Page 1

www.vicovaroturismo.it


VICOVARO

Tempietto di San Giacomo Maggiore Piazza San Pietro

I monumenti

Eremi di San Benedetto Via Tiburtina km 47.400

Chiesa di Sant’Antonio Abate Via Sant’Antonio

Palazzo Cenci Bolognetti Largo Padre Virginio Rotondi

Ex Chiesa di Santa Maria delle Grazie Largo Santa Maria

Chiesa di S. Pietro Apostolo Piazza San Pietro

Resti del ponte dell’acquedotto Claudio Via della Stazione

Chiesa di S. Rocco Via Valeria Vecchia

Chiesa dei SS. Cosma e Damiano e Complesso Conventuale di San Cosimato Via Tiburtina km 47.400

Chiesa di S. Sabino Piazza San Sabino

Monumento di Caio Menio Basso Via Tiburtina km 42.300

Chiesa di S. Salvatore Via Ettore Vulpiani (angolo P.zza Padre Pietro da Vicovaro)

Monumento ai Martiri delle Pratarelle Piazza Martiri delle Pratarelle


VICOVARO

Tracce di storia e cultura di antichi popoli

www.vicovaroturismo.it

Vicovaro può considerarsi la porta d’accesso naturale alla Valle dell’Aniene, alla Valle Ustica e al Parco Naturale Regionale dei Monti Lucretili. Posto ad un’altitudine di circa 355 m (s.l.m.), il paese dista circa 15 kilometri da Tivoli e 45 da Roma ed è facilmente raggiungibile attraverso l’autostrada A24 Roma-L’Aquila (uscita Vicovaro-Mandela). L’intero territorio del comune di Vicovaro è caratterizzato dalla presenza di numerosi corsi d’acqua, appartenenti al bacino del fiume Aniene. La città di Vicovaro è stata frequentata dall’uomo sin dalla preistoria e, ancora oggi, ne conserva le testimonianze storiche e archeologi-

che, come i ritrovamenti dei suggestivi Eremi di San Benedetto a San Cosimato. Sull’intero territorio si possono inoltre trovare reperti di età repubblicana ed imperiale. Vicovaro fu abitato dagli Equi e successivamente dai Romani, i quali vi costruirono quattro grandi Acquedotti: Anio Vetus, Aqua Marcia, Aqua Claudia e Anio Novus. Sorto sul corso dell’Aniene e sulla via Valeria, il paese è delimitato da una cinta muraria, che un tempo aveva scopo difensivo, visibile all’ingresso del paese presso la Porta di Sotto e lungo la via Valeria. Il borgo si concentra intorno alla centrale Piazza San Pietro e ancora oggi conserva le strutture abitative di un tempo.

Itinerari Monumenti Enogastronomia Feste tradizionali Cosa fare a Vicovaro


Chiesa di S. Antonio Abate

ITINERARI Una passeggiata nel centro storico Questo itinerario permette di toccare con mano la storia, i culti e le tradizioni del paese dai suoi albori fino al periodo piÚ recente, in un percorso che conduce il visitatore da un estremo all’altro di Vicovaro. Dalla duecentesca Chiesa di S. Maria delle Grazie ubicata in Largo S. Maria e oggi sede del Mu.Vi.S., museo demoetnoantropologico, dove sono raccolte testimonianze del vissuto delle popolazioni della Valle dell’Aniene e del Parco Regionale Naturale dei Monti Lucretili, scendete per Via

Ex Chiesa di Santa Maria delle Grazie

Monumento ai Martiri delle Pratarelle


Chiesa di S. Sabino

Chiesa di S. Pietro Apostolo

S. Maria e incontrate sulla destra i bastioni della fortificazione orsiniana dell’attuale Palazzo Cenci Bolognetti. Percorrete poi via Porta Abruzzo e, oltrepassata la medievale Porta Capo, giungete in Largo Padre Virginio Rotondi, dominato dalla maestosa facciata della settecentesca Chiesa di S. Pietro Apostolo. Poco più avanti la Piazza S. Pietro è delimitata dalla facciata meridionale con campanili della chiesa omonima e il Tempietto orsiniano in stile gotico-rinascimentale, dedicato a S. Giacomo Maggiore. Scendendo per via Roma, attraversate Piazza della Segreteria, fino a giungere in Piazza Padre Pietro da Vicovaro, nei pressi della Chiesa di S. Salvatore, edificata su un’antica struttura romana, come la piccola Chiesa di San Sabino, che sorge sull’omonima piazza. Dirigetevi verso la Porta di Sotto, con una deviazione su Piazza S. Silvestro e in direzione di Via dei Merli, attraversate il nucleo più antico del paese, fino a raggiungere la quota più bassa dei cosiddetti “Bastioni”, punto panoramico per eccellenza che si affaccia sull’Aniene: qui troverete il Monumento ai Martiri delle Pratarelle, edificato in memoria delle vittime del nazifascismo durante la Seconda Guerra Mondiale.

Tempietto di S. Giacomo Maggiore

Chiesa di S. Salvatore


Resti del Ponte dell’Acquedotto Claudio

ITINERARI

Lungo le rive dell’Aniene, dagli antichi romani a San Benedetto Collegato al centro storico, questo itinerario mette a diretto contatto con l’ambiente naturale e incontaminato del suggestivo paesaggio fluviale dell’Aniene, creando, con gli Eremi Benedettini, un’atmosfera spirituale senza eguali. Oltrepassate la Porta di Sotto, in uscita dal paese, per fermarvi nei pressi della rinascimentale Chiesa di S. Antonio Abate, dedicata al santo patrono di Vicovaro. Al di sotto dell’edificio, e inglobati nel cemento del ponte moderno in via della Stazione, potete vedere i resti dei piloni di rinforzo del ponte dell’Acquedotto Claudio. Lasciando la Chiesa di S. Antonio Abate alle spalle, imboccate il sentiero sulla sinistra della fontana e percorrete una piacevole passeggiata naturalistica lungo il fiume Aniene. Giunti presso la diga di S. Cosimato, risalite per via della Mola Vecchia e una volta arrivati su via Valeria Vecchia, potete proseguire a sinistra per una visita alla cinquecentesca Chiesa di S. Rocco o a destra per il Complesso Conventuale di San Cosimato e gli Eremi Benedettini.

Chiesa di S. Rocco


Eremi di San Benedetto

Monumento di Caio Menio Basso

Chiesa dei SS. Cosma e Damiano


ITINERARI

Il Cammino di San Benedetto

Vicovaro

Il Cammino di San Benedetto è un percorso che si snoda per 310 chilometri in 16 tappe, da Norcia, alle propaggini dei Monti Sibillini, a Subiaco, nell’alta valle dell’Aniene, fino a Cassino, nella valle del Liri, attraversando i luoghi piú significativi della vita di San Benedetto da Norcia (480-547), autore della Regola monachorum “Ora et Labora“ e patrono d’Europa. Un lungo percorso a piedi o in bicicletta, per conoscere i luoghi in cui è vissuto, un affascinante itinerario attraverso paesi e valli ricchi di storia, natura e tradizioni: piccoli centri che hanno saputo conservare la propria autenticità e la dedizione all’accoglienza; luoghi con un’anima, capaci di rivelare al viaggiatore inaspettati tesori d’arte e cultura. Nel tratto da Mandela a Subiaco la tappa del Cammino di San Benedetto prevedeva, prima dell’inaugurazione della variante, alcuni tratti su asfalto che non rendevano molto agevole il percorso dei pellegrini; ora è possibile proseguire il Cammino attraversando sentieri totalmente immersi nella natura, costeggiando il fiume Aniene e percorrendo in alcuni tratti l’ex-Ferrovia Piatti Mandela-Subiaco, ora via sterrata. A prescindere dal pellegrinaggio, si tratta di


Eremi di San Benedetto

una piacevole passeggiata su terreno pianeggiante, che può essere affrontata anche da chi vuole semplicemente trascorrere una giornata all’aria aperta. Il percorso è dotato di varie aree di sosta attrezzate per pic-nic, con la possibilità, all’altezza di Marano Equo, di gustare acque fresche minerali che sgorgano nella zona in un’apposita area predisposta dal Comune.

Eremi di San Benedetto

Lunghezza: 26 km (30 km fino al Monastero di San Benedetto) Segnaletica: segnavia giallo con simbolo identificativo del percorso del Cammino di San Benedetto dello stesso colore (fusione di una croce e di una “b”). Scopri di più su www.camminodibenedetto.it


ENOGASTRONOMIA Le tradizioni enogastronomiche di Vicovaro hanno antiche radici e sono caratterizzate da forti connotazioni contadine, legate alla lavorazione artigianale dei prodotti della terra. I piatti tipici della tradizione culinaria di Vicovaro vengono realizzati ancora oggi con ingredienti semplici e genuini, adatti ad ogni occasione.

SCOPRI DOVE ACQUISTARE i prodotti tipici di Vicovaro presso le attività commerciali della città scansionando il codice. • Pagnotta Vicovarese • Pizza pane • Frascarelli • Nociata

• Pizze fritte • Pizza cresciuta • Ciambellette al vino • Amaretti

• Tisichelle • Ciambella vicovarese • Tozzetti

EVENTI E MANIFESTAZIONI Tutti gli eventi, le sagre enogastronomiche e le feste tradizionali di Vicovaro, per vivere la storia e la cultura del paese durante tutto l’anno. 17 gennaio - Culto e Festa di Sant’Antonio Abate, patrono di Vicovaro Fine maggio/Inizio giugno - Infiorata del Corpus Domini, in collaborazione con l’Associazione Culturale Infioratori di Vicovaro Luglio - Sagra del Pane, con sfilata delle donne del paese in abiti caratteristici 15 luglio - Festa della Madonna del Carmine, con spettacoli pirotecnici e musicali in onore della Beata Vergine 1/2 agosto - Festa e Fiera del perdono di Assisi, in ricordo dell’ indulgenza plenaria concessa a tutti i fedeli da papa Onorio III, richiesta da San Francesco d’Assisi 15 agosto - Festa dell’Inchinata, processione in onore dell’Assunzione della Beata Vergine Maria con il coinvolgimento di tutte le Confraternite religiose del paese Fine agosto/Inizio settembre - Culto e Festa di Maria SS.ma Avvocata Nostra, cerimonie religiose e spettacoli musicali in onore della Beata Vergine 4 ottobre - Festa di San Francesco d’Assisi, processione con fiaccolata accompagnata dal complesso bandistico del paese 10 dicembre – Festa della Madonna di Loreto, processione che avviene in tarda notte, con una suggestiva sfilata dei fedeli a lume di candela


SPORT Trekking nel Parco Naturale Regionale dei Monti Lucretili Passeggiate ed escursioni nel Parco dei Monti Lucretili, con itinerari segnati che indicano il sentiero, per scoprire l’incontaminata bellezza dell’ambiente naturale del parco. SENTIERO DA VICOVARO A PRATO DELLE FORME: Tempo di percorrenza: 7 h A/R Difficoltà: E (escursionistico) - EE (escursione per esperti) Segnaletica: segnavia 304, 305 B, 304 B Lunghezza: 11,5 km SENTIERO “ANITA” DA VICOVARO AL PRATO DEI PORCINI: Tempo di percorrenza: 8 h A/R Difficoltà: E (escursionistico) - EE (escursione per esperti) Segnaletica: segnavia 304 A, 304 C Tel: +39 0774 637027 - Sito web: www.parcolucretili.it

Percorsi in mountain bike a Vicovaro

Suggestivi itinerari da percorrere in mountain bike per scoprire il territorio intorno a Vicovaro. ANELLO DEL MONTE FOLLETTOSO NEL PARCO NATURALE REGIONALE DEI MONTI LUCRETILI: Vicovaro - Roccagiovine - Prato delle Forme - Fontanili della Rocca Fonte Fumiccia - Vicovaro Partenza da: Vicovaro - Difficoltà tecnica: media - Lunghezza: 17 Km - Dislivello: 600 m Q.max: 907 m s.l.m. - Tempo di percorrenza: 3 h - Fondo: Asfalto 33% - Sterrato 59% - Sentiero 8% Vicovaro - Gerano - Canterano - Agosta - Vicovaro Partenza da: Vicovaro - Difficoltà tecnica: media - Lunghezza: 47,50 Km - Dislivello: 403 m Q.max: 685 m s.l.m. - Tempo di percorrenza: 2 ore e 50 minuti Tiro con l’arco presso l’Oasi dell’Arciere situato in Via Tiburtina Valeria Km 41,300 Tel: +39 389 7854597 (Dario) - +39 347 6390921 (Vincenzo) - Sito web: www.oasidellarciere.wix.com Soft Air Attività svolta dalla A.S.D. Special Air Soft Vicovaro situata in Località Cerreto snc, Vicovaro. Tel: +39 328 3879162 Pesca Sportiva presso Le Roscelle RistoLago - Via delle Roscelle snc, Saracinesco Tel: +39 0774 791143 Rafting presso Largo Martiri di Cicchetti snc, Subiaco. A cura dell’Associazione “Vivere l’Aniene” - Tel: +39 320 9681006 - Sito web: www.viverelaniene.com


COSA FARE NEI DINTORNI Visita alla Villa di Orazio a Licenza

La Villa di Orazio è una tipica residenza d’otium, appartenuta al celebre poeta Quinto Orazio Flacco, che la ebbe in dono tra il 33 e il 32 a.C da Caio Clinio Mecenate, protettore di artisti e letterati. Una piccola cascata d’acqua nei pressi della villa, la Fonte Oratina, fu identificata con la sorgente cantata da Orazio in una celebre ode (III, 13). Il complesso si articola intorno a due cortili e si possono distinguere tre settori: la parte residenziale a nord, un grande quadriportico con ambienti annessi a sud e un complesso termale a ovest. La villa era anche dotata di un vivarium destinato all’allevamento dei pesci. Ad ovest era situato il complesso termale con il calidario, il tepidario e il frigidario, probabilmente costruiti già per Mecenate. Si tratta dunque di un luogo di grande fascino e suggestione che merita di essere visitato per comprendere ancora meglio la capacità degli antichi Romani di godere appieno delle gioie della vita, scegliendo dei luoghi di rara bellezza per costruire le proprie ville dove andare a riposarsi. Indirizzo: Via Licentina, km 32,500 - 00026 Loc. Vigne di S. Pietro Tel: +39 0774 46629 / +39 0774 330329 - Sito web: www.comunedilicenza.it

Villa di Orazio


Visita al Museo Civico Oraziano a Licenza Ospitato nel Palazzo Baronale Orsini Borghese e voluto dal prof. Angiolo Pasqui, Direttore degli Scavi di Roma e del Lazio Antico, per conservare gli oggetti rinvenuti tra il 1911 e il 1915 nello scavo della Villa d’Orazio a Licenza. Tra i materiali esposti si segnalano, oltre a raffinati elementi architettonici e pannelli con frammenti di affreschi con relative ricostruzioni grafiche, materiali vari legati alla vita quotidiana nella villa come fistole acquarie in piombo, lucerne, monete, vasi di diverse classi di ceramica, frammenti di vetri di finestre e di recipienti di vetro soffiato, spatole, pinzette, aghi crinali in osso, fuseruole, pesi da telaio e oggetti di ornamento personale. Indirizzo: Piazza Palazzo 9 - 00026 Licenza Chiusura: Lunedì Orario: 10:00 – 12:00 / 15:00 – 18:00 Tel: +39 0774 469027 Sito web: www.comunedilicenza.it

Visita al Giardino dei Cinque Sensi Nei pressi del paese di Licenza, a soli 8 km dal casello autostradale Vicovaro-Mandela, è possibile trascorrere una piacevole giornata presso il “Giardino dei Cinque Sensi”, che si sviluppa lungo il torrente Marricella, affluente del Licenza. Nella struttura sono presenti vasche-fioriere sopraelevate contenenti piante officinali (rosmarino, salvia, lavanda, menta e timo), un orto botanico, un settore riservato agli alberi da frutto (olivi, gelsi, melograni, sorbi, mandorli, noccioli, alloro) e un viale adibito ai tigli che costeggia il torrente. La struttura funge anche da ottimo punto di osservazione della fauna locale: vi si svolgono attività di birdwatching grazie alla frequentazione nella zona da parte di rapaci quali l’aquila reale, la poiana ed il gheppio. All’interno del giardino è presente il Centro Visita del Parco Regionale Naturale dei Monti Lucretili, dove è possibile richiedere informazioni agli operatori qualificati e trovare materiale informativo di vario genere sull’area protetta. Indirizzo: Via Licinese km 34,500, - 00026 Licenza Tel: +39 0774 637027

Visita al Museo Preistorico Naturalistico del Parco dei Monti Lucretili a Percile Diorami, pannelli informativi, modellini e teche per illustrare la realtà, gli usi e le abitudini di un mondo ormai remoto: quello degli uomini primitivi. A Percile è stato inaugurato il museo preistorico naturalistico del Parco dei Monti Lucretili. L’ingresso è libero. Indirizzo: Via Roma, 00020 - Percile Orari: Sabato e domenica dalle ore 9:00 alle ore 16:30 (Su richiesta delle scuole il museo potrà essere aperto anche durante la settimana) Tel: +39 0774 637027 Sito web: www.parcolucretili.it/apertura_museo_parco


SCOPRI VICOVARO CON VISITE INTERATTIVE A 360°! Tramite il QrCode riportato sulla brochure e sulla segnaletica turistica presente sul territorio di Vicovaro, potrai avere accesso alle informazioni, in italiano e in inglese, sui siti di interesse, come la storia, gli orari d’apertura, virtual tour e riprese aeree con i droni. La geolocalizzazione dei monumenti inoltre permetterà all’utente di raggiungere velocemente il luogo di interesse prescelto.

Se hai un iPhone o un i Pad scarica l’applicazione da Apple Store.

Se hai un cellulare basato su Android scarica l’applicazione dal Market.

1

Scarica l’app

2

Lancia l’applicazione

3

Scansiona il QR Code

Se hai un cellulare basato su Windows Mobile scarica l’applicazione da Windows Phone Store.

Scarica l’applicazione sul tuo smartphone o tablet

Lancia l’app e inquadra con il tuo cellulare il QR Code

Scansiona il QR Code e le informazioni saranno direttamente disponibili sul tuo smartphone

Questa pubblicazione è stata realizzata nel mese di Novembre 2015


SEGUICI SU Vicovaro Turismo

comunedivicovaro

Vicovaro Turismo

@ComuneVicovaro

Uffici Turismo e Cultura del Comune di Vicovaro Via Delle Scuole, 1 - 00029 Vicovaro Tel: +39 0774 498002 Mail: ufficioturismo@comunedivicovaro.it Associazione Cultura Vi.Va. Pagina Facebook: https://www.facebook.com/associazioneculturaviva/

www.vicovaroturismo.it

Progetto di Marketing Territoriale integrato realizzato dalla Comunicando Leader srl www.obiettivicomuni.it

Comune di Vicovaro Piazza Padre Pietro, n. 9 - 00029 Vicovaro (Rm) Tel: +39 0774 498002 - Fax: +39 0774 498297 Mail: info@comunedivicovaro.it

Brochure Vicovaro  

Scopri tutto sul bellissimo borgo di Vicovaro, in provincia di Roma: storia, cultura, itinerari, enogastronomia, sport.

Advertisement