Page 1

CERVARA di roma La Storia, la Natura, l’Arte, lo Sport e le Stelle nel Parco

AGENZIA REGIONALE DEL TURISMO


Visita il Sito Turistico

Il Progetto è stato finanziato con il contributo della Regione Lazio, del Comune e di alcune associazioni locali e privati Proloco Comunità giovanile “Il cervo” Centro sociale anziani “Tullio Carnicchia” Complesso bandistico “La Diana Alfredo Cecinelli” Associazione culturale “Le Selve”

2


Il COMUNE Chi visita Cervara di Roma intuisce da subito che la bellezza testimoniata dal paesaggio non è che l’apice di quella diffusa nei vicoli e nelle piazze, riflessa nel colore delle sculture scolpite nella roccia e nelle stelle scrutate dall’Osservatorio astronomico, o rivelata nel sapore della gastronomia locale. Il paese prende il nome, come si può ben intuire, dai numerosi cervi che popolavano questo sperone roccioso, oggi piedistallo del caratteristico impianto urbano evoluto gradualmente attraverso la costruzione di

semplici case che si stagliano in un paesaggio naturale e contraddistinto da un saliscendi di piccole stradine. Cervara è conosciuta come la “porta d’ingresso” al Parco Naturale Regionale dei Monti Simbruini, una suggestiva macchia verde caratterizzata da una ricca flora formata da faggeti, pini e ginepri. In particolare nei prati delle diverse radure sparse tra i boschi ed i sentieri montani si possono trovare anche altre tipologie di piante. A tutta questa splendida vegetazione si aggiunge una fauna compo-

3


sta da circa 2000 specie animali, che vede la presenza del più grande cervo italiano, tutelato all’interno dell’Area faunistica del Cervo situata nella Località di Prataglia. Di notevole interesse anche la Località di Campaegli, poco sopra Cervara di Roma, un territorio selvaggio dove potersi dedicare ad uno degli sport invernali più apprezzati, lo sci di fondo. Qui infatti sono presenti piste chilometriche e numerosi percorsi per ciaspolate.

del secolo scorso che Cervara divenne il cosiddetto “paese scolpito nella roccia”, grazie all’estro degli allievi dell’Accademia delle Belle Arti di Firenze, che qui, insieme agli abitanti, crearono un vero e proprio museo a cielo aperto con figure, forme e ritratti scolpiti sulla roccia calcarea. Ne è uno splendido esempio la Scalinata degli Artisti, romantico omaggio estemporaneo che collega il principale punto d’ingresso al paese con Piazza Umberto I.

La suggestiva bellezza della natura di Cervara si fonde perfettamente con il suo ricco patrimonio artistico, ereditato dalla presenza di numerosi artisti internazionali, che nell’ottocento scelsero questo paese come fonte d’ispirazione, uno fra tutti Samuel F. B. Morse, inventore del famoso “alfabeto Morse”. Ma è soprattutto verso gli anni Ottanta

In un territorio così rurale non può certo mancare un ricco patrimonio storico-culturale rappresentato dalla citata Scalinata degli Artisti, dalla Scalinata della Pace, dal Museo della Montagna, dalla Fonte Munistrigliu, antico lavatoio utilizzato in passato dalle donne del paese, e dai resti della Rocca Medievale, autentica terrazza naturale

Area faunistica del Cervo - Loc. Prataglia

4


dalla quale si può ammirare lo splendido e suggestivo panorama sulla Valle dell’Aniene. Considerevole anche l’espressione religiosa del paese, facilmente rintracciabile nelle zone più paesaggistiche, come la Chiesa di Santa Maria della Visitazione e la Chiesa di Santa Maria della Portella. Cervara ha legato indissolubilmente la sua immagine anche alle eccellenze gastronomiche locali, basate sui prodotti tipici, genuini e soprattutto a km 0, come le fettuccine al tartufo, gli gnocchi al sugo di castrato e la carne bovina, utilizzata per la preparazione di piatti e ricette che ancora oggi richiamano l’antica tradizione popolare.

Scalinata degli artisti

Osservatorio Astronomico “Claudio del Sole” - Loc. Prataglia

5


Il modo migliore per visitare il patrimonio artistico e naturalistico del paese è facendo trekking, escursioni o semplici passeggiate lungo i vicoli ed i sentieri segnalati e pieni di fascino, alla scoperta delle bellezze di un territorio unico ed incontaminato. Cervara di Roma è tutto questo e ancora di più, un paese che non ha mai esaurito le proprie radici e tradizioni e che nel tempo

Parco Regionale dei Monti Simbruini - Loc. Campaegli

6

ha saputo dar voce ad un’anima artistica incantevole che lo porterà finalmente ad essere una meta importante per il turismo. E’ proprio questa infatti una delle grandi aspettative del futuro, ricreare quel flusso turistico giornaliero basato sul carattere paesaggistico e culturale, intrapreso già nell’Ottocento da artisti di fama mondiale.


Attrazioni storico culturali Scalinata della Pace Scalinata degli Artisti Museo della Montagna Chiesa di Santa Maria della Visitazione Chiesa di Santa Maria della Portella Rocca Medievale

Attrazioni naturalistiche ed ambientali Parco Regionale dei Monti Simbruini - Loc. Campaegli Area faunistica del Cervo - Loc. Prataglia Fonte Munistrigliu Sentiero della Pineta (Il Palio) Piste sci di fondo

Attrazioni scientifiche Osservatorio Astronomico “Claudio del Sole� Loc. Prataglia

7


Attrazioni storico culturali scalinata della pace

La Scalinata della Pace è un trionfo di figure artistiche raffiguranti animali, immagini femminili, pagine di libri, totem e gnomi. Punto di collegamento che dal centro abitato sale fino ai resti della Rocca medievale, la scalinata è un chiaro riferimento al pensiero diffuso che l’Arte debba lavorare per la Pace, favorendo la solidarietà e la fratellanza fra i popoli.

scalinata degli artisti La splendida Scalinata degli artisti è uno dei simboli di Cervara di Roma, pura testimonianza di come l’arte si sia inserita perfettamente nell’ambiente urbano e naturalistico circostante. Questa struttura è oggi uno degli accessi al centro storico del

8

paese, che da Piazza Giovanni XXIII sale fino alla principale Piazza Umberto I e può essere considerata come un omaggio ai numerosi artisti che nell’Ottocento hanno scelto il panorama di Cervara come luogo e fonte d’ispirazione, fra i quali Ludwig Adrian Richter, Samuel F. B. Morse, Ernest Antoine Hébert e Rafael Alberti, noto poeta spagnolo che ha dedicato dei versi a Cervara. Frutto dell’ispirazione e dell’estro di giovani arrivati a Cervara da ogni parte del mondo, oltre che degli allievi dell’Accademia delle Belle Arti di Firenze coordinati dal professor Vincenzo Bianchi, la scalinata si presenta come un “rosario” di sculture, dipinti, murales e poesie scolpite sulla roccia calcarea, opere che si alternano tra le suggestive case in pietra ed il meraviglioso paesaggio naturale. Tra le testimonianze artistiche sono presenti anche le note inci-


se sulla parete dello spartito “Passacaglia per Cervara”, composizione del maestro Ennio Morricone, cittadino onorario di Cervara di Roma.

museo della montagna Il Museo della Montagna di Cervara di Roma racchiude in se la cultura contadina dei pastori che si preparavano ad affrontare la transumanza, con l’estro degli artisti giunti al paese. Il museo, situato vicino la Chiesa di Santa Maria della Visitazione, si sviluppa su due piani e si articola in due sezioni principali: quella relativa all’agricoltura ed alla vita quotidiana dei pastori, e quella dedicata all’arte moderna e contemporanea inerente alle opere pittoriche ed artistiche. Tra gli oggetti esposti all’interno del museo troviamo gli attrezzi utilizzati dai pastori durante la transumanza, le reliquie, i paramenti sacri e gli oggetti rituali delle confraternite locali.

Museo della Montagna

Rocca Medievale

rocca medievale Arroccata sul più alto sperone roccioso dei Monti Simbruini la Rocca medievale di Cervara di Roma domina con austerità il perfetto susseguirsi dei tetti delle case in pietra e l’incantevole paesaggio che contraddistingue la Valle dell’Aniene. Eretta verso la prima metà dell’XI secolo come fortezza militare a difesa del territorio circostante, la rocca divenne verso il 1200 il fulcro del potere del monaco scismatico Pelagio. Nei secoli successivi, a seguito del logorio del tempo e dell’incuria dell’uomo, tranne un periodo di massimo splendore raggiunto i primi del 1500 sotto la famiglia Colonna, la rocca subì un lento deterioramento strutturale, il quale fece regredire irrimediabilmente la sua maestosità iniziale. Oggi questa antica fortezza si presenta come un suggestivo cumulo di ruderi, protetta dalla statua della Madonna Immacolata, eretta su di essa nel 1954.

9


Chiesa di Santa Maria della Visitazione

Chiesa di Santa Maria della Portella

Chiesa di santa maria della visitazione

Chiesa di santa maria della portella

La Chiesa di Santa Maria della Visitazione è la Collegiata di Cervara di Roma, il luogo di culto più importante del paese. Situata ai piedi della Rocca Medievale ha una facciata semplice in pietra locale, caratterizzata da un rinascimentale portale centrale e da due piccole porte laterali, raggiungibili percorrendo una suggestiva scalinata posta sulla parte sinistra della struttura.

La piccola Chiesa di Santa Maria della Portella sorge nelle vicinanze di Cervara di Roma, su un antico tratturo della transumanza che dal paese portava a Subiaco. Posta nei pressi di un bellissimo bosco caratterizzato da lecci e situata alle porte del centro abitato questa chiesetta rurale oggi domina la suggestiva Valle dell’Aniene.

Di grande rilevanza anche la vecchia torre campanaria che si innalza austera sul paesaggio circostante. All’interno di questo luogo di culto sono custoditi dei veri e propri tesori artistici, come il dipinto a olio su tela raffigurante “La Visitazione” e risalente alla prima metà del Seicento. Di notevole interesse anche l’abside affrescato e l’altare maggiore, al di sotto del quale è conservato il corpo di un martire della chiesa.

La Chiesa fu istituita dai Padri Gesuiti nel lontano 1702, che in quel tempo svolgevano un’attività educativa volta alla cristianità. In questo luogo di culto si venera una preziosa statua di terracotta raffigurante la “Madonna col Bambino”, posta sopra l’elegante altare decorato con marmi cromatici. L’interno, semplice ed essenziale, è caratterizzato da lapidi commemorative in corrispondenza delle pareti laterali.

10


attrazioni naturalistiche e ambientali parco regionale dei monti simbruini Il Parco Naturale Regionale dei Monti Simbruini è il confine tracciato tra il Lazio e l’Abruzzo, un suggestivo paesaggio formato da una serie di valli, pianure e fiumi, come la Valle dell’Aniene, la Valle del Liri ed il fiume Aniene. Il territorio comprende diversi comuni, ognuno dei quali conserva ancora oggi tradizioni e bellezze storico, artistiche e religiose, come il Sacro Speco a Subiaco e la Scalinata degli Artisti a Cervara di Roma. Il parco è caratterizzato da una ricca flora formata da faggeti, ginepri, lecci, gigli rossi ed alcuni abeti rossi. In particolare nei prati verdi delle spianate si possono trovare anche funghi porcini e prataioli. A tutta questa splendida vegetazione si aggiunge una grande fauna formata da varie specie

animali quali cervi, cinghiali, lupi, istrici e grifoni. Il miglior modo per conoscere l’intera Area del Parco dei Monti Simbruini è attraverso bucoliche passeggiate a piedi, a cavallo o in mountain bike, lungo i numerosi sentieri segnalati dal CAI (Club Alpino Italiano).

sentiero della pineta “il palio” Cervara di Roma è un paese da scoprire lentamente, un territorio ricco non solo di arte e di cultura, ma anche di sentieri e boschi immersi nel verde. Tra i vari sentieri da percorre a piedi va segnalato il cosiddetto Sentiero della Pineta, nella zona conosciuta come “Il Palio”, un incantevole percorso naturalistico che si snoda tra pini, faggeti e vegetazione ancora intatta.

11


area faunistica del cervo Creata appositamente per riportare la specie del cervo nel Parco Naturale Regionale dei Monti Simbruini, l’Area faunistica del Cervo situata nella Località di Prataglia, frazione di Cervara di Roma, mira alla reintroduzione nel territorio di questo splendido esemplare assente ormai da oltre cento anni sul territorio. Oggi l’area faunistica ospita alcuni cervi prelevati nel 2008 dal Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, splendidi esemplari che vivono in uno stato di semilibertà.

piste sci di fondo

Nella splendida Località di Campaegli, frazione di Cervara di Roma, si possono trovare delle suggestive piste da sci di fondo, uno degli sport invernali più amati. L’intera area è perfettamente attrezzata al noleggio delle attrezzature e propone numerosi percorsi escursionistici adatti anche alle ciaspolate ed allo skijöring, sport nordico in cui lo sciatore viene trascinato da uno o più cani. La zona sciistica di Campaegli, oltre ad essere la meta ideale per praticare sport invernali, rappresenta una suggestiva esperienza nella natura incontaminata e selvaggia del Parco Regionale dei Monti Simbruini. Fonte Munistrigliu

fonte munistrigliu

Area faunistica del Cervo - Loc. Prataglia

12

Fonte Munistrigliu è l’antico lavatoio di Cervara di Roma, luogo di socializzazione e lavoro manuale. E’ qui che in passato le donne del paese si radunavano per lavare i panni a mano e dedicarsi a qualche pettegolezzo. Oggi questa struttura rappresenta la memoria storica delle passate generazioni, affascinante testimonianza dell’antica vita sociale e rurale.


Attrazioni scientifiche Osservatorio astronomico “Claudio del Sole” L’Osservatorio astronomico “Claudio del Sole” di Cervara di Roma è l’occhio artificiale con il quale osservare l’Universo, la rotazione dei pianeti e la vita delle stelle. Inaugurato nel 2008 in Località Prataglia, questa struttura pubblica è dedicata agli appassionati dell’astronomia e dell’astrofisica, un luogo unico e suggestivo in cui apprez-

Particolare del Cannocchiale

Vista del Cannocchiale

zare la bellezza che risiede milioni di anni luce lontana da noi. Oggi l’Osservatorio astronomico di Cervara di Roma è aperto ad astrofili, studenti e gruppi di curiosi, ed offre la possibilità di osservare il sole attraverso visite guidate diurne e le galassie attraverso visite guidate notturne.

13


Scoprendo l’arte e la storia tra i vicoli di Cervara Rocca

5. Medievale

7.

Sentiero della Pineta “Il Palio”

4.

6.

3.

Chiesa di S.Maria della Visitazione

Museo della Montagna

Scalinata della Pace

2.

Piazza Umberto I

1.

Scalinata degli artisti

8.

Chiesa di S.Maria della Portella

9.

Fonte Munistrigliu

Vi proponiamo un itinerario alla scoperta delle bellezze storico, artistiche e naturalistiche di Cervara di Roma, un viaggio all’insegna della serenità e della suggestione popolare che inizia dalla Scalinata degli artisti fino ad arrivare alla Fonte Munistrigliu, passando per il Museo della Montagna.

14


informazioni comune di cervara di roma Via Giuseppe Verdi, 9 00020 - Cervara di Roma (Rm) Tel. 0774 - 828715 Fax. 0774 - 828762

sindaco: Giovanni Mitelli Consiglio comunale:

Lucia Arcangeli, Marco Cecili, Marcello Giubilei, Sergio Zerla, Claudio Nocente, Adriano Alivernini

patrono: San Felice e Santa Elisabetta giorno festivo: 2 Luglio gemellaggi: Struga (Macedonia)

Piazza Umberto I - Il Comune

tradizioni 17 Gennaio “Festa di Sant’ Antonio Abate” 1 - 2 - 3 Luglio “Festa dei Santi Patroni” 15 Agosto “Processione dell’Inchinata” 16 Agosto “Festa di San Rocco”

16 Agosto “Ballo della Mammoccia” Terzo weekend di Settembre “Festa degli Artisti” Terzo weekend di Settembre “Sagra del tartufo”

15


Realizzato dalla Comunicando Leader s.r.l.

Cervara di Roma (IT)  

La storia, la natura, l'arte, lo sport e le stelle nel parco. Scopri tutto sullo splendido borgo laziale.

Cervara di Roma (IT)  

La storia, la natura, l'arte, lo sport e le stelle nel parco. Scopri tutto sullo splendido borgo laziale.

Advertisement