Page 1

il|||ìsl11) l{,||rÈ)

SOCIETA

I Analisi I I nuovi stili nutrizionali e le influenzedei media.A Torino il Festivaldel eiornalis

Cibo per gli occhi: ""bello il dà manglars"' AveApplano Riprcndo vohìtie.i il t.nra del .ibo. iD ìrna prosp.rtila . t r l t r r r a l ee i r ì ì r . a s u a c s t e r È sirnc artisticr, che bo trarrrto in un ìnio libro, "Bello dî m a r ì g i a r e .I l ( i b o d a l l ' a r k . a l fbod desigD", pubblicalo rel 2000 e poi ripreso e amplia to nel 2012 ((ìirlDan ed.). Si trallì di un lerrr per il qruììe, c o D r ec b b e a Ì . b c a s o t t o l i r ì c r ì re Corrado ^rgias in unr suî î c r t r r c c e n s i ( ) D ca l m i o l î l o essere arlfcz z n r i d ì u n a s c r ì s i b i l i t àa. p c rt r rrla cne Pfevcde !lîiesi l.*e,c ,rri..lìiri di llDa nìultiÍrsorialità nrnru ralir altra\cr so la conoscenza ( ìî .onsiderarn[c di qLrcUi opeÌe pittori{lìe con soggct r a n D r e n t a Í a p p a r t e n c D t rr r divcrsi pe.iodi delìa st(r'iir dell arte- Soltînro così è possibilc .omprcDdere i fcn(' mcDi più atluîli della nosrm c o r r l c m p o m t l c i r àú g u a r d r D r i la travolgent( se.luzionc dcglì alitrrcnti e la kro preparrzi()Alla luce intalti dello srudio dci nunerosi .^polalori srLl teml del cibo, è possìbile spiegarc il terfcno fertile c le ragiorìi .he h.rnDo genernro i nuovi stili îlimentari cln si rivcrsaùo .opìosaDrente r(.gli attuali media, raggnrngflìclo e (oiù\ols(-n(lo .Tillanìe,úc

pirì Iivclli sull aÍ€ dclla cu(ina, dedi(aùo uno spazb di riguafdo all csreti.a del (ibo di goln, ai cibi dolci e su.(rlenti. alk glasr. e alle to(c ;Ìpparìscenti Rifkrttcndo su qrrrrto le nostfr socid:r opulente dorrebbero orìentîKi nel rieducarc le Du-

sil? qoarì1oatnrìalianle scduzione appnrente, è da ri.crcarsi forse proprio solamente iD un artegiarnerto antropobgico co sol;dato dagli artuali stili diviLì (h( tr'oya.nella celcbrazione visiva del bcllo da nìangiare".spresso nellc soc punte p n ì e s t r e n r eu, n ' a z i o Ì x a p o t r G

r:/ Sfamarsi comebisognobiologico, ma anchein rispostaa necessitàartificiali, dolrrte a condizionamentiesterni e a meccanismieconomicie psicologici

'u'tr

II cibo, iD ullima analisi, risulla cssere sia l'oggetto di on bisogno biologi.o, naturale, sia iì rettore cli desiclerì e di sod(lisfacimenti artìfìcixli, prove

dci media (Ì dîi meccanismi e.onomici psi(okrgì(i. e L esperienza per.ettim tl asfornra il cibo iD siDìula$o !inLtale clel coryo e la sùa icooi(ità discgna coDlìDlÌamentc nuovi pcrcoNi di inre.pretlzione. Srrctlamentc coue9to al corpo, ne è refarente sìa $press i v os i a s i m b o l i . o e t o r n a î d e $ sere esprcssid)c iDtermedia tra s$tanza marcrialc e mentîle. tra il lato fisiologico e qLrcllo frntastico dell cssere unrano. I dolciumi, in particoìarc, oc.upano un posto €ssenziale Dell imrr^girìario delle tra dizioni popolari. Il cibo dolcc, intatti, si presra, da sempfe a cssere ieicok' di messaggirìa gr"/o/le'?a, lcga€ soprattulto alle tor(e e ri biscotti, ha Lrna storia vetusta, se pensianro (he ne trovlarììo tra.cn negx aDrichi arÌrleri riberani .onr nrcstibili e De nccogliamo cscmplari rella testi rorinnza delle zuccherine lcttere greche e 'ìella simbolica crie tiana lungo il corso dei sccoli. E ancoÉ oggi permane il bi, sogno e I'abitudine di scrilere Dìessaggi,no'ni, auguri, frasi l,tti

ent.'

tl').e

3t't|

l?


la proprio artraverso le seduzioni di gola, ci vede testimoni di un panorama multiforme e multicromatico intomo al crDo; questo panorama muta continuamente e investe tanto gli utensili, ì arredo di cucina, I'oggettistica robotizzata del comparto culinario, quanto ìa comunicazion€ degli alim€nti, il Íood,Parkaein{ e la pnbbticirìL dei prodotti alimentari, quan to inflne la prepaEzione siessa dei cibi c iÙ parti(olare it .atu

I dolci aprono le porte della fantasia anchenelmondodellafiaba:la casettadi marzapane di HaenseleGreteldeifratelli interegenerazioni Gtimmhafattosognare ove genemzio'ìi a consumi più int€lligentj €d ecologici sotto tutti gli aspeui, la spiegazione di questi dilaeanti fenomeni endèmici affidàti a una perva-

paica, rituale, srraniante; essa si allontana dal mero consumo alimentare per sfrangiani e diluirsi in un consumo esclusilamente visivo.

mondo della fiaba: la casetta marzapane di Haens€l e G tel dei fratelli Grimm ha fal g€nerzzi( sognare intere nell'assumere i coDnotati un luogo di meraviglia ch€ s depositato in temini faniasr nelìa memoia collettiva. Desostanzializzato, divenr immagine e smrmento ritr le, il (ibo è dunque veic ed espr*sìone di un bisos estetico che lo fa transitare un piano materìale a ùn pia

L'arte, in particolare, atral so i temi del cibo disposto, c la natum moÍa, degli alime simbolici, dei cibi poetici, , panorami alimentari, dei d( belli e cromatici, €i ha ins€g to a v€dere, n€lle sostnze ( nutrono il nostro organisn le form€ e i coloi dei nor senrimenti, delle nosúe pas ni, d€l nostro equilibrio er zionale, delle nostre sensibi estetiche e della tenden?bello. E' appunto il senso il bisogno;ael bello che r mane arcnenPrcafnente s(

k numerosissimc trasmissioni teleiisive impostate sul ./b/ru, di matrice oltreoceanica di c@hing tubtt con ardue competizioni sulla prepaRzione in diretta di piarrj più o meno veloci, pnì o meno sofrsticati, più o meno etnici, più o m€no regionali; le altrettanto considerevoli pubblicazioni settimanali o mensili sul tema degli allestimenti culinari, i difiùsissimi corsi

pur spesso occultàto, ft una fonte inesauribile nostro immagindio.

-

t: t^*

-a-.

Profile for Cartman Edizioni

Bello da mangiare_articolo su Il Nostro Tempo  

Bello da mangiare_articolo di Ave Appiano su Il Nostro Tempo (21 febbraio 2016)

Bello da mangiare_articolo su Il Nostro Tempo  

Bello da mangiare_articolo di Ave Appiano su Il Nostro Tempo (21 febbraio 2016)