Page 1

Contiene I.P. ISSN 1120 - 7884

magazine MaterialiCasa magazine 2/19 è un supplemento di

Aggiornamenti quotidiani su www.MaterialiCasa.com

IN QUESTO NUMERO: Royal Gardens “nuove onde” in Montenegro • Lignano Sabbiadoro, il nuovo waterfront • Pareti trasparenti per alte prestazioni energetiche • Casa Siemens a Milano • Residenze Hadid, esterni a Milano • Nuovo Virgin Active, Salerno • Villa Verona, tra design ed efficienza energetica • La Spa dell’Hotel Romazzino, Porto Cervo • Castel Thun in Trentino


www.progressprofiles.com

Un mondo di caldo benessere in accordo con la natura.

BREVETTATO 002748822

PRODESO® HEAT SYSTEM Il riscaldamento elettrico a pavimento e a rivestimento PRODESO® HEAT SYSTEM, ideato, realizzato e brevettato da Progress Profiles, è un sistema innovativo che consente di ottenere in breve tempo e a basso costo un ambiente piacevolmente caldo ed estremamente confortevole. Applicabile su ogni tipo di sottofondo grazie alle sue funzioni desolidarizzanti e impermeabilizzanti, consente di modulare la temperatura e i tempi di accensione; grazie un termostato di ultima generazione, garantisce una significativa ottimizzazione dei consumi. Facile e veloce da installare in qualsiasi condizione, ha uno spessore complessivo di soli 5.5 mm, considerevolmente inferiore rispetto a qualsiasi altro sistema e non richiede alcuna manutenzione nel corso del tempo. Una tecnologia intelligente e una scelta responsabile che mette in primo piano i valori dell’ecosostenibilità e del risparmio energetico in sintonia con le tendenze dell’architettura contemporanea e della domotica più evoluta. Un mondo di caldo benessere in accordo con la natura.

GET IT ON

DESOLIDARIZZAZIONE

SFOGO VAPORE

IMPERMEABILIZZAZIONE

DISTRIBUZIONE DEL CARICO

Erhältlich bei

Progress Profiles SpA

Azienda certificata UNI EN ISO 9001:2015


Massima flessibilità, protezione, sicurezza dentro e fuori.

BREVETTATO 003368984

PRODESO® MEMBRANE SYSTEM PRODESO® MEMBRANE SYSTEM è un sistema desolidarizzante ed impermeabilizzante per supporti problematici, terrazzi, balconi e superfici orizzontali di qualsiasi dimensione. Grazie a PRODESO® MEMBRANE SYSTEM è possibile non realizzare i giunti di frazionamento nel massetto e se sono presenti di non rispettarli durante la posa di ceramica e pietre naturali. Molti sono i vantaggi offerti dal sistema, progettato da Progress Profiles, che garantisce la massima flessibilità di posa, protezione del pavimento e garanzia nel tempo dentro e fuori casa.

DESOLIDARIZZAZIONE

SFOGO VAPORE

IMPERMEABILIZZAZIONE

DISTRIBUZIONE DEL CARICO

Velocità: riduce drasticamente i tempi di cantiere visto che dalla posa della membrana sino alla posa della pavimentazione è possibile lavorare senza interruzioni. Versatilità: garantisce la posa su qualsiasi supporto anche di grandissima dimensione sia all’interno che all’esterno. Impermeabilità: garantisce l’impermeabilizzazione del sottofondo anche in caso di sovrapposizione, su supporti fessurati e non perfettamente stagionati e quindi con possibili tensioni di vapore.

P R O FIL ES & SYSTEM S


LA PIÙ COMPLETA LINEA DI ATTREZZATURE PER LA POSA DI LASTRE CERAMICHE DI GRANDE FORMATO

SCOPRI DI PIÙ raimondispa.com

TAGLIO A SPACCO

MOVIMENTAZIONE

SISTEMI LIVELLANTI

SMUSSI 45° (JOLLY) A SECCO ED UMIDO

TAGLIO 90° E 45° A SECCO ED UMIDO

TAGLI CIRCOLARI

PROTEZIONE SPIGOLI

VIBRAZIONE


aplusbcomunicazione.com

XL DESIGN, la linea di profili per grandi formati. concrete white

concrete smoke

metal dark

concrete crete

concrete mud

metal light

concrete graphite

concrete sand

solid white

I nuovi listelli decorativi, profili per angoli esterni e battiscopa della linea XL Design valorizzano le lastre di grande formato, esaltandone le superfici e creando singolari effetti di luce e ombra. Grazie alla loro forma, questi profili creano originali giochi di sospensione diventando cosĂŹ veri e propri elementi decorativi.


ADVERTISING

info&contatti press web mail mobile social

MASSIMA TENUTA.

MaterialiCasa magazine è un supplemento di Tile Italia: Periodico bimestrale registrato presso il Tribunale di Reggio Emilia al n. 751 in data 20/10/89 - Iscrizione al ROC n. 9673 Sede legale ed operativa: Tile Edizioni S.r.l. - Capitale Sociale: Euro 51.400,00 - R.E.A. 329775 Via Fossa Buracchione 84 - 41126 Baggiovara (MO) Tel. +39 059 512 103 - Fax +39 059 512 157 Direttore responsabile: Chiara Bruzzichelli - c.bruzzichelli@tiledizioni.it © 1989 Tile Italia www.materialicasa.com info@materialicasa.com facebook.com/MaterialiCasa twitter.com/MaterialiCasa instagram.com/materialicasa pinterest.com/materialicasa youtube.com/channel Scarica la APP ISSUU e cerca “Tile Edizioni” per leggere Tile Italia + MaterialiCasa magazine - da tutti i dispositivi mobili! Redazione web: Sara Falsetti - s.falsetti@tiledizioni.it Sabrina Tassini - s.tassini@tiledizioni.it Collaboratori: Federica Andreini Abbonamenti: www.tiledizioni.it/ita/ecommerce.aspx Progetto grafico: Sara Falsetti

NE I GIUNZIO D À IT IL C FA VAGGIO E POST-LA

› Profi Dichtfolie Schnell Maximo PSM 1K

PUBBLICITÀ: Paola Giacomini - cell. 335 1864257 - p.giacomini@tiledizioni.it Elisa Verzelloni - cell. 338 5361966 - e.verzelloni@tiledizioni.it Alberto Tolomelli - cell. 335 5948681 - a.tolomelli@tiledizioni.it Fotolito: Vaccari Zincografica Via E. Salgari, 61 41126 Modena

VATA RESA ELE ILITÀ E FLESSIB IONE LAVORAZ I D À T IE R PROP OTTIMALI

› Supraflex SFS 2

Stampa e confezione: Faenza Printing Industries SpA Via Vittime Civili di Guerra 35 48018 Faenza (RA)

http://www. .com Tutti i diritti di riproduzione e traduzione degli articoli pubblicati sono riservati. È vietata la riproduzione anche parziale senza l’autorizzazione dell’Editore. Manoscritti, disegni, fotografie e altro materiale inviato in redazione, anche se non pubblicato, non verrà restituito. L’Editore non accetta alcuna pubblicità in sede redazionale. I nomi, le aziende e i prezzi eventualmente pubblicati sono citati senza responsabilità a puro titolo informativo per rendere un servizio ai lettori. La Direzione non assume responsabilità per opinioni espresse dagli autori dei testi redazionali e pubblicitari. www.tiledizioni.it - mail@tiledizioni.it Tile Edizioni srl, in conformità al “testo unico sulla privacy”, garantisce agli abbonati la riservatezza dei dati usati per gli abbonamenti e per gli scopi tipici della stampa tecnica e la possibilità di modificarli o cancellarli (art. 7 del D.L. 196/2003) a mezzo richiesta scritta.

› Schnellflexfuge Ultra SFU 77 La lamina di tenuta per uso professionale Schnell MAXIMO PSM 1K è un prodotto estremamente efficace. Lo potete applicare in maniera ottimale con la spatola e il rullo e già dopo tre ore vi consente di posare le vostre piastrelle. Utilizzando il prodotto in combinazione con Supraflex SFS 2 e Schnellflexfuge SFU 77, potrete lavorare in modo rapido e flessibile. Murexin. Tiene.


R&D Bertolotto

COLLEZIONE FASHION INCISE Modello BP 1047 BP Foresta

www.bertolotto.com


Sommario

7 -

Info&Contatti

8 -

In ricordo di Giorgio Squinzi e Adriana Spazzoli

di Chiara Bruzzichelli

11 -

Editoriale - MaterialiCasa.com +60% di traffico

di Chiara Bruzzichelli

fotoNEWS

n 12 -

Ceramiche Piemme al Lakeside Centre

n 14 -

Boero ridipinge l’Habana Vieja

Cersaie 2019 REPORT

n 18 -

Il punto di vista di MaterialiCasa by TILE ITALIA

n 22 -

Best in show: le foto in esclusiva di Giancarlo Pradelli

NEWS Ceramica&design Progetti:

n 42 -

Urban design, materiali innovativi - Royal Gardens “nuove onde” in Montenegro

n 46 -

Aree esterne, riqualificazione - Lignano Sabbiadoro, il nuovo waterfront

n 50 -

Edilizia residenziale, benessere ambientale - Pareti trasparenti per alte prestazioni energetiche

n 54 -

Spazi di lavoro, terziario - Casa Siemens a Milano

n 58 -

Aree esterne, progetti d’Autore - Residenze Hadid, esterni a Milano

n 62 -

Spazi pubblici, fitness e wellness - Nuovo Virgin Active, Salerno

n 66 -

Edilizia residenziale, risparmio e benessere - Villa Verona, tra design ed efficienza energetica

n 70 -

Hotellerie, spazi esclusivi - La Spa dell’Hotel Romazzino, Porto Cervo

n 74 -

Edifici storici, riqualificazione e restauro - Castel Thun in Trentino

What’s New?

n 80 -

Home Spa: Secret Sistem® by Albatros

n 82 -

Parquet: Signature by Woodco

n 84 -

Carta da parati: PURA by Pixie Group

n 86 -

Rivestimenti: Superfici in vetro by VetroColor

n 88 -

Cucine: Contemporary by Minacciolo

n 90 -

Profili decorativi: XL Design by Profilpas

n 92 -

Porte da interni: Walldoor by Bertolotto

n 94 -

Pavimenti sportivi: Mytaraflex by Gerflor

n 96 -

Parquet: 2 strati by Bauwerke

n 98 -

Superfici tecniche: Chromatica-Dekton® by Cosentino

n 34 -

n 40 -

di Federica Andreini

n 100 - Superfici tecniche: The Naturals - CORETech® by Ravaioli n 102 - Lastre in ceramica - Agathòs by Energieker Segui: @MaterialiCasa • @TileEdizioni

In copertina: · Hollywood Chainsmokers’ house · Interior design: mrs. Peti Lau in “AristoFreak”® style · Foto credit: @brittanyambridge · Full article: www.materialicasa.com/mc-en/projects/the-aristofreak-style-dresses-the-hollywood-chainsmokers-house/

7 MaterialiCasa magazine 2/2019


controeditoriale

In ricordo di Giorgio Squinzi e Adriana Spazzoli Chiara Bruzzichelli

E ieri, 25 novembre, abbiamo porto l’ultimo saluto ad Adriana Spazzoli. La moglie di Giorgio Squinzi si è affrettata a raggiungere il marito, dopo soli cinquanta giorni. Non ci sono parole. Non ci possono essere. La cerimonia, seppure all’interno di una gremita Basilica di Sant’Ambrogio, si è svolta con discrezione, quasi in intimità: una moltitudine di persone stretta nel rispetto dei sentimenti più laceranti che possa mai provare una famiglia, seppure certamente una famiglia “speciale”. A Veronica e Marco, chiamati a raccogliere responsabilità rilevanti, nella speranza di produrre un filiale sorriso, riporto una frase da “Tocca l’acqua, tocca il vento” di Amos Oz: “I padri (e, aggiungiamo, le madri) morenti, pensò Yotam, esercitano su di noi un potere che non hanno mai avuto. Quando ti muore il padre tu lo prendi e lo porti con te per il resto della tua vita, come un embrione, e ti accompagnerà in tutte le tue ribellioni senza più arrabbiarsi o punire ma ridendo sommessamente dentro di te. Per il resto della tua vita.” Giorgio Squinzi si era spento il 2 ottobre, all’ospedale San Raffaele di Milano a seguito di lunga malattia. Nato il 18 maggio del 1943 e laureato in Chimica

8 MaterialiCasa magazine 2/2019

Industriale alla Statale di Milano, è stato Presidente di Confindustria dal 2012 al 2016, Consigliere Superiore della Banca d’Italia e due volte presidente di Federchimica. Per dieci anni patron della MapeiQuick Step detentrice dei principali titoli iridati nel mondo del ciclismo, una esperienza abbandonata nel 2002 a causa delle vicende relative allo scandalo doping, inaccettabili per Squinzi così come per sua moglie Adriana; proprietari del Sassuolo Calcio, che hanno portato dalla C2 in Serie A e del suo stadio, il Mapei Stadium di Reggio Emilia. Amministratore Unico di Mapei Italia e Presidente di Mapei Group, realtà leader nel mondo nella realizzazione di prodotti chimici per l’edilizia presente in 35 Paesi con 81 stabilimenti e 31 laboratori di R&D per un fatturato 2018 pari a circa 2,5 miliardi di euro ottenuto con 10.500 dipendenti diretti nel mondo, di cui circa 2.200 in Italia. Adriana Spazzoli ha cessato di combattere il 22 novembre. Era nata a Forlì nel 1948, laureata in Scienze Politiche indirizzo Economia a Bologna, si era sposata con Squinzi nel 1971 nella Pieve di Polenta, comune di Bertinoro. Dopo le maternità aveva messo tutta la sua energia ed intelligenza nell’affiancare il marito nella scalata che stava trasformando una piccola azienda in multinazionale. Direttore Marketing Mapei, la Dottoressa Spazzoli era caratterizzata da una straordinaria energia e la sua figura è stata ben riassunta da Carlo Pecchi, il Direttore Finanziario di Mapei:

«Sono qui da 42 anni e ho visto l’intero percorso dell’azienda e della famiglia. Giorgio Squinzi era un chimico e guidava le scelte strategiche ma Adriana Spazzoli ha dato un’impronta del tutto nuova al gruppo, rilanciandone l’immagine e rivoluzionando la comunicazione. E anche nello sport alcune sue idee, ad esempio i cubi della maglia Mapei nel ciclismo, sono a tutt’oggi utilizzate». Adriana Spazzoli era anche presidente della Fondazione Sodalitas, il volontariato di impresa: «Innovazione, sostenibilità, attenzione alle persone e presenza forte nella comunità sono i valori condivisi dalle aziende aderenti a Fondazione Sodalitas - aveva dichiarato in occasione della nomina - Oggi più che mai è necessario che le imprese più avanzate si impegnino a fondo per realizzare un nuovo modello di sviluppo, sostenibile e inclusivo». Entrambi legati alle proprie radici, Giorgio e Adriana si sono spesi per sostenere territori e città e infinite sono le iniziative culturali e le opere di restauro cui hanno partecipato negli anni. Squinzi, che condivideva con la moglie anche la passione per la musica, dal 2016 faceva parte del consiglio di amministrazione della Scala e la “Prima” rappresentava una delle poche occasioni mondane cui partecipava una coppia che ha fatto cose di grande rilevanza tanto nel mondo imprenditoriale quanto nello sport, pur facendo della discrezione una costante di vita. Noi li vogliamo ricordare così.


Chiara Bruzzichelli - c.bruzzichelli@tiledizioni.it

Utilizzando Google Analytics abbiamo monitorato i più aggiornati dati di traffico sul nostro MaterialiCasa.com ed i risultati sono buoni, anche considerando la “specializzazione” del nostro e-magazine, spin-off delle testate Tile Italia, MaterialiCasa magazine e Tile International: +60% di traffico da organic search rispetto allo stesso periodo del precedente anno. Il nostro portale, dedicato ad architettura, design, trends, materiali innovativi e tecnologie green, prodotti e sistemi per una perfetta posa in opera, si è saputo affermare nel corso del 2019 - suo quarto anno di vita - ed i lettori si connettono ormai da 172 paesi del mondo (erano 158 lo scorso anno). I più numerosi ed affezionati, come dimostrano le rilevazioni di Google

Analytics, ci leggono da: India, USA, Germania, Spagna, Turchia, UK, Francia, Vietnam, Tailandia e Australia. Soddisfazione anche dai Social @MaterialiCasa: • da Facebook abbiamo avuto oltre 5.200.000 interazioni/ anno, pari ad un +284% sul precedente anno, con un tasso di engagement medio/post del 5% • da Instagram abbiamo avuto 360.500 interazioni/anno, pari ad un +32% sul precedente anno • da Twitter, al suo primo anno di lancio, abbiamo raccolto 138.000 interazioni, con un tasso di engagement medio/post del 5.7% Importanti anche i dati sulla diffusione digitale delle nostre

testate - Tile Italia, MaterialiCasa magazine, Tile International - dati che vanno ad aggiungersi alla consueta distribuzione delle copie cartacee sia postale sia presso le maggiori fiere internazionali di settore: • 169.800 sono le copie digitali/ anno inviate via newsletter di TILE ITALIA (4 numeri/anno) • 84.900 le copie digitali/ anno inviate di MaterialiCasa magazine (2 numeri/anno) • 330.500 le copie digitali/anno inviate di Tile International (3 numeri/anno), +7% sul 2018.

editoriale

MaterialiCasa.com: +60% di traffico

Programma editoriale 2020

A questo punto non ci resta che augurare a tutti, invitandovi a richiedere attraverso il QR qui a lato il nostro Programma Editoriale 2020, un fruttuoso nuovo anno. ✕

M AT E R I A L I A L Q U A D R AT O = M C 2

Dal 21 al 26 aprile 2020 MaterialiCasa.com vi aspetta al FuoriSalone con MATERIALI AL QUADRATO = MC2 Un allestimento poetico pensato, a partire dalla formula dell’energia E=MC2, per amplificare l’energia sprigionata dai materiali e dai loro elementi grazie ad un sapiente uso di luci, colori e arredi chiamati ad interagire tra loro.

Per la seconda volta MaterialiCasa sarà presente al Fuorisalone con una location nel cuore di Brera: un open-space a piano terra, in Via Statuto 13, a due passi da via Garibaldi e dalla fermata MM Moscova.

9 MaterialiCasa magazine 2/2019 1/2016


QUADRASTUDIO

La collezione “Rovere Termotrattato” presenta un trattamento termico ad alta temperatura allo scopo di togliere dal legno l’umidità e migliorarne alcune caratteristiche fisiche, come la resistenza al deterioramento causato da funghi e muffe e la stabilità e durevolezza riducendo così possibili rigonfiamenti e restringimenti. Original Parquet, attraverso una continua ricerca e sperimentazione, ha trovato il modo di non utilizzare prodotti chimici o additivi ma solo acqua e calore per sviluppare i termo-trattamenti.

www.originalparquet.com via Dell’Artigianato 18 . 48011 Alfonsine (RA) - Italy infoline. +39.0544.80696


Il marchio moda londinese River

scelto di utilizzare piastrelle di Cera-

circa 6.000 mq, è oggi caratterizzato

Island, per rinnovare il Lakeside

miche Piemme.

dall’effetto graniglia Venetian Marble*

Shopping Centre in Essex - fra i suoi

L’interno dello grande magazzino,

by Ceramiche PIEMME nella finitura

principali store del Regno Unito, ha

diviso su più livelli per un totale di

Rainbow, formato 60x120cm.

facebook.com/MaterialiCasa

twitter.com/MaterialiCasa

fotoNEWS

Ceramiche Piemme per il Lakeside Shopping Centre

*La collezione Venetian Marble by Ceramiche PIEMME abbina le prestazioni tecniche del gres porcellanato di ultima generazione all’estetica del

www.MaterialiCasa.com -

DAILY NEWS:

terrazzo alla veneziana. Utilizzato fin dall’antichità in Grecia, questo tipo di

12 MaterialiCasa magazine 2/2019

pavimento si è diffuso in Italia grazie agli antichi romani, affermandosi quale pavimentazione pregiata in tutta la penisola e in particolare in Veneto. Venetian Marble, disponibile in 4 tonalità -Rainbow, Cloud, Fog, Storm- e 2 formati (60x120 e 60x60cm) fa parte della gamma Ceramiche Piemme Contract (www.ceramichepiemme.it/contract/): una divisione nata nel 2019 e dedicata a collezioni ceramiche pensate per supportare il progettista nella scelta delle finiture di spazi pubblici e privati.


fotoNEWS

13 MaterialiCasa magazine 2/2019


fotoNEWS

Boero ridipinge l’Habana Il centro de L’Avana, la capitale

tra cui Paseo, 10 de Octubre, Presi-

profili specializzati per consentire

di Cuba caratterizzata dalle tinte

dentes e Galliano.

alla socia Vitral di produrre autono-

sgargianti delle sue architetture, in

Tra gli edifici più rappresentativi c’è il

mamente gli smalti e le pitture per

occasione dei 500 anni dalla fon-

restauro del Teatro America, simbolo

esterni più adeguati alle caratteristi-

dazione sarà ridipinta con i colori

della cultura cubana e affacciato in

che locali, caratterizzati da alta qualità

di Boero che, in totale, avrà fornito

Avenida Italia.

e «tropicalizzati», ovvero studiati per

www.MaterialiCasa.com -

DAILY NEWS:

facebook.com/MaterialiCasa

twitter.com/MaterialiCasa

oltre 3 milioni di litri di vernici.

14 MaterialiCasa magazine 2/2019

resistere all’umidità e alle temperature

ll progetto di riqualificazione de

Boero, che ha dedicato oltre 200

l’Avana, che proseguirà per tutto il

ore alla formazione di tecnici ed

2020, ha già consentito di ridipingere

imbianchini locali, ha anche messo

I primi contatti con Cuba del Gruppo

alcune delle avenidas più conosciute,

a disposizione un team di diversi

Boero avevano riguardato la fornitura

molto elevate.


fotoNEWS di pitture per interni ed esterni per la manutenzione di catene di alberghi internazionali a Varadero. Durante questo primo incarico la città di Baracoa venne distrutta dall’uragano Matthew, nell’ottobre 2016, e Boero decise di contribuire gratuitamente alla ricostruzione del municipio, del Museo di Colombo, della Casa dei Veterani e della storica chiesa di Nuestra Señora de la Asunción.

15 MaterialiCasa magazine 2/2019


by

#FuoriSalone2020 NUOVA location Via Statuto 13

Design Week

100 mq. nel cuore di Brera. Un open space a piano terra si affaccia in un prestigioso cortile milanese.

2018

in collaborazione con

info & booking: info@materialicasa.com

format di adesione pacchetti di comun


Cersaie 2019 REPORT

Segui: @MaterialiCasa • @TileEdizioni


2019

Cersaie

Cersaie 2019 - 37° edizione dell’evento - ha registrato 112.340 visitatori (+0,2% sul 2018), quasi la metà dei quali provenienti dall’estero, precisamente il 47,2% del totale. Gli stand allestiti sono stati in totale 889 (49 in più rispetto alla precedente edizione) e, di questi, ben 342 appartenevano ad aziende estere. Nel complesso le aziende estere espositrici hanno rappresentato il 38,5% su un totale di 869 provenienti da 40 Paesi. Come di consueto il comparto più rappresentato è stato quello delle piastrelle di ceramica con 458 imprese, seguito

18 MaterialiCasa magazine 2/2019

dall’arredobagno che, con 214 espositori (+30 rispetto alla edizione precedente), ha confermato la propria rilevanza. Risultati importanti per un evento che conferma la propria leadership mondiale e che, per il 2020, promette nuovi spazi espositivi con la disponibilità del Padiglione 37, in realizzazione presso l’Area 48.

Buona l’affluenza di pubblico agli eventi organizzati, in particolare sono state circa 2.500 le persone che hanno seguito le conferenze del programma culturale ‘costruire abitare pensare’, tenutosi alla Galleria dell’Architettura e che ha visto l’intervento di firme internazionali tra cui l’argentino Emilio Ambazs, precursore di una architettura


Il punto di vista

di MaterialiCasa by TILE ITALIA

green. Oltre 10.000 sono stati i visitatori della mostra Famous Bathroom, dedicata alle sale da bagno di 32 personaggi che hanno segnato la storia dell’OttoNovecento ed inaugurata con la prolusione di Philippe Daverio. Positiva anche la prima edizione di Archincont(r)act, organizzata al Padiglione 29, dove dieci studi di architettura di livello internazionale

si sono incontrati con realtà del Real Estate e developper immobiliari. Conferma di interesse e partecipazione anche per La Città della Posa, con i seminari tecnici dedicati alla posa delle grandi lastre e le varie aree dimostrative dedicate alla formazione. La delegazione del Cersaie Business, organizzato in

collaborazione con Regione Emilia Romagna ed Ice - Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane - era composta da circa 100 studi di architetti provenienti da Stati Uniti, Canada, Francia, Germania, Gran Bretagna, Repubbliche Baltiche, Scandinavia e Paesi del Golfo. Cersaie for Students ha coinvolto quest’anno 3.600 studenti di scuole superiori ed università, che hanno assistito ad incontri sui temi dell’intelligenza artificiale e del job building e sono stati protagonisti, con oltre 2.000 presenze, della lezione alla rovescia di Francesca Molteni. La partnership con Bologna Design Week, giunta al quinto anno, ha prodotto un ricco programma di eventi per il dopo salone in città, particolarmente apprezzato dai visitatori di Cersaie e che sarà ulteriormente sviluppato nelle prossime edizioni.

19 MaterialiCasa magazine 2/2019


2019

Cersaie

ADI CERAMICS & BATHROOM DESIGN AWARD: i vincitori della VI edizione con la proposta “Map Red-Overcome” by Andrea Bacci, in cui il controllo digitale dell’impasto permette di ottenere lastre dalle alte prestazioni tecnologiche abbinate ad un fondo decorato che riprende un’ideale ‘mappa’ metropolitana. Premiato anche Fittile con “Fuggo” by Sebastiano Canzano, un prodotto dove la “fuga”, da elemento di rottura, diventa il segno che costruisce la parete. Una menzione speciale è stata assegnata a Target Group per “Fuoriformato”, per l’uso combinato della decorazione digitale e dell’intervento pittorico manuale.

Il 37° Cersaie, ha visto l’assegnazione della VI edizione dell’ADI Ceramics & Bathroom Design Award, pensato per valorizzare i prodotti italiani più innovativi dei rispettivi comparti rappresentati dalla kermesse. Vincitore, nel comparto pietre naturali è stato eletto il marchio Corneli con “Iride”: un sistema di riuso degli scarti di lavorazione del marmo che, attraverso la ricostruzione di un blocco, permette la realizzazione di nuovi oggetti sostenibili. Nel settore della ceramica il premio è andato a Leonardo

Target Group

Leonardo

20 MaterialiCasa magazine 2/2019

Fittile

1

Corneli

Nella categoria arredobagno, i riconoscimenti sono andati a Rubinetterie Treemme con “Q30” un progetto che, attraverso la collaborazione tra ingegneria e design, crea un rubinetto di dimensioni e forme innovative. Albatros è stata premiata per il Secret System®, innovativo sistema idromassaggio dalla tecnologia nascosta che innova il design, riduce i consumi e utilizza esclusivamente materiali rigenerabili: “Syraka” e “Modula Pool” le due vasche esposte in fiera e premiate. Premiato anche Provex con “Iunix”, una cabina doccia senza telaio che permette di ridurre interventi sulla parete grazie ad una struttura di sostegno che garantisce un design minimale. Menzione a R&D Bertocci con il prodotto Officina Bertocci che punta sul recupero delle lavorazioni artigianali. I prodotti individuati nel corso di Cersaie 2019 rappresentano una pre-selezione per l’ADI Design Index 2020, pubblicazione annuale di ADI che raccoglie il miglior design italiano messo in produzione.

Treemme

Albatros

Provex


Allo stand FIANDRE l’ADI Booth Design Award 2019 Solid Drapery, lo stand disegnato da Studio MILO per Fiandre Architectural Surfaces al Cersaie 2019, ha vinto l’ADI Booth Design Award ‘19 con la seguente motivazione: “Per la capacità di rompere la rigidità e i vincoli del formato rettangolare, inventando una sorta di tendaggio perimetrale che favorisce la permeabilità visiva e sottolinea allo stesso tempo la potenzialità espressiva e compositiva del materiale ceramico e la capacità di ideare nuovi strumenti espositivi integrati al concept allestitivo”. Questa del 2019 è stata la prima edizione del premio ADI Booth Design, nato in collaborazione fra Associazione per il Disegno Industriale e Cersaie, al fine di valorizzare gli stand in grado di promuovere prodotto e brand value aziendale all’interno della fiera. La Giuria era composta da Cecilia Bione - Professoressa Accademia Belle Arti Bologna ed esperta di Exhibit Design, Pierluigi Molteni architetto e docente di Advanced Design ed esperto di Exhibit Design, Wladimiro Bendandi - delegato

ADI Delegazione Emilia Romagna ed esperto di comunicazione e brand identity. Il premio rappresenta una pre-selezione per l’ADI Design Index 2020, la pubblicazione annuale di ADI che raccoglie il miglior design italiano messo in produzione e selezionato dall’Osservatorio permanente del Design ADI. Un riconoscimento che mette in luce la capacità di Fiandre Architectural Surfaces di essere un brand innovativo sul prodotto, sul progetto e sulla comunicazione.

21 MaterialiCasa magazine 2/2019


2019

Cersaie

“FAMOUS BATHROOMS”, la mostra-evento Famous bathrooms questo il titolo della mostra, giunta alla VI edizione e curata da Angelo Dall’Aglio e Davide Vercelli, proposta quale “evento” in grado di coniugare le peculiarità espositive proprie di una galleria d’arte, cioè pochi prodotti esposti e ben rappresentati per ogni set, con le esigenze di un’esposizione B2B. Famous Bathrooms ha declinato libere interpretazioni e realizzazioni di stanze da bagno ispirate e dedicate a personaggi che

22 MaterialiCasa magazine 2/2019

hanno fatto la storia nell’Otto-Novecento: dai Beatles a Sigmund Freud, da Coco Chanel a Piet Mondrian, da Le Corbusier a Maria Callas. Ambienti bagno, collegati a figure affascinanti distintesi in ambiti molto differenti tra loro e immaginati con ironia hanno così generato set allestiti divertenti, a tratti anche dissacranti e, al tempo stesso, stimolanti. Ogni ambiente, intimo e a sé stante, è stato arredato con prodotti di altissima qualità provenienti da

primarie aziende. Tra i marchi che hanno preso parte all’esposizione ricordiamo: Slamp, Flaminia, Glas Italia, Lea Ceramiche, Seletti, Minacciolo e Pedrali. Brand riconosciuti a livello internazionale che hanno messo a disposizione i propri prodotti per realizzare preziosi set dall’ambientazione iconica e raffinata cogliendo, al contempo, l’occasione per incontrare professionisti internazionali del mondo del trade, del progetto e in ambito contract.


CERSAIE best in show Le foto di Giancarlo Pradelli in esclusiva assoluta per Materiali Casa Valentino by Ceramiche Piemme

CI HA COLPITO: colore, brillantezza, tridimensionalitĂ ... il lusso del rosso Valentino

23 MaterialiCasa magazine 2/2019


best in show

Cersaie

24 MaterialiCasa magazine 2/2019

Iris Ceramica

CI HA COLPITO: il lusso cromatico delle onici, trasposto su superfici, arredi, accessori


Gruppo Porcelanosa

CI HA COLPITO: la vastitĂ delle superfici e il mix&match di materiali, naturali e ceramici

25 MaterialiCasa magazine 2/2019


best in show

Cersaie

ABK

CI HA COLPITO: Grandissime lastre a effetto seminato veneziano, multicolori e personalizzabili

26 MaterialiCasa magazine 2/2019


Impronta Italgraniti

CI HA COLPITO: La geometria dorata, a effetto usurato, su superfcie levigata a specchio

27 MaterialiCasa magazine 2/2019


best in show

Cersaie

28 MaterialiCasa magazine 2/2019

Terratinta

CI HA COLPITO: la decorativitĂ a ispirazione botanica, con tratti acquarello


Unica by Target Studio

CI HA COLPITO: l’utilizzo di stampa digitale rifinita con personalizzazione pittorica a pennello

29 MaterialiCasa magazine 2/2019


best in show

Cersaie

Ragno

CI HA COLPITO: Il grafismo super pop e la scelta del colore, a contrasto col rigore degli accessori

30 MaterialiCasa magazine 2/2019


Cottovietri

CI HA COLPITO: cotto artigianale lavorato con effetto lucido-opaco, un sorprendente effetto 3D

31 MaterialiCasa magazine 2/2019


best in show

Cersaie

22 32 MaterialiCasa magazine 2/2019

RAK Ceramics

CI HA COLPITO: la ricchezza delle texture proposte per le lastre di grandissimo formato


Cercol presenta i rivoluzionari imballi in Alupack: estetica accattivante, conservazione migliorata anche in presenza di umiditĂ , esenti da polvere e facili da maneggiare grazie ai fori ergonomici.


NEWS facebook.com/MaterialiCasa

twitter.com/MaterialiCasa

Premio Achille Castiglioni design & ospitalità È iniziato il percorso di avvicinamento

co, si è svolto un incontro pubblico dal

tutta la città sui temi del design e del

al Premio Achille Castiglioni Design

titolo Premio Achille Castiglioni Design

bello, facendo proprio lo spirito della

& Ospitalità lanciato durante la

& Ospitalità - Vivere alla Castiglioni,

Design Week - spiega Fabio Calarco

Design Week 2019, nato - con il

dove si è parlato della predilezione

Presidente di OspitaMi -. Attraverso il

Patrocinio del Comune di Milano -

del Maestro per gli oggetti semplici

Premio, desideriamo sensibilizzare gli

per sottolineare l’importanza del

e funzionali legata all’avvento del

host sull’importanza di un’ospitalità di

design per un’ospitalità di qualità

design industriale. Hanno partecipato

qualità che si esprima attraverso case

e premiare la “miglior abitazio-

Giovanna Castiglioni, figlia e custode

belle e curate, primo biglietto da visita

ne di design destinata all’Home

dell’eredità del Maestro, e l’architetto

della città per il turista che arriva a

Sharing”.

Matteo Pirola, Docente di Architettura e

Milano.”

Promosso dall’Associazione Ospi-

Design presso il Politecnico di Milano.

taMi, che riunisce gli host milanesi

Il secondo appuntamento si è focaliz-

con l’obiettivo di valorizzare l’home

zato su Illuminazione e Design: l’armo-

sharing come tipologia a sé stante di

nia degli arredi per il benessere nelle

accoglienza, il percorso verso il Pre-

abitazioni. Relatori Piero Castiglioni

mio in programma durante la Design

e Davide Groppi, entrambi ideatori di

Week 2020 prevede una serie di

progetti originali e iconici conosciuti in

incontri sul design e temi affini due

tutto il mondo.

dei quali si sono già svolti.

“Quello verso il Premio Castiglioni è

Il 16 ottobre, presso l’Acquario Civi-

un percorso che punta a coinvolgere

Il nuovo FAB Iris Ceramica Group Durante Cersaie 2019 è stato inaugurato a Castellarano di Reggio Emilia il nuovo FAB - Fiandre Architectural Bureau - di Iris Ceramica Group: spazio espositivo dedicato agli addetti ai lavori e ai cultori del design. Il progetto è stato affidato allo

www.MaterialiCasa.com -

DAILY NEWS:

studio di architettura Iosa Ghini Associati con il quale Fiandre ha intrapreso un percorso di ridefinizione del linguaggio progettuale e delle logiche espositive sia degli spazi interni, che di quelli esterni. L’intervento di rinnovo ha interessato l’area interna dello showroom di 1.500 mq circa e il piazzale esterno

34 MaterialiCasa magazine 2/2019

MC magazine 1/2016


NEWS di 5.200 mq. Ogni singolo dettaglio archi-

gettuali del formato tradizionale attraverso

Le lastre in Arabescato Orobico di

tettonico ha previsto l’impiego di lastre

un percorso ispirato agli ambienti di un

Marmi Maximum rivestono le facciate

ceramiche lavorate secondo un’attenta

boutique-hotel che include la hall, il desk

ventilate esterne Granitech. Grazie

cura dei particolari.

d’accoglienza, l’area wellness e spa, le

alla tecnologia ACTIVE è stato inoltre

Gli spazi interni dello showroom sono

aree di collegamento ed accesso alle

realizzato un “polmone verde” e una

stati suddivisi in due grandi aree secondo

camere, la suite e i bagni. Una scelta

parete semicircolare rivestita in grandi

i due prodotti core del brand: le grandi

che sottolinea la capacità del brand nel

lastre Calacatta Light e Premium White

lastre e il formato tradizionale.

soddisfare le esigenze del settore Horeca

Active di Fiandre.

La prima area include la hall di acco-

e residenziale di lusso sia con pavimenti e

glienza e un’area bar-cucina con isola

rivestimenti, sia con arredi su misura.

rivestita con lastre SapienStone 12mm

Lo showroom FAB è affacciato su una

e Maximum 6mm di Fiandre. Il visitatore

piazza sopraelevata di circa 5.200 mq,

viene guidato lungo il percorso da un

prima adibita prevalentemente a parcheg-

intreccio di tubolari in ottone spazzolato

gio ed ora trasformata in area pedonale,

che incornicia anche il prodotto, dando

piantumata con alberi e dotata di elemen-

vita a un paesaggio quasi metafisico.

ti di arredo urbano rivestiti con superfici

La seconda area svela le possibilità pro-

Granitech per outdoor e Porcelaingres.

Mapei pubblica il 3° Bilancio di Sostenibilità Per il terzo anno consecutivo, nell’otti-

ambientali e per rendere più chiara ed

ca di una comunicazione trasparente,

efficace la definizione di alcuni temi già

Mapei pubblica il Bilancio di Sostenibilità,

esistenti.

relativo alle attività della capogruppo

Nel 2018 Mapei Italia ha generato

Mapei Italia e dalle consociate italiane

820,9 milioni di Euro di valore econo-

del Gruppo (Adesital, CerCol, Mosaico+,

mico distribuito agli stakeholder; ha

Polyglass, Vaga, Vinavil) operanti sul

investito 35,7 milioni di Euro in Ricer-

territorio nazionale. Il Bilancio di Soste-

ca & Sviluppo; ha introdotto sul mercato

nibilità, report sugli impatti ambientali,

108 nuovi prodotti; ha speso circa 32

sociali ed economici dell’azienda, è

milioni di Euro in contributi per iniziati-

redatto secondo i GRI (Global Repor-

ve sportive, culturali e sociali.

ting Initiative) Sustainability Reporting

Il 94% delle assunzioni sono a tempo

Standards.

indeterminato: un segnale importante

Il terzo Bilancio di Sostenibilità, relativo ai

dell’attenzione di Mapei verso i dipen-

risultati 2018, vede validati rispetto agli

denti. Attenzione che si allarga ad altre

anni precedenti i portatori di interesse

misure come l’erogazione di 42.200

di Mapei, mentre l’analisi di materialità è

ore di formazione totali, l’accordo

stata aggiornata per dare maggior peso

sindacale sulle ferie solidali e la banca

all’attenzione dell’azienda agli aspetti

ore etica.

35 MaterialiCasa magazine 2/2019


NEWS www.MaterialiCasa.com -

DAILY NEWS:

facebook.com/MaterialiCasa

twitter.com/MaterialiCasa

Silestone®: nuova campagna pubblicitaria con Cindy Crawford

36 MaterialiCasa magazine 2/2019

Silestone® by Cosentino presenta

le più avanzate caratteristiche tecniche

colori, tre finiture e diversi formati, le

“Tops on Top 2019”, campagna

delle superfici Cosentino.

superfici Silestone® sono la soluzione

pubblicitaria con Cindy Crawford, top

Silestone® by Cosentino, leader

ideale per cucine, bagni e progetti di

model ed imprenditrice di successo,

mondiale nel settore delle superfici in

grande portata come hotel, ristoran-

che rafforza il legame tra il marchio

quarzo, é composto per oltre il 90%

ti, ospedali e laboratori. La gamma

di Cosentino e il mondo della

da quarzo naturale. Questo mate-

Silestone comprende anche Eco Line,

moda e del design consolidandone

riale altamente tecnologico vanta

una linea di proposte composte per

il posizionamento nel settore delle

un’altissima resistenza a macchie,

almeno il 50% da materiali riciclati.

superfici in quarzo

colpi e graffi, oltre a essere

La campagna è stata lanciata il 17

caratterizzato da ridotto

settembre a Londra in occasione

assorbimento di liquidi.

di un evento esclusivo, presso il

Silestone® viene prodotto

ristorante ZELA, al quale hanno

impiegando l’esclusiva

partecipato alcuni dei principali clienti

tecnologia N-Boost,

e partner europei di Cosentino.

che semplifica la pulizia

Protagonisti dello spot sono una

e la manutenzione delle

splendida Cindy Crawford accanto a

superfici, aumentandone

uno spettacolare top in Silestone®

al contempo l’intensità e

Eternal Noir, nuova tonalità che co-

la brillantezza cromatica.

niuga un’estetica preziosa con tutte

Disponibile in oltre 90

Mapei vince il bando prevenzione CONAI 2019 Mapei è risultata vincitrice del

condario). Da 100 a 90 micron (-11%);

prima e dopo le modifiche introdotte.

“Bando per la prevenzione 2019 -

la diminuzione del peso del fustino

Gli imballi, insieme ai prodotti e

Valorizzare la sostenibilità ambientale

di ADESILEX MT32 (imballaggio

ai sistemi, sono costantemente

degli imballaggi” istituito dal CONAI

primario) da 290 g di PP a 258 g di PP.

oggetto di analisi da parte del team

(Consorzio Nazionale Imballaggi) e

Attraverso lo strumento Eco Tool

Environmental Sustainability Mapei

volto a premiare le soluzioni di

CONAI Mapei ha potuto constatare

packaging più innovative ed eco-

gli effetti positivi degli

sostenibili immesse sul mercato

interventi di prevenzione

nel biennio 2017-2018.

effettuati sugli imballaggi

I due interventi proposti da Mapei

(riduzione di emissioni

per il bando hanno riguardato: la

di CO2, riduzione di

diminuzione dello spessore del

consumi energetici e

tubolare elastico per la pallettizza-

riduzione di consumi di

zione e il fardellaggio dei bancali

acqua), confrontando la

di prodotto finito (imballaggio se-

soluzione di imballaggio


NEWS che, attraverso la metodologia LCA (Life

-. La costante attenzione che ponia-

Il Premio, promosso nell’ambito del pro-

Cycle Assessment), calcola l’impatto

mo nel ricercare e sviluppare soluzioni

getto Pensare Futuro per la promozione

ambientale del packaging e del prodotto

sempre più ecosostenibili si applica

tra le aziende di una cultura orientata

durante tutte le sue fasi di vita, “dalla

anche ai processi di produzione e alla

al rispetto dell’ambiente attraverso

culla alla tomba”.

realizzazione di imballi innovativi con

interventi in grado di rendere gli imballi

«La sostenibilità ambientale è oggi

riduzione dell’utilizzo di plastica. Vincere il

sempre più eco-compatibili, è stato

un elemento decisivo nelle strategie

Bando Prevenzione Conai 2019 ci rende

assegnato giovedì 14 novembre presso

di sviluppo aziendale di Mapei - ha

orgogliosi delle attività svolte finora e ci

la Triennale di Milano, durante l’evento

commentato Marco Squinzi, Direttore

spinge a investire per un futuro sempre

l’Economia del Futuro, organizzato da

Ricerca & Sviluppo del Gruppo Mapei

più sostenibile».

Corriere della Sera.

A Milano apre il nuovo showroom Vescom Vescom, produttrice e distributrice di

Un largo corridoio caratterizzato da un

rendere la stanza più grande -, ricorda

rivestimenti murali e tessuti per l’arre-

color turchese intenso, si snoda poi at-

l’architetto d’interni Bas van Tol che ha

damento e tendaggi destinati al merca-

traverso la sala mostra accompagnando

firmato il progetto - Volevamo ricreare la

to contract internazionale, sceglie come

alla scoperta dei differenti ambienti, dalla

stessa atmosfera, senza essere troppo

indirizzo per il suo nuovo showroom

main showroom all’area caffetteria.

letterali».

italiano un prestigioso palazzo d’epoca

Le pareti sono state visiva-

in Foro Bonaparte nel quartiere di Brera,

mente destrutturate attraverso

noto distretto del design di Milano.

un assemblaggio di texture e

Pensato come luogo d’incontro per

colori, quasi a creare un collage,

clienti, architetti, designer e profes-

mentre alcune sezioni del rive-

sionisti del settore, lo spazio verte su

stimento, stampate digitalmente

quattro sezioni che mostrano le varie

e raffiguranti le venature del

possibilità di applicazione dei prodotti

marmo - moderna rivisitazione

Vescom.

del passato dell’edificio e del

A spiccare ad un primo sguardo è la

contesto storico - sembrano

collezione Lismore che, applicata agli

evocare l’idea di “finestre” aper-

armadi e alle pareti, in differenti colori,

te verso un altro spazio.

crea un gioco di prospettive e rimandi,

«Le antiche pasticcerie milanesi

immergendo immediatamente il visitatore

utilizzavano spesso il trucco

nel concept del marchio olandese.

degli specchi sulle pareti per

37 MaterialiCasa magazine 2/2019


NEWS facebook.com/MaterialiCasa

twitter.com/MaterialiCasa

Florim apre a Singapore Dopo Milano, New York e Mosca,

design, ma è ormai

Florim annuncia l’apertura del nuovo

diventata un’azien-

Flagship Store di Singapore (63

da di design che

Mohamed Sultan Road, #01-14

produce materiale

Sultan Link - Singapore 239002)

ceramico. La rete

avvenuta lo scorso 29 novembre.

di nuove aperture

L’azienda annuncia, per il 2020,

è dunque coerente

l’apertura di altri Flagship Store in

con questa logica.”

giro per il mondo: “Sono 50 anni

I singoli Showro-

che ci impegniamo a trasformare la

om, dal raffinato

piastrella in un elemento di design

sistema espositivo

- sottolinea Claudio Lucchese, Presi-

e realizzati per

dente Florim Ceramiche - e vogliamo

rispondere alle

ospitano i diversi brand del Gruppo

mostrare al mondo i nostri risultati,

esigenze dei progettisti di tutto il

(Floor Gres, Rex, Casa dolce casa -

perché Florim non è più un’azienda

mondo facilitando il dialogo tra

Casamood, Cerim, CEDIT - Ceramiche

ceramica che vuole fare prodotti di

architetti/interior designer e azienda,

d’Italia e FLORIM stone).

A “ZIP” by Ceramica Bardelli gli Archiproducts Design Awards La prima collaborazione tra Cera-

elemento di separazione tra

mica Bardelli e Studio Meneghello

le piastrelle bensì di unione, è

Paolelli Associati ha dato vita a ZIP

una vera “cucitura” che decora

collezione di piastrelle ceramiche

e sigilla l’unione tra un modulo

vincitrice degli ADA - Archiproducts

e l’altro”.

Design Awards - nella categoria Finiture. Sono gli stessi designer Sandro Meneghello e Marco Paolelli a spiegare il concetto del progetto ZIP: “Abbiamo

www.MaterialiCasa.com -

DAILY NEWS:

pensato di spostare il focus della

38 MaterialiCasa magazine 2/2019

progettazione dalla superficie, volutamente lasciata neutra, all’elemento che scandisce la ripetizione del modulo a terra, la fuga. Abbiamo quindi interpretato la fuga come legante tra i moduli a terra, come una ZIP che scorre “su e giù” lungo tutta la superficie. La fuga, così, non è più


3D

Design

Solution

minimal design maximum sound absorption Phonolook Line by Eterno Ivica

www.eternoivica.com


Trends La ceramica e la stampa 3D: la costruzione di un nuovo paradigma creativo

40 MaterialiCasa magazine 2/2019

Guastalla vase, MCV container e Tai vase sono i tre elementi di design realizzati in ceramica nera proposti da Mario Cucinella Design per la MDW 2019. La collezione Building Objects nasce da un’idea di Mario Cucinella del 2018: l’intento è realizzare una nuova

concezione di prodotto di design partendo dalle linee delle architetture progettate. Il colore nero è dato dalla finitura con l’olio di semi di lino, mentre la realizzazione dei prototipi passa dalla tecnologia di stampa in 3D (Wasp). L’architettura diventa sperimentazione di prodotto e processo produttivo.


Ceramica & Design

di Federica Andreini

Quando il fuoco diventa musica

Spesso si parla di economia circolare e si fatica a capire come i prodotti possano essere efficienti e allo stesso tempo competitivi e di design. Pelty riesce a sintetizzare tutte queste caratteristiche in un unico prodotto: uno speaker Bluetooth azionato dal calore del

fuoco. L’idea è stata di Edoardo Bosio e unisce elementi come il legno, la ceramica e il vetro. Non ci sono cavi, nessuna batteria per l’alimentazione: basta la fiamma ad attivare la musica. Il collegamento al device é tramite Bluetooth. Benvenuto 5.0.

41 MaterialiCasa magazine 2/2019


materiali innovativi

urban design

42 MaterialiCasa magazine 2/2019

Il progetto di questo spettacolare complesso residenziale è dello Studio di architettura Mitarh, firmato da Branislav Mitrovic e Jelena Kuzmanovic. Un edificio che, nei 5.200 metri quadrati delle facciate, riproduce il dolce moto ondoso del mare Adriatico, su cui si affaccia dalla cittadina di Budva nel sud del Montenegro. Per realizzare il particolarissimo effetto “ad onda” i progettisti sono ricorsi al minerale compatto Krion® intervallato dall’uso in verticale dell’ardesia Airslate di L’Antic Colonial.

L’abbinamento dei due materiali ha anche consentito un particolare studio sul colore - eseguito dallo team tecnico di Butech -, alternando il bianco puro del Krion® con il grigio di Airslate, riproducendo così la gamma caratterizzante il paesaggio della Penisola Balcanica Il Royal Gardens è un esempio di una nuova tendenza architettonica che va affermandosi nei Balcani, ispirata al razionalismo e basata sul concetto di sostenibilità, oltre che sul gioco dei volumi e sul design minimalista. Il progetto, peraltro, trae ispirazione dalla morfologia del


Royal Gardens

“nuove onde� in Montenegro Quotidianamente... www.MaterialiCasa.com

www.porcelanosa.com Foto by: Slaven Vilus

43 MaterialiCasa magazine 2/2019


materiali innovativi

urban design

44 MaterialiCasa magazine 2/2019

Montenegro, dove le formazioni carsiche dialogano con i crateri e con le frondose foreste affacciate sul Danubio e sull’Adriatico. Ambienti naturali riproposti nella forma, nei colori e nei giardini ospitati sulle ampie terrazze del complesso residenziale. Gli autori, Branislav Mitrovic e Jelena Kuzmanovic, volevano dunque dotare il loro progetto di un concetto spaziale diverso, in contrasto con l’abitato di Budva sia per la forma architettonica sia per la differente organizzazione dei livelli spaziali, ma in grado di ricongiungere, grazie alle “onde”

racchiudenti giardini lussurreggianti, l’ambiente costiero con la ricchezza della flora dell’interno della regione balcanica. Guardandolo dal mare, il Royal Gardens appare con le candide linee orizzontali di Krion® interrotte da profonde ombre scure piene di verde in grado di “alleggerire” l’intera struttura, integrandola allo sfondo della collina su cui è adagiata.

La facciata in Krion® L’importanza acquisita dal Solid Surface Krion® nella realizzazione di questo edificio è totale: è grazie


alla sua capacità di termocurvarsi, alla sua facile manutenzione, al suo bianco puro e alla sua assenza di giunti che gli architetti sono stati in grado di modellare una facciata a volumi circolari. Un progetto la cui facciata si gira e si attorciglia grazie al sistema di posa K-Fix di Butech, un sistema di ancoraggio che rafforza ciascuno degli elementi costruttivi senza alterare la composizione dell’edificio.

Gli interni All’interno dell’edificio, sono stati utilizzati anche materiali naturali per rafforzare l’orografia balcanica che funge da cornice a questo complesso. È il caso del parquet Artisan 1L Wilde o Tortona 1L, nonché dei rivestimenti in pietra naturale di L’Antic Colonial. Per la reception e i corridoi è stata scelta la superficie minerale sinterizzata XLight Premium di Urbatek nelle finiture Savage Dark Polished e Kala White Polished.Il design d’interni che ritorna al marmo classico di Carrara è completato dal parquet ceramico Oxford di Par-Ker (Porcelanosa) e dai mobili in legno naturale di Gamadecor, come Leaf o quelli scolpiti nella pietra (Forma di L’Antic Colonial). Anche l’azienda di bagni Noken ha incorporato i suoi rubinetti Urban C Cromo, alleggerendo il design d’interni con pezzi all’avanguardia. 

45 MaterialiCasa magazine 2/2019


riqualificazione

aree esterne

46 MaterialiCasa magazine 2/2019

Paesaggio, funzionalità, durabilità: queste le tre parole chiave del progetto di riqualificazione del waterfront del Lungomare Trieste di Lignano Sabbiadoro, località alla cui bellezza va certamente attribuita buona parte del merito del risultato finale dell’intervento. Il cantiere, che ha richiesto due anni di lavori, si è concluso in occasione dell’inaugurazione della stagione turistica 2019, proprio nell’anno dedicato al Turismo Lento ed ha vinto il Cresco Award Città Sostenibili 2018. Il Lungomare Trieste, 8 chilometri di sabbia finissima lambiti dal biotipo di rara bellezza delle dune naturali, costituisce da oltre un secolo un’attrattiva turistica e paesaggistica: l’apertura del primo stabilimento balneare risale al 1903, a partire dagli anni Venti si sviluppano le infrastrutture a servizio del turismo e, negli anni Trenta, per pubblicizzare la località, si conia il felice slogan “Lignano dalla sabbia d’oro” da allora sinonimo della città. Tuttora Lignano è una meta turistica frequentatissima dell’alto Adriatico, in grado di offrire una vasta gamma di esperienze e di servizi. Intervenire nel contesto di Lignano Sabbiadoro significa quindi integrare e

armonizzare una serie di specificità ed esigenze particolari ma allo stesso tempo anche comuni a molti waterfront delle nostre coste, tra cui accessibilità, storia, servizi, sostenibilità ambientale sociale ed economica, natura, paesaggio.

Il progetto Il progetto si prefiggeva di coniugare virtuosamente verde e paesaggio, architettura e ridefinizione delle funzioni, mobilità e parcheggi, impianti tecnologici e sottoservizi. Per questo motivo, nella loro relazione i progettisti specificavano che “Il progetto del lungomare di Lignano Sabbiadoro prefigura un nuovo paesaggio, ove l’elemento vegetale gioca un ruolo chiave, sia in termini di preesistenza (il paesaggio da riconfigurare) che di progetto (il nuovo paesaggio del lungomare)”. Da parte della committenza - il Comune di Lignano Sabbiadoro - si richiedeva ai progettisti che l’intervento garantisse contemporaneamente la massima funzionalità, fruibilità e la massima durabilità dell’intervento, nell’ottica di ridurre al minimo le esigenze e i costi di manutenzione. Dalla Soprintendenza proveniva inoltre la richiesta di mantenere il peculiare disegno a maglie romboidali delle campiture della pavimentazione in calcestruzzo risalente agli anni Venti.

Il progetto è stato quindi concepito attribuendo alla pavimentazione del lungomare il compito chiave di ossatura portante di tutto l’intervento, di cerniera tra mare e città e di filo conduttore per assegnare gerarchia alle attività previste: marciapiedi, pista ciclabile, parcheggi, strada carrabile. La pavimentazione è stata composta come un vero e proprio “tappeto urbano”, una trama, capace di dare senso, accogliere e disegnare tutte le necessità funzionali del luogo, utilizzando principalmente due materiali: il calcestruzzo architettonico e la pietra naturale. Insieme alla completa riqualificazione del verde, la conservazione del patrimonio arbustivo del doppio filare storico del lungomare è l’elemento che nel progetto ricopre l’altro ruolo di protagonista. Un team di progettisti di landscaping, agronomi e tecnici esperti ha collaborato per accertare le condizioni ambientali del luogo, valutare i sistemi più innovativi per preservare le essenze preesistenti e identificare le essenze più idonee da introdurre. I tecnici del verde e quelli delle opere edili si sono quindi trovati ad affrontare le medesime sfide ambientali, legate alla rilevante salinità del luogo e alle severe condizioni climatiche invernali. Per questo motivo, la Direzione


Lignano Sabbiadoro,

il nuovo waterfront Courtesy of RealtĂ Mapei 155

www.mapei.it

47 MaterialiCasa magazine 2/2019


riqualificazione

aree esterne

Quotidianamente... www.MaterialiCasa.com

1 2

3

Lavori ha deciso di optare per sistemi di posa durevoli e in grado di resistere al gelo e disgelo, ai sali disgelanti e allo spray marino, identificando nei sistemi MAPESTONE e MAPEI COLOR PAVING® la soluzione più idonea.

Le soluzioni di Mapei per le pavimentazioni

La pavimentazione consiste in aree realizzate con pietra posata a campiture grigie e chiare alternate a formare un disegno

48 MaterialiCasa magazine 2/2019

1.

a “scacchiera irregolare”, utilizzata per il marciapiede lato nord e tutte le “piazze” presenti nel progetto, che costituiscono i punti nodali/focali dei flussi di percorrenza, mentre la pista ciclabile e il marciapiede sud sono stati realizzati con calcestruzzo lavato effetto ghiaia a vista. Entrambe le pavimentazioni sono sempre esposte al traffico carrabile e poggiano su sottofondo armato e portante in calcestruzzo. Per la pavimentazione in pietra delle piazze e dei marciapiedi nord, realizzati con due diversi materiali, il Giallo d’Istria con finitura bocciarda-

ta e la Pietra Piasentina con finitura fiammata o bocciardata, i tecnici Mapei hanno proposto l’applicazione del sistema MAPESTONE, studiato per realizzare pavimentazioni urbane in pietra durevoli a costi ridotti e con numerosi vantaggi. Il sistema MAPESTONE infatti offre prodotti in classe di esposizione XF4 e risponde ai requisiti richiesti nella normativa UNI 11714-1:2018 e UNI EN 206-1 per garantire la durabilità dell’opera. Le pavimentazioni in pietra realizzate con questo sistema non richiedono manutenzione per diversi anni, perché sono

Particolare della pavimentazione in calcestruzzo effetto lavato appositamente formulato per riprodurre l’aspetto della sabbia della spiaggia

2.

Stesura della boiacca di adesione con PLANICRETE sul retro delle lastre

3.

Lastra pronta per essere posata su letto di MAPESTONEW TFB CUBE

4/5. Stesura con racla del prodotto per stuccatura MAPESTONE PFS 2


SCHEDA PROGETTO: • Lungomare Trieste, Lignano Sabbiadoro (UD) • Periodo di costruzione: primi anni ‘50 • Anno di intervento: 2017- 2020 • Intervento Mapei: fornitura prodotti per la realizzazione di pavimentazioni architettoniche in pietra e in calcestruzzo • Committente: Comune di Lignano Sabbiadoro • Gruppo di progettazione: R.T.P. Proger spa, Archest srl, Seste Engineering srl, studio arch. Michielizanatta, arch. Gaetano De Napoli, Geomok srl • Imprese: A.T.I (Associazione Temporanea Impresa) Lungomare Lignano S.C.A R.L., Impresa Polese spa, Adriacos srl • Impresa esecutrice pavimentazioni architettoniche in calcestruzzo: Lithos Pav di Leone Savino • Impresa di posa della pietra: Posatori Porfido Meta sas, Posa Porfidi 3000 srl, Friulpose snc • Direzione lavori: ing. Lucio Asquini (direttore dei lavori), geom. Samuele Gialuz (direttore operativo opere edili), p.i. Massimiliano Travagini (direttore operativo impianti tecnologici), arch. Tommaso Michiele e Cristian Zanatta (direttore operativi artistici), arch. Flavio Trinca (direttore operativo paesaggio), dott. agron. Alessandro Ricetto (direttore operativo opere a verde, esperto alberature), ing. Moira Picotti (coordinatore della sicurezza in fase di esecuzione) • Coordinamento Mapei: Ivan Carlon, Marcello Deganutti, Giuseppe David, Claudio Azzena, Luca Nordio (Mapei Spa) • Prodotti Mapei: Mapei Color Paving®, Mapestone TFB Cube, Mapestone PFS 2, Planicrete

* Mapestone Tfb Cube - Malta premiscelata per massetti d’allettamento di pavimentazioni architettoniche in pietra, in classe di esposizione XF4 e XS3, conforme alla normativa UNI 11714-1:2018, ad alta resistenza e compressione, resistente ai sali disgelanti, ai cicli gelo-disgelo e all’acqua di mare. MAPESTONE TFB CUBE è indicato per realizzare sottofondi per pavimentazioni architettoniche in cubetti, ciottoli, smolleri, lastre, masselli ed elementi prefabbricati. 4

resistenti ai cicli di gelo-disgelo, ai sali disgelanti, alla pioggia, e la malta utilizzata non si disgrega ma rimane inalterata nel tempo. Inoltre, sono in grado di sopportare le sollecitazioni meccaniche causate dal passaggio di mezzi anche pesanti e non subiscono pericolosi affossamenti causati dal cedimento strutturale. Per l’allettamento delle lastre di pietra per spessori medi di circa 5 cm è stata utilizzata la malta premiscelata MAPESTONE TFB CUBE*, mentre per la realizzazione delle fughe (larghezza media di 5 mm) è stata applicata MAPESTO-

NE PFS2, malta premiscelata per la stuccatura di pavimentazioni architettoniche in lastre, cubetti e ciottoli. Per le pavimentazioni in calcestruzzo lavato effetto ghiaia a vista, riguardante il marciapiede sud e la pista ciclabile, i tecnici Mapei hanno proposto l’applicazione del sistema Mapei Color Paving®, sistema che permette di progettare e formulare ad hoc la pavimentazione in funzione delle sollecitazioni previste. Nel caso del waterfront di Lignano, l’applicazione del sistema ha permesso di personalizzare

5

l’impasto e gli inerti dello strato superficiale: per il marciapiede sud è stato scelto il color sabbia, ottenendo così l’effetto voluto di imitare la sabbia della spiaggia, mentre per la pista ciclabile e le altre aree sono stati scelti i colori grigio e rosso. Grazie a una variazione di pezzatura dell’inerte a vista e una leggera variazione del mix di colori degli stessi che la compongono sono stati evidenziati i punti di attacco e di differenziazioni tra le parti di pavimento con altra funzione. 

49 MaterialiCasa magazine 2/2019


benessere ambientale

edilizia residenziale

50 MaterialiCasa magazine 2/2019

Il paesaggio regolare della pianura emiliana ha ispirato il progetto architettonico di una residenza di campagna situata a Cento, Ferrara. Sorta sulle rovine di un antico casolare, l’abitazione - curata da ZSM STUDIO - si caratterizza per un’estetica razionale ma sofisticata, basata sull’intersezione tra un blocco monopiano che ospita la zona giorno e un volume su due livelli destinato ai locali accessori e alle camere da letto.

Serramenti a taglio termico

Il progetto si caratterizza per la costante ricerca di relazione fra ambienti abitati ed esterno, in una alternanza tra pieni e vuoti

delimitata da ampie vetrate che sostituiscono intere partizioni murarie inondando gli interni di luce naturale. Per ottimizzare le performance energetiche dell’involucro trasparente durante tutto l’arco dell’anno, sono stati scelti


Pareti trasparenti

per alte prestazioni energetiche serramenti in alluminio Schüco a taglio termico con vetri stratificati di sicurezza, abbinati ad un sistema di frangisole per la regolazione dell’apporto solare. • I grandi scorrevoli che mettono in diretta comunica-

zione gli ambienti domestici con il giardino circostante sono stati realizzati con il sistema in alluminio Schüco ASS 70 HI (High Insulation). Le sue elevate prestazioni in termini di isolamento termico non solo hanno

consentito di ridurre l’impatto energetico dell’edificio, grazie a un notevole risparmio sui costi di riscaldamento e raffrescamento, ma hanno incrementato anche il comfort indoor, regalando una migliore abitabilità

SCHEDA PROGETTO: • Concept architettonico: ZSM STUDIO - Bologna, arch. Marco Sita e ing. Stefano Zoffoli • Consulente: ing. Fausto Cattivelli • Impresa esecutrice: Campagnoli Costruzioni Cento • Serramenti in alluminio: Schüco • Facciate continue: Schüco FW 50+ • Scorrevoli: Schüco ASS 70 HI • Finestre a sporgere: Schüco AWS 114 • Finestre e portefinestre: Schüco AWS 75 SI • Fornitura, installazione: Cerchiari Group Srl

www.schueco.it Foto: Fabio Bascetta

51 MaterialiCasa magazine 2/2019


benessere ambientale

edilizia residenziale

Quotidianamente... www.MaterialiCasa.com

della casa fino a ridosso degli infissi, senza i fastidiosi sbalzi termici tipici delle aree vicino alle vetrate. • Per le finestre e le porte finestre, invece, è stato scelto il sistema in alluminio Schüco AWS 75 SI (Super Insulation), i cui speciali profili garantiscono un’elevata tenuta agli agenti atmosferici e rallentano i flussi termici dall’esterno all’interno e viceversa, preservando la temperatura indoor e ostacolando la formazione di condensa sull’infisso. Tale caratteristica si è rivelata utile soprattutto per le finestre di grandi dimensioni del

bagno padronale, in cui la vasca è sormontata da un doppio serramento quadrato. • Le specchiature fisse che si affacciano sulla corte interna sono state realizzate con il sistema per facciate Schüco FW 50+, a cui sono state abbinate le finestre in alluminio Schüco AWS 114. Queste ultime sono caratterizzate da una pratica apertura a sporgere motorizzata con la tecnologia di automazione Schüco TipTronic SimplySmart*, che permette di movimentare gli infissi con un semplice tocco sulla maniglia o con un clic sullo smartphone.

Scelta della finitura Per intonarsi alla tavolozza architettonica dell’abitazione, dove predominano i toni delle terre e le mura in pietra rievocano il passato di cascina rurale, tutti i telai dei sistemi in alluminio Schüco sono stati rifiniti con uno speciale processo di verniciatura nella tinta VIV 901 “Elettro Marrone”. Il risultato è un’atmosfera calda e accogliente, perfettamente in linea con l’immagine di rilassata ospitalità tipica delle case di campagna. 

* Schüco TipTronic SimplySmart - tecnologia di automazione gestibile con estrema semplicità attraverso la nuova Dashboard, che consente di ricevere informazioni aggiornate sullo stato dei serramenti e sulle eventuali attività di manutenzione da realizzare. La tecnologia TipTronic SimplySmart è dotabile anche di speciali sensori che registrano la situazione ambientale interna ed esterna regolando automaticamente l’apertura e la chiusura dei serramenti sulla base della salubrità dell’aria. Una specifica integrazione con sistemi di gestione domotica a comandi vocali, inoltre, rende possibile il controllo di finestre e scorrevoli anche attraverso il solo utilizzo della voce.

52 MaterialiCasa magazine 2/2019


terziario

spazi di lavoro

54 MaterialiCasa magazine 2/2019

Quotidianamente... www.MaterialiCasa.com


Casa Siemens a Milano

Casa Siemens è il nuovo headquarters di 15.500 mq che la multinazionale tedesca ha realizzato a Milano in via Vipiteno, su un’area complessiva di 86.000 mq., trasferendosi dalla vecchia sede di cui disponeva in Bicocca. Il progetto, che ha contribuito a ridisegnare l’area urbana riqualificando la periferia nord-est di Milano, è stato realizzato dallo studio Barreca & La Varra secondo le linee guida Construction Excellence Office Building dettate dall’azienda. Il risultato è quello di un edificio efficiente che minimizza l’impatto sul sito concentrando al massimo la costruzione, sfrutta al meglio l’orientamento rispetto alla luce solare, incorpora sistemi attivi e passivi di risparmio energetico e rispetta tutte le più stringenti normative di sicurezza.

Gli esterni L’edificio è costituito da un unico corpo ad “E” disposto intorno a due corti in parte pavimentate* ed in parte piantumate, sulle quali si affacciano al piano terra i servizi collettivi dell’auditorium, della mensa e del bar. I restanti tre piani ospitano gli uffici, articolati in open space, uffici privati e sale riunioni, dai quali è possibile accedere alle coperture giardino www.cottodeste.it Foto by: Carola Merello, Dario Tettamanzi

55 MaterialiCasa magazine 2/2019


terziario

spazi di lavoro

STUDIO BARRECA & LA VARRA: nasce nel 2008 a Milano, fondato da Gianandrea Barreca e Giovanni La Varra, già soci fondatori nel 1999 di Boeri Studio. Nel corso degli anni l’attività professionale dei due architetti ha acquisito rilievo nazionale e internazionale nel campo della progettazione urbana e architettonica, attraverso la partecipazione a concorsi e lo svolgimento di incarichi pubblici e privati per importanti gruppi italiani e stranieri.

56 MaterialiCasa magazine 2/2019

dell’auditorium e della mensa. Il fronte sud dell’edificio è piatto e lineare, e affaccia su un nuovo boulevard con ampi marciapiedi* e piste ciclabili intitolato al fondatore dell’azienda. Il fronte nord, invece, è volumetricamente più articolato e dinamico. L’immobile è circondato sui lati nord ed est più interni da aree verdi, sia per garantire la qualità degli spazi aperti sia per ampliare la distanza tra il nuovo edificio e quelli esistenti sulla via Vipiteno. Antistante l’ingresso dell’edificio è presente una delle quattro sculture disegnate da Daniel Libeskind che all’Expo2015 di Milano segnavano l’incrocio tra Cardo e Decumano, commissionate da Siemens.

La facciata La facciata è stata studiata e disegnata al fine di sfruttare al meglio la luce naturale, contemporaneamente controllando l’effetto esercitato dalla radiazione solare estiva e dalla dispersione invernale relativamente all’ottimizzazione dei consumi energetici. E’ quindi stato realizzato un sistema a fasce orizzontali alternativamente opache (parapetto e veletta) e trasparenti (finestre a nastro): il piano terra alterna, su tutte le facciate, pannellature cieche in gres grigio scuro* e trasparenti, finalizzate a generare un dialogo degli spazi interni con gli spazi aperti circostanti destinati a par-

cheggio e a verde, e in generale a ridurre la quantità di superfici vetrate. Nei piani superiori la facciata è ventilata e accostata a parti in vetro smaltato che impreziosisce l’edificio in virtù del gioco di riflessi che mette in campo. Tutte le finestre sono dotate di un sistema di tende lamellari motorizzate collegate a un sistema di rilevamento delle radiazioni solari che ne regola l’apertura a protezione dell’edificio.

Gli interni Al piano terra sono dedicate allo spazio auditorium quattro sale, realizzate con pareti mobili per poter essere unite e modificate a seconda delle necessità del momento.


La mensa, posizionata a fianco del conference center, è dotata di salette per gli ospiti e di sala consumazione dei collaboratori direttamente aperte sugli spazi esterni. Gli ambienti di servizio, come spogliatoi, lavaggio e cottura, zona carico scarico merci sono invece posizionati nella parte ovest e accessibili da via Ponte Nuovo. Gli uffici sono situati al primo, secondo e terzo piano e, progettati secondo il concept di smart working “Siemens Office”, si configurano come dei grandi open space interrotti da cinque corpi scala, di cui due principali, dotati di ascensore e montacarichi, che contribuiscono a dividere ogni piano in tre macro aree in cui lo spazio è organizzato secondo le diverse aree di business. 5

* Prodotti utilizzati • Nella definizione di superfici e finiture lo studio Barreca & La Varra ha scelto, per il rivestimento delle facciate esterne, Kerlite5plus il gres porcellanato laminato di Cotto d’Este con spessore 5,5 mm nella tonalità Auvergne Layè, della collezione Cluny. Kerlite, lastre ceramiche ultrasottili in grande formato, è la superficie universale per l’architettura: sottile, resistente e con un esclusivo rinforzo di fibra di vetro che la rende versatile e facile da utilizzare. • Grazie alla molteplicità di formati, colori e superfici tipici di Cotto d’Este, è stato possibile utilizzare la stessa Auvergne Layè, ma in variante spessorata 14mm, per i marciapiedi che contornano il perimetro della

ELENCO INSERZIONISTI Albatros.............................................................. 53 Anes..................................................................104 Assoposa.............................................................73

struttura, restituendo così una

Bertolotto............................................................. 6

perfetta continuità progettuale.

Cercol.................................................................. 33

• Per la pavimentazione interna del

Eternoivica......................................................... 39

piano terra è stato scelto Auvergne

Fassa Bortolo................................................78-79

Sablé ad alto spessore 14 mm, una

InTono................................................................. 77

superficie caratterizzata da una fine

Mapei............................................................ II Cop.

ruvidezza, priva di riflessi e dal gusto

Materialicasa..................................................... 15

più rustico, ideale per connotare con forza ed eleganza spazi residenziali e commerciali, grazie alla sua estetica lievemente mossa che restituisce tutto il fascino della pietra naturale. • Per le superfici a pavimento della corte interna è stata selezionata

Marocchi............................................................. 65 Murexin................................................................ 5 Original Parquet........................................... 10-11 Piemme ................................................................ 1 Porcelanosa.......................................................... 4 Progress Profiles...................................Copertina

infine la collezione SILVIS nella

Profilpas............................................................... 3

tonalità Robur, il gres porcellanato

Raimondi.............................................................. 2

spessorato 14 mm che conserva tutto

Rak ............................................................. III Cop.

il sapore del legno, del quale mantiene

Schlüter-Systems Italia.............................. IV Cop.

le lievi differenze di riflesso dovute a minime variazioni di profondità tra le fibre della materia.


progetti d’Autore

aree esterne

58 MaterialiCasa magazine 2/2019


Residenze Hadid, esterni a Milano

Completate due anni prima della Torre Generali, le Residenze Hadid di Milano - progettate dallo studio Zaha Hadid Architects - comprendono sette edifici per un totale di 38.000 metri quadrati di superficie suddivisi in 230 unità, oltre a 50.000 metri quadrati di parcheggi interrati. Gli edifici sono tutti diversi uno dall’altro, con altezze da 5 a 13 piani per un totale di 230 appartamenti. In modo opposto rispetto alla più famosa torre, le Residenze Hadid accentuano il concetto di

orizzontalità e di forme ondulate: l’elemento distintivo della composizione è infatti la sequenza di balconate curvilinee - rivestite in alluminio, vetro e legno di cedro canadese a doghe orizzontali - che danno alla costruzione un aspetto quasi organico.

L’area esterna Le forme curvilenee sono riprese anche nel disegno architettonico dell’area esterna, che riflette la sinuosità delle residenze. A occuparsi del progetto di pa-

vimentazione dell’area è stata chiamata ancora una volta (dopo il lavoro eseguito presso la piazza Torre Storta – Shopping District) IPM Italia, una delle realtà di spicco nel settore della produzione e posa di pavimentazioni per indoor e outdoor in resina e graniglia naturale. A seguire progetto e cantiere Andrea Penati, Direttore Tecnico di IPM Italia che racconta: “Abbiamo terminato il primo lotto per CityLife Shopping District nel 2018, perciò essere riconfermati nuovamente da CityLife S.p.A. sul progetto di pavimentazione delle residenze Hadid

www.ipmitalia.it

59 MaterialiCasa magazine 2/2019


progetti d’Autore

aree esterne

60 MaterialiCasa magazine 2/2019

è stato per noi di IPM Italia motivo di grande orgoglio. Il secondo lotto è appena terminato e ci ha visti impegnati su un’area complessiva molto più grande della precedente: 3.700 mq di pavimentazione che presentava però criticità diverse. Le Residenze Hadid sono infatti abitate ed è stato quindi cruciale, oltre che rispettare i pro-

tocolli di cantiere, anche riuscire a garantire una buona vivibilità dell’area durante i lavori, rispettando tassativamente le tempistiche concordate di chiusura”.

La soluzione IPM Italia Così come era già accaduto nel 2018 con il precedente cantiere del

* IPM GeoDrena® - Rivestimento applicabile su qualsiasi tipo di pavimentazione ciclopedonale e carrabile è un sistema 100% eco-friendly, ottenuto grazie agli inerti naturali miscelati con il legante eco-compatibile formulato esclusivo dei laboratori interni IPM. Una distesa di graniglie con le quali è possibile rivestire le pavimentazioni esistenti progettandone di nuove, realizzando tantissime rappresentazioni anche a tema ludico semplicemente giocando con l’alternanza delle colorazioni degli inerti.

CityLife Shopping District anche per l’area esterna delle Residenze Hadid, la scelta è ricaduta sul sistema di rivestimento IPM GeoDrena®* specifico per pavimentazioni continue all’aperto. IPM GeoDrena® è eco-friendly, drenante, traspirante e, grazie alla varietà e combinazione di colori e tagli delle graniglie naturali di pregio


Quotidianamente... www.MaterialiCasa.com

(marmo, quarzo, porfido, serpentino o granito), in grado di integrarsi perfettamente in qualsiasi spazio urbano, esaltandone valore, estetica e fruibilità. “La tecnica di posa in sequenza di IPM GeoDrena® ha permesso la replica fedele del disegno e l’accostamento di colori preventivamente definito: le graniglie naturali scelte

sono le medesime del primo lotto realizzato, ovvero marmo italiano di color bianco carrara, grigio ice blue e nero ebano”, racconta Andrea Tumiatti, Project Manager IPM GeoDrena®. Cruciale nella scelta del sistema sono state le caratteristiche tecniche di IPM GeoDrena®: resistenza all’usura, ai cicli gelo-disgelo, la durabilità nel tempo, la capacità di contrastare l’isola di calore quando le temperature si alzano e, soprattutto, l’elevata capacità drenante di IPM GeoDrena®, che si attesta su 2700 l/min/mq. “L’area esterna delle residenze poggia direttamente sui box: una delle sfide progettuali è stato quindi riuscire a coniugare l’altissima drenanza di IPM GeoDrena® con l’impermeabilizzazione della soletta soprastante i box. Abbiamo studiato e realizzato, in accordo con la direzione dei lavori, una soluzione

specifica che garantisce oggi piena rispondenza alla richiesta. Siamo poi passati alla fase di posa: le nostre squadre certificate hanno demolito la pavimentazione preesistente, che risultava ammolarata con fessurazioni e distaccamenti, miscelato direttamente in loco gli inerti con il legante eco-compatibile di nostra formulazione e produzione e quindi posato IPM GeoDrena®”, conclude Tumiatti. IPM Italia si è proposta a CityLife S.p.A. committente del progetto, come interlocutore unico garantendo grazie ai suoi 37 anni di esperienza grande capacità di gestione dei cantieri, rispetto dei tempi di esecuzione e una customizzazione del sistema, oltre a produzione e posa. A conferma delle caratteristiche di IPM GeoDrena®, il progetto di pavimentazione per le residenze Hadid è garantito da IPM Italia con postuma decennale. 5

IPM Italia, attiva dal 1981 e pioniere nel campo dei rivestimenti resinosi tecnici a tutt’oggi core business dell’azienda, si è anche imposta quale top player nel campo della produzione e posa di pavimentazioni continue indoor e outdoor, quali IPM GeoDrena® e la linea all’acqua traspirante IPM AQUAPERM. IPM Italia è da sempre rispettosa dell’ambiente: formula prodotti con un basso impatto ambientale caratterizzati da emissioni VOC bassissime se non nulle e opera secondo un proprio Sistema di Gestione Qualità, Ambiente, e Sicurezza Certificato UNI EN ISO 9001:2015 e UNI EN ISO 14001:2015. IPM Italia dispone di attestazione SOA in Categoria OS6, classifica IV. IPM Italia garantisce la formula All in One: gestione unica e diretta di formulazione, produzione, commercializzazione e posa di tutte le pavimentazioni.

61 MaterialiCasa magazine 2/2019


fitness e wellness

spazi pubblici

62 MaterialiCasa magazine 2/2019

All’interno del Centro polifunzionale “La Fabbrica” di Salerno è stato realizzato un nuovo villaggio fitness Virgin Active. I lavori di costruzione sono stati eseguiti dal Centro Edile Campano Srl con sede a Giugliano in Campania (NA) che, nella scelta dei prodotti e materiali di finitura, ha deciso di affidarsi all’esperienza e professionalità di Progress Profiles. L’azienda, con sede ad Asolo (TV), è da 34 anni primaria produttrice nel comparto dei pro-

fili tecnici e decorativi e dei sistemi di posa ed offre al mercato oltre 14.000 prodotti, coniugando tecnologie all’avanguardia e design funzionale.

Rifinire e proteggere il profilo delle pavimentazioni

Per le rifiniture interne del nuovo Virgin Active Salerno, il Centro Edile Campano ha quindi scelto di posare il BATTISCOPA 80,

utilizzandolo nell’intera area della palestra, per una lunghezza totale di 900 metri. I BATTISCOPA 80, scelti nella tipologia in alluminio anodizzato argento, hanno così “finito” il perimetro delle pavimentazioni sia nelle diverse sale del Gym Floor - dove si trovano le sale con attrezzature per allenamenti cardio e funzionali e la Sala Cycling -, sia nei locali adibiti a spogliatoi e servizi e lungo i corridoi. Pratico e semplice da posare, il


Nuovo Virgin Active Salerno

www.progressprofiles.com

63 MaterialiCasa magazine 2/2019


fitness e wellness

spazi pubblici

64 MaterialiCasa magazine 2/2019

BATTISCOPA 80 è dotato di adesivo e si completa con un’ampia gamma di pezzi speciali copritaglio (angoli interni o esterni, giunzioni e tappi di chiusura) e angolo interno ed esterno a filo, disponibili in plastica verniciata effetto alluminio, per garantire una perfetta messa in opera finale. Ideale per rifinire e proteggere il perimetro di qualunque pavimentazione - dal parquet al gres porcellanato, all’LVT - il BATTISCOPA 80 si adatta a ogni spazio e si contraddistingue per versatilità, funzionalità e resistenza a urti e usura.

Rifinire e proteggere i rivestimenti

All’interno dello stesso Centro polifunzionale è stata anche realizzata un’ampia area relax con sauna, bagno turco e comode zone doccia. Per rendere questi spazi di benessere ancora più eleganti e dare un tocco di luce anche agli spogliatoi, è stato inserito a finitura delle piastrellature da rivestimento uno dei profili più ricercati dell’azienda veneta, il Projolly Square nella finitura in acciaio inox AISI 304/1.4301-V2A lucido con pellicola protettiva e altezza 10 mm.

Caratterizzato dalla particolare forma ad angolo retto, il profilo si inserisce con armonia in qualunque spazio interno per proteggere gli angoli esterni dei rivestimenti e la loro chiusura perimetrale; può essere inoltre utilizzato come raccordo tra l’alzata e la pedata delle scale o come separazione tra parete e pavimento. L’estetica e la funzionalità delle soluzioni Progress Profiles, da 34 anni sinonimo di professionalità e alta qualità in tutto il mondo, hanno permesso di valorizzare gli interni sobri e moderni della nuova struttura. 5


Linearità essenziale per esporre materiali di alta gamma

QUBIK

Modello Comunitario Registrato Numero 001928490-0001/0004

DISPLAYS & SHOWROOMS - CONCEPT, DESIGN & MANUFACTURING Marocchi s.r.l. Via G. Di Vittorio, 3 40020 Casalfiumanese (Bologna) Italy

Tel. +39 0542 666136 Fax +39 0542 666762

marocchi@marocchi.com www.marocchi.com


risparmio & benessere

edilizia residenziale

66 MaterialiCasa magazine 2/2019

Villa Verona: abitazione a basso impatto ambientale realizzata con struttura in legno. Situata in una cittadina della bassa pianura veronese, esteticamente caratterizzata da forme minimali e pulite e da una tinteggiatura candida ed elegan-

te. Le vetrate a nastro “bucano� le facciate, consentendo un ottimale sfruttamento della luce solare. Quale struttura a basso impatto ambientale, Villa Verona gode di un alto isolamento termico che gli permette di contenere i consumi energetici necessari sia per il

riscaldamento sia per il raffrescamento.

Riscaldamento a pavimento

Quale impianto di riscaldamento a pavimento in grado


Villa Verona

tra design ed efficienza energetica di garantire il più alto risparmio energetico ed un ottimale comfort abitativo Studio Bomer, in accordo con la proprietà, ha scelto il sistema brevettato Schlüter®-BEKOTEC-THERM che, grazie al basso spessore, si è inserito nel progetto come un

valore aggiunto. Infatti, la speciale sezione ridotta, particolarità esclusiva dei pannelli radianti Schlüter®BEKOTEC-THERM, garantisce una bassa inerzia termica del sistema che, grazie al collocamento dei tubi scaldanti vicino alla superficie del pavimento, reagisce in modo

Ridotto consumo energetico, massimo comfort e spiccata contemporaneità: questo il concept del progetto dello Studio tecnico Bomer Arch Luigi Merlin e Filippo Zago

www.schlueter.it foto nella pagina: Maurizio Grisa

67 MaterialiCasa magazine 2/2019


risparmio & benessere

edilizia residenziale

estremamente veloce alle variazioni di temperatura (foto 1). Dal punto di vista economico, le basse temperature di mandata associate ad una bassissima dispersione del calore consentono un cospicuo risparmio in bolletta. In più, questo sistema di riscaldamento a pavimento è adattabile per il raffrescamento estivo. Dal punto di vista del benessere abitativo, il comfort è maggiore in quanto Schlüter®-BEKOTECTHERM permette una distribu-

MaterialiCasa magazine 2/2019

Dal punto di vista del design Schlüter®-BEKOTEC-THERM, installato sotto il pavimento ceramico, non comporta alcun vincolo per l’arredamento. Inoltre, grazie alla microfessurazione controllata, il massetto Bekotec non richiede giunti di controllo (giunti di frazionamento), evitando antiestetici tagli sulla superficie del pavimento.

Parte integrante del sistema è anche la guaina di separazione Schlüter®-DITRA-DRAIN 4 (ideale per la posa di grandi formati ceramici) che, installata sull’intera superficie tra massetto e pavimento, assorbe le tensioni provenienti dal sottofondo prevenendo in modo garantito la comparsa di crepe o fessurazioni in superficie (foto 2).

Zone umide A Villa Verona il benessere è garantito anche dalla presenza di una zona wellness e di docce spaziose,

1

4 2

68

zione omogenea del calore senza variazioni di temperatura percepite tra diverse zone dell’abitazione e non causa movimenti di polvere fastidiosi per la salute.

3


Quotidianamente... www.MaterialiCasa.com

2

prive di barriere architettoniche. Anche in questo caso sono stati scelti i sistemi di impermeabilizzazione Schlüter-Systems. Le pareti sono state impermeabilizzate con la guaina Schlüter®-KERDI 200 mentre, a pavimento, è stata installata la guaina di separazione e impermeabilizzazione Schlüter®-DITRA 25 (foto 3). Una scelta di design e funzionalità è stata effettuata anche nella realizzazione degli scarichi delle docce a filo pavimento: per quelle dei bagni padronali è stata adottata la versione lineare con griglia a scomparsa Schlüter®-KERDI-LINE

mentre, per i locali tecnici, è stato scelto il più classico scarico centrale Schlüter®-KERDI-DRAIN. (foto 4)

Protezione e drenaggio esterni

Per garantire il corretto drenaggio dell’acqua, la stratigrafia del marciapiede esterno ha previsto la posa sotto il massetto, della guaina Schlüter®-TROBA-PLUS 8G. Sopra il massetto è stata posata la guaina di desolidarizzazione e drenaggio per grandi formati Schlüter®-DITRA-DRAIN 4 con la

funzione di separare la pavimentazione dal supporto neutralizzando le tensioni derivanti dalle diverse dilatazioni di questi strati e garantendo così un pavimento privo di crepe e distacchi nel tempo. Grazie ai sistemi Schlüter-Systems e alla bravura del Maestro Posatore Assoposa Alessandro Menghini e dei suoi collaboratori, le aspettative della proprietà sono state soddisfatte in tempi brevi e con l’utilizzo della miglior tecnologia per la posa della ceramica. (foto 5)  5

69 MaterialiCasa magazine 2/2019


spazi esclusivi

hotellerie

Porto Cervo è un luogo in cui la cultura Sarda è fortemente radicata ma che, allo stesso tempo, costituisce un punto d’incontro del jet set internazionale. Per realizzare la Spa del lussuoso Hotel Romazzino, situato a 25 km dall’aeroporto di Olbia-Costa Smeralda e 5 da Porto Cervo, si è così deciso di voler raggiungere un elegante equilibrio tra finiture da artigianato locale, con i suoi colori a smalto e le sue tinte solari, e arredi con pezzi di raffinato design contemporaneo. Ad impreziosire l’ingresso della Spa dell’Hotel c’è una tenda in ceramica smaltata, pezzo unico disegnato appositamente per il Romazzino dall’Arch Roberto Murgia e prodotta da Cottovietri* : onde azzurre che richiamano il mare e accompagnano il cliente verso l’oasi di benessere. Un progetto pensato nel rispetto della filosofia dello Studio Roberto Murgia che “ritaglia su misura i contesti per le vite delle persone, cercando la sintonia col paesaggio che le ospita, prendendo spunto dai colori che le circondano. Il progetto è sempre l’esito di un

70 MaterialiCasa magazine 2/2019


La Spa dell’Hotel Romazzino Porto Cervo Quotidianamente... www.MaterialiCasa.com

www.cottovietri.it

* Le Ceramiche Cottovietri – Cava de’ Tirreni SA - sono fatte di argille scelte la cui purezza consente di plasmarne le forme secondo una manualità antica che le sottrae alla standardizzazione della macchina. Gli impasti di argille, colorate o lasciate nelle loro tonalità naturali, sono pressati a mano in telai di legno costruiti in svariate forme e dimensioni. La lisciatura delle superfici e la rettifica dei bordi sono eseguiti artigianalmente e precedono la successiva cottura nelle ‘fornaci’. Cottovietri dà potere al colore: policromia contro monocromia per rendere uno spazio prezioso superando stereotipi e convenzioni e celebrando l’estro di architetti e designer.

71 MaterialiCasa magazine 2/2019


spazi esclusivi

hotellerie

dialogo continuo col luogo e i clienti, sospeso tra artigianato e tecnologia, personalità ed atmosfere”. Una filosofia progettuale che ha portato ad una attenta ricerca di stile ed ha riguardato i rivestimenti di legno, disegnati ad hoc per i locali della Spa Romazzino e che seguono le forme morbide dell’edificio, giocando tra il bianco, co-

P | 10

lore dominante dell’hotel, e il legno, ad evocare gli alberi che affollano il giardino, arricchito da dettagli in ottone naturale spazzolato. La cultura artigianale non è semplicemente presa a copia, ma è stata reinterpretata nella scelta dei tessuti di Rubelli, che strizzano l’occhio ai motivi tradizionali, e nei vasi di Pretziada raffinata rivisitazione di quelli classici regionali. Le tinte vivaci dei puff di Minotti

e dei tappeti di Tai Ping riportano ai colori del Mediterraneo mentre, la matericità dei tavolini in ferro di Sciortino e di ceramica di Gervasoni, sono un richiamo agli elementi della terra. Nella zona relax una rivisitazione dei dehor di legno tipici della spiaggia portati dentro la Spa, sono cocoon rivestiti di preziosi tessuti per rilassarsi nella quiete dell’eleganza. 

P | 11

ISOLA BENESSERE

ROBERTO MURGIA: nato a Cagliari nel 1972, si laurea in Architettura a Genova, nel 1997 si trasferisce a Milano, dove collabora con diversi Studi, tra cui Stefano Boeri e Piuarch. Nel 2003, fonda studio FASE, un laboratorio interdisciplinare che si occupa di architettura e urbanistica, sviluppando progetti a diverse scale. Nel 2009, lascia studio FASE per concentrarsi su architettura, interni e design (www.robertomurgia.it). 178 | RMZ

72 MaterialiCasa magazine 2/2019

p rma


ASSOCIAZIONE NAZIONALE IMPRESE DI POSA E INSTALLATORI DI PIASTRELLATURE CERAMICHE

PRODUTTORI, RIVENDITE E POSATORI INSIEME PER PORTARE LA POSA ITALIANA A LIVELLI DI ECCELLENZA NEL MONDO Associarsi ASSOPOSA significa scommettere sulla propria professionalità , contribuire alla crescita del settore, poter portare avanti le proprie istanze nella filiera, conoscere e confrontarsi con i colleghi, fare esperienze formative e godere di vantaggi esclusivi per la tua professione

SCOMMETTI SULLA BUONA POSA. UNISCITI AD ASSOPOSA! PARTNER TECNICI

VAI SU WWW.ASSOPOSA.IT E SCOPRI COSA POSSIAMO FARE INSIEME

/ assoposa


riqualificazione e restauro

edifici storici

Castel Thun è un meraviglioso edificio medievale nella Val di Non, in Trentino Alto Adige, la cui storia inizia nel 1267 e raggiunge la massima gloria nel XVI secolo con i Conti Thun. Tra i castelli meglio conservati della zona, Castel Thun, caratterizzato da una struttura imponente ed estremamente elegante, appare come posto a dominare la sottostante e spettacolare valle, con una vista che spazia su boschi, ampi prati e lontane vette. Il maniero, oggi proprietà della Provincia Autonoma di Trento, è finalmente aperto al pubblico e, da austera sentinella della valle, si è trasformato in un museo “vivo” con oltre 400 pezzi di arredo originali tra mobilio e opere d’arte: uno splendido palcoscenico per rappresentazioni storico-teatrali, nonché sede di eventi ed iniziative culturali. L’architetto Adriano Conci, responsabile degli interventi di ristrutturazione di Castel Thun, spiega come gli ingenti lavori siano stati finalizzati alla completa riqualificazione dell’edificio, al fine di renderlo agibile per le nuove funzioni nel rispetto sia delle normative di sicurezza ed anti-incendio sia di quelle inerenti la salvaguardia dei Beni Culturali e Museali.

74 MaterialiCasa magazine 2/2019


Castel Thun in Trentino

Quotidianamente... www.MaterialiCasa.com

www.impertek.it

75 MaterialiCasa magazine 2/2019


riqualificazione

spazi commerciali

Il Cantinone Tra gli interventi più impegnativi vi è stato il recupero degli ampi locali del cosiddetto “Cantinone”, un tempo adibiti a stalla per i cavalli ed oggi destinati ad accogliere la straordinaria collezione di 15 carrozze, appartenenti alla famiglia Thun e risalenti agli anni tra il 1700 e il 1800. La difficoltà più importante, nel rendere gli antichi “fondi” adatti all’esposizione delle storiche carrozze e relativi finimenti originali, ha riguardato il risanamento dall’umidità.

Una umidità essenzialmente causata da due fattori: anzitutto il filtraggio di acqua meteorica dalla roccia affiorante su una parete, e che ha dovuto essere deviata e, inoltre, l’umidità di condensa a pavimento. Per risolvere definitivamente quest’ultimo problema è stato deciso di realizzare una pavimentazione rialzata, in modo da garantire un sistema di circolazione dell’aria al di sotto del tavolato di legno. Il ripristino dell’antica stalla ha avuto inizio con la rimozione dell’esistente

pavimentazione in cemento, realizzata negli anni ‘50, ed il successivo intervento di coibentazione dell’intera superficie. Si è quindi proceduto al posizionamento dei piedistalli necessari per sorreggere il nuovo piano di calpestio da realizzare con tavole di legno su un’area totale di 334 metri quadrati. Poiché la superficie di appoggio su cui posizionare i piedistalli era molto irregolare, sono stati necessari circa 800 supporti PEDESTAL LINE* di Impertek, in grado di livellare in maniera semplice e veloce le varie altezze del piano di posa. 

* PEDESTAL LINE di Impertek - sistema di piedistalli regolabili ed autolivellanti, prolunghe, livellatori e testine specifiche, ideato per la posa di pavimenti flottanti con qualunque tipo di finitura finale e in situazioni di posa anche molto problematiche (terreno irregolare, superfici d’acqua, ghiaino, guaine ecc.). I supporti PEDESTAL LINE, realizzati completamente in Italia con materiali riciclati e riciclabili, hanno una regolazione millimetrica in altezza da 10 a 1.020 mm e sono forniti di alette specifiche per pavimenti tile e decking, utilizzabili anche con magatelli e testine scorrevoli per la posa di lastre di grande formato o pavimentazioni miste. Ciascun piedistallo ha portata fino ai 1.000 kg, garantendo una struttura molto leggera sulla superfice di posa, ma estremamente resistente. Inoltre, le testine serie Balance sono autolivellanti e permettono una livellazione perfetta ed automatica del piano di posa fino al 5% di pendenza.

76 MaterialiCasa magazine 2/2019


CONSULENTI IN COMUNICAZIONE D’IMPRESA

COMUNICAZIONE STRATEGICA UFFICIO STAMPA & PR SOCIAL & WEB MARKETING

EVENTI

INtono Srl MODENA - MILANO - TORINO tel: +39 059 7400579/80 ufficiostampa@intono.it eventi@intono.it

www.intono.it


Hotel Colleverde Urbino Un rustico di inizio ‘900 ristrutturato, una camera con vista sui boschi di Montefeltro, a due passi da Urbino. Basterebbe questa posizione per fare dell’Hotel Colleverde un angolo di relax in cui staccare dal rumore, dal traffico e dalla confusione, ma i titolari hanno anche creato un incantevole centro benessere, dove concedersi una coccola ristoratrice.

ADVERTORIAL

Protagonista assoluta è la grande vasca idromassaggio che domina l’area benessere, con una serie di postazioni da cui godersi una vista spettacolare sulle colline. La Ditta Linea Posa di Misano Adriatico ha realizzato il lavoro utilizzando i prodotti del Sistema Posa Pavimenti e Rivestimenti Fassa Bortolo. In questa tipologia di interventi la qualità risulta decisiva, perché i rischi di danni e infiltrazioni sono amplificati dalla presenza dell’acqua. Il primo fondamentale passaggio del ciclo di intervento è consistito nella regolarizzazione del supporto, al fine di rendere le superfici interne della piscina resistenti, compatte, pulite, asciutte e prive di fessurazioni. Il sottofondo, sia a pavimento che

sulle pareti, è quindi stato rasato con la malta semi-rapida tixotropica e fibrorinforzata GAPER 3.30, usata generalmente per ripristinare gradini, avvallamenti o buche nei massetti e per preparare la superficie alla successiva posa di ceramiche, materiale lapideo o guaine impermeabilizzanti. Sono state applicate due mani di GAPER 3.30, intervallate dalla rete di armatura alcali-resistente FASSANET 160. La seconda fase del lavoro prevedeva l’incollaggio della membrana impermeabilizzante, eseguito con AZ 59 FLEX, un adesivo premiscelato secco composto da cemento Portland bianco o grigio, sabbie selezionate e un’alta percentuale di resine sintetiche ed additivi utili a mi-


ADVERTORIAL gliorare la lavorazione e l’adesione. L’ultima fase è stata dedicata alla posa dei mosaici, utilizzando l’adesivo, in versione extra-bianca ADYS insieme al lattice elasticizzante LATEX DE 80: questa combinazione è consigliata per aumentare l’elasticità e la deformabilità del collante. Infine, le fughe sono state riempite con il sigillante epossidico antiacido e bicomponente, BLUCOLORS. Di norma viene usato ovunque sia richiesto un alto livello di igiene, come appunto le piscine, perché ha un altissimo grado di resistenza meccanica e all’aggressione chimica. Oltre agli aspetti tecnici, la disponibilità di 13 tipi di colori consente di adottare gli opportuni accorgimenti estetici che, come in questo caso, sono un dettaglio

tutt’altro che trascurabile dell’intero lavoro. La vasca è infatti una delle maggiori attrattive dell’intera struttura, protagonista su tutto il materiale promozionale dell’hotel. In molti casi l’immagine di questa splendida piscina blu riesce già da sola a trasmettere quel senso di benessere e completo relax che l’Hotel Colleverde promette ai suoi ospiti. L’attenzione alla qualità del lavoro non compromette l’attenzione per i lavoratori stessi: è da segnalare infatti che tutte le malte e gli adesivi utilizzati sono certificati A+, secondo i parametri della severa normativa francese, e sono stati quindi studiati per mantenere un livello minimo di emissioni nocive, per non compromettere la salute degli utenti finali e di chi effettua la posa.

facebook.com/FassaBortolo

www.fassabortolo.it


what’s new: home SPA

SECRET SYSTEM

®

by ALBATROS

O C I G

O L O TO N C A

O S N I F O I F Z RA LEN SI

TE

www.albatros

wellness.it

1

80 MaterialiCasa magazine 2/2019

Presentata in anteprima al Cersaie di Bologna l’innovativa tecnologia Secret System® by Albatros, una tecnologia nascosta che rivoluziona il mondo dell’idromassaggio e le sue performance, riducendo i consumi ed utilizzando esclusivamente materiali rigenerabili. Secret System® è la rivoluzione dell’idromassaggio firmata Albatros: un sistema brevettato che racchiude innovazione di tecnologia e materiali ed è capace di nascondere alla

vista tutte le parti meccaniche per lasciare spazio solo al design, alla bellezza e al benessere. Materiale innovativo Le nuove vasche e minipiscine Secret System sono le uniche sul mercato interamente realizzate in Solid Surface colorato in massa e non in acrilico. Il Solid Surface è un materiale vellutato e piacevole al tatto che, oltre a garantire massima resistenza

ed igiene, è rigenerabile al 100%. Caratteristica fondamentale in un’ottica di sostenibilità ambientale ed economia circolare. Le vasche in Solid Surface, infatti, non hanno bisogno di rinforzare la propria struttura ricorrendo alla fibra di vetro, materiale tossico e di difficile smaltimento necessario per dare resistenza ai “gusci” in acrilico. Design raffinato Niente più bocchette in vista. Le caratteristiche fisiche del Solid


1. MODULA POOL design Claudio Papa Realizzata in Solid Surface in presso colaggio (ad iniezione) con stampo modulare, è la prima mini-piscina modulare che: • propone un vero massaggio Whirlpool con bocchette invisibili grazie al SecretSystem® • integra l’illuminazione (cromoterapia) all’interno del materiale della vasca • propone un innovativo sistema di ricircolo dell’acqua che abbina alla funzione del troppo pieno all’effetto bordo a sfioro 2. SYRAKA design Claudio Papa Realizzata con la tecnologia dello stampaggio ad iniezione in Solid Surface, si distingue per la forte ispirazione classica del design felicemente integrata da un’interpretazione moderna che ne fa un vero elemento di arredo, oltre che di benessere. Syraka, con comodo piano di appoggio su cui sono organizzati i comandi idraulici ed elettronici e con un bacino di contenimento 2

generoso e avvolgente, è dotata di:

Surface permettono una tale precisione nelle lavorazioni, fino al minimo dettaglio, da consentire l’abolizione delle bocchette idromassaggio sostituite da piccoli tagli sulla superficie della vasca, pressoché invisibili. Risultato: le pareti interne sono perfettamente bianche e liscie, prive di qualunque sovrastruttura, ed i getti Airpool (aria/acqua) si generano direttamente dal cuore della vasca con massima potenza e precisione del getto

ergonomico. Completamente nascosto anche il sistema di ricircolo Secret System®: un taglio, una linea sottile lungo il perimetro della vasca, consente all’acqua di defluire per essere depurata, riscaldata e reimmessa in vasca. Lo stesso taglio ospita il ricco sistema di Cromoterapia, invisibile a luci spente, ad illuminazione Led RGB. Più silenzio, meno consumi La pompa ad inverter è incas-

sata nella struttura della mini piscina ed è la più silenziosa sul mercato sia per i getti Whirpool che per il ricircolo dell’acqua. Non solo: la tecnologia Secret System® di Albatros consente una riduzione dei consumi energetici di circa l’80%. La tecnologia Secret System® prevede anche il funzionamento delle vasche idromassaggio tramite comandi vocali, particolarmente importanti per persone ipovedenti.

• sistema Whirlpool privo di bocchette, grazie al Secret System® • innovativo sistema di illuminazione integrata sul fondo della vasca ad esaltarne le forme interne ed il design.

81 MaterialiCasa magazine 2/2019


what’s new: parquet

SIGNATURE by WOODCO

O V I ST E

E AL G UG IAN O

G SIC I T AR S

S

O T A

www.woodco.it

82 MaterialiCasa magazine 2/2019

La collezione di parquet Signature di Woodco propone sei nuove colorazioni in noce caratterizzate da sfumature intense e suggestive, dedicate agli amanti delle mille sfaccet-

tature del legno. Sei le pregiate colorazioni: Veste di Monaco, Zibellino, Bruno di Marte, Foglia di Tabacco, Cammello e Noce Naturale. Parquet di alta qualità ideali per

valorizzare tutta la casa e qualsiasi tipo di stile, dal minimalista al più tradizionale. L’utilizzo di vernici all’acqua - atossiche, senza solventi - e di olio naturale, che nutre e


protegge la fibra del legno, assicura pavimenti privi di sostanze nocive, quindi salubri e innocui per la salute delle persone e dell’ambiente. Signature è una collezione di

pavimenti esclusivi, firmati da artigiani italiani esperti, riservata all’interior design più audace che non teme l’unione tra classicità e contemporaneità.

83 MaterialiCasa magazine 2/2019


what’s new: carta da parati

PURA

©

by PIXIE GROUP

A C I ER

T TE T A B EN E I T N T

S ATIL I S RE S

A

R E V

www.pixieonweb.com

84 MaterialiCasa magazine 2/2019

Sembra che ci siano più batteri su una mano che persone sulla terra… come vivere liberamente le superfici? Una soluzione arriva dal Pixie Research Lab di PIXIE group che ha messo a punto

PURA©, una innovativa linea di carta da parati antibatterica, indicata per pavimenti e rivestimenti. Perché con PURA© è meglio: 1. la funzione antibatterica proviene dagli ioni d’argento

integrati nella superficie che bloccano la proliferazione dei batteri, garantendo una protezione h24 efficace e duratura in grado di eliminare fino al 99,9% dei batteri comuni; 2. la tecnologia antibatterica di


PURA©, riducendo i batteri, riduce anche l’insorgenza di odori; 3. la carta da parati PURA©, inoltre, è dotata di: elevata elasticità e alta resistenza agli urti, all’abrasione e all’usura, è adatta a

zone umide quali box doccia, è anti-macchia e resistente alla luce; 4. non produce barriera vapore, lasciando la superficie libera di “respirare” e favorendo il benessere abitativo; non contie-

ne solventi e non emette sostanze nocive né durante la posa né dopo; posa semplice e rapida anche in sovrapposizione a pavimenti e rivestimenti esistenti.

85 MaterialiCasa magazine 2/2019


what’s new: rivestimenti

SUPERFICI IN VETRO

by VETROCOLOR

A C I M A T A A N

DI FFIN NTE A A

G E EL

R

www.vetrocolor.it

86 MaterialiCasa magazine 2/2019

Da oltre 30 anni l’azienda toscana produce lastre da rivestimento in vetro, con riconoscimento internazionale derivato da un’intensa attività di ricerca

condotta nel rispetto dell’antica tradizione vetraia di Colle Val d’Elsa (SI). Le raffinate lavorazioni trasformano il vetro in qualcosa di prezioso

ed affascinante, traendo ispirazione da infinite texture naturali. Onde fluide e sinuose, colori brillanti, preziose foglie metalliche e una gamma cromatica molto varie-


gata permettono di creare combinazioni personalizzate, uniche. Dagli accostamenti piĂš delicati a quelli piĂš audaci gli ambienti assumono carattere e personalitĂ

87 MaterialiCasa magazine 2/2019


what’s new: cucine

CONTEMPORARY

by MINACCIOLO

E L I IIB

D N FO

ON

E R LA

INC DU A O IC

M

N O

IC

www.minacciolo.it

88 MaterialiCasa magazine 2/2019

L’azienda, apprezzata nel mondo per l’originalità dei suoi prodotti, per l’impiego di materiali ricercati e per design e produzione assolutamente made in Italy, propone alcune novità per la collezione

da cucina Contemporary. La prima novità riguarda una nuova finitura delle colonne contenitrici Natural Skin, in ottone brunito, che va ad aggiungersi a quelle già disponibili in rame,

acciaio e ottone. La stessa finitura viene ripresa anche per gli accessori di Wall Play, la boiserie componibile che può essere attrezzata a supporto della cucina o della zona giorno.


La seconda novità riguarda l’isola Minà ed un suo nuovo piano di lavoro in Cementoskin®. Il piano è proposto in una composizione geometrica di piastrelle in vari formati in cemento nero ad alte

prestazioni. Resistente a qualsiasi tipo di sporco, Cementoskin® si candida ad essere tra i materiali più affascinanti e innovativi nell’ambiente cucina. Le piastrelle sono intervallate

da preziosi inserti in ottone, che riprendono la finitura Ottone Vintage del piano snack. La composizione è accompagnata da Mammut, l’inconfondibile cappa dal design industriale.

89 MaterialiCasa magazine 2/2019


what’s new: profili decorativi

XL DESIGN by PROFILPAS

I I V I C I T A G V O O L

I T A N I

INN CNO

TE

F F RA

www.profilpas.com

90 MaterialiCasa magazine 2/2019

XL Design by Profilpas propone 9 nuove finiture per la linea di profili per grandi formati. XL Design è la linea di profili dedicata al mondo delle

lastre di grande formato ed è pensata per valorizzarne le dimensioni e creare originali effetti di luce e ombra. Infatti la gamma di listelli decorativi, profili per angoli esterni e

battiscopa, disponibili anche con luce LED, arricchiscono gli ambienti, sia residenziali che contract, diventando veri e propri elementi decorativi. Oltre alla lucentezza e all’ele-


ganza dell’ottone cromato e alla modernità dell’alluminio nelle finiture bril, satinato titanio, bianco ST e nero ST, da oggi è possibile scegliere anche tra 9 nuove finiture di alluminio verniciato:

una gamma di colori tra cui sei originali effetti cemento, due speciali tonalità metallo e un bianco caratterizzato da una colorazione straordinariamente uniforme e piena.

91 MaterialiCasa magazine 2/2019


what’s new: porte da interni

WALLDOOR by BERTOLOTTO

A C I G

O L A O T U CN

E L A I TE O Z INC SEN ES NS

www.bertolot

to.com

92 MaterialiCasa magazine 2/2019

La porta filomuro Walldoor, dalle linee essenziali, esprime inedite finiture ottenute con particelle metalliche ossidate che rendono unica ogni anta. La finitura Walldoor Surface

Metalli è realizzata con vernici in cui è miscelata un’alta percentuale di metalli ed in grado di riprodurre un effetto, realistico alla vista e al tatto, e addirittura riproducente l’effetto magnetico nella finitu-

ra Ferro. Cinque i metalli proposti: Ferro, Rame, Bronzo, Ottone e Stagno. Disponibili anche le finiture ossidate, con la fiunitura in Ferro trasformata in vera Ruggine dalle sfumature


Ottone Ossidato

Rame

rossastre. Il sistema Walldoor, a filo muro, è composto da un telaio che si adatta sia a pareti in muratura che a tramezzi in cartongesso, grazie agli speciali sistemi di ancoraggio.

Il telaio è realizzato in alluminio estruso trattabile con pitture murali. L’anta è costituita da un telaio in massello di legno pregiato con riempimento alleggerito, disponibile con finitura primer o

laccata. La serratura magnetica e le cerniere a scomparsa permettono aperture e chiusure silenziose, rapide e precise. Dimensioni: cm 60-110x160300h

93 MaterialiCasa magazine 2/2019


what’s new: pavimenti sportivi

MyTARAFLEX

®

by GERFLOR

E L I AB

Z Z I O L T A A N Z

E T Z O I N S T A R R PE MO RM AM RFO PE www.gerflor.it

94 MaterialiCasa magazine 2/2019

Quest’anno Gerflor presenta una particolare novità per MyTaraflex® dal 1947, anno di nascita dei primi pavimenti sportivi in PVC, pavimentazione sportiva per eccellenza. Il pavimento più amato dallo

sport è infatti ora disponibile con finiture ottenute da stampa digitale che consentono la personalizzazione assoluta di ogni palestra, sarà infatti possibile disegnare il pavimento con qualunque motivo estetico.

Questo servizio, disponibile per tutti i prodotti della gamma MyTaraflex® (Taraflex Surface, Taraflex Multi-use, Taraflex Evolution, etc), richiede ordini per un minimo di 240 mq. Inoltre, grazie al programma Court Designer disponibile sul


sito web, è possibile visualizzare il progetto della propria palestra con il design scelto. A catalogo, MyTaraflex® è disponibile in 5 finiture - Pure Concrete, Wood Crosscut, Golden Herringbone, Blue Wave, Spring

Grass - riproducenti dall’acqua della piscina all’erba del campo di gioco. Nelle strutture sportive di tutto il mondo sono stati complessivamente installati 40milioni di mq di Taraflex®. Il segreto di tanto suc-

cesso è una tecnologia continuamente migliorata per potenziare la capacità del pavimento di assorbire gli urti. Tutti i prodotti Taraflex® sono certificati ISO9001 e possono avere una posa fissa o amovibile.

95 MaterialiCasa magazine 2/2019


what’s new: parquet

2 STRATI by BAUWERK

E L I E O B T T A ST GAN CA

E L E

I F I RT

E C

www.bauwerk-parket

t.com

96 MaterialiCasa magazine 2/2019

Come coniugare il riscaldamento a pavimento con il legno di qualità? Con il parquet a due strati: legno nobile e una base in abete o HDF (certificato EC1). In questo

modo Bauwerk coniuga il calore naturale di legnami europei certificati alla trasmittanza termica del supporto. A ciò si uniscono i vantaggi di una posa semplificata e garanti-

ta nel tempo. La tecnologia due strati assicura infatti maggiore stabilità alla pavimentazione proteggendola dal rischio “imbarcamento” o fessurazioni. Caratteristiche importanti specie


nell’ambito di ristrutturazioni o costruzioni dove il riscaldamento a terra può rappresentare una soluzione a problemi di umidità o di doppio utilizzo ad esempio tra mansarda e camera da letto.

97 MaterialiCasa magazine 2/2019


what’s new: superfici tecniche

CHROMICA-DEKTON

®

by COSENTINO

A C I AT EA

M AN O CR OR

O MP N MO TE

A T T N A CO MP O C

www.cosentino.com

98 MaterialiCasa magazine 2/2019

Dekton®, la rivoluzionaria superficie ultracompatta creata dal Gruppo Cosentino per il mondo dell’architettura e del design, riconferma la propria carica innovativa con il lancio della serie Chromica, per il momento com-

posta da due straordinarie tonalità: Baltic e Feroe. Le due proposte monocromatiche, ispirate dalle ultime tendenze provenienti dal mondo della decorazione, offrono una base scura con finitura opaca e sono frutto della collaborazione

con l’architetto Daniel Germani che commenta: “Chromica rappresenta una nuova esplorazione cromatica. Nella fase di ricerca di nuove tonalità che si sposassero bene con materiali sia organici, sia tecnici, ho realizzato che la soluzio-


ne era sempre stata davanti ai miei occhi… toni scuri di blu e di verde. Questi due colori, infatti, sono perfetti sia combinati tra loro, sia in contrasto con altri. L’unica difficoltà è stata quella di identificare sfumature che potessero adattarsi bene

a spazi sia tradizionali sia contemporanei, interni ed esterni. Il processo di scelta è stato molto intuitivo e la collaborazione con il Dipartimento di Ricerca & Sviluppo del Gruppo Cosentino lo ha reso ancor più semplice”

Ispirate ai colori degli angoli più remoti del pianeta, queste nuove proposte simboleggiano forza e determinazione e vanno ad arricchire la vasta palette cromatica di Dekton®.

99 MaterialiCasa magazine 2/2019


what’s new: superfici tecniche

COREtec

©

AETERNO by RAVAIOLI LEGNAMI

E T EN

B R O

E L I AB

S S E A T N NO

FO

S E R

E T IS

E M ER

P IM

www.aeterno.it

100 MaterialiCasa magazine 2/2019

COREtec® The Naturals è una nuova linea di pavimentazioni in MLF (Multi-Layer Flooring) che riproduce fedelmente l’estetica dei pavimenti in legno.

Le superfici in MLF costituiscono una categoria di pavimentazioni semi-rigide con struttura a più strati: uno strato superiore resistente all’usura, uno strato di superficie decorativo, un substrato

e un supporto. - Il supporto in sughero rende le pavimetazioni in COREtec® The Naturals calde e silenziose, rendendo inutile l’uso di tappetini fonoassorbenti, mentre, grazie


all’incastro a click, permette una posa flottante facile e veloce. - Il nucleo estruso di COREtec® The Naturals è costituito da legno riciclato, polvere di bambù, pietra calcarea e pvc vergine.

- Lo strato decorativo è rivestito da un layer protettivo altamente resistente alle macchie e ai graffi, perfettamente riproducente l’estetica dei pavimenti di legno. COREtec® è 100% impermeabile,

quindi ideale anche in ambienti umidi come bagni e cucine, ed è coperto da garanzia a vita per usi residenziali. Ideali sia per nuove realizzazioni che per ripristini e ristrutturazioni, i pavimenti COREtec® hanno innumerevoli punti di forza: • resistenza al calpestio più elevata sul mercato • elevatissima stabilità dimensionale • posa priva di giunti di dilatazione anche in grandi spazi • possibilità di posa in sovrapposizione a pavimentazioni preesistenti • facile da installare • riduce ed attutisce il rumore • adatto ad animali domestici.

101 MaterialiCasa magazine 2/2019


what’s new: ceramica

AGATHÒS

by ENERGIEKER

E T AN NO

GIG DER TILE O A

S R VE

M

www.energieker.it

102 MaterialiCasa magazine 2/2019

Energieker presenta un nuovo e raffinato progetto che prende il nome di Agathòs (foto a sx): espressione realistica e fedele

della pietra, la serie è disponibile in quattro diversi colori e nei formati più tradizionali come il 30,8x61,5cm fino ai formati EKx-

treme come il 121x270. Agathòs è disponibile anche in versione Book-Match, nelle finiture lappato campo pieno e naturale.


Sahara Noir (foto a dx), mix di stile e modernità, è una collezione ideale per pavimenti e rivestimenti di spazi residenziali e commerciali. In foto

una porzione della stazione centrale dei treni di Pescara, realizzata con i formati EKxtreme del Sahara Noir Black e White, finitura lappato cam-

po pieno. La serie è disponibile in un’ampia gamma di formati fino al 160x320 in spessore 6 e 12 mm.

103 MaterialiCasa magazine 2/2019


CARTA, ENERGIA PER LA MENTE Il 60% dell’energia usata per produrre la carta in Europa è rinnovabile. Leggere su carta non consuma e rimane impresso. Questa è una notizia, vera.

Scopri le notizie vere sulla carta www.naturalmenteioamolacarta.it Fonte: Statistiche CEPI, 2018 CEPI rappresenta il 92% della produzione europea di carta e paste per carta


Sanitaryware Wall Floor

RAKCERAMICS.COM

: RAK-ILLUSION : MAXIMUS MEDICEA MARBLE : LAVA CONCRETE


Profile for Tile Edizioni

MaterialiCasa Magazine 2/2019  

In questo numero: Royal Gardens “nuove onde” in Montenegro • Lignano Sabbiadoro, il nuovo waterfront • Pareti trasparenti per alte prestazio...

MaterialiCasa Magazine 2/2019  

In questo numero: Royal Gardens “nuove onde” in Montenegro • Lignano Sabbiadoro, il nuovo waterfront • Pareti trasparenti per alte prestazio...