Immobili&Co. N° 4 luglio 2019

Page 1

_Immobili&Co 4-2019_Layout 1 05/07/19 09.17 Pagina 1

I&Co

Immobili & Co. per l’Impresa Anno XXIV N. 4 - Luglio 2019

RISTRUTTURARE Guadagnare con le ristrutturazioni pag. 8 SPECIALE La grande rivoluzione immobiliare pag. 12 INTERVISTA PREMIUS: al servizio della comunicazione globale pag. 18 WEB REPUTATION ASK: Agency Social Kit pag. 22

I PERSONAGGI DI I&CO. PAG. 6

Alessandro Pollero, Pres. FCgroup


_Immobili&Co 4-2019_Layout 1 05/07/19 09.17 Pagina 2

guadagnare con le ristrutturazioni scopri come iniziare a guadagnare vai su www.guadagnareconleristrutturazioni.it www.guadagnareconleristrutturazioni.it vai 1

2

3

4

5

6

contattaci www.guadagnareconleristrutturazioni.it contatta il numero verde 800 741 421 oppure chiama direttamente un ns account

diventa nostro partner sottoscrivi l’accordo di collaborazione grauito che regolamenta il rapporto con la nostra azienda

invia una segnalazione hai un cliente che deve ristrutturare? sara’ contattato da facile ristrutturare per fissare un sopralluogo gratuito

sopralluogo un nostro architetto andra’ a casa del cliente per realizzare un progetto e un preventivo personalizzato

presentazione preventivo il nostro architetto incontra il cliente per presentare progetto e preventivo realizzati con firma contestuale del ctr di appalto

inizio cantiere nella data stabilita inizierà il cantiere e successivamente sarà effettuato il pagamento della tua provvigione


_Immobili&Co 4-2019_Layout 1 05/07/19 09.17 Pagina 3

EDITORIALE di Bruno Vettore - Direttore editoriale

AGENTI IMMOBILIARI & WEB REPUTATION La storia dell’intermediazione immobiliare ci insegna che ogni Agente Immobiliare ha dovuto necessariamente confrontarsi con almeno tre fattori, tre elementi, tre termini, tutti con la stessa iniziale, la lettera “erre”. “Erre” come Relazioni. Il successo di un buon professionista passa dalla capacità di creare contatti, di attivare relazioni con il proprio target di riferimento e, più in generale, con il pubblico di consumatori che stanno valutando l’acquisto, la vendita o la locazione di un immobile. “Erre” come Risultati. La realtà è che un Agente Immobiliare è soprattutto un commerciale, spesso un imprenditore, sempre focalizzato sulla necessità di ottenere risultati, per se stesso, per la propria impresa e per il cliente finale che desidera concretizzare con soddisfazione, e piuttosto rapidamente, la transazione immobiliare. Ma soprattutto, “erre” come Reputazione. Anche nel passato ogni Agente Immobiliare ha dovuto confrontarsi con il tema reputazionale, e coloro che hanno costruito e conservato nel tempo una buona considerazione da parte della clientela hanno raggiunto i loro obiettivi professionali. Ma si trattava di una situazione gestibile con una buona empatia personale e con il rispetto della deontologia professionale. Oggi è tutto molto più complesso, poiché gli aspetti da tenere in considerazione sono molto maggiori e con un grado di difficoltà crescente sul

piano del controllo. Con l’avvento del web e con la diffusione dei social media è fondamentale svolgere una azione costante, continua e talvolta preventiva per costruire e preservare la propria “web reputation”. Non è più sufficiente pubblicizzare un immobile attraverso un annuncio, ma serve organizzare una campagna di comunicazione che contenga uno “storytelling” ben studiato, per arrivare efficacemente al cliente. Cliente che sempre più spesso prima di entrare in una agenzia immobiliare ha visitato siti e portali specializzati, scandagliato le pagine Facebook, Linkedin e Istagram degli Agenti Immobiliari stessi, letto commenti e blog di riferimento. È naturale e conseguente comprendere che questo meccanismo, ormai inarrestabile, porta il cliente a farsi preventivamente una idea, interpretando in maniera estremamente soggettiva ciò che vede sui canali web e social. Per questo serve investire e lavorare molto sulla costruzione della propria reputazione e sul proprio personal branding, che insieme determineranno una precisa identificazione dell’Agente Immobiliare in questione come un professionista affidabile e del quale ci si potrà fidare. In conseguenza di ciò la “web reputation” potrà incidere notevolmente sullo sviluppo del business, perché in una società iperconnessa il web è ormai il primo approccio che una persona ha verso il mercato di interesse.

Immobili&Co. per l’impresa 4_2019 3


_Immobili&Co 4-2019_Layout 1 05/07/19 09.17 Pagina 4

SOMMARIO

Immobili &Co. per l’impresa_4_2019

I&Co

Immobili & Co. per l’Impresa Anno XXIV N. 4 - Luglio 2019

pagina_16 ASSOCIAZIONI UN CONGRESSO VERSO IL FUTURO

pagina_18 INTERVISTA PREMIUS: AL SERVIZIO DELLA COMUNICAZIONE GLOBALE

pagina_5

pagina_22

STARTER

WEB REPUTATION

FOCUS GROUP AGENTI IMMOBILIARI & WEB REPUTATION

ASK: AGENCY SOCIAL KIT

19

pagina_24

pagina_6

TENDENZE

I PERSONAGGI DI I&CO

RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA NELLE RESIDENZE STORICHE

INTERVISTA A ALESSANDRO POLLERO PRESIDENTE FCGROUP

pagina_8

pagina_28

RISTRUTTURARE

GIOVANI ECCELLENZE

GUADAGNARE CON LE RISTRUTTURAZIONI

INTERVISTA A GABRIELE DEODATI DI CIS

pagina_10

pagina_30

FRANCHISING

PANORAMA IMMOBILIARE

I REQUISITI DI UN BUON FRANCHISOR

VENDERE CASA: CON L’HOME STAGING BASTANO 50 GIORNI

pagina_12

pagina_32

SPECIALE

ALLEARE

LA GRANDE RIVOLUZIONE IMMOBILIARE

TOUR FORMATIVO: BRUNO VETTORE E FACILE RISTRUTTURARE

4 Immobili&Co. per l’impresa 4_2019


_Immobili&Co 4-2019_Layout 1 05/07/19 10.28 Pagina 5

STARTER – A cura della Redazione

FOCUS GROUP AGENTI IMMOBILIARI & WEB REPUTATION

Cos’è un Focus Group Il Focus Group é, appunto, un Gruppo di persone selezionato da un team di esperti e studiosi, impegnato nella discussione di un argomento prestabilito, allo scopo di determinare le idee e gli orientamenti di fondo di un insieme più vasto di persone. E’ stato questo il lavoro che ha impegnato il gruppo di Studio di BV invest e Re Advisors sul tema della reputazione web degli agenti immobiliari per conoscere il parere e il punto di vista degli addetti ai lavoro selezionati tra le Agenzie opertive in Italia.

Giovedì 4 luglio si è svolto Milano il primo Focus Group in Italia sui temi della Web Reputation nel Real Estate, organizzato da Bruno Vettore della BV invest in collaborazione con Re Re Advisors. V invest società da sempre attenta all’evoluzione del mercato immobiliare e delle strategie vincenti per il raggiungimento di obiettivi concreti e duraturi nel tempo per gli Agenti Immobiliari, su richiesta di Re Advisors, società interessata alla costruzione di una piattaforma di accreditamento per gli operatori del settore, ha organizzato una tavola rotonda per analizzare cosa pensano gli operatori del settore immobiliare in merito alla Web Reputation. Questo incontro nasce dalla volontà di comprendere come gli Agenti Immobiliari possano sfruttare a proprio vantaggio la presenza sui social, sui portali e su una piattaforma studiata ad hoc come quella in sviluppo da Re Advisors, dove gli operatori del settore potranno avere una propria scheda personale e gli utenti inserire le proprie recensioni. Il Focus Group è stato introdotto da Bruno Vettore, Executive Manager, Presidente di BV invest, che ha esposto i dati del settore immobiliare, evidenziando la forte ripresa del mercato e l’opportunità che si prospetta per gli Agenti Immobiliari del raggiungimento di obiettivi economici e personali sempre più ambiziosi. Successivamente Samuele Speri, Owner di HYP, società che opera nel settore della web reputation e della sviluppo di contenuti multimediali, ha fatto il quadro complessivo del panorama del digital per il 2019 e illustrato e commentato i dati dei principali social media e del loro utilizzo in Italia. “In una società dove il 92% della popolazione utilizza giornalmente il web - ha commentato - è necessaria un’evoluzione concreta e lo sviluppo della consapevolezza che il passa parola nasce online e le referenze positive sono quello che spingono un possibile cliente a contattare un’Agente Immobiliare.” Tante le idee e gli spunti di riflessioni da parte degli oltre 25 Agenti che hanno partecipato poi al confronto moderato da Bruno Vettore sul tema del Focus Group. Subito dopo l’intervento di Carmine Greco e Andrea Ricciardi, Owner di Re Advisors, che hanno l’illustrato la piattaforma di recensioni in allestimento. Bruno Vettore ha infine chiuso i lavori ringraziando tutti gli Agenti Immobiliari per i contibuti e le idee che hanno dato al dibattito sul tema del Focus Group.

Per informazioni: info@bvinvest.it

Immobili&Co. per l’impresa 4_2019 5


_Immobili&Co 4-2019_Layout 1 05/07/19 09.17 Pagina 6

I PERSONAGGI DI I&CO. Alessandro Pollero - Presidente FCgroup

PER IL FUTURO DEL REAL ESTATE lessandro Pollero è uno dei principali protagonisti del real estate italiano. Imprenditore di successo, guida uno dei gruppi leader nei settori immobiliare (Fondocasa e CheAffitti), creditizio (We-Unit) e assicurativo (Henia). Di recente ha concluso una importante acquisizione (MutuiPre-

6 Immobili&Co. per l’impresa 4_2019

stitieServizi) ed è entrato nel capitale di AFFIDA, start up in forte espansione, in ambito creditizio. Vanta una esperienza ormai trentennale e sta portando la sua azienda FC GROUP ad uno sviluppo e ad una dimensione tale da essere tra i player di maggiore rilievo nell’intero panorama nazionale.


_Immobili&Co 4-2019_Layout 1 05/07/19 09.17 Pagina 7

I PERSONAGGI DI I&CO.

Quali sono i trend del mercato immobiliare e creditizio? Da un triennio il mercato immobiliare è in crescita e le previsioni per i prossimi anni sono positive. Si stima che nel 2020 si supereranno le 600.000 transazioni, favorite da un rinnovato interesse degli istituti bancari per l’erogazione di mutui e prodotti creditizi a favore della clientela. Lei è a capo di una azienda multibusiness: ci spiega in sintesi come siete strutturati? La nostra azienda ha creato e proposto al mercato un modello agenziale multiservice, dove all’interno il cliente può davvero trovare tutte le professionalità necessarie a soddisfare le proprie esigenze in ambito immobiliare, creditizio e assicurativo. Nel prossimo biennio svilupperemo la formula del multiservice a livello nazionale, attraverso partnership con Agenti Immobiliari evoluti ed imprenditori interessati al settore del reale estare nel suo complesso. Quasi sono i principi cardine della vostra filosofia aziendale? Professionalità, competenza e alto livello di servizio al cliente. Questi sono sempre stati i fattori principali della nostra filosofia aziendale che da sempre portiamo avanti con serietà e ribadiamo costantemente nei nostri programmi

formativi. La Formazione è uno dei capisaldi del nostro gruppo ed ogni anno investiamo tempo e risorse importanti per incrementare la preparazione tecnica e commerciale di tutti gli operatori che fanno parte delle nostre reti. Questi valori ci hanno permesso di crescere e di avere ad oggi una rete di circa 300 agenti immobiliari che operano in 100 agenzie Fondocasa e CheAffitti, dirette ed in franchising, ed una rete di oltre 300 consulenti del credito WEUNIT distribuiti in maniera omogenea in tutta Italia. Inoltre abbiamo una partecipazione in AFFIDA, una rete di oltre 100 consulenti creditizi in forte crescita. Cosa consiglierebbe ad un giovane che si avvicina al lavoro di Agente Immobiliare? Si tratta di un lavoro meraviglioso che può dare enormi soddisfazioni professionali ed interessanti ritorni economici. Va svolto, però, con molto impegno, tanta passione e, soprattutto all’inizio, con forte spirito di sacrificio. Del resto, come per tutte le professioni di valore, l’esperienza ci insegna che nessun traguardo importante si raggiunge con facilità. Detto questo, io consiglio vivamente ai giovani di avvicinarsi con fiducia ed interesse a questa professione ed al mondo immobiliare e creditizio, poiché ci sono ottime prospettive.

FCgroup FCgroup è uno dei gruppi leader dei servizi al Real Estate con Fondocasa e CheAffitti, nei settori dell’intermediazione immobiliare e delle locazioni, We-Unit nel settore creditizio e Henia nel campo assicurativo. www.fcgroup.top

Immobili&Co. per l’impresa 4_2019 7


_Immobili&Co 4-2019_Layout 1 05/07/19 09.17 Pagina 8

RISTRUTTURARE di Sacha Gentili - Manager Faciele Ristrutturare e AD Facile Immobiliare

SENZA ESSERE UN’IMPRESA EDILE ono passati quasi due anni da quando assieme ai fondatori di Facile Ristrutturare abbiamo deciso di creare GUADAGNARE CON LE RISTRUTTURAZIONI, un progetto che ha l’obiettivo di industrializzare la collaborazione fra la nostra azienda e le agenzie immobiliari. Facile Ristrutturare è l’impresa edile leader in Italia nel settore delle ristrutturazioni chiavi in mano con oltre 50 negozi, 700 Architetti e 3.500 operai.

8 Immobili&Co. per l’impresa 4_2019

Negli ultimi 5 anni abbiamo effettuato oltre 10.000 interventi di ristrutturazione dei quali circa 3500 nel 2018. La nostra mission con GUADAGNARE CON LE RISTRUTTURAZIONI è quella di incrementare il guadagno delle agenzie immobiliari che vendono immobili da ristrutturare aiutando i loro clienti a realizzare la casa dei propri sogni. Nell’epoca in cui viviamo “aiutare un cliente” significa trasformare un’espe-


_Immobili&Co 4-2019_Layout 1 05/07/19 09.17 Pagina 9

RISTRUTTURARE

rienza solitamente complessa in qualcosa di piacevole. Questo è anche uno dei “segreti” che ha consentito al nostro gruppo di realizzare in poco tempo dei risultati straordinari.

È fondamentale scegliere di collaborare con una ditta che oltre ad essere affidabile e lavorare di qualità, sia veramente attenta a fare sempre il massimo per i clienti.

Oggi non è più sufficiente concentrarsi solo sull’acquisizione di un incarico di vendita e sulla promozione dell’immobile. L’agente immobiliare è l’attore principale ed ha la responsabilità di aiutare il cliente a vivere in modo piacevole l’acquisto del bene che ha di solito un impatto maggiore nella vita delle persone, ossia la casa.

Uno degli elementi chiave spinge centinaia di agenti immobiliari a presentare noi ad un suo cliente è proprio la garanzia del servizio che offriamo: un architetto della più grande azienda in Italia nel settore delle ristrutturazioni andrà a casa sua per effettuare un sopralluogo e un preventivo completamente gratuito e personalizzato sulle sue esigenze. E lo seguirà dall’inizio fino alla fine dei lavori. Inoltre il nostro brand è ormai affermato e di fatto valorizza anche l’agenzia immobiliare stessa.

Io credo che l’agente immobiliare debba essere iper specializzato nel suo business, intermediare immobili. Non è un assicuratore, non un mediatore creditizio, non è un’imprenditore edile e così via. Al tempo stesso però deve anche essere in grado di selezionare nella sua zona dei partner specializzati in tutti i business determinanti per permettere al cliente di realizzare il suo sogno nel modo più facile possibile. Facendo questo, attraverso delle partnership strutturate, può anche incrementare i suoi guadagni da ogni singola transazione. Ad esempio proprio la ristrutturazione di un appartamento “usato” rientra tra i servizi più significativi del processo di compravendita. Sbagliare l’impresa a cui affidarsi o incappare in un professionista incapace può significare trasformare il sogno in un incubo.

Facile Immobiliare? Nata nel 2018 con l’obiettivo di diventare il punto di riferimento per tutte le agenzie immobiliari che vendono immobili da ristrutturare e che vogliono incrementare i loro ricavi guadagnando una provvigione sulle ristrutturazioni. Facile Immobiliare è controllata da Facile Ristrutturare, società leader in Italia nel settore delle ristrutturazioni chiavi in mano con oltre 50 negozi diretti, 500 architetti, oltre 3500 ristrutturazioni nel 2018 e un fatturato di circa 60 milioni. Per informazioni: www.guadagnareconleristrutturazioni.it

Infine un aspetto fondamentale dato che si tratta di un business, il guadagno: per ogni cliente che ci segnalerai e che sceglierà di fare i lavori con noi ti riconosceremo un importo del 5% sui lavori edili del contratto. Collaborare con noi è semplicissimo: basta contattarci, compilare l’accordo di collaborazione - che è totalmente gratuito e senza alcun impegno - e insieme a un nostro collaboratore verificare quali potenziali clienti contattare per issare un sopralluogo gratuito con un nostro Architetto. Credo che lo stesso approccio debba essere applicato al settore del credito, dei traslochi, delle assicurazioni e delle utenze se si vuole rendere memorabile l’esperienza di acquisto di una casa.

Immobili&Co. per l’impresa 4_2019 9


_Immobili&Co 4-2019_Layout 1 05/07/19 09.18 Pagina 10

FRANCHISING di Luca Fumagalli – Senior Consultant Franchisinglab

Photo by Artificial Photography on Unsplash

on tutti quelli che “dicono di fare franchising” si rivelano buoni franchisor. Pochi hanno in sé tutti gli elementi indispensabili per fare bene il “mestiere” di affiliante. Di seguito una check-list dei requisiti minimi per aver successo nell’applicazione di questa formula

L’attività che si vuole replicare funziona veramente? Quello del pilotage è un test realistico, fatto in condizioni riproducibili altrove? Sviluppa ricavi adeguati? Genera utili interessanti? C’è un rapporto corretto tra investimenti, risultati e velocità di ritorno economico?

Chi propone il progetto ha già avuto a che fare con questa formula? Ne conosce le specificità? Si avvale di manager e/o di consulenti di provata esperienza in questo campo? Franchisor non ci si inventa. Lo si diventa imparando le regole e le caratteristiche peculiari di questa disciplina oppure assoldando risorse umane qualificate ed esperte.

Fare i franchisor è un “mestiere” difficile, una sfida imprenditoriale impegnativa e complessa. Per riuscire occorrono l’ambizione, l’attitudine al rischio, la capacità organizzativa e la vision caratteristiche delle grandi imprese.

10 Immobili&Co. per l’impresa 4_2019


_Immobili&Co 4-2019_Layout 1 05/07/19 09.18 Pagina 11

FRANCHISING

Una azienda franchisor non è una “one man band”. Servono persone qualificate nei ruoli chiave: responsabile franchising, responsabile sviluppo franchising, training manager, responsabile marketing e comunicazione, tecnico dei prodotti/servizi, direttore amministrativo,...

Il franchising può far sì che una piccola azienda diventi in pochi anni una multinazionale, come insegnano le tante case history di questi anni. Ma l’inizio è duro e la leva finanziaria nello start up è una fantasia da libri di testo. Servono investimenti per impostare il progetto. Molto minori rispetto a quelli richiesti dalla costruzione di una rete diretta, ma abbastanza per spegnere le velleità degli improvvisati.

Creare una rete di franchising è una attività articolata, da pianificare nel mediolungo periodo (3-5 anni). Chi corre veloce, in questo mondo, inciampa e cade. Chi sa attendere i tempi giusti della maturazione del concept, sa fare i passaggi corretti per la standardizzazione del format, sa sviluppare in modo sano e selettivo la rete, ottiene risultati duraturi. Gli altri (circa il 90%) sono meteore.

Il franchising in Italia C’è ancora qualcuno nel nostro Bel Paese che crede che nel metodo commerciale che tutti chiamiamo franchising, ci sia ancora spazio per le libere interpretazioni o le invenzioni. Vorremmo tranquillizzarli dicendogli di non sforzarsi: nel Sistema Franchising tutto ciò che c’era da inventare o sperimentare è già stato fatto, ora si tratta solo di applicarlo con metodo e disciplina.

C’è chi preferisce giocare da solo, vincere (o perdere) individualmente. Nelle aziende franchise-oriented si fa gioco di squadra e si crede in una logica win-win: l’affiliante vince solo e se vincono gli affiliati! Per concludere, non esiste “il buon franchising” e nemmeno “il cattivo franchising”. Ci sono invece pessimi, mediocri, buoni o eccellenti franchisor. La formula è uno strumento potente e difficile da maneggiare, che va tenuto lontano dalla portata “dei bambini”, dei velleitari, degli inesperti, dei furbetti. In mano ad imprenditori qualificati con idee chiare, risorse adeguate e competenze può creare un vantaggio competitivo vero nel mercato nazionale e può rivelarsi la chiave d’accesso ai mercati di tutto il mondo.

Photo by Nathan Dumlao on Unsplash

Immobili&Co. per l’impresa 4_2019 11


_Immobili&Co 4-2019_Layout 1 05/07/19 09.18 Pagina 12

SPECIALE di Carmine Greco e Andrea Ricciardi - Re Advisors

LA GRANDE RIVOLUZIONE IMMOBILIARE come se fosse impossibile scattare una fotografia nitida di questo momento storico e immaginare di inserirla in una cornice d’argento: inafferrabile anche all’obbiettivo più professionale e eternamente mobile, il settore immobiliare continua la sua rapidissima trasformazione. E tutto questo, a dispetto di un nome che rimanda alla fissità di qualcosa di immobile. Una trasformazione che non a caso abbiamo scelto di chiamare rivoluzione. Perché rivoluzionario e dirompente non può che definirsi questo costante rimescolamento di carte in mano ai giocatori. La tecnologia Un posto d’onore al tavolo di gioco senz’altro è quello della tecnologia, con un successo trainato dall’inarrestabile sviluppo di nuovi sistemi digitali sempre più presenti e performanti. Dispositivi mobili, social media, firma elettronica, realtà virtuale, chatbot e blockchain stanno cambiando il nostro modo di fare business. Gli affari tendono a divenire sempre più rapidi, i tempi di gestazione - e di decisione - sempre più contratti e le comunicazioni, prima in un ufficio, si sono trasferite su una molteplicità di canali con una portata potenziale enorme. Nel bene e nel male: con una aleatorietà che spesso riesce difficile decrittare anche per gli addetti ai lavori e con una complicazione non indifferente dello scenario competitivo in cui ci muoviamo.

12 Immobili&Co. per l’impresa 4_2019


_Immobili&Co 4-2019_Layout 1 05/07/19 09.18 Pagina 13

SPECIALE Non passa giorno senza che nascano nuove piattaforme web a promettere una disintermediazione delle transazioni immobiliari, mettendo in contatto direttamente tra loro i privati, garantendo affari sicuri e convenienti (salvo poi leggere degli infiniti modi che l’uomo trova per truffare un suo simile). Dall’altro, però, i grandi portali tradizionali di matrice anglosassone continuano a crescere e investire sempre di più sulla figura dell’agente immobiliare, che viene considerato davvero un consulente a 360°, potendo offrire le proprie competenze in tutti i settori coinvolti nelle varie fasi della compravendita (home staging, marketing, mutui, ristrutturazioni, pulizia, amministrazione condomini ecc…). Proprio su questo punto la Legge europea 2018 (C. 1432-A) approvata recentemente permetterà anche in Italia un’estensione delle competenze del professionista immobiliare, rafforzando la figura e il ruolo dell’agente ed equiparandolo a quello di altre giurisdizioni a noi vicine. Perché il tema della fiducia basata sulla professionalità, di chi ci affida un immobile o a chi a noi si affida per acquistarlo o affittarlo senza sorprese e nel pieno rispetto delle regole, non tramonterà mai.

L’Agente e la Tecnologia Il business immobiliare oggi? Per rimanere competitivi e in prima linea, è necessario oggi conoscere ed adottare ciò che offre la tecnologia. Fino a ieri, essere on line poteva rimanere una scelta. Oggi no: non scegliere la tecnologia, i suoi strumenti e i suoi canali, significa rendersi invisibili agli occhi dei clienti.

Che cosa significa questo per te e il tuo business immobiliare? Come trarre vantaggio da questo fiume gonfio di acque, scegliendo la corrente più giusta per arrivare dritto alla foce? Ho una grande certezza: per rimanere competitivi e in prima linea, è necessario conoscere ed adottare la tecnologia. Fino a ieri, essere on line poteva rimanere una scelta. Oggi no: non scegliere la tecnologia, i suoi strumenti e i suoi canali, significa rendersi invisibili agli occhi dei nostri clienti. Il consumatore di oggi Basta pensare alle nostre modalità di interazione con l’informazione, il consiglio, l’acquisto: di un bene, di un servizio, di un professionista, poco importa. Oggi ognuno di noi utilizza la tecnologia per informarsi e tenersi aggiornato, per fare ricerche (o benchmarking, come si dice in gergo) prima di acquistare, e se dobbiamo affrontare un acquisto importante, come un'automobile o una casa, ognuno di noi apre il suo pc o tablet per studiare ogni aspetto prima di procedere con la scelta. Caratteristiche tecniche, vantaggi di costo e ricerca in rete di pareri a sostegno alle scelte verso le quali siamo indirizzati: diventiamo dei radar capaci di scandagliare gli abissi del web. Se veniamo al nostro settore, non è diverso. Il nostro cliente, quando si tratta di valutare un professionista del settore immobiliare, nella maggior parte dei casi si affida al passaparola, e poi cerca online la conferma di quel consiglio, di quella voce. Ma solo in pochi casi riuscirà a trovare informazioni utili e oggettive: i riscontri sul web riguardanti gli agenti immobiliari sono frastagliate, disgregate e non del tutto affidabili. In altri segmenti, su tutti turismo e ristorazione, è stato invece già raggiunto un buon livello di affidabilità e credibilità del passaparola online, con recensioni che permettono con relativa facilità di orientarsi sulla scelta migliore. Una maturità del settore che ha anche un effetto

Immobili&Co. per l’impresa 4_2019 13


_Immobili&Co 4-2019_Layout 1 05/07/19 09.18 Pagina 14

SPECIALE collaterale tutt’altro che trascurabile: il sistema premiale o negativo dei voti ha spinto e spinge i professionisti a migliorarsi, offrendo un servizio più accurato, avendo anche la possibilità di capire subito - dai commenti - le proprie aree di debolezza. Il passaparola tradizionale è limitato temporalmente e geograficamente, quello su web non ha limiti e permette di mostrare a tutti i buoni risultati ottenuti. L’evoluzione possibile Anche rispondendo ad una recensione negativa, stai comunicando ai tuoi potenziali clienti la tua capacità di ascolto nei loro confronti, il fatto che sai assumerti le tue responsabilità, che sei in grado di migliorare le tue imperfezioni e che sei capace di trasformare una situazione non positiva in qualcosa di costruttivo. E questo è oro, persino per chi ha espresso la propria critica. La reputazione online diventa sempre più importante a maggior ragione in questo preciso momento storico in cui le agenzie immobiliari sono chiamate a diventare agenzie “multiservizi”. Sarà infatti sempre maggiore la necessità di trovare il consulente giusto, quello abilitato, quello preparato, aggiornato, smart, trasparente, consigliato, affidabile. Il migliore. Ecco perché è imprescindibile creare una presenza online solida, aggiornata, in ascolto. Esserci non basta più e aprirsi all’ascolto e al dialogo, con trasparenza e intelligenza, professionalità e passione, può davvero fare la differenza, nei business consolidati, così come nelle nuove avventure. Per vincere questa partita, quindi, le carte sono tutte in mano nostra: ma per molti, la parte più difficile nell’abbracciare una strategia di personal branding è semplicemente decidere da dove cominciare.

14 Immobili&Co. per l’impresa 4_2019


_Immobili&Co 4-2019_Layout 1 05/07/19 09.18 Pagina 15


_Immobili&Co 4-2019_Layout 1 05/07/19 10.40 Pagina 16

ASSOCIAZIONI – di Alberto Zanni

- Presidente Nazionale Confabitare

UN CONGRESSO VERSO IL FUTURO assione, competenza, spirito di squadra, condivisione di idee e di obiettivi. Tutto questo, in sintesi, è stato il congresso nazionale di Confabitare che si è tenuto il 22 giugno scorso a Bologna, presso l’hotel Savoia Regency. Un appuntamento che ha visto la partecipazione di un centinaio di delegati tra dirigenti nazionali, regionali, e presidenti delle 80 sedi provinciali, in rappresentanza degli oltre 50.000 iscritti alla nostra associazione. Vi confessiamo, cari lettori, che alla viglia del congresso che abbiamo voluto celebrare non a caso nell’anno del decennale di Confabitare, eravamo animati da sentimenti contrastanti: emozione, orgoglio, un pizzico di apprensione. Poi tutto è filato alla perfezione: delegati motivati e competenti, un dibattito ricco di contenuti e di proposte per il futuro, un’unità di intenti sfociata nel voto finale che ha visto il sottoscritto rieletto presidente con un consenso plebiscitario. Al termine, soddisfazione a parte, ci è rimasta dentro un grande fierezza: si, la piccola zattera che prese timidamente il largo nel lontano novembre 2009 è davvero diventata una splendida corazzata che non teme né tempeste né rivali. Il congresso è stata l’occasione giusta per guardare con ottimismo al futuro, per lanciare nuove sfide, per mettere in campo nuove idee ed energie, per potenziare ancor più una macchina organizzativa che ha già dimostrato negli anni di funzionare egregiamente. Nel corso della assise bolognese si sono rinnovate le cariche nazionali e si è concluso un percorso di consolidamento della organizzazione iniziato nel 2018, ma soprattutto si sono definite le linee programmatiche, le idee-guida che segneranno il cammino di Confabitare nei prossimi anni. E ciascuno ha portato il suo prezioso contributo: dal confronto delle diverse esperienze a livello locale è scaturito un dibattito che sarà

16 Immobili&Co. per l’impresa 4_2019

sicuramente foriero di proposte ed iniziative per un’ulteriore crescita della nostra associazione. Di una cosa, cari lettori, siamo certi: il congresso di Bologna ha dato nuova linfa, nuovo entusiasmo a tutti noi che abbiamo a cuore i destini di Confabitare e dei tantissimi proprietari immobiliari che ci vedono come un punto di riferimento credibile ed efficace a tutela dei loro interessi e dei loro diritti. I primi mesi del 2019, con l’avvicinarsi della scadenza congressuale, Confabitare ha promosso decine di convegni su tematiche di vario genere, in linea con quella filosofia “movimentista” che si è rivelata una delle chiavi vincenti per farci conoscere ed apprezzare da vasti settori dell’opinione pubblica. Abbiamo discusso di legittima difesa, di sicurezza nelle abitazioni, di fisco, di infrastrutture e mercato immobiliare, di affitti brevi e nuove forme di ospitalità turistica, tanto per citare solo alcuni dei temi al centro dei nostri incontri. L’abbiamo già scritto nel recente passato e lo ribadiamo ora: Confabitare oggi è radicamento, autorevolezza, visibilità. Questo ci ha consentito, tra le altre cose, di stringere importanti accordi con varie associazioni che operano in campo immobiliare e di attirare l’interesse di numerose aziende per mettere i loro servizi a disposizione dei nostri associati. Insomma, Confabitare gode ottima salute ed il congresso ne è stata una splendida dimostrazione. In conclusione, nelle vesti di presidente, non posso non citare qui il super team che mi affiancherà nei prossimi sette anni di mandato, cioè i componenti della giunta nazionale eletti anch’essi alla unanimità: Valerio Racca Segretario generale; Giuseppe Buccheri Vice presidente nazionale; Alberto Scaletti Coordinatore nazionale; Giovanna Borgia tesoriere nazionale. A loro e a tutti i dirigenti regionali e provinciali di Confabitare auguri di buon lavoro. A voi cari lettori, una buona estate.


_Immobili&Co 4-2019_Layout 1 05/07/19 09.18 Pagina 17


_Immobili&Co 4-2019_Layout 1 05/07/19 09.18 Pagina 18

INTERVISTA - A cura della Redazione

Bruno Vettore, al centro, con Domenico e Francesco De Bellis di Premius

INTERVISTA

Domenico e Francesco De Bellis, due fratelli, due imprenditori. Entrambi, fanno della loro innata creatività il punto di forza di ogni loro progetto; esperti nel campo della comunicazione e sviluppo di nuovi progetti, da oltre 30 anni, innovano il mercato di riferimento. Con “Premius”, oggi, puntano a creare il più grande e importante circuito della comunicazione digitale.

18 Immobili&Co. per l’impresa 4_2019


_Immobili&Co 4-2019_Layout 1 05/07/19 09.18 Pagina 19

INTERVISTA

Dal Company Profile di Sugarmedia si evince che siete una realtà ormai consolidata nel segmento di mercato dei prodotti e dei servizi a marketing strategico. Tra questi spicca la realtà di Premius: ci potete descrivere questo nuovo progetto? Premius è la punta di diamante della nostra società. Dopo anni di ricerca, sviluppo e test, finalmente siamo pronti a “spalancare” le porte al mercato. Premius è il nuovo sistema per comunicare che premia le migliori agenzie immobiliari con maggiore visibilità. Con Premius, le migliori agenzie potranno ottenere innumerevoli vantaggi: diventare Leader della propria Zona di riferimento, creare il proprio esclusivo circuito pubblicitario, potenziare la comunicazione promozionale e istituzionale, aumentare la visibilità del marchio e migliorare l’efficacia dei messaggi.

Quali sono gli elementi di forza del progetto Premius? I circuiti pubblicitari e di comunicazione che Premius è in grado di attivare possono essere una valida e coerente alternativa di visibilità per le attività che operano in zone ben definite? Nel settore immobiliare è in corso un profondo cambiamento. Solamente chi lo intuisce potrà affrontare il mercato da protagonista. Il circuito Premius, seguendo la filosofia societaria del “comu-

nicare nel modo, nel momento e nel posto giusto”, offre alle migliori agenzie soluzioni di marketing che puntano a fornire nuove vetrine per gli annunci di immobili in vendita e ricerca di nuovi, a sfruttare l’interazione con l’utente e a creare un sistema della comunicazione digitale unico ed esclusivo. Per farlo, Premius si avvale di strumenti di comunicazione unici, certificati e brevettati. I dispositivi sono delle vere e proprie workstation, degli apparati hardwaresoftware altamente evoluti, a cui è stata affiancata una tecnologia dedicata e un software personalizzato e creato su misura. L’agenzia partner, così, sarà differente da tutte le altre. Una nuova impostazione del proprio lavoro, una rivoluzione comunicativa, segno distintivo per i suoi diversi interlocutori.

Quale è secondo voi il ruolo che la comunicazione digitale, anche attraverso i totem, potrà avere nel futuro? Perché suscita così tanto interesse nel pubblico e negli investitori? Il mondo della comunicazione è cambiato. L’uso del digital e dei social ha cambiato il “gusto” dei consumatori, sviluppando in loro nuove necessità di acquisto, ma soprattutto nuovi approcci all’acquisto. La comunicazione digitale è un elemento imprescindibile per tutti, anche se spesso non è chiara la sua importanza. Se non si comunica in maniera digitale, agli occhi degli individui

Cos’é Premius? Premius è il nuovo sistema per comunicare che premia le migliori attività con maggiore visibilità, sfruttando un concetto semplice come “l’unione fa la forza”. Attraverso i suoi due strumenti di comunicazione principali, il Totem e il Dispenser, unici, certificati e brevettati, Premius attraverso un circuito “virtuoso” permette alle migliori attività commerciali di comunicare sempre nel modo, nel momento e nel posto giusto. Ogni attività potrà aumentare la visibilità del proprio marchio, migliorare l’efficacia dei messaggi pubblicitari e potenziare la propria comunicazione, insieme a tutte le altre attività della zona. Grazie alla forza dell’unione, Premius dà voce a tutte le attività, garantendo un aumento della loro visibilità e del loro prestigio come mai prima. Per informazioni: www.premius.it

Immobili&Co. per l’impresa 4_2019 19


_Immobili&Co 4-2019_Layout 1 05/07/19 09.18 Pagina 20

INTERVISTA

non si esisterà mai. Se non si esiste, nessuno potrà mai avere considerazione del proprio lavoro. È innegabile che la comunicazione digitale abbia suscitato un interesse da parte degli addetti al settore (e non solo) non indifferente. Questo perché è una forma di comunicazione che, in questo periodo storico, è intrinseca nella vita quotidiana di ognuno di noi. È una forma di comunicazione che, in particolar modo con l’utilizzo di schermi di grandi dimensioni, offre un’esperienza immersiva e coinvolgente. Quella che Premius offre alle migliori agenzie immobiliari è una “rivisitazione” della comunicazione digitale: una comunicazione digitale locale, con possibilità di facile espansione ad una comunicazione digitale nazionale. Premius punta su forme di comunicazione digitale molto vicine al consuma-

20 Immobili&Co. per l’impresa 4_2019

tore finale, che in questo periodo storico è bombardato da continui messaggi pubblicitari; proprio per questo, è fondamentale riuscire a superare la “barriera percettiva” che viene innalzata dalla mente del consumatore, per raggiungere sia la parte razionale che quella emotiva. Una volta raggiunte, saremo riusciti a portare il nostro messaggio a destinazione.

Quali sono i vostri progetti di espansione, rispetto ai circuiti di comunicazione che andrete ad attivare? Puntiamo a creare il più grande circuito della comunicazione digitale in tutta Italia…e non solo. Un circuito esclusivo, composto dalle migliori attività commerciali, sinonimo di prestigio e valore.


_Immobili&Co 4-2019_Layout 1 05/07/19 09.18 Pagina 21

FORMULA RISERVATA ALLE MIGLIORI AGENZIE IMMOBILIARI

UNA, DIECI, CENTO VETRINE PER LA TUA AGENZIA

Premius, il nuovo sistema per comunicare che premia le migliori agenzie immobiliari con maggiore visibilità Strumenti unici, certificati e brevettati che puntano a sfruttare l’interazione con il cliente, fornendo una nuova vetrina ai tuoi annunci e un metodo per acquisire nuovi immobili in vendita

DIVENTA LEADER DI ZONA CREA IL TUO CIRCUITO ESCLUSIVO POTENZIA LA TUA COMUNICAZIONE

Scopri come ottenere l’esclusiva e diventare leader della tua Zona

premius.it


_Immobili&Co 4-2019_Layout 1 05/07/19 09.18 Pagina 22

WEB REPUTATION di Samuele Speri, Founder & CEO Hyp - Social Media Specialist 19

19

19

19

IL SUPPORTO PER L’AGENTE IMMOBILIARE 3,0 social network sono diventati ormai un'opportunità reale per gli Agenti Immobiliari. Ma per poterli usare i modo corretto bisogna conoscerli. Facebook e Instagram sono validi strumenti per comunicare con persone interessate a comprare o vendere casa e, soprattutto, per aiutare l'Agente a concludere nuove acquisizioni immobiliari. Come fare? Oggi non si ragiona più solo in termini di zona geografica, occorre ragionare in relazione al Target che si vuole raggiungere! La società cambia e assieme cambia il modo di fare le stesse cose: Quanti di voi fanno ancora il caffè come 20 anni fa? Quanti di voi scrivono ai propri cari come venti anni fa?

22 Immobili&Co. per l’impresa 4_2019

Quanti di voi fanno ancora l’agente immobiliare come 20 anni fa? La chiave sta nel saper analizzare la realtà dal corretto punto di vista: occorre stare a passo con la società in cui viviamo e comprendere l’evoluzione dei suoi metodi e strumenti di comunicazione! Non è un discorso di tecnologie, ma di relazioni: “L’interazione tra i vecchi e i nuovi ambienti crea numerosi problemi e confusioni. L’ostacolo principale a una chiara comprensione degli effetti dei nuovi mezzi di comunicazione è la nostra radicata abitudine a osservare tutti i fenomeni da un punto di vista fisso. […] La nuova tecnologia richiede che abbandoniamo questa posizione, questo modo di vedere separato e frammentario.


_Immobili&Co 4-2019_Layout 1 05/07/19 09.18 Pagina 23

WEB REPUTATION

Perché Ask

Il metodo del nostro tempo consiste nell’usare non un angolo, ma molteplici modelli di esplorazione: la tecnica della sospensione del giudizio è la scoperta del ventesimo secolo.“ Sostiene McLuhan. Per questo dobbiamo interpretare e sfruttare ogni possibilità fornita dal web per lo stesso motivo, dalla collaborazione tra Bruno Vettore, uno più autorevoli Manager e Formatori del settore immobiliare, e dal suo staff della società BV invest, e Samuele Speri, esperto Social Media e Web Reputation, owner di Hyp. nasce il progetto ASK - Agency Social Kit. Si tratta di un percorso formativo per l’agente immobiliare moderno che oltre a fornire una profonda conoscenza dei social network e i suoi meccanismi, mette a disposizione dell’agente video online per aumentare la sua reputazione online. Il corso strutturato su 3 livelli di difficoltà e porterà l’agente immobiliare ad avere una forte visibilità e impatto sui Social. Essere influencer non vuol dire solamente pubblicare foto senza veli e avere migliaia di follower ma vuol dire essere influenti: essere il punto di riferimento per un determinato tipo di persone con una specifica esigenza.

Grazie ad Ask l’Agente potrà avere tutti gli strumenti necessari per acquisire centinaia di contatti ogni mese e creare la tua community di persone che cercano di vendere e acquistare casa.

Ask nasce dalla collaborazione tra la Società BV invest, guidata da Bruno Vettore, e Hyp, una start up innovativa, che opera nel settore digitale e del web, fondata da Samuele Speri, che insieme negli ultimi anni sono impegnate a realizzare progetti e strumenti per le Agenzie e gli Agenti Immobiliari in grado di permettere loro di restare al passo con la trasformazione della comunicazione soprattutto sul web e i social media.

Con ASK livello base si apprenderà l’utilizzo di Facebook, Instagram e linkedin, i principi di FB ADS, come creare contenuti di qualità, cosa è un Funnel e quali comportamenti iniziare ad assumere per diventare influencer.

Il livello intermedio ha come focus principale quello di fornire le informazione necessarie per la creazione di un Funnel vincente con esempi pratici di come convertire un semplice contatto in un Cliente.

Per i più esperti si approfondiscono le tematiche riguardanti i pubblici personalizzati, lookalike, Facebook Pixel, Landing Page e sito web con esempi operativi di lead generation. Oltre alle lezioni l’agente potrà fruire di video personalizzati da utilizzare sui propri profili social e per le campagne.

Immobili&Co. per l’impresa 4_2019 23


_Immobili&Co 4-2019_Layout 1 05/07/19 09.19 Pagina 24

TENDENZE di Laura Frattini, Sommelier e Wine Blogger e Edoardo Venturini, Architetto

L’INTERVENTO DEL “WINE DESIGNER” NELLA RISTRUTTURAZIONE DI CANTINE VETUSTE, TRA VINCOLI ARCHITETTONICI E PROBLEMI STRUTTURALI n questo articolo, sviluppato come nel numero scorso in collaborazione con “Cantine Fatte ad Arte” e Laura Frattini Sommelier “Wine Consulting & Executive Director”, parleremo di come bisogna approcciarsi quando si vuole ricavare uno spazio idoneo per il vino in un’abitazione già esistente e datata, sia che si tratti di un’antica dimora con al suo interno dei vincoli architettonici da rispettare, sia nei casi di ville o costruzioni in generale vetuste. Obbiettivamente tali interventi fin dal primo approccio risultano più articolati, e il lavoro dell’architetto, assieme al Wine Designer, risulterà più limitato ma non per questo meno incisivo.

24 Immobili&Co. per l’impresa 4_2019

Lo svolgimento dei lavori edili sarà inevitabilmente più delicato e bisognoso di attenzioni prima, durante e dopo la realizzazione. La procedura iniziale richiede l’analisi degli impianti tecnologici (elettrico, termoidraulico e di climatizzazione); l’esperienza conferma che, nella maggior parte dei casi esaminati, sono necessari interventi importanti per rimetterli a norma ed in sicurezza secondo le leggi attuali. È certo che tale tipo di ristrutturazione si presenta decisamente complicata ed articolata: il progettista si trova a dover intervenire su di un costruito già esi-


_Immobili&Co 4-2019_Layout 1 05/07/19 09.19 Pagina 25

TENDENZE

stente e dovrà mettere in pratica tutte le sue conoscenze tecniche e applicarle con accuratezza e parsimonia, per quantificare esattamente quello che c’è da togliere e quello che invece si riesce a conservare. Ogni intervento è a sé; caso per caso occorre un progetto mirato e personalizzato; orientativamente si può riassumere, come segue, per rendere meglio l’idea, quale sia il primo passaggio importante come intervento strutturale: “Quello che si può togliere dalle murature esistenti che verranno inevitabilmente abbattute e al tempo stesso capire quello che invece si riesce a conservare, recuperando tutto quello che c’è di buono, riuscendo a ripristinare un’estetica dell’epoca. Tale intervento è basilare per poter sfruttare spazi e metri quadri utili al progetto, per trovare il giusto collocamento della bottiglieria ottimizzando al massimo alcuni spazi e/o lasciarne altri inutilizzati.” L’interazione tra il wine designer ed il committente è fondamentale.

Il secondo passaggio consiste nel portare a conoscenza del committente quali siano gli spazi che si riesce a riutilizzare dopo aver sviluppato l’analisi: e in risposta lui esporrà le sue idee, i suoi desideri ed ambizioni su come vorrebbe vedere realizzata la sua cantina per la conservazione delle bottiglie. Questa interazione consente di intervenire ed arredare consapevolmente un ambiente nel migliore modo possibile. A differenza delle costruzioni nuove, nelle quali si riesce sempre a garantire la conservazione delle bottiglie con un corretto equilibrio delle variabili termoigrometriche e di illuminazione artificiale-naturale, nelle ristrutturazioni tali variabili sono soggette a scelte delicate ed è necessaria una maggiore attenzione, e qui riportiamo un esempio: “Gli interventi di mascheramento e di protezione dell’impatto della luce solare diretta non vanno trascurati perché porterebbe ad una nefasta modifica dei valori testé citati a scapito della buona conservazione del vino in bottiglia”.

winelovers Sempre più i cultori del vino, e non solo, desiderano ritagliare nella propria residenza, villa o appartamento che sia, uno spazio dedicato alla conservazione e alla degustazione meditativa di vini e liquori. Questa tendenza sta diventando sempre più uno status simbol ed un elemento di gradimento per occupare al meglio il proprio tempo libero, tenendo le comodità a portata di mano. Un’alternativa personalizzata alla solita enoteca, che a volte risulta troppo affollata e caotica.

Immobili&Co. per l’impresa 4_2019 25


_Immobili&Co 4-2019_Layout 1 05/07/19 09.19 Pagina 26

TENDENZE L’ESPOSIZIONE Bisogna tenere in considerazione l’esposizione della bottiglieria, per non cadere nell’errore di collocare la collezione di vini in un vano assoggettato a ripetuti cicli di forte insolazione (azione diretta della luce solare), sbalzi termici stagionali (caldo-freddo), sequenze acustiche-vibrazionali provenienti dall’esterno e non per ultimo le fasi di inquinamento luminoso artificiale. Tutti questi fattori provocherebbero effetti indesiderati sulla conservazione del vino in bottiglia, soprattutto se in vetro chiaro. Si consiglia sempre di ubicare la costruzione enotecnica rivolta verso nord o al più a nord-est rispetto all’edificio: il locale deve risultare asciutto, ed è fondamentale intervenire sugli ambienti vetusti con gravi formazione di umidità, fare i necessari trattamenti per riportare l’ambiente ad una temperatura costante che non superi mai i 12 C°. Nelle residenze soggette a vincoli architettonici abbiamo maggiori limiti: al piano interrato si trovano frequentemente nel soffitto delle volte che non possono essere demolite: ma intervenendo con una buona azione di rifini-

26 Immobili&Co. per l’impresa 4_2019

tura o verniciatura si riesce a riportarne in auge tutta l’originaria bellezza. Nelle pareti si possono trovare degli affreschi che non permettono l’arredo di quello spazio e dunque non sarebbe possibile anche volendo inserire una bottiglieria aperta, bisogna riutilizzare materiali di recupero e non nuovi materiali edili per pavimenti, colonne portanti e finiture. Se l’ambiente non ha vincoli si avrà una maggior libertà di demolizione e si otterrà una ristrutturazione più funzionale, inserendo con maggior facilità gli impianti tecnologici con un maggior spazio di manovra. Ogni cantina da ristrutturare presenta i suoi specifici vantaggi e svantaggi, ma questo non impedisce di trovare un equo compromesso, e anche nei casi limite si è riusciti a trovare degli “escamotages” progettuali per armonizzare il fascino dell’antico con un tocco di modernità. Nel prossimo intervento illustreremo altri elementi utili da tenere bene in considerazione per conservare al meglio i vini acquistati, ma anche soluzioni di interior wine design che trasformano un ambiente anonimo in uno spazio molto esclusivo e particolare.


_Immobili&Co 4-2019_Layout 1 05/07/19 09.19 Pagina 27

<NPNHFXF ¬ NQ UTWYFQJ WNXJW[FYT FN UWTKJXXNTSNXYN 3 NS .YFQNF UJW YWFKKNHT FLJS_NJ J NRRTGNQN UZGGQNHFYN

2TXYWF N YZTN NRRTGNQN FN HQNJSYN XZQ \JG

5FXXFSIT F 5WJRNZR dWFLLNZSLN N YZTN HQNJSYN TSQNSJ LWF_NJ FI ZS XJW[N_NT NSYJLWFYT IN HFRUFLSJ RFWPJYNSL XZ RTYTWN IN WNHJWHF XTHNFQ SJY\TWP FLLWJLFYTWN J XNYN IN SJ\X 8J UFXXN F 5WJRNZR JSYWT NQ 1ZLQNT YN WJLFQNFRT RJXN 1ZLQNT J &LTXYT J NSN_N F UFLFWJ IF 8JYYJRGWJ

5JW NSKT NSKT%\NPNHFXF NY


_Immobili&Co 4-2019_Layout 1 05/07/19 10.28 Pagina 28

GIOVANI ECCELLENZE - A cura della Redazione

INTERVISTA CIS - CENTRO SERVIZI IMMOBILIARI Geometra, agente immobiliare e imprenditore nell’ambito tecnico-edileimmobiliare cofondatore del franchising immobiliare "cis-centro servizi immobiliari" presente nelle provincie di Frosinone, Roma e l'Aquila. all'interno del gruppo ricopro la figura di Ceo, sviluppo commerciale, ispezione commerciale, formazione e consulenze agli affiliati e ai dipendenti diretti. La mia vita professionale praticamente nasce nel campo edilizio, fin dalla infanzia ho vissuto nel settore essendo la mia famiglia titolare di un ufficio tecnico progettuale. Nel 2009 entro ufficialmente nel gruppo con la fondazione, insieme a mio padre Angelo. del marchio "CIS centro servizi immobiliari" che dopo una veloce e produttiva espansione in diversi paesi della provincia di Frosinone ottiene requisito per la costituzione di una rete in franchising. Quindi a tutt’oggi gestisco rete diretta e rete in franchising. Tutto ciò da sempre è stato condito da una forte vocazione al settore e da una

28 Immobili&Co. per l’impresa 4_2019

forte volontà al riconoscimento e al rispetto della figura dell’agente immo biliare, tanto da farmi sviluppare ogni giorno sistemi e tecnologie di approccio al settore sempre migliorativi per gli stessi ed in generale a persone che vogliono affacciarsi in questo campo straordinario non rischiando di essere semplici meteore ma massimizzandone al meglio il tempo e le risorse. Ho partecipazioni in società che si occupano di progettazione tecnica, società che si occupano di lavori edili e società che si occupano di turismo e affitti brevi.


_Immobili&Co 4-2019_Layout 1 05/07/19 09.19 Pagina 29

GIOVANI ECCELLENZE

CIS - Consulenti Personali

Qual è la sua opinione sull’attuale momento del mercato immobiliare? Sicuramente il mercato immobiliare attuale vive di due proposte fondamentali e contraddittorie (“immobili opportunità”; “immobili di qualità e differenziazione”) che rispecchiano un po’ la situazione economica nazionale, caratterizzata da due fasce sociali ovvero quelli con poca capacità di indebitamento e sopportazione del debito da quelli che hanno capacità di indebitamento, pertanto protagonisti del mercato. È pertanto chiaro il riferimento ad un settore, quello immobiliare, che vede offrire immobili altamente inflazionati, da poter rilevare ad uso investimento, da immobili estremamente performanti dal punto di vista dei confort e della ecosostenibilità costruttiva. In tutti i casi è un mercato di player sempre più esigenti ed esperti in grado di individuare gli immobili “opportunità” da rilevare, ovvero di immettere nel mercato gli immobili “qualità” affinché siano altamente vendibili. In particolare, nella vostra zona che trend sta avendo? Il trend del centro Italia evidenzia una complessiva stabilità dei prezzi nelle città ed una continua discesa dei prezzi nei piccoli centri limitrofi. piccoli centri che rappresentano ad oggi una significativa risposta abitativa alle esigenze delle fasce medio basse di reddito.

Ci presenta la sua azienda e le sue peculiarità particolari? Siamo un azienda estremamente attualizzata in questo contesto di mercato, creata appositamente per dare risposta ai clienti “esperti ed esigenti”, immettendo un marketplace di servizi in grado di garantire ai venditori ed acquirenti di ottenere un abbattimento sul tempo medio della vendita ovvero dei servizi integrati e complementari alla stessa; in grado di soddisfare le precise esigenze abitative tipiche di un nuovo nucleo familiare abitante, come progettazione di interni, ristrutturazione e finanziaria. Tutto questo con l’opportunità di essere trasferito, tramite licenza d’uso di un sistema di lavoro brevettato, agli agenti immobiliari affinché rappresenti per essi un forte incremento di business e fatturato.

Pensate ad un negozio su strada in cui trovare personale preparato in tutto ciò che riguarda i servizi per la casa, dalla progettazione alla ristrutturazione, alla compravendita, oltrechè al finanziamento della stessa, che mensilmente mette a disposizione dei propri clienti Offerte Low Cost su alcuni prodotti di ristrutturazione e autorizzazione tecnica, come ristrutturazione bagno completo a 3.300 Euro, per citarne uno, oppure accatastamenti a cifre inferiori del 30% rispetto ai correnti prezzi. Per informazioni: www.cis-servizi.it

Quali sono i vostri obiettivi futuri? Oggi con le nostre circa 20 licenze d’uso concesse ad altrettanti consulenti ed uffici, siti tra le provincie di Frosinone, Roma, l’Aquila e Pescara e avendo riscontrato grande condivisione da parte degli agenti immobiliari ad aderire al nostro metodo, l’obiettivo principe è quello di arrivare a quota 100 licenziatari entro il 2020. Non è infatti più pensabile che un agenzia immobiliare non sia adeguatamente strutturata per la vendita e l’integrazione dei servizi che comunque ruotano intorno alla compravendita.

Immobili&Co. per l’impresa 4_2019 29


_Immobili&Co 4-2019_Layout 1 05/07/19 09.19 Pagina 30

PANORAMA IMMOBILIARE -

Barbara Medici, Ufficio Stampa HSL

© Home Staging: Materica Group & Architetto Cristina Canci Home Stager - Fotografie: Arch. Cristina Canci

VENDERE CASA: essuna formula magica, solo tanta professionalità. Per vendere casa velocemente e bene ci si affida sempre più all’home staging... A dimostrarlo sono i dati raccolti dalle due associazioni di categoria italiane che riuniscono i professionisti della valorizzazione immobiliare. Da un sondaggio svolto dall’Associazione Nazionale Home Staging Lovers e dall’Associazione Professionisti Home Staging Italia, emerge che, quando si allestisce l’immobile ad hoc, si riesce a trovare un compratore in media in 49,9 giorni, oltre 4 volte più velocemente rispetto ai 7,2 mesi della media italiana (fonte: Sondaggio congiuntu-

30 Immobili&Co. per l’impresa 3_2019 4_2019

rale sul mercato delle abitazioni in Italia – Banca d’Italia, IV trimestre 2018). Il dato complessivo del venduto post home staging raggiunge il 91,6%. E il fattore tempo, spiega la presidente di Home Staging Lovers Fosca de Luca, è fondamentale per concludere un buon affare: «In un mercato ribassista, è importante ridurre i tempi di vendita, perché vendere prima significa vendere a un prezzo superiore». E i dati confermano: lo sconto medio post home staging è del 5,6% contro il 10,5% della media italiana rilevato sempre da Bankitalia. «E anche sul fronte delle locazioni a lungo termine – fa notare sempre de


_Immobili&Co 4-2019_Layout 1 05/07/19 09.19 Pagina 31

PANORAMA IMMOBILIARE

Luca – i nostri associati rilevano canoni annui del 10% più alti rispetto al mercato e media dei tempi di affitto di 10 giorni». L’home staging, inoltre, è un valido strumento per valorizzare anche gli immobili destinati al turismo, che si collocano sul mercato con un prezzo di locazione più alto del 20% e registrano un aumento del tasso di occupazione medio del 30%. «Sono tutti dati che confermano la validità del lavoro svolto dagli home stager italiani, sempre più riconosciuti come figure chiave del mercato immobiliare, sia dagli addetti ai lavori, sia dal pubblico, che oggi comprende come l’investimento in home staging venga subito ripagato» afferma la presidente di Home Staging Lovers. Dal sondaggio effettuato dalle associazioni di categoria emerge inoltre che il fenomeno home staging riguarda

tutto il territorio nazionale, a partire dalle grandi città, ma non solo. Il 61% dei lavori di home staging per la vendita si concentra infatti nel Lazio (23%), in Emilia Romagna (21%) e in Lombardia (17%). A seguire Veneto e Sardegna (7% ciascuna), Toscana (6%), Umbria e Liguria (4%), Sicilia e Piemonte-Valle d’Aosta (3%). Per quanto riguarda gli allestimenti finalizzati agli affitti, guida la classifica il Lazio (31%), seguito da Lombardia (20%), Piemonte-Valle d’Aosta ed Emilia Romagna (9,5%), Sicilia e Sardegna (6% rispettivamente), Toscana, Abruzzo-Molise e Marche (3% ciascuna). La classifica degli interventi su immobili turistici vede al primo posto il Lazio (19%); a seguire Veneto (14%), Lombardia (12%), Sardegna, Emilia Romagna e Toscana (9,5% ciascuna) Sicilia, Umbria e Piemonte-Valle d’Aosta (5%).

Home Staging Lovers Associazione Nazionale Home Staging Lovers È associazione di categoria degli home stager italiani, i professionisti della valorizzazione immobiliare che preparano gli immobili per una loro collocazione sul mercato veloce e redditizia. L’Associazione garantisce ai propri partners la collaborazione con Home Stager Professionisti, rilasciando a chi ne ha i requisiti, l’Attestato di Qualità e Qualificazione Professionale dei Servizi prestati ai sensi della Legge 4/2013. Web: homestaginglovers.it Facebook: Associazione Nazionale Home Staging Lovers

L'intervento di home staging degli immobili campione dell'iniziativa immobiliare NOVADRIA in via Salaria Vecchia al 15, a Pescara, commissionato da BNP Paribas

© Home Staging: Materica Group & Architetto Cristina Canci Home Stager - Fotografie: Arch. Cristina Canci

Immobili&Co. per l’impresa 4_2019 3_2019 31


_Immobili&Co 4-2019_Layout 1 05/07/19 09.19 Pagina 32

TOUR FORMATIVO PER GLI AGENTI IMMOBILIARI

✔ ✔ ✔ ✔ ✔ ✔

COLOPHON

I&Co Immobili & Co. per l’Impresa Anno XXIV N. 4 - Luglio 2019

Autorizzazione del Tribunale di Milano N. 576 del 21.09.1996 Direzione e Redazione: AG&P s.n.c. Immagine e Comunicazione Via Monte Rosa, 18 - Senago (Mi) Tel. 02 99055532 - agepmail@tin.it Contatti: immobili.co@tin.it Foto di copertina: Christoph Schulz on Unsplash

32 Immobili&Co. per l’impresa 4_2019

Segreteria, Pubblicità e Diffusione: BV invest S.r.l. Via Dario Papa, 24 - 20125 Milano Tel. 02.36566067 - www.bvinvest.it Direttore Responsabile: Antonio Sposari Direttore Editoriale: Bruno Vettore Progettazione Grafica: Cirella Chiariello Diffusione: Digitale gratuita La Direzione non si assume alcuna responsabilità per i testi degli articoli redazionali dei relativi autori e delle pagine pubblicitarie pubblicate. A garanzia di riservatezza, il lettore potrà esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D. Lgs. 196/2003 e capo III del Regolamento UE 2016/679, scrivendo alla società BV invest S.r.l., Via della Repubblica 27, Milano o tramite e-mail a info@bvinvest.it, che garantisce comunque la massima cura dei dati forniti o in suo possesso, i quali non verranno comunicati a terzi. Il trattamento avviene presso la predetta sede a cura del personale incaricato. Una non azione sarà interpretata come volontà di restare nel database.


_Immobili&Co 4-2019_Layout 1 05/07/19 09.19 Pagina 33

DAI VOCE AL TUO BRAND Per la tua Pubblicità scegli il periodico digitale

Immobili&Co.

IMMOBILI&Co. attraverso il contributo di professionisti e tecnici, sotto la Direzione Editoriale di Bruno Vettore, con cadenza bimestrale, tratta i temi più attuali, le tendenze del mondo del Real Estate, dell’Economia, dell’Alta E’ un’iniziativa: Formazione, del Franchising e molto altro ancora. Il vasto sucesso di pubblico, la diffusione gratuita a professionisti, manager e aziende del mondo del Reale Estate e del Franchising, e delle imprese in genere, ne fanno un utile strumento di promozione per i Brand affermati e le Start up che intendono farsi conoscere da una platea altamente profilata. Per maggiori informazioni: antonio.sposari@bvinvest.it


_Immobili&Co 4-2019_Layout 1 05/07/19 09.19 Pagina 34

Prodotto Cap

CAP

Difendi il tuo mutuo dalle oscillazioni dei tassi