Page 1

_Immobili&Co 1-2019_Layout 1 08/01/19 13.59 Pagina 1

I&Co

Immobili & Co. per l’Impresa Anno XXIV N. 1 - Gennaio 2019

HUB BV Invest un Hub di servizi pag. 6 GIOVANI ECCELLENZE Sacha Gentili, AD Facile Immobiliare pag. 12 MERCATO Intervista a Marco De Luigi, Sogim Gruppo De Luigi RE pag. 16 FORMAT Nicola Carlin e Francesco Zeni Stanza Semplice pag. 22 I PERSONAGGI DI I&CO. PAG. 10

CARLO GIORDANO IMMOBILIARE.IT


_Immobili&Co 1-2019_Layout 1 08/01/19 13.59 Pagina 2

L’UNICA FIERA UTILE PER CONQUISTARE IL CENTRO SUD!

IL NUOVO MERCATO È QUI

NAPOLI MOSTRA D’OLTREMARE a VEN

17 |

SAB

18

MAGGIO 2019

3

EDIZIONE

LA GRANDE OPPORTUNITÀ PER GLI ASPIRANTI IMPRENDITORI!

Via Loggia dei Pisani, 13 - 80133 Napoli, Italia - tel. 081 7640032 - fax 081 2451769 info@expofranchisingnapoli.it - www.expofranchisingnapoli.it


_Immobili&Co 1-2019_Layout 1 08/01/19 13.59 Pagina 3

EDITORIALE di Bruno Vettore - Direttore editoriale

NETWORK IMMOBILIARI: FORMAZIONE E AGGREGAZIONE “Ormai l’unico motivo che mi interessa per aderire ad un network è il programma di formazione che mi propongono, per crescere, migliorarmi ed aumentare il mio volume d’affari”. Questa è l’affermazione di un agente immobiliare che recentemente ho avuto modo di incontrare. Ma questo è anche il sentiment piuttosto diffuso, che emerge in molte occasioni ed in varie circostanze. Si evidenzia in maniera chiara che l’omologazione generale dei vari sistemi aggregativi, siano essi franchising, associazioni, piattaforme o network in generale, sta portando l’orientamento decisionale dei potenziali aderenti su parametri diversi, uno dei quali sicuramente è la qualità e la quantità di formazione progettata, programmata ed erogata all’interno del sistema stesso. È fuor di dubbio che, a partire dagli anni ottanta, i sistemi di aggregazione hanno favorito una svolta epocale sul piano professionale e commerciale. Sono stati portatori di moderne politiche di marketing, di innovative modalità di comunicazione, di nuovi strumenti informatici, di metodi operativi più efficaci e performanti e di servizi che hanno migliorato e completato la relazione con il cliente.

Ma in tempi più recenti, si nota un’ uniformità di offerta, quasi tutti i players offrono più o meno le stesse cose. Alcuni con maggiore aggressività, altri con uno stile diverso. Ma la sostanza non cambia molto. Forse l’unica differenziante è costituita dalla pubblicità, che, tra l’altro, pochi soggetti hanno la possibilità di permettersi, visti gli alti investimenti necessari. Permane invece un approccio estremamente diverso sulle tematiche della formazione. Ed è lampante che molti ne parlino, ma pochi mettano in pratica percorsi formativi organizzati, continuativi e di qualità. La motivazione è molto semplice: per attuare programmi formativi utili ed efficaci servono capacità manageriali, know how specifico, strutture ad hoc, visione di medio-lungo termine ed anche investimenti significativi. Si comprenderà facilmente che i fattori elencati sono difficilmente riscontrabili nella maggior parte dei sistemi presenti sul mercato, con rare eccezioni. Rimane il fatto inconfutabile che questi argomenti stanno diventando di primaria e fondamentale importanza per l’individuazione e la scelta del sistema al quale aderire.

Immobili&Co. per l’impresa 1_2019 3


_Immobili&Co 1-2019_Layout 1 08/01/19 14.00 Pagina 4

SOMMARIO

Immobili &Co. per l’impresa_1_2019

I&Co

pagina_12 GIOVANI ECCELLENZE SACHA GENTILI AD FACILE IMMOBILIARE

Immobili & Co. per l’Impresa Anno XXIV N. 1 - Gennaio 2019

pagina_16 MERCATO

pagina_5 STARTER

INTERVISTA MARCO DE LUIGI SOGIM

RENT IT ITALY, IL FUTURO È GIÀ COMINCIATO

pagina_18 INVESTIMENTI INTERVISTA ANGELO CINEL WIRE CONSULTING

pagina_6 HUB BV INVEST UN HUB DI SERVIZI

pagina_20 FRANCHISING IL RUOLO DEL RESPONSABILE SVILUPPO

pagina_8 ORIENTAMENTI CEDOLARE SECCA ANCHE PER GLI AFFITTI DEI NEGOZI!

pagina_10 PERSONAGGI INTERVISTA A CARLO GIORDANO IMMOBILIARE.IT

4 Immobili&Co. per l’impresa 1_2019

pagina_22 FORMAT NICOLA CARLIN E FRANCESCO ZENI STANZA SEMPLICE

pagina_24 AGENTI IMMOBILIARI 2.0 NELL’ERA DEL WEB 2.0


_Immobili&Co 1-2019_Layout 1 08/01/19 14.00 Pagina 5

STARTER - La Redazione

RENT IT ITALY, IL FUTURO È GIÀ COMINCIATO Con le nuove aperture di Mantova e Jesolo, si consolida il progetto che mette gli affitti turistici al centro della proposta di vacanza he il turismo extralberghiero fosse in netta crescita era un dato percepibile, che il fenomeno potesse avere un’impennata di tali dimensioni era forse difficilmente prevedibile. Ora, però, è un dato di fatto. A confermarlo, il recentissimo report ISTAT sul movimento turistico, secondo il quale il 2017 è stato per l’Italia un anno record: 420 milioni di presenze (+4,4% rispetto al 2016) e 123 milioni di arrivi (+5,3), con una crescita superiore a quella della media europea. Impressiona, sempre secondo il report ISTAT, il vero e proprio boom registrato negli esercizi extralberghieri: 145,5 milioni di presenze (+7,5% sul 2016) e 29,4 milioni di arrivi (+10,2%). In questo contesto, un ruolo di grande rilievo lo stanno conquistando gli affitti turistici: un mercato in espansione, come testimoniato anche dal progetto Rent It Italy e dalle nuove aperture di Mantova e Jesolo. La categoria rappresentata è quella dei Property Managers, l’obiettivo quello di consolidare una procedura di posizionamento nel mercato dell’offerta turistica ormai conosciuta, semplice e sicura: il proprietario che intende immettere il proprio immobile nel settore turistico, affida l’appartamento all’agenzia e al resto pensano tutto i professionisti di Rent It Italy, dalla promozione all’accoglienza, dalle pulizie alla manutenzione ordinaria. Al Comune, laddove è stata introdotta, viene versata puntualmente la tassa di soggiorno, mentre ai proprietari vengono trattenute a monte le imposte dovute allo Stato (cedolare secca del 21%), poi versate all’erario per loro conto. E ancora: vengono dichiarate alla Prefettura le generalità di ogni singolo ospite, cosa non da poco sul fronte della sicurezza. “Nel progetto – spiega il presidente di Rent It Italy Massimo Michielan – abbiamo investito molto in tecnologia, come è giusto sia in qualsiasi start up innovativa, e il mercato è finalmente maturo per condividere e gestire una nuova tipologia di offerta turistica. Una sfida che abbiamo colto con grande entusiasmo e sulla quale siamo stati pronti a scommettere. Qualche novità? Sicuramente il self check-in diventerà a breve un must”. Mantova, dove Rent It Italy è presente dallo scorso ottobre, è una delle città italiane dove sta crescendo la richiesta di appartamenti turistici di pari passo ad un incremento dell’interesse dei turisti per quest’area: oltre 126mila arrivi e oltre 216mila presenze nella sola Mantova nel 2017, cifre che crescono ulteriormente prendendo come riferimento la provincia (312mila arrivi e oltre 633mila presenze). “L’interesse per Mantova – aggiunge Francesco Beraldo, che di Rent It Italy è l’Amministratore Delegato oltre che responsabile dell’espansione commerciale – nasce da un’approfondita analisi che ha messo insieme i numeri della potenziale disponibilità di immobili con quelli del crescente interesse dei turisti per la città e la sua provincia”. “Jesolo invece – conclude Beraldo – è una località turistica consolidata e di livello internazionale: una realtà interessante dove nel medio termine potrebbe affermarsi definitivamente un modello di vacanza sicuramente più innovativo rispetto a quello tradizionale”.

Affitti turistici Il turismo extralberghiero in Italia è in grande crescita e vitalità. A confermarlo, il recentissimo report ISTAT sul movimento turistico, secondo il quale il 2017 è stato per l’Italia un anno record: 420 milioni di presenze (+4,4% rispetto al 2016) e 123 milioni di arrivi (+5,3), con una crescita superiore alla media europea.

Massimo Michielan, co-founder

Francesco Beraldo, co-founder

Immobili&Co. per l’impresa 1_2019 5


_Immobili&Co 1-2019_Layout 1 08/01/19 14.00 Pagina 6

HUB di Stefania Priolo - Giornalista franchisinglab

BV INVEST UN HUB DI SERVIZI RELAZIONI COMMERCIALI E PARTNERSHIP onsulenza direzionale, alta formazione manageriale, ma anche relazioni commerciali e partnership. BV invest si afferma come un’eccellenza nel “training & strategic consulting” ed un vero e proprio hub di opportunità di business, un crocevia di iniziative con il fine di portare valore aggiunto a professionisti ed aziende. Dopo soli cinque anni di attività la società guidata da Bruno Vettore, stimato manager di Real Estate Italiano, già

6 Immobili&Co. per l’impresa 1_2019

ai vertici di aziende di primaria importanza, si conferma come laboratorio di collaborazioni e partnership, una “porta di ingresso” privilegiata per il settore immobiliare agenziale, che conta oggi oltre 40mila agenzie sul territorio nazionale, e per il mondo del franchising e dei network in generale. Un mercato in continua evoluzione che offre sfide ed opportunità in cui la programmazione diventa strategica per l’impresa, e lo sviluppo delle potenzialità del “capitale umano” riesce a fare la differenza.


_Immobili&Co 1-2019_Layout 1 08/01/19 14.00 Pagina 7

BV INVEST “Siamo davvero soddisfatti ed orgogliosi di questo percorso e dell’evoluzione della nostra società” afferma Bruno Vettore, attualmente impegnato sul piano manageriale con la carica di AD di FC GROUP, azienda di servizi integrati nell’ambito immobiliare creditizio e assicurativo, e sul piano imprenditoriale come Presidente di BV invest, società che ha fondato nel 2013 e che sta diventando un riferimento nel campo della consulenza alle Imprese, dell’Alta formazione e delle Partnership commerciali, tra le quali ad esempio quella con Facile Ristrutturare, impresa con sedi in tutta Italia e con un fatturato nell’anno appena terminato di circa 60 milioni di euro, che aiuta le persone a realizzare la propria casa da sogno studiando e condividendo un progetto su misura grazie ai migliori professionisti del settore per un servizio chiavi in mano per case, appartamenti e locali commerciali. Importante la partnership anche con We-Unit Group spa, rete di mediazione creditizia che conta oltre 200 consulenti e un erogato complessivo di circa 400 milioni di Euro, per la fornitura di programmi intensivi di alta formazione. Per proseguire con Wikicasa, il portale italiano premiato Miglior Progetto Innovativo ai Real Estate Awards 2015, che offre migliaia di annunci di agenzie immobiliari. Un canale on line affidabile ed aggiornato in cui la ricerca è facile ed intuitiva per trovare case, ville, appartamenti, uffici, negozi, in vendita e in affitto. Tra i partners anche Premius consolidato gruppo industriale che opera da oltre 25 anni nel segmento di mercato dei servizi di marketing, dei prodotti per la ristorazione esterna e del mercato domestico, ed Expo Franchising Napoli, salone professionale dedicato al Retail, al Franchising, ai Network ed alle Startup nel centro del Mediterraneo.

La sua vasta area espositiva diventa vetrina per aziende di tutti i settori commerciali, imprese mature e startup innovative, top player del franchising che incontrano gli aspiranti franchisee e retailers per illustrare il proprio modello di business. Nel campo delle collaborazioni, solo per citarne alcune, anche Assofranchising, Hyp ed Accademia Agenti Immobiliari Qualificati, la più affermata App a disposizione degli intermediari immobiliari per la loro qualificazione professionale, che permette di seguire un programma formativo on-line di elevata qualità. Un tools di opportunità, quello proposto da BV Invest, società che ha ottenuto la Certificazione Qualità UNI EN ISO 9001:2015 SNR REGISTRATION ente internazionale, che si apre non solo alle aziende affermate, ma anche a chi si avvicina al mondo del real estate ed ai manager che vogliono ampliare la propria rete o che mirano ad importanti obiettivi di business con maggiore rapidità e consapevolezza, soprattutto attraverso il format FranchisingLab. Partendo da un “Check up di primo livello” gratuito, si è in grado di dare vita ad un Piano di Fattibilità e ad una Costruzione Progettuale, elementi preliminari di fondamentale importanza per ogni progetto serio e concreto.

Hub BV invest dopo l’affermazione nel 2018 come un’eccellenza nel “training & strategic consulting” si propone per il futuro come un vero e proprio hub di opportunità di business, un crocevia di iniziative con il fine di portare valore aggiunto a professionisti ed aziende.

Abbiamo anche chiesto a Bruno Vettore qualche anticipazione sui programmi futuri “ Prossimamente daremo una fortissima accelerazione alla Piattaforma di Servizi Integrati ALLEA-RE (www.alleare.it), dedicata prevalentemente al settore immobiliare e creditizio, unica nel proprio genere, ad accesso gratuito, con l’obiettivo di diventare un soggetto estremamente aggregativo ed erogatore di servizi ad alto valore aggiunto”. Insomma, molto è stato fatto, ma appare evidente una grande concentrazione e focalizzazione sui progetti futuri.

WWW.BVINVEST.IT Immobili&Co. per l’impresa 1_2019 7


_Immobili&Co 1-2019_Layout 1 08/01/19 14.00 Pagina 8

ORIENTAMENTI di Maurizio Metto - Dottore Commercialista

NOVITÀ 2019

CEDOLARE SECCA ANCHE PER GLI AFFITTI DEI NEGOZI! MA SOLO PER I NUOVI CONTRATTI a legge di bilancio per il 2019 introduce finalmente la possibilità di optare per la tassazione con cedolare secca anche per gli affitti commerciali: la tassa piatta è stata introdotta nel nostro ordinamento dal 2011 ma applicabile soltanto agli affitti di immobili ad uso abitativo, ed ha avuto in questi anni un gradimento ed una applicazione sempre crescente. Confedilizia e le associazioni di proprietari chiedevano da tempo l’estensione della cedolare anche agli affitti degli immobili commerciali, e finalmente tale richiesta è stata accolta. La relazione tecnica accompagnatoria del provvedimento quantifica in 1,1 mi-

8 Immobili&Co. per l’impresa

liardi di Euro i canoni annui riferibili ai nuovi contratti, ritenendo che l’88% dei locatori troverà conveniente optare per la cedolare, e che molti proprietari decideranno di stipulare nuove locazioni che diversamente non avrebbero concluso. Il costo per l’Erario (e di conseguenza il risparmio per i cittadini) viene stimato dalla relazione in 163 milioni annui, numero destinato a crescere nei prossimi anni anche in previsione del prevedibile ampliamento della platea di soggetti interessati. Diciamo subito che si tratta di una possibilità piuttosto limitata, perché potranno optare per la tassa piatta al


_Immobili&Co 1-2019_Layout 1 08/01/19 14.00 Pagina 9

ORIENTAMENTI

21% solo i proprietari persone fisiche: - di immobili in categoria C/1 (Negozi e botteghe); - con superficie fino a 600 mq (incluse le pertinenze affittate assieme); - che stipuleranno contratti nuovi dal 2019; - tra soggetti che al 15 ottobre 2018 non avevano già in essere un contratto per gli stessi locali, poi interrotto. Sono quindi esclusi i contratti in corso, a cui la cedolare non sarà applicabile: esclusi anche gli immobili commerciali di categorie diverse, come laboratori o depositi. Secondo l’OMI, i nuovi contratti commerciali stipulati ogni anno sono circa 369.000 e quindi la platea degli interessati è comunque ampia. Nessun problema invece per i limiti dimensionali, poiché i 600 mq. sono largamente superiori alla dimensione media dei negozi italiani, che in tutte le regioni si attesta sotto i 100 mq. L’aliquota fissa al 21% consentirà di sostituire la tassazione IRPEF che è più onerosa anche già dallo scaglione più basso, dando ai proprietari la certezza

del costo fiscale: questo probabilmente aiuterà a rimettere sul mercato anche tanti locali da tempo mantenuti sfitti per scelta, calmierando (si spera) anche il canone. Certo occorrerà valutare caso per caso il risparmio ma, per fare un esempio pratico, per un negozio dato in affitto a Milano in zona periferica a 12.000 Euro l’anno, la cedolare consentirà un risparmio variabile tra i 180 e 2.640 Euro. Le regole applicabili sono mutuate da quelle della cedolare esistente, e quindi verosimilmente il locatore dovrà rinunciare all’adeguamento ISTAT per tutta la durata dell’opzione: si tratta di una rinuncia piuttosto importante, tenuto conto che la durata media di questi rapporti è quasi sempre molto lunga (sono previsti già in partenza 6+6 anni). Altra agevolazione che dovrebbe essere applicabile è l’esenzione dalle imposte di bollo e registro, con un vantaggio in questo caso anche per il conduttore. Un timido inizio, ma pur sempre un inizio, che non mancherà di fornire nuove opportunità a chi opera nel mondo del Real estate.

Cedolare secca La Cedolare Secca è stata introdotta nel nostro ordinamento dal 2011, ma sino ad oggi era applicabile soltanto agli affitti di immobili ad uso abitativo. La tassa “piatta” per gli immobili ad uso abitativo ha avuto in questi anni un gradimento ed una applicazione sempre crescente: la sua estensione anche agli affitti commerciali nel 2019 lascia presagire una sua ultiore crescita. info@studiometto.it

Immobili&Co. per l’impresa 9


_Immobili&Co 1-2019_Layout 1 08/01/19 14.00 Pagina 10

I PERSONAGGI DI I&CO. Carlo Giordano - Ceo immobiliare.it

INTERVISTA: CARLO GIORDANO Torinese d’origine, nasce nel capoluogo sabaudo nel 1966, Carlo Giordano si laurea in Ingegneria al Politecnico di Torino, oggi è Amministratore Delegato Immobiliare.it S.p.A., che con Immobiliare.it è il portare leader del settore. Come vede l’attuale momento del settore immobiliare? Lo sappiamo, è un mercato che vive di cicli. E in questo momento ci troviamo nella fase in cui, dopo anni di fortissimi cali delle compravendite e dei valori, parallelamente ad un aumento delle transazioni si sta lentamente raggiungendo la stabilità dei prezzi. E nei prossimi anni i costi del mattone tenderanno a risalire. Ma va fatta una precisazione: l'Italia è un paese frammentato, fatto di 8.000 comuni che vivono andamenti immobiliari molto diversi fra loro. Il futuro si gioca nelle grandi città, è qui che la popolazione si sta concentrando. Basta pensare che oggi il 24% dei giovani fra i 18 e i 35 anni risiede nelle dieci città italiane più grandi, dove i costi sono già in aumento.

10 Immobili&Co. per l’impresa 1_2019

Le innovazioni tecnologiche stanno realmente cambiando il settore? Oggi il 70% delle ricerche di casa parte dal web e questa percentuale è destinata a raggiungere il 90% nei prossimi anni. Il digitale ha già cambato il luogo d’incontro di domanda e offerta: tecnologie avanzate consentono all'utente di avere informazioni su un enorme quantità di annunci, non solo relative all'immobile stesso, ma anche al quartiere e ai servizi nelle vicinanze. E tutto in tempo reale e in pochissimi click. In questo ci sentiamo di aver avuto e di continuare a giocare un ruolo centrale in questi cambiamenti. Ogni giorno Immobiliare.it ha oltre 1.700.000 visitatori, questo dimostra sia l’importanza della casa per ognuno di noi che il passaggio al digitale per la nostra raccolta delle informazioni.


_Immobili&Co 1-2019_Layout 1 08/01/19 14.00 Pagina 11

I PERSONAGGI DI I&CO.

La vostra azienda cosa sta facendo per favorire l’attivita’ degli operatori? Oggi i portali immobiliari concentrano i “buyers leads” ovvero i contatti delle persone che cercano la loro nuova casa. L’Agente Immobiliare svolge un compito difficile che purtroppo a volte non è riconosciuto interamente dal compratore. Come Immobiliare.it sentiamo di aver l’impegno di comunicare sempre di più e sempre meglio il ruolo dell’Agente. Da qui la nascita della qualificazione di un immobile come “Garantito” quando proposto da un Agente Immobiliare in modo da dare luce al lavoro che vi è dietro. Avete delle novità in fase di lancio? Proprio in continuità con dare visibilità all’Agente, stiamo costruendo all’interno dell’annuncio immobiliare una sezione interamente dedicata al Consulente immobiliare. Qui per l’Agente sarà possibile, oltre che visualizzare la propria foto ed il percorso professionale, illustrare gli immobili già gestiti, esprimere le proprie competenze e dar voce alla soddisfazione dei propri Clienti. La vostra azienda sta operando anche su altri mercati internazionali. cosa sta accadendo all’estero? Si noi gestiamo anche il primo portale immobiliare in Grecia ed abbiamo una nuova iniziativa in Spagna. Per noi è importante osservare gli altri mercati per comprendere nuove dinamiche e coglierne stimoli ed opportunità. Dagli Stati Uniti stiamo studiando con attenzione la gestione delle recensioni scritte dai Clienti degli agenti immobi-

liari. E’ indiscutibile che oggi siano diventate un elemento importante all’interno del web e che fanno parte del Marketing dell’Agenzia. Dall’Inghilterra cerchiamo di comprendere come è possibile offrire un nuovo servizio per l’offerta di mutuo alle persone che stanno cercando casa. Dal suo osservatorio cosa consiglia agli agenti immobiliari per migliorare il servizio al cliente finale? Penso che esista un paradosso: il servizio assicurato ai propri Clienti da parte degli Agenti Immobiliari è superiore al suo percepito. Ovvero gli Agenti Immobiliari italiani hanno un compito difficile nel loro ruolo terzo tra venditore e compratore: far comprendere ad entrambe le parti il loro valore aggiunto.

Il ruolo dell’Agenzia Come vede il trend dei prossimi anni? Per noi operatori nelle nuove tecnologie parlare di futuro ci porta subito a pensare a quante nuove opportunità si apriranno con una nostra “connessione al digitale” sempre più forte ed l’avvento di elementi come l’intelligenza artificiale. Poi, quando penso ai nostri partner, gli Agenti Immobiliari, per loro vedo un punto fermo: il loro Cliente. Il ruolo degli Agenti è molto più umano, è costruire fiducia nelle persone in un momento così pieno di insicurezze e dubbi. Ed allora Immobiliare.it e gli Agenti insieme possono davvero fare qualcosa di straordinariamente grande: essere a fianco con i migliori strumenti, anzi con quelli giusti, delle persone per le loro necessità abitative. Non potrei immaginare nulla di più emozionante, siamo in un posto bellissimo.

“Soffro ogni giorno quando leggo nelle inserzioni dirette dei “privati” le parole “No agenzie”. La battaglia al pregiudizio di esser un costo anziché un servizio è ancora tutta da fare. Per vincerla sono necessarie due armi: una professionalizzazione della categoria sempre più forte ed una comunicazione coerente e continuativa. Solo così anche in Italia si riconoscerà l’importanza di rivolgersi ad un Consulente Immobiliare di fronte a tutte le domande legate alla casa.”

www.immobiliare.it Immobili&Co. per l’impresa 1_2019 11


_Immobili&Co 1-2019_Layout 1 08/01/19 14.00 Pagina 12

GIOVANI ECCELLENZE - La Redazione

INTERVISTA SACHA GENTILI, AD FACILE IMMOBILIARE: Oltre 15 anni di esperienza nella creazione e nella formazione di reti vendita Esperto di coaching, comunicazione e marketing La vostra azienda è controllata da Facile Ristrutturare, leader nel proprio settore. Quali sono le ragioni di questo successo? Il successo di Facile Ristrutturare è dovuto principalmente a due motivi: il primo è quello di aver reso facile l’esperienza di ristrutturare il proprio appartamento per i clienti - cosa che spesso diventa un vero e proprio incubo se non ci si affida a un’impresa che è in grado di curare tutto il processo dalla progettazione, le pratiche amministrative e la realizzazione del cantiere - ed il secondo è quello di aver risolto il problema di trovare clienti agli oltre 500 Architetti che collaborano con noi - tutto il nostro marketing ed il modello di business è orientato a mettere i tecnici a contatto con clienti interessati ad effettuare una ristrutturazione. La vostra azienda come si sta preparando al mercato del futuro? Negli ultimi 5 anni abbiamo investito molto per sviluppare dei potenti strumenti tecnologici che permettono ai nostri clienti di “vedere quello che vedono gli Architetti”.

12 Immobili&Co. per l’impresa 1_2019


_Immobili&Co 1-2019_Layout 1 08/01/19 14.00 Pagina 13

GIOVANI ECCELLENZE

Il modo più immediato ed efficace per aiutare un cliente ad immaginare come diventerà la sua casa una volta ristrutturata è la realtà virtuale: grazie a un lavoro di oltre 400.000 ore di programmazione, abbiamo sviluppato un software proprietario che consente ai clienti di “passeggiare nell’appartamento virtualmente ristrutturato”. Questo strumento è fondamentale sia per i nostri architetti che per tutte le agenzie immobiliari con le quali collaboriamo in quanto permette di rendere facile vendere una ristrutturazione o una casa da ristrutturare. In modo pratico consente di focalizzare l’attenzione del cliente sulle potenzialità dell’immobile anzichè sul suo stato attuale. Non serve nessuna predisposizione tecnologica speciale: basta uno smartphone, un tablet o un pc e lo spettacolo può iniziare… anche se è chiaro che il massimo dell’esperienza per il cliente si ottiene utilizzando un visore 3d! La realtà virtuale però da sola non serve per vendere. È fondamentale abbinare a questa anche un preventivo ‘chiavi in mano’ per realizzare la ristrutturazione che abbiamo descritto. In questo modo abbiamo tutti gli elementi che consentono al cliente di decidere se quella casa che gli piace è in linea con il suo budget oppure no. Senza sorprese e senza dover impazzire.

Facile Immobiliare Nata nel 2018 con l’obiettivo di diventare il punto di riferimento per tutte le agenzie immobiliari che vendono immobili da ristrutturare e che vogliono incrementare i loro ricavi guadagnando una provvigione sulle ristrutturazioni. Facile Immobiliare è infatti controllata da Facile Ristrutturare, società leader in Italia nel settore delle ristrutturazioni chiavi in mano con oltre 50 negozi diretti, 500 architetti, oltre 3500 ristrutturazioni nel 2018 e un fatturato di circa 60 milioni.

Dal suo osservatorio cosa consiglia agli Agenti Immobiliari per migliorare il servizio al cliente finale? Un ristorante che continua a lavorare nello stesso modo in cui lavorava trent’anni fa è destinato a chiudere. Idem un albergo, un negozio di abbigliamento, un dentista, un avvocato e potrei continuare all’infinito, la lista è lunga. E in questa lista ci sono anche le Agenzie Immobiliari. L’obiettivo di ogni Agente Immobiliare deve essere quello di rendersi indispensabile e insostituibile per il proprio cliente. Il suo compito principale non è quello di accompagnare un cliente a visitare un immobile ma quello di capire le esigenze della persona che sta cercando casa e risolvere tutti gli ostacoli che potrebbero rendere la sua esperienza d’acquisto “difficile”. Se si tratta ad esempio di immobili da ristrutturare deve creare un team di Professionisti con cui collaborare - architetto, impresa edile e grafico - e con l’aiuto dei quali deve mettere il cliente nella condizione più facile per prendere la decisione se comprare o meno l’immobile. E poi deve assolutamente aiutarlo - se necessario con un Mediatore del Credito - a completare l’istruttoria per la richiesta del Mutuo.

Immobili&Co. per l’impresa 1_2019 13


_Immobili&Co 1-2019_Layout 1 08/01/19 14.00 Pagina 14

GIOVANI ECCELLENZE Mai come in questo periodo storico i clienti hanno avuto così tanta scelta e così tante informazioni a cui poter accedere prima di scegliere se comprare qualcosa oppure no. E questo in ogni settore. Ad esempio nel 2018 abbiamo fatto oltre 3.500 interventi di ristrutturazione e la maggior parte dei clienti aveva fatto almeno tre o quattro preventivi prima di scegliere noi. La stessa cosa avviene nel settore immobiliare o sbaglio? Oggi un Professionista che vuole fare la differenza deve trasformare un’esperienza complessa - come comprare una casa, richiedere un mutuo o ristrutturare un immobile - in un’esperienza facile. Questo è il motivo per il quale la maggior parte dei clienti ci preferisce rispetto alla concorrenza. Quindi è fondamentale che un Agente Immobiliare trovi soluzioni per i propri clienti. Continuare a pensare solo a vendere la casa, fregandosi di quanto costa la ristrutturazione o di come il cliente troverà i soldi per comprarla non è più possibile. Se la casa che vendi è bella ed un grande affare magari queste cose sono superflue perchè… fondamentalmente si vende da sola. Per tutto il resto del tuo portafoglio immobiliare invece si tratta di iniziare a pensare alla Professione come un fornitore di servizi e non solo come un venditore di immobili. Ma veniamo a lei: quali sono le qualità che deve possedere un Manager in un mercato molto competitivo come quello di oggi? Più passa il tempo e più le competenze che deve possedere un Manager sono maggiori. Essere ottimi comunicatori, Leader ed esperti di marketing è il punto di partenza. Credo che la sfida più complessa in questo momento sia quella della produttività: siamo sollecitati costantemente da email, telefonate, notifiche, social media che ci deconcentrano e distraggono. E questo vale anche tutti i nostri dipendenti e collaboratori. Essere presenti, concentrati e focalizzati nel lavorare su obiettivi specifici è un valore imprescindibile per essere un buon Manager oggi. Quali sono i suoi obiettivi professionali futuri? Facile Immobiliare è nata nel 2018 con l’obiettivo di diventare il punto di contatto tra Facile Ristrutturare con tutte le agenzie immobiliari che vendono immobili da ristrutturare e che vogliono incrementare i loro ricavi guadagnando una provvigione sulle ristrutturazioni. Sempre nel primo anno abbiamo realizzato un prodotto straordinario che si chiama CASABOOK® e che permette di vendere un immobile da ristrutturare con una sola visita. In pochi mesi abbiamo già iniziato una collaborazione con oltre 100 agenzie e siamo finalmente pronti per crescere. Nel 2019 abbiamo obiettivo di raggiungere quota 1.000 agenzie partner e fatturare 4 milioni.

14 Immobili&Co. per l’impresa 1_2019


_Immobili&Co 1-2019_Layout 1 08/01/19 14.00 Pagina 15


_Immobili&Co 1-2019_Layout 1 08/01/19 14.00 Pagina 16

MERCATO - La Redazione

INTERVISTA A colloquio con Marco De Luigi, Amministratore Delegato di Sogim Gruppo De Luigi RE ome vede l'attuale momento del mercato immobiliare? Non è una domanda facile alla quale rispondere, perché parlare in senso generico di immobili è come dire, parlami di scienza o di letteratura... però, visto che la domanda è stimolante provo a fare una panoramica. Io posso parlare dei settori dove noi siamo presenti da sempre. Partiamo dal Residenziale, che da un paio di anni è in ripresa. Il numero di compravendite sta aumentando progressivamente, ma i prezzi rimangono stabili, ad eccezione di alcune città italiane. Tra queste porrei un accento su Milano che sta dando le migliori performance. La tendenza del mercato volge a favore delle nuove costruzioni di classe energetica A, A+. Secondo le aspettative, questa tendenza potrebbe accompagnarci per i prossimi due/tre anni. La spinta giusta può arrivare dall'incremento di più fattori come la domanda, oppure dalle aspettative dei proprietari dei terreni e degli edifici da frazionare.

16 Immobili&Co. per l’impresa

Questi fattori contribuiranno ad aumentare i prezzi degli immobili ma, poiché l’inflazione è statico a circa l'1,5%, questo non aiuta ad incrementare i prezzi. Per quanto riguarda il settore Industriale la situazione è quasi analoga. Stiamo attraversando un momento propizio, caratterizzato da un aumento di compravendite e prezzi fissi. Il settore ha subito una trasformazione importante, che lo differenzia dal residenziale: le aziende sono meno interessate all’acquisto e si orientano maggiormente alla locazione. Esistono molte ragioni, prima fra tutte l'accesso al credito per l’acquisto di immobili strumentali, che non è come prima. È senza dubbio evidente che, facendo un calcolo in percentuale degli immobili acquistati e concessi in locazione rispetto al 2007, dove si osservava un buon 80% di vendita ed un 20% di locazione, ci troviamo oggi ad un 60% di locazione contro un 40% di vendita. In passato, il capannone per un artigiano era un bene rifugio, era la sua


_Immobili&Co 1-2019_Layout 1 08/01/19 14.00 Pagina 17

MERCATO casa. Ci viveva circa quattordici ore al giorno, così come la sua famiglia, per questo in SOGIM abbiamo creato lo slogan “DIAMO CASA ALLA TUA IMPRESA”. Questo orientamento alla locazione ha influito anche sulla propensione a costruire degli sviluppatori, e ciò crea un paradosso non indifferente: non c’è offerta di immobili di qualità, e di contro c’è una grande quantità di immobili industriali, soprattutto provenienti da NPL, che non sono più adatti per le aziende di oggi, perché non a norma a livello strutturale e, di conseguenza, non riutilizzabile. La Logistica in Italia è ancora sottodimensionata; mancano nuovi spazi, ma le richieste continuano ad aumentare. Il problema principale è molto simile a quello del settore industriale: mancano immobili di qualità, 3000/5000 mq posizionati in location vicine alle grosse città. Lo scenario si presenta comunque positivo, in particolare per quanto concerne la locazione, ma esiste anche una grossa percentuale di fondi immobiliari specializzati, interessati ad acquistare complessi ad uso logistico con determinate caratteristiche, quali altezza superiore a 10 mt, impianti sprinkler, un numero adeguato di ribalte in base alla superfice ecc. La crescita di richiesta di spazi ad uso logistico è causata in particolare dalla spinta dell’e-commerce.

tirsi tutelate da professionisti competenti, vogliono ingaggiare qualcuno che tenga a loro ed ai loro interessi. Per questo motivo mi sta a cuore la preparazione di chi rappresenta il nostro brand. SOGIM lavora molto sulla formazione e sull'affiancamento. In SOGIM Academy i ragazzi intraprendono un percorso di formazione di nove mesi e alla fine svolgono un esame pratico, sul quale viene valutata la promozione a consulente Senior. Ci stiamo muovendo anche sul Franchising; abbiamo in cantiere un nuovo modello che presenteremo l'anno prossimo. Ritengo che in questo ambito ci sia bisogno d’aria nuova, di non creare l’ennesima replica di ciò che attualmente propongono i franchise immobiliari presenti in Italia e nel mondo. Noi in SOGIM , ci sentiamo un po' degli outsider, lo siamo stati quando abbiamo creato la prima azienda in Italia di intermediazione che si occupa solo di Industriale, ed ora vogliamo farlo anche nel Franchising. In generale, credo si possano trasferire le nostre competenze maturate in 20 anni di esperienza, e aiutare a far sì che questa professione non si estingua. Questa è la nostra MISSION. Accogliamo chiunque voglia entrare a far parte della nostra azienda, che abbia voglia di lavorare in un mondo nuovo e di imparare, oppure qualcuno con molta esperienza ma stanco delle solite formule, che si appassioni al nostro progetto.

Sogim Gruppo De Luigi RE Con oltre 40 anni d'esperienza nel settore immobiliare al servizio delle imprese, il Gruppo De Luigi Re si è affermato come indiscusso leader di mercato nella compravendita di immobili commerciali ed industriali a Milano ed hinterland.

Il Team SOGIM

Cosa prevede nel futuro della nostra professione, e come ci stiamo preparando? Come ogni professione anche il mondo del Real Estate Counseling sta subendo importanti trasformazioni. L’avvento di Internet e delle nuove tecnologie ha portato alla scomparsa di parecchie professioni d’intermediazione che in passato facevano parte del nostro quotidiano. Credo che il futuro della nostra professione risieda nello sviluppo di noi stessi non più come semplici intermediari o mediatori ma come consulenti. Le persone e le imprese vogliono sen-

Immobili&Co. per l’impresa 17


_Immobili&Co 1-2019_Layout 1 08/01/19 14.00 Pagina 18

INVESTIMENTI - La Redazione

INTERVISTA ANGELO CINEL PRESIDENTE E AD DI WIRE CONSULTING

Angelo Cinel, ha fondato nel 2006 la prima società italiana di consulenza immobiliare internazionale, ora divenuta WIRE, di cui oggi è Presidente e AD. Con oltre 18 anni di esperienza nel settore immobiliare e 14 in ambito immobiliare a livello internazionale, è stato Direttore Estero di Professionecasa Prestige International, il ramo estero di Tree Real Estate che racchiude tre importanti marchi del real estate a livello italiano. Gestisce ancora oggi in prima persona i clienti corporate nella diversificazione dei loro asset immobiliari a livello internazionale.

li italiani sono interessati all'investimento immobiliare all'estero? L’acquisto da parte delle famiglie italiane delle proprietà immobiliari all’estero è un fenomeno che è cresciuto notevolmente negli ultimi 20 anni; in particolare il 2018 vede oltre 54 mila famiglie aver acquistato almeno una proprietà fuori dal territorio nazionale. L’ incremento del numero di acquisti negli ultimi 10 anni è stato pari al 10% annuo. La motivazione principale non è da ricercarsi nelle contingenze economiche-politiche del nostro paese, bensì in un vero e proprio cambiamento nella “forma mentis” dell’investitore, che vede nella diversificazione anche territoriale dei suoi investimenti immobiliari un modo per mettere al sicuro i propri risparmi, attingere a opportunità diverse e… perché no… acquistare un “rifugio” per il proprio futuro. Quali sono le località di maggior interesse? Per quanto riguarda l’acquisto di seconde case a uso vacanza, la Spagna e la Grecia fanno da padrone, rappresentando da sole il 30% degli acquisti immobiliari fatti dagli italiani fuori confine. Per quanto riguarda invece il puro investimento, gli Stati Uniti e l’Inghilterra rappresentano le mete più gettonate. Parigi si pone tra queste due finalità; gli italiani sono stati infatti i clienti più numerosi delle aree centrali parigine degli ultimi 3 anni.

18 Immobili&Co. per l’impresa


_Immobili&Co 1-2019_Layout 1 08/01/19 14.00 Pagina 19

INVESTIMENTI

Qual è il profilo dell’investitore italiano? Imprenditori e professionisti di alto profilo sia per apertura di vedute che per cultura, sono quelli più attivi nel ricercare mete alternative fuori dal territorio nazionale per diversificare il proprio portafoglio immobiliare. Tuttavia, la globalizzazione in senso lato, ha reso questo fenomeno sempre più un fenomeno di massa. L’investimento medio da parte di un investitore italiano consiste in un valore nominale che rientra tra i € 250.000 e € 340.000; ovviamente tali cifre cambiano considerevolmente nelle mete più importanti come Londra, New York e Parigi, dove l’italiano è un acquirente molto presente. Le rendite sono interessanti? Acquistare un immobile all’estero significa prima di tutto entrare in dei contesti dove i fondamentali economici, politici e sociali, sono la base per delle prospettive di redditività e rivalutazione dell’immobile acquistato. Per quanto riguarda la redditività abbiamo dei casi particolarmente virtuosi con dei CAP-RATE di oltre il 6-7%. Per quanto concerne invece la possibilità di rivalutazione, basti pensare che in alcune realtà come in primis Manhattan (NY), un immobile si può rivalutare ogni 10 anni intorno all’80%. Questi numeri molto diversi da quelli a cui siamo abituati in Italia, hanno ragione di esistere grazie proprio a quei fondamentali sopracitati che rappresentano il punto di partenza per l’analisi di mercato in cui investire. Quali sono invece le città italiane più attrattive per gli investitori stranieri? L’investitore immobiliare straniero vede sicuramente nelle mete prettamente turistiche e nelle città d’arte, le mete privilegiate. La spinta primordiale che porta un acquirente straniero in Italia, non parte tanto da finalità di business o di investimento, quanto nell’amore nei confronti del “Bel Paese”; ecco che Toscana, Lombardia, Liguria, Puglia, Sardegna e Veneto per le loro bellezze naturalistiche e per le città ricche di opere d’arte, rappresentano oggi le regioni in cui acquistano di più i clienti stranieri. Questi clienti provengono soprattutto da Germania, Francia, Stati Uniti e Gran Bretagna, con un aumento significativo di clienti provenienti dal Canada, India.

Why Wire Consulting? Il real estate è universalmente riconosciuto come il settore di investimento in grado di assicurare la massima valorizzazione dei capitali nel tempo, garantendo stabilità e affidabilità. WIRE Consulting è il partner ideale per cogliere le migliori opportunità di investimento in ambito internazionale, in modo semplice e sicuro.

www.wireconsulting.it

Immobili&Co. per l’impresa 19


_Immobili&Co 1-2019_Layout 1 08/01/19 14.00 Pagina 20

FRANCHISING di Luca Fumagalli – Senior Consultant Franchisinglab

franchisinglab costruttori di reti IL RUOLO DEL RESPONSABILE SVILUPPO FRANCHISING ell’organigramma delle aziende più franchise-oriented ci sono dei “venditori di franchising specializzati”. Sono i Responsabili Sviluppo franchising e il loro ruolo comporta il reclutamento degli affiliati. Nello startup di una franchise le loro funzioni possono essere assolte dal Responsabile Franchising, ma al crescere delle incombenze della gestione si tende a delegare lo sviluppo a collaboratori interni dedicati oppure a strutture esterne specializzate. Il franchisor può avvalersi di “brokers”, che svolgono le mere funzioni di intermediari o segnalatori, oppure di consulenti in grado di offrire servizi che vanno dalla identificazione del profilo del candidato alla impostazione delle campagne di recruiting, dalla selezione dei leads al reperimento delle location. Il compito di reclutare nuovi affiliati non è tra i più facili o banali. Quella del “prodotto franchising” è una “vendita” particolare: da una parte si offre al candidato un pacchetto franchising (reclutamento) dall’altra si verificano i suoi requisiti (selezione). Si devono conoscere a fondo le caratteristiche del progetto, il settore di attività, il profilo del franchisee da ricercare, le specifiche del contratto e la legge sulla affiliazione commerciale. È una attività di relazione che richiede una forte attitudine ai contatti telefonici e personali, la disponibilità a muoversi sul territorio, molta autonomia e uno spiccato orientamento verso i risultati.

20 Immobili&Co. per l’impresa

Il Responsabile Sviluppo Franchising condivide con la Direzione le strategie di sviluppo della rete sia dal punto di vista del numero e della distribuzione geografica dei nuovi affiliati, sia da quello del profilo e dei requisiti dei candidati. Deve conoscere bene il progetto in modo da soddisfare ogni richiesta di informazioni. Identifica le chiavi di comunicazione e di presentazione della franchise per far incontrare la domanda (profilo del candidato ideale) con l’offerta (caratteristiche e condizioni negoziali del progetto). In collaborazione con la Direzione, imposta le campagne di comunicazione per il recruiting. Ottimizza la cosiddetta lead generation, (generazione di candidature), sia in termini di efficienza ed economia nel costo contatto e nel costo contratto, che nella ricerca di profili adatti al progetto. Imposta e adegua nel tempo, in collaborazione con lo staff del franchisor, la filiera di accoglienza del candidato sia in termini di strumenti (informative, materiali pubblicitari, contrattualistica,…) che di processo di recruiting (contatti, visite in sede o sul campo, percorso di accreditamento del candidato,…).Deve gestire le candidature con professionalità e trasparenza, puntando al reclutamento solo di chi ha veramente le caratteristiche per condurre al successo l’attività. Infine, deve saper portare alla firma del contratto di affiliazione soltanto candidati informati, convinti, motivati ad operare al meglio per il brand.


_Immobili&Co 1-2019_Layout 1 08/01/19 14.00 Pagina 21


_Immobili&Co 1-2019_Layout 1 08/01/19 14.00 Pagina 22

FRANCHISING FORMAT - La Redazione

INTERVISTA

NICOLA CARLIN E FRANCESCO ZENI CO-FOUNDERS STANZA SEMPLICE i raccontate come è nato il vostro progetto? Tutto nasce da una forte passione per gli immobili. Io e il mio socio Nicola Carlin provenivamo da due settori completamente diversi. Io ho lavorato per moltissimi anni nel settore Moda Capelli, mentre Nicola nel settore Costruzione case in legno. Due mondi totalmente agli antipodi, esperienze personali completamente diverse che hanno però fiutato questa grande opportunità che il mercato immobiliare ci stava offrendo. Prima di lanciare il franchising abbiamo testato per due anni (circa 15 appartamenti) il Metodo Stanza Semplice® sulla città pilota di Trento. Siamo partiti con poco capitale, ma operazione dopo operazione ci siamo resi conto che questa attività, se svolta in maniera scientifica e professionale, poteva regalare grandi benefici a tutti gli attori chiamati in causa: - Proprietari di immobili difficilmente affittabili - Sublocatori Professionisti - Gli studenti universitari

22 Immobili&Co. per l’impresa 1_2019

Insomma, quello che in una fase iniziale è partito quasi per gioco si è rivelato una grande e inaspettata opportunità, avvallata dal fatto che oltre il 95% dei nostri competitor erano piccoli proprietari, poco organizzati e strutturati. Vi siete posizionati in una fascia di mercato un po’ inesplorata come ha reagito il pubblico? Senza dubbio l’idea di puntare sulla nicchia della sublocazione a studenti, squalificando i lavoratori, si è rivelata una mossa coraggiosa e apprezzata. Tutti gli studenti universitari italiani si sentono coccolati e dimostrano un forte senso di appartenenza al Club Stanza Semplice®. Anche dal lato affiliati c’è soddisfazione. È evidente e assodato che con questo format si riesca ad AZZERARE l’insolvenza, sull’intero territorio nazionale. Lo studente è un ottimo pagatore, molto spesso sostenuto dalla famiglia. Questo elemento permette all’affiliato di prevedere con precisione chirurgica l’incassato mensile e di pianificare di conseguenza azioni mirate all’obbiettivo finale che non dobbiamo MAI dimenticarci: la soddisfazione dei nostri studenti.


_Immobili&Co 1-2019_Layout 1 08/01/19 14.00 Pagina 23

FRANCHISING FORMAT Quali sono le principali attività che offrite? Stanza Semplice® garantisce ad ogni singolo affiliato costante formazione, sotto ogni punto di vista. Formazione individuale e di gruppo, costante e mirata. Oltre a questo, mettiamo a disposizione tutto il Know How che ci ha permesso di replicare con successo questo modello di business. L’affiliato può crescere in maniera scientifica senza inventarsi nulla, semplicemente seguendo il manuale operativo e le procedure contenute nell’organigramma aziendale. Per ultimo (ma non per importanza) mettiamo a disposizione tutta la documentazione contrattualistica ottimizzata negli anni Stanza Semplice® vuole trasferire ai propri affiliati non solo la volontà di raggiungere risultati economici ma anche l’ardente desiderio di offrire al mercato un valore REALE. Vi caratterizzate anche per il restauro delle abitazioni che subaffittate come è nata questa idea? L’appartamento “perfetto” viene partorito dopo un’attenta analisi dell’ufficio tecnico centrale che riesce a ricavare il maggior numero di stanze ottimizzando gli spazi interni. Qui si gioca buona parte della partita, dove ogni singola operazione può trasformarsi da “poco interessante” a “molto profittevole”. Si intrecciano una serie di valutazioni tecniche, economiche e operative che permettono ad ogni singolo affiliato di ricavare per ogni appartamento un cash flow molto interessante (a volte difficilmente ipotizzabile). Tutto questo rispettando i tempi di ristrutturazione e i costi. Dobbiamo pur sempre ricordarci che lavoriamo con immobili di altre persone.

Il motivo per cui è sorta questa idea è strettamente legato ad una forte esigenza di Format condiviso in tutta Italia. Le nostre stanze devono essere uguali e identificative da Palermo Ad Aosta. Avete aperto 24 Agenzie in brevissimo tempo e con successo, ora a quali città puntate? Da un’attenta analisi emergono circa 150 città universitarie italiane che sostengono molto bene questo modello di Business. Ad oggi siamo presenti in maniera piuttosto capillare nel nord Italia, dove la % di studenti fuori sede (elemento caratterizzante) è più significativa. Ciò non toglie che valutando caso per caso, pianificando il lavoro di ogni singolo affiliato, si possano ottenere ottimi risultati anche in moltissime città universitarie del centro e sud Italia. Le prossime città in cui vorremmo piantare la bandierina di Stanza Semplice® sono Ferrara, Venezia, Napoli, Perugia, Palermo, Siena. Insomma, sono tantissime, è difficile menzionarle tutte, sicuramente ognuna di esse nasconde ottimi potenziali. Obiettivi futuri? Stanza Semplice® si pone come obbiettivo di essere presente in 40 città universitarie entro il 31/12/2019. Parallelamente, oltre allo sviluppo della rete e alla soddisfazione di ogni singolo affiliato, puntiamo molto sull’automatizzazione del processo. Crediamo molto nel concetto di azienda snella, con pochi costi fissi e un elevato controllo dei numeri. Stiamo lavorando per ottimizzare questi processi e per metterli in mano ai nostri affiliati. Ricordiamoci inoltre che il focus Stanza Semplice® è finalizzato a far vivere ai nostri studenti un’esperienza unica, meravigliosa e indimenticabile.

Stanza Semplice® Stanza Semplice® è un Format in Franchising che opera direttamente e attraverso la propria rete di unità affiliate nel settore immobiliare, offrendo servizi di ricerca di immobili in affitto ad uso residenziale per la sublocazione a studenti. Per Informazioni: www.stanzasemplice.com info@stanzasemplice.com

Immobili&Co. per l’impresa 1_2019 23


_Immobili&Co 1-2019_Layout 1 08/01/19 14.00 Pagina 24

AGENTI IMMOBILIARI 2.0 di Francesco Romano - Technical manager

IVS data

ESSERE AGENTI IMMOBILIARI NELL’ERA DEL WEB 2.0 ell’era del web 2.0 in cui tutti noi siamo “always on”, sempre connessi, il ruolo dell’agente immobiliare è cambiato in modo lento ma irreversibile. I clienti prima di entrare in agenzia hanno “navigato” nel web cercando di farsi una idea di cosa vogliono, di quanto vogliono spendere e di cosa offre e propone loro il mercato. Come spesso accade il web, nella sua immensità (con oltre un miliardo di siti internet) propone “tutto e di tutto” e spesso è fonte di confusione più che di risoluzione. Il compito dell’agente immobiliare è quello di infondere nel cliente “confuso e frastornato”: Fiducia, Autorevolezza e Consapevolezza. L’agente immobiliare DEVE guidare, accompagnare, il cliente nella sua ricerca di casa dimostrando di saper “domare” vantaggiosamente gli strumenti che l’evoluzione tecnica e tecnologica mette a disposizione, in primis, i siti di advertising immobiliare ed i social. Questo sarà il primo passo per conquistare la fiducia. Vendere casa significa anche saper gestire la complessa e spesso farraginosa macchina burocratica che “sforna” continue novità: APE, DIA, CIA, SCIA, CILA, etc... debbono essere l’ABC per un agente immobiliare: pena gravi conseguenze! Districarsi tra la “montagna” di documenti spesso raccolti alla rinfusa dal cliente sarà la dimostrazione della nostra competenza tecnica.

24 Immobili&Co. per l’impresa 1_2019


_Immobili&Co 1-2019_Layout 1 08/01/19 14.00 Pagina 25

AGENTI IMMOBILIARI 2.0

Ecco che la fiducia appena conquistata si tramuta in Autorevolezza. E questa autorevolezza, se il nostro agente immobiliare si è adeguatamente preparato, diventa consapevolezza nello stabilire il giusto prezzo (valore) dell’immobile da vendere o da acquistare. Il nostro cliente deve “vedere”, “toccare con mano” la nostra capacità nel determinare in modo attendibile le tempistiche di vendita, i rischi e le opportunità del suo immobile. Gli strumenti informatici saranno gli attrezzi giusti per raggiungere quella consapevolezza che ci consentirà di ottenere, senza alcun sforzo, l’esclusiva di vendita. Ma, come sempre accade, dobbiamo usare gli strumenti giusti. Prendiamo la valutazione immobiliare, ad esempio! Possiamo usare ciecamente le quotazioni che ci vengono proposte dai vari siti anche istituzionali (considerato che essi stessi ESPLICITAMENTE, DICHIARANO che i loro dati NON devono essere usati per le valutazioni)? Direi di NO! Possiamo fidarci di un sistema che ricerca, a suo piacimento, proposte di vendita di cui non conosciamo nulla (se non una faziosa ed estemporanea descrizione)? Direi, anche in questo caso, di NO! Allora di chi ci dobbiamo fidare; la risposta è semplice (e per certi versi logica): DI NOI STESSI. Studiamo le nuove tecniche estimative IVS, peraltro semplici ed intuitive, così da poter utilmente utilizzare le quotazioni immobiliari ed i portali di advertising immobiliare “estraendo” risultati utili e significativi. Le quotazioni on-line ci consentono (attraverso il loro confronto) di determinare il valore unitario normale di un immobile ordinario; partendo da quel dato diventa facile trovare il valore unitario del nostro immobile specifico. I siti di vendita immobiliare ci aiutano a capire la dinamicità dello specifico mercato immobiliare. Con gli strumenti giusti si può risalire online alle compravendite immobiliari e così facendo conoscere la recente storia di quel mercato immobiliare e prevedere (tramite la numerosità delle offerte in vendita) la più probabile sua evoluzione. Tutto questo è possibile ed è già a portata di mouse per coloro che stanno seguendo i corsi di ACCADEMIA Agenti Immobiliari Qualificati. Vi aiuteremo ad acquisire fiducia, autorevolezza e consapevolezza attraverso i nostri corsi online. Un grande futuro ci aspetta, ma solo la conoscenza ci aiuterà a sfruttarlo a nostro vantaggio.

Valutazione immobiliare La valutazione corretta di un immobile da parte di un agente immobiiare qualificato è solo quella ottenuta attraverso la sua professionalità grazie alla comparazione di una serie più estese possibile di valori. È solo attraverso lo studio delle tecniche estimative, peraltro semplici ed intuitive, che è possibile utilizzare in modo utile le diverse quotazioni immobiliari a disposizione, nonchè i portali di advertising immobiliare, “estraendo” risultati utili e significativi, anche in relazione alla dinamicità dello specifico mercato immobiliare di riferimento.

Immobili&Co. per l’impresa 1_2019 25


_Immobili&Co 1-2019_Layout 1 08/01/19 14.00 Pagina 26

FORMAZIONE - segreteria.corsi@bvinvest.it

COLOPHON

I&Co Immobili & Co. per l’Impresa Anno XXIV N. 1 - Gennaio 2019

Autorizzazione del Tribunale di Milano N. 576 del 21.09.1996 Direzione e Redazione: AG&P s.n.c. Immagine e Comunicazione Via Monte Rosa, 18 - Senago (Mi) Tel. 02 99055532 - agepmail@tin.it Contatti: immobili.co@tin.it Foto di copertina: Photo by Adobe Stock

26 Immobili&Co. per l’impresa 1_2019

Segreteria, Pubblicità e Diffusione: BV invest S.r.l. Via Dario Papa, 24 - 20125 Milano Tel. 02.36566067 - www.bvinvest.it Direttore Responsabile: Antonio Sposari Direttore Editoriale: Bruno Vettore Progettazione Grafica: Cirella Chiariello Diffusione: Digitale gratuita La Direzione non si assume alcuna responsabilità per i testi degli articoli redazionali dei relativi autori e delle pagine pubblicitarie pubblicate. A garanzia di riservatezza, il lettore potrà esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D. Lgs. 196/2003 e capo III del Regolamento UE 2016/679, scrivendo alla società BV invest S.r.l., Via della Repubblica 27, Milano o tramite e-mail a info@bvinvest.it, che garantisce comunque la massima cura dei dati forniti o in suo possesso, i quali non verranno comunicati a terzi. Il trattamento avviene presso la predetta sede a cura del personale incaricato. Una non azione sarà interpretata come volontà di restare nel database.


_Immobili&Co 1-2019_Layout 1 08/01/19 14.00 Pagina 27

DAI VOCE AL TUO BRAND Per la tua Pubblicità scegli il periodico digitale

Photo by ian-dooley on Unsplash

Immobili&Co.

IMMOBILI&Co. attraverso il contributo di professionisti e tecnici, sotto la Direzione Editoriale di Bruno Vettore, con cadenza bimestrale, tratta i temi più attuali, le tendenze del mondo del Real Estate, dell’Economia, dell’Alta E’ un’iniziativa: Formazione, del Franchising e molto altro ancora. Il vasto sucesso di pubblico, la diffusione gratuita a professionisti, manager e aziende del mondo del Reale Estate e del Franchising, e delle imprese in genere, ne fanno un utile strumento di promozione per i Brand affermati e le Start up che intendono farsi conoscere da una platea altamente profilata. Per maggiori informazioni: antonio.sposari@bvinvest.it


_Immobili&Co 1-2019_Layout 1 08/01/19 14.00 Pagina 28

A SCUOLA DI PUBLIC SPEAKING Un programma intensivo di 3 giornate, 18 ore di formazione, 400 slide, filmati ed esercitazioni pratiche, per una formazione all’insegna della Qualità.

DOPO NON TI FARA’ PIU’ PAURA!

Programma intensivo di alta formazione dedicato a manager, imprenditori o professionisti che vogliono migliorare la loro capacità di parlare in pubblico. Un percorso di 3 giornate, a completa cura di Bruno Vettore, sulle tematiche del Public Speaking certificato Uni Iso 9001:2015 – SNR CERTIFICATION, che permette di ottenere nuove competenze e capacità concretamente spendibili nell’attività, a beneficio di una maggiore valorizzazione personale e professionale. Dalla preparazione alla presentazione di un discorso, dai principi della comunicazione alle categorie del linguaggio, dall’autostima alla gestione dello stress. La cadenza delle giornate, anche non consecutive, verrà concordata con il management aziendale. Al termine del percorso verrà messo a disposizione tutto il materiale didattico e verrà rilasciato un Attestato di Partecipazione.

E’ un’iniziativa:

Contatto diretto: info@brunovettore.it

Profile for Immobilieco

Immobili&Co. N° 1 gennaio 2019  

Rivista online mensile dove saranno trattati i temi più attuali e le tendenze del mondo del Real Estate, dell'Economia e del Franchising.

Immobili&Co. N° 1 gennaio 2019  

Rivista online mensile dove saranno trattati i temi più attuali e le tendenze del mondo del Real Estate, dell'Economia e del Franchising.

Profile for bvinvest
Advertisement