Issuu on Google+

INTERVISTA

ESCLUSIVA

pag. 8

MISS ITALIA 2012

Giusy Buscemi si racconta a Vital Magazine

Malattie del cuore e salute orale

pag. 3

Vital Magazine - Anno 2, Numero 4 - Copia Gratuita


editoriale

Vital Magazine Periodico di salute e prevenzione dentale Anno 2 - Numero 4 Registrazione del Tribunale di Milano n. 483 del 14.09.2011 Proprietà ed Editore Dental Franchising srl Direttore Responsabile Sergio Sfondrini Redazione Adasto - Via Washington, 83 - 20146 Milano Tel. 02 89050769 - Fax 02 89050770 info@adasto.com www.adasto.com Impaginazione Adasto Stampa Gruppo Aries Italia - Via Cornaggia, 9 - Milano Foto iStockphoto, Vitaldent

ommario 2 EDITORIALE Scegliamo il dentista in anticipo sul mal di denti 3 Stile di vita Malattie del cuore e salute orale 4 Trattamenti Ortodonzia invisibile 5 Trattamenti Tre domande sull’ortodonzia 6 PREVENZIONE Il dentifricio... saperne di più 8 SORRISI VIP Intervista a Giusy BusCemi Miss Italia 10 IN EVIDENZA Vitaldent e Gum per la prevenzione di tutta la famiglia 11 trattamenti Bianchi, ma con giudizio 11 la tua posta Le risposte della dott.ssa Laura

2

Scegliamo il dentista in anticipo sul mal di denti

P

resto o tardi per tutti arriva il momento di varcare la porta di un centro odontoiatrico. È una legge di natura infatti che i denti con il passare del tempo debbano essere curati e infine sostituiti con delle protesi. Per questo motivo la scelta di un buon odontoiatra è qualcosa che ci riguarda tutti ed è opportuno che venga effettuata con alcune precauzioni specie in un periodo in cui le famiglie sono chiamate a risparmiare senza perdere in qualità di cura. La prima regola è che sia un medico regolarmente iscritto all’albo. Per legge per mettere le mani in bocca ai pazienti bisogna infatti essere laureati in odontoiatria o in medicina. Lo si può facilmente verificare nel sito dell’Omceo. La prima visita è sovente definita di controllo, ma non si chiama così solo perché il dentista verifica la nostra salute, è anche la migliore occasione per noi pazienti di controllare chi è il medico a cui ci stiamo affidando. Regole inderogabili sono l’igiene del personale, degli ambienti e degli strumenti, poi è importante osservare quanto gli impianti siano moderni e funzionali. Quante persone lavorano nel centro? Decisamente meglio se la segretaria incaricata di ricevere i pazienti è una persona diversa dall’assistente alla poltrona. Non dimentichiamo di valutare la cortesia con cui veniamo trattati durante le varie fasi della visita. Scambiando poi qualche parola con il dentista possiamo venire a conoscenza dei suoi studi e delle sue specializzazioni, in questo modo ci affideremo con maggiore fiducia alle sue capacità quando ne avremo bisogno. In ultimo i prezzi, un dentista serio ci proporrà un piano di trattamento e un preventivo. Confrontare i prezzi non è così difficile, chiedere ad amici e parenti, come farsi fare un secondo preventivo da un altro professionista, sono vie facilmente percorribili se ci siamo mossi in ancipo e non siamo spinti dall’urgenza di un terribile mal di denti.


stile di vita

Malattie del cuore e salute orale

C

on un bel sorriso si possono aprire molte porte. Ma una bocca sana, condizione necessaria perché sia bella, vale molto di più di quello che si vede. Infatti un bocca sana garantisce condizioni migliori per la propria salute generale. Lo testimoniano molti studi scientifici che hanno analizzato come la salute orale abbia dirette conseguenze su altri organi come ad esempio il sistema cardio-circolatorio. È stato infatti dimostrato che lo stato infiammatorio caratteristico delle parodontiti, cioè delle gengive che sanguinano e si ritirano lasciando scoperti i colletti dei denti, è un fattore di diffusione nell’intero organismo di batteri e attraverso la circolazione del sangue di un indebolimento della funzione cardiaca. Per questo motivo è opportuno cominciare fin da piccoli ad abituarsi alla prevenzione e alle visite periodiche dal dentista. Via via poi che passano gli anni tutti avremo bisogno di recarci dal dentista per cure e sostituzioni di denti perduti. Grazie allo sviluppo della tecnologia queste sostituzioni possono essere effettuate con inteventi sempre meno invasivi e con risultati estetici un tempo impensabili. Ma la medicina non progredisce solo con la tecnologia, è nella capacità di vedere il corpo umano nella sua interezza e complessità che si combatte la battaglia per una medicina più efficace nel migliorare le condizioni di vita delle persone.

O

biettivo gengive sane

Alle gengive si dedica in genere poca attenzione. Invece avere gengive sane che non si ritirano deve essere un obiettivo importante per la propria salute. Quando ci laviamo i denti, al mattino, alla sera e dopo i pasti è opportuno riservare loro un po’ di attenzione. Le gengive sane hanno un colore rosa, coprono bene la base dei denti e non sanguinano. In genere maggiore il sanguinamento, maggiore lo stato di infiammazione e quindi di malattia. Le gengive vanno preservate con attenzione perché quando la loro funzione di sostegno è compromessa il dente è presto destinato a cadere. Se le gengive sono infiammate è opportuno fare molta attenzione alla propria igiene orale domestica e quotidiana perché comportamenti errati possono rapidamente portare al peggio. Ma una corretta igiene orale non è sufficiente, grande importanza ha l’alimentazione, lo stile di vita e lo stato generale di salute, perché se è vero che una bocca sana ha conseguenze positive per tutto il fisico è assolutamente vero anche il contrario. Un fisico debilitato facilita l’insorgere di stati infiammatori anche in bocca, con il conseguente insorgere di gengiviti che facilmente poi si aggravano in parodontiti.

3


trattamenti

Ortodonzia invisibile

L’

ortodonzia si occupa di curare i denti disallineati e la conseguente malocclusione, cioè il morso delle due arcate superiore e inferiore che non combacia. Non si tratta solo di un evidente problema estetico, ma di una condizione che influisce anche sullo stato di salute generale. Una masticazione non corretta è alla base di nevralgie e mal di testa oltre che di problemi come una cattiva digestione, e persino di una postura errata. Le cure ortodontiche sono complesse perché dura-

Minore scomodità e ottimi livelli di efficacia con le mascherine in plastica trasparente no a lungo nel tempo, vanno periodicamente corrette e devono essere personalizzate sulle necessità del paziente, comunque si tratta di tecniche molto collaudate attraverso le quali un buon dentista è in grado di correggere la maggior parte dei disallineamenti quale sia l’età del paziente, anche se è sempre meglio partire da giovani senza attendere l’età adulta. Le cure ortodontiche benché di comprovata efficacia sono in genere poco apprezzate

4

dai pazienti perché molto scomode. Si tratta infatti di portare in bocca anche per anni degli apparecchi fissi fatti di fili metallici che esercitano una pressione sui denti e sulla struttura della bocca. Per garantire prospettive di guarigione efficaci e minore scomodità da qualche anno è comparsa l’ortodonzia invisibile, una terapia innovativa frutto della ricerca tecnologica e dell’uso dell’informatica applicata alle cure dentali. Ma cosa si intende per ordodonzia invisibile? Si tratta di una tecnica che prevede l’applicazione da parte dell’ortodontista di mascherine trasparenti in materiale plastico che il paziente deve portare tutto il giorno ma che può facilmente rimuovere quando opportuno, per esempio durante i pasti. Le mascherine sono create con un software specifico e prodotte da aziende specializzate che ne creano una sequenza progressiva che il paziente indosserà nel tempo fino ad arrivare a modificare come programmato dal dentista l’allineamento dei denti. Non tutte le malocclusioni possono però essere curate con questa tecnica, è il medico che sceglierà la metodologia più adatta.


trattamenti

tre domande sull’ortodonzia Oltre all’ortodonzia fatta con i classici apparecchi in metallo esistono altre tecniche? Esistono altri due tipi di ortodonzia oltre a quella tradizionale, meno fastidioso il primo e meno visibile il secondo. Nel primo caso abbiamo una tecnica molto recente: l’ortodonzia fatta con mascherine rimovibii trasparenti in materiale plastico, quindi meno visibile e più comoda. Nel secondo caso abbiamo gli apparecchi linguali che hanno attacchi interni al dente e quindi da un lato il vantaggio di essere veramente invisibile, ma dall’altro lo svantaggio di essere più scomoda della tecnica tradizionale. Su che principio si basano gli apparecchi ortodontici? Sulla base della caratteristiche della bocca del paziente il dentista costruisce e applica un apparecchio in metallo che attraverso degli attacchi che fanno presa sui denti applica delle forze di trazione in grado nel tempo di spostare i denti e poco alla volta di portarli alla posizione corretta. Determinare la forza corretta da aplicare è un lavoro da specialisti in quanto se eccessiva potrebbe finire per essere dannosa, se troppo scarsa non porterebbe i denti nella posizione corretta.

C’è un’età più adatta per risolvere i problemi ortodontici?

Un tempo si riteneva che l’età migliore fosse quella adolescenziale in cui i denti si sono del tutto formati mentre la struttura ossea del volto si sta assestando. In realtà oggi ci si è resi conto che anche in età adulta si possono portare a termine con successo terapie ortodontiche in grado di riallineare denti storti. Per gli adulti che con più difficoltà possono sopportare la scomodità di un apparecchio tradizionale fisso di metallo è particolarmente indicata la cura con gli apparecchi rimovibili in plastica trasparente.

Quiz! Che differenza c’è tra dentista e odontoiatra? 5

Risposta: nessuna, sono due parole che descrivono la stessa professione.


prevenzione

Il dentifricio... saperne di più PREVENZIONE commercio oggi contengono anche composti coloranti, deodoranti e sostanze a debole azione astringente, impiegate allo scopo di vitalizzare le gengive. In commercio i gusti spaziano dalla menta, con un’ampia gamma di sfumature, all’anice, al finocchio fino ad aromi più esotici come lo zenzero.

B

ianco, colorato o a strisce il dentifricio è l’inseparabile compagno dello spazzolino da denti nel prendersi cura ogni giorno del nostro sorriso. In forma di pasta, polvere o soluzione liquida, il dentifricio è un preparato utilizzato per pulire i denti e la bocca. Può essere semplice o medicato, cioè contenere sostanze disinfettanti, antibatteriche e anticarie. I primi dentifrici fecero la loro comparsa nel 1800 quando venivano venduti in vasetti di vetro, solo nel 1896 comparve sul mercato il primo tubetto. Gli ingredienti alla base di questo preparato sono composti della famiglia dei solfati, che hanno proprietà schiumogena, e polveri inerti di vario tipo, che tolgono i materiali che si sono deposi-

L’ingrediente più importante è il fluoro valido alleato nella lotta contro la carie tati sui nostri denti attraverso l ’azione meccanica e indispensabile dello spazzolino. L’ingrediente più popolare è il fluoro, valido alleato nella prevenzione delle carie e delle malattie parodontali. I dentifrici in

6

Il collutorio è un preparato farmaceutico in soluzione acquosa usato per sciacquare la bocca. Aiuta a prevenire carie, gengiviti e alito cattivo ma può anche contribuire a rimuovere eventuali particelle di cibo rimaste in bocca. Sembra che già gli antichi Greci impiegassero un liquido per sciacquare la bocca dopo la spazzolatura, Ippocrate in particolare consigliava una miscela di sale, allume e aceto. Il collutorio si può usare puro o diluito in acqua, nella formulazione con fluoro è impiegato soprattutto nella prevenzione della carie per la capacità del fluoro di promuovere la mineralizzazione dello smalto e rendere i tessuti duri più resistenti all’erosione acida. È sempre preferibile utilizzare i collutori senz’alcol, ma anche chi ha non presenta problemi di salute orale può usarlo come valido alleato di spazzolino e dentifricio. Soprattutto se si inizia un trattamento ortodontico con apparecchi fissi oppure si soffre di alitosi.


Fissa online la tua visita in 3 click su www.vitaldent.com

www.vitaldent.com

Trova il centro Vitaldent piĂš vicino a te

Inserisci i tuoi dati e seleziona giorno e ora in base alle tue esigenze

Puoi trovare il tuo dentista di fiducia in: Via della Magliana, 215 (ang. via Radicondoli, 1-13)

00146 Roma Autobus: linee 128 / 775 / 780 / 781 Ferrovia Regionale: FR1 (Roma - Fiumicino)

06 96 52 11 54 Orario continuato dalle 9 alle 21 da LunedĂŹ a Sabato. Studio Odontoiatrico Dott.ssa Delfina Leoni

numero verde

800-913266


ESCLUSIVA

sorrisi vip

Miss Italia 2012

GIUSY BUSCEMI si racconta a Vital Magazine

D

ue splendidi occhi verdi e un incantevole sorriso, Giusy Buscemi è stata eletta quest’anno Miss Italia. Vive a Menfi, in provincia di Agrigento, ha diciannove anni, una maturità scientifica e tanti sogni nel cassetto. Che apriamo insieme a lei. Giusy, che cosa ha significato per te essere eletta Miss Italia? L’elezione di Miss Italia ha rappresentato una svolta nella mia vita, da ragazza che viveva in un paesino della Sicilia ora mi ritrovo a vivere una vita molto diversa. E questo mi sta cambiando e facendo crescere, ogni giorno è come se ne vivessi quattro insieme. È quindi un sogno che si realizza, perché fin da piccola desideravo partecipare a questo concorso. Tre aggettivi per descriverti… Intraprendente, determinata, socievole. Quali sono i tuoi progetti per il futuro?

8

Questo è un periodo impegnativo, per me. Fino a qualche mese fa pensavo di alternare lo studio universitario e gli impegni come miss, ma mi rendo conto che è impossibile. Quindi per quest’anno mi dedicherò a Miss Italia, lavorando principalmente con gli sponsor del concorso, partecipando a trasmissioni tv e manifestazioni. Vorrei inoltre proseguire la Campagna contro l’abbandono dei cani. Cercherò di portare l’attenzione sul problema dell’abbandono degli animali, sensibilizzando i giovani su cosa vuol dire adottare un animale, l’importanza di dargli tutte le cure e l’amore possibile. Hai degli animali? Sì, quando vivevo in campagna ho avuto un cagnolino, ora ho un canarino che è più facile da gestire abitando al secondo piano, più il coniglietto delle mie cugine che vivono al piano di sopra, che è stato un po’ adottato da tutta la famiglia.


Coltivi ancora il sogno diventare medico? Ho sempre pensato mi sarei iscritta alla facoltà di medicina, volendo fare il medico. Poi c’era il sogno chiuso nel cassetto, che pensavo rimanesse tale, della recitazione. Ora mi trovo in questa nuova realtà e mi rendo conto che fare entrambe le cose non sarebbe possibile. La medicina richiede un’applicazione completa, anche perché quando intraprendo un percorso lo voglio fare bene e al massimo. Vediamo come va quest’anno, le proposte che arrivano e se questo nuovo mondo mi piace. In caso contrario, conto di iscrivermi a medicina e intraprendere la carriera di medico. Ti piacerebbe fare l’odontoiatra e lavorare per i sorrisi della gente? Non ci ho mai pensato, ma sono molto grata a Rino, il mio dentista, perché ho tenuto per tre anni l’apparecchio per i denti. Avevo il problema dei denti che tendevano a sporgere in avanti, lui mi ha proposto una soluzione che mi ha regalato un bel sorriso. Di questo lo ringrazierò sempre.

Vado regolarmente dal dentista, un professionista di cui ho piena fiducia, ma non ho assolutamente paura. Vado per fare un controlli e tengo molto alla pulizia dentale. Almeno 3 volte al giorno lavo i denti, il filo lo uso non ogni giorno ma abbastanza spesso. Ho fatto tanto per avere un bel sorriso, ci mancherebbe che non lo curassi!

Quanto è importante saper sorridere nella vita? L’esperienza più bella che ho vissuto in questo periodo è stata quella all’Ospedale Gaslini di Genova, dove ero andata a trovare una mia amica, una bambina malata. Ho girato un po’ per il reparto e ho visto che questi bambini già solo con il mio sorriso erano più contenti. Mi sono sentita più utile, come miss sono riuscita a portare un po’ di gioia ai bambini che sono meno fortunati.

Come ricordi le tue prime visite dal dentista? Da bambina ero un po’ timorosa rispetto ai rumori che sentivo nello studio odontoiatrico, ma una volta sono stata premiata con una caramella e questo è bastato ad addolcirmi e dalla volta successiva ci andavo più contenta. Ora ci vado volentieri e senza paura.

Come mantieni la tua perfetta forma fisica? Da buona siciliana mangio molto. Ho però sempre fatto danza, perlomeno fino all’anno scorso. Da quest’anno faccio un po’ di palestra e vado a correre, questo certo mi aiuta, anche se devo ammettere che è principalmente un dono di natura. Qual è il tuo rapporto con il dentista?

Che cosa ti piace fare nel tempo libero? Adesso o prima dell’elezione? Ora nel tempo libero mi piace seguire la mia fanpage su Facebook, dove ci sono già più di 39.000 fan, e su Twitter per vedere cosa mi scrivono le persone. Mi piace molto sentire i loro pareri, sia positivi che negativi. Prima uscivo con le amiche, andavamo a mangiare un gelato o a giocare a tennis nel campetto del nostro paese. Ora sono ogni giorno in una città diversa.

9


in evidenza

Mese della prevenzione? In Vitaldent è sempre l’ora della prevenzione! Vitaldent e Gum insieme a ottobre per la prevenzione di tutta la famiglia regola consiste nel sottoporci con regolarità alle visite di controllo, almeno una volta all’anno anche se sarebbe meglio ogni sei mesi.

A ottobre da Vitaldent un’iniziativa speciale per la prevenzione orale di tutta la famiglia

O

ttobre è il mese della prevenzione orale, da molti anni presso numerosi dentisti è possibile effettuare una visita di controllo gratuita. Avvicinare le persone alle visite di controllo è molto importante in quanto nella nostra vita quotidiana dobbiamo rispettare le regole fondamentali per avere una bocca sana. La prima

10

Vitaldent di prevenzione se ne intende! Nei suoi 70 centri in tutta Italia è sempre possibile incontrare gratuitamente un dentista per trovare una soluzione adatta a qualsiasi esigenza di cura, per ricevere utili consigli sulla propria igiene orale e per prevenire le malattie della bocca e dei denti. A ottobre da Vitaldent la provenzione si fa molto speciale. Grazie all’accordo con Gum Sunstar, Vitaldent fornisce un utile omaggio a chi fa la visita di controllo gratuita. Infatti oltre alla prima visita senza impegno, nei centri aderenti, Vitaldent offre un kit completo per l’igiene orale di tutta la famiglia composto da 2 spazzolini e un dentifricio oltra a uno spazzolino e un dentifricio junior e due collutori da viaggio. Con questa iniziativa si conferma l’attenzione che il network del sorriso rivolge alla prevenzione della salute orale per tutta la famiglia. Per scoprire dove fare la prima visita senza impegno e ricevere il kit omaggio visita il sito www.vitaldent.com o telefona al numero verde 800-699927.


la tua posta

Le risposte della dottoressa Laura Scrivi a: dottoressalaura@vitaldent.com

B

ianchi, ma con giudizio

Seguendo l’esempio dei personaggi dello spettacolo si sta diffondendo sempre più la moda di avere un sorriso bianco che più bianco non si può. Il candore dei denti non è però una buona prova di salute orale, ogni dentatura ha un proprio colore naturale che un buon dentista dovrebbe cercare di ottenere e, solo per fare un esempio, un dente che non è sostenuto da gengive sane ha poco futuro anche se è di colore bianco. Le tecniche di sbiancamento dei denti naturali sono numerose, possiamo distinguere tra quelle domestiche e quelle professionali svolte negli studi odontoiatrici. Il loro obiettivo deve essere di rimuovere la colorazione causata dal passare del tempo, dall’alimentazione, dalla caffeina, dal fumo, dall’igiene quotidiana non sempre ottimale. Le tecniche professionali sono consigliabili perché molto più efficaci e rapide. Quella più efficace oper attraverso l’uso di un gel a base di perossido di idrogeno, attivato con una lampada a luce fredda per un’azione più rapida. La lampada, agendo sugli attivatori contenuti nel gel, aumenta la concentrazione di ossigeno e quindi la capacità sbiancante consentendo ottimi risultati già dopo circa un’ora di trattamento. La lampada a luce fredda, che filtra raggi ultravioletti e infrarossi, fa la differenza perché sbianca i denti senza antipatici effetti secondari come l’ipersensibilità.

Ho 31 anni, due anni fa ho avuto un brutto incidente in moto, mi sono fratturato la mandibola e ho perso due incisivi inferiori. Il dentista appena possibile ha sostituito i denti mancanti con un ponte, pensavo ora di farmi mettere due impianti, me lo consiglia? Claudio da Roma Non conoscendo in dettaglio il suo caso posso dare solo un parere generico. Gli impianti sono il modo migliore di sostituire i denti perduti per il passare degli anni o per un trauma come nel suo caso perché grazie alla radice inserita nell’osso si comportano esattamente come un dente naturale. Per chi è giovane come lei è un intervento ancora più opportuno perché è molto importante recuperare al meglio prima possibile sia la funzione masticatoria naturale che quella estetica. La perdita di denti specie in una posizione frontale può dare infatti problemi non solo fisiologici, ma anche causare perdita di sicurezza di sè e di autostima, ed è un vero peccato dato che ormai l’implantologia è una tecnica ormai consolidata da decenni con bassissime possibilità di rigetto, meno dell’uno per cento. Insomma un impianto è un piccolo investimento in salute assolutamente consigliabile, a patto che l’intervento sia realizzato da mani esperte e con tutte le precauzioni di un intervento chirurgico. Le raccomando pertanto di recarsi da un dentista iimplantologo, meglio se medico chirurgo.

11


Vital magazine