Page 1

Bollettino mensile Di informazione del Centro Culturale Cinese „il Ponte“

桥梁

第十四年 第四期 Anno 14, numero 6

20 e 21 marzo 2010 GITA A TREVISO

Marzo 2010

Centro Culturale Cinese “Il Ponte” 中华文化中心 - 桥梁 Via Ciseri 2 CH-6900 Lugano

„ Ming, i segreti della città proibita“

Tel.: +41 91/921 29 03 Tel.: +41 91/921 42 27 Www.qiaoliang.ch E-mail: qiaoliang@bluewin.ch C.c.p. 65-156324-2 Redazione: Marco Brandani Sandro Volontè Francesca Wölfler Calvo Collaboratori : Associazione Liguri

Sommario Attività associazione

2

Expo-universale 2010

3

Studiamo l‘italiano

4

大家学习汉语

5

Poesia

6

Filosofia

7

三十年前

8

30 anni fa

9

Ricetta

10

Il quadrato - Sudoku

11

Proverbio - Gioco

12

Per informazioni e prenotazioni telefonare al centro in orari d‘ufficio.


Pagina 2

桥梁

ATTIVITÀ ASSOCIAZIONE La sera di giovedì 18 marzo presso il Bistrot Vecchio Torchio, Via Luigi Taddei 4C, 6962 Viganello

il dr. Alfonso Tuor sarà ospite del nostro 30° incontro conviviale e terrà un’interessante conferenza sul tema:

“La Cina ieri, oggi … domani” La circostanza di questo particolare tipo d’incontro, il primo in oltre 30 anni di esistenza del nostro Gruppo, vorrebbe essere foriera di un avvicinamento sul piano organizzativo delle due realtà, in modo che i rispettivi associati possano, in futuro, profittare delle iniziative culturali, turistiche e ricreative che vengono promosse sui due fronti. Faciliterà l’operazione il fatto che esistano già persone iscritte ad entrambe le associazioni e vincoli di amicizia che legano fra loro diversi associati delle stesse. L’appuntamento è fissato per le ore 18:00 presso la moderna sala eventi del ristorante. La conferenza del Dr. Tuor avrà inizio alle ore18:15 e al termine del suo svolgimento il relatore sarà lieto di rispondere ai quesiti posti dagli astanti.

In collaborazione con l‘Associazione Liguri


Marzo 2010

Pagina 3

SHANGHAI EXPO-UNIVERSALE 2010 Dal 22 al 30 Maggio Programma: Sabato, 22 Maggio (Svizzera-Cina) Trasferta da Lugano a Milano-Malpensa Volo Milano/Shanghai partenza alle 12:30 Domenica, 23 Maggio (Shanghai) Arrivo a Shanghai nel primo mattino Visita del Giardino del Mandarino Yu e del Tempio di Chenghuang La sera passeggiata lungo Nanjing Lu e il Bund Lunedì, 24 Maggio (Shanghai) Giornata dedicata all’Esposizione, padiglioni A e B La sera cena sull’ Oriental Pearl Tower Martedì, 25 Maggio (Shanghai) Mattina visita dell’Esposizione, padiglione C Pomeriggio visita del Tempio del Budda di Giada Mercoledì, 26 Maggio (Hangzhou) Trasferta a Hangzhou, visita del lago dell’ovest, visita del Villaggio del Tè del Pozzo del Drago, visita del Ponte di Qiantangjiang Giovedì, 27 Maggio (Shaoxing) Trasferta a Shaoxing, visita della Residenza di Lu Xun e della città vecchia con i suoi canali, visita del Padiglione dell’Orchidea (Lan Ting). Rientro a Shanghai Venerdì, 28 Maggio (Shanghai) Visita del Museo di Shanghai e del Quartiere Xintiandi Sabato, 29 Maggio (Shanghai) Giornata libera Domenica, 30 Maggio (Cina-Svizzera) Volo notturno per il rientro in Svizzera Iscrizione: La conferma viene data per ordine d’iscrizione. L’iscrizione implica il pagamento di un acconto di Fr. 500.00. Pagamento del saldo entro il 15 aprile 2010 Non sono compresi nel prezzo: Spese per la richiesta del visto d‘entrata in Cina: Fr.110.00. L’assicurazione annullamento da concludere individualmente. Le mance ad autista e guida (prevedere ca. Fr.100.00 per tutto il soggiorno)

Il prezzo è di Fr. 2780.00 a persona in camera doppia. Il supplemento per la camera singola è di Fr. 390.00 Il prezzo comprende: - La trasferta in Pullman da Lugano a Milano Malpensa e vice-versa. - Il volo classe economica da Milano Malpensa. - Il soggiorno in alberghi 4 o 5 stelle. - La pensione completa: colazione in albergo, pranzo in ristoranti sui percorsi delle escursioni, cene in ristoranti tipici nelle città in cui si soggiorna. - Guida in lingua italiana o francese. - Servizio d’interpretariato. - Tours indicati in bus privato. - Spese ed entrata visite come da programma. - Tasse aeroportuali


Pagina 4

桥梁

Studiamo l‘italiano Tasformare secondo il modello: La penna è sul banco. → Le penne sono sul banco.

2 punti 1. Il giornale è sul tavolo. → 2. Il banco è nell’aula. → 3. La chiave è nella borsa. → 4. Il libro rotto è sul tavolo. → 5. Il foglio verde è sul tavolo. → 6. Il sasso bianco è sulla sedia. → Per i madrelingua italiana, i punti valgono la metà.

组句

5 punti

in

Ticino

nessuno

ci

che

patate

sia

non

che

?

coltivi

Possibile

句话:.........................................................................................


Febbraio 2010

Pagina 5

大家学习汉语 Mettere l‘iniziale di sillaba

2 punti

1.( ) ā 八

2. ( )à 大

3.( )ù 去

4. ( )íng 平

5.( )uǒ 果

6.( )ú 鱼

7.( )àn

8.( )ǎo 早

9.( )áng 长

对中国人计一半分

Leggere e poi rispondere alle domande.

5 punti 我家共有三个人。 爸爸、妈妈和我。 爸爸是医生,妈妈是中学教师, 我三年级的小学生。

1.他家共有几口人? 2.他们都是谁 ? 3.他们做什么工作?

Volevo ricordare che i punti per prendere in negozio gli oggeti devono essere convalidati dall‘“ippopotamo“ altrimenti non valgono.


Pagina 6

桥梁

POESIA 15.4.2003 / 5.7.2005 Stracci abbandonati sulle strade sembrano morti. Lo sono. È lacuna per questa sera senza un bollettino spettrale a contarli sulle strade prima di farli sparire non è la pietà che inquieta ma la cattiva coscienza che cresce e mal s‘adatta ad ogni scansione di tempo e accresce il calcolo corrotto di chi gestisce il consumo. Le strade nuovi mostri divorano i morti e non lasciano resti né stracci. Un tempo nelle provinciali lapidi ed edicole, talvolta con un lumino acceso almeno per un tempo lacrime di pochi v‘era maniera per ricordare. Ora autostrade sempre pulite le nazionali senza storie amare solo in città piccole, nei loro piccoli centri si ricorda la mattanza anche con fiori spesso intrisi di smog e insofferenza per chi continua a sgommare per sentirsi vivo.

Bruno Wölfler Calvo


Marzo 2010

Pagina 7

FILOSOFIA

哲学

Da: „COLLOQUIO CON LAO TZU Tao Te Ching e mondo moderno“ di Carlo Moiraghi In accordo con l‘autore

36

VOLERE CONCENTRARE ANZITUTTO AMPLIARE VOLERE INDEBOLIRE ANZITUTTO RAFFORZARE VOLERE ELIMINARE ANZITUTTO FORMARE VOLERE AVERE ANZITUTTO DARE QUESTO È DETTO ILLUMINAZIONE SOTTILE MOLLE E DEBOLE VINCE DURO E FORTE CONVIENE CHE IL PESCE NON LASCI L‘ACQUA PROFONDA CONVIENE CHE LE ARMI DEL PAESE NON VENGANO RESE MANIFESTE


Pagina 8

桥梁

30 ANNI FA

三十年前

DUNHUANG - UNA PERLA SULLA VIA DELLA SETA ... La storia delle grotte Mogao

La statua di Budda, la „Monna Lisa“ dell‘Oriente, che si trova nella grotta n. 259 (Wei del Nord 386-

Sachuina offre la sua carne per nutrire una tigre, nella grotta n. 25 (Wei del Nord).

L‘arte di Dunhuang si può ammirare nelle grotte Mogao, nelle grotte Yulin e nelle grotte dei Mille Budda, ma le grotte Mogao sono le più grandi, e forse, le più affascinanti. In un pomeriggio d‘estate, siamo arrivati alle grotte Mogao, fra le montagne Shanwei e Mingsha, circondate dal deserto. Là dove si trovano le grotte però, crescono molti alberi. Dopo la pioggia, l‘aria era fresca. Al tramonto è apparso un alone alle spalle del monte Shanwei. Il direttore dell‘istituto per la ricerca dei reperti archeologici, Chang Shuhong, ha detto, indicandoci quel panorama strano: „Guardate, questa è la cosiddetta aureola dei mille Budda. Siete fortunati, anche i Budda vi hanno dato il benvenuto!“ Secondo l‘iscrizione di una stele della dinastia Tang (618-907 d.C.), nel 366, il monaco Lo Zun giunse ai piedi del monte Shanwei al tramonto, vide la splendida luce d‘oro e gli apparvero le immagini dei mille Budda. Questo discepolo devoto scavò allora la prima grotta sul fianco del monte. Con lo sviluppo del buddismo, il numero delle grotte aumentò sempre, fino alla dinastia Tang, e arrivò a oltre mille. A causa dell‘erosione del tempo e dell‘avanzamento della sabbia, sono rimaste ora solo 492 grotte, con 45000 metri quadrati di affreschi e 2000 statue colorate. Le grotte Mogao sono uno dei più grandi tesori artistici del buddismo esistenti al mondo. Il mondo del buddismo La prima grotta scavata dal monaco Lo Zun ora è indistinguibile. Le più antiche furono scavate nell‘ultimo periodo dei Sedici Stati (304-439). Le grotte delle dinastie dei Wei del Nord (386-534) e dell‘Ovest (535-557) contengono affreschi e figure buddiste a colori. Gli affreschi mostrano soprattutto la vita di Sakyamuni e al centro sono le immagini in cui sopporta il dolore e le difficoltà. L‘affresco „La storia della vita di Siviwong“, nella grotta 275, raffigura Sakyamuni, nella vita precedente, che offre la sua carne a un‘aquila per salvare un colombo. Il saggio è seduto a gambe incrociate e con un colombo sulla palma della mano, il suo tranquillo volto è in violento contrasto con l‘espressione feroce del boia che taglia crudelmente la sua carne. Il dipinto mette in rilievo la serenità raggiunta dalla sua anima attraverso il dolore fisico. Nell‘affresco della grotta n. 254 dei Wei del Nord „Sachuina si sacrifica per nutrire una tigre“, Sachuina taglia la propria carne con un pezzo di bambù secco e si sdraia a fianco della tigre affamata che lecca il suo sangue e poi mangia la sua carne. La scena seguente mostra i due fratelli che trovano solo le sue ossa e i genitori che piangono disperatamente. Gli artisti hanno unito abilmente gli argomenti prinipali in un solo dipinto, usando il marrone mescolato al blu, al verde, al grigio e al bianco, facendo risaltare l‘atmosfera crudele e terribile. Il tema principale degli affreschi è la sofferenza, „attraverso la grande sofferenza di Budda, si loda la sua grande pietà“. In sanscrito, Budda significa „saggio“ o „consapevole“. La sua statua colorata, nobile e trascendentale, ne riflette l‘intelligenza e la capacità di discernere tutte le cose. Alta ma scarna, con una veste che aderisce ai fianchi, ricorda un indiano. Appare distaccato e lontano dai problemi e sembra guardare il mondo con serenità. ...


Marzo 2010

Pagina 9

Dalla rivista „LA CINA“, 1980 UNA DONNA INGEGNERE CAPO Xu Qian, ingegnere capo della raffineria di petrolio del complesso petrolchimico dello Shenli, nello Shandong, è stata una delle prime donne della nuova Cina a laurearsi in ingegneria e a specializzarsi in petrolchimica. Per il suo modo di vestire e per il suo atteggiamento semplice, nessuno potrebbe riconoscere in lei il vicedirettore e l‘ingegnere capo della raffineria. Nata da una famiglia povera di insegnanti di scuola media, Xu Qian ha vissuto le sofferenze morali e la povertà del suo popolo nella vecchia Cina. Nel 1949, dopo la fondazione della nuova Cina, decise di specializzarsi in chimica industriale all‘Università Qinghua di Beijing. Alla fine degli studi, nel 1952, venne assegnata all‘Amministrazione generale del petrolio, ma rifiutò e rivolgendosi ai dirigenti disse: „Invece di rimanere a Beijing, vorrei andare nelle regioni di confine, dove le condizioni sono più difficili“. Poco tempo dopo venne finalmente trasferita come ingegnere alla raffineria Dushanzhi, nel deserto del Gobi, nel Xingjian. Xu lavorava sempre accanto agli operai e saliva molte volte al giorno sulla torre della raffineria, controllando essa stessa la situazione, per poter accumulare dati utili tempestivamente. Nel 1966, Xu Qian partecipò alla costruzione della raffineria Shenli, nello Shandong. In quel momento cominciò la rivoluzione culturale e il lavoro nella raffineria subì numerose interruzioni per la situazione di totale anarchia. Alcune persone abbandonarono di loro iniziativa il posto di lavoro per „fare la rivoluzione“, mentre Xu Qian, come vicecapo dell‘ufficio tecnico, diede tutto il meglio di se stessa e durante i dieci anni della rivoluzione culturale rimase sempre tenacemente al suo posto. Nel 1978, sotto la sua direzione e con gli sforzi degli operai e dei tecnici, sono state realizzate 243 innovazioni tecniche e modifiche nelle attrezzature, una delle quali, riguardante l‘impianto di catalisi e piroscissione, ha permesso allo Stato di risparmiare oltre 8.400.000 yuan e 1150 tonnellate di acciaio. Dopo questa modifica, la raffineria ha aumentato la produzione di benzina e nafta per un valore di 51.250.000 yuan. Xu Qian aiuta i giovani lavoratori, ma allo stesso tempo esige da loro un impegno costante, e si occupa personalmente che il lavoro venga finito in tempo. In breve i giovani si sono impadroniti del suo stile di lavoro e ora dicono: „È preferibile essere criticati che vedere il proprio lavoro portato a termine dall‘ingegner Xu“. Alcune persone che volevano studiare l‘inglese sono state aiutate da Xu Qian, che controlla anche accuratamente i rapporti scritti dai tecnici. Anche Zhang Shouming, suo marito, che lavora come ingegnere meccanico nella stessa raffineria, ama il suo lavoro. La coppia ha un bambino e malgrado abbia un buon stipendio, conduce una vita molto semplice e aiuta spesso e con entusiasmo chi si trova in difficoltà economiche. Xu Qian si è iscritta al Partito comunista cinese nel 1978 ed è stata eletta delegata alla V Assemblea Nazionale e all‘Assemblea regionale dello Shandong. Xu dice spesso: „Abbiamo acquistato le nostre conoscenze e le nostre capacità grazie al Partito e al popolo e per quessto noi dobbiamo metterle al loro servizio“.

Xu alla Seconda sessione del V Congresso provinciale dello Shandong.

Xu studia insieme con gli operai i problemi della trasformazione degli impianti.


Pagina 10

桥梁

RICETTA ZUPPA DI SCTRISCE DI MAIALE E SPINACI 100 g di filetto di maiale 1 cucchiaino di salsa di soya 1 cucchiaino di zucchero 2 cucchiaini di farina di granoturco 175 g di spinaci in foglie 600 ml di brodo 1 cucchiaino di sale Tagliate il maiale a striscette della dimensione di un fiammifero. Marinate le strisce nella salsa di soya mista a zucchero e farina di granoturco, per circa 10 minuti. Lavate gli spinaci e tagliate le foglie a striscioline. Versate il brodo in una casseruola e portatelo ad ebollizione. Aggiungete il maiale, gli spinaci e il sale. Fate bollire rapidamente a fuoco vivace per un minuto. Servite molto caldo. _________________________________________ PERE AL MIELE COTTE AL VAPORE 4 pere di media grandezza, sbucciate ma conservando i gambi 4 cucchiai di zucchero 4 cucchiai di miele chiaro 2 cucchiai di liquore di rosa o di brandy alla ciliegia Mettete le pere in una casseruola e coprite con l‘acqua. Portate a bollitura a fuoco basso e fate cuocere per 30 minuti. Versate via la metà dell‘acqua. Irrorate le pere con lo zucchero e continuate a far cuocere per 10 minuti. Togliete le pere dalla casseruola e fatele stiepidire nel frigorifero per 2 ore. Versate via metà dell‘acqua rimasta nella casseruola. Aggiungete il miele e il liquore e mischiate fino a che il liquido sia ben amalgamato. Fate raffreddare per 2 ore. Sitemate le pere in piatti individuali. Versateci la miscela di miele raffreddata e servite.


Marzo 2010

Pagina 11

IL QUADRATO

1.

2.

5 punti

3.

1. orizzontale ________________________________________________ 3. orizzontale _______________________________________________ 1. verticale __________________________________________________ 2. verticale __________________________________________________

SUDOKU 七

一 五 七

八 七

三 四 九 六 五 二 一

五 九 二 七 八 一 三 四 六 四 一 六 三 二 五 八 七 九

九 二 一 八 三 七 六 五 四 三 六 八 九 五 四 二 一 七 七 四 五 一 六 二 九 八 三

八 九

SUDOKU DI FEBBRAIO

九 五

SOLUZIONE

二 六

二 三 四 五 七 九 一 六 八 六 八 七 二 一 三 四 九 五 一 五 九 六 四 八 七 三 二


Pagina 12

桥梁

Centro Culturale Cinese "Il Ponte" 第十三年 第一期

PROVERBIO-CRUCIVERBA

Via Ciseri 2 6900 Lugano

成语

Tel.: 091/921 29 03

2 punti

E-mail: qiaoliang@bluewin.ch

石 Orari ufficio:

da lunedi a venerdì

鬼 没

dalle 9.00 alle 12.00 dalle 14.30 alle 17.00 sabato

Cosa manca ?

Dalle 9.00 alle 12.00

Orari di apertura del negozio “La Vetrina”, Via Ciseri 2, piano terra: da lunedì a venerdì dalle 9.00 alle 11.00 dalle 14.30 alle 17.00 sabato dalle 9.00 alle 12.00 Al di fuori di questi orari, su appuntamento Tel.: 091/921 42 27 091/921 29 03

ITALIANO

意大利语

Trova le parole „chiave“ seguendo le definizioni e scrivile nei quadratini. 1.

La prima parte di „tessera“ in cinese

2.

La pronuncia di una „penna“ cinese

3.

„Faglia“ senza „fa“

4.

Non sono io e non è lui, ma è singolare.

5.

„Tingere, colorare“ in cinese senza „n“ 1.

2.

3.

4.

5.

PARCHEGGIO GRATUITO DAVANTI AL NEGOZIO A DISPOSIZIONE DEI CLIENTI !!!

5 punti

qiaoliang  

giornale marzo 2010

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you