TecnAlimentaria Food Industry - Ottobre/October 2020

Page 1

www.tecnalimentaria.it

FOOD INDUSTRY Technology for the Food Industry - International magazine in Italian/English Poste Italiane SpA - Spedizione in Abbonamento Postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1 comma 1 NE/TV - Anno 25 N°10/2020 - ISSN 2498-9541

N°10 Ottobre / October 2020










sommario | contents

10

Anuga FoodTec 2021 presenta soluzioni per alimenti e bevande avveniristici Anuga FoodTec 2021 will present solutions for forward-looking food and beverages

24

100 anni di esperienza votati all’innovazione: nasce SCUDO One hundred years of experience lead to innovation: SCUDO is born

110

94

Soluzioni per racchiudere la dolcezza Solutions to preserve sweetness

142 MUKKY Sembra plastica ma non lo è It seems plastic but it is not

Tecnologia Umbra Packaging: efficienza e affidabilità superiore Umbra Packaging technology: superior efficiency and reliability

144 Confezionatrici Dolzan per la qualità totale Dolzan packaging machines for the highest quality


178

Innovare insieme per un futuro sostenibile Innovating together for a sustainable future

206 Risonanza internazionale per un’eccellenza italiana International resonance of an Italian excellence

240

TECNALIMENTARIA FOOD INDUSTRY Year XXV - n°10 Ottobre/October 2020 Direttore responsabile Fabiana Da Cortà Fumei Segreteria di redazione Sabrina Fattoretto Grafica Claudia Bosco Elena Abbondanza Hanno collaborato: Anita Pozzi Franco Giordano

All right reserved. Reproduction in whole or in part without written permission is prohibited. The Publisher is not responsible for any materials, nor for writers’ nor contributors’ expressed or implied opinions.

www.tecnalimentaria.it

FOOD INDUSTRY Technology for the Food Industry - International magazine in Italian/English Poste Italiane SpA - Spedizione in Abbonamento Postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1 comma 1 NE/TV - Anno 25 N°10/2020 - ISSN 2498-9541

Associato a:

IN COPERTINA

Stampa L’Artegrafica Srl

F.lli Cuomo Snc www.cuomoind.it

Direzione e Redazione Editrice EDF Trend srl Corso del Popolo, 42 31100 Treviso – Italy Tel. +39 0422 549305 Fax +39 0422 591736 redazione@tecnalimentaria.it www.edftrend.com www.tecnalimentaria.it Autorizzazione Tribunale di Forlì n. 5 del 19.01.1996 (Iscriz. Roc n. 22054) In questo numero la pubblicità non supera il 45% Poste Italiane SpA - Spedizione in Abbonamento Postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1 comma 1 NE/TV ISSN 2498-9541 Publisher Editrice EDF Trend srl Corso del Popolo, 42 31100 Treviso – Italy

N°10 Ottobre / October 2020

Informativa ex D.lgs 196/03 Ai sensi dell’art.2 comma 2° del Codice Deontologico dei giornalisti si rende nota l’esistenza di una banca dati di uso redazionale presso la sede di Corso del Popolo, 42 - Treviso. Responsabile del trattamento dati è il direttore responsabile a cui ci si può rivolgere presso la sede di Treviso - Corso del Popolo, 42 per i diritti previsti dalla legge 675/1996.

.it

TecnAlimentaria Food Industry is a magazine by

CE EDITRI ND SRL

ESPER ANIMALI AZIN L MAG IMI INTERNATIONANTI E MANG IE PER L’INDUSTRIA DEGLI ALIME

TECNOLOG

ET D

FOO &

FEED ANIMAL HNOLOGY TEC

EDF TRE

INTERNATIONAL MAGAZINES

Plastics & Rubber

24 N° 4/2019 - ISSN 2498-9541 n. 46) art. 1 comma 1 NE/TV - Anno D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it

Il riferimento chiave The key reference

- year XXV

www.edftrend.com www.tecnalimentaria.it www.petfoodtechnology.com www.tecnaplastics.com




about Fairs

food industry

Anuga FoodTec 2021 presenta soluzioni per alimenti e bevande avveniristici Food Ingredients e processi innovativi spingono riformulazione e sviluppo di nuovi prodotti

Q

10

Ottobre | October 2020

riducendo al contempo la densità energetica complessiva. Gli scienziati sperano di raggiungere l’obbiettivo grazie anche a una nuova tecnologia ad altissima pressione che consente di ridurre o eliminare completamente l’uso di conservanti. L’impiego di proteine vegetali è inoltre molto promettente in sostituzione di gelatine, caseine, proteine di siero di latte o proteine del tuorlo, dato che svolgono la funzione di emulsionanti, agenti schiumogeni o gelificanti per prodotti da forno, zuppe, salse e creme spalmabili. Proteine vegetali per una texture simile alla carne Il trattamento a cui vengono sottoposte le proteine vegetali ne modifica le caratteristiche sensoriali e tecno-funzionali. Per ottenere prodotti a base vegetale che risultino vincenti è necessario un approfondito know-how tecnologico. Nel caso di processi di estrusione complessi si conferma per esempio determinante la scelta della giusta temperatura e della velocità di estrusione della materia prima attraverso l’ugello. Questo metodo si usa da tempo per realizzare snack a base di arachidi, cereali per la colazione o prodotti per l’alimentazione animale. Le linee complete moderne per simili applicazioni includono le fasi di pesa, miscelazione, estrusione, essiccazione e tostatura, macinatura, vaglio, stoccaggio e imballaggio. Questo metodo può anche servire per conferire ad alimenti ad alto contenuto proteico a

base di materie prime vegetali una texture il più possibile simile alla carne. Mentre le proteine di soia e grano hanno fatto a lungo la parte del leone in materia di definizione della texture, le proteine prive di allergeni ottenute da leguminose, patate, girasoli e alghe si stanno ora impadronendo della scena. Con i moderni estrusori a doppia coclea in versione ibrida è possibile produrre, con costi di attrezzaggio minimi, sia proteine vegetali testurizzate che sostituti della carne ad elevato contenuto di acqua. I prodotti estrusi costituiscono poi la base per una serie di burger, nuggets o wurstel riformulati, con un contenuto di grassi decisamente inferiore e un profilo salutare di acidi grassi, senza colesterolo, nitriti e fosfati. Ispirazioni per lo sviluppo di prodotti Sia che si tratti di ridurre il contenuto di sale in prodotti a base di pesce e succhi di verdura, diminuire la percentuale di zucchero nei cereali per la colazione e nei latticini, o ancora tagliare i grassi in prodotti a base di carne e prodotti da forno, ad Anuga FoodTec 2021 le aziende alimentari troveranno un’infinità di Food Ingredients e tecnologie che spianeranno la strada verso la riformulazione dei prodotti, nel massimo rispetto della qualità sensoriale. Nell’ambito dei forum tecnici in programma durante la rassegna, i principali esperti dell’industria e della scienza discuteranno delle ultime sfide e degli aspetti giuridici relativi allo sviluppo prodotti.

.it

FOOD INDUSTRY

Koelnmesse GMBH

uali saranno gli alimenti del futuro? Discussioni su ingredienti, sostenibilità, tracciabilità della filiera, salute e risparmio delle risorse trainano lo sviluppo di nuovi alimenti e bevande in grado di soddisfare queste esigenze. Ma anche il rincaro o la scarsità di specifiche materie prime o ancora l’evoluzione delle preferenze dei consumatori possono condurre alla revisione e al perfezionamento delle ricette da parte delle aziende produttrici. In questo processo un ruolo determinante spetta a Food Ingredients e processi tecnologici innovativi. Anuga FoodTec, il salone internazionale leader al mondo per tecnologie alimentari e bevande, fornirà un quadro completo di tecnologie e ingredienti di ultima generazione. Numerose aziende affrontano questa tematica con riferimento a varie fasi del processo e proporranno le loro soluzioni alla rassegna che si terrà a Colonia dal 23 al 26 marzo 2021. Le ricette dei prodotti al banco di prova Le sfide e le proposte legate alla riduzione di sodio, zuccheri e grassi, ma anche carne, latte e glutine incontrano ostacoli non solo di carattere tecnico, ma anche inerenti a scelta degli ingredienti adatti e ripercussioni sui costi; molte aziende produttrici del settore food & beverage si sono messe al lavoro per trovare una soluzione. Gli sviluppatori di prodotti si trovano davanti a un dilemma: l’eliminazione o l’aggiunta di ingredienti comportano sempre delle conseguenze su durata, texture e soprattutto gusto, il fattore decisivo in tema di percezione di un prodotto. Per esempio la presenza di sale nel formaggio inibisce microrganismi pericolosi, mentre nello yogurt lo zucchero agisce sulla fermentazione e il grasso è un elemento importante per la texture dei prodotti da forno. La modifica di un singolo componente della ricetta provoca un cambiamento del prodotto nel suo complesso. Ridurre i grassi senza pregiudicare il gusto Alla costante ricerca di soluzioni, scienziati e sviluppatori di prodotto combinano metodi di produzione tradizionali a tecnologie innovative e Food Ingredients funzionali e personalizzati. Ad Anuga FoodTec i subfornitori presenteranno le soluzioni adatte a ogni specifica sfida. Le proteine vegetali svolgono un ruolo fondamentale in veste di emulsionanti e stabilizzatori, ma anche per definire la struttura di un prodotto. A questo riferimento un progetto di ricerca dell’Istituto Fraunhofer IVV di Monaco si prefigge di ridurre del 30% il contenuto di grassi in creme e farciture per prodotti da forno. In sostituzione si ricorre alle proteine micellari ottenute dai lupini o altri legumi, che presentano caratteristiche strutturali simili ai grassi e consentono di incrementare il contenuto proteico,


food industry

about Fairs

Anuga FoodTec 2021 will present solutions for forward-looking food and beverages Innovative food ingredients and processes as a foundation for the reformulation and development of new product concepts

W

hat do the products of the future look like? Discussions about ingredients, sustainability, traceability in the supply chain, health and saving resources are driving the development of new, needs-based food and beverages. But also price increases or the shortage of individual raw materials as well as changed consumer preferences can also lead to manufacturers revising or redeveloping their recipes. Innovative food ingredients and technological methods play a major role in this process. Anuga FoodTec, the world’s leading trade fair for the food and beverage industry offers a comprehensive overview of the latest technologies and ingredients. Numerous suppliers occupy themselves with this theme at different process levels and they will present their solutions at the trade fair in Cologne from 23 to 26 March 2021. Product recipes on the test bench The challenges and solutions related to the reduction of sodium, sugar and fat or also meat, milk and gluten - ranging from the technical obstacles, to the selection of suitable ingredients, through to the effect on the costs - occupy many food and beverage manufacturers. The particular problems this faces the product developers with: Omitting or adding ingredients has an effect on

.it

FOOD INDUSTRY

the sell-by date, the texture and on the all-decisive perception criteria of a product - the taste. For example, salt in cheese inhibits the growth of dangerous microorganisms, sugar influences the fermentation of yoghurt and fat is an important component for the texture of bakery products. If only one ingredient in the recipe is changed, the entire product changes. Fat reduction without compromising the taste Hunting for solutions the scientists and product developers combine traditional manufacturing processes with innovative technologies and tailormade, functional food ingredients. At Anuga FoodTec, the suppliers will demonstrate which solutions suit which challenge. Plant-based proteins play an important role here as structure-forming elements, emulsifiers and stabilisers. Against this backdrop, the aim of a research project at the Fraunhofer Institute in Munich is to reduce the fat content in sauces and cream fillings for bakery products by 30 percent. As a substitute, ball-like, micelle proteins obtained from lupins or other pulses are implemented. They have fat-like structural characteristics and make it possible to increase the protein content - while at the same time reducing the overall energy density. The scientists aim to reach this goal using among other things a new ultra-high pressure technology. This

Ottobre | October 2020

11


about Fairs

food industry

also enables the reduction or the complete omission of preservatives. Furthermore, the implementation of plant-based proteins as a substitute for gelatine, caseins, whey proteins or yolk proteins in their function as emulsifiers, foam or gel formers in bakery products, soups, sauces and spreads is also very promising. Plant-based proteins for meat-like textures Depending on how plant-based proteins are treated, their sensory and techno-functional characterstics change. In order to manufacture convincing plantbased products comprehensive technological know-how is necessary. In the case of demanding extrusion processes for example this lies in the choice of the appropriate temperature and the speed at which the raw material is pressed through a nozzle. The process has been used for some time to produce peanut flips, breakfast cereals or pet food products. Modern complete production lines for such applications encompass weighing, mixing, extruding, drying and roasting, grounding, sieving, storing and packing. The method is also suitable for lending food that is rich in protein due to its plant-based raw materials a texture that resembles meat as much as possible. Whilst soya or wheat protein dominated the texture formation scene for a long time, now allergyfree proteins obtained from legumes, potatoes, sunflowers or algae are increasingly taking over this role now. Thanks to hybride executions of twin-screw extruders, both textured plant-based protein as well as meat analogues with a high water content can be produced with minimum change-over efforts. The extrudates form the basis for a multitude of refomulated burger patties, nuggets or sausages with significantly less fat and a favourable fatty acid profile, which are free from cholesterol, nitrites and phosphates.

12

Ottobre | October 2020

Inspiration for the product development Regardless of whether it is about reducing the salt content in fish products and vegetable juices, reducing the amount of sugar in breakfast cereals and milk products or the fats in meat products and bakery products: Food producers will find a wide variety of food ingredients and technologies

at Anuga FoodTec 2021 that will pave the way to reformulated foodstuffs for them while at the same time retaining the sensory quality thereof. Parallel to this leading experts from the fields of industry and science will discuss the current challenges and legal issues of product development in the accompanying specialised forums.

.it

FOOD INDUSTRY



machinery & development

food industry

Il freddo su misura: efficiente e competitivo Customizzare e innovare può fare la differenza per le aziende e l’ambiente

P

er un’azienda come Tecnopool, che ha dato vita e sta costruendo un grande gruppo specializzato in tutta la catena del food processing, la crescita non è soltanto un obiettivo imprenditoriale ma un’occasione preziosa per integrare risorse e nuove spinte innovative. Un processo che sta stimolando l’evoluzione dell’azienda in varie direzioni, come per esempio sul fronte della customizzazione, da sempre cavallo di battaglia di Tecnopool. Michele Capuzzo, ingegnere, è un recente acquisto del settore ricerca e sviluppo, specializzato in tecnologia del freddo. Ci racconta: “Oggi customizzare un impianto non deve significare per forza un costo maggiore. Un lavoro interessante, che è stato possibile proprio perché operiamo sempre più a livello di total processing, è stato infatti coniugare i vantaggi della personalizzazione con quelli della standardizzazione. A prima vista i due approcci, standard e custom, potrebbero sembrare opposti. Invece sono assolutamente compatibili, perché personalizzare

14

Ottobre | October 2020

non vuol dire reinventare sempre tutto da zero. Nel caso della refrigerazione per esempio abbiamo analizzato i nostri progetti e ideato un sistema standard di abbinamento fra spirali ed evaporatori, con un approccio modulare che offre diversi vantaggi.” Da un lato, infatti, la progettazione più semplice e la razionalizzazione della produzione permettono di offrire al cliente un prezzo più competitivo senza erodere la qualità delle apparecchiature; dall’altro il cliente ottiene l’impianto più adeguato alle sue esigenze produttive, che si traduce in migliori performance e minori costi di conduzione della linea. “Ho collaborato per anni con Tecnopool come fornitore - spiega l’ingegnere - occupandomi di evaporatori, cioè le macchine da cui dipende la refrigerazione di processo. Sono entrato lo scorso anno perché credo fermamente che nel nostro settore chi si ferma è perduto, quindi volevo ampliare le mie prospettive. Sono soddisfatto di aver trovato un ambiente che dà spazio alle idee: la vecchia guardia, indispensabile, sta integrando costruttivamente molte nuove risorse, acquisendo stimoli su vari fronti. In fondo il nostro è un lavoro creativo: ogni progetto è una sfida”. Una sfida appassionante che nel comparto tecnico non riguarda solo i singoli progetti: disporre delle competenze comporta anche la responsabilità di ricercare il miglioramento continuo di prodotti e processi senza escludere alcun ambito, specie in un gruppo che va sempre più nella direzione del total processing.

Continua Capuzzo: “Se consideriamo la tecnologia del freddo, sia per il raffreddamento che per la surgelazione, abbiamo fatto un salto di qualità competitivo, integrando nella progettazione dell’impianto anche quella dell’evaporatore, invece di ricorrere a macchine standard da fornitori esterni o di far progettare ogni volta una macchina apposita. Oltretutto ridurre i consumi energetici con impianti ottimizzati rende le aziende più sostenibili non solo economicamente, cosa che giustamente piace al cliente, ma anche dal punto di vista ambientale. Un punto a cui teniamo molto e che va a vantaggio della collettività. Chiaro che in un lavoro di questo tipo il dialogo aperto e continuo con il cliente è fondamentale per fornire una consulenza davvero vantaggiosa, non solo nel progettare ma anche nel gestire l’impianto lungo tutto il suo ciclo di vita. A volte un esperto Tecnopool può dare consigli utili persino sull’uso quotidiano dell’impianto. Un esempio recente: un nostro cliente aveva modificato i ritmi di produzione inserendo turni di lavoro continui su una linea. Anche se non ci aveva consultati sulla cosa, ci siamo accorti che quella modalità di lavoro poteva incidere sulla manutenzione e l’efficienza della linea, quindi gli abbiamo consigliato alcuni leggeri adeguamenti dell’impianto. Quella che poteva sembrare una seccatura ha permesso, conti alla mano, di evitare dispendi energetici e spese di manutenzione. Chiaramente l’imprenditore è stato ben contento di seguire il consiglio, che ha significato poca spesa oggi e molto risparmio in futuro”. Casi di normale assistenza per un’azienda come Tecnopool, che però dimostrano quanto l’affiancamento del cliente sia un fattore sempre più decisivo nella scelta del partner per le industrie alimentari: le competenze maturate sul campo possono aiutare il cliente a capire di cosa ha realmente bisogno e come ottenerlo, come migliorare le performance e i consumi ed essere contemporaneamente sostenibile e competitivo.

.it

FOOD INDUSTRY


food industry

F

or a company like Tecnopool, which has created and is building a large group specialised in the entire food processing chain, growth is not only an entrepreneurial goal but also a valuable opportunity to integrate resources and new innovative drives. This process is spurring the company’s evolution in various directions, for example on the customisation front, which has always been Tecnopool’s strong point. Michele Capuzzo, an engineer specialised in refrigeration technology, who has recently joined the research and development department, tells us: “Today, customising a plant doesn’t necessarily mean higher costs. As we are increasingly operating at a total processing level, combining the advantages of customisation with those of standardisation has been very effective. At first glance both approaches, standard and custom, might seem opposite, but they are absolutely compatible: in fact, customisation does not always mean reinventing everything from scratch. In the case of cooling, for example, we have analysed our projects and devised a standard system for combining spirals and evaporators, with a modular approach that offers various advantages.” On the one hand, customers can have access to price-competitive, high quality equipment, thanks to the simpler design and rationalisation of production. On the other hand, customers obtain the most suitable system for their production needs, which translates into better performance and lower line operation costs. “I collaborated for years with Tecnopool as a supplier,” explains the engineer “dealing with evaporators – the machines on which process

.it

FOOD INDUSTRY

cooling depends. I joined the company last year because I firmly believe that in our sector time waits for no one, so I wanted to broaden my perspectives. “I’m pleased to have found an environment that welcomes new ideas. The old guard, which is vital, is constructively integrating many new resources, obtaining ideas from various fronts. After all, our work is creative, every project is a challenge.” For the technical department, this exciting challenge does not only concern individual projects: in fact, it means using all the skills available to continuously improve products and processes in all areas, especially in a group that is increasingly moving towards total processing. Capuzzo continued: “If we consider refrigeration technology, both for cooling and freezing, we have made a competitive leap in quality, integrating the evaporator into the system design instead of resorting to standard machines from external suppliers or designing a special machine every time. Furthermore, reducing energy consumption with optimised systems makes companies more sustainable, not just economically, which rightly pleases the customer, but also from an environmental point of view. An aspect we care a lot about is that it benefits the community. In a job like this, open and continuous dialogue with the customer is clearly essential to provide truly advantageous advice, not only in designing but also in managing the system throughout its entire life cycle. Sometimes a Tecnopool expert may even give useful advice about daily use of the system. For example, one of our customers has recently changed its production rates by introducing continuous shifts on a line. Even though they hadn’t consulted us on it, we realised that this way of working could have an impact on maintenance and efficiency of the line, so we advised them to make some slight adjustments to the system.

machinery & development

Custom refrigeration: efficient and competitive How customisation and innovation can make a difference for companies and the environment What might have seemed a nuisance made it possible to reduce energy consumption and avoid maintenance costs. Our customer was clearly very happy to follow our advice, which meant spending a little today to save a lot tomorrow.” These are cases of routine assistance for a company like Tecnopool, which nonetheless show how customer support is an increasingly decisive factor for food processing companies when choosing a partner. The skills gained in the field can help customers understand what they really need and how to obtain it, how to improve performance and consumption and be both sustainable and competitive.

Ottobre | October 2020

15


machinery & development

food industry

Z.Matik sceglie la versatilità d’eccellenza La versatilità che distingue le macchine Z.matik ne determina il successo di mercato e nei piccoli e medi laboratori

L

’azienda Z.matik vanta un’esperienza quarantennale nella produzione di macchine per panifici e pasticcerie, in particolare di sfogliatrici manuali, gruppi per croissant, tavoli da lavoro, planetarie, impastatrici e rulli di taglio in acciaio Aisi 304. Grazie alla scelta dei materiali più appropriati Z.matik garantisce robustezza e semplicità d’uso in ogni tipo di macchina. La funzionalità, la robustezza, la semplicità d’uso sono elementi essenziali delle macchine Sfogliatrici Z.matik, la cui versatilità permette l’impiego in piccoli e medi laboratori. I materiali impiegati e la minima manutenzione necessaria per un buon risultato fanno della sfogliatrice Z.matik un valido ed economico collaboratore. Le sfogliatici Z.matik possono essere fornite in vari modelli: da banco SF500BN, SF500BL (500x500, 500x750), con basamento SF500N, SF500L (500x750, 500x1000), SF600N, SF600L (600x1000, 600x1400) e SF600LT (600x1400 con stazione di taglio). L’azienda ha reso disponibile un nuovo optional, il rilevatore di spessore, che permette di calibrare l’abbassamento dei cilindri calibratori per controllare esattamente lo spessore della pasta. A completare la gamma di sfogliatrici troviamo la sfogliatrice automatica disponibile in tre versioni: SF6514A (650x1400 mm), SF6516A (650x1600 mm), SF6520A (650x2000 mm). Questa tipologia di macchina permette al cliente di scegliere la modalità di utilizzo (manuale, semiautomatico, automatico); essa conta anche la presenza di alcuni optional, tra cui la stazione di taglio, arrotolatore, sfarinatore, versione inox AISI 304. Il comodo pannello da 7” touch screen a colori consente di scegliere il sistema più adatto di lavorazione e memorizzare 100 ricette. D’altro canto l’avvolgitrice AVV.200 è stata progettata per poter essere affiancata a sfogliatrici, tavoli da lavoro e macchine per croissant per facilitare il lavoro di arrotolamento di croissant vuoti. Si tratta di una valida e veloce aiutante che sostituisce il lavoro manuale e permette di aumentare la capacità oraria. Essa viene data in dotazione con le macchine per croissant GC200 e GC400 oppure singolarmente. La planetaria Zeus è una macchina mescolatrice costruita interamente in metallo verniciato. Utensili e griglia sono in acciaio inox AISI 304, adatto al contatto alimentare. Solida e poco rumorosa è adatta ai piccoli e medi laboratori per la produzione di paste e creme di svariate tipologie, dolci o salate. La macchina è adatta all’emulsione, montatura, impasto e mescolazione. La capacità della vasca è di 40, 60 oppure 80 litri. Ogni modello è disponibile in due varianti: 3 velocità o con inverter. Il sollevamento della vasca può essere manuale o automatico. Facile da usare e da pulire, è dotata anche di piedini regolabili, nel caso in cui il piano sia irregolare. La planetaria rispetta le normative CE vigenti. Z.matik è certificata secondo il sistema di qualità TÜV SÜD - ISO 9001.

Z.Matik chooses top versatility The distinguishing versatility of Z.matik machines is key factor to their market success and in smalland medium-sized bakery and pastry shops

T

he company Z.matik boasts forty-year experience in the production of machinery for the bakery and pastry sectors, in particular of manual pastry machines, croissant pastry machines, working tables, planetary machines, mixing machines and cutting rolls, in stainless steel Aisi 304. Owing to accurate material selection, Z.matik guarantees sturdiness and user friendliness in every kind of machine it produces. Functionality, sturdiness and user-friendliness are essential elements in Z.matik sheeters, whose versatility makes them suitable for small- and medium-sized bakery and pastry shops. Materials used and minimum maintenance necessary for good results make Z.matik sheeter a sound and inexpensive collaborator. Z.matik sheeters are available in various models, from bench models SF500BN, SF500BL (500x500, 500x750), to models with basement SF500N, SF500L (500x750, 500x1000), as well as SF600N, SF600L (600x1000, 600x1400) and SF600LT (600x1400 featuring cutting unit). The company offers today the new thickness detector, the new optional that enables regulating the lowering of the calibrating cylinders to accurately measure dough thickness. The automatic sheeter that completes the range of sheeters is now available in three versions, such as: SF6514A (650x1400 mm), SF6516A (650x1600 mm) and SF6520A (650x2000 mm). This type of machine enables the customer to select the operation mode (manual, semiautomatic, automatic); it also features some optional elements, among which cutting station, curling unit, flour spreader, stainless steel 304 version. User fluently colour touch screen control panel of 7’’ size enables to select the most suitable processing system and store up to 100 recipes. On the other hand, the curling unit AVV.200 has been designed to operate with sheeters, benches and croissant processing units as to make the curling of empty croissants easier. That’s a reliable and fast help that replaces manual work and it also grants increased capacity per hour. It is provided with croissant machines GC200 and GC400, or as stand-alone machine. Zeus is a planetary mixer completely made of paint metal. Tools and grid are in stainless steel AISI 304, suitable for food contact. Solid and little noisy is suitable for small and medium-sized laboratories for the production of doughs and creams of various types, sweet or savoury. The machine is suitable emulsion, beating, kneading and mixing. The capacity of the tank is 40, 60 or 80 litres. Each model is available in two variants: 3-speeds or inverter. The lifting of the bowl can be manual or automatic. Easy to use and clean, it is also provided with adjustable feet, in the case where the floor is uneven. The planetary complies with current EC regulations. Z.matik is TÜV SÜD - ISO 9001 certified.

Nuovo optional / New optional Rilevatore spessore: Permette di calibrare precisamente l’abbassamento dei cilindri calibratori Thickness detector: It allows you to precisely check the decrease of calibrator

16

Ottobre | October 2020

.it

FOOD INDUSTRY


SF 6514 A

Sfogliatrice Automatica Automatic Sheeter

SZ 507 BL

Sfogliatrice da banco Bench Sheeter

SF 600 L Sfogliatrice Dough Sheeter

TL300-I

Tavolo da lavoro modello TL300-I piĂš avvolgitrice singola per croissant modello AVV200 Working Table model TL300-I with croissant single curling machine Model AVV200

ZEUS 60/3 VE

Planetaria Zeus Planetary mixer Zeus

GC 2000

Gruppo automatico croissant Automatic croissant machine

Z.MATIK Srl Via Fiesso, 4 - 35020 Arre (PD) Italy Tel: +39 049 95 999 35 Fax: +39 049 95 014 82 www.zmatik.com - info@zmatik.com


machinery & development

food industry

La nuova Green Line BELL e COOPER sono i modelli easy rotor ultracompatti che spiccano nella linea Green Line di Europa per la loro versatilità e facilità di utilizzo

The new Green Line BELL and COOPER are the rotary rack ovens that stand out in Europa new Green Line for their versatility and use-friendliness

18

Ottobre | October 2020

E

UROPA Srl fornisce da 30 anni forni professionali ad un sempre più vasto numero di panifici, pasticcerie e pizzerie in tutto il mondo, che riconoscono nel marchio EUROPA le caratteristiche di affidabilità e innovazione nello sviluppo di prodotti che facilitino sempre più la vita degli operatori di settore. Grazie alla collaborazione con una fitta rete di distributori fidelizzati garantisce sia un eccellente servizio di progettazione che di assistenza post-vendita, che si tratti di un piccolo laboratorio di pasticceria, un classico panificio artigiano o un’industria di panificazione con sistemi di carico e scarico automatici. Tra i vari prodotti della nuova linea “Green Line”, spiccano i modelli BELL e COOPER, easy rotor ultracompatti, i forni a carrello girevole per pane e pastic-

F

or 30 years, EUROPA Srl has been selling professional ovens to an ever-larger number of bakeries, pastry shops, hotels and pizza shops all over the world. EUROPA brand is synonymous with reliability and innovation in developing products that facilitate the bakers’ lives ever more. Thanks to the cooperation of a close distributor network, Europa is able to guarantee an excellent assistance service to all its customers, whether it is a small pastry shop, a traditional artisan bakery or a bakery industry with loading and unloading automatic systems. Among the products of the new “Green Line” series, the main ones are those composing the BELL and

ceria ormai conosciuti in tutto il mondo per la loro struttura modulare che permettono di installarli in meno di 2 ore, passano per porte comuni senza difficoltà e possono essere installati in locali molti bassi. La versione elettrica “FREESTYLE” (brevetto) li ha resi i primi forni elettrici rotativi a zone indipendenti che ti permettono di ridurre i consumi dal 33% al 66% quando non si ha bisogno del carrello completo. Decidi tu se cuocere 5, 10 o 15 teglie e se consumare di conseguenza 1/3, 2/3 o 3/3 della potenza. Struttura massiccia in acciaio inox, design moderno e alta qualità nei dettagli uniti a uniformità di cottura, versatilità e facilità di utilizzo rendono BELL e COOPER, i forni rotativi compatti per eccellenza, adatti a tutti coloro che si aspettano grandi prestazioni anche da un piccolo forno.

COOPER series: ultra-compact rotary rack ovens for bakery and pastry products. Thanks to their modular structure, they can be installed in less than 2 hours, they can pass through common doors and they can be fitted into premises with very low ceilings. The special “FREESTYLE” version (patented) allows reducing the consumptions from 33% to 66% when the baking of a complete rack is not needed: you can decide whether to bake 5, 10 or 15 trays and thus using 1/3, 2/3 or 3/3 of the power. Stainless steel massive structure, modern design, excellent baking quality, versatility and friendly use, are subjects that make the BELL and COOPER series suitable for all customers expecting great performances from a small oven.

.it

FOOD INDUSTRY


GALILEO

new edition

Rotary rack ovens for bread and pastry products. Designed both for craft and industrial bakeries specifically tested for heavy non stop baking cycles.

O D U CTS

RE

B

PR

TENTED PA

V E T TAT

O

IGINAL OR

Europa s.r.l. Via del Lavoro, 53 • 36034 Malo (VI) Italy Tel. +39 0445 637444 • Fax +39 0445 637455 • www.europa-zone.com • europa@europa-zone.com

Follow us on:

Europa Srl Europa s.r.l.


machinery & development

food industry

Spezzarrotondatrice RD per pane arrotondato

L

La spezzarrotondatrice RD di Easymac è un impianto per pane arrotondato di peso variabile da 28 a 340 grammi

a linea pane di Easymac con spezzarrotondatrice RD è una linea efficiente per la produzione di pane rotondo stampato e non, avvolto, di peso variabile da 28 a 340 grammi. L’impasto caricato nella tramoggia della spezzatrice a tamburo viene spezzato in pezzi di pasta del peso desiderato. Successivamente questi cadono all’interno di un tamburo il quale grazie al suo moto oscillatorio li rende di forma sferica. Al termine

Divider round RD for round bread

asymac divider round is a bread line suitable for the production of smooth and moulded round bread of a weight from 28 to 340 grams. The dough, loaded into the hopper, is divided in pieces having the desired weight. Consequently, the pieces fall into the drum and through its oscillatory movement, a round shape is made. At the end of the rounding, the round bread pieces are conveying towards the intermediate proofer cell through the outfeed belt conveyor. The intermediate proofer cell is used to allow the

Easymac divider round is a bread line for smooth and moulded round bread weighing from 28 to 340 grams

E

Dispositivo taglio pane Cutting bread line Dispositivo di taglio pane automatico con lama circolare, taglio preciso e regolabile in altezza per cambio formato. Automatic bread cutting device through a circular blade, exact cut, adjustable height to allow the change format.

20

Ottobre | October 2020

dell’arrotondamento i nastri di uscita trasportano le palline di pasta, con la chiusura verso il basso, verso l’entrata della cella di prelievitazione. La cella di prelievitazione è utilizzata per far riposare il pezzo di pasta rotonda per un determinato tempo in base alle esigenze di produzione. Il tempo di riposo permette il naturale rilassamento della pasta prima della formatura. La cella di prelievitazione può essere dotata di impianto di riscaldamento con controllo della temperatura, vaporizzatore con controllo dell’umidità, lampada germicida, estrattore dell’umidità eccessiva. Le dimensioni della cella e i tempi di riposo variano in base al prodotto ed alle necessità del produttore. Per rendere completo il ciclo produttivo, la linea pane può essere integrata con vari moduli, quali filonatore, stampatrice, umidificatore con distributore di semi, impadellamento mono teglia o automatico.

rest of the round pieces of dough for a specific time based on the customer production requirements. The rest time allows the natural dough relaxation before the moulding. The intermediate proofer cell is equipped of the temperature control system, vaporizer, germicide lamp, extractor of humid air. The rest time depends on the type of product and from the producer requirements. The bread Line can be integrated with baguette making system, moulding unit, humidifier with seeds distribution system, manually or automatic panning device.

Ghigliottina ad inseguimento Travelling guillotine Dispositivo di taglio pasta, preciso con lama e stampo, in continuo e ad alta velocità. L’inseguimento del taglio garantisce maggior precisione. In opzione è disponibile anche la lama ad ultrasuoni per particolari e soffici impasti. Dough precise cutting device with blade and mould, constantly with high speed. The travelling cut guarantees more precision. As option, there is the ultrasounds blade for specific and soft dough.

.it

FOOD INDUSTRY





machinery & development

food industry

L’eccellenza fatta di creatività, innovazione e sostenibilità Lawer investe costantemente in qualità e innovazione, e incoraggia una cultura aziendale di creatività e innovazione sistematiche e sostenibili

L

awer fornisce prodotti, soluzioni e servizi all’industria per aumentare l’affidabilità, la sicurezza e l’efficienza delle operazioni di dosaggio e distribuzione per i micro-ingredienti in polveri e liquidi. La sua posizione di mercato come fornitore leader a livello globale di prodotti e soluzioni insieme all’obiettivo di stabilire standard rigorosi in tutte le aree della sua attività, si riflettono nel motto aziendale: “la vera precisione”.

Lawer ha 50 anni di esperienza nel supportare i clienti per garantire la massima qualità dei prodotti. La sua capacità di farlo è basata sulla “qualità italiana” dei suoi prodotti e servizi, unita al continuo investimento nello sviluppo di tecnologie all’avanguardia. Di conseguenza, più di 2500 clienti hanno riposto la loro fiducia in questa azienda e le hanno permesso di fornire loro migliaia di sistemi e soluzioni durante la sua lunga storia. Grazie alla presenza in tutto il mondo, Lawer è accanto ai suoi clienti durante tutto l’intero ciclo di vita dei prodotti, dall’assistenza alla scelta delle attrezzature giuste, al supporto di progettazione, all’installazione e al servizio post-vendita. Lawer è un produttore globale di sistemi di dosaggio e distribuzione automatici con sede a Biella, che fornisce prodotti per vari settori industriali come: tessile, cosmetici, vernici, alimentare, plastica e gomma. Lawer investe costantemente in qualità ed eccellenza, servizio, supporto tecnico, assistenza post vendita e innovazione e incoraggia e facilita una cultura aziendale di creatività e innovazione sistematiche e sostenibili. Lawer fornisce sistemi automatici di dosaggio polveri con tecnologia a bilancia singola, tecnologia a doppia bilancia e tecnologia multi-bilancia per organizzare la produzione in modo innovativo pesando automatica-

mente i l micro-ingredienti in polvere di ricette e lotti in diversi processi dell’industria di preparazione degli alimenti. Vantaggi e benefici: precisione - ripetibilità tracciabilità - sicurezza - efficienza - risparmio - protezione del know-how. Per applicazioni in laboratori di piccole e medie dimensioni Lawer offre diversi modelli di sistemi UNICA: UNICA TWIN, silos di capacità 100 l / bilancia singola o doppia / 12-24 o 36 silos UNICA HD, silos di capacità 50 l / bilancia singola / 8 o 24 silos UNICA MD-SD, silo 18-36 / 12-24 l / bilancia singola / 13 silos Per l’applicazione nella produzione industriale Lawer fornisce sistemi ad alta produttività ed efficienza. SUPERUNICA, sistema di pesatura completamente automatico/capacità silos (300, 150, 100 e 50 l), tecnologia a bilancia singola. SUPERSINCRO, dosaggio automatico in sacchi termoformati costituiti da film tubolari / tecnologia multi bilancia. www.lawer.com

beside its customers around the globe and through the whole life cycle of its products, from the assistance with selecting the right equipment, design-in support, installation and after-sales service. Lawer is a global automatic dosing and dispensing systems manufacturer based in Biella area, providing products for various industries as textile, cosmetics, painting/coating, food, plastic and rubber. Lawer strongly invests in quality and excellence, service, engineering support, after-sales service, assistance and innovation, and it encourages and facilitates a company culture of systematic and sustainable creativity and innovation. Lawer provides automatic powder dosing systems with single scale technology, double scale technology and multi scale technology to organize production in an innovative way by automatically weighing the powder micro-ingredient components of recipes and batches in different processes of the food preparation industry.

Advantages and benefits: accuracy repeatability – traceability - security efficiency - saving - know-how protection For applications in small-medium size laboratory, Lawer offers different models of UNICA systems: UNICA TWIN, 100 l capacity silos /single or double scale /12-24 or 36 silos UNICA HD, 50 l capacity silos /single scale /8-16 or 24 silos UNICA MD-SD, 18-36 / 12-24 l capacity silos single scale/13 silos For application in industrial production, Lawer provides systems with high productivity and efficiency. SUPERUNICA fully automatic weighing system / silos capacities (300, 150, 100 and 50 l) / single scale technology SUPERSINCRO automatic dosing operations in automatic thermoformed bags consisting of tubular films/multi scale technology. www.lawer.com

Excellence that blends creativity, innovation and sustainability Lawer strongly invests in quality and innovation, and it encourages a company culture of systematic and sustainable creativity and innovation

L

awer supplies the industry with products, solutions and services to increase the reliability, safety and efficiency of dosing and dispensing operations for powders and liquids micro-ingredients. Lawer covers a market position in which it is leader as global product and solution provider and it sets strong and high standards in all areas of its business. That is reflected in the company motto: “the true accuracy”. Lawer has 50 years’ experience in supporting the industry to ensure the highest quality of the products. Its ability to do so is based on the “Italian quality” of its products and services combined with continuous investment in developing leading technology. As a result, more than 2,500 customers put their trust in this company having allowed it to supply them with thousands of systems and solutions during its long history. Via a world-wide presence, Lawer stands

24

Ottobre | October 2020

.it

FOOD INDUSTRY



about Fairs

food industry

ProSweets Cologne 2021 lancia un nuovo tool per contatti e presentazione prodotti Con Matchmaking 365+ maggiori funzioni per espositori, visitatori e rappresentanti dei media, per una comunicazione fieristica continua

P

er entrare in contatto con potenziali partner di business ProSweets Cologne 2021 propone, oltre alla fiera fisica, un nuovo strumento online dedicato a espositori e operatori registrati e rappresentanti dei media. Con “Matchmaking 365+” gli espositori della fiera delle subforniture per prodotti dolciari e snack potranno contattare gli operatori anche al di fuori delle date di ProSweets Cologne 2021, che si svolgerà dal 31.01 al 03.02.2021, in tempo utile prima dell’apertura della fiera. “Con Matchmaking 365+ compiamo un ulteriore passo in direzione di una fiera ibrida. Proprio in un periodo come questo è essenziale sostenere adeguatamente i nostri clienti e proporre loro soluzioni che offrano un chiaro valore aggiunto oltre alla fiera fisica, insieme a ulteriori opportunità di contatto, networking e scambio”, spiega Julia Kölsch, Director di ProSweets Cologne. Rispetto alla precedente piattaforma di matchmaking la nuova versione 365+ ha in serbo per gli espositori un potenziamento della presentazione prodotti. Gli utenti potranno presentare i propri prodotti nello showroom espositori caricando immagini e testi e calamitare l’attenzione sulla propria azienda inserendo contenuti video. Le novità saranno messe in particolare evidenza con una presentazione mirata a potenziali clienti e rappresentanti dei media. Lo showroom espositori non si limiterà a ospitare contenuti, ma sarà possibile anche invitare sulla piattaforma i colleghi degli user che operano in azienda. In caso di un interesse concreto gli operatori registrati potranno così avere un contatto diretto. Le proposte di contatto elaborate sulla base degli interessi indicati dai partecipanti aiuteranno a selezionare nuovi contatti potenzialmente interessanti. Oltre alle modalità tradizionali la piattaforma consente ora di organizzare anche meeting virtuali in video, chat o audio. Con le funzioni di calendario online, ricerca mirata prodotti e meeting virtuali il Salone dedicato alle subforniture per prodotti dolciari e snack consente una preparazione ottimale della visita in fiera e un adeguato follow-up dei contatti raccolti. Inoltre, Matchmaking 365+ mette a disposizione contenuti specifici riportati in comunicati, interviste e nel programma eventi della rassegna. Operatori e rappresentanti dei media potranno così informarsi sugli ultimi prodotti e sulle altre novità delle aziende prima, durante e dopo la fiera. L’accesso alla piattaforma digitale di matchmaking di ProSweets Cologne è a titolo gratuito per operatori registrati e rappresentanti dei media.

26

Ottobre | October 2020

.it

FOOD INDUSTRY


food industry

about Fairs

ProSweets Cologne 2021 offers new digital methods of establishing contacts and product presentation With extended functions for exhibitors, visitors and media representatives, Matchmaking 365+ allows continuous trade fair communications

I

n addition to the physical event, ProSweets Cologne is offering a new online industry tool for registered exhibitors and trade visitors as well as for media representatives, which enables networking with potential business partners. Via “Matchmaking 365+” exhibitors of the supplier trade fair for sweets and snacks can thus also reach trade visitors in good time before the fair opens, regardless of the physical exhibition dates of ProSweets Cologne 2021 (31.01.-03.02.2021). “With Matchmaking 365+ we are taking the next step towards hybrid trade fairs. Especially in times like these it is essential that we offer our customers extensive support and solutions that in addition to the physical trade fair provide a clear added value and additional options of establishing contacts, networking and an exchange,” explained Julia Kölsch, Director of ProSweets Cologne. In comparison to the former Matchmaking platform, the new version 365+ offers the exhibitors additional options regarding the product presentation. The users can present their products as photo and text information within the exhibitor showroom and increase the attention their company attracts by embedding video content. New products are especially highlighted here in order to present them to potential customers and media representatives in

.it

FOOD INDUSTRY

at the companies according to their concrete needs. Contact proposals based on the stated interests of the participants support the process of finding and establishing new, interesting contacts. In addition to conventional forms of establishing contacts, the platform now also enables meetings per video, chat or audio. Due to functions like online appointment scheduling, the targeted product search or virtual meetings, the supplier trade fair for sweets and snacks enables an optimal preparation and follow-up of the trade fair visit. Beyond this, Matchmaking 365+ makes industryrelated content in the form of industry knowledge, interviews or also the contents of the trade fair event programme available. In this way, both trade visitors and media representatives can inform themselves about the latest products and further industry contents of the companies prior to, during and after the trade fair. Access to the digital Matchmaking platform of ProSweets Cologne will be granted to registered trade visitors and media representatives free of charge.

a targeted manner. In addition to contents, further company contacts are displayed in the exhibitor showroom, because user colleagues can be invited to join the platform. As such, the registered trade visitors are provided with specific points of contact

Ottobre | October 2020

27


machinery & development

food industry

Convogliatore a spirale interamente in acciaio inox SUPER propone una gamma di soluzioni complete e personalizzate per l’industria di trasformazione alimentare

S

UPER Srl presenta una gamma di macchine e linee per l’industria di trasformazione alimentare, soluzioni complete e personalizzate: • Spirali di pastorizzazione, essicazione, cottura, raffreddamento e congelamento • Vari modelli di forni: a tunnel, multipiano, verticali: gas, fiamma diretta, infrarossi, ciclo-termici, elettrici e ibridi con range di temperatura da +100°C a +650°C. • Linee di laminazione con larghezze di lavoro da 300 a 1500 mm anche per prodotti senza glutine • Laminazione con Presse a caldo per piadine, tortillas, pizza, chapatti e prodotti simili.

Super ha recentemente sviluppato anche il convogliatore a spirale interamente in acciaio inox che offre i seguenti vantaggi reali: • Spazio ridotto - il sistema a spirale riduce al minimo lo spazio richiesto • Massima flessibilità - l’unità si adatta a qualsiasi progetto e processo produttivo • Ricambi standard – Super utilizza il profilo di scorrimento delle spirali a tamburo • Robustezza - Super ha eliminato le parti del nastro trasportatore in plastica che possono rompersi.

Spiral conveyor entirely in stainless steel SUPER proposes a complete and customized range of solutions for the food processing industry

S

UPER Srl presents a comprehensive range of machines and lines for the food processing industry, complete and customized solutions: • Pasteurization, drying, cooking, cooling, and freezing spirals • Various models of ovens: tunnel, multi-level, vertical: gas, direct flame, infrared, cyclo-thermal, electric and hybrid with a temperature range from + 100°C to +650°C. • Lamination line with sink length from 300 to 1500 mm wide for gluten-free product. • Lamination with broth presses for wraps, tortillas, pizza, chapatti and similar products. Lately, Super has also developed its spiral conveyor made entirely in stainless steel that brings about the following real advantages: • Reduced space - the spiral system minimizes the space required • Maximum flexibility - adapts to any project and production process • Standard spare parts - Super uses the sliding profile of the drum spirals • Strength - Super has eliminated parts of the plastic conveyor belt that can break.

28

Ottobre | October 2020

.it

FOOD INDUSTRY


NEW:

HYBRID Tunnel Oven

Electric + infrared gas Ask info to:

info@super-foodmachines.com

Via Boscalto, 2 - 31023 Resana (TV) Italy - C.F./P.Iva 05009930289 Phone: +39 0423 1773104 - Phone 2/Whatsapp/IMO: +39 370 3124079 sales@super-foodmachines.com - info@super-foodmachines.com

www.super-foodmachines.com NEW: SPIRAL CONVEYOR Patented Many different shapes Minimum encumbrance Lateral side guard AISI 304 Standard sliding profile SUPER price!

Ask info to:

info@super-foodmachines.com

MADE IN VENICE


marketing & strategy

food industry

Mondelēz International sceglie gli imballaggi in plastica riciclata

Mondelēz International chooses recycled plastic packaging

Mondelēz International annuncia importanti innovazioni riguardo al packaging, realizzando quello di Filadelfia con plastica riciclata

M

ondelez International ha annunciato che il formaggio cremoso di Filadelfia venduto in Europa a partire dal 2022 dovrà essere realizzato con imballaggi in plastica riciclata. Il marchio sarà pioniere di questa innovazione nel packaging, rappresentando un importante passo verso l’obiettivo dell’azienda di ridurre il suo impatto sull’ambiente e il suo impegno a utilizzare il 5% di materiale riciclato in tutti gli imballaggi in plastica. Come primo grande marchio di formaggio cremoso ad utilizzare plastica riciclata nei suoi imballaggi, Filadelfia utilizzerà una tecnologia innovativa che mantiene gli alimenti sicuri e deliziosi e non finisce nell’ambiente, contribuendo a promuovere un futuro più sostenibile per gli imballaggi in plastica. “È fondamentale trovare e attuare soluzioni innovative e utilizzabili per aiutare a impedire alla plastica di finire nell’ambiente, a cui non appartiene”, ha dichiarato Vince Gruber, Vicepresidente esecutivo e Presidente, Europa per Mondellez International. “L’utilizzo di Filadelfia di materiale riciclato per il packaging è un passo importante nel limitare questi rifiuti supportando un sistema a circuito chiuso. Come parte della nostra missione di guidare il futuro degli snack offrendo lo spuntino giusto, al momento giusto, e fatto nel modo giusto. I nostri marchi iconici si impegnano a sfruttare la loro produzione su ampia scala per ridurre l’impatto sull’ambiente “. L’aumento nell’utilizzodella plastica riciclata farà aumentare la domanda di materiale riciclato e ridurrà in modo significativo la necessità di produrre nuovo materiale vergine, supportando una cosiddetta economia circolare per la plastica, un circuito sostenibile che mantiene in circolazione materiali e riduce gli sprechi. Con ogni acquisto dei prodotti Philadelphia e riciclo della confezione in tutta Europa, i consumatori svolgeranno un ruolo importante nel mantenere ambiente pulito dai rifiuti di plastica fuori e contribuiranno in modo significativo a un futuro più sostenibile per le persone e il pianeta. “Il nostro scopo è quello di consentire alle persone di fare uno spuntino giusto e gran parte di questo obiettivo consiste nel garantire che la produzione dei nostri snack necessiti di meno energia, acqua e rifiuti, compresa l’integrazione di materiali di imballaggio provenienti da fonti più sostenibili”, ha affermato Chris McGrath, Vice President e Chief of Impact, Sustainability e benessere a Mondelez International. “Innovazioni come il riciclo avanzato ci aiutano a trovare fonti sostenibili di materiale precedentemente difficile da riciclare e supportano il nostro viaggio verso lo scarto netto zero. Sappiamo anche che progettare i nostri imballaggi per la sola riciclabilità non risolverà il problema dei rifiuti di plastica, motivo per cui sosteniamo iniziative pubbliche-private per aumentare la percentuale di recupero e riciclo in tutto il mondo”. “Siamo lieti di collaborare con Mondelez International nella fornitura di imballaggi realizzati con plastica riciclata con tecnologia di riciclo avanzata. Recuperando e deviando i rifiuti che sarebbero stati altrimenti inviati in discarica o incenerimento. Stiamo lavorando per raggiungere il nostro obiettivo comune di promuovere un’economia circolare”, ha affermato Jean-Marc Galvez, Presidente Consumer Packaging International, Berry Global. L’impegno di Philadelphia nel promuovere l’innovazione del packaging fa parte degli obiettivi di sostenibilità e benessere a lungo termine di Mondelez International,

30

Ottobre | October 2020

Mondelēz International announces significant packaging innovation with Philadelphia packaging set to be made with recycled plastic

M

ondelez International announced that Philadelphia cream cheese sold across Europe is to be made with recycled plastic packaging, starting from 2022. The iconic brand will pioneer this packaging innovation, representing an important step in the company’s goal to reduce its impact on the environment and its commitment to use 5% recycled content across all plastic packaging. As the first major cream cheese brand using recycled plastic in its packaging, Philadelphia will scale an innovative technology that that keeps food safe and delicious but doesn’t end up in the environment, helping to advance a more sustainable future for plastic packaging. “It is vital to find and implement innovative, viable solutions to help stop plastic from getting into the environment, where it doesn’t belong,” said Vince Gruber, Executive Vice President and President, Europe for Mondelez International. “Philadelphia’s anticipated use of recycled material is an important step in limiting this waste while supporting a closed loop system. As part of our mission to lead the future of snacking by offering the right snack, for the right moment, made the right way. Our iconic brands are committed to leveraging their scale to reduce our impact on the environment.” The increased use of recycled plastic will drive demand for recycled material and significantly reduce the need to produce new virgin material, supporting a so-called circular economy for plastic – a sustainable loop that keeps valuable materials in circulation and reduces waste. With every purchase and recycling of Philadelphia products across Europe, consumers will play an important role in keeping plastic waste out of the environment and meaningfully contribute to a more sustainable future for people and planet. “Our purpose is to empower people to snack right and a big part of this is making sure our snacks use less energy, water and waste – including integrating more sustainably sourced packaging materials,” said Chris McGrath, Vice President and Chief of Impact, Sustainability and Wellbeing at Mondelez International. “Innovations like advanced recycling help us find sustainable sources of previously hard-to-recycle material and support our journey towards zero net waste. We also know that designing our packaging for recyclability alone won’t solve the problem of plastic waste, which is why we support public-private initiatives to increase recovery and recycling rates across the world.” “We are pleased to partner with Mondelez International in providing packaging made with recycled plastic from advanced recycling technology. By recovering and diverting waste that would have otherwise been sent to landfill or incineration, we are working towards our common goal of promoting a circular economy,“ said Jean-Marc Galvez, President Consumer Packaging International, Berry Global. Philadelphia’s commitment to advancing packaging innovation is part of Mondelēz International’s long-term sustainability and well-being targets, which are focused on driving positive impact and meaningful

.it

FOOD INDUSTRY


che si concentrano sulla promozione di effetti positivi e cambiamenti significativi su scala. Tali impegni comprendono l’approvvigionamento sostenibile di materiali chiave, la riduzione dell’impronta ambientale dell’azienda e il rispetto dei diritti di tutte le persone lungo la sua catena del valore. Mondelez International è anche un partecipante della New Plastics Economy della Fondazione Ellen MacArthur e un firmatario del suo impegno globale, che unisce oltre 450 aziende, governi e altre organizzazioni dietro una visione comune di un’economia circolare per la plastica, in cui non diventi mai uno spreco o inquinamento. Come parte di questi impegni Mondelez International garantirà che il 100% dei suoi imballaggi sia progettato per essere riciclabile ed etichettato con informazioni sul riciclo entro il 2025 ed è sulla buona strada per raggiungere tale obiettivo con il 93% degli imballaggi dell’azienda progettati per essere riciclabili oggi. Il rapporto Snacking Made Right del 2019 fornisce un aggiornamento completo sugli obiettivi di merenda sostenibili e consapevoli dell’azienda 2025 e sui suoi progressi nel raggiungimento di questi obiettivi. Filadelfia Filadelfia è il formaggio cremoso più famoso al mondo. Da oltre 100 anni Filadelfia è pioniere tra i formaggio spalmabili per poter offrire il gusto eccezionale che tutti amano. Il gusto caratteristico di Filadelfia - il mix di freschezza e cremosità - aumenta il piacere di mangiare, creando momenti e occasioni condivise che tutti amano. Disponibile in varietà regolari, leggere e aromatizzate, la crema di formaggio. Philadelphia è disponibile in dimensioni regolari e snack. Mondelez International Mondelez International, Inc. (NASDAQ: MDLZ) consente alle persone di fare spuntini in oltre 150 paesi in tutto il mondo. Con un fatturato netto del 2019 di circa26 miliardi di dollari, MDLZ sta guidando il futuro dello snack con marchi iconici globali e locali come i biscotti OREO, belVita e LU; Cadbury Dairy Milk, Milka e Toblerone Chocolate; Sour Patch Per bambini caramelle e gomma Trident. Mondelez International è orgoglioso di esser membro degli Standard and Poor’s 500, Nasdaq 100 e Dow Jones Sustainability Index. Visita www. mondelezinternational.com o segui l’azienda su Twitter all’indirizzo www.twitter. com/MDLZ.

change at scale. These commitments include sustainably sourcing key materials, reducing the company’s environmental footprint and respecting the rights of all people across its value chain. Mondelez International is also a participant of the Ellen MacArthur Foundation’s New Plastics Economy and a signatory of its Global Commitment, which unites more than 450 businesses, governments and other organisations behind a common vision of a circular economy for plastic, in which it never becomes waste or pollution. As part of these commitments Mondelez International will ensure that 100% of its packaging is designed to be recyclable and labelled with recycling information by 2025 and is on track to meet that target with 93% of the company’s packaging designed to be recyclable today. The 2019 Snacking Made Right Report provides a comprehensive update on the company’s 2025 sustainable and mindful snacking goals and its progress towards achieving these goals. About Philadelphia Philadelphia is the world’s most popular cream cheese. For more than 100 years Philadelphia has been pioneering the cream cheese standards to bring the great taste everyone loves. Philadelphia’s signature taste – the mix of freshness and creaminess - uplifts the pleasure of eating, creating food moments and shared occasions that everyone loves. Available in regular, light, lightest and flavored varieties, Philadelphia cream-cheese comes in regular and snack sizes. About Mondelez International Mondelez International, Inc. (NASDAQ: MDLZ) empowers people to snack right in over 150 countries around the world. With 2019 net revenues of approximately $26 billion, MDLZ is leading the future of snacking with iconic global and local brands such as OREO, belVita and LU biscuits; Cadbury Dairy Milk, Milka and Toblerone chocolate; Sour Patch Kids candy and Trident gum. Mondelez International is a proud member of the Standard and Poor’s 500, Nasdaq 100 and Dow Jones Sustainability Index. Visit www.mondelezinternational.com or follow the company on Twitter at www.twitter.com/MDLZ.


machinery & development

food industry

Soluzioni d’avanguardia dal 1956 Eccellenza italiana sinonimo di qualità e avanguardia, Zanin f.lli srl propone le migliori soluzioni, anche personalizzate, per il settore alimentare

Z

anin f.lli Srl, eccellenza italiana sinonimo di qualità, avanguardia, ricerca e personalizzazione, è specializzata in malterie per cereali, silos di miscelazione farine, pulitori a setacci INOX a doppia aspirazione per uso alimentare, sistemi di filtraggio dell’aria, Dust Stop - la tramoggia brevettata Zanin per carico prodotto senza dispersione di polvere, come anche pulitori a tamburo, pulitori a setacci a doppia aspirazione per cereali, linee di selezione, essiccatoi e sistemi di refrigerazione. Nel campo industriale Zanin f.lli è specializzata in movimentazione e stoccaggio di fertilizzanti, progetta e produce Coating Drums, è esperta nella pulitura e trasporto durante le fasi di sbarco ferroviario e sbarco da nave, progetta e produce

tramogge portuali, trasportatori a nastro, a catena e grandi elevatori a tazze. Fondata nel 1956 e da allora sempre attenta alle richieste del mercato, Zanin F.lli è pronta ad offrire la migliore consulenza per identificare le giuste soluzioni. Malteria L’arte della maltazione non è più dei grandi produttori industriali, infatti da oggi grazie a Zanin f.lli srl è possibile produrre eccellenze in lotti da minimo 500 kg. 60 anni di esperienza nell’essiccazione e nella movimentazione dell’aria soddisfano l’esigenza di produrre grandi varietà di malti e ottenere così farine speciali, nuove basi per prodotti da forno, preparati per intolleranti nonché i malti per birrifici o distillatori. Nell’ambito delle farine, Zanin f.lli srl ha messo a punto un sistema che riceve, pesa e miscela omogeneamente le differenti farine per permettere agli utilizzatori di garantire prodotti sempre migliori e ricette personalizzabili. Con un processo produttivo certificato ISO 9001 TÜV SÜD, Zanin f.lli fornisce macchine e impianti di qualità, ideati con i migliori programmi di grafica 3D, creati, testati e prodotti nelle loro officine. Zanin f.lli srl è anche qualità dell’ambiente, le macchine sono studiate per ridurre i consumi elettrici, ridurre i

consumi dei combustibili ed eliminare le impurità nell’aria. Dust Stop è il fiore all’occhiello di questa visione del mondo più ecosostenibile, un sistema brevettato che non disperde polvere nell’ambiente durante le delicate fasi di scarico del prodotto. - Settore food Impianti di malterie dei cereali - Impianti di trattamento, miscelazione e pesatura farine - Macchine INOX per trattamento dei prodotti a uso umano - Settore Agro-Industriale Pulitura – Essiccazione – Meccanizzazione Stoccaggio e ventilazione - Soluzioni personalizzate - Accessori e componenti - Soluzioni chiavi in mano - Settore Industriale Impianti di trattamento fertilizzanti, cereali e minerali - Logistica e trasporto intermodale per strutture portuali, ferroviarie - Impianti personalizzati per scarico di navi e treni - Elevatori a tazze, con portate fino a 650 t/h - Trasportatori a nastro e catena, con portate fino a 1000 t/h - Tramogge semoventi autofiltranti - Drum Coating - Prepulitura per sbarco da nave, da 1000 t/h - Impianto di ricezione con carico rapido e trasportatore per invio a magazzino.

State-of-the-art solutions since 1956 Italian excellence synonymous with quality and avantgarde, Zanin f.lli proposes the best solutions, also personalized, for the food sector

Z

anin Flli Srl, Italian excellence synonymous with quality, avantgarde, research and personalization, specializing in cereal malthouses, flour mixing silos, double-aspiration, stainless steel sieve cleaners for food use, air filtering systems, Dust Stop – Zanin patented hopper for product loading with no powder dispersion, as well as drum cleaners, cereal doubleaspiration sieve cleaners, sorting lines, dryers and refrigeration systems. In the industrial sector, Zanin f.lli specializes in fertilizer handling and storage, Coating Drums design and production, cleaning and transport in rail and ship unloading, port hopper design and production, belt and chain conveyors, and big bucket elevators. Established in 1956 and always attentive to market demand, Zanin f.lli provides its best advice to find the right solutions. Malting Malting work is no longer privilege of big-size industrial producers; in fact, thanks to Zanin f.lli, today it is possible to produce excellence in batches of 500 kg max. 60-year experience in drying and air handling meets the requirement of producing large variety of malt and producing special flour, new bases for bakery

32

Ottobre | October 2020

products, mixes for intolerant people, and malts for breweries and distillers. As far as flour is concerned, Zanin f.lli has developed a system that receives, weighs and homogeneously mixes the various types of flour as to enable users to always grant far better products and customizable recipes. Thanks to an ISO 9001 TÜV SÜD certified production process, Zanin f.lli supplied quality machines and plants designed by means of the best 3D graphic programmes, created, tested and produced in its warehouses. Zanin f.lli is also environmentally friendly and its machines are studied to reduce energy and fuel consumption, and to eliminate air impurity. Dust Stop is flagship of the company’s vision of an eco-friendlier world, a patented system that does not disperse powder in the environment during any product unloading operation.

- Food sector Cereal malting systems – Flour treating, mixing and weighing systems – Stainless steel machines for product treatment for human use - Agro-industrial sector Cleaning – Dying – Mechanization – Storage and ventilation – Customized solutions – Accessories and components – Turnkey solutions - Industrial sector Fertilizer, cereal and mineral treatment systems – Logistics and intermodal transport for port and rain structures – Personalized plants for ship and train unloading – Bucket elevators, with capacity up to 650 t/h – Belt and chain conveyors, with capacity up to 1000 t/h – Self-propelled and self-filtering hoppers – Drum Coating – Pre-cleaning for ship unloading, from 1000 t/h – Receiving system with fast loading, and conveyor for transport to the warehouse.

.it

FOOD INDUSTRY



machinery & development

food industry

100 anni di esperienza votati all’innovazione: nasce SCUDO

S

igma e Spiromatic annunciano SCUDO, “newco” con già oltre 100 anni di esperienza, che nasce per progettare e realizzare soluzioni innovative per la miscelazione dell’impasto dedicate al mercato della panificazione e della pasticceria industriale. L’italiana Sigma, azienda leader nella produzione di macchine impastatrici e planetarie per l’arte bianca, e la belga Spiromatic, leader internazionale per le soluzioni industriali di gestione e trasporto degli ingredienti, annunciano la creazione di SCUDO, una joint venture creata con l’obiettivo di offrire alle imprese industriali del settore della panificazione e pasticceria, soluzioni specializzate e personalizzate per la produzione dell’impasto. Il nome SCUDO è acronimo di Specialized and CUstomized DOugh-Mixing Solutions. SCUDO si pone al fianco dei propri clienti e li supporta nell’affrontare le sfide del mercato tenendo conto della peculiarità produttiva di ciascuna realtà. L’implementazione delle nuove tecnologie, la riduzione dei costi e degli sprechi del processo produttivo, il controllo e la gestione di sistemi produttivi sempre più complessi sono solo alcune di queste sfide. SCUDO risponde con soluzioni flessibili completamente automatizzate per la piena integrazione fra le fasi di gestione degli ingredienti e quelle di produzione dell’impasto. L’hygienic design e il monitoraggio di parametri predittivi per il miglioramento delle performance sono due aspetti fondamentali delle soluzioni SCUDO. “Il mercato industriale della panificazione e pasticceria è composto da realtà molto diverse fra loro. commenta Stefano Salvadori Presidente di SCUDO Per questo vogliamo offrire soluzioni personalizzate, studiate a partire dai bisogni specifici del cliente. Questo approccio ci permette di disegnare soluzioni d’impasto uniche, ricercando le tecnologie di volta in volta più performanti, per poi procedere alla produzione, all’installazione, all’automazione e alla messa in opera della soluzione stessa”. SCUDO mette a sistema i 100 anni di esperienza che insieme vantano le aziende fondatrici nei rispettivi campi, valorizzandoli con una forte competenza nell’automazione del processo produttivo e un deciso orientamento all’innovazione. Con queste credenziali si candida ad essere punto di riferimento nel mercato internazionale delle soluzioni industriali per l’impasto di prodotti come pane, pizza, tortilla, pasticceria, biscotti, waffles e torte. “L’automazione sarà uno degli elementi basilari delle nostre soluzioni – racconta Dirk Dhont Direttore di SCUDO – La competizione globale ha portato molte imprese verso la diversificazione dell’offerta e di conseguenza all’incremento della complessità del sistema produttivo sia in termini di numero di ingre-

34

Ottobre | October 2020

dienti da gestire che di prodotti da realizzare. Grazie all’automazione industriale integrata nelle soluzioni SCUDO miriamo a gestire e governare la complessità dei processi produttivi, ad aumentare la flessibilità delle aziende per renderle più reattive alle sollecitazioni del mercato”. SCUDO affida la ricerca continua delle soluzioni più all’avanguardia al proprio Dipartimento di Ricerca e Sviluppo composto da un team qualificato di tecnici e ingegneri specializzati in grado di progettare soluzioni intelligenti che, oltre alla flessibilità, hanno l’obiettivo della riduzione dei costi di gestione del processo produttivo. “Le soluzioni per l’impasto di SCUDO prevedono la completa integrazione di tutte le fasi del processo di impasto e la loro automazione. Questo consente il costante monitoraggio di parametri di performance per ottimizzare in tempo reale il flusso produttivo – commenta Andrea Gnocchi, R&D Manager di SCUDO – Attraverso la pianificazione dell’attività di manuten-

zione predittiva puntiamo a ridurre i fermi macchina, incrementando l’efficienza della produzione e a raggiungere migliori livelli di sicurezza”. L’approccio customer-oriented di SCUDO è sperimentabile anche nel servizio di assistenza attivo H24 dall’approvazione del progetto per tutta la durata della vita della soluzione installata. Il cliente trova in SCUDO l’interlocutore unico a cui rivolgersi per tutti gli aspetti della soluzione, dalla meccanica, all’elettronica, all’automazione. Anni di collaudata collaborazione fra le aziende fondatrici sono alla base di questa Joint Venture. Sigma e Spiromatic continueranno la propria attività nelle specifiche aree di competenza e di mercato. SCUDO conterà inizialmente sulla competenza ed esperienza del personale Sigma e Spiromatic, ma ha già iniziato ad assumere nuovo personale con esperienza nel settore. La nuova società avrà sede legale e produttiva in Italia mentre il dipartimento ricerca e sviluppo sarà in Belgio.

.it

FOOD INDUSTRY


food industry

S

igma and Spiromatic announce SCUDO, a joint venture with over one hundred years of expertise, created to offer innovative dough-mixing solutions for the bakery and industrial pastry markets. The Italian company Sigma, a leading manufacturer of kneading machines and planetary mixers, and the Belgian Spiromatic, an international reference in pre food processing, announce the birth of SCUDO, a joint venture created to become a worldwide reference in automated and customized dough mixing solutions for industrial production. The name SCUDO stands for Specialized and CUstomized DOugh-Mixing Solutions. SCUDO supports its customers facing the challenges of the market by taking care of the production peculiarities of each context. The implementation of new technologies, the reduction of costs and waste of the production process and the control and management of increasingly complex production systems are just some of these challenges. SCUDO faces them with automated flexible solutions for full integration of ingredients handling and dough-mixing process. Hygienic design and the monitoring of unique predictive parameters are defining features of SCUDO. “The industrial bakery and pastry market is made up of very different realities, - says Stefano Salvadori President of SCUDO - This is the reason why we want to offer customized solutions starting from the specific needs of our customers. This approach allows us to design unique dough-mixing solutions, by making use of the best innovative and

.it

FOOD INDUSTRY

cutting-edge technologies. We manage the whole project: from manufacturing and assembling, to the integration of automated solutions and installation, and up to after-sales services.” SCUDO puts together the 100 years of experience of the founding companies with a strong focus on the automation of the production process and a decisive orientation towards innovation. SCUDO is committed to becoming a point of reference in the international market of industrial solutions for the mixing of products such as bread, pizza, tortilla, pastry, biscuits, waffles and cakes. “Automation is essential in our mixing solutions – says Dirk Dhont Director of SCUDO – Global competition has led many companies to diversify their offer, therefore increasing the complexity of the production systems both in terms of number of ingredients to handle and products to make. SCUDO solutions aim to manage the complexity of the production process, improving customers’ flexibility and making them more reactive to market stress”. SCUDO entrusts the continuous research of the most forward solutions to its R&D department. A qualified team of technicians and specialized engineers designs smart solutions capable of reducing production process management costs. “SCUDO mixing solutions integrate and automate all dough production process phases. This allows constant monitoring of performance parameters to optimize production flow in real time. - comments Andrea Gnocchi, R&D Manager of SCUDO - Through

machinery & development

One hundred years of experience lead to innovation: SCUDO is born the planning of the predictive maintenance activity we reduce machine downtime, increase production efficiency, and achieve better safety standards”. SCUDO offers 24h/7d active support during the entire life cycle of the installed solution. The customer can count on SCUDO for any kind of support: mechanics, electronics and automation. SCUDO counts on the competence and experience of the Sigma and Spiromatic staff and has started hiring new staff. The new company has its legal and manufacturing headquarters in Italy and R&D center in Belgium. Years of tested collaboration between Sigma and Spiromatic are the basis of SCUDO. Nevertheless, both companies will be carrying on their own traditional activity.

Ottobre | October 2020

35


marketing & strategy

food industry

LTD ED: Goppion crea la nuova linea di caffè monorigine Certificati CSC®, i nuovi caffè Specialty provengono dalle migliori piantagioni dell’Africa e del Centro e Sud America

A

rrivano da Brasile, Etiopia e Guatemala i nuovi caffè monorigine LTD ED – Limited Edition creati da Goppion, storica torrefazione alle porte di Treviso. I tre nuovi Arabica, in edizione limitata, saranno affiancati a rotazione dai monorigine provenienti da El Salvador, Perù e Colombia. Tutti i caffè LTD ED sono Specialty, ovvero dei caffè di altissima qualità certificati da CSC® – Caffè Speciali Certificati, Consorzio che promuove la cultura del caffè di qualità e che garantisce l’intero processo produttivo, dalla piantagione alla confezione. La tostatura è leggermente più chiara rispetto a quella dei chicchi utilizzati per l’espresso tradizionale, ma lo stile rimane tutto italiano. “Il caffè delle nostre LTD ED – spiega Paola Goppion, responsabile marketing e comunicazione di Goppion Caffè – proviene dalle migliori piantagioni del Centro e del Sud America, oltre che dell’Africa. Ogni caffè monorigine ha caratteristiche uniche e racchiude in sé un mondo di sapori diversi. I produttori scelti sono proprietari delle piantagioni, garantiscono costanza qualitativa e continua ricerca. L’idea nasce dal confronto continuo con il mercato estero e con i nostri distributori, che da tempo ci

36

Ottobre | October 2020

segnalano una forte domanda di caffè Specialty. Non vogliamo però dimenticare il buon stile italiano di fare il caffè, che ha reso il nostro espresso famoso in tutto il mondo e che deve continuare a farsi riconoscere per la sua unicità: questi chicchi hanno tempi di tostatura più brevi rispetto ai tradizionali 15 minuti; riusciamo però lo stesso a far raggiungere al caffè la giusta pienezza e maturità e la ricchezza aromatica tipica dell’espresso italiano”. L’idea della nuova composizione grafica e del nome per l’edizione speciale è di Fabio Fedrigo, arricchita dalle illustrazioni realizzate da Mimicocodesign. I caffè LTD ED sono disponibili, in grani, a partire da settembre nelle caffetterie Goppion e affiliate. Goppion Caffè Oggi l’azienda occupa 35 dipendenti. Il fatturato 2019 è di 12 milioni di euro, la quantità di caffè lavorato

circa 1 milione e 200mila kg. L’80% delle vendite è sviluppato dal mercato Italia e di questo il 60% è rappresentato dal canale Ho.Re.Ca., il rimanente 40% nella Gdo. Le esportazioni rappresentano il restante 20% del fatturato totale aziendale, in rapida ascesa. L’azienda esporta nei seguenti paesi: Iran, Dubai, Taiwan, Singapore, Polonia, Germania, Austria, Repubblica Ceca, Ungheria, Romania, Slovacchia, Russia, Bulgaria, Bielorussia, Lituania, Lettonia, Paesi Bassi, Ucraina, Belgio, Lussemburgo, Francia, Slovenia, Croazia, Bosnia, Grecia, Turchia, Egitto, Georgia. Dal 2016 Goppion è certificata FSSC 22000, uno schema di certificazione rivolto ad organizzazioni produttrici di alimenti con l’obiettivo di armonizzare i requisiti di certificazione ed i metodi e i sistemi di sicurezza alimentare nella filiera, a garanzia del consumatore finale. Dal 1997 fa parte di CSC®, Caffè speciali Certificati, un Consorzio nato dall’impegno di dieci Torrefattori italiani ricercatori della qualità all’origine, del caffè di piantagione con le quali ha un rapporto diretto. Dal 1997 produce caffè biologico a proprio marchio un caffè speciale (NATIVO) certificato da Fairtrade e da CCPB. Goppion è tra i fondatori del Consorzio di Tutela del Caffè Espresso Italiano.

.it

FOOD INDUSTRY


food industry

marketing & strategy

LTD ED: Goppion creates the new single origin coffee line CSC® certified, the new Specialty coffees come from the best plantations in Africa and Central and South America

F

rom Brazil, Ethiopia and Guatemala come the new single-origin LTD ED - Limited Edition coffees created by Goppion, historical roasting company on the outskirts of Treviso. The three new Arabica, in limited edition, will be joined in rotation by single-origin coffees from El Salvador, Peru and Colombia. All LTD ED coffees are Specialty, i.e. top quality coffees certified by CSC® - Caffè Speciali Certificati, a consortium that promotes the culture of quality coffee and guarantees the entire production process, from the plantation to the packaging. The roasting process is slightly lighter than that of the beans used for traditional espresso, but the style remains all Italian. “The coffee of our LTD ED - explains Paola Goppion, Goppion Caffè’s marketing and communication manager - comes from the best plantations in Central and South America, as well as in Africa. Each single origin coffee has unique characteristics and contains a world of different flavours. The selected producers are the owners of the plantations, they guarantee quality constancy and continuous research. The idea was born from the continuous comparison with the foreign market and with our distributors, who have been

.it

FOOD INDUSTRY

signaling a strong demand for Specialty coffee for a long time. However, we do not want to forget the good Italian style of making coffee, which has made our espresso famous all over the world and which must continue to be recognised for its uniqueness: these beans have shorter roasting times than the traditional 15 minutes; however, we still manage to make the coffee reach the right fullness and maturity and the aromatic richness typical of Italian espresso”. The idea for the new graphic composition and the name for the special edition is by Fabio Fedrigo, enriched by the illustrations created by Mimicocodesign. LTD ED coffees are available, in beans, from September in Goppion and affiliated coffee shops. Goppion Coffee Today the company has 35 employes. The 2019 turnover is 12 million euros, the amount of coffee processed about 1 million and 200 thousand kg. The 80% of sales derives from the Italian market while the 60% of this percentage is represented by the Ho.Re. Ca. channel. The remaining 40% regards large-scale distribution. Exports represent the remaining 20% of

the company’s total turnover, which is growing rapidly. The company exports to the following countries: Iran, Dubai, Taiwan, Singapore, Poland, Germany, Austria, Czech Republic, Hungary, Romania, Slovakia, Russia, Bulgaria, Belarus, Lithuania, Latvia, Netherlands, Ukraine, Belgium, Luxembourg, France, Slovenia , Croatia, Bosnia, Greece, Turkey, Egypt, Georgia. Since 2016 Goppion has been FSSC 22000 certified, a certification scheme aimed at organizations of food manufacturers with the aim of harmonizing certification requirements and methods and systems of food safety in the supply chain, to guarantee the final consumer. Since 1997 it has been part of CSC®, Certified Special Coffees, a consortium born from the commitment of ten Italian roasters, who look for the quality at the origin, of the plantation coffee with which it has a direct relationship. Since 1997 it has been producing organic coffee under its own brand, a special coffee (NATIVO) certified by Fairtrade and CCPB. Goppion is one of the founders of the Consortium for the Protection of Italian Espresso Coffee.

Ottobre | October 2020

37


machinery & development

food industry

Colombini garantisce la migliore macinatura del caffè Precisione, massima semplicità di utilizzo e altissima qualità del macinato con i macinatori Colombini

F

ondata da Angelo Colombini come officina meccanica per il settore automobilistico, negli anni ’60 l’azienda investe parte delle risorse per progettare e realizzare un nuovo sistema per la macinazione di caffè. Col tempo, l’impegno diventa così importante che il settore automobilistico viene abbandonato. Nei primi anni ’70 nasce il marchio Icoperfex ad opera di Italo Colombini, seguito nei primi anni ‘90 dal marchio Colombini. Simbolo di continuità fra le generazioni e sinonimo di qualità nel mondo. Oggi Colombini progetta macinatori adatti a ogni ciclo produttivo che uniscono alla precisione la massima semplicità di utilizzo, che riducono drasticamente i costi di impianto e i consumi energetici, e garantiscono un’altissima qualità del macinato anche per il caffè uso turco, in particolare con cardamomo. Una qualità che, in gran parte, è legata ai dischi di taglio progettati e costruiti esclusivamente all’interno dell’azienda. Sono loro il segreto e il punto di forza di tutti i macinatori Colombini: da quelli per le grandi e medie produzioni della linea Criomak, fino a quelli pensati per le torrefazioni e i coffee shop come Angel: il “Piccolo Genio Italiano”. L’unico che racchiude in uno spazio molto ridotto tutta la tecnologia e le prestazioni dei più grandi sistemi di macinatura Colombini.

Colombini guarantees the best coffee grinding Precision combines with utmost user-friendliness and topquality ground coffee with Colombini grinders

F

ounded by Angelo Colombini as a mechanical workshop specializing in the automobile sector, in the 60s the company invested parts of its resources in the engineering and production of a new coffee grinding system. As the years went by, the commitment to this project became such relevant that the automobile sector was completely left aside. In the early 70s, Icoperfex brand was created by Italo Colombini and then followed by Colombini brand in early 90s: Symbol of generational continuity and synonymous with quality around the world. Today, Colombini designs grinders suitable for any production cycle, to combine precision with utmost user-friendliness, thus dramatically reducing running costs and energy consumption, guaranteeing top quality ground coffee, also for Turkish coffee, with cardamom in particular. Such quality mostly depends on the cutting discs designed and built in-house only. They are the secret and strength of all Colombini grinders: from those for big and medium outputs of Criomak line, right to those for coffee production factories and coffee shops, like Angel: the little Italian Genius. It is the only one that holds the technology and performance typical of Colombini big grinding systems in small space.

38

Ottobre | October 2020

.it

FOOD INDUSTRY


DLY OU PR IN DE MA LY ITA

Grinding is a fine art. La macinazione è un’arte sofisticata.

C

olombini vede la macinazione del caffè come una forma d’arte, una tradizione da tramandare di padre in figlio. Ma ogni tradizione, senza innovazione, non può durare. Per questo motivo Colombini ha costruito il suo successo sullo sviluppo di nuove idee. Non è quindi una coincidenza che i macinatori Colombini sono la differenza tra un buon caffè e un eccellente caffè.

COMPACT POWERFUL ITALIAN

Designed for small roasting facilities, olombini sees coffee grinding as a form of art, labs, coffee shops, gourmet food stores, a tradition to be passed on from father to son. etc., Angel offers all the characteristics of But any tradition, without innovation, can industrial Colombini grinders in a compact not last. For this reason Colombini has built its unit. It has tungsten carbide grinding discs success developing new ideas. Day after day. (Vickers 1300 hardness) that can produce over It is not a coincidence that Colombini grinders 70 tons without having to be replaced. Extreme are the difference between a good coffee or an precision, continuous micrometric setting, reliability excellent one. and solidity. Angel can produce up to 90 kg/h of ground coffee, including in continuous cycle for small batches. A miracle? No, Colombini’s Angel.

C

Progettato per piccole aziende di tostatura, laboratori, negozi di caffè, negozi di alimentari gourmet, ecc., Angel offre tutte le caratteristiche dei macinatori industriali Colombini in un’unità compatta. I suoi dischi di macinazione al carburo tungsteno (durezza 1300 Vickers) possono produrre oltre 70 tonnellate senza dover essere sostituiti. Precisione estrema, costante regolazione micrometrica, affidabilità e solidità. Angel può produrre fino a 90 kg/h di caffè macinato, in cicli in continuo di piccole partite. Un miracolo? No. E’ Angel di Colombini.

GIANT INSIDE www.colombini.srl


machinery & development

food industry

Impianti completi per la lavorazione del caffè Petroncini opera nel mercato della torrefazione del caffè dal 1919 fornendo impianti completi, altamente tecnologici e dal basso consumo energetico

P

etroncini è la società di IMA specializzata nel fornire impianti completi per la torrefazione del caffè, con tostatrici di capacità produttive dai 3,5 kg/h fino a 3,5 ton/h, adatte a tutte le modalità di consumo: dall’espresso al caffè filtro, dall’instant al Turkish coffee. Inoltre, Petroncini fornisce sistemi completi per la lavorazione del caffè, a partire dagli impianti di ricevimento del verde fino ai sistemi di alimentazione delle macchine confezionatrici, con

caffè tostato e macinato, e sistemi specifici per il trasporto e confezionamento del caffè in cialde e capsule. Le tostatrici Petroncini assicurano l’uniformità e la ripetibilità del prodotto e consentono al caffè di sprigionare l’aroma preferito. Particolarmente adatte per piccole e medie produzioni, le Tostatrici TT hanno una tecnologia di tostatura tradizionale. Possono essere dotate di diversi sistemi per il controllo del processo di tostatura e dei profili sensoriali ottenibili dal caffè, e sono disponibili anche in versione TTR, con sistemi di recupero del calore e di ricircolo dell’aria di tostatura. Questo modello richiede un limitato spazio d’installazione e gli interventi di manutenzione sono facili e veloci. Il modello di Tostatrici TMR è stato progettato per le produzioni industriali che richiedono elevata redditività e ripetibilità dei processi di tostatura durante le varie fasi di lavoro, ottenendo il profilo di tostatura desiderato in termini di tempo, colore e sapore, grazie alla completa personalizzazione delle ricette. Il singolo bruciatore e l’efficiente sistema di recupero del calore garantiscono inoltre il minor consumo energetico. Le

Tostatrici Specialty sono la soluzione perfetta per le torrefazioni artigianali che richiedono caffè di alta qualità. Questi modelli possono tostare fino a 60 kg/h di caffè verde e sono disponibili in versione manuale o con un sistema di controllo di tostatura a Profilo. Sono dotate di bruciatore modulante e di doppio segnale di uscita per collegare dispositivi esterni di visualizzazione. La Tostatrice R&D Lab può contare sulle stesse caratteristiche tecniche delle Tostatrici Modulari industriali e può tostare fino a 25 kg/ciclo, riducendo al minimo lo spreco di energia e di caffè di buona qualità. I profili di tostatura creati possono essere trasferiti sulle macchine industriali senza variarne i parametri, migliorando la qualità del proprio prodotto e le sue prestazioni prima di avviare la produzione. Un’unità di TMR 25 è inoltre a disposizione per test e prove presso il Coffee R&D Lab Petroncini, dove è anche possibile effettuare analisi dei prodotti e cup tasting. Le tostatrici Petroncini sono adatte anche a prodotti con un’alta concentrazione di componenti oleosi quali cacao, orzo, arachidi, nocciole, mandorle e pistacchi.

Complete systems for coffee processing Petroncini has been in the coffee processing market since 1919 supplying complete, highly technological and energy saving plants

P

etroncini is the IMA company specialized in complete roasting coffee plants, providing machines with capabilities to roast from 3,5 kg/h up to 3.5 tons/h, for any kind of coffee brewing style: from espresso to drip, from instant to Turkish coffee. Furthermore, Petroncini also provides complete coffee processing systems, from the green coffee intaking up to the feeding of packaging machines with beans and ground coffee, thereby providing superior expertise in feeding solutions for capsule and pod packaging lines. Petroncini roasters ensure uniformity, repeatability and allow the coffee to achieve the favourite aroma. Particularly suitable for small and medium productions, TT Roasters Model can be equipped with different systems for the control and management of the roasting profile and it is also available in TTR version with Heat Recovery and Air Recirculation systems. This model requires a limited layout space and an easy and fast installation on site. TMR Roasters Model has been specially designed for industrial productions that require high profitability and repeatability of the roasting processes

40

Ottobre | October 2020

during the various working stages, allowing to achieve the desired roasting profile in terms of time, colour and flavour. TMR single burner system and the efficient heat recovery guarantee the lowest energy consumption. Petroncini roasters can ensure the maximum efficiency of green coffee, even for small productions. Specialty Roasters are the perfect solutions for handcrafted roasteries that require high-quality roasted coffee. These models can roast up to 60kg/h and are available in manual version or with the Profile Roasting Control system. The machines are fitted with a modulating burner and a double output signal to connect external data loggers. R&D Lab Roaster counts on the same technical features of the industrial Modular Roasters and it can

Roasting coffee plant for productions up to 4 ton/h

roast up to 25 kg/cycle, thus minimizing the waste of energy and good quality coffees. The roasting profiles achieved can be transferred on industrial roaster without any parameters modification, indeed it allows analyzing and improving the quality of the product and its performance, carrying out specific test before starting industrial production. One unit of R&D Lab Roaster is at disposal for test and trial at the Petroncini Coffee R&D Lab, where it is also possible make product analysis and cup tasting. The research and development of new technologies and effective synergies have allowed Petroncini to realize roasting systems suitable also for products with a high concentration of oily components, such as cocoa, barley, peanuts, hazelnuts, almonds, and pistachios.

Green coffee storaging system for industrial plants

.it

FOOD INDUSTRY



machinery & development

food industry

Mole diamantate di alta qualità Grazie alla sua lunga esperienza nella trasformazione e lavorazione cereali, DELLAVALLE propone soluzioni innovative

D

ELLAVALLE Srl da ormai più di 30 anni si occupa della trasformazione e lavorazione dei cereali. In questi anni un’attenzione particolare è stata dedicata al settore ricambi e in special modo alle mole abrasive (emery wheels) ed alle lamiere (screen) con una continua ricerca e sviluppo di materiali che allungano la vita utile delle parti di usura pur mantenendone inalterate le qualità di processo. In questo ambito DELLAVALLE Srl ha anche raccolto, assieme ad uno studio tecnico specializzato, una

documentazione che le permette di fornire assieme ai ricambi una Certificazione di Alimentarietà degli stessi, fornendo così alle imprese un valido documento che viene sempre più richiesto dagli Enti Certificatori. Inoltre, grazie a notevoli investimenti effettuati negli ultimi anni, DELLAVALLE Srl è in grado di evadere ordini di ricambi delle principali realtà del mercato direttamente da magazzino evitando così, nella maggioranza dei casi, le lunghe attese dei tempi di produzione.

Top-quality diamond wheels Thanks to its extensive experience in cereal processing, DELLAVALLE proposes innovative solutions

F

or more than 30 years, DELLAVALLE Srl has been active in the cereal processing sector. In those years, it has paid special attention to spare parts, especially emery wheels and screens, while carrying out continuous research and development in materials able to extend the life of

42

Ottobre | October 2020

the parts subject to wear and tear, while keeping the quality of the process unaltered. To this regard, DELLAVALLE Srl, in cooperation with a specialized technical firm, has collected the necessary documents to supply, together with spare parts, also a Certification of Edibility, thus offering companies a valid document that is more often requested by Certification Bodies. In addition to this, thanks to considerable investments made in the latest years and stock availability, today DELLAVALLE Srl can fulfil orders of spare parts of the major realities of the market, thus avoiding long lead time.

.it

FOOD INDUSTRY



machinery & development

food industry

Miglioramenti tecnologici costanti Grazie alle minime tolleranze e ad accorgimenti tecnici specifici, Olocco è in grado di venire incontro alle caratteristiche di ogni prodotto e ad ogni esigenza del cliente

O

locco Srl produce valvole e componenti per il trasporto pneumatico e il dosaggio sin dal 1950. L’impegno dell’azienda è finalizzato a una costante innovazione tecnologica e alla ricerca continua della qualità. Le sue valvole trovano impiego nell’abbattimento, dosaggio e trasporto pneumatico di prodotti in polvere e granuli di qualunque tipo, nell’industria alimentare, chimica e plastica, su linee a bassa, media e alta pressione. Olocco Srl da sempre progetta e realizza i propri prodotti sulla base dei principi fondamentali della qualità e della funzionalità. Nel 1997 l’azienda ha ottenuto la certificazione di qualità UNI EN ISO 9001. Si è trattato di un traguardo importante ma allo stesso tempo di un punto di partenza fondamentale, un impegno costante che la società si è assunta nel migliorare i propri prodotti per rimanere al vertice della categoria e soddisfare al meglio il cliente. Seguendo questi obiettivi, nel 2001 la Olocco ha certificato la propria gamma di prodotti secondo le Direttive ATEX 94/9/CE.

Olocco Srl si avvale nella progettazione e produzione dei propri componenti, delle più evolute e moderne tecnologie. Una valida equipe svolge costanti ricerche nella miglioria e nel rinnovamento della gamma, supportata da un moderno sistema CAD 3D. L’azienda usa tecnologia avanzata per far sì che i suoi prodotti per il trasporto pneumatico e il dosaggio siano sempre all’avanguardia sia dal punto di vista delle soluzioni tecniche adottate, sia da quello dell’affidabilità e sicurezza. Grazie alle minime tolleranze e ad accorgimenti tecnici specifici, Olocco è in grado di venire incontro alle caratteristiche di ogni prodotto e ad ogni esigenza del cliente.

Constant technological improvement Thanks to minimum tolerances and technical devices the company is able to meet the specific needs of every type of product and customer

O

locco Srl has been manufacturing valves and components for pneumatic conveying and metering since 1950. The company is committed to constant technological innovation and in the continual search for quality. Olocco valves are used in the feeding, unloading and pneumatic conveying of any kind of products in grain or powder, in the food, chemical or plastic industry, with low, average, high pressure lines. Olocco has always designed and developed its products according to the fundamental principles of quality and good working practice. In 1997, Olocco obtained the quality certification UNI ENISO9001.

44

Ottobre | October 2020

This certificate is both a very important target and a fundamental launching pad, a constant effort made by the company to improve the quality of its products, as to make sure that it remains top of category. In line with these objectives Olocco also certified its product range according to ATEX Directive 94/9/CE. Olocco avails itself of the very latest highly advanced technology in the design and production of its components. A valid team is involved in ongoing research to renew and improve the quality of its product range, thanks to a modern CAD 3D system. Olocco uses high technology to produce valves and accessories for pneumatic conveying and metering always in the vanguard in terms of technical specifications, quality and safety. Thanks to minimum tolerances and technical devices the company is able to meet the specific needs of every type of product and customer.

.it

FOOD INDUSTRY





science & technology

food industry

Storia di successo

I

l problema: Nella produzione del cibo in scatola, le aggraffatrici sono macchinari vitali. Un produttore danese di sgombro in salsa di pomodoro si è trovato a dover gestire il passaggio verso un grasso MOSH & MOAH per la lubrificazione dei cuscinetti delle rolline di aggraffatura delle scatole in banda stagnata. È stata una grossa catena di distribuzione alimentare tedesca ad imporre l’utilizzo di lubrificanti MOSH & MOAH free, obbligando il produttore di sgombro a cambiare rapidamente la procedura in tutti i punti di lubrificazione. Il motivo è che i cuscinetti delle aggraffatrici sono in parte aperti e il lubrificante può perciò colpire le

Grasso CIBUM BEP 120 FG2 – approvato NSF H1 – MOSH & MOAH free lattine. Il grasso in uso al momento del cambio era un food-grade NSF H1 ma con all’interno un olio minerale contenente MOSH. La soluzione: CIBUM BEP-120 FG2 ha permesso al produttore danese di operare il passaggio senza fermi di produzione e costi di manutenzione. CIBUM BEP-120 FG2 è un grasso 100% sintetico con Solfonato di Calcio Complesso di ultima generazione. Il grasso è stato realizzato per applicazioni con elevate acidità, acqua salata e frequenti lavaggi con detergenti causa del dilavamento del grasso. Resiste a carichi elevati (650 kg test 4-sfere saldatura). Data la struttura del solfonato di calcio complesso del tipo a “lisca di pesce”, CIBUM BEP-120 FG2 protegge le superfici lubrificate contro la corrosione. L’olio di base 100% sintetico di media viscosità MOSH & MOAH free lo rende morbido ed

assicura una buona lubrificazione dei movimenti stop&go dei cuscinetti. CIBUM è una gamma completa di grassi, oli idraulici, oli per catene, oli per ingranaggi approvati NSF H1 o NSF 3H e MOSH & MOAH free. MOSH: idrocarburi saturi di origine minerale MOAH: idrocarburi aromatici di origine minerale NSF H1: lubrificanti approvati per contatto accidentale con alimenti NSF 3H: lubrificanti approvati per contatto diretto con alimenti Per informazioni: info@setmar.it

A successful story NSF H1 approved – MOSH & MOAH free CIBUM BEP 120 FG2 grease

T

he problem: seamers are vital in canned food production. A Danish producer of mackerel in tomato sauce had to use a MOSH & MOAH grease to lubricate the bearing of seaming rolls of tin-plate cans. It was a big German food supply chain that imposed the use of MOSH & MOAH free lubricants, thus forcing the mackerel producer to rapidly change its procedure in all its lubrication points. The reason of that was that the bearings of the seamers are partly open, and the lubricant may get in contact with the cans. At that moment, the grease being used was food-grade NSF H1 but contained a mineral oil with MOSH. The solution: CIBUM BEP-120 FG2 has enabled the Danish producer to process the passage with neither downtimes nor maintenance costs. CIBUM

48

Ottobre | October 2020

BEP-120 FG2 is a 100% synthetic grease with calcium sulphonate complex of the latest generation. The grease has been created for applications in case of high-acidity, salty water and frequent washing with detergents, cause of grease washout. It carrys high loads (650 Kg 4-ball test - welding). Due to the structure of the Harringbone-type calcium sulphonate complex, CIBUM BEP-120 FG2 protects lubricated surfaces from corrosion. MOSH & MOAH-free, 100% synthetic, medium viscosity basic oil makes it smooth and ensures good lubrication of the stop&go motion of the bearings. CIBUM is a complete range of greases, hydraulic oils, oils for chains, and oils for gears NSF H1 or NSF 3H approved and MOSH & MOAH free. MOSH: Mineral Oil Saturated Hydrocarbons MOAH: Mineral Oil Aromatic Hydrocarbons NSF H1: Food grade grease approved for incidental contact with food NSF 3H: Food grade grease approved for direct contact with food For more information, e-mail to info@setmar.it

.it

FOOD INDUSTRY



machinery & development

food industry

Quasi un secolo di storia, 90 anni di successi Tradizione come garanzia, ma anche costante aggiornamento tecnologico all’insegna dell’innovazione

D

ove c’è vapore, c’è Mingazzini, con i suoi 90 anni di tecnologia made in Italy riconoscibile a prima vista. I generatori di vapore realizzati dalla storica azienda di Parma spaziano in tutti gli ambiti, anche con personalizzazioni che consentono all’azienda di soddisfare le esigenze più disparate dei vari comparti produttivi a livello nazionale e internazionale. Analisi approfondita delle esigenze del cliente, risposte customizzate e massima cura dei dettagli sono l’espressione di una cultura, una flessibilità e una creatività che hanno fatto di questo nome un punto di riferimento in tutto il mondo.

Ogni impianto è disegnato con cura e realizzato con perizia ed esperienza, in cui la qualità è garantita non solo dalle professionalità espresse, ma dal nome stesso di un’azienda ancora esclusivamente familiare e che mantiene inalterati fin dalle sue origini i valori tramandati di generazione in generazione e l’orgoglio del marchio. Tradizione come garanzia, ma anche un costante aggiornamento tecnologico all’insegna dell’innovazione, per una realtà moderna e competitiva, in cui “valore per il cliente” non significa solo massima qualità del prodotto fornito, ma deve anche necessariamente includere un elevato livello di servizio pre e

post-vendita, con la creazione di un rapporto di collaborazione fattivo e umano. L’attività di ricerca & sviluppo di Mingazzini è costantemente focalizzata all’introduzione di soluzioni innovative, per permettere la realizzazione e la gestione moderna ed efficiente delle centrali termiche di qualunque dimensione, utilizzate nei più disparati ambiti operativi, a qualsiasi latitudine. Risultato di tale attività sono i generatori Mingazzini di ultima generazione, disponibili anche nella configurazione necessaria ai fini del funzionamento senza supervisione continua per 24-72 ore e/o con un sistema di controllo globale dell’impianto e/o della centrale termica, con dispositivo di controllo elettronico multicanale o PLC. La ricerca si muove anche nella direzione di soluzioni tecnologiche più all’avanguardia che garantiscano il risparmio energetico e la tutela ambientale, con rendimenti effettivi fino al 97,5% e minimi livelli di emissioni. Affidabilità ed efficienza, sicurezza e alte prestazioni sono infatti per Mingazzini le pre-caratteristiche imprescindibili che devono oggi coniugarsi alle più innovative soluzioni per garantire i più bassi consumi energetici e il massimo rispetto per l’ambiente. Quasi un secolo di storia, 90 anni di successi.

Almost a century of history, 90 years of success Tradition as a guarantee, but also constant technological updating firmly oriented towards innovation

W

here there is steam, there is Mingazzini, with its 90 years of recognizable madein-Italy technology. The steam boilers manufactured by the historical company based in Parma cover every aspect and might include customizations that allow to satisfy the most varied needs in the different production sectors at both the national and international level. Deep focusing on the clients’ requirements, customized answers and the greatest care on details. All of this is the expression of a culture, a flexibility and a creativity that has

50

Ottobre | October 2020

made the brand Mingazzini famous in the world. Every single plant is carefully designed and produced with skill and expertise. The quality is guaranteed not only by the highest level of professionalism but also by the brand name of this 100% family-owned company that has always maintained unchanged its values passed on from generation to generation and its brand pride. Tradition as a guarantee, but also a constant technological updating firmly oriented towards innovation for a modern and competitive reality where “value for the customer” doesn’t only mean the highest quality of the supplied product but has to necessarily include top levels of both pre-sale and post-sale service and the creation of a proactive oneto-one cooperation relationship with the client. Mingazzini’s R&D is constantly focused on the introduction of innovative solutions for the design as well as the efficient and modern management

of boiler rooms of any size, used in the most varied sectors worldwide. Mingazzini’s state-of-the-art boilers are the result of such an activity. They are also available especially configured for operating without continuous supervision up to 24-72 hours and/or with a global control system of the plant or the whole boiler room, using a multi-channel electronic control equipment or a PLC. The research is moving towards the most advanced technological solutions, granting energy saving and environmental protection at the same time, with real efficiencies up to 97,5% and low emissions values. Reliability and efficiency, safety and high performances are for Mingazzini the essential features that today have to be coupled with the most innovative solutions to ensure the lowest energy consumption and the maximum respect for the environment. Almost a century of history, 90 years of success.

.it

FOOD INDUSTRY



machinery & development

food industry

Omogeneizzazione ad alta pressione GEA: i vantaggi per l’industria alimentare Dalla trasformazione dei prodotti alle applicazioni biotech innovative, l’omogeneizzazione conferisce ai prodotti molti vantaggi

D

alla trasformazione dei prodotti lattiero caseari fino alle bevande funzionali, dalla salsa di pomodoro fino alle applicazioni biotech innovative e ai vaccini, l’omogeneizzazione arricchisce i prodotti con molti e diversi vantaggi: shelf-life più estesa, stabilità dell’emulsione (colore e sapore), maggiore viscosità, texture migliorata, efficace frazionamento delle cellule e micronizzazione delle particelle. Grazie ad una strategia di sviluppo delle applicazioni, sia consolidate che potenziali, spesso basata sulla cooperazione con i centri di Ricerca e Sviluppo delle aziende clienti, gli omogeneizzatori GEA possono offrire soluzioni di processo altamente specifiche e customizzate per ottenere, garantire e ripetere nel tempo l’eccellenza qualitativa del prodotto. I più recenti aggiornamenti e i continui miglioramenti in fatto di tecnologie di produzione hanno spinto l’azienda a offrire una gamma completa di omogeneizzatori: dalle macchine di laboratorio fino a quelle per la produzione industriale, con oltre 300 opzioni per

soddisfare le richieste dei clienti in termini di processo. Tutte le macchine GEA rispettano le più stringenti normative igieniche e tutti i sistemi di controllo della qualità, sono inoltre CIP e SIP. L’uso dell’alta pressione dinamica in differenti valvole, design e dimensioni di omogeneizzazione permette di suddividere le particelle fino alla micronizzazione richiesta alla pressione più bassa possibile, con conseguente risparmio di energia e di costi. La serie Ariete: concentrazione unica di tecnologia Gli omogeneizzatori della serie Ariete rappresentano la tecnologia più avanzata per avere soluzioni forti, affidabili e personalizzate, e sono ideali per tutte le industrie. Facilmente implementabili in sistemi controllati da remoto e in linee di processo complete, sono disponibili in diverse configurazioni: uno specifico design di liquid end permette di raggiungere 1500 bar per essere idoneo per l’industria lattierocasearia, per l’industria food&beverage, e per le applicazioni biotech e chimiche, con garanzia di performance di omogeneizzazione premium.

I principali vantaggi sono: • Facilità d’uso • La più alta affidabilità sulle produzioni in continuo (24/7) • Costi di operativi ridotti (acqua, olio lubrificante, energia) • Basso impatto ambientale • Interamente automatizzato e controllato da remoto • Alta capacità a pressione elevata Il Process Technology Center, con sede a Parma vicino al sito produttivo, costituisce una risorsa unica per testare la tecnologia di omogeneizzazione, rifinire le ricette, sviluppare componenti chiave ad alta efficienza, e valutare le performance delle macchine installate. Uno staff altamente qualificato supporta i clienti nello sviluppo dei loro prodotti, per testare le condizioni di processo più efficienti in modo da garantire una scalabilità di prodotto fino a portate su scala industriale.

GEA high pressure homogenization: the advantages for food industry From product processing to innovative biotech applications, homogenization brings products many advantages

F

rom dairy processing to functional drinks, from tomato sauce to innovative biotech applications and vaccines, homogenization brings the products many and diverse advantages: longer shelf-life, stability of the emulsion (colour and taste), increased viscosity, improved texture, effective cell disruption and micronization of particles. Thanks to a strategy of development of both established and potential applications, often based on cooperation with customers’ Research and Development Centers, GEA homogenizers can offer highly specific and customized process solutions to always meet, ensure and repeat over time product quality excellence.

52

Ottobre | October 2020

The latest set-up and continuous improvements on production technologies pushed the company to offer a complete range of homogenizers, from laboratory up to the industrial scale, with more than 300 options to satisfy customers process requirements. GEA machines meet the most stringent hygienic requirements and quality control systems, they are CIP and SIP’able. In addition, the use of high dynamic pressure in different homogenizing valves designs and sizes, allows particles to be subdivided at the required micronization at the lowest possible pressure with energy and cost savings. GEA Ariete Series: a unique concentration of technology Ariete Series homogenizers are the state-of-the-art technology for powerful, reliable and customized solutions and they are suitable for all industries. Easily implementable in remote controlled systems and complete process lines, they are available in different configurations: specific liquid end design

allows to reach up to 1500 bar in order to be suitable for dairy industry and food & beverage, as well as biotech and chemical applications, with premium homogenization performances warranty. Main advantages: • Easy to use • Highest reliability on continuous production (24/7) • Reduced operational costs (water, lubrication oil, energy) • Low environmental impact • Fully automated and remote controlled • High capacity at high pressure The Process Technology Center, based in Parma (Italy) next to the production site, is a unique resource to test the homogenization technology, refine receipts, develop high-efficiency core components and evaluate the performance of installed machines. Highly qualified staff can support customers in the development of new products, to test maximum process efficiency conditions and product scalability to industrial production processes.

.it

FOOD INDUSTRY



machinery & development

food industry

Source: COG

Per un ampio spettro di applicazioni Da C. Otto Gehrckens un nuovo esclusivo composto per le sfide dell’industria alimentare e farmaceutica

From C. Otto Gehrckens a new compound ideal for the challenges of the food and pharmaceutical industry

C

ith this white Vi 770 material, seal manufacturer C. Otto Gehrckens adds another high performance FKM to expand its Hygienic-Seal range for the food and pharmaceutical industry. The latest product innovation comes directly from the development lab, where the high-tech material has been specially designed by COG experts for high material stress in production systems within the pharmaceutical and food processing industry. The central concern was good capability for SIP, CIP and WFI processes, where Vi 770 has been shown to meet the strict Hygienic Design standards. Alongside outstanding resistance to the high stresses caused by the various cleaning processes, the new FKM innovation gets the job done with its very good resistance to mediums and water vapour. In addition, Vi 770 meets the increasing demand in the industry for certified ADI-free seal materials (Animal Derived Ingredients free). Like all COG Hygienic-Seal compounds, the new Vi 770 also has the key industry-related FDA 21 approval, CFR 177.2600, USP Class VI, Regulation (EC) No. 1935/2004 and approval according to 3-A Sanitary Standard 18-03. This means that the material can be used in a wide range of applications in the food and pharmaceutical industry and in medical technology, and meets even the toughest demands of these industries. The new seal material is available right now from C. Otto Gehrckens.

on il materiale Vi 770 bianco, il produttore di guarnizioni C. Otto Gehrckens potenzia la sua serie di guarnizioni igieniche per l’industria alimentare e farmaceutica con un ulteriore FKM ad elevate prestazioni. L’ultima innovazione di prodotto proviene direttamente dal laboratorio di sviluppo, dove il materiale high-tech è stato appositamente progettato dagli esperti COG per resistere all’elevato stress dei materiali negli impianti di produzione dell’industria farmaceutica e alimentare. Il criterio principale con cui è stato realizzato è una compatibilità ottimale con i processi SIP, CIP e anche WFI, con i quali il Vi 770 soddisfa in modo ottimale i severi requisiti dell’Hygienic Design. Oltre alla sua eccellente resistenza alle elevate sollecitazioni causate dai vari processi di sterilizzazione, il nuovo FKM convince anche per la sua resistenza ai media, generalmente molto buona, e al vapore. Inoltre, Vi 770 soddisfa la domanda sempre più frequente nel settore di materiali a tenuta privi di componenti di origine animale (Animal Derived Ingredients free). Come tutti i composti della serie di prodotti COG Hygienic Seal, il nuovo arrivato Vi 770 ha anche le importanti certificazioni di settore della FDA 21 CFR 177.2600, USP Classe VI, VO (EG) N. 1934/2004 e l’approvazione secondo la norma sanitaria 3-A Sanitary Standard 18-03. In questo modo, il materiale offre un ampio spettro di applicazioni nell’industria alimentare e farmaceutica e nella tecnologia medica, dove soddisfa i più alti requisiti. Il nuovo materiale di tenuta è disponibile da subito presso C. Otto Gehrckens.

54

For a wide range of applications

Ottobre | October 2020

W

.it

FOOD INDUSTRY



science & technology

food industry

Actionable insights Meno consumo energetico, maggiore utilizzabilità: la Pneumatica conduce a informazioni di immediato utilizzo (actionable insights)

N

el settore alimentare, delle bevande e lattierocaseario, la pneumatica è una tecnologia indispensabile per i progettisti, basata su una vasta scelta di possibilità. Per anni, gli esperti di pneumatica di Emerson hanno supportato i loro clienti nell’ottimizzazione dei processi, concentrandosi sul concetto complessivo della macchina. Oggi, i moduli intelligenti forniscono agli utenti finali actionable insights per migliorare l’efficienza energetica e l’utilizzabilità raccogliendo ed elaborando dati decentralizzati. Il mondo si sta lentamente riprendendo dalla pandemia e si riaffacciano problematiche ben note sia ai consumatori che ai produttori: i consumatori si aspettano che la produzione alimentare rispetti il clima, i più alti standard di sicurezza dei prodotti e, naturalmente, che abbia prezzi bassi. Tradotto in tecnologia si legge: maggiore efficienza energetica,

tracciabilità di tutte le fasi di produzione e maggiore utilizzabilità delle attrezzature. La trasformazione digitale della pneumatica aiuta i costruttori di macchine (OEM) e gli utenti finali ad affrontare queste sfide in modo rapido ed economico. L’approccio di Emerson è semplice e convincente. Combinando pneumatica a basso costo con elettronica digitale e software, nuovi moduli aprono nuovi servizi basati sui dati. Una tecnologia all’avanguardia raccoglie i dati operativi del sistema pneumatico e li confronta con i valori impostati. Non appena si verificano deviazioni significative, l’elettronica lo segnala – o al modulo stesso, o ai controlli macchina tramite interfacce aperte, o a sistemi IT superiori. Operatori aziendali e specialisti della manutenzione ottengono actionable insights in tempo reale, che permettono loro di aumentare efficienza energetica, utilizzabilità e stabilità dei processi. Una bella notizia per i costruttori di macchine (OEM) e per i system integrator: l’installazione e la messa in funzione di questi moduli non richiede alcuna conoscenza dei PLC. Supportano le interfacce IIoT (Industrial Internet of Things) più comuni, semplificando l’integrazione sia in apparecchiature nuove che già installate. Il nuovo sensore di portata AVENTICSTM AF2 di Emerson aiuta a ridurre il consumo energetico ed evita i tempi di fermo macchina. Il sensore di portata monitora non solo la velocità del flusso d’aria, ma anche la pressione e la temperatura nella linea di

alimentazione. Consente di intervenire immediatamente quando vengono rilevate perdite. Il monitoraggio continuo dei parametri operativi porta ad un elevato grado di precisione delle informazioni. L’AF2 inoltra i dati al controller tramite switch standard, uscite analogiche o collegamento IO. Inoltre, il sensore comunica direttamente con i sistemi di livello superiore tramite OPC UA e MQTT. L’AF2 può essere integrato ad un gruppo di trattamento aria AVENTICS Serie AS, ma può anche essere installato in un sistema pneumatico o in un cabinet già esistenti. Smart Pneumatics Monitor (SPM) di Emerson, come secondo esempio, rileva le perdite di energia monitorando la pressione e il consumo, utilizzando le actionable insights. Senza alcuna programmazione il dispositivo rivela in anticipo quando saranno raggiunti livelli critici e lo segnala ai comandi della macchina o al personale di manutenzione. Gli operatori ricevono avvertimenti quando il processo inizia a destabilizzarsi. Possono agire immediatamente per ricalibrare il processo o richiedere la manutenzione. Di conseguenza, SPM migliora la tracciabilità delle fasi del processo pneumatico e garantisce una migliore stabilità del processo. Smart Pneumatics Monitor è conforme alla direttiva UE sull’Efficienza Energetica (EED) e aiuta i produttori a ridurre le emissioni di carbonio. Una maggiore efficienza energetica porta a minori costi operativi e soddisfa la domanda di sostenibilità da parte dei consumatori. Inoltre, rileva l’usura senza sensori aggiuntivi. Per analizzare lo stato di un ammortizzatore, ad esempio, la sequenza di ammortizzamenti viene monitorata con l’aiuto del sensore del cilindro. In definitiva, l’utente riceve informazioni precise, ad esempio se l’assorbitore di urti deve essere sostituito a breve termine. Grazie alle soluzioni di analisi, ai gateway ed ai nuovi sensori di portata, gli utenti finali sono in grado di rilevare automaticamente usura e perdite d’aria, prima che possano causare guasti alla macchina e aumentare il consumo energetico. Poiché gli interventi di manutenzione possono essere pianificati in anticipo, i tempi di inattività imprevisti possono essere notevolmente ridotti. I sistemi pneumatici intelligenti di Emerson accelerano l’introduzione della Industrial Internet of Things (IIoT). Garantiscono la fruibilità del sistema, la stabilità dei processi e i costi operativi più bassi grazie all’analisi decentrata e all’elettronica di controllo. Con queste soluzioni i costruttori di macchine (OEM) e gli utenti finali sono in grado di collegare la pneumatica alle reti senza alcuna programmazione nei controlli della macchina e sono pronti per la trasformazione digitale che cambierà inesorabilmente la natura dei processi di produzione.

Sensore di portata AVENTICS™ AF2 di Emerson: aiuta a ridurre il consumo energetico ed evita i tempi di fermo macchina Emerson’s AVENTICS™ AF2 flow sensor helps to reduce energy consumption and avoid machine downtime Pagina accanto, foto in alto - Actionable insights: Raccolta dati per il rilevamento dell’usura (Copyright: Boge/Emerson) Next page, picture above - Actionable Insights: Collecting data for the detection of wear (Copyright: Boge/Emerson)

56

Ottobre | October 2020

.it

FOOD INDUSTRY


food industry

science & technology

Copyright: Boge/Emerson

Actionable insights

I

n the food, beverage and dairy industries, pneumatics is an indispensable technology to engineers based on the wide range of possibilities. For years, the pneumatics experts from Emerson have been supporting their customers in optimizing processes while focusing on the overall machine concept. Now, intelligent modules provide end users with actionable insights – to improve energy efficiency and availability by collecting and processing data decentral. The world is slowly recovering from the pandemic, and for manufacturers and consumer well known issues are coming back to mind: Consumers expect a climate-friendly manufacturing of their food, highest product safety standards, and of course low prices. Translated into technology it reads: higher energy efficiency, traceability of all manufacturing steps and higher availability of the equipment. The digital transformation of pneumatics helps machine builders and end users to meet these challenges in a fast and economic way. Emerson’s approach is simple and compelling. By combining cost-efficient pneumatics with digital electronics and software, new modules open up new data driven services. A state-ot-the-art technology collects the operating data of the pneumatics systems and compares them to set values. As soon as significant deviations occur, the electronics reports it – either at the module itself, or via open interfaces to the machine controls, or to superior IT-systems. In daily business operators and maintenance specialists gain actionable insights in real-time, allowing them to increase energy efficiency, availability, and process stability. Good news for machine builders and system integrators: Installing and commissioning of these modules does not require any PLC knowledge. They support the most common machine and Industrial Internet of Things (IIoT) interfaces, making it easy to integrate them into new as well as already installed equipment. The new AVENTICSTM AF2 flow sensor from Emerson helps to reduce energy consumption and

.it

FOOD INDUSTRY

avoid machine downtime. The flow sensor monitors not only the air flow rate but also the pressure and temperature in the feed line. It enables immediate action to be taken when leaks are detected. The continuous monitoring of the operating parameters leads to a high degree of information accuracy. The AF2 forwards the data to the controller via standard switch, analog outputs or IO link. Furthermore, the sensor communicates directly with higherlevel systems via OPC UA and MQTT. The AF2 can be integrated with an AVENTICS Series AS air preparation unit but can also be retrofitted into an existing pneumatics system or cabinet. Emerson’s AVENTICS Smart Pneumatics Monitor (SPM), as a second example, detects energy losses by monitoring pressure and consumption, making

AVENTICS Smart Pneumatics Monitor (SPM) di Emerson: migliora la tracciabilità dei processi pneumatici e ne aumenta la stabilità Emerson’s AVENTICS Smart Pneumatics Monitor (SPM) improves traceability of pneumatics process steps and increases process stability

Less energy consumption, increased availability: Pneumatics leads to actionable insights use of actionable insights. Without any programming the device reveals in advance when critical limits will be reached and reports it to the machine controls or to the maintenance staff. Operators receive warnings when the process begins to destabilize. They can take immediate action to recalibrate the process or call for maintenance. Consequently, SPM improves the traceability of the pneumatics process steps and ensures a better process stability. The Smart Pneumatics Monitor supports compliance with the EU Energy Efficiency Directive (EED) and helps manufacturers to reduce their carbon footprint. Higher energy efficiency leads to lower operating costs and meets the consumers demand for sustainability. Furthermore, it detects wear without additional sensors. For analyzing the state of a shock absorber, for example, the cushioning sequence is monitored with the help of the cylinder sensor. Ultimately, the user receives precise information, e.g. if the shock absorber has to be replaced in the near future. With the analytics solutions, gateways and new flow sensors, end-users are able to detect air leakages and wear automatically – before they cause machine failure and increase the energy consumption. Since maintenance work can be scheduled in advance, unplanned downtime can be significantly reduced. Smart pneumatics systems from Emerson lead the way to the Industrial Internet of Things (IIoT). They ensure system availability, process stability, and lower operating costs thanks to decentral analysis and control electronics. With these solutions machine builders and end users are able to connect pneumatics to networks without any programming in the machine controls and are prepared for the digital transformation which will inevitably change the nature of manufacturing.

Ottobre | October 2020

57


machinery & development

food industry

GIMAT, la soluzione che risponde alle necessità del cliente

N

58

ecessità Un cliente aveva la necessità di svuotare dei big bags contenenti il proprio mix di farine trasferendone il contenuto senza demiscelarlo durante il trasporto. Il prodotto in polvere andava sottoposto a una vagliatura di controllo e convogliato al disopra di due impastatrici poste ai due lati della sala impasti. Le quantità trasferite dovevano essere impostabili da un minimo di 5 kg ad un max di 30 kg/batch e l’impianto

doveva essere supervisionabile da remoto e sodisfare i requisiti industria 4.0. Soluzione Dopo attento sopralluogo i tecnici GIMAT hanno optato, tra le varie soluzioni possibili, per quella che meglio rispecchiava i parametri tecnici ed economici del cliente. Nello specifico la scelta è andata su una soluzione idonea per aree classificate Atex 21-22 e conforme alla direttiva 1935/2004 per contatto alimentare oltre che alla direttiva macchine 2006/42/CE, composta da: • N°1 Struttura di sostegno per svuotamento big bag con tramoggia vibrata per consentire lo svuotamento sicuro e a tenuta polvere del Big Bag. • N°1 Vibrovaglio compatto, appositamente realizzato e integrato nella struttura, con la funzione di setacciare il prodotto da eventuali corpi estranei contenuti nel big bag stesso. • N°1 Agitatore con funzione di agevolare la discesa del prodotto (amidi) poco scorrevoli all’interno del sistema di trasporto sottostante. • N°1 Sistema di trasporto multiplo a coclee flessibili, facilmente pulibili, che ha consentito di trasferire la miscela in polvere per lunghi tragitti anche curvilinei senza demiscelarla e lasciandola inalterata nelle

GIMAT, the solution that meets customer’s requirements

equirement A client needed to empty bulk bags containing its special flour blend, moving the contents without altering the blend during movement. The powdered product was subject to control by sifting and was conveyed over two processors placed one on each side of the dough-mixing area. The quantities conveyed had to be settable from a minimum of 5 kilograms to a maximum of 30 kg/ batch, and the system had to be subject to supervision via remote and satisfy the requisites of industry 4.0. Solution After visiting and inspecting the plant carefully and evaluating various possible solutions, the GIMAT experts opted for the one that most closely met the client’s technical and economic parameters. Specifically, the choice fell on a solution suitable for areas classified Atex 21-22 and conforming with directive 1935/2004 for contact with food products, as well as with the machine directive 2006/42/CE, consisting of: • 1 Supporting structure for emptying bulk bags with vibrating hopper to ensure secure emptying and dust seal of the Bulk Bag. • 1 Compact vibrating screen, specifically designed and integrated in the structure, with the function of sifting the product to remove any foreign bodies that might be contained in the bulk bag. • 1 Agitator with the function of facilitating the descent of products (starches) that tend not to slide easily within the underlying conveyor system. • 1 Multiple conveyor system with flexible screws that are easy to clean and can convey the powder blend over lengthy sections even incorporating bends without allowing the mixture to separate and ensuring that its characteristics remain unchanged. The conveyor system is conceived as divided into

Ottobre | October 2020

sue caratteristiche. Il sistema di trasporto è stato concepito in tre linee: una di elevazione in quota per circa 8 mt e due linee orizzontali, una per ogni impastatrice, di cui una da 15 mt circa ed una da 25 mt circa. Si vedano foto allegate. • N°2 tramogge pesate da 100 lt circa per ricevere con controllo di peso la miscela dalla rispettiva linea di trasporto. Il sistema di trasporto a coclea flessibile, comandato da inverter, si è prestato particolarmente ad effettuare il dosaggio accurato nelle tramogge stesse. In questo modo quando dalla sala impasti veniva richiesta la quantità necessaria per l’impastatrice sottostante questa veniva scaricata verticalmente in modo quasi istantaneo in quanto già preparata e dosata durante il tempo di impasto precedente. • Armadio di Comando con PLC Siemens S7 1200 e pannello HMI generale fronte quadro nonché n°2 junction box con relativi HMI per controllo delle singole dosate indipendenti sulle due impastatrici data anche dalla necessità di comandare l’impianto da due sale distinte. Tutti i pannelli e l’impianto sono stati messi in rete con accesso da remoto e scambi dati con il gestionale aziendale quali storico allarmi e storico dosaggi nonché ricette effettuate.

R

three lines: an elevated line of about 8 meters and two horizontal lines, one for each dough-mixing installation, of which one is about 15 meters long and the other about 25 meters long. See enclosed photographs. • 2 weighing hoppers with about 100 litres capacity to receive the mixture with weight control from the respective conveyor lines. The conveyor system with flexible screws, controlled by an inverter, lends itself particularly well to ensuring accurate batching in the hoppers. This means that when the doughmixing areas call for the quantities necessary for the underlying blenders they are discharged vertically and almost instantaneously as they have been prepared already and batched during the preceding blending time. • Control Cabinet with Siemens S7 1200 plc and general HMI panel on the front, as well as 2 junction boxes with relative HMI for control of individual batches, independent of the two dough-blending lines, given also the need to control the system from two separate areas. All the panels and the system as a whole have been networked with access by remote control and exchanges of data with the company’s digital system, including alarm history and batch history, as well as recipes used.

.it

FOOD INDUSTRY



Il riferimento per il mercato strategico della catena del freddo La seconda edizione di REFRIGERA, l’evento fieristico internazionale esclusivamente dedicato all’intera filiera della refrigerazione industriale, commerciale e logistica, si terrà a BolognaFiere dal 16 al 18 febbraio 2021

R

efrigera - forte del successo della prima edizione, che nel 2019 ha portato a Piacenza più di 200 espositori e oltre 7.000 operatori del settore provenienti da 20 nazioni - torna dal 16 al 18 febbraio 2021. Refrigera punta ad essere la manifestazione di riferimento per il mercato strategico della catena del freddo, grazie anche alla qualifica di manifestazione internazionale (ricevuta da parte dell’istituto ISFCert-Accredia) e alla nuova location di BolognaFiere, centro espositivo di eccellenza e con un’ottima raggiungibilità in termini viabilistici. Oltre all’area espositiva, che può già contare sulla presenza di numerose aziende leader del settore, Refrigera proporrà un ricco programma di convegni, workshop, seminari e incontri formativi dedicati al mercato. Inoltre, la manifestazione sarà, dopo un lungo periodo di stop per le manifestazioni fieristiche a causa dell’emergenza Covid-19, la prima occasione di incontro per i tanti professionisti del settore. Refrigera 2021 è un evento organizzato da A151 srl con il supporto e la collaborazione delle più importanti associazioni internazionali di settore - quali Assofrigoristi, Area, Asercom, ATF-Associazione Tecnici del Freddo, Centro Studi Galileo, Eurovent, OITA, ecc... - e il sostegno della stampa tecnica. Maggiori informazioni sono disponibili all’interno del sito www.refrigera.show.

The reference point for the strategic cold chain market The second edition of REFRIGERA, the international event dedicated exclusively to the entire industrial, commercial and logistics refrigeration industry, will be held at Bologna exhibition centre (Italy) from 16 to 18 February 2021

R

efrigera, which, during its first edition in 2019, brought almost 200 exhibitors and over 7,000 operators of the sector from 20 countries to Piacenza – will be back from 16 to 18 February 2021. Refrigera is continuing to become an increasingly important reference point for the strategic cold chain market, also thanks to the status of international event received from ISFCert institute (the first Italian institute for the certification of trade fair statistics) and to the new venue, the large exhibition centre of Bologna. In addition to the exhibition area, which can already count on many leaders of the sector, Refrigera 2021 will also offer a high-profile programme of events, workshops and seminars dedicated to the market. The event will, after a long period of stop for trade fairs due to the emergency Covid-19, also be the first opportunity to meet the many professionals of the sector. Refrigera 2021 is organized by A151 srl, in collaboration with the most important international sector associations - such as Assofrigoristi, Area, Asercom, ATF-Associazione Tecnici del Freddo, Centro Studi Galileo, Eurovent, OITA, etc ... - and the support of technical press of the sector. For further details, please go to www.refrigera.show.


SEAL TECHNOLOGY PREMIUM QUALITY SINCE 1867

COG LASCIA IL SEGNO:

Tenute in elastomero per tutti i gusti.

Materiali che rispondono ai requisiti dell’industria alimentare – con design conforme agli standard igienici, adatti ai metodi CIP e SIP e dotati di tutte le autorizzazioni necessarie. 01. – 03.12.2020 Visitateci al: Padiglione 3, Stand 3E28

www.COG.de/it


machinery & development

food industry

Partner per l’innovazione I.C.F. & Welko sa che le sfide sono opportunità strategiche e si propone come partner per la vostra innovazione

Partner for innovation I.C.F. & Welko S.p.A knows that challenges are strategic opportunities and offers itself as the partner for your innovation

62

Ottobre | October 2020

S

ince 1961, I.C.F. & Welko S.p.A., an Italian company based in the mechanical-engineering district of Maranello, has been planning, manufacturing and installing plants, machines and equipment worldwide for food, chemical, pharmaceutical and agro industries. I.C.F. & Welko S.p.A. provides cutting-edge solutions for spray drying, fluidized bed drying, evaporation, extraction, aroma recovery, agglomeration; hundreds of our customers successfully process a wide range of products with I.C.F. & Welko S.p.A. complete “turnkey” plants, such as dairy products, coffee, breakfast and beverages (chocolate beverages, coffee extracts and surrogates, instant coffee, cappuccino, tea, herb teas, broths, soups, etc.). Each plant is tailor-made to the customer’s requirements and provides outstanding performance, high automation levels, great flexibility and energy saving, in total compliance with the highest safety and environmental standards.

I

.C.F. & Welko S.p.A., azienda italiana nel distretto meccanico di Maranello, dal 1961 pianifica, produce ed installa impianti, macchine e attrezzature in tutto il mondo per l’industria alimentare, chimica, farmaceutica ed agroalimentare. I.C.F. & Welko S.p.A. fornisce soluzioni avanzate per l’essiccazione a spruzzo, essiccazione a letto fluido, evaporazione, estrazione, recupero aroma, l’agglomerazione; centinaia di nostri clienti lavorano con successo una vasta gamma di prodotti grazie ad impianti completi chiavi in mano ICF & Welko SpA, quali lattiero caseari, caffè, colazione e bevande (bevande al cioccolato, estratti di caffè e surrogati, caffè solubile, cappuccino, tè, tisane, brodi, minestre, ecc.). Ogni impianto è progettato su misura delle esigenze del cliente e garantisce prestazioni eccellenti, elevato livello di automazione, grande flessibilità, risparmio energetico, nel pieno rispetto dei più elevati requisiti di sicurezza e ambiente. I.C.F. & Welko S.p.A. è da sempre seriamente impegnata nella ricerca di soluzioni tecnologiche nuove e in via di sviluppo per le continue esigenze dell’industria; questa società è consapevole che le sfide sono opportunità strategiche e si propone come partner per la vostra innovazione, che significa partner chiave per il vostro successo. I.C.F. & Welko S.p.A. dispone di un innovato e completamente attrezzato laboratorio di ricerca-test, che permette ai suoi clienti di: • simulare e testare il comportamento del prodotto in condizioni di lavorazione • fare la scelta corretta per impianti, macchine e attrezzature • comprendere a fondo le caratteristiche di trattamento del prodotto • individuare le variabili di processo e gli elementi necessari per il dimensionamento e la pianificazione • fornire assistenza tecnologica per nuove soluzioni. Il laboratorio R & D è composto dal personale più esperto e addestrato a disposizione, il cui lavoro è la ricerca continua per il miglioramento continuo e la soddisfazione di clienti e stakeholders.

I.C.F. & Welko S.p.A. has always been strongly committed to researching and developing new technological solutions to cater to constantlychanging industry needs; this company knows that challenges are strategic opportunities and offers itself as the partner for your innovation, meaning a key partner for your success. I.C.F. & Welko S.p.A. has an innovated and fully equipped research-testing laboratory, which allows its customers to: • simulate and test product behaviour under processing conditions • make the proper plant, machine and equipment choices • fully understand product treatment characteristics • identify process variables and necessary dimensioning and planning elements • provide technological assistance for new solutions. I.C.F. & Welko R&D lab is staffed by the most experienced and trained personnel available, whose work consists in ongoing research aimed at continuous upgrading and the increasingly better satisfaction of customers and stakeholders.

.it

FOOD INDUSTRY



about Fairs

food industry

Food Made in Italy: il talento italiano di innovare diventa corale Successo per Cibus Forum, tutta la filiera agroalimentare riunita a Parma dopo l’emergenza Covid - i rappresentanti dell’agricoltura e della grande distribuzione protagonisti della seconda giornata - il bilancio concettuale e numerico dell’evento

L

a seconda e ultima giornata di Cibus Forum a Parma è stata dedicata, nella mattinata alle tematiche dell’agricoltura e della di stribuzione. Dopo il saluto di Teresa Bellanova Ministro delle Politiche Agricole (in streaming) che ha ricordato, tra l’altro, l’impegno del Governo italiano per contrastare il sistema di etichettatura alimentare a semaforo “che induce a scelte disinformate” e le pratiche sleali in agricoltura, Denis Pantini di Nomisma ha presentato una ricerca su come cambiano i comportamenti dei consumatori italiani nell’era post Covid. Pantini ha anche messo in guardia la filiera agroalimentare italiana: è necessario essere rapidi nell’affrontare la sfida del Green Deal, altrimenti si rischia che altri Paesi europei possano vantare una maggiore sostenibilità dei loro prodotti, tanto più che l’etichettatura a semaforo potrebbe definire i prodotti italiani come meno competitivi (www.cibusforum.it ).“La partita su cui si gioca il futuro è tra cibo agricolo e cibo sintetico ha dichiarato Massimiliano Giansanti, Presidente Confagricoltura “Per noi il cibo deve avere un legame con la terra e siamo contrari al cibo prodotto in laboratorio. Naturalmente siamo favorevoli alle novità scientifiche e tecnologiche e guardiamo con interesse alla innovazione Bio Tech che rappresenta la nuova frontiera per stimolare la produzione, senza operare modifiche genetiche come gli OGM. L’Italia agricola deve produrre di più: oggi solo il 75% di quello che finisce sulle tavole degli italiani è prodotto da noi”.“Per aumentare le esportazioni sarà importante anche il tema delle infrastrutture - ha aggiunto Ettore Prandini, Presidente Coldiretti.- Le merci agricole dovranno viaggiare meno su gomma e di più su treno, aereo e via mare. Siamo al 7° posto in Europa per trasporto agricolo via mare. Quindi il futuro si giocherà su logistica e interconnessioni infrastrutturali. Come pure sulle energie rinnovabili, con un sempre maggiore ricorso al bio metano”. “Per rendere sostenibile il sistema agroalimentare ha osservato Dino Scanavino, Presidente CIA Agricoltori Italiani bisognerà rivedere il concetto di filiera: oltre ad agricoltura, industria alimentare e grande distribuzione vanno aggiunti i trasporti, l’industria del packaging ed i produttori di macchine, sia meccaniche sia robotiche”. Scanavino ha anche ricordato che quasi 10 milioni di italiani avranno una minore capacità di spesa per cui si dovrà forzatamente mantenere bassi i prezzi dei prodotti agroalimentari. Paolo De Castro, coordinatore S&D della Commissione Agricoltura del Parlamento Europeo ha ricordato che “la Politica Agricola Comune PAC attiva risorse finanziarie pari a quasi il

64

Ottobre | October 2020

40% del budget Europeo e il Recovery Fund prevede altri 7,5 miliardi di euro” Antonio Cellie, Ceo di Fiere di Parma ha tracciato un bilancio di Cibus Forum: “Abbiamo riunito per la prima volta, dopo il lockdown, i protagonisti della filiera agroalimentare. In presenza abbiamo avuto oltre 1000 operatori al giorno presenti e circa 3mila spettatori in in streaming, molti dei quali buyer esteri. Senza contare gli oltre 50 protagonisti della filiera agroalimentare che si sono susseguiti sul palco. La riflessione comune ha portato a definire i seguenti concetti: il lockdown ha spinto i consumatori a capire meglio il valore del cibo e del lavoro che c’è dietro, dunque bisogna insistere sulla valorizzazione dell’Ho.re.ca. e in particolare ai ristoratori, che sono i grandi alfabetizzatori del cibo di qualità, in Italia e nel mondo; l’innovazione mescola storia dei territori con le nuove tecnologie, quindi tradizioni antiche, con droni in agricoltura e packaging compostabile. Un bellissimo paesaggio di innovazione policentrica e quindi adatto all’eclettico talento italiano. Ora l’appuntamento è con Cibus 2021 che inaugurerà il 4 maggio e sarà la prima grande fiera alimentare europea dopo il lockdown”. Sulle problematiche dell’export è intervenuto (nella prima giornata) Roberto Luongo, Direttore Generale dell’Agenzia ICE che ha sottolineato come si stia rafforzando un gioco di squadra tra le istituzioni che si occupano di esportazione: la Farnesina, l’Agenzia ICE e il Ministero dello Sviluppo Economico. L’ICE si è impegnato per garantire il rimborso delle spese sostenute alle imprese danneggiate dalla cancellazione delle manifestazioni fieristiche, sta finalizzando la realizzazione di FIERA Sm art 365 per la digitalizzazione delle fiere e incontri B2B, promuovendo l’e commerce delle imprese e la loro presenza nella Grande Distribuzione. A Cibus Forum sono intervenuti anche numerosi rappresentanti della Grande Distribuzione: Marco Pedroni, Presi dente di Coop Italia e neo Presidente di ADM Associazione moderna; Giorgio Santambrogio, Ad del Gruppo VèGè (intervenuto ieri); Alessandra Corsi di Conad, Eleonora Graffione di Coralis, Grazia De Gennaro di Despar, Tanya Kopps, Ceo Metro Italia. Alcune di esse hanno partecipato alla tavola rotonda “Le donne si svegliano prima” concordando, tra l’altro, sulla necessità di individuare nuove forme di comunicazione al consumatore, superando il sistema delle promozioni, che spesso ha danneggiato il mercato. “Non ci sarà ripresa se non c’è innovazione -ha dichiarato Marco Pedroni nel suo intervento- e per innovazione intendo un rinnovato spirito di collaborazione tra tutti i segmenti della filiera agroalimentare che si basi su pochi punti basilari: accordi di ampio respiro e qui per tutti; accorciamento ed efficientamento delle filiere; creazione di valore per

i consumatori e non solo per le imprese. Ma innovazione è anche sostenibilità. Il new green deal è una buona idea però va sostenuto con i fatti: detassare i beni sostenibili e sostenere l’innovazione sui prodotti. Questo servirebbe a impostare nuovi modelli di consumo post pandemia”. A Cibus Forum è stato presentato uno studio di The European House – Ambrosetti sul futuro dell’olio italiano: la crescita del comparto oleario italiano passa per la sostenibilità e la valorizzazione del prodotto come confermato da Zefferino Monini, dell’omonima azienda umbra, che ha sottolineato come i limiti territoriali dell’Italia non consentono una crescita in quantità e quindi si deve puntare su un aumento qualitativo, un valore per tutto il Paese. Nell’ ultima sessione, dedicata a sostenibilità e innovazione come risposta all’emergenza, curata da Alessandro Perego, Politecnico di Milano, e moderata da Alfonso Pecoraro Scanio in collaborazione con Fondazione Univerde, hanno partecipato: Angelo Riccaboni del Santa Chiara Lab dell’Università di Siena; Catia Bastioli Ad di Novamont; Massimo Centemero, Direttore CIC; Massimo Della Porta Presidente Gruppo SAES; Guido Barilla, Presidente Gruppo Barilla; Marco Pedroni, Presidente Coop Italia. Alfonso Pecoraro Scanio, Presidente della Fondazione UniVerde e già Ministro delle Politiche Agricole e dell’Ambiente, ha dichiarato: “È importante il forte messaggio sulla priorità della sostenibilità ambientale arrivato dal mondo delle università e da importanti attori del settore delle imprese. L’agroalimentare italiano deve diventare leader in Europa per la sostenibilità, sia per quanto riguarda le modalità di produzione sia nella propensione a rivoluzionare il sistema degli imballaggi all’insegna di una vera bioeconomia circolare. Con questa capacità di coniugare innovazione e sostenibilità si può rilanciare l’occupazione e la qualità della vita nei nostri territori e nelle nostre stesse aziende”. Alla sessione è intervenuto anche, da remoto, Vincenzo Amendola, Ministro per gli Affari Europei, che ha confermato l’impegno di rendere il Green Deal uno strumento utile per la ripresa del nostro Paese. In questo nuovo contesto mondiale, pieno di paure ma anche opportunità, l’Europa ha dato una risposta e l’Italia deve essere pronta a divenire leader in questa fase di transizione. “Le persone sono state molto attente alla sicurezza e hanno riscoperto la ritualità dei consumi in casa ha detto Guido Barilla Ci sono stati prodotti come la farina che per alcuni anni sono stati un po’ trascurati e che sono tornati sulle tavole e nelle cucine diventando molto importanti. Molte delle abitudini prese in questo periodo lasceranno una traccia anche in futuro. Le persone saranno più accorte su alcuni temi. Si sono riappropriate di riti in parte dimenticati”. Sono tanti i capitani di industria che nelle due giornate si sono alternati sul palco, oltre quelli già citati: Nicola Levoni, MOB Food Drink Europ e; Armando De Nigris, Presidente del Gruppo De Nigris; Chiara Rossetto, Ad Molino Rossetto; Marianna Palella, Ceo di Citrus; Maria Flora Monini, Direzione Comunicazione Monini; Nicola Bertinelli, Presidente Consorzio Parmigiano Reggiano; Francesco Mutti, Ceo Mutti.

.it

FOOD INDUSTRY


food industry

about Fairs

Made in Italy food: Italian talent for innovation becomes a joint effort Success for Cibus Forum, the entire agri food sector gathered in Parma after the Covid emergency representatives of agriculture and large scale retailing took centre stage on the second day- conceptual and numerical evaluation of the event

T

he morning of the second and last day of Cibus Forum in Parma was dedicated to the issues of agriculture and distribution. After the welcome speech by Teresa Bellanova, Minister of Agricultural Policies (in streaming) who pointed out, among other things, the commitment by the Italian government to fighting against traffic light food labelling, “which leads to uninformed choices”, and unfair practices in agriculture, Denis Pantini from Nomisma presented research on how Italian consumers’ behaviour is changing in the post Covid era. Pantini also had the following warning for the Italian agri food sector: it’s necessary to address the Green Deal challenge rapidly, or we run the risk of other European countries boasting greater product sustainability, especially as traffic light labelling could define Italian products as less competitive (www.cibusforum.it). “The central deciding issue of the future is the choice between agricultural and synthetic food asserted Massimiliano Giansanti, President of Confagricoltura. We believe that food must be linked with the land and we are opposed to lab produfood. We are, of course, in favor of scientific and technological innovation and we

.it

FOOD INDUSTRY

follow with interest BioTech innovation, which represents the new frontier to stimulate production, without making genetic changes, such as GMOs. Agricultural Italy must produce more: today only 75% of what ends up on Italian tables is produced by us.” “In order to increase exports, the issue of infrastructure will also be important Stated Ettore Prandini, President of Coldiretti. Agricultural goods must travel less by road and more by train, plane and ship. We rank 7th in Europe for agricultural transportation by ship. The future will therefore be determined by logistics, infrastructure interconnections, and by renewable energies, with an increasing reliance on biomethane.” “In order to make the agri-food system sustainable - said Dino Scanavino, President of CIA Italian Farmers - we will need to revisit the concept of supply chain: in addition to agriculture, food industry and large scale retailing we must include transportation, the packaging industry, and manufacturers of both mechanical and robotic machines.” Scanavino also pointed out that almost 10 million Italians will have lower spending power, which means that prices of agri food products

will necessarily have to be kept low. Paolo De Castro, S&D coordinator in the European Parliament Agricultural Commission called attention to the fact that “the financial resources of the CAP common agricultural policy account for almost 40% of the European budget and the Recovery Fund amounts to an additional 7.5 billion euros”. Antonio Cellie, CEO of Fiere di Parma summarized the achievements of Cibus Forum: “For the first time after lockdown, we have gathered together the main players in the agri food sector. We had an attendance of over 1000 operators a day and about 3000 streaming viewers, many of whom foreign buyers, not to mention the over 50 players in the agrifood sector who have spoken from the stage. Joint reflection has identified the following concepts: lock down has led consumers to a better understanding of the value of food and the work behind it, therefore we need to insist on the promotion of Italian food; we urgently need support measures for the Ho.Re.Ca sector and in particular for restaurateurs, who are the great teachers of quality food in Italy and in the world; innovation combines the history of local areas with new technologies, therefore ancient traditions, drones in agriculture and compostable packaging. It’s a beautiful landscape of polycentric Innovation, and therefore suited to the eclectic Italian talent. The next event is Cibus 2021, which will start on May 4 and will be the first major European food fair after lockdown.” Roberto Luongo, General Director of the ICE Agency, spoke (on the first day) about export issues, and pointed out the increased teamwork

Ottobre | October 2020

65


about Fairs

food industry

between institutions dealing with exports: the Ministry of Foreign Affairs, the ICE Agency, and the Ministry of Economic Development. The ICE Agency has undertaken to guarantee the reimburs e ment of expenses incurred by companies that have suffered from the cancellation of trade fair events, and is finalizing the organization of FIERA Smart 365 for the digitization of trade fairs and B2B meetings, promoting e commerce for businesses and their presence in the Large Retail sector. Numerous representatives of the Large Retail sector spoke at Cibus Forum: Marco Pedroni, President of Coop Italia and new President of ADM Associazione moderna; Giorgio Santambrogio, Managing Director of the VèGè Gro up; Alessandra Corsi from Conad, Eleonora Graffione from Coralis, Grazia De Gennaro from Despar, and Tanya Kopps, CEO of Metro Italia . Some of the latter participated in the round table discussion “Women wake up earlier” and agreed, among other things, about the need to identify new forms of communication to the consumer, going beyond the promotions system, which has often damaged the market. “There will be no recovery without innovation - asserted Marco Pedroni in his speech - and by innovation I mean a renewed spirit of

66

Ottobre | October 2020

collaboration between all segments of the agrifood sector, based on a few basic points: wide ranging agreements that are fair to all; shortening and streamlining of the supply chains; creation of value for the consumers and not just for the companies. But innovation is also sustainability. The new green deal is a good idea but it must be supported by actions: tax reduction for sustainable goods and support of product innovation. This would help to set up new consumption models in the post pandemic period.” A study by The European House Ambrosetti on the future of Italian oil was presented at Cibus Forum: the growth of the Italian oil sector hinges on sustainability and promotion of the product, as confirmed by Zefferino Monini , owner of the Umbria company bearing the same name, who pointed out that since the territorial limits of Italy do not allow for growth in quantity it is necessary to aim for increase in quality, a value for the whole country. The last session, dedicated to sustainability and innovation as response to the emergency, organized by Alessandro Perego, Polytechnic University of Milan, and moderated by Alfonso Pecoraro Scanio in collaboration with the UniVerde Foundation, saw the participation of: Angelo

Riccaboni from the Santa Chiara Lab of the University of Siena; Catia Bastioli, Managing Director of Novamont; Massimo Centemero, Director of CIC; Massimo Della Porta, President of the SAES Group; Guido Barilla, President of the Barilla Group; Marco Pedroni, President of Coop Italia. Alfonso Pecoraro Scanio, President of the UniVerde Foundation and former Minister of Agriculture and Environment, stated: “ The strong message from the academic world and from key players in the business sector regarding the priority of environmental sustainability is very important. The Italian agrifood sector must become a European leader in sustainability, both in terms of production methods and of the drive to revolutionize the packaging system, in support of a true circular bioeconomy. Through this ability to combine innovation and sustainability we can boost employment and quality of life in our local areas and in our businesses.” Vincenzo Amendola, Minister for European Affairs, participated remotely in the session, and confirmed his commitment to making Green Deal a key tool in our country’s recovery. In the current global context, full of fears but also opportunities, Europe has provided an answer and Italy must be ready to play a leading role in this transition phase. “People have been very careful about safety and have rediscovered the ritual quality of home consumption said Guido Barilla. Products such as flour, which had been a bit neglected for years, have made a very significant comeback in kitchens. Many of the new habits adopted during this period will persist in the future. People will be more discerning about some issues. They have embraced rituals that had been partly forgotten.” Many captains of industry took to the stage during the two days of the event. In addition to the ones already mentioned, they were: Nicola Levoni, Member of the Board of Directors of Food Drink Europe; Armando De Nigris, President of the De Nigris Group; Chiara Rossetto, Managing Director of Molino Rossetto; Marianna Palella, CEO of Citrus; Maria Flora Monini, Monini Communication Management; Nicola Bertinelli, President of the Parmigiano Reggiano Consortium; Francesco Mutti, CEO of Mutti.

.it

FOOD INDUSTRY



machinery & development

food industry

Il segno dell’eccellenza Giusto Faravelli SpA è tra le vincitrici della 3° edizione del “Best Managed Companies”, iniziativa promossa da Deloitte

G

iusto Faravelli SpA è tra le vincitrici della 3° edizione del “Best Managed Companies”, iniziativa promossa da Deloitte per supportare e premiare le aziende italiane eccellenti per capacità organizzativa, strategia e performance. Valutati da Deloitte sono stati 6 pillar: Strategia, Competenze e Innovazione, Corporate Social Responsibility, Impegno e Cultura Aziendale, Governance e Misurazione delle Performance, Internazionalizzazione. “La soddisfazione è grande! Essere tra le 59 realtà premiate a livello nazionale è un risultato a cui ambivamo, ma che sapevamo non essere facile da raggiungere: sono davvero tante le aziende che in Italia lavorano sotto il segno dell’eccellenza e la “concorrenza” è stata agguerrita. Il processo di valutazione è stato lungo, impegnativo, anche particolare date le circostanze dettate dalla pandemia, ma avvincente. Ci ha infatti permesso di mettere ancora più a fuoco le caratteristiche che rendono Faravelli un’azienda di eccellenza, ma anche i punti su cui occorrerà impegnarsi maggiormente in futuro per migliorare sempre di più” – secondo Luca Benati, CEO di Faravelli - “Il merito di questo riconoscimento va a tutti i

nostri collaboratori e al lavoro svolto sempre con grande impegno e dedizione. Credo possiamo essere tutti orgogliosi.” “Congratulazioni a Giusto Faravelli SpA per questo importante riconoscimento”, dichiarano Ernesto Lanzillo, Private Leader per l’Italia, Grecia e Malta, e Andrea Restelli, Partner Deloitte e responsabile BMC. “Le aziende premiate in questa terza edizione hanno dimostrato non solo eccellenza, ma anche grande capacità e resilienza nell’affrontare la crisi determinata dalla pandemia da Covid19 in atto. La valutazione delle candidate si è infatti protratta più a lungo del previsto proprio per permetterci di approfondire le modalità di gestione dell’emergenza da parte delle candidate. Le 59 Best Managed Companies di questa edizione sono quindi lo specchio di un’Italia fatta di eccellenze che, facendo leva sui propri punti di forza e attraverso una gestione oculata, sta superando con successo un periodo di incertezza senza precedenti”. Per ulteriori informazioni: silvia.ditommaso@faravelli.it

The sign of excellence Giusto Faravelli SpA is among the winners of the 3rd Italian edition of the Best Managed Companies Award by Deloitte

N

ow in its third edition, the initiative is promoted by Deloitte to support and reward Italian companies that have distinguished themselves for organizational capacity, strategy and performance. The six pillars on which Deloitte conducted its analysis were in fact: Strategy, Skills and Innovation, Corporate Social Responsibility, Commitment and Corporate Culture, Governance and Performance Measurement, Internationalization. After a long evaluation process, on 14 September Deloitte announced the names of the Italian companies that won the 2020 edition and Giusto Faravelli Spa is there! “The satisfaction is great! Being among the 59 nationally awarded companies is a result we aspired to, but which we knew was not easy to achieve: there are so many companies in Italy that work under the sign of excellence and the “competition” has been fierce. The evaluation process was long, demanding, even particular given the circumstances dictated by the pandemic, but compelling. It has in fact allowed us to focus even more on the characteristics that make Faravelli a company of excellence, but also on the points on which it will be necessary to work more in the future to improve more and more”- according to Luca Benati, CEO of Faravelli -”It is a recognition that goes to all our collaborators and to the work always carried out with great commitment and dedication. I think we can all be proud.” “Congratulations to Giusto Faravelli SpA” declared Ernesto Lanzillo, Private Leader for Italy, Greece and Malta, and Andrea Restelli, Deloitte Partner and Head of BMC “The companies awarded in this third edition have shown not only excellence, but also great ability and resilience in dealing with the crisis caused by the ongoing Covid-19 pandemic. In fact, the evaluation of the candidates lasted longer than expected precisely to allow us to investigate the methods of emergency management by the candidates. The 59 Best Managed Companies of this edition are therefore the mirror of an Italy made up of excellence which, leveraging its strengths and through careful management, is successfully overcoming an unprecedented period of uncertainty.” For further info e-mail to silvia.ditommaso@faravelli.it

68

Ottobre | October 2020

.it

FOOD INDUSTRY





machinery & development

food industry

Defino & Giancaspro, costante impegno per la qualità, nuova sfida MOCA Defino & Giancaspro procede nel suo percorso di certificazioni per dare valore aggiunto ai suoi prodotti, per garantire ai clienti la qualità dei suoi processi di produzione

D

a tre generazioni la Defino & Giancaspro opera nel settore molitorio ed è ormai azienda affermata nella progettazione e realizzazione di impianti e macchine per molini e mangimifici Un equilibrato mix di tecnici e operai esperti e specializzati garantisce le competenze meccaniche e tecnologiche per la progettazione e produzione di una vasta gamma di macchine per l’industria molitoria e non solo. Una spiccata capacità organizzativa e le moderne attrezza-ture presenti nell’opificio di Gravina in Puglia (BA), consentono poi all’azienda di eccellere tanto nella realizzazione di silos e carpenterie metalliche, quanto in quella di tubazioni e accessori, sia nell’ambito di grosse installazioni che prevedono calcolo e ingegneria, sia in applicazioni impiantistiche che richiedono precisione e accuratezza delle lavorazioni. Una comprovata esperienza maturata in campo nazionale e internazionale permette alla Defino & Giancaspro di soddisfare ogni esigenza dei clienti, sfruttando tecnologie e competenze per apportare modifiche ad impianti esistenti o per nuove soluzioni. L’attenzione verso i suoi numerosi clienti spinge, inoltre, l’azienda a non limitarsi alla mera consegna o montaggio di una fornitura, ma ad offrire un servizio continuativo attraverso l’ottimizzazione e la messa a regime della nuova installazione, assicurando supporto, manutenzione e assistenza nel tempo. “Si è soddisfatti del proprio lavoro solo quando il cliente è soddisfatto”. Tenendo fede a questo

72

Ottobre | October 2020

principio, la Defino & Giancaspro associa alla costante innovazione tecnologica una forte attenzione all’acquisizione di certificazioni volte a tenere sotto controllo la qualità dei suoi processi di produzione. Sin dal 2006 l’azienda si è, infatti, dotata di un sistema di gestione di qualità secondo lo standard internazionale ISO 9001, di un sistema di gestione dell’ambiente secondo ISO 14001, introducendo successivamente un sistema controllato di gestione delle saldature secondo standard ISO 3834 e, infine, un sistema di certificazioni CE delle carpenterie strutturali secondo la norma UNI EN 1090-1. In un contesto ad elevata competitività come quello alimentare, la Defino & Giancaspro ha deciso di dare valore aggiunto al suo prodotto con l’implementazione di uno schema di certificazione su base volon-

taria, approvato da Accredia, che permette il puntuale rispetto dei Regolamenti europei CE 1935/2004 (che riguarda i materiali e gli oggetti destinati a venire a contatto con i prodotti alimentari) e CE 2023/2006 (sulle buone pratiche di fabbricazione dei materiali e degli oggetti destinati a venire a contatto con prodotti alimentari); insieme ai regolamenti e alle normative ad essi connessi, tali certificazioni costituiscono l’impianto di regole da seguire per la produzione di tutti i materiali e oggetti che andranno a contatto con gli alimenti, definiti con la sigla MOCA. A differenza di una semplice autocertificazione del produttore, l’applicazione di uno schema accreditato, garantito da un ente di certificazione esterno, assicura che un prodotto sia certificato MOCA solo dopo aver ottemperato a tutti i passaggi previsti dalla legge (test di migrazione da laboratori accreditati, attuazione di GMP “Buone pratiche di fabbricazione” nei processi aziendali, documentazione a supporto). Il rispetto di uno schema garantisce quindi al cliente che ogni singolo accessorio o macchina acquistata come prodotto MOCA e inserita nel proprio impianto sia conforme a determinati criteri di sicurezza alimentare. Tenendo fede alla vocazione all’eccellenza dei suoi standard qualitativi, la Defino & Giancaspro ha iniziato un percorso di controllo della rispondenza dei propri prodotti ai regolamenti MOCA, secondo schema accreditato. In una prima fase è stata sottoposta a verifica tutta la gamma di tubazioni e accessori, passando poi ai silos di stoccaggio, per proseguire su tutto il parco macchine. La certificazione di tutti i prodotti secondo schema accreditato non è un punto di arrivo ma di partenza di un iter che dovrà essere costante nel tempo. In un mercato sempre in evoluzione, con standard qualitativi in continuo aggiornamento, la sfida che l’azienda ha intrapreso è volta non solo a sostenere e incrementare la comprovata qualità dei suoi prodotti, or-gogliosamente Made in Italy, ma soprattutto a dare evidenza ai clienti del percorso di tutela in ambito di sicurezza alimentare e igiene che solo una certificazione accreditata da un ente esterno può garantire.

.it

FOOD INDUSTRY


food industry

machinery & development

Defino & Giancaspro, constant commitment to quality, new FCMs challenge

F

or three generations, Defino & Giancaspro has been working in the mill sector and today it is a well-known company specializing in the design and production of plants and machines for mills and milling factories. A perfectly tuned team of expert and specialized technicians and workers guarantees mechanical and technological expertise in engineering and production of an extensive range of machines for the milling industry, and more. Considerable organizational capacity and modern equipment in the factory in Gravina di Puglia, Bari, enable the company to excel in the manufacture of silos and metal carpentry as well as pipes and accessories for both large installations that require calculations and engineering, and plant applications that need precise and accurate processing. Such sound experience gained domestically and internationally enables Defino & Giancaspro to meet every requirement that customers may have, putting in play technologies and knowledge to modify existing plants or to create for new solutions. Defino & Giancaspro’s attention to its many customers means not simply providing them with a machine or plant, but rather to deliver a continuous service by maximizing and to fully warming up the new plant, guaranteeing support, maintenance, and assistance over time. “We are satisfied with our work only when customers are satisfied with it”. Loyal to this principle, Defino & Giancaspro combines constant technological innovation with its commitment to acquire quality certifications for its production processes. In fact, since 2006, the company has been certified to the international standards ISO 9001 quality management system, ISO 14001 environmental management system, ISO 3834 quality requirements for fusion welding of metallic materials, and finally also to UNI EN 1090-1 for steel structures. In such highly competitive food sector, Defino & Giancaspro has decided to give its products an added value, therefore it voluntarily implemented its certification portfolio, approved by Accredia (Italy’s national Accreditation Body) that helps to comply with European Standards EC 1935/2004 (on materials and articles intended to come into contact with food) and EC 2023/2006 (on good manufacturing practice for materials and articles intended to come into contact with food); those certifications and all the norms and regulation concerned are the backbone for the production of materials and articles intended to come into contact with food, known as FCMs. Unlike a simple auto-certification issued by the producer, applying to a certified programme guaranteed by an independent body, ensures that the product is FCMs certified only after fully complying with the steps set by law (migration test from accredited laboratories, Good Manufacturing Practice in company’s processes, support documents). Abiding to this scheme guarantees customers

.it

FOOD INDUSTRY

Defino & Giancaspro continues its certification process to give its products more added value, and to guarantee its customers the quality of its production that every single article or machine purchased as FCMs and installed in a plant is fully compliant with food safety standards. Loyal to its excellent quality standards, Defino & Giancaspro has started a process to check that all its products fully meet FCMs requirements. Firstly, the whole range of pipes and accessories, then storage tanks, and finally to the entire machine fleet have been controlled. The certification of all products according to an accredited scheme is not an arrival but a starting point of a process to last forever. In an ever-evolving market, with continuously updated quality standards, the company’s challenge wants to support and increase the well-known quality of its products, proudly Made in Italy, as well as highlighting its food safety and hygiene process, a sort of protection that only a certification by an independent accredited body can guarantee.

Ottobre | October 2020

73


machinery & development

food industry

Innovazione sostenibile Coldtech ascolta e interpreta le esigenze del cliente per poter offrire un prodotto vincente e competitivo sempre sostenendo uno sviluppo sostenibile

C

oldtech, azienda con esperienza trentennale, opera nel settore della refrigerazione industriale e nella progettazione e realizzazione di magazzini frigoriferi, sale di lavorazione, impianti di stagionatura e conservazione, lavorazione e surgelazione di prodotti alimentari. La sua esperienza maturata sui mercati internazionali l’ha portata a esportare i suoi prodotti in più del 90% nei paesi del mondo. Il contatto costante con il cliente e la conoscenza delle esigenze della refrigerazione ha portato a sviluppare sempre nuove tecnologie per la costruzione di porte frigorifere industriali. Sviluppa e industrializza tutti i compo-

Sustainable innovation

W

ith thirty-year experience, the company Coldtech operates in the sector of industrial refrigeration, design and creation of cooling warehouses, food processing rooms, and food seasoning, preservation, processing and freezing plants. The experience gained in international markets enables Coldtech to export its products to more than 90% of countries worldwide. Thanks to its constant cooperation with the customer and in-depth knowledge

74

Ottobre | October 2020

nenti delle porte frigorifere industriali, a battente o scorrevoli, a ghigliottina, a portafoglio... sia per temperature positive che negative. In un mercato in rapida trasformazione la capacità di innovazione è destinata ad essere la sua carta vincente. L’innovazione nello sviluppo è il motore di crescita in un ambiente “pulito e sostenibile”.

Coldtech listens to its customers and translates their requirements into winning and competitive products, always supporting sustainable growth of refrigeration requirements, Coldtech has been able to develop new technologies to produce industrial cold storage doors. Moreover, it also develops and industrializes all components for industrial cold storage doors – shutters, sliding, lift, and wraparound … - for both positive and negative temperatures. In a rapidly changing market, the capacity of innovate is likely to become the strong suit. Innovation in development is the drive to grow in a “clean and sustainable” environment.

.it

FOOD INDUSTRY



machinery & development

food industry

Elevando gli standard igienici per i componenti in movimento In qualità di leader mondiale nel settore dei componenti igienici in acciaio inox, NGI sta rivolgendo la sua attenzione a due tipici punti deboli della catena igienica: ruote e supporti per cuscinetti

P

er più di 25 anni, ha sviluppato soluzioni in acciaio inox per linee di produzione igieniche. Finora si è concentrata principalmente su soluzioni statiche quali i piedini di livellamento, ma ora ha deciso di applicare le sue conoscenze, il suo know-how e la sua attività di ricerca all’area delle parti in movimento. E inizia con le ruote e i supporti per cuscinetti. La ricerca NGI e il dialogo con clienti/partner di tutto il mondo hanno identificato i supporti per cuscinetti e le ruote come due punti deboli in molti impianti di produzione. Sono difficili da pulire. Sono una potenziale fonte di contaminazione. E si rompono a causa dell’usura.

Le criticità che le parti in movimento rappresentano sono uno dei motivi per cui NGI ha deciso di affrontare questo problema. Un altro è che ha il know-how e il potere innovativo per risolvere le insidie igieniche attualmente legate a questi gruppi di prodotti. Con quest’ultima innovazione NGI ha messo in discussione l’ipotesi che una configurazione di produzione altamente igienica possa includere dei supporti per cuscinetti di tipo aperto. In realtà, i supporti di tipo chiuso si sono rivelati la strada giusta da percorrere. Non si tratta solo di migliorare la qualità e la pulizia. I cuscinetti in supporti aperti hanno una vita molto più breve e sono anche costantemente esposti a molta più sporcizia e batteri. Seguendo i principi di progettazione USDA, EHEDG e 3-A NGI porta le ruote e i supporti per cuscinetti a un nuovo livello igienico. NGI è conosciuta come leader di mercato grazie alla sua linea di componenti in acciaio inossidabile igienici certificati. Ma la sua reputazione non è costruita esclusivamente sui suoi prodotti, è costruita su soluzioni olistiche. Si sforza di avere un approccio di partnership e di condivisione delle conoscenze a 360 gradi per l’igiene, l’innovazione e le esigenze del mercato.

Spostandosi verso le parti in movimento, NGI è già riuscita a creare nuovi standard. Sia i supporti per cuscinetti che le ruote sono progettati seguendo i principi di progettazione USDA, EHEDG e 3-A. Inoltre, entrambi i prodotti sono progettati per una facile installazione tipo plug & play, in grado di sostituire gli attuali componenti non certificati. Il design igienico è più importante che mai e NGI non vuole solo trovare le giuste soluzioni. Vuole pure renderle facili da usare. È orgogliosa di partecipare alla lotta per una migliore igiene in tutto il mondo, e crede che le nuove aggiunte nella sua gamma di prodotti contribuiscano notevolmente in questo senso. Scopri di più sui nuovi prodotti NGI qui https://it.ngiglobal.com/lancio-di-nuovi-prodotti-da-ngi

Raising the hygienic standards for moving parts As the world’s leading manufacturer of hygienic stainlesssteel components, NGI is turning the attention to two typical weak spots in the hygienic chain: castors and bearing houses

F

or more than 25 years, NGI has developed stainless steel solutions for hygienic production lines. Up until now NGI has focused primarily on static solutions such as levelling feet, but now it has decided to apply its knowledge, know-how and research to the area of moving parts. And it starts with castors and bearing houses. NGI research and dialogue with customers/partners all over the world have identified bearing houses and castors as two weak points in many production

76

Ottobre | October 2020

facilities. They are difficult to clean. They are a critical source of cross contamination. And they break down due to wear and tear. The problems, that moving parts represent, are one reason, NGI has decided to tackle this issue. Another is, that NGI has the know-how and innovative power to solve the hygienic pitfalls currently related to these product groups. With this latest innovation NGI has challenged the assumption that a highly hygienic production setup can include open bearing houses. Actually, closed bearing houses proved to be the right way to go. It is not just a matter of improved serviceability and cleanability. Bearings in open houses have a much shorter life and they are also constantly exposed to much more dirt and bacteria. Following USDA, EHEDG and 3-A design principles NGI takes castors and bearing houses to a new hygienic level. NGI is known as a market leader due to their line of certified hygienic stainless-steel

components. But its reputation is not solely built on its products, it is built on holistic solutions. NGI strives to have a 360-degree knowledge sharing partnershipapproach to hygiene, innovation, and market needs. Moving unto moving parts, NGI has managed to set new standards already. Both bearing houses and castors are designed following USDA, EHEDG and 3-A design principles. Furthermore, both products are designed for easy installation as a plug & play solution that can substitute current uncertified components. Hygienic design is more important now than ever before, and NGI does not just want to make the right solutions. It wants to make them easy to use as well. NGI is proud to take part in the fight for improved hygiene around the globe and believe that its newest additions in the product line also contributes greatly in this manner. Read more about NGI new products here https:// uk.ngi-global.com/new-products-launches-from-ngi

.it

FOOD INDUSTRY



machinery & development

food industry

Innovazione d’avanguardia Stagnoli rappresenta un punto di riferimento per la progettazione e la produzione di componenti tecnici in tecnopolimero a contatto con alimenti

L

a storia di Stagnoli comincia nei primi anni Ottanta con lo stampaggio a iniezione. La vena innovativa e il desiderio di crescita, che da sempre caratterizzano l’azienda, l’hanno condotta verso la progettazione e la produzione di ingranaggi ed elementi di trasmissione meccanici in tecnopolimero performanti, resistenti e di qualità. L’esperienza nel settore dello stampaggio plastico e i continui investimenti in macchinari e strumenti all’avanguardia sono sempre state le principali dinamiche che hanno animato ed animano gli spazi produttivi di Stagnoli a Lonato del Garda. In questo modo assicura a clienti e partner precisione, lead time e performance dei macchinari su cui i suoi ingranaggi meccanici sono montati. Accanto al reparto di stampaggio Stagnoli ha sviluppato quello di fresatura, tornitura e marcatura laser per tutti quegli ingranaggi ed elementi di

trasmissione che necessitano di una lavorazione particolare. In questo modo il cliente trova in questa azienda il partner completo e competente in grado di realizzare un prodotto finito, pronto all’uso, monitorato durante ogni fase e quindi preciso e di qualità. Da qualche anno Stagnoli ha intrapreso una nuova sfida nata da una domanda posta dai suoi clienti: “gli ingranaggi termoplastici e gli alimenti possono venire a contatto tra loro, assicurando al tempo stesso un elevato livello di tutela per la salute umana?”. Da allora è stato intrapreso un percorso che l’ha portata ad introdurre un’intera linea (gamma blu) a catalogo che comprende ingranaggi cilindrici dal modulo 0.5 al modulo 4 ed ingranaggi conici rapporto 1:1, 1:2, 1:3 e 1:4. Il tecnopolimero e il master utilizzato per la produzione di questi ingranaggi sono idonei e certificati per un utilizzo che prevede il contatto con alimenti poiché rispettano le normative Europee

(Regolamento (CE) n. 1935/2004, Regolamento (CE) n. 2023/2006 e Regolamento (UE) n. 10/2011) e americane (Food and Drug Administration/FDA, 21 CFR 177 and Drug Administration/FDA, 21 CFR 178). La scelta del colore blu è giustificata dal fatto che in questo modo risultano essere “detactable” per una rapida individuazione di possibili tracce accidentalmente presenti all’interno dell’alimento. Stagnoli rappresenta un punto di riferimento per la progettazione e la produzione di componenti tecnici in tecnopolimero a contatto con alimenti rispettando il 100% dei requisiti e contribuendo ad aumentare i livelli di sicurezza nei processi di produzione alimentare nel pieno rispetto delle normative internazionali. Contatta Stagnoli per avere ulteriori informazioni sugli ingranaggi idonei al contatto con alimenti e per ricevere un consiglio sulla scelta più idonea per la tua applicazione.

Ground-breaking innovation Stagnoli represents a landmark for the design and production of technical components in technopolymer that come into contact with food

S

tagnoli’s history begins in the early eighties with injection moulding. The pioneering spirit and the desire for growth, which have always distinguished this company, have led it towards the design and production of highperformance, heavy-duty quality gears and mechanical transmission elements in technopolymer. The experience acquired in the plastic moulding sector and the constant investments in advanced machinery and tools have always been the main driving force animating the company’s production facilities in Lonato del Garda. In this way, Stagnoli assures its customers and partners precision, lead time and performance of the machinery on which its mechanical gears are fitted. Along with the moulding department, Stagnoli has developed the milling, turning and laser marking department for all those gears and transmission elements that require special machining. This way, the customer can find in this company a comprehensive and skilled partner capable of producing a final product, ready to use, monitored during each phase and therefore accurate and qualitative. For some years now Stagnoli has undertaken a new challenge born from a question raised by its customers: “can thermoplastic gears and food come into contact with each other, while ensuring a high level of protection for human health?

78

Ottobre | October 2020

Since then Stagnoli has been following a path that has led us to add an entire line (gamma blu) to its product catalogue that includes spur gears from module 0.5 to module 4 and bevel gears with 1:1, 1:2, 1:3 and 1:4 ratio. The technopolymer and the master used for the production of these gears are suitable and certified for food contact use because they meet the European (Regulation (EC) No 1935/2004, Regulation (EC) No 2023/2006 and Regulation (EU) No 10/2011) and American (Food and Drug Administration/FDA, 21 CFR 177and Drug Administration/FDA, 21 CFR 178) regulations. The choice of the colour blue is due to the fact that in this way they are “detactable” for a prompt identification of possible traces accidentally present inside the food. Stagnoli represents a landmark for the design and production of technical components in technopolymer that come into contact with food, complying with 100% of the requirements and helping to increase safety levels in food production processes, whilst fully observing international regulations. Contact Stagnoli for more information about gears suitable for food contact and recommendations on the most suitable choice for your application.

.it

FOOD INDUSTRY



marketing & strategy

food industry

FUCHS

è la promessa di massima sicurezza e massime prestazioni I lubrificanti specializzati CASSIDA di FUCHS Lubritech soddisfano i massimi requisiti di sicurezza e offrono le massime prestazioni tecniche, assicurando un processo produttivo senza intralci e un alto livello di efficienza

F

UCHS è un gruppo globale con radici tedesche che sviluppa, produce e vende lubrificanti e prodotti affini da oltre 85 anni – praticamente per tutti gli ambiti di applicazione e settori. Con circa 62 aziende e quasi 5.600 impiegati in tutto il mondo, il gruppo FUCHS è il principale fornitore indipendente di lubrificanti. Il programma di prodotti FUCHS comprende oltre 10.000 prodotti e servizi correlati in sei categorie chiave: Lubrificanti per automobili; Lubrificanti industriali; Grassi lubrificanti; Lubrificanti per la lavorazione dei metalli; Lubrificanti per applicazioni speciali; Servizi. A stretto contatto con i propri clienti, FUCHS sviluppa soluzioni d’insieme e personalizzate per le applicazioni più svariate. Come un produttore di lubrificanti, FUCHS è sinonimo di prestazioni e

80

Ottobre | October 2020

sostenibilità, di sicurezza e affidabilità, di efficienza e risparmi sui costi. FUCHS sta per una promessa: tecnologia che vale il prezzo pagato. Quanto più sensibile ed esigente è l’applicazione, tanto più importante è l’uso di lubrificanti adatti. Ogniqualvolta vengono prodotti, trasformati, imbottigliati o confezionati alimenti, bevande o alimenti per animali, i lubrificanti specializzati CASSIDA di Fuchs Lubritech soddisfano i massimi requisiti di sicurezza e offrono le massime prestazioni tecniche. Pertanto, assicurano un processo produttivo senza intralci, un alto livello di efficienza e una vita utile più lunga per i vostri macchinari e sistemi. Il lubrificante sintetico per catene termicamente stabile CASSIDA CHAIN OIL XTE è un lubrificante totalmente sintetico base estere a elevate prestazioni antiusura, specificatamente sviluppato per l’uso in impianti di confezionamento e processo dell’industria alimentare e delle bevande che operano in condizioni di elevate temperature. È formulato con materie prime e additivi rigorosamente selezionati e controllati, che soddisfino le più restrittive norme igienico sanitarie dell’industria alimentare. Prodotti in accordo alle specifiche di qualità dello

stabilimento Fuchs Lubritech. Fabbricati tramite impianti dove le norme GMP (Good Manufacturing Procedure) e il manuale HACCP sono stati implementati per definire il sistema di gestione della qualità igienicosanitaria ISO 9001 e ISO 21469. Categoria di certificazione NSF – H1 per lubrificanti che possono essere utilizzati quando tecnicamente non sia possibile escludere il contatto accidentale con i generi alimentari. Performance features • Si può utilizzare in forni che operano fino a 300°C • Limitata perdita in peso per evaporazione • Riduce la formazione di depositi solidi • Viscosità media per un facile utilizzo • Eccellente resistenza alla corrosione • Facilmente applicabile sia tramite sistemi di erogazione automatica che manualmente • Neutro in odore e sapore • Formulazione priva di solventi che assicura una elevata sicurezza d‘uso • Eccellenti proprietà adesive per ridurre il gocciolamento in uso CASSIDA CHAIN OIL XTE può essere applicato in catene di trasporto e barre di guida degli impianti di processo nell’industria alimentare, e catene o sistemi di movimentazione negli impianti di confezionamento dei prodotti alimentari. Il lubrificante è compatibile con la maggior parte degli elastomeri, tenute, guarnizioni e vernici normalmente impiegate nei sistemi di lubrificazione degli impianti industriali. I lubrificanti certificati NSF dovrebbero essere immagazzinati separatamente da altri lubrificanti, sostanze chimiche e alimenti, lontano da fonti di luce e calore dirette. Conservare tra 0°C e 40°C. Se così conservati, si raccomanda di utilizzare i prodotti entro 5 anni dalla data di produzione. È importante accettare i prodotti soltanto se la confezione è integra e originale. Una volta aperto il prodotto dovrà essere utilizzato entro 2 anni dall’apertura o 5 anni dalla data di produzione (fa fede la scadenza più breve). Certificazioni e specifiche • NSF H1 • NSF ISO 21469 • Kosher • Halal (in definizione)

.it

FOOD INDUSTRY


food industry

marketing & strategy

FUCHS is the promise of the highest safety and performances CASSIDA specialty lubricants from FUCHS Lubritech satisfy the highest safety requirements along with the highest technical performance, thereby providing for a smooth production process and a high level of efficiency

F

UCHS is a global Group with German roots that has developed, produced, and sold lubricants and related specialties for more than 85 years – for virtually all areas of application and sectors. With 62 companies and more than 5,600 employees worldwide, the FUCHS Group is the leading independent supplier of lubricants. The FUCHS product program comprises more than 10,000 products and related services in six key categories: Automotive lubricants; Industrial lubricants; Lubricating greases; Metal processing lubricants; Special application lubricants; Services. In close contact with its customers, FUCHS develops holistic, innovative and custom-made solutions for the most diverse applications. As a lubricant manufacturer, FUCHS stands for performance and sustainability, safety, reliability, efficiency and cost

.it

FOOD INDUSTRY

savings. FUCHS represents a promise: technology that pays back. The more sensitive and demanding the application, the more important is the use of suitable lubricants. Wherever food, drinks, or animal feed are produced, processed, bottled, or packaged, CASSIDA specialty lubricants from FUCHS Lubritech satisfy the highest safety requirements along with the highest technical performance. They thereby provide for a smooth production process, a high level of efficiency, and a longer operating life for your machinery and systems. Synthetic high temperature chain lubricant with exceptional thermal stability CASSIDA CHAIN OIL XTE is a synthetic, highperformance ester-based oil which has been specially formulated for the food industry to lubricate drive and conveyor chains at elevated temperatures. It is based on an advanced blend of synthetic fluids and selected additives chosen for their ability to meet the stringent requirements of the food and beverage industry. Certifed by NSF for ISO 21469 and registered by NSF (Class H1) for use where there is potential for incidental food contact. Produced according to FLT Quality Standards, in facilities where HACCP audit and Good Manufacturing Practice have been implemented and form part of the quality and hygiene management systems ISO 9001 and ISO 21469. Performance features • Applicable up to +300°C oven temperature • Exceptionally low evaporation loss • Reduced formation of burned solid residues

• Medium viscosity for easy application • Excellent corrosion resistance • Easily applied by either brush, bath or by automatic lubrication systems • Neutral odour and taste • Solvent-free formulation to provide greater safety in use • Excellent adhesive properties minimize “fling-off” in use CASSIDA CHAIN OIL XTE can be used in applications such as drive and conveyor chains in the food industry, and they are also intended for use in equipment for manufacturing food packaging. Compatible with the elastomers, gaskets, seals, and paints normally used in food machinery lubrication systems. All food grade lubricants should be stored separately from other lubricants, chemical substances, and foodstuffs and out of direct sunlight or other heat sources. Store between 0°C and +40°C. Provided that the product has been stored under these conditions we recommend that you should use of the product within 5 years from the date of manufacture. Upon opening a container, the product must be used within 2 years (or within 5 years) of date of manufacture, whichever is the sooner. Certifications and specifications • NSF H1 • NSF ISO 21469 • Kosher • Halal (pending)

Ottobre | October 2020

81


machinery & development

food industry

Performance di rilievo Fondata nel 1964, l’azienda CUOMO ha saputo rispondere alle esigenze del mercato fino a diventare un leader nella produzione di macchine per la produzione alimentare

C

UOMO è un’azienda a carattere familiare specializzata nella progettazione e produzione di confezionamenti in metallo e macchinari per la produzione alimentare. Fondata nel 1964 da tre fratelli, oggi CUOMO ha sede a Nocera Inferiore, Salerno, ed è guidata dai figli dei fondatori. La produzione aziendale comprende: • Macchine per l’industria conserviera • Macchine per capsule twist • Macchine per l’imballaggio metallico Macchine per l’industria conserviera Macchine, linee complete e attrezzature per il confezionamento primario e secondario di qualsiasi alimento (verdure, carni, pesci, oli, latte, etc.). I macchinari di questa divisione effettuano il processo di prodotti alimentari, compresi il trattamento termico del contenitore riempito e l’imballaggio finale dei contenitori riempiti a seconda delle richieste del mercato. Il cuore di queste linee di produzione sono i gruppi automatici di riempimento/chiusura, dove i contenitori sono riempiti – per gravità, sottovuoto o volumetricamente prima della loro chiusura, eseguita automaticamente dalle aggraffatrici. La gamma di macchine per l’industria conserviera permette di coprire le velocità di produzione da 60 fino a 1.000 scatole/1’, per scatole di diametro tra Ø 52 a Ø 155. (202-603 f.to scatola). Macchine per capsule twist Macchine e linee complete per la produzione di capsule in metallo, tipo twist-off, per vasi di vetro. Tale divisione è orientata verso l’imballaggio di vetro (bottiglie, vasetti) industria di prodotti alimentari quali confetture, legumi, tonno, ketchup, salse, etc. Macchine per l’imballaggio metallico Macchine per linee di fabbricazione scatole in banda stagnata. Linee complete per coperchi e fondi partendo dal foglio di banda stagnata. Tutte le macchine sono state progettate individualmente per una nuova generazione di scatole per l’imballaggio metallico. Sono

82

Ottobre | October 2020

disponibili macchine operative indipendenti o gruppi multimacchina, per le linee fabbricazione corpo scatola, per soddisfare particolari esigenze del cliente. Entrambi sono completamente automatici. La vasta gamma di macchinari proposta dall’azienda comprende anche la riempitrice automatica telescopica. Costruita in acciaio inox Aisi 304 e conforme alle normative CEE, la macchina è idonea al riempimento volumetrico di una vasta gamma di prodotti solidi in contenitori metallici, vetro, plastica, cartone, ecc. Il processo di riempimento si esegue con le tecnologie più avanzate che garantiscono un funzionamento automatico e un’alta velocità, senza alcun danno per il prodotto. Tutte le operazioni di cambio formato e lavaggio della macchina vengono svolte in modo rapido e funzionale. A richiesta è anche possibile avere l’uscita tangenziale dei contenitori, i quali possono avere formati diversi fino a 5 kg. La riempitrice automatica telescopica è adatta al riempimento di: pomodoro (intero e cubettato), olive (intere e a rondelle), legumi, mais, verdure (a fette e a cubetti), carote (cubeti e rondelle), carciofi (cuori di carciofo), cipolline, funghi, giardiniera, frutti di mare, pet food, frutta (intera, a fette e a cubetti), nocciole, noci e arachidi. In base al formato e al prodotto, la macchina può raggiungere una velocità da 40 a 1200 cpm.

Tra i macchinari di spicco troviamo anche l’Aggraffatrice Automatica Mod. A480, macchina a 10 teste aggraffanti, a scatola rotante, a testa regolabile, per aggraffare coperchi metallici su scatole metalliche, piene, di forma cilindrica regolare. La macchina, compatta ed estremamente stabile, offre prestazioni di rilievo. È progettata in particolar modo per la chiusura di scatole piene, fruendo delle più moderne tecnologie disponibili. Tutte le parti a contatto con il prodotto sono realizzate in acciaio inox. L’azienda Cuomo garantisce ai clienti un servizio di assistenza post vendita, tecnica e di qualsiasi altra natura di elevata qualità, sia in Italia che all’estero; questo è sempre stato e sempre sarà l’obiettivo primario sul quale trova fondamento la fiducia in quel futuro verso cui, consapevolmente e sempre con la stessa forza, l’azienda si dirige. La progettazione dell’ultima generazione di macchinari ha permesso all’azienda di poter affrontare problematiche tecnologiche complesse di settori quali quelli degli imballaggi metallici e delle capsule metalliche twist-off, con spirito di innovazione e tecnologie all’avanguardia.

.it

FOOD INDUSTRY


food industry

machinery & development

Outstanding performances Established in 1964, Cuomo has been able to meet market demand and stand out as leader in production of food processing machinery

C

UOMO is a family-run company specializing in design and production of metal packaging and food processing machinery. Founded in 1964 by three brothers, CUOMO is headquartered in Nocera Inferiore, Salerno, and run by its founders’ sons. The company’s production range includes the following: • Food processing machinery • Twist cap machinery • Metal packaging machinery Food processing machinery Machines, complete lines and equipment for primary and secondary packing suitable for any food (vegetables, meats, fishes, oils, milks, etc.). This kind of machinery carry out packing process of food, including thermal treatment of the filled container and final packing of filled containers in accordance with the market requests. The keystone of those production lines is the filling-closing automatic groups, where containers are automatically filled – by gravity either vacuum or volumetrically – by double seamers. The food processing machinery range allows to cover production speeds from 60 up to 1.000 cpm, for can sizes ranging between 70 gr and 5 Kg. (from 202 to 603 can size AS). Twist cap machinery Machinery and complete lines for production of metal lug caps, twist-off type, for glass jars. This division

.it

FOOD INDUSTRY

is dedicated to suit any need of glass packing (bottles, jars) industry of foodstuff such as jams, legumes, tuna fish, ketchup, sauces, etc. Lug caps manufacturing line based on a double die strip feed press, served upstream by a scroll shearing line and, downstream, by operational machines all rotary type, with production speeds up to 1.000 caps per minute. Fully automatic manufacturing process which allows to save on production costs. Metal packaging machinery Fully Automatic machines and lines for tinplate cans. Complete lines for end/shell starting from the tinplate sheet. All machinery has been individually designed for a new generation of can making lines, allowing to reach production speeds of up to 900 cpm. Independent operational machines or multi-machine groups are available, for can body making lines, to suit customers’ particular needs. The company’s range of machinery also includes the Automatic telescopic filler. Made of stainless steel AISI 304 and in compliance with EC rules, the machine is suitable for volumetric filling of a wide range of solid products into metal cans, glass jars, plastic container, cartons, etc. The complete filling process is performed by the most advanced technologies for they guarantee filling accuracy. The machine allows fast changeover of container sizes and easy access for cleaning and maintenance operations.

On request, the machine can be also manufactured with container tangential exit; the machine can handle a range of different diameters up to 5 Kg. This automatic telescopic filling machine is suitable for filling the following products: tomato (whole and cubes), olives (whole and sliced), legumes, sweet corn, vegetables (sliced and diced), artichokes (hearts), onions, mushrooms, picked vegetables, seafood, pet food, fruits (whole, sliced and diced), hazelnuts, nuts and peanuts. Depending on product and container size, the machine can run at speeds from 40 to 1200 cpm. Among the Cuomo machines, we can also find the Automatic Seamer Mod. A480; it is a machine with 10 seaming heads, rotary can type, adjustable height tower, for seaming metal lids to cylindrical, filled, cans. This sturdy and steady machine offers outstanding performances. It is specially designed for closing filled cans (any type of product) by utilizing the most up-to-dated technologies. All machine parts getting into contact with product, are made of stainless steel. It is also worth highlighting that Cuomo grants customers the best after-sales, technical and any kind of assistance, in Italy and abroad, and that has always been the company’s main target, on which trust in the future is grounded and toward which the company is heading to, knowingly and with its usual inherent strength. The engineering of state-of-the-art machinery has enabled the company to deal with complex technological issues concerning sectors such as metal packaging and metal twist-off capsules, with spirit of innovation and cutting-edge technology.

Ottobre | October 2020

83


machinery & development

food industry

Spirale di raffreddamento basi di pizza 2100 kg/h Sarp sta ultimando in questi giorni il collaudo di una nuova linea di raffreddamento per le basi di pizza. Questo tipo di spirale è pensato appositamente per il trattamento termico dei prodotti da forno. Passo tra i piani ridotto, ingombro minimo e sviluppo della produzione in verticale per l’ottimizzazione dei processi produttivi

I

l sistema a spirale utilizzato in quest’occasione, come gli altri nastri trasportatori della divisione Bakery di Sarp, è stato appositamente pensato per il processo termico di raffreddamento delle basi di pizza. Le funzionalità disponibili sono efficaci su differenti tipologie di impasto. Pensato per minimizzare lo spazio di ingombro sviluppato in verticale con un sistema di tiro a tamburo centrale. Il nastro è in materiale plastico alimentare adatto al contatto con gli alimenti. Solitamente questo tipo di impianti accoglie il prodotto nella fase iniziale per la lievitazione dell’im-

pasto o all’uscita del forno per il raffreddamento dopo la cottura. Possono essere implementati con una spirale di surgelazione al termine del processo di raffreddamento o lievitazione. Ogni spirale Sarp è personalizzabile nella forma (che può essere ovale, tonda e a otto) e nelle finalità, per adattarlo alle tue esigenze di produzione. Il nastro usato per il trasporto può essere di diverse tipologie, a seconda delle esigenze di produzione ed è studiato per evitare che il prodotto si appiccichi e per fare in modo che non restino segni sulla superficie. La possibilità di conformare l’impianto a necessità

specifiche apre alla possibilità di inserire, inoltre, sistemi di accumulo del prodotto, che ne evitano lo spreco in caso di fermi della macchina. In questo modo la produzione ne beneficia potendo contare su una bassissima percentuale di perdite. La struttura a contatto con il prodotto garantisce la massima igiene ed è progettata per agevolare la pulizia e la manutenzione ordinaria. Gli impianti hanno una struttura snella e dinamica, che evita possibili accumuli di farine e di polveri. Le spirali per i prodotti da forno possono lavorare in aria e in ambiente, oppure all’interno di celle di isolamento, che consentono di trattare i prodotti ad una temperatura ottimale, che si mantiene costante, con un flusso d’aria che asciuga i prodotti e ne diminuisce la percentuale di umidità. Personalizzazione e affidabilità sono le garanzie di questi macchinari: Sarp ti consiglia l’impianto più performante e lo realizziamo sulla base delle tue necessità. Il Servizio Clienti Sarp è sempre a disposizione per qualsiasi richiesta o intervento.

Cooling spirals for pizza crust 2100 kg/h Sarp is completing a new system for the cooling process of pizza crust. This kind of spiral is specifically designed for the thermal treatment of bakery products. Reduced spaces between the layers, minimal footprint, and vertical development of the production, to optimize the production processes

84

Ottobre | October 2020

T

he spiral system used on this occasion, like others of Sarp bakery division, is specifically designed for the cooling process of pizza crust. The same process can be used with different types of dough and with different applications. It is designed to minimize the footprint, developing in height with a central drum driving system. The conveyor belt is in plastic material, suitable for contact with food products. Usually, this kind of system receives the products in the first stage for the proofing of the dough or at the exit of the oven to cool it down. There can be also a freezing spiral to freeze the product at the end of the cooling or proofing processes. Each Sarp spiral is tailor-made in different shapes (which can be oval, round, and eight) and in purpose, to adapt it to your production needs. The belt used can be of different types, depending on the production needs, and is designed to prevent the product from sticking and to ensure that no marks remain on the surface.

The possibility of adapting the system to specific needs opens up the possibility of adding product accumulation devices, which avoid wasting it in the event of upstream and downstream machines stops. In this way, the production benefits of a very low percentage of product loss. The structure in contact with the product guarantees maximum hygiene and is designed for easy cleaning and reduced maintenance. The plants have a lean and dynamic structure, which avoids possible accumulations of flour and dust. The spirals for bakery products can work in the environment, or inside insulation rooms, which allow products to be treated at a controlled temperature, with a conveyed airflow that dries the products and reduces the percentage of humidity. Customization and reliability are the guarantees of Sarp machinery following the recommendation for the best performing system. Sarp Customer Service is always available for any request or intervention.

.it

FOOD INDUSTRY



machinery & development

food industry

L’evoluzione dei miscelatori INOXFRIULI progetta e realizza miscelatori per incrementare rendimento e controllo dei processi delle industrie alimentari e chimiche che si caratterizzano per facilità di pulizia e durata nel tempo

I

NOXFRIULI, specializzata nella produzione di miscelatori per industrie alimentari, chimiche e farmaceutiche, è azienda leader nella progettazione e realizzazione di miscelatori per aziende dolciarie. Il serbatoio per miscelazione, consente di mantenere costante la temperatura e la consistenza della massa del prodotto ed è particolarmente adatto al processo di miscelazione in linea.

I miscelatori INOXFRIULI sono progettati e realizzati nel rispetto delle norme vigenti per incrementare il rendimento e il controllo dei numerosi processi delle industrie alimentari e chimiche e si caratterizzano, tra le altre cose, per la facilità di pulizia e la durata nel tempo. • Miscelatori ad uso alimentare Miscelatore termo condizionato a norma CE, (capacità 200 - 40.000 kg.) Il miscelatore INOXFRIULI è costruito interamente in acciaio inox ed è dotato di comandi esterni a tenuta stagna. Il miscelatore è in grado di mantenere costante la temperatura grazie ad un circuito obbligato che convoglia acqua calda o liquido riscaldante sul fondo inferiore e sul fasciame. Il miscelatore è isolato mediante l’utilizzo di poliuretano espanso iniettato ad alta densità o lana di roccia, ed è rivestito esternamente tramite acciaio inox. Inoltre, è dotato di albero ad ancora e pale raschianti in teflon alimentare. Miscelatore termo condizionato (a bagnomaria) a norma CE, (cap. 200 – 40.000 kg.)

Il miscelatore INOXFRIULI è costruito interamente in acciaio inox ed è dotato di comandi esterni a tenuta stagna. Il miscelatore è in grado di mantenere costante la temperatura del prodotto tramite la sua camera esterna riscaldante. Il riscaldamento può avvenire mediante una fonte di calore generale oppure tramite resistenze elettriche regolate da termostato. Dotato di albero ad ancora e pale raschianti in teflon alimentare, il miscelatore INOXFRIULI è facile da pulire e non necessita di particolare manutenzione, assicurando rendimenti elevati e lunga durata. A richiesta può essere isolato e rivestito esternamente. • Miscelatore ad uso chimico – farmaceutico a norma CE Costruito interamente in acciaio inox (AISI 304, AISI 316L, AISI 316 Ti), il miscelatore ad uso chimico o farmaceutico è dotato di agitatori ad alta velocità applicati verticalmente o lateralmente. A richiesta, il serbatoio può essere isolato e rivestito esternamente.

The evolution of mixers INOXFRIULI designs and produces mixers to increase performance and control of the processes in food and chemical industries, characterised by easy cleaning and durability

I

NOXFRIULI, specialists in the manufacture of mixers for the food, chemical and pharmaceutical industries, is the leading company for the design and production of mixers for confectionery companies. The mixing tank keeps both temperature and the product’s consistency constant, and is particularly suited for the in-line mixing process. INOXFRIULI mixers are designed and produced in accordance with current legislation to increase the performance and control of the numerous processes involved in the food and chemical industries and are

86

Ottobre | October 2020

characterised, among other things, by their ease of cleaning and durability. • Mixers for food use Temperature controlled mixer EU regulations compliant (capacity 200 – 40,000 kg) The INOXFRIULI mixer is made entirely of stainless steel, with waterproof external controls. The mixer keeps the temperature constant thanks to a fixed circuit which transports hot water or liquid to its lower bottom and the jacket. The mixer is insulated by high-density injected polyurethane foam or rock wool, and clad externally with stainless steel. The mixer is equipped with anchor shaft and scraping paddles in Teflon suitable for food use. Temperature controlled mixer (bain-marie) EU regulations compliant (capacity 200 – 40,000 kg) The INOXFRIULI mixer is made entirely of stainless steel, with waterproof external controls. The mixer maintains constant product temperature by means of its external heating chamber. Heating can take place through a general heat source or by means of thermostat-controlled electrical elements.

Fitted with shaft with anchor agitator and scraping paddles in Teflon suitable for food use, the INOXFRIULI mixer is easy to clean, and does not require a specific type of maintenance thereby guaranteeing high performance and durability. The mixer can be externally insulated and clad on request. • Mixer for chemical and pharmaceutical use EU regulations compliant Constructed entirely in stainless steel (AISI 304, AISI 316L, AISI 316 Ti), the mixer for chemical or pharmaceutical use is equipped with high-speed agitators, fitted vertically or horizontally. The tank can be externally insulated and clad on request.

.it

FOOD INDUSTRY


L’ACCIAIO A REGOLA D’ARTE

SERBATOI SU MISURA InoxFriuli Srl Via Crosade, 63 Z.I. Ronchis di Faedis 33040 (Udine) Italy Telefono: +39 0432/728381 - 728696 Fax: +39 0432/728602

info@inoxfriuli.com www.inoxfriuli.com




marketing & strategy

food industry

Packaging & Design

Tetra Pak aumenta la produttività dei produttori di alimenti e bevande

90

Tetra Pak ha annunciato l’acquisizione della società di gestione patrimoniale sudafricana Gaussian per migliorare le soluzioni gia esistenti per i clienti1

L

’acquisizione è il risultato di una storica collaborazione di tra Tetra Pak e Gaussian. Le società hanno precedentemente collaborato allo sviluppo e alla distribuzione di servizi di analisi delle prestazioni a livello di impianto. Questi includono benchmarking e analisi delle opportunità per identificare opportunità di risparmio e efficienza dei costi, erogate attraverso servizi come Tetra Pak® Plant Secure lanciato nel 2018. I clienti di Tetra Pak avranno ora accesso a soluzioni basate sulle migliori pratiche di gestione delle risorse fisiche del settore. Ciò permette loro di massimizzare il valore che possono creare nelle loro fabbriche

Ottobre | October 2020

attraverso un approccio informato “basato sui dati” per aumentare l’efficienza e ridurre i costi. Roberto Franchitti, Executive Vice President Services, ha dichiarato: “Tetra Pak Services mira a diventare il maggior fornitore mondiale di servizi per l’industria dei liquidi alimentari, all’avanguardia nella tecnologia per aiutare i nostri clienti a eccellere in qualità e prestazioni. L’acquisizione di Gaussian è un’aggiunta perfetta al portafoglio di servizi di Tetra Pak; la loro suite leader nel settore di strumenti, capacità analitiche e di simulazione ci consente di aiutare i nostri clienti a ottimizzare le loro operazioni e competitività ancora più che mai. Sono molto

entusiasta delle opportunità che questa acquisizione offre sia per Tetra Pak Services che per l’industria in generale.” Dean Griffin, direttore Gaussian, ha commentato: “Avendo lavorato a stretto contatto con Tetra Pak per diversi anni, la decisione di entrare a far parte dell’azienda è stata naturale. Avremo più opportunità combinando le nostre rispettive aree di competenza. L’esperienza senza rivali di Tetra Pak nel settore F&B e la nostra conoscenza della modellazione strategica ci consentono di offrire reali miglioramenti aziendali ai clienti di Tetra Pak. “Fondata nel 2015, Gaussian vanta una vasta esperienza internazionale nella gestione patrimoniale.. 1 Le soluzioni basate sui risultati forniscono un valore quantificabile e misurabile ai clienti di Tetra Pak. Ciò si ottiene attraverso servizi che migliorano l’efficienza dell’impianto, ottimizzano i processi, riducono i costi e, di conseguenza, generano opportunità di crescita.

.it

FOOD INDUSTRY


food industry

Tetra Pak boosts productivity for food and beverage producers

marketing & strategy

Tetra Pak has announced its acquisition of South African based asset management company Gaussian to enhance its existing outcome-based solutions1 for customers

T

he acquisition is a result of a longstanding relationship between Tetra Pak and Gaussian. The companies have previously collaborated to develop and deploy plant-wide performance analysis services. These include benchmarking and opportunity analysis to identify cost saving and efficiency opportunities, delivered through services such as Tetra Pak® Plant Secure launched in 2018. Tetra Pak’s customers will now have access to solutions based on industry physical asset management best practices. This enables them to maximise the value they can create in their factories through an informed ‘data-driven’ approach towards increasing efficiencies and reducing costs. Roberto Franchitti, Executive Vice President Services, said: “Tetra Pak Services aims to be the world’s leading provider of Services to the Liquid Food industry, at the forefront of technology to help our customers excel in quality and performance. The acquisition of Gaussian is a perfect addition to the Tetra Pak Services portfolio; their industry leading suite of tools, analytical and simulation capabilities means we can help our customers optimise their operations and competitiveness even more than ever. I am very excited by the opportunities this acquisition brings both for Tetra Pak Services and for the industry in general.” Dean Griffin, Director Gaussian commented: “Having worked closely with Tetra Pak for a number of years, the decision to join the company was a natural one. We see more opportunities opening up by combining our respective areas of expertise. Tetra Pak’s unrivalled experience

.it

FOOD INDUSTRY

within the F&B industry and our knowledge of strategic modelling means we will be able to offer real business improvements for Tetra Pak’s customers.’ Founded in 2015, Gaussian has extensive international experience in asset management.

Outcome-based solutions provide quantifiable and measurable value to Tetra Pak’s customers. This is achieved through services that improve plant efficiency, optimise processes, reduce costs and as a result generate growth opportunities. 1

Ottobre | October 2020

91


machinery & development

food industry

Tecnologia avanzata per progetti di successo Packaging & Design

Bondani ha competenza tecnica, capacità di analisi ed esperienza per trasformare i progetti in realtà e rispondere alle più complesse esigenze di movimentazione

S

ono molteplici le soluzioni che un’azienda operante nel settore della movimentazione, dell’incartonamento e del fine linea, può offrire ai suoi clienti. Ma per individuare e realizzare quale sia la più adeguata, è fondamentale mettere in pratica un processo fondamentale, di analisi e di studio. Per farlo, ci vuole competenza tecnica del settore, capacità di analisi, ed esperienza per trasformare il progetto in realtà: in questo modo, lavorando in profonda sinergia con il cliente, Bondani è riuscita

a rispondere alle esigenze di movimentazione più problematiche e complesse. “Uno dei progetti recenti più difficili ma al tempo stesso più gratificanti – ricorda il titolare Alessio Bondani – è stato quello che abbiamo realizzato per un’importante azienda alimentare che ha deciso, facendo un investimento significativo, per automatizzare una linea di yogurt in vasetti di vetro, che fino a quel momento era quasi completamente manuale”. L’intervento di automatizzazione della linea ha dovuto tener conto di alcune criticità, quali: il poco spazio a disposizione e il pavimento con portate limitate. “Abbiamo svolto un enorme lavoro di studio e analisi tecnica, insieme al cliente – sottolinea il titolare di Bondani Srl – per capire dove andare ad allocare le macchine per cercare di distribuire al meglio il peso ma mantenendo sempre l’obiettivo di ottimizzare il flusso produttivo dell’azienda”. L’impianto realizzato prevede la meccanizzazione di tutto il flusso di lavoro: dal depallettizzatore automatico dei vasetti vuoti, ai nastri di trasporto di collegamento alle macchine riempitrici, dalla formatrice delle scatole di cartone, al sistema pick and place con robot antropomorfo di riempimento delle scatole, e l’isola automatica di palettizzazione di queste ultime.

Un investimento importante, un progetto complesso e di grande impatto, che ha portato ad un notevole incremento della capacità produttiva dell’azienda. “Un risultato che siamo riusciti ad ottenere grazie al coinvolgimento e allo scambio continuo tra cliente e fornitore – evidenza Alessio Bondani – perché da una parte chi conduce da anni la linea ci ha dato suggerimenti e indicazioni e dall’altra la nostra esperienza e competenza hanno permesso di trovare la giusta soluzione risolvendo le problematiche incontrate”. A oggi la linea automatizzata è completamente operativa ed il cliente è autonomo nella sua conduzione. “Ma il lavoro non è terminato – conclude Bondani – siamo sempre operativi per migliorare ulteriormente la linea secondo le esigenze del cliente. È il modo in cui lavoriamo, ed è il modo in cui riusciamo ad ottenere i migliori risultati, per noi e per i nostri clienti”.

Advanced technology for successful projects Bondani boasts extensive technical expertise, analytical skills and know-how to transform projects into reality and meet the most complex handling requirements

92

Ottobre | October 2020

T

here are plenty of solutions that a company operating in the handling, cartoning and endof-line industry can offer to its customers. However, to identify and develop the most suitable option, it is essential to put into practice an appropriate process of analysis and study. It takes a high degree of technical expertise to do that as well as analytical skills and the relevant know-how to transform the project into reality: working in close collaboration with the customer, Bondani has been able to respond to the most complex handling requirements. “One of the most difficult yet most rewarding projects we have carried out so far - says the owner Alessio Bondani - was the one we realized for an important food company that decided to automatize a line of yoghurt in glass jars, which up to that moment was mostly manual, making a significant investment.” The automation of the line had to take into consideration some critical aspects, such as the lack of space and limited floor loading capacity. “We have done an amazing job of technical analysis together with the customer - underlines the owner of Bondani Srl - to figure out where to place the machines and distribute the weight in the best

way but always trying to optimise the company’s production flow. We have developed a system that provides for the mechanization of the entire workflow: the automatic palletizer for empty jars, the conveyor belts to the filling machines, the cardboard boxes form-ing machine, the “pick and place” system with anthropomorphic robot for filling the boxes and the automatic palletizing island. It was a major investment, a multifaceted project of great impact, which has led the company to significantly increase its production capacity.” “We managed to achieve this result thanks to the commitment and constant interaction between customer and supplier - Alessio Bondani points out - because, on the one hand, we have had helpful suggestions from the people who have been running the line for years; on the other hand, our experience and expertise have made it possible to find the right solution and solve the various problems.” Today, the automated line is fully functional, and the customer manages it autonomously. “However, the job is not finished - concludes Bondani - we are always ready to improve the line according to the customer’s needs. This is the way we work and it is the way we manage to achieve the best results, for us and our customers”.

.it

FOOD INDUSTRY



machinery & development

food industry

Packaging & Design

Soluzioni per racchiudere la dolcezza Livetech ha migliorato gli impianti di produzione della storica fabbrica di cioccolato e caramelle di Milano Luigi Zani SpA

L

a Luigi Zaini SpA è una fabbrica di cioccolato e caramelle che si trova all’interno della città di Milano e il suo profumo dal 1913 seduce i passanti e gli abitanti del quartiere. La collaborazione con la Livetech risale ad alcuni anni fa, quando lo storico produttore dolciario milanese incominciò ad avvalersi delle prestazioni dell’azienda albese per degli interventi di revamping e miglioramento dell’efficienza di alcuni suoi impianti. Da allora, la collaborazione si è fatta via via più stretta, passando alla realizzazione di nuovi sistemi

automatici, fino a quando – nel 2017 – la Livetech realizzò il fine linea di inscatolamento delle tavolette di cioccolato Emilia, uno dei marchi più noti del catalogo della Zaini. La soluzione adottata fu quella dell’incartonatrice LTL-Eseries, una macchina trifunzionale compatta in cui, in uno spazio limitato, vengono concentrate le operazioni di formatura, riempimento e chiusura di scatole americane. Nel 2019 la Livetech ha contribuito, con il suo dipartimento di consulenza sul packaging, allo studio di una nuova soluzione di imballaggio per le buste di Cremini, altro prodotto di eccellenza dell’azienda milanese. Tale soluzione consiste in una scatola formata da un fondo più un coperchio che viene poi eliminato nel punto vendita, dando origine ad un vero e proprio espositore delle buste in piedi. La macchina utilizzata

è la LWA-TH, una soluzione ad alta flessibilità che negli ultimi anni è stata uno dei punti di forza della Livetech. La naturale prosecuzione di questa linea produttiva è stato il palletizzatore di linea LPA, un sistema compatto che ha completato la realizzazione pratica della filosofia dell’azienda, espressa dal dott. Luigi Zaini – nipote e omonimo del fondatore – e dal dott. Pallanti, direttore degli stabilimenti: quella di mettere i moderni sistemi di automazione al servizio del mantenimento degli alti standard qualitativi della propria tradizione. La collaborazione tra le due aziende sta proseguendo attivamente con nuovi progetti in fase di realizzazione, attraverso i quali i passanti e i residenti del quartiere continueranno ad essere sedotti da quel profumo di cioccolato che da oltre un secolo li accompagna lungo Via Imbonati.

Solutions to preserve sweetness Livetech has improved the production systems of historic Milan sweets producer Luigi Zani SpA

L

uigi Zaini SpA is a chocolate and candies factory, located inside Milan city, and its scent has been seducing the passers-by and the residents of its neighborhood since 1913. Its collaboration with Livetech begun some years ago, when the historic sweets producer from Milan started entrusting the company from Alba with the projects of revamping and efficiency upgrade of some production systems. Since then, the collaboration has become closer and closer, with the building of new machineries, until when – in 2017 – Livetech supplied the end-of-line boxing system for chocolate tablets Emilia, one of the most famous products from the Zaini’s catalogue. The solution was an LTL-Eseries case packer, a compact machine including, in a small footprint, the functions of forming, filling and sealing RSC boxes. In 2019, Livetech cooperated, with its department for packaging consulting, to design a new packing

94

Ottobre | October 2020

solution for the bags of Cremini, another excellence product by the company from Milan. This solution is a box made of a tray plus a lid which is later eliminated in the point of sale, originating a real display box for the standing bags. The machine is an LWA-TH, a high-flexibility system which has been, in the last years, a strong point for Livetech. The logical development of this production line has been the LPA palletizing cell, a compact system which has completed the concrete realization of the idea inspiring the company, well expressed by Dr. Luigi Zaini – grandson and namesake of the founder – and by Dr. Pallanti, plants manager: to employ the state-of-the-art automation systems in preserving the high quality standards which are part of the company’s traditional know-how. The collaboration between the two companies is effectively going on with projects under development, through which the passers-by and the residents will keep on being seduced by that scent of chocolate that for more than hundred years has been pampering them along Via Imbonati.

.it

FOOD INDUSTRY



machinery & development

food industry

Packaging & Design

Innovazione sostenibile per un mondo migliore

M

aca conta su un livello di internalizzazione del processo produttivo molto profondo, dalla prestampa alla logistica, dall’R&D al laboratorio qualità, con un’integrazione 4.0 di tutte le macchine nel software aziendale, in modo da avere un controllo 100% su tutte le fasi produttive, comprese quelle preparatorie e di collaudo finale del prodotto finito. Maca produce packaging flessibile

96

Ottobre | October 2020

per qualsiasi applicazione e soluzioni di etichette con diversi materiali e tecniche di applicazione, dalle shrink sleeve alle roll-fed fino alle stretch sleeve, offrendo soluzioni a basso impatto ambientale, riciclabilità al 100% e vantaggi in termini logistici ed economici. La partnership con Comag, specializzata da oltre 30 anni in macchine innovative per il confezionamento e l’imbottigliamento, permette all’a-

zienda di seguire il cliente dalla fase di progettazione della macchina confezionatrice fino alla realizzazione del packaging finito. Grazie alla moderna tecnologia della Stretch Sleeve Labelling Machine - SLC200 NG, Maca è in grado di etichettare fino a 3000 fusti l’ora con un’etichetta di grande appeal estetico, con grafica brillante, che si adatta perfettamente alla forma dei contenitori e totalmente sostenibile. Le Stretch Sleeve, infatti, non necessitano di colla o di calore per essere applicate perchè non c’è retrazione termica, riducendo drasticamente il consumo di energia e l’immissione di plastiche nell’ambiente. Inoltre, queste etichette permettono di rivestire il pack primario integralmente aprendo ai brand infinite possibilità di personalizzazione e di espressione creativa ad un costo ridotto del 30/50%. Questa macchina può applicare stretch sleeve su contenitori in pet, pe, pvc e vetro, fusti in metallo e casse di plastica vuote o piene (da 5lt a 50lt), bagnate o asciutte (condizioni umide, superficie o dimensioni speciali non influenzano l’etichettatura per le stretch sleeve) con più vantaggi: • Infinite possibilità di personalizzazione grazie all’applicazione su un’ampia gamma di formati e forme di contenitori; • Copertura a 360° con maggiori opportunità di branding; • Resa grafica brillante, stampa fino a 9 colori; • Cost saving in termini di riduzione del consumo di energia e della quantità di materiale; • Ottimizzazione dello stoccaggio e della logistica; • Smaltimento (le etichette sono 100% riciclabili).

.it

FOOD INDUSTRY



Packaging & Design

machinery & development

food industry

Sustainable innovation for a better world

M

aca counts on a very deep level of internalization of the production process, from pre-press to logistics, from R&D to the quality laboratory, with a 4.0 integration of all the machines in the company software, in order to have 100% control over all production phases, including preparatory and final testing of the finished product. Maca produces Flexible Packaging for any application and label solutions with different materials and application techniques, from shrink sleeves to roll-fed to stretch sleeves, offering solutions with low environmental impact, 100% recyclability and logistical and economic advantages. The partnership with Comag, which has specialized for over 30 years in innovative machines for packaging and bottling, allows the company to follow the customer from the design phase of the packaging machine to the creation of the finished packaging. Thanks to the modern technology of Stretch Sleeve Labelling Machine – SLC200 NG, Maca is able to label up to 3000 kegs per hour with a label of great aesthetic appeal, with bright graphics, which adapts perfectly

to the shape of the containers and totally sustainable. Stretch Sleeve, in fact, do not require glue or heat to be applied because there is no thermal shrinkage, drastically reducing energy consumption and the release of plastics into the environment. Furthermore, these labels allow the primary pack to be completely covered, opening up to the brands infinite possibilities of personalization and creative expression at a cost reduced by 30/50%. This machine can apply stretch sleeves on pet, pe, pvc and glass containers, metal drums and empty or full plastic crates (from 5lt to 50lt), wet or dry (humid conditions, special surface

or dimensions do not affect the labelling) with more advantages: • Endless customization possibilities thanks to the application on a wide range of container formats and shapes; • 360° coverage with more branding opportunities; • Brilliant graphic display, printing up to 9 colours; • Reduction of energy consumption; • Cost saving in terms of reduction of energy consumption and quantity of material; • Optimization of storage and logistics; • Disposal (labels are 100% recyclable).

• The machines can operate a wide range of sizes and forms, from small cans to large sized jars. • The machines can apply the stretch sleeve label on PET, PE, PVC, aluminium, glass etc, either wet or dry containers. • Non-stop positive transport of the cans which allows the machine to work either full or empty bottles. • Easy handling of the sleeve: directly from the reel to

the can without any intermediate passages, allowing high precision and repeatability of the sleeve application. • Operations for format changeover are simple and quick. Only a few mechanical parts need to be replaced and the changeover can be completed in a few minutes. • The machines are very compact and can be easily installed on existing lines.

Macchina Etichettatrice Stretch Sleeves - SLC200 NG Le etichettatrici lineari per stretch sleeves di MACA, disponibili nelle versioni a singola, doppia e tripla testa, sono caratterizzate da un concetto innovativo che unisce un modo di funzionare molto semplice a tecnologie di progettazione e produzione avanzate. Questo offre diversi vantaggi: • Le macchine possono operare su una vasta gamma di dimensioni e forme, da lattine piccole a barattoli di grandi dimensioni. • Le macchine possono applicare l'etichetta stretch sleeve su contenitori in PET, PE, PVC, alluminio e vetro, sia bagnati che asciutti. • Trasporto continuo e positivo delle lattine che consente alla macchina di lavorarle piene o vuote • Semplice ciclo di gestione della sleeve: direttamente dalla bobina alla lattina senza passaggi intermedi, consentendo un'elevata precisione e ripetibilità dell’applicazione. • Le operazioni per il cambio formato sono semplici e veloci. Solo alcune parti meccaniche devono essere sostituite e il cambio può essere completato in pochi minuti. • Le macchine sono molto compatte e possono essere facilmente installate su linee esistenti. Stretch Sleeve Labeling Machine – SLC200 NG MACA linear labelling machines for stretch sleeves, available in single, double and triple head version, feature an innovative concept which merges a very simple way of functioning with advanced design and manufacturing technologies. This gives several advantages:

98

Ottobre | October 2020

.it

FOOD INDUSTRY



machinery & development

food industry

L’automazione nel confezionamento alimentare accessibile e personalizzata Packaging & Design

In questo scenario mutato PRL Tecnosoft rimette in campo tutta la sua esperienza e propone nuovi servizi e prodotti

D

a sempre la flessibilità e la personalizzazione sono i punti di forza del servizio e dell’approccio progettuale di PRL Tecnosoft; oggi più che mai, in questo scenario mutato e dai contorni ancora indefiniti, l’azienda ha scelto di rimettere in campo tutta la sua esperienza, aggiungendo nuovi prodotti/ servizi da un lato, e rispolverando competenze consolidate ma meno pubblicizzate dall’altro. L’azienda bresciana ha scelto ad esempio di introdurre la robotica (collaborativa e non) per rispondere alle richieste di quelle aziende o di quelle produzioni che ricorrono ancora all’uso della manodopera perché risultano in quel range di produttività

non ancora ottimale per l’impiego di macchine automatiche, ma con già un alto grado di ripetitività. La scarsità di spazio e la compresenza di operatori, infine, sono limiti che possono appunto essere superati con l’adozione di cobot. La robotica collaborativa può rispondere infatti alle tipiche esigenze della media industria alimentare italiana, affamata oggi di automazione ma con budget limitati o necessità non sempre ben definite. Qui entra in gioco il ruolo dell’integratore esperto nel campo alimentare: PRL Tecnosoft, con il suo tipico approccio consulenziale, è in grado di accompagnare il cliente verso la soluzione ottimale, di risolvere dubbi non solo tecnici e di performance ma anche legati a temi quali la sicurezza per gli operatori e l’adeguato utilizzo di materiali idonei per il contatto alimentare, o l’igiene e la sanificabilità dell’impianto. Lo stesso approccio che viene da sempre attuato nello studio e nella realizzazione degli impianti di trasporto e che oggi sta trovando sempre più gradimento proprio dagli end user del settore alimentare.

Accessible and customized automation in food packaging In this ever-changing scenario, PRL Tecnosoft puts in play its extensive experience and adds to its range more products and services

F

lexibility and customization have always been the two main assets of PRL Tecnosoft’s service and design approach; today more than ever, in this ever changing scenario, the company has decided to put in play all its extensive experience, from the one hand by adding new products/services, and from the other hand by polishing off its sound albeit less promoted expertise. This Brescia-seated company has decided to introduce robotics (collaborative and non) to meet the demand of the companies or production facilities that still use manpower since their throughput is not yet optimal for automatic machines, but still with high level of repeatability. Small space and co-existence of many operators are the limitations that can be overcome by adopting a cobot. Collaborative robotics can meet the requirements of average Italian food companies, hunger for automation but with limited budget or with unclear needs. Therefore, an expert integrator in the food industry plays an important role; with its usual

100

Ottobre | October 2020

advisory approach, PRL Tecnosoft can accompany customers to find their optimal solution, sweep away doubts not only technical and on performance, but also issues such as operator safety, plant hygiene and sanitization, and correct use of suitable material that can get in contact with food. Recently, the same approach, applied in the study and creation of transport plants, has been increasingly appreciated by end users of the food sector.

.it

FOOD INDUSTRY



machinery & development

food industry

MH – Soluzioni per il bakery

Packaging & Design

Il mondo dei prodotti da forno è piuttosto vasto e la loro produzione industriale lo rispecchia con soluzioni tecnologiche dedicate

I

l mondo dei prodotti da forno è piuttosto vasto e la loro produzione industriale lo rispecchia con soluzioni tecnologiche dedicate, tuttavia al loro interno possiamo identificare una macro-categoria che presenta processi produttivi e di confezionamento replicabili e consolidati. Ci riferiamo in modo particolare alla panificazione e ad alcuni prodotti di pasticceria quali ad esempio croissant o saccottini, sia vuoti che ripieni. La situazione più tipica prevede che i prodotti si trovino su teglie fino all’uscita dai forni e

vengano eventualmente farciti e successivamente “smodellati” prima di passare attraverso il ciclo di raffreddamento. In particolare, quest’ultima fase può essere di semplice abbattimento della temperatura al livello ambiente oppure addirittura la surgelazione. Entrambe le opzioni avvengono tipicamente su grandi trasportatori a spirale, al fine di ridurre lo spazio occupato in pianta nello stabilimento, ovviamente nel caso di surgelazione si aggiunge una zona coibentata con impianto refrigerante. MH interviene a partire dall’uscita del raffreddamento: il dispositivo più tipico è il gruppo di allineamento che consiste in una serie di tappeti larghi, a velocità crescente, e dotati di paratie o vomeri motorizzati che costringono i prodotti in una serie di chicane che li portano su una o più file ordinate. Nel caso di prodotti surgelati i tappeti vengono spesso sostituiti da catene modulari per semplificare i lavaggi e non risentire dell’umidità. Il confezionamento primario che domina la panificazione è il flowpack, ma i sistemi di alimentazione possono variare in funzione del tipo di prodotto e della presenza o meno di taglierine o sistemi di stratificazione. Gruppi di distribuzione e nastri trasportatori di accumulo sono accessori fondamentali per i gruppi di alimentazione alle flowpack. Per il pane in cassetta e a fette sono spesso presenti delle ciuffatrici a corredo delle confezionatrici primarie, in questo caso è necessaria qualche precauzione in più nella progettazione delle macchine e nei trasportatori a valle perché si tratta di un prodotto piuttosto insidioso da manipolare. Il confezionamento secondario è quello che presenta maggiori divergenze. Croissant, saccottini e simili presentano i tipici imballi da merendina: vassoio con sovraimballo (di solito un altro flowpack), prima di andare in cartone, anche se alcune produzioni che servono il mercato HORECA possono bypassare il secondario e finire direttamente in cartone o

cassetta. Qui la scelta del tipo di macchina ha una enorme influenza sulla gestione del prodotto, potremo trovare sistemi unificazione oppure di smistamento, sistemi di accumulo verticale o banconi di ricircolo. Al contrario il pane nelle sue varie forme molto raramente presenza un imballo secondario intermedio e viene gestito direttamente in cartone se destinato agli scaffali della grande distribuzione o in cassetta se destinato all’HORECA. In questo caso è più tipico vedere sistemi di unificazione e di stratificazione prodotto, di solito il prodotto più “maltrattabile” consente accumulo con pressione; associato con cadenze produttive più ridotte questo rende più raro vedere dei buffer senza pressione.

MH – Solutions for bakery The world of bakery products is quite vast, and their industrial production reflects it with dedicated technological solutions

T

he world of bakery products is quite vast, and their industrial production reflects it with dedicated technological solutions, however we can identify a macro-category that presents replicable and consolidated production and packaging processes. We refer in particular to bread and to some pastry products such as croissants or pain au chocolat, both empty and filled. The most typical situation requires that the products are on trays until they exit the ovens and are eventually stuffed and subsequently “depanned” before going through the cooling cycle. This last phase can be a simple reduction of the temperature to the room level or even freezing. Both options typically take place on large spiral conveyors,

102

Ottobre | October 2020

in order to reduce the floor space occupied in the plant, obviously in the case of freezing, an insulated area with a refrigeration system is added. MH intervenes starting from the cooling outlet: the most typical device is the alignment unit which consists of a series of wide belt conveyors, at increasing speed, and equipped with motorized vertical belts or side guides that force the products into a series of chicanes that reduce the products advancement on one or more ordered files. In the case of frozen products, the belts are often replaced by modular chains to simplify washing and not be affected by humidity. The primary packaging that dominates the bakery is the flowpack, but the feeding systems may vary according to the type of product and the presence or absence of cutters or layering systems. Distribution groups and accumulation conveyor belts are fundamental accessories for flowpack feeding groups. For crusty and sliced bread, there are often clippers machines supplied with primary packers, in this case some extra precautions are necessary in the design

of the machines and in the downstream conveyors because it is a rather insidious product to handle. Secondary packaging is the one with the most differences. Croissants, pain du chocolat and similar products present the typical snack packaging: tray with overwrap (usually another flowpack), before going into case packing, even if some productions that serve the HORECA market can bypass the secondary and end up directly in case pack or plastic box. Here the choice of the type of machine has a huge influence on product management, we can find unification or sorting systems, vertical storage systems or recirculation conveyors. On the contrary, bread in its various forms very rarely has an intermediate secondary packaging and is handled directly in case pack if destined for the shelves of large retailers, or in boxes if destined for HORECA. In this case it is more typical to see product unification and stratification systems, usually the most “mistreatable” product allows pressure accumulation; associated with lower production rates this makes it less likely to see buffers without pressure.

.it

FOOD INDUSTRY



marketing & strategy

food industry

Packaging & Design

Soluzione di imballaggio completa per snack con frutta secca La soluzione completa per linee di confezionamento di Ishida Europe ha permesso ad un’azienda francese di automatizzare e diventare autonoma nell’imballaggio dei suoi snack a base di frutta disidratata e verdura, con la capacità di aumentare la produttività di sei volte

L

’Était Un Fruit, con sede a Montpellier, è stata fondata nel 2014 da Laure Vidal, che voleva che i suoi figli potessero mangiare ogni giorno le cinque porzioni necessarie di frutta e verdura. Ha studiato un modo per essiccare la frutti stagionale locale, come mele, pere, fragole e albicocche. Nel 2016, la società ha raccolto €1,2 milioni per sostenere il suo sviluppo commerciale, inclusi investimenti in attrezzature per industrializzare il processo. Ulteriori investimenti sono previsti per il 2020. Inoltre, nel 2019 l’offerta di prodotti è stata diversificata con l’introduzione di verdure affettate essiccate, tra cui una gamma speciale da abbinare agli aperitivi. I prodotti di Était Un Fruit sono venduti in diversi formati per il settore del commercio al dettaglio - 10, 15, 30, 50 e 80 g - nonché in sacchi da 1 e 2 kg per aziende al dettaglio specializzate. Con le diverse varietà di frutta e verdura. Ciò equivale a circa 40 diverse linee di prodotti, che richiedono una soluzione di pesatura e insaccamento rapida e flessibile. Inizialmente la società ha delegato l’operazione di imballaggio, ma quando è stata presa la decisione di svolgerla internamente, è stata selezionata

104

Ottobre | October 2020

Ishida in quanto è nota per sua capacità di fornire una soluzione completa per la quale aveva la totale responsabilità, nonché la reputazione dell’azienda per una pesatura accurata e assistenza post-vendita affidabile. La linea progettata da Ishida comprende una bilancia multitesta CCW-RV a 14 teste montata direttamente su una confezionatrice verticale Astro 103S, che offre una combinazione compatta ed efficiente in termini di spazio, insieme a una selezionatrice ponderale DACS-GN-SE-012 con metal detector CEIA integrato. La bilancia RV-214 incorpora uno speciale rivestimento C4 che impedisce al prodotto di aderire alle parti di contatto. Ciò garantisce un flusso costante di frutta e verdura secca in tutta la bilancia. Tredici teste di pesatura sono dedicate all’ingrediente principale, come la mela, mentre una piccola quantità di un secondo ingrediente importante, ad esempio il fico, viene alimentato manualmente nella quattordicesima testa e pesato. Una volta che questo singolo ingrediente è stato pesato, la bilancia lo combina con il prodotto principale, garantendo una precisione entro 0,02 g dal peso stabilito. Il movimento intermittente Astro Bagmaker è dotato di servomotori e tempo di tenuta variabile controllato da software. Le piastre di spogliatura liberano l’area di tenuta prima della sigillatura, il che garantisce una buona qualità del pacco e cinghie di trascinamento servoazionate e assistite dal vuoto consentono lunghezze del sacchetto precise e coerenti per massimizzare l’uso del film e ottimizzare la presentazione del pacco. Il lavaggio con azoto viene utilizzato per sostenere la conservazione e la freschezza dei prodotti che sono naturalmente sensibili all’aria (ossigeno) che degrada il prodotto, garantendo una durata ambientale di circa sei-dieci mesi a seconda del prodotto. La combinazione di pesatore e confezionatore di sacchi è attualmente in esecuzione a 30 sacchi al minuto su un pacco da 30 g, con una velocità massima di 70 pacchi al minuto. La selezionatrice ponderale DACS e il metal detector integrato forniscono un controllo finale di qualità e peso. I pacchi rifiutati sono diretti in due contenitori separati, a seconda che non siano conformi in termini di peso o contengano corpi estranei. La selezionatrice ponderale presenta un display intuitivo e robusto con una struttura di menu di facile apprendimento che garantisce un’installazione rapida e semplice ed è pienamente conforme alla direttiva europea sugli strumenti di misura. Il design del telaio aperto della selezionatrice ponderale garantisce una facile pulizia e manutenzione, incluso un lavaggio completo della linea ogni settimana.

“Siamo soddisfatti del nostro investimento”, commenta Nicolas Rey, direttore industriale di Il Était Un Fruit. “Le varie macchine sono state all’altezza delle aspettative, mentre il servizio post-vendita di Ishida risponde rapidamente in caso di problemi. Attualmente produciamo un milione di sacchi all’anno, ma siamo fiduciosi di poter continuare a crescere perché la linea può far fronte a un massimo di sei milioni di sacchi all’anno”. Il Était Un Fruit Il Était Un Fruit ha sviluppato una tecnica speciale per l’essiccazione di frutta e verdura senza zuccheri aggiunti, additivi o conservanti. La frutta proviene da frutteti eco-responsabili e da agricoltura biologica è certificata Ecocert. Il 95% dei prodotti ortofrutticoli viene fornito da coltivatori locali nella regione dell’Occitania. I prodotti vengono lavati in acqua, disinfettati, pelati, tagliati a dadini e quindi asciugati utilizzando un metodo di essiccazione brevettato sviluppato in collaborazione con il CIRAD (Centro di ricerca agricolo francese per lo sviluppo internazionale). La nuova gamma Apéritif è stata sviluppata in collaborazione con il principale chef francese Gérard Cabiron, destinatario del prestigioso Meilleur Ouvrier de France.

.it

FOOD INDUSTRY


food industry

Complete packing solution for dried fruit snacks

I

l Était Un Fruit, based in Montpellier, was founded in 2014 by Laure Vidal, who wanted to ensure her children were able to eat the required five portions of fruit and vegetables each day. She devised a means of drying seasonal fruits from the region, such as apples, pears, strawberries and apricots. In 2016, the company raised €1.2m to support its commercial development, including investment in equipment to industrialise the process. Further investment is planned for 2020. In addition, in 2019 the product offering was diversified with the introduction of dried sliced vegetables, including a special Apéritif range. Il Était Un Fruit’s products are sold in a variety of bag sizes for the retail sector – 10, 15, 30, 50 and 80g – as well as 1 and 2kg bags for specialist retail companies. With the many different fruit and vegetable varieties, this equates to around 40 different product lines, requiring a fast and flexible weighing and bagging solution. Initially the company contracted out its packing operation but when the decision was made to take it in-house, Ishida was selected for its ability to provide a complete solution for which it had total responsibility, as well as the company’s reputation for accurate weighing and reliable after-sales service. The Ishida designed line comprises a 14 head CCWRV multihead weigher mounted directly over an Astro 103S vertical bagmaker, which provides a compact and space-efficient combination, together with a DACS-GN-SE-012 checkweigher with integrated CEIA metal detector. The RV-214 weigher incorporates a special C4 coating which prevents product sticking to the contact parts. This ensures a consistent flow of the dried fruit and vegetables throughout the weigher. Thirteen of the weighing heads are dedicated to the main ingredient, such as apple, while a small quantity of a second, high value item, for example fig, is manually fed into the fourteenth head and weighed.

.it

FOOD INDUSTRY

marketing & strategy

A complete packing line solution from Ishida Europe has enabled an entrepreneurial French company to automate and bring in-house the packing of its dehydrated fruit and vegetable snacks, with the ability to increase throughput six-fold

Once this individual ingredient has been weighed, the weigher combines it with the main product, delivering accuracy to within 0.02g of the target weight. The intermittent motion Astro bagmaker features servo motors and software controlled variable seal time. Stripping plates clear the seal area before sealing which ensures good pack quality and servo driven and vacuum assisted pull down belts enable accurate and consistent bag lengths to maximise film use and optimise pack presentation. Nitrogen gas flushing is used to support the preservation and freshness of products that are naturally susceptible to air (oxygen) degrading the product, giving an ambient shelf life of around six to ten months depending on the product. The weigher and bagmaker combination is currently running at 30 bags per minute on a 30g pack, well within its top speed of 70 packs per minute. The DACS checkweigher and integrated metal detector provides a final quality and weight check. Rejected packs are directed into two separate containers, depending on whether they are noncompliant in terms of weight or contain foreign bodies. The checkweigher features an intuitive and robust display with an easy to learn menu structure that ensures quick and easy set up and is fully compliant with the European directive on measuring instruments. The checkweigher’s open frame design ensures easy cleaning and maintenance, including a complete washdown of the line every week. “We are pleased with our investment,” comments Nicolas Rey, industrial director at Il Était Un Fruit. “The various machines have all lived up to their expectation, while Ishida’s after-sales service is quick to react if there is a problem. We are currently producing one million bags a year but are confident we can continue to grow because the line can cope with up to six million bags a year.”

Il Était Un Fruit Il Était Un Fruit has developed a special technique for the drying of fruit and vegetables with no added sugar, additives or preservatives. The fruit is sourced from eco-responsible orchards and organic fruit and vegetables are Ecocert certified. 95% of the fruit and vegetables are supplied by local growers in the Occitanie region. The products are washed in water, disinfected, peeled, diced and then dried using a patented drying method developed in partnership with the CIRAD (French Agricultural Research Centre for International Development). The new Apéritif range has been developed in association with leading French chef Gérard Cabiron, recipient of the prestigious Meilleur Ouvrier de France.

Ottobre | October 2020

105


machinery & development

food industry

L’evoluzione della manipolazione

Packaging & Design

L’attenzione all’innovazione e all’affidabilità caratterizza le soluzioni di automazione del fine linea di GPI Group

L

a Geo Project Industries (GPI Group), grazie alla continua volontà di ricerca, appoggiata ad un consolidato Know-how tecnologico, progetta e realizza impianti completi, che hanno trovato il miglior riscontro nella soddisfazione dei propri clienti nel mondo. La complessità delle problematiche affrontate e risolte, costituisce il “banco di prova” su cui sono basate le competenze degli organici che operano a vari livelli all’interno dell’azienda. Attualmente la progettazione, coadiuvata dai software di ultima generazione, consente di poter gestire le simulazioni più realistiche, permettendo così al cliente di poter valutare tutti gli aspetti dimensionali e funzionali della proposta. L’obbiettivo primario è rimasto, fin dalla fondazione, la coltivazione di competenze fortemente specializzate che potessero incontrare e soddisfare le specifiche esigenze del cliente. Un punto di forza risiede nella personalizzazione delle soluzioni, accompagnata da una particolare attenzione nelle fasi di collaudo e da un sollecito servizio di post-vendita.

La gamma di prodotti comprende depalettizzatori, formatori di cartoni, incartonatrici, astucciatrici, isole di carico, chiudi cartoni, palettizzatori tradizionali e robotizzati, oltre ai raccordi all’interno delle linee integrate. L’evoluzione degli imballi necessita di un continuo studio per poter manipolare in maniera sicura le più svariate tipologie di packaging, in questo senso l’incartonamento e la palettizzazione di scatole innovative (astucci particolari, fondo/coperchio, wraparound) costituisce la specialità del Gruppo GPI.

La pluriennale esperienza dei progettisti, unita al know-how acquisito nell’affrontare le più svariate problematiche di imballo, hanno permesso alla GPI di potersi proporre con macchine originali e decisamente performanti. In particolare, la manipolazione di confezioni rigide e flessibili, grazie ad apporti tecnologici evoluti ha permesso la realizzazione di incartonatrici robotizzate come il monoblocco MIRP-V che uniscono la cura della presa del prodotto ad una elevata velocità esecutiva.

The evolution of handling Attention to innovation and reliability characterizes GPI Group end-of-line automation solutions

G

eo Project Industries (GPI GROUP), through continuous research, based on a solid consolidated technological know-how, designs and manufactures complete end of line systems, which have had an optimal response in satisfying the requirements of its customers in the world. The complexity of the problems faced and resolved constitutes the “benchmark” on which the skills of the staff who operate at various levels within the company are based. Currently the design, with the help of the latest generation software, allows to develop the most realistic simulations, ensuring customers can evaluate all the dimensional and functional aspects of a proposed solution. Since its foundation, the main objective has been the cultivation of highly specialized skills that could meet and satisfy the specific needs of the customer. A strongpoint are the personalized solutions, accompanied by particular attention in testing and a prompt after-sales service. The product range includes depalletizers, carton formers, cartoning machines, casing machines, loading stations, carton closers, traditional and robotic palletizers, in addition to the other equipment needed for integrated lines. The evolution in packaging design requires continuous study to be able to safely and securely handle the most varied types of packing, in this sense the cartoning and palletizing of innovative boxes (custom cases, tray/hood, wrap-around) is the specialty of the GPI Group. The many years of experience of the designers, combined with the know-how acquired in dealing with the most varied packaging solutions, have ensured GPI can propose innovative and high-performance machines. In particular, the handling of rigid and flexible packages, thanks to advanced technological contributions, has allowed the construction of robotic case packers such as the MIRP-V monoblock that combine gentle handling of the product with high speed.

106

Ottobre | October 2020

.it

FOOD INDUSTRY



machinery & development

food industry

Packaging & Design

Un’offerta completa per garantire l’eccellenza Tecnomec produce macchine altamente personalizzate capaci di rispondere alle esigenze di ogni singolo committente

F

ondata nel 1997, Tecnomec è specializzata nella progettazione e nella costruzione di macchine per l’industria alimentare alle quali affianca macchine per il settore farmaceutico e cosmetico e una cospicua produzione di linee complete di trasporto. Nata come piccola realtà dedita all’assistenza, alle revisioni e agli interventi per la messa a norma delle

macchine utensili dell’industria alimentare, con gli anni Tecnomec ha ampliato la propria attività per passare alla produzione di macchine fortemente personalizzate e giungere infine alla progettazione e alla costruzione di macchine speciali, realizzate espressamente per le esigenze di ogni singolo committente. La linea per la preparazione e il confezionamento alimentare comprende macchine riempitrici lineari e automatiche, a vibrazione e volumetriche per vasi di vetro e bottiglie, scatole in banda stagnata e vaschette; capsulatrici lineari e tappatori automatici e semiautomatici per vasi e bottiglie; macchine riempitrici-tappatrici twist-off, dosatori e monoblocchi con riempitrice e tappatore; tavoli e vasche per la cernita, la preparazione e la cottura; lavatrici per il lavaggio di

frutta e verdura e soffiatrici ad aria, vapore e UV per la sterilizzazione; pastorizzatori, asciugatori e polmoni di accumulo fine linea; dischi di carico e sistemi di trasporto per il confezionamento di alimenti densi, liquidi, semiliquidi e solidi in pezzi. A corredo delle proprie macchine Tecnomec propone differenti linee complete di trasporto per alimenti, bottiglie, vasi, scatole e catenarie per il trasporto di bancali. Ampia anche la gamma dei nastri trasportatori: lineari, a collo di cigno, basculanti, con tavoli di lavoro, evacuatori pneumatici e marcatura base. La possibilità di personalizzare ognuna di queste macchine in base alle specifiche esigenze del committente o di progettare e costruire ex novo macchinari esclusivi sono solo due dei tratti distintivi di Tecnomec. A fianco di progettazione e costruzione Tecnomec offre ai propri clienti un servizio completo di precollaudo dei macchinari realizzati, installazione e formazione del personale preposto all’utilizzo. In aggiunta, l’azienda effettua consulenza tecnica, assistenza e revisioni, interventi per la messa a norma e per modifiche di macchine esistenti, fornitura di accessori e di attrezzature personalizzate. Tecnomec sta mettendo a punto una novità: un sistema di dosaggio ad alta prestazione privo di parti meccaniche soggette a usura.

A complete offer to guarantee top quality Tecnomec produces highly customized machines that fully meet customer’s requirements

F

ounded in 1997, Tecnomec specializes in machine engineering and manufacture for the food industry, machines for the pharmaceutical and cosmetics sector, as well as a comprehensive production of complete conveying lines. Established as a small-sized business into assistance, overhaul and making food machines compliant to the standards in force, throughout the years Tecnomec

108

Ottobre | October 2020

has extended its activity by firstly producing highly customized machines and secondly engineering and manufacturing special machines, tailored upon customer’s requirements. A food preparation and packaging line consists of linear and automatic, vibrating and volumetric filling machines for glass jars and bottles, tin boxes and trays; linear capsuling machines, automatic and semi-automatic cappers for jars and bottles; twist-off filling-capping machines, dosers and monoblocs with filling and capping machines; benches and sorting tanks, preparation and cooking; washers for fruit and vegetables, air, steam and UV sterilizing blowers; pasteurizers, dryers and accumulation tanks for the

end of line; loading disks and conveying systems to package dense, liquid, semi-liquid and solid food. In addition to this, complimentary to its machines, Tecnomec also proposes complete conveying lines for food, bottles, jars, boxes and catenaries for pallet transport. Extensive range of conveyor belts: linear, swan neck, tilting, work bench, pneumatic dischargers and basic marking. The possibility of customizing these machines upon purchaser’s specific requirements, and engineering and building new exclusive machinery, are just two of Tecnomec’s main distinctive features. As well as engineering and manufacture, Tecnomec also offers its customers a complete pre-test service on machinery, installation and training of the personnel managing the operations. The company also offers technical, assistance and overhaul service, interventions to modify or make already existing machines compliant to the standards, supply of ancillary products and customized equipment. In conclusion, Tecnomec is also fine tuning a brand new product: a high-performance dosing system with no mechanic parts subject to wear and tear.

.it

FOOD INDUSTRY



food industry

Packaging & Design

machinery & development

Tecnologia Umbra Packaging: efficienza e affidabilità superiore Le più importanti aziende mondiali scelgono la tecnologia Umbra Packaging per la completa automatizzazione dei propri processi produttivi

U

mbra Packaging Srl, leader europea nella fornitura di macchine di insacco per prodotti sfusi, da sempre sensibile alle esigenze dei clienti, persevera nell’azione di Ricerca e Sviluppo al fine di poter proporre ai propri clienti un prodotto di livello superiore per efficienza e contenuti tecnologici. È infatti grazie all’attività svolta dalle Divisioni di Ricerca e Sviluppo, dedicate allo sviluppo di tecnologie per il mondo del pet food da una parte e delle polveri per aziende chimiche e farmaceutiche dall’altro, che nasce una gamma di prodotti di nuova generazione, dedicata ad ogni applicazione che garantisce le più efficienti performance. Le linee d’insacco Umbra Packaging sono state studiate per operare con molteplici tipologie di formati, da 200g a 50Kg di qualsiasi materiale e tipo di chiusura (saldatura, pinch-top, cucitura, doppia piega), garantendo al cliente un impianto dalla flessibilità unica.

110

Ottobre | October 2020

Visto il mercato sempre più esigente e la ricerca da parte del cliente dell’ottimizzazione continua del processo produttivo, particolare attenzione è stata posta anche alla ricerca della massima produttività; gli impianti Umbra Packaging, infatti, possono produrre da 400 s/h a 3000 s/h a seconda del prodotto e del formato utilizzato. Umbra Packaging fornisce impianti completamente automatici chiavi in mano composti da sistema di pesatura ad alta precisione e di confezionamento; palettizzatore robotizzato in grado di lavorare fardelli, sacchi e scatole; fardellatrice; scatolatrice ed avvolgitore. Umbra Packaging, in linea con quella che è l’evoluzione del mercato mondiale, realizza macchine rispondenti alle Normative dell’Industria 4.0. Le tecnologie sono protette da brevetto sia per ciò che concerne il profilo tecnologico che quello del design; caratteristica fondamentale è la totale automazione di tutto il processo produttivo che permette di gestire il tutto da un unico PLC. La gestione del cambio programma è semplice, efficiente e completamente automatica, l’operatore avrà bisogno di soli 60 secondi per passare da una produzione ad un’altra cambiando tipo di sacco, formato e tipo di chiusura direttamente dal pannello operatore senza necessitare di operazioni manuali.

L’azienda nello sviluppare sempre nuove tecnologie ha messo al centro dei propri studi l’esigenza del cliente ed è per questo che tutte le linee progettate hanno costi di manutenzione veramente contenuti grazie a sistemi affidabili e sviluppati per essere facilmente ispezionabili e pulibili; tutte le parti in contatto con il prodotto possono essere infatti completamente lavate, evitando qualsiasi possibilità di contaminazione. Molto apprezzato è il servizio di assistenza che le permette di supportare i propri clienti a distanza tramite un efficiente teleassistenza disponibile 24h al giorno, direttamente in loco con personale efficientemente organizzato grazie a collaborazioni sviluppate in tutto il mondo oltre che tramite le filiali dislocate in Brasile e USA. Tutto ciò ha permesso di acquisire un ruolo da leader nel mercato globale del confezionamento di prodotti sfusi granulari ed in polvere ponendo Umbra Packaging all’avanguardia nel mercato di riferimento, grazie all’eccellente efficienza tecnologica che riesce a garantire elevata sicurezza nel processo di confezionamento. Soddisfazione di tutto il team UMBRA è quella di servire molte delle più importanti aziende mondiali che hanno scelto e continuano a scegliere negli anni, la tecnologia Umbra Packaging per la completa automatizzazione dei propri processi produttivi.

.it

FOOD INDUSTRY



machinery & development

food industry

Packaging & Design

Umbra Packaging technology: superior efficiency and reliability The most important companies in the world choose Umbra Packaging technology for the complete automatization of their production processes

U

mbra Packaging, leader worldwide for the supply of bagging and palletising systems, sensible to the customer’s needs, persists in the Research & Development activity to propose toplevel products in terms of efficiency and technology. Thanks to the R&D Divisions’ activities, dedicated to developing technologies for granular and powder materials, the company can supply a line of products for any application ensuring the best performance available in the market. All the Umbra Packaging bagging lines are developed to work different kinds of format, from 200g to 50Kg,

112

Ottobre | October 2020

of any material and type of closure (seal, pinchtop, double fold, sewing), guaranteeing customers unique flexibility. Considering customers’ needs in terms of efficiency and reliability in production processes, special attention has been focused on maximum productivity. Umbra Packaging installations produce from 400 b/h to 3000 b/h depending on the products and formats used. Umbra Packaging provides fully automated turnkey projects including high-precision weighing and packaging system; robotized palletizer to handle packs, bags and boxes; shrink-wrapper machine; case packer and wrapping machine. Umbra Packaging, in line with the evolution of the global market, manufactures machines that follow all Industry 4.0 regulations. The technologies are patented on the technological and design profiles. Essential characteristic is the total automation of the entire production process, which is managed by the same PLC. Changeover is easy, efficient and fully automatic; the operator needs just 60 seconds to switch from one

production to another one, changing type of bags, formats and closures directly from the panel, without any manual intervention. The company has always considered its customers as the central point of its research, and that is why all the range of machines can guarantee irrelevant maintenance costs. All the parts in contact with the product handled can be easily inspected and cleaned, fully washed, avoiding any possible contamination. The company supports all its customers with the internal service, available 24/7, and with the local one, efficiently organized thanks to collaborations developed all over the world, as well as through the subsidiaries located in Brazil and the USA. This has brought Umbra Packaging to be leader in the global market for the packaging of granular and powder products, also thanks to the efficiency and reliability that all its technology guarantees in the production processes. The UP team is really proud to support many of the most important companies in the world that continue choosing Umbra Packaging technology for the complete automatization of their production processes.

.it

FOOD INDUSTRY



Packaging & Design

machinery & development

food industry

“The Power of Vacuum” - evento virtuale a Packforum, Sealed Air L’evento online, tenutosi lo scorso giugno, ha permesso di far conoscere “Il potere del sottovuoto” a un’audience di professionisti dell’industria alimentare di tutta Europa

T

emi come la sostenibilità, la riduzione degli sprechi alimentari, il miglioramento della sicurezza alimentare e l’estensione della durata di conservazione sono stati i temi principali nell’agenda del recente evento di Sealed Air. L’evento online, tenutosi lo scorso giugno, ha permesso di far conoscere “Il potere del sottovuoto” ad un’audience di professionisti dell’industria alimentare di tutta Europa. Ciò ha incluso presentazioni e sessioni interattive con domande e risposte sul ruolo sempre più critico degli imballaggi sottovuoto nella protezione degli alimenti. Duncan McIntyre, Marketing Director EMEA di Sealed Air, ha dichiarato: “I professionisti coinvolti nella produzione alimentare, nella lavorazione, nell’imballaggio, nella distribuzione e nella vendita al retail hanno potuto ascoltare come Sealed Air sta aiutando a risolvere alcune delle più grandi sfide nella catena di approvvigionamento alimentare. I consumatori, giustamente, chiedono alimenti più freschi, più sicuri e più sostenibili. Le nostre soluzioni per gli imballaggi sottovuoto sono progettate per aiutare le aziende a soddisfare questa domanda e, in ultima analisi, aumentare le vendite”. Il team Sealed Air ha illustrato le proprie competenze nei sistemi di imballaggio sottovuoto CRYOVAC®, tra cui la vasta gamma di sacchi termoretraibili, di materiali per il sottovuoto skin CRYOVAC® Darfresh® e i sacchi di ultima generazione OptiDureTM. Questi sistemi forniscono

ai clienti un modo completo per proteggere il cibo e migliorare l’efficienza operativa. I partecipanti hanno inoltre avuto l’occasione di ascoltare l’intervento di Denise Mathieson, Senior UK Technical Packaging Manager - Fresh and Packed Quality di Tesco. Denise ha illustrato come il supermercato leader Tesco utilizzi gli imballaggi come parte degli sforzi continui per sostenere un’economia circolare. Duncan McIntyre ha concluso: “Molte aziende lungimiranti adesso considerano l’imballaggio una parte strategica nelle loro operazioni quotidiane e un modo per rendere rilevanti i loro marchi per i clienti. Ciò aiuta le aziende a adattarsi continuamente ai mercati in rapida evoluzione mettendole in una salda posizione per cogliere le opportunità di un modo di vivere e di lavorare sempre più circolare. Packforum continuerà a esplorare queste tendenze in evoluzione e a mostrare come stiano plasmando il ruolo essenziale del packaging, per aiutare le aziende a ottimizzare le operazioni e a sintonizzarsi sempre meglio con i consumatori”. L’attività di Sealed Air è quella di proteggere, risolvere le sfide di packaging e lasciare il mondo migliore di come l’abbiamo trovato. Il suo portfolio comprende marchi noti tra cui Cryovac® - soluzioni di confezionamento alimentare, Sealed Air® - imballaggio di protezione e Bubble Wrap®. Le sue soluzioni consentono una catena di fornitura alimentare più sicura ed efficiente e una protezione elevata per merci pregiate spedite in tutto il mondo. Sealed Air ha generato un fatturato di 4.8 miliardi di dollari nel 2019 e ha circa 16.500 dipendenti che servono clienti in 124 paesi. Per ulteriori informazioni, visitare il sito www.sealedair.com

Virtual Packforum puts ‘The Power of Vacuum’ into the spotlight Taking place last June, the event was hosted virtually for the first time to ensure the pandemic didn’t stop food industry professionals from across Europe learning about ‘The Power of Vacuum’

114

Ottobre | October 2020

I

ssues such as sustainability, reducing food waste, enhancing food security and extending shelf life topped the agenda at Sealed Air’s recent European Packforum. Taking place on Wednesday 10th June, the event was hosted virtually for the first time to ensure the pandemic didn’t stop food industry professionals from across Europe learning about ‘The Power of Vacuum’. This included presentations and interactive question and answer sessions focusing on the increasingly critical role of vacuum packaging in protecting food. Duncan McIntyre, Fresh Red Meat Marketing Director EMEA at Sealed Air said: “Professionals involved in food manufacturing, processing, packing, distribution and retail were able to hear from Sealed Air’s team about how we’re helping solve some of the biggest challenges in the food supply chain. Consumers are, rightly, demanding fresher, safer and more sustainable food. Our vacuum packaging solutions are designed to help businesses satisfy this demand and ultimately drive sales.” The Sealed Air team shared insights about its CRYOVAC® brand vacuum skin packing systems, including its extensive range of Shrink Bags, CRYOVAC® brand Darfresh® thermoforming vacuum skin packaging and CRYOVAC® brand OptiDureTM shrink bags. These provide customers with a comprehensive way of protecting food and improving operational efficiency. Delegates were also able to hear from Denise Mathieson, Senior UK

Technical Packaging Manager - Fresh and Packed Quality at Tesco. Denise provided a look at how the leading supermarket is utilising packaging as part of its continuous efforts in supporting a circular economy. Duncan McIntyre concluded: “Many forward-thinking businesses are making packaging a strategic part of their daily operations and how they make their brands relevant to customers. This is helping companies continuously adapt in fastchanging markets and putting them in a strong position to realise the opportunities of an increasingly circular way of living and working. Packforum will continue to explore these changing trends and show how they are shaping the essential role of packaging, which will help companies optimise operations and better connect with consumers.” Sealed Air is in business to protect, to solve critical packaging challenges and to leave our world better than we found it. Its portfolio of leading packaging solutions includes Cryovac® brand food packaging, Sealed Air® brand protective packaging and Bubble Wrap® brand packaging, which collectively enable a safer, more efficient food supply chain and protect valuable goods shipped around the world. Sealed Air generated $4.8 billion in sales in 2019 and has approximately 16,500 employees who serve customers in 124 countries. To learn more, visit www.sealedair.com

.it

FOOD INDUSTRY



marketing & strategy

food industry

Carnation diventa vegano

Packaging & Design

L’iconico latte condensato di Carnation ora avrà un’alternativa: un latte che proviene da una miscela di latte di avena e riso e lo stabilimento è certificato dalla Vegan Society

P

er la prima volta il Carnation passa al vegano. Nestlé ha lanciato un nuovo latte condensato, un’alternativa vegana all’iconica gamma di Carnation a base di farina di avena e riso. Il latte è certificato dalla Vegan Society come adatto a chi segue una dieta vegana e vuole cimentarsi nella pasticceria. L’ingrediente chiave per la cottura, utilizzato in alcune delle ricette di Carnation come la torta di banoffee e fudge, sarà in vendita con Ocado a settembre e Morrisons a ottobre nel Regno Unito e Tesco nel Regno Unito e in Irlanda anche a ottobre. Vittoria Simms, responsabile marketing per Dairy Brands UK, ha dichiarato: “La nostra nuova alternativa vegana al latte condensato è in fase di sviluppo da 18 mesi, e ha permesso di portare la tendenza a base vegetale e senza latticini direttamente in cucina per la pasticceria casalinga. Abbiamo colto il desiderio di cucinare a casa e sperimentare nuovi ingredienti e quest’anno è stato davvero boom, con un aumento del 61% dei dolci tra marzo e aprile. “È stata una sfida per i vegani trovare alternative adatte per preparare dolci o dessert a base di latticini

o caramello, senza dover scendere a compromessi su gusto, consistenza o aspetto. Carnation Vegan ha un gusto molto semplice con un pizzico di avena leggermente tostata, il che lo rende molto versatile per un’ampia varietà di prodotti da forno e dolci “. L’ultima innovazione a base vegetale si unisce al lancio dello scorso anno dei latticini alternativi al latte di Nescafé Gold nelle varianti di avena, cocco e mandorle.

Carnation goes Vegan Carnation’s iconic condensed milk will now have an alternative: The milk is from a blend of oat and rice milk and the baking stable is certified by the Vegan Society

F

or the first time Carnation has gone Vegan. Nestlé has launched a new vegan alternative condensed milk to the iconic Carnation range made from a blend of oat and rice flour. The milk is certified by the Vegan Society as suitable for anyone following a vegan diet and wants to get busy baking. The key baking ingredient, used in some of Carnation’s recipes like banoffee pie and fudge, will go on sale with Ocado in September, and Morrisons in October in the UK, and Tesco in the UK and Ireland also in October. Marketing Lead for Dairy Brands UK, Vittoria Simms said: “Our new Vegan Condensed Milk Alternative has been in development for 18

116

Ottobre | October 2020

months, bringing the plant-based, dairy-free trend straight into the kitchen for home baking. We have seen the desire to bake at home and experiment with new ingredients really boom this year, with a 61% rise in sweet baking in March and April. “It has been a challenge for vegans to find suitable alternatives to make dairy or caramelbased sweets treats or desserts, without having

to compromise on taste, texture or appearance. Carnation Vegan has a very simple taste with a hint of lightly toasted oats, which makes it very versatile for a wide variety of baking and sweet treats.” The latest in plant-based innovation joins last year’s launch of Nescafé Gold’s dairy alternative lattes in oat, coconut and almond variants.

.it

FOOD INDUSTRY


food industry

machinery & development

La capacità di adattare le macchine etichettatrici alle nuove esigenze produttive

I

l gruppo P.E. ha fatto la storia del food nel mondo, grazie alla sua capacità di adattare le macchine etichettatrici alle nuove esigenze produttive delle aziende e agli standard di qualità sempre più alti imposti dal mercato. Come? Dando la precedenza ai clienti, sempre. Ascoltandoli, visitandoli, studiando le diverse necessità produttive, interpretandone gli obiettivi di business. È così che, anno dopo anno, i requisiti espressi dalle aziende sono diventati il patrimonio tecnologico di P.E. Il punto chiave è la flessibilità: l’estrema modularità che le macchine P.E. mettono in campo, a vantaggio di aziende di dimensioni e mercati anche molto lontani tra loro. Infatti, quale sia l’esigenza produttiva da soddisfare, la soluzione automatizzata proposta può combinare tra loro le differenti tecnologie di etichettatura, partendo da un corpo macchina e inserendo stazioni di etichettaggio modulari di ogni tipo. Dalle adesive alla colla a freddo, dalle pretagliate con colla a caldo alle soluzioni di etichettatura ibride. Oggi l’industria del food, dai latticini alle salse, dall’olio alle conserve, dalle creme spalmabili ai sottaceti, richiede un livello di competenza e flessibilità che solo attraverso un approccio modulare è possibile soddisfare completamente. P.E. gioca d’anticipo e risponde con soluzioni smart di Innovation design. Facile intuire quindi quanto vasta sia la gamma di modelli tra cui poter scegliere. Il driver è sempre il requisito di produzione del cliente da soddi-

T

he PE group has made the history of food industry in the world, thanks to its ability to adapt the labelling machines to the new production needs of companies and the increasingly high-quality standards imposed by the market. How? By always giving priority to customers. Listening to them, visiting them, studying the different production needs, and understanding their business objectives. This is how, year after year, the requirements of these companies have become PE’s own technological assets. The key point remains the modularity: the absolute flexibility in combining the different labelling technologies, starting from a machine body and inserting any type of modular independent labeling stations, on the base of any specific production need to be met. P.E. develops a great range of selfadhesive machines, with cold glue, pre-cut with hot glue, hybrid labeling solutions, for multiple types of companies of different markets. Today, the food industry, from dairy to tinned foods, oil to sauces, jams, and spreadable creams to pickles, demands a level of competence and flexibility that can be satisfied not only through a modular approach. Making an early move, PE responds with smart Innovation Design solutions. We can thus imagine the extension of the range of models we can choose from. The driver is always the production requirement to be met, the speeds to be obtained and the types of covers with which to coat - and enhance - the products and containers

.it

FOOD INDUSTRY

Quando il sistema di etichettatura fa la differenza: la parola a P.E. LABELLERS, leader nel labelling da quasi 50 anni sfare, le velocità da ottenere e i tipi di abbigliamento con cui rivestire – e dare valore – a prodotti e contenitori differenti per materiali, fattezze e dimensioni. Grazie all’Innovation Technology è possibile abbattere ogni limite e portare sul mercato macchine ispirate all’Innovation design. Il concetto di modularità è esteso ad ogni componente delle macchine, progettato in soluzioni ergonomiche e fortemente orientato

al risparmio energetico. Per questo sono tanti i mercati che trovano nelle macchine P.E. una risposta efficace, che si traduce in saving economico e reale ottimizzazione delle proprie linee di produzione. Non ci sorprende quindi che oltre il food & dairy, le etichettatrici P.E. servono da sempre tutto il mondo del beverage, wine & spirits, mineral waters, personal & home care, le industrie chimiche e farmaceutiche, il pet food. Come sempre, ciò che è prezioso va protetto: la capacità di fornire i servizi specialistici per tipologia di macchina, in ogni area geografica, con un corpo di oltre 90 profili tecnici globalmente distribuiti, rappresenta un plus di enorme valore. Significa poter contare su un’assistenza no-stop anche da remoto, su programmi di manutenzione specifici ed evolutivi, training formativi dedicati, a casa del cliente o presso le aule attrezzate della PE University. Vi chiedete cosa c’è in gioco? Tutto. La forza sta nella flessibilità. È un concetto fondamentale, che strizza l’occhio agli stessi principi evolutivi. “Sopravvive e vince chi più è capace di adattarsi ai cambiamenti”, ci insegna Darwin. P.E. LABELLERS ha costruito la sua leadership su questo punto chiave e il mercato continua a darle ragione. Da quasi 50 anni.

that differ in materials, features and sizes. Thanks to Innovation Technology, every limit can be overcome. The concept of modularity is extended to every component of the machines, designed in ergonomic solutions and strongly focused on energy savings. This is why many companies in the markets find in PE machines an effective response, which results in real savings and the economic optimization of their production lines. It is therefore not surprising that besides food & dairy, PE LABELLERS services the beverages, wine & spirits, mineral waters, personal & home care, and chemical and pharmaceutical industries worldwide. As always, what is precious must be protected: the ability to provide specialized services according to machine types in every geographical area, and a staff of over 90 technicians globally distributed, represents added value factors. It can thus count on non-stop assistance, even remotely, specific and cutting-edge maintenance programs, dedicated training at the customer’s facility or the modern PE University classrooms. What’s on the line? Everything.

The ability to adapt labelling machines to new production needs When the labeling system makes a difference: P.E. LABELLERS, leader in labeling for almost 50 years explains why

The strength lies in flexibility. It is a fundamental concept that draws inspiration from the development principles themselves. As Darwin demonstrated, “Those who are most capable of adapting to changes survive and succeed.” P.E. LABELLERS has built its leadership on this key point and for almost 50 years now the market continues to prove it right.

Ottobre | October 2020

117


machinery & development

food industry

Doselite:

Packaging & Design

la soluzione ideale per linee di confezionamento alimentare Versatile, precisa e personalizzabile la linea di dosatori volumetrici di precisione Doselite è il fiore all’occhiello della produzione Tenco

L

a gamma di dosatori volumetrici Doselite consente di dosare con precisione qualsiasi tipo di prodotto. Doselite è una linea di dosatori volumetrici di precisione, estremamente versatile, precisa e altamente personalizzabile realizzata dall’azienda Tenco, in Liguria. Pensata per il dosaggio di prodotti liquidi e densi quali salse, sughi, oli, sciroppi, paté, creme e molte altre tipologie di prodotti alimentari, la linea Doselite è in grado di distribuire volumi esatti di prodotto con qualsiasi grado di densità e viscosità, anche ad alte temperature. Nella progettazione della gamma Doselite, la Tenco ha pensato sia alla flessibilità e facilità di utilizzo che alle varie possibilità di personalizzazione, oltre ai materiali e certificazioni specifiche per il settore alimentare, infinite tipologie di customizzazione e

varie possibilità di integrazione all’interno di linee per il confezionamento alimentare. Un’ampia gamma di accessori come le tramogge di alimentazione, di diverse capienze, sistemi di mescolazione differenti a seconda del prodotto da miscelare, sistemi di riscaldamento, siringhe di dosaggio singole o gruppi di dosaggio multipli ad azionamento simultaneo, in oltre trent’anni di esperienza, la ditta Tenco ha configurato la gamma Doselite pensando principalmente alla versatilità e semplicità di utilizzo, che ne permette l’applicazione in qualsiasi settore. Le siringhe di dosaggio Doselite possono essere movimentate anche da motori brushless, che garantiscono oltre ad elevate precisioni, una velocità di lavoro e una tecnologia di dosaggio ottimali per l’integrazione in linee di produzione automatiche. L’ampia gamma di controlli disponibili permette, infatti, di verificare e intervenire su pressione, temperatura, velocità di erogazione e velocità di aspirazione. Sistemi di lavaggio automatico, estrema rapidità di dosaggio, prestazioni professionali, materiali certificati ed affidabili rendono la gamma Doselite la soluzione più idonea e professionale per le tue linee di confezionamento alimentare.

TENCO SRL Via Arbora 1 - 16030 Avegno (Genova) Tel. +39 0185 79556 www.tenco.it

118

Ottobre | October 2020

.it

FOOD INDUSTRY


food industry

machinery & development

Doselite:

the ideal solution for food packaging lines Versatile, precise and customizable, the Doselite line of precision volumetric fillers is Tenco’s flagship product

T

he Doselite range of volumetric dosers allows you to precisely dose any type of product. Doselite is a line of precision volumetric fillers, extremely versatile, precise and highly customizable, made by the Tenco company in Liguria. Designed for dosing liquid or dense products such as sauces, oil, syrups, pâtÊs, creams and many other types of food products, the Doselite line is able to distribute exact product volumes with any degree of density and viscosity, even at high temperatures. In designing the Doselite range, Tenco has thought of both flexibility and ease of use as well as the materials and specific certifications for the food industry, infinite types of customization and integration within food packaging lines. A wide range of accessories such as feeding hoppers, of different capacities, different mixing systems

.it

FOOD INDUSTRY

and/or heating systems, single dosing syringes or multiple dosing groups with simultaneous operation, in over thirty years of experience, the Tenco company has configured the Doselite range mainly thinking of the flexibility and simplicity of use, which allows its application in any sector. Doselite dosing syringes can also be moved by brushless motors, which guarantee even more precision in the dosing and can be perfectly integrated into automatic production lines. The wide range of available controls allows, in fact of verifying and intervening on pressure, temperature, delivery speed and suction speed. Automatic washing systems, extremely rapid dosing, professional performance, certified and reliable materials make the Doselite range the most suitable and professional solution for your food packaging lines.

Ottobre | October 2020

119


marketing & strategy

food industry

Packaging & Design

Caffè Kosè cambia veste con un restyling del packaging

Caffè Kosè, lo storico brand lanciato dalla Kimbo S.p.A. negli anni 90, sarà presente sugli scaffali con un nuovo look e svariate novità

I

n primo luogo, è stata aggiunta la firma “by Kimbo” affianco al logo Kosè per rendere nota l’appartenenza del brand all’azienda madre. Inoltre, il già noto chicco di caffè presente nell’originale logo Kosè, è stato oggetto di un processo di personificazione, diventando più vivace ed allegro. Infatti, ora è visibile un simpatico occhiolino che anima il chicco e, in aggiunta, il baffo dorato, da sempre parte del brand Kosè, diventa un’artistica pennellata donando un tocco di creatività. A sottolineare la tradizione napoletana di Kimbo, il packaging raffigura l’origine territoriale attraverso un’immagine stilizzata del Vesuvio che conferisce una piacevole esplosione di colori tipica del capoluogo campano. Tra gli elementi più importanti della strategia di restyling delle confezioni compare, infine, il pay off “convenienza e qualità”, ispirato a quello storico “buono e conveniente” usato in passato dalla stessa brand Caffè Kosè. Kosè by Kimbo, dall’aroma sincero e il gusto vivace, si rivolge ad un pubblico di consumatori che guardano in primis al prezzo ma non rinunciano alla qualità. I prodotti Kosè by Kimbo sono pratici e sostenibili, grazie alle capsule compatibili con le principali macchine ad uso domestico e alle cialde compostabili, entrambe disponibili nei formati convenienza, ideali per un consumo quotidiano e frequente. Il marchio Kosè by Kimbo si arricchisce inoltre di una linea destinata al canale specializzato nella distribuzione di monoporzionati, con una grafica e con miscele dedicate. I gusti dedicati al canale specializzato sono Intenso, Cremoso e Decaffeinato, disponibili in cialde compostabili e per tutti i sistemi di capsule più diffusi sul mercato: Nespresso®*, Dolce Gusto®* e Lavazza® A Modo Mio®*. Prossimamente sarà possibile acquistare i prodotti anche sullo shop online dedicato a Kosè by Kimbo www.caffekose.com e sui principali marketplace d’Italia, primo fra tutti Amazon. Il lancio sarà supportato da un’intensa campagna di comunicazione concentrata sul web. Ancora una volta l’azienda partenopea dimostra il suo impegno nell’offrire e promuovere soluzioni ideali per soddisfare tutti i gusti e per rispondere alle esigenze di un mercato diversificato. *Questi marchi non sono di proprietà di Kimbo.

120

Ottobre | October 2020

Kimbo Kimbo è da più di 50 anni uno dei protagonisti del mercato nazionale del caffè per dimensione e simbolo del caffè italiano e dell’espresso napoletano. Selezione delle materie prime, controllo produttivo e tracciabilità su tutta la filiera assicurano l’eccellenza dei prodotti mentre le più selettive certificazioni internazionali testimoniano il rispetto delle risorse e dell’ambiente. Con un fatturato complessivo di circa 200 milioni, grazie al lavoro di 200 dipendenti Kimbo è presente in Italia in tutti i canali distributivi e all’estero. Diffondere il caffè italiano nel mondo e valorizzare la specificità dell’espresso napoletano sono tra gli elementi fondamentali nella mission dell’azienda che opera, nel rispetto delle persone e dell’ambiente, per rendere disponibile sui mercati nazionali ed esteri un prodotto genuino, di qualità, autenticamente made in Italy. www.kimbo.it

.it

FOOD INDUSTRY


food industry

marketing & strategy

Caffè Kosè changes its look with a restyling of the packaging Caffè Kosè, historic brand launched by Kimbo S.p.A. in the 90s, will be back on the shelves with a new look and various novelties

F

irst, the signature “by Kimbo” was added next to the Kosè logo to show the brand’s belonging to the parent company. In addition, the renowned coffee bean featured in the original Kosè logo has undergone a process of personification, becoming more lively and cheerful. Indeed, now the coffee bean has a nice wink and the golden mustache, which has always been part of the Kosè brand, becomes an artistic brushstroke giving a touch of creativity. To underline the Neapolitan tradition of Kimbo, the packaging depicts the territorial origin through a stylized image of Vesuvius that gives a pleasant explosion of colors typical of Naples. Finally, among the most important elements of the restyling strategy of the packaging there is the “convenience and quality” pay off, inspired by the “good and convenient” pay-off used in the past by the Caffè Kosè brand. Kosè by Kimbo, with a strong aroma and lively taste, is aimed at an audience of consumers who look primarily at the price but do not renounce to quality. Kosè products are practical and sustainable,

.it

FOOD INDUSTRY

compatible with the main machines for domestic use and to the compostable pods, both available in convenient formats, ideal for daily and frequent consumption. The Kosè by Kimbo brand is also enriched with a line dedicated to the channel specialized in the distribution of single portions, with graphics and dedicated blends. The tastes dedicated to the specialized channel are Intense, Creamy and Decaffeinated, available in compostable pods and for all the most popular capsule systems on the market: Nespresso® *, Dolce Gusto® * and Lavazza® A Modo Mio® *. Soon it will also be possible to purchase the products on the online shop dedicated to Kosè by Kimbo www. caffekose.com and on the main marketplaces in Italy, first of all Amazon. The launch will be supported by an intense communication campaign focused on the web. Once again the Neapolitan company shows its commitment to offering and promoting ideal solutions to satisfy all tastes and to meet the needs of a diversified market. * These brands are not owned by Kimbo.

Kimbo Kimbo has been one of the protagonists of the national coffee market for more than 50 years in terms of size and symbol of Italian coffee and Neapolitan espresso. Selection of raw materials, production control and traceability throughout the supply chain ensure the excellence of the products while the most selective international certifications testify to respect for resources and the environment. With a total turnover of about 200 million, thanks to the work of 200 employees, Kimbo is present in Italy in all distribution channels and abroad. Spreading Italian coffee around the world and enhancing the specificity of Neapolitan espresso are the fundamental elements in the mission of the company that operates, respecting people and environment, to make a genuine, quality and authentically made in Italy product, available on national and foreign markets. www.kimbo.it

Ottobre | October 2020

121


machinery & development

food industry

Packaging & Design

Punto di riferimento globale Abrigo emerge come punto di riferimento globale per l’automazione robotizzata applicata all’industria alimentare, nel campo del taglio a ultrasuoni e in quello del packaging

L

a Abrigo si propone come punto di riferimento globale per l’automazione robotizzata applicata all’industria alimentare, nel campo del taglio a ultrasuoni e in quello del packaging. • Taglio ad ultrasuoni La specializzazione propria di Abrigo nel taglio ad ultrasuoni in ambito alimentare tramite i sistemi robotizzati Flexcut e le macchine Multras deriva dalla lungimiranza che ha spinto l’azienda ad applicare questa tecnologia a partire dagli anni ’90. I sistemi di taglio e porzionatura sono stati ingegnerizzati per poter operare tagli su prodotti rotondi, quadrati, rettangolari o a fila continua. Livelli di sanitizzazione elevati, possibilità di auto-pulitura delle lame, possibilità di taglio ad inseguimento per grandi produzioni, teleassistenza, completa programmabilità del tipo di taglio e massima versatilità di utilizzo sono parole

chiave nel descrivere i sistemi. Multras, Flexcut 1, Flexcut Plus/Multi e Flexcut In Line sono oggi soluzioni consolidate e utilizzate dalle aziende leader nella produzione di torte, pasticceria, snack, prodotti da forno in generale. • Packaging secondario Abrigo ha sviluppato una gamma di soluzioni completa per le diverse modalità di packaging secondario e fondo linea richieste dal mercato, tenendo conto delle esigenze di clienti che debbano lavorare a ciclo continuo sulle 24 ore. Sistemi innovativi e consolidati sono le linee di confezionamento robotizzate modulari MRS e monoblocco SMART, che possono svolgere in uno spazio molto compatto tutte le seguenti operazioni: formatura della scatola, riempimento, controllo della completezza delle scatole e chiusura delle stesse.

I sistemi MRS CUBE Robovision sono celle dotate di robot ad alta velocità guidati da visione artificiale, pensati per situazioni in cui il prodotto in arrivo alla rinfusa debba essere collocato all’interno di confezioni. Abrigo produce inoltre isole di inscatolamento di prodotti in uscita da macchine confezionatrici in flowpack, o in generale prodotti in arrivo in fila unica ad alta velocità. Si tratta di sistemi MRS CUBE che ricevono i prodotti in fila, li distanziano correttamente facendoli confluire all’interno di un ordinatore a doppio motore brushless; questo prepara il corretto numero di prodotti per consentire l’operazione di pick and place da parte del robot. Completano la linea le formatrici di scatole e i sistemi di chiusura delle stesse. Tutti i sistemi Abrigo sono equipaggiabili con attrezzature ausiliarie per l’ottenimento di una linea completa di packaging.

Flexcut Plus/Multi and Flexcut In Line are now consolidated solutions used by leading companies in the production of cakes, pastries, snacks and generally baked goods. • Secondary packaging Abrigo has developed a complete range of solutions for the different ways of secondary packaging and end-line required by the market, taking into account the needs of customers who are working on continuous 24 hours full rounds. Innovative and consolidated systems are the packaging modular robotic MRS lines and single compact cell SMART, capable to perform in a very compact footprint all the following tasks: forming the box, filling it, control of completeness and closure of the boxes themselves.

MRS CUBE Robovision systems are modular cells equipped with high-speed robots driven by artificial vision, designed for situations in which the randomly incoming product should be placed inside packages. Abrigo also produces boxing islands from outgoing products coming from packaging machines in flowpack, or general products arriving in single highspeed row. These MRS CUBE receive products in a row, distancing themselves correctly within a dual brushless motor-assisted and positioning products into sorters; it prepares the correct number of products to allow the operation of pick and place by robot. The line is completed by box-maker and sealing systems. All systems are suppliable by Abrigo with auxiliary equipment for the production of a complete line of packaging.

Global benchmark Abrigo stands out as global leader in robotic automation applied to the food industry, in the field of ultrasonic cutting and packaging systems

A

brigo is proposed as a global benchmark for robotic automation applied to the food industry, in the field of ultrasonic cutting and packaging systems. • Ultrasonic cutting The specialization of Abrigo in ultrasonic cutting in food industry using the Flexcut robot systems and Multras machinery is derived from the fore-sighting vision that drove the company to apply this technology since the 90s. The cutting and portioning systems have been engineered to operate cuts on round products, squared, rectangular or in continuous row. High level of sanitization, auto-cleaning blades, tracking mode cutting for great productions, teleassistance, complete programmability of the cut type and maximum versatility of utilization are key words in describing these systems. Multras, Flexcut 1,

122

Ottobre | October 2020

.it

FOOD INDUSTRY



machinery & development

food industry

Packaging & Design

Gianeco dà nuova vita ai rifiuti bioplastici La missione di Gianeco Srl è per un ambiente più verde e più pulito ed è orgogliosa di essere coinvolta e di contribuire al riciclo di materiali rinnovabili e compostabili

G

ianeco Srl è una società di riciclo della plastica con sede in Piemonte, Italia, nata per operare nell’economia circolare mondiale. Da anni si occupa del riciclo di diversi polimeri, partendo da tecnopolimeri come ABS, PC, PA, PS, PS, PBT, PEI, PES, concentrando sempre più la propria attività principale sugli elastomeri termoplastici e le bioplastiche. Gianeco Srl crede fortemente nella sua missione per un ambiente più verde e pulito e da anni è impegnata nella promozione, commercializzazione e lavorazione di polimeri compostabili e biodegradabili, dove la Gianeco Srl offre un servizio primario in Europa. Gianeco Srl è orgogliosa di essere coinvolta e di contribuire al riciclo di materiali rinnovabili e compostabili come PLA, PBAT, PHA, PHB, PCL, PBS. L’idea alla base di questi biopolimeri è quella di sostituire il carbone del petrolio fossile con carbone ottenuto da fonti rinnovabili ed ecologici (zuccheri nelle piante), in altre parole, di creare polimeri da risorse naturali rinnovabili e permettere agli imballaggi di decomporsi rapidamente e tornare alla natura.

Con l’introduzione delle bioplastiche nell’industria dell’imballaggio, aumentano i problemi di riciclo delle bioplastiche e loro rifiuti post- industriali e postconsumo. Sebbene le bioplastiche siano biodegradabili e compostabili, il primo e il più importante passo per il trattamento di questi scarti è il riciclo meccanico e chimico. Gianeco ricicla i vostri scarti di bioplastiche Grazie al riciclo meccanico degli scarti delle bioplastiche, Gianeco Srl dà nuova vita a questi ultimi e le bioplastiche riciclate possono essere riutilizzate prima di essere definitivamente composte. Gianeco Srl ricicla una vasta gamma di materiali bioplastici che provengono dal processo di produzione di imballaggi alimentari, film, fibre, termoformatura, produzione di piatti monouso, tazze, bicchieri e posate. L’azienda è

organizzata per il ritiro di piccole quantità o di camion completi di scarti da riciclare, in tutta Europa. Le due linee di prodotti principali sono: il PLA (acido polilattico) riciclato, il biopolimero più diffuso, molto versatile con eccellenti proprietà, e i biocompound per l’estrusione di film per la produzione di sacchetti e buste, che contiene PLA, PBAT e amido, i prodotti sono certificati EN 13432 (certificazione di compostabilità). Lo staff di Gianeco Srl sta lavorando attivamente alle soluzioni per riciclare altri biopolimeri come PHA e PBS che occupano ancora solo una piccola parte del mercato delle bioplastiche. Garantendo l’alta qualità e le condizioni ottimali per lo stoccaggio asciutto e protetto e il riciclo degli scarti, le bioplastiche riciclate di Gianeco Srl rappresentano un’interessante alternativa a basso costo per una serie di applicazioni.

Gianeco gives a new life to bioplastic waste Gianeco’s mission is for a greener and cleaner environment, and it is proud to be involved and contribute to the recycling of renewable and ecofriendly materials

124

Ottobre | October 2020

G

ianeco Srl is a plastic recycling company based in Piedmont, Italy, and born to operate in the world circular economy. For years, it has been dealing with the recycling of different polymers, starting from engineering polymers like ABS, PC, PA, PS, PBT, PEI, PES, focusing more and more its main activity on the thermoplastic elastomers and bioplastics. Gianeco strongly believes in its mission for a greener and cleaner environment and for years it has been being engaged in the promoting, marketing and reprocessing of compostable and biodegradable polymers, where Gianeco Srl offers a primary service in Europe. It is proud to be involved and contribute to the recycling of renewable and eco-friendly materials like PLA, PBAT, PHA, PHB, PCL, PBS. The idea behind these bio-based polymers is to replace the fossil oil carbons by carbons obtained from renewable and eco-friendly sources (sugars in plants), in other words, to create polymers from renewable natural resources and allow packaging to decompose quickly and get back to nature. With the introduction of bioplastics in the packaging industry, recycling issues of bioplastics are rising for their post-industrial and post-consumer waste. Although the bioplastics are biodegradable and

compostable, the first and the most important step for their waste treatment is mechanical and chemical recycling. Gianeco recycles your bioplastic waste Thanks to mechanical recycling of bioplastics scrap, Gianeco gives a new life to it and recycled resins can be used again before finally being composted. Gianeco recycles a wide range of bioplastic materials that come from production process of food packaging, fibers, thermoforming, production of single use plates, cups, glasses and cutlery. The company is organized for picking up little quantities or full trucks of waste to be reprocessed, in all Europe. Two main product lines are: recycled PLA (polilactic acid), the most popular and very versatile biopolymer with excellent properties, and biocompounds for film blowing extrusion for bags, that contains PLA, PBAT and starch, the products are certified EN 13432 (compostability certification). Gianeco’s staff is working on the solutions to recycle other biopolymers like PHA and PBS that are still a small part of the market of bioplastics. Ensuring the high quality and optimal conditions for dry and protected storage and recycling of waste, Gianeco’s recycled bioplastics are an interesting cost-saving alternative for a number of applications.

.it

FOOD INDUSTRY


Gianeco recycles your bioplastic waste

www.gianeco.com


marketing & strategy

food industry

Food Awards 2020, Trighetto premiato come miglior packaging Packaging & Design

Dal Cibus Forum di Parma la strategia per la ripartenza dell’agro-alimentare

T

righetto premiato a Parma ai Food Awards 2020 come miglior packaging. Lo spaghetto triangolare La Molisana ha vinto l’ambito premio nella categoria Pasta e Riso. Organizzati da Tespi Mediagroup i Food Awards 2020 sono un premio B2B pensato per sottolineare l’impegno delle aziende nel settore alimentare che si sono distinte nell’ideazione e realizzazione di attività di marketing e comunicazione nel 2019. Sei in tutto i settori presi in considerazione: salumi, formaggi, carni, pasta/ riso, dolci e salati. La giuria, presieduta quest’anno da Maura Latini, amministratore delegato di Coop Italia, era formata da buyer di GD e DO, normal trade e operatori del settore. “Soddisfatti di questo bel riconoscimento – afferma Rossella Ferro, direttore marketing La Molisana – Puntiamo sull’italianità della filiera, su ricettazioni alternative e salutistiche, sulla ricerca di forme innovative. Dallo Spaghetto Quadrato

in poi, la nostra mission è stata rivitalizzare lo scaffale con nuove idee che rendano un prodotto classico come la pasta sempre giovane e di tendenza. Una pasta italiana 100%, dalla materia prima proveniente dalle regioni del centro-sud d’Italia, al design delle forme e del packaging che è il risultato di un gusto tutto italiano. Così è nato Trighetto”. La premiazione dei giorni scorsi a Parma è stata preceduta da un incontro, in presenza per la prima volta dopo il lockdown, di tutti i rappresentanti, dall’industria alimentare alla distribuzione, dall’agricoltura alle istituzioni per studiare insieme una strategia per la ripartenza della filiera agroalimentare progettando il rilancio dei consumi e dell’export made in Italy. Cibus Forum ha quindi offerto un’occasione di incontro agli operatori del settore per intercettare le esigenze e avviare un dialogo per strutturare al meglio i prossimi passi.

Food Awards 2020, Trighetto awarded as best packaging The strategy for the restart of the agri-food sector starts at Cibus Forum in Parma

126

Ottobre | October 2020

T

righetto awarded in Parma at the Food Awards 2020 as best packaging. La Molisana spaghettio triangolarewon the coveted prize in the Pasta and Rice category. Organized by Tespi Mediagroup, the Food Awards 2020 is a B2B award designed to emphasize companies’ commitment in the food sector, rewarding those that have distinguished themselves in the design and implementation of marketing and communication activities in 2019. Six sectors taken into consideration in total: cold cuts, cheeses, meats, pasta /rice, pastry and savory. The jury, chaired by Maura Latini, CEO of Coop Italia, consist of buyers from GD and DO, normal trade and sector operators. “Satisfied with this fine recognition, we focus on the Italian character of the supply chain, on alternative and healthy recipes, on the search for innovative forms. From the Spaghetto Quadrato onwards, our mission has been to revitalize the shelf with new ideas that make young and trendy a classic product like pasta. A 100% Italian pasta, from the raw material coming from central and southern Italy regions, to the design of the shapes and packaging that is the result of an all-Italian taste. Thus was born Trighetto.” Says Rossella Ferro, La Molisana marketing director. The award ceremony in the last few days in Parma was preceded by a meeting, in the presence for the first

time after the lockdown, of all the representatives, from the food industry to distribution, from agriculture to institutions. All together to plan a strategy for the restart of the agro-food supply chain relaunching consumption and exports made in Italy. Cibus Forum therefore offered an opportunity to meet industry operators to intercept needs and initiate a dialogue to better structure the next steps.

.it

FOOD INDUSTRY



machinery & development

food industry

Packaging & Design

FuturaPack, l’ingrediente sicuro per gli impianti robotizzati

128

FuturaPack emerge come partner specializzato dedicato al settore baby food, oltre agli storici settori del food, beverage e pet food

S

e c’è un ingrediente che di sicuro non manca alle PMI del territorio è la creatività. FuturaPack Srl, con sede ad Alseno (in provincia di Piacenza), è quel che si dice una piccola impresa a conduzione semi-familiare, che da oltre 20 anni è saldamente in sella nel mercato delle macchine automatiche di fine linea, con importanti commesse anche all’estero. Il brand dell’azienda è rinomato e apprezzato nel settore della robotica per le applicazioni uniche e innovative dedicate in special modo al mondo alimentare. FuturaPack si è già inserita con successo, “sfornando” impianti di fine linea altamente performanti, nel comparto del packaging per food, beverage, prodotti cosmetico-farmaceutici e pet food. Ora, con la più recente realizzazione automatizzata, l’azienda si propone nel settore del Baby Food e lo fa con l’implementazione di un’importante linea robotizzata completa per l’imballo di buste tipo doypack con tappo contenenti purea di frutta per l’infanzia. Vediamo nel concreto come funziona l’isola di lavoro: in primis i prodotti arrivano direttamente dalla macchina di confezionamento, su 4 file ed un sistema a visione ne determina la corretta posizione.

Ottobre | October 2020

Le buste vengono inserite da 4 robot ad alta velocità del tipo Flex-Picker nell’astuccio formato da fustella stesa. Il trasporto inclinato dell’astuccio permette di introdurre il prodotto con le teste dedicate dei robot che mantengono le buste orizzontali, riempiendo l’astuccio fino al suo margine esterno, in quanto il lato frontale dell’astuccio stesso resta aperto fino a completamento dell’imballo. Questa soluzione permette il cosiddetto “gioco 0” all’interno della scatola che si chiude quindi sul prodotto, rendendo molto stabile la fila delle buste. Una volta chiusa la parte frontale della scatola, viene richiuso anche il coperchio e la confezione viene pesata (con bilancia statica inserita all’interno della macchina di incartonamento) prima di uscire dalla linea. Da notare che FuturaPack aveva già precedentemente fornito una linea negli Stati Uniti per lo stesso prodotto

inserito in coppette, che vengono avvolte da un cluster e successivamente inserite in astucci e cartoni. Tutta la gestione del carico e scarico delle autoclavi per le coppette di purea è di fornitura FuturaPack, che fornisce impianti sia per buste sia per contenitori rigidi, dedicati al carico di vassoi e scarico degli stessi, quando i prodotti sono sterilizzati in autoclave. Questo nuovo impianto robotizzato colloca FuturaPack Srl nel mercato internazionale del baby food, per il quale questa società aveva già consegnato una linea per gli Stati Uniti, dove la purea di frutta era inserita in coppette che venivano avvolte da un cluster e poi inserite nell’astuccio, con la tecnologia sopra descritta. FuturaPack può quindi considerarsi a tutti gli effetti un partner specializzato dedicato al settore baby food, oltreché agli storici settori del food, beverage e pet food.

.it

FOOD INDUSTRY



Packaging & Design

machinery & development

food industry

FuturaPack, the right ingredient for robotized plants FuturaPack stands out as a specialized partner dedicated to the baby food sector, as well as to the historical food, beverage and pet food sectors

I

f there is an ingredient that is certainly not lacking in the SMEs of the area, it is creativity. FuturaPack Srl, based in Alseno (in the province of Piacenza, Italy), is what is said to be a small family-run business, which for over 20 years has been firmly in the saddle in the end-of-line automatic machines market, with important orders also abroad. The company’s brand is renowned and appreciated in the robotics sector for its unique and innovative applications especially dedicated to the food world. FuturaPack has already successfully entered, “cranking out” high-end end-of-line systems, in the packaging sector for food, beverage, cosmeticpharmaceutical products and pet food. Now, with this most recent automatized system, the company proposes itself in the baby food sector and does so with the implementation of an important complete robotic line for packing pouches with caps containing fruit puree for childhood. Let’s see in concrete how the system works: first of all the products come directly from the packaging machine, on 4 rows and a vision system determines the correct position. The pouches are inserted by 4 high-speed robots, of the Flex-Picker kind, in the case formed by a flat blank. The inclined transport of the cases allows to introduce the products with the dedicated heads of the robots that keep the pouches horizontal, filling the case up to its outer edge, since the front side of the case remains open until the filling is completed.

130

Ottobre | October 2020

This solution allows the so-called “game 0” inside the box, which then closes on the products, making the row of pouches very stable. Once the front of the box is closed, the lid is also closed and the package is weighed (with a static scale integrated inside the case packer) before exiting the line. Note that FuturaPack had already supplied a line in the USA for the same product in cups, that are packed in cluster and then in boxes and shipping case. All the loading and unloading management of the autoclaves for the puree cups is supplied by FuturaPack, which supplies systems for both flexible and rigid packaging, dedicated to the loading of trays and unloading of the same, when the products are sterilized in autoclave.

This new robotic plant places FuturaPack Srl in the international baby food market, for which this company had already delivered a line to the United States, where the fruit puree was inserted into cups that were wrapped in a cluster and then inserted into the case, with the technology described above. FuturaPack can therefore be considered in all respects a specialized partner dedicated to the baby food sector, as well as to the historical food, beverage and pet food sectors.

.it

FOOD INDUSTRY



about Fairs

food industry

Cambio al vertice di interpack Packaging & Design

Ampio pacchetto di misure igieniche per la stagione fieristica 2021

D

a inizio settembre Thomas Dohse (50 anni) in qualità di Project Director è il nuovo direttore dell’interpack. Subentra a Bernd Jablonowski, promosso Executive Director nella Direzione di Messe Düsseldorf. Dohse vanta un’ottima rete di contatti nel settore globale degli imballaggi e nell’industria di processo affine. Opera nel team interpack presso Messe Düsseldorf ormai dal 2005 e in qualità di Deputy Director è stato responsabile, sul piano operativo, già di interpack 2017. In tutto questo tempo Dohse, padre di tre figli, ha seguito molti temi rilevanti dell’interpack, come ad esempio SAVE FOOD o le mostre speciali targate “innovationparc”. Tematiche trattate ormai con successo anche nelle manifestazioni internazionali organizzate nell’ambito di interpack alliance, che in futuro faranno capo a Dohse. La prossima edizione di interpack a Düsseldorf, originariamente prevista a maggio 2020, a causa della pandemia di coronavirus è stata rimandata al prossimo anno. Si svolgerà dal 25 febbraio

al 3 marzo 2021 e continua a registrare il tutto esaurito. Messe Düsseldorf fa affidamento su un ampio pacchetto di misure igieniche per proteggere visitatori ed espositori. “interpack è la principale fiera nel settore internazionale degli imballaggi e soprattutto in tempi di crisi rappresenta un importante volano per un futuro di successo delle imprese partecipanti. Facciamo quindi il possibile per far fronte a questa responsabilità e, allo stesso tempo, garantire la migliore tutela possibile della salute delle persone presenti nell’area fieristica”, sottolinea Thomas Dohse. All’insegna del motto “PROTaction – Back to Business” il pacchetto di misure igieniche si sta già dimostrando valido attualmente nell’ambito del Caravan Salon, la prima fiera organizzata nel quartiere fieristico di Düsseldorf dopo la pausa imposta dal coronavirus. Oltre alla prevendita esclusivamente online di biglietti personalizzati, il pacchetto prevede numerose misure igieniche attuate in loco. Per i dettagli consultare il sito www.interpack.com.

A change of leadership at interpack

Comprehensive hygiene plan for the 2021 trade fair

T

homas Dohse (50) has been the new leader of interpack in his capacity as Project Director since the start of September. He follows Bernd Jablonowski, who rose to the Managing Board of Messe Düsseldorf as an Executive Director. Dohse has woven an excellent web of connections within the global packaging industry and the related process industry. He has been part of the interpack team at Messe Düsseldorf since 2005 and led interpack 2017 on an operative level as Deputy Director. During this period, the father of three supported many formative themes for interpack, such as SAVE FOOD and the special shows under the innovationparc label. These are now also successful at the international events within the scope of the interpack alliance, which will also be led by Dohse in the future. The upcoming interpack in Düsseldorf was postponed from its original date in May 2020 to the following year, due to the Corona pandemic. It will now take place from 25 February to 3 March 2021 and continues to be fully booked. Messe Düsseldorf relies on a comprehensive hygiene concept in order to protect exhibitors and visitors. “interpack is the most important event in the international packaging industry and, especially in times of crisis, provides crucial stimuli in order to build

132

Ottobre | October 2020

a successful future for the companies involved. Therefore, we give our all in order to do justice to this responsibility and simultaneously guarantee the best possible protection of the health of the people coming to our trade fair centre”, emphasises Thomas Dohse. The hygiene plan has already proved that it lives up to its motto: “PROTaction - Back to Business” with Caravan Salon, the first trade fair at the Düsseldorf trade fair centre after the Corona break. After selling personalised tickets exclusively online before the trade fair, extensive hygiene measures shaped implementation of the concept on-site. Those interested can find details on www.interpack.com.

.it

FOOD INDUSTRY



machinery & development

food industry

Packaging & Design

Film termolaminato flessibile all PE – riciclabilità al 100% ITP ha messo a punto due film per il confezionamento di prodotti freschi, uno autoadesivo e l’altro rigido, due polietileni per un riciclo al 100%

I

TP ha messo a punto due film per il confezionamento di prodotti freschi, da accoppiare senza l’utilizzo di colle. I due film, di cui uno autoadesivo e l’altro rigido, sono due polietileni, per un riciclo al 100%. Tecnologia La tecnologia evoluta di ITP consente al converter di utilizzare la sola azione della temperatura e della pressione, per “incollare” il PE saldante, autoadesivo e a diretto contatto con l’alimento, con il PE esterno

alla confezione, rigido e resistente termicamente. La termolaminazione è un sistema di laminazione senza solventi e senza prodotti chimici, eppure in grado di saldare i due film in modo esteticamente ben presentabile. Proprietà e caratteristiche La struttura è adatta alla realizzazione di stand-up pouches, bags, top vaschette. Viene normalmente prodotta in versione non barriera così come ad alta barriera, con contenuto di EVOH <5%, per un riciclo ottimale. Disponibile inoltre, alternativamente ad una saldatura di tipo lock-up, anche una versione pelabile con apertura facilitata. La possibilità di stampa aumenta l’efficacia di qualsiasi azione di marketing. Circolarità dell’imballaggio ITP ha sperimentato concretamente, sulla sua linea pilota, prove di riciclo. A differenza degli imballi tradi-

zionali, il riciclo meccanico del film termolaminato, quindi senza colla, consente di ottenere un granulo particolarmente puro e di colore bianco, molto simile al granulo vergine. Conseguentemente, la sua riestrusione permette di ottenere un film trasparente e di buona qualità. Eliminando totalmente il rischio di formazione di ammine aromatiche, il consumatore beneficerà di una maggiore sicurezza alimentare. La sostenibilità del packaging termolaminato è valutata anche in termini di impatto ambientale: i solventi e i prodotti chimici (adesivi) normalmente utilizzati sono stati eliminati. In ultimo, l’eliminazione dei componenti chimici e del tempo normalmente necessario per la reticolazione della colla dopo la fase di accoppiamento, consente un sensibile risparmio economico, oltre che di tempi di consegna.

Flexible thermal-laminated PE film - 100% recyclable ITP has developed two films for the packaging of fresh foodstuffs, one is “self-adhesive” and the other is rigid, two polyethylenes for a 100% recycling

I

TP has developed two films for the packaging of fresh foodstuffs, to be laminated without the use of glues. The two films, one of which is “self-adhesive” and the other one is rigid, are two polyethylenes, for a 100% recycling. Technology The advanced technology of ITP Spa allows the converter to use only the action of temperature and pressure, to laminate the self-adhesive sealable PE, in direct contact with the food, to the outer PE, rigid and thermally resistant. Thermal lamination is a lamination system without solvents and without chemicals, yet capable of effectively and efficiently “sticking” the two films for an aesthetically good packaging. Properties The structure is suitable for making stand-up pouches, bags, top trays. It is normally produced both

134

Ottobre | October 2020

in a non-barrier version and in a high barrier version, with an EVOH content <5%, for optimal recycling. Also available, alternatively to a lock-up sealing, a peelable version with easy opening. The possibility of printing it increases its marketing efficaciousness. Packaging circularity ITP has concretely experimented, on its pilot line, recycling tests: Unlike traditional packaging, the mechanical recycling of the thermal-laminated film, which is made without glue, allows to obtain a particularly pure and white granules, very similar to the virgin one. As a consequence, its re-extrusion makes it possible to get a transparent and good quality film. In addition, by totally eliminating the risk of aromatic amines, the consumer will benefit from greater food safety. The sustainability of the thermal-laminated packaging is also evaluated in terms of environmental impact: solvents and chemical products (adhesives) normally used have been eliminated. Finally, the lack of the chemical components and of the time normally needed for the cross-linking of the glue after the laminating phase, allow a significant economic saving, as well as a reduction in delivery times.

.it

FOOD INDUSTRY


Pad.10 stand B68


marketing & strategy

food industry

Packaging & Design

La carta da imballaggio con barriera integrata incontra il produttore di macchine

136

Un fronte comune per un apporto più sostenibile: Sappi e Rovema hanno suggellato una solida collaborazione con il primo progetto di cooperazione

L

’industria dell’imballaggio è animata dallo sviluppo di catene di creazione del valore sostenibili e da processi di imballaggio che consentano di risparmiare risorse. Nel corso di questo processo, il produttore di macchine Rovema e il produttore di carte speciali Sappi, due pionieri riconosciuti a livello internazionale nel campo della “sostenibilità”, hanno unito le loro forze in una partnership strategica. Le due aziende stanno ora coronando le loro precedenti prestazioni di sviluppo congiunto con il primo progetto realizzato con successo per un noto produttore di cereali, che ha convertito la propria produzione completamente automatica in buste stand-up a barriera a base di carta. • Soluzioni di imballaggio con barriera a base di carta • Elevata precisione nell’interazione tra materiale e macchina • Riduzione al minimo della perdita di prestazioni durante il cambio di materiale. Sappi è un fornitore leader di prodotti e soluzioni sostenibili in fibra di legno. Sappi ha attirato l’attenzione

Ottobre | October 2020

di Rovema grazie soprattutto alle sue conoscenze nel campo dell’imballaggio e delle carte speciali termosaldabili con proprietà di barriera integrate. Proprio come Sappi, il produttore di macchine per il confezionamento di Fernwald (Germania) si sta impegnando nell’ambito della sua consolidata missione per uno sviluppo continuo come “Azienda sostenibile”. Oltre all’approccio di ottimizzazione della tecnologia delle macchine esistenti, ad esempio rispetto alla durata di vita delle parti soggette ad usura e alla gestione complessiva del riciclaggio, Rovema presta particolare attenzione alla possibilità di cambiamento dei materiali di imballaggio: riduzione dei film plastici e passaggio a soluzioni basate maggiormente sulla carta e sulle materie plastiche riciclabili. Sappi ha convinto grazie all’eccezionale qualità dei suoi prodotti, alla propria consulenza, ed assortimento ed alle eccellenti proprietà delle sue carte con barriera. Dal 2018, le due aziende lavorano insieme come partner di cooperazione e sviluppano comuni soluzioni di imballaggio integrate quale pacchetto completo per i clienti che vogliono posizionarsi sul mercato in modo sostenibile, con una spinta marcata verso il futuro. Materiali da imballaggio a base di carta nel processo di confezionamento “Ci sono solo pochi produttori di carta in grado di combinare così abilmente le proprietà decisive come le funzioni di barriera e la capacità di termosaldatura”, afferma Peter Lökös, vicepresidente Vendite di Rovema GmbH, a proposito dell’avvio della collaborazione con Sappi. “Ci è stato chiaro fin dall’inizio che avremmo potuto trarre il massimo profitto dallo sviluppo dei progetti dei nostri clienti collaborando direttamente con Sappi. Il vasto knowhow dell’esperto di carta speciale ci ha poi portato anche a fare un decisivo passo avanti”. A differenza delle buste stand-up e delle buste piatte in materiali compositi, ad esempio, le alternative più sostenibili basate sulla carta devono essere gestite con molta più attenzione nel processo di produzione. In un processo di imballaggio automatizzato, ad esempio, la carta tollera solo un trasferimento di tensione ridotto e può strapparsi più facilmente. Anche durante il riempimento, di norma, si deve prestare molta più attenzione alla resistenza alla perforazione della carta utilizzata. René Köhler, Head of New Business Development Packaging Solutions, Division Innovation & Sustainability di Sappi, sa quanto sia importante una precisa indagine e analisi della domanda per la selezione delle qualità di carta adatte: “Non è

necessario utilizzare carta ad alta barriera come Sappi Guard OHG, a patto che anche una variante sufficiente come Sappi Guard Nature MS sia in grado di fornire una protezione e una funzione ottimali in base ai prerequisiti richiesti dal cliente. Per raggiungere i massimi standard, la conoscenza dettagliata dei requisiti del prodotto da un lato e delle proprietà specifiche delle diverse carte dall’altro è di grande importanza per la scelta finale del materiale corretto da usare”. La precisione delle prestazioni fa la differenza Per un utilizzo vincente dei materiali di imballaggio ecologici è necessaria anche un’elevata precisione nello svolgimento dei movimenti complessivi della macchina – un punto di forza specifico di Rovema. Rispetto alla concorrenza, il costruttore di macchine si affida ad una tecnologia di trasporto e di sigillatura completamente controllata da un servomotore. Inoltre, tutti i passaggi – dalla formatura alla chiusura delle buste – sono perfettamente sincronizzati fino al più piccolo dettaglio, per ridurre al minimo lo stress sul materiale di imballaggio. Partner forti per i clienti Grazie a questa concentrazione di competenze e alla collaborazione integrata di entrambi i partner, con il passaggio al materiale da imballaggio cartaceo nel progetto pilota è stato possibile ridurre le comuni perdite di prestazioni di oltre il 30 percento al solo 10-15 percento. Altri due progetti applicativi sono già in fase di test o sono già stati avviati. Le due aziende ritengono anche di essere ben posizionate per implementare con successo le soluzioni di imballaggio a base carta per le future esigenze dei clienti. L’attenzione si concentrerà sull’implementazione di applicazioni ad alta produttività nel settore dei dolciumi e degli snack. Entrambi i partner presenteranno presto i primi risultati. A proposito di Rovema: Con la passione e l’esperienza di oltre 60 anni, ROVEMA GmbH sviluppa e costruisce macchine e sistemi di imballaggio che soddisfano le complesse esigenze della moderna economica circolare. ROVEMA pensa in modo olistico e considera fin dall’inizio nei progetti l’ambiente, il mercato, il prodotto e l’imballaggio. Ciò consente lo sviluppo di macchine per il confezionamento efficienti e sostenibili con un’elevata disponibilità. Una soluzione sostenibile che corrisponda alle caratteristiche del prodotto da confezionare e alle sue esigenze in termini di logistica, materiale di imballaggio, durata di conservazione ed efficienza energetica è una priorità assoluta per ROVEMA. Un concetto vincente – ROVEMA ha già consegnato più di 30.000 macchine e sistemi in tutto il mondo e impiega più di 600 persone. Nel 2019 ROVEMA ha realizzato un fatturato di circa 100 milioni di euro.

.it

FOOD INDUSTRY


food industry

marketing & strategy

Barrier packaging paper meets machine manufacturer Working together for increased sustainability: Sappi and Rovema seal partnership with their first collaborative project

O

ne of the key concerns of the packaging industry is the development of sustainable value chains and environmentally friendly packaging processes. With this in mind, the machine manufacturer Rovema and the specialist paper manufacturer Sappi, two international leaders when it comes to sustainability, have entered into a strategic partnership. The two companies now cap their previous development work with the first successfully completed project for a well-known cereal manufacturer that switched its fully automated production to paper-based, sealable barrier pouches. • Paper-based barrier packaging solutions • High precision in the interaction between material and machine • Minimized loss of performance during material changeover Sappi is a leading provider of sustainable wood fibre products and material solutions. Rovema was particularly impressed by Sappi’s expertise in packaging and special papers with integrated barrier properties and sealability. Like Sappi, the packaging machine manufacturer from Fernwald, Germany, strives for continuous development as a

.it

FOOD INDUSTRY

‘sustainable company’ as part of its firmly established mission statement. In addition to its approach of optimizing existing machine technology, such as the service life of wear parts and general recycling management, Rovema pays special attention to the idea of transitioning packaging materials. This involves reducing the use of plastic film and moving towards paper-based solutions and recyclable plastic materials. The exceptional quality of Sappi’s products, its consultation service, portfolio and the outstanding properties of its barrier papers shone through. The two companies have been in partnership since 2018 and have developed integrated packaging solutions as a complete package for customers that are looking to prepare for the future and establish a strong foothold in the market. Paper-based packaging materials in the packaging process ‘There are not many paper manufacturers that can combine key properties such as barrier functions and sealability,’ says Peter Lökös, Vice President Sales at Rovema GmbH, in relation to the new cooperation between his company and Sappi. ‘It was clear to us from the very beginning that we would stand to benefit

substantially from developing our customer projects in direct cooperation with Sappi. The considerable knowledge and experience of the specialist paper experts enabled us to take a big step forward.’ This is because, unlike in the case of pouches and flat bags made from composite materials, as the more sustainable, paper-based alternatives need to be handled with far more care during the production process. In automated packaging processes, for example, paper tolerates only a small amount of tension transfer and tears more easily. The perforation resistance of the paper used also needs to be taken into account much more during filling. René Köhler, Head of New Business Development Packaging Solutions, Division Innovation & Sustainability at Sappi, understands how important it is to have a precise understanding and analysis of the application demand, in order to choose the right paper qualities. ‘There is no need to use a highbarrier paper such as Sappi Guard OHG if a lower version such as Sappi Guard Nature MS can offer the necessary protection and functionality. To achieve top-class results, detailed knowledge of the product requirements on the one hand and the specific properties of the different papers on the other hand is very important for ultimately making the choice of packaging material.’

Ottobre | October 2020

137


marketing & strategy

food industry

Packaging & Design

losses of 30 per cent or more when switching to a paper-based packaging material were reduced to just 10 to 15 per cent in the pilot project. Two further application projects are already in the development stage. The two companies are also well positioned to successfully implement paper-based packaging solutions for future customer demands. The focus will be on implementation for high-throughput applications in the area of confectionery and snacks. The two partners will present the initial results soon.

Peter Lökös, Vice President Sales Rovema GmbH

Performance precision makes the difference High precision in the overall movement sequence of the equipment is also required to ensure successful use of environmentally friendly packaging materials – something which is a unique selling point of Rovuma. In contrast to its competitors, the machine manufacturer relies on completely servo motor-

René Köhler, Head of New Business Development Packaging Solutions, Division Innovation & Sustainability Sappi

driven conveying and sealing technology. In addition, all steps from forming to sealing the pouches are perfectly synchronized down to the finest detail to minimize the stress on the packaging material. Strong partners for customers Thanks to this collective expertise and integrated cooperation of both partners, the typical performance

ALL4PACK 2022

ALL4PACK 2022

Comexposium Group, organizzatore di ALL4PACK, annuncia lo spostamento della fiera dal 2020 a novembre 2022 per essere all’altezza delle aspettative

D

all’inizio della pandemia di Covid-19, tutto il team ALL4PACK è stato fortemente mobilitato per sostenere le aziende per dare loro questo tanto atteso trampolino di lancio per la ripresa economica. Per consentire lo svolgimento di ALL4PACK durante la pandemia sono state messe in campo molte iniziative per garantire non solo la sicurezza individuale ma anche collettiva, la qualità del dialogo e il dibattito sulle sfide future del packaging. Tuttavia, tenendo conto dell’attuale tendenza della sicurezza pubblica e più in generale dello sviluppo della crisi coronavirus e delle sue conseguenze, e considerando che molte aziende hanno nuovamente introdotto le restrizioni sui viaggi, ALL4PACK è stato riprogrammato per novembre 2022. Nonostante questa crisi, ALL4PACK continuerà a svolgere il suo ruolo di fonte di ispirazione per il futuro attraverso analisi e approfondimenti di innovazioni e regolamenti, e anche come facilitatore. “Rimanendo fedeli alla nostra missione, la nostra intenzione è quella di rimanere in contatto con la professione e sostenere la ripresa degli affari, e la trasformazione degli operatori del mercato dell’imballaggio e dell’intralogistica. Ad ogni edizione, decifrando il mercato e le tendenze nel settore packaging, ci siamo continuamente reinventati nel corso dei 70 anni di esistenza della fiera. In questo tempo così eccezionale, l’agilità è essenziale. Vogliamo mantenere la nostra promessa di sostenere la ripresa economica dell’industria. Pertanto, offriremo nuovi incontri ed eventi a partire da novembre 2020, basandoci delle principali sfide del contesto normativo attuale e futuro, delle tendenze e delle innovazioni che stanno plasmando il futuro dell’industria del confezionamento”, spiega Olivia Milan, Direttore di ALL4PACK. Parallelamente, il team sta iniziando anche i preparativi per un ALL4PACK 2022 rinnovato ed efficace. www.all4pack.com

138

Ottobre | October 2020

About Rovema: ROVEMA GmbH has been developing and building packaging machines and systems that meet the complex demands of the modern circular economy for over 60 years. ROVEMA adopts a holistic approach and takes the environment, market, product and packaging in projects into account from the very beginning. This enables the development of efficient, future-proof packaging machines with high availability. The top priority for ROVEMA is a sustainable solution that meets the needs of the product being packaged as well as the requirements in terms of logistics, packaging materials, shelf life and energy efficiency. A blueprint for success – ROVEMA has supplied more than 30,000 machines and systems worldwide and employs over 600 people. ROVEMA achieved a turnover of around 100 million in 2019.

Comexposium Group, the organiser of the trade show ALL4PACK, announces the postponement to 2022 of its 2020 edition, to keep up to expectations

S

ince the outbreak of the Covid-19 pandemic, everyone in the ALL4PACK team has remained strongly mobilised to support companies and provide them with this much-awaited springboard for economic recovery. To enable such an international event to be held during a period of pandemic, a great many initiatives were planned to guarantee not only individual and collective safety but also the quality of business dialogue and discussions surrounding the challenges that lie ahead for packaging. However, in view of the current public health trend and more broadly the development of the coronavirus crisis and its consequences and given that many companies have begun to reintroduce travel restrictions, ALL4PACK has been rescheduled to November 2022. Despite this underlying crisis, ALL4PACK will continue to fulfil its role as a source of inspiration for the future through its analysis and insight into innovations and regulations, and as a business facilitator. “Remaining true to our mission, our intention is to remain in contact with the profession and support the business recovery and transformation of packaging and intralogistics market players. At each edition, we decipher the market and the trends in the packaging sector, and we have continually reinvented ourselves throughout the 70 years of the show’s existence. During these quite exceptional times, agility is essential. We are keen to keep our promise to support economic recovery in the industry. As such, we will offer new meetings and events from November 2020 onwards, based on the major challenges of the current and future regulatory environment, trends and innovations that are shaping the future of the packaging industry,” explains Olivia Milan, Director of ALL4PACK. In parallel, the team is beginning to make preparations for a renewed and effective ALL4PACK 2022. www.all4pack.com

.it

FOOD INDUSTRY



machinery & development

food industry

Gestire l’etichettatura con LABELPACK LABELPACK ha sviluppato un’ampia gamma di sistemi di etichettatura in grado di applicare una o più etichette sulla confezione, gestendo anche la stampa in linea dei dati variabili e codici a barre

I

Packaging & Design

l confezionamento dei prodotti alimentari in vaschette termoformate e confezioni flow-pack o sacchetti è da tempo una condizione consolidata per poter mantenere l’integrità dei prodotti dalla produzione al consumatore. Sulle confezioni vengono riportate tutte le informazioni relative alla identificazione dei prodotti, quali: denominazione del prodotto, ingredienti, termine di conservazione, scadenza, caratteristiche nutrizionali, paese di origine ed altre informazioni a norma di legge. Queste informazioni possono essere prestampate sulla confezione stessa oppure gestite con l’applicazione di una o più etichette autoadesive con il vantaggio di consentire una alta flessibilità anche grazie alla possibilità di stampare i dati variabili in linea. Per affrontare le problematiche di etichettatura, identificazione e tracciabilità, LABELPACK ha sviluppato un’ampia gamma di sistemi di etichettatura in grado di applicare una o più etichette sulla confezione, gestendo anche la stampa in linea dei dati variabili e codici a barre.

La soluzione al top di gamma è realizzata con i sistemi della serie MODULAR costruiti sulla base di una struttura “open frame” in acciaio inox su cui vengono integrati i vari moduli di etichettatura della serie LABELX per l’applicazione sul lato superiore e inferiore delle confezioni che contengono i prodotti. Il sistema è dotato di una elettronica di controllo posizionata in un quadro di controllo pensile dove è alloggiato il PLC e l’interfaccia operatore Touch Screen; le velocità di funzionamento sono tutte sincronizzate elettronicamente e tutte le regolazioni sono dotate di indicatori numerici per facilitare il cambio formato ed il conseguente riposizionamento alla precedente posizione. I sistemi MODULAR possono integrare diversi sistemi di trasporto prodotto, realizzati in funzione delle caratteristiche dimensionali, del peso e della forma della confezione da etichettare, questi sistemi di trasporto sono integrati in posizione “balconata” permettendo una facile pulizia dell’area sottostante la macchina stessa. I sistemi di etichettatura della serie MODULAR sono dotati di interfaccia per gestione assistenza tecnica da remoto. Per le applicazione entry level, sono disponibili i sistemi della serie COMPACT, realizzati anch’essi con strutture in acciaio inox e dotati dei moduli di etichettatura della serie LABELX JR che permettono di avere soluzioni estremamente funzionali ad un prezzo molto competitivo.

To manage labelling with LABELPACK LABELPACK has developed a comprehensive line of labelling systems that not only apply one or more labels on a package, but they also manage inline print of variable data and barcodes

F

ood packaging in thermoformed trays, flow-pack packages and bags long been a well-established solution to preserve product goodness from production to consumer. The packages are provided with all information on product identification, such as: product name, ingredients, expiry date, preservation terms, nutritional properties, country of origin, and other information as set by the law. All this information can be pre-printed on the package or managed by applying one or more self-adhesive labels, thus offering high flexibility also thanks to the possibility of printing in line variable data. To solve the labelling, identification and traceability problems, LABELPACK has developed a comprehensive line of labelling systems that not only apply one or more labels on a package, but they also manage inline print of variable data and barcodes. The top-of-the-range solution consists of MODULAR systems built around a stainless steel “open frame” structure where various LABELX® labelling modules are integrated as to apply labels on the upper and lower part of the trays. The system is provided with electronic control with PLC and Touch Screen operator panel; electronic synchronization of the speeds and fast regulation with numerical indicator facilitate the change of format and the following ripositioning to the previous position. The MODULAR systems can integrate various product transport systems built upon size, weight and shape of the container to label. These systems are assembled in a “balcony” structure for easy cleaning of the area under the machine and to avoid that possible leakage of liquids or products would reach parts difficult to be cleaned and sanitized. The MODULAR labelling systems are equipped with interface for remote technical assistance. COMPACT is the “entry level” series in stainless steel equipped with LABELX JR labelling machines, for highly functional and definitely competitive solutions.

140

Ottobre | October 2020

.it

FOOD INDUSTRY



marketing & strategy

food industry

Sembra plastica ma non lo è Packaging & Design

Arriva la nuova confezione del latte Mukki, la più ecologica possibile, realizzata interamente con materie prime da fonti rinnovabili

A

bbattere del 67% l’emissione di anidride carbonica in atmosfera, questo il risultato che Mukki ottiene grazie alla nuova confezione per il latte, quella a minor impatto ambientale (solo 19g CO2-eq per litro), con la quale rilancia il suo impegno sul fronte della sostenibilità. La nuova confezione prodotta da risorse rinnovabili è riciclabile e costituita da appena due materiali: carta e polimeri di origine vegetale provenienti al 100% dalla canna da zucchero. La vera novità sono proprio i polimeri di origine vegetale, che hanno lo stesso aspetto e la stessa funzionalità della plastica tradizionale, ma sono ecologicamente sostenibili.

142

Ottobre | October 2020

In pratica, nella sua interezza il nuovo pack è realizzato dall’unione di fogli sottilissimi di polimeri di origine vegetale e carta; il tappo a vite, invece, è realizzato soltanto con materiale di origine vegetale derivato dalla canna da zucchero. Tetra Pak mette a disposizione la nuova confezione con il minore impatto ambientale possibile: la carta proviene da foreste a gestione responsabile e sostenibile, mentre la canna da zucchero da cui si ottengono i nuovi polimeri proviene da coltivazioni certificate del Brasile dove l’intero ciclo produttivo è ecosostenibile. Questa è la novità più facilmente visibile dai consumatori, ma ce ne sono altre. Per il trasporto del latte ai punti vendita, Mukki utilizza un nuovo imballo in cartone da dieci confezioni, che riduce del 23% l’utilizzo annuo della plastica in azienda. È il latte Selezione Mugello il primo ad avere la nuova confezione, in linea con le caratteristiche che lo contraddistinguono come il “latte amico dell’ambiente”. Il latte Mugello, infatti, è quello che rappresenta l’eccellenza sia per qualità che per sostenibilità ambientale della filiera produttiva. Il percorso per la riduzione dell’impatto ambientale proseguirà nei prossimi mesi coinvolgendo le altre tipologie di latte e prodotti Mukki. I polimeri a base vegetale ottenuti da canna da zucchero. Lontane dalla Foresta Amazzonica ed estese solo sull’uno percento della superficie brasiliana dedicata all’agricoltura, le piantagioni della canna da zucchero hanno un’irrigazione naturale, catturano CO2,

producono essenzialmente zucchero alimentare ed etanolo. Gli scarti di produzione sono due: una polpa vegetale usata come biocarburante, in grado di alimentare intere città; un liquido ricco di nutrienti, irrorato sulle coltivazioni della stagione successiva come fertilizzante naturale. La plastica di origine vegetale ha le stesse qualità di quella tradizionale: è durevole, protettiva e riciclabile. Per produrla però i risparmi sono notevoli: 200mila tonnellate di polimeri ottenuti da canna da zucchero comportano la riduzione annuale di 800mila tonnellate di CO2 nell’atmosfera, l’equivalente delle emissioni annuali di 800mila automobili. Mukki è un’azienda a risorse rinnovabili · dal 2008 Mukki ha ottenuto la Certificazione Ambientale che assicura che tutte le attività produttive si svolgono nel pieno rispetto dell’ambiente e in conformità con le normative · nel 2015 il latte Selezione Mugello ha ottenuto la Dichiarazione Ambientale di Prodotto · è attualmente in corso l’analisi di Carbon Footprint di Organizzazione Mukki - Centrale del Latte d’Italia S.p.A. (oggi parte del Gruppo Newlat Food) è leader in Toscana con una quota di mercato che supera il 42%. È un’azienda efficiente, orientata all’eccellenza del prodotto, che opera in forte legame con il territorio circostante, adottando e promuovendo comportamenti etici verso tutti i propri referenti. Con 159 dipendenti, 7000 punti vendita serviti in Toscana e 68 stalle conferenti (di cui 55 toscane e le restanti extra regione) nel 2019 ha chiuso il bilancio di Business Unit con un fatturato pari a 82.9 milioni di euro. Conta 37mila metri quadrati di stabilimento, di cui 3.500 di cella frigorifera, tratta oltre 60 milioni di litri di latte all’anno ed esegue più di 500 mila analisi l’anno sul prodotto.

.it

FOOD INDUSTRY


food industry

marketing & strategy

It seems plastic but it is not The new Mukki milk packaging is here, the most ecological possible, made entirely with raw materials from renewable sources

R

educing the emission of carbon dioxide in the atmosphere by 67%, this is the result that Mukki achieves thanks to the new milk packaging, the one with the lowest environmental impact (only 19g CO2-eq per liter), with which it relaunches its commitment to front of sustainability. The new packaging produced from renewable resources is recyclable and consists of just two materials: paper and plant-based polymers from 100% sugar cane.

.it

FOOD INDUSTRY

The vegetable origin polymers, which have the same appearance and the same functionality as traditional plastic, are ecologically sustainable and this is the real novelty. So, the new pack is made from the combination of very thin sheets of polymers of vegetable origin and paper; on the other hand, the screw cap, is made only with material of plant origin derived from sugar cane. Tetra Pak offers the new packaging with the lowest environmental impact possible: the paper

comes from responsibly managed and sustainable forests, while the sugar cane from which the new polymers are obtained comes from certified crops in Brazil where the entire production cycle it is eco-sustainable. This is the most easily visible novelty for consumers, but there are many more. For the transport of milk, Mukki uses a new ten-pack cardboard packaging, which reduces the annual use of plastic in the company by 23%. The Mugello Selection milk is the first to have the new packaging, in line with the characteristics that distinguish it as “environmentally friendly milk”. Mugello milk, in fact, is what represents excellence in both quality and environmental sustainability of the production chain. The path to reduce the environmental impact will continue in the coming months, involving the others types of milk and Mukki products. Plant-based polymers obtained from sugar cane Far from the Amazon rainforest and covering only one percent of the Brazilian area dedicated to agriculture, the sugar cane plantations have natural irrigation, capture CO2, and essentially produce food sugar and ethanol. There are two production waste: a vegetable pulp used as a biofuel, capable of suppling entire cities; a liquid rich in nutrients, sprayed on the crops of the following season as a natural fertilizer. Plant-based plastic has the same qualities as traditional plastic: it is durable, protective and recyclable. To produce it, however, the environmental impact reduction is considerable: 200 thousand tons of polymers obtained from sugar cane lead to an annual reduction of 800 thousand tons of CO2 in the atmosphere, the equivalent of the annual emissions of 800 thousand cars. Mukki is a renewable resource company • Since 2008 Mukki has obtained the Environmental Certification which guarantee that all its production activities are carried out in full respect of the environment and in compliance with the regulations • In 2015 the Mugello Selection milk obtained the Environmental Product Declaration • The analysis of the Organization’s Carbon Footprint is currently underway Mukki - Centrale del Latte d’Italia S.p.A. (now part of the Newlat Food Group) is the leader in Tuscany with a market share that exceeds 42%. It is an efficient company, oriented towards product excellence, which operates in strong ties with the surrounding area, adopting and promoting ethical behavior towards all its contacts. With 159 employees, 7,000 points of sale served in Tuscany and 68 contributing stables (of which 55 from Tuscany and the rest outside the region) in 2019 it closed the Business Unit balance sheet with a turnover of 82.9 million euros. It has 37,000 square meters of plant, 3,500 of which are refrigerated, processes over 60 million liters of milk per year and analyzes more than 500,000 product a year.

Ottobre | October 2020

143


machinery & development

food industry

Packaging & Design

Confezionatrici Dolzan per la qualità totale

Esperienza e continuo aggiornamento tecnologico permettono a Dolzan Impianti di concretizzare i progetti e dare vita a impianti versatili, affidabili e di facile gestione

D

olzan Impianti Srl, presente nel campo del confezionamento dal 1962, deve il proprio successo alla lunga esperienza accumulata nel settore e al continuo aggiornamento tecnologico teso a fornire ai propri clienti le migliori soluzioni disponibili sul mercato. I risultati di questo impegno, che dura quasi 60 anni, si concretizzano in una vasta gamma di impianti di confezionamento versatili, affidabili e di facile gestione. Dolzan Impianti è cresciuta con i suoi clienti e con determinazione ha creato basi solide per il futuro. Progettate in modo razionale ed essenziale, adatte ai settori alimentare food e non food, farmaceutico, dolciario, chimico, meccanico, ecc., le confezionatrici verticali Dolzan rappresentano la soluzione ideale per confezionare prodotti alla rinfusa, siano essi granulari, polverosi o liquidi, partendo da bobina a foglia piana. Le linee di confezionamento verticale Dolzan vengono completate con diversi sistemi di dosaggio: sistemi di dosaggio con bilance elettroniche, volumetrici a tazze o a coclea e dosatori per liquidi, con la possibilità di abbinare due dosatori nella stessa confezionatrice. Sono disponibili per il confezionamento in busta piatta, a fondo piatto e soffietto, con fustella, clip, doystyle e sottovuoto. Le confezionatrici Dolzan possono essere completate

da una vasta gamma di accessori: elevatori a tazze per prodotti granulari, caricamenti a coclea per le polveri, nastri sincronizzati per prodotti a conteggio, stampatori e molto altro. Una menzione particolare riguarda il sistema di iniezione di azoto, la quale permette di prolungare la “shelf life” del prodotto; il dispositivo agisce sulla composizione di aria all’interno della busta, riducendo la percentuale di ossigeno che troviamo in essa e sostituendola in azoto. La vasta gamma di combinazioni e personalizzazioni che può offrire permette di soddisfare le richieste più varie non solo riguardo la tipologia di prodotto, ma anche la forma e la dimensione della busta che si desidera ottenere. Le confezionatrici Dolzan vengono create da un team esperto che si pone come obiettivo quello di fornire un prodotto con alte prestazioni. Il Made in Italy trova la sua espressione in un prodotto di alta gamma che risponde alle necessità dei clienti più esigenti. È attivo un servizio di customer care che permette al cliente di essere sempre in contatto diretto con i tecnici specializzati Dolzan Impianti, di poter chiedere informazioni e risolvere problemi in tempo reale. L’assistenza al cliente continua anche presso l’utilizzatore con interventi tempestivi da parte dei tecnici aziendali.

Dolzan packaging machines for the highest quality Experience and continuous technical development enable Dolzan Impianti to shape project into versatile, reliable and user-friendly plants

D

olzan Impianti Srl, which has been working in the packaging field since 1962, owes its success to the long experience in the sector and the continuous technical refinement aiming at providing its clients with the best solutions available on the market. The results of this passion, lasting for nearly 60 years, take shape in a wide range of packaging machines whose main characteristics are versatility, reliability and user-friendliness. Dolzan Impianti has grown with its clients and created solid grounds with the great determination for a promising future. Designed in a rational and essential way, suitable for the food, pharmaceutical, pet food, confectionary,

144

Ottobre | October 2020

chemical, mechanical industries and others, Dolzan vertical packaging machines represent the best way to pack any type of product in bulk, be it granular, powdery or liquid, starting from flat foil reel. They can handle any thermoplastic or polyethylene film, thermo sealable film or polypropylene and complex material. Packaging lines with electronic weighers (linear and multihead weighers), volumetric dosers (volumetric cups or auger filler), with the possibility of combining two different dosers on the same machine, are available for packing into pillow pack, flat bottomed bags, gusseted bags, bags with handle, clip, doystyle bag and bags with vacuum. Dolzan packaging machines can be equipped with a range of accessories: bucket elevators for granular products, screw feeding systems for powders, synchronized elevators for counted products, printers, rotating collection tables and many more. Important equipment is a nitrogen injection system that allows

extending the product shelf life; the device acts on the air composition inside the bag, reducing the oxygen percentage replacing it with nitrogen. The wide range of packaging machines and dosers Dolzan Impianti can offer allows satisfying different demands in terms of product, bag shape and dimension. Dolzan packaging machines are created by a qualified team whose aim is providing a highly performing product. Its Made in Italy finds its expression in a high-quality product suitable for the needs of the most demanding customers. Dolzan Impianti customer-care service gives its clients direct access to its specialized technicians in order to ask for information and solve problems in real time. Client care continues a tour customer site with timely and effective assistance by the company’s qualified operators.

.it

FOOD INDUSTRY



machinery & development

food industry

Packaging & Design

Identificare il prodotto e garantirne l’integrità ALTECH presenta la tecnologia innovativa per l’etichettatura semi-avvolgente (C-wrap) di vaschette alimentari

L

’etichettatura nell’industria alimentare è un punto cruciale di tutto il processo produttivo, essa infatti permette di decorare il prodotto destinato al consumo, indicando nel contempo le informazioni essenziali quali contenuto, scadenza, provenienza, valori nutrizionali e qualsiasi altro dato che può necessitare un prodotto alimentare. Per soddisfare le esigenze di etichettatura tipiche di questo settore, ALTECH ha sviluppato una linea di sistemi di etichettatura particolarmente indicata per prodotti come vaschette e vassoi. La linea in questione è denominata ALbelt e raccoglie al suo interno una gamma di etichettatrici estremamente funzionali e

To identify the product and guarantee its integrity ALTECH presents its innovative technology for C-wrap labelling of food trays

146

Ottobre | October 2020

personalizzabili che si prestano ad etichettare un’ampia gamma di prodotti. Una configurazione particolarmente richiesta è quella progettata per l’etichettatura semi-avvolgente (C-wrap), di vaschette alimentari termo-formate, o clam-shell. In questa applicazione l’etichetta viene adattata su 3 lati del prodotto, quello frontale, e quelli superiore e inferiore, e assume per questo un duplice ruolo: identificare il prodotto, e garantire, proprio come un sigillo antimanomissione, la sua integrità. Per effettuare questa operazione il sistema ALbelt è composto da un convogliatore a due sezioni, una testa etichettatrice superiore (modello ALritma) equipaggiata con un marcatore (per la stampa di dati variabili, come data di scadenza, etichette promozionali e barcode) e da un adattatore appositamente studiato per questo tipo di etichettatura posto nell’interspazio tra le due sezioni del convogliatore.

I

n the food sector, labelling is a crucial element of the whole production process, as it allows to decorate the product to be consumed while providing all the essential information, such as contents, sell-by date, origin, nutritional values and any other details which might be required. In order to meet the labelling needs of this industry, ALTECH has developed a line of labelling systems which is particularly suitable for products such as tubs and trays. This line is called ALbelt and includes a range of extremely functional and customisable labellers, which can label a wide range of products. A highdemand configuration is the one that was developed for C-wrap labelling of thermoformed or clam-shell food trays. In this application the folder is adapted on three sides of the product - front, top and bottom - with a twofold function: to identify the product and to guarantee its integrity, like a tamper-proof seal. In order to perform this operation, the ALbelt system includes a conveyor transport system formed of two sections, a top labelling head (ALritma) fitted

Il sistema è completato da un distanziatore a doppio nastro e da uno stabilizzatore a nastrini laterali per la tenuta dei prodotti durante l’etichettatura. Tutti i parametri di etichettatura sono gestibili dal pannello touchscreen a colori da 7 pollici che garantisce ottima leggibilità ed estrema facilità d’uso. Il sistema ALbelt così equipaggiato è in grado di raggiungere una cadenza di etichettatura di 60 pezzi al minuto. Oltre ad applicare una o più etichette su più parti del prodotto, il sistema ALbelt può assumere configurazioni particolari per applicazioni diverse, come la posa di etichette sopra e sotto, anche in configurazione non-stop, ovvero senza fermi linea per cambi etichette. ALTECH Srl è un’azienda italiana leader nella produzione di sistemi di etichettatura, identificazione e codifica dei materiali. Per maggiori informazioni: info@altech.it – www.altech.it

with a marker for printing variable data such as sellby dates, promotional labels and barcodes and an adapter especially designed for this kind of labelling which is installed in the space between the two sections of the conveyor. The system also includes a dual-belt spacer and a stabiliser with lateral mini belts that hold the product during labelling. All labelling parameters are managed through a 7-inch colour touchscreen panel providing excellent legibility and user friendliness. In this configuration, an ALbelt system can reach a labelling speed of 60 pieces per minute. Besides applying one or more labels on multiple parts of a product, the ALbelt system can take up special configurations for different applications - such top and bottom labelling - as well as non-stop configurations, providing a continuous running solution. ALTECH Srl is a leading Italian company specialised in the production of material coding, identification, and labelling systems. For further information: info@altech.it – www.altech.it

.it

FOOD INDUSTRY





marketing & strategy

food industry

Packaging & Design

Le sfide tradotte in opportunità per crescere Pandemia, pianificazione, collaborazione e ambiente sono elementi chiave per Pilot Italia, che ha saputo difendersi e fronteggiare un grande imprevisto mettendo in campo l’esperienza e un protocollo condiviso

I

mmaginate un’ambiente dove tutto è ordinato. Dove l’estetica esprime un’idea delle cose. Dove non regna il caso. Qualche esempio per spiegarsi meglio? I cartelli sono geometricamente e perfettamente allineati al marciapiede dove sono posizionati, diritti (e puliti) anche se sono all’esterno. L’erba è tagliata con cura. I vetri puliti come quelli di casa. Sono tutti dettagli, certo. Ma dimostrano l’immagine di un’azienda in cui l’estetica è espressione di un modo di lavorare ma certamente anche di pensare. Diventa difficile descrivere il senso di sicurezza e affidabilità che si prova entrando qui. Sembra che sia stata abitata da qualche giorno. Finita di imbiancare poco fa, avendo iniziato la produzione da qualche ora. Pilot Italia che di anni di lavoro alle spalle ne ha 52, (anche se non tutti in questa sede n.d.r.) si racconta da questi dettagli e nel modo in cui si rappresenta. Attenta e moderna. Una realtà di eccellenza in cui la parola qualità non è stata abilmente suggerita dell’ufficio marketing, piuttosto rappresenta una concreta filosofia di pensiero. Convive in questo parallelepipedo color mattone nella campagna di Cornate d’Adda circondato dalle Prealpi Lombarde una tradizione di famiglia che è quella di un signore attivo e operativo che di anni ne ha 80 e supervisiona tutto e la nuova generazione di un figlio poco più che quarantenne delicato nei modi ma deciso nelle scelte, educato ma esigente che ne rappresenta il futuro. Un raro, per non dire bell’esempio, di tradizione familiare.

In questo quadro che potrebbe ricordare “The Truman Show”, solo che qui è tutto rigorosamente vero e non una scenografia che modifica la realtà, è interessante capire come ha impattato lo tsunami Covid portando con sé, fra gli altri: caos, improvvisazione, disordine e imprevisti… Il Covid ha rappresentato un nuovo inizio, la celebrazione del disordine e dell’incertezza. Quello che abbiamo vissuto nel 2020 diventerà una pagina sui libri di storia. Come avete gestito le conseguenze di questa situazione? È chiaro che quello che successo ha spiazzato tutti e quindi anche noi. Ma è altrettanto chiaro che un’azienda come la nostra non può permettersi di fermare la produzione e non garantire le consegne ai clienti.

Mi sta dicendo che avevate previsto tutto? Certamente no! Non potevamo sapere che cosa sarebbe successo, ma avevamo dedicato molto tempo e risorse per imparare a gestire eventi imprevisti. In Pilot abbiamo sviluppato negli anni un sistema di Business Continuity. Mi spiego meglio, oggi è un protocollo che fa parte dei processi aziendali con specifiche e regolamenti definiti e condivisi con tutto il personale e la filiera dei fornitori. All’inizio era “solo” un sistema empirico in cui mettevamo a disposizione team alternativi e linee di stampa gemelle per sopperire a eventuali episodi in modo da garantire sempre la continuità della produzione e delle consegne. Eravamo pronti a rispondere alle emergenze meteorologiche, stop alla fornitura della corrente elettrica, danni allo stabile o ai macchinari da stampa. Beh, mi sembrano attenzioni obbligatorie per un’azienda come la vostra, no? Sì, ma un conto è fare qualcosa per “difendersi”, un altro è essere pronti a difendersi. Nel secondo caso c’è consapevolezza e quindi la necessità di applicare una serie di attività e comportamenti perché sono stati codificati, studiati e definiti a priori. La direzione che ha preso l’azienda oggi e la tipologia di new business che ci interessa sviluppare ci obbliga a perseguire queste procedure. Mi faccia qualche esempio. Abbiamo macchine gemelle, manager e personale della produzione continuamente formato e quindi intercambiabile, un sistema di produzione di energia elettrica che ci supporta e una filiera di fornitori che ci garantisce la consegna sempre e comunque. Il Covid ha impattato molto sulla salute della gente. Come avete gestito il vostro “capitale umano”, ovvero il modo in cui definite il per-

150

Ottobre | October 2020

.it

FOOD INDUSTRY


food industry

sonale che lavora con voi? Durante il lockdown in una situazione di grande confusione abbiamo lasciato a casa preventivamente il 20% del personale. E da tempo ormai facciamo per tutti i test sierologici a carico dell’azienda. Come si reagisce aziendalmente a una pandemia? È importante dire che la nostra non è stata una reazione, piuttosto l’applicazione di un piano che avevamo già scritto. Ci siamo appoggiati a un consulente esterno che ci ha guidato, ovviamente in video call. Lui seguiva l’andamento della pandemia anche negli altri stati del mondo cercando di capire e prevedere che cosa avrebbe potuto succedere. Un compito non facile, per non dire impossibile. E se consideriamo che dopo la Cina l’ondata è arrivata forte qui al Nord Italia può immaginare che giorni sono stati. L’azienda però non si è mai fermata. Abbiamo ristrutturato da subito gli ingressi, i turni, i luoghi della mensa. Oggi queste sono cose normali a cui siamo abituati, ma per capire meglio le dico che eravamo pronti già dal 24 febbraio, in pieno Covid. Ogni giorno dovevamo modulare i turni di lavoro in base alle consegne alla disponibilità del personale. La situazione come abbiamo visto evolveva ogni giorno. Non ci siamo annoiati, diciamo così… Con i clienti come avete fatto? Abbiamo iniziato a fare dei piani di comunicazione chiedendo una collaborazione in termini di priorità

delle consegne. Abbiamo fatto delle videocall per dare gli avviamenti ufficiali alla produzione. La tecnologia ci è stata di grande aiuto, anche per affrontare fasi impensabili una volta, come appunto gli avviamenti di stampa. Ai fornitori abbiamo chiesto una fornitura più ampia in modo da avere in abbondanza tutto quello che ci serviva. La nostra preoccupazione, fra le altre era il blocco dei trasporti, e quindi avere in casa il materiale era ed è stato fondamentale. Rispetto ai vostri mercati di riferimento, che cosa è cambiato? I clienti del food e il pharma sono settori che sono cresciuti molto insieme alla parte di personal care. Ovviamente mi riferisco ai gel, saponi, detergenti e tutto quello che riguarda l’igiene personale. Gli altri mercati in cui Pilot è attiva, come sono andati? La parte industriale, mi riferisco ad esempio agli olii industriali per motori di auto, moto e aerei non è cresciuta altrettanto, il resto ha seguito le previsioni. Che caratteristiche particolari deve avere un’ etichetta dedicata al food? L’alimentare è un settore molto stimolante per noi. Le condizioni di utilizzo del nostro prodotto sono difficoltose e stimolanti dato che continuiamo a fare ricerca e sviluppo sui materiali e tecniche di stampa. Pensiamo al tema della temperatura, caldo, freddo, celle frigorifere e poi forni a microonde. I materiali usati e la stampa devono rispondere a sollecitazioni dinamiche e meccaniche molto violente. Prima di arrivare intatta sulla tavola del consumatore un’etichetta subisce o può subire diversi choc termici. In questo ci aiuta molto il nostro expertise sul settore che è di oltre 50 anni. Pilot è nata proprio per soddisfare le esigenze del mondo alimentare. Che approccio avete con i clienti? Le sembrerà strano ma facciamo ancora un sacco di domande ai nostri clienti quando dobbiamo preventivare un prodotto. Se conosciamo il processo e quindi le esigenze dell’azienda che abbiamo

La foresta Pilot

.it

FOOD INDUSTRY

marketing & strategy

Giancarlo Vimercati

davanti siamo in grado di offrire da subito delle soluzioni, viceversa siamo molto attenti a rispondere alle necessità quando stiamo costruendo un’attività nuova. Non lasciamo nulla al caso. Come pensa che si evolverà il settore della stampa? Il tema ecologico sarà sempre di più al centro dell’intero processo. Sia come richiesta da parte dei nostri clienti sia come conseguenza della loro necessità di soddisfare le richieste di un mercato sempre più attento a prodotti green. Che cosa fate voi in questo ambito? Ai clienti proponiamo delle etichette che hanno almeno una parte di materia prima riciclata o tecnologie linerless. Siamo consapevoli che ci sono molte cose da fare e vedo in questo settore una grande opportunità. Il processo di cambiamento verso un mondo più sostenibile riguarda tutti ormai. In primis i nostri fornitori che ci propongono idee e materiali green, noi che li testiamo e li condividiamo con i nostri clienti e l’utente finale sul mercato che li vuole. Vedo quindi una crescita importante “dell’anima verde del mondo della stampa”. E anche noi come azienda stiamo realizzando un importante progetto. Può rivelarci qualcosa? Abbiamo deciso di piantare 250 Querco-Carpineti aderendo al progetto Forestami insieme al Comune di Milano che si pone l’obiettivo di piantare 3 milioni di alberi nell’area metropolitana entro il 2030. Metteremo a dimora in un’area di 1.000 mq. situata al parco Nord di Milano la prima Foresta Pilot. Può sembrare un piccolo gesto, ma è un’azione concreta per dare il nostro contributo reale al miglioramento dell’ambiente. Un tema a noi caro. La Foresta si aggiunge alle attività green pianificate in azienda come il sistema fotovoltaico che garantisce, per ora, il 20% del fabbisogno di energia elettrica.

Ottobre | October 2020

151


marketing & strategy

food industry

Packaging & Design

From challenges to opportunity to grow

Pandemic, planning, cooperation, and the environment are the key elements to Pilot Italia, which has been able to defend itself and manage a great unexpected event putting in play its experience and a shared protocol

L

et’s imagine a place where everything is in its right place, where aesthetics conveys an idea of things, a place where havoc does not reign. Some examples to make it clearer? Signs are geometrically and perfectly aligned to the sidewalk where they are placed, straight (and clean) also in the outdoors. The grass is carefully cut. The glasses are cleaned as if they were of home. Just details but also evidence of what aesthetics means to this company, not only a way of working but also a way of thinking. It is therefore difficult to describe the sense of safety and reliability you have on entering this place. It looks like as if it has been inhabited for some days, recently painted and production started just a few hours ago. Pilot Italia, which has been working for 52 years (not all spent on these premises) introduces itself through these details. Careful and modern.

152

Ottobre | October 2020

A business reality of excellence where the word “quality” is not suggested by the marketing office, but rather it evidences a real philosophy of thought. In this brick-colour building in the countryside of Cornate d’Adda, surrounded by the Lombard Prealps, a family tradition finely combines the experience of an active gentleman of 80 who supervises everything, with the new generation represented by a son in his early forties, delicate manners but determined choices, polite but demanding, who is the future. That is a rare, not to say a very good example, of family tradition. It would be quite interesting to understand how CoVid affected this picture that may remind us of “The Truman Show” – yet anything here is real and not a scene that modifies reality – bringing with it havoc, improvisation, disorder, and unexpected events… Covid has represented a new start, the celebration of disorder and uncertainty. What we have lived in 2020 will be read in our books of history. How have you managed the consequences of this situation? What has happened clearly took everybody by surprise, our company included. But it is equally clear that a company like ours cannot stop its production or strop guaranteeing customers their deliveries. Are you saying that you did expect all that? Certainly not! We could not know what would come next, but we had spent much time and many resources to learn how to manage unexpected

events. In Pilot, over the years we have developed a Business Continuity system, which is today a protocol part of our company processes, with information and regulations shared with all the staff and suppliers. At the beginning, it was “just” a practical system offering alternative teams and twin print lines to manage some events in such a way as to always guarantee production and delivery continuity. We were ready to respond to climate emergency, power stop, damage to the building or print machinery. Well, these are necessary procedures for a company like yours, aren’t they? Yes, they are. “Defending” ourselves is one thing but being ready to do so is totally different. The latter case brings about awareness and therefore the need to apply some activities and behaviours because they are codified, studied, and set in advance. The direction the company has taken and the new business we want to develop force us to follow these procedures. Please, make some examples. We have twin machines, continuously trained managers and production staff, and therefore interchangeable, a power production system that supports us, and a suppliers chain that guarantees deliveries, always and no matter what. Covid has highly affected people’s health. How did you managed your “human resources”, that’s how you define the people working with you.

.it

FOOD INDUSTRY


food industry During the lockdown, in a highly confusing situation we left 20% people at home pre-emptively. For some time, all our staff has taken sierological tests, at the company’s expenses.

About your target markets, what has it changed? The food and pharma sectors have greatly grown as well as the personal care sector. I am referring to gel, soap, detergents, and anything about personal care.

How does a company react to a pandemic? It is important to say that ours was not a reaction but rather the application of a planning. We relied on an external advisor who led us, through video calls of course. He was following the situation of the pandemic also in other countries of the world, trying to understand what to expect next. An uneasy if not impossible task. If we consider that soon after China, the strong wave hit here in Northern Italy and you could well imagine how we lived those days. Despite of that the company has never stopped. We immediately reorganized the entrances, work shifts, and the canteens. Today, these are normal things we got used to, but to better understand I’ll tell you that we were ready as soon as 24th February, in full Covid emergency. Every day we had to adapt work shifts upon deliveries and people availability. The situation was evolving day by day. We could not be bored at all, let’s put it this way.

The other markets where Pilot is active, how did they perform? The industrial part, industrial oil for car, motorbike and plane motors did not grow as much, the rest has performed as forecast.

How did you manage your customers? We started making communication plans asking for some collaboration in terms of delivery priority. Through videocalls we communicated official production start-ups. Technology has been of huge help, also to deal with phases that were unthinkable time ago, just like print start. We asked our suppliers for more supplies as to stock everything we may need. Our major concern was transport stop, and material availability was and still is fundamental.

marketing & strategy

What particular characteristics does a food label need? The food sector is stimulating to us. The condition of use of our products are both difficult and stimulating since we continuously research and develop material and print techniques. For instance, issues like temperature, hot, cold, cooling cells, and microwaves ovens. The materials used and the print need to respond to strong dynamic and mechanical stress; before reaching consumers’ tables, a label is or may be subject to various thermal shocks. Our expertise greatly helps us in a sector of more than 50 years. Pilot was established just to meet the requirements of the food world. Which is your approach to clients? Strange as it may seem, we still ask our customers many questions when we make an estimate on the product. Knowing the customer company’s process and requirements helps us to immediately offer some solutions, viceversa we are very careful to meet the requirements when we are producing a new activity. We left nothing to chance. How do you expect the print sector to evolve? The environment issue will be the core of our entire process, intended as both our customers’ request and the consequence of their need to meet the requirements of a market that is increasingly greener. What do you do to this regard? We propose to our customers labels with at least one part of recycled raw materials, or linerless technologies. We know there many things to do and this sector offers great opportunities. The process of change to a more sustainable world involves anyone. In primis, our suppliers who propose green ideas and materials, us who test and share those with our customer, and then the final user who wants them.

Therefore, I can see significant growth “of the green soul of the printing world”. And we as a company are making an important project. Can you give us a sneak peek? We have decided to take part in the Forestami project jointly with the Milan Municipality, whose goal is planting 3 million trees in the metropolitan area by 2030, and planted 250 Carpinus Betulus trees. In an area of 1,000 square metres in the Nord Park of Milan, we will plant the first Foresta Pilot. It may be a small step, but it is a concrete action to really contribute to improving the environment. An issue we strongly cherish. The Foresta project joins the other green activities already planned, just like the photovoltaic system that has guaranteed 20% power supply, so far.

Andrea Vimercati

.it

FOOD INDUSTRY

Ottobre | October 2020

153


science & technology

food industry

Packaging & Design

ABB potenzia l’offerta di robot

154

ABB potenzia l’offerta di robot per “picking e packing” per trasformare la gestione degli ordini omnicanale e la logistica del retail

C

on più velocità, capacità di carico e flessibilità, il nuovo robot delta IRB 390 FlexPackerTM è destinato ad applicazioni di confezionamento personalizzato, imballaggio verticale, classificazione/ smistamento ad alta velocità e variabilità e preparazione di ordini on-demand nei centri logistici e centri di distribuzione per il commercio elettronico. Con la crescita del commercio omnicanale, i centri di distribuzione e i magazzini di logistica devono trasformare i loro sistemi per gestire sia pallet e pacchi destinati agli scaffali dei negozi, sia il prelievo e confezionamento degli articoli più svariati per la consegna a domicilio. Una delle chiavi del cambiamento è stata la crescita delle spedizioni dirette ai consumatori (D2C) e ai negozi (D2S), che sta cambiando radicalmente il modo in cui i consumatori ordinano e ritirano i prodotti. Con questi nuovi modelli i consumatori hanno una scelta più ampia di modalità per il ricevimento degli ordini, oltre alla consegna a domicilio che diventa sempre meno sostenibile dal punto di vista ecologico ed economico a causa del numero crescente di persone che fa acquisti online. Fra questi nuovi metodi ci sono “clicca e ritira”, ritiro in negozio e, negli ultimi tempi, i chioschi robotizzati in strada, dove gli acquirenti possono pagare e prelevare il prodotto prescelto. Gli operatori hanno bisogno di un’infrastruttura adeguata per avere la massima flessibilità nel prelievo e nella manipolazione di un’ampia gamma di merci, nel maggior numero possibile di combinazioni e nel tempo più breve possibile. In un webinar organizzato al posto del salone Interpack, Marc Segura, Managing Director Consumer Segments & Service Robotics di ABB, ha spiegato: “Stiamo aiutando i commercianti che adottano strategie omnicanale a rispondere alla richiesta di una scelta più ampia da parte dei consumatori. L’evoluzione attuale dei canali diretti al consumatore e la convergenza fra commercianti “elettronici” che operano su canali tradizionali e viceversa stanno mettendo sotto pressione i sistemi di preparazione degli ordini, che devono gestire una maggiore varietà di articoli a velocità superiori”. Grazie ai progressi della tecnologia, in termini di velocità e capacità di carico dei robot, oltre all’intelligenza artificiale supportata da sistemi di visione, i clienti saranno in grado, come mai in passato, di riconoscere e gestire una gamma più ampia di prodotti in modo più agile e flessibile. Con il robot FlexPicker® e il software PickMaster®, inclusa la versione PickMaster® Twin appena rilasciata, ABB aiuta gli operatori di logistica, e-fulfilment e retail in tutto il mondo ad assecondare la rivoluzione nella domanda dei consumatori. Questa capacità verrà ulteriormente potenziata dal prossimo lancio del modello IRB 390 FlexPacker alla fine del 2020. Il robot a cinematica parallela IRB 390

Ottobre | October 2020

FlexPacker sarà disponibile nelle varianti a quattro e cinque assi. Il nuovo modello delta è il 35 percento più veloce dell’IRB 360-8/1130 FlexPicker, è in grado di coprire un volume maggiore del 45 percento e ha una capacità di carico fino a 15 kg. Progettato per clienti nei settori di alimenti e bevande, logistica, farmaceutico e prodotti confezionati, IRB 390 è ideale per applicazioni di imballaggio secondario e con carichi maggiori, oltre ad avere la velocità e la flessibilità necessarie per approntare imballaggi SRP (Shelf Ready Packaging) e RRP (Retail Ready Packaging), cioè imballaggi pronti per trasferire i prodotti direttamente dalla scatola allo scaffale con un unico semplice movimento, invece di spostare le singole confezioni. Altri utilizzi possibili sono il confezionamento secondario di alimenti (secchi e umidi), bevande, farmaci, prodotti medicali, cura personale, prodotti per animali (cibo e altri), prodotti confezionati e logistica. IRB 390 avrà la certificazione NSF H1 per i lubrificanti per uso alimentare e sarà costruito con materiali approvati dalla FDA per l’uso in ambienti igienici. Tutti i riduttori e i cuscinetti esposti sono lubrificati con olio e grasso alimentare (H1). “Con il lancio del nuovo IRB 390 FlexPacker, ABB offrirà una gamma evoluta di prodotti per l’automazione per aiutare i clienti a risolvere le esigenze più avanzate di pick-and-place,” ha aggiunto Marc Segura. “Uniremo la velocità, capacità di carico e destrezza di FlexPicker con le comprovate capacità di picking e confezionamento ad alta velocità di FlexPicker e con le funzionalità avanzate di visione artificiale e gemello digitale di PickMaster Twin per aiutare i clienti a rendere le loro linee più flessibili che mai, per gestire l’aumento della produzione con piccoli volumi, grande variabilità e pesi più elevati.” Le aziende manifatturiere potranno realizzare soluzioni complete di pre-classificazione e confezionamento in gruppi abbinando IRB 390 FlexPacker e IRB 360 FlexPicker, che da 15 anni rappresenta lo stato dell’arte nelle applicazioni di “picking e packing” ad alta velocità.

FlexPacker è progettato anche per operare con PickMaster Twin, il software per robotica di ABB per sviluppare applicazioni di prelievo e confezionamento guidate da sistemi di visione in grado di gestire flussi casuali. PickMaster Twin utilizza la tecnologia del gemello digitale, che consente di realizzare stazioni di confezionamento simulate per ottimizzare il processo di picking in ambiente virtuale. Il software aumenta la produttività riducendo drasticamente i tempi di messa in funzione, da diversi giorni a poche ore, e i tempi di cambio prodotto da ore a minuti, massimizzando al tempo stesso l’efficienza complessiva della linea. Il software è inoltre dotato di un potente sistema di visione a colori in grado di gestire fino a 10 telecamere per offrire la massima accuratezza nel posizionamento dei prodotti e nell’ispezione di elementi geometrici (feature). ABB è un leader tecnologico che guida la trasformazione digitale dei settori industriali. Con una storia di innovazione lunga più di 130 anni, ABB ha con quattro divisioni focalizzate sul cliente: Electrification, Industrial Automation, Motion e Robotics & Discrete Automation, tutte supportate dalla piattaforma digitale ABB Ability™. Il business Power Grids di ABB verrà ceduto a Hitachi nel 2020. ABB opera in oltre 100 paesi con circa 144.000 dipendenti. www.abb.com ABB Robotics & Discrete Automation è all’avanguardia in robotica, automazione di impianti e servizi digitali, con un’offerta di soluzioni innovative per diversi settori industriali, dall’automotive, all’elettronica, alla logistica. Fra i maggiori fornitori mondiali di robotica e automazione, abbiamo venduto oltre 400.000 soluzioni robotiche. Aiutiamo clienti di tutte le dimensioni ad aumentare la produttività, la flessibilità e la semplicità e a migliorare la qualità del loro lavoro. Supportiamo la transizione verso la fabbrica connessa e collaborativa del futuro. ABB Robotics & Discrete Automation impiega più di 10.000 persone in oltre 100 sedi in 53 Paesi. www.abb.com/robotics

.it

FOOD INDUSTRY



science & technology

food industry

ABB to enhance robotic portfolio

Packaging & Design

F

aster, higher payload and more flexible delta robot, the new IRB 390 FlexPacker™ to support customized packaging, vertical packing and high-speed, high-variation sorting and on demand order picking in logistics and e-commerce fulfilment centres. The growth of omnichannel retailing means distribution centres and logistics warehouses need to transform their systems to handle both pallets and packaging destined for retail shelves, while also picking and packing highly varied items for shipping direct to individual consumers. A significant driver for change has been the growth of direct-to-consumer (D2C) and direct-to-store (D2S) shipping, which is dramatically changing the way that consumers order and collect products. With these new models, consumers have an expanding choice of methods for receiving orders in addition to home delivery, which is becoming increasingly environmentally and economically unsustainable as more people shop remotely. These methods include click and collect, in-store collection and, more recently, robotic street kiosks, where shoppers pay for and receive the product of their choice. Operators need the right infrastructure for maximum flexibility that can pick and handle a wide variety of goods in the widest range of combinations and in the shortest possible time. During a webinar in lieu of this year’s Interpack trade show event, Marc Segura, ABB’s Managing Director Consumer Segments & Service Robotics, said: “We are helping retailers as they embrace omnichannel strategies to answer consumer demand for greater choice. The ongoing development of direct-toconsumer channels and the fusion of e-retailers acting as retailers and vice versa is creating pressure on traditional order fulfilment systems to handle a greater variety of items at higher speeds.” Advances in technology, including robot speed and payload, as well as AI enabled by vision systems, will give customers the unprecedented ability to recognize and handle a greater variety of products in a more agile and flexible way. With its FlexPicker® robot and PickMaster® software, including the recently released PickMaster® Twin, ABB is already helping logistics, e-fulfilment, and retail operators worldwide to meet the consumer demand revolution.

ABB to enhance robotic picking and packing portfolio to transform omnichannel order fulfilment and retail logistics

This capability will be enhanced with the upcoming launch of IRB 390 FlexPacker at the end of 2020. The IRB 390 FlexPacker robot will be available as a four and five axis variant delta robot. It is 35 per cent faster than the IRB 360-8/1130 FlexPicker, with a 45 per cent increase in reachable volume and payload of up to 15 kg. Designed for customers in Food & Beverage, logistics, pharmaceutical and consumer-packaged goods industries, the IRB 390 will be ideal for secondary packaging and higher payload applications, with the speed and flexibility to support Shelf Ready Packaging (SRP) and Retail Ready Packaging (RRP). Possible uses include secondary packaging in food (dry and wet), beverage, pharmaceutical, medical, personal care, pet care (food and more), CPG (Consumer Packaged Goods) and logistics. The IRB 390 will have NSF H1 Food Grade Lubricants and built of FDA compliant material, suitable for use in hygienic environments. FGO and FGG (H1) is used in all exposed gearboxes and bearings. “With the launch of the new IRB 390 FlexPacker, ABB will be able to offer an enhanced portfolio of automation products to help our customers meet the latest pick and place challenges,” continued Marc Segura. “We are combining the speed, payload and dexterity of FlexPacker with the proven high-speed picking and packing capability of FlexPicker and

the advanced vision and digital twin capability of PickMaster Twin to help our customers make their lines more flexible than ever before, to handle the growth of low volume, high mix and higher payload production.” Manufacturers will be able to build a complete solution for pre-sorting and group packing by combining the IRB 390 FlexPacker with the IRB 360 FlexPicker, which has been the leader in state-of-the-art highspeed picking and packing for the past 15 years. FlexPacker is also designed to work with PickMaster Twin, ABB’s market leading robotic software for visionguided random flow picking and packing applications. PickMaster Twin features digital twin technology, allowing the building of simulated packing stations to optimize the picking process. The software increases productivity by dramatically shortening commissioning times from days to hours and changeover times from hours to minutes, while maximizing overall line efficiency. The software also features a powerful colour vision system that can support up to 10 cameras for accurate position guidance and feature inspection. ABB is a technology leader that is driving the digital transformation of industries. With a history of innovation spanning more than 130 years, ABB has four, customer-focused, globally leading businesses: Electrification, Industrial Automation, Motion, and Robotics & Discrete Automation, supported by the ABB Ability™ digital platform. ABB’s Power Grids business will be divested to Hitachi in 2020. ABB operates in more than 100 countries with about 144,000 employees. www.abb.com ABB Robotics & Discrete Automation is a pioneer in robotics, machine automation and digital services, providing innovative solutions for a diverse range of industries, from automotive to electronics to logistics. As one of the world’s leading robotics and machine automation suppliers, we have shipped over 400,000 robot solutions. We help our customers of all sizes to increase productivity, flexibility and simplicity and to improve output quality. We support their transition towards the connected and collaborative factory of the future. ABB Robotics & Discrete Automation employs more than 10,000 people at over 100 locations in more than 53 countries. www.abb.com/robotics

156

Ottobre | October 2020

.it

FOOD INDUSTRY


food industry

marketing & strategy

Love Canned Food Campaign Phil Vickery continua a fornire informazioni chiave sul gusto, la qualità, il valore, il nutrimento, la convenienza e le credenziali di sostenibilità del cibo in scatola

L

a più recente “Love Canned Food Campaign” continua a guadagnare slancio poiché mira a smentire le idee sbagliate che molti consumatori hanno sui cibi in scatola e promuovere la versatilità e le credenziali sostenibili degli imballaggi in metallo. Nel contesto degli ordini domestici, la campagna si è svolta sui social media e alla radio per tenere informati i consumatori su come ottenere il meglio da un’ampia varietà di prodotti in scatola. Negli ultimi mesi, gli acquirenti nel Regno Unito si sono rivolti sempre più ai cibi in scatola, cercando opzioni alimentari convenienti, economiche e nutrienti per le loro famiglie. L’ambasciatore di Love Canned Food Phil Vickery è considerato uno degli chef preferiti della Gran Bretagna, è stato particolarmente attivo, proponendo una serie di domande e risposte tramite Instagram Stories. La sessione ha prodotto oltre 870.000 reazioni. Vickery è anche andato in onda in quello che è stato definito “Phil Vickery’s Radio Day”, che lo ha visto partecipare a 15 interviste, fornendo informazioni chiave sul gusto, la qualità, il valore, il nutrimento, la convenienza e le credenziali di sostenibilità del cibo in scatola. Cinque interviste sono state condotte sulle stazioni nazionali Sky News Radio, Talk Radio, BBC Wales, Jazz FM e Hits Radio, mentre nove canali radio locali della BBC e una stazione commerciale hanno anche presentato messaggi sui benefici del cibo in scatola. Nelle prossime settimane sul quotidiano Guardian apparirà anche un’intervista con Vickery. Siamo lieti di supportare la continua educazione dei consumatori sugli attributi positivi per la salute e l’ambiente degli imballaggi in metallo.

Phil Vickery Continues to deliver key information about the taste, quality, value, nutrition, convenience, and sustainability credentials of canned food

T

he most recent “Love Canned Food Campaign” continues to gain momentum as it aims to dispel misconceptions that many consumers have about canned foods and promote the versatility and sustainable credentials of metal packaging. Against the backdrop of stay at home orders, the campaign has unfolded on social media and the radio to keep consumers informed about how to get the best from a wide variety of canned products. In recent months, shoppers in the U.K. have increasingly turned to canned foods, seeking convenient, cost-effective and nutritious meal options for their families. Love Canned Food Ambassador Phil Vickery, regarded as one of Britain’s favorite chefs, has been particularly active, including hosting a Q&A via Instagram Stories. The session resulted in over 870,000 impressions. Vickery also took to the airwaves in what was deemed “Phil Vickery’s Radio Day,” which saw him participate in 15 interviews, delivering key information about the taste, quality, value, nutrition, convenience, and sustainability credentials of canned food. Five interviews were conducted on national stations Sky News Radio, Talk Radio, BBC Wales, Jazz FM, and Hits Radio, while nine local BBC radio channels and one commercial station also featured messaging about the benefits of canned food. An interview with Vickery will also appear in the Guardian newspaper in the coming weeks. We are pleased to support the continued education of consumers about the positive health and environmental attributes of metal packaging.




machinery & development

food industry

Intelligenza Artificiale nelle applicazioni di Pulsar Industry Packaging & Design

Dynamic è un prezioso assistente in produzione: impara dall’esperienza e non dimentica

160

P

ulsar Industry è una giovane e dinamica azienda nata a metà degli anni ’80 in provincia di Modena e cresciuta, nel tempo, fino a superare attualmente le 50 unità. Il suo principale punto di forza è la molteplicità di competenze nel campo della meccanica, dell’automazione, della robotica e dell’informatica che le consentono di affrontare tutti gli aspetti legati alla realizzazione di soluzioni innovative ad alto contenuto tecnologico per i propri clienti. Dynamic, software dipartimentale per la gestione della produzione e della logistica di magazzino completamente progettato e sviluppato dagli esperti informatici di Pulsar Industry, rappresenta uno dei suoi principali punti di forza: con il passare degli anni questo software è stato arricchito di funzionalità sempre più potenti e incisive nel processo di controllo dei parametri vitali della produzione. Presente in tutte le soluzioni fornite da Pulsar Industry ai propri clienti, permette alle aziende di ridurre i costi di gestione, aumentare il rendimento produttivo, rispettare i programmi di produzione, incrementare i livelli di servizio. Consente una gestione completa di tracciabilità e rintracciabilità e, inoltre, rileva tutti i dati di funzionamento e li correla in modo da fornire in tempo reale grafici di efficienza e produttività. Attraverso l’evidenziazione dell’indice OEE, uno dei principali indicatori di prestazioni dei processi produttivi, i clienti che hanno già adottato Dynamic sono in grado di conoscere le aree di miglioramento dei propri impianti, primo passo per recuperare marginalità. Grazie alle soluzioni di Pulsar Industry le imprese migliorano razionalizzazione e controllo dei processi, spendono meno per produrre e migliorano così la competitività e i margini. Il cliente su cui è in corso di svolgimento il progetto, è uno dei più grandi gruppi industriali italiani nel settore della produzione e distribuzione alimentare. Si tratta di una realtà in continua espansione, costituita da oltre una quindicina di siti sul territorio italiano e da numerose installazioni nel resto del mondo. Da sempre attento al miglioramento continuo dei processi produttivi e logistici e con una grande propensione all’investimento nella ricerca e nell’implementazione di soluzioni tecnologiche sempre più avanzate, il cliente di Pulsar Industry ha adottato da una decina di anni il sistema applicativo dipartimentale Dynamic in modo diffuso in tutti i suoi reparti produttivi. Le competenze multidisciplinari di Pulsar Industry e le caratteristiche di progettazione e implementazione del software Dynamic, hanno consentito di realizzare un sistema di controllo delle linee di produzione fortemente connesso con il campo. La connessione riguarda tutte le macchine che costituiscono ogni singola linea di produzione realizzando in questo modo un completo scambio di dati con ogni singolo sensore e attuatore. Inoltre, l’enorme massa di informazioni raccolte in ogni singola fase del processo produttivo, va a costituire una base dati di grandi dimensioni che rappresenta la storia dei processi produttivi. Erano obiettivo fin dalle prime fasi di implementazione del sistema Dynamic la più rigorosa e completa tracciabilità e rintracciabilità di prodotto lungo tutta la filiera produttiva, l’implementazione di un sofisticato sistema di schede qualità, associate ai punti critici di produzione e infine, ma forse punto più importante, un sistema di rilevazione dati in grado di fornire strumenti di analisi in tempo reale (cruscotti) e di essere comunque archiviati per essere analizzati a posteriori. Raggiunti questi obiettivi primari, Pulsar Industry, sempre in strettissima collaborazione con il gruppo di ricerca del cliente, ha portato a compimento l’integrazione di tutte le macchine costituenti tutti i reparti di ogni singolo stabilimento e dei diversi stabilimenti fra loro secondo la logica “Industria 4.0” che ha consentito un importante recupero di investimenti in virtù delle agevolazioni fiscali vigenti nel nostro paese. A prescindere dai vantaggi fiscali, tuttavia, il beneficio introdotto dalla totale integrazione dei sistemi ci ha condotto alla formulazione dell’obiettivo finale di cui l’attuale progetto è strumento. L’esigenza del cliente di Pulsar Industry in uno dei suoi impianti produttivi di salumi individuato come progetto pilota, riguarda la possibilità di prevedere l’efficienza del processo di affettamento, In particolare ci si è concentrati sulla componente “qualità” del prodotto confezionato che, in pratica, corrisponde al numero di

Ottobre | October 2020

porzioni e confezioni che, per le caratteristiche del semilavorato, verrebbero scartate. È una problematica assolutamente replicabile in qualunque settore produttivo laddove sia auspicabile poter conoscere a priori con un certo grado di affidabilità il risultato di un processo rispetto a uno o più attributi di qualità. L’idea è di sapere in anticipo come andranno le cose facendo un’analisi predittiva non astratta, quindi non semplicemente una simulazione teorica, bensì basata sull’analisi dei dati attuali: temperatura, umidità, composizione e storia della produzione dei semilavorati disponibili, stato e storia della vita del set di lame, condizioni generali della linea di affettamento e confezionamento. Pulsar Industry non è partita da zero: disponeva di un sistema produttivo fortemente interconnesso, a livello di singola linea, di reparto, di stabilimento (estesa implementazione dell’IoT), una grande mole di dati raccolti nel tempo (oltre dieci anni) e, anche grazie alla collaborazione con ricercatori nel campo dell’IA dell’Università di Modena e Reggio Emilia, ha varato il nuovo progetto che porterà Dynamic a integrare le proprie funzioni di pianificazione con capacità di previsione per lo meno della componente “Qualità” nel calcolo dell’OEE. A progetto concluso, sarà in pratica realizzato il meccanismo attraverso il quale una linea di affettamento e confezionamento sarà in grado di suggerire quale semilavorato richiamare dalle celle di tempering per ottenere il miglior rendimento possibile.

.it

FOOD INDUSTRY


food industry

machinery & development

Artificial Intelligence in Pulsar Industry applications Dynamic is a precious assistant in production: it learns from experience and never forgets

P

ulsar Industry is a young and dynamic company, established in mid 80s in the province of Modena, and grown over time up to employ presently 50 people. The company’s main asset is its extensive knowledge of mechanics, automation, robotics and IT knowledge, which enables tackling any aspect of the creation of highly technological and innovative solutions for its customers. Dynamic, the departmental software for production control and warehouse logistics management fully designed and developed by Pulsar Industry IT experts, is one of the company’s main assets. Over the years, this software has been upgraded with increasingly powerful and incisive functions for the control of crucial production parameters. Being included in all the solutions delivered by Pulsar Industry to its customers, it enables companies to reduce management expenses, increase production yield, observe production programs, and increase service levels. It enables complete tracking and tracing management, reading and comparing all function data in such a way as to provide graphics of efficiency and productivity in real time. Pulsar Industry Dynamic’s customers are able to line out the improvements areas of their plants thanks to the OEE index, one of the major standards for measuring manufacturing productivity, first step to increase marginality. Thanks to Pulsar Industry’s solutions, enterprises can improve process rationalization and control. They spend less to produce, thus improving their competitiveness and margins. Pulsar Industry’s latest project is for one of the biggest Italian groups of food production and distribution. An ever-growing business that accounts for more than fifteen sites all over Italy and several others all over the world. This Pulsar Industry’s customer - always committed to constantly improving its production and logistics processes and focusing on research and development of increasingly advanced technological solutions – has been extensively using in all its production areas Pulsar Industry departmental software Dynamic, for some ten years. Pulsar Industry’s multidisciplinary knowledge together with the engineering and development features characterising the Dynamic software have enabled creating a production line control system that is strongly connected with the field. Thanks to such connection all the machines combining to create a production line can exchange data with every single sensor and actuator. Moreover,

.it

FOOD INDUSTRY

the great bulk of information collected in each phase of the production process also helps to create a big database that stores the history of the production processes. The most accurate and complete product traceability and tracking along the entire production chain, the implementation of sophisticated quality sheets management linking to production criticalities, and finally and most importantly, a data collection system that provides analysis tools in real time (dashboard) and stores information for later analysis, have been the main goals since the first implementation stages of the Dynamic system. Once hit these goals, Pulsar Industry in close collaboration with the customer’s research team has successfully integrated the machines of all the departments in one factory and of different factories upon “Industry 4.0” plan, which has enabled a relevant ROI thanks to Italy’s tax advantages. Apart from those tax benefits, the overall system integration is the enabling factor of our new project. The original requirements of this customer of Pulsar Industry was about the possibility of predicting the efficiency of the slicing process in one of its cured meat production plants, selected as a pilot project. Particularly, special attention was paid to the “quality” of the packed product, which corresponds to the number of portions and packages that, due to the characteristics of the semi-finished product, would be discarded. This type of issue may emerge in any production sector where knowing in advance and with great reliability the result of a process according to one or more quality features, would be rather beneficial. The idea is to know in advance how things will be if we carry out a non-abstract predictive analysis, not only a theoretical simulation, but rather basing on current data analysis, such as: temperature, humidity, composition and history of the production of available semi-finished products, state and history of the blade set, general condition of the slicing and packaging line. Pulsar Industry did not start from scratch: in fact, it had a highly interconnected production system, in terms of single lines, departments, or plants (IoT extended implementation), much information gathered over time (more than ten years) and, also thanks to the cooperation of researchers of AI of the University of Modena and Reggio Emilia, Pulsar Industry has started a new project with which Dynamic will integrate its planning functions with prevision capacity, at least of the “quality” component in the OEE calculation. Once the project is completed, the implemented system will enable a slicing and packaging line to choose which semi-processed product to recall from tempering cells as to get the best possible productivity.

Ottobre | October 2020

161


machinery & development

food industry

Le migliori soluzioni per l’igiene assoluta In tutti i settori dove l’igiene è esigenza assoluta, Caggiati Maurizio garantisce le migliori condizioni per facilitare la pulizia degli ambienti

I

n tutti i settori dove l’igiene è esigenza assoluta, bisogna garantire le migliori condizioni per facilitare la pulizia degli ambienti. Dal 1966 ad oggi l’azienda Caggiati Maurizio ha così guadagnato la fiducia di molti clienti, italiani ed esteri, nei più svariati settori: dall’alimentare al chimico, dal farmaceutico all’edile civile, etc. I prodotti Caggiati si dividono in due famiglie: • I sistemi di drenaggio che comprendono i chiusini sifonati e le canaline a fessura o con grigliato. Grazie alla scelta tra numerosi modelli standard divisi per impiego e dimensioni, essi garantiscono il più alto standard qualitativo e il perfetto abbinamento con l’esigenze produttive del cliente. • I diffusori di lavaggio e i galleggianti trovano impiego prevalentemente in cisterne e circuito di lavaggio centralizzato delle macchine alimentari. L’utilizzo di acidi combinati ad acqua calda per il lavaggio degli impianti richiede quindi materiali resistenti e di facile utilizzo.

The best solutions for the highest hygiene In all fields where hygiene is absolute requirement, Caggiati Maurizio guarantees the best conditions for easier cleaning in all places

162

Ottobre | October 2020

Tutta la produzione Caggiati è realizzata in acciaio inox 304 e 316 a seconda dell’articolo e delle esigenze del cliente. Grazie all’alta flessibilità del ciclo produttivo e alla propria struttura si realizzano qualsiasi tipo d’articoli su richieste specifiche del cliente. Per la rete di evacuazione l’azienda Caggiati propone soluzioni tecnologicamente avanzate, collaudate e flessibili. I chiusini Caggiati Maurizio, infatti, sono igienici, inodori, pratici, costruiti in acciaio inox AISI 304 nel rispetto delle normative C.E.E., resistono alle corrosioni, alle ossidazioni, alla ruggine e rappresentano per la loro durata un acquisto conveniente. Grazie alle loro elevate qualità tecniche, garantiscono le migliori condizioni igieniche e facilità di pulizia delle pavimentazioni. Assicurano il perfetto scarico delle acque, non solo negli stabilimenti agroalimentari come macelli e caseifici, ma anche nelle cucine professionali, negli ospedali, nei laboratori, nelle piscine e celle frigorifere.

I

n all fields where hygiene is an absolute request, the best conditions for an easier cleaning in all places must be guaranteed. The wide range of Caggiati’s products includes the most innovative construction technology possible thanks to 50 years of experience devoted to the creation of specific articles to meet any customer’s needs. Since 1966 the company has earned the trust of many customers, Italian and foreign, in the most different sectors, such as: from food to chemical, from pharmaceutical to private and public building, etc. Caggiati’s products can be divided into two families: • The drainage system that include syphonic traps and gutters with slot or with grille. Thanks to a comprehensive range of many different standard models, which are sorted according to use and size, they guarantee the highest quality standard and the perfect match with the customer’s production requirement. • The sprayballs and floats can be applied mainly both on tanks and centralized washing systems of food machines. To wash the plants the use of acids combined with warm water requires proof and user-friendly materials. Caggiati production is made in stainless steel Aisi 304 or 316 according to the item or the customer’s demand. Thanks to remarkably flexible production cycles and the company’s structure, it is possible to manufacture any type of articles with the specification required by the customer. For any drainage system the company Caggiati Maurizio proposes technically advanced, tested and flexible solutions. In fact, Maurizio Caggiati drain trap covers are hygienic, odourless and practical: made of Aisi 304 stainless steel in compliance with EEC regulations, they are resistant to corrosive vapours, oxidation and rust and are cost effective in view of their durability. Thanks to their high technical specifications, they guarantee the best hygienic conditions and facilitate cleaning of the premises. In addition, they also ensure that waste water is perfectly drained not only in food productions plants such as slaughterhouses and dairies, but also in professional kitchens, hospitals, laboratories, swimming pools and refrigerated chambers.

.it

FOOD INDUSTRY



about Fairs

food industry

Fi Europe CONNECT 2020 Fi Europe con Hi Europe ha annunciato il riposizionamento al 2021 e il passaggio a virtuale dell’edizione 2020

N

el corso delle ultime settimane e degli ultimi mesi, il team Fi Europe ha discusso con i principali stakeholder e partner del settore su come rimanere al passo con i cambiamenti che sta vivendo l’industria Food & Beverage a causa del CoViD-19. L’edizione 2020 si sarebbe dovuta svolgere a dicembre con in essere tutte le linee guida AllSecure di Informa, che prevedevano i più rigidi standard di igiene e di pulizia, tuttavia a causa della natura globale dell’evento gli organizzatori hanno deciso di posticipare l’edizione live e di creare l’edizione virtuale. Fi Europe, in concomitanza con Hi Europe, è un evento veramente internazionale che riunisce i principali attori del settore provenienti da tutto il mondo e siccome i viaggi stanno solo gradualmente ritornando alla normalità, gli investitori e i partner hanno sentito di non poter ad assicurare lo stesso livello di partecipazione tipico di un evento life, pertanto è stata presa la difficile decisione di passare a un formato virtuale per l’edizione 2020, con la speranza di ritornare nel 2021 con un evento fisico di prima classe.

Per il 2020, il team Fi Europe sta trasformando la più grande fiera F&B d’Europa in un’esperienza digitale ed espositiva unica. Fi Europe CONNECT 2020 è quindi un evento digitale che dà alla comunità F&B l’accesso all’industria globale degli ingredienti F&B, gli strumenti e le opportunità di collaborazione che richiedono per raggiungere i loro obiettivi. Con oltre 8.000 partecipanti all’edizione virtuale si darà alla comunità la possibilità di rimanere aggiornata sulle tendenze attraverso più di 100 sessioni on-demand e oltre 16 sessioni di esperti, e di usare il servizio matchmaking di Fi Europe per trovare i buyer più rilevanti. Julien Bonvallet, Brand Director di Fi Europe, aggiunge “L’anno 2020 ha cambiato il mondo e l’industria alimentare: temi come sicurezza alimentare e sicurezza nella supply chain, come gli aspetti sanitari legati alla nutrizione sono diventati ancora più importanti. Con la nostra esperienza virtuale, gli esperti di tutti i segmenti si scambieranno opinioni su questi argomenti altamente rilevanti, e acquirenti e fornitori potranno connettersi con i loro colleghi nel settore F&B. Ecco perché per noi era importante creare un’esperienza virtuale che, anche in questi tempi difficili, sarà un successo per tutti i partecipanti”. Fi Europe CONNECT 2020 si svolgerà dal 23 novembre al 4 dicembre 2020. www.figlobal.com

Fi Europe CONNECT 2020 Fi Europe co-located with Hi Europe has announced they are postponing the live event to 2021 and are transitioning to virtual for their 2020 event

164

Ottobre | October 2020

O

ver recent weeks and months, the Fi Europe team has been in discussions with key industry stakeholders and partners to stay abreast of the challenges facing the F&B industry due to CoVid-19. While the event was set to take place this December with Informa’s AllSecure guidelines incorporating the highest standards of hygiene and cleanliness, the decision to postpone the live event and transition to virtual was taken as a result of the global nature of the event. Fi Europe co-located with Hi Europe is a truly international event which brings together key industry players from all over the world. Given international travel is only returning gradually, stakeholders and partners felt it was difficult to ensure the same level of participation typically expected at the live event, and thus the Fi Europe team made the difficult decision to transition to a virtual format in 2020, with the expectation that they will return to a best-in-class physical event in 2021. For 2020, the Fi Europe team are transforming Europe’s largest F&B exhibition into a unique digital experience and expo. Fi Europe CONNECT 2020 is

a virtual event designed to give the F&B community access to the global F&B ingredients industry, tools and collaboration opportunities they require to meet their business objectives. Attracting over 8,000 attendees at their virtual event which will shape the future of the F&B industry, giving the community the chance to stay up to date with trends through 100+ on-demand and 16+ expert sessions and to use Fi Europe’s data-driven matchmaking service to find the most relevant buyers for customers’ products and solutions. Julien Bonvallet, Brand Director for Fi Europe, adds: “The year 2020 has changed the world and the food industry: issues such as food safety and secure supply chains, along with the health aspects of nutrition, have become even more important. At our virtual experience, experts from all segments exchange views on these highly relevant topics and buyers and suppliers can connect with their peers in the F&B industry. That’s why it was important for us to create a virtual experience that, even in these difficult times, will be successful for all participants”. Fi Europe CONNECT 2020 will take place from 23 November – 4 December 2020. www.figlobal.com

.it

FOOD INDUSTRY


food industry

Filtri a maniche e a cartucce per applicazioni alimentari

D

al 1990 la società MIX srl progetta e costruisce a Cavezzo (MO) sistemi di mescolazione e componenti industriali per il trattamento dei prodotti in polvere. Da sempre attenta alle esigenze del cliente, MIX si propone non come semplice fornitore, ma come partner affidabile, capace di sviluppare nuove soluzioni volte ad incrementare l’efficienza delle varie fasi del processo produttivo. Filtri a maniche e a cartucce per applicazioni alimentari certificato EC 1935/2004 MIX ha sviluppato una serie di filtri depolveratori a maniche e a cartuccia completi di certificazione EC 1935/2204, idonei all’utilizzo in applicazioni alimentari per prodotti in polvere. Caratteristiche principali • Parti metalliche a contatto prodotto in AISI 304 • Parti non metalliche a contatto prodotto certificate EC 1935/2004 • Maniche filtranti in feltro agugliato poliestere antistatico certificato EC 1935/2004 • Sistema di pulizia ad aria compressa in controcorrente, ad alta efficienza grazie al serbatoio d’aria posizionato all’interno del filtro

machinery & development

• Design specifico secondo le Norme di Buona Fabbricazione La sostituzione degli elementi filtranti, dall’alto o dal portello laterale, è rapida e facilitata grazie al nuovo sistema di fissaggio senza bulloni. I filtri possono essere certificati ATEX II -/3D per utilizzo in zona 20/21 interna e zona 22 esterna. L’efficacia del sistema di pulizia è controllata dal sequenziatore programmabile MIX, che, su richiesta può essere equipaggiato di misuratore differenziale di pressione (economizzatore).

Bag and cartridge filters for food applications

S

ince 1990, MIX Srl has been designing and manufacturing in Cavezzo (Modena) mixing systems and industrial components for bulk solids handling. Always attentive to the needs of its customers, MIX operates not merely as a supplier, but rather as a reliable partner, being able to develop new solutions and increase the efficiency of the production processes. Bag and cartridge filters for food application with EC 1935/2004 Certification MIX developed a new series of dust collector equipped with bag and cartridge filtering elements, complete with EC1395/2004 Certification, suitable for applications in food industry, with powder products.

Main Features • Metal parts in contact with product in stainless steel AISI 304 • Non-metal parts in contact with product with EC 1935/2004 Certification • Bag filtering elements in antistatic polyester needle felt with EC 1935/2004 Certification • High-efficiency compressed air jet-pulse cleaning system with air tank positioned inside the filter housing • Specific design following Good Manufacturing Practice The filtering elements can be easily removed from the side door or from the top, thanks to the new screw-less fastening system. The filter can have ATEX certification EX II -/3D, suitable for use in internal zone 20/21 and external zone 22. The efficient jet pulse cleaning of filtering elements is controlled by the new MIX control panel, which can include a pressure differential gauge.


machinery & development

food industry

In semplicità I e in assoluta sicurezza Da Fristam Pumpen un nuovo e innovativo sistema per svuotare qualsiasi prodotto da ogni tipologia di fusto

sistemi svuotafusti Fristam FDE trovano applicazione in tutti i casi in cui vi è la necessità di trasferire in semplicità, assoluta sicurezza e senza residui, prodotti anche molto viscosi (fino a 1.000.000 cP) stoccati in fusti, nei settori dell’industria alimentare, della chimica e della farmaceutica. Nel settore alimentare le principali applicazioni sono per svuotare barili contenenti concentrati di frutta, doppio e triplo concentrato di pomodoro, creme da farcitura. Il cuore del sistema di svuotamento fusti è la pompa volumetrica doppiavite FDS®. Questa macchina è ormai diventata il punto di riferimento nel mondo delle pompe doppie viti sanitarie, grazie a performance e flessibilità ineguagliabili. Il sistema si completa con un telaio in acciaio inox o in acciaio verniciato, una piastra di interfaccia inox con opportuna guarnizione in elastomeri certificati FDA, specificamente progettata per i recipienti da svuotare, ed il sistema di controllo per azionare il sistema. La pompa agisce in maniera delicata creando una depressione sotto la piastra, per garantire costante e completa aspirazione e trasferimento del prodotto. Lo svuotamento è pressoché totale, con a valori di residuo inferiori all’1%. La doppiavite FDS permette di avere un trasporto molto delicato, costante e senza pulsazioni. Questo permette di utilizzare il sistema anche per dosare il prodotto direttamente dal recipiente da cui viene trasferito alle successive lavorazioni. La portata può essere regolata in continuo variando la velocità del motore da 50 lt/hr fino a 10.000 lt/hr.

Fristam Pumpen è leader mondiale nella produzione di pompe sanitarie in acciaio inossidabile di alta qualità. Da oltre 100 anni il successo di Fristam è basato su tre pilastri: qualità, flessibilità, innovazione. Pompe centrifughe, volumetriche a lobi, doppia vite e miscelatori Fristam vengono utilizzati nelle migliori aziende dell’industria alimentare, delle bevande, lattiero-casearia, farmaceutica e bio-farmaceutica. I prodotti Fristam garantiscono un sistema di pompaggio o di miscelazione ottimale per qualità ed affidabilità e sono un punto di riferimento riconosciuto in tutto il mondo.

Simply and totally safe Fristam Pumpen presents its new, innovative and flexible empty drums system

T

he new Fristam FDE drums emptying systems are used where it is necessary to easily transfer, in absolute safety and without waste, even very viscous products (up to 1,000,000 cP) stored in drums, in the food, chemistry and pharmaceuticals industries. In the food industries, the main applications are barrels emptying of fruit concentrates, double and triple tomato concentrates and filling creams. The heart of the drum emptying system is the Fristam FDS® double screw pump. This cutting-edge machine is now the reference in the world of sanitary double screw volumetric pumps, thanks to unbeatable performances and flexibility. The drums emptying system is completed with a stainless steel or painted steel frame, a stainless steel interface plate with suitable FDA certified elastomer gasket (specifically designed for the containers to be emptied), and the control system to operate the system. The pump acts smoothly creating a lower pressure under the plate, this ensure constant and complete suction and transfer of the product. Emptying is almost total, with product residual values of less than 1%. The double screw FDS pump guarantees a very delicate, constant and pulsationfree transport. Furthermore, this also allows to dose the product directly from the container to the next production process. The flow rate can be continuously adjusted simply changing the motor speed from 50 l/hr up to 10,000 l/hr. Fristam Pumpen is a worldwide leader in high-quality stainless steel sanitary pumps production. Over 100 years, Fristam’s success has been based on three pillars: quality, flexibility, innovation. Fristam centrifugal, lobe, double screw and mixers pumps are used in food, beverage, dairy, pharmaceutical and bio-pharmaceutical best companies. Fristam products guarantee an optimal pumping or mixing system both for quality and reliability. Fristam products are a reference point recognized all over the world.

166

Ottobre | October 2020

.it

FOOD INDUSTRY



machinery & development

food industry

Keller, l’alleato nella tecnica manometrica Keller SpA ridefinisce lo stato attuale della tecnica manometrica con i trasmettitori di pressione delle Serie 33 X e Serie 35 X

C

elle di misurazione alloggiate in posizione flottante, elaborazione digitale generalizzata del segnale, compensata con precisione matematica, microprocessore altamente dinamico – tutto ciò produce precisioni di riferimento fino allo 0,05%FS della fascia di errore complessivo. L’elemento sensore piezoresistivo – alloggiato in posizione flottante – è esente da forze non definibili di tipo meccanico e termico che agiscono sull’attacco di raccordo della pressione. Il trasduttore A/D del processore di segnale funziona con una risoluzione a 16 bit e in pochi millisecondi trasforma i segnali provenienti dal sensore di pressione e dal sensore di temperatura integrato in valori di misurazione esatti e compensati. L’uscita analogica del trasmettitore è aggiornata almeno 400 volte al secondo – e questo con una precisione complessiva di 0,05% FS (incluso l’influsso della temperatura nel campo 10°C …40°C). Nel medesimo campo di temperatura è disponibile in opzione una esattezza pari a 0,01%FS rispetto ai valori di riferimento degli standard primari (precisione 0,025%). Nel campo di temperatura di -10°C…+80°C tipico del processo – dunque uno scarto di 90 K – i trasmettitori di pressione 33 X e 35 X forniscono i rispettivi valori digitali di misurazione con una fascia di errore complessivo pari allo 0,1%FS. L’uscita digitale consente tra l’altro di visualizzare i valori di misurazione della pressione direttamente su un

Keller, our ally in pressure measurement technology Keller SpA redefines the state-ofthe-art in high precision pressure measurement technology with its Series 33 X and 35 X pressure transmitters

168

Ottobre | October 2020

A

floating measurement cell, totally digital signal processing, compensation with mathematical accuracy and a highly dynamic microprocessor – these assets produce reference accuracies of up to 0,05%FS error bandwidth. The floating piezoresistive sensor element is free of outside influence from mechanical and thermal forces at the pressure connection. The A/D converter in the signal processor operates with a resolution of 16 bits (0,002%FS), using the signals from the pressure sensor and the integrated temperature sensor to calculate accurate compensated measurement values in just a few milliseconds. The transmitter’s analogue output is updated at least 400 times per second, with overall accuracy of 0,05%FS (including temperature influence in the 10°C…40°C range). As an option, precision of 0,01%FS in the same temperature range is available, in relation to the reference values of primary standards (accuracy: 0,025%). In the typical process temperature range of -10°C…+80°C (an interval of 90 degrees Kelvin), the 33 X and 35 X pressure transmitters supply their digital measured values with a total error band of 0,1%FS. The digital output permits functions such as direct display of measured pressure values on a laptop

laptop o su un PC, e rende anche possibile collegare serialmente in rete fino a 128 trasmettitori. A seconda del modello della spina ovvero del numero dei contatti disponibili, i trasmettitori presentano un’uscita digitale (RS485) e in più un’uscita analogica di corrente o di tensione – ad esempio 0…10 V (a 3 conduttori); 4…20 mA (a 2 conduttori). I campi di misurazione compresi tra 0,8 bar…1000 bar, per misurazioni di pressione assoluta e di sovrapressione, sono disponibili in base alla configurazione di costruzione – attacco di raccordo filettato, membrana affacciata o pressione differenziale. Attraverso l’interfaccia digitale (RS485) si possono allargare i campi di misurazione base in maniera specifica per le applicazioni e si può spostare il valore zero. Sono disponibili gratuitamente due programmi PC per i trasmettitori di precisione della Serie 30 X. Con il PROG30 tra l’altro gli apparecchi sono parametrizzati sul posto e sono rilevati i singoli valori di misurazione. Il READ30 consente agli utenti di combinare insieme tutti i dispositivi di rilevazione dei valori misurati, unitamente alla visualizzazione del segnale sotto forma di grafico, per un massimo di sedici trasmettitori. Per quanto riguarda l’attacco di raccordo del processo, la Serie 33 X dispone normalmente di una filettatura esterna G1/4’’ o G1/2’’. Nella Serie 35 X si trova un trasmettitore con membrana affacciata, mentre nella versione 36 X W nel programma di fornitura si trova una sonda di livello in funzione di misuratore idrometrico. Gli utenti possono scegliere fra tre connettori elettrici a spina. È possibile sostituirli facilmente agendo sulle parti scomponibili. Qualora sia richiesta la classe di protezione IP68 (standard nella sonda di livello 36 X W), è disponibile anche una versione con collegamento a cavo.

or PC, and serial networking for up to 128 transmitters. Depending on the plug type and the number of contacts available, the transmitters provide a digital output (RS485) as well as an analogue current or voltage output, e.g. 0…10 V (3-wire); 4…20 mA (2-wire). Measurement ranges between 0,8 bar and 1000 bar can be supplied for absolute, gauge, and differential pressures. High overpressure measurements, depending on the structural design. The pressure port can be a threaded connection 33 X, or a frontflush diaphragm 35 X. Thanks to the digital interface (RS485), the analog signal span and zero can be adjusted across the whole of basic measurement range, to suit specific applications. Two PC programs are available free of charge for Series 30 X precision transmitters: PROG30 is used to parameterise the instruments locally and to record individual measured values, etc. READ30 allows users to assemble entire setups for recording measured values, including a graphic signal display for up to sixteen transmitters. Series 33 X typically offers a pressure port of G1/4” male or G1/2” male thread as the process connection. Series 35 X adds a transmitter with a flush front diaphragm to the product range; 36 X W is the depth / water level transmitter version. Users can choose from three electrical plug connectors. These are easily changed over when the instruments are used in different environments. If protection class IP68 is required (standard for the 36 X W depth sensor), a version with a cable connection is also available.

.it

FOOD INDUSTRY



machinery & development

food industry

Industrial equipment per rendere più efficiente il tuo impianto produttivo • Design, progettazione, produzione all made in Italy • Oltre 40 anni di esperienza nelle unità produttive • Alto grado di customizzazione di impianto e di prodotto

1

3

macro aree di competenza nate dalla volontà di offrire un supporto a 360° nella gestione di materiale solido sfuso organico e/o inorganico di varia pezzatura in ogni settore industriale: dal legno alla plastica, dal cemento al recupero inerti, dalla molitoria alla mangimistica, e tanto altro. 1. AIRFLASH® & AIRFOM® - cannoni ad aria compressa Impianti di fluidificazione ad aria compressa per materiali granulari stoccati in silos, tramogge, celle di carico, canale di raccordo etc. Il cannone, alimentato con aria compressa (Pmax 10bar), genera un’onda d’urto che agisce direttamente sul materiale da sbloccare, senza sottoporre a sollecitazioni le strutture di stoccaggio: queste iniezioni di aria ad alta velocità eliminano ponti, compattamenti ed incrostazioni di materiale che altrimenti ridurrebbero la capacità di carico della struttura di stoccaggio sino ad ostacolarne lo svuotamento. Questa azione fluidificatrice del cannone è migliorativa rispetto ai tradizionali sistemi a vibrazione il cui utilizzo è spesso controproducente in quanto aumentano il livello di compattazione del materiale, arrecano danni alle strutture e causano inquinamento acustico. Come diverse e molteplici sono le realtà industriali, così ampia e variegata è la gamma di cannoni Barra Project, idonea all’attrezzaggio per ogni diversa tipologia e dimensione di struttura di stoccaggio (gamma cannoni da 0,5Lt a 150Lt; temperature di

applicazione [-10°C;+100°C]; possibilità di installazione anche zone soggette a fenomeni di corrosione e/o irraggiamento termico). Vantaggi principali: a. riduzione/annullamento dei rischi di fermo impianto per blocco delle strutture di stoccaggio b. maggior sicurezza per gli operatori di zona grazie alla eliminazione di interventi manuali diretti per lo sblocco dei materiali c. movimentazione continua del materiale ed azione pulente delle strutture; si evita così la creazione di zone morte ove il materiale è a rischio deterioramento per lunghi periodi di stazionamento e si ottimizza la capacità della struttura di stoccaggio 2. ECOFOG® - impianti di nebulizzazione per abbattere le polveri industriali Grazie alla produzione di nebbia mediante nebulizzazione di acqua a basse pressioni (aria 2÷3bar; acqua 0,2÷0,5bar), la tecnologia ECOFOG® capta le particelle di polveri evitandone la dispersione in ambiente. La nebbia inumidisce le polveri facendole ricadere sul materiale che le ha generate e legandole ad esso in maniera coesa; non sono quindi necessarie le classiche procedure di raccolta e smaltimento delle polveri (cosa che avviene per i sistemi di filtrazione tradizionali). Vantaggi principali: a. L’apporto infinitesimale di acqua utilizzato per la micronizzazione non bagna il materiale: si elimina così la necessità di trattamenti di essicazione b. ECOFOG facilita la movimentazione di materiali altamente volatili: con una nebulizzazione costante riesce ad appesantirne le particelle riducendone così la dispersione.

2

170

Ottobre | October 2020

in elastomero è garantita l’aderenza continuativa sul tappeto anche in presenza di difformità dello stesso ed in condizioni di usura della lama raschiante. Come diverse sono le caratteristiche dei materiali da asportare, diversi sono i modelli di pulitore RASKIA®: lame interamente in mescola poliuretanica ad alta resistenza all’usura, lame in poliuretano con inserto raschiante in metallo duro, lame interamente in acciaio con inserto in metallo duro. I pulitori RASKIA® sono inoltre versatili quanto alle soluzioni di tensionamento in funzione del posizionamento: tensionamento meccanico, pneumatico e pneumatico autoalimentato ricaricabile, appositamente studiato per quelle posizioni difficilmente accessibili. Un team di engineering giovane e dinamico, una produzione agile e snella, anni di esperienza e la stretta collaborazione con i propri clienti per la realizzazione di soluzioni ad hoc e di installazioni sperimentali, sono gli ingredienti di Barra Project International Srl che mette a disposizione del mercato i propri prodotti, progettati per fornire il giusto supporto in ogni fase della catena produttiva: un impianto produttivo più efficiente è più sicuro e meno costoso da gestire! Barra Project International non vende prodotti, fornisce soluzioni! 3

3. RASKIA® - pulitori per nastri trasportatori in gomma Pulitori semplici, robusti e poco ingombranti. Grazie a lame raschianti a settori modulari e ad ammortizzatori

.it

FOOD INDUSTRY



machinery & development

food industry

Industrial equipment to increase the efficiency in your production plant • Design, planning, production all made in Italy • Over 40 years of experience in the production units • High degree of plant and product customization

3

macro areas of competence born from the desire to offer 360° support in the management of bulk organic and/or inorganic solid material of different size in every industrial sector: from wood to plastic, from cement to aggregate, from milling to animal feed and much more. 1. AIRFLASH® & AIRFOM® - compressed air cannons Compressed air fluidization systems for granular materials stored in silos, hoppers, load cells, connection channel etc. The air-cannon, powered by compressed air (Pmax 10bar), generates a shock wave that acts directly on the material to be released without affecting the storage structures: these high-speed air injections eliminate bridges, compactions and incrustations of material that otherwise would reduce the load capacity of the storage facility and impede their emptying. The fluidizing action of the cannon is an improvement compared to traditional vibration systems whose use is often counterproductive as they increase the level of compaction of the material, damage the structures and cause noise pollution. As various and different are the industrial realities, so wide and varied is the range of Barra Project aircannons, suitable for equipping any type and size of storage structures (cannon range from 0,5Lt to 150Lt; application temperatures [-10°C; +100°C]; possible to be installed even in areas subject to corrosion and/or thermal radiation). Main advantages: a. reduction/elimination of downtime risks due to the storage structures blocking b. greater safety for local operators thanks to the elimination of direct manual interventions to release the clogged materials

5

c. continuous movement of the material and cleaning action of the structures; this avoids the creation of dead zones where the material is at deterioration risk for long periods of storage and optimizes the capacity of the storage facility 2. ECOFOG® - nebulization plants to reduce industrial dusts Thanks to the production of fog by spraying water at low pressures (air 2÷3bar; water 0.2÷0.5bar), ECOFOG® technology captures the dust particles avoiding their dispersion in the environment. The fog moistens the dusts making them fall back on the material itself and binding them to the material in a cohesive way; therefore the classic procedures for collecting and disposing of industrial dusts are not necessary (which happens instead for traditional filtration systems). Main advantages: a. The infinitesimal water supply used for the fog creation does not wet the material: thus eliminating the need for drying treatments b. ECOFOG® facilitates the movement of highly volatile materials: with a constant nebulization ECOFOG® manages to weigh down the particles on the material thus reducing their dispersion. 3. RASKIA® - cleaners for rubber conveyor belts Simple, robust and space-saving cleaners. Thanks to modular sector scraping blades and elastomer shock absorbers, continuous adhesion to the carpet is guaranteed even in the case of belt discrepancies and in conditions of wear of the scraping blade. Since the characteristics of the materials to be removed are different, different are also the models of RASKIA® cleaner: blades entirely in high wear resistance polyurethane, blades in polyurethane with hard metal

Ottobre | October 2020

scraping insert, blades entirely in steel with hard metal insert. RASKIA® cleaners are also versatile in terms of tensioning solutions: mechanical, pneumatic and pneumatic self-powered rechargeable tensioning, specially designed for those positions that are difficult to access. A young and dynamic engineering team, an agile and lean production, years of experience and close collaboration with its customers for creating ad hoc solutions and experimental installations, are the ingredients of Barra Project International Srl which makes available to the market its products, designed to provide the right support at every stage of your production chain: a more efficient production plant is safer and less expensive to manage! Barra Project International does not sell products, it provides solutions!

6

1: AIRFLASH - Installazione su celle di carico Installation on load cells 2: AIRFLASH - Esempio di applicazione / Application example 3: AIRFLASH - Installazione su silo granaglie Installation on grain silos

172

4

4: AIRFLASH - Installazione su impianto di filtrazione Installation on filtration system 5: ECOFOG - Esempio abbattimento polveri Fog dedusting system example 6: RASKIA - Pulitore / Belt cleaners

.it

FOOD INDUSTRY



machinery & development

food industry

Con le soluzioni Parallel Processing meno sprechi, flessibilità e zero errori Le soluzioni Parallel Processing permettono la realizzazione di processi disaccoppiati in contemporanea, in modo da incrementare il volume di produzione del sistema riducendo il costo per chilogrammo prodotto e massimizzando la flessibilità dell’impianto

N

TE Process è il single solution provider di soluzioni di processo per l’industria che vanno dal trasporto pneumatico in fase densa alla miscelazione ma anche iniezione di liquidi, essicazione, atomizzazione e formulazione in linea fino al confezionamento, il tutto puntando alla massima efficienza e flessibilità. Per raggiungere questi ambiziosi obiettivi, NTE Process, ha introdotto tra le proprie tecnologie il Parallel Processing che permette la realizzazione di processi disaccoppiati in contemporanea, in modo da incrementare il volume di produzione del sistema riducendo il costo per chilogrammo prodotto, massimizzando la flessibilità dell’impianto anche grazie alla possibilità di un rapido cambio ricetta. Ma in che consiste esattamente il parallel processing? “Innanzitutto, a differenza dei sistemi tradizionali accoppiati, il parallel processing si ottiene separando (disaccoppiamento) i processi di produzione, in modo che la formulazione, la miscelazione, il confezionamento e la pulizia possano avvenire in modo indipendente”. – spiega Emanuele Fratto, Corporate Sales Manager NTE Process – “Separare queste fasi di produzione significa svolgere simultaneamente più processi, consentendo ai nostri clienti di produrre diverse ricette contemporaneamente”.

I processi di produzione vengono separati grazie all’utilizzo di un sistema di contenitori intermedi (IBC), ognuno dei quali viene utilizzato per trasportare lotti di prodotto da un processo all’altro. Gli ingredienti rimangono all’interno del loro IBC dedicato durante tutto il processo di produzione, fino al momento dello scarico nella fase di imballaggio. La natura disaccoppiata degli IBC permette di formulare una miscela in un contenitore, mentre un altro viene miscelato e un terzo è in fase di confezionamento. La capacità di spostare gli IBC in modo indipendente in ogni fase del processo di produzione crea quindi una linea di produzione molto più efficiente e con maggiori capacità. A differenza dei sistemi tradizionali accoppiati che spesso comportano restrizioni sulla capacità della linea di produzione che si traducono in una riduzione dell’efficienza, le soluzioni Parallel Processing sono particolarmente vantaggiose. “Si tratta di un sistema di produzione veramente intuitivo e flessibile – conclude Fratto – la possibilità di avere più processi che si svolgono simultaneamente significa che i tempi di fermo delle apparecchiature e degli operatori sono notevolmente ridotti. In più, gli IBC possono essere riempiti e puliti mentre sono offline, il che elimina completamente la necessità di mettere in attesa le linee di produzione durante questi processi. Inoltre, poiché l’IBC è il contenitore stesso di miscelazione, non c’è bisogno di tempi di fermo del miscelatore tra un lotto e l’altro per la pulizia”. Tra i vantaggi dell’utilizzo del parallel processing vi è anche il ridotto rischio di contaminazione incrociata visto che le miscele rimangono all’interno degli IBC sigillati durante l’intero processo di produzione. Per scoprire tutte le soluzioni NTE Process visita www.nte-process.com

Eliminate waste and errors with the flexible Parallel Processing solutions Parallel Processing solutions enable decoupled processes working simultaneously, so as to increase the production volume of the system by reducing the cost per kilogram produced, maximizing the flexibility of the system

N

TE Process is the single solution provider of process solutions for industry, ranging from dense phase pneumatic conveying to mixing but also liquid injection, drying, atomization and in-line formulation to packaging. To achieve these ambitious objectives, NTE Process has introduced Parallel Processing as one of its technologies, which enables decoupled processes working simultaneously, so as to increase the production volume of the system by reducing the cost per kilogram produced, maximizing the flexibility of the system also thanks to the possibility of a fast recipe change over. What exactly does parallel processing consist of? “Unlike traditional coupled systems, parallel processing is achieved by separating (decoupling) the production processes which means that formulation, mixing, packaging and cleaning can take place independently” - explains Emanuele Fratto, Corporate Sales Manager NTE Process – “Separating these production phases means carrying out several processes simultaneously, each step is independent of the other so no time is wasted in waiting for the previous step to complete before moving on”.

174

Ottobre | October 2020

Each process is separated by the use of an intermediate container system (IBC) to transport batches of product from one process to another. The ingredients remain within their dedicated IBC throughout the production process, until unloading at the packaging stage. The decoupled nature of IBCs allows a mixture to be formulated in one container, while another is mixed and a third is being packaged. The ability to move the IBCs independently at each stage of the production process therefore creates a much more efficient production line with greater capacity. Unlike traditional coupled systems which often result in capacity restrictions on the production line resulting in reduced efficiency, Parallel Processing solutions are particularly advantageous. “This is a truly intuitive and flexible production system - concludes Fratto the possibility of having several processes running simultaneously means that downtime for equipment and operators is considerably reduced. In addition, the IBCs can be filled and cleaned while offline, which completely eliminates the need to put production lines on hold during these processes. In addition, because the IBC is the mixing container itself, there is no need for downtime of the mixer between batches for cleaning”. Using parallel processing is also reduced the risk of cross-contamination because the mixtures remain within the sealed IBCs throughout the entire production process. To discover all NTE Process solutions visit www.nte-process.com

.it

FOOD INDUSTRY



machinery & development

food industry

Spruzzo di liquidi in modo variabile e preciso

Spraying liquids variable and precise

Micro-atomizzatore privo di aerosol

Aerosol-free micro-atomizer

I

l sistema VarioSpray HP atomizza senza problemi piccoli volumi di sostanze ad alta viscosità. La portata è regolata indipendentemente dalla pressione del liquido mediante la modulazione della larghezza dell’impulso, dove l’angolo di spruzzo e la dimensione della gocciolina rimangono costanti. L’ugello è utilizzato in una vasta gamma di applicazioni nell’industria alimentare. VarioSpray HP rende i processi di produzione più economici limitando al solo ingresso del liquido evitando i sistemi a doppio fluido (aria-acqua) più complessi. Gli ugelli pneumatici tradizionali sono normalmente usati per umidificare pezzi di pasta, spruzzare olio vegetale sui prodotti o applicare agenti distaccanti per migliorare la qualità delle superfici. Questi ugelli sono molto adatti per spruzzare fluidi viscosi e sono stati l’ugello di prima scelta in passato per l’applicazione di piccoli volumi di liquido in combinazione con aria compressa. Tuttavia, questi ugelli non sono affatto la soluzione ideale da un punto di vista economico. Non appena l’aria è coinvolta nella tecnologia di atomizzazione, è impossibile evitare la formazione di aerosol. In molti casi, ciò significa che è necessario incapsulare il modulo spray e installare sistemi di estrazione complessi e costosi. La quantità di perdita di materiale, i costi per la pulizia e la manutenzione e l’inevitabile contaminazione dell’ambiente circostante l’installazione, nonché gli effetti negativi sulla salute dei dipendenti si rivelano dubbi quando si tratta delle prestazioni complessive di queste installazioni. Atomizzazione senza aria compressa Lechler ha sviluppato una nuova soluzione. Lo sviluppo del sistema VarioSpray HP è un’estensione dell’originale VarioSpray II. Entrambi sono ugelli a fluido singolo, che non richiedono aria compressa. Rispetto a VarioSpray II, VarioSpray HP può atomizzare in modo affidabile piccoli volumi anche con liquidi a viscosità più elevata (fino a 75 mPas). Questo è realizzato tecnicamente con il metodo di modulazione dell’ampiezza dell’impulso. Ciò comporta la variazione dei tempi di accensione e spegnimento di un segnale lasciando inalterata la frequenza. La portata (fino a 1 l / min a 3 bar) è determinata dal rapporto larghezza impulso. È quindi indipendente dalla pressione e consente la realizzazione di angoli di spruzzatura costanti e dimensioni delle gocce uniformi. I parametri rilevanti per la qualità rimangono costanti durante l’intero processo. I prodotti o gli oggetti che vengono trasportati su nastro velocità diverse possono essere bagnati in modo molto preciso con la quantità desiderata di fluido di atomizzazione.

176

Ottobre | October 2020

T

he VarioSpray HP nozzle valve system atomizes very small volumes of high viscosity substances without any problems. The flow rate is regulated independently of the liquid pressure by means of pulse-width modulation, where the spray angle and droplet size remain constant. The nozzle is used in a wide range of applications in the food industry. VarioSpray HP makes production processes more economical by dispensing that use sparse amounts of spray media with complex twin-fluid systems. Traditional pneumatic atomizing nozzles are normally used to humidify pieces of dough, spray vegetable oil on products or apply release agents in order to improve the quality of surfaces. These nozzles are very suitable for spraying viscous media and have been the first-choice nozzle in the past for applying small volumes of liquid in combination with compressed air. However, these nozzles are by no means the ideal solution from an economic point of view. As soon as air is involved in atomization technology, it is impossible to avoid the formation of aerosol. In many cases, this means that it is necessary to encapsulate the spray module and install complex and expensive extraction systems. The amount of material loss, costs for cleaning and maintenance, and unavoidable contamination of the installation surroundings, as well as negative effects on the health of employees proves to be doubtful when it comes to the overall performance of these installations. Atomization without compressed air Lechler has developed a new solution. The development of the VarioSpray HP nozzle valve system is an extension of the original VarioSpray II. Both are single-fluid nozzles, which do not require compressed air. In comparison with the VarioSpray II, VarioSpray HP can reliably atomize very small volumes even with higher-viscosity liquids (up to 75 mPas). This is realized technically by pulse-width modulation method. This involves varying the on and off times of a signal while leaving the frequency unchanged. The flow rate (up to 1 l/min at 3 bar) is determined by the pulse width ratio. It is therefore independent of pressure and permits realization of constant spray angles and uniform droplet sizes. Quality-relevant parameters remain constant throughout the entire process. Products or objects which are transported on a belt at different speeds can be wetted very precisely with the desired quantity of atomizing fluid. Optimized flow rates and the omission of expensive compressed air systems save on material and money while increasing the economic efficiency of installations. In addition to the costs of lost fluid, the costs for installation cleaning and operating costs for extraction equipment are saved. Flexible and high belt speeds are possible with clock frequencies up to 200 Hz. The continuously variable flow rate with a turn-down ratio of 29:1 and flexible adaptation of the spray quantity to different requirements allow fast and efficient production with minimum conversion and product change times. This makes installation concepts even more productive. Since the flow rate is no longer controlled by pressure, the omission of corresponding systems means that it is possible to realize shorter installation times and reduce the amount of maintenance required, resulting in lower operating costs. A system without the formation of aerosol has positive effects on the cleanliness of the workplace and protects the health of employees. Soiling of the nozzle valve can be removed completely by backflushing with up to 40 bar allowing it to be

.it

FOOD INDUSTRY


Valvola con modulazione dell’impulso

VarioSpray

• Valvolva airless, no formazione di aerosol • Modulazione della frequenza e del tempo on/off • Comandata elettronicamente, immediata risposta • Cost saving, giusta quantità di liquido solo sul prodotto • Angolo di spruzzo costante, grandezza gocce uniforme

www.lechler.com/de-en/products/product-highlights/variospray

Lechler Spray Technology S.r.l. Via Don Dossetti, 2 20080 Carpiano (MI) - ITALIA Telefono: +39/0298859027 Fax: +39/029815647 E-Mail: info@lechleritalia.com

ENGINEERING YOUR SPRAY SOLUTION

Le portate ottimizzate e l’omissione di costosi sistemi di aria compressa risparmiano su materiali e denaro aumentando al contempo l’efficienza economica delle installazioni. Oltre ai costi del fluido persi, vengono risparmiati i costi per la pulizia dell’installazione e i costi operativi per le attrezzature di estrazione. Velocità del nastro flessibili e elevate sono possibili con frequenze fino a 200 Hz. La portata variabile in continuo con un rapporto di riduzione di 29: 1 e l’adattamento flessibile della quantità di spruzzo alle diverse esigenze consentono una produzione rapida ed efficiente con tempi di conversione e di cambio prodotto minimi. Ciò rende i concetti di installazione ancora più produttivi. Poiché la portata non è più controllata dalla pressione, l’omissione dei sistemi corrispondenti significa che è possibile ridurre i tempi di installazione e ridurre la quantità di manutenzione richiesta, con conseguente riduzione dei costi operativi. Un sistema senza formazione di aerosol ha effetti positivi sulla pulizia dell’ambiente di lavoro e protegge la salute dei dipendenti. Lo sporco della valvola dell’ugello può essere rimosso completamente mediante il controlavaggio con un massimo di 40 bar, in modo che sia privo di residui. Ciò elimina la necessità di uno smontaggio complesso e dispendioso in termini di tempo dell’unità di spruzzatura. VarioSpray HP è realizzato interamente in acciaio inossidabile di alta qualità ed è quindi adatto e approvato per l’uso nell’industria alimentare (FDA). Semplice integrazione Il sistema può essere integrato in modo rapido e semplice in installazioni esistenti e nuove. VarioSpray HP offre la massima flessibilità per gli utenti. Il sistema è completamente modulare, così che l’ugello senza aria compressa può essere adattato in modo flessibile per le esigenze individuali. La gamma di prodotti è progettata esattamente per soddisfare le esigenze delle singole applicazioni. Oltre a valvole e tubi, anche questo comprende due varianti di controllo (Smart per massimo 8 valvole, Flex per massimo 16 valvole) e testine di spruzzatura modulari. I concetti di controllo predefiniti di Lechler consentono di realizzare la maggior parte dei requisiti di atomizzazione dopo solo una breve fase di installazione e avviamento. I consulenti di vendita di Lechler sono disponibili per fornire consulenza individuale e concetti personalizzati. Complessivamente, VarioSpray HP è un sistema di atomizzazione che garantisce la massima qualità e rende le installazioni più produttive, più semplici e pulite. Allo stesso tempo, il sistema riduce i costi di investimento e consente di ottenere un rapido ritorno sull’investimento.

.it

FOOD INDUSTRY

free of residue. This eliminates the need for complex and time-consuming disassembly of the spray unit. The peak-&-hold control function keeps heat development in the valve at a low level and therefore saves energy compared with traditional valves. VarioSpray HP is made entirely of high-quality stainless steel and is therefore suitable and approved for use in the food industry. Simple integration The nozzle valve system can be integrated in both existing and new installations quickly and easily. VarioSpray HP offers maximum flexibility for users. The system is completely modular, so that the compressed air-free nozzle can be adapted flexibly for individual requirements. The product range is designed exactly to meet the needs of individual applications. In addition to valves and hoses, it also includes two control variants (Smart for max. 8 valves, Flex for max. 16 valves) as well as modular spray headers. The predefined control concepts from Lechler allow most atomization requirements to be realized after only a very short installation and start-up phase. The sales consultants from Lechler are available to provide individual advice and customized concepts. Overall, VarioSpray HP is an atomization system that guarantees the highest quality and makes installations more productive, simpler and cleaner. At the same time, the system reduces investment costs and makes it possible to achieve a fast return-on-investment.

Ottobre | October 2020

177


marketing & strategy

food industry

Innovare insieme per un futuro sostenibile La cooperazione tra industria e università è fondamentale per l’azienda per promuovere nuove soluzioni all’interno della catena del valore alimentare e perfezionare numerosi processi industriali

L

’Università di Lund e Tetra Pak hanno recentemente firmato un accordo di partnership strategica quinquennale, espandendo la loro storia di collaborazione su logistica degli imballaggi, tecnologia alimentare e materiali di imballaggio. Insieme, Lund University e Tetra Pak vogliono creare nuove opportunità di sviluppo del settore accademico, promuovere la condivisione di risorse e competenze, esplorare opportunità per arricchire le idee e creare una piattaforma di scambio tra studenti e professionisti. La collaborazione è fondamentale per il modo in cui Tetra Pak opera come azienda e questa partnership non fa eccezione, specialmente per affrontare aree come l’economia circolare e basata sul biologico. La cooperazione tra industria

178

Ottobre | October 2020

e università è fondamentale per l’azienda per promuovere nuove soluzioni all’interno della catena del valore alimentare e perfezionare numerosi processi industriali. Collaborando con l’Università di Lund, Tetra Pak è riuscita nella miscelazione di prodotti emulsionati industriali e la creazione di nuove forme e formati di confezioni. Come altro esempio delle numerose attività svolte in collaborazione, entrambi i partner sono membri principali di Treesearch, la più grande piattaforma di collaborazione di ricerca della Svezia per sviluppare materiali nuovi e sostenibili dalle risorse forestali. Torbjörn von Schantz, vicecancelliere dell’Università di Lund, ha dichiarato: “Tetra Pak è un partner strategico e collaboriamo da molti anni. Ora che

approfondiamo, ampliamo e formalizziamo questa cooperazione, vediamo opportunità ancora maggiori per sviluppare ricerche eccellenti, conoscenza e innovazioni insieme, rafforzando al contempo l’attrattiva della regione. Il mondo accademico e l’industria devono lavorare a stretto contatto a lungo termine per risolvere sfide sociali complesse come la sostenibilità, che è al centro di questa collaborazione”. Laurence Mott, Vicepresidente esecutivo, Sviluppo e ingegneria e Ricerca e sviluppo, Tetra Pak, ha concluso: “La stretta collaborazione tra l’industria e il mondo accademico è una componente essenziale dello sforzo di innovazione di Tetra Pak. La partnership con l’Università di Lund fornisce a Tetra Pak competenze accademiche all’avanguardia e creerà nuove opportunità per il personale, gli studenti e i dipendenti di Tetra Pak. Siamo entusiasti di formalizzare questo accordo. Insieme possiamo affrontare alcune delle sfide fondamentali affrontate dal nostro settore e, in definitiva, supportare meglio i nostri clienti e consumatori a livello globale“.

.it

FOOD INDUSTRY


food industry

marketing & strategy

Innovating together for a sustainable future Industry-academia cooperation is critical for the company to fostering new solutions within the food value chain and perfecting numerous industrial processes

L

und University and Tetra Pak have recently signed a five-year strategic partnership agreement, expanding on their rich history of collaboration on packaging logistics, food technology and packaging materials. Together, Lund University and Tetra Pak will aim to create new industry-academia development opportunities, promote the sharing of resources

and competencies, explore opportunities to enrich ideas, and create a platform of exchange between students and professionals. Collaborative working is key to how Tetra Pak operates as a business and this partnership makes no exception especially to collectively address areas such as circular and bio-based economy. Industry-academia cooperation is critical for

the company to fostering new solutions within the food value chain and perfecting numerous industrial processes. By collaborating with Lund University, Tetra Pak has been able to advance the mixing of industrial emulsified products and the forming of new package shapes and formats. As another instance of their numerous joint-collaboration activities, both players are core members of Treesearch, Sweden’s largest research collaboration platform to develop new and sustainable materials from forest resources. Torbjörn von Schantz, vice-chancellor of Lund University, said: “Tetra Pak is a key strategic partner and we have collaborated for many years. As we now deepen, broaden, and formalise this cooperation, we see even greater opportunities to develop excellent research, knowledge, and innovations together, while strengthening the region’s attractiveness. Academia and industry need to work closely in the long-term to solve complex societal challenges such as sustainability, which is very much in focus for this collaboration.” Laurence Mott, Executive Vice President, Development & Engineering and R&D, Tetra Pak, concluded: “Close collaboration between industry and academia is an essential component of Tetra Pak’s innovation effort. The partnership with Lund University provides Tetra Pak access to cutting edge academic competencies and will create new opportunities for staff, students and Tetra Pak employees alike. We are thrilled to formalize this agreement. Together we can tackle some of the fundamental challenges faced by our industry, and ultimately better support our customers and consumers globally.”

Torbjorn Von Schantz

Laurence Mott

.it

FOOD INDUSTRY

Ottobre | October 2020

179


machinery & development

food industry

Lunga vita e alta qualità LCZ fa un’attenta analisi dei bisogni del cliente per poter offrire la risposta più adatta, personalizzata e dettagliata

L

CZ, azienda italiana fondata nel 1971, è specializzata nella costruzione di generatori a vapore a tubi di fumo ad alto rendimento, di apparecchi a pressione per centrali termiche e nella realizzazione di centrali termiche e impianti a vapore. LCZ è sempre stata in grado di adattare la propria proposta alle evoluzioni del mercato, grazie soprattutto ad una costante e continua attività di ricerca, senza mai dimenticare l’obiettivo primario: un’attenta analisi dei bisogni del cliente da parte dell’ufficio tecnico finalizzato all’elaborazione della risposta più adatta, personalizzata e dettagliata. I vantaggi del generatore a tubi di fumo LCZ sono: Elevati rendimenti con conseguente riduzione dei consumi; Lunga durata nel tempo; Alta qualità del vapore anche nel caso di richieste improvvise di vapore; Limitate emissioni di NOx.

LCZ offre soluzioni complete che permettono l’utilizzo senza la presenza continua del conduttore patentato fino a 72 ore e/o con un sistema di gestione globale dell’impianto e di tutta la centrale termica mediante PLC e da remoto con dispositivo di controllo elettronico multicanale. L’impianto produttivo è organizzato su due stabilimenti, entrambi in Italia, di cui uno con più di 40.000mq di area coperta e caratterizzato da processi di saldatura automatizzati, test non-distruttivi (X-raysL.P.), produzione interna di focolari tipo FOX (ondulati), il tutto supportato dal software di gestione SAP ERP. In aggiunta ai prodotti storici quali generatori di vapore a tubi da fumo (fino a 25 ton/h) e generatori di calore ad olio diatermico (fino a 9MW), LCZ propone anche generatori di calore per acqua calda e surriscaldata (fino a 17MW), generatori a recupero di calore per impiego a valle di cogeneratori e processi industriali. Grazie a al suo caratteristico approccio customoriented, L.C.Z. srl ha saputo introdurre ormai da anni

Long lifetime and high quality LCZ analyses customer’s requirements to draw up the most focused, customized and detailed answer

W

elcome to LCZ, dedicated since 1971 to design, manufacturing, installation, service and maintenance of industrial boilers for standard and special applications: plug-in solutions, package solutions, site erected plants. Over the years, LCZ has been able to adapt the proposal to market evolutions, thanks to constant and continuous improvement, regarding the product as well as the fabrication processes, without forgetting the hallmark: careful analysis of customer’s requirements by its technical department aimed at drawing up the most focused, customized and detailed answer.

180

Ottobre | October 2020

The main advantages of the fire-boiler LCZ are: High efficiency reducing consumption; Long lifetime; Steam high quality fulfilling sudden demands of steam; Reduced low NOx emission. LCZ steam boilers can be equipped with 72 hours safety system for operating without continuous supervision up to 72 hours and/or with a global control system of the plant or the whole boiler room by a PLC or a multichannel electronic control device. A manufacturing system, organized in two manufacture plants, both in Italy; one of these, with a covered area of more than 40,000sqm, is wellcharacterized by automated welding processes, nondestructive tests (X-rays-L.P.), a home production of the corrugated furnaces, all supported by management using software as SAP ERP. In addition to historical products as fire tube steam boiler (up to 25 Ton/h) and thermal fluid generator (up to 9MW), LCZ also proposes fire tube boiler for hot and

e con successo le centrali termiche prefabbricate CTP per la produzione di vapore, acqua calda, acqua surriscaldata, olio diatermico, al cui interno vengono disposti il generatore completo di accessori e attrezzature di servizio con realizzazione dei collegamenti idraulici, elettrici, isolamento tubazioni, completa quindi di tutte le apparecchiature montate e cablate, e di quant’altro necessario per renderla immediatamente funzionante, con possibilità di monitoraggio da remoto e trasmissione dati in tempo reale. Gli evidenti vantaggi di questo prodotto si possono così riassumere: • Progettazione e costruzione chiavi in mano su misura; • Ridotti costi di produzione rispetto alla costruzione di una centrale termica tradizionale; • Trasportabili e movimentabili • Soluzioni compatte ma con completa accessibilità a tutti i componenti; • Installazione semplice e veloce • Ridotti costi e tempi per la messa in servizio

superheated water, waste gas heat recovery boilers downstream cogeneration and industrial plants. Thanks to its custom-oriented approach, L.C.Z. srl has been able to introduce CTP prefabricated thermal units for the production of steam, hot water, superheated water, diathermic oil with a lot of successfully installation in Europe: this turn-key equipment contains the boiler complete with accessories and service equipment, with hydraulic and electrical connections just placed and pipe insulation. Prefabricated thermal units are complete with all mounted and wired equipment, and all is necessary to make them immediately operational, with the possibility of remote monitoring and real-time data transmission. The main advantages of this product can be summarized as follows: • Customized turnkey design and construction; • Reduced production costs compared to the construction of a traditional heating plant; • Transportable and movable • Compact solutions but with complete accessibility to all inside components; • Quick and easy installation; • Reduced costs and time for commissioning.

.it

FOOD INDUSTRY



machinery & development

food industry

Il brand italiano che vanta referenze in tutto il mondo Fondata da Giuseppe Navatta nel 1983, la società Navatta produce e installa linee di lavorazione di frutta e verdura

N

avatta Group è centro di eccellenza per la produzione e installazione di macchine e fabbriche chiavi in mano con potenzialità variabili da 3 a 120 t/h di prodotto fresco in entrata. Gamma di produzione Navatta Group produce e realizza linee di processo, sistemi, apparecchiature per la frutta, pomodoro, verdure per: - Pomodoro pelato / cubettato / pomodoro triturato, salse e puree, concentrato di pomodoro, riempiti in tutti i tipi di contenitore o in asettico;

- Frutta in pezzi, puree, succhi di frutta (purea naturale o concentrata) da frutta mediterranea / frutta tropicale, confezionata in ogni tipo di confezione o in asettico; - Linee di triturazione frutta da IQF, da blocchi surgelati e da frutta surgelata in fusti; - Estrazione a freddo ad alto rendimento brevettata, puree di frutta / succhi di frutta equalizzati in asettico; - Ampia gamma di evaporatori per la produzione di concentrato di pomodoro e concentrati di frutta mediterranea e tropicale, evaporatori film cadente, circolazione forzata e circolazione mista; - Evaporatori per caffè e latte: evaporazione prima degli spray driers, liofilizzatori o altri essiccatori; - Evaporatori per l’industria di cogenerazione (trattamento dei rifiuti); - Sterilizzatori asettici;

Cicloni Separa Sabbia – adatti a separare la sabbia dal succo di pomodoro raffinato – notevole miglioramento nella qualità finale del succo Cyclone Sand Separator – to separate sand from refined tomato juice – great improvement in juice quality

The Italian name that boasts references across the globe

N

avatta Group is center of excellence for the production and installation of processing machines and turnkey plants with capacity ranging from 3 to 120 t/h of incoming fresh product. Manufacturing range NAVATTA GROUP manufactures and commissions processing lines, systems, equipment for fruit, tomato, vegetables for:

182

Ottobre | October 2020

Founded by Mr. Giuseppe Navatta in 1983, the company Navatta produces and installs fruit and vegetables processing lines

• Peeled / diced / crushed tomatoes, tomato sauces and purees, tomato paste, all filled into any kind of package or in aseptic; • Diced, puree, juices (single strength or concentrated) from Mediterranean / tropical fruit, all filled into any kind of package or in aseptic; • Fruit crushing lines from IQF, frozen blocks and frozen drums; • High yield patented fruit puree cold extraction, fruit purees / juices equalized in aseptic; • Wide range of evaporators to produce tomato paste, Mediterranean and tropical fruit concentrates,

- Riempitrici asettiche per sacchi con e senza bocchello da 3 a 20 litri; Bag-in-Drum da 220 litri, Bin in-Box / IBC 1.000 - 1.500 litri; - Pastorizzatori e raffreddatori a spirale; - Produzione di prodotti formulati (marmellata, ketchup, salse, bevande) a partire dallo scarico della materia prima al dosaggio, miscelazione, stabilizzazione meccanica / termica per il riempimento in qualsiasi tipo di confezione o in piccole cisterne asettiche; - Impianti di trasformazione pilota; - Impianti di trasformazione di ortaggi comprendenti la ricezione, la reidratazione, cottura, grigliatura e il congelamento. La sede e le due unità produttive di Navatta Group si trovano a Pilastro di Langhirano, Parma, con una superficie totale di produzione di 10.000 metri quadrati.

Cubettatrice per pomodoro Tomato dicing machine

multi-function evaporator, falling film and forced circulation; • Evaporators for coffee and milk: evaporation before spray driers, freeze dryers or other dryers • Evaporators for cogeneration industry (waste treatment); • Aseptic sterilizers; • Aseptic fillers for spout bags/ spout-less bags from 3 to 20 liters, Bag-in-Drum 220 liters, Bin-in-Box / IBCs 1.000 – 1.500 liters; • Spiral pasteurizer and cooler; • Formulated products productions (jam, ketchup, sauces, drinks) starting from components unloading to dosing, mixing, mechanical / thermal stabilizing, to filling into any kind of package or into aseptic mini-tanks; • Processing pilot plants; • Vegetables processing as receiving, rehydration, cooking, grilling and freezing. Navatta Group’s headquarters and the two production units are located in Pilastro di Langhirano, Parma, with a total production area of 10,000 square meters.

.it

FOOD INDUSTRY



machinery & development

food industry

Elesa per la sicurezza alimentare Elesa dedica due nuove linee alla sicurezza nell’industria alimentare: Visually Detectable e Metal Detectable

L

’industria alimentare, seconda industria manifatturiera italiana e riferimento sempre più forte del “made in Italy”, è costantemente sotto i riflettori. In un contesto socioeconomico complesso e in perenne mutamento, sicurezza e igiene acquistano un ruolo rilevante in questo settore lungo tutta la filiera produttiva. La necessità di progettare e produrre nuovi componenti conformi a standard igienici elevati contro la contaminazione delle preparazioni alimentari e farmaceutiche da parte di batteri, agenti microbici o sostanze chimiche è un obiettivo che Elesa S.p.A. ha perseguito con sempre maggiore impegno in questi ultimi anni.

Per questi usi Elesa propone prodotti interamente realizzati in acciaio INOX AISI 316L rappresentati dalla linea Hygienic Design che include manopole, volantini a lobi, maniglie a ponte e piedini di livellamento progettati e realizzati secondo le linee guida EHEDG. Diverse le caratteristiche che contraddistinguono la linea: resistenza alla corrosione, alle temperature e alle sostanze chimiche garantite dal materiale di costruzione, guarnizioni di tenuta conformi a normativa FDA, qualità delle finiture superficiali, (rugosità inferiore a 0,8 µm) forme compatte, prive di cavità e senza recessi per il massimo della pulibilità. In aggiunta Elesa presenta oggi in grande anteprima due nuove linee di prodotto appartenenti agli “High Performing” di Elesa: le linee Visually Detectable e Metal Detectable. La linea Visually Detectable comprende componenti standard con inserti in acciaio INOX AISI 303 e AISI 304, realizzati in tecnopolimero colore “Blu segnale” RAL 5005, materiale idoneo al contatto con i cibi (FDA CFR.21 e EU 10/2011). I materiali plastici blu vengono

Linea di prodotti Metal Detectable di Elesa Metal Detectable lines of Elesa

ampiamente utilizzati nell’industria alimentare poiché, grazie alla loro elevata visibilità, possono essere rapidamente rilevati visivamente in linea. Infatti, il colore blu è naturalmente assente in questi ambienti. I componenti standard della linea Metal Detectable con inserti in acciaio INOX AISI 303 e AISI 304 sono realizzati in tecnopolimero “Blu verdastro” RAL 5001, materiale idoneo al contatto con i cibi (FDA CFR.21 e EU 10/2011). Lo speciale additivo presente nella massa del materiale plastico permette la rilevazione di particelle cubiche di 5 mm di lato tramite metal detector. La colorazione blu del materiale, inoltre, è stata studiata per facilitare la rilevazione visiva da parte dell’operatore o della telecamera. Le caratteristiche di entrambe le linee contribuiscono ad aumentare i livelli di sicurezza nei processi di produzione alimentare e farmaceutica nel pieno rispetto delle normative internazionali. La conformità alle normative FDA delle materie prime permette inoltre un elevato livello di prevenzione contro i rischi di contaminazione del prodotto alimentare.

Linea di prodotti Visually Detectable di Elesa Visually Detectable lines of Elesa

Elesa for food safety Two Elesa new lines for the food industry: Visually Detectable and Metal Detectable

T

he food industry, the second Italian manufacturing industry and the strongest reference for “made in Italy, is constantly in the spotlight. In an ever-changing complicated socioeconomic context, safety and hygiene represent an increasingly important role in the sector throughout the entire production. The need to design and manufacture new components compliant with high hygienic standards against contamination of food and pharmaceutical production processes by bacteria, microbial agents or chemicals, is a goal to which Elesa S.p.A. has placed more and more attention over recent years.

184

Ottobre | October 2020

For these uses, Elesa offers products entirely made of AISI 316L stainless steel represented by the Hygienic Design line which includes knobs, lobe knobs, bridge handles and levelling feet designed and developed in order to meet the requirements of sectors subject to hygienic regulations (EHEDG). The main characteristics of this line are: corrosion, temperature and chemical resistance guaranteed by construction materials, sealing rings in compliance with FDA, quality surface finishes, (Ra < 0.8 µm), compact shapes without recesses studied in the geometries. In addition, Elesa today presents two new product lines belonging to the Elesa “High Performing”: Visually Detectable and Metal Detectable. The Visually Detectable line includes standard components with AISI 303 and AISI 304 stainless steel inserts, made of technopolymer, “Signal blue” RAL 5005, material suitable for contact with food (FDA CFR.21 and EU 10/2011). Blue plastic materials are widely used in the food industry because, thanks

to their high visibility, they can be rapidly detected especially as the colour blue is naturally absent in these environments. The standard components of the Metal Detectable line with AISI 303 and AISI 304 stainless steel inserts are made of technopolymer, “Green-blue” RAL 5001, material suitable for contact with food (FDA CFR.21 and EU 10/2011). The special additive contained in the plastic material, allows the detection of cubic particles of 5 mm by means of a metal detector. Furthermore, the specificity and uniqueness of the blue colour, naturally absent in the environment in which these components are applied, also allows the visual detection of contaminant parts. The characteristics of both lines contribute to increasing the levels of safety in food and pharmaceutical production processes in full compliance with international regulations. Compliance with FDA regulations also allows a high level of prevention against the risk of contamination of the food product.

.it

FOOD INDUSTRY



machinery & development

food industry

Il tratto distintivo che accomuna Villa Zarri e Aermec sono accomunate dalla qualità dei loro prodotti e che fanno del Made in Italy il proprio tratto distintivo in Europa ma anche nella più ampia cornice mondiale

A

lle porte di Bologna, immersa in un parco secolare, si trova la splendida Villa Zarri, costruita nel 1578, ristrutturata nel Settecento e portata fino all’aspetto attuale. Il punto di forza di Villa Zarri è un brandy che nasce dopo una scrupolosa sperimentazione accompagnata da un’accurata ricerca scientifica per ottenere uno dei migliori distillati di vino italiano invecchiato.

Per la distillazione si utilizza il metodo discontinuo tramite l’alambicco Charentais, vera peculiarità dell’unica azienda italiana ad utilizzare questo apparecchio tipico dei produttori di cognac francese. Il vino viene messo in caldaia e scaldato; il vapore inizia a salire, attraversa il collo dell’alambicco e arriva in una serpentina in rame all’interno del serbatoio freddo dove il vapore condensa e viene raccolto nella parte inferiore. Dalla prima distillazione si ottiene un liquido incolore che raggiunge circa i 30° alcolici. Viene poi distillato una seconda volta per arrivare alla gradazione finale di circa 72°. Il distillato può iniziare ora il suo lento invecchiamento in botticelle di rovere da 350 litri. Qui riposa almeno 10 anni. Viene poi filtrato, imbottigliato alla gradazione alcolica di 44/45° e messo in commercio. Per la produzione del brandy, Villa Zarri si avvale dell’unità solo freddo ANL070 da 16 kW progettata e fornita da Aermec, con compressore scroll ad alto rendimento e scambiatore a piastre saldobrasate in acciaio inox AISI316L che garantisce l’esatta temperatura di alimento ad un serbatoio aperto di 1000 L. Da qui due pompe gemellari portano l’acqua refrigerata all’alambicco. Mantenere con precisione la corretta temperatura è fondamentale affinché il processo avvenga con la giusta dinamica per far risaltare le distintive peculiarità organolettiche del prodotto.

Per la fase di filtrazione, dove l’utilizzo del freddo gioca un ruolo fondamentale, Aermec ha proposto una unità ANKI020 con compressore scroll e pompa entrambi ad inverter. Grazie alla capacità di lavorare con un bassissimo contenuto d’acqua (ca. 2 l/kW) ed al suo ampio range di funzionamento (da -8°C a +20°C di acqua prodotta), questa unità Aermec è accoppiata direttamente ad uno scambiatore in rame immerso nel prodotto portato fino a -2°C prima dell’imbottigliamento. Villa Zarri ed Aermec sono due aziende accomunate dalla qualità dei prodotti realizzati e che, seppur in mercati diversi a volte interconnessi, fanno del Made in Italy il proprio tratto distintivo non solo in Europa ma anche nella più ampia cornice mondiale.

into a copper coil inside the cooling tank, where it condenses and collects in the lower part. The first distillation produces a colourless liquid with about 30° ABV. This is then distilled again, reaching an alcohol content of about 72°. The distillate can now start its slow ageing process in 350-litre oak casks. It will stay there to rest for at least 10 years. At the end of that time, it’s filtered, bottled with an alcohol content of 44/45°, and put on the market. For its brandy production, Villa Zarri uses a 16kW ANL070 cooling-only unit designed and supplied by Aermec, with a high-performance scroll compressor and braze-welded plate heat exchanger in AISI316L stainless steel that guarantees the exact feed temperature for a 1000-litre open tank. Twin pumps take the chilled water from the tank to the still. Maintaining the precise temperature is vital to ensure

that the process follows the right dynamics to bring out the distinctive organoleptic qualities of the product. For the filtering phase, where the use of a cold environment plays a fundamental role, Aermec suggested an ANKI020 unit with scroll compressor and pump, both with an inverter. Thanks to its capacity to work with an extremely low water content (approx. 2 l/ kW) and its wide operating range (processed water from -8°C to +20°C), this Aermec unit is directly coupled with a copper heat exchanger immersed in the product to bring it down to -2°C before being bottled. Villa Zarri and Aermec are two companies working in different – albeit sometimes interconnected – markets, but they share the same attention to the quality of their products and the aim to make the “Made in Italy” label their distinctive trait, not only in Europe but in the wider global framework too.

The common distinctive feature Villa Zarri and Aermec share the same attention to product quality and make the “Made in Italy” label their distinctive trait, in Europe as well as worldwide

O

n the outskirts of Bologna, set in a centuriesold park, there is the magnificent Villa Zarri, built in 1578 and refurbished in the 18th century, then brought to its present appearance. The strength of Villa Zarri lies in a brandy resulting from meticulous testing along with painstaking scientific research to obtain one of the best aged Italian wine distillates. The distillation process employs the discontinuous method using a Charentais still – the true distinctive feature of the only Italian company to use this device typically favoured by the French cognac producers. The wine is put into a boiler and heated; the vapour begins to rise, passing through the neck of the still

186

Ottobre | October 2020

.it

FOOD INDUSTRY



machinery & development

food industry

TOMRA e Ortofrutticola PARMA: qualità selezionata. Dalla terra alla tavola. La selezionatrice Sentinel II di TOMRA è stata installata nell’azienda bolognese. Consentirà di selezionare con poco scarto ed estrema precisione una maggior quantità di patate, il prodotto di punta dell’impresa

A

i primi di maggio, da poco terminato il lockdown, una nuovissima Sentinel II di TOMRA Food è entrata in servizio presso Ortofrutticola Parma, primaria azienda bolognese del comparto ortofrutticolo. La macchina ha sostituito un modello precedente, in azienda dal 2008 nella linea di selezione delle patate, prodotto di punta dell’impresa, con circa 180 mila quintali lavorati l’anno.

Ivan Parma, responsabile commerciale racconta: “Ci serviva una macchina con una maggiore capacità lavorativa per le nostre patate, così ci è sembrato naturale rivolgerci nuovamente a TOMRA Food e alla loro tecnologia, all’avanguardia nella selezione ottica”. Gianluca Coloretti, area manager di TOMRA Food, spiega: “La selezionatrice installata dodici anni fa aveva già guadagnato la fiducia del cliente offrendo qualità, sicurezza alimentare e contenimento dei costi produttivi. La richiesta del nuovo modello perciò non ci ha sorpresi, e siamo felici che la fiducia nel marchio sia stata rinnovata.” TOMRA è un colosso norvegese dall’anima green attivo nei più diversi settori tra cui quello alimentare. Le sue selezionatrici ottiche consentono di selezionare insalata, patate, frutta fresca e a guscio, verdure fresche e surgelate, che scorrono sul nastro con velocità fino a 5m al secondo. Presso Ortofrutticola Parma, la nuova Sentinel II di TOMRA è stata posizionata nella linea di lavorazione

delle patate, dopo la lavatrice. A due mesi dall’installazione, in azienda si dicono soddisfatti: “Il nuovo modello ha un’elevata precisione di selezione ed è semplice da utilizzare. Abbiamo notato che l’efficienza è migliorata grazie ad una selezione molto netta ed il lavoro degli operatori posti in fase di cernita è facilitato”, spiega Ivan Parma. I sensori ottici ad alta risoluzione della Sentinel II e la semplice interfaccia utente consentono all’azienda di impostare la selezionatrice in modo da scartare un’ampia gamma di difetti, rimuovendo al contempo i corpi estranei, operando a capacità elevate, circa 200 quintali l’ora e gestendo con estrema facilità anche volumi estremamente importanti di prodotto. Conclude Ivan Parma: “L’utilizzo della Tomra aiuta a migliorare la produttività, ottimizzare i costi e aggiungere garanzie qualitative per il cliente, per noi imprescindibili”. Così come sono imprescindibili anche per ognuno degli utenti finali, quando il prodotto raggiunge finalmente il piatto.

TOMRA Food and Ortofrutticola Parma: Selected quality, from the earth to the table Installing TOMRA’s Sentinel II sorting machine has enabled the Bolognese company to select large quantities of potatoes – its flagship products – with great precision and minimal waste

O

rtofrutticola Parma has operated a TOMRA sorting machine since 2008 on its potato selection line, where it has processed about 180,000 tons of the company’s flagship product every year. When the time came this year to find a replacement machine which would continue to meet the need for superior tuber production, the company turned once again to TOMRA Food. The solution,

188

Ottobre | October 2020

which the company put into service at the beginning of May, was a new Sentinel II. This is located on the line after the washing machine. Ivan Parma, sales manager of the family company, commented: “We needed a machine with a greater working capacity for our potatoes, so it seemed natural to turn again to TOMRA Food for their leading optical sorting technology.” Gianluca Coloretti, area manager of TOMRA Food Italy, said: “The sorting machine installed 12 years ago had gained the customer’s trust by offering quality, food safety and reduced production costs. Therefore, the company’s request for the new model did not surprise us. We are very pleased that Ortofrutticola Parma’s confidence in the brand is renewed.” The Sentinel II’s high-resolution optical sensors and simple user interface allow the company to set the

sorter to detect and reject a wide range of defects. The machine is set up with three outputs: first-quality product, second-quality product, and waste – and, thanks to the selection accuracy, waste is reduced to a minimum. The machine is handling large volumes of product, about 200 tons per hour, with ease. In fact, just two months after installation, the Sentinel II has already revolutionized Ortofrutticola Parma’s machining processes. Ivan Parma explained: “Operators find the model easy to use and its high accuracy in selection has improved sorting efficiency. This has made it possible for us to free staff from the sorting area to work in other areas, increasing production. TOMRA’s technology helps us improve productivity, optimize costs and add quality guarantees for the customer, which are essential for us”. Just as they are essential for consumers, when the product finally reaches the plate.

.it

FOOD INDUSTRY



machinery & development

food industry

Motori forti e affidabili I motori autofrenanti di MGM sono progettati e assemblati come parte integrante e non come semplice parte di un motore con freno

M

.G.M. Motori Elettrici SpA è stata fondata nel 1950 come produttore di motori autofrenanti ed oggi è un’azienda leader mondiale nella produzione di questa linea di prodotti. M.G.M. conta tre stabilimenti produttivi in Italia, uno in Canada e negli USA, uno in India e uno in Turchia. M.G.M. è un’organizzazione mondiale con strutture per l’assistenza e la vendita presenti in oltre 70 paesi. I motori autofrenanti di MGM vengono progettati e assemblati come parte integrante del motore autofrenante e non come semplice parte di un motore con freno. Ingegneria e assemblaggio perfetti combinati a un freno forte e sicuro rendono questi motori assolutamente affidabili.

I motori autofrenanti di MGM sono asincroni trifase e interamente chiusi e raffreddati a ventola. Frenano in caso di mancanza di energia. La gamma produttiva include grandezze da 56 a 315 mm con energia da 0.03 fino a 130.0 kW. Le serie di motori autofrenanti MGM sono: BA (altezza d’asse compresa tra 71 e 315 mm), BM (altezza d’asse da 56 a 132 mm) e SMI. La serie BA è costituita da motori asincroni trifase autofrenanti, potenza è AC trifase, e su richiesta può essere fornita DC con raddrizzatore. La serie BM comprende motori asincroni trifase autofrenanti, la potenza è DC con rettificatore. La serie BAH di motori asincroni trifase autofrenanti con motore completamente chiuso e raffreddato a ventola (TEFC). La serie BAH comprende altezza d’asse da 180 a 315 IEC. I motori sono progettati per resistere a situazioni di surriscaldamento e sovraccarico per garantire la migliore affidabilità anche in condizioni operative gravose. Le principali caratteristiche dei motori autofrenanti M.G.M. sono:

Serie SM Serie BM

Strong and reliable motors

M

.G.M. Motori Elettrici SpA was established in 1950 as a brake motors manufacturer. M.G.M. is today a world leading manufacturer of this line of products. M.G.M. has three manufacturing plants in Italy, one in Canada and the US, one in India and another one in Turkey. M.G.M. is a worldwide organization having distribution and technical support facilities in more than 70 countries. M.G.M. brake motors are designed and assembled as an integral brake motor unit and not as a mere assembly of a motor with a brake. The perfect engineering and assembling combined with a strong and safe brake, make these motors very reliable. M.G.M. brake motors are asynchronous three-phase totally enclosed fan cooled motors. The motors brake

190

Ottobre | October 2020

M.G.M. brake motors are designed and assembled as an integral brake motor unit and not as a mere assembly of a motor with a brake

in case of power supply failure. The production range is from frame size 56 up to 315 with output powers from 0.03 kW up to 130.0 kW. M.G.M. brake motors series are: BA (from 71 to 315 IEC frame size), BM (from 56 to 132 frame size) and SMI. BA series consists of three phase asynchronous brake motors, the brake power supply is AC 3-phase, on request it can be provided DC with rectifier. BM series consists of three phase asynchronous brake motors, the brake power supply is DC with a rectifier. BAH series motors are three phase, asynchronous brake motors totally enclosed fan cooled (TEFC). BAH series range starts from 180 and continues up to 315 IEC frame size. BAH series motors are designed to resist overheating and overloading situations in order

• Motori asincroni trifase autofrenanti TEFC • Freno AC (senza raddrizzatore) oppure DC su richiesta • Disco del freno maggiorato per una maggiore coppia frenante, vita più lunga e bassa manutenzione • Regolazioni facili della coppia frenante (standard) • Estrema rapidità di intervento del freno • Frequenti applicazioni START/STOP • Sblocco manuale del freno • Foro esagonale non NDE per la rotazione manuale dell’albero (posizione dell’albero da impostare) • Motori a velocità singola o doppia • Tutti i motori sono progettati per essere alimentari da inverter. Le principali applicazioni dei motori autofrenanti M.G.M. si possono trovare nei seguenti campi: macchinari per il confezionamento, macchinari per mattoni e ceramica, trasportatori, macchine utensili, tavola indicatrice, gru, piattaforme sollevamento merci o persone, porte automatiche, macchinari per il tessile, macchinari per il processo alimentare, ogni applicazione che richieda start/stop veloce. Per maggiori informazioni: www.mgmrestop.com

Serie BA

to guarantee the best reliability under the toughest operating conditions. MGM brake motor’s main features BA series are: • TEFC 3-ph asynchronous brake motors • AC 3-ph brake (no rectifier) - DC on request • Oversized brake disc for higher brake torque, longer life and reduced maintenance • Fine and easy brake torque adjustment (as standard) • Very quick brake reaction time • Frequent START/STOP cycle applications • Manual brake release • Hexagonal hole non NDE for manual shaft rotation (to set the shaft position) • Single speed or two speeds motors • All motors designed for inverter duty. The main applications for the M.G.M. brake motors are in the following fields: packaging machinery; brick and ceramic machinery; conveyors; machine tools; indexing table; cranes; goods or people hoisting platforms; automatic doors; textile machinery; food processing machinery; Any application requiring quick start and stop. For more information, visit www.mgmrestop.com

.it

FOOD INDUSTRY



machinery & development

food industry

Impianti industriali per croissant artigianali ALBAequipment sviluppa progetti customizzati sempre attenti alla resa del prodotto in tutto il mondo del bakery and pastry equipment. Macchine per pasticceria, panificazione, pizzeria e molto altro

A

LBAequipment lavora da oltre 35 anni con passione nella produzione di macchine per croissant di alta qualità. Il focus resta sempre quello sul prodotto finale e sulla soddisfazione del cliente. La ricerca e lo sviluppo in ambito tecnologico di Alba hanno rivoluzionato il modo di lavorare l’impasto permettendo di produrre croissant dalla linea artigianale con la qualità del “fatto a mano”. L’alta resa dei nostri gruppi per croissant permette di raggiungere elevatissime capacità produttive con peso variabile (da

10 a 150gr) garantendo un avvolgimento morbido e calibrato nell’attento rispetto delle condizioni della pasta. Questi risultati e molto altro ancora sono andati legandosi sempre più all’attenta analisi delle singole esigenze produttive e alla soddisfazione del cliente grazie alla fornitura di un prodotto customizzato. Puoi affidarti all’esperienza di ALBAequipment se cerchi: • Linee automatiche o semiautomatiche per croissant • Tavoli da lavoro per pasta sfoglia, pasta lievitata e danese • Linee preparazione pastelli • Linee di laminazione multitesta • Linee ciabatta / pane • Linee cracker / grissini • Linee pizza artigianale e industriale • Linee custom • Linee per gluten free e impasti speciali

• Linee per crostate, dolci o frolla • Accessori per linee esistenti Con ALBAequipment sei seguito in tutte le fasi dello sviluppo di un progetto, dall’idea alla sua realizzazione e offriamo consulenza e corsi di formazione ad hoc sull’utilizzo della macchina o sul miglioramento della resa del prodotto. Possiamo inoltre fornire assistenza e ricambi per tutti i numerosi macchinari CIM e Tekno-matik presenti nel mondo. Potete visitare il sito Internet: albaequipment.it o vedere alcuni video: http://www.youtube.com/user/ ALBAEQUIPMENT. E da quest’anno ALBAequipment è attiva anche sui social: iscrivetevi alla pagina Instagram (@albaequipment) per non perdere tutte le novità e le stories.

Industrial plants for artisanal croissants ALBAequipment develops customized projects in the world of bakery and pastry equipment and is always focused on product yield. Machines for pastry, bakery, pizzeria and much more

A

LBAequipment has been working with passion for over 35 years in the production of highquality croissant machines. The focus is always on the final product and customer satisfaction. Research and development in the technological field of Alba have revolutionized the way of working the dough, making it possible to produce artisanal croissants with “handmade” quality. The high yield of

192

Ottobre | October 2020

its croissant units allows ALBAequipment to achieve very high production capacities with variable weight (from 10 to 150gr) ensuring a soft and calibrated curling in careful compliance with the conditions of the dough. These results and much more have become increasingly linked to the careful analysis of individual production needs and customer satisfaction thanks to the supply of a customized product. You can rely on the experience of ALBAequipment if you are looking for: - Automatic or semi-automatic lines for croissants - Work tables for puff pastry, yeast dough and Danish - Pastel preparation lines - Multi-head lamination lines - Ciabatta / bread lines - Crackers / breadsticks lines - Artisan and industrial pizza lines

- Custom lines - Lines for gluten free and special doughs - Lines for pies, sweets or pastry - Accessories for existing lines With ALBAequipment you are led step by step in all phases of the development of a project, from the idea to its realization. Alba offers you consultancy and training courses on the use of the machine or on improving product performance. It can also provide assistance and spare parts for all the numerous CIM and Tekno-matik machines in the world. You can visit the website: albaequipment.it or see some videos: http: //www.youtube.com/user/ALBAEQUIPMENT. And from this year ALBAequipment is also active on social networks: subscribe to the Instagram page (@ albaequipment) not to miss all the news and stories.

.it

FOOD INDUSTRY



machinery & development

food industry

Dinamici, produttivi, innovativi, come sempre Nuova linea setacci Virto-Cuccolini per installazione negli impianti di trasporto pneumatico

D

urante il periodo di lockdown, il team di VirtoCuccolini ha continuato come sempre il proprio lavoro di progettazione e realizzazione di nuovi prodotti. A seguito di alcune richieste provenienti dal settore alimentare, Virto-Cuccolini ha messo a punto una nuova serie di vibrovagli VTP, specificatamente studiati per l’installazione negli impianti di trasporto pneumatico in depressione. Tipicamente, gli impianti di questo tipo convogliano il prodotto in polvere o granuli da un punto all’altro di un reparto produttivo, collegando il punto di inserimento del prodotto nel ciclo – da una stazione svuota big-bag, da una svuota sacchi o da un altro macchinario o ancora da un punto di stoccaggio – al punto

di carico dello step successivo di produzione: miscelatore, confezionatrice, impastatrice ecc. La sfida in questo caso era quella di disegnare un vaglio di piccole dimensioni, facilmente pulibile, con collegamenti compatibili con le tubazioni flessibili dell’impianto, veloce nell’esecuzione della setacciatura di sicurezza in sincronia con le tempistiche dell’impianto di trasporto pneumatico. Attingendo all’esperienza accumulata nella setacciatura di prodotti alimentari e nella produzione di macchinari anche in serie o in piccoli lotti, VirtoCuccolini ha rielaborato il proprio standard costruttivo ottenendo una nuova soluzione, semplice e al contempo ben studiata nei particolari. Alcuni test effettuati presso clienti hanno confermato che lo staff tecnico di Virto-Cuccolini ha pienamente centrato l’obiettivo, garantendo addirittura una produttività maggiore rispetto alle aspettative. Virto-Cuccolini sta ora completando la gamma VTP sia nelle taglie (disponibili 600 e 800) che nelle configurazioni di carico, scarico e di posizionamento del motore (in alto o in basso), per fornire maggiori opzioni di installazione.

Dynamic, productive, innovative, as always New line of Virto-Cuccolini sieves for installation in pneumatic conveying systems

D

uring the lockdown period, the Virto-Cuccolini team continued, as always, their work of designing and manufacturing new products. Following some requests from the food industry, Virto-Cuccolini has developed a new series of VTP vibrating screens, specifically designed for installation in vacuum conveying systems. Typically, plants of this type convey the product in powder or granules from one point to another within a production department, connecting the product input point into the cycle - from a big-bag emptying station, from a bag emptying machine or another machinery or a storage point - to the loading point of the next production step: mixer, packaging machine, kneader, etc. The challenge, in this case, was to design a small sieve, easily cleanable, with connections compatible

194

Ottobre | October 2020

with flexible pipes, fast in carrying out safety sieving in synchrony with the timing of the pneumatic conveying system. Drawing on the experience accumulated in the sieving of food products and the production of machinery even in series or in small lots, Virto-Cuccolini reworked its construction standard by obtaining a new solution, simple and at the same time well studied in detail. Some tests carried out at customers’ sites confirmed that Virto-Cuccolini’s technical staff has fully hit the target, even guaranteeing higher productivity than expected. Virto-Cuccolini is now completing the VTP range in both sizes (available 600 and 800) and in loading, unloading and engine positioning configurations (top or bottom), intending to provide more installation options.

.it

FOOD INDUSTRY





machinery & development

food industry

Macchine e soluzioni che fanno la differenza Escher Mixers è specializzata nella produzione di macchine per l’impasto e la miscelazione, nei settori della panificazione e della pasticceria artigianale e industriale

E

scher Mixers è specializzata nella produzione di macchine per l’impasto e la miscelazione, nei settori della panificazione e della pasticceria artigianale e industriale. Negli anni, ha maturato una conoscenza specifica che le ha permesso di sviluppare macchine e soluzioni per le necessità di una clientela variegata e per i diversi tipi di mercato. Le macchine Escher Mixers sono notoriamente riconosciute per la loro robustezza, la loro longevità, l’accuratezza delle finiture e per la qualità dell’impasto che riescono ad ottenere. Macchinari per industria della panificazione Escher Mixers propone concetti di miscelazione a Spirale e Wendel. Entrambe le soluzioni possono essere con vasca rimovibile attraverso un sistema brevettato di bloccaggio e movimentazione del carrello MR-MW Line o con sistema di scarico

Machines and solutions that make the difference Escher Mixers specializes in the production of mixing machinery for the bread and pastry-making sectors

198

Ottobre | October 2020

E

scher Mixers specializes in the production of mixing machinery for the bread and pastrymaking sectors. Over the years, Escher Mixers has gained specialized knowledge that has allowed this company to develop machines and solutions to meet the needs of a variety of clients and different types of markets.

inferiore MD-MDW Line con nastri trasportatori o sollevatori vasche in combinazione con sistemi automatici con movimentazione lineare e stoccaggio delle vasche di lievitazione su magazzini verticali o lineari, sistemi di impasto automatici rotativi, sistemi di recupero sfridi, sistemi con tramoggia traslante e dispositivo a stella/ghigliottina/rulli e ghigliottina ed altre soluzioni personalizzate. Macchinari per industria dolciaria La gamma di mescolatori planetari con doppio utensile per l’industria della pasticceria si caratterizza per la mancanza di sistemi di lubrificazione ad olio, migliorando il livello d’igiene e riducendo la manutenzione della macchina. Una vasta gamma di utensili intercambiabili è disponibile per i diversi usi ed impasti. Per le produzioni industriali, Escher Mixers ha ideato la Linea PM-D con movimento degli utensili indipendente, con velocità regolabili singolarmente e con possibilità di invertire il moto. Mentre la Linea PM-DB con la struttura a ponte permette l’inserimento automatico degli ingredienti, l’insufflazione d’aria per ridurre i tempi d’impasto e incrementare volume, la lavorazione dell’impasto con pressione negativa/positiva e la pulizia con sistema CIP di lavaggio. Diverse opzioni per lo scarico delle vasche sono disponibili.

Escher Mixers machines are renowned for their sturdiness, durability, accurate finishes, and for the quality of the dough they produce. Bakery equipment Escher Mixers proposes Spiral and Wendel mixing concepts. Both solutions can be with removable bowl through a patented® bowl locking and motion system MR-MW Line or bottom discharge system MDMDW Line with conveyors belts or bowl lifters which can be matched with automatic solutions with linear system and storage of the resting bowls in vertical or linear storages, rotating automatic systems-carousel, scraps recovery systems, transverse hopper systems and star-cutting/guillotine/roller with guillotine and other customized solutions. Pastry equipment The range of planetary mixers with double tool for the pastry industry is characterized by the lack of oil lubrication systems, improving hygiene and reducing machine maintenance. A wide range of interchangeable tools is available for different uses and doughs. For industrial productions, Escher Mixers has developed the PM-D Line with independent tool movement, with individual speed regulation and the possibility to reverse the motion. While the PM-DB Line with the bridge structure allows automatic insertion of the ingredients, air insufflation to reduce mixing times and increase volume, dough processing with negative/positive pressure and cleaning through CIP washing system. Various bowl discharge options are available.

.it

FOOD INDUSTRY



marketing & strategy

food industry

DiGiorno launches new croissant crust pizza

DiGiorno lancia la nuova pizza in pasta di croissant Questo food mashup è un’offerta unica nel reparto congelato a livello nazionale e si prepara fresco dal forno

This food mashup is one of a kind offering in the frozen aisle nationally and bakes up fresh from oven

S

A

volte va bene essere un po’ friabile, soprattutto quando si tratta di pizza. Lanciata questo mese, DIGIORNO® Croissant Crust Pizza combina strati multipli di crosta leggera, friabile e burrosa con la gustosa bontà della pizza che si scioglie in bocca. La nuova Croissant Crust Pizza DIGIORNO è l’unica pizza in stile croissant disponibile a livello nazionale nel reparto surgelato. L’ offerta è disponibile in tre varianti: peperoni, quattro formaggi e tre affettati, tutte farcite con vero formaggio al 100%. “I mashup alimentari continuano a stimolare la creatività culinaria e dare vita ad un divertente legame per le persone”, ha affermato Megan Smargiasso, DIGIORNO Brand Manager di Nestlé. “Siamo entusiasti di aggiungere DIGIORNO Croissant Crust Pizza all’elenco delle tendenze alimentari innovative, soprattutto perché in questo momento le persone trascorrono più tempo a mangiare a casa e vogliono il vero comfort food”. Un sondaggio di Morning Consult sulle tendenze alimentari commissionato da Nestlé, ha rilevato che un terzo degli adulti era più propenso ad acquistare “cibo di conforto” congelato rispetto a due mesi prima. Le persone cercano opzioni gustose e grandi sapori da gustare, caldi e freschi dal forno di casa. Ogni boccone di questo nuovo mashup salato offre uno scricchiolio morbido, friabile e leggero per una versione familiare ma sorprendente di una classica pizza DIGIORNO. Il consumatore può godere dell’abbinamento con un gusto appena sfornato che può venire solo dal forno di casa. I fan della pizza possono deliziarsi gli occhi mentre i delicati strati di croissant si sollevano e si separano, creando una crosta ariosa, strutturata e delicata con una tonalità marrone dorato. DIGIORNO Croissant Crust Pizza è ora disponibile a livello nazionale presso Target, Food Lion, Hannaford, Hy-Vee, Publix e altri, con l’espansione ad altri rivenditori nei prossimi mesi.

200

Ottobre | October 2020

ometimes it’s OK to be a little flaky, especially when it comes to pizza. Launched this month, DIGIORNO® Croissant Crust Pizza combines multiple layers of light, flaky, buttery crust with the savory, melt-inyour-mouth goodness of pizza. New DIGIORNO Croissant Crust Pizza is the only croissant-style pizza available nationally in the frozen aisle. The indulgent offerings features three flavors, all topped with 100% real cheese: Pepperoni, Four Cheese and Three Meat. “Food mashups continue to drive culinary creativity and inspire a fun connection for people,” said Megan Smargiasso, DIGIORNO Brand Manager at Nestlé. “We’re excited about adding DIGIORNO Croissant Crust Pizza to the list of unexpected food trends, especially as people spend more time eating at home right now and want true comfort food.” A Morning Consult survey on food trends commissioned by Nestlé, found that one-third of adults were more likely to buy frozen ‘comfort food’ than they were two months earlier. People are looking for great-tasting options and big flavors they can enjoy, hot and fresh from their oven at home. Each bite of this new savory mashup delivers a soft, flaky and light crunch for a familiar yet surprising take on a classic DIGIORNO pizza. Everyone can enjoy the combination, all with a fresh-baked taste that can only come from their oven. Pizza fans can feast their eyes as the delicate layers of croissant rise and separate, creating an airy, textured and delicate crust with a goldenbrown hue. DIGIORNO Croissant Crust Pizza is now available nationwide at Target, Food Lion, Hannaford, Hy-Vee, Publix and more, with expansion to other retailers in the coming months.

.it

FOOD INDUSTRY



machinery & development

food industry

La miscelazione nell’industria alimentare: le soluzioni di Nuova Guseo La vasta esperienza consente a Nuova Guseo di sviluppare soluzioni ottimali nel campo della miscelazione di polveri secche e di polveri con additivi

Dettaglio aspo di mescola MG10RB Detail ribbon screw MG10RB

L

a miscelazione è un’operazione comune nel trattamento degli alimenti, mirata a ottenere in modo efficiente un prodotto con livelli di qualità costanti. Un requisito di fondamentale importanza per la qualità dei prodotti alimentari è la giusta omogeneizzazione delle materie prime, mantenendone invariate tutte le proprietà organolettiche; in quest’ottica la scelta delle attrezzature più appropriate diventa un fattore decisivo. La vasta esperienza acquisita negli anni ha consentito a Nuova Guseo di sviluppare soluzioni ottimali nel campo della miscelazione di polveri secche e di polveri con additivi. Le tipologie di impianto proposte sono i miscelatori di tipo verticale e orizzontale. Il miscelatore verticale è pressoché utilizzabile con tutti i prodotti in polvere (spezie, aromi, zucchero, cioccolato, farine, …). Il principio di funzionamento è basato sul moto simultaneo della spira di mescola che compie due movimenti: uno di rotazione su se stessa, ed uno di rivoluzione attorno alla camera di miscelazione, quest’ultima di forma conica. In questo modo l’aspo, realizzato a vite senza fine, ruotando attorno al proprio asse genera un flusso ascendente del materiale, mentre orbitando attorno al cono crea un flusso di trasporto orizzontale verso il centro della camera di miscelazione, il prodotto gravita verso il basso mescolandosi completamente con il materiale in fase ascendente permettendo quindi un ottimale effetto di omogeneizzazione, con ridotti tempi di mescola, evitando punti morti di sostanza non miscelata.

Mixing in the food industry: Nuova Guseo’s solutions Nuova Guseo’s extensive experience allows developing optimal solutions in the field of mixing dry powders and powders with additives

B

lending is a common operation in food processing, aimed at efficiently obtaining a product with constant quality levels. A requirement of fundamental importance for the quality of food products is the correct homogenization of raw materials, while keeping all the organoleptic properties unchanged; in this context, the choice of the most appropriate equipment becomes a decisive factor. The vast experience acquired over the years has allowed Nuova Guseo to develop optimal solutions in the field of mixing dry powders and powders with additives. The types of systems proposed are vertical and horizontal mixers. The vertical mixer can be used almost with all powdered products (spices, flavourings, sugar, chocolate, flours, ...). The operating principle is based on the simultaneous motion of the mixing screw, which performs two movements: rotation on itself, and revolution around the mixing chamber, the latter having a conical shape. In this way the agitator, which generally consists in a worm screw, rotates around its own axis producing a lifting action, as it spirals the materials in an upward flow; at the same time, while orbiting the tank, the screw removes material away from the wall, generating a horizontal flow towards the center of the mixing tank. Material lifted by the screw gravitates downward, thoroughly mixing with material

202

Ottobre | October 2020

Mescolatore orizzontale modello MG10RB Horizontal mixer model MG10RB

Tra i principali vantaggi di questa tecnologia sono inoltre da considerare il minimo riscaldamento della sostanza trattata, la possibilità di lavorare con volumi inferiori rispetto a quelli di progetto, lo svuotamento totale della vasca di miscelazione, senza residui sul fondo. Una valida alternativa è rappresentata dal mescolatore a nastro orizzontale, idoneo per un’ampia gamma di prodotti e largamente utilizzato nell’ambito dell’industria alimentare. L’azione di mescola è promossa da un agitatore (disponibile in versione a mono o doppio aspo) immerso nella sostanza che, all’interno di una vasca di contenimento, ne provoca la movimentazione secondo linee incrociate convogliandolo al centro del mescolatore per agevolarne lo scarico. Questa tipologia di impianto è particolarmente apprezzata nel settore alimentare in quanto oltre alla provata efficacia dell’azione di mescola garantisce un ridotto ingombro in altezza e un’agevole attività di ispezione e bonifica, grazie all’apertura totale del coperchio soprastante la vasca di miscelazione. Entrambe le tipologie sono implementabili con dispositivi per l’introduzione di additivi liquidi, senza dimenticare, per particolari applicazioni, la possibilità riscaldamento o raffreddamento della miscela mediante camicia esterna alla camera di miscelazione. I mescolatori verticali sono inoltre disponibili in configurazione per lavorazioni sottovuoto.

being spiraled upwards, allowing an optimal homogenization effect, with reduced mixing times, avoiding dead spots of unmixed substance. Among the main advantages of this technology the minimum heating of the treated substance, the Miscelatore possibility of working with volumes verticale lower than the maximum design modello capacity, the total emptying of the MG03VP mixing tank, without residues on the Vertical bottom, are also to be considered. mixer model A valid alternative is represented by MG03VP the horizontal mixer, suitable for a wide range of products and widely used in the food industry. The mixing action is promoted by a ribbon agitator (available in single or double shaft version) immersed in the substance which, inside a mixing tank, causes product to move following crossed lines, conveying it to the center of the mixer to facilitate unloading. This type of equipment is particularly popular in the food sector as, in addition to the proven effectiveness of the mixing action, it guarantees reduced height, easy cleaning and inspection activities, thanks to the total opening of the lid above the mixing tank. Both types can be implemented with devices for the introduction of liquid additives, without forgetting, for particular applications, the possibility of heating or cooling the mixture by means of a jacket external to the mixing chamber. The vertical mixers are also available in a configuration for vacuum processing.

.it

FOOD INDUSTRY



machinery & development

food industry

Soffianti Leister, per tenere in caldo l’efficienza Risparmiare energia e denaro è semplice, grazie alle applicazioni di ricircolo di aria calda realizzabili con apparecchiature Leister

L

a combinazione di soffianti e riscaldatori in un impianto permette di ottimizzare il potenziale dell’elemento riscaldante alimentandolo con un flusso d’aria calibrato correttamente; i due elementi insieme possono creare un’abbinata vincente, oltre che dal punto di vista delle prestazioni, anche per quanto riguarda i consumi. I vantaggi più consistenti in termini di risparmio energetico si ottengono quando è possibile riciclare l’aria calda, recuperandola dopo che ha svolto la sua funzione e riportandola alla temperatura richiesta dal processo; la quantità di energia necessaria a riscaldare l’aria ancora calda sarà chiaramente molto minore rispetto a quella richiesta per portare alla stessa temperatura l’aria ambiente. Il recupero dell’aria calda è possibile in tutti quei processi dove l’aria stessa rimane pulita, senza essere contaminata da residui, polveri o vapori. Disperderla nell’ambiente anziché riutilizzarla aumenterebbe inutilmente le emissioni di CO2 e i costi energetici. Per poter recuperare l’aria dal processo senza subire danni, le soffianti devono essere progettate per resistere alle sollecitazioni causate dall’aria calda, quindi con caratteristiche ben precise: tubi isolati, tenuta garantita, flange adeguate, il tutto studiato per far fronte a temperature che in certi casi possono arrivare fino a 350°C. Ma quanto si risparmia? Una semplice simulazione aiuta a comprendere l’entità del risparmio che può essere conseguito con il ricircolo d’aria. Se un impianto riscalda l’aria portandola da una temperatura ambiente di 20°C fino alla temperatura di 500°C richiesta dal processo, utilizza una quantità di energia (ipotizzando un volume d’aria di 4000 litri al minuto per un impianto in funzione 24 ore al giorno, 250 giorni all’anno) pari a circa 232.000 kWh in un anno.

204

Ottobre | October 2020

Se l’aria viene reimmessa nell’impianto a 350°C, l’energia necessaria a riportarla ai 500°C sarà pari a circa 72.600 kWh all’anno: un risparmio che sfiora il 70% e che, ipotizzando un costo dell’energia di 0,15 €/kWh, si traduce in quasi 24.000 euro risparmiati in un anno. La crescente attenzione per l’ambiente, oltre all’evidente vantaggio economico, rende particolarmente interessanti per le aziende le tecnologie che permettono di eseguire lavorazioni affidabili risparmiando anche energia. Il ricircolo d’aria è utilizzabile in molti processi industriali a ciclo continuo, ad esempio, nei processi in cui occorre mantenere costante la temperatura all’interno di forni dopo averli portati a temperatura. Leister, multinazionale svizzera leader nella progettazione e realizzazione di soluzioni ad aria calda per l’industria di processo, si distingue per l’approfondita conoscenza dei settori applicativi in cui vengono utilizzate le proprie soluzioni: per questo propone soffianti adatte a ogni riscaldatore, che i tecnici dell’azienda sanno consigliare a seconda delle caratteristiche dell’impianto, valutando dove possibile le opzioni a ricircolo d’aria. Vediamo nel dettaglio alcuni fra i modelli più interessanti. Le dimensioni ridotte della soffiante MONO 6 SYSTEM non devono trare in inganno: è un piccolo portento che racchiude in un chilo di peso una portata d’aria fino a 600 litri al minuto. La quantità è regolabile mediante unità di controllo e-Drive o interfaccia esterna. Il motore brushless azzera le necessità di manutenzione e permette il funzionamento in continuo. ROBUST è una soffiante compatta dalle notevoli prestazioni: con soli 8 kg di peso ha una portata d’aria di 1200 litri al minuto. Progettata con un sistema di insonorizzazione che la rende molto silenziosa, è particolarmente robusta e può essere utilizzata in qualsiasi posizione, anche in continuo e in condizioni ambientali difficili. La soffiante SILENCE, come suggerisce il nome, si distingue per la rumorosità estremamente bassa: appena 61 dB(A), corrispondenti al suono di una conversazione nemmeno particolarmente concitata. Compatta e performante (9 kg di peso, 6000 litri al minuto) è stata progettata per l’impiego con temperatura d’aria in entrata fra 100° C e 200° C e può lavorare senza problemi in ambienti con temperature fino a 75°C.

La soffiante ASO con i suoi 15 kg di peso ha consumi contenuti (550 w) ma utilizzata a 60 Hz arriva a consentire un flusso d’aria di 15900 litri al minuto; con gli accessori adeguati può agevolmente alimentare più di un riscaldatore Leister simultaneamente. Progettata per funzionare con temperature aria in aspirazione fino ad un massimo di 200°C, risponde bene all’impiego in impianti con ricircolo di aria calda. RBR è una soffiante ideale per il riciclo dell’aria calda, grazie a specifiche costruttive che la rendono adatta a gestire temperature dell’aria in entrata fino a 350°C, contribuendo come si è visto a generare considerevoli risparmi energetici e contenendo i costi di produzione. Con una rispettabile stazza di 19 kg, permette di erogare un flusso d’aria di ben 20.000 litri al minuto. Infine, per gli impianti di maggiori dimensioni è sicuramente indicata AIRPACK, la soffiante ideale per applicazioni dove occorra convogliare grandi quantità d’aria a elevata pressione. Potente (2200W) e performante (3900 litri al minuto), può essere utilizzata per alimentare anche più di un riscaldatore alla volta. Anche per AIRPACK sono disponibili numerosi accessori: tubi, adattatori e ugelli. Soffianti e riscaldatori Leister costituiscono una combinazione vincente per le esigenze dell’industria, anche grazie all’ottimo servizio di assistenza: la loro robustezza li rende poco soggetti a necessità di manutenzione, ma in caso di necessità gli uffici tecnici dell’azienda sono a disposizione per assicurare continuità ai processi, nel pieno rispetto di tutte le normative di sicurezza e salute vigenti. Da 70 anni Leister produce e commercializza riscaldatori industriali e macchinari per la saldatura della plastica; tecnologie all’avanguardia, una gamma ampia e completa e personale commerciale qualificato permettono di trovare la soluzione ideale per le esigenze di aziende operanti nei più diversi settori. Per ulteriori informazioni sulle soluzioni Leister www. leister.com

.it

FOOD INDUSTRY


food industry

machinery & development

Leister blowers warm up the efficiency Saving energy and money is simple, thanks to the hot air recirculation applications that can be achieved with Leister equipment

T

he combination of blowers and heaters in a system makes it possible to optimise the potential of the heating element by supplying it with a correctly calibrated air flow; the two elements together can create a winning combination not only in terms of performance but also in terms of consumption. The most consistent advantages in terms of energy saving are obtained when it is possible to recycle hot air, recovering it after it has performed its function and bringing it back to the temperature required by the process; the amount of energy required to heat air which is still warm will clearly be much less than that required to bring the air in the room to the same temperature. The recovery of hot air is possible in all those processes where the air itself remains clean, without being contaminated by residues, dust or vapours. Dispersing it in the environment instead of reusing it would unnecessarily increase CO2 emissions and energy costs. In order to recover air from the process without suffering damage, the blowers must be designed to withstand the stresses caused by hot air, therefore with very precise characteristics: insulated pipes, guaranteed seals, suitable flanges, all designed to withstand temperatures which in some cases can reach up to 350°C. Just how much money can be saved? A simple simulation helps to understand the amount of savings which can be achieved with air recirculation. If a system heats the air from a room temperature of 20°C to the temperature of 500°C required by the process, it uses an amount of energy (assuming an air volume of 4000 litres per minute for a system operating 24 hours a day, 250 days a year) equal to about 232,000 kWh in a year. If the air is reintroduced into the system at 350°C, the energy needed to bring it back to 500°C will be approximately 72,600 kWh per year: a saving of almost 70% and, assuming an energy cost of 0.15 €/kWh, this translates into almost 24,000 euros saved in a year. The growing attention to the environment, in addition to the obvious economic advantage, makes it particularly interesting for companies to use technologies allowing them to carry out reliable

.it

FOOD INDUSTRY

processing while also saving energy. Air recirculation can be used in many continuous cycle industrial processes, for example, in processes where it is necessary to maintain a constant temperature inside ovens after bringing them to working temperature. Leister, a Swiss multinational leader in the design and manufacture of hot air solutions for the process industry, stands out for its in-depth knowledge of the application sectors in which its solutions are used: for this reason it offers blowers suitable for each heater, which the company’s technicians can recommend according to the characteristics of the system, evaluating recirculating air options where possible. Here are some of the most interesting models. The reduced dimensions of the MONO 6 SYSTEM blower must not be misleading: it is a small marvel enclosing in a kilo of weight an air flow rate of up to 600 litres per minute. The quantity is adjustable by means of an e-Drive control unit or external interface. The brushless motor eliminates the need for maintenance and allows continuous operation. ROBUST is a compact blower with remarkable performances: with only 8 kg of weight it has an air flow rate of 1200 litres per minute. Designed with a soundproofing system that makes it very silent, it is particularly sturdy and can be used in any position, even continuously and in difficult environmental conditions. The SILENCE blower, as its name suggests, stands out for its extremely low noise level: just 61 dB(A), corresponding to the sound of a conversation, and not a particularly lively one. Compact and high-performance (9 kg weight, 6000 litres per minute) it has been designed for use with inlet air temperatures between 100°C and 200°C and can work without problems in environments with temperatures up to 75°C. The ASO blower with its 15 kg weight has low power consumption (550 w) but when used at 60 Hz it achieves an air flow of 15900 litres per minute; with the appropriate accessories it can easily supply more than one Leister heater simultaneously. Designed to operate with intake air temperatures up to a maximum of 200°C, it responds well to use in systems with hot air recirculation. RBR is an ideal blower for hot air recirculation, thanks to its construction specifications that make it suitable for handling inlet air temperatures of up to 350°C,

contributing, as we have seen, to considerable energy savings and reducing production costs. With a respectable tonnage of 19 kg, it can deliver an air flow of 20,000 litres per minute. Finally, for larger systems, AIRPACK is certainly recommended as the ideal blower for applications where large quantities of air must be conveyed at high pressure. Powerful (2200W) and performing (3900 litres per minute), it can be used to supply even more than one heater at a time. Many accessories are also available for AIRPACK: hoses, adapters and nozzles. Blowers and heaters from Leister are a winning combination for the needs of the industry, also thanks to the excellent assistance service: their strength makes them hardly subject to maintenance requirements, but in case the need should arise, the company’s technical offices are available to ensure process continuity, in full compliance with all health and safety regulations in force. For 70 years, Leister has been manufacturing and marketing industrial heaters and plastic welding machinery; cutting-edge technology, a wide and complete range and qualified sales staff make it possible to find the ideal solution for the needs of companies operating in the most diverse sectors. For further information on Leister solutions www. leister.com.

Ottobre | October 2020

205


machinery & development

food industry

Risonanza internazionale per un’eccellenza italiana In tutto il mondo l’azienda OCRIM è conosciuta per essere un partner affidabile e completo in grado di garantire un alto livello professionale

I

n tutto il mondo l’azienda OCRIM di Cremona è conosciuta per essere un partner affidabile per la costruzione e fornitura di impianti molitori, mangimifici e lavorazioni di cereali in generale. L’importante impegno nel campo della ricerca, nella cura del cliente, nell’ambito della formazione e della comunicazione funge da sempre come incentivo per un lavoro di squadra innovativo e produttivo. Uno dei punti di forza di OCRIM sono i progetti chiavi in mano, scelta sempre più accolta dai clienti di tutto il mondo che decidono di affidarsi ad un unico interlocutore in grado di garantire un alto livello professionale e di rispettare i tempi concordati. Il team di OCRIM soddisfa le richieste di ogni singolo cliente, offrendo una gestione completa dell’intero processo civile e impiantistico e assicurando la consegna dell’impianto nei tempi previsti. Grazie a questa grande esperienza e versatilità, OCRIM è un partner insostituibile anche per la fornitura di sole macchine e ampliamenti/ammodernamenti di impianti esistenti. Anche per questo motivo, l’azienda è considerata dai suoi clienti come un partner affidabile e completo. Nella città di Cremona, OCRIM vanta due sedi: la sede storica di via Massarotti, che ospita gli uffici e parte della produzione e la sede del porto canale, dove sono presenti alcuni importanti reparti produttivi, uffici logistici e a breve anche il nuovo polo di macinazione, il Milling Hub, che comprenderà anche la nuova scuola di alta formazione Milling Hub Masterclass. L’obiettivo di OCRIM è offrire ai propri clienti impianti durevoli e servizi efficienti e di alta qualità. A tale fine l’azienda lancia proposte sempre più innovative in termini di sanitation, di riduzione dei consumi energetici e di minimizzazione dei costi operativi e di manutenzione. Per quanto riguarda le strategie e la gestione legate proprio alla manutenzione, OCRIM ha sviluppato il Modular Mill Concept, vera e propria tecnologia innovativa che consente di fermare parti della sezione

206

Ottobre | October 2020

di macinazione lasciandone altre in funzione, garantendo costantemente una determinata produzione. Il beneficio che se ne trae è evidente e facilmente definibile. Per il team di OCRIM è molto importante, anche nell’ambito dell’automazione, essere l’interlocutore diretto dei propri clienti ed è per questo che non si affida a strutture esterne per studiare e realizzare sistemi per clienti che il team stesso conosce in prima persona. Il pacchetto di automazione generale @mill, l’innovativo @rollermills, che permette di controllare i laminatoi da remoto attraverso tablet, la Realtà Immersiva, che ha avuto una risonanza e un riscontro importante in tutto il mondo, sono sistemi avveniristici realizzati per migliorare e semplificare le attività lavorative di coloro che vivono il molino. OCRIM è stimata in tutto il mondo per il suo marchio Italian Made, in quanto è la testimonianza e la documentazione del processo produttivo e logistico, tutto svolto solo ed esclusivamente in Italia, nelle officine dell’azienda cremonese, basato sulla ricerca della qualità e del design che sono vere e proprie leggi della vera cultura italiana. Al fine di avvalorare ulteriormente questo approccio, OCRIM ha acquisito l’azienda FBC, storico punto di riferimento nel settore di fine linea e leader nella pallettizzazione per sacchi, mediante la creazione di una “business unit” che raccoglie i valori di esperienza, know-how, qualità e storicità della stessa. L’intero ciclo produttivo di FBC è stato integrato nella struttura OCRIM, rafforzando così il concetto di Italian Made, sia nella progettazione che nella produzione. Con questa operazione viene aggiunto un altro tassello nel controllo del processo di trasformazione dei cereali, confermandosi il partner ideale per clienti sempre più esigenti e attenti alla qualità del prodotto. OCRIM, dal 2015, ha messo in atto un processo di costruttiva rivoluzione del proprio know-how, rimanendo sempre legata al sentimento Italian Made.

Attualmente, infatti, OCRIM è considerata dai propri interlocutori parte fondamentale della filiera del Food. La partnership con Bonifiche Ferraresi S.p.A., la più grande realtà agroalimentare italiana, ha reso OCRIM vero e proprio punto di riferimento di tutta la filiera di produzione. Il fine di questa importante scelta è quello di proporsi come partner che lavora in modo accurato, un partner cosciente dell’importanza del controllo e della gestione della materia prima, il grano, che verrà lavorato proprio dalle macchine di sua produzione, prima di arrivare sulle tavole dei consumatori. Grazie a questo importante accordo e al potenziamento di nuove competenze, sono nate molte importanti iniziative. Primo fra tutti, il Milling Hub, società finalizzata alla realizzazione e gestione di diversi impianti molitori presso la sede di OCRIM del porto canale di Cremona, concepito insieme a Bonifiche Ferraresi. Il Milling Hub ha come scopo quello di fortificare la filiera agroalimentare italiana, dando la possibilità alle industrie alimentari, sprovviste di un proprio impianto molitorio, di avere a disposizione un impianto personalizzato e tutte le competenze tecniche e tecnologiche del team di OCRIM. Verrà garantito loro un prodotto (la farina) tracciato e certificato, grazie ad un accurato controllo da parte della filiera agroalimentare, The Italian Agri-Food Chain Choice, di cui OCRIM è stato il fondatore, insieme a Bonifiche Ferraresi e altre importanti aziende italiane. Inoltre, grazie alla grande esperienza formativa, testimoniata dalla Scuola Internazionale di Tecnologia Molitoria, che forma tecnici e tecnologi sin dal 1965, e in linea col progetto Milling Hub, ecco che nasce il polo formativo Milling Hub

.it

FOOD INDUSTRY


food industry

machinery & development

Masterclass, volto a dare una nuova visione dell’offerta formativa. Alla luce delle sempre più numerose richieste da parte di persone con competenze già ben definite, OCRIM ha previsto il Milling Hub anche come un vero impianto/scuola e come struttura in grado di garantire una formazione ancora più completa e qualificata rispetto a quella offerta fino ad ora. Infatti, alla Masterclass avranno accesso solo tecnici precedentemente già formati, con un’esperienza già ben definita e sarà a numero chiuso, in modo da garantire l’alto profilo formativo. Un training all’avanguardia, per una formazione a 360° che si concentra sulla conoscenza delle sementi fino alla commercializzazione dei prodotti finiti, passando attraverso il processo di lavorazione di cereali e leguminose. Grazie a questi positivi stravolgimenti aziendali, anche il dipartimento Ricerca&Sviluppo si trova a sperimentare nuove strategie e progetti all’avanguardia tali da poter essere considerati unici nel settore molitorio e in sintonia con le novità che l’azienda sta vivendo. Continua, in modo ancora più efficace, la partnership tra OCRIM e alcune prestigiose università italiane, il cui contributo risulta prezioso al fine di ottenere risultati che portino benefici al settore molitorio in generale. Anche i mezzi di comunicazione utilizzati da OCRIM per trasmettere il proprio orientamento hanno subito un costruttivo stravolgimento, affinché il linguaggio aziendale vada di pari passo con le nuove inclinazioni. L’azienda, infatti, ha una notevole visibilità, ancora più consistente rispetto agli anni precedenti, sia per mezzo delle testate nazionali e internazionali di settore, sia mediante i suoi tre siti internet: uno istituzionale, www.ocrim.com; uno dedicato al museo aziendale www.ocrimcore.com; uno dedicato al blog www.ai-lati.it (in lingua italiana) e www.ai-lati.eu (in lingua inglese), voluto da OCRIM, ma contenitore informativo di tutta la filiera, quindi anche delle aziende consociate. Inoltre, macchine personalizzate per i clienti, manifestazioni come “Grano, farina e…” e l’ospitalità di hO (Home OCRIM) sono eventi e progetti realizzati anche con l’obiettivo di dare una visione tattile di un’azienda in continua e costante evoluzione.

.it

FOOD INDUSTRY

Ottobre | October 2020

207


machinery & development

food industry

International resonance of an Italian excellence The company OCRIM is renowned worldwide as a reliable and complete partner that can guarantee a high-level professionalism

W

orldwide, the company OCRIM of Cremona is renowned as a reliable partner for the construction and supply of milling, feed and cereal processing plants. Its important commitment in research, customer care, training and communication has always been an incentive for innovative and productive teamwork. Turnkey projects are one of OCRIM’s strong points, increasingly welcomed by international customers who decide to rely on a single partner who can guarantee a high professional level and respect programmed time. OCRIM team meets the requirements of each customer, offering complete management of the whole civil and engineering process, and ensuing the delivery of the plant on time. Thanks to its extensive experience and great versatility, OCRIM is an irreplaceable partner also for the supply of machines only and in milling plant upgrade/modernization. That is why its clients regard this company as highly reliable and complete partner. OCRIM boasts two sites in the city of Cremona: The original headquarters in Via Massarotti, which houses offices and parts of its production factories, and the premises at the canal port for some important production and logistics departments, and very soon also for the Milling Hub, which will include the new Milling Hub Masterclass school. OCRIM’s target is supplying its customers with longlasting milling plants and efficient high-quality services. With this goal, innovative sanitization solutions have been introduced to reduce energy consumption and to minimize operating and maintenance costs. As for maintenance strategies and management, OCRIM has developed the Modular Mill Concept,

208

Ottobre | October 2020

a truly innovative technology that enables stopping some parts of the grinding section while letting others run, thus granting certain output. The benefits deriving from that are clear and easily definable. OCRIM team deems it very important to be direct reference for its customers, also in the automation sector, and that is the reason why the company does not rely on external bodies to study and create systems for customers the team knows personally. The general automation package @mill, the innovative @rollermills, which enables controlling the mills remotely via tablet, and the Immersive Reality and its resonance and important feedback all over the world, are futuristic systems created to improve and simplify the work activities of those who live the mill. OCRIM is highly renowned across the globe for its brand Italian Made which is evidence of the production and logistic process that is carried out only and exclusively in the company’s factories in Cremona, based on research in quality and design, which are true conventions of Italian business culture. To further support this approach, OCRIM acquired the company FBC, historical reference in the end-of-line sector and leader in bags palletization, by creating a business unit that collects values such as experience, know-how, quality and historicity. FBC’s entire production cycle has been integrated into OCRIM, thus strengthening the Italian Made concept, both in design and production. Thanks to this operation, a further tile has been added to cereal processing, and OCRIM has been confirmed again as ideal partner by increasingly demanding and qualityconscious customers. Since 2015, OCRIM has been revolutionizing its know-how, although remaining attached to the Italian Made feeling. In fact, OCRIM is considered by its partners as key part of the food supply chain. The partnership with Bonifiche Ferraresi SpA, the biggest Italian agriculture company, has turned OCRIM into a true flagship for the entire production chain. The goal of this important decision is to be a partner that works thoroughly, fully aware of the importance of control and management of the raw material, wheat, that will be processed by OCRIM machines

before reaching consumers’ tables. Thanks to this important agreement and new skills development, many important initiatives have been created. First of all, the Milling Hub, a company that aims at building and managing the different milling plants on OCRIM’s premises in Cremona canal port, conceived together with Bonifiche Ferraresi. The Milling Hub aims to strengthen Italian agri-food sector, giving the food industries without their own milling plant, the change of having a customized one and benefitting from OCRIM team’s technical and technological skills. They will be granted a traced and certified product (flour), thanks to accurate control by the agri-food chain, The Italian Agri-Food Chain Choice, of which OCRIM, Bonifiche Ferraresi and other important Italian companies are the founders. In addition to this, thanks to the great training experience, proved by the International School of Milling Technology (Scuola Internazionale di Tecnologia Molitoria) which has been training technicians and technologists since 1965, and in line with the Milling Hub project, the Milling Hub Masterclass has been created to give education a new vision. Due to increasingly higher demand from skilled people, OCRIM has thought the Milling Hub as a real facility/school and structure able to guarantee further comprehensive and qualified training. In fact, only a limited number of previously trained technicians, with a well-defined experience, can access the Masterclass in order to guarantee a highdegree training. 360° advanced training focusing on the knowledge of seeds, through cereal and pulses processing, to finished product sales. On account of this corporate positive development, OCRIM’s R&D department has experimented such new strategies and state-of-the-art projects to be broadly acknowledged as unique in the milling sector and in full harmony with the novelties the company has been experiencing. The partnership between OCRIM and some Italian universities, whose contribution is crucial to get valuable results to gain benefits for the milling sector in general, continues and is increasingly efficacious. OCRIM’s various communication instruments to convey its orientation have been greatly changed in such as way as to finetune the company’s language to the new trends. In fact, the company boasts considerable visibility, more than in the past years, through both national and international publications, and via its three internet websites: the corporate website www.ocrim.com, one dedicated to the company’s museum www.ocrimcore.com, one dedicated to the blog www.ai-lati.it (in Italian) and www.ai-lati.eu (in English), strongly wanted by OCRIM as a real information provider for the agri-food industry and member companies. In addition to this, customized machines for its customers, events such as “Wheat, flour and…” (Grano, farina e …) and the hospitality of hO – Home OCRIM), events and project created to provide a close-up view of a company that is continuously and constantly evolving.

.it

FOOD INDUSTRY



machinery & development

food industry

Soluzioni di azionamento NORD per l’industria dei prodotti da forno NORD DRIVESYSTEMS è un potente partner per i sistemi di azionamento a elevato livello igienico nel settore dei prodotti da forno

C

on i suoi riduttori leggeri e resistenti alla corrosione, i motori a superficie liscia, gli inverter e gli avviatori di motori in carcasse di alluminio ottimizzate per il lavaggio, NORD DRIVESYSTEMS è un potente partner per i sistemi di azionamento a elevato livello igienico nel settore dei prodotti da forno. Soluzioni di azionamento solide e robuste per i processi di miscelazione e agitazione estendono il portafoglio dello specialista della tecnologia di azionamento. Che si tratti di agitatori, sistemi di movimentazione, impianti di pesatura o di riempimento o di macchinari di imballaggio, NORD DRIVESYSTEMS offre soluzioni di azionamento efficienti e igieniche per il settore dei prodotti da forno che soddisfano requisiti stringenti di igiene, affidabilità e durata. L’innovativa tecnologia dei suoi inverter garantisce elevata precisione di posizionamento e l’affidabile implementazione di sequenze dinamiche. Le unità di azionamento possono essere controllate individualmente, per

esempio, per regolare le velocità di impasto e movimentazione e per prevenire i blocchi o controllare il processo di preparazione. Grazie alla loro struttura modulare, le unità di azionamento facilitano anche l’assistenza e la manutenzione. Protezione contro la corrosione in ambienti severi Il trattamento superficiale nsd tupH rappresenta un eccellente trattamento anticorrosione per riduttori, motori lisci, inverter e avviatori di motori in carcasse di alluminio pressofuso ottimizzate per il lavaggio. Le unità di azionamento nsd tupH sono un’alternativa robusta e durevole ai motoriduttori verniciati o alle unità di azionamento in acciaio inossidabile. E’ disponibile un trattamento equivalente anche per tutti i prodotti NORD in alluminio. Nelle unità di azionamento nsd tupH in alluminio, tutti i componenti DIN e standard, compresi gli alberi degli azionamenti, sono realizzati in acciaio inossidabile. I motori lisci senza ventilatore non spargono germi e hanno un funzionamento molto silenzioso. Robusti pacchetti di azionamento per applicazioni di miscelazione I riduttori industriali MAXXDRIVE® di NORD DRIVESYSTES assicurano il funzionamento affidabile nei settori industriali che utilizzano processi di miscelazione e agitazione anche in condizioni estreme, offrendo elevate coppie d’uscita fino a 282 kNm, insieme al funzionamento silenzioso e la lunga vita di servizio. La combinazione compatta dei riduttori industriali MAXXDRIVE®, del nuovo adattatore IEC

SAFOMI e di un motore elettrico a efficienza energetica NORD è la scelta ottimale per le applicazioni su miscelatori e agitatori per ridurre il numero delle parti di usura e dei componenti collegati. L’adattatore SAFOMI combina le funzioni di un adattatore IEC standard e un serbatoio di espansione dell’olio in un singolo componente. Il suo impiego sull’azionamento dell’agitatore aumenta l’affidabilità operativa e riduce gli sforzi di manutenzione. Non sono richiesti serbatoi dell’olio e manicotti, né l’anello di tenuta sull’albero fra il riduttore e il cilindro IEC. L’adattatore SAFOMI è disponibile per i riduttori paralleli nelle taglie da 7 a 11 (coppie d’uscita da 25 a 75 kNm). Robuste opzioni per le apparecchiature NORD DRIVESYSTEMS offre opzioni per le apparecchiature specifiche all’applicazione che combinano elevate prestazioni ed efficienza, specificamente progettate per pompe, agitatori e miscelatori con elevati carichi radiali e assiali sui cuscinetti relativi al processo. Esse includono una versione per agitatori (cuscinetti VL2) con grande distanziamento fra i cuscinetti e cuscinetti rinforzati, nonché una versione Drywell (cuscinetti VL3) con piastra aggiuntiva per il gocciolamento dell’olio e sensore di perdita. Per i cuscinetti VL2 e VL3, il distanziamento fra i cuscinetti è aumentato mediante componenti collegati senza modificare le dimensioni del riduttore. NORD offre anche cuscinetti appositamente sovradimensionati per rispondere ai requisiti di applicazioni come gli agitatori nel settore dei prodotti da forno.

Il trattamento superficiale nsd tupH rappresenta un eccellente trattamento anticorrosione per i componenti di azionamento in carcasse di alluminio pressofuso ottimizzate per il lavaggio The nsd tupH surface treatment provides an outstanding anti-corrosion treatment for drive components in wash-down-optimised cast aluminium housings

210

Ottobre | October 2020

.it

FOOD INDUSTRY


food industry

machinery & development

NORD drive solutions for the bakery industry

W

ith its lightweight, corrosion-resistant gear units, smooth surface motors, frequency inverters and motor starters in wash-down-optimised aluminium housings, NORD DRIVESYSTEMS is a powerful partner for hygienefriendly drive systems in the bakery industry. Strong and robust drive solutions for mixing and agitation processes extend the drive technology specialist’s portfolio. Whether agitators, conveyor systems, weighing and filling plants or packaging machinery: NORD DRIVESYSTEMS offers efficient and hygienic drive solutions for the bakery industry that meet stringent requirements on hygiene, reliability and durability. The manufacturer’s innovative inverter technology guarantees high positioning accuracy and reliable implementation of dynamic sequences. The drive units can be controlled individually, for example, to regulate kneading and conveyor speeds and to prevent blockages or control the dough process. Due to their modular structure, the drive units are also service- and maintenance-friendly. Corrosion protection in demanding environments The nsd tupH surface treatment provides an outstanding anti-corrosion treatment for gear units, smooth motors, frequency inverters and motor starters in wash-down-optimised cast

aluminium housings. nsd tupH drive units are a robust and durable alternative to painted geared motors or stainless steel drive units. A respective treatment is available for all NORD products made from aluminium. In nsd tupH aluminium drive units, all DIN and standard components, including drive shafts, are made from stainless steel. The fanless smooth motors do not spread germs and run very quietly. Strong drive packages for mixer applications MAXXDRIVE® industrial gear units from NORD DRIVESYSTES ensure reliable operation in industries using mixing and agitation processes even under extreme conditions and offering high output torques up to 282 kNm, along with quiet running and long service life. The compact combination of MAXXDRIVE® industrial gear units, the new SAFOMI IEC adapter and an energy-efficient electric motor from NORD is the best choice for mixers and agitator applications to reduce the number of wearing parts and attached components. The SAFOMI adapter combines the functions of a standard IEC adapter and an oil expansion tank in one single component. Its use on the agitator drive increases operational reliability and lowers maintenance efforts. Oil tanks and hoses as well as the radial shaft seal between gear unit and IEC cylinder are not required. The SAFOMI adapter is available for parallel gear units in sizes 7 to 11 (output torques from 25 to 75 kNm).

NORD DRIVESYSTEMS is a powerful partner for hygiene-friendly drive systems in the bakery industry

Robust equipment options NORD DRIVESYSTEMS offers applicationspecific equipment options that combine high performance and efficiency, specifically designed for pumps, agitators and mixers with high process-related radial and axial bearing loads. This includes an agitator version (VL2 bearing) with large bearing spacing and reinforced bearing, as well as a Drywell version (VL3 bearing) with additional oil drip plate and leakage or oil sensor. For the VL2 and VL3 bearings, the bearing spacing is increased with attached components whereas the gear unit size remains unchanged. NORD also offers bearings that were intentionally oversized to meet the requirements of applications such as agitators in the bakery industry.

Le soluzioni di azionamento NORD per i processi di miscelazione e agitazione sono perfettamente adatte anche per l’uso di condizioni estreme nel settore dei prodotti da forno NORD drive solutions for mixing and agitating processes are also perfectly suitable for use under extreme conditions in the bakery industry

.it

FOOD INDUSTRY

Ottobre | October 2020

211


machinery & development

food industry

Efficienza massimizzata

La lunga esperienza nella lavorazione di frutta e verdura ha portato Pigo a sviluppare il liofilizzatore high-tech che permette di preservare aromi delicati mentre il prodotto asciuga il congelato sottovuoto producendo un prodotto di qualità premium

I

l futuro della conservazione sta nella possibilità di conservare il prodotto nel modo più facile possibile. Ecco perché il futuro è adesso. La complicità perfetta tra alta tecnologia, semplicità per l’utilizzatore e vantaggio economico sono tutti concentrati in EFD Easy Freeze Dryer di PIGO. La lunga esperienza di PIGO nella lavorazione di frutta e verdura l’ha portata a sviluppare il liofilizzatore high-tech che permette di preservare aromi delicati mentre il prodotto asciuga il congelato sottovuoto producendo un prodotto di qualità premium. Il ghiaccio contenuto nel prodotto è sublimato, pertanto trasformato da solido a gassoso, e quindi intrappolato dentro il sistema di condensazione. Le proprietà organolettiche del prodotto finito sono perfettamente sovrapponibili a quelle del prodotto fresco. A completamento del processo, il prodotto trattato avrà mantenuto la sua forma, volume e struttura

212

Ottobre | October 2020

originali, nonché le proprietà fisiche, chimiche e biologiche. Può essere poi stoccato (se con adeguato packaging che previene la migrazione dell’umidità) per quasi a tempo illimitato. Se il prodotto è poroso, può essere ri-dissolto con la semplice aggiunta di un solvente adatto (acqua). Per il processo di liofilizzazione è necessario il processo di congelamento IQF. Per il perfetto processo IQF prima della liofilizzazione, PIGO raccomanda il suo congelatore EASY Freeze IQF Freezer. Il metodo di fluidizzazione a controllo completo mantiene il prodotto costantemente sospeso sopra il nastro in un cuscinetto d’aria. Il risultato è il congelamento immediato della crosta e il congelamento efficiente in profondità di ogni pezzo, indipendentemente dal tipo, dalla varietà o dalla condizione del prodotto. L’efficienza di congelamento massimizzata è garantita per ogni singolo prodotto, sia che il prodotto sia pesante, leggero, morbido, appiccicoso o fragile, grazie al controllo variabile della velocità di tutte le ventole e di tutte le altre unità, permettendo l’ottimizzazione al volo delle condizioni del flusso d’aria. Per il congelamento, oltre a IQF Freezer Easy Freeze, PIGO produce anche il congelatore a spirale Easy Freeze Spyro, il congelatore che offre sanitizzazione superiore, interamente in acciaio inox, comprese tutte le parti della struttura e del macchinario. PIGO Srl è anche specializzata in altri macchinari per essicazione e congelamento. Oltre a Easy Freeze Dryer EFT, le principali macchine PIGO per il processo di essiccazione sono l’essiccatore adiabatico a nastro multistrato PG135 e l’essiccatore a tunnel PG128. L’essiccatore adiabatico a nastro multistrato PG135 con asciugatura tramite condensazione d’aria in continuo e asciugatura in zone individuali, dà all’utilizzatore la possibilità di essiccare il prodotto a

temperature molto basse, impiegando un tempo 2-3 volte inferiore, preservando sia il colore che la qualità del prodotto. I vantaggi chiave della tecnologia PIGO e differenze con le tecnologie competitive sono: Processo che fa risparmiare denaro grazie al congelamento più veloce con minor consumo di energia – il metodo di surgelazione PIGO riduce il tempo di congelamento fino al 25% con minor consumo di energia. Nessuna perdita di peso/zero disidratazione. Particolari progettati in modo esclusivo permettono un flusso d’aria che si dimostra di importanza cruciale per conservare la naturale integrità del prodotto, quasi immediata la formazione della crosta della surgelazione e si evita la perdita di peso. Maggiore resa e più rapido ritorno degli investimenti. Funzionamento libero da listeria e patogeni. Il “must” di oggi per la sicurezza alimentare, fornito dalla progettazione aperta di tutte le parti di macchinari. Operator friendly. Progettato per facilitare il funzionamento e la manutenzione, veloce ed efficiente, senza tempi di inattività Sistema compatibile con l’industria 4.0 – Smart Factory Enabled. Oltre a queste macchine appena descritte, PIGO produce anche linee complete di lavorazione frutta con nocciolo. Due delle sue macchine principali è la denocciolatrice automatica ad alta capacità PG 103 e la macchina denocciolatrice per basse capacità PG 104. Report dai clienti segnalano un’efficienza di denocciolatura dello 0.01%-0.02% (1:5000-1:10000) di noccioli rimanenti dopo il processo di denocciolatura. Per maggiori informazioni PIGO invita a visitare il sito www.pigo.it o semplicemente inviare una e-mail a info@pigo.it. Ci sono anche alcuni brevi video clip delle macchine PIGO in funzione su www.youtube. com, cercate PIGOsrl. Ricordando la filosofia “dare il meglio alle persone che si aspettano il meglio. (D.Z.)”, PIGO vi invita a contattala per ogni informazione necessitaste.

.it

FOOD INDUSTRY



machinery & development

food industry

Maximized efficiency Extensive experience in fruit and vegetables processing has led Pilot to develop the high-tech freeze dryer that allows to save delicate aromas while drying the frozen product under vacuum producing a premium quality product

T

he future of the conservation is in the possibility to conserve the product in the easiest way possible. That is why the future is now. The perfect complicity of the high technology, simplicity for the user and economical advantage are all concentrated in PIGO EFD Easy Freeze Dryer. PIGO’s long term experience in fruit and vegetables processing brought it to develop the high-tech freeze dryer that allows to save delicate aromas while drying the frozen product under vacuum producing a premium quality product. The ice contained in the product is sublimated, hence transformed from solid to gas and then trapped inside the condensation system. The sensorial properties of the finished product are absolutely superimposable to those of the fresh product. At the completion of the process, the treated product will have retained its form, volume and original structure, as well as all its physical, chemical and biological properties. It can then be stored (if provided with packaging preventing the moisture migration) for an almost indefinite period of time. As the product is porous, it can be re-dissolved by the simple addition of a proper solvent (water). For the process of lyophilization (freeze drying) it is necessary the IQF freezing process of the product. And for the perfect IQF process before lyophilization PIGO recommends its EASY Freeze IQF Freezer. Full controlled fluidisation method keeps the product constantly suspended above the belt in a cushion of air. The result is the immediate crust freezing and efficient core freezing of individual pieces, regardless of type, variety or condition of product. Maximized freezing efficiency is guaranteed for each unique product, whether the product is heavy, light, soft, sticky or fragile, thanks to variable speed control of all fans and all other build-inn drives,

214

Ottobre | October 2020

allowing on-the-fly optimization of air flow conditions. As for freezing, besides the IQF Freezers Easy Freeze, PIGO also produces Spiral Freezers Easy Freeze SPYRO, the freezer with the most superior sanitation, entirely made of stainless steel, including all parts of structure construction and machinery. PIGO srl is also specialized in other drying and freezing machinery. In addition to Easy Freeze Dryer EFD, PIGO’s main machines for drying process are adiabatic multistage belt dryer PG135 and tunnel dryer PG128. The diabatic multistage belt dryer Easy Dry PG 135 with continuous return air condensing drying and individual zone drying gives to the user the possibility to dry product at very low temperatures, with up to 2-3 times shorter drying time, preserving product colour and quality. The key advantages of PIGO technology and difference with competitive technologies are: Money saving process, thanks to faster freezing and drying with lower power consumption - PIGO proprietary freezing method reduces freezing time by up to 25% while consuming less energy. No product weight loss/zero dehydration. Uniquely designed features allow air flow which are crucially important for preserving the natural integrity

of your product, almost immediate crust freezing and preventing product weight loss. Higher yield and faster investment return. Listeria and pathogen free operation. Today’s “must” for food safety, provided by open design of all machinery parts. Operator friendly. All steps in the freezing process are designed to facilitate simple, fast and efficient operation and maintenance, with no downtime. Industry 4.0 capable system – “smart factory enabled”. Besides the abovementioned machines PIGO also produces complete stone fruit processing lines. Two of its main machines is the high-capacity automatic pitting machine PG 103 and small-capacity pitting machine PG 104. Reports from customers verify an industry-leading pitting efficiency of 0.01%-0.02% (1:5000-1:10000) remaining pits after the pitting process. For more information PIGO invites you to visit its website www.pigo.it or simply e-mail to info@pigo. it. There are also some short video clips of PIGO machines in operation on www.youtube.com, look for PIGOsrl. Recalling the philosophy “give the best to people who expect the best. (D.Z.)” PIGO invites you to contact them for any information you need.

.it

FOOD INDUSTRY



machinery & development

food industry

PAD, la nuova interfaccia utente-macchina Tekno Stamap ha creato PAD, la nuova interfaccia tra utente e macchina che risponde all’evoluzione del mercato

G

razie alla costante attenzione al cliente e seguendo le esigenze di un mercato in continua evoluzione, Tekno Stamap ha creato una nuova interfaccia tra utente e macchina: PAD. Il Process Assist Device di Tekno Stamap vi permetterà di lavorare con più facilità e ordine, eliminando le

ricette attaccate al muro e i post-it dai vostri laboratori. Con PAD, infatti, potrete salvare le vostre ricette fino a un massimo di 30 e richiamarle ogni qual volta dobbiate eseguire la lavorazione. Questo dispositivo, creato in esclusiva da Tekno Stamap per i suoi clienti più esigenti, permetterà di lavorare con le vostre sfogliatrici manuali LAM2, baguettatrici e raffinatrici con una interazione uomomacchina innovativa e funzionale per i vostri laboratori. Nel display di PAD verranno mostrate le informazioni riguardanti la quota di apertura dei cilindri, le specifiche della lavorazione di ogni programma salvato, il numero di lavorazioni richieste per completare il ciclo e molto altro.

PAD servirà infatti anche per tenere sotto controllo la vostra macchina Tekno Stamap, in quanto vi notificherà per tempo tutte le manutenzioni ordinarie e il tempo di lavoro, per monitorare l’utilizzo e migliorare l’assistenza e aumentare l’attenzione verso le esigenze di ogni cliente.

PAD, the man-machine interface Tekno Stamap creates PAD, the new man-machine interface that suits market’s evolution

216

Ottobre | October 2020

T

hanks to constant customer care and following the needs of a constantly evolving market, Tekno Stamap has created a new interface between user and machine: PAD. Tekno Stamap Process Assist Device will allow you to work more easily and in order, eliminating recipes stuck to the wall and post-it notes from your laboratories. With PAD, in fact, you can save your recipes up to a maximum of 30 and recall them whenever you need to perform the processing. This device, created exclusively by Tekno Stamap for its most demanding customers, will allow you to work with your manual LAM2 dough sheeters, baguette moulders and refiners with an innovative and functional human-machine interaction for your laboratories. The PAD display will show information regarding the cylinder opening, the specifications of the processing of each program saved, the number of processes required to complete the cycle and much more. PAD will also be used to keep your Tekno Stamap machine under control, as it will notify you in advance of all routine maintenance and working time, to monitor the use and improve assistance and to increase attention to the needs of each customer.

.it

FOOD INDUSTRY



machinery & development

food industry

Nuovi attuatori low profile per PSENcode – i più sottili nel mercato Con i nuovi attuatori low profile per PSENcode è possibile realizzare applicazioni con una alta flessibilità e ingombri minimi

G

razie alla tecnologia transponder RFID, PSENcode garantisce il più alto livello di protezione contro manipolazioni in dimensioni estremamente compatte. Con il nuovo attuatore low profile, sottile solo 3mm, è possibile realizzare applicazioni in maniera semplice e veloce. Gli attuatori low profile sono installabili tramite una vite centrale oppure tramite una colla speciale.

Sono disponibili versioni per applicazioni ad alta codifica o bassa codifica in accordo alla EN ISO 14119. Essi offrono una distanza di commutazione di 6 mm e possono essere installati anche nei ripari fatti in plexiglass. Lo straordinario vantaggio offerto da questa soluzione è un’elevata flessibilità nel design delle macchine, in particolar modo per applicazioni in spazi ristretti.

New low-profile actuators for PSENcode, the thinnest in the market With PILZ new low-profile actuators for PSENCode it is possible to create applications highly flexible and in small areas

218

Ottobre | October 2020

T

hanks to RFID transponder technology, RSENcode guarantees the highest protection level combining maximum manipulation protection with the smallest space requirement. With the new low-profile actuator, just 3 mm thin, it is possible to create applications simply and quickly. Low profile actuators can be installed by a central screw or by applying a special glue.

There are versions available for high-coding and small coding applications in compliance with EN ISO 14119 standard; they offer commutation distance of 6 mm and can be installed also in plexiglass shelters. User benefits from a high degree of freedom in the design of the machine, particularly when space is very small.

.it

FOOD INDUSTRY



machinery & development

food industry

Sitec: D le soluzioni professionali I timer e termoregolatori professionali Sitec sono la soluzione alle esigenze dei settori panificazione e dolciario, perché possono essere utilizzati con massima semplicità e affidabilità anche in ambienti particolarmente difficili

a oltre 20 anni Sitec rappresenta il partner ideale per l’offerta di timer e termoregolatori professionali destinati al settore panificazione e pasticceria. Maneggevoli (grazie alla ghiera grande ed ergonomica dal design rinnovato), pratici ed estremamente facili da utilizzare, i timer e termoregolatori Sitec per forni e impastatrici sono la soluzione professionale alle esigenze dei professionisti dei settori panificazione e dolciario, perché possono essere utilizzati con la massima semplicità e affidabilità anche in ambienti particolarmente difficili. Multifunzione, predisposti per essere in regola per la certificazione UL e dotati di una funzione innovativa che consente un rapido cambio di marcia, i timer a ghiera per le impastatrici, i temporizzatori e i termoregolatori per forni civili e industriali Sitec sono disponibili in una varietà di modelli; vediamoli brevemente qui di seguito. I timer elettronici per impastatrici con impostazione a ghiera permettono una veloce e chiara impostazione del tempo per mezzo di una ghiera

ergonomica facile da manovrare, anche se si indossano dei guanti. • Timer 72x72 (3 display e led rossi per la visualizzazione del tempo) • Timer 96x96 (4 display e led rossi per la visualizzazione del tempo) • Timer 72x144 (controllo di entrambi i tempi di ciclo; led e doppio display di visualizzazione) La novità è il modulo di frenatura motori AC, in accordo con la normativa che entrerà presto in vigore. I timer elettronici per impastatrici Sitec possono essere forniti con un modulo elettronico per la frenatura del motore AC che permette la “decelerazione” controllata del motore, con regolazione della corrente e del tempo di frenatura. Timer e termoregolatori elettronici per forni con impostazione a ghiera consentono di controllare i tempi di cottura e di vapore e la temperatura dei forni. • Timer serie TFO (3 display e led rossi per la visualizzazione del tempo) • Termoregolatori serie TRG (Set point tramite ghiera trasparente) Tutti i timer e i termoregolatori per forni e impastatrici Sitec hanno un grado di protezione sul frontale IP65 che garantisce una perfetta protezione da polveri e spruzzi di liquido. www.sitecsrl.it/the-timer

Sitec: Professional solutions Sitec timers and temperature controllers are the professional solution that meets bakery and confectionery requirements, because they are highly userfriendly and highly reliable also in particularly difficult environments

220

Ottobre | October 2020

F

or more than 20 years, Sitec has been the ideal partner for professional timers and temperature controllers for the bakery and confectionery sector. Handy (thanks to a big and ergonomic ring featuring renewed design), practical and highly user friendly, Sitec timers and temperature controllers for ovens and mixers stand out as the professional solution that meets bakery and confectionery professional requirements, since they can be highly user friendly and reliable also in particularly difficult environments. Multifunction, set to comply with UL certification, and provided with the innovative fast gear change function, Sitec offers a comprehensive range of ring timers for mixers, timers, and temperature controllers for civil and industrial furnaces, as follows: Electronic ring timers for mixers enable fast and clear time setting by means of an ergonomic ring that is highly handy even though operators wear gloves. • Timer 72x72 (3 displays and red led lights for time display) • Timer 96x96 (4 displays and red led lights for time display)

• Timer 72x144 (control on both cycle times; led light and double display) AC motor brake unit, in accordance with the regulations soon coming into force. Sitec electronic timers for mixers can be supplied with an electronic module for AC motor brake, which allows controlled engine “deceleration”, with power adjustment, and braking time. Timers and electronic ring temperature controllers for ovens enable controlling cooking and steam time, and temperature in the oven. • Timer, Series TFO (3 displays and red led lights for time display) • Temperature controllers, Series TRG (set point through transparent ring) All Sitec timers and temperature controllers for ovens and mixers feature IP65 protection degree that grants perfect protection from powders and liquid sprays. www.sitecsrl.it/the-timer

.it

FOOD INDUSTRY



marketing & strategy

food industry

Prosciutto di Parma, azioni a sostegno della filiera Stanziamento governativo di 10 milioni di euro per sostenere lo stoccaggio, liberare le cantine e favorire la qualità dei Prosciutti DOP

I

l Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali ha ufficializzato nei giorni scorsi un altro provvedimento straordinario per fronteggiare la contingente crisi della filiera dei prosciutti DOP. Tale misura riguarda il cosiddetto “ammasso privato” e, partendo da quanto previsto dal noto DL Rilancio, stabilisce lo stanziamento di 10 milioni di euro per finanziare alcune tipologie d’intervento a favore dei prosciutti DOP. Proprio ieri Agea ha emanato le istruzioni operative per predisporre le domande a favore delle aziende che intendono aderire. Quest’ultimo provvedimento adottato dal rientra nel più ampio pacchetto di azioni, frutto di un costante e tenace lavoro anche politico del nostro Consorzio, per sostenere le nostre aziende colpite dal crollo delle vendite e per far ripartire l’intera filiera. Abbiamo fortemente incoraggiato l’operazione di

ammasso privato, poiché permetterà di ottenere due importanti risultati: distogliere dal circuito DOP una parte consistente di prodotto stagionato alleggerendo l’offerta del prodotto sul mercato e sostenere lo stoccaggio dei prosciutti DOP al fine di prolungarne la stagionatura, una misura legata alla qualità del prodotto poiché tende a migliorare le sue caratteristiche organolettiche e al contempo ci aiuta a generare liquidità e a dare continuità alla produzione, ha affermato Vittorio Capanna, presidente del Consorzio del Prosciutto di Parma. Alla recente disposizione dell’ammasso privato, si aggiungono: il recente bando emanato dal Mipaaf per l’acquisto di circa 100.000 Prosciutti di Parma destinati agli indigenti; la modifica temporanea al Disciplinare per estendere di 30 giorni la shelf life del Prosciutto di Parma preaffettato in supporto ai

mercati internazionali; e, nell’ambito delle iniziative promozionali, la nuova strategia di comunicazione focalizzata all’interno dei punti vendita, presso il banco taglio in particolare, per incentivare il consumo del Prosciutto di Parma. Tali misure, seppure non sufficienti a garantire una ripresa risolutiva nel tempo, rappresentano tuttavia, considerate nel loro insieme, degli strumenti indispensabili per dare un sollievo immediato al nostro comparto che ha già ridotto la produzione del 16% nei primi 5 mesi dell’anno e ad oggi registra una perdita complessiva di almeno il 30% del proprio fatturato. Durante il lockdown, inoltre, la totale chiusura del canale HoReCa e la significativa diminuzione delle vendite al banco taglio hanno determinato un calo commerciale di circa il 35%, indebolendo il Prosciutto di Parma con ripercussioni sugli altri anelli a monte della filiera. In questa fase così delicata è importante continuare a lavorare su più fronti, dialogando costantemente con le istituzioni, perché qualsiasi iniziativa possa contribuire a rilanciare la filiera DOP del Parma e di tutte le altre Indicazioni Geografiche, ha proseguito Capanna.

Prosciutto di Parma, actions to support the production chain Government appropriation of 10 million Euro to support storage, clear the cellars and favour the quality of PDO hams

I

n the past days, the Ministry of agriculture, food and forestry policies (MIPAAF) made official another extraordinary measure to deal with the current crisis of the production chain of PDO hams. This measure refers to the so-called “private storage” and, based on the provisions of the Italian DL Rilancio (the legislative decree to relaunch the Italian economy), approves an appropriation of 10 million Euro to fund some interventions in favour of PDO hams. Yesterday, Agea issued the operating instructions regarding the applications in favour of the companies who are interested in joining this initiative. The measure adopted by the Government is part of a wider package of actions which are the result of the continuous and persistent work, also at the political level, of our Consortium to support the companies hit by the drop of sales and to relaunch the entire production chain. We have strongly encouraged private storage because it will lead to two important results: it will take a significant share of the matured products out of the PDO circuit thus relieving the pressure of the product supply on the market, and it will support the storage of PDO hams extending maturation, a measure linked to the quality of the product since it tends to improve its organoleptic features and, at the same time, helps

222

Ottobre | October 2020

us generate cash and give continuity to production, stated Vittorio Capanna, President of the Consorzio del Prosciutto di Parma. Other measures have been added to the recent provision about private storage: the recent call issued by MIPAAF to purchase about 100,000 Parma hams intended for the poor; the temporary change to the Production Specifications to extend by 30 days the shelf life of pre-sliced Parma ham to support international markets; and, amongst promotional activities, the new communication strategy focusing on points of sales, especially on the deli counters, to promote the consumption of Parma ham.

Although these measures are not enough to ensure a final recovery over time, they are altogether indispensable tools to offer relief to our sector that has already reduced production by 16% in the first 5 months of the year and that is recording an overall loss of turnover of at least 30%. Furthermore, during the lockdown, the complete closure of the HoReCa channel and the significant decrease of deli counter sales determined a 35% drop, which weakened Parma ham with repercussions on the other links upstream the production chain. In this very critical phase, it is important to continue working on different fronts, carrying on the dialogue with institutions as every initiative can contribute to relaunching the production chain of PDO Parma ham and of all the other Geographical Indications, continued Capanna.

.it

FOOD INDUSTRY



marketing & strategy

food industry

Paulig si espande verso le proteine vegetali Gold & Green Paulig punta alla crescita internazionale e una strada da percorrere è quella delle proteine a base vegetale

P

er rendere produttiva l’attuazione della strategia di crescita, l’organizzazione di Gold & Green Foods sarà ulteriormente rafforzata. La co-fondatrice Maija Itkonen assumerà la guida della Food Tech and Innovations di Gold & Green come Chief Innovation Officer. “Paulig punta alla crescita internazionale e le proteine a base vegetale sono una delle aree strategiche. Gold & Green è un marchio unico e innovativo e ora cerchiamo di ampliare il business a livello internazionale”, afferma Lenita Ingelin, responsabile di Gold & Green Foods in Paulig Leadership Team e Senior Vice President of Business Area Finland & Baltics presso Paulig. “Attualmente il mercato basato su materie prime vegetali sta crescendo rapidamente in tutto il mondo.

La nostra innovazione finlandese Pulled Oats® ha dimostrato di essere la proteina a base vegetale perfetta e il prodotto ha suscitato un enorme interesse internazionale grazie ai suoi ingredienti puri, sani e sostenibili”, afferma Maija Itkonen, la cofondatrice di Gold & Green Foods. Jyrki Karlsson nominato Amministratore delegato di Gold & Green Foods Per sostenere la crescita internazionale di Gold & Green, l’organizzazione di Gold & Green Foods sarà ulteriormente rafforzata. E’ stato nominato Amministratore delegato di Gold & Green Foods Jyrki Karlsson, in carica dal 1° settembre, e sarà lui che guiderà il business globale di Gold & Green e la crescita internazionale. “Gold & Green Foods è una società alimentare veramente innovativa, con l’ambizione di cambiare non solo il modo in cui mangiamo, ma anche il modo in cui viviamo ora e in futuro. È stata una storia incredibile sin dall’inizio. Sono davvero entusiasta di far parte di questo team innovativo e pionieristico e non vedo l’ora di sviluppare il business attraverso nuovi prodotti innovativi e mercati internazionali “, afferma Jyrki Karlsson. Food Tech e Innovations svolgono un ruolo chiave nel futuro successo dell’azienda e Maija Itkonen, co-

fondatrice di Gold & Green, guiderà quest’area come Chief Innovation Officer dal 1° settembre. Gold&Green Foods è ora una consociata di proprietà di Paulig Gold & Green Foods, noto per la sua rivoluzionaria innovazione a base vegetale Pulled Oats®, è ora una consociata interamente controllata di Paulig. Paulig ha acquisito il 51% di Gold & Green Foods nel 2016 e, da allora, Pulled Oats® ha accontentato milioni di persone nelle loro cucine di casa ed è apparso nelle voci di menu in migliaia di ristoranti. Pulled Oats® è attualmente disponibile sul mercato al dettaglio in Finlandia e nei Paesi Bassi e venduto nel settore dei servizi di ristorazione in Finlandia, Svezia, Norvegia, Danimarca, Olanda, Belgio, Spagna, Regno Unito, Irlanda e Stati Uniti.

Paulig scales up its plant-based protein business Gold&Green Paulig aims for international growth and one avenue to do that is the company’s plantbased protein business

T

o drive the successful execution of the growth strategy, the organisation of Gold&Green Foods will be further strengthened. Co-founder Maija Itkonen will take the leadership of Gold&Green’s Food Tech and Innovations as Chief Innovation Officer. “Paulig aims for international growth and plantbased protein is one of our strategic focus areas. Gold&Green is a unique, innovative brand and we now look to scale up the business internationally”, says Lenita Ingelin, who is responsible for Gold&Green Foods in Paulig Leadership Team and Senior Vice President of Business Area Finland & Baltics at Paulig. “The plant-based market is currently growing rapidly around the world. Our Finnish innovation Pulled Oats® is proven to be the perfect plant-based protein and the product has raised massive international

224

Ottobre | October 2020

interest because of its pure, healthy and sustainable ingredients”, says Maija Itkonen, the co-founder of Gold&Green Foods. Jyrki Karlsson appointed Managing Director of Gold&Green Foods To support Gold&Green’s international growth, the organisation of Gold&Green Foods will be further strengthened. Jyrki Karlsson is appointed Managing Director of Gold&Green Foods as of 1 September and he will lead the overall Gold&Green business and drive the international growth.

Jyrki Karlsson

“Gold&Green Foods is a truly innovative food company, with ambitions to change not only how we eat, but how we live now and in the future. It has been an amazing story from the beginning. I am really excited to become part of this innovative and pioneering team and look forward to developing the business through new innovative products and international markets”, says Jyrki Karlsson. Food Tech and Innovations play a key role in the future success of the business and Maija Itkonen, cofounder of Gold&Green, will lead this area as Chief Innovation Officer as of 1 September. Gold&Green Foods is now a fully owned subsidiary of Paulig Gold&Green Foods, known for its revolutionary plant-based innovation Pulled Oats®, is now a fully owned subsidiary of Paulig. Paulig acquired 51% of Gold&Green Foods in 2016 and, since then, Pulled Oats® has made millions of people happy in their home kitchens and as a menu item across thousands of restaurants. Pulled Oats® is currently available on the retail market in Finland and the Netherlands and sold in the food service sector in Finland, Sweden, Norway, Denmark, Holland, Belgium, Spain, the UK, Ireland and the US.

.it

FOOD INDUSTRY



machinery & development

food industry

R+W e le sfide dell’Industria 4.0 R+W presenta il giunto AIC: un componente smart con sensoristica integrata in grado di misurare, raccogliere e trasmettere dati durante il suo funzionamento Mecspe - Pad. 5, stand G05 (Parma, 29-31 ottobre 2020)

C

on l’introduzione del giunto smart AIC, R+W compie un numero considerevole di passi in avanti nell’evoluzione dei suoi prodotti. Il giunto smart AIC, insieme ai sistemi di supporto di cui è corredato, permette di affrontare le sfide dell’Industria 4.0 con modalità del tutto uniche, specie se confrontate con quelle fornite dalle altre tecnologie presenti sul mercato. La soluzione proposta da R+W risulta essere già pronta per l’utenza finale, estendendo prerogative e vantaggi della Quarta Rivoluzione Industriale anche ai sistemi preesistenti. Le richieste di mercato, in tal senso, rispecchiano la necessità emergente di integrazione in ecosistemi digitali dinamici e caratterizzati dall’impiego di tecnologie chiave ben definite. Questi ecosistemi vengono originati dall’innovazione fondamentale introdotta dall’Industria 4.0, consistente nella digitalizzazione end-to-end dei processi di produzione, che integra negli stessi tutte le risorse fisiche con i partner delle relative catene del valore. Le innovazioni così definite presentano spiccate caratteristiche di flessibilità; esse consentono di migliorare le procedure di ottimizzazione dei metodi e dei processi di produzione preesistenti, prefigurando l’introduzione di nuovi modelli aziendali data – driven e platform – based. Le stesse hanno inoltre determinato la sempre più crescente richiesta di soluzioni impiantistiche intelligenti, con infrastrutture informatiche dedicate all’attuazione di connessioni sempre attive, in grado di consentire la comunicazione e lo scambio di dati. Su queste premesse, tutte le componenti impiantistiche devono essere collegate tra loro in rete (sia cablata che wireless), al fine di permettere un monitoraggio costante dei processi produttivi, con un conseguente adattamento degli stessi ai nuovi modelli aziendali prima definiti. R+W ha così fatto propri i principali concetti chiave dell’Industria 4.0, implementando le principali soluzioni smart nel nuovo giunto AIC, le cui caratteristiche verranno descritte nei paragrafi seguenti. Struttura e caratteristiche meccaniche del giunto AIC Il feedback principale recepito da R+W, nella realizzazione del giunto AIC, è dato dalla richiesta dell’utenza che sceglie di ricorrere all’impiego di un componente smart: nella realizzazione di una determinata catena cinematica, si devono poter determinare quanti più dati possibili nelle condizioni di esercizio, misurandoli direttamente all’interno della trasmissione. Ciò per conseguire il vantaggio principale di una stima quanto più possibile precisa dello stato effettivo della macchina, al fine di procedere all’esecuzione degli opportuni programmi di manutenzione. La premessa su indicata ha costituito, per R+W, la base di partenza per lo svolgimento delle attività della fase di ricerca e sviluppo, finalizzate alla realizzazione del giunto AIC.

226

Ottobre | October 2020

R+W and the challenges of Industry 4.0 R+W presents the AIC coupling: a smart component with integrated sensors able to measure, collect and transmit data during its operation Mecspe - Pad. 5, stand G05 (Parma, October 29th-31st 2020)

W

ith the introduction of the AIC smart coupling, R+W takes a considerable number of steps forward in the evolution of its products. The AIC smart coupling, as well as the support systems it is equipped with, makes it possible to face the challenges of Industry 4.0 in a unique way, especially when compared to other technologies on the market. The solution proposed by R+W is already complete for the end user, extending the features and advantages of the Fourth Industrial Revolution also to pre-existing systems. Market demands, in this sense, reflect the emerging need for integration into dynamic digital ecosystems characterized by the use of well-defined key technologies. These ecosystems originate from the fundamental innovation introduced by Industry 4.0, consisting in the end-to-end digitization of production processes, which integrates all physical resources with partners in the relevant value chains. The innovations defined in this way have strong characteristics of flexibility; they allow to improve the optimization procedures of the pre-existing production methods and processes, prefiguring the introduction of new data - driven and platform - based business models. They have also led to an ever-increasing demand for intelligent plant solutions, with IT infrastructures dedicated to the implementation of always active connections, capable of enabling communication and data exchange. On this basis, all plant components must be connected to each other in a network (both wired and wireless), in order to allow constant monitoring of production processes, with a consequent adaptation of the same to the new business models previously defined. R+W has thus adopted the key concepts of Industry 4.0, implementing the main smart solutions in the new AIC. coupling, whose characteristics will be described in the following paragraphs. Structure and mechanical characteristics of the AIC coupling The main feedback received by R+W, in the realization of the AIC coupling, is given by the request of the user who chooses to adopt a smart component: in the realization of a specific kinematic chain, it must be possible to determine as much data as possible in the operating conditions, measuring them directly inside the transmission. This in order to achieve the main advantage of estimating the actual state of the machine as accurately as possible, in order to carry out the appropriate maintenance programs. The above mentioned premise has constituted, for R+W, the starting point for carrying out the activities of the research and development phase, aimed at the realization of the AIC coupling.

.it

FOOD INDUSTRY


food industry

machinery & development

Figure 1 shows a simplified section of the AIC coupling, with the main electronic components. The structural choices made by R+W, for the realization of the housings of all the direct measurement systems of the operating data and of the other ICT components (used for connectivity and necessary for the transmission of the collected data), started from a series of considerations related to the standard measuring instruments available. The use of these instruments within a transmission, Figura 1 through the construction of the appropriate housings, Sezione semplificata del giunto AIC would have increased the overall dimensions of the Simplified section of the AIC coupling transmission. The containment of inertia and encumbrances is the In Figura 1 viene mostrata una sezione semplificata main constraint to be respected during the design del giunto AIC, con i principali componenti elettronici. activities of a transmission, so the integration of standard measuring instruments into it is not always Le scelte strutturali messe in atto da R+W, per la feasible, given the unavailability of miniaturized versions for all types of instruments required. realizzazione degli alloggiamenti di tutti i sistemi Furthermore, the housings must be such as to allow the execution of the measurement itself, which is a di misura diretta dei dati di esercizio e degli altri further lower limit to the reduction of the overall dimensions. componenti ICT (impiegati per la connettività e The integration of standard measuring instruments within a transmission is not feasible in most cases; necessari alla trasmissione dei dati raccolti), sono this happens not only for the reasons indicated but also because it is impossible to implement a data partite da una serie di considerazioni relative agli transmission system using standard wiring. strumenti di misura standard a disposizione. Any possible solution to the problem, however limited in terms of functionality and achievable performance, L’impiego di questi strumenti all’interno di una would lead not only to an increase in the moment of inertia (which is an additional criticality if the trasmissione, tramite la realizzazione degli appositi transmission functions at variable regimes) but also to a (considerable) increase in production costs. alloggiamenti, avrebbe incrementato gli ingombri The AIC coupling not only has unique characteristics in terms of IoT-related advantages (as will be della trasmissione stessa. explained below), but also provides structural solutions that allow its integration with other existing R+W Il contenimento dell’inerzia e degli ingombri products. costituisce il principale vincolo da rispettare durante In fact, it can be used with all couplings with an intermediate spacer of the LP2, LP3, LPA series of disc le attività di progettazione di una trasmissione, per pack couplings, ZA, ZAE and EZ2 series of line shafts; as a next development there is the integration with cui l’integrazione in essa di strumenti standard the STF flanged units, while the integration with the other types of couplings (EK, ST, SK, BK and ES) is di misura non sempre è realizzabile, data la non currently under development. disponibilità di versioni miniaturizzate per tutte le These integration features are enabled by the special modular structure which can be easily integrated tipologie di strumentazione richieste. into the spacers as shown in Figure 2. Inoltre, gli alloggiamenti devono essere tali da These structural choices allow the use of the AIC joint also in heavy duty applications, as shown in Figure 3. consentire l’esecuzione della misura stessa, il che Further advantages, also at structural level, are given by the simplicity of installation, thanks to the absence costituisce un ulteriore limite inferiore alla riduzione of additional flanges. degli ingombri. L’integrazione degli strumenti di misura standard all’interno di una trasmissione non risulta così realizzabile nella maggior parte dei casi; ciò accade non solo per le motivazioni indicate ma anche per l’impossibilità di realizzazione di un sistema di trasmissione dei dati tramite cablaggi standard. Ogni possibile soluzione al problema, comunque limitata in termini di funzionalità e prestazioni ottenibili, comporterebbe non solo un incremento del momento di inerzia (che costituisce una criticità aggiuntiva nel caso in cui la trasmissione funzioni a regimi variabili) ma anche quello (considerevole) dei costi di produzione. Figura 2 Il giunto AIC presenta non solo delle caratteristiche Struttura modulare, integrabile con gli spaziatori uniche in termini dei vantaggi connessi all’ IoT (come Modular structure, integrable with spacers verrà esposto in seguito), ma fornisce delle soluzioni strutturali che ne permettono l’integrazione con gli altri prodotti R+W preesistenti. Può infatti essere impiegato con tutti i giunti con uno spaziatore intermedio dei giunti lamellari delle serie LP2, LP3, LPA, dei giunti con allunga delle serie ZA, ZAE ed EZ2; come sviluppi prossimi vi è l’integrazione con i gruppi flangiati STF, mentre l’integrazione con le altre tipologie di giunti (EK, ST, SK, BK ed ES) è attualmente in fase di sviluppo. Tali caratteristiche di integrazione sono rese possibili grazie alla particolare struttura modulare realizzata, facilmente integrabile negli spaziatori come mostrato in Figura 2. Queste scelte strutturali consentono l’impiego del Figura 3 giunto AIC anche in applicazioni heavy duty, come Esempio di applicazione mostrato in Figura 3. heavy duty Ulteriori vantaggi, sempre a livello strutturale, sono Example of heavy dati dalla semplicità di istallazione, grazie all’assenza duty application di flange aggiuntive.

.it

FOOD INDUSTRY

Ottobre | October 2020

227


machinery & development

food industry

Le scelte indicate hanno inoltre permesso di conseguire sia elevati livelli di protezione della sensoristica (che viene racchiusa in un’apposita sigillatura) che di economicità della produzione. Funzioni e connettività del giunto AIC R+W è consapevole di come la necessità di misurare direttamente i dati relativi alle condizioni di esercizio in una trasmissione, abbia avuto origine molto prima all’avvento dell’Industria 4.0. Il ricorso a dispositivi che si trovano in diretta interazione con il sistema misurato ha dato origine alla sensoristica, settore scientifico e tecnologico che si occupa dello studio, della progettazione e della realizzazione di questi dispositivi definiti, appunto, sensori. Nelle applicazioni industriali, la definizione di sensore viene riferita all’ambito metrologico, per cui questo componente effettua fisicamente la trasformazione della grandezza in ingresso in un segnale di altra natura. Le soluzioni di sensoristica integrata, precorritrici di quelle smart e realizzate già a partire dalla fine del secolo scorso, hanno come ambiti di applicazione tutte le soluzioni impiantistiche in cui è richiesto un monitoraggio continuo della coppia. Tale tipo di giunti vengono chiamati giunti torsiometrici ed hanno la funzione di misurare la potenza trasmessa lungo la catena cinematica in cui sono impiegati, tramite la misurazione contemporanea della coppia (Nm) e della velocità angolare (rad/s). R+W è partita dalla concezione di questi componenti per integrare, nel nuovo giunto AIC, sensori e soluzioni allo stato dell’arte per il trattamento del segnale. Il cuore del sistema è così dato dalla componentistica elettronica, che integra diverse tipologie di sensori come gli estensimetri, gli accelerometri e i giroscopi. È interessante evidenziare come le scelte attuate da R+W sulla tipologia di sensori integrati nel giunto AIC sia ottimale rispetto alle possibili esigenze di impiego. Infatti: • gli estensimetri estendono le funzionalità fornite dai primi giunti torsiometrici, fornendo una misura della deformazione torsionale localizzata (o della deflessione torsionale complessiva) partendo da quella delle sollecitazioni meccaniche; • gli accelerometri rilevano e misurano le oscillazioni e le vibrazioni strutturali, riferite alla globalità della catena cinematica ottenuta; • i giroscopi impiegati sono del tipo dedicato alla misura della velocità angolare, costituiti generalmente da un accelerometro a 3 assi o da una serie di accelerometri monoassiali disposti in senso radiale, in numero adatto a fornire una lettura estratta dalla media delle letture dei singoli accelerometri componenti.

228

Ottobre | October 2020

The choices indicated have also made it possible to achieve both high levels of sensor protection (which is enclosed in a special seal) and economic production. Functions and connectivity of the AIC coupling R+W is aware of how the need to directly measure data related to the operating conditions in a transmission originated long before the advent of Industry 4.0. The use of devices that are in direct interaction with the measured system has given rise to sensoristics, a scientific and technological sector which deals with the study, design and implementation of these devices, aptly termed sensors. In industrial applications, the definition of sensor is referred to the metrological field, so this component physically performs the transformation of the input quantity into a signal of another nature. The integrated sensor solutions, forerunners of the smart ones and produced since the end of the last century, have as application areas all the plant solutions where a continuous torque monitoring is required. This type of couplings are called torque couplings and have the function of measuring the power transmitted along the kinematic chain in which they are used, through the simultaneous measurement of torque (Nm) and angular speed (rad/s). R+W started from the design of these components to integrate, in the new AIC coupling, state-of-the-art sensors and solutions for signal processing. The heart of the system is thus given by the electronic components, which integrate different types of sensors such as strain gauges, accelerometers and gyroscopes. It is interesting to highlight how the choices made by R+W on the type of sensors integrated in the AIC coupling is optimal with respect to the possible needs of use: - strain gauges extend the functionality provided by the first torsional couplings, providing a measurement of localized torsional strain (or overall torsional deflection) starting from that of mechanical stress; - accelerometers detect and measure structural oscillations and vibrations, referring to the entire kinematic chain; - the gyroscopes used are of the type dedicated to the measurement of angular velocity, generally consisting of a 3-axis accelerometer or a series of

.it

FOOD INDUSTRY


food industry Oltre alla sensoristica integrata, vi è una scheda elettronica che monta un microcontrollore, un modulo radio Bluetooth e un amplificatore di segnale. La scheda elettronica così concepita fornisce le funzioni di connettività che rendono il giunto AIC, di fatto, un componente smart. La sua alimentazione viene realizzata tramite un accumulatore al litio; il sistema di ricarica impiegato presenta aspetti estremamente interessanti, di seguito esposti. Tutte le soluzioni per la sensoristica integrata scelte da R+W, sono allo stato dell’arte e sono pronte ad offrire all’utenza un sistema realmente evoluto rispetto ai primi giunti torsiometrici. In questo tipo di giunti, la trasmissione del segnale (proveniente dai sensori) veniva inizialmente effettuato tramite contatti ad anelli di scorrimento, successivamente sostituiti da soluzioni contactless basate sul fenomeno dell’induzione elettromagnetica. Quest’ultimo fenomeno fisico non è stato affatto tralasciato R+W è riuscita a conseguire, con il giunto AIC, un esempio unico di estensione del concetto di trasduttore, inteso come unione tra sensore e dispositivi di trattamento del segnale. Gli ultimi aggiornamenti realizzati, infatti, riguardano sia il miglioramento della comunicazione giunto–sistema di controllo (ottenuto impiegando un gateway esterno configurato per ottimizzare le attività di raccolta e trattamento dei dati) che il sistema di ricarica wireless (consistente in un dispositivo che sfrutta il fenomeno dell’induzione elettromagnetica prima accennato, generato dai sistemi wireless di trasmissione dati). Queste soluzioni consentono al giunto AIC di operare e trasmettere dati di continuo, senza avere il limite di un determinato tempo di misura legato alla carica dell’accumulatore, realizzata durante le normali condizioni di esercizio. Sfruttando il fenomeno dell’induzione elettromagnetica, R+W è riuscita a realizzare un sistema efficiente di ricarica dell’accumulatore senza l’impiego di alcun dispositivo aggiuntivo, con ulteriori vantaggi economici. Inoltre, l’inserimento di tali dispositivi è stato realizzato in maniera tale da non costituire una criticità strutturale in termini di incremento del momento d’inerzia, mantenendo così invariate le proprietà meccaniche. Campi di applicazione e vantaggi del giunto AIC Con la realizzazione del giunto AIC, R+W offre alla sua utenza la possibilità di avvalersi di tutte le funzionalità e delle prestazioni di un sistema smart, che può operare nei contesti di applicazione dell’IoT. Il giunto AIC, con le sue capacità di percepire, interagire e interconnettersi, costituisce un elemento di profondo cambiamento in termini di prestazioni ottenibili e di realizzazione di catene cinematiche dedicate, specie quando destinate a quei macchinari concepiti per essere impiegati in linee di produzione che operano in maniera automatica ed adattativa. Sulla base di questi aspetti, il sistema è concepito per interagire in maniera ottimale con l’operatore durante la raccolta ed il trattamento dei dati, al fine di conseguire un impiego adeguato in tutti i contesti di Produzione assistita dall’IoT, intesa come concetto chiave dell’Industria 4.0. In relazione a questa attività, la raccolta dei dati riguarda le seguenti grandezze fisiche: • coppia (con un errore <1%); • velocità (con un errore <3%); • vibrazione (con un errore <3%) • compressione / estensione (con un errore <3% per combinazioni LP calibrate fino a 1000 Nm) La rappresentazione dei dati misurati, relativi a queste grandezze, viene realizzata tramite un’apposita app per dispositivi mobili Android, come mostrato in Figura 4; gli stessi dati misurati possono essere registrati ed esportati nel formato csv, come mostrato in Figura 5.

Figura 5 Esempio di esportazione dei dati nel formato csv Example of data export in csv format

.it

FOOD INDUSTRY

machinery & development

Figura 4 Rappresentazione dei dati misurati su app Android Representation of measured data on Android app

uniaxial accelerometers arranged in a radial direction, in a number suitable to provide a reading extracted from the average of the readings of the individual component accelerometers. In addition to the integrated sensors, there is an electronic board that mounts a microcontroller, a Bluetooth radio module and a signal amplifier. The electronic board thus designed provides the connectivity functions that make the AIC coupling, in fact, a smart component. It is powered by a lithium-ion battery; the charging system used has extremely interesting aspects, which are described below. All the integrated sensor solutions chosen by R+W are state of the art and are ready to offer users a truly evolved system compared to the first torque joints. In this type of couplings, the signal transmission (coming from the sensors) was initially carried out through sliding ring contacts, later replaced by contactless solutions based on the electromagnetic induction phenomenon. The latter physical phenomenon has not been omitted at all. R+W has succeeded in achieving, with the AIC coupling, a unique example of extension of the transducer concept, intended as a union between sensor and signal processing devices. The latest updates concern both the improvement of the coupling-control system communication (obtained by using an external gateway configured to optimize data collection and processing activities) and the wireless charging system (consisting of a device which exploits the phenomenon of electromagnetic induction previously mentioned, generated by wireless data transmission systems). These solutions allow the AIC coupling to operate and transmit data continuously, without having the limit of a certain measurement time related to the charge of the battery, occurring during normal operating conditions. By exploiting the phenomenon of electromagnetic induction, R+W has succeeded in creating an efficient battery charging system without the use of any additional device, with further economic advantages. Moreover, the insertion of these devices has been realized in such a way that they do not constitute a structural criticality in terms of increasing the moment of inertia, thus keeping the mechanical properties unchanged. Application fields and advantages of the AIC coupling With the creation of the AIC coupling, R+W offers its users the possibility to take advantage of all the functionalities and performances of a smart system, which can operate in IoT application contexts. The AIC coupling, with its ability to perceive, interact and interconnect, is an element of deep change in terms of achievable performance and the creation of dedicated cinematic chains, especially when destined to those machines designed to be used in production lines operating in an automatic and adaptive way. On the basis of these aspects, the system is designed to interact optimally with the operator during data collection and processing, in order to achieve an adequate use in all contexts of IoT Assisted Production, intended as a key concept of Industry 4.0. In relation to this activity, data collection covers the following physical quantities: - torque (with an error of <1%); - speed (with an error of <3%); - vibration (with an error of <3%) - compression / rebound (with an error of <3% for calibrated LP combinations up to 1000 Nm) The representation of the measured data, related to these quantities, is realized through a special app for Android mobile devices, as shown in Figure 4; the same measured data can be recorded and exported in csv format, as shown in Figure 5. Ottobre | October 2020

229


machinery & development

food industry

La dashboard della suddetta app fornisce una panoramica completa delle grandezze misurate, che comprende anche i valori massimi, quelli minimi e la loro media, come mostrato in Figura 6. Le modalità di visualizzazione dei grafici sono mostrate in Figura 7; l’app dà la possibilità di sovrapporre più curve diverse in un unico grafico e di visualizzare i dati misurati da più giunti AIC che operano in contemporanea. Altre funzioni di visualizzazione riguardano il livello di carica degli accumulatori al litio, descritti in precedenza, e la visualizzazione della potenza del segnale wireless; ad esse si aggiungono il tasto di cattura della schermata (screenshot) e quello di esportazione su file nel formato CSV. Queste modalità di misurazione possono comunque essere estese anche a sistemi fissi e preesistenti; tale estensione è tuttora in via di sviluppo. Le modalità di aggregazione delle misurazioni consentono, inoltre, una valutazione ed una comprensione migliorata del comportamento dei corpi rotanti componenti la trasmissione. Sulla base delle caratteristiche e delle funzionalità descritte, i campi di applicazione previsti da R+W, per il giunto AIC, possono essere riferiti a quelli fondamentali nell’ambito della Produzione Intelligente, ovvero: • attività di manutenzione predittiva; • setup di test di collaudo; • verifica dati teorici progettuali; • controlli in tempo reale di parametri quali vibrazioni, temperature e forze di richiamo. Questi campi di applicazioni sono fondamentali e l’applicazione negli stessi del giunto AIC risulterà ottimale, specialmente in tutte quelle situazioni in cui verranno attuate modalità di produzione finalizzate all’ottimizzazione delle attività componenti i processi. Tali caratteristiche vanno a conseguire la funzionalità principale della Produzione Intelligente: supportare l’aggiornamento e la gestione della produzione, insieme al percorso di ricerca e sviluppo per una data tipologia di prodotto. Sulla base di queste premesse, i vantaggi conseguibili con l’impiego del giunto AIC possono essere sintetizzati come di seguito: • monitoraggio continuo dell’utilizzo in tempo reale; • manutenzione predittiva basata sull’applicazione; • monitoraggio della qualità tramite controllo di fine linea; • validazione dei dati progettuali con i dati reali rilevati nelle condizioni di esercizio. È evidente come l’impiego del giunto AIC concorra, in maniera efficace, a facilitare l’intero ciclo di vita di un prodotto singolo o di una gamma di prodotti, in relazione al suo utilizzo nelle catene cinematiche presenti nei macchinari di produzione critici. Unendo queste caratteristiche a quelle descritte in precedenza, risulta evidente vi sia l’impegno di R+W a fornire all’utenza finale servizi di supporto riconfigurabili, flessibili, collaborativi e personalizzabili su richiesta. Il giunto AIC prodotto da R+W fornisce un importante esempio di avanzamento tecnologico e concettuale non solo per il settore dei componenti delle trasmissioni ma anche per quello degli azionamenti. I risultati conseguiti con il giunto AIC ne fanno un componente di riferimento anche nella tecnologia dei sistemi ciberfisici, per i quali oggetti fisici e piattaforme software sono integrati per scambiare le informazioni in maniera ottimale.

Figura 6 Panoramica completa delle grandezze misurate, fornita dalla dashboard Complete overview of measured quantities, provided by the dashboard

Figura 7 Modalità di visualizzazione dei grafici Graph display mode

The app’s dashboard provides a complete overview of the measured quantities, including maximum and minimum values and their average, as shown in Figure 6. The graph display modes are shown in Figure 7; the app provides the ability to superimpose multiple different curves into a single graph and display data measured from multiple AIC couplings operating simultaneously. Other display functions concern the charge level of the lithium batteries, described above, and the display of the wireless signal strength, as well as buttons to enable screenshot capture and the export as files in csv format. These measurement modes can also be extended to fixed and pre-existing systems; this extension is still under development. The measurement aggregation modes also allow an improved evaluation and understanding of the behavior of the rotating bodies which make up the transmission. On the basis of the characteristics and functionalities described, the fields of application envisaged by R+W, for the AIC coupling, can be referred to those fundamental for Intelligent Manufacturing, that is: • predictive maintenance activities; • test setups; - verification of theoretical design data; - real time control of parameters such as vibrations, temperatures and recall forces. These fields of application are fundamental and the application of the AIC coupling will be optimal especially in all those situations in which production methods aimed at optimizing the activities of the processes will be implemented. These features achieve the main functionality of Intelligent Manufacturing: to support the updating and management of the production, together with the research and development path for a given type of product. On the basis of these premises, the advantages that can be achieved with the use of the AIC coupling can be summarized as follows: - continuous monitoring of use in real time; - application-based predictive maintenance; - quality monitoring through end-of-line control; - validation of design data with actual data collected under operating conditions. It is evident how the use of the AIC coupling effectively contributes to facilitate the entire life cycle of a single product or a range of products, in relation to its use in kinematic chains in critical production machinery. By combining these features with those described above, it is clear that R+W is committed to providing end users with reconfigurable, flexible, collaborative and customizable support services on demand. The AIC coupling produced by R+W provides an important example of technological and conceptual advancement not only for the transmission components sector but also for the drives sector. The results achieved with the AIC coupling make it a reference component also in cyberphysical systems technology, for which physical objects and software platforms are integrated to exchange information in an optimal way.

Fonte/Source: Stefano Vinto

230

Ottobre | October 2020

.it

FOOD INDUSTRY



machinery & development

food industry

Sicurezza informatica e Industria 4.0

Da Progea una piattaforma software espressamente concepita per soddisfare tutti i requisiti di sicurezza necessari ai sistemi di automazione Industry 4.0

A

ttualmente Industria 4.0 e cyber sicurezza sono due temi ben presenti sui media italiani e nelle aziende, poichè hanno uno stretto legame tra loro che va tenuto in debita considerazione dalle aziende che ci tengono a non esporsi a gravi rischi implementando le soluzioni dell’industria 4.0. Le tecnologie di cyber security hanno lo scopo di proteggere il sistema informatico aziendale da attacchi provenienti dall’esterno che possono causare perdita o compromissione di dati e informazioni sensibili. L’informazione è un asset fondamentale che rappresenta il valore dell’azienda e quindi va tutelato nel migliore dei modi. Per essere sicuri che il proprio sistema informatico sia davvero a prova di attacco è necessario affidarsi ad aziende specializzate in grado di

232

Ottobre | October 2020

individuare le minacce e le vulnerabilità proprie del sistema per poi implementare le migliori tecnologie al fine di mettere tutto in sicurezza. I benefici dell’Industria 4.0 sono tanti e declinabili in: innovazione di processo, di prodotto, di servizi, di gestione e impatti significativi su impianti, prodotti, informazioni e persone. Per ottenerli le aziende devono sfruttare al massimo le tecnologie informatiche, presenti ormai in qualsiasi ambito aziendale. Il risultato del largo utilizzo di queste soluzioni informatiche è la connessione continua delle aziende, quindi l’apertura di molte finestre verso l’esterno, che rendono la struttura vulnerabile ai cyber attacchi per sottrarre informazioni e know-how. Il primo step verso la sicurezza informatica del proprio ecosistema aziendale è quello di aumentare il livello di conoscenza delle problematiche riguardanti a sicurezza a tutti i livelli, dal CEO ai CTO fino a tutti i tecnici e addetti dell’azienda. Per procedere nel migliore dei modi a proteggere la propria azienda è necessario adottare un modello di “security by design”, cioè progettare un’infrastruttura che tenga presenti le questioni rilevanti della sicurezza ponendo particolare attenzione nei confronti dell’analisi e della valutazione dei rischi e che contempli una rivisitazione periodica delle scelte fatte per individuare eventuali contromisure da porre in essere. La creazione di perimetri invalicabili non è la soluzione. Vi sono delle tecnologie particolarmente adatte allo scopo come la virtualizzazione, il cloud, il virtual desktop e i thin client che lavorano sulle credenziali e sul controllo accessi,

sul traffico dati in entrata e in uscita e sui backup temporizzati e ravvicinati, quali permettono un ottimale recupero dei dati e il ripristino del sistema in tempi rapidi. Movicon.NExT e la Cyber Security Movicon.NExT, la piattaforma SCADA/HMI/MES di Progea, utilizza un sofisticato sistema di sicurezza nell’accesso al sistema, grazie alla gestione dell’autenticazione degli utenti basata sull’uso delle Membership. Grazie a questa tecnologia, la piattaforma garantisce la massima sicurezza nella gestione degli utenti, mantenendo l’apertura al provider di sicurezza. È possibile quindi personalizzare la gestione dell’autenticazione utenti personalizzando il provider di gestione, ed utilizzando ad esempio le opportunità di Windows Passport e integrando sistemi di riconoscimento biometrico, in conformità IEC 62443-3-3. In data 16-06-20 Movicon.NExT è stato validato dalla Lloyd’s Register Quality Assurance Italy con il certificato audit LRC00001153/3547690 Rev 1 di conformità alla norma IEC 62443-3-3 Industrial communication networks – Network and Security System – Part 3-3: System security requirements and security levels. Questo dimostra come Movicon.NExT sia una piattaforma software espressamente concepita per soddisfare tutti i requisiti di sicurezza necessari ai sistemi di automazione I4.0 e come i progetti realizzabili siano perfettamente in linea con i requisiti menzionati nella norma IEC 62443.

.it

FOOD INDUSTRY


food industry

machinery & development

Cyber Security and Industry 4.0

C

urrently, Industry 4.0 and cyber security are two issues very present in the Italian media and in companies, as they have a close connection that should be duly taken into consideration by companies that are keen not to expose themselves to serious risks by implementing Industry 4.0 solutions. Cyber security technologies are designed to protect the corporate IT system from external attacks that can cause losses or compromise of sensitive data and information. Information is a fundamental asset that represents the value of the company and therefore must be protected in the best possible way. To be sure that your IT system is really attack-proof, it is necessary to rely on specialized companies able to identify the threats and vulnerabilities of the system and then implement the best technologies in order to secure everything. The benefits of Industry 4.0 are many and can be declined in: innovation of process, product, service and management, and significant impacts on plants, products, information and people. To obtain them, companies have to take the most of information technology, now present in any business environment. The result of the extensive use of these IT solutions is the continuous connection of companies, therefore the opening of many windows to the outside, which make the structure vulnerable to cyber-attacks to steal information and know-how.

.it

FOOD INDUSTRY

The first step to cyber security of your business ecosystem is to increase the level of knowledge of security issues at all levels, from the CEO to the CTO up to all the technicians and employees of the company. To proceed in the best way to protect your company, it is necessary to adopt a “security by design� model, that is to design an infrastructure that takes into account the relevant security issues, paying particular attention to the analysis and assessment of risks and which includes a periodic review of the choices made to identify any countermeasures to be implemented. Creating insurmountable perimeters is not the solution. There are technologies particularly suitable for this purpose such as virtualization, cloud, virtual desktop and thin clients that work on credentials and access control, on inbound and outbound data traffic and on time controlled and close backups, which allow optimal data recovery and quick system recovery. Movicon.NExT and Cyber Security Movicon.NExT, Progea SCAD/HMI/MES platform, uses a sophisticated security system in accessing the system, thanks to the management of user authentication based on the use of Memberships. Thanks to this technology, the platform guarantees maximum security in user management, while maintaining openness to the security provider. It is therefore possible to customize the management of

Progea offers a software platform expressly designed to meet all security requirements necessary for Industry 4.0 automation systems

User authentication by customizing the management provider, and using, for example, the opportunities of Windows Passport and integrating biometric recognition systems, in compliance with IEC 624433-3. On 16th June 2020, Movicon.NExT was validated by Lloyd’s Register Quality Assurance Italy with the audit certificate LRC00001153 / 3547690 Rev 1 in compliance with the IEC 62443-3-3 Industrial communication networks - Network and Security System - Part 3- 3: System security requirements and security levels. This demonstrates that Movicon.NExT is a software platform expressly designed to meet all security requirements necessary for Industry 4.0 automation systems and that the realizable projects are perfectly in line with the requirements mentioned in the IEC 62443 standard.

Ottobre | October 2020

233


machinery & development

food industry

L’offerta Vogelsang per l’industria alimentare

L

’industria alimentare è un universo in cui si trova di tutto, dalla piccolissima realtà vitivinicola alla grande azienda di macellazione o trattamento della frutta. Si può quindi comprendere come le esigenze, in materia di gestione sia delle materie prime sia dei sottoprodotti, siano estremamente variabili. Nelle prossime righe vi racconteremo come Vogelsang, recentemente dichiarata “leader per l’innovazione” in cinque diversi settori dell’industria tedesca, abbia messo le sue conoscenze al servizio

Dalla RedUnit alle pompe volumetriche, utili in cantina come negli impianti di depurazione MBR, ecco una selezione di strumenti per rendere più efficiente il lavoro quotidiano del comparto agro-alimentare, con una serie di prodotti in grado di soddisfare ogni esigenza e di adattarsi a ogni dimensione aziendale. Le pompe volumetriche a lobi, offerte in un’ampia gamma di taglie e versioni, per esempio, sono l’ideale in tutte quelle applicazioni in cui serve un controllo molto preciso del flusso e una pronta reversibilità dello stesso, come nell’industria enologica. Al contrario, combinazioni come la RedUnit, composta da un trituratore XRipper XLR e da una pompa volumetrica della serie VX oppure da una pompa mono della serie CC, sono comunemente utilizzate dai principali gruppi industriali italiani per il trattamento dei sottoprodotti, come scarti di macellazione, teste di pesce, ossa di bovini, bucce di agrumi destinati alla produzione di

Pompe serie VX e IQ in un impianto MBR Pumps from VX and IQ series of an MBR plant

The Vogelsang proposal for the food industry From RedUnit to positive displacement pumps, from the winery to MBR treatment plants, Vogelsang offers a variety of machines to make daily tasks more efficient

234

Ottobre | October 2020

F

ood industry is very diverse and embraces small artisanal wineries as well as large factories that process meat or fruit. It is then easy to understand that necessities might vary a lot, obviously because of the raw material processed but also because of the waste generated. We will hereby explain how Vogelsang, recently declared “innovation leader” in five different industrial categories in Germany, does help the agri-food sector in its endeavour through a number of adaptable and efficacious products. The numerous series of rotary lobes pump are a good example. They are perfect for all those activities where the flow needs to be kept under tight control or even when reversibility is required, as in a winery. On the other hand, a large food process company will require a machine like the RedUnit, which combines a VX series rotary lobe pump, or a CC progressive cavity pump with a XRipper XLR shredder. With the RedUnit it will be easier to process slaughter waste, fish heads, bones or citrus peels to produce pectine, just to name a few. And in case you’d need the next

RedUnit con XRipper XRL e pompa serie CC RedUnit with XRipper XLR and CC series pump

pectina e molto altro ancora. Nel caso servisse un livello di triturazione ulteriore, alla combinazione sopra descritta può essere aggiunto un trituratore RotaCut, che a differenza di XRipper, trituratore a doppio albero monolitico, effettua un taglio più fine dei materiali, grazie a una serie di lame autoaffilanti e a un crivello il cui diametro può andare da 4 a 50 mm. Diversi stabilimenti alimentari, inoltre, sono dotati di impianti di depurazione, funzionanti secondo il principio MBR (Membrane Bioreactor), che presenta diversi vantaggi rispetto alla depurazione per sedimentazione. L’impianto di aspirazione, in questi casi, deve essere di facile regolazione, per evitare improduttivi periodi di transizione tra un ciclo e l’altro, e deve inoltre poter invertire rapidamente il flusso, così da permettere il controlavaggio delle membrane. Esattamente le caratteristiche di una pompa volumetrica, come le serie VX e IQ di Vogelsang con lobi HiFlo, che permettono di invertire la direzione del flusso e aumentarne fortemente la portata in 15 secondi, contro i 60 e oltre di una pompa centrifuga. La quale richiede anche, peraltro, un circuito dedicato al controlavaggio, mentre le pompe volumetriche possono eseguire aspirazione e risciacquo con un unico circuito.

level of mincing, a RotaCut macerator could be added to the combination above. This latter, in fact, thanks to its set of self sharpening blades and a sieve with a diameter ranging from 4 to 50 mm (as opposed to the double monolithic shaft on which the XRripper relies), ensures a much finer shredding of any material. Many food processing factories have treatment plants based on a Membrane Bioreactor, which advantages over the treatment by sedimentation are largely appreciated. The suction system for these plants needs to be easily adjustable, so that there are no improductive transition moments in between cycles. Moreover, it shall be able to reverse the flow very quickly to allow the membranes backwash. These are the characteristics of a volumetric pump, just like the Vogelsang VX and IQ series, that also sport HiFlo lobes, able to reverse the flow and increase the capacity in 15 seconds, whereas a centrifugal pump would require at least 60. The centrifugal pump would also need a dedicated backwash circuit while a volumetric one can do suction and rinsing out of the same loop.

.it

FOOD INDUSTRY



machinery & development

food industry

VEGA, l’automazione efficiente e semplice

L

a produzione di alimenti è una questione di fiducia e l’igiene riveste un ruolo di primo piano nei processi produttivi. Il successo dipende sia dalla sicurezza che dall’efficienza con cui è possibile produrre in maniera ineccepibile – nel confezionamento, nell’evaporazione o nella pulizia CIP. Per questo, per i gestori di impianti è fondamentale disporre di una tecnica di misura su cui poter fare affidamento al 100%. Grazie alla propria affidabilità e longevità, i sensori di livello e pressione di VEGA si sono affermati ormai da decenni. Robustezza, versatilità e praticità contraddistinguono questi strumenti che contribuiscono in maniera decisiva alla sicurezza e all’efficienza degli impianti anche in presenza di condizioni estreme o di una rigida regolamentazione.

VEGABAR e VEGAPOINT dimostrano che l’automazione può essere semplice ed efficiente, senza compromessi sul piano della sicurezza, dell’igiene o della precisione Soluzioni complete per livello e pressione Con le nuove serie di strumenti compatti per la misura di livello e soglia di livello, VEGA completa ora il proprio portafoglio di tecnica di misura per la produzione alimentare. Le famiglie di prodotti VEGABAR e VEGAPOINT dimostrano che l’automazione può essere particolarmente semplice e allo stesso tempo estremamente efficiente, senza scendere a compromessi sul piano della sicurezza, dell’igiene o della precisione. I nuovi strumenti di misura sono realizzati ad hoc per le applicazioni standard che non vogliono scendere a compromessi sulla qualità. Il sistema di adattatori igienici standardizzato garantisce la flessibilità necessaria per contenere gli oneri e minimizzare la gestione del magazzino. Gli attacchi di processo sono selezionabili secondo le esigenze specifiche e possono essere adattati alle condizioni in loco. Massima sicurezza grazie alla visualizzazione a 360° dello stato d’intervento L’indicazione dello stato d’intervento consente il riconoscimento visivo degli stati d’intervento da qualsiasi punto di osservazione. Il colore dell’anello luminoso, selezionabile a piacere tra oltre 256 tonalità, è ben visibile anche con intensa luce diurna.

Il sistema di adattatori igienici standardizzato e flessibile della nuova serie di strumenti riduce gli oneri e minimizza la gestione del magazzino The new series of standardized and flexible system of hygienic adapters reduces expenses and minimizes warehouse management

Basta uno sguardo per riconoscere se la misura è in corso, se il sensore interviene o se eventualmente è presente un’anomalia nel processo. Connessione IO-Link intelligente La nuova serie compatta si contraddistingue anche per l’intelligenza dei sensori: la comunicazione universale e allo stesso tempo particolarmente semplice è assicurata dal protocollo standard IO-Link. Calibrazione wireless Le nuove serie di strumenti di misura VEGABAR e VEGAPOINT possono essere lette e configurate in tutta comodità tramite smartphone o tablet. Questo semplifica in maniera determinante la messa in servizio e la calibrazione in ambienti come le camere bianche, il cui accesso è connesso a procedure complesse e delicate. Maggiori informazioni su www.vega.com/alimentare

I nuovi sensori di pressione compatti con funzione di pressostato VEGABAR e i nuovi interruttori di livello capacitivi VEGAPOINT sono realizzati ad hoc per le applicazioni standard. L’innovativa visualizzazione a 360° dello stato d’intervento, il cui colore è selezionabile a piacere tra oltre 256 tonalità, consente il rapido riconoscimento degli stati d’intervento da qualsiasi punto di osservazione. New compact pressure sensors with VEGABAR pressure switch function, and new capacitive switches VEGAPOINT are purposely tailored to standard applications. Innovative 360° switch status display can be customised with over 256 different colours and it grants immediate recognition of intervention status from any direction.

VEGA, efficient and simple automation

F

ood production is a matter of trust, and hygiene is the number one priority in the manufacturing process. Success is determined by both the reliability and the efficiency that make flawless production possible – whether during bottling, container filling or CIP cleaning. This makes it all the more important for plant operators to be able to rely fully on the measurement technology employed. Level and pressure sensors from VEGA have made a name for themselves over many decades for their reliability and longevity. Robust, versatile and easy to use: even under extreme conditions or strict regulations, they provide important inputs for delivering greater plant safety and efficiency. Complete supplier for level and pressure VEGA completes its measurement technology portfolio for food production with two new compact

236

Ottobre | October 2020

VEGABAR and VEGAPOINT prove that automation can be both simple and highly efficient without compromising on dependability, hygiene or accuracy instrument series, comprising of pressure sensors and level switches. The product families VEGABAR and VEGAPOINT prove that automation can be both simple and highly efficient at the same time, without compromising on dependability, hygiene or accuracy. The new measuring instruments are perfectly tailored to standard applications that still demand the highest quality. Their standardized hygienic adapter system provides the flexibility needed to reduce and keep installation work and parts inventory at a minimum. The process fittings can be selected as needed and adapted to local requirements. Always in the know thanks to 360° switching status display Thanks to the all-round switch status display, all sensor states can be visually discerned from any direction. The colour of the illuminated ring, which can be customised from over 256 different colours

remains clearly visible, even in daylight. At a glance, the user can see if the measuring process is running, if the sensor is switched or if there is a possible malfunction in the process. Intelligence with IO-Link There is a lot of sensor intelligence built right into the new compact series: the standard IO-Link protocol ensures both a universal and particularly simple system of communication. This means that the instruments have a standardized communication platform that enables seamless data transfer and simple system integration. Everything’s easier with wireless operation The new VEGABAR and VEGAPOINT instrument series can be easily read out and configured with a smartphone or tablet. Device setup and operation become considerably easier, especially in environments such as clean rooms, where physical access involves a lot of effort. The new VEGABAR pressure sensors and VEGAPOINT level switches represent an important milestone for VEGA. Users cannot only get an entire range of level and pressure measurement technology from a single source, but also hygiene-optimised instrument designs that are extremely easy to install and an application-based combination of reliability, flexibility and reproducibility in the food production process. More information on www.vega.com/alimentare

.it

FOOD INDUSTRY



machinery & development

food industry

Milk Italy, esperienza Milk Italy, per eccellere experience to excel Milk Italy propone soluzioni ad alto livello di ingegnerizzazione per la lavorazione del latte e di tutti i suoi derivati

M

ilk Italy è specializzata negli impianti per la lavorazione del latte e di tutti i suoi derivati. Milk Italy viene costituita dopo una consolidata esperienza trentennale maturata presso alcune delle aziende più rinomate nel settore lattiero caseario. Milk Italy produce una linea completa per la lavorazione del latte, dalla sua forma cruda e/o dal latte in polvere. Gli impianti aziendali sono principalmente progettati per produrre: latte pastorizzato, latte UHT, yogurt, Laban, formaggio, panna e panna gelata, impianti per latte in polvere, burro e margarina (da olio vegetale). I punti di forza dell’azienda sono: alto livello di ingegnerizzazione delle soluzioni proposte; conoscenza e esperienza in questo settore; qualità del prodotto offerto; servizio e assistenza clienti; ottimo rapporto qualità-prezzo. Milk Italy segue il cliente dalla fase iniziale, in modo tale da capire le sue specifiche necessità, fornire un servizio di consulenza, fino alla completa installazione dell’impianto. Inoltre, Milk Italy fornice anche garanzia in loco. Milk Italy propone soluzioni di produzione per piccole necessità da 150 l/h fino a 40.000 l/h di latte. Grazie alla somiglianza degli impianti e delle attrezzature, l’azienda produce anche unità per succhi, gelato e unità per il processo di pastorizzazione delle uova. L’esperienza maturata in molti mercati internazionali ha permesso all’azienda di acquisire importanti conoscenze sui prodotti e sulle tecniche di lavorazione locali dei prodotti lattiero caseari. Oltre al mercato dell’Europa centrale, l’azienda conosce particolarmente bene i seguenti mercati: Paesi dell’Europa dell’Est e Russia, Africa, Medio Oriente; Sud America. Per maggiori informazioni consultare il sito www.milkitaly.com, e scrivere a info@ milkitaly.com. contattate l’azienda direttamente così da studiare la miglior soluzione alle vostre necessità.

Mini dairy plant Mini laiterie Mini dairy plant Mini laiterie

238

Ottobre | October 2020

Milk Italy proposes high-engineering units for processing plants for milk and its by-products

M

ilk Italy is specialized in plants to process milk and all its by-products. Milk Italy was established after a strong thirty-year experience gained in some of the major dairy firms. Milk Italy produces complete units for processing the milk starting from raw and/or powder milk. The company’s plants are mainly designed to produce: Pasteurized milk; UHT milk; Yoghurt; Laban; Cheese; Cream & iced cream; Powder milk plant; Butter & margarine (from vegetable oil). The company’s strength points are: High engineering level of the solutions proposed; Knowledge and experience in this industry; Quality of product offered; Customer care and customer support; Excellent ratio quality/price. Milk Italy follows the client from the beginning, in order to understand his specific needs and to propose advise, until the start-up of the plant. Milk Italy can also provide warranty on site. Milk Italy has production solutions from the small needs 150 lt./h up to 40,000 lt./h of milk. Due to the similarity of the plants and the equipment, it also makes units for juices, ice-cream and units for eggs pasteurisation process. The experience gained on many international markets has enabled the company to have remarkable knowledge of products and local dairy production techniques. In addition to these Central Europe markets, the company also operates very-well in the following markets: East European Countries & Russia; Africa; Middle East; South America. Please check the following website: www.milkitaly.com Please write to info@milkitaly.com Please contact the company directly in order to study the best solution for your needs.

100% Made in Italy www.milkitaly.com 100% Made in Italy www.milkitaly.com

.it

FOOD INDUSTRY


Via Copernico, 62 I-36034 Malo (VI)

T +39.0445.576.692 F +39.0445.577.280

info@milkitaly.com www.milkitaly.com


machinery & development

food industry

Il riferimento chiave Tre storici brand uniti per essere un riferimento internazionale, per garantire prodotti e servizi di qualità interamente made in Italy

T

erranova® Srl nasce dall’esperienza di Valcom®, Spriano® e Mecrela®, tre storici brand di strumentazione di processo italiana, uniti nella solidità di un nuovo gruppo con l’ambizione di essere punto di riferimento internazionale nel settore, offrendo prodotti e servizi di qualità, interamente made in Italy. È sotto il marchio Valcom®, fondata a Milano nel 1974, che il gruppo offre prodotti adatti al settore food & beverage. Strumentazione per la misura delle variabili di livello e pressione, Valcom® propone diverse soluzioni, come la serie T7 con elettronica Smart Hart e attacchi al processo sanitari DIN DN11851 (girella),

The key reference

T

erranova® Srl arises from merger of the three historical instrumentation brands: Valcom®, Spriano®, Mecrela®. Their experience is therefore combined with the solidity of a new group with the ambition to be more and more an international point of reference for instrumentation. Valcom®, founded in Milan in 1974, is the brand that offers for food & beverage industry instrumentation mainly suitable for measuring the level and pressure variables, proposing the T7 series with Smart Hart electronics and DIN DN11851 (swivel), triclamp, flanged with diaphragm extension connections or varivent. The enclosures can also be supplied in AISI316 stainless steel if the environments require their use.

240

Ottobre | October 2020

triclamp, flangiati con estensione della membrana, o varivent. Le custodie possono essere fornite anche in acciaio INOX AISI316 qualora gli ambienti ne richiedano l’impiego. I modelli T7S sono invece ora disponibili per la misura della densità nella versione con membrana sommersa ed attacchi al processo tri-clamp o flangiati DN100. La produzione, interamente sviluppata in Italia, garantisce un controllo approfondito sull’utilizzo degli olii di riempimento secondo le norme sanitarie in ambito alimentare. Le membrane degli strumenti Valcom® vengono stampate con la “tipica” convoluzione che ne garantisce la massima flessibilità e un corretto springback. I materiali standard disponibili sono AISI 316Ti, Titanio, Hastelloy C276. Per la misura dei livelli propone la tecnologia radar della serie KRG con campi di misura fino a 30 mt e segnale a 26GHz garantendo misure altamente accu-

rate. Valida alternativa è la serie 27I a sommersione, fornibili con tubo di prolunga inox o con cavo in polietilene e rivestimento in PTFE. Entrambe le soluzioni trovano largo utilizzo nel beverage grazie all’adattabilità a svariati fluidi alimentari con costi contenuti. Valcom® ha inoltre attivato la procedura per ottenere la certificazione EHEDG, un’ulteriore qualifica che potrà vantare per i settori alimentare e farmaceutico. Le procedure rigide e severe sulla progettazione di ogni componente che debba venire a contatto con la materia organica richiedono particolari specifiche geometrie, sia per le parti bagnate che per tutto ciò che concerne la trasmissione del segnale, ma Valcom® detiene tutte le potenzialità per ottenere questa certificazione senza difficoltà, rimanendo in linea con le caratteristiche degli strumenti dei maggiori competitor a livello nazionale e internazionale, esportando know-how tutto italiano nel mondo. Per maggiori informazioni visitate il sito www.terranova-instruments.com

Three historical brands merge to be an international benchmark, to guarantee high-quality instrumentation and services, fully made in Italy

30 meters and a 26GHz signal, guaranteeing highly accurate and reliable measurements. As a valid alternative we have the 27I submersion series, versatile and adaptable to numerous applications in many fields of use. Available with stainless steel extension tube or with polyethylene cable and PTFE coating are also widely used in Beverage thanks to the multiple constructions adaptable to various food fluids with low costs. Valcom® also applied to obtain the EHEDG certification, a further qualification it can boast for food and pharmaceutical industry. The strict procedures for components design exposed to organic fluids require particular geometries for wetted parts and for signal transmission. Valcom® holds all the potential to obtain this certification without difficulties and the goal would be to cover the needs of modern and safe instruments, in line with features of the major competitors at national and international level, exporting all-Italian know-how all over the world. For more information, visit www.terranova-instruments.com

The T7S models, on the other hand, are now available for density measurement in the immersion diaphragm version and tri-clamp or DN100 flanged process connections. The production, entirely developed in Italy, guarantees a thorough control over the use of separator filling oils in line with health standards in the food sector. Valcom® instrument diaphragm is printed with the “typical” convolution that guarantees maximum flexibility and correct spring-back. Welding of the parts in contact with fluids are made by very specialized personnel and checked with helium to guarantee perfect sealing. The standard materials available are AISI 316Ti, Titanium, Hastelloy C276. To measure levels, Valcom® offers the KRG series radar technology with measurement ranges up to

.it

FOOD INDUSTRY



machinery & development

food industry

Progettazione e tecnologia innovative Per realizzare macchine e impianti di qualità, il sistema produttivo Borghi conta su una serie di impianti a media-alta tecnologia come: linee automatiche di taglio laser, plasma, piegatura, foratura e magazzinaggio automatico lamiere

L

e caratteristiche tecniche del nuovissimo centro di stoccaggio cerali recentemente inaugurato presso il Polo Terrepadane di Rottofreno, Piacenza, sono di assoluta avanguardia e pertanto vero e proprio punto di riferimento per gli agricoltori. Nato per valorizzare la coltura del grano duro, il progetto di questo impianto è stato realizzato nell’ambito del Piano di Sviluppo Rurale 2014-2020 attraverso un progetto di filiera al quale hanno preso

parte la Regione Emilia Romagna, l’azienda Barilla e più di altre 100 aziende del territorio. Questo impianto commissionato alla ditta Borghi è dotato delle tecnologie più moderne per la conservazione dei cerali, provvisto di celle per la refrigerazione e di un sistema per la pulitura dei cereali. I sili sono dotati di sensori per la misurazione della temperatura. L’impianto interamente automatizzato può gestire 100 tonnellate all’ora con capacità di stoccaggio di 12.000 tonnellate divise in 6 celle da 2000 tonnellate ciascuna. Borghi collabora con i più grandi impiantisti del mondo e opera con le principali aziende del settore

molitorio, mangimistico, agro-industriale ed industriale; non sorprende quindi che le sia stato commissionato questo impianto. Il centro è in grado di ritirare anche cereali bio, un settore in grande fase di sviluppo; infatti, nel 2019 il territorio piacentino ha avuto un incremento nella raccolta dei cereali (convenzionali e bio) del 20%. Al taglio del nastro il presidente di Terrepadane, Marco Crotti, ha ringraziato tutte le aziende che hanno partecipato a questo progetto – tradottosi in 10 milioni di euro di investimenti – e sottolineato come questo nuovo centro contribuirà a fare crescere l’economia del territorio.

Innovative design and technology To produce quality machines and plants, Borghi’s production system can count on a range of medium-high technology plants, such as: laser and plasma cut automatic lines, bending, drilling, and automatic plate storage

T

he technical features of the brand new and recently inaugurated cereal storage centre at Polo Terrepadane of Rottofreno, Piacenza, are absolute avantgarde and therefore a true benchmark for farmers. Created to give the durum wheat chain more value, the project has been carried out as part of the Plan of Rural Development 2014-2020, which Emilia Romagna, Barilla and more than 100 companies of the area took part in. This plant created by the company Borghi features the most advanced technology for cereal storage,

242

Ottobre | October 2020

provided with refrigeration cells and cereal cleaning systems. Moreover, each silo is provided with temperature reading sensors. This fully automated plant can manage 100 ton/h with storage capacity of 12,000 tons, divided into 6 cells of 2000 tons each. Borghi cooperates with the major plant makers of the world and with the most important companies of the milling, livestock, agro-food and industrial sectors, hence it is no surprise that it was commissioned this plant. The storage centre can also process bio cereals, which is a highly developing sector; In fact, in 2019, the Piacenza area increased its cereal production (conventional and bio) by 20%. At the ribbon cutting ceremony, the president of Terrepadane, Mr. Marco Crotti, warmly thanked all the companies that participated in this project – worth 10 million euro of investments – and underlined how this new centre will contribute to making the economy of the area grow further.

.it

FOOD INDUSTRY




Technology in technopolimeric material Mould and mould-flow design for thermoplastic articles Mould design for elastomeric articles Print of technical details in thermoplastic materials Print of elastomeric technical details Ultrasound soldering – high frequency – hot blade Quality service: analysis on technical articles produces and test of in/outcoming materials

FIELDS OF APPLICATION OF OUR PRODUCTS BOTTLING PACKAGING AUTOMATION LABELLING PAPER TRANSFORMATION PHARMACEUTICAL VALVES AND FITTINGS PNEUMATICS


marketing & strategy

food industry

Nestlé e il team Nestlé and with/n™ with/n™ per team to inspire ispirare il benessere wellness beyond oltre il piatto the plate La nuova lifestyle app offre il supporto di esperti, piani personalizzati e contenuti motivazionali per aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi

N

estlé ha collaborato con/n™ dando vita ad una nuova lifestyle app personalizzata che aiuta a tenere sotto controllo la salute e raggiungere obiettivi di benessere personali con contenuti motivazionali, coaching dal vivo e piani nutrizionali personalizzati. with/n™ fornisce suggerimenti quotidiani e altre informazioni per aiutare gli utenti a navigare tra le diverse definizioni di benessere. “Non esistono due corpi uguali, quindi perché seguire lo stesso piano?” ha affermato Amy Thompson, responsabile del benessere olistico presso il Silicon Valley Innovation Outpost di Nestlé. “L’app with/n ™ fornisce consigli personalizzati in base ai tuoi obiettivi: piani nutrizionali personalizzati, live coaching e tutta la motivazione di cui hai bisogno per formare abitudini che durino tutta la vita.” Utilizzando una tecnologia brevettata, l’app si adatta al ritmo dello stile di vita di ciascuno per fornire consigli e feedback quotidiani specifici per garantire un’esperienza completamente personalizzata. with/n™ alimenta in modo mirato la mente e il corpo per sostenere il sistema immunitario, migliorare l’idratazione, il movimento e il sonno. Sono inoltre disponibili dietisti registrati, nutrizionisti e coach della salute per fornire un supporto sempre attivo che porta a decisioni più consapevoli. La piattaforma, che presenta solidi piani nutrizionali e funzioni di salute e benessere, migliorerà il tuo rapporto con il cibo per aiutare a mantenere un peso adeguato e supportare scelte alimentari responsabili. Registrare i pasti è facile come scattare una foto del piatto e with/n™ può suggerire i pasti ovunque. Sia a casa che in viaggio, l’app fornisce indicazioni specifiche e personalizzate e consigli sui pasti. Ciò include cibi nei ristoranti locali e una varietà di piatti pronti di marchi come LEAN CUISINE®. Lean Cuisine è un marchio in continua evoluzione e innovazione che mira ad offrire versioni affidabili e gustose delle tue ricette preferite. Collaborare con with/ n™ è un’altra grande opportunità per supportare le persone che cercano di concretizzare la loro idea di benessere. “Esiste una connessione naturale tra l’app with/n™ e la Lean Cuisine”, ha affermato Kate Schultz, MBA, MS, RD, Senior Dietiatian di Nestlé. “Entrambi si impegnano per il benessere dando la motivazione e il supporto per essere la versione migliore di te.” Iniziare con with/n™ è semplice e l’interfaccia utente è elegante, moderna e intuitiva. Una volta stabiliti obiettivi raggiungibili per migliorare la tua vita è facile stabilire e seguire abitudini sane attraverso la guida nutrizionale, sempre e ovunque. La nuova app with/n™ è disponibile per il download gratuito su iOS da agosto 2020, con una versione Android prevista per l’autunno. Per ulteriori informazioni: www.startwithin.com Nestlé Silicon Valley Innovation Outpost Silicon Valley Innovation Outpost (SVIO) di Nestlé è un team con sede a San Francisco che si dedica a studiare come le tecnologie emergenti possano migliorare la vita dei consumatori e dare forma al futuro delle attività di Nestlé a livello globale.

246

Ottobre | October 2020

New lifestyle app offers expert coaching, customized plans and motivational content to help you achieve your goals

T

oday, Nestlé has teamed with with/n™, a new customized lifestyle app that helps you take control of your health and achieve personal wellness goals with motivational content, live coaching and custom nutrition plans. with/n™ delivers daily tips and other education to help users navigate the changing definitions of wellness. “No two bodies are the same, so why follow the same plan?” said Amy Thompson, Holistic Wellbeing Lead at Nestlé’s Silicon Valley Innovation Outpost. “The with/n™ app gives personalized recommendations based on your goals – custom nutrition plans, live coaching, and all the motivation you need to form lifelong habits.” Using proprietary technology, the app adapts to the rhythm of your lifestyle to provide specific daily recommendations and feedback to ensure a fully customized experience. with/n™ purposefully fuels your mind and body to help support your immune system, improve hydration, movement and sleep. Registered dietitians, nutritionists and health coaches are also available to provide always-on support leading to more mindful decisions. The platform, which features robust nutrition plans and health and wellness features, will elevate your relationship with food to help maintain healthy weight and support responsible dietary choices. Logging meals is as easy as snapping a photo of your plate, and with/n™ can recommend meals wherever you are. Whether eating at home or on the go, the app provides specific, personalized guidance and meal recommendations. This includes food at local restaurants as well as a variety of ready-made meals from brands like LEAN CUISINE® that you can trust to help you stay on track. Lean Cuisine is a brand that is constantly evolving and innovating to deliver great tasting, reliable versions of your favorite recipes. Collaborating with with/n™ is another great opportunity to support people trying to realize their version of wellness. “There is such natural connection between the with/n™ app and Lean Cuisine,” said Kate Schultz, MBA, MS, RD, Senior Dietiatian at Nestlé. “Both are committed to wellness by fueling you with the motivation and support to be the best version of you.” Getting started on with/n™ is simple and the user interface is sleek, modern and intuitive. Once you set achievable goals for your best life, it’s easy to establish and follow healthy habits through nutritional guidance anytime, anywhere. The new with/n™ app will be available for free download on iOS in August 2020, with an Android version planned for the fall. For more information, please visit www.startwithin.com Nestlé Silicon Valley Innovation Outpost Nestlé’s Silicon Valley Innovation Outpost (SVIO) is a team based in San Francisco that is dedicated to exploring how emerging technologies can enhance lives of consumers and shape the future of Nestlé’s businesses globally.

.it

FOOD INDUSTRY


SINCE 1970 WE HAVE BEEN GIVING NEW LIFE TO YOUR IDEAS

Refining line MU250A

Ball mills

Colloidal mill for dried fruit

Block melters

CO.ME.T. S.r.l. - Loc. Ponte Talloria, 3 - 12060 Roddi d’Alba (CN) Italy Tel +39 0173 28 02 54 Fax +39 0173 28 0361 - comet@cometalba.it

WWW.COMETALBA.IT


machinery & development

food industry

Le soluzioni di identificazione Balluff supportano la produttività I miglioramenti nel controllo di qualità che Balluff può offrirvi consistono in un’ampia gamma di soluzioni in grado di monitorare in maniera affidabile prodotti e processi

R

iconoscere gli errori di produzione e di processo quanto prima è essenziale per un’elevata produttività. Continue verifiche durante i processi di lavorazione e di confezionamento sono cruciali, vi evitano lo spreco di produzione e riducono i costi. Un controllo costante previene che i prodotti che non raggiungono gli standard qualitativi siano riempiti, confezionati e spediti. Anzi, possono essere ancora

corretti o scartati a processo in corso. Così non avrete bisogno di effettuare azioni di richiamo successive, rischiando poi un danno d’immagine. I miglioramenti nel controllo di qualità che Balluff può offrirvi consistono in un’ampia gamma di soluzioni in grado di monitorare in maniera affidabile i vostri prodotti e i processi. Balluff ha diverse tecnologie che possono rispondere alle vostre necessità. Per esempio, i suoi sistemi di identificazione RFID assicurano la tracciabilità continua lungo la catena produttiva, iniziando dalla consegna delle materie prime, lungo tutto il processo di lavorazione e il confezionamento, via fino al consumatore finale. A tale scopo potete disporre di una vasta scelta di supporti dati (memorie), testine di lettura/scrittura e processori in HF (alta frequenza) e UHF (ultra-high frequency). I prodotti Balluff per la visione offrono un’altra opportunità. Infatti, potete assicurare una qualità elevata del prodotto e garantire la sicurezza alimentare

tramite l’elaborazione industriale delle immagini. Le camere di Balluff – sia industriali che Smart Camera – riconoscono con certezza errori di produzione e di lavorazione. Il software BVS Cockpit è un programma per l’elaborazione delle immagini affidabile, versatile e facile da utilizzare. Vi permette in modo molto intuitivo di configurare e mettere in funzione le SmartCamera Balluff e le camere industriali con il controller SmartVision, o qualsiasi sistema di visione compatibile con Gencam possiate avere in azienda. Soluzioni per controllo di prodotto e di processo • Accurata allocazione delle materie prime • Ottimizzazione qualità del prodotto e del processo con la tracciabilità • Controllo qualità con monitoraggio degli asset • Controllo prodotto e processo negli impianti di riempimento • Verifica di dati, codici seriali e lotti di produzione nel processo di packaging.

Balluff identification solutions support high productivity The quality assurance improvements you can get from Balluff consist of a wide range of solutions that reliably monitor products and processes

I

dentifying manufacturing and processing errors as early as possible is essential for high productivity. Continuous checks during the production or packaging process are critical here. They prevent lost batches and lower your costs. Continuous checks keep products that do not meet quality standards from making it as far as filling, packaging or shipping. Rather, products can be improved or

248

Ottobre | October 2020

discarded. You will not need to initiate a recall action, and you will prevent your image from being damaged. The quality assurance improvements you can get from Balluff consist of a wide range of solutions that reliably monitor your products and processes. Balluff uses a variety of technologies to meet your needs. For example, its RFID systems ensure continuous traceability throughout the process chain, starting from the raw material delivery, on to processing and packaging, and all the way to the consumer. To do this, Balluff provides you with a broad range of data carriers, read/write heads and processor units that use HF (high frequency) and UHF (ultrahigh frequency). Balluff’s vision products offer another solution. You can ensure high product quality and guarantee food safety with industrial image processing. Balluff cameras — both industrial and Smart Cameras — unambiguously identify manufacturing and processing errors. The BVS Cockpit software is a user-friendly, versatile, and reliable image processing program. It lets you intuitively configure and operate Balluff SmartCameras and industrial cameras with a SmartVision controller, or with any machine vision system compatible with Gencam in your facility. Solutions for product and process control • Accurate allocation of raw materials • Optimize product quality and process through traceability • Quality assurance with asset monitoring • Product and process control in filling plants • Verify data and serial numbers in the packaging process.

.it

FOOD INDUSTRY



machinery & development

food industry

Rivestimenti fluorurati per la massima protezione I vantaggi dei prodotti Tomace sono: facilità di pulizia delle superfici rivestite, maggior produttività, minor spreco di produzione e miglior qualità del prodotto finito

T

omace Srl è un’azienda specializzata nei rivestimenti fluorurati le cui applicazioni coprono i più svariati ambiti industriali. Grazie all’esperienza maturata in più di vent’anni, Tomace è in grado di assicurare la massima soddisfazione dei clienti in cerca di soluzioni contro i problemi di corrosione, aderenza e frizione delle superfici. Le applicazioni sono molteplici: componenti di macchine per il confezionamento, settore alimentare, farmaceutico,

industria della gomma e delle materie plastiche, ceramica, macchine per la lavorazione del legno e, in generale, tutta l’ingegneria meccanica. I vantaggi sono una maggior facilità di pulizia delle superfici, una più elevata produttività, un minor spreco produttivo e una miglior qualità del prodotto finito. Le categorie dei fluoripolimeri sono molteplici: PTFE, FEP e PFA combinate con altre resine consentono di ottenere una grande varietà di prodotti capaci di esaltare le proprie peculiarità per ogni specifico impiego. Linea PTFE - basso coefficiente di frizione e aderenza. Il suo principale utilizzo è nel campo industriale con un ampio ventaglio di applicazioni. Linea PFA-FEP-SOLGEL – comprende un’ampia gamma di rivestimenti sviluppati specificatamente per prevenire l’aderenza dei prodotti sulle superfici come nel caso della pasta o dei prodotti da forno. Linea MOLYCOTE – lubrificazione a secco. Tra i vantaggi di questa tipologia di rivestimento vi è la

Fluorinated coating for the highest protection The benefits of Tomace’s products are easier cleaning of coated surfaces, higher productivity, less waste production and higher quality of the finished product

250

Ottobre | October 2020

T

omace Srl is a skilled company working in fluorinated coating fields. Thanks to the experience acquired in more than twenty years, Tomace is able to grant complete satisfaction to its customers who are looking for solutions against corrosion, stickiness and friction problems of a given surface. The applications are of the most varied: from packaging machine components, to food, pharmaceutical, ceramics and rubber moulding plastic industries, to the machines for wood

possibilità di trattare metalli e leghe soggetti a deformazione termica o componenti di piccole dimensioni per assicurare l’anti-aderenza, l’anticorrosione, la riduzione del calore e del rumore d’attrito e garantire un’eccellente resistenza alle temperature tra i -195° e i 290°. Linea PFA-EFTE – combina una più elevata resistenza meccanica a eccellenti doti di inerzia chimica. Micropallinatura – con microvetro e sfere di ceramica su acciaio inox e alluminio – elimina le cause di corrosione garantendo al contempo un alto livello di estetica, un miglioramento delle prestazioni meccaniche e facilità di pulizia delle superfici. Tomace Srl è leader nel campo dei trattamenti e finiture delle superfici metalliche.

processing and mechanical engineering in general. The benefits are easier cleaning of coated surfaces, higher productivity, less waste production, and higher quality of the finished product. The categories of fluoropolymers are multiple: PTFE, FEP and PFA combined with other resins allow obtaining an infinite variety of products able to enhance their own particular feature for any specific use. PTFE Line very low friction and “no stick” coefficient. Its main use is in the industrial field with a wide range of applications. PFA-FEP-SOLGEL line includes a wide range of coatings specifically developed to prevent products from sticking to surfaces such as pasta, bakery products and others, on account of their own nature. PTFE – VICOTE PEEK line coatings have been developed to improve the performance of mechanical components through the maximum reduction of friction coefficient, both static or dynamic, even in event of corrosive conditions. MOLYCOTE line – dry lubrification. Some of the main benefits of those coatings are: we can treat metals and alloys subject to thermal deformation or components with tight dimensional tolerances, no stick-slip, corrosion protection, heat and friction noise reduction, excellent resistance to temperatures between -195°C a +290°C. PFA – ETFE line combines higher mechanical strength with exceptional chemical inertia. Micro Shot Peening Line with micro glass and ceramic balls on stainless steel and aluminium - eliminates causes of corrosion, ensuring aesthetic improvement, improved mechanical characteristics, as well as sanitized surfaces. Micro Shot Peening line with micro glass and ceramic balls on stainless steel and aluminium eliminates causes of corrosion, ensuring aesthetic improvement, improved mechanical characteristics, as well as sanitized surfaces. Tomace Srl, leader in metal surface treatment and finishing.

.it

FOOD INDUSTRY


Tomace Srl, professionisti nei rivestimenti e finiture superficiale sui metalli Tomace Srl, leader in metal surface treatment and finishing

Settore caseario (figura 1) - settore alimentare (figura 2) - settore packaging (figura 3)

AL SERVIZIO DEI VOSTRI METALLI • AT YOUR METALS’ SERVICE TRATTAMENTI ANTIADERENTI PERFORMANTI PER L’INDUSTRIA ALIMENTARE, FARMACEUTICA, DEL PACKAGING, MECCANICA IN GENERALE

Settore caseario (figura 4) Settore packaging (figura 5)

Tomace SRL - metal surface treatments & finishing www.trattamentisuperficialimetalli.it Via B. Buozzi, 47 - 40057 Granarolo dell’Emilia (BO) Tel. +39 051 765482 Cell. +39 335 6910013 E-mail: info@tomacesrl.it




Indice | Index ABB SPA www.abb.com

154-156

ABRIGO SPA www.abrigospa.com

122-123

AERMEC SPA www.aermec.com

186-187

ALBA & TEKNOSERVICE www.albaequipment.it

192-193

ALL4PACK 2022 www.all4pack.com

138

ALLEGRI CESARE SPA www.allegricesare.com

223

ALTECH SRL www.altech.it

2, 146-147

ANUGA FOODTEC 2021 www.anugafoodtec.com

10-12, 196

AZ GOMMA SRL www.azgomma.it

13, 245

BALLUFF AUTOMATION SRL www.balluff.com

248-249

BARRA PROJECT INTERNATIONAL SRL www.barraproject.com 170-172 BB TECH EXPO 2021 www.bbtechexpo,com

88

BG BOSELLI CISTERNE SRL www.bosellicisterne.com 252-253 BONDANI SRL www.bondani.it

92-93

BORGHI SRL www.borghigroup.it

242-243

C. OTTO GEHRCKENS GMBH & CO KG www.cog.de/it

54, 61

CAGGIATI MAURIZIO SRL www.caggiatimaurizio.it

162-163

CIBUS FORUM www.cibusforum.it

64-66

CM TECHNOLOGIES www.cm-technologies.biz

225

COLDTECH SRL www.coldtech.it

74-75

COLOMBINI SRL www.colombini.srl

38-39

COMET www.comet.alba.it

247

CUCCOLINI SRL www.virtogroup.com

194-195

CUOMO F.LLI SNC www.cuomoind.it

I^COVER, III^COVER, 82-83

DEFINO & GIANCASPRO SRL www.defino-giancaspro.com 71-73 DELLAVALLE SRL www.cerealmachinery.it

42-43

DOLZAN IMPIANTI SRL www.dolzan.com

144-145

EASYMAC SRL www.easymac.it

20-21

ELESA SPA www.elesa.com

184-185

EMERSON INDUSTRIAL AUTOMATION www.emerson.com 55-57 ESCHER MIXERS SRL www.eschermixers.com

3, 198-199

EUROPA SRL www.europa-zone.com

18-19

FI EUROPE 2020 www.figlobal.com

164

FOODTECH JAPAN 2020 www.foodtechjapan.jp/inv_en 158 FOTEG 2021 www.fotegistanbul.com

46

FRISTAM PUMPEN KG www.fristam.de/en

166-167

FUCHS LUBRIFICANTI SPA www.fuchslubrificanti.it

80-81, 89

FUTURA PACK SRL www.futurapack.com

128-130

GEA MECHANICAL EQUIPMENT ITALIA SPA www.gea.com 52-53 GIANECO SRL www.gianeco.com

124-125

GIMAT SRL www.gimat.bo.it

58-59

GIUSTO FARAVELLI SPA www.faravelli.it

68-69

GEO PROJECT INDUSTRIES SRL www.gpindustries.eu 106-107 GENERAL SYSTEM PACK SRL www.gsp.it

131

I.T.P. INDUSTRIA TERMOPLASTICA PAVESE SPA www.itp.it 134-135 I.C.F. & WELKO SPA www.icf-welko.it

62-63

IDMA 2021 www.idmavictam.com

70

IFP PACKAGING SRL www.ifppackaging.it

133

INTERPACK 2021 www.interpack.com

132

INOXFRIULI SRL www.inoxfriuli.com

86-87

ITALPAN www.italpan.com

201

KELLER ITALY SRL www.kelleritaly.it

168-169

LABELPACK SRL www.labelpack.it

140-141

LAWER SPA www.lawer.com

24-25

LCZ SRL www.lcz.it

180-181

LECHLER SPRAY TECHNOLOGY SRL www.lechleritalia.com

176-177

LEISTER TECHNOLOGIES ITALIA SRL www.leister.com

157, 204-205


Ottobre | October 2020 LIVE-TECH SRL www.live-tech.com

94-95

LOVATO & C. www.lovatoitaly.com

139

MACA SRL www.macasrl.it

96-98

MEGADYNE SPA www.megadynegroup.com

189

MGM MOTORI ELETTRICI SPA www.mgmrestop.com

190-191

MH MATERIAL HANDLING SPA www.mhmaterialhandling.com

102-103

MILK ITALY SRL www.milkitaly.com

238-239

MINGAZZINI SRL www.mingazzini.com

50-51

MIX SRL www.mixsrl.it

165

NAVATTA GROUP FOOD PROCESSING SRL www.navattagroup.com 182-183 NGI A/S www.ngi-global.com

76-77

NIMAX SPA www.nimax.it

115

NOL-TEC EUROPE SRL www.nte-process.com

174-175

NORD MOTORIDUTTORI SRL www.nord.com

210-211, 215

NUOVA GUSEO SRL www.nuovaguseo.eu

202-203

OCRIM SPA www.ocrim.com

8-9, 206-208

OLOCCO SRL www.olocco.eu

44-45

P.E. LABELLERS SPA www.pelabellers.com

117, 127

PETRONCINI IMPIANTI SPA www.petroncini.com

4, 40-41

PIETRIBIASI MICHELANGELO SRL www.pietribiasi.it

173

PIGO SRL www.pigo.it

212-214

PILOT ITALIA SPA www.pilotitalia.com

149-153

PILZ ITALIA SRL www.pilz.it

218-219

PRL TECNOSOFT SRL www.prltecnosoft.com

100-101

PROGEA SRL www.progea.com

231-233

PROSWEETS COLOGNE 2021 www.prosweets.com

26-27, 31

PULSAR INDUSTRY SRL www.pulsar-industry.it

159-161

RE PIETRO SRL www.repietro.com

197

REFRIGERA FORUM 2021 www.refrigera.show

60

R+W ITALIA SRL www.rw-italia.it

113, 226-230

SARP www.sarp.it

84-85

SCUDO SRL www.scudosolutions.com

I^ COVER, 34-35

SEALED AIR CRYOVAC www.sealedair.com

99, 114

SETMAR SRL www.setmar.it

48-49

SIGEP 2021 www.sigep.it

22

SIGMA SRL www.sigmasrl.com

23

SILOS & SILOS www.silosesilos.com

47

SINO PACK 2021 www.chinasinopack.com

148

SIT SPA www.sitspa.it

67

SITEC SRL www.sitecsrl.it

220-221

SPS CONNECT 2020 www.sps-exhibition.com

244

STAGNOLI SRL www.stagnoligears.com

78-79

SUPER SRL www.super-foodmachines.com

28-29

TECNO PACK SPA www.tecnopackspa.it

5

TECNOMEC www.tecnomec.pr.it

108-109

TECNOPOOL SPA www.tecnopool.it

II^COVER, 14-15

TEKNOSTAMAP SRL www.teknostamap.com

IV^COVER, 216-217

TENCO SRL www.tenco.it

118-119

TERRANOVA SRL www.terranova-instruments.com

240-241

TOMACE SRL www.trattamentisuperficialimetalli.it

250-251

TOMRA FOOD ITALY www.tomra.com/food

188, 209

UMBRA PACKAGING SRL www.umbrapackaging.it

110-112

VEGA ITALIA SRL www.vega.com/it

1, 236-237

VOGELSANG SRL www.vogelsang.info

234-235

Z MATIK SRL www.zmatik.com

16-17

ZANIN F.LLI SRL www.zanin-italia.com

32-33


fiere 2020/2021 FRUIT ATTRACTION Live Connect Madrid | 1-31 ottobre | www.ifema.es/fruit-attraction/ AGROPRODMASH | Mosca 5-9 ottobre | www.agroprodmash.com PROPAK ASIA | Bangkok 20-23 ottobre | www.propakasia.com MECCATRONICA DIGITAL DAYS | 20-21 ottobre | www.forumeccatronica.it SAVE | Verona 21-22 ottobre | www.exposave.com MECSPE | Parma 29-31 ottobre | www.mecspe.com PACK EXPO CONNECT | Chicago 8-11 novembre | www.packexpointernational.com ASIA FRUIT LOGISTICA ON | Singapore 18-20 novembre | www.asiafruitlogistica.com SPS CONNECT | Norimberga 24-26 novembre | www.sps.mesago.com PROPAK CHINA | Shanghai 25-27 novembre | www.propakchina.com INNOVAFOODTECH | Bari 26-28 novembre | www.innovafoodtech.it Fi Europe CONNECT 2020 | 23 nov. – 4 dic. | https://insights.figlobal.com/fi-europe-connect-2020 UPAKOVKA | Mosca 26-29 gennaio | www.upakovka-tradefair.com PROSWEETS Cologne | Colonia 31 gennaio – 3 febbraio | www.prosweets.com FOODTEC INDIA | Mumbai 3-5 febbraio | www.anutecindia.com FRUIT LOGISTICA | Berlino 3-5 febbraio | www.fruitlogistica.com POWTECH INDIA | Mumbai 11-12 febbraio | www.powtechindia.com FOOD ATTRACTION | Rimini 21-24 febbraio | www.beerandfoodattraction.it INTERSICOP | Madrid 20-23 febbraio | www.ifema.es/en/intersicop MECFOR | Parma 25-27 febbraio | www.mecforparma.it INTERPACK | Düsseldorf 25 febbraio – 3 marzo | www.interpack.com SINO PACK and PACKINNO | Guangzhou 4-6 marzo | www.chinasinopack.com SIGEP EXP | Rimini 15-19 marzo 2021 | www.sigep.it ANUGA FOODTEC | Colonia 23-26 marzo | www.anugafoodtec.com CHINAPLAS | Shenzhen 13-16 aprile | www.chinaplasonline.com TECNO FIDTA | 20 – 23 aprile | www.tecnofidta.ar.messefrankfurt.com SEAFOODEXPO | Barcellona 27-29 aprile 2021 | www.seafoodexpo.com SAVE | Milano aprile 2021 | www.exposave.com CIBUS | Parma 4-7 maggio 2021 | www.cibus.it MACFRUT | Rimini 4-6 maggio 2021 | www.macfrut.com ALIMENTARIA | Barcelona 17-20 maggio 2021 | www.alimentaria.com MEAT-TECH | Milano 17-20 maggio 2021 | www.ipackima.com/it/meat-tech.html TUTTOFOOD | Milano 17-20 maggio 2021 | www.tuttofood.it IDMA + VICTAM | Istanbul 27-29 maggio 2021 | www.idmavictam.com CFIA EXPO | Nantes 8-10 giugno 2021 | www.cfiaexpo.com FISPAL TECNOLOGIA | San Paolo Brasile 22-25 giugno 2021 | www.fispaltecnologia.com.br