Issuu on Google+

•Anche gli impianti semaforici

Pubblica Illuminazione gestita da Cpl Concordia Il Comune ha affidato in concessione il servizio di gestione degli impianti di pubblica illuminazione e semaforici alla ditta Cpl Concordia. Pertanto le segnalazioni relative a guasti e problematiche varie inerenti il servizio vanno effettuate telefonicamente al numero verde 800 292458 specificando il codice identificativo dell'utente (in questo caso il Comune di San Benedetto): 21919. Intanto la giunta comunale ha approvato la proposta di delibera per il progetto definitivo dei lavori di realizzazione di un impianto fotovoltaico connesso alla rete di distribuzione sulF edificio sede comunale redatto dalla ditta Cpl Concordia che ha fornito gratuitamente il progetto in base agli indirizzi forniti dall'Energy Manager anche in qualitĂ  di direttore del servizio di manutenzione patrimonio, viabilitĂ  e immobili. La giunta ha deliberato pure di dare atto che l'intervento sarĂ  finanziato per il 90% pari a

Pizzingrilli di Cpl Concordia con l'assessore comunale Sestri 50.212,31 euro mediante accesso al Fondo Kyoto, qualora rientrasse nei progetti ammessi afinanziamentoe per il restante 10% pari ad 5.579,14 euro mediante risorse proprie da reperire in bilancio. Infine la giunta ha dato mandato al competente settore progettazione e manutenzione dei lavori pubblici di provvedere alla redazione delle relative fasi progettuali per la realizzazione dell'opera.


Nuova luce al monumento ai Caduti del mare San Benedetto Luci nuove al vecchio incasato e al porto. Due luoghi principi della città saranno presto ammirabili sotto una luce diversa e, si spera, più bella. E' in arrivo un restyling dell'illuminazione di piazza Sacconi: cuore del Paese Alto. Moderni led faranno capolino nello storico spazio che ospita la Torre dei Gualtieri. Pochi giorni fa, il dirigente del settore progettazione e manutenzione opere pubbliche Davarpanah ha approvato il preventivo per la realizzazione delle nuove illuminazioni. Tre le altre cose, lungo la piazza ci saranno: quattro lanterne, sei colonnine e sei piastrelle luminose. Tutte atecnologia led che coniuga risparmio energetico a buone performance di luce. I corpi illuminanti verranno posti lungo direttrici concentriche con la torre. I costi? 37.510 euro; cifra al di sotto della soglia minima per la quale è necessaria una gara d'appalto. Così è stato deciso di affidare direttamente

il restyling alla Cpl Concordia: cooperativa alla quale il Comune ha già assegnato in concessione il servizio di gestione degli impianti di pubblica illuminazione e semaforici. I tempi? I tecnici municipali stimano che sarà realizzato tutto entro 45 giorni dalla consegna formale dei lavori. Quindi, facendo due conti, la nuova illuminazione dovrebbe essere pronta per la prossima primavera. L'intervento viene posto a suggello della serie di lavori che, nel recente passato, hanno interessato il vecchio incasato. Parliamo delle opere di messa in sicurezza idrogeologica e della successiva sistemazione del manto stradale. Ma ora è acqua passata. A proposito di acqua: restando in tema, c'è da dire che, come accennato in apertura, presto sarà sotto una nuova luce anche il monumento ai Caduti del Mare che si trova all'interno del porto. Sul finire dello scorso anno, infatti, l'amministrazione comunale ha stanziato 2.500 euro per realizzare un'illuminazione

più decorosa dell'opera creata dallo scultore sambenedettese Paolo Annibali. In particolare come si può leggere nell'atto che dà il via all'operazione, firmato dal dirigente municipale Roberto De Berardinis - la miglioria è stava voluta dall'assessore alla Pesca Fabio Urbinati. "Sentiamo l'esigenza - precisa Urbinati - di commemorare in modo degno i defunti in mare, periti nelle tante tragedie che la nostra città ha dovuto affrontare". Il monumento, intitolato "Il Mare, il Ritorno", è stato realizzato nel 2002. Annibali si era aggiudicato il concorso bandito dal Circolo dei Sambenedettesi con il sostegno del Comune per creare un luogo di raccoglimento e di ricordo in onore di tutti coloro che hanno perso la vita in mare. m.b.

Sarà installato un sistema a led per fare risaltare la bellezza della Torre dei Gualtieri


Arrivano i led per le luci di Pegognaga I PEGOGNAGA

Oltre la metà dei punti luce della pubblica illuminazione del comune di Pegognaga, è in fase di rifacimento e di ammodernamento per rispettare le indicazioni normative esistenti in materia di inquinamento luminoso e di risparmio energetico. Infatti con il progetto di riqualificazione dell'impianto di illuminazione esistente, inserito nella gara del Global Service, 800 punti luce dei 1500 esistenti sono stati sostituiti con

impianti di

lampade tipo "Led" a basso consumo, che saranno alimentate dall'impianto foto-voltaico sistemato presso laRsaBovi. Inoltre sugli 800 metri del viale San Lorenzo, nel parcheggio Angeli e su altre strade sono state rimodernate anche le strutture portanti, i pali della luce. Gli altri 700 punti luce n o n sono stati coinvolti nel progetto, in quanto inseriti all'interno delle recenti lottizzazioni e quindi a norma di legge e in sicurezza. Il costo complessivo della

riqualificazione, eseguita dalla ditta Cpl di Concordia, è di 833mila euro ed a carico del Global che anticipa il costo che verrà poi gradualmente pagato attraverso il risparmio energetico. «Abbiamo fatto u n Global - ha detto il sindaco Dimitri Melli - che oltre alla manutenzione normale ci consente di produrre u n miglior lavoro da realizzare, inoltre il comune ha la certezza di conoscere l'entità della spesa e tenere sotto controllo le questioni inerenti il patto di stabilità». Vittorio NegreSSi


TTL

1 1 V

%

W

*

8

*

1

/^l

JT

P i i n n iP5ì 1 ntnm5171 ATIp vmr*p 5ì I AnPArm5ì

Bisogna rifare i'appafto per l'illuminazione pubblica in Riviera

La ditta Cpl Concordia ha vinto il ricorso al Consiglio di Stato contro il comune e Sorgenia Spa. Si è quindi aggiudicata l'appalto per la manutenzione dell'illuminazione pubblica. Come si ricorderà l'amministrazione lanciò il bando per appaltare la gestione delle luci e della rete semaforica della città, in capo alla società partecipata Azienda Multiservizi. La gara fu vinta dalla Sorgenia Spa. La seconda in graduatoria, Cpl Concordia, presentò ricorso al Tar chiedendo la sospensiva cautelare e l'annullamento della determina di assegnazione. Il Comune si costituì in giudizio affidando il mandato all'avv. Marina Di Concetto del servizio affari generali. L'Ente portò avanti le procedure, assegnando l'appalto a Sorgenia con il meccanismo della riserva di legge. Il Tar respinse l'istanza della Cpl Concordia che non si arrese, appellandosi al Consiglio di Stato il quale ha riconosciuto le sue ragioni. "Il rappresentante della Col Concordia - soiesa l'assessore ai LLPP

Leo Sestri - si è recato negli uffici comunali per accordarsi sulle modalità da seguire per la gestione della pubblica illuminazione". Il bando di gara dapprima fu contestato da Pasqualino Piunti, perché si temeva che Festernalizzazione del servizio avrebbe portato al licenziamento dei dipendenti della società partecipata addetti alla manutenzione della pubblica illuminazione. Quindi fu inserito all'ordine del giorno del consiglio del 9 febbraio 2010, ma venne rinviato perché nella delibera si proponeva l'appalto ventennale, un tempo considerato eccessivo dal centrodestra. Nell'atto approvato in un consesso successivo gli anni furono ridotti a quindici, periodo in cui l'aggiudicatario avrebbe dovuto produrre una serie di interventi di riqualificazione degli impianti, volti da una parte a mettere in sicurezza la rete, dall'altra a garantire la riduzione nel medio periodo dei consumi energetici complessivi.


RASSEGNA STAMPA ILLUMINAZIONE PUBBLICA