Issuu on Google+

Mariathon: Provvidenza condivisa Anno II - Numero 5 - Marzo - Aprile 2014

Periodico dell’Associazione World Family of Radio Maria

M

“Mettiamo nelle mani della Vergine la nostra offerta e rendiamo visibile la Provvidenza di Dio”

olte volte nelle nostre famiglie, nelle comunità e nei movimenti ecclesiastici sentiamo parlare della Provvidenza, che sostiene e rafforza le opere che intraprendiamo. Una delle sfide che ci si presentano è

conoscere la dinamica in cui questa Provvidenza agisce, evitando di cadere nell’illusione di poterla ottenere appieno senza collaborare in alcun modo. Un esempio chiaro di questa partecipazione alla Provvidenza è quello che ci dice il Vangelo secondo Giovanni 6, 911. L’apostolo Andrea dice a Gesù: “C’è qui un ragazzo che ha cinque pani d’orzo e due pesci; ma che cos’è questo per tanta gente?”. Ciò nonostante, i pochi pani e pesci, nelle mani di

Gesù, si trasformarono in cibo per cinquemila uomini, e ne avanzarono comunque dodici canestri. In questo senso, il ragazzo del Vangelo si è trasformato nel volto visibile della Provvidenza. Questa è una delle chiavi della Provvidenza condivisa: condividere tutto ciò che si ha. Con il dono della Sua Radio, la Vergine Maria ci invita a partecipare a questa sfida. Ella non sceglie i capaci, ma rende capaci coloro che sceglie, non

Radio Maria parla alla gente Miracle of Volunteers 2014

S

i rinnova l’appuntamento con l’annuario “Miracle of Volunteers” dell’Associazione World Family of Radio Maria. Il nuovo numero per l’anno 2014 che illustra e ci racconta quanto fatto nell’anno appena trascorso, ma soprattutto i progetti per il futuro. La pubblicazione, suddivisa per area geografiche, arriverà nella vostra radio e rispecchia i vari progetti che Radio Maria ha intrapreso nei cinque continenti: in Asia ed Oceania il dialogo interreligioso, in Africa la promo-

zione per la pace tra i popoli, in Europa la grande sfida contro la secolarizzazione ed in America il servizio che quotidianamente svolge con i giovani dall’insegnamento del Santo Padre Francesco. Presenti nell’inserto centrale tutti i dati delle radio nel mondo e due editoriali a firma di Padre Livio Fanzaga ed Emanuele Ferrario, rispettivamente Director’s Advisor e Presidente della Famiglia Mondiale di Radio Maria. Buona lettura! Daniele Trenca

chiama chi ha molto da dare... ma chi è capace di dare ciò che ha (seppur poco) per aiutare tutti.

La Mariathon del prossimo mese di maggio sarà l’occasione di mettere la nostra offerta nelle mani della Vergine, e trasformarci così nel volto visibile della Provvidenza perché la presenza di Radio Maria si moltiplichi nei luoghi in cui è richiesta la nostra presenza. P. Francisco Palacios

MARIATHON La situazione dei progetti nel mondo

MARIATHON L’esperienza dell’Europa e dell’Africa

pag. 2

pag. 3

GIOVANNI PAOLO II Un grande miracolo in Costa Rica

pag. 4


2

Mariathon 2014 è alle porte! MARZO-APRILE 2014

L

La situazione nel mondo degli undici progetti Mariathon e dove trovare il materiale per l’evento

a gara di solidarietà mondiale avviata nel 2013 è alla sua seconda edizione. Milioni di ascoltatori nei cinque continenti attendono queste giornate (tra il 9 e l’11 maggio) per pregare, dare la loro testimonianza e aiutare con amore quei paesi dove Radio Maria è appena iniziata e dove speriamo che possa iniziare la sua attività nel prossimo biennio.

Come già l’anno scorso, sono 11 i progetti che in modo specifico vogliamo sostenere e di cui vi diamo una breve panoramica: India: è stato il primo di questi progetti ad essere ufficialmente inaugurato il 30 giugno 2013 nella città di Cochin, regione del Kerala. Ora deve svilupparsi il team di collaboratori, il numero di volontari e dobbiamo impegnarci per ampliare la copertura del segnale. Guinea Equatoriale (foto dei futuri studi in basso): seconda Radio Maria che ha ottenuto la frequenza di trasmissione, una sede che è in fase di ristrutturazione e che possiamo considerare oramai avviata. La radio sorge nella città di Malabo, la capitale, e come obiettivo ha quello di raggiungere tutto il paese.

Liberia: gli sforzi per allestire la sede radiofonica proseguono. Vi sono problematiche a livello tecnico per la totale assenza di energia elettrica, che implica rallentamenti e ideazione di soluzioni alternative (foto della futura cappella).

Madagascar: Radio Maria si sta sviluppando nella zona sud-est dell’isola, nella Diocesi di Ambositra. Entro fin e 2014 la radio sarò operativa (in basso il sacerdote ed il presidente di RM Madagascar, insieme al loro Vescovo).

Mali: paese a minoranza cattolica, presenta da anni una particolare situazione politica, militare e sociale. Vi sono problemi di sicurezza che stanno bloccando il progetto Radio Maria, anche a causa del rischio di venire uccisi nella testimo-

nianza della propria fede. Nigeria: progetto iniziato oltre 8 anni fa e per il quale vi sono stati molti ostacoli. Ancora risulta difficoltoso l’ottenimento di una frequenza e quindi gli sviluppi strutturali e organizzativi sono fortemente rallentati. Macau (Cina): emittente attiva via web in un paese che ha la sua complessità per le confessioni religiose. Nel biennio 2013-2014 speriamo di consolidare lo staff e di potenziare la programmazione. Rep. di Guinea (Conakry): stato a maggioranza musulmana, qui Radio Maria sta ultimando gli ultimi lavori prima di iniziare le trasmissioni entro la fine del 2014. Haiti: nazione ancora sofferente dopo il terremoto del 2010. Qui Radio Maria sta operando per cercare di ottenere una frequenza e poter dare conforto ed evangelizzare la popolazione che vive in estrema povertà. Irlanda: i primi contatti risalgono addirittura al 1997… ma per ragioni legislative non è stato possibile ottenere frequenze per radio confessionali. Radio Maria quindi partirà come web radio grazie alle nuove tecnologie digitali. Lettonia: progetto che dovrebbe avviarsi entro la fine di quest’anno. La richiesta di una frequenza è già stata inoltrata e molti cattolici pregano perché quanto prima Radio Maria possa essere vicina nelle case e nei cuori della gente (foto rappresentanti di RM

Lettonia con il rapresentante continentale Bernhard Mitterrutzner ed il Vescovo di Riga).

Ricordiamo che quest’anno si vuole porre attenzione al continente africano nel suo complesso, come terra di missione che necessita dello sforzo di Radio Maria per evangelizzare e soccorrere le popolazioni che vivono in condizioni sociali, culturali, politiche e religiose difficili. Nello specifico, ad esempio, Radio Maria ha in concessione 19 frequenze in diversi Paesi che nel corso dell’anno potrebbero essere perdute se non verranno attivate le rispettive trasmissioni. Uniamo quindi i nostri sforzi e diffondiamo in tutte le case il messaggio di carità di Mariathon: Aiutiamo la Madonna ad Aiutarci! Sito pubblico Mariathon: www.mariathon.org Per materiali di presentazione di Mariathon, aggiornamenti sui progetti e file audio da utilizzare nei mesi pre-Mariathon: intranet WF (www.intranet.radiomaria.org), gruppo MARIATHON, sezione DOCUMENTS, cartella “Mariathon 2014”. Raffaele Galati


Portiamo nel mondo il “Dono” di Maria MARZO-APRILE 2014

3

Due testimonianze da Europa ed Africa sulla prima Mariathon mondiale

Papa in Terra Santa

Francesco pellegrino a Gerusalemme

N

el cuore di ogni cristiano ci sono i luoghi in cui Dio si è incarnato per salvare ciascuno di noi. La Terra Santa è anche nel cuore di Papa Francesco che, sulla scia dei predecessori ha deciso di recarvisi dal 24 al 26 maggio prossimi per commemorare dopo 50 anni lo storico incontro tra Papa Paolo VI e il Patriarca Atenagora. Un pellegrinaggio di preghiera, così lo ha definito Papa Francesco, animato dalla tensione ecumenica e dal desiderio di pace di fronte alle difficili divisioni che segnano la Terra Santa e tutto il Medio Oriente. La Famiglia Mondiale di Radio Maria seguirà il Santo Padre con la diretta in streaming dell’evento e lo accompagna sin da ora con la preghiera. Stefano Chiappalone

Di seguito vi riportiamo le testimonianze di P. Prenke, Diretttore di RM Albania e P. Desiré, Direttore di RM Burundi, sulla esperienza vissuta a maggio 2013 nel corso della prima Mariathon mondiale.

“Per noi in Albania la Mariathona 2013 è stata un’esperienza nuova cui abbiamo aderito con gratitudine per questo grande dono della Madonna, ricevuto grazie ai benefattori di Radio Maria Italia, per cui a nostra volta vogliamo fare qualcosa per altri fratelli che nel mondo attendono Radio Maria. Il 10 e 11 maggio abbiamo trasmesso programmi speciali dalle 8 alle 23, con i volontari dislocati in cinque posti Scutari, Tirana, Durazzo, Alessio e Gjakova (in Kosovo), per raccogliere le donazioni e aggiornarci sulle novità. Abbiamo poi continuate in alcune parrocchie albanesi dal 12 al 30 maggio. Per organizzare tutto ciò

abbiamo speso circa 550 euro e ne abbiamo raccolti oltre 32000. In ogni parrocchia la gente ha offerto preghiere e donazioni per la diffusione di

Radio Maria. È indescrivibile la gioia di quanti hanno partecipato: Gesù ha visto il volto della povera vedova del Vangelo in tanti uomini e donne che hanno messo ciò che potevano per aiutare Radio Maria a realizzare 11 nuovi progetti in tutto il mondo”.

P. Prenke Lazraj

“Gli ascoltatori di Radio Maria Burundi hanno partecipato alla Mariatona 2013 sia nel nostro paese sia dall’estero, con la preghiera, con le donazioni in denaro secondo le proprie possibilità, ma anche offrendo tempo e risorse, sensibilizzazione

e mobilitazione. Ora il nostro paese ha appena vissuto una catastrofe durissima a causa di una pioggia torrenziale che ha devastato interi quartieri – dove abitano anche i nostri ascoltatori – e che ha gettato il Burundi in una grave desolazione. La Mariathona 2014 cade perciò in questa difficile congiuntura, in cui tutti i burundesi sono impegnati nello sforzo per aiutare coloro che hanno subito danni. Pertanto è probabile che non potranno offrire molto come lo scorso anno, tuttavia la nostra speranza non si fonda, in primo luogo, sulle apparenti possibilità, ma soprattutto sulla Provvidenza Divina. Non siamo coinvolti in un progetto ridotto alle nostre forze umane, bensì in una nobile missione, che ha per protagonista Cristo stesso: l’evangelizzazione. Per questo, nonostante le difficoltà, speriamo in Lui e nel sostegno indefettibile di Sua Madre Maria”. P. Desiré Bireha


Grande miracolo in Costa Rica 4

L

MARZO-APRILE 2014

a provvidenza divina fa succedere le cose più insolite. E la benevolenza di Dio ha voluto che fosse il Costa Rica, un paese relativamente piccolo rispetto a molti altri del nostro pianeta, ad avere la benedizione di ospitare il

miracolo che ora è il motivo della canonizzazione di Papa Giovanni Paolo II. Nel 2011, Floribeth Mora, abitante di Tres Ríos a San José, colpita da un grave aneurisma, guarì senza che i medici potessero spiegarne il motivo: questo avvenne grazie alle preghiere rivolte dalla donna e dalla sua famiglia a Giovanni Paolo II. Nelle interviste rilasciate a Radio Maria, la donna, suo marito

e il suo medico ci hanno raccontato che nel suo caso particolare non era possibile operare a causa delle caratteristiche della lesione cerebrale, e purtroppo non c’era altro da fare che attendere il momento della sua morte. Per questo i medici dell’ospedale pubblico le chiesero di lasciare la struttura e tornare a casa per morire tra le mura domestiche. Il marito ci ha raccontato che questo lo portò alla disperazione, e fu in quei momenti, seduto su una delle scale dell’ospedale, che cominciò a pregare Papa Giovanni Paolo II; tale era la sua certezza che il Papa avrebbe interceduto davanti a Dio che con molta tranquillità l’uomo riportò la moglie a casa. Il giorno della beatificazione del Papa la donna aveva davanti a sé la copertina di un giornale con la foto del Papa e lo pregò, mentre guardava in televisione la celebrazione religiosa. Proprio in quel momento avvenne il mira-

colo. Si alzò in piedi e camminò fino alla cucina per vedere suo marito e raccontargli cos’era successo. Il suo miglioramento fu progressivo, e ora è una grande evangelizzatrice. Si resero conto che si era trattato di un miracolo e da Roma arrivarono i monsignori a verificarlo nella Clinica La Católica di Costa Rica e all’ospedale Gemelli di Roma. E dopo tutti i procedimenti canonici venne dichiarato il miracolo. In un’intervista radiofonica con il medico curante ci è stato detto che

quanto avvenuto non poteva essere spiegato dalla scienza e pertanto si tratta di un miracolo. Abbiamo ascoltato la grande testimonianza con tutte le persone che abbiamo intervistato a Radio Maria e questa serie di programmi sarà inviata alle diverse Radio Maria perché voi ascoltatori possiate essere testimoni diretti di questi fantastici avvenimenti. P. Emilio Garreaud Direttore RM Costa Rica

Buon compleanno Presidente Ferrario

D

urante l’incontro mensile del mese di marzo che lo staff di RMI e WF, avvenuto il giorno 11 a Casciago (VA), abbiamo avuto un motivo in più da far risaltare: il compleanno del Presidente di Famiglia Mondiale Emanuele Ferra-

rio. Insieme alla condivisione dei progetti che permettono di conoscere come sta andando la missione nel mondo, abbiamo avuto la gioia di ascoltare parole di incoraggiamento da chi ha dedicato tutto stesso a Radio Maria, e che non soltanto ha recuperato pienamente la sua salute, ma continua a spingere tutti noi, a portare avanti questa dono della Madonna, cercando il modo di fare ogni giorno il meglio possibile. WF Staff


Papa Francesco e Radio Maria

U

MARZO-APRILE 2014

n mese dopo l’inizio del pontificato di Papa Francesco, a noi vescovi che ci trovavamo in Vaticano è stata data l’opportunità di salutare personalmente il Sommo Pontefice. Quando ho avuto l’occasione di esprimergli il mio affettuoso saluto, gli ho chiesto anche, in qualità di direttore di Radio Maria, una benedizione speciale per RM Perù. Nel momento in cui il Papa ha sentito le parole “Radio Maria”, ha cambiato posizione delle mani e ha raccolto più affettuosamente le mie (vedi foto), e regalandomi un sorriso di accettazione e consenso insieme al gesto di benedizione, mi ha detto

con il volto gioioso queste parole: “Che Dio benedica la Radio e che Radio Maria sia ascoltata da tutti in macchina, in cucina o al lavoro... tutti devono ascoltare questa Radio che sta compiendo un’ottima opera di evangelizzazione. Bisogna fare in modo che arrivi a tutti...” Non vi è dubbio che il Papa, che conosceva molto bene Radio Maria Argentina e conosce anche la portata della Radio a livello mondiale, sappia che è uno strumento molto importante di evangelizzazione. Quell’evangelizzazione che lui stesso sta chiedendo e che porta specialmente nelle

5

periferie. Così avviene di fatto con la nostra Radio che, con il metodo tanto semplice di una piccola emittente, porta il Vangelo attra-

famiglie che desiderano ardentemente avvicinarsi di più a Dio. E poiché Radio Maria è una sola famiglia, certamente Papa Francesco

verso il cuore di Maria fino ai sobborghi più isolati, persino nelle case disperse nei campi, così come ai malati nelle loro case e negli ospedali, ai detenuti nelle carceri e a tante

ha benedetto tutti quelli che partecipano a questo progetto nel mondo.

ei prossimi mesi vedrà la luce il nuovo sito web della Famiglia Mondiale di Radio Maria. Un sito rinnovato nei

contenuti streaming tutte le e nella radio presenti v e s t e nei cinque contigrafica. Sul nenti con i dati di nuovo portale sarà tutte le radio. Una ricca possibile ascoltare in sezione editoriale farà

da cornice al nuovo progetto, con foto, video e file audio provenienti dalle oltre 65 radio presenti nel mondo.

MARIATHON 2014

WORLD FAMILY RADIO MARIA news

Diventa anche

S.E. Mons. Josè Ignacio Alemany Direttore di RM Perù

Presto il nuovo sito della Famiglia Mondiale

N

periodico dell’Associazione World Family of Radio Maria a pag. 18 Redazione: P. Francisco Palacios;

Stefano Chiappalone; Raffaele Galati; Daniele Trenca

Aspettiamo le vostre foto di “Mariathon 2014” per poter condividere con tutto il mondo come questa grande iniziativa si snoda nei cinque continenti. Scrivici: roma.wf@radiomaria.org

Via Rusticucci, 13 - 00193 Roma mail: roma.wf@radiomaria.org skype: wf.daniele.trenca I contenuti di questo notiziario (testi e foto) sono utilizzabili in modo totale o parziale nei siti web, newsletter, social network di RM. Citare sempre la fonte “WFRM News”

TU

protagonista di

World Family News

Inviaci le tue idee, proposte, suggerimenti all’indirizzo: roma.wf@radiomaria.org I contenuti saranno pubblicati sui prossimi numeri

CONTATTACI!


World Family Radio Maria News - 05 ITA