Page 1


INDICE


GUITAR FESTIVAL

6 APRILE – Ore 21

Auditorium dell’Istituto Musicale “L. Boccherini”, Piazza del Suffragio

CONCERTO

Pasquale Iannone, pianoforte

F. Schubert (1797 – 1828)

Sonata in n. 16 La minore D. 784 Allegro giusto, Andante, Allegro vivace

F. Chopin (1810 – 1849) Scherzo n. 4 op. 54

S. Rachmaninov (1873 – 1943)

Sei momenti musicali op. 16 Andantino, Allegretto, Andante cantabile, Presto, Adagio sostenuto, Maestoso

M. Rosenthal (1904 – 2003) Carnaval de Vienne

7 e 8 APRILE

Istituto Musicale “L. Boccherini”, piazza del Suffragio

MASTERCLASS Docente: Pasquale Iannone

Pasquale Iannone, virtuoso di straordinarie capacità e pianista di raffinata sensibilità, si è diplomato al Conservatorio “N. Piccinni” di Bari con il massimo dei voti e la lode e al Royal College of Music di Londra con il diploma d’onore. Ha studiato con A. Dilecce e G. Goffredo ed ha perfezionato i suoi studi con M. Marvulli, A. Ciccolini, M. Somma, P. Rattalino e con E. Bagnoli. È vincitore di numerosi concorsi nazionali e premiato in prestigiosi concorsi internazionali quali A. Casella (Napoli, 1989), Carlo Zecchi (Roma, 1991), Gina Bachauer International Piano Competition (Salt Lake City, USA 1994), New Orleans International Piano Competition (USA). Nel luglio 2003 ha riportato uno straordinario successo alla Web Concert Hall International Competition (USA) risultandone vincitore sia come solista che nella formazione di duo pianistico con Paola Bruni. Gli è stato conferito, con una cerimonia al Teatro dell’Opera di Roma, il Premio Internazionale Foyer 2005 per la carriera e l’alto livello delle sue esecuzioni, seguito dal Premio Cattedrale d’Argento ricevuto dalle Associazioni Musicali della sua regione. La scelta di repertori spesso inusuali e di grande caratura virtuosistica, come la trascrizione lisztiana per pianoforte della Settima Sinfonia di

5454


OPEN PIANO Beethoven, del poema sinfonico Les Préludes di Liszt, le grandi parafrasi su Johann Strauss di Moriz Rosenthal, oltre alle esecuzioni dei lavori di Rachmaninov, gli hanno guadagnato un grande apprezzamento della critica ed i consensi più entusiastici del pubblico. In qualità di solista ha collaborato con varie orchestre italiane e straniere e le sue esecuzioni sono state trasmesse in diretta da Radio RAI, la KBYU di Provo (Utah, USA) e dalla Classic Fm (Sud Africa). Ha inciso dal vivo il 3° Concerto op. 30 di S. Rachmaninov per pianoforte e orchestra, le Sonate op.1 e op. 2 e i primi due Studi di J. Brahms per la casa discografica Phoenix. Il CD con musiche di Tchaikovsky e Rachmaninov ha avuto entusiastici consensi dalla critica tanto da essere segnalato da Riccardo Risaliti come il miglior disco italiano del 2000 (Musica&Dischi). Sempre per la Phoenix ha inciso un CD con musiche di V. Mortari con il violinista Carmelo Andriani. L’ultimo suo lavoro discografico, con musiche di Christian Carrara, è stato pubblicato per la Stradivarius. Ha eseguito il Concerto per due pianoforti e orchestra di Poulenc in duo con Aldo Ciccolini, e recentemente ha debuttato alla Carnegie Hall di New York e in Giappone (Nagoya). Ha tenuto concerti in Italia, Francia, Romania, Ungheria, Bulgaria, Polonia, Spagna, Germania, Belgio, Turchia, Usa, Corea del Sud, Giappone. Invitato spesso nella giuria di concorsi nazionali e internazionali, ha tenuto masterclass in Italia, Francia, Belgio, USA, Corea del Sud. È docente di Pianoforte principale presso il Conservatorio “N. Piccinni” di Bari ed è Direttore Artistico dell’Associazione Amici della Musica “M. Giuliani” di Barletta e del Barletta Piano Festival. I suoi allievi sono risultati vincitori di competizioni nazionali ed internazionali. 21 APRILE – Ore 18

Istituto Musicale “L. Boccherini”, Piazza del Suffragio

SEMINARIO

Tentativo di ricostruzione del III e del IV movimento della Sonata D 840 di Schubert Relatore: Giuseppe Bruno

Giuseppe Bruno si è diplomato a pieni voti in pianoforte, composizione e direzione d’orchestra. Ha tenuto il suo primo recital all’età di 17 anni, cui è seguita un’ininterrotta attività solistica e cameristica in tre continenti. In possesso di un ricco repertorio di composizioni per pianoforte e orchestra, ha suonato con importanti complessi in Italia, USA, Grecia, Ucraina, Polonia, Bosnia Erzegovina, Romania e Germania. Ha preso parte al Festival dei Due Mondi di Spoleto e al Festival di Charleston (USA). È stato premiato al Concorso Pianistico Internazionale “Roma 1991”, ed al Concorso “Viotti” di Vercelli con il violinista Alberto Bologni. Ha registrato per Sneva, Nuova Fonit Cetra, Ras Pubica, Diapason, Tactus, Ras Musici, SAN; ha inoltre effettuato registrazioni radiofoniche e televisive per numerosi enti europei. Ha collaborato con numerosissimi direttori, strumentisti e cantanti, con l’attrice Milena Vukotic e con l’Ottetto Filarmonico di Berlino; in duo pianistico con Paolo Valcepina ha tenuto due tournée in Cina. Attivo anche come direttore d’orchestra, è altresì autore di musiche di scena e dell’opera da camera Tu saresti il Dottor Faust?. Universal Edition di Vienna ha pubblicato la sua trascrizione di Purgatorio dalla Sinfonia X di Mahler. Insegna al Conservatorio della Spezia, di cui è stato direttore dal 2008 al 2014, ed è Gastprofessor presso la dell’Accademia “Anton Rubinstein” di Düsseldorf. 55


GUITAR FESTIVAL

21 APRILE – Ore 21

Istituto Musicale “L. Boccherini”, Piazza del Suffragio

CONCERTO Alberto Nosè, pianoforte

C. Debussy (1862 – 1918) 6 preludi

F. Chopin (1810 – 1849) 24 Preludi op. 28

Estampes L 108 Pagodes, La soirée dans Grenade, Jardins sous la pluie

22 e 23 APRILE

Istituto Musicale “L. Boccherini”, piazza del Suffragio

MASTERCLASS Docente: Alberto Nosè

Alberto Nosè ha ottenuto il suo primo riconoscimento internazionale all’età di undici anni, vincendo il primo premio al concorso Jugend für Mozart di Salisburgo, grazie al quale ha iniziato la sua prima tournée in Italia, Austria e Francia. Sono numerosi i premi ottenuti in importanti concorsi internazionali, fra cui il Piano-Masters di Montecarlo nel 2015, Piano Competition di Tromsø (1° Premio) nel 2011, Long-Thibaud di Parigi (2° premio) nel 2004, Maj Lind di Helsinki (1° premio) e il World Piano Competition di Londra (2° Premio) nel 2002, Vendôme Prize di Parigi (1° premio), Paloma O’Shea di Santander e il F. Chopin (5° premio) di Varsavia nel 2000, F. Busoni di Bolzano (secondo premio con particolare distinzione) nel 1999, Premio Venezia (primo premio all’unanimità) nel 1998. Con l’affermazione a livello internazionale inizia un’intensa attività concertistica nelle maggiori sale del mondo: Carnegie Hall di New York, Southbank Centre e Wigmore Hall di Londra, Konzerthaus di Berlino, Théatre du Chatelet e Salle Pleyel di Parigi, Mozarteum di Salisburgo, Suntory Hall di Tokyo, Sala Meireles di Rio de Janeiro, Cervantino International Festival di Città del Messico, Auditorio Nacional di Madrid, Teatro La Fenice di Venezia, Parco della Musica di Roma. Come camerista ha collaborato con il violoncellista Rocco Filippini, il Quartetto Ysaÿe e il Quartetto di Venezia. Come solista ha suonato con le maggiori orchestre, fra le quali: London Philharmonic Orchestra, English Chamber Orchestra, Orchestre National de Lille, Orchestre philharmonique de Radio France, Warsaw Philharmonic, Finnish Radio Symphony Orchestra, Sinfónica RTVE di Madrid,

5656


OPEN PIANO Janácek Philharmonic, Orquesta Sinfónica de Tenerife, Orquesta Sinfónica de Galicia, Mexico State Symphony, Württembergisches Staatsorchester Stuttgart, Orchestra della Radio Norvegese di Oslo, Orchestra dell’Arena di Verona, Orchestra di Padova e del Veneto, Orchestra Haydn di Trento e Bolzano, Orchestra di Roma e del Lazio. Ha collaborato con noti direttori, come R. Goodman, M. Honeck, J. López Cobos, E. Bátiz, P.I. Calderón, A. Nanut, H. Lintu, J. Judd, M. Bosch, R. Gamba, G. Hanson, I. Marin, J.F. Lobo, A. Lombard, E. Mazzola, T. Søndergård.

12 MAGGIO – Ore 17

Istituto Musicale “L. Boccherini”, Piazza del Suffragio

SEMINARIO

Il musicista classico oggi: un messaggero di cultura Relatore: Luca Ciammarughi

Luca Ciammarughi ha studiato pianoforte presso il Conservatorio “G. Verdi” di Milano, diplomandosi con il massimo dei voti e la lode nella classe del Prof. Paolo Bordoni e ottenendo poi, con menzione d’onore, il diploma accademico in musica vocale da camera nella classe di Stelia Doz. Ha approfondito lo studio della liederistica con Dalton Baldwin. Come pianista concertista ha suonato per il Festival dei Due Mondi di Spoleto, Mito Settembre Musica, Taormina Arte, La Verdi, Mantova Chamber Music Festival, Società dei Concerti di Milano, Spoleto Festival USA di Charleston, Festival Guadalquivir in Spagna, European Union Youth Orchestra, Salle Cortot di Parigi, Piano City Milano e Amici del Loggione del Teatro alla Scala, Palazzo Farnese a Piacenza, Teatro di Villa Torlonia a Roma, Sala degli Arazzi del Palazzo Reale di Pisa, Società Umanitaria di Milano, Festival pianistico internazionale Città di Morbegno, Teatro Lirico di Magenta, Monteverdi Tuscany, Festival Mugellini, Festival di Bellagio e del Lago di Como e molte altre istituzioni. Le sue incisioni delle Sonate D 894 e D 960 di Schubert hanno ricevuto il plauso unanime della critica. È stato più volte ospite a Radio Tre Rai, eseguendo in diretta musiche di Rameau, Carl Philipp Emanuel Bach, Schubert, Čajkovskij, Chausson, Emmanuel, Hahn. Ha recentemente eseguito con Francesco Libetta, Scipione Sangiovanni e Emanuele Delucchi il primo Quartetto concertante di Carl Czerny. Da dieci anni è quotidianamente in onda su Radio Classica: la sua trasmissione “Il pianista” è divenuta un riferimento nel panorama divulgativo italiano. Collaboratore delle riviste MUSICA e Classic Voice, è inoltre direttore editoriale del network ClassicaViva. Ha scritto per Zecchini Editore il libro Da Benedetti Michelangeli alla Argerich – Storia contemporanea dei pianisti classici, trenta voci per la Guida alla musica da concerto di Zecchini Editore e ha pubblicato per LIM di Lucca il volume monografico Le ultime sonate di Schubert – Contesto Testo Interpretazione, oltre a saggi sulla liederistica di Schumann e le mélodies di Poulenc e Debussy. Spesso impegnato in lezioni-concerto, ha tenuto recentemente conferenze al pianoforte su Les Chevaliers de la Table ronde di Hervé, Mirandolina di Martinu e Gina di Cilea nelle Sale Apollinee del Teatro La Fenice di Venezia e un incontro sul Ring di Wagner per gli studenti di Estetica dell’Università degli Studi di Milano. Collabora come pianista e consulente musicale alla realizzazione del cartone animato “Max & Maestro”, che ha fra i protagonisti Daniel Barenboim. Ha composto le musiche per i cortometraggi Elsa’s kitchen e Anna e Marcel, proiettati al Centre Pompidou di Parigi. 57


GUITAR FESTIVAL

12 MAGGIO

Istituto Musicale “L. Boccherini”, Piazza del Suffragio

CONCERTO

Giovanni Passalia, pianoforte

L. van Beethoven (1770 – 1827)

6 Variazioni in Fa maggiore op. 34 Tema (Adagio cantabile), Var. 1, Var. 2 (Allegro ma non troppo), Var. 3 (Allegretto), Var. 4 (Tempo di Minuetto), Var. 5 (Marcia. Allegretto), Var. 6 (Allegretto), Coda (Adagio molto).

15 Variazioni e fuga in Mi bemolle maggiore op. 35

C. Debussy (1862 – 1918)

Berceuse Heroïque pour rendre Hommage à S.M. le Roi Albert I de Belgique et à ses Soldats

Malipiero (1882 – 1973)

Poemi Ascolani (1961) La notte dei morti, Dittico, I partenti

M. Ravel (1875 – 1937)

Le tombeau de Couperin Prélude, Fugue, Forlane, Rigaudon, Menuet, Toccata

5858

Giovanni Passalia, nato a Lucca, si è diplomato in pianoforte con il massimo dei voti, la lode e la menzione ad honorem all’Istituto Superiore di Studi Musicali “L. Boccherini” di Lucca sotto la guida della Prof.ssa Clara Cesa Luporini. Successivamente a Roma è stato allievo di Carlo Bruno, con il quale ha seguito moltissimi corsi di perfezionamento e masterclass apprendendo i fondamenti della tecnica della prestigiosa scuola pianistica napoletana di Vincenzo Vitale. Ha frequentato inoltre corsi di perfezionamento con il pianista Carlo Zecchi al Mozarteum di Salisburgo e con il Maestro Konstantin Bogino. Nel 2007 ha conseguito, presso l’ISSM “L. Boccherini”, il diploma accademico di secondo livello. Si è classificato secondo assoluto al Concorso “B. Bartók” di Roma interamente dedicato alla musica del Novecento ed è stato finalista al Concorso Internazionale “A. Casella” di Napoli. Ha tenuto molti concerti sia da solista che in formazioni cameristiche in molte città suonando anche all’Auditorium RAI di Napoli con l’Orchestra “A. Scarlatti” della RAI di Napoli e registrando per Radio3. Negli ultimi anni ha ampliato il repertorio dedicandosi attivamente all’esecuzione di musica contemporanea. Svolge da molti anni attività di docenza di pianoforte presso numerose scuole e conservatori d’Italia. Attualmente ricopre la cattedra di Pratica e Lettura Pianistica presso il Conservatorio “A. Buzzolla” di Adria e insegna pianoforte presso la Scuola di Musica Sinfonia di Lucca.


OPEN PIANO 14 e 15 MAGGIO

Istituto Musicale “L. Boccherini”, piazza del Suffragio

MASTERCLASS Docente: Andrea Lucchesini

Andrea Lucchesini, formatosi alla grande scuola pianistica di Maria Tipo, s’impone all’attenzione internazionale giovanissimo con la vittoria del Concorso Internazionale “Dino Ciani” presso il Teatro alla Scala di Milano. Suona da allora in tutto il mondo con orchestre prestigiose e i più grandi direttori, suscitando l’entusiasmo del pubblico per la combinazione tra solidità di impianto formale nelle sue esecuzioni, estrema cura del suono, raffinatezza timbrica e naturale capacità comunicativa. La sua ampia attività, contrassegnata dal desiderio di esplorare la musica senza limitazioni, lo vede proporre programmi che spaziano dal repertorio classico a quello contemporaneo, sia in concerto sia in numerose registrazioni in disco, dalle giovanili incisioni per EMI (Sonata in si minore di Liszt, Sonata op. 106 Hammerklavier di Beethoven, Sonata op. 58 e Preludi op. 28 di Chopin) fino alla festeggiatissima integrale live delle 32 Sonate di Beethoven (Stradivarius), mentre con Giuseppe Sinopoli e la Staatskapelle di Dresda ha inciso per Teldec due capolavori del ‘900 come Pierrot lunaire di Arnold Schönberg ed il Kammerkonzert di Alban Berg. Appassionato camerista, collabora regolarmente con artisti di grande prestigio: in duo con il violoncellista Mario Brunello ha inciso l’integrale dell’opera beethoveniana, le Sonate di Brahms, e inoltre composizioni di Chopin, Schumann, Schubert e Lekeu. Con il Quartetto di Cremona ha registrato nel 2016 per Audite il Quintetto op. 14 di Saint-Saëns, mentre recentissima è l’incisione live della Fantasia Corale di Beethoven, con Fabio Luisi alla testa di Orchestra e Coro del Maggio Musicale Fiorentino. Per BMG ha inciso il Concerto II Echoing curves di Luciano Berio sotto la direzione dell’autore: questa registrazione segna una delle tappe fondamentali di una stretta collaborazione con Berio, accanto al quale Lucchesini vede nascere Sonata (l’ultimo e impegnativo lavoro del compositore italiano per pianoforte solo), eseguita in prima mondiale nel 2001 e successivamente consegnata - con tutte le altre opere pianistiche di Berio - a un disco AVIE Records divenuto rapidamente edizione di riferimento. Convinto che la trasmissione del sapere musicale alle giovani generazioni sia un dovere morale, Lucchesini si dedica con passione anche all’insegnamento, attualmente presso la Scuola di Musica di Fiesole, di cui è stato dal 2008 al 2016 direttore artistico. Tiene inoltre frequenti masterclass presso importanti istituzioni musicali italiane ed europee, tra cui il Mozarteum di Salisburgo, ed è frequentemente invitato nella giuria dei più accreditati concorsi internazionali, oltre a far parte dal 2008 degli Accademici di Santa Cecilia. Nel 2017 ha ideato per gli Amici della Musica di Firenze il progetto artistico “Fortissimissimo Firenze Festival”, con l’obiettivo di dare spazio - anche attraverso nuove modalità organizzative - ai giovanissimi talenti italiani.

59


OSPITI IN CONCERTO 7 MARZO – Ore 21

Auditorium dell’Istituto Musicale “L. Boccherini”, Piazza del Suffragio

CONCERTO

Gábor Tarkövi, tromba Orchestra dell’ISSM “L. Boccherini” Direttore: GianPaolo Mazzoli

W.A. Mozart (1756 – 1791)

Sinfonia n. 1 in Mi bemolle maggiore K 16 Molto Allegro, Andante, Pesto

F.J. Haydn (1732 – 1809)

Sinfonia n. 104 in Re maggiore “London” Hob I:104 Adagio - Allegro; Andante; Minuetto: Allegro e Trio; Finale: Spiritoso Concerto per tromba in Mi bemolle maggiore Hob VIIe:1 Allegro; Andante; Finale: Allegro

Gábor Tarkövi discende da una famiglia di musicisti. Inizia lo studio dello strumento a 9 anni sotto la guida del padre. Dopo il diploma presso il Conservatorio di Janos Richter in Györ, prosegue gli studi presso la Teacher’s Training College of Ferenc Liszt Academy e al Ferenc Liszt Academy of Music. Ha iniziato la sua carriera presso la Württemberg Philharmonic Orchestra come tromba co-principale, per poi passare alla Berliner Sinfonie Orchester (oggi Konzerthausorchester Berlin) e nel 1999 alla Bayern Radio Symphony Orchestra come prima tromba. Dal 2004 ricopre il ruolo di

prima tromba dei Berliner Philharmoniker. Gábor Tarkövi suona inoltre in importanti ensemble di musica da camera e come solista, esibendosi in Europa, USA, Asia e tenendo concerti con importanti orchestre e direttori di fama mondiale. È docente presso l’Accademia H. von Karajan di Berlino e tiene corsi di perfezionamento in tutto il mondo. Si segnala da ultimo la registrazione, tra gli altri, di due suoi CD: Italian Trumpet Concertos con Mojca Erdmann e Trumpet Concertos con la Bamberg Symphony Orchestra diretta da KarlHeinz Steffens.

69


GUITAR FESTIVAL

24 APRILE – Ore 21

Auditorium dell’Istituto Musicale “L. Boccherini”, Piazza del Suffragio

CONCERTO Pietro Rigacci, pianoforte Elena Giannesi, oboe Remo Pieri, clarinetto Gianfranco Dini, corno Davide Maia, fagotto

W.A. Mozart (1756 – 1791)

Quintetto per pianoforte e fiati in Mi bemolle maggiore K 452 Largo - Allegro moderato; Larghetto; Rondò: Allegretto Pietro Rigacci, nato a Firenze, si diploma contemporaneamente con la massima votazione e la lode, in pianoforte con Maria Tipo ed in composizione con Carlo Prosperi, presso il Conservatorio “L. Cherubini” di Firenze, ottenendo già all’età di 23 anni la cattedra di composizione presso l’Istituto Musicale “L. Boccherini” di Lucca nel 1978. Con il primo premio al Concorso Internazionale “Pozzoli” nel 1977, ed i premi ai concorsi di Lisbona, “Clara Haskil” e “Dino Ciani” ha cominciato una brillante carriera pianistica suonando nei più importanti teatri italiani e all’estero, incidendo anche per la Fonè, e registrando per la BBC, oltre ad aver tenuto concerti trasmessi in diretta dalla Rai, dalla televisione francese ed anche in diretta streaming su Internet. Molto note sono le sue lezioni-concerto sulle 32 Sonate di Beethoven, tenute sia in sale da concerto che presso istituzioni musicali quali la Scuola di Musica di Fiesole, il Conservatorio “L. Cherubini” di Firenze, “Atelier Piano +” a Parigi e per il sito web “pianosolo.it”. Diversi video di queste presentazioni ed esecuzioni si trovano sul canale YouTube Pietro Rigacci live concerts. Da sempre unisce alla carriera pianistica quella compositiva che include le opere liriche Sogno di una notte di mezza estate, Magiche Rime Arcane e diversi lavori orchestrali e cameristici.

7070

L. van Beethoven (1770 – 1827)

Quintetto per pianoforte e fiati in Mi bemolle maggiore op. 16 Grave - Allegro ma non troppo; Andante cantabile; Rondò: Allegro ma non troppo


OSPITI IN CONCERTO Elena Giannesi ha studiato con i maestri De Santis, Guido Tagliabue e Marco Bruno diplomandosi al Conservatorio “L. Cherubini” di Firenze nel 1985 dove ha conseguito anche il diploma di secondo livello con 110 e lode. Si è perfezionata con Tagliabue, Schoellenberger, Pierlot, Indermühle, Pollastri, Borgonovo e con il maestro Giuliani per il corno inglese. Ha collaborato con: OGI, ORT, Orchestra Arena di Verona, Orchestra Internazionale d’Italia, Orchestra Sinfonica dell’Aquila, Orchestra del Teatro di Treviso, Teatro Lirico di Cagliari, Orchestra Città Lirica, Toscanini di Parma, Orchestra Teatro alla Scala di Milano. Ha collaborato inoltre con l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, Teatro Carlo Felice di Genova, il Festival Pucciniano, Teatro La Fenice di Venezia. Ha suonato con direttori di fama internazionale quali Lorin Maazel, Riccardo Muti, Daniel Oren. È stata invitata a suonare il corno inglese nella sua orchestra dal M° Gustav Kuhn per le stagioni di Erl (Austria). Con varie orchestre e gruppi da camera ha preso parte a numerose tournées in Cina, Francia, Inghilterra, Austria, Spagna, Malta e Australia (dove ha tenuto diverse lezioni all’Università di Melbourne). Vincitrice del Concorso a titoli ed esami per l’insegnamento dell’oboe nei conservatori di musica nel 1992, è stata docente di ruolo di oboe presso il Conservatorio “Palestrina di Cagliari” e attualmente è titolare della cattedra di oboe presso l’ISSM ”L. Boccherini“ di Lucca. Remo Pieri ha studiato con M. Del Vicario, C. Leister, V. Mariozzi, G. Riccucci. Terminati gli studi si aggiudica il “Premier Prix” al Conservatoire National Supérieur di Parigi all’unanimità della commissione sotto la guida del M° P. Cuper. Ha collaborato con importanti orchestre tra le quali l’Orchestra Regionale Toscana, l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, l’Orchestra della Bretagna. Per molti anni primo clarinetto dell’Orchestra da Camera Lucchese, da oltre 20 anni ricopre il ruolo di primo clarinetto dell’Orchestra del Festival Puccini di Torre del Lago. Ha suonato con artisti quali C. Rossi, P. Vernikov, A. Bologni, A. Russin, A. Meunier, A. Lieberman, K. Bogino, S. Pahor, P. Cuper, C. Scarponi e molti altri. Ha tenuto concerti in Europa, Cina, Brasile, USA e Italia. Membro dell’Accademia Italiana del Clarinetto di Camerino, è docente di clarinetto dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “L. Boccherini” di Lucca. 71


GUITAR FESTIVAL

28 APRILE – Ore 21

Auditorium dell’Istituto Musicale “L. Boccherini”, Piazza del Suffragio

CONCERTO

Savi pizzichi e pazze pizziche

Massimo Lombardi, oud, liuto, arciliuto, chitarra barocca Silvio Rosi: chitarra barocca, colascione, tiorba Donato Sansone, colascione, salterio, percussioni

Presentazione Le origini più remote degli strumenti a corde pizzicate sono da ricercare in Oriente, ed anche i loro nomi ne sono testimonianza. Se i liutai cinquecenteschi e secenteschi si sono letteralmente sbizzarriti a progettare e costruire strumenti di diverse fogge e dimensioni, purtroppo tale assortimento è andato progressivamente perdendosi, per rimanere testimonianza sulle tele di Caravaggio, Baschenis ed altri pittori dell’epoca; conseguentemente, durante tutto l’Ottocento, si è perduto un mondo di finezze e ricchezze timbriche che verranno evocate nelle musiche qui proposte. Il programma del concerto volge lo sguardo verso varie peculiarità musicali, che sottolineano aspetti curiosi, talvolta spiritosi, talvolta intensi, del repertorio liutistico in auge nel Rinascimento e nel primo Barocco. In questi periodi furono attivi alcuni straordinari compositori-liutisti e chitarristi; giusto per citarne alcuni: J.A. Dalza, A. Piccinini, J.H. Kapsberger, A. Falconieri, B. Castaldi, B. Gianoncelli, M. Bartolotti, G. Sanz, S. de Murcia, etc. Però, alle loro opere, si devono aggiungere le tante intavolature manoscritte che, seppure anonime, certamente non hanno una valenza artistica e storica secondaria; anzi, esse rappresentano un patrimonio musicale che è lo specchio di ciò che fu la reale vivacità musicale coeva.*1 Non c’è dubbio sulla popolarità che

il liuto – in tutte le sue fogge – ebbe nella variopinta stratificazione della collettività. All’interno di tutte le classi sociali si annoveravano suonatori di “lauto” e in tutte le location, dalle più nobili alle bettole, il suono del liuto e/o della chitarra era presente. Quindi, il pozzo da cui è possibile attingere materiale musicale di grande suggestione e bellezza è certamente molto ricco e pieno di possibilità esecutive capaci di rappresentare colori ed affetti differenti, ri-collocati nei diversi contesti. L’organico proposto permette di creare originali combinazioni strumentali, tuttavia tutt’altro che lontane dalla fruizione coeva. Com’è ormai ben risaputo, il «suonare in compagnia»*2 e l’improvvisazione erano la consuetudine. Pertanto, una composizione poteva avere differenti possibilità esecutive e l’estetica si adattava alle situazioni ed ai luoghi in cui l’esecuzione doveva trovare il suo significato. Insomma, la musica – eseguita con gli strumenti che si avevano a disposizione – passava attraverso contrapposizioni espressive ed affettive; tutto e il suo contrario; sobrietà ed eccesso: Savi pizzichi e pazze pizziche. La varietà delle composizioni palesano policrome timbriche che ridipingono uno spaccato di ciò che echeggiò nelle città italiane nei secc. XVI e XVII. La nostra è una passeggiata dentro una di esse.

*1. es.: il ms 774 di Lucca (Biblioteca Statale), il ms cl IV nr. 17 di Venezia (Biblioteca Marciana), i ms dell’Archivio di Stato di Perugia, ms del Duomo di Castelfranco Veneto, etc. *2. Cit. MS 774 di Lucca, Intavolatura di leuto da sonare e cantare (anonimo, secc. XVI-XVII)

7474


OSPITI IN CONCERTO J.A. Dalza Intavolatura di lauto, libro primo (1507) Calata ala spagnola ditto terzetti Calata ala spagnola Piva

Anonimo

Ms di Perugia,2 sec. XVII, Archivio di Stato - liuto Ciaccona 1 & Cecona 2

Tommaso Pace da Perugia Anonimo, ms del Duomo di Castelfranco Veneto (sec. XVI/XVII) Conde Claros Capriccio piacevole (girometta) Gentil madonna

Anonimo

Intavolatura di leuto da sonare e cantare, sec. XVI/XVII, ms 774 di Lucca Gamba Romanescha

Gaspar Sanz (1640 – 1710) Instrucción de musica sobre la guitarra española (1697) Españoletas Tarantela Folías

Anonimo

ms cl IV nr. 17 di Venezia, sec. XVII Piva

Girolamo Frescobaldi (1583 – 1643) Primo libro di toccate (1615) Partite sopra la Follia

Johann Hieronymus Kapsberger (1580 - 1651)

Poesie Amorose [intav. per chit. barocca] 1638 Sopra la follia (Sta pur ben nostro bel fusto)

Pico Foriano

Nuova scelta di suonate per la chitarra spagnola, Napoli, 1608 Tarantella

Athanasius Kircher

Magnes, sive de Arte magnetica, 1654 Tarantella: primus, secondus, tertius modus Tarantella

Stephen Storace (1762 – 1796)

A genuine letter […] concerning the bite of the tarantula, 1753 Tarantella di Torre Annunziata

Athanasius Kircher Magnes, sive de Arte magnetica, 1654 Tono hypodorio

Fernéndez de Huete (1657 – 1722)

Compendio numeroso de zifras armonicas […], 1704 La Tarantela

Giovanni Battista Abadessa Bitontino Cespuglio di varii fiori, 1635 La Pugliese

Athanasius Kircher

Libro IV d’intavolatura per chitarrone (1640) Canario

Magnes, sive de Arte magnetica, 1654 Antidotum tarantulæ Ottava siciliana (I parte) Alia clausola Ottava siciliana (II parte)

Tommaso Pace da Perugia

Anonimo (tradiz. Carpino – FG)

Poesie Amorose, [intav. per chit. barocca] 1638 Sopra la ciaccona (Non ci voglio più pensare)

Accomë j’éja fa’ p’amà sta donnë

Anonimo

Intavolatura di Ancona 1 (1644), ms 1AN Ms. Mus. 41 - cembalo 75


GUITAR FESTIVAL

Massimo Lombardi – oud, liuto, arciliuto, chitarra barocca – è laureato con lode in musicologia, presso l’Università degli Studi di Milano; in chitarra classica, presso il Conservatorio “G. Cantelli” di Novara, con il massimo dei voti; in musicoterapia ha ottenuto il titolo di Tecnico del modello Benenzon presso il Centro Musicoterapia Benenzon di Torino con il massimo dei voti per poi perfezionarsi con Guido Margaria. Dedicatosi anche all’esecuzione su strumenti storici, svolge attività concertistica ed ha al suo attivo numerose produzioni discografiche per Tactus, Stradivarius, Opus 111, Elegia Classics, etc. Si occupa di ricerca ed ha pubblicato studi di argomento musicologico. È docente di chitarra classica presso la Scuola di Musica Dedalo di Novara e del corso di “Intavolature di liuto e loro trascrizione” presso il Conservatorio “G. Verdi” di Torino. Silvio Rosi – chitarra barocca, chitarra battente, tiorba – ha studiato chitarra barocca all’Arts Academy di Roma con il Maestro Rosario Cicero e seguito corsi di perfezionamento in seminari internazionali con Rolf Lislevand. Si è dedicato a molteplici generi musicali suonando in gruppi di jazz e bossa-nova, esibendosi anche con musicisti di fama internazionale quali Lucio Capobianco, Gianni Basso e Gianni Cazzola. Ha inciso per Arts, Tactus, Ferag e Calliope. Ha tenuto numerosi concerti in Italia, Germania, Francia, Austria e Bielorussia e ha inoltre effettuato registrazioni per la radio e la TV tedesca ed austriaca. Donato Sansone – colascione, salterio, percussioni – studia e si perfeziona con David Bellugi presso la Scuola di Musica di Fiesole. Si laurea con lode in Storia della Musica. Nel 1987 consegue il Diploma di Merito presso l’Accademia Musicale Chigiana di Siena sotto la guida di René Clemencic. Nel 1993, presso il Conservatorio “L. Cherubini” di Firenze, consegue in un solo anno il Diploma di flauto dolce con il massimo dei voti. Insegna bibliografia musicale in diversi Conservatori e svolge attività concertistica come specialista di strumenti antichi e tradizionali. Ha tenuto centinaia di concerti presso prestigiose istituzioni italiane come ad esempio la Rai, il Maggio Musicale Fiorentino, Estate Fiesolana, la Fondazione “M. Fodella”, il Canto delle Pietre, Ravenna Festival e in diversi paesi stranieri

7676

(Austria, Germania, Francia, Svizzera, Croazia, Lettonia, Lituania, Estonia, USA, Australia, Marocco, Iraq). Ha registrato per RCA, Bongiovanni, Tactus, Arts, Dinamic, Foné etc. Ha pubblicato saggi di argomento musicologico.


OSPITI IN CONCERTO Daniele Boccaccio – cembalo – dopo il diploma si è laureato a Vienna in clavicembalo e organo presso la “Universität für Musik und darstellende Kunst” rispettivamente con Gordon Murray e Michael Radulescu. Ha un’intensa attività concertistica nazionale e internazionale sia come solista che continuista al cembalo ed ha inciso musiche in prima assoluta per le maggiori etichette discografiche. Dopo un incarico di insegnante come cembalista alla “Universität für Musik” di Vienna ha poi insegnato presso i Conservatori di Campobasso, Catania, Udine e di Adria. Attualmente è docente di Organo presso il conservatorio “A. Vivaldi” di Alessandria. Dal 2014 si dedica personalmente alla registrazione professionale audio e video in qualità di tecnico del suono ed è fondatore e direttore artistico della casa discografica Euterpe Classic Music, un’etichetta che distribuisce musica classica on-line, per la quale ha registrato l’integrale dell’opera per tastiera di Froberger dal manoscritto autografo. La sua ultima registrazione per Brilliant, un’inedita versione organistica del Clavicembalo ben Temperato di Bach, ha avuto la nomination per il premio della critica discografica tedesca.

77


GUITAR FESTIVAL

5 OTTOBRE – Ore 21

Auditorium dell’Istituto Musicale “L. Boccherini”, Piazza del Suffragio

CONCERTO

Nel mondo di J.S. Bach

Donato De Sena, tromba Simone De Sena, violoncello Chiara De Sena, percussioni Annamaria Guerrini, narratore

Programma Un trombettista il padre, un violoncellista il figlio, una percussionista la figlia, con la presenza istrionica di un’attrice-trasformista, tutti legati dalla passione per Bach, hanno commissionato a sei compositori (Battistelli, Biscione, Polito, Rigacci, Rossi e Verlingieri) brani che, partendo dalla partitura originale, rivedono a loro modo il mondo del compositore tedesco. Il “De Sena Trio” rievocherà la genialità bachiana in una performance musicale unita ad una narrazione coinvolgente ed accattivante ad opera di Annamaria Guerrini.

7878


OSPITI IN CONCERTO Anna Maria Guerrini, nata a Firenze si è diplomata alla Scuola di Teatro “Laboratorio Nove” nel 1995. Continua la sua formazione frequentando numerosi seminari e laboratori sulle diverse tecniche e discipline teatrali, tra gli altri: Remondi e Caporossi, Danio Manfredini, Monica Francia, Claudio Morganti, Laura Curino, Alessandro Benvenuti, Cristina Pezzoli, Natale Panaro. Debutta come attrice nel 1995 con lo spettacolo “Resistere” diretto da Barbara Nativi. Prosegue la carriera collaborando con Aster/Elsinor, centro di produzione teatrale con sede a Milano, per numerose produzioni e progetti, tra cui: “Vestita di verità” e “Giotto, l’uomo che dipinge il cielo” diretti da F. Palmieri; con produzioni Pupi e Fresedde/Teatro di Rifredi collabora per “l’ultimo giorno di un condannato a morte” di S. Massini. Nel 2014 debutta con “MATERNITÀ N°ONE ovvero il BIG BANG” interpretandolo sotto forma di monologo e scrivendone il testo. Si avvicina al teatro di figura e al teatro per bambini con varie compagnie, tra le altre: Aster/ELSINOR – “Robin Hood” regia di M. Bardini. Numerose produzioni ORT – Orchestra della Toscana – tra le quali “Romeo e Giulietta”, “Il pupazzo di neve” e “Il primo concerto dell’orsetto Paddigton” dove ha curato la regia. Per Teatro degli auras/Blanca Teatro – “Maria delle lenticchie”. Per il Teatrombria “Le sorellastre” e “La bella addormentata”. Attualmente è impegnata nelle tournée del suo spettacolo (Maternità n° one…) e nello spettacolo “Le Cognate” di M. Tremblay con la regia di Barbara Nativi. Organizza e conduce corsi di aggiornamento e laboratori per insegnanti e bambini.

79


GUITAR FESTIVAL

11 MARZO – Ore 17

Teatro dell’Olivo, Camaiore

CONCERTO

Ensemble di corni Allievi della classe di corno del M° Gianfranco Dini Ernesto Paquito Chiti, pianoforte

11 MARZO - Ore 21

Data da definire

Villa Borbone, Viareggio

Teatro San Girolamo, Lucca

CONCERTO

Boccherini Guitar Quartet Dario Vannini, Arody García, Fabio De Lorenzo, Giacomo Martinelli

Il Boccherini Guitar Quartet, (Quartetto di chitarre “Boccherini”) nasce nell’estate del 2016 con l’intento di sviluppare al massimo le potenzialità del repertorio composto per questa formazione cameristica. I quattro concertisti e didatti della chitarra Dario Vannini, Arody García, Fabio De Lorenzo e Giacomo Martinelli, uniti da una forte amicizia e da un interesse comune per la musica da camera, decidono di intraprendere questo percorso musicale che fin da subito li ha visti protagonisti in diversi concerti. La loro formazione didattica e il loro gusto musicale può vantare un denominatore comune che è il M° Giampaolo Bandini con il quale tutti sono nati artisticamente. Questo gli ha permesso di avere forte identità e intesa fin da subito. Il loro curriculum è ricco di primi premi in diversi concorsi nazionali ed internazionali e col-

8282

laborazioni con molti artisti di fama internazionale. Hanno ottenuto riconoscimenti ed effettuato masterclass con musicisti come Assad, Barrueco, Russell, Ghiglia, Perroy e tanti altri. Esordiscono a Siena nella Sala del Comune presso Piazza del Campo riscuotendo grande successo del pubblico presente. A seguire suonano a Lucca presso l’IMT e nuovamente a Siena presso il Salone del Cral (MPS). Da quel momento inizia una lunga serie di impegni e di concerti in diverse città italiane ed una importante collaborazione con la bailaora Francesca Stocchi che, con le sue coreografie e i suoi balli, arricchisce il loro programma da concerto. Grazie ai molti apprezzamenti ricevuti nel corso del 2017 avranno modo di esibirsi in festival nazionali di chitarra e sale da concerto nel corso di tutto il 2018 con il loro nuovo programma.


PERFORMANCES 25 MARZO – Ore 17.30

Villa Borbone, Viareggio

CONCERTO

Dawon Ghang, violino Ekaterine Gagnidze, pianoforte

Dawon Ghang, nata nel 1994, frequenta attualmente il 3° anno di triennio all’Istituto Superiore di Studi Musicali “L. Boccherini” nella classe di violino del M° Alberto Bologni. Ha ottenuto vari riconoscimenti a concorsi tra i quali: primo premio assoluto al Concorso Nazionale per giovani musicisti Città di Bardolino “Jan Langosz”; primo premio assoluto, primo premio ed un secondo premio al Concorso “Riviera della Versilia”, concorso a cui ha partecipato in più edizioni; secondo premio al Concorso “Premio Crescendo” di Firenze e terzo premio al Concorso “Riviera Etrusca”.

29 APRILE – Ore 17.30

Villa Borbone, Viareggio

CONCERTO

Ekaterine Gagnidze, pianoforte

Ekaterine Gagnidze, nata nel 1989 a Tbilisi (Georgia), inizia lo studio del pianoforte a 5 anni presso la Scuola di Musica “Zacharia Paliashvili”. Durante il periodo di studi ha partecipato a concorsi e si e esibita varie volte come solista con l’orchestra. Nel 2006 intraprende gli studi presso il Conservatorio Statale “Vano Sarajishvili” di Tbilisi. Nel 2008 ottiene il terzo premio al Concorso Internazionale per giovani pianisti in Spagna (Maiorca) e nel 2010 è stata premiata al Concorso Rachmaninov in Germania (Frankfurt); nello stesso anno vince il Grand Prix al Concorso Pianistico Internazionale in Armenia. Nel 2010 continua gli studi presso il Conservatorio Statale “Vano Sarajishvili” di Tbilisi frequentando il corso di Master. Nel 2011 gli vengono assegnate, dopo aver vinto la selezione, le borse di studio di “Manana Doijashvili”, Direttore del Conservatorio, e del famoso pianista Aleksandr Toradze. Nel 2012 frequenta varie masterclass; tra queste il corso con il Prof. Hans-Jurg Strub in Germania. Dal 2015 lavora nella Scuola di Musica di “Zacharia Paliashvili” come insegnante di pianoforte e si esibisce regolarmente in concerti. 83


GUITAR FESTIVAL

14 APRILE – Ore 21

Teatro dell’Olivo, Camaiore

CONCERTO Irene Benedetti, flauto Simone Rugani, pianoforte

Irene Benedetti, dal 2015 frequenta l’ISSM “L. Boccherini”, sotto la guida del M° Filippo Rogai. Ha partecipato a numerose masterclass con A. Oliva, P. Taballione, M. Marasco, F. Colajanni, M. Evangelisti, F. Loi, N. Mazzanti, S. Lombardi. È primo flauto e ottavino dell’Orchestra MaBerliner, con cui ha tenuto numerosi concerti in Italia e alcune città europee come Monaco, Montecarlo, Dresda, Barcellona e Praga.

Data da definire

Teatro San Girolamo, Lucca

CONCERTO

Samuele Drovandi, pianoforte

Samuele Drovandi, nato a Prato nel 1996, è iscritto al primo anno del corso di Diploma accademico di I Livello in pianoforte sotto la guida della Prof.ssa Maria Gloria Belli. Nel 2011 inizia a frequentare la scuola “G. Verdi” di Prato con Alessandro Barneschi e nel 2013 partecipa al concorso “Vito Frazzi” di Scandicci aggiudicandosi il Primo Premio. Vince una borsa di studio conferita dall’Associazione “Fioravanti” alla scuola “G. Verdi”. Ottiene il terzo premio al concorso “Etruria” di Piombino, il Primo Premio con borsa di studio al Concorso “Riviera della Versilia” e si classifica al primo posto alla rassegna europea tenutasi al “Tettuccio” di Montecatini Terme. Nel 2015 si esibisce nel salone degli “Amici dell’Opera” del Teatro Manzoni di Pistoia, nella Cattedrale Notre-Dame de Taverny (Francia) come solista e in-

8484

sieme all’Orchestra d’archi della Scuola “G. Verdi” di Prato. Nell’aprile 2016 si aggiudica il secondo premio al Concorso “Etruria” di Piombino e partecipa, a maggio, al Concorso Internazionale “Clara Wieck Schumann” aggiudicandosi il primo premio. Nel 2017 forma con il soprano B. Gaggioli il duo Sehnsucht, con cui sta affrontando il repertorio liederistico. Ha frequentato il corso di perfezionamento all’Accademia Internazionale Musicale di Roma (AIRM) sotto la guida del M° Konstantin Bogino. Recentemente ha partecipato al Concorso Internazionale “Premio Crescendo AGIMUS” di Firenze aggiudicandosi il primo premio assoluto di categoria e al Premio Crescendo come miglior pianista con borsa di studio e tre concerti premio. Nello stesso anno si aggiudica il Primo Premio al concorso “Riviera della Versilia”.


PERFORMANCES 28 APRILE – Ore 21

Teatro dell’Olivo, Camaiore

CONCERTO Agnese Manfredini, flauto Stefano Teani, pianoforte

Agnese Manfredini, viene ammessa all’ISSM “L. Boccherini” nel 2010 sotto la guida del M° Filippo Rogai, conseguendo il diploma accademico di primo livello in flauto nel 2017 con 110 e lode. Attualmente frequenta il primo anno del biennio di flauto. Ha inoltre partecipato a numerose masterclass con flautisti prestigiosi. È stata premiata ai concorsi “Riviera Etrusca” e “Crescendo”. Nel 2017 viene selezionata come rappresentante toscana all’interno nel concorso “Soroptimist”. Ha inoltre vinto l’audizione per entrare a far parte dell’ONCI (Orchestra Nazionale dei Conservatori Italiani).

Stefano Teani, ha conseguito il diploma in pianoforte ed in composizione presso l’ISSM “L. Boccherini”. Dal 2015 comincia inoltre il suo percorso sotto la guida del M° G. Kuhn. Nell’estate 2016 viene selezionato dal Mº R. Muti per frequentare la sua “Italian Opera Academy”. Ha conseguito il Master in Musica Applicata all’Immagine. Svolge un’intensa attività compositiva e concertistica in Italia e all’estero esibendosi in Australia, Austria, Francia, Regno Unito, San Marino, Stati Uniti.

85


GUITAR FESTIVAL

Data da definire

Teatro San Girolamo, Lucca

CONCERTO Lucas Spagnolo, flauto Simone Rugani, pianoforte

Lucas Spagnolo, studia dal 2009 all’ISSM “L. Boccherini”, sotto la guida del M° Filippo Rogai. Ha frequentato vari masterclass con M. Marasco, M. Ancillotti, J. Bálint, A. Oliva, F. Colajanni, S. Lombardi, P. Taballione, G. Pretto, A. Lieberknecht. È vincitore di concorsi come: “Riviera della Versilia” (2011), “Riviera Etrusca” (2015), “Giuseppe Peloso”(2015), “Crescendo” (2015 e 2017), “Gazzelloni” (2017) . Simone Rugani, si è diplomato sotto la guida di Nadia Lencioni. Ha suonato nell’ambito del Festival Città di Lucca, dei Concerti di Villa Bertelli, del Festival REBUS 2014 e altri. Inoltre per il Teatro del Giglio, Le X Giornate, la “Chamber Music Society of Järfälla” (SWE), il Royal College of Music di Stoccolma, l’Istituto Italiano di Edimburgo, l’Istituto di Cultura Russa di Roma. Vincitore di numerosi concorsi, ha registrato un DVD di musiche di Cesare Galeotti e un CD dedicato a Debussy e Stravinsky. Ha seguito master con F. Datteri, A. delle Vigne, M. Widlund, B. Berman, P. Gililov e P.N. Masi. Attualmente studia con K. Bogino e L. Pietrocini.

8686


PERFORMANCES 13 MAGGIO – Ore 17

Teatro dell’Olivo, Camaiore

CONCERTO

Lorenzo Manfredi, pianoforte

L. van Beethoven (1770 – 1827)

Sonata n. 30 in Mi bemolle maggiore op. 109 Vivace ma non troppo, Prestissimo, Andante molto cantabile ed espressivo

C. Franck (1822 – 1890)

Prélude, Choral et Fugue in Si minore op. 21

M. Ravel (1875 – 1937) Jeux d’eau op. 30

F. Chopin (1810 – 1849)

Sonata n. 2 in Si bemolle minore op. 35 Grave. Doppio movimento; Scherzo; Marcia funebre: Lento; Finale: Presto

Lorenzo Manfredi inizia lo studio del pianoforte all’età di 6 anni sotto la guida della professoressa Filomena Salvati. Dal 2009 studia presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “L. Boccherini” di Lucca dove attualmente frequenta il X anno della classe di pianoforte principale della Professoressa Nadia Puccinelli. Si è esibito in varie occasioni, fra cui “Piano, pianissimo...anzi fortissimo” a Pistoia, un concerto in omaggio a Theodor Döhler e Franz Liszt presso il Casino di Bagni di Lucca, “Fantasmi e leggende” a Santa Margherita Ligure e si è esibito presso il “Palazzo Blu” di Pisa, eseguendo il programma proposto su un pianoforte Pleyel d’epoca. Ha partecipato a masterclass tenute da Pietro De Maria, Vincenzo Balzani, Irene Veneziano, Sandro Ivo Bartoli, Alberto Nosè, Boris Bermann, Sven Birch e altri. Ha tenuto un recital solistico alla “Fazioli Showroom” di Milano e alla “Ciampi Luxury Gallery” a Roma. Ha preso parte alla rassegna “Open 2016 - Performance” dell’Istituto Musicale “L. Boccherini” di Lucca.

87


GUITAR FESTIVAL

20 MAGGIO – Ore 17.30

Museo della Marineria, Viareggio

CONCERTO

Letizia Cappellini, soprano Arianna Tarantino, pianoforte Antonino D’Eliseo, flauto Héctor Cruz, chitarra

Letizia Cappellini, nata a Pisa, a Marzo 2016 si laurea con lode in canto lirico presso l’ISSM “L. Boccherini” di Lucca con il M° Giovanni Dagnino e attualmente si sta perfezionando sotto la guida della soprano Maria Billeri. Ha alle sue spalle un’intensa attività concertistica che l’ha vista esibirsi come solista in importanti manifestazioni musicali. Tra queste la partecipazione alla stagione concertistica dell’Oratorio degli Angeli Custodi nel 2012, la prima mondiale dell’Oratorio “Il terzo giorno” composto dal M° Massimo Marinai nel ruolo di Maddalena, il concerto dedicato a Giuseppe Verdi con la Corale Pisana nel dicembre 2013, il Concerto per l’UNESCO nel febbraio 2014, la Spatzen-Messe di W. A. Mozart e il Requiem di Serrao (prima mondiale) nel giugno 2015, lo “Stabat Mater” di Giovanni Battista Pergolesi, il “Gloria” di Antonio Vivaldi nell’aprile 2016, il concerto dedicato a Giacomo Puccini nel maggio 2016 al Teatro del Giglio di Lucca, il concerto di arie da camera di Döhler nel settembre e ottobre 2016, nel gennaio 2017 e 2018 si è esibita a Milano presso gli Amici del Loggione del Teatro alla Scala e nell’aprile 2017 ha debuttato nella Messa Solenne K 137 di W. A. Mozart (prima esecuzione assoluta in Toscana). Da maggio a settembre 2017 sarà impegnata presso vari festival della Toscana e della Liguria, tra questi: “Vernazza Opera Festival”, “Suoni nell’infinito Opera Festival” e “San Giacomo Festival” esibendosi con celebri arie del repertorio italiano. Nell’ambito operistico iniziando dal 2014 ad oggi è apparsa come Susanna nell’opera “Le Nozze di Figaro”, “Il piccolo spazzacamino” di Britten nel ruolo di Rosa la bambinaia, in “Suor Angelica” di Puccini nel ruolo di Suor Genovieffa, in “Dirindina” di Scarlatti nel ruolo del titolo, in “Elisir d’amore” come Adina e Musetta nella “Bohème” di Puccini. Ha preso parte a due produzioni nell’ensemble vocale dell’opera studio LTL nei teatri di Pisa, Lucca e Livorno in occasione di “Napoli milionaria” di Nino Rota nel gennaio e febbraio 2013 e in “La vedova allegra” di Franz Lehár nel periodo di gennaio e febbraio 2016. Ha seguito masterclass con importanti nomi della lirica internazionale come il M° Herbert Handt, Katia Ricciarelli, Bernadette Manca Di Nissa, Renata Lamanda, Laura Niculescu, Giovanna Casolla, Silvano Carroli, Luigi Roni, Fabio Armiliato, Rolando Panerai, Stefano Antonucci. Ha fatto parte dell’Accademia Lorenzo Malfatti nel luglio 2013 vincendo la borsa di studio “Bernardo Romei” e dell’Accademia di Alto Perfezionamento di Torre del Lago Puccini 2015, prendendo parte alla produzione del Tabarro. Ha vinto la borsa di studio “Ezio Ricci” alla 16a edizione del Concorso “Spiros Agriris 2015” di Sarzana Opera Festival. Ad Agosto 2017 si aggiudica il terzo posto al Concorso Nazionale “Premio Sardegna città di Iglesias” e a settembre al Concorso lirico Internazionale “Teatro Besostri” di Mede vince il ruolo di Clorinda nella “Cenerentola” di Gioacchino Rossini. Nel luglio 2017 ha partecipato come uditore presso l’Accademia del ROF (Rossini Opera Festival).

8888


GUITAR FESTIVAL

Antonino D’Eliseo, nato a Palermo il 16 novembre 1994, ha cominciato lo studio del flauto traverso all’età di 11 anni. Si è diplomato al Conservatorio “V. Bellini” di Palermo nel 2014 ed ha proseguito gli studi all’AIF (Accademia Italiana del Flauto) frequentando il triennio di perfezionamento con il M° Michele Marasco. Ha preso parte a numerose masterclass in qualità di allievo effettivo con maestri di fama mondiale come ad esempio: Leon Berendse, Andrea Oliva, Giampaolo Pretto, Paolo Taballione. Ha frequentato il Corso di Alta Formazione con il M° Patrick Gallois all’Accademia Chigiana ottenendo il Diploma di Merito. Attualmente esercita un’attività concertistica sia in qualità di solista che in formazioni cameristiche e orchestrali.

Héctor Alonso Cruz Cardoso, nato a Città del Messico nel 1990, nel 2005 inizia a studiare musica presso il “Conservatorio de las Rosas” di Morelia (Messico) con il M° di fama internazionale Víctor Pellegrini. Dopo il diploma di scuola superiore presso un Liceo musicale consegue la laurea in chitarra sotto la guida del M° Rodrigo Nefthalí López Alarcón. Ha preso parte a numerosi corsi di perfezionamento con maestri come Zoran Dukić, Pavel Steidl, Adriano del Sal, Judicael Perroy, e molti altri. Nel 2012 ha frequentato un corso di perfezionamento con il chitarrista Adriano del Sal. Nel 2013 si è laureato con lode e menzione d’onore presso il “Conservatorio de las Rosas”. Nel 2015 è stato premiato con il primo premio al Concorso Nazionale di Toluca (Messico); ed ha seguito un corso di perfezionamento con il M° Mauro Zanatta. Nel 2017 ha vinto il primo premio assoluto nel Concorso Chitarristico Nazionale di Prato e primo premio assoluto nel Concorso Internazionale della Città di Sarzana. Ha tenuto concerti in varie sale e musei di Morelia. Ha tenuto concerti in altri stati del Messico come Colima, Queretaro, Città del Messico, Toluca e Guadalajara. È apparso in varie edizioni del “Festival de arte Joven”, “Festival de Musica Contemporánea de Morelia” e il “Festival Internacional de Guitarra de Morelia”. Ha suonato anche in diverse città italiane come Lucca, Piedicavallo, Prato, Parma e Sarzana. Attualmente frequenta il Biennio (Laurea di secondo livello) di chitarra presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “L. Boccherini” di Lucca nella classe del M° Giampaolo Bandini.

9090


PERFORMANCES 27 MAGGIO – Ore 17.30

Villa Borbone, Viareggio

CONCERTO

Betsabea Faccini, pianoforte

F. Chopin (1810 – 1849)

S. Rachmaninov (1873 – 1943)

Studio op. 10 n. 8

M. Ravel (1875 – 1937)

Studio op. 25 n. 7

Sonata n. 2 in Si bemolle minore op. 35 Grave. Doppio movimento; Scherzo; Marcia funebre: Lento; Finale: Presto Betsabea Faccini, inizia lo studio del pianoforte all’età di sei anni. Nel 2009, a soli 13 anni, viene ammessa all’Istituto Superiore di Studi Musicali “L. Boccherini” di Lucca, nella classe di composizione del M° Pietro Rigacci. Nel frattempo continua lo studio del pianoforte sotto la guida del M° Fabrizio Papi. Nel 2015 si iscrive al Triennio di pianoforte del medesimo Istituto ed entra nella classe del M° Riccardo Peruzzi. Nell’ottobre 2017 consegue il diploma in Composizione con il massimo dei voti e la lode. Ha al suo attivo numerosi concerti, solistici e in formazioni di musica da camera. Come solista ha partecipato a diversi concorsi musicali nazionali ed internazionali tra i quali il 14° Concorso Nazionale “Riviera della Versilia” (primo premio), il Concorso Pianistico Internazionale “Città di Alessandria” (secondo premio), il 24° Concorso Pianistico Internazionale di Cortemilia (primo premio assoluto - premio “Vittoria Caffa Righetti 2016”). Ha preso parte a numerose masterclass di pianoforte e di composizione tenute da importanti personalità quali Guido Salvetti, Massimiliano Damerini, Tatiana Levitina, Jin Ju, Sven Birch e Alberto Colla. Attivissima come compositrice, ha scritto numerosi brani per pianoforte solo e per due pianoforti, diverse composizioni per chitarra sola, chitarra e flauto, pianoforte e violino, pianoforte e flauto e un trio per pianoforte, violino e violoncello. Dal 2015 suona stabilmente in duo con il fratello Elia, pianista anch’esso. Oltre a

Etude-tableaux op. 39 n. 8 in Re minore

Gaspard de la nuit Ondine, Le Gibet, Scarbo

numerosi concerti, il “Duo Faccini” vanta diversi primi premi e primi premi assoluti in importanti concorsi pianistici nazionali ed internazionali, quali il 24° Concorso Pianistico Nazionale “Giulio Rospigliosi” (Lamporecchio), il 18° Concorso Nazionale “Riviera Etrusca” (Piombino), il 5° Concorso Pianistico Internazionale “Città di San Donà di Piave” (Venezia), il 2° Concorso Pianistico “La Palma d’Oro” (San Benedetto del Tronto).

91


GUITAR FESTIVAL

28 GIUGNO – Ore 21

Auditorium dell’Istituto Musicale ‘’L. Boccherini’’, Piazza del Suffragio

TEATRO ALL’OPERA

Interpreti: Yu Bai, Matteo Bocelli, Mimma Briganti, Xuelong Cao, Greta Doveri, Teng Guoce, Siming Hu, Francesco Lombardi, Daniel Paganini, Zhourong Ren, Linda Scaramelli, Serena Suffredini. Ideazione e regia: Giovanna Morelli Pianoforte: Luigi Nicolini Assistenti alla regia: Alice Blanda, Francesco Lombardi

Recitare il pentagramma: un’arte speciale non sempre onorata dai correnti allestimenti operistici. Secondo il Metodo Mimico Lirico elaborato da Giovanna Morelli, la brillante compagnia di “cantattori” della classe di Arte Scenica interpreta un nuovo medley di brani d’Opera, evidenziando caratteri e stilemi della “vita in musica”. Giovanna Morelli, laureata in estetica, è docente di Arte Scenica all’Istituto Musicale “L. Boccherini” di Lucca dal 1989, giornalista, critico teatrale (ANCT), regista e librettista d’Opera. Ha lavorato in produzioni liriche presso i più importanti enti e festival italiani, dalla Teatro alla Scala di Milano, al Teatro Comunale e alla Pergola di Firenze, dal Teatro Massimo di Palermo al Pucciniano di Torre del Lago. Ha studiato elementi di mimo con M. Marceau e Y. Lebreton ed ha approfondito la formazione registica con V. Puecher, F. Enriquez e A. Trionfo. Tra le sue pubblicazioni figura Dopo il Melodramma (Ets 2009), una monografia sul teatro di Sylvano Bussotti con il quale ha lungamente collaborato. Dedicatasi allo studio delle valenze psicoevolutive di arte e filosofia, è saggista e Analista biografico a orientamento filosofico

9292

(ABOF). Come relatore e docente è ospite presso Università, Accademie ed enti culturali tra i quali: Accademia di Alto Perfezionamento per cantanti lirici del repertorio pucciniano-Torre del Lago Puccini; Università di Genova, Facoltà di Scienze della formazione; Università di Siena, Facoltà di Lettere e Filosofia; Università di Firenze, Dipartimento di Filosofia; Università autonoma dello Stato di Morelos (Messico); Università “La Salle Cuernavaca”, Istituto Filosofico di Studi tomistici (Modena), Istituto Italiano di Cultura (Monaco di Baviera), Master in Artiterapie a orientamento psicofisiologico (Roma), Salone dell’Editoria Sociale (Roma), Festival dell’Autobiografia (Anghiari), Centro Culturale Philo (Milano), Master in Direzione Artistica e Management Musicale (Lucca). Luigi Nicolini, diplomato in pianoforte e composizione, è pianista nei maggiori centri europei e in molte trasmissioni Rai. Oltre a musica sacra, sinfonica e pianistica, ha composto l’opera La Zingara guerriera (Ricordi), eseguita al teatro Dal Verme di Milano da Dessì e Armiliato e Il dubbio, in un atto su libretto proprio. Vanta numerose pubblicazioni.


PERFORMANCES 4 OTTOBRE – Ore 18

Auditorium dell’Istituto Musicale “L. Boccherini”, Piazza del Suffragio

CONCERTO

dedicato a Giulio Briccialdi e Cesare Ciardi in occasione del 200° anniversario Allievi di biennio e triennio della classe di flauto del M° Mario Carbotta

Cesare Ciardi e Giulio Briccialdi, nati entrambi nel 1818 e morti rispettivamente nel 1877 e nel 1881, rappresentano due importanti punti di riferimento per il repertorio e la tecnica del flauto ottocentesco. Interprete acclamato in tutta Europa, maestro di flauto di Tchajkovskij e prediletto dallo

zar il primo, musicista tra i più fertili e geniali del suo tempo il secondo, interessato a tutti gli aspetti dell’arte musicale (composizione, didattica, esecuzione, organologia) vengono qui riproposti attraverso alcune loro pagine cameristiche tra le più originali.

9 OTTOBRE – Ore 18

Auditorium dell’Istituto Musicale “L. Boccherini”, Piazza del Suffragio

CONCERTO

Cristiano Cappagli, pianoforte

Cristiano Cappagli, 23 anni, frequenta attualmente il triennio di pianoforte nella classe del M° Carlo Palese. Fin dall’inizio degli studi musicali ha mostrato di avere interessi musicali ampi affiancando agli studi pianistici la pratica organistica e lo studio del violino. Ha partecipato a concorsi pianistici e a rassegne musicali come esecutore e parallelamente ha svolto varie attività di collaborazione. L’attività di pianista accompagnatore, maturata prima della sua ammissione presso l’ISSM “L. Boccherini” di Lucca, gli ha consentito, durante l’Anno Accademico 2016/2017, di superare la selezione volta ad individuare accompagnatori per varie scuole strumentali dell’Istituzione. Ha effettuato anche collaborazioni con cori di voci bianche ed ha recentemente intrapreso anche un’attività di docenza di pianoforte presso la Scuola “Geminiani” di Altopascio, dove è responsabile di un progetto che si rivolge ai bambini a partire dai 5 anni di età. 93


GUITAR FESTIVAL

13 OTTOBRE – Ore 18

Auditorium dell’Istituto Musicale “L. Boccherini”, Piazza del Suffragio

CONCERTO

Agata Minnocci, pianoforte Veronica Tripodi, pianoforte

Agata Minnocci ha iniziato lo studio del pianoforte all’età di cinque anni sotto la guida del Prof. Giorgio Fazzi. Si è esibita in occasione di numerose manifestazioni e appuntamenti musicali indetti dal Comune di Lucca, Pisa e Firenze, sia come solista che in formazioni cameristiche. Ha ricevuto numerosi riconoscimenti in concorsi nazionali e internazionali, fra cui il Terzo Premio e un Premio Speciale assegnato dall’ambasciatore Polacco alla VIII edizione dell’International Competition Chopin Golden Ring in Slovenia. Ha vinto nel 2014 una borsa di studio assegnata dall’Accademia Pianistica “Sonja Pahor” di Lucca. Ha seguito master di perfezionamento con S. Pahor, E. Stellini, K. Bogino, D. Rivera, P.N. Masi e A. Delle Vigne. Si è perfezionata inoltre in formazioni cameristiche con A. Nannoni, P.N. Masi e D. Comuzzi. Dal 2011 suona in duo con la violoncellista Rachele Nucci. Attualmente frequenta il terzo anno di Triennio presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “L. Boccherini” nella classe del Prof. Fazzi, e il terzo anno del corso di laurea in Fisica presso l’Università di Pisa.

9494

Veronica Tripodi, nata a Livorno, inizia il suo percorso pianistico presso la Scuola Media “G. Borsi”. Parallelamente si iscrive al Circolo Musicale “A. Scarlatti”, dove ha studiato con la Prof.ssa Alessandra Dezzi fino all’ammissione al Triennio all’Istituto Musicale “L. Boccherini”. Ha partecipato a esibizioni di duo pianistico presso la Scuola “Sant’Anna” di Pisa e alle performances artistiche dell’Istituto Musicale “L. Boccherini”. Inoltre ha frequentato masterclass di musica da camera con il fratello Matteo, violista, con la Prof.ssa Dorotea Vismara e di pianoforte con la Prof.ssa Tatiana Levitina e il Prof. Birch. In qualità di pianista accompagnatrice ha collaborato con scuole private della sua città, l’Istituto Musicale “L. Boccherini” e l’Istituto Musicale “P. Mascagni” di Livorno. Attualmente frequenta il primo anno di biennio di pianoforte con il Prof. Giorgio Fazzi.


PERFORMANCES 16 OTTOBRE – Ore 18

Auditorium dell’Istituto Musicale “L. Boccherini”, Piazza del Suffragio

CONCERTO Bach: 6 solo

Benedetta Mignani, Tommaso Bruno, Alice Palese, Dawon Ghang, Isabella Spadaro, violini

20 OTTOBRE – Ore 18

Auditorium dell’Istituto Musicale “L. Boccherini”, Piazza del Suffragio

CONCERTO

Leonardo Lucchesi, pianoforte

L. van Beethoven (1770 – 1827) Sonata n. 26 in Mi bemolle maggiore op. 81a Les Adieux (L’addio) Adagio, Allegro; (L’assenza) Andante espressivo; (Il ritorno) Vivacissimamente

F. Liszt (1811 – 1886)

Studio da Concerto n. 2 in Fa minore, La Leggerezza

C. Saint-Saëns (1835 – 1921) Studio op. 111 n. 6 Toccata

F. Chopin (1810 – 1849)

Notturno op. 27 n. 1 in Do diesis minore Notturno op. 55 n. 1 in Fa minore Ballata op. 52 n. 4 in Fa minore

B. Bartók (1881 – 1945)

Leonardo Lucchesi, nato a Castelnuovo di Garfagnana nel 1993, ha iniziato lo studio del pianoforte con il M° Rossano Giusfredi. Frequenta l’Istituto Superiore di Studi Musicali “L. Boccherini” di Lucca dal 2007, nella classe di pianoforte della Prof.ssa Maria Gloria Belli, superando con ottimi risultati gli esami di compimento nell’ambito del corso di vecchio ordinamento. È attualmente diplomando e ha preso parte alle masterlasses di Tiziano Poli, Sven Birch, Oleg Marshev e Tatiana Levitina (con cui ha frequentato anche il seminario di didattica pianistica). Nel 2015 ha preso parte a

Firenze presso il Salone dei 500 all’evento Bach in Black, occasione in cui è stato eseguito l’integrale del Clavicembalo ben temperato, organizzato dal M° Pietro Rigacci e dal M° Mario Ruffini. Ha suonato nell’ambito dell’evento Dalla terra verso le stelle con l’Orchestra dell’ISSM “L. Boccherini” diretta dal M° GianPaolo Mazzoli, in occasione dei 40 anni dal lancio della sonda spaziale Voyager, in presenza del Premio Oscar Dario Marianelli. Collabora con Scuole private della propria città e fa parte di un progetto di insegnamento musicale nelle scuole dell’infanzia.

Allegro Barbaro

95


PERFORMANCES 27 OTTOBRE – Ore 18

Auditorium dell’Istituto Musicale “L. Boccherini”, Piazza del Suffragio

CONCERTO

Gilberto Rossetti, pianoforte

Gilberto Rossetti, nato nel 1998, ha frequentato dal 2012 al 2016 i corsi di perfezionamento dell’Accademia Internazionale Musicale Romana (A.I.M. Roma) sotta la guida di Kostantin Bogino, Laura Pietrocini, Svetlana Bogino e Vladimir Ogarkov. Dal 2011 partecipa regolarmente ai corsi estivi del M° Konstantin Bogino. Ha partecipato a diverse rassegne musicali in Toscana e a diver-

si concorsi in Italia, fra i quali il concorso Musica Giovani a Bettona (PG) dove ha ottenuto il Primo Premio con la valutazione di 95/100 ed il concorso Giulio Rospigliosi a Lamporecchio vincendo il Secondo Premio con la valutazione di 91/100. Attualmente frequenta il triennio di pianoforte presso l’Istituto Musicale “L. Boccherini” di Lucca nella classe del Prof. Giorgio Fazzi.

97


1 ADV A5_2018.qxp_v 07/02/18 17:20 Pagina 1

GUITAR FESTIVAL

DOMENICA 27 MAGGIO 2018 ore 17 | Chiesa di San Francesco Lucca | Piazza San Francesco

Omaggio a Luigi Boccherini

27 MAGGIO 2018

Intervento musicale musiche di Boccherini Quartetto Dulce in corde Marina Del Fava violino Dawon Ghang violino Elisa Barsella viola Rachele Nucci violoncello Interventi a cura di

Marco Mangani Ingresso libero

ore 21 | Chiesa di Santa Caterina Lucca | Via del Crocifisso

Il quartetto d’archi da Lucca a Vienna

Concerto musiche di Boccherini, Beethoven, Mozart Quartetto Dulce in corde Marina Del Fava violino Dawon Ghang violino Elisa Barsella viola Rachele Nucci violoncello Intervento introduttivo a cura di

Marco Mangani Ingresso libero fino a esaurimento posti informazioni Centro studi Luigi Boccherini | telefono 0583 469225 centrostudi@luigiboccherini.it | www.luigiboccherini.it

programma completo: www.luigiboccherini.it

9898


EVENTI

101


GUITAR FESTIVAL

DANCE MEETING Dal 10 al 15 Aprile torna a Lucca il Dance Meeting. Un mosaico di eventi che coinvolge oltre 1000 danzatori professionisti e semplici amatori provenienti da tutto il mondo e che anima la città con le incursioni di performances tra musica e danza che si terranno nelle piazze e nei negozi del centro storico. Le esibizioni protagoniste dell’evento nascono dall’interazione tra i musicisti dell’Istituto Musicale “L. Bocche-

rini” e i danzatori del Codarts University of Arts di Rotterdam e quelli del Dip Dance Intensive Programme. L’evento è promosso dall’AED, Associazione Europea Danza in collaborazione con l’Istituto Musicale “L. Boccherini” nella persona della Prof.ssa Elena Giannesi in qualità di coordinatrice della parte musicale dell’evento. Per il programma completo consultare il sito www.aed.dance.

10 APRILE – Ore 17 e ore 18

Lu.C.C.A. - Lucca Center of Contemporary Art (Via della Fratta, 36)

INCURSIONI

Allievi dell’ISSM “L. Boccherini” Ballerini dell’Associazione Europea Danza

11 APRILE – Ore 10 e ore 11

Auditorium dell’Istituto Musicale “L. Boccherini”, Piazza del Suffragio

CONCERTO

Orchestra dell’ISSM “L. Boccherini” Ballerini dell’Associazione Europea Danza Direttore: GianPaolo Mazzoli

C. Debussy (1862 – 1918)

Children’s Corner Doctor Gradus ad Parnassum, Jumbo’s Lullaby, Serenade for the Doll, The Snow is Dancing, The Little Shepherd, Golliwogg’s Cake-Walk

102102


GUITAR FESTIVAL

13 APRILE – Ore 17:30

Piazza San Michele, Lucca

FLASH MOB TRA MUSICA E DANZA

13 APRILE – Ore 18

Auditorium dell’Istituto Musicale “L. Boccherini”, Piazza del Suffragio

DANZA CARACTERÍSTICA Boccherini Youth Guitar Orchestra

(In collaborazione con l’Associazione Europea Danza) Direttore: Dario Vannini Musiche di Leo Brouwer e autori sudamericani

L’orchestra giovanile di chitarre (circa 50 elementi) è formata dagli allievi delle classi dei corsi pre-accademici e di propedeutica musicale dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “L. Boccherini” e dai maestri Dario Vannini, Arody García, Lucia Guerra. Il progetto si avvale anche delle collaborazioni con il Liceo Musicale “G. Carducci” di Pisa (Mº Fabio de Ranieri), Liceo Musicale di Pisa e

104104

Accademia Musicale Toscana di Pontedera (Mº Giordano Bindi), Scuola Media “G. Galilei” di Cecina (Mº Valentina Fortunati), Istituto Comprensivo di Massarosa 1 (Mº Jacopo Perlini), Istituto Comprensivo “G. Pascoli” di Portoferraio (Mº Alessandro Bigio), Accademia Musicale e Scuola di Musica “G. Pardini” della Versilia (Mº Giacomo Martinelli).


EVENTI 14 APRILE – Dalle ore 17 alle ore 19

INCURSIONI

Allievi dell’ISSM “L. Boccherini” Ballerini dell’Associazione Europea Danza

Programma e luoghi delle Incursioni Ore 17:00 Piazza San Martino; ore 17:20 Piazza del Suffragio, ore 17:40 Piazza dei Mercanti, ore 18:00 Martinelli Luce Show-Room

(Via Santa Lucia, 9),

ore 18:20 Piazza San Michele, ore 18:40 Piazza Cittadella ore 18:40 Loggiato Confcommercio

Fillungo ore 19:00 Piazza San Frediano

15 APRILE – Dalle ore 11 alle ore 12:30

INCURSIONI

Allievi dell’ISSM “L. Boccherini” Ballerini dell’Associazione Europea Danza

Programma e luoghi delle Incursioni Piazza San Martino, Piazza San Michele, Piazza Cittadella, Piazza San Frediano

105


GUITAR FESTIVAL

26 MAGGIO

OPEN DAY dell’Istituto Musicale “L. Boccherini” Concerti, Incontri, Lezioni aperte, Visite guidate

Ore 11

Auditorium dell’Istituto Musicale “L. Boccherini”, Piazza del Suffragio

CONCERTO

Orchestra dell’ISSM “L. Boccherini” Ballerini dell’Associazione Europea Danza Direttore: GianPaolo Mazzoli

L. van Beethoven (1770 – 1827)

Concerto n. 4 per pianoforte e orchestra in Sol maggiore op. 58 Allegro moderato, Elia Faccini Andante con moto, Gilberto Rossetti Rondò: Vivace, Samuele Drovandi

Ore 18

Auditorium dell’Istituto Musicale “L. Boccherini”, Piazza del Suffragio

CONCERTO

Orchestra dell’ISSM “L. Boccherini” Ballerini dell’Associazione Europea Danza Ekaterine Gagnidze, pianoforte Direttore: GianPaolo Mazzoli

W.A. Mozart (1756 – 1791)

Sinfonia concertante in Mi bemolle maggiore per fiati e orchestra K 297B Allegro, Adagio, Andantino con variazioni

106106

L. van Beethoven (1770 – 1827)

Concerto n. 4 per pianoforte e orchestra in Sol maggiore op. 58 Allegro moderato, Andante con moto, Rondò: Vivace


EVENTI 20 GIUGNO – Ore 18

Auditorium dell’Istituto Musicale “L. Boccherini”, Piazza del Suffragio

CONCERTO

Laura Papeschi, arpa Orchestra dell’ISSM “L. Boccherini” Direttore: GianPaolo Mazzoli

C. Debussy (1862 – 1918)

Children’s Corner (trascrizione per orchestra di A. Caplet) Doctor Gradus ad Parnassum, Jumbo’s Lullaby, Serenade for the Doll, The Snow is Dancing, The Little Shepherd, Golliwogg’s Cake-Walk

Laura Papeschi, nata a Firenze, ha studiato arpa con la Prof.ssa Elisabetta Rossi presso il Conservatorio “L. Cherubini” di Firenze dove ha conseguito il diploma col massimo dei voti nel ‘91. Nel giugno 1996 ha conseguito il diploma del corso di perfezionamento di arpa presso l’Accademia Nazionale di S. Cecilia di Roma. Ha seguito corsi di perfezionamento in Italia e all’estero con i maestri J. Liber, S. Mildonian, F. Pierre, D. Watkins, E. Degli Esposti. Secondo premio al Concorso “Città di Asti” (1991), ha vinto numerosi primi premi in diversi concorsi quali il 3° Concorso Internazionale di Musica “Città di Tortona” (1993), IX° Concorso Nazionale di Esecuzione Musicale “Franz Schubert” (Tagliolo Monferrato, 1995), V Concorso Nazionale Giovani Musicisti di Montescudo, IV Concorso Musicale Internazionale “Riviera del Conero” (1996). Per la stagione 1999/2000 ha ricoperto il ruolo di Solo Harfenistin presso i Düsseldorfer Symphoniker Deutsch Oper am Rhein (Düesseldorf-Germania). È stata prima arpa dell’Orchestra “Città Lirica” (Puccini Festival di Torre del Lago). Prima arpa stabile presso l’Orchestra della Fondazione Teatro “C. Felice” di Genova dal 2001, ha collaborato e collabora come prima arpa con la Fondazione Arena di Verona, l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI di Torino, il “Teatro Bellini” di Catania, l’Orchestra Sinfonica dell’Emilia Romagna “A. Toscanini”, l’Orchestra del “Teatro alla Scala” di Milano, l’Orchestra Filarmonica della Scala di Milano e il Teatro Comunale di

Bologna. Svolge un’intensa attività concertistica come solista e in varie formazioni cameristiche anche con i solisti del Teatro Carlo Felice di Genova e dal 1995 al 2005 ha fatto parte del gruppo strumentale “Nuovo Contrappunto” formatosi nell’ambito del Laboratorio di musica contemporanea presso la Scuola di Musica di Fiesole coordinato dal M° Mario Ancillotti. Da tempo si dedica all’arpa celtica e alla cultura tradizionale irlandese. Ha insegnato arpa presso i Conservatori Statali di Musica di Messina, Potenza e Sassari. Attualmente è docente di arpa presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “L. Boccherini” di Lucca.

Danze per arpa e orchestra d’archi L 113 Danse sacrée, Danse profane

107


GUITAR FESTIVAL

Dal 5 al 7 MARZO

Istituto Musicale “L. Boccherini”, Piazza del Suffragio

MASTERCLASS DI TROMBA Docente: Gábor Tarkövi

Gábor Tarkövi discende da una famiglia di musicisti. Inizia lo studio dello strumento a 9 anni sotto la guida del padre. Dopo il diploma presso il Conservatorio di Janos Richter in Györ, prosegue gli studi presso la Teacher’s Training College of Ferenc Liszt Academy e al Ferenc Liszt Academy of Music. Ha iniziato la sua carriera presso la Württemberg Philharmonic Orchestra come tromba co-principale, per poi passare alla Berliner Sinfonie Orchester (oggi Konzerthausorchester Berlin) e nel 1999 alla Bayern Radio Symphony Orchestra come prima tromba. Dal 2004 ricopre il ruolo di prima tromba dei Berliner Philharmoniker. Gábor Tarkövi suona inoltre in importanti ensemble di musica da camera e come solista, esibendosi in Europa, USA, Asia e tenendo concerti con importanti orchestre e direttori di fama mondiale. È docente presso l’Accademia H. von Karajan di Berlino e tiene corsi di perfezionamento in tutto il mondo. Si segnala da ultimo la registrazione, tra gli altri, di due suoi CD: Italian Trumpet Concertos con Mojca Erdmann e Trumpet Concertos con la Bamberg Symphony Orchestra diretta da Karl-Heinz Steffens.

112112


GUITAR FESTIVAL

16 e 17 MARZO

Istituto Musicale “L. Boccherini”, Piazza del Suffragio

MASTERCLASS DI FLAUTO E TECNICA ALEXANDER Docente: Riccardo Parrucci

Riccardo Parrucci, musicista versatile a suo agio con vari linguaggi. Ha partecipato a trasmissioni radiofoniche sia con registrazioni che con musica in diretta (RAI - Mattino Tre, Radio Tre Suite). Con Hovercraft Ensemble ha registrato “ZigZag” (Silence SL 040) e “Est-Pop” (Cure F00126). Ha partecipato alla realizzazione del CD: “Charles & Mary” con il Bruno Tommaso Jazz Workshop (Onyx 025); “Eden” di Mauro Grossi Ensemble (Abeat AB JZ 109). Come compositore ha realizzato “Nostòs” (Radicimusic Records) con Extra Tempo Ensemble. Ha tenuto numerose masterclass, conferenze e seminari riguardanti il flauto, la didattica e la tecnica Alexander presso varie Istituzioni Musicali italiane ed europee lavorando a fianco di didatti quali C. Klemm, R. Scotto, T. Wye, B. Porena, F. Cappelli, D. Liebman, P. Fresu. È stato docente di flauto presso il Conservatorio di Sassari. Svolge attività didattica come insegnate di Tecnica Alexander, alla SMIM Borsi di Livorno e di “Tecniche di consapevolezza corporea”, presso l’ISSM “L. Boccherini” di Lucca.

114114


GUITAR FESTIVAL

4 MAGGIO

Istituto Musicale “L. Boccherini”, Piazza del Suffragio

MASTERCLASS DI VIOLINO Docente: Mark Messenger

Mark Messenger è uno dei più noti violinisti, direttori, insegnanti e pedagogisti attivi in Europa. Ha fatto parte dei quartetti Bochmann e Bingham e ha collaborato con musicisti del calibro di Y. Menuhin, Y. Gitlis, M. Vengerov, R. Wallfisch e molti altri. Molto richiesto come insegnante e commissario di concorsi, è stato direttore artistico della London String Quartet Week ed è membro del consiglio direttivo della London String Quartet Foundation. Collabora con la Oxford University Presse, il New Holland Publishing e l’Associated Board, per il quale ha curato la revisione delle opere per violino e piano di Elgar. I suoi studenti, provenienti da ogni parte del mondo, hanno vinto numerosi concorsi internazionali. Ha collaborato come pedagògo ai programmi di sensibilizzazione musicale di orchestre quali l’Academy of St. Martin in the Fields, la Brighton Philharmonic Orchestra, la English Symphony Orchestra and Colchester

116116

Borough Council. Dal 2000 è il direttore musicale ed artistico della Essex Young People’s Orchestra. È il capo dipartimento degli archi del Royal College of Music di Londra ed è consulente dell’Accademia Norvegese di Oslo.


NOTE D’ARTE 7 e 8 MAGGIO

Istituto Musicale “L. Boccherini”, Piazza del Suffragio

MASTERCLASS DI OBOE Docente: Luca Vignali

Luca Vignali si diploma con il massimo dei voti sotto la guida di G. Siviero, presso il Conservatorio “G.M. Martini” di Bologna. Già nel 1980 è primo oboe dell’Orchestra dell’Arena di Verona. Nello stesso periodo si perfeziona a Perugia con Harold Gomberg (primo oboe della New York Philharmonic). Nel 1981, sempre in qualità di strumento principale, fa parte dell’Orchestra Regionale Toscana, studiando nello stesso periodo ad Assisi con Lothar Koch (primo oboe dei Berliner Philharmoniker), che lo invita a frequentare l’Accademia H. von Karajan a Berlino. Durante gli studi in Germania collabora con i Berliner Philharmoniker sotto la direzione dello stesso Karajan e di altri illustri direttori quali L. Maazel, S. Ozawa e di D. Barenboim. Nel 1984 vince il concorso di primo oboe dell’Orchestra del Teatro di Roma, ruolo che tuttora ricopre. Nel 1986 è il primo italiano a essersi aggiudicato il primo premio al Concorso Internazionale di Martigny e nel 2000 si aggiudica il premio “Franco Alfano – Sanremo Classica”. A oggi ha collaborato con le più prestigiose orchestre italiane affrontando anche il repertorio solistico:

Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Orchestra Nazionale della RAI, Orchestra del Teatro alla Scala, Orchestra da Camera di Mantova, Orchestra Mozart. Insieme a solisti del calibro di Y. Bashmet, P. Vernikov, A. Pay, U. Ughi, S. Mintz, A. Specchi, A. Lonquich, M. Campanella si è dedicato al repertorio cameristico in tournée in Europa, Usa, America Latina, Giappone, Sud-Est asiatico. Dal 1998 collabora con Salvatore Accardo e l’Orchestra da Camera Italiana esibendosi anche al Senato della Repubblica. Nel 2001 ha inciso Live dal Mozarteum di Salisburgo, due adagi per oboe ed archi del compositore Vittorio Fael. Incide per le etichette: Edelweiss, Musikstrasse, Bongiovanni, EMI, Fonè, Tactus, Brilliant. Ha curato ed eseguito numerose trascrizioni per orchestra ed ensemble di fiati di composizioni dell’Ottocento italiano e la revisione dei trii di Corticelli per oboe, fagotto e pianoforte in collaborazione con A. Specchi, e P. Carlini. Dal 2014 collabora in qualità di insegnante con la Asian Youth Orchestra ed è inoltre docente ai corsi di biennio all’ISSM di Regio Emilia. Luca Vignali suona un oboe Yamaha Duet.

117


GUITAR FESTIVAL

9 e 10 MAGGIO

Istituto Musicale “L. Boccherini”, Piazza del Suffragio

MASTERCLASS DI PERCUSSIONI Docente: Andrea Bindi

Andrea Bindi, nato a Bolzano nel 1988, dopo aver vinto il concorso nel dicembre 2015 diventa a soli 27 anni il primo timpano dell’Orchestra del Teatro alla Scala sotto la direzione di Riccardo Chailly. Si è diplomato in percussioni con il massimo dei voti, lode e menzione d’onore presso il Conservatorio “Claudio Monteverdi” di Bolzano. Partecipa ai Corsi di Alto Perfezionamento presso l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma e studia privatamente con Raymond Curfs, Ernst- Wilhem Hilgers, Stephan Cürlis e Rainer Seegers. Inizia a lavorare molto giovane in orchestre importanti:

118118

Orchestra del Teatro Regio di Torino, Orchestra della Toscana, Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Orchestra Haydn di Bolzano e Trento, City of Birmingham Symphony Orchestra. Dal 2012 al 2015 è timpanista ospite presso il Teatro San Carlo di Napoli. Ha suonato sotto la bacchetta di direttori quali Riccardo Chailly, Zubin Mehta, Daniel Barenboim, Bernard Haitink, Myung-whun Chung, Fabio Luisi, Daniele Gatti, Alan Gilbert, Antonio Pappano, Paavo Järvi e molti altri. È docente di timpani presso l’Accademia del Teatro alla Scala.


NOTE D’ARTE 14 e 15 MAGGIO

Istituto Musicale “L. Boccherini”, Piazza del Suffragio

MASTERCLASS DI ARPA Docente: Emanuela Degli Esposti

Emanuela Degli Esposti inizia gli studi musicali a cinque anni divenendo una virtuosa della fisarmonica. Intrapreso anche lo studio dell’arpa, si diploma con il massimo dei voti sotto la guida di Alba Novella Schirinzi al Conservatorio di Bologna e completa gli studi con Judith Liber presso la Rubin Academy di Tel Aviv, divenendo sua assistente nei master internazionali dal 1986 al 2011. Segue le masterclass di S. Mildonian, F. Cambreling, M. Galassi e i corsi di Tecnica Alexander con F. Robinson, D. Bottaro. Premiata in vari concorsi, ha collaborato diversi anni come prima arpa con l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, le orchestre RAI di Napoli e Milano, gli enti lirici di Genova e Bari e l’Orchestra della Radio Svizzera Italiana, suonando sotto la direzione di Mehta, Prêtre, Muti, Oren, Chailly, Fischer, Inbal, Berio e molti altri. In veste di solista con orchestra ha eseguito le composizioni di Händel, Mozart, Dittersdorf, Gossec, Reinecke, Debussy, Ravel. Si esibisce in duo con l’arpista Ieuan Jones e tra le sue incisioni è di particolare rilievo il CD di autori contemporanei per Fonit Cetra; e altre incisioni per le etichette: Arts Fondation, Tactus, La Bottega Discantica, La Tosca. Nel 2017 è uscito per Tactus il CD dedicato a Vito Giuseppe Millico. L’interesse per la ricerca l’ha portata alla riscoperta di composizioni che, pubblicate nella collana UT Orpheus, sono state inserite nei programmi di importanti concorsi internazionali. È autrice del testo sulla prassi esecutiva Solo für die Harfe. Ha trascritto per arpa ed eseguito la Ciaccona di J.S. Bach pubblicata da Stella Mattutina Edizioni. Ha fatto parte della giuria di prestigiosi concorsi internazionali. È presidente dell’Associazione Italiana dell’Arpa dal 2014, dirige l’Orchestra di Arpe Leonardo Primavera ed è titolare della cattedra di arpa al Conservatorio Arrigo Boito di Parma. Ha tenuto masterclass e concerti solistici in molti paesi europei. Insieme a Lorenzo Montenz è direttrice artistica dell’International Harp Contest in Italy & Festival Suoni D’Arpa giunto nel 2017 all’ottava edizione.

119


Open 2018  
Open 2018  
Advertisement