Page 1

N. 170 - Venerdì 18 Ottobre 2019

PASSIONE PER L'INFORMAZIONE

TESTATA GIORNALISTICA SETTIMANALE della provincia di FROSINONE iscritta al Roc al N. 23884 Direttore Responsabile: Marco Ceccarelli Redazione: Tel. 393 6239680 - tunews.redazione@gmail.com Editore: Globalpress S.r.l. - P. Iva 02714820590 globalpress.amministrazione@gmail.com Stampa: Centro Offset Meridionale s.r.l. - Caserta Tiratura media 6.000 copie

www.tunews24.it

SPETTACOLO FROSINONE

€ 0,70

GRATUITO - Edizione lancio

Macchinari vecchi negli ospedali ciociari Il consigliere regionale Pasquale Ciacciarelli attacca l'operato della Giunta Zingaretti

UNA TRUFFA DI LUSSO PAGINA 2

LA FINANZA SCOPRE UN VASTO GIRO DI EVASIONE FISCALE CON AUTO DI GROSSA CILINDRATA NEL MIRINO DEGLI INVESTIGATORI SONO FINITI ANCHE DIVERSI AUTOSALONI DELLA CIOCIARIA FROSINONE

Al via la 'Notte Bianca della Cultura' Numerosi gli eventi in programma PAGINA 2

FERENTINO

Project del nuovo cimitero La Giunta procede con la revoca PAGINA 5

RIPI

L'OPERAZIONE PARTITA DA ISERNIA SI È CONCLUSA CON L'ARRESTO DI 23 PERSONE TRA I RAGGIRATI ANCHE NUMEROSI PROFESSIONISTI E NOTI CALCIATORI DI SERIE A IL BLITZ DELLE FIAMME GIALLE A FROSINONE, CECCANO, CASSINO, ARCE E SORA CEPRANO

PAGINA 7

VEROLI

PAGINA 8

La scuola dell'infanzia 'Arcobaleno' tra i plessi più accoglienti d'Italia PAGINA 7

BOVILLE ERNICA

PAGINA 9

Attesa per un weekend di iniziative Nuovi parcheggi a Prato di Campoli Approvati i mutui rinegoziati Aggiudicata la gara d'appalto a 25 anni dal ritrovamento di Argil Notevole risparmio per il Comune


2

VENERDÌ 18 OTTOBRE 2019

frosinone e provincia

IL CONSIGLIERE REGIONALE SOLLECITA INTERVENTI E CRITICA ZINGARETTI

“Macchinari vetusti negli ospedali La denuncia di Pasquale Ciacciarelli

emergenza macchinari datati nella provincia di Frosinone, Ma Zingaretti continua a tagliare sulla sanità invece di investire!” Così il consigliere regionale Pasquale Ciacciarelli, Cambiamo!/ Laboratorio Lazio per il Cambiamento. L’INTERVENTO “Questo tema è un tasto dolente dell’intera provincia di Frosinone, da nord a sud, ed il Santa Scolastica di Cassino ne è un esempio lampante: il personale medico del reparto di ostetricia è costretto a lavorare in condizioni davvero disumane. Mancano strumenti fondamentali come l’elettrocardiografo mentre il cardiotocografo, che serve per valutare l’attività cardiaca

del bambino e contrattile dell’utero della madre, è malfunzionante, e gli altri sono tristemente datati, ed andrebbero sostituiti. In ultima analisi, mancano davvero le basi per portare avanti un reparto di questo genere, oltre che il personale medico, ginecologi

soprattutto. Le nostre donne non partoriscono più qui per la mancanza di adeguatezza del reparto. Una situazione davvero deprimente”.

■■■

NELLE FOTO: IN ALTO A DESTRA PASQUALE CIACCIARELLI SOPRA L'OSPEDALE FABRIZIO SPAZIANI DI FROSINONE, A DX IL SANTA SCOLASTICA DI CASSINO

L’AFFONDO “In tutto questo la Giunta Zingaretti dov’è? La salute è un bene comune, che va tutelato, da nord a sud della provincia e nell’intero territorio del Lazio. Il personale medico – conclude

Ciacciarelli – non può essere lasciato solo a combattere ogni giorno una quotidiana guerra contro macchinari vecchi e malfunzionanti ed altro personale che manca. La Regione deve dare un segnale. Dopo la mia interrogazione non è cambiato assolutamente nulla. Come potrebbe? È l’intera governance della sanità laziale che deve subire una radicale riorganizzazione.”

FROSINONE - DOMANI DALLE ORE 20 PER TRE GIORNI

Il capoluogo si prepara per un evento unico La notte bianca della Cultura e della Musica

A

Frosinone, una notte con la cultura e la musica per incontrarsi, divertirsi, fare shopping. Sabato 19 ottobre, dalle 20, l’amministrazione comunale ha organizzato la Notte Bianca della Cultura e della Musica. Il sindaco, Nicola Ottaviani, ha voluto coinvolgere nella manifestazione gli istituti e le associazioni che sono maggiormente impegnati nella promozione della cultura e dell’arte all’interno del territorio comunale. L’iniziativa La Notte Bianca, realizzata in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti e il Conservatorio ‘Refice’ di Frosinone, con l’Iis Bragaglia e il supporto di Coldiretti (che metterà a disposizione dei visitatori gli stand di prodotti a km 0), si terrà in via Minghetti, corso della Repubblica, largo Turriziani, via Fratelli Bragaglia, piazza Valchera, via Aldo Moro e Parco del Matusa. Arte, dj set, concerti, mostre fotografiche, laboratori, animazione, shopping, visite guidate al campanile a cura della Pro Loco e la speciale notte al Museo comunale, in cui i bambini, come accade in numerose città del mondo, muniti di sacco di pelo, potranno trascorrere la notte nella struttura (massimo 20 bambini: prenotazioni all’indirizzomuseo@comune.frosinone. it). Inoltre, tanti eventi degli esercizi com-

merciali nelle aree interessate; in scaletta anche una speciale caccia al tesoro a cura del Ced comunale, mentre al Matusa saranno di scena stand Fiab, oltre a kick bike, percorsi in monopattino e mountain bike, stand della Croce Rossa con dimostrazioni pratiche di assistenza e soccorso. Tanti gli eventi Il cinema teatro comunale Nestor sarà aperto con proiezioni per tutta la notte a prezzo ridotto; il comando di Polizia Locale, invece, proporrà un percorso di educazione stradale per i più piccoli; in piazzale Vittorio Veneto sarà allestita una giostra d’epoca, alla presenza di Nonno Cipollone (spettacolo clown); alla biblioteca Turriziani si terranno letture musicali; l’associazione Fotografi Ciociari sarà in corso della Repubblica con l’esposizione delle proprie opere. L’arte sarà la protagonista delle iniziative anche della Galleria Evangelisti di via Aldo Moro e del Centro InterArte Pubblica e Popolare, mentre il Camef permetterà ai visitatori di ammirare auto d’epoca. Sono tantissimi, dunque, gli eventi previsti nel corso dell’iniziativa che divertirà e coinvolgerà famiglie, anziani, bambini, giovani, permettendo loro di vivere la città in modo diverso dal solito, grazie a un’opportunità di condivisione e aggregazione.


VENERDÌ 18 OTTOBRE 2019

FROSINONE e provincia

3

L'OPERAZIONE DELLA GUARDIA DI FINANZA DI ISERNIA HA COINVOLTO ANCHE LA PROVINCIA DI FROSINONE

Auto di lusso, maxi truffa

Porsche fatte passare per Ford: tra gli acquirenti professionisti e noti calciatori

L

a Guardia di Finanza, su disposizione della Procura della Repubblica di Isernia, ha eseguito ieri mattina 23 misure cautelari personali. Tredici persone sono finite in carcere e 10 agli arresti domiciliari. Duecento gli uomini delle Fiamme Gialle impegnati nel blitz. Le città al centro delle indagini Nei mirino delle Fiamme Gialle sono finiti autosaloni di Frosinone, Ceccano, Cassino, Arce e Sora, Isernia, Milano, Salerno, Caserta, Latina e Macerata. LA RICOSTRUZIONE La frode, in sostanza, si è fondata sull’utilizzo di sofisticate tecniche di falsificazione che sfruttavano le “falle” dei sistemi di controllo adottati dall’Agenzia delle Entrate e dal Ministero dei Trasporti. L’articolata attività di polizia giudiziaria, che si differenzia da altre operazioni investigative condotte sul territorio nazionale nello specifico settore per la completa ricostruzione della filiera criminale, ha permesso di tracciare l’intero percorso di frode (dalla falsificazione documentale all’evasione transnazionale dell’I.V.A. intracomunitaria non versata). All’esito delle indagini è stato possibile disvelare un consolidato sistema criminale che ha portato all’individuazione di: 1576 autovetture di lusso, illecitamente nazionalizzati (tra cui Ferrari, Porsche, Maserati, Bentley, Jaguar, oltre ad una moltitudine di Mercedes, Audi, BMW, Land Rover); 7.499.220,05 euro di Iva. evasa; 51.572.268,86 euro di imponibile relativo all’emissione di fatture soggettivamente e/o oggettivamente inesistenti Le persone coivolte sono 167, le concessionarie auto italiane sono 150 coinvolte; mentre 9 sono le società estere al centro dell’inchiesta. Oltre a una miriade di aziende minori di varia provenienza geografica (Lombardia,

nella consapevolezza della non intercettabilità degli stessi.

Friuli Venezia Giulia, Toscana, Abruzzo, Marche, Sicilia, Puglia e Molise). L’OMBRA DELLA CAMORRA È stata, inoltre, rilevata la presenza di due grossi gruppi commerciali operanti rispettivamente nel Lazio e in Campania, risultati contigui con gruppi della criminalità organizzata (esponenti del clan dei casalesi operanti nel basso Lazio e clan camorristici dell’area vesuviana e nocerino-sarnese). In pratica, sfruttando l’indebito risparmio d’imposta costituito dall’I.V.A. non versata (aliquota del 22%), il sodalizio è risuscito ad acquisire una rilevante quota di mercato, costituendo delle vere e proprie ‘posizioni dominanti’ nel mercato nazionale degli autoveicoli di ‘lusso’, con l’ovvia conseguenza della distorsione del principio di libera concorrenza. IL TRUCCO USATO Il meccanismo di frode riscontrato correva a doppio binario su due versanti distinti e correlati: quello ‘fiscale’, attraverso l’utilizzo di triangolazioni societarie; quello ‘tecnico’, legato alla nazionalizzazione dei veicoli mediante la predisposizione di documen-

tazione falsa, appositamente prodotta per aggirare i sistemi di controllo incrociato dell’Agenzia delle Entrate e del Ministero dei Trasporti, sfruttandone le ‘falle’ comunicative. Il sistema di triangolazione societaria era basato su operazioni commerciali tra aziende di paesi membri dell’Unione Europea, attraverso l’utilizzo di società cartiere cd. ‘missing trader’, con l’interposizione di più società filtro cd. ‘buffer’, talvolta controllate a loro volta da società “off-shore” (operanti a Cipro e nelle isole Cayman), il tutto al fine di ostacolare la tracciabilità dei flussi commerciali e finanziari. Le società estere utilizzate venivano costituite ad hoc da soggetti italiani che stabilivano delle teste di ponte soprattutto in Repubblica Ceca e in Germania. TUTTO VIAGGIAVA SULLE CHAT L’attività di riscontro documentale è stata affiancata da capillari attività tecniche e dall’acquisizione informatica di migliaia di mail, chat, whattsApp e Messenger, canali preferenziali di comunicazione utilizzati con disinvoltura dai vari personaggi attenzionati,

SCOPERTA LA STAMPERIA Nel corso dell’attività investigativa, condotta come detto attraverso lo strumento delle indagini tecniche, rilevamenti gps e con attività d’appostamento, è stata localizzata – in un immobile rurale del basso Lazio – una vera e propria “stamperia”, dedita alla riproduzione di ogni genere di documentazione fiscale (fatture di importazione, bollette doganali ecc.) e tecnica (libretti di circolazione, certificati di conformità ecc). La conseguente perquisizione della stessa ha permesso di rinvenire e sottoporre a sequestro 51 timbri relativi a vari uffici pubblici italiani (Motorizzazioni, Comuni, Dogane, Notai ecc.) ed esteri (Motorizzazioni tedesche, austriache, spagnole, ecc.), bollini olografici delle motorizzazioni federali tedesche, 6 patenti italiane in bianco, supporti cartacei di carta filigranata. Inoltre, sono stati rinvenuti i files sorgente (.psd photoshop) utilizzati per la predisposizione dei libretti di circolazione e le fatture di acquisto e vendita, oltre ad una serie di pratiche pronte per la presentazione allo “sblocco” all’Agenzia delle Entrate complete del libretto di circolazione originale e quello falsificato. La cellula operativa, oltre alla produzione della documentazione falsa, forniva il pacchetto ‘chiavi in mano’ della nazionalizzazione degli autoveicoli comunitari, attraverso la presentazione della documentazione presso l’Agenzia delle Entrate d’Isernia dove, in seguito al mero controllo formale della documentazione, venivano validati i telai per la successiva immatricolazione ad opera della Motorizzazione Civile. L’attività investigativa svolta ha permesso di riscontrare vari meccanismi di frode, basati sulla

mancanza pressoché assoluta dello scambio d’informazioni tra gli stati membri dei rispettivi sistemi informativi sugli archivi automobilistici, che non consente l’effettivo controllo sulla documentazione fiscale e tecnica presentata dai vari importatori, per ottenere la nazionalizzazione degli autoveicoli facendoli rientrare nel conveniente regime dell’IVA del Margine. Proprio quest’ultimo aspetto ha costituito il “vulnus” sul quale l’associazione criminale ha basato i suoi sistemi di frode. In termini pratici, l’unico dato scambiato tra l’Agenzia delle Entrate e la MCTC era il numero di telaio che veniva abbinato dalla predetta Agenzia ad un veicolo con basso valore commerciale risalente nel tempo (mediante la presentazione di libretti Austriaci o Spagnoli più facilmente riproducibili). PORSCHE FATTE PASSARE PER GALAXY Un particolare degno di nota: è stata accertata, nel corso delle indagini, la presentazione di documentazione riguardante ben 64 autovetture d’alta gamma (PORSCHE), fatte passare per FORD Galaxy, sfruttando la similitudine delle iniziali dei telai “WP0” per Porsche e “VF0” per Ford: da qui l’attività d’indagine denominata “Operazione Galaxy”. Tra i truffati anche noti calciatori Tra gli ignari clienti vi erano, oltre ad imprenditori, professionisti di spicco e personaggi pubblici, tra cui anche noti calciatori. In relazione a tali tipologie di frode, con il coordinamento della Procura di Isernia è stata elaborata apposita relazione informativa per il Comando Generale del Corpo, per la successiva attività di raccordo con i Ministeri dei Trasporti, il Ministero dell’Economia e Finanze, nonché le Agenzie delle Entrate e delle Dogane, allo scopo di elaborare idonei correttivi.


4

VENERDÌ 18 OTTOBRE 2019

frosinone

PRESSO LA CITTADELLA CIELO DI NUOVI ORIZZONTI DUE GIORNI PER UN GRANDE EVENTO SULLA LUDOPATIA

Egidio CERELLI

A

nche quest’anno, dopo il successo del 2018 si è svolto il Festival "L'incanto della T.E.R.R.A." a Cittadella Cielo Nuovi Orizzonti, di Frosinone. Un evento, dedicato alla "povertà educativa" dal nome "Progetto T.E.R.R.A." . A fare da cornice i tanti sorrisi dei ragazzi coinvolti, provenienti dalle scuole medie e superiori di vari istituti di Frosinone e provincia. Alcuni con strumenti e vestiti tipici ciociari, per esibizioni teatrali e musicali. A fare da contorno l'intrattenimento del gruppo di musica popolare HerniCantus, premiato per l'impegno di recupero delle tradizioni Ciociare. In chiusura della due giorni del Progetto "Punta In Alto!" conferenza dedicata alla prevenzione e contrasto del gioco d'azzardo. Un progetto che ha coinvolto 10 regioni d'Italia, di queste regioni, alcune hanno partecipato all'evento di Cittadella Cielo Nuovi Orizzonti: Pilla di Campobasso, Galvani di Giugliano in Campania, Duca di Buonvicino di Napoli, il Sulpicio di Veroli, il Baronio di Sora e il Volta di Frosinone. In mattinata la conferenza: "A scuola di emozioni" nella quale si è dato risalto al tema della didattica delle emozioni del prof. Alessandro Ricci dell'Università Salesiana, e un resoconto dei dati raccolti in questo anno dalla Prof.ssa Treglia dell'Università di Cassino. I ragazzi e i docenti delle scuole ospiti, erano coinvolti nella sala polifunzionale di Cittadella Cielo, dove hanno portato la loro testimonianza di Progetto. Quindi la visione del film "Una nobile causa" con la testimonianza di Giorgio Careccia attore protagonista e di Diego Floris: entrambi operatori del progetto a Campobasso. Due momenti di formazione dedicati a educatori, docenti e genitori hanno chiuso con "Intelligenza emotiva e didattica delle emozioni" tenuto dala Prof.ssa E. Treglia e "La sfida di educare nell'era digitale" con il Prof. A. Ricci

Le scuole al festival 'L'incanto della T.E.R.R.A'

Fin dai primi anni ’90 la fondatrice Chiara Amirante si è dedicata all’ascolto del grido inascoltato di tanti giovani finiti in tunnel infernali accogliendoli nella prima comunità avviata a Roma. «Subito sono nati progetti e attività per i giovani col desiderio di non fermarsi all’accoglienza e ad intervenire su chi già vive il disagio ma soprattutto cercando di prevenirlo soprattutto in quelle fasce di età più a rischio- così don Davide Banzato, il sacerdote di Nuovi Orizzonticreando ad esempio nelle scuole

alleanze educative con dirigenti e insegnanti scolastici è stata una priorità portata avanti negli anni arrivando ad incidere nei territori in cui si è presenti. L’anno scorso venne avviato un nuovo Progetto che ha permesso di incidere maggiormente nel territorio nazionale in ben 10 Regioni italiane ampliando gli obiettivi- aggiun-

geva il moderatore Paolo Brigo, project manager del progetto. Si attiveranno azioni in 23 Istituti scolastici dislocati in 10 Regioni spiegava il sacerdote responsabile di Cittadella Cielo in Frosinone- Prevediamo di raggiungere con tale progetto circa 22.000 studenti e di attivare de processi di comunicazione

capaci di intercettare le famiglie in situazioni di disagio e gli stakeholder territoriali». «L’attività è incentrata sull’attuazione di campagne informative su internet e concorsi creativi rivolti agli studenti attraverso social network- sottolineava Paolo Brigo-. Saranno attivati dei percorsi formativi che porteranno gli studenti a realizzare campagne informative sul tema della ludopatia. Nella scuola verrà realizzata una pagina Facebook ad hoc sul tema delle nuove dipendenze con focus sulla ludopatia. La pagina verrà gestita ed aggiornata dagli studenti coinvolti nel progetto, coordinati da esperti nel settore della comunicazione. Inoltre, grazie al coinvolgimento delle forze di pubblica sicurezza locali, saranno attivati dei tavoli di condivisione per analizzare fenomeni di pubblicità ingannevole che attrarre i minori verso il gioco d’azzardo. Il gioco d’azzardo su internet è una nuova forma di gioco che rappresenta un rischio particolare per i giovani. Pertanto stimoli e testimonianze positive provenienti da famiglia, scuola e comunità fanno la differenza: presenza, protezione e supporto, calore affettivo, controllo discreto, accettazione, autonomia, gratificazione e regole chiare favoriscono la resilienza». «Diceva bene Paolo –proseguiva don Davide-. Su queste tematiche prevediamo di organizzare negli istituti scolastici formazione specifica per i docenti della durata di 15 ore con l’obiettivo di trasmettere strumenti e competenze adatte a sensibilizzare gli studenti ad un corretto uso di internet e dei social network». Ed ecco sintetizzando gli obiettivi, il percorso proposto da Nuovi Orizzonti con don Davide. «Il raggiungimento della condizione di astinenza dal gioco, rafforzamento delle motivazioni che sostengono la condizione di astinenza dal gioco d’azzardo, apprendimento di modalità adattive per affrontare i problemi e le difficoltà, lavoro sulla storia di vita personale, miglioramento delle capacità relazionali sia all’interno del proprio nucleo familiare che nell’ambiente esterno, riduzione dei rischio di trasmissione della dipendenza da gioco ad altri familiari, modificazione dello stile di vita, recupero della capacità lavorativa». Non rimane che l’invito di dare un futuro ai nostri giovani, insegnando loro a sognare puntando in alto e scommettendo su se stessi!. Sabato e domenica altro appuntamento presso Cittadella del Cielo, che ricevuto la visita del Sandro Padre Francesco non più di una quindicina di giorni fa. Il logo "Vivi per qualcosa di grande è un weekend giovani con Chiara Amirante come dalla locandina a fianco.


VENERDÌ 18 OTTOBRE 2019

ferentino-alatri-FIUGGi

5

FERENTINO - LA GIUNTA COMUNALE HA APPROVATO LA DELIBERA PER ANNULLARE I LAVORI PER INADEMPIENZE LEGISLATIVE E CONTRATTUALI

Project cimitero: revocato l'appalto Il Comune gestirà la realizzazione dell'opera, a garanzia che venga ultimata in tempi ragionevoli

R

evocato l’affidamento del project financing alla società affidataria, ma Ferentino avrà comunque il suo cimitero, seguendo la linea che da sempre è stata indicata: tutela dei cittadini e rispetto della normativa. LA DELIBERA La Giunta comunale, infatti, ha approvato una delibera con la quale viene dato mandato agli uffici di risolvere il contratto precedentemente sottoscritto, tenuto conto delle inadempienze legislative e contrattuali che si sono verificate successivamente all’aggiudicazione e che sono state rilevate dagli uffici e dagli esperti nominati per la vigilanza sulla corretta esecuzione del contratto. Per questo, supportata dagli stessi uffici e da esperti in materia, ed in base a rela-

zioni e pareri legali, l’Amministrazione ha deciso di risolvere il contratto, e di avviare l’iter per l'escussione della polizza fideiussoria, l’applicazione della penale nei confronti della ditta, il recupero delle somme già versate dai cittadini alla ditta e la comunicazione all’autorità di vigilanza an-

ticorruzione (ANAC) della risoluzione contrattuale. Una decisione che si inserisce nell’azione di trasparenza e garanzia che il Comune ha sempre seguito e che tale decisione rafforza e dimostra in maniera concreta. IL COMUNE GESTIRÀ LA REALIZZAZIONE DELL’OPERA Il Comune subentrerà nell’i-

ter del progetto già in fase esecutiva e realizzerà l'opera in proprio: i cittadini che hanno versato la quota dei loculi non perderanno nulla, ma avranno garantito quanto stabilito con il pagamento. Con questo atto il Comune ha voluto chiarire la situazione e fare luce rispetto all’iter di un'opera attesa dalla città, ribadendo ancora una volta un operato che si basa da sempre sul rispetto della legge che, nel caso specifico, ed è opportuno sottolinearlo, ha evidenziato delle inadempienze successive all’affidamento da parte della società aggiudicataria. Ora sarà il Comune a gestire la costruzione dei nuovi loculi, a garanzia che vengano ultimati in tempi ragionevoli nell’interesse dei cittadini e del territorio.

FIUGGI - UN PERCORSO TRA STORIA, TEMPLARI, ENIGMI ATTUALI E ALTRO ANCORA FERENTINO - IL SOSTEGNO ALLA RICERCA

Torna il Premio Nazionale “Cronache del mistero” FERENTINO Idee innovative, Affittasi Occhiali al Maker Faire

A T

orna il Premio Nazionale "Cronache del mistero" che quest'anno giunge alla sua 6^ edizione. L'evento, unico nel suo genere in Italia, è stato ideato da Giancarlo Pavat, noto ricercatore e studioso di storia e simbologia medievale, in collaborazione con le associazioni Promedia, PerlaWebtv e il sito “www.ilpuntosulmistero.it”. Il Premio, patrocinato dal Comune di Fiuggi, si terrà nella celebre cittadina termale domani, 19 ottobre, con inizio alle ore 9 e partirà con una suggestiva passeggiata nel centro storico dell’antica Anticoli di Campagna (la vecchia Fiuggi) alla scoperta dei suoi segreti e misteri. Durante il percorso verranno consegnati i primi riconoscimenti ai ricercatori premiati che, come di consueto, giungeranno in Ciociaria da varie zone d’Italia ma anche dall’estero. Ricco il nome dei ricercatori premiati quali Rino Di Stefano di Genova, Roberto Volterri e Bruno Ferrante da Roma, Teodoro Brescia da Brindisi, l’archeologo svedese John Kraft. Si parlerà di storia, misteri dell’arte, templari, labirinti, enigmi attuali e altro ancora.

ffittasi Occhiali sbarca al Maker Faire, la più grande fiera europea dell’innovazione, che avrà luogo a Roma. Domani, i responsabili del servizio saranno al padiglione 6 (stand C1), lo spazio dedicato alla Cna. L’idea di cambiamento ideata da Affittasi Occhiali, infatti, già vincente sul campo visto il gran numero di ottici in tutta Italia che si sono convenzionati con il servizio, ha già superato le prime fasi di selezione ed è stata scelta per l’evento regionale, dove sarà valutata da Luca Iaia (responsabile del Premio), Lorenzo Tagliavanti (Presidente della CCIAA di Roma) ed Erino Colombi (Vicepresidente Nazionale della Cna).

Prevenzione tumori: la 'Vittoria Alata' s'illumina di rosa

R

icordare i successi della ricerca, sostenere la scienza e, soprattutto, ribadire l’importanza della diagnosi precoce nella lotta ai tumori. Sono queste le finalità della campagna nazionale della Lilt per la prevenzione del tumore al seno che ogni anno, nel mese di ottobre, accende i riflettori su questa patologia al fine di sensibilizzare più donne possibili sull’importanza vitale della prevenzione, sui corretti stili di vita da adottare e sui controlli diagnostici a cui sottoporsi. Anche il Comune di Ferentino, come tantissime città in tutta Italia e anche in Europa, aderisce alla campagna nazionale e simbolicamente illuminerà di rosa, il monumento della ‘Vittoria Alata’, in piazza Matteotti, nell’area antistante il palazzo comunale. «Un gesto simbolico – commenta il sindaco di Ferentino, Antonio Pompeo – per sottolineare l’importanza della prevenzione come unica arma contro il cancro. I dati sono allarmanti: ogni anno sono più di 52mila le donne alle quali viene diagnosticato un tumore ed è soltanto attraverso i controlli preventivi che questa patologia può essere fermata e sconfitta».

ALATRI - L'INIZIATIVA

Malati di Alzheimer, sostegni alle famiglie

S

ostegno ai familiari nella cura e assistenza delle persone malate di Alzheimer, attraverso l’erogazione di un contributo economico, denominato “assegno di cura”, che può raggiungere l’importo massimo di 500 euro mensili. A rendere nota l'iniziativa è l'assessore Fabio Di Fabio, che spiega: “I servizi distrettuali, avvantaggiandosi delle sinergie a livello sovradistrettuale, continuano ad offrire, grazie alle politiche sociali della Regione Lazio, strumenti in favore di quelle famiglie colpite dalle malattie neurodegenerative dei propri componenti, assicurando, così, un sostegno economico e di respiro, utile a lenire le sofferenze”. La misura del contributo è correlata all’ISEE ma anche ad una valutazione sanitaria del richiedente ed alla tipologia e gravità della malattia: tale valutazione sanitaria sarà espletata dalla competente struttura della Asl. I beneficiari dell’intervento saranno individuati all’interno di una graduatoria redatta secondo i criteri sopra accennati e saranno ammessi a fruire dell’assegno di cura quanti utilmente collocati all’interno della stessa graduatoria, nei limiti della capienza dei fondi. L’intervento prevede l’accesso ad un programma di aiuto alla persona di durata annuale, realizzato tramite assunzione di assistenti familiari. L’utente è libero di scegliere i propri assistenti personali, anche avvalendosi di organizzazioni di fiducia; in ogni l’operatore scelto dovrà essere assunto ai sensi del vigente Ccnl sulla disciplina del “Lavoro domestico. Il contributo non è alternativo agli interventi sanitari domiciliari garantiti ai cittadini in base alle disposizioni normative ed è da considerarsi integrativo rispetto agli interventi socio-sanitari già in atto e previsti dal Piano assistenziale individuale. Non è compatibile con l’assegno di cura e/o il contributo di cura previsti in favore di persone affette da disabilità gravissima. L’avviso, pubblicato dal Distretto, è aperto, senza scadenza, ma, essendo l’erogazione dei contributi limitata dalla disponibilità dei fondi, potranno non ottenere il beneficio le domande pervenute successivamente a quelle, con i requisiti, già utilmente collocatesi in graduatoria. Ulteriori informazioni sul sito web: www.distrettosocioassistenziale.org.


PAGINA 6

18 OTTOBRE 2019


VENERDÌ 18 OTTOBRE 2019

ceprano-ripi

7

CEPRANO - PER DOMANI INTANTO SONO PREVISTE INIZIATIVE PER LA "FESTA DELLA FRANCIGENA NEL SUD"

A 25 anni dal ritrovamento di Argil

Per ricordare un evento storico oggi verrà piantato un albero e sistemata una lastra commemorativa

L

a Regione Lazio, con Determina dello scorso 7 ottobre, ha riconosciuto all'Ecomuseo Argil di Ceprano la qualifica di Ecomuseo di interesse regionale. Questo importante passaggio è propedeutico alla valorizzazione del sito ed è oltretutto un riconoscimento che arriva nel momento più opportuno. Infatti si terrà proprio questo fine settimana il Geoevento, presso il sito di campo Grande, per festeggiare il 25° anno dal ritrovamento del cranio di Argil. L'Associazione Ecomuseo Argil con il Presidente Italo Biddittu, in occasione della 7^ edizione della Settimana del Pianeta Terra, organizza nelle giornate del 18-19-20 ottobre 2019 il GEOEVEN-

TO a venticinque anni dal ritrovamento (il 13 marzo 1994) del reperto fossile di cranio umano attribuito ad Homo Heidelberensis a cui fu dato dall'archeologo che lo scoprì il nome affettivo "Argil" poiché rinvenuto in uno strato di argilla. Oggi alle ore 9.30 presso la località Campogrande nel

comune di Ceprano, alla presenza delle istituzioni pubbliche e degli alunni dell'istituto comprensivo di Ceprano, Arnara e Pofi, si svolgerà la cerimonia di inaugurazione "la Stele di Argil" e del pannello segnaletico con indicazione del ritrovamento di Argil. Alle ore 13 presso la villa comunale si terrà un mo-

RIPI -AULA MULTIMEDIALE PER IL PLESSO DI SAN GIOVANNI

Tra le scuole più accoglienti c'è anche "l'Arcobaleno"

U

n orto multietnico, un laboratorio e un’aula multimediale attrezzata. Tutto in una scuola, il plesso dell’infanzia ‘Arcobaleno’ in località San Giovanni, a Ripi, dove è stato inaugurato il progetto #lamiascuolaccogliente. Il taglio del nastro è avvenuto alla presenza del presidente del Consiglio Regionale del Lazio, Mauro Buschini, del sindaco di Ripi Piero Sementilli e del dirigente scolastico Vincenzina Irene Sabetta, oltre alle autorità militari locali, insegnanti, genitori, alunni e altri rappresentanti dell’amministrazione comunale. IN COSA CONSISTE Il progetto è stato finanziato dal Miur con 50mila euro piazzandosi tra i primi dieci a livello nazionale. La realizzazione di un orto multietnico consen-

■■■

NELLA FOTO DUE MOMENTI DELL'EVENTO DI RIPI

tirà la fusione delle diverse culture degli alunni, il 10% dei quali è di origine straniera, partendo proprio dalla natura. Nel giardino verranno piantati erbe e prodotti della terra che saranno poi fruibili dalle persone, mentre nei due laboratori i bambini avranno la

possibilità di prendere confidenza con le moderne tecnologie ed imparare giocando. La scuola dell’infanzia di San Giovanni conta cinque sezioni e con questo progetto, che ha visto firmatarie le maestre Angela Di Folco e Maria Capogna sostenute dal dirigente scolastico, rappresenta oggi una delle strutture più moderne dell’intera provincia di Frosinone.

mento conviviale a cura della Proloco di Ceprano, a seguire la mostra dei lavori degli alunni delle scuole presso il museo archeologico MAF e il chiostro di sant'Antonio. Domani, invece, alle ore 13 arriveranno a Ceprano i partecipanti alla "Festa della Francigena del Sud - via Latina", che saranno accolti sul ponte del fiume Liri, storica porta d'ingresso nello Stato Pontificio, dai figuranti nelle vesti del Papa ed altri personaggi storici. Questo cammino, che trae ispirazione dal 2019 Anno del Turismo Lento, è uno strumento per implementare la conoscenza, la cura e la rinascita sociale e culturale del territorio. Quindi, presso la villa comunale, seguirà la visita al

MAF Museo Archeologico di Fregellae e uno spettacolo teatrale a cura dell'associazione "Argil" che metterà in scena il ritrovamento del cranio umano di Argil. Nel corso della giornata si terranno anche passeggiate anche nei territori di Aquino, Pofi e San Giovanni Incarico. Spiegano dal Comune: «Un sentito ringraziamento all'Associazione Ecomuseo Argil, alla Proloco

e a tutte le altre associazioni che hanno partecipato alla realizzazione del Geoevento. Si ringraziano inoltre il Presidente della Regione, Nicola Zingaretti, ed il Presidente del Consiglio Regionale del Lazio, Mauro Buschini, per l'attenzione che finalmente si registra su temi così qualificanti che possono fare la differenza per il nostro territorio anche in termini di sviluppo futuro».


8

VENERDÌ 18 OTTOBRE 2019

VEROLI

PRATO DI CAMPOLI, LA DITTA MICHELE ZEPPIERI DI RIPI SI È AGGIUDICATA LA GARA PER SETTANTADUEMILA EURO

Al via i lavori dei parcheggi

«Iniziammo l'iter con la prima consiliatura Cretaro ed ora siamo soddisfatti» Egidio CERELLI

P

■■■

rato di Campoli, consegnata la gara di appalto per interventi di attuazione del PGAF per la valorizzazione del pianoro verolano. Per ora sarà effettuata la sistemazione del piazzole di sosta. Prima dei pozzi e dopo la Madonnina. Entro il mese di ottobre verrà predisposta la gara per il restauro dei pozzi. Quelli a destra quasi all’entrata i cui lavori ebbero inizio più diversi anni fa. «Siamo riusciti finalmente dopo un lungo iter burocratico per i numerosi vincoli esistenti ad arrivare ad affidare i lavori dopo l’espletamento della relativa gara di appalto- così l’assessore ai Lavori pubblici, Augusto Simonelli- Come certamente ricorderete avevano iniziato questo lungo cammino con la prima amministrazione Cretaro ed ora possiamo dire che siamo arrivati alla fase realizzativa». In che cosa consiste questo primo intervento? «Si tratta del primo stralcio del progetto e prevede la sistemazione delle piazzole di sosta. All’altezza dei pozzi il lavoro consiste ne sistemare la piazzola ed allargare sulla destra per circa cinque metri per una lunghezza di un centinaio di metri. Scendendo verso la Madonnina lo

LA SETTIMANA

LA PIAZZOLA DI PRATO DI CAMPOLI, L'ASSESSORE SIMONELLI CON GENTILE CONSORTE E SOTTO I POZZI

Iaboni tradisce i primi amori per la 'nuova fiamma' Leopolda Egidio CERELLI

stesso lavoro sulla destra verrà realizzato per circa 850 metri, mentre sul lato sinistro si deve intervenire per le cosiddette briglie per la raccolta di acqua piovana che il tempo, come si può notare, ha rovinato». Che metodo verrà usato? «Saranno opere eseguite con l’ingegneria naturalistica. Tant’è che verranno usati per le briglie (canaloni) grossi travi di legno». Quale la ditta che si è aggiudicato l’appalto dell’opera? «L’impresa edile Michele Zeppieri

di Ripi per il prezzo complessivo di 72mila e settecento euro». Alla fine dei lavori quanti posti macchina sono previsti? «Intorno ai trecento e non sono pochi pensando all’estate quando i gitanti saranno a migliaia» Nel progetto esiste anche un secondo stralcio di lavori. «Sì! Riguarda il restauro dei pozzi che sono sulla destra appena si entra sul pianoro. I lavori erano cominciati qualche anno fa e poi burocrazia in primis ed anche i fondi non permisero di andare avanti. Cinquantamila euro ovviamente soggetti al ribasso sono a disposizione di chi si aggiudicherà la gara il cui bando avverrà entro questo mese». Dunque una amministrazione in cammino cercando di risolvere i tanti problemi che vegetano sul territorio. «Per quanto di mia competenza, è vero, ce ne sono tanti itinere ed qualcuno verrà dato il via quanto prima, ma in cantiere ce ne sono diversi»- la conclusione dell’assessore Simonelli.

ALLA PRESENZA DELLA CONSIGLIERA CERQUOZZI E DEL DOTTOR RANELLI

Mercoledì sera sono iniziati i corsi per la "Scuola di teatro"

A

l via la “Scuola di Teatro” a Veroli. L’iniziativa, attivata nell’ambito del progetto Officine Culturali 2019/2020 della Regione Lazio in collaborazione con il Comune di Veroli e Frosinone Teatro Officina Bon Voyage, è partito nel tardo pomeriggio di mercoledì, presso la struttura comunale Cine Sala Trulli con il primo appuntamento conoscitivo sulla scuola di teatro che sarà completamente gratuita per tutti coloro che vorranno partecipare. «Sarà un esperimento creativo quello delle Officine Culturali – dicono il sindaco Simone Cretaro e la consigliera delegata alla Cultura, Fran-

cesca Cerquozzi – perché diversi saranno le attività che andremo ad intraprendere e che vedranno protagonisti i giovani. Già la scuola di teatro sarà un’opportunità per ricercare e scoprire artisti emergenti in grado di mettere a disposizione la creatività verso forme di

spettacolo dal vivo che andranno a contribuire positivamente nella socializzazione e nelle relazioni umane e sociali». La scuola sarà articolata in lezioni settimanali di tre ore, è aperta a tutti e gratuita e dopo il periodo formativo prevede la realizzazione di un sag-

gio spettacolo finale che i partecipanti terranno sempre a Veroli nella prossima primavera. Non sarà, tuttavia, la sola scuola di teatro a diventare tassello culturale delle Officine Culturali a Veroli. Al primo incontro erano presenti una trentina di partecipanti cui ha dato il benvenuto Luca Simonelli con Sara Carapellotti, spiegando gli obiettivi che il corso propone sino ad arrivare ad uno spettacolo finale quale momento di chiusura della prima edizione della scuola di Teatro. e.c.

M

artedì, giorno di mercato. La piazza principale della cittadina ernica registrava non più di un ventello di presenze. Si alternavano nel sedersi sulle panche o davanti ai tavoli dove sostano ogni giorno i soliti ‘clienti’ leggendo i giornali che i bar mettono a loro disposizione. La notizia del giorno, il tradimento dei primi amori di Giancalo Iaboni che convolerà a giuste nozze con la Leopolda. Questa sembrava dovesse essere l'amica fedele di Germano Caperna, Aldo Velocci e figlio oltre amica trasversale di Cristina Verro. L'innamoramento di Iaboni nei confronti della Leopolda ha fatto arrabbiare dunque i politici locali già da anni amici di Renzi. Siamo in piazza ed ecco tre cittadini verolani di passaggio che si fermano per sorseggiare un caffè. Si siedono chiedendosi e domandandosi il perché di così poca gente in giro lungo le vie del centro proprio nel dì del mercato settimanale. «Perché non più le bancarelle in piazza? L’Amministrazione che cosa sta facendo in merito? Perché via l’ufficio postale che comunque riuniva almeno per un giorno la periferia con la città?»- ciò che lamentava una donna che è verolana doc ma che vive pochi giorni nella sua terra, trasferitasi nella Capitale. E poi…«Mi dicono che vada via anche la Farmacia da via del Vescovado insieme ad una pasticceria»-il commento di un altro che sorseggiava un caffè senza zucchero. «Siamo vicini a Natale …quanto sarebbe bello organizzare mercatini. Eppoi lasciami dire una cosa - ricordo quando la Pro Loco (di mezzo c’eri anche tu) organizzava l’antiquariato. Veroli pullulava di amanti di questo mercato, riempiendo i nostri ristoranti. Non bastano i soli cinque giorni dei Fasti. Fatelo capire a Cretaro e soci». In effetti ricordiamo bene quell’escamotage trovato e proposto con i ristoratori di mettere a disposizione un menù che venne chiamato ‘antiquaria’ per soddisfare le esigenze culinarie delle gole dei mercanti e dei visitatori. Era troppo bello. La Pro Loco un po’ alla volta ha poi messo in un cantuccio l’iniziativa di Pigliacelli-Iannarilli-Scaccia. Sino ad arrivare alle sole esibizioni folk di casa nostra che hanno stufato pure le mura della città. Ultima riflessione di martedì mattina, prima di sorseggiare insieme come una volta un drink con ghiaccio. «Ho detto al sindaco di valutare anche la chiusura alle auto il centro storico o comunque di non concedere due o tre permessi per nucleo familiare. Ebbene vuoi sapere che cosa ha risposto il sindaco? “Ma siamo matti? Mi vuoi far litigare con i residenti?” Non si rende conto l’amministratore che per governare a volte bisogna essere anche impopolare». Noi invitiamo l’amministrazione, se vuole, a fare qualche riflessione. Intanto il centro si spopola. E da anni nessuno cerca di trovare un rimedio. Oggi si riparla di Cinema ed allora come l’amministrazione sta pensando di trovare alternative a ciò che non potuto o saputo fare la Pro Loco che pensi anche a tentare la strada della Farmacia comunale. Il Centro vede gente in occasione di sposalizi o di Comunioni e Cresime. O come in queste serate quando la festa dedicata alla Patrona fa salire in città fedeli. Il resto diventa solo noia. Per Natale? Pronti i mercatini in centro ed una grande pista di ghiaccio in piazza Mazzoli. Intanto gustiamoci la scuola di Teatro che ha presentato all’interno della sala Trulli la consigliera comunale pronta ad essere insignita della delega assessorile alla Cultura, Francesca Cerquozzi. Forse ci vuole un po’ di coraggio guardando oltre il naso. Veroli è cultura. Non bastano gli appuntamenti con il libro all'interno del chiostro di Sant’Agostino. Ci vuole altro e non le poco fortunate serate del racconto delle glorie della Nazionale. E allora ci domandiamo del perché non partecipare al concorso dei Borghi più belli. Non tutto è perduto, caro sindaco. Visto che molti negozi spariscono in città, perché non pensare ad una sorta di calendimaggio?


VENERDÌ 18 OTTOBRE 2019

BOVILLE ERNICA-VEROLI

9

BOVILLE ERNICA - IL CONSIGLIO COMUNALE DOPO TRE ORE APPROVA TUTTI I PUNTI ALL'ORDINE DEL GIORNO

Approvati i mutui rinegoziati Per l'assessore Picarazzi il Comune risparmierà centinaia di migliaia di euro

Egidio CERELLI

A

pprovata dal Consiglio comunale la rinegoziazione a ribasso dei tassi d’interesse su alcuni mutui. «Un ottimo risultato raggiunto- la risposta dell’assessore al Bilancio, Rocco Picarazzi, alle titubanze della minoranza che ha votato contro. Da qui al 2044 il Comune risparmierà diverse centinaia di migliaia di euro. Intanto stiamo liberando risorse che potranno essere investite in opere pubbliche, anche per ridare alla cittadinanza quelle strutture che il vento dello scorso febbraio ha spazzato via». Prima della rinegoziazione degli interessi, che era il quinto e ultimo punto in discussione, la massima assise civica, i cui lavori sono stati regolati dalla vicepresidente vicaria Martina Bocconi, in mancanza del presidente Iozzi- ha votato a maggioranza l’anticipazione di liquidità da parte della CDP per il pagamento di debiti certi ed esigibili maturati al 31 dicembre 2018 per un importo pari a 274 mila 654, 42 euro ed un’altra variazione in entrata per 10 mila 950 euro di compartecipazione degli anziani che hanno presentato domanda per il soggiorno marino estivo e 3 mila 153, 87 euro in più rispetto ai 15 mila inizialmente previsti per le spese delle Elezioni europee che rimborsa lo Stato. Al terzo punto un riconoscimento di debiti fuori bilancio per incarichi a professionisti riguardanti le precedenti Amministrazioni, e al quarto il Bilancio consolidato della Saf. Sempre in merito alla rinegoziazione dei mutui il sindaco sottolineava che… «Non c’è nessun posticipo della scadenza delle rate. I mutui sono

LA SETTIMANA DI BOVILLE

Il sindaco Perciballi è il Salvini... baucano Egidio CERELLI

stati accesi nel 2000 e nel 2001, terminavano tutti nel 2044 e la data di estinzione rimane la stessa». L’assessore al Bilancio Picarazzi ha invece

sottolineato che «non è sulla durata che abbiamo ricontrattato ma sui tassi di interesse. Se applichiamo tassi più bassi a tutti i mutui che rientrano nella fattispecie prevista, da qui al 2044 ogni anno risparmiamo 28 mila euro. Io vedo in ciò un ottimo risultato raggiunto e vorrei rimarcare ancora una volta che si tratta di un risparmio di diverse centinaia di migliaia di euro da qui al 2044. Appena avremo a disposizione il riconteggio esatto potremo già intervenire su opere e strutture danneggiate dal vento dello scorso febbraio».

VEROLI - POSTE CASAMARI CHIUSE

P

oste Italiane comunica che da 15 ottobre l’Ufficio Postale di Casamari, in Strada Provinciale 278, 81, sarà interessato da lavori di ristrutturazione. Poste Italiane per l’occasione ha predisposto il potenziamento dell’ufficio postale di Sant’Angelo in Villa, in Via Maria, con uno sportello dedicato alla clientela dell’ufficio di Casamari, dove saranno disponibili tutte le operazioni postali e finanziarie comprese le attività collegate ai libretti e al conto Bancoposta e il ritiro

della corrispondenza non consegnata per assenza del destinatario.L’ufficio di Via Maria osserva orario dal lunedì al venerdì 08:20 – 13:35 e il sabato 08:20 – 12:35.L’ufficio postale di Casamari tornerà a disposizione della clientela sabato 26 ottobre con i consueti orari.

È

lui che presenta, risponde e decide. Gli altri? "Zitti e mosca". Enzo Perciballi il sindaco baucano non batte ciglio pur se il suo volto appare un tantino stanco. Nonostante ciò si arrabbia a tal punto da ribattere, a modo suo, agli interventi delle opposizioni, passando per la segretaria, per finire al suo assessore con la delega più importante che è quella del bilancio (non devi fare domande ma rispondere a quelle delle opposizioni per quanto di tua competenza). Riesce persino a mettere in crisi Memmo Di Cosimo il quale per ben due volte, forse per la bile ormai stracolma di fiele, con un rapsus freudiano parla in nome e per conto del suo gruppo... «Noi di ‘Insieme per crescere’ dimenticando che la sua lista civica è ‘Boville Bene comune’ , aggiungendo... «non siamo d’accordo sulla ratifica della delibera di Giunta di variazione di bilancio». Siccome l’architetto Di Cosimo consigliere di minoranza lo ha ripetuto più di una volta, il primo cittadino che difficilmente fa parlare i suoi vicini di banco gli ha ricordato che… «errare humanum est, perseverare autem diabolicum». Insomma quasi tre ore con lo stesso modus operandi con ritornelli e strofe trite e ritrite. Sia da una parte che dall’altra di fronte a non più di una mezza dozzina di cittadini curiosi. Verso la fine quando Perciballi si è reso conto che le opposizioni cambiavano i sinonimi ma la sostanza del loro parlare era la stessa ha gridato spazientito… «ve la cantate e ve la suonate. Noi siamo per il sì per tutte le voci e se voi volete potete votare contro. Tanto a noi poco interessa. Date pure spettacolo anche perché apparite cavalieri erranti». Di rimando Marta Diana ricordava: «Siete una amministrazione che intende fare solo cassa e nulla più e non siete minimamente responsabili tant’è che lo stesso Prefetto vi ha invitato per ben due volte a sistemare bene l’ufficio tributi mettendo il personale in condizione di lavorare e non fare come voi cambiando sedia al dipendente. Ed allora mi viene la riflessione che l’amministrazione non sa o non vuole far lavorare i dipendenti». La risposta del sindaco: «Segretaria verifichiamo se gli uffici preposti lavorano ed in che modo». Ed ancora la consigliera Diana: «Ho chiesto di poter avere un giorno a settimana per un colloquio con i responsabili degli uffici. Nessuno ha saputo darmi una risposta». Una sorta di partita a ping pong che, seppur con un lungo tie break, non ha saputo definire un vincitore. Ed infine una nota stonata del presidente del consiglio Giacomo Iozzi che si è presentato al funerale di Nicola Milani con addosso la fascia tricolore, indossando però una maglietta con jeans. Non prevedeva diversamente il galateo, ma avrebbe previsto il rispetto umano-istituzionale.


N. 199 - Venerdì 18 Ottobre 2019

DENTRO LA PASSIONE

TESTATA GIORNALISTICA SETTIMANALE della provincia di FROSINONE iscritta al Roc al N. 23884 Direttore Responsabile: Marco Ceccarelli Redazione: Tel. 393 6239680 - tusport.redazione@gmail.com Editore: Globalpress S.r.l. - P. Iva 02714820590 globalpress.amministrazione@gmail.com Stampa: Centro Offset Meridionale s.r.l. - Caserta Tiratura media 6.000 copie

www.tunews24.it

€ 0,70

GRATUITO - Edizione lancio

IL MATCH

MISTER NESTA RIPROPONE IL 3-5-2 EMERGENZA ATTACCO PER GLI AMARANTO PAGINE 2-3

GIALLAZZURRI AL COMPLETO PER TORNARE ALLA VITTORIA

BASKET

Dopo la settimana nera la Virtus di coach Vettese vuole subito rialzarsi: domenica si va a Matera PAGINA 7

VOLLEY

PAGINA 6

L'INFERMERIA SI SVUOTA TUTTI ARRUOLATI CON IL LIVORNO A maggio arriva la Nazionale allo Stirpe per preparare l'esordio a Euro 2020

La Globo Bpf Sora pronta per l'esordio in trasferta contro la Calzedonia Verona Colucci carica il gruppo PAGINA 7


2

VENERDÌ 18 OTTOBRE 2019

IL MATCH

PER RISALIRE LA CLASSIFICA IL FROSINONE NON PUÒ ASSOLUTAMENTE SBAGLIARE IL MATCH DI LUNEDÌ SERA CON IL LIVORNO

LEONE, TORNA A MOSTRARE GLI ARTIGLI

Antonio VISCA

F

i convocati Szyminski (alla prima convocazione in campionato) e

Dionisi. Entrambi sicuramente partiranno dalla panchina ma possono

Promossa in Serie A

Accedono ai Playoff

Accedono ai Playout

Retrocedono in LegaPro

RISULTATI 7^ GIORNATA

SERIE B CLASSIFICA 7

^

GIORNATA

PROGRAMMA 8^ GIORNATA

inalmente torna il torneo cadetto. Dopo la sosta a causa degli impegni delle varie nazionali, scende di nuovo in campo la Serie B. Ottavo turno di campionato che inizierà con l’anticipo di questa sera tra Cittadella e Cosenza per poi chiudersi lunedì con la sfida tra Frosinone e Livorno. Appuntamento assolutamente da non fallire per i giallazzurri, a caccia di tre punti fondamentali per classifica e morale. Dopo la convincente prova dell’Arechi di Salerno, la truppa canarina cerca un successo che manca ormai da oltre un mese. Per farlo, mister Nesta avrà quasi tutti a disposizione. Contro gli amaranto, infatti, mancheranno solamente Gori e Paganini per squalifica, mentre torneranno tra

rappresentare ottime soluzioni a gara in corso, specialmente l’attaccante reatino, anche ex di questa partita. Tifosi del Livorno che, infatti, ricordano con piacere il numero 10 giallazzurro, protagonista dell’ultima promozione in Serie A dei toscani. Nonostante un ottimo calciomercato che ha portato alla corte di Breda calciatori del calibro di Viviani, Rizzo e Stoian, gli amaranto non sono partiti molto bene, avendo conquistato solamente 4

punti nelle prime sette giornate. Labronici che inoltre avranno molte assenze nella gara del Benito Stirpe, tra cui il capocannoniere della squadra Marsura. Per quanto riguarda la formazione giallazzurra che scenderà in campo dal primo minuto, ci sono ancora molti dubbi che mister Nesta scioglierà solo a ridosso della sfida. Ad oggi la soluzione più probabile sembra quella della riconferma del 3-52. In porta ballottaggio Bardi-Iacobucci, ma la sensazione è che venga riconfermato quest’ulti-

mo. La difesa a tre vedrà Brighenti sul centrodestra, Ariaudo nel mezzo e Capuano sul centrosinistra. A centrocampo confermati sulle corsie sia Zampano che Beghetto, mentre tornerà in cabina di regia Maiello, con Rohden e Haas ai suoi lati. In avanti dovrebbe essere confermata la coppia Ciano-Novakovich, con Trotta e Dionisi pronti a dare il proprio contributo a gara in corso. In caso di 4-3-1-2, invece, uno tra Capuano e Brighenti lascerà il posto a Trotta, con Ciano spostato sulla trequarti.

ATTENTI A QUEI DUE I possibili "uomini partita" del Frosinone scelti da Tu Sport

···

···

ANDRIJA NOVAKOVICH

CAMILLO CIANO

I possibili "uomini partita" del Livorno scelti da Tu Sport

···

···

MANUEL MARRAS

FILIP RAICEVIC

I BOMBER GIALLAZZURRI CAPUANO PAGANINI CIANO DIONISI

2 2 1 1


3

IL MATCH

VENERDÌ 18 OTTOBRE 2019

I frosinone le formazioni d erITE e LIVORNO sugg u sport" "t i d e n io z a d e r dalla

Campionato Nazionale Serie B Ottava giornata

VS

VALUTAZIONE DIFFICOLTÀ MATCH: PERCHÉ LIVORNO: Il tecnico amaranto Roberto Breda deve fare i conti con una vera e propria situazione d'emergenza in attacco. Confermato nonostante gli ultimi risultati negativi, l'allenatore amaranto non può permettersi ulteriori passi falsi. La fisicità di Raicević può creare più di qualche grattacapo alla difesa canarina, mentre i guizzi del folletto Marras possono costituire un fattore importante per i labronici. Attenzione, infine, all'ex Mazzeo che quando vede Frosinone va spesso a segno.

IL BORSINO

3

15 23

-2 2

BEGHETTO

HAAS

MAIELLO

ROHDEN

13

11

8

17

ZAMPANO

CAPUANO

ARIAUDO

BRIGHENTI

18 28

H NOVAKOVIC

CIANO

31

32

RAICEVIC

11

MARRAS

MURILO

34

8

17 PORCINO

AGAZZI

LUCI

26 BOGDAN

42 BOBEN

15 DEL PRATO

LIVORNO 3-4-3

PERCHÉ FROSINONE: La squadra ciociara ha ritrovato entusiasmo dopo il pareggio di Salerno ottenuto in extremis oltre che in inferiorità numerica. Mister Nesta ha recuperato tutti gli infortunati e può guardare con ottimismo al prossimo futuro. La spinta del "Benito Stirpe" sarà fondamentale per ritrovare un successo che manca ormai da più di un mese. Ciano ha ritrovato incisività giocando in posizione più avanzata. Al suo fianco Novakovich va a caccia del primo gol in giallazzurro.

1 IACOBUCCI

frosinone 3-5

Lunedì 21 Ottobre 2019 ore 21:00 Stadio: Benito Stirpe Arbitro: Ivano Pezzuto della sezione di Lecce Assistenti: Giuseppe Maccadino di Pesaro e Oreste Muto di Torre Annunziata

4 DI GENNARO

38 ZIMA

I LABRONICI DEVONO RINUNCIARE AGLI INFORTUNATI BRIGNOLA E STOIAN E ALLO SQUALIFICATO BOMBER MARSURA

EMERGENZA ATTACCO PER IL LIVORNO DI BREDA

Stefano PANTANO

I

l Livorno condivide l'ultimo posto in classifica con Cosenza, Juve Stabia, Spezia e Trapani. Appena quattro i punti conquistati dagli amaranto nelle prime sette giornate. Reduci da due ko di fila, i toscani arrivano alla sfida di Frosinone con una grande voglia di riscatto. Dopo l’inizio di stagione contrassegnato dall’impiego del 4-2-3-1, mister Breda ha cambiato modulo virando sul 3-4-3. Nel Monday Night dello “Stirpe”, dovrebbe rivedersi titolare tra i pali il ceco Lukas Zima, con il Nazionale Under-21 Alessandro Plizzari che a questo punto sembra destinato alla panchina. Il terzetto difensivo sarà composto da Matteo Di Gennaro, dallo sloveno Matija Boben e dal croato Luka Bogdan. Viste, però, le ultime uscite poco

brillanti è possibile che il tecnico dei labronici operi qualche cambio nell’assetto difensivo. Scalpita per una maglia da titolare Andrea Gasbarro, più defilata, invece, la candidatura di Lorenzo Gonnelli. Sulla corsia destra il duttile Enrico Del Prato è favorito sullo svizzero Michel Morganella, mentre a sinistra fiducia al giocatore scuola Reggina Antonio Porcino. In mezzo al campo capitan Andrea Luci sarà affiancato da Davide Agazzi, le cui doti balistiche gli hanno portato in dote un gol nel match con il Pordenone, l’unico vinto finora dagli amaranto. Ancora oggetto misterioso l’ex canarino Federico Viviani, arrivato sul finire del calciomercato ma

ancora a secco di presenze per il riacutizzarsi dei problemi fisici accusati anche durante la militanza a Frosinone. È vera e propria emergenza sugli esterni, in primis per la squalifica di Davide Marsura, trascinatore finora del Livorno con quattro gol realizzati in sei incontri. L’ex Carpi ha rimediato un’ingenua espul-

sione nel finale di gara contro il Chievo, in cui aveva segnato una gran doppietta. All’assenza del calciatore classe ’94, si sono aggiunti i due gravi infortuni rimediati da Enrico Brignola e Adrian Stoian. Il talento di proprietà del Sassuolo è stato sottoposto a intervento chirurgico dopo aver rimediato una lesione del retto femorale e dovrà stare fermo per circa tre-quattro mesi. Ben più grave, invece, l’infortunio del giocatore romeno che deve fare i conti con una lesione del legamento crociato anteriore del ginocchio destro. L’ex Crotone seguirà una tabella di riabilitazione e nei prossimi giorni saranno decise le tempistiche dell’intervento che lo costrin-

gerà ai box per circa sei mesi. Nel tridente offensivo dei toscani l’ariete montenegrino Filip Raicević agirà in posizione centrale, con l’ex Alessandria Manuel Marras a destra e uno tra il brasiliano Murilo e l’ex giallazzurro Fabio Mazzeo sulla fascia opposta. Verso la panchina, invece, il neo acquisto Sven Braken: l'olandese classe '93 deve ancora adattarsi al campionato italiano e finora ha collezionato soltanto una presenza dal primo minuto oltre a tre spezzoni di gara. La situazione dell’infermeria aggiunge un’ulteriore problematica a Roberto Breda, che deve già fare i conti con una classifica precaria. Al “Benito Stirpe” l’ex tecnico del Latina si gioca la conferma dopo gli scricchiolii della panchina avvertiti a seguito delle rocambolesche sconfitte contro Salernitana e Chievo.


PAGINA 4

18 OTTOBRE 2019


L'INTERVISTA

VENERDÌ 18 OTTOBRE 2019

5

MARCO CECCARINI, GIORNALISTA DI TOSCANA NOTIZIE: «AL BENITO STIRPE MI ASPETTO UNA BELLA PARTITA»

«ENTRAMBE MERITANO UNA CLASSIFICA MIGLIORE»

Antonio VISCA

I

n vista della sfida di lunedì sera con il Livorno, la nostra redazione ha contattato Marco Ceccarini. Giornalista professionista, lavora come redattore all'agenzia d'informazione regionale Toscana Notizie. Si occupa da circa trent'anni anche di giornalismo sportivo e di cultura dello sport. Ha fondato e diretto per anni la testata Amaranta. Segue da oltre vent'anni il Livorno calcio come giornalista accreditato. Come giudichi l'avvio di stagione del Livorno? «E' sicuramente un avvio difficile, complicato, tormentato da molte assenze, troppe difficoltà, anche se siamo ancora agli inizi del campionato e il tempo per rimediare c'è. La squadra gioca bene, ma non raccoglie per quanto produce. Crea molte occasioni eppure prende troppe reti. Nelle ultime due gare interne, non ha fatto neanche un punto pur realizzando cinque gol». Considerando le difficoltà riscontrate in queste prime

···

NELLA FOTO A SINISTRA IL GIORNALISTA MARCO CECCARINI, A DESTRA IL GRANDE EX DELLA SFIDA DI LUNEDÌ SERA FEDERICO DIONISI

sette giornate, la posizione di Breda è a rischio? «E' a rischio perché nel calcio, se non vinci, alla lunga sei a rischio. Ma Spinelli, il patron, ha riconfermato la fiducia al tecnico, che è legato al Livorno da un biennale, a dimostrazione del fatto che c'è un progetto dietro al suo ingaggio. Breda, inoltre, ha ancora un discreto credito tra i tifosi amaranto, anche se non manca chi vorrebbe un cambio alla guida tecnica. Secondo me è opportuno dare fiducia a questo allenatore».

Lunedì sera al Benito Stirpe il Livorno sarà orfano di Marsura, per distacco il calciatore più in forma tra gli amaranto. Come verrà sostituito? «Fino a un paio di giorni fa, avrei detto Stoian, senza grossi tentennamenti. Però adesso che anche Stoian si è infortunato, davvero non saprei. L'importante è che le idee le abbia chiare Breda. Io posso solo azzardare l'impiego di Murilo, ma davvero non saprei». Cosa pensi del Frosinone?

«Se devo essere onesto, mi aspettavo dal Frosinone un po' di più, se non altro perché Nesta ha a disposizione una signora squadra con tanti nomi importanti, a cominciare da Dionisi, che a Livorno ha ancora molti estimatori, così come molti estimatori ha Bardi, livornese di nascita. Del Frosinone prenderei Ciano, Rohden, Brighenti, Krajnc, Haas, Ariaudo e diversi altri. Questo per dire che non deve trarre in inganno l'attuale classifica. Siamo ancora agli inizi del torneo

e il tempo per risalire c'è tutto anche per il Frosinone». Che partita prevedi lunedì sera? «Una bella partita, sinceramente. Frosinone e Livorno sono due squadre in cerca di conferme e che sanno di meritare di più di quello che al momento la classifica riconosce loro. L'importante è che sia una partita corretta. I presupposti per una bella gara, ripeto, ci sono tutti. Che vinca il migliore».


6

VENERDÌ 18 OTTOBRE 2019

NAZIONALE

IN CAMPO IL 13 NOVEMBRE AL “BENITO STIRPE” LA NAZIONALE CANTANTI E LA NAZIONALE CALCIO TV

TORNA L'EVENTO “CIAO PÀ!” VI MEMORIAL SILVIO BONOLIS

T

orna “Ciao Pà!” con il VI Memorial Silvio Bonolis, dedicato al papà di Paolo Bonolis, che nasce con il duplice intento di ricordare tutti i genitori che non sono più tra noi e promuovere progetti solidali. La Nazionale Cantanti e la Nazionale Calcio TV, per quello che ormai può definirsi il derby fra le due squadre con un unico grande obiettivo, scenderanno in campo a Frosinone, mercoledì 13 Novembre alle ore 20:30 allo Stadio Benito Stirpe. Radio Subasio, sarà la radio ufficiale dell’evento “Ciao Pà”. La Nazionale Cantanti, guidata dal suo Presidente Paolo Belli e la Nazionale Calcio TV capitanata da Paolo Bonolis, si incontreranno ancora una volta per raccogliere fondi per contribuire al progetto “ADOTTA UN ANGELO” dell’Associazione Ce.R.S. Onlus.

Scopo della manifestazione raccogliere fondi per contribuire al progetto “ADOTTA UN ANGELO” della Ce.R.S. Onlus

Il Ce.R.S. Onlus, da 30 anni, attraverso il progetto Adotta un Angelo, è impegnato a fornire Assistenza Domiciliare Gratuita a Bambini affetti da gravi disabilità, cosiddetti “Bambini ad alta intensità di cure” costretti ad affrontare ogni giorno immense difficoltà, a volte nemmeno immaginabili. L’obiettivo è dunque quello di rendere il più possibile dignitosa la qualità di vita dei bambini e delle loro famiglie che si trovano a gestire, senza nessun tipo di aiuto, la totale dipendenza anche nello svolgimento delle più semplici attività quotidiane. Un’iniziativa benefica importante e prestigiosa che permetterà di parlare di solidarietà, attraverso un momento di sport e divertimento. Esserci, dunque, è importante. I biglietti sono già disponibili in prevendita, in base ai settori, ad un costo che va dai 25,00 euro per la tribuna d’onore ai 7,00 euro per le curve.

GLI AZZURRI POTREBBERO DISPUTARE A FROSINONE UNA DELLE ULTIME AMICHEVOLI DI PREPARAZIONE A EURO 2020

LA NAZIONALE DI MANCINI ALLO STIRPE

Stefano PANTANO

L

a Nazionale di Roberto Mancini ha staccato il pass per Euro 2020 grazie al successo di sabato scorso per 2-0 contro la Grecia allo stadio “Olimpico”. Il dominio assoluto nel gruppo J è stato rafforzato dal rotondo 0-5 rifilato a domicilio al modesto Liechtenstein. I prossimi incontri ufficiali vedranno l’Italia affrontare la Bosnia ed Erzegovina il 15 novembre a Zenica e l’Armenia il 18 novembre al “Barbera” di Palermo. Ancora da ufficializzare, invece, gli impegni per il 2020 in vista della fase finale dell’Europeo, che sarà per la prima volta svolto in maniera itinerante e vedrà esordire gli azzurri il prossimo

12 giugno a Roma. Come rivela Repubblica, una delegazione della Federcalcio si recherà la prossima settimana in Qatar con l’obiettivo di chiudere l’accordo per una mini tournée nel Paese Arabo. Gli azzurri dovrebbero disputarvi due amichevo-

li di primo piano nel mese di marzo. Tra i papabili avversari ecco la Croazia vice campione del mondo e l’Argentina di Leo Messi. Un’ottima occasione anche dal punto di vista economico visto che sul piatto ci sarebbe un’offerta da circa 7 milioni

di euro. Qatar, ma anche Italia. Sì, perché gli ultimi due test match in vista dell’esordio nei campionati europei dovrebbero

svolgersi in due città della provincia italiana: Ferrara e Frosinone. A rivelarlo è stato il giornalista Enrico Currò ai microfoni

di Radio Sportiva: «La partita in Bosnia ed Erzegovina è come se fosse già un test molto importante. Si tratta di un avversario forte che dovrà cercare la qualificazione e vincere, quindi sarà un test molto attendibile. Poi ci saranno le amichevoli di marzo, con l’Italia che dovrebbe andare a fare una sorta di mini-tournée in Qatar, che varrà 2 milioni di ingaggio, più 4,5-5 di diritti tv. Pare che la Croazia possa essere uno degli avversari e per l’altro si sta valutando. Anche a maggio, immediatamente prima dell’Europeo, Mancini ha chiesto che uno dei due avversari sia forte, con l’Italia che riabbraccerà la provincia, perché le due sedi che verranno scelte dovrebbero essere Ferrara e Frosinone». C’è grande fermento in Ciociaria per il possibile arrivo della Nazionale che, fatta eccezione per le selezioni giovanili, non ha mai disputato un incontro ufficiale a Frosinone. L’unico precedente è infatti una partita di allenamento disputata nel novembre 1976 al “Matusa” tra l’allora squadra allenata da Enzo Bearzot e la formazione Berretti del Frosinone. Si attende ora l’ufficialità per un evento che avrebbe una portata storica per il capoluogo frusinate: il “Benito Stirpe” è pronto ad accogliere gli azzurri.


BASKET-VOLLEY

VENERDÌ 18 OTTOBRE 2019

7

BASKET - UN INIZIO DI CAMPIONATO ESTREMAMENTE DIFFICILE PER LA SQUADRA DI COACH LUCA VETTESE

A MATERA PER RIALZARSI

La Virtus impegnata sul campo dell'Olimpia per riscattare i due ko maturati con Salerno e Palestrina

L

a scorsa settimana vi avevamo parlato della fiducia in casa Virtus Cassino in seguito alla vittoria casalinga della seconda giornata contro Bisceglie. Nel giro di pochi giorni, però, la situazione è cambiata in maniera repentina, con due ko consecutivi che hanno fatto riscendere sulla terra gli uomini di coach Vettese. Dopo il netto ko in trasferta a Salerno, infatti, nel turno infrasettimanale di mercoledì la Virtus è stata costretta ancora una volta alla resa per mano di Palestrina. In questo caso il passo falso è stato meno pesante rispetto all'uscita precedente, con una partita nella quale Cassino è comunque sempre rimasta in scia, non riuscendo mai però a piazzare la zampata per cercare di ribaltare l'inerzia della gara. Buono è stato l'apporto del pacchetto lunghi mentre ancora insufficiente è sembrata l'amalgama nel reparto esterni. Non tanto in termini di punti nelle mani, quanto invece nella capacità di prendersi respon-

I

sabilità e fare canestro nelle azioni che contavano, quando cioè sembrava che Cassino potesse ribaltare l'andamento della gara. Un aspetto, questo, sul quale coach Vettese dovrà ancora lavorare tantissimo, per cercare di

l "Memorial Nonno Gino" è stato l'ultimo impegno prima dell'inizio del campionato che vedrà, domenica alle 18, la Globo Sora impegnata sul campo della Calzedonia Verona. Un impegno complicato al quale Sora arriva dopo numerose amichevoli. Le ultime giocate nel tradizionale appuntamento dello scorso weekend a Veroli. A trionfare in finale contro Siena è stata Vibo Valentia, mentre ad avere la meglio contro Sora nella finale per il terzo posto è stata la Top Volley Latina con il punteggio di 3-2. «Partita migliore rispetto a quella di ieri (il ko nella semifinale contro Siena - ndr)– dichiara coach Colucci - Nei primi due set ottima la fase break mentre ci è mancato molto nella fase side out nella quale abbiamo avuto percentuali bassissime, ma non a causa della ricezione. Bene nel terzo e quarto set, con percentuali alte in entrambe le fasi del gioco. Nel tie break abbiamo subìto un paio di ace che, assieme a qualche errore in attacco, ha compromesso il set. Bene così però, perché ho

dare una identità ad una squadra che è ancora un cantiere aperto. Un cantiere nel quale tutti gli interpreti devono ancora conoscersi al meglio, capire come inquadrare il proprio gioco e soprattutto come mettersi nel

modo migliore al servizio dei compagni. "L'essere squadra" insomma, al netto delle difficoltà del campo e dei valori di una Virtus che obiettivamente sembra avere davanti a se diverse squadre con un materiale tecnico migliore. In questa fase di assestamento, comunque, l'importante è non perdere troppo terreno. Del resto proprio quello che il Ds Manzari aveva dichiarato qualche settimana fa analizzando gli impegni delle prime settimane di campionato. Mercoledì è arrivata infatti la terza sconfitta in quattro uscite. Una

situazione delicata anche in considerazione del fatto che domenica prossima la Virtus sarà impegnata in trasferta sul campo della Bawer Matera, una delle compagini meglio attrezzate dell'intero girone D. Non una squadra che fino a questo momento ha mostrato un basket spumeggiante, ma un team che ha capitalizzato al massimo con due vittorie le apparizioni casalinghe con Formia e Valmontone e che ha lottato fino alla fine con due delle prime della classe, Corato e Nardò. Una squadra tosta, dunque, che deve ancora trovare la quadratura del

cerchio ma che cercherà di rendere la vita difficilissima ad una Virtus che fatica ancora a carburare. L'obiettivo per gli uomini di Vettese deve essere quello di giocarsi la partita fino alla fine, cercando soprattutto di trovare conferme e passi avanti sul fronte della costruzione di una squadra totalmente nuova. Insomma, la classifica è ancora corta e non è ora il momento di essere negativi. Ma la Virtus deve cercare di accelerare assolutamente anche per non rischiare di ritrovarsi a combattere in situazioni di graduatoria che non le competono e alle quali non è abituata da diversi anni. Una situazione oltretutto pericolosa che potrebbe condizionare l'intera stagione. L'imperativo, dunque, è quello di rialzarsi subito e di mostrare che la squadra è viva e ha tutte le intenzioni di essere più che una semplice comparsa in un torneo di serie B che si sta dimostrando quanto mai equilibrato e indecifrabile. Car. Cap.

VOLLEY - NELLO SCORSO WEEKEND DUE SCONFITTE NEL MEMORIAL "NONNO GINO"

GLOBO, DOMENICA IL VIA A VERONA La squadra di coach Colucci studia per l'esordio dopo un pre campionato tra alti e bassi

visto una squadra migliore». Colucci guarda poi alla prossima sfida a Verona: «Il sorteggio non è stato benevolo con noi dato che la prima giornata ci vedrà impegnati contro la Calzedonia, una squadra con ambizioni di classifica molto importanti visto anche il roster a disposizione . Dovremo quindi cercare una pronta reazione dopo i due stop subiti nel Memorial ”Nonno Gino”.

La formula per reagire sarà da trovare nel lavoro in palestra durante la settimana che ci permetterà di migliorare nei fondamentali che non mi hanno soddisfatto lo scorso week end e di preparare al meglio tecnicamente e tatticamente lo scontro con gli uomini di

Stoychev. Verona ha ottimi giocatori dotati sia fisicamente che tecnicamente, con una buona organizzazione di gioco e soprattutto è abituata a lottare su ogni pallone. Sarà la prima di una serie molto lunga di battaglie difficilissime». Car. Cap.


Profile for tusport.redazione

TU NEWS n. 170  

TU NEWS n. 170  

Advertisement