttarli via. Quella che vi propongo di seguito è un’idea semplicissima e di sicuro effetto, per poter riciclare i gusci facendoli diventare delle candele. Potrete poi usarle in diversi modi: per fare un regalino originale con la soddisfazione di averlo creato con le vostre manine, oppure per creare in casa un’atmosfera accogliente e rilassante, che durante le giornate uggiose non guasta mai! Oppure ancora, come segnaposto o come centrotavola per le occasioni speciali! Insomma, non ci sono limiti alla magia che questi piccoli scrigni possono creare!

30


MI PRESENTO!

Ciao! Mi chiamo Ester e vivo a Pesaro. Sono però nata e cresciuta in Sardegna, isola con la quale conservo un legame speciale e che è stata fondamentale per sviluppare un amore sconfinato per la natura, per i suoi profumi e i suoi colori. Dopo la Laurea in Beni Culturali mi sono sempre occupata di Storia dell’Arte, spinta da una grande curiosità per tutto ciò che è legato al talento artistico, alla fantasia, ma anche alle attività manuali come espressione di creatività. Nel 2013 ho deciso dare vita ad un progetto che coniugasse due temi a me molto cari: competenza artigianale e rispetto per la natura. É nato così il laboratorio “Marmellata di Nuvole”, il mio spazio creativo nel quale realizzo artigianalmente candele in cera di soia e fragranze a base di oli essenziali, senza paraffina o alcun tipo di derivato petrolifero. La scelta di creare proprio candele è stato quanto di più spontaneo e naturale potesse esserci per me. Le adoro da sempre! Ne ho provate di tutti i tipi e fragranze e tutt’ora, ogni volta che vado da qualche parte, non dimentico mai di comprare una candela come ricordo di viaggio! Nel corso del tempo quella che inizialmente era solo una grande passione si è trasformata ed è cresciuta, grazie ad uno studio metodico e approfondito sulle tecniche, le fragranze e i materiali per realizzare da sola le mie candele. Adesso, dopo anni di esperimenti, prove e tenacia sono felice che Marmellata di Nuvole sia diventata una realtà artigianale e uno spazio utile per tutti coloro che amano le candele ecosostenibili e il loro meraviglioso mondo fatto di profumi, luci e calde atmosfere. 31


Occorrente • Noci (tutte quelle che vogliamo) • Tea light (o ciò che resta di vecchie candele, così recuperiamo anche quelle!) • Il contenitore in cartoncino usato nelle confezioni delle uova • Un vecchio pentolino per poter sciogliere la cera a bagnomaria • Il vostro olio essenziale preferito • Nastri, spaghi, erbette da usare come elementi decorativi

INIZIAMO! La prima cosa da fare è aprire le noci in due parti, cercando di ottenere due gusci integri. Vi consiglio per questo di non usare uno schiaccianoci che frantumerebbe i gusci, ma un coltellino da cucina. Posizionate la lama a punta nel centro della noce, nel punto di giunzione dei due gusci facendo leva (Foto 1 e 2). Divideremo quindi la noce a metà ottenendo così dei gusci non danneggiati che metteremo da parte (Foto 3 e 4).

32


Estraiamo adesso la tealight tenendola ferma per lo stoppino e tirandola verso l’alto (Foto 5). Rompiamo la cera delle tealight in modo da ricavarne dei pezzetti, aiutandoci con un coltello da cucina, ma avendo cura di mantenere integro lo stoppino perché ci servirà in seguito. (Foto 6). Con un paio di forbici tagliamo adesso lo stoppino alla base, in modo da eliminare il piedino di metallo (Foto 7). Teniamo lo stoppino e buttiamo via la base metallica. Proseguiamo così per tutte le tealight e quando avremo terminato procediamo a sciogliere la cera così ottenuta a bagnomaria. Appena la cera è completamente liquida e sciolta é pronta (Foto 8). Questo è il momento, se lo desideriamo, di aggiungere il nostro olio essenziale preferito: arancio, lavanda, limone...insomma quello che preferite! Ne basteranno poche gocce. 33


Sistemiamo i nostri gusci di noce dentro le piccole celle del cartoncino nel quale erano confezionate le uova. Questo ci assicurerĂ che i gusci restino fermi e stabili nel momento in cui ci coliamo la cera dentro. Per colare la cera vi consiglio di aiutarvi utilizzando un cucchiaio, piuttosto che colarla direttamente dal pentolino, cosĂŹ da essere piĂš precise (Foto 9, 10). Quando avremo terminato di colare la cera in tutti i gusci che avremo deciso di preparare, attendiamo circa 15 minuti che la cera cominci a solidificarsi. Trascorso questo tempo sarĂ  allo stato semisolido e ancora abbastanza morbida da permetterci di posizionare lo stoppino bucando la cera al centro di ogni guscio (Foto 11, 12, 13). 34


Se comunque la cera dovesse risultare già completamente solidificata e avessimo difficoltå a bucare la cera solo con lo stoppino, possiamo aiutarci con uno stuzzicadenti per praticare un piccolo foro nel quale posizionare poi lo stoppino. Trascorsa circa un’ora le nostre candeline nei gusci sono pronte per essere impiegate come preferiamo!

Ecco alcune idee! Per un pacchettino regalo: Possiamo utilizzare dei sacchettini trasparenti o di iuta, dei nastri, degli elementi decorativi, dei washi tape, insomma tutto ciò che la fantasia ci suggerisce per rendere speciale il nostro pacchetto!

35


Per un centrotavola: Basterà sistemare le nostri noci candeline insieme a qualche rametto di rosmarino, ghiande e foglie secche per ottenere un complemento di sicuro effetto per decorare la tavola delle nostre occasioni speciali con la famiglia, gli amici o per una cenetta romantica! Per fare sei segnaposto: Stampiamo su un cartoncino i nomi dei nostri commensali e mettiamo affianco ad ognuno una noce accesa e decoriamo in base all’occasione come piÚ ci diverte! Come avete visto gli usi sono molteplici e le noci candeline non aspettano altro che vi sbizzarriate con la fantasia!

36


uvole

din ellata

arm IG: m

vole u N i D ellata

arm FB: M ETSY u s s p E-sho

37


Capodanno tra innovazione e tradizione. Siamo a pochi giorni dalle festività, per questo ho deciso di parlarvi di una festa che personalmente amo moltissimo e che poi alla fine è la festa per eccellenza: il Capodanno. Festeggiare quello che è l’ultimo giorno dell’anno mi è sempre piaciuto da impazzire, mi piace pensare al futuro e lasciarmi indietro il passato. Quale migliore occasione se non questa per realizzare tantissime decorazioni handmade e passare una serata in grande stile con amici e parenti? Iniziamo con la scelta dei colori, se penso al Capodanno mi viene immediatamente in mente l’oro e l’argento! Eleganti e raffinati ma soprattutto scintillanti! Quest’anno ho deciso di personalizzare il mio cenone con l’oro ed il nero, ma soprattutto di caratterizzarlo con idee originali ma senza stravolgere e dimenticare la tradizione. Ho cercato perciò un mix perfetto e mi sono messa all’opera creando; la grafica per questo Capodanno, tante decorazioni scintillanti e qualche idea nuova che mi ha conquistato definitivamente! Ora pensiamo al Capodanno e a tutto ciò che è essenziale, che non può mancare l’ultimo giorno dell’anno: cenone, brindisi, fuochi d’artificio, foto tra amici, trombette per il trenino di mezzanotte, musica e poi perché no il cotechino con le lenticchie ma questo non ha bisogno di decorazioni! Il brindisi. In alto i bicchieri abbasso i pensieri con tanti desideri e buoni propositi per il nuovo anno! 38


MI PRESENTO!

Il mio nome è Guendalina, ho 26 anni, sono mamma di una bimba e in attesa di un’altra, un anno fa mi sono laureata in Storia dell’Arte e oggi sono una party ed events planner appassionata per le creazioni handmade e la fotografia. In seguito alla laurea, mi sono resa conto di voler inseguire quella che era la mia passione fin da adolescente…organizzare feste! Ho sempre avuto una vena creativa e il Mondo frivolo dei party mi ha sempre affascinato come nessun’altra cosa. Mi sono allora chiesta e se mettessi insieme tutte le mie passioni e caratteristiche e ne facessi un lavoro? Sono molto precisa, ho buone capacità organizzative, amo la fotografia, i colori ma soprattutto mi piace creare qualcosa di unico e originale. Ed ecco il lavoro perfetto per me…la party planner! Ho deciso allora di catapultarmi negli eventi, lavorando per alcuni mesi con un agenzia di Roma, occupandomi di matrimoni e party, cercando di capire se davvero era quello che mi piaceva fare e soprattutto se avevo le carte in regola per poterlo fare! In seguito 39


Ho deciso di caratterizzare questo momento con i miei calici e cannucce a fantasia dove campeggiano stelline dorate! La grafica l’ho personalizzata per l’occasione con una bella scritta “Make a Wish” cosi che i nostri ospiti non dimentichino di esprimere il desiderio allo scoccare della mezzanotte. Le decorazioni. In questo caso se si organizza un party in casa c’è bisogno di una buona cuoca per il cenone, oppure si può decidere di portare ognuno qualcosa da mangiare. Io non essendo una gran cuoca preferisco occuparmi sempre delle decorazioni. Ecco allora per quest’anno le mie stelline glitter che serviranno per decorare la tavola. Si possono posizionare sul piatto per personalizzare la mise en place, oppure come centro tavola magari posizionate in dei barattoli insieme ad un bel “2017” in onore del nuovo anno.

40


a questa esperienza lavorativa ho sentito da subito l’esigenza di continuare da sola. Nasce quindi solo qualche mese fa, Latte Menta Eventi, un mio progetto che vede il legame tra l’organizzazione di eventi vera a propria (a partire dai party per bambini per arrivare ai matrimoni) e la vendita di prodotti handmade in uno shop on-line. Latte Menta Eventi rispecchia me stessa e tutto quello che mi piace, riconosco in me delle buone qualità organizzative che mi permettono di gestire un evento e un allestimento ma dall’altra parte non potrei mai rinunciare a creare io tutte le decorazioni fatte a mano, che mi piace personalizzare seguendo le richieste delle mie clienti ma anche consigliandole, quando ne hanno bisogno! I miei prodotti sono tutti fatti in casa e con tanta passione. Attualmente mi occupo in particolar modo di feste per bambini e baby shower. Realizzo party kit handmade sbizzarrendomi nella grafica personalizzata, colorata dove campeggiano personaggi e scritte che renderanno unico il party per il piccolo festeggiato! I kit sono composti sempre da decorazioni per il buffet, prodotti personalizzati per il candy bar ma anche festoni e ghirlande per l’allestimento della location! In genere li confeziono in quelli che a me piace chiamare gli “scatoloni magici delle feste” dove racchiudo tutto l’essenziale per rendere unica la vostra festa… trasformandola cosi in una vera e propria favola fatta di magia e tanto amore! I MIEI LINK: Sito – lattementaeventi.etsy.com E-mail – lattementaeventi@libero.it Instagram – guendagiorgi Facebook – Guendalina Giorgi 41


Il PhotoBooth. Va bene la tradizione ma non si può rinunciare all’ultima moda in campo di party e fotografia. Il PhotoBooth ormai non manca mai a feste e matrimoni…anzi è il protagonista indiscusso se si parla di divertimento! L’idea che vi suggerisco è quella di posizionare al centro della vostra tavolata diversi barattoli di vetro contenenti gadget per scattare foto divertenti con i vostri amici. Baffi stellari e labbra glitter mi sembrano perfetti per delle foto in pieno stile Capodanno! Questi li ho realizzati a mano, basta della gomma crepla glitter, stecche di legno, forbici e il gioco è fatto!

42


Gadget. Tra i must have del Capodanno non dimentichiamoci il trenino a mezzanotte tra musica e risate. Per caratterizzare questo momento e renderlo piĂš originale mi sono sbizzarrita a realizzare delle trombette e coriandoli handmade. Odio le classiche trombette quindi ho pensato di acquistarle, svestirle della loro carta colorata e rivestirle a tema. Non sono decisamente piĂš fashion ed eleganti cosi?

43


I fuochi d’artificio. Per concludere, vi mostro quello che veramente lascerà a bocca aperta i vostri ospiti: un kit personale di scintilline! Lo trovo fantastico, pratico e frivolo al punto giusto! In questo caso io mi sono occupata di personalizzare la grafica del cartoncino oro, che ho applicato su della gomma crepla glitter (infatti sul retro sono completamente brillanti ) ma potete anche realizzarli in casa, con della carta a fantasia o glitter. 44


Le stelline dove campeggia il nuovo anno, servono per tener ferme le scintilline che al momento dei fuochi i vostri ospiti riceveranno per festeggiare in grande stile, fare delle super foto ricordo ma soprattutto divertirsi in compagnia. In fin de conti questo è lo spirito e lo scopo del Capodanno.

45


Christmas-Bag

Vi capita mai di avere tra le mani un regalo che non sapete bene come incartare? Solitamente, finché la forma è regolare, è anche semplice, ma il problema nasce quando non lo è. Già vi vedo, come me, con rotoli di carta a tagliare striscioline cercando di rattoppare angolini che spuntano a destra e a sinistra, con pezzi di scotch che tutto avranno attaccato fuorché nei punti in cui servivano, per poi arrivare a fine composizione ed accorgervi che nel mezzo avete creato un altro buco dell’ozono.. Completerà il tutto quell’enorme fiocco posto sopra che dovrebbe salvare il non-salvabile e che puntualmente si staccherà 2 minuti prima della consegna!! Ecco io a quel punto ci rinuncio, apro l’armadio e al primo sacchetto utile (che sia bello o di una qualsiasi marca di abiti non fa differenza) ci infilo dentro il mio regalo, una bella pinzettata e via di fiocco! Tristezza.. Ma a Natale però un po’ mi dispiace..perché tutto diventa più magico e anche i regali assumono un significato diverso. Perfino un pensierino, se impacchettato con cura, può diventare qualcosa di speciale. È per questo che con dei piccoli passaggi voglio mostrarvi come potrebbe essere semplice creare una Christmas-Bag (il nostro sacchetto in pratica) che ci risolva il problema e nello stesso tempo risulti originale.

46


MI PRESENTO!

Loveandpacifier è il mio mondo fatto di ciucci e di amore! Nasce a febbraio del 2014 dopo un periodo un po’ così (conclusosi con la perdita del mio lavoro), quando mia figlia aveva solo 10 mesi. Un hobby e non una reale occupazione che mi ha aiutato a rimettermi in gioco dandomi tanta soddisfazione personale allo stesso tempo. Loveandpacifier è riuscito ad incanalare tutta quella creatività che sapevo di avere ma che, per mancanza di tempo, a lungo era rimasta nascosta da qualche parte. “Pacifier” perché? Perché in inglese significa “ciuccio” ed è proprio da qui che è partito tutto. Ero rimasta colpita da una catenella portaciuccio che avevo visto in Instagram e avevo deciso che mia figlia, “ciucciona” di natura, doveva averne una, fatta da me ovviamente. Poi una moltitudine di idee e di modifiche, tra colori e materiali, si sono succedute tra loro finché sono arrivate le prime richieste da parte di altre mamme. A loro devo tutto perché si sono fidate di me pur conoscendomi solo “virtualmente”. Il passaggio di mia figlia da neonata a bimba più grande ha contribuito a darmi nuovi stimoli e dare il via ad altre creazioni, quelle che vedete ora realizzate con il feltro. Non ci sono particolari categorie di prodotti, né limitazioni. Tutto quello che vedete è perché è già stato realizzato, ma se non trovate quello che state cercando, richiedetelo! Vi aspetto dunque su Instagram sul mio profilo @loveandpacifier e per info potete scrivermi a loveandpacifier@gmail.com!! 47


Occorrente • • • • • • •

feltro pannolenci lacci colla per stoffa o colla a caldo forbici filo DMC o similare ago

INIZIAMO! Innanzitutto identificate l’oggetto che intendete regalare per capire di quali dimensioni dovrete creare la vostra bag. Procedete quindi a ritagliare: N. 2 forme rettangolari (che saranno il fronte e retro del nostro sacchetto) N. 1 striscia rettangolare della stessa lunghezza della base della facciata del sacchetto e di larghezza ampia tanto quanto il regalo che intenderete metterci all’interno (base del sacchetto) N. 2 strisce rettangolari della stessa lunghezza dell’altezza della facciata del sacchetto e di larghezza ampie tanto quanto la base del sacchetto. Una volta effettuato questo primo passaggio, che se vogliamo, possiamo definire il più “complicato”, procedete 48


quindi ad unire il tutto con ago e filo cucendo lungo i bordi di giunzione della bag con il punto festone (il classico punto che si usa per il feltro). Dopo aver assemblato il nostro sacchetto, dobbiamo quindi aggiungere i manici. Si può procedere in due modi: O forando attraverso la punta delle forbici due punti per facciata e infilando dei lacci che verranno poi fermati con dei grandi nodi, oppure, potete ritagliare altre strisce di feltro e cucirle sui due lati. (Successivamente per coprire nodi e cuciture vi consiglio di applicare sopra dei quadratini di pannolenci). Del velcro fissato nell’interno o un nastrino a metà tra i manici ci permetterà di mantenere chiuso il sacchetto e tenere nascosto il regalo come un vero e proprio pacchetto. Per terminare la nostra sacca e renderla originale dobbiamo quindi dare spazio alla nostra fantasia! Possiamo ricorrere al pannolenci, per delle applicazioni di disegni e forme, e a perline, nastri, fiocchi, ritagli di stoffa, ecc. per le decorazioni. La nostra Christmas-Bag è pronta! Talmente carina che potreste dimenticarvi di inserire il regalo!! 49


Vaso porta candela

50

Fortunatamente Dicembre è alle porte... e con lui anche il Natale, quale periodo dell’anno migliore per trasformare qualcosa?! La domanda è sempre la stessa: “Cosa regalare a...?” Per far contente tutte le persone sulla tua lista puoi realizzare un piccolo dono fatto a mano, tu risparmierai denaro e loro saranno felici di ricevere un regalo unico. Di seguito troverai il mio tutorial per un idea regalo homemade a low cost


MI PRESENTO! Benvenute nella mia Bottega.. Mi presento.. sono Yessica.. semplicemente una Creativa, non credo d’esserlo diventata con gli anni, non è una cosa che ho imparato o che ho dovuto sviluppare...ce l’ho nell’anima. Sono sempre stata una persona curiosa, mi piace osservare le cose; amo i negozi dell’usato... l’idea di dare nuova vita ad un oggetto che è stato buttato mi eccita! Credo nel riciclo creativo all’insegna del gusto: ogni cosa può essere recuperata basta solo imparare a guardarla con occhi diversi. Da qui nasce la mia Bottega delle Passioni, fatta di cuore, testa e mani. Nella mia Bottega tutto prende una forma e un colore nuovo. E allora un rametto raccolto in spiaggia può diventare una bellissima collana unica nel suo genere, una tazza scovata in qualche vecchio mercatino o nella credenza della nonna si trasforma in una profumatissima candela e non immagini neanche quante cose diverse può diventare un semplice vasetto di vetro...! 51


• • • • •

Vasetto di vetro Un foglio di carta adesiva Vernice spray Nastro decorativo o filo Candela

INIZIAMO! Pulite il vaso con un panno di carta imbevuto di alcool; Sulla carta adesiva disegnate un cuore, io mi sono aiutata con una formina da biscotti, ritagliatelo e applicatelo sul vaso; In un posto arieggiato spruzzate il primo strato di vernice, una volta completamente asciutta applicate la seconda mano; Quando il tutto risulterà asciugato con molta attenzione e lentamente staccate l’adesivo. Abbellite il vaso con un nastro a vostro piacere. e.... BUON NATALE a tutti! 52


53


Bigliettino Babbo Natale

54

Vaso porta cand

In autunno le giornate si accorciano, l’aria si fa pungente e io non vedo l’ora di recuperare tutte quelle tradizioni di questo periodo dell’anno: cioccolata calda, calzini colorati, candele, profumo di dolci in forno… Ma appena le vetrine cominciano a luccicare di preparativi per il Natale è allora che il mio cuore si scioglie! Quest’anno ho deciso che tutti i miei regali saranno handmade italiano. Basta un po’ di preparazione e spirito d’avventura, ma sono anche convinta che il tempo che usiamo per qualcuno sia un segno importante del nostro affetto. Per accompagnare i doni ho pensato a quali disegni far uscire dalla nebbia dei miei pensieri e realizzare su un biglietto. E’ uscito uno strano personaggio, sembra burbero ma ha un cuore d’oro. Se ne sta tra le montagne innevate perché ama il freddo e aspetta con tenerezza che la sua calza si riempia di dolcetti e pacchettini. Sono sicura che lo Yeti ha già messo da parte i più bei doni della foresta per tutti i suoi amici!


dela

MI PRESENTO! Ho ricominciato a disegnare a gennaio 2016 e da allora non sono piÚ riuscita a fermarmi. Mi piace divertirmi con la grafica al computer ma anche prendere in mano i pennelli. Adoro pasticciare con la mia bambina con colori e colla, seguire l’ispirazione lasciandomi incantare dalla bellezza che ci circonda e sperimentare nuove tecniche da autodidatta impenitente! Social link Shop Cestinodimirtilli (http://www.etsy.com/ it/shop/Cestinodimirtilli) IG cestinodimirtilli (https://www.instagram. com/cestinodimirtilli/) Blog cestinodimirtilli (http://cestinodimirtilli. blogspot.it/) 55


Mentre spargo tutto intorno a me segni che il Natale sta arrivando non posso non lasciarmi incantare dalle splendide ispirazioni di atmosfere magiche e attività deliziose. Tante idee, moltissime immagini che scorrono… e io mi ritrovo spaesata senza sapere dove cominciare. Quando ho letto la frase “More ideas than time” mi sono sentita colta sul vivo ed è nato questo quadernino disegnato a mano e colorato ad acquerello che esprime a pieno la mia perenne sensazione. Tante idee che spuntano e troppo poco tempo per realizzarle, ma come fedele alleato c’è un bel quaderno per non farsi scappare nemmeno un’ispirazione.

56


Tra una ghirlanda e qualche rametto di agrifoglio mi tornano tra le mani anche i ricordi. Le piccole decorazioni comprate in un viaggio, la foto del primo Natale nella nostra casa, la manina impressa nella pasta di sale fatta l’anno scorso… Credo sia il calore della mia famiglia a darmi l’energia per creare qualcosa che aggiunga un pizzico di bellezza al mondo. Natale alla fine per me è soprattutto questo, fermarsi ad assaporare il dono più grande, l’amore delle persone che amiamo. Che siano visibili o invisibili, vicine o lontane, sono loro che accendono una fiammella nel nostro cuore e ci fanno risplendere da dentro. 57


Mini tutorial e free printable per il biglietto con Babbo Natale A volte il tempo scappa dispettoso, ma per un pensiero dell’ultimo minuto ho preparato questo biglietto da stampare e ritagliare secondo le istruzioni. Questo Babbo Natale conterrà lo spazio per gli auguri e potrà essere richiuso facilmente. Dopo aver stampato il disegno, va piegato seguendo le linee guida. Una piccola incisione seguendo la curva grigia sotto il viso di Babbo Natale servirà per avere il lembo di carta per chiudere il biglietto. Infine va ritagliato il contorno del rettangolo. Oh oh oh e buon Natale!

58


piega

Cestino di Mi rtillI ŠCestino di mirtilli - tutti i diritti riservati|Solo per uso personale

Incidi la linea grigia

piega

Ritaglia seguendo la linea tratteggiata

59


e

n

i z Maga

è anche social! seguiteci

Creative Lab Magazine N0  

Tutorial e curiosità sul mondo Homemade!

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you