Issuu on Google+

passeggiando e degustando il territorio

Premio giornalistico Sicilia Isola da scoprire Ragusa, Modica, Scicli, CittĂ  Unesco Comiso e il suo aeroporto A tutto volume, libri in festa a Ragusa Andar per terra e per mare... di Montalbano

Quaderni di Viaggio VI edizione


www.aeroportodicomiso.eu


Editoriale

Sicilia Isola da scoprire

Arte, Cultura, Enogastronomia Eccellenze “Testimonial” del territorio I tesori della Sicilia - storico-artistici, archeologici, ambientali, monumentali, enogastronomici - possono diventare, se valorizzati, dei prestigiosi “testimonial” per promuovere il territorio. È questo l’obiettivo della nostra Casa editrice che ha indetto la prima edizione del Premio giornalistico “Sicilia Isola da scoprire”, con lo scopo di lanciare uno “scouting giornalistico” alla scoperta del grande capitale di beni culturali, un patrimonio non sempre adeguatamente conosciuto dal grande pubblico.

In questo primo speciale del nostro Slowbook - che da ora in poi sposa il movimento slow mondiale - abbiamo visitato, passeggiando e degustano, Modica, Ragusa e Scicli, Città Unesco grazie ai capolavori del Barocco, patrimonio mondiale dell’Umanità. Una tappa obbligata quindi a Comiso, sorprendente Città d’arte, pronta a decollare con il suo aeroporto, che offre enormi prospettive di sviluppo a tutto il territorio del Sud-Est della Sicilia.

Art Culture Enogastronomy All excellence Territory “testimonial”

of cultural heritage, precious deposits that esist al over the Trinacria, a heritage not always adequately known by the public. In our first special Slowbook - that now wants to follow theworldwide slow trend - we visite, walking and tasting, Modica, Ragusa and Scicli, UNESCO World Heritage Site, thanks to the masterpieces of the Baroque. During the trip, you have to stop in Comiso, amazing city of art, ready to take off with its airport, which offers tremendous growth prospects for the whole of the South -East of Sicily.

The treasures of Sicily - historical, artistic, archaeological, environmental, monumental, enogastronomic - can, if correctly used, become the prestigious “testimonial” to promote the area.This is the aim that has driven our Publishing house to announce the first edition of the journalistic award “Sicily Island to discover”, with the idea to launch a “scouting journalism” to the discovery of the amazing capital

Tiziano Toffolo direttore editoriale Sicilia Excellence - Slowbook

crediti

SICILIA EXCELLENCE, terroir & hospitality - © Slowbook - Speciale Sud-Est della Sicilia Direttore responsabile: Pietro Rotolo - Direttore editoriale: Tiziano Virginio Toffolo. Hanno collaborato Landolina Francesca, Criscione Giovanni, Paolo Ciricca e Bartolo Lorefice – Coordinamento editoriale: Veronique Duquesnel - Segreteria di redazione - Flavia Dimartino - Foto: Carlo Giunta, Angelo Giampiccolo, Giuseppe Portelli, foto Giunta Ragusa e Archivio Sovrintendenza di Ragusa Realizzazione grafica e impaginazione: Mezzaparola | Paolo Pluchino. Un particolare ringraziamento alla Dott.ssa Rosalba Panvini, Sovrintendente BB.CC.AA di Ragusa. Agli Sponsor che hanno permesso la realizzazione di questo Speciale, in particolare a Francesco Valenti per la fattiva collaborazione. L’Editore è a disposizione di chiunque rivendichi la proprietà intellettuale di foto pubblicate senza avere la possibilità di risalire all’autore.

Edizioni belle e buone arti - www.edizionibellebuonearti.it - www.siciliaexcellence.eu - Prezzo di copertina € 15,00

REGIONE SICILIANA Assessorato Regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana Soprintendenza per i Beni Culturali e Ambientali RAGUSA


in primo piano

Una Sicilia tutta da scoprire Il Premio giornalistico “Sicilia Isola da scoprire”, ideato per promuovere i territori siciliani poco conosciuti, ma ricchi di Beni culturali e di eccellenze. La nostra casa editrice Belle e Buone Arti, con il Patrocinio dell’ Ordine dei Giornalisti di Sicilia e della Federazione delle Strade del Vino e dei Sapori di Sicilia, indice la prima edizione del Premio giornalistico dal titolo “Sicilia Isola da scoprire”, con l’obiettivo di promuovere uno “scouting giornalistico” dei beni archeologici e artistici, delle tradizioni storico-culturali, dei giacimenti eno-gastronomici della Sicilia, molti ancora da scoprire e valorizzare. Questo book, parte integrante del progetto editoriale “Sicilia excellence” - www.siciliaexcellence.eu - è il contenitore del Premio. La Giuria è presieduta dal nostro direttore editoriale Tiziano Toffolo. Il Premio è suddiviso in tre sezioni. La prima ha come tema “Scopri la Sicilia del Gusto e delle Tradizioni, nei territori delle Strade del A Sicily to discover (Nella foto) Un esempio di “Sicilia da Scoprire”: nel Museo archeologico di Camarina, una struttura museale di grande valore archeologico, nella costa ragusana, vicino a Scoglitti, sono conservati i resti di un bellissimo Baglio ottocentesco, sorto sulle rovine del Tempio di Athena, di cui rimangono solamente un tratto del muro Sud delle fondazioni.

A journalism Award for promoting the unknown and undervalued sicilian territories, but rich in cultural heritage and excellence. Our publishing house Belle e Buone Arti, under the sponsorship of the Association of Journalists of Sicily and the Federation of Wine Roads and Flavors of Sicily, announces the first edition of the journalistic Award titled “Sicily Island to discover”, with the objective of promoting a “scouting journalism “of archaeological and artistic, of storical-cultural traditions, sicilian gastronomic goldfields, many of them must be discovered and valued. This book, part of the publishing project “Sicily excellence” - www.siciliaexcellence.eu - is the container of the Award. The jury is chaired by our editorial director Tiziano Toffolo. The award is divided into three sections. The first theme is “Discover the Sicily of taste and traditions, in the areas of the Wine and Savours III


in primo piano

vino e dei sapori” e possono concorrere tutti i giornalisti pubblicisti - iscritti all’Albo da almeno sei mesi - residenti in Sicilia. La seconda sezione, dal titolo “la Sicilia dimenticata dalle tradizionali mete turistiche” è riservato sempre a giornalisti siciliani, sia pubblicisti che professionisti, residenti in Sicilia. La terza sezione, “Sicilia Isola di Tesori da scoprire” è rivolto a tutti i giornalisti, nazionali ed internazionali, con articoli pubblicati su quotidiani, periodici, Roads” and can compete all the freelance journalists – admit to the journalist register for at least six months and living in Sicily. The second section, titled “The forgotten Sicily like the traditional tourist destinations” is reserved at all journalists living in Sicily. The third section, “Sicily Island Treasures to discover” is open to all journalists, national and international, with articles published in newspapers, magazines, on the web and broadcasting services for television or radio. Participation in the competition is free and has a duration of one year, from 20/02/2014 to 31/01/2015, with the following deadlines: IV

Particolare del retablo in pietra calcarea Chiesa S. Rocco Ragusa Ibla (Rg)


in primo piano

sul web e con servizi trasmessi per la tv o per la radio. La partecipazione al Premio è gratuita ed ha una durata annuale, dal 20/02/2014 al 31/01/2015, con le seguenti scadenze: - al 20 marzo 2014 - solamente per la sezione 1); per le prime tre opere selezionate e pubblicate in questa edizione cartacea del book oppure nella versione online; in questo ultimo caso la scadenza è prorogata al 30 maggio 2014; - al 30 maggio 2014 per le sezioni 1) e 2); saranno premiati i primi dieci articoli pubblicati e pervenuti entro e non oltre la mezzanotte; - al 20 febbraio 2015 per la sezione 3); la Giuria selezionerà tre opere pubblicate sul tema “Sicilia Isola di tesori da scoprire”. La cerimonia di premiazione è prevista in occasione del “Vinitaly 2015” con consegna dei Premi finali “Sicilia Excellence Award”.

info Approfondimenti e info su regolamento, premi e scheda di adesioni si trovano al sito: For further details and info on the rules, awards and form can be found on:

www.siciliaexcellence.eu

Per le sezioni 1) e 2) i premi consistono in soggiorni per due persone in Hotel, B&B e agriturismi di Ragusa e provincia, nel periodo dal 6 al 8 giugno 2014, in occasione dell’evento “A Tutto Volume – libri in festa a Ragusa”. - on the 20th March 2014 - only for the section 1) - for the first three selected works and published in this paper edition of the book or in the online version, in this last case the period is extended until the 30th May 2014; - on the 30th May 2014 for the sections 1) and 2) will be awarded the first ten articles published and received no later than midnight. - on the 20th February 2015 for the section 3), the jury will select three works published on “Sicily Island of treasures to discover”. The awards ceremony is scheduled on the “Vinitaly 2015” with the final delivery of the “Sicily Excellence Award”. For sections 1) and 2) the awards are a stay for two persons in hotels o B&Bs o cottages of Ragusa from the 6th to the of June 2014, during the event “A Tutto Volume – libri in festa a Ragusa”. V


Speciale Comiso

Comiso Città d’Arte pronta al decollo con il suo aeroporto

La candida città di Comiso, bianca come la famosa pietra che porta il suo nome, ti lascia subito estasiato e meravigliato per la ricchezza dei suoi beni culturali. Comiso può essere definita “Città d’Arte”, un grande scrigno di capolavori barocchi, sorprendentemente ricca anche di Cultura, con la Fondazione Bufalino e la sua biblioteca, tra le Istituzioni più prestigiose della Regione. Certamente da visitare, la maestosa Basilica della SS. Annunziata, la Chiesa Madre, dedicata a Santa Maria delle Stelle, la Chiesa del Patrono San Biagio e la suggestiva chiesetta di San Francesco all’Immacolata (monumento

Lavoriamo per il bene dell’agricoltura

Comiso the white town like the famous white stone that bears his name, leaves you immediately entranced and amazed by the richness of its cultural heritage. Comiso can be definite “City of Art”, a large treasure chest of baroque masterpieces, unexpected the wealth in culture with the Foundation Bufalino and his library, one of the most prestigious institutions in the region. Certainly to visit the majestic Basilica of SS. Annunziata, the Mother Church, and the church of San Francesco with VII


Speciale Comiso

(nella pagina a fianco da sinistra verso destra) ex Mercato di Comiso sede della Fondazione Bufalino Pala Dormitio Virginis Basilica della SS. Annunziata (nella pagina a fianco da sinistra verso destra) Interno Museo Civico di Storia Naturale di Comiso Tetto della cupola e monumento funebre di Baldassarre Naselli Chiesa di S. Francesco all’Immacolata

nazionale) con il suo scenografico chiostro, Piazza Fonte Diana, Piazza delle Erbe con gli scavi delle terme romane e il Castello dei Naselli d’Aragona, purtroppo non visitabile. Comiso sorge sul territorio dell’antichissima Casmene, alle pendici dei Monti Iblei, sulla cui sommità si può godere di un panorama da cartolina, con i caratteristici muretto a secco che la incorniciano come una collana di bianche perle preziose. Le Feste a Comiso sono vissute con grande amore e partecipazione, in primis la Pasqua, che, come vuole la tradizione, si vive anche a tavola. Pur nell’estremo lembo della Sicilia, oggi si arriva a Comiso con più facilità grazie al suo nuovo aeroporto. Una Città sempre ospitale, dal clima mite, capace di regalare momenti emozionanti, tra scorci d’arte, cultura, storia ed eccellenze gastronomiche, praticamente il meglio della “sicilianità”. Immacolata (national monument) and its spectacular cloister, Piazza Fonte Diana, Piazza delle Erbe, the excavations of the Roman Baths and the Castello dei Naselli d’Aragona, unfortunately not open to the public. Comiso rises on the territory of the ancient Casmene, on the the slopes of Monti Hyblaean where you can enjoy a amazing view. The characteristic landscape is the dry stone walls that surround it like a jewel of white pearls. The feasts in Comiso are living with great participation in the first Easter,like the tradition on the table. Even in the far corner of Sicily, now you get to Comiso more easily thanks to its new airport. A City always hospitable, with a mild climate, able to give emotion through art, culture and history, fine gastronomy. It is the best of the “Sicilian way”. VIII

Il Calendario 2014 L’Associazione più attiva nell’organizzazione di eventi legati al cavallo presenta: 13 APRILE: Domenica delle Palme: sfilata con i carretti per la raccolta dei doni per la cena del signore. 3 MAGGIO: sabato sera sfilata di carrozze d’epoca una serata suggestiva per le vie del centro storico. 22 GIUGNO: Domenica “festa della mietitura” evento dedicato alla raccolta del frumento. 7 SETTEMBRE: Festa della “Comisanità”. 5 OTTOBRE: 1° passeggiata kasmenea degli esperti Carrettieri con i preziosi carretti siciliani. www.ipposarteecultura.it ass.ippos@alice.it Mob. +39 334 3917232


Speciale Comiso

Il Museo Civico di Storia Naturale, una “perla preziosa” da valorizzare La Comiso della cultura vanta una “perla”, purtroppo non conosciuta per quello che merita: il Museo Civico di Storia Naturale, uno dei più importanti a livello nazionale, diretto dal Dott. Gianni Insacco, appassionato curatore scientifico. Il museo possiede una ricca collezione di fossili di varie ere geologiche, a testimonianza di alcune delle tappe fondamentali della vita. Dai primi organismi, ai pesci corazzati del Paleozoico, dai grandi rettili che colonizzarono il mondo durante il mesozoico, fino ai mammiferi del Quaternario, uomo compreso. Una particolare attenzione è stata dedicata ai resti fossili di vertebrati del Quaternario siciliano, quasi tutti provenienti dal comprensorio comisano. Info Tel. +39 0932 722521

Fin dai primi anni settanta, la Sallemi ha come mission aziendale, la soddisfazione del Cliente. Oggi, anche grazie all’espansione della propria rete di impianti stradali in diverse provincie della Sicilia, è un’azienda leader, particolarmente sensibile allo sviluppo del proprio territorio.

Comiso also is culture and has a “pearl”, unfortunately unknown: the Civic Museum of Natural History, one of the most important national museums, directed by Dr. Gianni Bagging, passionate scientific curator. The museum has a rich collection of fossils from different geological eras, reflecting some of the milestones of life. From the earliest organisms to the armored fish of the Paleozoic Era, from the big reptiles that colonized the world during the Mesozoic up to the mammals of the Quaternary, including humans. Particular attention is dedicate to the remains of the Quaternary fossil vertebrates of Sicily, almost all from the area comisano. IX


Speciale Aeroporto di Comiso

Aeroporto di Comiso occasione vitale di sviluppo

Fiore all’occhiello di Comiso è il suo aeroporto, che, secondo il parere degli esperti, ha enormi potenzialità di sviluppo, tutte però da “prendere al volo”, senza perdere tempo. Aperto negli anni Venti, assunse un ruolo centrale durante il secondo conflitto mondiale; tra il 1984 ed il 1987 fu base Nato. Dopo un travagliato iter burocratico, nell’agosto del 2013, decollò finalmente il primo volo civile. I vertici della Società di gestione Soaco, rappresentati dal Presidente Rosario Dibennardo e da Enzo Taverniti, amministratore delegato Soaco e Presidente della Sac dell’Aeroporto di The pride of Comiso is its airport, which, in the opinion of the experts, has huge potential for development, but avail of an opportunty, without losing time. Open in the twenties, assumed a central role during the Second World War, between 1984 and 1987 was NATO base. After an arduous bureaucratic process, in August 2013, the first civil flight finally took off. The vertices of the Management Soaco Company, represented by the President Rosario Dibennardo and by Enzo Taverniti, managing director of Soaco and President of Sac Airport of XI


Speciale Aeroporto di Comiso

Catania, sono ottimisti sul futuro della struttura aeroportuale. “Ci sono tutte le condizioni – dichiara il Management perché l’Aeroporto possa decollare positivamente nei prossimi mesi, apportando un flusso prezioso a favore di tutti i settori produttivi, in particolare di quelli legati a doppio filo alla struttura aeroportuale, come in generale il turismo e in particolare quello eno-gastronomico. È necessario però che tutti – istituzioni, imprese e opinione pubblica – abbiano la piena consapevolezza che l’ Aeroporto è una ricchezza del territorio che va sfruttata e utilizzata al meglio, Catania, are optimistic about the future of the airport. “There are all conditions - says the Management – to take off successfully during the next months, bringing a valuable flow for all productive sectors, specially the tourism and in particular enogastronomy sector. But It is necessary that all the institutions, enterprises and public opinion have the full knowledge that the Airport is a wealth for the area and should be exploited and used to the best, enhancing it with the completion XII

(in alto a sinistra)

terminal arrivi/partenze (in alto a destra)

particolare interno


Speciale Aeroporto di Comiso

(in alto)

interno

info Informazioni voli e servizi: www.aeroportodicomiso.eu

potenziandola con il completamento delle infrastrutture necessarie ed indispensabili, da portare a termine quanto prima”. L’Aeroporto “Magliocco” di Comiso attualmente rappresenta la porta del Mediterraneo nel Sudest della Sicilia, una chance per un promettente futuro di scambi commerciali ed incontri nel cuore del Mare Nostrum. Uno scalo che amplia e qualifica l’offerta di servizi che incentivano la mobilità e gli scambi in una Terra che è sempre stata, e vuole continuare ad essere, punto di incontro di culture provenienti da ogni parte del mondo. of infrastructures necessary and indispensable. The Airport Magliocco of Comiso actually represents the gateway of the Mediterranean in the south-east of Sicily, an opportunity for a promising future for trade and meetings in the heart of the Mare Nostrum. An airport that extends and qualifies the services offers that encourage mobility and exchanges in a land which always has been, and will continue to be, a meeting point of cultures coming of all over the world. XIII


Andar per Comiso

Andar per Comiso passeggiando e degustando In tutta la città di Comiso troverete ottimi bar, ma anche pasticcerie, gelaterie, wine Bar, ristoranti, molti di ottima qualità…una realtà piacevole, non sempre conosciuta come meriterebbe. Comiso ti sorprende in ogni angolo. Una caratteristica piacevole della città, oltre ai tesori d’arte barocca, sono i suoi Bar e Pasticcerie, Ristoranti…spesso tutti così di ottimo livello che più di qualcuno potrebbe tranquillamente essere candidato alle “Stelle Michelin”. BAR CAFFÈ PASTICCERIE ARANCINERIA CAFFÈ DIANA, Risto/Wine bar, centralissimo in Piazza Fonte Diana, proposte e servizio a cinque stelle e ottima carta dei vini - CAFFÉ BORGHESE Pasticceria storica - DOLCE INCANTO, Pasticceria Aperi-bar - LE GOLOSERIE Pasticceria - CAFFÈ DELL’ANNUNZIATA, piccolo locale sotto il campanile dell’Annunziata, uno dei migliori caffè della città - GRAN CAFFÈ Bar Pasticceria - INTORNO AL

Sicildolciaria dolci tipici siciliani Via delle Palme, 16/18 97013 Comiso (Rg) Tel. 0932 961962 info@sicildolciaria.it XIV

GIARDINO Bar/Pasticceria - infine, molto centrale, vi segnaliamo A’ CANTUNERA, un’arancineria tipicamente siciliana. RISTORANTI PIZZERIE IL TOCCO D’ORO Ristorante, raccomandato per il pesce che lo Chef Maestro Nuccio Cilia sceglie personalmente dai propri pescatori fidati - RISTORANTE DISIO trattoria tipica comisana, consigliata per l’ottima cucina e per il rapporto qualità-prezzo - l’ANTICA COMISO Ristorante/Pizzeria - AL CASTELLO DI BEATRICE Ristorante/Pizzeria/Wine bar dove degustare un’ottima pizza, sotto il Castello Aragonese - SIKANIA Ristorante Pizzeria - GODOT LOUNGE AND STORE, Pizzeria/Wine bar - RISTORANTE OPEN GREEN - SUD RISTORANTE Pizzeria Winebar. GELATERIE MENO 15, in Piazza Fonte Diana, il miglior gelato di Comiso - CIAO BAR, la gelateria dei giovani.

www.sicildolciaria.it


Andar per Comiso

Una sosta consigliata per un ottimo caffè, con in più una piacevole sorpresa... Per toccare con mano la particolarità dei locali di Comiso, Vi invitiamo a sostare in un Bar di Via Generale Girlando, una delle vie principali della città che porta a Ragusa. Subito sarete immersi nel profumo intenso del buon caffè – quello vero, quello “speciale” che si beve solo in Sicilia; d’altra parte, in un posto che si chiama, guarda caso, Caffè Sicilia, ti aspetti ovviamente di degustare un ottimo caffè siciliano! Se poi aggiungi anche la splendida accoglienza e un arredamento da hall d’albergo “stellato”, ti senti felicemente a tuo agio. Tutto questo lo potete trovare anche in altri Bar di Comiso, ma questo in via Generale Girlando, Vi colpirà in particolare, per un’altra caratteristica che diventa una autentica sorpresa, come quella che abbiamo vissuto e che ora vi raccontiamo. Il nome “Caffè Sicilia” è certamente anche sinonimo della migliore accoglienza siciliana… In un posto così ti senti un po’ come a casa tua e quindi ti viene naturale di uti-

Caffè Sicilia - Bar Tabacchi

Via Generale Girlando,73 97013 Comiso (Rg) Tel. +39 0932 961849

lizzare il bagno. Come tutti noi “viandanti” quando siamo in viaggio, l’utilizzo del bagno pubblico però comporta sempre un certo timore, soprattutto per le condizioni igieniche, non sempre ottimali. E qui arriva la sorpresa… Vi posso assicurare che, per un giramondo come chi vi scrive, trovare un bagno così pulito (proprio come quello di casa propria!) è già una meraviglia… ma trovare attaccato alla porta un cartello dove il personale del Bar firma, ad intervalli orari (si avete capito bene, ogni ora!) che il bagno è stato pulito e controllato – con relativa firma di conferma – beh, vi assicuro che è stata una vera autentica e piacevole sorpresa. Ci piace segnalare questo locale, non solo come esempio per tutti, ma anche per segnalarlo per un Premio Speciale, una specie di “Stella Michelin” per i Bar, Campione di Eccellenza, oltre che nel servizio e nella cortesia, finalmente anche nella pulizia, sopratutto quella dei bagni! TVT


Supplemento a Siciliaexcellence© Slowbook - Speciale Vinitaly 2014 - www.siciliaexcellence.eu

IBLEI

TERRITORI DI CULTURA E DI ECCELLENZE

“A Tutto Volume” - libri in festa a Ragusa da venerdì 6 a domenica 8 giugno 2014


Speciale A tutto volume

“A tutto volume” a Ragusa, dal 6 all’8 giugno 2014

Libri in festa in uno scenario sublime

Nel primo weekend di Giugno, Ragusa presenta “A Tutto Volume” un evento culturale di primo piano, un richiamo imperdibile per gli appassionati di tutta Italia. Ragusa  accoglie i maggiori protagonisti del mondo letterario. Grazie al fascino di autori unici, insieme a quello di una città incomparabile, nel primo weekend di giugno, proponiamo un www.caffesicilia.info

From Friday 6th to Sunday, June 8th, 2014 Ragusa presents A tutto Volune “a cultural event with high visibility, an unforgotten call for fans of all Italy”. Ragusa welcomes in the first weekend of June, the leading figures of the literary world. “Thanks to the fascination of the authors, and the XIX


Speciale A tutto volume

programma culturale ricco e di altissimo livello – annuncia Roberto Ippolito*, direttore editoriale di “A Tutto Volume” - un evento che spazia dalla narrativa alla saggistica più qualificata, in grado di richiamare appassionati da tutta Italia. A Ragusa si danno appuntamento le voci più rappresentative della cultura, a seguito di inviti mirati che rappresentano la caratteristica della manifestazione, una novità nel panorama nazionale. Nel programma di “A Tutto Volume”, figurano per la narrativa, Silvia Avallone, Alessia Gazzola e Alicia Giménez-Bartlett, Carlo Bonini e Giancarlo De Cataldo, Pietrangelo incomparable charm of this city, we offer a rich cultural program at the highest level - announces Roberto Ippolito*, editorial director of “A Tutto Volume” - an event that ranges from fiction to the literary essay, able to attract fans from all over Italy. In Ragusa will have appointment the most representative voices of culture, result of targeted invitations that are the peculiarity of the event, an innovation in the national panorama. In the program “A tutto Volume”, appearing for fiction, Silvia Avallone, Alessia Gazzola and Alicia Giménez-Bartlett, Carlo Bonini and Giancarlo De Cataldo, Pietrangelo Buttafuoco, Luciana Castellina, Chiara Valerio and Marco Steiner. For culture, which sees the presence of Domenico De Masi and Nicola Piovani,

(da sinistra verso destra)

Cupola della Chiesa dell’Itria Chiesa Anime Sante del Purgatorio Ragusa Ibla (Rg) XX


Speciale A tutto volume

Buttafuoco, Luciana Castellina, Chiara Valerio e Marco Steiner. Di cultura, che vede la presenza di Domenico De Masi e Nicola Piovani, si parla con Marino Sinibaldi. Per l’attualità e la saggistica sono in campo, oltre Travaglio e Formigli, nomi come Edoardo Boncinelli, Giulio Giorello, Loredana Lipperini, Riccardo Chiaberge e Roberta Corradin. Tutti personaggi di spicco: per l’economia con Valerio Castronovo e Innocenzo Cipolletta; per la fotografia con Gianni Berengo Gardin; per la cucina con Alessandro Borghese; per l’arte con Costantino D’Orazio e Antonio Forcellino; per lo sport con Alfio Caruso. you talk with Marino Sinibaldi. For actuality and literary essay besides Travaglio and Formigli, we have names like Eduardo Boncinelli, Giulio Giorello, Loredana Lipperini, Riccardo Chiaberge and Roberta Corradin. All prominent personalities for the economy with Valerio Castronovo and Innocent Cipoletta, for photography with Gianni Berengo Gardin; for the kitchen with Alessandro Borghese, for the art with Costantino D’Orazio and Antonio Forcellino; for the sports with Alfio Caruso. The publishers participating to the edition 2014 are: Bompiani, Chiarelettere, Contrasto, Corbaccio, Einaudi, Garzanti, Laterza, Longanesi, Mondadori, Nottetempo, Rizzoli, Sellerio, and Sperling & Kupfer.

XXI


Speciale A tutto volume

Gli editori che partecipano all’edizione 2014 sono: Bompiani, Chiarelettere, Contrasto, Corbaccio, Einaudi, Garzanti, Laterza, Longanesi, Mondadori, Nottetempo, Rizzoli, Sellerio, Sperling & Kupfer. Un’ottima opportunità per chi ama trascorrere giornate di relax all’insegna della Cultura (quella con la C maiuscola) e la Buona Tavola, quella delle eccellenze del Sud-Est e del ragusano, di una Sicilia da scoprire. Nella magia di Ragusa, tra i sublimi tesori del barocco, tre giorni densi di incontri che consentono al pubblico di vivere e confrontarsi con gli scrittori. I testi scelti An excellent opportunity for those who wants to spend relaxing days in the name of Culture (with a capital C) and Good Table, that of the excellence of the Southeast and Ragusa, the Sicily to discover. In the Ragusa magic, among the sublime treasures of the Baroque, three days full of meetings that allows the public to live experience and confront with the writers. The chosen texts give the possibility to look inside the feelings and ideas of the people. -*The authors, special observers of reality, offer starting point of consideration about social and economic of great impact. “Thanks to the preXXII

Tavolato degli Iblei Ragusa (Rg)


Speciale A tutto volume

Veduta Ragusa Ibla Ragusa (Rg)

offrono di guardare dentro i sentimenti e le idee delle persone. Gli autori, osservatori speciali della realtà, propongono spunti di riflessione su temi sociali ed economici di grande impatto: “Grazie ai libri presentati, Ragusa diventa il luogo privilegiato dell’approfondimento - osserva il direttore organizzativo Alessandro Di Salvo - e con il suo festival letterario “A Tutto Volume”, libri in festa a Ragusa”, concepito dalla Fondazione degli Archi, invita a immergersi per tre giorni nell’incantata cornice della Capitale del barocco, alla scoperta degli angoli più suggestivi del sito Patrimonio Mondiale dell’Unesco. sented books, Ragusa becomes the privileged place of the deepening - observes the organizational director Alessandro Di Salvo – and with its festival literary “A Tutto Volume, libri in festa a Ragusa”, conceived by the Foundation Arches, invites everyone to dive for three days in the enchanted setting of the capital of Baroque, to the discovery of the most beautiful corners of the world heritage site by UNESCO. Ragusa is the natural place for the authors of this level and for this event oriented to the quality (and not to the quantity!). The city, with its “great XXIII


a tutto volume - programma 2014


Speciale A tutto volume

Ragusa è il luogo naturale per autori di questo livello e per questo evento orientato alla qualità (e non alla quantità!). La città, con la sua “grande bellezza” e le meraviglie storico-architettoniche, si è rivelata sin dalla prima edizione come lo scenario-palcoscenico ideale, l’ambiente giusto per una rassegna letteraria dalla marcata identità, grazie anche alla sua innata predisposizione all’accoglienza. È possibile apprezzarla, per esempio, già al mattino con le colazioni con gli autori nelle quali accanto agli scrittori può sedersi chiunque. La giornata non può che cominciare con le bontà della rinomata pasticceria locale, parte di un’arte gastronomica molto stimata. La festa ragusana dei libri non può essere persa anche dagli amanti della buona tavola. Il turismo eno-gastronomico ha di fronte a sé un intero weekend per apprezzare i prodotti del territorio - dal caciocavallo Ragusano DOP al vino Cerasuolo, dalla cioccolata modicana all’olio extravergine d’oliva dei Monti Iblei, passando per il pomodoro ciliegino e il pregiato miele degli Iblei - e gustare i piatti di raffinati chef. Il connubio perfetto tra approfondimento intellettuale, bellezza e unicità dei sapori. Poi via a Ragusa Ibla o nell’attuale centro storico: lettori, curiosi, visitatori che possono scegliere chi e cosa ascoltare e vedere, lasciandosi rapire contemporaneabeauty” and the historical and architectural splendours, has proved since its first edition, to be the perfect place, the right environment for a literary review. You can appreciate, for example, in the morning during the breakfasts with the authors you can sit to anyone. The day cannot begin with the goodness of the famous local bakery, part of culinary art very appreciate. The Ragusa books feast cannot be lost even by lovers of good food. Food and wine tourism has in front of himself a whole weekend to enjoy the local products - from cheese Ragusano cheese to wine Cerasuolo, to the chocolate from Modica to the extra virgin olive oil of the Iblean mountains, to the cherry tomatoes and the honey of fine iblei - and enjoy the refined dishes of the chef. The perfect combination of intellectual depth, beauty and uniqueness of flavours. Then at Ragusa Ibla or the current Old Town: readers, curious visitors can choose who and what to hear and see. Simultaneously you can appreciate the splendours of the baroque like Cathedral of St. Giovanni Battista the Baptist Ragusa Superior or the incredible place of Piazza Duomo, the elegant Conversation Club, the deconsecrated church of San Vincenzo XXV


Speciale A tutto volume

mente dallo splendore degli squarci barocchi come la maestosa e senza uguali Cattedrale di San Giovanni Battista di Ragusa Superiore o l’incredibile palcoscenico di Piazza Duomo, l’elegante Circolo di Conversazione, la chiesa sconsacrata di San Vincenzo Ferreri trasformata oggi in Auditorium, la Chiesa di Santa Teresa e il prezioso Teatro Donnafugata a Ragusa Ibla, dove si ammirano, uno dietro l’altro, i gioielli della lista del Patrimonio Mondiale Unesco. Spazi carichi di storia e di suggestione, normalmente estranei alle iniziative culturali o alla presentazione di libri, accanto  a luoghi più Ferreri transformed today in the Auditorium, the Church of Santa Teresa and the precious Theatre Donnafugata at Ibla, where you can admire, one behind the other, jewels of the UNESCO world Heritage List. Spaces full of history and charm, usually unrelated to cultural or presentation of books near to the most common places such as streets, gardens, bars and restaurants open for the occasion of the meetings of “A Tutto Volume”. In a relaxed and conversational rediscovers the pleasure of sharing, very significant aspect of the event.

XXVI

Veduta notturna Ragusa Ibla Ragusa (Rg)


Speciale A tutto volume

comuni come vicoli, giardini, bar e ristoranti si aprono per l’occasione agli incontri di “A Tutto Volume”. In un’atmosfera rilassata e colloquiale si riscopre il piacere della condivisione, aspetto molto significativo dell’evento. Come per le passate edizioni, la sezione “Extra Volume” contribuisce ad arricchire il programma, dando spazio alle iniziative culturali e spontanee del territorio. La manifestazione, concepita dalla Fondazione degli Archi e patrocinata dal Comune di Ragusa, è sostenuta da importanti partner privati e si realizza anche grazie a una forte e originale spinta popolare che ha costituito il “Comitato per A Tutto Volume”, un gruppo di cittadini impegnati dalla scorsa edizione a convogliare risorse umane ed economiche.

info Per informazioni su pacchetti turistici, hotel, b&b e strutture convenzionate contattare l’infoline +39 393 0964902 o la pagina dedicata sul sito internet del festival. For information about packages, hotels, B & B accommodation facilities and contact the infoline +39 393 0964902 or the relevant page on the website of the festival.

www.atuttovolume.org

*Roberto Ippolito, direttore editoriale di “A Tutto Volume”, ha conosciuto un nuovo successo con “Ignoranti”, pubblicato da Chiarelettere, dopo i bestseller “Evasori” e “Il Bel Paese maltrattato”, entrambi editi da Bompiani. È organizzatore culturale e giornalista. Ha curato a lungo l’economia per il quotidiano “La  Stampa”. È stato direttore della comunicazione della Confindustria e delle relazioni esterne della Luiss, dove ha insegnato alla Scuola superiore di giornalismo.

As in past editions, the section “Extra Volume” helps enrich the program, giving space to the cultural and spontaneous initiative of the territory. The event, conceived by the Foundation Arches and sponsored by the City of Dubrovnik, is supported by important private partners and by the strong and original popular pressure which formed the “Committee for A tuttoVolume” a group of committed citizens from last year to channel human and financial resources *Roberto Ippolito, editorial director of “A Tutto Volume”, has known a new success with “Ignoranti”, published by Chiarelettere, after the bestselling “Evasori” and “Il Bel Paese maltrattato” both published by Bompiani. He is cultural organizer and journalist. He edited for a long time the economy for the newspaper “La Stampa”. It ‘ was director of communications of Confindustria and external relations of the LUISS, where he taught at the School of Journalism. XXVII


Itinerari delle eccellenze

Andar per mare e terra… nel Sud-Est della Sicilia

Il mare della Sicilia del Sud-Est e il suo entroterra, dagli Iblei al Val di Noto, offre scenari emozionanti e ricchi d’arte e cultura, oltre a eccellenze eno-gastronomiche uniche, come il vino Cerasuolo, l’unica Docg siciliana, e il territorio natio del famoso Nero d’Avola, l’Olio Dop dei Monti Iblei, il formaggio Ragusano e una miriade di altre specificità territoriali. Nelle pagine a seguire vi segnaliamo alcune proposte di itinerari da non perdere, in una delle aree più affascinanti della Sicilia. Info: www.siciliaexcellence.eu - progetto “Tour emotion”.

(in alto nella pagina)

Veduta Punta Secca Ragusa (Rg)

Going by sea and land… in the South-Sast of Sicily The South-East sea of Sicily and its hinterland, from Hyblaean to Val di Noto, offer exciting and rich scenery of art and culture, besides unique excellent enogastronomy as well as the wine Cerasuolo, the unique DOCG in Sicily, as the home territory of the famous Nero d’Avola as the extra vergine olive oil DOP Monti Hyblaean as the Ragusano cheese and as a myriad of other territorial specificities. In the following pages we point out some suggested routes not to be missed, in one of the most fascinating areas of Sicily. Info: www.siciliaexcellence.eu - project “Tour emotion”. XXIX


Itinerari delle eccellenze

Andar per mare… del mitico Commissario Montalbano Suggerimenti per una splendida giornata in barca a vela (tempo permettendo) con partenza dal porto di Marina di Ragusa, costeggiando scogliere a picco e “oasi” di spiagge di sabbia bianca e fine, con tappa a Punta Secca, nel buen ritiro di Montalbano. Un tuffo nel mare cristallino di fronte alla piazzetta dove si trova la casa del mitico “Montalbano” sovrastata dal Faro di “Torre Scalambri”. Dopo la “full immersion” nella mare della fiction tv, successo mondiale, un pranzo leggero nel “ristorante chalet a mare”, degustando i sapori delle eccellenze degli Iblei, abbinati al Cerasuolo di Vittoria DOCG. www.siciliaexcellence.eu - progetto “Tour emotion”

XXX

Going by sea... Of the legendary inspector Tips for a beautiful day on a sailing boat (weather permitting) leaving the port of Marina di Ragusa, along cliffs overlooking the sea and “oasis” of fine white sand beaches, with a stop in Punta Secca, the place of Montalbano. A walk in the square where you find the home of the legendary “Commissario Montalbano” dominated by the Lighthouse “Tower Scalambri.” After the “full immersion” in the TV ​​ fiction sea, worldwide success, a light lunch in the “chalet restaurant on the sea”, tasting the savours of the excellence of the Ibleis, combined with the legendary Cerasuolo di Vittoria DOCG. www.siciliaexcellence.eu project “Tour emotion”.


Itinerari delle eccellenze

Andar per grotte… negli Iblei con degustazione di sapori e vini di nicchia Un appuntamento da non mancare è la visita alle Grotte Trabacche, sito archeologico fuori dai tradizionali percorsi turistici, dove, previo appuntamento, sarete ospiti del proprietario Francesco Valenti, vignaiolo di eccellenze del Val di Noto, vini di nicchia, come il suo meraviglioso Chardonnay “Trebacche”, che non a caso è stato creato in onore di questo gioiello archeologico. Info: tel. +39 0932 621224 - Cell. + 39 348 910377 www.siciliaexcellence.eu - progetto “Tour emotion”

Visiting the caves and taste... Niche An event not to be missed, is the visit to the caves Trabacche, archaeological site outside the traditional tourist routes, where, only on appointment, will be guests of the owner Francesco Valenti, husbandman of excellence in the Val di Noto, niche, like his wonderful Chardonnay “Trebacche” – it is not a coincidence if it takes the name of the cave. Info: ph. +39 0932 621224 Mob. + 39 348 910377 www.siciliaexcellence.eu project “Tour emotion.

Andar per degustazioni... negli Iblei e nel Val di Noto: www.siciliaexcellence.eu

Idee e suggerimenti per nuovi percorsi e degustazioni personalizzate, per esempio, una giornata in Agriturismo con gli asini, un pomeriggio con i pastori imparando a fare la ricotta, una mattinata con l’Apicoltore/custode delle “Api degli Iblei”, tutte queste informazioni ed altro ancora, su: www.siciliaexcellence.eu - progetto “Tour emotion”.

Going for... savours in Hyblaean and the Val di Noto Ideas and suggestions for new courses and customized tastings can be found at: www.siciliaexcellence.eu project “Tour emotion”.

XXXI


eccellenze d’autore

Sapori e vini d’Autore Francesco Valenti, il vignaiolo poeta-sognatore, ma anche ricercatore innovativo e raffinato uomo di cultura. Ragusa è la sua Città natia e a Noto c’è la sua Terra; in Contrada Gisira infatti, sorge una vasta proprietà che vanta una storia di famiglia antichissima, di oltre 650 anni. “Dei Sapori e dei Saperi di Francesco Valenti” è il titolo del manuale che potremmo scrivere, tutto d’un fiato, senza interruzioni, durante il “rito” della degustazione delle sue eccellenze, rigorosamente di nicchia, tanto è elevato lo spessore Francesco Valenti, the winemaker, poet- dreamer, but also a innovative researcher and fined man of culture. Ragusa is his native city, and Noto is his country; in Contrada Gisira in fact, rise a big storical property of ancient family, over 650 years old. “The Savor and the Knowledge of Francesco Valenti” is the title of the book that we could write all in one breath, without interruption, during the “ritual tasting” of its excellence, strictly niche, with an higher thickness of its broad, passionate and scholarly conduct. Tasting the thousand-year XXXIII


eccellenze d’autore

della sua ampia, appassionata e dotta conduzione “degustativa”: dalla storia millenaria delle sue terre e dei vigneti in Val di Noto, al suo “Acantus Moscato di Noto Doc”, vero nettare sublime, riconosciuto tra i migliori in assoluto, allo straordinario Chardonnay Trebacche – dal nome di una grotta catacombale, scavata nella roccia del terreno di proprietà nell’altipiano ragusano - ad un Nero d’Avola autentico perché nasce nello storico terroir dell’Eloro in Val di Noto, fino alle prelibate creazioni di pasticceria artigianale, con in primo piano i panettoni e le colombe al Moscato, autentici capolavori d’arte dolciaria, che, grazie al suo mitico Moscato Acantus, rimangono morbidissimi per lungo tempo, senza aggiunta di conservanti. Completa il percorso “de-gustativo”, una collezione incommensurabile di “nicchie”, confezionate come piccoli gioielli in barattolini di vetro, marmellate di limoni e arance, di gelatine d’uva e chissà cos’altro ci riserverà nel prossimo futuro la sua grande passione per le qualità eccelse. Francesco Valenti è certamente il “vignaiolo” più creativo che la Sicilia oggi esprime, un autentico “fuoriclasse” che dovete assolutamente conoscere; e sarà subito Amicizia, quella vera, tutta Siciliana, con la “A” e la “S” maiuscola. www.vinivalenti.it Tiziano Toffolo history of its lands and vineyards in the Val di Noto, his “Acantus Moscato di Noto Doc”, true nectar sublime, recognized among the best, his extraordinary Chardonnay Trebacche - name of a catacomb cave, carved into the rock of the Ragusa up land - his authentic Nero d’Avola because coming from the storic terroir Eloro in Val di Noto and his delicious handcrafted pastry creations, into foreground panettone and Colombes with Moscato, authentic masterpieces of confectionery art, which, thanks to its legendary Muscat Acantus remain soft for a long time, without added preservatives. To close the tasting course a collection of “niches”, packaged like little jewels in glass jars, jam lemon and orange, grape jellies and who knows what else can we expect in the near future its great passion for quality. Francesco Valenti certainly is the “winemaker” more creative than Sicily today expresses, a true “ace” that you absolutely have to know and will be immediately Friendship, the true, the Sicily Friendship with the “S” and “F” majuscule. www.vinivalenti.it XXXIV


eccellenze d’autore

Ai Lumi di Ragusa Ibla, autentica trattoria tipica

info Corso 25 Aprile, 16 Ragusa Ibla tel. +39 0932 621224 info@ristoranteailumi.it Giorno di chiusura venerdì aperti mezzogiorno e sera prenotazione consigliata www.ristoranteailumi.it

Vincenzo Gulino, gran Chef e Patron de “Ai Lumi” di Ragusa Ibla, dice che per la sua “Trattoria Tipica” ha una sola parola d’ordine: qualità e freschezza tutta Italiana” e noi aggiungiamo, per esserne stati testimoni oculari, (pardon “testimoni pappillari…”), anche i veri autentici sapori del territorio Ibleo. E per Vincenzo Gulino non è poi così difficile, avendo a portata di mano una delle terre che donano in abbondanza, eccellenze eno-gastronomiche di primissimo livello, compreso un mare splendido a pochi km (quello di Marina di Ragusa già Bandiera Blu) e quindi un pesce scelto ogni giorno. Piatti della tradizione barocca, sia di carne sia di pesce, dessert della propria artigianalità, innaffiati e accompagnati dai migliori vini, siciliani in primis, ma anche italiani e internazionali, con una Carta dei vini da far invidia al miglior ristorante “stellato”… “Provare per credere…” recitava un noto slogan televisivo. E noi siamo certi che rimarrete entusiasti! Tiziano Toffolo Vincent Gulino, Chef and Patron “Ai Lumi” of Ragusa Ibla, says that for his “typical Trattoria” has only one word: all Italian quality and freshness “and we add, because eyewitnesses, (pardon “witnesses pappillari...”), real authentic savours of the Iblean territory. For Vincent Gulino is not so difficult, having land that give in abundance excellent food and wine of the highest level, including a splendid sea a few miles (to Marina di Ragusa already Blue Flag) and then fresh fishes every day. Dishes of the baroque tradition, meat and fish, desserts of their craftsmanship, accompanied by the best sicilian wines, with a wine list that are the envy at the best restaurant “starry”... “Taste to believe...” read a slogan known television. And we are confident that you will be amazing! TVT XXXV


Modica, le grandi bellezze

Modica, grandi bellezze patrimonio dell’umanità «Un paese in forma di melagrana spaccata; vicino al mare ma campagnolo; metà ristretto su uno sprone di roccia, metà sparpagliato ai suoi piedi, con tante scale fra le due metà, a far da pacieri, e nuvole in cielo, da un campanile all’altro». Le parole di Gesualdo Bufalino (1920-1996), rappresentano il viatico ideale per intraprendere un itinerario alla scoperta di Modica. La città delle cento Chiese, che dal 2003 fa parte della World Heritage List - riconoscimento Unesco “Patrimonio Mondiale dell’Umanità” - ha sempre affascinato turisti e viaggiatori. Caratteristica unica del paesaggio sono gli altipiani, a ridosso di torrenti selvaggi, nelle balze e nei dirupi più scoscesi con laboriosi e ingegnosi terrazzamenti, contornati dai famosi muretti a secco, che incorniciano tutto il paesaggio modicano e ragusano. Merito, questo, dei muri-fabri (gli attuali muratori, quelli però specializzati nella costruzione dei muri a secco) della Contea,

Chiesa di S. Giorgio Modica (Rg)

“A country in the form of a pomegranate split; near the sea but rural, small half on a spur of rock, the other half spread out at his feet, with so many steps between the two halves, to be peacemakers, and clouds in the sky, a bell tower other“. The words of Gesualdo Bufalino (1920-1996), represent the ideal way to begin a journey to discover Modica. The city of a hundred churches, which since 2003 is part of the UNESCO World Heritage List - UNESCO recognition “World Heritage” - has always fascinated tourists and travelers. A unique feature of the landscape are the highlands surrounded by dry walls, which frame the landscape from Modica and Ragusa. About this fabri-walls (the current masons, however, those skilled in the construction of dry stone walls) of the County, Gathered since 1542 in a corporation with its strict rules, guaranteed the professionalism and generational continuity in the masonry and stone processing. The stone. The city of a hundred churches. XXXVII


Modica, le grandi bellezze

riuniti fin dal 1542 in una corporazione che con le sue severe regole garantiva la professionalità e la continuità generazionale nell’arte muraria e nella lavorazione della pietra. La pietra, appunto, la si ritrova, appena sbozzata, nei muri a secco; perfettamente squadrata, nei palazzi e nelle chiese; modellata come cera molle nei mascheroni barocchi, nei fregi e nei rosoni; sicché la città stessa appare «un proscenio di pietre rosa» (Bufalino). La città delle cento Chiese. La quinta architettonica di questo proscenio è la teoria di eleganti edifici civili e religiosi, dislocati lungo il tratto settentrionale di Corso Umberto I, come l’ottocentesco Teatro Garibaldi; l’ex Collegio dei Gesuiti edificato sul finire del XVII secolo (oggi Palazzo degli Studi), la chiesa di Santa Maria del Soccorso realizzata su disegno di Rosario Gagliardi, l’architetto della Cattedrale di Noto, e il duomo di San Pietro. The architectural backdrop of this elegant proscenium is the theory of searching beautiful civil and religious buildings, developed along the northern stretch of Corso Umberto I as the nineteenth-century Theater Garibaldi, ex Jesuite college built in the late seventeenth century (today Palazzo degli Studi), the church of Santa Maria del Soccorso created and designed by Rosario Gagliardi, the architect of the Cathedral of Noto, and the dome of St. Peter. In front of the steps of the Duomo, the arch of Salita de ‘Barbieri is the gateway to the ancient Jewish quarter of Cartellone. Even the ways are the imagine of prayers and devotions: Ponte dell’Angelo, Via Exaudinos, Via Portosalvo. Nowadays this steets are the places fashionable for artists, writers and intellectuals, but the genteel povXXXVIII

(in alto a sinistra)

interno Chiesa di S. Pietro (in alto a destra)

Portale della Chiesa S. Maria del Gesù


Modica, le grandi bellezze

(in alto a sinistra)

Chiostro del Convento di S. Maria del Gesù (in alto al centro)

Rosone della Chiesa del Carmine (in alto a destra)

Chiesa del Carmine

Di fronte alla scalinata del Duomo, l’arco della Salita de’ Barbieri costituisce la porta d’ingresso all’antico quartiere ebraico di Cartellone. Persino le vie sanno di preghiere e devozioni: Ponte dell’Angelo, Via Exaudi nos, Via Portosalvo. Di recente, abitarvi è divenuto di moda per artisti, scrittori e intellettuali, ma la dignitosa povertà dei luoghi rimanda echi lontani di vite trascorse tra miseria e privazioni. Il tratto meridionale del Corso Umberto I, con i suoi eleganti caffè e le vetrine luccicanti dei negozi, è da sempre il “salotto” buono di Modica. Questo tratto del Corso regala al turista due gradite sorprese: il Portale De Leva e la chiesa del Carmine, due cammei medievali nel cuore della città. La chiesa di Santa Maria del Carmelo (o del Carmine), alle spalle della Piazza Giacomo Matteotti, si contraddistingue per il quattrocentesco portale. Non lontano dalla Chiesa c’è il Museo della Medicina (già Ospedale di Santa Maria della Pietà) erty of places refer details of past lives of misery and deprivation. The southern stretch of Corso Umberto I, with its elegant cafes, always is “tearoom” of the good Modica Society. This part of the course offers to the tourists two pleasant surprises: Portale De Leva and the church of the Carmine, two medieval cameos in the heart of the city. The church of Santa Maria del Carmelo (or del Carmine), behind the Piazza Giacomo Matteotti, is characterized by the fifteenth-century portal. Not far from the church is the Museum of Medicine (formerly Hospital of Santa Maria della Pietà) Named to the philosopher, physician and scientist Thomas Campailla (1668-1740). The southern end of the Corso is closed from the hills of Montserrato, where there rise the sanctuary of the Madonna delle XXXIX


Modica, le grandi bellezze

intitolato al filosofo, medico e scienziato Tommaso Campailla (1668-1740). L’estremità meridionale del Corso è chiuso dalla collina di Monserrato, dove sorgono il santuario della Madonna delle Grazie e l’annesso convento dei Padri Mercedari. L’ex convento dei Padri Mercedari ospita il Museo Ibleo delle Arti e Tradizioni popolari, istituito nel 1978 dall’Associazione “Serafino Amabile Guastella” e in procinto di riaprire dopo i lavori di restauro. Proseguendo, un sentiero sterrato conduce alla chiesetta di San Giacomo fuori le mura. Superando il Palazzo di Città (ex convento dei domenicani) e l’annessa chiesa di San Domenico, si giunge nella Via Marchesa Tedeschi. Qui è notevole la chiesa di Santa Maria di Betlem, costruita tra il Cinque e l’Ottocento, al posto di quattro chiesette preesistenti. La chiesa ospita uno dei presepi monumentali più belli di Sicilia. Non lontano si apre la Via Clemente Grimaldi: di notte, cuore pulsante della movida modicana; di giorno, suggestiva stradina caratterizzata dal suo pavimento in lastre di pietra. È qui che si trova uno dei luoghi più sorprendenti di Modica: la chiesetta rupestre di San Nicolò Inferiore. Per l’impianto architettonico, i cicli pittorici, i tipi iconografici e Grazie and the adjoining convent of the Padri Mercedari. The-ex-convent of the Padri Mercedari is the Iblean Museum of Arts and Popular Traditions, established in 1978 by the “Serafino Amabile Guastella” and about to reopen after restoration work. Continuing, a dirt path leading to the church of San Giacomo outside the walls. Overcoming the Palazzo di Città (ex-convent of the Dominicans) and the adjacent church of San Domenico, you arrive in Via Marchesa Tedeschi. Here is the remarkable church of Santa Maria di Betlem, built between the sixteenth and nineteenth centuries, instead of four little churches. The church is known fo having the most beautiful monumental nativity of Sicily. Not far the Via Clemente Grimaldi: heart of the nightlife of Modica, in the daytime, charming street characterized by its floor slabs of stone. It is here that we find one of the most amazing places in Modica: the cave church of San Nicholas Inferiore, to see for the architectural, pictorial cycles, the iconographic types and transformations of worship, it is an “unicum in the panorama of the religious history of Sicily. Including the amazing Christ Pantocrator, XL


Modica, le grandi bellezze

le trasformazioni del culto, essa rappresenta un unicum nel panorama della storia religiosa della Sicilia. Comprende lo splendido Cristo Pantocrator assiso in trono tra coppie di angeli e racchiuso in una mandorla, una Mater domini e altre figure di santi e di vescovi. Dalla Salita del Castello si giunge nella Via Posterla, uno dei siti di più antica urbanizzazione. Essa trae il nome dalle torri di guardia (posterle) erette a difesa della cittadella medioevale. È soprannominata la “Via dei geni” poiché vi sono nati, a pochi metri l’uno dall’altro, i maggiori letterati della città: Tommaso Campailla, il filosofo delle “botti”, e Salvatore Quasimodo (1901-1968) poeta, premio Nobel per la letteratura nel 1951. Le due dimore storiche sono una tappa obbligata per visitatori e turisti (visitabili su prenotazione). seated on a throne between some couple of angels and encased in an almond, a Mater domini and other saints and bishops. From Salita del Castello you arrive in Via Posterla, one of the oldest sites of urbanization. It draws its name from the watchtowers (posterns) built to defend the medieval citadel. It is nicknamed “Via dei Geni” because they were born there, a few meters of each other, the major literary figures of the city: Thomas Campailla, the philosopher of the “botti” and Salvatore Quasimodo (1901-1968) poet, Literature Nobel Award in 1951. The two historic houses must be seen by visitors and tourists (can be visited by appointment). Continuing up, we find the limit of the two matrices. The majestic and imposing staircase of the Mother Church of San Giorgio, which surprises the visitor with its vertiginous perspective, also had a

(in basso a sinistra)

Chiesa di S. Pietro (in basso a destra)

Statue dei 12 apostoli Chiesa di S. Pietro XLI


Modica, le grandi bellezze

(a sinistra)

Castello - Torre dell’orologio (al centro)

Chiesa di S. Giorgio (a destra)

Polittico Chiesa di S. Giorgio

Continuando a salire, s’incontra il limite delle due Matrici. La maestosa e scenografica scalinata della Chiesa madre di San Giorgio, che sorprende il visitatore con il suo vertiginoso scorcio prospettico, ebbe anche una valenza “sociale”. La divisione della città in Alta e Bassa, scrisse il suo progettista Alessandro Judica Cappellani (1874), «porta con sé divisione di cure, quindi diverse opinioni, […] e infine, disunione». Unire le due parti della città significava “pacificare i cittadini”. La scenografica scalinata è il preambolo di quel poema di pietra che è il Duomo di San Giorgio, uno dei monumenti più rilevanti del tardo barocco europeo per le ardite soluzioni architettoniche (l’imponente facciata a torre si eleva per 62 metri, le cinque navate, la pianta a croce latina sormontata da una cupola che si innalza per 36 metri). L’interno è uno scrigno di tesori. A poca distanza dal tempio, si erge il Castello dei Conti. Un’ampia gradinata, formata da due strati di ciottolato (l’uno

Nel cuore di Modica alta, in un contesto particolarmente ospitale di Piazza Santa Teresa, sorge una prestigiosa struttura alberghiera nello storico Palazzo Failla, ospitato nell’ottocentesca dimora nobiliare. L’hotel (4 stelle) è dotato di sette camere distribuite su due piani; una saletta (45/50 posti) ideale per meeting e riunioni, arredi d’epoca, maioliche decorate a mano e mobili d’arte e d’antiquariato; un raffinato giardino, per la prima colazione e la cena. Il Caffè Blandini adiacente all’hotel, propone dolci tipici della migliore tradizione di Modica. Il ristorante La Gazza Ladra, sotto la direzione dell’hotel, nel cuore della città alta, offre una cucina di altissimo livello, già premiata con una Stella Michelin. www.palazzofailla.it

valence “social”. The division of the city in the Upper and Lower, wrote his designer Alexander Judica Capellani(1874), “carries with it the division of care, thus different opinion, [...] and finally disunion”. Join the both parts of the city meant “to pacify the people”. The impressive staircase is the preamble to this poem of stones that is the Cathedral of San Giorgio, one of the most important monuments of the late european Baroque(the imposing facade tower rises to 62 meters, the five naves, the Latin cross plan surmounted by a dome that rises 36 feet). Inside there is a treasure. A short distance from the temple, rises the Castello dei Conti. A wide staircase, formed by two layers of cobblestones (one anterior and the other posterior to the earthquake of 1693), is the access ramp to the Castello.

In the hearth of Modica Alta, near Piazza Santa Teresa, rise the splendid 4stars hotel Failla Combination of old-fahion and modern furniture, elegant meeting room for 45/50 persons; a garden for breakfast and dinner; the Caffé Blandini to savour liquor and typical sweets; La Gazza Ladra, one stra Michelin with international and local wines of high quality

XLII


Modica, le grandi bellezze

(a sinistra)

Dipinto su tavola raffigurante la Natività Chiesa di S. Giorgio (al centro)

Chiesa di S. Giovanni (a destra)

Cioccolato modicano

info Consorzio degli operatori turistici di Modica +39 0932 759111 www.comune.modica.gov.it

anteriore e l’altro posteriore al terremoto del 1693), costituisce la rampa di accesso al Castello. Il cuore di Modica Alta ruota intorno alla Piazza Santa Teresa: una mezzaluna dove regna un’atmosfera di paese e dove tutti si conoscono. Tre le tappe che meritano una sosta a Modica Alta vi sono il complesso di Santa Maria del Gesù (visitabile solo dall’esterno), la chiesa di San Giovanni Evangelista e il belvedere Pizzo. La chiesa di San Giovanni, posta sulla sommità di una scalinata nel punto più elevato della città (m. 449), fu costruita nel XIX secolo intervenendo su un tempio semidistrutto dal terremoto del 1693. La terrazza del Pizzo schiude al visitatore una visione aerea, sintesi della città, particolarmente suggestiva negli ultimi chiarori del giorno, quando la sera dilaga sull’orizzonte e smorza i rumori del giorno, “accendendo” la città-presepe di uno sfavillio di luci dorate. Giovanni Criscione The heart of Modica Alta revolves around the Piazza Santa Teresa: an half-moon where there is an atmosphere of the little city where everyone knows every body. Three are the stops in Modica Alta: the Complesso of Santa Maria del Gesù (only seing outside), the church of San Giovanni Evangelista and the belvedere Pizzo. The church of San Giovanni placed on the top of a staircase in the highest point of the city (449 m), was built in the nineteenth century on a temple half-destroyed by the earthquake of 1693. The terrace of the Pizzo opens up to the visitor an aerial view, a synthesis of the city, particularly striking in the last rays of the day, when evening spreads on the horizon and dampens the noise of the day, “lighting up” the city-crib to a blaze of golden lights. XLIII


Š concept TP


eccellenze d’autore

Un libro racconta la storia di Bonajuto, la cioccolateria più antica di Sicilia Si tratta di un saggio di storia d’impresa dedicato all’azienda che ha contribuito in maniera determinante a rilanciare il cioccolato artigianale di Modica, un prodotto lavorato a freddo e senza aggiunta di grassi, una curiosità dolciaria unica al mondo che per la cittadina siciliana è diventato, da circa vent’anni, un volano di sviluppo per il turismo e l’economia. L’autore ricostruisce attraverso documenti, carte d’archivio e immagini d’epoca le origini della fabbrica di cioccolato fondata agli albori dell’Ottocento da Francesco Ignazio Bonajuto. Nel 1820 l’imprenditore modicano aprì un’aromateria, con interessi nel campo della lavorazione cioccolatiera e del commercio della neve (ghiaccio) utilizzata per preparare sorbetti e gelati. Francesco Ignazio morì nel 1854 lasciando in eredità al figlio Federico una bottega di gelatiere-sorbettiere con annesso un «fattoio del ciccolatte», un frantoio per la lavorazione delle fave di cacao. Federico (1822-1899) consolidò l’azienda, concentrando i propri interessi nel settore del cioccolato, all’epoca in forte espansione. Ma fu Francesco (18611932) a perfezionare la barretta artigianale, ottenendo la medaglia d’oro all’Esposizione Internazionale di Roma nel 1911. Alla sua morte l’azienda, per il tramite di un’adozione, passò a Carmelo Ruta (1916-1992), già

apprendista nel laboratorio della dolceria. A guidare l’Antica Dolceria Bonajuto oggi sono Franco e il figlio Pierpaolo, rispettivamente quinta e sesta generazione di imprenditori. Dall’industria della “neve” utilizzata per sorbetti e gelati alla lavorazione del cacao sull’arcaico metate, dai caffè della belle èpoque fino ai nostri giorni, si snoda un viaggio inedito e affascinante alla scoperta di mestieri scomparsi, tradizioni artigianali e tesori gastronomici “sepolti” in un territorio che fu un’enclave spagnola in terra di Sicilia. Giovanni Criscione (Ragusa, 1972), giornalista, dottore di ricerca, collabora con la cattedra di Storia contemporanea della Struttura didattica speciale di Lingue e letterature straniere dell’Università di Catania.

La Dolceria Bonajuto, storia della cioccolateria più antica di Sicilia. Autore Giovanni Criscione. Kalòs edizioni d’arte, Palermo. info www.edizionikalos.com

XLV


Scicli, eccellenze e beni culturali

Scicli, la perla del Barocco Scicli, ridente borgo di 27000 anime posto all’estremità del Sud-Est siciliano, “la città più bella del mondo” secondo Elio Vittorini, sponsor letterario ufficiale della città, ex aequo con la pittoresca e suadente descrizione di Pierpaolo Pasolini, che vide nelle grotte di Chiafura “le cento bocche dell’inferno”. Nel bagaglio di icone pubblicitarie della città c’è anche Vinicio Capossela, che ha dedicato una canzone alla rappresentazione popolare della Pasqua, e la celeberrima fiction “Il commissario Montalbano”, girata quasi interamente nel sito Patrimonio dell’Umanità. (nella pagina di sinistra)

Mensole decorate del balcone di Palazzo Fava (in alto a sinistra)

Balconi del Palazzo Beneventano (in alto a destra)

Chiesa della Consolazione

Scicli, a charming village of 27,000 souls on the end of the South East of Sicily, “the most beautiful city in the world” according Elio Vittorini, literary official sponsor of the city, ex aequo with the picturesque and persuasive description of Pierpaolo Pasolini, who saw in the Chiafura caves “the hundred mouths of hell”. In the baggage of advertising icons of the city there also is Vinicio Capossela, who dedicated a song to the popular representation of Easter, and the famous fiction “Inspector Montalbano“, filmed almost entirely in the World Heritage site. XLVII


Scicli, eccellenze e beni culturali

Ma Scicli è molto altro. È architettura barocca, un barocco tardo e raffinato, strabordante ed alienante. Scicli è eno-gastronomia, con le sue eccellenze ortofrutticole, il suo olio pregiato e la sapiente tradizione dolciaria. Menzione speciale, infatti, meritano le Teste di Turco, grossi bignè dal nome macabro. Scicli è anche mare, con oltre 18 km di costa sabbiosa ed acque cristalline. Scicli è memoria storica, con Chiafura, complesso di grotte abitate fino agli anni Cinquanta del Novecento. Scicli è tradizioni popolari e feste di primavera, tra cui la cavalcata di San Giuseppe Scicli is eno gastronomy, with its excellent fruit and vegetables, its precious olive oil and the wise confectionery tradition. Special mention reserved to the Turkish heads, big puffs from the macabre name. Scicli is also the sea, with over 18 km of sandy coastline and crystal sea. Scicli is historical memory, with Chiafura, a complex of caves habited until the fifties of the twentieth century. Scicli is popular traditions and spring festivals with the riding of St. Joseph and the feast of La Madonna delle Milizie. A real pearl, true, in a mysterious South East Sicilian, to discover and live. XLVIII

(in questa pagina)

Chiesa di S. Matteo al Colle (nella pagina di destra)

Palazzo del Comune e Chiesa di S. Giovanni


Scicli, eccellenze e beni culturali

Alcuni consigli enogastronomici per rendere speciale la vostra visita a Scicli: Ristorante Al Galù, cucina tradizionale ed innovativa Ristorante Satra, tradizione ed innovazione - Millennium Restaurant Cafè, pizzeria e ristorante.Dolci tipici: Dolceria Giannone e Pasticceria Basile. Enoteche: Pallavicino Vini e Giannone Sommelier. Some tips for food and wine make special your visit: Restaurant Satra, tradition and innovation, Restaurant Al Galù, traditional cuisine, Millennium Restaurant Cafe, pizzeria and restaurant. Typical sweets: Dolceria Giannone and Pasticcria Basile. Wine bar: Pallavicino Wine and Giannone Sommelier.

e la festa della Madonna delle Milizie. Un’autentica perla, verace, incastonata in un Sud-Est siciliano misterioso, da scoprire e da vivere. Paolo Ciricca e Bartolo Lorefice

Ristorante “Al Galù”. L’amore per l’accoglienza di Gabriella (Ga) e la passione per la cucina tipica (a Km zero) di Luca (Lu): così nasce “Al Galù. “Rivisitiamo continuamente i piatti della nostra tradizione, avvalendoci di prodotti ricercati, per creare una cucina “fusion”, con dentro però l’essenza e l’anima della Sicilia”. Love for the welcome for Gabriele (Ga) and passion for innovative cuisine traditional per kilometer zero for Luca (Lù),is born the restorante Galù. Luca revisit dishes of its tradition, also relying on refined products as salts, oils and fruits, creating a kind of fusion cuisine, without forgetting the tast of Sicily. XLIX


eccellenze del territorio

Moresca una maison de charme d’alta classe

info La Moresca Hotel**** Maison de charme Via Dandolo, 63 Marina di Ragusa Tel. +39 0932 23 94 95 info@lamorescahotel.it Un consiglio: prenotate per tempo e il vostro soggiorno diventerà indimenticabile! www.lamorescahotel.it

La Moresca maison de charme è una dimora stellata **** di nicchia in stile “design Hotel”, nel centro di Marina di Ragusa, con 15 camere esclusivamente matrimoniali. Una tipica casa siciliana dell’800, scrupolosamente ristrutturata rispettando l’originalità dell’immobile. Ogni camera, ha una sua personalità. La maggior parte di esse, affaccia sul patio interno ricco di verde, di fiori e profumi tipici di vegetazione lussureggiante. L’insieme infonde relax e distensione. Per il “viaggiatore autentico” un soggiorno alla Moresca è una base ideale per escursioni culturali ed eno-gastronomiche nel Sud-Est della Sicilia, Patria del Barocco siciliano, consacrato dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità. La Moresca maison de charme is a typical starred niche “design Hotel, located down-town Marina di Ragusa. The Leitmotif of La Moresca is authenticity, preservation and promotion of our history and culture. The building, built in 1926, is a splendid and original patchwork of what used to be and continues to exist, in contrast but harmoniously integrated with the forward motion of time, progress, and arrival of the modern. Just, more or less, 20 minutes by car from La Moresca you will discover some sites protected by UNESCO (Ragusa Ibla, Modica and Scicli, Palazzolo Acreide, Piazza Armerina, Caltagirone... etc.), hand in hand with the countryside criss-crossed by the typical dry stone walls and ancient trees. Another reason to journey here is to discover the culture of the food and wine-gastronomy and culture of this county so rich in culinary treasures. Deliberately we avoid speaking about the beaches and sea. LI


la spiaggia di ragusa

Marina di Ragusa e il suo porto

Case vacanze Capo Sud

Marina di Ragusa ha assunto il nome attuale nel 1928; in realtà il nome originario è “Mazzarelli”, denominazione che appare già nel 1558. L’origine è ancora misteriosa ma è probabile che derivi dalla parola araba Marsa (porto) diventata negli anni Mazzarelli (piccoli porti). Ed è proprio il porto il cuore pulsante della località balneare ragusana. Una struttura da ottocento posti barca, che si accinge a diventare la terza per importanza di tutta la Sicilia. I turisti che scelgono di trascorrere le proprie vacanze a Marina di Ragusa, trovano una cittadina di mare insignita della “Bandiera Blu” per la qualità delle sue acque e della sua spiaggia, con strutture alberghiere, case vacanze e B&B, tutte di ottimo livello. Info: www.marinadiragusa.eu Marina di Ragusa has assumed its current name in 1928, but in fact the original name is “Mazzarelli”, a name which appears already in 1558. ‘The origin is still mysterious, but probably derives from the Arabic word Marsa (port) witch become over the years Mazzarelli (small ports). The harbor is really the heart of the Ragusa seaside town. A structure from eight hundred berths, with all the services on the ground and for navigation, which is becoming the third harbor most important of all the Sicily. The tourist who choose Marina di Ragusa for holidays find a little city with the “Blue Flag” award for the quality of the sea and its beach, with hotels, cottages and B & B of excellent quality level. Info: www.marinadiragusa.eu. LII

CAPO SUD, un’oasi di autentico relax, coccolata dal canto del mare, dai rossi tramonti, dagli arenili dorati e impreziosita dalla maestosità delle città barocche, patrimonio dell’Unesco, fanno di Capo Sud con le sue tre case vacanza, il luogo ideale per trascorrere momenti felici e sereni a due passi dal mare. Capo Sud, pure relaxation oasis, nestled by the sea song, by red sunsets, by golden sand beaches and embellished by the majesty Baroque city, UNESCO World Heritage Site, make Capo Sud with its three holiday homes, the ideal location to spend happy moments and calm a few steps from the sea.

Tel. (+39) 339 8608816 (+39) 338 2413030 Via La Spezia, 7 Marina di Ragusa (Rg) info@residenceragusa.com www.residenceragusa.com


la spiaggia di ragusa

Sicilia in barca a vela e Yacht, tra mare e terra Sicilia in Barca A Marina di Ragusa, un’organizzazione leader nel charter nautico, boat&breakfast, noleggio barche a vela e yacht. Nel sito proposte di itinerari da sogno: da Marina di Ragusa verso Ovest nelle location di Montalbano, verso Est per Pozzallo troverete dell’ottimo pesce direttamente dai pescatori appena rientrati dalle battute di pesca In Marina di Ragusa, a leader organization in boat charters, boat & breakfast, sailing boats and yachts. In the site suggested dream routes: from Marina di Ragusa to the west in the Montalbano’places From Marina to eastward in the direction of Pozzallo to find excellent fish directly from the fishermen just returned from fishing trips...

Tel. (+ 39) 333 6188906 (+ 39) 339 8608816 Porto turistico Marina di Ragusa - Sicily Servizi erogati da ©Elettrohom di Camillieri Salvatore Via Psaumida, 81 – Ragusa www.siciliainbarca.it

La passione per il mare e per la vela, la conoscenza del territorio, l’obiettivo di fornire un servizio a “cinque stelle” a turisti autentici, appassionati del territorio e delle sue tipicità… sono il connubio ideale del progetto di Sicilia excellence.eu, “Andar per Mare e Terra”, realizzato in collaborazione con l’organizzazione di charter nautico “Sicilia in barca” di Marina di Ragusa: esplorare baie e calette, nel “Mare Nostrum” cristallino accarezzato dal vento, per accompagnare il viaggiatore alla scoperta della magica Sicilia del Sudest - dall’affascinante territorio dei Monti Iblei, alla splendente Val di Noto, terre ricche di Arte, storia e tradizioni eno-gastronomiche d’eccellenza. Tutto ciò è facilmente realizzabile scegliendo di trascorrere le proprie giornate, godendo dei percorsi studiati da “Sicilia Excellence”, tra mare e terra, su misura, secondo le esigenze di ciascuno. Info: tel.+39 334 1643224 – 388 3046600 www.siciliaexcellence.eu The passion for the sea and sailing, the knowledge of the territory, the aim to give a “five-star” service for genuine tourists, fans of the territory and its typicality... are the ideal combination of project Sicily excellence. eu “Going by sea and Earth”, created in collaboration with the organization of yacht charter “Sicilia in barca (Sicily by boat) of Marina di Ragusa: Explore bays and coves, in the “Mare Nostrum” color crystal and brushing by the wind, the traveler will be accompanied by us to discover the magic Southeast Sicily – from the fascinating territory of the Iblean mountains to the shining Val di Noto, lands rich in Art, History and gastronomic traditions of excellence. It is easy to transform the dream in realty, choosing to spend your days, following the paths studied by “Sicily excellence”, between sea and land, customs made further the needs of each guest. Info: tel.+39 334 1643224 – 388 3046600 www.siciliaexcellence.eu LIII


eccellenze del territorio

Un esempio vincente di filiera corta

Bubalus, la qualità premiata dai consumatori

Bubalus è il nome di un genere di bovini originari dall’Asia, ma le bufale allevate e cresciute nell’azienda agricola Bubalus, nei Colli Iblei, provengono da una razza pregiata, di origine campana, portata in Sicilia quasi per una scommessa, da Giovanni Tuminello, un agronomo ragusano esperto e LIV


eccellenze del territorio

Milk sano cult, a Marina di Ragusa il primo punto vendita diretto di Bubalus con latte, mozzarella, formaggi e gelati rigorosamente di propria produzione.

appassionato, che giura di aver trovato negli archivi storici, tracce di una razza di bufala cresciuta nei Monti Iblei prima ancora di quelle campane e quindi lui ha pensato bene di riportarle a casa… riproducendole in un habitat naturale unico al mondo. E noi gli crediamo, non fosse altro per il risultati ottenuti di altissimo livello, come la mozzarella, particolarmente morbida e gustosa, per non parlare della ricotta e i formaggi freschi e stagionati. E il pubblico premia questo grande impegno di Bubalus per la qualità. Un altro fiore all’occhiello di Bubalus è stata l’idea di realizzare un punto vendita diretto, in centro a Marina di Ragusa, il primo di una serie, dove la produzione dell’azienda agricola è servita direttamente al pubblico. Nasce così il primo “Milk sano cult” - che già nel nome evoca sensazioni di bontà, salubrità, freschezza: tutti i prodotti Bubalus, latte, mozzarella, formaggi, direttamente dal produttore al consumatore. Possiamo concludere che questo di Bubalus è uno dei casi di filiera corta, ancora purtroppo rari, ma sicuramente vincenti e, ci auguriamo, esempio da seguire per migliaia di altri produttori. Bubalus, The quality rewarded by consumers

info Milk Sano Cult P.zza Duca degli Abruzzi Marina di Ragusa Tel. +39 0932 230304 Società Agricola Bubalus Via degli Aceri, 22 Ragusa (RG) Tel. +39 0932 253330 Cell. +39 334 1860952 info.colliiblei@virgilio.it

When the short chain wins in quality and audience satisfaction. Bubalus is a genus of bovine animals from Asia. The buffalo cow bred and raised in the Bubalus’s farm in the Colli Hyblaean, come from a fine breed,from Campania, brought to Sicily for a bet by Giovanni Tuminello, an agronomist of Ragusa expert and enthusiast, who says that he had found in the historical archives, traces of a breed of buffalo cow grew up in the mountains Hyblaean even before those of the Campania,so he thought to bring it back in Sicily... reproducing them in a unique natural habitat in the world. And we believe in him, he obtains good result because always searches the highest level for the cheese mozzarella, very soft and tasty, the ricotta and the fresh and aged cheeses. The people of Ragusa rewarded this great commitment Bubalus. Another genius ideaof Bubalus, was to make a direct point of sale, in the center of Marina di Ragusa, the first in a series, where the production of the farm is served directly to the public. Thus was born the first “Milk healthy cult” - a name that evokes feelings of goodness, health, freshness: all products Bubalus, milk, mozzarella cheese, directly from producer to consumer. We can conclude that this is one of Bubalus cases of short chain, unfortunately rare case,nowadays but certainly successful and, we hope, an example to follow for thousands of other manufacturers. LV


speciale Consorzio Monti Iblei

Monti iblei, l’olio Dop di alta qualità La Sicilia dell’olio Dop ha conquistato, in questi ultimi anni, una posizione di tutto rispetto,  presso un pubblico  internazionale di operatori e consumatori, sempre più vasto che, in particolare,   apprezza l’alta qualità della Dop Monti Iblei, un Extravergine Dop di altissima qualità, che vanta una miriade di riconoscimenti. Il territorio di produzione dell’olio extra vergine d’oliva Monti Iblei, è formato da zone vocate delle tre province  di Ragusa, Siracusa e Catania, dove  la coltivazione dell’ulivo si basa in prevalenza su antiche tradizioni, con centinaia di piccoli frantoi che utilizzano ancora oggi processi di estrazione dell’olio con i vecchi meccanismi a pressione. “In questa filiera il Consorzio ha in programma l’incentivazione di pratiche innovative – così annuncia il neo-eletto Presidente Dott. Giuseppe Arezzo - che,  pur mantenendo inalterato il risultato qualitativo, permetta ai produttori, in maggioranza di piccole dimensioni, di poter competere con mercati sempre più esigenti”.  “Il Consorzio Dop Monti Iblei - precisa uno dei massimi esperti in materia, il Dott. Giuseppe Cicero, Dirigente Responsabile The Sicily of the oil PDO has conquered, in the ultimate years, a respected position among the international public of operators and consumers, more and more extensive witch appreciate the high quality of extra virgin oil DOP Monti Hyblaean, boasting a myriad of awards. The area of production is formed of the three provinces - Ragusa, Syracuse, and Catania, where the cultivation of the olive is based mainly on ancient traditions, with hundreds of small mills still using the processes of oil extraction with the old work pressure. “In this production chain, the Consortium plans to encourage innovative practices - so announces the newly elected President Dr. Giuseppe Arezzo - which, while maintaining the same quality results, give the possibility to the manufacturers, mostly small size, to compete with increasing markets” “The Consortium PDO Hyblaean Mountains – explains one of the experts, Dr. Giuseppe Cicero, Executive Manager of the certifying Asca of Ispica LVII


speciale Consorzio Monti Iblei

dell’Ente certificatore Asca di Ispica - ha anche il compito di tutelare e diffondere la qualità e la genuinità del prodotto”. Tra i programmi del Consorzio, “un progetto di collaborazione tra le filiere delle eccellenze eno-gastronomiche ragusane - vino, formaggio Ragusano Dop, pasta  e pane con l’antico grano duro ragusano che non ha eguali al mondo”. Un modo concreto per fare “rete” promuovendo qualità, cultura e storia, una storia ricca d’Arte e di eccellenze eno-gastronomiche che sempre più attira turisti da ogni parte del mondo. T.V.T also has the work to protect and promote the quality and authenticity of the product, ensuring constantly the traceability and compliance by the producers, the respect of the rules expected by the disciplinary of oil production”. Amongmous bread whose the “ancient raw material” is linked to the “durum wheato equal coay to make the “network” promoting quality, culture and history, a rich history of art and gastronomic excellence that attracts more and more tourists from all over the world

Frantoio Sallemi

spazio promozionale

La famiglia Sallemi, sin dal 1873, si è distinta per serietà e professionalità. Raffaele Sallemi, titolare dal 1999 dell’omonimo frantoio, ha sempre seguito con dedizione i livelli qualitativi delle antiche tradizioni di famiglia. L’Olio Sallemi presentato alle più importanti manifestazioni olearie ha ottenuto numerosi premi e riconoscimenti. Però il premio più gradito il frantoio Sallemi, l’ho riceve dai proprio clienti, che apprezzano sempre più la qualità dell’olio. “Sallemi-Raffaele s.a.s.”- aderisce al Consorzio di Tutela DOP “Monti Iblei”. The Family Sallemi, since 1873, well known for the serenity and professionnality. Sir Raffaele Sallemi, owner since 1999 of the oil mill, has always followed the qualitative levels of the ancient tradiction of his family. The Sallemi oil, exhibited to the main important trade show has received several awards. But the most important compense is given by the own customers who appreciate the quality. Sallemi-Raffaele s.a.s. - adheres to the Consortium of Tutelage DOP Monti Iblei.

Via Piave, 1 97013 Comiso (Rg) Tel. 0932 963424 - 336 925323 Fax 0932 732160

info@frantoiosallemi.it info@frantoio-sallemi.it www.frantoio-sallemi.it

L’olio Extravergine “FILD’ORO” BIO del Frantoio Gatto, piccolo produttore di Chiaramonte Gulfi con la vocazione al biologico.


speciale Consorzio Monti Iblei

Aziende associate certificate per la campagna 2013/2014 Agrestis Soci. Coop. Agricola Via Pappalardo 11 96010 Buccheri (Sr) Tel: 0931 315353 Cell: 333 261 85 47 info@agrestis.eu paparone1@interfree.it Azienda Agricola Aprile Giovanna Via Fiume 3, 97015 Modica (Rg) Azienda Agricola Busulmona di Stella AnnaC.da Busulmone, sn 96017 Noto (Sr) Azienda Agricola Calleri C.Da Granieri 96017 Noto (Sr) Azienda Agricola Carpino C.da Chiappa 96010 Palazzolo Acreide (Sr) Azienda Agricola Francesco Arezzo Via San Vito 64 97100 Ragusa Azienda Agricola Gafà Sergio Ignazio C.da Gerardo, 2 97012 Chiaramonte Gulfi (Rg) Azienda Agricola Gulino Sebastiana Via Sanzone 34 97012 Chiaramonte Gulfi (Rg) Azienda Agricola Iemolo Thierry C.da Salmè sn 97019 Vittoria(Rg) Azienda Agricola La Pietra Via Archimede 97100 Ragusa Azienda Agricola Lorenzo Gafà Via Roma, 140 97100 Ragusa Azienda Agricola Marianna Sallemi Via Senia 117, 97019 Vittoria (Rg) Azienda Agricola Terraliva di Frontino Giuseppina Via Galermi, 22 96100 Siracusa Az. Agr. Vermiglia Luciana Via Nizza, 41 - 96100 Siracusa Azienda Agricola Villa Ponte C.da Ponte, 5 97012 Chiaramonte Gulfi (Rg)

Azienda Zottopera C.da Roccazzo 97012 Chiaramonte Gulfi (Rg)

Paternò Achille Via de Spuches,, 205 95124 Santa Flavia (PA)

Copa cooperativa agricola a.r.l. Via M. Tedeschi n.70 97015 Modica

Presti Eugenio Via S. Martino, 10 97100 Ragusa

Dimore Di Giurfo Sas Via Nazionale 215 95021 Aci Castello (CT)

Sallemi Raffaele Via Piave, 1 97013 Comiso (Rg) Tel. 0932 963424 – Fax: 0932 732160 Cell. 336 925323 info@frantoio-sallemi.it www.frantoio-sallemi.it

Diquattro Giovanni Via M. Rapisardi, 159 97100 Ragusa Fisicaro Sebastiana Via Ronco D’Aquile, 1 96010 Ferla (Sr) Frantoi Cutrera C/da Piano dell’Acqua, 71 97012 Chiaramonte Gulfi (RG) Tel 0932 926187 Fax 0932 921757 olio@frantoicutrera.it www.frantoicutrera.it Frantoio Gatto C.da Lago, 97012 Chiaramonte Gulfi Tel.: 0932 926171/927748 Cel. 338 9222152 info@gattofrantoio.it www.gattofrantoio.it Frantoio Ruta di Cannata Anna Valeria Via Modica Giarratana, 130/b1 97015 Modica (RG) Giorgio Rollo Via Degli Oleandri, 81/83 97100 Ragusa Inchisciano Nicola C.da Gerardo, 9/a 97012 Chiaramonte Gulfi (RG) Minardo Rosario C.Da Gucciardo 97015 Modica (RG) Oleificio Gulino di Gulino Giovanni&C.sas C.da Cicimia. Snc 97012 Chiaramonte Gulfi (Rg)

Scalia Lucia Antonella  Via Necropoli Grotticelle 16/a 96100 Siracusa Sgs Srl Siciliana Germinazione Semi c.da Borgo del Castelluccio 96017 Noto (SR) Soc. Agr. Cutrera Giovanni di Salvatore Cutrera & C.ss C.da Piano dell’Acqua, 71 97012 Chiaramonte Gulfi (Rg) Soc. Agr. Vernèra di Spanò & C Via Umberto, 21/23 96010 Buccheri (SR) Cell 388 3622868 / 338 1450213 info@lecasedilavinia.it www.lecasedilavinia.it Tecnoimpianti Srl S.S 115 C.da Varino Croce S.N. 97100 Ragusa Terre di Pantaleo di Giglio Francesca Via Archimede, 82 97100 Ragusa Viragì s.a.s Via Gulfi, 213 - 97012 Chiaramonte Gulfi info@viragi.it - www.viragi.it Gian Luca Gurrieri Cel: 328 2133328 Silvano Ragusa Cel: 380 9025045 Giuseppe Vivera Cel: 393 9299344 Zisola srl Agricola Contrada Zisola  - 96017 Noto (Sr) Aggiornato al 27/02/2014

AVVISO AI LETTORI. Gli indirizzi sono stati forniti dal Consorzio Monti Iblei. L’Editore declina ogni responsabilità per eventuali variazioni successive alla stampa.Gli indirizzi evidenziati segnalano, anche quale ringraziamento, le Aziende che hanno dato un contribuito.


in primo piano

Sono trascorsi ormai più di dieci anni da quando Giuseppe Cappadonna - dopo una lunga esperienza professionale nel ramo dell’ingrosso e dettaglio di materiali elettrici - decise di dedicarsi, anima e corpo, al settore dei materiali per l’edilizia, delle ceramiche e delle piastrelle da rivestimento, della rubinetteria, dei sanitari (bagno ed arredo bagno, box doccia, vasche idromassaggio...), fondando la “Cappadonna Srl”. L’attività inizia infatti nel 1999, diventando oggi una realtà tra le più importanti del settore, con sede a Mineo, in provincia di Catania e grande show room a Ragusa. “Ogni nostra proposta è dettata da valori positivi poiché il nostro Cliente - dichiara Giuseppe Cappadonna - è per noi tutto il nostro mondo, la sua soddisfazione è il nostro vero obiettivo; il raggiungimento di questo risultato è la chiave per la “fidelizzazione della clientela”, unica via per la salvaguardia e lo sviluppo delle attività, in tempi così difficili”. Non a caso oggi la “Cappadonna ceramiche” può raccontare una storia di successo nel settore della ceramica e dell’arredo bagno, punto dì riferimento tra i più noti nella Sicilia orientale.

L’esperienza ultra decennale al servizio della clientela, ha portato la “Cappadonna” ad offrire prezzi da sogno, con continue offerte “irrinunciabili”: dalle piastrelle piu esclusive a quelle meno costose, con una vasta scelta di rivestimenti per interni ed esterni, tra cui il migliore cotto toscano, il gres smaltato ed il levigato; al centro delle offerte c’è sempre il bagno, o meglio la stanza da bagno, a dimostrazione dell’importanza acquisita, con i mobili più attuali e di tendenza, come quelli in arte povera, con i sanitari delle migliori marche e gli accessori coordinati box e vasche idromassaggio, la rubinetteria ed un grande assortimento di materiale idraulico in genere. A Ragusa, lo show room copre un’area espositiva di oltre 1000mq, tra le più ampie della Sicilia, un comodissimo parcheggio accanto al centro commerciale lpercoop di Viale delle Americhe, e, fiore all’occhiello delle Ceramiche Cappadonna, una precisa consulenza offerta da collaboratori specializzati e preparati, oltre ad una pronta consegna, in tempi brevi (massimo entro 24 ore dall’ordine), a richiesta anche al proprio domicilio.

Cappadonna srl Viale delle Americhe (accanto Ipercoop) - Ragusa - Tel +39 0932 251239 C.da Piano Broscato - Mineo (Ct) - Tel. +39 0933 981585 cappadonna@cappadonna.eu

www.cappadonna.eu

spazio promozionale

Cappadonna Srl, una storia di successo


aziende leader negli Iblei

C’è anche un’altra Sicilia

Una Sicilia che vola La Sicilia soffre particolarmente la crisi e più di altre regioni italiane… Eppure esiste anche un’altra Sicilia, formata da Imprese che, in un contesto molto più difficile, non solo resistono alla crisi, ma con intelligenza, caparbietà, investendo nella ricerca e nello sviluppo, producono eccellenza e vincono nei mercati globalizzati. Servizio curato da Francesca Landolina.

Mosaicomicro ecocontents, un’idea geniale che da Comiso vola nel mondo “Per noi la materia e la sua relazione con i luoghi del vivere - così esordisce Biagio Amarù - il vero motore, imprenditoriale ma anche inventivo dell’Azienda - sono i contenuti di questo progetto che offre un nuovo equilibrio tra uomo e natura..Il vetro – anche quello degli schermi dei vecchi computer - scartato, buttato, reso polvere e unito all’acqua, usata come unico collante, si rivela materia da plasmare”. Un progetto innovativo, ecosostenibile, di grande attualità, ideato per la produzione di mosaici, che da Comiso – patria della lavorazione del marmo e della famosa “Pietra di Comiso” - sta conquistando il mondo, per robustezza ma anche per una miriade di combinazioni di colori, il cui unico limite è la fantasia! Mosaicomicro ecocontents, la linea con un pay off che è tutto un programma: “Si seduce e seduce. Un progetto che emoziona”. Ma emoziona anche noi che abbiamo toccato con mano come la tenacia, la voglia di emergere – puntando su idee nuove, supportate però da ricerca e innovazione - possano “far volare” nel mondo, una giovane realtà comisana che, da una “piccola grande idea geniale”, ha saputo realizzare un “must” mondiale.

Micro Mosaic ecocontents, a brilliant idea that from Comiso flying in the world For us the material and its relationship with the living places - so debut Biagio Amarù - the real engine and the company creative - are the contents of this project that offers a new balance between man and nature. The glass - even the screens of old computers discarded, thrown away, made dust and mixed with water and used as a unique adhesive material to be molded is revealed. An innovative project, thinking for the production of mosaics that from Comiso - homeland of the marble and the famous “Stone of Comiso” - is conquering the world. The strength and the myriad of combinations of colors only are the limit is the imagination! Mosaicomicro ecocontents, the line with a pay-off that is it all. This is an exciting project. It also excites us that we have seen and understatood that the tenacity, desire to emerge - focusing on new ideas, however, supported by research and innovation - can “fly” in the world, a Comiso young fact that from a “small big genius idea” was able to realize a wordwide “must”.


aziende leader negli Iblei

The designers of the embroideries and prints on Etna lava stone, sign NEROSICILIA a collection of flooring popular in the world In Comiso there is a ancient tradition of embroidery, now endangered, but the love for their own land, for the story and traditions, has prompted the company of Biagio Amarù to design a concept of high technical and esthetic value, protected by patents, so born the line “Nerosicilia” forged by the heat of a special oven, changing the surface of the Etna lava stone, magically engraving it with the use of large looms for printing fabrics. “Binding of wires, surfaces and volumes that blend with the structure of the lava, embroideries which set down on the stone like a dress on a body or as a precious embroidery on a tablecloth, turning the line” NeroSicilia - Textone collection “in an imaginary custom-made cloth.for the home for who love nature and design”. From here the worldwide success of Nerosicilia, natural stone lava of Etna slabs, worked without chemical additives. Request all over the world by architects and designers sensitive to the respect for the environment.

Gli stilisti dei ricami e delle stampe su pietra lavica dell’Etna, firmano NEROSICILIA, una collezione di pavimenti e rivestimenti apprezzati nel mondo A Comiso esiste un’antica tradizione del ricamo, ormai purtroppo in via di estinzione; ma l’amore per la propria terra, per la storia e per le sue tradizioni, ha spinto l’Azienda di Biagio Amarù a progettare un concept di elevato valore tecnico ed estetico, tutelato da brevetto; nasce così la linea “Nerosicilia” forgiata dal calore di un apposito forno speciale, trasformando la superficie della pietra lavica dell’Etna, incidendola magicamente con l’utilizzo di grandi telai adatti per la stampa delle stoffe. “Intrecci di fili, superfici e volumi che si fondono con la struttura della lava, ricami che si adagiano sulla pietra come un abito su un corpo o come un prezioso ricamo su una tovaglia, trasformando la linea “NeroSicilia - collezione Textone” in un immaginario vestito su misura per l’abitare di chi ama la natura ed il design”. Da qui il successo mondiale di Nerosicilia, lastre naturali di pietra lavica dell’Etna, lavorate senza applicazioni di smalti o additivi chimici, richiesti in tutto il mondo da architetti e designer sensibili al rispetto dell’ambiente. Office: Via dei Castagni n°1 - Comiso (RG) Italy Manufacturing: SP Comiso-Chiaramonte Km 6,800 Chiaramonte Gulfi (RG) Italy Store: Via Solferino n° 18 - Milano (MI) Italy

Tel: +39 0932 963254 Fax: +39 0932 963254 Mob.: +39 335 5216728 www.nerosicilia.com info@nerosicilia.com


aziende leader negli Iblei

Regran, un futuro di energie rinnovabili Un futuro di energie rinnovabili? C’è chi vi ha scommesso a Comiso. E se è vero che i fatti non mentono, possiamo credere sia realizzabile concretamente. Un team di 30 ingegneri, oltre 40 installatori, un laboratorio fotovoltaico dalla potenza di 430 Kwp, impianti fotovoltaici progettati per circa 120 Mwp, un fatturato di oltre 20 milioni di euro nel 2011: in pochi numeri, ecco chi, in questo futuro, vi ha scommesso, la Regran, un’azienda nata nel 2007 nel campo delle energie rinnovabili, e oggi una delle principali realtà siciliane che opera nel campo nazionale e internazionale. Il suo raggio d’azione è in costante aumento, sviluppando anche mini eolico, solare termico, biomasse, cogenerazione, in espansione verso i mercati esteri (Marocco, Brasile e Australia). www.regran.it

A future of renewable energy Some people bet on it in Comiso. And if it is true that the facts don’t lie, we can believe it is feasible from today. A team of 30 engineers, more than 40 installers, a laboratory with a the power of 430 kWp, photovoltaic systems planed for about 120 MWp, a sales volume of over € 20 million in 2011, in few numbers the wager of Regran, company founded in 2007 in the field of renewable energy, and nowadays one of the principal Sicilian enterprise that work in all the world. Its range is constantly increasing, also developing small wind turbines, solar thermal, biomass, cogeneration and in growth for foreign markets like Morocco, Brazil and Australia.


sezione


Speciale Strade del Vino e dei Sapori di Sicilia