Issuu on Google+

TÜV RHEINLAND ITALIA NEWSLETTER 03/2011 EDITORIALE Siamo giunti alla terza edizione del 2011 della Newsletter periodica TÜV Rheinland Italia e tra le tematiche che maggiormente affronteremo in queste pagine troveremo la sicurezza e l’ambiente. Parleremo di biciclette, perché se è vero che le due ruote a pedali ci fanno subito venire in mente che è l’ideale mezzo di trasporto a favore di un ambiente eco-sostenibile oltre che salutare per il nostro corpo e la mente - è purtroppo anche vero che vi sono dei pericoli a cui si incorre pedalando in bicicletta, in particolar modo in Città con il traffico e con lo smog. Entra in gioco quindi il tema sicurezza, che è da sempre il nostro core business, grazie alla competenza e alla professionalità che ci distingue nel settore degli enti certificatori. A disposizione dei prouttori, i nostri severi test di verifica e accertamento in merito alla costruzione della bicicletta e delle protezioni da indossare, quali caschi, seggiolini per bambini e portapacchi. E torneremo sull’ambiente parlando di foreste e di certificazione forestale. Possono ottenere la certificazione volontaria le aziende che utilizzano come materia prima la carta e il legno derivanti da foreste gestite in modo sostenibile. Affronteremo anche l’argomento sul controllo della produzione in ambito edilizio e in particolare il riferimento alla nuova normativa che entrerà in vigore a partire dal prossimo luglio (2012) che prevede l’obbligatorietà per le aziende che realizzano strutture, o parti di strutture, in acciaio/ alluminio di certificare il proprio Sistema di Controllo della Fabbricazione con un Ente Ispettivo notificato UE. Infine, presentiamo il programma e i vantaggi del corso proposto dalla nostra divisione TÜV Akademie inerente alla Sicurezza Funzionale dei sistemi elettrici/ elettronici ed elettronici programmabili. Buona lettura! Ralf Schunk, Amministratore Delegato TÜV Rheinland Italia

> PRODOTTI

AUTOMOTIVE: UN MONDO DA CONOSCERE LA SICUREZZA IN BICICLETTA

> SERVIZI ALL’INDUSTRIA

REALIZZAZIONE DI COSTRUZIONI IN ACCIAIO E ALLUMINIO IN EUROPA

> SISTEMI DI GESTIONE

CONTRIBUIRE ALLA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE FORESTE MONDIALI CON LA CHAIN OF CUSTODY

> TÜV AKADEMIE

CONOSCERE LE NORME IEC EN 61508 ED. 2 E IEC EN 61511 ED.

TÜV Rheinland Italia S.r.l. Via Mattei, 10 - 20010 Pogliano Milanese (MI) - Tel.: +39 02.939.687.1 - Fax: +39 02.939.687.23 - E-mail: informazioni@it.tuv.com

TÜV RHEINLAND ITALIAWWW.TUVITALIA.COM

1


TÜV RHEINLAND ITALIA NEWSLETTER 03/2011

PRODOTTI

PRODOTTI

AUTOMOTIVE: UN MONDO DA CONOSCERE Pensare alla sicurezza degli autoveicoli è importante, ma anche l’aspetto conta. TÜV Rheinland è da sempre attenta ad ogni dettaglio, non solo quindi alla sicurezza dei prodotti ma anche all’aspetto estetico perché anche l’occhio vuole la sua parte. Seguendo questa filosofia, in ambito automotive, abbiamo sviluppato una serie di prove di laboratorio per la verifica sia della sicurezza dei dispositivi da utilizzare sia la qualità estetica dei materiali. Ciò si traduce in analisi qualitative sulle luci (fari e componenti di segnalazione), controlli meccaniciambientali sulle strutture a cui abbiamo affiancato una serie di test che indagano in merito alla qualità dei materiali utilizzati. Abbiamo sviluppato prove di invecchiamento di diverso tipo in funzione al materiale utilizzato: per le plastiche si possono avere delle prove di invecchiamento dovuto alla luce solare (come è noto i raggi UV possono cambiare le caratteristiche degli oggetti, come la lucentezza e la consistenza), alle diverse condizioni climatiche (estremo caldo con alta umidità o all’opposto l’estremo freddo) oppure alle sostanze chimiche con cui tutti i giorni veniamo a contatto.

2

Per le vernici vengono eseguiti controlli sulla qualità del colore, sulla resistenza a strofinamenti con varie sostanze (per esempio: per i test utilizziamo saponi artificiali, alcool, sostanze per la pulitura dei veicoli e sostanze che normalmente non prenderemmo in considerazione ma che potrebbe capitare di venirne a contatto come profumi, creme protettive e sudore per fortuna artificiale).

Nei laboratori TÜV Rheinland possiamo effettuare tutti i tipi di analisi, sia prestazionali che di qualità dei prodotti, per poter fornire una gamma completa di prove per ogni tipo di esigenza dei nostri clienti.


TÜV RHEINLAND ITALIA NEWSLETTER 03/2011

PRODOTTI

PRODOTTI

LA SICUREZZA IN BICICLETTA Pedalare in città oppure in montagna è sano ed è zen: l’importante è scegliere la bicicletta e gli accessori giusti.

TÜV Rheinland è in grado di supportare produttori, importatori e retailers nell’iter di certificazione per garantire la sicurezza delle biciclette, tramite prove mirate a soddisfare i requisiti richiesti dalle norme. I laboratori TÜV Rheinland sono attrezzati per eseguire tutte le prove di conformità in accordo alle norme europee, sia sulla bicicletta assemblata sia sulle singole parti che la compongono. Esistono diverse tipologie di biciclette e ciascuna di queste fa riferimento a una specifica norma:

Biciclette da città Biciclette da trekking Biciclette da ragazzo Mountain Bike Biciclette da corsa Inoltre, anche gli accessori quali caschi di protezione, seggiolini per bambini e portapacchi, devono soddisfare requisiti tecnici stabiliti delle norme EN (quali EN 1078 per i caschi e EN 14344 per i seggiolini per bambini). I laboratori TÜV Rheinland sono in grado di verificare i requisiti di prova e sicurezza anche per questi prodotti.

Benefit TÜV Rheinland offre sia la possibilità di eseguire test completi per l’ottenimento del marchio GS, TÜV Type Approved o di un certificato di conformità, sia la possibilità di eseguire test parziali o completi su alcuni componenti della bicicletta, quali, per esempio, sella, telaio e forcella, al fine di ottenere la certificazione di conformità dei componenti stessi.

TUVdotCOM Inoltre, tramite il Servizio TUVdotCOM, all’indirizzo www.tuvdotcom.com, avete la possibilità di essere visibili on-line, 24 ore su 24, e di disporre di una vostra pagina identificativa, con un ID-Number personale, la foto e la descrizione del vostro prodotto.

TÜV RHEINLAND ITALIAWWW.TUVITALIA.COM

3


TÜV RHEINLAND ITALIA NEWSLETTER 03/2011

SERVIZI ALL’INDUSTRIA

SERVIZI ALL’INDUSTRIA

REALIZZAZIONE DI COSTRUZIONI IN ACCIAIO E ALLUMINIO IN EUROPA TÜV Rheinland, come primo Ente notificato a livello europeo, già da oggi può verificare e certificare il controllo della produzione in ambito edilizio.

A partire da luglio 2012 diverrà obbligatorio per le aziende che realizzano strutture, o parti di strutture, in acciaio/alluminio certificare il proprio Sistema di Controllo della Fabbricazione con un Ente Ispettivo notificato UE. Uno degli obiettivi primari dell’Unione Europea è di garantire il libero movimento di merci entro i propri confini e di eliminare le barriere e i dazi doganali. I prodotti per l’edilizia che soddisfano i requisiti della Direttiva europea sui prodotti per l’edilizia 89/106/EEC CPD (Construction Products Directive) sono immessi sul mercato con il marchio CE che ne garantisce la conformità con le direttive in vigore e con gli standard armonizzati. Gli standard EN 1090 Gli standard EN 1090 vanno a regolamentare la realizzazione di tutte le strutture edilizie civili e industriali in acciaio e alluminio, e comprendono tre parti: la parte 1 rappresenta la norma armonizzata a livello europeo che stabilisce i requisiti e le procedure di verifica della conformità del Sistema di Controllo Interno della Produzione (FPC) che garantisce la conformità del manufatto con i requisiti per le strutture in acciaio e alluminio. Le parti 2 e 3 specificano i requisiti tecnici per la realizzazione delle strutture.

4

Il produttore di strutture in acciaio/alluminio o di sue parti è responsabile del rispetto dei requisiti del processo di realizzazione e installazione unitamente all’analisi delle caratteristiche dei materiali. Queste attività sono svolte attraverso gli strumenti di ispezione e del controllo di fabbricazione. Nell’ambito della marcatura CE, il fabbricante deve, inoltre, documentare di avere a disposizione personale tecnicamente qualificato e di disporre delle necessarie attrezzature tecniche. Per attestare la conformità del proprio Sistema di Controllo Interno della Produzione (FPC) rispetto alla norma europea EN 1090 e, di conseguenza, garantire l’applicazione della Direttiva FPC nei suoi requisiti essenziali di sicurezza, il fabbricanteinstallatore deve affidare a un Ente di Ispezione notificato dall’Unione Europea il controllo iniziale dell’FPC e le successive verifiche periodiche. A seguito di tali verifiche l’Ente Notificato di Ispezione rilascerà un Certificato di Conformità. Questa certificazione è possibile per i soli Enti notificati dal 1 Gennaio 2011 e diverrà obbligatoria per tutti edilizie in acciaio e alluminio dal 1 Luglio 2012. Come primo Ente notificato a livello europeo, TÜV Rheinland può verificare e certificare il controllo della produzione in ambito edilizio.

La norma EN 1090 e le Norme Tecniche per le Costruzioni L’apparizione della norma EN 1090 nel quadro normativo europeo è destinata a mutare significativamente il quadro dei requisiti obbligatori a livello italiano. Al termine del periodo di “coesistenza” (Luglio 2012) diverrà obbligatorio per le aziende che realizzano strutture o parti di strutture in acciaio/alluminio certificare il proprio Sistema di Controllo della Fabbricazione con un Ente Ispettivo notificato UE. Inoltre senza questa certificazione sarà di fatto impossibile per le aziende italiane lavorare negli altri paesi europei. Per questo motivo TÜV Rheinland Italia già da oggi è in grado di proporre e rilasciare per tutte le aziende del settore acciaio-alluminio la certificazione rispetto alla norma EN 1090.


TÜV RHEINLAND ITALIA NEWSLETTER 03/2011

SISTEMI DI GESTIONE

SISTEMI DI GESTIONE

CONTRIBUIRE ALLA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE FORESTE MONDIALI CON LA CHAIN OF CUSTODY TÜV Rheinland Italia per la certificazione volontaria delle aziende che utilizzano come materia prima la carta e il legno, che desiderano attestare il loro impegno a favore di un ambiente eco-sostenibile.

La Chain of Custody (COC), nota come catena di custodia è la certificazione volontaria che attesta la rintracciabilità e la eco sostenibilità delle materie prime all’interno della filiera produttiva del legno e della carta. La COC si rivolge a tutte le aziende che utilizzano come materia prima il legno o la carta; siano esse all’inizio della filiera di produzione (abbattimento o lavorazione del legno grezzo) o in fase finale (manufatti e prodotti realizzati con legno e carta). Anche le società che commerciano queste materie prime, possono richiedere ed ottenere la certificazione dei propri prodotti attraverso la certificazione C.o.C.

ottengono di “marcare” con il logo FSC o PEFC i propri prodotti a base legno o carta. Questo tipo di certificazioni, di prodotto, riscuotono notevole successo a livello mondiale, particolarmente in Italia, in quanto hanno il pregio di comunicare in maniera efficace al consumatore che acquistando i prodotti marcati egli sta contribuendo alla salvaguardia delle foreste mondiali (quelle dei paesi in via di sviluppo in particolare). Sono numerosi i gruppi di acquisto, le società GDO e anche alcune pubbliche amministrazioni che hanno inserito nei propri capitolati di acquisto la certificazione forestale. Benefit

Presupposto fondamentale per ottenere questa certificazione è quello di acquistare sistematicamente legno o carta provenienti da foreste gestite in modo sostenibile. Attualmente esistono due standard diffusi, utilizzati per certificare le foreste in tutto il mondo: il Forest Stewarship Council (FSC) il Pan European Forest Certification (PEFC). Il secondo presupposto è quello di realizzare al proprio interno un “sistema” di controllo per garantire la rintracciabilità delle materie prime utilizzate per i prodotti aziendali che si intendono marcare con uno di questi due standard. La certificazione COC permette quindi alle aziende che la

Attraverso la certificazione CoC è quindi possibile ottenere i seguenti risultati: Organizzare in modo più razionale e funzionale il proprio sistema interno di produzione; Rendere chiare politiche e strategie aziendali di rispetto dell’ambiente; Accrescere la fiducia da parte dei clienti ed accesso a nuovi mercati; Dimostrare l’approccio etico e la responsabilità ambientale e sociale dell’azienda; Ottenere vantaggi nel marketing e nella comunicazione: spendibilità della Corporate Image all’interno di campagne per la sensibilizzazione ambientale;

Ottenere maggiori punteggi nei bandi di acquisto della pubblica amministrazione e grossi gruppi di acquisto (es. GDO); Anticipare l’evoluzione della normativa cogente; Valorizzare il proprio prodotto sul mercato. TÜV Rheinland Italia, attraverso l’Ente di Certificazione LGA Intercert (che fa parte del Gruppo TÜV Rheinland) è in grado di certificare le aziende del settore Legno/Arredamento e Carta/ Stampa con tutti e due gli standard Coc (FSC e PEFC). Inoltre, possiamo eseguire questo tipo di certificazioni in combinazione con le altre certificazioni di Sistema aziendali, per es. ISO 9001:2008 per i Sistemi Qualità e ISO 14001:2004 per i Sistemi di Gestione Ambientale. Grazie all’ampia gamma di servizi che siamo in grado di offrirvi, dimostrare a fornitori e consumatori il proprio impegno in favore di un ambiente eco-sostenibile, non è più un problema!

5


TÜV RHEINLAND ITALIA NEWSLETTER 03/2011

TÜV AKADEMIE

TÜV AKADEMIE

CONOSCERE LE NORME IEC EN 61508 ED. 2 E IEC EN 61511 ED. 1 Sicurezza Funzionale dei sistemi elettrici/elettronici ed elettronici programmabili: dal Progetto alla Gestione. L’obiettivo del corso organizzato da TÜV Akademie è quello di fornire a datori di lavoro, costruttori di apparecchiature e componenti, responsabili di progetto, specialisti di strumentazione, responsabili della sicurezza, le informazioni necessarie per attuare correttamente quanto contenuto nelle Norme internazionali IEC EN 61508 Ed. 2 e 61511 Ed. 1 inerenti alla “sicurezza funzionale” di componenti e sistemi di sicurezza che sono sempre più utilizzati in diversi settori industriali. Particolare evidenza sarà fornita alle novità introdotte nella nuova Edizione 2010 della IEC EN 61508 per le implicazioni che comporta sia per i costruttori di componenti di sicurezza

6

(valvole, attuatori, PLC, ecc), sia per l’ingegneria e gli utenti finali. Il corso è rivolto a società di ingegneria liberi professionisti, aziende costruttrici di componenti, utenti finali e verificatori. È a numero chiuso al fine di garantire una migliore didattica e un corretto apprendimento dei concetti, non saranno accettati più di 30 iscritti per evento formativo. Il programma del corso, completo di argomenti e relativo costo, è disponibile dal sito www.tuv.com.


TÜV Rheinland Italia Newsletter 03/2011