Issuu on Google+

22

FOSSANO

la FEDELTÀ

Settimanale cattolico fossanese

DI ELISABETTA C.L.

Premiati da Vittorio Dentis nel corso dell’adunata annuale

FOSSANO. L’edizione 2011 della ricorrenza annuale della Festa di Sant’Eligio, il patrono dei fabbri ferrai e artisti affini, promossa dalla Confraternita di Sant’Eligio, ha visto, domenica scorsa, la presenza di numerose rappresentanze della stessa società e di altre associazioni che aderiscono alla Congregazione nazionale di tutte le società presenti sul territorio italiano. Erano presenti le rappresentanze della Sant’Eligio di Dronero, Caraglio, Saluzzo e Boves. Inoltre hanno preso parte alla giornata commemorativa le Confraternite del SS. Sudario (la Sindone) di Torino, della SS. Trinità di Savigliano e della SS. Trinità di Graglia (Biella). Una segnalazione è dovuta alla Confraternita di San Lorenzo di Cogoleto (Savona), presente con i due artistici crocifissi di grandi dimensioni. Dopo il ritrovo, la giornata è proseguita con la messa solenne celebrata dall’ex assistente ecclesiale don Giampaolo Delsanto, officiata nella chiesa dei Battuti rossi. La seguente pro-

Don Delsanto e Oreste Plano protagonisti di Sant’Eligio 2011 Grazie Alla buona riuscita della festa di Sant’Eligio hanno concorso la Cassa di risparmio di Fossano e la Fondazione Crf, nonché le ditte Maina e Balocco e numerosi altri commercianti locali. Inoltre il presidente Vittorio Dentis ringrazia i suoi validissimi collaboratori (e collaboratrici) per l’impegno profuso costantemente nell’ambito della confraternita. cessione con la reliquia del santo è stata animata dalla banda Arrigo Boito e dalla presenza degli stendardi delle Confraternite e dalle croci artistiche. Il pranzo sociale al ristorante “Villa San Martino” ha rinsaldato i vincoli di amicizia che intercorrono tra le Confraternite. Hanno preso parte al convivio, al fianco del presidente Vittorio

Dentis, il sindaco Francesco Balocco e la consigliera provinciale nonché madrina Anna Mantini Griva, i quali hanno consegnato a don Delsanto il premio Sant’Eligio con la motivazione legata non solo alla dedizione alla formazione professionale e spirituale dei giovani, ma anche alla vita della congregazione. All’artigiano Oreste Plano,

che con la sua onestà professionale e morale ha fatto onore alla categoria, è stato assegnato il sonetto 2011 nella preziosa edizione. Una targa al merito è stata dedicata all’artigiano Franco Musso di Busca (assente) per il suo contributo tecnico nell’allestimento della portantina della reliquia. Durante la premiazione, l’intervento delle autorità ha posto l’accento sul prezioso messaggio di fratellanza portato avanti e dato dalla presenza delle Confraternite, che lo testimoniano con il loro lavoro e la loro volontà “di essere insieme”. Quella volontà comune che le giovani generazioni dovrebbero prendere ad esempio. Grazie alla laboriosità del direttivo e alla volontà del suo

23 novembre 2011

Il profilo di Oreste Plano Il nostro concittadino Oreste Plano iniziò giovanissimo come ragazzo di bottega, presso il tornitore provetto Giovanni Tumalin che si era perfezionato in America. In seguito lavorò presso la ditta Pagliero, specializzata nella costruzione di macchinari per grissini. A professionalità confermata, si mise in proprio e con il fratello Luigi attivò l’officina di tornitura oleodinamica. Oreste Plano che nel suo lavoro si è validamente espresso, ricorda il tempo andato con grande serenità e soddisfazione, quello stato d’animo che ha accompagnato anche la sua vita familiare, illuminata dall’amore della consorte Nina “prematuramente” scomparsa e della amatissima figlia Federica, che espleta con dedizione la professione di medico neurologo e che ha voluto essere a fianco di papà Oreste nel giorno della sua premiazione. presidente Vittorio Dentis, lo spirito associativo della Sant’E-

ligio ha dimostrato nel 2011 di essere più vivo che mai.

Presentato alle Novità cattoliche

Il “Segreto” di Simona Sacco FOSSANO. Sabato pomeriggio, la nostra concittadina Simona Sacco la giovane poetessa, è ritornata nella sua città natale per la presentazione della prima ristampa della sua raccolta di poesie “ Segreto settantottopoesie” edizioni Cartman. La presentazione, a cura del giornalista Doriano Mandrile e della studentessa Arianna Vasserot, è stata ospitata dalla libreria Novità cattoliche di via Dante. La lettura a due voci, molto coinvolgente, ha colto l’essenza del “cercarsi” dell’autrice nella parola scritta, che sa usare l’espressione come una tagliente accetta, come l’affilato pugnale che sprofonda senza pietà nella carne, per ritrovare l’anima della bambina, che come un tenero usignolo canta all’amore. Simona, che non senza emozione si è prestata all’approfondimento dei brani e delle poesie “portate” al pubblico con vibrante interpretazione, si è rivelata nella sua urgenza di dare fisicità all’impulso che nella parola scritta placa l’ansia. Quella marea montante che anela alla rassicurante spiaggia. Quell’approdo illuminato dal sole caldo come un abbraccio, dove l’esausto naufrago si abbandona al ristoratore silenzio, pronto a ripartire richiamato

dall’ingannevole canto delle sirene o dell’infinito flusso della marea. Quel continuo movimento che la pallida luna ciclicamente innalza e abbassa, ricoprendo la levigata roccia e scoprendo l’umido fertile fondale che cela la fervida vita. Al termine della presentazione, l’attento pubblico si è felicitato con l’autrice e i due relatori rinnovando l’applauso caloroso e sincero. Il “Segreto settantottopoesie” di Simona Sacco è reperibile in libreria e merita di essere centellinato, pensando alla giovane che lavora in banca, solare nel suo presentarsi e intensamente introspettiva nel porsi in poesia. e.c.l.

IN BREVE • IN BREVE Concerto con l’organo restaurato Si esibisce il maestro Riccardi ■ CHERASCO. Un concerto per salutare il ripristino dell’organo della chiesa abbaziale di San Pietro di Cherasco, che è stato restaurato dalla ditta Vegezzi Bossi di Centallo. L’appuntamento è alle 21 di sabato 26 settembre, nello storico edificio cheraschese. L’ingresso è libero. L’evento, organizzato da Comune di Cherasco, Diocesi di Alba e Parrocchia di San Pietro, si inserisce nei festeggiamenti di santa Cecilia, patrona dei musicisti. All’organo si esibirà il maestro fossanese Giuseppe Riccardi, accompagnato dal coro parrocchiale della chiesa di San Pietro, che sarà diretto da Rosangela Bonfante. Riccardi ha studiato al conservatorio Verdi di Cuneo, conseguendo i diplomi di pianoforte, organo e composizione organistica. È organista nella cattedrale San Lorenzo di Alba, nel santuario Madre della divina Provvidenza di Cussanio e nel santuario Madonna del popolo di Cherasco; dal 1999 è direttore artistico della rassegna internazionale “Concerti d’organo in duomo” che viene organizzata nella cattedrale di Fossano.

Incontro di preghiera al Palasport con padre Francesco Peyron ■ CUNEO. Venerdì 2 dicembre, al Palasport di Cuneo, si terrà una funzione di preghiera, la terza del nuovo ciclo annuale, preparata dal compianto padre Pierino Ghi, avente come tema dominante: “Il cammino di Maria”. La celebrazione, sul tema “Maria e la nascita di Gesù” (Lc 2,1-14), sarà presieduta da padre Francesco Peyron. L’incontro inizierà alle 20 con la celebrazione della messa. Seguiranno l’adorazione eucaristica e la preghiera di intercessione per i malati nel corpo e nello spirito, prima della processione con Gesù Eucaristia. Saranno a disposizione sacerdoti per le confessioni e farà servizio un autobus gratuito con partenza alle 19,40 da piazza Galimberti e, lungo il percorso, fermata presso la Stazione ferroviaria verso le 19,50.


Segreto recensito su "La Fedeltà"