Page 1

Poste Italiane spa - Sped. Abb. Post. - D.L. 353/2003 (Convertito in legge 27/02/2004 n. 46), art. 1, comma 1 - LO/MI/ - euro 10,00 - In caso di mancato recapito rinviare all’ufficio CMP Roserio (MI) per la restituzione al mittente che si impegna a pagare la relativa tariffa - Editrice Web and Magazine s.r.l. - Via Valla, 16 - I20141 Milano - www.webandmagazine.media

ISSN 0024-0532

english text www.webandmagazine.media • www.webandmagazine.com

iL

351 ottobre 2018 - anno 97 dal 1922


EDIZIONE EDITION

Fiera di Verona

Verona Fairgrounds

7-10 Febbraio February 2019 Mostra internazionale sull’impiego del legno nell’edilizia International exhibition on the use of wood in building Edilizia

Tetti e coperture

Pavimenti

Infissi

• Construction

• Flooring

• Roofings and Coverings

• Doors and Windows

IN CONTEMPORANEA CON

Materiali e tecnologie per la sostenibilità e il risparmio energetico nell’edilizia www.ecohousexpo.com

www.legnoeedilizia.com Info: PIEMMETI S.P.A. Tel. +39 049.8753730 Segreteria Organizzativa: PIEMMETI S.P.A. Fax +39 049.8756113 Tel. +39 049.8753730 • Fax +39 049.8756113 info@piemmetispa.com info@piemmetispa.com


HOLZMATIC ENGINEERING s.r.l.

Zona Artigianale Rasun, 19 - 39030 Rasun Anterselva holzmatic@rolmail.net - www.holzmatic.it


C ASTIGLIONI

35 1980 - 2015 TRONCHI TAVOLAME SEMILAVORATI

TIMBER AGENCY 37053 Cerea, Verona tel. +39/0442 320210 fax. +39/0442 320190 carlo.merlin@merlinlegno.it giuseppe.merlin@merlinlegno.it www.merlinlegno.it


11

EDITORIALE DAL MARE AL VILLAGGIO di Pietro Ferrari

12

LA PAROLA A... PAOLO FANTONI L’EUROPA E LE BARRIERE NON TARIFFARIE di Pietro Ferrari

14

20

FOCUS MOSTRA INTERNAZIONALE DI ARCHITETTURA DELLA BIENNALE DI VENEZIA BIENNALE DI VENEZIA 2018. LA BELLEZZA DI UN PROGETTO NEL BOSCO di Paola Govoni TECNOLOGIE HOLZMATIC AI VERTICI DELLE PRESTAZIONI di Pietro Ferrari

24

TECNOLOGIE INCOMAC IL FUTURO DELL’ESSICCAZIONE, L’ESSICCAZIONE DEL FUTURO di Pietro Ferrari

28

TECNOLOGIE EUROTECH LA SOLUZIONE GIUSTA: ET-GRIPPER di Franco Riccardi

32

TECNOLOGIE SARMAX IL LED IN AZIONE di Sonia Maritan

34

TECNOLOGIE WEINIG GROUP UN ANNO CON CUBE: BILANCIO DI UNA RELAZIONE NON COMPLI-CATA di Pietro Ferrari

36

TECNOLOGIE CELASCHI PICCOLO E PERFORMANTE di Pietro Ferrari

38

TECNOLOGIE WOODCO ESPRESSIVITÀ E DINAMISMO CON LE NUOVE SPINE WOODCO di Franco Riccardi

40

QUOTAZIONI

42

FORESTA INTERFORST ENTUSIASMO TRA GLI ESPOSITORI A INTERFORST 2018 di Franco Riccardi

SOMMARIO 351 IL LEGNO OTTOBRE 2018 www.webandmagazine.media www.webandmagazine.com


EJ16

SISTEMI PER

TRITURAZIONE, MACINAZIONE DI SCARTI DILEGNO

MADE IN ITALY

24

MONTHS WARRANTY

ISVE, attiva dal 1977, presenta la gamma più ampia di trituratori, macinatori e mulini granulatori presente sul mercato. Per ogni richiesta del cliente, ISVE mette a disposizione il proprio staff tecnico e la sua unità speciale che progetta componenti su misura, basamenti a disegno, software e soluzioni per rendere operative le macchine nelle vostre linee di produzione e riciclo. Servizio post vendita con gestione informatizzata dei ricambi, preventivi dettagliati disponibili al cliente nelle 24 ore e officina dedicata per assistenza e riparazioni. CARATTERISTICHE
TECNICHE

TABLET SMARTPHONE

PC

•
PLC
SIEMENS:
impianti
di
lavorazione
composti
da
macchine
dotate
di
PLC
 S7‐1200
Siemens
che
controlla
tutte
le
fasi
del
lavoro
ed
effettua
test
 continui
di
autodiagnosi
sulle
componenti
dell’impianto. POST SALE SERVICE

•
TOUCH
PANEL:
interfaccia
con
touch
screen
che
visualizza
tutti
i
paramen‐

ISVE SMART MANAGER

tri
di
funzionamento
della
macchina
o
dell’impianto. •
ISVE
SERVER
CONNECT:
collegamento
via
web
alla
casa
madre
per
fornire


TOUCH PANEL

indicazioni
in
tempo
reale
sul
funzionamento
delle
macchine. •
ISVE
MAINTENANCE
PROGRAM:

scadenziario
gli
interventi
di
manuten‐ zione
con
chiare
indicazioni
all’operatore
attraverso
il
pannello
di
 controllo.

MACCHINE INDUSTRIALI DI QUALITA’

Isve
Srl
 Via
San
Martino
39

‐
25020
Poncarale
﴾BS﴿
Italy 
Tel.
030
2540351
r.a.
‐
Fax
030
2640874
 headoffice@isve.com
 www.tritotutto.com
‐
www.isve.com


dal 1922

OTTOBRE 2018

46

ARTE E PROGETTO IL LEGNO DALLA NATURA ALLE COSE UN SALOTTO A CIELO APERTO di Pietro Ferrari

50

ARTE E PROGETTO AHEC ELEGANZA E PRATICITÀ DELLA QUERCIA di Paola Govoni

54

EVENTI CARREFOUR INTERNATIONAL DU BOIS IL LEGNO DEI RECORD di Beatrice Guidi

58

EVENTI DOMOTEX ASIA/CHINAFLOOR UN RECORD IN CRESCITA di Beatrice Guidi

60

EVENTI INPRINT ITALY IN UN UNICO EVENTO TUTTE LE TECNOLOGIE DELLA STAMPA INDUSTRIALE di Beatrice Guidi

62

EVENTI FESTIVAL DEL LEGNO IL LEGNO IN CITTÀ di Pietro Ferrari

66

EVENTI FITOK CRESCE LA PERCENTUALE DI IMBALLAGGI IN LEGNO TRATTATI di Pietro Ferrari

68

EVENTI LEGNO&EDILIZIA L’EDILIZIA DEL FUTURO A VERONAFIERE DAL 7 AL 10 FEBBRAIO 2019 di Beatrice Guidi

72

INDIRIZZI UTILI


Incomac S.r.l. Via G. Ferraris, 50 - 31044 Montebelluna (TV) Tel. +39-0423-21646 - e-mail: incomac@incomac.it - internet: www.incomac.it


www.webandmagazine.media www.webandmagazine.com

COLOPHON

dal 1922 anno 97

351 ottobre 2018 351 october 2018

COVER_003 copia 2:COVER IL_aprile 04/10/18 15:28 Pagina 1

direttore responsabile editor in chief pietro giovanni ferrari

       



 

iL

 

Rivista bimestrale una copia bimonthly magazine one copy euro 10,00

redazione@webandmagazine.com

Abbonamento annuo Italia year’s subscription Italy

euro 50,00

coordinamento generale general coordination franco riccardi

Abbonamento annuo estero year’s subscription abroad

euro 100,00

logistica@webandmagazine.com

giornalisti journalists andrea zenari paolo ferrari paolo rolandi monica zani silvia tedesco sonia maritan redazione@webandmagazine.com

ufficio grafico graphic layout ufficiografico@webandmagazine.com

amministrazione administration

Florian Legno s.p.a. Via Castellana, 48/A 31039 Riese Pio X (Treviso) Italy telefono +39/0423 4532 fax +39/0423 746588

advertising@webandmagazine.com

beatrice guidi

advertising@webandmagazine.com

gestione editoriale editorial management

8

backUP

gestioni editoriali

Stampa CPZ s.p.a. Via Landri, 37/39 I-24060 Costa di Mezzate (Bergamo)

editrice webandmagazine s.r.l. Via Valla, 16 - 20141 Milano Italia telefono +39/02 84173130 telefono +39/02 84173121 (marketing) fax +39/02 66661204 amministrazione@webandmagazine.com www.webandmagazine.media www.webandmagazine.com Bimestrale: Poste Italiane s.p.a. Sped.Abb.Post. D.L. 353/2003 (Convertito in legge 27/02/2004 n.46), art.1, comma 1 • LO/MI/ Registrazione presso il tribunale di Milano al numero 638 del 22 novembre 1986 (nuova serie) (pubblicazione 1° fascicolo 15 marzo 1922)

COLOPHON

Registro degli operatori di comunicazione roc 23567

08

IT24T0521601633000000005133 BIC/SWIFT BPCVIT2S

info@florianinc.com www.florianinc.com

amministrazione@webandmagazine.com

web and media advertising web and media advertising silvia maestri direzione marketing

Modalità di pagamento abbonamento tramite bonifico bancario con tutti i vostri dati e causale utilizzando i seguenti IBAN: CREDITO VALTELLINESE:

Registro mondiale delle pubblicazioni ISSN 0024 - 0532 International standard serial number

I nomi , le ditte e i prodotti citati redazionalmente sono pubblicati senza responsabilità dell’editore; testi e fotografie, anche se non pubblicati, non vengono restituiti. names, firms and products wich are quoted editorially are published without publisher’s responsability; text and photos, although unpublished, are not returned. Informativa Ex D. Lgs: 196/03 • WEBANDMAGAZINE s.r.l., titolare del trattamento tratta i dati personali liberamente conferiti per fornire i servizi indicati. Per i diritti di cui all’art. 7 del D.Lgs. n. 196/03 e per l’elenco di tutti i responsabili del trattamento rivolgersi al Responsabile del trattamento. I dati potranno essere trattati da incaricati preposti agli abbonamenti, al marketing, all’amministrazione e potranno essere comunicati a società esterne per la spedizione del periodico e per l’invio di materiale promozionale. Il responsabile del trattamento dei dati raccolti in banche dati a uso redazionale è il direttore responsabile a cui ci si può rivolgere, per i diritti previsti dal D. Lgs. 196/03, presso: editrice WEBANDMAGAZINE s.r.l. Via Valla, 16, I-20141 Milano


Amiamo e ameremo sempre il legno Il miglior legno Teak, Rovere, Okoumè tavolame, lamellari, compensati, tronchi scopri tutto quello che possiamo offrirti su:

www.bassolegnami.it

Basso Legnami srl | Via dell’Artigianato, 6 | 13040 Rovasenda (VC) | tel. 0161 87 97 97 - fax 0161 87 97 98 | basso@bassolegnami.com


dal 1922

www.webandmagazine.media www.webandmagazine.com

IL LEGNO

DAL MARE AL VILLAGGIO Il mondo del legno ha bisogno di trasformare in cultura e qualità la grande apertura di credito di cui gode da parte del pubblico, ampliando e approfondendo la cultura del settore presso gli addetti ai lavori e presso l’uomo della strada. Dalla Biennale di Venezia, Paola Govoni ci racconta il legno nell’arte, che trasforma il materiale più antico del mondo in oggetti d’arte e di architettura carichi di valore. Dalla Laguna alla Brianza artigiana e alla città di Bergamo cambia lo scenario ma non cambia l’impegno di chi ogni fine estate si prodiga per dare visibilità e concretezza sul territorio alla materia prima legno. In questo numero della nostra rivista parliamo di due eventi che sono ormai diventati una solida consuetudine dello scenario del legno nel nostro Paese: il Festival del Legno di Cantù nella prima quindicina di ottobre e il “Il Legno dalla natura alle cose” nella Città Alta di Bergamo per quasi tutto il mese di settembre con un particolare omaggio ad Achille Castiglioni.

From the sea to the village The world of wood needs to transform into culture and quality the great trust enjoyed by the public, expanding and deepening the culture of the sector to insiders and to the public. From the Laguna along the coasts of Brittany to the Brianza craftamanship and the city of Bergamo changes the scenery but does not change the commitment of those who work every summer to give visibility and concreteness to the raw wood. From the Venice Biennale, Paola Govoni tells us about wood in art, which transforms the oldest material in the world into valuable art and architecture objects From the Laguna to the artisan Brianza and the city of Bergamo changes the scenery but does not change the com-

OTTOBRE 2018

di Pietro Ferrari di Pietro Ferrari

redazione@webandmagazine.com

EDITORIALE

Dalle grandi correnti artistiche internazionali alla valorizzazione dei momenti lignei del territorio sono tutte manifestazioni di sapere che rendono giustizia al posto del legno nel vivere umano.

mitment of those who endeavor every summer to give visibility and concreteness on the territory to the raw wood material. In this issue of our magazine we talk about two events that have become a customary meeting of the wood scenario in our country: the Cantù Wood Festival in the first fortnight of October and the "Wood from nature to things" in the Upper Town of Bergamo for almost the entire month of September with a special tribute to Achille Castiglioni. From the great international art currents to the enhancement of the “wooden moments” of the territory are all manifestations of knowledge that enlighten the place of wood in human life.

11 EDITORIALE


redazione@webandmagazine.com

LA PAROLA A... di Pietro Ferrari

PAOLO FANTONI

L’Europa e le barriere non tariffarie all’assemblea EPF di Lucerna nel saluto di Paolo Fantoni, Presidente della Federazione.

L’EUROPA E LE BARRIERE NON TARIFFARIE

LA PAROLA A...

È stato un momento di profonda riflessione il discorso di saluto del Presidente Paolo Fantoni all’assemblea generale di EPF a Lucerna il 29 giugno scorso. Come di consueto nello stile del Presidente e della Federazione le formalità sono state ridotto al minimo per dare spazio a contenuti importanti. Paolo Fantoni - È certamente una opportunità quella di vedere titolata la giornata di oggi Assemblea Generale di EPF: “Il futuro dell’Industria”.Sono convinto che il valore che EPF offre ai suoi membri stia anche nei messaggi che giornate come queste offrono. Ascoltare relatori veramente unici e preziosi certamente offrirà una visione delle nuove tecnologie, delle nuove sfide competitive cui andiamo incontro, con cui torneremo a casa arricchiti. Nel mio ruolo di Chairman mi corre però l’obbligo di fornire degli stimoli alla formazione della nostra visione del futuro cercando di sollecitare tutti noi anche alle responsabilità che come membri di EPF abbiamo in questo contesto.Siamo tutti noi chiamati ad aumentare la nostra comune capacità di condivisione del futuro per gestire il cambiamento. Il cambiamento è molto sfidante e stiamo certamente vivendo una accelerazione del cambiamento a cui la nostra Federazione EPF deve essere preparata per fornire risposte adeguate senza rimanere ostaggio di visioni del passato. In tutto ciò osserviamo come i nostri membri non condividono più logiche nazionali o continentali, bensì intercontinentali. Nella nostra educazione, pur in lingue differenti, più teorica per alcuni, più basata su esperienze per altri abbiamo appreso alcuni elementi fondamentali dell’economia, quali: l’importanza delle economie di scala, la creazione di effi-

12

cienza basata sull’esperienza, rappresentando queste un linguaggio imprenditoriale unificante. Questi principi hanno consolidato in noi le logiche e l’interesse per un libero mercato quale simmetrica esperienza di un sistema democratico concepito a favore dei cittadini e dei consumatori. Abbiamo inteso la crescita del Mercato Comune e della Unione Europea dopo, come l’ambito fisico e politico in cui trovare casa alle nostre aspettative. Ora tutto quanto abbiamo conseguito negli ultimi 60 anni sembra essere messo sotto osservazione. Assistiamo allo sviluppo di rigurgiti nazionalistici e locali molto forti, che spesso per “l’Abuso dell’uso del Principio di Precauzione della Salute Pubblica“ ¬¬o di altre logiche soggettive sulla interpretazione della sicurezza, determinano la


dal 1922

OTTOBRE 2018

The Euroopean handicap “We would like the European Commission to start considering the position of EPF (…), giving priority to the efficient use of wood, and therefore to cut subsidies whenever wood is used for the production of energy only”, says Paolo Fantoni of EPF. According to a study done by consultant Technolopolis for the European Commission, the wood-based panels industry “paid”, because

fine di un libero mercato, la fine delle logiche di libera circolazione delle merci. La rinascita di queste logiche pone in difficoltà soprattutto le PMI. Le specifiche necessità di differenti mercati che richiedono ingenti investimenti di adeguamento dei prodotti e di certificazione dei processi e dei prodotti stessi e affliggono le PMI creando una asimmetria competitiva tra produttori. Tutto ciò oltre a penalizzare le piccole imprese determina l’impossibilità di far crescere l’efficienza produttiva e di far nascere dei veri e propri campioni continentali. Un esempio di tutto ciò è rappresentato dalle differenti norme che affliggono il settore delle costruzioni in legno rispetto alle regolamentazioni contro il fuoco, che non solo hanno grossi vincoli a livello di singola nazione ma dove ancor più le regole subiscono ulteriori interpretazioni soggettive a livello regionale e comunale. Tutto ciò sta intervenendo non solo nelle costruzioni in legno, ma anche in una numerosa serie di ambiti con importanti ripercussioni negative per il consumatore. In un periodo di forte esasperazione della comunicazione delle Istituzioni che scherza col fuoco nell’evocare l’introduzione di dazi doganali, dobbiamo considerare che le barriere non tariffarie sugli scambi tra nazioni, anche all’interno della nostra Europa, sortiscono gli stessi medesimi effetti. Di fronte a questi scenari resta come mio obbligo quello di

of the European regulation, a cumulative cost of 10.8 % of the added value between 2005 and 2014 which is for instance comparable to 2.6 % in the sawmill sector.“Western Europe has already lost 7 million m of capacity over the last 10 years, the equivalent of 10% of the European production, due to the impossibility to pay the new costs. A large part of these factory lines were transferred to countries with a lower wood cost, typically in Eastern Europe”, says the EPF Chairman.

richiamare tutti gli imprenditori, tutte le nostre Associazioni membre a considerare che la base di discussione delle nostre iniziative e delle nostre proposte deve essere europea e deve essere volta ai principi di armonizzazione delle regole e di condivisione degli obiettivi. Non seguire queste logiche significherà tornare ad auspicare un sistema mercantile Medievale, magari senza confini fisici e senza dazi tariffari, ma costituito da tanti piccoli mercati isolati tra loro. Se molti errori in questi anni sono stati fatti è tempo che ci sia tra noi maggiore discussione, maggiore partecipazione e maggiore senso di responsabilità nel considerare quanto è stato pazientemente costruito dai fondatori dell’Europa. EPF metterà tutto il suo impegno e le sue energie per un progetto alto di un’Europa basata su maggiore competitività e armonizzata arrivando anche al ricorso presso la Corte di Giustizia Europea per infrazione alle regole sulla libera circolazione delle merci. EPF però non può essere considerata solamente come il salvatore di ultima istanza, EPF non può essere il luogo in cui portare problemi ormai irrisolvibili a livello nazionale. EPF deve essere il luogo in cui prevenire i problemi e programmare il futuro e di tutto ciò è bene che ognuno si faccia ancor più responsabile che nel passato. Saremo capaci di tutto ciò se sapremo essere ancora più partecipi ai lavori della nostra Federazione.

13

LA PAROLA A...


redazione@webandmagazine.com

FOCUS di Paola Govoni

BIENNALE DI VENEZIA

BIENNALE DI VENEZIA 2018. LA BELLEZZA DI UN PROGETTO NEL BOSCO

FOCUS

Dopo le due precedenti esperienze di partecipazione alla Biennale d’Arte del 2013 e del 2015, quest’anno la Santa Sede partecipa per la prima volta alla Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia, la cui 16esima edizione si svolge dal 26 maggio al 25 novembre 2018. Il Padiglione Vatican Chapels ospitato sull’Isola di San Giorgio Maggiore nel bacino di San Marco è un progetto ideato dal Professor Francesco Dal Co, che si è ispirato al modello della Cappella nel bosco costruita dall’architetto Gunnar

14

www.labiennale.org


dal 1922

OTTOBRE 2018

Following the previous experiences at the Biennale of Art in 2013 and 2015, the Holy See takes part for the first time this year in the 16th International Architecture Exhibition Biennale di Venezia, through the creation of the Vatical Chapels Pavilion in the wooded area of San Giorgio Maggiore island, facing San Marco basin. The project, curated by Professor Francesco Dal Co, takes inspiration from the model of the Woodland Chapel built in 1920 by the Swedish architect Gunnar Asplund at the Woodland Cemery in Stocklholm, a work featured in an initial exhibition space and illustrated with original drawings of the project. The theme of the chapel as a place of orientation, encounter, meditation and silence was suggested to ten architects, who were invited to design and build ten chapels in a woo-

ded area of San Giorgio Maggiore, where the Giorgio Cini Foundation is based. This unique architectural itinerary could even resemble a spiritual pilgrimage. The choice of the architects involved in the project mirrors the desire to focus on different expressive languages and various constructive techniques, resulting from different generations and taking benefit from the 'universality' of their provenance (Europe, Australia, Japan, United States, South America). The architects who designed the ten chapels are: Andrew Berman (USA), Francesco Cellini (Italy), Javier Corvalàn (Paraguay), Eva Prats and Ricardo Flores (Spain), Norman Foster (UK), Teronobu Fujimori (Japan), Sean Godsell (Australia), Carla Juacaba (Brazil), Smiljan Radic (Chile), Eduardo Souto de Moura (Portugal), while Francesco Magnani and Traudy Pelzel designed the Asplund’s Pavilion. The ten chapels, plus the Asplund’s Pavilion and all auxiliary works have been realized by the architects with the contribution of the following companies: Alpi, Barth, Fallani Group, Laboratorio Morseletto, Leucos, LignoAlp, Maeg, Moretti, Panariagroup, Piaggio Group, Sacaim, Saint-Gobain, Secco, Simeon, Tecno, Terna, and Zintek. Overall, the project reveals its nature as an extraordinary laboratory for the choice and use of various materials and for the possibility of experimenting with applicative solutions in an environmental context, which is particularly stimulating and problematic, due to the presence of the sun, water, wind and salt. The path goes through design solutions that privilege, from time to time, stone, steel, cement, glass, ceramics and, of course, wood. If, on the one hand, the images selected to illustrate this article do not pretend to be exhaustive, they propose to recreate at least in part the beauty, solidity and sense of spirituality that wood transmits, in a very particular context like this. NELLA FOTO DI APERTURA, PAOLA GOVONI ALLA BIENNALE DI ARCHITETTURA DI VENEZIA 2018, PADIGLIONE DELLA SANTA SEDE, ISOLA DI SAN GIORGIO A SINISTRA, MAPPA DELLE 10 CAPPELLE E DEL PADIGLIONE ASPLUND DISSEMINATI NELL’AREA BOSCHIVA SULL’ISOLA E GLI ARCHITETTI CHE HANNO PARTECIPATO AL PROGETTO VATICAN CHAPELS

15

FOCUS


redazione@webandmagazine.com

FOCUS

BIENNALE DI VENEZIA

CAPPELLA TRE. PROGETTO JAVIER CORVALAN CON SIMEON

FOCUS

Asplund per il Cimitero di Stoccolma nell’anno 1920. Riprendendo il tema di una cappella come luogo di orientamento, incontro, meditazione e silenzio, dieci architetti di profilo internazionale sono stati invitati a ideare e costruire altrettante cappelle all’interno dell’area boschiva che si trova all’estremità dell’Isola di San Giorgio. Il risultato è un’installazione di particolare impatto naturalistico ed emotivo, dove i materiali e le forme si svelano a poco a poco, fra gli alberi e il mare, su uno spazio complessivo di circa un ettaro e mezzo. Si tratta di un Padiglione diffuso che può essere percorso attraverso un itinerario aperto per consentire la totale fruizione e la massima libertà di movimento, per soffermarsi a osservare, per ammirare e per riflettere. In questo senso, l’itinerario architettonico assume anche la valenza di un

16

www.labiennale.org

CAPPELLA CINQUE. PROGETTO NORMAN FOSTER CON MAEG, TECNO, TERNA

pellegrinaggio spirituale. L’esigenza che sta alla base del progetto Vatican Chapels è quella di indagare quale sia lo spazio possibile per la spiritualità contemporanea e quale sia il luogo migliore per accoglierla.

!LINGUAGGI ESPRESSIVI DIVERSI ! Questa libertà di fruizione di cui godono i visitatori, è stato uno dei criteri ispiratori dell’intero progetto. Come tiene a sottolineare il professor Dal Co, gli architetti sono stati liberi di progettare “senza alcun riferimento ai canoni comunemente riconosciuti, in un ambiente naturale del tutto astratto, connotato unicamente dal suo emergere sulla laguna e dal suo aprirsi sull’acqua”. All’interno di ciascuna cappella, l’elemento identificativo e unificante è costituito dalla presenza dell’altare e del leggio.


dal 1922

OTTOBRE 2018

PARTICOLARE STRUTTURALE DELLA CAPPELLA CINQUE

Come si legge nella presentazione del progetto, la scelta degli architetti invitati a partecipare a questa stimolante sfida ‘è frutto della decisione di puntare su progetti capaci di avvalersi di linguaggi espressivi diversi e dotati di marcate personalità dal punto di vista della sperimentazione costruttiva, appartenenti a diverse generazioni e provenienti dall’Europa, dall’Australia, dal Giappone, dagli Stati Uniti e dal Sudamerica’ e dunque in grado di rispecchiare l’universalità della Chiesa. Gli architetti che hanno progettato le dieci cappelle che formano il Padiglione Vatican Chapels e l’undicesima cappella, denominata Padiglione Asplund, concepita come preludio all’itinerario, sono: Andrew Berman (USA), Francesco Cellini (Italia), Javier Corvalàn (Paraguay), Eva Prats e Ricardo Flores (Spagna), Norman Foster (Regno Unito), Te-

CAPPELLA SEI. PROGETTO TERUNOBU FUJIMORI CON BARTH INTERNI, LIGNOALP

ronobu Fujimori (Giappone), Sean Godsell (Australia), Carla Juacaba (Brasile), Smiljan Radic (Cile), Eduardo Souto de Moura (Portogallo), mentre Francesco Magnani e Traudy Pelzel sono gli autori del Padiglione Asplund, dove sono in mostra i disegni originali di Gunnar Asplund per la ‘Skogskapellet’ di Stoccolma. Le dieci cappelle, il Padiglione Asplund e tutte le strutture ausiliarie e di servizio sono state realizzate dagli architetti con la collaborazione delle seguenti imprese: Alpi, Barth, Gruppo Fallani, Laboratorio Morseletto, Leucos, LignoAlp, Maeg, Moretti, Panariagroup, Gruppo Piaggio, Sacaim, Saint-Gobain, Secco, Simeon, Tecno, Terna, Zintek e con la collaborazione della Fondazione Giorgio Cini, che ha reso accessibile l’isola ai visitatori sette giorni su sette, con apertura libera al pubblico del Padiglione della Santa Sede.

17

FOCUS


redazione@webandmagazine.com

FOCUS

BIENNALE DI VENEZIA

www.labiennale.org

INTERNO DELLA CAPPELLA SEI

!IL BOSCO SULL’ISOLA !

FOCUS

Riportiamo da un comunicato della Fondazione Cini: ‘L’edificazione delle cappelle è stata preceduta da una campagna di indagine sull’apparato radicale degli alberi presenti nel parco e sono così state individuate dieci aree di pochi metri quadrati ciascuna, naturalmente idonee a ospitare le cappelle, uniche anche perchè offrono al visitatore della Biennale la possibilità di un incontro con un’architettura non solo progettata e variamente presentata, ma veramente co-

18

PARTICOLARE STRUTTURALE IN LEGNO DELLA CAPPELLA SEI


dal 1922

OTTOBRE 2018

struita e fruibile nella sua tridimensionalità. Per limitare l’impatto sul parco, le tecniche costruttive impiegate sono state basilari e hanno comportato anche interventi di riordino dei percorsi pedonali, delle parti arboree e dell’illuminazione, apportando un prezioso miglioramento del parco nel suo complesso’.

!LEGNO. UNA PRESENZA DIFFUSA ! Nel complesso, il progetto rivela la sua natura di straordinario laboratorio per la scelta e l’utilizzo di vari materiali e per la possibilità di sperimentare soluzioni applicative in un contesto ambientale, che si presenta particolarmente stimolante e insieme problematico, per la presenza del sole, dell’acqua, del vento e della salsedine. Il percorso si snoda attraverso soluzioni progettuali che privilegiano, di volta in volta, la pietra, l’acciaio, il cemento, il vetro, la ceramica e, naturalmente, il legno. Se, da un lato, le immagini selezionate per illustrare questo articolo non hanno la pretesa di essere esaustive, si propongono di restituire almeno in parte la bellezza, la solidità e il senso di spiritualità che il legno trasmette, in un contesto del tutto particolare come questo.

PADIGLIONE ASPLUND (CAPPELLA UNDICI). PROGETTO FRANCESCO MAGNANI, TRAUDY PELZEL CON ALPI

19

FOCUS


redazione@webandmagazine.com

TECNOLOGIE di Pietro Ferrari

HOLZMATIC

I macinatori a tamburo per l’industria del legno di Holzmatic.

AI VERTICI DELLE PRESTAZIONI

La Holzmatic Engineering s.r.l. di Rasun (Bolzano), può contare su di una solida esperienza nella progettazione e costruzione di macinatori per l’evacuazione di scarti legnosi, sempre con una particolare attenzione alle innovazioni. Questo modo di agire garantisce all’azienda qualità, prestazioni e sicurezza. I macinatori a tamburo modello TRH ven-

TECNOLOGIE

www.holzmatic.com

20

gono costruiti interamente presso i due stabilimenti di Rasun. Nel corso dell’anno 2018 abbiamo fornito degli impianti di evacuazione scarti completi chiavi in mano in tutta Europa. Numerose sono le importanti referenze già attive: in Germania presso la segheria Fritz Scharnhorst di Neustadt e presso la segheria Dieterich KG di Berchtesgaden/Ramsau.


dal 1922

OTTOBRE 2018

UNA FAMIGLIA DI MACINATORI A TAMBURO DI GRANDE PRESTAZIONALITÀ TROVA UN MERCATO RICETTIVO E UNA CLIENTELA SODDIFATTA IN TUTTA EUROPA.

In Francia presso il produttore di imballaggi in legno Hocq di Marquillies/Lille. In autunno è prevista la consegna di un macinatore modello TRH al cliente ventennale LBL Brenta di Chauffailles e nello stesso periodo è prevista la consegna alla France Biomasse Sarl di Cestas di un macinatore cortecce modello HRM completo di meccanizzazione. In Portogallo sono presenti le tecnologie Holzmatic presso le due segherie Serracao Moderna de Lamelas LDA di Castro Daire. In Ucraina presso il produttore di lamelle in legno per pavimenti LLC Zunami di Rozhyshce e in Italia presso la segheria Leonardi Cirillo SAS di Cles nel Trentino ed infine a fine anno è prevista la consegna di un macinatore TRH alla ditta Francescon Imballaggi SRL di San Michele di Piave nel Veneto.

!IL MACINATORE A TAMBURO TRH: ALTA TECNOLOGIA E PRESTAZIONI ELEVATISSIME ! I macinatori TRH producono trucioli per l’industria cartiera, l’industria dei pannelli MDF e per la combustione presso le centrali a biomassa e termoelettriche. • I macinatori modello TRH, a seconda della grandezza, sono dotati di rulli d’introduzione di grande diametro con dentatura speciale. I rulli sono trainati da due motoriduttori ad assi coassiali. Il rotore, di costruzione robusta, è largo per evitare lunghezze eccessive del cippato. I rulli di introduzione ed il rotore sono montati su pesanti cuscinetti a rulli, alloggiati in supporti d’acciaio. Il rullo d’introduzione superiore è a molleggio idraulico. Coltelli e contro coltello sono di facile sostituzione e riaffilabili.

21

TECNOLOGIE


redazione@webandmagazine.com

TECNOLOGIE

HOLZMATIC

www.holzmatic.com

TECNOLOGIE

Inoltre vengono prodotti dalla Holzmatic Engineering Srl vibrotrasportatori, vagli per la separazione del materiale fine dal cippato, trasportatori a catena ed un’ampia gamma di accessori a richiesta che si adattano all’impianto completo chiavi in mano. La qualità, la funzionalità e le ottime prestazioni garantiscono risultati eccellenti, sia per l’alto rendimento della produzione, che per la lunga durata del macchinario. La qualità è garantita dalla lunga esperienza acquisita dall’azienda, da oltre quarant’anni impegnata nella produzione di macchinari ed automazione per segheria, dall’accurata selezione dei materiali utilizzati, dall’utilizzo di personale qualificato. I componenti tecnici sono di ottima qualità e delle migliori marche mondiali. Per la qualità, flessibilità e convenienza, la Holzmatic Engineering è un partner ideale nella realizzazione di soluzioni impiantistiche innovative. I macchinari e l’automazione sono progettati e forniti secondo le richieste del cliente. I macchinari CNC di nuova generazione all’interno

22


dal 1922

OTTOBRE 2018

dell’azienda permettono termini di consegna flessibili. Naturalmente, il cliente viene seguito anche nella fase postvendita con il sevizio assistenza clienti, intervenendo tempestivamente per garantire la funzionalità degli impianti forniti.

On the top of wood chippers Since its very early days Holzmatic engineering develops and builds highly efficient stationary drum wood chippers which are characterized by a very robust design as well as by highest functionality and reliability. In order to meet customer specific needs, Holzmatic delivers and installs customized wood chippers that fulfill the particular requirements of their plant. The optimized structure of the used rotor and counter knife guarantees a constantly high wood chip quality. Thanks to our longstanding experience in this area of woodworking, we can assure absolutely quick and unproblematic solutions for any problem regarding maintenance or repair service. Please do not hesitate to contact Holzmatic sales consultants if you would like to know more technical details about the most suitable Holzmatic stationary drum wood chipper for your requirements.

23

TECNOLOGIE


redazione@webandmagazine.com

TECNOLOGIE di Pietro Ferrari

INCOMAC

www.incomac.it

La proposta di Incomac, l’essiccazione a dissipazione viscosa.

IL FUTURO DELL’ESSICCAZIONE, L’ESSICCAZIONE DEL FUTURO

TECNOLOGIA INCOMAC IN RUSSIA.

TECNOLOGIE

E ormai incontestabile che il futuro dell’economia mondiale e la Green Economy. Ogni giorno siamo bombardati da riviste specializzate, giornali, radio e televisione: ci informano che il futuro delle auto elettriche sara roseo, poiche, lentamente, si stanno diffondendo in tutto il mondo. In Italia: ogni mese vengono vendute 100 auto elettriche.

24

In Europa: nel 2017 sono state vendute 150.000 auto totalmente elettriche. Il mercato e dunque pronto per una diffusione di massa. Non piu emissione in atmosfera di CO2, di monossido di carbonio o di altre sostanze nocive. Le auto elettriche danno un contributo importantissimo alla


dal 1922

OTTOBRE 2018

IN DANIMARCA.

qualita dell’aria. Se poi la ricarica delle batterie avviene con l’energia prodotta da fonti rinnovabili, il veicolo diventa a zero emissioni, essendolo anche le fonti di produzione dell’energia elettrica. Ma di chi e la responsabilita dell’attuale inquinamento atmosferico? Alle automobili non elettriche, viene attribuito solo 1/5 (il 20%) dell’inquinamento totale. Il resto e causato dai riscaldamenti delle case e dall’industria. L’industria del legno partecipa, e come, all’inquinamento? E confermato che anche l’industria del legno ha una parte importante di responsabilita. Sono infatti largamente diffuse le caldaie alimentate con scarti di legno, che producono, durante la combustione: polveri sottili, ossidi di azoto e anidride carbonica CO2. Il calore prodotto viene utilizzato per alcuni tipi di lavorazioni, per il riscaldamento degli ambienti, ma soprattutto per alimentare gli essiccatoi (stagionatura artificiale del legno). E noto che questo e un processo fondamentale per qualsiasi tipo di lavorazione del legno. E possibile in futuro ridurre il numero delle caldaie, o almeno tenerne limitata la potenza termica? Ricordiamo che l’Unione Europea ha programmato, gia negli anni ’90, la ri-

duzione dei gas serra del 40% rispetto a quelli allora prodotti, tramite l’aumento dell’energia elettrica proveniente da fonti rinnovabili. Gli economisti calcolano che, attualmente, il costo di riduzione delle emissioni di CO2 intacca gli utili aziendali tra il 10 ed il 20%. E un campanello di allarme per gli investimenti di oggi riguardanti il futuro. La lungimirante strategia di Incomac ha pensato a quel futuro: • L’auto elettrica Incomac è l’essiccatoio a dissipazione viscosa Si tratta di un sistema rivoluzionario ed innovativo: non piu acqua calda, non piu vapore, non piu gas o gasolio, non piu caldaie, niente ossidi d’Azoto, niente Anidride Carbonica. Solo Elettricita, e, nel futuro, la “Green Electricity”. La nostra “Green Line”, dopo 40 anni di produzione di essiccatoi, sempre all’avanguardia, e la vera rivoluzione. Il Nuovo – Rivoluzionario – Innovativo essiccatoio Incomac e con il riscaldamento a dissipazione viscosa, rispettoso e conforme a tutte le leggi anti-inquinamento. L’Incomac e attualmente l’unico produttore di Essiccatoi per legno che rispetta la “Green Economy”, la sola “Auto-Elettrica” dell’essiccazione del legno. L’essiccazione avviene solo elettricamente e l’elettricita e usata solo per alimentare la ventilazione.

25

TECNOLOGIE


redazione@webandmagazine.com

TECNOLOGIE

INCOMAC

IN UCRAINA.

Ma come si produce il riscaldamento del legno? Pur mancando un apporto esterno produttore di calore, l’essiccatoio, e quindi il legno, viene riscaldato rapidamente. L’idea e quella di produrre calore con la ventilazione tramite il “Processo di Dissipazione Viscosa”: i ventilatori sono la sorgente di energia termica. Scompaiono le valvole di regolazione dell’acqua, scompaiono gli scambiatori e la corrosione, scompaiono i bruciatori e la caldaia. Gli essiccatoi diventano cosi molto semplici, con costi di manutenzione drasticamente ridotti. • Il processo di dissipazione viscosa La “Viscosita” e la resistenza che un fluido incontra quando scorre sia per frizione interna a se stesso, sia per scorrimento a contatto con un solido. L’energia che un fluido ha quando e in movimento si chiama energia cinetica, dovuta alla sua velocita ed alla

TECNOLOGIE

ANCORA IN UCRAINA.

26

www.incomac.it

sua massa. L’energia cinetica puo essere dissipata sia per turbolenza del fluido, sia per lo scorrimento sopra una superficie solida. La velocita del fluido diminuisce drasticamente, ma l’energia cinetica non scompare: si trasforma in calore. Il fenomeno viene da noi indicato come DISSIPAZIONE VISCOSA. Percio nel caso dell’innovativo sistema di essiccazione Incomac, il riscaldamento della cella avviene tramite il processo di Dissipazione Viscosa: il flusso accelerato dell’aria viene rallentato e trasformato in calore. Quindi, all’interno dell’essiccatoio, si fa scorrere un elevato flusso d’aria in modo turbolento e frenato dalla superficie del legno. Il flusso accelerato dell’aria viene distrutto e trasformato in calore, che poi riscalda il legno. Il legno, riscaldandosi, provoca l’evaporazione dell’acqua, e quindi e sottoposto al processo di essiccazione. • Efficienza del sistema Ad un primo esame, l’utente che deve decidere se installare questo sistema, si chiede quale potenza in KW deve essere disponibile per far funzionare il sistema a dissipazione viscosa. Le prove sperimentali condotte e gli essiccatoi gia in funzione ci permettono di calcolare la potenza da installare, ma confermano anche che il consumo energetico e di oltre l’80% in meno dei kW installati. Oltre a questo, non c’e alcun altro consumo dovuto a caldaie o gas. Nella trasformazione dell’energia cinetica dell’aria in calore non c’e alcuna dispersione o perdita di calore, contrariamente a quanto avviene in altri processi di scambio termico.

IN ALGERIA.


dal 1922

OTTOBRE 2018

Incomac suggestions for a forward-looking technology It is understood that the future of the world economy is the Green Economy. Every day specialized magazine, journals, radio and television inform us that the future of the electrical cars will be bright as, slowly, they are spreading all over the world. In Italy: every month 100 electrical cars are sold. In Europe: on 2017, 150.000 cars, totally electrics, have been sold. The market is ready for a massive expansion. No more emissions in the atmosphere of carbon dioxide CO2, of carbon monoxide CO2 or of other noxious substances. The electrical cars give a significant contribution for the air quality. Then, if the battery charging is made with the energy produced by renewable sources, the cars are with zero emissions, because the electrical energy come from green production sources. But who’s the responsibility of the actual atmospheric pollution? The not-electrical cars are responsible only of 1/5 (the 20%) for the total pollution. The rest is caused by the heating in the houses and in the industries. Does the wood industry take part and how, to the pollution? Yes the wood industry has an important responsibility. In fact, there’s a great use of boilers fed with wood wastes, that produce, during the combustion: fine dust, nitric oxide and carbon dioxide CO2. The heat produced is used for some type of processing, for the premises heating, but above all for feeding wood drying kilns (artificial drying). It is well known that the drying is basic a process for any type of wood processing. Is it possible in the future to reduce the boilers number or, at least, to reduce the needed thermal power for drying kilns? We remind that European Union has programmed, since in the 1990’s, the reduction of the greenhouse gas of the 40% compared those produced at that times, through the increasing of the electrical energy coming from renewable sources. The economists calculate that, actually, the cost for the CO2 emissions reduces the company profits from the 10 to the 20%. It’s an alarm signal for the investments of today regarding the future. Incomac forward-looking strategy has thought to that future: Incomac electric car is the viscous dissipation drying kiln - It’s a revolutionary and innovative system: no more hot water, no more steam, no more gas or diesel, no more boilers, no more nitric oxide, no more dio-

xide carbon. Only electricity and, in the future, the “Green Electricity”. Our “Green Line”, after 40 years of drying kilns production, is the real revolution. The New – Revolutionary – Innovative Incomac drying kiln is with viscous dissipation heating, respectful and according to all anti-pollution laws. Incomac is actually the only producer of Wood Dryers that respects the “Green Economy”, the only “Electrical Car” of wood drying. The drying is done only electrically and the electricity is used only for running the fans. Even if is missing an outside heating production, the drying kiln, and consequently the wood, is rapidly heated. But how is the wood heating produced? The idea is to produce heat with ventilation through the “Viscous Dissipation Process”: the fans are the thermal energy source. There are no water regulation valves, no exchangers, no corrosion, no burners and no boiler. So, the drying kilns become easier, with maintenance costs drastically reduced.The viscous dissipation process - The “Viscosity” is the resistance that a fluid meets when it flows both for the friction inside himself, and for the sliding in contact with a solid. The energy that a fluid has when it is moving is called kinetic energy, due to his speed and his mass. The kinetic energy can be dissipated both for the fluid turbulence, and for the sliding above a solid surface. The fluid speed decreases drastically, but the kinetic energy doesn’t disappear: it transforms in heat. We indicate this phenomenon as Viscous Disispation. So, in the case of Incomac innovative drying system, the kiln heating is done through the Viscous Dissipation process: the air accelerated flow is slowed down and transformed in heat. So, inside the drying kiln, we let flow a big air flux in a turbulence and braked way by the wood surface. The accelerated air flux is destroyed and transformed in heat, that heats the wood. The wood, by warming, causes the water evaporation, so it is subject to the drying process. System efficiency - At first sight, the user that has to decide if install this system, asks which power in KW has to be available to permit the viscous dissipation system to work. The tests done and the drying kilns already working permit us to calculate the power to install, but we confirm also that the energetic consumption is over the 80% less of the installed kW as in the transformation of the air kinetic energy in heat there’s no dispersion or heat loss, contrary to what happens in other process of thermal exchange. Besides that, there’s no other consumption due to boilers or gas.

27

TECNOLOGIE


redazione@webandmagazine.com

TECNOLOGIE di Franco Riccardi

EUROTECH

www.etvac.com

Le linee di aspirazione Eurotech eT-Gripper hanno aiutato a risolvere il problema di un cliente slovacco.

LA SOLUZIONE GIUSTA: ET-GRIPPER

TECNOLOGIE

Con l'aiuto di più componenti di aspirazione eT-Gripper, lo specialista del vuoto Eurotech ha aiutato a risolvere i problemi di movimentazione del materiale di Rettenmeier Tatra Timber s.o., la filiale slovacca di Rettenmeier Holding AG. Rettenmeier è un'azienda leader, innovativa e orientata al mercato nel settore della lavorazione del legno. Quando lo stabilimento di Rettenmeier in Slovacchia ha incontrato problemi nella gestione dei suoi pannelli incollati, la società ha deciso di aggiornare i componenti del vuoto esistenti con i prodotti di euroTECH Vertriebs GmbH. Prima dell'aggiornamento, i pannelli venivano trasportati dal telaio di sollevamento a vuoto in acciaio con piastre di aspirazione. Questa configurazione non soddisfaceva più i requisiti dei nuovi prodotti Rettenmeier. Jaroslav Pudi, Plant Manager di Rettenmeier, ha contattato Eurotech. L'azienda con sede in Germania ha offerto le piastre di aspirazione eTGripper con telai di sollevamento a vuoto in alluminio invece delle piastre di aspirazione precedentemente utilizzate. "La nostra offerta sembrava soddisfare esattamente le esigenze dei nostri clienti", ha ricordato Michal Miklá, Area Sales Manager di Eurotech. È responsabile di Rettenmeier in Slovacchia. "Dopo aver proposto di fornire impianti di aspirazione per due linee, Rettenmeier ha prontamente aumentato il suo ordine a tre linee. I telai di sollevamento a vuoto con le nostre piastre di aspirazione sono stati consegnati subito dopo. Rettenmeier ha effettuato la conversione delle linee per supportare il nuovo telaio di sollevamento a vuoto. Siamo stati molto soddisfatti del nuovo telaio di sollevamento a vuoto", ha commentato Pudi Plant Manager. "Quindi abbiamo consigliato la soluzione anche alle nostre altre filiali". Miklá racconta: "Poco tempo dopo, abbiamo

28

ricevuto l'ordine per l'installazione di impianti aggiuntivi con i nostri eT-Grippers su telai di sollevamento a vuoto completi. Questa potrebbe essere una solida base per una collaborazione continua nel corso dei prossimi anni".

!PRESENTI IN TUTTI I SETTORI ! Le linee di aspirazione Eurotech eT-Gripper sono utilizzate per la lavorazione di pannelli in legno, metallo, ceramica e altri materiali. La loro superficie tende a essere coperta di polvere, segatura, supporti per l'imballaggio o residui di corteccia, che va oltre le capacità delle piastre di aspirazione. Le piastre di aspirazione eT-Gripper sono dotate di un tappetino di aspirazione adattabile che le rende perfette per


dal 1922

OTTOBRE 2018

Eurotech eT-Gripper suction boxes helped solve Slovakian client’s problem When the Rettenmeier plant in Slovakia encountered problems in handling its glued panels with multiple portals, the company decided to upgrade its existing vacuum components to products by euroTECH Vertriebs GmbH. Before the upgrade, the panels used to be transported by steel vacuum lifting frame with suction plates. This setup no longer met the requirements of the new Rettenmeier products. Jaroslav Pudi, Plant Manager at Rettenmeier, contacted Eurotech. The German-based company offered Pudi its eT-Gripper suction boxes with aluminium vacuum lifting frames instead of the previously used suction plates for two portals. “Our offer seemed to meet our client’s requirements exactly,” Michal Miklá, Area Sales Manager at Eurotech, recalled. He is responsible for Rettenmeier in Slovakia. “After we proposed to supply suction boxes for two portals, Rettenmeier promptly increased their order to three portals. The vacuum lifting frames with our suction boxes were delivered soon after.” Rettenmeier carried out the conversion of the portals to support the new vacuum lifting frame. “We have been very satisfied with the new vacuum lifting frame,” Plant Manager Pudi commented. “So we recommended the solution to our other branches, too.” Miklá recounts: “Not long afterwards, we received the order for additional portals to be equipped with our eT-Grippers on complete vacuum lifting frames. This could be a solid basis for a continued collaboration over the course of the next years.” The Eurotech eT-Gripper suction boxes are used to process panels made of wood, metal, ceramics and other materials. Their surface tends to be covered in dust, sawdust, packaging supports or bark residues, which is beyond the capacities of suction plates. The eT-Gripper suction boxes have an adaptable suction mat, making them perfect for such cases. The suction mat creates a vacuum-tight connection between the load and the suction box by sealing the rough surface of the load while offsetting its level differences.

questi casi. Il tappetino di aspirazione crea un collegamento a tenuta di vuoto tra il carico e la piastra di aspirazione sigillando la superficie ruvida del carico e compensando le differenze di livello. Ciò rende i dispositivi particolarmente adatti per l'uso nelle segherie e nell'industria del legno e dei mobili. Grazie al design modulare delle pinze eT a manutenzione ridotta, tutti i componenti sono facilmente accessibili: le piastre di aspirazione, che sono costruite con profili in metallo

leggero ad alta efficienza, possono essere aperte e pulite con poco sforzo. Ciò aumenta la loro durata e garantisce un sollevamento igienico e pulito. Il nostro materiale di alta qualità, l'eccellente lavorazione e la tecnologia sofisticata garantiscono affidabilità e lunga durata. Le piastre di aspirazione Eurotech sono strumenti di movimentazione particolarmente efficienti grazie alla loro struttura chiara e modulare, ai bassi tassi di usura e al numero ridotto di singoli componenti.

29

TECNOLOGIE


redazione@webandmagazine.com

TECNOLOGIE

EUROTECH

Profilo aziendale euroTECH offre soluzioni di movimentazione e trasporto nel campo della tecnologia del vuoto. La societĂ sviluppa sistemi e componenti per vuoto specifici per le attivitĂ  di movimentazione automatizzata. Grazie al sistema di costruzione modulare euroTECH, i componenti possono essere regolati in modo flessibile per soddisfare le esigenze individuali dei clienti e i pezzi di ricambio possono essere installati in modo rapido e conveniente. The right solution: eT-Gripper

Company profile

TECNOLOGIE

euroTECH offers handling and transport solutions in the field of vacuum technology. The company develops customer-specific vacuum systems and components for automated handling tasks. Thanks to the euroTECH modular construction system, the components can be flexibly adjusted to meet individual customer requirements and spare parts can be installed in a quick and cost-saving manner.

30

www.etvac.com

This makes the devices particularly suitable for use in sawmills and the timber and furniture industry. Thanks to the modular design of the low-maintenance eT-Grippers, all components are easily accessible: The suction boxes, which are built from material-efficient light metal profiles, can be opened and cleaned with little effort. This increases their service life and ensures hygienic, clean lifting. Our high-quality material, excellent workmanship and sophisticated technology ensure reliability and a long service life. The Eurotech suction boxes are particularly efficient handling tools thanks to their clear, modular structure, low wear rates and small number of individual components.


Scopri il caldo sul posto di lavoro

SACA s.r.l. Via Fiorini 3 /A-B - LocalitĂ Croce del Gallo 46029 Suzzara (Mantova) Italy telefono +39/0376 520212 - fax +39/0376 591655 sacasrl@bio4heating.com www.bio4heating.com www.facebook.com/bio4heating1


redazione@webandmagazine.com

TECNOLOGIE di Sonia Maritan

IL LED IN AZIONE

32

www.sarmax.it

Innovazione nell’asciugatura e nell’oliatura del parquet da Sarmax.

Sonia Maritan, a Xylexpo 2018, visita lo stand Sarmax e si intrattiene con Andrea Reggiani, l’amministratore della ditta, sulla macchina che costituisce la novità assoluta nel settore del parquet: “Abbiamo portato in fiera – ci dice Reggiani - una linea per l’applicazione, la stracciatura e l’asciugatura di olio, tinte e vernici sul parquet. Si tratta di una macchina innovativa che comprende nella parte finale una lampada a led che permette di asciugare istantaneamente il prodotto applicato sul pavimento. Questa tecnologia a led ha in più il vantaggio di non emettere vapori, oltre a ciò, non scalda, ha un consumo molto più basso rispetto ai sistemi tradizionali, ed è molto veloce”. Sonia Maritan_Come è strutturata questa linea? Andrea Reggiani_Questa linea ospita la parte di dosaggio e applicazione del prodotto con tecnologia REVERSE già ampiamente diffusa ma da noi sviluppata per migliorare la manutenzione e il lavaggio dopo i turni di lavoro con un pratico e veloce sistema pneumatico di rilascio dei rulli. La seconda parte della linea, cioè quella di stracciatura del prodotto applicato prevede un numero variabile di pad e

TECNOLOGIE

SARMAX


dal 1922

OTTOBRE 2018

Led in action Sonia Maritan, at Xylexpo 2018, visits the Sarmax stand and talk to Andrea Reggiani, the company's manager, on the machine that is an absolute novelty in the parquet sector: "We brought to the fair - says Reggiani - a machine for 'drying and oiling the parquet, it is an innovative machine that includes in the final part a led lamp that allows you to instantly dry the product applied to the floor. This led technology also has the advantage of not emitting vapors. In addition to this, it don’t generates heat, has a much lower consumption than traditional systems, and is very fast. Sonia Maritan - How is this machine structured? Andrea Reggiani - This machine houses the application part of the oil as it has always existed, we have elaborated it above all to improve the maintenance and washing after the work shifts. This part of the machine which has already been improved, includes the part of the ragging, as it is called, has been changed with a head which represents the part that directly performs the drying process. Applying the oil and passing the product in the machine in the twenty centimeters of drying, the latter comes out without traces of wet: in this way a 24hour phase of parquet oil is avoided. Sonia Maritan - Is it therefore an innovative project? Andrea Reggiani - There are such systems with UV lamps that it is with lef lamps, it has no gallium and mercury content, it does not need a forty minutes preheating like other articles; it has a very low power requirement, because it is a one and a half kilowatt lamp of absorption against seven or eight kilowatts. It does not emit oil vapors, unlike the other types of lamps which, by heating a lot, created the problem of the evaporation of the oil. We already had many requests for offers at the fair. Sonia Maritan - Is there also an energy saving criterion? Andrea Reggiani - This lamp is preceded by a cell that ascertains the arrival of the wood: the lamp comes on when the piece arrives and goes out when the piece comes out. A person or an automatic system can be on the way out. The model on display is designed for mediumsized companies, but may be available in a larger or smaller.

spazzole secondo le esigenze del cliente. Infine la linea termina con una lampada di asciugatura con tecnologia LED che rappresenta una grande novità rispetto al passato. Sonia Maritan_È dunque un progetto innovativo? Andrea Reggiani_Esistono sistemi del genere con lampade UV mentre questo è con lampade led che non ha contenuto di gallio e di mercurio, non ha bisogno di una lunga fase di preriscaldo a differenza delle lampade UV. Inoltre ha una potenza richiesta molto ridotta, perché è una lampada da un kilowatt e mezzo di assorbimento contro sette o otto kilowatt. Non emette vapori di olio, contrariamente agli altri tipi di lampade che, scaldando molto, creavano il problema dell’evaporazione dei residui. Abbiamo avuto già in fiera molte richieste di preventivi. Sonia Maritan_C’è anche un criterio di risparmio energetico? Andrea Reggiani_Questa lampada è preceduta da una cellula che accerta l’arrivo del legno: la lampada si accende quando arriva il pezzo e si spegne quando il pezzo esce. In uscita può essere gestito da una persona o da sistema auto-

matico. Il modello in esposizione è studiato per aziende medie ma può essere disponibile in versione più grande o più piccola .

33

TECNOLOGIE


redazione@webandmagazine.com

TECNOLOGIE di Pietro Ferrari

WEINIG

www.weinig.com

La società Thomaseth Treppenbau dell’Alto Adige ha vinto un Cube Plus allo stand Weinig a Ligna. A un anno buono di distanza dal concorso, Weinig ha visitato l’azienda di Castelrotto. L’interrogativo da sciogliere: la fortuna al gioco è stata anche un colpo di fortuna per l’azienda?

UN ANNO CON CUBE: BILANCIO DI UNA RELAZIONE NON COMPLICATA

TECNOLOGIE

VISITA AL VINCITORE DEL CUBE: IL DIRETTORE COMUNICAZIONI KLAUS MÜLLER DI WEINIG (A DESTRA) CON THOMASETH PADRE E FIGLIO

34

Per l’azienda produttrice di scale una cosa è chiara: partecipando al concorso ha vinto due volte. “Il piccolo Cube Plus per la lavorazione su quattro lati è un complemento perfetto alla nostra tecnologia CNC”, afferma il titolare dell’azienda Stefano Thomaseth. L’imprenditore aveva infatti già messo gli occhi su questa macchina prima dell’estrazione. “La società Weinig ci ha battuto sul tempo”, afferma sorridendo. Adesso può utilizzare quotidianamente il semplice concept di utilizzo che aveva attirato la sua attenzione. Cube Plus è particolarmente apprezzato in particolare dai dipendenti più giovani, afferma Stefan Thomaseth. Klaus Müller, Direttore Comunicazione e Marketing di Weinig, sa per esperienza che la moderna filosofia con touchscreen e la proiezione laser delle misure finite sul legno si combinano bene con la mentalità di questa generazione. Spesso le aziende che si occupano solo saltuariamente di piallatura, si aspettano da queste macchine un utilizzo diverso e comunque complesso. Anche Stefan Thomaseth lo conferma: “Tempo fa è passato a trovarmi un collega e si è messo a cercare la leva di regolazione sul Cube Plus. Ma non è solo l’uso intuitivo ad aver affascinato lui e i suoi di-

pendenti. La sua soddisfazione è il risultato anche della straordinaria qualità e precisione della piallatura. Senza contare l’elevata affidabilità: in un anno dalla messa in funzione non è stata necessaria alcuna manutenzione. Anche le lame sono sempre le stesse”, afferma soddisfatto il titolare dell’azienda. La sua conclusione: “Il giorno in cui ho consegnato il mio coupon allo stand Weinig a Ligna è stato decisamente il migliore dello scorso anno”. La società Thomaseth non è la sola a fornire commenti decisamente positivi. Cube Plus si è guadagnato una notevole fama nelle attività di piallatura in ogni parte del mondo per la capacità di lavorare velocemente anche piccoli lotti. “Il nostro macchinario compatto per la lavorazione su quattro lati ha ormai raggiunto aziende ti tutte le dimensioni, in tutti i settori, in ogni parte del mondo”, si rallegra Klaus Müller.


dal 1922

OTTOBRE 2018

A year with Cube: balance of an uncomplicated relationship One thing is clear for the stairs company: participating in the contest won twice. "The small Cube Plus for machining on four sides is a perfect complement to our CNC technology," says company owner Stefano Thomaseth. The entrepreneur had indeed already set his sights on this machine before the extraction. "The Weinig company beat us on time," he says smiling. Now he can use the simple concept of use that has attracted his attention every day. Cube Plus is especially appreciated by younger employees, says Stefan Thomaseth. Klaus MĂźller, Director of Communication and Marketing at Weinig, knows from experience that the modern philosophy with touchscreen and laser projection of finished measurements on wood combine well with the mentality of this generation. Often companies that deal only occasionally planing, expect from these machines a different and complex use. Stefan Thomaseth also confirms this: "Some time ago, he went to see me a colleague and started looking for the adjustment lever on the Cube Plus." But it is not only the intuitive use that has fascinated him and his employees. Its satisfaction is also the result of the extraordinary quality and precision of planing. Not to mention the high reliability: "No maintenance was required in a year from the time it was running. Even the blades are always the same, "says the company owner satisfied. His conclusion: "The day I delivered my coupon at the Weinig stand at LIGNA was definitely the best of last year." The company Thomaseth is not the only one to provide highly positive comments. Cube Plus has earned a notable reputation in planing activities around the world for its ability to work quickly even in small batches. "Our compact foursided machining machine has now reached companies of all sizes, in all sectors, in every part of the world", Klaus MĂźller rejoices.

35

TECNOLOGIE


redazione@webandmagazine.com

TECNOLOGIE

CELASCHI

www.scmgroup.com

di Franco Riccardi

Celaschi P30 Nuova squadratrice-tenonatrice doppia automatica.

PICCOLO E PERFORMANTE

TECNOLOGIE

Celaschi P30 Nuova squadratrice-tenonatrice doppia automatica. L’alta tecnologia Celaschi e disponibile anche nella piu piccola della gamma. Ad un prezzo altamente competitivo si puo entrare nel mondo del marchio che e sinonimo di squadratrice. Celaschi P30 e la nuova squadratrice-tenonatrice doppia automatica di Scm. Con l’introduzione di questo modello, Scm propone un prodotto di alta qualita alle aziende di ogni dimensione, che possono cosi accedere, a prezzi competitivi, a una squadratrice-tenonatrice ideale per numerosi settori d’impiego. Celaschi P30 fa della semplicita, della qualita di lavorazione e dell’affidabilita i suoi punti di forza. Le caratteristiche di Celaschi P30 sono quelle tipiche delle squadratrici Celaschi. Il nuovo modello e stato progettato per operare su piu turni di lavoro e consente di processare legno massello, ogni genere di pannelli, compresi MDF, truciolare, com-

36

pensato, ma anche materiali diversi dal legno: PVC, lana di roccia, polistirolo espanso, pannelli sandwich cartone alluminio ecc. La nuova Celaschi P30 offre grande variabilita per quel che riguarda le dimensioni dei pezzi in lavorazione. Si parte da una larghezza minima di 240 mm per arrivare a una massima di 3100 mm. L’altezza minima/massima del pezzo varia da 3 a 150 mm. Celaschi P30 e stata concepita a composizione chiusa. I gruppi operatori della macchina sono un incisore accoppiato a un truciolatore e un gruppo diretto; l’equipaggiamento puo includere anche un secondo gruppo diretto. Ampia la gamma delle lavorazioni eseguibili: squadratura, tenonatura, profilatura, creazione di canali passanti/ciechi e smussatura. Come sulle altre “sorelle” della gamma Celaschi, la struttura monoblocco garantisce massima precisione e qualita di finitura. Per consentire un posizionamento agile e preciso, il


dal 1922

OTTOBRE 2018

Celaschi P30 New automatic double-end tenoner The high Celaschi technology is now available also in the smallest model of the range. For a very competitive price you can join the world of the brand that is synonymous with double-end tenoners. Celaschi P30 is the new SCM automatic double-end tenoner. Launching this new model, Scm offers a high quality product to companies of all sizes, to help them own modestly-priced tenoning-squaring machines that are perfect for numerous types of use. Celaschi P30 stands out for its simplicity, machining quality and reliability. The Celaschi P30 features are similar to those of the entire Celaschi range of double-end tenoners. The new model was designed to operate through multiple daily shifts and to process solid-wood components, any type of panels, including MDFs, chipboards, plywood, as well as materials other than wood, such as PVC, rockwool, expanded polystyrene, aluminium sandwich panels, and more. The new Celaschi P30 offers great versatility in terms of work piece dimensions. Size ranges from a minimum width of 240 mm to a maximum of 3100 mm. Allowed height ranges from 3 to 150 mm. Celaschi P30 was designed in a closed composition. The machining units are a scorer combined with a hogger and a direct-machining unit; arrangement may include a second direct-machining unit. The range of operations you can perform is wide: squaring, tenoning, profiling, through/blind grooves and bevelling. As with its Celaschi "sister" products, the monobloc structure ensures maximum precision and finishing quality. To allow an easy and precise positioning, the upright is moved using trapezoidal screws on two bases, one of which is equipped with a ball bearing guide. The guide can be adjusted horizontally to set the work piece removal point. The sliding feed chains of 90-mm width are equipped with manually inserted dogs and run at a speed of up to 24 m/min. A system known for its durability. The top pressure beam comes with a manual clutch to adjust the feed rate and a system to provide uniform pressure on the work piece throughout the machine length. The Celaschi P30 is managed through Easylink electronic control with its 7" colour touchscreen, offering incredible ease of use and fast machine setup. montante mobile si sposta tramite vite trapezoidale su due basamenti, di cui uno provvisto di guida a ricircolo di sfere. La guida di riferimento e provvista di una regolazione orizzontale per la definizione dell’asportazione sul pezzo. Le catene di trasporto pezzo sono a strisciamento, da 90 mm, con pioli a inserimento manuale con una velocita d’avanzamento fino a 24 m/min. Un sistema che si caratterizza per la sua durata nel tempo. Il pressore superiore e dotato di una frizione manuale, che regola la velocita di avanzamento rispetto alla catena e un sistema che permette la tenuta uniforme sul pezzo, per tutta la lunghezza della macchina. La gestione di Celaschi P30 e affidata al controllo elettronico Easylink con display a colori 7”, caratterizzato dalla grande semplicita di utilizzo per un rapido setup della macchina.

37

TECNOLOGIE


redazione@webandmagazine.com

AZIENDE E PRODOTTI di Franco Riccardi

WOODCO

www.woodco.it

Woodco reinterpreta la spina ungherese con nuovi formati e geometrie di posa che trasformano il pavimento in una superficie multi-sfaccettata e cangiante.

ESPRESSIVITÀ E DINAMISMO CON LE NUOVE SPINE WOODCO

COLLEZIONE SIGNATURE, PARQUET ROVERE MALTO NEL FORMATO SPINA CORTA SUPERFICIE: SPAZZOLATA, RIFINITA CON VERNICE OPACA DIMENSIONI: 415X180 MM

COLLEZIONE SIGNATURE, PARQUET ROVERE TERRA D’OMBRA NEL FORMATO SPINA PER ESAGONO SUPERFICIE: SPAZZOLATA, RIFINITA CON VERNICE OPACA DIMENSIONI: 200X228 MM

38

Create manualmente da artigiani esperti, le nuove spine Woodco della collezione Signature accendono gli spazi con dinamismi prospettici e cromie intense, regalando ai progetti d’interni un’inedita tridimensionalità.


dal 1922

OTTOBRE 2018

Tradition and prestige Typical of the ancient palaces and prestigious residences, the traditional Hungarian spine is made of strips whose short sides are cut with an inclination of 45 °. to add further personality to this timeless installation scheme, one can opt for a walnut color rich in shades, which gives the entire laid surface a striking kaleidoscopic effect.

creare pavimenti dinamici e tridimensionali, ideali per chi necessita di rivestimenti dal carattere forte e iconico. Ogni singolo esagono viene realizzato unendo tre diversi listelli a forma di spina: l’accostamento dei moduli conferisce movimento alla superficie, trasformandola in un palcoscenico sfaccettato e cangiante.

!SPINA CORTA: LA REINTERPRETAZIONE DI UN CLASSICO ! COLLEZIONE SIGNATURE, PARQUET NOCE CAMMELLO NEL FORMATO SPINA 45 SUPERFICIE: SPAZZOLATA, RIFINITA CON VERNICE OPACA DIMENSIONI: 610X90 MM

“Il lato più interessante delle spine – commenta Gian Luca Vialardi, Direttore Generale Woodco – è racchiuso nelle loro dimensioni ridotte e versatili. I nuovi formati inseriti nella collezione Signature, dedicati ai progettisti e agli interior designer, permettono di realizzare geometrie originali che donano agli interni un carattere distintivo, senza necessariamente evocare quell’atmosfera regale che le spine portano con sé per tradizione”.

!SPINA PER ESAGONO: MOVIMENTO E TRIDIMENSIONALITÀ ! La spina per esagono è una geometria che permette di

La spina corta è una variante più contemporanea della tradizionale spina ungherese. Grazie ai listelli più larghi – accostabili sia dal lato corto, per un effetto più arioso, che da quello lungo, per un dinamismo più accentuato – questa geometria permette di riproporzionare in chiave prospettica ambienti eccessivamente ampi, conferendogli un look sofisticato e attuale.

!SPINA 45: ELEGANZA INTRAMONTABILE ! Tipica degli antichi palazzi e delle residenze di pregio, la spina ungherese tradizionale è realizzata con listelli i cui lati corti vengono tagliati con un’inclinazione di 45°. Per conferire ulteriore personalità a questo schema di posa senza tempo, si può optare per una colorazione in noce ricca di sfumature, che dona all’intera superficie posata un suggestivo effetto caleidoscopico.

39

AZIENDE E PRODOTTI


SEGATI E SQUADRATI DI CONIFERE

dal 1922

QUOTAZIONI

> IL PREZZO MEDIO DEL LEGNAME SULLA PIAZZA DI MILANO Rilevazione della Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Milano dei prezzi minimi e massimi dall’importatore o dal grossista all’utilizzatore finale, Iva esclusa. Rilevazione del 13 settembre 2018

ABETE TAVOLAME - SPESSORI DA MM 20 A 60, LARGHEZZE CM 16 IN AVANTI, LUNGHEZZA M 4

assortimento primo/secondo assortimento secondo assortimento terzo falegnameria assortimento terzo assortimento quarto assortimento fianchi assortimento imballo travetti per imballo

m3 m3 m3 m3 m3 m3 m3 m3

680,00 590,00 440,00 340,00 300,00 295,00 210,00 210,00

750,00 650,00 460,00 355,00 320,00 315,00 225,00 225,00

sottomisure, spess. da mm 20 a mm 30, lungh. m 4: assortimento terzo assortimento quarto

m3 m3

260,00 245,00

280,00 255,00

sovrapprezzi: per lo spessore di mm 20: q 20,00 al m3; per merce prismata: q 25,00 al m3; per piallati su una faccia e due fili: q 40,00 (+) al m3; per sezionatura a misura (per taglio): q 5,00 al m3; per merce essiccata: + 15% (+) al m3; per trattamento HT ISPM 15 FAO per merce fresca da euro 20,00 a euro 30,00 secondo spessore al m3

morali e travetti sez. comm. lungh. m 4 per imballo e armatura morali e travetti sez. comm. lungh. m 4 scelti per tetti listelli da m 4 in avanti, sezioni e lunghezze commerciali smezzole mercantili, sez. comm. fino a m 4,50 smezzole mercantili, sez. comm. da m 5 in avanti travi squadrate uso Trieste, lung. comm. sezioni: fino a cm 13/16 da cm 16/19 in avanti travi in abete lamellare sezioni e lunghezze commerciali (qualità a vista)

m3 m3 m3 m3 m3

280,00 405,00 280,00 370,00 395,00

300,00 420,00 315,00 395,00 435,00

m3 m3 m3

240,00 270,00 590,00

250,00 280,00 630,00

assortimento primo/secondo assortimento secondo assortimento terzo falegnameria

m3 m3 m3

710,00 610,00 360,00

770,00 650,00 375,00

assortimento U/S assortimento quinto

m3 m3

425,00 395,00

455,00 435,00

assortimento U/S assortimento quinto

m3 m3

420,00 370,00

450,00 390,00

base spess. mm 52 in tavole refilate - KD

m3

500,00

530,00

assortimento primo (n. 2 clear - con max 15% n. 3 clear), base spessore mm 78 - KD assortimento secondo (n. 4 clear), base spessore mm 78 - KD componenti per serramenti in douglas KD (essiccato) - VG

m3 1.300,00 1.390,00 m3 1.020,00 1.060,00 m3 1.350,00 1.400,00

assortimento primo (n. 2 clear con max 15% n. 3 clear), base spessore mm 78 - KD assortimento secondo (n. 4 clear), base spessore mm 78 - KD componenti per serramenti in hemlock KD (essiccato) - VG

m3 m3 m3

meranti rovere pino del nord

m3 820,00 900,00 m3 1.500,00 1.800,00 m3 820,00 900,00

LARICE TAVOLAME - SPESSORI DA MM 20 A 80, LARGHEZZE CM 16 IN AVANTI, LUNGHEZZA M 5

PINO DEL NORD TAVOLAME - SPESSORI, LARGHEZZE E LUNGHEZZE COMMERCIALI ABETE DEL NORD TAVOLAME - SPESSORI, LARGHEZZE E LUNGHEZZE COMMERCIALI PITCH-PINE, YELLOW-PINE

DOUGLAS FIR IN TAVOLE - SPESSORI LARGHEZZE E LUNGHEZZE COMMERCIALI

HEMLOCK IN TAVOLE - SPESSORI LARGHEZZE E LUNGHEZZE COMMERCIALI

COMPONENTI LAMELLARI A TRE STRATI PER SERRAMENTI, SEZIONE STANDARD

800,00 700,00 810,00

840,00 740,00 840,00


• EUROPEE IN TAVOLE DI BUON ASSORTIMENTO, CON STAGIONATURA COMMERCIALE

• EXTRAEUROPEE IN TAVOLE REFILATE ALL’ORIGINE ED ESSICCATE AL FORNO, ASSORTIMENTO F.A.S.

rovere americano rosso/bianco, base mm 27 rovere americano rosso/bianco , base mm 52 frassino, base mm 27 frassino, base mm 52 ciliegio americano, base mm 27 ciliegio americano, base mm 52 yellow poplar (tulipier), base mm 52

• TROPICALI IN TAVOLE REFILATE DI BUON ASSORTIMENTO ED ESSICCATE AL FORNO

abura/bahia samba - wawa ayous iroko mogano sipo-utile

• NAZIONALI CON STAGIONATURA COMMERCIALE

noce scelto pioppo non refilato per falegnameria pioppo refilato rovere scelto

• COMPENSATI DI BUONA QUALITÀ, DIMENSIONI NORMALI

pioppo, spessore mm 4 multistrati pioppo, spessore mm 10 multistrati pioppo, spessore mm 20 multistrati betulla Russia, spessore mm 12 multistrati betulla fenolico con film antiscivolo, spessore mm 30 multistrati betulla Russia C spessore mm 6 (cinque strati) fenolici resinosi CDX, base spessore mm 10 compensato okumé, base spessore mm 15 fenolici resinosi BX, base spessore mm 10

• ESOTICI MULTISTRATI E PANIFORTI LISTELLARI

spessore mm 10 meranti spessore mm 20 paniforti listellari con pioppo all’esterno, spessore mm 18 controplaccati mogano, spessore mm 4 - 5 strati controplaccati akatio, spessore mm 4 - 5 strati

• PANNELLI DI BUONA QUALITÀ, DIMENSIONI NORMALI

truciolari standard, calandrati, spessore mm 4 truciolari standard, spessore mm 18 truciolari tutto pioppo, spessore mm 20 truciolari ignifughi classe 1, spessore mm 18 truciolari idrofughi, V100, base mm 18 truciolari nobilitati legni vari e colori spessore mm 20 truciolari nobilitati, bianco, 120 gr, spessore mm 20 truciolari controplaccati akatio, spessore mm 19 medium density fiberboard (MDF), base spessore mm 4 medium density fiberboard (MDF), base spessore mm 19 medium density fiberboard (MDF), ultralight spessore mm 19 truciolari oriented strand board (OSB), base spessore mm 9 pannelli di fibra di legno, tipo normale, base spessore mm 3,2 lamellare finger-joint in massello (faggio), spessore mm 32

• PANNELLI PER L’EDILIZIA

abete, per casseforme mm 27 trave doppia T (h. 20)

• PERLINE GREZZE DA RIVESTIMENTO

abete, spessore mm 10 assito abete maschiato (per sottotetto) mm 21 pino, spessore mm 10

m3 500,00 655,00 m3 720,00 850,00 m3 1.105,00 1.250,00 m3 695,00 775,00 m3 m3 m3 m3 m3 m3 m3

1.330,00 1.860,00 920,00 1.030,00 1.020,00 1.350,00 770,00

1.380,00 1.960,00 970,00 1.100,00 1.970,00 1.420,00 820,00

m3 800,00 m3 580,00 m3 700,00 m3 1.220,00 m3 1.150,00

900,00 600,00 730,00 1.260,00 1.250,00

m3 2.500,00 m3 240,00 m3 170,00 m3 850,00

3.700,00 260,00 185,00 950,00

m2 m2 m2 m2 m2 m2 m2 m2 m2

4,35 7,60 13,00 10,00 42,00 2,50 7,00 18,20 6,50

4,85 8,10 13,50 11,50 52,00 2,80 7,50 20,20 6,80

m2 m2 m2 m2 m2

8,30 10,50 14,00 7,60 7,60

9,30 11,50 14,50 8,10 8,10

m2 m2 m2 m2 m2 m2 m2 m2 m2 m2 m2 m2 m2 m2

1,95 4,50 5,60 8,50 7,60 10,50 8,00 14,70 1,80 6,40 5,70 4,20 1,40 45,00

2,25 4,80 5,90 8,90 7,80 11,00 8,50 16,70 2,00 7,40 6,70 4,70 1,70 70,00

m2 m

16,00 9,50

17,00 10,00

m2 m2 m2

7,15 9,00 8,20

7,85 9,50 9,00

SEGATI DI LATIFOGLIE SEMILAVORATI

faggio naturale (fino a mm 60 di spessore) faggio evaporato (fino a mm 60 di spessore) rovere frassino


redazione@webandmagazine.com

FORESTA

INTERFORST

www.interforst.com

di Franco Riccardi

ENTUSIASMO TRA GLI ESPOSITORI A INTERFORST 2018

FORESTA

La più grande edizione di Interforst di tutti i tempi, con 75mila m2 e 453 espositori (di cui 160 esteri), ha avuto riscontri estremamente positivi da tutti i protagonisti. Gli espositori hanno apprezzato in particolare l'alta qualità e la competenza dei visitatori. Ottimi risultati anche per la perfetta organizzazione del salone. Nelle cinque giornate di fiera sono giunti oltre 50mila operatori, un migliaio in più rispetto al 2014. La quota di visitatori esteri è stata attorno al 18 per cento. Il clima del settore, secondo il parere unanime degli espositori, è eccellente, con una forte propensione all'inno-

42

vazione. Molto positiva per il settore anche la presenza insolitamente elevata di politici di primo piano. Risultato: Interforst si conferma come fiera di riferimento per la maggior parte degli espositori e, anche a questa edizione, ha ribadito il proprio ruolo di vetrina dell'innovazione e principale appuntamento per il settore forestale. Soddisfatto Reinhard Pfeiffer, Vicepresidente del Consiglio di Amministrazione di Messe München: "Interforst 2018 ha dimostrato molto chiaramente che questo è diventato un settore moderno ad alta tecnologia. Le soluzioni digitali sono


dal 1922

OTTOBRE 2018

The biggest Interforst ever The biggest Interforst of all times, boasting 75,000 square meters and 453 exhibitors (160 of whom from abroad) met with an exceptionally positive response from all participants. The exhibitors particularly praised the visitors’ high quality and professional expertise. The smooth organization of the trade show has also been very well received. On the five days of the trade show, more than 50,000 trade visitors attended the event, approximately

in rapida diffusione nell'economia forestale e nella silvicoltura, già oggi le imprese del settore non possono più pensare di fare a meno di queste tecnologie. La presenza del ministro bavarese per le politiche forestali Michaela Kaniber e dello stesso Primo Ministro della Baviera Markus Söder sono state apprezzate da noi e soprattutto dai nostri espositori come segno di attenzione per il nostro settore”. La direttrice del salone Martina Ehrnsperger è felice che a Interforst tutto sia filato liscio e la maggior parte degli espositori abbia dichiarata grande soddisfazione. “Anche per la

1,000 more than in 2014. The foreign proportion leveled off again at 18%. All exhibitors agreed that the mood in the industry is excellent and the willingness to innovate high. The unusually strong presence of high-ranking politicians at INTERFORST 2018 was also perceived as very positive by the industry. This leads to the conclusion that INTERFORST as leading trade show is a firmly scheduled event for the majority of the exhibitors and reconfirms its significance as a showcase for innovations and key trade show for the timber and forestry sector.

fase di allestimento abbiamo ricevuto grandi lodi. Tutto questo mi fa guardare con fiducia all'edizione 2022, dove spero e mi auguro che tutti gli espositori torneranno!”.

!SODDISFAZIONE DEGLI ORGANIZZATORI ! Ralf Dreeke, Amministratore Delegato di Wahlers Forsttechnik GmbH e Presidente del Comitato Direttivo di Interforst, ha dichiarato a nome di tutti gli espositori: “Siamo oltremodo soddisfatti del risultato di Interforst 2018. La competenza

43

FORESTA


redazione@webandmagazine.com

FORESTA

INTERFORST

www.interforst.com

degli operatori e la loro rilevanza per il settore si sono confermati sui livelli abituali. Siamo molto soddisfatti della presenza di molti clienti giunti dalle regioni settentrionali e orientali della Germania. Il sostegno del mondo politico, la visita dei proprietari forestali bavaresi in occasione delle celebrazioni per il centenario e la grande attenzione all'Austria nella giornata dedicata al Paese sono stati tutti elementi di grande importanza per i nostri espositori. Anche il nuovo layout espositivo mi ha convinto nonostante lo scettiscismo iniziale. Il centro fieristico è stato giudicato complessivamente come più aperto e attraente“.

!MOLTE INIZIATIVE, MOLTI POLITICI DI PRIMO PIANO !

FORESTA

Interforst ha proposto molte iniziative a questa edizione. Particolarmente rilevante la presenza di politici di primo piano. • Michaela Kaniber, Ministro di Alimentazione, Agricoltura e Foreste della Baviera, ha trascorso a Interforst due intere giornate. Insieme all'Ing. Joseph Plank, Segretario Generale del Ministero austriaco della Sostenibilità e del Turismo, il ministro ha inaugurato Interforst 2018 e, in un giro durato un paio d'ore, ha incontrato molti espositori che le hanno presentato macchinari e dispositivi. “Sono impressionata dal livello di innovazione delle aziende espositrici," ha dichiarato il ministro. Si tratta indubbiamente di alta tecnologia”. • Anche il Primo Ministro della Baviera Markus Söder ha reso omaggio a Interforst. Alle celebrazioni per il centenario dell'associazione dei proprietari forestali bavaresi, Söder ha sottoscritto insieme a Michaela Kaniber il "Patto per le foreste",

44


dal 1922

OTTOBRE 2018

un impegno per il rafforzamento dell'economia forestale bavarese e le aree rurali. • Grande successo per la giornata dedicata all'Austria. Nella giornata di giovedì si sono svolte diverse presentazioni nell'ambito del convegno e dei forum. La nazionale austriaca ha partecipato a una gara di cambio catena e si è cimentata in altre discipline. Inoltre, le associazioni di imprese forestali di Germania, Austria e Svizzera hanno proposto interventi giornalieri sul tema della formazione. • Oltre 2.000 addetti delle foreste bavaresi hanno organizzato una visita alle aziende di Interforst, caratterizzando la giornata di giovedì con le loro magliette blu. Nel padiglione B5 sono stati accolti dal ministro Kaniber e dal presidente del comitato di sorveglianza delle foreste bavaresi. “Interforst era la cornice ideale per la nostra giornata dei dipendenti”, ha sottolineato Martin Neumeyer, Presidente delle foreste bavaresi. • Per la prima volta la casa editrice Deutsche Landwirtschaftsverlag ha assegnato il premio "Deutscher Waldpreis" a Interforst. Il titolo di "proprietario forestale dell'anno" è andato a Lutz Freytag di Barleben, Brandeburgo, mentre Sylvia Settekorn, proveniente dalla stessa regione, è stata nominata "Imprenditrice forestale dell'anno". Infine, il titolo di "Forestale dell'anno" è andato a Florian Vögele di Fischen nella regione dell'Algovia. • Il programma di Interforst ha proposto anche un "divano verde" sul quale si sono accomodati numerosi esponenti del mondo politico ed economico, fra cui il ministro Kaniber, il proprietario forestale austro-tedesco Philipp zu Guttenberg e Peter Konrad, presidente degli imprenditori forestali austriaci.

!IL TEMA CHIAVE DELLA DIGITALIZZAZIONE ! Il tema dominante di Interforst 2018, sia per i grandi costruttori di macchine sia nel programma del congresso, dei forum e delle mostre speciali, è stata la crescente digitalizzazione dell'industria forestale. In fiera si sono visti ad esempio mietitrebbie che rilevano autonomamente i dati e li inviano alla contabilità. Oppure droni che scattano fotografie del patrimonio di alberi presenti in un bosco o dei danni provocati da vento e parassiti.

Altri temi importanti sono stati la gestione forestale con criteri naturali che salvaguardano il terreno e le attività tradizionali di sicurezza sul lavoro e tutela della salute.

!PARTNER QUALIFICATI PER IL PROGRAMMA COLLATERALE ! Nella realizzazione del ricco programma collaterale Interforst ha potuto contare sul supporto di molti partner consolidati. La concatenazione tematica e logistica fra congresso, forum e mostre speciali nel padiglione B6 ha avuto ottimi riscontri, così come la presenza di visitatori. La mostra speciale "Vom Keimling zum Kantholz – Prozesskette Holz" ha illustrato l'intera catena del valore dalla piantagione al prodotto finale. Questa mostra è stata realizzata dal Kuratorium für Waldarbeit und Forsttechnik (KWF) con la collaborazione dell'associazione antinfortunistica Deutsche Gesetzliche Unfallversicherung e della comunità di produttori di piante di qualità Erzeugergemeinschaft für Qualitätsforstpflanzen Süddeutschland (EZG). Il tema dell'Economia Forestale 4.0 ha potuto contare sul contributo dei Politecnici di Aquisgrana (RWTH Aachen) e di Monaco di Baviera (TU München). L'ente previdenziale Sozialversicherung für Landwirtschaft, Forsten und Gartenbau (SVLFG) ha curato la mostra speciale "Im Großen wie im Kleinen – Technikeinsatz schafft Sicherheit" sui temi della sicurezza e della salute dei lavoratori che utilizzano attrezzature tecniche. Il convegno scientifico si è occupato di temi quali cambiamento climatico e sfruttamento del legno, digitalizzazione e bioeconomia. I temi principali dei forum di INTERFORST sono stati nuovamente l'economia forestale 4.0, la raccolta di legno, la sicurezza e la salute sul lavoro.


redazione@webandmagazine.com

ARTE E PROGETTO di Pietro Ferrari

IL LEGNO DALLA NATURA ALLE COSE

www.illegnodallanaturaallecose.it

Un’installazione progettata dallo studio Basaglia Rota Nodari, che accompagna Bergamo all’incontro con I Maestri del Paesaggio 2018 e con la mostra “La straordinaria quotidianità del legno”.

UN SALOTTO A CIELO APERTO

ARTE E PROGETTO

“IL LEGNO dalla Natura alle Cose”, manifestazione voluta e ideata dalla Fondazione Museo del Falegname Tino Sana che riunisce le principali aziende del territorio bergamasco con l’intento di diffondere la cultura della materia, alza il sipario sulla sua nuova installazione: un salotto accogliente “en plein air” in piazza Vittorio Veneto (Bergamo) per tutti, anche per i numerosi visitatori che parteciperanno agli eventi di settembre de I Maestri del Paesaggio 2018. Uno spazio creato grazie alla collaborazione con l’azienda veneta Diemmebi, di cui sono stati scelti gli arredi Urbantime, in particolare la collezione Zeroquindici.015. Una collezione outdoor ricca di modelli, qui rappresentata dalla panca li-

neare in tubolare tondo di metallo. Per questo appuntamento Diemmebi ha studiato un sistema particolare di aggancio delle panche che permette l’inserimento di pannelli tra le sedute. Un accorgimento in linea con lo spirito con cui è stata concepita questa serie, pensata per risolvere specifiche esigenze del mondo contract grazie al design attento al dettaglio e di grande pulizia formale. La piazza diventa quindi un luogo di riposo e di informazione delle tante iniziative che hanno animato la città dal 6 al 23 settembre. Tra queste, la mostra “IL LEGNO dalla Natura alle Cose _ La straordinaria quotidianità del legno” al palazzo della Ragione in Piazza Vecchia di Città Alta che ospi-

46


dal 1922

AGOSTO 2018

terà 100x100 Achille, la mostra ideata dalla Fondazione Achille Castiglioni per festeggiare la ricorrenza del compleanno di Achille, il 16 febbraio scorso. Una mostra nata da un invito rivolto ad oltre 100 tra i più importanti designer del mondo a fare un regalo ad Achille: un oggetto anonimo. L’intera collezione 100x100 Achille (esposta fino a fine luglio in Fondazione Achille Castiglioni, Milano) più alcuni prodotti disegnati da Castiglioni, abbinati all’oggetto da cui si è colta l’ispirazione, diventa il processo ideativo di “IL LEGNO dalla natura alle cose_La straordinaria quotidianità del legno” ma si arricchisce ulteriormente. Tutte le 41 aziende

de IL LEGNO dalla Natura alle Cose, esporranno ciascuno il proprio progetto, oggetto o meccanismo - ovviamente in legno – che fa parte della propria “quotidianità” produttiva, ma allo stesso tempo geniale per soluzione, per processo realizzativo o per uso. Il piacere della scoperta in oggetti che tocchiamo e viviamo tutti i giorni. Diemmebi è particolarmente orgogliosa di partecipare all’iniziativa che ricorda il grande maestro milanese, da sempre riferimento dell’azienda per i suoi insegnamenti, primo tra tutti la funzione dell’oggetto.

47

ARTE E PROGETTO


redazione@webandmagazine.com

ARTE E PROGETTO

IL LEGNO DALLA NATURA ALLE COSE

www.illegnodallanaturaallecose.it

Wood from Nature to Thing

ARTE E PROGETTO

"WOOD from Nature to the Things", an intentional manifestation conceived by the Tino Sana Carpentry Museum Foundation, which brings together the main companies in the Bergamo area with the aim of spreading the culture of matter, raises the curtain on its new installation: a welcoming living room "En plein air" in Piazza Vittorio Veneto (Bergamo) for everyone, also for the numerous visitors who will participate in the September events of I Maestri del Paesaggio 2018. A space created thanks to the collaboration with the Venetian company DIEMMEBI, of which they have been chosen the Urbantime furnishings, in particular the Zeroquindici.015 collection. An outdoor collection full of models, represented here by the linear round metal tubular bench. For this appointment DIEMMEBI has studied a particular system of hooking the benches that allows the insertion of panels between the seats. A device in line with the spirit with which this series was conceived, designed to solve specific requirements of the contract world thanks to the careful design to detail and great formal cleaning. The square then becomes a place of rest and information of the many initiatives that will animate the city from 6 to 23 September. Among these, the exhibition "THE WOOD from Nature to Things _ The extraordinary daily life of wood" at the Palazzo della Ragione in Piazza Vecchia in CittĂ Alta that will host 100x100 Achilles, the exhibition created by the Achille Castiglioni Foundation to celebrate the birthday of Achille, last February 16th. An exhibition born from an invitation to more than 100 of the world's leading designers to make a gift to Achilles: an anonymous object. The entire 100x100 Achille collection (exhibited until the end of July in the Achille Castiglioni Foundation, Milan) plus some products designed by Castiglioni, combined with the object from which the inspiration was taken, becomes the conceptual process of "IL LEGNO dalla natura alle things - the extraordinary everyday life of wood "but it is further enriched. All 41 companies of IL LEGNO from Nature to Things, will each exhibit their own project, object or mechanism - obviously made of wood - which is part of their own productive "daily life", but at the same time brilliant for solution, for production process or for use . The pleasure of discovery in objects we touch and experience every day. DIEMMEBI is particularly proud to participate in the initiative that recalls the great Milanese master, who has always been the company's reference for his teachings, first of all the function of the object.

48


TECNOLOGIE AVANZATE DI STAMPA PER I VOSTRI PROCESSI MANIFATTURIERI 2ª Esposizione Internazionale delle Tecnologie di Stampa per la Produzione Manifatturiera 20-22 novembre 2018, MiCo, Milano

I rapidi sviluppi nelle tecnologie di stampa industriale stanno creando grandi nuove opportunità nell’industria manifatturiera, con applicazioni che spaziano dall’individualizzazione e produzione di edizioni speciali su lotti di piccole dimensioni fino alla produzione di massa.

• Incontrate oltre 100 espositori provenienti da innovative piccole e medie imprese e dalle maggiori società internazionali • Informatevi sulle ultime innovazioni partecipando a workshop, conferenze e presentazioni tecniche durante i 3 giorni di fiera

• Scoprite le soluzioni per applicazioni di stampa funzionale, decorativa e di imballaggio

STAMPA SPECIALISTICA • SERIGRAFICA • DIGITALE • INKJET • 3D Ambasciatori Sponsor

Partner Strategici

Partner della Conferenza

Partner Mediali

Registratevi GRATUITAMENTE ora su www.inprintitaly.com


redazione@webandmagazine.com

ARTE E PROGETTO di Pietro Ferrari

AHEC

www.americanhardwood.org

Gli studenti del Rycotewood Furniture di Oxford creano soluzioni di storage sostenibili in quercia rossa americana.

ARTE E PROGETTO

ELEGANZA E PRATICITÀ DELLA QUERCIA Il progetto è stato originariamente concepito per introdurre e far scoprire agli studenti la quercia rossa americana come nuovo materiale. AHEC ha donato due piedi cubici di quercia rossa americana per studente e chiesto a 10 studenti del 2° anno un brief per soluzioni di storage, usando questo materiale versatile. Agli studenti è stato richiesto di utilizzare questo materiale nel modo più efficiente e creativo possibile, sfruttando al meglio le sue caratteristiche naturali. Sono stati anche invitati a tracciare tutto il materiale e l'energia utilizzati in modo che l'impatto ambientale di ciascun pezzo possa essere calcolato utilizzando il Life Cycle Assessment. Il famoso designer e maker inglese, Philip Koomen, ha supervisionato il progetto e ha fatto da tutor agli studenti. In aggiunta al brief, Koomen ha chiesto agli studenti di lasciarsi ispirare da artisti, scultori o architetti per il loro lavoro. "Gli studenti hanno risposto con grande entusiasmo. La loro voglia di esplorare e di optare per soluzioni creative fuori dagli schemi, ha prodotto pezzi di design molto innovativi ", afferma Koomen. “Sono molto colpito dai risultati. Ci sono molte buone idee e un buon lavoro di artigianato in questi pezzi”. Tom Morgan ha creato un coloratissimo scarpiera per le scarpe influenzato dal suo background da calzolaio. Inizialmente ispirato dal lavoro di Richard Diacono, Tom ha impostato il suo processo creativo scomponendo il rivestimento di quercia rossa americana in minuscole strisce. Le strisce sottili, tinte di vari colori, sono state intelaiate per creare uno schermo avvolto nella cornice di legno massiccio con cinque piani all'interno. A Farrell Livingstone piace creare forme innaturali con materiali naturali. Nel suo progetto, in

50

particolare ha cercato di combinare forme ispirate all'aviazione e all’architettura industriale, come il Design Museum di Barcellona, con la natura. Il risultato finale è un tavolino con giardino giapponese estraibile. Andrew Joye ha progettato la scrivania "Oat & Oak" con copertura scultorea realizzata con strisce curvate a vapore in quercia rossa americana. La struttura della scrivania è in quercia massiccia mentre il desktop è in sughero naturale. La paglia di avena tessuta, proveniente da una fattoria nelle isole Orkney, è stata utilizzata per i cassetti e il fronte del mobile, ispirato alla sedia Orkney e a un mobile realizzato da Gareth Neal in collaborazione con Kevin Gauld. La “scrivania biofilica” di David Howston si distingue per i cassetti a vista e i tre vasi in rame per piante integrati nel piano di lavoro in quercia rossa americana. Il progetto trae


dal 1922

OTTOBRE 2018

ispirazione dalla teoria secondo cui le piante incoraggiano il pensiero creativo sul posto di lavoro. Prendersi cura delle piante fa in modo che ci si prenda cura anche della scrivania, e quindi è meno probabile che venga lasciata in disordine. Daisy Brunsdon si è concentrata sull’aspetto social del progetto. Il suo mobile di registrazione si è ispirato a come la sua famiglia si è riunita intorno a un giradischi che sua madre aveva trovato. L'arco si ispira all'architettura di Oxford. La quercia rossa americana è stata finita con sapone per mostrare il suo aspetto naturale. I cassetti a muro di Marcin Waszak sono ispirati alle forme organiche, ondulate e spesso strane, tipiche dell'architettura di Frank Ghery, in particolare all'Hotel Marques de Riscal in Spagna. Il processo di progettazione è stato laborioso in quanto ogni pezzo di quercia rossa è stato impregnato prima di essere piegato con il vapore. Michael Buick ha sviluppato una serie di scaffali ispirati al minimalismo giapponese e all'antica tecnica delle giunzioni

di legno ancorate. Gli scaffali sono in quercia rossa americana, i perni sono in frassino e i pioli in quercia europea. La serie è stata progettata per essere facilmente trasportabile, ideale per coloro che abitano in un appartamento in affitto o che probabilmente si trasferiscono spesso. Ogni pezzo parte imballato smontato e, una volta montato, può essere facilmente smontato se necessario. Darren Scott ha voluto

51

ARTE E PROGETTO


redazione@webandmagazine.com

ARTE E PROGETTO

ARTE E PROGETTO

AHEC

www.americanhardwood.org

esplorare il design dal punto di vista di un architetto e ha creato un prodotto che è una vetrina di materiali. Oltre alla quercia rossa, l'ardesia e la carta washi, spesso usate nell'architettura giapponese, sono state utilizzate anche per creare un gioco di luci e ombre. Emily Taylor è stata influenzata dal lavoro dell'artista della ceramica Richard Slee che si ispira agli oggetti di tutti i giorni. Gli scaffali di Emily hanno adottato la forma di un cavalletto, con tendine alla base. Emily ha scelto il grigio per le tende in modo da far risaltare i toni freddi della quercia rossa. Freddie Jackson ha progettato un contenitore per il vino con molti cassetti, realizzato per una casa di circa 400 anni. Freddie voleva che il pezzo di design si inserisse agevolmente all'interno della casa, prendendo ispirazione dagli arredi esistenti. Il colore della quercia rossa conferisce al design un tocco tradizionale, mentre le curve di questo progetto sono abbastanza contemporanee. David Venables, direttore europeo di AHEC, afferma: "Abbiamo visto in questa occasione una grande opportunità per offrire ad alcuni studenti talentuosi la possibilità di sperimentare un materiale sostenibile di grande impatto, ma sottoutilizzato, e insegnare loro come calcolare l'impatto ambientale dei pezzi di design che hanno creato”. "La quercia rossa americana – continua David - rappresenta quasi il 20% delle foreste di latifoglie naturali degli Stati Uniti e il suo volume è più che raddoppiato negli ultimi 50 anni. Tuttavia, questo legno bellissimo, molto considerato in altri mercati, rimane poco utilizzato in Europa. Questa iniziativa rientra nell’impegno di AHEC a incoraggiare i designer e i maker europei a utilizzare tutte le specie fornite dalla natura, e non solo le poche utilizzate in base ai trend di moda, per contribuire a un uso sostenibile delle foreste".

52


dal 1922

OTTOBRE 2018

most-respected furniture making programmes, has collaborated with the American Hardwood Export Council (AHEC) to produce a series of storage pieces out of American red oak. The project was originally conceived as a way to introduce students to red oak as a new material. AHEC donated two cubic feet of red oak per student to the college and set 10 of the school’s Year 2 Foundation students a brief to create a storage solution using this versatile material. The students were tasked with using the material as efficiently and creatively as possible, making the most of its natural characteristics. They were also asked to record all material and energy use so that the environmental impacts of each piece could be calculated using the Life Cycle Assessment method.Acclaimed UK furniture designer and maker Philip Koomen oversaw the project and mentored the students with design tutorials throughout. As an addition to the brief, Koomen asked the students to reference artists, sculptors or architects as an inspiration for their work.“The students have responded enthusiastically to this environmental brief. Their willingness to be adventurous and take creative risks has produced very innovative designs,” says Koomen. “I’m very impressed with the results. There is a lot of thought and good craftsmanship in these pieces.”Tom Morgan has created a colourful shoe cabinet influenced by his cordwainer background. Initially inspired by the work of Richard Deacon, Tom began by breaking down red oak veneer into smaller strips. The thin strips, dyed various colours, have been woven together to create a screen that wraps around a solid wood frame with five slatted shelves within. Farrell Livingstone enjoys creating unnatural shapes out of natural materials. He sought to combine the shapes found in aviation and modern, indu-

strial-looking architecture, such as the Design Museum of Barcelona, with nature. The final piece is a coffee table with a pull-out Japanese garden.Andrew Joye has designed the ‘Oat & Oak’ desk with a movable sculptural hood made from steam-bentstrips of red oak. The desk’s main frame is solid oak while the desktop is natural cork. Stitched oat straw from a farm in Orkney has been used for the drawer and cabinet fronts, inspired by the Orkney chair and a cabinet made by Gareth Neal in collaboration Kevin Gauld. David Howston’s ‘biophillic desk’ features exposed drawers and has three copper plant pots integrated into the red oak worktop. The project was inspired by the theory that plants encourage creative thinking within the workplace. Having to care for the plants is also likely to make you look after the desk and therefore be less likely to leave it cluttered. Daisy Brunsdon has focused on the social side of furniture. Her record player cabinet was motivated by how her family has been brought together by a record player that her mother found. The cabinet’s arch was inspired Oxford architecture. The red oak has been soap finished to show off its natural state. Marcin Waszak’s wall drawers are inspired by the organic, wavy and often weird shapes found in the architecture of Frank Ghery, particularly the Hotel Marques de Riscal in Spain. The design process was labour intensive as each piece of red oak had to soaked before being steam bent. Michael Buick has developed a series of shelves inspired by Japanese minimalism and the ancient technique of pegged wooden joints. The shelves are American red oak, the dowels are ash and the pegs European oak. The series is designed to be easily moved and stored, ideal for those who are renting and likely to

move house often. Each piece begins as flatpacked furniture which once built can be disassembled when needed. Darren Scott wanted to explore furniture design from the perspective of an architect and create a side cabinet that is a showcase of materials. In addition to the red oak, slate and washi paper, often used in Japanese architecture, have been used to play with light and shadow .Emily Taylor was influenced by the work of ceramic artist Richard Slee who took inspiration from everyday objects. Emily’s shelving unit has adopted the form of an easel, with a curtained cabinet at the base. Emily chose grey for the curtains to bring out the cool tones of the red oak. Freddie Jackson has designed a wine cabinet with a stack of drawers, made for a house that’s approximately 400 years old. Freddie wanted the piece to sit comfortably within the house so took inspiration from its existing furniture. The colour of the red oak gives the design a traditional feel while its curves are quite contemporary. David Venables, AHEC’s European Director, says: “We saw this as a great opportunity to allow some very talented students to engage and experiment with a great looking but underused sustainable material and to teach them how to calculate the environmental impact of the pieces they have created. “American red oak represents almost 20% of the natural hardwood forests of the U.S. and its volume has more than doubled in the last 50 years. However, this beautiful timber, highly considered in other markets, remains underutilised in Europe. This initiative is part of AHEC’s wider effort to encourage European designers and makers to use all the species that nature provides, and not only the few in fashion, in order to contribute to a sustainable use of the forests.”

53

ARTE E PROGETTO


redazione@webandmagazine.com

EVENTI

CARREFOUR INTERNATIONAL DU BOIS

www.timbershow.com

di Beatrice Guidi

A Nantes un Carrefour du Bois in ottima salute.

IL LEGNO DEI RECORD

EVENTI

Il Quindicesimo Carrefour International du Bois è cresciuto di livello e vanta un record di presenze, con 11.500 visitatori, con un aumento del 10% rispetto all’edizione del 2016. "Questa fiera ha mantenuto tutte le sue promesse ed è un forte indicatore per l'industria - una soddisfazione per gli organizzatori, il porto di Nantes-Saint Nazaire e Atlanbois", ha commentato Geraldine Poirier, responsabile del settore fieristico. Più che mai, il Carrefour International du Bois merita il suo nome.

54

Per il mondo del trade presente nei tre giorni dello show, è il riferimento in Europa ed è diventato uno dei principali attori. "Per la prima volta abbiamo avuto un gran numero di visitatori americani che è un segnale per noi che la fiera ha raggiunto un livello globale". Commenta Pierre Piveteau, il presidente della fiera.

!IL RENDEZ-VOUS DEL MONDO ! Con oltre il 29% dei visitatori stranieri in questa manifesta-


dal 1922

OTTOBRE 2018

zione, l'industria globale del legname ha trovato il suo appuntamento a Nantes. All'unanimità, i visitatori stranieri hanno apprezzato la qualità dei prodotti, l'elevato livello delle conferenze, rendendo la manifestazione un vero luogo di incontro e di negoziazione. Il Parco delle Esposizioni di Nantes è unico nel suo genere, aperto alla natura che consente agli espositori di essere creativi. Il legno è un materiale facile da usare, con un effetto rilassante che si traduce sul Carrefour, l'atmosfera è

calma ma ricca di scambi, ideale per il business e il processo decisionale. La situazione per il commercio sembra più brillante, la ripresa economica iniziata due anni fa è stata confermata. "Abbiamo notato un aumento del dieci per cento dei permessi di costruzione" ha annunciato Eric Toppan, Francia Bois Foret, "il prezzo del legname segato è in costante aumento da quattro anni e abbiamo raggiunto prezzi relativamente elevati", ha aggiunto.

55

EVENTI


redazione@webandmagazine.com

EVENTI

CARREFOUR INTERNATIONAL DU BOIS

www.timbershow.com

Queste prospettive positive non devono farci dimenticare che il mercato è sotto pressione", ha osservato Pierre Piveteau, che si rammarica di una mancanza di competitività a causa degli elevati prelievi in Francia. "Potremmo correre veloci come i tedeschi se non fossimo così penalizzati".

!LEGNO, FONTE DI ISPIRAZIONE !

EVENTI

L'attuale tendenza di utilizzo del legno è un segnale forte per l'industria, il legno ha iniziato la sua rivoluzione e ha una presenza sempre più marcata, in particolare nei grattacieli. È innovativo, ecologico, rinnovato e continuamente rinnovabile, fonte di continua ispirazione per la costruzione e il rinnovamento. Il legno è una parte importante dell'economia francese, un fattore centrale che risponde alle sfide ecologiche che dobbiamo affrontare ed è un vantaggio incomprensibile nella sua attuazione. Il Carrefour du Bois è anche un'arena per le aziende per lanciare nuovi prodotti, nuove collezioni e tendenze, come delineato da Pascaline Goree, Bourdaud Bois, con il loro prospetto presentati nella manifestazione. Marie-Luce Graton, assistente alla direzione di SOLFI2A ha descritto il carattere del legno, "con numerosi mercati da esplorare".

56


dal 1922

OTTOBRE 2018

The rendez-vous of wood With over 29% of the visitors being foreign at this show, the global timber industry has its rendezvous in Nantes. Unanimously the foreign visitors hailed the quality of the products on o er, the high level of the conferences, stqting the show to be a real place for meetings and trading. The Exhibition Park of Nantes is unique in its genre, open to the nature allowing the exhibitors to be creative. Timber is an easy material to use, with a calming e ect and this reigns on the Carrefour, there is a calm atmosphere but bubbling with exchanges, ideal for business and decision making. The situation for the trade is looking brighter, the economic recovery that started 2 years ago has been con rmed. “We have noted an increase by 10% in building per- mits” announced Eric TOPPAN, France Bois Foret “The price of sawn timber has been steadily rising over 4 years and we have reached relatively high prices” he added. These positive prospects must not make us forget that the market is under pressure” noted Pierre PIVETEAU, who regrets a lack of competitivity due to the high levies in France. “We could run as fast as the Germans if we were not so heavily charged.” The drive that is carrying wood today is a strong signal for the industry, wood has started its revolution and has a more and more marked presence, namely in high rise buildings. It is innovative, ecological, re ned, and continually renewable, a source of continuous inspiration for construction and renovating. Wood is an important part of the French economy, a central axe that answers the ecological challenges we face and is an incom- parable asset in its implementation. The Carrefour du Bois is also an arena for companies to launch new products, new collections and tendencies as was outlined by Pascaline GOREE, Bourdaud Bois, with their nMeawrccVoinscoelnet,pXreysloefnutteudr on the show. Marie-Luce GRATON.

57

EVENTI


redazione@webandmagazine.com

EVENTI di Beatrice Guidi

DOMOTEX ASIA/CHINAFLOOR www.domotexasiachinafloor.com

Domotex Asia/ChinaFloor si espande in 15 padiglioni nel 2019.

UN RECORD IN CRESCITA

EVENTI

Secondo il rapporto di McKinsey, tra oggi e il 2025 saranno necessari tra 1.600 e 1.900 milioni di m2 di nuova superficie per soddisfare le esigenze causate dalla migrazione urbana in Cina. Entro il 2025 le città costruiranno 40 miliardi di metri quadrati di superficie in 5 milioni di edifici, di cui fino a 50.000 saranno grattacieli - l'equivalente di costruire fino a due Chicago ogni anno. I dati sulle importazioni mostrano che la Cina ha rappresentato il 44% di tutte le importazioni di pavimenti lo scorso anno. Ovviamente, la percentuale di importazioni cinesi varia notevolmente per categoria. Vengono importate pochissime superfici morbide (alcuni tappeti), quindi un modo migliore per pensare alla Cina è la percentuale di vendite di superfici rigide che salgono dal 15% circa a un terzo di tutte le pavimentazioni a superficie dura.

58

DOMOTEX asia/CHINAFLOOR è attualmente la principale piattaforma internazionale di pavimentazione in Asia. Offre l'opportunità di entrare nel mercato, vedere i nuovi prodotti, fare rete con i professionisti della pavimentazione e ottenere l'esposizione del marchio. Lo spettacolo si terrà dal 26 al 28 marzo 2019 presso il New International Expo Centre di Shanghai, ampliato quest'anno a 175.000 m2 in 15 padiglioni. Ogni anno attrae oltre 1.500 espositori più di 60.000 visitatori professionali. Scendendo ai dettagli, quest'anno i pavimenti in legno occuperanno le sale E1-E4, il che significa che gli espositori avranno spazi più grandi per mostrare i loro prodotti. E1 esibirà solo marchi internazionali, come Labeco, Boen, Arte Mundi, Swiss Krono, Classen e Faus. L'E2 ospiterà le compagnie nazionali, tra cui Starforest,


dal 1922

OTTOBRE 2018

Domotex asia/ChinaFloor is expanding to 15 exhibition halls in 2019

Tubao, TECLIC, Artree, Jinqiao e Dalian Wood Flooring Pavilion. La maggior parte dell'E3 sarà per il riscaldamento a pavimento e E4 - per i pavimenti in bambù e il padiglione Changzhou per il laminato. In questo modo sarà molto più facile per i visitatori sondare il mercato e connettersi con gli espositori e le tendenze che contano per loro. Sin dalla creazione della manifestazione nel 1999, DOMOTEX asia/CHINAFLOOR è stato considerato un posto per i professionisti della pavimentazione di tutto il mondo e un'opportunità unica per i produttori di posizionarsi come trendsetter dell'industria delle pavimentazioni. DOMOTEX asia/CHINAFLOOR 2018 ha raccolto 1.418 espositori da 35 paesi e ha attratto 60.029 visitatori professionali, di cui 14.238 internazionali, provenienti da 104 nazioni. L'edizione 2019, facente parte del più grande gruppo di spettacoli della famiglia DOMOTEX, continuerà il suo percorso di successo, attirando sempre più professionisti e offrendo al mondo dei pavimenti una piattaforma unica per accedere e fare affari in Asia-Pacifico, il più grande mercato al mondo

According to McKinsey report, between 1,600 million and 1,900 million square meters of new floor space will be needed each year between now and 2025 to meet the needs caused by the urban migration in China. By 2025 cities will construct 40 billion square meters of floor space in 5 million buildings, of which up to 50,000 will be skyscrapers – the equivalent of building up to two Chicago’s every year. Import data shows that China accounted for 44% of all flooring imports last year. Obviously, the percentage that China imports varies dramatically by category. Very little soft surface (a few area rugs) are imported so a better way to think about China is its percentage of hard surface sales which jumps from the approximate 15% to one-third of all hard surface flooring. DOMOTEX asia/CHINAFLOOR is currently the leading international flooring platform in Asia. It offers an opportunity to enter the market, see the new products, network with flooring professionals and get brand exposure. The show will be held on March 26-28, 2019 at the Shanghai New International Expo Center, expanding this year to 175,000 sqm in 15 halls. Each year it attracts over 1,500 exhibitors and more 60,000 professional visitors. Getting down to specifics, this year wood flooring will occupy E1-E4 halls, which means that the exhibitors will have bigger spaces to display their products. E1 will exhibit only international brands, such as Labeco, Boen, Arte Mundi, Swiss Krono, Classen and Faus. E2 will house domestic companies, including Starforest, Tubao, TECLIC, Artree, Jinqiao and Dalian Wood Flooring Pavilion. The largest part of E3 will be for floor heating and E4 – for bamboo flooring and Changzhou laminate flooring pavilion. This way it will be a lot easier for visitors to survey the market and connect with the exhibitors and trends that matter to them. Since the establishment of the show in 1999, DOMOTEX asia/CHINAFLOOR has been regarded as a place to be for floor covering professionals from around the globe and a unique opportunity for manufacturers to position themselves as trendsetters of the flooring industry. DOMOTEX asia/CHINAFLOOR 2018 gathered 1,418 exhibitors from 35 countries and attracted 60,029 trade visitors, of which 14,238 international, coming from 104 nations. The 2019 edition, being part of the greater DOMOTEX family group of shows, will continue its successful route, attracting even more professionals and offering the flooring world a unique platform to access and do business in Asia – Pacific, the biggest flooring market in the world.

59

EVENTI


redazione@webandmagazine.com

EVENTI di Beatrice Guidi

INPRINT ITALY

www.inprintitaly.com

Le tecnologie di stampa protagoniste dei processi manufatturieri a Inprint Italia dal 20 al 22 novembre.

IN UN UNICO EVENTO TUTTE LE TECNOLOGIE DELLA STAMPA INDUSTRIALE

EVENTI

Manca poco più di un mese alla seconda edizione di InPrint Italy, in programma al centro congressi Mi.Co. di Milano dal 20 al 22 novembre 2018, e lo spazio espositivo è già prenotato sia dai big del settore sia da imprese medie e piccole; tutte accomunate da un forte spirito innovativo. Un buon inizio dunque per InPrint Italy, la principale esposizione nel campo delle tecnologie di stampa industriale, organizzata da Mack Brooks Exhibition, leader del settore fieristico dal 1965. InPrint Italy è l’unica esposizione interamente dedicata alle tecnologie di stampa per la produzione manifatturiera: fa incontrare i fornitori specializzati con l'industria manifatturiera, i suoi subappaltatori e le imprese dell’indotto. I responsabili dei processi decisionali, che rappresentano il target di visitatori, potranno trovare a Milano le risposte alle loro specifiche problematiche, grazie alla presenza delle grandi aziende tra cui Agfa, Mimaki, Fujifilm, Konica Minolta, Inx Digital accanto ai nuovi espositori come 3M Deutschland GmbH, LiYu Italia e Aeoon Technologies GmbH. Sono oltre 100 gli espositori registrati a InPrint Italy, in rappresentanza dei tre settori della stampa industriale - funzionale, decorativa e di imballaggio - e un forte orientamento alle soluzioni per l’industria manifatturiera italiana. Sono moltissime le soluzioni offerte dagli operatori della stampa funzionale, un processo che riguarda tutti gli oggetti di uso quotidiano, dalla lavatrice, al cellulare, dal computer alla macchina,

60

ovvero tutto ciò il cui funzionamento è legato proprio alla stampa industriale sull’oggetto stesso. Fanno parte di questa categoria espositori come gli americani Kao Collins, fornitori leader di soluzioni a getto d'inchiostro innovativi per prodotti di consumo, grafica, stampa commerciale, imballaggio, etichettatura; e aziende tedesche come Cyconjet con il suo sistema a getto d'inchiostro per il rivestimento di prodotti di stampa di grandi dimensioni, e Plasmatreat, leader di mercato nella tecnologia al plasma per un migliore legame delle pellicole stampate su materiali difficili e l'uso di inchio-


dal 1922

OTTOBRE 2018

stri UV polimerizzabili dalla ottimale adesione. Un altro settore riguarda la ‘decorazione’, ovvero la stampa delle superfici, dei tessuti, dei pavimenti, dei mobili, ecc. I visitatori potranno scoprire le tecnologie dei numerosi espositori, tra cui: Roland DG Mid Europe, azienda leader nella produzione di periferiche per la stampa, stampa e taglio, incisione, modellazione e stampa 3D; Cefla, leader mondiale nella verniciatura, decorazione, stampa digitale del legno e derivati, punto di riferimento all’avanguardia anche nelle tecnologie per la finitura di vetro, plastica, fibrocemento, materiali compositi e metallo; e Omso azienda di riferimento nella produzione di attrezzature per la stampa su oggetti di diverse forme, dimensioni e materiali per l'industria alimentare, cosmetica e farmaceutica. La stampa industriale per l’imballaggio ha portato il packaging ad un livello comunicativo mai raggiunto prima. Tra le società espositrici leader del settore: la britannica Xaar, le cui testine di stampa sono rinomate per l’affidabilità e l’ef-

ficacia nel stabilire i volumi di inchiostri e fluidi con precisione assoluta; l’italiana Martinenghi, all’avanguardia nella tecnologia “direct to shape” per stampare con il getto d’inchiostro direttamente su superfici tridimensionali come bottiglie, lattine e tubi; e la tedesca Siegwerk Druckfarben, da oltre 180 anni uno dei principali produttori di inchiostri per la stampa a livello mondiale per imballaggi, etichette e cataloghi.

Inprint Italy at the startpoint There are still two months to go until the second edition of InPrint Italy, scheduled to take place at the MiCo Convention Centre in Milan 20 - 22 November 2018. The exhibition space has already been booked by big industry players as well as small- and medium-sized businesses, brought together by a strong spirit of innovation. A good start for InPrint Italy, the leading exhibition for industrial print technologies, organised by Mack Brooks Exhibitions, leaders in the trade show industry since 1965. InPrint Italy is the only exhibition entirely dedicated to print technologies for the manufacturing industry, bringing together specialised suppliers and manufacturers, subcontractors and associated businesses. Decision-makers, the target visitors, will find answers to specific problems in Milan, thanks to the participation of big leaders including Agfa, Mimaki, Fujifilm, Konica Minolta, INX Digital along with first time exhibitors such as 3M Deutschland GmbH, LiYu Italy and Aeoon Technologies GmbH. Over 100 exhibitors have already registered for InPrint Italy, representing the three areas of industrial printing — functional, decorative and packaging — and a strong focus on solutions for the Italian manufacturing industry.

61

EVENTI


redazione@webandmagazine.com

EVENTI di Pietro Ferrari

FESTIVAL DEL LEGNO

www.comune.cantu.co.it

Dal 29 settembre al 14 ottobre la sesta edizione della manifestazione dedicata al mobile e design.

IL LEGNO IN CITTÀ

EVENTI

Dopo il grande successo riscontrato lo scorso anno, torna a Cantù – dal 29 settembre al 14 ottobre - la manifestazione che celebra le eccellenze della filiera produttiva del legnoarredo. Giunto alla sua sesta edizione, il Festival del Legno è pronto ad accogliere nella città di Cantù professionisti e appassionati della tradizione artigianale e manifatturiera canturina. Anche nel 2018, infatti, il Festival del Legno vuol proporsi al pubblico come occasione per incontrare innovazione e tradizione, cultura e design, eventi di piazza e convegni tematici, botteghe aperte e laboratori per i bambini, mostre permanenti e i maestri del design. Location principali: Villa Calvi, Corte San Rocco, Sant’Ambrogio, Piazza Garibaldi, Largo XX Settembre, Factory Di Enaip Lombardia, Teatro San Teodoro, oltre alle location che ogni partecipante metterà a disposizione per ospitare gli eventi. Tutta la città sarà dunque coinvolta, e anche per questa edizione la piazza centrale della città si prepara ad essere caratterizzata da un’importante installazione lignea appositamente realizzata. Nato nel 2013 per volontà dell’Amministrazione Comunale di Cantù per puntare i riflettori sull’arte canturina, il Festival del Legno rappresenta oggi il principale evento di promo-

62

zione del territorio organizzato dal Comune di Cantù in collaborazione con la Camera di Commercio di Como, la Fondazione Enaip Lombardia e l’Ordine degli Architetti di Como. Dopo aver chiuso l’edizione 2017 con numeri da record – il coinvolgimento di 42 aziende, 74 negozi, 16 Botteghe Aperte con iniziative ed eventi che hanno portato nella città di Cantù circa 15.000 visitatori attirati da oltre 93 appuntamenti in 2 settimane – quest’anno il Festival del Legno punta a proporre ancora più iniziative mirate ad attirare nella cittadina lombarda i maggiori professionisti e appassionati di mobile e design.

INTERNI DELLA “BOTTEGA” RIVA.


dal 1922

OTTOBRE 2018

La sesta edizione del Festival del Legno, inoltre, sarà anche l’occasione per celebrare l'universo femminile che da sempre orbita intorno alla filiera del legno arredo canturino, con il tema “La donna è mobile”. Una serie di incontri con donne architetti, designer e manager culturali per parlare delle donne che, da oltre un secolo, contribuiscono con le loro professionalità, a celebrare in giro per il mondo la città di Cantù e le sue eccellenze. Tema, quello de “La donna è mobile” che si interseca con un’altra novità di questa edizione 2018, il concorso di Street Art, indetto dall’associazione Welcome Cantù con Mia, Colorteca e Krea in collaborazione con l’Amministrazione Comunale, le cui opere d’arte dovranno essere realizzate sabato 29 settembre, in occasione della prima giornata di festival, e rimarranno esposte presso il chiostro del Comune di Cantù per tutta la durata della manifestazione. Tornano poi anche quest’anno gli attesi appuntamenti con format ormai ben consolidati come quello di “Botteghe aperte”, evento che nasce dal

63

EVENTI


redazione@webandmagazine.com

EVENTI

FESTIVAL DEL LEGNO

EVENTI

desiderio di mostrare l’arte canturina nel luogo stesso dove le opere prendono vita. Un cammino esplorativo che porta i visitatori a conoscere “I luoghi storici del saper fare” canturino e che coinvolgono le diverse tipologie di produzione che caratterizzano la città. E per chi vuole dedicarsi allo shopping c’è la tradizionale iniziativa “Shopping & Design – la vetrina è mobile”, giunta alla undicesima edizione che intende la sinergia tra due settori quali quello produttivo-artigianale e quello commerciale, al fine di rendere più attrattive ed accattivanti le vetrine cittadine e valorizzare il percorso dello shopping. Non mancheranno durante le due settimane di festival, talk, workshop, laboratori e mostre in cui vedere la tradizione dialogare con l’innovazione. Infine, presenti nel programma anche spettacoli teatrali e momenti di intratte-

64

www.comune.cantu.co.it

nimento musicale, il tutto all’insegna della collaborazione con le realtà del territorio e della contaminazione di generi ed interessi.

!CON “BOTTEGHE APERTE”, LINEA DIRETTA CON L’ARTIGIANATO ! All’interno del programma del Festival del Legno torna anche “Botteghe Aperte”. L’iniziativa nasce dal desiderio di portare il pubblico all’interno delle botteghe alla scoperta delle eccellenze di arte e artigianato: a disposizione dei visitatori percorsi ordinati e qualificati nei “luoghi storici del saper fare”, con la possibilità di fruire di itinerari che coinvolgono le diverse tipologie di produzione che caratterizzano la città e il “saper fare” canturino.


dal 1922

OTTOBRE 2018

The celebration of wood After the great success of last year, back in Cantù - from 29 September to 14 October - the event that celebrates the excellence of the wood-furniture production chain. Now in its sixth edition, the Festival del Legno is ready to welcome professionals and enthusiasts of traditional craftsmanship and manufacturing in the city of Cantù.

In fact, also in 2018, the Festival del Legno wants to present itself to the public as an opportunity to meet innovation and tradition, culture and design, street events and thematic conferences, open workshops and workshops for children, permanent exhibitions and design masters. Main locations: Villa Calvi, Corte San Rocco, Sant'ambrogio, Piazza Garibaldi, Largo XX Settembre, Factory of Enaip Lombardia, Teatro San Teodoro, in addition to the locations that each participant will make available to host

In programma vere e proprie tappe in aziende, raggiungibili a piedi o utilizzando il Minibus messo a disposizione gratuitamente dal Comune per il tour delle botteghe in cui sarà possibile vedere e toccare con mano la trasformazione del legno in prodotto di design e d’arredo. L’obiettivo è quello di fondere il “saper fare” canturino con l’aspetto turistico, proponendo a tutti i partecipanti un’esperienza che coinvolga attivamente ed emozionalmente, valorizzando il territorio e le sue eccellenze. Di particolare spicco nell’ambito di “Botteghe Aperte” le proposte delle più note tra le aziende del territorio. Riva1920 apre le porte al settore produttivo sabato 29 e domenica 30 settembre e propone numerose attività quali la distribuzione di piantine di quercia, il conteggio degli anelli del tronco, truccabimbi, una mostra dedicata alla scultura, l’esibizione di un tornitore e la presenza di un caricaturista. Aprono le porte del reparto produzione e Showroom, con attività pensate ad hoc, anche Tabu e Pipa Castello, il noto marchio che dal 1947 si dedicata alla produzione artigianale di pipe dai modelli più classici a quelli più artistici. Aderiscono all’iniziativa anche l’Atelier d’arredamento Bruno Longoni e quest’anno per la prima volta Desalto. Curiosa l’attività presso Fonderia Artistica Esposito, con la possibilità di assistere alla colatura di ottone, bronzo e alluminio, mentre Jumbo diventa scenario di un concerto del Maestro

the events. The whole city will therefore be involved, and even for this edition the central square of the city is getting ready to be characterized by an important wooden installation specially made. Info e programma in continuo aggiornamento sul sito del Comune di Cantù, sulla pagine ufficiali Facebook e Instagram di Festival del Legno.

Balzani. Nello showroom Eredi Marelli ospite Stefano Poli, docente di Storia dell’Architettura Contemporanea e Storia dell’Arte al Politecnico di Milano, in un incontro aperto al pubblico, e in contemporanea è prevista l’apertura straordinaria delle Case Colombo progettate da Asnago e Vender tra il 1932 e il 1935. Ulteriori iniziative: Pifferi&Alpi vede ospite il Gruppo Danza del Teatro Sociale di Como, mentre si svolge da Gaffuri Eligio e Figli l’incontro con il Prof. Rizzi per dialogare sull’Avventura dei mobili; presso Tessile Officina di Bregnano è prevista la presentazione di “Nel segno di Gegia Bronzini”, mentre Rosean attende il pubblico ad uno speciale evento Show Cooking, e da Passepartout c’è la possibilità di fruire dei frutti della proficua collaborazione con Gae Aulenti. Una festa anni 50 ispirata agli anni ruggenti dell’artigianato canturino è in programma, inoltre, presso Effebi Arredamenti in occasione di “Bye Bye Butega”, con dj set, show di luci, esibizioni di swing, zucchero filato e musica dal vivo. Particolare spazio ha anche l’iniziativa “Botteghe Della Progettazione”, che mira a condurre nei luoghi della progettazione, per mostrare dal vivo design, progettazione di interni, restauro conservativo: ai visitarori la possibilità di entrare negli Studi “Molteni/Baron” e “Fauciglietti Engineering”, mentre lo Studio Beretta ha in programma l’allestimento nel foyer del Teatro San Teodoro per mostrare i dettagli del restauro conservativo attuato sulla struttura.

65

EVENTI


redazione@webandmagazine.com

EVENTI di Pietro Ferrari

FITOK

fitok.conlegno.eu

Cresce la produzione a marchio FITOK con quasi 1,5 milioni di m3 di legno trattato destinato alla realizzazione di imballaggi per l’esportazione delle merci nel mondo.

CRESCE LA PERCENTUALE DI IMBALLAGGI IN LEGNO TRATTATI

EVENTI

Trimestre positivo per la produzione a marchio FITOK che, tra aprile e giugno 2018, ha registrato una crescita del 4% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente con 726.965m3 di imballaggio in legno trattati. Non solo, si tratta anche del trimestre più produttivo dal 2012 complice l’intensificarsi dei controlli alle frontiere per il rischio della diffusione di organismi nocivi. Numeri che, se sommati al trimestre precedente, parlano di una crescita complessiva nei primi sei mesi del 2018 dell’8% con 1.419.466 m3 di legno sottoposto a trattamenti fitosanitari. È quanto emerge dai dati forniti da Conlegno, Consorzio

66

Servizi Legno Sughero, che sotto la sorveglianza del Servizio Fitosanitario Nazionale (SFN) dal 2005 ricopre il ruolo di Soggetto Gestore in Italia del Marchio IPPC/FAO per l’ISPM n.15 attraverso il Comitato Tecnico FITOK. “Un quadro complessivo composto da numeri importanti che dipingono una crescita consolidata dell’attenzione riservata alla sicurezza degli scambi commerciali - spiega Daniela Frattoloni, Coordinatrice del Comitato Tecnico FITOK – ricordo infatti che tutti gli imballaggi in legno destinati alle esportazioni extra UE hanno l’obbligo di uscire dall’Italia con il marchio IPPC/FAO FITOK che garantisce il corretto trattamento fitosanitario riducendo il rischio di utilizzo delle barriere fitosanitarie da parte dei paesi importatori”. A trainare la significativa crescita della produzione a marchio FITOK registrata nel secondo trimestre del 2018 sono soprattutto gli imballaggi prodotti dai soggetti 7.2 che utilizzano legno semilavorato o semifinito già trattato conforme all’ISPM-15, con un aumento del 10% pari a 266.915 m3. I volumi prodotti dai soggetti 7.1 (operatori che eseguono il trattamento termico) rimangono invece stabili rispetto allo stesso periodo del 2017. Se si considera l’intero semestre, registra un importante balzo in avanti sia la produzione dei soggetti 7.2 con +10% pari a 515.809 m3, sia la produzione dei soggetti 7.1 con +7%, pari a 903.657 m3, rispetto al periodo gennaio - giugno 2017.


dal 1922

OTTOBRE 2018

A positive quarter Positive quarter for FITOK brand production which, between April and June 2018, recorded a 4% growth compared to the same period of the previous year with 726,965 m3 of treated wood packaging. Not only that, it is also the most productive quarter since 2012 thanks to the intensification of border controls due to the risk of the spread of harmful organisms. Numbers that, if added to the previous quarter, speak of an overall growth in the first six months of 2018 of 8% with 1,419,466 m3 of wood subjected to phytosanitary treatments. This is what emerges from the data provided by Conlegno, Consorzio Servizi Legno Sughero, which under the supervision of the National Phytosanitary Service (SFN) since 2005 covers the role of Managing Body in Italy of the IPPC / FAO Mark for ISPM n. 15 through the FITOK Technical Committee.

67

EVENTI


redazione@webandmagazine.com

EVENTI

LEGNO&EDILIZIA

www.legnoeedilizia.it

di Beatrice Guidi

Legno nell’edilizia e risparmio energetico segnano il futuro delle costruzioni.

L’EDILIZIA DEL FUTURO A VERONAFIERE DAL 7 AL 10 FEBBRAIO 2019

EVENTI

Sempre positivo il segmento dell’edilizia che usa il legno, nonostante le difficoltà che nell’ultimo decennio hanno colpito il settore delle costruzioni. Non rappresenta una moda passeggera, ma la risposta salutare, economica ed ecologica all’abitare. Ne è prova anche la 11a edizione di Legno&Edilizia, mostra internazionale sull’impiego del legno nell’edilizia in programma dal 7 al 10 febbraio 2019 alla Fiera di Verona che da sempre richiama l’attenzione degli operatori professionali e del grande pubblico sulle novità sull’utilizzo del legno nell’edilizia, evidenziandone le caratteristiche tecniche e di durabilità, di convenienza economica e soprattutto di sostenibilità e sicurezza.

68

“L’espressione chiave “edilizia 4.0” – sottolinea l’architetto Franco Laner, dell’Università IUAV di Venezia, uno dei massimi esperti sull’impiego del legno in edilizia che collabora con Legno&Edilizia sin dalla prima edizione - vuole sottolineare come anche nel comparto legno da costruzione siano in atto cambiamenti epocali governati dall’informatica e dalla robotizzazione che stanno radicalmente modificando gli scenari produttivi, il mercato, le modalità progettuali e costruttive. In particolare, il sempre più frequente ricorso ad ambienti di lavoro a controllo numerico sta prefigurando forti trasformazioni di molti step della filiera legno: progetto, cantiere, esiti costruttivi ed architettonici.


dal 1922

OTTOBRE 2018

Proprio nel settore della progettazione ed esecuzione dell’edilizia con il legno la fase 4.0 sta introducendo mentalità ed obiettivi da cui non si potrà prescindere fin d’ora e non è permessa l’attesa.” “A “Legno&Edilizia” sono presenti i principali produttori di macchine per la lavorazione a controllo numerico di elementi in legno da carpenteria, sui quali il nostro Paese è da sempre all’avanguardia, come CM Macchine, Essetre, Hundegger, SCM Group, Sarmax – spiega Raul Barbieri direttore di Piemmeti Spa, società organizzatrice dell’evento – Questo indica l’attualità di questa manifestazione nel contribuire a leggere gli scenari nuovi per tutta la filiera legno;

in particolare il cambio di paradigma illustrato dal professor Laner ha sovvertito un atavico rapporto col bosco e la visione ecosostenibile che, se ha nel legno un campione di attualità e futuro, oggi si confronta con una domanda di interconnessione sconosciuta nel progetto di edilizia, dove tutta la tradizione costruttiva sta in pratica saltando”. “Strettamente connesse con la presentazione merceologica (essenze, strutture portanti, carpenteria, macchine e utensili, legno da lavoro e semilavorati, case prefabbricate in legno, sistemi di sicurezza, studi di progettazione e software, pareti in legno, pannelli e macchinari da segheria) – aggiunge il Presidente di Piemmeti Ado Rebuli - saranno le giornate

69

EVENTI


redazione@webandmagazine.com

EVENTI

LEGNO&EDILIZIA

The building of the future at VeronaFiere from 7 to 10 February 2019 The construction sector using wood is still positive, despite the difficulties that have hit the construction sector in the last decade. It is not a passing fad, but a healthy, economical and ecological answer to living. Proof of this is the 11th edition of Legno & Edilizia, an international exhibition on the use of wood in construction scheduled from 7 to 10 February 2019 at the Verona Fair, which has always drawn the attention of professional operators and the general public to the latest news on 'use of wood in construction, highlighting its technical characteristics and durability, economic convenience and above all sustainability and safety. "The key expression" building 4.0 "- underlines the architect Franco Laner, of the IUAV University of Venice, one of the leading experts on the use of wood in construction that collaborates with Legno & Edilizia since the first edition wants to underline how also in the sector of wood construction are underway epochal changes governed by information technology and robotics that are radically changing the production scenarios, the market, the design and construction methods. In particular, the increasingly frequent use of numerical control work environments is foreshadowing strong transformations of many steps of the wood supply chain: project, construction site, construction and architectural outcomes. Precisely in the field of planning and execution of the building with wood, phase 4.0 is introducing mental habits and objectives which it will not be possible to leave aside and the waiting is not allowed. " "A" Legno & Edilizia "are the main manufacturers of machines for numerical control machining of woodworking elements, on which our country has always been at the forefront, such as CM Macchine, Essetre, Hundegger, SCM Group, Sarmax - explains Raul Barbieri, director of Piemmeti, organizer of the event - This indicates the relevance of this event in helping to read new scenarios for the entire wood supply chain; in particular, the change of paradigm illustrated by Professor Laner has subverted an ancestral relationship with the forest and the ecosustainable vision that, if it has a current and future sample in the wood, today confronts an interconnected demand unknown in the construction project, where the constructive tradition is practically jumping. " "Closely related to the product presentation (essences, load-bearing structures, carpentry, machines and tools, work and semi-finished wood, prefabricated wooden houses, security systems, design and software studies, wooden walls, panels and sawmill machinery) - adds the President of Piemmeti Ado Rebuli - will be the conferences and training days - which gathered more than 1,300 members in the last edition - as well as seminars and round tables aimed at new areas of research and development, professional updating, proposing new scenarios and figures of operators and protagonists of which our country is rich. "For this reason, Legno & Edilizia is announcing a good reason to bring insiders and end users closer to the great opportunities offered by wood, and opportunity for traditional builders to convert to wood as interesting business opportunities.

EVENTI

www.legnoeedilizia.it

70

convegnistiche e formative – che nella scorsa edizione hanno raccolto più di 1.300 iscritti – oltre a seminari e tavole rotonde mirate ai nuovi ambiti di ricerca e sviluppo, all’aggiornamento professionale, prospettando nuovi scenari e figure di operatori e protagonisti di cui il nostro Paese è ricco”. Legno&Edilizia si annuncia per questo un buon motivo per avvicinare addetti ai lavori e utenti finali alle grandi opportunità offerte dal legno, e occasione per i costruttori tradizionali di convertirsi al legno come interessante opportunità di business.


INDIRIZZI UTiLI

www.webandmagazine.media www.webandmagazine.com 001 002_OTTOBRE_2018

AGENTI Rappresentanze s.r.l.

ADRIATICA TIMBER AGENCY S.R.L. 34122 TRIESTE • Via Paganini 2 tel. +39/040 361541 info@adriaticatimberagency.com 90 anni di storia al servizio degli importatori. Prodotti: pavimenti, decking da esterno, marine decking, lamelle, tranciato, segati, tronchi, boules Aree di provenienza: Myanmar, Indonesia, Malesia, Cina, Est Europa, Nord e Centro America, Canada Specie: Teak, Rovere, Noce, Iroko, Doussie, Meranti, Bangkirai

BROKER LEGNO di Stefano Mazza 40050 MONTE SAN PIETRO (Bologna) Via Salvo D’Acquisto 17/4 tel +39/051 0547071 mobile +39/340 5127366 mobile +39/393 8647657 broker.legno@gmail.com skype StefanoMazza255 • Tronchi e Tavolame: Latifoglie Nord America. • Yellow Pine e Conifere: Nord America. • Pino e Abete Svezia/Finlandia. • Listoni Massicci “Ansgarius Svensson AB” - Svezia.

20144 MILANO • Via Monferrato,7 tel +39/02 48198654 • +39/02 4699107 fax +39/02 4818924 • +39/02 48519013 info@cattaneocattaneo.it www.cattaneocattaneo.it BELGIO: SPANOLUX MDF standard, light, ultra light, ignifugo, idrofugo. UNILIN Truciolare standard, idrofugo, ignifugo, nobilitato e MDF. FRANCIA: JOUBERT GROUP Compensato Multistrati Okoumé. SLOVENIA: LIP BLED Pannelli per casseformi. (solo Lombardia)

10149 TORINO • Corso Svizzera, 185 Int. 003 - P. 2 - Sc. D tel +39/011 7509020 r.a. voip +39/011 0341200 fax +39/011 7509005 • mobile 335/8060201 info@dinunziolegno.it • www.dinunziolegno.it Rappresentanze: segati resinosi e di latifoglie • travi lamellari • KVH - BILAMA • pannelli per casseforme • perline • tronchi • Travi U.T • compensati • X-LAM • elementi per pallets • pellet.

agenti

pallets e imballaggi in legno

caldaie

pellets

carrelli elevatori

perlinati

colle e adesivi

scaffalature metalliche

commercianti

segherie

filiali di ditte estere

software

impianti di aspirazione

strumenti di controllo,

essiccazione

misurazione e regolazione

e verniciatura lamellari per serramenti

travi lamellari vernici per legno

legnami macchine per la lavorazione del legno

CATEGORIE

elenco alfabetico


dal 1922

CARRELLI ELEVATORI

Sede legale 10138 TORINO • Via Susa, 23/bis Sede operativa 10143 TORINO • Via Rosta, 7 tel. +39/011 2273057 • fax +39/011 2273058 info@gtb-srls.com Agente in legname esotico africano origine Costa d’Avorio, Cameroun, Congo, Rdc. Tronchi, boules, tavolami refilati freschi ed essiccati, piallati essiccati, pavimentazione da esterno.

snc

di Gianni Boller e C. 38040 VATTARO - ALTOPIANO DELLA VIGOLANA (Trento) Via Pozza, 12 tel +39/0461 848542 r.a. • fax +39/0461 847498 info@medialegno.it • Segati in abete - per l’edilizia, lamellari, piallati • Travi lamellari - Bilamellari e KVH • Spigolati massicci - Materiale per imballo.

srl

37053 CEREA (Verona) • Via S.Vito, 74 tel. +39/0442 320210 • fax +39/0442 320190 carlo.merlin@merlinlegno.it giuseppe.merlin@merlinlegno.it www.merlinlegno.it

Giulio Travo tel +39/011 8194519 • fax +39/011 8195656 Strada Santa Margherita,159 • 10131 Torino giuliotravo@trawoodservizi.it www.trawood.it NORD AMERICA: Conifere • Latifoglie • Pavimenti • Lamellari Hemlock, Douglas Fir, Rovere Bianco, Frassino • Tronchi da trancia e sega di Black Walnut/W. Oak/R. Oak/Maple e altre specie • Tranciati vari.. SUD AMERICA: Decking. EUROPA: Lamellari per finestre in Pino, Abete, Larice Europeo e Siberiano, Latifoglie KD: Faggio, Frassino, Rovere e Tiglio. Certificati ambientali disponibili a richiesta cliente.

CALDAIE OFFICINE DEL SAVIO AHENA BOILERS s.r.l. 47020 GUALDO DI RONCOFREDDO (ForlìCesena) Via Nazionale, 560 tel +39/0547 315338 • fax +39/0547 315339 offsavio@tiscalinet.it • www.officinedelsavio.it Caldaie a biomassa a tubi di fumo per acqua calda, surriscaldata e vapore • Caldaie a griglia mobile - Recuperatori di calore • Caldaie a combustibili tradizionali.

D’ALESSANDRO TERMOMECCANICA s.r.l. 66010 MIGLIANICO (Chieti) • Contrada Cerreto, 55 tel +39/0871 950329 • fax +39/0871 950687 info@caldaiedalessandro.it www.caldaiedalessandro.it

BAUMANN s.r.l. 37010 CAVAION VERONESE (Verona) Via Palesega, 1 tel +39/045 6205367 • fax +39/045 6205355 info@baumann-online.it www.baumann-online.it Vendite Italia: Andrea Zuliani mobile +39/340 9691340 Carrelli elevatori laterali Diesel Gas ed Elettrici.

COLLE E ADESIVI COLLANTI CONCORDE s.r.l. COLLE SPECIALI PER APPLICAZIONI INDUSTRIALI 31029 VITTORIO VENETO (Treviso) Via Schiaparelli 12 • Zona Industriale tel +39/0438 912121 • fax +39/0438 501822 info@collanticoncorde.it - www.collanticoncorde.it Collanti Concorde produce l’adesivo poliuretanico “XILOBOND T” certificato secondo la norma EN 15425 e con “Attestato di Conformità” dell’MPA di Stoccarda del 13.02.2015. Lo XILOBOND T è idoneo per produzione di legno lamellare per prodotti quali KVH, bilama, trilama e per pannellature portanti strutturali tipo XLAM; per strutture lignee in bioedilizia, costruzione edifici prefabbricati, case clima; per l’incollaggio di specie legnose termotrattate (tipo THERMOWOOD). Collanti Concorde produce altresì una vasta gamma di colle poliuretaniche, viniliche, ureiche, polimeri innovativi, hotmelt e hot-melt PUR.


INDIRIZZI UTiLI

www.webandmagazine.media www.webandmagazine.com 003 004_OTTOBRE_2018

30030 MARTELLAGO (Venezia) • Via Fornace, 2 tel +39/041 5400521 • +39/041 5401942 info@derwood.it • www.derwood.it Siamo specializzati in tavolame di latifoglie e lamellari per serramenti.

COMME RCIANTI 00172 ROMA • Viale Bella Villa, 231 tel +39/06 2678641 r.a. • fax +39/06 263016 alfano@alfanolegnami.com www.alfanolegnami.com 28078 ROMAGNANO SESIA (Novara) Via Novara, 403 tel +39/0163 834534 • fax +39/0163 835221 06154 PONTE S. GIOVANNI (Perugia) Strada dei Loggi, 11/H tel +39/075 394346 - 47 perugia@alfanolegnami.com

BASSO LEGNAMI s.r.l. 13040 ROVASENDA (Vercelli) Via dell’Artigianato, 6 tel +39/0161 879797 • fax +39/0161 879798 basso@bassolegnami.com www.bassolegnami.com Commercio legnami.

Bianchi Dott. Francesco snc

di BRUGNARA & CHISTÈ s.r.l. Centro taglio tetti e case in legno Vendita legname

22063 CANTÙ (Como) • Via Como, 26 tel +39/031 716156 • fax +39/031 7090618 bianchilegnamicantu@virgilio.it www.drbianchilegnami.com LEGNAMI IMP. - EXP. - Commercio legnami di qualità per falegnameria con centro di essiccazione “sottovuoto”.

38015 LAVIS (Trento) • Via Stazione F.S., 4 tel +39/0461 246408 falinfo@fal.tn.it • www.fal.tn.it

FLORIAN LEGNO s.p.a. 31039 RIESE PIO X (Treviso) • Via Castellana, 48/A tel +39/0423 4532 • fax +39/0423 746588 info@florianinc.com - www.florianinc.com

ARDUINI LEGNAMI s.p.a. 29010 ROVELETO DI CADEO (Piacenza) Via Emilia Est, 238 tel +39/0523 509029 • +39/0523 509020 fax +39/0523 509423 info@arduinilegnami.com www.arduinilegnami.com Dal 1957 il vostro partner ideale nell’approvigionamento di tutti i migliori legni africani, nord americani ed europei.

36016 THIENE (Vicenza) • Via Cà Orecchiona 33 tel +39/0445 365577 • +39/0445 361292 fax +39/0445 380005 info@dallagolegnami.com www.dallagolegnami.com Specializzato in ROVERE EUROPEO - LARICE SIBERIANO e AUSTRIACO - ABETE SELECTION.

13894 GAGLIANICO (Biella) • Via Cavour, 63/65 tel +39/015 543145 • fax +39/015 2542843 foscale@tin.it www.eugeniofoscalelegnami.com Vasto assortimento legnami per falegnameria, perline - pavimenti - pannelli - specializzato in Larice.


dal 1922

GALLO LEGNAMI s.r.l. 35127 PADOVA Via M. Bellisario 40 – Zona Industriale tel +39/ 049 7622511 – fax +39/ 049 7622534 info@gallolegnami.it • www.gallolegnami.it Tavolame, listoni e lamellare per serramenti

IMOLA LEGNO s.p.a. Socio Unico Sede legale e stabilimento: 40026 IMOLA (Bologna) Via Don Luigi Sturzo, 10 tel +39/0542 630411 • fax +39/0542 640418 Deposito di Molfetta: 70056 Molfetta (Bari) Via dell’Arte Bianca, 4 tel +39/080 3385825 • fax +39/080 3385826 info@imolalegno.com • www.imolalegno.com

IMPIANTI DI ESSICCAZIONE E VAPORIZZAZIONE

Da 40 anni al vostro servizio

Via G. Marconi 30 • 31010 Maser (Treviso) tel +39/0423 923170 • fax +39/0423 546170 mart.legno@libero.it • www.martignagolegno.it Latifoglie europee ed americane. Legnami Esotici. Resinosi. Tronchi e boules. Lamellari per serramenti.

MARIO PICCIOCCHI s.p.a. 83022 BAIANO (Avellino) - Via Malta, 76 tel +39/081 8243027 - fax +39/081 8243227 info@legnamipicciocchi.it www.legnamipicciocchi.it La nostra esperienza per offrire le migliori selezioni di latifoglie europee e tropicali. Azienda certificata CATAS per la produzione di lamellari per finestre a lista intera e finger-joint.

srl 39030 RASUN - ANTERSELVA (Bolzano) Valle d’Anterselva, 1 tel +39/0474 496128 r.a. • fax +39/0474 496192 info@holzhof-prugger.com www.holzhof-prugger.com Legname per edilizia e imballaggio. Travi lamellari. Produzione listelli e morali abete.

FILIALI DITTE ESTERE

GIORGIO MARIN s.p.a. INDUSTRIA E COMMERCIO LEGNAMI 31050 FANZOLO DI VEDELAGO (Treviso) Via Spada, 15 tel +39/0423 487044 • fax +39/0423 476011 wood@maringiorgio.it • www.maringiorgio.it Latifoglie europee ed americane • Esotici • Legni pregiati • Tronchi • Tavolame refilato • Boules • Pavimenti in legno • Decking. European and international hardwoods • Tropical and precious species • Logs • Lumber • Wood flooring • Decking. Azienda certificata FSC® dal 2003 e PEFC dal 2005. Azienda con sistema di gestione per la qualità certficato da ICILA UNI EN ISO 9001:2008

EDILIZIA

Sede Legale e Stabilimento: 24126 BERGAMO • Via Canovine, 29 tel +39/035 325611 • fax +39/035 325699 info@legnamipaganoni.it www.legnamipaganoni.it Importazione e commercio pannelli e legnami. Materiali per l’edilizia, tetti e strutture in legno.

Sede legale: 20124 Milano • Via Vittor Pisani, 20 Sede operativa: 43125 Parma • Via Po, 134/A tel +39/0521 257347 mobile +39/3397689510 paolo@rigawood.net • www.finieris.com Compensati di betulla (certificato FSC o PEFC su richiesta) con incollaggio fenolico, grezzi, filmati, sezionati, semilavorati.


INDIRIZZI UTiLI

www.webandmagazine.media www.webandmagazine.com 005 006_OTTOBRE_2018

SECAL s.r.l.

IMPIANTI ASPIRAZIONE ESSICCAZIONE VERNICIATURA

Progetto1:Layout 1 12/04/18 16:45 Pagina 1

Progetto5:Layout 1 24/04/18 16:39 Pagina 1

s.r.l. 36050 CARTIGLIANO (VI) • Via delle Industrie, 61 tel +39/0424 219594 • fax +39/0424 592367 info@bigondry.com • www.bigondry.com Tecnologie per l’essiccazione e vaporizzazione del legno, macchine speciali e “Chiavi in mano” BIGonDRY s.r.l. progetta e realizza: Impianti di essiccazione tradizionale ad acqua calda, Impianti di essiccazione del legno a generatore diretto, con bruciatore a gas , Impianti di vaporizzazione del legno, con distribuzione del vapore di tipo diretto o nascente; impianti di trattamento termico HT conformi alla normativa ISPM15 FAO. Impianti per il Thermo-trattamento ad altissima temperatura (fino a 230 °C). Impianti di pre-essiccazione del legno e tunnel; impianti completi chiavi in mano dotati di sistema termico per la produzione del calore, circuito idraulico ed elettrico, sistemi di controllo e di misura. Assistenza tecnica su impianti BIGonDRY e non.

31023 RESANA (Treviso) Via della Fornace, 81/83 • Località Castelminio tel +39/0423 784248 • fax +39/0423 784252 info@secalsrl.com • www.secalsrl.com Impianti di essiccazione ad acqua calda, surriscaldata, vapore ed olio diatermico per l’essiccazione del legno e non solo; impianti d’essiccazione funzionanti con bruciatore diretto a gas metano o GPL; impianti per il trattamento termico HT degli imballaggi in legno e dei pallet conformi alla normativa IPPC/FAO ISPM15; impianti di vaporizzazione con sistema diretto, indiretto e misto; pre-essiccatoi; tunnel di essiccazione per essiccazioni rapide; impianti per l’essiccazione della legna da ardere; impianti “chiavi in mano” completi di centrale termica e di ogni accessorio; impianti speciali per l’essiccazione di materiali igroscopici diversi dal legno. Moderni sistemi di controllo e strumenti di misura. Assistenza tecnica, teleassistenza e telecontrollo

THEDE FINE NARDI s.r.l.ART OF DRYING 36020 Campolongo sul Brenta (VI) Via Zannini 18 tel +39/0424 816309 • fax +39/0424 558846 info@denardisrl.com • www.denardisrl.com 33095 SAN GIORGIO DELLA RICHINVELDA (PN) Via del Sile 4 • Località Rauscedo tel +39/0427 94190/9802 • fax +39/0427 949900 info@termolegno.com • www.termolegno.com ROMANUTTI LEGNO di M. Romanutti s.r.l. Impianti di essiccazione; impianti di vaporizzazione per il legno; pre-essiccatoi; impianti per il tratROMANUTTI LEGNO di Romanutti Mario s.r.l. tamento termico e fito-sanitario degli imballaggi 33048 SAN GIOVANNI AL NATISONE (UD) Via del Lavoro 14 d S19 in legno; impianti di essiccazione e per il trattaPadiglione 2 - Stan mento termico con bruciatori a gas o gasolio direttel +39/0432 757578 • fax +39/0432 757578 DE NARDI s.r.l. - Via Zannini, 18 - 36020 Campolongo sul Brenta (Vicenza) Italia telefono +39/0424 816309 fax +39/0424 558846 info@denardisrl.com www.denardisrl.com to; impianti di essiccazione tipo “tunnel”; essiccatoi info@romanuttilegno.it • www.romanuttilegno.it in muratura; impianti su misura “chiavi in mano” Da oltre novant’anni fornisce il migliore servizio di completi di impianto termico; sistemi di controllo e essiccazione ed evaporazione del legno per clienstrumenti di misura. ti nazionali ed europei.


dal 1922

WDE MASPELL S.r.l.

LEGNAMI

05100 TERNI (TR) • Strada di Sabbione 65/a tel. +39 0744 800 672 • fax +39 0744 807056 wdeinfo@wde-maspell.it www.wde-maspell.it • www.vacwood.it Impianti di essiccazione sottovuoto per legno di capacità da m3 0,4 a m3 100, per tutti gli spessori da mm. 2 a mm. 400, per lamelle, tavole e semilavorati - impianti di vaporizzazione - impianti bivalenti per essiccazione sottovuoto e termo trattamento ad alta temperatura sotto vuoto, nuovo brevetto “Termo Vuoto” WDE MASPELL. Con i suoi oltre 50 anni di esperienza la WDE MASPELL propone alla sua clientela una scelta di qualità nel settore dell’essiccazione, vaporizzazione e termo trattamento ad alta temperatura. Con 38030 ROVERÉ DELLA LUNA (Trento) l’applicazione del sottovuoto i risultati in termini di Via 4 Novembre, 71 tempistica, economia e qualità sono eccellenti. Gli tel +39/0461 658553 • fax +39/0461 658548 impianti sono totalmente automatici, offrono la info@segnalegnami.it • segna@pec.segnalegnami.it possibilità di essere controllati da remoto attraverwww.segnalegnami.it so internet, sono in acciaio inox e vengono costrui- ENGINEERING Segheria, travi Uso s.r.l. Trieste, travi Uso Fiume, travi HOLZMATIC ti in base alle esigenze dell’utilizzatore sotto tutti i Spigolati e Torniti in Abete, Larice e Rovere, Zona Artigianale Rasun, 19 - 39030 Rasun Anterselva profili di progettazione, impiego risorse disponibili, Lamellari • Piallatura e spazzolatura travi e tavolaholzmatic@rolmail.net - www.holzmatic.it installazione e assistenza. to • Progettazione e taglio strutture in legno • ESSICCAZIONE TECNICA DELLE TRAVI.

LAMELLARI PER SERRAMENTI

MACCHINE LAVORAZIONE LEGNO

CURSAL s.r.l. Via Bradolini 38/A 31020 SAN FIOR (Treviso) tel +39/0438 400963 • fax +39/0438 401851 info@cursal.com • www.cursal.com Troncatrici per legno accessoriate per piccole medie e grandi sezioni. Troncatrici automatiche ottimizzatrici con avanzamento a tappeto, rulli e spinta. Accessori carico/scarico per l’inserimento nei cicli di produzione dalla segheria al prodotto finito. Caricatori e scaricatori per cicli di troncatura totalmente automatici. Progettazione, vendita e assistenza Worldwide

HOLZMATIC Engineering s.r.l. Zona Artigianale Rasun, 19 39030 RASUN/ANTERSELVA (Bolzano) tel +39/0474 496552 • fax +39/0474 498358 holzmatic@rolmail.net www.holzmatic.it

s.r.l.

MOROSINI Lamellari s.r.l. 24057 MARTINENGO (Bergamo) • Via Trieste, 72 tel +39/0363 987044 r.a. • fax +39/0363 987010 info@morosinilamellari.com www.morosinilamellari.com Pannelli a lista intera e finger-joint, lamellari per infissi. Cerchiamo agenti per la Lombardia

B.F.B. di Bortoluzzi G. & C. s.n.c. 32016 ALPAGO (Belluno) V.le del lavoro 27 – Zona Ind.le Paludi tel +39/0437 989.208 • fax +39/0437 989.157 www.bfblegno.it • info@bfblegno.it Macchine ed impianti di automazione per la segheria e la seconda lavorazione del legno, per la scortecciatura, troncatura e movimentazione dei tronchi per l’industria del compensato e del pellet.

38087 SELLA GIUDICARIE (Trento) Via Galizia, 12 tel +39/0465 901945 • fax +39/0465 901959 info@pribo.it • www.pribo.it Progettazione e fornitura macchine e impianti per la lavorazione del legno. Scortecciatrici - Decatastatori - Accatastatori. Tecnologie per segheria – Piallatrici per legno rotondo – Vasche per immersione per pacchi/tavole – Rusticatrici – Macchine per la produzione di truciolo per lettiere di animali – Macinatori per scarti – Canali vibranti – Tavoli di montaggio per pareti in legno.


INDIRIZZI UTiLI

www.webandmagazine.media www.webandmagazine.com 007 008_OTTOBRE_2018

SCAFFALATURE METALLICHE SEGHERIE SISTEMI E INGEGNERIA DI STOCCAGGIO

OHRA ITALIA

PANNELLI LAMELLARI LEGNOLINEA BENETAZZO s.r.l. 35020 LEGNARO (Padova) • Via L. Da Vinci 11 tel +39/049 641695 • fax +39/049 790233 info@legnolineabenetazzo.it www.legnolineabenetazzo.it Dal 1973 tradizione ed esperienza nella lavorazione del legno. Specializzati nella produzione di pannelli lamellari monostrato a lista intera in una gamma molto ampia di spessori dai 7 mm ai 50 mm.

27010 TORRE D’ARESE (Pavia) • Via Lambro 15 tel +39/0382 947855 • fax +39/0382 647440 tel +39/338 7995661 info@ohra.it • www.ohra.it Scaffali Cantilever robusti per il commercio di legname! • Colonne e mensole in profilati d’acciaio IPE • Sistema di stoccaggio sicuro per carichi pesanti • Mensole agganciabili, regolabili in altezza • Modello zincato a caldo per lo stoccaggio all’aperto • La soluzione di stoccaggio economica per la tua scorta di legname

PALLETS E IMBALLAGGI IN LEGNO

PERLINATI di Giovanni & Felice s.n.c. 42045 LUZZARA (Reggio Emilia) Via F. Petrarca, 30 tel +39/0522 977400 • 0522 977500 fax +39/0522 976910 soliani@tsnet.it • www.perlinatisoliani.it Perline • Cornici • Arredo giardino.

ARDUINI LEGNAMI s.p.a. 29010 ROVELETO DI CADEO (Piacenza) Via Emilia Est, 238 tel +39/0523 509029 • +39/0523 509020 fax +39/0523 509423 info@arduinilegnami.com www.arduinilegnami.com Dal 1957 il vostro partner ideale nell’approvigionamento di tutti i migliori legni africani, nord americani ed europei.

MS MASCHINENBAU UND VERTRIEBS GMBH MACCHINE PER SEGHERIE

Rappresentante Giuseppe Vallazza 38060 Aldeno (Trento) • Via 25 Aprile, 11 tel e fax +39/0461 842317 mobile +39/335 317514 vallazza.g@virgilio.it www.ms-maschinenbau-gmbh.de

ASCHIERI - DE PIETRI s.r.l.

SEGHERIA CODARRI snc

26040 Fossacaprara di Casalmaggiore (Cremona) Via Marsala, 15 tel +39/0375 42541 • fax +39/0375 200618 info@aschieri-depietri.it • www.aschieri-depietri.it Pallets a due e quattro vie, anche personalizzati; EPAL (come da capitolato uic-435-2); casse; cippato e segatura.

21042 CARONNO PERTUSELLA (Varese) Via Monte Cervino, 101 tel +39/02 9650415 • +39/02 9650750 fax +39/02 9655541 legnami@segheriacodarri.it Segagione ed essiccazione conto terzi.


dal 1922

SOFTWARE TRAVI LAMELLARI

CONCRETE s.r.l. 35121 PADOVA • Via della Pieve, 19 tel +39/049 8754720 • fax +39/049 8755234 info@concrete.it • www.concrete.it

Sismicad Legno “Il software semplice e completo per il calcolo sismico di strutture in legno con le norme italiane. Gestisce pareti in legno X-LAM, Platform-Frame nonché con altre tecnologie e pannelli dotati anche di fogli di controvento in OSB, gessofibra etc. Prevede collegamenti tipo Hold-down e particolari condizioni di vincolo non-lineari. Tratta anche verifiche di colonne, travi, arcarecci e delle loro giunzioni con piastre in acciaio o alluminio e viti, chiodi o bulloni. Tutte le verifiche prevedono relazioni tecniche e disegni. Il software per i moderni professionisti del calcolo strutturale proposto da chi tratta questi strumenti da venticinque anni.”

STRUMENTI DI CONTROLLO, MISURAZIONE E REGOLAZIONE

BALCONI GIANNINO LAMELLARE SERVICE s.r.l.

37056 SALIZZOLE (Verona) • Via dell’Artigianato 421 tel +39/045 6900919 • fax +39/045 6900919 info@gmelectronics.it www.gmelectronics.it • www.gmsistemi.it Produzione apparecchiature elettroniche • antincendio • rivelatori di scintille, rivelatori di fiamma • sonde termovelocimetriche: controllo calore • sonde triboelettriche: controllo emissioni polveri • rilevatori lineari di fumo, centrali di controllo • flussostati portata aria con soglie programmabili.

21029 VERGIATE (Varese) Via Sempione, 48/B tel +39/0331 947959 • fax +39/0331 949910 info@lamellareservice.com www.lamellareservice.com Travi lamellari - Travi KVH - Travi Bilama - Perline Abete, Pino, Larice - Listelli essiccati - Pannelli OSB - Pannelli per armatura - Travi per armatura H20.

VERNICI PER LEGNO

Microtec Innovating Wood s.r.l.

20137 MILANO • Via Ennio, 25 tel +39/02 54100818 r.a. • fax +39/02 54100764 controllogic@controllogic.it • www.controllogic.it Sistemi di rivelazione e spegnimento automatico delle scintille nelle condotte di aspirazione a protezione antincendio del silo.

39042 Bressanone (Bolzano) • Via Julius-Durst, 98 tel +39/0472 273 611 • fax +39/0472 273711 info@microtec.eu • microtec.eu Perché Microtec? Perché la scansione del legno appartiene al leader di mercato. Microtec è il fornitore più fidato di sistemi di scansione e ottimizzazione per l'industria della lavorazione del legno. Sin dal 1980 siamo il punto di riferimento nel mercato.

ICA Group Via Sandro Pertini, 52 62012 CIVITANOVA MARCHE (MC) telefono +39 0733 8080 - fax +39 0733 808140 info@icaspa.com - www.icaspa.com LIFE IN COLOR


INDIRIZZI UTiLI A

AZIENDA

CATEGORIA

ADRIATICA TIMBER AGENCY srl ALFANO LEGNAMI spa ARDUINI LEGNAMI spa

agenti commercianti commercianti segherie pallets e imballaggi in legno

ASCHIERI - DE PIETRI srl

B

BASSO LEGNAMI srl BAUMANN srl B.F.B. di Bortoluzzi G. & C. snc

BROKER LEGNO

CATTANEO&CATTANEO srl CODARRI SEGHERIA snc COLLANTI CONCORDE srl CONCRETE srl CONTROL LOGIC srl CURSAL srl

D

F

PAGINA

D’ALESSANDRO TERMOMECCANICA srl DAL LAGO spa DE NARDI srl

commercianti carrelli elevatori macchine per la lavorazione del legno commercianti impianti di aspirazione essiccazione e verniciatura agenti/Agelegno

agenti segherie colle e adesivi software strumenti di controllo, misurazione e regolazione macchine per la lavorazione del legno

01 03 03 07 07

L

03 02 06 03 05 01

01 07 02 08 08 06

DERWOOD srl DI NUNZIO ENNIO

caldaie commercianti impianti di aspirazione essiccazione e verniciatura commercianti agenti

02 03 05 03 01

F.A.L. srl FLORIAN LEGNO spa FOSCALE EUGENO LEGNAMI

commercianti commercianti commercianti

03 03 03

O P R S

AZIENDA

CATEGORIA

LAMELLARE SERVICE srl LEGNOLINEA BENETAZZO srl

travi lamellari pannelli lamellari

08 07

MARIN GIORGIO spa MARTIGNAGO LEGNO snc MEDIALEGNO snc MERLINLEGNO srl MICROTEC INNOVATING WOOD srl

04 04 02 02

MOROSINI LAMELLARI srl MS MASCHINENBAU

commercianti commercianti agenti agenti strumenti di controllo, misurazione e regolazione lamellari per serramenti segherie

08 06 07

OFFICINE DEL SAVIO AHENA BOILERS srl OHRA ITALIA

caldaie scaffalature metalliche

02 07

PICCIOCCHI MARIO spa PRIBO srl

commercianti macchine per la lavorazione del legno

04

RIGA WOOD ITALIA sarl ROMANUTTI LEGNO srl

SECAL srl SEGNA LEGNAMI snc SOCIETÀ LEGNAMI PAGANONI SOLIANI F.lli

T

TERMOLEGNO srl TRAVO GIULIO

G H I

GALLO LEGNAMI s.r.l. GENERAL TIMBER BROKER SrLS GM SISTEMI

HOLZHOF srl HOLZMATIC ENGINEERING srl

I.C.A. GROUP IMOLA LEGNO spa

commercianti agenti strumenti di regolazione e misurazione

elenco alfabetico

009_OTTOBRE_2018

M BIANCHI DOTT. FRANCESCO snc BIGONDRY srl

C

www.webandmagazine.media www.webandmagazine.com

PAGINA

06

filiali di ditte estere impianti di aspirazione essiccazione e verniciatura

04 05

impianti di aspirazione essiccazione e verniciatura commercianti commercianti perlinati

05 06 04 07

impianti di aspirazione essiccazione e verniciatura agenti

05 02

impianti di aspirazione essiccazione e verniciatura

06

04 02 08

edilizia macchine per la lavorazione del legno

04 06

vernici per legno commercianti

08 04

W

WDE MASPELL srl


351_ILLEGNO_2018  

IL LEGNO, al suo 97° anno, è uno dei mensili storici della stampa specializzata italiana costituisce un sicuro riferimento per tutti i setto...

351_ILLEGNO_2018  

IL LEGNO, al suo 97° anno, è uno dei mensili storici della stampa specializzata italiana costituisce un sicuro riferimento per tutti i setto...

Advertisement