Issuu on Google+

gennaio 2012 â‚Ź 3,00

Poste Italiane Spa Spedizione in abbonamento postale D. L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art.1 comma 1, LO/MI Roserio.

stalker vessatori da salvare incalzati dal rancore si accaniscono contro ex partner, avvocati e camici bianchi. Senza una cura, uno su tre torna a delinquere.

031


fotoreportage urbano | a cura di | polifemo | www.polifemo.org Costruite per sfruttare la bellezza della pineta marittima di Castel Volturno, dopo i terremoti del 1978 e 1980, queste case-vacanza hanno ospitato migliaia di sfollati. In seguito anche i quartieri pi첫 prestigiosi, tra cui il Parco Saraceno, ritratto in questa pagina, sono stati via via abbandonati.

16

| 031 | gennaio 12


degrado modello ≈ Polifemo è un’associazione di fotografi

| fotografie e testo | vincenzo papa

il villaggio coppola, terra di nessuno nel cuore di gomorra.

S

uggestive dune di sabbia e una rigogliosa pineta a soli 20 km da Napoli. Uno spicchio di litorale domizio il cui fascino non è sfuggito ai fratelli Coppola, costruttori edili, che negli anni Sessanta hanno deciso di trasformarlo in Pinetamare, un enorme comprensorio turistico in grado di ospitare 15mila persone. Un villaggio modello, abitato prima dai militari della Nato e poi dai terremotati,

oggi diventato un ricettacolo di abusivismo, miseria e malavita. Ci si arriva percorrendo la Domitiana, nome comune della SS7 quater, la strada che attraversa i territori della provincia di Caserta controllati dal clan dei Casalesi, da Mondragone a Castel Volturno, di cui “Villaggio Coppola” è una sorta di protuberanza. Siamo nel cuore della Gomorra di Saviano, habitat di latitanti che qui hanno potuto “sopravvivere” tra alberghi di lusso e campi da golf. Contraddizioni attraverso cui la statale 7 quater non si stanca di passare.

professionisti con base a Milano, che si propone di diffondere la cultura dell’immagine e della comunicazione visiva.

La desolazione regna anche sulle rovine del parco acquatico Rio bleu. Qui vicino c’è il moderno centro sportivo dove si allena la squadra di calcio del Napoli.

| 031 | gennaio 12

17


Parcheggiatori improvvisati accolgono la gente che partecipa alla festa della Madonna del mare, a Ferragosto. Nonostante il divieto di balneazione, ogni estate le spiagge del Villaggio sono prese d’assalto da turisti di poche pretese.

18

| 031 | gennaio 12

| fotoreportage urbano


Vincenzo Papa Nato a Formia (Lt) il 2 febbraio del 1985, è cresciuto lungo il litorale domizio. Dopo una laurea in Economia oggi vive a Brescia, dove lavora come controller industriale nel settore automotive. Il suo incontro con la fotografia è avvenuto relativamente tardi, ma è stato come una folgorazione: il reportage e il bianco e nero sono divenuti i suoi elementi primari, soprattutto se accompagnati all’utilizzo spinto del grandangolo.

Il degrado diffuso è il motivo degli annosi progetti di abbattimento. Lo spiazzo con le torri saracene, dove alcune case sono già state rase al suolo, è diventato luogo di prostituzione.

Un occupante abusivo, tra i pochi abitanti “stabili” del Parco Saraceno, posa sulla scalinata d’ingresso al complesso residenziale. In estate il Villaggio Coppola si rianima, con l’arrivo di 4-5mila persone che affittano gli alloggi ancora agibili. Tra i momenti più attesi, lo spettacolo pirotecnico per la festa dell’Assunta.

| 031 | gennaio 12

19


Degrado modello