Issuu on Google+


Indice 3

PREMESSA Descrivere "i criteri seguiti nella gestione sociale per il conseguimento degli scopi sociali in conformità con il carattere cooperativo della società" si traduce in una fredda e rituale dicitura nella relazione al bilancio del C.d.A. che solitamente recita "di aver ottemperato a quanto indicato all' ART.2 della Legge 59/92". Sovente i tentativi di chiarezza e risalto sul perseguimento degli scopi sociali e del carattere solidaristico e mutualistico della cooperativa finiscono annullati nelle relazioni e soffocati dall'esposizione analitica dei numeri. In altre parole, sovente la contabilità non è sufficiente ai soci della cooperativa per la comprensione delle peculiarità e specificità della compagine sociale con relativi scopi. Il BILANCIO SOCIALE vuole essere per COSEVA un vincolo volontario finalizzato a riaffermare il valore sociale del suo operare. Il Bilancio Sociale, non è un obbligo legislativo, ma un obbligo morale ed etico per chi, come COSEVA, vuole fornire una lettura diversa del proprio bilancio con un'evidenza degli aspetti relativi al conseguimento degli scopi sociali rispetto alle valutazioni economico contabili.


Obiettivi 4

> AMPLIARE ed evidenziare quanto previsto dalla Legge 59/92 all'Art. 2 e dal Codice Civile relativamente alla descrizione dei criteri utilizzati nella gestione sociale per il conseguimento degli scopi sociali in conformità con il carattere cooperativo della società. > TRASPARENZA E CHIAREZZA nel far comprendere a tutti i soci e dipendenti lo sviluppo economico e sociale della cooperativa. > INFORMAZIONE verso l'esterno per la diffusione della peculiarità cooperativa. > RESPONSABILITA' SOCIALE che si evidenzia nell'agire con onestà, integrità ed equità in tutte le relazioni d'affari. > SVILUPPO SOSTENIBILE relazionando sull'impatto economico, sociale e ambientale delle attività aziendali. > EVIDENZIARE LA NOSTRA DIVERSITA' DI COOPERATORI.

CODICE QR Per leggere i Codici QR con il proprio smartphone, è sufficiente inquadrarli con la fotocamera dopo aver aperto l’apposito lettore di codici (vari programmi sono reperibili gratuitamente sul web o direttamente dal market o app store del proprio smartphone). Scoprite gli altri codici QR ed interagite con il Bilancio Sociale di Coseva collegandovi con il nostro sito.


5


Parte I 6


Caratteristiche societarie 1 7

CERTIFICAZIONI di SISTEMA - ABILITAZIONI - ALBI PROFESSIONALI CERTIFICAZIONE EN ISO 9001:2008 Sistema di Qualità

CERTIFICAZIONE OH SAS 18001:2007 Sistema di Sicurezza sul Lavoro

ALBO ISCRIZIONE ALBO IMPRESE DI PULIZIE

ISCRIZIONE ALBO FACCHINAGGIO ISCRIZIONE ALBO INSTALLATORI ISCRIZIONE ALBO TRASPORTO CONTO TERZI

ISCRIZIONE ALBO GESTORI AMBIENTALI

ISCRIZIONE ALBO SOCIETA’ COOPERATIVE

Le “Best Four” di COSEVA:

Inquadra il codice QR oppure visita www.coseva.coop

CERTIFICAZIONE EN ISO 14001:2004 Sistema Ambientale

CERTIFICAZIONE SA 8000:2008 Sistema di Responsabilità Sociale

ATTIVITA’ - AUTORIZZAZIONE


Caratteristiche societarie 2 8

MISSION e ATTIVITA’ VISION: - Partner di grandi Clienti per perseguire l’integrazione delle reciproche catene del valore, per abbassare il costo di filiera e migliorare la qualità dei servizi. - Cooperativa a vocazione nazionale.

MISSION: - Creare occupazione alle migliori condizioni possibili e realizzare il vantaggio dello scambio mutualistico; - Contribuire alla crescita ed al miglioramento dell'individuo e, quindi, della società; - Fornire servizi ausiliari integrati a valore aggiunto.

SINTESI DELLE ATTIVITA' PRINCIPALI: "le attività complesse nel settore dei servizi di pulizia, disinfezione e sanificazione; dei trattamenti di pavimentazioni antibatterici; disinfestazione, derattizzazione per l'igiene ambientale, comprese le consulenze tecniche; logistica integrata; le attività inerenti al recupero e trasporto di rifiuti urbani facchinaggio fattorinaggio - servizi di recapito - affissioni - trasporto merci conto terzi - gestione di attività nel settore turistico - mense - bar - campeggi e spiagge - potature piante giardinaggio - custodia parcheggi guardianaggio e tutti gli altri servizi ausiliari previsti dal D.P.R. n.602 del 30/4/70 servizi amministrativi per le imprese."

Dalla A alla Z ATTIVITA’ EFFETTIVAMENTE EROGATE NEL 2011 A B C D E F G H I L

-

Pulizie e sanificazioni civili; Trattamenti specialistici pavimentazioni Movimentazione merci; Consegne a domicilio; Manutenzione aree verdi; Disinfestazioni - Derattizzazioni; Spazzamento stradale; Portierato Controllo impianti e manutenzioni Manutenzioni (impiantistica - riparazione pallets) M - Installazione elettrodomestici ed aria condizionata

N - Gestione servizi integrati (multiservizi - facility management) O - Data entry, Help desk P - Manovalanza per spettacoli e manifestazioni Q - Traslochi R - Pulizie industriali S - Selezione e riscelta merci/materiali T - Confezionamento per il trasporto U - Trasporti inferiori a 35 q V - Trasporti rifiuti (elettrodomestici esausti - imballaggi) Z - Consulenze tecniche e studi sui servizi citati


Scheda attività 1 --> 9

RIPARTIZIONE del FATTURATO sul TERRITORIO e per ATTIVITA’

FATTURATO DAL 1999 AL 2011

1999 2000

2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011

FATTURATO PER TERRITORIO

Savona

Imperia

46,50 %

35,70 % Roma Francia

9,20 %

0,30 %

Cuneo

6,30 %

Genova

2,00 %

SUDDIVISIONE FATTURATO: SERVIZI MONO - INTEGRATI - PLURI

Servizi integrati

63,88 % Pluriservizi

11,39 %

Monoservizi

24,73 %

LEGENDA: Servizi integrati - più servizi per un unico Cliente in contratti separati. Pluriservizi - più servizi per lo stesso Cliente in un unico contratto.


Scheda attività 1 --> 10

RIPARTIZIONE del FATTURATO sul TERRITORIO e per ATTIVITA’ SUDDIVISIONE FATTURATO PER SETTORE ATTIVITA’

MULTISERVIZI

39 %

LOGISTICA

61 %

SUDDIVISIONE FATTURATO: SETTORE MULTISERVIZI

Pulizie

78,76 %

Facility management

0,65 % Portierato

Altri servizi:

6,47 %

disinfestazioni, aree verdi, apertura/chiusura accessi, ecc.

5,78 %

Servizi Amm.vi

8,34 % SUDDIVISIONE FATTURATO: SETTORE LOGISTICA

Movimentazione Merci

85,82 % Manifestazioni Eventi e Spettacoli

7,92 %

Consegne

6,26 %


Scheda attivitĂ  2 11

TERRITORIO in cui OPERA COSEVA

Come raggiungerci: Inquadra il codice QR oppure visita www.coseva.coop


Eticamente competitivi 1 12

La STORIA della COOPERATIVA SEGNATA dalla SENSIBILITA’ SOCIALE Nata nel 1982 fra un gruppo di disoccupati ventimigliesi, prendeva la denominazione di Cooperativa Servizi Vari CO.SE.VA. con il preciso intento di portare a buon fine le diverse professionalità presenti in azienda. Dal 1982 al 1989 sono state sperimentate attività svariate con enti diversi: servizi di pulizia, gestione bar, gestione campeggio, piccoli trasporti. Dal 1990 al 1997, dopo l'abbandono della gestione dei pubblici esercizi si prosegue con sviluppo continuo nella promozione di servizi vari dove la parte prevalente è rappresentata dalle pulizie. Dal 1998 ad oggi, la Cooperativa è diventata una società dedita alla fornitura di servizi plurimi, prendendo poi la denominazione di COSEVA PLURISERVIZI SCRL. Oggi il settore storico delle pulizie non è più la parte prevalente della Cooperativa che ha nei “servizi di movimentazione merci” e nei “servizi alle imprese” le attività preponderanti. Significativa la diversificazione sulle attività di gestione servizi amministrativi e data entry. La Cooperativa è stabilmente presente su diverse province facenti parte delle principali regioni del Nord Ovest d'Italia e la capacità operativa è rivolta a tutta l'area e al territorio francese confinante. Lo sviluppo della cooperativa è sempre stato a macchia d’olio. Dal 2008 Coseva opera anche a Roma, seguendo l’opportunità offerta da un importante e storico cliente. Nel 2010, ad oltre 10 anni dalla prima certificazione di qualità, Coseva è detentrice di quattro certificazioni: - EN ISO 9001:2008 (Qualità) - EN ISO 18001:2007 (Sicurezza sul lavoro) - EN ISO 14001:2004 (Ambiente) - SA 8000:2008 (Etica)

La Storia di Coseva e della Cooperazione: Inquadra il codice QR oppure visita www.coseva.coop


Eticamente competitivi 2 13

PRINCIPII GUIDA della COOPERAZIONE 1)

Il socio è nucleo originario di ogni forma di mutualità e rappresenta il primo riferimento concreto dell'azienda cooperativa.

2)

Le imprese cooperative svolgono il proprio ruolo a favore dei cooperatori, delle generazioni future, della comunità sociale. Esse offrono ai propri partecipanti sicurezza, vantaggi e riconoscimenti in proporzione al concorso individuale di ognuno.

3)

La principale risorsa della cooperazione è rappresentata dagli individui che ne fanno parte. Ogni cooperativa deve valorizzarne il lavoro, stimolarne e riconoscerne la creatività, la professionalità, la capacità di collaborare per il raggiungimento degli obbiettivi comuni.

4)

Il cooperatore si manifesta innanzitutto con il rispetto per le persone. Al cooperatore si richiede franchezza, spirito di giustizia e senso di responsabilità, qualunque sia il suo ruolo o la sua posizione.

5)

Le imprese cooperative si manifestano con la qualità dei lavori che svolgono, la trasparenza, l'onestà e la correttezza nei comportamenti.

6)

La cooperazione considera il pluralismo sempre un bene. Nei rapporti che intrattiene con le altre forze economiche, politiche e sociali essa rispetta la loro natura, opinione, cultura e agisce secondo la propria originalità, autonomia, capacità di proposta.

7)

L'esistenza della cooperazione, il suo segno distintivo, la sua regola sono fondate sul principio di solidarietà. Al fondo di ogni relazione o transazione tra soggetti economici esistono sempre i rapporti umani.

8)

La cooperazione interpreta il mercato come luogo di produzione di ricchezza, di rispetto della salute e dell'ambiente, di sviluppo dell'economia sociale. Essa agisce nel mercato non solo in osservanza delle leggi, ma secondo i principi di giustizia e utilità per i propri soci e per la collettività.

9)

La cooperazione concorre allo sviluppo del mercato migliorando le imprese esistenti e creandone di nuove, organizzando la domanda, rispondendo ai bisogni della collettività. Con questi significati essa intende la promozione cooperativa.

10)

La cooperazione considera il diritto e il rischio di fare impresa come manifestazioni di libertà

11)

La cooperazione regola i rapporti interni sulla base del principio di democrazia. Le imprese cooperative realizzano compiutamente le proprie finalità associandosi nel movimento cooperativo, che promuove le relazioni tra di loro, che ne valorizza i patrimoni collettivi, garantendo le adeguate forme di controllo.

12)

La mutualità cooperativa, definita dai principi dell'Alleanza Cooperativa Internazionale, non è solo un modo di produrre e distribuire la ricchezza più adeguata agli interessi dei partecipanti, ma una concezione dei rapporti umani. La cooperazione trova le proprie radici nel valore dell'imprenditorialità associata, ricerca il proprio sviluppo nel mercato, considera proprio fine il miglioramento delle condizioni materiali, morali e civili dell'uomo.


Eticamente competitivi 3 14

LEGGE 231/2001 e CODICE ETICO LEGGE 231/2001 - PREVENZIONE DEI REATI IN AZIENDA I Principi Guida della Cooperazione riportati nella pagina precedente sono sicuramente la base di un Codice etico che è stato prodotto e sul quale è stato innestato un sistema di controllo interno alla cooperativa, finalizzato al rispetto delle leggi e alla tutela dell'immagine della compagine sociale da errori e da reati commessi dai singoli e dai responsabili aziendali. A inizio 2006 il C.d.A. ha provveduto agli adempimenti della Legge 231/2001 deliberando l'approvazione del Codice Etico, del sistema aziendale di controllo e prevenzione dei reali e alla nomina dell'Organo di Controllo. E' stato dato seguito anche agli incontri formativi programmati.

CODICE ETICO COSEVA PLURISERVIZI Riportiamo i primi due articoli, rendendo disponibile copia integrale a chiunque ne faccia richiesta.

1.

2. 3.

1.

2.

3.

Art. 1 Il codice etico regola i comportamenti che gli amministratori ed i dipendenti di COSEVA Pluriservizi Scrl sono tenuti a rispettare affinché: * L'attività di COSEVA Pluriservizi Scrl risulti ispirata al rispetto della legge e dei regolamenti amministrativi, sia statali che regionali, e risulti attuata con trasparenza, lealtà commerciale e nel rispetto delle regole etiche proprie dei rapporti imprenditoriali e commerciali; * Sia evitata e prevenuta la commissione di atti illeciti e di reati ed in particolare la commissione dei reati contemplati dal D. Lgs. N. 231/2001 e successive modificazioni. Il codice etico si applica in quanto compatibile, anche ai rappresentanti, mandatari, agenti, collaboratori e consulenti esterni che agiscono in nome e/o per conto di COSEVA Pluriservizi Scrl. COSEVA Pluriservizi Scrl non intrattiene alcun rapporto con chi non si impegna a rispettare e non rispetta le prescrizioni del presente codice etico. Art. 2 I soggetti di cui al precedente art. 1 non devono mai compromettere i principi fondamentali quale l'onestà o l'integrità nel perseguimento dell'attività di COSEVA Pluriservizi Scrl. Devono, inoltre, rispettare le leggi e le normative vigenti orientando le proprie azioni ed i propri comportamenti in conformità ai principi, agli obiettivi ed agli impegni richiamati nel presente codice etico. A tal fine COSEVA Pluriservizi Scrl provvede ad informare i predetti soggetti sulla normativa da rispettare al fine di evitare la commissione dei reati contemplati nel D.Lgs. n. 231/2001, e successive modificazioni, mediante appositi programmi di formazione ed aggiornamento. I soggetti di cui all'art. 1 devono astenersi dal porre in essere o dal tentare di porre in essere comportamenti che potrebbero agevolare e/o determinare la commissione di fatti illeciti e reati ed in particolare dei reati di cui al D.Lgs. n. 231/2001 e successive modificazioni. I rapporti tra i soggetti di cui all'art. 1 devono essere improntati a criteri e comportamenti di correttezza, lealtà e reciproco rispetto.

Qui trovi il testo integrale: Inquadra il codice QR oppure visita www.coseva.coop


Eticamente competitivi 4 15

BILANCIO SOCIALE SIAMO AL DODICESIMO ANNO DI BILANCIO SOCIALE Il Bilancio Sociale è diventato l'esternazione di un modo di operare (etica degli affari) che affonda le sue radici nella convinzione che l'attenzione al sociale, all'ambiente, allo sviluppo sostenibile, al rispetto delle regole e delle leggi non sia un freno alla competitività, bensì un ELEMENTO DI COMPETITIVITA'. Chi agisce secondo tali principi ha un "modus operandi" che è garanzia per il prossimo e riscuote fiducia. Il Socio, il Partner, il cliente, il cittadino, il lavoratore si rivolgono a chi offre garanzia e riscuote fiducia.

ETICA E COMPETITIVITA' NON SONO IN CONTRAPPOSIZIONE. ...ANZI...

Il Bilancio Sociale di Coseva in PDF: Inquadra il codice QR oppure visita www.coseva.coop


16


Parte II 17


Organigramma societario/aziendale 18


Scheda tecnica 1 19

SETTORE “MULTISERVIZI” (MULTISERVIZI: Pulizie - Portierato - Servizi Integrati - Data Entry) REGIONI FORNITE Liguria, Piemonte

CLIENTI PRINCIPALI Comune di Vallebona, Comune di Dolceacqua, Comune di Bordighera, Comune di Sanremo, Soprintendenza Archeologica, Ministero dei trasporti, Ispettorato del lavoro, Aci, Comm. Tributaria, Arte, Casinò, Carabinieri, Motorizzazioni SV - IM, Mercato dei Fiori, Nordiconad, Fruttital, Trony, Saint Gobain, Coop, Leclerc, Gd, La Fornace (ex Geco), Gruppo GF, Arkopharma, Homeopharm, Tirreno Power, Banca Passadore, Bic Liguria, K-Air, Simba, Reefer Terminal, Vio Interporto di Vado, Sogegross, Museo Villa Regina Margherita (Fondazione Terruzzi), Aeroporto di Villanova d’Albenga, Prefettura di Cuneo.

PULIZIE - SANIFICAZIONE PER LA GRANDE DISTRIBUZIONE 2011

2010

2009

41

41

40

Mq di supermercati forniti regolarmente

Ca. 92.500

Ca. 92.500

Ca. 86.000

Centri commerciali forniti regolarmente

10

10

12

N° di supermercati

MACCHINARI IMPIEGATI NELLE PULIZIE - SANIFICAZIONI 2011

2010

2009

N° di macchine industriali per la pulizia

97

97

95

N° di mezzi di trasporto del settore pulizie

17

16

16

2011

2010

2009

13

13

13

N° fatture / bolle gestite

22.000

22.650

22.600

N° interventi di assistenza software

23.400

23.000

22.500

N° interventi di assistenza hardware

13.220

13.000

12.500

DATA ENTRY

Impiegati

ORGANICO SETTORE MULTISERVIZI 2011

2010

2009

N° soci

170

174

159

N° dipendenti

18

15

12

TOTALE

188

189

171


Scheda tecnica 2 20

SETTORE “LOGISITCA” REGIONI FORNITE Liguria, Lazio, Piemonte

CLIENTI PRINCIPALI Nordiconad, Fruttital, Dps Group (Trony), Saint Gobain, Leclerc, Rai, Casinò di Sanremo, Gd, Aeroporto Levaldigi (CN), Colussi, Vio Interporto di Vado.

MOVIMENTAZIONE MERCI - CONSEGNE Capacità di movimentazione Generi Vari

Colli

2011

2010

2009

6.291.031

7.068.795

7.567.775

Generi Ortofrutticoli

Kg

139.907.779

114.334.443

129.641.005

Generi Freschi

Kg

1.324.401

3.852.674

3.748.432

Cellulosa

Kg

---

9.587.381

7.860.432

Generi panificati

Kg

92.319.172

47.299.000

---

2011

2010

2009

Servizi presso interporti Rizzaggi

Numero

635

251

---

Pedane

Numero

42.539

12.370

---

Mov. Merci con Reach Stacker

Numero

8.833

2.649

---

2011

2010

2009

Consegne Consegne a domicilio

Numero

12.719

15.236

14.161

Ritiro usati

Numero

8.783

9.460

6.861

2011

2010

2009

Carrelli per la movimentazione interna delle merci

114

105

80

Autoveicoli

13

14

13

MEZZI DEL SETTORE

MANIFESTAZIONI ED EVENTI 2011

2010

2009

Teatrale

28

18

28

Televisiva

5

5

12

Spettacoli in genere

87

58

85

ORGANICO SETTORE LOGISTICA N° soci movimentazione / consegne N° dipendenti movimentazione / consegne TOTALE

2011

2010

2009

210

208

166

2

1

1

212

209

167


Scheta tecnica 3 21

ALTRE PARTICOLARITA’ VETRERIA 2011 Pallets riparati (Manutenzioni)

93.000

Pallets riscelti (Logistica)

560.000

Pallets lavorati (Manutenzioni)

230.000

Interfalde riscelte (Logistica)

3.590.000

Interfalde lavate (Pulizie industriali)

3.540.000

2010 Pallets riparati (Manutenzioni)

100.000

Pallets riscelti (Logistica)

610.000

Pallets lavorati (Manutenzioni)

220.000

Interfalde riscelte (Logistica)

3.900.000

Interfalde lavate (Pulizie industriali)

3.800.000

2009 Pallets riparati (Manutenzioni)

84.000

Pallets riscelti (Logistica)

585.000

Pallets lavorati (Manutenzioni)

217.000

Interfalde riscelte (Logistica)

3.600.000

Interfalde lavate (Pulizie industriali)

3.600.00


Scheda lavoratori 1 22

LAVORATORI, SOCI e DIPENDENTI RAPPORTO SOCI E DIPENDENTI

2011 Al 31/12

%

%

2009 N°

%

N. Soci

380 95,00

382 95,98

324 96,10

N. Dipendenti

20

5,00

16

4,02

13

3,90

TOT LAVORATORI

400

100

398

100

337

100

Lavoratori occupati

2011 N°

in media nell’anno

404

371

346

2010

2011

FASCE D’ETA’

2009

2010

2009

%

%

Fino a 25 anni

42

10,50

38

9,54

28

8,3

Da 26 a 35 anni

90

22,50

101 25,38

98

29,2

Da 36 a 45 anni

148 37,00

148 37,19

118

35,0

Da 46 a 55 anni

99

24,75

88

22,11

69

20,3

Oltre 56 anni

21

5,25

23

5,78

24

7,2

ETA’ MEDIA

(Anni)

2011 N°

2010

%

2009

Dipendenti

44,0

44,4

44,3

Soci

40,0

39,5

39,7

Soci e Dipendenti

40,2

39,7

39,9

2011 N° %

2010 N° %

2009 N° %

Fino a 2 anni

175 43,75

220 55,27

178

52,8

Da 3 a 5 anni

117 29,25

90

22,61

80

23,7

Da 6 a 10 anni

75

18,75

59

14,83

53

15,7

Oltre 11 anni

33

8,25

29

7,29

26

7,8

ANZIANITA’ DI SERVIZIO

TEMPI DETERMINATI

2010

2010

2011 Assunti complessivi a tempo determinato 192 100% di cui dimissioni prima della scad. contrattuale 35 18,23% Tempi determinati per lavori stagionali 34 17,71% (es. manifestazioni ed eventi, spettacoli, ecc)

166 100% 30 18,08%

Assunti a tempo det. per sostituzione personale 158 82,29% assente, maternità, punte di lavoro e/o altro 16 10,13% di cui trasformati a tempo indeterminato

101

Durata media contratti a tempo determinato Ore lavorate dai contratti tempo det. (su tot. anno) N. Contratti Co.Co.Pro. N. Altri contratti atipici (escluso part time) N. Lavoratori interinali Valore percentuale del lavoro a tempo indeterm.

Mesi 2,67 12,5 % 0 0 7 82 %

65

14

39% 61% 14%

Mesi 2,98 11 % 0 0 4 84 %


Scheda lavoratori 2 23

COMPOSIZIONE e SVILUPPO OCCUPAZIONALE PERSONALE 2009 Dipendenti donne

PERSONALE 2010 Dipendenti donne

Soci uomini

57 %

3% 39 %

Dipendenti uomini

Soci uomini

58 %

4%

Dipendenti uomini

37 %

1%

Socie donne

Socie donne

1%

PERSONALE 2011 Dipendenti donne

Soci uomini

4%

59 % 36 % Socie donne

Dipendenti uomini

1%

La Direzione Aziendale è convinta di poter ampliare la presenza femminile nel settore logistica, ed in ogni caso si contrasta qualunque pregiudizio.

INCREMENTO / DECREMENTO ORE LAVORATE ANNO 2011:

+ 8,44 %

ANNO 2010:

+ 10,08 %

ANNO 2009:

+ 10,10 %


Scheda lavoratori 3 24

COMPOSIZIONE SCOLARE ed ETNICA (valori al 31/12) SCOLARITA’ 2011

2010

2009

%

%

%

Laurea

17

4,25

17

4,28

14

4,15

Licenza Media Superiore

130

32,50

127

31,90

102

30,27

Licenza Media Inferiore

219

54,75

216

54,27

192

56,97

Licenza Elementare

21

5,25

25

6,28

20

5,94

Nessun titolo o non dich.

13

3,25

13

3,27

9

2,67

TOTALE LAVORATORI

400

100

398

100

337

100

ETNIE COSEVA PLURISERVIZI: AZIENDA MULTIETNICA

1 ALBANIA 2 ALGERIA 3 ANGOLA 4 ARGENTINA 5 EQUADOR 6 EGITTO 7 SLOVENIA 8 MAROCCO 9 MOLDAVIA 10 OLANDA 11 PARAGUAY 12 PERU’ 13 POLONIA 14 ROMANIA 15 SENEGAL 16 SUDAN 17 TUNISIA 18 UCRAINA TOTALE LAVORATORI STRANIERI

N° 12 2 1 1 8 1 1 19 2 1 1 1 1 11 2 1 2 3 70

2011 % 3,00 0,50 0,25 0,25 2,00 0,25 0,25 4,75 0,50 0,25 0,25 0,25 0,25 2,75 0,50 0,25 0,50 0,75 17,50

N° 13 1 7 1 20 1 1 1 12 2 1 3 3 70

2010 % 3,26 0,25 1,75 0,25 5,03 0,25 0,25 0,25 3,02 0,51 0,25 0,76 0,76 17,59

2009 N° 2 1 5 1 20 1 1 1 8 2 1 2 3 51

PERCENTUALE DI LAVORATORI STRANIERI SUL TOTALE DELLA COOPERATIVA 70 SU 400 = 17,50 % PERCENTUALE DI LAVORATORI STRANIERI NEL TRIENNIO

2011 = 17,50 %

2010 = 17,59 %

2009 = 15,13 %

% 0,59 0,30 1,48 0,30 5,39 0,30 0,30 0,30 2,37 0,59 0,30 0,59 0,88 15,13


Scheda lavoratori 4 25

FORMAZIONE 2011 Secondo quanto programmato nel piano periodico di formazione, le attività svolte hanno interessato tutti i livelli aziendali. In alcuni casi si è fatto ricorso ad attività formative erogate da personale interno, in altri casi si è fatto ricorso ad iniziative di enti di formazione di riconosciuta professionalità. Nella tabella sottostante trovano riscontro le attività formative che hanno interessato il personale della cooperativa nel corso del 2011.

CORSO

DURATA CORSO (ore)

TOTALE ORE EROGATE

2 ore 1 -2 ore

478 328

-

806

4 - 12 - 16 ore 1 ore 4 ore 1 - 1,5 ore 1,5 ore 8 - 16 - 32 ore 8 - 32 ore 8 ore 6 - 16 ore 1 ora 4 - 8 ore 8 ore

264 9 8 198 7,5 88 40 56 160 12 60 8

Totale attività di formazione ulteriore relativa a sicurezza sul lavoro

-

910,5

Totale attività di formazione relativa a sicurezza sul lavoro

-

1.716,5

2 ore 12 ore 4 - 5 ore -

302 24 54 155

Totale altre attività formative

-

535

TOTALE ATTIVITA’ DI FORMAZIONE

-

2.251,50

Corso SIC 1 Corso SIC 2 Totale attività di formazione “standard” relativa a sicurezza sul lavoro Corso carrellisti DPI salvavita Macchine pulizie Corso Sistema QSAE Prove evacuazione Addestramento reach stacker Corso RLS Corso Lavori in quota Primo Soccorso - Classe A PGE Coseva Security Aeroportuale Aggiornamento ASPP e RSPP

Sensibilizzazione aziendale Tutor aziendale Corso base - Tecniche di pulizia Formazione in affiancamento

NOTE

Corso interno Corso interno

Corsi interni ed esterni Corso interno Corso interno Corso interno Presso cantiere Vio Interporto Corsi interni ed esterni Corso esterno Corso esterno (settore multiservizi) Corso esterno Corso interno Corso esterno Corso esterno

Corso interno Corso esterno Corso interno Corso esterno

Per SIC 1 s’intende la formazione generale relativa alla sicurezza, erogata all’atto dell’assunzione.

Per SIC 2 s’intende la formazione relativa a rischi specifici di cantiere ed all’addestramento per l’uso corretto di attrezzature, prodotti e DPI, erogata presso i cantieri.


I vantaggi per i soci 1 26

REMUNERAZIONE 2011 CAPITALE SOCIALE La Cooperativa ha remunerato il Capitale Sociale nel corso degli ultimi anni come da tabella: Interessi COSEVA

P E R C E N T U A L E I N T E R E S S I

9

Interessi attivi bancari

8,5

8 7

7

7 6,5

6 5

4,25

4,5

4 3

3,8

3,5 3,5 2,5

3,5

3,5

3,5

2,5

2 1

1

1

0,5

0,125

0,75 0,1

0,1

0,1

0,1

0,05

0 2000

2001

2002

2003

2004

2005

2006

2007

2008

2009

2010

2011

ANNI Risulta evidente la differenza con i tassi bancari.

2001

Euro 11.687,99

2002

Euro 10.276,12

2003

Euro 14.757,00

2004

Euro 8.500,00

2005

Euro 10.358,00

2006

Euro 12.458,00

2007

Euro 15.743,09

2008

Euro 13.510,00

2009

Euro 15.127,00

2010

Euro 15.934,00

La remunerazione del CAPITALE SOCIALE relativa all’anno 2011 proposta ammonta a circa Euro 19.108,00 (*) IL CAPITALE SOCIALE è un elemento importante di coinvolgimento verso la Cooperativa. La Cooperativa "risponde" riconoscendo ai soci REMUNERAZIONI di Capitale Sociale che non sarebbero concesse in nessun ISTITUTO BANCARIO. (*) Sottoposto all'approvazione in Assemblea Soci in data 26-05-2012


I vantaggi per i soci 2 27

IL RISTORNO Nel 2004, in occasione dell'Assemblea Soci tenutasi nel mese di maggio, è stato approvato uno specifico Regolamento del Ristorno, che tiene conto dell'anzianità lavorativa, del “Livello” rispetto al Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro, dell'assenteismo e delle ore lavorate nell'anno. Il criterio individuato nel Regolamento del ristorno è quello della destinazione, che tenga conto degli elementi sopra riportati, ad aumento gratuito di capitale sociale. In altre parole, i soci Coseva oltre alla remunerazione del capitale sociale (vedi pagina precedente) possono ricevere il Ristorno che comporta l'aumento del valore del capitale sociale versato. Il Ristorno erogato ad aumento gratuito del capitale sociale ha avuto il seguente sviluppo negli ultimi anni: 2004: Euro 19.912,64 2005: Euro 20.376,53 2006: Euro 30.530,00 2007: Euro 58.044,00 2008: Euro 40.984,00 2009: Euro 48.113,00 2010: Euro 61.514,00

2011: Euro 48.174,00

2004 2005

2006

2007 2008 2009

2010 2011

IL RISTORNO E' UNA PECULIARITA' ESCLUSIVA DELLA COOPERAZIONE. IL RISTORNO E' UNO DEGLI ELEMENTI DEL VANTAGGIO DELLO SCAMBIO MUTUALISTICO.


I vantaggi per i soci 3 28

INCENTIVI alla PRODUTTIVITA’ ed alla QUALITA’ Coseva Pluriservizi S.c.r.l. eroga incentivi economici sulla base di risultati di produttività e qualità. Gli incentivi sono sempre presenti nella storia della cooperativa e trovano maggiore diffusione nei cantieri della logistica, senza per questo escludere gli altri. Si è anche avviata una sperimentazione nelle attività di pulizie di un sistema incentivante basato esclusivamente sul miglioramento del servizio erogato, cioè sulla qualità. I metodi utilizzati, migliorati di anno in anno, hanno raggiunto ottimi livelli di oggettività. In alcuni cantieri sono esclusivamente basati sulle performance individuali, in altri sono dedicati al team ed in altri ancora si adottano sistemi misti. In genere sono erogati mensilmente.

PREMI EROGATI AI LAVORATORI DURANTE L'ANNO IN BUSTA PAGA 2011

2010

2009

Euro

Euro

Euro

104.510,73

151.522,18

182.107,99


I vantaggi per i soci 4 29

IL PRESTITO da SOCI

Approvato per la prima volta dall'Assemblea Soci del 15/05/2007 il Regolamento, nel 2008 si è poi avviata la raccolta.

RACCOLTA PRESTITO DA SOCI dal 2008 al 2011

2008

2009

2010

2011

Al 31/12/2008

37.513,70 Euro

Al 31/12/2009

116.815,77 Euro

Al 31/12/2010

181.306,87 Euro

Al 31/12/2011

229.361,81 Euro

INTERESSE RICONOSCIUTO AI PRESTATORI

4,0 % lordo


I vantaggi per i soci 5 30

AIUTI ai LAVORATORI FASCO All'art. 23 "SOLIDARIETA' INTERNA" del Regolamento interno è prevista l'iscrizione automatica a spese della cooperativa, alla "FASCO" che si occupa di copertura sanitaria integrativa di tutti i soci che hanno raggiunto i dieci anni di anzianità lavorativa in Coseva. Il piano di integrazione sanitaria a cui vengono iscritti i soci con dieci anni di anzianità prevede la copertura delle grandi operazioni chirurgiche e di alcune tipologie di visite specialistiche. La documentazione di FASCO è affissa nei locali della sede legale a disposizione di tutti i soci.

INTEGRAZIONE PENSIONISTICA COOPERLAVORO Coseva aderisce al Fondo Pensione Cooperlavoro dalla sua costituzione (1999). Tutti i soci e dipendenti possono volontariamente aderire al programma di integrazione pensionistica. Cooperlavoro è un fondo pensione senza finalità lucrative (NON è un'Assicurazione) che vede fra i fondatori le tre principali Centrali Sindacali e i tre principali Sindacati dei Lavoratori. Responsabili del procedimento sono Roberta e Martina reperibili al n. telef. 0184 255032.

ANNO 2011 N°

82

ISCRITTI (al 31/12/2011)


Informazione e comunicazione con i soci 1 31

PUBBLICITA’ all’ASSEMBLEA SOCI A

Affissione della convocazione in manifesto presso la Sede Legale e Unità Operative (Uffici o Magazzini) CAMPOROSSO SANREMO VADO LIGURE QUILIANO DEGO ROMA

-

Via Braie , 300 Via Peirogallo 31/33 Via Sardegna, 2 Via Solcasso, 3r Loc. Colletto, 7 Via Affile, 9

B

Fax presso i principali cantieri dove opera la cooperativa;

C

Convocazione con raccomandata a mano;

D

Posta elettronica per i soci provvisti.

E

Messaggi scritti sul telefono portatile, ripetuti più volte (sms)


Informazione e comunicazione con i soci 2 32

“INSIEME. Per CRESCERE” DELLA SERIE: NON BASTA UN'ASSEMBLEA ALL'ANNO L’iniziativa di “Insieme. Per crescere”, nasce nel febbraio del 2008, dopo la positiva esperienza dell’operazione “Valore d’insieme”, durata 5 anni. Nel corso del 2009 gli incontri con i soci della cooperativa hanno trattato il tema delle iniziative di comunicazione del movimento cooperativo, visionando l’opera teatrale dal titolo “Chi ha intascato i valori della cooperazione?”. Dal 2010 il ciclo di “Insieme. Per crescere” riprende ad ogni incontro la tematica dei benefici riservati ai soci: Ristorno, Remunerazione del Capitale sociale e Prestito da soci, illustrati anche attraverso esempi pratici. Si rispolverano, inoltre, le certificazioni acquisite da Coseva e ed i temi della soddisfazione del Cliente, tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori, tutela dell’ambiente e della responsabilità sociale. Gli incontri del 2011 hanno avuto come tema centrale le false cooperative. Sono state raccontate, per mezzo di alcune video interviste, le esperienze negative di cooperazione vissute dai nostri soci nei loro precedenti lavori, che hanno fornito parecchi spunti per discutere di Etica e di Responsabilità Sociale. Lo 1. 2. 3. 4.

stile degli incontri non ha subito modifiche nel corso degli anni, contemplando sempre: Incontro in locale attrezzato con sala riunioni; Spiegazione ai soci dei temi affrontati, seguito da dibattito; Ascolto dei soci; Pizza o pasto sociale.

CANTIERI INTERESSATI

2011 - Insieme. Per crescere Savona (Settore: multiservizi e logistica)

13/04/2011

Fossano (Settore: logistica)

20/04/2011

Sanremo e Arma di Taggia (Settore: multiservizi e logistica)

15/06/2011 e 22/06/2011

Camporosso (Settore: multiservizi e impiegati)

19/10/2011

Roma (Settore: logistica)

02/11/2011

Dego (Settore: multiservizi e impiegati)

07/11/2011

Imperia (Settore: multiservizi e logistica)

22/11/2011

Quiliano (Settore: logistica)

26/01/2011

Albenga (Settore: multiservizi e logistica)

15/02/2012


Informazione e comunicazione con i soci 3 33

COMUNICAZIONE e INFORMAZIONE "IL GIORNALINO" (HOUSE ORGAN) "IL PUNTO" di COSEVA PLURISERVIZI - Bollettino di informazione sociale ed imprenditoriale, ha venti anni di vita ed è arrivato al N° 39. Da molti anni è prodotto con due uscite all'anno. Dal 2002 viene spedito a casa di tutti i lavoratori della Coseva, amici e clienti. La nuova veste grafica e la rinnovata impaginazione rende il documento facile e immediato alla consultazione. Gli argomenti trattati e la loro esposizione sono improntati a criteri di facile consultazione e lettura. Lo stile è quello del miglioramento continuo. N° di copie distribuite ai lavoratori e agli stakeholder 2011 - copie ad uscita 2010 - copie ad uscita 2009 - copie ad uscita 1400 1400 1400

IL SITO INTERNET WWW.COSEVA.COOP Il nostro sito internet contiene elementi originali, che rendono interessante la navigazione. Quando il navigatore crede di trovare numeri asettici, poco comprensibili, si imbatte invece in una galleria fotografica, l’album di Coseva, che contempla momenti ricreativi e di lavoro. Il sito contiene, inoltre, il giornalino aziendale “Il Punto”, l’estratto del Bilancio Sociale, e l’illustrazione dei servizi offerti e delle certificazioni ottenute. Sul finire del 2010 il sito internet è stato aggiornato, con la rivisitazione del “come raggiungerci” e con l’implementazione di un nuovo documento scaricabile dai navigatori della rete, “Coseva oggi”, nel quale sono raccolti gli ultimi dati aggiornati e le novità inerenti la cooperativa.


Informazione e comunicazione con i soci 4 34

POSTA ELETTRONICA ai SOCI Ogni 13 del mese parte un messaggio di posta elettronica ai soci attrezzati con tale strumento. Gli indirizzi di posta elettronica in nostro possesso sono 102. Immaginando che i soci provvisti siano molti di più, li invitiamo a farci avere il loro indirizzo. A titolo di esempio, riportiamo una news di POSTA ELETTRONICA ai soci. Il nuovo formato presentato, migliorato nell’esposizione e che integra la possibilità di collegarsi con il sito internet della cooperativa in tempo reale, verrà utilizzato a partire dal 2012.


Democrazia societaria 35

PARTECIPAZIONE e DEMOCRAZIA La cooperativa è composta da N° 380 Soci e N° 20 Dipendenti (al 31 dicembre 2011); al momento non sono applicati sistemi di sezioni soci con assemblee separate. La partecipazione alle ultime assemblee soci, fra presenti fisicamente e per delega è stata la seguente: Assemblea del 09/05/2004 Presenti fisicamente 103 / deleghe 60 tot. 163 (79% degli aventi diritto al voto) Assemblea del 08/05/2005 Presenti fisicamente 99 / deleghe 61 tot. 160 (68% degli aventi diritto di voto) Assemblea del 30/04/2006 Presenti fisicamente 117 / deleghe 60 tot. 177 (69% degli aventi diritto di voto) Assemblea del 13/05/2007 Presenti fisicamente 116 / deleghe 71 tot. 187 (76% degli aventi diritto di voto) Assemblea del 11/05/2008 Presenti fisicamente 133 / deleghe 66 tot. 199 (75% degli aventi diritto di voto) Assemblea del 16/05/2009 Presenti fisicamente 102 / deleghe 90 tot. 192 (61% degli aventi diritto di voto) Assemblea del 15/05/2010 Presenti fisicamente 146 / deleghe 77 tot. 223 (66,15% degli aventi diritto di voto) Assemblea del 14/05/2011 Presenti fisicamente 146 / deleghe 116 tot. 262 (69,30% degli aventi diritto di voto) Considerato che i soci sono distribuiti su tre regioni e sei province e centinaia di cantieri (appalti) il livello di partecipazione alle assemblee è sicuramente importante e significativo. n. 250 n. 200 n. 150 n. 100 n. 50 n.

0

2004

2005

2006

2007

presenti fisicamente e per delega

2008

2009

2010

2011

presenti fisicamente

NOTA: i soci con tre mesi di adesione non hanno diritto al voto.


Scheda sistema gestione sicurezza sul lavoro 36 Il sistema di gestione della sicurezza e salute sul lavoro è stato certificato secondo la norma OHSAS 18001:2007 nel mese di luglio 2009 dall'Ente di certificazione QS Quality Service. I dati rilevati dal sistema di monitoraggio della gestione della sicurezza sono stati i seguenti: 2011

2010

0,76

0,75

INDICE di FREQUENZA

0,0244

0,0382

Mancati infortuni

INDICE di FREQUENZA

0,006

0,0017

Malattie professionali

INDICE di GRAVITA’

0

0

INDICE di FREQUENZA

0

0

Non conformità del personale relative INDICE di FREQUENZA a disposizioni in materia di sicurezza NC ogni mille ore di lavoro

0,07

0,03

Formazione d’aula in materia di sicurezza e sistemi di gestione

INDICE di FREQUENZA

2,63

2,42

Composizione parco prodotti

Prodotti a rischio NULLO Prodotti a rischio BASSO Prodotti a rischio MODERATO Prodotti a rischio ELEVATO

47 % 53 % 0% 0%

47 % 53 % 0% 0%

Oneri sostenuti per la gestione ordinaria della sicurezza (formazione, DPI, sorv. sanitaria)

Incidenza sul fatturato

0,55 %

0,55 %

162 ¤/anno

160 ¤/anno

Infortuni

INDICE di GRAVITA’ giorni persi per infortunio ogni mille ore di lavoro

infortuni ogni mille ore di lavoro

mancati infortuni ogni mille ore di lavoro

livello d’invalidità riconosiuto

malattie professionali ogni mille ore di lavoro

ore di formazione d’aula ogni mille ore di lavoro

Costo medio per lavoratore

Ambienti di lavoro. Gli interventi di miglioramento strutturale presso la sede legale sono stati completati e presso i siti produttivi attrezzati con scaffalature sono stati eseguiti i previsti piani di monitoraggio della stabilità e i necessari interventi di sostituzione degli elementi critici. Per il 2012 sono programmati interventi presso siti produttivi di Fossano ed Imperia. Indice di frequenza ore di formazione in sicurezza. L’indicatore che monitora le ore di formazione d’aula in materia di sicurezza è passato da 2,42 Ore di formazione ogni mille ore di lavoro del 2010 a 2,63 ore di formazione ogni mille ore di lavoro del 2011, facendo registrare un aumento di 0,21 ore di formazione ogni mille ore di lavoro. Nel corso del 2012 è prevista una rivisitazione complessiva delle attività formative in materia di sicurezza in funzione delle innovazioni normative proposte dalla Conferenza Stato Regioni ed entrate in vigore nei primi mesi del 2012. Piano formativo. A partire dagli ultimi mesi del 2011 l’attività formativa in materia di sicurezza sul lavoro è supportata da un’azienda specializzata di Genova, accreditata Aifos e presso la Regione Liguria, in grado di programmare e curare i previsti aggiornamenti di RLS , RSPP ed incaricati di primo soccorso e gestione delle emergenze. Misurazioni strumentali e valutazione dei rischi. Sono state eseguite le previste misurazioni fonometriche nonché quelle relative alla vibrazioni presso i siti che evidenziano le maggiori criticità. Per il 2012 è programmato un piano di misurazioni per tipologia di attrezzature. Entro giugno 2012 si concluderà l’iter di valutazione del rischio stress lavoro correlato per tutte le aree della cooperativa. Entro dicembre del 2012 è prevista l’esecuzione della valutazione del rischio derivanti dall’esposizione a campi elettromagnetici. Consapevolezza dei lavoratori. L’analisi degli infortuni e dei mancati infortuni evidenzia la necessità di aumentare il livello di consapevolezza dei lavoratori. E’ allo studio per il 2012 un piano di periodici incontri di cantiere sulle tematiche della sicurezza.


Scheda sistema gestione qualità 37 Il sistema di gestione della qualità è stato certificato secondo la norma EN ISO 9001:2008 nel mese di luglio 2009 dall'Ente di certificazione QS Quality Service. Il sistema era già stato certificato secondo le norme UNI EN ISO 9002:1994 e UNI EN ISO 9001:2000. Il sistema di monitoraggio della gestione della qualità prevede la definizione di una serie di indicatori relativi a: * Livello di servizio. Nella scheda relativa alla movimentazione merci è, ad esempio, riportata la capacità produttiva, espressa in termini di volumi movimentati per tipologia di merce; * Personale; * Soddisfazione del cliente; * Gestione delle infrastrutture (attrezzature ed ambienti di lavoro); * Fornitori. Si riportano di seguito i dati relativi ad alcuni processi tenuti sotto controllo.

Soddisfazione del Cliente

2011

2010

INDICE di FIDELIZZAZIONE

9,3 anni

9,3 anni

INDICE di SODDISFAZIONE

73,78 %

72,72 %

0,04

0,04

INDICE di FREQUENZA AFFIANCAMENTO OPERATIVO

0,24

0,61

INDICE di FREQUENZA NC DEL PERSONALE

0,180

0,101

durata media dei contratti

risposte affermative su totale Clienti interpellati

RECLAMI

Indice di frequenza reclami scritti, ogni mille ore lavorate

Personale

ore di affiancamento operativo ogni mille ore lavorate

non conformità individuali con ricadute sulla qualità ogni mille ore di lavoro

Consapevolezza dei lavoratori. Sono state avviate presso alcuni significativi siti della logistica periodiche azioni di sensibilizzazione dei lavoratori in merito ai requisiti di qualità del cliente, con particolare riferimento alla preparazione degli ordini. Tali attività continueranno nell’anno 2012. Marginalità. Proseguono gli sforzi organizzativi per migliorare la marginalità del settore logistica, ancora critico.


Scheda sistema gestione ambientale 38 Il sistema di gestione ambientale è stato certificato secondo la norma EN ISO14001 nel mese di luglio 2009 dall’Ente di certificazione QS Quality Service. I dati rilevati dal sistema di monitoraggio della gestione dell’ambiente sono stati i seguenti:

Indicatori dei Consumi

2011

2010

COMBUSTIBILI

3.794

3.850

CARBURANTI

71.573

71.796

ENERGIA ELETTRICA

31.734

29.393

RISORSE IDRICHE

462

234

PRODOTTI CHIMICI

6.679

6.537

CLORO DISPONIBILE

7.680

14.430

CONTENENTI CFC

2.748

1.461

TV

1.286

477

ALTRI ELETTRODOMESTICI

5.590

3.187

Autoveicoli classe < EURO 3

0%

3%

Autoveicoli classe > EURO 3

100 %

97 %

NON PERICOLOSI

95,8 %

95, 8 %

PERICOLOSI

4,2 %

4,2 %

MC gas / anno

litri Gasolio e Benzina / anno

Kwh / anno

MC acqua / anno

litri consumati / anno

(1 g per pastiglia di disinfettante) Grammi / anno

Gestione rifiuti

Automezzi

Prodotti pericolosi per l’ambiente


Scheda sistema gestione etico 39 Il sistema di gestione etico è stato certificato secondo la norma SA 8000 nel mese di agosto 2010 dall’Ente di certificazione Bureau Veritas. Alcuni dei dati rilevati dal sistema di monitoraggio della gestione etica sono stati i seguenti: 2011 Reclutamento e situazione contrattuale

2010

RICORSO ALL’APPRENDISTATO

6,03 %

4,85 %

TASSO DI QUALIFICAZIONE APPRENDISTI

100 %

71,43 %

RICORSO AL LAVORO INTERINALE

0,15 %

0,047 %

0

0

LISTE MOBILITA’

0,30 %

0,30 %

ORGANIZZATIVO

0,81 %

0,90 %

PRODUTTIVO

8,97 %

6,14 %

SOSTITUTIVO

2,42 %

3,04 %

12 %

14 %

TASSO DI DONNE NON OPERAIE

13,58 %

14,28 %

TASSO DI DONNE CON MANSIONIUGUALI O SUPERIORI A QUADRI INTERMEDI

38,46 %

45,45 %

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

20,00 %

20,00 %

3,45 h

3,72 h

totale ore lavorate da apprendisti sul totale delle ore lavorate

qualificazioni sul totale dei contratti con scadenza nell’anno

totale ore lavorate da interinali sul totale delle ore lavorate

RICORSO A CO.CO.PRO. contratti co.co.pro. avviati nell’anno

Ricorso a contratti a Tempo Determinato

totale ore T.Det. sul totale ore lavorate

totale ore T.Det. sul totale ore lavorate

totale ore T.Det. sul totale ore lavorate

totale ore T.Det. sul totale ore lavorate

Tasso di stabilizzazione T. Det.

TASSO DI STABILIZZAZIONE TEMPO DETERMINATO

trasformazioni a Tempo Indeterminato su totale T. Det.

Presenza femminile

% impiegate e figure superiori su effettivi donne al 31/12

% sul totale pari mansioni al 31/12

% sul totale componenti C.d’A.

Incidenza della formazione in generale

INDICE DI FREQUENZA

ore di formazione ogni mille ore lavorate

Al fine di garantire la migliore gestione delle risorse, per il 2012 è previsto il potenziamento della direzione del personale con l’inserimento di un responsabile dedicato alla gestione dei rapporti di lavoro. In accordo tra le Direzioni tecniche e del Personale è stato varato un programma di implementazione del sistema di suggerimenti e proposte da parte dei lavoratori presso i cantieri. Il monitoraggio dei reclami etici ha garantito la gestione e la corretta risoluzione delle problematiche evidenziate dai lavoratori.


Educazione cooperativa 40

EDUCAZIONE COOPERATIVA e PROMOZIONE La COSEVA ha versato Euro 3.616,82 (pari al 3% dell'utile) al fondo promozione della cooperazione relativamente al bilancio 2010. Si prevede rispetto al bilancio 2011 un versamento di circa Euro 2.309,98

Inserimento del socio Per l'illustrazione e spiegazione delle regole sociali e delle caratteristiche della cooperazione in genere, e della Coseva in particolare, il personale addetto a tale attività nei confronti dei “facenti domanda a socio” utilizza uno schema predisposto che tocca tutti i punti salienti dell'argomento. Si è quindi prodotta una standardizzazione della spiegazione della cooperazione e della cooperativa Coseva, riducendo le possibilità di esposizioni soggettive e differenziate a seconda del promotore. A partire dal 2008 viene distribuito ai neo assunti un “Libretto d'Accoglienza” stampato in quattro lingue: Italiano - Inglese Francese - Arabo. Dal 2012 la grafica sarà rinnovata e si aggiungerà la quinta lingua: il Romeno. Il titolo del libretto è eloquente: BENVENUTI IN COSEVA WELCOME TO COSEVA BIENVENUE EN COSEVA BUN VENIT IN COSEVA


Contributi sociali e solidaristici 1 41

DIFESA delle CATEGORIE più DEBOLI L'inclusione sociale è una causa in cui COSEVA crede ed investe da sempre, contribuendo ad abattere le barriere che separano le categorie più deboli della società dal mondo del lavoro. Tale contributo ha consentito la nascita nel 2003 della Cooperativa Sociale DELTA MIZAR, che si prefigge lo scopo di avviare al lavoro persone con disagio fisico e psichico, seguendo percorsi di formazione e di crescita professionale costante. COSEVA PLURISERVIZI continua a portare il suo contributo allo sviluppo della Cooperativa Sociale DELTA MIZAR, che a fine 2011 occupa 15 lavoratori. Una parte della merce derivante da rotture durante le lavorazioni presso il deposito Nordiconad di Villanova d'Albenga e il Centro Commerciale Le-Clerc-Conad di Arma di Taggia sono state donate in parte alla SPES (Associazione dei familiari dei portatori di handicap) ed in parte ad altre associazioni o enti attive nel campo sociale. Diverse iniziative per la raccolta fondi per i progetti della SPES hanno visto la partecipazione di COSEVA.


Contributi sociali e solidaristici 2 42

INIZIATIVE e DONAZIONI

DONAZIONI 2011

2010

2009

Donazioni Spes

2.500,00

2.000,00

1.700,00

Donazioni varie

3.270,00

6.179,00

5.120,00

Sponsorizzazioni sportive e culturali

6.250,00

6.750,00

2.510,00

12.020,00

14.929,00

9.330,00

TOTALE Euro


Scheda partnership 43

La COOPERATIVA SOCIALE DELTA - MIZAR “L’idea di creare una cooperativa sociale nasce nel 2003, si avvertiva infatti, sul territorio la mancanza di un ambiente lavorativo in grado di inserire persone con disabilità fisiche e mentali. Grazie alla particolare sensibilità verso questo tema, di alcuni Soci della COSEVA Pluriservizi e alla collaborazione con l’Associazione con la Spes Auser nasce DELTA-MIZAR. Da questa unione partono i primi inserimenti lavorativi, infatti i primi soci lavoratori, nonché soci fondatori, ad essere avviati, sono due utenti della Spes Auser. L’Anno 2003 è stato impiegato per gli adempimenti burocratici necessari, mentre nel gennaio 2004 ci è stato affidato il nostro primo lavoro e siamo diventati così operativi. Dal 2004 ad oggi siamo cresciuti sia come fatturato annuo che nella metodologia di intervento e nella conoscenza degli strumenti di lavoro a disposizione.”

Al 31.12.11 la percentuale di lavoratori con contratto a tempo indeterminato è pari al 90,96% (nel mese di luglio ha raggiungo addirittura il 100%), in un periodo come questo, di crisi e difficoltà economiche allarmanti, Delta Mizar è comunque riuscita ad assicurare ai propri soci un posto di lavoro sicuro.


Sinergie con cooperative 44

PARTECIPAZIONI in CONSORZI e COOPERATIVE La COSEVA Pluriservizi Scrl aderisce ai seguenti consorzi:

CONSORZI Consorzio Nazionale Servizi

PARTECIPAZIONI 17.683,00 Euro

Consorzio Abaco

4.800,00 Euro

Consercoop

5.157,00 Euro

Cooperfidi

1.155,00 Euro

CCFS Banca di Credito Cooperativo di Caraglio e della Riviera dei Fiori Isforcoop

404,00 Euro

1.136,00 Euro

516,00 Euro

Consorzio Partecipazione Cooperativa

2.582,00 Euro

Consorzio Petrini

1.052,00 Euro

Consorzio Assip

2.500,00 Euro

TOTALE PARTECIPAZIONI

36.985,00 EURO


Scheda fornitori 45

COSEVA per la PROMOZIONE dei PRODOTTI LOCALI Innanzitutto intendiamo evidenziare la composizione dei nostri fornitori:

FORNITORI IN REGIONI DOVE OPERA COSEVA FORNITORI IN ALTRE REGIONI TOTALE

%

240

77,92

68

22,08

308

100,00

Si evince che l'impatto di Coseva nel territorio visto dal punto di vista della scelta dei fornitori è fortemente centrato sull'ambito locale. La Coseva acquista prevalentemente nel territorio in cui opera contribuendo al suo sviluppo. La Coseva continua da anni a personalizzare dei prodotti tipici locali, dove si evidenzia il vino regalato ai clienti in occasione della ricorrenza natalizia.

Nel 2011 il vino scelto è stato il “VERMENTINO”, vigneto a bassa produzione.

Fornitori I fornitori COSEVA sono mediamente pagati a giorni: 82. Considerato che i nostri clienti ci pagano mediamente a giorni 108 (e la necessità di preservare la liquidità dell'azienda e l'erogazione mensile delle retribuzioni dei lavoratori) si dimostra un comportamento eticamente corretto anche verso i fornitori. Il rispetto dei termini di pagamento fa parte dell'impatto sociale.


Parte III 46


Scheda patrimonio 47

CAPITALE SOCIALE e PATRIMONIO NETTO

CAPITALE SOCIALE Il Capitale Sociale al 31/12/2011 è pari a Euro 560.066,89 di cui

Capitale sottoscritto non versato Capitale sociale versato Capitale di ristorno Capitale da remunerazione

12,61 % 2,43 % 35,16 %

Capitale sottoscritto non versato

Capitale sociale versato

49,80 %

Capitale di ristorno

Capitale da remunerazione

TOTALE PATRIMONIO NETTO La COSEVA opera in settori notoriamente sottocapitalizzati. Riteniamo che sia elemento di garanzia verso i soci e verso la società evidenziare il valore del PATRIMONIO NETTO che è pari a

Euro 2.049.790,00 Corrispondente al 17,30 % circa del fatturato 2011.


Chi riceve la ricchezza che creiamo 48

IMPATTO ECONOMICO

Il valore aggiunto creato nel 2011 da Coseva è stato pari a

Euro 10.064.745,92 2010

2011 Euro

%

Euro

2009 %

Euro

%

Ai soci per ristorno

48.173,70

0,48

61.514,13

0,66

48.113,05

0,57

Ai soci per remunerazione

19.108,43

0,19

15.934,05

0,17

15.126,63

0,18

Ai lavoratori per retribuzione (*)

9.570.536,00 95,09 8.798.290,34 94,38 7.857.089,28 93,12

Ai soci (escluse retribuzioni)

78.253,00

0,78

65.810,00

0,71

53.046,36

0,63

Alle future generazioni

55.580,79

0,55

101.010,00

1,08

219.658,13

2,60

Alla mutualità esterna ed alla società civile

12.020,00

0,12

15.598,69

0,17

6.820,00

0,08

281.074,00

2,79

263.696,00

2,83

235.344,80

2,79

Allo Stato

Il fatturato 2011 è di Euro: 11.848.585,00 (fatturato caratteristico)

Allo Stato

2,79 %

Ai soci per remunerazione

0,19 %

Alle future generazioni

0,55 %

Ai soci per ristorno

0,48 % 95,09 %

Ai lavoratori per retribuzione (*) Alla mutualità esterna ed alla società civile

0,12 %

Ai soci (escluse retribuzioni)

0,78 %

(*) comprende anche premi ed incentivi erogati in busta paga.


Conto economico 1 49

CONTO ECONOMICO SOCIALE ASSEMBLEE E PARTECIPAZIONE

2011

2010

2009

Pranzo sociale

6.120,00

5.250,00

5.320,00

Materiale distribuito e varie per Assemblee

3.959,00

2.326,00

2.306,00

“Il Punto” COSEVA

3.200,00

3.080,00

3.200,00

Il Bilancio Sociale

3.000,00

3.000,00

3.000,00

5.834,00

5.671,00

5.826,00

22.113,00

19.327,00

19.652,00

Remunerazione Capitale Sociale

19.108,00

15.934,00

15.127,00

Ristorno

48.174,00

61.514,00

48.113,00

104.511,00

151.522,00

182.108,00

Adesione Fasco

8.032,00

7.971,00

6.873,00

Adesione Ames

---

---

690,00

179.825,00

236.941,00

252.911,00

Momenti ricreativi

1.972,00

1.833,00

4.274,00

TOTALE ATTIVITA’ SOCIALI INTERNE

1.972,00

1.833,00

4.274,00

Donazioni Varie

5.770,00

8.879,00

6.820,00

Sponsorizzazioni Sportive e Culturali

6.250,00

6.750,00

2.510,00

12.020,00

15.629,00

9.330,00

Vestiario

16.876,00

16.515,00

3.354,00

Costi per la Sicurezza (esclusa formazione)

18.288,00

16.659,00

14.227,00

Formazione dei lavoratori (vedi scheda formazione)

30.032,00

25.492,00

7.358,00

TOTALE VARIE

65.196,00

58.666,00

24.939,00

2.310,00

3.617,00

7.261,00

Associazione Regionale di Categoria

43.445,00

38.350,00

36.125,00

TOTALE MOVIMENTO COOPERATIVO

45.755,00

41.967,00

43.386,00

A vantaggio delle Generazioni Future

55.581,00

101.010,00

219.658,00

INFORMAZIONE

OMAGGI AI SOCI Regali Materiali TOTALE ASSEMBLEE - INFORMAZIONE - OMAGGI AI SOCI

A

VANTAGGI PER I SOCI

Premi alla produzione

TOTALE VANTAGGI PER I SOCI

A

ATTIVITA’ SOCIALI INTERNE

A

ATTIVITA’ SOCIALI ESTERNE

TOTALE ATTIVITA’ SOCIALI ESTERNE

B

VARIE

A

CONTRIBUTO AL MOVIMENTO COOPERATIVO Contributo Fondo Mutualistico Cooperazione

C D


Conto economico 2 50

RIEPILOGO CONTO ECONOMICO SOCIALE 2011

SOCI (escluse retribuzioni)

2010

2009

269.106,00

316.767,00

301.776,00

SOCIETA’ CIVILE

12.020,00

15.629,00

9.330,00

MOVIMENTO COOPERATIVO

45.775,00

41.967,00

43.386,00

ALLE FUTURE GENERAZIONI

55.581,00

101.010,00

219.658,00

2011

2010

2009

382.482,00

475.373,00

574.150,00

TOTALE CONTO ECONOMICO - SOCIALE


Ringraziamenti 51

HANNO COLLABORATO Il bilancio sociale è prodotto interamente all'interno di Coseva Pluriservizi Scrl senza ausilio di collaborazioni esterne. Il documento ha tutti i limiti e i pregi tipici degli autodidatti. Noi ne siamo orgogliosi e ovviamente accettiamo qualunque contributo per migliorare sia i contenuti che l'esposizione. Se siamo riusciti a rendere più chiare le nostre peculiarità, un importante risultato è stato raggiunto. Corre l'obbligo quindi menzionare tutti i partecipanti alla stesura del Bilancio Sociale Coseva 2011:

1

Alpaca Yves

Assistente Direzione Lavori

2

Antoniol Stefania

Amministrazione

3

Beglia Gloria

Cooperativa Delta Mizar

4

Bolla Massimo

Vice Presidente, Responsabile Sistema Integrato, Direzione Lavori logistica

5

Borfiga Lorena

Responsabile Amministrativo

6

Cravero Roberta

Ufficio Personale

7

Morabito Federica

Addetta al Sistema Integrato

8

Maccario Mattia

Impaginazione e grafica

9

Moriano Dolores

Assistente Direzione Lavori

10 Novello Giovanni

Presidente

11 Piccone Paolo

Assistente Direzione Lavori

12 Roncone Maria Teresa

Direzione Lavori multiservizi

13 Rossin Tiziana

Servizio contabilità

14 Taricco ing. Emanuele

Assistente Direzione Lavori

15 Toffolutti Martina

Ufficio Personale



Bilancio Sociale 2011