Page 1

UNICUSANO

domenica 11 marzo 2018

TERNANA la squadra della ricerca scientifica italiana

Informazione a cura di Sport Network

Finotto porta avanti gli universitari, pareggio un po’ casuale poi un palo dei liguri Il mister sorride: «Bene il primo tempo, adesso dobbiamo crederci ed essere lucidi»

fere, ecco il punto da dove ripartire

L’UnicusanoTernana è riuscita a giocarsela alla pari sul campo dello Spezia, andando perfino vicina a vincerla nel finale: De Canio ora può ben sperare

In una partita giocata nel segno di Davide Astori, come tutte quelle di questo weekend calcistico, l’Unicusano Ternana strappa un punto fondamentale sul campo dello Spezia, che consente alle Fere di agganciare l’Ascoli (ora l’ultimo posto è condiviso coi marchigiani) e soprattutto riprendere fiducia: adesso, ha spiegato mister De Canio a fine gara, «bisogna credere in quello che si fa e avere la giusta lucidità». De Canio ha dato fiducia al prodotto del vivaio della Roma Bordin in cabina di regia al posto di Paolucci, e a Finotto in attacco in coppia con Montalto visto che anche l’esperto Piovaccari non era proprio al meglio e si accomodava in panchina. Panchina di lusso anche per lo Spezia, con Granoche e Gilardino inizialmente a guardare. LE SVOLTE DEL MATCH. Tutto

sommato la scelta di mister De Canio aveva dato i suoi frutti, perché poco prima della mezzora proprio Finotto era riuscito a sbloccare il match in favore delle Fere, con una bella girata di prima intenzione su punizione laterale di Tremolada: un gol che poteva essere fondamentale soprattutto dal punto di vista mentale, per l’importanza di ritrovarsi in vantaggio su un campo

Finotto esulta dopo il gol del vantaggio lapresse

difficile e contro un avversario difficile dopo tanti risultati negativi di fila. E l’inerzia della partita avrebbe potuto sterzare decisamente in favore dell’UnicusanoTernana già poco dopo, quando ancora Tremolada aveva messo sulla testa di Rigione la palla del raddoppio, mancato per un soffio: «Sarebbe stata sicuramente un’altra partita» ammette De Canio. Un peccato, perché dieci minuti dopo invece lo Spezia trovava il pareggio anche con un pizzico di fortuna, con l’autore del gol

Luigi De Canio lapresse

Buon punto per gli umbri lapresse

la settimana della vista

Coinvolge 55 milioni di persone nel mondo ma basterebbe una visita oculistica precoce

Forte liberato sotto porta da un rimpallo fortuito. E’ un po’ tutto, perché nella ripresa i ritmi non decollano più: è vero che i liguri hanno colpito un palo con Pessina (con il pallone che ha ballato vicinissimo alla linea di porta mettendo i brividi ai tifosi ternani), è vero pure che Granoche, entrato in corso d’opera, e compagni nonostante una lieve supremazia territoriale (55% di possesso palla), non hanno avuto altre nitide palle gol. E alla fine, in pieno recupero, è stata l’Unicusano-

Ternana ad avere la chance per passare, con una punizione a due da 6 metri dalla porta, fischiata per un retropassaggio raccolto con le mani da Di Gennaro, che Signori ha però calciato contro la foltissima barriera dei locali. PAROLA AL MISTER. «Siamo stati sfortunati, ma anche fortunati nell’occasione del palo dello Spezia» commenta mister De Canio, per il quale comunque quello di ieri è un punto che fa morale e crea buoni auspici:

«Sono soddisfatto della prestazione nel primo tempo, ma dobbiamo migliorare nell’attenzione. Siamo stati molto determinati, agonisticamente siamo migliorati rispetto alle prime partite, i ragazzi stanno assimilando ciò che chiedo» Poi qualche tiratina d’orecchio: «Abbiamo avuto anche della occasioni nella ripresa, come quando Varone ha tirato invece di passarla, errore grave. Il mio compito è quello di far migliorare i miei calciatori e di correggere gli errori che fanno».

SETTE GIOVANI DRAGHI AL FESTIVAL DELLE REGIONI

PREVENIRE IL GLAUCOMA Il glaucoma è una malattia che colpisce 55 milioni di persone nel mondo: è la prima causa planetaria di cecità irreversibile e si manifesta quasi sempre coinvolgendo i due occhi, danneggiando il nervo ottico. Quest’ultimo è paragonabile a un cavo elettrico, con milioni di fibre nervose che trasmettono i segnali elettrici dalla retina al cervello, dove avviene l’elaborazione dell’informazione visiva. Nella maggior parte dei casi il glaucoma è associato a un aumento della pressione interna dell’occhio che causa, nel tempo, danni permanenti alla vista, accompagnati da riduzione del campo visivo e al-

terazioni della papilla ottica (detta anche ‘testa del nervo ottico’), visibili all’esame del fondo oculare. Contro questa malattia la IAPB Italia onlus (Agenzia Internazionale per la prevenzione della cecità) ha organizzato una serie di iniziative gratuite in quasi cento città d’Italia dedicate alla prevenzione e all’informazione. L’Unicusano Ternana, attraverso

i canali informativi dell’Università Niccolò Cusano, sostiene questa campagna di prevenzione che nel nostro Paese prenderà il via oggi a Roma: dalle ore 11.00, a Piazza Risorgimento, sarà allestito un gazebo nel quale saranno distribuiti opuscoli informativi e saranno regalati tanti palloncini all’insegna della prevenzione. Sarà presente sul posto anche Li-

via Azzariti, testimonial dello spot solidale della Campagna, che rilancerà lo slogan dell’iniziativa: “È la tua vista. Tienila stretta”. Accanto al gazebo sosterà un’Unità mobile oftalmica hi-tech per il controllo gratuito della vista e la piazza si riempirà di palloncini con un punto nero che ricorda la nostra pupilla. La IAPB Italia onlus sottolinea l’importanza di sottoporsi a visite oculistiche periodiche, specialmente in presenza di fattori di rischio quali età, precedenti familiari, miopia elevata o terapie protratte con farmaci cortisonici, perché basta questo a diagnosticare un glaucoma in fase iniziale o ancora non grave”

Weekend di riposo per tutte le squadre del Terni Rugby, settore giovanile compreso, ma non per tutti i giovani Draghi. Filippo Camuzzi, Gabriele Caselli, Damiano Santoni (Under 16) e Lorenzo Armeni, Andrea Caparvi, Riccardo Marinangeli e Filippo Niculae (Under 18) sono stati convocati dal Tecnico Re-

gionale Fabrizio Fastellini per il Festival delle Regioni in programma domenica a L’Aquila. La selezione Umbra Under 16 sarà in campo dalle ore 12 in un girone a tre con Campania e Sardegna, mentre la squadra Under 18 sarà in campo dalle 13.30 prima contro la Campania e poi contro la Sicilia.

Unicusano ternana 20180311  
Unicusano ternana 20180311