Page 1

Anno II Luglio-Agosto 2010 n. 7

in san marino

PERIODICO DI INFORMAZIONE A CURA DELLA CAMERA DI COMMERCIO DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO

S OMMARIO

INTERVISTA Gian Carlo Venturini, Segretario di Stato per il Territorio CHOCOTITANO 2010 DECRETO INCENTIVI LEGGE SUL COMMERCIO MISSIONE IN MALESIA GIOVANI IMPRESE

E DITORIALE di Massimo Ghiotti - Direttore Generale

”Non esiste vento favorevole per il marinaio che non sa dove andare” Seneca E’ nella saggezza immediata degli antichi filosofi che capita spesso di trovare la chiave di lettura per risolvere le incognite della nostra epoca. Di sicuro Seneca non pensava alle grandi crisi internazionali quando ha coniato il suo aforisma, né agli effetti del Decreto Incentivi e neppure alle difficoltà legate all’internazionalizzazione. Eppure, con un’immagine semplice ma al tempo stesso efficace sintetizza magistralmente quello che oggigiorno raccomandano – dietro lauti compensi – i più rinomati guru aziendali: nel lavoro, come nella vita, occorre avere degli obiettivi ben precisi, altrimenti anche il vento più favorevole non condurrà da nessuna parte. Nell’era della certificazione di qualità, potrebbe suonare pleonastico esortare tutti ad avere dei traguardi chiari da raggiungere, se non fosse che la crisi economica ha letteralmente messo in ginocchio gli improvvisatori del business, quelli

privi di progettualità e gli sprovveduti. Gli altri, i più accorti, non hanno distolto lo sguardo dal loro obiettivo e hanno affrontato la tempesta come un qualsiasi altro ostacolo, prevedibile ma non sempre quantificabile, dando una nuova forma alle loro idee, trovando nuove strade, sempre risoluti verso la meta. Una capacità questa che non può essere lasciata all’improvvisazione, ma è il frutto di una consapevolezza di sé, delle proprie potenzialità, di spirito di adattamento e di un confronto continuo con le realtà esterne in un’ottica costruttiva. Perché il confronto sia realmente efficace è fondamentale che gli obiettivi prefissati siano realistici, attuabili e soprattutto misurabili nel tempo. In questa maniera è possibile verificare, di volta in volta, a che punto si è arrivati, eventualmente correggere il tiro, e soprattutto non rischiare di lasciarsi travolgere passivamente dagli eventi e dallo scorrere del tempo. Ad esempio è diventato indispensabile per tutti i Paesi avere un elenco di precisi indicatori che valutino la facilità

di fare business e in particolare misurino il sostegno all’apertura di nuove imprese, l’ottenimento di permessi e licenze, il sistema lavorativo e il reclutamento del personale, l’accesso al credito, il pagamento delle imposte, la protezione degli investimenti, il commercio transfrontaliero, l’esecuzione dei contratti, la cessazione di un’attività. Indicatori e parametri comparabili con quelli di altre realtà economiche e che, adeguatamente direzionati e controllati, sono utili per definire di volta in volta le attività necessarie per l’aumento del livello di competitività di un Paese, con una ricaduta benefica sull’intero sistema. Ed è qui che entrano in gioco tutti gli altri fattori della competizione internazionale quali l’innovazione, la conoscenza dei mercati esteri, la qualità, la valorizzazione delle risorse umane. Elementi sostanziali, ognuno dei quali merita una particolare attenzione, ma che riescono a esprimersi al meglio quando interagiscono per il raggiungimento di un obiettivo comune, chiaro e soprattutto condiviso.

in san marino

luglio-agosto 2010

1


E VENTI

Chocotitano 2010 La potenza della natura concentrata in un piccolo seme, talmente prezioso da essere utilizzato dai Maya come moneta di scambio. La fava di cacao. Ha quasi del miracoloso il processo di lavorazione che la trasforma in cioccolato consentendole di conservare ed esaltare le insite virtù benefiche, afrodisiache e consolatorie. Proprietà straordinarie che da ben cinque anni vengono celebrate nell’ormai famosa fiera del cioccolato della Repubblica di San Marino: Chocotitano. Un intero weekend – quello di sabato 6 e domenica 7 novembre – in cui Borgo Maggiore si veste a festa per ospitare tutti gli appassionati, gli estimatori e i golosi sammarinesi e non. Un viaggio nei sapori per perdersi tra le centinaia di varietà, forme e colori delle dolci tentazioni proposte dagli espositori, tra assaggi e degustazioni guidate. E in questa magica atmosfera i protagonisti ovviamente sono i bambini. Nella Scuola del Cioccolato potranno scoprire i segreti della lavorazione del cacao, creare i propri cioccolatini e apprendere i trucchi per una corretta degustazione. Sempre ai più piccoli sono riservate apposite aree di intrattenimento con animazione, giochi e laboratori a tema. Animazione e divertimenti per tutti nell’arco delle due giornate – incluso uno spettacolo di balli caraibici – oltre alla possibilità di partecipare al concorso Gioccolato, con premi in cioccolato naturalmente. Stuzzicanti proposte anche per chi è pronto a sperimentare nuovi accostamenti e a deliziare le papille con i gustosi menu a tema nati dalla fantasia degli chef dei Chocoristoranti di Borgo Maggiore e di San Marino Città. Questi sono gli ingredienti che rendono Chocotitano non solo una manifestazione sul cioccolato, ma una vera e propria festa. Un momento per stare insieme, per fermare il tempo nell’istante esatto in cui l’armonia dei sensi si traduce nella inebriante percezione di appagamento e euforia che solo il cioccolato riesce a donare. Chocotitano 2010 è realizzato dalla Camera di Commercio di San Marino in collaborazione con la Giunta di Castello di Borgo Maggiore; con il patrocinio delle Segreterie di Stato per l’Industria, per il Turismo, per la Cultura e per il Lavoro.

Per informazioni: tel. 0549.980380 www.cc.sm/chocotitano.html

PACCHETTO WEEK-END Per info e prenotazioni: Consorzio San Marino 2000 tel. 0549.995031 - info@sanmarino2000.sm 2

luglio-agosto 2010

in san marino


I NTERVISTA

Gian Carlo Venturini Segretario di Stato per il Territorio Segretario, quali sono le riforme più importanti attuate dall’insediamento della sua Segreteria? Sono tanti e significativi i provvedimenti attuati da questa Segreteria di Stato nel rispetto del programma di Governo e in ottemperanza alla Legge Finanziaria. L’emanazione della Legge delega (n.131/2009) per il riordino e l’aggiornamento della normativa ambientale della Repubblica di San Marino, fino ad ora parzialmente disciplinata dalla Legge n.87/1995, va ad implementare aspetti fondamentali in materia ambientale. Il nuovo articolato si propone di consolidare e sistematizzare tutti gli aspetti della materia ambientale disciplinando i principali settori ancora sprovvisti di idonea regolamentazione: dai rifiuti, alla tutela dell’aria fino ai danni ambientali e che confluiranno in un unico testo normativo. Nel settembre 2009, a seguito del’inserimento della Repubblica di San Marino nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO, è stata emanata la Legge Quadro per la Tutela, la Gestione, la Valorizzazione e la Promozione del Sito “Centro storico di San Marino e Monte Titano”. Un’attenzione particolare è stata quindi riservata alla valorizzazione del patrimonio storico-architettonico, paesaggistico e culturale sia con l’adozione del Piano Particolareggiato del Centro storico della Città di San Marino sia con l’adozione del Decreto “Tutela patrimonio mondiale dell’umanità Centro Storico di San Marino e del Monte Titano e conservazione e promozione di edifici con valore di monumento” e del Decreto “Interventi per il recupero dei centri e nuclei storici e case a catalogo”. I precitati Decreti prevedono infatti il finanziamento degli interventi di recupero e valorizzazione degli edifici ubicati nei Centri Storici e delle case a catalogo presenti sul territorio. Approvato anche il Piano Particolareggiato delle Aree Naturalistiche Tutelate a quindici anni di distanza dalla normativa di riferimento: strumento fondamentale per la tutela, la valorizzazione e la conservazione delle aree di pregio naturalistico del nostro territorio. La valorizzazione della biodiversità, del paesaggio agrario e la tutela della risorsa suolo

al centro del Piano Agro-ambientale adottato nel 2009. Nell’ultima sessione consiliare è stato depositato il progetto di Legge sulla Progettazione strutturale che definisce i criteri per la salvaguardia del rischio sismico di strutture ed infrastrutture del territorio. Prosegue infine l’attività del Gruppo di Lavoro per la predisposizione di proposte per la revisione del Testo Unico delle leggi urbanistiche e edilizie, nel perseguimento di un’armonizzazione e aggiornamento dell’intera normativa. Parliamo dello Sportello per l’Energia e dei Certificatori Energetici. Qual è la risposta della cittadinanza e delle imprese? Lo Sportello per l’Energia, operativo da maggio 2010, ha riscontrato una grande attenzione da parte della cittadinanza e degli addetti ai lavori con riguardo alle energie rinnovabili e alle rispettive diverse formule di incentivazione regolamentate dal Decreto Delegato 128/2009. La pubblicazione dell’opuscolo “Risparmio Energetico“ ha favorito senza dubbio la sensibilizzazione della popolazione sull’utilizzo delle fonti rinnovabili per la produzione di energia e sulla realizzazione di interventi di qualificazione e riqualificazione energetica. La Segreteria di Stato sta portando avanti un’intensa attività informativa rivolta a tutti i professionisti, gli installatori e gli utenti interessati cercando di recepire ed elaborare le reali aspettative della cittadinanza riguardo l’intero panorama delle energie rinnovabili. Il Decreto Delegato, ratificato nell’ultima seduta consiliare, “Disposizioni applicative e modificative della Legge 7 maggio 2008 n.72 e incentivi per lo sfruttamento di biomasse e per la produzione di energia da fonti di energia rinnovabile nel settore agricolo” consentirà il pieno perseguimento degli obiettivi fissati dalla legge, apportando uno snellimento delle procedure burocratiche tra gli uffici di competenza, l’introduzione di nuovi incentivi e un’ottimizzazione di quelli già esistenti. L’abilitazione di Certificatori Energetici in Repubblica rende possibile l’attuazione della normativa di riferimento.

San Marino è senza dubbio un Paese capace di attrarre l’interesse degli investitori esteri. Ma visti i limiti fisici dei suoi 61 kmq, quali sono stati i provvedimenti promossi dalla Segreteria di Stato per agevolare l’insediamento di nuove aziende e garantire la permanenza in territorio di quelle esistenti? Ritengo che il sistema economico sammarinese, nonostante le difficoltà del momento legate anche alla crisi internazionale, possa tuttora offrire ampie opportunità e risorse a nuovi investitori. Naturalmente l’esiguità territoriale è un dato oggettivo, ma San Marino dispone comunque di un contesto economico, sociale e territoriale confacente alle esigenze dei moderni insediamenti industriali. La Legge n.81 del 5 maggio 2010 “Modifiche alla Legge n. 7/1992 – Piano Regolatore Generale per l’attuazione di interventi a favore delle imprese e per la realizzazione di infrastrutture pubbliche” e l’adozione dei relativi Piani Particolareggiati, rappresentano infatti uno strumento significativo per dare risposte immediate all’imprenditoria locale e alle aziende che hanno necessità di svilupparsi. Inoltre i lavori pubblici programmati ed in parte già avviati nell’anno 2009, come gli interventi su edifici scolastici, i parcheggi dell’Ospedale di Stato, la viabilità e la Strada di Fondo Valle ed altre infrastrutture per la collettività, sono progetti che contribuiscono a sostenere e promuovere lo sviluppo del sistema economico locale. I predetti interventi, unitamente ad altri posti in essere in diversi settori, creano i presupposti affinché l’economia sammarinese possa proseguire verso livelli qualitativamente elevati, in un’ottica di Governo che privilegia scelte di progettualità, ricerca e sviluppo.

in san marino

luglio-agosto 2010

3


S PECIALE DECRETO INCENTIVI

N

LE N Z A U S

R O IT

AGGI

O

Per rendere maggiorN mente incisivo il sostegno alle imprese, la Camera di Commercio ha intrapreso una vera e propria attività di monitoraggio, attraverso un questionario sottoposto a un campione di 500 aziende sammarinesi. Da un lato, per capire come si sono mosse rispetto alle novità introdotte dalla normativa italiana, e dall’altro per conoscere la loro opinione riguardo a un ventaglio di soluzioni proposte. Grazie alle loro risposte sarà possibile valutare con maggiore efficacia i conseguenti interventi da attuare.

M O

Sono trascorsi due mesi dall’entrata in vigore del Decreto Incentivi italiano, il 1° luglio 2010. Un provvedimento che profila un nuovo quadro normativo per le imprese sammarinesi che hanno rapporti commerciali con quelle italiane, e che intensifica lo scambio di informazioni tra San Marino e Italia. Per traghettare le aziende all’interno di questo rinnovato scenario di collaborazione economica, la Camera di Commercio ha intrapreso una serie di iniziative mirate con l’obiettivo di offrire agli operatori sammarinesi un’informazione chiara e completa.

C

Per garantire alle imprese informazioni adeguate alle loro esigenze e per permettere loro di chiarire eventuali dubbi o incomprensioni, la Camera di Commercio ha dato vita ad un’attività di prima consulenza gratuita. Attività che si è esplicata attraverso la presenza di un consulente professionista - ospitato settimanalmente presso gli uffici dell’ente camerale - che su appuntamento ha incontrato i piccoli e grandi News, imprenditori sammarinesi e risposto ai loro quesiti. Un approfondimenti, rifeservizio su misura quindi, che ha dato l’opportunità ad ogni operatore di poter chiarire la porimenti normativi e modulistica. sizione della propria azienda, esponendo L’area Speciale Decreto Incentidi volta in volta domande specivi è stata creata all’interno del sito delfiche. la Camera di Commercio www.cc.sm con

O

SITO

IN

T E RN

INFO: info@cc.sm www.cc.sm

è in edicola

Guida Titano 2010 Annuario delle attività economiche della Repubblica di San Marino

Accedi alle informazioni di oltre 5000 aziende! Tel: +378 0549 980380 - info@cc.sm 4

luglio-agosto 2010

in san marino

www.guidatitano.com

ET

l’intento preciso di consentire agli utenti web di ottenere informazioni attendibili e continuamente aggiornate. Una sezione che ad oggi conta migliaia di visite, che include link al sito dell’Agenzia delle Entrate oltre che notizie dai principali quotidiani di informazione economica italiani.


M ADE IN CAM COM B ILANCI

P ROMOZIONE

Terminata la raccolta dei bilanci 2009, la Camera di Commercio può ora procedere all’analisi dei dati inseriti dagli operatori economici sammarinesi all’interno dell’apposito software. L’acquisizione di questa informativa, stabilita dalla Legge 71/2004, permetterà all’ente camerale di elaborare l’annuale Rapporto sull’Andamento dell’Economia (disponibile a dicembre 2010).

Anche quest’anno la Camera di Commercio ha preso parte al Meeting presso la fiera di Rimini, importante manifestazione di incontri, mostre, musica e spettacolo giunta alla 31esima edizione. All’interno dello stand predisposto dalla Segreteria di Stato per l’Industria, i rappresentati dell’ente camerale hanno potuto distribuire materiale relativo all’economia sammarinese e alle opportunità di investimento. Forte l’interesse tra i visitatori, che non hanno esitato a richiedere informazioni e ad approfondire la conoscenza della nostra Repubblica.

S EMINARIO Grande affluenza per il seminario “Flussi internazionali e aziendali: transfer pricing, residenza fiscale, CFC, Black list” organizzato dalla Camera di Commercio di San Marino con il patrocinio delle Segreterie di Stato per gli Affari Esteri, per le Finanze e per l’Industria, e delle Associazioni di Categoria ANIS, OSLA, UNAS, USC e USOT. Tanti imprenditori, commercialisti e avvocati hanno potuto approfondire gli aspetti teorici, normativi e operativi inerenti i profili internazionali dei flussi d’impresa. I relatori, l’Avv. Salvatore Mattia e il Dott. Claudio Melillo del Centro Studi Internazionali GEB Partners, hanno affrontato temi d’attualità quali la gestione della variabile fiscale nelle imprese, la dinamica dei flussi transnazionali di reddito, la Tax Governance nei gruppi d’imprese, nonché il supporto in sede di verifica fiscale.

P REMIO WEB Continuano le votazioni per il Premio Web 2010. Fino al 31 ottobre tutti gli utenti del web che si collegheranno al sito www.premiowebsanmarino.org e voteranno il loro sito internet sammarinese preferito, potranno partecipare all’estrazione di tre favolosi premi: un pc portatile, un telefono cellulare e una fotocamera digitale. Il sito che otterrà in assoluto il maggior numero di voti sarà incoronato “Principe della Rete”, mentre una giuria tecnica si occuperà di stabilire i vincitori per ciascuna categoria: a) siti web di imprese industriali; b) siti web della Pubblica Amministrazione, enti no-profit, associazioni; c) siti web imprese artigiane, commerciali, turistiche; d) siti web persone fisiche. Se invece desideri che il tuo sito internet venga votato dai navigatori della rete, ti basterà scaricare l’apposito banner che trovi nella homepage e invitarli a votare. Ogni utente web potrà esprimere un solo voto.

2010

A UTO TRASPORTATORI Realizzata la sezione dedicata agli autotrasportatori all’interno del sito www.cc.sm. Uno spazio per in cui è possibile visionare e scaricare la normativa sammarinese e europea, e controllare lo stato di avanzamento dei lavori dell’iter burocratico al termine del quale si potranno conoscere le modalità di ritiro delle Carte presso la Camera di Commercio. Fino al 31 dicembre 2010 saranno in vigore le importanti disposizioni transitorie a cui devono fare riferimento gli autotrasportatori sammarinesi che operano nel territorio comunitario

in san marino

luglio-agosto2010 2010 5 luglio-agosto


S EGRETERIA DI STATO PER L’INDUSTRIA

Nucleo sostanziale dei provvedimenti, la volontà di proiettare la Repubblica di San Marino verso una riqualificazione a tutto tondo della sua economia. Interventi diversi che rientrano in un progetto globale che mira a valorizzare e promuovere la Repubblica nel suo insieme, che privilegia le sinergie tra i vari settori in una strategia di rilancio del sistema San Marino. Il comparto commerciale necessitava di una profonda revisione alla luce delle mutate esigenze del territorio sammarinese, dei consumatori e degli stessi commercianti. La Legge sul Commercio risponde a queste esigenze andando a prevedere, definire e regolamentare le nuove forme di vendita (outlet, spacci aziendali, mercati tipici, etc.), nonché a responsabilizzare gli operatori nell’esercizio della

rco A Ma

loro professione. Nella normativa trova spazio la qualificazione dell’imprenditore commerciale attraverso la messa in pratica del concetto di “formazione continua”.

tat o

Con l’approvazione in Consiglio Grande e Generale della Legge sul Commercio e di quella sul rilascio delle licenze, la Segreteria di Stato per l’Industria ha centrato due importanti obiettivi, due corpose riforme per le quali ha lavorato sin dal suo insediamento, avvenuto nel dicembre 2008.

rzilli

IL NUOVO VOLTO DEL COMMERCIO SAMMARINESE

S di o i r eta Segr

Fra le novità previste dalla Legge sul Commercio da segnalare anche la previsione dell’esercizio esclusivo dell’attività di commercio elettronico, nonché l’assoluta trasparenza sulle denominazioni dei punti vendita. Grande dibattito ha sollevato la definizione della possibilità per i non residenti di esercitare il commercio al dettaglio in Repubblica.

FOCUS ON… L’articolo 7 della Legge sul Commercio (Legge n.130 del 26 luglio 2010) è senz’altro l’elemento più innovativo della normativa in quanto consente ai non residenti nel territorio della Repubblica di San Marino di costituire Srl o Spa, detenendo la quota di maggioranza o la totalità del capitale sociale. Fermo restando che la licenza di esercizio resta soggetta ad autorizzazione del Comitato d’Esame (art. 21) presieduto dal Segretario di Stato per il Commercio e composto dai Segretari di Stato per il Turismo e le Finanze, oltre che da tre rappresentanti delle associazioni di categoria di settore legalmente riconosciute. Per informazioni: www.cc.sm/it/limpresa-commerciale.html 6

luglio-agosto 2010

in san marino


S PAZIO SOCI SEGRETERIA di STATO per gli AFFARI ESTERI Ha avuto come meta due tra le più importanti città asiatiche Kuala Lumpur e Singapore - la trasferta del Segretario di Stato per gli Affari Esteri, Antonella Mularoni. “Con questa missione” ha spiegato “abbiamo inteso approfondire ulteriormente le relazioni con i due Paesi asiatici, promuovere l’immagine di San Marino in quell’area e, al contempo, verificare concretamente le opportunità di sviluppo e collaborazione”.

Infine, il Segretario di Stato è volato a Singapore per prendere parte alla parata celebrativa del 45° anniversario dell’indipendenza, su invito del Ministro degli Esteri, George Yeo, che ha inteso continuare il colloquio nel corso di una colazione ufficiale. L’incontro con il Presidente della Camera Arbitrale di Singapore, Goh Joon Seng, ha concluso la missione del Segretario di Stato.

E per rendere realmente incisivi gli obiettivi della trasferta, il Segretario Mularoni ha incontrato alcuni importanti personalità politiche e economiche. A partire dal colloquio con il Vice Ministro degli Esteri, Kohilan Pillay, avvenuto alla presenza dell’Ambasciatore di San Marino in Malesia, Mauro Montanari. Auspicato un rafforzamento della conoscenza reciproca, degli scambi e dei rapporti economici, fra cui l’accordo conto le doppie imposizioni fiscali, che entrerà in vigore il 1° gennaio 2011. La permanenza a Kuala Lumpur è poi proseguita con gli incontri con il Governatore della Banca Centrale malese, Zeti Akhtar Aziz, e il Vice Ministro delle Finanze, Donald Lim Siang Chai. Due interlocutori fondamentali per comprendere le reali opportunità di investimento e relazioni commerciali tra Malesia e San Marino.

Segretario Mularoni con il Governatore della Banca Centrale malese

In un clima di gran fermento per il settore bancario sammarinese il Vice Presidente di Banca Carim, Avv. Gianluca Spigolon, rilascia un’intervista rassicurante sull’importanza e la volontà di Cassa di Risparmio di Rimini di continuare ad investire sul Credito Industriale Sammarinese, una delle quattro banche storiche della Repubblica di San Marino, “tenendo fede a due capisaldi: la tutela del patrimonio della Capogruppo e la responsabilità nei confronti degli organi di vigilanza”. L’Avv. Spigolon smentisce inoltre la notizia di “indicazioni” di Bankitalia, sia formali che informali, nei confronti degli istituti italiani circa la cessione delle banche sammarinesi del gruppo. Nasce il servizio di consulenza per la realizzazione del modello organizzativo. Un servizio creato su misura da OSLA per le aziende che intendono applicare il Decreto Delegato 96/2010 che disciplina l’adozione del modello organizzativo, in attuazione della Legge 6/2010 “Responsabilità da misfatto Organizzazione Sammarinese degli Imprenditori della persona giuridica”. Disposizioni che affiancano alla responsabilità della persona fisica che ha agito come organo della società (amministratori, direttori generali, rappresentanti), la responsabilità amministrativa nei confronti dell’ente a vantaggio o “per conto” del quale è stato commesso il reato. Proprio per prevenire il rischio penale d’impresa, le aziende possono decidere di adottare il modello organizzativo che contempla tra l’altro la realizzazione di un vero e proprio codice comportamentale, di un sistema di gestione dei rischi e l’individuazione di un Organismo di Vigilanza indipendente, con autonomi poteri di iniziativa e controllo. Si intensifica lo scambio di informazioni tra Italia e San Marino in seguito all’adozione del Decreto Incentivi da parte del Governo italiano. E il sondaggio portato avanti dall’UNAS su un campione di piccole imprese sammarinesi associate, rileva un contenuto calo di relazioni tra i due Paesi, quantificabile tra il 5 e 10% per ciascuna azienda. Una lieve contrazione causata in parte dalla crisi economica che ha toccato un po’ tutti i settori, e in parte dal diffuso allarmismo che ha seguito l’attuazione del Decreto. Un allarmismo ingiustificato visto che il nuovo quadro normativo italiano va semplicemente ad accelerare i tempi di monitoraggio sulle operazioni commerciali effettuate tra i due Stati, ma che di fatto non introduce nulla di nuovo. Una situazione che - rivela il sondaggio - i professionisti di settore che hanno sempre operato con correttezza e trasparenza hanno ben compreso, e che non ha frenato le relazioni bilaterali.

in san marino

luglio-agosto 2010

7


I MPRESE

SOSTEGNO alle NUOVE IMPRESE: innovare per competere Sono tanti i fattori che determinano la capacità competitiva di un Paese. Primo fra tutti la sua attitudine a sostenere e incentivare la nascita di nuove aziende ad elevato contenuto innovativo. La legislazione sammarinese, attraverso la Legge 134/1997, favorisce l’imprenditorialità dei giovani e delle donne, facilitandone l’accesso al credito per l’apertura di una nuova attività dalle caratteristiche innovative. Una concreta opportunità di vedere trasformato in realtà il proprio progetto di impresa, per la cui realizzazione il candidato può ricevere agevolazioni sotto varie forme: fondo perduto, credito agevolato, esenzioni parziali sui contributi e esenzioni fiscali. E’ la Commissione per l’Imprenditoria Giovanile – presieduta dal Segretario di Stato per l’Industria e composta dal Segretario di Stato al Lavoro, dai rappresentanti delle associazioni di categoria Anis, Osla, Unas, Usc, Usot, dall’Università, da un rappresentante degli Istituti di Credito e dalla Camera di Commercio – a stabilire se e in che misura concedere le agevolazioni. E’ facile comprendere come questa possibilità abbia incoraggiato tanti giovani a inseguire il loro sogno imprenditoriale. Basti pensare che dal 2001 al 2009 la Commissione ha esaminato ben 139 progetti d’impresa, accordando i benefici previsti dalla Legge a 92 di loro e concedendo la possibilità di accedere al fondo perduto per un totale di € 1.513.317,91 e al credito agevolato per oltre € 6.700.000,00 totali. Benefici che, ovviamente, vengono erogati solo in caso di effettiva costituzione dell’impresa.

Come si fa Per accedere ai benefici previsti dalla Legge 134/1997 occorre presentare l’apposita domanda alla Camera di Commercio entro giovedì 30 settembre. E’ possibile scaricare la domanda al sito https://igf.cc.sm Per informazioni: www.cc.sm (sezione Imprenditoria Giovanile) La Commissione Imprenditoria Giovanile si riunirà entro il 30 dicembre.

C AMERA DI COMMERCIO È una società per azioni a capitale misto pubblico e privato, detenuto per il 51% dallo Stato e per il 49% dalle Associazioni di Categoria (ANIS, OSLA, UNAS, USC e USOT), dalle banche (Banca Agricola Commerciale, Banca di San Marino, Cassa di Risparmio e Credito Industriale Sammarinese) e dall’Università degli Studi di San Marino. CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE Simona Michelotti - Presidente Camera di Commercio Silvano Andreani Paride Bugli Riccardo Cervellini Emanuel Colombini Giorgia Gasperoni Giorgio Petroni Vladimiro Renzi Gian Franco Terenzi

Anno II - Luglio-Agosto 2010 - n. 7 Direttore Responsabile: Massimo Ghiotti Redazione: Marianna Bucci Camera di Commercio di San Marino S.p.A. Strada di Paderna, 2 - 47895 Fiorina di Domagnano - RSM Tel. 0549-980.380 - Fax. 0549-944.554 - Mail: info@cc.sm

8

luglio-agosto 2010

in san marino

STAFF Massimo Ghiotti - Direttore Generale Evelina Guglielmi - Ufficio Qualità e Produzione Roberto Bucci - Consulente organizzazione fiere ed eventi Marco Macina - Assistente di Direzione e Ufficio IT Jessica Dell’Ominut - Ufficio Contabilità e Segreteria Federica Tonelli - Ufficio Legale Massimo Zani - Ufficio Acquisti e Vendite Marianna Bucci - Ufficio Marketing Nicola Michi - Ufficio Produzione e Pianificazione

Tiratura 1500 copie Progetto grafico: 3 STUDIO Stampa: STUDIO STAMPA Giornale chiuso il 16 settembre 2010 Autorizzazione: Segreteria di Stato per gli Affari Interni Copia registrata presso il Tribunale della Rep. di San Marino

MADE_7_ITA  

INTERVISTA Gian Carlo Venturini, Segretario di Stato per il Territorio Anno II Luglio-Agosto 2010 n. 7 ”Non esiste vento favorevole per il m...

MADE_7_ITA  

INTERVISTA Gian Carlo Venturini, Segretario di Stato per il Territorio Anno II Luglio-Agosto 2010 n. 7 ”Non esiste vento favorevole per il m...

Profile for ccrsm
Advertisement

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded