Page 1

SINCE 1999

© D.Camponovo

n. 89 - www.tinotte.ch

Guida al tempo libero & benessere - Insubria

G’15 Ivo Soldini

www.plastiplex.ch


editoriale

3

89, un muro che cade Care lettrici, cari lettori, Il numero 89 ci ricorda la caduta di Berlino. Ma noi, di Ticino by Night, continuiamo a ... stare in piedi. Scusateci l’irriverenza del paragone ma il “nostro” 89 è un numero importante e il perché lo vedrete nel prossima edizione di Ticino by Night. Intanto ci accontentiamo di presentarvi sommariamente questo numero che potrebbe essere riassunto dalla seguente “battuta”: per nutrire il cibo è indispensabile, ma per gustare l’arte non può mancare! E così, pagina dopo pagina, accanto a una poliedrica offerta ...eno-gastronomica (dalla presentazione delle rassegne gastro-primaverili sparse un po’ in tutto il cantone all’avvio, per la quinta volta, del concorso “Mangiar Bene!”, alle news riguardanti Expo 2015 a Milano), già a partire dalla copertina abbiamo puntato i riflettori su un grande scultore ticinese contemporaneo, Ivo Soldini, nato a Lugano e vivente a Ligornetto, che fino agli inizi di ottobre marcherà presenza, con le sue pregevoli sculture nel Gambarogno. Ovviamente non mancano le pagine, ormai ricorrenti e sempre più ricche, dedicate agli sport del motore, al calcio, al disco su ghiaccio, agli scacchi, ecc. e un omaggio, tutto speciale, alla città di Lugano, che quest’anno può vantare ben cinque squadre sportive nella massima divisione. Insomma sempre un grande Ticino Buona lettura

IMPRESSUM

SINCE 1999

David Camponovo

Guida al tempo libero & benessere - Insubria

n. 89 giugno-luglio 2015 Editore. A.R.T. Promotion SAGL Amministrazione & redazione via San Gottardo 26 - CH-6900 Lugano Info-line. Telefax. E-mail. Internet.

+41 91 605 73 00 +41 91 605 73 04 info@tinotte.ch www.tinotte.ch

Direttore responsabile David Camponovo +41 76 328 60 90 david@tinotte.ch

Impaginazione e grafica Immagimedia e Grafica design grafica@tinotte.ch Fotografia CD-Media SAGL Maurizio Colombo fotoritratto.ch Foto Garbani Tipografia Fontana Print, Pregassona Video Maurizio Colombo

G’15 Ivo Soldini

Hanno collaborato Associazione non fumatori, Doriano Baserga, Giorgio Bignotti, Michele Braccia, Elsa Camponovo, Laura Camponovo, Campus, Sergio Cavadini, Maurizio Colombo, Andrea Fazioli, Eugenio Jelmini, Giacomo Newlin, Marco Paltenghi, Stefano Pedrazzetti, Paolo Pellegrini, Pier Paolo Pedri-

In copertina

ni, Claudio Rossi, Charlotte Saccomanno, Tiziana Solcà, Roberto Stefanizzi e Flavia Vignuta.

Ringraziamenti speciali Doriano Baserga, Ivo Soldini e Sergio Cavadini

fino a venerdì 09 ottobre Mostra internazionale di Scultura all’apertodel Gambarogno Nucleo di Vira Gambarogno


Nr.

89

sommario

EDITORIALE & Impressum AGENDE Arte, teatro & cabaret Mostre, fiere & rassegne Blenio e d’intorni Musica & avvenimenti Agenda Como Sapori Musicali

3 14 15 17 18 26 26

70 anni della Campagnadorna

6

ARTE G’15 Ivo Soldini

8

SPECIALE VERZASCA L’affascinante Valle Verzasca

Info by night Grande successo per Paolo Migone Expo Milano Villa Carlotta

14 26 26

MANIFESTAZIONI La patrouille Suisse torna in Leventina

16

Prossima fermata: libertà Offerte Railaway

20 20

MUSICa Il cielo piange B.B. King Intervista agli Alligator Nail Intervista a Federica Regoli Jazzascona

22 23 24 25

13

Ticino by Night da 15 anni Contenuti nel numero di luglio: Cucina vegetariana con Pietro Leemann, testimonial di Milano Expo Tatuaggi presentando Titattoo Miss, presentando le date delle sfilate per Miss TbyN e Mini miss

Nel prossimo numero grande sorpresa per tutti i lettori. Seguiteci su facebook

Svelato il logo del 75esimo Lanciata la campagna abbonamenti 2015/2016 Il settore T delle tribune della Resega è stato trasformato in un vero “Family Corner” esclusivamente dedicato a formule di abbonamento per le famiglie. Nell’anno del 75esimo un adulto e un ragazzo fino a 16 anni pagheranno insieme soli 750 franchi per assistere a tutte le partite. Per due adulti e un ragazzo il prezzo sarà di 1’250 franchi. L’HCL Lugano per festeggiare degnamente il 75esimo anno manterrà invariati i prezzi degli abbonati (tra i più bassi in tutta la Svizzera) e proporrà tra le altre cose una simpatica ’iniziativa “Ti vogliamo con noi” vuole dal canto suo rendere protagonista ogni abbonato nell’allargare la grande famiglia bianconera. Per ogni nuovo abbonato presentato, il prezzo della tessera sarà scontato del 10%. In altre parole, chi porterà all’HCL dieci nuovi abbonati vedrà la sua tessera scontata del 100%! Nel corso dei prossimi mesi saranno inoltre annunciati i numerosi eventi previsti per celebrare degnamente il compleanno bianconero, diversi dei quali legati alla Città di Lugano. Per informazioni: www.hclugano.ch

HOCKEY SU GHIACCIO

la rivista del tempo libero e del divertimento


5

CONCORSI

Cameriera/e +FRIZZANTE ‘

32 39

43

GASTRONOMIA Premiato Ivan Bozic Qualità e onestà fanno rima a Cortivallo Terrani: la qualità della carne Rassegne gastro primaverili V edizione di “Mènegia e viègia i li èlp” Grotto San Martino: a tu per tu con Mamo Ristorante Pestalozzi: dopo 100 anni la svolta Suter chiede ai politici riforme urgenti Valsangiacomo 3 chef in cantina Cocktailnight di Giovanna 2015 EVENTI di SUCCESSO Premiazione +Frizzante 2014 2ndo Casting al Circolo Sociale di Montagnola 3zo Casting allo Snack-bar Venezia di Lugano

28 29 29 34 34 35 36 37 38 42

41 46 47

RAGAZZA BY NIGHT Luana

48

BENESSERE & FASHION Il Gossip dal parrucchiere

49

Comunicare Quando i politici non sanno ascoltare Economia L’arte della narrazione Assemblea Generale Gruppo WIR Svizzera Italiana ARTE/Libri ©cuorebuiorrore SPORT Nello sport Lugano fa full Il grande ritorno di Ivano Zanatta Ottenuta la licenza FC Lugano guarda avanti Grazie Angelo, merito tuo la Super League IX Open Scacchi di Lugano II Trofeo Centro Breggia X Trofeo Rivabella Open MOTORI F1, GP2 e GP3 Harley forevere La Ducati moto dell’anno 2015 Leggi che ti passa: The Ride Comini - Seat binomio vincente 18 Rally delle Ronde Re-Bariani sovrani in Ticino anche nel 2014

50 51 51 52

53 54 55 55 56 57 57 58 59 59 59 60 61 61


70 anni Ha riscosso un grande successo la giornata organizzata dalla banca Raiffeisen della Campagnadorna per i suoi 70 anni di vita. Una giornata baciata dal sole con la partecipazione di ben 750 soci che si sono riversati nella Regione della Campagnadorna, attraverso i sentieri che partono da Stabio, Coldrerio e Novazzano e costeggiano il Laveggio in un paesaggio fiabesco immerso nel verde e nella pace più assoluta. Tre i punti cardini della giornata, il cantiere della Nuova Sede a Stabio, il Mulino del Daniello a Coldrerio e il centro paese di Novazzano. Grande interesse per i soci nel cantiere della nuova sede, mentre vedere il Mulino del Daniello produrre polenta con le secolari macine è stato un evento straordinario condito da un aperitivo ricchissimo.

Dopo il duro lavoro... un po’ di relax!

Adam Crivelli, Doriano Baserga, Mario Ravasi, Carlo Tela e Ovidio Petraglio

Un momento dell’aperitivo presso il Mulino del Daniello a Novazzano

Animazioni per i più piccoli

Panoramica della Campagnadorna

Il rinfresco al mulino

Servizio fotografico a cura di D. Camponovo


7

Lo Staff della Banca Raiffeisen Campagnadorna al servizio dei soci

Finale pirotecnico a Novazzano con pranzo e la torta del 70°. Per i numerosi soci convenuti e intrattenuti dal sempre straordinario “ Roberto Bussenghi” che ha deliziato i soci con la sua bravura ben assecondato dalla brillantissima e bella Rosy Nervi. Apprezzatissimo l’intervento della Musica Unione di Novazzano che proprio in questi giorni festeggia i 100 anni di vita.

La Banda di Novazzano in concerto

Un grazie particolare è doveroso farlo a tutte le società del comprensorio che hanno voluto aiutare la Banca nell’organizzazione dell’evento, al consiglio d’amministrazione, direzione e personale. Un plauso a Mario Ravasi, Ovidio Petraglio e Carlo Tela per la perfetta regia dell’evento. Diamo spazio alle immagini fotografiche che parlano e commentano da sole la splendida giornata vissuta e che resterà indelebile nei ricordi di tutti i soci della Banca Raiffeisen della Campagnadorna.

Mario Ravasi assiste Bussenghi nell’estrazione dei tre Marenghi sorteggiati

Un Momento della manifestazione nel capannone

Un momento della manifestazione

Una guardia di confine un po’ speciale alla ricerca di un clandestino...altrettanto speciale con Rosy Nervi

70 anni

Tra i vari ospiti anche l’assistant coach dell’ Ambrì-Piotta Diego Scandella e consorte

Ivo Soldini, Peppino Canova e Doriano Baserga Dopo aver camminato nei percorsi stabiliti la carica dei 750... ha raggiunto i due capannoni per pranzo e vari intrattenimenti

Parte dello staff in visita alla Cantina Agriloro tra loro il proprietario Meinrad C.Perler e il dir.Francesco Tettamanti


arte

a

ertin p o c a

Dall

A Vira (Gambarogno)

“G’15”: sculture di Ivo Soldini dal 30 maggio al 9 ottobre

Foto D.Camponovo Per le “Mostre internazionali di scultura all’aperto del Gambarogno” quest’anno è in programma la «G’15», con Ivo Soldini e le sue sculture. L’artista di Ligornetto propone oltre 70 sue opere, quasi tutte di grandi e imponenti dimensioni, eseguite negli ultimi anni soprattutto in bronzo e in polyestere. L’esposizione è fruibile gratuitamente su suolo pubblico da fine maggio agli inizi di ottobre. Per l’occasione le stradine, i vicoli e le piazzette situate del caratteristico borgo in riva al Lago Maggiore diverranno un museo di sculture a cielo aperto.

8


arte Botta e risposta 35 anni di carriera, 3 aggettivi per descriverli: Continuità, entusiasmo e ancora continuità! Gli occhi di Soldini artista come vedono L’arte? Irrinunciabile e centrale. Sono nato per quello. Commento sul G15: L’esposizione delle mie opere G15 è il rapporto ideale tra spazio e architettura. L’ubicazione è idilliaca: un museo a cielo aperto. Gli abitanti sono collaborativi perchè abituati dalla lunga tradizione di cui il paese gode già dal 1968, dove si sono susseguite varie mostre.

L’artista e Monica Nembrini Sargenti


11

Ivo Soldini

Katia Biffi (Società Bancaria Ticinese), Ivo Soldini, Mauro Scopazzini (direttore della mostra) e Waldis Ratti (presidente Ass. GambarognoArte)

Ivo Soldini, nato a Lugano nel 1951, dopo aver frequentato Brera e la Statale di Milano, nel 1973 avvia un’intensa attività espositiva. Dopo aver sperimentato disegno e pittura, a partire dal 1975 si dedica principalmente alla scultura. Ad opere inizialmente di piccolo e medio formato, soprattutto in bronzo ma anche in alluminio e in gesso, negli anni più recenti sviluppa opere sempre più monumentali. Dopo le opere di natura classicheggiante e naturalistica degli esordi, con il passare degli anni a dominare diventano le figure. Figure introspettive, emblematiche e complesse, che mettono sempre più spesso a confronto individualità e socialità. Ivo Soldini, le cui opere fanno bella mostra di sé in patria (Lugano, Bissone, Bellinzona, Paradiso...) e all’estero (Milano, New York...), vive e lavora a Ligornetto.

Alcune opere esposte


speciale verzasca L’affascinante Valle Verzasca a cura di Flavia Vignuta

Che bella la primavera, riporta tutto in vita anche nelle nostre Valli. Tra queste la Valle Verzasca, che si potrebbe definire come la più affascinante in assoluto. Ma cos’è che la rende così attraente? Senza ombra di dubbio il colore unico delle sue acque che con le diverse sfumature di verde ammaliano chiunque le guarda, infatti si dice che il nome Verzasca derivi proprio da questo. Per poter scoprire il fascino sobrio e vario del paesaggio naturale, le numerose testimonianze del passato e ammirare i suoi paesi bisognerebbe percorrere il “Sentierone”, il quale si snoda lungo tutta la Valle. Il percorso è facile e quasi pianeggiante, parallelo al corso del fiume, può essere interrotto in diversi punti e attraverso uno dei numerosi ponti si ritorna sulla sponda sinistra della valle,dove corre la strada e si possono trovare la fermate degli autobus di linea. I possibili punti di partenza del “Sentierone” della Val Verzasca sono due: il paese di Mergoscia, oppue l’info-point situato nei pressi della diga entrambi raggiungibili in autobus da Tenero. Salendo la strada principale che dal piano di Magadino ci porta in Valle Verzasca, superata l’ennesima curva ci appare all’improvviso l’imponente parete verticale della diga di Contra che con i suoi

220 metri d’altezza si situa tra le più alte nella tipologia ad arco. Resa celebre in tutto mondo dalla scena iniziale del film Golden Eye della saga di James Bond, l’agente 007 e un video clip per una canzone di Paolo Meneguzzi. Dietro di essa si innalza, ben più imponente, la piramide del Pizzo Vogorno (2’242 m) che sembra incombere sul lago artificiale sottostante. La montagna porta lo stesso nome del paese che sorge ai suoi piedi,diviso in 5 frazioni raffigurate da 5 stelle sul vessillo comunale. Nella frazione di San Bartolomeo,sorge la chiesa dedicata appunto a questo santo ed edificata attorno al 1234, la più antica della Valle con affreschi del tredicesimo e quindicesimo secolo. Ora è in fase di restauro e proprio il prossimo mese di agosto ci sarà l’inaugurazione. Dalla frazione di Sant Antonio si può raggiungere il monte Odro (due ore di cammino) il percorso etnografico ci spiega la via del fieno di bosco. Lì c’era l’abitazione temporanea di Luigi Berri. Nel piccolo locale vengono presentati gli oggetti

che gli servivano per svolgere la raccolta del fieno di bosco. C’è pure un agriturismo nel quale si può pernottare. Partendo dalla diga il “Sentierone” si snoda sulla sponda destra della valle per poi cambiare versante in corrispondenza del bivio stradale per Corippo. Qui, sorge il Grotto al Bivio, ritrovo tipico con posti esterni per le calde giornate estive e tavoli all’interno per le fresche serate autunnali. Per il secondo anno la gerenza è affidata alla dinamica Paola che con professionalità e iniziativa ha risollevato le sorti di questo grotto. A Mergoscia, la “Ca di Ciser” offre alloggi in rustici restaurati. In un’ora abbondante di cammino si giunge a Corippo, originale villaggio arroccato sulla montagna.

Veduta della Valle Verzasca, © www.fotoflavio.ch


13

È il più piccolo paese della Valle, ma anche il più caratteristico. Da li si prosegue per Lavertezzo, molto conosciuto dai turisti soprattutto per il suo ponte romano o dei salti. Questo ponte di origine medievale è a due arcate. Ci sono dei pozzi molto praticati anche dai sub. Lavertezzo ha dato i natali al Vescovo Aurelio Bacciarini che per gli abitanti della Valle è un Santo anche se non è ancora stato proclamato tale. Monsignor Bacciarini è ricordato per il suo impegno nella riorganizzazione dell’azione cattolica, nella promozione dell’insegnamento religioso e per l’esposizione del crocefisso nei luoghi pubblici. Continuando lungo il Sentierone si arriva nella frazione di Aquino, dal lato opposto del fiume, sulla parete di una stalla, si trova un Cristo crocifisso che trasuda sangue attorniato dalla Madonna e da San Giovanni, ai suoi piedi una coppia di sposi in costume verzaschese che lo invoca (1781); in Valle non sono rari i dipinti murali simili a questo, nelle Chiese e nelle cappelle, ma anche su rocce, case e stalle. Poi dopo circa due ore di cammino si arriva a Brione Verzasca, dove si può ammirare il castello Marcacci. Venne costruito sul principio del XVIII secolo, progettato dall’architetto Giovanni Gada originario di quel comune, abitava nell’attuale casa comunale. Per la verità non fu mai un castello vero e proprio,

ma piuttosto una dimora signorile fornita di una difesa provvisoria. Il blocco principale dell’edificio è guarnito Lavertezzo © Tenero e Verzasca turismo di una torretta ad ogni angopuò giocare a tennis e d’inverno si può lo è circondato da un alto muraglione, praticare lo sci di fondo e il pattinaggio. pure provvisto di torrette. Ne risulta Diverse le manifestazioni organizzaun aspetto architettonico severo ma al te durante l’estate come ad il Country contempo elegante. I primi abitanti del Festival a inizio agosto e a settembre la castello furono i signori Marcacci, giu- rassegna fotografica (Verzasca Festival) dici della valle, i quali, per fare impres- che si svolge dal 3 al 6 con un workshop sione alla gente, fecero costruire questa e una festa popolare con il vernissage casa simile a un castello. Attualmente il dell’esposizione e il 5 le proiezioni aucastello è di proprietà privata e fino a diovisuali con inizio alle 18.00. qualche anno fa era aperto al pubblico Per ulteriori informazioni: come ristorante. www.verzascafoto.ch. Si prosegue per Gerra Verzasca, paese diviso in due frazioni Gerra di sopra, dove possiamo ammirare la bella Chiesa e Gerra di sotto. Nella Frazione di Lorentino si trova l’agriturismo della famiglia Foletta. A Frasco possiamo vedere un vecchio mulino restaurato nel 1996 che costituisce un’interessante testimonianza del passato della Valle. Proseguendo la nostra gita si giunge a Sonogno, ultimo paese della Valle. Da qui si possono fare delle belle passeggiate a piedi o in bicicletta ammirando la natura incontaminata. D’estate si

Nei tipici grotti si possono gustare piatti di salumi e formaggi nostrani. Molto conosciuto e rinomato è il ristorante Alpino gestito con professionalità dalla signora Marilena. A Sonogno,troviamo anche un bellissimo museo situato in una vecchia abitazione verzaschese che si affaccia sulla piazza del villaggio. Dal 1974 ospita una collezione comprendente circa un migliaio di oggetti che rispecchiano la vita quotidiana di un tempo. Nelle sue vicinanze, la Casa della Lana che offre prodotti locali confezionati con la lana tinta in maniera naturale.


agenda arte, Teatro e cabaret fino a do 18.10 - ore 13.30-17.30 Fuga - Protezione - Umanità. Il lavoro dell’unhcr Museo delle Dogane Svizzere Cantine di Gandria, Gandria fino a do 11.10 - ore 10.30-17.30 Impressioni ticinesi. Il pittore Bruno Hesse Museo Hermann Hesse, Montagnola fino a do 06.09 - ore 14.00-18.00 Bernd Nothen Via Cantonale 24, Porza fino a sa 27.06. Lu-Ve ore 10.00-18.00 - Sa 10.00-17.00 Sentire l’Arte. Dipinti antichi e Tabacco Galleria Canesso, Lugano do 31.05 - ore 15.00 Una strada particolare Nucleo , Stabio lu 01.06 - ore 20.30 Né più mai toccherò le sacre sponde Castello di Sasso Corbaro, Bellinzona gio 04.06 - ore 18.30 sa 06- do 07.06 - ore 13.15-21.15 As-saggi MAT 2015 Con gli allievi del centro di formazione MAT Cittadella, Lugano gio 04.06 - ore 19.00 ve 05.06 - ore 19.00 Theatre Gourmet @ Teatro Paravento Teatro Paravento, Locarno ve 05 - sa 06.06 - ore 21.00 sa 06.06 - ore 16.00, 21.00 Romeo e Giulietta Pista Resega, Lugano

do 07.06 - ore 17.00 Madre Teresa - Il musical Teatro Casa della Gioventù, Balerna

sa 11.07 - ore20.30 Di mele e di bottoni Ex Macello, Lugano

ve 12 - sa 13.06 - ore 20:45 do 14.06 - ore 18.00 Inscontro Teatro Foce, Lugano

ma 14.07 - ore 20.30 Un tuffo insieme Ex Macello, Lugano

gio 25.06 -ore 20.30 La storia cominciò Family Festival - LongLake Ex Macello, Lugano ve 26.06 - ore 20.30 Che si che no Family Festival - LongLake Ex Macello, Lugano me 01.07 - ore 20:45 Gl’innamorati Teatro Foce, Lugano gio 02.07 – ore 20:30 La grande foresta Ex Macello, Lugano ve 03.07 - ore 20.30 Per mangiarti meglio! Ex Macello, Lugano sa 04.07 - ore 20:30 Le avventure di Ulisse Ex Macello, Lugano sa 04.07 - ore 20:30 No tu no Teatro Foce, Lugano do 05.07 - ore 19.30 Tolstoj ad Astàpovo Teatro Foce, Lugano ma 07.07 – ore 20:30 La bottega del sarto Ex Macello, Lugano ve 09.07 - ore 20.30 Una VerdeRossaStoria Ex Macello, Lugano

me 15.07 - ore 20.30 Hilton Hiltoff Rivetta Tell, Lugano gio 16.07 - ore 20.30 Lillith Rotonda Ciani, Lugano ve 17.07 - ore 20.30 Fraser Hooper Rivetta Tell, Lugano sa 18.07 - ore 20.30 Dado Rivetta Tell, Lugano do 19.07 - ore 20.30 Senmaru Rivetta Tell, Lugano gio 23.07 - ore 20.30 AAA Cercasi custode per un piccolo pianeta Ex Macello, Lugano ve 24.07 - ore 20.30 Un piccolo principe Ex Macello, Lugano sa 25.07 - ore 20.30 Va dove ti porta il piede Ex Macello, Lugano ve 31.07 - ore 21:00 I Legnanesi. Storie dei Cortili Castelgrande, Bellinzona Sempre aggiornati su www.tinotte.ch

Grande successo per Paolo Migone al Palazzo dei Congressi a Lugano Dopo il magnifico spettacolo, molti amici del Ticino by Night si sono fatti immortalare con Paolo per avere una foto ricordo della stupenda serata. Da sinistra: Rossi junior, Vittorio con la sua ragazza Marta del Fantasy, David Camponovo, Raffaello Pura, Paolo Migone, Luciano Fadani e Luca Santolucito.

CABARET

fino a lu 31.08 Katia Mandelli Ghidini mostra personale Hotel Ceresio,Via Balestra 19, Lugano

14


agenda mostre, fiere e rassegne Museo H.Hesse, Montagnola

do 31.05 Corso di calligrafia con Orio Galli Ritrovo. Museo H. Hesse Montagnola, fino a ma 05.01.2016 - Tutto il giorno Impressioni ticinesi Il pittore Bruno www.hessemontagnola.ch sa 30 - do 31.05 - ore 10.00-18.00 Cantine Aperte In tutto il Canton Ticino vedi pag 18+38 fino a ve 09.10 G’15 Ivo Soldini Mostra internazionale di scultura all’aperto del Gambarogno Nucleo di Vira Gambarogno vedi pag 8 fino a do 05.07 - Tutto il giorno Addio Lugano Bella. Anarchia tra storia e arte Museo d’Arte Mendrisio, Mendrisio

fino a do 2 agosto Renzo Ferrari Visioni nomadi (1959-2014) Museo Cantonale d’Arte, Lugano fino a do 23.08 - Tutto il giorno La Galassia di ARP Pinacoteca comunale Casa Rusca, Locarno fino a do 30.08 - Tutto il giorno Gordon Mc Couch (1885-1956) Pinacoteca Züst, Rancate fino a lu 31.08 - 08:00 - 17:30 Kaleidoskopica Banca Raiffeisen del Vedeggio, Gravesano fino a do 06.09 - Tutto il giorno Tra le mura del Bigorio Pinacoteca Züst, Rancate do 24.05 - do 06.09 - Tutto il giorno Serodine nel Ticino Pinacoteca Züst, Rancate fino a do 18.10 - 13:30 - 17:30 Fuga - Protezione - Umanità Museo delle Dogane Svizzere, Gandria

15

fino a do 25.10 - Tutto il giorno Amateur Film Atelier Sessa Albergo iGrappoli, Sessa, e Piccolo Museo - Cà du Loll, Sessa fino a ottobre - tutto il giorno La scoperta del Monte Generoso Museo Etnografico, V. di Muggio, Cabbio fino a lu 02.11- 14:00 - 17:00 A. Andersch: L’Utopia della Libertà Museo Onsernonese, Loco fino a gio 31.12 - Tutto il giorno Tra provocazione e incanto Ghisla Art Collection, Locarno Rassegne del cinema sa 30.05 - ore 18.00 Gli Impressionisti Cinema Plaza, Mendrisio

Sempre aggiornati su www.tinotte.ch


Manifestazioni

16

© Peter Brotschi

La Patrouille Suisse ritorna in Leventina A cura di Pietro Caroni

© foto lw.admin.ch

La piana di Ambrì torna ad essere al centro delle attenzioni, questa volta non in riferimento alla nuova Valascia, bensì per l’attività aviatoria, con la terza edizione dell’ormai tradizionale Fly-In. Dopo l’edizione poco fortunata, dal punto di vista meteorologico, dello scorso anno, Ambrì è pronto a riportare la crème dell’aviazione Svizzera durante il week end del 27 e 28 giugno.

© foto Swiss Hunter Team

La manifestazione aerea, organizzata dalla casa orologiera Oris, coadiuvati dai P3 Flyers, PC 7 Flyers, Swiss Hunter Team e dal Museo dell’aviazione di Altenrhein, proporrà nuovamente un ricco e variegato menu, mirato ad attirare in valle un numeroso pubblico e soprattutto appas-

sionati del volo, dando a quest’ultimi la possibilità di ammirare da vicino velivoli che solitamente si possono visitare nei musei o impiegati nelle forze aeree. Tra questi vi saranno i Pilatus PC-7, lo storico biplano Boeing Stearman, il Piaggio P149, ex addestratore dei piloti Swissair, senza farsi mancare uno spettacolare volo sopra le alpi a bordo del biplano più grande del mondo, l’Antonov AN-2.

ad ammirare le tigri rossocrociate sfrecciare a quasi 1000 km/h, il pubblico potrà ammirare anche la pattuglia ticinese dei P3 Flyers, gli aerei storici del Museo di Altenrhein, lo Hawker Hunter, il De Havilland Vampire, il Dewoitine D26, i Pilatus PC 7 ed altri seguiranno ancora. Lo spettacolo sarà dunque assicurato e soprattutto ad entrata libera grazie principalmente ai numerosi sponsor, tra questi la Ruag Aviation, il Parco Multifunzionale Ambrì-Piotta, Regione Ritom Piora e Rainbow Security. Il Fly-In sarà inoltre teatro dell’annuale raduno degli storici addestratori sovietici Yak 52 e non mancheranno nemmeno le esibizioni di svariati aeromodelli azionati da membri di diverse associazioni ticinesi.

© foto lw.admin.ch

Questa è dunque una delle caratteristiche dell’evento, dove a differenza di altre manifestazioni analoghe, il pubblico può toccare con mano l’affascinante mondo dell’aviazione. Se da un lato sono attesi oltre 100 aeroplani provenienti anche all’infuori dei confini nazionali per parte- © foto lw.admin.ch cipare al raduno, dall’altro verrà offerto anche uno spazio dedicato a diverse esi- Infine da segnalare anche una serie di bizioni in volo. attività collaterali che faranno da cornice all’evento, dalla zona dedicata ai bambini La novità di spicco di quest’anno, sarà il con castelli e giochi gonfiabili, agli stand coinvolgimento delle Forze Aeree Svizze- tematici, fino al battesimo dell’aria con gli re con il ritorno sopra i cieli di Ambrì della elicotteri della Heli-Rezia, nonché cucina e Patrouille Suisse con i suoi 6 F5 Tiger, che buvette in funzione per tutta la giornata. si esibiranno al sabato e del Super Puma Display Team in scena la domenica. Oltre Info sul sito www.orisambriflyin.ch

© Jerome Zbinden


Blenio e dintorni Manifestazioni estate 2015 www.bellinzonese-altoticino.ch 02-30.06 – ore 19.00-22.00 Martedì sera in musica Ogni martedì musica popolare ticinese e anni ’60-‘90 Semione, Grotto Canvett www.grottocanvett.ch 06.06 – ore 13.30-21.00 Buon compleanno Roberto! Festeggiamenti per i 150 anni dalla nascita del fotografo bleniese Roberto Donetta. Casserio/Corzoneso – Archivio Fotografico Donetta www.archiviodonetta.ch 12.06 – ore 22.30 Nomadi in concerto In occasione dei festeggiamenti per l’arrivo della 3° tappa del Tour de Suisse a Olivone Olivone – Centro Polisport www.tourdesuisse.blenio.com 13.06 – ore 10.00-24.00 2° edizione Festival di Musica Popolare Svizzera Saranno presenti 9 gruppi musicali provenienti dalle quattro regioni linguistiche svizzere. In diretta radiofonica su Rete Uno e Rete Due della RSI. Ludiano www.ludianoinfesta.ch 13.06 – ore 11.00 Brunch del Lucomagno Colazione a base di prodotti locali in occasione dei festeggiamenti per l’arrivo della 3° tappa del Tour de Suisse a Olivone. È gradita la riservazione. Acquacalda – Centro Pro Natura Lucomagno www.pronatura-lucomagno.ch

14.06 Volo in Para Pendio Con il Club Volo Libero Ticino, Nara www.nara.ch 14.06 – ore 10.00-17.00 1° edizione Bimbinfesta Più di 50 giochi da provare per scoprire ed imparare divertendosi, in occasione dei festeggiamenti per l’arrivo della 3° tappa del Tour de Suisse a Olivone. Olivone – Centro Polisport www.tourdesuisse.blenio.com 14.06 – ore 15.00 Storie in Ghiacciaia Vicky De Stephanis narra “Il pipistrello vanitoso”, alle ore 15.00, alle 16.00 e alle 17.00 Dongio – Ghiacciaia www.sites.google.com/site/viudessteatro 15.06 – ore 18.00 Arrivo 3° tappa del Tour de Suisse Segue spettacolo con Danza Blenio e GSO Malvaglia, in collaborazione con le Scuole della Valle. Olivone www.tourdesuisse.blenio.com 21.06 – ore 12.00 Grigliata Amici del Sosto In caso di brutto tempo la grigliata si svolgerà al Centro Polisport di Olivone. Camperio – Ospizio Camperio www.amicidelsosto.ch 21.06 – ore 08.45 Le regine dei boschi Escursione guidata alla scoperta delle formiche dei boschi durante il periodo del volo nuziale. Acquacalda – Centro Pro Natura Lucomagno www.pronatura-lucomagno.ch

27-28.06 Feste di San Giovanni Battista Con la sfilata della Milizia Storica Domenica 28 giugno, alle ore 10.30 si terrà la Messa Solenne con Monsignor Vescovo Valerio Lazzeri. Leontica www.leontica.ch 28.06 – ore 09.00 Una foresta dai mille volti Escursione accompagnata alla scoperta della riserva forestale della Selvasecca. Acquacalda – Centro Pro Natura Lucomagno www.pronatura-lucomagno.ch 29.06 Festa di San Pietro Monti di Orsera – Campo Blenio www.campoblenio.ch Le manifestazioni sono soggette a modifiche. Info e dettagli sono visibili sul sito www.bellinzonese-altoticino.ch/valledi-blenio Organizzazione Turistica Regionale Bellinzonese e Alto Ticino Sede Valle di Blenio blenio@bellinzonese-altoticino.ch Tel. +41 91 872 14 87 Fax +41 91 872 15 12


agenda musica e avvenimenti eventi

classica e lirica

jazz e blues

Toto Cavadini Ogni mercoledi giugno-settembre - ore 19.00 Grotto Cà Nostra - Brione s. Minusio Ogni lunedi sera (dal 18 maggio) al Rist. del Ponte, Cugnasco-Gerra ve 05.06, 03.07 - ore 21.00 Orello, Gnosca sa 30.05, 20.06, 25.07 - ore 21.30 Hotel des Alpes, Airolo sa 06.06 - ore 17.00 al Piazzale di Meride ve 12.06 ore 21.30-24.00 Bar Apache, Melano www.totocavadini.ch

Eventi

Rock

leggera

latin e tango

lu 08.06 - 19.00 S. Pellegrino Sapori Ticino 2015 Serata enogastronomica Castello del Sole, Ascona sa 13.06 Cocktailnight di Giovanna 2015 Bagno Pubblico, Magadino vedi pag. 42 do 14.06 - Tutto il giorno sCOLLINAndo 2015 Luganese, Lugano m 16.06 - ore 18.00 Dati e Società: opportunità e paure Auditorium dell’USI, Lugano sa 27 - do 28.06 - tutto il giorno Oris Ambrì Fly-In Pista aviazione, Ambrì www.orisambriflyin.ch vedi pag. 16

fino a gio 31.12. - ore 08.00-18.00 Foxtrail Una caccia al tesoro in città Luganese, Lugano

ve 03 - do 05.07 - Tutto il giorno Swiss Harley Days 2015 @ Lugano Lugano

sa 30.05 - ore 20.15 “La luce della solidarietà”. Serata evento presentazione CD del “Coro Carillon and Friends” Aula Magna Supsi. Lugano- Trevano

gio 16.07 e ve 17.07 - ore 20.00 Serata eno-gastronomica con teatro e musica Prenotazioni: tel. + 41 91 825 55 32 o osteriasassocorbaro@gmail.com Castello Sasso Corbaro, Bellinzona

me 03.06 - ore 19.00 S. Pellegrino Sapori Ticino 2015 Serata enogastronomica Hotel Splendide Royal, Lugano gio 04.06 + do 07.06 - Tutto il giorno South Side Rumble 2015 Lido di Melide, Melide sa 06.06 - ore 18.00 1ma tappa Mini Miss 2015 La Brace, Manno vedi pag. 45

Estival Jazz Lugano 2015 gio 03- ve 04.07 Mendrisio, gio 09- sa 11.07 Lugano www.estivaljazz.ch Moon & Stars 2015 Piazza Grande, Locarno me 08.07 - ore 20.00 Sam Smith / John Legend

tecno e altri

etnic e folk

ve 10.07 - ore 20:30 Roxette do 12.07.- ore 20:00 Santana / Gianna Nannini lu 13.07 - ore 20:30 Stromae & Special Guest Rae Morris ma 14.07 - ore 20:30 Lenny Kravitz & Special Guest Beth Hart me 15.07 - ore 19:45 Bob Dylan / Ben Harper & The Innocent Criminals gio 16.07 - ore 20:00 Junes/Marina And The Diamonds / Ella Henderson ve 17.07 - ore 20:00 Lo & Leduc / Pegasus / Stress sa18.07 - ore 20:30 Litfiba - Special guest Anastacia www.moonandstars.ch Magic Blues 2015 ve 10.07 - gio 06.08 vari luoghi nella Vallemaggia www.magicblues.ch vedi pag. 23

Classica e lirica ma 02.06 - 20.30 Die 12 Cellisten Der Berliner Philarmoniker in Concerto Palazzo dei Congressi, Lugano me 03.06 –20.30 Dedicazione S. Maria degli Angioli Chiesa Santa Maria degli Angioli, Lugano gio 04.06 –ore 20.00 Rassegna Malcantone in Coro Tresa Bay Hotel, Ponte Tresa me 10.06 –ore 20.15 La Bohème Cinema Plaza, Mendrisio


19

lu 15.06 - ore 10.30 Concerto bandistico con la Filarmonica di Castagnola Diretta dal maestro Mauro Ghisletta Parco San Michele, Castagnola ma 16.06 - ore 18.30 Olivier Messiaen: l’emozione di un musicista visionario Palazzo Civico, Bellinzona me 01.07 - ore 18.30 Après une lecture de Dante: considerazioni all’estetica di F. Lisz Palazzo Civico, Bellinzona do 05.07 - ore 14.45 Guglielmo Tell Cinema Plaza, Mendrisio

Jazz, blues e soul ma 02.06 Poggiolesi/Romano duo:Tandem Jazz in Bess, via Besso 42, Lugano ve 05.06 – ore 21.30 Arianna “Janis” Antinori & The Turtle Blues Band Birreria Bavarese, Bellinzona sa 06.06 - ore 20.15 Saggio della Scuola di Musica Moderna Lugano Allievi corso preprofessionale Jazz in Bess, via Besso 42, Lugano me 10.06 Aperi - jazz con Aldo Bettosini Jazz in Bess, via Besso 42, Lugano sa 20.06 - ore 19.00 omaggio agli “Steps Ahead” Mike Mainieri and Thieves Quartet Il Salumaio di Montenapoleone, Viale Franscini,8 Lugano

gio 25.06 sa 27.06 - ore 18.30-23.00 Open air | Bellinzona Blues Sessions Piazza Governo, Bellinzona gio 25.06 - ore 17.00 Jazzascona - New Orleans and Classics Piazze del borgo, Ascona vedi pag. 25 gio 02 - ve 03.07 - ore 21.00 Jazset Trio Teatro di Banco, Banco lu 17.07 - ore 21.00 Vibrafono solo - Davide Merlino solo Teatro di Banco, Banco

Leggera e pop me 29.07 - ore 21.00 Carmen Consoli Castelgrande, Bellinzona

Rock me 03.06 Incubus Summer Arena Assago (MI) gio 11.06 Limp Bizkit + Mark Tremonti Summer Arena Assago (MI) gio 11.06 Kiss Arena di Verona,Verona

ma 23.06 Judas Priest + eleFive Finger Death Punch Summer Arena Assago (MI) gio 25.06 - ore 21.00 José González Rock’n’More Festival - LongLake Piazza Manzoni, Lugano ve 26.06 - ore 21.00 Twin Atlantic Piazza Manzoni, Lugano do 28.06 - ore 21.00 Passafire Piazza Manzoni, Lugano

Etnic e folk sa 06.06 –ore 20.30 Ragas & Talas Musica indiana classica Teatro Paravento, Locarno ve 19.06 - sa 20.06 - ore 21.00 Festate 25° Festival di culture e musiche del mondo

Piazza Municipio, Chiasso do 28.06 - ore 22.30 Raphael & Eazy Skankers Reggae Piazza Manzoni, Lugano

sa 13.06 Primus Carroponte, Sesto San Giovanni (MI)

gio 30.07 - ore 21.00 Goran Bregovic and his Wedding & Funeral Band Castelgrande, Bellinzona

me 17.06 Marilyn Manson Alcatraz, Milano

sempre informati su www.tinotte.ch


Prossima fermata: libertà. Una breve pausa dal tran tran quotidiano? Open air e festival sono un’ottima occasione per cambiare aria e musica. Il biglietto per la libertà è disponibile allo sportello FFS. Sapevate che allo sportello FFS potete acquistare biglietti per tutti gli eventi di Ticketcorner? Presso circa 200 stazioni sono disponibili biglietti per eventi, ad esempio per open air e festival. ffs.ch/events

Approfittatene ancora di più: offerte combinate per eventi RailAway. Per numerosi eventi RailAway propone allettanti offerte combinate con sconto fino al 20% sul viaggio di andata e di ritorno, sul biglietto d’ingresso o su un interessante valore aggiunto sul posto. Anche i clienti AG ricevono biglietti d’ingresso scontati. Tutte le offerte combinate per eventi possono essere acquistate alla stazione o presso il Rail Service al numero telefonico 0900 300 300 (CHF 1.19/min. da rete fissa svizzera) e, sempre più, anche direttamente online al sito ffs.ch/manifestazioni. Qualora abbiate già il biglietto d’ingresso, potete anche acquistare un biglietto scontato per il viaggio in treno. In caso di controllo basterà presentare entrambi i documenti.

Greenfield

Ogni anno il Greenfield Festival attir dalla Svizze a circa 30’0 ra e da tutta 00 visitatori E uropa. Vive rock conce te il più gra ttuale della n de festival S v izzera all’ae nell’Oberla roporto di nd berne In se terlaken, . Godete panorama vi lo st alpino con ra o v rdin is e scoprite ta su Eiger, l’ecceziona Mönch e Ju ario le ng internazion line-up co ali n oltre 40 frau Motörhead guidate dal gruppo band del leggen di culto b dario Ian «L ritannico Non lascia emmy» Kilm tevi sfugg ister. ire il nostr clienti con o evento abbonam top per i ento gene pass da 2 o rale e metà da 3 giorn -prezzo: i i con il 10% stazione F di sconto a FS. E allora lla vostra ... da non p di quest’an erdere l’ap no dall’11 puntamen al 13 giug to no 2015 a Interlaken.

Moon & Stars

oon and Stars, 15 il festival M 20 za lio g lu 18 scenario di Piaz Dall’8 al del bellissimo a zo un “ ez m o: l nn ne o quest’a ha luog di u en m Il carno. io di latinità e un Grande a Lo liana, un assagg ita a ic gend, us m di a spruzzat Smith e John Le m Sa ”. co si as ck cl alcuni retrogusto di ro ni questi solo ni an N a nn ia G ae Roxette, Santan amo. hi trova a ric di i dei nom spettatori e si 00 ’0 12 a o st po endita ione. La prev La Piazza offre az st lla da za distan ca. 500m di li spor telli FFS. ag te en direttam

Per tutti gli eventi valgono le condizioni degli organizzatori.

Ulteriori eventi su ffs.ch/events oppure alla vostra stazione FFS in Ticino.


Basel Tattoo compleanno! celebra il 10°

spettacolo glio 2015 allo lu 25 al 17 l da zione dal Essere presenti ienza di un’esibi er sp l’e re ve vi e l mondo! dell’anniversario “Showbands” de ri lio ig ettacoli m le n vivo co su tutti gli sp to on sc i d % 20 Approfitta del 2 fino L5/R5. categorie L2/R lle ne 0 .3 17 delle ) l 1° giungo 2015 (offerta valida da

Per tutti gli eventi valgono le condizioni degli organizzatori.

30° anniversa rio Open Air Gam pel

Dal 20 al 23 ag osto 2015 l’Ope n Air Gampel pr headliner com esenta e Die Toten Hosen, The Pr Adel Tawil. odigy’s e Questo happen ing, quest’anno all’insegna dei di appartenenza 200 anni del canton Valle se alla Confede e i 30 anni de razione ll’Open air Gam pel, è da tem avvenimento di po un culto ideale pe r una breve va fine estate ricca canza di di atmosfera.


musica “Il cielo piange... B.B. King”

Muore la leggenda del Blues, all’età di 89 anni A cura di Silvan Zingg

In questa notte di temporali, tuoni, fulmini e tempeste un segno venuto dal cielo mi ha svegliato molte volte. Questa mattina ho sentito la notizia che ci ha lasciati BB King. È stato accolto nei cieli eterni del Blues. Grazie per la sua musica ed il grande onore che ho avuto di passare momenti indimenticabili con lui sul palco. Specialmente durante l’ultimo concerto alla Stravinski Hall a Montreux nel 2011. Fui il musicista ospite al concerto. E questo grazie all’invito di Claude Nobs. BB King fu molto cordiale e prima del concerto parlammo nel camerino. Una

grande personalità che con la sua musica influenzò due generazioni di blues, che purtroppo ha lasciato la salute per gli innumerevoli concerti che dava ancora alla sua età. I suoi complimenti sul palco e dopo il concerto mi lusingarono molto. Mi definí un maestro del pianoforte blues. E io gli dissi che era grazie a lui. Ascolto la sua musica e ci suono insieme da quando sono piccolo. Indimenticabili i suoi concerti in Ticino, ad esempio a Lugano Estival nel 1990 e al Piazza Blues nel 2001. BB King é sempre stato sinonimo di Blues d’eccellenza.

La storia di “Lucille”, la chitarra salvata dalle fiamme (da Wikipedia)

Nell’inverno del 1949, King stava suonando in una sala da ballo nell’Arkansas. Per riscaldare il locale era stato acceso un barile contenente del kerosene, una pratica non troppo insolita. Due uomini incomin-

ciarono a litigare, facendo cadere il barile contenente il kerosene infuocato sul pavimento. Questo scatenò un incendio e conseguente evacuazione. Una volta fuori, King si rese conto di aver lasciato la sua chitarra, una Gibson semi acustica, nell’edificio in fiamme e rientrò per recuperarla. Il giorno dopo, King scoprì il motivo del litigio dei due uomini: amavano la stessa donna di nome Lucille. Da quel giorno decise di chiamare Lucille la sua prima chitarra, così come tutte le chitarre che ha posseduto da quell’esperienza quasi fatale, come monito a non litigare mai per una donna e a non abbandonare mai più la sua chitarra.


23

Magic si presenta a Milano EXPO

Intervista agli Alligator Nail A cura della Redazione colorato e contaminato con richiami Blues, Funky, Country, Rock e anche caraibici. Non per niente tutti i più grandi musicisti del mondo hanno tratto ispirazione da questa città!

Alligator, com’è nato questo nome così particolare? In realtà il nome sarebbe Alligator nail (unghia dell’alligatore) nel 2005 durante un tour a New Orleans, in un negozio di souvenir ho acquistato una collana con l’unghietta di alligatore, quando sono tornata, in ricordo del tour ho deciso di dare questo nome alla band come portafortuna; l’unghia, inoltre, rappresenta benissimo il nostro sound: graffiante! Come definiresti la vostra musica? Come la musica di New Orleans, un sound

Anche sulla copertina del disco vedo che troviamo un coccodrillo…. La copertina del disco, è la riproduzione di un quadro di un pittore di strada che a Bologna regalava i suoi disegni ai passanti, l’ho conosciuto per caso e abbiamo passato una serata raccontandoci le nostre vite. Un anno dopo, in una mostra di disegni, ho trovato una sua opera che rappresentava un coccodrillo col microfono e ho deciso di acquistarla…mi piacerebbe credere che l’avergli raccontato di me quella sera lontana, l’abbia ispirato a disegnare un coccodrillo… purtroppo non lo saprò mai perché lui non è più tra noi ma la vita, così come la musica, è fatta di sensazioni e per le

emozioni che mi ha dato questo artista di strada, gli ho dedicato la copertina. Vista l’influenza di New Orleans nelle vostre composizioni, al di fuori del lavoro che tipo di musica ascolti? Musica di tutti i generi compreso il Jazz, l’unico genere musicale che non amo è il Rap italiano. Nella foto in alto da sinistra: Hannes Anrig, Pietro Leemann e assistente e Fabio Lafranchi. A sinistra: sul tetto del padiglione svizzero a Milano Expo.


musica Intervista alla talentuosa

Federica Rigoli (ballerina di Amici) A cura di Marco Paltenghi - RSI - Intervista realizzata il 27 aprile 2015 Parlaci della tua esperienza serale ad Amici di Maria De Filippi L’esperienza serale è purtroppo terminata troppo presto a causa di un infortunio, ma comunque è stata splendida. Ballare in quel bellissimo studio regala scosse emotive straordinarie. Per non parlare della vita in casetta, pesante ma allo stesso tempo mi regalava attimi di leggerezza unici.

Come nasce questa tua voglia di danzare? Mi portò da piccola la mia mamma per la prima volta in una sala di danza... poi crescendo mi sono resa conto che effettivamente era ciò che amavo fare... e adesso che ho 20 anni, sono convinta del fatto che quest’arte deve essere il mio lavoro. Perché è la mia vita. Cosa provi quando danzi? È la domanda che mi hanno sempre fatto i miei genitori, alla quale non ho mai saputo rispondere! Sono emozioni indescrivibili, mi sento viva quando danzo, riuscendo così a dimenticare ogni problema e ad affrontarlo con il giusto spirito. La danza ha mille sfumature,è medicina, magia, meraviglia. Come hai affrontato il tuo provino che ti ha permesso di entrare nella scuola di Amici 13? Non pensavo di entrare, ma comunque sia, il provino l’ho affrontato con serietà, determinazione ed umiltà, anche con un pizzico di speranza.

Quali musiche preferisci danzare? Amando molte discipline incluse in questa bellissima arte, le musiche di conseguenza mi piacciono tutte, ma a volte dipende molto dal mio stato d’animo e dal mio umore

Ed infine: i tuoi sogni nel cassetto? Sogni nel cassetto? Beh dopo il trasferimento a Roma, che ho fatto esclusivamente per la danza, vorrei realizzarmi e trovare lavoro a livello danzistico, in modo tale che possa vivere di questo. Grazie Federica per la tua squisita disponibilità!

BIOGRAFIA

Ha 20 anni, è siciliana. È nata il 22 febbraio 1995. Balla da quando ha 6 anni. La mamma è parrucchiera ed il papà elettricista. È sempre piena di impegni tra la danza, l’Università (studia scienze Motorie) e il lavoro: lavora da un paio d’anni come commessa e animatrice. Crede di non piacere alle persone che le somigliano di più. Odia il menefreghismo e le bugie, è impulsiva, determinata e volenterosa ma anche molto sensibile, affettuosa e romantica. Si definisce “complicata da capire ma semplice nel mio essere”. Per questo suo percorso vuole ringraziare la nonna. “Per me la danza è l’espressione, tramite il corpo, di ciò che ho dentro”. • 07/12/2013 Le viene data la maglia nera da Kledi Kadiu • 14/12/2013 Supera la verifica chiesta da Kledi che la conferma nella scuola • 22/01/2014 Veronica Peparini, dopo l’interrogazione in studio, le assegna la maglia nera, e interrompe la sua corsa al serale. • 25/01/2014 In maglia nera, sostiene l’esame con Veronica Peparini che le conferma il banco, la sua corsa al serale continua • 31/01/2014 Federica è sottoposta a provvedimento disciplinare per aver danneggiato le strutture del residence che la ospita • 08/02/2014 Esibizione con Santo e Michele • 12/02/2014 Verifica con Kledi per aggiudicarsi l’esibizione di sabato, a confronto con Christian, vince ex aequo con Christian • 12/02/2014 Verifica anche con la Celentano • 14/02/2014 Garrison le fa l’esame su tre prese, voti: otto, sei e sei • 15/02/2014 Si esibisce con i professionisti • 17/02/2014 Una verifica davanti a Garrison • 19/02/2014 Nella interrogazione di Poggi con Kledi ottiene un 7

Si è conclusa domenica notte – con la vittoria dei KOLUMBIA (vedi foto) – la 22esima edizione di Palco ai Giovani Festival. Complice il ponte dell’Ascensione che ha portato tanti turisti in città, l’affluenza in Piazza Manzoni è stata davvero elevata! Il turn over di esibizioni proposto dalle 17 band in concorso, ha mostrato la qualità e la bravura dei gruppi in gara, ognuno con il suo stile e il proprio show che ha entusiasmato i presenti. Ecco i nomi dei primi tre classificati: 1° KOLUMBIA (Indie Rock), 2° PINK JELLY BEAN (Hard Rock), 3° ANIMAL’S FACTORY (Progressive) La preferenza del pubblico e della giuria su ciascun gruppo è stata calcolata come percentuale sul valore complessivo dei voti della serata. Nel calcolo del voto finale, la preferenza del pubblico ha avuto un peso del 40% e quella della giuria del 60%. La giuria ha valutato i gruppi in concorso sulla base di 6 criteri: originalità, qualità del brano, qualità della voce, qualità degli arrangiamenti, capacità esecutiva, presenza scenica. Per informazioni: www.www.palcoaigiovani.ch.

PALCO AI GIOVANI 2015

PALCO AI GIOVANI - XXII edizione - VINCONO I KOLUMBIA


25

JazzAscona 2015 dal 25.6 al 4.7

The New Orleans Experience Original Music & Food from Louisiana

Fedele alla sua tradizione e attento a coinvolgere un pubblico ampio e trasversale, JazzAscona festeggia la sua 31. edizione dal 25 giugno al 4 luglio 2015 con un nuovo progetto intitolato “The New Orleans Experience – Original Music & Food from Louisiana”. L’idea è di celebrare la musica, lo spirito, l’ambiente di New Orleans presentando musicisti di primo piano della Città del Delta accanto a un’offerta di specialità tipiche della cucina creola.

Via Boschina 3 CH-6963 Pregassona Tel. +41 91 972 11 30 Fax +41 91 972 11 31 ecosystechsa@msn.com info@ecosystechsa.com www.ecosystechsa.com

The New Orleans Experience - Original Music & Food from Louisiana è frutto di un accordo di collaborazione della durata di tre anni firmato negli scorsi mesi con il New Orleans Conventions and Visitors Bureau. L’accordo conferma legami storici e rafforza Ascona nel suo ruolo di vetrina privilegiata per la musica e la cultura di New Orleans in Europa. JazzAscona è l’unico festival al di fuori degli Stati Uniti che può beneficiare di un sostegno ufficiale da parte delle autorità di New Orleans. Fulcro dell’Esperienza New Orleans sarà il Jazz Club Torre, che ospiterà i principali artisti ed eventi del festival. Il programma 2015 Fra gli eventi da non perdere da segnalare quest’anno il concerto speciale che lunedì 29 giugno vedrà protagonisti due grandi nomi del jazz internazionale per celebrare la rinascita di New Orleans 10 anni dopo Katrina: Dee Dee Bridgewater

(enlla foto in alto) e Irvin Mayfield e la New Orleans Jazz Orchestra. Nel centenario della sua nascita, il festival proporrà anche alcuni tributi a Frank Sinatra. Il leggendario crooner sarà ricordato, fra gli altri, dalla nuova e molto swingante formazione di otto elementi condotta da cantante inglese Denny Illett, e dal gruppo olandese The Young Sinatras, in grado di offrire uno spettacolo davvero coinvolgente. Una novità di JazzAscona 2015 riguarda le jam session, che saranno ospitate al Jazz Club Torre, mentre, come detto, accanto alla musica protagonista sarà quest’anno anche la cucina della Louisiana. Varie specialità potranno essere degustate dal pubblico in punti ancora da definire e ristoranti convenzionati. Dettagli saranno comunicati nelle prossime settimane. Per maggiori info www.jazzascona.ch.


agenda como Teatro Sociale, Como fino a do 14.06 Il Teatro Sociale danza Saggi delle scuole di danza del territorio comasco

ma 29 - me 30.09 Tourism Think Tank Villa Carlotta,Tremezzo fino a do 07.06 Invito al cioccolato Degustazioni e dimostrazioni

Lariofiere, Erba fino a ma 02.06 MAB Mobili Arredamento in Brianza

me 10 - do 21.06 Ritratti vegetali Mostra a cura di Silvana Rava

sa12 - do 13.09 Mostra internazionale felina

ve 12 - do 28.06 Trasparenze colorate Esposizione di opere in vetrofusione

26

ve 03.07 - do 02.08 Microcosmo di vetro Suggestivo giardino in vetro fino a do 30.08 L’arte del cibo dal 1900 al 1950 Viaggio a ritroso tra affiche, ricettari e utensili Sempre aggiornati su www.tinotte.ch

Campione d’Italia

Sapori musicali È iniziata la stagione dei concerti Expo 2015 indetta a Campione d’Italia dall’Associazione Agimus Lombardia e per essa da Ennio Cominetti. Dopo i primi due concerti, nell’Auditorium Mons. Piero Baraggia si esibiranno il pianista Claudio Bonfiglio (29 maggio), la pianista Eloisa Cascio (5 giugno), il pianista Maurizio Barboro (19 giugno) e i violoncellisti Camilla e Sergio Patria (4 settembre). La rassegna si concluderà con “La Traviata in tasca” alle ore 21 del 25 settembre.

Villa Carlotta Villa Carlotta, a Tremezzo, sul lago di Como, è un luogo di rara bellezza dove natura e ingegno umano si coniugano a meraviglia. La villa è stata fatta edificare dal marchese Giorgio Clerici alla fine del 1600. È inserita in una conca naturale, tra lago e montagne, e circondata dalla bellezza di circa 70000 mq di giardini di pregio. Il parco di villa Carlotta è celeberrimo per la stupefacente fioritura primaverile dei rododendri e delle azalee in oltre 150 varietà. Tuttavia ogni periodo dell’anno è adatto per una visita: antichi esemplari di camelie, cedri e sequoie secolari, platani immensi e piante esotiche si propongono ai visitatori in un alternarsi di ambientazioni create nei secoli dagli architetti dei giardini. Anche la parte museale è di tutto richiamo: vi spiccano, tra l’altro, capolavori di Canova, Thorvaldsen e Hayez, approdati a Tremezzo grazie all’intraprendenza e alla sensibilità culturale di Gian Battista Sommariva, che acquisì la splendida proprietà agli inizi dell’Ottocento. Sopra: Marte e Venere. A destra: Cigni in ...fiore - © foto s.a.c. A Milano il Padiglione svizzero (vedi foto empite di prodotti tipici svizzeri (acqua, sotto) è ubicato tra il Padiglione italia- sale, caffè e rondelle di mele) e accessibili no e quello tedesco. È caratterizzato da attraverso degli ascensori. quattro torri ben visibili da lontano, riÈ un padiglione da... mangiare e gustare a struttura... variabile: infatti man mano che le torri si svuotano, le piattaforme su cui poggiano si abbassano ne modificheranno l’aspetto. Il progetto tematizza numerosi aspetti, come la disponibilità e la distribuzione mondiale di generi alimentari, e porta i visitatori a riflettere sulle proprie abitudini di consumo. www.padiglionesvizzero.ch


da 15 anni la rivista del divertimento

27

ticino by night un mondo che si diverte oltre 30 eventi all’anno

Concorso SM S all’880 (nuo vo numero!) PER I CONCO RSI PRIMA D I DARE LA RI SCRIVERE LA SPOSTA PAROLA TBN SEGUITA DA (esempio. TB UNO SPAZIO N soluzione) in palio per tu tti. 15 biglietti Ja zzas 3 libri @cuoreb cona: TBN Jazzascona uiorrore: TBN Cuorebuiorro Solo per gli ab re bonati. 20 biglietti M agic Blues: TB N Magicblue s

Il costo per og ni sms è di CH F 1.-. Inoltre sa gentilmente of ranno sortegg ferti dai nostri iati sponsor per ch sempre al 880 i voterà le nost premi speciali (per questo co re cameriere Fr ncorso non ne numero, es FR izz cessita la paro IZ4). In altern la TBN prima de anti ativa agli SM postale inviand l S. ola al seguente info@tinotte.c h o tramite ca 6900 Lugano. indirizzo. Ticin rto o by Night, Vi a S.Gottardo 26 lina , CH-

Concorso “G iro di vite” (v Domanda: Qua edi pag 39 nti anni festeg gia l’azienda Ra melli? Risposta: 20 anni Ha vinto la ce na al Rist. Se rta di Lamon e: Alessan

Se sei un privato Per soli CHF 40.-

ricevi 1 copia x 6 edizioni del bimestrale Ticino by Night

Se sei un esercente Per soli CHF 50.-

ricevi 4 copie x 6 edizioni consecutive del bimestrale Ticino by Night

vuoi partecipare al concorso “Camerieri Frizzanti” Per soli CHF 60.-

ricevi 4 copie x 6 edizioni consecutive del bimestrale Ticino by Night

Spedisci il tagliando alla redazione: Ticino by Night,Via San Gottardo 26, CH-6900 Lugano info@tinotte.ch - tel. +41 91 605 73 00 Sì, sottoscrivo l’abbonamento a 6 numeri di Ticino by Night (bimestrale). Bar

Disco

Grotto

Hotel

Rist.

Altro

Nome e cognome (ev. ditta/e responsabile) Via NPA/Località Telefono Mobile E-mail Luogo e data Firma

www.tinotte.ch

Privato CHF 40.-

Esercente CHF 50.-

Abbon. + concorso camerieri +Frizzanti CHF 60.-

Ogni anno per gli abbonati oltre 200 biglietti omaggio per eventi in premio

dra Pillitteri

Abbonati e vinci


Ristorante Cortivallo via Cortivallo 52 CH-6924 Sorengo Tel. +41 91 966 10 26

Premiato Ivan Bozic del Ristorante Cortivallo vincitore della IVa edizione del concorso A cura della Redazione

La quarta edizione di “Mangiar Bene!” è stata vinta da Ivan Bozic, Ristorante Cortivallo, Sorengo. Il noto concorso gastronomico indetto da A.R.T. Promotion e dalla rivista Ticino by Night, al quale hanno preso parte complessivamente sedici ritrovi pubblici del Canton Ticino e del Grigioni italiano, ha infatti visto prevalere il rinomato ristorante alle porte di Lugano. Il piatto proposto, una succulenta tartare, ha permesso a Ivan Bozic, non a torto già definito dalla stampa specializzata “Re” della tartare, di entrare a far parte dell’albo d’oro dell’evento che nel 2011 aveva visto vincere Peter Raith (Antico Grotto Ticino, Mendrisio), nel 2012 Andrea Poggi (Osteria Ul Furmighin, Sagno) e nel 2013 Flavio “Mamo” Quadranti (Grotto San Martino, Mendrisio). Il vincitore è stato acclamato nel suo ristorante, il 12 maggio, in occasione di una festosa serata dove la sua cucina, deliziata dai vini proposti dalla casa vinicola di Angelo Delea, ha riscosso la calorosa approvazione di tutti i presenti.

A questo proposito ci teniamo a ringraziare pubblicamente gli affezionati partner, che hanno tutti prolungato la loro apprezzata e fondamentale collaborazione. E diamo un benvenuto a un nuovo amico: Terrani. Nella pagina seguente abbiamo raccolto alcune impressioni di chi ha vissuto il concorso in prima persona.

David Camponovo con Ivan Bozic e “Mamo” La cantante Grazia Cicala

Con il numero che avete fra le mani è partita la quinta edizione supportata dagli stessi sponsor delle precedenti kermesse.

Palmarès 2011 chef Peter Raith Antico Grotto Ticino, Mendrisio 2012 chef Andrea Poggi Osteria Ul Furmighin, Sagno

Vincitore e Stampa prima dell’aperitivo Delea Da sinistra: Enrico Grisetti, Roberto Bosia, Camilla, Sergio Cavadini (organizzatore e coordinatore del concorso Mangiar Bene), Ivan Bozic, Giorgio Bignotti, David Camponovo, Giacomo Newlin e Luigi Bosia

2013 chef “Mamo” Quadranti Grotto San Martino Mendrisio


29

Qualità e onestà fanno rima a Cortivallo di Giacomo Newlin Si è concluso con la premiazione il concorso gastronomico “Mangiar Bene” giunto quest’anno alla quarta edizione. L’alloro è andato allo chef Ivan Bozic, titolare del Ristorante Cortivallo a Sorengo. Un ritrovo diventato col tempo un indirizzo sicuro e ormai di tradizione nel luganese, per tutti coloro che amano una tavola genuina e gustosa, senza voli pindarici, ma ancorata soprattutto ai prodotti stagionali e del territorio, insieme al valore aggiunto della cordialità del servizio e dell’onestà del costo finale, compreso un giusto ricarico dei vini. Il concorso “Mangiar Bene”, sostenuto da Banca Wir, Graniti Giannini, Vini Delea e gemellato con l’Associazione Non Fumatori, ha voluto premiare la professionalità di Ivan Bozic che vanta una lunga esperienza come cuoco, maturata in diversi locali e completata con i vent’anni alla guida del Ristorante Cortivallo. Ivan è originario della Serbia ed è un esempio di integrazione riuscita nel nostro territorio, tant’è vero che sembra un perfetto ticinese. La cena di gala del 12 maggio scorso, durante la quale si è svolta la premiazione, ha dato un “assaggio”, direi piuttosto abbondante, delle capacità gastronomiche del locale, compreso il famoso “tartare” di carne scelta, che Ivan prepara personalmente al tavolo, con tutti gli ingredienti canonici e secondo il gusto del singolo cliente. Un “tartare” tra i più buoni del Ticino, dove la qualità si coniuga anche con una generosa quantità. Quindi congratulazioni per il premio e auguri per futuri successi.

L’opinione del fornitore

Uno dei segreti del piatto vincente? La qualità della Carne A cura di David Camponovo Da Ivan ci sono tanti piatti deliziosi. Segnalo anche un’ottima pizza. Ma è fuor dubbio che uno abbini il Cortivallo ai piatti di carne. Mi è sembrato quindi logico contattare il fornitore della materia prima Francesco e Oliviero Terrani dell’omonima ditta. Prima di tutto due parole sulla ditta: Terrani. La ditta attiva da oltre cento anni (anche se ovviamente si è evoluta) si occupa della vendita di carne e prodotti alimentari vari a livello svizzero e in modo capillare nel Canton Ticino e in Mesolcina. Il vasto assortimento della nota azienda luganese prevede pure: oltre alle carni classiche di manzo, vitello e maiale anche le specialità quale la fassona piemontese, agnello australiano, polleria italiana e francese, selvaggina, salumi nostrani così come i prodotti della gastronomia volonté. Abbiamo interpellato Oliviero Terrani e gli abbiamo chiesto prima di presentare con poche parole la società e poi di parlarci del suo vicino. La Terrani SA è una società basata sull’innovazione e sulla tradizione (vanta una

storia centenaria io ad esempio rappresento la 6° generazione mentre mio Zio Francesco la 5° generazione). La nostra storia plurigenerazionale ci ha permesso di consolidarci cammin facendo (all’inizio la ditta nacque come commercio di bestiame) mentre ora seguiamo tutti i passaggi dall’acquisto direttamente dal contadino fino al taglio della singola fettina. Forniamo i nostri clienti principalmente macellai, ristoratori e privati nel nostro spaccio aziendale a seconda delle loro richieste. Per noi vendere prodotti di qualità significa pure servire l’affezionata clientela in modo professionale e flessibile: qualità e consulenza sono infatti un binomio inscindibile!

Siamo fieri e in un certo senso ci permettiamo di condividerne il successo. Per fare un piatto vincente bisogna, infatti, partire da un’ottima materia prima. Naturalmente l’artista in cucina deve saperci lavorare sopra. In questo senso mi sento di affermare che il nostro binomio - in questi anni ha dato i suoi frutti.

Parlando del nostro stimato cliente il ristorante Cortivallo di Ivan Bozic (e staff ) posso dire che in tutti questi anni è nata una fantastica complicità.

Via Cremignone 2, CH-6924 Sorengo Tel. +41 91 960 39 40 - Fax +41 91 967 14 13 info@terrani.ch - www.terrani.ch


L’edizione 2015 del concorso “Mangiar bene!”, aperto a tutti i ristoratori della Svizzera italiana, è iniziata.

VUOI FAR CONOSCERE ANCOR DI PIÙ IL TUO RISTORANTE? VUOI DARE UN VALORE AGGIUNTO ALLA TUA ABILITÀ CULINARIA? Approfittane e iscriviti alla V edizione del concorso “Mangiar bene!”,utilizzando la cedola qui sotto.

partner

Va edizione

mi iscrivo

2015

SINCE 1999

Guida al tempo libero & benessere insubria

chiedo informazioni

Nome Ristorante: Indirizzo Ristorante:

Nome Chef: Cognome Chef:

CAP / Località:

Telefono/Cel: E-Mail: Compilare il tagliando ed inviarlo a: Ticino by Night, Via S. Gottardo 26, CH-6900 Lugano 7. 8.

REGOLAMENTO CONCORSO “MANGIAR BENE!” 2015

2. 3. 4. 5. 6.

Partecipano al concorso i ristoranti della Svizzera italiana che sottoscrivono il contratto proposto da A.R.T. Promotion Sagl/TbyN. L’organizzatore si riserva il diritto di invitare anche ristoranti della Regione Insubrica. Ogni ristorante puo’ essere rappresentato da un solo cuoco, una sola volta per la durata dell’intero concorso. Il piatto unico proposto, carne e contorni a libera scelta del ristorante partecipante, prezzo da CHF 25.- a CHF 40.- (variazione ammessa +/- 10%), deve essere evidenziato e disponibile a richiesta per tutta la durata del periodo di votazione corrispondente. Il periodo di votazione da parte del pubblico e della giuria è equivalente per ogni ristorante partecipante a due mesi circa (dal numero di TbyN in cui viene presentato il cuoco a quello immediatamente successivo). Sarà proclamato vincitore il cuoco il cui piatto nel periodo designato avrà totalizzato il maggior numero di preferenze.

9. 10. 11. 12. 13.

ù Vota il tuo men

Va edizione 2015

4

Guida al tempo libero & benessere - insubria

In palio l’estrazione di una cena per due persone e di altri premi a sorpresa al termine del concorso.

Segna con una X il ristorante visitato

01

02

03

Indica con una X il punteggio che hai dato al piatto del concorso

04 Min

Nome:

1

2

Via:

Cognome: Località:

E-mail:(obbligatorio)

Telefono:

Compilare il tagliando ed inviarlo a: Ticino by Night, Via S. Gottardo 26, CH-6900 Lugano www.tinotte.ch

preferito

SINCE 1999

1.

Le preferenze del pubblico potranno essere espresse solo tramite a) Cartolina di voto abbinata al concorso; b)cedola di voto riportata da TbyN. Cartoline e cedole dovranno essere spedite per posta (p.f. affrancare correttamente) a TbyN, via S. Gottardo 26, CH-6900 Lugano oppure depositate nell’apposito contenitore ubicato nel ristorante partecipante. Il giudizio della giuria sarà espresso per mezzo di un apposito formulario a punti: il punteggio totale acquisito sarà moltiplicato per un coefficiente pari a 2. A nome e per conto di A.R.T. Promotion/TbyN fungerà da coordinatore del concorso il sig. Sergio Cavadini. L’organizzatore potrà disporre liberamente delle foto dei cuochi e dei piatti concorrenti per tutta la durata del concorso e per eventuali iniziative correlate. L’organizzatore si riserva il diritto di procedere a eventuali cambiamenti per garantire il buon successo del concorso. È esclusa ogni forma di corrispondenza. Il presente regolamento è parte integrante del contratto sottoscritto dal ristorante.

3

4

Max

Firma CONCORSO “Mangiar bene” non è prevista nessuna corrispondenza


31

Nuova Gestione

Osteria Santa Margherita Nell’incantevole cornice di Santa Margherita, il quartiere di Stabio che non è solo sinonimo di industrie, ma anche di tanta natura ed è a un tiro di scoppio dalla vicina Italia, ha riaperto i battenti il Grotto-Osteria Santa Margherita. La nuova gestione offre alla vecchia e nuova clientela una cucina tradizionale ticinese e toscana, ma non solo. Infatti, grazie alla pregevole sala interna e ai generosi spazi esterni, lo storico ritrovo è in grado di organizzare aperitivi e banchetti per cerimonie, ricevimenti e matrimoni, il tutto allietato da musiche e balli. Vale veramente la pena di farci una scappata, anche per gustare il piatto con il quale il ritrovo ha deciso di partecipare alla V

edizione del concorso gastronomico “Mangiar Bene!”. Osteria S. Margherita Via Sta Margherita 31, CH-68 55 Stabio Aperto 7/7 Chiuso il lunedì Ore 10.00-22.00 Tel. +41 91 647 33 77 osteriasantamargherita@gmail.com

La tradizione è di casa all’Alpino Come spesso accade un bel posto ci viene consigliato da amici del giornale. È così che abbiamo conosciuto questo simpatico locale un po’ discosto, ma una volta seduti a tavola garantiamo che ne vale la pena. Il ristorante situato a Mezzovico è raggiungibile dalla cantonale passando davanti all colorato Chromotel si sale e si svolta a destra, ci imbatte all’Osteria Centrale delle frizzanti Valentina e Chatal, e do-

poqualche metro ci si imbatte all’Alpino. Il locale come detto è gestito dai fratelli Djordijc. Ascoltando le loro origini tra i piatti non potevano mancare le carni alla griglia, maialino allo spiedo (il mercoledì o su prenotazione)da provare e votare. Vanno per la maggiore i Cordon Bleu gigante e le pizze. Ottimi i dessert fatti in casa. Il ristorante è aperto da lunedì a venerdì dalle 9.30 alle 14.00 e dalle 17.00 alle 23.00. Domenica e festivi dalle 10.30 alle 14.00 e dalle 17.00 alle 23.00. Sabato è il giorno di chiusura. Ristorante Alpino CH-6805 Mezzovico Tel. +41 91 946 49 96

Hotel des Alpes L’apprezzata cucina del ristorante Des Alpes l’abbiamo già provata con i famosi Cordon Bleu (ML o XL!) nella scorsa edizione di Mangiar Bene. Nota di merito alla pasta delle pizze presso il ristorante se ne possono gustare di più tipi grazie ad una carta molto ampia. Abbiamo assaggiato per voi alcuni dolci fatti rigorosamente in casa, risultati molto graditi.

Hotel Des Alpes Via della Stazione 35 CH-6780 Airolo Tel. +41 91 869 17 22 www.hoteldesalpes-airolo.ch

Nuovo look per il Caffé Sociale Il Caffè Sociale conta 120 posti all’interno ed altri 120 sulla terrazza estiva, uno spazio godibile dove vengono proposti menu ispirati alla tradizione dei grotti ossia formaggini, pesce in carpione, pesciolini fritti ed altri piatti ancora. Il Ristorante Sociale è stato da poco completamente rinnovato, il nuovo “look” viene considerato dalla clientela, assieme ai vari servizi offerti, di buon gusto, armonioso e accogliente. Ristorante Pizzeria Caffè Sociale Via dell’Indipendenza, CH-6826 R.S. Vitale Aperto 7/7 - Giorni feriali 07:00-24:00 Festivi 09:00-24:00 tel. +41 91 648 17 89 - www.ristorantesociale.ch


e n o i z i d e V a

partner

01

Ristorante Pizzeria Caffè Sociale Via dell’Indipendenza 7, CH-6826 R.S.Vitale - tel. +41 91 648 17 89 - www.ristorantesociale.ch

Rognoncino di vitello trifolato Ingredienti per 4 persone 800 gr Rognone di vitello (il rognone ci viene fornito nel suo grasso).

Cognac Aglio in camicia per insaporire l’olio ligure Burro alle erbe dello chef Prezzemolo Scorza di limone Sugo di arrosto, sale e pepe q.b.*

Chef Stefano Oro

Per persona CHF 28.-

02

Hotel Des Alpes Via della Stazione 35, CH-6780 Airolo,Tel. +41 91 869 17 22 - www.hoteldesalpes-airolo.ch

Coniglio porchettato con polenta della Vallemaggia

Chef Domenico Carbone

Ingredienti per 2 persone 450 gr di coniglio già disossato 100 gr di pancetta Aromi misti: rosmarino, salvia, aglio e menta q.b. 150 gr Macinato di maiale 2 uova, 35 gr di formaggio grattugiato Vino bianco, sale, pepe olio di oliva q.b.* Per persona CHF 28.-


33

03

Grotto-osteria Santa Margherita Via S. Margherita 31, CH-6855 Stabio - Tel. +41 91 647 33 77 - osteriasantamargherita@gmail.com

Cinghiale in dolceforte Ingredienti per 2 persone 400 gr cinghiale 50 gr cipolla 40 gr sedano 30 gr carote 20 gr pinoli 2 dl vino rosso 10 gr cacao Brodo di carne q.b.*

Chef Alessandra Pacini

Per persona CHF 36.-

04

Ristorante Alpino

CH-6805 Mezzovico - Tel. +41 91 946 49 96

Maialino allo spiedo Ingredienti per 1 persona 1 kg di maialino Patate al forno con rosmarino sale q.b.* Servito con insalata verde Per persona CHF 35.-

Chef Giorgio Djordijc * q.b. - quanto basta


gastronomia Rassegne gastro primaverili A cura della Redazione Primavera all’insegna di rassegne gastronomiche degne di attenzione e considerazione quella che ci stiamo godendo. Fino a fine marzo siamo infatti stati allietati dai sapori in libertà che hanno interessato 34 ritrovi del Luganese e il ritrovo ospite, La Sosta dei Golosi, di Contone. Al motto “il territorio da gustare” l’affezionata clientela ha ricevuto in omaggio un pregevole e utile ricettario. È ora il momento del rinomato maggio gastronomico tre valli e bellinzonese. L’evento sopracenerino, giunto alla 29.ma edizione, propone agli appassionati della

buona cucina e del buon vino ben 33 ritrovi e, quale ritrovo ospite, l’Osteria Lüis di Chiasso-Seseglio. Quest’anno la manifestazione coincide con Expo Milano 2015 ma la filosofia che la regge è quella di sempre: mettere al centro il cliente, la qualità, la vastità dell’offerta, la semplicità, la tradizione, la vicinanza con il nostro territorio. Di respiro cantonale ma anche e soprattutto internazionale fino al 14 giugno si svolgerà poi l’edizione 2015 di sapori ticino, che abbiamo ampiamente illustrato in TbyN 88. Nel viaggio promosso da S. Pellegrino Sapori Ticino 2015 divertimen-

to e alta cucina, territorio e prodotti di eccellenza saranno, per la nona volta, le parole chiave di un evento che proporrà 8 chef tra i 51 dei migliori ristoranti al mondo. Fino al 21 giugno è pure in programma la rinnovata rassegna gastronomica della Valle Verzasca e Piano. Ad animarla saranno 18 tra ristoranti, osterie e grotti che proporranno i sapori della tradizione verzaschese, sapientemente preparati con prodotti nostrani e accompagnati da pregevoli vini del nostro terroir.

V edizione di “Mènegia e viègia i li èlp” domenica 9 agosto - Valle Bedretto Quando si parla di territorio e gastronomia locale si è obbligati a pensare alla Valle Bedretto, luogo incantevole, immerso nella natura con tanti prodotti nostrani che sono invidiati da tutti. Siamo alla 5a edizione quando 4 anni fa un gruppo di amici, con oltre un centinaio di volontari sia di gente del luogo che vacanzieri, gente che ama la valle mettendosi a disposizione per questo evento di passeggiata eno-gastronomica nel bosco e per sentieri, attraverso gli alpi che ci danno quel formaggio, vera

prelibatezza tramandata dai nostri avi, come anche i salumi da mazza, che ormai sempre meno li troviamo sulle tavole dei ristoranti. Tutto questo in una cornice di gente amica e rilassata, dove si spera anche nella meteo clemente, per passare una giornata di completo relax e divertimento. La quinta edizione scollinerà sugli stessi pendii delle passate edizioni e si svolgerà il 9 agosto 2015. Un grande lavoro, iniziato già da parecchio tempo, dal gruppo di organizzatori che si adopera per l’ottima riuscita di questo evento, capitanato dall’onnipresente Fabio Grazioli, in stretta collaborazione con la locale Pro Bedretto. Dopo la passeggiata, si incontrano in altri ambiti delle persone con cui si era legato e ci si sofferma a parlare con soddisfazione di quella giornata passata in val Bedretto, segno evidente di come

questa passeggiata sia entrata di fatto negli eventi importanti al quale non si può mancare. Gente proveniente da tutto il cantone, dalla vicina Penisola e anche da oltre Gottardo. In questo anno dedicato all’alimentazione mondiale e allo spreco, Milano EXPO 2015 dal 1 maggio fino al 31 ottobre 2015, nel nostro piccolo l’organizzazione desidera inviare un piccolo messaggio filosofico in questa direzione: pensate a chi viene dopo di voi. Tradotto concretamente, si invita a non prendere formaggi e salumi in eccesso, ma a servirsi con consapevolezza nell’alimentazione solidale e pensando a chi vi segue. Iscrizioni sul sito da me 03.06 (ore 09.00) a ve 05.06 (ore 20.00)

http://mangiaecamminasuglialpi.jimdo.com

Famiglia Scarpa


35

Grotto San Martino

A tu per tu con Mamo Botta e risposta Come è partita la stagione? I primi mesi sono stati piuttosto duri, soprattutto a causa della politica monetaria della Banca Nazionale, ma adesso con i primi caldi anche la nostra clientela sta “rifiorirendo”.

In occasione della premiazione di Ivan Bozic ci siamo intrattenuti con Mamo vincitore della passata edizione del concorso “Mangiar Bene!”. L’occasione è stata propizia per testare un po’ il giovane imprenditore sulla nuova stagione. Ricordiamo che Mamo dirige dall’agosto 2006 un bellissimo grotto alle Cantine di Mendrisio. Il locale si contraddistingue per i suoi piatti ticinesi tra cui segnaliamo: polenta con i vari contorni, polenta e luganighetta (vivamente consigliato), ecc.   Si tratta di un grotto molto ampio che offre 70 posti interni suddivisi in 2 sale e ben 80 posti esterni sulla terrazza panoramica. E’ ideale per banchetti o eventi aziendali e si presta pure per accattivanti serate con assaggi vari legati a prodotti del territorio. Mamo è a disposizione per andare incontro a qualsiasi desiderio della fedele clientela e ha fatto della qualità di servizio il suo motto. In un Mendrisiotto da sempre confrontato con alti e bassi, presso il Grotto San Martino Mamo e il suo staff cercano abitualmente di dare il 110%!

Ti sei avvicinato al mondo dei Wir? Sì e anche se siamo agli inizi perché abbiamo appena intrapreso questa strada i pareri da parte di tanta gente sono molto positivi.

Un piatto di stagione? Chicca per estate antipasto le cipolle tonnate mia invenzione... Originale.

La clientela come è cambiata nel tempo In generale ho l’impressione che la clientela sia influenzata da troppi programmi televisivi che fanno perdere contatto con la realtà!  

Durante tutto l’anno le salse della fondue chinoise che facciamo noi in casa: all’aceto balsamico, al tartufo nero, aglio e peperoncino,ecc. (è gradita la prenotazione almeno due ore prima). In estate prenotare almeno un giorno prima.


gastronomia Ristorante Pestalozzi Lugano, dopo 100 anni la svolta! A cura della Redazione delle pietanze tradizionali e salutari in un ambiente simpatico e professionale.

Ora all’Hotel Pestalozzi si può brindare...

Il ristorante analcolico Pestalozzi fu aperto nel giugno 1914 e, fino a oggi, ha sempre mantenuto le sue principali caratteristiche diventando un punto d’incontro per tutti coloro che amano mangiare

Da 15 anni è gestito con successo da Luciano Fadani, personaggio eclettico che ha saputo conquistare la sua numerosa clientela con idee sempre originali ed innovative. Quest’anno ha deciso di stupire interrompendo una tradizione centenaria: dal 1° maggio 2015, infatti, al Ristorante Pestalozzi si può mangiare gustandosi un buon bicchiere di vino! Abbiamo chiesto al Signor Fadani la motivazione di questa scelta: “In questi periodi di crisi e di un’economia difficile bisogna trovare sempre nuovi spunti e offerte che attirano e sorprendono i clienti! Faremo delle rassegne con cibi di stagione, specialità austriache, svizzere ecc. accompagnate da un’interessante carta di vini ticinesi ed italiani con un ottimo rapporto di prezzo-qualità.

Organizzi un’evento? Vuoi promuoverlo?

È il luogo ideale per un pranzo d’affari oppure per una festa in famiglia. Vi aspettiamo con grande piacere! Ristorante Pestalozzi Piazza Indipendenza 9 CH-6901 Lugano Tel. +41 91 921 46 46 Fax +41 91 922 20 45 info@pestalozzi-lugano.ch www.pestalozzi-lugano.ch Luciano Fadani, con la sua ironia, ha dato un’impronta unica al locale, grazie anche alla personalizzazione di molti prodotti quali l’olio d’oliva (vedi foto sopra), lo zucchero e altri.

da 15 anni la voce del divertimento

Fai parte di un’associazione? Vuoi darle voce? Chiamaci tel. +41 91 605 73 00 - info@tinotte.ch Mandaci le tue foto divertenti... prossimamente nuova rubrica


37

All’assemblea cantonale il presidente Massimo Suter chiede ai politici riforme urgenti A cura della Redazione Per permettere alla ristorazione di uscire da un tunnel sempre più buio, occorre reagire migliorando l’accoglienza e intensificando i contatti con il mondo politico. Temi caldi al centro dell’assemblea dei delegati di Gastro Ticino svoltasi all’Hotel Cereda di Sementina. Il presidente Massimo Suter, interviene sottolineando la sofferenza della stragrande maggioranza degli esercizi pubblici in seguito alla decisione della BNS in relazione al rapporto francoeuro. I dati, infatti riportano una percentuale pari al 36% di svizzeri che ha mangiato oltreconfine

con una perdita di cifra d’affari Foto (da destra a sinistra): Luigi Pedrazzini, Gabriele Beltrami, Massimo Suter e intorno ai 4 miliardi di franchi. B. Schneider-Regi Per guardare al 2015 con speranza, occorrono riforme immediate, bisogna intervenire a livello politico per ridurre i dazi all’importazione, per ottenere dei prezzi d’acquisto attrattivi per la clientela ed evitare la spesa in Italia. Per il settore della ristorazione invece, bisogna fare leva sul patriottismo dei clienti e dare il meglio migliorando l’accoglienza e la qualità. Non dimenticarsi mai, anche in periodi difficili, di regalare un bel sorriso ai clienti.


enologia

38

30 e 31 maggio

Tre Chefs in Cantina Valsangiacomo

Quando il buon vino incontra l’alta cucina si crea un connubio che merita di essere scoperto. Valsangiacomo Vini quest’anno invita il pubblico a lasciarsi coinvolgere dal 30 al 31 maggio dalle creazioni di 3 grandi Cuochi. Epicurio sapeva di cosa parlava quando esaltava il piacere delle cose che l’uomo ama. Un amore atavico di noi ticinesi è sicuramente la buona tavola in un ambiente ameno e in bella compagnia. Se poi la tavola è imbandita da tre grandi Cuochi della nostra regione i presupposti sono dati per godersi un momento indimenticabile. Questo è il contesto scelto per l’edizione 2015 di „Cantine Aperte“ alla Fratelli Valsangiacomo presso la sua storica Cantina di Mendrisio. Infatti, solo chi è nel mestiere dal 1831 ha l’esperienza per sapere che un buon vino viene gustato meglio se coniugato con una buona pietanza. Si preannuncia perciò per il prossimo fine settimana un ventaglio di sensazioni visive, tattili e gustative che permetteranno agli ospiti di apprezzare in maniera selettiva i piatti presentati dai nostri grandi Chefs e opportunamente abbinati ai vini scelti per l’occasione. Al centro dell’attenzione vi sono quindi quattro vini e tre Chefs invitati a sorprendere un pubblico curioso ed appassionato di buona gastronomia. Ad ognuno di loro è stato chiesto di creare il miglior abbinamento possibile al vino di Casa.

Gli ospiti avranno perciò la possibilità di gustarsi ben 12 piatti. Per comporre i quattro abbinamenti gli Chefs hanno potuto interpretare „Il Mattirolo” (Bianco di Merlot Ticino DOC e vino ufficiale al Pad. Svizzero Expo 2015); il Roncobello“ (Ticino DOC Merlot di Morbio); ed il „Gransegreto Forte Airolo“ (Ticino DOC Merlot Riserva affinato al Forte Airolo e fresco di Medaglia alle selezioni della rivista Decanter (GB)). Per l’occasione l’Azienda Valsangiacomo presenterà pure una nuova proposta: il „Portico“ un vino dolce dal carattere poliedrico.

Mauro Grandi Rist.„La Belle Epoque, Hotel Esplanade “ (Minusio) ci sorprende in entrata con un Risotto agli asparagi mantecato al formaggino della Valle di Muggio, passa a un primo di Filetto di salmone affumicato ai frutti rossi con humus alle fave e coriandolo, ci delizia con un secondo composto da Suprema di faraona arrosto, farcita alle animelle e primizie con polenta corvina e conclude con una gran Opera al cioccolato bianco e pistacchio con salsa alle ciliegie. Per l’occasione, presso la sede dell’Azienda Valsangiacomo saranno allestiti tre laboratori professionali dove i Maghi del fornello prepareranno e presenteranno “Live” le loro originali creazioni mentre ai Sommeliers sarà affidato il Nettare di Bacco con lo scopo di vivere „l’alta gastronomia locale“ con „vini di casa nostra“ in modo verticale o orizzontale in funzione delle preferenze personali degli ospiti.

Dal profilo mangereccio invece ci si è avvalsi di tre Professionisti della regione che, vista la professionalità, necessitano di poche parole di presentazione: Bernard Fournier, Rist. „Da Candida“ (Campione d’Italia) propone come antipasto una Terrina di foie gras d’anatra in torchon al Sautern, il primo è una Quiche Lorraine, il secondo un Coq au vin Ariete Bianco con purea di patate per finire con un Formaggio di capra caldo. Mario Capitaneo da „Il Salumaio di Montenapoleone“ (Lugano) ha scelto per l’antipasto una Trota marinata, il primo viene rappresentato da dei Ravioli cremosi di piselli con anguilla affumicata profumata al pompelmo in emulsione marina, il piatto forte sarà Anatra arrosto con melanzana e friabile di noci e per chiudere una Cheesecake moderna con lampone e liquirizia.

Ricordiamo che l’evento avrà luogo anche in caso di bizze meteorologiche e il singolo piatto a scelta con un bicchiere di vino abbinato ha un costo paragonabile a quello che si pagava in un ristorante 184 anni or sono. La Valsangiacomo Vini è in Viale alle Cantine 6 a Mendrisio e la cucina è aperta dalle 10 del mattino alle 22 di sera ininterrottamente.

F.lli Valsangiacomo SA Viale alle Cantine 6 CH-6850 Mendrisio Tel +4191 683 60 53 www.valswine.ch http://shop.valsangiacomo.ch


A cura di Michele Braccia del Ristorante Serta in collaborazione con la Redazione

In onda il v enerdì, ogni 15 gg a lle 10.30

Oggi ci lasciamo inghiottire per l’ennesima volta da un ormai irrefrenabile fanatismo da vigna che ci condurrà a fare la spola tra Mezzovico, una sorta di quartier generale, e Cadenazzo. Il nostro godereccio pendolarismo ci accompagnerà attraverso complessi ingranaggi umani, grandi intuizioni da vigna ed una vecchia stalla. A prendersi la briga d’incuriosirci ulteriormente ci penseranno le seguenti imbeccate narrative: la coda di vacca, il mattone, la scopa, i cuori e Francesco De Gregori Stiamo parlando di una vera e propria saga dinastica intrisa d’agricoltura e fatica sin dal lontano 1904. Quel che desta ammirazione è come la famiglia Canepa di Mezzovico abbia avuto da sempre tatuato a fuoco nel DNA l’attitudine agreste e l’imprenditoria a tutto tondo. Infatti, già ad inizio secolo, sulle pendici di Mezzovico la laboriosa famigliola si occupava d’agricoltura mista, cucinava i propri prodotti ed aveva già uno spaccio alimentare. Tutto questo ci porta al giovane Matteo Canepa ed alla sua incredibile poliedricità. In principio, Matteo, era attratto dal mondo dei macchinari e degli ingranaggi industriali. Poi esigenze di famiglia, legate al settore immobiliare del padre Enrico, lo hanno spedito nella Svizzera orientale ad affinare il tedesco e ad istruirsi dal punto di vista commerciale. Poi, a regalargli una dimensione diversa ed a valorizzarlo, attorno agli anni ’90, ci pensa una profonda crisi legata al mattone che lo costringe a reinventarsi: la storia, il fato, la predestinazione e qualche ettaro di vigna sparso qua e là lo spingono a riallacciarsi a suo nonno (agricoltore di professione), diplomandosi alla scuola agricola di Châteauneuf nei pressi di Sion. Oltre ad aiutare nell’immobiliare di famiglia, giusto per non annoiarsi e farsi mancare nulla, fa l’agroimprenditore, lavora nella forestale e gestisce un caloroso agriturismo incastonato nel cuore di uno splendido vigneto terrazzato ( infatti, si chiama “Agriturismo La Vigna) in quel di Cadenazzo. L’azienda agricola e agri-

turismo La Vigna di Matteo Canepa debutta alla vinificazione nel 1997 con poco più di un migliaio di bottiglie, oggi dispone di circa 3.5 ettari vitati distribuiti tra Bioggio, Mezzovico, Camignolo e Cadenazzo per una produzione annua di circa 20’000 bottiglie. Ora, come di consueto, non ci rimane altro che sprofondare in cantina cominciando da 2 vini “sgarzolini a stelle e strisce: il bianco ed il rosso Carvino prodotti con l’uva Isabella (sorella buona della quasi imbevibile uva Clinton, dal punto di vista orale decisamente meno godereccia rispetto alle vicende dell’omonimo presidente). La forma d’allevamento classica di quest’uva è chiamata “a coda di vacca”, ma Matteo per avere un’uva con un grado zuccherino maggiore e un’acidità amabile si è inventato un “Guyot doppio prolungato” nel quale il tralcio nuovo si sovrappone a quello vecchio andando in una sorta di continua estensione.

speciale wine

“giro di vite”

39

(qualcosina mancava) che il buon Matteo ha trovato pure il tempo di prendersi ben tre diplomi legati al mondo della grappa, diventando mastro distillatore.

Infine, la mia sensazione (non confermata da Matteo) è che in mezzo a tutte queste attività quella nella quale lui giochi a carte scoperte con se stesso, sia la vigna: lì, dal folto mazzo di carte emozionali sceglie quella che gli permette di essere “Re” incontrastato del suo cuore e delle sue infaticabili mani: un sorta di vero “Asso” (come Celentano nell’omonimo film sul poker) agricolo. Concludo con Francesco De Gregori e la magnifica canzone intitolata “Rimmel” del 1975, “chi mi ha fatto le carte mi ha chiamato vincente ma uno zingaro è un trucco“: qui ci sono le carte ma il trucco non c’è, o forse se vogliamo cercarlo lo ritroviamo negli infiniti tumulti passionali di un ragazzo schivo, dal sorriso sornione.

Poi, saltando apparentemente di palo in frasca incontriamo il Merlot in purezza Settebello (proposto anche in una inconsueta bottiglia dalle fattezze di un magnum ma dal contenuto di 1 litro) affinato in parte in grandi botti da 2000 l ed in parte in barrique nuove e di secondo passaggio. Il nome La Vigna non ha nulla a che fare con la preziosa carAzienda agricola e agriturismo ta legata al gioco della scopa ma deriva da un’espressione dialettale figlia di un tipico CH-6593 Cadenazzo cedimento da vino: si parte con “te se scià +41 79 611 96 54 bell” per poi mangiare le parole ( arrivati www.agriturismolavigna.ch allo stremo ) in perfetto stile anglosassone e sbiascicare “set bell”. Mentre poi, gli altri DOMANDA: vini, questa volta sì, sposano la gerarchia 12 e di Merlot Settebello 20 gli tti della scopa e ci ritroviamo il bianco di Mer- Quante bo ? te sono state prodot lot in inox Fante di cuori, poi proseguiamo con un chardonnay barricato chiamato Dama Tra coloro che indovineranno il nome del Vino di cuori e concludiamo in rosso con il merlot in verrà sorteggiata una cena al Grotto Serta per 2 persone à la carte inox Asso di cuori ed il accompagnata da una bottiglia di Merlot Settebello gioiellino sottovetro, il La risposta va inoltrata entro Merlot barricato Re di cuori ( uve leggermenlunedì 29 giugno (vale timbro postale) te appassite ) che appare solo nelle annate Solo per gli abbonati in palio una bottiglia di Merlot Settebello migliori. Dopo tutto La risposta andrà inviata via SMS al 880 o questo girovagare, non all’indirizzo mail info@tinotte.ch posso non aggiungere


41

Premiazione

cameriera/e +FRIZZANTE ‘14 Morena Dore

A cura della Redazione – © fotoritratto La +Frizzante 2014 è Morena Dore. La simpatica ed esplosiva Morena ha festeggiato alla grande con staff e amici venerdì 17 aprile durante la premiazione avvenuta presso il locale dove lavora con entusiasmo: al

so è dedicato alla delicata e affascinante professione di cameriere ed è aperto a tutti i baristi/e, che lavorano nella Svizzera italiana. Il premio pari al valore di franchi mille è stato consegnato alla vincitrice dopo un caloroso applauso.

presso il distributore di benzina Tamoil di Lamone Via Cantonale, CH-6814 Lamone, Tel. +41 91 968 14 35

La festa animata da Dj Amadeus è stata ricca di momenti d’intrattenimento tra cui la degustazione di alcuni vini selezionati per l’occasione da Antonio De Stefano o i poderosi assaggi proposti da Giuseppe con i liquori made in Gambarogno.

Il concorso “Cameriere +Frizzante” è stato indetto per la 16esima volta dal bimestrale del divertimento Ticino by Night. Il concor-

Franco Ghezzi, Morena Dore, Paolo Beltraminelli e David Camponovo

Un Momento della serata

Altre foto le troverete su tinotte.ch

Alcuni protagonisti della serata:Carmela e Nicole della BSA in compagnia di Antonio (Tamborini vini).

Il bravo Giuseppe alfiere del nuovo partner concorso +Frizzante: Liquori Di Giovanna

Partner della serata

Sabrina 3a classificata e la prprietaria Karol del “Gatto e la volpe di Tenero”

Altre foto su www.tinotte.ch


enologia

42

Cocktailnight di Giovanna 2015 Sabato 13 giugno si svolgerà a Magadino nel Bagno Pubblico la seconda Cocktailnight di Giovanna. La serata non sarà improntata solamente all’insegna dei cocktails, ma si potranno trovarte tante leccornie culinarie (dalla carne alla brace al buffet d’insalate passando pure da piatti vegetariani e vegani), e i liquori di Giovanna. Molte pietanze si basano su ricette create appositamente usando i nostri liquori. Da non perdere assolutamente i pinzimoni “di Giovanna” con Limoncino, Arancino e Zenzerino, e anche il parfait al Nocciolino va assaggiato. Ai due Bar si esibiscono dei veri e propri artisti dei cocktail e mettono di buon umore distribuendo cocktail perfetti, tra cui anche lo Smash Giovanna che abbiamo scelto come vincitore dell’estate 2015. Dovendo descrivere lo Smash, si utilizzerebbe senz’altro i termini impetuoso e rinfrescante. Impetuoso e rinfrescante come un tuffo nel Lago Maggiore in un caldo giorno d’estate. Chi non vede l’ora di assaggiare questo cocktail trova la nostra ricetta “Smash” a lato.

Complete come sempre sono le offerte dei nostri biglietti “All Inclusive VIP-Ticket” comprendenti l’aperitivo, bibite analcoliche, tutti i cocktail ai due bar, tutti i shot di liquori “di Giovanna” e un ricco buffet di grigliate, insalate, specialità vegetariane e vegane e di dessert. È inoltre incluso nel prezzo il servizio navetta dall’alloggio e all’alloggio prescelto.

All’acquisto di un biglietto “Double-Shot Ticket”, le altre offerte sono disponibili nel modo seguente: il ricco buffet a CHF 45.i cocktail a CHF 12.gli Shot a CHF 5.La navetta CHF 10.Per la prima volta, quest’anno, sono disponibili i biglietti “Double-Shot-Ticket” al prezzo di CHF 10.- che comprendono l’ingresso e 2 Shots a scelta. Le altre consumazioni si pagano a parte.

I biglietti si acquistano con pagamento anticipato usando il nostro formulario di ordinazione sul sito cocktailnight.digiovanna.ch


43

facebook.com/digiovanna.ch

www.digiovanna.ch CH - 6573 Magadino Via al Forte 7 (+41) 76 39 00 976 mail@digiovanna.ch

CAMERIERI +FRIZZANTI

r SMS, Vota pe il numero inviando ella tua del tuo/d 0 (a) al 88 preferito S) 0.- x SM (CHF 0.8

2° round + Frizzante 2015 Ricordiamo i nostri due concorsi.

1) Premio principale +Frizzante voti conteggiati tramite sms, e-mail e tagliando

Sono arrivati i primi caldi e noi vi sforniamo la seconda tornata della 16ma edizione del concorso +Frizzanti. Prende il comando della classifica la radiosa LARISSA dello Snack Bar Venezia a Cassarate che precede sul podio virtuale one man one show MAMO del Grotto San Martino di Mendrisio. Al terzo posto si posiziona CASSIOPEA del Buby Bar di Sorengo. Seguono in ordine alfabetico: la simpaticissima FRANCESCA del Bar Meeting di Lugano, la spumeggiante LILLI del Ristorante Bar Paradiso a Lugano-Paradiso e il travolgente SALVATORE della Pizzeria del Sole a Magliaso. Grazie a tutti per la partecipazione al concorso, sia ai protagonisti sia agli avventori dei ritrovi pubblici ticinesi, che da oltre 15 anni votano la loro cameriera/e preferiti!

Premio tinotte.ch Ricordiamo che per i Click sul sito, da due anni, è previsto un premio finale speciale. Premio che sarà consegnato la sera della premiazione della Cameriera +Frizzante 2015!

Invitiamo a segnalarci candidati per i nuovi numeri. Telefono. +41 91 605 73 00 - info@tinotte.ch

2) Premio speciale. +Frizzante WEB Preferenze espresse sul nostro sito web. www.tinotte.ch

L’affascinante CASSIOPEA del Buby Bar di Sorengo ha scalzato l’intraprendente Antonio del Cowboy Bar, Contone.

1

ra Alessand Lugano Bar La Foce -

4

a Francesc assona Bar UFO - Preg

Nome Via Luogo e data

Giada

Caffè Napoleone Lugano-Cassarate

5

Valentina Osteria Centrale Mezzovico

Qamille- Quartino

3

Nuova Pegola

6

Laura

San Marino - Melano

REGOLAMENTO 1. Partecipano al concorso camerieri - donne e uomini che lavorano in locali della Svizzera italiana. 2. Ogni locale partecipa una sola volta, nel corso dell’anno, rappresentato da un solo candidato(a). 3. La partecipazione al concorso necessita solo di un abbonamento annuale (CHF 60.-) in cui partecipa il concorrente. 4. Ad ogni uscita bimestrale della rivista concorrono sei candidati(e). 5. La votazione per ogni concorrente è di un’edizione. 6. Vince chi, a fine anno, ha totalizzato il maggior numero di preferenze, nei seguenti sistemi di voto. a) spedendo il tagliando sottostante b) via SMS - al 880, inviando il numero preferito p.es. FRIZ1, FRIZ2... ma non solo il numero! c) via e-mail. info@tinotte.ch oppure indicando nome e cognome oppure... 7. È esclusa ogni forma di corrispondenza sul concorso. NON scriver e solo il numero 8. Il locale vincitore si impegna ad organizzare una festa !! per la vincita del/della cameriere/a +Frizzante in cui lavorava al momento della partecipazione al concorso.

880

friz3 FRIZ 4

tagliare e inviare a Ticino by Night, via San Gottardo 26 CH-6900 Lugano

Cameriere(a) +Frizzante. Numero scelto

2

E-mail (obbligatorio) Cognome Località Firma

CONCORSO N° 89


Manda il tuo curriculum a: info@tinotte.ch o tel. +41 91 605 73 00 Spedisci il tagliando alla redazione: Ticino by Night, Via San Gottardo 26, CH-6900 Lugano info@tinotte.ch - tel. +41 91 605 73 00

Miss TbyN 2015 (minimo 168 cm per Miss TbyN)

MiniMISS

nome

e-mail

cognome

professione

indirizzo

hobbies

CAP/LocalitĂ

data di nascita

cellulare EtĂ minima 16 anni

altezza

Mni Miss 2015 (massimo 168 cm per Miss Tap Model) Hostess


2° Casting per i concorsi di bellezza

indetti da Ticino by Night al Circolo Sociale di Montagnola Si è svolto Lunedì 27 aprile alle ore 19.30 il 2° Casting 2015 per la scoperta di nuovi volti da lanciare tramite i concorsi XII ed. “Miss Ticino by Night 2015” (altezza maggiore o uguale a 168 cm) e X ed. “Mini Miss 2015” (altezza minore o uguale a 168 cm). Il casting era aperto per ragazze dai 16 ai 29 anni. Parallelamente è pure stato fatto un casting dall’agenzia di hostess CD Media SAGL. A seguire il casting ci sono stati dei professionisti della bellezza, come la signora Sarah Calato della scuola estetica “BSA”.

Nuovo casting lunedì 22 giugno dalle 19.00.

Foto di gruppo

Al buffet

Fiorenza incognito in cucina

Miss con alcuni premi della serata


47

3° Casting per i concorsi di bellezza

indetti da Ticino by Night allo Snack-bar Venezia di Lugano Si è tenuto l’ultimo Casting per il concorso di bellezza Giovedì 07 maggio alle ore 19.30 per la scoperta di nuovi talenti da lanciare tramite i concorsi di “Miss Ticino by Night 2015” e “Mini Miss 2015” (altezza minore o uguale a 168 cm). Il casting era aperto per ragazze dai 16 ai 29 anni. Parallelamente è stato pure fatto un casting dall’agenzia di hostess CD Media SAGL. Anche questa volta erano presenti i professionisti della bellezza della scuola estetica “BSA”. Camilla

Sofia Melania

Jessica, Sofia, Camila, Melania e Ilaria

Sofia, Ilaria, Camilla, Melania Ilaria


ragazza by night

48

Photographed by

Present

Luana Make-UP and Hairstyling by Emma Phill


benessere e FASHION

49

Il Gossip dal parrucchiere A cura di Roberto Stefanizzi per Elisir Coiffure Lugano

Non molto tempo fa si andava dal parrucchiere con l’idea di fare quattro chiacchiere in compagnia di una persona fidata che, come era noto a tutti, era anche informatissima su tutto ciò che accadeva nel quartiere… Una finestra aperta sulle ultime in arrivo dalla vicina di casa, dal fruttivendolo, dal macellaio e dal panettiere. Squarci di un paese un po’ provincialotto, curioso e molto molto pettegolo. Ma il gossip d’altri tempi è ormai un ricordo? Le nuove tecnologie ci offrono ora la possibilità di fare del buon sano gossip sui network, attraverso i blog e visitando i vari siti dedicati all’argomento. On-Line troviamo, inoltre, news d’oltreoceano che catturano la nostra attenzione anche più di quelle nazionali, altro che il nostro vicino!

Purtroppo però ci interessiamo di più a persone che non conosciamo ma che sono famose e perdiamo di vista quello che è successo al nostro vicino, che magari potevamo aiutare... Nessun vip o pseudo-tale può sfuggire alla rete! E che fine hanno fatto le classiche quattro chiacchere da salone di bellezza? Esistono ancora? Forse si, Forse no. Certo è che le tendenze sono molto cambiate… tutto è più cosmopolita, il vecchio parrucchiere si è trasformato nell’Hair Stylist e i vecchi negozi in saloni o studi professionali dove non si sfogliano più giornali di pettegolezzo, ma riviste professionali o mensili quotati di moda come Vougue, Vanity Fair, Elle…

E allora di cosa si parla? La risposta sembra essere semplice: di trattamenti benessere per i capelli e di total look. L’attenzione si è spostata dai “fatti” altrui a cio che fa star bene noi… con tutta la gioia di coloro che svolgono questo lavoro che possono liberare la loro creatività in consulenze personalizzate per ogni cliente. Quindi bando alle ciance e sotto con la professionalità che non deve assolutamente rimanere nascosta, ma va esaltata e sprigionata a tutti i costi… a tutto beneficio per chiunque frequenti un Hair Stylist.

www.elisircoiffure.ch


COMUNICARE Quando i politici non sanno ascoltare Servizio a cura Pier Paolo Pedrini

Nello scorso articolo avevamo provocatoriamente esordito dicendo che, citiamo, “i nostri politici hanno sempre ritenuto che la comunicazione avesse poco a che vedere con l’arte di governare perché quest’ultima è altro, di più nobile, e tanto complesso da difficilmente riuscire a informare il pubblico con gli usuali mezzi”. Come volevasi dimostrare l’esito delle votazioni ha prodotto una reazione a catena di dimissioni, o solo del loro annuncio, da parte dei presidenti dei partiti che hanno perso consensi, e seggi. Dimissioni che confermano le parole che abbiamo riportato sopra. Infatti subito dopo la comunicazione dei risultati un presidente di partito ha pubblicamente ammesso che “abbiamo fatto un errore di comunicazione”, mentre un altro ha ipotizzato di “non essere stato capito dall’elettorato”, ammettendo anch’egli che c’è stato un errore nella comunicazione, ma attribuendo l’errore solo al destinatario del messaggio che non ha capito le sue intenzioni. Va da sé che così dicendo costui ha compiuto un secondo errore, in quanto la comunicazione moderna sostiene che quando il messaggio non viene recepito nei

modi previsti, la colpa del malinteso non è da attribuire al destinatario, bensì all’oratore che ha sbagliato la scelta dei termini della sua codifica, o altro ancora. Insomma, quando c’è un errore nella comprensione del messaggio è dapprima l’emittente che deve compiere un’autocritica, e non tacciare l’altro per le sue limitate capacità di comprensione o per qualche altro malinteso. Queste reazioni presidenziali confermano anche che i partiti non si preoccupano di raccogliere i feedback e di ascoltare gli elettori durante il periodo che precede le elezioni, ma che per loro comunicare vuole solo dire fare campagna elettorale esponendo manifesti, facendo pubblicare dai maggiori quotidiani le loro opinioni sugli argomenti in cui si sentono ferrati e forti, e facendosi invitare alle trasmissioni televisive durante l’ultimo mese che precede le votazioni per conquistare l’opinione pubblica. Ma, come abbiamo scritto la volta scorsa, citiamo, “un partito, come una marca, è essenzialmente una relazione: può essere fragile, e limitarsi a una certa familiarità dell’elettore con il suo nome, oppure durare nel tempo. Il marketing politico deve allora cercare di rendere fedeli abitudini di voto che talvolta sono incerte e imprevedibili”. E le relazioni vanno costruite nel tempo, attraverso un dialogo continuo e soprattutto mediante un ascolto attivo che permetta di ottenere un numero considerevole di informazioni e di scegliere il

linguaggio adatto per la comunicazione del proprio pensiero. Oltre alla progettazione di campagne che diano visibilità e attirino l’interesse della gente, il marketing politico deve includere una serie di ricerche sia qualitative che quantitative finalizzate alla ricerca della gerarchia degli interessi e alla scoperta degli umori della gente, ricerche che permettano la costruzione di un dialogo e la condivisione di un impegno che dia al partito un’identità forte e coerente. Ascoltare attivamente, e ciò ha valore anche per tutti gli ambiti della vita sociale, significa dimostrare di voler continuare ad imparare, di essere interessati a capire l’altro, di apprezzare il confronto e di saper accogliere l’altrui pensiero per elaborare il proprio. Dimostrare interesse significa anche dare motivazione. Con modestia, senza la saccente presunzione di essere l’ombelico del mondo.

Biografia Pier Paolo Pedrini insegna “Tecniche di persuasione” al master Public Management and Policy dell’Università della Svizzera Italiana; “Comunicazione” ai Corsi di Formazione per Formatori e alla Scuola Superiore Tecnica dell’Abbigliamento. È consulente di marketing e pubblicità. Il suo primo libro: L’umorismo in pubblicità, Peter Lang, Berna, 2004.


economia

51

L’arte della narrazione

dal Business Treff con Andrea Fazioli (RSI) a cura della Redazione

L’incontro con Andrea Fazioli, presso il Bar Ristorante Lungolago, via Bramantino 1, 6600 Locarno, ha suscitato grande interesse tra gli associati della banca Wir della Svizzera italiana. Insieme all’autore si è entrati nel suo laboratorio creativo alla ricerca delle motivazioni profonde, che danno origine alle sue storie. Andrea Fazioli ha cominciato raccontando il suo cammino di autore,

che ha definito come una ricerca (tuttora in corso). Ha cominciato dunque dalle origini, raccontando un paio di episodi della sua infanzia: scene minime, all’apparenza, ma che gli hanno permesso di rendersi conto della sua vocazione di narratore. In seguito Fazioli ha parlato dei suoi romanzi, che molti conoscevano già, passandoli in rassegna a partire da un punto di vista insolito: non tanto raccontandone i personaggi o lo spunto iniziale delle trame, quanto mostrando come essi parlino di lui in maniera segreta. Benché le vicende siano quelle tipiche di romanzi polizieschi, ricche di suspense e di colpi di scena, a un livello più profondo racchiudono le domande esistenziali che, prima o poi, tutti ci poniamo nella vita.

Fazioli ha poi allargato il discorso, interrogandosi sul significato dell’immaginazione in ogni ambito professionale. La conferenza è stata dunque un viaggio alla ricerca della creatività più autentica e originale e delle sue applicazioni anche in un ambito non letterario, come quello della banca e dell’impresa. Che cos’è infatti idea che sta alla base della stessa Banca Wir se non un modo più creativo di creare un istituto bancario e perfino una nuova moneta? Insieme ad Andrea Fazioli, fra una riflessione e l’altra, non sono mancate le avventure: nel corso della serata abbiamo addirittura rapinato una banca... anche se soltanto nella nostra fantasia, per fortuna!

Nella foto: i membri di comitato con l’oratore.

Assemblea Generale Gruppo WIR Svizzera Italiana Venerdì 8 maggio 2015 presso l’Hotel Campione, via Campione 62, 6816 Bissone, si è tenuta l’assemblea ordinaria del Gruppo Wir della Svizzera Italiana per l’approvazione dei conti 2014. Il comitato direttivo composto precedentemente da cinque membri è stato ridotto a tre membri. I soci dimissionari, Pietro Comini e Costantino Catena non sono stati infatti sostituiti. Al Presidente David Camponovo, al membro Moreno Prati e al nuovo cassiere signor Mario Oliverio si è aggiunta la segretaria Lara Palazzo. L’assemblea ha pure confermato Ivo Foletti quale revisore che verrà affiancato da Lara Palazzo e Nicolas Marioli quale revisore supplente. I conti 2014 vengono approvati all’unanimità dal comitato direttivo riportando l’utile a nuovo per l’anno seguente. L’associazione che ha lo scopo di svi-

luppare e promuovere il sistema della moneta Wir ha segnalato anche una serie di eventi tra cui una trasferta fissata per mercoledì 26 agosto alla fiera Expo di Milano con tanto di conferenza: “Parità Euro CHF che fare?”. Per informazioni: www.wirsi.ch

Da sinistra: Mario Olivero, Moreno Prati, Direttore Banca Wir Lugano Yves Wellauer, Presidente Associazione Wir della Svizzera Italiana David Camponovo e membro CDA Kornel Tinguerly..


libri

52

@cuorebuiorrore di Patrick Mancini

Prezzo: CHF 17.- / € 16,00

A cura della Redazione

Art. FE318

13 x 20, 96 pag.

Originale. È probabilmente l’aggettivo più azzeccato per descrivere @cuorebuiorrore (Edizioni Fontana), il primo romanzo firmato dal giornalista ticinese Patrick Mancini. Un thriller che, in un modo o nell’altro, riguarda tutti. Un libro che farà sicuramente discutere, scritto con un linguaggio semplice e molto scorrevole, e che affronta temi impegnativi come l’amore, la fedeltà, la pazzia, l’aldilà. Con la tecnologia ad avere un ruolo centrale. Annalisa, una giovane mamma si ritrova legata e imbavagliata in una strana stanza, piena di schermi. Uno specchio e un vestito sexy sono i suoi ultimi ricordi. Chi l’ha rapita? E perché? Verrebbe da pensare al classico serial killer. Ma l’evolversi della vicenda spiazza il lettore, capitolo dopo capitolo, fino a un finale da brividi, che ribalta di colpo ogni aspettativa e che suscita più di un interrogativo. @cuorebuiorrore è un romanzo che, nello stile e nell’immediatezza, è raccontato come se fosse la sceneggiatura di un film: capitoli brevi, segreti a non finire e una tensione che non cala praticamente mai. Un inquietante uomo con lo smoking, scheletri nell’armadio, chat piccanti, giochi erotici, rumori che provengono da chissà dove. E qualcuno che osserva di nascosto. Cento pagine da leggere tutte d’un fiato. Già sin d’ora @cuorebuiorrore si candida per essere uno dei libri più gettonati (dai ticinesi e non solo) sotto l’ombrellone.

Biografia Nato nell’autunno del 1980 all’Ospedale Italiano di Lugano, Patrick Mancini cresce a Cugnasco-Gerra. Di professione è giornalista. Il thriller @cuorebuiorrore è il suo primo romanzo.


sport

53

Nello sport di “A” Lugano fa full La città di Lugano da un paio di anni si chiama grande Lugano. Nello sport sono ormai decenni che Lugano è grande. Lugano è nell’élite in varie discipline sportive a squadra. La parte dolente? Le infrastrutture dove purtroppo Luga-

Fotocopie vincenti

no non è così grande... Anzi. La grande Lugano meriterebbe - alla luce dei fantastici risultati - ben altre infrastrutture. Chi vi scrive era ancora un bimbo... Quando si parlava della costruzione di un palazzetto...

Per più discipline. Sponda calcio ha centrato la promozione, Cornaredo? Serve un nuovo look. Forza Lugano e complimenti a tutti coloro che giorno dopo giorno con molto sudore lavorano per regalarci tutte queste emozioni!


sport Il grande ritorno di Ivano Zanatta Per una sfida affascinante in biancoblù A cura di Doriano Baserga - foto DC

A volte tornano ma non sempre dove hanno raggiunto l’apice del successo. Non sarà Lugano il futuro di Ivano Zanatta, sarà nell’altra metà del Ticino, quello biancoblù. Così va il destino della vita. Inutile che i tifosi bianconeri si arrabbino, la società non ha pensato a lui mentre il Presidente Filippo Lombardi sì, capendo che un personaggio come Zanatta potrà solo fare del bene a tutto l’ambiente. Tutto è iniziato alla presentazione del libro 200 derby di Piergiorgio Giambonini e Flavio Viglezio. In quella circostanza, ironia della sorte, invece che essere invitato dal Lugano, ho ricevuto l’invito dall’Ambrì ad assistere alla conferenza stampa di presentazione del magnifico libro della Fontana edizioni. Parlando con Filippo Lombardi ho notato un certo interesse per Zanatta e siccome nella stessa sera avevo una cena con l’allenatore che ha conquistato l’ultimo titolo alla Resega, ho consigliato Ivano a dare un colpo di telefono al Presidente dell’Ambrì. E ora eccoci qui a parlare di Zanatta direttore sportivo dell’Ambrì con un certo dispiacere quale luganologo, ma con grande gioia da sportivo ticinese. Ivano saprà risollevare le sorti del club, lo conosco troppo bene e so quanto è valido e cosa è in grado di fare. Se avrà

l’opportunità di essere ascoltato e assecondato sarà davvero un cappello per tutto il movimento biancoblù, come lo ha definito il Presidente Lombardi. A Zanatta piacciono le sfide difficili, è fatto così. La sua filosofia è molto vicina alla storia di un club come l’Ambrì. Non è uno che lavora per se stesso, lui lavora per il team, per la società e si immedesima nella stessa. Non farà mai la guerra al “suo allenatore” nella fattispecie Serge Pelletier, anzi il tecnico biancoblù potrà solo guadagnarci, magari allungando il suo contratto da allenatore per altri due anni. Se le cose andranno bene, come tutti si augurano. Contenti i tifosi biancoblù, tutti d’accordo che Zanatta servirà alla causa leventinese, un po’ meno quelli del Lugano. Solo perché non lo vogliono ammettere che in fondo sono pure loro contenti di rivedere il buon Ivano di nuovo in Ticino. E a quei tifosi ricordiamo il quarto di finale 2006: 7 marzo alla Resega Lugano-Ambrì 3-4; 9 marzo Ambrì-Lugano 3-0; dopo queste due sconfitte Larry Huras viene licenziato. Al suo posto la coppia Kreiss-Zanatta che debuttano alla Re-

sega l’11 marzo perdendo nuovamente 4-5 per l’Ambrì. A questo punto sul 3-0 per i leventinesi sembra fatta, ma il 14 marzo con Zanatta evidentemente a suo agio in panchina e un Kreiss visibilmente spaesato, il Lugano si impone per 4-5 con Vauclair in gol al 62.34 in inferiorità numerica. Da quel momento la banda Zanatta inizia una serie spaventosa di successi che la porterà al titolo di campioni svizzeri, con quattro stranieri da favola: Nummelin, York, Metropolit e capitan Peltonen.

Nella foto Metropolit e Zanatta, a destra della coppa, tra gli artefici del settimo titolo (stagione 2005-2006)


55

Ottenuta la licenza il FC Lugano guarda avanti Servizio a cura di Eugenio Jelmini

Il sistema calcio d’èlite in Svizzera funziona attraverso la concessione delle cosiddette “licenze”. Ogni società, per potersi iscrivere a un campionato, deve presentare un articolato dossier e fornire garanzie sportive, economiche e strutturali. Quest’anno il FC Lugano, fresco di promozione, ha ricevuto in prima istanza la licenza che lo autorizza a giocare nella Super League. Autorizzazione non facile da ottenere. I requisiti sono infatti parecchi e l’asticella è stata alzata nel corso degli anni. Non a caso le due uniche squadre di CL ad aver ottenuto questo tipo di licenza in prima istanza sono state Lugano e Losanna. Per il club bianconero si tratta di un importante riconoscimento degli sforzi organizzativi portati avanti dal presidente Angelo Renzetti e dai suoi collaboratori nelle due ultime stagioni. Il massimo dirigente ha voluto agire su due fronti. Da un

lato ha rinforzato la squadra, confermando lo zoccolo duro che aveva già fatto bene lo scorso anno e inserendovi alcuni elementi di carattere e qualità. Dall’altro si è concentrato sull’aspetto societario, dando al sodalizio solide basi economiche e una struttura professionale al passo con i tempi. I risultati si sono visti. Gli uomini allenati da Livio Bordoli, che è affiancato da uno staff molto valido, hanno disputato un campionato da protagonisti. E alle loro spalle il meccanismo societario funziona ottimamente, grazie anche al volontariato di parecchie persone. Resta la questione stadio. La Lega Nazionale di calcio porta avanti da anni un deciso discorso di modernizzazione degli impianti. Per trasformarsi in spettacolo vero e proprio lo sport del pallone deve essere ospitato in stadi dedicati, con il pubblico comodamente seduto, con servizi idonei e via dicendo. Lo stadio di Cornaredo, inaugurato nel 1951, ha un terreno che è ancora tra i migliori a livello nazionale, ma dal profilo dei servizi presenta ovvie lacune. Inoltre è attorniato dalla pista di atletica che obbliga gli spettatori a seguire il gioco da una certa distanza. Il Municipio di Lugano ha indetto a suo tempo un concorso per la riqualifica del comparto di Cornaredo con la costruzione di un polo

sportivo-amministrativo-residenziale. Che oltre allo stadio comprende un palazzetto dello sport (per pallacanestro, pallavolo e molte altre discipline), uno stabile amministrativo, un autosilo e alloggi a pigione moderata. In attesa che il progetto possa decollare (grazie all’indispensabile intervento dei privati) lo stadio subirà alcune modifiche per renderlo idoneo a ospitare partite di Super League. Si interverrà in particolare sugli ingressi, sulle postazioni per i mass media e sulla zona VIP. Lavori che dovrebbero essere eseguiti prima dell’inizio del campionato 2015/16. Nelle foto, in alto a destra: il presidente del FC Lugano Angelo Renzetti. A inizio articolo: lo Stadio di Cornaredo

Grazie Angelo, merito tuo la Super League A cura di Doriano Baserga

Grazie Angelo il merito è principalmente tuo. Senza alcun dubbio la super legue conquistata è figlia della tua caparbietà e del sacrificio che hai messo in questi anni alla causa bianconera. Hai salvato il Lugano, dopo le mancate promozioni dell’era Preziosi. In quel momento tu hai preso una squadra alla deriva che avrebbe rischiato davvero di sparire, ma questa volta definitivamente. Bravo Bordoli (a parte le dichiarazioni post promozione), bravi i giocatori con Russo, Urbano, Malvino, capitan Rey, Basic, Padalino e Rossini; un palmo su tutti gli altri e zoccolo duro dello spogliatoio.

Incontenibili, quando sono stati schierati, gli scugnizzi Bottani e Guarino (il suo eurogol promozione da cineteca). Hai formato un mix di giovani luganesi e gente esperta che ha l’intelligenza, il cuore ed il coraggio di prendersi le responsabilità di una squadra.

Società come Basilea, Zurigo, Grasshopper, Young Boys e San Gallo sono contenti di riaffrontare il Lugano nel loro stadio. E Cornaredo tornerà a risplendere dalla metà di luglio quando arriveranno queste compagini che fanno sognare l’appassionato di calcio.

Grazie Angelo Renzetti, per aver riportato il glorioso FC Lugano in serie A, i nostalgici la chiamano ancora serie A, ora Raiffeisen Super League. Esserci stato quel lunedì di Pentecoste a Bienne è stato un sogno divenuto realtà quando la pioggia è cominciata a cadere quasi a sancire la benedizione di una squadra, di un club e di una città che meritano la massima serie elvetica.

Ecco perché tutti dovrebbero dire ancora grazie Angelo. Ora gli investitori ticinesi hanno la grande possibilità di aiutare Renzetti con dei capitali freschi per dare al Lugano quella stabilità che merita come club storico svizzero. Il Ticino dev’essere fiero di sostenerlo sia che abbia la maglia bianca, rossoblù o granata...


sport

scacchi

IX Open internazionale di scacchi di Lugano

9 03-06.04.2015

Vittoria del GM Boris Chatalbashev a cura della Redazione

La nona edizione dell’Open Internazionale di Scacchi di Lugano è stata vinta al fotofinish da Boris Chatalbashev. Con punti 4,5 su 6, per spareggio tecnico il gran maestro bulgaro, invitato d’onore, si è infatti aggiudicato il primo posto davanti al Maestro Fide Luca Moroni (Ita), classe 2000, vincitore a sorpresa dell’Open dell’anno scorso, e al GM Vladimir Okhotnik (Fra), già campione mondiale seniori. Quest’ultimo ha concluso a punti 4 così come il MF Aurelio Colmenares, quarto assoluto e primo dei ticinesi. Solo quinto il GM Andrei Maksimenko (Ukr), vincitore dell’Open 2013, punti 3,5. Pure a punti 3,5 hanno concluso il MF Fabrizio Patuzzo (Svi), la juniore Désirée Di Benedetto, Ita (che grazie al risultato acquisito si è laureata maestra Fide femminile! Siamo sicuri Lugano gli resterà nel cuore) e il MF Valerio Luciani (Ita). I migliori 8 dell’Open, cat. A, sono stati premiati dall’organizzatore David Camponovo assieme a Simone Medici, che è salito sul gradino più basso del podio “ticinese”. In occasione della premiazione, svoltasi presso l’accogliente Hotel Pestalozzi, prestigiosa cornice all’interno della quale si è svolto l’importante evento scacchistico pasquale, sono pure stati premiati tutti i migliori giocatori del gruppo B, con lo juniore Francesco Agnello (Ita) primattore davanti ai germanici Uwe Ritter e Jürgen Kleinert. Oltre a loro sono poi stati festeggiati i ticinesi Dario Cittadini, Dragan Budakovic e Adriano Käppeli,

che hanno occupato nell’ordine il quarto, quinto e sesto rango. Durante l’Open si sono anche disputati due eventi collaterali scacchistici di grande rilevanza quali il III Campionato ticinese di scacchi alla cieca, rivinto da Aurelio Colmenares davanti a Fabrizio Patuzzo, e il I Campionato per risolutori di problemi che ha visto primeggiare il MF Valerio Luciani conosciuto nell’ambiente per essere anche il direttore de L’Italia scacchistica.

Banca Wir e Swisslos e hanno dato appuntamento alla X edizione, che si terrà sempre presso l’Hotel Pestalozzi di Lugano dal 25 al 28 marzo 2016. Gli organizzatori hanno annunciato che per l’edizione giubilare sono previste delle sorprese e un palinsesto di eventi collaterali che coinvolgeranno anche i non scacchisti.

Al termine della premiazione gli organizzatori – un gruppo composto da persone in rappresentanza di ogni club ticinese – hanno ringraziato i fondamentali partner: Ail (Aziende industriali di Lugano),

Nella foto da sinistra: organizzatore David Camponovo, Giovanni Laube arbitro Fide, Luca Moroni, il GM Boris Chatalbashev, GM Vladimir Okhotnik e Sergio Cavadini arbitro internazionale.

Per le classifiche complete e le foto della manifestazione: www.scaccomatto.ch.


57

Nel Trofeo scacchistico juniores Centro Breggia si impone Alka Calzascia a cura della Redazione

Torri e Cavalli hanno invaso sabato il centro, dove oltre venti ragazzi si sono sfidati davanti ai visitatori del centro commerciale ubicato a Balerna. Il II° Trofeo Scacchistico Juniores – Centro Breggia, aperto a tutti gli allievi di

scuola elementare e media del Canton Ticino e della vicina Italia, si è dipinto di rosa grazie alla bella vittoria della giovane tredicenne Alka Calzascia di Ascona davanti a Kim Poik (Malvaglia) e Sebastian Branca (Locarno), primo degli allievi di scuola elementare. Il podio dei “medi” è stato completato dalla luganese Shanaya Michael (quarta assoluta) e quello degli “elementari” dai chiassesi Tiziano Cavadini e Francesco Raimondi (entrambi sesti assoluti). Nella bella cornice del Centro Breggia, signorilmente trattati dal management del Centro e dei Grandi Magazzini Manor grazie al direttore Mauro Valsangiacomo

Domenica 5 luglio - ore 14.00

X° Trofeo Rivabella OPEN Domenica 5 luglio 2015, l’accogliente Hotel Rivabella di Morcote, nella sua stupenda ubicazione sul Lago di Lugano, ospiterà la decima edizione dell’omonimo torneo.

Sul sito www.scaccomatto.ch potete scaricare il bando di concorso con tutte le indicazioni tecniche e visionare le foto della passata edizione. Il torneo avrà luogo con qualsiasi tempo.

Il Trofeo “Semilampo” Hotel Rivabella Open, terza tappa del circuito che designerà il campione.

Per Informazioni e prenotazioni contattare: David Camponovo +41 76 328 60 90 E-mail: aquilelugano@hotmail.com

e al responsabile marketing Carlo Bianchi, David Camponovo, organizzatore, ha poi provveduto alla premiazione dei migliori e alla distribuzione di apprezzati gadgets a tutti i partecipanti. Gli organizzatori hanno già confermato che ci sarà una terza edizione nel mese di maggio dell’anno prossimo. Info e foto su: www.scaccomatto.ch Sabato 6 giugno, presso il Centro Breggia, verrà offerta la grigliata di inizio estate. È stato pure allestito il Villaggio Multimediale che intratterrà grandi e piccini. Maggiori info su www.centrobreggia.ch


motori GP2

GP3

Continua il “duopolio” Mercedes/Ferrari

Marciello secondo a Montecarlo

Primi punti per Fontana che si fa in … tre!

Sui primi sei podi del mondiale 2015 sono sempre salite solo le Mercedes e le Ferrari. Hamilton si è già issato sul podio più alto 3 volte, mancandolo solo in gara 2 a favore di Vettel e in gara 5 e 6 a favore di Rosberg.

Debutto poco soddisfacente per il pilota italo-elvetico Raffaele “Lello” Marcello, terza guida della neo-rinata Sauber di F1, che ha iniziato la sua seconda stagione di GP2 sull’autodromo di Sakhir (Bahrain) il 17-19 aprile. Un incidente (gara 1) e solo un 20. posto (gara 2) la dicono assai lunga su un week-end da dimenticare. A Barcellona le cose sono andate meglio grazie al 6. posto in gara 1 (incamerati i primi 8 punti). A Montecarlo, per contro, il week-end è stato decisamente positivo: dopo l’antipastino in gara 1 (8. posto) il pilota di Caslano in gara 2 si è regalato un inebriante 2. posto sul podio finale!

La prima di campionato ha avuto luogo dall’ 8 al 10 maggio, a Barcellona, in concomitanza con il 5. GP di F1 e la seconda manche di GP2. Alex ha dovuto accontentarsi di un 9. posto in gara 1 che gli permesso di incamerare i primi 2 punti della stagione. In attesa della seconda manche, che si disputerà in Austria in giugno, il luganese si è “divertito” a Monte Carlo, tra le World Series Renault 3.5 (monoposto più potenti di quelle schierate in GP3!) grazie all’ingaggio “last minute” da parte della Scuderia Pons. Il pilota di Pregassona, poco brillante nelle qualifiche, in gara si è classificato al 9. posto. Da segnalare poi che oltre al campionato GP3 Fontana correrà pure nel Campionato Gran Turismo al volante di una Ferrari della Kessel Racing!

© www.formulapassion.it

foto © ww.omnicorse.it

F1

A cura di Sergio Cavadini

Hamilton, Rosberg e Vettel hanno messo le mani su ben 17 posti dei 18 a disposizione. Il monopolio dei tre è infatti stato rotto dal ferrarista Raikkonen, giunto secondo nel Gran Premio di Spagna. © news.superscommesse.it


59

Harley forever Assemblata nel 1902 a Milwaukee (USA, Wisconsin) come bicicletta “motorizzata”, grazie all’intraprendenza e alla genialità di William Harley e Arthur Davidson (che la pregiata ditta Harley e Dadivdson costituirono l’anno successivo), il “mito” che Lugano ammirerà da venerdì 3 a domenica 5 luglio durante gli Swiss Harley Days non è stato intaccato dal tempo, è

riuscito a superare la bellezza di due guerre mondiali, ha festeggiato il suo primo centenario nel 2003 e continua a suscitare stupore e ammirazione. La Harley Davidson è in effetti una moto assai “speciale”, dalle forme e dal rombo inconfondibili, che si adatta come un vestito piuttosto particolare a un’utenza pure piuttosto “speciale”. Non passa certo inosservata!

La Ducati moto dell’anno 2015 La Ducati, che quest’anno grazie soprattutto a Dovizioso sta dando del filo da torcere alla Yamaha di Rossi e alla Honda di Marquez ha stravinto l’importante concorso “Moto dell’anno 2015” indetto da Motociclismo Spagna che fa parte del gruppo editoriale tedesco Stuttgart Motorpress. Il concorso, grazie al voto dei lettori della stampa mo-

tociclistica di una decina di paesi e di esperti motociclisti, ha assegnato ben cinque primi posti (sui nove delle categorie prese copmplessivamente in considerazione) all’ormai novantenne azienda motoristica di Borgo Panigale (Bologna).

e h c gi

LEg

sa s a ti p

Andrea Dovizioso sulla Ducati © motogp.com

LEggi che ti passa The Ride le nuove motociclette custom e i loro costruttori Chris Hunter & Robert Klanten Ippocampo e Gestalten Editori a cura di Sergio Cavadini

“The Ride - le nuove motociclette custom e i loro costruttori” mette in vetrina l’opera di quei produttori che, partendo dalle moto delle grosse e celebri fabbriche del settore, danno loro un’identità diversa. Nelle spettacolari rielaborazioni proposte traspare l’immensa passione di chi ci ha lavorato sopra coniugando al meglio modifiche apportate e rispetto della tradizione dei marchi e dei pezzi trattati.

In collaborazione con

Cartolibro A-Z s.a.

Negozio e uffici propri Libri per ragazzi Enciclopedie Saggistica Via Vela 6 CH-6830 Chiasso Tel. +41 91 682 83 29 Fax +41 91 682 49 88 cartolibro@azeta.ch


motori Comini-Seat: binomio vincente A cura di Sergio Cavadini

La Seat Leon Racer nel 2014 ... Nel 2014 la SEAT ha portato avanti la sua lunga tradizione negli sport motoristici con la SEAT Leon Eurocup. Il campionato monomarca si è concluso all’inizio di novembre e ha toccato sei diversi paesi europei. La SEAT Leon Cup Racer, una bomba da 330 CV, ha subito lasciato il segno, grazie anche a un “nostro” pilota, Stefano Comini. Il 24.nne ticinese, già primattore in passato nella Clio Cup (Renault), ha infatti vinto 3 gare (Nürburgring, Silverstone e Barcelona) e al termine del campionato si è classificato 4. assoluto su un lotto di ben 31 concorrenti.

... e nel 2015 La Seat Leon Racer e Stefano Comini, al suo debutto nelle TCR International Series, hanno iniziato il campionato col botto. In tre gare hanno già messo nel paniere ben 2 vittorie e un secondo posto! Purtroppo l’azzeccato binomio il 10 maggio, in Portogallo, pur non lasciando nulla d’intentato non è riuscito a risalire sul podio ma ha dovuto accontentarsi di andare a punti. Punti comunque importanti e preziosi. Anche a Monza, il 23-24 maggio, le cose non sono andate come era nelle aspettative. Comini è infatti riuscito a concludere unicamente una delle due gare, la seconda, e avendo rimediato solo un quarto posto ha perso, provvisoriamente, il comando della classifica generale che è ora condotta dal bis-vincitore di Monza Gianni Morbidelli, con 14 punti di vantaggio sul ticinese.

Stefano Comini Il luganese Stefano Comini è nato nel 1990 e ha debuttato nel mondo dei motori, come kartista, a soli 7 anni. A 16 anni, invece, l’esordio vero e proprio nel mondo dell’automobilismo. Inanella da subito risultati prestigiosi e non manca di lasciare il suo vittorioso sigillo su tante piste. Dopo aver dato il meglio di sé alla Renault, da due anni corre per la Seat. Nel 2015 con la “sua” Seat Leon Racer, griffata dal Team Target Competition, è già salito sul primo gradino del podio già due volte. Foto sopra: Stefano Comini con Antonio Baldelli, AMAG Breganzona


61

Swiss Rally: 18. Ronde del Ticino Chiediamo a Max Beltrami quali sono le novità 2015? Dal punto di vista... logistico la novità più importante riguarda l’arrivo e la premiazione che si terranno a Riva San Vitale, presso l’azienda Fratelli Puricelli. Per il resto la gara si svolge esattamente come lo scorso anno. Due le prove speciali: la prima in Valcolla, che ripetiamo tre volte e la seconda a Isone, che ripetiamo 4 volte. Entrambe le PS sono di 7 km. Partenza e parco assistenza sempre a Lugano. Dal punto di vista dei partecipanti la novità più grande riguarda la presenza di un pilota di grido come Didier Auriol (foto sotto © IRC Press) che con il suo mitico navigatore Denis Giraudet correrà su Citroen C4 WRC dmax Racing.

Quante sono le persone coinvolte nell’organizzazione? Tra direttori di gara, medico di gara, capo del personale, capo del percorso, pompieri, ambulanze, capi prova, commissari di percorso, apripista ecc le persone coinvolte durante il week-end di gara saranno complessivamente ca. 200. Quali le aspettative? Aspettative? Tutto esaurito!

Re-Bariani sovrani in Ticino anche nel 2014 Gli alfieri del team D-Max Swiss hanno preceduto i compagni di marca e di squadra Olivier Burri-Stéphane Rey (C4 WRC) e i ticinesi Devis Cremona-Alberto Genovesi (Ford Fiesta WRC), giunti terzi. Felice Re-Mara Bariani (Citroën DS3 WRC) hanno bissato il successo del 2013 nel Rally Ronde Internazionale del Ticino.

A sinistra: la Citroën della D-Max Swiss A destra: Felice e Mara festeggiano sul podio


62


TbyN 89  

Guida al tempo libero & benessere - Insubria

TbyN 89  

Guida al tempo libero & benessere - Insubria

Advertisement