Page 1

In copertina: Carta geografica pergamenata disegnata e acquerellata a mano (epoca fine ’600) con orientamento a sud.

Collana:  La Storia attraverso i documenti


PREMESSA

Sono trascorsi ben 15 anni dalla pubblicazione in quattro volumi di “Poste Estensi. Trattato storico e storico-postale - 1453-1852” relativo al Ducato, opera che prende in esame la posta e la sua funzionalità in ogni periodo storico-politico, con tutte le vicissitudini, in un arco di tempo che va dalle origini fino al 31 maggio 1852, il giorno prima dell’introduzione dei francobolli. A seguito di numerosissimi ritrovamenti, si è ritenuto fosse giunto il momento di aggiornare il catalogo, presente nel quarto volume, relativo ai “bolli” e “grafici” in uso nel Ducato stesso. Colgo l’occasione per ringraziare pubblicamente per il loro contributo gli amici Fabrizio Salami, Roberto Tomasini, e Paolo Vaccari che in tutti questi anni hanno raccolto e collezionato le lettere di questo interessantissimo periodo, dandomi la possibilità di prendere visione di una mole davvero consistente di materiale. Particolarmente rilevanti sono le novità, tanto che abbiamo valutato, insieme all’editore, che fosse più appropriata una vera e propria nuova edizione piuttosto che un semplice aggiornamento. Devo dire che non abbiamo trovato tantissimi bolli nuovi ma numerosi grafici delle varie località e bolli ausiliari o complementari, e questo documenta che il lavoro fatto a suo tempo è stato molto accurato. In questi anni sono state però rintracciate diverse lettere che hanno apportato anche notevoli variazioni relative ai colori degli inchiostri utilizzati, ai periodi d’uso, ma soprattutto a “prima data nota” o a “ultima data nota”. Solo ad esempio, in questo catalogo sono stati inclusi, e per entrambi si conoscono solamente due impronte, il bollo “FOSDINOVO” lineare con cartella tratteggiata, e il “POSTA DEL FINALE” noto nel 1804, di cui eravamo già a conoscenza: era incluso nel testo ma non specificamente nel catalogo. Inoltre si rileva l’inserimento in Modena del bollo “CORRERIA DI VENEZIA” e del grafico manoscritto “Corriera di Modena”; è noto un unico documento con il menzionato grafico per attestare la spedizione delle lettere da Modena a Venezia per barca. Di alcuni bolli si è anticipata anche di mesi la prima data conosciuta. Clamoroso il caso di Carpi in cui è stata anticipata di circa tre anni, avvicinandosi di un mese all’apertura dell’Ufficio stesso. Se consideriamo che si tratta di documenti della seconda metà del XVIII secolo, penso sia stata una scoperta veramente interessante. Altre notizie di rilievo sono quelle relative a Castelnuovo di Garfagnana che pensavamo ufficio chiuso o comunque che non bollava la corrispondenza, nel periodo 1821-1826: grazie al ritrovamento di alcune lettere possiamo affermare che non ci fu mai interruzione del servizio e che quindi l’Ufficio stesso è sempre stato aperto e operativo. La catalogazione è suddivisa per ufficio postale, partendo da Modena per poi proseguire con tutti gli altri uffici in ordine alfabetico. Comprende bolli nominativi, grafici, bolli ausiliari o complementari, di raccomandazione, alcuni sigilli per ceralacca. Sono presenti tutti i bolli di cui si è certi, in quanto rintracciati su missive o su documenti e/o inventari; in quest’ultimo caso vi è l’indicazione “non rilevato”. I nuovi ritrovamenti sono stati inseriti con un numero progressivo, onde evitare di modificare

7

VOL POSTE ESTENSI sett2016.indd 7

30/09/16 18.13


le numerazioni già esistenti, ma sono stati posizionati in base al periodo d’uso in ordine cronologico. Ogni bollo ha a fianco dell’immagine una brevissima descrizione con prima e ultima data nota; nella tabella, in che colore è stato rilevato e in che periodo, e i punti assegnati. Nell’opera completa si possono trovare maggiori dettagli sui bolli stessi e sul loro uso, numerose riproduzioni di documenti su cui compaiono, altri bolli (ad esempio le varie settimane del bollo a cuore di Modena di cui qui è riportato solo un esempio). Sono oltre 1.500 le pagine, frutto di ardue ricerche archivistiche durate alcuni decenni e supportate da una documentazione postale che non ha eguali nella storia della prefilatelia modenese, e non solo. E a distanza di tanti anni il lavoro svolto è ancora estremamente attuale ed esauriente. Alla storia della posta del Ducato di Modena in un lasso temporale così vasto non era mai stato dedicato uno studio tanto approfondito e molte notizie storiche sono state apprese proprio dalle lettere dell’epoca. L’opera nel suo complesso infatti non si rivolge solo agli studiosi di storia postale e ai collezionisti di posta prefilatelica, ma anche, e in particolar modo, ai cultori di storia e soprattutto di storia del nostro territorio. Giuseppe Buffagni

8

VOL POSTE ESTENSI sett2016.indd 8

30/09/16 18.13


MODENA

Il primo timbro venne fornito all’ufficio postale nel 1768. Nel periodo napoleonico (7 maggio 1796 - 31 dicembre 1831), durante la Reggenza (7 maggio 1796 - 6 ottobre 1796), a prescindere dal bollo, dato l’interesse storico-postale le lettere hanno un punteggio di almeno +3 punti Altresì dicasi per quanto riguarda il Municipio Autonomo (7 ottobre 1796 - 31 dicembre 1796) +3 punti e la Reggenza austro-russa (30 aprile 1799 - 4 giugno 1800) +3 punti N°

DESCRIZIONE

COL.

PER. D’USO

PUNTI

N. 1 POSTA DI MODONA I tipo. Testa dell’aquila sotto la I. Prima data nota 9 gen. 1768. Si conoscono meno di 20 impron te.

1768-1769 1776

10

POSTA DI MODONA II tipo. N. 2 Testa dell’aquila al centro tra le lettere I (DI) e M (Mode na). Prima data nota 18 gen. 1768. Si conoscono meno di 10 impronte.

1768-1769 1782/1795

12

N. MODENA in cartella fogliata. 3 Prima data nota 21 gen. 1768. Si conoscono circa 15 impronte.

dal 21 gen. 1768 al 23 feb. 1768

11

N. MODENA lineare tipo A. 4 È il timbro precedente a cui venN. ne asportata la cornice. Prima data nota 16 feb. 1768. N. Ultima data nota 5 dic. 1808. BR. V./V. smeraldo R.N.

1768 dal feb. 1769 al 1778 1805 1806

7

1807 1808

4 6

MODENA lineare tipo B. N. 5 Ultima data nota (mag. 1807).

dal 1771 al 2° semestre 1780

7

N.

BR.

MODa con ornato mm 16x10. 6 È usato sporadicamente.

7 4 4

dic. 1803

7

1805

4

N.

1806

4

V.

1807

4

N.

in uso fino al 1797

R.

due impronte note 1798

— R 11

11

VOL POSTE ESTENSI sett2016.indd 11

30/09/16 18.13


REGGIO

Il primo timbro venne fornito all’ufficio postale nel 1768. N°

DESCRIZIONE

COL.

PER. D’USO

PUNTI

1 Analogo ai primi due bolli di N. Modena ma con la dicitura POSTA DI REGGIO. Prima data nota 21 gen. 1768. Azz. Ultima data nota 30 set. 1795.

1768-1769 dal 1782 uso sporadico —

Prima data nota 7 mar. 1768. 2 Ultima data nota 20 ott. 1797.

1768 dal 1769 uso sporadico

11

N. 3 Prima data nota 27 apr. 1770. Ultima data nota 21 dic. 1787. R. OL.

1770-1782 — 1783/1784/ 1785/1787

6 8

Prima data nota 12 giu. 1770. 4 Ultima data nota 26 giu. 1784.

1770/1772/1784

7

I sette bolli dal 3 al 9 hanno particolarità diverse.

Date estreme 1772/1779. 5

6 Date estreme 1777/1784.

N.

N. 1772-1779 N.BR. 1777

N. R. AR.

8 10

10

7

7 8

1782-1784 1777 1783

6 7 7

Prima data nota 30 gen. 1786. 7 Ultima data nota 13 nov. 1786.

N.

1786

8

Prima data nota 16 lug. 1781. 8 Ultima data nota 10 ott. 1785.

N. R. BR.

1781 1785 1785

7 8 8

9

GR.

1785

8

51

VOL POSTE ESTENSI sett2016.indd 51

30/09/16 18.13


SASSUOLO

Ufficio postale aperto il 20 ottobre 1812 ma fornito di timbro solo in periodo austro-estense (1837). N°

DESCRIZIONE

COL.

PER. D’USO

PUNTI

Lettere senza bollo dal 20 ott. 1812 al 1813.

7

Lettere dal 1814 al 1838 normalmente senza bolli.

3

1 UFFIZIO POSTALE IN SAS SUOLO Prima data nota 19 dic. 1837. Prosegue l’uso in periodo filate lico.

BR. BR. AR. BR. vari colori

1837 1838 1838 1839

8 7 7 7

1840-1852

3

SASSUOLO in cartella. 2 Prima data nota 16 nov. 1837. Nel 1837-1838 si conosce solo una lettera per anno. Prosegue l’uso in periodo filate lico.

AR. AR.R. AR.R. AR.R. N. N. OL. V. Azz.

1837 1838 1839 1840-1845 1846-1849 1850 1850 1850 1851-1852

10 10 7 5 3 4 3 3 3

3 RACCOM. Prima data nota 8 ott. 1845. Prosegue l’uso in periodo filate lico.

R. 1845 vari colori 1846-1852

11

P.P. 4 Prima data nota 14 ott. 1844. Ebbe un uso sporadico.

N. vari colori

12

5 POSTA DI SASSUOLO Sigillo per ceralacca fornito l’8 feb. 1815. Usato raramente. Prima data nota 10 set. 1825. Ultima data nota 22 ago. 1837. Prosegue l’uso anche in periodo filatelico.

N. V.

1844 dal 1845

1825-1836 1837

P.P. in cornice con ornato. 6 Pochissime impronte note. In rosso, in ott. 1839 e in mar. 1841.

3

8

12 R

12

57

VOL POSTE ESTENSI sett2016.indd 57

30/09/16 18.13


INDICE

Premessa........................................................................................................................ 7 Chiave del catalogo......................................................................................................... 9 Punteggi................................................................................................................... 9 Criteri usati per la valutazione..................................................................................... 9 Colori ...................................................................................................................... 10 Elenco dei colori e abbreviazioni................................................................................. 10 Il catalogo....................................................................................................................... 11 Modena.................................................................................................................... 11 Aulla........................................................................................................................ 21 Brescello................................................................................................................... 22 Carpi........................................................................................................................ 24 Carpineti.................................................................................................................. 25 Carrara..................................................................................................................... 26 Castelnuovo di Garfagnana......................................................................................... 27 Castelnovo ne’ Monti................................................................................................. 28 Concordia................................................................................................................. 30 Correggio................................................................................................................. 31 Finale....................................................................................................................... 32 Fivizzano................................................................................................................... 34 Fosdinovo................................................................................................................. 35 Guastalla................................................................................................................... 37 Massa....................................................................................................................... 39 Minozzo.................................................................................................................... 41 Mirandola................................................................................................................. 42 Montecchio............................................................................................................... 44 Montefiorino............................................................................................................. 45 Novi......................................................................................................................... 46 Pavullo..................................................................................................................... 47 Pievepelago.............................................................................................................. 49 Reggio...................................................................................................................... 51 Sassuolo................................................................................................................... 57 San Felice................................................................................................................. 58 Savignano................................................................................................................. 59 Scandiano................................................................................................................. 60 Villafranca................................................................................................................. 62

63

VOL POSTE ESTENSI sett2016.indd 63

30/09/16 18.13


Nell’opera completa si possono trovare maggiori dettagli sui bolli stessi e sul loro uso, numerose riproduzioni di documenti su cui compaiono, altri bolli (ad esempio le varie settimane del bollo a cuore di Modena di cui qui è riportato solo un esempio). L’OPERA COMPLETA Alla storia della posta del Ducato di Modena che inizi dalle origini e termini il 31 maggio 1852 non era mai stato dedicato uno studio approfondito come quest’opera che prende in esame la posta e la sua funzionalità in ogni periodo storico-politico, con tutte le vicissitudini, in un arco di tempo così ampio. Il lavoro è suddiviso per periodi storico-politici ed esplica quanto avvenne - storicamente e postalmente - in ognuno di essi. Tutto ciò è frutto di ardue ricerche archivistiche durate alcuni decenni e supportate da una documentazione postale - scritti e lettere dell’epoca - che non ha eguali nella storia della prefilatelia modenese, e non solo. Sfogliando e leggendo le oltre 1500 pagine di questo «unicum», ci si renderà certamente conto della minuziosa documentazione che l’autore, Giuseppe Buffagni, modenese e grande cultore di storia postale del nostro territorio, è riuscito a reperire e a incasellare nei vari periodi, anche travagliati, della nostra storia. dalla prefazione di Paolo Vaccari

In copertina: Carta geografica pergamenata disegnata e acquerellata a mano (epoca fine ’600) con orientamento a sud.

€ 25,00

IVA ass. dall’editore cod.1332EA

Cop Volume POSTE ESTENSI SET 2016.indd 1

A seguito di numerosissimi ritrovamenti, dopo 15 anni dalla pubblicazione in quattro volumi di “Poste Estensi. Trattato storico e storicopostale - 1453-1852” relativo al Ducato, si è ritenuto fosse giunto il momento di aggiornare il catalogo, presente nel quarto volume, relativo ai “bolli” e “grafici” in uso nel Ducato stesso. In questi anni sono state rintracciate diverse lettere con alcuni bolli nuovi, numerosi grafici delle varie località e bolli ausiliari o complementari. L’analisi di una mole davvero consistente di materiale, grazie all’aiuto di alcuni collezionisti del settore, ha permesso di apportare anche notevoli variazioni relative ai colori degli inchiostri utilizzati, ai periodi d’uso, ma soprattutto a “prima data nota” o a “ultima data nota”. La catalogazione, suddivisa per ufficio postale, comprende bolli nominativi, grafici, bolli ausiliari o complementari, di raccomandazione, alcuni sigilli per ceralacca. Sono presenti tutti i bolli di cui si è certi, in quanto rintracciati su missive o su documenti e/o inventari; in quest’ultimo caso vi è l’indicazione “non rilevato”. Ogni bollo ha a fianco dell’immagine una brevissima descrizione con prima e ultima data nota; nella tabella, in che colore è stato rilevato e in che periodo, e i punti assegnati.

Collana:  La Stori a attraverso i documenti 05/10/16 23.17

Estratto del libro POSTE ESTENSI - trattato storico e storico postale 1453-1852 - CATALOGO DEI BOLLI  

64 pp. - oltre 200 ill. b/n - formato cm 21x29,7 - brossura - ed. 2016 - collana "la Storia attraverso i documenti" - VALUTAZIONI IN PUNTI -...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you