Page 106

CANNE SURF TELESCOPICHE

CANNE SURF TELESCOPICHE Amate e odiate. Le telescopiche non hanno mezze misure. A molti decisamente non piacciono, ma tantissimi non ne possono fare a meno. Noi non vogliamo scontentare nessuno e, grazie all’esperienza ottenuta producendo le più belle tre pezzi del mondo, pensiamo di essere in grado di offrire delle bellissime telescopiche. Anzi, siamo

CASSANDRA

XS

Cassandra da anni rappresenta la canna telescopica più desiderata dagli amanti del surfcasting italiano, per questo, sulla carta, era difficile riuscire a fare qualcosa di nuovo. Noi crediamo di esserci riusciti grazie all’impiego della tecnologia X-Joint che cambia completamente i parametri di risposta e di azione del fusto nella fase di lancio. X-Joint elimina i punti morti in corrispondenza dei giunti delle sezioni consentendo una curva perfetta, minori oscillazioni residue dopo il lancio, maggiore resistenza sui giunti e distribuzione dello stress sulla struttura dell’intera canna. La mandrinatura non cambia, poiché il calcio deve rimanere sottilissimo per poter fendere rapidamente l’aria durante il lancio. La vetta è corta, in carbonio pieno e senza anelli scorrevoli, molto performante durante il lancio, ma anche sensibile in pesca. L’equipaggiamento a prova di salsedine comprende anelli a doppio ponte originali Sea Guide MN con trattamento anticorrosione PVD (Physical Vapor Deposition), porta mulinello a vite e impugnatura antiscivolo. Codice 170-89-100 170-89-130 170-89-150

Lunghezza 4.20 4.20 4.20

Ingombro 157 157 157

sicuri che più di un agonista sarà tentato di farci un pensierino, magari per integrare la propria batteria di canne. Anche in questo caso, l’impegno nella realizzazione è stato tanto e sono stati compiuti migliaia e migliaia di lanci, per rifinire e rendere perfetto ogni singolo modello.

Sezioni 7 7 7

C.W. 100 130 150

Anelli Sea Guide SiC Sea Guide SiC Sea Guide SiC

I giunti che collegano le sezioni di qualsiasi canna da pesca sono punti deboli, sia dal punto di vista della resistenza, sia da quello dell’azione, perché causano i cosiddetti “punti morti”, che sono zone a rischio di rottura, al di là dell’inestetismo. La soluzione sta nella tecnologia X-JOINT, che prevede la disposizione delle fibre di carbonio a 45° anziché a 90° in corrispondenza dei giunti.

RINFORZO TRADIZIONALE

• Sollecitazioni concentrate alle estremità • Punti morti, rischio di rotture RINFORZO AVVOLGENTE (X-JOINT)

• Sollecitazioni distribuite lungo il fusto • Azione perfetta, nessun rischio di rotture 0° UNI-DIRECTIONAL CARBON

• Curva perfetta, priva di punti morti. • Singolare coesistenza di flessibilità e rapidità • Maggior resistenza strutturale, perché gli sforzi sono distribuiti lungo il fusto, anziché concentrati a livello dei giunti. • Minori oscillazioni residue al termine del lancio. Negli innesti X-Joint by Trabucco, i tessuti di carbonio sono avvolti in modo bi-direzionale, e ciò è visibile sulla sommità di ciascuna sezione.

90° SCRIM CARBON

+ Le fibre disposte longitudinalmente rispetto all’asse della sezione (carbonio unidirezionale 0°) offrono grande resistenza alla trazione.

Costruite in CX-2 Nano Carbon.

104 | Trabucco Product Guide 2017

Tappo in alluminio e gomma.

X-JOINT ± 45° CARBON TECHNOLOGY

+ Le fibre con direzione 90° rispetto all’asse, consentono alla sezione di resistere all’ovalizzazione che si produce quando la stessa è sottoposta a forti stress.

Le fibre di carbonio X-Joint con ordinamento ±45° sono in grado di assorbire e dissipare le torsioni, migliorando la risposta del giunto e preservando il resto della sezione.

Trabucco Fishing Catalogo 2017 Pesca  

Trabucco Fishing Catalogo 2017 Pesca www.trabucco.it

Advertisement