Page 1

Por$olio Veronica  Lanza    

Veronica Lanza,  fotógrafa  y  documentalista  italiana,  ha  par9cipado  en  programas  por  y  para   el  Nacional  Geographic  y  la  Televisión  Pública  Italiana,  RAI  3.    Actualmente  radica  en  el  Perú   y   se   encuentra   trabajando   como   productora   y   directora   de   realizaciones   audiovisuales,   por   ul9mo   coordinadora   del   Broadcas9ng   del   Olympic   Channel   por   el   “Interna9onal   Olympic   CommiKee   -­‐   IOC   Session   –   Lima”,   la   dirección   y   producción   de   varios   documentales   para   Unicef  como  “Infancias  Diversas”  y  la  visita  de  Gian  Marco  a  los  damnificados  de  Piura,  el   documental   “Guerrero   de   las   Nubes”   sobre   Kuelap   y   los   primeros   teleféricos   del   Perú,   el   registro   fotográfico   de   la   Ceremonia   de   Abertura   de   los   Juegos   Olímpicos   de   Rio   2016,   el   registro   fotográfico   y   video   del   proyecto   eco   arquitectónico   Plan   Selva   del   Ministerio   de   Educación   (el   Plan   Selva   fue   escogido   por   representar   el   Pabilón   Perú,   ganando   el   2ndo   premio  como  mejor  Pabilón  Nacional  en  la  Bienal  de  Arquitectura  de  Venecia  2016  ),  varios   documentales  con  el  ar9sta  Gian  Marco  por  sus  shows  y  giras,  el  registro  fotográfico  y  de   imágenes  en  video  y  con  la  ar9sta  Susana  Baca  en  la  documentación  de  las  grabaciones  de   sus  discos  y  conciertos  internacionales,  el  ul9mo  en  Nigeria.  

veronica.lanza@gmail.com     +51  987  779  732  


GRANDES EVENTOS   RIO  2016   OLYMPIC  GAMES  


PUBLICIDAD  


Adidas  


NATIONAL   GEOGRAPHIC    


September 2014                        

 

Photo and Video MakingOf   “Teatro  del  Mas  Alla”       Chavin  de  Huantar  –  Peru     Cinematographic  Documentary       Wanda  Films  Produc9on     Canal  Na9onal  Geographic    


HUMANITARIO Â


Unicef  


GIAN MARCO     LIVE  SHOW  


Gian Marco  


Concéntrese en  la  estrella  de  la  foto  

Eliminación del  fondo  le  permite  quitar  el  fondo   rápida  y  fácilmente  para  aislar  los  elementos  de  la   imagen.  


ArCstas  


DOCUMENTAL    


2016 Photographic  &  Film  DirecCon  of  “Plan  Selva”  –  Ministry  of  Educa9on’s  building  project  of   83  eco  sustainable  schools  in  the  most  remote  area  of  Peruvian  Amazon.  Presented  in  the  Peru   Pavilion  at  the  forthcoming  15th  Interna9onal  Architecture  Exhibi9on  of  Venice  Biennale  2016:   “Repor9ng  From  the  Front  “  


STILL LIFE  


PHOTOGRAPHIC   EXHIBITIONS    


June 2016 – Cosmos 22° en el Foto Monumental, Callao Monumental, Lima


December 2015  –  Casa  de  la  Iden9dad     Regional  de  la  Libertad,  Trujillo,  Peru  


Abril 2015 –  Casa  de  la  Cultura,  Casma,  Peru  


January 2015       Museo  del  Convento  de  Santo   Domingo  Qorikancha     Cusco,  Peru                     "Cosmos  22°”  Grant  Winner     Veronica  Lanza  ,    Photographer   Sandra  Moreno  ,  Installa9on   22  January  2015  -­‐  8  March    2015  


Mamita Asencia  

fotogra'as y  texto  de  Veronica  Lanza    

Mamita Asencia  Sanchez  Canayo,  66  años,  shamana  Shipiba  de  la  Comunidad          NaBva  de  San  Juan  a  15  horas  en  lancha,  120  km  de  Pucallpa  a   Puerto  Nuevo,  Distrito  de  Iparia,  Región  Ucayali.     “No  fui  a  la  escuela,  no  hablo  castellano,  nunca  he  tomado  fármacos  solo    plantas  que    preparo  para  curarme.  Camino  descalza  desde  mi   nacimiento  por  mi  conexión  con  la  Berra,  porque  mis  padres  no  me  querían  y   envés  de  hacerme  una  cuna  habían  preparado  un  hueco  para  enterrarme   viva.     Desde  entonces  la  Pachamama  es  mi  madre  y  cuando  busco  protección    siempre  hablo  con  ella.  Mis  padres  indígenas  fueron  mis  maestros   chamanes  en  trasmiBrme  la  sanación  spiritual.  A  los  25  años  pase  de  ser  solo   artesana  texBl  a  trabajar  con  la  medicina  tradicional  para  sostener  a  mis  9   hijos.  Hoy  tengo  más  de  1000  ceremonias  de  Ayahuasca  en  Perú  y  ArgenBna.   Los    pinches  de  los  clavos  que  me  provocan  heridas  a  los  pies  no  me  molestan,   mi  único  pensamiento  son  las  pistas  que  están  destruyendo  y  matando  la   madre  Berra  que  siempre  nos  cuidó.”    


Peru 2014  


Catalogo Pachamama  


Mel-ng in  Landscape    

fotogra'as de  Veronica  Lanza      

Es el  más  pequeño  de  los  conBnentes,  pero  aun  encerrando  mundos  infinitos.       Entre  cañones  y  piedras  primordiales,  florestas  y  extensiones   inconmensurables,  no  es  di'cil  imaginar  la  serpiente  arcoíris  arrastrándose   solitaria  plasmando  las  esquinas  más  remotas  de  estas  Berras.     Recorrer  la  Australia  significa  además  encontrarse  vivos,  desenredándose  en   una  selva  de  luces,    explorando  megalópolis  futurísBcas  y  ajenas  al   descorrer  natural  del  Bempo.     Como  in  un  hodierno  DreamBme,  las  historias  de  los  hombres  que  viven  en   estos  lugares  son  cuentos  de  seres  englobados  en  la  fuerza  que  esta  Berra   emana:  que  sean  aborígenes  o  migrantes,  aquellos  que  habitan  y  terminan   para  volver  a  hacer  parte  definiBva  de  ella.   Las  imágenes  de  MelBng  in  Landscape  atraviesan  los  siBos  más  espectaculares   de  Australia  acompañándonos  con  arquitecturas  iridiscentes  y  túneles  de   eucaliptus  abriendo  varias  pequeñas  ventanas  a  lo  largo  del  camino   signado  de  paisajes  naturales  y  urbanos,  monumentales  e  inmutables,   parajes  donde  los  grandes  espacios  son  percibidos  con  absoluta   normalidad.   Pues  lo  que  se  encuentra    durante  un  largo  viaje  en  el  rostro  de  las  personas,   se  integra  brutalmente  a  este  panorama  universal.  Atrás  de  este   caleidoscopio  humano  están  guardadas  infinitas  historias  que  inducen  a  la   invesBgación,  al  descubrimiento,  al  viaje.    

Curaduría de  Valeria  Ribaldi     Postproducción  de  Olimpia  Cavriani   Impresión  de  Irfe  Colore  


South Australia    2013  


Roma 2013     “MELTING  IN  LANDSCAPE”  

Australia Travel  photo  documentary  solo  exhibit  –  Rome   Solo  show,  photo  documentary  exhibi9on  about  South  Australia’s  portraits  and  landscape  held  in  Flatland   Studio,  Rome,  Testaccio,  CiKà  dell’Altra  Economia.    

Corriere della  Sera  27  giugno  2013  

Repubblica 27  giugno  2013  


L’Espresso 27  giugno  2013  


Golf People  24  giugno  2013  


Il Messaggero  30  luglio  2013  


Golf &  Even9  seKembre  2013  


VanityFair.it 19  luglio  2013  


VanityFair.it 19  luglio  2013  


“Magazines” text  &  images    


Casma &  Chimbote,  Peru  –  Asia  Sur  Magazine  -­‐  2016    


Salvador de  Bahia  –  G  de  GesCon  Magazine  –  El  Comercio  Group  -­‐  2016  


Pucallpa, Peru  -­‐  2015  

La9tudes Magazine  –  Pucallpa     Casa  Andina  Hotels  &   Peruvian  Airlines  Official  


“Books, Art  Catalogs   &  Travel  Guides”   images  


Coming out  2015               I  MURI  DELLE  DONNE   Salvador  de  Bahia:  graffi9smo   e  street  art  al  femminile   testo  e  foto  di  Veronica  Lanza   ©  2015  –  Edizioni  Exorma   Via  Fabrizio  Luscino  73  -­‐  Roma  


Leaflet “I  MURI  DELLE  DONNE”  


2015

                                  Fotografie   per   la   realizzazione   del   catalogo   della   mostra   “Manzù   –   Le   donne   e   il   fascino   della   figura.”   presso   Os9a   An9ca   -­‐   Il   Cigno   GG   Edizioni  


2015

                         

    Fotografie   per   la   r e a l i z z a z i o n e   delle   Guide   Verdi   d’Italia   “Abruzzo”   e   “ S c o z i a ”   –   Touring  Editore    


Made in  Italy  –  June  2015  


March 2014  

                                Fotografie   per   la   realizzazione   del   catalogo  della  mostra  “Afro  Manzù   Lamagna.   Trame   e   Fusioni   del   Novecento.”   -­‐   Il   Cigno   GG   Edizioni  


March 2014         Teso   e   Fotografie   “Um   dia   no   u r u g u a i   s o b e   o   o l h a r ”   Museu   de   Street   Art   de   Salvador   w w w . i l o v e m u s a s . c o m        

                      “Um  telefonema  para  Julio  do  celular   de  Bigod,  e  peguei  o  primeiro  ônibus   em   busca   da   Rua   Uruguay   direção   Ribeira.   ....   Os   poucos   que   acordaram   deste   sonho   nos   seguiram   correndo   p a r a   d e s p e d i r -­‐ s e ,   p e r t a r a m   a   mão   sorridente,   "foi   um   prazer   conhecê-­‐la",   só   que   o   grande   prazer   f o i   o   m e u ,   s o m e n t e   m e u . ”  


“Golf &  Turismo”   text  &  images  


Bolivia 2015  


Praga 2015  


Perù 2015  


Dubai 2014  


Svezia 2014  


Brasile 2014  


Parigi 2014  


Australia 2013  


I NOSTRI VIAGGI AUSTRALIA

I

l primo approccio con l’Australia è scioccante. Almeno ventiquattro ore di volo con scalo compreso per raggiungerla. Il primo desiderio è viverci. “The Economist” l’ha nominata per tre volte la città più vivibile al mondo, e i suoi quattro milioni di abitanti lo confermano: Melbourne vi coccolerà come foste i suoi cuccioli. Con la scusa del “jet lag” perderete svariate ore di sonno per viverla di notte, camminando lungo il sempre animato “Yarra River”, illuminato dal tramonto all’alba da folcloristici lanci ritmati di palle infuocate (la postazione ideale è dal Foot Bridge) e animato dalle esibizioni degli artisti, dei musicisti di strada e dai pescatori amatoriali sotto i ponti futuristici disegnati da “archistar”. Vi occuperanno anche le soste gourmet tra gli infiniti ristoranti che vantano giovani e talentuosi chef europei e piatti prelibati con ingredienti biologici, freschi, autoprodotti dalla ricca terra australe o rigorosamente importati dalle migliori marche alimentari europee. I vigneti come i campi da golf riflettono la forza di questa terra che rende entrambi rigogliosi e offre quindi un’ampissima carta di vini a gradazioni alcoliche minime di 15°, nulla da invidiare ai potenti vigneti cileni e argentini. L’alto costo della vita e le grosse cifre che appariranno

84

IN APERTURA, UNA VEDUTA DEI DODICI APOSTOLI, SPETTACOLARI FARAGLIONI DI PIETRA CALCAREA AL LARGO DELLA COSTA AUSTRALIANA DEL PORT CAMPBELL NATIONAL PARK, PERCORRIBILE ATTRAVERSO LA GREAT OCEAN ROAD, A SUD DELLO STATO DI VICTORIA. A SINISTRA, VISTA DEL GOLF DALLE SUITE DEL PEPPERS THE SANDS RESORT A TORQUAY. A FIANCO, LO SKYLINE DI MELBOURNE; SOTTO, IL METROPOLITAN GOLF CLUB

sui vostri conti alberghieri ed enogastronomici vi potranno sorprendere all’inizio, ma mai dopo aver testato la qualità dei servizi e dei prodotti di eccellenza di cui non potrete più fare a meno. Vi capiterà addirittura, passeggiando per la “Little Italy” di Lygon Street, di intrufolarvi in enormi supermercati (Mediterranean Wholesalers) o salsamenterie italiane dove a vostra grande sorpresa troverete qualsiasi articolo di provenienza italiana. Raggiungibile gratuitamente con il “City Circle Tram”, il Queen Victoria Market organizza visite guidate con degustazioni, corsi di cucina ed è famoso anche per le sue grandi varietà di carne di animali selvatici come canguri, bufali, cammelli, struzzi e coccodrilli. Melbourne è anche tendenza, nelle affollate gallerie per lo shopping come la Royal Arcade o nei quartieri a ridosso di Flinders Street Station dove si ritrovano i giovani a bere, o nei teatri, a Degraves Street, nel Vicolo Majorca, nelle terrazze dei caffè all’ultimo piano degli edifici in stile vittoriano ad ascoltare musicisti che poi diventeranno delle rock star come fu per gli AC/DC. Tra i tanti grattacieli è degno di nota l’Eureka Sky Deck che all’ottantottesimo piano vi offrirà l’esperienza di essere sospesi a 300 metri da terra all’interno di un cubo di vetro che vi proietterà tre metri al di fuori del palazzo per godere di una vista a 360 gradi con tanto di foto ricordo del vostro coraggio o della vostra paura. Protagonista importante è anche la Street Art, d’obbligo scoprirla in tutte le su forme passeggiando ad Hosier La. Inforcata la macchina, ci si allontana dal centro verso l’Oceano, e si scopre l’intenso, tramandato, prezioso legame che unisce questo popolo alla sua natura. Si convive con gli immensi spazi del più piccolo dei tre continenti, tantissime piste ciclabili come a Point Ormond dove sfrecciano amanti delle due ruote e si sfidano sui campi sportivi squadre di football americano. Meravigliosi cigni neri contrastano con il bianco del vecchio molo a Williamstown, dove si possono ancora assaporare birre al boccale nei pub semplici e storici quali il Stags Head Hotel. Si legge su un scritta rosso fuoco, Betty’s Corner, l’angolo del locale dedicato ad un defunto caro cliente. In sole due ore di macchina attraversando aree estese ed aperte, si giunge a Phillip Island. Barbecue elettrici, puliti ogni mattina gratuitamente dalla municipalità favoriscono lo sfruttamento dei meravigliosi luoghi verdi esterni e spesso in riva all’oceano da parte di famiglie, coppie d’innamorati o turisti come la sottoscritta. Per ammirare e capire meglio quegli animali abbarbicati sugli alberi di eucalyptus che per digerirne in sole 20 ore le foglie, base della loro alimentazione, non c’è luogo migliore che il Koala Conservation Centre. Ne vedrete tanti altri anche solo camminando in piena natura, facendo attenzione al singolare suono gutturale che emettono i koala maschi per attirare le femmine ed intimidire gli altri pretendenti, comunicando a seconda della profondità del loro verso, la loro stazza. Il vero spettacolo della natura selvaggia e così magnificamente preservata dagli aborigeni prima e dagli australiani poi, si capisce esplorando il Nobbies Centre. La nuova attrazione eco-turistica ad ovest di Phillip Island su una scogliera dominante Bass Strait, in uno dei punti più spettacolari della costa si propone come centro di osservazione del comportamento delle

foche, nonché riserva nazionale dei canguri. E al calar del sole l’esibizione della “parata dei pinguini”, che non più grandi di una mano, escono dall’oceano marciando rumorosamente sulla terraferma per conquistarsi un buon rifugio sotto la sabbia per la notte. I paesaggi rocciosi e brulli dello stretto di Bass si trasformano in una composizione di rigogliosi vigneti, colline di ulivi e campi da golf. Siamo nella Mornington Peninsula, un piacevole passaggio obbligato per i gourmet enogastronomici che si fermeranno a degustare, vini, oli e prelibatezze e per chi è diretto a Sorrento dove un traghetto vi inghiottirà con la vostra macchina per avvicinarvi a Queenscliffe e a Torquay. Incantevole “Buen Retiro” per gli appassionati di golf e di surf. A pochi chilometri il museo mondiale del surf , per entrare nel vivo della cultura australiana madre di questa disciplina sportiva, e la storica Bells Beach dove invece è nato il surf. Ma è soltanto percorrendo alcune centinaia dei 243 chilometri della Great Ocean Road, il più grande monumento ai caduti del mondo, costruito dai soldati sopravvissuti in memoria ai soldati uccisi durante la prima guerra mondiale che comincerete ad assaporare lo spirito australiano. Farete vostro il sogno australiano solo dopo aver vissuto con la coppia di trentenni Lizzie

85


I NOSTRI VIAGGI AUSTRALIA

I NOSTRI VIAGGI AUSTRALIA

Il golf SANDBELT E MORNINGTON PENINSULA Il Melbourne Sandbelt (la zona limitrofa alla città di Melbourne caratterizzata dalla presenza di numerosi campi da golf) vanta un gruppo favoloso di campi che sono un raro esempio dell’età aurea dell’architettura del settore. Situata a poche ore di viaggio da Melbourne, per gli appassionati del golf questa zona, compresa nella Mornington Peninsula, è un meta da non perdere: qui possono infatti divertirsi scegliendo tra ben 19 campi diversi, passando da quello dai percorsi più rilassanti ai sensazionali campi pubblici o club privati realizzati da alcuni dei nomi più prestigiosi nel campo dell’architettura golfistica. Royal Melbourne (East and West), Kingston Heath, Metropolitan, Victoria, Commonwealth, Huntingdale, Yarra Yarra, Peninsula (North and South), Woodlands and Spring Valley sono tutte sedi di campionati di golf, costruiti da architetti di fama mondiale. Royal Melbourne (Est e Ovest) Il campo orientale del Royal Melbourne Golf Club fu progettato dal leggendario Alister Mackenzie, che riportò nella struttura tutti gli elementi strategici che rendono il gioco sul campo stimolante e divertente allo stesso tempo. Il campo occidentale è particolarmente famoso per la 18esima buca, considerata una delle migliori buche finali, che non a caso ha determinato spesso il vincitore di una

gara. La combinazione di un percorso di 12 buche dell’East Course e di 6 del West Course è utilizzata in occasione delle gare più importanti: quest’ultimo è stato per lungo tempo nella classifica dei dieci campi di golf migliori al mondo. www.royalmelbourne.com.au

e Shayne. Da una vita impegnati assieme a volontari ricercatori a salvare le specie in pericolo come i koala, i canguri e gli opossum che ospitano e curano grazie ai finanziamenti derivati interamente dal soggiorno di turisti e curiosi presso il loro pluripremiato Resort Ecologico. E poi a poca distanza da loro sorvolare con un elicottero turistico per una buona mezz’ora i Dodici Apostoli, una serie di faraglioni di pietra calcarea, alti quasi cinquanta metri. Nel corso degli anni diversi hanno ceduto alle forze dei venti e dell’erosione: quest’ultima continua a scolpire le basi dei faraglioni con una velocità di due centimetri l’anno. Oggi gli Apostoli sono otto. Questo è il segreto della vivibilità australiana: forte come le sue correnti oceaniche, come le sue infinite estensioni e come una fauna ed una flora ricca, smisurata e variegata da rispettare e proteggere sempre con tenacia ed orgoglio.

ammirando allo stesso tempo paesaggi mozzafiato lunga la costa dell’oceano Pacifico e lungo l’iconica Great Ocean Road.

ANGLESEA GOLF CLUB Situato lungo la Great Ocean Road in un paesaggio naturale dai tratti collinari e disseminato di arbusti, offre un numero KINGSTON HEATH elevato di green, con 42 bunker di sabbia Progettato da Dan Soutar, è il secondo circondati da alberi di eucalipto. 300 canguri più importante campo di golf d’Australia popolano l’area: può capitare di avvistarli dopo il Royal Melbourne Golf Club. Le perché verso sera scendono verso la Club caratteristiche principali della struttura sono i House, un’esperienza unica che ancora bunker strategici disseminati e le imprevedibili una volta testimonia il connubio tra uomo e ondulazioni del putting green, che mettono natura che non ha limiti in Australia. alla prova anche i golfisti più esperti. www.angleseagolfclub.com.au www.kingstonheath.com.au THE MURRAY MOONAH LINKS Murray Downs Golf & Country Club L’open course di Moonah Links è stato Vincitore del premio per il migliore campo il primo campo di 18 buche costruito in di golf della regione secondo il Professional occasione di un campionato nazionale ed è Golf Association e votato ripetutamente tra stata la location per gli Australian Open del i miglior campi di golf dell’Australia, Murray 2003. Downs Golf & Country Club ha una serie di strutture che fanno onore alla sua fama. www.moonahlinks.com.au www.murraydownsgolf.com.au/ Peppers The Sands Resort and Golf Club TOCUMWAL GOLF CLUB Percorso da campionato situato all’inizio della costa dei surfisti, disegnato sulle dune Questo esclusivo circolo situato lungo il Murray vanta i migliori green tra quelli di sabbia da Stuart Apple. esistenti lungo le rive del fiume e due www.peppers.com.au Championship Courses che hanno ospitato il President e il Captain Championship. Il GREAT OCEAN ROAD La regione di Victoria offre agli appassionati tutto a sole tre ore di auto da Melbourne. del golf la possibilità di esercitarsi nello swing www.tocumwalgolf.com.au

THE SEAFARERS BRIDGE, UNO DEI PONTI MODERNI SUL FIUME YARRA A MELBOURNE

INFORMAZIONI Dove dormire MELBOURNE Crown Metropol Suite molto spaziose con un design all’avanguardia e vista sulla città. Situato sul fiume Yarra e in pieno centro adiacente al più grande complesso di Casinò del mondo, il Crown Entertainment Complex. www. crownmetropol.com.au Alto Hotel Camere più piccole e modeste come i prezzi, ma situato nel quartiere frizzante di St. Kilda dove soprattutto ad Acland Street è sabato tutta la settimana. www.altohotel.com.au PHILLIP ISLAND Waves Apartments www.thewaves.com.au TORQUAY Peppers The Sands Resort www.peppers.com.au GREAT OCEAN ROAD Great Ocean Ecolodge Circondato da ettari di eucalyptus e specie in via d’estinzione come i koala, canguri e possum. Tel. +61 3 5237 929 Port Fairy Storico e centrale B&B. Carinissimo sia il ristorante che il pub entrambi in legno e anche qui la cucina è sempre fine e sfiziosa. www. merrijiginn.com Dove mangiare MELBOURNE Cookie Una combinazione tra cibo di strada, cucina tailandese casereccia, cocktail bar e birreria. www.cookie.net.au Chin Chin Ristorante tailandese con delle tendenze vietnamite, divertente la disposizione dei tavoli separati in spazi privati in stile asiatico. Tel. + 61 386632000 Meatball and Wine Bar www.meatballandwinebar.com.au The Deck Non abbiate paura a ordinare pasta e risotti italiani, lo chef è un abile e giovane pugliese. Terrazzo al primo piano lungo il fiume Yarra. www. thedeckrestaurant.com.au MoVida Bar de Tapas Autentico bar di tapas, ambiente molto accogliente, con piatti eccellenti di tutte le regioni spagnole situato nel singolare quartiere di graffiti di Hosier Lane. www.movida.com.au

CANGURI IN CAMPO ALL’ANGLESEA GOLF CLUB

MORNINGTON PENINSULA Montalto Cucina organica stagionale e vini di alto livello nella lussureggiante tenuta vinicola di Montalto. www.monalto.com.au The Boatbuilders Yard Sempre lungo il fiume, rilassante, elegante e di stile europeo. www.theboatbuildersyard.com GUIDE Simpatica guida messicana che parla fluentemente italiano nonché pozzo di scienza, Pablo Albers, tel. +61408386136, polorod@me.com, avrete le risposte a tutti i vostri quesiti. Molto preparato sulla regione del Victoria e dintorni.

86

88

Sarah King, parla solo inglese (tel. +61 402 117 128) e vi proporrà degli itinerari alternativi della città di Melbourne.


Filippine 2013  


PHILIPPINES   2013  


Lanzarote 2013  


Sud Dakota  2013  


Patagonia 2012  


PATAGONIA   2012  


Buenos Aires  2012  


Barbados 2012  


Israele 2012  


Venezuela 2011  


Laos e  Cambogia  2010  


Profile for veronica.lanza

Portfolio  

Veronica Lanza Photography & Journalism

Portfolio  

Veronica Lanza Photography & Journalism

Advertisement