Issuu on Google+

N O V -D I C 2009

I L P RIMO G IORNALE

DEGLI

E VENTI

E DELLE

S PONSORIZZAZIONI

SPECIALE

BEA IT I VINCITAOLIA RI

AGENZIA DEL MESE

LOUDER ITALIA

TOP LOCATION EVENT MANAGER EVENT MANAGER

INPUT PENSA DIVERSAMENTE E VINCE IL BEA ITALIA 2009

COVER STORY

Poste Italiane Spa - Spedizioni in A.P. - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) Art. 1 comm.1 DCB Milano

Società Editrice ADC Group srl, via Fra Luca Pacioli, 3 Milano • Direttore Responsabile: Salvatore Sagone - www.e20express.it Redazione e pubblicità: via Fra Luca Pacioli, 3 Milano - e20@adcgroup.it - Fotolito e stampa: Lasergrafica Polver srl Milano - Anno 7 N. 46 nov-dic 2009

SPAZIO THECA

SILVIA GARBARINO, PAGLIERI

MARIO DE NISI, CLASS EDITORI


LA FABBRICA DEGLI

EVENTI Struttura post industriale posizionata nel centro di Roma e immersa nel verde, Officine Farneto è una location esclusivamente dedicata ad eventi aziendali e culturali. Un suggestivo spazio eventi di 1200 mq supportato da una sala conferenze per 100 ospiti, sala riunioni, business center, roof garden, bar interno, cucina attrezzata per catering e una zona wellness.

Via dei Monti della Farnesina, 77 00194 ROMA T: +39 06 83396746 F: +39 06 32609943 www.officinefarneto.it info@officinefarneto.it


e

20

EDITORIALE [editoriale]

Il peggio è passato! La sesta edizione del Bea si celebra in un momento particolare per l’industria degli eventi. Mentre andiamo in stampa, ci giungono i dati del quinto ‘Monitor sul Mercato degli Eventi in Italia’ commissionato da ADC Group e realizzato, come noto, da Astra Ricerche di Enrico Finzi su un campione di 302 aziende. Il periodo di rilevazione è lo scorso ottobre. Il Monitor fornisce un bilancio dei precedenti 12 mesi, e una prospettiva sul prossimo biennio. Insomma, si tirano le somme dell’anno della crisi più profonda dal dopoguerra a oggi, e si guarda avanti. Lo scenario che si presenta è composto da luci e, senza dubbio, da ombre. Come tutti si aspettavano, l’anno che ci lasciamo alle spalle ha chiuso male: per gli eventi si parla di un pesante -11,5%, pari a un ammontare di 1,15 miliardi di euro (si torna ai valori del 2006). Possiamo dire che gli eventi perdono assai meno del mercato che, nel suo complesso, viaggia a -16%. Se questa è una magra consolazione, le previsioni per il prossimo biennio autorizzano, invece, un cauto ottimismo. Le aziende che l’anno scorso non hanno investito in eventi dichiarano, nel 52% dei casi, che torneranno a farlo. I recalcitranti sono solo il 12,3%, elevata è la percentuale degli indecisi, pari al 34,8%. Positive le notizie che arrivano da coloro che hanno investito lo scorso

anno, che nel 37,8% dei casi sono ancora più motivati a farlo nel prossimo biennio (il 28,7% prevede una sostanziale stabilità, solo il 10,5% prevede di ridurre la spesa). In totale, nei prossimi due anni si dovrebbe raggiungere quota 1,39 miliardi. Se dal punto di vista degli investimenti il peggio sembra passato, si consolidano tendenze che faranno certamente riflettere gli addetti ai lavori. Si delinea un mercato sempre più frammentato e assistiamo a differenze di performance clamorose: c’è chi va bene, chi male, chi semplicemente sopravvive. Nel triennio d’oro, dal 2005 al 2007, c’era mercato per tutti. Oggi, come dice Finzi, non c’è trippa per tutti i gatti… Se consideriamo poi che diminuisce l’investimento medio per evento, andiamo decisamente verso una ‘lower prices economy’ che comporta una ‘lower profits economy’. Tradotto in soldoni, si lavora a meno per guadagnare di meno. Sopravvivrà chi dimostrerà di saper vivere in questo contesto e la creatività, dunque, diventerà una chiave fondamentale per il successo. Per tirarci su il morale, non resta che brindare all’antidepressivo Zeldox che, ironia della sorte, ha trionfato al Bea Italia con un Evento di grandissimo impatto, ideato da una vecchia conoscenza del Bea, la Input Eventi e Comunicazione, già vincitrice nella prima edizione del 2004 dell’ambito premio Agenzia dell’Anno! Salvatore Sagone Direttore Responsabile e Presidente ADC Group

SOPRA TUTTI ... w w w. t e n s o t e n d . i t

I GRANDI EVENTI TENSOSTRUTTURE COPERTURE

PA L C H I

A L L E S T I M E N T I P E R M A N I F E S TA Z I O N I


Gruppo Input. Eventi di peso.

Best Event Award 2009.

www.gruppoinput.eu


e

20

SOMMARIO [sommario]

8 News Indiscrezioni e anteprime dal mondo degli eventi e delle sponsorizzazioni.

Bea 27 Speciale Italia 28. La qualità premia. I numeri, le novità, i

vincitori e i premi del Bea-Best Event Awards, giunto quest’anno alla sua sesta edizione. 36. Classifica vincitori 41. I giorni del giudizio. Intervista a Pier

Donato Vercellone, presidente della giuria del Bea Italia 2009, e rassegna dei 17 giurati che hanno valutato i progetti in gara.

65 Premi per tipologia 103. Premi per eccellenza tecnica. 121. Special Awards. 135. Premi speciali dell’Editore.

54 COVER STORY Questione di prospettiva. Input Eventi e Comunicazione vince il Bea Italia con un evento realizzato per la casa farmaceutica Pfizer: ‘Pensare Diversamente’ è il Best Event 2009.

61. Emozioni da toccare. ‘Folletto Experience’ di Durat Prina Rossi & Associati si aggiudica il secondo premio al Bea Italia 2009. 63. Palinsesto live. ‘Fox Upfront 2008’ di Minimega è terzo al Bea Italia 2009.

21 SPECIALE BEA EXPO FESTIVAL 22. The place to be. Il 26 novembre a Milano la terza edizione del Bea Expo Festival: momento di formazione e aggiornamento per la event industry.

5

138 Primo Piano Il lavoro più bello del mondo. È uscito ‘Il dizionario degli eventi’, libro vademecum scritto da Alfredo Accatino (K-events), Direttore Creativo dell’Anno al Bea Italia 2009.

144

Case History

144. FUN scende in piazza con Gran Soleil.

In occasione del lancio di un nuovo gusto del prodotto Ferrero, FUN ha coinvolto Orbetello in un evento tutto da gustare. 146. Un tour da campioni. UniCredit presenta ‘Uefa Champions League Trophy Tour’, che ha fatto tappa in cinque Paesi Europei per celebrare la sponsorizzazione della Uefa Champions League. 150. Incontro high-tech. Gruppo Peroni Eventi firma Reply Xchange 2009, l’annuale momento di incontro, condivisione e conoscenza sul panorama delle nuove tecnologie. 152. Battesimo verde. L’open day ‘gReenessence’ di Valcucine rappresenta l’esordio green di Officine Farneto. La location punta alla creazione di un ente certificatore per la filiera degli eventi. 156. Creatività da assaporare. L’open day di Orp Stampi è stato curato da Braga Ricevimenti. La società di banqueting offre


SOMMARIO [sommario]

e

20

qualità, attenzione al dettaglio e Top innovazione. Location 158. Meet the green. Un evento all’insegna Anima cangiante. Un piccolo gioiello di del ‘green’ quello di ‘Eco2cktail’: un tecnologia ed eleganza nel cuore di originale percorso exhibit realizzato da Milano. Parliamo di Spazio Theca, location AllEvents. Tra i partner, Loretoprint. dalle atmosfere suggestive e dalle sofisticate dotazioni tecniche.

170

160 Focus

184. Scatti fiammanti. Lifeinaclick è una realtà in grado di elaborare campagne integrate spaziando dagli eventi all’online. Tra i prossimi impegni, le attività per Vancouver 2010. 186. Comunicare con trasporto.

160. Sobrietà emozionante. Nuovi

orientamenti e nuovi valori. Gli eventi motivazionali sono a una svolta. Parola di Milena Mineo, amministratore delegato e fondatore Mil. 162. Eventi in cattedra.

IED Comunicazione Roma diventa la ‘factory’ delle nuove leve degli eventi. Ne parliamo con il direttore Ilaria Legato. 164. Emozioni di ghiaccio. Dopo il Gran Galà del Ghiaccio, il Palavela di Torino torna sotto i riflettori con i Mondiali di Pattinaggio di Figura del 2010. Al Top la gestione della location e dell’evento.

166

184 I Partner

Agenzia del Mese

174

Event Manager

174. Codice moderno. A tu per tu con Silvia Garbarino, direttore marketing e comunicazione Paglieri. L’azienda interpreta le esigenze dei giovani con il lancio di nuovi prodotti e la rivisitazione delle storiche referenze. 178. (In)formare e sponsorizzare. Mario De Nisi, responsabile eventi e saloni Campus e responsabile mktg e gestione editoriale ‘Campus’, svela le ragioni del successo di ‘Campus Orienta Salone dello Studente’ e le strategie di comunicazione Class Editori.

consumatore e creare momenti di contatto con il brand: questa la mission dell’agenzia di marketing e comunicazione Louder Italia.

188. Al servizio dell’innovazione audiovisiva. Musica, spettacolo, moda,

convention, fiere e produzioni televisive. Presentiamo Sts Communication, una delle aziende di servizi audiovisivi più qualificata del mercato.

190 Rubrica Professionalità e creatività da podio.

Appuntamento con la Consulta degli Eventi.

182 I Professionisti

Actions speak louder. Coinvolgere il

Spettacolari truck per iniziative itineranti, tour promozionali e campagne di comunicazione on the road. La parola a Modo Promotion.

Tra materia ed energia. Parliamo di

Identity Design, affermata agenzia che abbraccia tutte le leve del marketing mix per una comunicazione vincente.

194 Contatti Vetrina di presentazione per conoscere e

farsi conoscere. ACCOUNT MANAGER

DIRETTORE RESPONSABILE Salvatore Sagone salvatore.sagone@adcgroup.it

COORDINAMENTO EDITORIALE Marina Bellantoni marina.bellantoni@adcgroup.it

COORDINAMENTO REDAZIONALE

Alessandra Cellina alessandra.cellina@adcgroup.it Bianca Chiejdan bianca.chiejdan@adcgroup.it Andrea Gervasi andrea.gervasi@adcgroup.it (Roma)

ABBONAMENTI Paola Morello paola.morello@adcgroup.it (Resp.) Natalia Cavina natalia.cavina@adcgroup.it

Chiara Pozzoli chiara.pozzoli@adcgroup.it

SEGRETERIA DI REDAZIONE

MARKETING E COMUNICAZIONE

Francesca Chittaro francesca.chittaro@adcgroup.it

Alessia Bianchi alessia.bianchi@adcgroup.it

ART DIRECTION E REALIZZAZIONE

e20© PERIODICO MENSILE

Davide Lopopolo, Loredana Cattabriga davide.lopopolo@fastwebnet.it

HANNO COLLABORATO Francesca Fiorentino, Mario Garaffa, Ataisio Guglielmotti, Alessandra Lanza, Maria Maggi, Ilaria Myr, Pietro Palma

DIRETTORE COMMERCIALE Maria Cristina Concari cristina.concari@adcgroup.it

ACCOUNT DIRECTOR Andrea Parmigiani andrea.parmigiani@adcgroup.it

FOTOCOMPOSIZIONE E STAMPA Lasergrafica Polver via Kramer, 17/19 - 20129 Milano

7

Copyright 2009 ADC Group n° 46 nov-dic 2009 reg. trib. di Milano n° 530, 24/09/2003

SOCIETÀ EDITRICE ADC Group srl presidente: SALVATORE SAGONE, amm. del.: GIULIO BORTOLUSSI Red. e pubbl.: via Fra Luca Pacioli, 3 - 20144 Milano tel: +39 02 83102315/6 fax: +39 02 36592735 e20@adcgroup.it Sede legale: via Freguglia, 2 - 20122 Milano Abbonamento annuale per l’Italia (7 numeri all’anno) con l’Annuario Event Marketing Book: 170,00 euro Finito di stampare nel mese di novembre 2009


NEWS [news]

Incentive: Contempora a Malta con Gattinoni Lavoro, svago e serate ricche di sorprese. Ecco gli ingredienti della convention annuale organizzata dallo staff di Gattinoni Incentive&Events a Malta per Contempora-Vorwerk, azienda che si occupa della vendita diretta del ‘robot’ da cucina Bimby. Tra le iniziative, la cena organizzata presso il Palazzo Verdala, la residenza estiva del presidente di Malta, disponibile eccezionalmente per l’evento. Hanno animato la serata le coreografie dei ballerini di ‘Ballando con le stelle’, la voce di Karima, ex cantante di ‘Amici’, e l’arrivo di un elicottero dal quale, sulle musiche di James Bond, si è calato un affascinante uomo in smoking, che ha brindato al successo dell’azienda. Per info: www.gattinoni.it.

e

20

Servizi: Con ExpoPolis la fiera è in 3D La società ExpoPolis, con sede a Bruxelles, ha lanciato il 12 ottobre il primo centro fieristico virtuale in 3D. Opera dell’architetto tedesco Jürgen Mayer H., si tratta di un salone espositivo per lo svolgimento di fiere e congressi internazionali. ExpoPolis (questo il nome, oltre che della società, anche della struttura) comprende otto padiglioni e una sala dedicata all’innovazione. L’intero edificio può ospitare un numero illimitato di manifestazioni. Il tutto on line, quindi azzerando l’impatto ambientale. Il centro congressi accoglie sia gli eventi organizzati dalla stessa ExpoPolis sia quelli delle società interessate. I servizi per gli espositori, a partire dagli stand (dimensione, design e configurazione) sono personalizzabili. La prima fiera europea, ‘5th Ministerial eGovernment Conference’, organizzata dalla Commissione Europea, si è svolta dal 18 al 20 novembre. Seguirà Eeif (European Economic & Innovation Fair, 22-26 marzo 2010), organizzata da ExpoPolis. Per info: www.expopolis.com.

Sponsorizzazioni: Porcellato gareggia con Le Fablier

Temporary store: Interview porta il fascino dello Yemen a Milano

[BREVISSIME]

Interview, l’agenzia rp di Go Up Communication Group, ha organizzato una quattro giorni milanese dedicata allo Yemen. Dopo il temporary shop allestito in corso Garibaldi 59, che ha riscosso grande partecipazione da parte del pubblico, con oltre 3.000 visitatori, la stampa e i tour operator sono stati coinvolti nell’affascinante mondo dello Yemen attraverso una conferenza allo Sheraton Diana Majestic di Milano. Nel corso dell’evento gli ospiti hanno potuto ammirare lo spettacolo danzante dei ballerini della National Dance Academy e una suggestiva mostra fotografica. Tra gli ospiti d’onore Shaya Zindani, ambasciatore della Repubblica dello Yemen in Italia, e Abdulla Alkebsy, country manager Yemenia. Per info: www.interviewonline.it.

Le Fablier entra nel mondo dello sport. L’azienda veneta produttrice di mobili per la casa ha deciso di sponsorizzare la campionessa italiana Francesca Porcellato (nella foto), che si sta allenando per le Paralimpiadi di Vancouver 2010. Imbattibile nelle gare di sprint, l’atleta è una delle sportive più titolate del nostro Paese, tanto da essere stata scelta come portabandiera della squadra italiana ai Giochi Paralimpici di Pechino 2008. La scelta di Le Fablier rispecchia i valori del marchio: passione, talento, coraggio. Per info: www.lefablier.it.

» Italia unita a Eibtm

Verso Shanghai 2010

Shern in Scandinavian Airlines

La meeting & incentive industry italiana prenderà parte a Eibtm, fiera internazionale di settore in programma a Barcellona dall’1 al 3 dicembre, con una rappresentanza unitaria di operatori sotto l’egida di Enit - Agenzia Nazionale del Turismo. Grande la soddisfazione espressa da Paolo Zona, presidente Federcongressi. Per info: www.eibtm.com.

G180 è la proposta elaborata da Alessandro Rosso Group e Lowe Pirella Fronzoni per portare le aziende italiane all’Expo Shanghai 2010. A disposizione, pacchetti speciali di viaggi incentive, con vantaggi quali un pomeriggio dedicato alla propria azienda presso il Padiglione Italia, e un ufficio per organizzare incontri con i clienti locali. Per info: www.g180shanghai.com.

Chris Shern è il nuovo general manager di Sas Scandinavian Airlines per Italia e Mediterraneo. Entrato nella compagnia nel 1990, passa da direttore vendite Stati Uniti Orientali e Canada a route manager, revenue manager Danimarca e director customer relation presso il Sas Revenue Information Services. Shern continuerà il processo di crescita intrapreso dal Gruppo.

8


NEWS [news]

e

20

Spazi polifunzionali: Rimini, se il Palacongressi diventa outlet... A Rimini, fino a fine anno, proprio come in un outlet dedicato alle grandi firme del made in Italy, si potranno acquistare le ultime date disponibili del Palacongressi, in attesa della ‘prossima collezione’, ovvero del nuovo Palazzo dei Congressi che presto aprirà le porte. Meeting, convention, workshop, congressi, seminari, eventi di ogni tipo e misura, scontati fino al 30% ma sempre e comunque garantiti dalla griffe ‘Convention Bureau della Riviera di Rimini’. Tutto ciò grazie alla promozione Cheap&Click, l’ultima idea elaborata dall’ufficio marketing della società riminese per offrire ad aziende e agenzie la possibilità di organizzare manifestazioni a costi interessanti. Il nuovo Palacongressi, intanto, è stato scelto dal Bits (Bureau International du Tourisme Social) quale sede del prossimo congresso mondiale dell’organizzazione, che si svolgerà dal 28 settembre al 1° ottobre 2010. Per info: www.riminipalacongressi.it.

Agenzie: On Blue si colora di verde

Solidarietà: Musica e cabaret, anche in carcere

[BREVISSIME]

Sette palchi, tre ore di spettacolo, otto gruppi musicali, quattro cabarettisti e un pubblico di 1.500 detenuti. Questi i numeri dell’edizione 2009 di ‘San Vittore Sing Sing’ (19 ottobre), che quest’anno si è tenuto nel carcere milanese con il contributo economico di Piano B, l’agenzia di comunicazione che lo ha ideato. Condotto da La Pina di Radio Deejay, il festival ha visto susseguirsi sui palchi, a rotazione, Max Cavaliere, Stefano Chiodaroli, i Club Dogo, i Francobranco, Kalabrugovich, Karkadan, Marracash, i Nema Problema, Giuliano Palma & The Bluebeaters (in foto), i Vlp Sound e i ragazzi dell’edizione attuale di X Factor che, presentati da Francesco Facchinetti, hanno cantato i grandi classici della musica. Il festival ha ottenuto il patrocinio della Provincia di Milano, che per il 2010 intende sostenere economicamente l’iniziativa assicurando le tappe anche al Beccaria e nelle carceri di Opera e Bollate. Per info: www.pianob.it.

A pochi mesi dalla riorganizzazione aziendale, On Blue lancia gli eventi ‘green tech’, un mix di tecnologia e innovazione a tutela dell’ambiente. Per il 2010, l’agenzia propone una serie di ‘eco-interventi’ per la realizzazione di iniziative sul territorio nazionale, come la ricerca di location sostenibili, lo smaltimento e il riciclaggio dei rifiuti e la scelta di catering attenti all’ambiente e alla preparazione di menu ad hoc. Per la comunicazione, carte riciclate e gadget ecologici affiancheranno gli allestimenti eco-compatibili. Per il nuovo anno, inoltre, ogni offerta dell’agenzia guidata da Laura Mancini (nella foto) comprenderà una proposta green: anche per gli eventi che si terranno all’estero, infatti, sarà sempre presentata un’idea o un’attività sostenibile (per esempio un team building). Senza dimenticare l’utilizzo della tecnologia: da anni, infatti, la società realizza siti internet con funzionalità personalizzabili per la gestione degli aspetti logistico-organizzativi di segreteria, riducendo così gli sprechi di carta, penne e altri materiali. Per info: www.onblue.it.

» Appuntamenti fieristici

Accordo per lo sport

Gara eventi HP

Universal Marketing, società che organizza la partecipazione di aziende ed enti alle fiere internazionali, propone due appuntamenti: Spring Fair International, dedicato all’artigianato e agli articoli per la tavola (Birmingham, febbraio 2010) e Tokyo International Gift Show, su regalistica e accessori decorativi (febbraio e settembre 2010). Per info: www.fieredalmondo.com.

Studio Ghiretti, società di consulenza globale nello sport, ha concluso un accordo annuale con il tour operator Esatour Travels & Events. Quest’ultimo, specializzato nell’incoming per i grandi eventi sportivi e musicali italiani e internazionali, si affida allo studio di Parma per costruire un percorso di advisoring in ambito mediatico. Per info: www.esatour.it; www.studioghiretti.biz.

Gruppo Input e Studiometria annunciano di aver vinto, per la seconda volta, la gara indetta dalla direzione Emea Hewlett Packard per la creazione e gestione degli eventi. Le due agenzie affiancheranno i marketing team di tutte le Business Unit HP per i prossimi due anni quali fornitori di creatività e servizi per eventi e fiere in Italia. www.gruppoinput.eu; www.studiometria.it.

10


NEWS [news]

e

20

Servizi: Cwt, itinerario e biglietto in un unico documento Carlson Wagonlit Travel (Cwt), società specializzata in business travel management, ha lanciato in Europa il ‘Cwt Itinerary & E-Ticket’, strumento che consente ai viaggiatori e ai travel arranger di gestire le prenotazioni in modo più semplice ed efficiente. Itinerario e biglietto elettronico, infatti, sono da oggi riuniti in un unico documento. ‘Cwt Itinerary & ETicket’ è compatibile con le prenotazioni effettuate tramite qualsiasi sistema, sia on line che off line. Per info: www.carlsonwagonlit.com.

Eventi BtoB: K-events celebra la nascita di Groupama Assicurazione La fusione di due realtà in un’unica identità è il concetto chiave che ha guidato la convention, i due eventi media, la conferenza stampa e la cena di gala che K-events, agenzia del Gruppo Filmmaster, ha realizzato per celebrare la nascita di Groupama Assicurazioni, nata dalla fusione di Groupama Italia e Nuova Tirrenia. Filo conduttore del progetto è stato ‘Noi Siamo’, una semplice frase divenuta simbolo di un percorso di condivisione di valori e appartenenza a un gruppo. Il team K-events è stato guidato da Simone Merico, amministratore delegato, sotto la direzione creativa esecutiva di Alfredo Accatino. Per info: www.groupama.it; www.kevents.it.

Società: The Round Table, laboratorio in movimento Dallo scorso luglio Francesco Moneta ha lasciato EGG events, società da lui fondata nel 1987, per creare il ‘laboratorio di comunicazione’ The Round Table. Il brand EGG resterà a Casta Diva (che lo aveva acquisito alla fine del 2007) e connoterà la divisione Eventi della stessa società. Secondo Moneta, The Round Table rappresenta la forma più efficace per fare innovazione nel settore della consulenza alla comunicazione. “Non si tratta di una nuova agenzia convenzionale aggiuge -, ma di un laboratorio che ogni volta crea ‘tavoli progettuali’ e di coordinamento, raccogliendo professionalità eccellenti a misura delle esigenze espresse dal cliente”. The Round Table sta gestendo progetti per aziende (Helvetia Assicurazioni, Tecnomar, Borgo di Castelvecchio), enti e istituzioni, e agenzie di comunicazione. Senza dimenticare il progetto ExpoSizioni avviato con la Fondazione Franco Albini, che sta raccogliendo importanti adesioni da diverse realtà culturali ed economiche di Milano. Per info: www.theroundtable.it.

Comunicazione integrata: Monterosa Ski, il made in Italy sugli sci

[BREVISSIME]

Monterosa Ski, uno dei principali comprensori sciistici della Valle D’Aosta e delle Alpi, dà il via alla stagione invernale 2009-2010. E, per l’occasione, lancia la campagna di comunicazione annuale ‘Dopo ogni salita, c’è sempre una discesa’, ideata, progettata e realizzata, sia strategicamente che creativamente, dall’agenzia 3d’esign communication, con il supporto di Viviana Mejana di Pablicando e dello staff commerciale Monterosa Ski. Si tratta di un piano integrato che prevede passaggi stampa e radio, attività di ufficio stampa, azioni unconventional e di direct marketing, eventi e un piano ad hoc per il mercato Uk. Inoltre, in qualità di radio ufficiale del comprensorio, Radio Italia accompagnerà l’identificazione di Monterosa Ski come marchio made in Italy riconosciuto e consolidato, vicino ai giovani e alle famiglie. Per info: www.monterosa-ski.com; www.3design.net.

» Hade dg Bulova

LG Cooking School

La Giordania a Milano

Michel Hade è il nuovo direttore generale di Bulova Swiss. Canadese di nascita e residente in svizzera, Hade ha alle spalle oltre 15 anni come dirigente in campo internazionale. In Bulova dovrà sovrintendere a tutte le attività di pertinenza dell’ufficio di Friburgo, a cui fanno capo il mercato Italia e i distributori di Europa, Medioriente, Africa e regione Asia-Pacifico.

Tra settembre e ottobre, in 11 città italiane LG, in collaborazione con Apci - Associazione Professionale Cuochi Italiani, ha organizzato ‘LG Cooking School on tour’ per 200 addetti alle vendite. Le tappe hanno previsto una giornata di formazione per scoprire i trucchi della cucina a microonde e una sfida culinaria utilizzando un paniere di ingredienti e un LG DuoChef.

È ancora MenCompany ad allestire e curare una mostra outdoor in Via Dante a Milano. L’agenzia ha messo a disposizione del Jordan Tourism Board 30 strutture bi-facciali alimentate da pannelli solari per l’esposizione di scatti fotografici sulle bellezze della Giordania. La mostra ha avuto il patrocinio di Comune di Milano, Regione Lombardia e Cciaa Milano. www.mencompany.it.

12


NEWS [news]

e

20

Alberghi: Due nuovi hotel InterContinental ad Abu Dhabi

Guerrilla marketing: Monster annuncia ‘La fine della disoccupazione’ ‘Il giorno del lavoro è vicino. Mancano pochi giorni alla fine della disoccupazione’. È questo il messaggio della campagna per la promozione delle due tappe italiane del tour ‘Keep Italy Working - il Giorno del Lavoro’, la fiera che mette a disposizione dei candidati 15.000 offerte di impiego, organizzata da Monster.it, sito specializzato in ricerca e offerta di lavoro sul web. Protagonista della campagna ideata da The Ad Store Italia, un ‘profeta’ vestito di bianco e dalla lunga barba, che ha girato per le strade di Roma e Milano annunciando le due tappe italiane della fiera, con l’obiettivo di coinvolgere e informare i passanti. Per info: www.monster.it; www.adstore.it.

InterContinental Hotels Group ha annunciato l’apertura di due nuovi hotel: un Crowne Plaza e, per la prima volta nel Golfo, uno Staybridge Suites (nella foto), entrambi a Yas Island, Abu Dhabi. Il primo, dotato di 428 camere, è il secondo hotel del marchio presente nella capitale, ha sei ristoranti, una piscina di 25 m parzialmente coperta, camere di vapore, sauna e campo da squash. Situato sulle rive del Fiume Yas, è collocato in posizione strategica a metà strada tra il centro della città e l’aeroporto Internazionale di Abu Dhabi. Il secondo, lo Staybridge Suites, situato a pochi passi dal nuovo circuito di Formula 1 Yas Marina, è composto di 164 suite, che vanno dallo studio fino alla suite doppia, tutte dotate di cucine attrezzate e accesso alla dispensa privata con un’ampia offerta gastronomica a disposizione 24 ore al giorno tutti i giorni. Per info: www.ihg.com.

Agenzie: AllEvents group, sostenibilità e seduzione Costituita a inizio 2009 grazie alla partnership tra Incentive Power e Brainwaves, AllEvents group punta sui comportamenti ecosostenibili, arricchisce la propria offerta e lancia i ‘Green Xmas Party’, un format innovativo che sottolinea la responsabilità sociale delle aziende trasformando la cena di Natale in un evento contro gli sprechi. Una conferma del lavoro positivo fin qui realizzato arriva poi da Coty Prestige, che ha incaricato AllEvents group di creare e coordinare una grande iniziativa dedicata alla seduzione, in occasione del lancio in Italia della nuova fragranza maschile Davidoff Hot Water. Infine, segnaliamo che Egl, una delle principali realtà del mercato dell’energia in Italia, riconferma la propria fiducia a Incentive Power affidando all’agenzia, per il terzo anno consecutivo, l’organizzazione della convention annuale rivolta alla forza vendita. Per info: www.allevents.it.

Agenzie: Connexia con Bic La Fucina nel Progetto Karonte

[BREVISSIME]

L’agenzia di comunicazione multicanale Connexia partecipa al ‘Progetto Karonte’, promosso da Bic La Fucina con il dipartimento di Ingegneria Gestionale del Politecnico di Milano, Asvicom altomilanese, Cciaa di Monza e Brianza, e realizzato grazie al contributo di Regione Lombardia e Unioncamere Lombardia. Nato con l’obiettivo di aiutare le piccole imprese a unire le proprie forze per cogliere le nuove opportunità del mercato, per 18 mesi (da luglio 2009 a dicembre 2010) ‘Karonte’ coinvolgerà un gruppo di eccellenza costituito da 22 agenzie di comunicazione e creative su progetti complessi e articolati, destinati sia al mercato interno che a quello globale. Per info: www.impresecreative.it; www.connexia.com.

» Comieco a Ecomondo

Scienza mon amour

Iab a Impatto Zero

Comieco, Consorzio nazionale per il recupero e il riciclo degli imballaggi a base cellulosica, ha partecipato alla 13esima ed. di ‘Ecomondo’, a Rimini a fine ottobre.Visibilità attraverso due enormi shopper in cartone riciclato ed esposizione di prodotti agroalimentari provenienti dai comuni più virtuosi nella raccolta differenziata di carta e cartone. Per info: www.ecomondo.com.

Si svolgerà dal 29 ottobre al 7 novembre 2010 l’VIII edizione del Festival della Scienza di Genova che anche quest’anno (23 ottobre-1 novembre) ha registrato numeri interessanti: 160.000 visite a mostre e laboratori, 40.000 tra conferenze, spettacoli ed eventi, oltre 700 animatori coinvolti, 500 ospiti alle cene degli Amici del Festival. Per info: www.festivalscienza.it.

Iab Forum 2009, convegno dedicato alla comunicazione interattiva tenutosi a Milano il 3 e 4 novembre), ha aderito al progetto Impatto Zero di LifeGate. L’accordo consente di compensare le emissioni prodotte dall’organizzazione del Forum, pari a oltre 120.000 kg di anidride carbonica, attraverso la creazione e tutela di 23.000 mq di nuove foreste in Costa Rica. www.iabforum.it.

14


NEWS [news]

e

20

Eventi pubblici: Barilla Pasta Day, made in Italy da assaporare Quasi 200.000 votazioni online per la scelta del colore simbolo dell’iniziativa, della colonna sonora, delle ricette e delle tre città tappa, 2.700 fan in Facebook, 70.000 partecipanti alle feste di Milano, Roma, Napoli, 60 chef, 5.000 kg di pasta, 200 l di olio extravergine d’oliva, 1.300 kg di sugo al pomodoro, 40.000 piatti di pasta distribuiti. I numeri confermano il successo della prima edizione di ‘Barilla Pasta Day’, grande festa all’insegna della cucina e dell’entertainment made in Italy, indetta il 25 ottobre scorso in occasione del World Pasta Day. Ad accomunare gli eventi nelle tre città il Blu Barilla, preferito da oltre un italiano su tre e gli allestimenti, ispirati alla nuova veste grafica delle confezioni di pasta. La giornata è stata presentata da alcuni dei più famosi dj di Radio Deejay, media partner dell’evento: Linus, Nicola Savino, Trio Medusa, Diego e La Pina. Alle 13 in punto, i presenti e coloro che hanno seguito la radiocronaca dell’evento da casa hanno sincronizzato gli orologi per celebrare il Pasta Day, buttando e scolando in contemporanea la pasta. Allo sviluppo e realizzazione del progetto hanno collaborato le agenzie Jakala/Bye Bye Baby e Young & Rubicam. Per info: www.barilla.it.

Alberghi: Contrada Resort & Spa 1711, il benessere in Brianza

[BREVISSIME]

Una nobile dimora riportata al primitivo splendore nell’antica località di Arlate, nel cuore del parco dell’Adda. Quiete e natura al centro del triangolo produttivo lombardo, tra Milano, Como e Bergamo, per un soggiorno di piacere, lavoro o relax all’insegna del benessere e dello stile. Stiamo parlando di ‘1711 Contrada Resort’, hotel 4 stelle lusso che dispone di 23 camere e suite. I materiali, le luci e gli arredi concorrono, in un equilibrio tra design contemporaneo e tradizione, alla formazione di atmosfere intime e preziose. In questo contesto, TiSana spa offre agli ospiti l’ingresso in un’oasi di piacere: un circuito di vasche e docce sensoriali che si sviluppa su una superficie di 500 mq., idroterapie, aromaterapie e una gamma di trattamenti personalizzati viso e corpo, con l’impiego esclusivo di prodotti naturali. Per info: www.contradaresort.it.

Location: Nasce Spazio Gancia F.lli Gancia & C., storica azienda di Canelli specializzata nella produzione di spumante, promuove la nascita di Spazio Gancia, una terrazza all’ultimo piano di un edificio in via Tortona 21, a Milano, luogo ideale per occasioni e avvenimenti esclusivi. Unbranded, agenzia di comunicazione guidata da Lorenzo Cascino, si occupa della gestione della location, curandone l’immagine, gli eventi, la promozione e le relazioni pubbliche. Situato in un quartiere noto a livello internazionale per gli eventi di moda e design, Spazio Gancia è concepito per essere emblema dei valori e della filosofia del marchio, portabandiera nel mondo del gusto e della capacità di innovazione del made in Italy. La cucina molecolare del cuoco argentino Filippetti, un’esposizione di gioielli di Lucia Odescalchi e le sculture dei maestri della Fonderia Artistica Battaglia sono al centro delle prime iniziative. Per info: www.unbranded.it.

» Marrakech online

Quercetti da guinness

ScuolaZoo in tour

Con l’obiettivo di valorizzare e promuovere la città di Marrakech, l’Ente Nazionale per il Turismo del Marocco lancia www.marrakech.travel. Tradotto in sette lingue, il sito, oltre a fornire informazioni concrete sulla città, è dotato di una struttura interattiva che, grazie alla collaborazione con hotel e tour operator, permette l’acquisto online del viaggio.

A quasi 50 anni dalla loro nascita nella fabbrica di Torino, i chiodini Quercetti cercano di entrare nel Guinness dei Primati. Il Centro Commerciale Fuentes (Sondrio) ospita, fino al 29 novembre, una maxi opera raffigurante la catena delle Alpi realizzata dai bambini con un milione di chiodini colorati su un pannello forato di 2 x 12,5 m. Per info: www.quercetti.com.

Sponsor cercasi per l’edizione di febbraio dello ScuolaZoo tour, iniziativa itinerante di Cartorama per promuovere la nuova linea di cartoleria. In ogni tappa, gli studenti hanno l’opportunità di conoscere prodotti come il già apprezzato ‘orologio-bigliettino’ e di trascorrere un intero pomeriggio in cartoleria. Concessionaria adv online per il brand, 20 Below Communication.

16


NEWS [news]

e

20

Convegni: CreatEvent, innovazione da premiare

Roadshow: Degustazione on the go per Nescafè 10 città italiane coinvolte, 14 giorni on the go (2 ott-15 nov), 1.428 degustazioni al giorno, 180 all’ora. ‘Nescafé Cream Time’ è la nuova iniziativa promozionale veicolata, per la prima volta, attraverso un curioso e inedito bar a dimensioni ridotte e su tre ruote: la bici-bar. Due gli originali mezzi presenti in diversi punti delle città, due i team autonomi di hostess e di stewart che hanno offerto a tutti gli appassionati del caffè la possibilità di degustare gratuitamente un Ginseng Coffee o un Mocaccino. Diverse le azioni a supporto del progetto: dall’offerta di buoni sconto da 0,50 euro alla distribuzione di sampling e leaflet presentati con una grafica che evoca gli ingredienti, la cremosità e morbidezza delle bevande Nescafé. Il progetto è stato realizzato da Now Available. Per info: www.nescafe.it; www.nowavailable.it.

Si è svolto il 29 ottobre a Verona in occasione di Connecting Day, il ‘CreatEvent’, incontro ideato e organizzato da Diamond Communication e dedicato alla punta di diamante del marketing innovativo e anticonvenzionale. All’evento, insignito del prestigioso Patrocinio Europeo ‘Anno della Creatività e Innovazione 2009’, hanno partecipato alcuni tra i più importanti esponenti del marketing innovativo presentando case history, video virali, ricerche di mercato sull’utilizzo delle nuove tecnologie, tecniche e strumenti innovativi per comunicare brand e messaggi pubblicitari. ‘CreatEvent’ si è concluso con il Premio alla creatività e all’innovazione nel marketing di impresa, conferito al marketing Fiat (nella persona di Paolo Zucca, local marketing specialist) come simbolo della creatività made in Italy nel mondo e relativamente alle attività non convenzionali del marchio. Per info: www.createvent.it.

Instore promotion: Zuegg in Gdo con MenCompany È partita il 24 ottobre la seconda tranche di attività, firmate MenCompany, che vede Zuegg Frullì protagonista in 11 centri commerciali per oltre sei settimane di attività. Obiettivo: informare e coinvolgere i consumatori attraverso giochi e animazioni, tra cui le gare on site sul Moonwalker e la costruzione del puzzle dei frutti. A fronte di un acquisto in corsia, i più piccoli riceveranno, direttamente presso lo stand, il tabellone ‘Blue Dragon’ utile per giocare con le lamincard Blue Dragon collezionabili con Zuegg Frullì.

Eventi itineranti: Adverteam in crociera con Talisker

[BREVISSIME]

È salpato da Marina del Molo Vecchio di Genova il Talisker Sailing Tour, evento itinerante voluto da Diageo per celebrare il legame tra il mare e il noto single malt scotch whisky. Organizzato e gestito da Adverteam, il tour di minicrociere ha fatto tappa a Livorno (14-17 nov) e toccherà Porto Santo Stefano (21-24 nov) e il Porto Turistico di Ostia (28 nov-2 dic) a bordo di Javelin of Northam, imbarcazione varata nel 1897 a Southampton. La barca ospita estimatori di Talisker e amanti della vela per brevi escursioni con pranzo a bordo e degustazione. Per chi preferisce non uscire in mare, vengono proposte tre sedute di degustazione a bordo della barca ormeggiata. Per partecipare è sufficiente prenotarsi contattando Adverteam. Il tour riprenderà nel mese di marzo da Napoli, per poi proseguire in Sicilia e concludersi a Venezia. Adverteam si è occupata, oltre che di tutti gli aspetti organizzativi (dalla ricerca dell’imbarcazione alla gestione dei rapporti con i porti di accoglienza), anche del materiale btl distribuito presso le migliori enoteche e i più importanti Yacht Club delle città interessate. Per info: www.adverteam.it.

Schena in Bottega Verde

It’s Cool Events per Siemens

Glassing in tour con Y&R

Cecilia Schena è il nuovo direttore marketing e comunicazione di Bottega Verde, azienda attiva nel settore cosmesi. Sarà responsabile della pianificazione e del coordinamento delle azioni per lo sviluppo del prodotto e dell’immagine del brand presso i tre canali di distribuzione: punti vendita monomarca, vendite per corrispondenza ed e-commerce.

It’s Cool Events ha firmato la Siemens Business Conference 2009, il 27 e 28 ottobre agli East End Studios di Milano. Rivolto a 300 dirigenti del Gruppo Siemens provenienti da tutta Italia, l’evento ha giocato sui concetti di Futuro, Innovazione, Tecnologia e ha individuato nella ‘linea’ il concept creativo per veicolare contenuti e spettacolo. Per info: www.itscool.it.

Dalla terrazza della nuova sede di Young&Rubicam Brands di Milano alle maggiori città italiane. ‘Kiss My Glass Night’, ideato dall’agenzia di comunicazione per il brand Glassing, è diventato un vero e proprio format ‘esportabile’. Dettagli, foto e video delle serate sono pubblicati sul sito glassing.org ideato dall’unità digital di Y&R, e rilanciati sui maggior social network.

18


SPECIALE [bea expo festival]

e

20

DI ILARIA

MYR

The place to be DEBUTTA IL 26 NOVEMBRE A MILANO L’EDIZIONE 2009 DEL BEA EXPO FESTIVAL: NUMEROSE LE TAVOLE ROTONDE E I WORKSHOP, MOMENTI DI CONFRONTO E APPROFONDIMENTO SUI TEMI PIÙ ATTUALI. IL TUTTO ALL’INSEGNA DELLA QUALITÀ DEI CONTENUTI, FIL ROUGE DELL’EVENTO CHE OGGI È IL PUNTO DI RIFERIMENTO PER LA EVENT INDUSTRY ITALIANA ED EUROPEA.

La formazione prima di tutto. È con questo spirito che si apre il 26 novembre la terza edizione del Bea Expo Festival: la due giorni ideata e organizzata da ADC Group come momento di incontro e confronto fra gli operatori del settore degli eventi. E che, dopo la fortunata esperienza torinese dello scorso anno, torna a Milano, capitale italiana della comunicazione, presso AtaHotel Expo Fiera. Tra i partner del Bea Expo Festival, oltre alla location: Sts Communication (consulenza creativa per progetto

e

L’AtaHotel Expo Fiera, a Pero (Milano), ospita l’edizione 2009 del Bea Expo Festival, il 26 e 27 novembre

22

tecnico e service video), Magrada Proyectos Transformit (design e allestimenti), Mou Factory (produzione audiovisivi, applicazioni multimediali touch screen mostra -, progetto scenografico), New Light (service audio/luci), Slide Events (arredi), Loretoprint (stampa mostra e materiale grafico), Mcm (servizio hostess), Emme Esse M.S. (accrediti). La regia è firmata Bruno Bozza per Sts Communication. Un’occasione importante che riunisce, sempre più numerosi, i rappresentanti »


SPECIALE

20

PIÙ RICCA Molti gli incontri previsti, volutamente più numerosi delle scorse edizioni. Per ADC Group, infatti, è fondamentale continuare a offrire contenuti di qualità, in virtù dell’esperienza maturata negli anni e testimoniata dal mensile e20, dall’agenzia online e20express, dal Bea Italia ed European Bea, a cui vanno ad aggiungersi il Monitor sul Mercato degli Eventi e altre ricerche.

[ BEST EVENT AWARDS ]

UN’OFFERTA SEMPRE

[ UNA STORIA CHE CONTINUA...] Il Bea - Best Event Awards nasce nel 2004 e si pone subito al centro dell’attenzione come premio dedicato alla migliore creatività italiana. Cresce e si consolida nel corso del 2005: insieme al ‘Primo Monitor sul Mercato degli Eventi in Italia’ dello stesso anno, commissionato da ADC Group ad Astra Ricerche, contribuisce a elevare l’evento al rango degli altri media. Nel 2006 il grande salto al di fuori dei confini nazionali: il Bea diventa EuBea European Best Event Awards e si apre alla competizione internazionale. Nel 2007 un ulteriore passo in avanti: il premio diventa un’occasione per parlare, confrontarsi, discutere, incontrarsi. Nel 2008 il Premio si sdoppia in Bea Italia ed European Bea, con l’organizzazione di due giorni di Festival, a Torino, all’insegna della formazione e dello spettacolo. Una formula vincente, che si ripropone quest’anno a Milano, capitale della comunicazione.

24

e

della event industry, e che anche quest’anno non deluderà le aspettative. Sono infatti attesi oltre 1.000 tra direttori generali, event manager, marketing manager e communication manager delle maggiori aziende italiane ed europee e professionisti delle migliori agenzie di eventi. Inoltre, la partecipazione è aperta ai rappresentanti di associazioni di categoria, freelance e fornitori.

Il ricco programma prevede, dunque, appuntamenti di analisi e approfondimento. I contenuti sono divisi in tre macro categorie. La prima, denominata ‘Mercato’, vede opinion leader del settore, agenzie e aziende, intervenire sul futuro degli eventi in Italia, sull’impatto della crisi e sulle strategie per rendere gli eventi memorabili. Apre la giornata del 26 la presentazione della quinta edizione del Monitor sul Mercato degli Eventi in Italia, realizzato da Astra Ricerche per ADC Group. A seguire, le tavole rotonde, che nei due giorni tratteranno i temi di maggiore attualità: l’impatto della crisi sul mercato, la sfida dell’Expo 2015 per la città di Milano, e la sostenibilità degli eventi. Altro tema scottante è quello delle gare, che sarà oggetto del Terzo Osservatorio Gare, lo studio realizzato dalla rivista e20. La seconda area, chiamata ‘Best Practice’, è costituita dai workshop dedicati ai diversi aspetti del ‘fare eventi’. Fra questi: la logistica, il ruolo del web e dei social media, l’evoluzione degli eventi Consumer e BtoB. Come ogni anno, non può mancare la ‘Lectio Magistralis’, durante la quale guru di fama internazionale portano la propria esperienza al pubblico del Bea Expo Festival. Un quadro di quello che accade negli altri Paesi europei emerge, invece, dalla Tavola Rotonda Europea, in cui associazioni di settore, agenzie e aziende tracceranno il bilancio di questo ‘annus terribilis’, e cercheranno di capire quali sono le nuove regole del gioco per affrontare le sfide future. Mentre un workshop in inglese sul Roi approfondirà il tema cruciale del ritorno sull’investimento degli eventi. Altra importante novità del Bea Expo Festival è la formula della premiazione: un’unica serata, il 26 novembre, dedicata ai vincitori del Bea Italia e dell’EuBea che riceveranno i trofei durante un’esclusiva cena di gala. Completano il programma la mostra dei progetti entrati in short list nell’edizione 2009 e la proiezione dei migliori eventi iscritti al Premio dal 2004 a oggi.

[ ADC GROUP ]

e

Una panoramica dell'area espositiva del Bea Expo Festival 2008 (Palasport Olimpico, Torino)

e

[bea expo festival]

[ DIVISIONE EVENTI ] Bea Expo Festival: www.beaexpofestival.it Bea Italia: www.besteventawards.it European Bea: www.besteventawards.com Contatti: Francesca Caratù, Tel. 02 83102346, francesca.caratu@adcgroup.it


PROGETTAZIONE PRE-EVENTO e GRAFICA

ALLESTIMENTI e ART DIRECTION

Un evento su misura, per cogliere l’atmosfera prima ancora di crearla grazie a modellazioni e renders.

Per feste, sfilate, stand fieristici, convention, spazi pubblici, catering ed eventi privati o aziendali.

NOLEGGIO PRODOTTI

TRASPORTO e MONTAGGIO

La gamma SLIDE, prodotti di design luminosi, disponibili in vari colori, elevate quantità e personalizzabili.

80 collaboratori, 10.000 m² di magazzino: per un importante apporto logistico ed organizzativo.

SLIDE EVENTS srl Via Grandi, 19 - 20090 Buccinasco (MI) T +39 02 4882377 - F +39 02 4880716 info@slidevents.it - www.slidevents.it


SPECIALE BEA [i vincitori]

e

20

DI

CHIARA POZZOLI

La qualità premia CREATURA DI ADC GROUP, IL BEA, NELLA SUA DUPLICE DECLINAZIONE ITALIANA ED EUROPEA, È LO SPECCHIO DEI TEMPI E DI UNA COMUNICAZIONE CHE SI SVESTE DI FRONZOLI PER ANDARE DRITTA AL CONTENUTO, IN MANIERA INTELLIGENTE E, NATURALMENTE, ESPERIENZIALE. AL SESTO ANNO DI VITA, IL PREMIO MOSTRA GRINTA, DETERMINAZIONE E CAPACITÀ DI ADATTARSI ALL’EVOLUZIONE IN ATTO. PERCHÉ SOLO CHI CAMBIA SOPRAVVIVE.

e

L’agenzia tedesca Jung von Matt/relations GmbH vince l’EuBea con ‘The biggest concert in the world’: i componenti dell’Orchestra Filarmonica di Amburgo si sono esibiti in luoghi diversi, in collegamento video con il direttore

Agile e dinamico, di ‘sana e robusta costituzione’, ha fiuto per le nuove tendenze, un’inclinazione per tutto ciò che è cambiamento e innovazione, è ottimista, audace e molto, molto determinato. Non è il profilo di un uomo, ma l’identikit del Bea - Best Event Awards, premio dedicato agli eventi ideato da ADC Group e giunto quest’anno alla sesta edizione. Un’iniziativa che, più di molte altre, rappresenta lo specchio del mercato, risentendone gli umori, ma che, allo stesso tempo, ha raggiunto un livello di maturazione tale da interpretare la crisi come

28

opportunità, l’evoluzione come pretesto per l’innovazione. Sarebbe miope asserire che il Premio è uscito indenne dalle difficoltà congiunturali degli ultimi dodici mesi. L’inflessione degli eventi iscritti, infatti, c’è stata: erano 208 l’anno scorso e sono 142 quest’anno (tra Italia ed Europa). Gli stessi giurati, interpellati sul tema della crisi, hanno ammesso la resistenza di un clima di incertezza, tra tagli di budget e imprevedibili annullamenti di progetti da parte delle aziende. Nascondersi non serve. Serve, appunto la determinazione, e mille sono le ragioni per cui il Bea continua impavido sulla strada intrapresa: si è costruito una solida reputazione presso imprese e agenzie, si propone come momento celebrativo e formativo, conquista i professionisti del settore con un linguaggio trasparente, e, soprattutto, promuove la cultura dell’Evento, mantenendo in contatto i protagonisti della event community. I numeri e il ‘termometro’ del mercato, del resto, disegnano una prospettiva ariosa: le ricerche fotografano il comparto degli eventi come secondo per previsioni di crescita dopo il digitale, mentre i rappresentanti delle aziende che hanno partecipato alla giuria del Bea parlano di segnali di ripresa e sostengono di voler continuare a investire nell’evento come unico mezzo in grado di garantire un tangibile e diretto contatto con il target. Fatte le debite premesse entriamo, dunque, nel vivo del Premio edizione 2009. »


SPECIALE BEA

20

e

[i vincitori]

[ BEST EVENT AWARDS 2009 ]

[ LA SHO SOCIETÀ ORGANIZZATRICE

CLIENTE

Adverteam Alphaomega BTO - Buy Tourism Online Campus - Class Editori CBS Outdoor Cohn & Wolfe Creo International Events, Communication & Incentive Agency Durat Prina Rossi & Associati Durat Prina Rossi & Associati Fonema, Enel Fonema Giemme Eventi Input Eventi e Comunicazione Intesa Sanpaolo, Casta Diva Pictures K-events K-events

Beiersdorf Sixty Group Regione Toscana, Camera di Commercio di Firenze, Firenze Convention Bureau, Toscana Promozione

K-events K-events K-events Mailander Mediolanum Comunicazione divisione Alboran Mediolanum Comunicazione divisione Alboran MenCompany MenCompany Minimega Minimega Minimega MMS Advertainment OgilvyAction Promoconvention Publirecords42

Svizzera Turismo UPA - Utenti Pubblicità Associati Oriflame Natural Swedish Cosmetics Vorwerk Folletto Costa Crociere Enel Consiglio Nazionale del Notariato Comune di Milano - Assessorato alla Cultura Pfizer Master Card, Banco Posta Fiera del Levante, Assessorato alle Risorse Agroalimentari della Regione Puglia, Camera di Commercio di Bari, Provincia di Bari, Ministero per le Politiche Agricole, Alimentari e Forestali MSC Crociere Comitato Organizzatore XVI Giochi del Mediterraneo Venezia Marketing & Eventi Governo do Estado de Minas Gerais Banca Mediolanum Banca Mediolanum Comune di Milano - Assessorato alla Salute Coca-Cola Ford Italia Sony Computer Entertainment Italia Fox Channels Italia K+S Agricoltura Edizioni Condé Nast Lavazza Nestlè Italia - Baci Perugina (Centro media: Maxus)

LA PANORAMICA Bea Italia ed European Bea: la discriminate è costituita dalla nazionalità della struttura che iscrive i propri eventi al concorso. Nel primo caso si parla solo di realtà italiane. Queste ultime, però, possono accedere anche alla competizione europea. Capita, dunque, che un medesimo evento made in Italy concorra al podio del Bea Italia e dell’EuBea, raggiungendo diversi risultati. Le due giurie (composte da 18 rappresentanti di agenzie, aziende, associazioni e media per la ‘creatività dello Stivale’ e 16 per l’Europa), si sono riunite il 1° ottobre scorso a Palazzo Affari ai Giureconsulti, nel cuore di Milano. Per facilitare il lavoro, ADC Group ha

30

introdotto quest’anno la valutazione on line, che ha permesso una scrematura dei progetti in gara: i giurati, ciascuno in separata sede, ha espresso un primo giudizio, mentre insieme hanno votato le short list. La votazione si svolge sempre secondo criteri di totale trasparenza: qualora si presenti un evento organizzato/commissionato da un’agenzia/azienda rappresentata in giuria, l’interessato si astiene ed esce dall’aula.

BEA ITALIA,

I NUMERI Passiamo ai numeri: 74 gli eventi in gara per il Bea Italia e 17 le tipologie nelle quali è stato possibile iscrivere i progetti. La novità dell’edizione 2009 è


SPECIALE BEA

20

e

[i vincitori]

ORT LIST ] TITOLO EVENTO

TIPOLOGIA EVENTO

Nivea Creme Antonio Marras Refrigiwear luxury snowroom BTO - Buy Tourism Online Campus Orienta - Salone dello Studente La Svizzera a casa tua! Tutto cambia. Cambiamo tutto? - Summit sul comunicare oggi 2008 Global Gold Conference - Talk About It! Folletto Experience Ritratto Italiano in Musica e Luce ‘Visibility Action... in the water’ Eccentrici eventi al 13th Fina World Championship XLIII Congresso Nazionale del Notariato Luci Futuriste e Il Suono della Guerra dei Suoni Pensare Diversamente Progetto Per Fiducia Gift Day 2009 Extra, Settimana Internazionale dell’Olio Extravergine d’Oliva

Evento per Azienda Non Profit/Sociale Evento Unconventional Educational/Formazione Fiera Roadshow/Evento Itinerante Congresso/Convegno Evento Interno/Convention Aziendale Lancio di Prodotto/Servizio Lancio di Prodotto/Servizio Evento Unconventional Congresso/Convegno Evento Pubblico Lancio di Prodotto/Servizio Web Event/Evento Media Lancio di Prodotto/Servizio Congresso/Convegno

MSC Fantasia: varo Cerimonia di Apertura XVI Giochi del Mediterraneo Carnevale di Venezia ‘Sensation: 6 sensi per 6 sestieri’ Settimana del Minas Gerais in Piemonte Io non ho paura Inauguriamo l’ottimismo Anno della Salute 2009 Tram di luce Ford Fiesta Love factory Sony D_Play Event 2008 Fox Upfront 2008 Dimmi cos’è Gesal per te Wired Party The Italian Espresso Experience Dillo con un Bacio... 160 caratteri che arrivano al cuore

Lancio di Prodotto/Servizio Evento Pubblico Evento Pubblico Evento Culturale Evento Low Budget Congresso/Convegno Evento Pubblico Evento Pubblico Lancio di Prodotto/Servizio Evento Unconventional Evento BtoB Lancio di Prodotto/Servizio Lancio di Prodotto/Servizio Celebrazione/Ricorrenza Evento Low Budget

costituita dalla tipologia Evento Unconventional, istituita per dare voce alle migliori operazioni di guerrilla marketing e ambient media, anch’esse specchio dei tempi che cambiano e, spesso, dei budget che si restringono. Le tipologie più frequenti sono, quest’anno, Celebrazione/Ricorrenza, Roadshow/Evento Itinerante e Lancio di Prodotto/Servizio, tutte con 10 concorrenti. Gli Eventi Unconventional, come abbiamo visto freschi di ingresso, sono 7, molto più di altre collaudate e tradizionali tipologie. Fanalino di coda, gli Eventi Musicali e gli Educational/Formazione, entrambi con un solo concorrente. Per quanto riguarda il budget, invece, a sorpresa la

maggioranza è costituita dagli eventi extra budget, ovvero che hanno richiesto un investimento superiore al milione di euro (13 eventi), seguiti da quelli appartenenti alla fascia immediatamente inferiore (da 500.000 a 1.000.000 di euro), che raggiungono quota 12. Diversamente che dalle tipologie, però, nella classificazione per budget gli eventi sono più o meno equamente distribuiti. Dalle iscrizioni alla short list, si nota l’uscita di scena di tre tipologie (Evento Musicale, Incentive/Team Building, Evento Sportivo), e uno sfoltimento di alcune delle più nutrite (sia Celebrazione/Ricorrenza che Roadshow/Evento Itinerante passano da 10 a 1), mentre i Lanci di Prodotto/Servizio dimostrano carattere (da 10 »

31


SPECIALE BEA

20

e

[i vincitori]

e

La giuria italiana ed europea riunita insieme per i saluti di benvenuto (Milano, 1° ottobre)

iscritti a 8 in short list). Passando alle eccellenze tecniche, la novità di quest’anno è costituita dall’accorpamento delle categorie Location e Ambientazione. New entry degli special awards, infine, il premio al Direttore Creativo dell’Anno e quello all’Ambientazione Territoriale, quest’ultimo portavoce della tendenza tutta attuale a ‘vestire’ il territorio, spesso in concomitanza con operazioni di retail.

[ I NUMERI ]

BEA ITALIA,

[ EVENTI PER BUDGET] BUDGET Fino a 50.000 euro (low budget) Da 50.000 a 100.000 euro Da 100.000 a 200.000 euro Da 200.000 a 300.000 euro Da 300.000 a 400.000 euro Da 400.000 a 500.000 euro Da 500.000 a 1.000.000 euro Oltre 1.000.000 di euro

BEA ITALIA 7 10 8 10 7 7 12 13

EUBEA 5 5 9 10 7 6 6 20

[ I NUMERI ]

[ EVENTI ISCRITTI PER TIPOLOGIA ] TIPOLOGIA BEA ITALIA Celebrazione/Ricorrenza 10 5 Congresso/Convegno Evento BtoB 2 Evento Culturale 3 Evento Educational/Formazione 1 Evento Interno Aziendale/Convention Aziendale 3 3 Evento Low Budget Evento Musicale 1 Evento per Azienda Non Profit/Sociale 2 Evento Pubblico 5 Evento Sportivo 4 Evento Unconventional 7 Fiera 3 Incentive/Team Building 3 Lancio di Prodotto/Servizio 10 10 Roadshow/Evento Itinerante Web Event/Evento Media 2 TOTALE 74

EUBEA 9 2 3 4 1 6 1 5 1 6 1 5 2 3 10 7 2 68

32

I VINCITORI Onore al merito, il Bea Italia incorona quest’anno un evento btob iscritto nella tipologia Lancio di Prodotto/Servizio. È ‘Pensare Diversamente’, firmato dall’agenzia Input Eventi e Comunicazione per la casa farmaceutica Pfizer in occasione del lancio sul mercato di Zeldox. Un evento che ha fatto dell’utilizzo intelligente della creatività il proprio punto di forza. È un Lancio di Prodotto anche il secondo premio assoluto, ovvero ‘Folletto Experience’, che vede ritirare il premio l’agenzia Durat Prina Rossi & Associati insieme all’azienda committente, Vorkwerk Folletto. È firmato Minimega, invece, il terzo Best Event dell’anno. Si tratta di ‘Fox Upfront 2008’, ideato e realizzato per Fox Channels Italia. Minimo comun denominatore: il fatto di essere tutti rivolti a un pubblico professionale e specializzato. Se poi volessimo entrare ancor più nel merito, diremmo che per il primo e secondo premio si tratta di eventi, e quindi di esperienze, creati su prodotti tecnici: nel caso del farmaco un prodotto dalla chimica complessa, e nel caso dell’aspirapolvere un oggetto comune quanto complicato nella sua meccanica. Sono tre eventi in cui la comunicazione diventa la costruzione di un percorso coerente, che si sveste di fronzoli e fuochi artificiali per andare al cuore del contenuto. Dal nostro osservatorio privilegiato possiamo dunque affermare che la comunicazione interna si fa più viva, dinamica, emozionale e, in tempi di crisi, ancor più centrale nelle strategie aziendali, al contrario di quanto si possa pensare. Crisi, appunto. Abbiamo già detto in che misura essa abbia inciso sulle »


Creating the Audio&Video Service model.

Un Evento che accenda gli invitati, un Servizio che illumini la serata, una Professionalità che stimoli la fantasia e che fornisca tutti gli strumenti utili a farla volare: questi sono lavori per Giochi di Luce. Specializzati nella progettazione e nella realizzazione di allestimenti audiovisivi e illuminotecnici, Giochi di Luce offre un servizio “chiavi in mano” ideale per la realizzazione tecnica di eventi aziendali, congressi, concerti, feste e spettacoli. Perché è in grado di soddisfare qualunque vostra richiesta tecnico creativa e logistica, grazie a: Ideazione, progettazione, installazione e gestione di sistemi audiovisivi e scenografi ci • Noleggio materiali audio, video, luci, scenografi e led, palchi modulari e computer • Regie tecniche di eventi • Trasporto materiali e noleggio mezzi. Nuovo uffi cio di Dubai: Al Bakhit Centre - 50777, Dubai - Emirati Arabi Uniti. Chiamaci allo 03720250 o visita il sito www.giochidiluce.it Inizia lo spettacolo.

1561J_230x275_E20.indd 1

22-05-2009 11:58:23


SPECIALE BEA

20

e

[i vincitori]

partecipazione al Bea Italia. ‘Progetto per Fiducia’, illustrato ampiamente nelle prossime pagine del giornale, per le sue caratteristiche è stato insignito, di comune accordo tra giuria ed Editore, del premio speciale Bea Best Integrated Event. Sono stati proprio i giurati, in sede di plenaria, a decidere di riconoscere il merito di un progetto che inaugura un’innovativa forma di comunicazione ma che, allo stesso tempo, non ha ‘le carte’ per competere con altri progetti dal carattere esperienziale e caratterizzati dal coinvolgimento attivo e fisico del target.

e

Margherita Ruggiero, resp. Communication, Motivation & Marketing by events Federcongressi e giurata Bea Italia, osserva il finto ordigno inviato agli invitati di ‘Fox Upfront 2008’ (terzo al Bea Italia)

iscrizioni al premio. Non abbiamo detto, invece, quanto la sua voce si sia fatta sentire nella creatività degli eventi iscritti. Ben tre dei progetti vincitori di premi di tipologia, eccellenza tecnica e special awards sono ‘originati’ dalla crisi. Due istituti di credito, Intesa Sanpaolo e Banca Mediolanum, infatti, hanno avuto il coraggio di infondere fiducia e di parlare di ottimismo in momenti in cui i segnali inducevano a deporre le armi. Proprio a proposito di Intesa Sanpaolo, va fatto qui un accenno al ‘caso’ generato dalla sua

[ I NUMERI ]

[ EVENTI IN SHORT LIST PER TIPOLOGIA ] TIPOLOGIA BEA ITALIA Celebrazione/Ricorrenza 1 4 Congresso/Convegno Evento BtoB 1 Evento Culturale 1 Evento Educational/Formazione 1 Evento Interno Aziendale/Convention Aziendale 1 2 Evento Low Budget Evento Musicale 0 Evento per Azienda Non Profit/Sociale 2 Evento Pubblico 5 Evento Sportivo 0 Evento Unconventional 3 Fiera 1 Incentive/Team Building 0 Lancio di Prodotto/Servizio 8 1 Roadshow/Evento Itinerante Web Event/Evento Media 1 TOTALE 32

EUBEA 4 0 0 0 0 3 1 1 1 5 0 3 1 0 7 1 2 29

34

UN LOW BUDGET SUL PODIO La competizione europea ha visto sfidarsi 68 eventi, divisi anch’essi in 17 tipologie, iscritti da agenzie e aziende di nove Paesi: Spagna, Portogallo, Francia, Germania, Italia, Svizzera, Danimarca, Svezia, Belgio. Di seguito, un breve accenno ai premi. Per una trattazione più completa rimandiamo alla rivista dedicata, l’EuBea Magazine. I 16 giurati, presieduti da Christoph Tessmar, congress manager SanofiAventis, hanno assegnato il primo premio assoluto a un evento innovativo, che ha fatto della tecnologia il proprio punto di forza. Si tratta di un evento di nazionalità tedesca, ‘The biggest concert in the world’, realizzato dall’agenzia Jung von Matt/relations GmbH (in collaborazione con Jung von Matt/Alster GmbH) per l’Orchestra Filarmonica di Amburgo. L’evento ha visto i 100 componenti dell’orchestra suonare simultaneamente in 50 luoghi diversi della città, in collegamento video con il direttore che li ha guidati nella realizzazione, come recita il titolo, del più grande concerto del mondo. Di questo evento non colpisce solo l’originalità, ma anche e soprattutto il fatto che è un evento low budget, ovvero con un investimento inferiore a 50.000 euro. Potenza della tecnologia, è proprio il caso di dirlo. Al secondo posto all’EuBea 2009 un altro premio tedesco, la convention ‘Together.Really.Good.’ ideata e realizzata dall’agenzia concept X Strategische Kommunikation GmbH per celebrare la fusione delle due società Finanz Informatik GmbH & Co. KG, e al terzo ‘Ratp Destination Musique’, della francese Magic Garden Agency per la compagnia di trasporti Rapt, un evento giocato sull’interazione live e virtuale tra il pubblico e artisti musicali, fra i quali spicca il noto Keziah Jones.

e

EUBEA,


PRIMO PREMIO

Pensare Diversamente Organizzatore: Input Eventi e Comunicazione Cliente: Pfizer Tipologia: Lancio di Prodotto/Servizio

SECONDO PREMIO Folletto Experience Organizzatore: Durat Prina Rossi & Associati Cliente: Vorwerk Folletto Tipologia: Lancio di Prodotto/Servizio

TERZO PREMIO

Fox Upfront 2008 Organizzatore: Minimega Cliente: Fox Channels Italia Tipologia: Evento BtoB

CELEBRAZIONE/ RICORRENZA PRIMO PREMIO The Italian Espresso Experience Organizzatore: Promoconvention Cliente: Lavazza

EVENTO BTOB PRIMO PREMIO Fox Upfront 2008

CONGRESSO/CONVEGNO

Organizzatore: Minimega Cliente: Fox Channels Italia

PRIMO PREMIO Inauguriamo l’ottimismo Organizzatore: Mediolanum Comunicazione divisione Alboran Cliente: Banca Mediolanum

EVENTO CULTURALE

SECONDO PREMIO XLIII Congresso Nazionale del Notariato

Organizzatore: Mailander Cliente: Governo do Estado de Minas Gerais

Organizzatore: Fonema Cliente: Consiglio Nazionale del Notariato

EDUCATIONAL/ FORMAZIONE PRIMO PREMIO BTO - Buy Tourism Online Organizzatore: BTO - Buy Tourism Online Cliente: Regione Toscana, Cciaa Firenze, Fcb, Tp

PRIMO PREMIO Settimana del Minas Gerais in Piemonte

EVENTO INTERNO/ CONVENTION AZIENDALE PRIMO PREMIO 2008 Global Gold Conference - Talk About It! Organizzatore: Creo International Events, Communication & Incentive Agency Cliente: Oriflame Natural Swedish Cosmetics

EVENTO LOW BUDGET PRIMO PREMIO Io non ho paura Organizzatore: Mediolanum Comunicazione divisione Alboran Cliente: Banca Mediolanum


BEA 2009 [vincitori per tipologia]

FIERA PRIMO PREMIO Campus Orienta - Salone dello Studente Organizzatore: Campus - Class Editori

EVENTO PUBBLICO PRIMO PREMIO Luci Futuriste e Il Suono della Guerra dei Suoni Organizzatore: Giemme Eventi Cliente: Comune di Milano Assessorato alla Cultura

LANCIO DI PRODOTTO/ SERVIZIO PRIMO PREMIO Folletto Experience Organizzatore: Durat Prina Rossi & Associati Cliente: Vorwerk Folletto

SECONDO PREMIO Carnevale di Venezia ‘Sensation: 6 sensi per 6 sestieri’

SECONDO PREMIO Gift Day 2009

Organizzatore: K-events Cliente: Venezia Marketing & Eventi

Organizzatore: K-events Cliente: Master Card, Banco Posta

TERZO PREMIO Anno della Salute 2009

TERZO PREMIO Wired Party

Organizzatore: MenCompany Cliente: Comune di Milano Assessorato alla Salute

Organizzatore: OgilvyAction Cliente: Edizioni Condé Nast

EVENTO UNCONVENTIONAL PRIMO PREMIO ‘Visibility Action... in the water’. Eccentrici eventi al 13th Fina World Championship

EVENTO PER AZIENDA NON PROFIT/SOCIALE

Organizzatore: Fonema, Enel Cliente: Enel

PRIMO PREMIO Nivea Creme Antonio Marras

SECONDO PREMIO Sony D_Play Event 2008

Organizzatore: Adverteam Cliente: Beiersdorf

Organizzatore: Minimega Cliente: Sony Computer Entertainment Italia

ROADSHOW/ EVENTO ITINERANTE PRIMO PREMIO La Svizzera a casa tua! Organizzatore: CBS Outdoor Cliente: Svizzera Turismo

WEB EVENT/ EVENTO MEDIA PRIMO PREMIO Progetto Per Fiducia Organizzatore: Intesa Sanpaolo, Casta Diva Pictures


ALLESTIMENTO/ SCENOGRAFIA PRIMO PREMIO Cerimonia di Apertura XVI Giochi del Mediterraneo Organizzatore: K-events Cliente: Comitato Organizzatore dei XVI Giochi del Mediterraneo Tipologia: Evento Pubblico

IDEA CREATIVA PRIMO PREMIO Dillo con un Bacio... 160 caratteri che arrivano al cuore Organizzatore: Publirecords42 Cliente: Nestlè Italia - Baci Perugina (Centro media: Maxus) Tipologia: Evento Low Budget

SECONDO PREMIO Tram di luce

PRODUZIONE AUDIO/ VIDEO/LUCI

Organizzatore: MenCompany Cliente: Coca-Cola Tipologia: Evento Pubblico

PRIMO PREMIO Ritratto Italiano in Musica e Luce

LOCATION/ AMBIENTAZIONE PRIMO PREMIO Extra, Settimana Internazionale dell’Olio Extravergine d’Oliva Organizzatore: K-events Cliente: Fiera del Levante, Assessorato alle Risorse Agroalimentari della Regione Puglia, Camera di Commercio di Bari, Provincia di Bari, Ministero per le Politiche Agricole, Alimentari e Forestali Tipologia: Congresso/Convegno

MEDIA MIX

Organizzatore: Durat Prina Rossi & Associati Cliente: Costa Crociere Tipologia: Lancio di Prodotto/Servizio

REGIA PRIMO PREMIO MSC Fantasia: varo Organizzatore: K-events Cliente: MSC Crociere Tipologia: Lancio di Prodotto/Servizio

SPECIAL AWARDS

PRIMO PREMIO Ford Fiesta Love factory

BEST EVENT AGENCY

Organizzatore: Minimega Cliente: Ford Italia Tipologia: Lancio di Prodotto/Servizio

K-events

PRIMO PREMIO

SECONDO PREMIO EX AEQUO Durat Prina Rossi & Associati

SECONDO PREMIO Dimmi cos’è Gesal per te Organizzatore: MMS Advertainment Cliente: K+S Agricoltura Tipologia: Lancio di Prodotto/Servizio

SECONDO PREMIO EX AEQUO Minimega

BEST EVENT COMPANY PRIMO PREMIO

NOTORIETÀ/ RITORNO STAMPA

Banca Mediolanum

PRIMO PREMIO Tutto cambia. Cambiamo tutto? - Summit sul comunicare oggi

SECONDO PREMIO

Organizzatore: Cohn & Wolfe Cliente: UPA - Utenti Pubblicità Associati Tipologia: Congresso/Convegno

Pfizer

TERZO PREMIO Vorwerk Folletto


BEA 2009

[vincitori per eccellenza e special awards]

TERZO PREMIO Dimmi cos’è Gesal per te Organizzatore: MMS Advertainment Cliente: K+S Agricoltura Tipologia: Lancio di Prodotto/Servizio

INNOVAZIONE TECNOLOGICA PRIMO PREMIO Wired Party Organizzatore: OgilvyAction Cliente: Edizioni Condé Nast Tipologia: Lancio di Prodotto/Servizio

SECONDO PREMIO Cerimonia di Apertura XVI Giochi del Mediterraneo Organizzatore: K-events Cliente: Comitato Organizzatore dei XVI Giochi del Mediterraneo Tipologia: Evento Pubblico

TERZO PREMIO Inauguriamo l’ottimismo

BEST INTEGRATED EVENT Progetto Per Fiducia Organizzatore: Intesa Sanpaolo, Casta Diva Pictures Tipologia: Web Event/Evento Media

Organizzatore: Mediolanum Comunicazione divisione Alboran Cliente: Banca Mediolanum Tipologia: Congresso/Convegno

DIRETTORE CREATIVO DELL’ANNO Alfredo Accatino, K-events (Filmmaster Group)

AMBIENTAZIONE TERRITORIALE

PREMI SPECIALI DELL’EDITORE

PRIMO PREMIO Refrigiwear luxury snowroom

INNOVAZIONE NELLA TRADIZIONE

Organizzatore: Alphaomega Cliente: Sixty Group Tipologia: Evento Unconventional

Organizzatore: Campus - Class Editori Tipologia: Fiera

SECONDO PREMIO Pan di Stelle Sogni diventati bontà Organizzatore: Adverteam Cliente: Barilla Tipologia: Evento per Azienda Non Profit/Sociale

Campus Orienta - Salone dello Studente

EVENTO FUORI CONCORSO BEST EMOTIONAL RESPONSE Un momento infinito Organizzatore: La Buccia Cliente: Casa Vinicola Luigi Cecchi e Figli Tipologia: Lancio di Prodotto/Servizio


raso|trifirò - ops3.com

ORDINARIO

GATTINONI, EVOLUZIONE CONTINUA.

Gira e rigira, c’è poco che stimoli come un viaggio incentive: che, appunto, affascina e spinge a risultati inimmaginabili sia chi è abituato ad andare per il mondo, sia chi ha appena incominciato a conoscerlo. Lasciatelo dire a noi, che curiamo più di 150 viaggi incentive all’anno, per aziende d’ogni settore e dimensione! E sono tutti viaggi-evento, assolutamente spettacolari. Già, perché l’esperienza in special event è un altro dei nostri punti di forza: comunicazione, spettacolarità, organizzazione e logistica viaggiano di pari passo per enfatizzare il messaggio aziendale, per farlo arrivare alla mente e al cuore di ciascuno dei partecipanti. E motivare a fondo. www.gattinoni.it

CREATIVO


e

20

DI ILARIA

MYR

SPECIALE BEA ITALIA [la giuria]

I giorni del giudizio LA GIURIA DEL BEA ITALIA 2009, COMPOSTA DA 18 RAPPRESENTANTI DI AGENZIE DI EVENTI, ASSOCIAZIONI DI SETTORE E AZIENDE TOP SPENDER, HA EMESSO ANCHE QUEST’ANNO IL VERDETTO, SELEZIONANDO LA SHORT LIST DEI 32 MIGLIORI EVENTI ISCRITTI AL BEA ITALIA 2009. LA SESSIONE SI È TENUTA IL 1° OTTOBRE A PALAZZO AFFARI AI GIURECONSULTI, NEL CUORE DI MILANO. DI SEGUITO, L’INTERVISTA AL PRESIDENTE DI GIURIA E UNA RASSEGNA DI OPINIONI DI TUTTI GLI ESPONENTI.

Come giudica la sua esperienza in giuria?

Ottimamente. Sono già stato membro della giuria e ho sempre avuto modo di apprezzare la professionalità dei giurati nel selezionare gli eventi. E questo è anche segno della serietà con la quale il premio è organizzato e approccia il mercato. Come giudica la creatività dei progetti in gara al Bea Italia 2009? In cosa gli eventi iscritti eccellono e in cosa, invece, ritiene siano carenti?

Abbiamo notato una dose di creatività e innovazione particolarmente elevata, tenuto anche conto che, rispetto al passato, in molti casi si trattava di eventi business to business: i tre vincitori, ad esempio, erano progetti per un target selezionato e selettivo. L’esperienza di quest’anno mi porta dunque a considerare come in alcuni eventi aziendali, di solito a basso valore creativo e più a valore motivazionale, si sia invece cercato di puntare sulla creatività. Riguardo alle carenze, forse bisognerebbe premiare maggiormente l’integrazione: molti dei lavori iscritti, infatti, erano eventi isolati senza una strategia integrata che ne rafforzasse gli elementi. Le agenzie

di eventi dovrebbero dunque imparare a sfruttare tutti gli altri mix di comunicazione per raggiungere un impatto maggiore. Ci parla del vincitore, l’evento ‘Pensare Diversamente’?

L’elemento vincente di questo evento è stata la capacità di comunicare, a un pubblico professionale, un prodotto difficile da drammatizzare come è una medicina per disagi psichici. L’agenzia, Gruppo Input, e l’azienda, Pfizer, hanno trovato una soluzione coinvolgente e interattiva, mantenendo saldi i valori del prodotto. Qual è la sua opinione sul secondo e terzo premio?

Anche nel caso del secondo premio, vinto da Dpr Eventi per Vorwerk Folletto, la bravura è stata nello sviluppare in modo nuovo e creativo temi legati a un prodotto di pulizia per la casa, di per sé non molto ‘appealing’, grazie anche all’utilizzo della tecnologia come elemento distintivo. L’evento ‘Fox Upfront 2008’, invece, con il quale Minimega e Fox Channels Italia si sono aggiudicati il terzo premio, si è distinto per la soluzione scenica: un meccanismo di teatro in movimento, reso possibile da un palco rotante capace di fare immergere il pubblico nelle diverse situazioni che i canali Fox propongono ai telespettatori. A ciò si aggiunga l’originale meccanismo teasing della ‘lettera minatoria’ per invitare all’evento.

41

PIER DONATO VERCELLONE, DIRETTORE COMUNICAZIONE, CREATIVITÀ, MODA, DESIGN E GRANDI EVENTI COMUNE DI MILANO

e

Già giurato al Bea nel 2006, Pier Donato Vercellone, direttore Comunicazione, Creatività, Moda, Design e Grandi Eventi del Comune di Milano, ha svolto quest’anno il delicato compito di presidente di giuria del Premio italiano, accettando con entusiasmo la sfida.


20

e

SPECIALE BEA ITALIA [la giuria]

e

Pier Donato Vercellone (al centro), presidente di giuria al Bea Italia 2009, durante la sessione del 1° ottobre a Palazzo Affari ai Giureconsulti (Milano)

[ CHI È ] Pier Donato Vercellone,

A mio avviso quella dei lanci di prodotto, che ha avuto una partecipazione molto alta e un livello qualitativo elevato.

arrivano al cuore', ag. Publirecords 42, ndr) che è piaciuto per la novità dell’idea creativa, forse la più originale, anche se non eccelleva su altri fronti. Pur con un budget molto basso, è riuscito a ottenere una visibilità elevatissima sui media.

Ci può illustrare il caso di Casta Diva Pictures e Intesa Sanpaolo emerso in giuria?

Sono emerse, secondo lei, tendenze che riguardano il panorama degli eventi?

La campagna integrata di Intesa Sanpaolo ‘Progetto per Fiducia’ è stata oggetto di una discussione. Il motivo è che, pur trattandosi di un prodotto molto interessante e qualitativamente molto alto, non rientra nei canoni dell’evento inteso come appuntamento dal vivo che coinvolge il pubblico. In questo senso, pur riconoscendone le caratteristiche di qualità eccelse, prima fra tutte la regia, i giurati sono stati concordi nel non considerarlo alla stregua degli altri eventi, ma di assegnargli invece il nuovo premio come Best Integrated Event.

Sicuramente la qualità nella produzione è oggi un elemento molto diffuso. Inoltre, si sta molto attenti al coinvolgimento emotivo del target, cercando di realizzare eventi ‘immersivi’ che possano rappresentare un’esperienza unica per i partecipanti. Data la breve durata dell’evento, è importante creare quel legame emotivo necessario per fare branding.

Quali sono state, secondo lei, le categorie di eventi che si sono meglio distinte?

Quali altre discussioni sono emerse?

Vi è stata unanimità quasi su tutto. Un altro evento di cui si è parlato molto, però, è stato quello di Baci Perugina ('Dillo con un Bacio... 160 caratteri che

42

A suo parere, la crisi ha inciso sugli eventi in gara?

A mio avviso la crisi non si è vista. Anzi, anche in tempi difficili le aziende premiano la qualità: se c’è qualità, non c’è crisi. L’attenzione a questo aspetto da parte delle agenzie determinerà senza dubbio un superamento della crisi e una selezione fra le strutture.

e

laureato in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Torino, inizia la sua carriera nel mondo della comunicazione come account executive in Valentina Communication. Nel 1993 entra in Burson-Marsteller in qualità di group manager e dopo due anni passa in Nike Italy con il ruolo di head of communication. Dal 1998 al 2000 è all’estero, nei Paesi Bassi, nel ruolo di european marketing communication manager Nike Europe. Successivamente entra in Telecom Italia, dove ricopre varie cariche tra cui quella di direttore Progetto Italia. Da aprile 2007 è direttore Comunicazione del Comune di Milano e da marzo 2009, ad interim, direttore Creatività, Moda, Design e Grandi Eventi del Comune di Milano.


SPECIALE BEA ITALIA

20

SUSANNA ALDINIO

GIULIANO BALESTRERI

Diplomata all’Accademia di Belle Arti di Brera ha disegnato scenografie per televisione, teatro, eventi e allestimenti. Tra i programmi: X Factor 2008/09, L’Isola dei Famosi, Quelli che il Calcio, Stranamore, Storie, Tutti alla lavagna!, Colpo di genio, Festival del Garda, La sposa perfetta, Bravo grazie, Music Farm, Buldozer, La Talpa, I Figli di Eupalla, Exodus, Teatro San Babila, Teatro Nuovo. Tra gli eventi: Inle, Cisco System, Sint Group, JPmorgan, TBButi Internalional, Nike, Cafè Roma, Hollywood, Magna Pars, Sabre, C.Q.G, Happy Channel. Ristrutturazioni e allestimenti: Armani, Cartier, Ermenegildo Zegna, Naj Oleari, Ittierre, Loft Milano, L’Isola di Scimpa, Ram Contract, Humorosa, Sestante, Hit, Valtur.

Laureato in Scienze Internazionali e Diplomatiche presso l’Università degli Studi di Genova, ha frequentato l’Istituto per la formazione al giornalismo Carlo de Martino, Associazione Walter Tobagi, Milano. Dal 2000 al 2005 ha collaborato con la Presidenza della Facoltà di Scienze Politiche all’organizzazione di incontri nazionali e internazionali. In contemporanea, dal 2001 al 2002, ha collaborato con L’Eco della Riviera di Imperia. Dal 2006 lavora al Sole 24 Ore in qualità di redattore ordinario presso la redazione Economia&Imprese; oggi si occupa, tra gli altri argomenti, di media, comunicazione ed editoria curando la pagina settimanale del giornale.

SCENOGRAFA

REDATTORE IL SOLE 24 ORE

L’esperienza in giuria: L’esperienza in giuria: È stato molto interessante partecipare, soprattutto per lo scambio di idee e di punti di vista aziendali, professionali e artistici. Sono stati numerosi gli eventi interessanti, soprattutto quello della creatività associata anche a low budget. Per quanto riguarda la mia esperienza lavorativa, si sta sviluppando bene: anche nel mio campo si cerca di attingere alle novità e a idee originali per ovviare alla crisi e ai tagli di budget.

Sono emersi alcuni spunti di ottima creatività, a fronte di altri con poca fantasia. Purtroppo, la crisi si fa sentire sulla creatività e sui budget. Il mercato è in stallo perché le grandi aziende concentrano le poche risorse sui progetti a ritorno più certo come la pubblicità, investendo meno sugli eventi. E molti di quelli che vengono fatti sono simili a spot pubblicitari. Mentre proprio chi ha avuto il coraggio di osare, ha registrato ritorni di livello e di awareness sul brand. Chi invece ha preferito rimanere sul classico ha pagato uno sforzo maggiore di quello che è poi stato il ritorno effettivo.

44

e

[la giuria]

MARIO BARONE

DIRIGENTE DELL’AREA COMUNICAZIONE E PORTAVOCE DEL PRESIDENTE CAMERA DI COMMERCIO DI MILANO

Giornalista professionista, inizia la sua attività nel 1981 collaborando con alcuni periodici. Diventa poi partner dell’agenzia Delta Press Agency specializzata in reportage nei Paesi in via di sviluppo. Dal 1984 al 1993 segue i principali avvenimenti e conflitti di Asia e Africa. Collabora con l’Avvenire, Liberation, L’Europeo, il Sabato ed Epoca. Negli anni ’80 è tra i primi giornalisti a introdurre in Italia il videogiornalismo. Nel ’94 entra nel Gruppo Profit dove coordina e conduce rubriche di attualità e di economia. Nel ’97 diventa direttore editoriale e poi condirettore delle emittenti Tlc, Sei Milano e Telereporter Odeon.

L’esperienza in giuria: Il compito di giurato è stato impegnativo, visto l’elevato numero di eventi da valutare, molti dei quali meritevoli. Sono comunque molto soddisfatto perché hanno vinto eventi che riguardavano prodotti difficili da valorizzare e promuovere al meglio. Il mercato degli eventi ha subito nel corso degli ultimi anni un cambiamento graduale, ben prima della crisi del 2008, che ha impattato su alcuni comparti, e meno su altri. L’ottica del taglio dei costi e della tutela ambientale (vedi inviti con carta riciclata), è diventato il minimo comun denominatore. In generale, si sa che la crisi coinvolge in primis le piccole e medie realtà. D’altra parte, queste hanno dalla loro maggior flessibilità, ma credo che anche nei periodi di crisi tutti siano consapevoli delle potenzialità della comunicazione e di eventi pensati secondo una logica funzionale di lungo periodo.


e

20

SPECIALE BEA ITALIA [la giuria]

FERRUCCIO BIGI

ROBERTO CIPULLO

FABRIZIO CONTARDI

Diplomato all’Accademia di Brera, disegna scenografie e costumi per il teatro di prosa e il teatro musicale. Dal 1990 collabora con lo Studio Festi alla progettazione di eventi festivi in strade e piazze o all’interno di castelli e chiese. Dal 1997, inoltre, insegna Scenografia e Teatro della Festa all’Accademia di Brera. Negli ultimi anni ha orientato il suo interesse verso il design di mostre e spazi per eventi aziendali.

Dopo una laurea in Giurisprudenza e un master a New York, comincia un’attività di consulenza che lo porta a viaggiare all’estero per qualche anno. Rientrato a Roma, entra nella società di comunicazione della sorella Gabria nel 1994. Nel 1996 diventa amministratore Fonema e nel 1998 porta l’agenzia alla specializzazione nell’ambito dell’ideazione e realizzazione degli eventi per le aziende. Nel corso di pochi anni apre le sedi di Milano, Torino e Pescara e fonda Architettura & Allestimenti, Pixel e Control X. Nel 2002 trasforma l’agenzia in Spa e si trasferisce nel nuovo head quarter di via della Balduina a Roma, una vera e propria factory per gli eventi.

Laureato in Economia e Commercio, esperto di Heritage Marketing, dal 1997 al 2000 lavora in Johnson & Johnson come junior product manager e fino al 2002 come senior product manager sulla linea Acuvue per la divisione Vision Care Italy. Dal 2002 al 2007 è in Pfizer Consumer Healthcare Italia come group product manager e project manager europeo. Nel giugno 2007 entra in Birra Peroni come mainstream & economy category manager. Ha svolto attività di docenza all’Istituto Italiano per il Commercio con l’estero, all’Istituto per la Formazione e l’Organizzazione Aziendale e all’Università Bocconi.

SCENOGRAFO

L’esperienza in giuria: In questa mia prima esperienza come giurato del Bea ho constatato quanto sia sempre più ampio il confine del mondo degli eventi e quanto il concetto stesso di evento si stia ramificando in ogni settore della comunicazione. C’è inoltre una forte compenetrazione dei linguaggi: ci�� è evidente anche nei tre vincitori che, pur essendo tutti di tipo più tradizionale, presentano un linguaggio molto composito. Per quanto riguarda il panorama nazionale, mi sembra che ci sia una forbice molto aperta fra grandissimi budget di eventi gestiti da poche agenzie e tutti gli altri eventi con budget sotto i 500.000 euro. Nella contrazione degli investimenti forse la qualità potrebbe giocare un ruolo discriminante.

MEMBRO CONSULTA DEGLI EVENTI

STRATEGIC ACCOUNTS DIRECTOR BIRRA PERONI

L’esperienza in giuria: L’esperienza in giuria: Essere un giurato del Bea è un’esperienza molto interessante, perché offre una panoramica sugli eventi che si svolgono nell’arco di un anno. La giuria era appassionata e divertente. Abbiamo visto alcuni eventi belli, altri bellissimi, altri, invece, meno belli. Credo che il mondo degli eventi sia, in questo momento, uno dei più stimolanti, perché con budget bassi ci si deve inventare cose a cui in un altro momento non si avrebbe pensato. Per quanto riguarda la Consulta, siamo soddisfatti perché tutti i primi classificati ne fanno parte.

Non è stato facile scegliere i vincitori. Ma dopo un’approfondita riflessione sui diversi aspetti di ogni evento la giuria si è trovata pressoché unanime. Questa esperienza è stata utile anche per un’azienda come la nostra, in quanto ci ha permesso di capire quali sono i benchmark nel mercato in termini di eccellenza degli eventi, spronandoci a migliorare. Da quello che abbiamo visto, hanno presentato progetti aziende dei settori più vari e con gli obiettivi più diversi. Questo fa capire che il mercato degli eventi è vivo e si spinge verso l’innovazione.

» 45


SPECIALE BEA ITALIA

20

e

[la giuria]

LUCA CORSI

GIANNI DAVI

MAJA DE’SIMONI

Laureato in Architettura al Politecnico di Milano, nel 1992 entra nel reparto marketing di Vorwerk Folletto, dal quale nasce la nuova struttura Immagine & Comunicazione, di cui viene nominato responsabile. Fa parte del comitato pubbliche relazioni di Avedisco, Associazione nazionale delle Aziende di Vendita Diretta e del gruppo di comunicazione di Federdistribuzione. Infine, è direttore responsabile dell’in-house magazine ‘Momenti d’Incontro’ e columnist per testate specialistiche di settore.

Nel 1974 entra nell’agenzia all’ufficio direzione generale del Gruppo UniCredit, dove matura competenza in uffici interni con diverse mansioni: dalla gestione crediti all’organizzazione aziendale alla pianificazione dei budget. Tra le attività di formazione vi è la partecipazione a master di specializzazione Fga e Mba in cui ha approfondito le tematiche di gestione. Nel 2005 la nuova sfida al procurement office del Gruppo nella categoria Eventi & Conventions, dove si è occupato di eventi di livello e complessità sempre più elevati.

Meeting planner, certificata Cmp (Certified Meeting Professional), laureata in Linguistica Generale, vanta 20 anni di esperienza nell’organizzazione di eventi a carattere nazionale e internazionale. Dal 1995 al 2008 è stata senior project manager e direttore tecnico settore viaggi e incentive per Alpha Studio. Collabora con lo European Event Roi Institute in qualità di consulente e docente di Roi Methodology. Per sei anni ha fatto parte del Consiglio Direttivo di Mpi Italia Chapter di cui è stata presidente tra il 2006 e il 2007. Ha, inoltre, partecipato al Comitato Esecutivo di Federcongressi ed è stata coordinatore della Commissione Standard e Certificazioni professionali della Federazione. Insegna misurazione del ROI, tecnica e logistica dell’organizzazione di convegni e pianificazione di convegni.

COMMUNICATION & EVENT MANAGER VORWERK FOLLETTO

BUYER, RESPONSABILE PER CATEGORIA EVENTI & CONVENTIONS GRUPPO UNICREDIT

L’esperienza in giuria: Questa è la mia prima esperienza in una giuria di un premio per gli eventi di questa importanza, ed è stata significativa perché mi ha permesso di venire a contatto con questo mondo e averne una panoramica completa. Le candidature sono molto autorevoli, nonostante la crisi attuale. In generale, c’è qualche segno di ripresa, ma è ancora prematuro esprimere ottimismo. Essendo Vorwerk Folletto un’azienda di vendita diretta, gli eventi sono fondamentali per creare emozione e coinvolgimento. Per questo li riteniamo significativi e in futuro pensiamo di incrementarli.

L’esperienza in giuria: La mia prima esperienza al Bea Italia è stata divertente, stimolante, frizzante. Utile, sia a chi appartiene al settore sia alle aziende, per osservare, in questo anno di crisi, come si muove il mercato anche in altri comparti, ma soprattutto per cercare nuovi spunti. Buona l’organizzazione e la qualità della giuria, così come gli eventi esaminati: difficile giudicarli tutti con gli stessi parametri, in virtù dei diversi budget a disposizione.

46

DIRETTORE GENERALE SICILIA CONVENTION BUREAU

L’esperienza in giuria: Abbiamo visto alcuni eventi belli, anche se in alcuni casi ripetitivi: ciò senza dubbio è dovuto alla crisi. Spesso con budget alti vengono realizzati eventi molto spettacolari; quello che poi si va a giudicare è però l’idea creativa e la capacità di osare. Una piccola pecca ancora diffusa fra le agenzie è la poca attenzione al ritorno di investimento, di cui invece i clienti necessitano. Il barometro degli eventi oltreoceano parla di lenta ripresa. Si torna a considerare l’evento come strumento efficace. Sicuramente il rallentamento continuerà nel prossimo anno, ma non è fra gli strumenti che calerà, perché sta raggiungendo una fase di maturità.


SPECIALE BEA ITALIA

20

LUCA DI NARDO

e

[la giuria]

FURIO GARBAGNATI

GIORGIO MAMELI

PRESIDENTE ASSOREL, CEO GRUPPO WEBER SHANDWICK ITALIA E MEMBRO DEL CEO EUROPEAN COMMITTEE

MEMBRO CONSULTA DEGLI EVENTI

Dopo la laurea in Economia e Commercio, lavora nei settori marketing e comunicazione per diverse aziende dei comparti telefonia e utility. Nel 1996, dopo un’esperienza di due anni in Azzurra, (gruppo Bgs DMB&B), entra in Telecom Italia, con funzione marketing della divisione Business. Nel 1998 passa in Wind e partecipa alla start-up dell’azienda. Tra il 2001 e il 2002 è in Ipse2000 dove si occupa di marketing dei servizi interattivi. Entra nel Gruppo Enel come responsabile dell’area Sponsorizzazioni, Eventi e Identità per l’Italia; dal 2008 ricopre l’attuale incarico.

Laureato in Economia presso l’università Bocconi di Milano, nel 1976 fonda, con altri soci, Scr Associati, attiva nel settore delle relazioni pubbliche. A seguito della vendita di Scr Associati al gruppo Shandwick, assume vari incarichi. Nel corso della carriera professionale, gestisce la comunicazione per la Borsa Valori di Milano e segue numerosi clienti nazionali e internazionali del Gruppo. Oggi è ceo del gruppo Weber Shandwick Italia e membro del C.E.O. European Committee. Fino a dicembre 2008 è stato membro del Consiglio Direttivo di Ipra e di Global Alliance.

Ha lavorato per i maggiori network internazionali, tra cui FCB, Young&Rubicam, J.Walter Thompson, seguendo clienti sia in ambito b2c sia b2b. Ho seguito prestigiose brand come, Mulino Bianco, Kodak, FederalExpress, Hewlett Packard. Entra nel Gruppo Ogilvy nel 2005 e viene nominato managing director di OgilvyAction l’anno successivo. Dal 2009 fa parte della Consulta degli Eventi ed è stato eletto consigliere di Assocomunicazione.

L’esperienza in giuria:

L’esperienza in giuria:

L’esperienza è interessante per esplorare cosa succede fuori dalla propria azienda, trarre nuovi spunti e allargare le conoscenze. La qualità dei progetti in gara è molto variegata, con punte di eccellenza assoluta, e tanti progetti standard con pochi spunti di interesse. Per quanto riguarda l’attuale situazione del mercato in Italia, credo sia ancora troppo legata all’idea tradizionale dell’evento, mentre bisognerebbe ‘mollare un po’ gli ormeggi’ alla ricerca di sinergie tra tutte le leve di comunicazione. Enel, senza dubbio continuerà a investire in questo strumento, in cui crediamo molto.

L’esperienza come giurato è sempre interessante e coinvolgente. Quest’anno ho anche apprezzato la votazione on line che permette un po’ più di riflessione. La qualità dei progetti presentati è mediamente buona anche se con molti dislivelli (forse troppi) e con una creatività non particolarmente innovativa. Parlando di eventi in tempo di crisi, devo ammettere che fino a ora non ho visto grandi segnali di ripresa, anche se questo mese di settembre segna una discreta vitalità in termini di interesse da parte del mercato.

RESPONSABILE COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE ENEL

48

L’esperienza in giuria: Questa è la mia prima volta come giurato del Bea, ed è stata un’esperienza molto interessante. La media dei lavori presentati è decisamente buona: i tre eventi vincitori sono estremamente creativi e anche quelli con budget ridotti hanno mostrato un alto livello di creatività. Mi sembra che sia questa, e non il budget, ad avere trionfato. L’evento oggi è uno strumento considerato sempre più strategico nella relazione con il consumatore, che può così toccare con mano l’azienda. Inoltre, si investe molto sull’area business to business: finalmente si dà valore all’affermazione che dice che il personale è vero patrimonio dell’azienda.


SPECIALE BEA ITALIA

20

e

[la giuria]

CLAUDIO PLAZZOTTA GIORNALISTA ITALIA OGGI

Dopo una collaborazione biennale con la casa editrice Ipsoa di Milano per lo sviluppo di nuovi prodotti nell’area Business, nel 1998 diventa giornalista professionista. È docente di storia del giornalismo e di ufficio stampa allo Ied di Milano e per i corsi Formel per la pubblica amministrazione, nonché consulente di siti internet e giornalista per ‘Italia Oggi’.

L’esperienza in giuria: La qualità dei lavori selezionati in short list quest’anno mi sembra superiore rispetto alle edizioni passate. Faccio il giurato del Bea dal 2004, ma questa volta, a differenza degli altri anni, è stato veramente difficile scegliere il vincitore. Almeno tre lavori avrebbero meritato il Bea, e in giuria si è discusso molto prima di arrivare a una decisione unanime. L’esperienza è stata positiva, così come la scelta di snellire i lavori con una prima selezione online. L’evento è certamente una leva imprescindibile del marketing mix di una azienda. I budget, tuttavia, sono diminuiti, credo in maniera strutturale, e quindi il comparto dovrà rassegnarsi a margini ridotti e tariffe ribassate. Credo che le aziende dovrebbero dedicare più energie agli eventi per la forza vendita e i dipendenti, riducendo invece le manifestazioni celebrative aperte quasi esclusivamente ai cosiddetti vip.

GIANMARIA RADICE DEALER MARKETING BMW ITALIA

AND

EVENTS MANAGER

FRANCESCA RIGAMONTI

DIVISIONE BUSINESS, RESPONSABILE FORMAZIONE MARKETING VODAFONE ITALIA

E TRADE

Laureato in Filosofia, comincia a lavorare nel 1981 come agente di commercio nel settore abbigliamento. Nel 1984 entra nell’agenzia Blumedia/Medianetwork dove opera come media planner fino al 1986, quando passa in Manzoni Pubblicità come agente di vendita. Dopo essersi occupato per circa un anno di consulenza nell’ambito dell’Arte Contemporanea, nel 1988 diventa media supervisor per l’agenzia New Time di Verona, che lascia nel 1991 per entrare in Bmw Group Italia in qualità di senior buyer. Dal 1994 al 2009 ricopre dapprima la carica di responsabile approvvigionamenti nazionali e poi di event manager.

L’esperienza in giuria: Gli eventi presentati in questa edizione del Bea ben riflettono l’evoluzione del mercato, cresciuto negli ultimi anni come dimensioni e sul fronte qualità. Sicuramente quest’anno molti budget sono stati ridotti, ma la necessità aguzza l’ingegno, e il comparto ha dunque reagito bene. I segnali di ripresa ci sono, ancora flebili, ma sicuramente significativi. Per quanto riguarda Bmw, l’evento è uno strumento in cui crediamo molto. La nostra strategia punta a realizzare attività legate al marketing da trasformare poi in azioni di vendita.

49

Laureata in Ingegneria Gestionale presso il Politecnico di Milano, nel 1997 inizia la carriera lavorativa in Bmw Italia dove rimane fino al 2001 con mansioni all’interno dell’ufficio acquisti e nel reparto qualità e organizzazione. Nel 2001 entra in Vodafone Omnitel dove ricopre diverse cariche: project manager (2001-2003), responsabile bid management (2003-2004) e, dal 2004, head of trade marketing & sales training nella direzione business, con responsabilità di planning ed execution degli eventi B2B e organizzazione convention, incentive e roadshow.

L’esperienza in giuria: Fare parte della giuria è stata un’esperienza impegnativa ma molto ricca. Indubbiamente sono emersi segnali di attenzione ai costi da parte dei clienti. Attualmente, però, percepisco una certa distensione su questo fronte, ed è senza dubbio un segnale positivo. D’atra parte, la crisi ha dimostrato come capacità, innovazione e creatività possano non solo rilanciare il mestiere, ma anche sopperire alla mancanza di fondi. Parlando del nostro settore, il mercato delle tlc è uno dei settori che ha meno sofferto, e che, più velocemente di altri, sta abbandonando i freni alla spesa in eventi e comunicazione.


MARGHERITA RUGGIERO PAOLA ZUZZARO

RESPONSABILE DELLE ATTIVITÀ DI COMMUNICATION, MOTIVATION & MARKETING BY EVENTS FEDERCONGRESSI

BRAND ACTIVATION MANAGER NIVEA, BEIERSDORF

Da anni nel settore incentive ed eventi, opera presso l’agenzia Motivation m.i.c.e., di cui è comproprietaria dal 2000. In precedenza è stata consulente nell’organizzazione congressuale e ha collaborato con l’ufficio sviluppo Golden Tulip Worldwide di Roma. Presidente 2008/09 di Site Italy, capitolo italiano dell’associazione internazionale dei professionisti degli incentive, oggi è responsabile Communication, Motivation & Marketing by events di Federcongressi.

Dopo una laurea in Economia con specializzazione in marketing presso l’Università Bocconi di Milano, nel 1999 entra nel mondo del lavoro come international junior brand manager di Galbani International (Gruppo Danone). Da dicembre 2001 è in Beiersdorf, dove ricopre diverse ruoli da product manager occupandosi di skin care per Nivea e Labello. Nel novembre 2006 assume l’incarico di brand activation manager con l’obiettivo di attivare il consumatore con strumenti non tradizionali. Segue inoltre le campagne e gli eventi istituzionali, il sito internet e le relazioni con il consumatore.

L’esperienza in giuria: È la prima volta che partecipo alla giuria del Bea, e non è stato facile identificare il migliore evento dell’anno. La crisi ha aguzzato l’ingegno: ho visto lavori molto interessanti in termini di creatività e spettacolarità. L’incentive e gli eventi sono strumenti consolidati: forse subiranno modifiche, ma usciremo da questa crisi con molte novità. Certo, ci vorrà tempo per tornare al livello degli ultimi due anni, ma sono fiduciosa. Ci sono già dei segnali di ripresa, che fanno ben sperare per il prossimo anno. Soffriamo ancora in quest’ultima parte del 2009, e dal 2011 senz’altro si tornerà ai livelli dei vecchi tempi.

L’esperienza in giuria: Partecipare al Bea è sempre interessante: quest’anno abbiamo visto alcuni eventi con una forte componente creativa, anche per i prodotti più improbabili. Sono contenta, perché penso che la creatività possa essere applicata a qualsiasi prodotto, a qualsiasi processo produttivo e in qualsiasi situazione. Le agenzie con cui collaboriamo, oltre a essere creative, sono serie, competenti e lavorano con qualità. E sono certa che questo modo di lavorare sarà per tutti la strategia vincente per riprendersi dalla crisi. Certamente Beiersdorf continuerà a investire in eventi, strumento in grado di garantire l’effetto sorpresa di cui siamo costantemente alla ricerca.

50

20

e

SPECIALE BEA ITALIA [la giuria]


SPECIALE BEA ITALIA

20

e

[palmares]

[ IL PALMARES BEST EVE SOCIETÀ ORGANIZZATRICE

BEA ITALIA 1° PREMIO 2° PREMIO 3° PREMIO TOTALE PREMI PUNTEGGIO

1. K-EVENTS Location/Ambientazione: Extra, Settimana Intern. dell’Olio Ext. d’Oliva Innovazione Tecnologica: Cer. di Apertura XVI Giochi del Mediterraneo Allestimento/Scenografia: Cer. di Apertura XVI Giochi del Mediterraneo Evento Pubblico: Carnevale di Venezia ‘Sensation: 6 sensi per 6 sestieri’ Regia: MSC Fantasia: varo Lancio di Prodotto/Servizio: Gift Day 2009 TOTALE:

[ BEA ITALIA 2009 ]

2. DURAT PRINA ROSSI & ASSOCIATI Bea Italia: Folletto Experience Lancio di Prodotto/Servizio: Folletto Experience Produzione Audio/Video/Luci: Ritratto Italiano in Musica e Luce TOTALE: 2. MINIMEGA Bea Italia: Fox Upfront 2008 Evento BtoB: Fox Upfront 2008 Evento Unconventional: Sony D_Play Event 2008 Media Mix: Ford Fiesta Love factory TOTALE:

• • • • • •••

6

21

3

14

4

14

3

11

1

10

2

7

2

7

2

6

2° • • •• 3° • • • ••

4. MEDIOLANUM COMUNICAZIONE DIVISIONE ALBORAN Evento Low Budget: Io non ho paura Congresso/Convegno: Inauguriamo l’ottimismo Innovazione Tecnologica: Inauguriamo l’ottimismo TOTALE: 5. INPUT EVENTI E COMUNICAZIONE Bea Italia: Pensare Diversamente TOTALE:

• •••

• • • •

•• 1°

6. ADVERTEAM Evento per Azienda Non Profit/Sociale: Nivea Creme Antonio Marras Ambientazione Territoriale: Pan di Stelle Sogni diventati bontà TOTALE:

• •

• •

6. FONEMA Congresso/Convegno: XLIII Congresso Nazionale del Notariato Evento Unconventional: ‘Visibility Action... in the water’... TOTALE:

• •

8. OGILVYACTION Lancio di Prodotto/Servizio: Wired Party Innovazione Tecnologica: Wired Party TOTALE:

• •

9. ALPHAOMEGA Ambientazione Territoriale: Refrigiwear luxury snowroom TOTALE:

• •

1

5

9. BTO - BUY TOURISM ONLINE Educational/Formazione: BTO - Buy Tourism Online TOTALE:

• •

1

5

9. CAMPUS - CLASS EDITORI Fiera: Campus Orienta - Salone dello Studente TOTALE:

• •

1

5

• • •

52


e

20

SPECIALE BEA ITALIA [palmares]

ENT AWARDS ITALIA 2009 ] SOCIETÀ ORGANIZZATRICE

BEA ITALIA 1° PREMIO 2° PREMIO 3° PREMIO TOTALE PREMI PUNTEGGIO

9. CBS OUTDOOR Roadshow: La Svizzera a casa tua! TOTALE:

• •

1

5

9. COHN & WOLFE Notorietà/Ritorno Stampa: Tutto cambia. Cambiamo tutto? ... TOTALE:

• •

1

5

9. CREO INTERNATIONAL EVENTS Evento Interno/Convention Aziendale: 2008 Global Gold Conference ... TOTALE:

• •

1

5

9. GIEMME EVENTI Evento Pubblico: Luci Futuriste e Il Suono della Guerra dei Suoni TOTALE:

• •

1

5

9. INTESA SANPAOLO, CASTA DIVA PICTURES Web Event/Evento Media: Progetto Per Fiducia TOTALE:

• •

1

5

9. MAILANDER Evento Culturale: Settimana del Minas Gerais in Piemonte TOTALE:

• •

1

5

9. PROMOCONVENTION Celebrazione/Ricorrenza: The Italian Espresso Experience TOTALE:

• •

1

5

9. PUBLIRECORDS42 Idea Creativa: Dillo con un Bacio... 160 caratteri che arrivano al cuore TOTALE:

• •

1

5

2

3

2

3

20. MMS ADVERTAINMENT Media Mix: Dimmi cos’è Gesal per te Ambientazione Territoriale: Dimmi cos’è Gesal per te TOTALE:

• •

20. MENCOMPANY Evento Pubblico: Anno della Salute 2009 Idea Creativa: Tram di luce TOTALE:

• • •

• •

Legenda: • Tipologia; • Eccellenza; • Special Award: Innovazione Tecnologica, Ambientazione Territoriale. Nota: Per stilare la classifica della Best Event Agency a ogni premio è stato attribuito un punteggio. Bea Italia: 1° premio: 10 punti; 2° premio: 4 punti; 3° premio: 2 punti. Awards: 1° premio: 5 punti; 2° premio: 2 punti; 3° premio: 1 punto.

53


COVER STORY [pensare diversamente]

e

20

DI

CHIARA POZZOLI

Questione di prospettiva UN ARGOMENTO DELICATO: IL DISAGIO PSICHICO. UNO STRUMENTO TRIDIMENSIONALE: L’EVENTO. UN TARGET SPECIALIZZATO: GLI INFORMATORI MEDICO-SCIENTIFICI DI PFIZER. UN’AGENZIA CREATIVA: INPUT EVENTI E COMUNICAZIONE. UNA SCENOGRAFIA DIROMPENTE: LA RELATIVITÀ DI ESCHER. ‘PENSARE DIVERSAMENTE’ VINCE IL BEA ITALIA 2009. UN PREMIO ALL’INTELLIGENZA.

Questa edizione del Bea Italia, come hanno fatto notare alcuni esponenti della giuria, si è distinta per l’alto livello creativo dei progetti di comunicazione interna. La prima, evidente dimostrazione arriva dal Best Event 2009: ‘Pensare Diversamente’, dell’agenzia milanese Input Eventi e Comunicazione, è un evento-convention rivolto a un pubblico professionale, gli informatori medicoscientifici della casa farmaceutica Pfizer, per il lancio di Zeldox, nuovo rimedio antipsicotico. I 18 giurati, riuniti il 1° ottobre scorso in sessione plenaria, non hanno avuto dubbi nell’attribuire a questo evento il maggiore riconoscimento. Tanti sono gli elementi che concorrono a decretarne il successo: dall’idea creativa alla sua realizzazione, fino al coraggio di comunicare contenuti così tecnici e delicati attraverso il mezzo evento, per sua natura strumento tridimensionale che implica il coinvolgimento attivo ed emotivo del target. Alcuni giurati, inoltre, hanno visto in ‘Pensare Diversamente’ la dimostrazione di come, attraverso la creatività, sia possibile generare contenuto ed esperienza anche intorno a un tema socialmente ‘sommerso’ come la schizofrenia, per di più utilizzando l’arte, i richiami letterari e le opere dei grandi pittori contemporanei.

54

‘Pensare Diversamente’ ha impegnato i dipendenti di Pfizer per ben tre giorni, durante i quali si sono succeduti momenti istituzionali, informativi e di coerente spettacolo, il tutto segnato dalla rappresentazione del confine tra malattia e cura, tra disturbo mentale e armonia. L’obiettivo di motivare il target alla diffusione di Zeldox presso medici e strutture ospedaliere è stato raggiunto con quell’efficacia che può derivare solo dalla sperimentazione diretta del disagio che lo stesso farmaco intende combattere. Dalla destrutturazione alla ricostruzione, i presenti hanno compiuto un percorso non solo formativo, ma anche esperienziale. In un periodo di crisi economica e di rallentamento del settore comunicazione, ‘Pensare Diversamente’ rappresenta, oltre che un’eccellenza in sé, anche una case history emblematica delle potenzialità del mezzo evento: uno strumento davvero capace di colpire il target, generando in esso un ‘lampo emotivo’, un arricchimento e una nuova predisposizione verso il prodotto e verso il mercato. Idea creativa, contenuto, performance artistiche, coraggio di osare, suggestione, coinvolgimento, esperienza... ‘Pensare Diversamente’ non è venuto meno a nessuno di questi aspetti e la completezza ne ha decretato il trionfo.


COVER STORY

20

POTENZA SCENICA “Occorre avere un po’ di caos in sé per partorire una stella danzante”. Il video di ‘Pensare Diversamente’ presentato alla giuria del Bea Italia si chiude con questa celebre frase di Nietzsche, sovrimpressa sulla ‘Notte Stellata’ di Van Gogh. Per dimostrare l’efficacia del farmaco, l’agenzia ha voluto rappresentare il passaggio dalla malattia alla cura, cavalcando l’immaginario comune che lega la personalità psicotica al mondo della creatività, con citazioni e riferimenti a chi, pur segnato da una complessa personalità come Van Gogh, ha dato vita a opere immortali. Questo, dunque, il filo conduttore che ha unito i tre giorni di evento, svoltosi presso l’Hotel Marriott di Roma dal 19 al 21 maggio scorso.

“L’opening della convention - spiega Cristina Monzio Compagnoni, account director Input Eventi e Comunicazione - è avvenuto a scenografia non ancora svelata. Era buio in sala quando dalla platea, improvvisamente, qualcuno si è alzato dalla propria sedia e ha cominciato a muoversi in maniera scoordinata, trascinando altre nove persone in un ‘balletto’ senza senso. I dieci ballerini hanno così utilizzato il proprio corpo come strumento di rappresentazione della malattia e dei suoi effetti. Sul palco, essi hanno continuato a ‘danzare’ dietro a un telo bianco, interagendo con esso e producendo l’effetto di essere imprigionati e impossibilitati a muoversi con libertà”. Caduto il telo, è stata svelata la scenografia, massima espressione di coerenza con i contenuti »

55

’Notte Stellata’, Van Gogh. Per il lancio di Zeldox (Pfizer), farmaco antipsicotico, Input ha sviluppato il concetto del trinomio Arte-Genio-Follia, proiettando opere di grandi artisti contemporanei dalla complessa personalità

e

e

[pensare diversamente]


COVER STORY

20

e

La celebre ‘Relatività’ di Escher, opera alla quale l’agenzia Input si è ispirata per la creazione della scenografia dell’evento ‘Pensare Diversamente’, Best Event 2009

e

[pensare diversamente]

dell’evento e di forza creativa. Si parte dall’idea di prospettiva. L’intuizione di Input è stata quella di assemblare elementi mobili e diversamente interpretabili, fino a comporre una scenografia ispirata alla celebre ‘Relatività’ di Escher, con scale affacciate su piani diversi, con un fulcro che si sposta a seconda del punto di vista, con uomini che salgono e contemporaneamente scendono gli stessi scalini. Un’opera, quella di Escher, celebre per gli effetti ottici e per una commistione tra gioco visivo e ribaltamenti di significato, in cui domina il senso dell’ambiguità ma che, allo stesso tempo, spinge il fruitore a volerne interpretare il senso e a entrare nel labirinto di piani

56

prospettici. “Rivelata nel corso della performance, la scenografia rappresentava essa stessa un modo di ‘pensare diversamente’ - commenta Monzio Compagnoni -. Era, infatti, la realizzazione tridimensionale, agibile in tutte le sue parti, della ‘Relatività’ di Escher: uno studio di scale infinite, affacciate su porte e piani differenti che offre una diversa prospettiva in base all’orientamento con il quale si osserva il quadro. Per consentire al pubblico di cogliere appieno questo aspetto, ogni giorno per tre giorni abbiamo ricomposto le parti sceniche secondo angolazioni differenti. In questo modo, a partire da un comune


COVER STORY

20

assetto, abbiamo dato vita a espressioni grafiche e creative sempre nuove”.

ARTE, GENIO, FOLLIA Paradossalmente, dunque, la rappresentazione della malattia è stata più lineare rispetto a quella del ritorno all’armonia: la personalità psicotica, infatti, se tenuta sotto controllo, rimane pur sempre un universo estremamente complesso e difficilmente inquadrabile. Input non ha ceduto alla tentazione di semplificare il concetto di ‘salute mentale’, ma ha mantenuto il senso della complessità nel corso di tutto l’evento. “A livello creativo e di spettacolarizzazione - riconosce Monzio Compagnoni - abbiamo voluto ripercorrere il legame che, spesso, esiste tra la personalità psicotica e il mondo dell’arte e la genialità, e che nei secoli ha generato prodotti di alto valore artistico”. La performance dei ballerini, dunque, ha costituito il preludio al reveal della scenografia. Il passaggio è stato sottolineato dalla musica e dalle luci: dal buio, via via la sala si è animata di colori, a rappresentare il risveglio e il ritorno alla vita. Tutte le realizzazioni video, inoltre, hanno calato gli ospiti in un ambiente di particolare suggestione, con il contributo di un sistema di proiezione watch out che ha restituito un insieme vivo e vibrante. Le finestre della scenografia escheriana, affacciate sui piani dai quali partivano le

scale, si sono così trasformate in schermi per la proiezione delle opere di Van Gogh e di alcuni contributi che hanno mostrato le caratteristiche del prodotto. “I possibili aspetti creativi della patologia, quando sotto controllo - ha specificato Monzio Compagnoni -, sono stati illustrati attraverso video che proponevano un trattamento grafico dei quadri più famosi e interessanti dal punto di vista del trinomio Arte-Genio-Follia”. Quest’ultimo, inoltre, è stato arricchito dal richiamo all’omonima mostra, nata da un’idea di Vittorio Sgarbi (in collaborazione con la Fondazione Mazzotta), in corso in quel momento a Perugia e che sarà replicata a Siena (Complesso Museale Santa Maria della Scala) dal 31 gennaio al 25 maggio 2009. Ciascun partecipante, al termine dell’evento, ha ricevuto come cadeau il catalogo della stessa mostra. Alla ‘immersione’ nell’atmosfera simbolica ha fatto seguito il momento istituzionale. “La seconda giornata - spiega Monzio Compagnoni - è stata dedicata all’approfondimento delle caratteristiche di Zeldox e dell’approccio del paziente attraverso un talk show con esperti di fama internazionale chiamati a esprimere un autorevole parere sulle risposte al disagio psichico. La terza giornata, invece, ha visto la partecipazione attiva del pubblico a un workshop sull’esercizio del pensiero laterale”. Il pubblico, quindi, è passato dal ruolo di »

57

Lo chef Filippo La Mantia ha cucinato davanti agli ospiti un menu di 500 calorie, apporto calorico necessario per l’assunzione del farmaco Pfizer

e

e

[pensare diversamente]


COVER STORY

20

e

[pensare diversamente]

l’ampia cucina a contatto con il pubblico. “La serata aggiunge Monzio Compagnoni - è stata originale, divertente, ma soprattutto formativa per i partecipanti che, lo ricordiamo, sono professionisti chiamati a illustrare le caratteristiche del prodotto, interfacciandosi con gli ospedali, i medici e le strutture preposte alla sua distribuzione”.

INPUT,

spettatore a quello di attore, mettendosi in gioco e applicandosi in esercizi improntati sul concetto di interpretazione della realtà. ‘Salute Mentale e Benessere Fisico’ è stato anche il tema della serata conclusiva dell’evento, svoltasi presso lo Spazio Etoile di Roma. La cena di gala ha proposto un menu semplice e rappresentativo, per un totale di 500 calorie, che corrispondono al requisito calorico necessario per l’assunzione di Zeldox. Dietro i fornelli, lo chef Filippo La Mantia si è impegnato in una performance di live cooking per la preparazione di piatti ispirati al ‘profumo di Sicilia’ e quindi alla salutare dieta mediterranea. Le ricette e i loro segreti sono stati raccontati direttamente dallo chef, che ha cucinato a vista grazie a un set up che ha portato

[ SCHEDA TECNICA ] Titolo: Pensare Diversamente. Società organizzatrice: Input Eventi e Comunicazione (www.inputweb.it). Cliente: Pfizer. Data: 19-21 maggio 2009. Target: Informatori medico scientifici. Location: Hotel Marriott Roma (per la convention), Spazio Etoile, Roma (cena di gala). Budget: Da 200.000 a 300.000 euro. Tipologia: Lancio di Prodotto/Servizio. Obiettivi: Lanciare in Italia un nuovo farmaco antipsicotico atipico nel suo genere. Motivare il target alla sua diffusione presso medici e strutture ospedaliere, stimolando nuova determinazione nell’atteggiamento di proposta.

e

[ PENSARE DIVERSAMENTE ]

e

Alcuni momenti del Best Event 2009 'Pensare Diversamente'. La scenografia è ispirata alla 'Relatività' di Escher

IL BRACCIO E LA MENTE “Lo sviluppo del progetto - afferma Monzio Compagnoni - ha visto piena sinergia tra il team creativo d’agenzia e l’azienda. Abbiamo ideato e gestito l’evento in tutte le sue fasi, fin dalla scelta della location dei lavori (Hotel Marriot di Roma, ndr), individuata in sinergia con la società partner di servizi logistici di Pfizer. La necessità era quella di accogliere tutti gli ospiti che, durante i tre giorni, dovevano partecipare sia a plenarie che a riunioni di sottocommissione dedicate alla formazione e agli aspetti commerciali relativi al prodotto. È stato necessario, quindi, scegliere uno spazio scomponibile in aree a diversa destinazione”. Per la realizzazione dell’evento, Input ha messo in campo uno staff di circa venti persone, tra le quali il content writer Massimo Moretti che, insieme a Monzio Compagnoni ha ideato il progetto; Pietro Era, art director; Mauro Canali, scenografo; Elisa Italiani per la parte creatività e produzione video. Lo stesso team, insieme a Pfizer - Monica Gori, Claudio Bellomo e Andrea Vigorita - oggi si gode l’Elefantino d’Oro, un simbolo di eccellenza assoluta, una sorta di ‘Doc’ per il mondo degli eventi. L’entusiasmo per il Premio, inutile dirlo, è alle stelle. “Una grande soddisfazione - conclude Monzio Compagnoni -, che per noi è sinonimo di strategia di qualità e di solida preparazione professionale e creativa. Siamo alla ricerca continua di progetti originali, che siano davvero, e fino in fondo, il frutto di una strategia di comunicazione mirata e intelligente che serva come ricetta per affrontare questo anno di transizione e rivoluzione nel mondo degli eventi”. Una parola, più di tutte, colpisce in questo discorso: ‘intelligenza’. In essa, il segreto di questo evento, la chiave che ne ha fatto il Best Event 2009. L’intelligenza è pensiero e applicazione, strategia e dedizione, e il Bea Italia ne riconosce il merito con il più titolato dei premi.

58


Pa t r i z i o a v e v a u n l a n c i o i m p o r t a n t e . Luca voleva un evento perfetto. C o r r a d o e b b e u n’ i d e a s p e c i a l e .

FO LLE TTO E X P E RIE NC E

CONTANO LE IDEE , CONTANO LE PERSONE .

Via Borgogna, 3 - 20122 Milano | tel +39 02 76008159 | fax +39 02 76022537 | www.dpreventi.it

Adv230x275.indd 1

03/11/09 10:59


SPECIALE BEA ITALIA [secondo premio]

e

20

Emozioni da toccare CINQUE AMBIENTI PER FAR SCOPRIRE, CONOSCERE, SENTIRE E VIVERE LE CARATTERISTICHE DEL NUOVO PRODOTTO DI CASA FOLLETTO: IL VK 140. UN VIAGGIO DOMESTICO, E NON SOLO, FIRMATO DURAT PRINA ROSSI & ASSOCIATI, ALLA SCOPERTA DI UN MONDO DI EMOZIONI TECNOLOGICHE.

zona ‘Stile e Design’ ha evocato le linee innovative del prodotto, mentre un fitness center ha consentito di testare la riduzione di peso nell’area ‘Ergonomia e Maneggevolezza’. Cinque anche i gruppi in cui sono stati divisi gli ospiti, confluiti infine in un’unica sala, al centro della struttura, per il gran finale con reveal di prodotto e relazioni dei manager.

e

Oltre cinquemila partecipanti, sedici repliche, due città, uno staff operativo di circa settantacinque persone e cinque ambienti per cinque gruppi di ‘lavoro’. Questi i numeri di ‘Folletto Experience’, evento vincitore dell’Elefantino d’Argento al Bea Italia 2009. L’iniziativa nasce con l’obiettivo di lanciare il nuovo prodotto di casa Folletto, ma soprattutto di farlo conoscere in modo professionale e ludico allo stesso tempo. Un evento BtoB rivolto a tutto il personale d’azienda e agli agenti Folletto, ma anche un’esperienza polisensoriale sviluppata per far ‘toccare con mano’ i plus della nuova linea. È così che Durat Prina Rossi & Associati ha condotto i visitatori in cinque aree tematiche, in cui allestimenti ad hoc e videoproiezioni hanno rivelato i segreti del nuovo nato. Nell’area ‘Igiene’ è stato riprodotto l’interno del sistema di filtraggio dell’aspirapolvere, in ‘Natura Multifunzionale’ trasformabilità e multifunzionalità sono state rappresentate da erba verde e soffici nuvole, in ‘Tecnologia’ toni scuri e atmosfera hi-tech hanno raffigurato emissioni sonore ed energia, la

[ SCHEDA ] Titolo: Folletto Experience. Organizzatore: Durat Prina Rossi & Associati. Cliente: Vorwerk Folletto. Data: Marzo 2009. Target: Personale d’azienda e agenti di vendita. Location: Crowne Plaza (Milano), Tiberio Palace (Napoli). Budget: Da 500.000 a 1.000.000 di euro. Tipologia: Lancio di Prodotto/Servizio. Obiettivi: Far conoscere Folletto VK 140 in modo inedito e memorabile, trasformando l’evento in esperienza. Fornire agli agenti nuovi strumenti per la presentazione ai clienti. Altri premi Bea Italia: 1° Lancio di Prodotto/Servizio.

61


MINIMEGA TRIS FINALE

5-11-2009

10:19

Pagina 3

beati noi.

Ce li siamo bevuti tutti.

Evento Ford Fiesta Love Factory: 1° premio Media Mix. Evento Fox Upfront 2008: 1° premio Evento BtoB e 3° premio Bea Italia 2009. Evento Sony D_Play Event 2008: 2° premio Evento Unconventional. Agenzia Minimega: 2° premio (ex aequo) Best Event Agency

www.minimega.it


SPECIALE BEA ITALIA [terzo premio]

e

20

Palinsesto live UN ANFITEATRO ROTANTE, LA RICOSTRUZIONE DAL VIVO DEI PROGRAMMI DEL PALINSESTO FOX CHANNELS, UN’AMBIENTAZIONE DEGNA DEGLI STUDIOS AMERICANI. CON QUESTI ELEMENTI, E CON UN INVITO TEASER DAVVERO GENIALE, MINIMEGA SI AGGIUDICA L’ELEFANTINO DI BRONZO AL BEA ITALIA 2009.

Innovativo l’impianto scenico, curate le scenografie, imponente l’opera e impattanti gli effetti speciali... Fox Upfront 2008 è stato un capolavoro, oltre che di creatività, anche di tecnica ingegneristica, ma ciò che ha colpito i giurati è stato l’invito teaser: 400 lettere con il messaggio ‘State attenti. Manca poco’ e 400 finti pacchi bomba costituiti da tre candelotti di dinamite collegati a una miccia che riportava data e indirizzo dell’evento.

e

Sale sul podio ‘Fox Upfront 2008’, realizzato da Minimega per Fox Channels Italia. Obiettivo: presentare il palinsesto in modo inedito a circa 300 investitori e giornalisti. Per l’occasione l’agenzia, con la collaborazione di specialisti di Cinecittà, ha ricreato l’atmosfera delle grandi produzioni americane. Agli East End Studios di Milano è stato realizzato un anfiteatro da 300 posti montato su una struttura in acciaio collegata a un motore in grado di farla girare su se stessa. Ai quattro punti cardinali, quattro palchi sui quali hanno preso vita le ambientazioni dei canali più amati dal pubblico: Lost, Grey’s Anatomy, Dexter e i documentari del National Geographic. L’evento si è aperto con un colpo di scena: la simulazione dell’incidente aereo che dà il via alla serie Lost. I partecipanti hanno così potuto assistere all’avvicendarsi di atmosfere tropicali, interventi chirurgici ed efferati delitti. Un palinsesto live, dunque, che ha stupito ed emozionato, rendendo la presentazione dei canali davvero fuori dagli schemi.

[ SCHEDA ] Titolo: Fox Upfront 2008. Società organizzatrice: Minimega. Cliente: Fox Channels Italia. Data: 24 ottobre 2008. Target: 300 investitori e giornalisti. Location: East End Studios (Milano). Budget: Da 400.000 a 500.000 euro. Tipologia: Evento BtoB. Obiettivi: Presentare la nuova programmazione Fox Channels Italia attraverso un evento anticonvenzionale, in grado di trasferire i core values connessi al brand Fox. Altri premi Bea Italia: 1° Evento BtoB.

63


ESEC_promoconvention_BEA2009.pdf

C

M

Y

CM

MY

CY

CMY

K

23-10-2009

17:36:40


e

20

PREMI PER TIPOLOGIA [celebrazione/ricorrenza]

Che bell’ò cafè L’ITALIA E LE SUE MAESTRIE SONO STATE LE PROTAGONISTE DELL’EVENTO ‘THE ITALIAN ESPRESSO EXPERIENCE’, FIRMATO PROMOCONVENTION, CHE HA PRESENTATO AI MEDIA DI TUTTO IL MONDO IL CALENDARIO LAVAZZA 2009. UNO STRUMENTO CHE DA 15 ANNI RACCONTA IL BEL PAESE.

accompagnato i presenti alla scoperta delle immagini del nuovo calendario, visibili su quinte scorrevoli. Una grande festa nelle splendide sale della villa romana ha infine celebrato i contenuti del calendario: le sei passioni Italiane (Cucina, Cinema, Moda, Arte, Storia e Seduzione) sono state declinate in esperienze reali, con assaggi enogastronomici, installazioni, musica, e molto altro. L’Elefantino d’Argento per Celebrazione/Ricorrenza si somma a quello vinto lo scorso anno al Bea Italia nella tipologia Evento Culturale.

e

Arte e italianità sono, da sempre, gli elementi chiave dei calendari Lavazza, reinterpretati ogni volta da fotografi di fama internazionale. Da quindici anni, per presentare i dodici mesi d’autore, l’azienda torinese si rende protagonista di eventi di altissimo livello, che esprimono i valori del brand. Per il lancio dell’edizione 2009, realizzata dalla nota fotografa Annie Leibovitz, Promoconvention ha interpretato la ‘Italian Espresso Experience’ giocando sugli aspetti che fanno dell’Italia uno dei Paesi più amati nel mondo. Prima di tutto la bellezza dei luoghi, con la scelta di una location esclusiva come Villa Miani a Roma, che ha accolto gli invitati della stampa italiana e internazionale. Teatro e musica sono stati, nella prima parte dell’evento, i ‘portavoce’ dell’italianità. Una scenografia dipinta a mano in ogni dettaglio dagli allievi dell’Accademia del Teatro alla Scala ha riprodotto il Teatro all’Italiana, facendo da cornice a un attore che ha narrato i valori dell’essere italiano. Il noto pianista Giovanni Allevi, invece, ha

[ SCHEDA ] Titolo: The Italian Espresso Experience. Organizzatore: Promoconvention. Cliente: Lavazza. Data: Ottobre 2008. Target: Stampa italiana e internazionale. Location: Villa Miani (Roma). Tipologia: Celebrazione/Ricorrenza. Budget: Da 500.000 a 1.000.000 di euro. Obiettivi: Presentare alla stampa il calendario Lavazza 2009 ‘The Italian Espresso Experience’ attraverso un’esperienza che ne raccontasse valore e contenuti, e che facesse vivere ai presenti lo spirito italiano.

65


e

20

PREMI PER TIPOLOGIA [congresso/convegno]

Pensiero positivo NEL PIENO DELLA CRISI ECONOMICA, BANCA MEDIOLANUM HA REALIZZATO UN EVENTO ALL’INSEGNA DELLA POSITIVITÀ. NELLA DUE GIORNI ‘INAUGURIAMO L’OTTIMISMO’, INTRATTENIMENTO E SHOW, MA ANCHE INFORMAZIONE E TESTIMONIANZE SU COME SIA POSSIBILE SUPERARE LE DIFFICOLTÀ.

tragedia aerea delle Ande del 1972, che con il suo drammatico racconto ha trasmesso forza e speranza ai presenti. Una tecnologia sofisticata, musiche originali, e una galleria di sponsor di alto livello (tra i quali Bmw, Vodafone, Bimota, Gruppo Argenta, Idp Industria Divani e Poltrone, Toshiba, Ventana Group) hanno costituito gli altri ingredienti del congresso, decretandone il successo nella tipologia corrispondente. Massiccia e degna di nota la comunicazione pre e post evento: campagna web di lancio e follow up, con annunci redazionali su riviste di settore, e servizi televisivi nel palinsesto della Business Television.

e

Ottimismo contro la crisi. È la ‘ricetta’ che Banca Mediolanum ha messo in pratica a marzo di quest’anno quando la Borsa ha raggiunto, nell’arco di 48 ore, il minimo storico. ‘Inauguriamo l’ottimismo’ è il titolo della due giorni organizzata da Mediolanum Comunicazione divisione Alboran per 12 mila clienti, prospect e family banker. Spettacolo, informazione e approfondimenti hanno intrattenuto i partecipanti nella cornice del Forum di Assago (Milano). L’evento è stata anche l’occasione per celebrare l’inizio della gestione triennale, da parte di Mediolanum, della struttura milanese, che ha cambiato il nome in Mediolanum Forum. L’8 marzo è stato dedicato alla festa e allo show, mentre la seconda giornata ha accolto momenti di approfondimento e riflessione, con l’intervento di noti giornalisti e testimonianze storiche. Fra queste, una vera lezione di ottimismo è arrivata dal contributo via satellite di Nando Parrado, uno dei sopravissuti alla

[ SCHEDA ] Titolo: Inauguriamo l’ottimismo. Società organizzatrice: Mediolanum Comunicazione divisione Alboran.

Cliente: Banca Mediolanum. Data: 8-9 marzo 2009. Target: 12.000 clienti, prospect e family banker. Location: Mediolanum Forum, Assago (Mi). Budget: Oltre 1.000.000 di euro. Obiettivi: Rompere la cortina di pessimismo che la crisi dei mercati ha generato presso clienti, prospect e family banker, e nel contempo celebrare la titolazione a Mediolanum del Forum di Assago (Milano). Altri premi Bea Italia: 3° Innovazione Tecnologica.

67


e

20

PREMI PER TIPOLOGIA [congresso/convegno]

XLIII Congresso Naz. del Notariato Organizzatore: Fonema. Cliente: Consiglio Nazionale del Notariato. Data: 27-30 novembre 2008. Target: Notai. Location: Fortezza da Basso (Firenze Fiera). Budget: Oltre 1.000.000 di euro. Obiettivi: Rendiconto da parte dei vertici dei risultati ottenuti dalla categoria notarile e confronto in merito alle proposte e ai cambiamenti da apportare. Discussione di eventuali proposte da sottoporre al Governo, votazione mozioni e confronto con i notariati stranieri attraverso le delegazioni presenti. Idea creativa: La creatività riproduce una scala del XV secolo, con l’idea di riassumere in sé il concetto di evoluzione verso il futuro del Notariato, senza mai dimenticare la coscienza e la tradizione del passato. Il Congresso si è sviluppato in quattro giornate all’interno delle qua-

li, oltre alle attività congressuali, alle votazioni svoltesi in plenaria, all’accoglienza e ai servizi ristorativi, sono state realizzate attività culturali per le delegazioni straniere e per tutti gli accompagnatori. Tutto il territorio toscano è stato coinvolto nell’iniziativa e tra le varie attività è stata inserita anche la visita al Corridoio Vasariano, solitamente chiuso al pubblico. Inoltre, sono state organizzate visite nei maggiori musei, monumenti della città, nelle vicine Valli del Chianti al fine di permettere a tutti di conoscere le attrattive della zona. La cena di gala, alla presenza di 500 persone, si è svolta presso Palazzo Corsini. Risultati: Grazie all’allestimento (tra cui i 20 schermi di proiezione montati sulla scenografia) e agli eventi organizzati, il Congresso ha rappresentato un vero e proprio evento, originale e moderno.

69


ESECUTIVI FCB 22-06-2009 9:56 Pagina 4 C

M

Y

CM

MY

CY CMY

K


e

20

PREMI PER TIPOLOGIA [educational/formazione]

Viaggio nel futuro TECNOLOGIA E TURISMO: QUESTO IL FOCUS DELLA FIERA BTO - BUY TOURISM ONLINE, CHE SI È SVOLTA PER LA PRIMA VOLTA A FIRENZE NEL NOVEMBRE 2008. MOLTI I MOMENTI FORMATIVI E DI CONFRONTO, CHE HANNO REGISTRATO UNA GRANDE PARTECIPAZIONE DI PUBBLICO.

copertura mediatica. Il sito web ha offerto contenuti aggiornati, newsletter, dirette e video post evento. I risultati sono andati ben oltre le aspettative: 2.800 registrati, corale partecipazione al ‘Web Toscana Party’ della prima sera e ‘tutto esaurito’ agli eventi formativi. Non solo una manifestazione espositiva, dunque, ma anche formativa, tanto da essere premiata come miglior Evento Educational/Formazione a questa edizione del Bea Italia.

e

In uno scenario in cui l’acquisto online di viaggi è sempre più diffuso, il turismo deve stare al passo con i tempi. Proprio per questo motivo, è nata la manifestazione BTO - Buy Tourism Online, che vede la collaborazione di Regione Toscana, Camera di Commercio di Firenze, Firenze Convention Bureau e Toscana Promozione. Obiettivo: costituire un punto di riferimento nel mondo turistico proponendosi come momento di incontro e formazione per gli operatori. Nella prima edizione, tenutasi alla Stazione Leopolda di Firenze nel novembre 2008, è subito emersa l’attenzione al tema delle nuove tecnologie applicate al marketing dei prodotti turistici. L’evento è stato aperto da ‘Travel 2.0 & Technology Forum’, che ha definito lo stato dell’arte della distribuzione turistica elettronica. A questo è seguito un convegno sulle più profittevoli applicazioni dell’online all’industria congressuale. I visitatori, inoltre, hanno potuto partecipare al workshop ‘Travel 2.0 & Technology’ che ha costituito il momento centrale della seconda giornata. Un intenso lavoro di sensibilizzazione su stampa specializzata e generalista ha garantito un’ottima

[ SCHEDA] Titolo: BTO - Buy Tourism Online. Cliente: Regione Toscana, Cciaa Firenze, Fcb, Tp. Data: 17-18 novembre 2008. Target: Operatori della filiera turistico-ricettiva. Location: Stazione Leopolda (Firenze). Budget: Da 300.000 a 400.000 euro. Obiettivi: Fornire approfondimenti sulle nuove tecnologie e sulla loro applicazione all’attività turistica, delineare lo scenario di mercato, presentare casi eccellenti e best practice.

71


MINIMEGA TRIS FINALE

5-11-2009

10:19

Pagina 2

CI SIAMO PERSI NELLA JUNGLA PER CERCARE UN DOTTORE APPASSIONATO DI SANGUE.

Forse abbiamo bevuto troppo.

Per l’evento Fox Channels Italy Upfront festeggiamo il primo premio al Bea Italia 2009 nella categoria BtoB e il terzo premio assoluto fra tutti gli eventi italiani.

www.minimega.it


e

20

PREMI PER TIPOLOGIA [evento BtoB]

Inedita anteprima ANCHE IL BTOB MERITA UNA COMUNICAZIONE SPETTACOLARE. LO SA BENE MINIMEGA, CHE VINCE IL PRIMO PREMIO DI TIPOLOGIA CON UNA PRESENTAZIONE NON CONVENZIONALE RIVOLTA AL PUBBLICO PROFESSIONALE DI FOX CHANNELS ITALIA, E LO SA BENE ANCHE IL CANALE, CHE HA STUPITO IL TARGET AL DI LÀ DELLE ASPETTATIVE.

‘Fox Upfront 2008’ ha stupito ed emozionato un pubblico tecnico e professionale, certamente non avvezzo a un codice così spettacolare. A Minimega, dunque, il merito di aver realizzato un evento esemplare e a Fox Channels Italia il vanto di aver portato ai massimi livelli esperienziali la comunicazione rivolta al pubblico interno. Perché, come è emerso in questo Bea Italia, il BtoB è un canale che merita il meglio della comunicazione.

e

È una case history emblematica quella di ‘Fox Upfront 2008’: distintasi come evento, tanto da conquistare il terzo premio assoluto, ha ottenuto anche il massimo riconoscimento nella sua tipologia. Un Evento BtoB da podio, dunque, con il quale Fox Channels Italia ha riservato ai giornalisti della stampa e a investitori e stakeholder il privilegio di un’inedita anteprima del palinsesto televisivo. E lo ha fatto con l’agenzia Minimega, che ritira il premio insieme all’azienda. Comodamente seduti sulle poltrone di un anfiteatro rotante realizzato ad hoc all’interno degli East End Studios di Milano, i 300 ospiti hanno assistito al ‘palinsesto’ live, ovvero alla rappresentazione dal vivo dei canali più amati dal pubblico: Lost, Grey’s Anatomy, Dexter e i documentari del National Geographic. La ricostruzione dei set è avvenuta ai quattro punti cardinali dell’anfiteatro, in modo che per tutti fossero ben visibili. Altrettanto d’impatto l’esordio, con la simulazione dell’incidente aereo che apre la serie Lost.

[ SCHEDA] Titolo: Fox Upfront 2008. Società organizzatrice: Minimega. Cliente: Fox Channels Italia. Data: 24 ottobre 2008. Target: 300 investitori e giornalisti. Location: East End Studios (Milano). Budget: Da 400.000 a 500.000 euro. Obiettivi: Presentare la nuova programmazione dei canali Fox Channels Italia attraverso un evento anticonvenzionale, in grado di trasferire i core values connessi al brand Fox. Altri premi Bea Italia: 3° Bea Italia.

73


© Ugo Mulas

“I saggi conoscono i contorni, e per questo li tracciano” William Blake mailander.it


e

20

PREMI PER TIPOLOGIA [evento culturale]

A ritmo di samba EVENTI ENOGASTRONOMICI, MUSICALI E ARTISTICI HANNO ANIMATO PER DUE MESI LA CITTÀ DI TORINO, PORTANDO NELLE STRADE LA CULTURA DEL MINAS GERAIS. IL TUTTO PER UFFICIALIZZARE LA COOPERAZIONE FRA DUE OPEROSE REALTÀ: LA REGIONE PIEMONTE E LO STATO BRASILIANO.

[ SCHEDA ] Titolo: Settimana del Minas Gerais in Piemonte. Società organizzatrice: Mailander. Cliente: Governo do Estado de Minas Gerais. Data: Novembre - dicembre 2008. Target: Istituzioni, business community, operatori settore turi-

per le vie della città e la mostra Viver Minas, concepita come un viaggio sensoriale. Minimo comune denominatore: la simbiosi tra modernità e tradizione. A fare gli onori di casa Mercedes Bresso, presidente Regione Piemonte, che insieme a Sergio Marchionne, ad Fiat Group Italia e a Aécio Neves, governatore Minas Gerais, ha ufficializzato la cooperazione tra due realtà ugualmente volte allo sviluppo nei settori dell’industria e della ricerca, del design e del turismo. Per tutti i motivi elencati, la ‘Settimana del Minas Gerais in Piemonte’ merita l’Elefantino d’Argento nella tipologia Evento Culturale.

e

Altro che ‘saudade’ brasiliana. Non c’era spazio per la nostalgia alla ‘Settimana del Minas Gerais in Piemonte’, la kermesse culturale organizzata l’inverno scorso a Torino dall’agenzia Mailander con l’obiettivo di fare conoscere lo stato brasiliano, con le sue eccellenze e ‘segni particolari’. Concerti, mostre, eventi enogastronomici, ma anche incontri rivolti alla comunità del business. Questo e altro ha animato per due mesi il capoluogo piemontese, coinvolgendo target diversi e compositi: istituzioni, opinion leader, business community, operatori del settore turistico, comunità accademica e culturale, giornalisti, ma anche cittadini e turisti, oltre alla delegazione politica, economica e accademica dello Stato del Minas Gerais. Tra le iniziative culturali: le serate di musica Jazz nel Giardino d’Inverno creato ad hoc in una piazza di Torino; le Tamborzade, cortei di musicisti e danzatori

stico, comunità accademica e culturale, cittadini, turisti e delegazione politica, economica e accademica dello Stato del Minas Gerais. Location: Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino, Centro Congressi Torino Incontra, Jazz Club - Giardino d’Inverno, Limone Fonderie Teatrali, centro città. Budget: Da 500.000 a 1.000.000 di euro. Obiettivi: Presentare le eccellenze culturali, economiche e artistiche del Minas Gerais attraverso un evento emozionale rivolto a diverse fasce di pubblico.

75


e

20

PREMI PER TIPOLOGIA [evento interno/convention aziendale]

Dialogo globale LA ‘2008 GLOBAL GOLD CONFERENCE - TALK ABOUT IT!’ DI ORIFLAME SI È SVOLTA ALL’INSEGNA DEL DIALOGO E DELLA COMUNICAZIONE FRA I MIGLIORI VENDITORI DELL’AZIENDA DI COSMETICA. NUMEROSE CONFERENZE E UNA CENA DI GALA HANNO ANIMATO LA DUE GIORNI MONDIALE.

[ SCHEDA ]

corpo di ballo e alla premiazione sul palco di 1.800 consulenti. Un’imponente scenografia ha fatto da sfondo alla convention: un palco di 1.050 mq, fondali alti 8 m e lunghi più di 90 m, 6 schermi di cui 2 giganti, oltre ai palchi satellite e alle passerelle. Numerosi i mezzi utilizzati internamente per comunicare la convention: e-mail, video lancio in tutte le lingue, countdown quotidiani, siti web, leaflet con informazioni e case history di best practice. Il buon esito della convention è oggi costituito anche dal successo ottenuto al Bea Italia, che consegna ad agenzia e azienda il primo premio nella tipologia Evento Interno/Convention Aziendale.

e

Condivisione, interazione e dialogo. Questi i motori della convention aziendale ‘2008 Global Gold Conference - Talk About It!’ di Oriflame. Organizzato da Creo International Events, Communication & Incentive Agency, l’appuntamento ha cadenza annuale e ha l’obiettivo di incentivare e motivare i migliori venditori dell’azienda svedese di cosmetici. L’edizione 2008, tenutasi dal 19 al 25 agosto, si è svolta in diverse location di Atene, tra le quali l’Olympic Stadium Oaka. Durante il welcome party i partecipanti hanno indossato originali costumi a forma di cubo con le lettere dell’alfabeto, con l’obiettivo di interagire attraverso un nuovo codice comunicativo. Conferenze e seminari hanno animato la due giorni, richiamando circa 3.300 consulenti. Durante la cena di gala il tema della condivisione e dell’interazione si è evoluto nel concetto che sarà la chiave del successo per l’anno a venire: ‘It’s Showtime - Sei tu il protagonista!’, fino all’esibizione di un coinvolgente

Titolo: 2008 Global Gold Conference - Talk About It!. Società organizzatrice: Creo International Events, Communication & Incentive Agency. Cliente: Oriflame Natural Swedish Cosmetics. Data: 19-25 agosto 2008. Target: I migliori venditori. Location: Olympic Stadium Oaka, Intercontinental Hotel,Taekwondo Stadium (Atene). Budget: Oltre 1.000.000 di euro. Obiettivi: Motivare, incentivare e premiare i migliori venditori dell’anno.

77


e

20

PREMI PER TIPOLOGIA [evento low budget]

Finanza amica CON LO SPETTACOLO-EDUCATIONAL ‘IO NON HO PAURA’, BANCA MEDIOLANUM HA VOLUTO CREARE UN’ATMOSFERA CONVIVIALE E GIOCOSA SU ARGOMENTI ECONOMICI E FINANZIARI, CHE HANNO CONVISSUTO IN MODO ARMONICO CON BRANI DI POESIA, MUSICA E LETTERATURA.

[ SCHEDA ] Titolo: Io non ho paura. Società organizzatrice: Mediolanum Comunicazione divisione Alboran.

Cliente: Banca Mediolanum. Data: 29 aprile 2009. Target: Clienti e prospect. Location: Palazzo Mezzanotte, Piazza Affari (Milano). Budget: Fino a 50.000 euro. Obiettivi: Inventare una modalità nuova per intrattenere clienti e prospect su temi finanziari ed economici in attesa di un incontro più strettamente legato alla presentazione di prodotti del settore.

di Roosevelt. La diffusione in diretta streaming worldwide ha contribuito a rendere questo happening ancor più coinvolgente. Il tutto in modo coerente e trascinante, a riprova del fatto che anche un evento a ridotto investimento (inferiore a 50.000 euro) può essere creativo, efficace e vincente. E a proposito di vittoria, ‘Io non ho paura’ si aggiudica il primo premio nella tipologia ‘Evento Low Budget’ al Bea Italia 2009.

e

Teatro e finanza: due parole che non hanno legami, ma che possono invece convivere in maniera armonica grazie a un’idea creativa. Lo prova l’evento ‘Io non ho paura’ realizzato da Mediolanum Comunicazione divisione Alboran per coinvolgere i clienti di Banca Mediolanum. Si tratta di un format nuovo e originale, quello dello spettacoloeducational, che ha il compito di rompere il ghiaccio prima di una riunione di business. Un intenso preludio fatto di poesia, musica, letteratura, realizzato il 29 aprile nel luogo simbolo della Borsa italiana, Palazzo Mezzanotte, per intrattenere su temi economici in maniera più giocosa e meno ‘tradizionale’. Con un investimento inferiore a 50.000 euro, l’evento è riuscito ad accostare linguaggi e registri diversi e a creare un nuovo format di comunicazione applicato al business: dal pensiero di Einstein alle canzoni degli Abba e di Bruce Springsteen, dal monologo di Attilio Ierna sul coraggio e la solidarietà al discorso di insediamento


e

20

PREMI PER TIPOLOGIA [evento per azienda non profit/sociale]

La cosmesi che fa bene PARTENDO DA UN LIBRO IDEATO DALLO STILISTA ANTONIO MARRAS, L’AGENZIA ADVERTEAM HA IDEATO UNA SERIE DI INIZIATIVE CHE HANNO COME PROTAGONISTA LA NOTA CREMA NIVEA, E COME SCENARIO QUELLO PRESTIGIOSO DELLA MODA. OBIETTIVO: RACCOGLIERE FONDI PER EMERGENCY.

[ SCHEDA ] Titolo: Nivea Creme Antonio Marras. Società organizzatrice: Adverteam. Cliente: Beiersdorf. Data: Marzo-giugno 2009. Target: Fashion e beauty editor, donne di profilo medio-alto (30-50 anni). Location: Milano. Budget: Da 200.000 a 300.000 euro. Obiettivi: Avvicinare Nivea al mondo fashion e ai suoi valori durante la Settimana della Moda milanese. Creare un progetto dal forte impatto valoriale. Sorprendere la stampa, gli opinion leader e gli appassionati di moda.

quella della crema Nivea. A concludere la serie di iniziative, la vendita delle special edition in dieci selezionati concept store in Italia, il cui ricavato, pari a 65.000 euro, è stato devoluto a Emergency per la creazione di una corsia chirurgica pediatrica presso l’ospedale di Lashkar-gah, in Afghanistan. Un’operazione charity ma anche un evento articolato, che vince al Bea Italia 2009 il primo premio nella tipologia ‘Evento per Azienda Non Profit/Sociale’.

e

Moda e bellezza insieme per beneficenza. Questa l’idea dell’evento ‘Nivea Creme Antonio Marras’, che ha coinvolto il noto marchio Beiersdorf e lo stilista Marras in un’operazione di solidarietà a favore di Emergency. L’agenzia Adverteam ha elaborato un progetto intorno a un libro-favola interamente disegnato dallo stilista, nel quale è custodita una very special edition della Nivea Creme, il cui packaging è frutto della matita del famoso couturier. Il book è stato lo special guest della sfilata Autunno/Inverno 09-10 di Antonio Marras, tenutasi a Milano il 1° marzo a fieramilanocity. Durante la sfilata il libro-favola, chiuso da un nastrino in tessuto, è stato distribuito all’interno di una pratica shoppingbag Nivea Creme in canvas, anch’essa firmata dallo stilista. Una cena da sogno nell’atelier Marras ha poi deliziato, il 19 marzo, le 50 più importanti giornaliste di moda e lifestyle, in un ambiente dominato da un’installazione a forma di latta blu, proprio come


PASSALA A NOI!

GIEMME EVENTI organizza eventi da 10 anni. Chi si affida a noi non ha nulla di cui preoccuparsi.

GIEMME EVENTI SRL, Via C. Pisacane n. 53 - 20129 Milano, Tel. 02 89.05.46.39 info@giemmeventi.com www.giemmeventi.com Giemme final VS07.indd 1

30/10/09 12:35:50


e

20

PREMI PER TIPOLOGIA [evento pubblico]

Luci, suoni, parole in libertà UN’INSTALLAZIONE MULTIMEDIALE PER CELEBRARE IL CENTENARIO DEL MANIFESTO FUTURISTA. IN COLLABORAZIONE CON IL COMUNE DI MILANO, GIEMME EVENTI HA REALIZZATO UN EVENTO PUBBLICO SPETTACOLARE, RIPRODUCENDO I VALORI PORTANTI DEL MOVIMENTO CULTURALE DI INIZIO ’900.

[ SCHEDA ]

simbologie e suoni di battaglia, mentre nel cortile e nell’androne del Palazzo, per contrasto, il fragore dell’esterno è stato attutito e immerso in una prospettiva a volte tenue e lontana. Tutto ha contribuito ha creare un boato di ottimismo, suoni di guerra e rumori espressivi, ripercorrendo i temi della velocità, della forza e della città come simbolo del progresso attraverso un approccio vivo, dinamico, spettacolare. L’installazione, visitata da centinaia di persone (800 solo la sera dell’inaugurazione) è proseguita dal 5 febbraio per 11 giorni consecutivi.

e

Metropoli, Velocità, Guerra, Parole in Libertà... questi alcuni dei paradigmi del Futurismo, celebrato quest’anno in occasione del centenario del Manifesto di Marinetti (febbraio 1909). L’agenzia Giemme Eventi si è inserita nel calendario promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano (‘FuturisMi’) e ha dato vita a un evento da podio, che si aggiudica l’Elefantino d’Argento nella tipologia Evento Pubblico. Per l’apertura delle celebrazioni dedicate al Futurismo, la facciata di Palazzo Reale e la piazzetta antistante hanno costituito la cornice di un vero e proprio tuffo nel passato, con la riproduzione di un ‘campo di battaglia’ realizzato grazie a un’installazione multimediale. Obiettivo: riaccendere lo scalpore e l’adrenalina che accompagnarono la nascita del movimento culturale. Luci, suoni, lettere, parole, proiezioni, colori, ma anche una performance di live painting e la recitazione di testi da parte di attori professionisti (progetto multimediale e regia: Castagna&Ravelli Studio). La parte sonora (progetto: Agon) ha interagito con le immagini duplicando

Titolo: Luci Futuriste e Il Suono della Guerra dei Suoni. Società organizzatrice: Giemme Eventi. Cliente: Comune di Milano - Assessorato alla Cultura. Data: 5-15 febbraio 2009. Target: Cittadini. Location: Piazzetta Reale, facciata di Palazzo Reale (Milano). Budget: Da 50.000 a 100.000 euro. Obiettivi: Annunciare l’inizio delle celebrazioni dedicate al Futurismo trasformando il cuore della città in un campo di battaglia futurista.

83


e

20

PREMI PER TIPOLOGIA [evento pubblico]

Sensation: 6 sensi per 6 sestieri Organizzatore: K-events. Cliente: Venezia Marketing & Eventi. Data: 14 - 25 febbraio 2009. Target: Pubblico locale, nazionale e internazionale.

Location: Venezia. Budget: Oltre 1.000.000 di euro. Obiettivi: Confermare il format ‘Sensation: 6 sensi per 6 sestieri’ per il Carnevale di Venezia,

da vivere nel segno del divertimento, della cultura e della sperimentazione, offrendo a cittadini e turisti un percorso inusuale per la città. Idea creativa: A ogni sestiere (quartiere) è stato affiancato un senso. A Canareggio il gusto; a Castello il tatto; a Dorsoduro l’udito, a San Polo la vista; a Santa Croce l’olfatto e a San Marco il sesto senso: mente/anima. Durante i 10 giorni della manifestazione, aperta con uno spetta-

colo di Dario Fo in Piazza San Marco, 290 spettacoli disseminati nei vari sestieri hanno coinvolto oltre 300 artisti. Dinosauri, giraffe, giocolieri, teatro dell’arte e di strada e gruppi musicali hanno rallegrato cittadini e turisti. Piazza San Marco, trasformata in un giardino rinascimentale, ha ospitato il tradizionale Volo Dell’Angelo, che ha avuto come protagonista Margherita Missoni, la serata dedicata alle Drag Queen, presentata dallo spumeggiante Principe Maurice, e la premiazione per la Maschera più bella. Presidente di giuria, il premio Oscar per i costumi, Gabriella Pescucci. Risultati: Con oltre un milione di presenze è stato il più partecipato degli ultimi sette anni. 10 giorni di manifestazione, 290 spettacoli, 60 compagnie di teatro, oltre 300 artisti, 4.100 visitatori al ‘Carnevale al Buio’, 1.060 partecipanti ai 13 corsi di cucina, 266 giornalisti.

Anno della Salute 2009 Organizzatore: MenCompany. Cliente: Comune di Milano - Assessorato alla Salute.

Data: Aprile-dicembre 2009. Target: Pubblico locale.

Location: Piazze milanesi. Budget: Da 500.000 a 1.000.000 di euro. Obiettivi: Fornire ai cittadini un calendario di appuntamenti che possano diventare un punto di riferimento per la salute: ogni mese tematiche diversificate, che abbraccino tutto il panorama dei servizi offerti dalla sanità pubblica. Idea creativa: L’Anno della Salute, promosso da Giampaolo Landi di Chiavenna, assessore alla Salute del Comune di Milano, è partito lo scorso 14 aprile con un truck dedicato. La salute di una città si misura sul benessere dei suoi cittadini e con questo spirito l’assessorato ha dato vita a un progetto che offre ai milanesi l’opportunità di controllare il proprio stato di benessere fisico e psicologico. L’iniziativa prevede test gratuiti di diversa natura sulla popolazione, mirati alla prevenzione delle principali patologie e alla promozione di stili di vita corretti. Per rag-

85

giungere il maggior numero di cittadini offrendo consulenze complete e immediate, in diversi luoghi della città, dal centro alla periferia, è stato allestito un truck mobile con spazi attrezzati per visite completamente gratuite, diversificate di mese in mese. Risultati: Oltre 4.500 visite nei primi quattro mesi di attività. Il 95% del campione che ha effettuato visite specialistiche ha espresso gradimento.


Pagina Bea ott 2009:Layout 4

29/10/09

15:29

Pagina 1

Evento Unconventional 1째 CLASSIFICATO


PREMI PER TIPOLOGIA [evento unconventional]

e

20

Roma caput aquae L’ELEMENTO ‘ACQUA’ DECLINATO IN CONTESTI DIVERSI: QUESTO IL CONCEPT DELL’EVENTO ‘VISIBILITY ACTION… IN THE WATER’ REALIZZATO DA ENEL CON FONEMA. OBIETTIVO: EVIDENZIARE LA POSITIVITÀ DEL NUOTO E AVVICINARE IL TARGET ALL’AZIENDA, OFFICIAL PARTNER DEI MONDIALI DI ROMA.

[ SCHEDA ] Titolo: ‘Visibility Action... in the water’. Eccentrici eventi al 13th Fina World Championship.

acquatico si ‘infiltra’ nell’urban design, con operazioni di guerrilla che sposano la strategia del marketing con la storia della città. Risultato: i ‘Nasoni’ di Roma (fontanelle) diventano trampolini per le 200 sagome dei campioni italiani Rosolino e Pellegrini pronte a tuffarsi. L’evento ha avuto un’ampia copertura mediatica: più di una le edizioni dei TG3 Rai dedicate, pagine intere sul quotidiano Il Messaggero, Corriere della Sera, Repubblica e Libero.

e

Non solo ‘caput mundi’. Dal 18 luglio al 2 agosto Roma è stata il cuore del mondo acquatico, come città ospite dei Mondiali di Nuoto. In qualità di official partner della kermesse sportiva, Enel ha messo in campo, insieme all'agenzia Fonema, una serie di eventi dal carattere non convenzionale, con l’obiettivo di sottolineare il legame dell’azienda con i valori positivi della disciplina. Filo conduttore del progetto ‘Visibility Action…in the water’, che si aggiudica il primo premio nella tipologia Evento Unconventional, l’elemento acquatico, declinato in diverse soluzioni e differenti contesti: in Piazza di Spagna un nuotatore in pietra spicca ai piedi della splendida scalinata, pronto a tuffarsi, mentre piscine dipinte con il trompe l’oeil in otto piazze del centro storico diventano vere e proprie opere d’arte. Spazio anche all’intrattenimento, con le sport-flash pool, ovvero piscine allestite in un sol giorno per il divertimento dei cittadini. E per incontrare i campioni, strutture mobili destinate a fan e stampa. Infine, l’elemento

Società organizzatrice: Fonema, Enel. Cliente: Enel. Data: Giugno-luglio 2009. Target: Generico, media. Location: Roma. Budget: Da 500.000 a 1.000.000 di euro. Obiettivi: Enfatizzare la presenza di Enel come official partner dei Mondiali di Nuoto legando l’azienda ai valori positivi dello sport. Avvicinare il target attraverso azioni di guerrilla spettacolari e curiose.

87


PALAZZO GIURECONSULTI LA LOCATION AL CENTRO DEGLI EVENTI 10 sale polifunzionali per esposizioni, mostre, showroom, presentazioni

Informazioni: Tel 02 85155938 - 02 85155871 www.palazzoaffari.it - info@palazzoaffari.it


e

20

PREMI PER TIPOLOGIA [evento unconventional]

Sony D_Play Event 2008 Organizzatore: Minimega. Cliente: Sony Computer Entertainment Italia. Data: Ottobre 2008. Target: Giovani ambosessi 14 - 40 anni. Location: Lecce. Budget: Da 200.000 a 300.000 euro. Obiettivi: Costruire una manifestazione ‘se-

riale’ e ‘istituzionale’ di grande richiamo per aumentare brand awareness e brand loyalty di Sony PlayStation. Allargare il bacino di contatti attraverso una manifestazione pensata come uno show televisivo disruptive e coinvolgente. Idea creativa: Portare nella realtà il mondo dei videogiochi targati SonyPlaystation attraverso una giornata scandita da giochi strampalati e premi meravigliosi, condotta dal Trio Medusa. L’evento, interamente ripreso dalle telecamere, è diventato un format tv in onda in streaming digitale e sul canale FX (Sky). Unconventional sin dalla scelta della location (Lecce), l’iniziativa prevedeva il coinvolgimento dei ragazzi in otto giochi presso il villaggio PlayStation appositamente allestito. Chiave di comunicazione del D_Play Event, la trasformazione del pubblico da spettatore passivo a partecipante attivo mediante la creazione di una serie di categorie di atleti nel-

89

le quali raggruppare gli iscritti, protagonisti così anche dello show televisivo condotto dal Trio Medusa. Risultati: 3.000 spettatori sugli spalti, oltre 100.000 contatti internet, audience di circa 300.000 spettatori per lo show in onda su FX (Sky) replicato tre volte.


20

e

PREMI PER TIPOLOGIA [fiera]

Spazio al lavoro IL SALONE DELLO STUDENTE, ORGANIZZATO DA CLASS EDITORI, È DA VENT’ANNI IL PUNTO DI RIFERIMENTO PER I GIOVANI CHE SI AFFACCIANO AL MONDO DEL LAVORO. E PER LE AZIENDE CHE RICERCANO QUESTO TARGET È UNA CHANCE PER METTERE IN ATTO OPERAZIONI DI MARKETING.

La carriera degli studenti è protagonista a Campus Orienta - Salone dello Studente organizzato da Class Editori in diverse tappe sul territorio nazionale. Arrivato alla ventesima edizione, l’evento vince quest’anno l’Elefantino d’Argento nella tipologia Fiera. L’obiettivo della manifestazione è duplice: permettere

e

[ SCHEDA ]

ai ragazzi di confrontarsi in modo costruttivo e concreto con il mondo del lavoro e offrire alle aziende l’occasione di realizzare azioni di marketing dialogando con una massa critica di pubblico. I risultati dell’edizione 2008-2009 hanno confermato la centralità di questo appuntamento: 150.000 presenze, 40.000 mq allestiti, 350 espositori e 80.000 nominativi in database. Le location sono state suddivise in due zone: una istituzionale, occupata dagli stand di università, istituti di istruzione postdiploma, enti pubblici, ministeri, assessorati all’istruzione, e una commerciale, chiamata ‘Village’, con gli spazi espositivi degli sponsor della manifestazione, il palco per l’esibizione degli artisti e un maxischermo. Le due aree sono funzionali a creare, ogni volta, un’atmosfera giovanile, mantenendo al contempo l’autorevolezza del tema. Un intenso piano di comunicazione ha supportato l’evento, con declinazioni su stampa, sul circuito tv Telesia e sui media partner, oltre che sul web. Importante, infine, la distribuzione di materiale informativo davanti a scuole superiori e università e nel circuito mezzi pubblici.

Titolo: Campus Orienta - Salone dello Studente. Società organizzatrice: Campus - Class Editori. Data: Ottobre 2008 - maggio 2009. Target: Studenti 18-25 anni. Location: Firenze, Milano, Monza, Roma, Bari. Budget: Oltre 1.000.000 di euro. Obiettivi: Fornire agli studenti strumenti per decidere del proprio futuro attraverso incontri, seminari e stand informativi. Permettere alle aziende di dialogare con una massa critica di pubblico in target 18-25. Altri premi Bea Italia: Innovazione nella Tradizione.

90


NON POSSIAMO FARTI ENTRARE NELLA SUA CAMERA...


e

20

PREMI PER TIPOLOGIA [lancio di prodotto/servizio]

Esperienze da Folletto UN ITINERARIO NELLE EMOZIONI E NELLA CONOSCENZA PRATICA DEL PRODOTTO. È LA SCELTA VINCENTE DI DURAT PRINA ROSSI & ASSOCIATI PER LANCIO DEL FOLLETTO VK 140. UNA VERA E PROPRIA ESPERIENZA POLISENSORIALE, VINCITRICE ANCHE DEL SECONDO PREMIO ASSOLUTO BEA ITALIA.

[ SCHEDA ] Titolo: Folletto Experience. Organizzatore: Durat Prina Rossi & Associati. Cliente: Vorwerk Folletto. Data: Marzo 2009. Target: Personale d’azienda e agenti di vendita. Location: Crowne Plaza (Milano), Tiberio Palace (Napoli). Budget: Da 500.000 a 1.000.000 di euro. Obiettivi: Far conoscere Folletto VK 140 in modo inedito e memorabile, trasformando l’evento in esperienza. Fornire agli agenti nuovi strumenti per la presentazione ai clienti. Altri premi Bea Italia: 2° Bea Italia.

testare la riduzione di peso). Cinque anche i gruppi in cui sono stati divisi gli ospiti, che hanno, a turno, percorso gli ambienti e che, nel gran finale, sono stati riuniti in un’unica sala al centro della location. Qui hanno avuto luogo il reveal e le relazioni dei manager, seguite dalla prova pratica del nuovo prodotto, Folletto VK 140, all’interno della ricostruzione di una vera casa. L’evento, replicato 16 volte in due città, ha coinvolto oltre 5.500 persone.

e

Le emozioni contano spesso più delle parole, così come l’esperienza diretta conta più della teoria. Il concept di ‘Folletto Experience’, vincitore del secondo premio assoluto al Bea Italia e primo premio nella tipologia Lancio di Prodotto/Servizio, si fonda sul presupposto che un nuovo prodotto non debba essere solo presentato, ma anche scoperto, sentito, vissuto. Da qui la scelta, dell'agenzia Durat Prina Rossi & Associati, di realizzare una scena ‘da vivere’, capace di accogliere il pubblico, rendendolo protagonista di tutto ciò che accade. Cinque ambienti diversi per guardare, ascoltare, sentire, toccare e vivere il nuovo aspirapolvere Folletto attraverso un’esperienza polisensoriale: ‘Igiene’ (riproduzione del sistema di filtraggio di un aspirapolvere), ‘Natura Multifunzionale’ (erba verde e un cielo azzurro con soffici nuvole per presentare le doti di trasformabilità), ‘Tecnologia’ (toni scuri e atmosfera hi-tech per interpretare i temi delle emissioni sonore e dell’energia), ‘Stile e Design’ (per evocare le linee innovative del prodotto) ed ‘Ergonomia e Maneggevolezza’ (un fitness center per


Progetto: HeadFirst! Theater Cliente: HealthSpace Cleveland

Your event. Do it with Fabric. Do it with Transformit. Transformit progetta, produce ed installa strutture da interni in tessuto tensionato caratterizzate dall’elevato standard artistico

Distributore esclusivo per l’Italia dei prodotti Transformit

www.magrada.com www.transformit.com transformit@magrada.com


e

20

PREMI PER TIPOLOGIA [lancio di prodotto/servizio]

Gift Day 2009

Organizzatore: K-events. Cliente: Master Card, Banco Posta. Data: 15 gennaio 2009. Target: Pubblico locale e nazionale. Location: Piazza Farnese (Roma). Budget: Da 500.000 a 1.000.000 di euro. Obiettivi: Lanciare presso il grande pubblico la nuova carta di credito prepagata ‘New Gift’ targata MasterCard e Banco Posta, rilanciare l’immagine di Banco Posta presso il pubblico di riferimento, stimolandolo ad attivarsi sulle tematiche legate all’Africa. Idea creativa: Il Gift Day nasce dall’analisi delle caratteristiche del prodotto: una carta di credito anonima, regalabile, ricaricabile e sicura. È stata così ideata una ‘giornata del regalo’ per lanciare la PostePay Gift legandosi a un’iniziativa charity a favore di Amref, dando il via a un evento replicabile di anno in anno. L’evento

si è sviluppato su un doppio palco: uno su cui si sono esibiti i personaggi dello spettacolo e un altro, ‘la soffitta’, presso il quale era possibile lasciare il proprio regalo, tradotto, attraverso un’asta su ebay, in risorsa economica per Amref. In cambio, i partecipanti hanno ricevuto una carta PostePay Gift. Si sono alternati sul palco: la Blues Willis Band + Lillo e Greg, Caterina Murino, i personaggi di High School Musical, Titova e Peron, Ubaldo Pantani, Pif e Gigi e Ross, Gabrielle Birilli, Marco Marzocco, i DJ di Rds e Irene Grandi e Max Gazzé per il concerto finale. Risultati: Più di 8.000 partecipanti, oltre 3.000 carte di credito (precaricate di 5 euro e senza costi di attivazione) distribuite, 48.000 contatti online stimati, 10.000 euro raccolti, copertura stampa online e offline su Repubblica, Corriere della Sera e Messaggero.

Wired Party Organizzatore: OgilvyAction. Cliente: Edizioni Condé Nast. Data: 18 febbraio 2009. Target: Opinion leader e giornalisti. Location: Area 56, Via Savona (Milano). Budget: Da 100.000 a 200.000 euro.

Obiettivi: Lanciare e presentare la rivista Wired, facendone vivere il Dna, tra tecnologia e innovazione, grazie a un’esperienza unica. Idea creativa: Evento altamente tecnologico in cui è stato esaltato l’aspetto più esperienziale e tangibile della tecnologia, toccando i temi di Wired. I contenuti sono stati spettacolarizzati attraverso soluzioni innovative. All’ingresso gli ospiti, accolti da un androide, hanno avuto la possibilità di sfogliare interattivamente la rivista. Il tema dell’energia è stato reso vivo grazie alla sperimentazione di una pista che produceva energia quando la gente ci ballava sopra. Sulle pareti, infine, scorrevano immagini, frame, fotografie che, grazie a riprese termosensibili, si alternavano alle immagini degli ospiti che sprigionavano energia a loro volta. Infine, era possibile navigare all’interno del sito della rivista in uno spazio ad hoc. 97

Risultati: Più di 1.000 presenti. Riscontro positivo da parte dei partecipanti e della stampa. Altri premi Bea Italia: 1° Innovazione Tecnologica.


Via Paolo Bassi 9

20159 Milano

T. +39 02 694391

F. +39 02 69439200

www.cbs-outdoor.it


e

20

PREMI PER TIPOLOGIA [roadshow/evento itinerante]

Il treno dei sensi UN TRENO SU CUI SPERIMENTARE IN PRIMA PERSONA UNA VACANZA NELLA NATURA ELVETICA: QUESTO IL CONCEPT DELL’EVENTO ‘LA SVIZZERA A CASA TUA!’, FIRMATO CBS OUTDOOR, CHE HA COINVOLTO OLTRE 4.000 ‘PASSEGGERI VIRTUALI’ IN UN’UNICA ESPERIENZA POLISENSORIALE.

valigette per i viaggiatori virtuali e ‘Passaporti Svizzeri’ per giocare e vincere un viaggio, distribuiti con la free press e associati a video in metropolitana. Per finire, qualche numero: 4.000 i visitatori sul treno, 20.000 shopper e 77.000 passaporti distribuiti nelle stazioni. Il viaggio-evento di CBS Outdoor vince il primo premio nella tipologia ‘Roadshow/Evento Itinerante’.

e

Un’esperienza che coinvolga tutti i sensi per fare ‘vivere’ il piacere di una vacanza in Svizzera. Questo il concept dell’evento ‘La Svizzera a casa tua!’, realizzato da CBS Outdoor per Svizzera Turismo in cinque città della penisola. Elemento chiave dell’idea creativa è il treno, simbolo del viaggio e rappresentativo di un Paese percorso da affascinanti ferrovie. All’interno di tre carrozze, situate in sei stazioni ferroviarie, il pubblico è stato invitato a vivere esperienze multisensoriali legate ai temi della città, della montagna e dei trasporti. L’intenso percorso ha fornito al pubblico una nuova chiave di lettura con cui interpretare il Paese, lontana dagli stereotipi di freddezza, precisione e razionalità, ma vicina al cuore, alle passioni e ai sensi. Fondamentale la scenografia, che ha ricreato gli ambienti originali: un sentiero pavimentato di ardesia, erba e legno e un finto cielo, fino ad arrivare all’ultima tappa, costituita da un giardino di stelle alpine. Ad attirare il pubblico, oltre al treno totalmente brandizzato, un infopoint in ogni stazione, per intercettare i passeggeri e distribuire i materiali informativi. Sono state approntate

[ SCHEDA ] Titolo: La Svizzera a casa tua!. Società organizzatrice: CBS Outdoor. Cliente: Svizzera Turismo. Data: 5 - 13 giugno 2009. Target: Consumer e trade. Location: Stazioni di Milano, Torino, Roma, Padova, Venezia. Budget: Da 400.000 a 500.000 euro. Obiettivi: Promuovere la Svizzera come destinazione del turismo estivo e come luogo del cuore e dell’emozione.

99


Il premio

La partita lenta

Stella

di Ermanno Olmi

di Paolo Sorrentino

di Gabriele Salvatores

Il progetto cinematografico “Per fiducia” è nato dall’incontro di tre maestri del grande cinema, Ermanno Olmi, Paolo Sorrentino e Gabriele Salvatores, con il sostegno di Intesa Sanpaolo, nell’intento di raccontare le forze positive e vitali che animano il nostro Paese. Il Premio, prodotto da Casta Diva Pictures, La partita lenta, prodotto da Parco Film e Stella, prodotto da Colorado Film, sono il risultato di questa collaborazione, tre cortometraggi che hanno ottenuto numerosi riconoscimenti internazionali. Il progetto ha vinto il Primo Premio nella categoria Evento Media e lo Special Award come Best Integrated Event al Best Event Awards Italia 2009, oltre al Secondo Premio nella categoria Media Event allo European Best Event Awards 2009.

Un progetto coordinato da

Un’iniziativa sostenuta da

WWW.PERFIDUCIA.COM


e

20

PREMI PER TIPOLOGIA [web event/evento media]

I maestri della fiducia UN PROGETTO PER DIFFONDERE FIDUCIA IN UN MOMENTO DI DIFFICOLTÀ ECONOMICA. INTESA SANPAOLO E CASTA DIVA PICTURES CHIAMANO ALL’APPELLO I MAESTRI OLMI, SALVATORES E SORRENTINO A INTERPRETARNE IL TEMA. IL PRIMO PREMIO EVENTO MEDIA È IL RICONOSCIMENTO CHE IL BEA ITALIA ATTRIBUISCE ALL’OPERAZIONE.

spettatori sulla tv generalista, 800.000 sulla tv satellitare, 500.000 utenti unici sul sito perfiducia.com. Secondo un sondaggio, inoltre, la fiducia nei confronti di Intesa Sanpaolo è cresciuta del 10% a seguito del progetto.

e

Ritirano il premio per il miglior Evento Media l’istituto di credito Intesa Sanpaolo e la casa di produzione Casta Diva Pictures, che, insieme, hanno sviluppato un progetto che ha fatto del web, del cinema e della televisione i propri canali di trasmissione, raggiungendo milioni di spettatori. Tre titolati registi italiani, Ermanno Olmi, Gabriele Salvatores e Paolo Sorrentino, hanno interpretato il tema della fiducia attraverso tre cortometraggi d’autore di circa dieci minuti ciascuno. ‘Progetto Per Fiducia’, voluto da Intesa Sanpaolo come campagna di comunicazione in un momento di profonda crisi economica, è un'operazione innovativa e per molti aspetti inedita, alternativa allo spot tradizionale. Evento a tutti gli effetti o campagna integrata (la giuria del Bea Italia ha dibattuto a lungo sulla questione), è comunque un lavoro ‘pulito’, caratterizzato da un profondo rispetto per la creatività dei maestri italiani: i registi hanno sviluppato il tema con estrema libertà e il nome del committente compare solo nei titoli di coda. I risultati sono stati sorprendenti: 46 milioni di

[ SCHEDA ] Titolo: Progetto Per Fiducia. Società organizzatrice: Intesa Sanpaolo, Casta Diva Pictures.

Data: Marzo/aprile 2009. Target: Spettatori tv generalista, tv satellitare, cinema e web. Budget: Oltre 1.000.000 di euro. Tipologia: Web Event/Evento Media. Obiettivi: Inviare un messaggio di fiducia agli italiani attraverso tre cortometraggi d’autore in tempi di crisi in cui lo spot tradizionale non viene ritenuto uno strumento idoneo. Altri premi Bea Italia: Bea Best Integrated Event.

101


ECCELENZE TECNICHE [allestimento/scenografia]

e

20

Una rinascita grandiosa IMPATTO E MAGNIFICENZA LE PRINCIPALI CARATTERISTICHE DELL’ALLESTIMENTO E DELLE SCENOGRAFIE DELLA CERIMONIA DI APERTURA DEI GIOCHI DEL MEDITERRANEO, FIRMATA K-EVENTS. UNA REALIZZAZIONE IMPONENTE, CHE HA FATTO MERITARE ALL’EVENTO L’ELEFANTINO D’ARGENTO NELL'ECCELLENZA TECNICA DEDICATA.

Inaugurare i Giochi e, al tempo stesso, celebrare la rinascita dell’Abruzzo dopo il terremoto che l’ha devastato, con una spettacolare cerimonia multiforme e multilingue con protagonisti gli atleti, gli ‘eroi’ e le vittime abruzzesi. Questo l’obiettivo della Cerimonia di Apertura dei XVI Giochi del Mediterraneo, realizzata il 26 giugno allo Stadio Adriatico di Pescara da K-events per il Comitato Organizzatore. Un evento grandioso sotto molti aspetti, che si è aggiudicato il primo premio per eccellenza tecnica nella categoria Allestimento/Scenografia. Il palco è stato realizzato come una ‘macchina scenica’ polifunzionale, sul quale le numerose azioni si sono svolte sia in orizzontale sia in verticale. Pensata come scenografia a 360 gradi, posizionata di fronte alla ‘tribuna autorità’, la struttura tridimensionale ha consentito agli spettatori una visuale piena da diverse angolazioni. Scenografie spettacolari hanno inoltre fatto da cornice alle numerose performance susseguitesi durante l’evento.

Titolo: Cerimonia di Apertura XVI Giochi del Mediterraneo. Società organizzatrice: K-events. Cliente: Comitato Organizzatore XVI Giochi del Mediterraneo. Data: 26 giugno 2009. Target: Pubblico internazionale. Location: Stadio Adriatico (Pescara). Budget: Oltre 1.000.000 di euro. Tipologia: Evento Pubblico. Obiettivi: Celebrare di fronte alle 23 nazioni presenti il primo giorno dei Giochi, simbolo della rinascita dell’Abruzzo. Altri premi Bea Italia: 2° Innovazione Tecnologica.

Scenografi, tecnici e creativi, sotto la regia di Marco Balich, hanno realizzato una serata dalla forte componente emotiva, in cui coreografie mozzafiato, giochi d’acqua e momenti di tributo alle vittime e agli eroi del terremoto hanno convissuto in maniera armonica e profondamente coinvolgente.

e

[ SCHEDA ]


ECCELENZE TECNICHE [idea creativa]

e

20

Passione in piazza UNO ‘SCHERMO’ DI 500 MQ IN PIAZZA DUOMO A MILANO PER INVIARE E LEGGERE SMS D’AMORE. BACI PERUGINA HA COSÌ FESTEGGIATO SAN VALENTINO, LEGANDO IL BRAND ALL’INTRAMONTABILE DESIDERIO DI COMUNICARE LE PROPRIE PASSIONI. QUESTA VOLTA, PERÒ, IN VERSIONE TECNOLOGICA.

della comunicazione non convenzionale, va dunque a un evento della tipologia Low Budget, a dimostrazione del fatto che sono le grandi idee a fare i grandi eventi.

e

“Tu, mio amore di dolcezza infinita, splendida umana poesia, dammi ancora un bacio e non andar mai via”. Con questo sms, proiettato su un videowall di 500 mq in Piazza Duomo a Milano, Federico Moccia ha dato il via all’evento ‘Dillo con un Bacio... 160 caratteri che arrivano al cuore’, realizzato da Publirecords42 per Baci Perugina. La ‘ghiotta’ occasione è stata San Valentino, la festa degli innamorati, ai quali il brand di Nestlè Italia da sempre si rivolge come proprio target elettivo. Per inaugurare una versione tecnologica e interattiva dei messaggi cartacei che accompagnano il famoso cioccolatino, il 13 e 14 febbraio 2009 il videowall montato nel cuore di Milano ha consentito la visualizzazione diurna e notturna degli sms d’amore inviati dagli utenti al numero indicato. Una creatività che, con un budget inferiore ai 50.000 euro, ha dato il meglio di sé, garantendo ampia visibilità al brand e un consistente ritorno mediatico sulla stampa e in tv. L’Idea Creativa, una delle eccellenze più ambite perché espressione della vera anima degli eventi e

[ SCHEDA ] Titolo: Dillo con un Bacio... 160 caratteri che arrivano al cuore.

Società organizzatrice: Publirecords42. Cliente: Nestlè Italia - Baci Perugina (Centrale Media: Maxus). Data: 13-14 febbraio 2009. Target: 15-35 anni. Location: Piazza Duomo, Milano. Budget: Fino a 50.000 euro. Tipologia: Evento Low Budget. Obiettivi: Rendere tecnologico e interattivo lo storico ‘cartiglio’ dei Baci Perugina.

105


e

20

ECCELLENZE TECNICHE [idea creativa]

Tram di luce Organizzatore: MenCompany. Cliente: Coca-Cola. Data: Dicembre 2008 - gennaio 2009. Target: Pubblico locale, nazionale e internazionale.

Location: Milano, centro storico. Budget: Da 200.000 a 300.000 euro. Tipologia: Evento Pubblico. Obiettivi: Lavorare sulla brand awareness, rafforzando il legame di Coca-Cola con la festività del Natale, coniugare tradizione e innovazione, trasformando il media in esperienza. Idea creativa: Partendo dalla ricerca di un concept che coniugasse tradizione, emozione, ecosostenibilità ed esclusività, si è giunti all’individuazione di un percorso, le scie di luce, in grado di trasformare un mezzo storico e di tradizione in un’opera riconoscibile, fotografabile e memorabile. Insieme ad Atm, sono stati

studiati percorsi tramviari speciali, per ottenere massima visibilità e un elevato numero di contatti. L’interno delle carrozze è stato ‘vestito’ Coca-Cola grazie a materiali studiati ad hoc. Al fine di generare un’activation efficacie e funzionale, oltre alle ‘magiche scie di luce’, i due tram in attività hanno effettuato brevi soste per omaggiare grandi e piccini di addobbi natalizi, in collaborazione con Trudi, e di cappellini di Natale Coca-Cola. Risultati: L’evento ha legato Coca-Cola a un esclusivo messaggio natalizio, generando emozioni forti, non quantificabili, e un’ottima redemption (non solo mediatica), tanto che il progetto avrebbe potuto ripagarsi da solo se gli organizzatori avessero chiesto un euro per ogni foto scattata.

107


e

20

ECCELLENZE TECNICHE [location/ambientazione]

Puglia capitale UN EVENTO PER LANCIARE LA PUGLIA COME CAPITALE MONDIALE DELL’OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA. LA CANDIDATURA È PASSATA ANCHE GRAZIE A K-EVENTS, CHE CON EXTRA HA SAPUTO RICREARE, IN UN CONTESTO FIERISTICO QUANTO STORICO, UN’AMBIENTAZIONE EVOCATIVA, VESTENDO LE LOCATION CON I SIMBOLI DELL’ANTICO PRODOTTO.

Per lanciare una manifestazione internazionale come Extra (Settimana dell’Olio Extravergine di Oliva), e quindi per candidare la Puglia capitale mondiale di questo eccellente prodotto, K-events ha dovuto sia lavorare sui contenuti creando un dialogo tra filiera, istituzioni e stampa, sia ‘scolpire’ la kermesse nell’immaginario comune. Per raggiungere questo ambizioso obiettivo, la scelta delle location e la loro ambientazione si sono rivelate carte vincenti. Da una parte la Fiera del Levante, centro di business ed espositivo del Sud Italia, dall’altra il Castello Svevo di Bari, che conserva inalterato tutto il fascino della storia. Nella Fiera è stato allestito un villaggio business, un’area espositiva, un laboratorio dell’olio in collaborazione con Slow Food, un ristorante, uno spazio didattico e un auditorium tecnologico per 400

[ SCHEDA ] Titolo: Extra, Settimana Internazionale dell’Olio Extravergine d’Oliva

mentari della Regione Puglia, Camera di Commercio di Bari, Provincia di Bari, Ministero per le Politiche Agricole, Alimentari e Forestali. Data: 2 - 5 novembre 2008. Target: Addetti del settore, produttori, buyer, stampa, istituzioni nazionali e internazionali. Location: Fiera del Levante, Castello Svevo di Bari. Budget: Da 400.000 a 500.000 euro. Tipologia: Congresso/Convegno. Obiettivi: Lanciare un evento internazionale per far divenire, entro il 2010, Bari e la Puglia capitale mondiale dell’Olio Extravergine di Oliva.

persone, il tutto ricreando un’atmosfera evocativa, pregna dei simboli dell’antico prodotto e lontana dallo standard fieristico. Il Castello Svevo di Bari, invece, già di per sé location dall’alto valore architettonico, è stato reinterpretato attraverso un progetto di light design e un viaggio nella musica di Francesco Cafiso. Il gioco di luci, con la proiezione sulle mura del logo Extra, ha contribuito a creare un’ambientazione dai toni caldi e accoglienti. I risultati (ritorno stampa nazionale e internazionale, indotto commerciale, presenze, ecc.) hanno premiato l’iniziativa, ma soprattutto hanno consacrato la Puglia patria elettiva dell’olio extra vergine di oliva.

e

Società organizzatrice: K-events. Cliente: Fiera del Levante, Assessorato alle Risorse Agroali-

109


MINIMEGA TRIS FINALE

5-11-2009

10:21

Pagina 1

Facciamo Fiesta.

Abbiamo bevuto tutti tranne chi guidava.

Per l’evento Ford Fiesta Love Factory festeggiamo il primo premio al Bea 2009 per il miglior Media Mix.

www.minimega.it


e

20

ECCELLENZE TECNICHE [media mix]

Creatività da factory ATTIVITÀ DI GUERRILLA, UN MAGAZINE FREE PRESS, ‘LOVE FACTORY CENTERS’ CON UN CALENDARIO DI BEN 65 EVENTI LIVE DEDICATI A MUSICA, MODA E MAKE UP, UN PROGRAMMA TELEVISIVO AD HOC IN ONDA SU FOX LIFE. È L’EVENTO MINIMEGA ‘FORD FIESTA LOVE FACTORY’.

[ SCHEDA ]

(stickering e gadget). I risultati? 13.000 prospect raccolti sul territorio tramite iscrizione al sito internet Ford; 180.000 copie del magazine free press distribuiti; 16 episodi (4 replicati 2 volte) del programma ‘Love Factory’ su Fox Life con una performance media superiore del 30% allo score del canale (616.000 spettatori).

e

Non un semplice evento, ma un programma multidisciplinare sviluppato attraverso un complesso di azioni sul territorio, preceduto da una fase di guerrilla basata su maxiproiezioni notturne nelle città di Roma, Milano e Palermo. Parliamo di Love Factory, progetto realizzato da Minimega per Ford Italia, vincitore del primo premio per eccellenza tecnica Media Mix. Obiettivo: amplificare l’emozionalità del design della nuova Ford Fiesta, legando il brand a esperienze reali. Prima i ‘Love Factory Centers’, poli multifunzionali con un calendario di eventi live dedicati a musica e moda presso centri storici e centri commerciali, poi la distribuzione di un magazine free press (‘Love Factory Magazine’) e, infine, le telecamere del canale di Sky, Fox Life, per la realizzazione di un magazine televisivo in quattro puntate. Le emozioni degli eventi sul territorio sono state così amplificate e riproposte alla platea televisiva in target con l’operazione. A rendere il tutto ancor più frizzante, attività di guerrilla

Titolo: Ford Fiesta Love factory. Società organizzatrice: Minimega. Cliente: Ford Italia. Data: Settembre - ottobre 2008 (per 4 settimane). Target: Principalmente donne 20-35 anni. Location: Milano, Roma, Palermo. Budget: Da 500.000 a 1.000.000 di euro. Tipologia: Lancio di Prodotto/Servizio. Obiettivi: Amplificare ‘il sentimento’ scatenato dall’emozionalità del design della nuova Ford Fiesta, invitare ragazzi e ragazze a vivere un’avventura interiore alla scoperta dei propri sentimenti più autentici, gusti e attitudini.

111


C

M

Y

CM

MY

CY CMY

K


e

20

ECCELLENZE TECNICHE [media mix]

Dimmi cos’è Gesal per te Organizzatore: MMS Advertainment. Cliente: K+S Agricoltura. Data: Febbraio - aprile 2009. Target: Donne dai 25 ai 55 anni. Location: Tutto il territorio nazionale. Bergamo, passeggiata del Sentierone; Roma, P.le Garibaldi; Milano, Corso Vittorio Emanuele. Budget: Da 100.000 a 200.000 euro. Tipologia: Lancio di Prodotto/Servizio. Obiettivi: Rinnovare l’immagine del brand, trasformandolo da storico e affidabile a giovane e innovativo. Raggiungere il target in modo inusuale, efficace e memorabile. Idea creativa: Utilizzo di tre attività di marketing non convenzionale, sinergiche tra loro: Concorso, Guerrilla, Evento di Piazza. Il Concorso nazionale invitava a esprimere la propria idea di Gesal, con un disegno, una foto o una

frase. In palio tre viaggi. La Guerrilla ha visto il posizionamento di fiori tra le antenne di migliaia di auto su tutto il territorio nazionale, con l’obiettivo di invitare a visitare il sito per scaricare la cartolina del Concorso. L’evento nelle Piazze era la rappresentazione del Concorso: alcune tele riportavano foto e frasi del mondo Gesal, mentre un pittore ne dipingeva, con il patrocinio dei Comuni ospitanti, una di grandi dimensioni, dando una propria interpretazione dell’unione della città con il verde. Risultati: L’Effetto Gesal ha trasformato parcheggi di auto in giardini fioriti: questa azione, unita alla realizzazione pittorica in diretta, ha permesso la comunicazione e comprensione del nuovo positioning di prodotto. Altri premi Bea Italia: 3° Ambientazione Territoriale.

113


e

20

ECCELLENZE TECNICHE [notorietà/ritorno stampa]

Il nuovo da comunicare UNA DUE GIORNI PER CONFRONTARSI SUL PRESENTE E SUL FUTURO DELLA COMUNICAZIONE. DIBATTITI, INTERVENTI DI RESPIRO INTERNAZIONALE E UNA CENA DI GALA, IMPREZIOSITA DALLA PERFORMANCE DI GIOVANNI ALLEVI, HANNO RESO IL CONVEGNO UPA, CURATO DA COHN & WOLFE, UN EVENTO MEMORABILE.

[ SCHEDA ] Titolo: Tutto cambia. Cambiamo tutto? - Summit sul comunicare oggi.

Società organizzatrice: Cohn & Wolfe. Cliente: UPA - Utenti Pubblicità Associati. Data: 12-13 marzo 2009. Target: Business. Location: Auditorium Parco della Musica (Roma). Budget: Oltre 1.000.000 di euro. Tipologia: Congresso/Convegno. Obiettivi: Riunire tutti gli attori della comunicazione per riflettere su cambiamenti in atto, tendenze e scenari attuali e futuri. Generare un dibattito destinato a durare nel tempo.

dibattito destinato a proseguire nel tempo. Infine, l’esibizione del pianista Giovanni Allevi alla serata di gala ha confermato la tensione al cambiamento espressa in ogni dettaglio dell’evento. Notevole il media mix utilizzato: una massiccia campagna stampa su quotidiani, economici e periodici; una campagna tv on air su Rai e Mediaset; affissioni in metropolitana e aeroporto (Milano e Roma); banner su advexpress.it; invio di 18.000 cartoline multi soggetto e altrettante comunicazioni via e-mail.

e

Oltre 600 partecipanti, 230 aziende, 50 relatori, 170 giornalisti, 506 articoli sulle più importanti testate (stampa, agenzie, radio, tv). I numeri del convegno ‘Tutto cambia. Cambiamo tutto?’ promosso da Upa (Utenti Pubblicità Associati) e curato da Cohn & Wolfe non lasciano dubbi sul successo dell’iniziativa, primo premio al Bea Italia per Notorietà/Ritorno Stampa. Fin dal titolo, gli organizzatori hanno voluto sottolineare la volontà di formulare domande e cercare risposte. Per farlo, sono stati chiamati relatori e moderatori di prestigio internazionale, dalla Huffington ad Attali, Rampini, Alesina, Hoffmann, Goodson, Sernovitz. Nelle due giornate si sono alternati sul palco dibattiti, interviste e videointerventi, in un susseguirsi di provocazioni e riflessioni. Ogni sessione è stata costruita intorno ai temi: strumenti/imprese, consumatore/media/ pubblicità. La struttura dinamica e non convenzionale ha permesso di dare vita a un incontro impattante, per contenuti e per allestimento, generando un


Costa Crociere, il numero 1 in Europa. Due navi, lo stesso giorno. Pe r q u a t t r o m i l a o s p i t i e u n’ i n t e r a c i t t à .

R I T R AT TO I TA L I A N O I N M U S I C A E L U C E

C O N TA N O I N U M E R I , C O N TA L A PA S S I O N E .

Via Borgogna, 3 - 20122 Milano | tel +39 02 76008159 | fax +39 02 76022537 | www.dpreventi.it

03/11/09 11:00


ECCELLENZE TECNICHE [produzione audio/video/luci]

e

20

I colori della musica GIOCHI DI LUCE E COLORI, IMMAGINI E MAGICI MOMENTI DA RICORDARE. È L’EVENTO REALIZZATO A GENOVA DA DPR PER IL BATTESIMO DELLE NUOVE NATE DI CASA COSTA CROCIERE. AD ARRICCHIRE IL TUTTO, COINVOLGENTI PERFORMANCE DI UN GRUPPO DI ARTISTI E TECNOLOGIE DA PODIO.

[ SCHEDA ] Titolo: Ritratto Italiano in Musica e Luce. Società organizzatrice: Durat Prina Rossi & Associati. Cliente: Costa Crociere. Data: 5 giugno 2009. Target: Autorità, vip e business partner (1.500 persone), croceristi (2.500), città di Genova.

Location: Ponte Doria nel porto antico di Genova. Budget: Da 500.000 a 1.000.000 di euro. Tipologia: Lancio di Prodotto/Servizio. Obiettivi: Celebrare il battesimo di Costa Luminosa e Costa Pacifica, offrire uno spettacolo al pubblico presente, far vivere la festa alla città di Genova, ottenere un forte ritorno media.

2.500 croceristi. Rispettando la liturgia del battesimo, si è scelto di far esibire artisti molto diversi, per riuscire a catturare l’attenzione di tutti. Leit motiv: i colori, punto d’incontro tra il mondo della luce di Costa Luminosa e quello della musica cui si ispira Costa Pacifica. Il ‘viaggio nei colori’ ha scandito un mondo immaginario di stati d’animo, emozioni, momenti della crociera. I colori sono diventati una serie di animazioni grafiche e sono stati interpretati ogni volta dalla magia di un artista di talento.

e

Animazioni grafiche su diversi formati della durata di 64 minuti, dieci diversi temi grafici sincronizzati con le esecuzioni live dei musicisti, animazioni ispirate al tricolore e ai colori di Costa Crociere per accompagnare la cerimonia. Schermi su binari mobili e due grandi schermi video esterni: 20.500 watt per impianto audio, 1,25 megawatt di energia utilizzata, 170 metri quadri di schermi video e led 64 proiettori motorizzati per luci. Un allestimento finalizzato a creare un teatro-stage in grado di unire le caratteristiche del set da concerto alla possibilità, tutta teatrale, di variare scenari e spazi. Questa la produzione Audio/Video/Luci da Elefantino d’Argento dell’evento ‘Ritratto Italiano in Musica e Luce’ realizzato da Durat Prina Rossi & Associati per il battesimo delle nuove nate della compagnia di crociera. Alla base, la scelta di coinvolgere a più riprese la città di Genova: un’esibizione aerea delle frecce tricolore, i fuochi artificiali e lo spettacolo realizzato per autorità, vip e i


e

20

ECCELLENZE TECNICHE [regia]

Fantasia show UNA TENSOSTRUTTURA TRASPARENTE SUL GOLFO DI NAPOLI HA OSPITATO UN TRIONFO DI SPETTACOLO, MUSICA, LUCI E FUOCHI ARTIFICIALI PER IL VARO DI MSC FANTASIA. K-EVENTS, CON QUESTO EVENTO ALTAMENTE EVOCATIVO, HA DATO PROVA DI MAESTRIA NELL’ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DI GRANDI SHOW.

[ SCHEDA ] Titolo: MSC Fantasia: varo. Società organizzatrice: K-events. Cliente: MSC Crociere. Data: 18 dicembre 2008. Target: Ospiti vip e passeggeri della prima crociera. Location: Napoli. Budget: Oltre 1.000.000 di euro. Tipologia: Lancio di Prodotto/Servizio. Obiettivi: Sottolineare la napoletanità della compagnia e i valori che la animano. Dare risonanza mediatica a MSC Crociere, consolidarne il posizionamento e celebrare l’ultima nata MSC Fantasia.

simbolo di salute del mare e di fortuna. Elemento tecnico di regia, infine, il sistema audio/video/luci: il gioco di riflessi e le luci parassite all’interno della struttura sono state controllate per avere un effetto teatrale, gli schermi si sono integrati perfettamente alla scenografia senza interromperne la trasparenza, i video hanno saputo esaltare i passaggi importanti attraverso riprese live e contributi e l’audio ha accompagnato la voce degli artisti.

e

Un concerto di elementi altamente spettacolari hanno caratterizzato il varo di MSC Fantasia. Con un budget superiore al milione di euro, la compagnia di crociera ha optato per un evento giocato sull’impatto scenografico e sui simboli del mare e della napoletanità, per affermare con forza, di fronte a ospiti vip, istituzioni, rappresentanti del mondo politico e imprenditoriale i valori del made in Italy. Dallo spettacolo con acrobati performer al momento del reveal della nave, l’evento è stato scandito e coordinato dalla regia di K-events, che al Bea Italia 2009 si aggiudica proprio per Regia il primo premio di eccellenza tecnica. L’agenzia del Gruppo Filmmaster ha ideato e realizzato, per accogliere gli invitati, una tensostruttura affacciata sul Golfo di Napoli che ha rivelato la propria totale trasparenza solo al momento del varo e che ha ospitato lo spettacolo, l’Orchestra Italiana di Renzo Arbore, Lucio Dalla, Pino Daniele e l’immancabile madrina Sophia Loren. Tema dominante della scenografia, il corallo,


SPECIAL AWARDS [best event agency]

e

20

Onore a K-events I SEI PREMI OTTENUTI A QUESTA EDIZIONE DEL BEA ITALIA VANNO DA QUELLI DI TIPOLOGIA AGLI SPECIAL AWARDS, PER UN TOTALE DI CINQUE EVENTI DA PODIO. CON IL PIÙ ALTO PUNTEGGIO OTTENUTO NEI DIVERSI POSIZIONAMENTI, K-EVENTS È L’AGENZIA DELL’ANNO.

Non annovera un riconoscimento nei primi tre premi assoluti di questa edizione del Bea Italia, ma la somma dei suoi posizionamenti è tale da far schizzare alle stelle il totale, distaccandola notevolmente dalle altre agenzie. K-events (Gruppo Filmmaster) si aggiudica una Stella d’Oro come Best Event Agency. Il palmares parla chiaro: due premi di tipologia, tre per eccellenza tecnica e uno special award. Sei trofei ottenuti con i cinque eventi iscritti al Bea Italia, dunque tutti in short list e tutti premiati. La Cerimonia di Apertura dei XVI Giochi del Mediterraneo conquista un primo posizionamento in Allestimento/Scenografia

e

e un secondo premio in Innovazione Tecnologica (special award). Poi c’è Extra, l’evento dedicato alla kermesse della Settimana Nazionale dell’Olio Extravergine di Oliva, che sale sul primo gradino del podio per Location/Ambientazione, il varo di MSC Fantasia, primo premio nella categoria Regia, ‘Gift Day 2009’, un lancio di prodotto che coniuga le ragioni di business alla solidarietà e, infine, il Carnevale di Venezia, che con l’innovativo format ‘Sensation’ vince il secondo premio come Evento Pubblico. Un’agenzia poliedrica, dunque, capace di dare il meglio in diverse categorie e di dimostrare, allo stesso tempo, doti tecniche e creative. Onore al merito.

[ PALMARES ] EVENTI Carnevale di Venezia Cerimonia Apertura XVI Giochi del Mediterraneo Extra Gift Day 2009 MSC Fantasia: varo

PREMI 2° Evento Pubblico 1° Allestimento/Scenografia, 2° Innovazione Tecnologica 1° Location/Ambientazione 2° Lancio di Prodotto/Servizio 1° Regia

121


CLICKING ADV

PUBLIC RELATIONS PERSONAL SUCCESS

Il bello di non dover scegliere.

H O T E L S

R E S O R T S

R E S I D E N C E S

E X E C U T I V E

C E N T E R S

A T A H O T E L S . I T


SPECIAL AWARDS [best event agency]

e

20

Durat Prina Rossi & Associati PALMARES: ‘Folletto Experience’: 2° Bea Italia, 1° Lancio di Prodotto/Servizio. ‘Ritratto Italiano in Musica e Luce’: 1° Produzione Audio/Video/Luci. Un secondo ex aequo come Best Event Agency. Ritira la Stella d’Oro l’agenzia Durat Prina Rossi & Associati, che si distingue nella tipologia Lancio di Prodotto/Servizio con un evento rivolto alla forza vendita Folletto per la presentazione del nuovo VK 140. Lo stesso evento raggiunge le

alte vette del Bea Italia posizionandosi al secondo posto assoluto. ‘Ritratto Italiano in Musica e Luce’, invece, battezza due nuove navi della com-

pagnia Costa Crociere e ottiene il primo premio per eccellenza tecnica in Produzione Audio/Video/Luci.

Minimega PALMARES: ‘Fox Upfront 2008’: 3° Bea Italia, 1° Evento BtoB. ‘Sony D_Play Event’: 2° Evento Unconventional. ‘Ford Fiesta Love factory’: 1° Media Mix. Grazie ai posizionamenti ottenuti con gli eventi iscritti al Bea Italia 2009, Minimega ottiene un secondo premio ex aequo come Best Event Agency. Innanzitutto un’eccellenza nella tipologia Evento BtoB, con ‘Fox Upfront 2008’, evento dall’alto tasso di spettacolarità che vale anche un terzo posto assoluto. A seguire, ‘Sony D_Play Event’, secondo nella nuova tipologia Evento Unconventional e, per finire, ‘Ford Fiesta Love Factory’, operazione che ha sapientemente mixato gli strumenti di comunicazione e che, in virtù di questa caratteristica, conquista un primo premio di eccellenza in Media Mix.

123


SPECIAL AWARDS [best event company]

e

20

Finanza e spettacolo BANCA MEDIOLANUM SI AGGIUDICA IL PRIMO PREMIO BEST EVENT COMPANY. IL BEA ITALIA 2009 RICONOSCE AL GRUPPO BANCARIO LA CAPACITÀ E IL CORAGGIO DI COMUNICARE ARGOMENTI ECONOMICI E FINANZIARI ATTRAVERSO L’EVENTO, CON IL DUPLICE OBIETTIVO DI INFORMARE ED EMOZIONARE.

l’ottimismo’, primo premio nella tipologia Congresso/Convegno e terzo per Innovazione Tecnologica (special award) e ‘Io non ho paura’, primo classificato, e quindi Elefantino d’Argento, come Evento Low Budget, ovvero con un budget inferiore ai 50.000 euro. Per entrambi vale un principio ispiratore: la comunicazione deve arrivare dritta al target e, oltre che informare, deve agire sulla leva emozionale ed esperienziale. Sia che si tratti di inaugurare un format per intrattenere clienti e prospect prima di un incontro istituzionale, sia che si tratti di infondere fiducia e di combattere l’aura di pessimismo causata dalla crisi, Banca Mediolanum sceglie gli eventi come strumento di comunicazione. Una strategia che porta i suoi frutti, a partire dai premi del Bea Italia.

e

La finanza non è certo un argomento di facile approccio e di immediata spettacolarizzazione, eppure a vincere il primo premio come Best Event Company è Banca Mediolanum. Il risultato è frutto della somma dei punteggi ottenuti al Bea Italia dagli eventi commissionati dall’istituto di credito e realizzati dalla divisione Alboran di Mediolanum Comunicazione. Due gli eventi in oggetto, entrambi btob, ovvero rivolti ai clienti, ma anche ai prospect e ai family banker del Gruppo: ‘Inauguriamo

[ PALMARES ] Eventi

Premi:

Inauguriamo l’ottimismo Io non ho paura

1° Congresso/Convegno, 3° Innovazione Tecnologica 1° Evento Low Budget

124


e

20

Pfizer

SPECIAL AWARDS [best event company]

PALMARES: ‘Pensare Diversamente’: 1° Bea Italia. Un solo evento, il migliore. Tanto basta per elevare Pfizer al secondo gradino del podio dedicato alla Best Event Company. ‘Pensare Diversamente’ non solo ha dato prova di eccellente creatività nello sviluppare contenuti difficili da ‘ricavare’ da un prodotto farmaceutico, ma è stato anche la più brillante dimostrazione di coraggio di osare e di attenzione ai nuovi codici della comunicazione. È coraggioso perché parla del disagio psichico attraverso l’arte, ed è innovativo perché lo fa dialogando empaticamente con un target professionale. Tanto che l’evento è anche esemplare di una tendenza: quella che eleva la comunicazione interna a priorità aziendale, specie in un momento di crisi come quello attuale.

Vorwerk Folletto PALMARES: ‘Folletto Experience’: 2° Bea Italia, 1° Lancio di Prodotto/Servizio. Secondo premio assoluto al Bea Italia 2009, l’evento ‘Folletto Experience’ è anche un eccellente lancio di prodotto, tanto da conquistare il podio in questa tipologia. È davvero una sorpresa vedere come un prodotto come il nuovo Folletto VK 140 possa essere scomposto e illustrato attraverso la ricostruzione di tanti ambienti quanti sono le sue parti: dalla ‘Tecnologia’, riprodotta in una stanza dai toni scuri e atmosfere hightech al fitness center, dove ciascun partecipante ha sollevato un peso pari a quello del nuovo aspirapolvere, a dimostrazione della sua estrema maneggevolezza. ‘Folletto Experience’ è la prova tangibile di come la creatività riesca a trasformare la tecnica in esperienza.

125


Gli eventi fanno la storia. Del mondo. Ma anche delle persone e delle aziende. In particolare aziende come la nostra vivono della qualitĂ  degli eventi che riescono a immaginare prima e realizzare poi.

Con uno sguardo aperto in grado di osservare oltre le cose del mondo.

Con una capacitĂ  tutta personale di realizzare progettazioni di senso, ad alta complessitĂ  ma di chiara lettura.

Trasferire emozioni, lasciare una traccia per ridare i nomi alle cose.

con una storia da raccontare.


SPECIAL AWARDS [ambientazione territoriale]

e

20

Lusso d’alta quota UNA RETAIL EXPERIENCE DEL TUTTO INNOVATIVA QUELLA IDEATA DA ALPHAOMEGA PER IL LANCIO DELLA COLLEZIONE FALL WINTER ’08-’09 DI REFRIGIWEAR A CORTINA D’AMPEZZO. OBIETTIVO: ENFATIZZARE IL POSIZIONAMENTO PREMIUM DEL BRAND IN UNA LOCATION ESCLUSIVA.

[ SCHEDA ] Titolo: Refrigiwear luxury snowroom. Società organizzatrice: Alphaomega. Cliente: Sixty Group. Data: 24 dicembre 2008 - 6 gennaio 2009. Target: Pubblico premium della location. Location: Rifugio Faloria (Cortina D’Ampezzo). Budget: Da 50.000 a 100.000 euro. Tipologia: Evento Unconventional. Obiettivi: Far vivere una retail experience inaspettata, porta-

gusto, ovvero una degustazione di cioccolata in comarketing con Venchi, azienda leader nel settore. Scelte strategiche dai risultati di prim’ordine: 841 persone profilate, 1.670 visitatori veicolati grazie alla distribuzione di flyer informativi, 187 persone canalizzate al corner presso la Cooperativa di Cortina, 2.100 contatti diretti e 42.000 indiretti stimati.

e

Un originale temporary shop firmato Alphaomega, capace di stupire inserendosi con creatività ed equilibrio nella meravigliosa cornice di Cortina d’Ampezzo, tanto da meritare la Stella d’Oro nella categoria Ambientazione Territoriale. A 2.123 metri di altezza, in posizione strategica tra il Rifugio Faloria e la pista più frequentata del comprensorio, Refrigiwear Luxury Snowroom è stato realizzato con l’obiettivo di ricreare, in una location esclusiva e particolare, lo stesso ambiente degli store Refrigiwear. Il risultato? Un gigantesco cubo di ghiaccio caduto dal cielo, che grazie all’utilizzo di plexiglass nero fumé specchiato ha generato spettacolari giochi di luci e riflessi, in piena armonia con il contorno paesaggistico. Per ‘coccolare’ i clienti accorsi per conoscere le novità della collezione Fall Winter ’08-’09 del marchio di abbigliamento, sono stati predisposti eleganti allestimenti e un raffinato appuntamento con il

re il prodotto a contatto con il target, selezionare una location esclusiva per enfatizzare il posizionamento premium del brand, generare store traffic al Corner Refrigiwear presso la Cooperativa di Cortina.

127


e

20

SPECIAL AWARDS [ambientazione territoriale]

Pan di Stelle Sogni diventati bontà Organizzatore: Adverteam. Cliente: Barilla. Data: Novembre 2008 - gennaio 2009. Target: Bambini-famiglie. Location: 43 punti vendita Coin su tutto il territorio nazionale e Stazione Centrale di Milano. Budget: Da 500.000 a 1.000.000 di euro. Tipologia: Evento per Azienda Non Profit/Sociale. Obiettivi: Rafforzare il posizionamento di Pan di Stelle come brand di culto e icona dei desideri. Idea creativa: Realizzare un evento ‘around the line’ in occasione del Natale in collaborazione con due partner, Ai.Bi. e Coin, e comunicarlo per un periodo di 47 giorni attraverso le vetrine. Pan di Stelle, per la prima volta in limited edition, ha firmato la scatola dei desideri in esclusiva nei corner di 43 negozi Coin per tutti

i weekend di dicembre. L’attività di charity è continuata in Stazione Centrale, dall’8 dicembre al 6 gennaio, con l’Albero dei Desideri alto circa 6 m al quale affidare i propri desideri e sostenere la charity, per la quale è stata creata una shopper in tela. Dal 17 novembre al 22 dicembre, i 43 bauli in edizione limitata esposti nelle vetrine Coin sono andati all’asta su ebay. Dal 18 dicembre al 6 gennaio, l’Albero dei Desideri è stato allestito nel foyer del Teatro Allianz per la sponsorizzazione del musical ‘Christmas Show’. Risultati: 23.900 desideri espressi, 165.800 card dei desideri distribuite, 8.000 scatole vendute, 27 giorni di attività in Stazione Centrale, 1.808 borse dei desideri vendute, 15 milioni di contatti e circa 100.000 euro raccolti per Ai.Bi.

Dimmi cos’è Gesal per te Organizzatore: MMS Advertainment. Cliente: K+S Agricoltura. Data: Febbraio - aprile 2009. Target: Donne dai 25 ai 55 anni. Location: Tutto il territorio nazionale. Bergamo, passeggiata del Sentierone; Roma, P.le Garibaldi; Milano, Corso Vittorio Emanuele. Budget: Da 100.000 a 200.000 euro.

Tipologia: Lancio di Prodotto/Servizio. Obiettivi: Rinnovare l’immagine del brand, trasformandolo da storico e affidabile a giovane e innovativo. Raggiungere il target in modo inusuale, efficace e memorabile. Idea creativa: Utilizzo di tre attività di marketing non convenzionale, sinergiche tra loro: Concorso, Guerrilla, Evento di Piazza. Il Concorso nazionale invitava a esprimere la propria idea di Gesal, con un disegno, una foto o una frase. In palio tre viaggi. La Guerrilla ha visto il posizionamento di fiori tra le antenne di migliaia di auto su tutto il territorio nazionale, con l’obiettivo di invitare a visitare il sito per scaricare la cartolina del Concorso. L’evento nelle Piazze era la rappresentazione del Concorso: alcune tele riportavano foto e frasi del mondo Gesal, mentre un pittore ne dipingeva, con il patrocinio dei Comuni ospitanti, una di grandi dimensioni, dan-

129

do una propria interpretazione dell’unione della città con il verde. Risultati: L’Effetto Gesal ha trasformato parcheggi di auto in giardini fioriti: questa azione, unita alla realizzazione pittorica in diretta, ha permesso la comunicazione e comprensione del nuovo positioning di prodotto. Altri premi Bea Italia: 2° Media Mix.


SPECIAL AWARDS [innovazione tecnologica]

e

20

Tecnologia da provare DARE FORMA E VITA ALL'INNOVAZIONE CHE CARATTERIZZA IL DNA DELLA RIVISTA WIRED IN OCCASIONE DEL SUO LANCIO. QUESTO L’OBIETTIVO DELL’EVENTO FIRMATO OGILVYACTION PER CONDÉ NAST, TRA ALLESTIMENTI TECNOLOGICI E SPERIMENTAZIONI DIGITALI.

degli ospiti e sprigionavano, a loro volta, energia. Tutto, in questo evento, ha parlato il linguaggio dell’innovazione e della tecnologia, in linea con i contenuti della rivista e con il suo posizionamento di mercato. Oltre 1.000 invitati hanno potuto ‘testare’ il portato del magazine, poiché l’evento ne ha fatto vivere l’anima più profonda. Per questo, ‘Wired Party’ vince il primo premio nella categoria Innovazione Tecnologica.

e

Il fulcro è Wired, il magazine di Condé Nast che parla di ‘Storie, Idee e persone che cambiano il mondo’, in una parola di innovazione. Il suo sbarco nelle edicole, il 19 febbraio, è stato salutato, la sera precedente, con un evento dall’alto tasso tecnologico. Non poteva essere diversamente il party realizzato da OgilvyAction presso Area 56 a Milano (Via Savona), alla presenza di selezionati opinion leader e giornalisti. Obiettivo dichiarato: far rivivere il Dna della rivista attraverso la rappresentazione di una tecnologia da ammirare e, soprattutto, da testare. Ecco allora che i giurati del Bea Italia hanno apprezzato il sistema che ha permesso ai partecipanti di sfogliare la rivista digitale in maxi formato con un semplice movimento della mano. Innovazione spinta al massimo anche per la tematica dell’energia, attraverso la sperimentazione di una pista capace di produrre energia grazie ai movimenti degli astanti. Sulle pareti, invece, frame e fotografie che, grazie a riprese termosensibili, si alternavano alle immagini

[ SCHEDA ] Titolo: Wired Party. Organizzatore: OgilvyAction. Cliente: Edizioni Condé Nast. Data: 18 febbraio 2009. Target: Opinion leader e giornalisti. Location: Area 56, Via Savona (Milano). Budget: Da 100.000 a 200.000 euro. Tipologia: Lancio di Prodotto/Servizio. Obiettivi: Lanciare e presentare la rivista Wired, facendone vivere il Dna, tra tecnologia e innovazione, grazie a un’esperienza unica. Altri premi Bea Italia: 3° Lancio di Prodotto/Servizio.

131


SPECIAL AWARDS [innovazione tecnologica]

e

20

Cerimonia di Apertura XVI Giochi del Mediterraneo Società organizzatrice: K-events. Cliente: Comitato Organizzatore XVI Giochi

del Mediterraneo. Data: 26 giugno 2009. Target: Pubblico internazionale. Location: Stadio Adriatico (Pescara). Budget: Oltre 1.000.000 di euro. Tipologia: Evento Pubblico. Obiettivi: Celebrare, con una cerimonia multiforme e insieme ai rappresentanti di 23 nazio-

ni, il primo giorno di Giochi ma anche il primo giorno simbolico di rinascita dell’Abruzzo dopo il terremoto che ha colpito la Regione lo scorso aprile. Idea creativa: Creare momenti carichi di emozione: il tributo a L’Aquila Rugby 1936, alla Protezione Civile, ai Vigili del Fuoco e alla Croce Rossa, l’inno nazionale cantato da Ginoble con i bimbi di Onna, la Cerimonia dell’Acqua con protagonisti 46 bambini, l’entrata in scena di

Romina Carrozzi con la sua Giorgia (prima nata di Paganica dopo il sisma) e dell’idroforo Benito Piccirilli, 82enne campione del mondo di corsa. Spettacolari i momenti di festa che hanno coinvolto gli oltre 1.300 volontari, le coreografie di massa per il tributo al Guerriero di Capestrano e all’Olivo di Luce, simbolo di pace e unione, i fuochi d’artificio e i giochi d’acqua. Guest star: Alessandro Haber e Eleonora Abbagnato (che hanno interpretato Gabriele D’Annunzio ed Eleonora Duse) ed Eros Ramazzotti che ha cantato dal vivo. Risultati: L’evento è stato definito il migliore mai realizzato per questa manifestazione e ha raccolto commenti entusiastici dai vertici internazionali dei Giochi del Mediterraneo e dal Commissario Straordinario. Altri premi Bea Italia: 1° Allestimento/Scenografia.

Inauguriamo l’ottimismo Società organizzatrice: Mediolanum Comunicazione divisione Alboran. Cliente: Banca Mediolanum. Data: 8-9 marzo 2009. Target: 12.000 clienti, prospect e family banker. Location: Mediolanum Forum, Assago (Mi). Tipologia: Congresso/Convegno. Budget: Oltre 1.000.000 di euro. Obiettivi: Rompere la cortina di pessimismo generata dalla crisi presso clienti, prospect e family banker. Celebrare la titolazione a Mediolanum del Forum di Assago (Milano). Idea creativa: Nelle 48 ore di minimo storico della Borsa, Banca Mediolanum ha il coraggio di invitare clienti e collaboratori a un evento dal titolo ‘Inauguriamo l’ottimismo’. Una due giorni di spettacolo e informazione con il duplice obiettivo di infondere fiducia e celebrare la 132

titolazione a Mediolanum del Forum di Assago. La location vive due momenti: quella della leggerezza, dello show il primo giorno; quella della storia e dell’informazione il secondo, con la testimonianza via satellite di Nando Parrado, uno dei sopravissuti della tragedia delle Ande. Altri ingredienti di questo memorabile weekend: una tecnologia sofisticata, l’utilizzo di musiche originali e una galleria di sponsor di straordinario livello. Risultati: Elevata trasformazione di prospect in client, incremento delle vendite dei prodotti presentati nelle prime settimane dopo l’evento, ricadute emotive positive in termini di fiducia. Altri premi Bea Italia: 1° Congresso/Convegno.


e

20

SPECIAL AWARDS [direttore creativo dell’anno]

Il creativo più creativo TRE EVENTI DI DIVERSA TIPOLOGIA CONSACRANO ALFREDO ACCATINO DIRETTORE CREATIVO DELL’ANNO AL BEA ITALIA 2009. UN RICONOSCIMENTO CHE SEGUE DI PARI PASSO QUELLO DI K-EVENTS A BEST EVENT AGENCY. UN RICCO ‘BOTTINO’, DUNQUE, PER UNA CREATIVITÀ BLASONATA.

New Gift. ‘Gift Day 2009’ (2° Lancio di Prodotto/Servizio) porta la firma creativa di Accatino, che ha ideato un evento ‘di piazza’ mixando esigenze di business e solidarietà. Ed è ancora Accatino, questa volta insieme a Marco Balich e Lida Castelli, ad aver ideato la Cerimonia di Apertura dei XVI Giochi del Mediterraneo (1° Allestimento/Scenografia, 2° Innovazione Tecnologica), che il 26 giugno scorso ha aperto la competizione internazionale con uno spettacolo di grande impatto e di immenso valore simbolico: un evento che ha celebrato non solo i Giochi e lo sport, ma anche la rinascita dell’Abruzzo. Queste, e molte altre, le ragioni che rendono il premio Direttore Creativo dell’Anno giustificato e, in una parola, meritato.

e

Più di così non si può. L’unico e solo riconoscimento che il Bea Italia dedica quest’anno ai professionisti degli eventi va ad Alfredo Accatino, direttore creativo esecutivo K-events. La ragione di questo premio è riconducibile, innanzitutto, al trionfo dell’agenzia del Gruppo Filmmaster come Best Event Agency, con il piazzamento di tutti e cinque gli eventi iscritti al concorso. Ciò che balza immediatamente all’occhio è la varietà dei progetti per i quali Accatino ha dato il proprio contributo creativo. In ordine cronologico, la rassegna degli eventi che portano il suo ‘zampino’ inizia con ‘Extra, Settimana Internazionale dell’Olio Extravergine d’Oliva’ (1° Location/Ambientazione), la manifestazione internazionale svoltasi dal 2 al 5 novembre 2008 dedicata alla filiera e ai produttori dell’olio extra vergine di oliva. Accatino ne ha ideato format, logo e contenuti, candidando così la Puglia a rappresentante nel mondo di questo eccellente prodotto. Il 2009, invece, è iniziato con un evento rivolto al pubblico e commissionato da Master Card e Banco Posta per lanciare la nuova carta di credito

[ SCHEDA ] Cerimonia Apertura XVI Giochi del Mediterraneo Extra

1° Allestimento/Scenografia, 2° Innovazione Tecnologica

Gift Day 2009

2° Lancio di Prodotto/Servizio

133

1° Location/Ambientazione


SPECIAL AWARDS [bea best integrated event]

e

20

Media e integrato SUSCITA ENTUSIASMO E ACCENDE LA DISCUSSIONE INTORNO ALLE INNOVATIVE DECLINAZIONI DELLA COMUNICAZIONE DI QUALITÀ, INTRODUCENDO UNA NUOVA CATEGORIA NEL BEA ITALIA. OGGETTO: ‘PROGETTO PER FIDUCIA’, DI INTESA SANPAOLO CON LA PRODUZIONE DI CASTA DIVA PICTURES.

134

e

È stata la giuria del Bea Italia, in accordo con l’Editore, a decidere di assegnare a ‘Progetto per Fiducia’ il premio Bea Best Integrated Event, che apre le porte al nuovo introducendo un’inedita categoria nel Premio. La motivazione è la seguente: “Difficilmente riconducibile alle tradizionali classificazioni, il progetto ha saputo coniugare media tradizionali e non, creando un evento memorabile che introduce importanti elementi di innovazione nella event industry”. Indubbia la qualità del progetto voluto da Intesa Sanpaolo e realizzato insieme a Casta Diva Pictures (Andrea De Micheli, presidente della cdp, ha coordinato l’intera operazione): con l'obiettivo di infondere un messaggio di fiducia in un momento di crisi attraverso una forma di comunicazione alternativa allo spot classico, ha coinvolto tre maestri del cinema italiano per la realizzazione di tre cortometraggi d’autore (Casta Diva Pictures ha prodotto ‘Il Premio’ di Olmi). Iscritto nella tipologia Web Event/Evento Media, ‘Progetto Per Fiducia’ vince il primo premio in questa tipologia, poiché il mix di cinema, tv tradizionale e satellitare,

web e spazi pubblicitari classici, attraverso il quale sono stati veicolati i corti, ne ha decretato il successo. Assai difficile, però, ‘incasellare’ il progetto sotto il cappello di Evento inteso come strumento di comunicazione tridimensionale caratterizzato dal coinvolgimento fisico e attivo del pubblico. I giurati, in sede plenaria, hanno così deciso di non far concorrere ‘Progetto Per Fiducia’ al podio del Bea Italia, ma di attribuire a questo lavoro d’autore il premio speciale Bea Best Integrated Event. Molto affine a una campagna di comunicazione integrata, diverso dal tradizionale spot tv, il progetto è, allo stesso tempo, differente anche dall’Evento inteso nella sua più comune accezione. Che sia un nuovo strumento di comunicazione, una sorta di Evento (Media) Integrato? Intesa Sanpaolo ha dimostrato un grande coraggio, aprendo una nuova strada e creando un grande evento mediatico. Con la firma di Olmi, Salvatores e Sorrentino, l’eccellenza è stata apprezzata dal pubblico, tanto più che i registi sono stati liberi di esprimere la propria creatività (il nome del ‘mecenate’ Intesa Sanpaolo compare solo nei titoli di coda).

[ SCHEDA ] Titolo: Progetto Per Fiducia. Società organizzatrice: Intesa Sanpaolo, Casta Diva Pictures. Data: Marzo/aprile 2009. Target: Spettatori tv generalista, tv satellitare, cinema e web. Budget: Oltre 1.000.000 di euro. Tipologia: Web Event/Evento Media. Obiettivi: Inviare un messaggio di fiducia agli italiani attraverso tre cortometraggi d’autore in tempi di crisi in cui lo spot tradizionale non viene ritenuto uno strumento idoneo. Altri premi Bea Italia: 1° Web Event/Evento Media.


e

20

PREMI SPECIALI DELL’EDITORE [innovazione nella tradizione]

Brand e carriere CON IL SALONE DELLO STUDENTE, CLASS EDITORI, OLTRE AL PRIMO PREMIO NELLA TIPOLOGIA FIERA, VINCE ANCHE IL PREMIO SPECIALE DELL’EDITORE INNOVAZIONE NELLA TRADIZIONE. ESPERIENZE DIRETTE DI BRAND E OPERAZIONI MIRATE DI MARKETING GLI ELEMENTI CHIAVE DEL SUCCESSO.

[ SCHEDA ] Titolo: Campus Orienta - Salone dello Studente. Società organizzatrice: Campus - Class Editori. Data: Ottobre 2008 - maggio 2009. Target: Studenti 18-25 anni. Location: Firenze, Milano, Monza, Roma, Bari. Budget: Oltre 1.000.000 di euro. Tipologia: Fiera. Obiettivi: Fornire agli studenti strumenti per decidere del pro-

esperienze dirette. Un pubblico molto appetibile, composto per lo più da ragazzi/e tra i 17 e i 19 anni. Infine, sottolineiamo che per Class Editori, il Salone dello Studente è parte di una dimensione più ampia, il Sistema Campus. Investendo su di esso, le aziende accedono a un sistema integrato multicanale che può prevedere passaggi sulle pagine del magazine, attività di guerrilla nelle università in contemporanea con distribuzione del giornale, iniziative web sul sito Campus.it, e visibilità all’interno del Salone.

e

Senza trascurare la tradizione e l’autorevolezza che, nel corso degli anni, lo hanno reso un appuntamento imperdibile per l’orientamento formativo e professionale post diploma e post laurea dei giovani italiani, ‘Campus Orienta - Salone dello Studente’, evento itinerante organizzato da Class Editori, è al centro di un processo di forte innovazione. Gli elementi chiave del rinnovamento hanno a che vedere con un più forte coinvolgimento delle aziende e una moltiplicazione dei momenti di incontro tra l’audience e i brand che sponsorizzano la manifestazione. In virtù di queste trasformazioni, il Salone dello Studente coniuga oggi sia le caratteristiche del grande evento fieristico istituzionale, capace di coinvolgere una cinquantina di atenei, istituti privati di formazione, il Ministero della Gioventù e gli assessorati all’istruzione, sia la freschezza e il dinamismo tipico degli eventi non convenzionali, che all’insegna del guerrilla e dello street marketing dialogano con il pubblico attraverso

prio futuro attraverso incontri, seminari e stand informativi. Permettere alle aziende di dialogare con una massa critica di pubblico in target 18-25. Altri premi Bea Italia: 1° Fiera.

135


20

e

PREMI SPECIALI DELL’EDITORE [best emotional response]

In video veritas BEST EMOTIONAL RESPONSE PER ‘UN MOMENTO INFINITO’, EVENTO DI PRESENTAZIONE DELLA NUOVA ETICHETTA ‘COEVO’ DELLA CASA VINICOLA CECCHI. UN FUORI CONCORSO CHE MERITA IL PREMIO SPECIALE DELL’EDITORE IN VIRTÙ DELLA SUA GRANDE FORZA EVOCATIVA.

Una presentazione fuori dagli schemi classici e dall’alto grado di memorabilità. Evocativa al punto da meritare il premio speciale dell’editore Best Emotional Response, categoria assegnata, come recita il bando del Bea, all’evento (in questo caso fuori concorso) che ha ottenuto la partecipazione emotiva più ‘calda’ da parte del target di riferimento. Stiamo parlando dell’evento ‘Un momento infinito’, svoltosi il 20 maggio scorso al sette stelle Town House Galleria di Milano per presentare la nuova etichetta della Casa Vinicola Luigi Cecchi e Figli, ‘Coevo’. Per l’occasione, l’agenzia La Buccia ha realizzato un cortometraggio di circa tre minuti che ha affrontato con grande poesia il tema della trasversalità del tempo, unendo i valori del passato con quelli del futuro. Due le tecniche utilizzate: l’acquarello per mantenere il legame con la tradizione e l’animazione in 3D come linguaggio contemporaneo. Il risultato è stato un film dalla forte contemporaneità ma con un’impronta classica. Best Emotional Response perché il pubblico, selezionato tra i giornalisti della stampa di settore enogastronomico, ha risposto con grande entusiasmo alla presentazione, di cui ha

[ SCHEDA ]

traverso una modalità evocativa, poetica e memorabile, capace di emozionare il pubblico.

136

apprezzato il linguaggio e la modalità di comunicazione. La cena, appositamente realizzata dallo chef pluristellato Gaetano Trovato del Ristorante Arnolfo di Colle Val d’Elsa, inoltre, è risultata un raffinato connubio tra le specialità del territorio e i vini Cecchi. Ha contribuito al successo dell’evento anche la location, individuata dall’agenzia in perfetta coerenza con i contenuti e il posizionamento del prodotto.

e

Titolo: Un momento infinito. Società organizzatrice: La Buccia. Cliente: Casa Vinicola Luigi Cecchi e Figli. Data: 20 maggio 2009. Target: Stampa settore enogastronomico. Tipologia: Lancio di Prodotto/Servizio. Obiettivi: Presentare il nuovo vino di casa Cecchi, ‘Coevo’, at-


PRIMO PIANO [il dizionario degli eventi]

e

20

DI

CHIARA POZZOLI

Il lavoro più bello del mondo CHIAMARE LE COSE CON IL PROPRIO NOME SIGNIFICA FARLE ESISTERE. CON ‘IL DIZIONARIO DEGLI EVENTI’, ALFREDO ACCATINO PRESENTA IL COMPLESSO MONDO DEGLI EVENTI A PARTIRE DAI TERMINI CHE LO RENDONO VIVO E ATTUALE. UN VADEMECUM PER ORIENTARSI TRA ‘BRIEF’ E ‘FOLLOW UP’, MA ANCHE UN LIBRO ATTRAVERSO IL QUALE, CON PIGLIO IRONICO, IL 'DIRETTORE CREATIVO DELL'ANNO' RACCONTA “IL LAVORO PIÙ BELLO DEL MONDO”.

e

ALFREDO ACCATINO, DIRETTORE CREATIVO ESECUTIVO K-EVENTS, AUTORE DE ‘IL DIZIONARIO DEGLI EVENTI’

‘Chi conosce le parole è padrone del mondo’ Prendendo alla lettera l’insegnamento di Seneca, Alfredo Accatino,direttore creativo esecutivo K-events (Filmmaster Group) e 'Direttore Creativo dell'Anno' al Bea Italia 2009, ha intitolato il suo nuovo libro ‘Il dizionario degli eventi’ (Cooper Banda Larga Editore, 208 pagg., euro 15), nelle librerie da settembre. Una rassegna dei termini (750, per la precisione!) più invalsi nel mercato degli eventi, tra neologismi, parole adottate dall’inglese e termini specialistici. Ma perché le parole? “Impadronirsi di questo linguaggio - scrive Accatino nell’introduzione - costituisce il primo passo concreto non solo per chiarirsi le idee ed evitare di fare brutte figure, ma soprattutto per avvicinarsi in maniera professionale a questa realtà e iniziare a farne effettivamente parte [...]. Le parole, infatti, possono aiutare non solo a decodificare (o a scrivere) un documento creativo o un preventivo, ma permettono anche di ripercorrere e di comprendere, passo dopo passo, le tantissime fasi operative che dividono la formulazione di una semplice idea creativa dalla sua applicazione pratica e produttiva: dal ‘concept’ al ‘follow up’, come direbbero appunto gli ‘addetti ai lavori’”. Un flusso terminologico sempre in movimento, come

138

il mercato che rappresenta, dalla A...genzia alla W di workshop. “Il dizionario degli eventi’ è pensato per chi già lavora nel settore, ma anche per chi vuole intraprendere un’esperienza nel campo. È più che uno strumento di lavoro e di consultazione: per il mercato degli eventi rappresenta, come specifica Accatino, “il segno di un’era pionieristica che sta iniziando a volgere al tramonto e di un sistema produttivo che ha iniziato a fissare regole certe e dinamiche condivise, passando dai brividi del far west agli albori di un onesto sistema industriale”. La dimostrazione è, appunto, nella raccolta sistematica dei termini che codificano un mondo e legittimano un settore che fa proprio il retaggio lessicale dell’adv classico ma che se ne distacca per una prassi differente: “Questo libro, infatti, sino a ora, non c’era”, scrive Accatino. ‘Il dizionario degli eventi’ ha ottenuto la raccomandazione e il logo di AssoComunicazione.

SUMMA

DI SAPERE Dall’Agenzia di Eventi, “questa sconosciuta”, che apre il dizionario come “la prima voce che non si scorda mai” al workshop creativo, Accatino passa in rassegna le parole che animano il mondo degli


PRIMO PIANO

20

Lo so. I curricula sono sempre belli. Riconoscimenti, crediti, titoli, premi, lavori, successi si susseguono così con sfacciata impudenza, tanto circostanziati e sottolineati da sembrare quasi veri. Peccato che i curricula abbiano la memoria corta. Che si dimentichino di mettere in elenco, tra un record e un altro, anche le cose andate un po’ storte, le presentazioni sbagliate, mosce-mosce, quelle inutili. Le notti insonni, i dubbi, le gare perse, i clienti persi, gli amici persi, la faccia di quelli che mentre presenti guardano il telefonino, comici a fine carriera, strappone strapagate, agenti viscidi, email che non

vorresti leggere, preventivi che non sai più da che parte tagliare. Di quelle situazioni nelle quali ti ritrovi a pranzo con persone di scarso interesse, o in riunioni di noia siderale, dove puoi ascoltare il rumore delle tue cellule che collassano al ritmo di quattro milioni/minuto. Quando trascini la tua valigia sulla moquette fiorata di interminabili corridoi di alberghi indistinguibili gli uni dagli altri, in luoghi improbabili, dove il giorno dopo finirai per sorridere a gente che non stimi. Ma lo fai perché serve anche quello. Perché funzionale non solo a vivere, ma a mantenere in vita i sogni. O a inserire in un progetto condiviso con tante altre persone un altro piccolo »

[ ALFREDO ACCATTINO ]

eventi, offrendo al lettore la garanzia di avere testato sul campo ogni singola voce. Con la sua tipica vena ironica e con un piglio che sdrammatizza la realtà mettendone però in luce gli aspetti poetici e i lati pungenti, Accatino chiude la pubblicazione con una sorta di ‘testamento creativo’ rivolto a chi questo settore lo conosce o lo intraprende; una ‘summa di sapere’ che un creativo di lunga data come lui è riuscito concentrare in pillole di saggezza. Il titolo è più che mai indicativo: ‘Io mica lo sapevo che esisteva un lavoro così - Confessione di un creatore di eventi’. Di seguito, un estratto.

Un momento della cerimonia di apertura di Torino 2006 (10 feb., ag. K-events). Seconda nella fila a destra, dietro a Sophia Loren, Isabel Allende, che in ‘La somma dei giorni’ si confronta con ironia con l’attrice italiana. Il brano ne ‘Il dizionario degli eventi’ di Accatino

e

e

[il dizionario degli eventi]

[ L’AUTORE ] Creativo da sempre e creatore di eventi, ha firmato importanti show: Cerimonie XX Olimpiade Invernale Torino 2006, IX Giochi Paralimpici Torino 2006, Flag Handover Olimpiadi Salt Lake City, Accensione Fiamma Paralimpica, lancio Nuova Fiat 500, Dubai World Cup, Giochi del Mediterraneo 2009. Direttore creativo esecutivo di K-events-Filmmaster Group, è stato autore di convention ed eventi consumer (Fiat Auto, Agip, Telecom Italia, UniCredit), eventi istituzionali (Montecarlo Sport Award, Gala Mano Uno, Cio Session), spettacoli dal vivo (La Notte Bianca), progetti multimediali (Pavarotti & Friends X Anno), programmi televisivi (Viva Colombo, Ordinario Straordinario, Il Generale). Docente di Comunicazione, è autore dei volumi ‘Giuro che dico il falso’ (Comix) e ‘Gli insulti hanno fatto la storia’ (Piemme).

139


PRIMO PIANO

20

e

[il dizionario degli eventi]

tassello. A pensarci bene, la sensazione non è poi così distante da quella che deve aver ispirato Bruce Chatwin quando ha pensato al titolo ‘Che ci faccio qui?’, raccolta di incontri, viaggi, stupori e perplessità. Quando sei seduto al gate, all’ennesimo sciopero, è sera tardi, sei cotto e assomigli a un letto disfatto. Quando bisogna riprogrammare luci e contributi perché il black-out ha bruciato le memorie, i video sono in formato sbagliato e qualcuno “sclera”, anche se non serve a nulla. O quando scopri che la proposta che hai inviato non potrà mai vincere, e solo ora che

hai schiacciato il tasto ‘send’ comprendi il perché. Poi, un giorno magari ti ritrovi in uno stadio deserto, mentre nevica da ore e sessantaquattro teste motorizzate, come in una coreografia irreale, continuano a muoversi all’unisono, con un impercettibile ronzio, mentre il mondo che ti circonda diventa verde, blu, indaco, oro. Neve oro. Non so se l’avete mai vista. O come quando, sempre in quello stadio, a porte chiuse, il maestro Pavarotti prova quella che sarà la sua ultima apparizione. Fa un freddo cane e sembra che quel suo immenso mantello nero, che ondeggia a ogni acuto, voglia nascondere il mondo. Quando riesci a prendere per mano e a trasportare qualche centinaio di persone, da un qualsiasi centro congressi all’interno di un concetto, di un mondo, di una visione. Che - da allora - diventerà la loro nuova casa. [...] Quando dietro le quinte di un teatro Roberto Bolle prova senza musica un arabesque, e atterra con un leggero “pffff”, senza alzare la polvere. [...] Quando in una riunione creativa ognuno aggiunge il suo piccolo contributo, in quella che sembra una preghiera di gruppo. E improvvisamente avverti il battito di ali di una grande intuizione che attraversa la stanza lasciando tutti emozionati e stupiti. E allora capisci che questo è il lavoro più bello del mondo, e che, in qualche modo, sei riuscito a tracciare una piccola tacca nel tuo tempo. O anche solo nella storia di qualche persona. Compresa la tua. Certo. A me è successo. E poteva non accadere mai. [...]

[ SCHEDA TECNICA ]

‘Come faccio a spiegare a mia moglie che quando guardo fuori dalla finestra sto lavorando?’ Joseph Conrad

[ IL LIBRO ] Titolo: Il dizionario degli eventi. Autore: Alfredo Accatino. Editore: Cooper - Banda Larga Editore. Collana: The Cooper Files. Pubblicazione: Settembre 2009. Numero di pagine: 208. Ideale per: Chi intende affacciarsi professionalmente al mondo degli eventi, ma anche per chi già vi lavora e vorrebbe trovare risposte o ricevere suggerimenti.

140

Ecco questo è il mio lavoro. Sono un creativo, un creativo di eventi. Uno che non sapeva che cosa mettere sul biglietto da visita. Uno che da sempre, prima di addormentarsi, costruiva nella mente isole immaginarie e altre assurdità senza capire quale utilità potessero avere, ma pretendendo di andarci a vivere lo stesso. Uno che, adesso, se lo vedi sfrecciare sull’ottovolante di un parco a tema, sta lavorando.

LA TESTIMONIANZA

DI ALLENDE In calce al capitolo suddetto, un brano tratto da ‘La somma dei giorni’ (Feltrinelli, prima edizione 2008),


C

M

Y

CM

MY

CY CMY

K


Pagina e20:Layout 4

30/01/09

13:21

Pagina 1

2700

PERSONE DI CAPIENZA

1500 1200 500 850

SEDUTI A PLATEA IN SALA UNICA

MQ DI PARTERRE

MQ AREA VIP

ATLANTICO è una moderna struttura polivalente, un perfetto connubio fra design, estetica e funzionalità. Posizionato strategicamente lungo la principale direttrice che collega il centro storico di Roma sia al suo principale aeroporto, sia all’EUR l’indiscusso polo economico ed espositivo della Capitale. Grazie ad un importante progetto di restauro e potenziamento, la struttura è in grado di ospitare tutte le forme di live entertainment: dai concerti, agli spettacoli di teatro, ai musical. Inoltre, con la nuova modernità ed eleganza acquisita, si presenta perfetta per ospitare ogni evento aziendale e istituzionale: dal lancio promozionale alla mostra fieristica, dalla sfilata di moda alla conferenza stampa, dalla cena di gala alle attività sportive. Un impianto audio, luci e proiezioni decisamente all’avanguardia; servizi di ristoro efficienti e un comodo parcheggio per oltre 700 automobili e ciclomotori: tutto questo e molto altro rendono ATLANTICO uno spazio versatile e in grado di soddisfare ogni vostra aspettativa.

MQ DI COPERTURA ESTERNA

700 115

IL NUOVO SPAZIO PER LA MUSICA E GLI EVENTI A ROMA

POSTI AUTO

MQ DI MAGAZZINO

40 5

MQ DI UFFICI DI PRODUZIONE

CAMERINI PER ARTISTI

30

MQ DI BANCONI BAR

Viale Oceano Atlantico 271 d 00144 ROMA Per informazioni e/o prenotazioni eventi: tel. +39 06 35195300 • fax +39 06 35195210 e-mail: segreteria@atlanticoroma.it Per informazioni e/o prenotazioni concerti: tel. +39 06 48078220-272 • fax +39 06 48078253 e-mail: info@atlanticoroma.it

www.atlanticoroma.it


PRIMO PIANO

20

e

[il dizionario degli eventi]

al quale la scrittrice sudamericana Isabel Allende ha affidato il ricordo della sua esperienza come portatrice, insieme ad altre sette donne, della bandiera olimpica durante la Cerimonia di Apertura dei XX Giochi Olimpici Invernali Torino 2006, organizzata, lo ricordiamo, da K-events. Di seguito, un estratto.

143

“Non esistono eventi replicabili. Esistono le occasioni e le idee”. Così scrive Accatino nel suo libro (pag. 157), parlando di creatività. Nella foto: una performance durante la cerimonia di chiusura dei XVI Giochi del Mediterraneo (5 lug 2009, ag. K-events)

e

ondulati, e camminava con l’eleganza di una giraffa nella savana, tenendo la bandiera sopra alla spalla. Io trotterellavo dietro sulla punta dei piedi, con il braccio teso di modo che la mia testa rimaneva sotto alla maledetta bandiera. Naturalmente, tutti gli obiettivi erano puntati su Sophia Loren, e ciò mi avvantaggiò notevolmente perché comparvi in tutte le fotografie sui giornali, se pur tra le sue gambe. Ti confesso che ero così felice che, secondo Nico e Willie che mi acclamavano dagli spalti con lacrime di orgoglio, stavo levitando: quel giro nello stadio olimpico ha rappresentato i miei quattro magnifici minuti di celebrità. Ho raccolto gli articoli e le foto dei giornali perché è l’unica cosa che non voglio dimenticare quando la demenza senile cancellerà tutti gli altri ricordi.

e

Nel 2006 venni scelta per portare la bandiera olimpica ai Giochi invernali d’Italia. Furono solo quattro minuti, ma mi servirono per conquistare la celebrità: ora la gente mi riconosce per strada e persino i miei nipoti si vantano di avermi per nonna. Le cose andarono così: un giorno mi chiamò Nicoletta Pavarotti, la moglie del tenore, una donna incantevole, trentaquattro anni più giovane del suo celebre marito, per annunciarmi che ero stata scelta come una delle otto donne che avrebbero portato la bandiera nella cerimonia inaugurale dei Giochi olimpici. Le risposi che doveva trattarsi di un errore, perché io sono tutto l’opposto di un’atleta; in realtà non ero sicura di poter fare il giro dello stadio senza un girello. [...] A metà febbraio arrivammo con Willie e il resto della famiglia a Torino, una bella città di livello internazionale, ma non per gli italiani, che non si impressionano neanche davanti a Venezia o a Firenze. Folle entusiaste acclamavano il passaggio della torcia olimpica per le strade o di una qualunque delle ottanta squadre che partecipavano, ognuna con i propri colori. Quei giovani erano i migliori atleti del mondo, si erano allenati parecchi anni e avevano sacrificato la loro vita per arrivare ai Giochi. Tutti meritavano di vincere, ma gli imprevisti ci sono sempre: un fiocco di neve, un centimetro di ghiaccio o la forza del vento possono determinare il risultato di una gara. Ciò che più conta, comunque, più che l’allenamento o la fortuna, è il cuore, visto che solo il cuore più coraggioso e determinato vince la medaglia d’oro. Passione, ecco il segreto del vincitore. Le strade di Torino erano coperte da manifesti che annunciavano la parola d’ordine dei Giochi: “La passione vive qui”. E questo è il mio più grande desiderio, vivere con passione fino all’ultimo dei miei giorni. [...] I Giochi Olimpici furono inaugurati con uno stravagante spettacolo al quale parteciparono migliaia di persone. [...] Sophia Loren camminava davanti a me. È più alta di me di una spanna abbondante, senza contare quella massa di capelli


CASE HISTORY [grande festa gran soleil]

e

20

DI

FRANCESCA FIORENTINO

FUN scende in piazza con Gran Soleil EXPERIENTIAL SAMPLING, ANIMAZIONI E SPETTACOLI PER GRANDI E PICCINI, UN TEMPORARY SHOP ITINERANTE. ECCO GLI INGREDIENTI DELL’EVENTO FIRMATO DA FUN PER FAR CONOSCERE, DEGUSTARE E VENDERE IL NUOVO GUSTO DEL PRODOTTO FERRERO IN OCCASIONE DELLA ‘GRANDE FESTA GRAN SOLEIL’, IN UN’ATMOSFERA DI ENTERTAINMENT MOLTO COINVOLGENTE E DI GRANDE VISIBILITÀ PER IL BRAND.

e

PIER PAOLO ROSELLI, PARTNER FONDATORE E MANAGING DIRECTOR FUN

e

ANDREA PALMA, BUSINESS PARTNER FUN

Con un tour estivo nelle principali cittadine turistiche del centro-sud Italia, FUN ha organizzato la ‘Grande Festa Gran Soleil’ in occasione del lancio del nuovo gusto al Cioccolato Extra. Primo appuntamento il 24 e 25 luglio con la tappa di Orbetello: una due giorni che ha visto la suggestiva piazza Eroe dei Due Mondi teatro della grande festa. Una vera e propria ‘city domination’ che ha colorato di giallo la cittadella toscana con soli luminosi e migliaia di palloncini mentre nella piazza centrale un’isola promozionale di degustazione e vendita ha catturato l’attenzione dei passanti grazie a spettacolari intrattenimenti di un numeroso gruppo di artisti di strada. I visitatori sono stati accolti nell’area per conoscere il nuovo gusto al Cioccolato Extra e per acquistare le confezioni Gran Dessert nei gusti in commercio: Limone, Mandarino, Vaniglia, Frutto della Passione, Cappuccino e Caffè Espresso. Un evento chiavi in mano che FUN ha riproposto in altre cinque location, inserendosi, in alcuni casi, all’interno di eventi preesistenti, al fine di massimizzare i contatti e ottenere per il cliente una migliore redemption sulle vendite. La grande festa Gran Soleil si è quindi celebrata a Lavinio, a Lipari e a San Filippo del Mela durante le feste patronali, ad Arezzo per la Giostra del Saracino e a Bari, in

144

occasione della Fiera del Levante. “La scelta della location è stata fondamentale per la buona riuscita degli eventi - racconta Andrea Palma, business partner FUN -. La strategia del targeting approach ci ha dato, infatti, l’opportunità di portare Gran Soleil all’interno di manifestazioni ad alto flusso di visitatori dove è stata catalizzata l’attenzione del target”. “Il ruolo fondamentale operato da FUN sottolinea Pier Paolo Roselli, partner e general manager FUN - è stato quello di integrare, con la propria esperienza pluriennale, il sampling Gran Soleil con la product experience. La realizzazione di animazioni e spettacoli ha permesso la conoscenza, la degustazione e la vendita del prodotto in un’atmosfera di entertainment coinvolgente e di grande visibilità per il brand”. Un ciclo completo che ha permesso all’agenzia di portare Gran Soleil nelle case di migliaia di consumatori confermando la forza di uno dei claim storici dell’agenzia: ‘Nothing really happens, untill it happens in the street’. “Quello che abbiamo proposto - aggiunge Palma - è stato raggiungere il consumatore fuori dal punto vendita con un’attività di experiential sampling molto coinvolgente”. Una volta individuate le giuste occasioni, l’agenzia ha, infatti, realizzato in poco tempo mini eventi in modo che famiglie e giovani


CASE HISTORY

20

Per il lancio del nuovo gusto Gran Soleil Ferrero, FUN ha vestito di giallo la città di Orbetello con soli luminosi e palloncini colorati, organizzando coinvolgenti momenti di intrattenimento per grandi e piccini

e

100.000 contatti con degustazione che hanno favorito la conoscenza del prodotto con una visibilità degli eventi su oltre 500.000 viewer. Il tutto anche grazie alla valida collaborazione dello staff Ferrero, per la prima volta affiancato dall’agenzia romana. “In un anno difficile come il 2009 - conclude Palma, che da due anni si occupa anche dello sviluppo del new business -, l’inizio della collaborazione con la prestigiosa casa torinese, premiata come azienda con la migliore reputazione al mondo nella classifica annuale del Reputation Institute, rappresenta per noi un grande successo”.

[ GRANDE FESTA GRAN SOLEIL ]

adulti, core target del brand Ferrero, potessero essere attratti dalla degustazione gratuita del prodotto e da un’animazione in equity con i valori del brand. “Un altro punto di forza del progetto - sottolinea Roselli - è stato la nostra conoscenza del territorio e lo sviluppo di relazioni esterne con le amministrazioni locali, conciliando al meglio le esigenze delle singole realtà con quelle di un evento di successo. Per la prima volta FUN ha portato in tour un temporary shop itinerante: insistendo su due leve di forte appeal per il pubblico, l’enjoyment e il sampling, abbiamo dato impulso all’intention to buy dei consumatori, che si è realizzata grazie alla possibilità di acquistare il prodotto durante l’evento stesso”. Il progetto è stato il risultato di un esteso gruppo di lavoro FUN costituito da Pier Paolo Roselli, socio fondatore, Andrea Palma, business partner, Giuseppe del Bianco, partner & producer manager, Corinna Paperini, graphic designer, Elisabetta Minutelli, senior account, Lara Mandurino, account, Piero Guido, logistica e catena del freddo e Andreea Arnautu, staff manager. Un team di professionisti che ha generato un progetto dai risultati significativi: circa

e

e

[grande festa gran soleil]

[ SCHEDA TECNICA ] Società organizzatrice: FUN (www.funsrl.it). Cliente: Ferrero. Tipologia: Evento consumer + experiential sampling. Obiettivi: Lancio nuovo prodotto, assaggio e vendita. Target: Famiglie. Data di realizzazione: Luglio - settembre 2009. Location: Orbetello, Lavinio, San Filippo del Mela, Lipari, Arezzo, Bari. Numeri: Circa 100.000 contatti con assaggio.

145


20

e

CASE HISTORY [unicredit group]

DI ILARIA

MYR

Un tour da campioni ‘UEFA CHAMPIONS LEAGUE TROPHY TOUR PRESENTED BY UNICREDIT’ HA ATTRAVERSATO L’EUROPA, FACENDO TAPPA IN CINQUE DIVERSI PAESI, PER UN TOTALE DI 4.000 KM IN CINQUE SETTIMANE: TUTTO QUESTO PER OFFRIRE AL MAGGIOR NUMERO DI PERSONE POSSIBILE L’OCCASIONE DI VEDERE DA VICINO LA COPPA DELLA UEFA CHAMPIONS LEAGUE. COSÌ IL GRUPPO UNICREDIT HA CELEBRATO LA SPONSORIZZAZIONE CHE LO LEGA ALLA UEFA CHAMPIONS LEAGUE.

COMMUNICATIONS UNICREDIT

e

SILVIO SANTINI, HEAD OF BRAND MANAGEMENT E

DANIELE PENNA, HEAD OF GROUP SPORT SPONSORING UNICREDIT

Il truck brandizzato che trasportava la coppa della Uefa Champions League ha fatto tappa in cinque diversi Paesi, percorrendo, in cinque settimane, oltre 4.000 km

e

e

ANTONELLA MASSARI, HEAD OF GROUP IDENTITY &

Portare la coppa dei Campioni fuori dagli stadi, in mezzo alla gente: questo il concept del Uefa Champions League Trophy Tour, organizzato da gruppo UniCredit all’inizio dell’autunno di quest’anno. Un appuntamento che ha dato il via ufficiale alla sponsorizzazione triennale da parte dell’istituto di credito italiano della più famosa e prestigiosa competizione di calcio europea, la Uefa Champions League. Obiettivo comune alle due parti: rafforzare la visibilità nei Paesi dell’Europa centrale e orientale. Come spiega Antonella Massari, head of group identity & communications UniCredit: “Generando un grande ‘buzz’ nei Paesi coinvolti, l’attività di sponsorship della Uefa Champions League ci permette di rafforzare il nostro brand in termini di crescita di lunga durata della brand awareness e identity all’interno dei 22 diversi mercati in cui operiamo. Allo stesso tempo, la Uefa ha trovato un partner ideale per rafforzare la propria notorietà nei paesi del centro ed est Europa”. All’evento hanno lavorato assiduamente l’agenzia Experience, struttura di riferimento per UniCredit per la sponsorizzazione della Uefa Champions League, e Jung von Matt, responsabile della comunicazione globale del gruppo UniCredit.

146

ON

THE ROAD Protagonista indiscussa dell’evento è lei, la famosa quanto desiderata (da giocatori e tifosi) ‘coppa dalle grandi orecchie’. Chiusa in una cassaforte di vetro posta sulla parte posteriore di un gigantesco truck brandizzato, l’oggetto simbolo della vittoria ha fatto tappa in cinque grandi città dell’Europa centrale e orientale, dove è stato creato il Trophy Tour Village: una struttura museo allestita ad hoc per contenere, oltre alla coppa, anche cimeli dei calciatori, foto e video che ricordano i ‘magic moments’ delle passate edizioni della competizione calcistica. I visitatori che facevano il loro ingresso nella tenda raggiungevano, sulle note dell’inno della Champions League, un campo da calcio passando all’interno del tunnel dei giocatori. Da lì, attraverso il campo, iniziava la visita alla mostra il cui clou era, ovviamente, la coppa, con cui farsi fotografare. Il ‘calcio di inizio’ del tour si è svolto in Piazza Duomo a Milano il 16 settembre: immortalati da una marea di flash, gli ambasciatori della Uefa, Luís Figo e Franco Baresi, hanno sollevato dalla cassaforte di


CASE HISTORY

20

Krassimir Balakov. A queste si sono aggiunte altre tappe minori in dieci città più piccole, dove si sono svolti eventi ansiosamente attesi dalla popolazione locale. Totale: 4.000 chilometri in un mese, che si potevano percorrere virtualmente sulla mappa pubblicata sul blog dedicato (www.unicredit.eu/champions/blog), documentandosi anche sulle molte attività realizzate nelle diverse città. »

[ UEFA C. L. TROPHY TOUR ]

vetro il trofeo per portarlo all’interno della tenda del Trophy Tour Village. Oltre 24.000 le persone che a Milano hanno avuto la possibilità di entrare in questo speciale spazio per ammirare oggetti unici e abitualmente non accessibili al pubblico. E la sera, per i dipendenti UniCredit, la proiezione su megascreen della partita Inter-Barcellona. L’evento è stato coordinato e allestito dall’agenzia Tequila. Una grande affluenza di pubblico ha caratterizzato la sosta milanese di quattro giorni: dei 24.000 visitatori, 10.000 si sono fatti immortalare vicino alla coppa e hanno poi potuto scaricare le proprie fotografie dal sito internet della sponsorizzazione. Dopo la tappa meneghina, via verso nuovi orizzonti. Destinazione: Europa centrale e orientale. Zagabria, Bucarest, Budapest e Sofia sono le città che hanno dato il benvenuto al truck, ospitato il Trophy Tour Village, e visto la partecipazione di campioni noti quali Slaven Biliç, Helmut Duckadam, Allan Simonsen, Christian Karembeu, Peter Schmeichel e

[ UN MIX DI MEDIA ] • Campagna above the line • Media cooperations • Pr and media relations activities • Microsito della sponsorizzazione • Banner online sul sito della Uefa (www.uefa.com) • Attività nelle agenzie della Banca • Promozione prodotti UniCredit legati alla Uefa Champions League

147

Per l’inaugurazione del ‘Uefa Champions League Trophy Tour presented by UniCredit’ gli ambasciatori della Uefa, Figo e Baresi, hanno portato il trofeo all’interno del Trophy Tour Village (16 set, Milano)

e

e

[unicredit group]


CASE HISTORY

20

e

[unicredit group]

e

I visitatori all’ingresso del Trophy Tour Village. Il percorso, sulle note dell’inno della Champions League, attraversava un campo da calcio fino alla mostra, incentrata sulla coppa

LA COPPA

e

All’interno del Trophy Tour Village erano esposti, oltre alla coppa, anche cimeli dei calciatori, foto e video dei ‘magic moments’ delle passate edizioni della competizione calcistica

AGLI ORGANIZZATORI “In totale, stimiamo che siano circa 100.000 le persone che hanno seguito il ‘Uefa Champions League Trophy Tour’ nelle diverse tappe - dichiarano Silvio Santini, head of brand management e Daniele Penna, head of group sport sponsoring UniCredit -. Numerose migliaia hanno potuto ammirare il truck e il trofeo durante gli eventi e lungo il viaggio in giro per l’Europa, per un totale di 22.462 fotografie ufficiali scattate con la coppa. Circa 426.000 persone hanno visitato il sito ufficiale www.unicredit.eu/champions (917.000 page views, ndr), realizzato dall’agenzia tedesca Rock ‘n Roll Advertising, e 17.000 si sono registrate per ottenere

148

un ingresso Vip al Trophy Tour Village. Un successo talmente importante, che stiamo già iniziando i preparativi per il 2010: ancora una volta per affermare la forza del brand UniCredit in Europa e il suo legame con la Champions League”. Tenere conto degli obiettivi di entrambi i partner della sponsorizzazione, coordinare i diversi mercati in cui opera UniCredit e considerare le particolarità nazionali e gli aspetti legali di ogni Paese coinvolto: queste le principali, ma non certo le uniche, sfide che gli organizzatori hanno dovuto affrontare nel lungo processo di realizzazione, durato circa un anno. Con un occhio di riguardo alla ‘macchina’ dell’evento, in modo che essa funzioni sempre in modo fluido e senza intoppi, a cominciare dal trasporto del prezioso trofeo. “L’idea della cassaforte trasparente ci ha permesso di mostrare al pubblico il trofeo originale della Uefa Champions League per 30 giorni effettivi - spiega Rolf Faber, project manager dell’agenzia Experience e responsabile del Trophy Tour -. E, poi, c’è anche un valore simbolico: la banca che porta il ‘Santo Graal’ ai fan in un sicuro scrigno di vetro!”. Ma molti altri sono gli aspetti da considerare per la riuscita di un evento così complesso e articolato: dai permessi pubblici per l’evento arrivati all’ultimo minuto al servizio di sicurezza in tutti i Paesi per salvaguardare il trofeo e il truck al passaggio delle frontiere. E, certo, anche l’allestimento del Village. “Anziché trasportare di volta in volta una tenda gigante che ospitasse il Trophy Tour Village, abbiamo preferito che parte della struttura venisse affittata localmente - proseguono Santini e Penna -. Dal momento che il Village era diverso da paese a paese per dimensioni e struttura, tutti gli elementi di decoro e di brandizzazione del Villaggio sono stati ideati all’insegna della massima funzionalità, durata nel tempo e facilità di trasporto. A Budapest, per esempio, la tenda è stata ‘vestita’ d’argento al posto del rosso utilizzato nelle altre tappe, poiché questo


CASE HISTORY

20

e

[unicredit group]

e

UniCredit Group è sponsor ufficiale della Uefa Champions League dal 2009/10 fino al 2011/12 e vuole condividere questa sponsorizzazione con le sue banche in Europa supportandone i brand e le attività commerciali

[ SCHEDA TECNICA ] Società organizzatrice: Experience. Cliente: UniCredit e Uefa Champions League. Tipologia: Roadshow. Obiettivi: Comunicare la sponsorizzazione della Uefa Champions League e rafforzare la visibilità nei Paesi dell’Europa centrale e orientale. Data: 16 settembre - 19 ottobre 2009. Location: Italia (Milano, Piazza Duomo, 16-20 set); Croazia (Zagabria, Jarun Lake, 25-26 set); Romania (Bucarest Constitutiei Square, 3-4 ott); Ungheria (Budapest, Felvonulási Square, 10-11 ott); Bulgaria (Sofia, di fronte al Teatro Nazionale, 17-18 ott).

149

Milano, Zagabria, Bucarest, Budapest e Sofia hanno ospitato nel 2009 il ‘Uefa Champions League Trophy Tour presented by UniCredit’. Il trofeo ha fatto tappa nel centro di ciascuna città

e

Tutto ciò è stato possibile grazie al lavoro di un ampio gruppo di professionisti appartenenti al team dell’agenzia: due persone full time, supportate da un managing director, un supervisor, tre creativi, un controller, due event implementation supplier, cinque fornitori locali di eventi e 25 persone ‘on the road’ (equipe di allestitori, fotografi e video operatori). A questo folto gruppo si sono affiancati oltre 100 fornitori dei cinque Paesi interessati dal tour, la cui gestione dipendeva dall’agenzia organizzatrice e dalle strutture di comunicazione delle banche locali di UniCredit. Anche la comunicazione dell’evento ha giocato un ruolo importante per il suo successo. Il tour è stato pubblicizzato in tutte le città interessate attraverso un media mix molto vario e composito. Per creare un’atmosfera di attesa ed eccitazione, l’agenzia Jung von Matt ha ideato una sorta di ‘marketing toolbox’: un pacchetto che include lo spot ‘Ventidue Paesi, una banca’ (con tutti i contenuti della comunicazione UniCredit), distribuito nei 22 paesi in cui la Banca è presente e adattabile alla lingua di riferimento e agli scopi commerciali specifici. Per quanto riguarda l’Italia, l’adattamento dello spot e della campagna stampa sono firmati Young & Rubicam con la pianificazione di Mediacom.

e

[ UEFA CHAMPIONS LEAGUE TROPHY TOUR ]

colore poteva evocare connotazioni politiche non certo legate all’evento”. “Gli aspetti logistici sono stati senza dubbio i più difficili da gestire - aggiunge Faber -. Dopo aver definito l’itinerario, abbiamo dovuto affrontare diverse condizioni stradali, lingue e mentalità, oltre che differenti fusi orari; attraversare cinque frontiere, montare e smontare quattro camion che trasportavano materiale logistico, creare un allestimento che durasse per cinque settimane e fare in modo che esso fosse adattabile a seconda delle caratteristiche di ogni tappa. Soprattutto, l’importante era riuscire a essere sempre in tempo per l’apertura ufficiale dell’evento in ciascuna città”.


CASE HISTORY [gruppo peroni eventi/reply]

e

20

DI

PIETRO PALMA

Incontro high-tech GRUPPO PERONI EVENTI FIRMA REPLY XCHANGE 2009, L’ANNUALE MOMENTO DI INCONTRO, CONDIVISIONE E CONOSCENZA SUL PANORAMA DELLE NUOVE TECNOLOGIE, PROMOSSO DA REPLY, AZIENDA ATTIVA NEL SETTORE ICT. CINQUECENTO I PARTECIPANTI ACCORSI ALL’UNIVERSITÀ BOCCONI TRA TOTEM GIGANTI, VETROFANIE LUNGHE 20 METRI E LOGHI TRIDIMENSIONALI. OSPITE D’ECCEZIONE, PETER SONDERGAARD.

MANAGING DIRECTOR GRUPPO PERONI EVENTI

Circa 500 persone tra dipendenti e pubblico esterno all’azienda hanno partecipato a ‘Reply Xchange 2009’, incontro annuale promosso da Reply

e

e

FABIAN PERONI, CEO E MASSIMO MERCURI,

Appuntamento annuale dedicato all’innovazione tecnologica, ‘Reply Xchange 2009’ ha richiamato circa 500 partecipanti tra ospiti, clienti, partner ed esponenti del mondo Reply, azienda promotrice dell’evento. Organizzata il 27 ottobre scorso presso l’Università Bocconi di Milano, la manifestazione è stata firmata dall’agenzia Gruppo Peroni Eventi, guidata dal ceo Fabian Peroni e dal managing director Massimo Mercuri. “Per la precisione spiega Peroni - Daniela Panariello e Simona Ottaviani hanno progettato e realizzato l’evento insieme all’ufficio marketing Reply, occupandosi di tutti gli aspetti organizzativi, dalla pianificazione e realizzazione degli allestimenti allo staff”. Ospite d’eccezione della sessione plenaria di apertura è stato Peter Sondergaard, senior vice president Gartner e responsabile a livello mondiale di Gartner Research, che ha illustrato i principali trend che caratterizzeranno il settore nel corso del 2010. La giornata si è configurata come un’importante occasione di incontro, condivisione e conoscenza sul panorama delle nuove tecnologie. Tra gli ospiti, diversi istituti bancari e assicurativi, aziende di telecomunicazioni e società, sia nazionali che

150

internazionali, che operano in svariati settori merceologici. “Apertosi alle tredici con un welcome lunch - racconta Peroni -, ‘Reply Xchange 2009’ è stato strutturato, oltre che in sessioni plenarie, anche in workshop presidiati da professionisti del settore e aree demo sulle best practices e sulle nuove soluzioni proposte da Reply”. In merito all’allestimento della location, il ceo dell’agenzia spiega che l’area esterna era caratterizzata da un totem gigante di 8 metri di altezza e 2 metri di larghezza e da una serie di vetrofanie lunghe 20 metri applicate sulle vetrate della location. Quanto all’area interna, i principali elementi sono stati: un logo Reply gigante in formato tridimensionale (altezza di 3 metri, larghezza 1 metro e profondità 0,8 metri)


CASE HISTORY

20

Totem giganti, loghi in 3D e scenografie tecnologiche per l’incontro ‘Reply Xchange’, promosso da Reply e organizzato quest’anno da Gruppo Peroni Eventi

e

la capacità di Reply di rispondere all’evoluzione digitale con flessibilità, e con soluzioni efficaci. Suscitando interesse e condivisione attorno ai servizi offerti. Iniziato oltre due anni fa, il rapporto tra Gruppo Peroni Eventi e Reply è destinato a continuare anche in futuro. A cominciare dai Netcamps, incontri di condivisione delle conoscenze all’interno dell’azienda. Per poi continuare con il prossimo Xchange, già pianificato per l’estate 2010.

[ REPLY XCHANGE 2009 ]

posizionato davanti alla sala plenaria; tre scritte tridimensionali di diverse misure distribuite nelle varie aree della location; l’allestimento di otto aree demo point di interazione e formazione sui servizi Reply; due aree catering con tavoli di design; il richiamo in tutta la location della comunicazione Reply con loghi, colori e teaser; l’allestimento della sala plenaria con regia per presentazioni multimediali, palco, schermo gigante e tecniche di proiezione in full Hd. Appoggiandosi a Up and Go per la produzione degli allestimenti scenografici e a One Group per la parte di service audio, video e luci, Gruppo Peroni Eventi ha curato lo sviluppo creativo, la realizzazione e il coordinamento di tutto l’evento, fornendo apporto anche nella creazione del concept e degli allestimenti, e gestendo il flusso logistico degli ospiti. L’evento, con il suo grande impatto scenografico e creativo, e con la sostanza dei suoi contenuti, ha centrato il suo obiettivo, ossia “affermare Reply come azienda leader nello sviluppo e applicazione di nuove tecnologie dell’informatica e della comunicazione, a supporto di soluzioni innovative e flessibili”, come spiega Peroni. E, inoltre, dimostrare

e

e

[gruppo peroni eventi/reply]

[ SCHEDA TECNICA ] Società organizzatrice: Gruppo Peroni Eventi (www.gruppoperonieventi.it). Cliente: Reply. Tipologia: Convention aziendale. Obiettivi: Comunicare i servizi e le nuove strategie Reply. Target: Ospiti esterni: istituti bancari e assicurativi, aziende di telecomunicazioni, e società sia nazionali che internazionali che operano in diversi settori merceologici. Ospiti interni: dipendenti Reply aree marketing, ricerca e sviluppo, e vendite. Data: 27 ottobre 2009. Location: Università Bocconi, Milano. Ospiti d’eccezione: Peter Sondergaard, senior vice president Gartner e responsabile a livello mondiale di Gartner Research. Numeri: 500 ospiti, 20 hostess, 15 tecnici, 10 allestitori, 5 coordinatori, 25 camerieri.

151


20

e

CASE HISTORY [valcucine/officine farneto]

DI ILARIA

MYR

Battesimo verde PROTAGONISTA DELL’OPEN DAY ‘GREENESSENCE’ DI VALCUCINE È L’ATTENZIONE DELL’AZIENDA ALL’ECOSOSTENIBILITÀ, EVIDENTE NELL’ALLESTIMENTO E NEGLI ASPETTI ORGANIZZATIVI E LOGISTICI. UN APPUNTAMENTO, QUESTO, CHE RAPPRESENTA L’ESORDIO GREEN DELLA LOCATION ROMANA OFFICINE FARNETO, CHE PUNTA ALLA CREAZIONE DI UN ENTE CERTIFICATORE PER LA FILIERA DEGLI EVENTI.

MANAGING DIRECTOR OFFICINE FARNETO

Officine Farneto (Roma) ha ospitato l’open day Valcucine. La location ha individuato nella sostenibilità un principio da perseguire nell’organizzazione di eventi

e

e

CLAUDIO COMPAGNUCCI,

Un Fuorisalone per una volta non milanese: può essere così definito ‘gReenessence’, l’open day realizzato da Valcucine il 23 e il 24 settembre scorso a Roma presso Officine Farneto, un loft di 1.200 mq espositivi ricavati negli ex Magazzini di Casermaggio al Foro Italico. Nato per creare un appuntamento di grande impatto nella capitale, l’evento ha voluto catturare l’attenzione degli operatori del settore e del pubblico, nonché condividere la crescita del marchio made in Italy con i protagonisti del design. Per l’occasione, è stato ideato un format ad hoc, replicabile ogni anno all’interno degli stessi spazi. Con questa iniziativa, Valcucine (a cui fanno capo i brand Valcucine, LaCucinaAlessi e Demode) propone un’alternativa alle fiere romane di design e arredo. Ma non solo: pone sotto i riflettori il tema della sostenibilità ambientale. E lo fa scegliendo di esporre all’interno di una location che, in modo coerente e graduale, sta improntando un proprio percorso green. Officine Farneto e Valcucine, quindi, hanno inaugurato un circolo virtuoso, collaborando per la realizzazione dell’evento, scambiandosi idee ed expertise. Una case history, dunque, che ci offre l’occasione di parlare di un vero e proprio ‘cambio di rotta’.

152

INCONTRO GREEN Tema portante di ‘gReenessence’ (lo dice il nome stesso) è stata l’ecosostenibilità, aspetto a cui Valcucine è particolarmente attenta: progetta prodotti 100% riciclabili, il più possibile dematerializzati e a emissione zero di formaldeide, utilizza legname non proveniente da foreste primarie e garantisce lunga durata tecnica ed estetica. A ciò si aggiunge un impegno concreto nel ripristinare le materie prime rinnovabili come il legno, con progetti di riforestazione gestiti da Bioforest. L’open day realizzato da Valcucine rappresenta per la location, Officine Farneto, l’inizio di un percorso importante: quello della conversione in spazio


CASE HISTORY

20

attraverso un’attenta analisi delle migliori soluzioni per il corretto sfruttamento delle risorse: dal riutilizzo dei materiali all’organizzazione degli imballaggi e della logistica. Il tutto per minimizzare costi, sprechi e ridurre il trasporto su gomma. Nella stessa direzione ecosostenibile va l’accordo stipulato da Officine Farneto con la società GreenPower per la fornitura di generatori elettrici a combustione di olio di palma. Ma è soprattutto l’impegno nell’ammodernamento della struttura a rivelare la nuova tendenza: per ottenere un »

[ GREENESSENCE VALCUCINE ]

‘green’. “Ospitare l’evento Valcucine ha significato mettersi in gioco con una delle aziende maggiormente impegnate nella sostenibilità ambientale - spiega Claudio Compagnucci, managing director Officine Farneto -. Grazie all’esperienza maturata, abbiamo supportato Valcucine nelle fasi di progettazione degli allestimentie di fornitura dei servizi”. L’allestimento, curato nei minimi dettagli dalla società Nimar di Alberobello (Bari), ha visto l’impiego di materiali riciclabili e derivanti da progetti di rimboschimento programmato. “Tutti i prodotti esposti - continua Compagnucci sono stati concepiti come oggetti dall’alto valore ecocompatibile. ‘gReenessence’ ci ha dato l’opportunità di testare un modus operandi davvero green e di inaugurare un processo virtuoso che, in futuro, potrà essere applicato anche ad altri eventi. Mi riferisco, ad esempio, alla raccolta differenziata dei rifiuti e alla fornitura di energia elettrica derivata dallo sfruttamento di risorse rinnovabili”. La progettazione dell’evento è dunque passata

[ SCHEDA TECNICA ] Società organizzatrice: Valcucine, Officine Farneto. Tipologia: Open day. Obiettivi: Conquistare l’interesse dei professionisti del settore e del grande pubblico e condividere la crescita del marchio con grandi protagonisti del design italiano. Target: Architetti, designer, venditori, pubblico interessato all’acquisto. Data: 23 - 24 settembre 2009.

153

Lo spazio in cui si è svolta la conferenza sulla sostenibilità del design durante ‘gReenessence’ Valcucine (23-24 set). La location romana Officine Farneto ha inaugurato un percorso ‘green’

e

e

[valcucine/officine farneto]


CASE HISTORY

20

e

[valcucine/officine farneto]

precisa Compagnucci -. Una location è davvero sostenibile se è capace di mettere in pratica, nella quotidianità, un impegno responsabile nei confronti dell’ambiente. Ecco perché reputiamo funzionali allo scopo anche i corsi di formazione e sensibilizzazione verso i nostri dipendenti su come contribuire, con piccoli accorgimenti, a rendere la struttura più efficiente”. Inoltre, dal 2010 tra le voci fatturate al cliente sarà presente, in caso di allestimenti non sostenibili espressamente richiesti, una quota denominata ‘contributo ecologico’ necessaria a compensare l’impatto ambientale dell’evento. Tale quota sarà versata da Officine Farneto a LifeGate per il progetto Impatto Zero per il rimboschimento di aree verdi.

VERSO

e

importante risparmio energetico nel riscaldamento e nella climatizzazione delle sale, sono stati applicati rivestimenti in sughero a spruzzo, esternamente e internamente, che permettono di insonorizzare i locali diminuendo, di conseguenza, la richiesta di potenza per la sonorizzazione delle sale. “La conversione in una ‘fabbrica degli eventi’ sempre più green non passa solo attraverso le grandi opere -

Cucina in vetro di Centazzo, totalmente ecosostenibile. Il green è stato il tema dell’open day Valcucine presso Officine Farneto

e

e

LaCucinaAlessi, teatro della performance di live cooking tenutasi la prima sera dell’evento ‘gReenessence’ presso Officine Farneto di Roma (23-24 sett)

LA CERTIFICAZIONE Ma come promuovere questo plus? “Mancando una certificazione green universalmente riconosciuta per le location, e più in generale per il mondo degli eventi - conclude Compagnucci -, ci troviamo con il grande problema di dimostrare l’efficacia delle misure adottate per l’abbattimento dell’impatto ambientale della nostra struttura. Ciò non toglie che in un prossimo futuro possa essere presa in considerazione la possibilità di creare un ente certificatore dedicato al settore degli eventi in collaborazione con le strutture, le agenzie e i fornitori maggiormente impegnati sull’ecosostenibilità. Nel frattempo, Officine Farneto metterà a disposizione delle aziende, a costo zero, le proprie conoscenze nelle fasi di progettazione degli eventi, esposizione di materiale e allestimenti all’interno dei propri spazi”. Tutto ciò è reso possibile anche grazie a un database in continua evoluzione, in cui sono presenti fornitori e partner che sposano questa filosofia. L’evento ‘gReenessence’ ha già fatto scuola: per il party di chiusura del Festival del Cinema di Roma ‘actors Party’, a metà ottobre, sono state utilizzate quattro navette elettriche per la spola degli invitati dai parcheggi del Foro Italico alla location.

154


C RE DE T E

AIV OS T RI

OC C HI Qu e l l oc h ea v e t ei mma g i n a t o , d i v e n t ar e a l t à

DAS E MP RES T SÈDI E T ROL EQUI NT EDE I P I ÙGRA NDI E V E NT I

S T SC o mmu n i c a t i o n , t e c n o l o g i aei d e ep e rs o r p r e n d e r ec o nl ei mma g i n i VI DEOPROI EZI ONI WAT CHOUTESHOWCONTROL L ERL EDDI SPL AYECREATI VEL EDREGI ETVEGRAF I CHE S T SC o mmu n i c a t i o n-V i aV i t t o r i oV e n e t o1 D2 0 0 9 1Br e s s o( MI )I t a l y-t e l . +3 9 . 0 2 . 6 1 4 5 0 1-www. s t s c o mmu n i c a t i o n . c o m


CASE HISTORY [orp/braga ricevimenti]

e

20

DI

ATAISIO GUGLIELMOTTI

Creatività da assaporare SINTESI TRA TRADIZIONE E INNOVAZIONE, L’EVENTO DELL’AZIENDA ORP STAMPI È STATO CURATO DA BRAGA RICEVIMENTI. L’OPEN DAY RAPPRESENTA UN EFFICACE ESEMPIO DELLA FILOSOFIA OPERATIVA DELLA STORICA SOCIETÀ DI BANQUETING. I SUOI PUNTI DI FORZA? QUALITÀ, CURA DEL DETTAGLIO, INNOVAZIONE E L’OFFERTA DI SOLUZIONI PERSONALIZZABILI PER OGNI TIPO DI EVENTO AZIENDALE.

e

CLEMENTINA MUSCOLO, RESPONSABILE EVENTI BRAGA RICEVIMENTI

e

AURELIO BREVI, MANAGING DIRECTOR ORP STAMPI

Una tradizione culinaria e di servizio che Braga Ricevimenti Banqueting & Catering tramanda di generazione in generazione. E che oggi mette a disposizione di aziende e agenzie, proponendosi come punto di riferimento nel panorama degli eventi locali e nazionali, ai quali la storica struttura bergamasca propone un servizio a tuttotondo: dalla scelta delle location al noleggio di attrezzature e arredi, dalla realizzazione di menu innovativi fino alla mise en place. Il vasto know how maturato in anni di esperienza nel settore consente di offrire alle aziende un’ampia scelta di soluzioni personalizzabili per ogni occasione: eventi, convegni, open day, meeting, fiere, cene aziendali, team building. Un magazzino interno consente all’azienda di disporre in ogni momento di materiali per l’allestimento così come di materie prime, che Braga cucina ‘a domicilio’, direttamente, quindi, nelle location scelte, assicurando qualità e freschezza dei piatti. Il team giovane e dinamico, puntando su eccellenza e stile, organizza in modo unico e originale servizi di ristorazione e buffet per eventi speciali. Lo staff, diretto da Flora e Gerry Belometti, alla guida della società dopo tre generazioni, ha saputo mantenere i sapori di una volta, in un contesto raffinato e cordiale. Un esempio concreto? Il servizio di banqueting organizzato per l’open day Orp Stampi, azienda bergamasca attiva nel settore progettazione e costruzione di stampi di precisione. L’evento, svoltosi a Viadanica (Bg) il 7 giugno scorso, aveva

156

l’obiettivo di mostrare a un gruppo intimo e ristretto di ospiti la mansione dei dipendenti all’interno dell’azienda. “Volevamo far conoscere a tutti la nostra realtà - spiega Aurelio Brevi, managing director Orp Stampi -, rendendo le famiglie dei nostri dipendenti, e i dipendenti stessi, ancor più orgogliosi della loro professionalità in Orp”.

SHOW COOKING D’AUTORE “Per l’occasione - spiega Clementina Muscolo, responsabile eventi Braga Ricevimenti - abbiamo organizzato il servizio catering, creando in outdoor una zona costituita da una tensostruttura capace di contenere gli oltre 350 invitati. Nello spazio, inoltre, abbiamo ricreato un’area relax con tavoli e sedute”. “La scelta di strutture esterne per il catering commenta Brevi - si è rivelata pratica ed efficace, un giusto connubio tra eleganza e sobrietà”. Per rendere la partecipazione più accattivante e dinamica, inoltre, Braga Ricevimenti ha pensato di allestire nella zona buffet uno spazio di show cooking curato dai propri chef. Una modalità di interazione con il pubblico che la società di catering ama utilizzare, così come tutte le novità in fatto di food design. “Il nostro team si tiene costantemente aggiornato sulle innovazioni del settore food - precisa Muscolo -, seguendo con interesse le novità del mercato, partecipando a corsi di aggiornamento e a laboratori creativi”. L’atmosfera da team building, inoltre, è stata rafforzata da pile, scatole di caramelle e gilet personalizzati che tutti dipendenti hanno


CASE HISTORY

20

e

vantaggio per i clienti, che possono così parlare con un unico interlocutore per l’organizzazione e la fornitura di personale e di servizi accessori”. L’organizzazione impeccabile di Braga ha generato consensi sia da parte dei partecipanti sia da parte dell’azienda committente. “Conosciamo i professionisti e il modus operandi di Braga Ricevimenti da tempo - commenta Brevi -. Siamo molto soddisfatti dell’evento e del servizio. Nonostante le avversità del tempo, infatti, l’open day è stato piacevole e la buona organizzazione ha permesso l’espletamento di tutte le attività che ci eravamo prefissati”.

[ OPEN DAY ORP ]

dovuto indossare il giorno dell’evento. “Tra i nostri plus - continua Muscolo - vi sono la velocità, la dinamicità nel coordinare le varie fasi dell’evento e la cura dell’estetica nella preparazione dei tavoli e dei buffet. Per l’open day Orp, per esempio, abbiamo ripreso i colori aziendali, bianco e blu, anche nell’allestimento delle isole tematiche: mare, terra, cucina a vista e dessert”. Il menù prevedeva un’ampia scelta di piatti ricercati e originali: dal finger food di mousse di patate con crostini e caviale agli spiedini di pollo in kataifi, dalle palline di grana con crema al cacao al gaspacho di verdure con pasta al curry. Senza dimenticare i primi, come il risotto allo champagne con frutti di bosco e i maccheroncini di pasta fresca al ragù di selvaggina affogata all’amarone. Tutto lo staff Braga è sceso in campo per la realizzazione dell’evento, per il quale è stato stanziato un budget di circa 45mila euro: dal montaggio all’allestimento, dal servizio buffet alla creazione delle pietanze. Ad affiancarlo, società esterne alle quali Braga si affida a seconda delle necessità. “Questo - spiega Muscolo - rappresenta un

[ SCHEDA TECNICA ] Tipologia: Evento interno aziendale. Cliente: Orp Stampi. Obiettivi: Presentare l'azienda e il contesto lavorativo. Target: 350 persone tra dipendenti e familiari. Data: 7 giugno 2009. Location: Sede Orp Stampi a Viadanica (Bg). Catering: Braga Ricevimenti (www.ristorantebraga.it).

157

Momenti dell’open day Orp Stampi a Viadanica (Bergamo). Braga Ricevimenti ha organizzato e gestito il servizio catering e l’allestimento dell’area buffet

e

e

[orp/braga ricevimenti]


CASE HISTORY [eco2cktail]

e

20

DI

MARINA BELLANTONI

Meet the green UN EVENTO ALL’INSEGNA DEL ‘GREEN’, UN APPUNTAMENTO INFORMALE REALIZZATO DA ALLEVENTS PER PRESENTARE LE LINEE GUIDA DELLA NUOVA UNIT FOCALIZZATA SU PROGETTI DI INNOVAZIONE SOSTENIBILE. PARLIAMO DI ‘ECO2CKTAIL’, UN ORIGINALE PERCORSO EXHIBIT CHE HA VISTO TRA I PARTNER LORETOPRINT, PROTAGONISTA DI SPICCO DEL SETTORE DELLA STAMPA DIGITALE MILANESE.

e

MARIA LUISA CICCONE, AD ALLEVENTS GROUP

e

VITO FERRONE, AMMINISTRATORE LORETOPRINT

Un happy hour alla scoperta delle soluzioni green per eventi aziendali, un percorso nella filosofia ecosostenibile di AllEvents group, event farm nata dalla partnership tra Incentive Power e Brainwaves. Tutto questo e molto di più ha coinvolto i partecipanti di Eco2cktail, l’evento pensato e realizzato dall’agenzia milanese sul format dell’aperitivo, ma arricchito da contenuti innovativi. “Il 15 luglio scorso - spiega Maria Luisa Ciccone, ad AllEvents group -, clienti, prospect e giornalisti sono stati coinvolti in una serata informale e dinamica completamente dedicata al ‘Meet the Green’: dall’ecolocation al biocatering, dagli allestimenti agli arredi e materiali, tutti a basso impatto e all’insegna del reuse e recycling”. Grazie a un originale percorso exhibit, l’agenzia ha presentato i nuovi progetti di innovazione sostenibile, dimostrando come possano essere replicati nell’ambito di qualsiasi tipologia di evento, nel rispetto di tre elementi: elevati standard qualitativi, budget e brand value. L’incontro è stato anche occasione per presentare la Divisione Green del Gruppo, la quale, grazie al contributo di più unit, ha gestito l’intero evento in tempi rapidi. “Il team - continua Ciccone - si è occupato anche del coinvolgimento di partner e sponsor, attentamente selezionati per competenze ed esperienze legate al green, i quali hanno dato un contributo fondamentale, oltre a esibire i propri ecoprodotti. Tra questi, AzzeroCO2, partner con il quale da tempo collaboriamo per il progetto Green

158

Events e che ha reso possibile il calcolo delle emissioni prodotte durante l’evento e la conseguente compensazione che verrà tradotta nella riforestazione di un parco nazionale”.

UN PARTNER REALMENTE GREEN Tra gli espositori, in rappresentanza del capitolo stampa digitale e offset della filiera green di AllEvents, gli ospiti hanno potuto conoscere Loretoprint, azienda milanese da oltre trent’anni attiva nel settore stampa digitale, direct marketing ed event communication. “Da anni affianchiamo l’agenzia - spiega Vito Ferrone, amministratore Loretoprint - nella fornitura di materiali per eventi come badge, menu, inviti, programmi, cartelli bus, rollup...”. In occasione di Eco2cktail, per esempio, Loretoprint si è occupata della realizzazione e stampa di tutti i materiali di comunicazione: dai banner ai cartelli per la personalizzazione degli spazi, dai kit promozionali ai gift, fino agli shopper lasciati ai partecipanti. “Abbiamo fornito la nostra consulenza su tecnologie e supporti disponibili - continua Ferrone - e, in seguito, ci siamo occupati della produzione degli stessi. Ma non solo. Abbiamo anche omaggiato i partecipanti con il ‘Campionario di Carte Ecologiche’ (sampling e informazioni relative ai supporti green, ndr), e con ‘La Guida alle Certificazioni della Carta’, che ha permesso ai visitatori di farsi una piccola cultura nel mondo delle carte riciclate/certificate. Il tutto in un clima di piena collaborazione con


CASE HISTORY

20

In occasione di Eco2cktail (Milano, 15 luglio), AllEvents ha presentato le soluzioni ‘Meet the Green’ per progetti di innovazione sostenibile

e

Fsc, che garantisce la provenienza delle carte stampate da foreste well-managed, permettendoci di mettere in pratica e presentare i nostri servizi e i nostri prodotti a basso impatto ambientale”. Da sempre, l’azienda è attenta alla riduzione dell’impatto ambientale e si distingue in iniziative quali: utilizzo di energia derivante da fonti rinnovabili, impiego di carte riciclate o certificate, uso di inchiostri a base vegetale con stampanti offset e digitali di ultima generazione per evitare scarti di produzione, impiego per le proprie consegne di furgoni alimentati a metano.

[ ECO2CKTAIL ]

l’agenzia, la cui volontà di ‘sperimentare’ ci ha permesso di realizzare una serie di ‘materiali green’ inediti, come gli shopper in carta riciclata e stampati con inchiostri a base di olii vegetali, o i rollup in tela di cotone canvass, fino a un campionario di supporti cartacei riciclati e certificati che è poi diventato per noi strumento di promozione”. Una collaborazione di successo, come confermano le parole di Ciccone: “Da tempo la nostra divisione grafica lavora in maniera soddisfacente e in piena sintonia con Loretoprint, grazie alla professionalità, competenza e alla ricerca continua dell’innovazione, all’alto standard qualitativo che la caratterizzano”. Tutte le divisioni di Loretoprint, dal reparto Grafico per la realizzazione delle fustelle per gli shopper e del campionario carta, al reparto Stampa con i test sui vari supporti, fino al reparto Legatoria per il confezionamento dei materiali prodotti, sono state coinvolte per l’evento. “Eco2cktail - spiega Ferrone - è arrivato in un momento cruciale del nostro percorso ‘green’: proprio a luglio abbiamo ottenuto la certificazione

e

e

[eco2cktail]

[ SCHEDA TECNICA ] Società organizzatrice: AllEvents group (Incentive Power Travel e Brainwaves). Tipologia: Happy Hour, mostra exhibit. Obiettivi: Sensibilizzare sempre più le società nei confronti dell’attenzione all’ambiente; offrire nuovi spunti, replicabili nell’ambito di qualsiasi tipologia di evento.

Target: Top clients e prospect di AllEvents group. Data di realizzazione: 15 luglio 2009. Location: Milano, spazio Anni Luce. Numeri: Circa 200 persone.

159


FOCUS [mil]

e

20

DI

MARIO GARAFFA

Sobrietà emozionante NUOVI ORIENTAMENTI E NUOVI VALORI. GLI EVENTI MOTIVAZIONALI SONO A UNA SVOLTA. FINO A POCO TEMPO FA SI PUNTAVA SUL VIAGGIO ALL’ESTERO E SUL LUSSO, OGGI, COMPLICE IL CONTESTO DI CRISI E IL RIDIMENSIONAMENTO DEI BUDGET, SI RISCOPRE L’ITALIA. VALORIZZANDO LA BELLEZZA AMBIENTALE, LA SOSTENIBILITÀ ENERGETICA E LE DIVERSITÀ CULTURALI. EMOZIONANDO, CERTO, MA CON SOBRIETÀ.

e

MILENA MINEO, AMMINISTRATORE DELEGATO E FONDATORE MIL

Se fino a poco tempo fa l’orientamento dominante degli eventi motivazionali era il viaggio all’estero incorniciato nel lusso, oggi sta cambiando tutto. Parola di Milena Mineo, amministratore delegato e fondatore Mil (Marketing Incentive Leisure), società che opera nel settore dal 1998. Lo sfarzo e la spettacolarizzazione fine a se stessa lasciano il campo alla sostenibilità e al rispetto ambientale. È un cambio di paradigma che rivoluziona il sistema di valori, orientando il settore verso una maggiore eticità. La prima conseguenza di questa trasformazione è la riscoperta dell’Italia come luogo in cui organizzare eventi motivazionali. “Per suscitare emozioni afferma Mineo - non è obbligatorio andare dalla parte opposta del mondo. Anche nel nostro paese si può fare un ottimo incentive, perché abbiamo una cultura turistica elevata e ci sono le strutture adeguate”. E poi, rimanendo in Italia, i costi si abbassano. Elemento da non sottovalutare in un contesto di crisi economica e di forte ridimensionamento dei budget a disposizione delle aziende. Italia dunque, ma non solo, perché anche nell’evento motivazionale organizzato all’estero è possibile evitare la sontuosità e l’ostentazione, preferendo la sobrietà, la riduzione degli sprechi, il rispetto per la natura e la valorizzazione delle tradizioni locali. “Puntando - precisa Mineo - sulla bellezza ambientale di paesi come, per esempio, lo Zambia, il Botswana e la Malesia, sul dialogo tra le

160

diverse culture, e magari preferendo un catering del luogo rispetto a uno super lussuoso”. E poi è importante elaborare strategie che permettano di coniugare questa attenzione alle diversità ambientali e culturali del pianeta con i valori dell’azienda che organizza l’evento motivazionale. Non è un caso che uno dei punti di forza di Mil, come spiegato da Mineo, risieda proprio nella capacità di mettere a fuoco i veri obiettivi del cliente, “sui quali ragioniamo attraverso ‘laboratori di pensiero’, con la partecipazione attiva sia di professionisti interni (l’agenzia è formata da 12 persone, ndr), sia esterni”. Ed è anche grazie a questa forte capacità di ascolto e interpretazione delle reali necessità delle aziende che Mil, nonostante la recessione, si appresta a chiudere il 2009 in territorio positivo. “A inizio anno la situazione era molto difficile commenta l’ad e fondatore dell’agenzia -. Noi siamo una realtà molto solida, eppure, per la prima volta in undici anni, ho pensato che non avremmo raggiunto un buon risultato. E invece da marzo in poi abbiamo registrato una notevole ripresa. Certo, c’è stato un ridimensionamento del giro d’affari, ma non abbiamo perso né clienti, né numero di operazioni: sono i budget che si sono ridotti, che è cosa diversa”. Per spiegare nel concreto quale sia il ‘nuovo corso’ degli eventi motivazionali, Mineo racconta a e20 una case history recentissima, realizzata a fine novembre. Nessuna location esotica, il tutto si è svolto a Milano,


FOCUS

20

e

[mil]

[ CHI È ] M.I.L. Via Carducci, 12 - 20123 Milano Tel. 02 8051822 Fax 02 72002547 info@m-i-l.it; www.m-i-l.it

161

Mil (Marketing Incentive Leisure) mette in campo un team di professionisti esperti e selezionati per la creazione di eventi motivazionali centrati sulle reali necessità dei clienti

e

fondamentali della serata sono stati la musica e i video. Importanti soprattutto per la loro capacità, se ben utilizzati, di trasmettere contenuti emozionali. La prima calda e avvolgente, rimandava al gospel, ricordava il Natale e accompagnava tutti i momenti salienti dell’iniziativa; i secondi hanno supportato l’azienda nello spiegare lo spirito della serata e comunicarne i contenuti. Nel complesso, conclude Mineo, “con questo evento l’azienda ha voluto trasmettere al mercato un messaggio forte e concreto, sottolinenado che la direzione imboccata è all’insegna della sostenibilità, dell’attenzione ambientale”, oltre che del rispetto dell’individuo. Perché i valori non vanno solo dichiarati, ma anche praticati.

e

al 31esimo piano del nuovo Pirellone, e con un budget ridotto, pari a circa 70.000 euro. Il cliente, un’azienda americana del settore tecnologia, si è rivolto a Mil ponendo condizioni molto precise: catering a impatto zero certificato e nessun gadget. Tema della serata: charity. Coerentemente con lo spirito dell’iniziativa, gli amministratori delegati delle aziende partner, destinatari dell’evento, sono stati accompagnati con auto elettriche e accolti da un gruppo di sei anziani. Momento centrale della serata, un’asta di quadri fatti dai bambini di una onlus, battuta con lo scopo di devolvere il ricavato alla onlus stessa. “Per l’allestimento - spiega Mineo abbiamo puntato sul recupero del valore originale e genuino del Natale, con scenografie e materiali naturali che rimandassero alla terra e alla campagna". Eventi di questo tipo sono la dimostrazione che sobrietà ed eleganza possono andare di pari passo, perché la bellezza non è una questione di budget, ma di stile. “Certo - aggiunge Mineo - è anche vero che è più difficile stupire con la sobrietà, piuttosto che con il lusso. Ma è questa la vera sfida da vincere”. Altri due ingredienti


FOCUS [ied]

e

20

DI

MARINA BELLANTONI

Eventi in cattedra IED COMUNICAZIONE ROMA DIVENTA LA ‘FACTORY’ DELLE NUOVE LEVE DEGLI EVENTI. PARTENDO DALL’ASSUNTO CHE ORGANIZZARE UN EVENTO È UN VERO E PROPRIO LAVORO E CHE I TALENTI VANNO COLTIVATI, LA SCUOLA HA IN PROGRAMMA CORSI SPECIALISTICI VOLTI ALLA FORMAZIONE DEGLI EVENT MANAGER DEL FUTURO. NE PARLIAMO CON IL DIRETTORE ILARIA LEGATO.

e

ILARIA LEGATO, DIRETTORE IED COMUNICAZIONE ROMA

Gli eventi sono oggi la leva di comunicazione più efficace per stabilire un contatto diretto con il target, trasmettendo in modo innovativo i valori del brand o del soggetto promotore. Anche durante l’ultimo anno, malgrado la crisi, il ricorso a questo mezzo da parte delle aziende ha registrato una sostanziale tenuta, confermandone il valore strategico e non più solo tattico. E così i giovani ‘comunicatori’, attratti da un ambiente dinamico e brillante, prima come fruitori poi come aspiranti ‘operatori di backstage’, decidono di avvicinarsi al mondo degli eventi. Spesso, però, senza una solida preparazione di base. Organizzare un evento, invece, è diventato un lavoro vero e proprio. Finalmente anche il settore formazione se ne sta rendendo conto, e alcune delle maggiori scuole si stanno attrezzando per strutturare una solida offerta educativa, volta a formare gli event manager del futuro. Un esempio efficace è quello di IED Comunicazione Roma, che in pochi mesi ha rivoluzionato, per mano del nuovo direttore Ilaria Legato e del suo staff, i contenuti dei tre corsi triennali della scuola di comunicazione: ‘Marketing e Comunicazione d’impresa’, ‘Relazioni Pubbliche ed Eventi’ e ‘Pubblicità’. “La situazione della formazione per le ‘nuove’ professioni della Comunicazione - spiega Legato -, era stagnante. I corsi affrontavano gli eventi esaltandone solo l’aspetto teorico, senza approfondirne strumenti pratici e dinamiche

162

tecniche. Ciò è dipeso anche dalla mancanza di esperienza diretta degli insegnanti, a prescindere dal loro grado di cultura ‘accademica’. I giovani che vogliono imparare a progettare e realizzare eventi non possono limitarsi alla conoscenza del marketing mix o alla teoria, ma devono, step by step, acquisire una vision completa del mezzo e del contesto”. Sulla base di questo obiettivo è stato creato un corso triennale, partito a ottobre, che affronta le diverse tematiche degli eventi tra cui: creatività, conoscenza del marketing, del mondo media e delle tecniche di comunicazione, capacità tecnico-produttiva, gestionale, finanziaria e organizzativa, ricerca di innovazione tecnologica e new media, cultura dello spettacolo e della messa in scena. “Quest’ultima continua Legato - è un ‘bagaglio’ utile e singolare per un buon professionista degli eventi. Perché per costruire emozioni dando loro anima e volume nell’evento, occorre prima capire come nascono e come si mettono in scena”. Durante il primo anno, IED propone anche un modulo su temi legati al Teatro, con il contributo di registi e trainer che di solito lavorano alla preparazione dell’attore e alla messa in scena. Il piano di studi prevede l’approfondimento delle tre aree operative di un’agenzia di eventi: reparto Creativo (moduli creatività, copywriting, elementi di art direction e visual design, ecc.), reparto Produzione (produzione, logistica, budget, ecc.), reparto Contatto (tecniche di accounting, project


FOCUS

20

e

[ied]

[ CHI È ] IED Comunicazione Roma Via Giovanni Branca, 122 - 00153 Roma Tel. 06 5717651 Management: Ilaria Legato, direttore (i.legato@roma.ied.it), Franco Zeri, coordinatore, Elisabetta Brunori e Laura Scamardi, segreteria organizzativa.

163

Per formare i futuri professionisti degli eventi, IED Comunicazione Roma ha creato un corso triennale che affianca preparazione teorica e laboratori ‘sul campo’

e

di studio in base alle necessità e agli skill richiesti. C’è ancora spazio per tutte le agenzie che volessero avere a disposizione una ‘palestra’, una ‘factory’ nella quale crescere le risorse future, coltivandone il talento. Grazie all’impostazione che abbiamo dato al corso, gli studenti non devono aspettare di essere fuori dalla scuola per poter collaborare con le agenzie e le aziende. Attraverso un sistema didattico prestabilito, infatti, agenzie e aziende possono proporre progetti speciali durante tutto il triennio avendo sempre a disposizione giovani menti ‘esplosive’, con la garanzia del sistema formativo di IED Comunicazione”.

e

management, ecc.). Per accedere ai corsi occorre fissare un colloquio, anche attraverso il sito www.ied.it, con il Sio (Servizio Informazioni e Orientamento), che ha il compito di valutare e orientare il futuro iscritto. “Per IED Comunicazione - spiega Legato - è fondamentale la trasversalità e la sinergia non solo con gli altri corsi del triennio (Marketing e Pubblicità, ndr), ma anche con le altre scuole IED: Arti Visive, Design e Moda”. Gli studenti hanno la possibilità, tramite laboratori ad hoc, di approfondire tematiche come la ripresa e il montaggio audiovideo, la scenografia, il design, il cool hunting... fondamentali per il ruolo di event manager. “La struttura del piano di studi - precisa Legato - ha una percentuale maggiore di pratica a partire dal secondo anno, che si concretizza con il ricorso al role play e a progetti con committenza reale”. E per quanto riguarda i docenti? “Sono tutti professionisti - risponde Legato - delle maggiori agenzie di eventi. Questo ci dà la possibilità di testare il settore ‘just in time’, modificando i piani


FOCUS [torino olympic park]

e

20

DI

CHIARA POZZOLI

Emozioni di ghiaccio DOPO IL GRAN GALÀ DEL GHIACCIO, IL PALAVELA DI TORINO TORNA SOTTO I RIFLETTORI CON I MONDIALI DI PATTINAGGIO DI FIGURA, A MARZO 2010. LA GESTIONE DELLA LOCATION E L’ORGANIZZAZIONE DELL’EVENTO SONO IN MANO AL TOP, CHE QUI SPIEGA LE OPPORTUNITÀ PER LE AZIENDE CHE VOLESSERO AFFIANCARE IL PROPRIO NOME A EVENTI INTERNAZIONALI DEL CALIBRO DI QUELLI OSPITATI DALLA VENUE OLIMPICA.

RESPONSABILE MARKETING E SPONSORIZZAZIONI TOP

SPONSOR

IN PRIMA LINEA Oltre 7.500 persone hanno occupato gli spalti del Palavela per il consueto appuntamento del Gran Galà del Ghiaccio, il 10 ottobre scorso. La manifestazione è stata quest’anno cornice dei Golden Skate Awards 2009 e ha visto esibirsi sia gli atleti che si sono distinti durante l’ultima stagione agonistica sia i protagonisti del passato. Trasmessa in diretta da Sky (e prossimamente su Italia1), la serata è stata cadenzata

Ferrero Gran Soleil e Lancia sono stati presenting sponsor del Gran Galà del Ghiaccio 2009. Un modello della casa automobilistica ha fatto bella mostra di sè prima dello show

e

e

RAFFAELLA PANIÈ,

Dai Golden Skate Awards dello scorso ottobre ai Campionati Mondiali di Pattinaggio di Figura, in programma dal 22 al 28 marzo 2010. Sono di calibro internazionale le esibizioni sul ghiaccio che hanno scelto il Palavela di Torino come location per lo spettacolo e l’adrenalina che caratterizzano questa disciplina sportiva e artistica. Già sotto i riflettori per aver ospitato le gare di Pattinaggio di Figura e Short Track durante i Giochi Invernali Torino 2006, il Palavela è una delle location gestite oggi da Top-Torino Olympic Park, ente preposto alla gestione e promozione degli impianti delle Olimpiadi di Torino 2006, con l’obiettivo di sfruttarne le potenzialità e la multifunzionalità.

164

dalle performance di campioni del calibro di Stephan Lambiel (Argento a Torino 2006), osannato dal pubblico (soprattutto femminile!), Samuel Contesti (vice campione europeo in carica, quinto ai Mondiali di Los Angeles) e la coppia storica Oksana Kazakova e Artur Dmitriev (Oro ai Giochi del 1998 e Golden Skate alla Carriera), che ha emozionato gli spettatori con un’esibizione modulata sulle note di ‘Caruso’. Lo spettacolo è stato scaldato da Karima, voce rivelazione del talent show ‘Amici’, e ha visto la partecipazione di Lavinia Borromeo Elkann, presidente Comitato Organizzatore Mondiali Pattinaggio di Figura 2010, e John Elkann, vice presidente Fiat. Oltre all’organizzazione dello spettacolo, Torino Olympic Park ha gestito il contatto con le aziende sponsor. Il Gran Galà del Ghiaccio ha visto quest’anno la conferma di Lancia, alla quale si è aggiunto, anch’esso come presenting sponsor, Ferrero Gran Soleil. Solo questi hanno avuto la visibilità dei loghi sul ghiaccio. Ferrero, inoltre, ha omaggiato ciascuno spettatore con una shopper contenente i prodotti Gran Soleil. Sampling e distribuzione di materiale


FOCUS

20

[ CHI È ] TOP Via Giordano Bruno, 191 - 10134 Torino Tel. 011 616 4963 Fax 011 616 4947 info@top2006.it; www.torinolympicpark.org Contatti per le aziende: marketing@top2006.it

e

informativo anche per gli altri sponsor: Barilla Integrale, Aurora, Edison, Ufg Banca, Kway. Gazzetta dello Sport e Rtl hanno supportato il Galà come media partner. Ulteriore visibilità è stata garantita dalla trasmissione, sullo schermo del palazzetto, degli spot istituzionali, mentre un modello Lancia ha occupato la pista prima del Galà. La premiazione dei campioni, infine, è avvenuta per mano di alcuni esponenti delle società citate e i momenti sono stati ripresi dalle telecamere Sky. “Cerchiamo aziende che abbiano affinità con il target del pattinaggio su ghiaccio dichiara Raffaella Paniè, responsabile marketing e sponsorizzazioni Top -. Da una ricerca commissionata a Eurisko abbiamo rilevato che il pubblico di questa disciplina è perlopiù composto da donne di cultura e status sociale medio-alto, avvezze alla navigazione su internet. La conferma arriva dai numeri: la maggior parte delle vendite dei biglietti è avvenuto on line”. Determinante per lo sponsor seeking del Galà, il Top ha un ruolo importante (anche se meno centrale), nella ricerca e gestione degli sponsor per i Mondiali 2010. “Il Top, che ha avuto mandato dalla Federazione Italiana Sport del Ghiaccio di organizzare i Mondiali, gestisce solo una parte della ricerca sponsor - continua Paniè -. Il resto è in mano alla società internazionale di marketing Img. Avremo così in gestione solo una parte delle quattordici posizioni di sponsorship. Per i Mondiali sono previsti due livelli di visibilità. Uno televisivo, con banner a bordo pista, e uno per gli official partner, che possono scegliere o una collaborazione su un piano di cambio merce, oppure un’attivazione di operazioni sul pubblico: distribuzione di materiale, sampling, gadget, stand e altro ancora”. I Mondiali di Pattinaggio di Figura hanno un enorme potenziale di visibilità: si calcola un afflusso di oltre 50.000 spettatori. Ma non solo. L’evento, ripreso in Italia dalla Rai, sarà trasmesso nei cinque continenti dai maggiori network televisivi per un totale di 650 ore di broadcast e 300 milioni di telespettatori. La campagna abbonamenti ha preso il via lo scorso 15 ottobre e sul sito www.torino2010.org saranno presenti i dettagli per usufruire di promozioni legate al Natale e a San Valentino. Dal 5 dicembre verranno messi in vendita i biglietti singoli.

165

Banner a bordo pista, distribuzione di materiale informativo e trasmissione degli spot istituzionali. Gli sponsor del Galà del Ghiaccio (Palavela di Torino) hanno avuto grande visibilità presso il pubblico

e

e

[torino olympic park]


AGENZIA DEL MESE [louder italia]

e

20

DI

MARINA BELLANTONI

Actions speak louder AGENZIA INTERNAZIONALE DI MARKETING E COMUNICAZIONE, LOUDER PROGETTA, PIANIFICA ED ESEGUE LIVING MARKETING PER AZIENDE ITALIANE E INTERNAZIONALI. LA SUA MISSION? COINVOLGERE IL CONSUMATORE E CREARE UN MOMENTO PRIVILEGIATO DI CONTATTO CON IL BRAND ATTRAVERSO EMOZIONI ED ESPERIENZA, ALL’INSEGNA DEL ‘DON’T SAY YOU LOVE ME. LOVE ME’.

WWW.LOUDERITALY.COM

Parte di un gruppo internazionale fondato nel 1994 in Finlandia, Louder Italia è un’agenzia giovane, ma con un Dna fatto di esperienza e di passione, nata con lo scopo di far vivere emozioni attraverso il living marketing. All’insegna del motto ‘Don’t say you love me. Love me’, la mission dell’agenzia è quella di rendere il brand riconoscibile e memorabile. “Lavoriamo costantemente con il cliente per la costruzione di un rapporto di reciproca fiducia spiega Davide Caggiano, managing director -, condividendo le fasi creative e produttive di ogni progetto. Questo consente a noi di comprendere a fondo i valori che la marca vuole esprimere, e al cliente di avere la garanzia che l’esperienza vissuta dal consumatore sarà memorabile”. Una filosofia aziendale basata sull’Azione, quindi, che si evince anche dal pay off del Gruppo, ‘Actions speak louder than words’, che racchiude in sé l’approccio dell’agenzia verso il cliente. “Oggi le aziende investono in modo efficiente e mirato e il nostro processo produttivo segue questa direzione - continua Caggiano -. Il primo passo è sempre un’attenta analisi del brand, quindi del target, per poi arrivare, inevitabilmente, a una profonda conoscenza del nostro più frequente interlocutore: il consumatore ”. “L’evento è un ‘mondo complesso’, alla costruzione del quale concorrono professionalità spesso totalmente differenti, ma ciascuna parte integrante

166

del processo creativo - spiega Nicola Uliari, direttore creativo -. Solo mixando le giuste competenze e creando il giusto equilibrio tra le parti, il lavoro d’agenzia si trasforma in esperienza per gli interlocutori dei nostri clienti”.

CREATIVITÀ

E CONCRETEZZA Grazie a competenze specifiche altamente professionali, Louder è in grado di gestire tutte le fasi di un evento. Tra gli atout dell’agenzia, la capacità di offrire soluzioni creative, concrete, precise ed efficaci. Fino a due anni fa il core business della società era rappresentato dai grandi eventi BtoC, in particolare roadshow e attività di sampling su scala nazionale e internazionale, scomponibili in una serie di ‘microeventi’, ognuno dei quali richiede organizzazione e competenze dedicate. Un esempio? “Un concorso a premi che preveda l’allestimento di una postazione per la compilazione di una card all’interno di un villaggio itinerante, la cui estrazione finale si svolga in pubblico durante un happening serale - risponde Uliari -. È solo una delle molteplici attività che compongono l’evento, ma se si analizza l’esempio è possibile comprendere le competenze e l’esperienza necessarie per la sua realizzazione: dalla creazione del concept promozionale all’organizzazione di una concorso a premi, dalla grafica e creatività applicata a tutti i supporti come card concorso e leaflet promozionali, alla creazione


AGENZIA DEL MESE

20

della piattaforma web, fino alle attività di pubbliche relazioni”. Louder gestisce direttamente al proprio interno, o con il supporto di partner consolidati, tutte le fasi dell’evento, offrendo un servizio ‘chiavi in mano’ che permette ai clienti di avere un unico riferimento, oltre che snellire il processo e le risorse, aumentando il controllo su tutte le fasi. L’expertise sui grandi eventi (commissionati per la maggior parte da primarie aziende nazionali e multinazionali), unita ai preziosi insegnamenti derivanti dall’esperienza sul campo, hanno portato Louder ad allargare il proprio core business alla comunicazione integrata, sino a delineare la struttura interna in due distinti settori, i quali lavorano l’uno CON l’altro più che l’uno PER l’altro. Un settore segue il processo produttivo e operativo, l’altro quello grafico e creativo. Per quanto riguarda invece le aree di attività, Louder opera su quattro fronti: ‘Creativity & Design’ (campagne istituzionali e di prodotto su media e new media, materiali below the line, packaging, interior design; immagine coordinata, progettazione stand fieristici,

rendering 3D), ‘Events’ (roadshow, tour itineranti, special events, lanci di prodotto, gestione sponsorizzazioni, fiere, meccaniche promozionali), ‘On field’ (sampling, in store promotion, street marketing, guerrilla marketing) e ‘Incentives’ (meeting, convention, team building). Grafica e design accompagnano tutte le fasi del lavoro, dalla presentazione al cliente agli sviluppi più complessi, grazie a uno studio interno che lavora »

167

Louder ha affiancato CocaCola al concerto ‘CocaCola live@MTV - The Summer Song’

e

e

[louder italia]

Sotto: Render con studio e progettazione laboratorio ottico mobile realizzato da Louder per un tour itinerante


AGENZIA DEL MESE

20

e

[louder italia]

aziende clienti. “La scelta dei collaboratori e la loro formazione è uno dei nostri punti di forza - spiega Edoardo Cogo, direttore amministrativo -. È indispensabile selezionare profili competenti. La sola passione per il nostro lavoro non basta più! Lo studio costante e approfondito del mercato, insieme con una buona dose di curiosità, sono la miscela ideale per formare un professionista dell’evento”.

CASE HISTORY CIBA VISION

e

L’innovativo display disegnato da Louder per il Natale 2009 Diageo

in simbiosi con il team creativo e la produzione, e che opera in modo trasversale alle diverse funzioni aziendali. Nell’ultimo anno, Louder Italia ha sviluppato la creatività di alcuni brand della famiglia Diageo (da Baileys a J&B, da Unicum a Johnny Walker sino a Pampero Anniversario) attraverso la progettazione di innovativi display pallet per la campagna natalizia, oltre che curare lo sviluppo grafico per i diversi brand del gruppo. Per Knorr, invece, Louder ha coadiuvato il lancio del nuovissimo Cuore di Brodo, curando la creatività di tutto il materiale in store e a supporto delle vendite come le Couvette di presentazione, le brochure per la forza vendita, i display e i corner per i punti vendita. Per ciascuna case history, Louder Italia mette in campo un team di professionisti preparati e soprattutto aggiornati sulle novità del mercato, che si occupa di sviluppare i progetti e di sottoporre, di volta in volta, modifiche o nuove creatività alle

e

Il centro Ottico Mobile Ciba Vision realizzato da Louder per l’evento ‘Dillo con gli occhi in tour’. Obiettivo: far conoscere ai più giovani il mondo delle lenti a contatto

168

DA

RICORDARE

Proprio dalla collaborazione e dallo stretto contatto con il cliente sono nate per Louder le esperienze più importanti. Con Ciba Vision, per esempio, è stato sviluppato un evento itinerante per far conoscere ai più giovani il mondo delle lenti a contatto. ‘Dillo con gli occhi in tour’ ha portato nelle principali città nazionali i valori e il messaggio di Ciba Vision, raccontando l’importanza dello sguardo nella vita di tutti i giorni. La meccanica di coinvolgimento era incentrata sulla prova gratuita delle lenti a contatto all’interno di un Centro Ottico Mobile, progettato e gestito da Louder. I giovani, attraverso la prova, potevano vincere premi, partecipare a un concorso con estrazione finale e ricevere un buono sconto per l’acquisto delle lenti a contatto presso l’ottico di zona. Significativi i numeri dell’evento: 34 giorni di attività, 12 location, 170 ottici partecipanti, 35.000 inviti alla prova distribuiti, 3.400 nuove applicazioni totali e questionari compilati.

COCA-COLA Grazie a una partnership consolidata da anni, CocaCola ha scelto anche quest’anno Louder per alcune


AGENZIA DEL MESE

20

e

[louder italia]

delle sue attività di brand activation. Dopo il lancio ufficiale ad aprile, in occasione del Salone del Mobile di Milano, per tutta l’estate Louder ha accompagnato ‘illy issimo’, la linea di bevande a base di caffè da consumare fredde, frutto dell’unione tra illycaffè e The Coca-Cola Company, nelle più note località estive del centro-nord Italia. Accoglienti postazioni, dove poter gustare illy issimo ascoltando in cuffia musica rilassante, sono state la rappresentazione ideale di ‘issimo moment’, quella pausa perfetta che dà una breve ma intensa sensazione di piacere durante la giornata, un momento gratificante da concedersi fuori casa. Per il secondo anno consecutivo, poi, Louder ha affiancato Coca-Cola per il concerto che ha decretato la canzone dell’estate 2009: il Coca-Cola live@MTV - The Summer Song. Per soddisfare, oltre a quella musicale, la sete fisica di tutti i presenti, Coca-Cola ha offerto gratuitamente una consumazione di prodotto durante il concerto. Oltre 50.000 persone hanno raggiunto Piazza del Popolo a Roma, e hanno ricevuto una consumazione gratuita nei punti di attivazione previsti. Un team dedicato è stato a disposizione del pubblico all’interno dell’info point, diventato per l’occasione punto di merchandising autorizzato.

AVON

[ LOUDER ITALIA ]

e

Sampling per il lancio di ‘illy issimo’. Louder ha accompagnato la bevanda, nata dall’incontro tra illycaffè e The Coca-Cola Company, nelle più note località estive del centronord Italia

[ CHI È ] LOUDER ITALIA Srl Lungo Dora Pietro Colletta, 67 int. 15 - 10153 Torino Tel. 011 2341790 Fax 011 283694 info@louderitaly.com; www.louderitaly.com Data di fondazione: 1994 (Finlandia) - 2007 (Italia). Giro d’affari: 28.000.000 di euro (Gruppo) - 2.700.000 euro (Italia). Addetti: 150 (Gruppo) - 11 (Italia). Filiali: Copenaghen, Dubai, Helsinki, Mosca, Oslo, Stoccolma, Tallin, Tampere, Torino. Principali clienti: Avon, Burn, Ciba Vision, Cnh, Coca-Cola, Diageo, Fiat, Knorr, Hbc, ilko, illycaffè, New Holland, Pirelli, Powerade, Toshiba, Yakult.

e

All’insegna della professionalità che paga, quest’anno Louder può annoverare tra i propri clienti anche Avon. L'agenzia è stata infatti scelta per l’organizzazione dell’Avon Running 2010, la kermesse benefica che Avon promuove in Italia dal 1998. La nuova edizione di questo evento di solidarietà, sport e benessere, tutto al femminile, sarà ravvivato da momenti di intrattenimento, inseriti all’interno del programma delle quattro tappe previste nel nostro Paese. Tutto il pubblico presente alla manifestazione avrà, inoltre, libero accesso all’Avon Running Village, uno spazio aperto che per due giorni ospiterà un fitto calendario di appuntamenti (www.avonrunning.it). Protagoniste assolute dell’evento, come da tradizione, saranno le donne: a loro è riservata la corsa. Il 100% del ricavato della vendita delle sacche sarà interamente devoluto sul territorio ad associazioni che si occupano della prevenzione e lotta al tumore al seno e alla violenza domestica.

169


TOP LOCATION [spazio theca]

e

20

DI

MARIA MAGGI

Anima cangiante UN PICCOLO GIOIELLO DI TECNOLOGIA ED ELEGANZA NEL CUORE DI MILANO. SPAZIO THECA RACCHIUDE ATMOSFERE SUGGESTIVE E SOFISTICATE DOTAZIONI TECNICHE. IL TUTTO IN TRE AMBIENTI DALLE PARETI CANGIANTI E CARATTERIZZATE DA CASCATE LUMINOSE CHE ‘VESTONO’ GLI SPAZI CON SEI COMBINAZIONI DI COLORE. IL TEAM DELLA LOCATION SEGUE IL CLIENTE IN OGNI FASE ED È ATTIVO NELL’IDEAZIONE DI FORMAT PER EVENTI AZIENDALI.

Il plus è costituito dall’utilizzo della ‘digital culture’ applicata agli ambienti. Risultato: spazi ‘vestiti’ di colore con cascate di luce in grado di adeguarsi ai gusti e alle esigenze di comunicazione. Senza dimenticare, poi, la posizione a due passi dal Duomo di Milano e dal Castello Sforzesco, le dotazioni tecnologiche e l’elegante sobrietà degli arredi. Stiamo parlando di Spazio Theca, gioiello di architettura milanese acquisito e gestito dalla società Neiade che, da gennaio di quest’anno, l’ha trasformato in una location ideale per eventi, showroom, conferenze, happening e molto altro ancora. Lo spazio è diviso in tre ambienti per un totale di circa 200 metri quadri, due saloni con capienza di circa 100 persone (50 a platea), un piano soppalcato che può essere utilizzato per interviste o area catering, una sala regia e una cucina. Il sistema di illuminazione, con tecnologia ‘still light’ firmata Artemide e Danese, è stato ideato da Carlotta de Bevilacqua, light designer di fama internazionale. Punto di forza, la stessa illuminazione può essere modulata su sei configurazioni di colore, a seconda dell’effetto ottico che si vuole creare, ma anche dell’immagine istituzionale dell’azienda cliente o dei momenti di uno stesso evento. Le scie di led

e

Le pareti di Spazio Theca (Piazza Castello, Milano) possono essere modulate su sei differenti colorazioni, adattabili ai gusti e alle esigenze di comunicazione o di brand image

170

incastonate nel pavimento di resina offrono, inoltre, suggestive fughe prospettiche, completando l’atmosfera. Il team di Spazio Theca segue il cliente in ogni fase della realizzazione dell’evento ed è attivo non solo nella parte logistica, ma anche in quella ideativa e di consulenza, tanto che, a breve, saranno presentati due format di eventi studiati per uno specifico target con l’obiettivo di valorizzare le potenzialità degli spazi. Siamo andati a visitare Spazio Theca e ne abbiamo approfondito le caratteristiche strutturali insieme a Olivia Campanile e a Stefano Soliano, rispettivamente titolare e operating manager. Come nasce Spazio Theca?

Theca è un’iniziativa nata in seno a Neiade, giovane società milanese che offre servizi nel settore dell’arte e della cultura. Oltre a gestire lo spazio, Neiade si prende cura anche della parte organizzativa e amministrativa.


TOP LOCATION

20

Chi sono i vostri maggiori clienti? Come si può riassumere l’offerta di Spazio Theca?

Solitamente le agenzie di pubbliche relazioni, le quali ci chiedono lo spazio per le aziende loro clienti. Offriamo non solo l’affitto della location, ma spesso anche un aiuto nell’ideazione e nella regia dell’evento. Questo è uno dei maggiori plus, oltre, naturalmente, a tutti i servizi collaterali che nascono dalle partnership con fornitori terzi, quali ad esempio catering, traduzione simultanea, personale hostess e security, realizzazione di grafiche ad hoc. Chi si occupa di seguire il cliente nelle fasi di organizzazione dell’evento?

La responsabilità del rapporto con la clientela è in capo all’operating manager; le questioni logistiche e organizzative sono seguite da un team di tre persone che lavorano con lui e si occupano di gestire i rapporti con eventuali fornitori, di presidiare gli allestimenti, di far sì che i servizi tecnologici richiesti dal cliente siano operativi... Quanti eventi si svolgono all’anno? Qual è la

tipologia più frequente?

Gli eventi che ospitiamo sono di diversa natura. Andiamo dalla press conference all’open day, dalla mostra fotografica al workshop, dalla tavola rotonda all’evento formativo, fino all’executive dinner. L’unico vincolo è costituito dalle ridotte dimensioni dello spazio, che però, allo stesso tempo, ci consentono di specializzarci in un preciso segmento di eventi, per una clientela esigente e in cerca di ambienti intimi e di riservatezza. Abbiamo circa duecento metri quadri organizzati in tre ambienti. La maggior parte degli eventi che abbiamo ospitato fino a oggi hanno impegnato la location per una o due giornate. Quali sono i motivi che spingono il cliente a scegliere Spazio Theca?

Sicuramente, uno dei criteri di scelta è la centralità. Siamo a Milano, in Piazza Castello, proprio di fronte al Castello Sforzesco, in pieno centro, a due passi dalla fermata della metropolitana di Piazza Cairoli. In secondo luogo l’impianto di illuminazione a led, ideato dall’architetto Carlotta de Bevilacqua, una delle » 171

Punto di forza della location milanese Spazio Theca è la possibilità di ‘colorare gli spazi’ attraverso un impianto di illuminazione ‘still light’ studiato da Carlotta de Bevilacqua, light designer di fama internazionale

e

e

[spazio theca]


TOP LOCATION

20

e

[spazio theca]

In che modo promuovete lo spazio?

Spesso organizziamo eventi per il target agenzie in cui presentiamo al meglio le caratteristiche di Theca. Ad esempio, abbiamo ideato una serata dedicata all’Argentina, in cui oltre al catering in linea con il tema della serata, abbiamo attivato un collegamento in videoconferenza in alta risoluzione con un attore, Ruggero Dondi, che interpretava il personaggio di Borges e interloquiva con i presenti, e ospitato un quartetto classico che ha arrangiato live le musiche di Astor Piazzolla. In sostanza, dimostriamo sempre ‘dal vivo’ al nostro interlocutore come potrebbe impiegare lo spazio per un evento. Oltre a ciò, siamo presenti su diversi portali internet dedicati alle location milanesi. Il passaparola, comunque, costituisce ancora, nel nostro settore, uno degli strumenti di comunicazione più validi.

[ SPAZIO THECA ]

[ SCHEDA TECNICA ] SPAZIO THECA Piazza Castello, 5 - 20121 Milano - Tel. e Fax 02 36565694 posta@spaziotheca.com; www.spaziotheca.com Contatti: Stefano Soliano, ssoliano@spaziotheca.com Olivia Campanile, ocampanile@spaziotheca.com Spazi e ricettività: Tre sale tot. 200 mq (due sale, un’area soppalcata, una sala regia, una cucina). Fino a 50 persone in modalità a platea e fino a 100 in modalità cocktail. Dotazioni tecnologiche: Connessione wireless, videoproiettore (Sony HD, 4.000 lumen Ansi), tre telecamere interne, regia luci wallwasher, microfonia, videowall HD con matrice di 3x3 monitor al plasma da 42". Servizi collaterali: Catering, traduzioni, allestimento, grafiche, hostess, sicurezza, regia evento, videoregistrazione evento. Ideale per: Congressi, press conference, vip conference, show case, gala dinner, open day.

172

Come impostate il rapporto con i fornitori? Può farci qualche nome di società alle quali vi appoggiate?

Il rapporto con i fornitori si basa fondamentalmente sulla conoscenza, la stima e la fiducia. Per il catering abbiamo stretto una partnership (non in esclusiva, ndr) con Piaceri d’Italia, un’azienda di Lecco che utilizza prodotti genuini della tradizione enogastronomica italiana. I Presìdi Slow Food, ad esempio, sono il suo cavallo di battaglia. Per le tecnologie, invece, il nostro fornitore di riferimento è Scm, l’azienda che ha curato in toto la realizzazione degli impianti tecnologici di Theca. L’illuminazione, infine, è realizzata in collaborazione con Danese e Artemide e coordinata dall’architetto de Bevilacqua. Cosa c’è nel futuro di Spazio Theca?

Presto presenteremo due format ai quali stiamo lavorando: due modalità di composizione di eventi che ciascuna agenzia potrà proporre ai propri clienti. Uno, denominato ‘Bento’, consiste in una reinterpretazione della classica cena natalizia, o anche della festa aziendale; l’altro ‘THEcasa del Viaggio’, è dedicato alla presentazione multimediale e multisensoriale di un Paese, una città, un territorio. Il target ideale sono gli enti del turismo, piuttosto che i consorzi di promozione di prodotti enogastronomici.

e

e

Un evento Novartis allo Spazio Theca di Milano. La location è nata nel gennaio 2009 ed è gestita dalla società Neiade

più famose light designer internazionali, governabile con un telecomando, che consente di creare atmosfere colorate in linea, di volta in volta, con il colore del brand del cliente. Grazie a questa caratteristica, spesso i clienti che visitano la location si chiedono se sia stata pensata appositamente per loro! Infine, l’agenzia che si rivolge a Theca trova in noi non solo un fornitore di spazio, ma anche e soprattutto un partner con cui affinare il progetto / evento per il cliente: non forniamo solo il contenitore, ma, quando serve, anche la consulenza per come utilizzarlo al meglio in modo originale e creativo.


20

e

EVENT MANAGER [silvia garbarino]

DI

CHIARA POZZOLI

Codice moderno INTERPRETARE LE TENDENZE PIÙ ATTUALI E LE ESIGENZE DELLE GIOVANI GENERAZIONI ATTRAVERSO IL LANCIO DI NUOVI PRODOTTI E LA RIVISITAZIONE DELLE REFERENZE STORICHE. OBIETTIVI CHE PAGLIERI HA AFFIDATO AL MEZZO EVENTO, ATTRAVERSO L’IDEAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INIZIATIVE E ROADSHOW DAL LINGUAGGIO INNOVATIVO E FORTEMENTE RELAZIONALE. L’ATL, INVECE, È IL CLASSICO CHE NON TRAMONTA.

e

SILVIA GARBARINO,

DIRETTORE MARKETING E COMUNICAZIONE PAGLIERI

È uno dei simboli dell’imprenditorialità italiana nel mondo. Dopo oltre 130 anni di storia, Paglieri ha mantenuto una gestione familiare, che vede oggi Debora Paglieri al vertice dell’organigramma. La tradizionale immagine dei prodotti è stata ed è tuttora al centro di una profonda operazione di rinnovamento che coinvolge la veste grafica e il posizionamento del brand nei mercati di riferimento. L’obiettivo è quello di trasformare il marchio in un vero e proprio ‘lovemark’ per un pubblico giovane e attento alle tendenze, senza dimenticare i valori fondanti, ovvero qualità, artigianalità e tradizione. Dal benessere ai nuovi comparti del bucato e della profumazione d’ambiente, Felce Azzurra rappresenta il brand storico di Paglieri, che, al pari di Cléo e Labrosan, è oggetto di una comunicazione che viaggia sia sul fronte classico (con spot in tv) sia verso il btl, per una maggiore empatia con il target. Il compito di ‘parlare’ con il consumatore, specie quello più giovane, attivo e dinamico, è affidato proprio agli eventi. Silvia Garbarino, direttore marketing e comunicazione, ci spiega come Paglieri abbia ‘accolto’ questo mezzo di comunicazione. Come è cambiato negli ultimi anni l’approccio alla comunicazione?

Paglieri è sempre stata grande utilizzatrice del mezzo televisivo generalista; tale scelta dipende dalla tipologia di mercati e marche presenti in portafoglio e dal canale distributivo che richiede una forte

174

pressione in termini di numero di contatti e frequenza. Alla tv, ancora oggi principale media utilizzato, nel corso degli anni abbiamo affiancato strumenti alternativi adatti a cogliere esigenze mirate su singoli prodotti / progetti e che permettono, a fronte di un limitato investimento, una più profonda attività di sperimentazione. Come è suddiviso sui diversi mezzi il budget di comunicazione Paglieri?

Il budget di comunicazione è quasi interamente speso in attività pubblicitarie a supporto dell’aumento della notorietà del prodotto e, quindi, dello stimolo all’acquisto. La percentuale supera anche l’80% rispetto a un totale di diversi milioni di euro. Il valore degli investimenti in comunicazione cresce di anno in anno, così come le voci destinate a nuovi media. A livello di comunicazione, quali sono le strategie da mettere in atto per mantenere la competitività in tempi di crisi?

Anche quest’anno, nonostante la grave crisi dei consumi, Paglieri ha incrementato il livello di investimenti a supporto dei propri marchi. Riteniamo fondamentale non far mancare ai prodotti quella visibilità e quella familiarità con il consumatore che solo la comunicazione garantisce. Grande attenzione è spesa nella selezione dei media e degli strumenti più innovativi e nella


EVENT MANAGER

20

e

[silvia garbarino]

e

Da novembre 2008 alla primavera di quest’anno, il roadshow ‘Di Che Felce Sei’ ha toccato 16 città con una guerrilla centrata sulle referenze della linea Felce Azzurra Paglieri (agenzia: EventiSamarcanda)

programmazione. Tale attenzione permette di ritagliarsi piccoli budget da destinare all’esplorazione di nuove forme di comunicazione. Quali sono le tipologie di eventi più frequenti per il vostro marchio e qual è il target di riferimento?

Da sempre utilizziamo l’evento, e in particolare la convention, come strumento di comunicazione interna a supporto del lancio di nuovi prodotti. Il target è, naturalmente, la forza vendita. In Paglieri vi sono figure professionali dedicate alla gestione degli eventi, che affiancano i responsabili di prodotto nella selezione del tema, degli strumenti e degli eventuali partner. Nel corso del 2009 abbiamo per la prima volta utilizzato il roadshow, con grande soddisfazione

in termini di visibilità e di raggiungimento degli obiettivi qualitativi. Abbiamo voluto trasferire un’immagine di marca più dinamica, ironica, non autoreferenziale, rivolgendoci alle nuove generazioni. Infine, abbiamo appena inaugurato la mostra ‘Paglieri storia di essenze’ che ripercorre la storia familiare, imprenditoriale e di comunicazione che ha traghettato la nostra azienda dal XIX secolo al terzo millennio. Lo scopo è quello di diffondere la conoscenza della nostra storia anche a coloro che per ragioni anagrafiche sono meno legati ai nostri prodotti. Può parlarci del roadshow Paglieri ‘Di Che Felce Sei’ dedicato ai prodotti Felce Azzurra?

Il roadshow Felce Azzurra, linea storica di Paglieri, è l’evento che ha maggiormente caratterizzato la nostra strategia comunicativa del 2009. L’obiettivo era promuovere il prodotto, rafforzare l’identità di marca e trasmettere alle nuove generazioni un’immagine innovativa del brand. Tutto è iniziato con due weekend-pilota nel novembre 2008 a » 175

[ CHI È ] Nata ad Acquiterme (Al) è laureata in Economia e Commercio presso l’Università degli Studi di Genova. Inizia la sua carriera in ACNielsen Italia nella posizione di account executive presso la direzione commerciale. Dal 1999 in Paglieri Profumi, diviene dapprima product manager, poi brand manager delle linee Felce Azzurra e Il Bianco di Felce Azzurra. Dal 2004 ricopre il ruolo di direttore marketing e comunicazione per tutte le linee di prodotto e per tutti i brand aziendali: Felce Azzurra, Felce Azzurra Natura, Felce Azzurra Il Bianco, Felce Azzurra Aria di Casa, Cléo e Labrosan.


EVENT MANAGER

20

e

[silvia garbarino]

abbiamo realizzato, sempre in partnership con EventiSamarcanda, ‘Baci sotto la neve’, un evento che dal 20 dicembre a metà aprile ha coinvolto cinque prestigiosi complessi alberghieri italiani: il Villaggio Olimpico Sestriere a Torino, l’Hotel Greif di Corvara in provincia di Bolzano, l’Hotel Planibel di La Thuile, l’Hotel Pizzalto di Roccaraso in provincia de L’Aquila e l’Hotel Principe Marmolada di Malga Ciapela, alle porte di Belluno. Lo staff di promoanimatori aveva il compito di ricreare il momento unico e speciale del bacio sotto il vischio, in seguito al quale ogni coppia riceveva un omaggio Labrosan. Anche in questo caso siamo riusciti a raggiungere e coinvolgere il target che volevamo, dando al nostro prodotto quell’immagine fresca che lo stesso packaging rappresenta. e

I promo-animatori durante l’evento ‘Baci sotto la neve’ invitavano le giovani coppie a baciarsi sotto il vischio dopo aver provato le novità della linea Labrosan (dicembre 2008 aprile 2009)

Milano e Napoli, per poi procedere con il roadshow vero e proprio. Il titolo dell’evento, un’iniziativa di guerrilla che ha girato in un mese e mezzo tutto lo Stivale, è ‘Di Che Felce Sei?’, in quanto l’idea creativa, realizzata in collaborazione con EventiSamarcanda, consisteva nel sottoporre alle persone coinvolte un buffo test per cercare di individuare a quale fragranza Felce Azzurra corrispondesse il profilo di ciascuno. Il roadshow è partito da Bergamo il 2 aprile e ha toccato Milano, Torino, Genova, Firenze, Perugia, Roma, Napoli, Reggio Calabria, Catania, Bari, Taranto, Ancona, Rimini, Bologna e Verona, terminando a metà maggio. In ogni città abbiamo replicato il format che tanto successo aveva avuto nei weekend-pilota: quattro promo-animatori a spasso per le vie delle città vestiti con quattro accappatoi colorati, corrispondenti alle quattro fragranze Felce Azzurra, e buffe ciabattone ai piedi. I ragazzi dovevano coinvolgere quante più persone possibili, sottoponendo loro le domande del test, promuovendo il prodotto, regalando sticker, sample, bolle di sapone aromatizzate Felce Azzurra e intervistando i passanti. Le persone coinvolte potevano, giorno dopo giorno, rivedersi sul sito dichefelcesei.it. In questo modo abbiamo creato intorno al brand e all’intero evento una web community vitale e in perpetuo divenire. Anche ‘Baci sotto la neve’ è stato un roadshow. Ce ne può parlare?

Per la promozione della linea-labbra Labrosan

176

Può farci un esempio di evento btob per la forza vendita?

L’evento del settembre scorso dedicato alla linea di ammorbidenti Felce Azzurra Mon Amour è stato realizzato in collaborazione con EventiSamarcanda per coinvolgere e stupire la forza vendita attraverso un’esperienza sensoriale. Dopo un’accoglienza nella splendida Rocca Civalieri di Alessandria, gli ospiti hanno assistito a una performance fatta di luci, suoni e colori animata da quattro ballerini. La musica, i suoni e i movimenti dei ballerini hanno creato un’atmosfera onirica che ha predisposto emotivamente gli ospiti all’evento. A seguire, abbiamo effettuato la presentazione del prodotto, e poi via libera all’incontro: una sala showroom per mostrare il nuovo packaging delle tre profumazioni, ovvero Verde Equilibrio, Blu Freschezza e Rosso Passione. Ancora una volta siamo riusciti a realizzare con successo ciò che volevamo: un evento che affiancasse i canoni tradizionali a nuovi spunti, con lo scopo di produrre emozioni, ricordi e suggestioni evocati fin dal nome, Mon Amour. Quali messaggi vuole comunicare Paglieri attraverso gli eventi?

Con gli eventi diretti alla forza vendita intendiamo sviluppare nel target un legame quasi empatico con il prodotto, coinvolgendo direttamente la sfera emotiva. Nel caso di eventi diretti ai consumatori finali, invece, puntiamo a rafforzare, diffondere e promuovere l’identità dei prodotti e della marca,


EVENT MANAGER

20

e

[silvia garbarino]

Con quali agenzie collaborate per i vostri eventi?

Da oltre un anno il nostro unico interlocutore è l’agenzia milanese EventiSamarcanda, che ha saputo conquistare la nostra fiducia fornendoci idee innovative e raggiungendo, evento dopo evento, gli obiettivi comunicativi prefissati. Parliamo di media non convenzionali. Come si integrano nei piani di comunicazione del marchio?

Quest’anno Paglieri ha fortemente sfruttato le potenzialità del guerrilla marketing con il roadshow ‘Di che Felce Sei?’. È stato un modo nuovo e divertente di entrare in contatto con i consumatori reali e potenziali, coinvolgendoli in modo diretto e dando alle nuove generazioni un’immagine più fresca della nostra linea storica. Il sito www.paglieri.it, invece, è utilizzato essenzialmente per una comunicazione di tipo istituzionale più che di

Lo staff di promoanimatori dell’agenzia EventiSamarcanda vestiti con i quattro accappatoi colorati rappresentanti le quattro fragranze della linea Felce Azzurra

e

prodotto. Cosa le piace di più del suo lavoro?

In qualità di direttore marketing e comunicazione in una realtà dall’organizzazione molto snella come Paglieri ho la fortuna di affrontare sia dal punto di vista strategico che operativo tutte le fasi di sviluppo dei nuovi prodotti e di supporto degli stessi in termini di comunicazione. Paradossalmente, direi che la cosa che amo di più è la complessità della realtà che sono chiamata a gestire e la visione complessiva nello sviluppo del business che ne deriva. Cosa c’è nel futuro degli eventi per il vostro marchio?

La spettacolarizzazione dei lanci di prodotto rimarrà una costante negli eventi dei prossimi anni. Attraverso gli eventi continueremo nella sperimentazione di quelle forme di comunicazione che hanno un maggior valore di tipo qualitativo e che raggiungono elevati obiettivi nella costruzione dell’immagine di marca.

e

cercando di connotare le linee con una freschezza e un’originalità che possano coinvolgere le nuove generazioni.

177


20

e

EVENT MANAGER [mario de nisi]

DI

MARIO GARAFFA

(In)formare e sponsorizzare GRAZIE A ‘CAMPUS ORIENTA SALONE DELLO STUDENTE’, EVENTO ITINERANTE CHE COINVOLGE OLTRE 200.000 GIOVANI, CLASS EDITORI OTTIENE UN ECCELLENTE RISULTATO AL BEA 2009, VINCENDO IL PRIMO PREMIO NELLA TIPOLOGIA FIERA E IL PREMIO SPECIALE DELL’EDITORE PER L’INNOVAZIONE NELLA TRADIZIONE. NEL COLLOQUIO CON MARIO DE NISI SCOPRIAMO LE RAGIONI DI QUESTO SUCCESSO.

RESPONSABILE EVENTI E SALONI CAMPUS E RESPONSABILE MARKETING E GESTIONE EDITORIALE MAGAZINE CAMPUS

Nell’area ‘Formazione’ del Salone sono presenti gli stand di circa 50 atenei italiani, diversi istituti privati di formazione, il Ministero della Gioventù e gli assessorati all’istruzione di svariati enti locali

e

e

MARIO DE NISI,

Da vent’anni punto di riferimento per l’orientamento universitario, il Salone dello Studente, evento promosso da Class Editori e dal suo magazine Campus, ha rinnovato profondamente la sua formula. Iniziato lo scorso anno, il processo di innovazione ha puntato su un maggiore coinvolgimento delle aziende. Moltiplicazione delle occasioni di contatto tra pubblico e marchi, esperienze dirette di brand e operazioni mirate di marketing sono gli elementi chiave del ‘nuovo’ sistema Campus, di cui i Saloni sono lo strumento principale. Senza chiaramente trascurare la tradizione e l’autorevolezza che, nel corso degli anni, lo hanno reso un appuntamento imperdibile per l’orientamento formativo e professionale post diploma e post laurea dei giovani italiani. Mario De Nisi, responsabile eventi e saloni Campus e responsabile marketing e gestione editoriale del magazine Campus, spiega alla rivista e20 che la grande forza di ‘Campus Orienta Salone dello Studente’ è riuscire a coniugare in sé due

178

importanti tipologie di eventi. Da una parte, infatti, si configura come un grande evento fieristico istituzionale capace di coinvolgere una cinquantina di atenei italiani, istituti privati di formazione, il Ministero della Gioventù e gli assessorati all’istruzione di svariati enti locali; dall’altra, coinvolgendo le aziende, si presenta come una iniziativa al cui interno avvengono una moltitudine di microeventi emozionali che, all’insegna del guerrilla, del viral e dello street marketing, puntano a coinvolgere il pubblico in test di prodotto ed esperienze di brand, che garantiscono un efficace e mirato ritorno alle società che investono nel Salone. Ed è proprio questa duplice anima dell’evento, allo stesso tempo fieristica ma anche unconventional, che ha permesso a Class Editori di ottenere un eccellente risultato al Bea Italia 2009, vincendo il primo premio nella tipologia Fiera e il premio speciale dell’Editore ‘Innovazione nella Tradizione’.


EVENT MANAGER

20

Qual è il ruolo del ‘canale eventi’ nella strategia di comunicazione di Class Editori?

La nostra strategia è quella di raggiungere l’audience attraverso tutti i canali di comunicazione possibili, anche in luoghi e momenti non tradizionali, muovendoci a 360 gradi. In quest’ottica, tenendo conto anche della rivoluzione digitale e dei processi di trasformazione dell’editoria, il canale eventi è strategico, uno dei principali driver di crescita. Anche perché si tratta di un mezzo capace di riassumere in sé i principali strumenti di comunicazione. Una sorta di personificazione dell’approccio integrato. Quali sono le strategie da mettere in atto per mantenere alta la competitività di un evento in tempi di crisi?

Puntare su un’alta qualità creativa e su una ‘perfetta’ esecuzione. Complessivamente, tenendo conto che l’anima di un evento è divisibile in tre macro aree creativa, di produzione e commerciale -, credo che i ruoli più importanti siano svolti dalle prime due aree. Anche perché nel settore degli eventi, a differenza di altri campi, è più difficile fidelizzare il cliente. Parliamo del ‘Salone dello Studente’. Quali sono le

principali caratteristiche del target cui vi rivolgete?

Nato 20 anni fa insieme al magazine Campus, l’evento è cresciuto negli anni assumendo un carattere itinerante. L’edizione 2009-2010, oltre alle tappe di Roma e Bari (già realizzate, ndr), toccherà Milano (dal 10 al 13 marzo 2010, ndr), Firenze, Reggio Calabria, Monza e Pescara, coinvolgendo un totale di oltre 200.000 studenti. Il Salone si rivolge ai giovani tra i 17 e i 19 anni, target che, affacciandosi alla vita adulta, deve affrontare scelte importanti, di lavoro, di studio e di consumo. E l’appetibilità di questo pubblico è proprio l’aspetto chiave su cui facciamo leva con i nostri sponsor. Intercettare un ragazzo in questi anni significa coglierlo alla fonte e, se si è bravi, lo si può fidelizzare. Dall’edizione dello scorso anno, il Salone è al centro di un processo di forte innovazione. Quali sono gli elementi chiave di questo rinnovamento?

Da quando sono arrivato (giugno 2008, ndr) abbiamo lavorato sulla creatività, per trasformare il Salone in un qualcosa di più attraente e fruibile per il pubblico giovanile, senza perdere nulla in termini di autorevolezza. In particolare, abbiamo puntato molto sulle attività di marketing delle aziende e sui » 179

La prima tappa del Salone dello Studente, edizione 2009-2010, svoltasi a Roma dal 7 al 9 ottobre presso il PalaLottomatica. All’evento hanno partecipato circa 68.000 giovani

e

e

[mario de nisi]


EVENT MANAGER

20

e

[mario de nisi]

e

‘Non dimenticare maglia, spazzolino e costume’ è il nome di una delle attività realizzate da Msc Crociere nel corso del Salone dello Studente. Si tratta di un concorso a estrazione che premia i più fortunati con una crociera che prevede l’imbarco immediato

immediato, sottolineando la freschezza e il dinamismo del marchio Msc Crociere. In aggiunta, una troupe segue tutte le fasi della crociera per realizzare un web reality diffuso su internet con metodologie viral. Chi sono i vostri principali partner commerciali?

Nato a Roma nel 1975, Mario De Nisi, 34enne, lavora in Class Editori dal giugno 2008 in qualità di responsabile eventi e saloni Campus e di responsabile marketing e gestione editoriale del magazine Campus. Del suo lavoro adora, soprattutto, la multisettorialità che gli permette di spaziare tra l’area creativa, produttiva e commerciale, ragionando a 360 gradi. Precedentemente, dall’aprile 2005 al giugno 2008, ha lavorato in K-events (gruppo Filmmaster) dove, con il ruolo di project manager, era responsabile della produzione esecutiva, e del coordinamento con il comparto creativo e il rapporto con il cliente. Inoltre, a completare la sua formazione poliedrica, è stato fotoreporter per diverse agenzie di stampa dal 1997 al 1999, e redattore presso il mensile Area dal 1996 al 1999.

Quali sono i principali livelli di contatto tra pubblico e aziende sponsor?

I livelli di contatto sono almeno tre. Il primo è quello della ‘visibilità’, riconducibile alla presenza concreta delle imprese con i loro marchi e loghi. Il secondo è quello della ‘prova del prodotto’ e prevede allestimento di stand e organizzazione di iniziative. A riguardo, per esempio, con Seat abbiamo organizzato, all’interno della location dell’evento, un test drive con piloti professionisti. Il terzo livello, quello dell’‘interazione con il brand’, significa far vivere al giovane un’esperienza diretta di brand. Per ottenere questo risultato occorre accompagnare il ragazzo in un microevento coinvolgente ed emozionale che permetta di sperimentare filosofia e valori del marchio. Un esempio? Le attività organizzate con Msc Crociere. La prima ‘Missione soli a casa’, è un’iniziativa di guerrilla effettuata nelle scuole per dire ai ragazzi: “Vuoi stare solo a casa e fare quello che ti pare? Manda i tuoi genitori in crociera, e avrai un ulteriore vantaggio, quando loro tornano parti tu, gratis”. La seconda attività, ‘Non dimenticare maglia, spazzolino e costume’, è un concorso a estrazione che, svolgendosi nel corso dell’evento, premia i più fortunati con una crociera che prevede l’imbarco

180

Cosa prevede la comunicazione a supporto dell’evento?

Una serie di iniziative innovative e non convenzionali, che parlano la stessa lingua del pubblico cui ci rivolgiamo, come per esempio, tre web spot viral online su vari siti, tra cui Campus.it e YouTube, e una serie di attività di street e guerrilla marketing che realizziamo, davanti alle scuole, nel periodo immediatamente precedente l’evento, con lo scopo di portare pubblico e incrementare la visibilità di evento e sponsor. In aggiunta, c’è anche la campagna di comunicazione ‘tradizionale’, che prevede uscite sulle principali testate, comprese quelle di Class Editori, e passaggi sul circuito televisivo Telesia fruibile nelle metropolitane di Roma e Milano e in diversi aeroporti, e sui media partner dell’ultima edizione romana della manifestazione, Mtv e Radio 105. Cosa si intende con la formula ‘Sistema Campus’?

Che il Salone dello Studente è un elemento di un sistema più ampio, il Sistema Campus appunto. Investendo su di noi, le aziende usufruiscono di un sistema integrato multicanale che può prevedere passaggi sulle pagine del magazine, attività di guerrilla nelle università in contemporanea con distribuzione del giornale, iniziative web sul sito Campus.it, e visibilità all’interno del Salone.

e

[ CHI È ]

momenti di incontro tra audience e brand, trasformando così la ‘fiera’ in un ‘evento’. Attualmente il Salone è organizzato in due aree principali, una di ‘Formazione’, più istituzionale, e una ‘Village’, più commerciale, con spettacoli, operazioni di marketing e sponsorizzazioni.

Tra i principali, fino ad oggi, abbiamo Msc Crociere, PlayStation, Perfetti Van Melle, Seat Volkswagen, Cts, Festival del Film di Roma, Progetto Erasmus, e i media partner Radio 105 e Mtv. Chiaramente il nostro obiettivo è incrementare le affluenze di pubblico e, con esse, gli espositori e le sponsorizzazioni.


I PROFESSIONISTI [identity design]

e

20

DI

FRANCESCA FIORENTINO

Tra materia ed energia NATA QUEST’ANNO, IDENTITY DESIGN ABBRACCIA TUTTE LE LEVE DEL MARKETING MIX, CON UN APPROCCIO SARTORIALE E UNA FILOSOFIA OPERATIVA CHE VEDE NELLA COMUNICAZIONE UN’OSMOSI TRA IL MESSAGGIO DA COMUNICARE, IL ‘COSA’, E LA CAPACITÀ ORGANIZZATIVA DI CHI GESTISCE I PROGETTI, IL ‘COME’. NATURALMENTE SENZA PERDERE DI VISTA IL ‘CHI’, OVVERO IL CLIENTE.

e

LUCIA TRINCA, DIRETTORE GENERALE E RESPONSABILE EVENTI IDENTITY DESIGN

Dalla collaborazione di un gruppo di professionisti operanti nei settori marketing, eventi, design e architettura, nasce Identity Design. È giovane e vanta un background significativo nella comunicazione d’impresa. Chiara la sua mission: dare supporto al desiderio di affermazione e successo delle aziende attraverso strategie mirate e innovative. “Il nostro obiettivo - spiega Lucia Trinca, direttore generale e responsabile eventi - è costruire nuovi scenari e nuovi linguaggi in grado di trasmettere in modo coerente ed efficace i messaggi delle aziende clienti. Il nostro plus è la capacità consulenziale, frutto di esperienze vissute sul campo, che ci porta a mettere al primo posto le idee piuttosto dei budget”. L’eclettico team di Identity Design applica con lungimiranza le più moderne strategie di marketing e comunicazione: dagli eventi ai progetti integrati, dal web alle soluzioni per interior design. Le attività della società toccano tutte le leve del marketing mix, con particolare attenzione allo studio della brand image. “Riteniamo che avere al nostro interno professionisti esperti di design sia un valore aggiunto - continua Lucia Trinca -, che ci permette di garantire soluzioni a tuttotondo, dal punto di vista creativo e produttivo”. La filosofia di Identity Design ha portato alla definizione del concetto di ‘Personal Style’ che ne caratterizza il modus operandi, finalizzato alla creazione di progetti curati nei dettagli, con la stessa professionalità di un sarto di alta moda che confeziona abiti su misura. “Personal Style - precisa Lucia Trinca - significa

182

realizzare una comunicazione efficace, che non smarrisca il proprio legame con la realtà. Significa mettere in atto un’analisi dettagliata, particolareggiata, cucita su misura rispetto alle necessità specifiche dei clienti. Ciò implica un lavoro ‘sartoriale’, in grado di delineare chiaramente la personalità stessa delle aziende”. E per quanto riguarda gli eventi? “Il settore racconta Lucia Trinca - è in costante crescita ed è diventato un efficace strumento di marketing, idoneo al perseguimento di risultati economici e sociali. Anche i servizi, quindi, si sono adeguati alle necessità del segmento, sviluppando soluzioni che vedono nell’integrazione il proprio punto di forza. Ogni evento è interpretabile come uno scambio di materia ed energia sotto forma di informazione; la corretta organizzazione, invece, contribuisce al successo del progetto che diventa esso stesso un momento comunicativo”. Identity Design è quindi in grado di ideare e gestire gli eventi dalla A alla Z. “L’esperienza dei nostri professionisti - spiega Lucia Trinca - non riguarda esclusivamente i grandi eventi. Abbiamo maturato una vasta esperienza nell’organizzazione di ogni tipologia di evento: da quelli aziendali agli eventi sportivi o a scopo benefico. Per ogni iniziativa siamo in grado di mettere in campo competenze che vanno dal marketing alla comunicazione, dalle relazioni pubbliche all’ideazione grafica, fino allo sponsor seeking. Tra i nostri plus, inoltre, un vasto database aziendale, utile quando si desidera realizzare eventi di


I PROFESSIONISTI

20

ottenimento del patrocinio del Comune e della Provincia, dalla comunicazione media alla ricerca e definizione di aziende sponsor, fino all’organizzazione vera e propria, conferenza stampa e cena di gala comprese”.

e

prestigio o dedicati a un target ristretto, e l’approfondita conoscenza del mercato italiano ed estero, frutto del continuo aggiornamento professionale dell’equipe eventi”. Tra le case history più recenti, Lucia Trinca sceglie di parlare di un evento sportivo, il 1° Golf & Motori Vip Franciacorta, realizzato in settembre per un’associazione benefica: “Obiettivo dell’evento, rivolto a tutti gli amanti del Golf e del Kart, era quello di unire, in nome dello sport, divertimento e solidarietà. Tenendo conto dell’atmosfera sportiva dell’evento abbiamo puntato su un allestimento sobrio ma di un certo impatto visivo, sia per quanto riguarda la cena di gala sia per la sede di gara”. La creatività e la produzione è stata interamente firmata da Identity Design: dalla definizione degli accordi con i centri sportivi alla richiesta e

Alcuni progetti di Identity Design. In alto a sinistra: layout di un evento realizzato a Ginevra. Nelle altre immagini: 1° Golf & Motori Vip Franciacorta

e

e

[identity design]

[ CHI È ] IDENTITY DESIGN S.r.l. Piazza Luigi di Savoia, 22 - Milano Tel. 02 78621840 Fax 02 78621840 Management: Fabio Ferrari, amministratore unico; Lucia Trinca, responsabile eventi-marketing; Paola Trapani, coordinatore immagine; Gian Luca Bazzan, responsabile design; Filippo Sesti, exhibithion designer; Marisa Gorza, addetta comunicazione e stampa;Andrea Ferrari, responsabile sviluppo area clienti. Numeri: 10 collaboratori. Servizi: Comunicazione e rp, pianificazione pubblicitaria, gestione immagine, product placement, media relation, ufficio stampa, strategie target, merchandising, packaging, co-branding, promozioni, progettazione e realizzazione siti web, web marketing, organizzazione eventi, gestione sponsorizzazioni, progetti di architettura e design.

183


I PARTNER [lifeinaclick]

e

20

DI

PIETRO PALMA

Scatti fiammanti NATA NEL 2004 COME AGENZIA DI MARKETING EMOZIONALE SPECIALIZZATA IN FOTOGRAFIA DIGITALE, LIFEINACLICK È OGGI UNA REALTÀ IN GRADO DI ELABORARE CAMPAGNE INTEGRATE SPAZIANDO DAGLI EVENTI ALL’ONLINE. CON UNA FORTE ATTENZIONE ALLA MISURABILITÀ DEI RISULTATI. E CON UN RESPIRO INTERNAZIONALE. COME DIMOSTRANO LE ATTIVITÀ PER LE OLIMPIADI DI VANCOUVER 2010.

FONDATORE E PRESIDENTE LIFEINACLICK

Grazie alla tecnologia Lifeinaclick, le persone coinvolte negli eventi possono farsi fotografare davanti a un backdrop brandizzato e scaricare gratuitamente le proprie immagini dal web

e

e

ANDREA MAGELLI,

Quella di Lifeinaclick è la storia di un’agenzia che da piccola si fa grande. Con il sudore e la testardaggine di chi sa adattarsi alle esigenze del mercato, rinnovandosi ogni giorno. Nata nel 2004 per iniziativa di un team di quattro ragazzi di 24 anni, Lifeinaclick si posiziona sul mercato come un’agenzia di marketing emozionale, con l’obiettivo di prolungare nel tempo le emozioni generate da un evento, e di associarle a un messaggio promozionale. “Ricordo - racconta Andrea Magelli, fondatore e presidente Lifeinaclick - come fu importante, all’inizio, presentarci sul mercato non come una agenzia a 360 gradi, ma come una realtà dinamica con competenze molto specifiche in un settore, quello del marketing emozionale legato alla fotografia digitale”. Nel giro di poco tempo l’agenzia riesce a ottenere commesse da grandi aziende, avviando così un importante percorso di crescita e specializzazione nei servizi di fotografia sponsorizzata. Ma non solo. Oggi, è in grado di realizzare campagne integrate di comunicazione spaziando dall’online agli eventi e studiando soluzioni innovative di immagine per i propri clienti. Il tutto con una continua attenzione al budget e alla misurabilità dei risultati. Nella strategia Lifeinaclick, digital

184

imaging ed emotional marketing si fondono in un servizio creato su misura per ogni occasione, mettendo a disposizione delle aziende un nuovo media comunicativo in grado di sfruttare la potenza promozionale ed emozionale della fotografia digitale brandizzata. Grazie a questa specializzazione, l’agenzia vanta tra i suoi clienti brand di livello internazionale come CocaCola, Danone e Campari, e la partecipazione a grandi eventi sportivi e musicali come alcune tappe del mondiale MotoGP e i tour di Vasco Rossi. “Il nostro debutto - racconta Magelli - avvenne proprio durante un concerto di Vasco Rossi a Reggio Emilia con oltre 200.000 spettatori (era il 2004, ndr), durante il quale il nostro team fotografò 40.000 persone e regalò 26.000 foto ai fan stessi”. Attenta alle trasformazioni indotte dalla rivoluzione digitale, l’agenzia ha integrato i propri servizi con tutto ciò che riguarda il web 2.0 e i social network. Anche perché, precisa Magelli, “questo nuovo mood porta le aziende a dover uscire dal proprio website


I PARTNER

20

3.606 e 26.655 le page view durante tutto l’evento. La seconda attività, le City Celebration, consiste in una serie di eventi che, iniziati il 30 ottobre andranno avanti fino al 12 febbraio 2010, con lo scopo di festeggiare l’arrivo della fiaccola nelle varie città canadesi. Responsabile della copertura fotografica dell’evento, Lifeinaclick, anche in questa occasione, offre alle persone coinvolte la possibilità di scaricare gratuitamente i propri scatti da internet, con una cornice brandizzata Coca-Cola. In conclusione, spiega Magelli, “Lifeinaclick, in accordo con Coca-Cola, cura la creatività e la grafica di tutto il servizio. Dai flyer brandizzati che riportano il codice univoco associato a una determinata fotografia, fino alle cornici grafiche che vengono aggiunte agli scatti in fase di download, passando dall’integrazione fra la parte web di gallery fotografica e il sito icoke.ca”.

Già protagonista del tour della Fiamma Olimpica di Torino 2006, Lifeinaclick partecipa alle iniziative legate alle Olimpiadi invernali di Vancouver 2010 in qualità di partner fotografico

e

per espandersi e presenziare in modo virale tutto il web. Il nostro valore aggiunto è che siamo motivati e testardi, viaggiamo, ascoltiamo e cambiamo ogni giorno, perché il mercato richiede la capacità di adeguarsi e cambiare”. È anche grazie a queste caratteristiche che Lifeinaclick è stata chiamata a partecipare alle iniziative legate al viaggio della Fiamma Olimpica e alle Olimpiadi invernali di Vancouver 2010, di cui Coca-Cola è main sponsor. “L’attività di Lifeinaclick per Coca-Cola - spiega Magelli - si inserisce all’interno di un contratto che prevede l’applicazione del nostro servizio di fotografia sponsorizzata a due eventi: il Torch Exhibition Tour e le City Celebrations, entrambi in territorio canadese”. Il primo, organizzato principalmente per presentare la torcia olimpica alle comunità canadesi, si è svolto da febbraio a maggio 2009. Grazie alla tecnologia Lifeinaclick, le persone intervenute hanno avuto la possibilità di essere fotografate davanti a un backdrop brandizzato Coca-Cola e scaricare gratuitamente le proprie immagini dal web. In totale, la fotografia sponsorizzata Lifeinaclick ha dato l’opportunità a Coca-Cola di raccogliere 8.821 immagini, immortalando le emozioni di 7.167 canadesi. Le foto brandizzate scaricate sono state

e

e

[lifeinaclick]

[ CHI È ] LIFEINACLICK LIAC Srl Via Saragozza 1 - 40123 Bologna - Tel. 051 348999 - www.lifeinaclick.com Management: Lorenzo Cavina, Andrea Magelli, Gianluca Mazzini. Servizi: Marketing emozionale, digital imaging consulting, creatività e comunicazione. Numeri: 20 collaboratori e dipendenti.

185


I PARTNER [modo promotion]

e

20

DI

ATAISIO GUGLIELMOTTI

Comunicare con trasporto STRUMENTI NUOVI, DINAMICI ED EFFICACI PER FAR CORRERE LE IDEE DELLE AZIENDE CLIENTI E CATTURARE L’ATTENZIONE DEL CONSUMATORE SULLE STRADE, NELLE PIAZZE DELLE CITTÀ, OVUNQUE SI TROVI. PARLIAMO DELL’OFFERTA FIRMATA MODO PROMOTION: SPETTACOLARI TRUCK PER INIZIATIVE ITINERANTI, TOUR PROMOZIONALI ED EMOZIONANTI CAMPAGNE DI COMUNICAZIONE ON THE ROAD.

Il nuovo Big Truck di Modo Promotion, allestito per l’evento itinerante Barbie Pink Tour, ha accolto a bordo bambine di tutta Italia per introdurle nel mondo fashion della mitica bambola

e

e

FRANCESCO FRANZÈ E MARCO SORBO, TITOLARI MODO PROMOTION

Nata a Torino nel 2002, Modo Promotion è frutto della consolidata esperienza dei suoi fondatori, Francesco Franzè e Marco Sorbo, rispettivamente nel mondo degli eventi promozionali e in quello degli allestimenti pubblicitari. “L’idea - racconta Franzè - è sempre stata quella di poter garantire un servizio di qualità e chiavi in mano per l’organizzazione di tour promozionali e roadshow con il supporto di mezzi speciali versatili e personalizzabili, ma anche strutture e allestimenti complementari”. L’azienda è in grado di fornire un servizio completo dalla progettazione dell’evento o del tour alla realizzazione dei mezzi di supporto e degli allestimenti, dalla ricerca delle location e studio della roadmap alla gestione logistica e dei permessi di occupazione suolo pubblico, dalla fornitura di ogni attrezzatura complementare audio, video e allestimenti ad hoc, fino al supporto di personale e staff specializzato nel mondo degli eventi (tecnici, hostess, animatori). Modo Promotion vanta uno staff

186

interno di 10 persone tra direzione, ufficio commerciale, gestione mezzi, assistenza tecnica, ingegneri, ecc. "Per ogni evento - spiega Sorbo utilizziamo, secondo le necessità, il nostro team di collaboratori (hostess, staff tecnico, tour leader, ecc.) che conta fino a 100 persone. La nostra offerta è rivolta ad agenzie e aziende che vogliono fare viaggiare un’idea con il mezzo giusto, portando brand, messaggio e prodotto a contatto diretto con il target dove esso si trova, in maniera originale e impattante”. Il mondo della comunicazione e degli eventi rappresenta da sempre il core business dell’azienda, capace di offrire soluzioni ad hoc per qualsiasi tipologia di evento e di target, in Italia e all’estero. “Siamo una realtà in grado di massimizzare l’investimento dei clienti e, con un unico budget, mettiamo in piedi un evento in più piazze, di più giorni, verso più target - spiega Franzè -. Si ottimizza


I PARTNER

20

Modo Promotion ha riscosso grande successo al Giro d’Italia con il Big Truck personalizzato per Radio 105. Il mezzo è stato un punto d’attrazione nel villaggio allestito a ogni tappa del Giro

e

Oggi, la flotta di mezzi speciali è composta da cinque truck di diversa tipologia, regolarmente sostituiti con mezzi nuovi ogni due/tre anni. “La strategia di Modo Promotion è semplice - precisa Franzè - e si basa su elementi chiave: mezzi evoluti, pronti a rispondere a tutte le esigenze, personalizzazione globale ad hoc, produzioni truck specifici, trasformazione dei mezzi esistenti su richiesta, servizio chiavi in mano, esperienza, competenza e qualità”. Quali sono i progetti futuri? “Le novità in cantiere non mancano - risponde Sorbo -: daremo vita a un’area carrozzeria dedicata alla manutenzione e alla produzione ‘in casa’ di veicoli speciali e truck. Parallelamente ci stiamo attivando per l’attività di noleggio dei mezzi speciali”.

[ MODO PROMOTION ]

sugli allestimenti che, su mezzi mobili, non debbono essere smontati e montati in ogni tappa del tour; sul costo delle location, sul numero dei contatti. Inoltre, le nostre formule sono assolutamente versatili e adatte a pubblici diversi: consumatore finale o retail, eventi pubblici o a invito, allestimenti a porte chiuse ma con grande visibilità su piazza o manifestazioni animate su truck dotati di palco”. Modo Promotion è riuscita a evolvere con i mutamenti di mercato, ascoltando le esigenze delle aziende e modulando la propria offerta di conseguenza. “Il più grande investimento negli ultimi anni - spiega Sorbo - è stato nel concepire e trasformare i nostri mezzi in funzione alle precise esigenze dei clienti o dei progetti che ci vengono affidati. Con l’esperienza e la competenza di uno staff di ingegneri e costruttori, realizziamo truck su misura per clienti che fanno di questo tipo di supporto un elemento chiave per i loro eventi itineranti. Questo garantisce un ammortamento dei costi significativo rispetto all’investimento per l’eventuale personalizzazione di un mezzo per ogni evento della stessa azienda”. Un esempio? La progettazione e costruzione di due truck gemelli (i Discovery Truck) per rispondere alle necessità, in termini di struttura, allestimenti e tecnologia, del progetto ‘Tour Perugina: 100 anni, 100 giorni’.

e

e

[modo promotion]

[ CHI È ] MODO PROMOTION Strada Grange, 6 - Front Canavese (To) Tel. 011 9251555, Fax 011 9251611 www.modopromotion.com; info@modopromotion.com Servizi: Produzioni truck; consulenza strategica alla programmazione del roadshow o dell’evento; gestione completa dell’evento on the road, parco mezzi di proprietà; ideazione e creazione su misura di tutti le strutture di supporto; selezione e gestione di personale

187

specializzato; ricerca location e ideazione delle migliori road-map; gestione pratiche burocratiche; logistica evento; servizi complementari (luci, audio, video, allestimenti, ecc); gestioni promozione in/off store. Clienti: Mattel Italia, Radio 105, Rcs, Polar, Promotions Italia, Good Times!, Leo Burnett, Estra, Euphon,Aspen Media, Momentum, Set Up, Iaki, Isp Communication, Sicom, Promostudents, Promoviaggi, Madison Mark, Roense, Nsa.


I PARTNER [sts communication]

e

20

DI

MARIO GARAFFA

Al servizio dell’innovazione audiovisiva MUSICA, SPETTACOLO, MODA, CONVENTION, FIERE E PRODUZIONI TELEVISIVE. IN 25 ANNI DI STORIA, STS COMMUNICATION SI È POSIZIONATA SUL MERCATO COME UN PARTNER EFFICIENTE E AFFIDABILE. CAPACE DI FARE LA DIFFERENZA QUANDO, PER GARANTIRE LA RIUSCITA DELL’EVENTO, LA QUALITÀ TECNICA DIVENTA DISCRIMINANTE. SOPRATTUTTO NEL CAMPO AUDIOVISIVO.

Il nuovo tour di Eros Ramazzotti è organizzato e prodotto da Radiorama e Trident Management in collaborazione con Live Nation. Service video a cura di Sts Communication

e

e

ALBERTO AZZOLA, DIRETTORE COMMERCIALE STS COMMUNICATION

Nata nel 1984 come società che si occupava solamente di impianti audiovisivi, eventi congressuali e traduzioni simultanee, impiegando non più di una decina di dipendenti, oggi Sts Communication è una delle aziende di servizi audiovisivi più attrezzata e qualificata del mercato. Specializzata in grandi eventi del settore musica, spettacolo e moda, in produzioni televisive, oltre che in servizi per convention e fiere, la società conta su un organico di circa 30 dipendenti ai quali si aggiungono diverse decine di collaboratori e free lance. “La nostra mission - dichiara Alberto Azzola, direttore commerciale Sts Communication è rispondere alle esigenze di innovazione, creatività e rigore qualitativo, offrendo servizi video eccellenti e distintivi su tutto il territorio europeo”. Così facendo l’azienda si è saldamente posizionata sul mercato come un partner efficiente e affidabile, capace di fare la differenza quando, per garantire la riuscita dell’evento, la qualità tecnica diventa discriminante, soprattutto nel settore audiovisivo. “Un ottimo risultato ottenuto negli anni - continua Azzola - è

188

stato quello di riuscire a organizzare una struttura interna di gestione dell’evento capace di trasmettere, nel minor tempo possibile, il maggior numero di informazioni tra i vari uffici (ufficio logistica, ufficio tecnico, magazzino, ufficio commerciale, ndr), con l’obiettivo di tutelare il cliente, affiancandolo passo per passo nella realizzazione del progetto, e di ottimizzare la gestione dell’evento stesso”. Metodo che sta dando i suoi frutti anche in questi mesi di crisi economica. Anzi, spiega Azzola, proprio in conseguenza della generalizzata riduzione dei budget, “i clienti hanno valutato i fornitori in modo più attento, privilegiando quelli più affidabili, come Sts Communication”. Non è un caso, infatti, che l’azienda abbia un’alta percentuale di clienti fidelizzati, “che lavorano con noi da più di 20 anni”, aggiunge Azzola. Il risultato è che, sempre più spesso, “ci vengono riconosciute non solo capacità tecniche, ma anche competenze nell’ideare, progettare e suggerire ai creativi cosa è possibile fare


I PARTNER

20

ALI, RADICI

E VIDEO “Per la precisione - spiega Azzola - questo è il quarto tour mondiale di Ramazzotti che seguiamo, e il nostro impegno, continuo anche nei periodi di ‘fermo’, ci porta alla costante ricerca di nuovi e validi prodotti tecnologici da proporre”. Le fasi principali del coinvolgimento di Sts Communication nel progetto hanno previsto la condivisione delle esigenze, la proposta di soluzioni tecnologiche e la dimostrazione della loro effettiva funzionalità, mediante test e prove. “Per la parte riguardante le riprese - aggiunge Azzola - abbiamo ideato e fatto realizzare sistemi di ripresa assistita e remotati inediti, abbiamo identificato un led molto definito, indoor/outdoor, utilizzabile quindi in qualsiasi location del tour, e individuato i media server più affidabili, dodici per la precisione, per la gestione dei contributi e delle immagini sincronizzate”. Al progetto hanno lavorato quattro responsabili di Sts Communication, che hanno partecipato fin dall’inizio

e curato tutti gli allestimenti, e nove professionisti che seguono le varie tappe del tour. Più che di concerti, si tratta di veri e propri show musicali. Partito il 21 ottobre da Rimini, il tour di Ramazzotti toccherà 45 città e 20 diversi paesi europei, assumendo un respiro sempre più internazionale. Per quanto riguarda gli aspetti organizzativi, Giorgio Ioan, responsabile produzione del tour e partner Lemon&Pepper, società che ne cura gli aspetti tecnici e logistici, spiega che l’impianto scenotecnico, composto da contenitori e scatole che ruotano e si aprono, svela situazioni a tratti teatrali, che conferiscono al palco un’ambientazione molto grezza, quasi da cantiere. Ma, grazie all’utilizzo di schermi e dispositivi, l’aspetto del palcoscenico può cambiare radicalmente, regalando sorprese. Proprio in riferimento a questi aspetti, Serge Denoncourt, regista del tour, chiarisce che lo show mette in scena una qualsiasi periferia portuale, trasformandola in simbolo di tutte le periferie del mondo, “perché le radici di Eros non affondano nella poesia bucolica della campagna toscana, ma nei sobborghi industriali di Roma, in mezzo alla cementificazione selvaggia”. Lo show, tuttavia, non è fatto solo di radici, ma anche di ali. Quelle di Eros, costruite con l’arte e la creatività della sua musica. Ali capaci di far volar il pubblico, trasformando ogni singola immagine in emozione.

e

con le nostre tecnologie. Perché i clienti sanno quanto investiamo in ricerca e sviluppo, quanto siamo aggiornati e quale contributo possiamo fornire per l’ottimizzazione dei singoli progetti”. E proprio riguardo ai progetti concreti, uno dei più importanti a cui Sts Communication sta lavorando è il tour mondiale del cantante Eros Ramazzotti.

189

Il concerto di Rimini, prima tappa del world tour di Eros Ramazzotti. Ali e radici al centro dello show curato dal regista Serge Denoncourt

e

e

[sts communication]

[ CHI È ] Sts Communication Via Vittorio Veneto, 1/D 20091 Bresso (Mi) Tel. 02 614501 Fax 02 61450504 info@stscommunication.it www.stscommunication.it


RUBRICA [consulta degli eventi]

e

20

DI

ALESSANDRA LANZA

Professionalità e creatività da podio ANCHE LA CONSULTA DEGLI EVENTI HA PRESO PARTE ALLA GIURIA DEL BEA ITALIA E DELL’EUROPEAN BEA, RISPETTIVAMENTE CON DUE GIURATI PER CIASCUN PREMIO. IL COMMENTO? PIÙ CHE ENTUSIASTA: SE SI CONSIDERA CHE IL BEA È OGGI IL BENCHMARK PER LA VALUTAZIONE DEGLI EVENTI IDEATI E PRODOTTI IN ITALIA E IN EUROPA, IL RISULTATO ECCELLE PER PROFESSIONALITÀ E CREATIVITÀ.

AMMINISTRATORE DELEGATO PROMOCONVENTION

190

professionalità e creatività, ovvero la capacità delle agenzie di ideare e realizzare eventi dal grande potenziale comunicativo e capaci di raggiungere target diversi con prodotti estremamente difficili. Prerogative di chi, grazie ad anni di esperienza, sa come utilizzare al meglio il mezzo evento. “Tutti gli eventi in gara - ha commentato Flavio Ambrosini, presidente Ambrosini & Associati Group e membro della giuria EuBea - si sono distinti per il loro alto profilo, davanti al quale l’Italia ha saputo figurare molto bene”. Della stessa opinione anche Giorgio Mameli, managing director One Four One e giurato del Bea Italia, che ha ritenuto interessante evidenziare il successo degli eventi b2b: “Attività rivolte ai venditori, che dimostrano come le aziende investono molto nella soddisfazione dei propri

GIORGIO MAMELI, MANAGING DIRECTOR FOUR ONE

ROBERTO CIPULLO,

e

e

FLAVIO AMBROSINI, PRESIDENTE AMBROSINI & ASSOCIATI GROUP

e

GILLES MORANGES,

e

e

ALESSANDRA LANZA, PRESIDENTE CONSULTA DEGLI EVENTI

Dopo mesi di attesa è finalmente arrivato il momento: i giurati di Bea ed EuBea hanno consegnato il loro responso. A coronamento di anni di professione, Input Eventi e Comunicazione vince il Bea Italia con un evento di grande impatto emotivo, capace di commuovere con intelligenza ed eleganza. ‘Pensare Diversamente’, realizzato per Pfizer e perfetto anche sul piano produttivo, è lo strumento tramite cui l’azienda ha voluto lanciare sul mercato un nuovo farmaco antipsicotico. L’agenzia tedesca Jung von Matt, invece, porta a casa il primo premio EuBea con ‘The biggest concert in the world’, un’attività divertente e senza dubbio inconsueta per un cliente tradizionale come la Filarmonica di Amburgo. È proprio il caso di dirlo: al Bea hanno vinto

ONE

AMMINISTRATORE DELEGATO FONEMA


LIFEINACLICK COR RE VERSO

VANCOUVER 2010

Lifeinaclick è una società di comunicazione ed nell'emotional eventi speciali marketing che off zzata re servizi inno alla fotografia, vativi legati al video in form ato digitale e al web. Il nostro serviz io di punta, la Fotografia Sponso alle aziende di rizzata, permet legare indelebi te lmente il propri vissute durante o brand alle em gli eventi: attr ozioni averso una corn infatti, brandi ice grafica è po zzare gli scatti ssibile, effettuati e rend su siti web appo erli scaricabil sitamente creati i online per l'occasione . La Fotografia Sp onsorizzata è il medium ideale pe dell'evento, off r fidelizzare il rendo una comuni target cazione nuova, totalmente moni efficace e, sopr torabile. Lifein attutto, aclick è anche grafica, progetta sinonimo di crea zione di siti we tività b, personalizza zione di piatta di online contes forme t&casting.

SCOPRI TUTTI I NOSTRI SERVIZI SU WWW.LIFEINACLI CK.COM lifeinaclick è parte di you ca n group www.yo ucangrou

p.it


Via M.Pagano 58/60, 20090 Trezzano sul Naviglio (Mi) T: +39 02 48400748 F: +39 02 48400794 Web: www.newlightitalia.it E-mail: info@newlightitalia.it


I giurati appartenenti alla Consulta da due sono diventati quattro. Selezionati a sorte, hanno partecipato al Bea Italia Mameli e Roberto Cipullo, amministratore delegato Fonema. Gilles Moranges, amministratore delegato Promoconvention, e Ambrosini hanno invece preso parte alla giuria degli EuBea. “L’esperienza di giurato, per un operatore del settore come me, abituato a essere giudicato più che a giudicare, è stata veramente istruttiva - ha commentato Cipullo -. Capire i meccanismi con i quali i migliori professionisti del settore affrontano le stesse tematiche con le quali giornalmente ci confrontiamo ha arricchito il mio modo di pensare questo lavoro”. Esperienza positiva anche per Morange, che ha tenuto a sottolineare la grande professionalità e serietà dei giurati che hanno accuratamente analizzato i lavori in gara, ricorrendo “quando è stato necessario, a un confronto aperto, anche acceso: la chiave per giudicare un progetto in modo corretto”.

Un momento della sessione di giuria del Bea Italia, il 1° ottobre a Palazzo Affari ai Giureconsulti (Milano)

e

clienti interni, talvolta ancor più che nella comunicazione verso l’esterno”. Complimenti a tutti, quindi, e un ringraziamento alla squadra di Salvatore Sagone, presidente ADC Group, che ha costruito un premio così prestigioso e con la quale la Consulta degli Eventi nel corso del 2009 ha consolidato i rapporti, istituendo una commissione mista dedicata proprio al premio ideato e realizzato dal gruppo editoriale: la Commissione Bea. Coordinata dalla sottoscritta, è composta da Salvatore Sagone, Francesca Caratù e Alessia Bianchi per ADC, e da Alberto Cassone (Alphaomega), Giorgio Mameli, Simone Merico (K-events), Manuela Micheli (Isp Communication) e Vittorio Rossi (Dpr & Associati) a rappresentanza della Consulta. L’obiettivo era quello di collaborare e assistere ADC nelle molteplici fasi di costruzione di un premio così importante. I lavori, iniziati alla fine della quinta edizione del premio, al quale la Consulta aveva preso parte con due giurati, hanno portato la Commissione a proporre una nuova tipologia: gli Eventi Unconventional. Categoria nella quale far rientrare le operazioni di ambient media e di guerrilla marketing che fino ad ora non avevano un premio specifico. Un passo ulteriore è stato quello di arricchire le giurie con professionisti degli eventi quali registi e scenografi, capaci di fornire un giudizio tecnico sugli eventi iscritti.

RUBRICA

[consulta degli eventi]

I giurati dell’European Bea durante la valutazione dei 29 eventi europei entrati nella short list

e

e

20


CONTATTI [contatti]

[ AGENZIE ] Dooley è un’agenzia dedicata interamente agli eventi. Nasce nel 1996 e da allora supporta gli eventi offrendo: consulenze, studi di fattibilità, progetti esecutivi, ricerca location, ricerca artisti, produzione esecutiva, scenografie, tecnologie avanzate, gestione permessi pubblici, stesura contratti, gestione amministrativa generale, capitolato di costi, e molto altro ancora. È guidata da Marco Astarita, premio alla carriera al Bea Expo Festival 2008. DOOLEY Srl Tel. 02 89696950 info@dooley.it; www.dooley.it

On Blue è una società di servizi specializzata in eventi di comunicazione, incentive, convention e congressi. Forte dei suoi 10 anni di esperienza, il team di On Blue, guidato da Laura Mancini, presidente e socio fondatore, è costituito da figure professionali altamente qualificate e con know-how diversificati. Professionalità, flessibilità, creatività, innovazione e un servizio ineccepibile sono confermati dalla consolidata fidelizzazione dei clienti. ON BLUE Tel. 02 29414204 marketing@onblue.it www.onblue.it

[ SERVIZI ]

Euphon Communication Spa, realtà storica nel settore del rental tecnologico facente parte del gruppo Mediacontech. Euphon opera con 4 business units. Audiovisuals: noleggio tecnologie audiovideo, regie flightcase, sistemi di congress facility. Grandischermi: noleggio di led display modulari outdoor e indoor, creative led e led truck; Installazioni fisse: progettazione ed installazione di tecnologie

e

20

per musei, mostre, pa, ecc.; Eventi: progettazione e realizzazione tecnica di eventi in collaborazione con le agenzie.

[ CATERING ]

EUPHON COMMUNICATION Spa Tel. 011 6204211 infotorino@euphon.it www.euphon.it

Service video tra i più attrezzati in Europa, STS Communication nasce nel 1984 operando nel congressuale. Oggi fornisce schermi a led, sistemi di videoproiezione, riprese televisive e regie, monitor lcd e plasma, show controller e watchout, ma anche amplificazione e traduzione simultanea per fiere, convention, produzioni televisive, moda, musica ed eventi in genere, affiancandosi già nelle fasi di progettazione per seguire ogni dettaglio, suggerendo idee per valorizzare al massimo quelle del cliente.

Magrada Proyectos è specialista nell’organizzazione globale di eventi, allestimenti di stand e decorazioni tematiche. Nata dall’idea di fornire un servizio integrale di supporto alla brand image e agli eventi aziendali, offre al cliente qualità e competenza. Espandendosi, l’azienda ha creato otto marchi che garantiscono professionalità, flessibilità e ottimizzazione dei costi. Magrada Proyectos è, inoltre, distributore di Transformit, marchio di strutture per interni di design in tessuto tensionato.Transformit, attraverso Magrada, crea in Italia, Spagna e Portogallo installazioni non permanenti su disegno per eventi, roadshow e fiere.

STS COMMUNICATION Srl Tel. 02 614501 ra info@stscommunication.it www.stscommunication.it

Società specializzata nell’allestimento di tensostrutture, padiglioni, vele, palchi, pedane e allestimenti completi per eventi, sfilate di moda, concerti, manifestazioni, convention, feste e rinfreschi.

MAGRADA PROYECTOS S.L. Tel. +34 933 022197 Mob. +34 609 709256 Mob Italia +39 335 6192719 transformit@magrada.com www.magrada.com www.transformit.com

Fantasia, stile, accoglienza, pietanze prelibate, ingredienti di primissima qualità, fantastiche scenografie. Braga Banqueting & Catering vanta un’ottima struttura organizzativa per qualunque evento e offre un servizio eccezionale, collaudato e approvato dai clienti serviti. Splendide le location proposte; ogni momento viene personalizzato con meticolosità e impegno. Il piacere del gusto nasce da un sapere antico, il cibo è cultura, il bere abbinato è ugualmente cultura, la selezione delle materie prime e il privilegio del sublime è tutto nell’abilità degli chef. BRAGA BANQUETING & CATERING Tel. e Fax 035 926188 info@ristorantebraga.it www.ristorantebraga.it

TENSOTEND by Alpi Spa Tel. 02 98240332 info@tensotend.it; www.tensotend.it

[ LOCATION ]

Parente Fireworks è presente da oltre 100 anni sul mercato italiano ed internazionale come punto di riferimento per la progettazione, produzione e realizzazione di spettacoli ed effetti pirotecnici. È in grado di proporre idee e soluzioni originali per la spettacolarizzazione di tutti gli eventi, grazie ad una visione innovativa dell’arte pirotecnica, tramite l’utilizzo di tecnologie ed attrezzature all’avanguardia ed effetti realizzati su misura. Oltre ai tradizionali spettacoli pirotecnici e piromusicali realizza interventi con fiamme naturali, effetti speciali da palco e lanci di coriandoli.

Atahotels è la soluzione ideale per ogni occasione di vita fuori casa, esprimendosi con un’offerta caratterizzata da un’elevata differenziazione. Sinonimo di italianità e di qualità nello stile, il gruppo si contraddistingue per l’elevato grado di specializzazione dei servizi e spicca nel panorama alberghiero italiano per la capacità di ideare e proporre soluzioni amate da un pubblico variegato sia per il turismo d’affari che per il turismo leisure, con resort nelle più belle località. ATAHOTELS Spa Tel. 02 89526.1 sales@atahotels.it www.atahotels.it

PARENTE FIREWORKS Tel. 0425 89035 info@parente.it; www.parente.it

194

Dalla passione l’arte, dalla tecnica la perfezione, dalla realtà la pratica, dalla curiosità la conoscenza, dall’estasi la gioia, da un sapore il ricordo. Tanti ingredienti preziosi e immancabili quando l’evento è firmato ‘Il Melograno Banqueting’: una realtà giovane e dinamica nata da un’idea dello chef titolare Andrea Aimonetto, che affonda le proprie radici nella grande tradizione enogastronomica delle Langhe per rivisitare i piatti della tradizione affiancandoli alle più moderne creazioni internazionali. IL MELOGRANO CATERING & BANQUETING Tel. e Fax 0172 488123 Mob. 335 6852231 info@ilmelogranocatering.it www.ilmelogranocatering.it



e20 Nov_Dic 2009