Issuu on Google+

Periodico di informazione dell’Amministrazione Comunale

Anno 13 - N. 1 Gennaio 2011

Parola di Sindaco in Evidenza

C

on riferimento all’asta pubblica di Via San Marco, che tanto ha fatto discutere e scrivere su giornali e volantini, vorrei utilizzare questo spazio della Gazzetta per fare alcune precisazioni, non di carattere politico o per giustificare la scelta fatta dall’Amministrazione comunale, non ritengo eticamente corretto approfittare di uno strumento offerto dal Comune per farlo, ma per tutelare l’operato degli Uffici comunali, essendo stata messa in dubbio la regolarità delle procedure di gara, che sono espletate dai funzionari e non certo dal politico di turno. Questa la procedura che il Comune ha seguito per mettere in vendita la suddetta area. Con delibera C.C. n. 55 del 26/11/2002 è stato approvato il regolamento per l’alienazione del patrimonio immobiliare del Comune e in seguito, con delibera di C.C. n. 36 del 30/07/2003, è stato approvato il piano di vendita delle aree di proprietà comunali. Sono sette aree, di cui tre alienabili subito e quat­tro solo in seguito a variante urbanistica, tra cui quella di Via S. Marco, che è stata adottata con delibera C.C. n. 46 del 06/10/2003 e approvata con delibera di C.C. n. 14 del 31/03/2004. Le aree, alcune già cedute e altre ancora in fase di alienazione, sono site nelle Vie De Amicis, XXIV Maggio, Edison/Spallanzani, S. Marco, Pasubio e A. Moro. La decisione di vendere le aree risale a otto anni fa e se n’è discusso in continua a pag. 02

L’Auto Amica, dal 19 dicembre si muove sulle nostre strade Taglio del nastro presso la Scuola Elementare alla presenza degli Over 70

pag 3

all'interno

Si è celebrato il Pranzo di Natale per i nonni

pag 04

Assistenza legale gratuita contro il bullismo

pag 05

Lavori alla Scuola di via Donatori di Sangue

pag 06

Nuovo CdA alla Materna "Don Zuccotti"

pag 09

Scuole in festa per Natale

pag 10

Personaggio del Mese: il cardiologo Alessandro Lualdi

pag 15

Il preside Flavio Pellegrin va in pensione

pag 21


2 Massimo Olivares

Sindaco Politiche Finanziarie - Governo del Territorio, Pubblica Istruzione - Servizi Educativi e Cultura

Orari di ricevimento: su appuntamento. Il Sindaco è presente a Casone, presso gli uffici distaccati del Comune, l'ultimo sabato del mese

Parola di Sindaco

segue da pag. 01

una commissione regolamenti e in quattro consigli comunali. Per quanto concerne l’area di Via San Marco l’asta pubblica è stata indetta con deliberazione G.C. n. 177 del 21/10/2010 e con Determinazione del Responsabile dell’Area Affari Generali n. 171 del 29/10/2010. Il prezzo a base d’asta per la suddetta area, circa 980 m2 di superficie, stabilito dalla perizia di valutazione redatta dall’Ufficio Tecnico è di 150 €/m2. Il bando, redatto dall’Ufficio Tecnico comunale, è stato pubblicato all’albo pretorio del Comune dal 28/10/2010 al 09/11/2010, sul settimanale “Città Oggi” e sul sito internet comunale dal 28/10/2010 al 09/11/2010, come si può dedurre dallo storico delle pubblicazioni, quindi risulta infondata l’accusa di aver detto il falso nel Consiglio comunale del 29/11/2010, accusa che mi ha parecchio infastidito.

La gara si è svolta in due sedute, è facoltà del Presidente della commissione di gara, in questo caso il responsabile del Settore Tecnico, sospendere e/o rinviare le procedure per acquisire eventuali pareri. L’aggiudicazione provvisoria è avvenuta il 17/11/2010, come da verbale di gara, ed è stata resa esecutiva con determinazione del Responsabile del Settore Tecnico n. 260 del 22/11/2010. L’area è stata aggiudicata per un importo di 173,46 €/m2. Tutto ciò premesso, ritengo l’o­pe­­rato degli Uffici comunali rispettoso del Regolamento per l’alienazione degli immobili comunali. Il Sindaco

Massimo Olivares

Consegnate le borse di studio e buoni libro ai più meritevoli studenti del 2009-2010

S

ingolarmente, chiamati per nome, giungevano davanti al Sindaco Massimo Olivares subissati d’applausi. Qualcuno con passo in­certo, altri con andatura spedita. Una doverosa stretta di mano, un grazie al ricevimento del premio monetario congiunto all’attestato, e poi ritornavano sui propri passi dotati di un luminoso sorriso. Per quarantadue ragazzi, l’appuntamento con la storia per meriti scolastici era di primo mattino del 19 dicembre. Tra le quattro mura dell’Auditorio, gremito di genitori e parenti, per loro avveniva l’atto di riconoscimento ufficiale quali migliori studenti cittadini nell’anno scolastico 2009-2010. Con 24 esponenti “rosa” e 18 maschi, ancora una volta le ragazze hanno “bagnato il naso” ai loro coetanei del cosiddetto sesso forte. Non solo, i 4 “100/100” all’esame di maturità portano solo nomi al femminile: Sara, Letizia, Valentina e Chantal. Come ogni anno per un’abitudine consolidata nel tempo l’Amministrazione premia i migliori studenti per meriti scolastici con borse di studio (258 € ciascuna) legate al reddito e buoni libro (134 €) senza vincolo di reddito. “Con l’approvazione della nuova riforma universitaria e

scolastica è un momento importante per la scuola - ha esordito il Sindaco Massimo Olivares - Come Comune abbiamo un buonissimo rapporto con i docenti e un continuo con­fronto per portare avanti progetti assieme. Sistema educativo importante per la nostra società, ogni ragazzo passa più tempo a scuola che in famiglia, anche per questo abbiamo un occhio di riguardo. Nonostante i molti tagli finanziari, noi siamo impegnati a mantenere il supporto alla nostra scuola e alle famiglie. Mi auguro di fissare nel prossimo anno anche dei confronti con la fascia d’età dell’adolescenza, la più critica”. Poi, l’appello dei magnifici 42: Agosti Francesca, Baraban Chiara, Baroni Lucia, Bertoglio Serena, Brian-

con Chantal, Calcaterra Davide, Calca­ terra Simone, Calcaterra Stefano, Ca­ lo­ni Beatrice, Caloni Giulia, Chiodini Elisa, Chiodini Fabio, Chiodini Letizia, Chiodini Stefania, Cislaghi Ales­sandro, Cislaghi Lorenzo, Co­lombini Eli­sabetta, Colombini Roberto, Colombo Simone, Cozzi Alberto, Ferrario Matteo, Grazian Chiara, Imane Bouhlou, Marzotti Luca, Masetti Davide, Massironi Fabio, Mer­lo Andrea, Montani Valentina, Negri Vit­ toria, Oldani Cecilia, Oldani Cristina, Ol­­­dani Francesca, Pietrosemoli Federico, Portaluppi Greta, Rondena Mas­ si­miliano, Spampinato Alessia, Strada Mar­tina, Suardi Mattia, Versace Sara, Viola Carolina, Viola Erika, Zambon Federico.


3 Roberto Valenti

Orari di ricevimento: lunedì e giovedì su appuntamento

Solidarietà Sociale e Famiglia Politiche Giovanili - Comunicazione Innovazione Tecnologia - Sport

L’Auto Amica, dal 19 dicembre si muove sulle nostre strade

D

iciassette, numero discutibile per effetti di malasorte, contrariamente alle di­cerie manifestate nella “smorfia”, al­l’ombra della “Sgurieta” traspare come sinonimo di buona causa. Tanto è vero che per mezzo di diciassette società, quasi tutte di Marcallo con Casone, il Comune si potrà avvalere di un nuovo servizio sociale. I motori dell’iniziativa co­min­cia­ro­ no a scaldarsi lo scorso anno. La so­­cietà Mo­bility AD di Cornate d’Adda, presen­tò all’Ammi­ni­ strazione un pro­getto con il quale poteva ottenere in co­ mo­dato gra­tuito un veicolo at­trezzato per il trasporto dei disabili: un “Doblò Fiat” che i Servizi So­ciali avrebbero utilizzato per il trasporto di persone svantaggiate. In cambio, il Comune doveva promuo­vere l’iniziativa presso le aziende del territorio e raccogliere attraverso gli sponsor applicati sul­l’au­to i fondi per l’acquisto del mezzo. Alla nobile inizia­tiva han­­­­no aderito diciassette società che oltre far conoscere la propria azien­da sul territorio accostano l’insegna ad un atto di solidarietà. Il 19 dicembre, in occasio­ne del pran­zo anziani è avvenuta la presentazione alla cittadinanza e il tradizionale taglio del nastro. “Il mezzo verrà utilizzato per consegna­re

La CRS anche per i Servizi Sociali innovazione” balzata sulla scena “L’ comunale da poco più di 18 mesi, incornicia un altro pregio. Pro­tagonista

alle persone bisognose i pasti a domicilio, un servizio che la Croce Azzurra porta avanti da un paio d’anni. Ma, anche per accompagnare gli anziani, senza possibilità di muoversi, da Casone a Marcallo o al nosocomio magentino - Ha ricordato L’Assessore Roberto Valenti - Ringrazio di cuore gli sponsor acquisitori dello spazio pubblicitario: l’Assicurazioni Milano, la Carlo Gavazzi, la CSE Mobili, la Farmacia Tiziana Agili, le industrie Chimiche Forestali, lo studio dentistico Dental AR.CA, la Corbettese Trasporti, la Lualdi, la Mazzetti Altavilla, la VS Officina Meccanica, la pizzeria Meridiana, la Rolls, la Solvet, la Tecno-All, il TAM, il distributore Q8, la Limea-Fisma.

I podisti dei “Gruppi di Cammino” hanno chiuso il primo tempo onorando la buona tavola ltro che brindisi. Il 15 dicembre, per A festeggiare il termine della pri­­ma fase dei “Gruppi di Cammino”, l’Am­

ministra­zione aveva allestito direttamente una cena griffata“Avenance”, la società che ristora i ragazzi di scuola. Sala Catta­neo affollata, presenti me­ dici dello sport, il Sindaco Massimo Oli­ vares, l’As­sessore allo Sport Rober­to Valenti, oltre allo staff tecnico e amministrativo, la serata è iniziata con gli elogi ai partecipanti e la consegna degli attestati ai leader. È finita nel divertimento, per un filmato sull’attività po­distica trimestrale dei partecipanti. Fenomeno di massa con 133 partecipanti over 40, i “Gruppi di Cammino” di Marcallo con Casone sono saliti sul gradino più alto tra i paesi del circondario nella speciale classifica delle pre­senze.

Il medico Roberto Boni della Medicina Preventiva della Co­munità del­lo Sport, ha rimarcato l’importanza dei “Gruppi di Cammino”: “Camminare assieme lungo un percorso predefinito e promuovere concretamente l’attività fisica, migliora il proprio stato di salute, favorisce la socializzazione e accresce l’autostima”. La seconda fase inizia il 23 marzo. Sono allo studio nuovi tragitti e la fattibilità di “percorsi vita”.

an­cora la CRS. La carta color paglierino questa volta diventa un sup­porto indispensabile dei Servizi So­ciali, come miglioramento gestionale dell’assistenza domiciliare. Il badge più popolare di Marcallo con Casone garantirà il pagamento dei ser­vizi al­l’utenza, offrirà un miglior controllo, quin­di la puntualità nei versamenti e la certezza dell’avvenuto servizio. Come funziona per l’assistenza domiciliare Gli operatori che si recheranno a domicilio per attività infermieristiche utilizzeranno un POS (lettore usato anche presso gli esercizi commerciali per accettare le carte di credito) per leggere la CRS dell’utente. L’operazione, trasmessa agli uffici comunali, permette di certificare il tempo prestato nell’attività in maniera chiara e sicura, oltre facilitare le operazioni di controllo e di fatturazione da parte del Comune con risparmio di tempo. Insomma chiarezza, sicurezza e velocità contabile. Come funziona per la consegna dei pasti a domicilio Lo stesso sistema vale anche per la con­segna dei pasti a domicilio. Con il POS si leggerà la CRS permettendo un maggior controllo sul servizio e una precisa fatturazione qualora gli utenti fruiscono di un servizio a pagamento. La CRS anche per identificare i cittadini con diritto al contributo comunale Un altro servizio, in via sperimentale, con la collaborazione della Regione Lom­­bardia e Lombardia Informatica, riguarda l’utilizzo della CRS per identificare i cittadini con diritto al contributo comunale come i residenti ospiti alla RSA e i residenti con i bimbi all’asilo nido. La CRS diventerà, come già uti­ liz­zato per la scuola elementare, lo stru­mento che permette l’accesso al “Borsellino elet­tronico”. Il nuovo sistema garantirà l’immediata erogazione del contributo sottoforma di sconto riconosciuto sia dal­la RSA, sia dall’asilo nido. “Questo è un servizio innovativo presente solo a Marcallo con Casone - spiega l’Asses­sore Roberto Valenti Con orgoglio pos­siamo rimarcare il nostro continuo im­pegno nell’innovazione e nell’utilizzo della CRS”.


4 Ermanno Fusè

Orari di ricevimento: su appuntamento

Patrimonio e Verde Pubblico - Servizi di Pubblica Utilità e Trasporti - Tempo Libero e attività ricreative - Gemellaggi

Nel paese dall’elisir di lunga vita, si è celebrato il pranzo di Natale “over 70”

S

arà per l’aria frizzante proveniente dal Rosa che nei giorni lim­pidi invia folate me­­di­ca­ mentose? Oppure, il me­­rito va ricer­cato nel sot­­­tosuolo dove scorre “l’Acqua dal Sindac”, toccasana per piccoli e grandi? Difficile stabilirlo. Pe­­rò, quel dato certo di 900 “over 70” su 6 mila abitanti è il certificato che pro­­muove Marcallo con Casone paese dal­l’elisir di lunga vita. Il 19 dicembre non erano pre­­­senti tutti. Difficile sa­­rebbe sta­to acco­gliere un nu­mero tan­­to elevato nel­la mensa della scuola, per il tradizionale pranzo nata­ lizio. Ma, almeno un terzo ha risposto “si”

all’invito gastronomico del­l’Am­ministrazione. Pun­tuali come orologi sviz­ zeri, trecento memorie sto­riche del paese si so­ no pre­­sentate alle 12,30 in coincidenza con l’apertura della cucina da parte dei cuochi “Avenance”. Qualcuno traballante, al­tri spediti, tutti però con il proprio album dei ricordi personali da condividere con il dirimpettaio o chi era seduto al proprio fianco nelle lunghe tavolate. Agli

auguri del Senatore Mas­ simo Garavaglia e del­ l’Assessore Provinciale alle Po­litiche Sociali Massimo Pagani han­no fatto eco i buoni auspici del Sindaco Massimo Olivares: “Porgo gli auguri di buone feste e di un più disteso e felice 2011. Esistono difficoltà che colpiscono anche il Comune, ma, mai rinunceremo a questa occasione di ritrovarsi tutti assieme. Abbiamo sempre promosso gli incontri tra la popolazione e continueremo di questo passo”.

recento commensali in mensa, ma, T anche un’eccezione che farà storia. Il Sin­daco Massimo Olivares e l’Assessore Ermanno Fusè, hanno soddisfatto il desiderio di Lucia Landenna. La “over 70” impossibilitata a muoversi aveva espresso il volontà di partecipazione al pranzo di Natale. Detto, fatto, in delega­ zione hanno recapitato alla nonnina il vassoio di portate. Il gesto, dal prossimo anno diventerà consuetudine, per tre anziani scelti a sorte.

'Urp 24 ore' significa servizio ininterrotto giorno e notte di pronto intervento senza costo di telefonate


5 Oscar Zorzato

Orari di ricevimento: sabato dalle 10 alle 12

Personale e Organizzazione - Sicurezza e Polizia Locale - Viabilità - Protezione Civile - Commercio ed Attività Produttive

Sul corso di autodifesa “Sentirti Sicura Dipende anche da Te” è calato il sipario

I

l progetto “Sentirti Sicura Dipende an­che da Te”, per le alunne di 2^ e 3^ me­dia ha completato il suo ciclo con ottimi risultati. Le 44 ragazze han­no partecipato in modo attivo durante tutte le fasi del pro­getto sia in quelle teoriche sia in quelle pratiche. Dai questionari consegnati alle partecipanti (compilati a casa e assolutamente anonimi), è emerso un apprezzato giu­­dizio sulla nuova organizzazione del progetto. La rinnovata formazione di istruttori ha permesso loro, nella fase teorica, di confrontarsi liberamente senza problemi di tempo e nella fase pratica provare ripetutamente le tecniche insegnate, assimilando e memorizzando i vari passaggi. “Tutte le ragazze si sentono più sicure, però nessuna di loro si augura di dover mai mettere in atto ciò che hanno imparato - sottolinea Tiziana Moscatelli pro­motrice e anima del progetto - Ma, in caso di disagio san­no che possono reagire e soprattutto hanno la consapevolezza che il comportamento e l’at­­­­teggiamento attento e vigile è un a­spetto importante per la sicurezza di ognuna di loro”. L’alto attaccamento alle lezioni da par­te delle ragazze ha regalato grande soddisfazio-

ne agli istruttori Antonio Gentile e Andrea Ramazzotti, alla psicologa Stefania Raimondo e all’insegnante Ti­ziana Moscatelli. “Tutte avrebbero vo­luto fare più lezioni e visto che si svolgevano in orario ex­trascolastico direi che questa è la migliore risposta al ri­sul­tato del

progetto - dice la docente -”. Le partecipanti ri­ten­gono l’iniziativa va­lida e utile, ma, anche molto divertente da riproporre sempre più negli anni a venire. Ogni al­lieva ha ricevuto un attestato di partecipazione che sbandierano con felicità, soddisfazione e orgoglio.

L’Amministrazione promuove assistenza legale gratuita a chi subisce atti di “bullismo” ullismo”, cioè bullo, in un’altra parola: prepotenza, un segno adolescenziale “B che tocca un po’ tutti i paesi. Le cause principali vanno ricercate in parte nel carattere del ragazzo, ma soprattutto nelle famiglie incapaci ad intervenire. I primi

ad agire e correggere devono essere proprio loro i genitori. Spesso non avviene, così, come è sbagliato credere ad un sintomo della crescita oppure giudicare colpevole la vittima perché incapace a difendersi. Ebbene l’Amministrazione sul fenomeno “bullismo” dedica tempo e spazio. A ottobre 2010 ha creato un gruppo di lavoro. Costituito da una componente scolastica, da una parte religiosa, dalla Polizia Locale, da psicologi, sociologi e dall’Amministrazione comunale rappresentata dall’Assessore alla Sicurezza Oscar Zorzato, il tavolo di una dozzina di esponenti è giunto al suo terzo incontro. Per dare più voce al gruppo, l’Amministrazione, nel frattempo ha deliberato a favore dei ragazzi che subiranno atti di “bullismo”, la possibilità di un’assistenza legale gratuita. “L’Amministrazione valuterà caso per caso e a chi vorrà sporgere denuncia potrà contare sul sostegno legale gratis - spiega Oscar Zorzato - ”. E gli obbiettivi del gruppo? “Innanzi tutto, vogliamo raggiungere le famiglie cosiddette “irraggiungibili” che quando si parla di “bullismo” si eclissano evitando l’argomento. Esistono dei genitori presenti e altri assenti. È con questi ultimi che noi vogliamo entrare in comunicazione. E poi, essere da apripista ad altre Amministrazioni che vogliono costituire gruppi sulla falsariga del nostro. In breve: un esempio per altri Comuni. Della nostra iniziativa ho parlato all’Assessore Provinciale alla Famiglia e Politiche Sociali Massimo Pagani che ha manifestato entusiasmo, esprimendo la possibilità di esportare il nostro progetto in altre realtà amministrative. Nessun Comune ha mai promosso un’azione tanto decisa. Era uno dei miei obiettivi che adesso vedo realizzato. Ringrazio il Sindaco per il supporto”.

Direttore Responsabile Massimo Olivares Redazione e coordinamento Luigi Cereda Comitato di Redazione Roberto Valenti Segreteria di Redazione Tel. 029796138 Sito Internet www.marcallo.it Realizzazione grafica e stampa: Card Solution srl Strada Cascina Peralza, 8/10 - Magenta (MI) Tel. 02.97950180 Registrazione Tribunale di Milano N° 744 - 20/12/1999 Anno XIII, N° 1 Gennaio 2011 Chiuso il 11/01/2011


6 Gianluca Campana

Orari di ricevimento: sabato mattina su appuntamento

Lavori Pubblici - Ambiente ed Agenda 21 - Certificazione di Qualità Servizi Demografici

Spesi per la scuola 25.000 € straordinari Per la fine del 2010, ultimo atto con il botto da parte dell’Amministrazione Olivares

L’

attenzione per le scuole è sempre stata molto alta da parte dell’amministrazione, e così dopo l’intervento eseguito ad ottobre presso le scuole medie, dove è stata ristrutturata e ampliata la bidelleria, questo periodo natalizio ha visto la realizzazione di varie opere che hanno interessato le scuole elementari. I lavori sono stati eseguiti in tempo record, per permettere di arrivare alla ripresa delle lezioni a gennaio con gli ambienti in perfetto ordine.

trio e i corridoi della scuola, dove sono state ripristinate le protezioni paraspigoli e realizzate nuove griglie protettive in plastica sui termosifoni presenti, al fine di garantire una maggior sicurezza ai bambini. Si è inoltre provveduto alla tinteggiatura dell’atrio.

all’interno delle aule. Le aule interessate dall’intervento sono state poi tinteggiate. Nel periodo estivo s’interverrà sull’impianto di riscaldamento delle restanti aule.

Atrio e CORRIDOI Un primo intervento ha riguardato l’a­

IMPIANTO TERMICO In cinque aule siamo intervenuti sul­ l’impianto di riscaldamento, punto debole della struttura. Si è provveduto al rifacimento delle tubazioni e alla sostituzione dei ventilconvettori con nuovi radiatori ad alta efficienza, il tutto al fine di migliorare il comfort ambientale

Numeri Utili

Comune di Marcallo con Casone CENTRALINO COMUNE FAX COMUNE Segreteria Ragioneria Ufficio anagrafe Elettorale Tributi URP Marcallo URP Casone Ufficio Messi Protocollo Ufficio Tecnico Ecologia Biblioteca Ufficio servizi sociali - istruzione Ambulatori Comunali Assistente Sociale Ticino Servizi Responsabile area finanziaria Responsabile area lavori pubblici Responsabile area edilizia privata Responsabile area vigilanza CELLULARE POLIZIA LOCALE

800 100 337 02.979611 02.9796134 02.9796122 02.97961/25/26 02.9796137 02.9796146 02.9796125 02.9796138 02.97250182 02.9796121 02.9796128 02.9796141 02.9796135 02.9796123 02.97254725 02.9796142 02.97253100 02.9796125 02.9796127 02.9796129 02.9796131 347.4512166

AULA DI SOSTEGNO Un altro intervento ha riguardato l’aula di sostegno che, oltre al nuovo impianto di riscaldamento, è stata totalmente rinnovata è sono stati realizzati nuovi “armadi a muro” per contenere tutto il materiale. Servizi igienici Vista la difficoltà dei più piccoli ad utilizzare i così detti bagni “alla turca”, in accordo con le insegnanti, si è deciso di posare nuovi sanitari in alcuni bagni sostituendo la turca con i water. Sono state inoltre sostituite parecchie porte, comprese quelle dei bagni della palestrina.

Insomma “un gran lavoro, realizzato in breve tempo e ben programmato e coordinato dagli Uffici comunali” dice il sindaco Olivares, che precisa “dopo l’impegno della nostra Amministrazione a sostenere, con il diritto allo studio, le già eccellenti attività didattiche offerte dalla scuola, abbiamo ritenuto opportuno investire altri 25 mila € per questi lavori di manutenzione straordinaria che rendono più sicura e confortevole la struttura ”.


Notizie dal Comune

7

Veronica Rossi è la nuova Assistente Sociale

G

iovane e dinamica, così si presenta dietro ad un’alta balaustra a protezione della sua scrivania. Entrando da via Vitali il suo ufficio al piano terra si affaccia sul lato destro del cortile. Veronica Rossi, da agosto è subentrata a Mara Barbieri nel compito non facile d’Assistente Sociale. Dalla sua parlata veloce ed entusiasta, si ha modo di cogliere l’intensa passione per il suo lavoro. Le idee chiare per cosa avrebbe fatto da grande erano già nella sua mente, quando frequentava le medie. Nelle superiori aveva scelto la via del sociale iscrivendosi all’istituto Tecnico dei Servizi Sociali e poi la facoltà in Servizi Sociali a Novara. Nessuno tentennamento, otto anni filati verso una professione che adesso è diventata la sua ragione di vita. “ Sono felice di aver scelto questo lavoro, soprattutto per il carico emotivo che mi offre - dice con un sorriso a trentadue denti”.

Nativa di Santo Stefano, in questo periodo divide la settimana lavorativa con il Comune d'Ossona. Ma, prima ancora, appena laureata, nel 2007 aveva iniziato a lavorare alla Casa di Riposo di Corbetta. Carriera lavorativa breve ma, legata strettamente alla sua professione. “A volte i problemi li porto a casa, certe esperienze ti seguono anche fuori dall’ufficio. A Marcallo con Casone, il lavoro non manca: richieste d’informazioni su i vari servizi del Comune, ma, anche problemi di salute, disagi sociali, casi economici per la perdita di lavoro oppure anziani soli che necessitano di accompagnamento o di assistenza domiciliare. Ho la fortuna di avere dei responsabili che aiutano e indirizzano. L’Assistente Sociale non risolve i problemi, ma aiuta le persone a risolverli trovando soluzioni”. Veronica Rossi è presente a Marcallo con Casone il lunedì mattino per i lavori d’ufficio e il martedì e giovedì pomeriggio per ricevere il pubblico.

In Sala Cattaneo, l’addio al 2010

Il 6 gennaio la sacra rappresentazione della Natività sul sagrato di piazza Italia

l veglione di San Silvestro da 10 anni Icomunale è una loro opera. L’Amministrazione e la F.I.D.C. sezione caccia-

tori di Marcallo con Casone cascasse il mondo, il 31 dicembre organizzano il Ve­glione di Capodanno. Così, è avvenuto anche per il passaggio tra il 2010 e il 2011. In molti si sono ritrovati all’insegna del divertimento. Non era ancora mezzanotte, quando i presenti hanno iniziato a fe­steggiare, all’ombra della “Sgurieta”, in Sala Cattaneo, sostenuti da un menù preso dalla nobile tradizione lombarda e dalle note musicali di Dino Lombardi. Contando alla rovescia, sono entrati nel 2011 con i rintocchi della mezzanotte annunciati dal campanile. Da qui il finimondo, tra i tappi di spumante italiano che saltavano, file festose di trenini, bal-

li lisci e latino americano. Solo all’alba è arrivato il “rompete le righe”. Archiviato il veglione ormai si era nel 2011 partendo subito con una curiosa combinazione numerica, un poker di cifre “uno”: 1.1.11. Materia per la cabala.

Nel pomeriggio del giorno dell’Epifania, in piazza Italia è andata in sce­­­na la sacra rappresentazione della Natività, promosso dalla Par­ rocchia. Più di 50 figuranti in costu­ me, con la colonna sonora del Cor­ po Musicale San Marco, le voci nar­ ranti fuori campo e un recinto, con pecore, capre e asini, è stata la degna scenografia per il folto pubblico accorso, sfidando il gelo. Un’ora di rappresentazione e poi il sipario è calato appena prima della funzione religiosa del bacio di Gesù Bambino.

Pompe Funebri Calcaterra MARCALLO c/C: via Roma, 7

MAGENTA: via Crivelli, 29

Tel. 02 97 29 82 54


8

Anagrafe CERCA LAVORO

Per la pubblicazione delle inserzioni i cittadini marcalcasonesi interessati possono inviare le loro offerte di lavoro presso il Comune all’Ufficio Servizi Sociali in via Vitali, 18 • 42 enne licenza media con esperienza lavorativa come metalmeccanico, operaio tessile, mulettista, gruista, disponibile subito anche a lavorare su te turni. Tel. 338-4460657 • 20 enne diplomato come perito informatico cerca lavoro. disponibilità immediata. Tel. 340-7741030 • signora 40enne licenza media inferiore attualmente occupata nel settore tessile, cerca lavoro come operaia gene­ri­ca. • ragazza 19enne con diploma liceo linguistico cerca la­voro come impiegata generica; disponibilità immediata. Tel. 340-2790651 • signora 47enne cerca lavoro in zona come babysitter, collaboratrice domestica e/o lavori di ufficio. • Ragazzo 24enne con diploma operatore sociosanitario in servizio presso cooperativa di assistenza, cerca lavoro come as­sistente. Tel. 333-6898073 • Signora 38enne decennale esperienza nei bar,gestione cas­sa e fornitori, cerca lavoro presso bar diurni, mense o negozi; disponibilità immediata. Tel. 348-3946084 • ragazza 19enne liceo scienza sociali e abilità informatiche cerca lavoro come baby sitter o commessa; disponibilità immediata. Tel. 346-0183244 • Signora 48enne italiana cerca lavoro come baby-sitter, dog-sitter, lavori ufficio vari, stiro. Tel. 348-7823649 • Studentessa frequentante primo anno di università cerco lavoro come baby-sitter, ma mi adatto a fare qualsiasi ti­po di lavoro purchè serio. Disponibilità immediata. Tel. 02-97254024 • Signore 49enne esperienza lavori pubblici presso comune; guardia giurata con esperienza, giardinaggio presso privati e condomini, operaio. Disponibilità immediata. Tel. 339-­6286473 • Signora con esperienza di assistenza generica bambini, disabili, anziani. Tel. 340-8664699 • Signora straniera oltre 40 anni cerca lavoro come commessa, contabile, traduzioni, etc. Tel. 339-1835167/02-9761778 • Diplomato in ragioneria 22 enne, automunito, disponibilità im­ mediata cerca lavoro per qualsiasi mansione. Tel. 338-2860252 • Signora 40enne libera subito cerca lavoro per pulizie, babysitter, cura anziani. Tel. 333-1719031

• Signora 33enne straniera disponibile ad assistenza anziani/do­­mi­ ciliare. Tel. 392-5070707 • Signora 39enne straniera disponibile ad assistenza anziani/domiciliare. Tel. 340-0653385 • Ragazza 19enne disponibile come baby-sitter, aiuto per i compiti ed altro. Tel. 328-6714785 • 40enne con esperienza nel campo della preparazione colori da stampa e nel campo delle pulizie civili. Disponibilità immediata e a qualsiasi tipo di lavoro. Tel. 02-9761080 • diplomato in ragioneria 22enne, automunito, disponibilità immediata cerca lavoro per qualsiasi mansione. Tel. 338-2860252 • ragazza 19enne con diploma liceo linguistico cerca lavoro come impiegata generica. Disponibilità immediata. Tel. 340-2790651 • Studente universitario 24enne già laureato alla triennale, impartisce ripetizioni a ragazzi scuole elementari e medie; disponibile anche per aiuto compiti. Massima disponibilità, puntualità, automunito. Per contatti 329-0052442. • Impiegata amministrativa ventennale esperienza esamina proposte Magenta e comuni limitrofi in lista di mobilità. Tel. 331­6543387 • Mi chiamo Daniela e ho 29 anni. Cerco lavoro come impiegata o segretaria ma valuto qualsiasi proposta. Tel. 347-0338357 • Impiegata commerciale con gestioni magazzino e/o reparto con esperienza. Disponibile subito. Tel. 02-9760113 • Ragazza 22enne, ottima conoscenza delle lingue straniere cerca qualsiasi lavoro purchè serio. Esperienza pregressa recupero crediti e impiegata. Tel. 345-2495564 • Ragazzo rumeno, serio cerca lavoro come idraulico, piegatore in legatoria, saldatore, tornitore (tradizionale). Tel. 340-1290053 • Uomo di 49 anni pratico in giardinaggio, guardia giurata e altro tipo di lavoro. Tel. 339-6286473 • Uomo di 40 anni cerca lavoro come muratore, giardiniere, operatore ecologico o altro. Tel. 340-3221237 • Uomo di 35 anni munito di patente A/B, disponibile per qualsia­si tipo di lavoro (muratura, operaio operatore ecologico, pulizie uf­fici, postino). Tel. 338-4775843 • Uomo di 39 anni munito di patente B, buon utilizzo di muletto, ri-

A cura dell’Ufficio Anagrafe Da oggi ci sono anch’io

Inviaci la foto del tuo/tua piccola e la pubblicheremo GREEN AIDAN ROVERA GIULIA ORTOLI MATTEO GARAVAGLIA ILARIA CUCCHI GIULIA PELLEGATTA JACOPO

Un caro ricordo

nato il 29.11.2010 nata il 06.12.2010 nato il 13.12.2010 nata il 22.12.2010 nata il 26.12.2010 nato il 20.12.2010

spetta e furgoni, disponibile subito per qualsiasi tipo di lavoro. Tel. 3477427677 • Uomo di 43 anni disponibile da subito per qualsiasi tipo di lavoro anche con turni notturni. Tel. 320-3923847 • Donna di 30 anni, Assistente Socio Sanitaria, Infermiera generica. Disponibilità immediata. Tel. 388-6568848 • Uomo di 33 anni, licenza media con esperienza lavorativa di fabbro, saldatore. Disponibilità immediata per qualsiasi impiego anche su turni. Tel. 340-2213251 • Uomo di 39 anni, licenza media con esperienza lavorativa come autista per consegne, magazziniere, muratore. Disponibilità immediata. Tel. 347-7427672 o 327-8108846 • Uomo di 46 anni, licenza media con esperienza come muratore, carpentiere, ferraiolo. Disponibilità per lavori di manutenzione verde, mu­ratura. Tel. 333-5988227 • Donna di 46 anni, esperienza come operaia cucitrice. Disponibilità per impiego nel settore confezioni. Tel. 340-0557755 • Donna di 32 anni, laurea in Scienze Politiche, disponibilità ad im­ pieghi come segretaria e in aziende pubblicitarie. Tel. 349-4300753 • Donna 40 anni, con esperienza cerca lavoro in zona come babysitter, assistenza anziani, stiro, pulizie uffici, dog-sitter. Massima responsabilità, puntualità. Tel. 377-2575282 • Uomo 32 anni, cerca lavoro come operaio, magazziniere. Esperienza come mulettista, addetto al controllo qualità, panettiere. Di­sponibilità immediata per qualsiasi tipo di lavoro. Automunito. Tel. 339-1364300 • Donna 28 anni, cerca lavoro come commessa, operaia o altro. Immediatamente disponibile. Tel. 348-5952963 • Donna 52 anni, con esperienza cerca lavoro in ambito commerciale, import-export. Tel. 347-6938319 • Uomo 52 anni, esperienza come barista, cerca occupazione in diversi set­tori. Tel. 335-8000727 • Uomo 21 anni, con esperienza di operatore tecnico, disponibile subito per qualsiasi tipo di impiego. Tel. 345-8872677 • Uomo 40 anni, licenzia media. Elettricista esperienza ventennale, disponibilità immediata, patente B, qualsiasi lavoro. Tel. 340-2708490

POPOLAZIONE RESIDENTE AL 30.11.2010 MASCHI 2998 • FEMMINE 3025 • TOTALE 6023 • FAMIGLIE 2385

Si sono detti si per una vita insieme DIMA LUIGI e BIANCOLIN BARBARA il 11.12.2010 DIMA ALESSANDRO e GIORDANO FRANCESCA il 24.12.2010

CASTIGLIONI ANDREA nato il 20.08.1982 ci ha lasciato il 05.12.2010

OLDANI GIAN BATTISTA nato il 27.05.1939 ci ha lasciato il 06.12.2010


Notizie dal Comune

9

Il servizio “newsletter” compie un anno

I

l servizio “newsletters” spegne la pri­ma candelina. Entrato tra le nove strutture del Pia­no della Comunica­zione, promosso lo scorso anno dal­l’Am­ministrazione Olivares, alla fine di dicembre 2010 ha collezionato ben 51 uscite. Le “newsletter”, un servizio per informare i cittadini delle attività, eventi e comunicazioni d'interesse pubblico, collegato al sito internet, rilascia informazioni via e-mail di pubblica utilità tramite servizi on-line agli utenti registrati. Con cadenza settimanale (ogni giovedì), la semplicità dell’informazione, la sintesi e la chiarezza sono requisiti che hanno fatto di questo strumento uno tra i più interessanti della comunicazione. Referente e delegato dal Sindaco Massimo Olivares, il Consigliere Luca Mazzeo è l’operativo sul campo. “Riporto le no­tizie principali della settimana e

ogni venerdì mattino, tutti gli iscritti trovano nella propria posta elettronica la “newsletter” del Comune. Certo invio le notizie più rilevanti - dice, il Consigliere - prendendole dalla “home” del sito co­munale”. La “newsletter”, si compone di un titolo, sottotitolo e l’immagine relativa. “Notizie a 360 gradi che riguardano le associazioni, i rifiuti, le feste organizzate in Sala Cattaneo e altro ancora”. Quanti gli iscritti? “Ben 650, come dire il 27% di tutte le famiglie di Marcallo con Casone. Ma, chi possiede un computer sono molto meno”. Insomma, un successo. Per iscriversi: dal sito internet del Comune, nel­ l’apposito spazio inserire il proprio indirizzo e l'email (se si desidera, scrivere anche il nome e cognome), poi premere il pulsante “invia iscrizione”. È gratuito e si ottengono notizie di prima mano.

Un nuovo Consiglio d’Amministrazione alla materna “Don Zuccotti” ambia il vertice alla Scuola Materna don C Antonio Zuccotti. Era da qualche tempo che si auspicava la presenza di più donne

nel CdA, adesso è così e una di loro occupa la carica più importante, quella di Presidente. Chris Lucey dopo sei anni (2 mandati), per il normale avvicendamento come da statuto, lascia la carica di Presidente a Stefania Banfi. Volti nuovi anche nel rinnovato Consiglio di Amministrazione, formato da nove consiglieri di cui cinque genitori. Sulla poltrona di vicepresidente e responsabile del personale siede Alberto Chiodini; occupa il posto di segretaria Alessandra Colombo; responsabile alla sicurezza, Massimo Miraglia; coordinatrice, suor Maria Chiara Ma­relli; rappresentante del Consiglio Pastorale, Stefano Lunardi; rappresentante par­rocchiale, don Riccardo Brena; referente dei genitori, Virginio Dameno; referente dell’Amministrazione, il Sindaco Massimo Olivares. La Scuola Materna don Zuccotti, storica struttura da oltre 90 anni affacciata tra le vie Don Bosco e Clerici, di proprietà comunale, gestita dall’Associazione Genitori ospita cinque

sezioni di bambini. Nel 2008 ha subito un ampliamento, con cui so­no stati realizzati un nuovo refettorio, lo spazio per il riposo e alcuni disimpegni. Oltre all’ampliamento e al rifacimento del giardino. “L’impegno dell’Amministrazione verso la scuola materna “Don Zuccotti” è importante afferma il Sindaco Massimo Olivares - Per l’anno 2010-2011 il fat­to più rilevante è stato l’aumento del contributo in convenzione di 10 mila €, senza dimenticare il rinnovato impegno nel garantire le uscite didattiche, la scuola di musica, lo spettacolo di carnevale, la riduzione delle rette per le famiglie bisognose, la quota per l’educatrice all’handicap e un contributo per la differenza di costo sul pasto. Spenderemo in totale, oltre 120 mila €, al quale vanno aggiunte la manutenzione e la gestione calore, il tutto nonostante i tagli imposti dalla manovra finanziaria” puntualizza il primo cittadino. Con Chris Lucey sono stati sei anni intensi identificati, in primis, con l’ampliamento della scuola e poi con una gestione più esigente e critica sia a livello burocratico sia per la

situazione fiscale. “Adesso bisogna essere molto attenti - dice il Presidente u­scente La scuola si è ampliata, con la creazione di una nuova sezione, un notevole cambiamento che ha comportato l’aumento di personale .Comunque, uno dei fatti più positivi è stato il magnifico gruppo che si era creato all’interno del CdA”. Chi è la nuova eletta Stefania Banfi? Mam­ma di due bimbe, di cui la maggiore frequenta la scuola materna. Marcallese d’adozione, a seguito del matrimonio con il Presidente della sezione locale Avis, Marco Fusè, la neo Presidente adesso s’impegna a entrare nel compito assegnato. Non tralascia di lanciare un messaggio: “Mi piacerebbe che nel nuovo CdA nasca un grande spirito di squadra. Lo so, richiederà un continuo confronto e dialogo. Però, il mio impegno sarà rivolto a rendere partecipi tutti. Più teste pensanti sono meglio di una sola”. Con una scuola dai livelli più alti della zona, il Primo Cittadino conclude: “In nome della comunità, ringrazio Chris Lucey per l’attività svolta e auguro buon lavoro a Stefania Banfi, che ho già incontrato, intuendo che anche con lei esistono le prerogative per una proficua collaborazione. Auguri”.


10

Notizie dal Comune

Scuola in festa Uno spettacolo con 150 attori delle scuole medie L

o spettacolo di Natale nelle scuole medie è una tradizione che non muo­ re mai. La consuetudine vuole che il giorno prima delle vacanze, 150 studenti, sot­to la regia dei docenti Tiziana Moscatelli e Stefano Barbaglia, presentino alla platea di genitori e nonni una colorata kermesse augurale di riconoscimenti, e­­

se­cuzioni strumentali, canti, suoni, balli e saggi ginnici con i grandi attrezzi. Anche quest’anno, l’usanza è stata rispettata. Il 21 dicembre, divisi per classi, i brani più immortali del repertorio musicale da tutto il mondo, sono stati portati sulla ribalta della palestra. Dalla prima alla terza ognuno ha dato il meglio anche con coreografie ed interpretazioni ginniche. I più studiosi hanno avuto un ri­ conoscimento pubblico. Presentati dal Dirigente Sco­­lastico Flavio Pellegrin al centro del rettangolo, Lu­­cia Baroni, Francesca Agosti, Viola Carolina, Davide Masetti e Riccardo Mu­stoni sono i magnifici 5 studenti che hanno ottenuto il massimo dei voti all’esame di 3^ media. Già

il “Preside”, per lui era l’ultima uscita, così, i suoi ragazzi hanno voluto salutarlo cantando in coro sulle note di una canzoni di Ligabue: “Una vita nella scuola”. Ma i riconoscimenti non erano finiti. Chiara Palmiotto, Andrea Podgornik e Simone Calcaterra sono stati premiati per le migliore fotografie nel concorso fotografico dello scorso anno su Macroom. Finale in coro, con la classica “Happy Christmas”e l’arrivederci al prossimo anno.

I più piccoli della Materna grandi interpreti nel saggio di Natale omenica 19 dicembre anche D le ultime leve della Scuola Ma­terna don Zuccotti hanno pre-

sentato, in palestra, il loro spettacolo natalizio. Tribune stra­colme, parterre co­me un enorme palcoscenico mi­metiz­ zato da angolo di Betlemme. Gli attori: dei piccoli di po­chi anni, all’interno della scena della natività. Insomma, un’immagine vera e autentica di un avvenimento straordinario avvenuto 2000 anni fa. Le tappe più significative erano raccontate da canti e sottofondi musicali. E loro, gli interpreti principali entravano in scena e andavano a posizionarsi come da copione, provato chissà quante volte. Non mancava proprio nulla e alla fine un canto augurale per un Natale ricco di pace e serenità.

Le prime elementari nella difficile arte del circo randi papillon, la punta del naso G di­pinta di rosso, giochi d’abilità con una pallina sotto il

mento, acrobati sulla corda…distesa sul pavimento, giocolieri con i piatti cinesi, salti mortali con av­vitamento. Cinquantaquattro ra­gaz­­zi tutti delle prime elementari, nella “palestrina”, hanno presenta­to il saggio di Natale davanti ad una pletora di genitori e nonni in continua “standing ovation”. Era la conclusione del “Laboratorio Circo” ri-

chiesto dalle insegnanti. Sotto la guida delle “maestre cir­cense” del Gruppo

Note* che per 11 incontri da ottobre fino a dicembre hanno insegnato i trucchi del Circo, i “primini” si sono divertiti nelle varie discipline d’equilibrismo, di acrobatica, di “giocolieria”. Venerdì 17 dicembre era il grande giorno dello spettacolo di chiusura. Tutti i bambini delle tre classi han­no mostrato il loro apprendimento esibendosi in settori diversi. Al termi­ ne sfoggio canoro, na­tu­ ral­­mente con le note di Na­tale.


11

Sanità & Salute

Tumore della prostata e diagnosi: il psa non basta COS'E' LA PROSTATA

E' una ghiandola maschile composta da tessuto fibromuscolare; ha la forma di una castagna con dimensioni di circa 3- 4 cm. Si trova sotto la vescica e davanti al retto; circonda l'uretra,il condotto che permette all'urina e al liquido seminale di fuoriuscire dal pene. Le dimensioni, il volume e la struttura della prostata variano con l'età: verso i 45 anni le cellule più vicine all'uretra incominciano a crescere, determi­nando un progressivo aumento del vo­­lume della ghiandola (ipertrofia prostatica benigna), che in questo modo può comprimere il canale uretrale, pro­­­curando difficoltà nella minzione (espulsione del­l'urina) e aumento della frequenza, soprattutto durante la notte.

A COSA SERVE

Produce il liquido in cui sono presenti non solo spermatozoi, ma anche una so­stanza specifica che consente agli stessi di sopravvivere al di fuori dell'organismo. Questa sostanza è il PSA (an­tigene prostatico specifico).

GLI ESAMI: DOSAGGIO DEL PSA

L'utilità del test del PSA per diagnosticare il tumore alla prostata è controversa e sotto studio: si effettua su un campione di sangue tramite normale prelievo, non è particolarmente costo­so; rivela il livello di alterazione di questa sostanza, ma l'esito può essere subdolo e ricco di caratteristiche nascoste. L'aumento dei livelli di PSA oltre i 4 na­nogrammi/millilitro non è indice di tumore, in quanto lo si riscontra anche in caso di un disturbo benigno; inoltre il test è influenzato da molti

altri fattori: infiammatori (prostatiti), at­­tività sessuale, manipolazioni, traumi e per­sino alcune attività fisiche e sportive (ca­ratteristico è l'aumento dei li­vel­li nei ciclisti professionisti). Si è data molta importanza al rapporto tra il PSA libero e il PSA totale (legato a proteine di trasporto) presente nel sangue,considerato patologico se minore di 10; ci si affida, per distinguere una affezione benigna da un tumore,

anche alla velocità con cui il valore di PSA aumenta tra una misurazione e l'altra, tuttavia si può affermare con estrema chiarezza che utilizzare il test del PSA come unico strumento di screening per la diagnosi di tumore è riduttivo e in alcuni casi addirittura fuorviante. Il medico di Medicina Generale consiglia di eseguire il dosaggio del PSA solo quando è necessario,ovvero dopo i 50 anni e se esiste familiarità diretta per tumore prostatico e/o quando sono presenti disturbi urinari: in questi casi il test va ripetuto annualmente,in caso contrario basta farlo una volta ogni 4 anni. Quando il PSA è in eccesso ,una visita urologica e una ecografia transrettale sono indispensabili per completare l'iter diagnostico; l'unico modo per ave­re la certezza della presenza di un tumore prostatico è la biopsia, metodica eccessivamente invasiva e dolorosa per poterla applicare in maniera generalizzata su tutta la popolazione a rischio. Dr. Luciano Garanzini

Pagamenti on-line per evitare code e non perdere tempo Sul sito internet del Comune, www.marcallo.it come già pubblicato da settembre è attiva la piattaforma per regolare i versamenti on-line di: • Tariffa Igiene Ambientale • Imposta di pubblicità e diritti delle pubbliche affissioni. • Sanzioni amministrative • Pagamenti generici (cioè tutte quelle voci di versamento che anziché usare il si­stema della “reversale”, si possono pagare con carta di credito sul sito internet previo ritiro in Comune della “reversale” d’incasso).

Impianti civili e industriali Idrotermosanitari Irrigazione Condizionamento Riscaldamento Impianti gas metano e G.P.L. Arredobagno Pannelli solari ed energie alternative


12

Notizie Notizie dal Comune Diamo la parola ai numeri Le nostre piste ciclabili, dei roseti in fiore, Tratti dai ibilanci delle Regioni-Ragioneria localizzano percorsi protetti Generale dello Stato

D

a questo mese iniziamo a Allegato a questo numero i cittadini trouna piste quindicina veranno lapubblicare planimetria delle ciclabidi tabelle che riassumono li del Comune. È un progetto che l’Ammile ha Spese vanistrazione iniziatoCorrenti 10 anni delle fa, approrie regioni Sonodella tuttezona, regioni vando, tra i italiane. primi comuni un a statuto che permettono Piano Pisteordinario, Ciclabili, ultimato quasi per il 90 mettere per centoa del progetto. di confronto dati omogenei. Lo tscopo dell’Amministrazione di colDa­ i inconfutabili, certificati era e chiusi, legare puntipresunzione strategici e nevralgici non sui una di spesa,della ma nostra comunità attraverso dellespesa piste a consuntivo, vale a dire sulla ciclabili che consostenuta. il tempo s’integreranno effettivamente Oltre al “pro con la pista ciclabile realizzata dalla TAV, capite” l’ultima colonna si lungo la linea Alta Velocità. riferisce al­ l’in­ dice.previsto Se 100 anche rappresenta la media Come nel programma nazionale come asticella di riferimenelettorale dell’Amministrazione, prossito, è facilesinotare le regioni “under” mamente andranno a realizzare glipiù ulvirtuose le “over” più dispendiose. timi tratti eche consentiranno in ogni punto del paese di raggiungere, in percorso Le tabelle sotto riportate riguardano le protetto,disia le scuole sia didelle arrivare nella Spese Funzionamento Regioni vicina Magenta e Anni nei comuni per il personale. 2007 elimitrofi. 2008 Adesso, ottenuta la declassifica della Strada Provinciale di via Varese, uno dei punti su cui si entrerà in azione, al più presto, sarà il collegamento con la pista ciclabile che arriva da Mesero. Infatti, chi arriva con la ciclabile da nord, giunto in via Varese deve transitare su un percorso non protetto con un certo grado di pericolosità. Via Varese sarà uno dei primi lavori in cantiere. Continuando con la ciclabile da Mesero si collegherà con la pista di via don Bosco per poi proseguire con la rete già predisposta che porta a Magenta. Il secondo tratto, sarà conseguente all’intervento di via Damiano Chiesa, dove sorgerà il market. Questo tratto permetterà anche ai casonesi di collegarsi con la rete già esistente. Il tutto avverrà nell’arco di un paio d’anni, promessa di Sindaco.

11

Spese delle regioni per il personale - i dati 2007/2008

CARD SOLUTION S.r.l.

.

.

Card R-Fid Smart Card Sistemi Servizi Stampati

.

.

Card Solution srl - Strada Cascina Peralza, 8/10 - 20013 Magenta (MI) Tel. +39.0297950180 Fax +39.0297313878 E-mail: info@cardsolution.it Web: www.cardsolution.it


Notizie dal Comune

13

La “Festa del Vischio” in Sala Cattaneo per augurare Buon 2011

I

l rito di bruciare i ramoscelli secchi di vischio dell’anno precedente in religioso silenzio per poi sostituirli con dei nuovi, in Val d’Aosta è una tradizione che si perde nella notte dei tempi. A Marcallo con Casone, per merito dell’Associazione Terra Insubre e del Comune, adesso si celebra anche al Parco Ghiotti. Così, con la volontà di riscoprire una pianta sinonimo di buoni auspici, anche se dai nostri boschi è sparita da cento anni, il 19 dicembre, la “Festa del Vischio” è stata la grande protagonista all’interno della Sala Cattaneo, per via della rigida temperatura esterna,. Per un giorno la parola d’ordine è stata: recuperare il mito di un cerimoniale antico che cade nel Solstizio d’Inverno. Iniziata di primo mattino con l’apertura ufficiale, la festa è poi continuata con la conferenza approfondita della relatrice Francesca Zanzottera su gli aspetti medicamentosi del vischio. La pausa pranzo ha regalato agli intervenuti i sapori di un menù celtico, simboleggiato dal piatto centrale di zuppa d’orzo e farro con cinghiale. Ai fornelli, il titolare della “Fattoria la Cirenaica” ha cucinato con cura attingendo dai

prodotti del Parco del Ticino e il “druido” Ferdinando Rodella, ha disposto la perfetta organizzazione. Con il corollario di una serie di mercatini celtici, e una bancarella al centro che proponeva ramoscelli color verde scuro con bacche bianche, il pomeriggio è scivolato via tra il concerto di musiche irlandesi del complesso FBA e i gustosi aperitivi di sidro e idromele. La chiusura è giunta al calar del sole (per modo di dire), con la distribuzione dei tanti ramoscelli dalle usanze magiche, per regalare un benaugurate 2011.

L'angolo della cucina Comune goloso consiglia...

Questo mese Vi proponiamo un primo piatto tipicamente invernale dal gusto e profumo molto deciso. Il risotto gorgonzola e pere è un piatto raffinato e adatto ad essere servito anche in occasioni speciali. Il sapore deciso del gorgonzola e il dolce sapore della pera donano a questo piatto una sensazione unica al palato.

Risotto gorgonzola e pere Tempo: 30 minuti Ingredienti per 4 persone:

• 300 g riso • 50 g burro • 100 g gorgonzola piccante • 40 g parmigiano reggiano • 2 pere • 1 l brodo • 1 scalogno • q.b. vino bianco Preparazione: Tritate finemente lo scalogno e fatelo appassire in un tegame con 30 gr di burro. Aggiungete il riso e tostatelo per qualche minuto sfumandolo con il vino bianco. Irrorate il riso con il brodo e portatelo a cottura. Nel frattempo frullate una delle pere e tagliate a pezzettini il gorgonzola e la restante pera. Cinque minuti prima della fine della cottura del riso, aggiungete il gorgonzola, la pera frullata e quella a pezzetti e mescolate bene per amalgamare gli ingredienti. Spegnete il fuoco, aggiungete il parmigiano grattugiato e mantecate con il burro rimasto. Consiglio: se desiderate un sapore più delicato, potete sostituire il gorgonzola piccante con quello dolce, ed aggiungere alla preparazione 2 cucchiai di mascarpone. Se invece lo preferite un po’ croccante potete guarnirlo con le noci tritate grossolanamente. Desirè Pivesso

Protezione Civile e Angeli della Strada in “riunione” d’auguri er una volta hanno lasciato nell’arP madio le loro divise fosforescenti, per ricevere gli auguri dell’Amministrazione. Volontari, angeli custodi del paese, hanno alzato i bicchieri assieme agli amministratori. La Protezione Civile, un nucleo di 13 iscritti e gli Angeli del­­la Strada, un grup­po di 10 affiliati, congiuntamente, sabato 18 dicembre sono stati invitati dall’Amministrazione in Sala Giunta come riconoscimento del lavoro svolto. A tutti è stato consegnato un presente oltre ai più doverosi auspici di un buon 2011.


14

Tradizioni Locali

Il Corpo Musicale San Marco compie 90 anni, ma non li dimostra Una delle più amate associazioni cittadine, il Corpo Musicale San Marco, compie 90 anni. L’occasione impone di proporre la sua storia che pubblichiamo a puntate. QUINTA PUNTATA

1990-2000

Gli anni ’90 sono il periodo in cui il nome di Marcallo con Casone viene portato a suon di musica in giro non solo per l’Italia, ma anche per l’Europa. Memorabile il gemellaggio culturale del ’92 con la popolazione di Riedau (Austria) e la loro visita di ricambio nell’anno successivo. Altrettanto belle e significative sono state le partecipazioni ai raduni bandistici nazionali tenutisi a Roma, al cospetto del Santo Padre (settembre ’94) e a Venezia (settembre ’95). La partecipazione poi nell’agosto ’96 al festival internazionale delle bande a Szekesfehervar (Ungheria) ha consacrato il complesso bandistico marcallese tra i migliori nella zona del magentino - abbiatense. Nell’estate ’99 il nostro paese è stato poi

lieto di ospitare la banda ungherese. In tale occasione il contatto coi ragazzi magiari non ha fatto altro che alimentare nei nostri giovani la voglia di confrontarsi con altre culture, anche a livello musicale. E’ stata una grossa opportunità per loro poter confrontare il bagaglio musicale italiano con quello ungherese piuttosto che austriaco. I modi di fare musica infatti possono essere innumerevoli, ma ciò che li rende simili è non solo la voglia di riconoscersi in un passato comune per tradizioni ma anche quella di stare insieme per trasmettere nel miglior modo possibile sensazioni, sentimenti, messaggi, parole. E’ così che la musica diviene meta - linguaggio, ovvero va al di là del linguaggio, perché riesce a fare delle note parole comprensibili a tutti, italiani e non. Segue sul prossimo numero

Le poesie di Carlo Furbelli L’autore dialettale, nostro concittadino Carlo Furbelli, noto come il "Rigiò dal Cason", propone per questo mese una rima sul tema stagionale di gennaio.

Genàr Sa sinta la nòcc da sura di técc, sa sintan i gatt e tücc i só vèrs, a guardi la lüna che cunt al só frécc la brascia sü i cà che pàran divers e i piant püsé vòlt cunt i bròcch ignarchent al par che vöran par un mument tucà la stèla püsé luntan che la brila inscì parlé, un pó föra man. Una nòcc che la sà fìn tròpp da frécc ch’al rèsta in dal cör, in di òss, in di öcc. L’é un més da genàr un pó brüsch, un pó ‘mar, ...anmó un quai dì, pö al farà püsé ciar

L’angolo della Teresina La vusetta dal Lunari L’è bella la vusetta dal Lunari La parla di robb urmai pasà Lè cumè sfuià un abbecedari pien da raccunt urmai scurdà La cunta i tradision curius di nost paes al par da vegh in man un calendari cunt i pruverbi in fira mes par mes: Genar al fa al punt Febrar la rump Marz fioe dalla baltrocca April sa pisocca Magg ros e amur , gà fiuris ogni fiur Giugn par al furment lè segadur Lui la terra la bui Agost giò al so le un bosc Setembar l’uga lè most Utobar sa ingrassan i occ Nuvembar l’està da Sant Martin Dicembar le al mes cà nas al Bambin! A sintì la vusetta dal lunari a rivedum i nonni cui barbis e i donn a dì al Rusari e trasfurmà la stala in Paradis e la vus di Cantastori cuntà stori d’amur da ogni paes da Sant, da gent nassù nel circundari e da pruerbi in firma mes par mes Genar al fa al punt, Febrar la rump… BUON ANNO a tutti !!!!!!


Personaggio del mese

15

Al Cardiologo Alessandro Lualdi il “Best Challenging Case Award”

L

a Cardiologia in Italia funziona in modo diverso tra sud e nord, ma, funziona. Qui da noi procede più spedita forse perché esi­ste un sistema più intelligente e sottocontrollo dove ha messo giustamente in coerenza il privato convenzionato e il pubblico. Il paziente può sce­gliere dove andare e dove esiste la prestazione migliore. Nella cardiologia siamo sicuramente ai vertici mondiali. I cardiologi italiani so­­no ben riconosciuti. Sono stimati e rispettati, raccolgono onorificenze. Vengono chiamati a parlare nei convegni. Il Presidente della Società Europea di Cardiologia è un italiano. “E’ un riconoscimento che bisogna dare a chi opera nel settore. Nella nostra zo­na sono tanti. Possiamo dire che la cardiologia si espande con tecniche meno invasive - spiega il cardiologo Pro­fessor Alessandro Lualdi - Sempre meno toraci aperti, il cardiologo ha so­stituito nei bypass il cardiochirurgo due volte su tre. Sta sostituendo il cardiochirurgo nei pazienti più complessi, anziani, nella chirurgia più rischiosa e difficile che è quella della valvola aortica”. Questi sono successi indiscussi di me­­rito della cardiologia e tra i tanti buoni risultati, il Professor Alessandro Lualdi ha portato un rilevante contributo.

La tecnologia del Professor Alessandro Lualdi Il nostro concittadino, ha ideato la Bent-Wire (questo è il nome tecnico che significa “filo piegato”). È una solu­zione per posizionare correttamente lo “stent”, nelle lesioni ostiali che si tro­vano all’imbocco della coronaria e nelle ostruzioni poste alle biforcazioni delle arterie. In parole povere, si tratta di posizionare in modo preciso lo “stent” che sono delle impalcature che tengono aperte le arterie. “Esistono si­tuazioni dove è difficile posizionare in modo preciso lo “stent”

- spiega - La mia idea è stata di prendere dei fili guida, usarne uno in più, dopo averlo piegato, posizionarlo di fianco e utilizzarlo come traccia per muoversi. Con questa tecnica, riusciamo essere più precisi ed efficaci, l’errore è di 2 millimetri contro i 5/6 di altre tecniche. Aiutarsi con questo filo per fare un per­ corso non lo aveva mai descritto nessuno”.

Il riconoscimento Per questo, nel corso del Congresso Mondiale di Emodinamica di Washington, di fine settembre al Proff. Lualdi è stato consegnato il “Best Challenging Case Award” riconoscimento, per “la miglior tecnica nei casi difficili”. “La te­ cnica operatoria, nella sua applicazio­ ne, è abbastanza facile. Sapevo che era molto piaciuta. - dice Però, il pre­­­­mio è stato inaspettato. Così, mi han­­no chiamato immediatamente in A­merica dedicandomi uno spazio nel Congresso. Al termine della mia presentazione si è alzato il Presidente e in modo professionale e con minima cerimonia, mi ha consegnato l’attestato.

Avevano dedicato quel giorno alle te­ cni­che operatorie, ma, sentirmi dire que­sta e la migliore che abbiamo visto…”. Al cardiologo Proff. Lualdi… si è allargato il cuore. I casi dove si potrebbe impiegare con profitto questa tecnica sono circa 5 mila con una percentuale del 5% degli interventi globali di “stent”. Il Proff. Lualdi cardiologo iniziò la sua carriera come medico di base, ma a lui piaceva il cuore, così si iscrisse alla scuola di specializzazione. Con i due impegni, l’inizio apparve pesante, poi con il CNR e la borsa di studio, la strada si è decisa da sola. “Mi e spiaciuto lasciare la medicina di base, però con i marcallesi il contatto esiste sempre. Al venerdì sanno che mi trovano. Spesso mi chiamano anche per un parere che mi riempie di soddisfazione”. Ad Alessandro Lualdi, Responsabile dell’Unità Operativa di Cardiologia Invasiva del Centro Cardiologico Mon­­zino e Professore della Facolta di Me­­dicina dell’Università degli Studi di Milano, i complimenti da parte dell’Amministrazione comunale e della Redazione.


16

Associazioni

La folgorazione a cura di InterSos

C

on il termine folgorazione si indica l'esposizione dell'organismo a fonti di energia elettrica ad alto voltaggio.

Il danno all'organismo dipende da alcuni fattori: • intensità e tipo di corrente; • tempo di contatto: • percorso della corrente all'interno del cor­­­­po umano; • massa corporea ed età; • sesso (le donne sono generalmente più sensibili degli uomini). In base alle caratteristiche appena de­scritte, la folgorazione può essere causa di: • ustioni - di varia entità, visibili in particolar modo nel punto d'entrata e, se pre­sente, nel punto di uscita della cor-

rente; • problemi all'apparato muscolare - la per­sona non riesce più a togliere la mano dal filo (contrattura). In que­sto ca­so anche le correnti di bassa intensità possono essere pericolose; • disturbi del sistema nervoso centrale • convulsioni, coma e ar­­resto respiratorio; • alterazioni del ritmo cardiaco - tachicardia e fibrillazione ventricolare che possono portare alla morte. TRATTAMENTO: ASSICURARSI DELLA SICUREZZA DEL­LA SCENA PRIMA DI AV­ VICINAR­SI AL PAZIENTE! In caso vi siano cavi liberi e aperti, a­spettare l'intervento dei vigili del fuoco.

Un “Auto Amica” per servizi di assistenza

iciassette aziende, quasi tutte di D Mar­callo con Casone, hanno aderito al progetto comunale "Auto Amica" consentendo in questo modo alla so­ cietà Mobility AD arl di raggiungere le ade­sioni necessarie alla fornitura al Co­mune di Marcallo con Casone, di un veicolo per i servizi di assistenza. Dopo l'inaugurazione del giorno 19 dicembre in occasione del Pranzo Anziani, la Fiat Doblò a metano sarà utilizzata soprattutto per il trasporto dei pasti a domicilio e come mezzo di trasporto per anziani tra Casone e Marcallo, servizi, entrambi gestiti e svolti dai volontari della Croce Azzurra Ticinia onlus. "E’ un bell' esempio di collaborazione tra pubblico e privato - dice l’Assessore Roberto Va­­­lenti - dove le aziende dimostrano concretamente una vicinanza alle problematiche del sociale". Un sentito rin-

C.S.E. Mobili

La società fondata dai due soci Giuseppe Cre­spi e Sergio Strada nel 1996, produce mobili d’ar­ redamento in via Edison 86 (zona industriale) a Marcallo con Casone.

graziamento quindi a tutte le Aziende anche a nome di tutta la cittadinanza, per aver contribuito, con senso civico e solidarietà, alla realizzazione di un'iniziativa che favorirà le persone meno fortunate della nostra comunità, senza aggravare i costi a carico della collettività di Marcallo con Casone a fronte di una necessità sempre in aumento. Per riconoscenza verso le società che hanno aderito al progetto, a partire da questo mese dedicheremo, a rotazione uno spazio sulla “Gazza” con il profilo delle diciassette imprese.

NON TOCCARE MAI DIRETTAMENTE LA PERSONA FOLGORATA, ANCHE IL SOCCORRITORE RISCHIA DI RIMANERE COLPITO! • Prima di agire togliere la corrente; • verificare la presenza del respiro e del battito cardiaco del paziente; • AVVISARE IMMEDIATAMENTE IL 118.

Assicurazioni Milano

L’agenzia di media dimensione, si affaccia su via Ro­ma al 55 a Marcallo, ma un’altra rap­pre­sentanza è aperta anche a Magenta in via Roma 146. Nata nel 1979, il titolare Luigi Calcaterra ini­ziò con due agenzie: Marcallo e Abbiategrasso. Suc­cessivamente ne aprì una terza a Magenta, ma nel 1993 si dedicò solo a Magenta e Marcallo. Il fondatore ades­so è aiutato anche dai due figli, un paio di impiegate e altrettanti collaboratori esterni. L’agenzia specializzata nelle polizze personali, si concentra in particolare sul ramo infortuni e vita.

appena la­ Abbiamo scia­to alle spalle i La classe 1950 festeggia il sessantesimo nostri 60 e siamo felici per a­verli festeggiati in­­ con un poker gastronomico sie­me per ben quattro volte: Pasturago, Parma, Valle Calanca ed in­fine dal no­stro amico e compa­gno don Franco, in chiu­sura dell’anno 20­10. Però, di sicuro non finisce qui. Inizia il 2011 e noi continueremo a ritrovarci, per sta­­re sempre in buona compagnia e armonia. Ringraziamo l’Amministrazione che ci ha dato la possibilità attraverso la “Gazzetta” di rinnova­ re reciprocamente i no­ stri saluti e auguri di buon proseguimento.


Evento Sportivo

Un’Epifania a suon di goal promossa dall’US Marcallese

A

nche quest'anno, la Befana è atterrata a Marcallo Casone por­tando con sé una calza ricca di goal. Come da consolidata tradizione, la palestra comunale, nella prima settimana di gennaio, ha abbandonato i suoi abiti tradizionali per trasformarsi in un inconsueto campo di calcio a 5. Da domenica 2 gennaio a diovedì 6 gennaio si è infatti svolta la XIV Edizione del Torneo dell'Epifania Memorial Gabriele Garavaglia. Più di duecento atleti coinvolti in tre ca­tegorie diverse (Piccoli Amici 2003, Pulcini 2002 e Pulcini 2001), oltre sessanta ga­re disputate e più di dieci società cal­cistiche della zona presenti, hanno dato vita a un entusiasmante tor­­neo. Ogni singola gara, composta da due mini-tempi di dieci minuti ciascuno, con l'inno dei mondiali sudafricani 2010, il ballatissimo “Waka waka” di Sha­­kira, a segnalare l'inizio dell'ultimo minuto, ha regalato emozioni agli spettatori presenti sempre numerosi sugli spalti. Tantissimi goal, tante parate, pali e traverse a volontà, giocate degne dei palcoscenici delle serie A, si sono susseguite continuamente sul­ l'inedito terreno di gioco. A impreziosire ulteriormente l'avveni­mento, nel­la giornata conclusiva de­l'E­pi­fania, è arrivato anche lo spettacolo della “squadra speciale” dell'U.S. Marcallese, ovvero le atlete del gruppo Twirling, esibitesi nel pomeriggio. Inevitabili, di fronte alla bravura delle ragazze, gli scroscianti applausi che hanno saputo suscitare. Una festa di calcio e non solo, una festa di sport, di sano sport. Quando si vedono bambini da 6 a 10 anni sfidarsi così intensamente, ma soprattutto uscire dal campo sempre con il sorriso, andando ad accogliere pieni di gioia l'abbraccio dei genitori sulle tribune, qualunque sia stato il risultato, ci ricorda il vero spirito che deve animare il calcio. Come diceva Pierre de Coubertin (l'inventore delle olimpiadi moderne), l'importante non è vincere, ma partecipare, e questi giovani calciatori ne sono il più genuino esempio. La società U.S. Marcallese desidera ringraziare tutti i genitori e lo staff che hanno aiutato alla realizzazione del­l'evento, oltre all'Associzione Rione San­t'Alessandro, anche quest'anno part­ner ufficiale del torneo, e l'Amministrazione Comunale S.T. per la collaborazione fornita.

Capodanno arancio-nero

a società U.S. Marcallese ha orL ganizzato per la serata dell'ultimo del­l'anno una grande festa in palestra. Gonfiabili per i bambini, musica per grandi e piccini, oltre al tradizionale ce­none, hanno trasformato la sera del 31 dicembre la palestra in una grande circus dove la famiglia arancio-nera ha festeggiato l'avvento del nuovo anno.

S.T.

17


18

RSA San Marco e gemellaggio Un mese di festa Il Comitato per il Natale alla RSA San Marco per i Gemellaggi

propone ai ragazzi di seconda e terza media un corso gratuito di danza irlandese

I

l 31 dicembre 2010 si è conclusa l'onorata attività prestata al ser­ vizio della scuola del Dirigente Sco­la­sti­co Flavio Pellegrin. Il Co­ mitato per i Gemellaggi e­­sprime un saluto gra­to e af­fet­tuo­so e gli au­gura una serena quiescenza ricca d’e­sperienze ed emozioni intense e gratificanti. Al fine di approfondire la co­no­ scenza della tradizione popolare ir­landese e di intensificare i va­lo­ri d’interscambio culturale con Ma­ croom, il Comitato per i Ge­mel­ laggi organizza per gli stu­denti delle classi seconde e terze della scuola media “E. De Amicis” di Marcallo con Casone un corso gra­­­ tuito di avvicinamento alla dan­­­za irlandese. Per iniziare ot­­­to lezioni di un’ora, ogni ve­ner­dì pomeriggio, in orario da concordare, a partire dal mese di febbraio.

A

vvenimenti, festeggiamenti, even­ti, brin­­disi, si sono susseguiti in maniera in­calzante nel mese di dicembre nella nostra R.S.A. “San Marco”. Sin dai pri­mi giorni del mese l’animazione era in gran fermento per i preparativi della gran­de festa e i nostri anziani hanno lavorato assiduamente e instancabilmente per preparare gli addobbi natalizi posizionati nelle camere personali, den­tro e fuori dalla struttura, manufatti utilizzati poi come regali per i propri parenti, centri tavola realizzati con pagnotte messi in bel­la mostra sui tavoli durante il ricco e succulento pranzo di Natale preparato e curato nei dettagli dal­le nostre cuoche e dal servizio cucina interno al­la casa di riposo. Il grande impegno dei nostri anziani è sta­to ripagato dai complimenti e apprezzamenti ricevuti dai visitatori e dai parenti e da tutti i gruppi che si sono susseguiti all’interno dell’R.S.A portando oltre agli auguri, doni, dolci e allegria. I bambini in età scolare di Mar­cal­lo con Casone accompagnati dalle ca­techiste hanno fatto particolarmente emozionare i nostri anziani con canti e poesie natalizie. Il gruppo “A Deus” di Adele Ferrari e il Mae­stro Lisca Giuseppe con la soprano Lorela hanno allietato con la loro me­lodica voce e impareggiabile bravura due pomeriggi dei nostri anziani. Gli “Amici dell’R.S.A. San Marco” hanno consegnato personalmente ad uno a uno

doni natalizi e dolci. La fragorosa fanfara dei Bersaglieri, oltre a tanti dolci e allegria, ha portato anche tanti ricordi. Molti dei nostri anziani hanno poi raccontato pezzi della loro storia legati ai Bersaglieri sottolineando l’immensa gioia provata nel rivederli e riascoltarli proprio a “casa loro”, in particolare la nostra cara Nedina ha raccontato che da ragazza aspettava il padre Bersagliere sfilare per le vie della città e osserva­va altre ragazze sue coeta­ nee che sfilavano le piu­­me dai cappelli dei Ber­saglieri e rifletteva sul fatto che lei non ave­va bisogno di far ciò perché quel cappello lo vedeva sempre appoggiato all’ingresso di casa: ricordi che ancora fanno emozionare. In questo periodo di feste non è mancata, però, l’impronta religiosa con la nostra cara Suor Elisa che quotidianamente ha recitato il Rosario e il parroco Don Riccardo che ha portato personalmente gli au­guri agli anziani. Questi ed altri ancora sono stati gli av­ venimenti di un dicembre ricco di emozioni, gioie e novità e un sentito e sincero ringraziamento vuole partire dalla nostra casa di riposo e arrivare a tutte le persone, e sono veramente tante, che hanno contribuito a portare queste emozioni nella nostra struttura e hanno donato tempo ed impegno ai nostri anziani.

L'animatrice Daniela Gombri e la psicologa Maria Rosa Parini


La nostra storia

19

San Carlo e la chiesetta di Barco

I

di Giordano Oldani - Storico

l 3 novembre del 1584 muore San Carlo in odore di santità. Suo successore venne eletto il Cardinale Federico Borromeo, cugino di San Carlo, a capo della Diocesi Ambrosiana, il quale si prodigò alla beatificazione e alla santità di questo grande uomo. La chiesetta di Barco, sicuramente venne visitata da San Carlo nelle sue visite pastorali nella bassa milanese. La trovò diroccata, un rudere e la Curia di Milano consigliò la parrocchia di Ossona di abbatterla oppure di restaurarla. La chiesetta non venne abbattuta, ma nel 1700, sotto il Cardinale Federico Bor­romeo ven­ne restaurata e sull’affresco centrale, assieme all’effige della Madonna e dell’Arcangelo San Michele, venne aggiunto anche San Carlo.

IL VESCOVO PAOLO CASTIGLIONI E LA CHIESETTA DI BARCO La maggior parte di questo borgo apparteneva ai nobili Valentini, i quali avevano a loro servizio un sacerdote, don Luigi che officiava nella piccola chiesetta e insegnava catechismo ai giovani. Era l’u­nica persona religiosa che insegnava il Vangelo a quei poveri contadini. Alla sua morte venne sepolto al centro della chiesetta di Barco ove ancora oggi le sue ossa riposano in una piccola cassetta di legno accanto alla bara con le spoglie del Ve­scovo Paolo Castiglio­ ni. Paolo Castiglioni nacque in questo bor­­go il 18 aprile 1874 da una famiglia di contadini e fu battezzato nella parrocchia

di Ossona. All’età di 8 an­­ni la sua fa­ miglia fu co­stretta a la­­sciare il borgo per trasferirsi a Magenta. A Magenta il parroco don Tragella (che edificò la bellissima chiesa di Santa Crescienza con tanti sacrifici), notò che questo ragazzo sapeva già leggere e scrivere e aveva nozioni superiori alla media imparate dal prete don Luigi a Barco e propenso alla vocazione sacerdotale. Don Tragella nel

1886 lo mandò in seminario a Vigevano. In quel luogo, iniziò gli studi ginnasiali e incominciò la sua vita ecclesiastica. Ordinato sacerdote il 18 novembre 1897, fu mandato a Roma in Vaticano all’Univer­sità Gregoriana, prima come al­lievo, poi come insegnante di Teologia e Filosofia. Nel 1924 l’Arcivescovo Il defonso Shuster lo richiamò in Diocesi e lo nominò canonico della basilica di Sant Ambrogio. Nel 1934, lo designò Presidente del Tribunale Ecclesiastico. Il 7 febbraio 1937, l’Arcivescovo, in Duomo, lo ordinò Vescovo titolare di Famagosta e Ausiliare della Diocesi Ambrosiana. Dopo la nomina a Vescovo partì per Roma, per incontrare Papa Ratti, Pio XI che conobbe come sacerdote e Rettore alla Biblioteca Ambrosiana. Il Papa era molto malato, ma volle ugualmente riceverlo.

Fine Seconda Puntata


20

I

Da mamma a mamma & Eventi

l latte materno cambia la sua com­ po­sizione durante il corso di un'unica pop­pata. Infatti il primo latte che esce è molto acquoso e di colore chiaro, serve per dissetare il tuo bimbo; il secondo latte, ricco di tutti gli elementi nutritivi di cui ha bisogno, lo sfama; mentre l’ultima parte, dalla consistenza più densa e di colore tendente a giallo è ricca di grassi e lo sazia fino in fondo. Proprio per questa ragione la poppata deve durare il tempo necessario al tuo bimbo di arrivare al latte più ricco; lascia che sia lui a staccarsi dal seno, non dargli tempi prestabiliti. La nostra è un’associazione di volontariato, chiamaci per risolvere dubbi, avere consigli, ma anche solo per condividere con noi la tua esperienza, semplicemente... "da mamma a mamma". Contattaci telefonicamente dal lunedì al sabato ai seguenti orari e numeri di telefono: dalle 10.00 alle 12.00 al 3208936665; dalle 14.00 alle 16.00 al 3334627401, via mail all’indirizzo info@damammaamamma.org; visita il nostro sito www.damammaamamma.org, oppure vieni a trovarci

LO SAPEVI CHE…?

nel nostro punto d’incontro presso la Palazzina delle Associazioni in via Roma 19 a Marcallo mercoledì 12 e 26 gennaio e mercoledì 9 e 23 febbraio.

(Il calendario degli incontri è consultabile sul nostro sito nelle news). Le mamme dell’associazione

I falò di Sant'Antonio bruciano il freddo e la neve dell’inverno elle manifestazioni popolari di Marcallo con Casone vige la N regola del due. Doppia la festa patronale, anche il carnevaCalendario gare sportive c/o palestra scuole secondarie le offre una duplice celebrazione. Poteva mancare il tradizionadi via Al Donatore di Sangue

DOMENICA 9 GENNAIO VENERDI' 14 GENNAIO DOMENICA 16 GENNAIO GIOVEDI' 20 GENNAIO GIOVEDI' 27 GENNAIO Venerdi' 28 gennaio Giovedi' 10 febbraio VENERDI' 11 febbraio GIOVEDI' 24 febbraio VENERDI' 4 marzo

ore 11

Partita: A.S.D. PALLAVOLO MARCALLO - UNDER 16/blu VS VANZAGO

ore 21

Partita: A.S.D. PALLAVOLO MARCALLO - Seconda Divisione VS FIPAV LEGNANO

ore 11

Partita: A.S.D. PALLAVOLO MARCALLO - UNDER 16/blu VS ABBIATEGRASSO

ore 21

Partita: A.S.D. BASKET PLAYERS MARCALLO/S.STEFANO VS ASD BASKET PALYERS PARABIAGO

ore 21

Partita: ASD BASKET PLAYERS MARCALLO/S.STEFANO VS ASD BASKET PALYERS PARABIAGO

ore 21

Partita: A.S.D. PALLAVOLO MARCALLO Seconda Divisione VS FIPAV INVERUNO

ore 21

Partita: A.S.D. BASKET PLAYERS MARCALLO/S.STEFANO VS ASD BASKET PALYERS LO SCALPELLINO CASTANO

ore 21

Partita: A.S.D. PALLAVOLO MARCALLO - Seconda Divisione VS FIPAV TRENNO

ore 21

Partita: A.S.D. BASKET PLAYERS MARCALLO/S.STEFANO VS ASD BASKET PALYERS S.T. PASTORINO BAREGGIO

ore 21

Partita: A.S.D. PALLAVOLO MARCALLO - Seconda Divisione VS FIPAV CUGGIONO

le Falò di Sant'Antonio? Impossibile. Così, ancora una volta, il 17 gennaio “al Fulò dal Cason”, promosso dall’Associazione La Fenice, fa eco “al Falò da Marcal” sostenuto dal Comune e dalla Protezione Civile. Due grandi falò, uniti nel rito propiziatorio al centro della stagione più fredda, è il richiamo per la gioia di tanti bimbi dai pomelli rossi, prima per il freddo e poi per il calore delle fiamme. Fumo acre, aria irrespirabile, torreggianti cataste con bancali di legno in disuso, tronchi d’albero, arbusti secchi, paglia, il co­ pione che si ripete da anni, per la seconda volta a Marcallo pro­ pone anche la variante della benedizione degli animali. Se a Casone le fiamme ardono all'oratorio, a Marcallo, dopo la benedizione degli animali delle 20,15 (sotto la tensostruttura), il falò brucia al Parco Ghiotti sulla via Pace incoronato dai gazebo delle associazioni dispensatrici di panettone. Un detto dice: se la catasta dei tizzoni ardenti cade a sud, avremo un buon raccolto. La risposta? La sera del 17 gennaio.

EVENTI mese di Gennaio - Febbraio LUNEDI' 17 GENNAIO

FALO' DI SANT'ANTONIO e benedizioni animali

ore 20.30

Parco Ghiotti

DOMENICA 30 Gennaio

TEATRO RAGAZZI

ore 16.00

Sala Cattaneo

Giovedi' 3 febbraio

Pranzo di San Biagio a base di stufato d'asina col Centro Pensionati Marcallo

ore 12.30

Sala Cattaneo

SABATO 12 FEBBRAIO

Cena di San Valentino con "Le Sciure dei Fiori"

ore 19.30

Sala Cattaneo

VENERDI' 18 FEBBRAIO

Teatro per adulti

ore 21

Sala Cattaneo


Comune e Scuola

21

Il “Preside” Flavio Pellegrin va in pensione

I

l 20 dicembre all’Auditorio della scuola media si è concluso un ciclo. Per molti un doveroso riconoscimento, per tanti un bagno di nostalgia attraverso una corsa nel mondo dei ricordi. Chi non lo ha conosciuto? Dialettica coinvolgete, persona cortese sempre pronta a dare tono alle iniziative che portavano la sua scuola a primeggiare. Flavio Pellegrin, balzò da protagonista dentro alla storia di Marcallo con Casone nel lontano scenario del 1981. Da allora ha scandito le stagioni del “primo sapere” di metà popolo marcalcasonese. Prendendo per mano le leve venute al mondo nei primi anni “settanta”, la­scia dopo 30 an­ni la scuola dei loro figli nati nel terzo millennio. Dunque, dai genitori ai figli, per sei lustri ha gestito il “tempio dell’istruzione” scrivendo una pagina importante del paese. E dal primo gennaio si godrà la meritata pensione. L’appuntamento di congedo dalle Amministrazioni e dai genitori era per l’ultimo lunedì prima delle vacanze natalizie della scuola. Nel grande salone, seduto in prima fila, ha ascoltato le parole di stima dei tre Sindaci della scuola Comprensiva: il nostro Massimo Oli­vares, Riccardo Molla per Mesero, Curzio Trezzani per Boffalora. Ha riso, per la gustosa sceneggiata dialettale preparata dalle interpreti della compagnia teatrale locale: Mafalda e Ilva. Si è emozionato per la targa di stima da parte dei Comuni di Marcallo con Casone, Mesero, Boffalora che recitava: “Le Amministrazioni Comunali sentitamente ringraziano”. Flavio Pellegrin, milanese di nascita, doppia laurea in Lettere e in Giurisprudenza, le prime esperienze lavorative fu­rono

come Pubblico Ministero a Rho, Legnano e Milano e poi come correttore di bozze, alla Gazzetta dello Sport. Lavorò con l’allora direttore Gino Palumbo e gomito a gomito con Gianni Brera e Bruno Raschi, penne storiche del giornalismo sportivo. “Anni bellissimi - dice con una punta di nostalgia farciti anche da divertenti aneddoti - L’esperienza giornalistica mi è servita a scuola per andare subito al concreto. Quella nei tribunali per capire gli atti che veramente contano in un processo”. Sposato con un’ossonese, dal 1977 all’80 insegnò a Vittuone. Arrivò a Marcallo con Casone nel 1981 come “Preside” e fu subito amore. Ma, tanti anche i pro­blemi, uno su tutti la chiusura della scuola di Casone. “Fu una ferita da parte mia, però con 22 ragazzini dalla prima alla quinta era impossibile tenere aperta una scuola avendone un’altra a poco più di 1 chilometro. Alle Amministrazioni, ciò che ho chiesto mi hanno sempre dato. Grazie per questi 30 anni passati qui con voi”. La risposta degli am­ministratori non si è fatta attendere: “Ho sempre trovato con il “Preside” un punto d’accordo in tutti i progetti che abbiamo portato avanti - Ha ricordato il Sindaco Massimo Olivares, Assessore all’Istruzione anche nella passata legislatura - In campo nazionale si dice che la scuola e le Amministrazioni pubbli­che non vanno mol­to in armonia, invece nel nostro piccolo abbiamo la­ vorato e ricevuto tanto dalla scuola. Per questo ringrazio il dott. Pellegrin

per gli anni di stret­ta intesa. La nostra è una scuola di qualità. Ne ho avuto conferma il giorno di consegna delle borse di studio. Gli eccellenti voti ottenuti dai nostri ragazzi nelle scuole superiori sono la con­seguenza di un’ottima base, gra­zie al Dirigente scolastico e a tutto il corpo docente”. Una preparazione esemplare riconosciuta anche dalle prove “Invalsi” (Istituto Nazionale per la Valutazione del Sistema Educativo d’Istruzione e di For­mazione) e dal bas­so numero di boc­ciature dei nostri ra­gazzi al primo anno delle superiori. Nelle prove “Invalsi” si riscontra una va­lutazione migliore ai valori nazionali del 10%. Mentre, i ragazzi marcalcasonesi bocciati o rimandati in prima superiore si attestano al 10% contro il 18% della media italiana e il 22% della Lombardia. Ma, le eccellenze non si fermano qui. Nel 2000, l’Istituto si è ingrandito in “Istituto Comprensivo Edmondo De Ami­cis” con le Scuole Medie dei tre Comuni Marcallo con Ca­sone, Mesero e Boffalora (935 alunni in 6 scuole). Poi, le iniziative hanno spaziato dai ge­mellaggi con Macroom (Irlanda) e Goundi (T Chad), alla certificazione di qualità ISO 9001, fino ad essere sede del Centro Certificazione lingua inglese Trinità College di Londra. In primo piano anche le iniziative culturali concretizzate negli anni, con i laboratori musicali e di mosaico, il cor­so di autodifesa per le ragazze e la realizzazione di un calendario. “Spero che chi verrà dopo abbia altrettanta disponibilità e capacità - ha concluso il Sindaco”. Buona pensione dottor Flavio Pellegrin, si ricordi che Marcallo con Casone è il suo secondo paese.


22

Associazioni

Costante impegno da parte del Comune verso le Associazioni “Amici dei Mici” e “G3A” Per volontà dell’Amministrazione, da diciotto mesi la “Gazza” riserva uno spazio alle due associazioni animaliste più importanti del territorio: “Amici dei Mici” e “G3A”. Grazie al Comune che ha contribuito ad aiutare le due associazioni, nel 2010 diversi amici a quattro zampe hanno iniziato una nuova vita d’adozione. www.g3amagenta.altervista.org

A

GIOTTO CERCA CASA

nche Giotto è uno dei cani che si è mag­giormente imposto alla nostra attenzione e, soprattutto, al nostro affetto, non appena è entrato a far parte del­­la nostra “squadra”. Finora, infatti, non si può dire che sia stato baciato dal­la fortuna: purtroppo è stato trovato mentre vagabondava tutto solo, praticamente cieco. Gli accertamenti esegui­ti successivamente hanno rivelato che Giotto soffre di una malattia degenerativa degli occhi, per cui la sua vista si è già ridotta in modo considerevole anche se, attualmente, sta seguendo una terapia oftalmica con lo scopo di rallentarne la perdita. Ma non è solo questo che suscita gran­ de tenerezza in chi lo segue e lo accudisce: ciò che colpisce in modo particolare è la grande affettuosità che Giotto regala incondizionatamente a tutti quanti e la grande voglia di esplorare il mondo utilizzando gli altri sensi, che, così facendo, si sono notevolmente af­finati. L’udito e l’olfatto gli permettono di vivere praticamente come qual-

siasi altro cane, aiutando­lo nella scoperta dei nuo­ vi territori. Giotto passeggia molto volentieri al guinzaglio e ripone grande fiducia nel suo accompa­ gnatore, che ha il compito di guidarlo e protegger­lo dai pericoli. Giotto sfoggia un’e­­spressione buffa che mostra subito come il suo caratte­re sia improntato all’allegria. Il suo musino non lascia dubbi: è quello di un ca­gnolino curioso e gioioso in grado di donare amore, lealtà e dedizione. Il nostro beniamino, con grande destrezza, ha dovuto imparare ad ambientarsi nel canile senza l’aiuto della vista, superando la paura del nuovo posto in cui si trovava, circondato dagli odori e dalle voci degli altri cani. E’ veramente triste saperlo rinchiuso

S

in un box di freddo cemento invece di essere in una casa calda, un rifugio confortevole e tranquillo, circonda­ to da una famiglia che si prende cura di lui. Si­curamente, Giotto non avrebbe al­ cun problema ad abituarsi ad un nuovo ambiente, so­prattutto se aiutato dall’affetto di amici umani. La sua grande intelligenza e, diciamolo pure, il suo sesto senso, gli farebbero superare tutte le possibili dif­ficoltà e farebbero di lui, finalmente, un cane felice, che esprime al meglio le sue doti di miglior amico dell’uomo. Per maggiori informazioni contattate Enrica 338 4830787 e-mail g3amagenta@alice.it

Silvestrina cerca casa

ilvestrina è una micina di 6 mesi, sterilizzata, è stata trovata in una fabbrica a Marcallo... Purtroppo non abbiamo posto per lei e se non trovasse una famiglia o uno stallo dovremmo riportarla dove l'abbiamo presa e dove, oltre non essere certo un posto adatto a lei, in mezzo alle macchine e camion (vive sotto delle casse), non è certo ospite gradita e dove sicuramente non condurrebbe la vita che certo si merita. Silvestrina non è selvatica ma sicuramente un po' spaventata. E' giovane e ha tutto il tempo e sicuramente anche la voglia di trovare fiducia nelle persone, aiutateci ad aiutarla.

Paolo cerca casa

P

ASSO C IAZIONE

aolo è un micio maschio castrato 1 an­no, è un pochino timoroso al­l’inizio ma poi adora farsi fare mille grattini. E' abituato alla lettiera e alla presenza di altri mici, va d’accordo con tutti. Si tro­va in stallo a Soriano.

SEGNALAZIONI: 338•7342566

ASSO C IAZIONE

amicideimici@yahoo.it www.amicidei mici.it

adozioni 345•1290975


11 Impresa Cimiteriale

GOMASCHI Appaltatrice nel cimitero di Marcallo e di Casone

02 / 94 70 541

329 / 3238110 Pompe Funebri

GOMARASCHI Marcallo con Casone - Magenta Boffalora S/T - S. Stefano T. - Robecco S/N

02 - 97 29 84 75


20

MARCALLO CON CASONE

LE PERLE

CLASSE ENERGETICA B

Il complesso è soggetto alle nuove norme in materia di risparmio energetico legge 311/06

In complesso signorile proponiamo appartamenti di varie tipologie dal mono al quattro locali con giardino o terrazzo per soddisfare tutte le esigenze. Finiture di pregio. Possibilità di personalizzare gli interni. CAPITOLATO BIOEDILIZIA: utilizzo di materiali biodegradabili ISOLAMENTO CON CAPPOTTO IN SUGHERO PREDISPOSIZIONE IMPIANTO D’ALLARME VOLUMETRICO Parabola centralizzata per ricezione canali digitali/analogici satellitari IMPIANTO VIDEOCITOFONICO A COLORI IMPIANTO DI RISCALDAMENTO con pannelli radianti sotto pavimento PREDISPOSIZIONE IMPIANTO DI CONDIZIONAMENTO CASSAFORTE DIGITALE

MONOLOCALI

BILOCALI

95.000

119.000 165.000

DA EURO

DA EURO

2 locali con giardino euro 129.000

3 locali con terrazzo euro 165.000

TRILOCALI DA EURO

SONO DISPONIBILI ANCHE 4 LOCALI E ATTICI

IN COLLABORAZIONE CON

3 locali con giardino euro 185.000

Attico di 4 locali doppi servizi e terrazzo di 80 mq. euro 265.000

R

TEL. 029760442 AFFILIATO: STUDIO MARCALLO S.A.S.

VIA MANZONI, 8 - MARCALLO CON CASONE (MI) e-mail: mi2l3@tecnorete.it Iscr. Ruolo società MI 11334

TEL. 0297250247

AFFILIATO: NUOVO STUDIO ITALIA S.N.C.

P.ZZA ITALIA, 40 - MARCALLO CON CASONE (MI) e-mail: mihlc@tecnocasa.it Iscr. Ruolo società MI 13097


La Gazzetta di Marcallo con Casone - Gennaio 2011