952 Varese vs Trieste 13_04_2022

Page 1

16A GIORNATA Enerxenia Arena Mercoledì 13 aprile ore 19:30

vs

Match Program Ufficiale - Edito da Sunrise Media - numero 951 dell’11 aprile 2022 Aut. del trib. di Varese n. 345 del 09-02-1979 - Direttore Responsabile: Michele Marocco


CONTRO TRIESTE PER INSEGUIRE IL SOGNO PLAYOFF

Sfida decisiva: voglia di riscatto di Alessandro Burin Nemmeno il tempo di metabolizzare la sconfitta contro Treviso di domenica sera che per la Openjobmetis Varese è già tempo di tornare in campo nel recupero della sedicesima giornata, contro l’Allianz Pallacanestro Trieste, mercoledì sera alle 19:30 sul parquet dell’Enerxenia Arena di Masnago. Una sfida che si rende così sicuramente decisiva per il discorso salvezza, con i biancorossi varesini che non si possono permettere altri passi falsi casalinghi per vivere con maggior serenità le ultime partite di campionato, soprattutto in previsione della sfida del 24 aprile contro la Fortitudo Bologna e per continuare a coltivare speranze per il sogno playoff, che sarebbe davvero la giusta ciliegina sulla torta di questa grandissima SEGUE >

2


3


Concessionaria Ufficiale VARESE

Viale Valganna, 35 Tel. 0332 286550

NIPPO MOTORS

GRANDATE (CO)

Via IV Novembre, 4 Tel. 031 564442

OLGIATE OLONA

Corso Sempione, 84 Tel. 0331 1260172


Per i ragazzi di coach Roijakkers l’imperativo è recuperare energie, sia fisiche che mentali, per arrivare al meglio alla partita e per tornare a vincere sul parquet casalingo.

< SEGUE

seconda parte di stagione. Per i ragazzi di coach Roijakkers l’imperativo è recuperare energie, sia fisiche che mentali, per arrivare al meglio alla partita e per tornare a vincere sul parquet casalingo, dopo due

stop consecutivi, contro una Trieste rivitalizzata dalla vittoria per 109-103 contro Reggio Emilia dopo ben due supplementari. I ragazzi di coach Ciani hanno ritrovato dopo tante partite unioSEGUE >

5



Gli Arbitri Michele Rossi, Denis Quarta ed Edoardo Gonella (nella foto) saranno gli arbitri che dirigeranno il match tra Varese e Trieste. Per il primo si tratta del primo incrocio stagionale con i biancorossi; lo scorso anno, però, ha “fischiato” la Openjobmetis in tre occasioni: Varese-Cantù (80-90), Varese-Milano (70-96) e BresciaVarese (98-83). Il secondo, quest’anno, ha diretto Ferrero e compagni nel ko casalingo di campionato contro Brindisi e nel successo di Supercoppa contro Cremona. In questa partita era presente anche Gonella, che in più arbitrato i biancorossi nelle sconfitte esterne sui campi di Cremona e Fortitudo Bologna.

< SEGUE

I ragazzi di coach Ciani hanno ritrovato dopo tante partite unione ed efficacia offensiva, guidati da due vecchie conoscenze biancorossa: Adrian Banks e Jason Clark.

ne ed efficacia offensiva, guidati da due vecchie conoscenze biancorossa: Adrian Banks, autore di 36 punti e Jason Clark, alla prima in maglia giuliana che hanno dato vigore e spirito all’attacco triestino. Trieste però non è solo squadra tecnica ma anche molto fisica, caratteristica contro la quale, nella gara con Treviso Varese ha sofferto molto e che si ritroverà di fronte mercoledì sera. Konate, Delia e soprattutto Grazulis daranno grosso filo da SEGUE >

7



Konate, Delia e soprattutto Grazulis daranno grosso filo da torcere al duo Vene-Sorokas che, per forza di cose, dovrà contare sull’ottimo apporto di Reyes.

< SEGUE

torcere al duo Vene-Sorokas che, per forza di cose, dovrà contare sull’ottimo apporto di Reyes, che nelle ultime gare si sta mostrando sempre più un 4 aggiunto di ottimo livello e di un Caruso di cui Varese ha bisogno, con il campano chiamato amettere campo tutta la propria struttura fisica e statura per limitare la potenza atletica avversaria.

Non ci dovrebbero essere inoltre ulteriori problemi nel reparto esterni varesini, con Librizzi che, dopo lo scampolo di partita contro Treviso, limitato dal problema alla caviglia è pronto per rientrare al suo posto, così come De Nicolao che ha anche lui smaltito le ultime scorie a livello di affaticamento. 9


A TU PER TU CON GUGLIELMO CARUSO

Felice di essere qui posso dare di più di Alessandro Burin E’ arrivato in estate come uno dei migliori prospetti azzurri in circolazione. Un ragazzo nato in Italia, a Napoli, con il marchio USA addosso dopo l’esperienza negli Stati Uniti che lo ha formato come uomo e come professionista. Guglielmo Caruso rappresenta uno dei capisaldi di quella rivoluzione azzurra e giovane che a Varese piace sempre di più e che negli anni vuole andare a ricostruire un forte nucleo di giocatori italiani, attaccati alla maglia e con forte rispetto della cultura e dello spirito biancorosso. Un percorso lungo e difficile, in parte come quello che sta avendo proprio lo stesso Caruso, limitato fino ad oggi da due pesanti in-

SEGUE >

10


11


< SEGUE

Il Sacro Monte è qualcosa di davvero unico. Quando arrivi all’ultima cappella e trovi la giornata giusta arrivi anche a vedere lo skyline di Milano, è veramente qualcosa di eccezionale, vale tutta la fatica che uno deve fare per arrivare fino in cima.

12

fortuni, uno alla mano destra ed uno alla gamba sinistra, che nelle scorse settimane ne hanno condizionato sensibilmente le prestazioni in campo. Willie, come lo chiamano i suoi amici, non si è fatto abbattere da questo, lavorando giorno dopo giorno per dimostrare tutto il proprio valore in un salto, dall’Università americana alla Serie A, molto importante, così come il cambio di vita che è stato chiamato a fare. SEGUE >


< SEGUE

Com’è da napoletano vivere qui a Varese? “Sarò molto sincero. Io non ero mai stato a Varese ed al massimo ero arrivato fino a Milano o Torino, città comunque più grandi. Per un napoletano pensare di trasferirsi al nord porta sempre qualche dubbio e sinceramente ero un po’ scettico sulla città, pensando fosse grigia o poco vivibile. Invece devo dire che Varese si è rivelata un posto stupendo, non solo dove vivere ma anche da visitare. E’ stata una rivelazione bellissima. Tutti mi avevano detto che qui a Varese avrei trovato un clima brutto, molto grigio e piovoso, invece penso che negli ultimi 4 mesi ci sia stato più sole qui che al sud”.

C’è un luogo in particolare della città e dintorni che l’ha colpita? “Beh sicuramente il Sacro Monte è qualcosa di davvero unico. Quando arrivi all’ultima cappella e trovi la giornata giusta arrivi anche a vedere lo skyline di Milano, è veramente qualcosa di eccezionale, vale tutta la fatica che uno deve fare per arrivare fino in cima (ride, ndr).” Non posso non chiederle dopo tutti questi mesi qui in città, se preferisce lago o mare? “Spero di non offendere nessuno, ma il mare non si batte ragazzi. Poi per un napoletano che ha vissuto in California il mare resta qualcosa di davvero unico. Devo SEGUE >


Nonostante i miei due pesanti infortuni che fino ad oggi mi hanno condizionato, sono felicissimo della scelta fatta e spero di poter dimostrare sempre più di valere questa maglia < SEGUE

dire però che qui a Varese ho scoperto il lago, da noi giù non ce ne sono così come qui a Varese ed è bello poter andare a passeggiare, trovare calma e tranquillità stando a contatto con la natura”. Ora andiamo sul campo, cosa l’ha spinta ad accettare la proposta di Varese quest’estate? “Quando ho saputo che Varese mi voleva è stato davvero un orgoglio per me. Il blasone e la storia di questa società sono note a tutti e un’opportunità del genere non potevo farmela sfuggire. L’importanza della piazza, della cultura cestistica che si vive qui in città

sono davvero caratteristiche importanti per un giocatore. In più avevo avuto qualche rumors sul fatto che Scola potesse rimanere o come giocatore ancora per un anno o comunque in società e non potevo farmi scappare l’opportunità di lavorare con un totem come lui e cercare di recepire al massimo consigli e insegnamenti. Nonostante i miei due pesanti infortuni che fino ad oggi mi hanno condizionato, sono felicissimo della scelta fatta e spero di poter dimostrare sempre più di valere questa maglia”. Come ha vissuto il cambio di allenatore a metà stagione e SEGUE >


< SEGUE

come si trova oggi con coach Roijakkers, che è uno che ama e sa lavorare con i giovani? “Devo dire che nel passaggio di gestione tecnica a gennaio sono stati bravi tutti, sia la società che il nuovo coach. Ci hanno fatto vivere tutta la situazione non semplice con molta tranquillità e serenità e per noi questo è stato fondamentale. Io con il coach mi trovo bene, è un allenatore che non fa differenze tra giovani o esperti, americani e non e questa secondo me è una qualità che mi ha fatto crescere un po’ di più nell’ultimo periodo. Anche fuori dal campo abbiamo un ottimo rapporto, Roijakkers è un coach che si interessa a 360 gradi della vita dei suoi giocatori, sia da un punto di vista fisico che di benessere mentale, mi sta aiutando molto”. Tornando sugli infortuni, quanto le hanno pesato i due infortuni traumatici avuti? “Mi ha pesato molto di più il secondo infortunio, quello alla gam-

ba, perché ero tornato da poco in campo e stavo trovando condizione e confidenza con il campo e la squadra. Non è stato semplice quindi fermarsi subito e ripartire, ma in questo devo ringraziare la mia famiglia, la mia ragazza ed i miei amici che mi hanno dato un supporto continuo e costante. Così come loro anche la società e devo dire che Scola, durante la fase di recupero del secondo infortunio, mi ha aiutato a superare mentalmente la cosa, perché nonostante gli infortuni siano spesso fisici, la componente più dura da affrontare è quella mentale”. Oggi quindi come si sente? “Mi sento meglio, non sono ancora al 100% ma lavoro per arrivarci, per poter dare il giusto contributo alla squadra. Il secondo infortunio alla gamba mi ha limitato e mi sta limitando un po’ però grazie al lavoro dello staff sto tornando a regime e spero di poterlo mostrare in campo già mercoledì con Trieste”. 15


10 APRILE 2022

OPENJOBMETIS VARESE NUTRIBULLET TREVISO

VARESE

Beane 10 (3/8, 1/4), Woldetensae 6 (0/1, 2/8), Sorokas 19 (2/5, 3/6), De Nicolao 1 (0/2, 0/2), Vene 18 (4/4, 3/8), Reyes 10 (5/6), Librizzi, Virginio ne, Ferrero (0/1 da 3), Caruso, Keene 16 (4/14 da 3), Zhao ne. All. Roijakkers.

16

80 89

TREVISO

Jurkatamm ne, Russell 17 (7/9, 1/3), Poser ne, Pellizzari ne, Bortolani 23 (3/6, 4/6), Imbrò 5 (1/3 da 3), Chillo 2 (1/1, 0/1), Sims 15 (6/8, 0/1), Sokolowski 10 (3/3, 0/2), Dimsa 11 (3/3, 1/5), Jones 4 (2/4, 0/1), Akele 2 (1/2). All. Nicola.


#9

PAULIUS SOROKAS ALA 25/08/1992 LIT

17


PRATICHE DI SDOGANAMENTO MAGAZZINAGGIO TRASPORTI INTERNAZIONALI

VIA ZANONI, 17 - 21037 PONTE TRESA TEL. 0332.523151 - FAX 0332.523208 pontetresa@fraquelligroup.it www.fraquellispedizioni.it


Roster

ATLETA

8

Tomas Woldetensae

7 9

10 11

12 13 18 21

30 45

Anthony Beane

Paulius Sorokas

PALLACANESTRO VARESE Ruolo

Guardia

Guardi/Ala

Ala

Data Nasc.

06/05/1994

30/04/1998

25/08/1992

Alt. (cm)

188 196

200

Peso (kg) Naz. Sport

87

89

90

USA ITA

LIT

Giovanni De Nicolao

Playmaker

10/06/1996

191

79

ITA

Justin Reyes

Guardia/Ala

16/03/1995

193

91

USA

Siim-Sander Vene Matteo Librizzi

Ala

Playmaker

12/11/1990

06/04/2002

203 181

97 74

EST ITA

Nicolò Virginio

Ala

18/03/2003

206

92

ITA

Guglielmo Caruso

Centro

03/07/1999

208

90

ITA

Giancarlo Ferrero Marcus Keene

Ala

Playmaker

29/08/1988

06/05/1995

Organigramma Presidente Vicepresidente Consigliere Consigliere Amministratore Delegato Assistente Amm. Delegato General Manager Direttore sportivo Resp. operativo Prima Squadra CFO Direttore commerciale Responsabile marketing ed eventi Resp. stampa e comunicazione Resp. segreteria e relazioni esterne Resp. biglietteria e merchandising

Marco VITTORELLI Giuseppe BOGGIO Antonio BULGHERONI Thomas VALENTINO Luis SCOLA Federico BELLOTTO Michael ARCIERI Mario OIOLI Massimo FERRAIUOLO Marta PORETTI Marco ZAMBERLETTI Luca PIONTINI Marco GANDINI Raffaella DEMATTÈ Luca MAFFIOLI

198 175

97

80

ITA USA

Staff

Capo Allenatore Assistente Assistente Resp. scouting Preparatore Atletico Medico sociale Medico ortopedico Osteopata Fisioterapista Fisioterapista

Johan ROIJAKKERS Vincenzo CAVAZZANA Alberto SERAVALLI Matteo JEMOLI Silvio BARNABÀ Michele DE GRANDI Mauro MODESTI Angelo VETRALLA Davide ZONCA Matteo BIANCHI

19



I NUMERI Punti

DELLA VALLE KEENE PERKINS BANKS MITROU-LONG

Rimbalzi

JONES CAIN SIMS HOPKINS JAITEH

Assist

CINCIARINI ROBINSON TEODOSIC RODRIGUEZ PERKINS

del campionato

Brescia Varese Brindisi Trieste Brescia

19,0 18,1 17,7 16,8 17,0

Pesaro Tortona Treviso Reggio Emilia Bologna

9,7 7.8 7,8 7,7 7,7

Reggio Emilia Sassari Bologna Milano Brindisi

10,0 8,5 6,7 5,8 5,7

Turno odierno

Classifica 1

Virtus Segafredo Bologna

3

Germani Brescia

2 4 5 6 7 8 9

10 11

12 13 14

15 16

A|X Armani Exchange Milano Bertram Derthona B. Tortona Umana Reyer Venezia

Banco di Sardegna Sassari Unahotels Reggio Emilia

14

16

Prossimo turno

Pesaro - Fortitudo Bologna

Tortona - Brescia

20

Vanoli Basket Cremona

Fortitudo Kigili Bologna

13 Aprile 20:30

13 Aprile 20:45

22

20

Tortona – Varese

Napoli - Reggio Emilia

22

Gevi Napoli Basket

16 Aprile 17:30

13 Aprile 20:30

24

22

Nutribullet Treviso Basket

Virtus Bologna - Trento

Sassari – Treviso

24

Happy Casa Brindisi

Allianz Pallacanestro Trieste

13 Aprile 20:00

13 Aprile 20:30

26

22

Sassari – Venezia

Venezia - Brindisi

36

26

Dolomiti Energia Trentino

Openjobmetis Varese

16 Aprile 12:00

13 Aprile 20:00

38

22

Milano - Cremona Varese - Trieste

42

Carpegna Prosciutto Pesaro

13 Aprile 19:00 13 Aprile 19:30

Punti

16 Aprile 17:00

16 Aprile 18:00 16 Aprile 19:30

Milano – Napoli

Brescia – Reggio Emilia Trieste – Cremona

16 Aprile 20:00

Pesaro – Virtus Bologna

16 Aprile 20:45

Treviso – Brindisi

16 Aprile 20:30

Fortitudo Bologna – Trento

Clicca qui per le statistiche complete 21


LA PALLACANESTRO TRIESTE AI RAGGI X

7 sconfitte consecutive poi il successo con Reggio: Trieste in ripresa di Matteo Gallo Come il recente avversario Treviso, così anche Trieste sta vivendo un girone di ritorno al rallenty con 7 sconfitte consecutive prima del successo nell'ultimo turno contro Reggio Emilia. Il tutto è partito con l'addio del regista argentino Fernandez che ha letteralmente cambiato gli equilibri in casa Allianz. Leader indiscusso della formazione giuliana è Adrian Banks, giocatore sempre molto amato sotto il Sacro Monte. 16 punti di media per il fresco 36enne che è dotato di uno degli arresto e tiro migliori di tutta la serie A cui unisce un 37% abbondante dall'arco e anche 3,7 assist a gara. Assieme a lui attenzione al lungo argentino Marcos Delia che viaggia

SEGUE >

22


Gli Avversari

23



Roster

TRIESTE

ATLETA

Ruolo

Data Nasc.

Alt. (cm)

Peso (kg) Naz. Sport

1

Adrian Banks

Guardia

09/02/1986

191

88

3

Jason Clark

Play/Guardia

16/01/1990

188

82

2 3 5 7 8 9

12 15

18 21

24

25

Corey Davis

Playmaker

04/06/1997

185

86

Usa

Usa

Usa

Ty-Shon Alexander

Guardia

16/07/1998

191

88

Usa

Stefano Longo

Guardia

13/03/2003

192

79

Ita

Sagaba Konate

Ala/Centro

19/03/1997

203

118

Mli

Lodovico Deangeli

Guardia/Ala

19/05/2000

205

90

Ita

Marcos Delia

Centro

08/04/1992

209

111

Arg

Daniele Cavaliero

Guardia

10/01/1984

183

83

Ita

Andrejs Grazulis

Ala/Centro

21/07/1993

202

95

Lva

Fabio Mian

Tommaso Fantoma Luca Campogrande Alessandro Lever

Guardia/Ala Ala

Guardia/Ala Ala/Centro

07/02/1992

23/10/2003

30/04/1996 04/12/1998

196

193

198

208

88

85

90 104

Ita

Ita

Ita Ita

< SEGUE

11,2 punti e 6,2 rimbalzi a gara. Giocatore stabilmente nel giro della Nazionale argentina, Delia è arrivato in Europa nel 2016 portato dal Murcia con cui ha giocato per ben 3 stagioni, poi Badalona e Virtus Bologna con cui disputa l'annata 2019-20 trasferendosi già l'anno scorso a Trieste. Neo arrivato nella formazione giuliana è un'altra vecchia conoscenza biancorossa ovvero Jason Clark che ha esordito nell'ultimo turno con 8 punti in 19'.

Corey Davis è il play ora titolare degli alabardati: giocatore più interno che esterno, predilige andare dentro l'area per cercare le sue soluzioni personali a fronte di un tiro dall'arco alterno. Altro punto di forza della formazione ospiti è il lettone Andrejs Grazulis. Alla sua seconda annata in maglia biancorossa, Grazulis viaggia a cifre ancora superiori rispetto a quelle dello scorso anno: 9,9 punti e 6,2 rimbalzi per un giocatore molto intelligente SEGUE >

25


L'addio del regista argentino Fernandez ha letteralmente cambiato gli equilibri in casa Allianz. Leader indiscusso della formazione giuliana è Adrian Banks, giocatore sempre molto amato sotto a Varese. < SEGUE

e che sa dare tanto sotto vari aspetti del gioco. Konatè è un lungo che sta vivendo una stagione piena di alti e bassi e che ha avuto anche alcuni problemi di salute nel corso dell'annata. Arriva, però, da un'ottima prova contro Reggio con 20 punti e 15 rimbalzi: un cliente che atleticamente è difficilmente arginabile dal settore lunghi varesino. Ovvio, se è in condizione e tutto gira per il verso giusto: cosa che in stagione non sempre è successa. Infine, a completare il roster giuliano vi sono i tre ita-

26

liani Cavaliero, Campogrande e Lever. Il primo è un altro ex ben conosciuto sotto il Sacro Monte che sta vivendo un ruolo da capitano esperto del gruppo con il vecchio vizio delle triple: 38% dall'arco per lui. Campogrande ha attraversato anche lui qualche piccolo problema fisico e il suo rendimento quest'anno è particolarmente alterno mentre Lever è un lungo appena rientrato, a sua volta, da un altro infortunio, ma sicuramente di prospettiva nel panorama dei giocatori interni italiani.


Occhio a...

Fabio Mian Considerato da giovane uno dei migliori prospetti dell'annata 1992, Mian attira le attenzioni della Pa l l a c a n e s t r o Varese vincendo il titolo di Mvp del trofeo giovanile Barilà nel 2009. A luglio arriva la firma di un contratto quinquennale proprio con Varese, preambolo di una possibile lunga unione. L'amore vero e proprio, però, non sboccerà mai con Mian che lascia Varese due anni dopo alla volta di Bari. L'esplosione avverrà, però, l'anno successivo con la maglia della Fortitudo Agrigento dove trova come allenatore proprio Franco Ciani. Da lì scatta la chiamata della Serie A con Cremona: 3 anni in continuo crescendo per lui che gli valgono la chiamata di Pistoia che gli affida un ruolo da titolare. 9 punti di media col 36% abbondante per

lui nell'anno in Toscana. Seguono due anni in chiaroscuro a Trento con meno di 15' di utilizzo e allora Mian sceglie di tornare a Cremona dove l'anno scorso produce 11,1 punti in ben 27' di utilizzo. Poi l'approdo a Trieste dove viaggia a 7,8 punti con oltre il 37% dall'arco. Tiratore da sempre affidabilissimo da oltre l'arco, Mian ha un'altra caratteristica: solitamente quando incrocia Varese sfodera grandissime prestazioni... 27



Issuu converts static files into: digital portfolios, online yearbooks, online catalogs, digital photo albums and more. Sign up and create your flipbook.