Page 1

Digital Book Febbraio 2018 – n.3


Per maggiori informazioni e/o per richiedere un preventivo scrivi a info@mydatec.it


Le storie piÚ belle dei nostri Clienti‌


Caso applicativo di ristrutturazione di abitazione privata a più piani per una casa ecosostenibile ma sempre accogliente 1. PREMESSA E SCELTA DELLE MACCHINE MYDATEC Proprietario di una villa bifamiliare che si sviluppa su una superficie totale di 380 mq, sin dall’avvio dei lavori l’architetto Giovanni Montagna, titolare di Sinopia, ha voluto affrontare il processo di ristrutturazione focalizzando l’attenzione proprio sull’esigenza di realizzare una casa realmente efficiente da un punto di vista energetico. «Il comune denominatore da cui siamo partiti per i lavori di ristrutturazione riguardava l’obiettivo di ottenere una casa dall’elevata efficienza energetica e che fosse svincolata dall’allacciamento al gas. Da qui, lo step successivo consisteva nella valutazione degli impianti offerti sul mercato che potessero effettivamente rispondere a quest’esigenza, ma subito ci siamo resi conto che le aziende capaci di fornire risposte chiare e sicure su quanto offerto non erano molte. In MyDATEC invece, abbiamo trovato fin da subito spiegazioni esaustive e un ottimo rapporto tra costi ed efficienza offerta. Sulla base delle esigenze relative alla metratura del nostro edificio, sono state acquistate 4 macchine MyDATEC, di cui 3 SMART H e 1 SMART V in sinergia con la soluzione AcquAria DUO per la produzione di acqua calda sanitaria». 2.TEMPI E FASI DI IMPLEMENTAZIONE DI UNA MACCHINA MYDATEC “In questo progetto di ristrutturazione la parte progettuale è stata affidata all’architetto Marco Risi che, per la parte estetica ha collaborato attivamente con Marco Poncellini, mentre da un punto di vista ingegneristico e di impiantistica è stato necessario contattare MyDATEC per valutare l’adeguatezza delle macchine al tipo di involucro. Una volta scelte le soluzioni, le abbiamo inserite all’interno del progetto per valutare accuratamente gli aspetti tecnici relativi al sito di installazione e alla posa e al passaggio dei tubi. Sinopia s.a.s. ha avuto un ruolo fondamentale nella scelta di tutti i materiali necessari alla ristrutturazione. Oltre infatti ad impianti dalle elevate prestazioni, sono stati scelti materiali tecnici non convenzionali proposti, scelti e forniti da Sinopia, a partire dall’isolamento termico a cappotto realizzato in lana di roccia, per passare a materiali di rivestimento tecnici ed estetici, protettivi, pitture ad elevata pulibilità, pitture antibatteriche, sigillanti, resine. Ciò ha richiesto anche un’accurata selezione di artigiani da coinvolgere nel progetto, dal momento che servivano figure specializzate e preparate all’utilizzo di materiali non convenzionali. Dal punto di vista strutturale, la villa è composta da due unità abitative, entrambe poste all’interno dello stesso corpo di fabbrica, per un totale di 380 mq distribuiti su 3 piani fuori terra.


In base alle esigenze relative ad una superficie così estesa, sono state implementate 4 macchine MyDATEC: un modello SMART H destinato ad un’area predisposta a diventare una SPA, un modello SMART V con AcquAria DUO per la produzione di acqua calda sanitaria per la gestione delle esigenze dell’alloggio secondario ed infine due SMART H posizionate nel sottotetto per servire l’alloggio padronale. Fin dall’ inizio del progetto è stato necessario verificare attentamente con il termotecnico l’adeguatezza delle macchine all’involucro avendone scelto uno molto performante (cappotto in lana di roccia da cm 18 sulle pareti perimetrali e da 20 cm sul tetto). Con le macchine MyDATEC abbiamo potuto evitare la costruzione di una centrale termica esterna che avrebbe implicato dei costi significativi: le macchine sono state installate all’interno dell’abitazione in zona mansardata/sottotetto e in vani di servizio senza alcun tipo di problema e ottimizzando in questo modo il percorso delle tubazioni. Mi fa piacere sottolineare che le tempistiche MyDATEC relative alla consegna dei materiali, al montaggio e alla messa a punto delle macchine sono risultate addirittura più veloci di quanto fossero le reali esigenze del cantiere. Infatti, a patto che la fase progettuale venga affrontata con cura e precisione, il montaggio e la messa in opera delle macchine è un’operazione davvero velocissima, con un impatto assolutamente ridotto sulle tempistiche complessive del progetto. Per l’avvio del funzionamento è richiesto ovviamente un po’ più di tempo, ma in questa fase siamo stati seguiti da MyDATEC in modo puntuale e ora tutto funziona alla perfezione. I tempi di esecuzione dei lavori di ristrutturazione e installazione delle macchine ha richiesto all’incirca 1 anno e mezzo, tempistiche quindi assolutamente in linea con gli standard per una superficie di 380 mq”. 3.BENEFICI E VANTAGGI DERIVANTI DALL’UTILIZZO DI UNA MACCHINA MYDATEC “Il più grande beneficio che non mi aspettavo di ottenere da queste macchine è quello relativo all’uniformità della temperatura e alla totale assenza di correnti o vortici d’aria anche in prossimità delle bocchette di aerazione. Il rumore legato al loro funzionamento è praticamente impercettibile e ho riscontrato una qualità altissima dell’aria interna con la totale assenza di qualsiasi cattivo odore. Aprire le finestre è diventato oramai solo un piacere da concedersi durante la bella stagione e non più una necessità. Anche al mattino, appena svegli, l’aria è sempre fresca e pulita e non si avverte quella sgradevole sensazione di aria viziata. Soprattutto in cucina si possono apprezzare i vantaggi di questo sistema: dal momento che la nostra cucina fa parte di un unico grande ambiente a giorno, è importante che l’odore del cibo sparisca in pochissimo tempo senza ristagnare né diffondersi nelle altre camere. Il grado di soddisfazione è massimo anche per gli aspetti relativi alla gestione e alla manutenzione delle macchine, operazioni che svolgo in maniera molto semplice e pratica grazie al fatto di averle in casa a portata di mano. Infine, un aspetto che mi sembra rilevante e che a molti potrebbe interessare è quello relativo alla implementazione o meno con fonti di calore aggiuntive. Personalmente ho scelto di abbinare ad ogni macchina una fonte di riscaldamento a pellet o a legna per due motivi: per usufruire di un’integrazione alternativa di riscaldamento e per potenziare le prestazioni delle macchine MyDATEC nei periodi dell’anno in cui si registrano temperature più rigide. Quest’anno, per esempio, durante il mese di gennaio le temperature sono state quasi sempre sotto lo zero e di notte scendevano spesso a -10°; grazie all’integrazione del caminetto a legna, il funzionamento delle macchine si è rivelato perfetto e non abbiamo mai rinunciato al comfort termico all’interno dell’abitazione”.

SOLUZIONI MyDATEC INSTALLATE


Caso applicativo di nuova costruzione in legno di edificio residenziale per un’edilizia ecosostenibile e rispettosa dell’ambiente 1. PREMESSA E SCELTA DELLE MACCHINE MyDATEC “La costruzione è situata nel comune di Pedrengo (BG) all’interno di una serie di edifici residenziali. Il progetto di costruzione ha avuto inizio ad ottobre-novembre 2014 con la realizzazione di una struttura a telaio in legno costituita da due piani e un piano sottotetto. Grazie al supporto offerto dal termotecnico, abbiamo voluto innanzitutto valutare il buon isolamento dell’involucro esterno. Da qui, la scelta di orientarci verso un impianto di ventilazione meccanica controllata di ultima generazione con riscaldamento e raffrescamento. A quel punto si rendeva necessario scegliere una soluzione tra le tante offerte sul mercato, ma il sopralluogo presso la sede di MyDATEC mi ha permesso di risolvere i dubbi che avevo in merito. In quell’occasione infatti, mi sono state illustrate molto chiaramente le caratteristiche delle macchine e ho avuto modo di valutare le prestazione offerte, osservandole durante il loro funzionamento. L’aspetto che senza dubbio mi aveva colpito di più riguardava la totale assenza di un flusso di aria all’interno dell’ambiente, il che migliorava notevolmente il grado di comfort offerto. Sono venuto a conoscenza delle soluzioni MyDATEC in occasione di convegni dedicati alla ventilazione meccanica controllata e il vantaggio di poter acquistare una sola macchina che rispondesse a tutte le nostre esigenze di ventilazione, riscaldamento e raffrescamento mi ha spinto ad orientarmi per questa soluzione” commenta il geometra Aldo Foresti. 2. TEMPI E FASI DI IMPLEMENTAZIONE DI UNA MACCHINA MYDATEC “Prima di poter procedere con l’installazione delle macchine, era ovviamente necessario uno studio accurato del progetto di costruzione, ma non avendo una conoscenza approfondita delle soluzioni MyDATEC, ci siamo rivolti al servizio clienti che ha saputo offrirci un valido supporto sia durante la fase progettuale che durante l’implementazione delle macchine. Il progetto iniziale è stato infatti modificato in corso d’opera per ospitare le canalizzazioni nelle pareti, necessarie per il corretto funzionamento degli impianti. Una volta terminata questa fase, l’installazione si è rivelata piuttosto semplice, anche grazie al supporto tecnico MyDATEC che ha effettuato diversi sopralluoghi per consentirci di realizzare in maniera corretta i vari collegamenti. L’edificio di cui ci siamo occupati è composto da 4 appartamenti: quelli al piano terra presentano una metratura di circa 120 mq a cui si aggiungono i 60 mq di una taverna al piano sotterraneo, anch’essa inclusa nel volume di ventilazione servito dalla macchina. Nel caso degli appartamenti, il comfort abitativo si è rivelato assolutamente ottimale ed in linea con le esigenze degli inquilini anche durante i periodi invernali particolarmente rigidi.


Per quanto riguarda invece la taverna, la pompa di calore è stata implementata con una resistenza aggiuntiva che fornisce calore supplementare, collegandola ad un impianto fotovoltaico per ridurre l’incidenza sui consumi energetici”. 3.BENEFICI E VANTAGGI DERIVANTI DALL’UTILIZZO DI UNA MACCHINA MYDATEC “La consegna degli appartamenti è avvenuta a novembre 2015 e da allora gli inquilini vi hanno già trascorso due stagioni invernali, apprezzando le prestazioni in termini di costi, efficienza e comfort abitativo. La sostanziale differenza rispetto ad una casa tradizionale è risultata infatti subito evidente in termini di benefici raggiunti, consumi, qualità dell’aria indoor ed isolamento acustico. I rumori dell’ambiente circostante vengono infatti efficacemente assorbiti dai pannelli isolanti in legno, garantendo un livello di benessere acustico sempre molto elevato. Gli edifici eco-compatibili rappresentano infatti una soluzione costruttiva moderna in grado di rispondere efficacemente agli obblighi normativi in materia di isolamento termoacustico e sicurezza antisismica. Testimonianza esemplare dei risultati raggiunti è la certificazione CasaClima corredata dalla targhetta di riconoscimento Classe A ottenuta dall’edificio”.

SOLUZIONI MyDATEC INSTALLATE


Caso applicativo di ricostruzione in legno di edificio residenziale danneggiato in occasione del sisma del 2012 in Emilia Romagna. Le soluzioni MyDATEC hanno contribuito alla realizzazione di un’abitazione efficiente, sicura e più confortevole 1. PREMESSA E SCELTA DELLE MACCHINE MyDATEC “L’edificio in questione è situato a San Felice sul Panaro, in provincia di Modena. In occasione della terribile scossa di terremoto del 29 maggio 2012, l’edificio ha subìto danni ingenti ed è stato necessario demolirlo e ricostruirlo. A quel punto, dovendo ricominciare tutto daccapo, si è deciso di realizzare una nuova abitazione con struttura portante in legno che offrisse oltre ad una maggiore stabilità anche prestazioni energetiche di gran lunga più efficienti delle costruzioni “tradizionali”. Progettata sfruttando il posizionamento a sud di superficie vetrate, per avere anche durante il periodo invernale un effetto positivo di energia solare, in quanto il sole contribuisce al riscaldamento degli ambienti attraverso le finestre, l’abitazione è stata costruita con involucri, serramenti e copertura con trasmittanze molto performanti. Inizialmente pensavamo di implementare il classico riscaldamento a pavimento, ma venendo a conoscenza di soluzioni più innovative tramite l’azienda con cui collaboro, la Wolf Haus (esecutrice materiale della struttura al grezzo avanzato), ho deciso di verificare con il progettista la fattibilità di una ventilazione meccanica” commenta il Geom. Luciano Venturini. 2. TEMPI E FASI DI IMPLEMENTAZIONE DI UNA MACCHINA MYDATEC “Per la realizzazione del progetto di ricostruzione ho coinvolto anche il termotecnico e siccome entrambi non avevamo le idee del tutto chiare sull’argomento, abbiamo organizzato un incontro con i tecnici di MyDATEC presso la loro sede di Piacenza, dove abbiamo ricevuto informazioni dal sig. Pala e dall’Ing. Grassini che ci hanno illustrato il funzionamento e le caratteristiche specifiche delle soluzioni offerte. Abbiamo così individuato la soluzione più adatta al nostro caso e che in più ci consentisse di risparmiare, in termini di costi, rispetto a quella precedente. Abbiamo deciso di acquistare la soluzione più completa in termini di prestazioni, ovvero la SMART 300V con bizona automatico e corredata anche dei sensori di temperatura, umidità e CO2, per la zona giorno e la zona notte. In questo modo, la casa è ora dotata di un impianto diviso in due zone, completo di touchscreen per la gestione autonoma delle modalità di funzionamento. Durante i lavori abbiamo provveduto inoltre all’installazione delle tubazioni coibentate ed avendo delle coperture in legno a vista, sono stati realizzati dei cassonetti in cartongesso all’interno dei quali sono stati fatti passare i tubi necessari al funzionamento della macchina MyDATEC. In questa fase, è stato importante affidarsi al supporto del progettista architettonico che si è occupato della verifica “estetica” di questi cassonetti per la posa in opera dei tubi, al fine di assicurare il corretto funzionamento dell’impianto di ventilazione. In ogni caso, sia l’installazione delle tubazioni che la messa in opera della macchina è avvenuta molto velocemente e il tutto ha richiesto all’incirca 3-4 giorni”.


3. BENEFICI E VANTAGGI DERIVANTI DALL’UTILIZZO DI UNA MACCHINA MYDATEC “E’ dal 27 luglio 2016 che a seguito dei lavori di ricostruzione, abito in questo edificio, in cui ho trascorso di conseguenza buona parte dell’estate scorsa e tutto l’inverno, avendo avuto quindi il tempo necessario per toccare con mano i benefici offerti dall’implementazione della macchina MyDATEC. Innegabile è innanzitutto la silenziosità dell’apparecchio sia in estrazione che in ventilazione, aspetto che ho avuto modo di constatare persino in abbinamento al boiler di accumulo con pompa di calore. Fatta eccezione per il locale tecnico quindi, all’interno dell’appartamento non è percepibile alcun rumore di sorta. Un altro vantaggio che abbiamo riscontrato all’inizio di quest’ultima primavera, quando ci sono state alcune giornate un po’ più fresche rispetto alle medie stagionali, è l’assoluto comfort percepito in termini di temperatura interna: non abbiamo mai avuto infatti, la necessità di attivare il riscaldamento, in quanto la ventilazione offerta dalla macchina si è rivelata più che sufficiente per ottenere quel tepore confortevole che consente di star bene. Per quanto riguarda invece l’aspetto legato ai consumi, l’abbinamento della macchina ad un impianto fotovoltaico ci consente di ridurre notevolmente gli importi in bolletta. Ho stimato infatti che dovrei avere una bolletta annuale sui 400-450 euro, ma questo importo è comprensivo di tutto: caldo, freddo, elettricità, frigo, piano induzione, boiler e radiatore elettrico (presente in bagno). Un altro aspetto per me molto importante è dato dalla qualità dei filtri offerti dalle macchine MyDATEC: essendo infatti un soggetto asmatico, ho spesso episodi di bronchiti e raffreddori, ma da quando mi sono trasferito nel nuovo appartamento l’incidenza di queste patologie è nettamente diminuita. A riprova del fatto che la scelta di un impianto simile sia stato un ottimo investimento, quest’anno mi è stato consegnato l’APE (attestato prestazione energetica) della mia abitazione. APE che è stato oggetto anche di controllo (con sopralluogo) da parte dei certificatori della Regione Emilia Romagna ed è risultato in classe A4 pari a 19kW/mq, quindi nettamente migliore dei minimi richiesti per rientrare in questa classe (la più performante) energetica (40 kW/ mq)”.

SOLUZIONI MyDATEC INSTALLATE


Un caso applicativo di ristrutturazione di abitazione privata per l’ottimizzazione dei consumi e delle prestazioni energetiche 1.PREMESSA E SCELTA DELLA MACCHINA MYDATEC “Lo stabile in questione è un immobile storico del 1865, di circa 140mq2 , situato al 2° piano in una zona ad elevato traffico veicolare e cittadino come quella dei Navigli. Consci di questo problema, abbiamo optato in primis per l’acquisto di serramenti al top di gamma sia in termini di isolamento acustico che termico. Ciononostante è apparsa chiara sin da subito l’esigenza di una ristrutturazione radicale che consentisse di risolvere anche il problema del ricambio d’aria all’interno dell’appartamento, dal momento che la continua apertura di finestre e portefinestre avrebbe reso del tutto inutile l’installazione di serramenti volti a contrastare l’inquinamento acustico generato da una zona molto frequentata anche di sera. La scelta di una macchina MyDATEC è nata proprio dalla necessità di combinare tutte queste esigenze, ma a questo punto, si presentavano due opzioni: scegliere tra un recuperatore passivo o uno termodinamico. Nel nostro caso, la scelta è ricaduta su una soluzione termodinamica che in estate pur non fornendo un vero e proprio condizionamento, garantisce comunque raffrescamento e deumidificazione degli ambienti. Considerando infatti che i tradizionali impianti di condizionamento espongono solitamente a costi medioalti di installazione e di consumo energetico, ho preferito optare per un sistema VMC termodinamico che mi assicura il massimo comfort in termini di rinnovamento dell’aria e di isolamento acustico in sinergia con i serramenti di ultima generazione. Oltretutto, necessitavo di una soluzione come quella offerta da MyDATEC anche per evitare l’ingresso di cattivi odori dall’esterno, dal momento che al pian terreno dello stabile sono presenti 2 esercizi commerciali adibiti a ristorante” commenta l’Ing. Lodovico Mascardi.

2.TEMPI E FASI DI IMPLEMENTAZIONE DI UNA MACCHINA MYDATEC “Contrariamente a quanto si potrebbe credere, il processo di ristrutturazione dell’immobile atto a consentire l’implementazione della macchina MyDATEC è stato piuttosto rapido. Una volta contattato il servizio clienti dell’Azienda, da cui ho ricevuto subito massima assistenza durante tutte le fasi del progetto, ho inoltrato semplicemente una mail con la piantina del mio appartamento da cui è stato elaborato un progetto di massima sulla base della metratura e delle mie esigenze specifiche. Si è trattato di un processo davvero semplice, durante il quale ho dovuto soltanto indicare la preferenza tra la macchina verticale o orizzontale. A quel punto, ho ricevuto in tempi brevi la piantina del mio appartamento con indicazioni precise relative alle canalizzazioni da realizzare per le cassette di distribuzione ed il preventivo completo. Questo mi è sembrato un aspetto molto importante del servizio offerto da MyDATEC che segue il cliente in ogni passaggio dell’installazione fornendo un kit completo che rende quindi davvero agevole l’implementazione della macchina.


Una volta concluso l’acquisto, trattandosi di uno stabile storico, è apparsa subito evidente la necessità di abbassare il soffitto del corridoio centrale su cui affacciano tutte le stanze, in modo da consentire l’installazione delle bocchette di aerazione del sistema di ventilazione interno. In ogni caso, l’impatto sulla ristrutturazione può dirsi davvero limitato e nel nostro caso, abbiamo usufruito della canna di esalazione posta sul tetto per lo scarico dell’aria viziata, mentre per l’aspirazione dall’esterno abbiamo ricreato uno spazio nel telaio della finestra ricavandone nella parte superiore un cassonetto di aspirazione. Infatti, oltre ai serramenti di ultima generazione e alle tubazioni coibentate, non è stato necessario prevedere ulteriori accorgimenti per usufruire al massimo dei benefici della VMC. Per quanto riguarda la macchina invece, la sua installazione è avvenuta all’interno di un locale tecnico adibito a mini lavanderia. In fase di acquisto, ho preferito la macchina SMART V ad installazione verticale rispetto a quella orizzontale poiché appesa al muro avrebbe occupato un volume comunque inutilizzabile per altri scopi. Le dimensioni della macchina la rendono inoltre adatta anche per l’implementazione in locali tecnici di scarsa metratura, come nel mio caso che misura all’incirca 1x2mt”. 3.GESTIONE E UTILIZZO DI UNA MACCHINA MYDATEC “Per quanto riguarda la gestione della macchina MyDATEC, il funzionamento è estremamente semplice ed intuitivo. Mediante il termostato è possibile impostare agevolmente la temperatura desiderata e scegliere tra la modalità estate o inverno. All’utente finale non resta altro da fare, la macchina è subito pronta all’uso. L’unico aspetto importante di cui è necessario occuparsi con regolarità è la pulizia dei filtri, lavabili semplicemente con acqua, ma considerate le performance della macchina MyDATEC, quest’operazione può rivelarsi addirittura soddisfacente per l’utente: infatti, durante la pulizia, appare subito evidente la quantità di sostanze inquinanti presenti nell’aria esterna che vengono intrappolate nei filtri della macchina, a vantaggio del benessere domestico”. 4.BENEFICI E VANTAGGI DERIVANTI DALL’UTILIZZO DI UNA SOLUZIONE MYDATEC “Da quando ho deciso di installare la macchina MyDATEC, in casa non esistono più problemi legati all’umidità o alla condensa, al rumore proveniente dall’esterno, alla presenza di aria viziata o di cattivi odori legati all’ambiente circostante. Anche in termini di risparmio energetico la differenza è evidente: infatti, il calore che si produce ad esempio in cucina non viene disperso all’esterno come quando vengono spalancate le finestre per ridurre i problemi di condensa, ma al contrario viene recuperato dall’impianto e questo contribuisce enormemente al risparmio in bolletta. Infatti, ho potuto constatare una differenza sostanziale tra i primi anni di esercizio della macchina quando in casa avevamo un contratto di gestione del calore condominiale e gli anni seguenti in cui passando ad una contabilizzazione autonoma, abbiamo regolato tutte le valvole dei termosifoni al minimo, così da scaldarli soltanto durante le giornate di gran freddo. In questo modo, per buona parte del periodo invernale i caloriferi restano freddi, registrando a conti fatti un risparmio energetico enorme rispetto agli altri condomini che hanno metrature e condizioni ambientali simili alle mie. Per quanto riguarda la stagione estiva invece, nel caso in cui si necessiti di una temperatura in casa particolarmente fresca, è chiaro che bisogna valutare l’integrazione di un impianto di condizionamento tradizionale, soprattutto se si vive in uno stabile antico sprovvisto di dispositivi di ombreggiamento o di riduzione degli apporti solari. Ciononostante, il beneficio evidente che si può comunque ottenere in estate dall’implementazione di una macchina MyDATEC è la notevole riduzione dell’umidità degli ambienti interni rispetto a quella percepibile all’esterno durante i giorni afosi e di gran caldo. Infine, ma non di certo in termini di importanza, ulteriori aspetti positivi che ho avuto modo di riscontrare nella mia esperienza personale sono la totale silenziosità della macchina durante il suo funzionamento e la possibilità di prevedere la sua implementazione senza inficiare minimamente sugli aspetti estetici dell’appartamento, dal momento che le bocchette di ventilazione sono di dimensioni assai ridotte e tra l’altro possono essere pitturabili con gli stessi colori delle pareti”.

SOLUZIONI MyDATEC INSTALLATE


Caso applicativo di ristrutturazione di un edificio da adibire ad ambiente di lavoro per migliorare il comfort abitativo e ridurre il dispendio energetico

1. PREMESSA E SCELTA DELLE MACCHINE MyDATEC “Sin dall’inizio dei lavori di ristrutturazione, l’obiettivo principale che ci siamo posti, consisteva innanzitutto nell’eliminare il gas come fonte del fabbisogno energetico. Il cambio di destinazione d’uso per quest’edificio che, a seguito dei lavori è stato trasformato in un ufficio, ci ha convinti della necessità di utilizzare dei materiali ad alta tenuta termica in sinergia con dei serramenti dalle elevate prestazioni. Da qui l’idea di implementare un sistema di ventilazione meccanica controllata ad alta efficienza che, rispetto alle originarie prestazioni dell’edificio, ha difatti rappresentato un vero e proprio cambio generazionale. E’ chiaro che per ottenere dei buoni risultati in termini energetici, l’installazione di un impianto di questo tipo deve essere studiato e previsto sin dall’inizio del progetto. In seguito ad attente analisi oltre che alla valutazione di esperienze vissute, per questo progetto abbiamo deciso di rivolgerci a MyDATEC, azienda che oggi consideriamo al vertice nel panorama delle varie opportunità presenti sul mercato grazie alla disponibilità fornita e al contatto diretto con l’assistenza su cui possiamo contare quotidianamente” commenta l’Arch. Marco Pietro Pizzo di Belvedere Group. 2. TEMPI E FASI DI IMPLEMENTAZIONE DI UNA MACCHINA MYDATEC “Come primo step ci siamo occupati infatti di una ristrutturazione ad hoc, tale da consentire la realizzazione dei condotti necessari alla distribuzione della ventilazione. L’edificio in questione si compone di due piani fuori terra con un piano interrato per cui, dopo aver valutato accuratamente le esigenze termiche specifiche, grazie al supporto fornitoci dai tecnici MyDATEC abbiamo predisposto l’installazione di 2 macchine SMART 300V in sinergia con il pozzo canadese e supportate da 2 pannelli Smart Touch per il controllo centralizzato degli ambienti. Per migliorare ulteriormente la buona tenuta termica dell’edificio, oltre all’utilizzo di mattoni termici rettificati di laterizio alleggerito da 50 cm, abbiamo inserito all’interno degli ambienti anche un cappotto con lastre in cartongesso accoppiate ad un doppio strato di polistirene ad alta densità, utile per ridurre al minimo la dispersione termica con un eccezionale sfasamento delle temperature. Come riscontrato in seguito, l’abbinamento al pozzo canadese ha contribuito a migliorare le prestazioni delle macchine MyDATEC e a ridurre quindi i consumi energetici dell’ufficio che di per sé sono sempre molto elevati.


Basti pensare che in modalità pompa di calore, il sistema consuma al massimo 800 watt per la taglia più grande, a dimostrazione del fatto che si tratta di impianti studiati appositamente per il risparmio e l’efficienza energetica. Un aspetto che abbiamo poi apprezzato in maniera particolare, è l’effettiva corrispondenza tra le prestazioni riportate sulla carta e i consumi realmente misurati, raramente riscontrata in altre case produttrici di analoghi sistemi. Grazie ai dati forniti quotidianamente dai rilevatori installati per il costante monitoraggio del primo anno, abbiamo l’opportunità di osservare via internet la modularità della macchina che, in funzione della temperatura esterna garantisce autonomamente il miglior comfort possibile all’interno dell’ambiente”. 3. BENEFICI E VANTAGGI DERIVANTI DALL’UTILIZZO DI UNA MACCHINA MYDATEC “Da quando abbiamo terminato i lavori di ristrutturazione degli uffici, il ciclo delle quattro stagioni è trascorso e tirando le somme, il cliente si è detto assolutamente soddisfatto delle prestazioni energetiche e dei risultati ottenuti in termini di comfort ambientale. Basti pensare che gli uffici dell’edificio adiacente che utilizzano una pompa di calore tradizionale, arrivano a consumare fino a 30/40 volte in più rispetto alle prestazioni registrate con gli impianti MyDATEC. Anche per quanto riguarda la manutenzione delle macchine la soddisfazione è massima, poiché l’unico aspetto di cui occuparsi riguarda esclusivamente la pulizia dei filtri, considerato che altri aspetti di cui tener conto riguardano perlopiù le personalizzazioni del sistema sulla base delle specifiche esigenze personali. Inoltre, trattandosi di sistemi non particolarmente sofisticati, ci siamo occupati personalmente di “formare” i dipendenti dell’ufficio al fine di consentirgli di intervenire autonomamente nella gestione delle esigenze quotidiane e per eventuali interventi di ordinaria manutenzione (pulizia dei filtri ogni tre mesi e controllo dello scarico condensa annuale). Mi preme sottolineare però che, a distanza di un anno e mezzo dall’installazione delle macchine, non abbiamo mai riscontrato alcun problema e la nostra presenza in loco è stata necessaria solo nelle fasi iniziali, durante le quali ci siamo occupati della taratura dei sistemi per offrire ai dipendenti il miglior comfort ambientale possibile. L’affidabilità e la qualità offerta dalle macchine MyDATEC ci ha consentito di instaurare un rapporto con il cliente basato sulla totale fiducia che per noi è ovviamente un aspetto fondamentale. A testimonianza di ciò, la Dott.sa Lorenza Coppa, Director Manager di STAR S.p.A., ha raccontato la sua esperienza all’interno dei nuovi uffici: “In questi ambienti trascorriamo quotidianamente la maggior parte della nostra giornata e il comfort è fondamentale per riuscire a lavorare al meglio. L’aspetto che mi ha piacevolmente sorpresa è senza dubbio la qualità dell’aria che lascia sempre percepire un equilibrato tasso di umidità perfettamente in linea con le nostre esigenze, ma soprattutto la totale assenza di polveri e pollini grazie alla costante filtrazione. Sottolineo poi, quale responsabile della gestione, il rilevante risparmio che registriamo rispetto alle odiate, vecchie bollette”.

SOLUZIONI MyDATEC INSTALLATE


Caso applicativo di nuova costruzione in legno per un’edilizia che guarda al futuro nel comune di Rovellasca (CO) 1.PREMESSA E SCELTA DELLE MACCHINE MyDATEC “L’immobile in questione è una struttura prefabbricata in legno costituita da due piani fuori terra e da un ulteriore piano costruito in tradizionale cemento armato: il piano interrato è comprensivo di garage e di una zona taverna con centrale termica, la zona giorno è al piano terra e comprende un open space con cucina a vista, un locale studio, un locale ripostiglio ed una zona servizi. Al primo piano abbiamo invece la zona notte con le tre camere da letto e i doppi servizi. Per la realizzazione di questo progetto ci siamo rivolti a MyDATEC perché in passato avevamo già implementato le loro macchine per la VMC all’interno di strutture prefabbricate in legno, avendo riscontrato ottime performance soprattutto in termini energetici. Prima di optare per la VMC, avevamo preso in esame anche l’installazione di impianti tradizionali di riscaldamento che però non ci avrebbero garantito la stessa efficienza. Trattandosi invece di un progetto ad alta efficienza energetica, ci siamo dunque rivolti a MyDATEC e abbiamo confermato la scelta anche per il progetto di Rovellasca, consci che la loro offerta ci avrebbe consentito di ottenere delle elevate prestazioni a costi notevolmente ridotti. In questi casi, pur trattandosi di impianti molto semplici da gestire, è importante spiegare bene al cliente il funzionamento della macchina e come impostare al meglio i parametri di configurazione per poter beneficiare di un comfort abitativo ottimale” commenta Rocco Addamiano, Amministratore della Biohouse Lombardia srl. 2.TEMPI E FASI DI IMPLEMENTAZIONE DI UNA MACCHINA MyDATEC “L’installazione delle macchine avviene molto rapidamente, ma per il corretto funzionamento si rendono necessari alcuni passaggi preliminari. Abbiamo effettuato innanzitutto uno studio di distribuzione, poiché trattandosi di un sistema ad aria con portate molto basse, era necessario verificare il passaggio delle canalizzazioni e la posizione delle bocchette di immissione e di ripresa per garantire una temperatura ideale in tutti gli ambienti. Successivamente, sono state inserite le bocchette di ventilazione nelle pareti prefabbricate e poi le tubazioni a pavimento e a soffitto. Ad abitazione quasi ultimata, ci siamo occupati dell’installazione delle macchine MyDATEC, la cui installazione completa ha richiesto circa una settimana. Per soddisfare al meglio le esigenze termiche dell’edificio, abbiamo scelto le macchine MyDATEC RTV300 ad installazione verticale, corredate dai comandi Smart Touch per la gestione dei parametri di funzionamento, associati al sensore di qualità dell’aria AIR + che consente di regolare le portate del sistema di ventilazione termodinamica in funzione dei parametri di umidità e COV. In questo caso, trattandosi di un appartamento molto grande, l’installazione delle macchine è avvenuta nel locale tecnico posto al piano interrato”.


3.BENEFICI E VANTAGGI DERIVANTI DALL’UTILIZZO DI UNA MACCHINA MyDATEC “In termini di benefici riscontrati a seguito della nostra esperienza con MyDATEC, possiamo sicuramente dire che il pregio di scegliere queste soluzioni è dato dall’opportunità di installare una soluzione efficiente, dai consumi ridotti e di agevole utilizzo. Infatti, i costi di gestione sono sensibilmente ridotti e sono pari alla metà circa rispetto a quelli normalmente riscontrati con l’installazione di una caldaia a gas o di una pompa di calore standard. La VMC termodinamica MyDATEC consente inoltre di gestire in maniera ottimale e nel giro di poche ore anche i rapidi cambi di temperatura che invece, con un riscaldamento a pavimento, determinerebbero un’inerzia termica molto più elevata. Anche durante i periodi di transizione da una stagione all’altra, quelli in cui le condizioni climatiche sono spesso molto mutevoli, il comfort resta invariato. Proprio in occasione delle nevicate di dicembre 2017 abbiamo ricevuto in tal senso un ottimo feedback dal cliente, poiché nonostante il rigido clima esterno, la temperatura media degli ambienti risultava essere pari a circa 23°, persino con una delle due macchine spente. A riprova del nostro apprezzamento per tali soluzioni, abbiamo scelto MyDATEC anche per altri progetti di edilizia efficiente di cui ci stiamo occupando in questi mesi, tra cui la realizzazione di una palazzina in co-housing a Milano. La professionalità del servizio clienti e la qualità di questi sistemi si sono rese evidenti anche durante la realizzazione di una linea di case prefabbricate, ovvero moduli abitativi in stile Easytech progettati direttamente all’interno dello stabilimento e già dotati dell’innovazione Air4ONE MyDATEC per la produzione dell’acqua calda sanitaria ad integrazione delle funzioni di raffrescamento e riscaldamento”.

SOLUZIONI MyDATEC INSTALLATE


Per maggiori informazioni relative alle nostre soluzioni e/o per richiedere un preventivo scrivi a info@mydatec.it


info@mydatec.it

MyDATEC Italia

http://www.mydatec.com/it/

MyDATEC Italia

Contatti per richieste da parte dei media: Sound Public Relations www.soundpr.it - 02 2056951 – info@soundpr.it

Digital Book MyDATEC n.3  

Il nuovo numero del DIGITAL BOOK MyDATEC racconta le novità presentate a Klimahouse 2018, i case study più interessanti dei nostri clienti e...

Digital Book MyDATEC n.3  

Il nuovo numero del DIGITAL BOOK MyDATEC racconta le novità presentate a Klimahouse 2018, i case study più interessanti dei nostri clienti e...