{' '} {' '}
Limited time offer
SAVE % on your upgrade.

Page 1

maggio DUEMILATREDICI

SCEL TA CIVIC A

www.xbrescia.it


www.renault.it

Renault CaptuR. NUOVA CaptuRe RENAULT life.

CLIO. DA SEMPRE, LA PASSIONE HA UN COLORE. DA OGGI, HA ANCHE UNA FORMA.

* DA 199 � AL MESE TableT mulTimediale R-link

TinTe be-sTyle selleRie zip RENAULT collecTion NUOVA CLIO.

www.renault.it

LA PRIMA VOLTA CHE LA VEDI NON LA SCORDI PIÙ.

TAN 6,99% TAEG 9,24%

s.UOVIMOTORI%NERGY4#E#6E%NERGYD#I#6 sPERSONALIZZABILE s4OUCHSCREENMULTIMEDIACONNAVIGATORE * Esempio di finanziamento Renault su Nuova Clio Wave 1.2 75CV 5p: anticipo € 1.150, importo totale del credito € 9.800; 36 rate da € 199,11 comprensive, in caso subito di adesione, di Finanziamento Protetto epRenota Pack Service a € 349 che comprende 2 anni di Assicurazione Furto & Incendio. Importo totale dovuto dal consumatore € 12.298; TAN 6,99% (tasso fisso); TAEG 9,24%; Valore Futuro Garantito € 5.130 (rata finale); spese istruttoria pratica € 300 + imposta di bollo a misura di legge; spese di gestione pratica e incasso mensili € 3. Salvo approvazione FINRENAULT. Informazioni europee di base sul credito ai consumatori disponibili presso i punti vendita della Rete Renault convenzionati FINRENAULT e sul sito www.finren.it; messaggio pubblicitario con finalità promozionale. È una nostra offerta valida fino al 30/11/2012. L’offerta è valida in caso di ritiro di un usato con immatricolazione antecedente al 31/12/2002 o di rottamazione e di proprietà del cliente da almeno 6 mesi. Foto non rappresentativa del prodotto.

pRova il pRimo uRban CRossoveR Renault peR un gioRno inteRo. Emissioni CO : 127 g/km. Consumi ciclo misto: 5,5 l/100 km. Emissioni e consumi omologati. ti aspettiamo sabato 18 e DomeniCa 19 maggio. 2

Emissioni CO : da 95 a 125 g/km. Consumi (ciclo misto): da 3,6 l/100 km. Emissioni e 11. consumi omologati. TI ASPETTIAMO SABATO 10 Ea 5,4DOMENICA

Renault sceglie

2

CONCESSIONARIA RENAULT AUTOSPAZIO

VIA ARMANDO DIAZ, 12 - S. ZENO N. (BS) - TEL. 030 3539320 WWW.AUTOSPAZIO.IT E13_161_RL_CAPTUR_OPO 18-19 MAGGIO_210x297.indd 1

08/05/13 13.02


“La struttura alare del calabrone, in relazione al suo peso, non è adatta al volo, ma lui non lo sa e vola lo stesso.” (Albert Einstein)

27 2007

giugno

BRESCIA

www.bresciaup.it


3


4


Oggi, al termine di 180 giorni di una sanzione amministrativa inflitta per motivi unicamente disciplinari, sono ancora fermamente convinto delle mie idee su regole, concorrenza e mercato. Si possono fermare le persone, ma non le loro idee. Un grande ringraziamento va ai miei stretti Collaboratori Roberta Archetti, Sabrina Bolognini, Monica Bracchi, Alessandro Clini, Sonia Cristini, Roberto Farigu, Cinzia Ferrari, Anna Foresti, Anna Visconti, Giulia Vivenzi, Patrizia Vivenzi e Massima Zanola che hanno dimostrato, oltre ad una grande serietà e capacità professionale, un profondo senso di responsabilità ed onestà morale, evidentemente non comuni. Fabrizio Santosuosso


EDITORIALE

ANTONIO RUSSO

LA CRISI MI STA UCCIDENDO L

a nostra redazione ha ricevuto una lettera di un imprenditore che desideriamo condividere con tutti voi, per riservatezza ommetto i nomi e l’istituto bancario. Giudicate voi stessi…

“La crisi mi sta uccidendo avrei voglia di spararmi, ma…vado avanti… Egregio Direttore Marco dell’Istituto Bancario, sono stanco. Sono un artigiano di cinquanta anni e mai mi sono sentito stanco come adesso. Come avrà sicuramente capito la mia non è una stanchezza fisica, ma mentale. Qualunque cosa fai non va mai bene. Mi sembra di essere il criceto che gira nella ruota. A vuoto. Prendo lavori su tutti i rami della mia attività per evitare di affossarmi su un settore. Bene. Anche se con difficoltà vado avanti... Argomento banche. Oggi avrei voluto un mitra. Perchè forse alla fine non ti resta altro. Penso che anche Giobbe avrebbe perso la pazienza. Mi è arrivata anche una mail da Autostrade, che scrive “ la Sua banca ha chiuso il contratto telepass”. Quella banca che ha come motto di essere vicino al cliente, che lo aiuta e lo consiglia. Mi dica lei se si può andare avanti così. Le giuro, sono davanti al computer e ho davanti la mia immagine mentre si spara un colpo di pistola alla tempia. Non ce la faccio più. Scusi lo sfogo, ma ahimè credo di non essere l’unico.” Giovanni

La risposta del Direttore di Banca: “Caro Giovanni, è con non poco dispiacere che leggo la tua mail. Ho provato a chiamarti sul cellulare per fare due parole ma non mi rispondi. A prescindere da tutti i tuoi filosofici ragionamenti che in parte posso anche condividere, mi sento in dovere di spiegarti, del perché la Banca ha preso determinate posizioni nei tuoi confronti. A fronte della tua richiesta di moratoria per il finanziamento che avete con noi, la Banca ha deliberato la pratica, a differenza di altri istituti con cui lavori che, mi risulta, ti abbiano messo ben più in difficoltà mettendoti a sofferenza sul sistema. Le condizioni della direzione della banca per concedere la moratoria sono state: il ritiro di tutti i mezzi di pagamento in tuo possesso (carte di credito/debito, assegni) e la scadenza di 5.000 euro di fido temporaneo dopo 6 mesi. A fronte della tua successiva correttezza nell’utilizzo dei conti correnti, vi siamo venuti incontro concedendovi a revoca i 5.000 euro di fido in scadenza. Nel frattempo sono subentrati la segnalazione a sofferenza sul sistema di altro istituto. Nello scendere l’addebito del telepass, abbiamo dovuto necessariamente provvedere al blocco del medesimo a fronte delle condizioni di delibera e dei fatti negativi (sofferenza/ pignoramento) in corso. Abbiamo avvisato comunque prima di procedere al blocco. Io credo di poter dire di essermi sempre adoperato per darvi una mano e che, vi abbiamo sostenuto in tutto e per tutto senza mai e sottolineo mai mettervi in difficoltà sul sistema


A21 TO-PC USCITA PONTEVICO www.caliban.it

Orario 9.30/12.30 - 15/19.30 Sabato aperti con orario continuato. Domenica sempre aperti dalle 15\19.30.


EDITORIALE bancario, dandovi la possibilità di continuare a lavorare con noi, ovviamente nel limite di ciò che abbiamo a suo tempo concesso e che mai abbiamo ridotto nei vostri confronti. Penso che prima di puntare il dito contro di noi, sarebbe più opportuno valutare i danni che vi hanno fatto altri, anche se, in questo, ovviamente non voglio entrare nel merito più del dovuto. Concludo: accetto il tuo sfogo e ti sono vicino, però lasciami dire che non mi sento che la banca sia la causa dei tuoi mali, anzi, spero che il rapporto lavorativo possa continuare nel migliore dei modi, grazie alla correttezza di entrambi: Giovanni e la Banca spa.” Marco Responsabile filiale Istituto Bancario

La nostra risposta: “Ma io le spiego perché deve ancora tener duro... Carissimo Giovanni, la sua lettera mi è molto cara. Perché quel sentirsi stanco come mai prima, di cui lei dice, con pensieri che diventano ossessioni e non ti fanno dormire, prima o poi è toccato, o tocca a tutti. E talora il dolore arriva quasi fino all’agonia, dalla quale però, mi creda, occorre rinascere. Perché i guai, quando sono seri come i suoi, a questo servono: a uscirne migliori. E perciò le prove morali valgono più di quelle fisiche. E se lei è entrato in una chiesa, in questa Sua disperazione si troverà Cristo vicino. O se crede altrimenti, potrà almeno confortarsi con la splendida frase, mi pare di Croce, che dice circa: «Non esistono nella vita eventi positivi o negativi, ma condizioni per nuove azioni». A lei scegliere insomma la maniera. E però davvero lasci da parte le chiacchiere sciocche, sulle pistole alla tempia. Anche perché, vede caro Giovanni, quello che le accade permette di capire, meglio di qualsiasi manuale o chiacchiera sul Pil, quanto vi è davvero di serio, di meritevole da intendere nell’economia. Quando lei parla di una stanchezza non fisica ma mentale, spiega a tutti cos’è l’intrapresa. E poco importa che a condurla sia un artigiano o un banchiere. Marx parlava di energia di lavoro, e riduceva perciò a fisica stanchezza misurabile il suo valore. Tuttavia nessuna merce contiene solo quella stanchezza; neppure bastano a spiegarla la venalità o l’utile. Nella sua angoscia lei ci fa ben capire: chi è in proprio, risponde per il lavoro altrui, spende mente e morali, che sono più difficili da misurare del sudore. Anche per lo strano fatto che l’affetto per il lavoro e l’intelligenza, più si spendono nella propria impresa e più si accrescono. Strano paradosso, che gli invidiosi e i petulanti, quasi sempre preti mal riusciti, professorini o impiegati inetti, mai neppure sospettano. I più, in effetti, anche quando sparlano in difesa del lavoro non ne capiscono il rischio, che in fondo tutti si prendono, come il poveretto strozzato dalle Banche e da Equitalia , che s’è ucciso. Nei guai è del resto chiunque vive in questa economia, il cui difetto non è il mercato o il rischio, ma la spersonalizzazione. Si sia operai o imprenditori si sente comunque accanto solo una macchina immensa, inarrestabile che astratta non sente mai ragioni. Fredda ed ostile, la si chiami poi fisco, banche, tribunali o maniache regole aziendali. Sempre più ormai non sono l’impiegato di banca o il direttore del personale o il magistrato, appunto, il guaio. Il male è quella freddezza che uccide l’epica, e ogni fiducia in se stessi, e la simpatia sociale. In conclusione: coraggio. Anche perché, vede, con il suo pensiero scritto ci ha spiegato quello che, crisi o non crisi, è il vero guaio: l’inattenzione, lo spersonalizzarsi delle relazioni sociali. Il guaio è il nostro divenire tutti uguali, vittime di un arbitrio astratto lontano, e quasi oltre i rimedi dell’intelligenza e della morale individuale. Quando invece l’economia vera vive proprio di queste due virtù. E il dire che chi ci governa debba adoperarsi perché ci siano meno finanza e numeretti sul Pil, tasse, burocrazie, buio nei tribunali, è quindi dire la stessa cosa. Comunque sappia, che per le persone di cuore il suo insistere per l’impresa, per il benessere produttivo, per la sua famiglia, è un motivo di ammirazione.”


MANGANO

Collebeato (BS), via De Gasperi 18/F - mangano.com


CORRESPONDANCES

Manuela Prestini

SI, MA COME? on desidero ripercorrere un certo passato quando esprimevamo il programma elettorale amministrativo con frasi in generale che non esprimevano il “COME” si doveva procedere per realizzare il punto (l’oggetto). Abbiamo letto i vari progetti della CITTÀ e ad essere sinceri, poco apprezzo quanto espresso per il semplice motivo che si tratta di elementi in generale che possono essere condivisi da tutti, mentre non esprimono il “COME SI REALIZZANO” il giusto bivio della cosiddetta differenza. Scusate ma è un limite o una scelta del Candidato a Sindaco? Per me rimane un concetto da non trascurare e da non sottovalutare, cioè la mancanza del “COME” si realizzano dei punti che sono apparsi sui vari volantini in circolazione nella città di Brescia. È una qualità dell’illusione? Si tratta di un’idea insufficiente priva di contenuto politico? Alla storia la giusta risposta. Noi, in atto, pensiamo che si tratti di un limite della classe dirigente o che dir si voglia e di una realtà che vuole sentire queste cose, a volte, prive di contenuto politico ed amministrativo. Il solo fatto che si dicano, in un progetto, le cose in generale, e poi si scontrano, com’è giusto che sia, con la realtà delle cose e dei fatti di tutti i giorni, (mi sembra un segmento ovvio) ci consentono di trarne delle conclusioni. Ebbene, dire la “Città di Brescia”, vuole costruire il benessere dei cittadini attraverso la loro partecipazione” ha tutto

N

il sapore delle cose in generale e che manca del “COME” si possono realizzare, anche in presenza di più vie per la soluzione del problema rilevato nella realtà comunale. È un bene, oppure è una illusione da non trascurare? Forse. Ma dove sta il “COME” di “un processo ispirato a principi di trasparenza e di controllo quotidiano con la gente?” Già, dimenticavamo di trovarci in un altro pianeta. Forse? Che dire del progetto che riparte dal proprio patrimonio storico, economico e socio-culturale e dalle risorse umane? Siamo degli alieni? Forse? E che dire del “progetto che riparte dalla gente e con la gente vuole amministrare questa città?”. Siamo sinceri, sono condivisibili, dato che siamo di fronte alle cose dette in generale, mentre lo scontro non avviene su questo, ma avviene sul “COME” si vogliono dare le giuste risposte e le giuste soluzioni. Abbiamo capito male e mi scuso con i nostri lettori. Il “COME” non esiste o riguarda il nulla e se riguarda il nulla ha tutto il sapore del limite e della insufficienza politico-amministrativa… Il fatto che si dica che amiamo la libertà e non esprimiamo come vogliamo realizzare questa aspetto sociale, ha tutto il significato di un limite culturale e politico, che non ha bisogno di essere studiato, mentre nella realtà si rileva subito il significato e la strada che si vuole percorrere con quanto affermato, altrimenti si esprime l’insufficienza ed il limite a cui va incontro.


L’ANGOLO DEL PETTEGOLO rescia è una città fortemente divisa al suo interno. Anche i più concilianti e paciosi, che vedono concordia e fratellanza in ogni dove, si saran ben resi conto della discordia che affligge i bresciani, in occasione della recente manifestazione del PdL in Piazza Duomo. Atmosfera da resa dei conti: aggressività velenosa pronta a tracimare in violenza fratricida, tensione altissima che prelude a possibili derive bellicose, clima di odio da guerra civile in agguato. Due le fazioni principali che si confrontano, si fa per dire, col coltello tra i denti, come ai tempi bollenti dei comuni medioevali: la destra liberale e la sinistra oltranzista, gli azzurri libertini e i rossi giustizialisti, gli imprenditori anti-statalisti e i demoproletari super-collettivisti, i conservatori per-benisti e gli anarcoidi anti-sistema, i liberal-populisti anti-IMU, i fiscal-statalisti pro-Euro. Altro che bianchi e neri, guelfi e ghibellini. Se poi a questi si aggiungessero, come probabile nel prossimo futuro, gli immigrati di tutte le culture ed etnie che sono presenti in numero impressionante nella nostra città, a dar man forte a l’una o l’altra delle due fazioni, chi sa qual putiferio ne verrebbe...! Vien voglia di espatriare e cercare asilo politico in altra comunità urbana più pacifica e sicura. Ma ci son tante cose belle a Brescia: il Festival pianistico con tutto lo stuolo di belle persone ben vestite e civilissime adagiate nei palchi e nelle vellutate poltrone della platea del favoloso teatro che cinge in un festoso amplesso tutto il pubblico, loggionisti compresi, finalmente riconciliato nell’ascolto della grande musica. Poi ci son le Mille Miglia con l’afflusso di tantissimi turisti e con tanta rombante allegria per tutte le vie del centro. Che bello sarebbe se Il Bigio, dall’alto della sua augusta mole, vegliasse come un tempo sulla punzonatura delle macchine da corsa. Sarebbe tra l’altro una peculiarità di attrazione e curiosità turistica per la Leonessa. Ma una fazione di bresciani avversi al pensiero forte e incapaci di guardare alto, fanno baccano per impedirne la re-installazione, non sapendo distinguere ciò che appartiene al pensiero e all’arte da ciò che appartiene ad anti - storiche rivendicazioni politiche. Non val la pena dolersi più di tanto, se si è unici a pensare in un certo modo. I corvi procedono a stormi, ma le aquile volano sole. Dài, Bigio, alzati che ce la fai, anche da solo!!!

B

12

a cura di: Alberto Bonera


Internazionali

femminili diTENNIS 1 - 8 giugno 2013

Goisis | Service | Comunicazione | Bs

CASTELLO DI BRESCIA

A.S.D. Forza e Costanza 1911 Via del Castello, BRESCIA Tel. 030.41160 www.tennisforzacostanza.it info@tennisforzacostanza.it


REDAZIONALI 18 22 26 28 30 32 34 36 39 44 46 48 52 54 58

Il Museo della Mille Miglia Made in Provincia di Brescia Gaggia e Vilardi: insieme per continuare un lavoro Giovanni Francesco Acri Flavio Bonardi Marco Rossi: dài valore all’esperienza Francesco Uberto - Cari amici, ho deciso: mi candido Nicola Orto SportShow 2013 Arte e tecnica: un binomio inscindibile PagineSì incrementa la sua presenza in città Plan de Fuga: si vola! L’arte di colorare il corpo Equipe Sport Performance: Medicalspa Coppa Gabriele d’Annunzio

58

IN COPERTINA 4 Fabrizio Santosuosso

4 RUBRICHE 83 Chef Micheal Straolzini - Lo Chef Consiglia 89 Modella del Mese - Giulia Zacchi 96 Oroscopo

83


asilo nido e atelier dei bambini IN UN LUOGO INCANTEVOLE, IMMERSO NEL VERDE, C’È ARTINIDO, IL NUOVO ASILO NIDO E ATELIER DEI BAMBINI. UN NIDO BELLO, TUTTO NUOVO, ACCOGLIENTE E SICURO!

L’asilo nido (0-3 anni ) propone progetti didattici speciali per la prima infanzia, dedicati alla scoperta dei linguaggi espressivi e creativi dei bambini. Orari personalizzati. L’atelier dei bambini è uno spazio dedicato ai laboratori pomeridiani di arte e creatività per tutti i bambini, mamme, papà e famiglie. scopri il programma di tutte le attività sul nostro sito! feste di compleanno su richiesta

ISCRIZIONI APERTE TUTTO L’ANNO

artinido è in via Achille Papa n.12, Brescia per info, programmi e prenotazioni : tel. 3483150653 - www.artinido.it info@artinido.it

*Ritaglia il coupon, è valido per un ingresso con prenotazione, per i nuovi clienti di Artinido.

Up a i sc re io B r i i d ato * r io to or et lab agg l i r un om pe in


EVENTS 62 64 66 68 72 74 76 78 80 82 84 86

Ostilio Mobili, 45 anni di successi La Sosta, Vini Scolaris e Formaggi Carioni Il settimo senso@La Polveriera+Beach Ottica Mazzoleni compie 18 anni Franciacorta Historic Buon Appetito con Ettore Prandini A Brescia evento fiches & fun Il terzo compleanno del Vicolo Corto FAN Franciacorta Appassionati Olivari Casa compie 25 anni Modella per una sera al Be Club Auto d’epoca Franciacorta

Direttore Responsabile Luca Marinoni (direttore@bresciaup.it)

Caporedattore Manuela Prestini (redazione@bresciaup.it)

Redazione e Ufficio Stampa Antonio Russo (info@bresciaup.it)

Graphic Design Susanna Guerrini

(ufficiografico@bresciaup.it)

Segreteria

(segreteria@bresciaup.it)

62

Stampa

Presservice Ottanta srl

Photographers

Selene Z. Rolando Giambelli Patrick Merighi Stefano Rossetti

Collaboratori

Francesca Robbio, Emanuele Lumini, Emanuele Zarcone, Alberto Bonera, Roberto Cappiello, Anthony Le, Edward Battisti, Giuseppe Petrocelli, Rolando Giambelli, Simone Mor,

Redazione

66

68

80

82

M: +39 339 68 36 770 Abbonamenti

e-mail info@bresciaup.it www.bresciaup.it BresciaUp

BRESCIAUP, PERIODICO MENSILE DI INFORMAZIONE LOCALE ISCRIZIONE PRESSO IL TRIBUNALE DI BRESCIA N°37/2007 DEL 8 SETTEMBRE 2007

www.duesseadv.it DuesseAdv


26 MAGGIO 2013 BRESCIA

GRANDE ARRIVO GIRODITALIA_GABBIELOGO_UFFICIALI_2013.indd 26/10/12 53 21:03

WWW.BRESCIAINROSA.COM

Comune di Brescia


a cura di: Rolando Giambelli

l Museo della Mille Miglia, , aperto al pubblico fin dal 10 novembre 2004, è nato come riposta all'esigenza di offrire viva testimonianza della Mille Miglia, la leggendaria corsa automobilistica bresciana. L'idea di dar vita ad un Museo dedicato alla raccolta e all’esposizione di automobili storiche e di rarissimi cimeli della mitica Freccia Rossa fu concepita e venne poi concretizzata dall'Associazione Museo della Mille Miglia Città di Brescia, appositamente costituita da alcuni veterani “amici della Mille Miglia” e dall'Automobile Club di Brescia. Il museo della leggendaria gara di auto storiche è situato all'interno del Monastero di Sant'Eufemia, splendido complesso architettonico alle porte di Brescia. Questa splendida posizione e l'importanza storica dei luoghi, conferiscono al Museo della Mille Miglia ulteriore prestigio. Il museo dedicato alla Mille Miglia, è stato allestito con grande passione per realizzare un ambizioso progetto culturale e didattico: aiutare cioè i visitatori a conoscere meglio uno straordinario evento sportivo e mostrare, nel contempo, uno spaccato della storia, della cultura e del costume italiano negli anni dal 1927 al 1957, con richiami e presentazioni di monumenti, luoghi e riferimenti relativi a tutte le città, province e regioni attraversate dalla gara nelle varie edizioni: sia quelle storiche che quelle rievocative; e non dimenticando la

I

18

Sopra: veduta dall'alto del Museo Mille Miglia


città di Brescia, da dove “tutto ebbe inizio”. Un ulteriore grande impulso è stato dato al Museo della Mille Miglia presieduto dall’Ingegnere Vittorio Palazzani e “guidato” dalla grande esperienza del Vice Presidente Cavaliere Attilio Camozzi. Il percorso è suddiviso in nove sezioni temporali: sette dedicate alla Mille Miglia 1927-1957, una alla Mille Miglia 1958-1961 e una alla Mille Miglia contemporanea. Per ciascuna sezione sono disponibili pannelli descrittivi riguardanti storia, costume, stato politico e sociale e il tutto è arricchito con impianti audiovisivi, immagini, nonché una serie di schermi che proiettano filmati d'epoca della Gara Mille Miglia e dei suoi protagonisti. Lungo tutto il percorso del Museo Mille Miglia caratterizzato da parti di tracciato di gara ricostruito che riproduce esattamente il fondo stradale di varie epoche sul quale sfrecciavano sia i favolosi bolidi guidati da piloti come Tazio Nuvolari, Gendebien, o Stirling Moss che tante automobili costruite in serie, guidate da semplici appassionati guidatori, ma tutti con l’obbiettivo di “vincere” sono esposte proprio quelle macchine d'epoca che vengono periodicamente sostituite per la partecipazione a manifestazioni come la Mille Miglia ed altre importanti manifestazioni di auto storiche. Il Museo della Mille Miglia è un grande ed affascinante contenitore espositivo di grande

Sopra: alcune zone del Museo e il suo ingresso interno

19


valenza architettonica, dove il pubblico può percorrere l'intero tragitto fisico e storico della Mille Miglia lungo l'Italia, passando per le regioni e le città simbolo di questa gara storica. Il tracciato è indicato, dall'inizio alla fine, da una strada rossa, decorata ed arricchita con importanti riferimenti storici sulla pavimentazione, che si snoda sinuosamente in tutte le sezioni della mostra. Le automobili e le immagini dei mitici piloti della Mille Miglia risultano essere, infine, i veri protagonisti del museo e sono presenti in grande quantità, in diversi punti del percorso. Al termine della corsa virtuale lungo la strada rossa, il percorso continua in un'area appositamente dedicata ad enti o aziende, dove vi è la possibilità di progettare ambienti o situazioni particolari che mettano in evidenza il loro contributo storico o attuale all'avventura della Mille Miglia. Verso l'uscita dal Museo si potranno visitare le collezioni più rare e significative dedicate alla corsa storica della Mille Miglia, che ha contribuito profondamente all’evoluzione dell’automobile, accolte nel sorprendente ambiente delle antiche stalle. Il Museo dei Beatles - Alla fine del percorso del Museo della Mille Miglia, nella splendida Sala Aymo Maggi, infine, per celebrare un altro importante tema che è nato e si è sviluppato nel XX Secolo e che ha influenzato positivamente la Società, fin dagli anni ’60 ed è tutt’oggi più vivo che ma, è stato allestito nel 2009 il Beatles Museum, con la collaborazione di Beatlesiani d’Italia Associati. Esso è stato dedicato a George Harrison, uno dei quattro Beatles che aveva, oltre che per la musica, una grande passione anche per l’automobilismo sportivo e per la Mille Miglia! Alcune fotografie di George Harrison scattate alla Ferrari sono infatti esposte insieme ai favolosi e rarissimi cimeli dei Beatles nelle eleganti bacheche di vetro che circondano la sala. Congressi - Le altre sale all’interno del Museo Mille Miglia disponibili anche per organizzarvi meetings, congressi, concerti o altri eventi, sono: • Salone Renzo Castagneto • Sala Giovanni Canestrini • Sala Franco Mazzotti • Sala Aymo Maggi • Sala Chiesa di San Paterio • Sala Biblioteca • Sala Bruno Boni • Sala Giarratana • Spazi all'aperto • Sale Riunioni e Uffici

20

Sopra: le sale convegni Sotto: il Beatles Museum


SHOP & GADGETS All’ingresso del Museo Mille Miglia è possibile visitare uno shop rifornito e dedicato ai gadget ed oggetti inerenti la corsa ed articoli d’abbigliamento come: magliette, polo, felpe, giubbini, husky, smanicati, bandane e foulards in seta con logo museo mille miglia e freccia mille miglia. Ed ancora ci sono gadgets matite, penne, orologi da tavolo puzzles, dvd e molto altro. Il negozio è inoltre rivenditore ufficiale Fred Mello, una collezione di fantastici capi d'abbigliamento e cappellini. Due corner speciali sono stati allestiti e dedicati rispettivamente alla Collezione Mille Miglia “Chopard” dalla gioielleria Veschetti ed a speciali capi d’abbigliamento forniti da Stefano Ricci. Disponibili inoltre il merchandising OMP e due corner promozionali di Mercedes e BMW con diversi gadgets ed abbigliamento. Nella libreria del museo sono in vendita molte pubblicazioni sul mondo delle corse automobilistiche e diversi libri dedicati a marchi specifici e modelli particolari. Il negozio rispetta gli orari del Museo: tutti i giorni dalle 10:00 alle 18:00.

L'ANTICA TAVERNA MILLE MIGLIA L'antica Taverna Mille Miglia, fu aperta in Corso Cavour, a Brescia, nel 1934 per accompagnare i piloti storici della grande corsa d'auto Mille Miglia. Anche la taverna, quindi, è un pezzo di storia della gara Mille Miglia. Oggi, con la stessa insegna, la Taverna Mille Miglia ha riaperto nel Museo Mille Miglia. La taverna contribuisce a riportare la magica atmosfera delle Mille Miglia storiche ed ha mantenuto il fascino e l'eleganza tipica del mondo Mille Miglia e le sue sale accolgono i visitatori con l'atmosfera che ha reso celebre il museo e la gara storica.

Sopra: la Taverna Mille Miglia e la Casa dell'abate Sotto: l'ingresso della Taverna e una sala interna

Non più solo punto di ristoro, la Taverna oggi è un ulteriore servizio offerto dal museo a tutti coloro che ne richiedono la disponibilità per l'organizzazione di pranzi, cene o manifestazioni. Nella migliore tradizione, la Taverna è completamente attrezzata per ospitare eventi culinari, pranzi di lavoro o manifestazioni in genere. La Taverna Mille Miglia rispetta i seguenti orari di apertura: Dal martedì al sabato: 11:00-15:00 e 18:00-22:00 Domenica: 11:00-15:00 Lunedì chiuso È gradita prenotazione telefonica per l'organizzazione di eventi contattando lo 030 3365680 Per informazioni generali: Telefono: +39 030 3365631 - e-mail: archivio@museomillemiglia.it

21


dell’economia

Piazza Paolo VI, 29 25100 Brescia | Italy www.provincia.brescia.it

31 maggio • 1 • 2 giugno 2013 presso l’Abbazia Olivetana di Rodengo Saiano

prodotti agricoli

vini

arte e cultura

benessere

MADE IN PROVINCIA DI BRESCIA

Territorio da Vivere verso l’EXPO 2015

cordialità

INGRESSO LIBERO www.provincia.brescia.it www.madeinprovinciadibrescia.eu

MADE IN PROVINCIA DI BRESCIA a Provincia di Brescia, il Comune di Rodengo Saiano e il Centro Vitivinicolo provinciale, propongono il primo grande evento “MADE IN PROVINCIA DI BRESCIA, TERRITORIO DA VIVERE” dedicato alla cultura enogastronomica bresciana con la partecipazione di tutto il mondo produttivo agricolo, agroalimentare, ristorativo, turistico e culturale e che troverà il suo sbocco più autorevole con EXPO 2015, attraverso il quale sarà ulteriormente diffusa la conoscenza

L 22

del giacimento enogastronomico e turistico quale è la provincia di Brescia. MADE IN PROVINCIA DI BRESCIA, TERRITORIO DA VIVERE”, è in programma dal 31 Maggio al 2 Giugno nella suggestiva cornice dell’Abbazia San Nicola di Rodengo Saiano, dove le aziende e i prodotti bresciani saranno inseriti in un contesto storico e culturale di assoluto rilievo. Le giornate saranno organizzate in modo da poter accogliere, con libero accesso, un vasto


La tua azienda e la Provincia di Brescia per il rilancio dell’economia

per informazioni e adesioni: Tel 030/3749342 Tel 030/3749278 Tel 030/3749308 www.provincia.brescia.it Provincia di Brescia Palazzo Broletto Piazza Paolo VI, 29 25100 Brescia | Italy www.provincia.brescia.it

organizzano l’evento:

CENTRO VITIVINICOLO PROVINCIALE DI BRESCIA

prodotti agricoli

vini

arte e cultura

benessere

Venerdì 18.00 - 22.30 Sabato 16.00 - 22.30 Domenica 11.00 - 22.30 chiusura ristorante ore 23.30

Comune di Rodengo Saiano

Resta aggiornato seguici su:

SAPORI ARTE CULTURA

In Collaborazione con: Strada dei Vini e dei Sapori del Garda Strada del Vino Franciacorta Strada del vino Colli dei Longobardi Associazione La Buona Terra Ente Vini Bresciani - Coldiretti - Copagri Aipol - Apab - Unione Provinciale Agricoltori Confartigianato Unione di Brescia Istituto Alberghiero Vincenzo Dandolo

Laboratori del gusto Menù Bio e di territorio Banchi di assaggio Acquisto di prodotti tipici e di artigianato d’eccellenza Giochi per i più piccoli Aperitivi “MADE IN PROVINCIA DI BRESCIA”

Sosteniamo il mondo produttivo bresciano patrocini:

1 - 2 giugno Evento ECOMOB Servizio di EcoNavette da e per Franciacorta Outlet Village

verso expo 2015

cordialità

TERRITORI DA VIVERE pubblico che tra i chiostri e le sale affrescate dell’Abbazia potrà essere travolto da un’insolita esperienza sensoriale e culturale, trascorrendo momenti appassionanti partecipando ai laboratori del gusto, passeggiando tra banchi di assaggio e di vendita dei prodotti tipici della nostra agricoltura, lasciandosi stuzzicare dalle proposte enogastronomiche, culturali ed artistiche. Un grande evento i cui protagonisti saranno il territorio bresciano con tutti i suoi attori ed il pubblico di appassionati che si lasceranno

incuriosire dal giacimento di tradizioni, di cultura e di produzioni tipiche enogastronomiche quale è la nostra provincia.

Centro Vitivinicolo Provinciale di Brescia - Viale della Bornata, 110, 25123 Brescia, Tel. 030-362285, Fax. 030-3369357, 339-8442078, eventi@centrovitivinicoloprovinciale.it

23


MADE IN PROVINCIA DI BRESCIA RODENGO SAIANO 31 MAGGIO DALLE ORE 18 ALLE ORE 22.30 1 GIUGNO DALLE ORE 16.00 ALLE ORE 22.30 2 GIUGNO DALLE ORE 11 ALLE ORE 22.30

a IL GUSTO IN TAVOLA

Menu Bio e di Territorio con Accademia Bresciana Arti e mestieri della Buona tavola Associazione La Buona Terra

IL GUSTO IN MOSTRA

Percorso enogastronomico tra i banchi di assaggio e di vendita Dei migliori prodotti dell’agricoltura bresciana

IL GUSTO DEL LIBRO Angolo dell’editoria bresciana

IL GUSTO DELLA MUSICA

Appuntamenti musicali con gli ottoni della Brescia Orchestra

IL GUSTO NELL’ARTE

24


TERRITORI DA VIVERE VENERDì 31 MAGGIO 2013 Aperitivo con i FAN franciacortaappassionati Aperitivi in musica e Franciacorta

SABATO 1 GIUGNO 2013 ORE 16,30 – Facciamo merenda! Dall’opera del Romanino laboratorio di degustazione dei salumi violino di capra, salame Montisola, salame di Pozzolengo, slinzega, berna con abbinamento di vini di Montenetto Doc e di Botticino Doc. In collaborazione con Strada del Vino Colli dei Longobardi ORE 17,30 – L’oro delle valli bresciane Dall’opera del Romanino laboratorio di degustazione dei formaggi di montagna: Bagòss, Nostrano Valtrompia, Silter, Sabbio, Garda con abbinamento di Valtènesi Doc ORE 19,30 – Il Franciacorta, una passione Degustazione di Franciacorta

DOMENICA 2 GIUGNO 2013 ORE 15,00 – Miele pulito e giusto Come riconoscere un miele di qualità; In collaborazione con Strada del Vino Colli dei Longobardi – Associazione La Buona Terra ORE 16,30 – L’olio leggero che veste il sapore L’uso degli oli bresciani per esaltare le nostre pietanze Dall’opera di Romanino laboratorio di degustazione di olio extra vergine d’oliva e DOP; In collaborazione con Strada del Vino e dei Sapori del Garda ORE 17,30 – Pane amore e fantasia Laboratori di panificazione In collaborazione con Associazione La Buona Terra ORE 18,00 – Capra contro capra. Caprini di tradizione e caprini di tendenza Degustazione dei formaggi di capra: fatulì, cadolet, stagionato, caprini freschi, caprini erborinati in abbinamento con IGT ValleCamonica ORE 19,00 – Un Lugana è per sempre. La longevità di un vino d’eccellenza Degustazione di Lugana DOC

25


a cura di: Luca Marinoni

GAGGIA E VILARDI, INSIEME PER CONTINUARE UN LAVORO a nuova regola che consente di esprimere due preferenze (una per un uomo e l’altra per una donna) tra i candidati al prossimo Consiglio Comunale di Brescia ha spinto Luigi Gaggia e Paola Vilardi a scegliere di “correre insieme”: “Durante i cinque anni del mandato amministrativo appena concluso – spiegano i due esponenti del PDL – ci è capitato in diverse circostanze di lavorare insieme. Abbiamo visto che c’è sempre stata una buona collaborazione, così come la nostra ormai lunga conoscenza personale è sempre stata caratterizzata da stima reciproca. Viste queste premesse e le nuove regole elettorali, ci è sembrato giusto unire i nostri sforzi e chiedere, insieme, la fiducia degli elettori, anche perché tutti e due siamo animati da un’intenzione ben precisa”. Un’idea di fondo che può essere sintetizzata in un obiettivo fondamentale: “Il nostro intento è quello di portare avanti il lavoro che abbiamo compiuto in questi cinque anni. Abbiamo seguito, naturalmente grazie ai programmi indicati dal sindaco Paroli, un programma ben preciso, un progetto che è andato avanti ed ha raggiunto

L

26

risultati concreti ed importanti nonostante le particolarissime difficoltà che sono sorte in questi anni. Quello che vogliamo fare, con la fiducia che chiediamo espressamente agli elettori, è quello di portare avanti questo disegno per far sì che Brescia possa rispondere sempre di più alle esigenze dei suoi abitanti e sia una città in grado di guardare al futuro con fiducia”. Un progetto per Brescia che vuole continuare quel lavoro che negli ultimi cinque anni ha visto entrambi impegnati in prima fila in attività di assoluto rilievo, visto che la Vilardi è stata assessore in due settori nevralgici come l’urbanistica e l’ambiente (affrontando così tutte le sfide connesse a queste due realtà tanto importanti per la nostra stessa vita quotidiana), mentre Gaggia, oltre a far registrare il dato più che significativo del 100% di presenze alle sedute del Consiglio Comunale, è stato componente di primo piano delle Commissioni bilancio (una realtà di particolare importanza della quale ha svolto per l’intero quinquennio la funzione di vicepresidente), partecipate e personale: “In effetti – confermano ad una sola voce Gaggia e la Vilardi – in questi cinque anni ci siamo impegnati


Con il nuovo sistema elettorale puoi dare la tua fiducia a due candidati consiglieri (un uomo ed una donna). Sfrutta al meglio quest'opportunità scegliendo l'esperienza di Gaggia e Vilardi.

DAI IL TUO VOTO A GAGGIA E VILARDI PER PREMIARE IMPEGNO E COMPETENZA Luigi Gaggia, 47 anni, coniugato e padre di una bimba. Libero professionista. Consigliere comunale dal 2008, componente delle commissioni bilancio (vicepresidente), partecipate e personale. Paola Vilardi, avvocato. Nell'ultimo mandato amministrativo è stata Assessore all'Ambiente e all'Urbanistica. Proprio nel corso del suo incarico è stato approvato il PGT, Piano di Governo del Territorio, uno strumento fondamentale deliberato con grande celerità, facendo così di Brescia uno dei pochi Comuni a potersi vantare di un simile esempio di efficienza. Impegnata sin da giovane in politica ha svolto importanti incarichi anche per la Provincia di Brescia.

in un lavoro non facile. Sono stati tanti gli obiettivi da raggiungere e gli ostacoli da superare, complice la difficile situazione che si è venuta a creare con l’arrivo di questa crisi che coinvolge tutti i settori. Nello stesso tempo è stato molto bello e stimolante dedicare il nostro tempo e le nostre energie per la nostra città e per aiutarla a risolvere i vari problemi che si sono presentati strada facendo. Sicuramente tanto è stato fatto e ci sono moltissimi risultati concreti che lo confermano in diversi campi, dal bilancio all’urbanistica, per citare due settori a noi particolarmente vicini, ma anche dalla cultura alla sicurezza, dalla famiglia ai servizi sociali, passando attraverso altri aspetti fondamentali della nostra vita come il lavoro, l’ambiente, lo sport, le politiche giovanili e tutte quelle realtà che possono avvicinare sempre di più Brescia ai desideri dei bresciani. Molto è stato fatto – terminano Luigi Gaggia e Paola Vilardi con un eloquente sorriso – ma molto si può ancora fare. Tanti, infatti, sono i problemi che si devono risolvere, a cominciare da una questione che deve ricevere un occhio di riguardo immediato e concreto come il lavoro. Un

bene che non può mancare alle nostre famiglie e ai nostri giovani. È per questo che, ancora con più voglia di fare e grazie anche alla preziosa esperienza maturata in questi cinque anni, siamo qui a chiedere ancora la fiducia degli elettori per poter continuare a mettere il nostro impegno al servizio della nostra città. Insieme siamo certi di poter proseguire in modo concreto il disegno che vuole fare di Brescia una città che guarda al futuro con nuova fiducia e rinnovata convinzione”

27


ELEZIONI COMUNALI 26-27 MAGGIO 2013

Acri scrivi

28


giovanni francesco acri Obiettivi campagna elettorale 2013 ECOLOGIA Un piano rivoluzionario per un ecosistema sano al fine di garantire alle nuove generazioni un mondo più pulito ed un’aria più respirabile; bonifiche ambientali, depurazioni di scarichi civili e industriali, maggiore estensione di controllo sul territorio. Il problema “Caffaro”: imparare dalla lezione per migliorare il futuro. Nuove regole sul controllo dell’aria che respiriamo.

CULTURA Dal dizionario “coltivare”: coltivare l’interesse per ciò che l’arte e la cultura rappresentano nella città di Brescia, un importantissimo patrimonio che non deve essere trascurato bensì ancor più ampiamente valorizzato tramite iniziative pubbliche e private. Obbiettivo di coinvolgimento della popolazione bresciana a tutti i centri culturali tramite innovazioni e rivisitazioni delle bellezze della nostra Brescia. Teatro giovanile e avanspettacolo, ospiti di programmi televisivi (“Zelig” e “Colorado”) ed infine programmi di spettacoli giovanili, programmi per l’Orchestra Sinfonica di Brescia e rappresentazioni classiche volti a promuovere ulteriormente la cultura della nostra Città.

SICUREZZA DELLA VITA Informazione e prevenzione: campagne preventive per la salute e per la sicurezza della propria persona, maggiore informazione al cittadino per una città più pulita, tranquilla e sicura: corsi di formazione ed informazione a cittadini e privati, maggior estensione dei controlli sul territorio (soprattutto notturni) per le strade.

SOLIDARIETÀ PRIMA DI TUTTO Un popolazione unita per un futuro migliore: ogni singolo cittadino è parte fondamentale della comunità ed ognuno di esso può contribuire in maniera fondamentale al benessere comune aiutandosi l’uno con l’altro. Presa di coscienza sulla comunità e non solamente sul singolo.

CITTÀ DEI SERVIZI: Sanità, Cultura e Turismo

29


ELEZIONE CONSIGLIO COMUNALE 26 e 27 Maggio 2013

Flavio Committente responsabile: Roberto Tursi

BONARDI

AVANTI

FLAVIO BONARDI Perché Flavio Bonardi, dopo cinque anni da Presidente della Circoscrizione Centro si candida ad amministrare, insieme con Adriano Paroli, il Comune e perché il “motto” AVANTI? Quando si parla di città si deve sempre avere dinnanzi l’idea di ciò che si vuole realizzare…Spesso capita che chi deve amministrare, durante la Campagna Elettorale “butti sul tavolo” decine e decine di proposte, idee, suggerimenti, che spesso non vengono realizzati, vuoi per problematiche interne alle maggioranze, vuoi per una crisi economica in atto, vuoi perché ci si rende conto che quanto comunicato ai cittadini non si potrà attuare nei tempi di una legislatura. Partendo proprio da questo principio, con il progettobrescia, voglio prendere in considerazione “solo” 10 punti che

30

prioritariamente prometto di portare a compimento. Sembra poco parlare di punti focali, ma ritengo doveroso e soprattutto necessario diffidare di chi afferma che in cinque anni di Governo locale si potranno fare dei “miracoli” modificando radicalmente la realtà cittadina. La nostra è una grande città, seppur abitata da poco più di 190.000 persone. È un punto di riferimento per l’intera provincia (più di 1.000.000 di abitanti): Brescia a mi sta a cuore, ed è per questo che desidero torni ad essere la “Leonessa d’Italia”, offrendo un nuovo modo di fare politica, un progetto che possa convogliare le realtà moderate, liberali e riformiste. La mia idea di progettobrescia vuole cambiare la logica della partitocrazia, vuole che i cittadini siano il punto di partenza di un lavoro che ha come obiettivo finale


quello di realizzare un progetto che sia a servizio di tutti i bresciani! Ho scelto il “motto” AVANTI perché dopo cinque anni da Presidente della Circoscrizione Centro vorrei continuare a governare e ad offrire la mia esperienza a Brescia ed ai bresciani così come ho fatto fino ad oggi.

Quale sarà il suo impegno, qualora eletto, per i Giovani? Chi meglio dei Giovani conosce le necessità e le esigenze dei Giovani? Da qui l’idea di istituire un “Consiglio dei Giovani Bresciani” che coadiuverà il Comune di Brescia negli interventi specifici a loro indirizzati. Il Consiglio sarà formato da giovani di età compresa fra i 18 ed i 29 anni, e si occuperà di chiedere interventi in campo scolastico, universitario, lavorativo, culturale, ludico ed avrà come punto di riferimento l’Assessore alle Politiche Giovanili. Ripensare gli spazi per garantire il diritto allo studio (il modello della Sala Cavallerizza è esemplare), ampliandoli e permettendo un orario di apertura più flessibile specialmente in fase di sessione di esami, sul modello dei campus americani. Bisogna rafforzare il legame istituzionale tra Brescia e la sua Università, tramite concorsi, bandi e borse di studio volti alla valorizzazione dell’eccellenza. Supportare la promozione dell’ Università nei momenti di orientamento e di immatricolazione. Coadiuvare l’Università nel delicato momento di transizione studio – lavoro tramite orientamento e inquadramento professionale, coinvolgendo la realtà imprenditoriale bresciana e sfruttando l’opportunità dello sportello InformaGiovani del Comune.

Nel “suo programma” parla anche di risparmio energetico… Si parla sempre, e troppo spesso, di giornate ecologiche per inquinare meno, ma non è con la domenica a piedi che si risolve il problema dell’inquinamento cittadino. Su questo tema abbiamo sicuramente le idee molto chiare, e il Comune di Brescia dovrà investire in energie rinnovabili, offrendo contributi economici a privati affinché investano nel risparmio energetico, ma si dovrà collaborare attivamente e fattivamente con l’Università nell’ottica di una progettualità diversa, con una politica energetica coraggiosa e lungimirante, pronta alle sfide di una città che vuole diventare “mitteleuropea”. Si dovrà creare un tavolo di lavoro, formato da Comune, Università e Aziende leader del settore predisponendo interventi rapidi e duraturi per la città. Il progetto è quello di creare una “BrixiaGreenCard”, oltre ad un tavolo di lavoro dove iniziare a ragionare sul tema risparmio energetico a 360 gradi: promozione delle

fonti di energia rinnovabili; investimenti su edifici pubblici legati al risparmio energetico; incentivi ai privati; progetti pubblico/privati legati ad una trasformazione energetica.

Un altro importante argomento che ha posto come attenzione in questi anni da Presidente di una Circoscrizione così importante della città, riguarda il Commercio e l’Artigianato, inteso come ritorno delle attività. La proposta per il futuro quale sarà? L’attuale crisi economica ha portato la città, come del resto tutto il Paese, a soffrire notevolmente, condizionando il modo di vivere e lavorare. Da più parti si è assistito ad un “non sapere” cosa fare, abbandonando le attività commerciali, artigianali a loro stesse, offrendo ogni tanto qualche contributo a fondo perduto che però non ha consentito una ricrescita ed una rinascita. Sul Commercio e sull’Artigianato si deve avere il coraggio di fare scelte forti ma necessarie. Si dovrà mettere a Bilancio un contributo annuo in conto gestione o conto capitale, per incentivare l’apertura di attività artigianali e commerciali in determinate zone della città (centro storico, quartieri periferici sprovvisti di alcune categorie particolari di attività). Si dovrà creare una collaborazione diretta con i proprietari degli immobili, istituendo un tavolo di lavoro nel quale l’Amministrazione Comunale farà da mediatore in alcune zone della città fra domanda e offerta, garantendo una collaborazione del pubblico. Si dovrà allargare l’ottima idea del “Distretto Urbano del Commercio” analizzando non solo le possibilità e gli interventi nel centro storico ma anche in altri quartieri periferici, creando una vera sinergia con il mondo delle associazioni di categoria e con gli stessi commercianti e artigiani. Si dovrà creare una reale collaborazione con il mondo della scuola e della formazione professionale, con convenzioni che consentiranno a giovani ragazzi della città, di potersi istruire e formare aprendo poi, grazie anche all’aiuto del Comune, una attività in città, sotto forma di cooperativa con altri giovani colleghi. Questi sono solo alcuni punti, molto altro ancora si potrà proporre.

In conclusione, quale l’appello in quattro righe agli elettori bresciani. Beh, sicuramente invito i miei concittadini a scegliermi, perché in questi anni di “governo” della Circoscrizione Centro, sono riuscito a rispondere ed affrontare diverse tematiche, cercando di portarle a compimento…la mia speranza è quella di poter essere ancora utile alla mia città, offrendo l’esperienza e le capacità acquisite in questi anni e mettendole a disposizione per il bene comune!

31


33

Impaginazione BS Up_Rossi.indd 33-34

32


DAI VALORE ALL’ESPERIENZA arco Rossi è un amministratore vicino al proprio territorio; l’impegno e la passione profusa lo contraddistinguono, in qualità di Presidente della Circoscrizione Nord, per mantenere vivo il contatto con i cittadini, con le associazioni di riferimento e con i rappresentanti delle istituzioni per toccare con mano la realtà che ci circonda. Ha sempre dimostrato passione e determinazione per diminuire la distanza tra le istituzioni pubbliche e i bisogni dei cittadini , anche in relazione agli effetti negativi prodotti talvolta da un’assurda burocrazia, causa di aumento dei costi a carico delle aziende e dei privati. Tale passaggio culturale deve rappresentare un chiaro e reale obiettivo per tutti coloro che vogliono dedicarsi all’impegno pubblico con vero senso civico per saper interpretare le esigenze della gente comune e riconquistare la loro fiducia indispensabile per incrementare la soddisfazione dei desideri dei nostri cittadini. Oltre alla crisi economica quello che preoccupa attualmente è la crisi sociale, e il fatto che tutte le parti sociali non abbiano cooperato per la realizzazione di una visione comune. Leggere i giornali, ascoltare i dibattiti descrive un Paese coinvolto in un grande tiro alla fune tra posizioni inutilmente opposte: rigore-crescita, anziani-giovani, flessibilità-certezze, uomini-donne, nord-sud. A fronte di tutto questo, l’impegno civico e la CANDIDATURA di ROSSI a CONSIGLIERE COMUNALE a sostegno del candidato Sindaco Adriano Paroli con il simbolo Popolo della Libertà rappresenta una risposta a questa crisi, in un tempo in cui ogni istituzione deve prendere la propria responsabilità nel far progredire questo Paese nelle sue dinamiche democratiche, sociali ed economiche.

M

33 34


a cura di: Antonio Russo

ari amici, ho deciso: mi candido. Perchè credo di poter rappresentare allo stesso tempo ricambio generazionale ed esperienza del far bene. Chi mi conosce sa che non mi sono mai arreso nel confronto con i bisogni e le esigenze delle persone che ho incontrato e degli ambienti in cui ho vissuto. Ho sempre cercato di trovare soluzioni concrete, dedicare tempo, energie e passione, avendo sempre come obiettivo il benessere delle persone e lo sviluppo sociale e culturale del territorio in cui viviamo. Inizia così, la sua candidatura Francesco Uberto 39 anni, prosegue dicendo, è questa continua voglia di mettermi alla prova e di contribuire allo sviluppo della società e del nostro territorio che mi ha fatto decidere di candidarmi e di mettermi a disposizione della città con tutta la mia energia, con la mia volontà di ferro e conscio di avere dei paradigmi diversi da quelli della politica, orientati soprattutto al fare ed ai risultati. In particolare la forte coscienza di fastidio che provo nel vedere l’incapacità e l’inettitudine di molti politici di professione, la percezione che per i partiti esistano le sole logiche elettorali e personalistiche, invece che una preponderanza di interesse per il bene comune, mi incentivano a volere portare il mio contributo al cambiamento delle logiche vecchie che ormai non si confanno più ai tempi d’oggi con

C

34


questa crisi incalzante. Credo che oggi ci siano alcune necessità di cui il comune si può occupare, anche se tali bisogni sono di carattere nazionale. Una sicuramente è il lavoro. Non è mai stato un problema bresciano, ma quattro anni di crisi logorano anche aziende prospere. Il problema della disoccupazione è soprattutto giovanile. Esiste da qualche anno la “moda” delle startup, ed è uno degli ambiti dove la creatività italiana può essere messa veramente a frutto. Penso che creare un ambiente attraente e che agevoli l’installazione di startup nel territorio bresciano in particolare della città possa creare molta occupazione, in particolare per i giovani. Inoltre in una città dove la vocazione al lavoro è altissima, ma gli spazi per nuove installazioni industriali non ci sono, l’attrattività per aziende che possono avere tassi di crescita e di redditività altissimi e che occupano poco spazio fisico è vitale. Secondo tema è quello della sicurezza. Una città florida deve anche garantire sicurezza ai propri cittadini. Uno dei tasselli credo sia anche la rivitalizzazione del centro storico. Si deve continuare a migliorare il percorso già intrapreso dalla giunta Paroli in questi anni. Portare i bresciani tutti in centro, a viverlo, con continuità anche nelle ore serali è un obiettivo assolutamente raggiungibile. Necessario anche a riportare serenità alla comunità dei commercianti. Le tante vetrine vuote ed in negozi sfitti trasmettono un senso di

tristezza. Chiedo il vostro voto perché sento il dovere di “non disertare” questo momento di sfida non facile. So di avere le energie necessarie e una storia personale, fatta d’impegno quotidiano nella scuola, nella società, nella politica, nell’amministrazione e nella famiglia, che mi permette di conoscere a fondo i problemi delle persone e delle comunità locali in cui viviamo; so di poter portare un contributo alla elaborazione di un pensiero e di un contesto culturale che ci permettano di leggere le domande della contemporaneità e di individuare le risposte adeguate. Ho deciso di raccogliere questa sfida perchè credo sia importante in questa fase storica assumersi la responsabilità del “dovere di pensare a che tipo di momento è questo in cui viviamo” e a quali scelte di coraggio siamo chiamati per garantire a noi e ai nostri figli un futuro che sia a misura di persona. In un periodo di crisi economica e culturale, per certi versi drammatica come quella attuale, l’impegno disinteressato, la riscoperta dei rapporti tra le persone, la valorizzazione della cultura e dell’ambiente sono la base per intraprendere percorsi di cambiamento reale. Vi ringrazio, Francesco Uberto

35


26-27 MAGGIO 2013

Acr scrivi

NICOLA ORTO

Dopo alcuni anni di esperienza amministrativa in Loggia, prima all’opposizione e poi al governo della città e dopo aver ricoperto anche la carica di assessore alla Mobilità e Traffico e alle Politiche Giovanili, il giovane Nicola Orto torna a proporsi in vista delle prossime elezioni comunali, per portare il suo contributo alla città e alla soluzione dei suoi problemi. Candidato nella lista dell’ UDC, coalizione a sostegno del sindaco uscente Adriano Paroli, che cinque anni fa lo ha voluto nella sua squadra di governo, Orto ha già dimostrato capacità organizzative e una concretezza nel realizzare i progetti, che gli hanno consentito prima di tutto di affermarsi nel settore imprenditoriale pur ritenendosi sempre un artigiano, ma che gli hanno anche permesso di portare a termine tanti progetti a favore della città quando era un Assessore. E “artigiano” Orto si sente anche in politica, proprio per il suo lavoro costruito giorno dopo giorno e dal quotidiano confronto con i cittadini. Dall’avvio e lo sviluppo dei progetti di bike e car sharing, alle campagne sulla sicurezza stradale; dall’allargamento a quattro corsie di via XX Settembre mantenendo comunque la corsia per i bus o il ripristino del doppio senso in via Cremona per rivitalizzare il commercio: son tanti i risultati ottenuti da Orto nella passata legislatura. E oggi si ripresenta ai nastri di partenza della competizione elettorale con che

36


prospettive? “C’è ancora molto da fare in questa Brescia che vive anni di trasformazione e sviluppo ma che, contemporaneamente, è bloccata dalla crisi – osserva Orto -. E allora sento il bisogno di dare un impulso e una spinta a temi che sento miei come il lavoro innanzitutto, vera piaga del mondo giovanile, che metto però a pari merito con l’ambiente”. Due argomenti che possono sposarsi, grazie ad un innovativo modo di approcciarsi al tema del Pcb. “È necessario fare sistema ma soprattutto, predisporre nei prossimi bilanci comunali una cifra fissa da accantonare ogni anno da utilizzare nell’opera di bonifica partendo dalle zone più contaminate e frequentate per arrivare poi a sostenere i privati attraverso incentivi. Occorre però un patto pluriennale, perché non ci possiamo illudere di risolvere il problema in 5 anni, ma siamo nell’ordine dei 15-20, oltre alla necessità

di costituire una commissione permanente sui temi ambientali”. E poi c’è la questione mobilità, fra le sue passioni e delega assessorile ricoperta in passato, “la sfida di oggi è quella di progettare una mobilità che possa essere integrata fra i mezzi pubblici e quelli privati, sostenibile sia a livello economico, sia a livello ambientale: c’è ancora molto da fare a riguardo”. Pragmatico come sempre, che ambizione nutre in una nuova eventuale esperienza di governo? “Intanto lavoro insieme ai miei amici per entrare in consiglio comunale e così poter dare il mio apporto alla città – afferma - mi sento innanzitutto al servizio dei cittadini, specie dei giovani e degli anziani. Il mio obiettivo: concorrere alla conferma del sindaco Adriano Paroli, che so essere molto sensibile ai bisogni delle persone”.

37


l connubio Sport-Spettacolo vince ancora. Lo testimoniano i 27.000 visitatori che hanno partecipato attivamente a SportShow, la fiera dello sport giunta alla sua seconda edizione. I numeri che testimoniano la riuscita di questa manifestazione sono presto detti: 27.000 visitatori nei tre giorni di fiera, di cui 11.823 tra

I

bambini e ragazzi, 102 discipline proposte, 63 tra Federazioni e Associazioni rappresentate, 1.267 tra corsi, lezioni, esibizioni e spettacoli. Non indifferente neppure la popolarità sui profili social di SportShow, 4.611 mi piace e 3.905 amici. Una sfida nella sfida è stata l’attrazione 2013, il bungee jumping da un’autogr u con braccio di 60 metri.

39


Nonostante le cattive condizioni meteo sono stati effettuati 172 lanci, con richieste di partecipazione anche oltre l’orario stabilito. «Abbiamo chiuso con 27mila ingressi, con picchi soprattutto negli ultimi due giorni – spiega Luca Mastrostefano, presidente Asd SportShow –. Credo che SportShow si possa presentare og gi come un bell’appuntamento per tutta la città e per le realtà sportive che ne fanno parte e che qui trovano modo di farsi conoscere, di

40

dialogare tra loro e con il territorio». Alla cerimonia di inaugurazione hanno partecipato i rappresentanti istituzionali delle realtà che con il loro patrocinio hanno sostenuto e promosso l’iniziativa, tra cui Lara Magoni, per la Regione, Fabio Mandelli, assessore provinciale allo Sport e Adriano Paroli, sindaco di Brescia. Padrone di casa, oltre a Luca Mastrostefano, anche Marco Citterio, amministratore delegato Fiera di Brescia.


Pubblico d’eccezione, oltre ad un folto e sportivissimo gr uppo di veri appassionati, anche centinaia di studenti provenienti dalle scuole di tutta la Provincia, accompagnate gratuitamente in Fiera grazie ad un accordo tra SportShow, Provincia e Brescia Trasporti. SportShow, nei 15.000 mq di area espositiva interna, ha offerto numerosissime attività tutte da provare tra cui calcio, pallavolo, beach volley, squash, arti marziali, golf, tennis tavolo, r ugby

con l’istituto Marco Polo, tutte le discipline del fitness con i migliori presenter internazionali, simulatori di vela, windsurf e kiteboard, e tanto altro. Nell’area esterna, oltre al bungee jumping, è stata allestita l’area motori: 5.000 mq di area dedicati prevalentemente al trial, motocross freestyle, rally, auto sportive, tecnica di guida, minimoto, super motard, quad. Particolare attenzione è stata dedicata all’area

41


motori kids: kart, minimoto e miniquad per i più piccoli. “Non posso che essere felice per la perfetta riuscita di questa seconda edizione - ha ag giunto Mastrostefano - Il pubblico è il vero protagonista e tutto il progetto è finalizzato alla realizzazione di aree sportive a cui tutti possano accedere”. Nella tre giorni di sport grande attrazione ha

42

suscitato la Vodafone Snowboard Area, ma anche il campo da tennis Mapei sul quale si sono alternati tornei e sfide tra pubblico e campioni, tra cui Diego Narciso. Proprio in quest’area è stato intravisto Giorgio Squinzi, presidente di Confindustria, nonché fondatore, nel 1970, proprio della Mapei. Sabato 23 la fiera ha protratto l’orario di apertura fino alle 22, una sfida per gli organizzatori che hanno sperimentato l’orario serale or mai consueto in


molte manifestazioni di questo genere. Tutte le aree interne sono rimaste attive, offrendo la possibilità di lezioni di fitness no stop, ma anche prove ai simulatori, lezioni di Hip Hop, esibizioni Kombat, la Finale del Campionato Italiano Nord Italia di Braccio di Ferro e l’elezione di Miss e Mister SportShow 2013. Tantissimi anche gli ospiti, campioni dello sport e dello spettacolo che non hanno voluto

mancare questo grande appuntamento con lo sport e i bresciani: la prima squadra della pallanuoto femminile, il campione mondiale di football freestyle Gunther Celli, il basket Brescia Leonessa, il vincitore di Italia’s got talent Daniel R. Adomako, e tanti altri. Gli organizzatori di SportShow hanno già rese note le date della terza edizione, in programma sempre a Brixia Expo dal 21 al 23 marzo 2014.

43


INVITO INAUGURAZIONE 13 GIUGNO 2013

Le Rond

Le Rond Arte e tecnica Le superfici di Giovanni Lamberti 13 GIUGNO 2013

Arte e tecnica Le superfici di Giovanni Lamberti

In occasione del 150° Anniversario del Politecnico di Milano, Poliefun è lieta di invitarvi all’inaugurazione della mostra Arte e tecnica Le superfici di Giovanni Lamberti giovedì 13 giugno - ore 00.00 Politecnico di Milano - Piazza Leonardo da Vinci 32 / Milano Aula Natta - Dipartimento di Chimica, Materiali e Ingegneria Chimica “Giulio Natta”. Vi chiediamo di voler dare conferma della vostra presenza entro il giorno 00 xxxxxxxx 2013 alla casella mail segreteria@poliefun.org o alla Segreteria Poliefun al numero telefonico 02 89054867

ARTE E TECNICA UN BINOMIO INSCINDIBILE er far sì che l’opera d'arte produca un'emozione, una sensazione, è necessario conoscere e utilizzare una tecnica: ecco appunto il senso della "téchne", come la chiamavano i Greci; un termine che i Latini traducevano con "ars", che non significa affatto "arte", ma appunto "tecnica". Gli artisti hanno sempre usato le tecniche del proprio tempo. Michelangelo però operava in un contesto in cui era l'arte il modello di riferimento della tecnica, mentre ora, per alcuni versi, sembra che avvenga talvolta il contrario: non si può infatti comprendere la storia dell'arte contemporanea senza riflettere sulle invenzioni e le tecnologie che l'hanno attraversata, moltiplicandosi all'inverosimile. Nella società odierna la tecnica, nel suo complesso, è sicuramente egemone rispetto all'arte, e sembra rappresentare un orizzonte imprescindibile nella nostra vita di ogni giorno. In una situazione simile, l'artista non deve tuttavia rinunciare a svolgere il suo ruolo: ogni opera d'arte è composta da materiali attraverso cui le idee e gli intendimenti dell'artista si declinano tramite procedimenti specifici o particolari, attuativi di tali idee. Le scelte dell'artista e i forti stimoli della tecnica hanno contribuito nell'epoca contemporanea a modificare la stessa accezione di "opera", generando profondi cambiamenti sia nei metodi, sia nelle materie impiegate: da immodificabile e unica, l'opera è diventata manipolabile e replicabile; da oggetto di contemplazione si è fatta strumento di partecipazione, a volte prevedendo la possibilità del movimento e del mutamento. La mostra di Giovanni Lamberti, autore di opere di grande concentrazione geometrica e attenta strutturazione di forme, materiali e colori, offre la possibilità di riflettere su uno dei possibili connubi tra arte e tecnica oggi.

P

44

Paolo Bolpagni

COMPOSIZIONE 180 X 30/10 Acrilico, alluminio, resina, acciaio, legno, spezzoni di radiatori riciclato e ferro su tela o su legno 10 opere da 180x30/10x 8 misura complessiva cm.180 x 340 x 8

INSTALLAZIONE 8 X 4 Alluminio, acrilico e vernice con struttura di ferro cm. 240 x 40 x 40


45


agine Sì! S.p.A. è una società operativa dalla fine del 1996 nel settore dell’editoria pubblicitaria multimediale, il cui core business è rappresentato dall’annuaristica telefonica. La sua nascita ed il suo sviluppo nel corso degli ultimi anni segue di pari passo il costante evolversi della legislazione italiana nel campo delle comunicazioni telefoniche verso una liberalizzazione del mercato ed un maggior rispetto delle scelte degli utenti. Tale evoluzione ha di fatto gradualmente eroso la precedente situazione di monopolio che prevedeva l’erogazione di tali servizi, e la conseguente possibilità di stampare elenchi telefonici, esclusivamente ad appannaggio dell’operatore telefonico “di stato” e del suo partner commerciale “storico” per la produzione degli elenchi abbonati. Pagine Sì! dimostra quindi che è possibile agire nei mercati più “ingessati” e ancora dominati da singoli e storici operatori ex-monopolistici di nome ma non ancora di fatto. Sin dall’inizio, Pagine Sì! ha cercato di impostare la propria filosofia aziendale sul tentativo di realizzare guide telefoniche che fossero di più semplice e più gradevole consultazione, più ricche ed esclusive nei contenuti e decisamente più accessibili in termini di investimento richiesto agli inserzionisti: a un elenco telefonico alfabetico completo di utenze private ed affari è affiancato un elenco telefonico suddiviso in categorie commerciali di tutti gli operatori economici dell’area elenco trattata, il tutto corredato da informazioni di supporto alla mobilità nel territorio e legate al World Wide Web. Quest’ultimo, nato come logica conseguenza dell’acquisita esperienza nel settore della pubblicità informativa, è raggiungibile all’indirizzo www.paginesi.it ed offre ulteriori informazioni rispetto agli elenchi cartacei, presentando oggi una serie di interessanti quanto originali servizi aggiuntivi. Il successo di tale approccio è dimostrato dal fatto che gli elenchi editi da Pagine Sì! hanno rapidamente abbandonato l’ambito locale per affacciarsi, con risultati sempre crescenti sia in termini di fatturato che di aree coperte, sull’intero mercato italiano. Oggi l’attività viene svolta tramite la sede legale ed amministrativa di Terni e tramite vari uffici commerciali periferici geograficamente coincidenti con la aree elenco attive in varie regioni italiane.

P

46

Nella fotografia in basso: Roberto Preda (Divisione Marketing), Rosanna Crestani (Coordinatrice Brescia Pagine Sì) e Sauro Pellerucci (Presidente Pagine Sì Spa).


Ecco a Brescia e provincia il nuovo Elenco Si! 20132014, la guida telefonica che oltre all’elenco alfabetico e categorico degli abbonati al telefono della nostra provincia, offre in un unico volume numerosi servizi aggiuntivi. Oltre all’ormai ben noto Tag, che rende Elenco Si! un interessante strumento multimediale, la prima novità è già in copertina, quest’anno dedicata alla Metrò, nuovo simbolo tecnologico della città, emblema del primato di cui  Brescia può fregiarsi in quanto prima tra le medie città italiane a dotarsi di tale infrastruttura. Il Presidente di PAGINE SI! SPA, Sauro Pellerucci dove aver informato che la Società, non ostante il periodo economico difficile,  gode di buona salute, ha sottolineato come l’Elenco Si! sia uno  strumento di facile ed  utile consultazione per tutti ed abbia al centro del proprio progetto la realtà locale. L’innovazione introdotta lo rende fruibile sia nella versione cartacea che sul Web dove è reperibile l’intero database. Inoltre con l’introduzione di SI! HAPPY, il nuovo portale degli affari, si aiutano i commercianti bresciani a migliorare le performances di vendita. Di Elenco SI!  ha spiegato le numerose applicazioni Rosanna Crestani coordinatore di Pagine Si per Brescia e Provincia, citando come  esempio i Servizi ai cittadini, che su Elenco Si! sono tutti evidenziati da una fascia azzurra che li rende immediatamente reperibili, come pure la pagina del Comune di Brescia che raggruppa tutti i numeri utili per dialogare con l’Amministrazione. Roberto Preda della Divisione Marketing ha illustrato il nuovo portale “Si! Happy” uno strumento che va nella direzione di essere vicini ai commercianti bresciani, offrendo loro  una vetrina Web che raggruppa tutte le offerte dei negozi aderenti e che diviene una consultazione imprescindibile per fare buoni affari nella propria città e provincia. Molto interesse ha suscitato anche www.ricordidivita.it   il portale che mette in

comunicazione le famiglie delle persone defunte con i loro amici e conoscenti, i quali hanno l’opportunità di ricordarli con una foto, un messaggio, un ricordo. Insomma ELENCO SI! 2013-2014 porta con sé un carico di positività e di innovazione che è ben rappresentata dalla Metrò che sfreccia in copertina, con l’auspicio che sia un buon viatico per tutti!

Pagine Sì! S.p.A. Sede di Brescia - 25018 Montichiari – Via Brescia, 92 www.paginesi.it

47


a cura di: Susanna Guerrini e Selene Zarcone ph: Federico Cangianiello

P

erfetto. Il microfono è posizionato al centro del tavolino di alluminio attorno al quale sediamo, la telecamera alle mie spalle sta già registrando mentre Selly si muove vicino a noi, abbagliandoci di tanto in tanto col flash della sua Canon. Ascolto il vociare dei primi arrivati, qui, stasera, alla Latteria Artigianale Molloy… e il clima di festa è già nell’aria. Non sono particolarmente agitata, conosco già i quattro ragazzi e questa non è la prima intervista che faccio a loro… e comunque non riuscirei a non sentirmi a mio agio, vista la loro splendida semplicità e gentilezza. Siedono accanto a me: Filippo, sciarpa rigorosamente al collo e capelli raccolti in un codino, col suo immancabile sorriso che tradisce in parte quella sua aria da “duro”, sta ridacchiando con Simone che, letteralmente sdraiato sulla sedia, porta freneticamente alla bocca una sigaretta. Matteo, alla mia destra, con le onde lunghe dei capelli che sfiorano le braccia conserte, osserva le scena timidamente divertito, mentre Marcello, viso simpatico, aria da bravo ragazzo in contrasto coi tatuaggi che serpeggiano sulle braccia, continua a sorridere. Spiego loro il format dell’intervista, la chiacchierata sincera e improvvisata, nessuna domanda preparata, nessuna scaletta. Solo una conversazione leggera, che percorre senza percorso il flusso spontaneo delle sue parole. “Figata!” dice Simone.

48

Cominciamo. Come va? Come state? Matteo: Tutto procede secondo i piani. Filippo: Abbastanza bene, ci stiamo accingendo a fare un concerto molto emozionante. Brescia è sempre una location estremamente importante per noi, dato che conosciamo quasi tutti qui e abbiamo visto negli anni crescere il nostro pubblico... siamo molto agitati!

Agitati? Addirittura? Non avete fatto un pochino di pratica negli ultimi tempi? Simone: Eh ma quello non va mai via... Filippo: L’agitazione c’è sempre e ci deve essere anche perché ti dà adrenalina che poi hai voglia di far circolare nelle vene. Marcello: Fa parte del mestiere del musicista dal vivo avere anche un po’ di strizza.

È appunto quello che vi da la carica quindi… Filippo: Ci caghiamo addosso insomma (ride). E in particolare a Brescia perché è la nostra madre terra.

Siete tutti di Brescia? Filippo: Si, non di origine magari. Mamma sarda, papà trentino, sono nato in Sicilia ma sono bresciano. Simone: …e suona nei Plan di Fuga che è un gruppo che ha un nome in spagnolo ma è italiano e canta in inglese... tutto


un casino insomma. Marcello: Io sono siciliano trapiantato alla nascita. Di fatto noi siamo tutti bresciani.

Come sta andando adesso questo secondo album? Filippo: Bene, siamo molto soddisfatti, stiamo affrontando tante cose, e stiamo suonando in club molto belli in giro per l’Italia, i riscontri di pubblico arrivano. Stiamo pianificando anche delle esperienze all’estero che iniziano quest’estate.

Quindi quest’estate espatriate? Filippo: Così sembra. Per scaramanzia non diciamo niente di preciso finchè non lo comunicheremo ufficialmente... ma stiamo lavorando sull’Europa… E NON SOLO!

Woh, questa frase ad effetto l’avevi preparata, vero? Filippo: Ti piace? Si molto carina questa. Marcello: Un aspetto del nostro progetto, fin dalla nascita, è stato proprio la ricerca dell’esperienza all’estero. Infatti si tratta di una cosa in parallelo, non è una “fuga” (nonostante il nome). È proprio il fatto di poter provare, come stiamo piano piano facendo in Italia, nuovi palchi, nuovo pubblico e nuove realtà con cui confrontarci, come già abbiamo fatto in passato in maniera sporadica. Provare quindi in maniera più concreta, adesso, avendo un passato reale a livello di gruppo, per vedere se il sogno che abbiamo fin da bambini si trasforma in realtà.

Perché è quello il sogno che avete fin da bambini? Filippo: L’obiettivo è quello di essere un gruppo italiano riconosciuto a livello internazionale. Cantiamo in inglese ma cerchiamo di gridare la nostra italianità a tutti, nella musica e nelle nostre melodie. Il nostro piano è quello di portare la buona musica made in Italy anche all’estero, con un messaggio universale che appunto la lingua inglese permette di veicolare. Magari un giorno faremo qualcosa in italiano...

Giusto, ma la mia domanda era: quando eravate bambini cosa volevate fare? Filippo: O veterinario o cantante, ma mi sa che ho sbagliato. (ride) Simone: Io avevo una fissa del cavolo: volevo fare l’ingegnere ma non so perché. Matteo: Io volevo guidare la ruspa. O la ruspa o la batteria (o guidar la batteria). Sto mettendo da parte un po’ di soldi per comprare un escavatore, ma costa tanto… (ride)

Hai mai provato a guidarla? Matteo: No, mi hanno offerto una possibilità da bambino perché andavo sempre a veder i cantieri (come i vecchi) mentre lavoravano. Mi avevano chiesto di salire, ma ero talmente

emozionato che non ce l’ho fatta. Simone: Vedi che a fare le interviste a volte scopri delle cose assurde… Filippo: Infatti suona la batteria con un’attitudine un po’ da… Matteo: ...da ruspa

E tu, Marcello? Marcello: Pilota di elicottero, il mio sogno era volare. Poi ho scoperto che per problemi di vista “non perfetta” era una carriera stroncata sul nascere… Filippo: Diciamo “non perfetta”.. Marcello: Si dai, diciamo che “talpeggio”… però la prima volta che sono salito su un palco a suonare... Matteo: sei caduto. Marcello: No, ho realizzato che un conto è sognare, un conto è sentire. E lì ho sentito una cosa completamente diversa, è stata una rivelazione.

Mamma e papà cosa dicono? Filippo: I miei genitori sono contentissimi, purtroppo vedono le mie condizioni economiche discutibili però non si formalizzano. Mi spronano, mi hanno sempre spronato. Chiaramente quando saremo da Maurizio Costanzo saranno più felici perché il riscontro televisivo e radiofonico sui canali “istituzionali” italiani ai genitori fa un certo effetto… ma già quando ci hanno visto su Virgin Radio tv o su altri canali tv sono impazziti. Simone: Eh infatti per i miei è stato così: quando hanno visto che la notizia usciva sui giornali hanno cominciato a pensare: “Ah allora è serio, è vero”.

Quindi non sono preoccupati? Da fuori il mondo della musica può apparire un po’… Filippo: …pericoloso? Beh chiaramente, ma noi siamo incoscienti e felici di esserlo. (ride) Marcello: No va beh, è che si sa che il mondo della musica (come quello dello spettacolo) non ti dà quella solidità che, per gente di un’altra generazione, rappresentava un risultato da ottenere, ciò che ti permetteva di costruire un futuro, una famiglia. Ovviamente il lavoro del musicista non ti dà questo tipo di garanzie. Matteo: Certo è che… considerando il periodo in cui siamo… anche quelle certezze si dimostrano traballanti.

Siamo tutti musicisti insomma… Filippo: (ride) Esatto, anzi, forse alla fine vinceremo proprio noi, con la perseveranza! Marcello: Beh quando vedono che fai quello che ti piace, che sei convinto e investi tutte le tue energie e il tuo tempo in qualcosa in cui credi e non ti abbatti quando le cose vanno

49


I Plan de Fuga live

La fotografia col leader del gruppo è d’obbligo: in ordine Selene, Filippo e Susanna.

male, secondo me riconoscono tutti che non è più un capriccio come poteva essere a sedici anni, non è più un hobby come quando ne avevi venti, ma è una cosa che tu vivi come un lavoro a tutti gli effetti.

diversi. Adesso, grazie anche ai grossi mass media che stanno promuovendo tanti gruppi italiani, si sta creando una scena nuova (oltre a quella indipendente che esiste già da tanti anni) e c’è speranza che migliori sempre più e che cresca il pubblico. Simone: Noi nel frattempo stiamo componendo, stiamo pensando già a nuovi brani e abbiamo intenzione di fare una bella sorpresa ai nostri fan nel giro di breve...

Avevo una curiosità: avete una canzone preferita? Oppure è come per i genitori i figli… non si possono esprimere preferenze? Filippo: Ogni scarrafone è bello a mamma sua! Matteo: Beh c’è un ventaglio di 5 o 6 canzoni preferite… Simone: Secondo me per ognuno è diverso. Filippo: Io nessuna in particolare. Cioè mi fanno schifo tutte. (ride). No beh mi piacciono tutte, quali più quali meno… in un ventaglio anche più di 5 o 6…. Marcello: C’è una differenza sostanziale tra la canzone che ti piace ascoltare e quella che ti piace suonare. Magari è più facile trovare una canzone che ci coinvolge di più suonandola tutti insieme che non ascoltandola e basta. Filippo: Chiaramente Twice è una canzone che rimarrà per sempre legata alle nostre vite e ai nostri cuori, perché è il singolo che ci ha permesso di esistere, di nascere e di trovarci dove siamo adesso, su questa bellissima sedia di metallo, e quindi siamo vi legatissimi e non ci stuferemo mai di suonarlo. Spero ci stuferemo perché vorrà dire che l’avremo suonato davvero tanto!

Ve lo auguro! Le prossime date quali sono? Marcello: A maggio saremo a Pisa, Roma e… adesso mi sfuggono, però ci muoviamo verso il centro e il sud. Filippo: Si, ci stiamo lavorando, e poi quest’estate, se tutto va bene, toccheremo Inghilterra, Germania, e forse America a fine estate...

Marcello: Quella è stata una bella esperienza: un’idea di altri tempi da un certo punto di vista, un po’ come gli Who o altri gruppi anni ‘70 molto famosi che facevano dei film musicali. Avendo poi realizzato un disco che parla dell’amore in vari sensi, avvalersi anche delle immagini per poter spiegare che non si tratta solo del tipico “sole cuore amore” (come si potrebbe pensare a partire dal titolo), si è rivelato uno strumento molto utile. Soprattutto nell’epoca moderna, dove l’immagine e il web sono veicoli di pubblicità, è assolutamente importante avere la possibilità di esprimersi... e ci siamo riusciti grazie a Davide Fois, il regista, un ragazzo con un talento mostruoso, col quale ci siamo trovati benissimo. Sono stati due giorni totalmente diversi, chiusi in una casa ad elaborare lo script e lo storyboard di tutto il film e poi un’esperienza dietro l’altra nel realizzarlo…

Vi sarete divertiti un sacco… Simone: Tantissimo! È stato molto bello, abbiamo visto anche dei bei posti, registrando i video tra la città, il Lago di Garda e la Toscana…

Avete già avuto esperienze all’estero, com’era il pubblico? Vi ha dato soddisfazioni?

Bene, sono felice di vedervi così soddisfatti. Lavorate tanto, vi divertite, e continuate a divertirvi.

Filippo: Si, molte. Siamo stati fortunati perché abbiamo incontrato un pubblico abbastanza esperto di musica, che mostrava tutto il suo interesse, cosa che non sempre succede in Italia.

Marcello: Assolutamente.

Quindi è quella la differenza principale rispetto al pubblico italiano? Filippo: È forse una questione di abitudine, di fruizione. Di musica in Italia ce n’è tantissima, ma forse tocca generi

50

Ho seguito con molto interesse il concept dei vostri video: un cortometraggio a puntate, bell’idea!

L’intervista finisce, i quattro “gnari” si alzano, ringraziano e salutano. Sono un po’ agitati per il live che di lì a breve, abbandonata la sciarpa, gettato il mozzicone, dimenticato il sogno della ruspa, accenderà la Latteria… e così, grazie a loro, si vola. Anche senza elicottero, Marcello.


Brescia | Italy cia.brescia.it

dell’economia

insieme facciamo la parte del leone La Provincia di Brescia e le aziende del suo territorio danno vita al marchio Made in PROVinCia di BResCia

Sviluppo

Un progetto voluto dalla Provincia di Brescia: insieme, dentro la cultura del lavoro come stimolo, sviluppo, promozione delle attività del territorio bresciano. Un nuovo impulso all’economia del territorio, grazie anche alla costituzione di reti di imprese e programmi di attività comuni e condivisi.

SoStegno

Le aziende associate avranno accesso ad incentivi e sostegni economici tesi alla valorizzazione delle risorse aziendali. Tutte le categorie saranno rappresentate: dalle aziende agricole all’industria manifatturiera, dai servizi del terziario avanzato ai piccoli artigiani, ai liberi professionisti.

campagna pubblicitaria che svilupperà molti contatti frutto di un forte promozione Un’importante investimento, con un media mix ampio e diversificato tra stampa, tv, radio, outdoor, online e una forte promozione sui mercati locali, nazionali, internazionali per veicolare in tutto il mondo l’eccellenza del territorio bresciano.

La campagna associativa è già partita: aderisci.


Il magico mondo del body painting a sempre l’uomo ha usato i colori per decorare il proprio corpo, la mancanza di fonti scritte non permette di datare quest’arte ma si possono trovare testimonianze nelle popolazioni aborigene Australiane risalenti al 60.000 a.c.; testimonianze più certe si hanno negli Egizi, (4000 a.c.) e nei Sumeri, (500 a.c.), ma con il passare del tempo questa pratica si è affievolita coprendo il corpo con degli abiti e limitando la decorazione al viso. La nascita del body painting moderno si attribuisce a Max Factor, quando nel lontano 1933 alla fiera mondiale di Chicago fu arrestato insieme alla sua modella per disturbo alla quiete pubblica, per aver esposto un corpo nudo decorato con i colori nell’intento di proporre un nuovo make up. La pittura del corpo ha sempre unito l’abbellimento del corpo a significati precisi di natura religiosa, cerimoniale, intimidatoria o sessuale e se questo è rimasto invariato in alcune parti isolate del mondo, come Amazzonia, savane Africane e jungle Indiane, nel mondo globalizzato ha cominciato ad assumere significati completamente diversi. Dagli anni novanta il body painting ha subito un vero e proprio boom, moltissimi artisti si sono avvicinati a quest’arte dove le tecniche pittoriche si fondono con le forme sinuose del corpo per dare vita a vere e proprie opere d’arte che possono essere

D

52

ammirate nel loro splendore per un tempo limitato alla sola esibizione per cui è stato creato. Inizialmente sono nati alcuni eventi dove gli appassionati si radunavano per dare sfogo alla loro arte sotto gli occhi incuriositi di un pubblico limitato, tra questi sicuramente l’evento di maggior spicco risulta essere il World Bodypainting Festival che da 15 anni si svolge nel mese di luglio in una ridente cittadina austriaca, organizzato dalla World Bodypainting Association, raduna i migliori artisti provenienti da tutto il mondo, evento che ha permesso al bodypainting di espandersi in tutto il mondo sotto forma di arte, dando vita alla nascita di altri festival tra i quali in Italia troviamo l’Italian Bodypainting Festival che da 8 anni si svolge sulle rive del lago di Garda. Questi eventi hanno permesso di diffondere quest’arte al grande pubblico, suscitando l’interesse di molte persone, tanto che negli ultimi anni la pittura del corpo sta arricchendo molti eventi in settori diversi, nel fashion, nella pubblicità, negli spettacoli teatrali e nelle animazioni delle serate mondane sia nei locali che negli eventi all’aperto. In questo contesto anche la città di Brescia e la sua provincia ha i suoi rappresentanti tra i quali spiccano la Make up artist, costmista e stylist Federica Cocco la quale da anni collabora con i locali più trend della provincia per arricchire le serate con i propri lavori. Il suo modo di


dipingere non rispecchia i canoni più classici dell’arte del Bodypainting, a lei piace accostare i costumi che crea alla pittura del corpo creando opere uniche ed irripetibili, mai banali e sempre ispirate ad una storia. I suoi lavori nascono dalla rivisitazione in chiave moderna di antiche storie della mitologia, le sue opere riescono ad affascinare il pubblico perché pur facendo risaltare le forme del corpo delle sue modelle o modelli riesce sempre a mettere in risalto l’eleganza e l’armonia del corpo mai cadendo nel volgare. L’altro artista è il fotografo Andrea Peria, pur non essendo un pittore del corpo, in questo contesto risulta essere una parte fondamentale di questa arte, perché la fotografia è l’unica testimonianza che può trasmettere nel tempo l’opera realizzata. Andrea fotografa nel mondo del bodypainting da quattro anni ed in poco tempo si è fatto apprezzare in tutto il mondo, nel 2011 ha vinto il concorso fotografico mondiale indetto dal World Bodypainting Festival, replicando con il terzo posto anche l’anno successivo; le sue fotografie sono state pubblicata su moltissimi libri e riviste sia italiane che straniere, collabora con la World Bodypainting Association e dal 2009 è il fotografo dell’Italian Bodypainting Festival dove oltre a curare la parte dell’immagine e della fotografia dal 2012 fa parte della giuria fotografica del concorso abbinato all’evento. Negli ultimi due anni è stato chiamato per la promozione degli eventi più importanti che si svolgono in italia ed all’estero, quali il contest del “Festival dell’Oriente”, il “Winter Bodypainting Festival” che si terrà a gennaio a Carrara ed il “Bodypainting Art Festival” di Lugano. Oltre a collaborare con molti artisti bodypainters di fama mondiale ed aver realizzato alcune campagne pubblicitarie ha esposto le sue foto in mostre sia in Russia che in Nuova Zelanda. I due artisti hanno voluto incontrarsi per creare qualcosa di esclusivo per la nostra rivista e per l’occasione hanno invitato a collaborare l’attuale campione italiano di bodypainting Matteo Arfanotti, un affermato pittore toscano che da qualche anno è rimasto affascinato è si è cimentato nell’arte della pittura del corpo. Matteo nella pittura riesce magistralmente ad esprimere emozioni, le sue immagini femminili si ispirano alle misteriose statue stele della Lunigiana e le sue opere pur essendo inanimate riescono a comunicare con chi le osserva, nel bodypainting i personaggi che crea hanno una forte ispirazione dark, rappresentano la parte oscura presente dentro ognuno di noi ma con giochi di forme e colori la rende elegante ed affascinante quasi a voler dimostrare la sua necessarietà per far emergere la parte buona. Le immagini proposte in questo articolo si ispirano a Flora la dea della primavera. Mentre Federica ha voluto rappresentare la Dea in tutta la sua bellezza, nel suo significato originario, Matteo ha realizzato la primavera attuale, malata, contaminata dall’uso indiscriminato che ne ha fatto l’uomo, e le scene vogliono rappresentare quello che i tre artisti si augurano ovvero che la natura prevalga sull’uomo e la primavera torni ai suoi splendori.

53


Diagnosi-Trattamento-Riabilitazione-Riallenamento

Equipe Sport Performance

Per l’atleta, per lo sportivo, per il paziente


Come siamo organizzati... L’Equipe Sport Performance by Medicalspa nasce nel 2012 all’interno di una struttura già votata dal 2000 alla ricerca del benessere e della salute: il binomio Millennium Sport & Fitness e Medicalspa Poliambulatori. L’incontro professionale e la condivisione di obiettivi e ambizioni da parte dei nostri professionisti ha permesso di sviluppare questa nuova sezione, recependo la necessità, sempre più diffusa nella popolazione attiva, di ottenere un rapido inquadramento diagnostico e una soluzione terapeutica mirata alle patologie che affliggono l’atleta e lo sportivo, applicando tali metodiche anche al paziente che fa del proprio lavoro....il suo sport! Grazie a tale approccio il paziente potrà essere preso per mano dal momento della diagnosi sino al completo ritorno allo sport, percorrendo la strada della diagnosi, terapia, riabilitazione e riallenamento sport specifico.

L’atleta, ma farle dialogare con un linguaggio anche lo sportivo comune e porre lo sguardo verso un a p p a s s i o n a t o , duplice obiettivo condiviso: salute e vivono

il

corpo

come

proprio

performance.

un

Equipe

Sport

Performance

motivo della propria

è

quindi

organizzato

soddisfazione

diverse

bene

essenziale, e

stato

aree:

in

Medico-Ortopedica,

realizzazione. Durante la mia carriera

Fisioterapica, Riallenamento, Analisi

agonistica ho vissuto personalmente

Prestazionale, Nutrizionale, Imaging

“sul campo” questa percezione e per

e Idoneità.

tale motivo ho elaborato nel tempo il

Tale suddivisione è stata concepita

sogno di offrire agli atleti un servizio

nell’ottica di equipe “fluide” in cui le

a 360°, dove ogni domanda relativa

idee, le opinioni e i dubbi vengano

alla propria salute potesse ricevere

discussi e gestiti in funzione delle

una

necessità, delle aspirazioni e delle

risposta

pronta

e

ancorchè

adeguata.

possibilità del paziente con l’obiettivo

Con questa aspirazione ci siamo

di restituirlo allo sport non come un

chiesti: quali sono i quesiti che si

“ex malato” ma come un “nuovo

pone un atleta? Quali sono i suoi

atleta”.

bisogni?

a

In questo modo potremo proporre

queste domande abbiamo incontrato

al paziente, allo sportivo e all’atleta

numerosi

e

un’offerta personalizzata affinchè il

non, che nel loro campo stessero

talento naturale sia riconosciuto, i

cercando di fornire risposte all’atleta.

limiti tramutati in abilità e le abilità

Certamente anche l’esperienza nel

siano la via di realizzazione dei

ruolo di medico nelle federazioni

personali obiettivi.

Cercando

la

specialisti,

risposta medici

Ambienti all’altezza della salute dei nostri pazienti.

sportive nazionali e nelle società ha dato luogo ad un dialogo e ad

Dr. Alessandro Corsini

uno scambio culturale con gli atleti

Responsabile ESP

fornendo importanti risposte. L’impegno intrapreso è stato quello di riunire le figure professionali, Medicalspa S.r.l. Via Pilastroni 15/17 - 25125 Brescia P.I. - Cod. Fisc. 03003620980 Tel. 030 3545214 - Fax. 030 3550254 Dir. San.: Dr. Antonio Paroli www.medicalspabs.it - info@medicalspabs.it

POLIAMBULATORI • FISIOTERAPIA • BENESSERE


TENIAMO IN FORMA LA CITTà. PALESTRE PISCINE TERMAE SQUASH CALCETTO PERSONAL TRAINING FITNESS METABOLICA HATHA YOGA PILATES KICK BOXING ZUMBA TRX SINERGY TRAINING CORSI PRE PARTO SCUOLA NUOTO PALLANUOTO NUOTO AGONISTICO DANCE ACADEMY BIKE TEAM RUNNING TEAM BAR RISTORANTE PRO SHOP CENTRO ESTETICO PARRUCCHIERE

PERCHé ABBIAMO A CUORE OGNUNO DI VOI.

via Vittime Civili di Guerra, 10 Brescia - Tel. 030 3540613 - www.millenniumsportfitness.com


“Vecchie passioni nuove sfide..

...L 58

a Coppa Gabriele d’Annunzio è una competizione di auto storiche che si svolgerà dal 21 al 23 giugno sulla sponda bresciana del Lago di Garda. È la prima edizione di un evento riservato alla vetture costruite entro il 1975 che si propone di diventare un appuntamento annuale per gli appassionati. Tre giorni che si dipanano tra interesse culturale e turismo. Al lavoro organizzativo sovraintende la bresciana Luisa Copeta in collaborazione con Luzzago 1975 srl, prima società italiana ad avventurarsi nel 1975 nel commercio di auto d’epoca.”


59


Biorivitalizzazione con ossigeno E’ un rivoluzionario ed innovativo sistema di biostimolazione non iniettiva per viso, collo, décolleté e mani. Questa metodica unisce la tecnologia dell’ossigeno iperbarico con le proprietà anti-aging di un siero composto da sostanze idratanti ed antiossidanti. Varie star di fama internazionale non fanno mistero di sottoporsi regolarmente a questo trattamento: fra queste anche Madonna, che ha ammesso “I love this treatment! ”. Il principio su cui si basa la metodica è derivato dalla camera iperbarica, dove è stato dimostrato che la pressione di almeno 1,5 Bar determina un aumento dei livelli di ossigenazione della pelle. Una apparecchiatura a controllo elettronico, attraverso l’erogazione di ossigeno ad alto flusso, riproduce a contatto con la pelle del Paziente una sorta di camera iperbarica “in miniatura”, che da un lato amplifica la concentrazione di ossigeno della cute e dall’altro promuove la penetrazione in profondità dei principi attivi del siero. Sin dalla prima seduta, le rughe sottili del viso si attenuano e la pelle appare visibilmente più idratata, luminosa, tonica, in sostanza più giovane.

Centro Estetico Certificato Bagnolo Mella Viale Europa angolo Via XXVI Aprile Tel. 340 8016385 info@numani.it www.numani.it


HAVE LOTS OF FUN

62 64 66 68 72 74 76 78 80 82 84 86

Ostilio Mobili, 45 anni di successi La Sosta, Vini Scolaris e Formaggi Carioni Il settimo senso@La Polveriera+Beach Ottica Mazzoleni compie 18 anni Franciacorta Historic Buon Appetito con Ettore Prandini A Brescia evento fiches & fun Il terzo compleanno del Vicolo Corto FAN Franciacorta Appassionati Olivari Casa compie 25 anni Modella per una sera al Be Club Auto d’epoca Franciacorta


EVENT OSTILIO MOBILI 45 ANNI DI SUCCESSI IN UN WEEK END Brescia 12 maggio 2013 – Quarantacinque anni di successi ed un rinnovato e luminosissimo showroom, suggellati da una due giorni di festeggiamenti. L’open week end di sabato 11 e domenica 12 maggio di Ostilio Mobili di Capriolo – azienda fondata da Pasqua Franzoni e Ostilio Cesari nel 1968 e portata oggi avanti dai figli Andrea, Gianluigi, Giuseppe e Daniela – ha riscosso grande partecipazione di pubblico e caricato di soddisfazioni i titolari. Alla presenza dei giornalisti, sabato mattina la famiglia di imprenditori – compresi mamma Pasqua e papà Ostilio tuttora attivissimo in azienda – ha tagliato la (meritata) torta e ripercorso le principali tappe della storia dell’attività, tra gli applausi e gli auguri di clienti-amici e dipendenti. Il Vice Presidente della Provincia di Brescia, on. Giuseppe Romele, ha sottolineato dal canto suo la rilevanza della laboriosità, corroborata da 45 anni di collaborazione di un intero nucleo familiare che ancor oggi opera con entusiasmo senza soluzione di continuità. Il pubblico si è presentato attento, incuriosito dal gioioso clima di festa e ingolosito dalle eccezionali promozioni attivate per l’occasione – a fare la parte del leone i salotti delle grandi firme, sistemati sotto una tensostruttura, ma anche cucine, mobili e accessori e proposti a prezzi esclusivi ... -, oltre che dalle numerose proposte enogastronomiche. Con un occhio attento al territorio, il servizio di catering ha sfornato risotto a bagoss e finferli e pere e stracchino, mentre lo show cooking di Ariston ha deliziato vista e palati. Un plauso a Graziano Bini, intrattenitore della manifestazione, che ha cantato dal vivo e permeato l’atmosfera di accoglienza e familiarità. Al momento di salutare, i presenti non si sono dimenticati di sottoscrivere gratuitamente la nuova Fidelity Card che dà diritto a sconti e finanziamenti esclusivi per tutto il 2013 su tutti gli articoli. Perchè protagonisti, insomma, da Ostilio Mobili, e da 45 anni, lo sono i prodotti di qualità, la professionalità dell’azienda e il cliente, ascoltato, coccolato e assistito dal primo all’ultimo passo nella bella opera di arredo degli ambienti in cui vive.

62

Ph. Selene Z.


63


EVENT LA SOSTA, VINI SCOLARIS E FORMAGGI CARIONI PER UNA SERATA DI GUSTO Venerdì 3 maggio appuntamento col gusto al Ristorante La Sosta con Vini Scolaris e Formaggi Carioni. Assaggi dell’uno e dell’altro al ricco buffet, arrivando alla cena in un clima festaiolo sulle note del Deejay Choice, fino all’afterdinner all’esterno al locale.

64


65


EVENT Il Settimo Senso @ Ph. Selene Z.

Con la partecipazione di Champagne&co, Nadia Bonometti, Giulio Redaelli e Verona Socrate Dionisio, il Ristorante La Polveriera+Beach ha organizzato una serata tutta dedicata ai 3 sensi: vista, gusto e udito. Champagne Besserat abbinato ad ostriche Bretagna, dipinti su tela che prendono vita attraverso l’utilizzo della realtà aumentata e musica dal vivo, hanno trasformato un solito martedì cittadino in una serata inedita, dall’atmosfera magica. I clienti hanno apprezzato oltre al vino e alle ostriche pregiate, le performance dell’artista che li ha intrattenuti con una nuova forma d’arte coinvolgendoli in modo divertente. In sottofondo le note vellutate di Giulio Redaelli e Verona Socrate Dionisio. Ringraziamo Champagne&Co e Besserat per questa meravigliosa iniziativa! La Polveriera+Beach Via Nicostrato Castellini, 14 25123 Brescia www.lapolverierabeach.com

66


EVENT OTTICA MAZZOLENI COMPIE 18 ANNI I fratelli Mazzoleni e staff ringraziano i loro amici clienti per aver festeggiato con loro i 18 anni di attività e per l’ottima riuscita della festa. Un particolare ingraziamento va a: Auto Moto Club di Flero per le fantastiche auto e moto d’epoca, Cantina Famiglia Gatta, Bel Gelato, G&B negozio, Baush & Lomb, Luxottica, Rodenstock Italia, Safilo. Ci vediamo l’anno prossimo... Raffaella Ennio Fabio OTTICA MAZZOLENI Via Vittorio Emanuele II, 52, 25020 Flero Brescia www.otticamazzoleni.com

68

Ph. Selene Z.


69


70


71


EVENT

Comunicato Stampa n° 3 - Sarezzo BS, 13 aprile 2013

Alla coppia Fortin-Pilè la vittoria

coppia Fortin-Pile viata con Alla un successo bresciano la sesta edizione la vittoria

conGigi un successo nel 2009 eArchiviata nel 2010 Fortin bresciano e Laura la Pilè iscrivono per la terza volta il loro manifestazione franciacortina organizzata da Vecars: su una Fiat 600 del 57’ la sesta edizione olori del CAMS Rovigo - ha preceduto la Fiat Figini 508 S del 1933 di Alberto Dopo1934 le vittoriedei conseguite nel Luca 2009 e nel 2010 Gigie Massimo Casale. Quarto il vincitore a MG L2 del veneti Patron Fortin e Laura Pilè iscrivono per la terza volta il loro nese Gianmaria Aghem, ancora al via in solitaria (Lancia Fulvia Coupé 1.2 del nome nell’albo d’oro della manifestazione franciacortina no Maurizio Aiolfi con Samanta Zambianchi (Fiat 1500 Coupé, 1960). 91 gli organizzata Vecars: una Fiat 600 del 57’Golf la coppia di sabato 13 apriledada LasuColombera e Resort di Castrezzato e 87 quelli che bresciana - portacolori del CAMS Rovigo - ha preceduto la e 16.20, con 83 regolarmente classificati al termine di una bella giornata di sole Fiat Figini 508 S del 1933 di Alberto Aliverti e Federico re 140 chilometri di percorso e 44 prove cronometrate. Un po’ di delusione da Passi e la MG L2 del 1934 dei veneti Luca Patron e Massimo er l’annullamento quattro prove cronometrate per il malfunzionamento degli Casale. Quartodiil vincitore della scorsa edizione il torinese i cronometristi, haancora causato - nel tentativo di recuperare i dati completi - un Gianmariache Aghem, al via in solitaria (Lancia Fulvia esposizioneCoupé della 1.2 delclassifica 1967) e quintofinale. il piacentino Maurizio Aiolfi

con Samanta Zambianchi (Fiat 1500 Coupé, 1960). 91 gli equipaggi partiti alle 11.00 di sabato 13sulle aprile dastradine sterrate di collegamento del le prime cinque prove cronometrate La Colombera Golf e Resort di Castrezzato e 87 quelli che dici prove nei dintorni di Castrezzato - il comando della gara è preso da Alivertihanno visto il traguardo alle 16.20, con 83 regolarmente plicazione del coefficiente e dello scarto) davanti a Fortin-Pilè con 55 e alla classificati al termine giornata diposto sole che per Aiolfi-Zambianchi (82 penalità) Rampello-Migliorati condi una 70.bella Quarto ha visto i piloti affrontare 140 chilometri di percorso e Patron-Casale e a Gianmaria Aghem. Settima piazza per papà e figlio Turelli 44 prove cronometrate. Un po’ di delusione da parte 87 mentre Gatta-Maffina (Jaguar XK120 OTS, 1953), Bertoli-Vavassori (Lancia degli organizzatori per l’annullamento di quattro prove cio-Zumellicronometrate (HealeyperSilverstone, 1950) con 95, 105 e 112 penalità completavano il malfunzionamento degli strumenti sifica assoluta. La gara è entrata nel cuore della Franciacorta di rilevamento dei cronometristi, che hasuccessivamente causato - nel o, Adro, Cortefranca, Nigoline) per tentativo di recuperare i dati completi - undirigersi ritardo di un verso Paratico, dove erano dislocati e la sosta paio pranzo sul lungolago, scenario di tre prove cronometrate su un tratto d’ore nell’esposizione della classifica finale.

per il 2° Trofeo Comune di Paratico. Al termine della PC 28 la situazione di osizioni era immutata con Aliverti (94) davanti a Fortin (99) e a Rampello (108), o (126) e Aiolfi al quinto (128) che si scambiavano le posizioni. Turelli con 134 za scavalcando Aghem (137 penalità) e ottavo - distanziato di 21 - era Bertoli. Al cciavano nei primi dieci i bergamaschi Barcella-Ghidotti (Porsche 356 C Coupé posizione era occupata da Gatta (168) davanti alla Fiat Siata 508 S Balilla Sport elli (174). La gara ripartiva nel primo pomeriggio attraversando Clusane e sferimento verso Monticelli Brusati dove alla Cantina La Villa iniziava un nuovo averso la ripida salita di Ome, portava le vetture storiche a Polaveno per d’Iseo transitando sulla strada panoramica di Nistisino e ritornare nuovamente in a PC 37 a Fantecolo di Provaglio d’Iseo. Il comando con 122 penalità era preso riusciva a scavalcare con 137 un tenace Aliverti mentre Patron, con 170 penalità el podio davanti a Rampello con 172 e ad Aghem con 177. Il sesto posto vedeva 3) mentre settimo era Aiolfi (198) che perdeva due posti e precedeva Barcella ti (nono con 231) e la Fiat 1500 del 1936 di Nobis-Cadeo, decima con 239 driver come Valerio Rimondi (undicesimo con la Volvo PV544 del 1965 a 256 que penalità, Armando Fontana che con Luciano Lui divideva la Lancia Fulvia evano da affrontare in rapida successione le sette prove finali di Provaglio d’Iseo tivo alla classifica con gli ultimi movimenti che non interessavano il podio, trio Fortin-Aliverti-Patron con 155, 170 e 210 penalità finali. Gianmaria Aghem 72 o Aiolfi (quinto con 234) erano bravi a risalire la classifica finale precedendo arcella a 253, con quest’ultimo che rosicchiava un’altra posizione inserendosi


73


EVENT BUON APPETITO CON ETTORE PRANDINI Buon Appetito continua a valorizzare i prodotti e le ricette legati alla Brescianità; la trasmissione di maggio vede protagonista Ettore Prandini, Presidente Provinciale e Regionale Coldiretti. Dopo essersi recati a far la spesa nei banchi di “Campagna Amica” di Bagnolo Mella ed aver ricevuto il benvenuto da parte del Sindaco, Cristina Almici, le telecamere di Buon Appetito si sono spostate a Brescia. Enrico Bonera, ideatore del programma, ed Ettore Prandini hanno fatto ingresso al Museo della Mille Miglia a bordo di una prestigiosa vettura d’epoca, messa loro a disposizione da Fabio Fedi. Accolti dal cuoco del ristorante, Maria Zaninelli, si è proceduto alla preparazione dei piatti con ricette o prodotti che meglio rispecchiano il territorio e la tradizione; infatti l’antipasto è stato a base di salumi tipici bresciani, il primo piatto con casoncelli al bagoss e per il secondo si è preferito optare per formaggi di capra e tartufo, grana padano, mozzarella di bufala, e un pinzimonio, che ci ha confermato la genuinità e freschezza dei prodotti, coltivati da agricoltori che poi li vendono direttamente. Tra i commensali è risultata particolarmente gradita la presenza dei fratelli Camozzi, di Giuseppe Ambrosi, Presidente nazionale Assolatte e Presidente del Gruppo Ambrosi di Castegnato. Ettore Prandini ha personalmente cucinato con grande passione i piatti. Il tutto è stato annaffiato dagli ottimi vini della Perla del Garda; da segnalare la gradita novità con il vino “Tardivo” presentato a Vinitaly 2013. Buon Appetito va in onda su Rete Brescia e su Brescia Punto Tv.

La Fiat Abarth vincitrice della Mille Miglia del 1995

Ettore Prandini e Maria Zaninelli

info@buonappetito.tv e wwww.buonappetito.tv I filmati si possono rivedere su Youtube a questo indirizzo: Buon Appetito.Tv - Ettore Prandini, Presidente provinciale e regionale Coldiretti.

Fabio Fedi e Luigino Camozzi

Ettore Prandini, Presidente provinciale e regionale Coldiretti

74

Enrico Bonera intervista Giuseppe Ambrosi


NON SONO A DIETA, SONO IN TISANOREICA!

PRIMO NEGOZIO A BRESCIA VIA LAMARMORA 122

Via Lamarmora, 122 - BS - Cell. 392 5642973 Tel. 030 5310562 intisanoreica.brescia@virgilio.it Tisanoreica Brescia

75


EVENT A Brescia EVENTO FICHES & FUN I lombardi scoprono i nuovi piaceri di Saint-Vincent Il 12 aprile, Luca Frigerio, amministratore unico della Casino de la Vallée, ha presentato il nuovo Saint-Vincent Resort&Casino a un folto e prestigioso pubblico di oltre un centinaio di imprenditori e professionisti lombardi. La serata si è svolta al Museo delle Mille Miglia tra gioco e prelibatezze enogastronomiche valdostane, unica eccezione i brindisi con Berlucchi, in onore della terra ospite. www.saintvincentresortcasino.it www.museomillemiglia.it

76


77


EVENT IL TERZO COMPLEANNO DEL VICOLO CORTO L’evento del 10 Maggio è stato organizzato per festeggiare il terzo compleanno del Vicolo Corto. Tre anni nei quali la nostra attività si è fatta apprezzare per la qualità della sua pizza,della camicia e della cucina. Ciò che abbiamo sempre prediletto di esaltare sono le nostre materie prime. Solo, infatti, con l’utilizzo di farina “00” di molini italiani, olio extra vergine di oliva, fiordilatte campano dop e pomodoro san marzano dop è possibile creare i nostri prodotti che vengono apprezzati dai nostri clienti in primis per la scelta degli ingredienti. È stata questa anche l’occasione per vedere clienti affezionati e non e festeggiare con loro il traguardo dei nostri primi tre anni. La serata ha visto inoltre la collaborazione con il Birrificio Artigianale Curtense che con l’ottima birra ha accompagnato perfettamente la degustazione della pizza e della camicia. Il Vicolo Corto Vicolo Sant’Agostino 3, 25121 Brescia, Italia www.alvicolocorto.it

78


91

Corso Garibaldi, 20 Brescia


EVENT FAN, UN 25 APRILE FRIZZANTE Ph. Serena Bani

Un 25 aprile frizzante con le bollicine dei Fan: il gruppo dei giovani vignaioli franciacortini, attivo in iniziative di promozione finalizzate al coinvolgimento delle nuove generazioni, ha proposto un nuovo appuntamento. A partire dalle 18, nella location di Villa Mazzotti a Chiari, in occasione della mostra “Mercato in Villa”, è stato proposto l’ormai consolidato format “Born to be Fan”. I vini, abbinati a un ricco buffet, sono stati degustati sulle note dell’orceano Riccardo Maffoni, già vincitore di Sanremo Giovani con “Sole negli occhi”, che ha proposto una selezione delle sue composizioni più famose. A seguire, sul palco è arrivato il country dei Ponderosa Ranch.

80


EVENT OLIVARI CASA COMPIE 25 ANNI La serata del 18 aprile per festeggiare i 3 anni di apertura del negozio di Brescia in viale Duca degli Abruzzi 40, ma soprattutto i 25 anni di attività di Olivari Casa dedicati alla ricerca della qualità abbinata alla convenienza per la Biancheria della casa che spazia dal classico al moderno con le migliori aziende europee. Una serata allietata dalla maestria dello Chef Alessandro Cappotto di Villa Calini che ha preparato in diretta la torta di compleanno. Durante la serata gli ospiti hanno ammirato le nuove collezioni di biancheria e complementi di arredo naturalmente sempre con interessanti promozioni che vanno fino al -70% sulla biancheria, -50% sui piumini d’oca per tutte le stagioni, -40% sui materassi OLIVARI CASA Viale Duca degli Abruzzi, 40 Brescia Tel. 030 3545254 www.olivaricasa.com

82

Ph. Patrick Merighi


83


EVENT MODELLA PER UNA SERA AL “BE CLUB” Lonato del Garda, 27 aprile 2013: presso il “Be Club” si è svolta la penultima tappa di “Modella per una Sera”, il tour più famoso del momento in collaborazione con la ormai conosciutissima rivista “BresciaUp”! Come sempre non sono mancate le ragazze, tutte entusiaste d’essere fotografate da Anthony Le (il fotografo ufficiale di Eventi Brescia.com) e ansiose di diventare famose a tutti costi. Sul portale www.eventibrescia.com potete trovare le foto della serata e tutte le info riguardanti il concorso: la location, gli orari e tutte le news del prossimo evento. Brescia Up e Eventi Brescia hanno ormai instaurato una collaborazione con formula vincente abbinando la visibilità sul web e la distribuzione cartacea della rivista. A fine serata sono state scelte 3 ragazze che passano il turno per la finalissima a metà giugno 2013; ricordiamo che l’obiettivo del concorso non è di trovare Miss Italia ma Miss Eventi Brescia con i seguenti requisiti: bella presenza, bel sorriso e tanta simpatia! Restate collegati al portale www.eventibrescia.com e www.bresciaup.it per conoscere tutti gli eventi importanti di Brescia e provincia! Su Facebook ci trovate alla pagina “Eventi di Successo”.

84

Ph. Anthony Le


85


EVENT AUTO D'EPOCA IN FRANCIACORTA Dopo un inizio bagnato, la prima edizione della Mostra Motori “Auto d’Epoca in Franciacorta” è decollata domenica mattina. Migliaia le persone accorse all’evento che ha ospitato auto storiche a partire dal 1897 con la prima auto-carrozza fino alle innovative Formula 3 (tra le quali quella del campione di Formula Uno Fernando Alonso e la Renault pilota Bonara), passando da Ferrari, auto da rally, camion della Dakar, prestigiose auto americane e d’epoca tra le quali hanno fatto capolino le Moto americane Boss Hoss, l’imbarcazione firmata Riva e i trattori Landini. Un tripudio di motori in tutte le loro forme. Nello stand Ferrari allestito con il Camion ufficiale era presente il motore di una Ferrari 430, dei pezzi dell’auto e le gomme delle F1. Le auto rally, nel circuito allestito hanno intrattenuto la folla assieme ai mezzi della Dakar guidati da esperti piloti tra cui il pluricampione Alex Caffi. Tra le Ferrari l’F40 di Fabio Corioni, che ha ricevuto la visita dell’Ingegnere progettista Leonardo Fioravanti, designer di molte vetture della casa di Maranello tra le quali per l’appunto la F40 e la Daytona. Il momento clou della giornata è stato l’arrivo della sfilata delle auto d’epoca partecipanti al raduno “Auto d’Epoca in Franciacorta” arrivato alla sua 9° edizione. Un centinaio gli equipaggi selezionati che, tra gli applausi e le foto sono partiti da Villa Mazzotti a Chiari, partenza emblematica perché proprio da li prese il via la prima edizione delle Mille Miglia. Percorrendo vigneti e bellavista della Franciacorta, hanno visitato la Cantina Antica Fratta per poi riprendere il volante e tra i flash di appassionati e curiosi, hanno preso la via per il lungo Lago d’Iseo. La volata delle auto storiche all’Autodromo della Franciacorta ha evidenziato il lato sportivo della manifestazione. Gli equipaggi hanno trovato ristoro nell’eleganza ricercata e appropriata di Villa Calini a Coccaglio. Una folla ha poi applaudito le vetture che nel tardo pomeriggio sono giunte all’interno della Mostra Motori a Rovato. Per gli organizzatori è stato un evento ben riuscito e da sviluppare sempre di più. “ Il maltempo di sabato aveva un po' preoccupato, ma domenica è andato tutte bene. Un’ottima affluenza alla Mostra Motori e una grande

86


partecipazione al raduno. Gli equipaggi erano soddisfatti e noi con loro” ha dichiarato Ivan Archetti. Per i partecipanti la Mostra Motori è sicuramente una realtà da portare avanti anche nei prossimi anni. “Sono pronto a partecipare alle prossime Mostre Motori organizzate dallo staff di Auto d’Epoca in Franciacorta” ha affermato l’ing. Leonardo Fioravanti designer della scuderia Ferrari, anch’esso intervenuto alla manifestazione “il bresciano è, dopo il modenese, la terra dei motori. Un evento ben riuscito come quello di oggi è da mantenere e sviluppare sempre di più.” Soddisfatta anche l’assessore al commercio nonché organizzatrice Marianna Archetti “domenica è stata una giornata bellissima, l’affluenza è stata alta e anche l’apprezzamento da parte della gente della Mostra Motori. Non solo appassionati ma tanti bambini hanno partecipato all’evento e hanno potuto vedere dal vivo auto da museo e auto esclusive che di solito si vedono solo in tv. Inoltre il tutto aveva scopo benefico, a favore non solo per le suore adoratrici ma anche per i disoccupati di Rovato. Un’alchimia perfetta. Il ringraziamento da parte dell’organizzazione va a tutti gli espositori, ai partecipanti, agli sponsor e allo staff di controllo interno della Mostra Motori.

87


del mese

Giulia Facchi

Ph. Francesco Elias

89


Giulia Facchi Sono nata a Brescia e vivo a Ospitaletto, ho 18 anni e nella vita studio, ambito lingue straniere e ragioneria. Il mio obiettivo nella vita è essere felice e rendere felici le persone che mi stanno accanto, e per quanto riguarda il mio obiettivo lavorativo vorrei trovare un lavoro che riguardi ciò che ho studiato e nel frattempo intraprendere la carriera da fotomodella. Sono una ragazza molto solare e amo stare a contatto con la gente, socializzo velocemente con tutti.

Ph. Francesco Elias

90


CALCIO 11,7,6 e 5

INDIRIZZO Via Bazoli, 6/10 25127 Brescia, Italia Tel 030 316152 / 030 318183 Fax 030 322323 E-MAIL E SITO info@sanfilippo.it www.sanfilippo.it

• Centrale a 7 (sintetico di IIIa generazione, 50 mm in sabbia e gomma) 7 contro 7; • Play it (sintetico di IIIa generazione, con materassino prestazionale, in sabbia e gomma) 7 contro 7; • Sintetico a 6 (sintetico di IIIa generazione, 40 mm in sabbia e gomma) 6 contro 6; • Gabbia (sintetico di IIIa generazione, 40 mm in sabbia e gomma) 5 contro 5; • Sintetico a 11 (sintetico di IIIa generazione, con materassino prestazionale, in sabbia e gomma) 11 contro 11;

FACEBOOK Centro Sportivo San Filippo Brescia ORARI SEGRETERIA dal Lunedì al Venerdì dalle 9.00 alle 21.00 Sabato e Domenica dalle 9.00 alle 13.00 dalle 15.00 alle 19.00 DOVE SIAMO Tangenziale Ovest, direzione Val Trompia, alla terza uscita seguire per Clinica Sant’Anna. SERVIZI • Piscine: coperta da 25 x 15 e scoperta da 25 mt x 12 • palestra ginnastica artistica, judo, danza classica; • centro medico sportivo; • centro fitness con palestra attrezzata, sauna e bagno turco;

• centro di fisioterapia • 18 spogliatoi di varie metrature • 5 WC Disabili distribuiti nel centro • 3 bar e 1 ristorante/pizzeria • parcheggio esterno di 11.500mq • sala riunioni (49 posti a sedere)

NOVITÀ NOVITÀ Dal mese di Aprile verrà attivato il servizio di prenotazione on-line, accedendo dal sito www.sanfilippo.it, per facilitare la consultazione delle disponibilità dei campi di gioco con le promozioni che di volta in volta verranno proposte. Sarà attiva anche un’ APP per l’I-Phone. Sempre da Aprile saranno disponibili nuove superfici di gioco per il calcio a 7 e a 6 giocatori che completano una serie di investimenti avviati nel 2009, per offrire impianti con tecnologie certificate e all’avanguardia per la tutela della salute dei fruitori.


Giulia Facchi Ph. Francesco Elias

92


93


a cura di: Chef Michael Straolzini

Risotto con punte d'asparagi e scaglie di bagoss

94

INGREDIENTI

PREPARAZIONE

Risotto per 4 porzioni: 350 g. Di riso carnaroli 1/2 cipolla oro tritata finemente 20 punte d'asparagi freschi 1 noce di burro Olio d'oliva Brodo vegetale ottenuto coi gambi d'asparagi 1/2 bicchiere di vino bianco Prezzemolo fresco Scaglie di bagoss Grana padano grattuggiato

Rosolare la cipolla con un filo d'olio d'oliva quando inizia a prendere leggermente colore aggiungere il riso e farlo tostare per pochi secondi,aggiungere il 1/2bicchiere di vino bianco e lasciar evaporare a fuoco vivace.aggiungere qualche mestolo di brodo e le punte d'asparagi precedentemente scottate in acqua salata continuare la cottura per 17 minuti,dopo di che mantecare con burro grana e servire con scaglie di bagoss

RISTORANTE LA CASTAGNA MATTA Via della Garzetta, 57 - 25133 Brescia Tel. 030 2091282 - 392 9386667 lacastagnamatta@gmail.com


Casoncelli di magro al burro versato

La passione si è trasformata in realtà!!!. Dopo diversi anni di produzione casalinga come homebrewers, nel 2010 i titolari, Giordano e Sergio, hanno deciso di aprire un Microbirrificio in Franciacorta. La Franciacorta, terra alla quale sono profondamente legati, è il luogo dove sono cresciuti e dove tuttora risiedono. Già nota per gli ottimi vini, era ancora priva della cultura birraia. Fin da subito l'obbiettivo è stato quello di far conoscere ed introdurre questo meraviglioso prodotto facendo scoprire tutte le sfumature e varianti ai propri clienti. BAdeF lavora quotidianamente per ottenere un prodotto sempre più di qualità, ricercando e selezionando le migliori materie prime presenti sul mercato e non.

INGREDIENTI RIPIENO Pane grattugiato Grana grattuggiato Brodo vegetale Prezzemolo Aglio sale

PASTA FRESCA 10 uova 1 kg di farina Olio extra vergine d'oliva Sale

PREPARAZIONE Stendere la pasta, tagliare a quadrettoni 4x4cm. Disporre una pallina di impasto e chiudere a triangolo. Scottarli in acqua bollente per un minuto, scolarli e tuffarli nella padella dove precedentemente avete scaldato il burro. Spolverizzare con una generosa quantità di formaggio grana grattugiato. Pepare e servire.

Badef SNC Birrificio Artigianale della Franciacorta Via F.lli Rosselli 5 25050 Passirano (BS) Tel. 030 657392 www.badef.it info@badef.it


MAGGIO 2013

by JOSEPH JOSSE

Laureato in editoria e giornalismo presso l’Università di Bergamo. Studia astrologia dal fu, Prof. Umberto Pirotta di Milano, partecipando a vari seminari su come predire avvenimenti nella vita del singolo, in relazione al transito dei pianeti. Sito internet: www.dimensioneindaco.com Per informazioni: JosseP.84@gmail.com

ARIETE Amore: Buona l’intesa con il partner. Se ci sono aspetti da chiarire fatelo dal 16 in poi. Mercurio vi offre opportunità di parlar chiaro e progettare il futuro di coppia in totale armonia. Buone le possibilità di spostarsi per vivere esperienze insolite e nuove. I single, potranno concedersi il lusso di flirtare sino all’eccesso e ottenere molti consensi. Lavoro: I progetti vedono la luce dal 15. Un Maggio all’insegna di diplomazia e buone intese con chi vi sta attorno. Piccoli spostamenti e viaggi per lavoro. Oculate con attenzione le spese: i primi giorni del mese riservano esborsi imprevisti. TORO È il vostro mese: tutto cambierà e si realizzerà quello che il destino ha in serbo per voi, dirigendo la vostra attenzione verso nuove

strade e circostanze in amore e nel lavoro. Amore: I single, troveranno l’amore e per chi non avesse la benché minima intenzione di stabilizzarsi sul fronte affettivo, potrà godere di eccessi nella vita e sotto le coperte. Le coppie incerte si separeranno. Infatti, un forte spirito d’indipendenza vi caratterizzerà già dai primi giorni del mese. La coppia sana avrà ottime possibilità di mettere in atto un progetto di convivenza. Lavoro: Troverete la giusta strada verso un impiego soddisfacente. Buoni i primi giorni del mese, per firme contrattuali, spostamenti in funzione di una nuova offerta lavorativa. Possibilità di istituire un’azienda o di diventarne soci.

GEMELLI Amore: Buono dal 12 con la garanzia di allietare il cuore attraverso nuovi incontri dall’alta carica erotica. Ottimo dal 16 per riprendere i

contatti con partner non del tutto dimenticati e amici di vecchia data. Per la coppia: ottima intesa sessuale, desiderio di sperimentare forme di erotismo non convenzionali e possibilità di spostamenti a due. Lavoro: Mercurio garantisce velocità nel concretizzare progetti. Buone nuove in arrivo. Sblocco di situazioni sinora in stallo. Realizzazione di un progetto artistico dal 10. Ottimi i rapporti con datori di lavoro, colleghi, soci.

CANCRO Amore: Ottimo il rapporto con il partner. Siete in procinto di compiere un passo decisivo per il futuro: un matrimonio, un trasloco, una convivenza, un bebè. Cresce il desiderio sessuale e l’erotismo. Possibili tradimenti con riuscita. I single, si accontentino di qualche flirt in più. È in arrivo un incontro importante, ma dovrete attendere. Lavoro: Avanzamento di progetti professionali di cui siete artefici. Buono il rapporto con colleghi. Siete caparbi e determinati, ma la diplomazia venusiana vi accompagnerà sino al 10. Evitate discussioni sterili dalla metà del mese.

LEONE Amore: Cambiamenti nella gestione del rapporto che si manifesteranno in una rottura nelle coppie deboli o in una forte crisi. Le coppie solide, invece, realizzeranno progetti trasformativi importanti: dalla decisione di una compravendita immobiliare a un figlio. Possibili manifestazioni di noncuranza del partner; difficoltà ad accettare una situazione di coppia in cui vi sentite imprigionati. Lavoro: Uno sblocco decisivo. Chi è in cerca di un posto di lavoro, Maggio ne garantirà la riuscita. Per chi un posto di lavoro ce l’ha, attenzione a cambi aziendali di natura logistica e amministrativa che potranno portare disaccordi tra colleghi e datori. Un lavoro importante garantisce entrate maggiori. VERGINE Amore: L’intesa con il partner dal 2 al 15 vi permette di farvi capire e chiarire possibili malintesi sorti nei mesi scorsi. I single, si godano gli ultimi giorni di Venere nel segno per brillare in fascino e magnetismo ed essere conquistadores nella mondanità. Le coppie godranno di momenti di alto erotismo e la possibilità di progettare a lungo termine un futuro raggiante. Lavoro: Ottima la grinta e la capacità di convincimento per ottenere consensi. Buono il rapporto con colleghi, datori di lavoro. Possibili spostamenti improvvisi per motivi professionali. Riuscita in esami universitari, studi superiori e conseguimento di attestati e pergamene. BILANCIA Amore: Dal 16 Mercurio vi regala l’oratoria per sedurre potenziali partner. I single, potranno allargare la cerchia delle conoscenze e scoprire

così che un’amicizia porta con sé un intesa profonda. Buona la coppia dal 10 per alimentare la fantasia sotto le coperte. Ottimo mese per gravidanze cercate e spese per il benessere personale e della coppia. Lavoro: Cercate maggior intesa con colleghi. Sono previste piccole trasferte, possibilità di spostamenti giustificati da lavoro extra o un improvviso aumento della mole di lavoro. Se state attendendo del denaro, i rientri sono previsti dalla metà del mese.

SCORPIONE Amore: La disciplina che ha controllato la ragione e che vi ha concesso di apparire impenetrabili agli occhi degli altri, vacilla. Marte porta

allontanamenti e ridimensioni tangibili del rapporto a due: un allontanamento, un periodo di riflessione, una crisi profonda nella coppia e in se stessi. I single, incontreranno un personaggio nuovo: vivete il momento. Ottimo mese per cambiare il look, ma evitate interventi di chirurgia estetica sino alla fine del mese. Lavoro: Difficoltà di interazioni con i colleghi sino al 15, per vostri stati di nervosismo acuti. Possibili cambiamenti contrattuali, e significative trasformazioni di abitudini lavorative. Nuovi incarichi con cessazione di compiti precedenti.

SAGITTARIO Amore: Rottura con amici di vecchia data dal 16. Desiderio di rinnovamento nel rapporto a due fattibile dal mese prossimo. Venere

dal 10 impone decisioni importanti in merito a rapporti sorti da pochi mesi. Ridimensionamento di progetti. Per le coppie instabili decisioni intime di abbandono del partner che si concretizzeranno solamente da Giugno. Lavoro: Un progetto, un contratto non va come sperato, deciso. Difficoltà nella riscossione di denaro. Spenderete più di quanto potrete permettervi. Difficoltà nel rapporto con colleghi, soci, datori di lavoro.

CAPRICORNO Amore: La macchina dell’amore continua a lavorare per voi. Se i single, desiderano viaggiare nella direzione dell’eros e dei flirt, Marte garantirà riuscita con un incontro destinico. Per le coppie: buona l’intesa con il partner sino al 16, poi molte incomprensioni per un’eccessiva aggressività verbale da parte vostra latente o meno. Lavoro: I progetti professionali saranno il leitmotiv di questo mese. Tante le opportunità previste, soprattutto nella seconda parte di Maggio, grazie all’intervento benefico di Venere, Giove e Mercurio. ACQUARIO Amore: Un momento di fermo generale per rivisitare la vostra vita riassettandone gli equilibri. Il rapporto a due trova un fermo sino al 15. Tante le decisioni per dare alla relazione una piega differente: da una gravidanza, ad una compravendita immobiliare, da un trasloco ad un matrimonio. Le coppie instabili troveranno la forza per dirsi addio. Nuovi incontri a partire dal 10. Lavoro: Buona la seconda parte del mese che vi vede impegnati su più fronti ottenendo consensi e gratificazioni. Il lavoro subisce una svolta positiva dal 16. PESCI Amore: Mercurio dal 15 impone uno stop alle coppie appena nate. Serve tempo per conoscersi e accettarsi. Le coppie sodate, potranno beneficiare 96

di un’armonica Venere sino al 10 e successivamente trovare escamotage per celebrare gli incontri con esperienze diverse dal solito. Possibili spostamenti. I single, avranno le porte del divertimento spalancate nella prima parte del mese. Lavoro: Attenzione alle uscite di denaro impreviste nei primi 10 giorni di Maggio. Piccoli spostamenti sono possibili dal 15. Buone nuove per chi è in cerca di un impiego. Si dovrà attendere la fine del mese per concretizzare una proposta sinora lasciata in sospeso.


www.renault.it

Renault CaptuR. NUOVA CaptuRe RENAULT life.

CLIO. DA SEMPRE, LA PASSIONE HA UN COLORE. DA OGGI, HA ANCHE UNA FORMA.

* DA 199 � AL MESE TableT mulTimediale R-link

TinTe be-sTyle selleRie zip RENAULT collecTion NUOVA CLIO.

www.renault.it

LA PRIMA VOLTA CHE LA VEDI NON LA SCORDI PIÙ.

TAN 6,99% TAEG 9,24%

s.UOVIMOTORI%NERGY4#E#6E%NERGYD#I#6 sPERSONALIZZABILE s4OUCHSCREENMULTIMEDIACONNAVIGATORE * Esempio di finanziamento Renault su Nuova Clio Wave 1.2 75CV 5p: anticipo € 1.150, importo totale del credito € 9.800; 36 rate da € 199,11 comprensive, in caso subito di adesione, di Finanziamento Protetto epRenota Pack Service a € 349 che comprende 2 anni di Assicurazione Furto & Incendio. Importo totale dovuto dal consumatore € 12.298; TAN 6,99% (tasso fisso); TAEG 9,24%; Valore Futuro Garantito € 5.130 (rata finale); spese istruttoria pratica € 300 + imposta di bollo a misura di legge; spese di gestione pratica e incasso mensili € 3. Salvo approvazione FINRENAULT. Informazioni europee di base sul credito ai consumatori disponibili presso i punti vendita della Rete Renault convenzionati FINRENAULT e sul sito www.finren.it; messaggio pubblicitario con finalità promozionale. È una nostra offerta valida fino al 30/11/2012. L’offerta è valida in caso di ritiro di un usato con immatricolazione antecedente al 31/12/2002 o di rottamazione e di proprietà del cliente da almeno 6 mesi. Foto non rappresentativa del prodotto.

pRova il pRimo uRban CRossoveR Renault peR un gioRno inteRo. Emissioni CO : 127 g/km. Consumi ciclo misto: 5,5 l/100 km. Emissioni e consumi omologati. ti aspettiamo sabato 18 e DomeniCa 19 maggio. 2

Emissioni CO : da 95 a 125 g/km. Consumi (ciclo misto): da 3,6 l/100 km. Emissioni e 11. consumi omologati. TI ASPETTIAMO SABATO 10 Ea 5,4DOMENICA

Renault sceglie

2

CONCESSIONARIA RENAULT AUTOSPAZIO

VIA ARMANDO DIAZ, 12 - S. ZENO N. (BS) - TEL. 030 3539320 WWW.AUTOSPAZIO.IT E13_161_RL_CAPTUR_OPO 18-19 MAGGIO_210x297.indd 1

08/05/13 13.02


maggio DUEMILATREDICI

SCEL TA CIVIC A

www.xbrescia.it

Profile for BresciaUp Magazine

BresciaUp Maggio 2013  

Nel nuovo numero di maggio di BresciaUp: eventi enogastronomici legati al territorio, feste ed inaugurazioni di locali, negozi e aziende, po...

BresciaUp Maggio 2013  

Nel nuovo numero di maggio di BresciaUp: eventi enogastronomici legati al territorio, feste ed inaugurazioni di locali, negozi e aziende, po...

Advertisement