__MAIN_TEXT__
feature-image

Page 1

Newspaper

CAREER

PLANNING GENNAIO - 2020


Il contesto lavorativo è sempre più esigente e selettivo ed è fondamentale arrivare ben preparati ai colloqui di lavoro. In linea con tale obiettivo il servizio di consulenza assistenza a laureandi e laureati che si apprestano al primo ingresso nel mondo del lavoro, fornendo informazioni utili su: progetti professionali che si desidera realizzare, redazione e aggiornamento del curriculum vitae, tecniche per impostare il colloquio e

VIA DON CARLO GNOCCHI 3 00166 ROMA TEL: 06.89320030

martedì e giovedì dalle ore 10.00 alle 12.00

PER INFORMAZIONI:

PLACEMENT@UNICUSANO.IT


YOU ! T N A W WE lavoro del La rubrica

LAVORO

Nome dell’azienda: Kaaral –Passioni s the art of beauty Settore: Cosmetici per capelli Titolo dell’offerta: Consulente di zona Destinatari: Studenti di tutte le facoltà Requisiti: - Apertura Partita Iva - Automuniti Tipo di rapporto lavorativo: Mandato a tempo indeterminato con Partita Iva Sede di lavoro: Lazio Inserimento: Immediato

LAVORO

Nome dell’azienda: Nissolino Corsi Settore: Formazione Titolo dell’offerta: Tutor didattico disciplinare Destinatari: Laureati in ingegneria gestionale Requisiti: - Laurea in area matematico/scientifica (preferibilmente matematica e affini) - Maturità scientifica - Familiarità con la matematica - Residenza o domicilio nel comune della sede in apertura (o limitrofi) Tipo di rapporto lavorativo: Contratto full-time subordinato a tempo indeterminato Sede di lavoro: Territorio nazionale Inserimento: Al termine della formazione di un mese nella sede centrale di Roma


U ! O Y T N A WE W lavoro del La rubrica

LAVORO

Nome dell’azienda: Nissolino Corsi Settore: Formazione Titolo dell’offerta: Tutor didattico disciplinare Destinatari: Laureati in giurisprudenza Requisiti: - Laurea in lettere (e affini) o giurisprudenza - Maturità classica - Residenza o domicilio nel comune della sede in apertura (o limitrofi) Tipo di rapporto lavorativo: Contratto full-time subordinato a tempo indeterminato Sede di lavoro: Territorio nazionale Inserimento: Al termine della formazione di un mese nella sede centrale di Roma

LAVORO

Nome dell’azienda: Sereni Orizzonti Settore: Socio Assistenziale Titolo dell’offerta: Responsabile Governo Assistenziale Destinatari: Laureati in scienze infermieristiche e master in coordinamento delle professioni sanitarie Requisiti: - Laurea in scienze infermieristiche - Master in coordinamento delle professioni sanitarie Tipo di rapporto lavorativo: Contratto a tempo indeterminato Sede di lavoro: Friuli Venezia Giulia Inserimento: Gennaio 2020


U ! O Y T N A WE W lavoro del La rubrica

LAVORO

Nome dell’azienda: Randstad Italia Settore: Automotive Titolo dell’offerta: Data Analyst Destinatari: Neo Laureati in Economia magistrale Requisiti: - Laurea in economia magistrale o titolo equivalente Tipo di rapporto lavorativo: Contratto a tempo determinato /apprendistato Sede di lavoro: Roma Tiburtina /Capena Inserimento: Gennaio 2020

LAVORO

Nome dell’azienda: Randstad Italia Settore: Logistico nella distribuzione farmaceutica Titolo dell’offerta: Custer Service Destinatari: Neo laureati in economia magistrale Requisiti: Laurea in economia magistrale Tipo di rapporto lavorativo: Contratto a tempo determinato / apprendistato Sede di lavoro: Roma Tiburtina / Capena Inserimento: Gennaio 2020


U ! O Y T N A WE W lavoro del La rubrica

STAGE

Nome dell’azienda: Nissolino Corsi Settore: Formazione Titolo dell’offerta: Orientatori / Consulenti Commericiali Destinatari: Diplomati / Laureati Requisiti: - Diploma o Laurea - Buona dialettica e attitudine a lavorare in team - Disponibilità a lavorare in tutto il territorio nazionale Tipo di rapporto lavorativo: Stage finalizzato all’assunzione a tempo indeterminato Durata: 6/12 mesi Sede di lavoro: Roma Inserimento: Successiva alla frequenza del corso

STAGE

Nome dell’azienda: Festo Spa Settore: Automazione Titolo dell’offerta: Application Specialist Junior Destinatari: Laureati in ingegneria elettronica Requisiti: - Laurea in ingegneria elettronica - Conoscenza del pacchetto Office - Buona conoscenza della lingua inglese - Ottima conoscenza della lingua italiana Tipo di rapporto lavorativo: Stage Durata: 6 mesi Sede di lavoro: Assago (Mi) Inserimento: Immediato


U ! O Y T N A WE W lavoro del La rubrica

STAGE

Nome dell’azienda: Radio Cusano Tv Settore: Editoria e Comunicazione Titolo dell’offerta: Giovani conduttori e redattori

Requisiti: - Corso di dizione - Bella presenza - Età al di sotto dei 29 anni - Sarà titolo preferenziale laurea in marketing e comunicazione o altri ambiti - Conoscenza fluente della lingua inglese Tipo di rapporto lavorativo: Stage Durata: 6 mesi con possibilità di inserimento a tempo indeterminato Sede di lavoro: Roma Inserimento: Immediato

STAGE

Nome dell’azienda: Radio Cusano Tv Settore: Editoria e Comunicazione Titolo dell’offerta: Tecnici Mixer e Video Destinatari: Diplomati o laureati in ambiti affini Requisiti: - Diplomati o laureati in ambiti affini - Età al di sotto dei 29 anni - Disponibilità immediata - Flessibilità oraria Disponibilità a lavorare su turni settimanali lun/dom 06:00/01:00 - Buona capacità nell’inserimento in un gruppo di lavoro Tipo di rapporto lavorativo: Stage / Freelance Durata: 6 mesi con possibilità di inserimento a tempo interminato / A chiamata per il freelance Sede di lavoro: Roma Inserimento: Immediato


U ! O Y T N A WE W lavoro del La rubrica

APPRENDISTATO

Nome dell’azienda: Teko Telecom srl Settore: Sistemi di telecomunicazioni mobili Titolo dell’offerta: Progettista di sistemi di comunicazione mobile

Destinatari: Laureati in Informatica Ingegneria Elettronica Ingegneria delle Telecomunicazioni Requisiti: - Neo laureato (o prossimo alla laurea) con ottimo curriculum e votazione finale superiore a 107/110 Tipo di rapporto lavorativo: Contratto di apprendistato Durata: 30 mesi l’apprendistato Sede di lavoro: Castel San Pietro Terme (BO) Inserimento: 01/03/2020

INFORMAZIONE COMPLETA SU UNICUSANO.IT/CAREERSERVICE Per candidarsi inviare Curriculum Vitae a placement@unicusano.it, firmato con dichiarazione di: Autorizzazione al trattamento dei dati personali D.lgs. 196/03. L'annuncio è rivolto ad entrambi i sessi.

RESTA AGGIORNATO SULLE OFFERTE DI LAVORO PUBBLICATE NELLA PAGINA DEL CAREER SERVICE UNICUSANO

Lore


IN

DALL’UNIVERSITÀ AL MONDO DEL LAVORO Andrea Pagliaro "Un talento targato Unicusano" La storia di successo di un laureando in Ingegneria Meccanica.

Andrea Pagliaro, nostro studente di Ingegneria Meccanica prossimo alla Laurea e collaboratore del nostro laboratorio di Ingegneria, è un chiaro esempio di eccellenza targata Unicusano. Conosciamo meglio la sua storia! “Il mio percorso formativo all’università Niccolò Cusano è iniziato a seguito del trasferimento dall’università pubblica per proseguire lo studio di Ingegneria Industriale , curriculum meccanico. Durante il completamento del mio percorso formativo, nel periodo di tesi, ho avuto l’opportunità di intraprendere l’attività lavorativa come collaboratore all’interno del laboratorio di Ingegneria. Attualmente sono laureando in Ingegneria Meccanica magistrale e continuo la mia collaborazione con l’università.” Raccontaci il tuo progetto di tesi a cui ha fatto seguito la pubblicazione di un importante articolo scientifico. “Il Prof. Pagliaroli mi ha proposto diversi argomenti tra cui io ho scelto lo studio e la progettazione di superfici di nuova generazione dette meta-superfici. Dopo la realizzazione di un prototipo e una fase di test, sono stati raggiunti dei risultati che hanno portato alla stesura di un articolo* recentemente pubblicato dalla rivista scientifica internazionale Applied Acoustics. Partecipare come coautore insieme ai docenti di Ingegneria Pagliaroli e Patanè, al tecnico dell’ENEA Angelo Tatì e al ricercatore Peng L. della China Academy of Aerospace Aerodynamics è stato un piacere ma soprattutto un onore. La difficoltà più grande è stata sicuramente la ricerca degli utensili adatti alla lavorazione, stiamo parlando di punte per foratura di metalli del diametro di un capello (circa 0.1 mm). Chiaramente le dimensioni molto ridotte hanno comportato una rapida usura dell’utensile fino a rottura. Se si pensa che il primo prototipo presentava circa 15.000 fori e che ci sono volute circa 200 ore di lavoro diciamo che è stata necessaria una buona dose di pazienza e determinazione. Tuttavia, la volontà di realizzare un sistema completamente innovativo con le nostre forze ed i nostri mezzi ha prevalso e la soddisfazione del prodotto finito ha ricompensato tutto l’impegno investito nell’attività.”


Nella realizzazione di questo progetto innovativo, Andrea è stato sicuramente ispirato dal suo motto: “Mai farsi fermare dagli imprevisti” e con tenacia e perseveranza ha raggiunto l’obiettivo. Che cos’è Unicusano per te? “La definirei in tre parole: stimolante, familiare e concreta. • Stimolante: a mio avviso uno dei punti di forza della nostra università è quello di offrire agli studenti la possibilità di partecipare in prima persona alle attività sperimentali già dalla Laurea triennale. Si iniziano così a conoscere gli attrezzi del mestiere che possono essere: la modellazione software 3D, la fresa, il controllo numerico, la stampa 3D nonché tutta la sensoristica e la relativa interfaccia che permette di realizzare misure sperimentali. • Familiare: si abbattono le barriere che intercorrono tra studenti e docenti, stimolando la crescita formativa degli studenti. • Concreta: si sviluppano le linee di ricerca collaborando attivamente con aziende esterne. Attività che possono sfociare in veri e propri contratti di lavoro per i neolaureati.” Qual è il segreto per riuscire bene nel proprio lavoro secondo te? “Avere la possibilità di inserirsi in un gruppo di lavoro efficiente e funzionale ma allo stesso tempo spensierato e divertente, nel quale si possano dare suggerimenti reciproci senza secondi fini e nel quale la collaborazione quotidiana sia motivo di crescita collettiva.” Punti di forza e aree di miglioramento? “Uno dei miei punti di forza penso che sia, nel mio piccolo, la capacità di risolvere problemi. Per quanto riguarda gli aspetti da migliorare, invece, mi piacerebbe acquisire più sicurezza in me stesso ma grazie agli impegni e le attività che svolgo qui, come piccoli convegni, interviste radiofoniche e presentazioni in pubblico, è un aspetto che è già migliorato molto.” Quali sono i tuoi progetti futuri? “Dopo il conseguimento della Laurea Magistrale sono intenzionato ad intraprendere la strada del dottorato di ricerca, per non abbandonare questo mondo che è sempre stimolante ed affascinante nonostante le mille sfide quotidiane.” Siamo molto orgogliosi di avere all’interno del nostro Ateneo una risorsa come Andrea, esempio di impegno, sacrificio e voglia di arrivare! Grazie Andrea per averci fatto conoscere meglio il mondo dell’Ingegneria Meccanica! A cura di Sara Marini - Area Marketing


IN

DALL’UNIVERSITÀ AL MONDO DEL LAVORO Renato Persi

"Responsabile Marketing e sviluppo commerciale" Un giovane imprenditore impegnato anche nel sociale

Questa è la storia di Renato Persi, nostro laureato in Economia triennale che sta frequentando attualmente la magistrale. Un ragazzo mosso da un forte spirito imprenditoriale, che lo ha portato a fare tante esperienze diverse e soprattutto ad intraprendere una sfida lavorativa importante: rilanciare l’attività di famiglia. Renato è infatti ad oggi Responsabile Marketing e sviluppo commerciale della Gioielleria di famiglia ma conosciamo meglio il suo percorso. “La mia storia è più complessa di quello che può essere un percorso di carriera “standard” ma cercherò di raccontarla al meglio. Dopo essermi diplomato ho deciso di mettermi subito alla prova in modo importante, rivoluzionando quella che era la mia vita; la mia passione per il calcio mi aveva portato a fare di questo sport una professione e se avessi continuato avrei dovuto spostarmi al Nord per proseguire con il calcio agonistico. Tuttavia, ho fatto una scelta diversa: seguire l’azienda di famiglia, rifondando la gioielleria che avevamo. Ciò ha significato curare sia il restyling che, più in generale, il riposizionamento di tutti i brand del nostro portfolio. Nonostante ci fossero molte difficoltà e avessi inoltre delle lacune in termini formativi da colmare, mi sentivo forte e motivato nel voler raggiungere i miei obiettivi e così ho deciso continuare gli studi, cogliendo le opportunità che l’Unicusano offre anche a chi già lavora. Dopo aver raggiunto il traguardo della Laurea triennale in Economia mi sono dedicato per un po' alla mia attività lavorativa, intraprendendo un nuovo percorso come Cost Controller all’interno di un’impresa edile locale, parallelamente alla gestione della mia attività. Dopo un paio d’anni ho deciso di concludere la mia formazione iscrivendomi alla Magistrale in Economia sempre presso Unicusano, che è in corso tutt’ora.” La mia giornata lavorativa tipo? “Ho delle giornate davvero intense, scandite da ritmi serratissimi. Durante il giorno lavoro presso l’azienda edile come contabile poi torno in gioielleria per programmare le attività del giorno seguente e gestire il reparto amministrativo-contabile. La sera si studia. Insomma, non mi fermo mai..” Qual è il motto che ti guida nella vita e nel lavoro? “Se non sei coraggioso, non potrai mai essere libero! Questo si applica più nel dettaglio anche al mondo lavorativo, in cui è molto importante affrontare le difficoltà che si incontrano con determinazione.


Soprattutto in una fase inziale ci sono tanti ostacoli che a volte sembrano insormontabili, quello che fa la differenza è la mentalità con cui si fronteggiano. Cerco di trasmettere questa visione del lavoro anche ai miei collaboratori, provando sempre a motivarli con i giusti stimoli soprattutto quando ne hanno più bisogno.” La tua opinione su Unicusano. “La mia opinione su Unicusano è altamente positiva. Studio in un ateneo che oltre ad essere una grande realtà sotto ogni punto di vista, permette a tutti di poter crescere professionalmente e umanamente. Questo vale sia per gli studenti che frequentano le lezioni in presenza, sia per le persone come me che già lavorano ma nonostante ciò non vogliono rinunciare a una formazione di qualità.” Cosa devono fare i giovani per inserirsi nel mondo lavorativo? “Sicuramente investire al meglio nella loro formazione, la competizione ad oggi è tanta ed è importante quindi sapersi differenziare con delle competenze specifiche sul mercato del lavoro. Un’altra leva f ondamentale è mettersi alla prova sul campo per imparare anche a sbagliare e a migliorare dai propri errori. La pratica aiuta a fare esperienza e di conseguenza ad acquisire fiducia in se stessi. “ Ci sono dei traguardi che ad oggi non hai ancora raggiunto e a cui aspiri? Quali sono? “Ci sono tanti progetti in cantiere ma per il momento posso dire che il mio obiettivo principale sia ampliare il mercato dell’attività che gestisco e soprattutto aiutare l’associazione OASI-ONLUS di cui sono il segretario. Infatti colgo l’occasione per chiedervi di sostenerci nelle nostre pagine social. Grazie di tutto.” Renato è un ragazzo umile, serio e con le idee chiare su dove vuole arrivare ma questo non gli impedisce di essere anche impegnato sotto il profilo sociale, battendosi per una nobile causa che ci rende orgogliosi di averlo tra i nostri studenti! A cura di Sara Marini - Area Marketing


I NOSTRI PROSSIMI EVENTI Distributed Radio Systems, Virtual RAN and the path to 5G. Il seminario, della durata di circa due ore, sarà anche l’occasione per una breve presentazione dell’Azienda e dei suoi programmi di inserimento di neolaureati.

UNIVERSITA‘ NICCOLO‘ CUSANO L’EVENTO E‘ RISERVATO A LAUREATI E LAUREANDI IN INGEGNERIA INDUSTRIALE ELETTRONICA.


a cura di Di Michela Crisci

Viviamo in una realtà virtuale dove le nostre relazioni sono mediate dai mezzi di comunicazione, nati per agevolare i legami e, con il tempo, abusati a tal punto da condizionare le nostre capacità comunicative. Mandiamo vocali, messaggi, chattiamo più di 2 ore al giorno, ma abbiamo smesso di vederci davanti ad un caffè per parlare faccia a faccia con un amico. Oggi tutti sono social e vorrebbero essere influencer, nascosti dietro i filtri di instagram, alle opinioni della massa, all’ignoranza cittadina (in senso etimologico, dal privativo in e dal verbo greco “gnorizein “ conoscere, quindi letteralmente “mancanza di conoscenza”, colui che ignora qualcosa), tutti vogliono essere comunicatori… ma quanti hanno competenze comunicative? Qualunque sia il tuo ruolo, studente universitario, dipendente aziendale o neolaureato in cerca di lavoro, c’è qualcosa su cui dovresti investire: le communication skills (competenze comunicative). Perché? Esse possono influenzare in maniera drastica la nostra carriera e la nostra vita! Ecco 5 Communication skills da coltivare e che potrebbero tornarti utili durante un colloquio di lavoro. 1. Rispetto Per comunicare bene con qualcuno, in primis, è necessario aver rispetto del nostro interlocutore: va mostrata empatia nei suoi confronti, abolendo pregiudizi invalidanti e la saccenteria di chi comunica per avere ragione, giocando con le parole e le provocazioni. Si ha rispetto quando si riconosce all’altro il diritto di esprimersi e di dire cose che potremmo non condividere. 2. Ascolto attivo Ascoltare attivamente significa mettersi nei panni altrui e fare uno sforzo notevole per comprendere l’insieme delle cose comunicate. Va oltre il semplice sentire; vuol dire prestare attenzione alle sfumature della conversazione e del linguaggio verbale, non verbale e para verbale. 3. Disponibilità La disponibilità passa attraverso un linguaggio del corpo positivo: essere aperti all’altro. Cosa significa? Niente braccia o gambe conserte, mantenere una buona postura e guardare sempre il nostro interlocutore negli occhi. Comunicare è una forma di accoglienza reciproca!


Career Service Unicusan

e dialogo costante con le impres

4. Fare domande Chi sa ascoltare sa porre anche domande senza esitazione. Fare domande è utile per far chiarezza sulle cose, sui discorsi in cui spesso le persone si incartano (perché ognuno ragiona secondo i propri schemi e comunica con il proprio linguaggio univoco). Fare domande è utile quando entrambi gli interlocutori sono predisposti a rapporti sinceri; vi saranno molti casi in cui questa skill non vi aiuterà nell’avere risposte dirette ma sarà comunque fondamentale per fare discernimento, cioè per saper agire con un criterio di valutazione intellettuale e morale… evitate gli scontri verbali, guerre che non vi portano da nessuna parte! 5. Aprire la mente Einstein diceva: «La mente è come un paracadute, funziona solo se si apre.» La capacità di connettersi con gli altri presuppone la capacità di comprendere la cultura, l’atteggiamento (e anche le false credenze) di ogni singolo individuo con cui ci relazioniamo. Siate aperti al dialogo e a nuovi approcci per attuarlo.

A cura di Sara Marini - Area Marketing


o s s e n n o c re p m e s a t s ! o re r o v a l l de o d n o m l con i Segui la pagina facebook del

Career Service Unicusano


COME SCRIVERE UNA COVER LETTER? LA GUIDA COMPLETA Sull’attuale mercato del lavoro, esigente e sempre più competitivo, sapere come scrivere una cover letter è indispensbile per poter ampliare e migliorare gli orizzonti occupazionali. Possedere competenze professionali qualificate è fondamentale per emergere dalla massa e per essere notati, dal punto di vista professionale, da recruiter e selezionatori. Spesso però il vantaggio competitivo si perde nel momento in cui non si è in grado di vendere la propria professionalità nel modo giusto. Redigere un curriculum non è più sufficiente per proporre una candidatura interessante ed efficace; per aumentare le possibilità di essere contattati per un colloquio è necessario allegare al cv una lettera motivazionale. Con l’obiettivo di fornire un supporto pratico ai giovani studenti neo-laureati e a tutti quelli che si ritrovano nella difficile situazione di ricerca di un impiego, l’Università Telematica Niccolò Cusano di Padova ha realizzato una guida alla redazione, che include consigli e dritte per scrivere un testo accattivante e persuasivo. Cos’è e a cosa serve la cover letter Lettera di presentazione, cover letter o lettera motivazionale: comunque lo si voglia chiamare il documento accompagna il curriculum e ne integra le informazioni attraverso un testo che motiva l’idoneità professionale a ricoprire un determinato ruolo. Rappresenta quindi il primo contatto tra il selezionatore e il candidato. Per comprendere fino in fondo il valore di una cover letter è d’obbligo una premessa. Generalmente i recruiter, i responsabili delle risorse umane o chiunque si occupi di selezioni e colloqui sono costretti a visionare decine e decine di candidature al giorno; in alcuni casi addirittura centinaia. Spesso, per ridurre i tempi e velocizzare la cernita dei curriculum più interessanti, i selezionatori si basano sulla lettura della lettera di presentazione; in molti casi la cover letter è l’elemento che determina la decisione di aprire e leggere il cv o, al contrario, di cestinarlo direttamente. Ecco perché è importante curare la redazione del documento prestando attenzione ad ogni più piccolo dettaglio, sia strutturale che contenutistico e di forma.


Lettera di presentazione: regole e consigli per la redazione Pur essendo un documento personale, e allo stesso tempo da personalizzare di volta in volta in base al destinatario, esistono alcune regole che bisognerebbe tenere in considerazione durante la fase di scrittura della lettera di accompagnamento al cv. Cerchiamo di individuare i punti a cui prestare particolare attenzione, sia per ciò che riguarda il contenuto che l’impostazione. Contenuto Entriamo nel cuore della nostra guida e cerchiamo di capire come scrivere una lettera di presentazione, o meglio cosa scrivere per renderla interessante. Dal punto di vista contenutistico la lettera di presentazione allegata al cv deve comunicare l’interesse a ricoprire il ruolo per il quale ci si candida; deve inoltre fornire le motivazioni per le quali la propria professionalità risulterebbe allineata alle esigenze dell’azienda. Per rendere il documento davvero persuasivo bisogna personalizzarlo in base all’azienda cui si rivolge. In tal senso, la strategia migliore è analizzare attentamente l’annuncio per il quale ci si candida e allo stesso tempo informarsi sulla mission e sulla vision aziendale. Il complesso di informazioni acquisite rappresenta la base dalla quale partire per strutturare un testo efficace. Il ‘segreto’ è mettere in evidenza le competenze e i requisiti che si allineano alla professionalità ricercata. In sintesi, bisogna sottolineare il valore aggiunto che la propria professionalità potrebbe in concreto portare allo sviluppo aziendale. Struttura e requisiti Dal punto di vista strutturale la lettera di presentazione è composta dalle seguenti sezioni, da organizzare nell’ordine in cui sono elencate: - In alto a sinistra: nome, cognome, indirizzo e contatti del candidato/mittente - In alto a destra (leggermente più in basso rispetto ai dati del canidato): dati del destinatario - Allineati a sinistra: luogo e data - Allineato a sinistra: oggetto o titolo della lettera - Corpo della lettera - Ringraziamenti - Saluti - Firma - Consenso al trattamento dei dati personali (rif. al d.lgs. 196/2003) Passiamo ora a qualche piccolo suggerimento ‘stilistico’.


L’oggetto, così come il resto della lettera, deve essere chiaro e conciso; l’ideale è utilizzare la formula standard ‘candidatura per …’ o in alternativa inserire il riferimento al codice dell’annuncio di lavoro. Segue l’apertura della lettera, il cui esordio potrebbe essere ‘Alla cortese attenzione del Responsabile delle Risorse Umane’; è possibile eventualmente inserire nome e cognome del responsabile della selezione, se li si conosce. Un dettaglio a cui prestare particolare attenzione è la lunghezza del testo; l’ideale è mantenersi entro le 15 righe. Il corpo centrale della lettera deve essere ben organizzato. Per agevolare la lettura è consigliabile suddividere il testo in paragrafi, separati da spazi, e utilizzare un font leggibile. Le frasi devono essere brevi e i verbi, possibilmente, in forma attiva. La conclusione include ringraziamenti e saluti. Il suggerimento è di terminare con una frase che richiede un riscontro, sia in caso di interesse che di non interesse. Un esempio potrebbe essere la classica formula ‘resto in attesa di un cortese riscontro’. Può sembrare superfluo sottolinearlo ma al termine della redazione è fondamentale leggere e rileggere la lettera, al fine di verificare il senso e correggere eventuali refusi e/o errori ortografici. La parte finale, dopo la firma, è destinata ai contatti, nell’ambito dei quali rientrano anche il link al profilo LinkedIn e il nome Skype. Ora sai come scrivere una cover letter; non ti resta che iniziare a preparare la tua candidatura.


I 6 PILASTRI DELL’AUTOSTIMA

ECCO COME MIGLIORARLA

Essere se stessi, finalmente. Essere se stessi e non preoccuparsi del giudizio altrui. Agire senza temere il rifiuto e trovare il proprio posto nel mondo. Non stiamo parlando né di utopia né di perfezione. Questo breve articolo vuole essere un “inno” all’imperfezione. Siate imperfetti e felici, ma con una buona autostima. Scarsa autostima: come allenarsi ad essere sicuri di sé

Le persone che hanno una buona autostima non mettono in discussione il loro valore. Al contrario, coloro che hanno una bassa autostima ricercano approvazione, si paragonano agli altri e mettono in discussione, troppe volte, il valore inestimabile che hanno. Questo senso di inferiorità si paga a caro prezzo. Tutti attraversiamo momenti di scarsa autostima e non dobbiamo condannarci per questo. Ciò che non tutti sanno è che l’autostima può essere allenata. Uno studio condotto presso l’Istituto internazionale di ricerca in telecomunicazioni di Kyoto, in collaborazione con il dipartimento di psicologia della UCLA, ha individuato una zona del cervello deputata a regolare il livello di autostima di una persona. Attraverso il Decoded Neurofeedback, i ricercatori hanno condotto un esperimento su 17 persone per valutare la possibilità di “allenare” questa specifica area del cervello. Durante l’esperimento, molti candidati hanno sostenuto di sentirsi, man mano, sempre più sicuri, come se il solo fatto di accennare l’allenamento e di ottenere ricompense influisse positivamente sulla loro autostima. La consapevolezza del senso di inadeguatezza è il “momento zero”, ovvero l’istante in cui c omprendiamo che è necessario sviluppare una sana autostima. Step by step, dobbiamo costruire la nostra sicurezza, commisurata alle nostre capacità, alle qualità intrinseche e (anche) ai nostri difetti. Obiettivo non è rassegnarsi a vivere, ma accettarci per come siamo per poi migliorare la nostra vita. In fondo, vogliamo tutti essere felici, non perfetti. Ecco 6 buone abitudini, che dovresti seguire anche tu, per aumentare l’autostima. I 6 pilastri dell’autostima di Nathaniel Branden 1. Vivere consapevolmente. 2. Accettazione di sé (corpo, pensieri, emozioni). 3. Senso di responsabilità per vivere una vita bilanciata. 4. Autoaffermazione del proprio punto di vista perché la tua opinione e le tue idee hanno valore. 5. Necessità di avere obiettivi da raggiungere, perché gli obiettivi ti aiutano a crescere e a metterti in gioco… Senza obiettivi stai solo sopravvivendo. 6. Integrità. Per fidarsi di se stessi è necessario non tradire i propri valori. Rispettare i propri valori permette di aumentare l’autostima.


Autostima e Lavoro

Autostima e lavoro vanno di pari passo. Se non hai autostima non puoi pretendere di trovare il lavoro dei tuoi sogni. La perdita di fiducia in se stessi porta a non essere più sicuri delle proprie capacità, ad avere una costante paura di sbagliare e quindi porta a non agire. Stanchi e privati del futuro. Come migliorare l’autostima?

In primis, prova a fare una scrematura per capire cosa conta realmente per te e qual è il lavoro ideale. Lavora sulla tua proiezione: come ti vedi? Quali sono le tue qualità? Cosa ti rende unico? Fai un elenco e rileggilo ogni mattina, sarà il tuo mantra. Obiettivi concreti da cui partire. Non partire dal voler essere il CEO di un’azienda, ma dal ricercare un lavoro in linea con la tua formazione ed esperienza attuale. Poi crescerai. Cura il tuo aspetto, il tuo corpo, la tua mente. Allenati sia nel fisico che a produrre pensieri belli perché ciò che fai e ciò che pensi determina la tua realtà. Sii altruista. Diffondere gioia, sorridere con naturalezza, aiutare gli altri sono tutte buone azioni che ti permettono di ricevere più di quanto hai dato. Provare per credere! E adesso tocca a te… migliorare si può! ps. Se hai necessità di confrontarti, i Career Coach della Cusano sono a tua disposizione per colloqui individuali nei giorni martedì e giovedì presso il campus! a cura di Michela Crisci


Perché un lavoro nella Green Economy rappresenta oggi una possibilità concreta e decisamente più promettente di tante altre? Perché l’offerta relativa ai green jobs cresce progressivamente a dispetto della crisi e della disoccupazione? Semplice, perché la sostenibilità ambientale è una tematica sempre più dibattuta, attuale e rilevante ai fini della salvaguardia della terra. Non a caso l’economia verde si posiziona tra i settori trainanti del nostro Paese; in Italia le professioni legate alla Green Economy registrano sul mercato una domanda in costante crescita. Si tratta quindi di un modello di economia sostenibile che genera lavoro e dal quale scaturiscono nuove e promettenti occasioni occupazionali per i giovani. Per rendere l’idea più concreta ti forniremo qualche dato attraverso il quale potrai comprendere le reali potenzialità del settore. Secondo le stime sono tre milioni gli italiani che fino ad oggi hanno trovato un lavoro ‘green’, ma la buona notizia è che le cifre sono destinate a crescere in maniera esponenziale nei prossimi anni. Economia Verde: cos’è? La Green Economy è un’economia ecologica basata sullo sviluppo di energie alternative e in particolare su quelle rinnovabili come ad esempio l’energia solare, l’energia eolica, la geotermia, le biomasse e l’energia idroelettrica. L’economia verde mira alla tutela dell’ambiente, finalità raggiungibile attraverso l’ideazione e la progettazione di soluzioni smart, o a basso impatto. Gli obiettivi sono essenzialmente tre: superare il vecchio modello di economia basato sullo sfruttamento delle risorse naturali; ridurre i consumi energetici senza compromettere l’efficienza energetica; ridurre l’inquinamento e i danni ambientali. Le figure più richieste: i green jobs La Green Economy rappresenta oggi una realtà consolidata su tutto il territorio nazionale, sia in ambito pubblico che in quello privato. Secondo il rapporto di Unioncamere e Camera di Commercio le regioni che nei prossimi anni offriranno maggiori opportunità di occupazione in termini di offerte di lavoro ‘green’ sono la Lombardia, al primo posto, seguita a ruota dal Lazio e dal Veneto.


I profili più richiesti riguardano soprattutto il settore energetico e quello relativo a ricerca e sviluppo, nei quali più della metà delle assunzioni sono a tempo indeterminato. Ma scopriamo quali sono nel dettaglio le figure professionali ‘green’ più ricercate: • Professionisti dell’architettura sostenibile in grado di combinare efficienza energetica ed estetica • Progettisti di energie rinnovabili • Geometra ambientale • Installatori e rivenditori di impianti fotovoltaici • Ingegneri di impianti eolici • Ricercatori nel campo dei biocarburanti per la mobilità sostenibile • Certificatori energetici • Ingegneri ambientali • Architetti paesaggisti Come in ogni settore del mercato anche nella Green Economy non può mancare il manager, che nel caso specifico prende il nome di ‘Energy Manager’ e assolve al ruolo di promotore del risparmio energetico. I master per lavorare nell’economia sostenibile Per lavorare nella green economy è necessario possedere due requisiti fondamentali: l’amore per l’ambiente e una formazione adeguatamente aggiornata e approfondita. Il primo è un requisito innato, personale, che difficilmente può essere acquisito attraverso un corso. Al contrario il secondo è inerente ad un aspetto puramente didattico, ma attenzione a scegliere un percorso formativo di qualità. Il consiglio è di orientare la propria scelta verso una specializzazione allineata alle richieste e alle esigenze del mercato, che garantisca buone opportunità occupazionali e di crescita professionale. Master in ‘Innovazione, sviluppo e gestione di reti energetiche basate su energie rinnovabili’ Si tratta di un master di secondo livello attivato dall’Università Telematica Niccolò Cusano in partnership con S.C.I.R.E. (Scientific Consortium for the Industrial Research and Engineering. Il corso vanta tra l’altro il patrocinio di Nu.M.I.D.I.A (Numerical Methods Implementation for Design of Industrial Applications) e MATE Advanced Laboratory.


Afferente alla facoltà di Ingegneria Meccanica e Ingegneria Civile, il percorso formativo si rivolge in particolare ai giovani neo-laureati che ambiscono a trovare lavoro nella Green Economy e che pertanto hanno l’esigenza di acquisire le competenze necessarie per essere considerati professionisti. Il diploma rilasciato al termine del master consente di acquisire e padroneggiare gli strumenti operativi più recenti per inserirsi in settori altamente innovativi: nell’ambito di imprese attive nel settore energetico e ambientale, nel mondo della consulenza, all’interno di istituzioni pubbliche sia nazionali che internazionali. Nel dettaglio il master affronta e approfondisce le seguenti tematiche: • Conoscenze di base di analisi fluidodinamica • Conoscenze di base di analisi termodinamica • Conoscenze di base di sistemi energetici • Scenario energetico e obiettivi a breve-medio-lungo termine • Efficienza energetica • Fonti rinnovabili per la produzione di energia elettrica e/o combinata • Smart city e smart grid • Le nuove tecnologie per l’efficienza energetica • Produzione dell’energia distribuita • Sicurezza degli impianti e degli apparati • Sistemi di monitoraggio e controllo La struttura didattica è incentrata su argomenti correlati alla messa a punto di sistemi integrati per la produzione distribuita di energia elettrica e calore, che abbiano come presupposto imprescindibile l’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili (FER) e di materiali innovativi. Al termine del master in Innovazione, sviluppo e gestione di reti energetiche basate su energie rinnovabili il corsista sarà in grado, tra le altre cose, di gestire l’organizzazione della normativa tecnica ISO e CEE e le procedure per l’ottenimento delle certificazioni. Importantissima ai fini occupazionali la possibilità di effettuare un periodo di stage presso aziende del settore, un’occasione per fare esperienza e avvicinarsi concretamente alle realtà operative dei cosiddetti green jobs.


Master in Green Economy e Management Sostenibile Altrettanto valido dal punto di vista didattico e promettente dal punto di vista occupazionale, il corso post-laurea di primo livello è particolarmente indicato per i neo-laureati che hanno scelto di non conseguire una laurea magistrale ma che desiderano comunque lavorare nel settore della Green Economy e dello Sviluppo Sostenibile. Nato dall’esigenza di una gestione sostenibile delle risorse e dalla necessità di limitare l’impatto dell’attività economica sull’ambiente, il percorso di studio mira a formare figure professionali in possesso di competenze atte ad assecondare la richiesta dell’attuale mercato . Il piano didattico prevede l’approfondimento delle seguenti tematiche: • Green Economy: dalla teoria alla pratica • Resilience framework e adaptive management • Tecnologie per la protezione e per la sostenibilità ambientale • Sostenibilità e gestione d’impresa • Efficienza energetica nelle imprese • Principi di diritto ambientale • Corporate Social Responsibility (CSR) e ambiente • Comunicazione e promozione dell’impresa ‘verde’ Il master in Green Economy e Management sostenibile prepara alle professioni di Green Manager, Energy manager e profili in grado di operare nell’ambito delle consulenze strategiche, della gestione e ottimizzazione delle risorse, della consulenza energetica e delle pubbliche relazioni/green marketing. Dettagli tecnici Per entrambi i master è prevista la possibilità di usufruire della modalità formativa e-learning. Cosa significa? Che il corsista può seguire le lezioni comodamente da casa, attraverso un pc o un dispositivo mobile dotati di connessione a internet. La formazione a distanza Unicusano consente di seguire le lezioni online, in streaming, in qualsiasi momento della giornata e senza vincoli di orario. Se il tuo sogno è lavorare nella Green Economy o se coltivi l’ambizione di avviare una start up innovativa che rientri nell’ambito dell’economia sostenibile, il master Unicusano fa proprio al caso tuo. Per ulteriori informazioni sui corsi puoi consultare le pagine dedicate sul sito dell’ateneo, oppure puoi richiedere maggiori chiarimenti al nostro staff, attraverso il modulo online.

Richiedi Informazioniper i Master Ufficio Master Unicusano 06.8932.0000

Via Don Carlo Gnocchi, 3 00166 - Roma


n n n n n n n n n n n deln mese n CURIOSITA n n n NUTELLA n n biscuits n n n Ferrero, oltre ai biscoi c’è di più n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n

n n n n n n n n n n n n

10 anni di test. Oltre 120 milioni di euro investiti per creare una linea produttiva ad hoc che potesse sfidare i grandi competitor come Mulino Bianco (Baiocchi) e Pavesi (Ringo). 1,2 miliardi di euro il valore del mercato dei biscotti in Italia sul quale Ferrero si affaccia per la prima volta, ma con grinta e ottimismo. Nutella Biscuits

Parliamo della novità in casa Ferrero, i Nutella Biscuits prodotti nello stabilimento di Balvano (Potenza). Ma dietro a quello che potrebbe sembrare un semplice e buon biscotto, c’è molto di più: una linea tecnologica all’avanguardia, l’innovazione del prodotto (il cui assemblaggio è stato anche brevettato), un sistema di intelligenza artificiale con ben 18 sistemi di visione installati per effettuare controlli capillari della qualità di prodotto, una buona strategia di marketing e comunicazione. Il lancio del prodotto (prima in Francia dove ha immediatamente conquistato la leadership di mercato) è stato anticipato da una settimana di dolci e gratuiti assaggi a Milano dove, nel frattempo, un sofisticato macchinario a forma di cuore misurava l’onda emotiva dei curiosi assaggiatori. Ma la strategia di marketing esperienziale va di pari passo con il passaparola e, a dirla tutta, con l’esperienza diretta di chi ci “mette la faccia” per raccontare i valori del brand: un migliaio di dipendenti della Ferrero hanno lasciato le rispettive sedi di lavoro per presentarsi in oltre 4 mila punti vendita in tutta Italia e raccontare i Nutella Biscuits ai potenziali clienti. Ferrero e gli investimenti in tecnologia e Ricerca

La Ferrero vanta ben 4 centri di Ricerca & Sviluppo: in Italia, in Lussemburgo, a New York e a Singapore. «A Balvano abbiamo realizzato una linea altamente tecnologica e d’avanguardia, con un futuristico sistema di intelligenza artificiale, che comprende ad esempio 18 sistemi di visione installati, per un controllo capillare della qualità di prodotto. Ma abbiamo anche “l’isola picker” più grande del mondo, con oltre 40 braccia meccaniche,7 robot e circa 200 motori. Pesa quanto un Boeing 747 e ci sono


n n n n n n n n noltrenai biscoi n Ferrero, n di npiù n c’è n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n n

n n n n n n n n n n n n

voluti 8 mesi per li montaggio. È la linea più innovativa e complessa che Ferrero abbia realizzato», ha spiegato Alessandro d’Este, ad e presidente di Ferrero Italia. Un investimento che ha permesso anche nuove assunzioni, circa 600, negli ultimi otto anni: personale qualificato e formato ad hoc per rispondere alle esigenze del mercato.

Nutella Biscuits di Ferrero rappresenta un bellissimo case study; che evidenzia la strategia vincente di chi investe in innovazione, ricerca e formazione. Strategia che noi di Amici Unicusano sposiamo a pieno con la rete d’imprese, che ha il suo fulcro nella ricerca scientifica universitaria e nella formazione dei giovani talenti, manager di domani. Di Michela Crisci


TIENI ALLENATA LA MENTE


TIENI ALLENATA LA MENTE


Newspaper


Newspaper


Newspaper


Newspaper


PER INFORMAZIONI: PLACEMENT@UNICUSANO.IT TEL: 06.89320030

martedì e giovedì dalle ore 10.00 alle 12.00

Università Niccolò Cusano Via don Carlo Gnocchi 3 - Roma

Profile for UniCusano - Università Niccolò Cusano

Career Service Gennaio 2020  

Career Service Gennaio 2020  

Profile for unicusano
Advertisement

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded