Page 1

Allegato a Convegni Incentive & Comunicazione n. 7 – Novembre 2009

SPECIALE

Ir

Tem e c a p s y r a r o p


TEMPORARY STORE - TEMPORARY CORNER - POP-UP STORE LOCATION ESCLUSIVE SU ROMA E MILANO SERVIZI LEGATI AI TEMPORARY STORE - TEMPORARY CORNER - POP-UP STORE

- Ideazione/allestimento spazio - Event Design - Organizzazione eventi e contest - Entertainment - Service luci - audio - video - Catering - Pubblicizzazione evento - Temporary Store on web - Temporary Tour

PROPONI LA TUA LOCATION

info@temporarybox.it

SERVIZI LEGATI ALLE LOCATION

- Gestione location e ricerca spazi alternativi - Sopralluoghi con clienti/fornitori - Contrattualistica

- Supervisione dei lavori e assistenza in loco

TEMPORARY BOX COMMUNICATION SERVICE Via Ferdinando Palasciano 53 - 00151 Roma T.: 06 98185763 - Mob.: +39 3275767528 - www.temporarybox.it - info@temporarybox.it


Valorizzare tempo e spazio

L’associazione cresce col mercato S

Giulio Di Sabato

ta superando le stesse aspettative

in questo nuovo settore, fornendo strumenti tecnici

dei fondatori in tempi rapidi,

e consulenza –dal contratto tipo a un regolamento

arrivando a contare gli oltre 40 soci in

tecnico–, promuovendo la qualità dell’esperienza -–con

meno di un anno dalla sua costituzione.

un marchio di qualità – e la conoscenza di questa leva di

Parliamo di Assotemporary, l’associazione

marketing tra i professionisti.

dei temporary shop, showroom, event

L’attenzione viene data non solo ai gestori degli spazi

space e delle società di servizi dedicati,

adibiti a temporary space, ma alle tante attività di

come recita lo Statuto, fondata da

servizio connesse, che rappresentano il vero plus che

un gruppo di imprenditori attivi nel

un operatore di qualità sa offrire: dal personale di

temporary e da Assomoda, associazione storica della

vendita all’organizzazione di eventi, dalla progettazione

moda, che quest’anno compie quarant’anni. La moda

degli spazi alle licenze di vendita, etc. La partenza

infatti si è dimostrata particolarmente sensibile a

di questo fenomeno, nato nel mondo anglosassone,

questa nuova tendenza del mercato che, se è iniziata

è stata a Milano, dove si è già formato un nucleo di

con un legame alle aziende di abbigliamento, presto

spazi e operatori dedicati a questo business, e dove ha

ha travalicato gli steccati dei settori merceologici. «La

sede l’associazione –presso l’Unione del Commercio,

capacità d’innovazione e l’attenzione all’evoluzione

cui aderisce– ma negli ultimi mesi si sta assistendo al

del mercato di alcuni soci ci ha portato a decidere di

moltiplicarsi di varie iniziative in altre città, seguendo le

dedicare una nuova associazione a questa innovativa

crescenti richieste delle aziende.

formula distributiva, che è poi diventata anche un potente

«La sfida dell’associazione sta nel promuovere

strumento di marketing e comunicazione» racconta

lo sviluppo di questa nuova formula su tutto il

Giulio Di Sabato, presidente di Assomoda e ora anche

territorio nazionale e di riuscire a coinvolgere anche

di Assotemporary. «La moda è stata la prima ad intuirne

il tessuto delle piccole e medie imprese italiane cui

la potenzialità, ma sono diventate tante le aziende che

può offrire straordinarie opportunità di visibilità e

lo utilizzano per proporre al consumatore un’esperienza

commercializzazione» conclude Di Sabato. «Siamo

unica e irripetibile di acquisto».

infatti convinti che in questo momento di crisi la vitalità

L’associazione in questi primi mesi si sta impegnando

di questa nuova nicchia mercato possa contribuire a

per assistere gli imprenditori nello start up di iniziative

infondere nuovo slancio alla nostra economia».


Speciale Temporary Space

Tutte le risorse del presente

Donatella nsolandi

© Vito Carta

È

il naturale risultato del momento

una comunicazione diretta con il pubblico. Ma può essere

che stiamo vivendo, un’applicazione

anche molte altre cose. Risposta al bisogno di incisività e

diretta di quelle tecniche di marketing non

proposizione competitiva, ma anche a quello, quanto mai

convenzionale, ormai così ampiamente

attuale, di risparmio. Può essere occasione di promozione

diffuso. Eppure è un’idea, qualcosa

pura e semplice, oppure comunicazione alternativa alla

di nuovo. Da questa chimica vincente

campagna di pubblicità o, ancora, tappa di una nuova

scaturisce il successo del “fenomeno”

formula di roadshow. Da adattare –altro interessantissimo

temporary shop, vera traduzione delle

vantaggio– all’esigenza di qualunque prodotto: moda,

logiche on line in esperienza spazio-

cinema, cosmetica, turismo, etc..

temporale: immediata, temporanea, velocissima. Mai

In poche parole il temporary shop è uno splendido

come oggi la comunicazione ha potuto usufruire di tali

trasformista da usare con fantasia.

e tante possibilità. Possiamo creare, diffondere, testare,

Il temporary shop è una moda? Difficile dirlo. Anche Internet

correggere, riproporre, misurare… e tutto in tempi così

doveva esserlo, anche gli eventi aziendali. Potrebbe sparire

concentrati da sembrare vertiginosi. Ed è vero, certamente

dal futuro catalogo degli strumenti di marketing, così

lo sono, ma quest’accelerazione contiene anche

come improvvisamente sparisce dal panorama urbano

un’opportunità di sperimentazione e di messa in gioco

dopo esservi improvvisamente apparso. Potrebbe essere

davvero unica, mai verificatasi prima.

nella sua natura. Oppure potrebbe confermarsi come

Anche il temporary shop fruisce di questi meccanismi.

moderna modalità di commercio, da sviluppare a fianco

L’azienda può utilizzarlo come un evento, giocando sulla

delle più tradizionali, un nuovo modo di intercettare i

curiosità del pubblico e sul suo coinvolgimento emotivo,

bisogni di un pubblico cresciuto nel bisogno di novità e

perché trasforma la vendita o anche solo l’incontro con il

nella fruizione dell’esperienza d’acquisto. Come ormai ben

brand in un’opportunità eccezionale, da cogliere al volo,

sanno i professionisti della comunicazione, non esistono

pena vederla sparire per sempre sotto gli occhi, senza

possibilità di previsioni certe. Restano solo, da vivere e da

possibilità di ripeterla. Mai più. È dunque un momento

utilizzare al meglio, le risorse del presente. Proprio quello

da non rimandare e proprio per questo così prezioso in

che fanno e consigliano i temporary shop.

un periodo di stasi, perché capace di ridare movimento

Anna Mocchi,

alla commercializzazione, ma soprattutto di far ritrovare c o n v e g n i n. 7

direttore Convegni Incentive & Comunicazione 


Valorizzare tempo e spazio

Una nuova leva di marketing Ottimizzano i costi, valorizzano la marca, aumentano la notorietà e generano guadagni diretti dalle vendite: sono i temporary shop, sempre più utilizzati dalle aziende come strumento di comunicazione e marketing. Nato nei paesi anglosassoni, il fenomeno è esploso a Milano e si sta diffondendo ora in tutta Italia, sotto l’egida di una nuova associazione di categoria

è

partita dalle grandi metropoli del mondo occidentale, New York, Londra, Berlino, Parigi, e

ora, dopo aver conquistato Milano, si sta diffondendo sempre di più. È l’ultima frontiera del marketing: il temporary store o temporary shop, negozi aperti a tempo determinato che compaiono all’improvviso nel contesto urbano e velocemente si dissolvono, arricchiti di eventi e di comunicazione non

di Gianluca Trezzi

Valorizzare tempo e spazio

convenzionale. Solo a Milano nell’ultimo anno circa

store mono marca interamente personalizzato,

150/200 aziende hanno organizzato un negozio tem-

o per effettuare test di linee sperimentali e verifica-

poraneo in una delle tante location che costituisco-

re la percezione del consumatore senza i rischi

no l’offerta cittadina, ormai davvero ricca e variegata

di una campagna di comunicazione su vasta

per tipologie degli spazi, metrature e localizzazione.

scala, permettendo inoltre di ottenere ricavi diret-

Anche la ricerca di Convegni Il mercato degli eventi

ti dalla vendita, utili ad ammortizzare l’investimento.

in Italia. Outlook 2009 ha evidenziato quest’anno per

la prima volta una voce importante degli investimenti

Una voce comune

di event marketing dedicata ai temporary store: scel-

Nel giro di breve tempo, questo nuovo strumento è

ti per il 12,5% dei lanci di prodotto. Sì, perchè il

stato adottato sempre più spesso dalle aziende dan-

temporary shop piace soprattutto per lanciare nuovi

do origine a una nuova offerta di spazi e operatori

prodotti sul mercato, presentandoli con forza in uno

dedicati, che in modo spontaneo è cresciuta fino a 

novembre 2009


Speciale Temporary Space

diventare un vero e proprio mercato. Circa un anno

Il negozio Police aperto

oggi conta già più di 40 location associate. «La

fa, un piccolo gruppo di imprenditori, insieme al di-

durante il MIDO, la fiera

maggior parte degli spazi si trovano a Milano, ma ora

rettivo di Assomoda, che ha intuito l’importanza del

annuale degli occhiali.

stiamo ricevendo sempre più adesioni da altre città

fenomeno e l’esigenza di creare una rappresentanza

d’Italia, da Torino a Napoli, Trieste, Roma, Firen-

comune, ha costituito l’associazione di settore, As-

ze e Venezia, mentre arrivano le prime richieste per

sotemporary, che, con una crescita esponenziale,

aprire temporary store anche nelle località turistiche, come Porto Cervo e Alassio, e si prevede che arrive-

Chiarezza nelle definizioni

ranno anche da altre rinomate località di Versilia e Ri-

temporary shop o store: spazio concesso per un periodo determinato, da un brand o più brand contemporaneamente, dove si vende al dettaglio; temporary showroom: spazio concesso per un periodo determinato, da un brand o più brand contemporaneamente, rivolto alla vendita non del pubblico dei consumatori bensì degli operatori; pop up shop o store: punti vendita temporanei realizzati in strutture mobili (tendostrutture, stand, etc.); outlet: luogo, mono brand o multibrand, deputato a vendita speciale e a prezzi ribassati rispetto a quelli del mercato, solitamente di prodotti fuori produzione e di collezioni superate; temporary outlet: la “versione italica” dei temporary shop dove gli spazi sono orientati prevalentemente alla vendita, al punto da assomigliare più agli outlet che a una operazione di comunicazione.

viera Romagnola. Ma noi puntiamo a espanderci anche oltre confine e creare un network internazionale» racconta Massimo Costa, direttore Assotemporary. L’associazione in questi primi mesi si sta impegnando per elaborare gli strumenti tecnico-amministrativi e legali più adatti per fornire un servizio in parte nuovo, e sta mettendo a punto per esempio un modello contrattuale cui i soci possano fare riferimento: «Si tratta di un contratto di servizi e non di semplice locazione dello spazio dato che insieme alla location i gestori offrono anche la licenza di vendita, il supporto nella comunicazione, l’organizzazione di eventi collaterali, l’attività di ufficio stampa, secondo le necessità delle aziende clienti» sottolinea Costa. «Dopo averlo fatto sperimentare agli associati

c o n v e g n i n. 7




Valorizzare tempo e spazio

anno un logo in vetrofania che ogni temporary potrà esporre nella propria vetrina» racconta Costa. Accanto a ciò, l’associazione promulgherà un codice deontologico che avrà un respiro più ampio del regolamento e si occuperà in particolare dei rapporti con le aziende clienti, i consumatori e gli altri operatori del temporary, favorendo la collaborazione e la creazione di sinergie tra gli associati. Il mercato infatti è in espansione e gli spazi per temporary più che porsi in competizione sul mercato possono presentarsi insieme innanzitutto per far conoscere questa nuova in questo primo anno, ne faremo un consuntivo per

Il temporary shop di Unilver,

migliorarlo e dargli una fisionomia definitiva».

progettato dall’agenzia

opportunità di marketing e comunicazione.

PPR Design.

Garantire la qualità

Esperienziale e monomarca

Sotto, Massimo Costa,

Ma quali sono le ragione del successo, anche in pe-

L’impegno più forte dell’associazione è innanzitutto

direttore Assotemporary.

riodo di crisi, di una soluzione di comunicazione e

rivolto a garantire la qualità del lavoro degli associati,

marketing come questa? «Il temporary shop è uno

aiutando a fare chiarezza nelle varie tipologie di esercizi commerciali temporanei presenti sul mercato (vedi box Chiarezza nelle definizioni) e impegnando i soci a rispettare un comune standard. «Abbiamo elaborato un certificato di autenticità rilasciato ai soci che sottoscrivono di rispettare un regolamento tecnico che abbiamo messo a punto, in base al quale sono tenuti a un comportamento corretto e responsabile sia nei confronti degli altri esercizi commerciali, adeguandosi alle comuni normative in termini di orari di apertura, lancio di promozioni, saldi e svendite, sia nei confronti dei consumatori-acquirenti. Per dare visibilità ai soci certificati consegneremo ogni 

novembre 2009


Speciale Temporary Space

zione interattivo. «Questo è reso possibile anche perché nei progetti di temporary shop le aziende osano di più, sono più coraggiose, più inclini a sperimentare, proprio perché in qualità di azione temporanea è di per sé una prova che non rischia di compromettere troppo l’azienda e può invece essere utile come test, non solo dei prodotti ma della comunicazione e del posizionamento che l’azienda vuole perseguire» continua Perbellini.

Vetrine per comunicare Ogni elemento dello spazio, dall’ubicazione alla vetrina, dall’allestimento agli elementi di comunicazione, strumento di vendita alternativo al punto vendita tradi-

Nelle foto, due progetti

deve concorrere in modo coerente alla trasmissione

zionale, adattato alle nuove abitudini di acquisto dei

presso Sidecar Eventi:

del messaggio utile all’azienda in quel momento.

consumatori, e che risponde alla logica del marke-

sopra, come negozio di

«Perché per essere realmente efficace il temporary

ting esperienziale, perchè permette un contatto di-

Durex, e sotto, come ufficio

shop deve essere progettato con cura in ogni detta-

retto con la marca, rappresentata in modo massiccio

di rappresentanza dell’Ente

glio. Inoltre il temporary ha bisogno degli altri stru-

nello spazio tramite la linea dei prodotti, l’allestimento

del Turismo dello Yemen.

menti di comunicazione, per essere visto e frequen-

e la comunicazione coordinata» sostiene Piter Per-

tato», racconta Paolo Comini, pioniere dei temporary

bellini di PPR Design, agenzia di giovani designer

shop in Italia, che per primo ha aperto uno spazio, in

specializzati nella progettazione di temporary shop. «I

Corso Garibaldi a Milano, Sidecar Eventi, pensato

consumatori all’inizio, due o tre anni fa, erano un po’

per essere concesso alle aziende come spazio di

attoniti di fronte al continuo cambiare di insegne dei

vendita temporaneo. «La visibilità del temporary

temporary shop, quasi che i punti vendita fallissero

store è uno degli elementi fondamentali, che lo di-

continuamente, mentre ora si sono abituati a percepirli come occasioni ed eventi da cogliere». Sì, perché in effetti la temporaneità dell’apertura crea un meccanismo psicologico per cui il consumatore è spinto all’acquisto d’impulso. Con il temporary shop, inoltre , si ottimizzano i costi: il tempo e lo spazio vengono valorizzati al massimo e usati in modo integrato come punto vendita, spazio per eventi, conferenze stampa, happy hour, strumento di comunicac o n v e g n i n. 7




Valorizzare tempo e spazio

si a vendere ogni mese prodotti diversi sia perchè in effetti si tratta di un’azione a metà tra la vendita e quella che definirei un’azione di public relation commerciale» precisa Comini. Ora che Sidecar ha consolidato il proprio metodo di lavoro ha deciso di “esportarlo” nel resto d’italia creando Sidecar Temporary Shop Network, una rete di location (per ora quattro, ma destinate a crescere) sparse su tutto il territorio nazionale ma operanti con gli stessi standard e aventi un unico referente per le aziende che vogliano organizzare lo stesso temporary in più città.

Tutto nasce a Milano Il fenomeno dei temporary è stato “importato” in Italia a Milano, la piazza commercialmente più aperta allo scenario internazionale. Nel giro di breve tempo si stingue per esempio dalla location per eventi» rac-

Il temporary Nivea

sono susseguite le aperture di spazi concepiti come

conta Comini. « Per questo motivo oltre alla ubicazio-

aperto in una grande

temporary store per rispondere alla crescente do-

ne in una zona di passaggio e all’esposizione trami-

tendostruttura mobile,

manda da parte delle aziende. In particolare sono

te le vetrine, ha bisogno poi di essere pubblicizzato e

itinerante in alcune

emerse alcune aree della città specializzate nel-

animato con gli eventi». Dal 2006, quando Sidecar ha

città italiane, secondo

l’offerta di questi spazi: Corso Garibaldi, zona da

aperto, ad oggi il mercato è cambiato comprendendo

il progetto curato

sempre con vocazione allo shopping, Zona Tortona,

gradualmente questa nuova soluzione, tanto che ora

dall’agenzia PianoB.

emersa di recente come fashion and design district e

lo spazio è praticamente occupato in continuità tut-

il Quadriltero della Moda.

to l’anno dalla più diverse tipologie di aziende. Un ri-

«Corso Garibaldi deve il suo successo al fatto di esse-

sultato importante, quello di Sidecar, legato a molti

re una via prestigiosa e dall’atmosfera particolare, che

fattori: la presenza sul mercato da tempo, l’ubicazio-

più di ogni altra ha saputo mantenere intatto il suo

ne in una zona dello shopping Milano, l’offerta di ser-

charme e il sapore del passato, posta com’è nel cuo-

vizi completi per l’ideazione, realizzazione e gestione

re della Milano più autentica, e valorizzata da una sa-

di un temporary shop, compreso il personale di

piente ristrutturazione» racconta Elizabeth Warren

vendita specializzato. «Abbiamo dedicato particola-

che in Corso Garibladi al 50 ha aperto Bonjour Gari-

re attenzione a selezionare e formare il personale ad-

baldi. Nato come sede dell’agenzia di comunicazio-

detto alla vendita. In un temporary shop si trovano in

ne Publi.Com, lo spazio, che sorge in un elegante

una situazione particolare sia perchè devono adattar-

palazzo d’epoca, con giardino e interni suggestivi 

novembre 2009


Speciale Temporary Space

con mattoni a vista, è stato utilizzato su richiesta di alcune aziende clienti come spazio a tempo per la presentazione di prodotti di design, delle griffe della moda, mostre d’arte, esposizioni, tavole rotonde, conferenze stampa. Da lì è scaturita la decisione di destinarlo esclusivamente a temporary space. «Lo spazio raccolto, l’ubicazione e la qualità della struttura conferiscono una vocazione particolare per gli articoli di nicchia –gioielli, accessori, articoli di moda– mentre la nostra esperienza nel campo della comunicazione ci rende sensibili al mondo degli eventi e dell’arte» racconta Elizabeth Warren. «Gli eventi finora ospitati ci hanno dato grande soddisfazione anche perché in alcuni casi come per le due mostre di arte contemporanea ospitate, i pezzi esposti sono stati venduti nel giro di poche ore» conclude Warren. Perché un vero temporary non tralascia mai la sua anima ­commerciale. Il temporary shop bstripe,

Tra moda e design

un giovane marchio operante

Un’altra area di Milano ha poi scoperto il temporary e

solo online e testato nella

si è specializzata: Zona Tortona, trasformata negli

vendita al dettaglio

ultimi anni in un distretto del design e dei prodotti in-

presso la Drogheria,

novativi, soprattutto grazie agli eventi del Fuori Salo-

e, sotto, gli spazi della

ne del Mobile.

Torneria, due spazi

Grazie alla grande visibilità possibile nei giorni delle

di Tortona Locations.

manifestazioni che portano in zona migliaia di persone di passaggio, ma anche alla presenza di numerosi showroom dei marchi della moda stabilmente presenti, gli operatori hanno aperto, riconvertendo spesso imprese artigianali e industriali, spazi dedicati al temporary. Il circuito Tortona Locations, per esempio, conta una ventina di spazi, detenuti in proprietà, presi in

c o n v e g n i n. 7

10


Valorizzare tempo e spazio

palazzo d’epoca, i grandi spazi di un ex antiquario, ben 2.000 metri quadrati su più piani, sono stati trasformati negli spazi temporanei di Montenapoleone 6A –utilizzabili per varie tipologie di eventi, grazie a una consulenza su tutti i servizi necessari–, a via Borgonuovo, dove Cogesta, società specializzata nel concetto del temporaneo grazie a una serie di uffici arredati affittati a tempo già dagli anni Ottanta e a un affitto o in gestione, di cui otto con licenza di vendita

La Pasticceria De Santis,

residence, ha aperto Borgonuovo Eventi. Utilizzato

diretta al pubblico.

adibita a temporary durante

da marchi della moda come Swarovski o Cartier, ma

Partite con la trasformazione della Pasticceria De

il Salone del Mobile.

anche da Philips (per l’evento e temporary shop Sen-

Santis in una location per eventi e per temporay store

Sotto, una delle vetrine

se and Simplicity) e La Redoute, sarà per qualche

e showroom, Mariantonia Menada e Daniela Triulzi

di La Redoute

mese lo spazio temporaneo di Davide Cenci, il cui

hanno intuito la potenzialità di questo mercato e man

a Borgonuovo Eventi.

storico negozio subirà lavori di ristrutturazione.

mano arricchito l’offerta di spazi creando la società

Con due graziose vetrine su via Manzoni, lo spazio

Tortona Locations. «In Zona Tortona trova luogo tutto

Manzoni 16A, offre un negozio luminoso da perso-

ciò che fa tendenza, rappresenta innovazione, spe-

nalizzare secondo le specifiche esigenze, cui si può

rimentazione. Qui trova spazio ciò che alle fiere non si

affiancare anche l’utilizzo dello showroom Manzoni

ha il coraggio di presentare e che si mette alla prova

39, più grande, cui si accede da un cortile.

tramite gli eventi “fuori salone”» racconta Menada. Le

In città sono presenti poi altri spazi in zone a più alta

location risentono della memoria storica di un quartiere fortemente connotato dalla presenza di ex imprese industriali e laboratori artigianali perciò gli spazi, molto diversi per metrature e caratteristiche, mantengono una forte personalità, anche se restano neutri negli allestimenti per lasciare a ciascuno la possibilità di adattarli al proprio stile. Nell’area di Milano più famosa per lo shopping di qualità, il quadrilatero della moda, si è avuto poi uno sviluppo di diverse importanti location per temporary shop, un’evoluzione naturale dato che il settore della moda è stato uno dei primi a sperimentare la formula dei negozi temporanei.

Dal cuore di via Montenapoleone, dove in un elegante


Speciale Temporary Space

vocazione business, come zona Stazione Centrale,

L’espansione continua

dove Pisani 2 Eventi, per esempio, mette a disposi-

Quello dei temporary shop è un fenomeno tipica-

zione ben 300 metri quadrati di spazi all’interno di un

mente europeo e milanese, ma gradualmente si

grattacielo, oppure in zona Porta Romana (che sta

sta diffondendo in tutta Italia, passando innanzitutto

vivendo una riqualificazione), dove lo studio del foto-

da Roma, dove, nonostante non ci sia ancora uno

grafo Alessandro Glorioso, Archi Gallery, è stato adi-

spazio aperto specificamente con questo scopo,

bito a galleria d’arte e spazio per temporary shop a

si organizzano degli shop temporanei in varie lo-

vocazione artistica, come dimostra Vinarte, una rasse-

cation. «La realtà romana è molto diversa da quel-

gna realizzata di recente che unisce il buon gusto del

la milanese» racconta Margherita Mastrone, della

vino all’estetica artistica.

neonata società romana Temporary Box, fondata con lo scopo di diffondere questo strumento nelA Roma non è ancora

la Capitale «Perciò per portare questo strumento a

stato aperto uno spazio

Roma dobbiamo adattarlo alla città».

destinato a temporary shop,

Da Trastevere a Piazza di Spagna possono essere

nonostante le numerose

tanti gli spazi per temporary. «Noi abbiamo esperien-

richieste delle aziende.

za in ambito teatrale e cinematografico dove tutto

Sotto, Piero Chiambretti al

si monta e smonta in giornata, dove tutto è finto e al

Dadodoro di Torino, durante

contempo vero, così riusciamo a trasformare gli spazi

un evento per Calvin Kline.

vuoti e dargli vita nel giro di breve tempo. Usiamo spesso per esempio le scenografie cinematografiche perché permettono di risolvere le situazioni velocemente senza doverle realizzare ex novo» dichiara. Accanto a Roma ci sono altre città già attive con qualche location, come Torino, dove spicca Dadodoro, il primo operatore della città. Si tratta in questo caso di un grande negozio multibrand, posto lungo una via di grande passaggio per lo shopping (via Garibaldi), e dotato di numerose vetrine, che può dedicare una parte, variabile, dello spazio e delle vetrine alla realizzazione di un temporary shop, garantendo grande visibilità, testimoniata dagli ottimi risultati di contatti e di vendite registrati dai tanti marchi che sono passati finora. Si moltiplicano nelle principale città italiane le graduali


aperture dei primi spazi specializzati esclusivamente nella funzione di temporary shop: ha appena aperto a Napoli, Viviani Eventi, posto in Piazza Fuga, snodo di grande passaggi, e che con i suo 160 mq di superficie e la capacità di fornire tutti i servizi necessari per la realizzazione di uno shop, la comunicazione e la vendita, si appresta a diventare un punto di riferimento per chi voglia presentarsi anche nel Sud Italia, mentre a Trieste, il Temporary Shop Trieste, piccolo, ma ubicato in una zona pedonale centrale fa da apripista per il Nordest. Altre città come Firenze, Catania e Parma vedono la presenza di un temporary, ma ogni giorno arrivano all’associazione nuove richieste di informazioni e affiliazione. Le prospettive dunque sono di continua crescita. Una chiave di lettura di questo fenomeno, inquadrandolo in un contesto più generale, la dà Massimo Costa: «Come dice efficacemente il filosofo e sociologo Zygmunt Bauman, oggi viviamo in una società liquida, dove identità e appartenenze hanno mutato

Piazza Fuga a Napoli,

significato e le strutture sociali sono divenute fluide.

dove ha aperto Viviani

Tutto si fa più rapido e si dissolve e ricostruisce da un

Eventi, il primo temporary

giorno all’altro. Anche le modalità di distribuzione ri-

shop della città associato

sentono di questa propensione alla fluidità».

Assotemporary.

E pone la sfida per lo sviluppo futuro del tempo-

ALLEGATO A:

Convegni Incentive & Comunicazione n. 7 – Novembre 2009

SOCIETà EDITRICE FIN MEETING srl

via Boccaccio, 4 – 20123 Milano

redazione, promozione e pubblicità

rary: «Finora le aziende utilizzatrici sono state quel-

CONVEGNI srl – via Ezio Biondi, 1 – 20154 Milano

tel. 02 349921, fax 02 34992290 Partita IVA 10208860154 C.C.I.A.A. 1354950 e-mail: convegni@convegni.it www.convegni.it

le grandi, con uffici marketing ben strutturati e budget consistenti, la sfida per il futuro è riuscire a coinvolgere anche le piccole e medie aziende,

Direttore Responsabile Vittore Castellazzi

la stragrande maggioranza in Italia, che possono

Direttore Anna Mocchi

trovare un ottimo strumento di marketing con costi

redazione Gianluca Trezzi

accessibili, e inferiori ad altri strumenti di comunica-

GRAFICA Alma-Bianca Fusco

zione come la pubblicità, e grandi ritorni in termini di

Segretaria di Redazione Roberta Mauri

strategia e d’immagine» conclude.

Stampa Cromografica Europea

l 13

novembre 2009


Speciale Temporary Space

Assotemporary L’Associazione Italiana dei Temporary Shop, showroom, event space e dei servizi connessi

n Corsi di formazione

• Vendita – visual merchandising

• Marketing - comunicazione

n Convenzioni specifiche

• Arredamento spazi – catering

Valorizzare il TEMPO attraverso lo SPAZIO e lo SPAZIO attraverso il TEMPO

n Organizzazione eventi

• Ufficio Stampa – P.R.

L’associazione Assotemporary raggruppa, rappresenta e si pone al

• Magazine on line “Asso di Moda”

servizio degli operatori economici, titolari di spazi organizzati per un uso commerciale o espositivo temporaneo, nonché delle attività di servizi

Il socio Assotemporary è anche socio Confcommercio,

connessi. Lo scopo principale dell’Associazione è quello di svolgere attività

Unione del Commercio di Milano e può beneficiare dei servizi

di carattere sindacale per supportare e promuovere tipologie commerciali

e delle convenzioni da esse offerte.

caratterizzate dalla loro temporaneità, sia in relazione a quelle ove si attua la vendita di prodotti/servizi sia in relazione alle fattispecie ove si effettua mera

Organigramma:

esposizione di prodotti secondo la formula dello showroom, oltre che una

Giulio Di Sabato, presidente

serie di servizi abitualmente connessi.

Massimo Costa, direttore

Servizi offerti dall’associazione:

Paolo Comini, consigliere e vicepresidente

n Consulenza Tecnica gratuita

consiglieri: Roberto Gai, Roberto Mari, Maria Antonia Menada

• I fondamentali per avviare un attività di Temporary Shop e simili

• Rapporti istituzionali: Regione, Provincia, Comune | Camera

Per informazioni contattare:

di commercio

Assotemporary

n Consulenza Legale

Corso Venezia, 51 – 20121 Milano

tel. 02 7750363, fax 02 7750409

• Contratto tipo - consulenza amministrativa e fiscale

n Visibilità Internazionale

www.assotemporary.it

• Data base Assotemporary

info@assotemporary.it

• Inserimento nel sito associativo

assotemporary@unione.milano.it

c o n v e g n i n. 7

14


Valorizzare tempo e spazio

DADODORO MULTI-STORE&TEMPORARY SHOP TORINO

via Garibaldi, 37/39 – 10122 Torino tel. 011 549968, fax 011 540249 Roberto Gai, roberto.gai@dadodoro.it www.dadodoro.it – www.temporaryretail.com n Superficie: 600mq, commerciale 400 mq n Licenze: tutte le categorie merceologiche, inclusi food, preziosi e antichità n Spazi temporary shop: da 25 a 200 mq n Vetrine esterne: da 1 a 9 n Accesso da strada : 2 n Area esterna : sì

6 A MONTENAPOLEONE MILANO

via Montenapoleone, 6/a – 20121 Milano tel. 02 772211 – info@montenapoleone.it www.montenapoleone.it – Vilma Redis n Superficie: 2.000 mq n Numero sale: 7 n Capienza: 150/200 persone ogni sala n Posti a sedere: 60/80 ogni sala n Temporary store: due con 6 vetrine n Ingressi: due n Accesso da strada: Sì n Servizi offerti: licenza di vendita, consulenza, assistenza allestimento, servizio catering, servizi di supporto tecnico, linee telefoniche e internet, depositi blindati, sistema di allarme computerizzato.

15

novembre 2009


Speciale Temporary Space

ARCHI GALLERY MILANO

via Friuli, 15 – 20100 Milano – tel. 02 70601902 info@archigallery.it – www.archigallery.it Marina Colucci e Patrizia Moretti n Superficie: 250 mq n Capienza: 250/300 persone n Posti a sedere: 50 n Vetrine: 3 n Ingressi: 5 n Accesso da strada: 3 n Giardino: sì n Servizi offerti: allestimento manifestazione, catering, volantinaggio, stampa cataloghi, ufficio stampa e pr, mailing list ad hoc per inviti a ogni tipo di evento.

BONJOUR GARIBALDI MILANO

corso Garibaldi, 50 – 20121 Milano tel. 02 72195294 – bonjourgaribaldi@publicompr.it Elizabeth Warren n Superficie: mq. 70 n Capienza: 100 pax n Posti a sedere: 30 n Vetrine: 1 n Ingressi: 1 n Accesso da strada: si n Area esterna: si n Giardino: si n Servizi offerti: licenza di vendita, personale di vendita, comunicazione, ufficio stampa, pulizia del locale, affitto materiale audiovisivo, allestimenti, servizio di catering, addobbi floreali.

c o n v e g n i n. 7

16


Valorizzare tempo e spazio

BORGONUOVO EVENTI MILANO

via Borgonuovo, 1 – 20121 Milano tel. 02 77297729 – info@cogesta.it www.cogesta.eu – Alberta Besozzi n Superficie: 200 mq n Capienza: 90 pax n Posti a sedere: 50 n Vetrine: 9 n Ingressi: 3 n Accesso da strada: sì n Servizi offerti: reception, custodia e vigilanza, videosorveglianza, apparecchiature audio-video e telefoniche, Internet a banda larga, impianto hi-fi, binari per sospensione a parete, assistenza segreteria multilingue, ufficio stampa, catering, allestimenti, riassetto sale.

Torneria MILANO

via Tortona, 32 – 20144 Milano tel. 335 8003533, fax 02 463723 info@tortonalocations.com www.tortonalocations.com Maria Antonia Menada Daniela Triulzi n Superficie: 900 mq. n Capienza: 1.000 persone n Posti a sedere: 500 n Ingressi: 3 n Area esterna: sì n Accesso diretto da strada: sì

17

novembre 2009


Speciale Temporary Space

Manzoni 16A Milano

via Manzoni, 16 A – 20121 Milano tel. 335 6273382 manzonitemp@gmail.com Sophie Wannenes n Superficie: 50mq n Capienza: 60 pax n Posti a sedere: 40 n Ingressi: 2 n Vetrine: 2, grandi n Accesso diretto da strada: si n Tipologia struttura: palazzo d’epoca

Manzoni 39 Milano

via Manzoni, 39 – 20121 Milano tel. 335 6273382 n Superficie: 120mq n Capienza: 120 pax n Posti a sedere: 60 n Ingressi: 2 n Area esterna: si n Tipologia struttura: showroom Due spazi temporanei, in una delle vie piu prestigiose e commerciali del centro di Milano. Manzoni 16A è uno spazio molto luminoso grazie alle due grandi vetrine espositive, l’ideale per promuovere ogni tipo di attività. Al piano terreno di un palazzo molto elegante con un piccolo cortile, lo spazio Manzoni 39 è perfetto come showroom. Su richiesta, servizi di vendita, di personale di vendita, di allestimento e catering, di comunicazione e ufficio stampa. Wi-fi, telefono, riscaldamento/condizionatore, impianto d’allarme.

c o n v e g n i n. 7

18


Valorizzare tempo e spazio

PISANI 2 EVENTI Milano via Vittor Pisani, 2 – 20124 Milano tel. 02 620227310 temporary@abgroup.it www.abserv.it Felice Beltrametti 329 4767861 Anna Laini 349 6097299 n Superficie: 200 mq piano terra + 130 mq piano ammezzato n Capienza: 120 persone n Posti a sedere: 90 n Vetrine: 7 al piano terra + 8 al piano ammezzato n Ingressi: 1 n Accesso diretto dalla strada: sì, 3 n Attrezzature: sistemi multifunzionali audio e video, fibra ottica, riprese televisive, regia mobile, postproduzione. n Servizi offerti : personale di vendita, comunicazione, ufficio stampa. AB Service, la società titolare dello spazio (attiva da oltre vent’anni), gestisce anche numerosi spazi per uffici arredati, un grande studio di produzione e numerose sale meeting affittabili a tempo, dislocati in diverse aree di Milano. n Tipologia struttura: lo spazio occupa una porzione del Grattacielo di Milano affacciato sulla via Vittor Pisani.

19

novembre 2009


Speciale Temporary Space

Sidecar Eventi Milano

corso Garibaldi 59/A – 20121 Milano tel. 02 72080550 – info@sidecareventi.com www.sidecareventi.com – Paolo Comini n Superficie: 150 mq n Capienza: 100 persone n Posti a sedere: 50 n Vetrine: 2 n Ingressi: 2 n Accesso da strada: sì n Area esterna: possibilità di utilizzo area esterna antistante. n Servizi offerti: licenza di vendita, personale di vendita, disponibilità di consulenza e organizzazione eventi, impianto audio-video, allestimento e progettazione layout. n Tipologia struttura: stabile prestigioso di recente costruzione con ampia visibilità su strada. Sidecar Eventi ha introdotto in Italia e sviluppato una formula commerciale assolutamente vincente: il Temporary Shop, un modernissimo strumento di marketing che consente alle aziende di raggiungere efficacemente e direttamente il proprio consumatore; Sidecar Eventi rappresenta infatti la piattaforma relazionale ideale tra marca e cliente e un contenitore declinabile alle esigenze di ogni azienda. La location è situata nella rinomata zona di Brera-Corso Garibaldi, area caratteristica e privilegiata di Milano che vanta un’elevata qualità residenziale e una posizione favorevole a un significativo passaggio e frequenza turistica.

c o n v e g n i n. 7

20


Valorizzare tempo e spazio

Temporary Shop Trieste TRIESTE

via Ponchielli, 3 – 34100 Trieste tel. 040 3480567 info@stefanostoppani.it Giovanni e Stefano Stoppani n Superficie: 28 mq n Vetrine: 3 (1 esterna + 2 interne) n Ingressi: 1 n Accesso da strada: si n Servizi offerti: un addetto vendita, uno shop manager, licenza di vendita, progetto grafico, comunicazione, possibilità di utilizzo area esterna antistante, pannello di controllo centralizzato, iIlluminazione a soffitto e illuminazione a parete, monitor 42” con lettore DVD, welcome desk, fotocopiatrice, direct dial phone, aria condizionata, connessione internet Adsl. n Tipologia struttura: palazzo d’epoca localizzato nel pieno centro storico della città, in un’isola pedonale di fortissimo passaggio, conosciuta da turisti e abitanti come una rinomata zona dedicata al passeggio e allo shopping. n Posizione e raggiungibilità: posto in un’isola pedonale, a 100 mt dalla fermata dei bus, due minuti a piedi dal mare dove sono disponibili parcheggi a pagamento; cinque minuti a piedi dalla stazione centrale, dove è presente un ampio parcheggio.

21

novembre 2009


Speciale Temporary Space

VIVIANIEVENTI® NAPOLI

piazza Fuga, 34 – 80127 Napoli tel. 335 8030615 – adc@fastwebnet.it www.vivianieventi.com Francesco Nunziata n Superficie: 160mq n Capienza: 160 persone n Posti a sedere: 80 n Vetrine: 2 n Ingressi: 1 n Accesso da strada: sì n Area esterna: sì n Servizi offerti: licenza commerciale e registratore di cassa, un addetto customer care, supervisione e cassa, un addetto customer care e vendita , un addetto al controllo del flusso di visitatori. Assistenza logistica, impianto di illuminazione, riscaldamento e condizionamento, consumi di energia elettrica e acqua, diffusione audio e proiezione monitor, connessione wi-fi e fibre ottiche, comunicazione su sito e mailing-list clientela Vivianieventi®, pulizia iniziale al termine allestimento. n Servizi su richiesta: progetti e allestimenti, attrezzature per eventi esterni, assistenza e costi permessi (occupazione suolo pubblico, tasse pubblicitarie per insegna e loghi, SIAE), pulizia giornaliera, ufficio stampa, pubbliche relazioni. n Posizione: Localizzata in una zona altamente rappresentativa della città, Piazza Fuga, che costituisce un vero e proprio crocevia commerciale, lavorativo e residenziale di Napoli, nonché un nodo d’interscambio del trasporto pubblico: convergono nella Piazza le due funicolari principali e una fermata della metropolitana.

c o n v e g n i n. 7

22


Date più spazio al vostro business. Gli eventi più trendy di Milano trovano spazio in Tortona Location: il partner che vi assicura la più ampia scelta di aree espositive polifunzionali per eventi, manifestazioni, temporary shop, presentazioni di nuove collezioni o lanci di prodotto, mostre d’arte, spettacoli e show-cooking nel quartiere della moda e del design. Una rete di location per affitti temporanei da 20 a 2000 mq: negozi con vetrina sulla via, laboratori recuperati in tipici cortili della vecchia Milano, ex capannoni industriali, officine dal sapore antico, showroom, gallerie d’arte, studi fotografici, singolari teatri e insoliti ristoranti, tra via Tortona e via Savona, per vivere da protagonisti la scena cittadina.

info@tortonalocations.com - www.tortonalocations.com


Assotemporary c.so Venezia 47/49 – 20122 Milano tel. 02 7750363, fax 02 7750409 assotemporary@unione.milano.it www.assotemporary.com

Speciale Temporary Space  

Speciale di Convegni dedicato al mondo dei temporary shop, space, showroom e service colegati

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you