Page 1

Enrico Sturani

uno Stivale di cartoline tutti i simboli della nostra Patria

Sturani libro 2350e.indb 3

3-08-2011 11:05:01


SOMMARIO

Presentazione di Maurizio Pagliano

pag.

7

I - Troppe allegorie e poco chiare

pag.

9

pag.

9

1. Il valore dei simboli: se non forti, almeno martellati 2. Un’Italia, tanti simboli: la Madre Patria, il Tricolore, i Savoia 3. L’immagine geografica dell’Italia: stivale, carta geografica, veduta capovolta

II - Fasti e declino dei simboli patriottici 1. “Italia”, un’allegoria venuta da lontano stringe in un solo ideale i patrioti del Risorgimento 2. La Patria all’insegna del nazionalismo: in Libia si fanno le prove della Grande Guerra 3. Un caso specifico: le edizioni di “Buon Senso e Tricolore” 4. Vecchi e nuovi simboli dell’Italia fascista 5. Nell’ultimo dopoguerra, che cosa resta della Madre Patria?

I colori della Patria Il tricolore

La bandiera

Le forme della Patria

L’immagine antropomorfica La raffigurazione cartografica La prospettiva capovolta

La figura allegorica della Madre Patria Allegorie maschili e femminili

Sturani libro 2350e.indb 5

I Padri della Patria

La guerra di Libia. Un’esplosione di simboli I bersaglieri

pag. 71

pag. 11

pag. 13

Gli allegri simboli dell’interventismo Le armi di seduzione della Madre Patria

pag. pag. pag. pag. pag. pag.

pag. 18 pag. 18 pag. 20 pag. 24 pag. 25 pag. 29 pag. 31 pag. 32 pag. 39 pag. pag. pag. pag.

47 48 51 53

La Madre Patria I Savoia La romanità La bandiera Come marchiare un Paese

pag. 72 75 77 78 80 84 87

Il nemico irriso

pag. 88 pag. 92

La Grande Guerra

pag. 95

pag. pag. pag. pag. pag. pag. pag. pag.

L’aquila sabauda contro quella asburgica La bandiera tricolore Bersaglieri, fanti e non solo Le figliole irredente La Madre Patria guerriera La Madre Patria trionfante La Madre Patria materna Avanti Savoia!

96 99 102 105 107 110 112 114

Origini e sviluppi dei simboli fascisti Le edizioni di “Buon Senso e Tricolore”

pag. 119

pag. pag. pag. pag. pag. pag.

L’Uomo Nuovo La Madre Patria La bandiera La romanità riesumata Il fascio littorio L’effige del duce

pag. 120 125 127 129 134 136 139

pag. 61

I simboli patriottici della Repubblica

pag. 143

pag. 62 pag. 65

Bibliografia essenziale

pag. 149

3-08-2011 11:05:05


INDICE DEGLI ILLUSTRATORI

Amadio O. 142 Anatas 216 Anichini Ezio 158, 181-187, 189 Ballerio Osvaldo 134 Bartoli Giuseppe 220 Berthelet 221 Bertiglia Aurelio 123 Bianchi F. 3, 131 Biscaretti Carlo 155 Bisi Carlo 47 Boccasile Gino 222 Borgoni Mario 96 Canevari Silvio 17-18 Carboni Erberto 190 Castiglioni Giannino 176 Cenni Edda e Quinto 53, 88 Chiostri Carlo 141 Codognato Plinio 60, 149 Conti Giambattista 109 Crali Tullio 42 De Bourne E. 64 Di Massa R. 37

Sturani libro 2350e.indb 6

Dinelli 204 Diotallevi Marcello 231 Dosi A. 99 Franzoni Roberto 19 Gobbo Cesare 202 Golia (Eugenio Colmo) 86 Grassi Vittorio 22 Inqual G. 57 Kienerk Giorgio 165 Mangione Publio 21 Manolo 226 Marchisio Antonio 137 Marzari Oscar 151 Mataloni Giovanni 164 Metlicovitz Leopoldo 23 Monestier G. 65, 201 Muggiani Giorgio 10, 11 Nanni Nino 143 Natali Renato 179, 199 Natoli D. copertina Nespolo Ugo 230 Ostan 214

Paoletti Riccardo 2 Perfetti F. 174 Perini N. 25 Pisani Vittore 205, 208, 215 Polli V. 148, 177 Reschini 178 Retrosi Virgilio 125, 126, 130 Rico 139 Ronchi G. 169 Rossi A. 105 Rubino Antonio 117 Saccagi Cesare 156 Scarpelli Filiberto 45, 77, 132, 166 Tagnotti 78 Tito Ettore 89 Topi S. 192 Uggeri M. 171 Villani R. 121

3-08-2011 11:05:05


Presentazione

Il mondo del collezionismo, variegato e sempre affascinante, è formato da cultori di «discipline» diverse: cartoline postali illustrate, distintivi civili e militari, calendarietti da barbiere, chiudilettera, medaglie commemorative, pacchetti di sigarette, tessere, cartamoneta, bustini di personaggi famosi, figurine da collezione, menù, manifesti, giochi di carta da ritagliare, scatole di fiammiferi, decorazioni al valore e al merito, ordini cavallereschi, giocattoli d’epoca, soldatini di carta e plastici, pipe e molto altro ancora. Un esauriente quadro della situazione lo si deve all’architetto dal multiforme ingegno Sergio Coradeschi che nel 1979-80 progettò e realizzò per una società del gruppo Rizzoli un’opera a dispense intitolata Collezionismo italiano, poi riunita in quattro volumi. Non è un caso che i primi fascicoli-capitoli siano stati dedicati alle cartoline, scelte con precisi criteri di selezione anche da Enrico Sturani, autore di questo libro per persone intelligenti, ossia che vogliono capire. Scrive Coradeschi: «Nella storia del costume in Italia le cartoline postali illustrate (o, come le defini-



scono gli esperti con una comoda abbreviazione C.P.I.) meritano un posto di rilievo: solo prendendo in considerazione quelle prodotte nell’epoca della loro maggiore diffusione, dal 1895 al 1946, si arriva ad alcuni milioni di tipi, il che significa diversi miliardi di pezzi. Si tratta di testimonianze eccezionalmente valide del costume, degli avvenimenti, della propaganda politica e militare distribuite in un arco molto ampio di tempo». E aggiunge: «Bisogna considerare che la cartolina illustrata è stata il mezzo di comunicazione di massa più diffuso dalla sua origine all’avvento della televisione, tanto che non è esagerato parlare di “mass media” povero per eccellenza: si è diffusa fra tutte le classi sociali, dalle più umili alle più raffinate, trasmettendo ovunque i suoi messaggi che potevano essere di volta in volta di tipo politico, pubblicitari, di contenuto sociale, di costume».

Sturani libro 2350e.indb 7

3-08-2011 11:05:05


Sturani utilizza le cartoline per spiegare con l’immagine vari aspetti del concetto di Patria in circa un secolo di storia dello Stivale, dalla monarchia alla repubblica, dalla conquista della Libia (1911-12) alla Grande Guerra (1915-18), dal Ventennio fascista al Secondo conflitto mondiale (1940-45). L’autore, non nuovo a impegni editoriali di questo tipo, dimostra di possedere una salda cultura pluridisciplinare unita spesso a una buona dose di ironia, e il risultato finale è significativo. Un’ultima annotazione: il titolo di questo volume Italia! Sveglia! è lo stesso di una cartolina d’epoca. Ma il suo significato supera la barriera del tempo, dei partiti, o presunti tali, degli Stati, anche dei popoli, per assumere un valore universale, e rappresentare un richiamo forte, e un po’ sfottente, soprattutto agli abitanti, ed ogni tanto elettori, dell’attuale Stivale.

Maurizio Pagliano 

Sturani libro 2350e.indb 8

3-08-2011 11:05:05


I colori della Patria • Il tricolore

14

La Grande Guerra è appena iniziata: le signore della buona borghesia milanese sono invitate a dare il proprio contributo patriottico.

33

15

16

La celebre cartolina tricolore del Movimento Futurista diretto a Milano da Marinetti è innovativa solo per dare, rivoluzionariamente, piÚ spazio al rosso che agli altri colori della nostra bandiera. Altrimenti, nel 1915, le cartoline astratte - con il solo colore della bandiera - non sono rare.

Sturani libro 2350e.indb 33

3-08-2011 11:05:42


Le forme della Patria • L’immagine antropomorfica

45

46

49

Ancora una pedata italica. L’entusiasmo interventista si diffonde talmente fra gli Italiani, che si viene a creare un ricco mercato per cartoline realizzate da ottimi grafici e stampate in cromolitografia da editori d’arte. 1914. Filiberto Scarpelli per Arti Grafiche Excelsior, Firenze; 1914. Al dorso è stampata questa poesiola: “La Beppa Teresa / su l’Alpe Romana, / pigliava, sorpresa, / pedata italiana; / e poco giuliva, / fuggiva, fuggiva, / gridando a distesa: / - L’ho presa! L’ho presa!”.

Sturani libro 2350e.indb 49

3-08-2011 11:06:35


Le forme della Patria • La prospettiva capovolta

58

59

56

Sulle più alte vette delle Alpi Orientali si svolge una battaglia aerea fra l’aquila sabauda e la bicipite aquila asburgica. 1915.

Sturani libro 2350e.indb 56

L’enfasi posta sulle Terre irredente del Nord-Est porta a metterle in primo piano, capovolgendo la carta geografica. 1915.

3-08-2011 11:07:10


La figura allegorica della Madre Patria • I Padri della Patria

84

83

69

Due serie di cartoline edite per il cinquantenario dell’unità nazionale nel 1911; una Madre Patria guerriera condensa in sé l’intera storia del paese.

Sturani libro 2350e.indb 69

3-08-2011 11:08:48


La guerra di Libia. Un’esplosione di simboli • La Madre Patria

95

94

Gli Italiani sono sbarcati a Tripoli e l’hanno conquistata, ma la Madre Patria ha la sua solita aria pensosa e triste. 1911.

76 96

La Madre Patria, la bandiera, l’invocazione ai Savoia, i nostri soldati e marinai: tanti, forse troppi simboli nazionali. 1911.

Mario Borgoni celebra l’arrivo a Napoli delle navi italiane che rimpatriano gli espulsi da Costantinopoli per ritorsione alla guerra di Libia. 1912.

Sturani libro 2350e.indb 76

3-08-2011 11:09:22


La Grande Guerra • Avanti Savoia!

176

175

116

Tutti quanti i Savoia che hanno combattuto le Guerre di Indipendenza appaiono ora ai combattenti della Grande Guerra; ancora una volta brilla la loro buona stella. 1916.

Giannino Castiglioni, sin dai primi giorni di guerra, vede l’aquila asburgica direttamente affrontata da uno dei trecenteschi avi del nostro re “Sciaboletta”; Trento e Trieste, redente, lo cingono d’alloro. 1915.

Sturani libro 2350e.indb 116

3-08-2011 11:12:43


Origini e sviluppi dei simboli fascisti • Il fascio littorio

214

215

138

Associazione Nazionale Volontari Italiani della Libia. Il fascio stringe a sĂŠ i nuovi coloni italiani recatisi a coltivare le nuove terre conquistate in Tripolitania. 1928 circa.

Sturani libro 2350e.indb 138

Gli archetipi utilizzati nella comunicazione visiva non sono infiniti: il gesto di questo milite del 1936 sarĂ lo stesso dei marines che nel 1945 issano la bandiera a Iwo Jima.

3-08-2011 11:13:58


I simboli patriottici della Repubblica

229

230

147

“Operazione ‘forza azzurri’”, “Corriere dei piccoli”, disegno di M.Uggeri. 1986.

Sturani libro 2350e.indb 147

Ugo Nespolo, 1986. Il simbolo del tricolore e l’immagine dell’Italia sono ormai sempre più legati al tifo sportivo.

3-08-2011 11:14:46

Profile for Vaccari

Estratto del libro Italia! Sveglia! Uno stivale di cartoline  

156 pp. - 232 ill. a colori - formato cm 24x21 - brossura - ed. 2011 - collana "la Storia attraverso i documenti" - In italiano - codice 235...

Estratto del libro Italia! Sveglia! Uno stivale di cartoline  

156 pp. - 232 ill. a colori - formato cm 24x21 - brossura - ed. 2011 - collana "la Storia attraverso i documenti" - In italiano - codice 235...