Page 1

Sono tornata da qualche giorno dall’Africa e sento il desiderio di raccontarvi la mia esperienza. Sono orgogliosa di essere stata scelta da ACAV come testimonial e onorata di poter rappresentare l’associazione e tutti voi che credete nei progetti, nell’operato e nel sogno di dare concretamente un futuro all’Africa. Volevo fortemente vedere da vicino ciò che ACAV sta realizzando in Uganda, Sud Sudan e Congo, vivere in prima persona una esperienza di condivisione e di incontro con un mondo così lontano e diverso. Durante questa visita ho potuto vedere l’acqua sgorgare da un nuovo pozzo perforato al campo profughi che ospita chi fugge dal Congo in guerra, ho incontrato i giovani che hanno avuto la possibilità di prepararsi a un lavoro e di iniziarlo con gli attrezzi adeguati, ho visitato i villaggi che producono cibo grazie alla consegna delle talee di cassava date a migliaia di famiglie. ACAV, grazie al sostegno dei soci e benefattori, sta cambiando tante vite, sta dando a centinaia di donne e uomini la possibilità di costruire un mondo di benessere e di pace. Ho ricevuto tanti grazie, tanta riconoscenza per la nostra amicizia e i nostri aiuti su cui si fondano le speranze delle famiglie e delle comunità.


Mi sono sentita e mi sento onorata di sostenere con voi questa sfida, di cercare insieme di realizzare questo sogno. È stato bello per me conoscere persone che hanno un sogno e non si fermano davanti alle difficoltà. Voglio esprimere un riconoscimento e un ringraziamento al presidente Luigi Santarelli che mi ha trasmesso l’entusiasmo per il lavoro che svolge, alla direttrice Elisabetta Bozzarelli, una donna giovane, moglie e madre che mette tutta la sua energia in progetti di solidarietà e speranza, e a Pierluigi Floretta, che ha scelto di vivere in Africa con la famiglia per realizzare al meglio tutti i progetti di ACAV. Tanti esempi belli, pieni di carica ideale, professionalità e sensibilità! Sapete, l’acqua è la mia vita, è il mio gioco e il mio lavoro. Ho visto che per moltissimi un bicchiere d’acqua pulita è un privilegio o addirittura un sogno. Con un pozzo d’acqua in un villaggio possiamo dare più salute, migliorare la vita delle bambine e delle donne, favorire la scolarizzazione. Mi voglio impegnare con voi a cercare di dare ancora più acqua, un gesto concreto che permette di iniziare il cammino dello sviluppo. Cercherò di sensibilizzare altre persone per far conoscere i problemi dell’Africa e racconterò quello in cui fortemente credo: che un mondo migliore potremo costruirlo solo con l’impegno di tutti. Chiedo a tutti voi di continuare a crederci insieme a me con ACAV, per poter essere insieme portatori di sogni e di futuro. A presto Francesca Dallapè

Perforiamo nuovi pozzi. Il tuo aiuto, il tuo dono per dare acqua, per dare vita

25 euro

regali due sacchi di cemento

50 euro doni un tubo del pozzo

100 euro

promuovi un corso di formazione igienica

150 euro

perfori 1 metro di pozzo

250 euro

dai ricambi e attrezzi a una comunità per mantenere un pozzo

Lettera soci dallapè  

Francesca scrive ai soci di ACAV una lettera in cui descrive le sensazioni provate in Africa una volta tornata in Italia

Lettera soci dallapè  

Francesca scrive ai soci di ACAV una lettera in cui descrive le sensazioni provate in Africa una volta tornata in Italia

Advertisement