Page 1

RAPPORTO ANNUALE 2009 - 2010


Redazione e impaginazione: Laura Cavalleri e Micol Arena Progetto grafico Laura Cavalleri Realizzato con il contributo della Regione Liguria Stampa:


Cari amici della Bottega Solidale, ecco il nostro Rapporto annuale, un primo passo verso il Bilancio Sociale, uno strumento perchè voi possiate conoscerci meglio ma anche perchè possiate farci conoscere meglio. È una fotografia della nostra realtà che illustra nel dettaglio le attività dei vari settori ed il ruolo da essi svolto sia all’interno della Cooperativa che all’esterno. Un lavoro che, arrivando in coincidenza con l’anniversario dei vent’anni dell’Associazione Bottega Solidale, permette anche di misurare il cammino fatto. Un cammino fatto anche di qualche delusione e qualche errore ma che, grazie all’impegno ed alla fatica, ci ha permesso di cogliere successi, soddisfazioni e riconoscimenti. Guardiamo a ciò che eravamo ed a ciò che è stato realizzato. I pochi soci del 1990 sono oggi divenuti più di 1000; i 20 volontari sono saliti a 130; i collaboratori sono 20; la bottega di via Donaver è scomparsa per ricomparire moltiplicata, ampliata e abbellita a Nervi, all’Acquario, in Piazza Tommaseo e in via Galata, a Certosa e a Sestri; quella dozzina di prodotti esposti sono diventati centinaia; i pochi Paesi con cui avevamo contatti sono diventati decine. Ma, sopratutto, dobbiamo aggiungere ciò che non è misurabile in quantità

o dimensioni e sono le idee che abbiamo diffuso, gli stimoli che abbiamo seminato giorno per giorno assieme a qualche provocazione, le conoscenze che abbiamo acquisito e che abbiamo trasmesso nelle scuole, nei teatri, nei tendoni, nelle piazze, nelle botteghe. E non dobbiamo scordarci, accanto a quello che abbiamo realizzato nella nostra città, quello che abbiamo diffuso nel mondo: amicizia, spirito di iniziativa, competenza, fiducia in un mondo migliore. Senza ostentazione e autocompiacimento ma con giusto orgoglio possiamo dire di aver fatto assieme un grande lavoro. Oggi dobbiamo solo a stare attenti a tenere salda la rotta continuando a mettere assieme lo slancio morale e l’attenzione agli aspetti gestionali, l’amore per le tradizioni e lo spirito di innovazione, la tensione allo sviluppo e il rispetto dell’uomo e dell’ambiente. Con questo documento abbiamo tentato di fare qualcosa di completo nei contenuti ma anche di piacevole lettura per consentire anche a voi di fare un bilancio della realtà odierna della Bottega e della sua storia. Lasciamo a voi il giudizio, come sempre, sul nostro lavoro. Il Consiglio di Amministrazione


La Bottega Solidale La Bottega Solidale è un organizzazione senza fini di lucro che opera a Genova dal 1990 per la promozione di un’economia solidale. Attraverso il commercio equo con il Sud del mondo, la finanza solidale e numerose attività educative e culturali, La Bottega Solidale propone e diffonde un economia che mette al centro la dignità della persona, con la convinzione che i consumi e le scelte quotidiane possano diventare strumenti concreti di cambiamento verso un mondo più giusto per tutti. La Bottega Solidale, grazie all’impegno nei 6 punti vendita sul territorio genovese, in numerosi progetti a livello nazionale e ai suoi 1.000 soci, 130 volontari e 20 lavoratori è una delle principali realtà di commercio equo e solidale italiane. La Bottega Solidale è socia del consorzio Ctm Altromercato, la principale organizzazione italiana di commercio equo e solidale. La Bottega Solidale è membro dell’Assemblea Italiana del Commercio equo e solidale (Agices).

L’ORGANIZZAZIONE Direttivo Cristiano Calvi – Coordinatore commerciale e progetti Enrico Reggio – Coordinatore amministrativo-gestione Settore vendite al dettaglio : Responsabile di settore Federica Rolandi Bottega Acquario

Simona De Martino Daria Lombardi Mariantonietta Luciano

Bottega Tommaseo

Federica Rolandi Luciana Borghello Roberta Beghetto

Bottega Galata

Chiara Piano Carla Bedocchi

Bottega Nervi

Carola Negro Maria Pia Perosino

Bottega Certosa

Paola Oppicelli Silvana Masnata

Bottega Sestri

Piera Veglio

Settore Vendite Ingrosso: Responsabile di settore Paolo Trucco Federica Gastaldi

Settore Progetti e attività educative: Attività nelle scuole e eventi di promozione culturale Responsabile di settore Laura Cavalleri Alessia Bordo Micol Arena Settore Amministrazione: Responsabile di settore Cinzia Rinaldi Stefania Benzi Stefana Dellacà (sportello risparmio) ALTRE ATTIVITA’: Comunicazione

Laura Cavalleri

Area rete ligure ATS

Micol Arena

Ristorazione Solidale Enrico Reggio Cristiano Calvi Elena Corbo Fiori e Diritti

Cristiano Calvi

Responsabile Volontari Terry Vinci


La Bottega Solidale 2009-2010, un anno di economia solidale

6 Botteghe del mondo 1.100 soci 20 soci lavoratori 495.615 euro di capitale sociale 1.069.376 euro di risparmio sociale oltre 700.000 euro di merci acquistate dai produttori 350 ore di formazione nelle scuole 250.000 euro per eventi di sensibilizzazione e di promozione culturale (incluse attivitĂ  con le organizzazioni liguri)

2 progetti di gemellaggio e importazione diretta dal sud del mondo


Luglio

agosto

settembre

LUGLIO: Progettazione attività da presentare al bando della Regione Liguria per la promozione del commercio equo ligure (legge regionale n.32/2007). Luglio e Agosto: raccolta ordini dalle Botteghe italiane e invio richiesta complessiva ai produttori del Progetto Guinea Conakry e Amahoro artigiani di Pace in Rwanda

6

LA BOTTEGA SOLIDALE RAPPORTO ANNUALE 2009 - 2010

ottobre

novembre

I progetti d’importazione diretta

dicembre

PROG

ETTI

Nei caldi mesi estivi il settore ingrosso non si è concesso il meritato riposo ma ha dedicato le sue energie a guidare la produzione ed il viaggio dell’artigianato africano proveniente dai due progetti di importazione diretta di Bottega Solidale in Rwanda e Guinea Conakry. Grazie agli ordini raccolti nei mesi precedenti dalle Botteghe del Mondo italiane in particolare in occasione delle fiere di consumo critico e commercio equo, a luglio La Bottega Solidale è stata in grado di comunicare la richiesta complessiva di merce che le cooperative del Sud avrebbero dovuto produrre per il mercato italiano. E’ stato possibile a quel punto per i produttori quantificare l’investimento necessario per l’acquisto delle materie prime, richiesto a La Bottega Solidale, secondo uno dei principi e prassi consolidata del commercio equo, il prefinanziamento. Tale meccanismo di sostegno ha permesso di avviare il lavoro di tanti artigiani, uomini e soprattutto donne che hanno ricevuto grazie a queste esperienze professionali formazione ed autonomia. A coordinare le attività in Africa sono due intense figure femminili, Thérésie Uwizeyimana a Butare, Rwanda, e Mariama Kesso Sow a Mamou, Guinea Conakry. La distribuzione de “la commande” tra le associazioni di artigiani è infatti un processo laborioso, che richiede la conoscenza delle peculiarità di tutte le cooperative locali e lo sforzo materiale di raggiungere le realtà di volta in volta più adatte. Responsabilità di Thérésie e Mariama è la verifica costante che i diritti sociali dei lavoratori coinvolti dalle diverse realtà siano tutelati. Tutte le informazioni raccolte dalle coordinatrici in Rwanda e Guinea Conakry sono riportate trimestralmente al settore ingrosso di Bottega Solidale, che può dare così garanzia della tracciabilità della filiera equosolidale. A fine agosto, svolte le pratiche burocratiche


gennaio

febbraio

marzo

relative alla spedizione, l’imballaggio e la preparazione dei containers, l’artigianato africano è partito finalmente alla volta di Genova, dove il settore ingrosso lo attendeva per la distribuzione alle Botteghe del Mondo italiane. Guinea - Africa Capitale: CONAKRY   Superficie: 245.836 Km2 Popolazione: 10.000.000 circa.   Popolazione sotto la soglia di povertà (1,25$ al giorno): 50,5% Lingue: francese (ufficiale), ogni etnia ha la propria lingua

Progetto Guinea Conakry è un gemellaggio tra La Bottega Solidale e tre cooperative di artigiani guineani, site a Mamou, Dalaba, e Sebori, in collaborazione con il Fondo Guineano-Italiano per la Riconversione del Debito - Foguired -CLMC. La Bottega Solidale sostiene gli artigiani nella produzione, con corsi di formazione per allineare le tecniche agli standard europei rispettando le metodologie guineane, e nella commercializzazione dei prodotti sul mercato italiano con attività di prefinanziamento. Le Cooperative ACTM di Mamou e TANGAMA di Dalaba sono costituite da donne artigiane che tingono e cuciono vari tipi di tessuti, con diverse tecniche, dalla tintura naturale indigo alla tintura batik. La Cooperativa PELEEL di Sebori è costituita da artigiani che intrecciano cestini di disparate misure, utilizzando fibre dal colore naturale o precedentemente tinte.

aprile

maggio

giugno

Rwanda - Africa   Capitale: KIGALI Superficie: 26.340 km2 Popolazione: 8.481.000 Popolazione sotto la soglia di povertà (1,25$ al giorno): 32,9% Lingue: kinyarwanda, francese e inglese.

Progetto Amahoro di Pace Artigiani in Rwanda è un gemellaggio tra La Bottega Solidale e la Cooperativa d’artigiani COPABU di Butare in Rwanda, in cui Hutu e Tutsi, le due etnie in conflitto durante l’aspra guerra civile, lavorano oggi fianco a fianco. Con questo progetto, nato nel 1998 in collaborazione con Caritas e con il supporto del Comune di genova, la Bottega Solidale aiuta gli artigiani a sviluppare le loro creazioni attraverso la consulenza di esperti ed il prefinanziamento e commercializza in Italia i loro prodotti acquistati ad un prezzo giusto, stabilito dagli artigiani, in base al costo della materie prime e alle giornate di lavoro necessarie Gli uomini della COPABU realizzano oggetti in legno jacaranda e palissandro e strumenti musicali, mentre i gruppi di donne producono cesteria in fibra vegetale - foglie di banano-, biglietti augurali e ceramica dai toni sabbia, secondo la tradizione rwandese.

LA BOTTEGA SOLIDALE RAPPORTO ANNUALE 2009 - 2010


Luglio

agosto

settembre

8 - 9 SETTEMBRE: Incontro con produttori e commercianti Albenga e sanremo, presentazione del Codice di condotta, certificazione sociale e ambientale di Fiore Giusto. 10 SETTEMBRE: Corso osservatori Fiore Giusto, Formazione a rappresentanti delle organizzazioni liguri e dei sindacati. 17 - 20 settembre: La Bottega Solidale alla Festa Nazionale dell’Altra Economia di Roma con i suoi progetti di importazione diretta da Rwanda e Guinea e con le magliette equo-sociali del progetto ‘O Press. 25 - 27 Settembre: seconda edizione della Fiera del consumo critico e degli stili di vita sostenibili Fa’ la cosa giusta! Genova e Liguria promossa da Terre di Mezzo e dalle principali organizzazioni di economia solidale a Genova. 25-27 SETTEMBRE a Fa la cosa giusta Genova Fiori e Diritti promuove la raccolta firme petizione Uganda.

8

settembre: riparte il progetto Ristorazione solidale anche per quest’anno scolastico oltre 500.000 studenti di circa 150 comuni in Italia faranno merenda con le banane e il cioccolato del commercio equo e solidale! SETTEMBRE: organizzazione tour nazionale di Luis Dario Ruiz Diaz, presidente coop. Manduvirà (zucchero di

LA BOTTEGA SOLIDALE RAPPORTO ANNUALE 2009 - 2010

ottobre

novembre

Fa la cosa Giusta genova e Liguria

dicembre EVEN TI

Seconda edizione della fiera del consumo critico e degli stili di vita sostenibili a Genova e in Liguria. Un percorso che parte da lontano, che unisce Genova a città come Milano, Trento, Piacenza, Torino e Parma, che hanno scelto di dare spazio ai nuovi stili di vita, alle nuove proposte dal basso che dimostrano come sia possibile progettare e concretizzare un futuro realmente sostenibile. Dopo il successo della prima edizione, che ha visto oltre 35mila persone visitare gli stand espositivi e partecipare alle decine di seminari, anche la seconda edizione con 83 espositori, 35.000 visitatori si conferma un appuntamento molto apprezzato dai genovesi. La Bottega Solidale, oltre ad essere presente tra gli espositori, partecipa al tavolo degli organizzatori -tutti enti del terzo settore - e ne cura la segreteria espositori.


gennaio

febbraio

Ristorazione Solidale

marzo

PROG

ETTI

giugno

BOTT LA BOTTEGA SOLIDALE DI NERVI

EGHE

Indirizzo: Via Oberdan 84-86 r. - Ge Nervi

Tel: 010 3727198 E-mail: bdm.nervi@bottegasolidale.it Orario: 9-12.30; 15.30-19; chiuso il Lunedì. Anno di nascita: 1998

ACQUARIO

“A Settembre la Bottega di Nervi organizza l’immancabile incontro di fine estate dei volontari. I manicaretti equosolidali accompagnano gli approfondimenti sui prodotti e rafforzano i legami del gruppo come la comune passione per il sud del Mondo.”

SESTRI

Specialità: disponibilità e chiacchiere per gli amici-clienti

CERTOSA TOMMASEO GALATA

L’impatto sul mercato del progetto ristorazione solidale: • vendite di prodotti equosolidali (a marchio WFTO e FLO) per 8 milioni di euro/anno • quota del 10% nel mercato delle banane biologiche italiano • quota dello 0,5% nel mercato del cioccolato in Italia Ricadute sui produttori: • centinaia di nuovi piccoli produttori di banane, cacao e zucchero inseriti nel circuito equosolidale • garanzia di stabilità di mercato e crescita della fiducia in se stessi e nella comunità • sviluppo della scolarizzazione dei bambini e della formazione tecnica sul processo produttivo

maggio

NERVI

Iniziano le scuole e riprende l’attività di promozione che l’Ufficio Ristorazione di Bottega Solidale svolge per conto di Altromercato dal 2002. Il progetto, che promuove acquisti pubblici responsabili e l’inserimento di prodotti del commercio equosolidale nella ristorazione collettiva, ha coinvolto in particolare il settore delle mense scolastiche orientando le P.A. e le grandi aziende di catering verso i valori proposti dal commercio equo: qualità, rintracciabilità della filiera, rispetto dei diritti dei produttori, sensibilizzazione degli studenti e delle loro famiglie. Oltre 250 Comuni italiani hanno già inserito la richiesta di prodotti equosolidali nei loro capitolati per le mense scolastiche o per i distributori automatici, coinvolgendo oltre 500.000 studenti. La sensibilizzazione verso acquisti socialmente responsabili degli enti pubblici è di grande interesse perché essi sono i principali “consumatori” e nel contempo importanti riferimenti nell’indirizzo di cittadini

aprile

LA BOTTEGA SOLIDALE RAPPORTO ANNUALE 2009 - 2010


Luglio

agosto

settembre

5 ottobre: Un caro saluto a Padre Giovanni Abbiati, storico Amico del Commercio Equo e Solidale, morto in un incidente stradale in Bangladesh 9 ottobre: Progetto Ristorazione Solidale alla tavola rotonda “Una tavola per tutti con l’equo e con il bio” Nell’ambito del Festival Kuminda di Parma 10-25 ottobre: Campagna Nazionale “Equo per tutti” 9-11 ottobre : La Bottega Solidale a Tuttaunaltracosa di Onago con i suoi progetti di importazione diretta da Rwanda e Guinea e con le magliette equo-sociali del progetto ‘O Press 14-17 ottobre: La Bottega Solidale a Mondo in pace, Fiera dell’educazione alla Pace, con attività didattiche dedicate ai ragazzi delle scuole medie e superiori 17 ottobre: le magliette equosociali del progetto ‘O Press tra i prodotti realizzati in carcere esposti alla Biblioteca Berio in occasione di Lib(e)ri in carcere 18 ottobre: Festa dei volontari di Bottega Solidale, ospite Norma Velasquez, rappresentante di Minka, Perù 15 - 31 ottobre: Campagna Provinciale “+ giusto +gusto”. 21-22 ottobre: Ristorazione Solidale alla “Conferencia Estatal de Compra Responsable” di Madrid 22 ottobre: Cine(cibo) forum su biodiversità e diritto al cibo: Terra libera tutti. Degustazione vini Libera Terra guidata da Critical Wine Genova

10

23 ottobre-1 novembre: la Bottega Solidale al Festival della scienza con una “finestra” sulla preziosa biodiversità del sud del mondo e sul contributo del commercio equo e solidale 27-30 ottobre: 4 giorni dedicati ai bambini nelle Botteghe: laboratorio di narrazione a cura del Teatro del Piccione, laboratorio di movimento creativo per bambini a cura delL’Associazione Indaco e laboratorio di costruzione di strumenti musicali per bambini, a cura di Aura Aste.

LA BOTTEGA SOLIDALE RAPPORTO ANNUALE 2009 - 2010

ottobre Equo per tutti

novembre

dicembre

EVEN

TI

Dal 10 al 24 ottobre insieme a Ctm Altromercato e le altre centinaia di Botteghe del commercio equo italiane con Equo per tutti, per sensibilizzare un numero elevato di persone con il messaggio che un’economia più giusta si realizza ogni giorno attraverso le relazioni eque che uniscono i produttori, Ctm altromercato, le Botteghe del Mondo ed i cittadini-consumatori. Rafforzata da una campagna di comunicazione nazionale, la Bottega Soldiale ha organizzato due settimane ricche di iniziative, tra cui la promozione speciale sugli acquisti nelle Botteghe, un Equogazebo in Via San Vincenzo e il Cine(cibo)forum presso il Cinema Nickelodeon - in collaborazione con il Celivo - con la proiezione di Terra Madre di Ermanno Olmi ed un documentario sulla storia siciliana dei vini di Libera dalle terre confiscate alla mafia.


gennaio

febbraio

PROD

aprile

UTTO

RI

giugno

BOTT

EGHE

La Bottega di Certosa

Via Canepari 92 r Tel: 010 4694121 E-mail: bdm.rivarolo@bottegasolidale.it Orario: dal martedì al sabato 9.00-12.30 e 16.00-19.30 Anno di nascita: 1994 e 2003 sede attuale Specialità: partecipazione alle iniziative di quartiere con colorati banchetti informativi e di vendita fine

Ottobre

La

Bottega

di

Certosa

ha ospitato alcune classi delle scuole di quartiere per una merenda solidale al profumo di cioccolato, accompagnata dalla hanno viaggiato con la fantasia e con il palato verso invitanti luoghi lontani.”

TI

GALATA

La Provincia di Genova ha sostenuto le organizzazioni di commercio equo della Provincia, contribuendo alle iniziative di + giusto + gusto, manifestazione che ha arricchito le iniziative di Equo per tutti. Omaggi e merende alla scoperta del cioccolato e del caffé equo e solidale, e nelle Botteghe di Genova una settimana dedicata ai bambini: esperienze di costruzione di strumenti musicali da materiali di riciclo, laboratori motori con l’Associazione Indaco e di narrazione a cura del Teatro del

TOMMASEO

EVEN

ACQUARIO

lettura di favole dal mondo. I bambini

+ Gusto + Giusto

SESTRI

“A

CERTOSA

In occasione di Equo per tutti è venuta in visita a Genova Norma Velasquez, una produttrice del Perù dal progetto Minka di abbigliamento in alpaca e artigianato artistico in legno e ceramica, ed ha partecipato alla grande festa di tutti i volontari de La Bottega Solidale. La sua testimonianza è stata preziosa e ricca di nuovi stimoli e motivazioni per gli operatori e i volontari che l’hanno incontrata. Per lei la visita a Genova è stata anche un viaggio nelle sue origini: suo nonno Luigi era partito agli inizi del ‘900 da Isola del Cantone per costruire ponti sulle ande peruviane. Norma è stata felice di vedere con i suoi occhi il paesino dei suoi avi ed i fitti boschi e di chiacchierare in piazza con gli anziani che conoscevano la sua famiglia.

maggio

NERVI

Minka

marzo

LA BOTTEGA SOLIDALE RAPPORTO ANNUALE 2009 - 2010


Luglio

agosto

settembre

Novembre: al via i percorsi didattici nelle scuole del progetto Cibo per la mente, cibo per la gente dedicato al tema della sovranità alimentare e della biodiversità, finanziato dalla Regione Liguria: gli interventi coinvolgeranno 12 classi dalla I elementare alla II superiore e si terranno presso le Scuole Garaventa e Balliano e nel Liceo Fermi. 5 novembre: al via la settima edizione dell’ Olimpiade Solidale di studio, manifestazione internazionale per promuovere il diritto allo studio nel sud del mondo. 14-15 novembre La bottega solidale a Terra e Libertà/CRITICAL WINE, fiera di piccoli produttori di vino con i vini Libera Terra prodotti sui terreni confiscati alle mafie in Puglia e Sicilia 13 novembre: Fiera di Macondo Pzza Matteotti “LA FORCHETTA E LA VALIGIA: PERU’ E MESSICO” a cura di Colidolat e Viaggi e Miraggi 18 novembre: Fiera di Macondo Pzza Matteotti LA FORCHETTA E LA VALIGIA: Haiti e Cuba a cura di Colidolat e Associazione RAM

12

21 novembre: Fiera di Macondo Pzza Matteotti “GLOBAL FOLIES” Divertente teatro civile su consumo critico e commercio equo a cura dell’Associazione L’interezza non è il mio forte 26 novembre 2009 Fiera di Macondo Pzza Matteotti LA FORCHETTA E LA VALIGIA: Senegal e Togo a cura di Ristorante Jamila e Bottega della Solidarietà LA BOTTEGA SOLIDALE RAPPORTO ANNUALE 2009 - 2010

ottobre

fiere

novembre

dicembre

Fiera di Macondo e ...

A novembre la Bottega Solidale ha rinnovato l’appuntamento con il largo pubblico ai piedi di Palazzo Ducale con la Fiera di Macondo, il tendone ricco di prodotti equosolidali e di messaggi di giustizia e solidarietà, in collaborazione con il Comune di Genova. Ad inaugurare la fiera sono stati uno spettacolo di ritmi e danze dall’africa occidentale e l’augurio di Chandana Chakrabarti, attivista sociale e attrice indiana, insieme ad una rinnovata offerta di abbigliamento e accessori, articoli per la casa, libri, cosmesi e una vasta gamma di prodotti alimentari, tutti rigorosamente equosolidali. Alla riuscita della fiera hanno lavorato oltre num operatori, tra cui molti volontari.


gennaio

febbraio

... la rassegna culturale ‘La forchetta e la valigia’

marzo

EV

EN

TI

La Fiera come di consueto è stata accompagnata da un programma culturale dal titolo “La forchetta e la valigia”, con tema di fondo ‘il Diritto al cibo’: un ricco programma di eventi per grandi e per bambini. Particolare successo ha ottenuto il ciclo di degustazioni consapevoli e guidate dalle esperte del Coordinamento Ligure Donne Latinoamericane e dal cuoco del ristorante senegalese Jamila, dedicate ai piatti della loro storia conditi da ricordi e curiosità dei loro paesi d’origine e impreziosite dall’uso di ingredienti equosolidali, presenti sugli scaffali della Fiera di Macondo: riso aromatico e guaranà, quinoa, cannella e zucchero di canna, cous cous e carcadé. In ogni incontro la ricette erano accompagnate da proposte di turismo responsabile per le vacanze di Natale in collaborazione con Viaggi e Miraggi, RAM, Bottega della Solidarietà ed Altreconomia: Messico, Cuba, Togo e percorsi eco-solidali

aprile

maggio

giugno

Diritto al cibo: la fame non è nella natura è la campagna triennale di informazione e sensibilizzazione promossa insieme a Ctm Altromercato. Il numero di persone che soffre la fame e la malnutrizione nel mondo è in continuo aumento, perché le cause non sono nella natura e nei suoi eventi accidentali, ma nei disequilibri del commercio internazionale e nelle scelte delle politiche agricole che sono state prese in questi ultimi decenni. Oggi più di 920 milioni di persone vivono con meno di 1 dollaro al giorno. La campagna “Diritto al cibo” vuole informare i cittadini sulle cause della nuova fame nel mondo, e coinvolgere i cittadini in azioni concrete che permettano a tutti di divenire, insieme, i protagonisti del cambiamento. Cosa Possiamo Fare NOI? Rispettare La Biodiversità, Aiutare Lo Sviluppo Delle Piccole Economie Locali, Scegliere Un Modello Di Alimentazione E Consumo Responsabile.

Tu Puoi Orientare Il Mercato, Insieme Possiamo Ridurre Il Numero Di Persone A Cui È Negato Il Diritto Al Cibo.

LA BOTTEGA SOLIDALE RAPPORTO ANNUALE 2009 - 2010


Luglio

agosto

settembre

ottobre

novembre

2 dicembre: Fiera di Macondo Pzza Matteotti ‘La forchetta e la valigia’: Venezuela e Italia eco-solidale a cura di Colidolat e Altreconomia. Presentazione del libro L’Italia eco-solidale, Guida all’alternativa in 10 città a cura di Silvia Leone. 5 dicembre: Chiude l’Olimpiade Solidale di studio: ...

foto cesto regali foto distributore? caffè?

5 dicembre: Fiera di Macondo P.za Matteotti “Roda di Capoeira” a cura di Academia di Capoeira Mestre Baixinho. 9 dicembre: Fiera di Macondo P.za Matteotti YO YO MUNDI in “Canzoni contro la guerra”. 16 dicembre: Fiera di Macondo Pzza Matteotti all’interno della rassegna ‘La forchetta e la valigia’: Cucina delle feste in America Latina a cura del Colidolat. 23- 24 dicembre: Convegno “Fiori e Diritti” a Bolzano, organizzato da diversi enti pubblici e privati tra cui Bottega Solidale e il Movimento Fiori e Diritti. 24 dicembre:

14 la Bottega Solidale al Natale in Piazza a Rivarolo a cura di Comunità UNA di Rivarolo-ASCUR.

LA BOTTEGA SOLIDALE RAPPORTO ANNUALE 2009 - 2010

Pausa caffè equa e solidale distributori automatici per aziende, enti, scuole, associazioni...

dicembre


gennaio

febbraio

marzo

maggio

La Bottega di Sestri Ponente

giugno

BOTT

EGHE

L’attività di promozione del commercio equo e solidale ha tra i suoi destinatari anche le imprese. Le aziende infatti possono contribuire ad un sistema più sostenibile per l’uomo e per l’ambiente, attraverso scelte e strumenti di Responsabilità Sociale d’impresa che possono influenzare e orientare i comportamenti dei destinatari, producendo così benefici per i singoli, i gruppi e la società nel suo complesso oltre a migliorare competitività e prospettive di sviluppo. La Bottega Solidale offre diversi servizi per le aziende tra cui proposte di regalistica, Vending&Serving.

Via Chiappori 25r (adiacente a Via Sestri)

Regalistica

territorio genovese, è stata un punto di

si manifesta con 16 anni di presidio sul territorio “Dicembre commercio

è

un

equo

mese e

strategico

solidale:

la

per

il

Bottega

di Sestri, insieme alle altre Botteghe del riferimento per regali di giustizia dal Sud del mondo, ricchi di valore: produzione artigianale e naturale, qualità dei materiali e delle forme, agricoltura biologica”.

ACQUARIO TOMMASEO GALATA

L’offerta di Bottega per le aziende prevede anche macchine di caffè a cialde e grandi distributori automatici con prodotti equosolidali: per uffici, scuole, enti pubblici e privati che vogliono proporre occasioni di ristoro solidali. Il servizio di Vending è promosso in collaborazione con la

Specialità: continuità del messaggio che

SESTRI

Vending&Serving

Anno di nascita: 1994

CERTOSA

Da anni alla consueta offerta di cesti in Bottega per i doni natalizi, La Bottega Solidale affinca un servizio di Regalistica dedicato alle aziende enti pubblici e privati, associazioni o liberi professionisti che desiderano regalare ai propri clienti, fornitori, contatti, doni di qualità e di alto valore sociale. Quest’anno tra le ditte si è messa in evidenza ERG che ha scelto i prodotti de La Bottega Solidale per i suoi doni al personale di tutto il gruppo.

Tel: 010 6047398

NERVI

Equo solidale per le aziende

aprile

LA BOTTEGA SOLIDALE RAPPORTO ANNUALE 2009 - 2010


Luglio

agosto

settembre

GENNAIO: Al via il progetto di Servizio Civile Regionale Consumi Doc in collaborazione con l’Ufficio Servizio Civile del Comune di Genova e l’Istituto Firpo-Buonarroti. GENNAIO: Candidatura nazionale, da parte del Ministero delle attività produttive, del progetto della rete ligure delle organizzazioni del commercio equo e solidale agli European entreprise awards nella categoria Imprenditorialità responsabile e inclusiva. 15-17 gennaio: La Bottega Solidale con la rete delle organizzazioni liguri di commercio equo e solidale partecipa alla Fiera Oggi sposi con una proposta alternativa e giusta di abiti, bomboniere, liste nozze, luna di miele e arredamento. 25 gennaio: Incontro “Vivere di fiori” a cura di La Bottega Solidale e il Movimento Fiori e Diritti. 30 gennaio: Intervista a Cristiano Calvi sul Movimento Fiori e Diritti su Circuito Radio Marconi Inaugurazione filiale di Genova di Banca Etica. Buffet bio-equo a cura di cooperativa Emmaus

16 31 gennaio:

La rete ligure delle organizzazioni di commercio equo e solidale e la dott.ssa Serenella Milia per la Regione Liguria a “Punta sull’equo”, conferenza regionale del commercio equo Regione Marche LA BOTTEGA SOLIDALE RAPPORTO ANNUALE 2009 - 2010

ottobre

novembre

dicembre

PROGETT O’press I Qualità e valore equo sociale O’PRESS è una linea 100% etica di articoli personalizzati che nasce dall’incontro tra i valori del commercio equo e solidale e un progetto sociale di formazione ai detenuti. I prodotti di base, soprattutto magliette, provengono dal commercio equo per garantire ai piccoli produttori del sud del mondo un accesso diretto e sostenibile al mercato internazionale. La serigrafia è realizzata in Carcere, dai detenuti della V Sezione di Alta sicurezza della Casa Circondariale di Genova-Marassi, all’interno di un progetto che consente ai detenuti di essere socialmente attivi e l’apprendimento di un mestiere utile al reinserimento nella società. O’press è nato nel 2008, grazie alla collaborazione della Fondazione De Andrè e della Casa discografica Universal, da un laboratorio artistico e sociale all’interno del Carcere di Marassi che attraverso la musica e le parole di Fabrizio De Andrè ha portato alla creazione di alcune grafiche con citazione del cantautore, che testimoniano il suo messaggio sociale sempre attuale e solidale. O’PRESS non è solo T-shirt, ma anche shopper, borse, zaini, portachiavi, gadget per tutti gli enti, le aziende, le associazioni che vogliono comunicare la propria responsabilità sociale. Il progetto è una collaborazione tra La Bottega Solidale l’istituto


gennaio

febbraio

marzo

aprile

maggio

Fiori e diritti ... a tutte le latitudini!

giugno

PROG

ETTI

Un anno intenso per l’area “Fiori e Diritti” che ha visto estendersi anche al di fuori della regione la propria azione di sensibilizzazione: il convegno internazione di Bolzano organizzato a gennaio in collaborazione con la rete altoatesina delle botteghe e della ong OEW, ci ha permesso di diffondere diversi materiali informativi realizzati e diffusi già in Liguria, quali la mostra a pannelli, il video, la mostra fotografica, la pubblicazione realizzata insieme ad Altreconomia. Contemporaneamente le iniziative in collaborazione con le botteghe di Savona e di Albenga sono proseguite, con interventi didattici, stand nelle fiere, incontri formativi. Parallelamente, è giunto a compimento l’innovativo progetto per realizzare la prima certificazione per le persone e per l’ambiente anche nella produzione italiana, rendendola più sostenibile: “Fiore Giusto” è oggi una realtà, con le prime 16 aziende certificate del Rina, sulla base del disciplinare da noi stimolato e realizzato insieme ai sindacati del settore, al mercato dei fiori di Sanremo, al Distretto Floricolo, agli esportatori. www.fioriediritti.org

LA BOTTEGA SOLIDALE RAPPORTO ANNUALE 2009 - 2010


Luglio

agosto

settembre

1 febbraio: Antonia Rodriguez Moscoso donna produttrice del commercio equo, direttrice e anima di Señor de Mayo, è stata nominata ministro dello sviluppo produttivo e dell’economia rurale in Bolivia. 12 febbraio: La Bottega dell’Acquario aderisce a M’illumino di meno: aperitivo a lume di candela e decalogo delle buone abitudini per il risparmio energetico 18 febbraio: La rete ligure delle organizzazioni di commercio equo e solidale e la dott.ssa Serenella Milia per la Regione Liguria al Forum dell’Ambiente 2010 della Regione Liguria, organizzato dall’ARPAL

ottobre

novembre

Burlando e Marcorè

per il commercio equo ligure al

Modena

dicembre Teatro

Il 20 febbraio le organizzazioni liguri del commercio equo e solidale hanno coinvolto l’attore Neri Marcorè in un festoso aperitivo-incontro per festeggiare con Claudio Burlando i risultati delle iniziative regionali a favore dello sviluppo del commercio equo e solidale. Nella sala gremita del Teatro Modena le parole di Burlando e le esperienze dirette di alcuni operatori di commercio equo ligure hanno suscitato il sostegno ed il caloroso “in bocca al lupo” di Neri Marcoré, che ha portato il ‘saluto’ di alcuni politici nazionali.

19 febbraio: Bottega di Via Galata Presentazione della linea di biancheria intima bio BEcotton e rinfresco equo e solidale 20 febbraio: Giornata di festa del commercio equo e solidale al Teatro Modena con la partecipazione di Claudio Burlando e Neri Marcoré

18

LA BOTTEGA SOLIDALE RAPPORTO ANNUALE 2009 - 2010

In Liguria la prima legge

a favore del commercio equo La Liguria, infatti, è stata non solo la prima regione italiana ad istituire l’assessorato del commercio equo e solidale, affidato all’Assessore al commercio Renzo Guccinelli, ma anche la prima regione dove la rete delle organizzazioni non profit impegnate nel settore ha potuto realizzare iniziative di informazione e di sensibilizzazione, progetti educativi nelle scuole ed eventi, come la Fiera Equa, grazie ai fondi previsti dalla legge regionale n.32/2007. Tale legge prevede anche incentivi agli Enti pubblici per l’utilizzo di prodotti del commercio equo.


gennaio

febbraio

marzo

giugno

BOTT

EGHE

La Bottega dell’Acquario

Galleria Acquario - Ponte Spinola, Porto Antico Tel: 010 2470852 E-mail: bdm.acquario@bottegasolidale.it Orario:

da

lunedì

a

venerdì

11-19

sabato e domenica 10-19 Anno di nascita: 1997 Specialità: atmosfera cosmopolita, allegra, colorata e musicale in tutta efficienza della

Bottega

dell’Acquario

è affermare la sua identità solidale in un contesto decisamente commerciale e

SESTRI

“Obbiettivo

CERTOSA

turistico, rendendo sempre più visibili temi di filiera etica, di sostenibilità e di consumo critico. Il risultato di Febbraio è stato coinvolgere gli altri esercizi commerciali della galleria nell’iniziativa M’illumino di meno sul risparmio energetico.”

ACQUARIO TOMMASEO GALATA

la giornata del risparmio energetico Venerdì 12 febbraio 2010 si è celebrata la sesta edizione di “M’illumino di meno”: la Giornata del Risparmio Energetico lanciata dalla popolare trasmissione radiofonica Caterpillar, in onda su RAI Radio 2. Dopo il successo delle scorse edizioni, con l’adesione di migliaia di ascoltatori e di intere città sia in Italia che all’estero, quest’anno l’invito a rispettare un simbolico “silenzio energetico” si è trasformato in un invito a partecipare a una festa dell’energia pulita. La Bottega Solidale aderisce a M’illumino di meno e, oltre a diffondere informazioni e il decalogo delle buone abitudini per il risparmio energetico, ha organizzato un aperitivo a lume di candela presso la Bottega della galleria dell’Acquario che si è animata al ritmo delle Percussioni africane dei Dougu Tighi Nana e divertita grazie all’estro di una chitarrista e un giocoliere, il Duo Maraviglia Prod. Anche l’Acquario di Genova ha aderito all’iniziativa con attività di sensibilizzazione e con lo spegnimento alle ore 18 di tutte le sue luci

maggio

NERVI

M’illumino di meno

aprile

LA BOTTEGA SOLIDALE RAPPORTO ANNUALE 2009 - 2010


Luglio

agosto

settembre

1-15 marzo: Primavera cosmetica nelle Botteghe del Mondo di Genova: due settimane dedicate al benessere ‘made in dignity’. 5 marzo: Assemblea plenaria delle organizzazioni liguri del commercio equo e solidale. 12-14 Marzo: La Bottega Solidale a Fa’ la cosa giusta Milano con i prodotti del progetto equo-sociale ‘O Press: le t-shirt di De Andrè e i nuovi prodotti personalizzabili realizzati in collaborazione con i detenuti del carcere di Marassi 18 marzo: La Bottega Solidale Onlus per l’ass. Fiore Giusto al convegno “Le certificazioni sociali e ambientali in floricoltura: un’opportunità per Europa e Asia” organizzato a Sanremo da UCFlor , gestore del mercato dei fiori di Sanremo. 26 marzo: Laboratorio di creatività e biodiversità a cura del celebre fumettista Ivo Milazzo nell’ambito del concorso “Siamo tutti bioDIVERSI!” presso il Museo Luzzati

20 30 marzo:

La Bottega Solidale al convegno di Genova sul tema del microcredito organizzato da ASSEFA Genova ONLUS e Per Micro-Microcredito

LA BOTTEGA SOLIDALE RAPPORTO ANNUALE 2009 - 2010

ottobre

novembre

Laboratorio al Museo Luzzati

dicembre

EVEN

TI

Venerdì 26 Marzo nella stimolante cornice del Museo Luzzati Ivo Milazzo, uno dei più importanti disegnatori di fumetti in Italia, creatore di Ken Parker, e illustratore di storie Disney, Tex Willer, Nick Raider ha condiviso la sua esperienza artistica con alcune classi degli Istituti artistici e ha stimolato la creatività degli studenti sul tema della Biodiversità. “Siamo tutti bioDIVERSI” è infatti il tema del concorso per le scuole organizzato dalla Bottega Solidale come capofila delle organizzazioni del commercio equo e solidale ligure che ha premiato i migliori bozzetti sulla ricchezza della varietà dal punto di vista biologico e sociale, stampati su t-shirts equo-sociali nel Carcere di Marassi.


gennaio

febbraio

aprile

PROGETT

I

EG

HE La Bottega di Tommaseo Piazza Tommaseo 42 r Tel 010 3629188 E-mail: bdm.tommaseo@bottegasolidale.it Orario: da lunedì al sabato 9.30-13.00 e 15.30-19.30 mercoledì 9.30-13.00 Anno di nascita: 2001 Specialità: il consiglio giusto ed equo per la bellezza della casa ed il benessere della persona “Una barca in mare aperto che sta ritrovando la rotta” così si definisce la Bottega di Tommaseo. Proprio in quest’ottica di evoluzione il suo staff ha proposto a Marzo, mese di rinnovamento, Primavera cosmetica, un periodo dedicato alla cura del corpo e dello spirito con approfondimenti sui prodotti equosolidali per il benessere e rilassanti trattamenti estetici.”

ACQUARIO TOMMASEO GALATA

Il settore progetti e attività educative de La Bottega Solidale ha curato nel corso di quest’anno oltre 40 eventi di intrattenimento e approfondimento aperti alla cittadinanza, gestendo oltre 50.000 euro per per la sensibilizzazione e promozione del commercio equo e dell’economia sostenibile. Ha presentato, con esito positivo, 8 progetti in altrettanti bandi di finanziamento sui temi dell’educazione alla mondialità, la promozione della responsabilità sociale, del commercio equo e del consumo responsabile. Temi principali di approfondimento di quest’anno sono stati la sovranità alimentare e la Biodiversità.

BOTT

SESTRI

I progetti educativi

giugno

CERTOSA

350 ore, 2200 studenti e 100 insegnati: queste le cifre relative ai progetti educativi di Bottega solidale nelle scuole di Genova per l’anno scolastico 2009/2010. Dalle Scuole materne agli Istituti superiori gli operatori hanno coinvolto bambini e ragazzi in esperienze dirette, giochi di ruolo e riflessioni condivise sui temi dell’intercultura e dell’educazione alla mondialità declinati sulla realtà del commercio equo e solidale: “il viaggio del cacao”, “cibo per tutti”, “popoli in festa” tra le tante proposte di filo conduttore. Da segnalare la realizzazione di una piccola guida del consumo critico a Genova insieme a due classi dell’Istituto Firpo Buonarroti e l’Ufficio Servizio Civile del Comune di Genova nell’ambito del progetto di servizio civile regionale.

maggio

NERVI

Attività nelle scuole

marzo

LA BOTTEGA SOLIDALE RAPPORTO ANNUALE 2009 - 2010


Luglio

agosto

settembre

17-18 aprile: La Bottega Solidale all’Inforum Altromercato “Il commercio equo crea un buon clima?” Rapporto tra fair trade, ambiente, filiera corta - Roma 22 aprile: Buono fino in fondo. Cucinare equo e solidale, un piacere in comune: “Lezioni di cioccolato”. Con la collaborazione di Cooking Delpino 22 aprile: Bottega di Via Galata EQUO à PORTER presentazione abbigliamento e accessori equosolidali 26 aprile: Incontro con il presidente di Camari Luis Hinojosa sul tema dell’impatto che il commercio equo ha sui produttori emarginati e poveri dell’Ecuador 28 aprile: Buono fino in fondo. Cucinare equo e solidale, un piacere in comune: “Tutto il riso del mondo”. Con la collaborazione di Cooking Delpino

22

30 aprile 2010 Bottega dell’Acquario presentazione progetto ATHLETIC, LE NUOVE SNEAKERS EQUOSOLIDALI con esibizione del laboratorio Cesto

LA BOTTEGA SOLIDALE RAPPORTO ANNUALE 2009 - 2010

ottobre

novembre

Pubblic Affairs tour

dicembre

PROG

ETTI

La Bottega Solidale partecipa attraverso l’ufficio Ristorazione solidale Altromercato al progetto PUBLIC AfFAIRs il cui obbiettivo è promuovere presso gli enti pubblici europei l’utilizzo degli acquisti pubblici solidali come strumento per una produzione e un consumo sostenibile. Il progetto triennale, co-finanziato dalla Commissione Europea, è in partnership con organizzazioni di Paesi Bassi, Spagna, Belgio e Germania. Grazie a questo progetto abbiamo potuto ospitare e portare in un tour nazionale (Roma, Arezzo, Firenze, Milano, Saronno, Padova e Verona) LUIS HINOJOSA, Presidente di Camari (Ecuador), che ci ha portato la sua preziosa testimonianza sull’impatto che il commercio equo e solidale e le scelte dei consumatori hanno sulle comunità indigene e rurali dell’Ecuador. Camari è un organizzazione che permette a produttori marginali, soprattutto piccoli gruppi di aree rurali e di etnia indigena, di raggiungere il mercato senza essere preda degli intermediari e di ricavare un reddito dignitoso dalla vendita di ciò che producono. Oltre a questa attività, Camari offre ai soci servizi come microcredito, formazione professionale, assistenza tecnica, imballaggio e pratiche per l’esportazione.


gennaio Equo a Porter

febbraio

marzo

EVEN

TI

BOTT

EGH

ACQUARIO TOMMASEO GALATA

E La Bottega di Via Galata Via Galata 122r Tel: 010 8685468 E-mail bdm.galata@bottegasolidale.it Orario: lunedì 15.30 - 19.30, da martedì a venerdì 9.30 - 19.30, sabato 9.30 - 12.30 e 15.30 - 19.30 Anno di nascita: 2006 Specialità: attenzione all’esposizione del prodotto, in particolar modo l’abbigliamento, potenziata da iniziative e sfilate “Il rilancio della Bottega di Galata ha dato tanti frutti, ed il più soddisfacente di tutti è la frase “Questa Bottega è cambiata moltissimo!” pronunciata dai suoi clienti. Il solido gruppo di operatori e volontari ha realizzato tanti eventi, come Equoaporter, la sfilata di Aprile con affascinanti ambientazioni ed equo-aperitivo finale.”

SESTRI

La moda per chi sceglie oltre all’estetica, le qualità etiche di vestiti e accessori. La moda dove si fondono saperi artigianali e design all’avanguardia, materiali biologici e duraturi, sensibilità verso i lavoratori e l’ambiente.

giugno

certosa

Presso la Bottega di Galata invece si è svolta una sfilata di abbigliamento e accessori equosolidali: dalle t-shirt in cotone bio alle gonne in saree riciclato, passando per l’intimo e le borse in copertone.

maggio

NERVI

Una settimana dedicata all’altra-moda, con eventi di presentazione della nuova collezione di abbigliamento e accessori equo e solidali primavera estate. Tra le novità di quest’anno le nuove sneakers equosolidali ed ecologiche, che hanno ottenuto un grande apprezzamento tra i giovani, presentate alla Bottega dell’Acquario con una festa al ritmo di musica e danza HIP HOP dai ragazzi del gruppo ’Educativa Trasversale centro storico’.

aprile

LA BOTTEGA SOLIDALE RAPPORTO ANNUALE 2009 - 2010


Luglio

agosto

settembre

6 maggio: Buono fino in fondo. Cucinare equo e solidale, un piacere in comune: “Le spezie in cucina”. Con la collaborazione di Cooking Delpino 12 maggio: Buono fino in fondo. Cucinare equo e solidale, un piacere in comune: “Cous cous e quinoa”. Con la collaborazione di Cooking Delpino 15 maggio: La Bottega Solidale al Remida Day, la giornata dedicata all’arte del riuso e del riciclo con uno stand di prodotti del commercio equo e solidale realizzati con materie prime riciclate. 18 maggio: Incontro con la produttrice Victoriana Sipac Mactzul di Aj quen in Guatemala e proiezione del documentario “Yo puedo, yo valgo, yo voy a perder el miedo” di Syusy Blady. 20- 23 maggio: La rete delle organizzazioni liguri di commercio equo e solidale a Giovani in festa e Giornata del 24 Gioco: festa dello sport con laboratori e giochi ‘dal mondo’ destinati a bambini di tutte le età per stimolare la conoscenza di popoli e culture LA BOTTEGA SOLIDALE RAPPORTO ANNUALE 2009 - 2010

ottobre

novembre

Buono fino in fondo,

dicembre

EVEN

TI

cucinare equo e solidale Grande successo di pubblico ha ottenuto il ciclo di laboratori di cucina realizzati, in collaborazione con Cooking, nell’ambito della campagna nazionale ‘Diritto al Cibo’ di Altromercato. ‘Lezioni di cioccolato’, ‘Tutto il riso del mondo’, ‘Le spezie in cucina’ e ‘Cous Cous e Quinoa’: 4 incontri in compagnia dei cuochi professionisti per imparare a a realizzare piatti gustosi e originali con prodotti del commercio equo e solidale ma anche un viaggio alla scoperta dell’origini dei prodotti, dei progetti di commercio equo da cui provengono e delle culture in cui nascono.


gennaio

febbraio

marzo

aprile

maggio

giugno

EVEN

‘yo valgo, yo puedo, yo voy a perder el miedo’

TI

e dona victoriana dal guatemala

Per festeggiare la giornata mondiale del Fair Trade la Bottega Solidale ha ospitato la produttrice tessile Guatemalteca Dona Victoriana, nell’ambito della campagna del consorzio Altromercato ‘Scambiamo il mondo’. Evento clou è stata la serata al cinema con la proiezione del Film-documentario “Yo valgo, yo puedo, yo voy a perder el miedo” di Syusy Blady, prodotto da Mandacarù Onlus. Attraverso lo stile leggero che ha reso famosi Turisti per Caso la nostra ospite e protagonista del documentario Dona Victoriana, Fondatrice dell’associazione AJ Quen, ha accompagnato alla scoperta del Guatemala, delle sue tradizioni Maya e di un progetto di commercio equo. La serata si è conclusa con l’intervista di Luca Martinelli, redattore di ‘Altreconomia’ a Dona Victoriana e con la presentazione di Deborah Lucchetti, presidente Fair e coordinatrice della campagna Abiti Puliti, del suo nuovo libro “I vestiti nuovi del consumatore”. Il documentario, l’approfondimento dei relatori e la preziosa testimonianza di Dona Victoriana hanno mostrato la forza del commercio equo nello stimolare processi di consapevolezza dei diritti sociali, economici e culturali delle

EVEN

la festa dello sport e la giornata del gioco

TI

Dal 20 al 23 maggio, tutto il centro cittadino, da piazza De Ferrari al Porto Antico è stato coinvolto nella sesta edizione della Festa dello Sport. La Bottega Solidale ha incontrato i giovani partecipanti in piazza San Lorenzo, insieme alle organizzazioni liguri del commercio equo e solidale, coinvolgendoli in una serie di laboratori e giochi ‘dal mondo’ destinati a bambini di tutte le età per stimolare la conoscenza di popoli e culture e per scoprire che il divertimento è universale! All’interno di questa manifestazione tutte le organizzazioni aderenti alla ‘Rete dei Diritti dell’infanzia’ hanno partecipato alla Giornata del gioco, per celebrare la ratifica in Italia della Convenzione ONU sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza il 27 Maggio 1991, il momento in cui i Diritti dei Bambini e dei Ragazzi sono diventati Legge nel

LA BOTTEGA SOLIDALE RAPPORTO ANNUALE 2009 - 2010


Luglio

agosto

settembre

GIUGNO: Novità estive in Bottega: le fresche bevande con ingredienti del commercio equo e solidale: té verde alla menta, infuso di rooibos all’arancia, sciroppo alla menta, Ubuntu-cola e la nuova linea di solari equi e bio. 3-6 giugno: terza edizione di Equa, la fiera ligure del commercio equo e solidale 3 Giugno: Convegno nazionale ‘le Regioni con la rete equosolidale per un percorso condiviso’

ottobre Suq

novembre

dicembre

EVEN

TI

“3 R: riduci, riusa, ricicla”: questo il motto e filo conduttore della partecipazione de La Bottega Solidale al Suq di giugno 2010. Il Suq, festival delle culture e bazar dei popoli, quest’anno ha anche l’obbietivo di promuovere durante i giorni della kermesse genovese la sostenibilità sociale ed ambientale del nostro mondo. Queste tematiche care da sempre al commercio equo e solidale sono state riprese nella scelta dell’offerta di Bottega Solidale al pubblico del Suq: una gamma di prodotti eco-compatibili che va dagli alimentari biologici, alle borse in copertone riutilizzato dalle ruote delle auto in Colombia, alla linea di abbigliamento ed accessori cuciti artigianalmente da abiti indiani, i sari riciclati, fino alla cartoleria “a impatto zero” prodotta dagli escrementi degli elefanti in Sri Lanka, che ha stupito e divertito i curiosi.

11-24 giugno: La Bottega Solidale al SUQ di Genova con uno stand di prodotti del commercio equo e solidale realizzati con materie prime riciclate. 29 giugno: La rete ligure delle organizzazioni del commercio equo e solidale consegna al Dipartimento Sviluppo Economico della Regione 26 Liguria i progetti per il bando 2010 dedicato al commercio equo e solidale.

Equo & Eco!

il riciclo si fa solidale LA BOTTEGA SOLIDALE RAPPORTO ANNUALE 2009 - 2010

Direttamente dalla tradizione indiana il sari in una veste inedita. Capi dal design moderno realizzati con i sari riciclati da


gennaio

febbraio

marzo

EVEN TI Equa. Il benessere dell’economia, e il tuo.

La terza edizione di Equa, Fiera regionale del Commercio Equo e Solidale dal 3 al 6 giugno 2010, ha confermato le aspettative delle 13 organizzazioni liguri di commercio equo che collaborano per la realizzazione della manifestazione, resa possibile grazie al sostegno della Regione Liguria: la posizione di piazza Caricamento nel centro di Genova è un’occasione unica per incontrare un largo numero di cittadini, giovani, famiglie, turisti. Oltre alla possibilità di presentare la varietà e la qualità dell’offerta di prodotti provenienti da più di 150 progetti del Sud del Mondo, e di proporre stimolanti percorsi sensoriali tra stoffe, spezie, legno e cous cous, Equa rappresenta un ottimo strumento di pubblica condivisione dei temi di incontro tra culture diverse, altraeconomia e sostenibilità ambientale. Nel suo programma culturale hanno infatti brillato intensi momenti musicali, come il concerto del griot del Mali Baba Sissoko e della cantante Italo-etiope Saba Anglana, e 25 laboratori per adulti e bambini tenuti da 6 produttori del Commercio Equo e Solidale in visita a Genova da Bangladesh, Bolivia, Colombia, India, Messico. La fiera si è aperta con un convegno nazionale sul tema delle relazioni tra le Regioni e le organizzazioni di commercio equo e solidale che ha registrato una buona partecipazione e risultati proficui in termini di condivisione delle strategie tra i rappresentanti delle Regioni e delle organizzazioni.

aprile

maggio

giugno

L’ats del commercio equo ligure Le realtà liguri del commercio equo hanno costituito nel 2007 un’Associazione Temporanea di Scopo, per coordinare le attività comuni nell’ambito della Legge Regionale, quali ad esempio la fiera Equa. L’ATS raggruppa 11 organizzazioni di commercio equo, di cui 3 importatori, localizzate in tutto il territorio regionale. 22 Botteghe del Mondo offrono prodotti provenienti da circa 200 produttori del Sud del Mondo localizzati in 70 Paesi. Riunisce oltre 4000 soci di cui 2100 operativi, 400 volontari, 50 lavoratori e lavoratrici. In liguria si svolgno 1000 ore di interventi nelle scuole all’anno, e circa 30.000 studenti consumano prodotti equosolidali nelle mense scolastiche. Il commercio equo ligure organizza oltre 100 eventi culturali e promuove e sostiene 30 campagne all’anno.

LA BOTTEGA SOLIDALE RAPPORTO ANNUALE 2009 - 2010


Bilancio anno fiscale 2009-2010 de La Bottega Solidale Società Coop. Sociale a r.l. CONTO ECONOMICO (1 luglio 2009 - 30 giugno 2010) A VALORE DELLA PRODUZIONE Ricavi vendita 1.217.820 Ricavi prestazioni 201.875 Altri ricavi 224.938 TOTALE VALORE DELLA PRODUZIONE (A) 1.644.633 B COSTI DELLA PRODUZIONE Per materie prime, sussid., di consumo e di merci 723.995 Per servizi 235.381 Per godimento beni di terzi 155.497 Per il personale 409.899 Ammortamenti e svalutazioni 37.187 Variazioni delle rimanenze 30.986 Oneri diversi di gestione 31.807 TOTALE COSTI DELLA PRODUZIONE (B) 1.624.752 DIFF. TRA VALORE E COSTO PROD. (A-B) 19.881 C PROVENTI E ONERI FINANZIARI Proventi finanziari 26.157 Interessi ed altri oneri finanziari 23.940 TOTALE PROVENTI E ONERI FINANZIARI (C) 2.217 D PROVENTI E ONERI STRAORDINARI Provemti straordinari 2.877 Oneri straordinari 1.137 TOTALE PARTITE STRAORDINARIE (D) 1.740 RISULTATO PRIMA DELLE IMPOSTE (A-B+C+D) 23.838 Imposte su reddito d’esercizio 15.151 UTILE DELL’ESERCIZIO 8.687


STATO PATRIMONIALE al 30 giugno 2010 ATTIVO A IMMOBILIZZAZIONI Immobilizzazioni immateriali Immobilizzazioni materiali Immobilizzazioni finanziarie TOTALE IMMOBILIZZAZIONI (A) B ATTIVO CIRCOLANTE Rimanenze Crediti verso clienti Altri crediti Disponibilità liquide TOTALE ATTIVO CIRCOLANTE (B) C RATEI E RISCONTI TOTALE ATTIVO (A+B+C) PASSIVO A PATRIMONIO NETTO B TRATT. DI FINE RAPP. LAV. SUBORD. C DEBITI Verso Soci per finanziamenti Verso fornitori Altri debiti TOTALE DEBITI ( C ) D RATEI E RISCONTI TOTALE PASSIVO (A+B+C+D)

71.814 352.673 121.022 545.509 290.761 164.582 147.934 894.990 1.498.267 3.132 2.046.908

430.798 137.346 1.069.376 167.923 108.171 1.345.470 133.294 2.046.908


C

M

i è successo, guardando i prodotti che sono nelle nostre botteghe, di pensare alle mani che li hanno creati. Possono essere grandi mani callose, che lavorano la terra per raccogliere il frutto del seme posto in essa; mani esperte, morbide come la stoffa in cui si tuffano per tagliare e cucire gli abiti che indosseremo; mani agili di donne, che intrecciano sapientemente le foglie di banano per fare scatoline,... Dietro a tutte queste mani operose ci sono persone che cercano di trovare il loro posto nel mondo senza urla nè sgomitate, ma servendosi dignitosamente del loro lavoro. Ci sono volti di amici, uomini e donne che, quando a giorni faremo festa fra di noi, potremo idealmente sfiorare con una carezza Stefana - lavoratrice

arissimi, come vostra amica e convinta sostenitrice da sempre, sono davvero molto felice di unirmi a voi nella ricorrenza del ventennale della costituzione della Bottega Solidale. Ricordo che nel 1990 l'associazione iniziò un po' timidamente quel percorso che l'ha condotta ad essere quello che è oggi: una cooperativa che impegna oltre mille soci e tanti volontari, che attraverso il commercio equo e solidale operano per promuovere un cambiamento sociale e dei consumi. Genova si conferma città dei diritti anche per questo encomiabile esempio di tutti voi della Bottega Solidale. Credo che garantire ai produttori dei Paesi del Sud del mondo un accesso sostenibile al mercato, proporre prodotti provenienti da gruppi di piccoli produttori realizzati nel totale rispetto dei diritti umani e dell'ambiente e inoltre promuovere la finanza etica ed il turismo responsabile, sia di fondamentale importanza nel mondo di oggi. Condivido ed apprezzo il vostro impegno di realizzare un altro modello di economia basato sulla tutela e sull'allargamento dei diritti, sull'inclusione dei soggetti più deboli, sul rispetto e sulla promozione di culture diverse.

guestbook speciale 20 anni

Vi sono infinitamente grata per il pregevole lavoro che avete svolto in questi anni e che ha ampiamente contribuito a favorire ed incoraggiare il dialogo, la cooperazione e il rispetto tra i popoli e le Nazioni. Vi invito a continuare così. Questa felice ricorrenza è l'occasione propizia per rivolgervi il mio più cordiale ed affettuoso augurio e per riaffermare ciò che ci unisce: non soltanto il forte vincolo dell'amicizia, ma il comune intento di impegnarci e lottare insieme per una maggiore equità e giustizia nel mondo. Marta Vincenzi - Sindaco Comune di Genova

D

ei primi 20 anni della Bottega ho conosciuto solo gli ultimi, per i prossimi mi piacerebbe una Bottega più glocale. Inserita nel mondo dei Gas, molto più interconnessa nell'economia di giustizia locale. Più attenta ai produttori agricoli locali ad esempio. Un consigliere dedicato a questo servizio ? Tanti auguri. Philippe

C

arissimi/e uomini e donne che 20 anni fa insieme abbiamo creduto nell’utopia di un mondo economico più giusto e solidale, ci siamo coinvolti e abbiamo gettato un seme lo abbiamo custudito e fatto fruttificare. Questo albero ha saputo attraversare momenti difficili, diventato robusto e colmo di frutti. Oggi possiamo guardare alla crescita economica del commercio solidale e di tutte le botteghe con soddisfazione perche abbiamo seminato idee, proposte, progetti coraggiosi e alternativi. Le folle che comprono i nostri prodotti, compresi quelli finnanziari sono PERSONE che credono che un mondo più equo e solidale è possibile, e noi,io, faccio la mia parte comprando questi prodotti. Auguri e congratulazioni e tutte le Persone che hanno camminato in questi anni dentro questa utopia rendenola realtà. Da parte mia sono riconoscente per essere stata ed essere parte di questi progetti. sr.patrizia pasini


A

uguri a Bottega Solidale, sempre all'avanguardia con progetti ed idee nuove!! Maurizio Marmo

M

i ripassano le immagini dei nostri studenti che percorrono le vie dei prodotti del Sud del mondo, lo sforzo di reinventare le attività pensando ai futuri agrotecnici. Riprovo l'emozione provata ad ascoltare un produttore di caffè del Nicaragua che ci trasmetteva l'orgoglio legato alla possibilità di far studiare i giovani del suo villaggio con il risultato del Commercio Solidale in un incontro nella nostra aula magna colma di studenti. Provo la gioia di rivedere quelli stessi studenti, oggi, nella vita di tutti i giorni, rispettosi dell'ambiente e delle diversità, penso che voi avete collaborato a questo risultato, ci avete dato una ulteriore motivazione al lavoro. Marcello Maimone ed i colleghi del Marsano

C

ari amici di Bottega Solidale Genova, (...) quando si farà la storia del Fair Trade in Italia, emergerà facilmente il ruolo di assoluta preminenza che voi avete occupato e continuate a svolgere, in termini soprattutto di creatività e innovazione, di farvi carico di responsabilità, di capacità di iniziativa anche all'esterno del perimetro tradizionale delle BdM. L'importazione delle prime banane Fair Trade in Italia, l'introduzione del Servizio Civile, l'inclusione dei fiori nel Commercio Equo (Fiori e Diritti), la migliore Legge Regionale italiana sul Fair Trade (condivisa giustamente con gli altri attori liguri), Ristorazione Solidale per gli Enti Pubblici...: Progetti che appunto hanno fatto un pezzo importante di storia del Fair Trade. Cui si aggiunge il tuttora continuo supporto al lavoro di Agices e di Ctm altromercato. Ricordo anche, con emozione, il vostro striscione durante le convulse giornate del Luglio 2001, e di come fu ripiegato laddove le cose precipitavano: eravamo in tanti attorno a voi, in quei giorni drammatici.Per questo il vostro compleanno riguarda anche il movimento italiano del Fair Trade. Godetevelo, tanta è stata la fatica e tanto l'entusiasmo per giungere fin qui. Da parte mia un grande abbraccio, ed un grande Grazie! Giorgio Dal Fiume

E' stata accesa una fiammella che a poco, a poco è diventata un fuoco che si esteso a tutta la città. La speranza è divenuta realtà. Saluti Adriana Giunti

"

20 años es toda una vida" Mando un abrazo muy fuerte desde Bolivia y muchos buenos deseos para que podamos siempre trabajar juntos y seguir creciendo como organizaciones que dan ayuda a tanta gente. Cuídate mucho y espero verte pronto aquí en Bolivia. Sandra Bayá Gerente de Producción Productos Ecológicos Naturaleza S.A. Tarata - Cochabamba - Bolivia

C

he bello festeggiare insieme la maggiore età della Bottega solidale, con la quale sono riuscita a condividere non solo attività e acquisti, ma anche un valido percorso educativo rivolto agli studenti delle classi dove insegno..per crescere insieme! Grazie..

Q

uante sensazioni, ripensando alla Bottega Solidale di questi 20 anni. Ne ricordo due, tra le altre… Quella bella sensazione di stanchezza che si prova dopo aver realizzato qualcosa. Un po’ come quando si va in montagna, si sale, si sale, si teme di doversi fermare poi s’intravede la meta e ci si rende conto di avercela fatta. Come quando si monta il tendone natalizio, solo uno spazio vuoto da riempire - di prodotti, di storie, di profumi, di vita – si pensa sia impossibile e poi… E quella bella sensazione di condivisione che si prova nel lavorare insieme, “di gruppo”: operatori, volontari , produttori laggiù. Certe fatiche epiche si superano solo perché condivise, tra risate imprecazioni discussioni, tra fare e disfare, fino a quando si raggiunge l’obiettivo. Sì, anche questa è la Bottega. Federica

Fiorella Brozzo

su www.bottegasolidale.it, i messaggi completi e quelli arrivati dopo il 25/10/2010


I

P

er fortuna o per disgrazia da un pezzo vado in giro sostenendo che i nostri/ miei residui di speranza risiedono esclusivamente in chi come voi lavora a trasformare questo scempiato iniquo mondo quindi da voi non venga meno slancio passione coraggio pazienza sagacia un grande abbraccio dal vostro vecchio socio di bottega pietro lazagna

è

l benessere dell’intera comunità è il nostro benessere e il sociale non è solo un insieme di problemi ma è anche e soprattutto un patrimonio di potenzialità e sicurezze che appartiene a tutti noi, è il valore aggiunto di una società civile. Per ragioni diverse, le risorse pubbliche non sono mai sufficienti a rispondere ai bisogni e su questo difficile terreno, ormai in costante aumento, l’intervento delle organizzazioni come la Bottega Solidale, create da cittadini che si mettono al servizio della collettività, assume un ruolo fondamentale. Vent’anni di impegno costante, dedicato a sostenere uno sviluppo e un’economia sociali, a educare alla pace e alla cooperazione tra i popoli, a promuovere un commercio rispettoso dei diritti umani e dell’ambiente, significano vent’anni di azioni concrete nel sud del mondo e sui nostri territori, a vantaggio delle popolazioni o delle persone più disagiate e, quindi, a vantaggio di tutti noi. Ai soci, ai volontari e agli operatori della Bottega Solidale che ogni giorno rendono possibile tutto questo, vanno il ringraziamento e l’incoraggiamento miei personali e della Provincia di Genova, che non ha mai smesso di sostenerli nei loro progetti.

una decina di anni che abbiamo iniziato a collaborare con voi, con musica, teatro e animazione. per noi è molto significativo e ci riteniamo molto fortunati poter lavorare con chi condivide i nostri principi di vita essenziali. On. Alessandro Repetto grazie Presidente della Provincia la ‘compagnia teatro scalzo’ di Genova

S

guestbook speciale 20 anni

iete stati dei veri pionieri apripista, avete sperimentato e ci avete insegnato, avete saputo guardare al futuro e ci avete trascinato, avete progettato e ci avete coinvolto. Siete un vero esempio e veri compagni di strada. Ancora molte sfide ci attendono. Continuate così e grazie. Gli amici della BOTTEGA DELLA SOLIDARIETA' di Savona

B

ottega Solidale: ....... perdersi nei conti e ritrovarsi nella sostenibilità acciuffata ...... apprezzare un prodotto e cogliere il compiacimento negli occhi di chi lo ha fatto ....... discutere animatamente in gruppo e condividere la gioia di un passo avanti ..... faticare a dormire pensando all'evento di domani e ricevere l'incoraggiamento di chi ti è a fianco ....... Enrico - lavoratore

E

G

RAZIE DI ESISTERE! La collaborazione e il supporto che i docenti, come me, hanno avuto durante il loro lavoro sono stati di fondamentale importanza. Avete con noi aiutato a formare i bambini che domani, speriamo, saranno adulti consapevoli. Con infinito affetto, nel vostro 20° compleanno. Patrizia Arcangeli

ssere volontario a Bottega Solidale ti fa entrare in un mondo nuovo, diverso, giusto, proprio come lo sognavi tu. Ti fa entrare in strade mai percorse prima e vuoi continuare a camminare fino a vedere la meta, ma capisci subuito che la strada è lunga, la meta lontana ma non impossibile. E allora capisci che devi rimanere perchè¨ questo mondo ti è entrato dentro e anche il tuo piccolo contributo è importante a capire e a far conoscere agli altri il valore della dignità nel lavoro, della condivisione di un progetto, della solidarietà Buon lavoro a tutti e..continuiamo il cammino!!!! Lucia - Volontaria Bottega di Nervi


C

ari amici di Bottega Solidale, è con immenso piacere che mi unisco a voi nei festeggiamenti per i vostri 20 anni di attività. Mi è capitato spesso nell’ultimo periodo di vedere soci del Consorzio Ctm Altromercato raggiungere traguardi temporali importanti come il vostro. E’ con immenso orgoglio che possiamo dire oggi che da realtà pionieristiche e un po’ naif, le nostre organizzazioni si sono trasformate in veri laboratori stabili di economia sociale e solidale che danno la possibilità ai contadini e agli artigiani del sud del Mondo di essere rappresentati degnamente nel nostro Paese e contemporaneamente danno lavoro qui a tanti giovani che hanno scelto il commercio equo come missione! La vostra realtà non solo da visibilità al commercio equo in una città importante come Genova, ma ha anche saputo negli anni trovare modi innovativi per promuovere il commercio equo in Italia, e proprio per questo motivo si è caratterizzata come una delle realtà maggiormente significative nel nostro Paese. Non ultimo va anche ricordato l’importante lavoro di lobby da voi realizzato a favore di un riconoscimento legislativo che inquadrasse la materia: la regione Liguria è stata la prima regione italiana a dare dignità legislativa al commercio equo ed è stata di ispirazione per molte altre regioni.

In questi vent’anni il commercio equo è cambiato molto: i consumatori sono cresciuti e sono diventati più esigenti, i supermercati si sono accorti del mondo dell’equo, sono nate organizzazioni che hanno cercato di emulare le botteghe del mondo.. ma le realtà solide come la vostra, con numerosi soci e simpatizzanti sono riuscite a stare al passo con i mutamenti e a reinventarsi per essere sempre in grado di comunicare a chi varca la soglia di una bottega del mondo quali sono i nostri tratti distintivi e quale è il nostro modo di fare commercio equo: un approccio vicino ai produttori, ma quanto più professionale possibile per dare il giusto valore al lavoro di migliaia di persone dall’altra parte del globo. Insomma ci sono veramente molti motivi per festeggiarvi e per augurarvi altri 20 anni di successi! Un caro saluto Chiara Bonati Presidente del Consorzio Ctm Altromercato

M

U

NA MOLLA Ancora appassionati, ancora insieme a pensare alla Bottega, alle nostre botteghe del futuro. Le botteghe di Tommaseo, dell’Acquario, Galata, Nervi, Rivarolo e Sestri, le botteghe dei banchetti, della fiere,delle iniziative ma anche la bottega che sogniamo, quella del futuro. Quello che le botteghe dicono e quello che vorremmo dire. Quello che le botteghe fanno vedere e quello che desideriamo far vedere. Le botteghe cantieri per rinnovarsi Botteghe orecchie per ascoltare Botteghe megafoni Botteghe piazze Botteghe un po’ pazze Botteghe crocevia, ponti e porti. Botteghe di soci, volontari, lavoratori e clienti. Apriamo dei cantieri in ogni bottega e fra le botteghe, parliamo del nostro futuro a ruota libera con l’unica regola di “avere qualcosa di importante da dire e che sia utile a tutti o a molti”.( Don Milani) generiamo comunicazione nelle botteghe accordiamo pazientemente le diverse voci costruiamo il futuro portando ognuno la propria sincera creatività ……se funziona è una

N

on so quante persone, vent'anni fa avrebbero scommesso sul ritrovarci nel 2010 con le botteghe aperte, ricche di prodotti ad un tempo consolidati e sempre nuovi, con un pubblico ampio e affezionato: credo molto poche. E invece eccoci qui a festeggiare un anniversario che é significativo dell'impegno intelligente e generoso di tanti amici. E' un momento bello, da godere senza falsa modestia, ma anche con la convinzione che è solo una tappa importante in un cammino che dovrà proseguire con rinnovata energia. Il mio rammarico è quello di chi assiste al lavoro che viene fatto senza poter contribuire altro che con la frequenza di qualche bottega e con tanta simpatia e amicizia. E con amicizia fraterna auguro agli amici della Bottega solidale un buon proseguimento dell'impegno,fecondo di risultati positivi. Saluti cordiali e auguri Maria Pia Bozzo

a che bella "ragazza" , ha vent' anni ma non li dimostra |Ha davanti tutto il tempo per crescere. Saluti e molla. baci, Franco Fabio Giunti

su www.bottegasolidale.it, i messaggi completi e quelli arrivati dopo il 25/10/2010


Genova 19 settembre 1990. Avevamo mentito. Il notaio ci interrogava come un professore, un po’ per ragioni di interesse professionale e curiosità, un po’ per provocare.“Allora? Com’è questa storia del mercato del caffè? Un’associazione di volontari … mah, non sarebbe allora meglio una società vera, che possa davvero comprare e vendere? Qui tutto lo statuto parla di economia: alternativa, critica, solidale… non so, mi sembra che stiate andando un po’ fuori dal seminato…”. Chissà perché eravamo così agitati. Forse perché attendevamo l’incontro dal notaio come un esame o una verifica di fattibilità. Come se lui avesse potuto impedirci di costituire l’associazione come noi la volevamo, giudicando lo statuto non idoneo allo scopo. Forse per questo avevamo mentito. “Ma no, guardi, si tratta solo di fare qualche banchetto per poter parlare di questo caffè che sostiene un gruppo di piccoli produttori… poi sì, vorremmo fare qualche incontro per raccontare quello che succede nelle piantagioni in America Latina … e sì, vorremmo anche fare qualche campagna per incidere sulle scelte di consumo… ma via, no, non ci giudichi così utopisti, non abbiamo mica la pretesa di essere noi a cambiare il mondo…” Timbri, firme, strette di mano. La Bottega Solidale esisteva. E per la verità, esisteva proprio perché volevamo cambiare il mondo. Ne eravamo convinti. Fare in modo che anche a Genova e in Liguria si potesse comprare quel caffè era il primo passo. Volevamo dare concretezza al nostro progetto attraverso piccoli gesti e pratiche quotidiane. Ma volevamo anche dar voce ai produttori, offrire un’alternativa stabile di mercato, denunciare le multinazionali, spingere le persone a sentirsi consapevoli del valore dei loro acquisti. Micro e macro, il particolare e l’insieme. 15 Maggio 2009, Genova, Fiera Equa - Piazza Caricamento. Mariama Kesso Sow ci parla di sé e delle sue compagne artigiane dell’associazione di Mamou, in Guinea Conakry. “Quando sostenete le donne nel loro lavoro, sostenete le loro famiglie, vuol dire permetterci di mandare i nostri figli a scuola, vivere meglio, sperare di più ”. 8 Dicembre 2009, Roma, sede della Fao. È appena terminato il primo “World Banana Forum”. Chi era al convegno che avevamo organizzato a Palazzo Ducale nel maggio del 2005 ne aveva intravisto i primi segnali. Tutte e cinque le multinazionali bananiere sono state qui, a discutere con noi e altre decine di ong italiane e straniere su quello che è necessario fare per rendere il mercato delle banane più sostenibile per le persone e per l’ambiente. Il direttore responsabilità sociale di Chiquita International ci avvicina e ci dice “non avete idea di quanto il movimento del commercio equo e solidale ci abbia condizionato i questi anni…”. Il micro e il macro. La microimpresa e le regole del mercato. Certo, non stiamo vivendo nel mondo che sognavamo di vedere 20 anni fa. Ma qualcosa è cambiato. Per “loro” che producono e per “noi” che consumiamo. “Loro” con le migliaia di coltivatori, artigiani, confezionatori, trasportatori. “Noi” con le centinaia di volontari che si sono avvicendati, i mille e più associati, i soci lavoratori, i consumatori e i risparmiatori che hanno scelto di sostenerci. Insieme siamo diventati più visibili, più ascoltati, più forti. Vent’anni insieme, tanti progetti riusciti, qualche sconfitta, un po’ di stanchezza che si allevia quando qualcuno più giovane ci fa sentire la sua energia. Coraggio, c’è ancora molto da fare, vogliamo cambiare il mondo. Cristiano Calvi


C

ari Amici della Bottega Solidale, Genova e la Liguria vi ringraziano per aver creduto in questi venti anni che ci fosse la possibilità, in tutte le parti del mondo, di non pensare solo al profitto. La recente e perdurante crisi internazionale ci ha imposto - a un prezzo carissimo e in maniera brutale – di ridare senso a valori che per voi sono stati sempre presenti: l’equità, la solidarietà, l’azione comune per la lotta allo sfruttamento e alla povertà. Mi unisco ai molti auguri che senz’altro riceverete, orgoglioso di poter rivendicare, per la Regione Liguria, un’amicizia consolidata e fattiva, che ha portato a una legge apposita a sostegno di tutto il settore, la prima del genere in Italia. La festa per i vostri vent’anni è un momento di festa per tutti noi, e l’augurio è di continuare a lavorare insieme a lungo per rendere ancora più consapevoli i cittadini liguri e noi tutti del contributo che ognuno può dare ogni giorno al riequilibrio dell’economia globale. Claudio Burlando Presidente Regione Liguria

C

ari operatori de la "Bottega solidale", vorrei partecipare alla festa del vostro compleanno, grato al Signore per tutto il cammino che avete compiuto. Ricordo i primi discorsi, un po' d'anni fa, sulla possibilità di instaurare un cammino diretto per incontrate le offerte di prodotti sui luoghi di origine, per lasciare un giusto margine di guadagno ai produttori. Quanta strada è stata compiuta! Le grandi idee hanno sempre futuro. Possiate continaure con entusiasmo e fedeltà. Con affetto. Don Marino, Caritas Genova.

In modo incontrollabile, associo spesso i miei passaggi dalle botteghe in centro citta' con i fatti di Genova nel luglio 2001; oltre all'emozione di quel momento lontano, e' un tam tam che nasce dalla stessa voglia di cambiare dei meccanismi che e' facile dare per scontati e che invece dobbiamo analizzare e sovvertire con la forza della nostra passione. Grazie agli amici de La Bottega Solidale e alla loro voglia di osare , la nostra comune utopia e' un po' piu' vicina! Un abbraccio Michele Buffa Area Sviluppo Rete NordOvest Ctm altromercato

H

o conosciuto Bottega Solidale ai suoi inizi venti anni fa, in un piccolo punto vendita di San Fruttuoso, in via Donaver. Da allora la sostengo convintamente. Grazie all'impegno, la passione e la determinazione di Cristiano, Federica, Gigi e poi Enrico, Francesca, Alessia e via via di molti altri quella che sembrava un'utopia si è concretizzata. Sei accoglienti botteghe a Genova e centinaia di progetti, incontri nelle scuole, iniziative di promozione del commercio equo e di una cultura che nell'equità e nella giustizia ha i suoi fondamentali. Entri lì e ti senti cittadina del mondo, una sensazione bellissima! Negli anni i progetti di Bottega hanno fatto nascere e consolidato piccole imprese, cooperative in particolare di donne ovunque le più svantaggiate e sfruttate, gruppi di artigiani del sud del mondo. Tutto ciò ha contribuito ad introdurre anche nella nostra cultura principi fondamentali: primi fra tutti il rispetto dei diritti dei lavoratori e la solidarietà, un orizzonte di senso che oggi più che mai in occidente sembra impossibile dominati come siamo dalla logica del profitto senza regole.Auguri Bottega! Vent'anni sono solo la prima tappa: il mondo ha bisogno di persone come voi capaci di trasformare un'utopia in realtà. Milò Bertolotto Provincia di Genova Assessora al Personale, sistemi Informativi, Carceri, Iniziative per la Pace

Q

uesto mio vuole essere un messaggio di sincera gratitudine per tutte le persone che lavorano presso le botteghe solidali. Grazie perchè con il vostro lavoro ci ricordate che è possibile operare in maniera non diversa da ciò che si pensa e si dice. Grazie soprattutto perché, attraverso il vostro impegno, ci ricordate che i nostri soldi possono servire a edificare un nuovo mondo possibile e non a finanziarne la distruzione. Pino Petruzzelli

L

a Bottega Solidale? e' stata per me una esperienza di vita, di apprendimento, e di grandi amicizie. E dal punto di vista professionale mi ha lasciato qualcosa d'importante: ho imparato a fare il venditore! Alfonso

su www.bottegasolidale.it, i messaggi completi e quelli arrivati dopo il 25/10/2010


Bottega Soldiale 2009-2010  

relazione annuale 2009-2010

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you