{' '} {' '}
Limited time offer
SAVE % on your upgrade.

Page 1


Finanziamenti personalizzati, sale corsi per aggiornamento continuo dei medici e del personale, protocolli d’igiene e sterilizzazione molto rigidi, garanzie su impianti, manufatti protesici ed otturazioni.

• Implantologia tradizionale, computer-assistita e a carico immediato (quando possibile) • Chirurgia orale (compresi ottavi inclusi e chirurgia preimplantare) • Chirurgia parodontale • Protesi fissa e mobile, conservativa • Endodonzia • Gnatologia • Posturologia • Ortodonzia fissa, mobile ed invisibile • Odontoiatria infantile • Igiene e prevenzione • Sbiancamenti professionali con lampada • Laserterapia • Trattamento estetico tessuti peri-orali • Sedazione cosciente • Laboratorio interno per le riparazioni

STUDIO DENTISTICO DR. AMEDEO ZIRILLI Via Garibaldi, 50 - 25086 Rezzato (BS) Tel. 030.2792590


Nel mondo nulla di grande è stato fatto senza passione. (Friedrich Hegel)

27 2007

giugno

BRESCIA

www.bresciaup.it


M a n u e l a

Prestini CORRESPON d a n c e s

I

LA BELLEZZA INTRAMONTABILE DELLA MILLE MIGLIA ILLUMINA BRESCIA n questo mese onoriamo la bellezza

e donare emozioni uniche.

intramontabile della Mille Miglia che

Se la “Mille Miglia” è stata una manifestazione ben

per giorni ha illuminato Brescia…

riuscita, è merito innanzitutto di chi ha creduto nella

evento Bresciano Doc, che non

realizzazione di un sogno: grazie agli organizzatori,

è solo bellezza

ai vari collaboratori e staff di appoggio, senza

delle

auto “che,

con almeno sessanta primavere

dimenticare ACI Brescia.

alle spalle, continuano con entusiasmo, vitalità e

Non da meno i ringraziamenti sono estesi a tutti coloro

intelligenza a rendere utile e attiva la propria vita per se

che hanno collaborato affinchè

stesse e per gli altri, alcune con record di premi vinti

riuscisse al meglio e che hanno garantito assieme

nella manifestazione rendendosi intramontabili,”ma

ai commissari di percorso la sicurezza del tracciato.

anche

attraversati, colori

Dal canto nostro anche quest’anno abbiamo seguito

suoni e immagini di paesaggi tra i piu’ suggestivi

la gara come media con quell’emozione sempre

della nostra Italia. Emozione entusiasmo e orgoglio

rinnovata verso un avvenimento che ci d’ha orgoglio

per i Bresciani e non solo, perché in un paese dove

come Bresciani e che per questo vogliamo esserne

le persone x questo o x quello si dividono, queste

promotori nel farlo vivere anche ai nostri lettori su

bellezze d’altri tempi uniscono sempre...

questo numero di BresciaUp e nella prossima nostra

Anche quest’anno è stato un evento indimenticabile

edizione dello speciale 1000Miglia che tutti gli anni

tanto per gli appassionati, quanto per i piloti, molti

stampiamo qualche settimana prima dell’evento.

spiritualità dei luoghi

dei quali presenti nelle scorse edizioni nelle quali in gioco vi e’ si la vittoria, ma

anche il semplice

gusto di ripercorrere tutto il percorso storico,spinti

la manifestazione

Un nostro personale doveroso grazie va ai nostri sponsor, i primi sostenitori della nostra “1000Miglia”. L’augurio è un arrivederci al prossimo anno…

da una sana passione per i motori al fine di ritrovare Un abbraccio Manuela


mangano.com

MANGANO

3


R E N A T A

Sortino

CORRESPON d a n c e s

P A U L

N E W M A N

icona maschile di Hollywood

L

’ultimo

divo

della

splendente

Hollywood è stato sicuramente:

con Robert Redford, per citarne solo alcuni tra i più famosi.

Paul Newman, gli occhi blu più belli di Hollywood. La malattia, un

Le corse automobilistiche erano una sua grande

cancro ai polmoni, lo aveva colpito

passione, infatti nel 1979 partecipa con una sua

a luglio del 2008 per poi portarlo

scuderia alle 24 ore de Le Mans con una Porsche

definitivamente via dai suoi fan il 26 settembre dello

935, e nel 1995 riesce a coronare un suo sogno

steso anno. Si è spento con grande dignità, dando

vincendo la 24 ore Daytona per la classe GTI,

spazio all’ottimismo nonostante il dramma della

risultando il più anziano pilota vincente della storia.

malattia, trascorrendo gli ultimi giorni di vita nella

Alle corse automobilistiche è dedicato il film che lo fa

sua casa di West Port in Connecticut, in compagnia

entrare ufficialmente nel regno dell’icone della moda:

della sua seconda moglie: Joanne Woodward, al

la locandina del film ‘Winning – Indianapolis ’69 pista

suo fianco da ben cinquanta anni. Paul Newman,

infernale’, lo ritrae con un orologio Rolex ref: 6239

è stato una pietra miliare del cinema classico

con quadrante ‘exotic’. Da quel momento in poi, il

americano, ha rappresentato al meglio lo spirito

mondo chiamerà quell’oggetto: ‘Rolex Daytona Paul

rabbioso dei giovani americani del dopoguerra con

Newman’.

Rocky Marciano in ‘Lassù qualcuno mi ama’e ‘Nick mano fredda’. Con Eddie Felson in ‘Lo spaccone’,

Paul Newman nell’immaginario collettivo, sarà per

ci ha regalato una meravigliosa interpretazione, che

sempre uno degli uomini più amati dall’universo

tornerà ad impersonare trenta anni dopo nell’87,

femminile; i suoi occhi meravigliosamente blu,

nel film di Scorsese ‘Il colore dei soldi’, per il quale

così

vincerà il tanto sospirato Oscar. Più di sessanta, sono

innamorare milioni di donne di tutte le generazioni,

le pellicole che hanno impresso il suo indimenticabile

consacrandolo mito dell’olimpo dei divi di Hollywood,

sguardo dagli occhi magnetici: ‘La gatta sul tetto

rendendo immortale e irresistibile l’ allure di Paul

che scotta’ con Liz Taylor, ‘Il sipario spezzato’ di

Newman,l’uomo capace di sorridere con gli occhi.

Alfred Hitchcock, ‘La stangata’ e ‘Butch Cassidy’

belli

da

sembrare

ipnotici,

hanno

fatto

Renata


5


A n t o n i o

Russo CORRESPON d a n c e s

Black bloc, altra ipotesi

A

Milano durante l’inaugurazione

che sbagliano” che caratterizza frequentemente il

dell’Expo

rapporto tra la sinistra italiana e la violenza.

abbiamo

all’ennesima

assistito

manifestazione

Sarà un caso infatti, ma il blocco nero appare

degenerata in guerriglia urbana

esclusivamente

e rovinata dai cosiddetti “black

gli organizzatori sono sigle legate alla galassie

bloc”;

ma

chi

sono

durante

manifestazioni

in

cui

questi

dei centri sociali, o in cui questi ultimi svolgono

fantomatici “black bloc” di cui sentiamo parlare,

un ruolo preponderante. Non si sono mai visti

perlomeno in Italia, dagli inizi del 2000?

guerriglieri durante manifestazioni del centrodestra

Stando alla vulgata alla quale sembrano aver

o del centrosinistra e, in realtà, neanche durante le

aderito tutti i media nazionali i black bloc sarebbero

manifestazioni legate a movimenti di destra radicale,

fantomatici guerriglieri che si infiltrano in pacifiche

perlomeno in Italia. Inoltre basta una rapida occhiata

manifestazioni approfittandone per danneggiare

ai siti di riferimento legati all’ambiente dei centri

proprietà private e tentando di ingaggiare scontri

sociali per capire come i metodi del blocco nero

con le forze di Polizia. Si tratterebbe di una

godono di una certa tolleranza, quando non di vera

realtà “anarchica” e senza referenti nei normali

e propria condivisione.

soggetti politici. Pertanto senza controllo e senza

Individuato in modo più preciso il problema ci

“responsabili”, politicamente parlando. La stessa

permettia o di avanzare anche una possibile

versione, senza il minimo approfondimento, è

soluzione.

normalmente accettata da un buon numero di

problema vada affrontato esclusivamente sul piano

intellettuali e personaggi dello spettacolo (Saviano

dell’ordine pubblico, anzi, probabilmente si tratta

e Fabio Fazio per citarne due). Ideologicamente si

del modo meno corretto per contrapporvisi: si tratta

tratterebbe esclusivamente di anarchici, senza troppa

pur sempre di persone che non solo accettano lo

precisione, definiti saltuariamente “insurrezionalisti”.

scontro con le forze di polizia, ma probabilmente lo

Più correttamente il cartello “black bloc” è nato per

cercano per radicalizzare le tensioni esistenti.

indicare una strategia di azione all’interno del mondo

Occorre una soluzione più politica: azzardiamone

delle proteste no global e, benché inizialmente

una. Sarebbe forse sensato decidere che ogni

avesse riscosso successo soprattutto nel mondo

soggetto politico che intende organizzare un corteo

anarchico, non si è mai esaurito in esso. Né agli inizi,

o una manifestazione lasci un deposito al Comune

né tantomeno ora.

in cui si svolgerà la manifestazione. Tale fondo verrà

La nostra tesi è invece che, al contrario di quanto

restituito agli organizzatori dopo ventiquattro ore

affermato normalmente nel dibattito nazionale,

dagli eventi non appena appurato che il tutto si è

i “black bloc” siano di fatto organici ai movimenti

svolto senza danni e con i crismi della legalità. In

afferenti alla galassia dei centri sociali e che siano

questo modo chiunque si assuma la responsabilità

di fatto accettati da larga parte dell’estrema sinistra

di organizzare un corteo sarà incentivato a dotarsi di

italiana come interlocutori legittimi o, alla peggio,

un servizio d’ordine, a fare un minimo di controllo e

come alleati dai metodi non sempre accettabili,

perlomeno una rudimentale verifica sui partecipanti

in una riedizione del famoso clichè “compagni

e sui metodi della protesta stessa.

Non

è

necessario

pensare

che

il

Antonio


Brescia corso Zanardelli 15/a tel. +3903041139

shoponline: www.pasinigioielli.com 7


10


www.universalbeautyboutique.it

Per la tua Estate, ti proponiamo esclusivi cosmetici e solari per il corpo e i capelli, profumi vintage e rari, fantastici make-up, cosmetici ayurvedici, cosmetici per bambini, detergenti e profumi per gli animali domestici. E quando sarai sotto l’ombrellone potrai leggere uno dei nostri ricercati libri, scegliendo fra i nostri numerosi titoli con un argomento principe: la cultura della bellezza.

Siamo unici, proprio come te.

Ci trovi a Brescia in Corso Martiri della LibertĂ 27/bis Telefono 030 292306 | www.universalbeautyboutique.it | info@universalbeautyboutique.it


è meglio essere ottimisti ed avere torto che pessimisti ed avere ragione

CHI CERCA TROVA

C

hi cerca un parcheggio, di solito

a quelle che giocano, soprattutto se di età superiore

(ma non sempre), ha maggiori

a 30 anni (almeno era così prima dell’avvento della

probabilità di trovarlo rispetto

Wii ) Quello che voglio condividere con voi è che,

ad una persona che non lo

a volte, ci focalizziamo sempre sullo stesso target

cerca . Per analogia, chi cerca

(scaviamo un tunnel) e non vediamo più le altre

un cliente ha più probabilità di

possibilità. Ci fossilizziamo (o meglio chiudiamo

trovarlo rispetto a chi non lo cerca? Dal mio punto

il nostro punto di vista). Scavare un tunnel ci

di vista, dipende da come si effettua la ricerca. Il

dà sicurezza, ci fa rimanere nella nostra zona di

marketing per decenni, ci ha fatto considerare come

comfort, anche perché siamo diventati maestri a

potenziali clienti i consumatori che già comprano.

scavare tunnel. Ma oggi la nostra zona di sicurezza

Questo atteggiamento, in una situazione di mercato

non è più nel tunnel, è fuori dal tunnel. La zona di

in cui c’è più domanda che offerta, poteva avere

sicurezza è al di fuori della zona di comfort. Si sta

la sua efficacia. Ma oggi? Oggi, i clienti sono stufi

più sicuri quando si sta scomodi . Certo è più facile

delle solite (medie/normali) proposte. WOW. Nella

(comodo) andare in un parcheggio a pagamento

maggior parte dei settori, per la maggior parte delle

che alla ricerca di parcheggi liberi lontani dall’attuale

aziende, sono più numerosi i potenziali consumatori

destinazione, ma sai che soddisfazione essere da

che non comprano rispetto a quelli che comprano

soli con un sacco di spazio e dopo qualche anno

(…WOW e dove sono ?). Ecco un esempio. In

vedere che tutti ti seguono? Chi cerca nuovi clienti

America sono più numerosi i bevitori di birra che di

nel posto giusto li trova!!! Ecco la nuova versione

vino (lo erano sicuramente nel 2001, ci sono dati

dell’ufficio marketing, da ufficio comunicazione a

attendibili che confermano questa mia affermazione

pioniere, ovvero scopritore di parcheggi (clienti)

). Quindi perché non ideare un’offerta di vino per chi

lontani e sconosciuti. E TU? Dove stai cercando il

oggi beve birra ? Ed un altro, sono più numerose le

tuo parcheggio?

persone che non giocano con i video giochi, rispetto

12

E.Z


13


STUDIO DENTISTICO CONSALVO

Lunedì e Martedì 8.30 - 11.30 e 14.00 - 19.00 Mercoledì 8.30 - 14.00 Giovedì 8.30 - 11.30 (pomeriggio Studio Seniga) Venerdì 8.30 - 16.00


Via Leonardo da Vinci, 8 - 25010 Borgosatolo (BS) Per urgenze chiamare 393 9306789 Borgosatollo 030 2701773 Seniga 030 9955115


Tutti i mercoledi di giugno musica dal vivo con Manuel e dj set Christian Pisetta entrata libera e buffet

Prestige by exsense Via Anellli, 12 - Desenzano del Garda (BS)


Gli appuntamenti di Giugno:

5 giugno

Massimino delle Iene, Mtv Award e Dj Yassin del grande fratello

11 giugno

musica, animazione e Karaoke con Alessandro Righetti

13 Giugno

Dj set con Beppe Marini

20 giugno

presentazione nuovo singolo Pay & White vs Dj Beppe Marini

26 giugno

musica dal vivo con Travaglia Group

27 giugno

Dj Set con Beppe Marini e degustazione vini delle cantine Oxenreiter tutti gli eventi dalle 19 all’ 1


F O T O G R A F I E SERGIO CORBELLI

S

ergio Corbelli nasce a Sellero il 30 luglio del 1955, figlio di terra camuna, profondamente radicata nel suo cuore e nella sua mente. Fin da ragazzo si sente attratto dalla fotografia e si esercita con semplici strumenti fotografici, durante le lunghe passeggiate sulle vette e nei rifugi. Ciò che più lo affascina è la semplicità, e fa suo il motto di un comune amico “ stravedo per la normalità”. Corbelli si rende conto della propria diversità da altri fotografi, poiché non affida solamente al mezzo meccanico la riuscita dei propri scatti, bensì le sue fotografie sono frutto di istantanee della mente e del cuore, alle quali abbina la propria conoscenza tecnica dello strumento fotografico. Lasciando la sua adorata Valcamonica,trasloca a Brescia ove si Diploma all’ISEF ed inizia il suo percorso fotografico in ambito sportivo,al seguito di atleti che allena come velocisti, per la società Atletica Brescia 1955. Tra il 1992 ed il 2000 espone alcune opere in mostre fotografiche, di genere naturalistico -paesaggistico, in Catalogna( Girona e San Feliu de Guixols). Agli inizi degli anni 2000 partecipa al concorso comunale bresciano “Le Calchere sulla linea del cielo”, ove ottiene una segnalazione di merito per

18

l’originalità dell’opera esposta. Nel marzo 2007 apre la sua prima personale intitolata “Le stagioni della Vita” presso il sito cluniacense di S.Pietro in Lamosa, sul lago d’Iseo. Nel 2008 apre una seconda personale presso la Sala Mazzotti del Museo Mille Miglia di Brescia, ove ha l’occasione di conoscere e di venir notato dal noto fotografo bresciano Modenesi con il quale parteciperà come fotografo al seguito della MilleMiglia. Nel 2010 alcuni equipaggi richiedono a Corbelli dei book, grazie all’originalità con la quale realizza i propri lavori: verrà particolarmente apprezzato dalla casa automobilistica BMW , ai piloti della quale, donerà book fotografici-ricordo. Nel 2011 allestisce una personale itinerante, esponendo i propri scatti nelle boutiques più prestigiose della città,in Piazza Vittoria e nello storico Bar Impero. Il 2011 è altresì l’anno dell’allestimento ai vari piani dell’Hotel Vittoria di una mostra fotografica, sempre per la casa automobilistica BMW, che ivi alloggia, e dell’incontro con BresciaArte, per la quale esporrà nei due anni successivi in due collettive presso l’Hotel Master, nuovamente all’Hotel Vittoria,a Rodengo Saiano, a Villa Lechi ad Erbusco in occasione di Vinitaly,a Villa Mazzucchelli . Verrà chiamato dal conosciutissimo Rolando


Aliprandi Via Mandolossa, 25 Gussago (BS) Tel. 0302520077 Fax. 0302521036

www.aliprandi.com

Giambelli, durante il Beatles Day, ad allestire un fondale, quale scenografia al concerto del musicista Marco Zappa, a Montichiari. Numerose immagini riguardanti il territorio bresciano sono state poste a corredo di articoli, sui siti Brescialeonessa e Bresciacity. Tra gli anni 2011 e 2014 partecipa a concorsi indetti dal Museo nazionale della Fotografia, venendo ripetutamente premiato e di Oasis. Sempre nel marzo 2014 l’incontro con l’editore Marco Serra Tarantola, il quale, apprezzando le immagini di Corbelli,suggerisce di dare alle stampe, una raccolta fotografica di un libro chiamato “CLICK”, che vedrà la luce nel novembre 2014: 135 scatti di tematiche diverse,ove Corbelli mostra la sua abilità nell’impiego del colore, del bianco e nero, del seppiato e delle tecniche a colori elaborate in post produzione. Saranno lo stesso editore ed il regista Marco Preti a curare la prefazione. Nel marzo 2015 viene contattato dal noto gallerista Cecconi per esporre a CremonArte 2015 ove è apprezzato anche dal critico d’arte Guarneri. Attualmente sono in atto contatti con altri galleristi milanesi perché l’opera di Corbelli possa essere a disposizione dei visitatori dell’Expo. Fino al 15 maggio 2015, è aperta una personale in Corso Mameli con l’appoggio dell’Assessorato alla Scuola ed il Comitato Mercanzie di Brescia.


“la stanza da bagno del viticoltore biodinamico” al via la prima edizione del concorso di interior design promosso da eera soluzioni in pietra per l’architettura Parte ufficialmente il concorso di interior design lanciato da EERA soluzioni in pietra per l’architettura, con il patrocinio della Facoltà di Design e Arti della Libera Università di Bolzano. Architetti e designer sono invitati a ideare un ambiente bagno ispirandosi ai valori che guidano il lavoro del viticoltore biodinamico, come la sostenibilità ambientale, il rispetto per la natura e l’eccellenza del prodotto finale. Una giuria composta da cinque esperti del settore selezionerà il progetto vincitore, che sarà presentato in occasione della fiera leader del settore marmo Marmomacc (Verona, 30 settembre – 3 ottobre) e installato presso il prestigioso showroom EERA a Sega di Cavaion (VR).

È

on line da oggi il bando “la stanza da bagno del viticoltore biodinamico”, prima edizione del concorso di interior design bandito da EERA soluzioni in pietra per l’architettura – unico atelier italiano dedicato alla pietra per il mondo wellness, Spa e bagno – con il patrocinio della Facoltà di Design e Arti della Libera Università di Bolzano. La partecipazione è gratuita e c’è tempo fino al 1 giugno per aderire al progetto, che si rivolge a tutti gli architetti e designer, invitati a ideare un ambiente bagno dedicato alla figura, oggi così attuale, del viticoltore biodinamico: un progetto che dovrà quindi ispirarsi alla sostenibilità, al rispetto per la natura, alla qualità del materiale e della sua lavorazione, e che ha come obiettivo quello di comunicare la bellezza e il potenziale del marmo nell’architettura degli interni, in modo particolare nell’ambiente bagno. Sarà una giuria di qualità a valutare i progetti e decretare il vincitore, composta da: Kuno Prey (presidente della giuria), professore di product

20

design presso la Facoltà di Design e Arti della Libera Università di Bolzano e ideatore del concorso; Oscar Colli, co-fondatore e editorialista de Il Bagno Oggi e Domani, membro dell’Osservatorio Permanente del Design, presso ADI; Alessandro Lolli, direttore di Design Context; Alessandro Marata, presidente del Dipartimento Ambiente e Sostenibilità del Consiglio Nazionale Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori; Alberto Salvadori, art director EERA soluzioni in pietra per l’architettura. Il progetto vincitore verrà realizzato da EERA in stretta collaborazione con il suo ideatore nei mesi di luglio e settembre 2015 e sarà installato presso lo showroom di Sega di Cavaion (Verona). In concomitanza con la fiera leader del settore marmo Marmomacc (30 settembre – 3 ottobre 2015), si terrà la proclamazione alla presenza dei media e del pubblico internazionale della fiera. In quell’occasione saranno presentati anche i disegni degli altri progetti pervenuti. L’iniziativa nasce dalla volontà di EERA soluzioni in pietra per l’architettura, azienda nata dalla


passione e dall’esperienza Cev Marmi&Graniti per la lavorazione della pietra, di coinvolgere gli “addetti ai lavori” in un progetto che sia in linea con i propri valori. Lo showroom EERA è un luogo di incontro per architetti e designer. Un vero e proprio laboratorio di conoscenze e progetti, dove la materia prima trova la sua massima espressione in creazioni uniche: qui sono presenti sei “ambienti bagno” e una zona wellness realizzati in pietra naturale, qui si possono scoprire le ultime novità del settore, con la possibilità di incontrare partner ideali per realizzare progetti insieme. Un luogo dove la pietra da materia prima diventa “elemento primordiale”, versatile e dinamico, da cui scaturiscono vere e proprie opere d’arte. Un materiale durevole e sostenibile, che permette di realizzare creazioni di eccellente qualità estetica e funzionale. Spiega Andrea Crescini, direttore commerciale di EERA ed esponente di terza generazione della famiglia fondatrice: «Con questo bando, che premierà il progetto più moderno e armonioso di una stanza da bagno contemporanea, ci proponiamo

di trasmettere tutta la potenzialità e i vantaggi dati dall’utilizzo della pietra, coinvolgendo i creativi in un’iniziativa che non è solo un concorso, ma anche un’occasione di confronto e di collaborazione attraverso un tema originale e di grande stimolo». «Il tema del bando, “la stanza da bagno del viticoltore biodinamico”, è nato ispirandomi ai valori che guidano l’azienda Cev e il suo showroom EERA» spiega Kuno Prey. «Il viticoltore biodinamico coltiva i suoi vigneti secondo i principi della filosofia olistica e quindi della biodinamica. Rispetta la natura per ottenere uve con le quali, sempre secondo i principi della vinificazione biodinamica, produrre vini d’eccellenza. È insomma una persona che vive in piena armonia con la terra, l’ambiente, e che tiene moltissimo alla qualità dei vini che produce. Come sarà la sua stanza da bagno, luogo dedicato alla cura del corpo?» Il bando del concorso è disponibile al sito www.eera. it . Per maggiori informazioni: eera@omniarelations.com”.


A

c u r a

d i

A t t i l i o

T a n t i n i

STORIA DELLA M I L L A M IG L I A 22

L

a leggenda della Mille Miglia o Freccia Rossa com’è conosciuta ai giorni nostri parte da lontano, siamo il 26 Marzo del 1927, prima edizione fu vinta con una Fiat OM 2000 condotta dalla coppia Minoia-Morandi che la vinse alla media di ben 77 km orari. L’automobile in quegli anni era sinonimo di avventura di velocità e di coraggio. Si correva sui circuiti, pochi quelli di allora, ma soprattutto su strade polverose i piloti erano considerati dei “ pazzi”, uomini che agli occhi del pubblico che fin dalla prima edizione ha capito l’importanza della gara, a cui davano poco valore alla vita. L’auto era per soli ricchi, l’uso comune della gente era ancora da venire chi correva apparteneva all’alta società, i rampolli di casati nobili vedevano nelle gare uno scopo di vita, chi correva si sentiva un Dio, del resto siamo in pieno Regno d’Italia, Benito Mussolini era al potere già da cinque anni e fin dall’inizio appoggiò questi pazzi piloti, erano giovani belli ricchi e davano una immagine fresca alla nostra Nazione. Dalla nobiltà di quegli anni emergono le figure di Aymo Maggi e Franco Mazzotti, rispettivamente 23enne e 22enne, il loro punto di ritrovo è in Galleria a Milano al “ Bar Biffi” nel quale gravitavano appassionati, piloti e giornalisti che vedeva i vari Varzi, Nuvolari e Borzacchini abituali freguentatori. Da li nasce l’idea di fare di Brescia, grazie anche all’amicizia di Renzo Castagneto, che è il segretario a Brescia del RACI, il Regio Automobil Club d’Italia, l’attuale ACI, il punto di riferimento. Renzo Castagneto era una figura vulcanica, aveva 34 anni, e un ottimo organizzatore. Castagneto, Mazzotti e Maggi contattano anche il giovane giornalista della Gazzetta dello Sport Giovanni Canestrini trentino di nascita, ma milanese di adozione. Gli scenari in quegli anni vedeva l’uomo al centro del mondo, sfide impossibili come quella di Nobile alla conquista del Polo Nord, l’americano Lindbergh da anni cercava di trasvolare l’oceano con aerei che stavano in cielo sfidanzo la forza di gravità. I quattro moschettieri, erano ancora lontani

dall’idea della “ Mille Miglia”, a loro bastava far rivivere alcune corse del passato, vista l’estrazione bresciana puntano sul Circuito di Brescia, che aveva come secondo nome “ Fascia d’Oro”, gara creata da Arturo Mercanti che però la strada gli stava stretta, Mercanti voleva un bacino chiuso per far correre la macchine e portò la gara bresciana nel nuovo impianto dell’Autodromo di Monza. Cosi nasce una idea alternativa, qualcosa che possa far scaturire entusiasmo e accendere la fantasia del popolo e degli appassionati e che possa catturare l’attenzione dei piloti. Il cuore fu portato a scegliere Brescia, ma come escludere Roma che in quegli anni per il fascismo era il centro del mondo. Quindi l’idea fare una gara su strada aperta da Brescia a Roma andata e ritorno. L’idea di chiamare la gara Mille Miglia, venne a Franco Mazzotti che in quegli anni aveva disputato gare negli Stati Uniti e valutando il percorso che misurava 1600 km, gli venne l’idea di tradurre i 1600 km in” 1000 Miglia”. Nasce cosi la “ Coppa delle Mille Miglia”. A far capire e far digerire ai politici di Roma l’unità di misura straniera fu Augusto Turati, bresciano che ricopriva il ruolo di segretario del Partito Fascista. Il quotidiano la “ Gazzetta dello Sport” sposò subito l’idea e ne fece il suo fiore all’occhiello. In sintesi questa è la storia della “ Mille Miglia”, gara che il Grande Enzo Ferrari negli anni successivi chiamò “ Il più bello Museo viaggiante dell’Automobile”.


NON SOLO ARREDI

MA STILI DI VITA

DAL 1952 una realtĂ in continua evoluzione essere sempre un passo avanti

per

Venite a trovarci ogni nostro prodotto ha una sua storia da raccontar vi (upcycling-recycling- design)


ristorante valle bresciana

Tutti i VenerdĂŹ

e s t i v i dal 29 Maggio APERICENA CENA LIVE MUSIC

BY GIULLY AND WAINER

A S E GUI RE D J

Via Valle Bresciana 11- Bs tel. 030 317666 - 329 8257255 info@officinadellavalle.it - officinadellavalle.it


MILLE MIGLIA 2 0 1 5 La felicità è concludere la Mille Miglia sul traguardo di Viale Venezia a Brescia, dopo più di 1600 km di strade, attraverso città d’arte e bellezze naturali del paesaggio italiano: il sorriso appagato sul viso annerito dal sole e dallo sporco degli equipaggi delle 438 vetture d’epoca che hanno preso parte alla trentatreesima edizione rievocativa della Freccia Rossa era più eloquente di qualsiasi commento. Moltissimi di loro, dopo l’arrivo, hanno detto di ritenere l’edizione 2015 la migliore degli ultimi anni. Ancora una volta, la Mille Miglia ha superato sé stessa, con numeri da record; è Andrea Dalledonne, Consigliere Delegato di 1000 Miglia Srl, a spiegare: «Sono oltre 2.000 le persone coinvolte nell’organizzazione della corsa, con ben 1.600 operatori dei media accreditati, provenienti da tutto il mondo, quasi 4.000 stanze di hotel prenotate per i giorni della corsa e più di 230 comuni attraversati». Le 438 auto al via - dal valore storico e sportivo incommensurabile, quello economico difficilmente quantificabile - appartenevano a 61 diverse marche:

la parte del leone è toccata a MercedesBenz e Alfa Romeo con 38 automobili: seguono Jaguar con 36, FIAT con 34, Lancia con 30 e Porsche con 22 vetture. La gara, partita da Brescia, si è svolta in quattro tappe: la prima, giovedì 14 maggio con arrivo a Rimini e la seconda fino a Roma. Sabato 16, dalla capitale, la corsa è arrivata a Parma e quindi, domenica mattina, ha fatto ritorno a Brescia passando per l’Autodromo di Monza. «Il bel tempo pressoché costante ha favorito la presenza massiccia del pubblico, con picchi a Macerata, Teramo, Pisa, Lucca e Bergamo, oltre che nelle città sedi di tappa, come Parma che ha accolto la Mille Miglia in una splendida serata caratterizzata dall’ospitalità e dalla gastronomia romagnole», ha spiegato il Presidente di 1000 Miglia Srl, Valerio Marinelli. A determinare le classifiche sono state 84 prove cronometrate, di cui 76 tradizionali e 8 a media imposta; a vincere, come due anni orsono, sono stati gli argentini

25


Juan Tonconogy e Guillermo Berisso, su Bugatti T 40 del 1927: «Siamo increduli - hanno affermato sul palcoscenico del Teatro Grande, dove si sono tenute le premiazioni - non avremmo mai sperato in una seconda affermazione in Italia, nella più importante manifestazione per auto d’epoca del mondo». Il duo sudamericano ha battuto per pochi punti l’affermata coppia bresciana composta da Andrea Vesco e Andrea Guerini, su FIAT 514 MM del 1930, delusi per non essere riusciti a ribaltare il risultato per alcune imprecisioni nelle ultime prove, all’Autodromo di Monza. Al terzo posto si sono classificati Ezio Martino Salviato e Caterina Moglia, su Bugatti T 40 del 1928. Le classifiche complete sono pubblicate su www.1000miglia.it Marco Makaus, l’altro Consigliere Delegato di 1000 Miglia Srl, ha dichiarato: «Il momento più emozionante della Mille Miglia 2015 è stato vedere Stirling Moss ripercorrere Viale Venezia sulla Mercedes-Benz 300 SLR, con la quale detiene la media record di oltre 157 Km/h, ottenuta nella vittoriosa edizione del 1955. Per celebrare la vittoria record alla Mille Miglia del 1955, Mercedes-Benz ha varato un'operazione dai tratti romantici, portando a Brescia le tre "frecce

26

d'argento", le 300 SLR che disputarono la corsa di quell'anno. A bordo della vettura numero 722, numero che indica l'ora di partenza, c’era ovviamente il trionfatore di quell'edizione, Stirling Moss, purtroppo non in compagnia di Denis Jenkinson, scomparso alcuni anni orsono. Sulla 704, proprio come nel 1955, c’era Hans Herrmann, mentre al volante della 658, al posto del compianto Juan Manuel Fangio, sedeva Ralf Schumacher, fratello di Michael. Le tre Mercedes-Benz 300 SLR non hanno preso parte alla gara, anche perché le condizioni fisiche dei due giovanotti nel 1955, Moss ed Hermann, non lo consentivano. In ogni tappa, le tre vetture hanno preceduto quelle della Mille Miglia, facendo passerella per il pubblico. Allo scopo di portare il proprio contributo a un evento straordinario quale è Expo Milano 2015, evitando tuttavia di bloccare la viabilità dell'esposizione con la propria carovana di oltre mille vetture, gli equipaggi della Freccia Rossa hanno reso tributo effettuando un controllo di passaggio alla Villa Reale di Monza che di Expo 2015 è sede di rappresentanza. Ad accogliere la Milla Miglia c’era l’Assessore alla Casa di Regione Lombardia e all’Expo 2015, Fabrizio Sala.


Da Villa Reale le automobili della Mille Miglia si sono dirette immediatamente all’Autodromo di Monza per disputare le ultime prove della giornata. Il passaggio nel circuito è avvenuto grazie a un accordo tra i proprietari di queste due icone dell'automobilismo sportivo, l'Automobile Club di Brescia e quello di Milano. Nell’autodromo brianzolo, i concorrenti hanno disputato alcune prove cronometrate e di media, misurandosi anche sul tracciato "alta velocità", recentemente restaurato (noto anche come "la sopraelevata"): ai vincitori, Ezio Martino Salviato e Caterina Moglia su Bugatti T 40 del 1928, è stato assegnato il Trofeo dell'Automobile Club di Milano, intitolato al grande Alberto Ascari che, proprio a Monza, perse la vita nel maggio del 1955, esattamente sessant'anni orsono. Al secondo posto si sono classificati Giovanni Moceri e Lucia Galliani su Chrysler 72 del 1927 e al terzo Daniel Andre Erejomovich e Gustavo Llanos su Aston Martin Le Mans del 1933. Al Teatro Grande di Brescia il trofeo è stato consegnato ai vincitori dal Presidente dell’Automobile Club di Milano, Ivan Capelli, ex pilota di Formula 1, e dal vicepresidente Geronimo La Russa. Insieme a loro c’erano la signora Corinna Ascari, nuora di Alberto, e

la signora Veronica Ascari, nipote del grande pilota. Gli organizzatori, oltre ai complimenti dei partecipanti, hanno ricevuto quelli del Presidente dell’Automobile Club di Brescia, proprietario sin dal 1927 della Mille Miglia; l’avv. Piergiorgio Vittorini ha dichiarato: «Per me si trattava della prima Mille Miglia seguita lungo l’intero percorso. Oltre a paesaggi e luoghi di straordinaria bellezza, ad esempio come il paesino di Radicofani, dove si erano riuniti molti appassionati sui gradini della splendida chiesa romanica, unendo la bellezze d’arte e architettoniche a quella delle livree delle vetture partecipanti, sono rimasto sorpreso e ho apprezzato l’efficacia di un’organizzazione così complessa, composta da migliaia di persone, che si è spostata insieme alla corsa per un viaggio lungo mille miglia». Tutte le informazioni e gli aggiornamenti sulla Mille Miglia posso essere seguiti sul sito internet www.1000miglia.it e, previa registrazione sul sito dedicato alla stampa: www.press.1000miglia.it dove saranno disponibili comunicati, foto e video della gara. Inoltre si potrà seguire la Mille Miglia anche sui social network: Facebook (pagina ufficiale della Mille Miglia), Twitter (@millemiglialive) e Youtube (Mille Miglia Channel).

Per contatti e info: 1000 Miglia 2015 Press press@1000miglia.it www.1000miglia.it

27


BRITISH CAR MEETING

LA TERRA TRA I LAGHI a cura di Lucia Durante

I raduni organizzati dal British Motor Club Italia sono una garanzia di professionalità, amicizia, bellezza e buon cibo e si snodano fra le eccellenze di una terra ricca di tesori e di risorse inaspettate, almeno per chi come me viene da lontano, e questo raduno non é certo sfuggito alla regola, anzi. Sabato 25 aprile siamo stati accolti dalla squisita ospitalità di Simone e Francesco Chiolo, veri anfitrioni d'altri tempi, nella prestigiosa cornice del Museo Mille Miglia che, per gli appassionati d'auto d'epoca, é veramente un must. Due chiacchiere ai tavolini del bar del Museo, un corroborante caffè ed é iniziata la visita dove accanto ad auto che, per la perfezione dei dettagli e l'armonia delle carrozzerie, si potrebbero definire opere d'arte, abbiamo potuto ammirare tanti dettagli che ci hanno riportato all'epopea epica dell'automobilismo. Francesco Chiolo ci ha fatto da guida illustrandoci gli aspetti storici di questa struttura che é stata fondata nel 1008 come monastero benedettino e, dopo alterne vicende, é stata definitivamente abbandonata nel 1478. Oggi, grazie al Museo, le antiche pietre sono tornate a rivivere e ad essere ammirate dagli ospiti. Terminata la visita ci siamo recati per il check-in presso il Palace Hotel di Villa Fenaroli. Qui, in una sala affrescata, abbiamo gustato la cena in compagnia degli altri equipaggi e al mattino un'abbondante colazione di grande qualità. E siamo già alla mattina di domenica 26 aprile, un cielo grigio, che per fortuna tale é rimasto per tutto il giorno senza mai bagnarci, ci ha accompagnato a Villa Mazzucchelli a Ciliverghe dove era fissato il ritrovo con l'accettazione degli equipaggi e un ricco coffee-break di benvenuto. Anche qui sale stupende in cui era allestita una mostra di abiti risalenti alla fine dell'800 e agli anni '20 e '30, autentici capolavori di artigianato e di eleganza che tutte noi sogneremmo di indossare ad una festa o ad una cerimonia importante.

28

Notevole e qualificata la partecipazione all'evento nonostante le avversità meteo previste. La manifestazione ha contato alla partenza più di 60 vetture d'epoca di cui, per citarne alcune: 24 MG, 17 Austin Healey, 8 Triumph, 5 Morgan e ancora Rolls Royce, Jaguar, Morris Minor, JBA, Royale Sabre…un parterre di tutto rispetto sia per numero che per qualità a rappresentare la tradizione inglese dell'automobilismo. Alla parte storica si sono aggiunte le auto dell’organizzazione, due icone della storia automobilistica inglese, una Land Rover Defender 90 alla testa della carovana e una 110 Station Wagon in chiusura. Inoltre 6 motostaffette hanno tenuto unito con notevole abilità il lunghissimo serpentone nonostante semafori, incroci, rotonde e quant'altro poteva essere occasione per sbagliare strada. Da non dimenticare il cameraman, il fotografo, i due meccanici e il carro attrezzi (per fortuna rimasto inoperoso) in coda alla colonna. Bastano i numeri per certificare il successo di questo raduno. Alle 10,30 con precisione british ci siamo mossi diretti al Lago d’Idro attraversando paesini con le loro chiese e case antiche strette tra viuzze tortuose e, a volte, anche castelli a dominare l'abitato. Poi piano piano la strada ha iniziato a salire fra una folta vegetazione e monti che si facevano via via sempre più alti e incombenti fino alle prime propaggini del lago. Una strada bellissima, perfetta per le auto d'epoca con curve, viste incantevoli del lago e alberi che si toccavano sopra le nostre teste. Eravamo in una galleria verde mentre cartelli a bordo strada ci invitavano a stare attenti ai ….rospi?! Un mondo lontano Mille Miglia, appunto, da quello che viviamo quotidianamente e quindi ancor più apprezzato. Una sosta in riva al lago in un punto panoramico ci ha permesso di ammirare la bellezza di questo specchio lacustre di montagna circondato da monti dai fianchi ripidi con profonde anse e


Ph R a f f a e l l a G i a n o n c e l l i paesini adagiati sulle sue sponde. La perfetta Organizzazione ci ha fatto parcheggiare entrando da un lato ed uscendo da quello opposto, senza dover fare la benché minima manovra, per dirigerci in località Vantone al ristorante dove ci attendeva l'aperitivo con pesciolini fritti e verdurine pastellate. Una vera delizia e cucinati divinamente. Qui abbiamo parcheggiato le auto nel prato antistante il lago, perfettamente rasato, e le nostre old cars sembravano partecipare ad un concorso di eleganza, allineate sul verdissimo prato e contornate da alberi e fiori. Una location superba: da un lato il lago e alle spalle la montagna. Anche il pranzo é stato veramente ottimo, gustoso, abbondante e di qualità. Nella pausa fra la degustazione dei filetti di pesce persico dorati con patatine croccanti al rosmarino e i dolci, rigorosamente fatti in casa, c'é stata la premiazione. Francesco Chiolo ha premiato, con un prestigioso cofanetto contenente il libro “Amicizia” di Cicerone e una bottiglia di grappa, Gianfrancesco Lauri quale coordinatore dell'iniziativa per Austin Healey Italian Club (di cui è Presidente), Ernesto Meloscia quale coordinatore per MG Car Club Italia (sezione Lombardia) e Alvise Orso quale coordinatore per Associazione Amatori Veicoli Storici (Segretario generale). Simone Chiolo, coordinatore dell’iniziativa e Presidente British Motor Club Italia, ha premiato con ricercate bottiglie di grappa l'auto più vecchia, una meravigliosa MG F2 Magna Sport del 1932 di Massimo Bottoli (coordinatore regionale MG Car Club Italia - sez. Veneto) e l'auto proveniente da più lontano, una bella Austin Healey del 1960 di Ponte a Nievole (Pistoia). Inoltre un pensiero, il libro “Felicità” di Seneca, alla seconda auto proveniente da più lontano, una Triumph Spitfire MK4 del 1973 di Aristide Zamboni da Genova. Francesco Bruschetti infine ha consegnato 4 kit di pulizia Croft Gate offerti dal Detailing Center di Brescia, i cui titolari sono Adrian e Francesco, ad

una selezione di auto particolarmente curate. Ma la giornata non era ancora finita e siamo di nuovo saliti tutti a bordo per inerpicarci su tornanti che ci hanno portato fino ai mille metri del Comune di Capovalle e poi giù per la Valle Sabbia costeggiando le sinuose sponde del Lago di Valvestino, formatosi grazie ad una diga artificiale, particolarmente suggestivo e di aspetto alpino. Ammirando questi panorami eccezionali e respirando l'aria di montagna, grazie alle nostre capote abbassate, siamo pian piano arrivati sulle sponde del Lago di Garda dove sul Lungolago di Toscolano Maderno abbiamo esposto le nostre auto alla curiosità e all'ammirazione di turisti e residenti. Splendide ville Liberty fronteggiavano il lago dandoci l'occasione di scattare un'ultima foto ricordo di questa memorabile giornata prima di salutarci con un arrivederci al prossimo meeting. In chiusura di questo mio racconto delle due magnifiche giornate desidero ringraziare quanti si sono adoperati per l'organizzazione e la buona, anzi ottima, riuscita delle stesse: l'organizzatore incaricato Istituto Policleto nella persona della Dott.ssa Albertina Bonvento. I coordinatori delle iniziative: Simone Chiolo (cui va il mio personale grazie per la cortesia e disponibilità dimostrata nei miei confronti), Gianfrancesco Lauri ed Ernesto Meloscia. Chi ha fornito ospitalità e patrocinio: Villa Fenaroli Palace Hotel, Villa Mazzucchelli, Ristorante da Genny (a Idro), Comune e Pro Loco di Toscolano Maderno. Non ultimi: British Racing Green, Garage Manenti, Nuova Litocolor, R46 Viaggi e Museo Mille Miglia. È in virtù di questa composita ed efficiente squadra che tutto si é svolto perfettamente con reciproca soddisfazione, e anche questa é una delle tante dimostrazioni della capacità lavorativa, imprenditoriale e di accoglienza di questa terra generosa.

29


CONCORSO FOTOGRAFICO BRUNO B O N I

CON IL PATRONCINIO DI:

COMUNE DI BRESCIA

30

SPONSOR TECNICO

Le emozioni della Mille Miglia nelle imm magini del “Concorso fotografico Bruno Boni”: anche l’edizione 2015 della corsa, partita da Brescia giovedì 14 maggio per farvi ritorno domenica 17, sono state inn fatti protagoniste del match a colpi di click organizzato dall’Associazione Culturale BrunoBoni in collaborazione con 1000 Miglia srl e il Club Mille Miglia Franco Mazzotti. L'iniziativa è stata presentata alla Stampa a palazzo Loggia, alla presenza del Sindaco di Brescia Emilio Del Bono, da Franco Lucini responsabile dell'organizzazione, dal Presidente dell'associazione Roberto Boni e da Paolo Mazzetti, direttore servizi storici ed editoriali di 1000 Miglia Srl. L’iniziativa, giunta alla terza edizione, dopo il grande successo del 2013, quando furono raccolte ben 243 iscrizioni, e quella dello scorso anno con 345 richieste, vuole premiare la passione e divulgare le immagii ni “popolari” di quella che Enzo Ferrari definì, in tempi non sospetti, la corsa più bella del mondo e che divenne tale anche per la passione di colui che è passato alla storia come il Sindaco della Mille Miglia. Ogni partecipante ha proposto un solo scatto in formato digitale dopo aver compii lato il modulo di iscrizione online. Tutte le immagini ammesse sono pubblii cate sul sito dell’Associazione e valutate da una commissione composta da esperti di fotografia ed esperti di Mille Miglia. Le premiazioni si terranno nel salone Vann vitelliano a Palazzo Loggia, il 6 giugno e i vincitori riceveranno attrezzatura e matee riale fotografico, libri e gadget della Mille Miglia oltre ai riconoscimenti ufficiali dell’Associazione Bruno Boni e del Comune di Brescia. Le immagini vincitrici del concorso saa ranno poi pubblicate sul libro fotografico edito dalla 1000 Miglia srl.


31


Apientiaerit

estisinusam

hic

tet

odigentio

tet

DIMAGRIRE E TONIFICARE IN porendicim quianditas voluptasime veriatem quas qui AUMENTO DI GRAVITÀ

alitatio. Itae cum hicaborro vent at as dolorum num

ti aiuta a perdere peso più rapidamente, con meno natemque quam que pratum inctotatur sforzo, migliorando l’aspetto dellaasperovitio pelle.

rem. Nem. Apit veligni millacepro eosandunt. Aliquam iliant verspeles volorer essunti voluptati PERDITA DI PESO PIÙ omnimilique rem. Itation perferio blanis voluptat quis SEMPLICE E RAPIDA eos illoren ecatae magnatem ulpa qui sere aliquatur am

cor seque eium quidusa cus eum fugit magnihictiam GRAVITYSLIM

ènim il metodo allenamento che starerivoluzionando nos quidiomniam aut aceatur nullut autetumil mondo dell’attività fisica aiutando le persone a perdere que vel alique possiminus peso piùinciet rapidamente, con menomoluptat. sforzo, migliorando l’aspetto della pelle. Excepudanis quo eaque dolupid molor simoluptatem L’effetto combinato di gravità e infrarossi aumenta il hit eatent. metabolismo del 17%, aiuta a bruciare più velocemente i grassi migliora la tonicità dellafuga. pelle Ita e agevola Pel isilocalizzati, vid unt odit, suntem faccum vit est notevolmente la perdita repentina di peso.

que volut am eumquae volut minit voloreiusa velitiam

Bus. Rit funziona harum volores ut laciaes alisseque landaest, Come

Ilcon tradizionale esercizio fisico faceva confluire il 70% del et moluptaquat. sangue verso la parte superiore del corpo e solo il 30% Int. Orepudis aut autatis entur? a quella inferiore, creando un fisico disarmonico, come Ovit dolut autem ium dolo et et, vendi aut faccum, nam, fosse diviso in due aree separate. Aumentando l’attrazione gravitazionale, GRAVITYSLIM cust venditi voluptur? Sequia sit aut aut inctatissus fa confluire più sangue nella parte inferiore del corpo dem harcim nos nos ad quatendit (cosce, fianchi re e glutei): in questo modo vi expliquid permette di lavorare con più efficacia su quelle zone difficili da et officii stinimp orestio nsequati qui coreptaque raggiungere anche con un’intensa attività fisica.

nisqui atia cusam rerita quia nobis porro eturiam aris doluptatem apedi accullab illit praturi onsequi

DOPO SEDUTE sum hicia SOLO quas alitat12 eosandi psusanda

nameturio

modit il ipsuntImincipsame volore di doloribusa dus re 01 Riduzione della cellulite e perdita grassi localizzata 02 Migliore circolazione sanguigna e del sistema linfatico pre pos maxim am, con repta nonsequam nit pedit 03 Miglioramento della circolazione acepeditius non paritamus prem quibus, incte et et, 04 Minore comparsa di vene varicose 05 Pelle num più soffice e tonica susdae sita dolorro beat quis il ipis dion cullore 06 Eliminazione delle tossine accumulate

nimus venda quodiae sitius alibus vellaborae venitiunt.

Medicaitalia Medicina estetica e specialistica

Medicaitalia Medicina estetica e specialistica

32


Medicaitalia Medicina estetica e specialistica

Medicaitalia Medicina estetica e specialistica


CHANGING

B

DA FILOSOFIA DI VITA A STRATEGIA AZIENDALE

asta routine quotidiana e stereotipi mentali, che rendono l’esistenza grigia e impediscono di rinnovarsi e andare oltre la consuetudine. Per combattere la crisi e vivere meglio, gli esperti consigliano di essere più flessibili e modificare le abitudini consolidate. Arriva anche in Italia il changing, lo stile di vita che dopo esser diventato tendenza in tutto il mondo approda anche nel Bel Paese. Per i sociologi il cambiamento aiuta a scoprire se stessi, tiene la mente sempre allenata, fa aumentare l’autostima e trasmette positività. Cambiare e sapersi rinnovare è la scelta giusta per vivere meglio e combattere la crisi. Dal mondo aziendale alla realtà di tutti i giorni, prestigiosi sociologi e luminari hanno dimostrato come la predisposizione al cambiamento aumenti il rendimento della mente, una caratteristica tipica delle persone carismatiche, creative e flessibili, aperte alle sperimentazioni. Essere aperti al cambiamento è fondamentale a tutte le età, perché permette di mantenersi giovani e al passo con i tempi, la rigidità mentale è sinonimo di staticità, mentre essere predisposti a fare nuove esperienze rappresenta dinamicità, è sinonimo di vita. Paura, insicurezza e orgoglio sono le cause maggiori che impediscono di aprirsi alla novità, ma gli esperti avvertono: il changing fa bene alla vita perché produce benessere interiore, aumenta l’autostima, mantiene il cervello in allenamento e aiuta a scoprirsi più coraggiosi. In ambito professionale, una delle zavorre che appesantiscono e rallentano la buona navigazione di un’azienda è costituita dall’abitudine; abitudine a compiere taluni gesti, svolgere specifici compiti, gestire determinate situazioni. E’ una zavorra quasi invisibile e chi ne è soggetto non se ne accorge; basta però saper vedere la realtà aziendale con occhi critici, nuovi, dall’esterno e ognuno di noi può constatare quotidianamente quanto è diffusa. Poiché l’abitudine da una parte facilita e automatizza azioni e comportamenti, dall’altra parte mette i paraocchi, ovvero non fa cogliere la realtà e gli inevitabili

34

processi di cambiamento che la sconvolgono. In una realtà statica l’abitudine è probabilmente una virtù, automatizza le operazioni, riduce lo stress, fa stare tranquilli. In un mercato che cambia, invece, dove i prodotti evolvono e la concorrenza è sempre più agguerrita, l’abitudine inibisce la concentrazione, riduce l’approccio critico, rallenta ogni processo di innovazione e cambiamento. Se vogliamo cambiare le abitudini e porre così le basi psico-attitudinali per poi cambiare e innovare l’organizzazione si deve agire organicamente sui centri responsabili: ambiente di lavoro ed area funzionale. Bisogna comunicare in maniera chiara ed univoca, semplice ma efficace cosa ci si aspetta, i valori che sono attesi ed i comportamenti osservabili premianti e viceversa quelli non consentiti. A volte è necessario prendere decisioni non piacevoli, anche drastiche, ma indispensabili per bloccare alcuni comportamenti non solo dannosi per l’azienda ma che influiscono in maniera negativa sul gruppo. Si tratta di chiudere delle filiali, trasferire delle persone, cambiare la mansione ed a volte purtroppo anche prendere dei provvedimenti disciplinari. Prima di pretendere il cambiamento degli altri è utile fare un’analisi su sé stessi, sul proprio ruolo, sui propri comportamenti. L’imprenditore, ma analogo discorso vale per i responsabili ed i direttori, devono esprimere leadership, devono saper osservare ed anticipare, guidare e formare le persone, travasare la propria esperienza, evidenziare i comportamenti positivi ed avere il coraggio di comunicare i comportamenti non funzionali al cambiamento stesso. L’abitudine è una delle cause di underperformance delle persone, la più subdola perché la persona che ne è vittima non se ne accorge fino a quando non subisce una discontinuità. E’ difficilmente rilevabile da chi lavora per parecchio tempo in azienda e al contrario di facile evidenza per chi interviene dall’esterno. Se rimossa può portare a miglioramenti significativi ed incrementi di produttività insperati. Dott. Emanuele Lumini


SITODIROSSA.IT

ORDINA I COFANETTI LA VIE EN BLÙ DIRETTAMENTE DA CASA TUA.

Cofanetto

Quattro Cofanetti, tutti i sapori di Ostriche, Terra, Mare e Formaggi. Per ciascun Cofanetto, tante tipologie di prodotto sempre fresche tra cui scegliere e comporre la tua selezione.

Cofanetto

Selezione Ostriche

Selezione Terra

Cofanetto

Cofanetto

Selezione Mare

Selezione Formaggi

Tutti i cofanetti La Vie en Blù sono frutto di accurata ricerca, per proporti sempre qualità del prodotto e piacere esclusivo. IL SERVIZIO A DOMICILIO È DISPONIBILE TUTTI I GIORNI ESCLUSO DOMENICA A PRANZO E LUNEDÌ A CENA.

T 030 3752271

La Vie en Blù Via Castellini 14, Brescia www.lavieenblu.it

ADV-VEB-A4bresciaUp-140502.indd 1

35

02/05/14 17:32


Via Fratelli Lechi 13, 25121 Brescia Tel/Fax 0305030934 - www.studiocappiello.it Il dott. Cappiello è delegato Aduc (Associazione per i Diritti degli Utenti e dei Consumatori) per Brescia

VICENZA E VENETO BANCA, POSSIBILI VIE DI FUGA DEI SOCI

L

A cura di Roberto Cappiello e Giuseppe D’Orta

a recente decisione della Popolare di Vicenza e della Veneto banca di svalutare le azioni di circa il 23% portando il loro valore da 62,5 a 48 euro nel primo caso e da 39,5 a 30,5 nel secondo, ha creato non pochi mal di pancia agli azionisti. In buona sostanza gli azionisti non solo non possono liquidare le proprie posizioni perché i titoli sono assolutamente e dichiaratamente illiquidi (non sono quotati sul mercato), ma vedono anche ridurre il loro valore per effetto delle decisioni dell’assemblea. La decisione di svalutare è arrivata per effetto dei risultati del comprehensive assestment avviato dalla BCE a settembre 2013 per riflettere il perdurare della crisi economica. Premesso che chi investe in azioni, di qualunque società, si accolla il rischio che in seguito a particolari circostanze di mercato possa andare incontro alla perdita anche totale dell’investimento fatto, nel caso delle azioni della Pop. di Vicenza e di Veneto Banca vi sono dei punti oscuri che potrebbero offrire una via di fuga ai soci, anche alla luce di un recente pronunciamento dell’Ombundsman bancario sul caso della Carife che è stata condannata a restituire l’intero importo investito ad un azionista perché aveva violato la comunicazione Consob n. 9019104 del 2 marzo 2009. Esiste anche una sentenza della corte di appello

36

di Torino, la n. 2444/13 che, in tema di azioni illiquide, converge sulla posizione espressa dall’Ombudsman. I giudici hanno stabilito che la dichiarazione dell’investitore con cui si dà atto della presa visione del prospetto informativo e del documento integrativo dell’investimento, forniti in sede di collocamento, non è sufficiente alla banca a dimostrare di aver adeguatamente informato il cliente delle caratteristiche e i rischi del prodotto finanziario. In conclusione la banca deve comunque dimostrare di aver fornito le avvertenze che sono riportate nel prospetto informativo e non basta la dichiarazione sottoscritta dal cliente di averlo ricevuto e letto. La comunicazione Consob sui titoli illiquidi pone un forte accento sul dovere di informazione al cliente sia “trasparenza ex ante” che “ex post” e soprattutto con “evidenziazione espressa delle eventuali difficoltà di liquidazione connesse al funzionamento dei mercati di scambio e dei conseguenti effetti in termini di costi (livello dello spread denarolettera, anche per valori medi) e tempi di esecuzione della liquidazione”. In ogni caso le posizioni devono essere valutate caso per caso, a tal proposito l’Aduc si rende disponibile ad una valutazione delle posizioni sulla base della documentazione contrattuale. (www.aduc.it), oppure via mail ai seguenti recapiti: roma@aduc.it o brescia@aduc.it”


www.lucaroda.it


RUBRI c h e

L’

A

U

n

t

i

c

o

g

i

t

t

o

a cura di Edward Richard Battisti

LA NUBIA:

na zona a Nord del Sudan e dell’estremità meridionale dell’Egitto, che godette di grande prosperità e le cui terre sono ora in parte inondate, a seguito dalla costruzione del Lago Nasser nel 1971, ma la cui zona comprendeva all’incirca quella della Terza Cateratta. L’Egitto fu sempre attratto da questa regione, che sicuramente nel periodo protodinastico godeva di un clima più tropicale e quindi più accettabile, un cordone ombelicale, che trovò la sua apoteosi con l’intera XXV Dinastia con il suo fondatore Shabaka che regnò dal 712 a.c. al 698 a.c. e che era composta da soli faraoni nubiani e pertanto comunemente chiamata la dinastia dei faraoni neri. Con Shabaka ha inizio la Bassa Epoca (712-332 a.c.) immediatamente susseguente il Terzo Periodo Intermedio (1070-712 a.c.) e l’Egitto conosce una debole ricrescita. Già nel lontano 2600 a.c. la Nubia godeva comunque di una affermata civiltà, il Regno di Kerma, con una documentata presenza di ricchi villaggi e necropoli, ed una fiorente attività commerciale. Le mire espansionistiche dei due regni, portarono ad alterne fasi di dominio sulle rispettive terre, nel Medio Regno, Kerma fu più volte assediata dagli Egizi diventandone una città vassalla, ma alla caduta del Medio Regno, la Nubia iniziò una politica espansionistica verso settentrione, spingendosi fino alla attuale Assuan. Il momento di massima affermazione del Regno di Kerma, si ebbe al culmine del Secondo Periodo Intermedio (1650-1550 a.c.) prima della riunificazione dell’Egitto ad opera dei Faraoni della XVIII Dinastia. La fine di Kerma, si ebbe dunque con le campagne militari del Nuovo Regno, ed in particolare di Tutmosi I nel 1520 a.c. L’inesorabile successivo lento declino dell’Egitto prima della ripresa del periodo tolemaico, portò a sua volta all’affermazione di un altro regno nubiano, quello di Kush, le cui terre non sono ancora state stabilite con certezza, ma che pare includessero la zona dell’attuale Darfur in Somalia. La conquista dell’indipendenza di Kush, fu raggiunta nel 784

38

E

a.c. Le ripetute scaramucce belliche tra le due terre confinanti, non furono altro che l’ennesima dimostrazione che Nubia ed Egitto furono comunque sempre in qualche modo legate tra loro, fin dai tempi più antichi, proprio per le caratteristiche strategiche di questa terra considerata in definitiva, una sorta di anello di congiunzione tra l’Africa Nera ed il bacino mediterraneo. Le influenza della civiltà egizia risalgono infatti già al tardo Periodo Pre-Dinastico (3500-3100a.c.), e lo stesso nome Nubia deriva dall’egizio “NWB” che significa oro, per la presenza di numerose miniere del prezioso minerale. Pare comunque molto probabile che già prima della denominazione egizia, ci fosse in qualche modo una sorta di civiltà africana, dotata di una certa autonomia. Le terre nubiane furono a lungo insidiate dagli Assiri prima e dai Persiani poi, sotto il periodo tolemaico i rapporti furono buoni, non altrettanto invece con i Romani almeno agli inizi, con alcune rivolte contro le legioni romane di Cornelio Gallo, ma sotto l’Impero di Nerone, le relazioni furono molto buone e fu proprio in questo periodo che si hanno notizie di una spedizione romana organizzata per scoprire le origini del Nilo, che evidentemente costituiva già allora una curiosità assolutamente da svelare (Caput Nili quaerere) ed i due centurioni inviati, localizzarono con discreta approssimazione la possibile presenza delle sorgenti in Uganda. La definitiva cancellazione dello Stato di Kush, si ebbe nel 352 diventando uno stato vassallo del Regno di Axum, il cui re Ezana III si era nel frattempo convertito al Cristianesimo. La religione cristiana (Chiesa delle Cateratte) sopravvisse fino al 1317 , quando ormai l’Egitto era stato islamizzato da secoli. Come detto oggi la Nubia non esiste più. Del suo antico splendore ci rimangono solo le fonti egizie, di una regione che raggiunse un tempo grande prestigio, culminate ad esempio con le piramidi nubiane di Meroe, testimonianza di un periodo florido e di buona capacità costruttiva e le cui terre sono ora agglomerate nelle parte meridionale egiziana e quella settentrionale aggregata al Sudan.


EVENTS

BRESCIA

IL MANDORLO

IL MANDORLO Via San Faustino 9e Brescia

Ph Selene Zarcone

INAUGURAZIONE A Brescia dal 9 maggio il gusto del gelato ha un sapore sano e bio.. Dalla sinergia e sintonia professionale tra Fabio Tagliani e l’azienda Mo.Ca, leader da oltre 60 anni nel settore della selezione e distribuzione di materie prime per gelateria artigianale, pasticceria e panificazione é partito un nuovo progetto di locale, una novità assoluta per il territorio. Si tratta della neonata gelateria biologica di Brescia, la Numero uno di nome e di fatto sia per la storicità della location in cui è stata sviluppata, sia perché é di fatto il primo locale con queste caratteristiche in tutta la provincia di Brescia. Gelato Biologico, materie prime selezionate e certificate, un format consolidato e il know how di una azienda del settore come Mo.Ca sono il biglietto da visita con cui si presenta la Numero Uno. L’arredamento e i locali seguono il classico layout del format di Gelateria Biologica il Mandorlo, con la prevalenza di toni caldi e naturali e con un layout elegante e raffinato. “Ai coni e ai pozzetti” uno staff preparato e scelto con ogni attenzione sotto la guida della vera anima della Numero Uno, il vulcanico ed energico Fabio Tagliani che crede fortemente nel progetto e nella sintonia professionale (e non solo) con l’azienda Mo.Ca. Che altro dire? Vi aspettiamo per un buon gelato Biologico a La Numero uno di Brescia!

42


43


EVENTS

BRESCIA

OPEN SPACE CoWorking

www.openspacebrescia.it - info@openspacebrescia.it open space coworking brescia google plus: open space coworking brescia - ph. giulia le & benedetta vuong

INAUGURAZIONE E’ nato un nuovo concetto di lavorare in Team, un luogo dove scambiarsi idee, consigli ed esperienze. Un concentrato di professionisti specializzati nell’ambito della Comunicazione, Moda, Arte, Fashion, Web, Magazine e Make Up: Open Space CoWorking! Domenica 10 maggio 2015 è stato inaugurato il nuovissimo polo di talenti dove sviluppare progetti. E’ divertente e stimolante, dove l’Arte diventa esposizione, dove Magazine diventa APP, dove Make up diventa Bellezza e dove Moda diventa Agenzia. Non serve più cercare ma venire in Open Space Coworking per trovare tutte le soluzioni di start-Up e Promozione. Lo spazio è rivolto a tutti i profili che vogliono lavorare in squadra con tutti i comfort e servizi essenziali tra i quali: Wi-fi ultraveloce illimitato, sistema di condizionamento, sala riunioni, sala Meeting, sala Make up, sala Posa, Area ludica e Relax e soprattutto comodo per gli spostamenti, infatti la sede è ubicata in via Orzinuovi, n 10 a Brescia, a pochi metri dalla tangenziale, dal casello BS Ovest e Brescia 2. Ben servita, Mediaworld, Ikea, Auchan sono a 400 mt. Venite a trovarci o visitate il sito web e prenotate un’esperienza indimenticabile!

44


45


EVENTS

BRESCIA

OPERA - LIVE MUSIC

Ph Angela Cherie Ph Marta Pedrotti

& e

v

e

n

t

s

e

v

e

n

t

i

Giovedi 30 aprile si e’ tenuta la consueta cena Live Music organizzata da BresciaUp Events e Altaluna Eventi come ogni mese da dicembre a questa parte! In questa bella e nuova location in città chiamata Opera, grazie ai nostri partners e alla musica sempre rigorosamente anni 70/80 del mitico dj Domingo, i partecipanti hanno potuto cenare, ballare e ammirare le splendide ragazze che sfilavano per Ego Shop!! Tutto come sempre molto bello! Prossimo appuntamento Giovedi 21 Maggio da Premium Steakhouse!!! Un ringraziamento agli sponsor

P.zza Mons. Almici, 26 - Brescia

46


47


EVENTS

BRESCIA

AW Company Group, poliedrica società fondata e guidata da giovani imprenditori bresciani , mantovani e bolognesi, già attiva nel settore della gestione ed organizzazione di eventi di alta gamma, ha dato vita, in collaborazione con Kosmopea noto Brand di prodotti cosmetici organici, al nuovo ed innovativo marchio della cosmetica made in Italy “ALIZEE SKIN CARE”. La scelta strategica del progetto è quella di puntare su Soluzioni innovative (tra cui l’etno cosmesi), materie prime purissime, l’utilizzo di principi attivi ed eccipienti nobili esclusivamente di origine naturale, collocano e collocheranno la linea di cosmetici “ALIZEE” oltre lo standard qualitativo dei prodotti di largo consumo attualmente sul mercato. Le esclusive formulazioni della linea cosmetica “ALIZEE SKIN CARE” sono studiate e testate per ottenere un risultato garantito per ogni tipo di pelle ed ogni sua esigenza. Rappresentano per il mercato una vera innovazione nel campo della cosmesi naturale. Dal processo produttivo è stato bandito l’uso di materie quali: coloranti, peg, alcool, siliconi, petrolati, lauryl solfato di sodio, propylene glycol parabeni, profumi ipoallergenici.

48

I prodotti “ALIZEE SKIN CARE ” sono tutti dermatologicamente testati attraverso i più avanzati test, ad esclusione di quelli su animali, quali: nichel test, pac test, challenge test. I flaconi utilizzati in cui vive il prodotto, grazie alla loro caratteristica “No Air”, preservano la qualità dei principi attivi nobili garantendo uno standard qualitativo costante nel tempo di alta qualità. Ogni linea di “ALIZEE SKIN CARE” e contraddistinto da un colore e un numero per una facile individuazione Ogni asse della linea attinge a nomi dell’universo cosmico per la denominazione delle linee di prodotto; sono nomi di stelle, pianeti, galassia, costellazioni, satelliti ecc. che danno vita a questa innovativa linea di cosmesi ancora tutta da esplorare come i pianeti Tutto questo si è realizzato grazie ad un sogno imprenditoriale dei quattro soci: Antony Uberti, Water Soliani, Giovanni Apostolopoulus, Mario Balotelli Quest’ultimo noto personaggio nel mondo dello sport.


Ph Selene Zarcone

ALIZEE

ALIZEE Via Solferino, 57 25121, Brescia (Bs)

INAUGURAZIONE Domenica 26 Aprile, nasce il primo Store di Alizee, la cosmetica naturale che utilizza i principi attivi naturali infatti, i prodotti non contengono, coloranti, alcool, siliconi, peg, petrolati, laurylsolfati di sodio, parabeni. si tratta del primo Store che propone i prodotti di cosmetica MADE IN ITALY "ALEZEE SKIN CARE". Numerosi amici e clienti sono stati accolti dallo staff che ha illustrato e spiegato i nuovi prodotti.

49


EVENTS

BRESCIA

SMART - NON CAMBI MAI

Ph Selene Zarcone

REVOLUTION DI DESENZANO Una festa fra tecnologia, moda, cibo e musica dedicata ad un'auto simbolo della modernità. Mercoledì 20 maggio presso la bellissima sede Revolution by Linus di Desenzano si è tenuto un aperitivo in cui protagoniste d'eccezione sono state le nuove smart fortwo e forfour, le auto perfette per la città grazie ad un'agilità elevata, ad un raggio di sterzata ridotto, ad un comfort e una funzionalità mai visti, per non parlare della possibilità di parcheggiare ovunque con estrema facilità. Partner della serata: London Look by Magazzini F e Cover Store. Per maggiori info: boneragroup.it

50


51


EVENTS

BRESCIA

RADUNO LAMBORGHINI 1°

Sabato 25 e domenica 26 aprile si è svolto

RAID LAMBORGHINI LAGO DI GARDA

il 1 raid lamborghini del lago di garda

DAL 25/04/2015 AL 26/04/2015

,oltre 20 splendide fuoriserie della mitica casa automobilistica "Lamborghini" si sono date appuntamento come da progamma

1° 1°

al "Golf Country club Borgo Maghetto "

RAID LAMBORGHINI RAID LAGO LAMBORGHINI DI GARDA DIAL GARDA DALLAGO 25/04/2015 26/04/2015 DAL 25/04/2015 AL 26/04/2015

.Numerosissimi clienti ed avventori hanno potuto ammirare le splendide auto che hanno fatto sosta per l'aperitivo offerto dal DAMM ATRA

di Sirmione ,

la serata si è

conclusa presso "il Sestino " di Desenzano d/g . Il giorno successivo la carovana delle mitiche autovetture dopo la visita al parco Sigurta' di Valeggio sul Mincio ha concluso il 1 raid al ristorante San Marco di Borghetto . Un grazie particolare al Lamborghini Club Italia ed in particolare al presidente Signor

SABATO 18/04/2015 SABATO 18/04/2015 SABATO 18/04/2015 SABATO 18/04/2015 OREORE 11:00 SISTEMAZIONE|RADUNO 11:00 SISTEMAZIONE|RADUNO SABATO 25/04/2015 OREORE 11:00 SISTEMAZIONE|RADUNO 11:00 SISTEMAZIONE|RADUNO SABATO 25/04/2015 ORE 11:00 SISTEMAZIONE|RADUNO Nel magnifico “GOLF COUNTRY CLUB BORGO MACHETTO” SABATO 25/04/2015 ORE 11:00 SISTEMAZIONE|RADUNO Nel magnifico “GOLF CLUB BORGO MACHETTO” NelVia magnifico“GOLF COUNTRY CLUB BORGO MACHETTO” Grezze|Località MacheCOUNTRY o. Desenzano del Garda (BS) ORE 11:00 SISTEMAZIONE|RADUNO NelVia magnifico“GOLF COUNTRY CLUB BORGO MACHETTO” Grezze|Località MacheDesenzano o. Desenzano del Garda Via Grezze|Località Machetto. del Garda (BS) (BS) OREORE 12:00 APERITIVO “BORGO MACHETTO” 12:00 APERITIVO “BORGO MACHETTO” Nel magnifico “GOLF CLUB BORGO MACHETTO” Via Grezze|Località Machetto. Desenzano del GardaCOUNTRY (BS) ORE 12:00 APERITIVO “BORGO MACHETTO” ORE 12:00 APERITIVO “BORGO MACHETTO”

Via Grezze | Località Machetto. Desenzano del Garda (BS) ORE 13:00 PRANZO “BORGO MACHETTO” ORE 12:00 APERITIVO “BORGO MACHETTO” ORE 13:00 PRANZO “BORGO MACHETTO” ORE 13:00 PRANZO “BORGO MACHETTO” ORE 12:00 APERITIVO “BORGO MACHETTO” ORE 13:00 PRANZO “BORGO MACHETTO” ORE 16:00 PARTENZA VISITA “MUSEO MILLE MIGLIA” ORE 13:00 PRANZO “BORGO MACHETTO” ORE 16:00 PARTENZA VISITA “MUSEO MILLE MIGLIA” ORE 12:00 APERITIVO “BORGO ORE PARTENZA VISITA MILLE MIGLIA” ORE 13:00 PRANZO MACHETTO” Presso il 16:00 Museo della“BORGO Mille Miglia è “MUSEO conservato l’archivio delle auto d’epocaMACHETTO” che custodisce circa centotrentamila ORE 16:00 PARTENZA VISITA “MUSEO MILLE MIGLIA” Presso ilche Museo della Mille Miglia conservato l’archivio delle d’epoca che custodisce circa centotrentamila Renzo Castagneto e ilèNICOLIS suo staffDELL’AUTO, preservarono nelleauto diverse sedi dell’Automobile di Brescia,nel documen ORE 16:00 PARTENZA VISITA “MUSEO DELLA TECNICA, DELLA MECCANICA”Club documen che Renzo Castagneto e il suo staffDELL’AUTO, preservarono nelle diverse sedi dell’Automobile ORE 16:00 PARTENZA VISITA “MUSEO DELLA MECCANICA” o epoca. L’Archivio Storico Club con di Brescia,nel tu o il periodo 1927-1957. Potremo le famose auto che hanno faTECNICA, ORE 13:00 PRANZO “BORGO MACHETTO” Il museo racconta, attraverso la ammirare mostra di NICOLIS centinaia di automobili, motociclette eDELLA biciclette, l'evoluzione o epoca. L’Archivio Storico con tu o il periodo 1927-1957. Potremo ammirare le famose auto hanno Ilmezzi museo attraverso ladue mostra di centinaia di automobili, motociclette econtenitore biciclette, di competenza quale siche trovano le fa schede di iscrizione deil'evoluzione deimateriale di racconta, trasporto degli dell’organizzazione,tra ultimi secoli. E’ unoil spettacolare e modernissimo diconcorren cultura e , la, la materiale di competenza dell’organizzazione,tra il spettacolare quale si trovano leordini schede di iscrizione dei dei mezzi di trasporto degli ultimi due secoli. E’ uno e modernissimo contenitore diconcorren cultura e stampa con he, classifiche, di partenza, tabelle, rassegne corrispondenza con le scuderie e le Case automobilis di idee. Creato dall’ imprenditore veronese Luciano Nicolis, nel 2000. corrispondenza con leORE scuderie everonese le Case automobilis he,nel classifiche, di partenza, rassegne stampa con 16:00 PARTENZA VISITA “MUSEO NICOLIS DELL’tabelle, AUTO, di idee. Creato dall’ imprenditore Luciano Nicolis, 2000. ordini ar oli,giornali e riviste dell’epoca e i famosi “Numeri Unici”. Via Postumia. 37069 Villafranca di Verona. Viale della Bornata 123,S. Eufemia. oli,giornali e123,S. riviste dell’epoca eDELLA i famosi TECNICA, “Numeri Unici”. ViaarPostumia. 37069 Villafranca di Verona. DELLA MECCANICA” Eufemia. Viale della Bornata 123,S. Eufemia. Viale della Bornata 123,S. Eufemia. ORE 19:00 APERITIVO “DAMM ATRA” Piazza Unità D’Italia 16, Sirmione (BS) ORE 19:00 APERITIVO “BAR DAMM'ATRA" Via Colombare 164. Colombare di Sirmione(BS) ORE 19:00 APERITIVO “SQUARE-CIRCUS” Piazza Ma eo 23 Desenzano del Garda (BS) ORE 19:00 APERITIVO “DAMM ATRA” Piazza Unità D’Italia 16, Sirmione (BS) ORE 19:00 APERITIVO “BAR DAMM'ATRA" Colombare 164. Colombare di Sirmione(BS) ORE 19:00 APERITIVO “SQUARE-CIRCUS” Piazza Ma eo 23 Desenzano del Garda (BS) ORE Via 19:00 APERITIVO “DAMM ATRA” ORE 21:00 CENA “SESTINO BEACH” Live Kyra’s Music Kyra’s Band. Via Sirmione F. Agello 41A Desenzano del Garda(BS) ORE 21:00 CENA “SESTINO BEACH” Via Agello 41A del Desenzano del Garda(BS) ORE 21:00 CENA “SESTINO BEACH” Live Music music. F.Band. Agello 41AF.Desenzano Garda(BS) Piazza unità d’Italia 16, (BS) ORE 21:00 CENA “SESTINO BEACH” LiveVia Music Kyra’s Via F. Agello 41A Desenzano del Garda(BS) ORE 21:00 CENA “SESTINO BEACH” Music Kyra’s Via F.Desenzano Agello 41A del Desenzano del Garda(BS) ORE 21:00 CENA “SESTINO BEACH” Live music. Via F.Band. AgelloBand. 41A Garda(BS) ORE 23:00 SFILATA DI MODA MARCHIO LAMBORGHINI ZEYBRA “SESTINO BEACH”

ORE 23:00 DIDIMODA LAMBORGHINI ZEYBRA “SESTINO BEACH” ORESFILATA 23:00 SFILATA DIMARCHIO MODA MARCHIO LAMBORGHINI ZEYBRA “SESTINO BEACH” ORE 23:00 SFILATA MODA MARCHIO LAMBORGHINI ZEYBRA “SESTINO BEACH” ORE LAMBORGHINI ZEYBRA “SESTINO ORE23:00 23:00SFILATA SFILATADIDIMODA MODAMARCHIO MARCHIO LAMBORGHINI ZEYBRA “SESTINO BEACH” BEACH” ORE 21:00 CENA “SESTINO BEACH”

DOMENICA 19/04/2015 Live Music. Via F. Agello 41A Desenzano del Garda(BS) DOMENICA 19/04/2015 DOMENICA 19/04/2015 DOMENICA 19/04/2015 ORE 9:00 COLAZIONE “GOLF COUNTRY CLUB BORGO MACHETTO” ORE 9:00 COLAZIONE “GOLF COUNTRY CLUB BORGO MACHETTO” DOMENICA 26/04/2015 ORE 9:00 COLAZIONE “GOLF COUNTRY CLUB BORGO MACHETTO” ORE 9:00 COLAZIONE “GOLF COUNTRY CLUB BORGO MACHETTO” DOMENICA 26/04/2015 Via Grezze|Località o. Desenzano(BS) ORE 9:00 COLAZIONE Mache “GOLF COUNTRY CLUB BORGO MACHETTO” Via9:00 Grezze|Località o. Desenzano(BS) ORE COLAZIONE Mache “GOLF COUNTRY CLUB BORGO MACHETTO” ORE 23:00 SFILATA DI MODA Via Via Grezze|Località Machetto. Desenzano(BS) 10:00 A SCELTA: VISITA “MUSEO NICOLIS” O “SFILATA AUTO LUNGOLAGO” Grezze|Località Machetto. Desenzano(BS) OREORE 10:00 A10:00 SCELTA: VISITA “MUSEO NICOLIS” ONICOLIS” “SFILATA LUNGOLAGO” MARCHIO LAMBORGHINI ZEYBRA “SESTINO BEACH” ORE A SCELTA: VISITA “MUSEO OAUTO “SFILATA AUTO LUNGOLAGO” ORE 10:00 A SCELTA: VISITA “MUSEO NICOLIS” O “SFILATA AUTO LUNGOLAGO” ORE 10:00 VISITA “PARCO GIARDINO SIGURTA“ VISITA “MUSEO NICOLIS DELL’AUTO, DELLA TECNICA, DELLA MECCANICA”. ORE 10:00“MUSEO VISITA “PARCO GIARDINO SIGURTA“ VISITA “MUSEO NICOLIS DELL’AUTO, DELLA TECNICA, MECCANICA”. VISITA NICOLIS DELL’AUTO, DELLADELLA TECNICA, DELLA MECCANICA”. “MUSEO NICOLIS DELL’AUTO, DELLA TECNICA, DELLA MECCANICA”. ViaIlVISITA Cavour 1, Valeggio sulsul Mincio (VR) museo racconta, a verso la mostra naia di automobili, motocicle Via Cavour 1, Valeggio Mincio (VR) Il museo racconta, a verso la mostra naia di automobili, motociclee e e bicicle e biciclee,e,l'evoluzione l'evoluzionedei dei

26/04/2015 due secoli. E’DOMENICA uno spe e modernissimo contenitore mezzi di trasporto degli ul ulmimi mezzi di trasporto degli due secoli. E’ uno speacolare acolare e modernissimo contenitoredidicultura culturae edidi

ORE 13:00 PRANZO “RISTORANTE SAN MARCO” idee. Creato dall’ imprenditore veronese Luciano Nicolis, nelnel 2000. Luciano Nicolis, nel 2000. ORE 13:00 PRANZO “RISTORANTE SAN MARCO” ORE 9:00 COLAZIONE “GOLF COUNTRY CLUB BORGO MACHETTO” idee. Creato dall’ imprenditore veronese Luciano Nicolis, 2000. Nicolis, nel 2000. ViaLuciano Raffaello Sanzio, 10. Borghetto Valeggio sulsul Mincio(VR) Via Raffaello Sanzio, 10. Borghetto Valeggio Mincio(VR)Machetto. Desenzano(BS) Via Postumia. 37069 Villafranca di Verona. Via Postumia. 37069 Villafranca di Verona. Via Postumia. 37069 Villafranca diVia Verona. Grezze|Località

Via Postumia. 37069 Villafranca di Verona.

SFILATA D’AUTO LUNGOLAGO “ DESENZANO, SIRMIONE, PESCHIERA” SFILATA D’AUTO LUNGOLAGO “ DESENZANO, SIRMIONE, PESCHIERA” SFILATA D’AUTO LUNGOLAGO “ DESENZANO, SIRMIONE, PESCHIERA” SFILATA D’AUTO LUNGOLAGO “ DESENZANO, SIRMIONE, PESCHIERA” ORE VISITA “PARCO GIARDINO SIGURTA” Desenzano è il èpaese grande e popoloso deldel lago di Garda, unun centro assai apprezzato daidai giovani bresciani (e(enon solo) Desenzano èil ilpaese piùgrande grande e popoloso del lago Garda, un centro assai apprezzato dai giovani bresciani (e(e non Desenzano più e popoloso lago di di Garda, centro assai apprezzato giovani bresciani non solo) per Desenzano èpaese ilpiù paese più grande e10:00 popoloso del lago di Garda, un centro assai apprezzato dai giovani bresciani nonper solo) perper la vita no no urna cheche vi sivisvolge. unun bellissimo porto, probabilmente più grande deldel lago ViaHaCavour 1, Valeggio sul Mincioil(VR) solo) la vita urna si svolge. Ha bellissimo porto, probabilmente il più grande lagodidiGarda. Garda. Sirmione è il èpiù piccolo deidei tredei paesi, noto internazionalmente cheche per laper bellezza deldel suo centro storico, per lo paSirmione piccolo dei tre paesi, noto internazionalmente che per labellezza bellezza del suo centro storico, per losplendido Sirmione il èpiù piccolo tre paesi, noto internazionalmente per la suo centro storico, per losplendido paSirmione il più piccolo tre paesi, noto internazionalmente che la bellezza del suo centro storico, per lo norama cheche sipanorama ammira dalla sua Dasua visitare le famose rovine della villa deldel poeta Catullo edel celebri terme. splendido che si ammira dalla penisola. DaDa visitare leromane famose rovine romane della villa poeta Catullo norama sipanorama ammira dalla sua penisola. Da visitare le famose rovine romane della villa poeta Catullo ele le celebri terme. splendido che sipenisola. ammira dalla sua penisola. visitare le famose rovine romane della villadel poeta Catullo ORE 13:00 PRANZO “RISTORANTE SAN MARCO” e leecelebri terme. le celebri terme. Via Sanzio, 10. Borghetto sul l'estuario Mincio (VR) Peschiera è a è aaversata da da unRaffaello dedalo di canali cheche vanno a formare ilValeggio fiume Mincio, del lago Peschiera aversata un dedalo di canali vanno a formare il fiume Mincio, l'estuario del lagodidiGarda. Garda.Tra Tra numerosi canali sorge il cara storico deldel paese, circondato delle ben note mura . In ques ques numerosi canali sorge il caraeriseriso centro o centro storico paese, circondato delle ben note muradifensive difensive . In Peschiera faceva parte Verona Mantova e Legnago del famoso Quadrilatero. Peschiera faceva assieme a Verona Mantova e Legnago del famoso Quadrilatero. di molte ba baaglie essendo in un punto obbligato di di passaggio. DiDi q ui lele famose passato è stata alparte centro dia molte aglie essendo in un punto obbligato passaggio. q ui famoseforforficazioni ficazioni passato è stata alassieme centro costruite dagli austriaci, Peschiera faceva parte assieme a Verona Mantova e Legnago deldel famoso Quadrilatero. costruite dagli austriaci, Peschiera faceva parte assieme a Verona Mantova e Legnago famoso Quadrilatero. OREORE 13:00 VALEGGIO SULSUL MINCIO. 13:00 VALEGGIO MINCIO. ORE 13:00 VALEGGIO SULSUL MINCIO. ORE 13:00 VALEGGIO MINCIO.

Andrea Nicoletto. Arrivederci al prossimo anno ....

52

+39 +39 329 2472452 329 2472452 Facebook: Sestino Beach Facebook: Sestino Beach Via Agello 41 A41 | Desenzano (BS)(BS) | ITALY Via Agello A | Desenzano | ITALY info@sestinobeach.it | www.sestinobeach.it info@sestinobeach.it | www.sestinobeach.it


EVENTS

BRESCIA

DONNE TRA LE MANI EMOZIONI DA TUTTO ESAURITO Un San Barnaba gremito con posti in piedi e sold out già mezz’ora prima che i riflettori si accendessero sui protagonisti di #donne tra le mani, venerdì 17 aprile per la prima di uno spettacolo che parla soprattutto di empatia, verso la malattia, Ph...una malattia scomoda come il cancro.

L’idea nasce dall’esperienza condivisa da un gruppo di amiche che, confrontandosi su determinati aspetti della vita quotidiana o del profondo sentire che crea abissi tutti da esplorare, hanno pensato che il parlare di cancro con semplicità ma anche ironia, senza nascondersi, tra momenti e pensieri, potesse essere un modo per abbattere il pregiudizio, per creare quell’empatia tra chi è malato e chi gli gravita intorno. Sul palco otto donne bellissime, eleganti, con la testa incoronata da foulard, hanno raccontato otto diversi punti di vista, otto momenti. Frammenti di un tutto che non è facile svelare. In mezzo video, musica dal vivo con un quartetto di chitarre del Liceo Musicale e un inedito al pianoforte. L’amore è stato raccontato dall’unico uomo sul palco se non si contano i ragazzi. Quei figli che hanno dovuto fare i conti con mamme impegnate a combattere il mostro. La scenografia é stata curata dagli allievi dell’Accademia Santa Giulia. A presentare la serata e a prestare la sua inconfondibile voce Maddalena Damini, direttore artistico di Radio Brescia 7.

54


Fresco - Locanda pesce & pizza via Malta 16/A , Brescia 2 Zona Cavalcavia Kennedy Tel.030.63.63.837


EVENTS

BRESCIA

BIOKALE' 2015 Titolo evento Un compleanno davvero speciale, il 25esimo anniversario di Biokale Cosmesi , azienda che dal 1990 opera nel settore parrucchieri, in particolar modo nel nord Italia. Un grande Show in una storica e suggestiva cornice come il Teatro Ponchielli di Cremona, dove, più di 700 Acconciatori hanno assistito ad uno spettacolo davvero unico. L’Evento è iniziato con una performance della bravissima e bellissima violinista Anastasiya Petryshak che ha deliziato la platea con un assolo di Mozart , per poi lasciare il posto all’Equipe Biokale, che ha poi condiviso la pedana con l’ospite d’onore, lo stilista inglese Paul Falltrick, che con la sua professionalità e la giusta dose di eccentricità ha dato prova di grande capacità, con un gusto ed un eleganza che hanno piacevolmente coinvolto l’attento ed esigente pubblico in sala. La serata è proseguita nel rinomato locale Juliette di Cremona , dove la festa è continuata in un atmosfera gioiosa e coinvolgente.

56


: L’amministratore di Biokale Francesco Lampugnani ed i soci Alex Masseroni, Paolo Migliorati Evanio Garbelli e Giorgio Manenti colgono l’occasione per ringraziare tutta la clientela, per la fiducia riposta in Biokalè Cosmesi in tutti questi anni, con l’augurio di proseguire questo lungo cammino con lo spirito e la passione che ci ha contraddistinto in tutti questi anni. GRAZIE A TUTTI DI CUORE.

in collaborazione con l'accademia di Milano

57


58


59


60


UN GRANDISSIMO RINGRAZIAMENTO VA A TUTTI

VOI!


EVENTS

BRESCIA

CAFFE' N.2

Ph Selene Zarcone

Titolo evento Sabato 9 maggio si è svolta l ormai tradizionale festa presso il caffè n 2 di piazzale Arnaldo Festa di primavera con tema "l Abruzzo " . Gli ottimi drink e gli immancabili stuzzichini di "Luciano " e tutto il suo staff accompagnati dal Dj Roy hanno allietato i numerosi clienti . Ormai un appuntamento imperdibile per tutti l ' inizio estate si attende al caffè N 2 . AL PROSSIMO ANNO.....

62


EVENTS

BRESCIA

NON UN SEMPLICE COMPLEANNO Domenica 17 Maggio Emanuele, ha voluto ringraziere tutti i clienti per i primi dieci anni di attivitĂ che gli hanno permesso di ottenere il successo professionale. Il party ha avuto numerosi ospiti del mondo dello spettaccolo che hanno intrattenuto tutti i presenti, con performance musicali e la "Crew di JB", non peteva mancare un premio agli affezionati clienti. Ad accompagnare la giornata alla console, il noto Dj, Nicola Veneziani. EMANUELE PARRUCCHIERI VIA MARCONI 14L 25060 CELLATICA BRESCIA 030.27 72 387

63


EVENTS

BRESCIA

"PRE 1000" GAREDEPOCA PARTY Nella ormai suggestiva cornice del Museo Mille Miglia martedÏ 12 maggio ,2015 si è' svolta la festa prima della mitica corsa . Oltre seicento graditi ospiti hanno partecipato al party , gli organizzatori ringraziano tutti per la partecipazione e in particolar modo chi ha portato le auto di grande qualità ' . Lodevole il risultato del party

, gli organizzatori

diventare un appuntamento fisso . Appuntamento al prossimo anno www.garedepoca.com

64

si augurano che questo possa


65


EVENTS

BRESCIA

Fondazione ANT - DONNE inCANTO Sabato 9 maggio Fondazione ANT ha replicato per la quinta volta il successo con l’evento Donne in cANTo, il concerto tutto al femminile tenutosi al Pala Banco di Brescia e che ha visto 13 cantanti di fama nazionale alternarsi per dare voce alla solidarietà. Donne in cANTo è stato realizzato in collaborazione con Music Association, che ogni anno con grande impegno ne cura la direzione artistica, e con Radio Italia che ha trasmesso in diretta radiofonica l’evento. Da tutta Italia fan e sostenitori di ANT sono arrivati per gustare una manifestazione di alto livello artistico, impreziosita da: Noemi, Patty Pravo, Syria, Francesca Michielin, Silvia Mezzanotte, Suor Cristina, Anna Tatangelo, Paola Turci, Deborah Iurato, Claudia Megrè, Amara, Roberta Pompa e Simonetta Spiri. Il lato rosa della musica italiana si è riunito per sensibilizzare il cuore di tutti a sostenere Fondazione ANT, il più grande ospedale gratuito a domicilio in Italia che fornisce assistenza socio-sanitaria ai malati di tumore e organizza attività di prevenzione oncologica. Il ricavato dell’edizione 2015 sarà destinato proprio alla prevenzione con la realizzazione di visite gratuite per la diagnosi precoce del melanoma, che ANT porta avanti dal 2010 sul

66

territorio di Brescia. Fondazione ANT è presente a Brescia e in oltre 50 comuni della provincia dal 2001 e ha garantito assistenza e sostegno a oltre 3.500 sofferenti di tumore, grazie al lavoro di uno staff sanitario, composto da otto medici, cinque infermieri e una psicologa. Inoltre, dal 2010 ad oggi sono state offerte da ANT ai cittadini bresciani più di 1.000 visite gratuite per la diagnosi precoce del Melanoma. Il concerto è stato aperto da un pre-spettacolo, condotto da Alex Rusconi e Luana Vollaro, che ha visto la ginnasta Silvia Bravo, accompagnata da Stefano Vertigo, volare sul palco grazie tra colorati tessuti aerei. Hanno potuto poi mostrare la loro bravura al pubblico il gruppo Ladiesgang, che riproponendo canzoni come “Ho un sassolino nella scarpa”, hanno fatto rivivere gli anni dello swing. Alessandra Regosini, classificata al Festival di Ghedi 2014, ha passato il testimone alle grandi. Alle 20.45 Fiorella Felisatti e Gabriella Capizzi, speakers di Radio Italia, hanno dato il via alla manifestazione, trasmessa sia in diretta radio sia in streaming su radioitalia. it. La prima protagonista a salire sul palco è stata Noemi, che forte della sua partecipazione a The Voice, ha saputo riscaldare e animare il pubblico con i suoi pezzi di successo “Sono solo parole” e “Vuoto a perdere”. New entry di


Ph Federico Donne in cANTo è stata Silvia Mezzanotte, voce principale dei Mattia Bazar solista per l’occasione, ha incantato con le famosissime “Messaggio d’amore”, “Ti sento” e “Brivido caldo”. E’ toccato poi il turno della giovane emergente Claudia Megrè, che con la sua “Tatuami” sta prendendo il lancio verso il successo. Dopo un medley accattivante, Syria ha diviso il palco con la seconda classifica nelle Nuove proposte di Sanremo 2015 Amara. Insieme hanno proposto il brano di Ivano Fossati “C’è tempo”. Amara ha presento anche la sua bellissima “Credo”. Paola Turci ha colto l’occasione di Donne in cANTo per presentare il suo nuovo lavoro “Io sono”. Francesca Michielin ha fatto esplodere il pubblico interpretando il singolo, che sta spopolando nelle radio, “L’amore esiste” e ha chiuso con “Sola”. Il pubblico bresciano ha potuto riabbracciare la cantante di casa Roberta Pompa, pronta per lanciare il suo brano “Tutte le mie ragioni”. Roberta ha poi invitato Simonetta Spiri per intonare insieme l’inno “Quello che le donne non dicono” di Fiorella Mannoia; a seguire Simonetta Spiri ha cantato “A un km da Dio”. Standing ovation per la regina della musica italiana: Patty Pravo. Dopo aver annunciato l’imminente uscita del suo cd, Patty accompagnata da tre musicisti ha affascinato gli

spettatori con “E dimmi che non vuoi morire”, “La Luna” e “Pazza idea”. La giovane siciliana Deborah Iurato, vincitrice della scorsa edizione di Amici, ha interpretato i suo brani “Libere” e “Anche se fuori è inverno”. Il pubblico ha aspettato fino alle 23 l’inedito duetto, solo in esclusiva a Donne in cANTo e in onore di Fondazione ANT, formato da Anna Tatangelo e la talentuosa Suor Cristina. Le due artiste in questi giorni hanno dichiarato più volte sui social e alle radio la stima reciproca, e insieme hanno scelto di congedare gli spettatori presenti proponendo “Libera”, canzone portata da Anna al Festival di Sanremo di quest’anno. Lo straordinario successo di pubblico, entusiasta e caloroso fino all’ultimo, ha permesso a Fondazione ANT di poter parlare della sua missione solidaristica: Eubiosia (dal greco antico “la buona vita”), la dignità della vita preservata anche durante la malattia e fino all’ultimo istante di vita. Si può continuare a sostenere ANT con la donazione del 5x1000 (c.f. 01229650377) e ricevere informazioni presso gli uffici di Brescia al numero 0303099423, oppure mandando una mail a delegazione.brescia@ant.it. Per info: www.ant.it/lombardia.

67


EVENTS

BRESCIA

G&B, NEGOZIO PROGRESS

Ph G.F

INAUGURAZIONE DEL NUOVO PIANO UOMO Venerdì 15 Maggio l’ultimo store nato dalla mente dell’imprenditore Gianni Peroni - G&B Negozio Progress in via Gramsci 23 a Brescia - ha dedicato un evento per l’inauguazione del nuovo piano uomo, che ha raddoppiato i suoi spazi: Don Juan - Maestro d’amore. Sulle note della talentutosa Greta Gray un cocktail composto da note profumate con l’esperto di essenze Massimiliano Tamelli di Campo Marzio 70, le prelibatezze della trattoria Tamì e le bollicine della franciacorta con la rinomata cantina la Montina. Una serata all’insegna della seduzione, della malizia, dell’eleganza e del ben vestire. “Ci sono solo quattro domande che contano nella vita: cosa è sacro, di cosa è fatto lo spirito, per cosa vale la pena di vivere e per cosa vale la pena di morire. La risposta, ad ognuna, è la stessa: solo l’amore.” (Don Juan De Marco)

G&B Negozio Progress via Gramsci 23 - Brescia

progress@gebenegozio.it www.gebnegozionline.com

68


69


EVENTS

BRESCIA

SPRING/SUMMER

Ph Roberto Bambini

Premium Steakhouse

& e

v

e

n

t

s

e

v

e

n

t

i

Questa volta la Cena Live music Altaluna si e’ tenuta nella nuova Premium Steakhouse in via Lattanzio Gambara in citta’ dagli amici Ezio e Gaetano!! Nel nuovo locale specializzato in carne ,e non solo,Giovedi sera 21 maggio gli ospiti intervenuti hanno potuto cenare con un ricco menu’ fatto di aperitivo a buffet, risotto e picagna,tagliata al momento in sala e servita con patate fritte e vino rigorosamente rosso!!! Si e’ poi ballato la consueta musica anni 70/80 nonche’ cantato brani evergreen eseguiti dagli splendidi Ugo e Ettore!!! Ricordiamo inoltre la bella sfilata di abiti by Ego Shop e dei costumi da bagno di La Gatta ( Bs). Hanno alietato la serata anche le caricature e le performance acrobatiche di Alessandro Arrighini!! Thanks to:

70


71


E N o I Z Y LO D R E F

L

e r ic o di Fed a im r ep getto e n a s c e n t a il s o g n io s s d iv per i a pa lt im o egue u s ’ t o r s p e e e qu catti a. r im i s u a v it s mi ha dei p a ll e d i sone n r n e a p f i p r im er le afia “o fotogr ione p z la n e e t r t L’a edilige o a pr l portat to de to! amora o n h r in p e t p o e re e son e la st elocità v o mi … p a n ” ll m o le e e s t p nd el avid peo ma no a re d rley D s , a s e e t H r a o a p a r u rim plo Col ue r mia p ed es delle d e la r e o o t c d a s … n ers mo ono quist i e bik o a c ho ac a ciclist iniziat o t è stat o o questo h o m t mo uale o di q d i, lo t n n la o e e h v m con anc li e ato ssioni varieg o deg e a t d o p n t n e s o e ie m qu ivam el m ccess utte le rmi n t u ia s e c e n m i iz Co er la di serv nte p agli ruitore f prio. veicola o e r p m vivere o e c o a io r c e im fac sione o re v dappr mici, la pas a nizzat e a i g a r r r lt o u a e4 ult come delle 2 on la c i, con n n o n e d a n ia o sc m Da 4 i di Bre re legata al sionat u s lt a u e! Ed p c p a rlesqu u ustom c B la … re n d e SA. verso Pin-up che p e in U … i, d e s a i n is a m S eric dy on cu ruote oto am ività, con La lyepupe.it) c M & i. r rs tt Auto ww.bu k shop e co e un’a iniziar r upe (w o -13P w 2 & , (1 e ecco risce lesqu i Burly t r d S u b e e ll e m t t o b re rat Ste il no il 24 o mo se rescia ia e B z a ) iz ? ia n e c h re s ione h orga e fatic o di B a ediz im c s im n s lt a o r u B ’ ! L Le p l Pala unisia ne… gno a w in T o perso h S 14 giu 0 8 e 4 ik r B e p ara to il Sah 00 mo rtire 4 a p o t vis

FEDE

S

RICO

tudent e di ec onomia eredita e comm la pa ercio due r s s io n e pe uote r le e per dall’ing la foto ombra grafia nte ba chiama b bo (co abitualm m e lo panora ente). Ama miche viaggia e re p o r e Da qua e rtage d scattar lche m ei suoi e foto ese ha in cui viaggi. aperto posta d u s e e rvizi de pagine ruote s dicati a su Fac peciali ebook lle 4 ru … il n wood& o ote… m me di wheels u a n ! a sono Si… le di que luogo. gno e ste pa r g u in o e è te… sk Alcuni ate in suoi sc primo atti son di setto o già s re in Fr tati pu ancia e Grazie bblicat Germa a Fede i su riv n ia. , iste babbo certi di e figlio e s s e re spalla p o ssono c o n t ro collabo spalla r a re in ogni occasio ne.

72


73


N

A

F

R

U

N

Z

E

T

E

M O D E LLA D E L M E S E

ELENA FRUNZETE

E

L

E

Nata in Repubblica Moldova l’ 8 Marzo 1994 Vive a Brescia Altezza: 1,78 Occhi: verdi Capelli: biondi Diploma: parrucchiera Lavoro: Modella, Hostess Fiere e Barista Occupazione attuale: “Driver” presso SESTINO BEACH

74

R U B R I c h e


75


Il TIRO A VOLO, SPORT PER DONNE (QUELLE VERE).

I

l CUS Brescia, primo Centro Universitario Sportivo affiliato alla Federazione Italiana a Tiro a Volo vanta un primato invidiabile. Una concentrazione altissima di donne che si cimentano (e spesso battono i colleghi maschi) in questo affascinante sport. E si, perché è finito il tempo in cui il Tiro a Volo è di dominio maschile. Le donne si concentrano meglio, controllano l’arma con maggior elasticità, e con la determinazione di chi è spesso allo stesso tempo, mamma, moglie, padrona di casa e donna in carriera raggiungono eccellenti risultati. Sport per donne il Tiro a Volo, in cui la forza e la mascolinità dell’arma si uniscono alla grazia ed alla sensualità di un gesto femminile. Connubio perfetto. Non a caso Jessica Rossi, Medaglia d’Oro nel Tiro a Volo ai Giochi di Londra 2012 è oggi l’icona di questo sport. Lei che in se racchiude la freschezza e la bellezza femminile ma che in pedana si trasforma

in una tigre cinica ed affamata di vittoria. Un aneddoto. Il Tiro a Volo uno degli sport da sempre presente nell’Olimpiade dell’era moderna, ha sempre lasciato (maleducatamente) uomini e donne gareggiare insieme. O meglio fino a Barcellona 1992. In quel Olimpiade i pianeti si disallinenano. Una donna gareggia con gli uomini e battendoli vince l’Oro Olimpico, sorprendendo il mondo dello sport intero. Da allora (educatamente) uomini e donne gareggiano separati. Al CUS Brescia, Chiara, Roberta, Sabrina, Luisa, Barbara, e le altre ragazze sono mamme, professioniste, mogli, tutte unite dall’amore per le armi e per il tiro a volo. Si divertono, si arrabbiano, si impegnano, giocano duro e rispettano le regole, con un coraggio ed una passione che le rende uniche e meravigliosamente belle. Uomini tremate, le campionesse sono tornate ! #weareCUS

Info & Credits: tiroavolo.cusbrescia.it | tiroavolo@cusbrescia.it

76


di Federica Cocco

ALESSANDRO ARRIGHINI

A

lessandro “Maggic” Arrighini, artista, disegnatore, comico, acrobata ed altro ancora. Artista bresciano partito dalla “strada” ha fatto molta gavetta ma si è distinto per le sue qualità ed il suo talento. Conosciuto agli esordi prevalentemente per le sue capacità artistiche legate a spettacoli per famiglie e bimbi, è anche cresciuto professionalmente nel settore adulti con le acrobazie, le caricature, le interpretazioni nelle cene con delitto, a teatro come volpe nel “ Pinocchio” e tanto altro. Animatore fisso per location come Rocca di Lonato, due Colombe, Villa baiana ed altri, è anche collaboratore di Gardaland, Cameo ed altri grandi marchi. Negli anni ha lavorato con artisti di Zelig, striscia la notizia, colorado, ha partecipato come ospite fisso in diverse trasmissioni ma il suo più grande vanto è di essere stato allievo di Jango Edwards ( uno tra i clown più bravi e noti al mondo) e poi di aver lavorato con lui oltre ad aver stretto con lo stesso un rapporto di amicizia. Il curriculum è costellato di grandi collaborazioni, sempre in crescita, ma parlando con il nostro abbiamo capito che adesso è per Alessandro il momento della svolta, abbiamo quindi deciso di fargli alcune classiche domande.

78

Progetti per il futuro?

Molti, sicuramente a settembre un programma su un canale nazionale, nell’ immediato alcuni spettacoli, quello più importante Red Ball, con altri tre grandi artisti bresciani, spettacolo nel quale credo molto e di assoluta qualità.

Disegnatore, acrobata, comico, quale figura senti più vicina a te? Decisamente tutte, ma se dovessi scegliere, il disegnatore, quello è un talento naturale che non ho forse sviluppato come avrei dovuto, che mi accompagna sempre nel lavoro ma anche nella quotidianità; il comico, il clown è il risultato


4 / 5 LUGLIO 2015

Un piano di corsi completo per imparare e approfondire la propria attività nel settore dei matrimoni e dell’organizzazione di eventi. L’obbiettivo del corso è quello di fornire una preparazione completa a chi desidera avviarsi alla professione di Wedding Planner

di una ricerca non ancora conclusa ma è anche difficoltà, come fare le acrobazie, c’è molto lavoro, molta passione ma anche fatica.

Essere artista in Italia?

Essere artista in Italia è difficile più che in altri paesi, non si riconosce spesso la qualità dell’artista ed è uno dei pochi paesi al mondo dove con la scusa della pubblicità si chiede ad un artista di non pagarlo.... vi faccio una confidenza, gli artisti non mangiano pubblicità. L’italia resta comunque un paese meraviglioso che amo e che possiede in realtà tantissimi bravi artisti. Ultime tre domande, la cosa più bella di questo lavoro! Questo lavoro come altri ti regala momenti belli, come anche brutti, essendo però una scelta di vita ha la peculiarità di piacermi come professione, che non è una possibilità concessa a tutti, i momenti migliori sono collaborazioni con altri grandi artisti che ti regalano momenti di poesia e grandi amicizie che si creano.

In questa professione come ci si prepara?

Le possibilità sono molteplici, spesso ci sono stage a livelli diversi, quindi anche per professionisti che si incontrano con grandi maestri o tra di loro per scambiarsi informazioni, idee ed altro. Inoltre quando si lavora con altri artisti è importante guardare con attenzione per apprendere passagi nuovi, espressioni importanti, gag efficaci etc..

Per concludere, il tuo sogno?

Se dovessi sparare alto direi..... diventare uno degli artisti piu importanti del mondo! A parte gli scherzi mi piacerebbe essere ricordato come un artista capace e di qualità, l’idea è di diffondere maggiormente alcune situazioni che ho (una unica al mondo) portandole all’attenzione del grande pubblico. Vi saluto e aspetto tutti i vostri lettori a vedere il nostro nuovo spettacolo, red ball; un mix tra clown. Danza aerea, acrobatica, recitazione e grande illusione.

In collaborazione con :

4 / 5 LUGLIO 2015 - Verranno forniti tutti gli strumenti e le basi necessarie a svolgere la professione di wedding planner in completa autonomia. - Verranno analizzati tutti gli aspetti per la realizzazione di matrimoni, anche affrontandone le problematiche. Al termine del corso i partecipanti saranno in grado di gestire l’apertura di una propria agenzia, oltre ad acquisire le competenze per l’ideazione e la realizzazione di un matrimonio perfetto!


a cura di Lorenzo Tiezzi

G

I

A

N

L

Melly

U

C

A

P

I

G

H

I

Gianluca Pighi è da anni il punto di riferimento musicale di Qi Clubbing, il top club di Erbusco (BS). Più conosciuto all’estero & Editor che in Italia come produttoreFounder di house music di qualità, tra un party e l’altro al QI ed altrove, gestisce la sua label Mint Condition ed ha collaborato con top dj www. come Robert Owens, Kenny Bobien e Frankie Knuckles, Maurice Joshua, Oscar P, Terry Hunter mellystyle.com e Duce Martinez. A differenza di tanti colleghi (troppi?), Gianluca ama i fatti e non le chiacchiere ed è un vero professionista melissanina79@yahoo.it dell’audio, del suono, non solo della musica. Non per caso il sound system del privé di Qi Clubbing l’ha progettato lui.

D

J

D

E

L

M

E

S

E

Il dilemma dell’armadio...e il Garde - Robe Express

Qual è il pezzo da ballare che suoni più spesso nei club in L’essenziale questo periodo? trionfa sull’esagerazione:enigma quanto mai “Wek” di Fango, calzante per le“Heads donne Above” francesi.(remix di Maceo Plex) degli WhoMadeWho, “Coming Up For Air “(remix di Adam Port) di come “Elevation” riescono le (Filipe francesi, ad apparire sempre chic? ZootMa Woman, Narciso Remix) “Whitecosì Tiger” Come possiamo ,noi, applicare “quel non so che “al nostro dei Society

che non stanno bene, che non si usano e che sono di pessima qualità.Il vostro guardaroba dovrebbe essere composto di 10 capi principali.Procedete così: svuotate l’aramadio ed esaminate tutti gli abiti domandandovi: Mi

guardaroba ( e più in generale al nostro stile di vita)? Cosa c’è Primavera estate 2015. Che sound ti sembra stia funzionando di così entusiasmente e diverso nel loro guardaroba? in discoteca? Cercheròuna di rispondere a queste domande, ma procediamo C’e sempre grande confusione che contraddistingue il panorama nazionale… ed internazionale, basta guardare il con ordine. line up di festival. Da una parte ci sono suoni più elettronici Il punto di alla partenza riuscire a sconfi ggereparte quella e violenti legati dance ècommerciale, dall’altra agghiacciante l’armadio di abiti produzioni più tech,sensazione suoni crudidieavere diretti. A livello strapieno underground c’è invece un ritorno di produzioni house molto semplici, e non sapere cosa mettersi.Per far questo dobbiamo ricorrere molto anni 90. ad alcuni stratagemmi “immateriali”. La vera rivoluzione

piace ancora? Lo indosso? Riflette la mia personalità?

la consapevolezza di locale sé :senza onesta Che èci dici del QI Clubbing, a cuiuna sei valutazione profondamente legato? Gli anni passano e migliora sempre, il che è davvero della propria fisicità è impossibile essere eleganti. Una volta raro nel clubbing italiano (e non)? compreso nostro ,il vivente, portamento, è ciò amato, che può Quasi come se ilfosse unacorpo creatura il QI viene veramente faree la differenza: un In portamento regale curato, coccolato fatto crescere. questo credo checomunica Gino Liguori e Alda Civelli siano Maestri. Molti colleghi dovrebbero noncurante fiducia in se stesse ( che niente ha a che fare imparare o almeno guardare la cura e la meticolosità che l’altezzosità): una della donnasettimana. che si sente a proprio vienecon dedicata ogni giorno Le serate sono agio il diventa immediamnete irresistibile.A tutto mi sento di divertimento per il lavoro che dura 7 giorni su questo 7.

4.Tubino nero. Il più classico dei classici da ravvivare

aggiungere un tocco naturel: le francesi non amano essere Che stavi facendo un attimo prima di rispondere alle nostre appariscenti e mai e poi mai sosterranno di aver impiegato domande? orefinendo ad abbigliarsi : sono un equilibrio tra cura e Stavo una versione di una mia nuovaperfetto produzione.

8.Tacchi. Una scarpa con tacco nera e/o beige renderà

Detto questo , identifichiamo i capi indispensabili del Garde-Robe Express: 1.Blazer. Maschile ma con tocco femminile. 2.Trench.Va su tutto rende chic qualsiasi outfit. Rigorosamente in beige 3.Pull blue marine. La semplicità e la versatilità con i dettagli per non renderlo noioso 5.Giacca di pelle. Da scegliere rigorosamente aderente 6. Camicia bianca: Assolutamente immortale.Perfetta con qualsiasi abbinamento 7.Jeans. Estremamente versatili, ma ricordatevi che ogni donna deve riconoscere il proprio modello immediamente elegante ogni vostro look 9. Ballerine. Anche se gli uomini non le amano , noi le

naturelezza. adoriamo. Comode e alla moda Che stai facendo di bello a livello musicale in questo periodo? questa doverosa veniamononché agli armadi delle 10: Gioielli e bigiotteria. Le francesi non amano Sto Dopo producendo insieme premessa al mio socio amico donneBraghieri francesi. Idue nostri armadi di abiti ostentare quindi sialla ma mia con moderazione. insieme compagna... Ed il weekend Massimo singoli perscoppiano Polina Griffi th. che Sonononcomputer appena passato al Qi Clubbing il 15esimo compleanno braniindossiamo. commissionati da una major inglese, ovvero il lavoro Per gli armadi francesi si può parlare di Garde- Ora che abbiamo individuato per i capi irrinunciabili , sta a non manca, va curato in ogni dettaglio. Sto poi finendo tre del locale... che serata! Robe di un Infi guardaroba soli dieci noi, mettere in moto la fantasia , la creatività e il buon singoli per Express, altrettantecioè etichette. ne entro fiformato ne annoda abbiamo pezzi. perocreare combinazioni vincenti. Sperimentate un capo un accessorio che hai intenzione di indossare in programma di pubblicare un un mini LP deep afro soulful. C’ègusto giorno e notte quest’estate? Chiuderà una “fortunata” serie di releases per la Makin’ Niente panico, seguitemi e vi prometto che sarà un’autentica e soprattutto divertitevi...solo così amerete il vostro I miei anelli in tungsteno. Moves, la label che ha pubblicato 2 nostri singoli nel 2014. rivelazione. Il punto fondamentale è liberarsi di tutti i vestiti guardaroba e avrete sempre qualcosa da mettervi.

80

Se tu potessi andare in vacanza in questo periodo, dove andresti e perché? Andrei ad Austin (Texas), per il SXSW, un festival musicale incredibile.

Che consigli daresti ad un giovane dj? “Ti prego non fare il diggei!”, ovvero… Spesso aspettative CocoleChanel degli aspiranti dj sono troppo alte. Fare il dj non e’ un lavoro... e’ una fede.

Ci racconti una serata speciale che hai vissuto nelle ultime settimane? Sicuramente quella passata a casa senza telefono né

Che cosa stai per fare ora che hai finito questa intervista? Visto che sono le tre del pomeriggio, direi che è proprio ora di pranzare prima di tornare in studio... Ho fame!


Da Da Maggio.. Maggio..

..nuova ..nuova apertura, apertura, nuovi nuovi servizi! servizi! √ Sbiancamento √ Sbiancamento dentaledentale √ Epilazione √ Epilazione laser a diodo laser a diodo √ Ricostruzione √ Ricostruzione unghie unghie √ Smalto√ semipermanente Smalto semipermanente √ Trattamenti √ Trattamenti Estetici Estetici √ Trucco√ semipermanente Trucco semipermanente √ Trucco√ Spose Trucco Spose √ Abbronzatura √ Abbronzatura spray spray

Via Rose di Via sotto Rose 4C, di Brescia sotto 4C, - Tel. Brescia 366 1090332 - Tel. 366 1090332


R U B R I c h e

“Floreale? Per la primavera? Avanguardia pura!”. Questa è una delle battute più famose del film “Il diavolo veste Prada”. La frase in questione è pronunciata da Miranda Priestly, la temuta direttrice di Runway, interpretata magistralmente da Meryl Streep. Il concetto di associare i fiori alla primavera, o più in generale alla bella stagione, può sembrare in effetti una combinazione scontata, prevedibile ma per fortuna sembra che a diverse case di moda non dispiaccia e io personalmente, sono con loro. Una delle maison di moda più famose al mondo che celebra la bella stagione 2015 con la fantasia floreale è Valentino. La casa di moda italiana infatti, ha proposto per la moda maschile di questa Primavera – Estate 2015 di giocare con i fiori. Non dobbiamo assolutamente pensare alla classica fantasia hawaiana, ma ci troviamo difronte ad una stampa floreale più esotica, che richiama subito alla mente i giardini botanici, con fiori e boccioli. Questi elementi più delicati dell’universo floreale vanno ad impreziosire i già pregiati tessuti con i

VALENTINO

quali è stata realizzata questa collezione, caratterizzata da tagli e linee morbide, con le camicie che si allargano e frusciano. Un’intera linea che comunica e trasmette la freschezza e la leggerezza della bella stagione. Naturalmente la fantasia floreale è stata scelta anche da aziende di abbigliamento più low cost, in questo modo possiamo tutti giocare con i fiori e rendere più particolari i nostri outfit estivi. Se per voi indossare una t-shirt o un pantalone completamente floreale è troppo “forte”, potete sempre scegliere un capo che abbia solo qualche piccolo dettaglio di richiamo al mondo dei fiori. Personalmente mi sento di sconsigliarvi il total look floreale per non rischiare di ricordare troppo un gigantesco mazzo di fiori, però, se volete essere sicuri di non passare inosservati, potete anche osarlo, naturalmente a vostro rischio e pericolo. Non mi resta quindi che augurarvi un bella stagione ricca di stile e di fiori!

WOODEN ZARA

NIKE ZARA

82


Gabriele Giuzzi Fashion & Lifestyle Blogger www.smartdiamondstyle.com info@smartdiamondstyle.com

DEPOSITO DI BRESCIA via Oriana Fallaci, 27 Flero(Bs) cell. 335.6125024

Ristorante Pizzeria

La Pastorella dal martedì al venerdì una piacevole

PAUSA PRANZO

ZARA

H&M

Via Lunga, 24 Brescia Tel 030 310815 Pizzeria “La Pastorella”


Melly Founder & Editor www. mellystyle.com melissanina79@yahoo.it

Il dilemma dell’armadio...e il Garde - Robe Express L’essenziale trionfa sull’esagerazione:enigma quanto mai calzante per le donne francesi. Ma come riescono le francesi, ad apparire sempre così chic? Come possiamo ,noi, applicare “quel non so che “al nostro guardaroba ( e più in generale al nostro stile di vita)? Cosa c’è di così entusiasmente e diverso nel loro guardaroba? Cercherò di rispondere a queste domande, ma procediamo con ordine. Il punto di partenza è riuscire a sconfiggere quella agghiacciante sensazione di avere l’armadio strapieno di abiti e non sapere cosa mettersi.Per far questo dobbiamo ricorrere ad alcuni stratagemmi “immateriali”. La vera rivoluzione è la consapevolezza di sé :senza una valutazione onesta della propria fisicità è impossibile essere eleganti. Una volta compreso il nostro corpo ,il portamento, è ciò che può veramente fare la differenza: un portamento regale comunica noncurante fiducia in se stesse ( che niente ha a che fare con l’altezzosità): una donna che si sente a proprio agio diventa immediamnete irresistibile.A tutto questo mi sento di aggiungere un tocco naturel: le francesi non amano essere appariscenti e mai e poi mai sosterranno di aver impiegato ore ad abbigliarsi : sono un equilibrio perfetto tra cura e naturelezza. Dopo questa doverosa premessa veniamo agli armadi delle donne francesi. I nostri armadi scoppiano di abiti che non indossiamo. Per gli armadi francesi si può parlare di GardeRobe Express, cioè di un guardaroba formato da soli dieci pezzi. Niente panico, seguitemi e vi prometto che sarà un’autentica rivelazione. Il punto fondamentale è liberarsi di tutti i vestiti che non stanno bene, che non si usano e che sono di

pessima qualità.Il vostro guardaroba dovrebbe essere composto di 10 capi principali.Procedete così: svuotate l’aramadio ed esaminate tutti gli abiti domandandovi: Mi piace ancora? Lo indosso? Riflette la mia personalità? Detto questo , identifichiamo i capi indispensabili del Garde-Robe Express: 1.Blazer. Maschile ma con tocco femminile. 2.Trench.Va su tutto rende chic qualsiasi outfit. Rigorosamente in beige 3.Pull blue marine. La semplicità e la versatilità 4.Tubino nero. Il più classico dei classici da ravvivare con i dettagli per non renderlo noioso 5.Giacca di pelle. Da scegliere rigorosamente aderente 6. Camicia bianca: Assolutamente immortale.Perfetta con qualsiasi abbinamento 7.Jeans. Estremamente versatili, ma ricordatevi che ogni donna deve riconoscere il proprio modello 8.Tacchi. Una scarpa con tacco nera e/o beige renderà immediamente elegante ogni vostro look 9. Ballerine. Anche se gli uomini non le amano , noi le adoriamo. Comode e alla moda 10: Gioielli e bigiotteria. Le francesi non amano ostentare quindi si ma con moderazione. Ora che abbiamo individuato i capi irrinunciabili , sta a noi, mettere in moto la fantasia , la creatività e il buon gusto per creare combinazioni vincenti. Sperimentate e soprattutto divertitevi...solo così amerete il vostro guardaroba e avrete sempre qualcosa da mettervi.

Elisa Lubrani

84


Realizziamo e promuoviamo i tuoi eventi

Studiamo strategie di marketing dv.it uessea v.it .d w w w d uessea info@d


R U B R I c h e

A PROPOSITO DI...

CELIAChIA Ricetta di Mariapia Gandossi

Sole Rustico PANE E FOCACCE INGREDIENTI -500 g di farina per pane; -100 g olio e.v.o. -200 g VINO BIANCO TIEPIDO. -Sale q.b.; - Lievito

PREPARAZIONE 1 Preparare l’impasto 2 Stendere il primo impasto su carta forno, dando la forma di un cerchio. 3 Sul primo strato distribuitevi un po’ di pangrattato (serve ad assorbire l’umidità dei ripieni ed a mantenere asciutta la sfoglia!), poi mettere il ripieno, prima al centro e poi lungo il bordo. 4 Coprire con la seconda sfoglia e chiudete bene il bordo. 5 Con i rebbi della forchetta punzecchiare il centro che presserete con l’aiuto di un piattino. 6 A questo punto tagliate il bordo a fette di due cm, l’una circa, poi il bordo di ogni fetta rigiratelo fino a dare la forma, come visto al corso. Infornate a 180° per circa 30 min. Per il ripieno potete sbizzarrirvi come volete: spinaci o erbette con ricotta, prosciutto ricotta e crescenza, verdure e squaccherone ecc.

86


STUDIO PIU


QUANDO PRENDI UN CANE... Cari amici, questo mese parliamo di razze, non entriamo subito nel dettaglio di ognuna di esse perché lo faremo negli articoli a seguire, indicando il tipo di educazione più corretta per ognuno di loro. Oggi ci limitiamo a definirli per grandi categorie. Al mondo ci sono 450-500 razze riconosciute, e più di 500 che non sono riconosciute. La razza è il frutto della selezione umana di tratti morfologici o di attitudini caratteriali … questo tipo si selezione ha determinato un range comportamentale ed estetico abbastanza definito. Le persone tendono a scegliere il cane in base al proprio gusto estetico, ma questo può determinare non pochi problemi, quindi prestate attenzione alle attitudini di razza!! Quando prendi un cane: • Fai domande circa la categoria alla quale appartiene (se si tratta di un cane fantasia cerca di capire da che mix è incrociato) • chiedi che tipo di attività fisica è propenso a fare e la quantità minima richiesta per mantenerlo in un

88

oppure presso la struttura in Via Roma, 84, 25060 Collebeato BS Telefono:030 251 0727

buono stato psicofisico (Es. Mastino: ESERCIZIO NON TROPPO) •Cerca di capire chi alla fine dei conti avrà l’onere di gestirlo, quanto tempo ha da dedicargli e che tipo di persona è (dinamico, pigro…) scegli in base alle caratteristiche della razza Es. I Cani Spitz sono più vicini al lupo. Versatile, cani multitasking hanno bisogno di molti stimoli. • non farti influenzare dai consigli di vicini di casa, degli amici o dei libri molto datati ( le nuove scoperte scientifiche in tema di educazione ed allevamento sono recentissime massimo 7\8 anni fa. Se puoi chiedi sempre ad un esperto. Non importa da dove i cani provengano o quello per cui sono stati allevati, La cosa importante da sapere è che tutti hanno gli stessi istinti che vanno tutelati e rispettati: 1 istinto di Caccia (Attenzione ai movimenti Attenzione ai suoni) 2 Istinto materno 3 Istinto riproduttivo


4 Istinto al procacciamento del cibo 5 Dormire ( i cani dormono circa 16 ore al giorno!!) 6 Il contatto sociale Il cane DEVE socializzare con altri cani o diventerà aggressivo, o insicuro. 7 Annusare per esplorare e comprendere il territorio ( COMPRESE URINE E FECI DEGLI ALTRI CANI!!) USO ERRATO DEL CANE 1 Fargli del male ( il collare a strangolo fa male al cane non è vero che il cane sul collo non sente nulla) 2 Continuare a dare ordini, che lo portano alla frustrazione e depressione, nervosismo, e allo stress cronico 3 Non consentirgli di incontrare altri cani 4 Trattarlo come un bambino 5 Tenerlo fuori casa da solo per più di 8 ore In italia è stata fatta una divisione dellle razze divisa in 10 gruppi: Cari amici ci vediamo il prossimo mese con lo studio educativo dei pastori e bovari.

89


Coco et La vie en Rose Carissime lettrici di BresciaUp, rieccoci al consueto appuntamento con la Moda su BresciaUp Magazine. Oggi vi presenterò due tendenze molto hot di questa PE2015, e non vedo l'ora di sapere cosa ne pensate!

Royal blue t-shirt dress per un outfit sporty chic con sneakers e borsa in pizzo, occhiali da sole specchiati Italian Independent. Oggi la vostra amica fashion blogger ha giocato un po' a fare la teenager in questi scatti di streetstyle.

Come creare un outfit sporty chic? Un look sporty chic non è semplicemente un look sportivo molto carino. Nasce infatti dal contrasto tra l'utilizzo di capi/accessori sportivi e capi/accessori glam. Il tocco chic nel mio look sporty è dato dagli accessori in pizzo nero, in contrasto con il taglio sportivo del royal blue t-shirt dress. In uno dei miei prossimi look vi mostrerò come creare un outfit sporty chic abbinando scarpe sportive ad un abitino chic.

90


RUBRI c h e

Ne è prova il mio royal blue t-shirt dress: il blu acceso si conferma tra le tendenze moda preferite da fashion designer e icone di stile. A partire da Re Giorgio, che al Royal Blue, ma anche a tutte le altre tonalità di blu, ha dedicato la collezione Emporio Armani PE 2015. Sarah Jessica Parker - alias Carrie Bradshaw - è stata avvistata alla scorsa NYFW con un meraviglioso trench royal blue di Calvin Klein Resort 2015. Sembra inoltre che tra i primi colori sold out di Adidas Superstar Supercolor by Pharrell Williams sia stato proprio il royal blue. Insomma, ci piace.

Ora ditemi fashion friends: che ne pensate delle tendenze moda sporty chic e royal blue? Come create i VOSTRI outfit sporty chic? Come vi piace abbinare il royal blue?

Vi invito a seguirmi su FB (Pagina Coco et La vie en rose), Twitter&Instagram (@cocolavieenrose) per non perdervi nessuna fashion news. Trovate i miei articoli fashion e beauty su www.cocoetlavieenrose.com.

Grazie e a presto! Coco Coco et La vie en rose Fashion & Beauty blog di Valeria Arizzi www.cocoetlavieenrose.com

91


La Chicca Io lo faccio innamorare ChiccaBaroni

Il trono

baroni.chicca@gmail.com

Per un uomo e una donna avere un unico bagno è pratico e comodo quanto condividere lo stesso filo interdentale. Che lo usino insieme, o uno dopo l’altro, ci sarà uno dei due che uscirà più provato/a dall’esperienza. Per l’uomo il bagno è un luogo di raccoglimento. Una celebre scultura di Rodin raffigura un tale alla toilette, assorto nei suoi pensieri, probabilmente nel tentativo di ricordare dove aveva messo il giornale e lamentarsi dentro di sé per non essersi ricordato prima di portarsi in bagno il nuovo catalogo IKEA 2015. Sappiate che ogni azione eseguita in bagno da un uomo esige totale concentrazione, motivo per cui escono sempre trafelati dalla toilette. Deve essere stancante nonché snervante rimanere nella stessa posizione per più di 20 minuti non si sa a far cosa ( riviste e giornali non ne hanno) tanto che le formiche ai piedi ormai hanno formato una colonia. Nell’uscire dalla stanza da bagno, sudati con il volto sfatto dalla fatica, gli si pone una semplicissima domanda, è finita la carta igienica? L’uomo, dato che non pone la minima attenzione, nemmeno casuale in quello che lo circonda, qualunque cosa sia escluso un paio di chiappe, risponde sornione con un : Non lo so! Ma come non lo sai?!? E’ stato chiuso lì dentro 20 minuti della sua inutile vita senza giornali, senza riviste, lo shampoo è uno ed essendo naturale e biologico ha tre ingredienti, stessa cosa il bagnoschiuma quindi aveva ben poco da fare lì dentro… e la carta igienica mi auguro che l’abbia usata, come diavolo si fa a non ricordare se era finita o meno in una frazione di secondo? Abbiamo un principio di Halzaimer o è solamente

92

superficialità? Come si riesce a vivere senza il minimo interesse casuale sul mondo che ti circonda, non tanto per una questione di rispetto nei confronti di chi necessita del wc dopo, dando per scontato che chi c’è stato prima abbia lasciato della carta igienica o almeno messo un altro rotolo accanto ( cambiarlo sarebbe troppo difficile per un uomo, fateci caso; piuttosto tirano fuori dal mobile un altro rotolo per non lasciarvi senza, ma mai che tolgano quello terminato per scambiarlo col nuovo e buttare quello da eliminare; non so che problemi abbiano, non è una perdita di tempo dato che dal bagno escono anche loro, non cambia molto uscire a mani vuote o con un rotolo di carta igienica finito). C’è proprio una grossa differenza di fondo, innanzitutto la donna se divide il bagno con un uomo qualunque cosa debba fare là dentro apre 2 rubinetti, la ventola, doccia, phon e radio, tutto questo per eliminare i rumori e rendere insonorizzata la stanza da bagno. Figuriamoci rimanere lì 20 minuti in silenzio! Andrebbe fuori di testa pensando a quello che potrebbe pensare l’uomo sapendola lì dentro. Quasi fossi un reato avere dei bisogni fisiologici. Faccio la spavalda ma io sono una di quelle che il rubinetto e la doccia sono le prime cose che apro appena varcata la soglia. Però c’ è da dire che con tutti gli uomini con cui ho condiviso un bagno, nessuno ha mai osato chiedermi cosa avessi fatto … forse non interessa nemmeno a loro, allora perché farci mille paranoie per nulla? Andate in bagno serene, ma ricordatevi di lasciare sempre la carta igienica, non vorrete avere il dubbio sul fatto che il vostro partner l’abbia usata o meno…

R U B R I c h e


S y s t e m I n t e g r a t o r IntegratoriDiTecnologia

SOLUZIONI AUDIO SISTeMI DI ILLUMINAZIONe SOLUZIONI VIDeO SISTeMI DI SIcUreZZA NOLeGGIO DI VIDeO e GrANDI ScherMI A LeD

Area Sistemi S. r. l. Via Artigianale 53 25010 Montirone (BS) info@areasistemi.pro www.areasistemi.pro

63


Specialità Pesce di mare

"Il coraggio delle decisioni è fra le righe delle tue passioni"

Laguna blu ti aspetta per festeggiare insieme i tuoi momenti felici ! Chiamaci per organizzare matrimonio, cresima, battesimo, compleanno..

Via S.Zeno, 7625100 Brescia TEL. 030 222233 info@ristorantelagunablu.it www.rostprantelagunablu.it CHIUSO IL LUNEDÌ Seguici su facebook per tenerti sempre aggiornato sulle nostre promozioni


OROSCOPO DEL MESE è un mese di riflessione, nonostante tu sia più abituata a seguire l’istinto senza pensarci due volte. Valuta una situazione ambigua, non accettare compromessi con un Capricorno.

alti e bassi dell’umore dovuti all’instabilità del periodo. Ami controllare tutto, un clima agitato poco si confà alla tua natura. Ritrova un centro di gravità permanente con weekend in mezzo la natura.

n o n m e t t e re l a p o l v e re s o t t o a l tappeto. Da agosto i nodi potrebbero venire al pettine, previeni eventuali tempeste ora.

non prendere decisioni importanti a metà mese, rimanda tutto gli ultimi gior ni quando sarà più facile fare ordine.

prudenza i primi gior ni del mese, quando ancora i nervi potrebbero essere tesi sia in famiglia che per ragioni pratiche. Ritrova la pace con una Vergine. qualcosa ti inquieta, risolvi un problema che ti trascini da mesi, chiarisci con un Sagittario, non rimandare una visita medica.

risparmia le energie, è un mese in cui è meglio fare poco e investire nel futuro. Risultati inaspettati sono in arrivo. Scegli Gemelli e Scorpione, evita un Pesci. tieni a freno pessimismo e insicurezza, tra i tuoi più grandi nemici. Solo confidando nelle tue mille risorse potrai sentirti nel posto giusto, al momento giusto. tanta agitazione potrebbe offuscare le idee. Aspetta giugno per prendere una decisione. Sì a uno Scorpione, no con un Acquario.

s e i u n a ro c c i a q u a n d o s i t r a t t a d i l a v o r a re m a n e i w e e k e n d d e l mese potresti risentire di una certa spossatezza. Cura l’alimentazione e scarica la tensione passeggiando in mezzo alla natura.

tieni a freno le spese, è un periodo di mantenimento più che di rischi. Ma con un po’ di creatività saprai come stringere la cinghia togliendoti qualche sfizio.

fatti consigliare da un esperto riguardo una questione finanziaria o legale e cerca di concludere entro agosto. Sfoga la tensione con uno sport acquatico.

RUBRI c h e


Gli appuntamenti di Giugno:

5 giugno

Massimino delle Iene, Mtv Award e Dj Yassin del grande fratello

11 giugno

musica, animazione e Karaoke con Alessandro Righetti

13 Giugno

Dj set con Beppe Marini

20 giugno

presentazione nuovo singolo Pay & White vs Dj Beppe Marini

26 giugno

musica dal vivo con Travaglia Group

27 giugno

Dj Set con Beppe Marini e degustazione vini delle cantine Oxenreiter tutti gli eventi dalle 19 all’ 1


F O T O G R A F I E SERGIO CORBELLI

S

ergio Corbelli nasce a Sellero il 30 luglio del 1955, figlio di terra camuna, profondamente radicata nel suo cuore e nella sua mente. Fin da ragazzo si sente attratto dalla fotografia e si esercita con semplici strumenti fotografici, durante le lunghe passeggiate sulle vette e nei rifugi. Ciò che più lo affascina è la semplicità, e fa suo il motto di un comune amico “ stravedo per la normalità”. Corbelli si rende conto della propria diversità da altri fotografi, poiché non affida solamente al mezzo meccanico la riuscita dei propri scatti, bensì le sue fotografie sono frutto di istantanee della mente e del cuore, alle quali abbina la propria conoscenza tecnica dello strumento fotografico. Lasciando la sua adorata Valcamonica,trasloca a Brescia ove si Diploma all’ISEF ed inizia il suo percorso fotografico in ambito sportivo,al seguito di atleti che allena come velocisti, per la società Atletica Brescia 1955. Tra il 1992 ed il 2000 espone alcune opere in mostre fotografiche, di genere naturalistico -paesaggistico, in Catalogna( Girona e San Feliu de Guixols). Agli inizi degli anni 2000 partecipa al concorso comunale bresciano “Le Calchere sulla linea del cielo”, ove ottiene una segnalazione di merito per

18

l’originalità dell’opera esposta. Nel marzo 2007 apre la sua prima personale intitolata “Le stagioni della Vita” presso il sito cluniacense di S.Pietro in Lamosa, sul lago d’Iseo. Nel 2008 apre una seconda personale presso la Sala Mazzotti del Museo Mille Miglia di Brescia, ove ha l’occasione di conoscere e di venir notato dal noto fotografo bresciano Modenesi con il quale parteciperà come fotografo al seguito della MilleMiglia. Nel 2010 alcuni equipaggi richiedono a Corbelli dei book, grazie all’originalità con la quale realizza i propri lavori: verrà particolarmente apprezzato dalla casa automobilistica BMW , ai piloti della quale, donerà book fotografici-ricordo. Nel 2011 allestisce una personale itinerante, esponendo i propri scatti nelle boutiques più prestigiose della città,in Piazza Vittoria e nello storico Bar Impero. Il 2011 è altresì l’anno dell’allestimento ai vari piani dell’Hotel Vittoria di una mostra fotografica, sempre per la casa automobilistica BMW, che ivi alloggia, e dell’incontro con BresciaArte, per la quale esporrà nei due anni successivi in due collettive presso l’Hotel Master, nuovamente all’Hotel Vittoria,a Rodengo Saiano, a Villa Lechi ad Erbusco in occasione di Vinitaly,a Villa Mazzucchelli . Verrà chiamato dal conosciutissimo Rolando


Aliprandi Via Mandolossa, 25 Gussago (BS) Tel. 0302520077 Fax. 0302521036

www.aliprandi.com

Giambelli, durante il Beatles Day, ad allestire un fondale, quale scenografia al concerto del musicista Marco Zappa, a Montichiari. Numerose immagini riguardanti il territorio bresciano sono state poste a corredo di articoli, sui siti Brescialeonessa e Bresciacity. Tra gli anni 2011 e 2014 partecipa a concorsi indetti dal Museo nazionale della Fotografia, venendo ripetutamente premiato e di Oasis. Sempre nel marzo 2014 l’incontro con l’editore Marco Serra Tarantola, il quale, apprezzando le immagini di Corbelli,suggerisce di dare alle stampe, una raccolta fotografica di un libro chiamato “CLICK”, che vedrà la luce nel novembre 2014: 135 scatti di tematiche diverse,ove Corbelli mostra la sua abilità nell’impiego del colore, del bianco e nero, del seppiato e delle tecniche a colori elaborate in post produzione. Saranno lo stesso editore ed il regista Marco Preti a curare la prefazione. Nel marzo 2015 viene contattato dal noto gallerista Cecconi per esporre a CremonArte 2015 ove è apprezzato anche dal critico d’arte Guarneri. Attualmente sono in atto contatti con altri galleristi milanesi perché l’opera di Corbelli possa essere a disposizione dei visitatori dell’Expo. Fino al 15 maggio 2015, è aperta una personale in Corso Mameli con l’appoggio dell’Assessorato alla Scuola ed il Comitato Mercanzie di Brescia.


“la stanza da bagno del viticoltore biodinamico” al via la prima edizione del concorso di interior design promosso da eera soluzioni in pietra per l’architettura Parte ufficialmente il concorso di interior design lanciato da EERA soluzioni in pietra per l’architettura, con il patrocinio della Facoltà di Design e Arti della Libera Università di Bolzano. Architetti e designer sono invitati a ideare un ambiente bagno ispirandosi ai valori che guidano il lavoro del viticoltore biodinamico, come la sostenibilità ambientale, il rispetto per la natura e l’eccellenza del prodotto finale. Una giuria composta da cinque esperti del settore selezionerà il progetto vincitore, che sarà presentato in occasione della fiera leader del settore marmo Marmomacc (Verona, 30 settembre – 3 ottobre) e installato presso il prestigioso showroom EERA a Sega di Cavaion (VR).

È

on line da oggi il bando “la stanza da bagno del viticoltore biodinamico”, prima edizione del concorso di interior design bandito da EERA soluzioni in pietra per l’architettura – unico atelier italiano dedicato alla pietra per il mondo wellness, Spa e bagno – con il patrocinio della Facoltà di Design e Arti della Libera Università di Bolzano. La partecipazione è gratuita e c’è tempo fino al 1 giugno per aderire al progetto, che si rivolge a tutti gli architetti e designer, invitati a ideare un ambiente bagno dedicato alla figura, oggi così attuale, del viticoltore biodinamico: un progetto che dovrà quindi ispirarsi alla sostenibilità, al rispetto per la natura, alla qualità del materiale e della sua lavorazione, e che ha come obiettivo quello di comunicare la bellezza e il potenziale del marmo nell’architettura degli interni, in modo particolare nell’ambiente bagno. Sarà una giuria di qualità a valutare i progetti e decretare il vincitore, composta da: Kuno Prey (presidente della giuria), professore di product

20

design presso la Facoltà di Design e Arti della Libera Università di Bolzano e ideatore del concorso; Oscar Colli, co-fondatore e editorialista de Il Bagno Oggi e Domani, membro dell’Osservatorio Permanente del Design, presso ADI; Alessandro Lolli, direttore di Design Context; Alessandro Marata, presidente del Dipartimento Ambiente e Sostenibilità del Consiglio Nazionale Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori; Alberto Salvadori, art director EERA soluzioni in pietra per l’architettura. Il progetto vincitore verrà realizzato da EERA in stretta collaborazione con il suo ideatore nei mesi di luglio e settembre 2015 e sarà installato presso lo showroom di Sega di Cavaion (Verona). In concomitanza con la fiera leader del settore marmo Marmomacc (30 settembre – 3 ottobre 2015), si terrà la proclamazione alla presenza dei media e del pubblico internazionale della fiera. In quell’occasione saranno presentati anche i disegni degli altri progetti pervenuti. L’iniziativa nasce dalla volontà di EERA soluzioni in pietra per l’architettura, azienda nata dalla


passione e dall’esperienza Cev Marmi&Graniti per la lavorazione della pietra, di coinvolgere gli “addetti ai lavori” in un progetto che sia in linea con i propri valori. Lo showroom EERA è un luogo di incontro per architetti e designer. Un vero e proprio laboratorio di conoscenze e progetti, dove la materia prima trova la sua massima espressione in creazioni uniche: qui sono presenti sei “ambienti bagno” e una zona wellness realizzati in pietra naturale, qui si possono scoprire le ultime novità del settore, con la possibilità di incontrare partner ideali per realizzare progetti insieme. Un luogo dove la pietra da materia prima diventa “elemento primordiale”, versatile e dinamico, da cui scaturiscono vere e proprie opere d’arte. Un materiale durevole e sostenibile, che permette di realizzare creazioni di eccellente qualità estetica e funzionale. Spiega Andrea Crescini, direttore commerciale di EERA ed esponente di terza generazione della famiglia fondatrice: «Con questo bando, che premierà il progetto più moderno e armonioso di una stanza da bagno contemporanea, ci proponiamo

di trasmettere tutta la potenzialità e i vantaggi dati dall’utilizzo della pietra, coinvolgendo i creativi in un’iniziativa che non è solo un concorso, ma anche un’occasione di confronto e di collaborazione attraverso un tema originale e di grande stimolo». «Il tema del bando, “la stanza da bagno del viticoltore biodinamico”, è nato ispirandomi ai valori che guidano l’azienda Cev e il suo showroom EERA» spiega Kuno Prey. «Il viticoltore biodinamico coltiva i suoi vigneti secondo i principi della filosofia olistica e quindi della biodinamica. Rispetta la natura per ottenere uve con le quali, sempre secondo i principi della vinificazione biodinamica, produrre vini d’eccellenza. È insomma una persona che vive in piena armonia con la terra, l’ambiente, e che tiene moltissimo alla qualità dei vini che produce. Come sarà la sua stanza da bagno, luogo dedicato alla cura del corpo?» Il bando del concorso è disponibile al sito www.eera. it . Per maggiori informazioni: eera@omniarelations.com”.


A

c u r a

d i

A t t i l i o

T a n t i n i

STORIA DELLA M I L L A M IG L I A 22

L

a leggenda della Mille Miglia o Freccia Rossa com’è conosciuta ai giorni nostri parte da lontano, siamo il 26 Marzo del 1927, prima edizione fu vinta con una Fiat OM 2000 condotta dalla coppia Minoia-Morandi che la vinse alla media di ben 77 km orari. L’automobile in quegli anni era sinonimo di avventura di velocità e di coraggio. Si correva sui circuiti, pochi quelli di allora, ma soprattutto su strade polverose i piloti erano considerati dei “ pazzi”, uomini che agli occhi del pubblico che fin dalla prima edizione ha capito l’importanza della gara, a cui davano poco valore alla vita. L’auto era per soli ricchi, l’uso comune della gente era ancora da venire chi correva apparteneva all’alta società, i rampolli di casati nobili vedevano nelle gare uno scopo di vita, chi correva si sentiva un Dio, del resto siamo in pieno Regno d’Italia, Benito Mussolini era al potere già da cinque anni e fin dall’inizio appoggiò questi pazzi piloti, erano giovani belli ricchi e davano una immagine fresca alla nostra Nazione. Dalla nobiltà di quegli anni emergono le figure di Aymo Maggi e Franco Mazzotti, rispettivamente 23enne e 22enne, il loro punto di ritrovo è in Galleria a Milano al “ Bar Biffi” nel quale gravitavano appassionati, piloti e giornalisti che vedeva i vari Varzi, Nuvolari e Borzacchini abituali freguentatori. Da li nasce l’idea di fare di Brescia, grazie anche all’amicizia di Renzo Castagneto, che è il segretario a Brescia del RACI, il Regio Automobil Club d’Italia, l’attuale ACI, il punto di riferimento. Renzo Castagneto era una figura vulcanica, aveva 34 anni, e un ottimo organizzatore. Castagneto, Mazzotti e Maggi contattano anche il giovane giornalista della Gazzetta dello Sport Giovanni Canestrini trentino di nascita, ma milanese di adozione. Gli scenari in quegli anni vedeva l’uomo al centro del mondo, sfide impossibili come quella di Nobile alla conquista del Polo Nord, l’americano Lindbergh da anni cercava di trasvolare l’oceano con aerei che stavano in cielo sfidanzo la forza di gravità. I quattro moschettieri, erano ancora lontani

dall’idea della “ Mille Miglia”, a loro bastava far rivivere alcune corse del passato, vista l’estrazione bresciana puntano sul Circuito di Brescia, che aveva come secondo nome “ Fascia d’Oro”, gara creata da Arturo Mercanti che però la strada gli stava stretta, Mercanti voleva un bacino chiuso per far correre la macchine e portò la gara bresciana nel nuovo impianto dell’Autodromo di Monza. Cosi nasce una idea alternativa, qualcosa che possa far scaturire entusiasmo e accendere la fantasia del popolo e degli appassionati e che possa catturare l’attenzione dei piloti. Il cuore fu portato a scegliere Brescia, ma come escludere Roma che in quegli anni per il fascismo era il centro del mondo. Quindi l’idea fare una gara su strada aperta da Brescia a Roma andata e ritorno. L’idea di chiamare la gara Mille Miglia, venne a Franco Mazzotti che in quegli anni aveva disputato gare negli Stati Uniti e valutando il percorso che misurava 1600 km, gli venne l’idea di tradurre i 1600 km in” 1000 Miglia”. Nasce cosi la “ Coppa delle Mille Miglia”. A far capire e far digerire ai politici di Roma l’unità di misura straniera fu Augusto Turati, bresciano che ricopriva il ruolo di segretario del Partito Fascista. Il quotidiano la “ Gazzetta dello Sport” sposò subito l’idea e ne fece il suo fiore all’occhiello. In sintesi questa è la storia della “ Mille Miglia”, gara che il Grande Enzo Ferrari negli anni successivi chiamò “ Il più bello Museo viaggiante dell’Automobile”.


NON SOLO ARREDI

MA STILI DI VITA

DAL 1952 una realtĂ in continua evoluzione essere sempre un passo avanti

per

Venite a trovarci ogni nostro prodotto ha una sua storia da raccontar vi (upcycling-recycling- design)


ristorante valle bresciana

Tutti i VenerdĂŹ

e s t i v i dal 29 Maggio APERICENA CENA LIVE MUSIC

BY GIULLY AND WAINER

A S E GUI RE D J

Via Valle Bresciana 11- Bs tel. 030 317666 - 329 8257255 info@officinadellavalle.it - officinadellavalle.it


MILLE MIGLIA 2 0 1 5 La felicità è concludere la Mille Miglia sul traguardo di Viale Venezia a Brescia, dopo più di 1600 km di strade, attraverso città d’arte e bellezze naturali del paesaggio italiano: il sorriso appagato sul viso annerito dal sole e dallo sporco degli equipaggi delle 438 vetture d’epoca che hanno preso parte alla trentatreesima edizione rievocativa della Freccia Rossa era più eloquente di qualsiasi commento. Moltissimi di loro, dopo l’arrivo, hanno detto di ritenere l’edizione 2015 la migliore degli ultimi anni. Ancora una volta, la Mille Miglia ha superato sé stessa, con numeri da record; è Andrea Dalledonne, Consigliere Delegato di 1000 Miglia Srl, a spiegare: «Sono oltre 2.000 le persone coinvolte nell’organizzazione della corsa, con ben 1.600 operatori dei media accreditati, provenienti da tutto il mondo, quasi 4.000 stanze di hotel prenotate per i giorni della corsa e più di 230 comuni attraversati». Le 438 auto al via - dal valore storico e sportivo incommensurabile, quello economico difficilmente quantificabile - appartenevano a 61 diverse marche:

la parte del leone è toccata a MercedesBenz e Alfa Romeo con 38 automobili: seguono Jaguar con 36, FIAT con 34, Lancia con 30 e Porsche con 22 vetture. La gara, partita da Brescia, si è svolta in quattro tappe: la prima, giovedì 14 maggio con arrivo a Rimini e la seconda fino a Roma. Sabato 16, dalla capitale, la corsa è arrivata a Parma e quindi, domenica mattina, ha fatto ritorno a Brescia passando per l’Autodromo di Monza. «Il bel tempo pressoché costante ha favorito la presenza massiccia del pubblico, con picchi a Macerata, Teramo, Pisa, Lucca e Bergamo, oltre che nelle città sedi di tappa, come Parma che ha accolto la Mille Miglia in una splendida serata caratterizzata dall’ospitalità e dalla gastronomia romagnole», ha spiegato il Presidente di 1000 Miglia Srl, Valerio Marinelli. A determinare le classifiche sono state 84 prove cronometrate, di cui 76 tradizionali e 8 a media imposta; a vincere, come due anni orsono, sono stati gli argentini

25


Juan Tonconogy e Guillermo Berisso, su Bugatti T 40 del 1927: «Siamo increduli - hanno affermato sul palcoscenico del Teatro Grande, dove si sono tenute le premiazioni - non avremmo mai sperato in una seconda affermazione in Italia, nella più importante manifestazione per auto d’epoca del mondo». Il duo sudamericano ha battuto per pochi punti l’affermata coppia bresciana composta da Andrea Vesco e Andrea Guerini, su FIAT 514 MM del 1930, delusi per non essere riusciti a ribaltare il risultato per alcune imprecisioni nelle ultime prove, all’Autodromo di Monza. Al terzo posto si sono classificati Ezio Martino Salviato e Caterina Moglia, su Bugatti T 40 del 1928. Le classifiche complete sono pubblicate su www.1000miglia.it Marco Makaus, l’altro Consigliere Delegato di 1000 Miglia Srl, ha dichiarato: «Il momento più emozionante della Mille Miglia 2015 è stato vedere Stirling Moss ripercorrere Viale Venezia sulla Mercedes-Benz 300 SLR, con la quale detiene la media record di oltre 157 Km/h, ottenuta nella vittoriosa edizione del 1955. Per celebrare la vittoria record alla Mille Miglia del 1955, Mercedes-Benz ha varato un'operazione dai tratti romantici, portando a Brescia le tre "frecce

26

d'argento", le 300 SLR che disputarono la corsa di quell'anno. A bordo della vettura numero 722, numero che indica l'ora di partenza, c’era ovviamente il trionfatore di quell'edizione, Stirling Moss, purtroppo non in compagnia di Denis Jenkinson, scomparso alcuni anni orsono. Sulla 704, proprio come nel 1955, c’era Hans Herrmann, mentre al volante della 658, al posto del compianto Juan Manuel Fangio, sedeva Ralf Schumacher, fratello di Michael. Le tre Mercedes-Benz 300 SLR non hanno preso parte alla gara, anche perché le condizioni fisiche dei due giovanotti nel 1955, Moss ed Hermann, non lo consentivano. In ogni tappa, le tre vetture hanno preceduto quelle della Mille Miglia, facendo passerella per il pubblico. Allo scopo di portare il proprio contributo a un evento straordinario quale è Expo Milano 2015, evitando tuttavia di bloccare la viabilità dell'esposizione con la propria carovana di oltre mille vetture, gli equipaggi della Freccia Rossa hanno reso tributo effettuando un controllo di passaggio alla Villa Reale di Monza che di Expo 2015 è sede di rappresentanza. Ad accogliere la Milla Miglia c’era l’Assessore alla Casa di Regione Lombardia e all’Expo 2015, Fabrizio Sala.


Da Villa Reale le automobili della Mille Miglia si sono dirette immediatamente all’Autodromo di Monza per disputare le ultime prove della giornata. Il passaggio nel circuito è avvenuto grazie a un accordo tra i proprietari di queste due icone dell'automobilismo sportivo, l'Automobile Club di Brescia e quello di Milano. Nell’autodromo brianzolo, i concorrenti hanno disputato alcune prove cronometrate e di media, misurandosi anche sul tracciato "alta velocità", recentemente restaurato (noto anche come "la sopraelevata"): ai vincitori, Ezio Martino Salviato e Caterina Moglia su Bugatti T 40 del 1928, è stato assegnato il Trofeo dell'Automobile Club di Milano, intitolato al grande Alberto Ascari che, proprio a Monza, perse la vita nel maggio del 1955, esattamente sessant'anni orsono. Al secondo posto si sono classificati Giovanni Moceri e Lucia Galliani su Chrysler 72 del 1927 e al terzo Daniel Andre Erejomovich e Gustavo Llanos su Aston Martin Le Mans del 1933. Al Teatro Grande di Brescia il trofeo è stato consegnato ai vincitori dal Presidente dell’Automobile Club di Milano, Ivan Capelli, ex pilota di Formula 1, e dal vicepresidente Geronimo La Russa. Insieme a loro c’erano la signora Corinna Ascari, nuora di Alberto, e

la signora Veronica Ascari, nipote del grande pilota. Gli organizzatori, oltre ai complimenti dei partecipanti, hanno ricevuto quelli del Presidente dell’Automobile Club di Brescia, proprietario sin dal 1927 della Mille Miglia; l’avv. Piergiorgio Vittorini ha dichiarato: «Per me si trattava della prima Mille Miglia seguita lungo l’intero percorso. Oltre a paesaggi e luoghi di straordinaria bellezza, ad esempio come il paesino di Radicofani, dove si erano riuniti molti appassionati sui gradini della splendida chiesa romanica, unendo la bellezze d’arte e architettoniche a quella delle livree delle vetture partecipanti, sono rimasto sorpreso e ho apprezzato l’efficacia di un’organizzazione così complessa, composta da migliaia di persone, che si è spostata insieme alla corsa per un viaggio lungo mille miglia». Tutte le informazioni e gli aggiornamenti sulla Mille Miglia posso essere seguiti sul sito internet www.1000miglia.it e, previa registrazione sul sito dedicato alla stampa: www.press.1000miglia.it dove saranno disponibili comunicati, foto e video della gara. Inoltre si potrà seguire la Mille Miglia anche sui social network: Facebook (pagina ufficiale della Mille Miglia), Twitter (@millemiglialive) e Youtube (Mille Miglia Channel).

Per contatti e info: 1000 Miglia 2015 Press press@1000miglia.it www.1000miglia.it

27


BRITISH CAR MEETING

LA TERRA TRA I LAGHI a cura di Lucia Durante

I raduni organizzati dal British Motor Club Italia sono una garanzia di professionalità, amicizia, bellezza e buon cibo e si snodano fra le eccellenze di una terra ricca di tesori e di risorse inaspettate, almeno per chi come me viene da lontano, e questo raduno non é certo sfuggito alla regola, anzi. Sabato 25 aprile siamo stati accolti dalla squisita ospitalità di Simone e Francesco Chiolo, veri anfitrioni d'altri tempi, nella prestigiosa cornice del Museo Mille Miglia che, per gli appassionati d'auto d'epoca, é veramente un must. Due chiacchiere ai tavolini del bar del Museo, un corroborante caffè ed é iniziata la visita dove accanto ad auto che, per la perfezione dei dettagli e l'armonia delle carrozzerie, si potrebbero definire opere d'arte, abbiamo potuto ammirare tanti dettagli che ci hanno riportato all'epopea epica dell'automobilismo. Francesco Chiolo ci ha fatto da guida illustrandoci gli aspetti storici di questa struttura che é stata fondata nel 1008 come monastero benedettino e, dopo alterne vicende, é stata definitivamente abbandonata nel 1478. Oggi, grazie al Museo, le antiche pietre sono tornate a rivivere e ad essere ammirate dagli ospiti. Terminata la visita ci siamo recati per il check-in presso il Palace Hotel di Villa Fenaroli. Qui, in una sala affrescata, abbiamo gustato la cena in compagnia degli altri equipaggi e al mattino un'abbondante colazione di grande qualità. E siamo già alla mattina di domenica 26 aprile, un cielo grigio, che per fortuna tale é rimasto per tutto il giorno senza mai bagnarci, ci ha accompagnato a Villa Mazzucchelli a Ciliverghe dove era fissato il ritrovo con l'accettazione degli equipaggi e un ricco coffee-break di benvenuto. Anche qui sale stupende in cui era allestita una mostra di abiti risalenti alla fine dell'800 e agli anni '20 e '30, autentici capolavori di artigianato e di eleganza che tutte noi sogneremmo di indossare ad una festa o ad una cerimonia importante.

28

Notevole e qualificata la partecipazione all'evento nonostante le avversità meteo previste. La manifestazione ha contato alla partenza più di 60 vetture d'epoca di cui, per citarne alcune: 24 MG, 17 Austin Healey, 8 Triumph, 5 Morgan e ancora Rolls Royce, Jaguar, Morris Minor, JBA, Royale Sabre…un parterre di tutto rispetto sia per numero che per qualità a rappresentare la tradizione inglese dell'automobilismo. Alla parte storica si sono aggiunte le auto dell’organizzazione, due icone della storia automobilistica inglese, una Land Rover Defender 90 alla testa della carovana e una 110 Station Wagon in chiusura. Inoltre 6 motostaffette hanno tenuto unito con notevole abilità il lunghissimo serpentone nonostante semafori, incroci, rotonde e quant'altro poteva essere occasione per sbagliare strada. Da non dimenticare il cameraman, il fotografo, i due meccanici e il carro attrezzi (per fortuna rimasto inoperoso) in coda alla colonna. Bastano i numeri per certificare il successo di questo raduno. Alle 10,30 con precisione british ci siamo mossi diretti al Lago d’Idro attraversando paesini con le loro chiese e case antiche strette tra viuzze tortuose e, a volte, anche castelli a dominare l'abitato. Poi piano piano la strada ha iniziato a salire fra una folta vegetazione e monti che si facevano via via sempre più alti e incombenti fino alle prime propaggini del lago. Una strada bellissima, perfetta per le auto d'epoca con curve, viste incantevoli del lago e alberi che si toccavano sopra le nostre teste. Eravamo in una galleria verde mentre cartelli a bordo strada ci invitavano a stare attenti ai ….rospi?! Un mondo lontano Mille Miglia, appunto, da quello che viviamo quotidianamente e quindi ancor più apprezzato. Una sosta in riva al lago in un punto panoramico ci ha permesso di ammirare la bellezza di questo specchio lacustre di montagna circondato da monti dai fianchi ripidi con profonde anse e


Ph R a f f a e l l a G i a n o n c e l l i paesini adagiati sulle sue sponde. La perfetta Organizzazione ci ha fatto parcheggiare entrando da un lato ed uscendo da quello opposto, senza dover fare la benché minima manovra, per dirigerci in località Vantone al ristorante dove ci attendeva l'aperitivo con pesciolini fritti e verdurine pastellate. Una vera delizia e cucinati divinamente. Qui abbiamo parcheggiato le auto nel prato antistante il lago, perfettamente rasato, e le nostre old cars sembravano partecipare ad un concorso di eleganza, allineate sul verdissimo prato e contornate da alberi e fiori. Una location superba: da un lato il lago e alle spalle la montagna. Anche il pranzo é stato veramente ottimo, gustoso, abbondante e di qualità. Nella pausa fra la degustazione dei filetti di pesce persico dorati con patatine croccanti al rosmarino e i dolci, rigorosamente fatti in casa, c'é stata la premiazione. Francesco Chiolo ha premiato, con un prestigioso cofanetto contenente il libro “Amicizia” di Cicerone e una bottiglia di grappa, Gianfrancesco Lauri quale coordinatore dell'iniziativa per Austin Healey Italian Club (di cui è Presidente), Ernesto Meloscia quale coordinatore per MG Car Club Italia (sezione Lombardia) e Alvise Orso quale coordinatore per Associazione Amatori Veicoli Storici (Segretario generale). Simone Chiolo, coordinatore dell’iniziativa e Presidente British Motor Club Italia, ha premiato con ricercate bottiglie di grappa l'auto più vecchia, una meravigliosa MG F2 Magna Sport del 1932 di Massimo Bottoli (coordinatore regionale MG Car Club Italia - sez. Veneto) e l'auto proveniente da più lontano, una bella Austin Healey del 1960 di Ponte a Nievole (Pistoia). Inoltre un pensiero, il libro “Felicità” di Seneca, alla seconda auto proveniente da più lontano, una Triumph Spitfire MK4 del 1973 di Aristide Zamboni da Genova. Francesco Bruschetti infine ha consegnato 4 kit di pulizia Croft Gate offerti dal Detailing Center di Brescia, i cui titolari sono Adrian e Francesco, ad

una selezione di auto particolarmente curate. Ma la giornata non era ancora finita e siamo di nuovo saliti tutti a bordo per inerpicarci su tornanti che ci hanno portato fino ai mille metri del Comune di Capovalle e poi giù per la Valle Sabbia costeggiando le sinuose sponde del Lago di Valvestino, formatosi grazie ad una diga artificiale, particolarmente suggestivo e di aspetto alpino. Ammirando questi panorami eccezionali e respirando l'aria di montagna, grazie alle nostre capote abbassate, siamo pian piano arrivati sulle sponde del Lago di Garda dove sul Lungolago di Toscolano Maderno abbiamo esposto le nostre auto alla curiosità e all'ammirazione di turisti e residenti. Splendide ville Liberty fronteggiavano il lago dandoci l'occasione di scattare un'ultima foto ricordo di questa memorabile giornata prima di salutarci con un arrivederci al prossimo meeting. In chiusura di questo mio racconto delle due magnifiche giornate desidero ringraziare quanti si sono adoperati per l'organizzazione e la buona, anzi ottima, riuscita delle stesse: l'organizzatore incaricato Istituto Policleto nella persona della Dott.ssa Albertina Bonvento. I coordinatori delle iniziative: Simone Chiolo (cui va il mio personale grazie per la cortesia e disponibilità dimostrata nei miei confronti), Gianfrancesco Lauri ed Ernesto Meloscia. Chi ha fornito ospitalità e patrocinio: Villa Fenaroli Palace Hotel, Villa Mazzucchelli, Ristorante da Genny (a Idro), Comune e Pro Loco di Toscolano Maderno. Non ultimi: British Racing Green, Garage Manenti, Nuova Litocolor, R46 Viaggi e Museo Mille Miglia. È in virtù di questa composita ed efficiente squadra che tutto si é svolto perfettamente con reciproca soddisfazione, e anche questa é una delle tante dimostrazioni della capacità lavorativa, imprenditoriale e di accoglienza di questa terra generosa.

29


CONCORSO FOTOGRAFICO BRUNO B O N I

CON IL PATRONCINIO DI:

COMUNE DI BRESCIA

30

SPONSOR TECNICO

Le emozioni della Mille Miglia nelle imm magini del “Concorso fotografico Bruno Boni”: anche l’edizione 2015 della corsa, partita da Brescia giovedì 14 maggio per farvi ritorno domenica 17, sono state inn fatti protagoniste del match a colpi di click organizzato dall’Associazione Culturale BrunoBoni in collaborazione con 1000 Miglia srl e il Club Mille Miglia Franco Mazzotti. L'iniziativa è stata presentata alla Stampa a palazzo Loggia, alla presenza del Sindaco di Brescia Emilio Del Bono, da Franco Lucini responsabile dell'organizzazione, dal Presidente dell'associazione Roberto Boni e da Paolo Mazzetti, direttore servizi storici ed editoriali di 1000 Miglia Srl. L’iniziativa, giunta alla terza edizione, dopo il grande successo del 2013, quando furono raccolte ben 243 iscrizioni, e quella dello scorso anno con 345 richieste, vuole premiare la passione e divulgare le immagii ni “popolari” di quella che Enzo Ferrari definì, in tempi non sospetti, la corsa più bella del mondo e che divenne tale anche per la passione di colui che è passato alla storia come il Sindaco della Mille Miglia. Ogni partecipante ha proposto un solo scatto in formato digitale dopo aver compii lato il modulo di iscrizione online. Tutte le immagini ammesse sono pubblii cate sul sito dell’Associazione e valutate da una commissione composta da esperti di fotografia ed esperti di Mille Miglia. Le premiazioni si terranno nel salone Vann vitelliano a Palazzo Loggia, il 6 giugno e i vincitori riceveranno attrezzatura e matee riale fotografico, libri e gadget della Mille Miglia oltre ai riconoscimenti ufficiali dell’Associazione Bruno Boni e del Comune di Brescia. Le immagini vincitrici del concorso saa ranno poi pubblicate sul libro fotografico edito dalla 1000 Miglia srl.


31


Apientiaerit

estisinusam

hic

tet

odigentio

tet

DIMAGRIRE E TONIFICARE IN porendicim quianditas voluptasime veriatem quas qui AUMENTO DI GRAVITÀ

alitatio. Itae cum hicaborro vent at as dolorum num

ti aiuta a perdere peso più rapidamente, con meno natemque quam que pratum inctotatur sforzo, migliorando l’aspetto dellaasperovitio pelle.

rem. Nem. Apit veligni millacepro eosandunt. Aliquam iliant verspeles volorer essunti voluptati PERDITA DI PESO PIÙ omnimilique rem. Itation perferio blanis voluptat quis SEMPLICE E RAPIDA eos illoren ecatae magnatem ulpa qui sere aliquatur am

cor seque eium quidusa cus eum fugit magnihictiam GRAVITYSLIM

ènim il metodo allenamento che starerivoluzionando nos quidiomniam aut aceatur nullut autetumil mondo dell’attività fisica aiutando le persone a perdere que vel alique possiminus peso piùinciet rapidamente, con menomoluptat. sforzo, migliorando l’aspetto della pelle. Excepudanis quo eaque dolupid molor simoluptatem L’effetto combinato di gravità e infrarossi aumenta il hit eatent. metabolismo del 17%, aiuta a bruciare più velocemente i grassi migliora la tonicità dellafuga. pelle Ita e agevola Pel isilocalizzati, vid unt odit, suntem faccum vit est notevolmente la perdita repentina di peso.

que volut am eumquae volut minit voloreiusa velitiam

Bus. Rit funziona harum volores ut laciaes alisseque landaest, Come

Ilcon tradizionale esercizio fisico faceva confluire il 70% del et moluptaquat. sangue verso la parte superiore del corpo e solo il 30% Int. Orepudis aut autatis entur? a quella inferiore, creando un fisico disarmonico, come Ovit dolut autem ium dolo et et, vendi aut faccum, nam, fosse diviso in due aree separate. Aumentando l’attrazione gravitazionale, GRAVITYSLIM cust venditi voluptur? Sequia sit aut aut inctatissus fa confluire più sangue nella parte inferiore del corpo dem harcim nos nos ad quatendit (cosce, fianchi re e glutei): in questo modo vi expliquid permette di lavorare con più efficacia su quelle zone difficili da et officii stinimp orestio nsequati qui coreptaque raggiungere anche con un’intensa attività fisica.

nisqui atia cusam rerita quia nobis porro eturiam aris doluptatem apedi accullab illit praturi onsequi

DOPO SEDUTE sum hicia SOLO quas alitat12 eosandi psusanda

nameturio

modit il ipsuntImincipsame volore di doloribusa dus re 01 Riduzione della cellulite e perdita grassi localizzata 02 Migliore circolazione sanguigna e del sistema linfatico pre pos maxim am, con repta nonsequam nit pedit 03 Miglioramento della circolazione acepeditius non paritamus prem quibus, incte et et, 04 Minore comparsa di vene varicose 05 Pelle num più soffice e tonica susdae sita dolorro beat quis il ipis dion cullore 06 Eliminazione delle tossine accumulate

nimus venda quodiae sitius alibus vellaborae venitiunt.

Medicaitalia Medicina estetica e specialistica

Medicaitalia Medicina estetica e specialistica

32


Medicaitalia Medicina estetica e specialistica

Medicaitalia Medicina estetica e specialistica


CHANGING

B

DA FILOSOFIA DI VITA A STRATEGIA AZIENDALE

asta routine quotidiana e stereotipi mentali, che rendono l’esistenza grigia e impediscono di rinnovarsi e andare oltre la consuetudine. Per combattere la crisi e vivere meglio, gli esperti consigliano di essere più flessibili e modificare le abitudini consolidate. Arriva anche in Italia il changing, lo stile di vita che dopo esser diventato tendenza in tutto il mondo approda anche nel Bel Paese. Per i sociologi il cambiamento aiuta a scoprire se stessi, tiene la mente sempre allenata, fa aumentare l’autostima e trasmette positività. Cambiare e sapersi rinnovare è la scelta giusta per vivere meglio e combattere la crisi. Dal mondo aziendale alla realtà di tutti i giorni, prestigiosi sociologi e luminari hanno dimostrato come la predisposizione al cambiamento aumenti il rendimento della mente, una caratteristica tipica delle persone carismatiche, creative e flessibili, aperte alle sperimentazioni. Essere aperti al cambiamento è fondamentale a tutte le età, perché permette di mantenersi giovani e al passo con i tempi, la rigidità mentale è sinonimo di staticità, mentre essere predisposti a fare nuove esperienze rappresenta dinamicità, è sinonimo di vita. Paura, insicurezza e orgoglio sono le cause maggiori che impediscono di aprirsi alla novità, ma gli esperti avvertono: il changing fa bene alla vita perché produce benessere interiore, aumenta l’autostima, mantiene il cervello in allenamento e aiuta a scoprirsi più coraggiosi. In ambito professionale, una delle zavorre che appesantiscono e rallentano la buona navigazione di un’azienda è costituita dall’abitudine; abitudine a compiere taluni gesti, svolgere specifici compiti, gestire determinate situazioni. E’ una zavorra quasi invisibile e chi ne è soggetto non se ne accorge; basta però saper vedere la realtà aziendale con occhi critici, nuovi, dall’esterno e ognuno di noi può constatare quotidianamente quanto è diffusa. Poiché l’abitudine da una parte facilita e automatizza azioni e comportamenti, dall’altra parte mette i paraocchi, ovvero non fa cogliere la realtà e gli inevitabili

34

processi di cambiamento che la sconvolgono. In una realtà statica l’abitudine è probabilmente una virtù, automatizza le operazioni, riduce lo stress, fa stare tranquilli. In un mercato che cambia, invece, dove i prodotti evolvono e la concorrenza è sempre più agguerrita, l’abitudine inibisce la concentrazione, riduce l’approccio critico, rallenta ogni processo di innovazione e cambiamento. Se vogliamo cambiare le abitudini e porre così le basi psico-attitudinali per poi cambiare e innovare l’organizzazione si deve agire organicamente sui centri responsabili: ambiente di lavoro ed area funzionale. Bisogna comunicare in maniera chiara ed univoca, semplice ma efficace cosa ci si aspetta, i valori che sono attesi ed i comportamenti osservabili premianti e viceversa quelli non consentiti. A volte è necessario prendere decisioni non piacevoli, anche drastiche, ma indispensabili per bloccare alcuni comportamenti non solo dannosi per l’azienda ma che influiscono in maniera negativa sul gruppo. Si tratta di chiudere delle filiali, trasferire delle persone, cambiare la mansione ed a volte purtroppo anche prendere dei provvedimenti disciplinari. Prima di pretendere il cambiamento degli altri è utile fare un’analisi su sé stessi, sul proprio ruolo, sui propri comportamenti. L’imprenditore, ma analogo discorso vale per i responsabili ed i direttori, devono esprimere leadership, devono saper osservare ed anticipare, guidare e formare le persone, travasare la propria esperienza, evidenziare i comportamenti positivi ed avere il coraggio di comunicare i comportamenti non funzionali al cambiamento stesso. L’abitudine è una delle cause di underperformance delle persone, la più subdola perché la persona che ne è vittima non se ne accorge fino a quando non subisce una discontinuità. E’ difficilmente rilevabile da chi lavora per parecchio tempo in azienda e al contrario di facile evidenza per chi interviene dall’esterno. Se rimossa può portare a miglioramenti significativi ed incrementi di produttività insperati. Dott. Emanuele Lumini


SITODIROSSA.IT

ORDINA I COFANETTI LA VIE EN BLÙ DIRETTAMENTE DA CASA TUA.

Cofanetto

Quattro Cofanetti, tutti i sapori di Ostriche, Terra, Mare e Formaggi. Per ciascun Cofanetto, tante tipologie di prodotto sempre fresche tra cui scegliere e comporre la tua selezione.

Cofanetto

Selezione Ostriche

Selezione Terra

Cofanetto

Cofanetto

Selezione Mare

Selezione Formaggi

Tutti i cofanetti La Vie en Blù sono frutto di accurata ricerca, per proporti sempre qualità del prodotto e piacere esclusivo. IL SERVIZIO A DOMICILIO È DISPONIBILE TUTTI I GIORNI ESCLUSO DOMENICA A PRANZO E LUNEDÌ A CENA.

T 030 3752271

La Vie en Blù Via Castellini 14, Brescia www.lavieenblu.it

ADV-VEB-A4bresciaUp-140502.indd 1

35

02/05/14 17:32


Via Fratelli Lechi 13, 25121 Brescia Tel/Fax 0305030934 - www.studiocappiello.it Il dott. Cappiello è delegato Aduc (Associazione per i Diritti degli Utenti e dei Consumatori) per Brescia

VICENZA E VENETO BANCA, POSSIBILI VIE DI FUGA DEI SOCI

L

A cura di Roberto Cappiello e Giuseppe D’Orta

a recente decisione della Popolare di Vicenza e della Veneto banca di svalutare le azioni di circa il 23% portando il loro valore da 62,5 a 48 euro nel primo caso e da 39,5 a 30,5 nel secondo, ha creato non pochi mal di pancia agli azionisti. In buona sostanza gli azionisti non solo non possono liquidare le proprie posizioni perché i titoli sono assolutamente e dichiaratamente illiquidi (non sono quotati sul mercato), ma vedono anche ridurre il loro valore per effetto delle decisioni dell’assemblea. La decisione di svalutare è arrivata per effetto dei risultati del comprehensive assestment avviato dalla BCE a settembre 2013 per riflettere il perdurare della crisi economica. Premesso che chi investe in azioni, di qualunque società, si accolla il rischio che in seguito a particolari circostanze di mercato possa andare incontro alla perdita anche totale dell’investimento fatto, nel caso delle azioni della Pop. di Vicenza e di Veneto Banca vi sono dei punti oscuri che potrebbero offrire una via di fuga ai soci, anche alla luce di un recente pronunciamento dell’Ombundsman bancario sul caso della Carife che è stata condannata a restituire l’intero importo investito ad un azionista perché aveva violato la comunicazione Consob n. 9019104 del 2 marzo 2009. Esiste anche una sentenza della corte di appello

36

di Torino, la n. 2444/13 che, in tema di azioni illiquide, converge sulla posizione espressa dall’Ombudsman. I giudici hanno stabilito che la dichiarazione dell’investitore con cui si dà atto della presa visione del prospetto informativo e del documento integrativo dell’investimento, forniti in sede di collocamento, non è sufficiente alla banca a dimostrare di aver adeguatamente informato il cliente delle caratteristiche e i rischi del prodotto finanziario. In conclusione la banca deve comunque dimostrare di aver fornito le avvertenze che sono riportate nel prospetto informativo e non basta la dichiarazione sottoscritta dal cliente di averlo ricevuto e letto. La comunicazione Consob sui titoli illiquidi pone un forte accento sul dovere di informazione al cliente sia “trasparenza ex ante” che “ex post” e soprattutto con “evidenziazione espressa delle eventuali difficoltà di liquidazione connesse al funzionamento dei mercati di scambio e dei conseguenti effetti in termini di costi (livello dello spread denarolettera, anche per valori medi) e tempi di esecuzione della liquidazione”. In ogni caso le posizioni devono essere valutate caso per caso, a tal proposito l’Aduc si rende disponibile ad una valutazione delle posizioni sulla base della documentazione contrattuale. (www.aduc.it), oppure via mail ai seguenti recapiti: roma@aduc.it o brescia@aduc.it”


www.lucaroda.it


RUBRI c h e

L’

A

U

n

t

i

c

o

g

i

t

t

o

a cura di Edward Richard Battisti

LA NUBIA:

na zona a Nord del Sudan e dell’estremità meridionale dell’Egitto, che godette di grande prosperità e le cui terre sono ora in parte inondate, a seguito dalla costruzione del Lago Nasser nel 1971, ma la cui zona comprendeva all’incirca quella della Terza Cateratta. L’Egitto fu sempre attratto da questa regione, che sicuramente nel periodo protodinastico godeva di un clima più tropicale e quindi più accettabile, un cordone ombelicale, che trovò la sua apoteosi con l’intera XXV Dinastia con il suo fondatore Shabaka che regnò dal 712 a.c. al 698 a.c. e che era composta da soli faraoni nubiani e pertanto comunemente chiamata la dinastia dei faraoni neri. Con Shabaka ha inizio la Bassa Epoca (712-332 a.c.) immediatamente susseguente il Terzo Periodo Intermedio (1070-712 a.c.) e l’Egitto conosce una debole ricrescita. Già nel lontano 2600 a.c. la Nubia godeva comunque di una affermata civiltà, il Regno di Kerma, con una documentata presenza di ricchi villaggi e necropoli, ed una fiorente attività commerciale. Le mire espansionistiche dei due regni, portarono ad alterne fasi di dominio sulle rispettive terre, nel Medio Regno, Kerma fu più volte assediata dagli Egizi diventandone una città vassalla, ma alla caduta del Medio Regno, la Nubia iniziò una politica espansionistica verso settentrione, spingendosi fino alla attuale Assuan. Il momento di massima affermazione del Regno di Kerma, si ebbe al culmine del Secondo Periodo Intermedio (1650-1550 a.c.) prima della riunificazione dell’Egitto ad opera dei Faraoni della XVIII Dinastia. La fine di Kerma, si ebbe dunque con le campagne militari del Nuovo Regno, ed in particolare di Tutmosi I nel 1520 a.c. L’inesorabile successivo lento declino dell’Egitto prima della ripresa del periodo tolemaico, portò a sua volta all’affermazione di un altro regno nubiano, quello di Kush, le cui terre non sono ancora state stabilite con certezza, ma che pare includessero la zona dell’attuale Darfur in Somalia. La conquista dell’indipendenza di Kush, fu raggiunta nel 784

38

E

a.c. Le ripetute scaramucce belliche tra le due terre confinanti, non furono altro che l’ennesima dimostrazione che Nubia ed Egitto furono comunque sempre in qualche modo legate tra loro, fin dai tempi più antichi, proprio per le caratteristiche strategiche di questa terra considerata in definitiva, una sorta di anello di congiunzione tra l’Africa Nera ed il bacino mediterraneo. Le influenza della civiltà egizia risalgono infatti già al tardo Periodo Pre-Dinastico (3500-3100a.c.), e lo stesso nome Nubia deriva dall’egizio “NWB” che significa oro, per la presenza di numerose miniere del prezioso minerale. Pare comunque molto probabile che già prima della denominazione egizia, ci fosse in qualche modo una sorta di civiltà africana, dotata di una certa autonomia. Le terre nubiane furono a lungo insidiate dagli Assiri prima e dai Persiani poi, sotto il periodo tolemaico i rapporti furono buoni, non altrettanto invece con i Romani almeno agli inizi, con alcune rivolte contro le legioni romane di Cornelio Gallo, ma sotto l’Impero di Nerone, le relazioni furono molto buone e fu proprio in questo periodo che si hanno notizie di una spedizione romana organizzata per scoprire le origini del Nilo, che evidentemente costituiva già allora una curiosità assolutamente da svelare (Caput Nili quaerere) ed i due centurioni inviati, localizzarono con discreta approssimazione la possibile presenza delle sorgenti in Uganda. La definitiva cancellazione dello Stato di Kush, si ebbe nel 352 diventando uno stato vassallo del Regno di Axum, il cui re Ezana III si era nel frattempo convertito al Cristianesimo. La religione cristiana (Chiesa delle Cateratte) sopravvisse fino al 1317 , quando ormai l’Egitto era stato islamizzato da secoli. Come detto oggi la Nubia non esiste più. Del suo antico splendore ci rimangono solo le fonti egizie, di una regione che raggiunse un tempo grande prestigio, culminate ad esempio con le piramidi nubiane di Meroe, testimonianza di un periodo florido e di buona capacità costruttiva e le cui terre sono ora agglomerate nelle parte meridionale egiziana e quella settentrionale aggregata al Sudan.


EVENTS

BRESCIA

IL MANDORLO

IL MANDORLO Via San Faustino 9e Brescia

Ph Selene Zarcone

INAUGURAZIONE A Brescia dal 9 maggio il gusto del gelato ha un sapore sano e bio.. Dalla sinergia e sintonia professionale tra Fabio Tagliani e l’azienda Mo.Ca, leader da oltre 60 anni nel settore della selezione e distribuzione di materie prime per gelateria artigianale, pasticceria e panificazione é partito un nuovo progetto di locale, una novità assoluta per il territorio. Si tratta della neonata gelateria biologica di Brescia, la Numero uno di nome e di fatto sia per la storicità della location in cui è stata sviluppata, sia perché é di fatto il primo locale con queste caratteristiche in tutta la provincia di Brescia. Gelato Biologico, materie prime selezionate e certificate, un format consolidato e il know how di una azienda del settore come Mo.Ca sono il biglietto da visita con cui si presenta la Numero Uno. L’arredamento e i locali seguono il classico layout del format di Gelateria Biologica il Mandorlo, con la prevalenza di toni caldi e naturali e con un layout elegante e raffinato. “Ai coni e ai pozzetti” uno staff preparato e scelto con ogni attenzione sotto la guida della vera anima della Numero Uno, il vulcanico ed energico Fabio Tagliani che crede fortemente nel progetto e nella sintonia professionale (e non solo) con l’azienda Mo.Ca. Che altro dire? Vi aspettiamo per un buon gelato Biologico a La Numero uno di Brescia!

42


43


EVENTS

BRESCIA

OPEN SPACE CoWorking

www.openspacebrescia.it - info@openspacebrescia.it open space coworking brescia google plus: open space coworking brescia - ph. giulia le & benedetta vuong

INAUGURAZIONE E’ nato un nuovo concetto di lavorare in Team, un luogo dove scambiarsi idee, consigli ed esperienze. Un concentrato di professionisti specializzati nell’ambito della Comunicazione, Moda, Arte, Fashion, Web, Magazine e Make Up: Open Space CoWorking! Domenica 10 maggio 2015 è stato inaugurato il nuovissimo polo di talenti dove sviluppare progetti. E’ divertente e stimolante, dove l’Arte diventa esposizione, dove Magazine diventa APP, dove Make up diventa Bellezza e dove Moda diventa Agenzia. Non serve più cercare ma venire in Open Space Coworking per trovare tutte le soluzioni di start-Up e Promozione. Lo spazio è rivolto a tutti i profili che vogliono lavorare in squadra con tutti i comfort e servizi essenziali tra i quali: Wi-fi ultraveloce illimitato, sistema di condizionamento, sala riunioni, sala Meeting, sala Make up, sala Posa, Area ludica e Relax e soprattutto comodo per gli spostamenti, infatti la sede è ubicata in via Orzinuovi, n 10 a Brescia, a pochi metri dalla tangenziale, dal casello BS Ovest e Brescia 2. Ben servita, Mediaworld, Ikea, Auchan sono a 400 mt. Venite a trovarci o visitate il sito web e prenotate un’esperienza indimenticabile!

44


45


EVENTS

BRESCIA

OPERA - LIVE MUSIC

Ph Angela Cherie Ph Marta Pedrotti

& e

v

e

n

t

s

e

v

e

n

t

i

Giovedi 30 aprile si e’ tenuta la consueta cena Live Music organizzata da BresciaUp Events e Altaluna Eventi come ogni mese da dicembre a questa parte! In questa bella e nuova location in città chiamata Opera, grazie ai nostri partners e alla musica sempre rigorosamente anni 70/80 del mitico dj Domingo, i partecipanti hanno potuto cenare, ballare e ammirare le splendide ragazze che sfilavano per Ego Shop!! Tutto come sempre molto bello! Prossimo appuntamento Giovedi 21 Maggio da Premium Steakhouse!!! Un ringraziamento agli sponsor

P.zza Mons. Almici, 26 - Brescia

46


47


EVENTS

BRESCIA

AW Company Group, poliedrica società fondata e guidata da giovani imprenditori bresciani , mantovani e bolognesi, già attiva nel settore della gestione ed organizzazione di eventi di alta gamma, ha dato vita, in collaborazione con Kosmopea noto Brand di prodotti cosmetici organici, al nuovo ed innovativo marchio della cosmetica made in Italy “ALIZEE SKIN CARE”. La scelta strategica del progetto è quella di puntare su Soluzioni innovative (tra cui l’etno cosmesi), materie prime purissime, l’utilizzo di principi attivi ed eccipienti nobili esclusivamente di origine naturale, collocano e collocheranno la linea di cosmetici “ALIZEE” oltre lo standard qualitativo dei prodotti di largo consumo attualmente sul mercato. Le esclusive formulazioni della linea cosmetica “ALIZEE SKIN CARE” sono studiate e testate per ottenere un risultato garantito per ogni tipo di pelle ed ogni sua esigenza. Rappresentano per il mercato una vera innovazione nel campo della cosmesi naturale. Dal processo produttivo è stato bandito l’uso di materie quali: coloranti, peg, alcool, siliconi, petrolati, lauryl solfato di sodio, propylene glycol parabeni, profumi ipoallergenici.

48

I prodotti “ALIZEE SKIN CARE ” sono tutti dermatologicamente testati attraverso i più avanzati test, ad esclusione di quelli su animali, quali: nichel test, pac test, challenge test. I flaconi utilizzati in cui vive il prodotto, grazie alla loro caratteristica “No Air”, preservano la qualità dei principi attivi nobili garantendo uno standard qualitativo costante nel tempo di alta qualità. Ogni linea di “ALIZEE SKIN CARE” e contraddistinto da un colore e un numero per una facile individuazione Ogni asse della linea attinge a nomi dell’universo cosmico per la denominazione delle linee di prodotto; sono nomi di stelle, pianeti, galassia, costellazioni, satelliti ecc. che danno vita a questa innovativa linea di cosmesi ancora tutta da esplorare come i pianeti Tutto questo si è realizzato grazie ad un sogno imprenditoriale dei quattro soci: Antony Uberti, Water Soliani, Giovanni Apostolopoulus, Mario Balotelli Quest’ultimo noto personaggio nel mondo dello sport.


Ph Selene Zarcone

ALIZEE

ALIZEE Via Solferino, 57 25121, Brescia (Bs)

INAUGURAZIONE Domenica 26 Aprile, nasce il primo Store di Alizee, la cosmetica naturale che utilizza i principi attivi naturali infatti, i prodotti non contengono, coloranti, alcool, siliconi, peg, petrolati, laurylsolfati di sodio, parabeni. si tratta del primo Store che propone i prodotti di cosmetica MADE IN ITALY "ALEZEE SKIN CARE". Numerosi amici e clienti sono stati accolti dallo staff che ha illustrato e spiegato i nuovi prodotti.

49


EVENTS

BRESCIA

SMART - NON CAMBI MAI

Ph Selene Zarcone

REVOLUTION DI DESENZANO Una festa fra tecnologia, moda, cibo e musica dedicata ad un'auto simbolo della modernità. Mercoledì 20 maggio presso la bellissima sede Revolution by Linus di Desenzano si è tenuto un aperitivo in cui protagoniste d'eccezione sono state le nuove smart fortwo e forfour, le auto perfette per la città grazie ad un'agilità elevata, ad un raggio di sterzata ridotto, ad un comfort e una funzionalità mai visti, per non parlare della possibilità di parcheggiare ovunque con estrema facilità. Partner della serata: London Look by Magazzini F e Cover Store. Per maggiori info: boneragroup.it

50


51


EVENTS

BRESCIA

RADUNO LAMBORGHINI 1°

Sabato 25 e domenica 26 aprile si è svolto

RAID LAMBORGHINI LAGO DI GARDA

il 1 raid lamborghini del lago di garda

DAL 25/04/2015 AL 26/04/2015

,oltre 20 splendide fuoriserie della mitica casa automobilistica "Lamborghini" si sono date appuntamento come da progamma

1° 1°

al "Golf Country club Borgo Maghetto "

RAID LAMBORGHINI RAID LAGO LAMBORGHINI DI GARDA DIAL GARDA DALLAGO 25/04/2015 26/04/2015 DAL 25/04/2015 AL 26/04/2015

.Numerosissimi clienti ed avventori hanno potuto ammirare le splendide auto che hanno fatto sosta per l'aperitivo offerto dal DAMM ATRA

di Sirmione ,

la serata si è

conclusa presso "il Sestino " di Desenzano d/g . Il giorno successivo la carovana delle mitiche autovetture dopo la visita al parco Sigurta' di Valeggio sul Mincio ha concluso il 1 raid al ristorante San Marco di Borghetto . Un grazie particolare al Lamborghini Club Italia ed in particolare al presidente Signor

SABATO 18/04/2015 SABATO 18/04/2015 SABATO 18/04/2015 SABATO 18/04/2015 OREORE 11:00 SISTEMAZIONE|RADUNO 11:00 SISTEMAZIONE|RADUNO SABATO 25/04/2015 OREORE 11:00 SISTEMAZIONE|RADUNO 11:00 SISTEMAZIONE|RADUNO SABATO 25/04/2015 ORE 11:00 SISTEMAZIONE|RADUNO Nel magnifico “GOLF COUNTRY CLUB BORGO MACHETTO” SABATO 25/04/2015 ORE 11:00 SISTEMAZIONE|RADUNO Nel magnifico “GOLF CLUB BORGO MACHETTO” NelVia magnifico“GOLF COUNTRY CLUB BORGO MACHETTO” Grezze|Località MacheCOUNTRY o. Desenzano del Garda (BS) ORE 11:00 SISTEMAZIONE|RADUNO NelVia magnifico“GOLF COUNTRY CLUB BORGO MACHETTO” Grezze|Località MacheDesenzano o. Desenzano del Garda Via Grezze|Località Machetto. del Garda (BS) (BS) OREORE 12:00 APERITIVO “BORGO MACHETTO” 12:00 APERITIVO “BORGO MACHETTO” Nel magnifico “GOLF CLUB BORGO MACHETTO” Via Grezze|Località Machetto. Desenzano del GardaCOUNTRY (BS) ORE 12:00 APERITIVO “BORGO MACHETTO” ORE 12:00 APERITIVO “BORGO MACHETTO”

Via Grezze | Località Machetto. Desenzano del Garda (BS) ORE 13:00 PRANZO “BORGO MACHETTO” ORE 12:00 APERITIVO “BORGO MACHETTO” ORE 13:00 PRANZO “BORGO MACHETTO” ORE 13:00 PRANZO “BORGO MACHETTO” ORE 12:00 APERITIVO “BORGO MACHETTO” ORE 13:00 PRANZO “BORGO MACHETTO” ORE 16:00 PARTENZA VISITA “MUSEO MILLE MIGLIA” ORE 13:00 PRANZO “BORGO MACHETTO” ORE 16:00 PARTENZA VISITA “MUSEO MILLE MIGLIA” ORE 12:00 APERITIVO “BORGO ORE PARTENZA VISITA MILLE MIGLIA” ORE 13:00 PRANZO MACHETTO” Presso il 16:00 Museo della“BORGO Mille Miglia è “MUSEO conservato l’archivio delle auto d’epocaMACHETTO” che custodisce circa centotrentamila ORE 16:00 PARTENZA VISITA “MUSEO MILLE MIGLIA” Presso ilche Museo della Mille Miglia conservato l’archivio delle d’epoca che custodisce circa centotrentamila Renzo Castagneto e ilèNICOLIS suo staffDELL’AUTO, preservarono nelleauto diverse sedi dell’Automobile di Brescia,nel documen ORE 16:00 PARTENZA VISITA “MUSEO DELLA TECNICA, DELLA MECCANICA”Club documen che Renzo Castagneto e il suo staffDELL’AUTO, preservarono nelle diverse sedi dell’Automobile ORE 16:00 PARTENZA VISITA “MUSEO DELLA MECCANICA” o epoca. L’Archivio Storico Club con di Brescia,nel tu o il periodo 1927-1957. Potremo le famose auto che hanno faTECNICA, ORE 13:00 PRANZO “BORGO MACHETTO” Il museo racconta, attraverso la ammirare mostra di NICOLIS centinaia di automobili, motociclette eDELLA biciclette, l'evoluzione o epoca. L’Archivio Storico con tu o il periodo 1927-1957. Potremo ammirare le famose auto hanno Ilmezzi museo attraverso ladue mostra di centinaia di automobili, motociclette econtenitore biciclette, di competenza quale siche trovano le fa schede di iscrizione deil'evoluzione deimateriale di racconta, trasporto degli dell’organizzazione,tra ultimi secoli. E’ unoil spettacolare e modernissimo diconcorren cultura e , la, la materiale di competenza dell’organizzazione,tra il spettacolare quale si trovano leordini schede di iscrizione dei dei mezzi di trasporto degli ultimi due secoli. E’ uno e modernissimo contenitore diconcorren cultura e stampa con he, classifiche, di partenza, tabelle, rassegne corrispondenza con le scuderie e le Case automobilis di idee. Creato dall’ imprenditore veronese Luciano Nicolis, nel 2000. corrispondenza con leORE scuderie everonese le Case automobilis he,nel classifiche, di partenza, rassegne stampa con 16:00 PARTENZA VISITA “MUSEO NICOLIS DELL’tabelle, AUTO, di idee. Creato dall’ imprenditore Luciano Nicolis, 2000. ordini ar oli,giornali e riviste dell’epoca e i famosi “Numeri Unici”. Via Postumia. 37069 Villafranca di Verona. Viale della Bornata 123,S. Eufemia. oli,giornali e123,S. riviste dell’epoca eDELLA i famosi TECNICA, “Numeri Unici”. ViaarPostumia. 37069 Villafranca di Verona. DELLA MECCANICA” Eufemia. Viale della Bornata 123,S. Eufemia. Viale della Bornata 123,S. Eufemia. ORE 19:00 APERITIVO “DAMM ATRA” Piazza Unità D’Italia 16, Sirmione (BS) ORE 19:00 APERITIVO “BAR DAMM'ATRA" Via Colombare 164. Colombare di Sirmione(BS) ORE 19:00 APERITIVO “SQUARE-CIRCUS” Piazza Ma eo 23 Desenzano del Garda (BS) ORE 19:00 APERITIVO “DAMM ATRA” Piazza Unità D’Italia 16, Sirmione (BS) ORE 19:00 APERITIVO “BAR DAMM'ATRA" Colombare 164. Colombare di Sirmione(BS) ORE 19:00 APERITIVO “SQUARE-CIRCUS” Piazza Ma eo 23 Desenzano del Garda (BS) ORE Via 19:00 APERITIVO “DAMM ATRA” ORE 21:00 CENA “SESTINO BEACH” Live Kyra’s Music Kyra’s Band. Via Sirmione F. Agello 41A Desenzano del Garda(BS) ORE 21:00 CENA “SESTINO BEACH” Via Agello 41A del Desenzano del Garda(BS) ORE 21:00 CENA “SESTINO BEACH” Live Music music. F.Band. Agello 41AF.Desenzano Garda(BS) Piazza unità d’Italia 16, (BS) ORE 21:00 CENA “SESTINO BEACH” LiveVia Music Kyra’s Via F. Agello 41A Desenzano del Garda(BS) ORE 21:00 CENA “SESTINO BEACH” Music Kyra’s Via F.Desenzano Agello 41A del Desenzano del Garda(BS) ORE 21:00 CENA “SESTINO BEACH” Live music. Via F.Band. AgelloBand. 41A Garda(BS) ORE 23:00 SFILATA DI MODA MARCHIO LAMBORGHINI ZEYBRA “SESTINO BEACH”

ORE 23:00 DIDIMODA LAMBORGHINI ZEYBRA “SESTINO BEACH” ORESFILATA 23:00 SFILATA DIMARCHIO MODA MARCHIO LAMBORGHINI ZEYBRA “SESTINO BEACH” ORE 23:00 SFILATA MODA MARCHIO LAMBORGHINI ZEYBRA “SESTINO BEACH” ORE LAMBORGHINI ZEYBRA “SESTINO ORE23:00 23:00SFILATA SFILATADIDIMODA MODAMARCHIO MARCHIO LAMBORGHINI ZEYBRA “SESTINO BEACH” BEACH” ORE 21:00 CENA “SESTINO BEACH”

DOMENICA 19/04/2015 Live Music. Via F. Agello 41A Desenzano del Garda(BS) DOMENICA 19/04/2015 DOMENICA 19/04/2015 DOMENICA 19/04/2015 ORE 9:00 COLAZIONE “GOLF COUNTRY CLUB BORGO MACHETTO” ORE 9:00 COLAZIONE “GOLF COUNTRY CLUB BORGO MACHETTO” DOMENICA 26/04/2015 ORE 9:00 COLAZIONE “GOLF COUNTRY CLUB BORGO MACHETTO” ORE 9:00 COLAZIONE “GOLF COUNTRY CLUB BORGO MACHETTO” DOMENICA 26/04/2015 Via Grezze|Località o. Desenzano(BS) ORE 9:00 COLAZIONE Mache “GOLF COUNTRY CLUB BORGO MACHETTO” Via9:00 Grezze|Località o. Desenzano(BS) ORE COLAZIONE Mache “GOLF COUNTRY CLUB BORGO MACHETTO” ORE 23:00 SFILATA DI MODA Via Via Grezze|Località Machetto. Desenzano(BS) 10:00 A SCELTA: VISITA “MUSEO NICOLIS” O “SFILATA AUTO LUNGOLAGO” Grezze|Località Machetto. Desenzano(BS) OREORE 10:00 A10:00 SCELTA: VISITA “MUSEO NICOLIS” ONICOLIS” “SFILATA LUNGOLAGO” MARCHIO LAMBORGHINI ZEYBRA “SESTINO BEACH” ORE A SCELTA: VISITA “MUSEO OAUTO “SFILATA AUTO LUNGOLAGO” ORE 10:00 A SCELTA: VISITA “MUSEO NICOLIS” O “SFILATA AUTO LUNGOLAGO” ORE 10:00 VISITA “PARCO GIARDINO SIGURTA“ VISITA “MUSEO NICOLIS DELL’AUTO, DELLA TECNICA, DELLA MECCANICA”. ORE 10:00“MUSEO VISITA “PARCO GIARDINO SIGURTA“ VISITA “MUSEO NICOLIS DELL’AUTO, DELLA TECNICA, MECCANICA”. VISITA NICOLIS DELL’AUTO, DELLADELLA TECNICA, DELLA MECCANICA”. “MUSEO NICOLIS DELL’AUTO, DELLA TECNICA, DELLA MECCANICA”. ViaIlVISITA Cavour 1, Valeggio sulsul Mincio (VR) museo racconta, a verso la mostra naia di automobili, motocicle Via Cavour 1, Valeggio Mincio (VR) Il museo racconta, a verso la mostra naia di automobili, motociclee e e bicicle e biciclee,e,l'evoluzione l'evoluzionedei dei

26/04/2015 due secoli. E’DOMENICA uno spe e modernissimo contenitore mezzi di trasporto degli ul ulmimi mezzi di trasporto degli due secoli. E’ uno speacolare acolare e modernissimo contenitoredidicultura culturae edidi

ORE 13:00 PRANZO “RISTORANTE SAN MARCO” idee. Creato dall’ imprenditore veronese Luciano Nicolis, nelnel 2000. Luciano Nicolis, nel 2000. ORE 13:00 PRANZO “RISTORANTE SAN MARCO” ORE 9:00 COLAZIONE “GOLF COUNTRY CLUB BORGO MACHETTO” idee. Creato dall’ imprenditore veronese Luciano Nicolis, 2000. Nicolis, nel 2000. ViaLuciano Raffaello Sanzio, 10. Borghetto Valeggio sulsul Mincio(VR) Via Raffaello Sanzio, 10. Borghetto Valeggio Mincio(VR)Machetto. Desenzano(BS) Via Postumia. 37069 Villafranca di Verona. Via Postumia. 37069 Villafranca di Verona. Via Postumia. 37069 Villafranca diVia Verona. Grezze|Località

Via Postumia. 37069 Villafranca di Verona.

SFILATA D’AUTO LUNGOLAGO “ DESENZANO, SIRMIONE, PESCHIERA” SFILATA D’AUTO LUNGOLAGO “ DESENZANO, SIRMIONE, PESCHIERA” SFILATA D’AUTO LUNGOLAGO “ DESENZANO, SIRMIONE, PESCHIERA” SFILATA D’AUTO LUNGOLAGO “ DESENZANO, SIRMIONE, PESCHIERA” ORE VISITA “PARCO GIARDINO SIGURTA” Desenzano è il èpaese grande e popoloso deldel lago di Garda, unun centro assai apprezzato daidai giovani bresciani (e(enon solo) Desenzano èil ilpaese piùgrande grande e popoloso del lago Garda, un centro assai apprezzato dai giovani bresciani (e(e non Desenzano più e popoloso lago di di Garda, centro assai apprezzato giovani bresciani non solo) per Desenzano èpaese ilpiù paese più grande e10:00 popoloso del lago di Garda, un centro assai apprezzato dai giovani bresciani nonper solo) perper la vita no no urna cheche vi sivisvolge. unun bellissimo porto, probabilmente più grande deldel lago ViaHaCavour 1, Valeggio sul Mincioil(VR) solo) la vita urna si svolge. Ha bellissimo porto, probabilmente il più grande lagodidiGarda. Garda. Sirmione è il èpiù piccolo deidei tredei paesi, noto internazionalmente cheche per laper bellezza deldel suo centro storico, per lo paSirmione piccolo dei tre paesi, noto internazionalmente che per labellezza bellezza del suo centro storico, per losplendido Sirmione il èpiù piccolo tre paesi, noto internazionalmente per la suo centro storico, per losplendido paSirmione il più piccolo tre paesi, noto internazionalmente che la bellezza del suo centro storico, per lo norama cheche sipanorama ammira dalla sua Dasua visitare le famose rovine della villa deldel poeta Catullo edel celebri terme. splendido che si ammira dalla penisola. DaDa visitare leromane famose rovine romane della villa poeta Catullo norama sipanorama ammira dalla sua penisola. Da visitare le famose rovine romane della villa poeta Catullo ele le celebri terme. splendido che sipenisola. ammira dalla sua penisola. visitare le famose rovine romane della villadel poeta Catullo ORE 13:00 PRANZO “RISTORANTE SAN MARCO” e leecelebri terme. le celebri terme. Via Sanzio, 10. Borghetto sul l'estuario Mincio (VR) Peschiera è a è aaversata da da unRaffaello dedalo di canali cheche vanno a formare ilValeggio fiume Mincio, del lago Peschiera aversata un dedalo di canali vanno a formare il fiume Mincio, l'estuario del lagodidiGarda. Garda.Tra Tra numerosi canali sorge il cara storico deldel paese, circondato delle ben note mura . In ques ques numerosi canali sorge il caraeriseriso centro o centro storico paese, circondato delle ben note muradifensive difensive . In Peschiera faceva parte Verona Mantova e Legnago del famoso Quadrilatero. Peschiera faceva assieme a Verona Mantova e Legnago del famoso Quadrilatero. di molte ba baaglie essendo in un punto obbligato di di passaggio. DiDi q ui lele famose passato è stata alparte centro dia molte aglie essendo in un punto obbligato passaggio. q ui famoseforforficazioni ficazioni passato è stata alassieme centro costruite dagli austriaci, Peschiera faceva parte assieme a Verona Mantova e Legnago deldel famoso Quadrilatero. costruite dagli austriaci, Peschiera faceva parte assieme a Verona Mantova e Legnago famoso Quadrilatero. OREORE 13:00 VALEGGIO SULSUL MINCIO. 13:00 VALEGGIO MINCIO. ORE 13:00 VALEGGIO SULSUL MINCIO. ORE 13:00 VALEGGIO MINCIO.

Andrea Nicoletto. Arrivederci al prossimo anno ....

52

+39 +39 329 2472452 329 2472452 Facebook: Sestino Beach Facebook: Sestino Beach Via Agello 41 A41 | Desenzano (BS)(BS) | ITALY Via Agello A | Desenzano | ITALY info@sestinobeach.it | www.sestinobeach.it info@sestinobeach.it | www.sestinobeach.it


EVENTS

BRESCIA

DONNE TRA LE MANI EMOZIONI DA TUTTO ESAURITO Un San Barnaba gremito con posti in piedi e sold out già mezz’ora prima che i riflettori si accendessero sui protagonisti di #donne tra le mani, venerdì 17 aprile per la prima di uno spettacolo che parla soprattutto di empatia, verso la malattia, Ph...una malattia scomoda come il cancro.

L’idea nasce dall’esperienza condivisa da un gruppo di amiche che, confrontandosi su determinati aspetti della vita quotidiana o del profondo sentire che crea abissi tutti da esplorare, hanno pensato che il parlare di cancro con semplicità ma anche ironia, senza nascondersi, tra momenti e pensieri, potesse essere un modo per abbattere il pregiudizio, per creare quell’empatia tra chi è malato e chi gli gravita intorno. Sul palco otto donne bellissime, eleganti, con la testa incoronata da foulard, hanno raccontato otto diversi punti di vista, otto momenti. Frammenti di un tutto che non è facile svelare. In mezzo video, musica dal vivo con un quartetto di chitarre del Liceo Musicale e un inedito al pianoforte. L’amore è stato raccontato dall’unico uomo sul palco se non si contano i ragazzi. Quei figli che hanno dovuto fare i conti con mamme impegnate a combattere il mostro. La scenografia é stata curata dagli allievi dell’Accademia Santa Giulia. A presentare la serata e a prestare la sua inconfondibile voce Maddalena Damini, direttore artistico di Radio Brescia 7.

54


Fresco - Locanda pesce & pizza via Malta 16/A , Brescia 2 Zona Cavalcavia Kennedy Tel.030.63.63.837


EVENTS

BRESCIA

BIOKALE' 2015 Titolo evento Un compleanno davvero speciale, il 25esimo anniversario di Biokale Cosmesi , azienda che dal 1990 opera nel settore parrucchieri, in particolar modo nel nord Italia. Un grande Show in una storica e suggestiva cornice come il Teatro Ponchielli di Cremona, dove, più di 700 Acconciatori hanno assistito ad uno spettacolo davvero unico. L’Evento è iniziato con una performance della bravissima e bellissima violinista Anastasiya Petryshak che ha deliziato la platea con un assolo di Mozart , per poi lasciare il posto all’Equipe Biokale, che ha poi condiviso la pedana con l’ospite d’onore, lo stilista inglese Paul Falltrick, che con la sua professionalità e la giusta dose di eccentricità ha dato prova di grande capacità, con un gusto ed un eleganza che hanno piacevolmente coinvolto l’attento ed esigente pubblico in sala. La serata è proseguita nel rinomato locale Juliette di Cremona , dove la festa è continuata in un atmosfera gioiosa e coinvolgente.

56


: L’amministratore di Biokale Francesco Lampugnani ed i soci Alex Masseroni, Paolo Migliorati Evanio Garbelli e Giorgio Manenti colgono l’occasione per ringraziare tutta la clientela, per la fiducia riposta in Biokalè Cosmesi in tutti questi anni, con l’augurio di proseguire questo lungo cammino con lo spirito e la passione che ci ha contraddistinto in tutti questi anni. GRAZIE A TUTTI DI CUORE.

in collaborazione con l'accademia di Milano

57


58


59


60


UN GRANDISSIMO RINGRAZIAMENTO VA A TUTTI

VOI!


EVENTS

BRESCIA

CAFFE' N.2

Ph Selene Zarcone

Titolo evento Sabato 9 maggio si è svolta l ormai tradizionale festa presso il caffè n 2 di piazzale Arnaldo Festa di primavera con tema "l Abruzzo " . Gli ottimi drink e gli immancabili stuzzichini di "Luciano " e tutto il suo staff accompagnati dal Dj Roy hanno allietato i numerosi clienti . Ormai un appuntamento imperdibile per tutti l ' inizio estate si attende al caffè N 2 . AL PROSSIMO ANNO.....

62


EVENTS

BRESCIA

NON UN SEMPLICE COMPLEANNO Domenica 17 Maggio Emanuele, ha voluto ringraziere tutti i clienti per i primi dieci anni di attivitĂ che gli hanno permesso di ottenere il successo professionale. Il party ha avuto numerosi ospiti del mondo dello spettaccolo che hanno intrattenuto tutti i presenti, con performance musicali e la "Crew di JB", non peteva mancare un premio agli affezionati clienti. Ad accompagnare la giornata alla console, il noto Dj, Nicola Veneziani. EMANUELE PARRUCCHIERI VIA MARCONI 14L 25060 CELLATICA BRESCIA 030.27 72 387

63


EVENTS

BRESCIA

"PRE 1000" GAREDEPOCA PARTY Nella ormai suggestiva cornice del Museo Mille Miglia martedÏ 12 maggio ,2015 si è' svolta la festa prima della mitica corsa . Oltre seicento graditi ospiti hanno partecipato al party , gli organizzatori ringraziano tutti per la partecipazione e in particolar modo chi ha portato le auto di grande qualità ' . Lodevole il risultato del party

, gli organizzatori

diventare un appuntamento fisso . Appuntamento al prossimo anno www.garedepoca.com

64

si augurano che questo possa


65


EVENTS

BRESCIA

Fondazione ANT - DONNE inCANTO Sabato 9 maggio Fondazione ANT ha replicato per la quinta volta il successo con l’evento Donne in cANTo, il concerto tutto al femminile tenutosi al Pala Banco di Brescia e che ha visto 13 cantanti di fama nazionale alternarsi per dare voce alla solidarietà. Donne in cANTo è stato realizzato in collaborazione con Music Association, che ogni anno con grande impegno ne cura la direzione artistica, e con Radio Italia che ha trasmesso in diretta radiofonica l’evento. Da tutta Italia fan e sostenitori di ANT sono arrivati per gustare una manifestazione di alto livello artistico, impreziosita da: Noemi, Patty Pravo, Syria, Francesca Michielin, Silvia Mezzanotte, Suor Cristina, Anna Tatangelo, Paola Turci, Deborah Iurato, Claudia Megrè, Amara, Roberta Pompa e Simonetta Spiri. Il lato rosa della musica italiana si è riunito per sensibilizzare il cuore di tutti a sostenere Fondazione ANT, il più grande ospedale gratuito a domicilio in Italia che fornisce assistenza socio-sanitaria ai malati di tumore e organizza attività di prevenzione oncologica. Il ricavato dell’edizione 2015 sarà destinato proprio alla prevenzione con la realizzazione di visite gratuite per la diagnosi precoce del melanoma, che ANT porta avanti dal 2010 sul

66

territorio di Brescia. Fondazione ANT è presente a Brescia e in oltre 50 comuni della provincia dal 2001 e ha garantito assistenza e sostegno a oltre 3.500 sofferenti di tumore, grazie al lavoro di uno staff sanitario, composto da otto medici, cinque infermieri e una psicologa. Inoltre, dal 2010 ad oggi sono state offerte da ANT ai cittadini bresciani più di 1.000 visite gratuite per la diagnosi precoce del Melanoma. Il concerto è stato aperto da un pre-spettacolo, condotto da Alex Rusconi e Luana Vollaro, che ha visto la ginnasta Silvia Bravo, accompagnata da Stefano Vertigo, volare sul palco grazie tra colorati tessuti aerei. Hanno potuto poi mostrare la loro bravura al pubblico il gruppo Ladiesgang, che riproponendo canzoni come “Ho un sassolino nella scarpa”, hanno fatto rivivere gli anni dello swing. Alessandra Regosini, classificata al Festival di Ghedi 2014, ha passato il testimone alle grandi. Alle 20.45 Fiorella Felisatti e Gabriella Capizzi, speakers di Radio Italia, hanno dato il via alla manifestazione, trasmessa sia in diretta radio sia in streaming su radioitalia. it. La prima protagonista a salire sul palco è stata Noemi, che forte della sua partecipazione a The Voice, ha saputo riscaldare e animare il pubblico con i suoi pezzi di successo “Sono solo parole” e “Vuoto a perdere”. New entry di


Ph Federico Donne in cANTo è stata Silvia Mezzanotte, voce principale dei Mattia Bazar solista per l’occasione, ha incantato con le famosissime “Messaggio d’amore”, “Ti sento” e “Brivido caldo”. E’ toccato poi il turno della giovane emergente Claudia Megrè, che con la sua “Tatuami” sta prendendo il lancio verso il successo. Dopo un medley accattivante, Syria ha diviso il palco con la seconda classifica nelle Nuove proposte di Sanremo 2015 Amara. Insieme hanno proposto il brano di Ivano Fossati “C’è tempo”. Amara ha presento anche la sua bellissima “Credo”. Paola Turci ha colto l’occasione di Donne in cANTo per presentare il suo nuovo lavoro “Io sono”. Francesca Michielin ha fatto esplodere il pubblico interpretando il singolo, che sta spopolando nelle radio, “L’amore esiste” e ha chiuso con “Sola”. Il pubblico bresciano ha potuto riabbracciare la cantante di casa Roberta Pompa, pronta per lanciare il suo brano “Tutte le mie ragioni”. Roberta ha poi invitato Simonetta Spiri per intonare insieme l’inno “Quello che le donne non dicono” di Fiorella Mannoia; a seguire Simonetta Spiri ha cantato “A un km da Dio”. Standing ovation per la regina della musica italiana: Patty Pravo. Dopo aver annunciato l’imminente uscita del suo cd, Patty accompagnata da tre musicisti ha affascinato gli

spettatori con “E dimmi che non vuoi morire”, “La Luna” e “Pazza idea”. La giovane siciliana Deborah Iurato, vincitrice della scorsa edizione di Amici, ha interpretato i suo brani “Libere” e “Anche se fuori è inverno”. Il pubblico ha aspettato fino alle 23 l’inedito duetto, solo in esclusiva a Donne in cANTo e in onore di Fondazione ANT, formato da Anna Tatangelo e la talentuosa Suor Cristina. Le due artiste in questi giorni hanno dichiarato più volte sui social e alle radio la stima reciproca, e insieme hanno scelto di congedare gli spettatori presenti proponendo “Libera”, canzone portata da Anna al Festival di Sanremo di quest’anno. Lo straordinario successo di pubblico, entusiasta e caloroso fino all’ultimo, ha permesso a Fondazione ANT di poter parlare della sua missione solidaristica: Eubiosia (dal greco antico “la buona vita”), la dignità della vita preservata anche durante la malattia e fino all’ultimo istante di vita. Si può continuare a sostenere ANT con la donazione del 5x1000 (c.f. 01229650377) e ricevere informazioni presso gli uffici di Brescia al numero 0303099423, oppure mandando una mail a delegazione.brescia@ant.it. Per info: www.ant.it/lombardia.

67


EVENTS

BRESCIA

G&B, NEGOZIO PROGRESS

Ph G.F

INAUGURAZIONE DEL NUOVO PIANO UOMO Venerdì 15 Maggio l’ultimo store nato dalla mente dell’imprenditore Gianni Peroni - G&B Negozio Progress in via Gramsci 23 a Brescia - ha dedicato un evento per l’inauguazione del nuovo piano uomo, che ha raddoppiato i suoi spazi: Don Juan - Maestro d’amore. Sulle note della talentutosa Greta Gray un cocktail composto da note profumate con l’esperto di essenze Massimiliano Tamelli di Campo Marzio 70, le prelibatezze della trattoria Tamì e le bollicine della franciacorta con la rinomata cantina la Montina. Una serata all’insegna della seduzione, della malizia, dell’eleganza e del ben vestire. “Ci sono solo quattro domande che contano nella vita: cosa è sacro, di cosa è fatto lo spirito, per cosa vale la pena di vivere e per cosa vale la pena di morire. La risposta, ad ognuna, è la stessa: solo l’amore.” (Don Juan De Marco)

G&B Negozio Progress via Gramsci 23 - Brescia

progress@gebenegozio.it www.gebnegozionline.com

68


69


EVENTS

BRESCIA

SPRING/SUMMER

Ph Roberto Bambini

Premium Steakhouse

& e

v

e

n

t

s

e

v

e

n

t

i

Questa volta la Cena Live music Altaluna si e’ tenuta nella nuova Premium Steakhouse in via Lattanzio Gambara in citta’ dagli amici Ezio e Gaetano!! Nel nuovo locale specializzato in carne ,e non solo,Giovedi sera 21 maggio gli ospiti intervenuti hanno potuto cenare con un ricco menu’ fatto di aperitivo a buffet, risotto e picagna,tagliata al momento in sala e servita con patate fritte e vino rigorosamente rosso!!! Si e’ poi ballato la consueta musica anni 70/80 nonche’ cantato brani evergreen eseguiti dagli splendidi Ugo e Ettore!!! Ricordiamo inoltre la bella sfilata di abiti by Ego Shop e dei costumi da bagno di La Gatta ( Bs). Hanno alietato la serata anche le caricature e le performance acrobatiche di Alessandro Arrighini!! Thanks to:

70


71


E N o I Z Y LO D R E F

L

e r ic o di Fed a im r ep getto e n a s c e n t a il s o g n io s s d iv per i a pa lt im o egue u s ’ t o r s p e e e qu catti a. r im i s u a v it s mi ha dei p a ll e d i sone n r n e a p f i p r im er le afia “o fotogr ione p z la n e e t r t L’a edilige o a pr l portat to de to! amora o n h r in p e t p o e re e son e la st elocità v o mi … p a n ” ll m o le e e s t p nd el avid peo ma no a re d rley D s , a s e e t H r a o a p a r u rim plo Col ue r mia p ed es delle d e la r e o o t c d a s … n ers mo ono quist i e bik o a c ho ac a ciclist iniziat o t è stat o o questo h o m t mo uale o di q d i, lo t n n la o e e h v m con anc li e ato ssioni varieg o deg e a t d o p n t n e s o e ie m qu ivam el m ccess utte le rmi n t u ia s e c e n m i iz Co er la di serv nte p agli ruitore f prio. veicola o e r p m vivere o e c o a io r c e im fac sione o re v dappr mici, la pas a nizzat e a i g a r r r lt o u a e4 ult come delle 2 on la c i, con n n o n e d a n ia o sc m Da 4 i di Bre re legata al sionat u s lt a u e! Ed p c p a rlesqu u ustom c B la … re n d e SA. verso Pin-up che p e in U … i, d e s a i n is a m S eric dy on cu ruote oto am ività, con La lyepupe.it) c M & i. r rs tt Auto ww.bu k shop e co e un’a iniziar r upe (w o -13P w 2 & , (1 e ecco risce lesqu i Burly t r d S u b e e ll e m t t o b re rat Ste il no il 24 o mo se rescia ia e B z a ) iz ? ia n e c h re s ione h orga e fatic o di B a ediz im c s im n s lt a o r u B ’ ! L Le p l Pala unisia ne… gno a w in T o perso h S 14 giu 0 8 e 4 ik r B e p ara to il Sah 00 mo rtire 4 a p o t vis

FEDE

S

RICO

tudent e di ec onomia eredita e comm la pa ercio due r s s io n e pe uote r le e per dall’ing la foto ombra grafia nte ba chiama b bo (co abitualm m e lo panora ente). Ama miche viaggia e re p o r e Da qua e rtage d scattar lche m ei suoi e foto ese ha in cui viaggi. aperto posta d u s e e rvizi de pagine ruote s dicati a su Fac peciali ebook lle 4 ru … il n wood& o ote… m me di wheels u a n ! a sono Si… le di que luogo. gno e ste pa r g u in o e è te… sk Alcuni ate in suoi sc primo atti son di setto o già s re in Fr tati pu ancia e Grazie bblicat Germa a Fede i su riv n ia. , iste babbo certi di e figlio e s s e re spalla p o ssono c o n t ro collabo spalla r a re in ogni occasio ne.

72


73


N

A

F

R

U

N

Z

E

T

E

M O D E LLA D E L M E S E

ELENA FRUNZETE

E

L

E

Nata in Repubblica Moldova l’ 8 Marzo 1994 Vive a Brescia Altezza: 1,78 Occhi: verdi Capelli: biondi Diploma: parrucchiera Lavoro: Modella, Hostess Fiere e Barista Occupazione attuale: “Driver” presso SESTINO BEACH

74

R U B R I c h e


75


Il TIRO A VOLO, SPORT PER DONNE (QUELLE VERE).

I

l CUS Brescia, primo Centro Universitario Sportivo affiliato alla Federazione Italiana a Tiro a Volo vanta un primato invidiabile. Una concentrazione altissima di donne che si cimentano (e spesso battono i colleghi maschi) in questo affascinante sport. E si, perché è finito il tempo in cui il Tiro a Volo è di dominio maschile. Le donne si concentrano meglio, controllano l’arma con maggior elasticità, e con la determinazione di chi è spesso allo stesso tempo, mamma, moglie, padrona di casa e donna in carriera raggiungono eccellenti risultati. Sport per donne il Tiro a Volo, in cui la forza e la mascolinità dell’arma si uniscono alla grazia ed alla sensualità di un gesto femminile. Connubio perfetto. Non a caso Jessica Rossi, Medaglia d’Oro nel Tiro a Volo ai Giochi di Londra 2012 è oggi l’icona di questo sport. Lei che in se racchiude la freschezza e la bellezza femminile ma che in pedana si trasforma

in una tigre cinica ed affamata di vittoria. Un aneddoto. Il Tiro a Volo uno degli sport da sempre presente nell’Olimpiade dell’era moderna, ha sempre lasciato (maleducatamente) uomini e donne gareggiare insieme. O meglio fino a Barcellona 1992. In quel Olimpiade i pianeti si disallinenano. Una donna gareggia con gli uomini e battendoli vince l’Oro Olimpico, sorprendendo il mondo dello sport intero. Da allora (educatamente) uomini e donne gareggiano separati. Al CUS Brescia, Chiara, Roberta, Sabrina, Luisa, Barbara, e le altre ragazze sono mamme, professioniste, mogli, tutte unite dall’amore per le armi e per il tiro a volo. Si divertono, si arrabbiano, si impegnano, giocano duro e rispettano le regole, con un coraggio ed una passione che le rende uniche e meravigliosamente belle. Uomini tremate, le campionesse sono tornate ! #weareCUS

Info & Credits: tiroavolo.cusbrescia.it | tiroavolo@cusbrescia.it

76


di Federica Cocco

ALESSANDRO ARRIGHINI

A

lessandro “Maggic” Arrighini, artista, disegnatore, comico, acrobata ed altro ancora. Artista bresciano partito dalla “strada” ha fatto molta gavetta ma si è distinto per le sue qualità ed il suo talento. Conosciuto agli esordi prevalentemente per le sue capacità artistiche legate a spettacoli per famiglie e bimbi, è anche cresciuto professionalmente nel settore adulti con le acrobazie, le caricature, le interpretazioni nelle cene con delitto, a teatro come volpe nel “ Pinocchio” e tanto altro. Animatore fisso per location come Rocca di Lonato, due Colombe, Villa baiana ed altri, è anche collaboratore di Gardaland, Cameo ed altri grandi marchi. Negli anni ha lavorato con artisti di Zelig, striscia la notizia, colorado, ha partecipato come ospite fisso in diverse trasmissioni ma il suo più grande vanto è di essere stato allievo di Jango Edwards ( uno tra i clown più bravi e noti al mondo) e poi di aver lavorato con lui oltre ad aver stretto con lo stesso un rapporto di amicizia. Il curriculum è costellato di grandi collaborazioni, sempre in crescita, ma parlando con il nostro abbiamo capito che adesso è per Alessandro il momento della svolta, abbiamo quindi deciso di fargli alcune classiche domande.

78

Progetti per il futuro?

Molti, sicuramente a settembre un programma su un canale nazionale, nell’ immediato alcuni spettacoli, quello più importante Red Ball, con altri tre grandi artisti bresciani, spettacolo nel quale credo molto e di assoluta qualità.

Disegnatore, acrobata, comico, quale figura senti più vicina a te? Decisamente tutte, ma se dovessi scegliere, il disegnatore, quello è un talento naturale che non ho forse sviluppato come avrei dovuto, che mi accompagna sempre nel lavoro ma anche nella quotidianità; il comico, il clown è il risultato


4 / 5 LUGLIO 2015

Un piano di corsi completo per imparare e approfondire la propria attività nel settore dei matrimoni e dell’organizzazione di eventi. L’obbiettivo del corso è quello di fornire una preparazione completa a chi desidera avviarsi alla professione di Wedding Planner

di una ricerca non ancora conclusa ma è anche difficoltà, come fare le acrobazie, c’è molto lavoro, molta passione ma anche fatica.

Essere artista in Italia?

Essere artista in Italia è difficile più che in altri paesi, non si riconosce spesso la qualità dell’artista ed è uno dei pochi paesi al mondo dove con la scusa della pubblicità si chiede ad un artista di non pagarlo.... vi faccio una confidenza, gli artisti non mangiano pubblicità. L’italia resta comunque un paese meraviglioso che amo e che possiede in realtà tantissimi bravi artisti. Ultime tre domande, la cosa più bella di questo lavoro! Questo lavoro come altri ti regala momenti belli, come anche brutti, essendo però una scelta di vita ha la peculiarità di piacermi come professione, che non è una possibilità concessa a tutti, i momenti migliori sono collaborazioni con altri grandi artisti che ti regalano momenti di poesia e grandi amicizie che si creano.

In questa professione come ci si prepara?

Le possibilità sono molteplici, spesso ci sono stage a livelli diversi, quindi anche per professionisti che si incontrano con grandi maestri o tra di loro per scambiarsi informazioni, idee ed altro. Inoltre quando si lavora con altri artisti è importante guardare con attenzione per apprendere passagi nuovi, espressioni importanti, gag efficaci etc..

Per concludere, il tuo sogno?

Se dovessi sparare alto direi..... diventare uno degli artisti piu importanti del mondo! A parte gli scherzi mi piacerebbe essere ricordato come un artista capace e di qualità, l’idea è di diffondere maggiormente alcune situazioni che ho (una unica al mondo) portandole all’attenzione del grande pubblico. Vi saluto e aspetto tutti i vostri lettori a vedere il nostro nuovo spettacolo, red ball; un mix tra clown. Danza aerea, acrobatica, recitazione e grande illusione.

In collaborazione con :

4 / 5 LUGLIO 2015 - Verranno forniti tutti gli strumenti e le basi necessarie a svolgere la professione di wedding planner in completa autonomia. - Verranno analizzati tutti gli aspetti per la realizzazione di matrimoni, anche affrontandone le problematiche. Al termine del corso i partecipanti saranno in grado di gestire l’apertura di una propria agenzia, oltre ad acquisire le competenze per l’ideazione e la realizzazione di un matrimonio perfetto!


a cura di Lorenzo Tiezzi

G

I

A

N

L

Melly

U

C

A

P

I

G

H

I

Gianluca Pighi è da anni il punto di riferimento musicale di Qi Clubbing, il top club di Erbusco (BS). Più conosciuto all’estero & Editor che in Italia come produttoreFounder di house music di qualità, tra un party e l’altro al QI ed altrove, gestisce la sua label Mint Condition ed ha collaborato con top dj www. come Robert Owens, Kenny Bobien e Frankie Knuckles, Maurice Joshua, Oscar P, Terry Hunter mellystyle.com e Duce Martinez. A differenza di tanti colleghi (troppi?), Gianluca ama i fatti e non le chiacchiere ed è un vero professionista melissanina79@yahoo.it dell’audio, del suono, non solo della musica. Non per caso il sound system del privé di Qi Clubbing l’ha progettato lui.

D

J

D

E

L

M

E

S

E

Il dilemma dell’armadio...e il Garde - Robe Express

Qual è il pezzo da ballare che suoni più spesso nei club in L’essenziale questo periodo? trionfa sull’esagerazione:enigma quanto mai “Wek” di Fango, calzante per le“Heads donne Above” francesi.(remix di Maceo Plex) degli WhoMadeWho, “Coming Up For Air “(remix di Adam Port) di come “Elevation” riescono le (Filipe francesi, ad apparire sempre chic? ZootMa Woman, Narciso Remix) “Whitecosì Tiger” Come possiamo ,noi, applicare “quel non so che “al nostro dei Society

che non stanno bene, che non si usano e che sono di pessima qualità.Il vostro guardaroba dovrebbe essere composto di 10 capi principali.Procedete così: svuotate l’aramadio ed esaminate tutti gli abiti domandandovi: Mi

guardaroba ( e più in generale al nostro stile di vita)? Cosa c’è Primavera estate 2015. Che sound ti sembra stia funzionando di così entusiasmente e diverso nel loro guardaroba? in discoteca? Cercheròuna di rispondere a queste domande, ma procediamo C’e sempre grande confusione che contraddistingue il panorama nazionale… ed internazionale, basta guardare il con ordine. line up di festival. Da una parte ci sono suoni più elettronici Il punto di alla partenza riuscire a sconfi ggereparte quella e violenti legati dance ècommerciale, dall’altra agghiacciante l’armadio di abiti produzioni più tech,sensazione suoni crudidieavere diretti. A livello strapieno underground c’è invece un ritorno di produzioni house molto semplici, e non sapere cosa mettersi.Per far questo dobbiamo ricorrere molto anni 90. ad alcuni stratagemmi “immateriali”. La vera rivoluzione

piace ancora? Lo indosso? Riflette la mia personalità?

la consapevolezza di locale sé :senza onesta Che èci dici del QI Clubbing, a cuiuna sei valutazione profondamente legato? Gli anni passano e migliora sempre, il che è davvero della propria fisicità è impossibile essere eleganti. Una volta raro nel clubbing italiano (e non)? compreso nostro ,il vivente, portamento, è ciò amato, che può Quasi come se ilfosse unacorpo creatura il QI viene veramente faree la differenza: un In portamento regale curato, coccolato fatto crescere. questo credo checomunica Gino Liguori e Alda Civelli siano Maestri. Molti colleghi dovrebbero noncurante fiducia in se stesse ( che niente ha a che fare imparare o almeno guardare la cura e la meticolosità che l’altezzosità): una della donnasettimana. che si sente a proprio vienecon dedicata ogni giorno Le serate sono agio il diventa immediamnete irresistibile.A tutto mi sento di divertimento per il lavoro che dura 7 giorni su questo 7.

4.Tubino nero. Il più classico dei classici da ravvivare

aggiungere un tocco naturel: le francesi non amano essere Che stavi facendo un attimo prima di rispondere alle nostre appariscenti e mai e poi mai sosterranno di aver impiegato domande? orefinendo ad abbigliarsi : sono un equilibrio tra cura e Stavo una versione di una mia nuovaperfetto produzione.

8.Tacchi. Una scarpa con tacco nera e/o beige renderà

Detto questo , identifichiamo i capi indispensabili del Garde-Robe Express: 1.Blazer. Maschile ma con tocco femminile. 2.Trench.Va su tutto rende chic qualsiasi outfit. Rigorosamente in beige 3.Pull blue marine. La semplicità e la versatilità con i dettagli per non renderlo noioso 5.Giacca di pelle. Da scegliere rigorosamente aderente 6. Camicia bianca: Assolutamente immortale.Perfetta con qualsiasi abbinamento 7.Jeans. Estremamente versatili, ma ricordatevi che ogni donna deve riconoscere il proprio modello immediamente elegante ogni vostro look 9. Ballerine. Anche se gli uomini non le amano , noi le

naturelezza. adoriamo. Comode e alla moda Che stai facendo di bello a livello musicale in questo periodo? questa doverosa veniamononché agli armadi delle 10: Gioielli e bigiotteria. Le francesi non amano Sto Dopo producendo insieme premessa al mio socio amico donneBraghieri francesi. Idue nostri armadi di abiti ostentare quindi sialla ma mia con moderazione. insieme compagna... Ed il weekend Massimo singoli perscoppiano Polina Griffi th. che Sonononcomputer appena passato al Qi Clubbing il 15esimo compleanno braniindossiamo. commissionati da una major inglese, ovvero il lavoro Per gli armadi francesi si può parlare di Garde- Ora che abbiamo individuato per i capi irrinunciabili , sta a non manca, va curato in ogni dettaglio. Sto poi finendo tre del locale... che serata! Robe di un Infi guardaroba soli dieci noi, mettere in moto la fantasia , la creatività e il buon singoli per Express, altrettantecioè etichette. ne entro fiformato ne annoda abbiamo pezzi. perocreare combinazioni vincenti. Sperimentate un capo un accessorio che hai intenzione di indossare in programma di pubblicare un un mini LP deep afro soulful. C’ègusto giorno e notte quest’estate? Chiuderà una “fortunata” serie di releases per la Makin’ Niente panico, seguitemi e vi prometto che sarà un’autentica e soprattutto divertitevi...solo così amerete il vostro I miei anelli in tungsteno. Moves, la label che ha pubblicato 2 nostri singoli nel 2014. rivelazione. Il punto fondamentale è liberarsi di tutti i vestiti guardaroba e avrete sempre qualcosa da mettervi.

80

Se tu potessi andare in vacanza in questo periodo, dove andresti e perché? Andrei ad Austin (Texas), per il SXSW, un festival musicale incredibile.

Che consigli daresti ad un giovane dj? “Ti prego non fare il diggei!”, ovvero… Spesso aspettative CocoleChanel degli aspiranti dj sono troppo alte. Fare il dj non e’ un lavoro... e’ una fede.

Ci racconti una serata speciale che hai vissuto nelle ultime settimane? Sicuramente quella passata a casa senza telefono né

Che cosa stai per fare ora che hai finito questa intervista? Visto che sono le tre del pomeriggio, direi che è proprio ora di pranzare prima di tornare in studio... Ho fame!


Da Da Maggio.. Maggio..

..nuova ..nuova apertura, apertura, nuovi nuovi servizi! servizi! √ Sbiancamento √ Sbiancamento dentaledentale √ Epilazione √ Epilazione laser a diodo laser a diodo √ Ricostruzione √ Ricostruzione unghie unghie √ Smalto√ semipermanente Smalto semipermanente √ Trattamenti √ Trattamenti Estetici Estetici √ Trucco√ semipermanente Trucco semipermanente √ Trucco√ Spose Trucco Spose √ Abbronzatura √ Abbronzatura spray spray

Via Rose di Via sotto Rose 4C, di Brescia sotto 4C, - Tel. Brescia 366 1090332 - Tel. 366 1090332


R U B R I c h e

“Floreale? Per la primavera? Avanguardia pura!”. Questa è una delle battute più famose del film “Il diavolo veste Prada”. La frase in questione è pronunciata da Miranda Priestly, la temuta direttrice di Runway, interpretata magistralmente da Meryl Streep. Il concetto di associare i fiori alla primavera, o più in generale alla bella stagione, può sembrare in effetti una combinazione scontata, prevedibile ma per fortuna sembra che a diverse case di moda non dispiaccia e io personalmente, sono con loro. Una delle maison di moda più famose al mondo che celebra la bella stagione 2015 con la fantasia floreale è Valentino. La casa di moda italiana infatti, ha proposto per la moda maschile di questa Primavera – Estate 2015 di giocare con i fiori. Non dobbiamo assolutamente pensare alla classica fantasia hawaiana, ma ci troviamo difronte ad una stampa floreale più esotica, che richiama subito alla mente i giardini botanici, con fiori e boccioli. Questi elementi più delicati dell’universo floreale vanno ad impreziosire i già pregiati tessuti con i

VALENTINO

quali è stata realizzata questa collezione, caratterizzata da tagli e linee morbide, con le camicie che si allargano e frusciano. Un’intera linea che comunica e trasmette la freschezza e la leggerezza della bella stagione. Naturalmente la fantasia floreale è stata scelta anche da aziende di abbigliamento più low cost, in questo modo possiamo tutti giocare con i fiori e rendere più particolari i nostri outfit estivi. Se per voi indossare una t-shirt o un pantalone completamente floreale è troppo “forte”, potete sempre scegliere un capo che abbia solo qualche piccolo dettaglio di richiamo al mondo dei fiori. Personalmente mi sento di sconsigliarvi il total look floreale per non rischiare di ricordare troppo un gigantesco mazzo di fiori, però, se volete essere sicuri di non passare inosservati, potete anche osarlo, naturalmente a vostro rischio e pericolo. Non mi resta quindi che augurarvi un bella stagione ricca di stile e di fiori!

WOODEN ZARA

NIKE ZARA

82


Gabriele Giuzzi Fashion & Lifestyle Blogger www.smartdiamondstyle.com info@smartdiamondstyle.com

DEPOSITO DI BRESCIA via Oriana Fallaci, 27 Flero(Bs) cell. 335.6125024

Ristorante Pizzeria

La Pastorella dal martedì al venerdì una piacevole

PAUSA PRANZO

ZARA

H&M

Via Lunga, 24 Brescia Tel 030 310815 Pizzeria “La Pastorella”


Melly Founder & Editor www. mellystyle.com melissanina79@yahoo.it

Il dilemma dell’armadio...e il Garde - Robe Express L’essenziale trionfa sull’esagerazione:enigma quanto mai calzante per le donne francesi. Ma come riescono le francesi, ad apparire sempre così chic? Come possiamo ,noi, applicare “quel non so che “al nostro guardaroba ( e più in generale al nostro stile di vita)? Cosa c’è di così entusiasmente e diverso nel loro guardaroba? Cercherò di rispondere a queste domande, ma procediamo con ordine. Il punto di partenza è riuscire a sconfiggere quella agghiacciante sensazione di avere l’armadio strapieno di abiti e non sapere cosa mettersi.Per far questo dobbiamo ricorrere ad alcuni stratagemmi “immateriali”. La vera rivoluzione è la consapevolezza di sé :senza una valutazione onesta della propria fisicità è impossibile essere eleganti. Una volta compreso il nostro corpo ,il portamento, è ciò che può veramente fare la differenza: un portamento regale comunica noncurante fiducia in se stesse ( che niente ha a che fare con l’altezzosità): una donna che si sente a proprio agio diventa immediamnete irresistibile.A tutto questo mi sento di aggiungere un tocco naturel: le francesi non amano essere appariscenti e mai e poi mai sosterranno di aver impiegato ore ad abbigliarsi : sono un equilibrio perfetto tra cura e naturelezza. Dopo questa doverosa premessa veniamo agli armadi delle donne francesi. I nostri armadi scoppiano di abiti che non indossiamo. Per gli armadi francesi si può parlare di GardeRobe Express, cioè di un guardaroba formato da soli dieci pezzi. Niente panico, seguitemi e vi prometto che sarà un’autentica rivelazione. Il punto fondamentale è liberarsi di tutti i vestiti che non stanno bene, che non si usano e che sono di

pessima qualità.Il vostro guardaroba dovrebbe essere composto di 10 capi principali.Procedete così: svuotate l’aramadio ed esaminate tutti gli abiti domandandovi: Mi piace ancora? Lo indosso? Riflette la mia personalità? Detto questo , identifichiamo i capi indispensabili del Garde-Robe Express: 1.Blazer. Maschile ma con tocco femminile. 2.Trench.Va su tutto rende chic qualsiasi outfit. Rigorosamente in beige 3.Pull blue marine. La semplicità e la versatilità 4.Tubino nero. Il più classico dei classici da ravvivare con i dettagli per non renderlo noioso 5.Giacca di pelle. Da scegliere rigorosamente aderente 6. Camicia bianca: Assolutamente immortale.Perfetta con qualsiasi abbinamento 7.Jeans. Estremamente versatili, ma ricordatevi che ogni donna deve riconoscere il proprio modello 8.Tacchi. Una scarpa con tacco nera e/o beige renderà immediamente elegante ogni vostro look 9. Ballerine. Anche se gli uomini non le amano , noi le adoriamo. Comode e alla moda 10: Gioielli e bigiotteria. Le francesi non amano ostentare quindi si ma con moderazione. Ora che abbiamo individuato i capi irrinunciabili , sta a noi, mettere in moto la fantasia , la creatività e il buon gusto per creare combinazioni vincenti. Sperimentate e soprattutto divertitevi...solo così amerete il vostro guardaroba e avrete sempre qualcosa da mettervi.

Elisa Lubrani

84


Realizziamo e promuoviamo i tuoi eventi

Studiamo strategie di marketing dv.it uessea v.it .d w w w d uessea info@d


R U B R I c h e

A PROPOSITO DI...

CELIAChIA Ricetta di Mariapia Gandossi

Sole Rustico PANE E FOCACCE INGREDIENTI -500 g di farina per pane; -100 g olio e.v.o. -200 g VINO BIANCO TIEPIDO. -Sale q.b.; - Lievito

PREPARAZIONE 1 Preparare l’impasto 2 Stendere il primo impasto su carta forno, dando la forma di un cerchio. 3 Sul primo strato distribuitevi un po’ di pangrattato (serve ad assorbire l’umidità dei ripieni ed a mantenere asciutta la sfoglia!), poi mettere il ripieno, prima al centro e poi lungo il bordo. 4 Coprire con la seconda sfoglia e chiudete bene il bordo. 5 Con i rebbi della forchetta punzecchiare il centro che presserete con l’aiuto di un piattino. 6 A questo punto tagliate il bordo a fette di due cm, l’una circa, poi il bordo di ogni fetta rigiratelo fino a dare la forma, come visto al corso. Infornate a 180° per circa 30 min. Per il ripieno potete sbizzarrirvi come volete: spinaci o erbette con ricotta, prosciutto ricotta e crescenza, verdure e squaccherone ecc.

86


STUDIO PIU


QUANDO PRENDI UN CANE... Cari amici, questo mese parliamo di razze, non entriamo subito nel dettaglio di ognuna di esse perché lo faremo negli articoli a seguire, indicando il tipo di educazione più corretta per ognuno di loro. Oggi ci limitiamo a definirli per grandi categorie. Al mondo ci sono 450-500 razze riconosciute, e più di 500 che non sono riconosciute. La razza è il frutto della selezione umana di tratti morfologici o di attitudini caratteriali … questo tipo si selezione ha determinato un range comportamentale ed estetico abbastanza definito. Le persone tendono a scegliere il cane in base al proprio gusto estetico, ma questo può determinare non pochi problemi, quindi prestate attenzione alle attitudini di razza!! Quando prendi un cane: • Fai domande circa la categoria alla quale appartiene (se si tratta di un cane fantasia cerca di capire da che mix è incrociato) • chiedi che tipo di attività fisica è propenso a fare e la quantità minima richiesta per mantenerlo in un

88

oppure presso la struttura in Via Roma, 84, 25060 Collebeato BS Telefono:030 251 0727

buono stato psicofisico (Es. Mastino: ESERCIZIO NON TROPPO) •Cerca di capire chi alla fine dei conti avrà l’onere di gestirlo, quanto tempo ha da dedicargli e che tipo di persona è (dinamico, pigro…) scegli in base alle caratteristiche della razza Es. I Cani Spitz sono più vicini al lupo. Versatile, cani multitasking hanno bisogno di molti stimoli. • non farti influenzare dai consigli di vicini di casa, degli amici o dei libri molto datati ( le nuove scoperte scientifiche in tema di educazione ed allevamento sono recentissime massimo 7\8 anni fa. Se puoi chiedi sempre ad un esperto. Non importa da dove i cani provengano o quello per cui sono stati allevati, La cosa importante da sapere è che tutti hanno gli stessi istinti che vanno tutelati e rispettati: 1 istinto di Caccia (Attenzione ai movimenti Attenzione ai suoni) 2 Istinto materno 3 Istinto riproduttivo


4 Istinto al procacciamento del cibo 5 Dormire ( i cani dormono circa 16 ore al giorno!!) 6 Il contatto sociale Il cane DEVE socializzare con altri cani o diventerà aggressivo, o insicuro. 7 Annusare per esplorare e comprendere il territorio ( COMPRESE URINE E FECI DEGLI ALTRI CANI!!) USO ERRATO DEL CANE 1 Fargli del male ( il collare a strangolo fa male al cane non è vero che il cane sul collo non sente nulla) 2 Continuare a dare ordini, che lo portano alla frustrazione e depressione, nervosismo, e allo stress cronico 3 Non consentirgli di incontrare altri cani 4 Trattarlo come un bambino 5 Tenerlo fuori casa da solo per più di 8 ore In italia è stata fatta una divisione dellle razze divisa in 10 gruppi: Cari amici ci vediamo il prossimo mese con lo studio educativo dei pastori e bovari.

89


Coco et La vie en Rose Carissime lettrici di BresciaUp, rieccoci al consueto appuntamento con la Moda su BresciaUp Magazine. Oggi vi presenterò due tendenze molto hot di questa PE2015, e non vedo l'ora di sapere cosa ne pensate!

Royal blue t-shirt dress per un outfit sporty chic con sneakers e borsa in pizzo, occhiali da sole specchiati Italian Independent. Oggi la vostra amica fashion blogger ha giocato un po' a fare la teenager in questi scatti di streetstyle.

Come creare un outfit sporty chic? Un look sporty chic non è semplicemente un look sportivo molto carino. Nasce infatti dal contrasto tra l'utilizzo di capi/accessori sportivi e capi/accessori glam. Il tocco chic nel mio look sporty è dato dagli accessori in pizzo nero, in contrasto con il taglio sportivo del royal blue t-shirt dress. In uno dei miei prossimi look vi mostrerò come creare un outfit sporty chic abbinando scarpe sportive ad un abitino chic.

90


RUBRI c h e

Ne è prova il mio royal blue t-shirt dress: il blu acceso si conferma tra le tendenze moda preferite da fashion designer e icone di stile. A partire da Re Giorgio, che al Royal Blue, ma anche a tutte le altre tonalità di blu, ha dedicato la collezione Emporio Armani PE 2015. Sarah Jessica Parker - alias Carrie Bradshaw - è stata avvistata alla scorsa NYFW con un meraviglioso trench royal blue di Calvin Klein Resort 2015. Sembra inoltre che tra i primi colori sold out di Adidas Superstar Supercolor by Pharrell Williams sia stato proprio il royal blue. Insomma, ci piace.

Ora ditemi fashion friends: che ne pensate delle tendenze moda sporty chic e royal blue? Come create i VOSTRI outfit sporty chic? Come vi piace abbinare il royal blue?

Vi invito a seguirmi su FB (Pagina Coco et La vie en rose), Twitter&Instagram (@cocolavieenrose) per non perdervi nessuna fashion news. Trovate i miei articoli fashion e beauty su www.cocoetlavieenrose.com.

Grazie e a presto! Coco Coco et La vie en rose Fashion & Beauty blog di Valeria Arizzi www.cocoetlavieenrose.com

91


La Chicca Io lo faccio innamorare ChiccaBaroni

Il trono

baroni.chicca@gmail.com

Per un uomo e una donna avere un unico bagno è pratico e comodo quanto condividere lo stesso filo interdentale. Che lo usino insieme, o uno dopo l’altro, ci sarà uno dei due che uscirà più provato/a dall’esperienza. Per l’uomo il bagno è un luogo di raccoglimento. Una celebre scultura di Rodin raffigura un tale alla toilette, assorto nei suoi pensieri, probabilmente nel tentativo di ricordare dove aveva messo il giornale e lamentarsi dentro di sé per non essersi ricordato prima di portarsi in bagno il nuovo catalogo IKEA 2015. Sappiate che ogni azione eseguita in bagno da un uomo esige totale concentrazione, motivo per cui escono sempre trafelati dalla toilette. Deve essere stancante nonché snervante rimanere nella stessa posizione per più di 20 minuti non si sa a far cosa ( riviste e giornali non ne hanno) tanto che le formiche ai piedi ormai hanno formato una colonia. Nell’uscire dalla stanza da bagno, sudati con il volto sfatto dalla fatica, gli si pone una semplicissima domanda, è finita la carta igienica? L’uomo, dato che non pone la minima attenzione, nemmeno casuale in quello che lo circonda, qualunque cosa sia escluso un paio di chiappe, risponde sornione con un : Non lo so! Ma come non lo sai?!? E’ stato chiuso lì dentro 20 minuti della sua inutile vita senza giornali, senza riviste, lo shampoo è uno ed essendo naturale e biologico ha tre ingredienti, stessa cosa il bagnoschiuma quindi aveva ben poco da fare lì dentro… e la carta igienica mi auguro che l’abbia usata, come diavolo si fa a non ricordare se era finita o meno in una frazione di secondo? Abbiamo un principio di Halzaimer o è solamente

92

superficialità? Come si riesce a vivere senza il minimo interesse casuale sul mondo che ti circonda, non tanto per una questione di rispetto nei confronti di chi necessita del wc dopo, dando per scontato che chi c’è stato prima abbia lasciato della carta igienica o almeno messo un altro rotolo accanto ( cambiarlo sarebbe troppo difficile per un uomo, fateci caso; piuttosto tirano fuori dal mobile un altro rotolo per non lasciarvi senza, ma mai che tolgano quello terminato per scambiarlo col nuovo e buttare quello da eliminare; non so che problemi abbiano, non è una perdita di tempo dato che dal bagno escono anche loro, non cambia molto uscire a mani vuote o con un rotolo di carta igienica finito). C’è proprio una grossa differenza di fondo, innanzitutto la donna se divide il bagno con un uomo qualunque cosa debba fare là dentro apre 2 rubinetti, la ventola, doccia, phon e radio, tutto questo per eliminare i rumori e rendere insonorizzata la stanza da bagno. Figuriamoci rimanere lì 20 minuti in silenzio! Andrebbe fuori di testa pensando a quello che potrebbe pensare l’uomo sapendola lì dentro. Quasi fossi un reato avere dei bisogni fisiologici. Faccio la spavalda ma io sono una di quelle che il rubinetto e la doccia sono le prime cose che apro appena varcata la soglia. Però c’ è da dire che con tutti gli uomini con cui ho condiviso un bagno, nessuno ha mai osato chiedermi cosa avessi fatto … forse non interessa nemmeno a loro, allora perché farci mille paranoie per nulla? Andate in bagno serene, ma ricordatevi di lasciare sempre la carta igienica, non vorrete avere il dubbio sul fatto che il vostro partner l’abbia usata o meno…

R U B R I c h e


S y s t e m I n t e g r a t o r IntegratoriDiTecnologia

SOLUZIONI AUDIO SISTeMI DI ILLUMINAZIONe SOLUZIONI VIDeO SISTeMI DI SIcUreZZA NOLeGGIO DI VIDeO e GrANDI ScherMI A LeD

Area Sistemi S. r. l. Via Artigianale 53 25010 Montirone (BS) info@areasistemi.pro www.areasistemi.pro

63


Specialità Pesce di mare

"Il coraggio delle decisioni è fra le righe delle tue passioni"

Laguna blu ti aspetta per festeggiare insieme i tuoi momenti felici ! Chiamaci per organizzare matrimonio, cresima, battesimo, compleanno..

Via S.Zeno, 7625100 Brescia TEL. 030 222233 info@ristorantelagunablu.it www.rostprantelagunablu.it CHIUSO IL LUNEDÌ Seguici su facebook per tenerti sempre aggiornato sulle nostre promozioni


OROSCOPO DEL MESE è un mese di riflessione, nonostante tu sia più abituata a seguire l’istinto senza pensarci due volte. Valuta una situazione ambigua, non accettare compromessi con un Capricorno.

alti e bassi dell’umore dovuti all’instabilità del periodo. Ami controllare tutto, un clima agitato poco si confà alla tua natura. Ritrova un centro di gravità permanente con weekend in mezzo la natura.

n o n m e t t e re l a p o l v e re s o t t o a l tappeto. Da agosto i nodi potrebbero venire al pettine, previeni eventuali tempeste ora.

non prendere decisioni importanti a metà mese, rimanda tutto gli ultimi gior ni quando sarà più facile fare ordine.

prudenza i primi gior ni del mese, quando ancora i nervi potrebbero essere tesi sia in famiglia che per ragioni pratiche. Ritrova la pace con una Vergine. qualcosa ti inquieta, risolvi un problema che ti trascini da mesi, chiarisci con un Sagittario, non rimandare una visita medica.

risparmia le energie, è un mese in cui è meglio fare poco e investire nel futuro. Risultati inaspettati sono in arrivo. Scegli Gemelli e Scorpione, evita un Pesci. tieni a freno pessimismo e insicurezza, tra i tuoi più grandi nemici. Solo confidando nelle tue mille risorse potrai sentirti nel posto giusto, al momento giusto. tanta agitazione potrebbe offuscare le idee. Aspetta giugno per prendere una decisione. Sì a uno Scorpione, no con un Acquario.

s e i u n a ro c c i a q u a n d o s i t r a t t a d i l a v o r a re m a n e i w e e k e n d d e l mese potresti risentire di una certa spossatezza. Cura l’alimentazione e scarica la tensione passeggiando in mezzo alla natura.

tieni a freno le spese, è un periodo di mantenimento più che di rischi. Ma con un po’ di creatività saprai come stringere la cinghia togliendoti qualche sfizio.

fatti consigliare da un esperto riguardo una questione finanziaria o legale e cerca di concludere entro agosto. Sfoga la tensione con uno sport acquatico.

RUBRI c h e


G H I B L I

LA MENTE DICE SÌ IL CUORE DICE ASSOLUTAMENTE SÌ.

GAMMA MASERATI GHIBLI. A PARTIRE DA 68.000 €*

G A R A N Z I A D I T R E A N N I A C H I L O M E T R A G G I O I L L I M I TAT O CONCESSIONARIA UFFICIALE MASERATI LA NUOVA MASERATI GHIBLI È EQUIPAGGIATA CON UNA GAMMA DI AVANZATI MOTORI 3 LITRI DOTATI DI CAMBIO AUTOMATICO ZF A 8 RAPPORTI, INCLUSO IL NUOVO PROPULSORE TURBODIESEL. DISPONIBILE ANCHE CON IL SISTEMA A TRAZIONE INTEGRALE Q4. VALORI MASSIMI (GHIBLI DIESEL): CONSUMO CICLO COMBINATO 5.9 L/100 KM. EMISSIONI CO2: 158 G/KM. *PREZZO DI LISTINO AL 23.03.2015 PRATICATO DAI CONCESSIONARI CHE ADERISCONO AL PROGRAMMA DI LANCIO. IN CASO DI MANCATA ADESIONE IL CONCESSIONARIO POTRÀ RICHIEDERE IL CORRISPETTIVO DELLA MESSA IN STRADA. I dati possono non riferirsi al modello rappresentato.

PRENOTA IL TUO TEST DRIVE Sede di Brescia - Via Caselle 35 San Zeno Naviglio (BS) Tel.: 030.2160426 www.rossocorsa.it info@rossocorsa.it

Maserati Italia Maserati Italia www.maserati.it


Profile for BresciaUp Magazine

May 2015  

May 2015  

Advertisement