Page 1


Splendido viaggio in Uzbekistan, lo Stato più ricco di storia fra tutte le repubbliche dell’Asia centrale, situato nell’antica culla formata dai fiumi Amu-Darya e SyrDarya. Un Paese che annovera alcune delle città più antiche del mondo, molti dei principali centri lungo la Via della Seta e la maggior parte delle bellezze architettoniche di quest’area geografica.Antiche città come Tashkent, Samarcanda, Sakhrisabz (dove facciamo un trekking), Bukhara, Khiva sognate come il posto di fiaba anche nella celebre 1000 notte. Durante il viaggio conoscerete l’ ospitalità degli uzbeki e loro tradizioni

CLIMA L’Uzbekistan ha un clima essenzialmente continentale, freddo in inverno (nel mese di gennaio la LE NOSTRE SISTEMAZIONI temperatura scende spesso sotto zero), e molto caldo in estate (a luglio può raggiungere anche i Tashkent - Le Grande Plaza 4**** 2 Notti 46 gradi centigradi).

Khiva - Orient Star Khiva 3*** ASPETTI PRATICI Itinerario con minibus e guida parlante italiano durante il trekking sarete anche assistiti da una Bukhara- Grand Bukhara 4**** guida esperta delle regione FUSO ORARIO + 4 ore rispetto all’Italia; + 3 nel periodo dell’ora legale.

Trasporti con Bus Yutong da 35 posti

Tersak - Casa Tipica o Tenda

1 Notte 2 Notti 1 Notte

Samarkanda- Asia Samarkand 3*** 2 Notti Operativo Volo 27 settembre partenza da Roma FCO alle 11,00 27 settembre arrivo a Taskent alle 20,05 28 settembre partenza da Taskent alle 07,00 28 settembre arrivo a Urghench alle 08,40 05 ottobre Partenza da Taskent alle 17,15 05 0ttobre arrivo a Milano MXP alle 21,10

Volato con Uzbekistan Airways

Programma di Viaggio Giorno 1 Giovedì 27-09-2012 Italia –Tashkent Partenza da Roma fiumicino con volo in diretto su Tashkent in tarda serata. Operazioni di frontiera ed incontro con la guida locale per il trasferimento in hotel. pernottamento. Giorno 2 Venerdì 28-09-2012 Tashkent – Urghench – Khiva Colazione molto presto in hotel di Tashkent. E trasferimento in aeroporto per il volo volo su Urgench HY-1051 07.00 - 08.40. Arrivo in aeroporto e trasferimento a Khiva (35 km). Sistemazione in hotel di Khiva. Intera giornata dedicata a escursioni per la città di Khiva. Visita della cittadella di Khiva. Il compatto e affascinante centro storico, il più intatto in assoluto tra i centri della Via della Seta, enumera monumenti del XVII-XIX secolo: il complesso Ichan Kala, la Fortezza “ Kunya Ark” con l’ harem e le vecchie prigioni; la Scuola Coranica di Amin Khan, la bellissima Moschea di Juma che era costruita nel X secolo e aveva restaurato nel XVIII secolo. La Casa di Pietra costruita come

splendida alternativa alla Kunya Ark, consiste in alcune costruzioni intorno ad un cortile circondato da un alto muro. Visita della Madrassah di Kuli Khan, del bazar e del caravanserraglio. Il mausoleo di Pakhlavan Makhmud nel XIX secolo è il più bello e più sacro mausoleo di Khiva. Pakhlavan Makhmud (1247-1325), dottore e poeta, oggi è onorato come un persona sacra. Sulla sua tomba venne costruito il mausoleo con la cupola, in seguito distrutta. Nell 1913 venne costruito un nuovo complesso, che include in sé il sepolcro. All’inizio del XVI secolo Khiva divenne la capitale dell’impero timuride con un fiorente mercato degli schiavi e ancora nel XIX secolo, anche i più impavidi e coraggiosi temevano d’imbattersi in queste feroci popolazioni e di affrontare la loro desertica terra. La sua storia è intessuta di lotte con il vicino casato rivale di Buchara, con la Persia e nell’ultima fase con la Russia. Si entra nel centro storico di Khiva per la porta Koch-Darwaz e ci si trova in una città museo disabitata ma integra. Nella cittadella antica di Khiva, dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, racchiusa da un perimetro rettangolare costituito da alte mura di mattoni, sono concentrati i principali monumenti storici. Cena e pernottamento in hotel.


Giorno 3 Sabato 29-09-2012 Khiva – Bukhara Colazione in hotel e partenza per Bukhara (460 km). L’ itinerario porta ad attraversare il fiume Amu-Darya e il deserto Rosso (Kyzilkum). In Uzbekistan ci sono due grande fiumi: l’ Amu-Darya nell’antichità classica conosciuto con il nome greco di Oxus e il e il Syr-Darya, conosciuto dai greci come Jaxartes o Yaxartes.. Amu Darya. L’ Amu-Darya scorre attraverso il Turkmenistan da sud a nord, passando Turkmenabad e segnando il confine tra Turkmenistan ed Uzbekistan da Khalkabad. Il deserto del Kizilkum (anche Kyzyl Kum e Qyzylqum) è un ampio deserto che si estende tra Kazakistan e Uzbekistan, in Asia centale. Il suo nome significa “le sabbie rosse”. Il territorio è costituito per la maggior parte da una piana coperta di dune sabbiose. Il principale centro abitato della regione è Bukhara. Importanti per l’economia sono i giacimenti minerari, in particolare oro, uranio, alluminio, rame, argento, petrolio e gas naturale. Arrivo a Bukhara e sistemazione in hotel. Tempo libero a disposizione. Cena in hotel. Giorno 4 Domenica 30-09-2012 Bukhara Colazione in hotel. Escursione per la città. Bukhara è la città della poesia e della fiaba. E’ situata in un’ oasi del deserto Kizil-Kum a est dell’Amu Darya (il principale fiume che bagna questa area dell’Asia) e sul corso inferiore del fiume Zeravshan. Centro antichissimo, deriva la sua importanza dalla posizione geografica, punto d’incrocio delle vie carovaniere che collegavano l’Arabia all’India e all’antico Catai (La Cina). È’ una delle più antiche città del mondo, la sua storia data la fondazione a oltre 2.500 anni. Oggi Bukhara è uno dei maggiori centri dell’industria e dell’economia e la maggiore città dell’Asia Centrale. Lyabi-Hauz è la pizza principale costruita attorno ad una vasca nel 1620. Nel XX secolo nel giardino davanti alla madrassa trovò posto il monumento del leggendario personaggio popolare Khodja Nasreddin. A est della statua vi è la Madrassa di Nodir Devan Beghi (1622), costruita come caravanserraglio diventando poi madrassa. A nord vi è la madrassa Kukeldash (1568-1569)- è il più antico e grande complesso di Lyabi Hauz. Oggi a Bukhara si trova una delle più antiche moscheae dell’ Asia Centrale – La moschea Magoki-Attari (10°12°-16° sec.). Sorge sui frammenti di un tempio zoroastriano del V sec.. Pranzo in ristorante “Lyabi khauz”. Simbolo principale e punto di riferimento della città è il Minareto Kalyan (“grande”), alto 47 m. Vicino al Minareto Kalyan si trova la Moschea Kalyan, collegata al minareto da un piccolo ponte. Proseguimento nella cittadella dell’Ark (XVIII-XIX secolo), una città regale nella città, centro dell’ organizzazione statale di Bukhara. Il mausoleo dei Samanidi (X secolo) fu costruito nel periodo di Ismail Samani (892-907) e divenne sepolcro famigliare dei Samanidi. Accanto alla vasca di fronte all’ingresso dell’ Ark sorge la moschea Bolo-khauz (1712) – luogo di culto ufficiale dell’ emiro, luogo di una bellezza e speciale. Cena e concerto nazionale nel cortile di una madrassa. Giorno 5 Lunedì 01-10-2012 Bukhara – Shakhrisabz – Tersak - Trekking Colazione in hotel e trasferimento a Shakhrisabz rapida visita della “la città verde”. Piccola località situata a 90 km a sud di Samarcanda. Visita alle splendide rovine di questa antica e gloriosa città, con oltre duemila anni di storia. Venne costruita secondo un modello tipico dell’Alto Medio Evo con una struttura centrale simile a quelle di Samarcanda e Bukhara ed ha continuato a svilupparsi durante il IX e X secolo nonostante i continui conflitti tra le dinastie samanidi e i turchi. E’ la città natale di Tamerlano e una volta, probabilmente, la sua fama oscurava addirittura quella di Samarcanda. Egli vi fece infatti costruire il Palazzo Ak-Saray (1379-1404) “il palazzo bianco” di cui sbalordiscono la grandezza e la magnificenza. Lo stesso vale per il Dorutilavat (seggio del potere e della forza) che forse arrivava anche a superare in grandiosità lo stesso palazzo, mentre tra le altre attrattive ci sono le tombe degli antenati di Tamerlano e la gigantesca moschea di Kok-Gumbaz (1437) utilizzata come moschea per la preghiera del venerdì. Trasferimento in bus per iniziare il nostro avvicinamentoa Tersak (80 km). Arrivo a Tersak, a 1200 mt partenza per il TREKKING di 2 o 3 ore sulle montagne Zerafshan fino a giungere all’altitudine di 1800-2000 mt. Cena e pernottamento a casa tipica dei pastori o nella tenda..

Giorno 6 Martedì 02-10-2012 Trekking - Tersak - Samarcanda Colazione e partenza per il Trekking più impegnativo circa 5-6 ore sulle montagne per scoprire la vita dei nomadi e dei pastori che abitano questa catena montagnosa che funge da confine tra Uzbekistran – Tadjikistan e Afganistan. Le Zerafshan sono un gruppo di montagne che fanno parte del più ampio gruppo montuoso del pamir che uniscono il Kazhakistan al Tajikistan e Afganistan e ne rappresentano la parte occidentale senza dubbio è un vero paradiso dell’escuriosnismo di montagna frequentato sin dall’epoca sovietica . Rientro a Tersak. Trasferimento a Samarcanda. Cena e pernottamento in hotel. Giorno 7 Mercoledì 03-10-2012 Samarcanda Colazione. Escursione la citta’ Samarcanda. La prima testimonianza della città Samarcanda data 2.750 anni. Visita del mausoleo Gur-Emir (XV secolo) – che significa “la tomba del emiro” è posta dove è sepolto Tamerlano e i suoi seguaci. Il mausoleo fù costruito per ordine dello Tamerlano per suo nipote Mukhammad Sultan, morto nel 1403. La piazza Registan che è il simbolo di Samarcanda (XV-XVII secolo). Visita la moschea di Bibi-Khanim (XV secolo) – dall’architettura gigantesca costruita anche questa per ordine di Tamerlano dopo la suo campagna in India, per mostrare il suo potere, per farlo deportò a Samarcanda migliaia di artigiani indiani. Timur-lan ( Letteralmente Timur lo Zoppo da noi chiamato appunto Tamerlano) volle costruire la grande moschea del venerdì con uno stile che la doveva farla somigliare al paradiso. Nel pomeriggio visita del complesso Shakhi-Zinda (XIV-XV secolo), composto da alcuni mausolei. L’Osservatorio di Ulugbek (1428-1429) fu costruito dal governatore e scienziato Ulugbek. Cena e pernottamento in hotel. Giorno 8 Giovedì 04-10-2012 Samarcanda – Tashkent Colazione, visita del bazar orientale “Siyob”, escursione per il museo archeologico di Afrosiab e il mausoleo Daniar (XV secolo) si trova in un luogo pittoresco non lontano dal fiume Siyob. Partenza per la capitale dell’Uzbekistan arrivo a Tashkent, sistemazione, cena e pernottamento in hotel. Giorno 9 Venerdì 05-10-2012 Tashkent – Italia Colazione. Ed Escursione alla capitale dell’Uzbekistan. La città vecchia, “eski shakhar”, si presenta come un dedalo di strette viuzze polverose su cui si affacciano case basse di mattoni e fango, moschee e antiche madrasse (accademie islamiche). La Moschea di Khodja Akhrar (14041490), il Mausoleo dello Sceicco Zaynutdun, con la cella sotterranea risalente al XII secolo. La madrassa di Barakkhan è una splendida scuola coranica del XVI secolo, la cui piazza si riempie di fedeli il venerdì in occasione della preghiera settimanale; nelle vicinanze sorge la piccola moschea Jami, risalente al XV secolo e utilizzata in epoca sovietica come officina per la lavorazione di lamiere. Il bazar Chorsu è un enorme mercato all’aperto, accanto alla madrassa di Kukeldash, frequentato da una moltitudine di gente proveniente dalle campagne circostanti che in genere indossa costumi tradizionali, la madrassa santa chiamata Khast Imam, di particolare interesse è la Moschea Tillya Sheykh, del XVI secolo, in cui si conserva quello che è ritenuto il più antico Corano esistente, segnato col sangue dello stesso Califfo Osman, assassinato nel 655., la Barak Khan, fondata nel XVI sec. da un discendente di Tamerlano, il mausoleo Kafal Shashi, tomba dell’omonimo poeta e filosofo dell’islam che visse dal 904 al 979. La mancanza di edifici in questa città è compensata dalla presenza di grandi musei come il Museo di Arti Applicate inaugurato nel 1937 come vetrina per le arti applicate di fine secolo, ma è l’edificio in se - progettato secondo lo stile tradizionale di Tashkent - a risultare più interessante dei suoi stessi contenuti. Trasferimento in Aeroporto Partenza da Tashkent alla volta dell’Italia. e arrivo a Malpensa.


Quota a persona in camera doppia*

1.632 euro

Tasse aereoportuali - Incluse Supplemento singola - 210 euro Visto Uzbekistan - 35 euro** * durante il trekking si può dornire in stanze con più persone ** sogge�o a riconferma DOCUMENTI NECESSARI PER IL VISTO Viaggi di gruppo(min. 10 persone): Fotocopia del passaporto che deve essere valido 6 mesi dalla data di entrata / 1 foto tessera / il formulario dell’Ambasciata Uzbeka compilato e firmato / scheda anagrafica compilata on line CAMBIO 1 EURO /DOLLARO 1.25

LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio aereo con voli di linea e Tasse aeroportuali. Trasferimen� (aeroporto/hotel/aeroporto); bus con aria condizionata Guida parlante italiano per tu�o il tour; Tu� gli ingressi ai musei ed escursioni come da programma ; Sistemazione in hotel in doppia doppia* Pensione completa (colazione, pranzo e cena); Mezzo litro acqua liscia a testa ogni giorno; Spe�acolo e concerto folcloris�co a Bukhara; Trasporto dei bagagli aeroporto/hotel/aeroporto LA QUOTA NON COMPRENDE: Trasferimento per e da l’aereoporto Visto d’ingresso Bibite, bevande, mance. Spese di cara�ere personale e quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”.

informazioni presso : Antologia Viaggi Piazza della Resistenza 19/20 - 51100 - PISTOIA www.antologiaviaggi.it Tel. 0573/367158 - samuela@antologiaviaggi.it

Uzbekistan Via della seta e trekking  

Tour in Ubekistan

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you