__MAIN_TEXT__

Page 1

C. PROGRAMMA DI MANUTENZIONE (art. 38 - Decreto del Presidente della Repubblica 5 ottobre 2010, n. 207)

Descrizione dell’opera Edificio di civile abitazione Committente Progettista delle strutture TimberTech Impresa

Data e Luogo Trento, 02/02/2017

Il progettista Ing.


SOMMARIO C.1

UBICAZIONE E DESCRIZIONE DELL’OPERA ............................................................................................. 3

C.2

TIPOLOGIE STRUTTURALI PRESENTI NELL’OPERA ................................................................................. 3

C.2.1

OPERE DI FONDAZIONE SUPERFICIALI ........................................................................................... 4

C.2.1.1

Fondazioni a travi rovesce ......................................................................................................... 4

C.2.1.2

Fondazioni a platea.................................................................................................................... 7

C.2.2

STRUTTURE IN LEGNO: STRUTTURE IN ELEVAZIONE ED ORIZZONTAMENTI................................. 9

C.2.2.1

Pareti in X-LAM .......................................................................................................................... 9

C.2.2.2

Pareti a telaio leggero.............................................................................................................. 11

C.2.2.3

Pilastri lignei ............................................................................................................................ 13

C.2.2.4

Travi lignee .............................................................................................................................. 16

C.2.2.5

Solai lignei ................................................................................................................................ 18

C.2.2.6

Copertura in legno ................................................................................................................... 21

C.2.2.7

Balconi e sbalzi lignei ............................................................................................................... 24

C.2.3

ELEMENTI DI CONNESSIONE E MEZZI DI UNIONE ....................................................................... 27

C.2.3.1

Elementi di vincolo delle pareti lignee .................................................................................... 27

C.2.3.2

Elementi di vincolo degli elementi strutturali lignei................................................................ 29


C.1 UBICAZIONE E DESCRIZIONE DELL’OPERA La struttura è composta da pareti in legno a strati incrociati (XLAM) …

C.2 TIPOLOGIE STRUTTURALI PRESENTI NELL’OPERA Le opere in progetto che riguardano il presente “Piano di Manutenzione” possono essere raggruppate in “Tipologie strutturali” o “Unità tecnologiche”, ovvero elementi strutturali e strutture realizzate con la funzione di resistere alle azioni e ai carichi esterni a cui sono soggette durante il loro ciclo di vita, assicurandone requisiti e livelli prestazionali secondo la normativa e la legislazione vigente. Le strutture possono essere costituite da singoli elementi strutturali e/o dall’unione di più elementi secondo schemi di progetto e di verifica strutturale. Le tipologie strutturali individuabili sono: 1) Opere di fondazioni superficiali composte dai seguenti elementi tecnici manutenibili: -

Travi rovesce in c.a. Platea in c.a.

2) Strutture in elevazione in legno composte dai seguenti elementi tecnici manutenibili: -

Pareti in XLAM Pareti a telaio leggero Pilastri lignei Pilastri in acciaio

3) Strutture di orizzontamento in legno composte dai seguenti elementi tecnici manutenibili: -

Solaio a travetti in legno Solaio in XLAM Solaio in lamellare sdraiato Travi lignee Travi in acciaio Balconi/Sbalzi Copertura in legno

4) Connessioni composte dai seguenti elementi tecnici manutenibili: -

Elementi di vincolo delle pareti lignee Elementi di connessione relativi agli elementi lineari lignei: travi e pilastri

Per ogni tipologia di elemento strutturale utilizzato nell’opera si riportano di seguito le schede relative ai sottoprogrammi: -

Sottoprogramma delle prestazioni Sottoprogramma dei controlli Sottoprogramma degli interventi di manutenzione


C.2.1 OPERE DI FONDAZIONE SUPERFICIALI Le opere di fondazione superficiali si suddividono negli elementi di seguito descritti.

C.2.1.1 Fondazioni a travi rovesce UNITA’ TECNOLOGICA

STRUTTURE IN SOTTOSUOLO

ELEMENTO MANUTENIBILE

STRUTTURE DI FONDAZIONE: TRAVI

Sottoprogramma delle prestazioni Classe di requisito Sicurezza

Durabilità

Descrizione

Prestazioni richieste

Resistenza meccanica - Resistenza ai carichi ed alle sollecitazioni previste in fase di progettazione - Le opere di fondazioni superficiali, sotto l'effetto di carichi statici, dinamici e accidentali devono assicurare stabilità e resistenza. - Resistenza ad eventuali deformazioni e cedimenti del terreno Resistenza agli agenti aggressivi - Resistenza alle azioni aggressive dell’ambiente, agli attacchi chimici, all’abrasione o ad ogni altro processo di degrado Resistenza al gelo-disgelo - Resistenza a disgregazioni, variazioni dimensionali e di aspetto in conseguenza della formazione di ghiaccio. Resistenza alle dispersioni elettriche - Resistenza dell’armatura nei confronti della corrosione dovuta a correnti vaganti

Sottoprogramma dei controlli La necessità di assicurare le dovute condizioni di sicurezza dell’utente, esige una attenta gestione delle opere che si esplica indicativamente attraverso le seguenti operazioni. VERIFICHE E CONTROLLI Controllare l’integrità delle pareti e pilastri al piano terra verificando anche eventuali lesioni nella pavimentazione.

PERIODICITA’ Ogni 12 mesi (vigilanza)

Controllare eventuali Ogni 12 mesi smottamenti del terreno …omissis… (vigilanza) circostante la struttura che possano indicare cedimenti strutturali. Effettuare verifiche e controlli Quando necessario approfonditi al manifestarsi di anomalie o calamità naturali (sisma, nubifragi, ecc.)

RISORSE Controllo visivo

ESECUTORE Utente

Controllo visivo

Utente

Possibile necessità di strumentazione tecnica relativa a indagini non distruttive

Personale specializzato


Sottoprogramma degli interventi di manutenzione INTERVENTI DA ESEGUIRE PERIODICITA’ Procedere al consolidamento Quando necessario delle strutture a seconda del tipo di dissesti riscontrati. Rinforzo statico delle strutture, consolidamento delle fondazioni, rifacimento di tratti consistenti di calcestruzzo corticale.

RISORSE Variabili in funzione del tipo di intervento

Acquista su www.timbertech.it

ESECUTORE Personale specializzato

Profile for TIMBERTECH

Programma di manutenzione  

Acquista su https://www.timbertech.it/acquista/ in formato Microsoft Word

Programma di manutenzione  

Acquista su https://www.timbertech.it/acquista/ in formato Microsoft Word

Advertisement