Page 1

since 1999

Guida al tempo libero & benessere - Insubria

18

anni

n.100 - www.tinotte.ch

A N NIV

www.plastiplex.ch

ERSA RIO

by

Night & Day +16 pagine

D AL 1999

Dietro le quinte di Premiazione dei concorsi


Editoriale

tinotte.ch

100 volte Ticino by Night… and Day! Gentili Lettrici, Cari Lettori, la nostra rivista, nata nel 1999, stavolta si propone a tutti voi con un numero unico e irripetibile. La copertina vuole sottolineare la longevità del giornale con un numero 100, che oltre a ricordare le 99 edizioni precedenti, succedutesi a scadenza bimensile per ben 18 anni, propone parecchie novità e toccando nei mesi i più disperati temi, che hanno animato e ravvivato la Regione. Sempre in copertina alcuni elementi storici: il logo dell’associazione non fumatori (da sempre gemellato con la rivista), il partner di insegne a 360° Plastiplex e per l’occasione al centro il partner EVENTMORE. Sulla destra il logo del Festival Magicblues: il più piccolo (ma che sa regalare emozioni uniche) della Svizzera. Sul festival una panoramica di 2 pagine compreso ahinoi… Un ciao al produttore Hannes. Sfogliando le pagine scoprirete l’abituale abbondanza di fotografie e per la prima volta vi proponiamo delle curiose e accattivanti caricature che intendono avvicinare i lettori agli autori dei molteplici servizi di cui il nostro magazine si fa sfoggio in modo decisamente… sbarazzino. Ma non solo. Le pagine tradizionalmente riservate agli spettacoli, alla musica e ai personaggi di casa nostra e no sono state aumentate per questo numero speciale. Nuove rubriche, in aggiunta a quelle ricorrenti, vi portano adesso nel mondo della lana, vi avvicinano al mondo dei bitcoins, e tanto altro. Ma fedele alla propria linea editoriale non mancano ovviamente le pagine dedicate ai concorsi di bellezza e di gastronomia sostenuti dalla rivista e/o promossi da enti e organizzazioni che hanno sempre potuto contare sul nostro convinto sostegno. 80 pagine di stimoli, novità, curiosità. Stimoli, novità e curiosità che - è una promessa - costituiranno il “fil rouge” anche delle prossime edizioni. Ora ci permetteremo di festeggiare con una buona bottiglia di Merlot, ma appena finita la magnum per festeggiare il compleanno continueremo con la stessa passione a sfornarvi ogni due mesi un nuovo numero de Ticino by Night and Day. Anzi, da qualche settimana abbiamo pure fatto il vestito nuovo al sito tinotte.ch. Nei prossimi mesi sarà nostra premura far crescere anche quest’altro mezzo di comunicazione. Non mi stancherò mai di ringraziare tutti coloro che credono i noi e a tutti coloro che ci regalano delle critiche costruttive che ci permettono di migliorare uscita dopo uscita! David Camponovo

IMPRESSUM

n. 100 giugno-luglio 2017 Editore. A.R.T. Promotion SAGL Amministrazione & redazione via San Gottardo 26 - CH-6900 Lugano Info-line. Telefax. E-mail. Internet.

+41 91 605 73 00 +41 91 605 73 04 info@tinotte.ch www.tinotte.ch

Direttore responsabile David Camponovo +41 76 328 60 90

david@tinotte.ch

since 1999

Guida al tempo libero & benessere - Insubria

by Night&Day Impaginazione e grafica Immagimedia e Grafica design grafica@tinotte.ch Fotografia CD-Media SAGL fotoritratto.ch

Maurizio Colombo Fotogarbani

Tipografia Video Maurizio Colombo ticino by night & day

Hanno collaborato Associazione non fumatori, Doriano Baserga, Michele Braccia, Luigi Bosia, Elsa Camponovo, Laura Camponovo, Campus, Renato Carettoni, Sergio Cavadini, A.C., Maurizio Colombo, Claudio d’Agostino, Rita Fabris, Silvio Di Giulio, Davide Guglielmino, Eugenio Jelmini, Giacomo Newlin, Marco Paltenghi, Claudio Palumbo, Stefano Pedrazzetti, Paolo Pellegrini, Pier Paolo Pedrini, Alberto Polli, Angelo Quatrale, Matteo Rampazzi, Charlotte Saccomanno, Roberto Stefanizzi, Riccardo Tesse, Daniele Wälti e Alessandro Zucca. Ringraziamenti speciali: Luca Graziano e Daniele Botta, Angelo&David, Enrico Grisetti e Fabio Lafranchi

Rivista apolitica e aconfessionale

In copertina Aurora Dubuis, hostess della CD Media SAGL e fotomodella del Calendario Ticino by Night & Day 2017. foto Aurora © Fotogarbani

© - Articoli e foto contenuti in questa rivista sono soggetti a copyright. Ogni riproduzione anche solo parziale deve essere esplicitamente autorizzata dall’editore.

3


sommario Guida al tempo libero & benessere - Insubria

since 1999

4

n.100 - tinotte.ch

by

EDITORIALE & Impressum

3

AGENDE Mostre, fiere & rassegne Agende arte, teatro & cabaret Agenda eventi/musica Blenio & dintorni Agenda Como Agende Varese Enjoy la Spiaggetta

6 8 10 28 46 47 9

Musica Ridere di me di Roberta Bonanno Dietro le quinte di Jazz Ascona Night Intervista a Marco Zappa Rock&Blues tornano in Vallemaggia Ciao Hannes... Grazie

Gastronomia Renzo Mattei Il Cardo – azienda agricola La riscoperta di uno bravo Chef Nem ai gròtt Novità al Vitti – Laboratorio e Cucina Quando con l’arte culinaria si vuole conquistare una donna Nomina di prestigo per Massimo Suter Assemblea gerale gruppo WIRnetwork S. Pellegrino Sapori Ticino TiRaccolgo Casale della vita: Lo chef si presenta

18 30 31 32 33 34 35 35 36 37 44

12 13 14 16 16

Personaggio ”A tavola con...” una rubrica che rende omaggio alla passione “A tavola con...” Michele Braccia

19 20

Concorsi

22

38 48


tinotte.ch

Enologia

Benessere e Fashion

Barolobrunello spring edition 2017 39 Vino a protagonista grazie a Ticinowine 40 Cantina Monti 45

Il cappello come mi veste? Corsi BSA di tendenza del 2017 SOS cappelli Arte, emozione, bellezza non solo capelli ma il fascino di essere One Way touches my (He)Art

speciali Speciale Malcantone Speciale Lidi 100 spettacolari numeri insieme Sport

42 64 74

____________________________

5

60 61 62 63 63

Eventi di successo Casting Miss..al Business Break Pub Casting Miss.. Hotel Firenze

68 68

Renzetti: un sogno che si avvera XI Open Internazionale Lugano 2017 IV torneo giovanile Centro Breggia Hockey Lugano e Ambri Ticinobasket 75 anni di storia verso centenario Ciclismo che passione

50 51 51 52

Sono stato licenziato

70

Leggi che ti passa

70

54 55

Informatica_______________________

Raiffeisen della Campagnadorna

57

Quanto è il prezzo dell’auto?

56 57 58 59

71

Lavoro e stress Affaticamento o stress?

Motori Mondo Rally La ronde del Ticino diventa ventenne La Fiat del mondo dei rally Pensieri nel casco

Comunicare

72

Fai da te Il mondo della lana che non ti aspetti

73

Bel Paese 5 Terre un solo paradiso

Numero

77


6

agenda mostre, fiere e rassegne sa 27 - do 28.05 - ore 10.00 - 18.00 Cantine aperte Quartiere Maghetti, Lugano vedi pag. 40 gio 01.06 - ore 09.00 - 21.00 Passione Tango Quartiere Maghetti, Lugano gio 01.06 - 19-00-19.30 Tre giovani autori svizzeri Patio del Municipio, Lugano gio 01.06 - 18.00-19:00 Il mestiere di poeta: Fabio Pusterla si racconta Patio del Municipio, Lugano ve 02 - do 15.10 Caronaimmagina - mostra evento Comune di Carona , Carona ve 02 - do 04.06 Ti-Tattoo Convention 2017 Centro Esposizioni , Lugano sa 03.06 - do 27.08 Hermann Poll (1902-1990) Fondazione Rolf Gerard

do 04.06 – 15.00 Visita guidata al Museo del LAC LAC - Museo d’Arte, Lugano

me 14 - do 18.06 La Bacchica Città di Lugano, Lugano

sa 10.06, me 14.06, ve 16.06 - ore 20:30 Rassegna Vicanta 2017 Parco Villa Costanza, Viganello

ve 23.06 - dalle 19.00 Serata pesce con Distillati Delea e la Cantina Az. Agr. Selvagrossa Borgo Santa Maria Pesaro Osteria Odeon, Lugano

do 11.06 – 15.00 Visita guidata al Museo del LAC LAC - Museo d’Arte, Lugano

fino a ve 30.06 - Tutto il giorno No limits! I campioni dell’altitudine Palazzo Immoteco, Airolo

gio 15.06 – 12.30 Lecture d’oeuvre Lac, Lugano

fino a sa 01.07 Zoran Music Fondazione Braglia, Lugano

ve 16.06 - 18.30 Filo Infinito Centro Monte Verità, Ascona

fino a do 02.07 Craigie Horsfield - Of the Deep Present LAC - Museo d’Arte, Lugano

do 18.06 Ti Ho raccolto Piano di Magadino vedi pag. 37

gio 06.07 – 18.00 Lecture d’oeuvre LAC - Museo d’Arte, Lugano fino a ma 08.08 – ore 10.00-18.00 Dreamland Alps Proiezioni utopiche e progetti nelle Alpi Castello di Sasso Corbaro, Bellinzona

fino a do 18.06 Primavera gastronomica Valle Verzasca e Piano Verzasca , Sonogno

Fino a do 05.11.2017 - Lu-do: 09.00-18.00

Le gioiose fontane del Ticino Esposizione fotografica Ristorante Vetta San Salvatore LUGANO-PARADISO

Oltremodo elegante la fontanina in metallo che si trova nella piazzetta del villaggio capriaschese di Campestro. Da metà ‘800 condivide con la popolazione la sua presenza, disseta i passanti e rende suggestivo l’ambiente rusticano formato dalle vecchie abitazioni e dal caratteristico acciottolato.

La fontana di Cabbio (Valle di Muggio) è definita la più completa e bella del Ticino. Realizzata nel 1806 è formata dal lavatoio centrale e da due corpi laterali, con portici sporgenti sorretti da colonne in granito. La copertura è con piode locali.


tinotte.ch fino a do 20.08 Raffaella Columberg (1926-2007) Pinacoteca Züst, Rancate fino a sa 26.08 ma-sa 09.00-12.00 - 14.00-17.00 X-Nature. Il tempo della Terra, il tempo dell’uomo Museo Cant. di Storia Naturale, Lugano fino a do 29.10 Attraverso il Vedeggio Museo Plebano, Agno fino a do 05.11- lu-do. 09.00-18.00 Le gioiose fontane del Ticino Esposizione fotografica Ristorante Vetta S.Salvatore, Lugano vedi pag. 6 fino a do 31.12 - Tutto il giorno Mario Bernasconi e Irma Bernasconi Pannes Collezione privata, sculture e dipinti. Mostra permanente Piazzetta Mario Bernasconi, Pazzallo fino a do 22.10 - 13:30 - 17:30 Non è tutto oro quel che luccica Museo delle Dogane Svizzere , Gandria

fino a do 22.10 - 13:30 - 17:30 L’Isola degli dèi. Gotthard Schuh. Fotografie. Bali 1938 Museo delle Dogane Svizzere , Gandria   fino a do 27.08 Boetti-Salvo LAC - Museo d’Arte, Lugano fino a ve 30.06 Leda Albanese e Marianne H. Donati Zenzero Art Gallery , Lugano   Sab 20.08.16 - Mar 08.08 - 10:00 - 18:00 Dreamland Alps Castello di Sasso Corbaro , Bellinzona   fino a sa 01.07 Three Grades of Foreignness Stabili Cima Norma , Blenio fino a gio 20.07 In Treno Verso l’Europa. Gabriele Basilico San Giorgio Art Gallery , Lugano fino a ve 28.07 Mirabilia di Silvia Camporesi Photographica Fine Art Gallery, Lugano

Esposizione permanente La Collezione - Nuove consonanze www.masilugano.ch - LAC Lugano sempre aggiornati su www.tinotte.ch

PROGETTO GIOVANI MASSAGNO

Attività al centro sportivo Valgersa

sa 24.06 sa 08.07 sa 22.07

do 18.06, 02.07 Maxitramp Tutto il giorno, con la presenza di monitori G+S sa 24.06, do 09.07, ma 01.08 Arrampicata piccola Tutto il giorno, con la presenza di monitori G+S

fino a gio 01.02.18 Andreae – Brun – Schoeck. Hermann Hesse e i suoi amici musicisti Museo Hermann Hesse , Montagnola fino a sa 23.12 Mostra De Rerum Natura Camera F , Lugano   fino a do 13.08 Robert Indiana Pinacoteca comunale Casa Rusca , Locarno   fino a sa 30.12 Kurt e Barbara Alten Museo Castello San Materno , Ascona   fino a me 01.11 Vivere in montagna Museo storico etnografico della Val di Blenio, Lottigna

do 18.06 (riserva 25.06) Battesimi subacquei Per i minorenni è necessaria la firma di un genitore

Torneo di ping pong Torneo di freccette Torneo di footbalino

gio 15, 22, 29.06, gio 06, 13, 20, 27.07 ore 16.00-18.00 Animazione e ballo latino - con Lisa Angelo Bellandi - Animatore giovanile Tel. +41 91 960 35 13 animatore@massagno.ch www.massagno.ch

7


8

agenda arte, Teatro e cabaret sa 28.05 - ore 21.00 Paolo Ruffini Show Palazzo dei congressi, Lugano

sa 01.07 - ore 20.30 Voglio la luna Palazzo dei Congressi, Lugano

gio 20.07 - ore 20.30 Dancefloor Party con Ti-Beat Fellas Palazzo dei Congressi, Lugano

gio 01 - do 04.06 Orme Festival Perché l’arte lascia il segno Foce, Lugano

do 02.07 - ore 18.00 Clown Cabaret Palazzo dei Congressi, Lugano

ve 21.07 - ore 20.30 Storia di un uomo e della sua ombra Palazzo dei Congressi, Lugano

lu 03.07 - 10.00 Ricciospino Palazzo dei Congressi, Lugano

sa 22.07 - ore 20.30 Per te, una favola bianca Palazzo dei Congressi, Lugano

ma 04.07 - 18.00 Storia di un bambino e di un pinguino Palazzo dei Congressi, Lugano

sa 22.07 - ore 21.00 - 22.30 Miti di Stelle Parco San Grato, Carona

ma 04.07 - ore 20.30 Cyrano de Bergerac Cinema Lux Art House, Massagno

do 23.04 - ore 18.00 Iban il Terribile Palazzo dei Congressi, Lugano

ve 02.06 - ore 20.30 I MiserAbili Palazzo dei Congressi, Lugano gio 08.06 - ore 20.30 Master SUPSI Accademia Teatro Dimitri Teatro Paravento, Locarno ve 09 - do 11.06 - ore 20.30 Nur * Luce Teatro Foce, Lugano sa 10.06 - ore 20.45 L’espulsione - Die Vertreibung Teatro Sociale , Bellinzona sa 17- do 18.06 - ore 13.00 - 21.15 AS-Saggi MAT 2017 Teatro Foce, Lugano ve 23.06 - ore 21.00 Geppi Cucciari - Pierino e il lupo LAC - Piazza Bernardino Luini, Lugano me 28.06 - ore 20.00 Carezze di giganti Parco Ciani, Lugano gio 29.06 - ore 20.00 Le mille e una golena Punta Foce, Lugano ve 30.06 - ore 20.30 Bù! Palazzo dei Congressi, Lugano

gio 06.07 - ore 20.30 ria, una fiaba sulla libertà Palazzo dei Congressi, Lugano ve 07.07 - ore 20.30 La regina delle nevi Palazzo dei Congressi, Lugano sa 08.07 - ore 20.30 Kish Kush, tracce di un incontro Palazzo dei Congressi, Lugano

ma 25.07 - ore 18.00 Spot Palazzo dei Congressi, Lugano ve 28.07 - ore 18.00 Il Giardino delle Magie Villa Ciani, Lugano sa 29.07 - ore 11.00 Cerchio Diritto Palazzo dei Congressi, Lugano

do 09.07 - ore 18.00 Very little circus Palazzo dei Congressi, Lugano

sa 29.07 - ore 18.00 Il fiore azzurro Palazzo dei Congressi, Lugano

ma 11.07 - ore 18.00 Viaggio di una nuvola Palazzo dei Congressi, Lugano

Do, 30.07 - ore 11.00, 18.00 Il viaggio Musiklarium Un viaggio all’uguaglianza Palazzo dei Congressi, Lugano

ma 18.07 - ore 18.00 Cosa c’è...? Palazzo dei Congressi, Lugano

Sempre aggiornati su www.tinotte.ch


tinotte.ch

Enjoy La Spiaggetta… Situata lungo il fiume Ticino che in quel luogo forma una piscina naturale con acqua cristallina e baciata da un’ incantevole spiaggia di fine sabbia, La Spiaggetta vuole diventare il luogo d’incontro ideal del Bellinzonese e non solo. La nuova struttura, con una grande terrazza e snack bar concepiti per integrarsi alla perfezione nell’ambiente circostante, offrirà

ai graditi ospiti squisite insalate, frullati di frutta fresca, rinfrescanti cocktail estivi, succulenti burgers e coppe gelato con l’inconfondibile gelato Mövenpick. A partire dall’orario dell’aperitivo invece si verrà catapultati in luoghi come Ibiza e Mykonos, dove a farla da padrone saranno le sonorità dei migliori DJ’S. Non

mancheranno le feste a tema e i famosi Beach Party by Enjoy. Aperto tutti i giorni dalle 10.00 alle 01.00, La Spiaggetta diventerà in breve tempo il “Place To Be” dell’estate Ticinese, vieni a scoprirla! Per essere sempre aggiornato: enjoyticino.ch

9


10

agenda eventi / musica eventi

classica e lirica

jazz e blues

Toto Cavadini ve 09.06 e 08.09 ore 21.30-24.00 Bar Apache, Melano ve 30.06 - ore 19.00-21.00 Ristorante del Ponte, Cugnasco sa 03.06 - ore 21.00 Capannone di Maroggia sa 17.06 - ore 13.30-15.30 Snack bar Panda, Molino Nuovo www.totocavadini.ch gio 25 - sa 27.05, 10.00-20.00 do 28.05, 10.00-18.00 Locarno Boat Show Locarno ma 30.05 - 19.00 Birra, che passione! Ristorante Odeon, Lugano vedi pag. 10

rock

leggera

latin e tango

etnic e folk

ve 02 - gio 08.06 AreaViva Outdoor Festival Tesserete, Capriasca

ve 09.06 - 20.30 World Doctors Orchestra LAC - Sala Teatro, Lugano

ve 02 - do 04.06 Festa del Magg Comune di Sant’Antonino

ve 09 -do 11.06 Donna & Sport Lido di Lugano, Lugano

do 04.06 – 17.00 Saggio di danza Palazzo dei Congressi, Lugano me 07.06 - 18.00-23.30 sa 03.06, 01.07, 05.08 - 16.00-17.00 Alla scoperta dello splendido villaggio ticinese di Carona Comune di Carona, Carona sa 03.06 - 19.00-19.45 Presentazione dell’antologia. Perché tu mi dici. poeta? Patio del Municipio, Lugano

gio 01.06 – 20.00-23.00 Serata di Tango - Milonga Quartiere Maghetti, Lugano

do 04.06 - 16.30 Vespri d’organo Chiesa di Lugano - Santa Maria degli Angioli, Lugano

do 11.06 - 10.00-17.00 Vintage Market Centro Dannemann, Brissago

do 04.06 - 20.30 Riccardo Muti al LAC LAC - Lugano Arte e Cultura, Lugano

gio 01.06 Apertura Lido San Domenico Lido San Domenico, Castagnola Apertura Lido Riva Caccia Lido Riva Caccia, Lugano Apertura Lido di Carona Lido di Carona, Carona

me 07.06 - 18.00-23.30 Tio compie 20 anni Piazza Manzoni, Lugano

gio 01.06 - 20.30 Orchestra della Svizzera Italiana, Markus Poschner, Alban Gerhardt LAC - Sala Teatro, Lugano

gio 08 - sa 10.06 Palco ai Giovani 2017 Piazza Manzoni, Lugano

gio 01.06 - 20.30 Concerto Chiesa S. Nicolao, Giornico

tecno e altri

gio 08 - sa 10.06 - 18.00-16.00 Dra Villa Campo Sportivo, Villa Luganese

ve 09 - sa 10.06 - 18.30 Breganzona estate Piazza Chiattone, breganzona

sa 10.06 - ore 23:30 Daddy Yankee Vanilla Club, Riazzino sa 10.06 Festeggiate il 60mo anniversario del Parco San Grato Parco San Grato , Carona sa 10.06 - 20.00 Novena la festa del santo Santuario Sant’Antonio, Balerna sa 10, me 14, ve 16.06 - 20.30 Rassegna Vicanta 2017 Parco Villa Costanza, Viganello do 11.06 – 10.30 Filarmonica di Castagnola Parco San Michele, Castagnola ma 13.06 - 18.30 Il Coro della Polizia Ticinese Casa di riposo Alto Vedeggio @ Mezzovico, Mezzovico-Vira me 14 - sa 17.06 Torneo Amatoriale di Calcio “Ul SCARPON” 28ma edizione Campo La Madonnina , Cadro me 14 - gio 22.06 - 16.00 Visita guidata al Centro Dannemann Centro Dannemann, Brissago


tinotte.ch

ve 16.09 - 20.00-23.00 sa 01.07 - 14.00-17.00 Geocaching 2017 Centro Giovanile, Mendrisio sa 17.06 – 21.00 Festate - Festival di culture e musiche dal mondo Piazza Municipio, Chiasso ve 23.06 - 21.00 Geppi Cucciari - Pierino e il lupo LAC - Piazza Bernardino Luini, Lugano ve 23 - sa 24.06 Rally Ronde del Ticino Cornaredo , Lugano vedi pag. 57 sa 24.06 - 21.30 Festa della Musica Nucleo, Mendrisio sa 24.06 - 21.30 Nosferatu | Orchestra della Svizzera italiana LAC - Piazza Bernardino Luini, Lugano do 25 - gio 29.06 Feste campestri di San Pietro Chiesa di Pambio - Noranco - San Pietro Pambio - Noranco lu 03.07 - 20.30 Concerto Diplomandi CSI RSI, Auditorio Stelio Molo, Lugano lu 03 - ve 28.07 ViviLugano 2017 Lugano lu 03.07 - 20.30 Concerto dei solisti del Conservatorio della Svizzera italiana RSI - Auditorio Stelio Molo, Lugano

ve 07.07 The Big Wig di Andreas Schaerer Piazza della Riforma , Lugano

sa 22.07 - 21.00-22.30 Miti di Stelle Parco San Grato, Carona

ma 11.07 - 09.00-16.00 Riparare invece di buttare! Ospedale del Giocattolo, Lugano

do 30.07 - 16.00 Passaggi e assaggi al tramonto Comune di Faido, Faido

ve 14.07 - 20.00 Macklemore & Ryan Lewis Piazza Grande, Locarno

ma 01.08 - 12.00 Grigliata monti di Prugiasco ad Addì Nara, Acquarossa

ve 14 - sa 15.07 - 20.00 50° Circolo Velico di Lugano Circolo Velico Lago di Lugano, Lugano

me 14 - 15.06 Il Tour de Suisse 2017 Città di Locarno, Locarno vedi pag. 55

sa 15.07 Raduno di moto d’epoca Comune di Airolo, Airolo ve 07.07 – gio 03.08 Vallemaggia Magic Blues Valle Maggia vedi pag. 16

Moon&Stars (ore 20.00) ve 14.07 Macklemore & R.Lewis sa 15.07 Zucchero do 16.07 Söhne Mannheims lu 17.07 Gölä ma 18.00 Jamiroquai me 19.07 Sting gio 20.07 Amy Macdonalds ve 21.07 Imagine Dragons sa 22.07 Gotthard Piazza Grande, Locarno Castle on air

ve 28.07 Antonello Venditti sa 29.07 Jarabe de Palo do 30.07 Gipsy Kings www.castleonair.ch

do 02 - do 09.07 Divertente, unico... da Pazz Alpe di Pazz , Novaggio sa 15 - do 23.07 Dettofattoilmanufatto Vallemaggia, Maggia me 06.09 Ligabue - Made in Italy Resega, Lugano vedi pag. 9 sempre aggiornati su www.tinotte.ch

11


12

musica

Il nuovo singolo di Roberta Bonanno

Ridere di me A cura di Marco Paltenghi [RSI]

po sul serio, non piangersi addosso in amore come in altri aspetti della nostra vita. In questo possiamo trovare aiuto quando infatti si è in due, le sconfitte pesano la metà ma, le vittorie valgono il doppio e le vittorie nella vita non sono sempre di chi arriva primo in qualcosa ma, di chi riesce a rimanere per qualcuno. Torna a 10 anni dalla sua partecipazione ad “Amici” Roberta Bonanno. 10 anni ricchi di prove, soddisfazioni, premi, riconoscimenti, serate live ed incontri. Proprio grazie a questi incontri, con persone che oggi Roberta considera come una famiglia, condividendo pensieri, momenti personali e attimi di vita è nato questo nuovo progetto discografico. Il singolo “Ridere di me” anticipa infatti un album ricco di canzoni tutte positive, tutte inedite e nate dalla collaborazione con diversi giovani autori. Uno su tutti Fabio Vaccaro che è anche arrangiatore di tutta la produzione. Roberta ha scelto con il suo team delle canzoni che, ognuna per la sua unicità, riesce a rappresentarla in ogni sua sfumatura caratteriale di vissuto e non solo vocale. Questo singolo vuole comunicare il desiderio di non prendersi mai trop-

Roberta torna dopo un anno dall’ultimo singolo, e ha scelto proprio “Ridere di me” perché da tempo rileggendo, rivedendo e ripensando a questi 10 anni ha avuto molte occasioni per ridere o sorridere dei momenti belli ma, anche delle cadute dalle quali, ha avuto la voglia e la forza di rialzarsi. “Rivedermi, vedere le facce buffe ai casting di Amici, le liti nate e subito finite ma, che allora avevano un altro peso, gli abbracci per un arrivederci a chi se ne andava per poi ritrovarsi, la mia scarsa agilità nel ballo ma, la voglia matta di riuscirci al meglio... ecco tutto questo oggi mi fa sorridere e mi piace Ridere di me. Roberta non ha mai smesso di credere in sé stessa ma, ha imparato appunto a non prendersi troppo sul serio mettendo impegno nel suo lavoro. www.robertabonanno.com

Biografia Nasce a Milano il 22 maggio 1985 con la passione per la musica scritta nel DNA, e coltiva la propria dote artistica studiando canto sin da bambina. Negli anni del liceo, vince vari concorsi musicali “amatoriali”, conquistando ogni volta platea e giurie. Il 20 ottobre del 2007, Roberta entra a far parte del talent show “Amici 7”. Durante questa esperienza, ha modo di farsi apprezzare e amare sia dall’ampio pubblico televisivo che segue la trasmissione, sia dalla folta schiera di esperti che affiancano i conduttori del programma. Con altri 3 giovani talenti, è protagonista di una memorabile finale nella quale raggiunge il piazzamento d’onore e ottiene immediatamente un contratto discografico con la Sony. Tra il 2008 e il 2014 incide alcuni disci, partecipa a serate televisive e concerti. Luglio e agosto 2015 è ospite della seconda e terza serata di “Quello che gli autori non dicono...”, rassegna di incontri musicali con le grandi firme della musica italiana: “Il respiro del mare” di e con Oscar Prudente, e “Canzoni dietro lo specchio... parte seconda” di e con Franco Fasano. Roberta apre il concerto di Riccardo Fogli per il Capodanno 2016 in darsena a Savona. Il 13 febbraio 2016, giorno della finale del 66° Festival di Sanremo, è ospite dell’evento “Omaggio alle Donne del Festival”, che si svolge a Sanremo in piazza Colombo. Si esibisce interpretando tre delle più belle canzoni del passato, presenti al Festival da Loretta Goggi, Giorgia e Mia Martini. Il singolo “Ad un passo (baciami)” viene pubblicato il 31 maggio 2016 sulle principali piattaforme digitali, anticipa il nuovo album, attualmente in fase di lavorazione. Il 15 luglio e il 14 agosto del 2016 apre i concerti di Francesco Gabbani ad Asti e Loano.


tinotte.ch

Dietro le quinte di Ascona Jazz Night A cura di Matteo Rampazzi Cos’è AMA AMA (Associazione Manifestazioni Ascona) è un associazione indipendente che si occupa dell’organizzazione e della gestione delle manifestazioni ad Ascona e, nel caso di manifestazioni organizzate da altri, di fornire il supporto logistico ed organizzativo alle stesse. Come nasce AsconaJazzNight Nasce da una mozione di Stefano Steiger, allora consigliere comunale, con l’intento di prolungare oltre i 10 giorni JazzAscona, che è la nostra manifestazione principale ad Ascona. Con un comitato ci siamo messi al lavoro e abbiamo visto da subito un grandissimo entusiasmo presso i commercianti, ristoratori ed albergatori. AsconaJazzNight nasce così, dal basso, con la partecipazione di moltissimi imprenditori del settore turistico.

Abbiamo volutamente da subito interpellato il direttore artistico di JazzAscona, Nicolas Gilliet, che si è messo al lavoro per trovare le oltre 20 band e artisti che si esibiranno quella sera. I generi musicali sono i più variati, sempre con il filo conduttore di band della regione e della vicina Italia. Durante la manifestazione si spazierà dal gospel, al soul, al R&B, al funk, ma anche swing, boogie woogie, senza dimenticare, ovviamente, il jazz. L’idea è quella di permeare, dalle 17.00 alle 03.00 Ascona di musica. Una delle grandi sfide è stata di rendere la manifestazione completamente gratuita. Non ci sono biglietti d’entrata. Con CHF 10.- si potrà acquistare un braccialetto che darà diritto a degli sconti o a delle offerte nei punti che esporranno l’autocollante di sostenitore della manifestazione. Quali sono gli scopi e gli obiettivi di AsconaJazzNight Lo scopo è, come scritto in precedenza,

quello di estendere il periodo del Jazz oltre i 10 giorni di JazzAscona e di ampliare l’offerta musicale affinché anche chi non è appassionato di jazz in senso stretto, trovi della musica che gli fa piacere sentire e possa godersi dei concerti particolari. Abbiamo anche volutamente esteso la manifestazione dalla Piazza, includendo tutto il Borgo con le sue stradine e i suoi magnifici angoli perché volevamo fare in modo che questa serata diventasse anche l’occasione per scoprire quella Ascona pittoresca e bellissima che spesso ci “si dimentica un po’”. AsconaJazzNight è attualmente alla sua data “zero”. Se la manifestazione avrà successo si è pensato, oltre che a ripeterla, ad estendere questo concetto ad altre date ma, per ora, non ci sono piani concreti in questa direzione. Riteniamo che aver portato una notte di musica con oltre 20 concerti per un totale di 40 ore e oltre di musica sia un ottimo passo.

13


14

musica

Intervista a...

Marco Zappa A cura di Angelo Quatrale - Speaker Radio Fiume Ticino

Ospite del numero 100 della nostra rivista, Marco Zappa, che quest’anno festeggia i 50 anni di grande carriera musicale.I numeri ci sono tuttti in tutti i sensi. È uscito qualche settimana fa,il suo nuovo CD, ”Punt e barrier”, disponibile anche in vinile, con tutti brani inediti e molto bello. Ricco di idee, musicalità e testi reali.Un disco che lo proietta, per altri 50 anni di musica. Una storia artistica, che l‘ha visto comporre brani per 37 dischi, pubblicati anche dalla major EMI Suisse.

Un disco molto atteso che sta creando ed ha creato molto interesse positivo, con molti buoni riscontri. Ti ha sorpreso, ricevere questi commenti ed anche realizzarlo ? In effetti mi ha sorpreso, perché quando si crea un nuovo lavoro discografico, non si sà mai, almeno per me, dove si può arrivare. Sai come puoi partire, ma poi in sede di realizzazione, i brani si modificano a livello di arrangiamento e sonorità. Mi sono molto meravigliato del risultato finale. Mi hanno anche detto, che è stato

ed è un disco che rappresenta una sintesi, di quello che ho cercato di fare in 50 anni di percorso artistico. Infatti si passa anche poi nel live, dallo swing al blues, dal rock alla worldmusic, dal folk alla canzone d’autore. Ho sul palco poi tutti musicisti solisti, che danno un valore aggiunto importante allo show. Una carriera importante, che viene evidenziata anche con l’esecuzione nei lives, di brani che hanno proprio 45-50 anni. La gente canta con te queste canzoni. È vero ci sono molte persone che mi seguono da tanti anni, che ritrovo in vari concerti in Svizzera e che conosce il mio repertorio. Un disco che si trova in vari formati? Sì, si può anche ordinare. Abbiamo stampato un numero limitato di LP doppi, con foto racconti ecc, con all’interno coordinate per poterlo scaricare in forma liquida. Abbiamo cercato così di essere “completi” nella proposta. Hai ricevuto nel primo show al Teatro di Bellinzona un premio molto importante. Il premio Unesco. È come ricevere un Grammy. Io sono come i Castelli di Bellinzona. In via di estinzione. A parte gli scherzi, mi ha fatto tantissimo piacere. Ha premiato la mia attività artistica, dedicata anche all’attenzione per l’essere uomini ed umani. Ai problemi delle persone e dei più deboli.


tinotte.ch Mi è servito tanto, il poter girare per molti paesi compreso il nostro, per attività musicali. Così ho conosciuto molte culture e molta umanità ed interesse per l’arte. I miei testi sono sempre rivolti a quella società che tratta male le persone meno abbienti. Queste tematiche, mi arrivano da tutta la mia formazione giovanile, da quando ho studiato psicanalisi all’università. Le motivazioni del premio erano queste e sono doppiamente felice. 50 anni di musica. Ci sono delle produzioni musicali che non ti rappresentano più, o tutto è stato parte di un percorso umano ed artistico. Come se fossero delle tappe della tua vita. Nel caso della vita, le tappe non si possono programmare. Fai un progetto che poi è legato al momento che vivi. È vero però, che il mio primo singolo del 1967 ”Complication”, era già una critica al traffico stradale, che oggi è decuplicato. La gente sentendolo si diverte e nota che dopo 50 anni, le cose sono cambiate in peggio. L’altro pezzo “Changed” del 1975 (EMI Suisse), che presentiamo dal vivo sempre, è legato ed in sintonia musicale, col periodo nel quale è stato composto.

Hai vissuto a Londra dove hai imparato molto. Molti giovani apprezzano il tuo sound che definiscono molto fresco. La musica alimenta tanto la vita. In che maniera ti ha cambiato e “nutrito”, oltre agli amori ed alle esperienze? Tra l’altro ho suonato proprio di fianco alla villa di Geoge Harrison a Londra parecchi anni fa. Ho tanti amici là ed è stato molto bello come periodo. Ho portato anche qua, per i miei live, gli amplificatori in voga in quel periodo, che uso ancora adesso. Quando entri in un negozio in Inghilterra, senti l’odore delle valvole dei Marshall, dei Vox e delle chitarre vintage... meraviglioso. Avevo portato con mio furgone anche i primi mixer grandissimi, che a queste latitudini ancora non si conoscevano. Per quanto riguarda le esperienze, entrano in gioco nelle canzoni e le rendono vere. Lo spirito di quegli anni lo hai ancora? Hai centrato bene. Io quello spirito l’ho ancora. Intanto è un piacere imparare, strumenti musicali nuovi, che mi permettono di esprimermi in maniera diversa ed è per me stesso una bella storia. Ma il disco dei 50 anni di carriera è il punto di partenza, non di arrivo... Proprio così. Tra l’altro la cosa più facile

era riprendere miei brani e riarrangiarli. Onestamente mi interessava poco. Ho lavorato in questa nuova produzione con 18 pezzi ed abbiamo iniziato una nuova tourneè, con una nuova band. Terrai a Liverpool in agosto una serie di concerti (anche nel mitico Cavern dei Beatles) e poi al Beatles Days a Bellinzona. L’amico Alberto Fortis dice che nei dischi degli ”Scarafaggi”, c’è di tutto: punk, rock, blues e anche i primi rap. Verissimo, dobbiamo sempre poi relativizzare al momento storico e tecnico musicale. Hanno avuto una forza micidiale in quartetto con il loro arragiatore George Martin. Prima di loro. c’erano solo canzoni melodiche. Grazie per la bella chiaccherata. Un saluto a tutti i lettori di Ticino by Night and Day. www.marcozappa.ch Per chi volesse ascoltarlo dal vivo, l’artista si esibirà durante Cantine Aperte presso la casa vinicola di Losone: vini e distillati Angelo Delea.

15


16

musica

Eventi WIRne twork - info w irsi

.ch

Rock & Blues tornano in Vallemaggia A cura della Redazione Rock, a partire dal “British boom” dei mitici anni sessanta con uno dei gruppi seminali dell’epoca, gli Animals, per passare poi attraverso i Wishbone Ash, band storica degli anni settanta, per giungere infine a Marcus Bonfanti, giovane astro nascente del British Blues. “Viaggio ideale” per riscoprire gli albori e per capire quale sarà il tragitto futuro della musica del diavolo. Il resto del cartellone presenta nomi di sicuro richiamo, con diversi “comeback” molto attesi. Non c’è che dire, un programma stuzzicante, che siamo sicuri contribuirà a “riempire” di gente, appassionati e non, le splendide piazze della valle. Come da tradizione si inizia sulla “mitica” piazzetta di Brontallo con la voce possente di Big Daddy Wilson, accompagnato dalla Morblus Band. La prima settimana ha quale splendido scenario Giumaglio. Ad esibirsi con il suo personalissimo sound un gruppo, che nel 2013 impressionò a Cevio dopo lo show degli Status Quo: The Reverend & Black Network. La seconda serata segna il ritorno dei Nine Below Zero Big Band di Dennis Graves, per l’occasione arricchiti di una sezione fiati, per un concerto che si annuncia anche stavolta al fulmicotone. Le storiche piazze di Maggia e di Bignasco presentano pezzi da novanta della scena Blues-Rock. A Maggia spazio per il rock

vintage dei Wishbone Ash di Andy Powell, un gruppo che ha fatto la storia del Rock negli anni ‘70 e che non ha mai smesso di esibirsi. Certamente il concerto “clou” dell’edizione 2016 del Magic Blues. La sera precedente lasciamoci sorprendere dalla band Jane Lee Hooker, tutta al femminile. Grinta e ardore da vendere, le girls ripropongono con accenti moderni punk-garage rock la musica blues dell’epoca d’oro. Ci si sposta poi a Bignasco, dove le sorgenti si ricollegano idealmente al delta. Gli Animals sono stati una delle band di maggior successo negli anni sessanta, piazzando addirittura 13 hits nelle charts e assicurandosi di diritto un posto nella “Rock’n’Roll hall of fame”. Ciò che i fans possono aspettarsi sono veri fuochi d’artificio e classici immortali quali “House

Giovedì 20 lug lio 2017 - ore 18.15 Intro WIR Mag ic Blues aperò con Fabio Lafr anchi presso Piazza di Maggia, Per iscriversi: ca mponovo@wir si.ch entro il 18 luglio

of the rising sun” “We gotta get out of this place” “Boom boom” o “I’m crying”. Evento imperdibile per tutti gli amanti della buona musica dei mitici “sixties”. La serata successiva salirà sul palco colui che molti critici sostengono essere il miglior esponente della nuova generazione influenzata dal British Blues. Marcus Bonfanti suona la chitarra come pochi altri, la sua voce, nel contempo roca e accattivante, e la sua abilità di compositore lo fanno il capofila innovativo del Bluesrock di grande qualità. C’è da scommettere che sarà la grande rivelazione di questa edizione del Magic blues. Malgrado la pioggia Shakura S’Aida la ricordiamo con piacere lo scorso anno ad Avegno. Proprio per il fatto che pochi abbiano potuto ammirarla, si è deciso di farla tornare anche quest’anno. Chiusura dell’edizione numero 17 con Si Cranstoun e Sake. Ispirato dal Vintage-soul di grandi calibri quali Sam Cooke e Jackie Wilson, a Si Cranston, carismatico cantante inglese, è riuscito in breve tempo il balzo da musicista di strada nella variopinta Londra a star della scena Rhythm’n’blues. C’è solo l’imbarazzo della scelta. Un consiglio: conviene farsi l’abbonamento generale e vivere le magie dell’intero festival, sperando che l’estate 2017 ricalchi meteorologicamente quella magica del 2015.

Ciao Hannes... Grazie! Fabio Lafranchi, promotore, Vallemaggia Magic Blues Sono giorni tristissimi per la grande famiglia del Vallemaggia Magic Blues! Sabato ci ha lasciati il nostro caro “The producer” Hannes. In questi 16 anni per noi e da oltre 40 per gli amanti della buona musica, Hannes ci ha regalato tante indescrivibili emozioni!!! Lo ringraziamo di cuore per aver creato

con noi questo bellissimo Festival. La sua professionalità, franchezza e umiltà hanno fatto sì che il nostro sogno diventasse realtà. Testardo come era è sempre riuscito a fare dei programmi in Vallemaggia che prima d’incontrarlo manco osavamo immaginare. Sono stati anni stupendi difficilmente dimenticabili. Ci mancherà tanto ma sarà sempre in piazza con noi. In questo difficile momento siamo vicini alle sue adorate figlie Stefania e Eleonora. Il suo sorriso era leggero e dolce, il suo sguardo vero e sincero, dentro

un’immensa forza che ci accompagnerà per sempre nelle magiche serate blues. Ciao Hannes Per desiderio di Hannes non si è tenuto né funerale né altre funzioni. Sabato 17 giugno 2017 dalle ore 11.00 si terrà alla Novella ad Arcegno una grande “Festa per Hannes” alla quale sono invitati tutti gli amici.

La Redazione di Ticino by Night&Day porge le più sentite condoglianze ai famigliari di Hannes.


tinotte.ch

17


18

gastronomia

Renzo Mattei

Da Re del panettone a oste con passione A cura di David Camponovo

Due anni fa, ceduto il Piazzetta, anche se già in pensione, ma sempre con tanta voglia di affrontare nuove sfide ha aperto, sempre con la compagna, il Grotto Valmaggese che da subito è diventato un locale di riferimento nella “sua” Vallemaggia.

Un titolo forte ma meritato per presentare un personaggio, non più giovane, ma sempre attivo e propositivo. 40 anni di lavoro come panettiere (con all’attivo diversi riconoscimenti) e una vita da oste spesa tra il mitico Regina (Locarno) e poi, per ventidue anni, il Piazzetta (Ascona), dove è stato sostenuto da Nena (la sua dolce compagna).

Sig. Mattei, dove trova la motivazione e la forza per affrontare nuove sfide, dopo aver già tagliato così tanti traguardi? La passione per questo mestiere. E la voglia di creare un ritrovo pubblico dove tra i suoi cardini c’è una costante ricerca di materie prime di assoluta qualità. Per fornire alla gente del posto e ai turisti - tutto l’anno salvo gennaio e febbraio - piatti di qualità. Ci racconti la filosofia e la carta del Grotto Valmaggese? Un menù diverso tutti i giorni a secon-

da di cosa offre il mercato. La nostra filosofia è legata alla ricerca di prodotti di stagione. Lo chef mette a disposizione la sua esperienza di chef stellato coniugata con le tradizioni della cucina tradizionale mediterranea e/o ticinese. L’accoglienza - non solo a parole - dello staff verso gli ospiti è inoltre un aspetto fondamentale che ispira il nostro credo.

Grotto Valmaggese

Via Cantonale CH-6670 Avegno Tel. +41 91 796 23 08 grotto.valmaggese@bluewin.ch Orari Me-lu: 10.00-24.00 Ma: chiuso


Personaggio

tinotte.ch

19

“A Tavola con...”

Una rubrica che rende omaggio alla Passione La rubrica “A tavola con...” è stata introdotta al momento della “trasformazione” di Ticino by Night in Ticino by Night and Day, più inerente al contenuto delle pagine che nella loro storia sono passate da quelle prettamente dedicate a informazioni su eventi serali locali a vere e proprie agende bimestrali sui più svariati eventi che animano la nostra fantastica Svizzera italiana!

Ma il nostro magazine non dimentica che dietro agli eventi c’è un sempre un uomo o un’associazione (composta da più uomini) che rendono possibile ciò. Per il numero 100 ci è sembrato logico rendere omaggio alla categoria ristorazione e abbiamo scelto un uomo con cui da anni collaboriamo con soddisfazione: Michele Braccia.

musica

12

tinotte.ch

A tavola con... Leo Leoni Servizio a cura di David Camponovo

Cari lettori, nuovo Titolo nuovo format e alcune nuove rubriche sono previste a partire da questo numero e altre seguiranno numero dopo numero… per non scombussolare troppo l’abituale lettore. Dai tavoli di un nostro partner, il Ristorante Noca a Lugano Cassarate, in ogni numero fino a Natale incontreremo da vicino un Amico che si racconterà parlando… anche dei suoi gusti culinari. I Gotthard sono il primo soggetto che appare per la seconda volta in copertina… sembrava giusto iniziare da Leo. Iniziamo con un po’ di storia… e 1. Puoi raccontarmi come avete scelto il nome della band? Si, cercavamo un nome svizzero e originale. Gotthard simboleggia questa immensa montagna tra le alpi, cosa più rock di questa non c’era. L’idea è nata da me involontariamente, con una battuta ma ridendo e scherzando tra le varie opzioni ritornavamo sempre su questo nome. Ora è davvero bello poter spiegare alle persone cosa vuol dire, quando mi chiedono perché questo nome, posso rispondere beh perché è casa mia! 2. Leo cosa ne pensi, parlando del massiccio, del secondo traforo? Sei favorevole al secondo traforo? Sì, credo sia giusto farlo ma comprendo ci siano delle problematiche. 3. Nella vita avresti fatto qualcosa diversamente da come lo hai fatto? Certo, io credo che ci sia sempre qualcosa che finisci per lasciare indietro, è la vita. Le scelte in se portano sempre a rinunciare a ciò che non scegliamo.

Servizio a cura di David Camponovo

14

Lei, da molti anni, dedica parecchio del suo tempo libero all’associazione. Perché questa crociata contro il fumo? Innanzitutto non si tratta di una crociata ma semplicemente di un percorso di prevenzione che tocca due aspetti: il primo, quello della difesa del diritto di respirare aria pulita piuttosto che inquinata dal fumo delle sigarette, negli spazi chiusi e pubblici. Il secondo quello di fare in modo che i giovani restino lontani dal fumo il più possibile.

musica Leo... ”Ascolto

musica persino

10. Immagino che credi sia la musica ascolti molta musica, ad influenzare re o in base al l’umosuo ca da ascoltare? umore sceglie la musiSi,

di notte”

La mia attività, perché di attività si tratta, essendo stipendiato per attuare i progetti di prevenzione, è iniziata nel lontano 1976. Quindi l’anno prossimo saranno 40 anni di attività, non di crociata.

© Martin Hausler Concludiamo con qualche generale e personale… domanda

Gotthard nell’olimpo musicale Il gruppo

ascolto molta ticinese 12. Qual musica, 7. Ha partecipato al corteo delle Harley 9. Avete fatto anche delle cover, ci segno sono è il suo ti generi zionale per ben è stato nella classifica nazodiacale? musicali. Credo e apprezzo mol- Sono dell’Ariete, che che Davidson che si è tenuto a Lugano? dei bravi ti piacerebbe reinterpremodo sia la musica pari a 8 anni nelle467 settimane. In pratica in qualche ed è un segno chia la mia personalità. che rispec- pressionante classifiche, un ad re, mapunto dato iml’umo-tra le varie ache viceversa! Un evento imperdibile dal mio tare?influenzare Citami una, Cover che . Dipende. Quando non ritengo sia per forzaForte, testardo, io componi - ad un difetto essere testardi,se utilizzata di vista. Ho vissuto con piacere l’evento, esempio avete ri-interpretato.. -sicuramente ispiri Nelle classifiche alle emozioni nel ti testardaggin di vendita in giusto la ma non ho partecipato alla sfilata. Accat- Si, che personalmente ci siano delle amodo stai vivendo in credo e ti spinge quel momento. non tirarti mai tre 460 settimane. E’ il recordSvizzera per olindietro. Ascolto musica raggiunto dal gruppo rock ticinese, tivante molto bello, ma nonnofadiper me, canzoni che sipersipossono andare a reinnotte, mi aiuta che di fatto li a dormire. Ma ascolto la posizione degli non 13. musica preferisco girare in moto con quattro o terpretare ma credo anche siano canartisti svizzeri di eleva nelCosaci apprezzi In moto bisognaquando vado in moto! successo maggiore una persona e invece non non in stare cosa Meglio nella storia della musica. cinque amici. Tuttavia ritengo davvero zoni intoccabili, per intenderci puoi spesso dei Gotthard, che dico che non molto attenti, io Sicuramentesopporti? ci voglionoladue si situano al quinto non quattro posto, sia importante creare questi eventi a ridipingere Gioconda. Noi in ogni caso sopporto hanno fatto 1. Celine occhi ma ben la violenza, sei; con la moto o l’arroganza. Quello che Dion, 2. Eros RaLugano, renderla una città facile viva,farsi a volte siamo band,è dunque importantedavvero apprez- mazzotti, 3. Madonna e 4. Michael male spesso zo in unaèpersona per launa disattenzione altrui, dunque Sono davanti ad è la sincerità. Jackson. questo manca. Un bravo agli organizza- quando scegliere un brano che crei sinergia tra preferisco John, Bon Jovi, artisti del calibro di Elton rimanere ben vado in modo 14. Hai ancora Queen, Dj Bobo tori! tutticoncentrato noi altrimenti non funziona. Penso ner. Un risultato sogni e Tina Turda . realizzare? 11. Tre nomi ticinesi ad esempio ai capolavori dei THE BEATgruppo musicale che li laurea come miglior svizzero della storia! che credi potrebbero Certo, ancora tanti, emergere? preferisco non Winding Torniamo alla musica… Domanda LES – “The Long And Road” o tuttavia * Il sito svelarli prima di esaudirli. Credo hitparade.ch indica difficile, in bello poter quanto sia pi musicali LED ZEPPELIN “Stairway To Heaven”. gli dire nosco i tanti secondo il successoartisti e i grupartisti presenti non co- to: “questo era una volta averlo realizzapanorama dei loro album il mio complessivo nell’ampio 8. Sono sogni anche di carattere lavoraDall’altro canto ci sono tantissimi vecchi sogno!”. musicale ticinese. nella classifica svizzera trebbe tire dal 1968. listaloro a paressere molto classiciLa po- fascino tivo, prossimamente usciràdere un disco? con mi piacerebbe Leo e la cucina… nessuno sia perlunga. Senza offenSi, abbiamo appena pubblicato un live riportarli a nuova vita… Tutte mi dannon conoscenza dimenticanz o 15. La tua a, credo siano stagione molto bravi: Bignasca, che si chiama Live , si tratta di un ediziono grande emozione, ma forse se preferita? devo Invece, Sinplus e The Flag. Cito anche stagione che preferisci dal la ne limitata, lo trovate soloPrimecode, sul nostroa cui sito citarne una: Tra leSono cover fatte il gioiello lato culinario… un amante disco. In ogni casoho prodotto il secondo le stagioni, sono felice di vivere o ai nostri concerti per i fan. JOE arrivare SOUTH - “Hush” (n.d.r: didatutte molti nondi è facile vuole davvero ci mo apprezzarlein un paese in cui possiatanta forza e passione. anche grazie alla cover conosciuta dei vedere la neve tutte. Mi piace GOTTHARD a Natale, i colori poter Deep Purple). tunno, l’Estate dell’au-

5. Dunque puoi dire di aver creato il tuo gruppo nel momento giusto? Se era il momento giusto non lo so, ma ora sarebbe di certo più difficile avere lo spazio necessario, ma noi siamo soliti dire comunque che siamo nati dieci anni in ritardo, non ci lamentiamo ma qualche anno prima forse avremmo avuto ancora un po’ di fortuna in più (n.d.r: Leo si riferisce, oltre che alla situazione attuale relativa alle tecnologie anche al genere musicale che negli anni ’80 spopolava). L’ importante è proseguire, emergere è facile per certi versi, il difficile è resistere nel corso degli anni. Moto da sempre una grande passione! 6. La tua passione per le moto è nata da piccolo? Si, da ragazzino avevo un motorino e sognavo già una moto di quelle vere. Il sogno si è avverato.

35

Palmarès Non Fumatori dell’anno

A tavola con... Alberto Polli

dalla copertina

4. Siamo nell’era della tecnologia, so che Tu non ne sei un amante, cosa pensi degli mp3? Intanto sono felice che la gente stia cominciando a constatare che la qualità degli mp3 non è pari a quella di un disco. Dietro ogni singolo brano c’è molto lavoro, non mi piace l’idea che venga tutto schiacciato in quella scatoletta. Credo che prima o poi la tendenza sarà quella di tornare indietro, lo dimostra il ritorno dei dischi in vinile, stavano praticamente scomparendo invece ora si torna a comprarli. Mi piacerebbe solo che la tecnologia sia utilizzata nel giusto modo, vorrei che le generazioni future possano capire cosa sta andando perso.

Nel prossimo numero ci siederemo a tavola, finalmente, anche con una donna pure lei legata alla categoria ristorazione.

gastronomia

34

13

Esempio di successo per la categoria ma soprattutto un grande uomo, come i precedenti che ricordiamo sotto, di cui il territorio ha un grande bisogno. Persone che amano e credono in quello che fanno!

Suppongo che una delle sue più grandi soddisfazioni sia stato il divieto di fumo nei locali pubblici… Cosa può dire in proposito? Eh, certo! È stata una bella soddisfazione dopo aver lavorato tanto. Che cosa posso dire? Che se i fumatori avessero recepito il problema del rispetto di chi non fuma e fossero stati più educati, non sarebbe stato necessario arrivare ad una legge. Ma si sa che nessuno sa regolarsi da solo, bisogna che qualcuno gli dia delle regole. Faccio l’esempio delle regole che concernono la caccia e la pesca: se non ci fossero regolamentazioni per i periodi, i giorni, le tipologie delle prede, gli orari, i pesi e le misure... cacciatori e pescatori andrebbero a pescare e cacciare in qualsiasi momento dell’anno, con le armi che più aggradano loro, caccerebbero qualsiasi animale senza distinzione, di qual-

rapporti sociali. Quindi le regole ci vogliono, sono necessarie. Poi se si chiamano “divieti” o “normative” o “regolamentazioni” poco importa. Il concetto è sempre uguale. Ci vogliono le regole per vivere con rispetto nella nostra società.

Alberto con Federico Soldati (Non fumatore dell’anno 2012), e sotto tra Raffaele Sannitz e Inti Pestoni (2014).

siasi peso e misura, ecc. Quindi ci vuole una regolamentazione. Un secondo esempio è quello dei parcheggi per i disabili. L’utente della strada capisce che non deve posteggiare in quegli spazi solo se riceve una sanzione... perché? Perché l’uomo tendenzialmente “se ne frega” di sé e degli altri e oggi più di ieri vi è un qualunquismo precoce e profondo che degrada i

«LIVE & BANGIN’» massimo, ma se è bel tempo beh è il la edizione speciale limitata maggiormente stagione che apprezzo è la primavera. vera tutto si ricostruisce. In PrimaEstate no… adoro la carne alla griglia! e autun-

Alberto Polli (al centro), la collaboratrice Sofia Petraglio (la prima da sinistra - hostess CD Media SAGL), sensibilizzano dei fumatori in occasione della giornata Clean Up della città di Lugano distribuendo l’ecobox, il posacenere tascabile.

In cosa consiste il lavoro dell’associazione? Ora che il divieto di fumo nei locali è una realtà, cosa resta da fare? Restano da portare avanti i programmi di prevenzione e sensibilizzazione per i giovani, nelle scuole e nelle società sportive e per scuole intendo anche quella degli apprendisti, affinchè i giovani non inizino a fumare e alla fine non costino alla società intera. Tutti i costi relativi al fumo ammontano ad un miliardo (che sono mille milioni) di franchi all’anno. Uno degli obiettivi da raggiungere assieme ai fumatori è quello di non disperdere nell’ambiente i mozziconi di sigaretta in ogni luogo, sulle strade, davanti ai semafori, nelle aiuole, davanti ai ritrovi pubblici... Oggi davanti a certi ritrovi pubblici (all’entrata dove tutti passano, e che dovrebbe essere un biglietto da visita positivo per l’esercizio pubblico) è uno schifo di mozziconi abbandonati.

Alberto Polli, 1948, docente di scuola elementare, maggiore e media (geo-storia prima e sostegno pedagogico, poi), direttore-coordinatore di tutta l’attività anti-tabagica in Ticino, dal 1980. Benefattore per qualcuno, ayatollah per qualcun altro. In ogni caso uno che non ha mai mollato: un testardo. Dopo trent’anni di lotta al fumo ha venduto la pelle dell’orso, ma prima l’ha ucciso. Nato non-fumatore, vi è restato e sostenuto dall’80 per cento dei cittadini in una votazione storica per il Ticino (12 marzo 2006) ha messo in ginocchio tutti i presunti paladini della libertà di fumare e ha tracciato la via per estromettere il fumo dai luoghi pubblici dell’intera Svizzera. www.nonfumatori.ch www.ti-sport.ch

Via Giulio Vicari 19, CH-6900 Lugano Tel +41 (0)91 971 58 48 www.nocarestaurant.ch

Anche una nostra Miss nel pestigioso palmarès: Viviana Kocher (2009)

Orari: Lu- ve 06.00-24.00 Sa- do 07.00-24.00

1981 - Mario Cortesi, regista cinematografico 1982 - Erica Hess, sciatrice 1983 - Etienne Dagon, nuotatore 1984 - Werner Gunthoer, lanciatore del peso 1985 - Michela Figini, sciatrice 1986 - HC Lugano, disco su ghiaccio 1987 - Bernard Bieri, esercente 1988 - DMS Basel, diplommittelschule 1989 - Erhard Loretan, guida alpina 1990 - Von Orelli, Com. SR Fanteria Coira 1991 - Flavio Cotti, pres. della Confederazione 1992 - Franco Knie, artista 1993 - Claude Nicollier, astronauta 1994 - Vreni Schneider, sciatrice 1995 - Toni Rominger, ciclista 1996 - Donghua Li, ginnasta 1997 - Mauro Gianetti, ciclista 1998 - Corrado Kneschaurek, albergatore 1999 - Marco Borradori, Cons. di Stato 2000 - Marina Masoni, Cons. di Stato 2001 - Gianni Pettinari, sportivo 2002 - Al Consiglio di Stato del Canton Ticino, miglior team politico 2003 - Team Alinghi (Ernesto Bertarelli), miglior team sportivo 2004 - Giorgio Giudici, Sindaco della Nuova Lugano, miglior team teacher 2005 - Claudio Belloli, Pres. di Gastro-Ticino e Corrado Kneschaurek, Pres. di Hotelleriesuisse 2006 - Massimo Busacca, arbitro internazionale di calcio 2007 - Fantasios, mago internazionale 2008 - Lara Gut, sciatrice 2009 - Laura e Marie Polli (sportive) con Viviana Kocher (Miss TbyN 2009) 2010 - Pelin Kandemir, deputata al Gran Consiglio 2011 - Paolo Beltraminelli, consigliere Di Stato 2012 - Federico Soldati, mentalista, illusionista, mago 2013 - Rubens Bertogliati, sportivo 2014 - Inti Pestoni e Raffaele Sannitz , sportivi 2015 - ? Scopritelo sul prossimo TBN&D!!

A tavola con Leo Dolce o salato? Pasta o pizza? salato Carne o pesce.. Pasta o vegetariano Vino rosso o bianco? ? Carne Vino rosso Ticinese Piatto preferito? * www.hitparade.chCarne alla griglia

David Camponovo con Leo leoni e Charlotte

Via Giulio Vicari 19, Tel +41 (0)91 971 CH-6900 Lugano 58 48 www.nocarestaurant.ch

Orari: Lu- ve 06.30-24.00 Sa- do 08.00-24.00

T E S S E R E T E

Via Fraschina, CH-6950 Tesserete - tel. +41 91 943 22 96 - irishclubalpino@bluewin.ch

gastronomia

34

tinotte.ch

A tavola con... Dany Stauffacher

“Perché a tavola non c’è solo il benessere, ma trovi anche la felicità” Servizio a cura di David Camponovo

Oggi abbiamo avuto occasione di incontrare il terzo ospite di Ticino by Night&Day, Dany Stauffacher, fondatore di S.Pellegrino e Sapori Ticino Sagl. Durante questo incontro al Ristorante Noca a Viganello, abbiamo avuto modo di chiacchierare e scoprire diversi aspetti di quello che rappresenta l’azienda Sapori Ticino. Abbiamo cominciato l’intervista accompagnati da un buon Merlot, perché quest’oggi l’argomento trattato è l’enogastronomia. Abbiamo scelto Dany perché dal 2007 ha creato una manifestazione eccezionale: Sapori Ticino. È una manifestazione eccellente, che ha segnato una serie di eventi legati alla gastronomia e al vino, quindi il Ticino veramente deve molto a Dany, come Dany deve molto al Ticino. Carne o pesce? Assolutamente tutte e due. Salato o dolce? Io mangio di tutto ma di principio preferisco di più il salato.

La sera pasta o pizza? Pasta tutta la vita, ma non solo alla sera anche sul mezzogiorno.

Bollicine: Rosso o Bianco? Rosso, che ultimamente devo dire è una grande passione. Il Merlot resta il mio preferito ma il Pinot nero è il vitigno in assoluto, che in futuro avrà un successo strepitoso.

Pesce di lago o pesce di mare? Col pesce di mare hai più possibilità perché la varietà è molta, i loro sapori sono diversi: possiamo dire che loro vincono la guerra ma non la battaglia.

Al di fuori del Ticino, quale regione d’Italia o di Francia? La Sicilia.

Avessi avuto la bacchetta magica e avessi potuto scegliere il secolo in cui avresti potuto vivere, quale sarebbe stato? Mi sarebbe piaciuto tantissimo la scoperta del West, andare a scoprire i territori, creare delle comunità e vedere come qualcosa di si sviluppa. È chiaro che li c’è un po’ l’angolo nero degli indiani, anche se devo dir la verità tra i Cowboy e gli indiani io tenevo agli indiani. Rock o Blues? Blues, attenzione poi però al rock che è un po’ vasto.

Lo sport che più ami? La pesca è uno sport? Chiedo… allora la pesca. Perché ti da delle sensazioni meravigliose, io ho fatto dei viaggi molto belli: in Patagonia (vedi foto sotto), in Canada vicino all’Alaska, dove di solito c’è il release e prendiamo magari un salmone per cena.

In alto: Dany prima di gustarsi la tartare al Ristorante Noca. Sopra: Il personale del Noca, Dany Stauffacher e David Camponovo.

Uno degli artisti musicali che preferisci? (un singolo e un gruppo) I gruppi sono due, i Gotthard e i Van de Sfroos, come attuali, però potrei dirti i Beatles, che hanno fatto la storia, noi li abbiamo vissuti proprio in prima persona. Come singolo invece direi Battiato.

Sei passato dal business della moda a quello gastronomico, perché? È un hobby che è diventata una professione, le ragioni sono essenzialmente due, la prima è che adoro il Canton Ticino. Essere ticinese nel salire può essere difficile, ma dall’altra parte essere ticinese può avere i suoi vantaggi. Il secondo è perché veramente sono convinto che a tavola si svolge tutta la vita di ognuno di noi: non c’è solo il benessere, a tavola trovi anche la felicità! Questa mia passione nasce anche dal mio passato: ho avuto la fortuna di girare il mondo, sono stato in America, Asia e lì quando ti trovi magari da solo a Bangkok cosa puoi fare? Vai a mangiar bene, e quindi il cibo

S.Pellegrino Sapori Ticino S.Pellegrino Sapori Ticino nasce nel 2007 da un’idea di Dany Stauffacher. Il suo sogno era quello di far conoscere l’enogastronomia come mezzo essenziale per lo sviluppo del turismo, soprattutto in un territorio come quello del Canton Ticino, ricco di eccellenze e qualità. Sono proprio questi due elementi, insieme alla grande passione, le basi su cui si articola tutta la manifestazione. Durante gli ultimi 9 anni, S.Pellegrino Sapori Ticino, insieme a molti dei migliori Chef ticinesi e agli alberghi e ristoranti in cui lavorano, ha sviluppato un evento unico dedicato all’enogastronomia di qualità. L’idea che la tavola sia da sempre uno dei momenti più importanti della nostra vita e spesso il miglior modo per creare delle relazioni si è rivelata corretta data la grande attenzione riservata dai media

Via Giulio Vicari 19, CH-6900 Lugano Tel +41 (0)91 971 58 48 www.nocarestaurant.ch

Lugano o Ambri? Curva Nord! Da quando ero piccolo.

Foto ufficiale di S.Pellegrino Sapori Ticino 2015 - www.saporiticino.com

diventa compagno di viaggio. Sapori Ticino è nato per il grande amore per il Ticino e per i suoi prodotti straordinari!

Orari: Lu- ve 06.00-24.00 Sa- do 07.00-24.00

Hockey o calcio? Se posso sceglierne una sola, Hockey.

35

44

a Sapori Ticino in questi anni. L’interesse per la manifestazione è salito di pari passo alla sua copertura mediatica fino ad essere riconosciuto come uno dei più importanti a livello Svizzero ed Europeo.

gastronomia

Ogni anno viene proposto un tema diverso, come i grandi Chef Italiani, Les Grandes Tables de Suisse, i migliori giovani Chef d’ Europa, le donne Chef, la città di Berlino, gli Swiss Deluxe Hotels e nel 2015 “World’s Top Chefs”, ossia 8 Chefs dei migliori 51 ristoranti al mondo sono stati ospiti della manifestazione. Per il 2016 è previsto il tema “10 YEARS” che festeggia con grande orgoglio i 10 anni di storia di questa manifestazione. Tra 8 e 10 cene con altrettanti Chef tristellati Michelin e altre serate con grandi Chef andranno a costituire un parterre di ospiti e una parata di stelle Michelin mai realizzata a livello mondiale durante un solo evento!

Servizio a cura di David Camponovo

dopo Leo Leoni (musica), Alberto Polli (Sociale), Dany Stauffacher (gastronomia) stavolta, a tavola, ci siamo intrattenuti con il sindaco di Lugano Marco Borradori. Ne abbiamo approfittato per conoscere meglio una persona, che ha dedicato la vita in favore della politica ticinese. Abbiamo cercato di cogliere qualche aspetto interiore di un personaggio molto presente nella vita ticinese, ma in fondo pure molto riservato.

Biografia

Caro Marco nella vita ci sono dei treni, a volte bisogna prenderli a volte no. Raccontaci di tre treni fondamentali della Tua vita e anche, perché no, di una sosta che hai voluto o dovuto fare (se c’è stata).

Dany Stauffacher nnasce nel 1953 a Zurigo. I suoi genitori si trasferiscono con lui in Ticino quando aveva due anni. E’ cresciuto a Lugano, dove vive tuttora in una vecchia fabbrica ristrutturata. La sua carriera è fortemente influenzata dallo sport: a 17 anni ha debuttato nella serie A di basket del campionato svizzero e a 20 anni ha iniziato la vendita di abbigliamento sportivo. Con l’età ha sviluppato una forte passione per la buona tavola; è convinto che l’enogastronomia sia il mezzo migliore per promuovere il territorio ma anche per creare rapporti, divertirsi e coltivare amicizie. Nel 2007 ha creato S.Pellegrino Sapori Ticino, diventato uno dei più interessanti eventi gastronomici d’Europa. Oltre al cibo e al vino, le passioni di Dany Stauffacher sono la pesca, la sua Ducati e le montagne ticinesi. Nella sua vita ha viaggiato molto per affari e ha visitato oltre 1000 ristoranti in tutto il mondo.

È importante avere il coraggio di prendere i treni che passano nella vita e, altrettanto fondamentale, è non sbagliare gli orari, perché anche solo un attimo di ritardo può risultare decisivo. Le scelte più importanti, spessissimo, si fanno al volo. Per me è stato così.

Il suo sogno e la sua sfida: avere un Ticino turisticamente forte.

gastronomia

tinotte.ch prima serata di Cevio quando il giorno dopo piovve che sembrava il diluvio universale). I concerti sempre al top e la partecipazione del pubblico, con grande sorpresa, intensa. La prima edizione abbiamo avuto 4 serate e i Il concerto inaugurale fu tenuto proprio da Marta Wright. Da qui la decisione di riproporlo sull`arco di 5 anni al fine di testare se le prime sensazioni fossero confermate negli anni.

A tAvolA con... Servizio a cura di David Camponovo

Questa volta “a Tavola con” è realizzato con lo storico partner Vallemaggia Magic Blues. Dietro ad ogni evento ci sono delle persone. In questo caso dietro a questo fantastico festival musicale ci sta un duo assolutamente ben assortito. Il duo risponde al nome di: Fabio Lafranchi e Hannes Anrig, che abbiamo incontrato al Grotto Valmaggese, splendida nuova realtà culinaria in Vallemaggia. Motivazione per il così ampio spazio? Semplice perché il festival compie quest`anno 15 anni ed è diventato un evento imprescindibile del ricco palinsesto festivaliero ticinese. “The smallest Big Blues Festival in Switzerland” ha avuto il pregio, secondo noi, di evolvere negli anni trasformando più volte il suo format, ma mantenendo sempre ben strette le sue peculiarità: grande qualità musicale sul palco con artisti internazionali e in scenografie uniche delle piazze valmaggesi. Ma allo stesso tempo il festival è nato con l`intento di offrire qualcosa di valido agli ospiti in vacanza nella regione.

La rubrica a Tavola con… è nata l’anno scorso con la trasformazione da Ticino by Night in Ticino by Night and Day con lo scopo di sottolineare l’Amicizia del giornale verso alcune persone con cui abbiamo collaborato per più anni. Ebbene con Magic Blues la collaborazione procede con soddisfazione da oltre 10 anni quando grazie all’indimenticato Pierre Robbiani accompagno il sottoscritto ad assistere ad un “magico” concerto dell’incredibile “animale” da palcoscenico che rispondeva al nome di Eric Sardinas. Il primo amore non si scorda mai… ma gli affezionati estimatori del festival hanno potuto anche in seguito vivere serate indimenticabili in ubicazioni incantevoli. Ecco questo è Magic Blues. Ma riportiamo fedelmente – grazie alle parole di Fabio Lafranchi – com’è nato questo Festival. Erano i primi anni del 2000, Raffaele Dadò (presidente di Vallemaggia Turismo) e Fabio Lafranchi (direttore) sognavano un grande evento per tutti i turisti che passavano le vacanze nella bella Vallemaggia. Un evento, che se fatto bene, avrebbe fatto parlare della Valle (Event marketing). Esistevano ed esistono tutt`ora già diverse manifestazioni in varie località del Can-

tone, nelle quali una regione ci si identifica p.es. JazzAscona ad Ascona, Rabadan o il Mercato a Bellinzona, Estival e Blues to Bop a Lugano o la rassegna gastronomica del Mendrisiotto. In un primo momento si pensa, ci si orienta su qualcosa di folk visto anche il target degli ospiti che frequentano la valle. Ma il destino ha in serbo un altro progetto per i due entusiasti amici dell`Ente Turistico. Grazie alle conoscenze di Renzo Piezzi, a quel tempo sindaco di Giumaglio (poi presidente dell`Ente ed oggi membro del Ufficio presidenziale dell’Organizzazione Turistica Lago Maggiore e Valli) hanno la possibilità di incontrare Hannes Anrig, che oltre ad avere alcuni festival in Svizzera gestisce un’ importante agenzia musicale. Il signor Hannes Anrig era il Mister della Festa New Orleans, festival precedentemente tenuto a Lugano ma trasferito in seguito ad Ascona, ed era alla ricerca di un posto per realizzare un concerto con Marva Wright, artista del suo rooster. Dall`incontro nasce l`idea per una rassegna su più settimane, di mercoledì, e di buona lena ci si mette al lavoro.

Una cucina “sem al Grotto Valm plice”… piena di stelle! aggese di David Camponovo

tinotte.ch

Il secondo treno, sempre pilotato dal Nano, è stato quando nel 1995 c’era da allestire la lista per il Consiglio di Stato. Io stavo molto bene, avevo una vita che mi appagava, a Lugano in Municipio e a Berna in Consiglio Nazionale. Mi sembrava un momento in cui potevo fare esperienza, approfondire ciò che stavo svolgendo. Non avevo nessuna intenzione di candidarmi per altre cariche. Ma il Nano mi convinse a mettermi a disposizione dato che Flavio Maspoli, candidato naturale per il Consiglio di Stato, viveva una situazione piuttosto delicata, così sarei stato, secondo lui, pronto a subentrargli in caso di necessità. Io ho detto che andava bene, sapendo che avrebbe dovuto essere Maspoli il candidato numero uno. Questo è stato il secondo treno che ho preso, più per caso che per volontà. Non volevo necessariamente diventare Consigliere di Stato, ma poi le cose hanno preso una piega diversa da quella che immaginavo e io sono stato in Governo per diciotto anni. È stata un’esperienza fantastica!

Marco Borradori durante l’intervista presso il ristorante pizzeria Tango in Piazza Riforma a Lugano.

Il terzo treno che ho preso è stata la decisione più difficile, quella di scendere dal convoglio del Consiglio di Stato e tentare di diventare sindaco di Lugano. Era un rischio grandissimo perché Giudici era sindaco di Lugano da quasi trent’anni e aveva tutto un suo elettorato fedele, ma io ero convinto che quello fosse il momento giusto per tentare e l’ho detto al Nano, che all’inizio era un po’ tiepido, ma poi si convinse. In questo momento sono felice di essere a Lugano perché c’è un contatto ancora maggiore con la popolazione e con la città, è un grado di coinvolgimento decisamente superiore a quello che ho vissuto in Governo. A questo punto ne approfittiamo per chiedergli di spiegarci il suo modo di essere sindaco di Lugano. Questi tre anni di legislatura sono stati molto impegnativi ed intensi e credo che il municipio abbia lavorato bene, considerato anche che sin dall’inizio ci siamo trovati confrontati con una situazione finanziaria delicatissima. Ci siamo posti delle scadenze per risanare il bilancio e tutte le tappe intermedie stabilite le abbiamo sino ad oggi raggiunte. Questo ci lascia ben sperare di poter tornare al pareggio dei conti già nel 2018. Obiettivo vitale, perché si sa benissimo che una macchina senza benzina non può andare lontano.

La riforma dell’amministrazione l’abbiamo praticamente conclusa. Ci saranno delle fasi ulteriori, ma il grosso è stato fatto. E’ stato, secondo me, un progetto decisivo e lungimirante che ha richiesto molto impegno da parte di tutti, collaboratori e personale compresi; alla fine, ritengo che il risultato sia molto buono e permetta alla città di lavorare con un metodo nuovo per il futuro. Abbiamo poi costituito un Ufficio quartieri ben strutturato, che funziona, interagisce in modo costante e puntuale con i quartieri, con i rappresentanti delle commissioni di quartiere e con la popolazione. Il lavoro comincia a dare i suoi frutti ma, sono sicuro, in futuro le cose andranno ancora meglio! Laddove ci sono ex comuni che hanno ancora dei problemi, sono fiducioso che questi potranno essere risolti in tempi abbastanza brevi. La legislatura che sta per finire e quella che comincerà vedranno occupata la città su alcuni grandi progetti. Poiché la situazione finanziaria negli scorsi anni si è come detto rivelata molto problematica, questi non potevano evidentemente essere affrontati subito. Alcune opere si sono potute iniziare, altre dovranno essere avviate e portate avanti a tappe, in modo tale che la popolazione veda che vi è la forte volontà di partire e raggiungere gli obiettivi prefissati.

23

strutture all’altezza. Certo, abbiamo anche dei problemi, penso allo stadio che non è più al passo con i tempi e con le norme vigenti, penso alla mancanza di un palazzetto dello sport. La soluzione a questi problemi non avverrà in tempi brevi, bisogna essere onesti, richiederà ancora qualche anno, ma c’è. Si tratta del polo sportivo e degli eventi, che verrà realizzato a Cornaredo.

Cari lettori, Care Lettrici, dopo Leo Leoni (musica), Alberto Polli (Sociale), Dany Stauffacher (gastronomia) e Marco Borradori (politica) stavolta, a tavola, ci siamo intrattenuti con un altro Amico del giornale (che tra l’altro è stato inserito in una bellissima copertina Ticino by Night 78 assieme ai Gotthard in un momento della consegna del Premio Gottardo) Flavio Giannini della Giannini Graniti di Lodrino. La motivazione perché “a tavola con”? Semplice: un imprenditore di successo che ha saputo valorizzare un’importante materia prima.

L’esperienza degli studi in diritto e quella dell’avvocatura, esercitata per cinque anni, mi ha insegnato molto. Mi ha preparato alla vita dandomi delle solide basi.

Lugano ha tanti privilegi, una natura, una collocazione geografica e un paesaggio bellissimi, siamo su un’importante via di transito, fra Zurigo e Milano, abbiamo un alto grado di sicurezza, è una città in cui si vive molto bene. Parecchi stranieri, anche benestanti, hanno deciso di venire a vivere a Lugano perché vi si trovano a loro agio. A me spiace solo quando esco d’inverno e vedo la città vuota. Mi mette tristezza, la vorrei viva e pulsante tutto l’anno, con tanta gente nelle strade e sulle piazze. Marco svelaci qualche caratteristica che Ti ha permesso una così brillante carriera. Sono stato molto fortunato nella mia vita, ho vissuto situazioni e svolto professioni intense e appassionannti. Credo di avere la capacità di ascoltare, di entrare in sintonia con le persone che ho di fronte. La perseveranza e la pazienza sono doti che mi riconosco. Ho capito in fretta che in politica non si può purtroppo avere tutto e subito. E poi mi piace motivare le persone a lavorare con me e in gruppo. Sono convinto che da solo non si può fare molto.

Ma, in fondo, non era quello che volevo fare veramente. La disciplina giuridica mi ha entusiasmato, soprattutto mi ha insegnato ad usare la logica. La professione, invece, non mi ha mai appassionato. La politica è giunta proprio nel momento in cui ero alla ricerca di nuovi stimuli e nuove soddisfazioni. Il Nano è arrivato al momento giusto per darmi la motivazione giusta! Come si vede, tutto il mio percorso politico è legato a lui. La metafora del treno è perfetta per ricordare come Giuliano sia stato l’elemento centrale (il macchinista, si potrebbe anche dire) della mia carriera politica.

A proposito di progetti come si posiziona Lugano nell’ambito delle sport e delle sue strutture? “Lugano Città dello sport” non è un miraggio e neppure un vuoto slogan, ma è una realtà. Le strutture sportive a Lugano sono state più volte lodate e sono

tinotte.ch

Chi è Flavio Giannini? Classe di ferro 1954, ariete, coniugato con Maria e attorniato da Massimo, Reto e Chiara che amo definire le mie inseparabili “colonne critiche”, ho rilevato la ditta paterna dove, dopo i necessari diplomi, sono professionalmente cresciuto. Ex-Municipale di Lodrino, membro del Lions Club Alto Ticino, vicino al mondo sportivo poiché sponsor ufficiale di parecchie società, nel (pochissimo) tempo libero raggiungo la pace del mio eremo di Bedretto o il blu delle stupende acque di Frejus dove, fra una grigliata nostra-

Jean Marie e Lilian Perriard del Giardinetto di Biasca e Flavio Giannini

importanti fiere ed esposizioni tra cui il nuovo showroom Home and Stone Living a Castione.

na o di squisito pesce marino, mi godo, oltre che un buon libro, anche i piaceri della buona cucina e dell’enologia. Quali sono, in modo schematico, le caratteristiche della sua ditta? Attiva da oltre 50 anni, 50 operai specialisti, 50’000 mila metri cubi di roccia estratti in un anno e lavorati grazie alla nostra esperienza e ad un laboratorio con tecnologie di ultima generazione tra cui un robot a 7 assi, Riusciamo a plasmare questa unica materia prima ticinese realizzando arredi esterni ed interni, lastricati, pavimenti e rivestimenti, bordure stradali, caminetti in pietra, bagni, tavoli, panchine, pergolati molto apprezzati da un mercato indigeno ed anche all’estero (Francia, Italia, Germania Stati Uniti e Asia,...) visibile e vendibile oltre che direttamente nella nostra cava di Lodrino anche in innumerevoli,

Ci siamo incontrati al Giardinetto di Biasca, locale che da 18 anni viene condotto da Jean-Marie e Lilian Perriard e che ci hanno accolto con il consueto calore e gentilezza. Tra un boccone e l’altro abbiamo chiacchierato con Flavio che con la proverbiale pacatezza e gentilezza ci ha raccontato diversi aneddoti e curiosità. Ma iniziamo con una battuta. ...“graniticamente unici!” Un “roccioso” messaggio, oltremodo significativo, che ben sintetizza l’attività della Giannini Graniti SA di Lodrino ed un altrettanto “roccioso” suo manager, Flavio Giannini, con il quale ci siamo intrattenuti per carpirgli segreti di attività, progetti e... sogni nel cassetto.

Qual è la chiave del vostro successo? Assoluta professionalità, grande entusiasmo, ovviamente, granitica tenacia e continua innovazione. La ditta continua a spingersi verso nuove frontiere per poter offrire non solo un materiale esclusivo, il granito di Lodrino -unico, resistente ed elegante per la grana fine e l’alta presenza di mica che lo rende brillante- ma anche una lavorazione personalizzata in ogni dettaglio. Dal design, alla prima progettazione, alle rifiniture finali con l’alta qualità e la precisione svizzera il prodotto viene curato e personalizzato per creare la casa ideale: “voi lo pensate e noi lo creiamo su misura per voi”!

grandissimo valore paesaggistico delle vie all’interno di città o paesi e i nostri centri storici vengono sempre più spesso riqualificati grazie a lastricati che presentano al centro guidovie e bordi pavimentati con cubetti o mocche. Un plauso va quindi a tutti coloro che, con le loro decisioni legate ad aspetti architettonico-politici, hanno scelto il nostro granito. Come si è evoluta la vostra professione? Il settore della pietra naturale ha subìto in questi ultimi decenni una metamorfosi tale da poterlo annoverare fra quelli di maggior consistenza, vuoi dal profilo della meccanizzazione, vuoi da quello della varietà di produzione, con la possibilità di soddisfare una domanda sempre più variegata ed esigente. L’incalzante sviluppo tecnologico ha imposto in rapida successione un’adeguata modernizzazione degli impianti e di conseguenza, attraverso ingentissimi investi-

Sogni nel cassetto? Beh, più che sogni, capirai, mi vien voglia di dirti che avrei dei ...sassi nel classico cassetto! Sassi ovviamente particolari, unici ed orgogliosamente “nostri”, fiduciosi e convinti che, come dice il nostro motto, sapremo sempre giungere al cuore dei progetti e dei... sogni di chi apprezza il nostro lavoro. “Graniticamente unici” dunque, la GIANNINI GRANITI SA di Lodrino è chiaro sinonimo di dinamicità, autenticità e professionalità .

Quali sono le principali difficoltà di mercato? È innegabile che la concorrenza estera ed interna è spietata per cui l’unica risposta vincente è un lavoro, e mi ripeto, fatto con assoluta professionalità e coinvolgente entusiasmo. V’è tuttavia da aggiungere e sottolineare come molti Comuni ticinesi stiano riscoprendo il

Via Cantonale 219, CH-6527 Lodrino Tel. +41 91 863 22 86 - Cell. +41 79 621 25 66 - Fax +41 91 863 27 50 info@giannini-graniti.ch - www.giannini-graniti.ch

40

Personaggio

tinotte.ch

Servizio a cura di David Camponovo

Cari lettori, Care Lettrici,

Care lettrici, Cari lettori,

Cari lettori questa volta - in tema con la copertina - a tavola andiamo con un Amico legato al mondo dell’Arte. Ivo Soldini. Dopo essere stati nella sua casamuseo siamo andati a pranzo in un vero grotto, l’Antico Grotto Fossati nella magnifica Meride.

La rubrica a tavola è una ribrica nata in occasione dei festeggiamenti dei 15 anni della rivista per sottolineare alcuni personaggi che ci hanno accompagnato in questo lungo cammino. Dopo Leo Leoni dei Gotthard, Alberto Polli, direttore dell’Ass. Non Fumatori, il sindaco di Lugano Marco Borradori, Flavio Giannini della Giannini Graniti, l’artista Ivo Soldini, Dany Stauffacher di Sapori Ticino, Fabio Lafranchi e Hannes Anrig del MagicBlues nonché l’atleta Ajla Del Ponte, torniamo a parlare del settore imprenditoriale con Ruggero Morosin (in coppia con l’altrettanto brillante Christian Ortobelli).

Pensavi di poter vivere d’arte? L’arte è stata il sogno della mia vita. È ancora oggi rimane sempre un sogno come io possa continuare. Quello che sto facendo lo faccio sempre con immenso entusiasmo e sperando di continuare a realizzare il mio sogno.

te a Stabio e conosciuto sin dai temp

E

55

menti, l’adozione, come visto, di metodi di lavoro più appropriati ed atti a rendere l’azienda massimamente competitiva. La GIANNINI GRANITI ha tuttavia saputo mantenere e rafforzare quella forma di gestione familiare che, nell’accezione più positiva e propositiva del termine, è chiaro sinonimo di efficienza ma anche di serenità e cordialità, qualità immediatamente riscontrabili ed apprezzate da chi entra in contatto con noi.

A tavola con... Ruggero Morosin

Accomodati nella spaziosa terrazza circondata dal bosco, davanti a un allettante piatto di affettato nostrano inizia così la nostra chiacchierata.

45

Per concludere una curiosità, mai dispiaciuto di non aver praticato (a parte un breve periodo) la professione di avvocato per cui in fondo hai studiato.

E più in generale come vorresti che diventasse Lugano?

Personaggi

54

A Tavola con… in onore dei due scelti” Fabio e “pre- Un’ampia Hannes strada permette, luogo in Vallemaggia questa volta ha cesso inoltre, l’aca clienti invalidi. quando una persona . Con la nuova stione il Grotto Valmaggese propone ge- è preparata dal punSalendo da Locarno, cucina di livello una to di vista sulla Cantonale stellato! All’interno professioall’uscita del paese del nale, può di Avegno si incon- Grotto Valmaggese opera cucinare tra il Grotto Valmaggese infatti un giovane chef con una nelle situazioni . Nuova la grande passione stione, il locale più per la disparate: è dotato di ampio ge- cucina e con un Curriculum spaziare cheggio. 60 posti pardi alto livello. a dalla cucina moderterrazza all’ombra sedere e un’ampia Dario Grossini, lo Chef, permettono al infatti ha lavora- na a quella tradiziodi prestarsi all’organizza locale to nel corso della sua nale della valle zione di eventi. carriera con con Marco Parizzi al Ristorante Parizzi di Parma, un tocco “innovativo ma senza ristorante con strafare” una stella, successiva- è il mio motto. Devo, mente per tre che amo la cucina infatti, sottolineare anni ha lavorato tradizionale e souf chef al Waterside come ticinese quella è molto simile Inn di Londra a quella italiana. proprietà della di famiglia Roux (3 stelle) Della per poi trasferirsi cucina stellata, in Germania però, presso una un altro locale grandissima esperienzami è rimasta stellato nella zona del delle Baden Württember e i segreti diverse cucine g. da cui sono passato. Consiglio questo genere Seppur sembra di esperienze alle nuove paradossale, il generazioni di passag- cuochi. gio da una cucina giovani Sono esperienze stellata ad una di valle non è cucina valgono formative che così complicato. decisamente molto Infatti, merevoli più di innucorsi o scuole!

Personaggi

Ero molto tentato, ma non me la sentivo al cento per cento, non ero ancora del tutto convinto.

Definito (e conseguito) l’obiettivo prioritario, ci siamo dedicati al dopo-aggregazioni. La fase aggregativa, avviatasi nel 2004, si è conclusa nel 2013. Ci siamo concentrarti sull’amministrazione, dando ordine alla struttura organizzativa e, appunto, amministrativa. E, ovviamente, con un occhio di particolare riguardo sugli ex comuni, ora quartieri, che andavano e vanno integrati con attenzione e sensibilità nel tessuto cittadino per farli sentire parte integrante della città.

Servizio a cura di David Camponovo

. Vallemaggia

Nel 2003 nasce la collaborazione con la rivista Ticino by Night.

ma lui, in pratica, ha deciso per me e ha scritto sul giornale che ero candidato. Io ero già pronto a prendere il treno e da lí è cambiata tutta la mia vita. Qualche mese prima, per contro, il Nano mi aveva chiesto se volevo entrare nella lista della Lega per il Consiglio di Stato e in quell’occasione ho preferito optare per una sosta.

A tavola con... Flavio Giannini

A tavola con..

Abbiamo voluto scavare dagli inizi ad oggi di questa riuscitissima scommessa. Come nostra consuetudine, tra un piatto e l`altro ne abbiamo parlato con i due protagonisti principali.

22

5

con altri eventi programmati nel week end – ma anche percé nei fine settimana normalmente ci sono i cambi dei turisti i quali potrebbero perdere l’occasione di partecipare ai concerti. Se all’inizio la gente poteva capitarci perché già in zona oggi ci sono afezionados e turisti che vengono in zona appositamente per le manifestazioni. La cerchia dei partecipanti si è notevolmente allargata.

L`idea è di organizzare quattro serate durante la settimadi mercoledí. Alla fine concordammo che fosse la scelta miglio- Già l`anno successivo le serate passano 6 gastro con il coinvolgimento degli re: I concerti in mezzo alla settimana po- da 4 ad 8 enomia tevano allietare le vacanze dei turisti, e esercizi pubblici, raddoppia pure il nupoi a quell’epoca non esisteva nulla del mero di concerti. Anche il budget, nel genere. Solo i week end erano tutti pieni frattempo, aumenta ma grazie alla fee chi arrivava di sabato non riusciva- continua ad deltà degli sponsor che ci hanno accolto accappararsi nessuno spettacolo. bene riusciamo a fare tutto portando a bordo della nostra avventura anche diPrimaun versi Grotti, creando così comdi strana elencarvi il vasto programma , a Notevole mistione di musica questo blues punto e grotti. Nel giusto ci sembra e di valore, questa sottolineare gli importanti sua ultima realizzazione, che corso degli anni la temente: formula di riconoscime concerti ntiEottenuti tutto in un’atmosfera molto tranquilla, ha convinto recen- gli il l’EBU ad assegnar“Blues infrasettimanali sull`arco di più settima- senza competizione cheBehind unisce Thebuona Scenes Award” miglior quale 2016 Swiss na continua a modificarsi e aBlues migliorarmusica a cucina tipica.produttore blues europeo dell’anno. Award nominati per la se- Notizia volta. si, fino a giungere conda alla configurazione che ha colto un pó di èsorpresa sta, visto attuale nel 2014 con l`edizione “Back L’offerta musicale, in effetti, negli anni l’artiche a premiarlo Sabato 9 aprile è stata un’organizzazione to the Magic” voluta dopo lal’European sbornia Blues sempre cresciuta, conlontana la presenza di artidal consueto Union ha segnato, as- opera e al Palazzetto dello contesto in cui che gli riconosce Siena di Torrita di dell`anno precedente con gli Status Quo Sport sti incredibili. in Toscana, il valore di quanto creato nell’ambito gli “Awards 2016” della quali, a coloro vedere, inoltre, le giovani musica Blues. negli sulla piazza di Cevio 2014, che si rivela È piacevole ultimi dodici la mesi, si siano distin-i ti nella produzione Anrig è molto soluzione ideale. del coinvolte nella musica. Chi e diffusionegenerazioni grato della “musica di questo premio diavolo”. ché, aalla persuomusica Da sin.:Renzo Mattei, Dario Grossini e Fabio Lafranchi. suona si interessa coparere, questa non avrebbe un award come mai vinto La giusta dimensione che permette di statazione dimusica Hannes, chetrombettista la redazione Uno dei premiati . L’amore per la è proprio l’artista e la consapevole di cui si musica zzaossia Il primo problema è legato alla ricerca mantenere l’animaparla dei oggi: concerti in questo magazine condivide al 100% Hannes Anrig. Anrigdel in ogni suo aspetto di voler vivere di (vedi foto in una precedente ha portato dei mezzi finanziari necessari alla rea- particolare ambiente conviviale.Infatti, che in Ticinoadil organizzare numero difestival chi pratica la chiacchierata presso Anrig rante Grotto Zelindo il Risto- in un e concerti all’aperto luogo dove ad Arcegno) lizzazione delle 4 serate, ma Per una se- molte persone siorigine danno appuntamento musica aumentato non era mai ne75enneèdinotevolmente svizzero-tedesca, stato organizzato nulla di simile. si occupa rie di fortunate coincidenze riuscimmo proprio all’internomezzo del Magic gli da ultimi quasi10 anni. secolo Blues. di inventare e organizzare in Ticino rassegne pure a farci sponsorizzare da subito da L’artista riconosce musicali: dalla Festa New Orche oggi la situazione di Lugano Eichof e da alcune ditte amiche che ci Con il ritorno alleleans piazze la qualità della fino Certo, ci sono nomicacose nell’organizzazioa Jazz Ascona ecosua realizzazione all’ultima risorse, particolare rende difficile , Vallemaggia Magic reperire hanno creduto in questa avventura. musica è aumentata notevolmente. ne Blues. di un festival che richiedono ma questo aspettotempo: rende ancora stimolante il suo più L’obiettivo di questo festival, oltre alla andare a cercare delle vere lavoro.e proprie E arriviamo alla prima edizione! Bacia- qualità del palinsesto, è però anche quel- “chicche” musicali, ristoranti, riempire ta dal bel tempo e dalla fortuna (infatti lo di offrire degli eventi agli ospiti della formulari, organizzare date e orari… ma tre serate su quattro nell`arco delle 24 Valle e della regione. Infatti il festival sce- il segreto è che Hannes e Fabio sono due ore avrebbero potute essere rovinate glie le serate infrasettimanali – oltre che amici professionisti del mestiere e orgadalla meteo, in particolare si ricorda la per evitare affollamenti e concomitanze nizzazione che non cambia, non litiga. Servizio a cura

Le risorse finanziarie e una situazione finanziaria sana costituiscono il carburante per un ente pubblico.

Cari lettori,

La più importante è stata forse quando il Nano mi ha telefonato per chiedermi se volevo candidarmi nella lista della Lega per il Consiglio Nazionale del 1991. Mi ha chiamato nel mese di giugno. Io mi sono preso una settimana di tempo…

4

tinotte.ch

A tavola con... Marco Borradori

è un tandem di imprenditori di successo nell’ambito dell’edilizia. Dapprima nel settore della pittura e ora pure in altri settori affini.

Christian Ortobelli con Ruggero Morosin

La Taddei Laurenti (TL), dal 1907 rinominata impresa di pittura, ha sempre avuto come obiettivo principale la fornitura di servizi quali la pittura e la verniciatura, sia a livello industriale che civile, curando l’esecuzione delle opere fino al collaudo finale.

Da sinistra: Ruggero con il fratello Ernesto, nel centro il bravo oste Pierluigi Olgiati del “al Morchino” di Pazzallo © foto DC.

Perché gli dedichiamo l’importante sezione? Perché oltre che ad imporsi lavorativamente hanno sempre avuto a cuore il sociale investendo molti soldi in attività sportive e culturali.

La nostra Azienda, nel corso degli anni, ha incrementato i propri servizi e oggi è in grado di offrire, alla propria clientela, una vasta gamma di lavorazioni, essendo specializzata in resine d’interni, sistemi d’isolamento, intonaci interni ed esterni, lavori in cartongesso e tutte quelle opere di rinnovamento e trattamento delle finiture degli edifici.

Taddei e Laurenti veste il Lugano calcio, foto sulla vetta del San Salvatore

La TL è formata da professionisti sempre a vostra disposizione che hanno come obiettivo comune la soddisfazione del cliente e la creazione, fin dall’inizio, di un rapporto chiaro e sereno.

Ci siamo intrattenuti a pranzo con Ruggero, il veterano: Perché investire nello sport? Investire nello sport per rinsaldare i rapporti di lavoro e di amicizia. Creare una socialità perché in mezzo al lavoro deve esserci anche lo svago e la passione.

La Taddei-Laurenti sponsorizza anche l’arte e la cultura

Nella sede del Paradiso Fan Club Lugano presso il Ristorante Guglielmini: il Presidentissimo Angelo Renzetti tra Ruggero e Fausto.

Azienda iscritta all’ASIP e LIA e da sempre formatrice di apprendisti. Grand Prix Città di Lugano Facciata della Residenza a Pregassona.

Il segreto di essere un buon imprenditore oggi? Investire! E trattare i propri dipendenti come la principale risorsa dell’azienda. Dimmi un po’... che farai “da grande?” Probabilmente andrò a vedere con gli amici il Lugano in qualche grande stadio in Europa!

Campionato Ticinese di ciclismo 2016

41


20

Personaggio

A tavola con... Michele Braccia A cura di David Camponovo

Michele Braccia ha ereditato un business funzionale dai genitori, ma con le sue qualità e sacrifici lo sta ampliando. Esempio riuscito di passione trasmessa dai genitori Rosaria e Gerardo Braccia (purtroppo prematuramente scomparso per un male inguaribile). Esempio perfetto di integrazione riuscita, genitori arrivati negli anni ‘70 dalle affascinanti terre Campane per cercare fortuna in Svizzera e grazie a duro lavoro misto a capacità imprenditoriali sono riusciti a costruire un’azienda che funziona. Anche la loro gastronomia spazia tra una buona cucina mediterranea, con piatti e prodotti Campani e una cucina con piatti tipici del Canton Ticino. Tanti i prodotti a km zero. Caro Michele, i nostri lettori già ti conoscono per la rubrica Giro di vite. Raccontaci com’è nata questa idea. Nasce da una casualità nel 2009, dopo aver collaborato con il direttore di Radio Fiume Ticino, Duilio Parietti, mi invita in Radio chiedendomi di creare un concorso legato al vino. Agli inizi incontravo i produttori di vino, scrivevo un racconto (tipo quello della rubrica) e lo leggevo in radio. Poi, Aldo Paolini, grande amico e conduttore di Rafting, mi dice: “Ma perché non invitiamo i produttori in radio?”. Da lì la versione attuale del programma. Ora facciamo un passo indietro e parliamo della struttura che a inizio luglio compirà addirittura 30 anni. In Ticino non sono così tante le gerenze longevi... Tutto ebbe inizio l’8 luglio del 1987, apertura ufficiale, mentre in forma ufficiosa la prima cene fu servita il 3 luglio. Il nostro locale è passato attraverso 2 grandi ristrutturazioni, la prima nel 1996 con l’aggiunta dell’attuale sala principale e dell’isola griglia (prima si grigliava all’esterno) e del forno a legna della pizza. Poi nel 2001 vengono ristrutturate le camere che da 14 diven-

tano 8, innalzando lo standard. Stiamo valutando per il prossimo anno una terza ed importante ristrutturazione e poi in futuro, il mio sogno, la valorizzazione della splendida cantina. Come ogni storia di successo, guardando indietro, bisogna in qualche modo ricordare e ringraziare o qualcuno che ha creduto nella vostro progetto e nella vostra famiglia. In concomitanza dell’anniversario vuoi citare qualcuno in particolare? Una figura fondamentale è stata quella di Edmondo Franchini (ora purtroppo non c’è più), ex-proprietario dell’immobile, e della sua famiglia. Edmondo Franchini non è stato solo un locatore: ha dato innumerevoli consigli ai miei genitori ed ha voluto fortemente che questo locale, dopo gestioni alterne, risorgesse. Un grazie infinito alla famiglia Franchini. Poi voglio ricordare mio padre: quanto mi manca il suo fischiettare allegramente ogni mattina.

Quali sono le caratteristiche per avere successo oggi nella ristorazione? Ritengo che l’andare al ristorante sia diventato un evento (dall’accoglienza al saluto finale) composto da molte micro situazioni che se tutte insieme funzionano, si rischia di essere vincenti: se solo una s’inceppa, è probabile che il cliente non torni più. Oggi, a mio avviso, 50% conta il cibo e nell’altro 50% ci metto l’accoglienza, l’atmosfera, il servizio e la voglia di valorizzare chi ci sceglie varcando la soglia del nostro locale. Cucina e servizio devono essere un ingranaggio armonioso: l’uno valorizza l’altro e viceversa. Estrema professionalità e collaboratori capaci d’immedesimarsi nell’azienda, regalandole un valore aggiunto inestimabile.


tinotte.ch

Concludiamo con la tua grande passione. Prima di tutto complimenti per il diploma appena ottenuto (Attestato Federale di Sommelier). Un amore che pratichi tutti giorni lavorando. Curiosità quali sono i tuoi vitigni che prediligi? Ti ringrazio, nonostante il diploma federale appena conseguito, mi sento (nel mondo del vino) ancora un “un curioso ed entusiasta ignorante” alla costante ricerca d’emozioni legate agli uomini del vino, alle loro terre, ai loro ideali e soprattutto alle loro storie personali. Mi piace scindere la parola sommelier in un binomio di vocaboli suddivisi tra Italia e Francia. Ogni qualvolta bevo un vino cerco di tirare le somme e di legare (lier) il tutto a chi lo ha prodotto, alla storia ed alla terra che lo ha concepito.

Il mio punto di partenza è fortemente intrecciato alle mie radici irpine: i miei nonni contadini raccoglievano anche gli acini che cadevano nel fango: per loro il vino era sostentamento: io, ho il privilegio e la fortuna di poter far roteare il bicchiere… questo non lo scordo mai. Adoro il nebbiolo e l’aglianico (qui sono felice di essere campanilista): sono 2 vitigni che hanno un animo contadino e se bevuti nel momento sbagliato sono spigolosi, non si concedono e ti respingono con la loro scorbuticità, ma poi, se hai la pazienza di aspettarli si schiudono, donandoti tutto il loro spessore qualitativo e la loro bontà.

Il grotto Serta

vuole festeggiare i

30 anni di attività

con tutti i clienti e amici

Giovedi 6 luglio Venerdì 7 luglio 17.45-19.30 Info su:

www.serta.ch e www.tinotte.ch Ricchi aperitivi offerti

Curriculum in breve • Nato a Lucerna il 19 aprile 1974 • Scuola di Commercio a Bellinzona • Università Statale di Milano con Lettere con indirizzo pedagogico (esami finiti ma non consegnata la tesi) - volevo diventare giornalista sportivo • SSAT a Bellinzona • Stage in cucina al Motto del Gallo di Taverne ed alla reception e nella banchettistica al Savoy Baur en Ville di Zurigo • Perito d’esame alla scuola esercenti di Breganzona • Perito esterno lavori di diploma della SSAT • Perito esame di servizio alla SSAT • Attestato federale Sommelier • Trasmissione Radiofonica “Giro di Vite” dal 2009 su Radio Fiume Ticino

Mamma Rosaria, sempre presente, col figlio Michele Braccia e lo chef Luciano Valsecchi. Lavorano a braccetto da quasi trent’anni (la ricorrenza cade l’8 luglio 2017).

21


22

concorsi

Vittoria assoluta per Rinalda Biolzi, Gordevio

VI edizione

a cura della Redazione Rinalda Biolzi, chef della suggestiva e nota Osteria Birraria di Gordevio, è la vincitrice assoluta dell’edizione 2016-17 del concorso Mangiar Bene! L’esuberante Rinalda non si è quindi accontentata di vincere “solo” la seconda tappa del concorso gastronomico indetto da Ticino by Night&Day (v. n. 93), ma grazie ai suoi ossobuchi di vitello al vino bianco e marsala è riuscita anche a prevalere su tutti gli altri partecipanti alla sesta edizione del concorso.

Rinalda Biolzi, prima donna ad aggiudicarsi l’ambito primato, entra pertanto nell’albo d’oro del concorso assieme a Peter Raith, Mendrisio (2011), Andrea Poggi, Sagno (2012), Flavio “Mamo” Quadranti, Mendrisio (2013), Ivan Bozic, Sorengo (2014) e Bruno Schorta, Roré (2015-16). La cerimonia di premiazione del vincitore del concorso Mangiar Bene 2016-17 si terrà Venerdì 15 settembre 2017. Il piatto forte della serata, che inizierà con l’aperitivo, sarà ovviamente il piatto vincente accompagnato da vini di assoluta qualità.

Ossibuchi Osteria Birraria Da Rinalda CH-6672 Gordevio Tel. +41 91 753 33 13 Cell. +41 79 670 28 24 rinalda.pepi@bluewin.ch www.rinaldabiolzi.ch Orari:

Ma-Do: 11.00-01.00 Lunedì chiuso


tinotte.ch

Seconda tappa Mangiar Bene! 2017-18

23

VII edizione

Vince il Ristorante Stazione di Balerna Luca Iovine e il Ristorante Stazione di Balerna hanno vinto la II tappa della VII.ma edizione del concorso Mangiar Bene! Lo spiedone di carne proposto dal noto ritrovo, recentemente rinnovato, è stato decisamente apprezzato dalla vecchia e nuova clientela che non finisce di sorprendersi per l’intraprendenza con cui la nuova gestione propone regolarmente menu speciali e ora, ogni mercoledì sera, dalle ore 18 alle 23.30, buona musica e animazione con il DJ Engel (Cuba).

Ristorante Stazione Via Stazione 34 CH-6828 Balerna Tel. +41 91 682 05 05 Ristorante stazione Balerna

Chef Luca Iovine

Piatto vincitore della seconda tappa Spiedone misto di carne da 500 gr 2011 chef Peter Raith Antico Grotto Ticino, Mendrisio

Guanciale di vitello brasato al Merlot

Palmarès Mangiar Bene

2012 chef Andrea Poggi Osteria Ul Furmighin, Sagno

2013 chef “Mamo” Quadranti Grotto San Martino Mendrisio

Pancetta di maiale cotta a bassa temperatura con polenta di Bruzella arrostita e funghi trifolati

2014 chef Ivan Bozic Ristorante Cortivallo Sorengo

2015 chef Bruno Schorta Albergo Santana Roveredo GR Guancialetto di maiale con polenta Sminuzzato di filetto di cervo e funghi porcini adagiato su un letto di Rösti

Tartare


concorsi

24

Inizia la nuova edizione del concorso “Mangiar bene!” 2017-18, aperto a tutti i ristoratori della Svizzera italiana.

VUOI FAR CONOSCERE ANCOR DI PIÙ IL TUO RISTORANTE? VUOI DARE UN VALORE AGGIUNTO ALLA TUA ABILITÀ CULINARIA? Approfittane e iscriviti alla VII edizione del concorso “Mangiar bene!”, utilizzando la cedola qui sotto.

VII edizione

Guida al tempo libero & benessere - Insubria

2017-18

since 1999

mi iscrivo

by Night&Day

chiedo informazioni

Nome Ristorante: Indirizzo Ristorante:

Nome Chef: Cognome Chef:

CAP / Località:

Telefono/Cel: E-Mail:

Compilare il tagliando ed inviarlo a: Ticino by Night & Day, Via S. Gottardo 26, CH-6900 Lugano 8. 9.

REGOLAMENTO CONCORSO “MANGIAR BENE!” 2017-18

2. 3. 4. 5. 6. 7.

Partecipano al concorso i ristoranti della Svizzera italiana che sottoscrivono il contratto proposto da A.R.T. Promotion Sagl/TbyN&D. L’organizzatore si riserva il diritto di invitare anche ristoranti della Regione Insubrica. Ogni ristorante puo’ essere rappresentato da un solo cuoco, una sola volta per la durata dell’intero concorso. Il piatto unico proposto, carne e contorni a libera scelta del ristorante partecipante, prezzo da CHF 25.- a CHF 40.- (variazione ammessa +/- 10%), deve essere evidenziato e disponibile a richiesta per tutta la durata del periodo di votazione corrispondente. Il periodo di votazione da parte del pubblico e della giuria è equivalente per ogni ristorante partecipante a due mesi circa (dal numero di TbyN&D in cui viene presentato il cuoco a quello immediatamente successivo). Sarà proclamato vincitore il cuoco il cui piatto nel periodo designato avrà totalizzato il maggior numero di preferenze.

10. 11. 12. 13. 14.

ù Vota il tuo men

VII edizione

Guida al tempo libero & benessere - Insubria

2017-18

4

10

11

Indica con una X il punteggio che hai dato al piatto del concorso

12 Min

Nome:

1

2

Via:

Cognome: Località:

E-mail:(obbligatorio)

Telefono:

Compilare il tagliando ed inviarlo a: Ticino by Night & Day, Via S. Gottardo 26, CH-6900 Lugano www.tinotte.ch

by Night&Day

In palio l’estrazione di una cena per due persone e di altri premi a sorpresa al termine del concorso.

Segna con una X il ristorante visitato

9

preferito since 1999

1.

Le preferenze del pubblico potranno essere espresse solo tramite a) Cartolina di voto abbinata al concorso; b)cedola di voto riportata da TbyN&D. Cartoline e cedole dovranno essere spedite per posta (p.f. affrancare correttamente) a TbyN&D, via S. Gottardo 26, CH-6900 Lugano oppure depositate nell’apposito contenitore ubicato nel ristorante partecipante. Il giudizio della giuria sarà espresso per mezzo di un apposito formulario a punti: il punteggio totale acquisito sarà moltiplicato per un coefficiente pari a 2. A nome e per conto di A.R.T. Promotion/TbyN&D fungerà da coordinatore del concorso il sig. Sergio Cavadini. L’organizzatore potrà disporre liberamente delle foto dei cuochi e dei piatti concorrenti per tutta la durata del concorso e per eventuali iniziative correlate. L’organizzatore si riserva il diritto di procedere a eventuali cambiamenti per garantire il buon successo del concorso. È esclusa ogni forma di corrispondenza. Il presente regolamento è parte integrante del contratto sottoscritto dal ristorante.

3

4

Max

Firma CONCORSO “Mangiar bene” non è prevista nessuna corrispondenza


tinotte.ch

25

Lugano: San Maurizio 1619 Il gruppo San Maurizio 1619 (www.sanmaurizio1619.com) nasce nelle Langhe, recentemente patrimonio UNESCO, all’interno di un antico monastero fondato dai monaci cistercensi nel XVII secolo. L’area ristorazione del gruppo ha visto la propria espansione all’estero a partire dall’apertura del ristorante di Lugano, Il Truffle Bistrot di Corso Elvezia, dove lo Chef Enrico Pistoletti e la Restaurant Manager Daria De Lorenzi con tutto il loro staff accolgono la clientela, proponendo i piatti della tradizione piemontese, arricchiti tutto l’anno dal tartufo proveniente dalle Langhe e dai grandi vini piemontesi. In particolare, da metà ottobre e metà gennaio, il tartufo bianco d’Alba, riconosciuto dal mondo intero come il migliore, viene proposto su tutti i piatti in abbinamento ai grandi vini piemontesi custoditi in una cantina a vista climatizzata con più di 300 etichette in esposizione. Gli accoglienti spazi del Truffle Bistrot, dotati di ampio parcheggio esterno in via Elvezia 31, sono anche un’ottima location per organizzare eventi riservati fino a 140 persone sedute. Tutto il nostro staff è organizzato anche per servizi di catering e banqueting presso abitazioni e aziende private, confezioniamo pure pacchi regalo con prodotti piemontesi, personalizzabili a richiesta. In attesa di accogliervi nel nostro ristorante, vi informiamo che Daria De Lorenzi è a vostra disposizione per qualsiasi informazione e per proporre le più svariate soluzioni alle vostre richieste.

Ristorante San Maurizio 1619 Corso Elvezia 31/ Via Maderno 16, CH-6900 Lugano - Tel. +41 91 923 50 50 - tblugano@sanmaurizio1619.com http://trufflebistrot.sanmaurizio1619.com - Orari: lu-ve 10.30- 21.00, sabato e domenica su prenotazione.

Castel San Pietro: Grotto Loverciano Il Grotto Loverciano di Annedore e Antonio Florini è un ristorante dove è possibile godere di un’atmosfera ideale in ogni occasione, sia per riunioni di lavoro sia per banchetti e feste di famiglia. Il rinomato ritrovo di Castel San Pietro ha nella carne, specialmente quella alla griglia attiva 365 giorni all’anno, la sua punta di diamante. Galletti, costine, luganighetta, filetti, costate sono sempre accuratamente preparati con prodotti di altissima qualità. Il ristorante propone inoltre, periodicamente, specialità gastronomiche quali la paella, selvaggina, i carciofi e gli asparagi. Grotto Loverciano Via Ai Grotti, CH-6874 Castel San Pietro - Tel +41 91 646 16 08 - info@grottoloverciano.ch Grotto-Loverciano www.grottoloverciano.ch Orari: 7 su 7 - 09.00-24.00

Ponte Capriasca: Trattoria del Giardino La Trattoria del Giardino, punto di riferimento della bassa Capriasca, è passata nelle mani di Luca Allevi, con una nuova gestione e spazi rinnovati. Il giornalista ha affidato i fornelli alle capaci mani dello chef Paolo Gabriele. Situato nel centro del paese, oltre ad essere ideale per gli aperitivi offre una carta di gastronomia molto interessante. Alcuni piatti, partendo dagli sfiziosi antipasti: carpaccio crudo di lucioperca e trota salmonata all’emulsione di pomodorini, erbette all’extravergine d’olio di Gandria; tartare di bue all’aceto balsamico del Ticino Delea, cipolle novelle, olio extravergine e pepe della Valle Maggia. Primi fatti in casa, dove spicca, tra gli altri, il risotto al Merlot, luganighetta sbriciolata e robiola della Val di Muggio. La polenta viene considerata un piatto dei Re! Cucina a pranzo dal lunedì al venerdì, con lavagna di piatti di stagione e cucina a cena à la carte dal giovedì al sabato. Il pesce è rigorosamente di lago. Concludiamo con i dolci dove emergono la mousse di castagne, il semifreddo ai frutti di bosco e il carpaccio di ananas.

Trattoria del Giardino Pza Righinetti, CH-6946 Pte Capriasca - Tel. +41 91 945 11 41 - giardino@trattoriadelgiardino.com www.trattoriadelgiardino.com trattoriadelgiardino Orari: lu-ma 07.00-15.00, me 07.00-22.00 - gio-ve 07.00-24.00, sa 10.00- 24.00, domenica chiuso

Cureglia: Osteria Bellavista Locale storico della zona di Cureglia, proprio accanto alla rotonda, da luglio 2016 i fornelli sono gestiti dallo chef Massimo Del Canale. Il pavone sulla facciata lo rende facilmente individuabile. La cucina si muove con naturalezza nell’ambito del pesce di lago e di mare e della tradizione ticinese. Lo chef è conosciuto in Ticino grazie alle rassegne di pesce di mare tenute per 22 anni presso La Stazione di Tesserete, 12 anni al circolo sociale di Montagnola e altre rassegne ad esempio al Castagno del Mugeno. E Innumerevoli altre occasioni. Conosciuto soprattutto per il pesce, fu per anni titolare del ristorante Lanterna a Rio Maggiore (Liguria). Massimo riversa nelle sue preparazioni tutta la passione per quello che lui definisce “il mestiere meraviglioso del cuoco”. La carta del Bellavista si rinnova quasi giornalmente in base a quello che il mercato e la stagionalità offre. Pane e dolci sono fatti in casa. Last but not least il ritrovo è dotato di parecchi parcheggi privati riservati agli ospiti.

Osteria Bellavista Via Cantonale 9, CH-6944 Cureglia - Tel. +41 91 966 34 68 - massimo.delcanale@inwind.it Orari: lu-ve 09.00 - 23.00, sa 18.00 - 23.00, do 10.00 - 23.00


26

concorsi

e n o i z i d e VII Ristorante San Maurizio 1619

Corso Elvezia 31/Via Maderno 16, CH-6900 Lugano - Tel. +41 91 923 50 50 - http://trufflebistrot.sanmaurizio1619.com

9

Tartare di Fassona con crumble alla nocciola tonda gentile e robiolina del Piemonte Ingredienti per 1 persona

Chef Enrico Pistoletti

210 gr di Fassona( Piemonte) Mayonese alla nocciola Crumble di nocciola Robiolina piemontese Sale maldon, pepe della Vallemaggia Condimenti (olio, sale, pepe, Tabasco, capperi, acciughe e cetriolini sott’aceto) Piatto a CHF 38.-

Grotto Loverciano

Via Ai Grotti, CH-6874 Castel San Pietro - Tel +41 91 646 16 08 - www.grottoloverciano.ch

10

Treccia di luganighetta di vitello allo zenzero con patatine fritte e insalata Ingredienti per 1 persona 280 gr Treccia di luganighetta di vitello Zenzero (nell’impasto della carne) insalata verde, pomodori e carote Patatine fritte Salsa allo zenzero

Chef alla griglia Paolo Sorice

Piatto a CHF 28.-


tinotte.ch

Trattoria del Giardino

Piazza Righinetti, CH-6946 Ponte Capriasca, Tel. +41 91 945 11 41 - www.trattoriadelgiardino.com

11

Quaglia disossata e ripiena su crostone di polenta Ingredienti per 1 persona

Chef Paolo Gabriele

Macinato di vitello e pollo 3 champignon tagliati a quadratini 1 scalogno, 1 uovo intero 1 cucchiaio di formaggio grattugiato 1 cucchiaio di pan grattato 1 fetta di pancetta, erbette fresche vino bianco, sale e pepe qb Piatto a CHF 28.-

Osteria Bellavista

12

Via Cantonale 9, CH-6944 Cureglia, Tel. +41 91 966 34 68

Luganiga all’aglio orsino alla griglia con risotto allo zafferano Ingredienti per 1 persona

Chef Massimo Del Canale

200 gr Luganiga ticinese con aglio orsino di Villa Luganese 80 gr riso Carnaroli della riseria di Taverne Brodo di carne, cipolla, sale e pepe q.b. Olio extra vergine di oliva 30 gr di burro d’Alpe, 1 cucchiaio di parmigiano Piatto a CHF 20.-

27


28

blenio e dintorni

tinotte.ch

Manifestazioni primavera 2017 www.bellinzonese-altoticino.ch

sa 10.06 Porte aperte Aikido Val Blenio Biasca www.aikidovalblenio.ch gio 01 - do 04.06 Sun Valley Festival 2017 Festival che si svolge sull’arco di 4 giorni nella magnifica area del “Boschetto” con ospiti d’eccezione, tanta musica e divertimento. Al Boschetto, Malvaglia www.sunvalleyfestival.com sa 03.06 - ore 20.45 Concerto Orchestra da Camera A. Galassi Formazione d’Archi Femminile Chiesa S. Martino, Olivone www.orchestragalassi.com do 04.06 Bimbinfesta - 3° edizione (Con qualsiasi tempo). Una giornata di festa, conoscere nuove associazioni sul territorio e socializzare... infobimbinfesta@gmail.com Malvaglia do 04.06 Corsa podistica Malvagliese 44ma edizione Tradizionali corse podistiche e percorso paesaggistico molto suggestivo per le vie di Malvaglia, Semione e Ludiano per gli amanti del Walking e Nordic Walking. Malvaglia www.gsomalvaglia.ch ve 09 - do 11.06 Mit Langhoren auf Kulinarische Entdeckungsreise Con Meret Bissegger e Susanne Bigler Valle di Blenio www.meretbissegger.ch do 11.06 - ore 17.00 Jazz a Primavera 2017 Trio di base: Daniele Christen Trio Osteria Centrale, Olivone www.musibiasca.ch

do 11.06 Castello in festa Tradizionale festa tra le mura del Castello di Serravalle www.castello-serravalle.ch lu 12 - sa 17.06 Corso di acquarello naturalistico Peindre les fleurs en montagne Corso bilingue francese/inglese Centro Pro Natura Lucomagno, Acquacalda

www.pronatura-lucomagno.ch sa 17.06 - ore 09.00 Alla scoperta dei fiori alpini primaverili Escursione botanica lungo torbiere e prati secchi con Antonella Borsari Centro Pro Natura, Lucomagno www.pronatura-lucomagno.ch me 21.06 - sa 01.07 Musica, scienza e sport Un approccio integrato alla musica: imparare, formando e sviluppando un (piccolo) gruppo musicale con gli strumentidella banda e dell’orchestra. Info: Elio Felice - Tel. +41 76 387 40 20 elio.felice@edu.ti.ch Olivone sa 24 - do 25.06 Festa di S. Giovanni Battista Con sfilata della Milizia Napoleonica Leontica www.leontica.ch me 28.06 Escursione “camosci, marmotte, aquile e altra fauna” Escursione faunistica inserita nel progetto Lucomagno“wildlife watching” promosso da Svizzera Turismo. Altre date in cui verrà riproposta l’escursione: 05.07, 12.07, 19.07, 26.07, 02.08, 09.08, 16.08 www.pronatura-lucomagno.ch Centro Pro Natura, Acquacalda gio 29.06 Festa di San Pietro Orsera/Campo Blenio

Foto scattata al Caseificio del Sole di Aquila, durante i “Caseifici aperti” - © foto D.C. www.caseificiodelsole.vallediblenio.ch

gio 29.06 Inaugurazione percorso MTB Bovarina Bike (388) Olivone-Campo Blenio-Bovarina-Orsaira Bovarina percorso visibile sul sito www.svizzeramobile.ch do 02.07 Festa della Madonna del Rosario Con la sfilata della Milizia Napoleonica. Aquila sa 08.07 Botanica e geologia al Lucomagno L’escursione si snoda dal Passo del Lucomagno fino alla Lucomagnosorgente del fiume Brenno e permette di comprendere l’importanza del suolo e dell’acqua sulla flora alpina. Centro Pro Natura Lucomagno, Acquacalda

www.pronatura-lucomagno.ch sa 08 - do 09.07 Campo Blenio in festa Sabato: 3za edizione della camminata “Scarpon & Büscion” Domenica si terrà la 4 ore Mountain Bike Campo Blenio www.campoblenio.ch do 09.07 Sagra del Mulino di Dandrio Organizzata dall’Associazione ricreativa Mulino di Dandrio Dandrio,Valle Malvaglia ve 14 - sa 15.07 19mo Torneo Beach Volley Organizzato dall’Hockey Club Blenio Centro Polisport, Olivone www.hockeyblenio.ch do 16.07 - ore 10.00 - 16.00 Mercato sul Passo del Lucomagno Organizzato da Alpinavera. Lucomagno Altra data il 20 agosto 2017 www.alpinavera.ch


tinotte.ch ma 01.08 - ore 12.00 Grigliata sui monti di Prugiasco ad Addì Lo Sci Club Negrentino organizza la tradizionale grigliata ad Addì per festeggiare il Natale della Patria. Addì (Nara) www.sciclubnegrentino.ch

do 16.07 Festa della Madonna del Carmelo Con sfilata della Milizia Napoleonica. Ponto Valentino do16.07 Inaugurazione percorso MTB Nara (Gottardo Bike 65) Leontica - Cancorì - Nara percorso visibile sul sito www.svizzeramobile.ch do 16.07 Blenio Gold Race Giornata per tutti gli amanti della bicicletta e della bici elettrica. Dongio/Cancorì (Nara) www.bleniogoldrace.ch ve 21 - sa 22.07 Torneo amatoriale di Beach Volley 11ma edizione del torneo amatoriale di beach volley organizzato dalla Polisportiva Bleniese. Centro Sportivo, Dongio sa 22 - ve 28.07 Kulinarische Genusswoche Settimana culinaria a cura di M. Bissegger. Casa Merogusto, Malvaglia www.meretbissegger.ch sa 22.07 - ore 21.00 Senza luna nel bosco Escursione notturna accompagnata alla scoperta del cielo più scuro della Svizzera. Guida: Willy Gianella. Data di riserva 23.07. Centro Pro Natura Lucomagno, Acquacalda www.pronatura-lucomagno.ch do 23.07 Festa dei Santi Nazzaro e Celso Tradizionale festa del paese di Corzoneso. do 30.07 22ma edizione Cronometro del Nara Tradizionale corsa in salita organizzata dallo Sci Club Negrentino. Leontica/Addì (Nara) www.sciclubnegrentino.ch

ma 01.08 Natale della Patria Festeggiate con noi il Natale della Patria in Valle di Blenio. Fattoria Rigozzi, Aquila ma 01.08 La giornata dei vecchi mestieri L’Associazione Artigiani Bleniesi organizza la giornata dei vecchi mestieri con la presenza di artigiani al lavoro e il mercato dell’usato. Piazza S. Domenico, Dongio ma 01.08 Brunch in fattoria Le aziende agricole ticinesi propongono il tradizionale Brunch del 1° agosto. Valle di Blenio www.brunch.ch ma 01.08 - ore 11.30 Brunch del Lucomagno Lauto pasto a buffet a base di prodotti locali. Centro Pro Natura Lucomagno, Acquacalda www.pronatura-lucomagno.ch sa 05.08 Inaugurazione percorso MTB Valle Malvaglia Bike (389) Malvaglia - Dagro: percorso visibile sul sito www.svizzeramobile.ch Valle Malvaglia sa 12.08 3° Gran Premio del Nara Gara Casse di Sapone Ritorna al Nara la gara delle Casse di Sapone valida per la Coppa Svizzera, sul collaudato percorso Addì-Cancorì. Nara. www.nara.ch; www.team-moretti-racing.ch sa 12.08 Plenilunio e lacrime di San Lorenzo Escursione notturna alla scoperta del Lucomagno come non avete mai visto: potrete ammirare le stelle cadenti e il sorgere della luna piena. L’escursione si svolge su terreni comodi e accessibili a tutti. Guida: Willy Gianella. Data di riserva: 13.08. Centro Pro Natura Lucomagno, Acquacalda www.pronatura-lucomagno.ch

sa 12 - ma 15.08 Ghirone in festa Tradizionale fine settimana di festa in Pineta organizzato dalla Società Carnevale di Ghirone. Pineta Saracino, Ghirone do 13 - ve 18.08 Carnet de voyage Redigere un diario di viaggio Corso in francese per imparare a redigere un “carnet de voyage”. Storia e teoria con esercizi pratici di scrittura e narrazione. Animano Emmanuelle Ryser e Michel Krafft.

Centro Pro Natura Lucomagno, Acquacalda www.pronatura-lucomagno.ch lu 14 - sa 19.08 19mo Torneo serale di calcio Ritorna il tradizionale torneo di calcio di Dongio con le gustose grigliate e Bisboccia nel bosco. Centro Sportivo, Dongio ma 15.08 - dalle 10.30 Processione da Casaccia al Passo del Lucomagno Alle ore 10.30 inizia la tradizionale processione da Casaccia al Passo del Lucomagno e alle ore 11.00 Santa Messa nella Chiesa di Santa Maria del Lucomagno. Casaccia-Lucomagno ma 15.08 A sem in festa Anche quest’anno torna la tradizionale festa del paese di Semione, con un mercatino di prodotti artigianali ticinesi, bancarelle varie, punti di ristoro, degustazioni, attività per bambini e tanto altro ancora. Semione do 27.08 Blenio Festival: la festa dei prodotti nostrani Ritorna il tradizionale mercato con i prodotti locali della Valle di Blenio. Cancorì/Nara - www.nara.ch www.bellinzonese-altoticino.ch/ Pianifica/Agenda Eventi Organizzazione Turistica Regionale Bellinzonese e Alto Ticino Sede Valle di Blenio blenio@bellinzonese-altoticino.ch Tel. +41 91 872 14 87 Fax +41 91 872 15 12

29


30

blenio e dintorni

Il Cardo - Azienda agricola Visitata durante i “Caseifici aperti” 2017

Nel 2013 riceve l’attestato di eccellenza di qualità da parte della Federazione Ticinese Produttori di Latte.

Raclette

Eric da sempre punta sull’eccellenza del prodotto e per questo che nel 2016 decide per la conversione Bio dell’azienda (dal 1. gennaio 2018, otterrà il marchio “Gemma Bio Suisse”).

Nel cuore della Valle di Blenio abbiamo visitato l’Azienda agricola Il Cardo. Una giovane realtà fondata nel 2011, gestita da Eric e Michela Beretta con l’aiuto di Elmo, padre di Eric e da Sem, il casaro.

I formaggi freschi e stagionati (le robiole, i büscion, la ricotta, la cremosa naturale e speziata, l’incredibile raclette, la formaggella tradizionale e il formaggio) dell’Azienda agricola Il Cardo vogliono essere sani, sicuri per il consumatore e non da ultimo accessibili alle famiglie. La linea per intolleranti al lattosio testimonia inoltre la volontà de Il Cardo di non precludere a nessuno l’esplosione di gusti e profumi genuini delle proprie prelibatezze.

Una tradizione di famiglia la loro. L’avventura di Eric inizia a nove anni quando comincia a muovere i primi passi nell’azienda dello zio. Una prima formazione come selvicoltore, poi una conversione professionale a Mezzana per diventare agricoltore (Premio Luigi Brentani: miglior media di fine tirocinio 2009) e la fondazione della propria azienda nel 2011.

Oltre ai formaggi l’azienda offre una squisita salumeria Bio. I prodotti sono venduti direttamente a coloro che si recano in Azienda, che di fatto si affezionano a questa piccola realtà contadina. E per chi non ha la possibilità di recarsi direttamente da Eric, una selezione della sua produzione si può acquistare sul portale ticinese di prodotti tipici www.myswissness.com.

Da sinistra: Eric Beretta, David Schnell e Giovanni Zamberlani - © D.C.

Formaggio

Cremosa

Formagella

Taverna 11, Pian Castro CH-6724 Ponto Valentino (Valle di Blenio) Tel. +41 79 685 52 70 azienda@ilcardo.ch www.ilcardo.ch cardoblenio


gastronomia / La cucina che mi piace

tinotte.ch

La riscoperta di un bravo chef Ristorante Al Giardinetto a Biasca Servizio a cura di Giacomo Newlin - © foto D.C. La data precisa è difficile da ricordare, ma grosso modo posso dire di aver incontrato l’allora giovanissimo cuoco JeanMarie Perriard circa una trentina di anni fa quando faceva una delle sue più importanti esperienze professionali all’elegante rôtisserie “Baron de la Mouette” all’interno del Mövenpick Luganella, proprio di fronte al Liceo Cantonale di Lugano.

Piatto ticinese

Solo l’altro giorno ho avuto il piacere di rivederlo nel suo spazioso ristorante - pizzeria Al Giardinetto a Biasca dove la sua lunga esperienza di cuoco e ristoratore viene apprezzata da clienti che, pensate un po’, varcano anche il passo del Monte Ceneri per recarsi a mangiare da lui. Ormai da 18 anni Al Giardinetto, Jean-Marie, classe 1962, originario di Saint-Aubin nel Canton Friburgo, insieme alla moglie Lilian è il patron e gestore di una struttura a conduzione famigliare che include anche un albergo di 23 camere spaziose e provviste di ogni comodità. Ma a noi interessa in particolare il ristorante, con 10 persone che operano in cucina e altrettante in sala capitanate da

Domenico Chirico, che garantiscono un servizio attento e cordiale. Sfogliando la carta delle vivande si intuisce che si desidera soddisfare i gusti di palati anche parecchio esigenti, quindi le prerogative per il successo sono essenzialmente due: la scelta di prodotti stagionali e delle materie prime di qualità, per esempio le carni, come il filetto di bisonte di una tenerezza commovente, servito al tavolo sulla piastra con accanto un trio di salsine, insieme alla professionalità nelle cotture, anche dei contorni, garantiscono l’eccellente risultato finale. Continuando a sfogliare la carta troviamo ad esempio, oltre a sfiziose insalate, una scelta di tartare, dell’affettato ticinese proveniente da bravi produttori della zona, risotti, paste, gnocchi, inoltre i rösti in vari modi che accompagnano lo sminuzzato di vitello, o ancora la sempre gradita impanata di maiale o vitello, il cordon bleu di maiale e naturalmente le famose carni alla griglia. Non mancano i pesci che anche a Biasca rappresentano la passione di Jean-Marie. Buona la scelta di dolci e speciale il semifreddo alla Spampezia e miele ticinese di castagno, dove, per chi non lo sapesse, Spampezia si intende quel tradizionale e delizioso dolce leventinese a base di noci. Per arricchire nel corso dell’anno le proposte culinarie, il ristorante Al Giardinetto, oltre a partecipare al maggio gastronomico 3 valli e bellinzonese, organizza diverse rassegne per far conoscere le cucine di altri Paesi, come quella alsaziana per dirne una o quella piemontese.

Filetto di bisonte

Ottime e a prezzi contenuti sono anche le proposte di piatti e menù per una sosta informale a mezzogiorno. Un vero pasto non è tale se non è accompagnato dal vino e la carta dei vini privilegia i vini ticinesi, sia bianchi sia rossi, alcuni serviti anche a bicchiere, ma poi non manca una scelta calibrata di ottimi vini italiani. Un’ultima considerazione che è doveroso fare è che l’albergo ristorante pizzeria Al Giardinetto, struttura aperta tutti i giorni, è l’azienda ristoratizia che a Biasca dà lavoro a un maggior numero di persone, 33!

Giacomo Newlin con lo chef e proprietario Jean Marie Perriard

Via Pini 21, CH-6710 Biasca Tel. +41 91 862 17 71 Fax +41 91 862 23 59 info@algiardinetto.ch www.algiardinetto.ch algiardinetto.ch Aperto tutti i giorni 06.30 - 24.00

Parte del Team al Giardinetto

Tutto quello che non trovate nella rivista, lo potete vedere su www.tinotte.ch

31


32

gastronomia

Ném ai Grott Servizio a cura della Redazione La 3. edizione di “Ném ai Grott” è in dirittura d’arrivo. Il Grotto Sant’Antonio (Balerna), il Grotto del Mulino (Morbio Inf.), l’Osteria Ul Furmighin (Sagno), il Grotto Grassi (Tremona), il Grotto San Martino (Mendrisio) e l’Osteria Teatro Puccini (Vacallo) continueranno infatti fino al 5 giugno a deliziare il palato dei buongustai con piatti unici preparati soprattutto con prodotti a kilometro zero provenienti dal nostro ricco territorio. Foto di gruppo degli organizzatori

Piatto “Nem ai Grott” del Grotto San Martino: “Tagliata di manzo con piselli, carote e patate al forno”


tinotte.ch

Novità al Ristorante Caffè Laboratorio & Cucina

dal 1898

Tempo di novità al Vitti - Laboratorio & cucina il nuovo Ristorante Caffè di Lugano che ha avviato una stagione ricca di sorprese. Novità che coinvolgono il menù arricchito da proposte dal sapore invernale, con una vasta scelta di piatti preparati soltanto con materie prime di qualità da produttori locali e servite con grande cura. Una cucina semplice che celebra la tradizione ed i prodotti del territorio. La carta è un susseguirsi di piatti dal gusto intenso, scanditi da pochi e mirati elementi, secondo le materie prime del momento. Risotto alla zucca mantecato con crema di gorgonzola, entrecôte di manzo svizzero con porcini e riso selvatico, costolette di cervo con aceto balsamico, rösti con porcini e vari risotti. Inoltre, i classici piatti della cucina italiana quali: lasagnetta alla Bolognese, penne all’arrabbiata e spaghetti alla carbonara. Oltre al menù alla carta dai colori autunnali, gli ospiti possono lasciarsi sorprendere - a pranzo - dalle sette proposte del giorno dello chef: tre primi, un piatto vegetariano, due secondi e un piatto unico. Il tutto accompagnato dal pane sfornato dai laboratori della pasticceria. La speciale miscela di caffè è torrefatta in esclusiva per questo locale. La Pasticceria, con i suoi croissant e la Gelateria artigianale, con i dolci al cucchiaio, sono curate con amore fin dal 1898. Il locale è aperto tutti i giorni ed offre la possibilità di fare un allegro e frizzante aperitivo con amici o di degustare nel dopocena un drink al bancone. Le selezioni di gin, dei distillati e la particolare carta di drink non tradiranno le aspettative degli amanti del buon bere.

Informazioni via Pretorio 2, CH-6900 Lugano Tel. +41 91 605 61 61  info@vitti.ch www.vitti.ch Vitti Laboratorio & cucina vitti_lugano 

La particolare struttura cattura letteralmente i passanti grazie alle ampie vetrate che aprono la prospettiva verso un interno elegante e al tempo stesso familiare. Il Ristorante Caffè Vitti è il locale giusto per organizzare serate speciali quali: pranzi e cene aziendali, feste di compleanno… e indimenticabili cene.

33


34

gastronomia / L’angolo di Alessandro

Quando con l’Arte culinaria... si vuole Conquistare una Donna Servizio a cura di Alessandro Zucca

l’angolo di Allessandro

Dopo aver girovagato e fatto “gavetta” per anni nel mondo, acquisendo gusti e sapori dei posti visitati tra Maldive, Stati Uniti d’America, sud America e Hawaii, ho cominciato nella Mia Milano a creare i miei menù e dopo qualche tempo mi han portato a Lugano . Sono arrivato in Vallemaggia tramite amicizie e più salivo la strada per Bignasco e più mi sentivo a casa, come se certe curve mi ricordavano belle esperienze di posti visitati in un passato ormai lontano con quella energia positiva, necessaria a poter creare e lavorare bene. Arrivato alla Locanda Turisti di Barbara ho avuto la realizzazione di quel sogno che insegue ogni ragazzino che sceglie di avere la cucina come stile di vita, cioè la “carta bianca” nella gestione della ristorazione . Gli ingredienti essenziali per la mia cucina si basano sui gusti e sapori del territorio dove lavoro, quì per esempio non può mancare il formaggino di Capra Bio prodotto dall’Azienda Agricola “Al Campei” di CampoValleMaggia unito a sapori dei vari viaggi. Percui le mie proposte di menù sono spesso e volentieri un connubbio di gusti e sapori che comprendono il teŕritorio e il mondo circostante associati spesso a nuove tecniche culinarie tra cui il sifone e l’affumicatura a freddo in campana di vetro.

Trancio di salmone “affumicato” alla noce di pecan con agretti e patate sabbiose

Costolette d’agnello con gnocchi all’aglio orsino su pesto di nocciole e salsa al timo limonato

Chantal Mousse di formaggino di capra su passatina ai frutti rossi con scaglie di fondente e crumble al timo

Amo mangiare dolci fin da piccolo come molte persone, e dopo la gavetta in Villa D’Este a Cernobbio per tre anni, ho potuto acquisire tecniche dai grandi Maestri Pasticceri che mi porto come bagaglio di esperienza. Quì ho prima creato il Maggeesecake dedicandolo alla Vallemaggia e ora questo dolce, dove ho unito diversi ingredienti a prima vista diversi, ma nella composizione del piatto, ho avuto una concentrazione molto intensa quasi totale, con quella donna che qualche mese fa mi ha rubato l’anima, Chantal N. G., e ho creato. A risultato finito, ho deciso di dedicare a lei questo dolce con il suo nome, perché “Le opere d’arte non devono essere belle, ma devono farti provare grandi emozioni” . È lieto di servirvi nell’incantevole cornice della Valle Maggia a Bignasco. È gradita la prenotazione al tel. +41 91 760 70 28. Alessandro Zucca, giovane Chef di talento, ricco di un’appassionante esperienza internazionale ventennale importante. Ama elaborare e circondarsi di materie prime eccellenti, grazie alla personale scelta oculata basata su prodotti tipici del territorio. Ama esprimersi artisticamente esaltando una cucina raffinata, ricercata ed altamente creativa. Si contraddistingue per le portate ricche di gusto e personalità. L’accostamento e l’interpretazione dei piatti proposti ben si uniscono ai delicati sapori ed alla stagionalità.

Locanda Turisti Via ai Mulini 15, CH-6676 Bignasco-Vallemaggia - Tel. +41 91 760 70 28 www.locandaturisti.com - face: locandaturisti Orari: lu 06.30-23.00, me-gio 06.30-24.00, ve 06.30 -01.00, sa 07.30-01.00, do 07.30-23.00, festivi 07.30-23.00, martedì chiuso. Periodo estivo 7/7.


tinotte.ch

Nomina di prestigio per Massimo Suter È il nuovo presidente nazionale della Cassa di compensazione GastroSocial Servizio a cura della Redazione - foto © D.C . Nell’ambito della recente assemblea federale di GastroSuisse. Massimo Suter (nella foto piccola), membro del Consiglio di GastroSuisse e presidente di GastroTicino, è stato nominato presidente nazionale della Cassa di compensazione GastroSocial. Dalla Federazione mantello degli esercenti e albergatori. Alla cassa aderiscono oltre 20.000 soci per un totale di una massa salariale di 6 miliardi di franchi.

Il presidente Meni con i due nuovi membri di Gastro Lugano: Pierpaolo Mariano, del Rist. Miramonti di Dino (a sinistra) e Franco Rocca, dell’Osteria Tennis di Cureglia

Felice la scelta del LAC per ospitare l’assemblea ordinaria di Gastro Ticino. Assemblea molto ben coordinata dalla sezione di Lugano e ben frequentata dalla altre sezioni. Il Sindaco Marco Borradori ha citato l’importanza delle sinergie tra operatori. Discorso molto emozionale e positivo, il sindaco ha sottolineato più volte l’importanza del settore nel tessuto sociale della città e di tutto il Cantone. Vivace il discorso del Presidente Sutter. Ha spaziato a 360 gradi toccando molti temi che girano attorno all’affascinante mondo della Gastronomia. In buona sostanza a esortato i soci a continuare a cercare la qualità che alla lunga è e sarà l’atout del settore.

Un momento dell’assemblea Da sinistra: Marco Borradori (Sindaco di Lugano), Walter Höhener (di Gastrosuisse) Norman Gobbi (Direttore del Dipartimento delle istituzioni), Massimo Suter (Presidente di GastroTicino) Daniele Meni (Presidente GastroLugano) e Gabriele Beltrami (Segretario cantonale GastroTicino)

Assemblea generale ordinaria del gruppo WIRnetwork della Svizzera Italiana All’Hotel Campione di Bissone Servizio a cura della Redazione - foto © CD Media Sagl. Venerdì 5 maggio 2017 si è svolta l’assemblea generale annuale dell’associazione del gruppo Wir per la Svizzera italiana. L’incontro è avvenuto nella bella cornice dell’Hotel Campione di Bissone.

L’assemblea ha accettato i due membri e il comitato direttivo diventa di 5 persone. Alla fine della riunione i partecipanti sono stati coccolati dal team dell’Hotel durante la simpatica cena.

Il comitato, presediuto da David Camponovo, è stato rieletto.

Altre informazioni sul sito www.wirsi.ch

1

Foto 1: da sin. Doris Strohm, Moreno Prati, Petra Müller, Andrea Erba, Mario Oliverio, *Rahel Schulthess-Segler, Andy Müller, *Rita Fabris e David Camponovo. Foto 2: David Camponovo, Sarah Calato (BSA)e Silvia Luntmark (Zirkumflex AG) Foto 3: cameriere del Hotel Campione in compagnia del direttore Marcia Ribeira da Costa e il direttore Armin Rast.

* Rahel e Rita, i due nuovi mebri del comitato direttivo

2

3

35


36

gastronomia

San Pellegrino Sapori Ticino Servizio a cura di Luigi Bosia - foto D.C.

lito (miscela speciale S.Pellegrino Sapori Ticino accompagnato da friandises.

San Pellegrino Sapori Ticino, la bella manifestazione gastronomica creata da Dany Stauffacher undici anni or sono, è iniziata quest’anno con tre serate di Gala oltre Gottardo, Poi è giunta in Ticino con la serata di apertura presso l’Albergo Splendide Royal di Lugano, dove Domenico Ruberto ha ospitato i colleghi Philippe Bourrel (Le Richemond Geneva), Pierre Crepaud (Le Crans Hotel & SPA) e Patrick Mahler (Park Hotel Vitznau) per una serata dedicata al gruppo Swiss Deluxe Hotels. Ho avuto il grande onore e piacere di partecipare ad una cene che ha fatto un pienone. Dopo gli aperitivi con champagne Laurent-Perrier “La Cuvée”, una novità, la cena cominciava con Scampo croccante, consistenza di pisellini novelli, sorbetto al lampone con fleur de sel e yogurt al mentolo; seguiva la Trota di Brüggli con orzo, finocchio e latticello. Ottimo il Riso Gallo Gran Riserva con

ortiche, uova di trota e liquirizia. Piatto principale la Poularde de Bresse con burro alle erbe, spugnole e ristretto al vino. Abbiamo terminato con Spuma di fondente Araguani, cremoso al gelsomino, lamponi Kwanza e gelato al latte di mandorla di Sicilia. Non mancava il caffé Car-

Vini italiani proposti da Arvi: Le Grance, Caparzo, Toscana IGT 2013; Manna, Franz Haas, Alto Adige DOC 2014; Concerto, Marchesi Mazzei, Toscana IGT 2013; Colheita Do Noval, Tawny Porto DOC 2003. Birra Ittinger e, ovviamente, S.Pellegrino e Acqua Panna. La manifestazione chiuderà a Campione d’Italia con una cena di Gala l’11 giugno seguita la settimana seguenta da “Ti ho raccolto” presso il Demanio Cantonale di Gudo (vedi pagina a lato).

In alto da sinistra: una tavolata della serata; da sin. Dany Stauffacher, patron della manifestazione, con Antonio Silvestri di Eventmore; infine una foto “rubata” alla cucina dove scoviamo Federico Salvetti di Ebouyhouse (con la bottiglia in mano).


tinotte.ch

37


38

enologia

a cura di Michele Braccia Ristorante Serta, Lamone Oggi, il nostro contenitore narrativo s’intrufolerà in quella che il poeta Alberto Nessi ha definito semplicemente “Terra Matta”: ra cco nte re m o le vicende di un boomerang umano che ad un certo punto è sembrato sparire all’orizzonte per poi essere riacciuffato dalla stessa mano emozionale: le sue radici. Remo Tettamanti nasce a Morbio Inferiore. Si iscrive al liceo linguistico ed a 16 anni, con coraggio e sana sfrontatezza, si piazza a casa dell’indimenticabile Fonzie nel Wisconsin (Fonzie alzava i pollici a Milwaukee e Remo battagliava con l’inglese a Madison) frequentando, senza nessuna conoscenza linguistica, la scuola pubblica. Al ritorno non continua il liceo a favore della scuola di Commercio a Bellinzona per poi iscriversi alla facoltà di diritto in quel di Friburgo ma problemi familiari lo costringono a rientrare. Comincia in una fiduciaria ma si sente soffocare ed allora, soprattutto nell’amministrativo, intraprende variegate attività: gestisce un villaggio turistico alle Maldive, lavora in una società d’imbarcazioni da diporto, poi, si cimenta con gli arredamenti di lusso su misura e per non farsi mancare nulla si ritrova in quel di Mezzovico in una società di prodotti dentari. Nel 2007, quasi per sbaglio, approda alla cantina sociale di Mendrisio. A quei tempi si contavano 430 soci e facendo scorrere i nominativi ritrova un pezzo di famiglia e soprattutto la sua predestinazione: babbo Renato. In quel momento tutto sembra incastrarsi alla perfezione ed i ricordi vanno al vigneto di famiglia (le uve che finivano alla Cantina Sociale) ed a quelle ore trascorse con suo nonno in vigna. Remo, sorridendo, mi racconta che era un ragazzino ed il contenitore del ramato era molto pesante: lo assestava con fatica sulle spalle ed una volta appoggiatosi al tavolo suo nonno lo riempiva di ramato (impossibile non pensare al film di Pieraccioni “il Ciclone”, tanto più che all’inizio abbiamo parlato di boomerang): spesso non entrava il foro ed il ramato scorreva a fiumi sulla schiena del giovane Remo. L’altro ricordo è legato a quelle zucche con il bozzo, che una volta svuotante diventavano delle rinfrescanti borracce dalle quali bere acqua e vino (gustaccio).

Al suo arrivo la Cantina Sociale di Mendrisio vive un momento complicato dovuto a problemi organizzativi e soprattutto alla percezione della clientela: la si abbinava, quasi esclusivamente al vino da litro. Oggi, la Cantina Sociale di Mendrisio è una sorta di matrioska enologica, dal suo grembo nascono la Tenuta Montalbano e soprattutto La Monticello. Agli inizi, le figlie della grande “matrona” (la Tenuta Montalbano e La Monticello) vengono percepite come cantine indipendenti. Nel frattempo, Remo ed i suo collaboratori innalzano il livello dei vini della Cooperativa e solo al quel punto giunge il momento di ricongiungere in modo chiaro le tre stratificazioni qualitative agli occhi del consumatore. Diamo i numeri: ora vi sono 390 soci, 10’000 quintali d’uva (il 18% dell’uva ticinese) per una produzione di 750’000 bottiglie l’anno, per un totale di 25 etichette (14 della Cantina Sociale, 5 della Tenuta Montalbano e 6 della Monticello) suddivise in 5 bianchi, un rosato e 19 rossi. Per essere soci bisogna comperare una quota di CHF 50.- e ad ogni 5 quintali d’uva conferita aggiungerne altri CHF 50.-. Ora scendiamo nelle cantine per conoscere i vini più rappresentativi. Cominciamo, come giusto che sia, dalla tradizione con il “Merlot Viti” riconoscibile dall’intramontabile pergamena in carta pecora ed il Merlot “La Trosa” (il preferito da Remo) che si fa una pennichella di ca 12 mesi in botti di primo passaggio. Poi andiamo alla Tenuta Montalbano che si espande su 22 ettari di proprietà, racchiusi in un unico appezzamento (il più grande del Ticino). Qui la resa si abbassa dal kg per m2 consentito dalla DOC a 750 grammi con un rigoroso controllo diretto sulla produzione. Incontriamo il Merlot “Centenario” in inox (nato in onore dei 100 anni del Merlot nel 2006) ed il “Montalbano Riserva” (da vecchie vigne) che si fa una pennichella di 18 mesi in barrique in prevalenza nuove.

In onda il vene rdì, ogni 15 gg alle 10.30 40% di Chardonnay e Viognier fermentati in barrique ed un 20% di Merlot in acciaio. Poi una splendida progressione del camaleontico Merlot con affinamenti diversi che si traducono nei Merlot “Passioni”, “Emozione” ed “Incanto” per approdare al Merlot “Racconti” che subisce un appassimento in pianta generato dal taglio del capofrutto (gli zuccheri, i polifenoli ed i tannini vengono risucchiati dall’uva che poi perde l’acqua concentrando gli zuccheri stessi) ed un affinamento in barriques nuove di 22 mesi.

Riassumendo, la Cantina Sociale affonda le sue radici nella storia con i suoi vini senza tempo, la Tenuta Montalbano è una progressione qualitativa innestata sulla tradizione e La Monticello è semplicemente l’eccellenza rivolta al futuro. In più, Remo ed i suoi collaboratori, hanno già ottenuto la certificazione di qualità ISO 22000 con protocolli e rintracciabilità tutta a beneficio del consumatore finale. E mo-mò (tradotto adesso adesso) mi piace immaginare un “Convivio” formato dai soci della cooperativa, si respira “Euforia” e le “Passioni” di Remo generano “Emozioni” sottovetro dettate da quell’ “Incanto” che solo i grandi “Racconti” sanno regalarti. Poi, un po’ defilato, un uomo con il giubbotto nero in pelle fissa Remo con ammirazione, in una mano ha un boomerang e con l’altra alza il pollice come solo lui sa fare. Cantina Sociale di Mendrisio Remo Tettamanti via Bernasconi 22, CH-6850 Mendrisio Tel. +41 91 646 46 21 Fax +41 91 646 43 64 info@cantinamendrisio.ch www.cantinamendrisio.ch

Da una costola dei 22 ettari della Tenuta Montalbano, con l’aggiunta di altri vigneti ossessivamente selezionati, nasce la linea Monticello. Partiamo con le tante amate bollicine del metodo classico “Blanc de Blanc Euforia” (metodo classico solo con uva a bacca DOMANDA: bianca, 100% Chardonnay), poi il “Convivio”, ? “Euforia” 2012 sono state prodotte stuzzicante assemblaggio composto dal Quante 3000

2000

2500

Tra coloro che indovineranno la risposta verrà sorteggiata una cena al Grotto Serta per 2 persone à la carte accompagnata da una bottiglia di “Euforia” 2012 La risposta va inoltrata entro il 17.07 2017 (vale timbro postale) Solo per gli abbonati in palio una bottiglia “Euforia” 2012 La risposta andrà inviata via SMS al 880 o all’indirizzo mail info@tinotte.ch


tinotte.ch

Barolobrunello Spring Edition 2017

Servizio a cura di Rita Fabris, in collaborazione con la Camera di Commercio Italiana “Facciamo parlare le esperienze, il vino e le persone che lo fanno” ecco come si presentano Andrea Zarattini, Stefano Pancera (vedi foto a lato) ed Emanuele Varino fondatori di WineZone, gli organizzatori di Barolobrunello Spring Edition svoltosi a Lugano il 25 e 26 marzo 2017.

Simone Nannetti della Cava d’Onice presenta tra i suoi vini il Brunello di Montalcino Colombaio 2012 (foto sotto) ottenuto con le uve del vigneto fuori casa, un aroma che affascina e trasmette la sensazione di una particolare cura che viene riservata ad una parte di famiglia, due barrique di uve che affinandosi diventano una sola di vino pronto a diventare un Montalcino affascinante, vellutato, con una nota di ossidazione che non ti aspetti e che ti racconta una storia.

“Come è nata l’idea?” mi rispondono in coro i rappresentanti di questa realtà: “una sera ci siamo chiesti cosa ci sarebbe piaciuto degustare, cosa avrebbe innalzato al massimo il godimento che si ha in una degustazione... ecco Barolo e Brunello insieme!“ La degustazione parte con il Brunello di Montalcino, Casanova di Neri mi affascina con il suo Brunello di Montalcino Tenuta Nuova 2012 (foto sotto), vigne situate a sud, più al caldo, la struttura e il corpo lo dimostrano presentando sapori balsamici e punta di liquirizia, un vino già pronto ma i suoi tannini ancora ruvidi rivelano una sicura longevità.

Parlare del Brunello de Il Marroneto sembra scontato, Lucia Nannetti mi presenta un Rosso di Montalcino Ignaccio 2014, annata difficile per queste vigne ma il terreno e l’eleganza di questo Sangiovese sanno esaltare le caratteristiche di questo vino che nasce come declassamento del Brunello ma presenta una complessità differente, rotonda, che esalta la frutta da un lato e dall’altra un’ottima acidità che a fare salivare richiedendone ancora. Una persistenza poi da ricordare... Si passa al Barolo, non può passare inosservata l’Azienda Agricola Daniele Pelassa che oltre ai vigneti in zona Roero produce Barolo in una vigna a Verduno

ed è con il Barolo Riserva 2009 che mi conquista. Una grinta minerale, fiori secchi e velluto in bocca, molto impegnativo e la conferma della longevità ne fa un gran vino. Girando tra i banchi mi imbatto nei vini di Giuseppe Mascarello dove Elena Mascarello mi fa degustare il loro Barolo Monprivato 2012 che si riconferma con i suoi sentori di rosa e lamponi arrivando ai terziari del pepe nero con tabacco e liquirizia. Il velluto e la persistenza si ripropongono alla memoria come conferma di uno dei migliori Barolo in assoluto. L’obbiettivo dei tre soci è stato raggiunto e probabilmente le due giornate sarebbero l’ideale per degustare tutti i vini proposti con molta più calma, descrivere tutte le eccellenze proposte risulta praticamente impossibile ma ci sarà occasione di ritrovarli assieme ad altre realtà dei due territori al prossimo appuntamento a Milano il 18 e 19 Novembre 2017. www.barolobrunello.it

39


40

enologia

Vino protagonista grazie a Cantine aperte e riconoscimenti A cura della Redazione “Piccola Vigna” di Soldini e Trapletti miglior Merlot del Mondial du Merlot e unica Gran Medaglia d’Oro del concorso internazionale. La decima edizione del Mondial du Merlot, che si è avvalsa di una giuria internazionale, si è svolta, come di consueto, a Sierre. Anche quest’anno il Ticino grazie ai suoi produttori si è confermato luogo di eccellenza per questo vitigno d’origine bordolese. Il Merlot, in tutte le sue sfaccettature, riesce a produrre sui nostri terreni diverse tipologie di vino che si impongono a livello internazionale. Lo dimostrano le numerose medaglie assegnate, 18 d’oro e 33 d’argento, ma anche i premi di categoria. Premio per il Miglior vino svizzero e del Concorso è stato attribuito all’azienda Piccola Vigna di Soldini e Trapletti, Coldrerio. La ditta Vini & Distillati Angelo Delea, Losone (nella foto grande David e Angelo Delea) con il suo Chiar di Luna si è aggiudicata il premio per il miglior rosato o bianco di nero e anche il premio VINOFED, destinato al vino che ottiene il punteggio più omogeneo tra i giurati, mentre con il suo Diamante vince il premio per il miglior vino d’assemblaggio. Un concorso però non deve rimanere appannaggio esclusivo degli addetti ai lavori: per questo, alla Casa del vino Ticino, i prossimi 25 e 26 maggio sarà possibile degustare i vini medagliati con l’oro, incluso il vincitore assoluto

del concorso. Costo della degustazione CHF 30.Questi risultati d’insieme sono un biglietto da visita per l’immagine della nostra viticoltura e lo dimostrano i risultati di vendita pubblicati settimana scorsa dall’ufficio federale dell’agricoltura dai quali si evince chiaramente che il Ticino è l’unica regione viticola svizzera ad avere incrementato le proprie vendite e, se pensiamo che anche l’importazione dei vini esteri è regredita del 0.9%, non possiamo che andarne fieri. Curiosità L’azienda situata più a Nord è quella dei fratelli Carlo e Luca Frasa a Rodi Fiesso (Leventina). http://vinifrasa.ch

mondial du merlot 2017 I premi assegnati ai vini Delea Medaglia d’Oro Chiar di Luna Bianco di Merlot DOC 2016 Prima Rosa Rosato di Merlot DOC 2016 Carato Ticino DOC Merlot 2014 Diamante Rosso del Ticino DOC 2013 Premio miglior Merlot Rosé o Blanc de noir Chiar di Luna Bianco di Merlot Ticino DOC 2016 Premio miglior Vino d’Assemblaggio Diamante Rosso del Ticino DOC 2013 Premio speciale VINOFED per il vino con il miglior Punteggio da parte di una giuria rappresentante 14 importanti concorsi Internazionali Chiar di Luna Bianco di Merlot Ticino DOC 2016


rsi.ch

fo wi Eventi WIRnetwork - in

17- ore 11.00 Domenica 28 maggio 20 Evento WIRnetwork presso Delea SA, 16 Losone Via Zandone 11, CH - 66 o@wirsi.ch Per iscriversi: camponov

Sabato 27 e domenica 28 maggio dalle 10.00 alle 18.00 potete visitare la Cantina Monti a Cademario, per degustare tutti i loro vini e scoprire cosa è nascosto dietro un’etichetta. Sempre alla Cantina Monti, come pranzo caldo, sabato e domenica, potete gustare un’ottima polenta, accompagnata con, a scelta, brasato al Merlot Rovere, luganighetta in umido oppure gorgonzola. Trovate anche i salamini nostrani e i formaggi del Malcantone. Per il pranzo sono gradite prenotazioni (posti limitati) al numero telefonico +41 91 605 34 75 .

72

cantine aperte da scoprire

www.ticinowein.ch

tinotte.ch

41


speciale malcantone Il golfo di Agno, il fiume Tresa e la catena montuosa del Lema fanno da cornice al Malcantone, una delle più suggestive regioni del Sottoceneri con il maggior numero di angoli caratteristici e una grande varietà di paesaggi. Le vallate del Malcantone si stendono tra cime panoramiche e acque turchine, seguendo il corso del fiume Magliasina che dal Monte Lema - la cui vetta supera i 1600 m sfocia nello splendido lago.

Malcantone

42

Allo splendore della natura si integra un ricco patrimonio artistico e culturale. Ogni villaggio ha la sua impronta particolare: il suo monumento.

Innumerevoli le possibilità di svago: chi cerca il riposo troverà il verde e la tranquillità nonché un clima mite, la varietà del paesaggio, la ricchezza di acque, zone pianeggianti, colline e montagne. Per chi desidera invece una vacanza dinamica e stimolante, il Malcantone offre naturalmente ottime e moderne attrezzature per la pratica di numerosi sport: tennis, golf, equitazione, nuoto, pesca, vela, wind-surf, volo delta e a motore, escursionismo, sci, ecc. Il sentiero delle castagne offre la possibilità di percorrere 4-5 ore nel verde dell’Alto Malcantone. Si parte da Arosio, passando da Mugena (che offre un magnifico punto panoramico su tutta la regione). Il sentiero continua per la valle di Firinescio, sopra Vezio e Fescoggia; l’itinerario prevede otto punti didattici segnalati: il castagneto, la chiesa di S. Michele (sec. XIV-XVII), il metato (grà), vari punti panoramici, la vasca antincendio (la regione infatti è soggetta al rischio di incendi boschivi), il piano del Caroggio nonché boschi, frutteti e caratteristiche costruzioni in legno.


44

speciale malcantone

Casale della vite: lo chef si presenta Servizio a cura della Redazione Andreoletti Enrico nasce a Pavia nel 1988. Grazie allo zio Luigi, ristoratore e gastronomo si appassiona alla cucina fino a che non si iscrive all Amerigo Vespucci di Milano. Dopo il diploma e vari stage nel milanese Enrico inizia un tour gastronomico e lavorativo che vede toscana, Liguria, Piemonte e Valle d’Aosta come suoi luoghi di interesse. Nel 2016 approda in Ticino dove conosce Umberto Castiglioni dal quale nasce la collaborazione presso Il Casale. Il menù del Casale è costituito per metà da piatti classici di cucina regionale e tipica del territorio e per il resto invece si lascia il giusto spazio ad una cucina dove stagionalità e creatività fanno da padrone. Per il mese di giugno prevediamo un tagliolino all’uovo con Acqua di scalogni e tartufo nero estivo, immancabili gli asparagi e le fave e per finire ci saranno sempre i nostri filetti di manzo svizzeri, il fritto misto e la nostra Tartare al coltello (vedi foto).

Via Stazione 22a CH-6983 Magliaso Tel. +41 91 600 97 14 info@casaledellavite.ch http://casaledellavite.ch casaledellavitemagliaso


Cantina Monti Via dei Ronchi CH-6936 Cademario Tel. +41 91 605 34 75 Fax +41 91 604 54 55

Cantina Monti

Nel 1976 Sergio Monti produce la prima barrique di vino della Cantina Monti, pigiando con la tramoggia a manovella e diraspando a mano su una ramina da pollaio. Nasce così una passione travolgente che lo porta a diventare presidente dei viticoltori ticinesi e svizzeri e che coinvolge anche i figli Delio e Ivo. Nel corso degli anni la cantina si sviluppa su 4,7 ettari con 9 qualità di vitigni per 4 etichette. Situata a 550 metri di altitudine con pendenze estreme che non permettono la meccanizzazione la Cantina Monti si concentra da subito nella produzione di vini di qualità superiore con bassissime rese in vigna. Il motto è “Rispetto e Rigore”: rispetto per il vino (si lavora senza pompe, per gravità e i rossi non vengono filtrati) e rigore nel diradare i grappoli in vigna. Da diversi anni la cantina è gestita da Ivo Monti che segue la filosofia tramandata dal padre.

cantinamonti@ticino.com www.cantinamonti.ch facebook: cantinamonti

Visite-degustazione solo su appuntamento.

45


46

agenda como Erba (LarioFiere) www.lariofiere.it ve 26 - do 28.05 La fiera della musica e dei musicisti me 07.06 Le eccellenze italiane si aprono al mondo

fino a do 18.06 Sul filo di seta Storia dell’industria tessile fino a do 18.06 Storie di fiori e farfalle Le creazioni della pittrice botanica Marina Fusari sa 24.06 - do 30.07 Botanica della musica Dalle piante d’origine agli strumenti musicali

sa 10.06 Topo & Pop Wine Tremezzo (Villa Carlotta) www.villacarlotta.it sa 10.06 - do 30.07 Alla ricerca dei suoni perduti Mostra di antichi strumenti musicali

Como (Festival Città della Musica) www.comofestival.org gio 29.06/sa 01 - ma 04.07, ore 21.30 Nabucco Progetto 200.com ve 30.06, ore 20.30 Sunset Saxophones con Elise Hall Saxophone Quartet ve 07.07, ore 21.30 Canti della seta La Città in movimento sempre aggiornati su www.tinotte.ch

... LUCCHETTI A LAGO È “La Provincia”, autorevole quotidiano che ha una propria edizione integralmente dedicata alla città lariana, dopo aver accumulato migliaia di cartoline inviate a Roma per sollecitare una soluzione all’annosa vertenza della paratie a lago antiesondazioni ha spinto i cittadini del capoluogo lariano (ma anche i tanti turisti che non mancano di visitarlo) a sottoscrivere una garbata e colorita protesta sotto forma di lucchetti che sono stati apposti sulle reti di recinzione del cantiere a cielo aperto che hanno rovinato il colpo d’occhio sul lago da un incredibile numero di anni. La colpa, per questa opera... Incompiuta, è un po’ di tutti: e sicuramente questo tutti contro tutti (politici dei colori più svariati, soluzioni tecniche non del tutto convincenti, spese... esplosive, ...) non ha certo agevolato nemmeno quelli meglio intenzionati a ridare a Como un lungolago decisamente bello “oscurato” proprio, nell’ideale percorso che parte da Villa Olmo per giungere a Villa Geno (o viceversa), all’altezza di piazza Cavour e dei vari prestigiosi e storici alberghi della zona. Ma il vento, a quanto pare, è cambiato e da qualche settimana sono in atto importanti lavori di ripristino della passeggiata. Stanno sparendo le reti di recinzione, il fondo di slarghi e marciapiedi a lago è in fase di rifacimento, presto dovrebbero essere rimesse in posa le storiche ringhiere. Se non sorgeranno intoppi già a fine giugno i comaschi recupereranno, finalmente, una buona parte dell’agognato lungolago.


tinotte.ch

gio 01 - do 04.06 Bisboccia Fest Area Feste Carnago sa 10 - do 11.06 Festa delle arti e sapori 2017 Arcisate www.arcisatecultura.it Fino a me 02.07 Immagini nel tempo Mostra di fotografi e fotografia a Varese tra ‘800 e ‘900 via Cola di Rienzo 42 Castello di Masnago Tel. +39 0332 820 409 www.varesecultura.it facebook.com/castellodimasnago

Fino a do 10.09 Meet Your Neighbours Mostra fotografica in 40 pannelli dedicata agli animali e alle piante attorno a noi. Foto di Emanuele Biggi. Villa Mirabello, p.zza Motta 4, Varese Musei Civici Villa Mirabello Tel. +39 0332 255485 www.varesecultura.it fino a do 15.10 Robert Wilson Tales Villa Panza, Varese Tel. +39 0332 283960 faibiumo@fondoambiente.it

47

tutti i sabari e domeniche fino a novembre ore 10.00-18.00. Nuovo polo museale del Sacro Monte di Varese Riapertura dei tre luoghi identificativi del Sacro Monte: Museo Baroffio e Santuario, Casa Museo Lodovico Pogliaghi e Cripta Tel. +39 328 837 72 06 info@sacromontedivarese.it www.sacromontedivarese.it

IL PALIO DI MASNAGO E LA FESTA DELLE SEI CONTRADE Dame e cavalieri, giullari e saltimbanchi per le strade, falconieri con rapaci incappucciati e arcieri che con archi e frecce simulano Robin Hood…siamo tornati nel passato? …in parte… Sicuramente siamo a Masnago, a Varese dove ogni anno alla fine del mese di giugno si rievoca la festa delle sei contrade ormai giunta alla 39° edizione dove Faido, Cantoreggio, Castello, San Maurizio, Belvedere e Paino si scontreranno in settembre nel famosissimo Palio. La rievocazione storica parte dal parco Mantegazza che per l’occasione ospita un accampamento medioevale dove si esibiscono sbandieratori, giocolieri e diversi artisti con spettacoli con il fuoco. Si prosegue con un corteo fino alla chiesa per la Messa in onore dei Patroni dove verrà presentato ufficialmente il tema del Palio e il “cencio 2017”, premio per la squadra vincitrice del Gioco della Brenta. Tra la fine di agosto e l’inizio di settembre Masnago si vestirà di nuovo in abiti medioevali riproponendo gli stessi momenti conviviali e dando il via al Palio che vedrà le contrade sfidarsi in giochi di altri tempi ritornando alla tradizionale pigiatura dell’uva e con percorsi con la gerla sulle spalle fino alla corsa con le carriole decreterà la contrada vincitrice. Lo scorso anno il “cencio” è andato alla contrada di San Maurizio che ha colorato Masnago di bianco e nero e se vorrete vedere di che colore si vestiranno le strade quest’anno non vi resta che mettere in agenda le date non appena verranno rese pubbliche dal comitato del Palio. FB @palioDiMasnago

© Emanuele Pietroforte

agenda varese


48

concorsi

IERI +FRIZZANTI ALBO D’ORO CAMER

a Gorduno 2000 Alexandra, Paso e a Gravesano 2001 Rosy, Bar La Rondin

La +Frizzante 2016

a Lugano 2002 Ylenia, Bar Beach

Valentina

no

2003 Silvia, Paso a Gordu

del 6805 La Palazzina di Mezzovico 6805 La Palazzina Via Cantonale 1 CH-6805 Mezzovico Tel. +41 91 683 68 05

2004 Nury, Bar Unione a

Viglio

2005 Oxana, Clay Pub a

Pregassona

2006 Laura, Lungolago a

Locarno

one 2007 Celine, Pub 93 a Los a Massagno 2008 OKSANA, Bar Cocco le, Bellinzona 2009 LUCA, Snack Bar Via golo,Viganello 2010 SIMO, Snack Bar An odoro, Biasca 2011 ANTONIO, Rist Pom e isio SELENE, Rist. Grütli, Mendr sona 2012 SARA, Bar Ufo, Pregas

Nome Segno zodiacale: Colore preferito: Hobby: Cibo preferito: Cantante preferito: Un pregio: Un difetto: Del mio corpo amo: E non mi piace: A cena vorrei uscire con: Sogno nel cassetto:

Vintage 2013 CRISTIANO, Madalena ano Lug fé, Ca Lamone 2014 MORENA, Bar Ghez, erale, Solduno 2015 MALCOLM, Croce Fed

Valentina Ariete Verde Danza Risotto Laura Pausini Solare Testarda Sorriso Gambe corte Un produttore di vino italiano Tanti. Tra cui viaggiare il mondo

Alessandra Al Passaparola Via S. Gottardo 139 CH-6942 Savosa Tel. +41 91 966 28 19

3 Paola Bar Vittoria

2 Nome Segno zodiacale: Colore preferito: Hobby: Cibo preferito: Cantante preferito: Un pregio: Un difetto: Del mio corpo amo: E non mi piace: A cena vorrei uscire con: Sogno nel cassetto:

Corso Bello 10 CH-6850 Mendrisio Tel. +41 91 630 22 48 Paola Cancro Nero Shopping Sushi Reggaeton Simpatia Permalosa Seno Pancia Con mio “tipo” Un sacco di soldi

Nome Segno zodiacale: Colore preferito: Hobby: Cibo preferito: Cantante preferito: Un pregio: Un difetto: Del mio corpo amo: E non mi piace: A cena vorrei uscire con: Sogno nel cassetto:

Alessandra Cancro Azzurro Musica e jogging Lasagne Erique Iglesias Troppo buona Troppo disponibile Occhi Magrezza Con le mie amiche Top secret (sono scaramantica)

nto di a t n o c i t n a z iz r F + La festa dei luogo premiazioni avrà

7 1 0 2 o t s o g a 9 2 martedì zzovico ina, Me

lazz presso 6805 La Pa


49

Via Campagna 34, CH-6982 Agno-Serocca Tel. +41 91 930 67 57 - Fax+41 91 930 67 59 info@tipack.ch - www.tipack.ch

CAMERIERI +FRIZZANTI

, er SMS Vota p ero o il num inviand ua /della t del tuo 880 l o(a) a preferit SMS) .80.- x (CHF 0

1 Round +Frizzanti 2017-18 Ricordiamo i nostri due concorsi.

1) Premio principale +Frizzanti voti conteggiati tramite sms, e-mail e tagliando

Cari Amici e amiche del giornale, si è concluso il diciottesimo concorso che premia ogni anno l’importante categoria dei camerieri con un premio di CHF 1000.- in merce. Prima di tutto vi diamo il risultato della sesta votazione e poi forza a votare i nuovi! Vince la sesta tappa PAOLA del Bar Vittoria a Mendrisio. Secondo posto per MONICA dell’Osteria Posta a Claro e terzo posto per VERA del Bar Pedrini a Faido. Seguono un po’ distaccati e in ordine alfabetico: l’impeccabile MATTEO della Cantina Ticinese “Da Ziko” a Breganzona, l’affascinante MERY del Canaa Tearoom a Losone e SALVA del Friends Coffee Pub a Lugano. La classifica della finale premia quindi la neo Sommelier VALENTINA del Rist. 6805 La Palazzina di Mezzovico, argento per PAOLA del Bar Vittoria a Mendrisio e bronzo per una delle 14 protagoniste del nostro Calendario 2017 l’istonica e coinvolgente ALESSAN­DRA del festaiolo Bar Rist. Passaparola di Savosa Accanto potrete invece votare la prima serie del concorso 201718. Forza non aspettate neanche un minuto ed an­data a trovare i nuovi + Frizzanti 2017-18!! Premio tinotte.ch Ricordiamo che per i Click sul sito, da due anni, è previsto un premio finale speciale. Premio che sarà consegnato la sera della premiazione della Cameriera +Frizzante 2017!

Invitiamo a segnalarci candidati per i nuovi numeri. Telefono. +41 91 605 73 00 - info@tinotte.ch

2) Premio speciale. +Frizzante WEB

Preferenze espresse sul nostro sito web. www.tinotte.ch PAOLA del Bar Vittoria a Mendrisio si impone nella speciale classifica sul sito. (tinotte.ch/concorsi/Frizzante).

1

Veronica

Bar Mendrisio - Mendrisio

4

Debora

Osteria Birraria da Rinalda Gordevio

Nome Via Luogo e data

Osteria Antica - Rancate

5

Mariana

Osteria Bellavista - Cureglia

Anastasia

3

Favorita Tea Room Massagno

6

Daniela

Osteria Odeon Wine bar Lugano

1. Partecipano al concorso camerieri - donne e uomini che lavorano in locali della Svizzera italiana. 2. Ogni locale partecipa una sola volta, nel corso dell’anno, rappresentato da un solo candidato(a). 3. La partecipazione al concorso necessita solo di un abbo namento annuale (CHF 60.-) in cui partecipa il concorrente. 4. Ad ogni uscita bimestrale della rivista concorrono sei candidati(e). 5. La votazione per ogni concorrente è di un’edizione. 6. Vince chi, a fine anno, ha totalizzato il maggior numero di preferenze, nei seguenti sistemi di voto. a) spedendo il tagliando sottostante b) via SMS - al 880, inviando il numero preferito p.es. FRIZ1, FRIZ2... ma non solo il numero! c) via e-mail. info@tinotte.ch indicando nome e cognome 7. È esclusa ogni forma di corrispondenza sul concorso. 8. Il locale vincitore si impegna ad organizzare una festa per la vincita del/della cameriere/a +Frizzante in cui lavorava al momento della partecipazione al concorso.

tagliare e inviare a Ticino by Night & Day, via San Gottardo 26, CH-6900 Lugano

Cameriere(a) +Frizzante. Numero scelto

2

jenny

E-mail (obbligatorio) Cognome Località Firma

CONCORSO N° 100


50

sport

Renzetti: un sogno che si avvera Servizio a cura di Eugenio Jelmini - foto Claudia Campana Il prossimo mese di luglio ricorreranno i 5 anni da quando Angelo Renzetti è diventato principale azionista della FC Lugano SA. Per la verità già 24 mesi prima l’imprenditore aveva assunto la presidenza della società succedendo a Luido Bernasconi. Ma l’azionista di riferimento era allora Enrico Preziosi, industriale italiano del ramo dei giocattoli e il margine di manovra del presidente era molto limitato. Da quando ha preso in mano la società, Renzetti si è gettato anima e corpo nell’impresa. Non deve essere stato facile navigare in acque spesso agitate, muoversi da neofiti in un ambiente particolare qual’è quello calcistico, popolato da personaggi che vivono sul filo del rasoio e governato da logiche che hanno spesso più a che fare con il businnes che con lo sport. In effetti l’apprendistato del timoniere bianconero non è stato facile, né privo

di scivoloni. Sono cambiati gli allenatori, come succede sovente nel mondo del calcio e si è dovuto spesso ripartire quasi da zero. Ma la tenacia dell’imprenditore, il suo coraggio e una innata predisposizione a cercare soluzioni originali, hanno portato Angelo Renzetti a vincere la sua battaglia. Proprio così: in questi anni l’FC Lugano si è consolidato come società e ha raggiunto buoni risultati sul campo. La storica promozione in Super League, dopo 13 anni di assenza, è stato il primo tassello della “rinascita” bianconera. È seguito il campionato con il grande Zdenek Zeman in panchina. La squadra ha salvato il posto nell’élite ed è arrivata in finale di Coppa svizzera. Quest’anno l’obiettivo era confermarsi. E dopo il girone di andata c’era qualche apprensione vista una certa incostanza

di rendimento. Renzetti è andato contro tutti e ha sostituito il tecnico, chiamando a Lugano l’assistente della nazionale albanese Paolo Tremazzani. Una scommessa vinta. La squadra sta disputando un eccellente girone di ritorno e ha ormai l’Europa nel mirino. Per il presidente si tratta di una grande soddisfazione. Ma nello sport, si sa, non c’è tempo per dormire sugli allori. A due terzi di un campionato bisogna già pensare a programmare il prossimo. Dalle rive del Ceresio partiranno sicuramente i “gemelli del gol” Alioski e Sadiku e sostituirli non sarà facile. “In questi anni ci siamo sempre rinforzati, nonostante il budget inferiore a quello di molte avversarie - spiega Renzetti - e faremo la stessa cosa anche adesso. Bisogna avere coraggio e fantasia ed è quello che metteremo in campo con i miei collaboratori. Tifosi fidatevi”.

www.fclugano.com

Ultima o

Il presidente Renzetti si complimenta con Sadiku al termine di una delle tante partite vinte nel ritorno.

ra La Redazione si complimenta con FC Lugano per l’accesso alle coppe euro pee.


tinotte.ch

XI Open Internazionale di scacchi di Lugano

Vittoria del GM Igor Khenkin

11 14-17.04.2017

Servizio a cura della Redazione - © fotoritratto La undicesima edizione dell’Open Internazionale di Scacchi di Lugano ha avuto luogo come consuetudine presso l’accogliente Hotel Pestalozzi è stata vinta dal già campione tedesco e Grande Maestro Igor Khenkin seguito a ruota dal Maestro Internazionale Giulio Borgo e dal maestro Fide Fabrizio Patuzzo che hanno preceduto gli altri ticinesi Aurelio Colmenares e Simone Medici che si sono pure ottimamente difesi considerando la forza della manifestazione.

Durante l’Open si sono anche disputati quattro eventi collaterali scacchistici di grande rilevanza quali la simultanea di giovedì scorso sostenuta dal giovane ticinese Simone Medici, dal “ Terzo Trofeo di risoluzione di problemi” vinto dal direttore de L’Italia Scacchistica Valerio Luciani e, infine, lunedì pomeriggio ha avuto luogo,il fiore all’occhiello un unicum e ormai una tradizionale sfida alla cieca denominato Grand Prix Goldhammer, che quest’anno vedeva al confronto il pluricampione scacchistico di questa disciplina Aurelio Colmenares opposto all’altro maestro Fide ticinese Fabrizio Patuzzo. Aurelio ha come da pronostico vinto contro l’amico rivale e pure pluricampione di cadenza normale.

Nello spirito della manifestazione sabato si è tenuta una lezione dimostrativa di scacchi rivolta ai giovanissimi dove hanno aderito una decina di bambini tra i 5 e gli 8 anni. L’ Open Internazionale di Scacchi di Lugano partito con il saluto del sindaco di Lugano Marco Borradori e dell’onorevole Roberto Badaracco è patrocinato dalle AIL di Lugano. Media partner della manifestazione il Giornale del Popolo e il bimestrale del divertimento Ticino by Night and Day. Gli organizzatori, alla fine della premiazione, hanno dato appuntamento alla 12esima edizione che però si terrà nel mese di febbraio 2018 (15-18). Info supplementari: www.scaccomatto.ch

Da sinistra: Sergio Cavadini, Giulio Borgo, Igor Khenkin, Fabrizio Patuzzo, Luciano Fadani e David Camponovo.

GRAND PRIX U16

IV Trofeo giovanile Centro Breggia Le iscrizioni si chiuderanno venerdì 26 maggio ma posti permettendo sarà possibile annunciarsi, entro le ore 13, anche direttamente sul posto. Per maggiori info vedi www.scaccomatto.ch e per le iscrizioni: dcamponovo@hotmail.com e sergio.cavadini@bluemail.ch

Media Partner per il Grand Prix 2017 Guida al tempo libero & benessere - Insubria since 1999

Il Centro Breggia, noto centro commerciale di Balerna, si appresta ad ospitare la quarta edizione dell’omonimo Trofeo giovanile di scacchi. Il torneo si terrà sabato 27 maggio e vi prenderanno parte ragazzi e ragazze in età di scuola elementare e scuola media del Canton Ticino e della vicina Italia. Ricordiamo che l’anno scorso il vincitore assoluto fu Francesco Raimondi di Chiasso che ha preceduto Sebastian Branca (Minusio) e Matteo Malingamba (Biasca) (3).

by

Prossime date del

2. Grand Prix 2017 domenica 8 ottobre IV Festival Scacchistico del Fumetto Palazzo dei Congressi, Lugano sabato 11 novembre - ore 14.00 Trofeo Scacchistico Under 16 EspoVerbano, Palexpo Fevi, Locarno

Night & Day

www.tinotte.ch

Tutti i partecipanti del torneo 2016 © foto Maurizio Colombo - tinotte.ch

domenica 2 luglio I Trofeo San Zeno ore 10.00 blitz - ore 13.45 semilampo Rist. Rupe di San Zeno, Lamone Torneo aperto a tutti (ragazzi e adulti)

51


52

sport

Lugano: colpo Ireland e Lapierre confermati Ambri: a pagare è Zanatta, che firma a Sochi Il settore giovanile del HCL migliore in Svizzera come formazione dei giovani Servizio a cura di Doriano Baserga Da queste colonne avevamo invocato - a gran voce - la conferma di Greg Ireland a capo allenatore a Lugano. La dirigenza bianconera stavolta ci ha ascoltato! Chiaramente la loro decisione è basata su un’analisi ponderata avuta a fine stagione con tutti i giocatori. La sua conferma è molto importante per una continuità di lavoro iniziata dopo l’esonero di Shedden. Sono certo che Ireland saprà lavorare molto bene e preparare una stagione davvero esaltante. Con la conferma di Lapierre si è voluto dare ulteriore segnale alla squadra sulle qualità del canadese quale la leadership nello spogliatoio e la presenza sul ghiaccio non solo come giocatore provocatore, ma come giocatore intelligente che mette al servizio degli altri la propria esperienza di molteplici partite in NHL e la sua classe. Lapierre sarà nuovamente affiancato da Klasen voluto a tutti i costi dalla Presidente Vicky Mantegazza che ha fatto bene poiché riteniamo Linus Klasenun autentico fuoriclasse, che ha solo bisogno di essere impiegato meglio. Lo scorso inverno ha pagato gli sforzi fatti nella regular season sotto la gestione Shedden, che lo lasciava troppo a lungo sul ghiaccio. Con l’avvento di Ireland le cose sono cambiate: ma ormai Klasen era bollito! Con la nuova stagione lo staff tecnico bianconero saprà valorizzarlo meglio e gli metterà probabilmente - al suo fianco il nuovo acquisto finlandese Jani Lajunen nato il 16.06.1990 a Espoo, centro difensivo (two-ways) con una stazza fisica importante (189cm x 97 kg). Dicono di lui che è un grande lavoratore con notevoli doti difensive, ma pure offensive. Un centro completo che nelle ultime tre stagioni ha sempre vinto un titolo. Campione svedese con i Växjö Lakers e negli ultimi due campionati con TapparaTampere (Finlandia). Draftato dai Nashville Predators ha però giocato in

AHL. Campione del mondo a soli 21 anni, nel 2011 in Slovacchia, vestendo i colori della Finlandia che prevalsero in finale sulla Svezia. Regolarmente selezionato con la sua Nazionale, Laiunen dovrebbe finalmente essere lo straniero che detterà i ritmi alla squadra. Oltre a lui il Lugano potrà contare su altri centri di gran qualità iniziando da Raffaele Sannitz, che presenteremo nel prossimo numero, come il gladiatore del Lugano. Con lo stesso Lapierre ci sarà anche il neo acquisto Cunti che con Romaneghi giovane in crescendo permetteranno al Lugano di avere finalmente dei centri giusti per lanciare le ali: Klasen, Brunner, Fazzini, Burgler, Hoffmann. Tanto per citarne alcune dotate di grande valore tecnico. Un roster quello del Ceresio che sarà sicuramente protagonista nel prossimo campionato a patto che dimostri ciò che ha fatto vedere sotto la guida di Greg Ireland e nei fantastici play-off giocati contro Lions e Orsi. L’Ambrì, dal canto suo, liquida senza troppi problemi Ivano Zanatta addossandogli le colpe che a mio parere non sono tutte sue. Difficile poter far mercato con pochi soldi e, inoltre, Ivano è stato l’artefice del progetto Rockers e dell’inizio della ristrutturazione del settore giovanile. L’italo-canadese, svizzero d’adozione non ha avuto problemi a trovare subito una nuova squadra: ha firmato per due anni a Sochi come co-allenatore di una delle società russe all’avanguardia nella lega KHL. Farà coppia con il leggendario Sergej Zubov 47 anni, storico difensore russo del CSKA Mosca, NY Rangers, Binghamton, Pittsburgh, Dallas e San Pietroburgo, ritiratosi a 41 anni. Zubov ha vinto anche due Stanley Cup e una medaglia d’oro olimpica. Ivano Zanatta curerà l’attacco in una squadra che vuole essere protagonista nella seconda lega più importante al mondo.

A questo punto inutile parlare di colpe, piuttosto vengano trovate le soluzioni per poter riportare l’Ambrì dove gli compete. So che non sarà facile poiché il Presidente Filippo Lombardi non ha la bacchetta magica e da solo non può fare tutto. Per fortuna c’è lui e rimanendo potrà cercare di trovare finalmente quei fondi necessari per rilanciare l’intera società. Poiché a questi livelli il “dio denaro” purtroppo fa ancora troppa differenza e il compito di Paolo Duca nell’ingaggiare giocatori forti non sarà certamente facile. Duca si gioca una carriera da DS, dovesse riuscire a far bene con pochi soldi sarà un fenomeno, dovesse fallire sarà semplicemente umano. La guida tecnica avrà in Luca Cereda un giovane allenatore interessante e motivatissimo. Occorrerà difenderlo a oltranza se fosse necessario, poiché le qualità le ha ma gli occorre anche un parco giocatori all’altezza della serie A. Chiudiamo con una lieta nota per il nostro hockey ticinese. La notizia arriva dalla Swiss Ice Hockey Federation che ha premiato HC Lugano per i risultati sportivi nelle diverse categorie degli juniores Élite fino ai Moskito Top per la qualità e l’intensità degli allenamenti e sulla struttura che la società bianconera mette a disposizione dei ragazzi. Ha conquistato il primo posto in Svizzera, un risultato di tutto rispetto ottenuto davanti: gli ZSC Lions, Berna e Zugo con 412 ragazzi che gravitano nel settore guidato con maestria dall’ex. Giocatore Marco Werder. E da questa stagione Hirschi e dalla prossima anche Vlauclair per un settore giovanile che avrà a disposizione due grandi del Lugano, che hanno una seconda pelle sul corpo: la maglia dell’HCL. E l’Ambrì? Da qui deve partire, negli ultimi anni il Lugano ha sfornato giovani di grande talento, due su tutti Elvis Merzlinkis e Luca Fazzini. L’Ambri deve ricominciare a spingere sul settore giovanile. Le prossime conferme 2017/18? Facile... Matteo Romanenghi e Riccardo Sartori.


tinotte.ch

Raiffeisen della Campagnadorna, il successo della banca di consulenza “I valori di vicinanza, fiducia, imprenditorialità e sostenibilità sono la forza trainante per il nostro gruppo bancario, terzo in Svizzera. La vicinanza è fondamentale ed è per questo che miriamo sempre di più al contatto con il cliente mediante una continua consulenza diretta con la nostra nuova Banca di consulenza”. Con queste parole il presidente della direzione della Banca Raiffeisen della Campagnadorna Doriano Baserga si è rivolto ai numerosi soci presenti all’annuale assemblea di mercoledì a Stabio, porgendo i saluti al direttore di Raiffeisen Svizzera sezione Ticino Marzio Grassi e al presidente della Federazione Mario Verga. “Naturalmente - ha proseguito - noi siamo ben presenti anche tramite i canali digitali. Stiamo modernizzando le pagine web per renderle più attrattive e dinamiche. La fiducia è basilare nel rapporto con il cliente e la si coltiva con la conoscenza del territorio e delle persone. Il consulente mantiene un ruolo prioritario in un team che vuole migliorare ed essere sempre più professionale”. Quella realizzata a Stabio è stata la prima Banca di consulenza del Ticino in ambito Raiffeisen. Altre “seguiranno la nostra via: ciò conferma come la nostra visione sia quella giusta”. Anche con la crescita dell’online, “noi di Raiffeisen manterremo sempre un rapporto stretto con il cliente”. La Banca di consulenza, ha detto il direttore, “ha il vantaggio di essere molto più performante e reattiva rispetto al tradizionale sportello. Il contatto umano è maggiormente preso in considerazione e la segretezza rimane chiusa tra i salottini”. Il Bilancio ha superato i 738 milioni, più 4,9% rispetto all’anno precedente, un incremento notevole di clientela svizzera che ha portato nuovi capitali presso l’istituto. Il fuori bilancio supera i 122 milioni. Una leggera diminuzione rispetto all’anno precedente per la chiusura di parecchi conti delle clientela estera. “In questi primi mesi del 2017 stiamo crescendo anche fuori bilancio con i depositi titoli. La Banca gestisce pertanto una cifra ragguardevole: CHF 860 milioni. Una crescita che continua malgrado il sempre diffi cile risvolto economico. Tutto questo ci ha permesso di ottenere un eccellente risultato d’esercizio, malgrado la difficile congiuntura economica. I 2,483

Il direttore Doriano Baserga, al centro, stringe la mano al presidente del CdA Mario Ravasi - © foto D.C. milioni di utile ci permettono di continuare sulla strada intrapresa di Banca emergente a livello ticinese e svizzero”. “I crediti ipotecari sono aumentati da 526 a 564 milioni. Più 7,2 sebbene in campo edilizio abbiamo sentito una maggior diffi coltà nella vendita degli oggetti, malgrado una flessione del prezzo degli oggetti”. I titoli di risparmio e di investimento sono saliti da 546 a 573 Mio con un incremento del 4,9% (+27 milioni). Il margine d’interesse è sceso però sull’1,15%; nel 2017 scenderà ulteriormente per i tassi bassi delle ipoteche a medio e lungo termine. La situazione dei tassi d’interesse spinge ad attuare una gestione disciplinata ed al risparmio. “Raiffeisen Campagnadorna affronta nondimeno la sfida di offrire tassi concorrenziali”. I costi d’esercizio hanno fatto registrare aumenti dovuti all’apertura della nuova sede, ad alcuni costi registrati direttamente sull’esercizio in rassegna e ad ammortamenti straordinari effettuati per diminuire l’investimento fatto.

“Abbiamo elargito una notevole cifra per le nostre società di paese in tutti i settori dallo sport alla cultura - sottolinea Baserga. Inoltre prosegue la collaborazione con il team di rally Hotz-Ravasi che continua a collezionare risultati di assoluto prestigio”. È stata anche rinnovata la collaborazione con gli sportivi Murat Pelit, Jessica Uebelhart e Carlo Röthlisberger. Quest’anno riparte pure Campagnadorna Arte con la mostra di Olly Scotti che rimarrà aperta fino ad agosto. Quindi ogni due-tre mesi la Banca ospiterà un artista ticinese. Raiffeisen Campagnadorna conta su 34 dipendenti (32.4 unità), direzione compresa, e una struttura molto professionale. Doriano Baserga ha ringraziato i colleghi di Direzione Francesco Garzoni, Angelo Albisetti e Francesco Perucchi e l’assistente di Direzione Rita Dri Caponetto. Ringraziamenti sono stati rivolti anche al Presidente del CdA Mario Ravasi, al vice Curzio Toffoli e ai membri Adam Crivelli segretario, Lorenzo Fontana, Sergio Bernasconi, Andrea Luisoni, Ivano Pellegrini e Carlo Tela.

53


54

sport

Ticinobasket: 75 anni di storia... verso il centenario! Servizio a cura di Renato Carettoni

Questo é Ticino By Night Numero 100 ed é certamente un onore per chi scrive conribuire con un articolo! Di cosa parlare? Soluzione semplice: parliamo di un altro anniversario! Quello dei 75 anni di Ticinobasket. Certo, la soluzione é semplice, ma per parlare di 75 anni di basket ci vorrebbe almeno un libro intero! Ticinobasket ci ha in parte pensato con un bell’opuscolo di 46 pagine, con molto contenuto di basket e poche pubblicità: non un libro ma un contributo notevole che presenta i club attivi nell’anno del 75.mo, corredato anche da interviste con diversi personaggi “storici” e con una rarità

Il 1942 é l’anno dell’inzio di una grande storia, oserei chiamarla una leggenda! Ticinobasket la sta onorando con una serie di iniziative, come quella citata sopra del libretto commemorativo che non dovrebbe mancare nella biblioteca di ogni appassionato di basket, come quella dell’organizzazione di eventi importanti e dedicati soprattutto ai giovani: quello di maggiore spicco é certamente l’organizzazione a Bellinzona, il primo weekend di giugno, delle Final Four Nazionali, che vedranno assegnare i sei titoli nazionali giovanili, nelle categorie Under 19, Under 16 e Under 14 maschili e femminili.

da conservare: il numero di “Gauloises Basket” del 14 ottobre 1974! A quei tempi, per due stagioni ogni lunedì nella maggiore testata cantonale vi era un inserto di 4 pagine di basket. Cito questo perché quel periodo rappresenta il picco massimo di popolarità del basket in questi 75 anni. Erano i tempi in cui giocavano i due più grandi gocatori che abbiano mai calcato i nostri campi: il ticinese Seo Dell’Acqua e il messicano Manuel Raga, ai quali assegno d’ufficio il titolo di MVP di 75 anni di storia.

i giovani arbtri, come Alessandro Cedraschi che oltre che essere stato validissima spalla dei due MVP citati sopra, ha anche contribuito in modo decisivo, assieme a Riccardo Braglia e a Wolfgang Stumm, ai numerosi allori conquistati dal Lugano Tigers negli ultimi 10 anni: quelli della rinascita del basket ad alitissimo livello nel Ticino, con numerosi titoli, coppe e partecipazioni con grandi risultati alle Coppe internazionali.

Chiaramente non sono stati solo loro a dare grandi contenuti, ma se dovessi fare un elenco qui avrei spazio solo per fare non un articolo, ma un elenco di nomi e cognomi! Però una citazione alcuni altri personaggi la meritano, come l’arbitri Giampiero Cambrosio, ancora attivo come dirigente e punto di riferimento per

Le nostre squadre, in particolare Lugano e Massagn nei maschi e Cassarate (una realtà emergente negli ultimi anni), Riva e Bellinzona nelle femmine, stanno cercando di superare gli ultimi ostacoli per accedervi in pompa magna! Informazioni in tempo reale e maggiori informazione sui vari siti dei clubs: www.ticinobasket.ch e www.swissbasketball.ch

Manuel Raga *L’uomo elicottero”


tinotte.ch

Ciclismo che passione! Servizio a cura della Redazione Il Ticino è ricco di manifestazioni di ogni genere. Anche nell’ambito sportivo la nostra regione eccelle sia nel palinsesto che nella qualità. Il ciclismo è sicuramente una delle discipline più amate dai ticinesi. La passione per questo duro, ma affascinate sport ha radici lontane. Tanto da aver già ospitato ben tre campionati del mondo con tre rispettivi campionissimi: 1971 Mendrisio: Eddy Merckx, 1996

ore 09.00 ore 20.15 ore 11.00 ore 12.00 dalle 14.00

ore 14.45 dalle 15.00 ore 15.00 ore 16.00

ore 15.30 dalle 16.30 dalle 17.00 dalle 18.30 dalle 19.00

Lugano: Johnan Museeuw e 2009 Cadel Evans! Ma la notevole macchina organizzativa ha visto anche svariate tappe del Tour de Suisse o Giro d’Italia. Senza dimenticare le tante gare tipo il Gran Premio di Lugano, che da sempre riscuotono un grande successo di pubblico. Ticino by Night and Day da sempre segue la disciplina e vi propone un momento di

Lunedì 12 giugno 2017 Biciclettata sulla Valmaggina delle Scuole Medie Cevio Concerto della Filarmonica Valmaggese a Cevio Mercoledì 14 giugno 2017 Apertura Villaggio Cevio con bar e Mercatino dei prodotti artigianali ed eno-gastronomici

Pranzo dalla griglia Presenza delle associazioni Museo di Valmaggia, Museo Walserhaus di Bosco Gurin, Scuola di Scultura di Peccia, Gruppo Costumi Valmaggese, Gruppo Costumi Walser, Filarmonica Valmaggese

Apertura AREA VIP Cevio (prenotazione obbligatoria) Sfilate del Gruppo Costumi Valmaggese, del Gruppo Costumi Walser e della Ciclostorica «La Belvedere» (biciclette d’epoca)

I Sfilata “Miss Ticino by Night&Day” II Sfilata “Miss Ticino by Night&Day”

Segue premiazione

Passaggio dei «P3 Flyers» (4 aerei pilatus P3) Arrivo colonna pubblicitaria Tour de Suisse e show «la Vodese» Arrivo Tappa 5, Tour de Suisse a Cevio, segue Premiazione MACCHERONATA (Solo in caso di bel tempo)

Concerto e Animazione con i DJ di Radio Fiume Ticino

Amacord ricordando la tappa del Tour de Suisse 2013 che si svolse ad Ambri, dove chi vi scrive ebbe l’onore di consegnare un premio al grande Cancellara.

55


56

motori

Mondo Rally Testi a cura di Sergio Cavadini Impaginazione e ricerca foto Immagimedia

Swiss Rally: conduce Carron Il campionato svizzero rally, con a calendario complessivamente sette gare, è iniziato il 17-18 marzo con la disputa del Rallye du Gier. La prima gara è stata vinta dal campione in carica, Sébastien Carron, navigato da Vincent Landais, su Ford Fiesta R5 (DMAX Swiss). Secondo classificato l’equipaggio ticinese Ivan Ballinari/Paolo Pianca, pure su Ford Fiesta R5 (Lugano Racing). La seconda gara, il Critérium Jurassien del 7-8 aprile, è stata una fotocopia della prima. Il braccio di ferro fra i piloti e le scuderie già citate è infatti continuato. Il pilota romando, navigato stavolta da Jérôme Dégout, anche in questa occasione è riuscito a prevalere sui due ticinesi. Tutta da seguire la prossima gara, il Rallye du Chablais in programma dall’ 1 al 3 giugno. In vista della 20.ma Ronde del Ticino del 23-24 giugno è facilmente immaginabile che i primattori di questa fase iniziale del campionato svizzero rally si daranno battaglia senza esclusione di colpi. - © www.areacorse.com

World Rally: conduce Ogier Nel campionato mondiale rally a condurre i giochi è un altro... Sébastien. Il campione mondiale in carica Ogier, che quest’anno corre pure su Ford Fiesta, è provvisoriamente in testa alla classifica generale provvisoria ma non sta più dominando la scena rallystica internazionale come fatto fino all’anno scorso quando correva con la VW Polo. Ha infatti vinto “solo” a Monte Carlo lasciando al resto del mondo Svezia (Iari-Matti Latvala, Toyota), Messico (Kris Meeke, Citroën), Francia (Thierry Neuville, Hyunday) e Argentina (idem). In Portogallo prima e poi in Italia (Sardegna), tanto per citare le prossime due gare, vedremo se Ogier saprà consolidare il suo vantaggio sui due più immediati inseguitori che per il momento sono Latvala e Neuville. © www. motorsport.com


tinotte.ch

La Ronde del Ticino diventa ventenne Ne parliamo con Max Beltrami, organizzatore dell’evento. La Ronde di quest’anno è un’edizione giubilare. Quali le novità principali? Sì, 20° edizione della nostra gara. Abbiamo voluto riportare nel Mendrisiotto una piccola prova speciale a ringraziamento del sostegno di 20 anni di una nota azienda locale. Ma anche i comuni interessati lo hanno voluto fortemente oltre ad essere di Balerna il comitato organizzatore. Come giudica le “storiche” lamentele degli avversari della Ronde? La gente si lamenta di ogni cosa... vivi e lascia vivere! Non credo che nelle 3 ore in cui saremo presenti nel Mendrisiotto creeremo disagi e soprattutto inquinamento; sono altre le cose importanti che bisogna risolvere nel Mendrisiotto per risolvere il grande problema di traffico! Nella foto: premiazione 2016

Quali sono le scuderie più importanti che vi partecipano? Beh, affaire à suivre ma la DMAX SWISS contro la scuderia Lugano Racing sono le principali. Tra i piloti che risultano iscritti ci sarà

spazio di vittoria anche per qualche equipaggio svizzero/ticinese? Le iscrizioni si apriranno a fine maggio... Sicuramente per il lato svizzero i nomi noti di Carron, Ballinari ed altri sono in cima ai papabili vincitori... ma i piloti della vicina penisola non scherzano!

57


58

motori

La FIAT nel mondo dei Rally Testi a cura di Sergio Cavadini Impaginazione e ricerca foto Immagimedia

L’anno scorso, in occasione del Salone di Ginevra, la Fiat ha sottolineato i 50 anni di esistenza della 124 Spider presentandone per l’occasione non solo la nuova versione stradale ma anche quella sportiva da rally. E la nuova Abarth 124 Rally, prenotata dagli appassionati del settore, ha fatto il suo debutto nel cam-

© https://i.ytimg.com

pionato del mondo rally di quest’anno, in occasione della gara di Monte Carlo. È una vettura da competizione a trazione posteriore omologata nella categoria FIA R-GT che monta un motore Alfa di 1800 cm3 bialbero turbo a iniezione diretta, in grado di sviluppare una potenza fino a 300 CV.

Fiat Abarth 124 - 1975 © www.mad4wheels.com

Fiat Abarth 124 all’Auto Salone di Ginevra 2016 - © www.blogcdn.com


tinotte.ch

Pensieri nel casco Testi a cura di Dago

Clonk. Un sussulto mi conferma che la marcia è inserita. Lascio la frizione e la moto inizia a muoversi. La mano abbassa la visiera in un gesto automatico che ormai da tanti anni rappresenta per me l’inizio del viaggio. In quel momento il casco diventa un micro mondo dove, nonostante il rumore del motore e quello dell’aria che sto attraversando, mi sento galleggiare, sospeso, isolato, realmente solo con i miei pensieri. A volte accendo la radio. Nella testa sento quella canzone che mi viene in mente sposandosi così bene con la strada, il paesaggio e il mio umore. E si ripete un certo numero di volte, in un loop spontaneo che funge da colonna sonora ai miei pensieri e che - con essi - si sviluppa nel corso dei chilometri. A volte cantano gli AC/DC. Altre un più rilassante “Don’t worry, be happy” di Bobby McFerrin.

Ci sono momenti in cui mi confronto con i sentimenti più intimi e nascosti. Altri in cui ricordo fatti ed esperienze vissute. Spesso progetto, sviluppo idee che magari non hanno applicazione pratica nella realtà, ma che mi fa piacere immaginare in una sorta di esercizio creativo. Molte volte semplicemente mi perdo nelle fantasie. Qualche volta prego. Non mi considero fanatico né francamente un ligio praticante, ma lo stato di profondo raccoglimento che provo quando viaggio mi porta a confrontarmi anche con il senso della vita. In oltre 25 anni, nel casco ho riso, cantato, imprecato, progettato, sognato. Mi è capitato, in paio di periodi particolarmente difficili, pure di piangerci. All’interno di quel guscio di carbonio ho vissuto esperienze di serenità ed equilibrio, di crescita interiore. Tante volte, guardando la mia vita da quel punto di osservazione un po’ distaccato, mi dico: sono un uomo fortunato.

Il paradosso è che - se quanto ho scritto fino ad ora potrebbe far pensare che viaggio con la testa fra le nuvole - in realtà è l’esatto contrario. Sono rilassato ma vigile. Il respiro rallenta, il tempo sembra scorrere un po’ meno in fretta. Percepisco con sorprendente lucidità tutte le informazioni chiave necessarie alla guida: la temperatura dell’ambiente, lo stato della strada, il traffico, le reazioni della moto. In pratica è come se facessi meditazione trascendentale e insieme andassi dallo psicoterapeuta, praticando un po’ di yoga nel frattempo. Un vero toccasana per l’equilibrio psicologico. I caschi dovrebbero essere coperti dalle casse malati...

59


60

benessere & fashion

Il cappello come mi veste? A cura di Roberto Stefanizzi - Parrucchiere Visagista

Il cappello resta tra gli accessori più amati tra i giovani e le donne. La scelta del cappello più adatto dipende da vari fattori come lo stile, ma fondamentale è la scelta in base al viso. Questo accessorio può evidenziare o addolcire dei lineamenti in base all’esigenza, come fa un trucco e i capelli. Proprio perché esistono varie forme di viso (rotondo, quadrato, allungato…), esistono anche svariate forme di cappelli. I più in voga sono: cilindri, baschi e cappelli piatti aderenti su tutto il capo. Vi do alcune dritte.

© it.aliexpress.com

Per i visi più squadrati niente di meglio che un bel basco per armoniz-

zare, perché grazie alle sue rotondità addolcisce il viso. Per i visi ovali cerco una forma a cilindro per esaltare la magrezza e allungare, a meno che si abbia un viso rotondo e si volesse marcare di più questa caratteristica per dare carattere bisogna usare un cappello piatto e aderente al capo. Ricordate sempre che sia nel trucco sia nei capelli così come con i cappelli, parlando da visagista, se volessi creare un’armonia con i miei lineamenti e forme si va alla ricerca di quello che com-

pensa, ma se al contrario volessi distinguermi cerco quello che mi risalta quel tratto o forma importante che ho, usandola come punto di forza. Non per forza devo sempre armonizzare. In un gruppo di un decine di persone c’è sempre uno o due che a primo impatto colpiscono più degli altri e se li guardate bene è perché hanno qualcosa in particolare, nelle forme o nei colori, che contrastano l’armonia e marcando carattere. Se mi sento bene lo porto bene...

www.elisircoiffure.ch


tinotte.ch

61


62

benessere & fashion

#SOScapelli,

la tua soluzione no stress A cura di Davide Guglielmino del Team Monica Compagnia della Bellezza Hai un rapporto difficile con i tuoi capelli? Ti senti soddisfatta quando esci dal parrucchiere ma il giorno dopo ti risvegli con un diavolo per capello? SOS capelli è la soluzione pratica che fa per te. Si tratta di un servizio creato da chi da più di trent’anni ascolta e vive le esperienze delle donne in salone. Il metodo di SOS capelli è semplice e si realizza in tre step fondamentali: • vieni in salone e porta con te tutti gli strumenti e prodotti che utilizzi per gestire quotidianamente i tuoi capelli • ci prendiamo del tempo, ci sediamo comodi e ascoltiamo i tuoi bisogni e le tue esigenze • ti proponiamo delle soluzioni pratiche per imparare a gestire da sola l’intrigata relazione con i tuoi capelli e iniziare finalmente ad amarli.

Un rimedio che pone fine allo stress quotidiano, e che insegna a ogni cliente ad amare i propri capelli. Sì, perché la chioma va amata, coccolata e capita. Bisogna toccarla nel giusto modo per ricevere delle risposte da parte sua e, sopratutto, per vederla finalmente sana e luminosa. SOS capelli aiuta le donne a realizzare un hairstyle professionale anche a casa, insegnando loro le tecniche e i segreti per ottenere una capigliatura semplicemente impeccabile.

Team Monica Compagnia della Bellezza offre alle proprie clienti l’opportunità di sfoggiare in ogni occasione un hairstyle a regola d’arte, a casa come dal parrucchiere. Dimentica la fastidiosa sensazione provata fino a oggi davanti allo specchio. Grazie a SOS capelli potrai dire addio ai capelli indisciplinati che ti costringono a trascorrere ore in balia di spazzola e phon, in cerca di una soluzione efficace. Impara ad amare la tua chioma e a coccolarla con un tocco professionale.

Attraverso una consulenza personalizzata vengono aiutate a comprendere i bisogni e le necessità di cute e fusto e, di conseguenza, sarà individuata la giusta soluzione da applicare. Basta poco per imparare ad amare i capelli e a gestirli in tutta praticità, utilizzando gli strumenti di ogni giorno, ma con una consapevolezza diversa.

Team Monica ti aspetta, con tanti consigli su misura per te.

Bartolomeo Varenna 71 CH-6600 Locarno. Tel. +41 91 751 80 49 http://studiomonica.ch face: monicaparrucchieravisagista


tinotte.ch

Arte, emozione, bellezza

non solo capelli ma il fascino di essere A cura di Riccardo Tesse, Hair Designer L’emozione di guardare una bella ragazza o donna, la bellezza dei suoi capelli, pieni di luce e sfumature di colore, il suo camminare con sicurezza e vedere ad ogni passo i suoi capelli che si muovono mentre ti guarda attraverso le sue ciocche morbide che scorrono sul dolce volto. Possono

essere lisci, riccioli o ondulati, corti, medi o lunghi, ma la cosa fondamentale è che siano di forma e colore in sintonia con la persona, non solo da un punto di vista estetico ma anche a livello caratteriale per inviare, a chi la guarda, un messaggio della sua personalità, bellezza o forza. Capelli... i libri di poesia ne sono pieni, infatti hanno un magico potere sia per chi li porta che per chi li guarda. Grande rispetto bisogna avere per questa meravigliosa cornice che abbiamo la fortuna di possedere. Quindi trattamenti per i capelli non aggressivi ma naturali, lo stile studiato secondo la figura intera della persona ed il colore sempre luminoso. Naturalmente il tutto deve essere sempre realizzabile dalla cliente anche a casa e in ogni situazione.

Riccardo Tesse Visionnaire, esperto di bellezza Via Geretta 11 CH-6900 Lugano-Paradiso Tel. +41 79 303 42 13 www.riccardotesse.com

One Way, touches the (He)art I nostri foulard sono ideati ed interamente prodotti in Italia con originalità nei disegni e nei colori, questo perché le stampe sono riproduzioni vere di opere d’arte di artisti conosciuti e non nel mercato internazionale dell’arte. La qualità per scelta l’originalià per ambizione la ricerca per passione il “ made in italy “ per origine Molto più di un accessorio, il foulard è un vero must da indossare ogni giorno per ogni target alto e dinamico One way seleziona artisti per ogni collezione; un brand, ma anche una nuova filosofia. È l’an-

no di Francesco Corbetta artista comasco, che dopo gli studi si è dedicato professionalmente al lavoro di fotografo. Ha lavorato al fianco di Maurizio Galimberti, esperienza importante per la sua crescita; con Antonio Guccione nel mondo della moda: in questo frangente Corbetta si è trovato a diretto contatto con importanti personaggi, con i quali ha collaborato a campagne pubblicitarie e ha amichevolmente “posato” per Alviero Martini.

Alcune sue fotografie sono conservate presso il Centro Italiano della Fotografia d’Autore e la Galleria Civica di Modena.

Il 2000 è stato un anno fondamentale: incontra Franco Fontana, il quale da grande maestro lo avvia in un percorso “creativo avventuroso”: “Per avventura fotografica intendo il coraggio di infrangere le regole. Fotografare in modo creativo non vuol dire illustrare ma reinventare !”

Attualmente il marchio One way è principalmente presente nel territorio nazionale trovando la sua giusta collocazione nei migliori store di ricerca ed immagine.

Annalisa Piccaluga e Laura Novaroli fondatrici Onewayitaly

La sua fotografia incontra la seta e nasce un foulard dove i colori e i soggetti sempre originali ricordano passaggi sia del nostro quotidiano che di tempi passati, esprimendo sensazioni che trovano sempre spazio nella nostra memoria per regalarci un sorriso e farci emozionare.

www.owitaly.com

63


64

Speciale lidi

Il Centro Sportivo Valgersa

Aperto 13.05-03.09.2017 - 7 su 7, 10.00-19.00 Servizio a cura della Redazione Il Centro Sportivo Valgersa offre la possibilità di praticare diversi sport e divertirsi in un ambiente rilassato e accogliente. È l’ideale per chi cerca relax, divertimento o intende praticare un’attività competitiva. La piscina si estende su una superfice di 5000 m2 e può accogliere fino a 1000 persone. La nostra offerta è vasta: - una vasca per nuotatori esperti - una vasca per principianti - una vasca bambini - due spogliatoi con box guardaroba - docce e servizi - noleggio sdraio e lettini

Nuovo: Scivolo Animals, per i più piccoli

Per i più piccoli troviamo inoltre una zona parco giochi con una grande cassa della sabbia, mini arrampicata, altalene e scivoli. Nelle aree attorno alle vasche troviamo il campo da beach volley come pure dei tavolini da ping pong e altri sport. A disposizione Wi-Fi gratuito nella zona bar (password alla cassa). Come arrivare al centro: - Bus TPL n. 5, fermata “Valgersa” - Uscita autostrada “Lugano Nord” direzione Savosa Parcheggi a disposizione - Autopostale n. 443, fermata “Valgersa

Lo Staff del Valgersa

Nuovo: Wibit Rodeo Splash

centro sportivo

VALGERSA

www.scollinando.ch

Via Centro Sportivo 1 CH-6942 Savosa Tel. +41 91 966 53 41 info@valgersa.ch www.valgersa.ch Centro Sportivo Valgersa

Massagno

Savosa

Trovate tutte le informazioni relative al Centro Valgersa su https://issuu.com/tinotte/docs/valgersaprospetto_2017


tinotte.ch

Il Ristorante Cappella Due Mani vi aspetta presso il nuovo punto ristoro della piscina Valgersa con tante novità gastronomiche da scoprire. Il ristoro offre la possibilità di organizzare compleanni, cene e banchetti con innumerevoli varianti di menù e la possibilità di utilizzare

65

l’area barbecue per gustose grigliate di carne e di pesce. Un’estate divertente piena di eventi, aperitivi, musica dal vivo e serate a tema per grandi e piccini. NOVITÀ ASSOLUTA: LA PIADINERIA Un angolo dedicato esclusivamente ad ogni tipo di piadina, dolce o salata.

Martedì: Costine alla griglia Informazioni e riservazioni: Tel +41 76 690 10 67 Tel +41 76 778 54 74

Giovedì: Grigliata mista di pesce Sabato: Aperitivo in musica

Carta estiva Menu del giorno Prosciutto e melone Insalate e insalatone

ogni mezzogiorno, da lunedì a venerdì, menù completo a CHF 19.-

(primo+secondo con contorni)

Pizza: mezzogiorno e sera e anche da asporto con tessera fedeltà

Ricchi piatti di pesce fresco Cordon Bleu Orari Lu-ve 06.30-23.00 Sa 17.30-23.00 Do 08.00-23.00

Novità:

Pizza integrale ai 7 cereali. Pizza senza glutine.

Via S.Gottardo 120, CH-6900 Massagno - Tel. +41 91 966 41 29 - www.cappelladuemani.ch -

Osteria-Cappella-due-Mani


66

Speciale lidi

Snack Bar Lido Riva Caccia

cucina calda… sulla riva del Ceresio Servizio a cura di David Camponovo La stagione estiva scopre nuovi punti di aggregazione. I lidi oltre ad offrire la possibilità di rilassarsi o di praticare sport di stagione sono anche l’occasione per trascorrere del tempo quotidiano. Come anche, perché no, un pranzo di affari. Uno degli aspetti intriganti della location è proprio quella di essere sul magnifico lago di Lugano con una vista imperdibile e di poter andare vestiti da impiegato di banca o in maglietta, calzoni e infradito! Sia a pranzo che a cena.

Il locale inoltre offre ogni giorno dei piatti del giorno curati ed equilibrati. Accanto potete vedere un esempio. Il gerente Michele Unternährer ha costruito una squadra ben assortita per accogliere al meglio i gentili ospiti, che ogni giorno si recano qualche ora in questo “spazio cittadino” che si affaccia sul lago. Michele ha una filosofia che crede nel Km zero ragionato. L’altro giorno lo ammiravo mentre con enfasi spiegava a dei turisti che le uve del vino Il Murchí che stavano sorseggiando venissero dalla montagna alla loro destra (San Salvatore). Aggiungeva che in carta aveva un altro Merlot Pugerna invece prodotto proprio dall’altra parte del Lago! Ideale per un aperitivo dopo il lavoro, sognando di essere già “immersi” nelle vacanze!

Ve-sa 20.00-22.00

Live music

Aperto 7 su 7 dalle 09.00 alle 24.00 Riva Antonio Caccia CH-6900 Lugano Tel. +41 91 921 04 28 lidorivacaccia@gmail.com SnackBarLidoRivaCaccia


Abbonati e vinci since 1999

Guida al tempo libero & benessere - Insubria

by

Night&Day

dal 1999 to n e m ti r e iv d l e d ta is la riv Concorso SMS all’880 (nuovo numero!) PER I CONCORSI PRIMA DI DARE LA RISPOSTA SCRIVERE LA PAROLA TBN SEGUITA DA UNO SPAZIO (esempio. TBN soluzione)

Solo per gli abbonati 10 biglietti per Jazz Ascona: TBN JazzAscona Vincitore del concorso Giro di vite Lara Palazzo di Paradiso

Se sei un privato Per soli CHF 40.-

ricevi 1 copia x 6 edizioni del bimestrale Ticino by Night & Day

Se sei un esercente Per soli CHF 50.ricevi 4 copie x 6 edizioni consecutive del bimestrale Ticino by Night & Day

vuoi partecipare al concorso “Camerieri Frizzanti” Per soli CHF 60.ricevi 4 copie x 6 edizioni consecutive del bimestrale Ticino by Night & Day

www.tinotte.ch

In alternativa agli SMS. info@tinotte.ch o tramite cartolina postale inviandola al seguente indirizzo. Ticino by Night, Via S.Gottardo 26, CH-6900 Lugano.

Spedisci il tagliando alla redazione: Ticino by Night & Day,Via San Gottardo 26, CH-6900 Lugano info@tinotte.ch - tel. +41 91 605 73 00 Sì, sottoscrivo l’abbonamento a 6 numeri di Ticino by Night & Day(bimestrale). Bar

Disco

Grotto

Hotel

Rist.

Altro

Nome e cognome (ev. ditta/e responsabile) Via NPA/Località Telefono Mobile E-mail Luogo e data Firma Privato CHF 40.-

Esercente CHF 50.-

Abbon. + concorso camerieri +Frizzanti CHF 60.-

Ogni anno per gli abbonati oltre 200 biglietti omaggio per eventi in premio

In palio per tutti 10 biglietti per Magicblues: TBN Magicblues 10 biglietti per Ti-Tattoo: TBN Ti-Tattoo

Il costo per ogni sms è di CHF 1.-. Inoltre saranno sorteggiati premi speciali gentilmente offerti dai nostri sponsor per chi voterà le nostre cameriere Frizzanti sempre al 880 (per questo concorso non necessta la parola TBN prima del numero, es FRIZ4).


68

Eventi di successo

Casting Miss, al Business Break Pub A cura della Redazione

Ha avuto luogo venerdì 21 aprile il terzo casting di quest’anno nella ricerca di volti nuovi da lanciare nei concorsi di bellezza o per l’agenzia hostess/moda CD Media SAGL, 2017 presso la simpatica location del Business Break Pub di Lugano. La serata è stata arricchita dalla presenza dei nostri storici partner: il team della BSA di Lugano, responsabile per il Make-up delle ragazze, il team del Hair Designer Riccardo Tesse di Paradiso e il Fantasy, fornitore dei vestiti per le miss/modelle. Finito l’aperitivo la serata è poi proseguita all’insegna della buona cucina presso L’Intollerante a Molino Nuovo.

Business Break Pub via Balestra 22A, CH-6900 Lugano Tel. +41 91 923 39 97

Casting Miss, all’Hotel Firenze L’Hotel Firenze a Lugano con la sua imperdibile vista lago è stata la sede della 4a tappa. Le aspiranti miss sono state accolte con la consueta ospitalità che contraddistingue gli eventi targati Ticino by Night and Day. Il piatto forte della serata è stata la pizza cavallo di battaglia della nuova gestione guidata da Luca. Durante la serata sono state ribadite le date delle semifinali che permetteranno alle vincitrici di accedere alle finali di settembre. La prima semifinale di Miss Ticino by Night and Day avrà luogo mercoledì 14 giugno all’interno del villaggio del Tour de Suisse. Dopo questo evento irrepetibile la “carovana” della bellezza si sposterà nel Canton Grigioni. Il rinomato ristorante la Brasera ospiterà la seconda semifinale. Il concorso miss Tap Model vedrà la sua prima semifinale mercoledì 28 giugno presso le piscine dei Grappoli di Sessa (con qualsiasi tempo).

Hotel Firenze Strada di Gandria 1, CH-6976 Lugano Tel. +41 91 224 62 33

Foto e commenti su: www.tinotte.ch e Ticino by Night & Day


Diventa Hostess o partecipa ai concorsi Miss

69

XIV edizione dal 2003 XII edizione dal 2005

Concorso storico per concorrenti residenti nella regione insubrica, alte da 168 cm in su.

Concorso per concorrenti residenti nella regione insubrica, alte fino a 168 cm.

i prossimi Casting Miss Semifinale Miss TBN&D mercoledì 14 giugno - ore 15.00 Durante la Tappa Tour de Suisse

Agenzia hostess per fiere o ricevimenti possibilità di lavori per: pubblicità, servizi foto-video e per serate eno-gastronomiche

CH-6675 Cevio

semifinale Miss TBN&D sabato 24 giugno - ore 19.00 al Ristorante Brasera Via Mataldin 1, CH-6534 San Vittore Tel. +41 91 827 47 77

Manda il tuo curriculum a: info@tinotte.ch o per corrispondenza

semifinale Miss Tap model mercoledì 28 giugno - ore 21.00 al Ristorante iGrappoli CH-6997 Sessa, www.igrappoli.ch Tel. +41 91 608 11 87

Ticino by Night & Day

programma dettagliato su:

@fotogarbani

www.tinotte.ch

Spedisci il tagliando alla redazione: Ticino by Night and Day Via San Gottardo 26, CH-6900 Lugano info@tinotte.ch - tel. +41 91 605 73 00

i le iscrizion e t r e p a o Son rsi del 2017 per i conco

Miss TbyND 2017 (h. minima 168 cm) Miss Tap Model 2017 (h. mass. 168 cm) Hostess

nome

e-mail

cognome

professione

indirizzo

hobbies

CAP/Località

data di nascita

cellulare Età minima 16 anni

altezza


70

comunicare

“Sono stato licenziato” Servizio a cura di Pier Paolo Pedrini

e con lei abbia rapinato un distributore di benzina e rubato i soldi dei parenti scappando poi in qualche paradiso caraibico che non conosce l’estradizione. Ma noi di questo non sappiamo nulla.

Spesso sottovalutiamo il fatto che anche le parole possano ferire e provocare reazioni che non erano state né programmate né preventivate. Questo fenomeno è insito nel fenomeno chiamato “cascata della comunicazione” che in poche parole dice che in uno scambio comunicativo c’è un abisso tra quello che vogliamo dire e quello che gli altri capiscono. Semplificando con delle percentuali, quando esprimiamo un pensiero con le parole ci riusciamo solo per il 70%, di cui solo il 40% verrà ascoltato, il 20% recepito e il 10% ricordato. Le parole usate non lasciano mai indifferenti e quando definiamo qualcosa creiamo in chi ascolta delle emozioni e delle aspettative anche non volute. Io posso ad esempio pronunciare innocentemente la parola “padre”, ma la reazione che provoco può essere tutt’altro che innocente a causa della relazione che il mio interlocutore ha verso suo padre. Magari è una persona di successo, benvoluto dalla comunità e dedito al lavoro e alla famiglia, ma può anche darsi che sia uno scalzacane che ha abbandonato la mamma e il figlio in tenera età per una giovane spasimante

Allo stesso modo quando ci scambiamo un irrefrenabile “ti amo” con l’amata/o, siamo sicuri che ci stiamo dicendo la stessa cosa? Che l’irrinunciabile “anch’io” risponda agli stessi bisogni, desideri, emozioni, aspettative, visioni che l’amato/a ha per me e il nostro rapporto? Non ne sono sicuro dal momento in cui nella nostra società individualizzata assistiamo sempre più ad un “amore liquido”. Proprio per questo è sempre più vera l’affermazione di Gregory Bateson che dice che “nel mondo degli esseri viventi non esistono cose, ma solo relazioni”. E allora attenti perché ogni scambio comunicativo contiene un forte aspetto di relazione che si rivela sempre, anche nelle discussioni che ci scorderemo con facilità perché le riteniamo poco importanti. Quello che più conta è l’essersi fermato e intrattenuto, sebbene solo qualche minuto, con quella persona anche se avevamo in testa molte altre cose da fare. In sostanza ci siamo detti “tu per me esisti, e invece di proseguire facendo finta di non vederti, ti ho dedicato del tempo per sapere come stai”. Tutto ciò è molto utile per la nostra autodefinizione, per sapere chi siamo e chi sono gli altri per noi. Il valore delle parole lo si deduce anche da degli esperimenti in cui due descri-

zioni di uno stesso fenomeno fatte con parole diverse generano atteggiamenti diversi e quindi influenzano le nostre azioni in maniera quasi opposta a dipendenza proprio del carico simbolico insito nelle parole usate. Da ultimo segnaliamo che le parole possono anche assumere connotazioni sociali, e non solo psicologiche, positive o negative. Oggi è facile incontrare qualcuno che ci dica “sono stato licenziato”. Ci fermiamo, ascoltiamo la sua storia, e concludiamo con lui che non ha nessuna colpa per quanto successo. Forse il motivo è relazionale piuttosto che concettuale o economico o quant’altro. Ma spesso la verità rimane oscura. E vi viene pure suggerito di non dire mai di “esser stati licenziati”, bensì di appellarvi a ristrutturazioni, carenza di ore, di ordini o quant’altro, perché la parola “licenziato” provoca in chi vi ascolta un sentimento negativo che sfocia nel pensiero “se l’hanno fatto, qualcosa avrai pur combinato”. Solo tu sai che non è così, ma come intimamente convincere gli altri? In un illuminante scritto il sociologo R. Sennett denuncia come oggi si preferisca attribuire la colpa al licenziato piuttosto di vederlo come una vittima dell’intoccabile sistema. E le parole dei politici spesso giustificano il potere dell’economia, anche se vanno contro i cittadini perché non hanno saputo rinnovarsi, adattarsi, mettersi in gioco, cambiare. Tutte frottole!

LEggi che ti passa INTERNET DELLE EMOZIONI

La nuova frontiera della tecnologia Alessandro Trivillini Salvioni Edizioni a cura di Sergio Cavadini

Insidie e pericoli, privacy a rischio e altro ancora emergono in questo nuovo libro dell’informatico Alessandro Trivillini. I protagonisti, confrontati ognuno a modo suo con l’arrembante trasformazione digitale in atto, ci ricordano quanto queste nuove frontiere possano condizionarci professionalmente e anche come... persone.

In collaborazione con

Cartolibro A-Z s.a.

Negozio e uffici propri Libri per ragazzi Enciclopedie Saggistica Via Vela 6 CH-6830 Chiasso Tel. +41 91 682 83 29 Fax +41 91 682 49 88 cartolibro@azeta.ch


tecnologia

tinotte.ch

Quant’è il prezzo dell’auto? 17,25 Bitcoin Servizio a cura di Daniele Wälti

un’auto? Le decine di milioni di utilizzatori nel mondo che comprano e vendono con Bitcoin! Si pensi che in Cina già nel 2013, il 21% del totale delle operazioni di cambio valuta dello Yuan sono avvenuti contro Bitcoin.

Siamo tutti pronti a lasciare la nostra bella Helvetia sulle monete svizzere per un moderno, anonimo e soprattutto virtuale Bitcoin? È ritenuta da molti la più sovversiva tecnologia sul pianeta: indipendente dagli Stati, dall’economia e da un qualsiasi organo di controllo, il valore della moneta virtuale viene attribuito liberamente dalle decine di milioni di utilizzatori nel mondo. Partiamo dall’inizio: com’è nato il Bitcoin? Nato dall’applicazione pratica di un algoritmo, è stato inventato nel 2008 da un’entità il cui pseudonimo è Satoshi Nakamoto. Ebbene sì: il tutto è talmente virtuale che non si conosce neanche il vero inventore dell’algoritmo rivoluzionario che sta dietro alla creazione di questa moneta. Dal 2009 è cresciuto liberamente in tutto il mondo, incontrando tanti giorni di sole e anche giorni di tempesta. Quel che conta però è che la diffusione si sta moltiplicando di giorno in giorno e che il valore di un Bitcoin è partito da pochi centesimi nel 2009 a ben CHF 1’400.- oggi, con incrementi attuali di valore di più del 200% all’anno. Ma chi ci garantisce che se oggi scambio dei virtuali Bitcoin contro dei sicuri e fisici franchi, io potrò usarli per acquistarmi

E chi li accetta? Il Bitcoin viene accettato da molti siti online (fra cui Amazone ed eBay), ma anche in negozi fisici. Dal 2013, ovvero dalla crisi economica di Cipro, l’università permette ad esempio di pagare le rette scolastiche in Bitcoin. Come essere sicuri che qualcuno non li crei illegalmente e poi li utilizzi? Qui sta la grande differenza con le banche tradizionali. Tutti i possessori di un portafoglio virtuale (quindi chiunque possegga dei Bitcoin) fanno parte di un grosso Blockchain mondiale e quindi hanno uno storico totale o ridotto di tutte le transazioni avvenute nel mondo. Ognuno può quindi verificare in modo indipendente i movimenti di Bitcoin. Per venire in possesso del primo Bitcoin si consiglia di utilizzare un gestore di portafogli virtuali, come ad esempio Blockchain (vedi www.blockchain.com). Il sito internet è semplice da usare e l’app sul cellulare permette di pagare, ricevere e verificare costantemente i Bitcoin nel proprio portafoglio. Per poi conoscere costantemente la quotazione del Bitcoin è sufficiente installare sul cellulare applicazioni come ad esempio Bitcoin Ticker, che registrano le transazioni di acquisto e vendita di Bitcoin nel mondo e danno un valore istantaneo della moneta virtuale.

BITS Partners SA, la società che gestisce le piccole e medie imprese in Ticino, offre il servizio di installazione del software, acquisto e gestione e dei Bitcoin. Il Bitcoin è il più grande esperimento sociale economico condotto nella storia del mondo.

GLOSSARIO Bitcoin: è una moneta elettronica creata nel 2009. A differenza della maggior parte delle valute tradizionali, Bitcoin non fa uso di un ente centrale: esso utilizza un database distribuito tra i nodi della rete che tengono traccia delle transazioni, e sfrutta la crittografia per gestire gli aspetti funzionali come la generazione di nuova moneta e l’attribuzione di proprietà dei bitcoin. Bitcoin mining: L’attività di generazione di Bitcoin viene spesso definita come “mining”, un termine analogo al gold mining (estrazione di oro). Portafoglio: ogni utente che partecipa alla rete Bitcoin possiede un portafoglio virtuale. I portafogli possono venire installati anche un semplice Smartphone e quindi portarsi una banca in tasca. Blockchain (in italiano letteralmente: catena di blocchi): è una base di dati distribuita, introdotta dalla valuta Bitcoin che mantiene in modo continuo una lista crescente di record, i quali fanno riferimento a record precedenti presenti nella lista stessa ed è resistente a manomissioni. Referenze “The Rise and Rise of Bitcoin” film del 2014 Wikipedia: Bitcoin, Blockchain

71


72

lavoro & stress

Affaticamento o stress?

Eventi WIRne twork - info w irsi.ch Giovedì 9 nove mbre 2017 - or e 19.15 Evento WIRne twork con Clau dio Palumbo presso EspoVe rbano, Palexp o Fevi, Locarno Per iscriversi: ca mponovo@wirs i.ch

Una valutazione efficace dello stress correlato al lavoro Servizio a cura di Claudio Palumbo - Università degli Studi di Parma Spesso si confonde lo stress con l’affaticamento: molti credono di essere stressati, ma sono solo affaticati; altri credono di non essere stressati e invece lo sono. Le medesime condizioni relazionali e di lavoro non pesano ovviamente allo stesso modo su tutti gli individui di un gruppo omogeneo: in genere più le motivazioni dentro di sé sono elevate, più si è in grado di reggere le pressioni dall’esterno o, com’è di moda dire oggi, si è “resilienti”. © KeywordSuggest.org

Il problema dell’individuazione delle condizioni di stress non risiede solo nell’errata autovalutazione di se stessi, questo è più che ammissibile, ma anche nella frequente inefficace metodologia di rilevazione, cosa molto meno accettabile. Dal 2010, con il nostro team, abbiamo proceduto ad affinare progressivamente il mio metodo di indagine, ora sempre più richiesto dalle aziende. Con questa metodologia, oltre a elevare notevolmente la veridicità dei dati, si è in grado di estendere la valutazione dallo stress correlato al lavoro di singoli e gruppi, alla più ampia considerazione del malessere/benessere organizzativo.

Andare Oltre – C. Palumbo & Co.

Consulenza, formazione e sviluppo risorse umane Via S. Gottardo 179, CH-6648 Minusio Tel. + 41 77 982 97 39 - Cell. + 39 329 629 51 29 info@andareoltre.ch claudio.palumbos@gmail.com www.andareoltre.ch

Biografia Nato a Torino nel 1954; già docente di psicologia della formazione, dell’educazione, del lavoro e dell’organizzazione presso l’Università di Parma, collabora ora alla cattedra di psicopatologia generale e dello sviluppo della stessa Università; è stato inoltre docente di psicologia dell’organizzazione e psicologia sociale presso l’Università di Torino; specializzato in organizzazione e gestione risorse umane, è consulente e formatore presso aziende ed enti pubblici; autore di oltre 60 pubblicazioni, la sua attività di ricerca, nelle prospettive teoriche e negli esiti applicativi, è prevalentemente orientata negli ambiti della psicologia del lavoro e delle organizzazioni, della formazione e sociale. Si occupa principalmente di “Benessere individuale, organizzativo e sociale, attraverso lo sviluppo delle competenze trasversali”. Nel 2015 ha costituito Andare Oltre - C. Palumbo & Co., società con sede a Minusio, che si occupa di Consulenza, Formazione e Sviluppo nell’area delle Risorse Umane.


FAi da te

tinotte.ch

Il mondo della lana che non ti aspetti Servizio a cura della Redazione

Cari lettori, Ticino by Night and Day è un giornale attento a quello che succede sul territorio. Chi vi scrive è stato semplicemente rapito dalla bellezza del negozio e dalla passione che ha trasmesso Claudia Belotti. Poi ho avuto conferma da clienti del posto della bontà e unicità del negozio e così è nata l’idea di creare una rubrica per far rivivere quest’arte forse un po’ vintage ma mai completamente tramontata. Anzi. Molte giovani donne la stanno riscoprendo... Tappa dopo tappa, attraverso un fil rouge, cercheremo di recuperare ciò che tra altro permette di accrescere la capacità del tatto e aumenta l’abilità motoria delle mani. Claudia è entusiasta della vita, è sempre alla ricerca di novità per soddisfare la propria curiosità e il desiderio di nuovo e poterlo condividere alla Bottega della Lana. In breve: non si accontenta mai :-) Ama scoprire, creare, osare e inventare! Come nasce questa passione? Infusione diretta in vena da parte di madre, nonna materna e paterna che ho sempre visto “magliare”, come dicono alcune clienti germanofone. Ero fra quelle che faceva a maglia durate la trasferta in treno in direzione della Scuola Superiore di Commercio o sotto il banco durante le noiose lezioni d’inglese, con tanto di gomitoli che cadevano e incaz... da parte del prof. Mia madre era solita dire: non capisco come sai farlo, io queste cose

complicate non te le ho mai insegnate... come per tante altre persone il “fare a maglia” era un diversivo, un occupare il cervello in modo diverso ed il piacere finale di un capo unico. Si tratta di un settore vintage. Sta tornando la passione per la lana? Sarà che il ritmo frenetico non è proprio dell’Essere umano, sarà che c’è voglia di romanticismo, di rivalorizzare oggetti di casa, di dare spazio alla fantasia, di rivalorizzare valori antichi, di sentire il calore leggero e morbido delle fibre naturali. Il “fare a maglia” o uncinetto è più che mai in auge su un onda vintage che porta a ricoprire lo sgabello della nonna con fili multicolori all’uncinetto o dare un tocco alla cucina con presine multicolori o decorando asciugamani a punto croce, piuttosto che rifinire le spugne del bagno con un pizzo all’uncinetto. Tutto questo crea opere personalizzate e uniche, come stupende coperte da buttare sul divano (con cui coprirsi quando si sente fresco), scialli, maglioncini leggeri... Altrettanto importante è il piacere della realizzazione: il ritmo regolare e tranquillo del movimento dei ferri, oltre alla morbidezza del materiale che scorre fra le dita, sono un fantastico antistress. Gli occhi occupati a seguire il movimento eseguito dalle mani, permettono alla mente di spaziare, di rilassarsi e spesso di trovare soluzioni o di vedere le situazioni da un altro punto di vista.

È risaputo che fare a maglia o a uncinetto, come pure ricamare è meditativo e porta all’introspezione e alla tranquillità. È un’attività che sta coinvolgendo persone di tutte le età sia donne che uomini. Consigli per chi volesse cimentarsi in questa attività? Per chi avesse avuto delle docenti poco simpatiche... dimenticate le costrizioni, non siamo più a scuola. Mettete un sorriso nel vostro cuore e sulle vostre labbra e pensate: è così facile come farlo. La tecnica è semplice, e una volta acquisiti i punti base, si apre una miriade di possibilità.

Consiglio spassionato: iniziate con qualcosa di piccolo per imparare la tecnica: una fascia, una sciarpetta estiva o invernale. Ci vuole un po’ di esercizio, non pretendete troppo da voi stessi (pensate a quando avete cucinato il vostro primo risotto). Se siete confrontati con una difficoltà: uscite di casa e parlate con chi ha più esperienza, si trova quasi sempre una soluzione. Noi in negozio siamo sempre a disposizione. Non confrontatevi con altri: “lei è più brava di me” non esiste! In questo ambito ciascuno ha la sua mano e anche a voler copiare capi di altri non diventeranno mai uguali (di certo qualcuno sorriderà). - seconda parte nel prossimo numero

Il 14 giugno, con uno stand, sarà presente al Tour de Suisse a Cevio

Via Famiglia Trevani 1a CH-6600 Locarno Tel. +41 91 751 17 04 Bottega della Lana

73


74

100 spettacolari numeri insieme David Camponovo

Paolo Pellegrini

Il deux ex machina.

Il grafico che ha creato il logo originale de Ticino by Night, ma poi ha anche creato il nuovo logo Ticino by Night and Day.

Roberto Pulfer

Stefano Pedrazzetti

Colui che ha buttato il sasso nello stagno. Dal 1999 al 2002 ha condotto i primi numeri della rivista. Ciao Roby

Il grafico che per 13 anni ha illustrato con successo le pagine del magazine.

Silvio Di Giulio L’attuale presidente della COMITES è l’intellettuale del gruppo. Il vero motore della rivista sono però le oltre 50 associazioni che ci appoggiano e ci sostengono. E naturalmente a voi… fantastici lettori ! Un grazie anche a tutti i collaboratori esterni

20.12.1999 esce il n. 0 Accompagnato dalla stella cometa nasce Ticino by Night, un giornale di 32 pagine nato per rispondere alla domanda: “Cosa possiamo fare questa sera in Ticino?”

Giugno-luglio 2003 n. 20 Nasce il fortunato concorso Miss Ticino by Night


tinotte.ch

Dicembre-gennaio 2014 n. 80 Un numero “all’insegna” della cabala... n. 80, con 80 pagine, un numero che rappresenta le idee brillanti. Con questo numero si entra nei 15 anni di vita di Ticino by Night.

Giugno-luglio 2015 n. 89 Per “l’ultimo” Ticino by Night, la copertina, come pure varie pagine al suo interno, viene dedicata a un personaggio Ticinese conosciuto internazionalmente: Ivo Soldini

Agosto-settembre 2015 n. 90 Ticino by Night a partire da questo numero diventa... Ticino by Night & Day con nuovo logo e nuova grafica.

Marzo-aprile 2009 n. 50 Ad ognuno il suo traguardo… La rivista continua il suo cammino e per l’importante traguardo dei 50 numeri si regala la giovane e promettente Lara Gut in primo piano e, nel riquadro, il mago dei fornelli Paul Bocuse

Giugno-luglio 2012 n. 70 Ticino by Night dedica uno speciale sugli Europei di calcio, 80 pagine a 360 gradi. Nel tempo il giornale ha aumentato le sue rubriche. Questa copertina raffigura ad esempio: musica, sport e motori.

75


76

RIERI E M A C 100 numeri e quasi 18 anni I T N A Z Z I R F + A cura di David Camponovo

Un mondo che cambia un prodotto editoriale che si evolve e si trasforma continuamente. Guardando indietro è impressionante come sia cresciuto il giornale. Magazine che però ha mantenuto alcuni capisaldi. Tante sono le cose che sono cambiate nel mondo in generale come pure nell’editoria! I tempi prima di tutto si sono ristretti. Le tecniche sono cambiate tantissimo. Ma tornando al giornale vorrei mettere l’accento su un soggetto che è rimasto invariato fin dal numero 0, si perché il primo numero era un numero zero: il concorso della Cameriera + Frizzante della Svizzera Italiana. A essere precisi due cose si sono “trasformate” del suddetto concorso: all’inizio il concorso, inventato da Roberto Pulfer, era aperto solo alle cameriere, ora da piu anni è aperto anche ai camerieri. Secondo cambiamento importante da 10 anni il concorso ha

cambiato definizione da Più Frizzante del Ticino a Cameriera/e + Frizzante della Svizzera Italiana. Infatti la rivista ormai da anni copre anche la Svizzera Italiana. Perché è nato questo concorso? Perché da sempre Ticino by Night ha avuto una sensibilità particolare per il settore della gastronomia in generale e per il difficile mestiere del cameriere. Che va detto in Ticino in generale essere considerato un lavoro non propriamente nobile. Anzi. Invece dal nostro punto di vista e, non solo per fortuna, per praticare bene questa professione bisogna avere molte qualità e passione. Infatti, un cameriere deve essere - allo stesso tempo - un psicologo, un venditore, un conoscitore della materia ristorazione e se conosce bene il vino tanto di guadagnato! Orbene la redazione grazie all’aiuto dei suoi lettori premia ogni anno il più vota-

to con mille franchi in buoni merce! Una cerimonia e tanta gratitudine per una professione fondamentale per l’economia della regione. Sono il nostro biglietto da visita. il palmarÈs

2000 Alexandra, Paso a Gorduno 2001 Rosy, Bar La Rondine a Gravesano 2002 Ylenia, Bar Beach a Lugano 2003 Silvia, Paso a Gorduno 2004 Nury, Bar Unione a Viglio 2005 Oxana, Clay Pub a Pregassona 2006 Laura, Lungolago a Locarno 2007 Celine, Pub 93 a Losone 2008 OKSANA, Bar Cocco a Massagno 2009 LUCA, Snack Bar Viale, Bellinzona 2010 SIMO, Snack Bar Angolo, Viganello 2011 ANTONIO, Rist Pomodoro, Biasca e SELENE, Rist. Grütli, Mendrisio 2012 SARA, Bar Ufo, Pregassona 2013 CRISTIANO, Madalena Vintage Café, Lugano 2014 MORENA, Bar Ghez, Lamone 2015 Malcolm, Croce Federale, Solduno 2016 Valentina, 6805 La Palazzina, Mezzovico


Bel Paese

tinotte.ch

77

Cinque Terre, un solo paradiso A cura di David Camponovo

verdure tutte provenienti dagli orti che dai terrazzamenti si affacciano sul mare. Da provare assolutamente le ACCIUGHE sotto sale e le OLIVE TAGGIASCHE che, se accompagnate in tavola da un ottimo VINO BIANCO, diventano la bandiera dei sapori di questa terra.

Da sempre le CINQUE TERRE hanno rappresentato una delle mete preferite per coloro che amano ricercare il relax tra la natura e il giusto equilibrio tra i piaceri della bella vita e le emozioni dell’avventura. Tra tutti i borghi che costituiscono le Cinque Terre, uno su tutti spicca per il suo caratteristico gioco di colori che al tramonto sembra tingere di rosso il paese. MONTEROSSO AL MARE è la borgata più occidentale delle Cinque Terre, particolare per la sua scogliera che disegna naturalmente il golfo per poi lasciare spazio ad un’ampia spiaggia bianca. Il piccolo porticciolo di MONTEROSSO AL MARE con la statua del Nettuno fa da lanterna a tutti i ristoranti del luogo in quanto le specialità culinarie sono tutte a base di pesce: orate branzini polpi e calamari sono accompagnati da ottime

Particolare attenzione alla viticultura, la quale ha saputo sfruttare al meglio gli apparenti svantaggi della formazione territoriale. Il vino bianco “LE CINQUE TERRE” è infatti uno dei prodotti che nasce da questa esperienza, la stessa che ai tempi dell’impero romano faceva sgorgare lo “SCIACCHETRÁ”, un passito dal forte concentrato alcolico e zuccherino che ancora oggi è ricercatissimo dagli amanti del vino.

Tra tutte le strutture di accoglienza ci permettiamo di suggerirvi L’Hotel Cinque Terre Situato a 100 metri dal mare permette di scegliere tra 54 luminose camere, tutte dotate dei migliori confort e di tv satellitare. Un ambiente raffinato, ma allo stesso tempo familiare, offre numerosi servizi volti a rendere perfetto il vostro soggiorno. Un’ampia zona relax permette di trascorrere piacevoli momenti al bar o di distrarsi con una partita a biliardo nella sala da gioco. L’Hotel è aperto dal 16 Aprile al 16 Ottobre 2017. Il servizio e-mail è attivo tutto l’anno.

Infine non possono assolutamente mancare nella dieta ligure l’OLIO e il PESTO, che proprio per il loro gusto forte sono una particolarità della regione. Inoltre la ricchezza del paesaggio permette di scegliere tra numerose attività: gite in barca, crociere al tramonto lungo la costa, escursioni in snorkeling, il tutto per ammirare il paesaggio sottomarino della riserva.

Consigliamo inoltre

Per questi motivi, e per molti altri ancora che vogliamo lasciarvi scoprire con i vostri occhi, riteniamo che Monterosso al Mare sia una di quelle mete da segnare nel proprio diario di viaggio.

Ristorante Il Ciliegio Località Beo 2 I-19016 Monterosso al Mare Tel.+39 328 800 61 15 www.ilciliegiocinqueterre.com


78


Tbynd 100  

Guida al tempo libero & Benessere - Insubria

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you