Issuu on Google+

10812_Nazionale_OK_2505 8.qxd 23/01/12 16:39 Pagina 12

AsConAuto INFORMA

Mensile di informazione e cultura motoristica - ORGANO UFFICIALE DELLʼ ASSOCIAZIONE NAZIONALE CONSORZI CONCESSIONARI AUTO ANNO 10 N. 108 - FEBBRAIO 2012

SOS Alluvione A che punto è la raccolta fondi pro colleghi colpiti

a pagina

e r p m e S

ù i p

in

Pochi soldi per comprare auto nuove, il parco circolante invecchia e le officine lavorano di più. Così, anche in un momento difficile, AsConAuto riesce a mettere a segno un risultato positivo. Consorzio per consorzio, tutti i numeri relativi al 2011.

tl o a

3 Sincro Cagliari Aumentano i distretti. AsConAuto è in Sardegna!

a pagina

6 Integra Scocca l’ora dei software Gms che lo implementano

a pagina

10

www.asconauto.it


10812_Nazionale_OK_2505 8.qxd 23/01/12 16:39 Pagina 2

Da sinistra, nell’ordine, le homepage dei siti di Carel, All4all e A.M.G. Software, le società che realizzano i rispettivi software Gms battezzati ‘Go’, ‘Clerk’ e ‘Wgescar’. I primi due servono alla gestione delle autofficine, il terzo invece al management delle carrozzerie.

I vantaggi del gestionale Ed è proprio sull’acquisto di un software gestionale (Gms) tra quelli con implementazione Integra che le officine meccaniche e le carrozzerie - anche di piccole dimensioni - dovrebbero ora puntare, per snellire ulteriormente le procedure nel sistema di preventivazione e ordinazione (nonché fatturazione e pagamento) degli autoricambi originali presso i concessionari di riferimento. Ad esempio, già dalla fine del novembre scorso, presso il consorzio Doc di Lecco è in sperimentazione la versione Live di Integra, quella cioè che ‘viaggia’ esclusivamente su interfaccia web, senza bisogno di software Gms, ma sfrut-

tando l’accesso all’area riservata del sito. Da ora, invece, Lecco volta pagina e passa alla versione definitiva del progetto, quella basata

completamente sul colloquio automatico in background (senza necessità di uscire dal proprio gestionale) tra Gms dell’officina e Dms caricato nei sistemi informatici che amministrano il magazzino ricambi della concessionaria.A partire dal prossimo mese di marzo,

toccherà poi al consorzio Miro di Milano abbracciare Integra. Basta un click Addio perciò a telefono e fax. Gestire l’approvvigionamento dei ricambi via Gms è facile e rapido. Quando il veicolo entra in officina, l’autoriparatore non deve far altro che aprire la distinta di lavoro specificando marca e ‘Vin’ (il telaio) del veicolo. Per richiedere il preventivo dei ricambi necessari, basta una semplice descrizione degli stessi, che incrociata col Vin genererà l’esatto codice dei ricambi di cui si vuol sapere prezzo e disponibilità. In breve tempo, l’ordine di lavoro verrà automaticamente completato con le informazioni provenienti dal Dms del dealer, a cui si potrà inoltrare la conferma d’ordine con un n semplice click del mouse.

alla prossima puntata...

Qui semplificato tutto il flusso di informazioni gestite da Integra. Nella pagina accanto, lo schema di funzionamento dell’intero progetto.

gabile comodamente senza problemi attraverso la rete incassi.


10812_Nazionale_OK_2505 8.qxd 23/01/12 16:39 Pagina 10

Ricambi & informatica

L’aiutante virtuale Integra entra nel vivo, con l’implementazione del protocollo di AsConAuto nei primi pacchetti Gms per meccanici e carrozzieri indipendenti a avanti a tutta forza il progetto Integra, lo strumento informatico studiato per migliorare la produttività e fidelizzare gli autoriparatori. Ottimizzando il problema dell’inoltro ordini alle concessionarie da parte di autofficine e carrozzerie. Il tutto utilizzando senza alcun problema i sistemi informatici - tra loro anche differenti - già presenti presso clienti (i Gms) e dealer, (i Dms) senza interferire minimamente con le procedure già in essere all’interno dell’azienda.

SOS alluvione

Fatti. Non solo parole

V

Sis&Tema Top Race Adventure

Tre Gms già ‘integrati’ Proprio sul fronte dei Garage Management System (Gms), i software utilizzati nelle officine,

La rete di affiliati AsConAuto ha dimostrato di essere unita, aiutando i colleghi travolti dall’alluvione che ha colpito La Spezia e Massa

Sopra, il sito del Doc di Lecco, ‘consorzio pilota’ del progetto. Il mese prossimo partirà invece la sperimentazione presso il Miro di Milano (a destra).

arrivano ora le novità più importanti. E cioè che, da oggi, sono perfettamente interfacciati a Integra - nonché ‘full AsConAuto

approved’ - già tre Gms generici: due dedicati alle autofficine e uno apposta per le carrozzerie. Nel primo caso si tratta di Go e di

Clerk, rispettivamente della torinese Carel (www.carelweb.it) e della All4all (www.all4all.it) di Rimini. Per chi si dedica alla ‘pelle’ dell’auto c’è invece Wgescar, concepito dalla A.M.G. Software di Torino (www.amgsoftware.it), che dal proprio sito consente anche di scaricare una versione demo gratuita del prodotto. Tutti gli associati AsConAuto possono acquistare questi utili pacchetti a un prezzo agevolato, pa-

ono passati già tre mesi da quando un’alluvione senza precedenti ha colpito lo Spezzino e la Lunigiana. Il 25 ottobre è ormai una data indelebile dalla memoria delle persone toccate direttamente, ma anche dalla storia di AsConAuto che ha dimostrato come non mai di essere una realtà unita, dalla dignità nazionale. La disgrazia che ha travolto gli otto affiliati del consorzio Doc ToscanaLiguria, facente parte della nostra associazione, ha sensibilizzato i colleghi dei consorzi di tutta Italia. Siamo certi che l’alluvione abbia stupito e impressionato tutti gli italiani, almeno per qualche giorno. Ma, dalle testimonianze che abbiamo raccolto, non sembra che a tanto stupore siano seguiti poi aiuti concreti, in particolare alle otto aziende di autoriparazione affiliate al Doc Toscana-Liguria. Stando ai racconti dei protagonisti, i colleghi sono stati aiutati qua-

S

si esclusivamente da parenti, arrivati talvolta sin da Roma, e dagli amici. A oggi, queste realtà non hanno ricevuto altro aiuto e possono soltanto sperare che almeno l’ipotesi di un contributo statale per l’acquisto di nuove attrezzature da lavoro - così da sostituire quelle danneggiate - sia messa nero su bianco. Al loro fianco con discrezione Un aiuto concreto sta arrivando loro da AsConAuto. Senza tanto rumore, senza tante parole, l’associazione ha dato l’opportunità a tutte le officine e carrozzerie servite di fare un gesto, una donazione, mettendo a disposizione gli strumenti e la trasparenza totale che deve avere qualsiasi gesto di solidarietà. “Sono molto soddisfatto per quello che ha saputo fare AsConAuto – ci ha confidato Fabrizio Guidi, Presidente del Doc Toscana-Liguria - sensibilizzando anche colleghi

lontani. Ritengo sia un bel segnale, unico nel settore, che dimostra la dimensione nazionale e la credibilità della squadra ‘dei ricambi originali’”. “A gennaio ho visitato le aziende danneggiate per monitorare la situazione - spiega il capo consorzio Leo Mollica – e le persone coinvolte si sono complimentate per come il promoter Davide e i logistici Alessandro e Stefano siano stati in grado di garantire il servizio alle officine e aiutarle umanamente e fisicamente. Ne sono fiero.” Il punto della situazione Grazie alle vostre donazioni, in meno di due mesi sono stati raccolti oltre 72.776 euro. Le cifre riassuntive evidenziano come anche colleghi lontani centinaia di chilometri, nonostante il momento di crisi che attanaglia tutti i settori produttivi, abbiano voluto dare un aiuto. I consorzi più generosi sono stati,

A sinistra una strada del paese Monterosso (SP) durante l’alluvione. Sopra: le conseguenze per le otto realtà affiliate al giovane consorzio AsConAuto Doc Toscana-Liguria.

ovviamente, quelli con il maggior numero di affiliati al servizio di distribuzione ricambi, ma dai dati raccolti si evidenzia anche come le aree più vicine ai territori colpiti siano state meno sensibili, più scettiche, di fatto, sull’operazione. Pare anche evidente e comprensibile come altre aeree, colpite di recente e altrettanto duramente da fenomeni alluvionali, non abbiano risposto in modo positivo. La cosa più importante è che AsConAuto e la sua rete trasmetterà nel più breve tempo possibile un aiuto economico, concreto. Un aiuto non certo sufficiente a risolvere o alleviare problemi e danni di grande entità, ma con un valore simbolico oltre che materiale. Un aiuto che arriva da colleghi. Dalla famiglia AsConAuto. n

Se avete attrezzature per officina e carrozzeria in buone condizioni che non utilizzate, mettetele a disposizione di chi non le ha più! AsConAuto Informa farà da tramite. Inviate un’e-mail a questo indirizzo, indicando cosa potete offrire ai colleghi. Sono esclusi i beni deperibili.

sosalluvione@asconauto.it


10812_Nazionale_OK_2505 8.qxd 23/01/12 16:39 Pagina 4

L’UNIONE FA LA FORZA. SEMPRE eggendo l’interessante sintesi della redazione di AsConAuto Informa riguardo l’andamento del nostro business nel 2011, non posso che essere soddisfatto, sia nella mia veste di concessionario sia come presidente dell’associazione. In molti casi, i ricambi rappresentano l’unica voce in attivo nei bilanci dei miei colleghi ed è quindi motivo di soddisfazione notare come, a fronte di una quasi plebiscitaria soddisfazione di voi meccanici clienti dei consor-

L

Tutti i numeri 2011

In continuo crescendo Una crescita inarrestabile quella di AsConAuto, che chiude l’ultimo anno con un fatturato superiore ai 324 milioni di euro. Complice la recessione che non stimola la sostituzione dell’auto GRAFICO 1. IL FATTURATO DI ASCONAUTO (2011/2010) n Fatturato 2010 n Fatturato 2011

Fatturato 2011

324.417.508,55 zi, corrisponda un segno positivo tra i dealer, specie in un momento di grande difficoltà nella vendita del ‘nuovo’. La mia convinzione, al di là dei meri numeri, che ci consegnano una crescita ‘double digit’, cioè a doppia cifra, è che comunque certi risultati non si raggiungono se non grazie all’impegno corale, generale, di tutta AsConAuto. Non crederò mai a un insieme disordinato di consorzi in grado di ottenere buoni risultati pro domo propria. E ciò mi porta a un’altra considerazione: la pressante necessità di delegare sempre più i nostri organismi centrali (e i partner professionali) perché creino i presupposti per ulteriore vitalità. A vantaggio, sia chiaro, di tutto il mondo dell’autoriparazione. AsConAuto è un grande crogiolo di iniziative e attività: non dobbiamo aver paura della sua voglia di crescere. Paolo Strabello

4 AsConAuto INFORMA

Fatturato 2010

288.164.505,07 variazione rispetto al 2010 pari al

+12,59%

Il Grafico 1 mette in evidenza il fatturato di AsConAuto mese per mese negli anni 2010 e 2011. A sinistra, il risultato complessivo: la crescita è stata del 12,6 per cento su un anno già estremamente positivo. In basso, la Tabella 1 mostra le attuali dimensioni dei 17 consorzi che nel loro complesso contano 11.500 affiliati. A destra, i numeri della ‘macchina’ AsConAuto.

TABELLA 1. LE DIMENSIONI DEI CONSORZI Consorzio Officine Carrozzerie Logistici CDRT 538 338 21 DOC BS 1.481 500 40 DOC LC 816 390 22 DOC PT 365 212 6 DOC MN 813 333 17 UCAV 411 189 15 ROE 395 206 12 DOC PD 361 132 6 CRO 284 135 6 MIRO 441 203 10 DROM 316 148 7 GRO 376 205 9 CEDRO 329 185 5 SINCRO TO 512 308 10 SINCRO VT 121 47 2 SINCRO BA 218 126 3 SINCRO MC 80 64 1 TOTALI 7.857 3.721 192

Promoter 7 12 9 3 7 3 4 2 3 4 3 3 2 4 1 1 1 69

hi pensava che la congiuntura economica negativa avrebbe interrotto la crescita di AsConAuto dovrà ricredersi. Anche il 2011 si è chiuso con il segno positivo: il fatturato ha sfiorato i 324,5 milioni di euro, segnando un più 12,5 per cento sul 2010, quando ci si era fermati a 288 milioni (cfr grafico 1). Oggi la ‘macchina’ che movimenta ricambi originali in 37 province d’Italia attraverso 17 consorzi, conta oltre 11.500 affiliati, tra meccanici e carrozzieri. A unirli sono ben 192 furgoni a cui presto se ne aggiungeranno altri tre, visto che sta per partire proprio in questi giorni il nuovo distretto Sincro di Cagliari. “Guardando nel loro complesso i dati 2011 sottolinea Filiberto Vaiani, presidente di Gestione Consorzi - non possiamo che ritenerci soddisfatti. In un anno difficile, siamo comunque riusciti a crescere in qua-

C

ASCONAUTO AL 18/01/2012 Consorzi associati 17 Province servite 37 Concessionarie 698 Officine 7.857 Carrozzerie 3.721 Furgoni distribuzione 192 Risolutori problemi 69 Punti Sistema 72 Staff gestione 53 si la totalità dei consorzi e come avevamo previsto ci siamo allargati non solo a nord ma anche a sud della Penisola, raggiungendo Bari, dove negli ultimi due mesi dell’anno si sono superati i 300.000 euro di fatturato.” Un’altra scommessa vinta, dunque per l’associazione. “Poco imFebbraio 2012

Febbraio 2012

AsConAuto INFORMA

9


10812_Nazionale_OK_2505 8.qxd 23/01/12 16:39 Pagina 8

Le date da ricordare... 15 febbraio 2012 CONTRIBUTI - Ultimo giorno utile per la regolarizzazione dei versamenti di imposte e ritenute non effettuati (o effettuati in misura insufficiente) entro il 16 gennaio 2012 (ravvedimento) da parte dei contribuenti tenuti al versamento unitario di imposte e contributi;

16 febbraio 2012 IVA

- Liquidazione e versamento dell'Iva relativa al mese precedente (gennaio) da parte dei contribuenti Iva mensili; - Liquidazione e versamento dell'Iva relativa al secondo mese precedente al netto dell'acconto versato da parte dei contribuenti Iva mensili che hanno affidato a terzi la tenuta della contabilita optando per il regime previsto dall'art. 1, comma 3, del D.P.R. n. 100/1998; - Presentazione della comunicazione dei dati contenuti nelle dichiarazioni d'intento ricevute nel mese precedente da parte dei contribuenti Iva che hanno ricevuto le dichiarazioni d'intento rilasciate da esportatori abituali nonche intermediari abilitati alla trasmissione telematica delle dichiarazioni; - Versamento dell'Iva dovuta relativa al quarto trimestre 2011 al netto dell'acconto versato da parte dei contribuenti Iva trimestrali soggetti al regime di cui all'art. 74, commi 4 e 5, del D.P.R. n. 633/1972 (enti e imprese che prestano servizi al pubblico con carattere di frequenza, uniformita e diffusione autorizzati con decreto; esercenti impianti di distribuzione di carburante per uso di autotrazione; autotrasportatori di cose per conto terzi iscritti nell'albo ex L. n. 298/1974; subofornitura);

Prodotto

L’ASFALTO CHIAMA Questo mese, occhi puntati sulla Fisker Karma ibrida, la Mini Roadster, la riedizione del Maggiolino Volkswagen, l’App per i possessori di autovetture Mazda e le Bentley Continental V8 Gt e Gtc La supercar ibrida Un’idea californiana, prodotta però in Finlandia alla Valmet Automotive. È Karma, la prima ibrida seriale plug-in del segmento premium. Ha le due ruote posteriori mosse da altrettanti motori elettrici della potenza di 150 kW, alimentati via un pacco batterie agli ioni di litio che fornisce un’autonomia massima di 80 chilometri. Ad allungare il percorso ci pensa quindi un genset da 175 kW spinto da un benzina. Due le modalità di guida, Stealth e Sport. La prima dà all’auto la maggiore autonomia consentita dalla sola batteria (senza cioè ausilio del generatore), raggiungendo una velocità massima di 153 all’ora. Su Sport, l’endotermico aziona il generatore per fornire elettricità sufficiente a toccare i 296 kW totali di potenza e oltre i 200 orari di velocità.

IRPEF

- Versamento ritenute alla fonte sui redditi di lavoro dipendente/ assimilati e autonomo corrisposti nel mese precedente da parte dei sostituti d'imposta; - Versamento della rata dell'addizionale regionale dell'Irpef trattenuta ai lavoratori dipendenti e pensionati sulle competenze del mese precedente a seguito delle operazioni di conguaglio di fine anno.

AsConAuto INFORMA

MINI BIPOSTO Arriva Roadster, sesto modello Mini e prima versione biposto aperta della sua storia, con capote manuale in tessuto. Spicca per un ‘go-kart-feeling’, grazie al baricentro basso e alla rigidità torsionale

Anno 10 - N. 108 - febbraio 2012

Asconauto Informa Mensile di informazione dell’Associazione Nazionale Consorzi Concessionari Auto Aut. Trib. di Rimini N. 1 2003 Direttore Responsabile: Giuseppe Guzzardi In redazione: Tiziana Altieri, Roberta Carati, Matthieu Colombo, Enrico Della Negra, Luca Gemin, Stefano Mecheri, Gianluca Ventura

Redazione: via Crimea, 7 47900 Rimini Tel. 0541 743085 Fax 0541 743640 info@asconauto.it www.asconauto.it Impaginazione: Studio Page - Novate Milanese MI Stampa: Tecnostampa - via Casalecchio, 27 47900 Rimini

8 AsConAuto INFORMA

della carrozzeria. In coda, uno spoiler spunta da solo oltre gli 80 orari, mentre sotto il cofano pulsano tre motori benzina 1.598 cc (da 90 a 155 kW) e un turbodiesel 1.995 cc da 105 kW.

Maggiolino tutto matto Torna, in chiave moderna, il Maggiolino di Volkswagen. E stavolta lo fa ispirandosi all’idea che ebbe Ferdinand Porsche negli Anni ‘40. Lungo 4.270 millimetri (152 in più della New Beetle), largo 1.808 (+ 84 millimetri) e alto 1.486 (qui si scende invece di 14 millimetri), l’erede di Herbie è disponibile al momento solo con motori a benzina 1,2 e 2 litri da 77 e 147 kW (questo con cambio Dsg), cui s’affiancheranno due diesel e un benzina millequattro.

Un V8 Audi per le Bentley Anche le vetture di segmento alto puntano al ‘downsizing’. Al classico W12, sulle Continental Gt e Gtc, Bentley affianca ora un V8. Si tratta del 4 litri biturbo benzina proveniente dalle Audi S6, S7 ed S8. Per tagliare consumi e inquinanti, il motore è dotato d’iniezione diretta e della disattivazione automatica di quattro cilindri quando non serve troppa birra. Il V8 eroga 373 kW di potenza e fornisce una coppia di 660 Nm, tutti scaricati su quattro ruote motrici attraverso un cambio automatico otto rapporti.

L’App di Mazda Si comincia con i dispositivi che sfruttano il sistema operativo iOs (ossia iPhone, iPad e iPod Touch) per allargare poi l’offerta ad Android e Blackberry. Questo il destino dell’App gratuita MyMazda, utile a chi vuole tenere sotto costante controllo la salute della propria vettura. Memorizza tutti i tagliandi manutentivi effettuati (collegandosi automaticamente al server centrale Mazda), ricorda la scadenza dei tagliandi e inoltra eventuali richiami del veicolo. In caso di ‘panne’, permette di contattare direttamente il soccorso stradale. Febbraio 2012

porta - aggiunge Filiberto Vaiani - che in alcuni casi, Bari e Viterbo in particolare, non siano stati raggiunti i budget. Non si può non tenere conto dell’attuale situazione economica italiana. La fase di start up, inoltre, è sempre la più complessa: familiarizzare con i servizi e la struttura AsConAuto richiede tempo.” I consorzi in dettaglio Ancora una volta, a guidare la classifica per fatturato (cfr Tabella 2) è il consorzio Doc Brescia Bergamo, uno di quelli di più vecchia data, che ha archiviato il 2011 a circa 67 milioni di euro, con uno 0,2 per cento sul 2010. Piazza d’onore al Doc Lecco - Como - Sondrio Monza Brianza a 46,373 milioni di euro. Un risultato molto al di sopra delle aspettative (più 7,8 per cento sul budget). “Il Doc Lecco - spiega il numero uno di Gestione Consorzi - e il Miro sono tra i consorzi che registrano le migliori performance. Quest’ultimo è cresciuto addirittura del 16,5 per cento in più rispetto alle previsioni.” Osservando attentamente la tabella, si evince che solo il Cro Ferrara - Bologna - Rovigo e il Cdrt Firenze - Prato - Arezzo, hanno chiuso l’undicesimo anno del terzo millennio con il segno negativo, rispettivamente a meno 1,5 e a meno 3,3 per cento. Altrove si assiste a una crescita, moderata per alcuni consorzi, molto importante per altri (più 64,4 per cento Doc Pistoia, più 42 Miro Milano, più 23 Drom Ancona, più 20 Doc Padova e più 18,8 Sincro Macerata). Naturalmente non è possibile calcolare le variazioni percentuali per le due ‘new entry’ del 2011, i Sincro Viterbo e Bari. Meno nuovo, più riparazioni Quali le prospettive per il 2012? “Ci attendiamo - conclude Filiberto Vaiani - un anno estremamente complesso. Ma la struttura dei consorzi è un modello consolidato, che si è mostrato vincente e che riuscirà a reggere. Inoltre, non va dimenticato che il forte calo delle Febbraio 2012

TABELLA 2. IL FATTURATO DEI CONSORZI Consorzio Fatturato € SINCRO Viterbo 2011 1.370.000 SINCRO Viterbo budget 1.500.000 SINCRO Viterbo 2010 SINCRO Bari 2011 1.225.000 SINCRO Bari budget 1.485.000 SINCRO Bari 2010 CEDRO Pordenone Udine 2011 6.577.000 CEDRO Pordenone Udine budget 6.700.000 CEDRO Pordenone Udine 2010 3.726.637 SINCRO Macerata 2011 2.003.000 SINCRO Macerata budget 1.900.000 SINCRO Macerata 2010 1.685.511 SINCRO Torino 2011 14.764.000 SINCRO Torino budget 11.430.000 SINCRO Torino 2010 6.408.283 DOC Brescia Bergamo 2011 66.952.000 DOC Brescia Bergamo budget 68.020.000 DOC Brescia Bergamo 2010 66.764.387 DOC LeccoComoSondrioMonza2011 46.373.000 DOC Lc Co Sondrio Monza budget 43.010.000 DOC Lc Co Sondrio Monza 2010 42.347.852 GRO Cuneo Asti 2011 14.010.000 GRO Cuneo Asti budget 13.514.000 GRO Cuneo Asti 2010 12.908.591 DROM Ancona 2011 13.535.000 DROM Ancona budget 13.900.000 DROM Ancona 2010 11.005.176 CRO Ferrara Bologna Rovigo 2011 9.564.000 CRO Ferrara Bologna Rovigo budget 9.450.000 CRO Ferrara Bologna Rovigo 2010 9.717.306 CDRT Firenze Prato Arezzo 2011 32.932.000 CDRT Firenze Prato Arezzo budget 34.710.000 CDRT Firenze Prato Arezzo 2010 34.083.154 DOC Mantova Verona Vicenza 2011 26.699.000 DOC Mantova Verona Vicenza budget 28.350.000 DOC Mantova Verona Vicenza 2010 26.447.375 ROE Venezia 2011 24.464.000 ROE Venezia budget 23.868.000, ROE Venezia 2010 21.044.272 MIRO Milano 2011 19.391.000 MIRO Milano budget 16.650.000 MIRO Milano 2010 13.663.389 UCAV Varese Milano 2011 25.167.000 UCAV Varese Milano budget 25.250.000 UCAV Varese Milano 2010 24.227.942 DOC Padova 2011 10.357.000 DOC Padova budget 9.382.000 DOC Padova 2010 8.642.176 DOC Pistoia 2011 9.032.000 DOC Pistoia budget 7.600.000 DOC Pistoia 2010 5.492.450 vendite di auto nuove comporta il graduale invecchiamento del parco circolante. Chi non acquista una vettura, infatti, non rinuncia alla

L’AUTOAGENDA

Variaz. % 3-6 FEBBRAIO, LAS VEGAS (USA)

-8,6

NADA 2012 CONVENTION & EXPO www.nadaconventionandexpo.org

-17,5 +76,4 -1,84 +18,84 +5,42 12 FEBBRAIO, BUSSOLENGO (VR)

+29,17

RADUNO DEGLI INNAMORATI www.clubpeschieramotori.webs.com

+0,28 -1,57 +9,51 +7,82 +8,53 +3,67 +22,99 -2,63

11 MARZO, GUASTALLA (RE)

100 MIGLIA DELLE TERRE GONZAGHESCHE www.sportstoricheguastalla.com

-1,58 +1,21 -3,38 -5,12 +0,95 -5,82 +16,25 +2,5

17-18 MARZO, OSNAGO (LC)

4^ MOSTRA CAMBIO MEZZI D’EPOCA www.comitatoparaplegia.com

+41,92 +16,46 +3,88 -0,33 +19,85 +10,39 SUL WEB +64,44 +18,84

www.asconauto.it www.sistemasconauto.it

mobilità privata: ripara quella che possiede. E ciò si traduce in maggiore lavoro (e opportunità) per n meccanici e carrozzieri.”

AsConAuto INFORMA

5


10812_Nazionale_OK_2505 8.qxd 23/01/12 16:39 Pagina 6

AsConAuto ancora più grande

Sardegna SINCROnizzata Un nuovo distretto per Sincro, che ora ingloba anche le province a sud della grande isola. In diciassette sulla griglia di partenza barco in Sardegna per AsConAuto che, con Sincro, - dal 1° febbraio mette in moto il distretto di Cagliari, Carbonia Iglesias e del Medio Carpidano. S’avvicina, quindi, il momento tanto atteso da alcuni dealer del loco, che molto hanno fatto perché l’associazione fosse presente in questa parte d’Italia. Uno in particolare, Nicola Vacca della concessionaria Nuova Special Car Bmw Mini, referente del distretto, che ha sempre creduto nel progetto e ha speso molte energie per la sua realizzazione. Nella fase di start up sono coinvolte complessivamente diciassette concessionarie (cft Tabella in alto), un buon numero per il territorio. Offrono la copertura di gran

S

IN 17 ALLA PARTENZA A.F. Motors Srl Amici del Sahara Srl Autocarbonia Srl Automax di Pitzu & C. Spa Autovamm Spa C.I.A. Spa Due Ci Spa E.N.A. Srl Iveco Acentro Spa Lai Automobili Srl Mario Seruis Automobili Srl Nuova Special Car Srl Pittau Motors Srl Reimer Srl Sarigu Roberto Siva Automobili Srl Verve Srl

Indagine Hyundai - Mitsubishi - Ssangyong - Jeep Daewoo - Chevrolet Opel Fiat - Alfa Romeo - Lancia - Abarth Ford Ford - Mazda Ford - Mazda Toyota - Suzuki - Kia Iveco Fiat - Alfa Romeo - Volkswagen - Seat Peugeot Bmw - Mini Peugeot Mercedes - Smart - Chrysler - Jeep - Dodge Volkswagen Citroën Volvo

Nella tabella l’elenco dei concessionari con i quali Sincro Cagliari il 1° febbraio prende il via. A sinistra le tre province sarde coinvolte.

parte del parco circolante con ventisette marchi. E siamo solo all’inizio... A distretto partito non mancheranno le new entry. Il potenziale? Tutte le attività presenti nelle tre province sarde. Centosettanta per il momento gli affiliati, tra officine e carrozzerie, di Sincro Cagliari. Secondo i dati trasmessi dai magazzinieri che lavorano all’interno delle concessionarie che hanno aderito al progetto si potrebbe ar-

rivare a 320-330 in un lasso di tempo abbastanza breve. Si parte con tre furgoni, altrettanti logistici e un promoter. Garantita la consegna giornaliera pure in un territorio così vasto. Provare per credere. La logistica della zona è stata studiata molto attentamente. Si punta, infatti, a offrire un servizio puntuale e, va sottolineato, gratuito a officine e carrozzerie consorziate. Un servizio attraverso il quale potranno

migliorare l’efficienza e la redditività. Coloro che si serviranno di Sincro per l’acquisto di ricambi originali saranno la migliore ‘pubblicità’. È grazie a loro che Sincro Cagliati potrà allargare il suo raggio d’azione. Il ruolo di capo consorzio è stato affidato a Mauro Cogoni, una lunga esperienza all’interno di Confindustria Cagliari e poi nel settore servizi alle imprese, risorse n umane e marketing.

A voi la parola! Un questionario per capire meglio che tipo di ricambi impiegano gli autoriparatori. Lo propone Icdp attraverso le pagine di AsConAuto Informa na ricerca che punta a fotografare meglio il settore degli autoricambi. Per questo, Icdp l’International Car Distribution Programme - propone ad autoriparatori, carrozzieri e gommisti una serie di domande relative alle ‘abitudini’ di chi,

U

su auto e furgoni, interviene quotidianamente. Il formulario, i cui dati verranno gestiti con la massima riservatezza e in forma aggregata, dev’essere debitamente compilato e restituito via fax al numero 0422 029903. A piè di pagina le istruzioni.

1 - Informazioni generali 1.1 - Qual è l’attività principale? (si prega di barrare la casella corrispondente) Riparatore autorizzato q Riparatore indipendente q Carrozzeria q Gommista q Altro: _______________________ 1.2 - Se siete membri di una rete di riparazione, sia autorizzata sia indipendente, si prega d’indicare il nome: ___________________________________________________________ 1.3 - Quanti meccanici a tempo pieno lavorano presso la vostra officina? (compreso il titolare se svolge tale attività) ____________________________ 1.4 - Qual è stato il fatturato totale nel 2011: (è sufficiente un dato stimato) _______________________ €

3 - Risposta alle diverse richieste dei clienti in riferimento alla tipologia di ricambi utilizzati 3.1 - Offrite ai vostri clienti diverse scelte in base alla tipologia di ricambi da utilizzare? (si prega di barrare la risposta più opportuna) Sì, sempre q Sì, ma solo quando il cliente lo chiede q Sì, ma dipende dal tipo di intervento e dall’età dell’auto q No, siamo noi a scegliere il tipo di ricambio (il cliente ha fiducia) q No, usiamo solo ricambi di categoria ‘Top Quality’ q Tipologia di ricambi Top quality, di cui: - Ricambi originali da concessionari - Ricambi da altri distributori Medium quality Low cost quality Ricambi usati

2 - Evoluzione della domanda dei clienti in relazione alle diverse tipologie di ricambi Sempre più spesso i clienti chiedono diversi preventivi a seconda del tipo di ricambi utilizzati. (si vedano le definizioni a piè di pagina) 2.1 - Esiste una tendenza del genere anche per i clienti della vostra officina: Sì q No q 2.2 - Oggi a quale percentuale di clienti vengono proposte soluzioni alternative con diversi tipi di ricambi? ________%; 2.3 - Oggi quale percentuale di clienti chiede specificatamente proposte alternative con diversi tipi di ricambi? ________%; 2.4 - Nei prossimi 5 anni quale può essere l’evoluzione di questa tendenza?: Maggiore q Minore q Simile q

3.2 - Secondo voi, quali sono le famiglie di ricambi su cui è più opportune avere differenti livelli di qualità? (fino a 3 risposte) Olio q Gomme q Filtri q Pastiglie/freni q Altri tipi di ricambi per manutenzione ordinaria ________________ q Altri ricambi per manutenzione straordinaria ___________________ q Ricambi (anche usati) per carrozzeria _________________________ q 3.3 - Si prega di fornire alcuni dati circa l’utilizzo delle diverse tipologie di ricambi nella vostra officina: (compilare qui sotto)

Vengono offerti presso la vostra officina?

Ripartizione (in %) dell’utilizzo delle varie tipologie di ricambi

Sì q Sì q Sì q Sì q Sì q

________% ________% _______ % _______ % _______ % Il totale dev’essere pari a 100%

No q No q No q No q No q

4 - Strategia fornitori / ricambisti e altri commenti 4.1 - In quali tipologie di ricambi i vostri fornitori dovrebbero allargare o migliorare l’offerta? Top quality q Medium quality q Low cost quality q Ricambi usati q Altro _____________________ q 4.2 - Altri commenti e suggerimenti circa le diverse tipologie di ricambi (opportunità, evoluzioni future, ecc.)_________________________________________________________________

6 AsConAuto INFORMA

Febbraio 2012

Febbraio 2012

Evoluzione nei prossimi 5 anni (maggiore, minore, simile) Maggiore Minore Simile q q q q q q q q q q q q q q q

Definizioni per rispondere correttamente alle domande Nella vostra attività potete usare diverse tipologie di ricambi. Si prega di rispondere considerando le seguenti indicazioni: - Top quality: ricambi originali delle Case Auto (es. Fiat, Renault, eccetera) o di grandi produttori (es. Bosch, Valeo, Trw, eccetera); - Medium quality: ricambi con il marchio del distributore (per esempio Ad, Rhiag, eccetera) o come linea ‘secondaria’ (ad esempio Motrio, Eurorepar o simili); - Low cost quality: ricambi di fascia prezzo più bassa, normalmente prodotti in Cina o in altri mercati ‘low cost’; - Ricambi usati: ricambi provenienti da vetture rottamate oppure che sono stati riciclati o rigenerati.

AsConAuto INFORMA

7


10812_Nazionale_OK_2505 8.qxd 23/01/12 16:39 Pagina 6

AsConAuto ancora più grande

Sardegna SINCROnizzata Un nuovo distretto per Sincro, che ora ingloba anche le province a sud della grande isola. In diciassette sulla griglia di partenza barco in Sardegna per AsConAuto che, con Sincro, - dal 1° febbraio mette in moto il distretto di Cagliari, Carbonia Iglesias e del Medio Carpidano. S’avvicina, quindi, il momento tanto atteso da alcuni dealer del loco, che molto hanno fatto perché l’associazione fosse presente in questa parte d’Italia. Uno in particolare, Nicola Vacca della concessionaria Nuova Special Car Bmw Mini, referente del distretto, che ha sempre creduto nel progetto e ha speso molte energie per la sua realizzazione. Nella fase di start up sono coinvolte complessivamente diciassette concessionarie (cft Tabella in alto), un buon numero per il territorio. Offrono la copertura di gran

S

IN 17 ALLA PARTENZA A.F. Motors Srl Amici del Sahara Srl Autocarbonia Srl Automax di Pitzu & C. Spa Autovamm Spa C.I.A. Spa Due Ci Spa E.N.A. Srl Iveco Acentro Spa Lai Automobili Srl Mario Seruis Automobili Srl Nuova Special Car Srl Pittau Motors Srl Reimer Srl Sarigu Roberto Siva Automobili Srl Verve Srl

Indagine Hyundai - Mitsubishi - Ssangyong - Jeep Daewoo - Chevrolet Opel Fiat - Alfa Romeo - Lancia - Abarth Ford Ford - Mazda Ford - Mazda Toyota - Suzuki - Kia Iveco Fiat - Alfa Romeo - Volkswagen - Seat Peugeot Bmw - Mini Peugeot Mercedes - Smart - Chrysler - Jeep - Dodge Volkswagen Citroën Volvo

Nella tabella l’elenco dei concessionari con i quali Sincro Cagliari il 1° febbraio prende il via. A sinistra le tre province sarde coinvolte.

parte del parco circolante con ventisette marchi. E siamo solo all’inizio... A distretto partito non mancheranno le new entry. Il potenziale? Tutte le attivit�� presenti nelle tre province sarde. Centosettanta per il momento gli affiliati, tra officine e carrozzerie, di Sincro Cagliari. Secondo i dati trasmessi dai magazzinieri che lavorano all’interno delle concessionarie che hanno aderito al progetto si potrebbe ar-

rivare a 320-330 in un lasso di tempo abbastanza breve. Si parte con tre furgoni, altrettanti logistici e un promoter. Garantita la consegna giornaliera pure in un territorio così vasto. Provare per credere. La logistica della zona è stata studiata molto attentamente. Si punta, infatti, a offrire un servizio puntuale e, va sottolineato, gratuito a officine e carrozzerie consorziate. Un servizio attraverso il quale potranno

migliorare l’efficienza e la redditività. Coloro che si serviranno di Sincro per l’acquisto di ricambi originali saranno la migliore ‘pubblicità’. È grazie a loro che Sincro Cagliati potrà allargare il suo raggio d’azione. Il ruolo di capo consorzio è stato affidato a Mauro Cogoni, una lunga esperienza all’interno di Confindustria Cagliari e poi nel settore servizi alle imprese, risorse n umane e marketing.

A voi la parola! Un questionario per capire meglio che tipo di ricambi impiegano gli autoriparatori. Lo propone Icdp attraverso le pagine di AsConAuto Informa na ricerca che punta a fotografare meglio il settore degli autoricambi. Per questo, Icdp l’International Car Distribution Programme - propone ad autoriparatori, carrozzieri e gommisti una serie di domande relative alle ‘abitudini’ di chi,

U

su auto e furgoni, interviene quotidianamente. Il formulario, i cui dati verranno gestiti con la massima riservatezza e in forma aggregata, dev’essere debitamente compilato e restituito via fax al numero 0422 029903. A piè di pagina le istruzioni.

1 - Informazioni generali 1.1 - Qual è l’attività principale? (si prega di barrare la casella corrispondente) Riparatore autorizzato q Riparatore indipendente q Carrozzeria q Gommista q Altro: _______________________ 1.2 - Se siete membri di una rete di riparazione, sia autorizzata sia indipendente, si prega d’indicare il nome: ___________________________________________________________ 1.3 - Quanti meccanici a tempo pieno lavorano presso la vostra officina? (compreso il titolare se svolge tale attività) ____________________________ 1.4 - Qual è stato il fatturato totale nel 2011: (è sufficiente un dato stimato) _______________________ €

3 - Risposta alle diverse richieste dei clienti in riferimento alla tipologia di ricambi utilizzati 3.1 - Offrite ai vostri clienti diverse scelte in base alla tipologia di ricambi da utilizzare? (si prega di barrare la risposta più opportuna) Sì, sempre q Sì, ma solo quando il cliente lo chiede q Sì, ma dipende dal tipo di intervento e dall’età dell’auto q No, siamo noi a scegliere il tipo di ricambio (il cliente ha fiducia) q No, usiamo solo ricambi di categoria ‘Top Quality’ q Tipologia di ricambi Top quality, di cui: - Ricambi originali da concessionari - Ricambi da altri distributori Medium quality Low cost quality Ricambi usati

2 - Evoluzione della domanda dei clienti in relazione alle diverse tipologie di ricambi Sempre più spesso i clienti chiedono diversi preventivi a seconda del tipo di ricambi utilizzati. (si vedano le definizioni a piè di pagina) 2.1 - Esiste una tendenza del genere anche per i clienti della vostra officina: Sì q No q 2.2 - Oggi a quale percentuale di clienti vengono proposte soluzioni alternative con diversi tipi di ricambi? ________%; 2.3 - Oggi quale percentuale di clienti chiede specificatamente proposte alternative con diversi tipi di ricambi? ________%; 2.4 - Nei prossimi 5 anni quale può essere l’evoluzione di questa tendenza?: Maggiore q Minore q Simile q

3.2 - Secondo voi, quali sono le famiglie di ricambi su cui è più opportune avere differenti livelli di qualità? (fino a 3 risposte) Olio q Gomme q Filtri q Pastiglie/freni q Altri tipi di ricambi per manutenzione ordinaria ________________ q Altri ricambi per manutenzione straordinaria ___________________ q Ricambi (anche usati) per carrozzeria _________________________ q 3.3 - Si prega di fornire alcuni dati circa l’utilizzo delle diverse tipologie di ricambi nella vostra officina: (compilare qui sotto)

Vengono offerti presso la vostra officina?

Ripartizione (in %) dell’utilizzo delle varie tipologie di ricambi

Sì q Sì q Sì q Sì q Sì q

________% ________% _______ % _______ % _______ % Il totale dev’essere pari a 100%

No q No q No q No q No q

4 - Strategia fornitori / ricambisti e altri commenti 4.1 - In quali tipologie di ricambi i vostri fornitori dovrebbero allargare o migliorare l’offerta? Top quality q Medium quality q Low cost quality q Ricambi usati q Altro _____________________ q 4.2 - Altri commenti e suggerimenti circa le diverse tipologie di ricambi (opportunità, evoluzioni future, ecc.)_________________________________________________________________

6 AsConAuto INFORMA

Febbraio 2012

Febbraio 2012

Evoluzione nei prossimi 5 anni (maggiore, minore, simile) Maggiore Minore Simile q q q q q q q q q q q q q q q

Definizioni per rispondere correttamente alle domande Nella vostra attività potete usare diverse tipologie di ricambi. Si prega di rispondere considerando le seguenti indicazioni: - Top quality: ricambi originali delle Case Auto (es. Fiat, Renault, eccetera) o di grandi produttori (es. Bosch, Valeo, Trw, eccetera); - Medium quality: ricambi con il marchio del distributore (per esempio Ad, Rhiag, eccetera) o come linea ‘secondaria’ (ad esempio Motrio, Eurorepar o simili); - Low cost quality: ricambi di fascia prezzo più bassa, normalmente prodotti in Cina o in altri mercati ‘low cost’; - Ricambi usati: ricambi provenienti da vetture rottamate oppure che sono stati riciclati o rigenerati.

AsConAuto INFORMA

7


10812_Nazionale_OK_2505 8.qxd 23/01/12 16:39 Pagina 8

Le date da ricordare... 15 febbraio 2012 CONTRIBUTI - Ultimo giorno utile per la regolarizzazione dei versamenti di imposte e ritenute non effettuati (o effettuati in misura insufficiente) entro il 16 gennaio 2012 (ravvedimento) da parte dei contribuenti tenuti al versamento unitario di imposte e contributi;

16 febbraio 2012 IVA

- Liquidazione e versamento dell'Iva relativa al mese precedente (gennaio) da parte dei contribuenti Iva mensili; - Liquidazione e versamento dell'Iva relativa al secondo mese precedente al netto dell'acconto versato da parte dei contribuenti Iva mensili che hanno affidato a terzi la tenuta della contabilita optando per il regime previsto dall'art. 1, comma 3, del D.P.R. n. 100/1998; - Presentazione della comunicazione dei dati contenuti nelle dichiarazioni d'intento ricevute nel mese precedente da parte dei contribuenti Iva che hanno ricevuto le dichiarazioni d'intento rilasciate da esportatori abituali nonche intermediari abilitati alla trasmissione telematica delle dichiarazioni; - Versamento dell'Iva dovuta relativa al quarto trimestre 2011 al netto dell'acconto versato da parte dei contribuenti Iva trimestrali soggetti al regime di cui all'art. 74, commi 4 e 5, del D.P.R. n. 633/1972 (enti e imprese che prestano servizi al pubblico con carattere di frequenza, uniformita e diffusione autorizzati con decreto; esercenti impianti di distribuzione di carburante per uso di autotrazione; autotrasportatori di cose per conto terzi iscritti nell'albo ex L. n. 298/1974; subofornitura);

Prodotto

L’ASFALTO CHIAMA Questo mese, occhi puntati sulla Fisker Karma ibrida, la Mini Roadster, la riedizione del Maggiolino Volkswagen, l’App per i possessori di autovetture Mazda e le Bentley Continental V8 Gt e Gtc La supercar ibrida Un’idea californiana, prodotta però in Finlandia alla Valmet Automotive. È Karma, la prima ibrida seriale plug-in del segmento premium. Ha le due ruote posteriori mosse da altrettanti motori elettrici della potenza di 150 kW, alimentati via un pacco batterie agli ioni di litio che fornisce un’autonomia massima di 80 chilometri. Ad allungare il percorso ci pensa quindi un genset da 175 kW spinto da un benzina. Due le modalità di guida, Stealth e Sport. La prima dà all’auto la maggiore autonomia consentita dalla sola batteria (senza cioè ausilio del generatore), raggiungendo una velocità massima di 153 all’ora. Su Sport, l’endotermico aziona il generatore per fornire elettricità sufficiente a toccare i 296 kW totali di potenza e oltre i 200 orari di velocità.

IRPEF

- Versamento ritenute alla fonte sui redditi di lavoro dipendente/ assimilati e autonomo corrisposti nel mese precedente da parte dei sostituti d'imposta; - Versamento della rata dell'addizionale regionale dell'Irpef trattenuta ai lavoratori dipendenti e pensionati sulle competenze del mese precedente a seguito delle operazioni di conguaglio di fine anno.

AsConAuto INFORMA

MINI BIPOSTO Arriva Roadster, sesto modello Mini e prima versione biposto aperta della sua storia, con capote manuale in tessuto. Spicca per un ‘go-kart-feeling’, grazie al baricentro basso e alla rigidità torsionale

Anno 10 - N. 108 - febbraio 2012

Asconauto Informa Mensile di informazione dell’Associazione Nazionale Consorzi Concessionari Auto Aut. Trib. di Rimini N. 1 2003 Direttore Responsabile: Giuseppe Guzzardi In redazione: Tiziana Altieri, Roberta Carati, Matthieu Colombo, Enrico Della Negra, Luca Gemin, Stefano Mecheri, Gianluca Ventura

Redazione: via Crimea, 7 47900 Rimini Tel. 0541 743085 Fax 0541 743640 info@asconauto.it www.asconauto.it Impaginazione: Studio Page - Novate Milanese MI Stampa: Tecnostampa - via Casalecchio, 27 47900 Rimini

8 AsConAuto INFORMA

della carrozzeria. In coda, uno spoiler spunta da solo oltre gli 80 orari, mentre sotto il cofano pulsano tre motori benzina 1.598 cc (da 90 a 155 kW) e un turbodiesel 1.995 cc da 105 kW.

Maggiolino tutto matto Torna, in chiave moderna, il Maggiolino di Volkswagen. E stavolta lo fa ispirandosi all’idea che ebbe Ferdinand Porsche negli Anni ‘40. Lungo 4.270 millimetri (152 in più della New Beetle), largo 1.808 (+ 84 millimetri) e alto 1.486 (qui si scende invece di 14 millimetri), l’erede di Herbie è disponibile al momento solo con motori a benzina 1,2 e 2 litri da 77 e 147 kW (questo con cambio Dsg), cui s’affiancheranno due diesel e un benzina millequattro.

Un V8 Audi per le Bentley Anche le vetture di segmento alto puntano al ‘downsizing’. Al classico W12, sulle Continental Gt e Gtc, Bentley affianca ora un V8. Si tratta del 4 litri biturbo benzina proveniente dalle Audi S6, S7 ed S8. Per tagliare consumi e inquinanti, il motore è dotato d’iniezione diretta e della disattivazione automatica di quattro cilindri quando non serve troppa birra. Il V8 eroga 373 kW di potenza e fornisce una coppia di 660 Nm, tutti scaricati su quattro ruote motrici attraverso un cambio automatico otto rapporti.

L’App di Mazda Si comincia con i dispositivi che sfruttano il sistema operativo iOs (ossia iPhone, iPad e iPod Touch) per allargare poi l’offerta ad Android e Blackberry. Questo il destino dell’App gratuita MyMazda, utile a chi vuole tenere sotto costante controllo la salute della propria vettura. Memorizza tutti i tagliandi manutentivi effettuati (collegandosi automaticamente al server centrale Mazda), ricorda la scadenza dei tagliandi e inoltra eventuali richiami del veicolo. In caso di ‘panne’, permette di contattare direttamente il soccorso stradale. Febbraio 2012

porta - aggiunge Filiberto Vaiani - che in alcuni casi, Bari e Viterbo in particolare, non siano stati raggiunti i budget. Non si può non tenere conto dell’attuale situazione economica italiana. La fase di start up, inoltre, è sempre la più complessa: familiarizzare con i servizi e la struttura AsConAuto richiede tempo.” I consorzi in dettaglio Ancora una volta, a guidare la classifica per fatturato (cfr Tabella 2) è il consorzio Doc Brescia Bergamo, uno di quelli di più vecchia data, che ha archiviato il 2011 a circa 67 milioni di euro, con uno 0,2 per cento sul 2010. Piazza d’onore al Doc Lecco - Como - Sondrio Monza Brianza a 46,373 milioni di euro. Un risultato molto al di sopra delle aspettative (più 7,8 per cento sul budget). “Il Doc Lecco - spiega il numero uno di Gestione Consorzi - e il Miro sono tra i consorzi che registrano le migliori performance. Quest’ultimo è cresciuto addirittura del 16,5 per cento in più rispetto alle previsioni.” Osservando attentamente la tabella, si evince che solo il Cro Ferrara - Bologna - Rovigo e il Cdrt Firenze - Prato - Arezzo, hanno chiuso l’undicesimo anno del terzo millennio con il segno negativo, rispettivamente a meno 1,5 e a meno 3,3 per cento. Altrove si assiste a una crescita, moderata per alcuni consorzi, molto importante per altri (più 64,4 per cento Doc Pistoia, più 42 Miro Milano, più 23 Drom Ancona, più 20 Doc Padova e più 18,8 Sincro Macerata). Naturalmente non è possibile calcolare le variazioni percentuali per le due ‘new entry’ del 2011, i Sincro Viterbo e Bari. Meno nuovo, più riparazioni Quali le prospettive per il 2012? “Ci attendiamo - conclude Filiberto Vaiani - un anno estremamente complesso. Ma la struttura dei consorzi è un modello consolidato, che si è mostrato vincente e che riuscirà a reggere. Inoltre, non va dimenticato che il forte calo delle Febbraio 2012

TABELLA 2. IL FATTURATO DEI CONSORZI Consorzio Fatturato € SINCRO Viterbo 2011 1.370.000 SINCRO Viterbo budget 1.500.000 SINCRO Viterbo 2010 SINCRO Bari 2011 1.225.000 SINCRO Bari budget 1.485.000 SINCRO Bari 2010 CEDRO Pordenone Udine 2011 6.577.000 CEDRO Pordenone Udine budget 6.700.000 CEDRO Pordenone Udine 2010 3.726.637 SINCRO Macerata 2011 2.003.000 SINCRO Macerata budget 1.900.000 SINCRO Macerata 2010 1.685.511 SINCRO Torino 2011 14.764.000 SINCRO Torino budget 11.430.000 SINCRO Torino 2010 6.408.283 DOC Brescia Bergamo 2011 66.952.000 DOC Brescia Bergamo budget 68.020.000 DOC Brescia Bergamo 2010 66.764.387 DOC LeccoComoSondrioMonza2011 46.373.000 DOC Lc Co Sondrio Monza budget 43.010.000 DOC Lc Co Sondrio Monza 2010 42.347.852 GRO Cuneo Asti 2011 14.010.000 GRO Cuneo Asti budget 13.514.000 GRO Cuneo Asti 2010 12.908.591 DROM Ancona 2011 13.535.000 DROM Ancona budget 13.900.000 DROM Ancona 2010 11.005.176 CRO Ferrara Bologna Rovigo 2011 9.564.000 CRO Ferrara Bologna Rovigo budget 9.450.000 CRO Ferrara Bologna Rovigo 2010 9.717.306 CDRT Firenze Prato Arezzo 2011 32.932.000 CDRT Firenze Prato Arezzo budget 34.710.000 CDRT Firenze Prato Arezzo 2010 34.083.154 DOC Mantova Verona Vicenza 2011 26.699.000 DOC Mantova Verona Vicenza budget 28.350.000 DOC Mantova Verona Vicenza 2010 26.447.375 ROE Venezia 2011 24.464.000 ROE Venezia budget 23.868.000, ROE Venezia 2010 21.044.272 MIRO Milano 2011 19.391.000 MIRO Milano budget 16.650.000 MIRO Milano 2010 13.663.389 UCAV Varese Milano 2011 25.167.000 UCAV Varese Milano budget 25.250.000 UCAV Varese Milano 2010 24.227.942 DOC Padova 2011 10.357.000 DOC Padova budget 9.382.000 DOC Padova 2010 8.642.176 DOC Pistoia 2011 9.032.000 DOC Pistoia budget 7.600.000 DOC Pistoia 2010 5.492.450 vendite di auto nuove comporta il graduale invecchiamento del parco circolante. Chi non acquista una vettura, infatti, non rinuncia alla

L’AUTOAGENDA

Variaz. % 3-6 FEBBRAIO, LAS VEGAS (USA)

-8,6

NADA 2012 CONVENTION & EXPO www.nadaconventionandexpo.org

-17,5 +76,4 -1,84 +18,84 +5,42 12 FEBBRAIO, BUSSOLENGO (VR)

+29,17

RADUNO DEGLI INNAMORATI www.clubpeschieramotori.webs.com

+0,28 -1,57 +9,51 +7,82 +8,53 +3,67 +22,99 -2,63

11 MARZO, GUASTALLA (RE)

100 MIGLIA DELLE TERRE GONZAGHESCHE www.sportstoricheguastalla.com

-1,58 +1,21 -3,38 -5,12 +0,95 -5,82 +16,25 +2,5

17-18 MARZO, OSNAGO (LC)

4^ MOSTRA CAMBIO MEZZI D’EPOCA www.comitatoparaplegia.com

+41,92 +16,46 +3,88 -0,33 +19,85 +10,39 SUL WEB +64,44 +18,84

www.asconauto.it www.sistemasconauto.it

mobilità privata: ripara quella che possiede. E ciò si traduce in maggiore lavoro (e opportunità) per n meccanici e carrozzieri.”

AsConAuto INFORMA

5


10812_Nazionale_OK_2505 8.qxd 23/01/12 16:39 Pagina 4

L’UNIONE FA LA FORZA. SEMPRE eggendo l’interessante sintesi della redazione di AsConAuto Informa riguardo l’andamento del nostro business nel 2011, non posso che essere soddisfatto, sia nella mia veste di concessionario sia come presidente dell’associazione. In molti casi, i ricambi rappresentano l’unica voce in attivo nei bilanci dei miei colleghi ed è quindi motivo di soddisfazione notare come, a fronte di una quasi plebiscitaria soddisfazione di voi meccanici clienti dei consor-

L

Tutti i numeri 2011

In continuo crescendo Una crescita inarrestabile quella di AsConAuto, che chiude l’ultimo anno con un fatturato superiore ai 324 milioni di euro. Complice la recessione che non stimola la sostituzione dell’auto GRAFICO 1. IL FATTURATO DI ASCONAUTO (2011/2010) n Fatturato 2010 n Fatturato 2011

Fatturato 2011

324.417.508,55 zi, corrisponda un segno positivo tra i dealer, specie in un momento di grande difficoltà nella vendita del ‘nuovo’. La mia convinzione, al di là dei meri numeri, che ci consegnano una crescita ‘double digit’, cioè a doppia cifra, è che comunque certi risultati non si raggiungono se non grazie all’impegno corale, generale, di tutta AsConAuto. Non crederò mai a un insieme disordinato di consorzi in grado di ottenere buoni risultati pro domo propria. E ciò mi porta a un’altra considerazione: la pressante necessità di delegare sempre più i nostri organismi centrali (e i partner professionali) perché creino i presupposti per ulteriore vitalità. A vantaggio, sia chiaro, di tutto il mondo dell’autoriparazione. AsConAuto è un grande crogiolo di iniziative e attività: non dobbiamo aver paura della sua voglia di crescere. Paolo Strabello

4 AsConAuto INFORMA

Fatturato 2010

288.164.505,07 variazione rispetto al 2010 pari al

+12,59%

Il Grafico 1 mette in evidenza il fatturato di AsConAuto mese per mese negli anni 2010 e 2011. A sinistra, il risultato complessivo: la crescita è stata del 12,6 per cento su un anno già estremamente positivo. In basso, la Tabella 1 mostra le attuali dimensioni dei 17 consorzi che nel loro complesso contano 11.500 affiliati. A destra, i numeri della ‘macchina’ AsConAuto.

TABELLA 1. LE DIMENSIONI DEI CONSORZI Consorzio Officine Carrozzerie Logistici CDRT 538 338 21 DOC BS 1.481 500 40 DOC LC 816 390 22 DOC PT 365 212 6 DOC MN 813 333 17 UCAV 411 189 15 ROE 395 206 12 DOC PD 361 132 6 CRO 284 135 6 MIRO 441 203 10 DROM 316 148 7 GRO 376 205 9 CEDRO 329 185 5 SINCRO TO 512 308 10 SINCRO VT 121 47 2 SINCRO BA 218 126 3 SINCRO MC 80 64 1 TOTALI 7.857 3.721 192

Promoter 7 12 9 3 7 3 4 2 3 4 3 3 2 4 1 1 1 69

hi pensava che la congiuntura economica negativa avrebbe interrotto la crescita di AsConAuto dovrà ricredersi. Anche il 2011 si è chiuso con il segno positivo: il fatturato ha sfiorato i 324,5 milioni di euro, segnando un più 12,5 per cento sul 2010, quando ci si era fermati a 288 milioni (cfr grafico 1). Oggi la ‘macchina’ che movimenta ricambi originali in 37 province d’Italia attraverso 17 consorzi, conta oltre 11.500 affiliati, tra meccanici e carrozzieri. A unirli sono ben 192 furgoni a cui presto se ne aggiungeranno altri tre, visto che sta per partire proprio in questi giorni il nuovo distretto Sincro di Cagliari. “Guardando nel loro complesso i dati 2011 sottolinea Filiberto Vaiani, presidente di Gestione Consorzi - non possiamo che ritenerci soddisfatti. In un anno difficile, siamo comunque riusciti a crescere in qua-

C

ASCONAUTO AL 18/01/2012 Consorzi associati 17 Province servite 37 Concessionarie 698 Officine 7.857 Carrozzerie 3.721 Furgoni distribuzione 192 Risolutori problemi 69 Punti Sistema 72 Staff gestione 53 si la totalità dei consorzi e come avevamo previsto ci siamo allargati non solo a nord ma anche a sud della Penisola, raggiungendo Bari, dove negli ultimi due mesi dell’anno si sono superati i 300.000 euro di fatturato.” Un’altra scommessa vinta, dunque per l’associazione. “Poco imFebbraio 2012

Febbraio 2012

AsConAuto INFORMA

9


10812_Nazionale_OK_2505 8.qxd 23/01/12 16:39 Pagina 10

Ricambi & informatica

L’aiutante virtuale Integra entra nel vivo, con l’implementazione del protocollo di AsConAuto nei primi pacchetti Gms per meccanici e carrozzieri indipendenti a avanti a tutta forza il progetto Integra, lo strumento informatico studiato per migliorare la produttività e fidelizzare gli autoriparatori. Ottimizzando il problema dell’inoltro ordini alle concessionarie da parte di autofficine e carrozzerie. Il tutto utilizzando senza alcun problema i sistemi informatici - tra loro anche differenti - già presenti presso clienti (i Gms) e dealer, (i Dms) senza interferire minimamente con le procedure già in essere all’interno dell’azienda.

SOS alluvione

Fatti. Non solo parole

V

Sis&Tema Top Race Adventure

Tre Gms già ‘integrati’ Proprio sul fronte dei Garage Management System (Gms), i software utilizzati nelle officine,

La rete di affiliati AsConAuto ha dimostrato di essere unita, aiutando i colleghi travolti dall’alluvione che ha colpito La Spezia e Massa

Sopra, il sito del Doc di Lecco, ‘consorzio pilota’ del progetto. Il mese prossimo partirà invece la sperimentazione presso il Miro di Milano (a destra).

arrivano ora le novità più importanti. E cioè che, da oggi, sono perfettamente interfacciati a Integra - nonché ‘full AsConAuto

approved’ - già tre Gms generici: due dedicati alle autofficine e uno apposta per le carrozzerie. Nel primo caso si tratta di Go e di

Clerk, rispettivamente della torinese Carel (www.carelweb.it) e della All4all (www.all4all.it) di Rimini. Per chi si dedica alla ‘pelle’ dell’auto c’è invece Wgescar, concepito dalla A.M.G. Software di Torino (www.amgsoftware.it), che dal proprio sito consente anche di scaricare una versione demo gratuita del prodotto. Tutti gli associati AsConAuto possono acquistare questi utili pacchetti a un prezzo agevolato, pa-

ono passati già tre mesi da quando un’alluvione senza precedenti ha colpito lo Spezzino e la Lunigiana. Il 25 ottobre è ormai una data indelebile dalla memoria delle persone toccate direttamente, ma anche dalla storia di AsConAuto che ha dimostrato come non mai di essere una realtà unita, dalla dignità nazionale. La disgrazia che ha travolto gli otto affiliati del consorzio Doc ToscanaLiguria, facente parte della nostra associazione, ha sensibilizzato i colleghi dei consorzi di tutta Italia. Siamo certi che l’alluvione abbia stupito e impressionato tutti gli italiani, almeno per qualche giorno. Ma, dalle testimonianze che abbiamo raccolto, non sembra che a tanto stupore siano seguiti poi aiuti concreti, in particolare alle otto aziende di autoriparazione affiliate al Doc Toscana-Liguria. Stando ai racconti dei protagonisti, i colleghi sono stati aiutati qua-

S

si esclusivamente da parenti, arrivati talvolta sin da Roma, e dagli amici. A oggi, queste realtà non hanno ricevuto altro aiuto e possono soltanto sperare che almeno l’ipotesi di un contributo statale per l’acquisto di nuove attrezzature da lavoro - così da sostituire quelle danneggiate - sia messa nero su bianco. Al loro fianco con discrezione Un aiuto concreto sta arrivando loro da AsConAuto. Senza tanto rumore, senza tante parole, l’associazione ha dato l’opportunità a tutte le officine e carrozzerie servite di fare un gesto, una donazione, mettendo a disposizione gli strumenti e la trasparenza totale che deve avere qualsiasi gesto di solidarietà. “Sono molto soddisfatto per quello che ha saputo fare AsConAuto – ci ha confidato Fabrizio Guidi, Presidente del Doc Toscana-Liguria - sensibilizzando anche colleghi

lontani. Ritengo sia un bel segnale, unico nel settore, che dimostra la dimensione nazionale e la credibilità della squadra ‘dei ricambi originali’”. “A gennaio ho visitato le aziende danneggiate per monitorare la situazione - spiega il capo consorzio Leo Mollica – e le persone coinvolte si sono complimentate per come il promoter Davide e i logistici Alessandro e Stefano siano stati in grado di garantire il servizio alle officine e aiutarle umanamente e fisicamente. Ne sono fiero.” Il punto della situazione Grazie alle vostre donazioni, in meno di due mesi sono stati raccolti oltre 72.776 euro. Le cifre riassuntive evidenziano come anche colleghi lontani centinaia di chilometri, nonostante il momento di crisi che attanaglia tutti i settori produttivi, abbiano voluto dare un aiuto. I consorzi più generosi sono stati,

A sinistra una strada del paese Monterosso (SP) durante l’alluvione. Sopra: le conseguenze per le otto realtà affiliate al giovane consorzio AsConAuto Doc Toscana-Liguria.

ovviamente, quelli con il maggior numero di affiliati al servizio di distribuzione ricambi, ma dai dati raccolti si evidenzia anche come le aree più vicine ai territori colpiti siano state meno sensibili, più scettiche, di fatto, sull’operazione. Pare anche evidente e comprensibile come altre aeree, colpite di recente e altrettanto duramente da fenomeni alluvionali, non abbiano risposto in modo positivo. La cosa più importante è che AsConAuto e la sua rete trasmetterà nel più breve tempo possibile un aiuto economico, concreto. Un aiuto non certo sufficiente a risolvere o alleviare problemi e danni di grande entità, ma con un valore simbolico oltre che materiale. Un aiuto che arriva da colleghi. Dalla famiglia AsConAuto. n

Se avete attrezzature per officina e carrozzeria in buone condizioni che non utilizzate, mettetele a disposizione di chi non le ha più! AsConAuto Informa farà da tramite. Inviate un’e-mail a questo indirizzo, indicando cosa potete offrire ai colleghi. Sono esclusi i beni deperibili.

sosalluvione@asconauto.it


10812_Nazionale_OK_2505 8.qxd 23/01/12 16:39 Pagina 2

Da sinistra, nell’ordine, le homepage dei siti di Carel, All4all e A.M.G. Software, le società che realizzano i rispettivi software Gms battezzati ‘Go’, ‘Clerk’ e ‘Wgescar’. I primi due servono alla gestione delle autofficine, il terzo invece al management delle carrozzerie.

I vantaggi del gestionale Ed è proprio sull’acquisto di un software gestionale (Gms) tra quelli con implementazione Integra che le officine meccaniche e le carrozzerie - anche di piccole dimensioni - dovrebbero ora puntare, per snellire ulteriormente le procedure nel sistema di preventivazione e ordinazione (nonché fatturazione e pagamento) degli autoricambi originali presso i concessionari di riferimento. Ad esempio, già dalla fine del novembre scorso, presso il consorzio Doc di Lecco è in sperimentazione la versione Live di Integra, quella cioè che ‘viaggia’ esclusivamente su interfaccia web, senza bisogno di software Gms, ma sfrut-

tando l’accesso all’area riservata del sito. Da ora, invece, Lecco volta pagina e passa alla versione definitiva del progetto, quella basata

completamente sul colloquio automatico in background (senza necessità di uscire dal proprio gestionale) tra Gms dell’officina e Dms caricato nei sistemi informatici che amministrano il magazzino ricambi della concessionaria.A partire dal prossimo mese di marzo,

toccherà poi al consorzio Miro di Milano abbracciare Integra. Basta un click Addio perciò a telefono e fax. Gestire l’approvvigionamento dei ricambi via Gms è facile e rapido. Quando il veicolo entra in officina, l’autoriparatore non deve far altro che aprire la distinta di lavoro specificando marca e ‘Vin’ (il telaio) del veicolo. Per richiedere il preventivo dei ricambi necessari, basta una semplice descrizione degli stessi, che incrociata col Vin genererà l’esatto codice dei ricambi di cui si vuol sapere prezzo e disponibilità. In breve tempo, l’ordine di lavoro verrà automaticamente completato con le informazioni provenienti dal Dms del dealer, a cui si potrà inoltrare la conferma d’ordine con un n semplice click del mouse.

alla prossima puntata...

Qui semplificato tutto il flusso di informazioni gestite da Integra. Nella pagina accanto, lo schema di funzionamento dell’intero progetto.

gabile comodamente senza problemi attraverso la rete incassi.


10812_Nazionale_OK_2505 8.qxd 23/01/12 16:39 Pagina 12

AsConAuto INFORMA

Mensile di informazione e cultura motoristica - ORGANO UFFICIALE DELLʼ ASSOCIAZIONE NAZIONALE CONSORZI CONCESSIONARI AUTO ANNO 10 N. 108 - FEBBRAIO 2012

SOS Alluvione A che punto è la raccolta fondi pro colleghi colpiti

a pagina

e r p m e S

ù i p

in

Pochi soldi per comprare auto nuove, il parco circolante invecchia e le officine lavorano di più. Così, anche in un momento difficile, AsConAuto riesce a mettere a segno un risultato positivo. Consorzio per consorzio, tutti i numeri relativi al 2011.

tl o a

3 Sincro Cagliari Aumentano i distretti. AsConAuto è in Sardegna!

a pagina

6 Integra Scocca l’ora dei software Gms che lo implementano

a pagina

10

www.asconauto.it


Asconauto Informa Febbraio 2012