Issuu on Google+

INTERNATIONAL MAGAZINE

Automatic Mixing Systems Multiple Solutions

Reduced labour and operation time

Constant and uniform dough by PLC control Safe, compact and very reliable

BAKERY INDUSTRIAL DIVISION

Made in Italy

SIGMA s.r.l via Artiginato, 85 25030 Torbole Casaglia Brescia - Italy tel. +39 030 2650488 fax +39 030 2650143 www.sigmasrl.com info@sigmasrl.com

5 MAGGIO

2010 Spedizione in abb.to postale -45% Art. 2 comma 20/B Legge 662/96 DCI-TV-Anno 15 N째5 Maggio 2010

Sigma ADV Copertina Mixing System.indd 1

13-04-2010 13:49:54


A dynamic, flexible and technologically advanced company Tekno Stamap in cooperation with major companies worldwide is developing a wide range ge of new products. It is now present , directly or indirectly, in all Countries of the world rs, machines Tekno Stamap production range includes manual and automatic sheeters, planetary mixers, for croissant making, lines for puff pastry and laminated dough ideal for both small bakers’ and confectioners’ as well as for medium-size factories

Tekno Stamap srl Web Site: www.teknostamap.com E-mail: sales@teknostamap.com via Vittorio Veneto, 141 - 36040 Grisignano di Zocco (VI) - Italy - Phone +39 0444 - 414 731/5 - Fax: +39 0444 414 4 719


MODULARITÀ, FLESSIBILITÀ E PRATICITÀ

Macchine etichettatrici da 1.000 a 36.000 bottiglie/ora

Makro Labelling srl Via Don Doride Bertoldi, 91 • 46045 Marmirolo (Mantova) Italy Tel.: + 39 0376 1872203 • Fax: + 39 0376 1872197 • info@makrolabelling.it • www.makrolabelling.it


FLOUR POWER www.imagination.it

technology for mixing

A complete range: · Spiral Mixers · Planetary Mixers Una gamma completa: · Impastatrici a Spirale · Mescolatori Planetari

ESCHER MIXERS srl 36015 Schio · Vicenza · Italy · Via Lago di Vico, 37 Tel. +39 0445 576.692 · Fax +39 0445 577.280 mail@eschermixers.com

www.eschermixers.com


MESCOLATRICI PLANETARIE PLANETARY MIXERS BATTEURS MÉLANGEURS MEZCLADORAS PLANETARIAS PLANETEN - MISCHGERÄTE

www.starmix.it STARmix · Via dell’Artigianato, 5 · 36035 MARANO VIC.NO (VI) - Italy - Tel. +39.0445.576.659 · Fax +39.0445.577.203 - info@starmix.it


DEEP-FREEZING

COOLING

PASTEURIZING

PROOFING

BELT EXCLUSIVE TECHNOLOGY Tecnopool S.p.a - Via M. Buonarrotti, 81 - San Giorgio in Bosco (Padova) Italy - tel. +39.049.9453111 - fax +39.049.9453100 - info@tecnopool.it www.tecnopool.it


Science & Technology

Marketing & Strategy

34

Sementi certificate o non certificate? Certified or uncertified seeds?

76

Innovazione tra igiene e flessibilità Innovations between hygiene and flexibility

10 16

120 122 126

Nuovo test per il formaggio New test for cheese

133 134

Livellostato FlexLevel 4401 FlexLevel Switch 4401

La qualità è garantita Quality is guaranteed Efficienza e qualità... in rete Networking efficiency and quality

Garantire la sicurezza dell’olio da cucina Cooking oil always on the safe side

Tradizione e modernità Tradition and modernity Nuova proprietà per Pastificio Nardi Pastificio Nardi changes ownership

50 62

Gestione ottimizzata delle risorse Improvement programme

68 98

Veicolare valori e strategie Conveying values and strategies

112

Valledoro investe nell’impianto fotovoltaico Valledoro invests in photovoltaic solar energy

Quando strategia fa rima con successo Strategy spells success Un polo interregionale specializzato nel fresco An inter-regional centre specializing in fresh products

Machinery & Development

14 22 24 32 38 124 138 150

Intreccio di qualità Interwoven features Garanzia di competitività Competitiveness guaranteed Macchine semplici ma efficaci Simple but effective machines Prestazioni entusiasmanti Outstanding performances La sicurezza dell’acqua Safety from water Non solo un fornitore di gas Not only a gas provider Nuovo Modello C570 New Model C570 Valore per il cliente Customer oriented


SOMMARIO/CONTENTS [MAGGIO/MAY 2010] TECNALIMENTARIA Year XV - n°5 Maggio 2010 Direttore responsabile F. Da Cortà Fumei Direttore editoriale E. Da Cortà Fumei Segreteria di redazione Sabrina Fattoretto Grafica Marco Fichera Pubblicità Megas srl - Treviso Stampa TrevisoStampa S.r.l.

Tel. + 39 0422 410076 Fax + 39 0422 574519 redazione@tecnalimentaria.it info@tecnalimentaria.it www.tecnalimentaria.it Autorizzazione Tribunale di Forlì n. 5 del 19.01.1996 In questo numero la pubblicità non supera il 45% Sped. in abbonamento postale - 45% Art. 2 Comma 20/B Legge 662/1996 DCI-TV

158 The companies

94 96

104 108

Carlsberg: magazzino automatizzato Carlsberg: warehouse automation Modularità, flessibilità, praticità Modularity, flexibility and practicality Proposte integrate Integrated solutions

Tecnologia Veripack Veripack Technology Investire nelle soluzioni informatiche Krones Investments in Krones IT solutions

About Fairs

we have dealt with

159 Fairs in Italy

& in the World

INTERNATIONAL MAGAZINE

Automatic Mixing Systems

MAGGIO 2010

88

Qualità a prima vista Quality at first sight Linee termoformatrici per prodotti alimentari Lines of Thermoforming Machines

Associato a

N° 5

82 84

Salvaguardia integrata delle risorse Integrated resource conservation

Informativa ex D.lgs 196/03 Ai sensi dell’art.2 comma 2° del Codice Deontologico dei giornalisti si rende nota l’esistenza di una banca dati di uso redazionale presso la sede di Via Bianchetti 11 Treviso. Responsabile del trattamento dati è il direttore responsabile a cui ci si può rivolgere presso la sede di Treviso Via Bianchetti 11 per i diritti previsti dalla legge 675/1996.

Publisher Editrice EDF Trend srl Via Bianchetti 11 31100 Treviso - Italy

Packaging & Design

80

All right reserved. Reproduction in whole or in part without written permission is prohibited. The Publisher is not responsible for any materials, nor for writers’ nor contributors’ expressed or implied opinions.

Direzione e Redazione Editrice EDF Trend srl Via Bianchetti 11, 31100 Treviso – Italy

Multiple Solutions

Reduced labour and operation time

Constant and uniform dough by PLC control Safe, compact and very reliable

18 28 44 72

Alleanze Strategiche Strategic Alliances BAKERY INDUSTRIAL DIVISION

Oltre ogni aspettativa Exceeding any expectation

Made in Italy

5

SIGMA s.r.l via Artiginato, 85 25030 Torbole Casaglia Brescia - Italy tel. +39 030 2650488 fax +39 030 2650143 www.sigmasrl.com info@sigmasrl.com

MAGGIO

2010

L’industria dominante The dominant industry Forte e completa Robust and complete

IN COPERTINA SIGMA Srl Torbole Casaglia (BS) www.sigmasrl.com


M A R K E T I NG & S T R A T E G Y

Tradizione e modernità Tradition and modernity

La storica realtà genovese, Panarello, simbolo della tradizione dolciaria locale dal 1885, si rinnova per affrontare le nuove sfide che il mercato pone. Alla guida dell’azienda da tre generazioni, la famiglia Panarello ha deciso di consolidare le basi di un sano sviluppo sostenibile e di affrontare le importanti sfide che il mercato pone con una strategia fortemente orientata allo sviluppo, e lo scorso anno ha inserito nel management nuove figure professionali, sviluppando una nuova organizzazione produttiva e della logistica e con investimenti produttivi e di marketing. Il nuovo management vede Guido Profumo come Amministratore Delegato del Gruppo, alla guida dell’azienda con la proprietà, Mauro Zappacosta nel ruolo di direttore generale, e in futuro potrà essere integrato con l’ingresso di nuovi collaboratori nei ruoli strategici dell’azienda. Questo team ha contribuito a ridisegnare la struttura organizzativa del gruppo al fine di razionalizzare e meglio inte-

The historic Genovese reality Panarello, symbol of local confectionary tradition since 1885, has developed as to face with the new market challenges. Three generations of the Panarello family have been holding the helm of the company, which last year decided to strengthen its sustainability grounding and face with the important market challenges by setting a strongly development-oriented strategy and appointing some professional figures, thus developing a new production and logistics organization with production and marketing investments. Now the new management is composed of Mr. Guido Profumo as Managing Director, and Mr. Mauro Zappacosta as Chief Executive Officer, and it will be probably enriched with new cooperators for strategic roles. This team has highly contributed to re-designing the organization of the group as to rationalize and integrate some functions, always aiming at quality and production excellence.

10

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

grare alcune funzioni sempre nel rispetto assoluto del perseguimento dell’eccellenza qualitativa e produttiva dei prodotti a marchio Panarello. Il Gruppo Panarello oggi è costituito da due poli: uno produttivo e uno distributivo. Dai laboratori di produzione, più volte al giorno, partono le consegne ai diversi punti vendita che in questo modo offrono al consumatore un prodotto sempre freschissimo. Il miglioramento e potenziamento del layout e degli impianti produttivi ha comportato un investimento di oltre 1 milione di euro ed è qualificato dalle più significative certificazioni ambientali. Tutte le operazioni sono gestite nel pieno rispetto delle indicazioni di compatibilità ambientale e il nuovo sito industriale, che già oggi è in possesso della certificazione ambientale ISO 14000, coprirà a regime un’area di 3000 metri quadrati e occuperà 50 persone. Per rendere i prodotti sempre più corrispondenti alle esigenze e aspettative dei consumatori, nuovi investimenti verranno sviluppati anche in ricerca e sviluppo, e nel marketing. A conferma del processo di rinnovamento avviato sono stati recentemente condotti anche un intervento sul marchio e una rivisitazione del sito web, nel rispetto delle tradizionali linee grafiche, al fine di renderli più rispondenti all’attuale realtà dell’azienda che vuole affrontare il futuro senza dimenticare il passato.

Panarello keeps the classic recipes of its own land but looks ahead to the future, always sweet and quality Today Gruppo Panarello is composed of two main poles: a production and a distribution centre. The deliveries leave the group’s production factories and head to the many points of sale, which can therefore offer their customers a very fresh product. Improved and enhanced layout and production plants entailed remarkable investment of over 1 million euro and has obtained the most important quality and environmental certifications.


M A R K E T I NG & S T R A T E G Y

Panarello custodisce gelosamente le ricette della tradizione della sua terra ma si evolve guardando al futuro, sempre dolce e di qualità Qualità dei prodotti, passione per l’eccellenza, rispetto delle ricette della tradizione genovese e continua ricerca per migliorare e adeguare i prodotti al gusto alle esigenze nutrizionali attuali (in sintesi amore per i buoni dolci, leggeri e sani), unitamente all’attenzione costante all’ambiente, sono

i valori che l’azienda ha saputo trasferire sul marchio, che è oggi tra i più apprezzati nel settore, e non solo a Genova. La storia del marchio Panarello inizia a Genova alla fine dell’ ‘800 quando Francesco Panarello, dipendente come capo pasticciere in un forno in Via Porta d’Archi, distinguendosi per spirito d’iniziativa e intraprendenza, comincia ad arricchire gli impasti, all’insaputa del proprietario, con maggiori quantità di burro e zucchero, rendendoli così più ricchi e gustosi. La clientela apprezza molto i prodotti realizzati con le nuove ricette ‘rinforzate’ e il forno si caratterizza sempre più come pasticceria.

All operations are carried out in full respect of environmental laws and the new industrial site, which already obtained the environmental management certification ISO 14000, will cover an area of 3000 square metres and employ 50 people. New investments, also in Research and Development and Marketing, are ahead in order to meet consumers’ requirements and expectations better and better. Further evidence of the ongoing renovation processes are the recent operations to renew Panarello’s brand and website as to make them closer to the future without ever forgetting the past. Product quality, passion for excellence, respect for Genovese traditional recipes and continuous research to improve products and make them closer to the present nutritional requirements (in other words, love for good but light and healthy confectionery products), combined with steady environmental awareness, are the values that Gruppo Panarello has been able to convey

and transfer into its products, the most appreciated in the sector, and not only in Genova. The history of Panarello begins in Genova at the end of the 19th century when Francesco Panarello, head confectioner in a bakery in Porta d’Archi Road shows himself thanks to his initiative and resourcefulness. Without the owner knowing, he starts enriching the dough with more butter and sugar for richer and taster final products. Hence, the clientele greatly appreciate the “renewed” recipes and the bakery slowly changes into confectionery. In 1885, the 17-year old Francesco takes over the bakery and totally unaware he is opening a new and sweet era that is now more than a century old. A history that conveys passion, tradition and great bent for innovation and development. Panarello was the first baker to buy an electric oven in Genova and this step enabled him to open a new baker’s shop in Piazza della Nunziata in 1923, to open a new

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

11


M A R K E T I NG & S T R A T E G Y

Nel 1885, a soli 17 anni, il giovane Francesco rileva il forno e dà inconsapevolmente inizio ad una dolce storia lunga più di un secolo. Una storia che racconta di passione, di tradizione ma anche di grande propensione all’innovazione e allo sviluppo. Panarello fu il primo a Genova ad acquistare un forno elettrico e questo consentì di aprire un nuovo negozio in Piazza della Nunziata nel 1923 e poi di aprire uno stabilimento di produzione in Salita Santa Maria della Sanità nel 1930, nel quale venne inserito anche un reparto di canditoria (produzione di canditi) per garantire la massima qualità di tutte le materie prime utilizzate nella preparazione dei dolci. Con il passare degli anni, e grazie al crescente apprezzamento dei prodotti da parte dei consumatori, Panarello varca i confini regionali e si espande sul territorio con nuove pasticcerie. Nel 1930 apre la prima pasticceria Panarello a Milano e nel 1940, nonostante le minacce incombenti della guerra aprono altri 2 nuovi negozi (il secondo punto vendita a Milano e la terza pasticceria a Genova); nel 1950, riassestati i danni subiti sotto i bombardamenti, apre la quarta pasticceria a Genova. La maggiore espansione dell’azienda avviene però fra gli anni ’60 e ’70 con l’ingresso nella distribuzione organizzata e il conseguente ampliamento della produzione a livello industriale. A partire dal 1979 il marchio Panarello inizia ad essere diffuso al di fuori dei confini regionali, in primo luogo come sinonimo dei biscotti del Lagaccio e del pandolce, i prodotti dolciari più caratteristici della storia locale. L’espansione del Gruppo continua: nel 1999, si inaugura a Genova il negozio di Via Caprera, strategicamente posizionato al confine fra gli eleganti quartieri residenziali di

production site in Salita Santa Maria della Sanità in 1930, where a new candied fruit production department was opened as to guarantee top quality to all raw materials used in confectionery production. Years later, also owing to the increasing success of the products, Panarello goes beyond regional borders and starts penetrating into new areas new confectioner’ shops. In 1930, the first Panarello confectioner’s shop is opened in Milan and ten years later, in 1940, two new shops are opened (one in Milan and one in Genova) although World War II was impending. In 1950, after reconstruction, the fourth confectioner’s opens in Genova. It is worth saying that the most relevant company expansion happened between the 60s and 70s on account of the large-scale retail trade and following development of industrial production. In 1979 Panarello brand starts being distributed in other

12

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

regions where it is associated with Legaccio biscuits and pandolce, most typical of local history. The group keeps on expanding and opens a shop in Via Caprera, Genova, in 1999; it is strategically neighbouring the elegant residential quarters of Albaro e Sturla. In May 2001 a new shop opens in Chiavari, so meeting the requirements of both the citizens and tourists of the Riviera. In October 2002, a shop in Corso Carbonara opens. The Panarello family now lives in the upper city, in the Castelletto zone, traditional residence of the most ancient Genova families since the nineteenth century and home to the Panarello historic workshop for fresh products for confectioner’ shops. Panarello is today a dynamic and modern reality supported by as suitable management, logistic and production equipment as to face with the ever competitive market and ever demanding consumers.


M A R K E T I NG & S T R A T E G Y

Albaro e Sturla e nel maggio 2001 apre il punto vendita di Chiavari, andando a colmare un vuoto a lungo lamentato dagli abitanti della Riviera e da molti turisti. Infine, nell’ottobre 2002, un ritorno alle radici con l’apertura di Corso Carbonara. Panarello entra nel cuore della parte alta della città, nella zona di Castelletto, dall’800 tradizionale residenza delle antiche famiglie di Genova, dove gran parte della famiglia Panarello tuttora vive e dove si trova anche lo storico laboratorio del prodotto fresco, destinato alle pasticcerie. Panarello oggi è una realtà dinamica e moderna, dotata di tutti gli strumenti gestionali, logistici e produttivi adeguati a presidiare un mercato sempre più competitivo e consumatori sempre più esigenti. Recenti ricerche di mercato sulla “Customer Satisfaction” hanno riscontrato l’ottimo livello di conoscenza e gradimento del prodotto ed evidenziato che il prodotto a marchio Panarello intrinseca alto connotato di tradizionalità e qualità. Dal 2003 l’azienda è certificata per la parte industriale ISO 9001 e ISO 14001 ecoambientale, a conferma della massima attenzione ad ogni dettaglio qualitativo della produzione. Panarello ha avviato importanti investimenti in ricerca, sviluppo ed in marketing per rendere i prodotti sempre più rispondenti alle esigenze ed alle aspettative dei consumatori sia in termini di sapore che di valenze nutrizionali, nel rispetto della tradizione, della qualità reale e solo con l’utilizzo di ingredienti naturali. Contraddistinguono il Gruppo Panarello, il rispetto della tradizione nella qualità delle lavorazioni e delle materie prime impiegate e il costante impegno nella ricerca di soluzioni avanzate ed efficienti in campo produttivo e commerciale.

La ricerca dell’eccellenza in tutti i passaggi produttivi e distributivi dei propri prodotti rendono Panarello un marchio di garanzia nella pasticceria fresca come in quella confezionata. Il continuo impegno nella Ricerca Sviluppo e Innovazione su produzioni e confezionamenti permette la creazione di nuovi prodotti e il costante adeguamento di quelli di tradizione alle richieste dei consumatori sempre più attenti ed esigenti. A garanzia di qualità di prodotto e di servizio, a tutto quanto sopra elencato, si aggiunge un costante processo di educazione/formazione del personale di produzione e del personale addetto alle vendita ed in particolare quello a contatto con il “pubblico”. Il grande segreto che caratterizza tutti i prodotti lievitati dell’azienda, sia quelli della produzione industriale, sia di pasticceria è il lievito naturale che viene riprodotto con continuità e ricetta immutata dal 1885. Il lievito naturale e il processo di lievitazione affidato al controllo di esperti lievitisti, affiancati dai massimi specialisti del settore a livello nazionale, insieme alla selezione di ingredienti di elevata qualità, sono il vero punto di forza, difficilmente replicabile, che caratterizza tutta la produzione Panarello.

Recent market research on “Customer Satisfaction” records excellent knowledge and appreciation of the Panarello products, deeply imbued with tradition and quality. As regards certifications, the company obtained quality certifications ISO 9001 and ISO 14001, which are evidence of the company’s utmost attention to any production detail. Panarello has greatly invested in research, development and marketing as to match its products with the customers’ requirements and expectations in terms of both taste and nutritional values, in full respect of the tradition, real quality and only with natural ingredients. Gruppo Panarello stands out thanks to its quality processing, top-of-the-range raw materials, and steady commitment to finding advanced and effective production and commercial solutions. Excellence in all production and distribution stages make Panarello a sound name of the fresh and packed

confectionery sector. Reaserch&Development and Innovation are the key factors that enable the company to propose new products and somehow renew the traditional ones to the requirements of the most aware and demanding consumers. In addition to this, it is also worth mentioning the education/training programme for the production and sales personnel organized as to give products and services further quality. The great secret that characterizes the company leavened products, also industrial and retail, is just the leaven whose recipe has been handed down for generations since 1885. Panarello’s real points of strength are its team of experts in yeasts who cooperate with other experts at national level, high-quality selection of ingredients, which combine to make Panarello production unique.

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

13


M A C H I N E R Y & D E V E L OPM E N T

Intreccio di qualità Da Pavan una linea ad alto contenuto tecnologico dedicata al processo di post-packaging per paste fresche a singola e doppia sfoglia Pavan presenta una linea ad alto contenuto tecnologico dedicata al processo di post-packaging per paste fresche a singola e doppia sfoglia con una capacità oraria pari a 1500 kg/h corrispondenti a 3000 porzioni/h da 500 grammi. Il processo di trattamento post-packaging si inserisce in linea dopo le lavorazioni di formatura, pastorizzazione, pre-essiccazione, raffreddamento e confezionamento di paste fresche ripiene. Questa macchina modulare e a più piani realizza il trattamento termico di seconda pastorizzazione e di raffreddamento ad aria sul prodotto già confezionato. Peculiarità costruttiva della macchina è la massima efficienza nel mantenere una temperatura uniforme nei 14 metri della camera evitando una possibile dispersione termica. Nella zona di raffreddamento le zone a temperatura differenziata permettono di ottenere il minore dispendio energetico.

I piani di trattamento, rispettivamente sei per la pastorizzazione e nove per il raffreddamento, sono realizzati in materiale plastico ad uso alimentare, adatti a lavorare ad altissime temperature. Ciascun piano è provvisto di un sistema di apertura e chiusura indipendente con relativa motorizzazione. Grazie al piano ascensore la linea può lavorare su uno o più piani sia nella zona di pastorizzazione che di raffreddamento garantendo una produzione continua anche in presenza di interventi programmati di manutenzione. Si segnala che la stessa macchina può essere impiegata nel trattamento termico post-packaging di altri prodotti quali lasagne e piatti pronti.

Interwoven features From Pavan a line with a high technological content for post-packaging pasteurisation of single-sheet and double-sheet filled fresh pasta Pavan presents a line with a high technological content dedicated to the post-packaging pasteurisation of single-sheet and double-sheet filled fresh pasta, with throughput of 1500 kg per hour corresponding to 3000 portions per hour. The in-line post-packaging pasteurisation follows the stages of forming, pasteurisation, predrying, cooling and packaging of filled fresh pasta. This modular multitier machine peforms post-packaging pasteurisation and air cooling of the packed product. A distinctive feature of this machine is the maximum efficiency in maintaining an uniform temperature all through the treatment chamber, whose length is 14 meter, avoiding heat dispersion. Zones with differentiated cooling

14

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

effects in the cooling area minimise energy waste. The processing tiers (six pasteurisation tiers and nine cooling tiers respectively) are made of foodgrade plastic material withstanding very high temperatures. Each tier is equipped with its own opening and closing system and relevant dedicated drive unit. The use of a lifting device makes it possible to operate the line on one or more tiers both in the pasteurisation and in the cooling section, which ensures a continuous production even during programmed maintenance. The post-packaging pasteurisation system can also process other food products such as lasagna and ready meals.


M A R K E T I NG & S T R A T E G Y

Nuova proprietà per Pastificio Nardi Pastificio Nardi changes its owners

Cambio di gestione per Pastificio Nardi S.r.l. che dal 1967 produce pasta fresca e gnocchi a Montirone (BS). Nei primi mesi del 2010 è entrata in piena operatività la nuova proprietà che, forte di oltre settant’anni di esperienza nel campo alimentare e ben radicata nel territorio, ha ristrutturato l’azienda inserendo organico giovane e investendo in innovazione. Alcun cambiamento per il posizionamento del prodotto finito: pasta fresca e gnocchi di alta gamma dal prezzo competitivo per un target finale diversificato. 4 sono le linee di produzione di Pastificio Nardi che vengono ottenute secondo il metodo di lavorazione artigianale e mantenendo fede alle ricette della tradizione locale: la linea “pasta fresca”, dalla sfoglia leggermente grezza e porosa, la linea “pasta ripiena” con i Casoncelli alla carne, il Tortello alla zucca e ricotta e spinaci; la linea “pasta da brodo” che, con i Cappelletti, i Quadrucci e i Tortellini, è ideale per la preparazione di minestre e zuppe. Infine, la linea “gnocchi” che è ottenuta con la speciale lavorazione a freddo per massimizzare la fragranza e la freschezza e che è disponibile in appetitose varianti (chicche di patate, gnocchi agli spinaci, alla zucca, gnocchi di patate e gnocchi rigati con patate). I prodotti del pastificio bresciano sono disponibili a marchio proprio, “Pastificio Nardi”, e a private lable e trovano un mercato che spazia dai punti vendita specializzati, alla grande distribuzione, al canale Ho.Re.Ca. Per una distribuzione che copre l’intero territorio nazionale. Per facilitare il contatto ed offrire valore aggiunto alla rete vendita, Pastificio Nardi ha attivato un’insolita azione di e-commerce: direttamente dal sito aziendale (www.pastificionardi.com), infatti, gli 16

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

operatori interessati ai prodotti possono richiedere gratuitamente gli “Assaggi di Nardi”, piccole confezioni su misura che sono state ideate per degustare la qualità delle paste fresche e degli gnocchi prima di acquistarli.

La tradizione della lavorazione si concilia con le nuove strategie di business Inoltre, presso il Pastificio, in Via Artigianale 1, Montirone (BS), è aperto lo storico spaccio che la nuova proprietà ha scelto di mantenere per essere vicina al cliente finale ed avere un confronto diretto e rapido con le sue esigenze specifiche. Si tratta di due strategie di supply chain management che testimoniano il dinamismo del “nuovo” Pastificio Nardi e, al contempo, la centralità che la clientela occupa nelle scelte aziendali. Perché la mission di Pastificio Nardi è di produrre pasta fresca di alta qualità per la massima soddisfazione degli estimatori della cucina italiana.


M A R K E T I NG & S T R A T E G Y

New ownership for Pastificio Nardi S.r.l., the company that has been producing pasta and potato dumplings in Montirone (BS) since 1967 and that can boast seventy years’ experience in the food sector. Since the beginning of 2010, the new ownership has been in full swing in order to re-organize the company by introducing new resources and investing in processing innovation. Differently, no changes for product positioning: top-of-the-range fresh pasta and dumplings at a competitive price for a diversified final target.

Processing tradition merges with new business strategies 4 Pastificio Nardi production lines are made by handmade production and local recipes, and they are: “pasta fresca” (fresh pasta) such as tagliatelle and tagliolini, whose sheet is rough and porous; “pasta ripiena” (stuffed pasta), such as Casoncelli with meat, Tortello with pumpkin or Tortello with ricotta and spinach; Pasta for broth, such as Cappelletti, Quadrucci and Tortellini, ideal for

soups; Dumpling line from a special cool processing as to maximise their fragrance and freshness, available in the following several inviting varieties: chicche di patate, spinach, pumpkin dumplings and potato dumplings. Pastificio Nardi products are available under the company’s brand or under private label and they are sold both in the retail and Ho.Re.Ca. channels and therefore cover the whole domestic market. To facilitate communication and offer the sales network added value, Pastificio Nardi has decided to offer a particular form of e-commerce: customers who are specially interested in Nardi Products can ask for free samples, small packs designed to taste the quality of fresh pasta and dumplings before buying them, directly on the company’s website (www.pastificionardi.com). In addition to this, at the corporate headquarters, in Via Artigianale 1, Montirone, Brescia, clients can buy directly from the producer, who wants to stay close to final clients and have a direct and quick feedback from them. These two supply chain management strategies are evidence of Pastificio Nardi’s new dynamism and also of the central position that the company’s clientele covers. Pastificio Nardi’s mission is producing high-quality fresh pasta as to satisfy the great connoisseurs of Italian cuisine at its best.

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

17


A B OU T

F A I R S

Alleanze Strategiche Strategic Alliances

La Federazione italiana dei panificatori, pasticceri e affini chiude una partnership con Richemont Club Italia

The Italian Federation of bakers, confectioners and related trades signs a partnership with Richemont Club Italia The most important and largest category representation organisation and the prestigious bread and pastry school have signed an agreement valid until 2019. The agreement will already be operative at the coming Siab exhibition at VeronaFiere, where the Bread Oscars will be staged: “Siab Bakery Awards – Bread for the World”. 18

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

Il più importante sindacato per rappresentanza di categoria e numero di iscritti e la prestigiosa scuola di panificazione e pasticceria hanno siglato un patto valido fino al 2019. Il via all’accordo già con il prossimo Siab di Veronafiere, dove andranno in scena gli Oscar del pane: «Siab Bakery Awards – Un pane per il Mondo».

Verona, March 2010. Much more than just a trade alliance. Much more than just a programme of synergic participation at national events and international exhibitions. The agreement between Fippa (Italian Federation of bakers, confectioners and related trades) and Richemont Club Italia, signed recently by the respective presidents – Luca Vecchiato for Fippa and Piergiorgio Giorilli for Richemont – is a full-scale plan professional training. The agreement will be valid up to the end of 2019. In particular, the agreement is a kind of technicalprofessional and trade sector “relay” which will exponentially improve the skills and benefits of two realities such as Fippa and Richemont Club Italia, both representative leaders in the category with


A B OU T

F A I R S

Molto di più di un’alleanza sindacale. Molto oltre un programma di partecipazione sinergica alle manifestazioni nazionali e alle fiere internazionali. L’accordo tra Fippa (Federazione italiana panificatori, pasticceri e affini) e Richemont Club Italia, siglato nei giorni scorsi dai rispettivi presidenti – Luca Vecchiato per Fippa e Piergiorgio Giorilli per Richemont – è un vero e proprio piano per la formazione professionale della categoria. L’impegno sarà valido fino a tutto il 2019. In particolare, si tratta di una staffetta tecnicoprofessionale e sindacale in cui verranno potenziate in maniera esponenziale le competenze e i benefici di due realtà come Fippa e Richemont Club Italia, entrambe leader per rappresentanza di categoria e numero di iscritti e per l’elevata competenza professionale e creativa. I primi effetti concreti dell’accordo si vedranno in ambito internazionale. A Siab di Veronafiere, appunto, in programma dal 22 al 26 maggio prossimi. Sarà proprio durante la rassegna di Verona, dedicata all’arte bianca, che Fippa e Richemont Club Italia scenderanno in campo insieme. L’occasione sarà la prima edizione del «Siab Bakery Awards – Un pane per il Mondo». Se vogliamo, gli Oscar della panificazione. Un concorso che vedrà fronteggiarsi nove squadre internazionali di panificatori con una finalità nobile: creare prodotti d’eccellenza, partendo da materie prime facilmente recuperabili anche nei Paesi disagiati.

large membership and exceptional professional and creative competence. The first effective results of the agreement will emerge in an international scope. And precisely Siab at VeronaFiere, scheduled next 22 - 26 May. The exhibition in Verona dedicated to bakery, pastry, confectionery, pasta and pizza will see Fippa and Richemont Club Italia take the field together. The occasion will be the first edition of the “Siab Bakery Awards – Bread for the World”. Or, we might say, the Bread Oscars. A competition involving nine international teams of bakers with a noble purpose: create products of excellence starting from ingredients that are readily available even in disadvantaged countries. 20

Maggio 2010

Sempre sul fronte delle competizioni internazionali, la Federazione italiana dei panificatori, pasticceri e affini consentirà a Richemont Club Italia di partecipare a tutti gli eventi internazionali targati «Uib» (l’Unione mondiale dei panificatori, a cui aderisce la Fippa) con la squadra tecnica federale. I partecipanti alle competizioni saranno decisi dopo una selezione nazionale, cui potranno partecipare tutti i panificatori italiani. Altro punto della partnership riguarda gli aspetti più strettamente sindacali. L’accordo prevede infatti che Richemont supporti l’operato di Fippa, impegnandosi a sostenere direttamente le linee politiche. A partire dalla volontà di realizzare un importante programma di formazione nazionale, rivolto a tutti i panificatori italiani

And again in relation to international competitions, the Italian Federation of bakers, confectioners and related trades will allow Richemont Club Italia to take part of in all the international events organised by “UIB” (the International Bakers Union, of which Fippa is a member) with the federal technical team. Participants in such competitions will be decided after national heats in which all Italian bakers can take part. Another aspect of the partnership more closely concerns trade sector topics. The agreement, in short, envisages that Richemont supports the work of Fippa by directly sustaining is policy lines. Beginning with by the intention to develop an un important national training programme targeting all Italian bakers.

TecnAlimentaria Food Industry


M A C H I N E R Y & D E V E L OPM E N T

garanzia di competitività Le qualità insite in un’azienda sono la chiave per imporsi nel mercato con prodotti competitivi e di qualità

1. Spezzatrice Automatica Doppio Taglio Dividing Machine With Double Cut 2. Spezzatrice Automatica Esagonale Hexagonal Automatic Dividing Machine

Dal 1978 la Novapan è presente con successo nel settore di macchine per l’arte bianca qualificandosi come leader nella produzione di spezzatrici, grazie all’esperienza del Fondatore Bruno Lancini, trasmessa a famigliari e collaboratori. Tenacia, esperienza e un’equipe di personale altamente qualificato, fanno di Novapan un’azienda capace oggi di offrire competenza, tecnologia, affidabilità e assistenza tempestiva. Attualmente Novapan, in un mercato globale sempre più vasto ed esigente, è in grado di soddisfare pienamente la clientela, garantendo al contempo competitività sul mercato, macchine di alta qualità e tecnologicamente all’avanguardia, possibilità di esportare in tutto il mondo senza limiti quantitativi e con il giusto rapporto qualità-prezzo. NOVAPAN è garanzia di competitività, qualità made in Italy e tecnologia all’avanguardia. Spezzatrice Automatica Esagonale La spezzatrice automatica esagonale è una macchina dalla robusta struttura, molto veloce e silenziosa, ha un funzionamento completamente idraulico; lo stesso sistema regola l’aggancio del coperchio per cui, oltre alla

sicurezza, si garantisce un’eccezionale silenziosità nella fase di chiusura. Ad ogni fine ciclo di lavorazione, arrestandosi automaticamente la macchina, evita il surriscaldamento dell’olio e del motore, oltre che inutili consumi di energia. Costruita con materiali di prim’ordine, quali acciaio inox Aisi 304 e nylon alimentare per le parti che vengono a contatto con la pasta. Spezzatrice Automatica Doppio Taglio La spezzatrice automatica a doppio taglio coperta da brevetto assolve, con estrema facilità, ad una duplice ed importante funzione, diversamente operata da ben due diversi macchinari. L’eccezionalità delle sue prestazioni è esaltata dal cambio automatico della scelta del taglio/pezzatura mediante una semplice pressione dell’apposito pulsante. Costruita con materiali di prim’ordine, quali acciaio inox Aisi 304 e nylon alimentare per le parti che vengono a contatto con la pasta.

Competitiveness guaranteed The inherent qualities of a company are the keys to stand out on the market with competitive and quality products

Since 1978 Novapan has been successfully present in the field of machines for the so-called “white art” (bakery, confectionery, pasta and pizza sector). Thanks to its founder Bruno Lancini’s passing down his own experience to working mates and relatives, the company has been able to stand out as a leader in the production of dividing machines. Perseverance, experience and a highly qualified staff have turned Novapan into a firm able to offer competence, technology, reliability and immediate assistance. Presently Novapan, on an ever expanding and demanding worldwide market is able to satisfy all its clients, also guaranteeing market competitiveness, high-quality and technologically advanced machines, possibility to export all over the world regardless the quantity and with optimal cost-effectiveness. 22

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

Novapan is guarantee of competitiveness, excellence of the made in Italy and state-of-the-art technology. Hexagonal Automatic Dividing Machine The hexagonal automatic dividing machine is a machine with a strong structure, fast and silent, with completely hydraulic functioning; the same system rules the hook-up of the lid. For this reason, it grants the safety of the user and a great noiseless in the phase of the closure of the lid. At the end of every working cycle, the machine stops automatically and avoids the overheating of the oil and of the engine, in order to limit waste of energy. It is build with first-quality materials, such as like Aisi 304 stainless steel and nylon for food for the parts that come in contact with the dough. Dividing Machine With Double Cut The automatic machine with the double cut, patented, performs easily a double and important function that would otherwise be performed by two different machines. The exceptionality of its performances is further enhanced by the automatic change of pieces/weight of cutting due to a simple pressure on the suitable button. It is made in first-quality materials, such as Aisi 304 stainless steel and nylon for food for the parts that come in contact with the dough.


M A C H I N E R Y & D E V E L OPM E N T

macchine semplici ma efficaci Sigma cresce e si sviluppa diventando leader internazionale mantenendo sempre l’obiettivo di creare macchine semplici ed efficaci

Sigma produce macchine per i settori panificazione, pasticceria e pizzeria da 36 anni e la sua “missione” è creare strumenti efficaci ed utili conformi alle vigenti norme igieniche e di sicurezza. Questa semplice ma rigorosa struttura ha permesso a Sigma di diventare un produttore integrato nelle realtà italiane del settore, presente in tutte le manifestazioni fieristiche italiane e straniere specializzate. Con una produzione di circa 4000 macchine l’anno, 70% delle quali venduta nei mercati esteri (in 67 Paesi), Sigma è sicuramente riconosciuta fra i migliori e più importanti produttori italiani del settore. Per tradizione Sigma produce mescolatrici a spirale a vasca fissa e removibile, ma anche un’ampia gamma di macchine per tutti i settori collegati all’industria della panificazione, pasticceria e pizzeria. Altro core business dell’azienda sono le mescolatrici planetarie, prodotte in due linee con variatore meccanico o elettronico. Queste soluzioni coprono tutte le richieste provenienti dalle pasticcerie, dai laboratori e dagli hotel. Sfogliatrici, taglierine, cuocitori di creme, stampi e divisori sono gli altri tipi di macchine che completano la produzione Sigma. Nell’ottica di una rotazione manageriale comune e l’introduzione di diverse figure con un’istruzione culturale e professionale alta è stata creata la “Divisione Industriale”. La filosofia è rimasta la stessa: produrre macchine e impianti semplici, efficaci, utili e sicuri. Sigma ha affrontato e analizzato il sistema semi-industriale della produzione dell’impasto per il pane usando mescolatrici a vasca rimovibile, alcuni carrelli con vasche extra e

Simple but effective machines Sigma grows and becomes an international leader always targeting simple and effective machines

Sigma has been manufacturing machines for bakery, pastry and pizzeria for 36 years, as a matter of facts its own “mission” is to create effective, useful tools in conformity with the hygienic and safety rules. This simple but rigorous structuring has allowed Sigma to become a manufacturer integrated in Italian realities of the field, present in all Italian and foreign specialised exhibitions. With a production of around 4000 machines per year, 70% of which sold in foreign markets (67 countries), Sigma is surely integrated among the best and most important Italian manufacturers of the sector. Traditionally Sigma manufacturers spiral mixers with fixed 24

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

and removable bowl but also a large range of machines for all the interested sectors: bakeries, pastries, pizzeria. Another core business is the planetary mixers, manufactured in two lines with mechanical and with electronic variator. Such solutions cover the whole requirements of pastries, laboratories, hotels. On completion other types of machines as sheeters, grinders, creamcookers, moulders, dividers and so on are produced. In the perspective of a common managerial rotation and with the introduction of different figures with cultural and professional educations of high level an “Industrial Division “has been created . Its Philosophy is always the same: manufacturing simple, effective, useful and safe machines and plants. Sigma has faced and analysed the semi-industrial system of production of bread dough using mixers with removable bowl, some trolleys with extra bowls and a lifter for taking the product to different heights. Therefore, the ASM “Mixing Automatic Systems” have been born. They are made of a spiral mixer with removable bowl in different capacities mounted on a


M A C H I N E R Y & D E V E L O PM E N T

un elevatore per portare il prodotto a diverse altezze. Quindi gli ASM “Mixing Automatic Systems” sono state creati. Sono composti di una mescolatrice a spirale a vasca removibile di diverse capacità montata su una piattaforma rinforzata e completamente in acciaio inox, capace di estrarre automaticamente la sua vasca alla fine del ciclo e metterla nei diversi elevatori a seconda delle altezze di svuotamento. Ogni azione viene gestita da un PLC che imposta i programmi e i tempi per automatizzare completamente il processo della produzione dell’impasto. L’Automatic Mixing System è particolarmente interessante per la produzione dell’impasto con lieviti naturali. Grazie al doppio rovesciatore, il sistema permette di fare i lieviti prima e dopo un corretto tempo di riposo, metterli nuovamente nella vasca della mescolatrice, dove l’impasto viene fatto con l’aggiunta di acqua e farina. Quando è pronto l’impasto può essere messo nuovamente nelle altre vasche per uso finale. È importante evidenziare che le mescolatrici a doppia spirale risolvono problemi di grandi quantità e possono mescolare 8 volte per ora per una produzione di circa 2500 Kg/h. Con l’obiettivo di arricchire l’offerta Sigma per il settore industriale e semi-industriale, una politica di acquisizioni e coinvolgimento e collaborazione sociali sono stati avviati. Questo è risultato nella proposta di cuocitori di creme,

reinforced platform completely in stainless steel, able to take out automatically its bowl at the end of the cycle and to place it in the different lifters according to the discharge heights. Every action is run by a PLC, that sets the programs, the times in order to automatize completely the process of dough production. The Automatic Mixing System is particularly interesting for the production of bread dough with naturals yeasts. Thanks to the double tipper, the system allows to make yeasts before and after a correct relaxing time, to put them again in the bowl of the mixers, where with more water and flour the dough is made; when ready the dough can be put again in the rest bowls for the final utilizations.

cuocitori planetari e vasche di grandi dimensioni. Seguendo la stessa logica sono state introdotte mescolatrici planetarie industriali con capacità fino a 400 litri, che possono produrre prodotti soffici sotto pressione, con vasche con insuflazione d’aria. La gamma Sigma Industrial Division si completa, per il momento, con la linea delle mescolatrici orizzontali comprende 4 modelli fino a 650 Kg di impasto per la produzione di biscotti, crackers e altri ancora.

The mixers with double spirals are to be pointed out because they solve the problems of big quantities, as a matter of fact they are able to mix around 8 times per hour what means productions of about 2500 kg/hour. With the goal to make Sigma offer towards the industrial and the semi-industrial sector richer, a policy of acquisitions and of social involvements and collaborations has been started, what allows to propose creamcookers, planetary cookers and tanks of big size. In the same logic, industrial planetary mixers up to 400 l have been introduced; they can make soft products under pressure or with air-pressurized bowls. The line of horizontal mixers in 4 models up to 650 kg of dough for the production of biscuits, crackers and so on, closes at the moment the offer of Sigma Industrial Division.

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

25


M A C H I N E R Y & D E V E L OPM E N T

Elevato grado di automatismo Linea Automatica di spianatura e formatura per Pizza e Piadina

La linea automatica proposta da ESMACH è costituita da una linea di macchine che, lavorando in sequenza, consentono di ottenere, senza alcun intervento manuale, basi di pasta di peso e diametro variabili, da utilizzare come semilavorato per la produzione di pizza, piadina, panzerotto, hamburger,... Proposto sul mercato per la prima volta circa 20 anni fa, l’impianto è stato continuamente perfezionato mirando, oltre alle prestazioni, funzionalità e produttività delle macchine, alla qualità del risultato finale. Si tratta dunque di una tecnologia ampiamente consolidata ed affinata che si è affermata presso artigiani e piccola industria in Italia e nei principali mercati esteri. L’impianto è composto dalle seguenti macchine: • Impastatrice autorovesciante ISE/FR, Mono-Twin o TNSE, oppure a carrello estraibile intercambiabile ISE N A con sollevatore-rovesciatore ESR/3M: Capacità di impasto da 130 a 300 Kg. • Spezzatrice volumetrica SP, con uscita frontale o laterale, in versione speciale adatta a produrre pezzature doppie di forma cilindrica. • Arrotondatrice conica AC con rulliera guida-pezzi e tappeto trasportatore.

• Caricatore a palette con sincronismo controllato da fotocellula. • L’alternativa odierna alla spezzatrice volumetrica SP, all’arrotondatrice conica AC e al caricatore a palette: è la nuova spezzatricearrotondatrice automatica (come nell’esempio illustrato). • Cella di prefermentazione a bilancelle con apparecchiatura di generazione umidità e temperatura. • Gruppo di spianatura-formatura a 4 stadi con doppio sfarinatore meccanico a dosaggio regolabile e possibilità di applicare il dispositivo “pungisfoglia” per il tipico panino per Hamburger. • Quadro comandi centralizzato in bassa tensione a 24 Volt. Risulta particolarmente apprezzata la tecnica di formatura a laminazione trasversale che, generando nella pasta una maglia glutinica incrociata, favorisce un eccellente sviluppo in fase di cottura. La linea automatica è progettata e articolata per garantire la massima flessibilità di impiego, in relazione alle diverse caratteristiche del prodotto (peso, diametro, tempo di riposo, umidità e temperatura, ecc.) ed alla disponibilità degli spazi del laboratorio da adibire all’installazione dell’impianto. La soluzione illustrata rappresenta solamente un’ipotesi tra le numerose possibili: infatti, la configurazione finale dell’impianto si presta a differenti soluzioni dimensionali, grazie alla varietà degli abbinamenti realizzabili ed alle molteplici possibilità di allestimento della cella di prefermentazione. L’elevato grado di automatismo e l’affidabilità dell’impianto, permettono di realizzare produzioni rilevanti con un modesto impiego di personale.

Highly automatic functioning Flattening and moulding Automatic Line for Pizza and Piadina

26

The automatic line production by ESMACH comprises several machines apt to work in line to produce dough bases varying in diameter and weight to be used to produce automatically high quality pizza bases, flat bread, panzerotti, hamburger buns, ... Originally developed around 20 years ago, the pizza line has been constantly improved over the years to obtain useful levels of flexibility and the wide variety in dough diameters and shapes obtainable. Esmach pizza line’s technology is therefore a well established reality among small and large scale customers both in Italy and abroad. The pizza line comprises the following machines: • ISE/FR or Mono-Twin or TNSE spiral mixer with self tipping device, otherwise ISE N A mixer with removable interchangeable bowl with ESR/3M bowl elevator tipper. Mixing capacity ranges from 130 to 300 Kg. • SP volumetric divider with side or front exit specially modified to produce double cylindrical piece output. • AC conical rounder with piece guide and powered exit conveyor belt. • Dough piece loader controlled by photoelectric cell. • The actual alternative to the SP volumetric divider, the AC conical rounder and the dough piece loader,

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

is our new automatic divider/rounder (as per illustrated example). • Intermediate prover with pocket gutters and humidity and temperature apparatus. • Group for 4-step dough sheeting with adjustableoutput double flour duster. A special dough punching device is available upon request to obtain the classic hamburger bun. • Low voltage 24 V control panel. A special pizza line feature is dough sheeting on both sides resulting in dough with crossed gluten strands, which ensure an excellent development during the baking period. The automatic line for pizza has been designed and developed to guarantee maximum production flexibility based on the desired production features (weight, diameter, rest time, humidity and temperature, etc.) and the space available in the location meant to receive the installation. The line shown here is only a possible solution. The final production line configuration may vary considerably in size thanks to the wide choose of machines combinations and the wide model selection for the intermediate prover. The line’s highly automatic functioning and reliability allow to obtain high production outputs with very limited personnel.


A B OU T

F A I R S

Oltre ogni aspettativa Exceeding any expectation

L’edizione 2010 di Europain & Intersuc è stata eccezionale e i numeri lo confermano: 5 giorni di salone, 80.000 metri quadrati di spazio espositivo, 650 espositori di cui 65% di visitatori francesi e 35% visitatori internazionali, 28 innovazioni, inclusi 11 Europain Awards e 11 Intersuc blue Ribbon Awards. È importante ricordare che Europain & Intersuc è la sola fiera che copre tutti i seguenti settori: panificazione industriale, panificazione tradizionale, pasticceria, gelato, industria dolciaria e produzione di cioccolato. Questn’anno essere presenti a Europain & Intersuc era di vitale importanza proprio per il potenziale offerto per la ripresa economica. Il desiderio forte di superare le difficoltà attuali è stato un fattore che ha incoraggiato gli espositori ad uscire allo scoperto e offrire qualità. Come risposta, gli ordini sono piovuti, qualche volta anche più copiosi del 2008. La quantità dei contatti è stata molto buona indipendentemente dal settore di appartenenza dei visitatori.

TEKNOSTAMAP

TECNOPOOL

2010 was a great edition of Europain & Intersuc and the show statistics speak volumes: 5 exhibition days, 80,000m² of exhibition space, 650 Exhibitors, 65% French visitors, 35% International visitors,28 Innovations, including 11 Europain Awards, 11 Intersuc Blue Ribbon Awards. It is worth remembering that Europain & Intersuc is the only trade show that covers the following 7 sectors: Industrial Bakery, Traditional Bakery, Patisserie, Ice Cream, Confectionery and Chocolate-making, Being present at Europain & Intersuc was crucial since there is genuine potential for economic recovery. A keen desire to weather the storm was also a factor that 28

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

Gli espositori hanno confermato la loro soddisfazione; ognuno di loro era giunto a Parigi con la speranza di ottenere un successo buono o molto buono, senza tuttavia aspettarsi un anno eccezionale, sempre a causa della situazione economica in corso. I risultati hanno però abbondantemente superato ogni aspettativa.

Un salone che traduce il successo francese del savoir-faire Grande interesse è stato dimostrato anche dai visitatori che hanno avuto delle opportunità uniche di unire l’utile con il dilettevole: stabilire nuovi contatti, incontrare i colleghi francesi e internazionali da tutto il mondo, scoprire nuove attrezzature, prodotti e materie prime che possono essere impiegati per un graduale rinnovo della gamma produttiva e quindi contribuire a mantenere alto l’interesse

BASSANINA

encouraged exhibitors to be out in force and offer quality in every domain. Order books filled, sometimes even more steadily than in 2008. The quality of contacts made was good, irrespective of the activity sector. Exhibitors confirmed their satisfaction: each came with the hope of achieving a good or very good level of success, without expecting an exceptional year, given the economic situation. The results far exceeded expectations. High interest from visitors as well. The show offers them a unique opportunity to combine practical with pleasure: “Establishing new contacts”, “Meeting colleagues from all over France and from all over the world”, “Discovering


A B OU T

STARMIX

FLAMIC

SIGMA

EUROPA

BREVETTI GASPARIN

F A I R S

ALIT

LOGIUDICE FORNI

A.B. TECH EXPO

dei clienti, conoscere qualcosa di nuovo grazie alle dimostrazioni che si sono tenute durante tutti i giorni espositivi e non solo nella famosa Rue des Ecoles, aperta a tutti coloro che lavorano per aggiornare i loro metodi di lavoro e forgiare le loro abilità. In poche parole, i visitatori professionisti dell’industria, sia francesi sia stranieri, si avvalgono di strategie passopasso per rinforzare il loro successo. Questi professionisti viaggiano spesso con il loro team al completo ed il loro obiettivo è investire in performance ottimali, avere un approfondimento sulle nuove pratiche di lavoro e sui nuovi prodotti, migliorare continuamente, rispettare vecchie tradizioni senza però chiudere la porta ai nuovi trend. Il salone ha ospitato un grandissimo numero di visitatori stranieri, provenienti da 126 Paesi, e in ordine di numero sono: 1, Spagna; 2, Belgio; 3, Italia.

A show that embodies the export success of French savoir-faire new equipment, as well as products and raw materials which can be used to gradually renew their range and maintain customer interest”, “Learning something new … since demonstrations are available throughout the show and not just in the famous Rue des Ecoles for all those who constantly strive to update their working methods and hone their skills”.

Europain & Intersic è il salone chiave per definire le tendenze nei settori dedicati allo zucchero, al cioccolato e alla farina: sono state presentate 28 Europain Innovations, comprese 11 innovazioni che hanno ricevuto l’Europain Awards for Innovation, e 11 Intersuc Blue Ribbons che hanno premiato le innovazioni del mondo della pasticceria e della cioccolateria. La grande maggioranza degli stand sfruttava le presentazioni come mezzo ideale anche per presentare i macchinari, e in molti casi venivano offerti anche assaggi dei prodotti preparati in loco come ulteriore prova di ciò che era appena stato detto. Chi meglio di artigiano panettiere può dimostrare il valore e le performance dei suoi prodotti o la qualità di un prodotto? In fiera nessuno si è risparmiato, tutti hanno lavorato duro per condividere il knowhow con i visitatori.

In summary, professional visitors from France and abroad use step-by-step strategies to underpin their success. They often travel with their full team, in order to: invest for optimal performance, gain an insight into new working practices and products, continually improve, respecting age-old traditions without neglecting current trends. The show played host to a high number of international visitors, representing 126 countries with the highest turnout from the following countries (in order): 1, Spain; 2, Belgium; 3, Italy. Europain & Intersuc is the key trade show for defining trends in our professions dedicated to sugar, chocolate and flour: 28 Europain Innovations were presented, including

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

29


A B OU T

F A I R S

SELMI

B&B IMPIANTI

INTECH

BAKE OFF

TARPAN

MARTELLATO TURRI MECNOSUD

HELPAN FORNI

SANCASSIANO

30

OFFICINE BANO

Europain offre molto più di una semplice opportunità di affollare i corridoi o fare ordini in fiera; i visitatori hanno potuto guardare i professionisti al lavoro, porre domande e testare i risultati ottenuti. L’edizione del 2010 può essere definita ergonomica perchè chiara, ben organizzata e strutturata per permettere agli operatori una facile navigazione tra un padiglione

all’altro. Un salone caratterizzato dall’estetica perchè Europain & Intersuc sa come attirare l’attenzione. Gli espositori, orgogliosi, hanno presentato i loro prodotti molto bene e il salone ne ha guadagnato in visual appeal. Il numero di diversi Paesi visitatori ha creato un’atmosfera diversa da quella del 2008, molto più interessante e incoraggiante.

11 which received Europain Awards for Innovation and 11 Intersuc Blue Ribbons which rewarded innovations in the domains of patisserie, confectionery and chocolate-making. The vast majority of stands use presentations to showcase their equipment, with most offering producttasting to back up their arguments. Who better than an artisan baker to demonstrate the value and performance of a piece of equipment or the quality of a product than the users themselves? No effort was spared by exhibitors, who worked hard to share their know-how with visitors. Europain offers far more than a simple opportunity to

scour the aisles and place orders, visitors can watch professionals at work, ask questions and test the results obtained there and then. Ergonomic, since the 2010 edition of the show was clear, well-organized and designed for ease of navigation from one hall to the next. A show characterized by Aesthetics: Europain & Intersuc is an attractive show. Exhibitors take pride in presenting their firms to optimal effect, which has a key impact on the show’s visual appeal. The number of different visitor countries also created a different atmosphere to 2008. It was very interesting. It shows how well French know-how can be exported and that’s encouraging.

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry


M A C H I N E R Y & D E V E L OPM E N T

prestazioni entusiasmanti Le macchine Pomati temperano il cioccolato in 15/20 minuti con ottimi risultati

Da 20 anni la missione di Pomati è di produrre macchine temperatrici per cioccolato di piccole e medie dimensioni e di facile utilizzo. “Per noi è motivo di grande soddisfazione - spiega Massimiliano Pomati - vedere i nostri clienti entusiasti per le prestazioni delle nostre temperatrici, sia per la qualità della tempera del cioccolato che per il rendimento della macchina anche per lunghi periodi di lavorazione”. Continua il grande successo dell’ultima arrivata in casa Pomati, la TCINQUE, la più piccola temperatrice professionale in continuo (capacità vasca Kg 5). Macchina molto richiesta nella pasticceria che vuole iniziare a lavorare il cioccolato così come nelle gelaterie e nei ristoranti che vogliono ampliare e migliorare la gamma dei prodotti da offrire alla loro clientela. “Con le nostre macchine ci vogliamo rivolgere inoltre anche a quei clienti che hanno una produzione avviata e semi-industriale – afferma Massimiliano Pomati – Infatti cerchiamo di offrire continuamente idee e progetti che possano aiutare e migliorare il loro lavoro. In questo senso si colloca l’uscita della nuova OSD-5 “ONE SHOT”,

macchina nata per produrre, a livello artigianale, praline ripiene, tonde, quadre, allungate e bi-colore, tavolette semplici e bicolori e, come dice il nome della macchina, in “un colpo solo”. La novità portata con questa macchina da Pomati sta nel fatto che è l’unica del suo genere per dimensione e prezzo, quindi accessibile sia per la piccola industria che per il laboratorio artigiano. Pomati ha recentemente consegnato i primi impianti composti di caricatore stampi automatico, preriscaldamento degli stessi, ONE SHOT, zona di vibrazione, tunnel di raffreddamento. “I nostri clienti - conclude Massimiliano Pomati - a volte ci chiedono la possibilità di ridurre i tempi con cui la macchina tempera il cioccolato. Prove tecniche di laboratorio (svolte non solo dalla nostra azienda ma anche da grandi maestri cioccolatieri) ci indicano che il cioccolato temperato troppo velocemente subisce uno choc termico che danneggia la formazione dei cristalli e produce una stratificazione degli stessi, quindi un risultato finale di qualità inferiore (lucentezza, spacco, durata nel tempo). Ed è per questo motivo che le nostre macchine temperano il cioccolato in 15/20 minuti con ottimi risultati”. Pomati Group Srl invita i clienti interessati a visitare il nuovo show room della sede di Codogno, nel quale potranno vedere e provare le macchine, testandone la qualità del funzionamento anche prima dell’acquisto.

Outstanding performances Pomati machines temper chocolate in 15/20 minutes for excellent results

32

For 20 years, Pomati has been committed to producing user friendly, small and medium sized chocolate tempering machines. Massimiliano Pomati explains “We are highly satisfied with our customers’ enthusiasm about our tempering machines’ performances in terms of both the quality of chocolate tempering and machine’s yield also in long working times.” TCINQUE, the smallest continuous tempering machine for professional use and latest Pomati machine, has been achieving remarkable market success. It is much in demand in both the confectionery sector that wants to process chocolate, and in icecream shops and restaurant that want to broaden and improve their range of products. Massimiliano Pomati says “With our machines we intend to address the customers who have a thriving and semi-industrial business; in fact, we offer a stream of ideas and designs that might help them to improve their work. To this regard, we propose the new OSD-5 “One Shot”

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

machine, studied to produce at artisan level filled, round, square, long and bi-colour pralines, simple and bi-colour chocolate bars in just one shot, as the machine’s name recites. The news introduced by this Pomati machine lays on the fact that it is unique in its kind as regards size and price, and therefore affordable by the small industry and artisan workshops. Pomati has recently supplied the first plants consisting of automatic mould loader, mould pre-heating unit, One-Shot, vibration zone, cooling tunnel. Massimiliano Pomati concludes saying “Sometimes, our customers need to reduce the machine tempering time. Workshop tests (carried out by our company as well as great chocolate masters) suggest that when chocolate is tempered too quickly it undergoes a kind of thermal shock that jeopardizes the creation of crystals while making them stratify for a definitely lower quality chocolate (less brightness, breaks, self-life). That is why our machines temper chocolate in 15/20 minutes for excellent results.” Pomati Group Srl invites all customers to visit the new showroom in Codogno, where they can see and try the company machines, thus checking their quality performance before the purchase.


S C I E N C E & T E C HNO L OG Y

Sementi certificate o non certificate?

Il Comitato tecnico permanente agricoltura della Conferenza Stato-Regioni esprime parere favorevole alla soppressione dell’obbligo di impiegare seme certificato. All’allarme di Assosementi si uniscono Ivano Vacondio (ex presidente Italmopa-Confindustria) e Giuseppe Amato, industriale della pasta. «Più difficile fare qualità, ma nessun pericolo per la sicurezza alimentare, assolutamente garantita», afferma Vacondio. Amato rilancia i Progetti integrati di filiera: «Accordo con Confagricoltura da due anni, lavorate oltre 15mila tonnellate di grano duro. L’obiettivo della qualità ispira da anni il lavoro del Mipaaf, speriamo resti l’obbligo di impiegare seme certificato». Questi temi saranno approfonditi a Siab con gli esperti del settore. Il grano duro, elemento principale per la pasta, ancora una volta fa discutere. È notizia di questi giorni, infatti, che il Comitato tecnico permanente agricoltura della Conferenza Stato-Regioni ha espresso parere favorevole alla soppressione dell’obbligo di impiegare seme certificato, per accedere ai contributi previsti dall’articolo 68 per il grano duro. Una decisione che attende ora una ratifica in sede di Conferenza Stato-Regioni, contro la quale si è già mobilitata Assosementi, l’Associazione nazionale delle aziende sementiere (fonte: www.agricolturaonweb.info). Siab ha intervistato alcuni fra i più importanti esponenti del “mondo pasta” per delineare meglio la situazione. Al grido d’allarme del numero uno dei produttori di sementi, Carlo Invernizzi, secondo il quale appunto «con una simile disposizione, che elimina l’obbligo di utilizzare seme certificato, si sarebbe sconfessata una politica di qualità portata avanti dal ministero delle Politiche agricole ormai da vent’anni e si condannerebbe a morte il miglioramento 34

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

genetico, incentivato grazie ai proventi derivati dalle vendite di seme certificato», si aggiungono esponenti dell’industria molitoria e dei produttori di pasta. Quasi completamente allineati alla posizione di Assosementi, seppur con qualche distinguo. Certamente coesi a ribadire una politica di qualità per tutta la filiera cerealicola e della pasta.

Industria molitoria e pastai contrari alle sementi non certificate Il presidente di Molini d’Italia, Ivano Vacondio (già presidente di Italmopa, l’associazione dei mugnai e dell’industria molitoria aderente a Confindustria), mette in luce appunto «il rischio di un abbassamento della qualità dei prodotti della prima trasformazione e, successivamente, della produzione di pasta, nel caso in cui gli imprenditori agricoli scegliessero di utilizzare semi non certificati». Su questo punto la preoccupazione di un appiattimento della qualità al ribasso è del tutto simile a quella espressa da Invernizzi di Assosementi. Le divergenze, semmai, riguardano un’altra questione, relativa alla sicurezza alimentare. Il numero uno degli industriali sementieri si è infatti espresso così in questi giorni: «L’Italia pensa di togliere un incentivo all’uso di seme certificato, che rappresenta il primo strumento alla base di ogni percorso di tracciabilità, indispensabile a garantire la sicurezza alimentare in una produzione tipica come quelle della pasta». Vacondio sulla sicurezza alimentare è in netto dissenso.


S C I E N C E & T E C HNO L OG Y

«Parlare di rischio di abbassamento della qualità è sacrosanto – dichiara il presidente di Molini d’Italia – affermare fra le righe che la sicurezza alimentare è a rischio, mi sembra francamente un po’ esagerato. I controlli sulle materie prime, sui processi di trasformazione e lavorazione, fino al prodotto finito sono assolutamente efficaci e stringenti, tali per cui la sicurezza alimentare è assolutamente garantita in ogni sua fase. I consumatori non devono temere alcunché». Un concetto ribadito con insistenza: «Siamo il Paese dove la sicurezza alimentare è garantita al 100 per cento e su questo punto non accettiamo una strumentalizzazione o la messa in discussione a fini di lobby». Parimenti, Vacondio si trova a dover sostenere la tendenza attuale della filiera, a partire dai cerealicoltori, di contenere o limare i costi. «Il ragionamento è molto semplice – spiega – e riguarda la qualità. Se c’è ed è riconosciuta, deve essere remunerata in maniera adeguata. Ogni anello della filiera deve trarne beneficio: chi coltiva, chi opera la prima trasformazione, che la seconda trasformazione». Inevitabile, dunque, che in un momento di crisi per il settore si cerchi di diminuire le spese. Anche a discapito talvolta della qualità. E così, forse, l’eliminazione dell’obbligo di utilizzare seme certificato non fa altro che accentuare una tendenza già in atto dallo «sboom» del prezzo delle materie prime. «Sicuramente è un errore, almeno secondo noi imprese della prima trasformazione – conclude Vacondio – ma il fenomeno lo stiamo purtroppo già in parte conoscendo». Il parere del Comitato tecnico agricoltura della Conferenza Stato-Regioni coglie di sorpresa anche Giuseppe Amato,

direttore generale del pastificio «Antonio Amato e C.». «Se questa è la posizione di Assosementi, a fronte di una simile ipotesi – sostiene Giuseppe Amato – ne hanno ben donde. Si tratta di un’ipotesi che, se venisse confermata, vanificherebbe un percorso di attenzione verso la qualità e la valorizzazione della filiera del grano duro, che ha preso avvio coi ministri De Castro e Zaia, ancora oggi perseguita». Schierato in difesa dell’eccellenza del frumento duro per la realizzazione di uno dei piatti simbolo del Made in Italy, Amato punta ad evidenziare che la valorizzazione del prodotto si può comunque perseguire. La «Antonio Amato e C.», infatti, già dal 2007/2008 ha siglato un Progetto integrato di filiera con alcuni imprenditori legati a Confagricoltura. «Contratti di filiera soddisfacenti per tutti i partecipanti – precisa – e che hanno portato al conferimento ai nostri impianti di oltre 15mila tonnellate in due anni, con grano duro di qualità coltivato in Umbria, Puglia e Calabria». Semaforo rosso, dunque, anche per Amato all’ipotesi di approvazione di una «de-regulation» che non impone di impiegare seme certificato. Quello che preoccupa forse maggiormente l’imprenditore campano della pasta è la situazione di crisi che stanno vivendo molte aziende agricole. «Restando nel settore dei cereali e del frumento duro – chiosa – con una redditività così mortificata come ora rischiamo due effetti negativi a breve termine. Cioè una minore produzione per il rallentamento che c’è stato sulle semine, ma anche una minore resa per ettaro, visto che il rischio concreto è che gli imprenditori agricoli cerchino di contenere i costi di produzione attraverso trattamenti ed operazioni al risparmio».

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

35


S C I E N C E & T E C HNO L OG Y

Certified or uncertified seeds? The permanent agriculture technical committee of the StateRegions Conference has voted in favour of eliminating the obligation to use certified seeds. Alarm by Assosementi is echoed by Ivano Vacondio (former President of ItalmopaConfindustria) and Giuseppe Amato, a leading exponent of the pasta industry. “Quality will become more difficult but there is no risk as regards food safety, which is absolutely guaranteed,” said Vacondio. Amato re-launches integrated projects in the value chain: “An agreement with Confagricoltura going back two years has seen more than 15 thousand tonnes of durum wheat processed. The objective of quality has inspired the work of Mipaaf for many years and we hope that the obligation to used certified seeds will remain.” These themes will be analysed at Siab with sector experts.

Uncertified seeds in the offing opposition by flour mills and pasta-makers Durum wheat, the main ingredient in dough, is once again at the heart of debate. The most recent news, in short, is that the permanent agriculture technical committee of the State-Regions Conference has voted in favour of eliminating the obligation to use certified seeds to gain access to the contributions envisaged by Article 68 for durum wheat. The decision now awaits ratification by the StateRegions Conference, against which Assosementi, the National Association of seed companies (source: www.agricolturaonweb.info), has already mobilised. Siab interviewed some of the most important exponents in the “pasta world” to outline the situation more clearly. The cry of alarm by the number one of seed producers, Carlo Invernizzi, who said that “such a disposition, that eliminates the obligation to use certified seeds, goes completely against the quality approach carried forwards by the Ministry for Agricultural Policies by now for twenty years and would be the death penalty for genetic improvement, which has seen incentives thanks to income derived from sales of certified seeds,” was supported by exponents of the flour mill industry and pasta producers. They are almost completely aligned with the position of Assosementi, despite a few distinctions. They certainly emphasise a quality policy for the entire cereal and pasta value chain. The President of the “Molini d’Italia” flour millers association, Ivano Vacondio (formerly president of Italmopa, the association of millers belonging to Confindustria), precisely highlights “the risk of lower quality for first processing products, and subsequently of pasta production, if agricultural entrepreneurs opt for non-certified seeds”. Concern in this regard over a downturn in quality is entirely in line with that expressed by Invernizzi of Assosementi. The differences, as such, concern another question - food safety. The number one of the seed industry in short recently commented: “Italy is thinking of removing an incentive for the use of certified seeds, that is actually the first tool at the basis of every traceability chain and essential to ensure 36

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

food safety in typical production such as pasta.” Vacondio completely disagrees over food safety. “Speaking of lower quality is one thing,” said the President of ‘Molini d’Italia’, “but claiming that food safety is at risk, to me, quite frankly, seems somewhat exaggerated. Controls of raw materials and all processes through to the finished product are absolutely effective and stringent, so that food safety is absolutely assured in every stage. Consumers have nothing to worry about.” A concept repeated with some emphasis: “Food safety in Italy is 100% assured and we cannot accept exploitation or doubts about this for lobbying purposes.” In the same way, Vacondio is faced by the current trend in the value chain, starting with cereal farmers, to contain or reduce costs. “The reasoning is very simple,” he explained, “and concerns quality. If quality exists and is acknowledged, it should be rewarded appropriately. Every link in the value chain must glean benefits: growers, first processing and second processing.” It is inevitable, in times of crisis for the sector, that efforts are made to reduce overheads. Even, at times, to the detriment of quality. And so, perhaps, the elimination of the obligation to use certified seeds merely accentuates a trend already underway with the “drop” in prices of raw materials. “This is undoubtedly a mistake, at least for first processing companies,” Vacondio summed up, “but we are unfortunately already witnessing the phenomenon.” The opinion of the permanent agriculture technical committee of the State-Regions Conference also surprised Giuseppe Amato, Director General of “Antonio Amato & C.” pasta producer. “If this is the position of Assosementi, faced by such an hypothesis,” said Giuseppe Amato, “they have every reason for it. This hypothesis, if confirmed, would undermine an approach and attention to quality and valorisation of the durum wheat value chain launched by Ministers De Castro and Zaia, that is still pursued today.” Taking a position in defence of the excellence of durum wheat for the production of one of the symbolic Made in Italy foods, Amato highlights that product valorisation can in any case still be pursued. “Antonio Amato & C.”, in short, as early as 2007/2008 signed an integrated value chain project with a number of entrepreneurs belonging to Confagricoltura. “Value chain contracts that are rewarding for all parties,” he pointed out, “which in turn over these two years saw deliveries to our plant of more than 15 thousand tonnes of quality durum wheat grown in Umbria, Puglia and Calabria.” A red light, then, even for Amato as regards the hypothesis of approval of “de-regulation” no longer requiring the use of certified seeds. What most concerns the Campaniabased pasta producer is the crisis situation affecting many agricultural companies. “Staying in the cereals and durum wheat sector,” he added, “the kind of hard-hit profitability we are now seeing risks causing to two negative short-term effects. That is lower production following the downturn in sowing and also a lower yield per hectare, since the effective risk is that agricultural entrepreneurs will seek to contain production costs through savings on treatments and operations.”


M A C H I N E R Y & D E V E L OPM E N T

La sicurezza dell’acqua Acqua fredda e incontaminata per impasti di qualità

1. Interno Gelidus ACF The inside of ACF Gelidus 2. Interno di un refrigeratore tradizionale The inside of a traditional refrigerator 3. Refrigeratore Gelidus Gelidus Refrigerator

Nata nel 2002 ACF Industrial Refrigeration progetta e produce un’ampia gamma di impianti per la refrigerazione professionale ed industriale destinati agli operatori del settore alimentare. Grazie al pool di tecnici specializzati che operano al suo interno, l’azienda bolognese vanta un importante knowhow frutto della pluriennale esperienza nel settore della refrigerazione, offrendo alla clientela un servizio altamente qualificato e traducendo ogni specifica richiesta in efficace soluzione. La produzione comprende, oltre ai refrigeratori d’acqua istantanei, impianti di lievitazione automatica programmata, celle per la maturazione della biga, abbattitori/surgelatori, conservatori positivi e negativi, multifunzione e centraline di dosaggio e miscelazione dell’acqua. Una Serie Completa La serie GELIDUS è composta da refrigeratori d’acqua istantanei caratterizzati da molteplici soluzioni innovative che li rendono vantaggiosi per l’economicità di servizio e all’avanguardia per il loro esclusivo concetto di funzionamento. Garantiscono produzioni variabili da 60 litri/ora per l’impianto entry-level fino ad un massimo di 1000 litri/ora per l’impianto con performance

più elevate. ACF inoltre è in grado di sviluppare refrigeratori “ad hoc” per applicazioni speciali ed in base alle specifiche esigenze dei clienti. Funzionamento Sicuro ed Esclusivo Unici nel loro genere, i refrigeratori della serie GELIDUS utilizzano l’esclusivo sistema di raffreddamento ad azione indiretta che prevede la totale separazione dell’impianto frigorifero rispetto al circuito dell’acqua. A differenza dei refrigeratori di tipo tradizionale dove il raffreddamento avviene per azione diretta immergendo l’impianto frigorifero direttamente nell’acqua destinata agli impasti, nei refrigeratori ACF l’acqua utilizzata per i processi produttivi è contenuta in un circuito ermetico realizzato interamente in acciaio inox alimentare. Grazie a questo innovativo sistema di funzionamento vengono azzerati i rischi di contaminazione dell’acqua destinata agli impasti e quindi anche nel caso si verifichino rotture del circuito frigorifero il freon e l’olio lubrificante fuoriusciti non potrebbero in alcun modo inquinare l’acqua e conseguentemente l’impasto. Igiene garantita Altra importantissima caratteristica dei refrigeratori ACF serie GELIDUS è il totale rispetto delle normative igieniche in quanto, grazie allo scambiatore ermetico in cui è contenuta, l’acqua non viene mai a contatto con l’aria esterna eliminando definitivamente il problema della proliferazione batterica. Al contrario, nei refrigeratori di tipo tradizionale, essendo l’acqua destinata agli impasti contenuta in

Safety from water Cold and unpolluted water for quality dough Established in 2002, ACF Industrial Refrigeration designs and produces a broad range of plants for professional and industrial refrigeration meant for all the people working in the food sector. Thanks to a team of highly skilled technicians, this Bologna company can certainly boast remarkable know-how deriving from its extensive experience in the refrigeration sector, which has enabled it to offer customers a highly qualified service and sound solutions to any specific requirement they might have. In addition to instantaneous water refrigerators, the company’s production also consists of automatic programmed leavening plants, rooms for yeast ripening, chill blasters/deep-freezers, positive and negative preservers, multi-purpose units, dosing control units and water mixing control units.

38

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

Complete series Gelidus Series is composed of instantaneous water refrigerators featuring a broad range of innovative solutions which make them both especially advantageous for the overall running costs and advanced due to their exclusive working concept. They guarantee production ranging from 60 litre/hour for an entry-level plant, and right to 1000 litre/ hour max. for a plant for higher performance. In addition to this, ACF can also develop customized refrigerators for special applications and customers’ specific requirements. Safe and exclusive working Unique of their kind, the Gelidus refrigerators apply the exclusive indirect cooling system for the entire separation of the cooling plant from the water cycle. Unlike traditional refrigerators where cooling is by direct immersion of the cooling system into the water used for the dough, the water used for production processing in the ACF refrigerators flows inside a watertight circuit entirely made in stainless steel suitable for food processes. Thanks to this innovative system, not only is any risk of contamination of the water used in dough making lowered to zero, but in case of leakage in the cooling circuit, Freon and lubricants would also pollute neither the water nor the dough.


M A C H I N E R Y & D E V E L O PM E N T

vasche non ermetiche, se non si effettuano periodiche operazioni di sanificazione, che implicano però inevitabilmente scomodi lavori di pulizia e l’antieconomico “fermo macchina”, l’insorgenza di fenomeni di proliferazione batterica è altamente probabile. Istantanei ed economici Il raffreddamento dell’acqua destinata agli impasti nei refrigeratori ACF avviene mediante un accumulo solido di “ghiaccio fondente”. Questo, oltre a garantire la produzione istantanea di acqua gelida a +3°C, permette un’importante economicità di servizio in quanto il ghiaccio viene prodotto in tempi flessibili evitando grandi stress al compressore che risulterà avere una maggiore longevità. Inoltre i refrigeratori della serie Gelidus sfruttando la pressione della rete idrica, non necessitano dell’onerosa installazione della pompa di prelievo e di tutti i costi di manutenzione ad essa connessi. Sistemi Integrati I refrigeratori serie Gelidus possono essere dotati degli esclusivi sistemi integrati serie Aqva, impianti appositamente studiati da ACF per il dosaggio e la miscelazione automatica dell’acqua. La seria Aqva è composta da due differenti tipi di impianti, l’Aqva Simplex e l’Aqva Plus. L’Aqva Simplex è un sistema integrato che permette di effettuare prelievi impostando in maniera estremamente semplice la quantità di acqua desiderata tramite tastiera digitale.

Guaranteed hygiene Further important feature of the ACF Gelidus refrigerators worth of special mention is the full respect of the hygiene norms guaranteed by the watertight exchanger that contains the water, which therefore never comes into contact with outside air, thus eliminating any proliferation of bacteria. Differently, traditional refrigerators often experience bacteria proliferation due to the fact that the water for dough making is contained in non-watertight tanks which on the other hand require uncomfortable cleaning operations and expensive downtimes. Instantaneous and inexpensive The accumulation of melt ice cools the water destined to the dough in the ACF refrigerators, which in addition to guaranteeing instantaneous icy water production at +3C° enables also inexpensive running costs deriving from flexible times, no stress to the compressor for overall longer life. Moreover, Gelidus refrigerators do not require any expensive installation of a sample collection pump and all maintenance costs deriving from it.

Il sistema integrato Aqva Plus, utilizzando l’innovativa e brevettata tecnologia di miscelazione automatica a controllo pulsato, consente all’operatore di prelevare la quantità di acqua desiderata ad una precisa e specifica temperatura precedentemente impostata. Il “set point” della temperatura richiesta, sfruttando appunto la tecnologia a controllo pulsato viene raggiunto in tempi estremamente brevi evitando importanti ed onerosi sprechi di acqua. L’Aqva Plus è dotato inoltre di speciali ammortizzatori idrostatici per attutire i dannosi “colpi d’ariete” e lo scambio idrico “estate-inverno” è incorporato nel sistema e la commutazione avviene automaticamente premendo l’apposito tasto. Per maggiori informazioni, visitare il sito www.acfsrl.com

Integrated systems Gelidus refrigerators can be equipped with the exclusive integrated systems Series Aqva, especially studied for water dosing and automatic mixing. The Series Aqva is composed of two different plants: Aqva Simplex and Aqva Plus. Aqva Simplex is an integrated system to take samples by setting the quantity of water desired on a digital board. The integrated system Aqva Plus, applying the innovative and patented pulse control automatic mixing technology, enables the operator to take a sample of the water desired at a specific temperature previously set. Applying the pulse control technology the “set point” of the required temperature can be reached in very short time thus avoiding remarkable and expensive water waste. Aqva Plus is also equipped with special hydrostatic dampers as to soften bangs, while “SummerWinter” water exchange is housed in the system and commutation is automatic by means of a special key. For more information, please visit www.acfsrl.com

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

39


MILANO

23 - 27

OTTOBRE 2010

Facciamo lievitare il vostro business In contemporanea:

pizza Salone Internazionale delle Tecnologie e Prodotti per Panificazione, Pasticceria e Dolciario

Tecnologie e Prodotti per Pizza e Pasta Fresca

www.abtechexpo.com Innovazione tecnologica, materie prime d’eccellenza, abilità e creatività: questi gli ingredienti base di A.B. Tech Expo e A.B. Tech Pizza Expo 2010. A Milano, capitale europea del business, nel centro fieristico più grande d’Europa, cogliete l’occasione unica per incontrare operatori di tutto il mondo, presentare i vantaggi che i vostri impianti, macchine e forni di ultima generazione possono offrire e far toccare con mano il valore aggiunto di materie prime e semi-lavorati di alta qualità.

NON PERDETE L’OPPORTUNITÀ! A.B. Tech Expo e A.B. Tech Pizza Expo: la ricetta giusta per far lievitare il vostro business! Phasezero

Eventi promossi da

Con il patrocinio e la collaborazione di

Eventi organizzati da

Segreteria operativa

F & M Fiere & Mostre S.r.l. Via M. Donati, 6 20146 Milano

A.B. Tech Expo Tel +39 02 49976246 Fax +39 02 49976251 promo.abtech@fieremostre.it


M A C H I N E R Y & D E V E L OPM E N T

Cammino progettuale Le sfogliatrici Flamic oggi nel mercato simboleggiano la costanza, la serietà e la professionalità dell’azienda

Immagini /Picture 1. Fast700 2. SF600 3. SF450 B

FLAMIC si propone come azienda giovane e dinamica, specializzata nella produzione di sfogliatrici per panificio e per pasticcerie con larghezza tappeti da 450mm manuale (mod. SF450B), da 500 mm manuale (mod. SF500 e mod. SF500B), da 600 mm manuale (mod. SF600) e da 700 mm automatica (mod. FAST700). La specializzazione unitamente alla alta flessibilità aziendale, alla dinamicità progettuale ed alla selezione dei fornitori rappresentano i punti di forza della FLAMIC. I costi generali aziendali limitati al massimo favoriscono un rapporto prezzo/qualità imbattibile. La sfogliatrice con larghezza dei tappeti 450mm (SF450B)è disponibile nella versione da banco e con lunghezza tappeti 500mm. Le sfogliatrici con larghezza dei tappeti 500mm sono disponibili nelle 2 versioni SF500 (versione con basa-

mento) e SF500B (versione da banco) con diverse lunghezze dei tappeti: 850mm, 1.000mm o 1.200mm. L’inversione del senso dei tappeti avviene tramite joystick nella SF500B e tramite joystick e pedale nella SF500. La sfogliatrice con larghezza dei tappeti 600mm è disponibile solo nella versione con basamento (SF600) e sempre con lunghezze tappeti variabili: 850, 1.000, 1.200, 1.400mm. La versione SF600 è dotata di piani estraibili. L’inversione del senso dei tappeti avviene tramite leva e pedale. Le sfogliatrice automatica con larghezza tappeti 700mm (FAST700) è disponibile con lunghezza tappeti 1.500 e 2.000mm in acciaio inox o verniciata. Tutte le operazioni sono comandate da un PLC con 50 programmi. La programmazione avviene tramite touch screen a colori. La salita e discesa dei cilindri, la velocità dei tappeti, l’inversione del senso di laminazione, lo sfarinatore e l’avvoglitore lavorano in automatico limitando l’impiego dell’operatore alle fasi di carico dell’impasto e di scarico del prodotto finito.

Design course Flamic sheeters on the market today convey the company’s commitment, earnestness and professionalism FLAMIC proposes itself as a young, dynamic company specializing in the production of sheeters for bakers’ and confectioners’, with belt width ranges from 450 mm manual (mod. SF450B) and 500 mm manual (mod. SF500 and mod. SF500B), 600mm manual (mod. SF 600) to 700mm automatic (for mod. FAST700). Specialisation combined with company flexibility, dynamic design and selected suppliers are Flamic’s points of strength. The overall costs are cut down for an unbeatable ration price/cost. The sheeter with 450mm’s belt (SF450B) is available in the bench version with belt length of 500mm. 42

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

The sheeters with 500-mm belt length are available in two versions: SF500 (with basement) and SF500B (bench version) offering two different belt lengths: 850mm, 1000mm and 1200mm. The reversal rolling belts in the SF500B are by joystick while in the SF500 are by joystick or pedal. The sheeter with belt width of 600mm is available only in the version with basement (SF600) but with belt length variable: 850, 1000, 1200 and 1400mm. The SF600 version is also equipped with extractible layers. Reversal rolling is possible by means of a joystick or pedal. The automatic sheeter FAST700 with belt width of 700mm is available also with belt length of 1500 and 2000mm, stainless steel or varnished. All operations are PLC-controlled and programming is by a 50 touch-screen programme setting. The cylinder running up and down, belt speed and lamination reverse, flour duster and dough spooling unit work automatically so limiting any operator’s intervention during the load of the dough and the discharge of finished products.


FAST700

SF600

SF500

BAKERY AND PASTRY EQUIPMENT

Flamic srl Via dell’artigianato 5 36035 Marano Vic. (VI) - Italy Tel. +39 0445 575182 Fax +39 0445 501743 info@flamic.it

www.flamic.it

SF500B


A B OU T

F A I R S

L’industria dominante L’Italia è il Paese partner di Modern Bakery 2010, fiera internazionale dedicata alla panificazione e alla pasticceria in Russia e negli stati CSI. Le aziende italiane beneficeranno di speciali condizioni all’interno della cornice italiana in fiera. Importanti nomi hanno già confermato la loro partecipazione. L’industria che gioca un ruolo dominante nella produzione di pane in Russia Diversamente da altri Paesi dell’Europa orientale e centrale, l’industria ha un ruolo dominante nella panificazione in Russia. Questo si è tradotto un vantaggio per i produttori internazionali di attrezzature e per i fornitori di materie prime. Il 90% di tutti i prodotti da forno in Russia sono prodotti su larga scala da grandi aziende russe. Tuttavia, va detto che i metodi di produzione russi non sono ancora ai livelli degli standard dell’Europa occidentale. I fornitori di pane esistenti devono modificare ed ottimizzare le loro produzioni e quindi nuovi centri di produzione devono essere pianificati e creati. Esperti internazionali offrono molta esperienza in merito per questo tipo di espansione e il più importante obiettivo da perseguire nella ricerca della modernizzazione è sicuramente la produzione efficiente a costi contenuti. Al fine di migliorare e ottimizzare i processi di produzione i produttori russi devono investire in impianti e macchine nuovi e moderni. L’industria russa dei prodotti da forno è oggi ad un bivio. Il crescente standard di vita in Russia e la sua propensione per uno stile di vita orientato all’Europa centrale e orientale sta cambiando le richieste del consumatore russo. La crescente domanda per i prodotti da forno europei richiede un processo di modernizzazione e di automazione in Russia che comporta nuove tecnologie, macchine, impianti, materie prime e prodotti non finiti speciali. Questi sono tra le priorità dell’industria delle panificazione in Russia.

44

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

Ne risulta che la buona reputazione dei produttori italiani sul mercato russo crea delle opportunità eccellenti di business. In questo contesto si inserisce Modern Bakery Moscow, che si terrà a Mosca dal 12 al 15 ottobre e che farà da piattaforma per le attività di investimento proprio in questo settore. Le classiche fabbriche russe di produzione pane non solo le sole che attualmente stanno investendo in nuovi macchinari; infatti, supermercati e ristorazione creano un nuovo canale di vendita che mette in evidenza la vasta partecipazione al salone.

L’industria della panificazione in Russia ha un ruolo dominante e Modern Bakery Moscow offre delle opportunità per esseRne parte

51 percento delle aziende che erano già presenti a ModernBakery Moscow 2009 erano straniere e ne deriva che questo salone internazionale veste il ruolo di grande opportunità per poter avere delle introspettive sul mercato dei prodotti da forno in Russia. Per ogni ulteriore informazione, visitare il sito www.modernbakery-moscow.com


Bassanina will be present at:


A B OU T

F A I R S

The DOMINANT INDUSTRY Italy is the 2010 partner country for Modern Bakery Moscow, the leading trade fair for bakery and confectionery in Russia and the CIS states. Italian companies benefit from special conditions within the framework of the Italian pavilion. Important Italian companies have already confirmed that they will attend. Industry that plays a dominant role in the Russian bread production In contrast to many western and central European countries, industry is the dominant bread baker in Russia. This has worked out to quite some advantage for International equipment producers and providers of raw materials. 90 % of all Russian made baked goods are mass produced by large Russian companies. Of course, as of today the Russian production methods have not yet reached Western standards. Existing bread providers must modify and optimise their productions, and new production facilities need to be planned and created. International experts provide a great deal of expertise in this expansion. The foremost modernisation goal is a more cost-effective production. In order to improve and optimise the production processes, the Russian producers have to invest in new and modern plants and machines. The Russian baked goods industry is at a turning point. The growing living standard in Russia and the orientation toward Central and Western European life styles have changed the Russian consumer demands. The growing demand for Western European baked goods requires modernization and automation in Russia: new technology, machines, and plants, as well as special raw materials and unfinished goods, are high on the wish list of the Russian baked goods industry.

46

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

As a result, the good reputation of Italian manufacturers on the Russian market creates ideal business opportunities. The Modern Bakery Moscow is therefore not only the leading International bakery trade fair but also a platform for investment activities in the Russian baked goods industry. The classical Russian bakery factories are not the only ones investing currently in new machinery. At present, supermarkets and the catering industry form a new sales channel for crispy bakery products and crisping machines.

The bakery industry in Russia has a dominant role and Modern Bakery Moscow offers the chance to be part of it The enormous significance of the Russian market underscores the large participation of international exhibitors at Modern Bakery Moscow. 51 percent of the companies that were present at Modern Bakery Moscow 2009 came from abroad. Therefore the Modern Bakery Moscow is the best opportunity to gain insights in the Russian baked goods market. The official trade fair website www.modernbakery-moscow.com will provide further and useful information on the event.


www.imagination.it

Semplicità, Affidabilità, Qualità

Simplicity, Reliability and Quality

Italpan sas - 36010 Zanè (VI) - Via Pasubio, 170 - Tel. 0445 314.236 - Fax 0445 314.237 - info@italpan.com

www.italpan.com


M A C H I N E R Y & D E V E L OPM E N T

Il Consorzio SIPAN sta diventando grande Essere presenti a livello tecnico e politico là dove conta, non in ordine sparso, ma come comparto globale L’idea fondante è “insieme per contare e vincere nel mondo”. In effetti il mercato globale ed i cambiamenti di questi ultimi lustri stanno rivoluzionando il settore e le gerarchie tradizionali. La leadership tedesco - italiana era, nel campo dell’arte bianca, una realtà consolidata ed accettata in tutto il mondo. Ora non più! Altre realtà si sono nel frattempo affermate e la posizione italiana non è più così forte ed unanimemente accettata come simbolo di innovazione e qualità. Questo è l’obiettivo del Sipan: creare le premesse per un comparto forte, unito, che riporti ai clienti di tutto il mondo la convinzione che prodotto italiano significa qualità e sicurezza. Il primo passo è l’essere presenti a livello tecnico e politico là dove conta, non in ordine sparso, ma come comparto globale. La collaborazione iniziata con Anima nel campo delle “nuove normative macchine” ne è un segno, solo l’inizio di un lungo percorso. La partecipazione a fiere estere, a partire da IBA 2009, raggruppati sotto un unico simbolo (Consorzio SIPAN appunto), ma in totale autonomia operativa, è stato un altro segnale forte in favore del made in Italy. Esperienza positiva!

AB Tech Expo è per eccellenza lo strumento più efficace ed immediato per raggruppare tecnica, conoscenze e innovazione proprie delle aziende italiane e dimostrarle al mondo. I mercati si stanno evolvendo in modo sempre più rapido ed anche le manifestazioni fieristiche stanno cambiando. L’essere promotori e proprietari dell’evento fieristico dà la possibilità di adattarlo alle proprie necessità e a quelle dei clienti. Chi non sente la necessità di ridurre le spese fieristiche, ormai solo o sempre più di rappresentanza, ma al contempo di accelerare l’introduzione dei nuovi prodotti nei vari segmenti cui sono destinati? Non è una questione di piccolo o grande (tra l’altro il grande non esiste nelle aziende italiane), è una questione di nuove forme e nuovi metodi di promozione ormai indispensabili. Questo tema sarà al centro delle iniziative SIPAN nei prossimi anni. Il consorzio conta oggi 75 associati attivi, cioè la stragrande maggioranza delle aziende del comparto; il Consorzio sta lavorando perché anche le ultime si uniscano e poi dare impulso ad un marchio da portare in tutto il mondo a garanzia dei loro prodotti. Questa è la meta finale del consorzio per realizzare l’idea che lo ha fatto nascere.

Consorzio SIPAN is growing Offering technical and political advice where necessary, as a united sector, is the first step to make “Standing out together and succeed in the world” is the fundamental idea. Global market and the changes of the past decades have in fact revolutionized the sector and its traditional hierarchy. In the so-called “white art” sector (for bread, pastry, pasta and pizza), the German-Italian leadership was well-established and recognized all over the world. But now something has changed! Other realities have emerged and Italian leadership is no longer as strong as it used to be, but it remains broadly acknowledged as symbol of innovation and quality. This is SIPAN’s target: to create the background for a strong and united sector as to remind worldwide customers that Italian products mean quality and safety. Offering technical and political advice where necessary, as a united sector, is the first step to make. The cooperation with Anima as regards the “machinery new norms” field is evidence of it and marks the beginning of a long course. The participation in foreign exhibitions, in IBA 2009 for 48

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

instance, where the member companies grouped under one single brand (namely Consorzio SIPAN) but worked independently, was a strong signal that further enhanced the Italian made products. A definitely positive experience! AB Tech Expo is par excellence the most effective and immediate tool where to learn the Italian technique, know-how and innovation and show them to the world. Markets have been growing faster and faster and so have exhibitions. Being both promoters and owners of the event gives the chance to adjust it to their needs and their customers’ requirements. Who does not want to cut down on the expenses as exhibitors, and speed up the introduction of new products in target sectors? Regardless of the size of the company (even if big-sided companies do not exist in Italy), it is just a matter of new shapes and new promotional methods, of paramount importance. Consorzio SIPAN accounts for 75 members, which are the overwhelming majority of all the companies of the sector; yet, now Consorzio SIPAN is targeting the few non-member companies as to persuade them to join and give new boost to a brand to be exported worldwide to represent the quality of their products. This is the Consortium’s final target in order to concretize the idea that created it.


anutenzione programmata sistenza 24h – 365 gg/anno

Dough-how & more …

Salone Internazionale delle Tecnologie e Prodotti per Panificazione, Pasticceria e Dolciario

… successo.

NOI ESPORREMO QUI

Milano 23-27 Ottobre 2010

RONDO è sinonimo di perfezione nella lavorazione della pasta. L’ennesima conferma arriva da due importanti riconoscimenti ricevuti durante l’ultima fiera IBA, per l’innovativa linea croissant CURL & MORE. La nostra continua ricerca tecnologica è la garanzia del vostro successo. www.rondo-online.com Manutenzione programmata, assistenza 24h – 365 gg/anno

RONDO S.r.l., Via Lago di Albano, 86, Schio (Vi), telefono 0445/576635, fax 0445/575317, info @ it.rondo-online.com


www.newdayurl.it Linea Automatica per Taralli con Integliamento Automatico per teglie 400*600 mm Automatic Taralli* maker with automatic positioning onto trays 400*600 mm ((*)Italian small ring-shaped salted biscuit)

Tarallatrice Automatica con Integliamento Automatico per teglie 600*800 mm Automatic Taralli* maker with automatic positioning onto trays 600*800 mm ((*)Italian small ring-shaped salted biscuit)

New Day Unipersonale a r.l. Via Conisselle 50/52 88818 Pallagorio (kr) - Italy tel. +39 0962.761560 fax +39 0962.761561 web site: www.newdayurl.it email: info@newdayurl.it


AM-Alu Mixer non costruisce solo Tecnologia ma offre Soluzioni Complete e Personalizzate

SURGELAZIONE SU SPIRALE

RIDURRE AL MINIMO LA FILIERA PRODUTTIVA OTTIMALE RAPPORTO QUALITÀ - PREZZO

GLASSATRICI PER PESCE

MACCHINA LAVANASTRI MOBILE

SPIRALE CON RETE PLASTICA

FORNO +400° C - +700° C

COTTURA SPIANATA

L’azienda AM - AluMixer opera nell’ambito della tecnologia della lavorazione degli alimenti, facendo parte di un gruppo di tre tipologie di aziende: commercializzazione all’ingrosso di materie prime, lavorazione conto terzi, costruzione impianti. Tra i prodotti di punta, tutti realizzati nel pieno rispetto delle normative vigenti, si evidenziano i nastri trasportatori su spirali a tamburo da - 40°C a +120°C, velocità da 0,5 a 40 mt' e larghezza da 200 mm fino a 1,5 mt. che funzionano sempre senza olio (ne esistono nel mondo più di 10.000 esemplari), i nastri rettilinei e curvi, le celle di lievitazione a bilancelle, a piani o a carrelli, gli infornatori e sfornatori, i combiner e divider, forni elettrici a tunnel +400°C & +700°C, nastri di movimentazione teglie, elevatori e discensori, oltre a tutta una gamma di macchine ed accessori che vengono realizzati a seconda delle necessità.

www.alumixer.it

AM - Alu Mixer S.r.l.

Via Europa 33 35010 San Giorgio delle Pertiche [PD] Tel +39 049 920 2237 / Fax +39 049 920 2153 info@alumixer.it


IL PIÙ IMPORTANTE SALONE DELLA PANIFICAZIONE DELL’ANNO. Il Salone Internazionale dell’Industria della Panificazione (IBIE) è la fiera più grande e completa dell’anno, capace di attirare aziende di livello internazionale da tutto il pianeta e da tutta l’industria cerealicola. Conosciuta internazionalmente come Baking ExpoSM, IBIE offre una gamma completa di attrezzature, forniture e soluzioni di ingredienti. Venite qui per comunicare con potenziali business partners, aumentare la quota di mercato mondiale e stare al passo con le tendenze dei consumatori che influenzano il mercato globale. Unitevi all’International Buyer Program di IBIE contattando la vostra Ambasciata o Consolato U.S.A. più vicini, oppure visitate www.IBIE2010.com per informazioni per visitatori internazionali, suggerimenti di viaggio e richieste Visa.

INTERNATIONAL SPONSORS:


M A C H I N E R Y & D E V E L OPM E N T

La nuova forma dell’innovazione Starmix voleva stupire e ci è pienamente riuscita con la nuova mescolatrice planetaria PL10EVO

Dopo un lungo cammino progettuale STARMIX è arrivata a dare forma alla nuovissima mescolatrice planetaria da 10 litri PL10EVO. Dal nome si capisce che la strada intrapresa è rivoluzionaria. Unica nel suo genere per il design, per l’estrema praticità nell’utilizzo, per la semplicità nella pulizia, per il rigoroso rispetto della normativa CE. La testata rialzabile facilita l’estrazione della vasca senza la previa rimozione dell’utensile mescolatore. In posizione frontale è situata l’innovativa maniglia di bloccaggio che è di facile apertura e permette l’alzata automatica della testata. La chiusura totale della macchina durante il ciclo di lavoro evita qualsiasi contatto dell’operatore con organi meccanici ed al tempo stesso elimina il rischio di emissioni di polveri nell’ambiente. Le superfici sono state studiate per facilitare al massimo la pulizia, condizione oramai indispensabile per tutti i laboratori. Macchina dotata di variatore elettronico di velocità e timer. Negli ultimi mesi STARMIX ha partecipato a numerose fiere nazionali ed internazionali e la PL10EVO è stata considerata da tutti una vera novità. Questo inorgoglisce e dà nuova linfa all’azienda per continuare nei nuovi progetti e nelle nuove sfide che si presenteranno. Impegno e passione dei tecnici e progettisti Starmix sono stati ampiamente ripagati dai risultati che sta raccogliendo. La STARMIX srl nasce nel 1999 nel triangolo industriale Thiene-Marano Vicentino-Schio (Altovicentino), storicamente culla di numerose aziende specializzate nella

produzione di macchine e forni per l’arte bianca. Per l’alta concentrazione territoriale di tali aziende si può senz’altro parlare di distretto industriale Altovicentino delle macchine per prodotti da forno. Starmix quindi si inserisce e si sviluppa in un contesto territoriale particolarmente favorevole, caratterizzato da una specifica “atmosfera” industriale, carica di professionalità, abilità e tecnologia consolidata, nella quale più facilmente trovano origine idee nuove, ricerche tecnologiche avanzate e si realizza una estesa rete di subfornitori come organizzazione di supporto quanto mai efficace per l’impresa. In tale contesto la STARMIX si specializza nella produzione di mescolatrici planetarie per pasticceria artigianale e industriale, per il catering e per l’industria cosmetica e farmaceutica e si sviluppa secondo la filosofia dello “step by step” fino a posizionarsi in pochi anni tra le aziende leader del settore.

The new shape of innovation Starmix succeeded in amazing with the new planetary mixer PL10EVO

56

After a long design course, Starmix has shaped the brand new 10-litre planetary mixer PL10EVO. By the name we can immediately understand that the new path is revolutionary. it is unique due to its design, very high user-friendliness, simple cleaning, rigorous complying with the EC rules. Removable head to facilitate bowl extraction without any previous removal of the mixing tool. The innovative blocking handle for easy opening and automatic lifting of the heal is in frontal position. Total locking of the machine during work cycles not only prevents the operator from coming into contact with mechanic parts but it also eliminates any risk of emitting powders into the environment. Machine surfaces facilitate cleaning, key factor to any workshop. The machine is also equipped with an electronic speed variator and timer. In the past months, Starmix participated in many national and international exhibitions and anywhere the new PL10EVO has been acknowledged as a real novelty, thus making the company very proud and giving

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

it new vigour to carry out its new projects and deal with the new challenging laying ahead. Starmix technicians and designers’ commitment and passion have been broadly rewarded by the fruits that they have been ripening those days. Starmix was established in 1999 in the industrial area among Thiene, Marano Vicentino and Schio (Northern Vicenza), which is an historical cradle for the enterprises specialized in the production of machinery and ovens for the bakery, confectionery, pastry, fresh pasta and pizza sectors. Due to its relevant number of businesses, this environment has turned into the industrial pole of Northern Vicenza and that is where Starmix has settled and developed. A specific industrial atmosphere rich in professionalism, skill and well-established technology, where new ideas, advanced technological research are created, and where a well-organized network of sub-contractors supports the firms of this land. In such industrial environment Starmix has been specializing in the production of planetary mixers for artisan and industrial confectionery, catering, cosmetics and pharmaceuticals sectors, and following a “step-bystep” philosophy it has developed and placed in just a few years amongst leading firms of the sector.


M A C H I N E R Y & D E V E L O PM E N T

MXNH La Società MIX S.r.l. ha realizzato per il settore food un’innovativa serie di mescolatori in batch con grandi capacità produttive, idonei a miscelare polveri con aggiunta di liquidi ed a riscaldare l’impasto fino alla temperatura di processo (max.100°C), con una costante precisione e ripetitività della mescola. La MIX S.r.l. in occasione della POWTECH 2010 ha presentato il modello MXNH200 con capacità geometrica lorda di 20.000litri, riprodotto graficamente in scala 1/1 direttamente all’interno del proprio Stand (9-108). La tecnologia applicata prevede: camera di mescolazione a truogolo rinforzato con porta-supporti saldati; rotore a nastro quadri-elica estraibile dall’alto con tenute con pulizia a vapore; coperchi bombati con griglie di camminamento, entrambi a comando motorizzato ed equipaggiati con blocchi di sicurezza; scambiatore di calore idoneo per vapore a pressione 3Bar, sonde termiche di rilevamento temperatura interno camera; carenatura esterna come protezione ed isolamento termico; diverse bocche per il carico prodotto centralizzato, per il degasaggio, per lo scarico della mescola che ricostruisce la circolarità della camera di mescolazione, moto-riduttore compatto su basamento con motore servo-ventilato da 200kW, con trasmissione a cinghie e pulegge. Optionals previsti: basamento macchina con predisposizione celle di pesatura, impianto elettrico e pneumatico a bordo macchina.

The company MIX S.r.l. has supplied for the food industry a new series of batch mixers with very big production capacities, suitable to mix powders with liquids and heating the products until the process temperature of max.100°C, with an exact repeatable result. During the Exhibition POWTECH 2010, MIX Srl presented the Mixer Model type MXNH200 with geometric capacity of 20.000 liters, with graphic resolution 1/1. The design of this specific mixer is composed of the following: Mixer wall with reinforced trough design with welded end plates; Four screw ribbon shaft design with extraction from the top, with steam cleaning seals, Crowned cover with walking grids, both with motorized control complete with safety blocks, heat exchanger suitable for steam at 3 Bar pressure, Thermic probes for control check of the temperature inside the mixer wall, External fairing with protection and thermic insulation; different charge doors used for the centralized product charge, venting, discharge door rebuilding the roundness of the mixer wall, Compact motor-gear with force vent fan motor with 200Kw power, Pulley/Belts Transmission. Included options: Mixer frame with prearrangement for loading cells , electric and pneumatic control boards.

Un’innovativa serie di mescolatori in batch con grandi capacità produttive An innovative series of high capacity batch mixers


Don’t hesitate - participate!

Exhibitions for Food Processing and Agriculture

InProdMash1,2

September 14–17, 2010

Food Processing, Packaging, Refrigeration, Ingredients

Kiev/Ukraine

AgroProdMash October 11–15, 2010 1,2 Meat & Poultry Industry

Moscow/Russia

Altayskaya Niva1,2

October 26–29, 2010

Barnaul/Russia

YUgAgRO1

November 16–19, 2010

Krasnodar/Russia

IFFIP

February 23–25, 2011

Kiev/Ukraine

Prodmash.Holod.Upak1

March 2011

Minsk/Belarus

Food Industry1

April 2011

Krasnodar/Russia

Food Processing, Packaging, Refrigeration, Ingredients

Agricultural Technology, Animal Husbandry, Food Products

Agricultural Technology, Animal Husbandry, Primary Processing

Food Processing, Packaging, Food Products

Food Processing, Packaging, Refrigeration, Ingredients

Food Processing, Packaging, Refrigeration, Ingredients 1

2

Official german Participation Landfriedstr. 1a D-69117 Heidelberg Tel.: +49-(0)6221-13 57 0 Fax: +49-(0)6221-13 57 23

info@ifw-expo.com www.ifw-expo.com

Book your space now and capture new markets!


ORGANIZZA

24-28 MARZO 2011

SALONE DELL’ARTE BIANCA, PASTICCERIA ED INDUSTRIE AFFINI

IFEMA CALL CENTRE CHIAMATE INTERNAZIONALI (34) 91 722 30 00 FAX

(34) 91 722 57 87

IFEMA

Feria de Madrid 28042 Madrid Spagna

intersicop-madrid@ifema.es


M A R K E T I NG & S T R A T E G Y Giorgio Zubani, presidente di Valledoro Spa

VALLEDORO INVESTE NELL’IMPIANTO FOTOVOLTAICO VALLEDORO INVESTS IN PHOTOVOLTAIC SOLAR ENERGY Con un investimento pari a 460.000,00 Euro l’azienda coprirà il 95% del fabbisogno energetico riducendo le emissioni in atmosfera di CO 2 di circa 77 tonnellate annue. Il fotovoltaico si affiancherà all’impianto a pannelli solari termici in funzione in Valledoro dal 2007.

RIDURRÀ DI 77 TONNELLATE ANNUE LE EMISSIONI IN ATMOSFERA DI CO2 IT WILL REDUCE CO2 EMISSIONS IN ATMOSPHERE BY 77 TONS

Valledoro ha scelto di investire in energia rinnovabile per contribuire al rispetto per l’ambiente che da sempre la caratterizza: con un importo pari a 460.000,00 Euro l’azienda si doterà di un impianto fotovoltaico che, adibito alla produzione di energia elettrica della sede produttiva, coprirà il 95% del fabbisogno energetico totale con una conseguente riduzione delle emissioni di CO 2 in atmosfera di circa 77 tonnellate annue. Realizzato in collaborazione con Leitner Solar S.p.A. di Brunico (BZ) specializzata in fonti energetiche alternative, il “campo” fotovoltaico dell’azienda che produce grissini e snack da forno dal 1954 si compone di 666 moduli per un totale di 1.100 mq ed ha una potenza pari a 150 Kwp. L’investimento è stato fortemente voluto dall’azienda bresciana che già da anni investe nelle fonti energetiche alternative: il fotovoltaico, infatti, si affiancherà all’impianto a pannelli solari termici che Valledoro utilizza per la produzione di acqua calda sanitaria e per il recupero di condense e che, in funzione dal 2007, garantisce un risparmio energetico annuo pari a 40.000 kW. Giorgio Zubani, presidente di Valledoro Spa: “La scelta di ricorrere al fotovoltaico è in linea con la filosofia aziendale, da sempre attenta al rispetto dell’ambiente. Investire nelle fonti rinnovabili significa concorrere all’obiettivo dell’Unione Europea che si è prefissata di soddisfare entro il 2020 il 20 per cento del suo consumo energetico mediante le fonti rinnovabili. Si tratta, inoltre, di contribuire alla green economy, certi che l’eco-sostenibilità rappresenti un imperativo, il vero modello praticabile per lo sviluppo dei prossimi anni che chiama in causa la società e tutti i suoi attori, in primis le imprese”.

62

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry


M A R K E T I NG & S T R A T E G Y

Thanks to an investment equivalent to 460.000,00 Euro the company will cover 95% of internal energy requirement and it will reduce CO2 emissions in atmosphere by 77 annual tons. Photovoltaic solar energy will put side to the solar panel system that has worked in Valledoro since 2007. Valledoro decides to invest in renewable energy to follow its ideal about environmental conservation, that characterised it from ever: thanks to the investment of 460.000 Euro the company will provide with photovoltaic system to produce electric energy and to cover 95% of internal energy requirement. In consequence Valledoro will reduce its CO2 emissions in atmosphere by 77 annual tons. The photovoltaic system will be made in collaboration with Leitner Solar S.p.A., the company specialized in alternative power sources based in Brunico (BZ); it will be composed by 666 modules for 1.100 mq of total perimeter and it will have a power equivalent to 150 Kwp. The investment has wanted by Valledoro which has started to invest in alternative power sources since 2007, when the solar panel system started to work in the company. In particular this system has used to produce warm sanitary water and to recuperate

condensations; it will provide energy saving equivalent to 40.000 kW.

Giorgio Zubani, chairman of Valledoro Spa: “We choose to invest in photovoltaic energy because Valledoro has always focused on environmental conservation. In this way we will contribute to EU goals consisting of achieving a 20% share of renewable energy in Europe’s final energy consumption by 2020. Finally we believe to green economy, because we think that ecosustainability is an imperative, the only true model to guarantee future development in which everybody, first of all firms, is involved�.

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

63


w w w.fispaltecnologia.com.br 26th International Packaging, Processing and Logistics Trade Show for the Food and Beverage Industries S達o Paulo (SP) - Brazil

PACKAGING PROCESSES LOGISTICS

08 a11

Part

of

june 2010, from 11am to 8pm

Internacional Contact us.

Food

Week

Call 55 11 3598-7829 or smedia.biz send an email to international@bt


Mostra Internazionale per la panificazione e la pasticceria – 16a edizione > Evento fieristico leader per la Russia e Stati CSI > L’appuntamento numero 1 per stringere nuovi contatti d’affari > Incontrate le persone che decidono per il mercato russo www.modernbakery-moscow.com

>> 11 – 14 OttObre 2010

Informazioni sul mercato:

Partner mediatico premium internazionale:

Supporter: - Ministry of Agriculture of the Russian Federation - ASSAGROS - Russian Bakery Association - Union of Flour Mills and Cereals Plants - National Scientific Institution “National R&D Institute of Industrial Bakery“ - International Industrial Academy, Moscow - Nutrition Research Institute of the RAMS - SRC of Confectionary Industry of the RAA

OST-WEST-PARTNER GmbH Telefono: +49 (0)961 38977-70 www.modernbakery-moscow.com


M A R K E T I NG & S T R A T E G Y

veicolare valori e strategie conveying values and strATegies Maria Teresa Bruzzese è la nuova responsabile Media, Relazioni Esterne e Consumer Promo di STAR, azienda alimentare appartenente al Gruppo Gallina Bianca Star, simbolo della tradizione italiana in cucina e leader nella produzione e distribuzione di brodi, insaporitori, sughi, derivati del pomodoro, piatti pronti e tisane. Obiettivo di Maria Teresa Bruzzese è veicolare i valori e le nuove strategie di un’azienda che sta attraversando un momento di grande crescita e innovazione, continuando a mantenere la consolidata leadership sui mercati in cui è presente. Maria Teresa Bruzzese è approdata in STAR dopo aver sviluppato un’importante carriera professionale in aziende del settore food.

A new manager to convey the values and strategies of an ever growing market leader Maria Teresa Bruzzese is the new Media, PR and Consumer Promo manager at Star, company that is part of the Gruppo Gallina Bianca Star, which portrays kitchen Italian tradition and leader in the production and distribution of broths, seasoners, sauces, tomato by-products, convenience food and infusions. Maria Teresa Bruzzese’s target is conveying the values and new strategies of a company that has been experiencing remarkable growth and innovation, thus keeping its sound leadership on the market. 68

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

In seguito alle esperienze maturate in Heinz Plasmon, Kellogg Italia e Nestlé Italia, ha rivestito dal 2003 il ruolo di Media and Continuous Research Manager prima in Galbani e successivamente nel Gruppo Lactalis Italia, allargando le proprie responsabilità anche ai marchi di LNPF, joint venture con il Gruppo Nestlé. STAR, fondata nel 1948, è una delle storiche realtà del settore alimentare italiano. Con un fatturato 2008 di 370 milioni di Euro e un totale di 500 dipendenti, STAR è oggi un’azienda manageriale che nel 2006 è entrata a far parte del gruppo italo-spagnolo Gallina Bianca Star.

Una nuova responsabile per trasmettere al mercato i valori e le strategie di un’azienda in grande crescita nel mercato L’azienda, che ha come realtà produttiva lo stabilimento di Agrate Brianza (MI), comprende cinque divisioni corrispondenti a 21 marchi, i cui prodotti sono distribuito nella Grande Distribuzione Organizzata, nel tradizionale canale retail e nel food service.

Maria Teresa Bruzzese has reached Star after important business career in the companies in the food sector. After her business experiences in Heinz Plasmon, Kellogs Italia and Nestlé Italia, she worked as a Media and Continuous Research Manager in Galbani first and in Gruppo Lactalis Italia later on, broadening her range of responsibility to LNPF brands, a joint venture with Nestlé Group. Founded in 1948, Star is one of the historical realities in the food Italian market. Thanks to a 370 million euro turnover in 2008 and 500 employees, Star is today a sound reality, which became part of the Italian-Spanish group Gallina Bianca Star in 2006. The company’s headquarters are in Agrate Brianza, Milan, and five divisions for overall 21 brands distributed in the large-scale retail trade, traditional retail channel and food service.


rogetta - design

SERBATOI DI PROCESSO Modello PC

SCAMBIATORI A SUPERFICIE RASCHIATA Modelli HD e XHD

Per mescolare, cuocere, raffreddare Progetto versatile per soddisfare specifiche esigenze mediante: • Installazione di agitatori aggiuntivi. • Applicazione di serbatoi di servizio (es. per aromi) • Montaggio di pompe speciali per lo scarico Applicazioni Preparazione di sughi di carne, salse, minestre, creme, miscele gelato, marmellate.

Per scaldare, pastorizzare, sterilizzare. Per raffreddare, cristallizzare, congelare. Costruiti impiegando i materiali più adatti ai diversi prodotti e procedure di lavaggio. Principali prodotti trattati Creme di farcitura, salse, sughi, baby food, minestre, succo di pomodoro, ketchup, maionese, margarina, shortening, formaggi fusi, ricotta, passate e salse di pomodoro, semilavorati di frutta per gelati e yogurt.

www.soren.it

Equipment and Food Technologies SOREN srl - Via Pacinotti, 2920094 Corsico - Milano - Italy Tel. +39 02 45177.1 - Fax +39 02 45177.340 - soren@soren.it


M A C H I N E R Y & D E V E L OPM E N T

Macchine di nuova concezione La creatività si impregna della più sofisticata tecnologia per offrire macchine all’avanguardia TeknoStamap si impone nel mercato con una vasta gamma di sfogliatici manuali ed automatiche, mescolatrici planetarie, macchine per la produzione di croissant, linee adatte alla lavorazione di pasta sfoglia, pasta laminata, adatte ad un utilizzo nei piccoli laboratori quali panifici/pasticcerie e nelle media industria. Infatti, TeknoStamap oltre a produrre sfogliatici manuali ed automatiche di ultima generazione, mescolatrici planetarie, da 10 a 120 litri, macchine per la produzione di croissant fino a 20.000 pezzi ora, ha anche sviluppato delle linee adatte alla lavorazione di pasta sfoglia, pasta

laminata, per un utilizzo nella media industria. In modo particolare TeknoStamap sta realizzando degli impianti di laminazione pizza partendo dalle palline di pasta per ottenere delle pizze rotonde di diametro fino a 350 mm con produzione che raggiunge i 4500 pezzi ora, e di linee di laminazione di pastelli di pasta sfoglia formate da 3/5 testate di laminazione per ottenere delle sfoglie che raggiungono degli spessori minimi di 0,3 mm>. Questi nuovi prodotti integrano la costruzione di impianti e linee di produzione interamente automatizzati per la produzione di prodotti farciti e piegati.

New-concept machines Creativity imbued with the most advanced technological solutions to offer advanced machines TeknoStamap stands out on the market with a broad range of manual and automatic sheeters, planetary mixers, machines for croissant making, lines for puff pastry and laminated dough ideal for both small bakers’ and confectioners’ as well as for medium-size factories. In fact, in addition to producing state-of-the-art manual and automatic sheeters, planetary mixers with 10 to 220 litres’ capacity, machines to produce up to 20,000 croissants/hour, TeknoStamap has also developed lines for puff pastry and laminate dough for medium-sized enterprises. 70

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

Moreover, it is important to highlight the production of plants to laminate pizza dough from dough balls in order to make round pizzas with a 350 millimetre’s diameter; these plants reach an output of 4500 pc/hour. Besides, TeknoStamap is also realizing lamination lines of puff pastry, composed of 3/5 lamination heads in order to get sheets of minimum 0.3 mm thickness. These new products enrich the company’s range of fully automated plants and production lines for the production of stuffed and folded products. The company TeknoStamap was established in 1982 and its founders’ creativity and entrepreneurial spirit soon enabled it to develop a comprehensive range of manual and automatic sheeters, as well as the first units for croissant making. The numerous investments that followed one upon the other have shaped a dynamic, flexible and advanced enterprise equipped with the best software and


M A C H I N E R Y & D E V E L O PM E N T

L’azienda TeknoStamap nasce nel 1982 e la creatività e l’intraprendenza dei suoi soci fondatori le permisero ben presto di sviluppare una vasta gamma di macchine sfogliatrici manuali e automatiche, e i primi gruppi per croissant. Gli investimenti che si sono succeduti hanno formato un’azienda dinamica, flessibile e tecnologicamente avanzata, dotata dei più sofisticati mezzi informatici. Elementi che hanno portato ad ampliare ed arricchire la gamma di prodotti con la linea delle planetarie che arriva fino a 120 litri. Il nuovi gruppi per croissant Cyomat e Integrex presentano un design innovativo per un’ottima qualità. Integrex, in particolare, è adatto alla realizzazione di cornetti quando integrato ad una linea di produzione per prodotti farciti. Auto 123 Auto 123, con i suoi cilindri di 123 mm di diametro, consente di lavorare paste molto dure e di ottenere spessori molto sottili. Auto 123 è disponibile in versione con tavoli da 700 mm o da 800 mm di larghezza, per lavorare quantità di pasta ancora maggiori.

hardware solutions. All these elements have helped broaden the product range with the line of planetary mixers with capacity up to 120 litres. The new croissant making units, Cryomat and Integrex, feature innovative design and premium quality. Integrex, in particular, is recommended for the production of stuffed croissants, provided that it is combined with a production line for stuffed products. Auto 123 Auto 123, the utmost one, with its rollers of 123 mm diameter, allows to work very hard dough and to get the thinnest sheets. Auto 123 is available with 700 mm or 800 mm conveyor width, to work larger dough blocks with almost no limits of weight. Smart and Industrialsmart Smart and Industrialsmart, introduce the automation benefits in the medium productions. The speed of the

Smart & Industrialsmart Smart e Industrialsmart, introducono i vantaggi dell’automazione nelle medie produzioni. Di facile programmazione ed utilizzo unisce la velocità di laminazione della sfogliatrice automatica alla semplicità d’utilizzo della macchina manuale. Autosmart 7000 In tutti i modelli il comodo “touch screen” a “logica intelligente” rende la programmazione estremamente semplice ed intuitiva. E’ possibile impostare 50 programmi di laminazione e diversi cicli di lavoro in successione, programmando partenze, fermate, discese e risalite dei cilindri calibratori secondo le proprie esigenze. Il nuovo sfarinatore e l’avvolgitore pasta “stress free”, completamente automatizzati, consentono di ridurre ulteriormente i tempi di lavorazione. Partendo da produzioni medie arrivando a soddisfare esigenze di tipo industriale, queste macchine rappresentano uno strumento affidabile ed insostituibile.

automatic sheeters coupled with the friendly use of the manual sheeters make these machines easy to use and highly productive. Autosmart 7000 In all these models the user friendly touch screen, with its “smart software”, makes the programming really easy and simple. It is possible to set 50 working programs and link together several laminating cycles in a sequence. The sequential programming offers the possibility of setting starts, stops, increase and decrease of the roller gap to meet specific needs without manual operation. The new automatic flour duster and the “stress free” dough winder, reduce furthermore the working time. Starting from medium productions up to industrial needs, these machines are a reliable and effective aid.

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

71


A B OU T

F A I R S

Forte e completa Robust and complete

IBIE si presenta più completa che mai con un programma di seminari cinque volte più grande della precedente edizione Now more than ever IBIE offers a seminar programme five times larger and broader in scope than that of the previous event

72

Dal 26 al 29 settembre prossimi a Las Vegas, IBIE 2010, la maggior fiera dell’industria della panificazione, offrirà un programma collaterale di conferenze e seminari robusto e completo cinque volte più grande e ricco di argomenti rispetto alla scorsa edizione nel 2007 e che potrà attirare molti partecipanti provenienti da tutta l’industria molitoria. Grazie alla sponsorizzazione di AIB International, Retail Bakers of America, Bread Bakers Guild of America, Tortilla Industry Association, American Bakers Association e BEMA, IBIE 2010 potrà offrire un molteplice programma di conferenze che comprenderà 50 sessioni appositamente create per aiutare i partecipanti a migliorare i loro prodotti, la loro produttività e redditività. Secondo Rich Hoskins, membro del consiglio IBIE, “IBIE ha sempre dato sempre grande rilievo a prodotti e tecnologie innovative e all’avanguardia che potessero essere lanciate durante il salone. Quest’anno queste informazioni e tecnologie più recenti ed innovative saranno portate anche nelle classi”. Il Seminario Tecnico della TIA - Tortilla Industry Association, che si terrà per la prima volta nell’ambito di IBIE, verrà integrato anche da un programma educazionale. Il programma all’avanguardia riguarderà capacità operative, regolamenti sulla sicurezza, controllo sulla qualità, efficienza degli impianti e altre pratiche importanti, e darà ai partecipanti informazioni utili per capitalizzare nel segmento dell’industria della panificazione in rapida crescita. La collaborazione tra le diverse organizzazioni sponsor darà la possibilità ai professionisti, sia dettaglianti che grossisti, di ritagliarsi una vera opportunità su misura per la loro azienda e i loro obiettivi. I partecipanti potranno scegliere tra seminari sulla tecnologia di panificazione, sicurezza e sicurezza alimentare, management e marketing aziendale, decorazione e cottura torte, produzione di pane artigianale, panificazione salutare e altro. “Con queste organizzazioni di primo ordine come parte di IBIE noi vogliamo offrire ai visitatori un’incredibile gamma di opportunità di apprendimento innovative”, dice Robb MacKie presidente e direttore generale di ABA. “Oggi più che mai stiamo incoraggiando i nostri associati di portare il loro team verticale ad IBIE. Indipendentemente dalla funzione in azienda, ingegneria, ricerca e sviluppo, management o management aziendale, in fiera c’è veramente qualcosa per tutti”. Gli espositori ad IBIE saranno produttori e fornitori di sistemi ed attrezzature alimentari e per l’industria della panificazione, ingredienti, insaporitori, spezie e riempimenti, ingredienti per sistemi di manipolazione; materiali e sistemi di packaging; tecnologie; attrezzature di sanificazione; attrezzature per trasporto e distribuzione; macchinari per refrigerazione e servizio business.

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

When IBIE 2010 convenes in Las Vegas September 26-29, the industry’s top trade event will offer its most robust, comprehensive educational conference to date. The augmented seminar program, now five times larger and broader in scope than that of the previous event, is expected to attract a wide variety of participants from across the grain-based food industry. Sponsored by AIB International, the Retail Bakers of America, The Bread Bakers Guild of America, the Tortilla Industry Association, the American Bakers Association and BEMA, the multi-faceted conference program includes more than 50 sessions designed to help participants improve product, productivity and profitability. According to Rich Hoskins, IBIE committee chair, “IBIE has always been regarded for the innovative and cuttingedge products and technologies that are launched on the expo floor. Now, it will bring the newest and best in baking industry information and technology to the classroom, too.” The Tortilla Industry Association’s Technical Seminar, co-located with IBIE for the first time, will also integrate with the education program. TIA’s cutting-edge technical program addresses operational skills, safety regulations, quality control, plant efficiency and other important best practices, and gives participants timely information to capitalize on the fastest growing segment of the baking industry. The collaboration among the diverse, highly regarded sponsoring organizations will allow retail and wholesale baking professionals to uniquely tailor a learning opportunity that’s right for their businesses and career objectives. Participants can choose from seminars in baking technology, food safety and security, business management and marketing, cake and cooking decorating, artisan bread making, healthy baking and more. “Having these top-notch organizations a part of IBIE means we can offer attendees an incredible range of innovative learning opportunities,” said ABA president and CEO, Robb MacKie. “More than ever, we’re encouraging our members to bring a vertical team to IBIE. Whether their job function is engineering, research and development, plant management, or business management, there truly is something for everyone.” Exhibitors at IBIE include manufacturers and suppliers of: baking/ food equipment and systems; ingredients, flavorings, spices & fillings; ingredient handling systems; packaging materials & systems; technology; sanitation equipment; transportation & distribution equipment; refrigeration equipment; business services.


M A C H I N E R Y & D E V E L OPM E N T

Innovazioni nel confezionamento flessibile Le macchine CMA rispondono all’esigenza del mercato e dei consumatori di mangiare in modo più salutare CMA nota azienda emiliana certificata ISO 9001:2000 con trentennale esperienza nel settore delle macchine automatiche, progetta e vende differenti tipologie di confezionatrici tutte integrabili con caricatori automatici costruiti ad hoc per il cliente spendibili in ogni settore di mercato. CMA brevetta sempre le proprie intuizioni più originali tra cui oggi spicca Alba For Fruit, macchina dall’aspetto compatto con ingombri ridotti (3000 mm di lunghezza) nata per rispondere alle nuove tendenze di mercato del confezionamento dei frutti singoli nel più classico stile flow-pack. Infatti Alba for Fruit confeziona ad elevate velocità prodotti difficilmente gestibili a causa della loro forma tondeggiante o comunque irregolare, quali mele,

pere, kiwi, arance, banane, ecc. La scelta di CMA di assecondare le aziende, le cooperative ed i consorzi del settore ortofrutticolo per creare o ampliare i loro canali distributivi, risponde ad una più ampia esigenza di mercato e dei consumatori: quella di mangiare in modo più salutare. Lo sa bene anche la Comunità Europea che, lavorando in questa direzione, sta stimolando attraverso direttive i vari Stati membri, Italia compresa. Basti pensare al canale commerciale del vending (distributori automatici nelle mense scolastiche o nelle aziende), alle forniture per ospedali, caserme, ecc. con Alba for Fruit si riescono ad assecondare tutte queste esigenze, ed altre ancora: infatti, l’alimentazione della macchina è flessibile perché regolabile e appositamente costruita per ospitare i frutti, mantenendoli stabili durante il funzionamento della macchina a 100 confezioni al minuto garantendo la totale mancanza di urti e quindi salvaguardia il produttore dalla possibilità di resi merce. La CMA può fornire questa confezionatrice con una struttura completamente in acciaio inox oppure verniciata/inox, può corredarla di vari accessori (etichettatrici, uscite prodotto dedicate, conta-frutti, ecc.) ed alimentarla con caricatori automatici per risparmiare il costo della manodopera. La gamma CMA non si esaurisce certo qui; altre tipologie di macchine, concorrono a completare il ventaglio di alternative. CMA ha infatti macchine per prodotti in ATM che garantiscono una sicura ermeticità della confezione o macchine che fanno della flessibilità il loro vanto, come ad esempio quelle a passo variabile che riconoscono da sole l’inizio e la fine del prodotto.

Innovation in flexible packaging CMA machines meet the market and consumers’ needs of healthy eating The well-known company CMA, located in Emilia, is ISO 9001:2000 certified and boasts thirty-year experience in the automatic machine sector. It designs and trades different kinds of packaging machines for any market sector to be integrated in customized automatic loaders. CMA always patents its most original ideas, among which the machine Alba for Fruit stands out for its compact look (3,000 mm length); designed as to meet the new market trends in terms of packaging of single fruit in the traditional flow-pack style, Alba For Fruit packages at high speed products that would otherwise be difficult to handle on account of their either roundish or irregular shapes, such as apples, pears, kiwi fruit, oranges, bananas, and more. The decision to meet the requirements of the companies, cooperatives and consortia of the fruit and vegetable market that mean to create or broaden their 74

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

distribution channels is part of a more complex need from both the market and consumers: to eat healthily. To this regard, the European Union is working and inviting through target directives its member Countries, Italy included, to do the same. The vending channel (automatic vending machines at school and businesses canteens), and dining-halls in hospitals and police stations for instance, can meet this requirement thanks to Alba for Fruit. The feeding is flexible because adjustable and the machine is especially built to house fruits, keeping them still during the process, of about 100 packages/minute, and assuring no bangs for no future returns of goods. This packaging machine can also be either fully stainless steel or stainless steel varnished; it can be equipped with labelers, dedicated product discharges, fruit counters and fed by automatic loaders in order to cut down manpower expenses. The CMA comprehensive range also includes other kinds of machines that complete the array of alternatives offered: MAP machines for perfect seal, highly flexible machines such as variable step machines that recognize the beginning and the end of the product.


S C I E N C E & T E C HNO L OG Y

Innovazione tra igiene e flessibilità Innovations between hygiene and flexibility

76

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

Il cambiamento demografico in atto nei Paesi industrializzati, specialmente in Europa, rappresenta la maggiore sfida posta all’intera industria alimentare. L’industria di produzione e trasformazione della carne ha raccolto questa sfida e ora sta lavorando attivamente sui concetti che incontrano non solo la richiesta di quantità di cibo minori ma anche soddisfano la richiesta crescente di alimenti già confezionati e pronti all’uso.

The process of demographic change in the industrial nations, especially in Europe, represents a major challenge to the food industry as a whole. The meat-processing and sausage-making industry has taken up this challenge and is currently working successfully on concepts that satisfy the demand for smaller quantities at the same time as meeting the growing demand for convenience foods. The ratio of self-service packages to unwrapped produce (about two thirds to one third in Germany) increases the speed of reaction in the sector. The wide variety of packaged meat and sausage products is reflected by the growing spectrum of different types of packaging, which means it is essential for the industry to increase its knowledge of packaging technology. Legal hygiene requirements must be satisfied, as must the laws of the market, and these demands can only be met with the greatest possible production and packaging flexibility.


S C I E N C E & T E C HNO L OG Y

Il rapporto delle confezioni self-service rispetto ai prodotti non confezionati alimenta la velocità di reazione nel settore. La grande varietà di carne confezionata rispecchia la sempre più ampia gamma di diversi tipi di packaging, il che significa che aumentare la conoscenza della tecnologia di confezionamento è diventato essenziale per l’industria stessa. Le richieste igienico-legali devono essere rispettate, così come la legge di mercato; queste richieste posso essere soddisfatte solo con una maggiore flessibilità di produzione e confezionamento. Le più recenti macchine di packaging per confezionare carni e salsicce in tutta sicurezza e senza perdere in qualità rispondono allo standard ISO 14159 Europeo in merito di igiene. Pertanto queste macchine possono essere perfettamente pulite a fine di garantire sicurezza micro-biologica. Questo fatto è molto importante per il mercato in quanto proprio il fattore igiene è la chiave per rispondere alle necessità della data di scadenza, anche se vendere prodotti il più velocemente possibile ha la priorità assoluta, e la logistica moderna e le catene di distribuzione richiedono delle date di scadenza più lunghe. Inoltre, il packaging non dovrebbe garantire solamente la qualità perfetta della carne per un lungo periodo, ma anche offrire maggiore comodità e possibilmente dovrebbe essere facile da aprire e richiudere. La combinazione di macchinari e materiali di confezionamento necessari a questo scopo deve essere applicata dalle aziende del settore della carne, che dipendono, a loro volta, dalle aziende dell’industria del confezionamento.

The latest packaging machines, which pack meat and sausage products safely and ensure no loss of quality, meet the hygiene requirements of the European ISO 14159 standard. Thus, they can be

It is essential for the industry to increase its knowledge of packaging technology cleaned efficiently to guarantee micro-biological safety. This is particularly important for the trade because hygiene is the key to achieving the sellby dates required – even though selling products as quickly as possible has top priority, modern logistics and distribution chains call for a longer

I film plastici usati per i piatti o le coperture delle più comunemente usate forme di packaging (imbutitura, termoformatura, packaging a vuoto o gas-protettivo) stanno guadagnando importanza come materiali di confezionamento e molti produttori stanno lavorano intensamente al problema della sigillatura/saldatura degli elementi di confezionamento. Esiste un grande potenziale in questo campo che mantiene le sue promesse di miglioramenti economici e qualitativi.

Una più profonda conoscenza della tecnologia di confezionamento è oggi essenziale Nessun dettaglio è troppo piccolo per la sostenibilità Per questo aspetto del confezionamento estremamente importante è disponibile una varietà di film barriera. Le attrezzature di packaging sono soggette a molte richieste e sono destinate a diventare ancora più complesse per l’ulteriore richiesta che emergerà dal mercato sulla scia della questione sostenibilità. Pertanto, sia i produttori di film sia i produttori di macchinari stanno guardando alle possibilità aperte dai cosiddetti bio-film basati sulle materie prime rinnovabili o/e sui materiali riciclati.

sell-by date. Moreover, the packaging should not only ensure the perfect quality of meat and sausage products over a longer period of time but also offer greater convenience and, ideally, be easy to open and reseal. The combination of machinery and packaging materials necessary for this has to be employed by companies of the meat-processing and sausagemaking industry, which are, in turn, dependent for support on companies of the packaging industry. The plastic films used for the dishes or covers of the most-used forms of packaging (deep-drawing, thermo-forming, vacuum or protective-gas packaging) are growing in importance as packaging materials and many manufacturers are currently working intensively on the problem of sealing / welding the packaging elements. There is a great potential in this field, which holds out the promise of both economic and qualitative improvements.

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

77


S C I E N C E & T E C HNO L OG Y

No detail too small for sustainability A variety of barrier films is available for this extremely important aspect of packaging. Already subject to many demands, packaging equipment will become even more complex because additional demands will emerge from the market in the wake of the sustainability discussion. Thus, both film and machinery manufacturers are looking at the possibilities opened up by so-called biofilms based on either renewable raw materials and / or materials that can be composted after use. Generally speaking, the objectives of sustainability are biodiversity maintenance, climate protection, preservation of cultural and agricultural space and the responsible use of natural resources. Nevertheless, sustainable activities or economic interaction can only be measured against objective values to a limited extent. For an objective evaluation, account must be taken of numerous factors because uncompromising sustainability embraces more than just the ‘carbon

78

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

L’industria della carne pone domande specifiche sul confezionamento usato e soluzioni ad hoc che tengono in considerazione non solo le necessità di marketing ma anche si trasformano in ottime emissioni di CO 2 durante la fase di produzione del confezionamento. Atre importanti richieste riguardano la sostenibilità nell’uso delle macchine, perfetta protezione dei prodotti con minimo consumo di risorse, ottima riciclabilità e infine, ma non meno importante, l’idoneità per un uso su una vasta scala di temperature, e lunghi canali di distribuzione.

footprint’ or a life-cycle assessment of a given product. Expert discussions show that many subjects are seen from a variety of very different perspectives. Thus, given that this subject is a challenge for the meat-processing and sausage-making industry along the entire delivery chain, the packaging industry has also positioned itself as a development partner dedicated to finding new solutions. The meat-processing and sausage-making industry places specific demands on the packaging used and expects solutions that not only take account of marketing needs but also result in optimum CO2 emissions during the production of the packaging. Other important demands concern suitability for use in machines, perfect product protection with minimum resource consumption, excellent recyclability and, last but not least, suitability for use over a large range of temperatures and long channels of distribution.

Source: Messe Frankfurt Press Office

In generale, gli obiettivi della sostenibilità sono il mantenimento della biodiversità, la salvaguardia del clima, la conservazione dello spazio culturale ed agricolo e lo sfruttamento responsabile delle risorse naturali. Ciononostante, le attività sostenibili e l’interazione economica possono essere misurati fino ad un certo punto contro valori oggettivi. Per una valutazione più obbiettiva bisogna dare più attenzione a numerosi fattori in quanto la sostenibilità senza compromessi lascia più di una impronta. Esperti dimostrano che molti soggetti possono essere visti da diverse prospettive. Perciò, dato il fatto che questo soggetto è una sfida tanto per il mondo della lavorazione della carne tanto per tutta la sua catena distributiva, l’industria del packaging ha preso posizione anche come partner di sviluppo alla ricerca di nuove soluzioni.


M A C H I N E R Y & D E V E L OPM E N T

Salvaguardia integrata delle risorse Nuove termosaldatrici Multivac T 700 e T 800 coniugano alte prestazioni, risparmio di energia e risorse, e design innovativo

Le termosaldatrici T 700 e T 800 coniugano alte prestazioni, risparmio di energia e risorse, un innovativo design volto al rispetto del fattore igiene con un’eccellente configurazione ergonomica. Il modello T 700 può saldare fino a 60 vaschette standard al minuto, mentre il modello T 800 raggiunge addirittura un massimo di 90 confezioni. Grazie all’impiego di modernissime tecnologie di azionamento e sistemi di comando di alta qualità, i movimenti della macchina si adattano automaticamente al prodotto da confezionare e al volume di produzione desiderato. Questa capacità di adattamento ottimizza la produttività della macchina e semplifica nettamente l’impostazione dei parametri per lotti di produzione diversi: per la loro impostazione è sufficiente immettere un unico dato, tutto il resto lo fa automaticamente la macchina.

Integrated resource conservation The T 700 and T 800 traysealers combine high performance with conservation of energy and resources along with rigorous hygienic design The T 700 and T 800 traysealers combine high performance with conservation of energy and resources along with rigorous hygienic design and excellent ergonomic design. While up to 60 standard trays can be sealed per minute with the T 700 model, the T 800 manages a maximum of 90 packages. And with state-ofthe-art drive technology and superior control technology, the machine’s motion sequences can be automatically adjusted to the product to be packed and the desired output. This adaptability optimizes the machine’s productivity and allows for the machine parameters to be much more easily adjusted to other production lots. Just one single entry is all that is required to set the machine parameters; everything else is taken care of automatically by the machine. 80

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

Moreover, the use of state-of-the-art control technology means that maximum safety can be achieved in the packaging process. Speed and gripper movements can be adapted to the tray and product so that they are protected during the transportation that takes place after filling. In this way, the traysealers can package liquid products, for example, without spilling them, or fresh fruit without bruising it. Rigorous hygienic and ergonomic design Another unique feature of the new series of machines is their hygienic design, which is based on strict hygiene requirements as defined, for example, in DIN EN 1672-2 and ISO 14159 and the related requirements of US standard NSF/ANSI/3-A 14159. Key requirements set by these standards include the ability to clean down to a microbiological level, easy access for inspection, maintenance and cleaning, the avoidance of dead spaces, and design measures to prevent the accumulation of liquids. These requirements, which go far beyond statutory regulations, have been rigorously implemented in the new generation of traysealers by Multivac. This required a largely new design, both on the outside and more particularly inside the machine. For


M A C H I N E R Y & D E V E L O PM E N T

Con l’impiego delle più moderne tecnologie di controllo si ottiene inoltre anche la massima sicurezza nel processo di confezionamento. La velocità e i movimenti delle pinze sono perfettamente adattabili alla vaschetta e al prodotto, in modo da preservare al massimo i prodotti durante il trasporto nelle fasi successive al riempimento. Le termosaldatrici, ad esempio, confezionano prodotti liquidi senza versarli oppure frutta fresca senza che i frutti si urtino reciprocamente.

quindi completamente idonei al “wash down”. L’ergonomia riveste un ruolo fondamentale. Il cambio formato è ampiamente automatizzato, si effettua in tempi rapidi, l’operatività è intuitiva e non presenta problemi neanche per personale poco esperto. La memoria del programma consente di memorizzare fino a 200 ricette, mantenendo quindi una qualità costante. Inoltre si può sapere in qualsiasi momento chi ha fatto cosa e quando.

Design volutamente votato a ergonomia e igiene La nuova serie è resa unica anche dal design orientato al rispetto dei severi standard igienici definiti, ad esempio, dalle norme DIN EN 1672-2 e ISO 14159 o dalla norma statunitense NSF/ANSI/3-A 14159. Requisiti importanti previsti da tali norme sono la possibilità di effettuare la pulizia fino al livello microbiologico, la facile accessibilità per ispezioni, manutenzione e pulizia, l’assenza di spazi morti e misure costruttive volte ad evitare l’accumulo di liquidi. Questi requisiti, che vanno ben al di là delle disposizioni di legge, sono stati opportunamente implementati nelle termosaldatrici di nuova generazione. Per farlo si è reso necessario definire un design completamente nuovo, sia all’esterno che, in particolare, all’interno della macchina. Così, ad esempio, cavi e tubi sono stati ridotti al minimo e posati in sicurezza all’interno del telaio. I modelli T 700 e T 800 sono

Nessun movimento superfluo La nuova generazione di termosaldatrici è stata inoltre concepita con un occhio alla salvaguardia delle risorse e all’efficienza energetica. Grazie alla precisione nel trasporto del film, il film superiore viene sfruttato al massimo riducendone significativamente gli scarti. L’impiego di dispositivi di sollevamento elettrici riduce il consumo di aria compressa. Le macchine montano motori ad alto rendimento dai consumi energetici ottimizzati. Il comando intelligente consente di evitare movimenti superflui: le termosaldatrici accelerano solo dove è necessario. In questo modo si risparmia ulteriore energia e si preserva la macchina dall’usura. In una sola parola: nelle termosaldatrici Multivac di nuova generazione anche la salvaguardia delle risorse è completamente automatica.

example, cables and hoses have been reduced to a minimum and were routed safely through the frame. This gives the T 700 and T 800 full washdown capability. Ergonomics are a high priority for both traysealers. For the most part, the die change is automated, which allows quick changeover times. Intuitive controls make it easy for employees with little practice to operate the traysealer with very few problems. Up to 200 recipes can be stored in the program memory so that quality always remains at the same level. In addition, who did what and when can be traced at any time.

optimized energy consumption were built in. Intelligent controls prevent unnecessary movements. The traysealers accelerate only where necessary. This also saves energy and protects the machine from wear. In summary, even resource conservation is fully automated with the new generation of traysealers by Multivac.

No unnecessary movements Equally importantly, the new generation of traysealers has also been designed with resource conservation and energy efficiency in mind. A precision film transport system ensures that maximum use is made of the top web, reducing scrap film waste significantly. Electric lifting units reduce compressed air consumption. In addition, high efficiency motors with Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

81


M A C H I N E R Y & D E V E L OPM E N T

Qualità a prima vista L’affermazione di un prodotto passa dalla qualità che esso trasmette, a partire dalla veste che indossa Masterpack SpA, di Monvalle di Varese, nasce nel 1988 come azienda commerciale e diventa azienda produttiva nel dicembre 2002. Masterpack ha maturato una significativa esperienza circa la commercializzazione di film plastico coestruso e multistrato proponendosi come partner ideale nella fornitura di materiali flessibili per l’imballaggio ad un target di clientela sempre più preparata ed esigente. A livello nazionale Masterpack annovera tra i suoi clienti la maggioranza dei produttori di IV gamma, che rappresenta il core business dell’azienda. Accanto al settore IV gamma crescono altri settori importanti, quali: formaggi, frutta secca, pasta fresca per il settore food, mentre nel segmento non-food ampio spazio viene dato alla produzione di imballi per pet food, concimi, fertilizzanti e terricci, medicale. Quindi l’azienda propone una vasta gamma di prodotti per l’imballo con diversi sistemi di chiusura, come ad esempio, master-label e master-zip. A livello internazionale l’azienda è presente nei mercati dell’Europa occidentale e la conoscenza approfondita delle problematiche tecnico-pratiche connesse al confezionamento di prodotti e la colla-

borazione con la clientela più qualificata in Europa è un’ulteriore fonte di garanzia e sintomo di innovazione. A fianco delle proposte già affermate Masterpack sta anche sviluppando materiali per nuove applicazioni utilizzando film anti UV, antibatterici, film degradabili e soprattutto film a permeabilità controllata. Masterpack propone film che prevedono l’utilizzo di carta accoppiata a materiali biodegradabili, quali PLA e Mater-bi, permettendo di ottenere un imballo biodegradabile che garantisca la salvaguardia dell’ambiente ed impatto nullo sull’inquinamento. Il prodotto presentato inoltre risulta essere anche particolarmente accattivante per la clientela in quanto l’alternarsi di bande di carta e bande trasparenti esalta le principali caratteristiche del contenuto, come freschezza, qualità, colori e forme. Questo packaging trova applicazione per il confezionamento di pasta fresca, con barriera all’ossigeno, oppure insalata e vegetali senza barriera all’ossigeno. È infine importante sottolineare le certificazioni di qualità ottenute da Masterpack: Vision 2000, BRC, IOP, UNI EN 15593, 14001/2004 Ambientale.

Quality at first sight The success of a product depends on the quality it can convey, starting from how it looks Masterpack, located in Monvalle, Varese, was founded in 1988 as a commercial company and became a producer in December 2002. Masterpack has gained a remarkable experience in the commercialization of coextruded plastic films and multi-layer films and proposes itself as ideal partner for the supply of flexible packaging materials. On the national market, Masterpack counts many 4th range product producers among its customers. In addition to this special sector, which is the company’s core business, other important sectors where also developed, such as: cheese, dried fruit and fresh pasta in the food industry, while as regards the nonfood sector much space is given to the production of packaging for pet food, compost, fertilizer and soil, medical sectors. The company proposes an extensive range of packaging products with different reclosable systems, such as master-label and master-zip. 82

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

The company is also present on international markets, especially in Western Europe. Deep knowledge in solving technical-practical problems and close cooperation with the most qualified European customers are further guarantee of reliability and innovation. As well as proposing its well-known solutions, the company is also developing new application using anti UV films, antibacterial and degradable films, and above all controlled permeability films. It is also worth highlighting that Masterpack proposes films that combine paper with biodegradable materials, namely PLA and Mater-bi, in such a way as to obtain biodegradable packaging for environmental safeguarding and zero impact on the environment. On the other hand, the product is also rather captivating to consumers due to the alternation of paper and transparent bands of packaging, which enhance the main peculiarities of the packed product, such as freshness, quality, colour and shape. This film finds application in fresh pasta packaging, with oxygen barrier, and salads or vegetables without oxygen barrier. In conclusion, worth of special mention are the quality certifications obtained by Masterpack: Vision 2000, BRC, IOP, UNI EN 15593 and 14001/2004.


M A C H I N E R Y & D E V E L OPM E N T

Linee Termoformatrici per prodotti Alimentari AL.MA progetta e realizza ogni macchina in funzione delle specifiche esigenze di ogni cliente Questa linea di Macchine Termoformatrici è destinata a confezionare prodotti alimentari con caratteristiche molto diverse, dalla pasta ripiena alla carne, dai formaggi ai salumi, dal pane al pesce.

Sono prodotti diversi ma con un’esigenza comune, quella dell’igienicità. I materiali utilizzati nella costruzione di queste macchine, dal telaio alle protezioni, sono in acciaio inossidabile o comunque resistenti alla corrosione, tali da garantire un’elevata resistenza alla corrosione anche in ambienti “difficili”. Inoltre la forma di tutte le pannellature di protezione è progettata in modo da evitare il ristagno di residui di prodotto o dell’acqua utilizzata nel processo di lavaggio della macchina. Il sistema impiegato per realizzare il vuoto e la successiva immissione della miscela di gas inerti all’interno di ogni confezione consente un duplice effetto: quello di ottenere una ottimale ripartizione in ogni confezione anche in macchine di grandi dimensioni e quello di avere un non trascurabile risparmio di film plastico utilizzato. Ogni macchina viene progettata e realizzata in funzione delle specifiche esigenze di ogni cliente. Non sono quindi il risultato dell’unione di elementi modulari standard che possono portare a realizzazioni sovrabbondanti rispetto alle reali necessità. Ogni progetto tiene perciò conto dello spazio disponibile per l’installazione della macchina, della produttività richiesta e degli accessori necessari. In questa ottica, vengono realizzate macchine anche particolarmente complesse con dimensioni estremamente ridotte, fino a 3,5 m. Ma la cosa ancora più importante, è il tempestivo ed efficiente servizio post vendita che AL.MA. è in grado di garantire a tutti i suoi clienti. Questo, aggiunto alla riconosciuta affidabilità di tutte le sue macchine, costituisce la garanzia migliore di continuità di esercizio, senza indesiderati fermi macchina, anche in condizioni di lavoro gravose.

Lines of Thermoforming Machines AL.MA designs and builds each machine according to the specific needs of each customer This line of Thermoforming Machine is designed to pack food products with characteristics very different from pasta stuffed with meat, from cheese to salami, from bread to fish. They are different products but with the same need: hygiene. The materials used in making these machines, from the frame to the guards, are stainless steel or other corrosionresistant materials, ensuring high corrosion resistance even in “difficult” working conditions. Furthermore, the shape of all the panels of protection is designed to avoid the stagnation of waste water used or produced in the process of washing machine. 84

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

The system used to create the vacuum and the subsequent injection of the inert gas inside each package allows a twofold effect: to obtain an optimal distribution of gas in each pack even in large machines and to have a significant saving of the plastic film used. Each machine is designed and built according to the specific needs of each customer. It is therefore not the result of the union of standard modular elements that can lead to achievements excessive in relation to real needs. Each project therefore takes into account the space available to install the machine, the required productivity and all the accessories. In this light, even very complex machines are made with very small length, up to 3.5 m. But, more importantly, is the prompt and efficient after sales service that ALMA is able to guarantee to all its customers. This, added to the known reliability of all its machines, is the best guarantee of continuity of operation without unwanted downtime, even in arduous working conditions.


AFFIDATI AD UN PARTNER UNICO E SICURO! RELY ON A SINGLE AND SECURE PARTNER!

Fin dalla sua fondazione AL.MA. è sempre stata fedele alla sua missione: “Soddisfare le esigenze dei propri clienti con prodotti di alta qualità e affidabilità, abbinate alla creatività e competitività del Made in Italy”

INNOVAZONE, QUALITA’ E TECNOLOGIA DAL 1979 AL VOSTRO SERVIZIO INNOVATION, QUALITY AND TECHNOLOGY SINCE 1979 AT YOUR SERVICE

Macchina Termoformatrice per confezionare 1600 Kg./ora di pasta fresca ripiena in ATM in confezioni da 250 gr. Thermoforming Packing Machine for 1600 Kg./hour of stuffed fresh pasta in MAP in packs of 250 grms. each.

Macchina Termoformatrice in acciaio inox per il confezionamento di prodotti alimentari sottovuoto oppure in ATM. Thermoforming Packing Machine in stainless steel for foodstuffs in MAP or vacuum.

AL.MA. Srl - 22071 Cadorago (CO) IT - Via G. Rossini, 3 / Tel. +39 031 904491 - Fax +39 031 904501


22/25 NOV. 2010 PARIS NORD VILLEPINTE FRANCIA

salone internazionale dell’imballaggio

*IMBALLATE CON INTELLIGENZA! Quando l’innovazione rende l’imballaggio dei prodotti alimentari e dei liquidi più intelligente, più funzionale, più sicuro, più seducente e... progettato per uno sviluppo sostenibile. Venite ad identificare i fornitori più dinamici e i concetti più adatti al vostro mercato. Differenziatevi! EMBALLAGE 2010 vi offre la ricchezza di un salone generalista e la precisione di un salone multispecialistico, grazie all’organizzazione di nuovi spazi, corner specializzati, conferenze ed eventi inediti.

Ulteriori informazioni? Il vostro pass d’ingresso su

www.emballageweb.com - Codice : XTECFOOD

Saloni Internazionali Francesi S.r.l. Tel. : 02/43 43 531 e-mail : info @ salonifrancesi.it


M A C H I N E R Y & D E V E L OPM E N T

Carlsberg: magazzino automatizzato Con un disturbo minimo alla produzione, Carlsberg ha automatizzato completamente il magazzino con una soluzione che consente aggiornamenti dinamici Nel 2004 Elettric 80 installava i primi 2 Veicoli a Guida Laser (LGV) presso lo stabilimento di produzione Carlsberg di Falkenberg, Svezia. Si trattava di veicoli a forche a 1 posto pallet, concepiti per portare i pallet vuoti alla zona di produzione. Alcuni anni dopo, Carlsberg ordinò altri 22 LGV a forche, con l’intenzione di automatizzare completamente il magazzino, che allora era gestito manualmente. Con un disturbo minimo alla produzione, Carlsberg ha automatizzato completamente il magazzino con una soluzione che consente aggiornamenti dinamici e modifiche ogni volta che cambiamenti del processo produttivo di Carlsberg lo rendano necessario. Il magazzino ha circa 20.000 posti pallet; 11.500 a terra e 8.500 su scaffali a gravità più alcuni scaffali per le pre-forme. Uno studio e una programmazione accurati, e una comunicazione aperta tra le parti, hanno reso possibile installare il sistema mentre lo stabilimento continuava a produrre a pieno ritmo, dato che il magazzino è stato automatizzato gradualmente, in modo da prendere in carico sempre nuove aree di movimentazione manuale.

Carlsberg: warehouse automation Carlsberg have achieved full warehouse automation through a solution which allows dynamic updates In 2004 Elettric 80 installed the first two Laser Guided Vehicles (LGVs) at the brewery of Carlsberg in Falkenberg, Sweden. These were single pallet fork lift trucks, intended for the supply of empty pallets in the production area. A few years later Carlsberg placed an order for 22 additional fork lift LGVs, now aiming for complete automation of the warehouse process, which was then manual. With a minimum of disturbances to production, Carlsberg have achieved full warehouse automation through a solution which allows dynamic updates and modifications whenever required by process changes within Carlsberg’s operations. The warehouse comprises approx 20000 pallets; 11500 in block storage and 8500 in gravity racks and a few single racks for the preforms. Careful planning, consideration and open communication between the parties made system installation possible during full production in the brewery, as the warehouse was automated in a few steps, 88

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

gradually taking over new areas from manual handling. In 2008 Elettric 80 commissioned the automation system, consisting of the previous two LGVs, and 22 new LGVs out of which 10, thanks to collapsible forks, can adapt to carrying either one or two pallets, depending on the character of the mission. The other twelve always carry two pallets at a time for optimised efficiency. With production operational 24/7, up to 500 pallets per hour are transported. Kristoffer Andersson, Warehouse Manager of Carlsberg, says: - “The system capacity fulfils all expectations and is sufficient also at production peaks. Through the installation of Elettric 80’s LGV system we have obtained more stable operation and the handling of pallets from production to warehouse is now considerably more cost effective. In addition to this, the system is user-friendly.” As the system is extremely flexible, it has been constantly updated to meet changes in handling procedures, and during 2010 a major update of shipping and preform handling will be implemented. Reliable millimetre precision, which is particularly important for pallet stacking, is maintained throughout the whole handling in the warehouse, ensuring enhanced personal safety and minimised product damage. The vehicles can


M A C H I N E R Y & D E V E L O PM E N T

Elettric 80 ha collaudato nel 2008 il sistema automatico, composto dai precedenti 2 LGV e dai 22 nuovi LGV. 10 di questi veicoli, dotati di forche collassabili, possono trasportare sia 1 sia 2 pallet, a seconda della missione. Gli altri 12 trasportano sempre 2 pallet in contemporanea per una maggiore efficienza. In funzione 24 ore al giorno, 7 giorni su 7, possono trasportare fino a 500 pallets l’ora. Kristoffer Andersson, Responsabile Magazzino di Carlsberg, dice: - “La capacità dell’impianto soddisfa pienamente le nostre aspettative e copre anche i picchi produttivi. Installando il sistema LGV di Elettric 80 abbiamo ottenuto un funzionamento più stabile e la movimentazione dei pallet dalla produzione al magazzino è ora molto più conveniente. Inoltre è facile da usare.” Dato che il sistema é estremamente flessibile, è stato via via aggiornato in modo da allinearlo ai cambiamenti delle procedure di movimentazione e nel 2010 sarà installato un importante aggiornamento per la movimentazione della spedizione e delle pre-forme. In tutto il magazzino, durante ogni fase della movimentazione, si lavora con una precisione dell’ordine di millimetri, particolarmente importante nello stoccaggio dei pallet, il che assicura una maggiore sicurezza alle persone e minimizza i danni ai prodotti. I veicoli possono sollevare pallet di oltre 1.000 kg fino ai 5 metri necessari. Tutto lo stoccaggio è automatizzato tramite LGV, dal prelievo di fine linea fino allo stoccaggio a terra o su scaffale a gravità. I pallet sono inoltre ripresi dal magazzino e inviati sia all’area di picking, dove in seguito vengono ritirati i pallet

pronti, sia direttamente alla spedizione Inoltre gli LGV, tramite una sistema di trasporti in entrata, movimentano anche le palette vuote e gli altri materiali di consumo, collegando un’area esterna gestita manualmente con il magazzino automatico, e trasportano le pre-forme dagli scaffali alle linee di produzione. Ciò significa tipologie di prodotto molto differenti tra loro con pesi che variano da 100 a 1.000 kg. Gli LGV sono alimentati elettricamente. Nonostante siano normalmente silenziosi, emettono un segnale sonoro per avvisare le persone nelle immediate vicinanze. Il cambio batteria è completamente automatico. Quando la batteria sta per esaurirsi, l’LGV va a ricaricarsi seguendo le istruzioni del gestore di sistema che gli indica in quale posizione lasciare la batteria scarica e dove prelevare quella carica. L’LGV è dotato di una batteria più piccola che gli fornisce l’energia necessaria per muoversi da una posizione all’altra in mancanza della batteria principale. Questa operazione dura in media un paio di minuti, dopodiché il veicolo può lavorare per 10-12 ore. Per scelta del cliente, Carlsberg ed Elettric 80 condividono la gestione del WMS. Un altro servizio che Elettric 80 fornisce a Carlsberg è la presenza continua di un servizio tecnico presso l’impianto di Falkenberg. Il tecnico ha il compito di effettuare la manutenzione della flotta degli LGV in modo da assicurare la massima efficienza, e aiuta gli operatori di Carlsberg quando è necessario. Dal 3 giugno al 13 agosto 2010: OPEN HOUSE NON STOP presso la sede di Viano (RE) http://www.elettric80.it/open-house-2010

lift pallets of more than 1000 kg up to the required five metres. The whole storage process is automated by the LGVs, from pick up at the end of the production lines to the gravity racks and floor storage of the warehouse. Pallets are also retrieved from the warehouse and delivered either at the picking area, where prepared pallets are collected further on or directly to the shipping area. The LGVs also handle the regular supply of empty pallets and other consumables from an infeed conveyor system, linking a manually handled outdoor storage area to the automated warehouse, and preforms from single racks to the production lines. This means that the goods types have quite different properties with pallet weights ranging from 100 to 1000 kg. The LGVs are electrically powered. To compensate for their quiet nature, they emit a signal to notify people in its immediate surroundings. Battery exchange is completely automatic. When the battery is running low, the LGV goes to the charging station, where the system master indicates which slot to approach to leave the discharged battery, and from which

to retrieve a new, fully charged, one. The LGV has a smaller battery which provides the power necessary to move between the slots without the main battery. This procedure typically takes only a couple of minutes, after which the vehicle returns to work for another 10-12 hours. For client specific reasons the WMS system is a shared responsibility between Carlsberg and Elettric 80. As an extra service to Carlsberg, Elettric 80 will provide embedded engineering service at the Falkenberg plant. The engineer will service the LGV fleet to ensure maximum efficiency is maintained, and support Carlsberg operators when required. From June 3rd through August 13th 2010: NON-STOP OPEN HOUSE at the facilities in Viano, Italy http://www.elettric80.com/open-house-2010

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

89


M A C H I N E R Y & D E V E L OPM E N T

Automazione del confezionamento in cartone Da Cartomac la nuova linea di formatura e chiusura scatole Linea composta da formatrice e chiuditrice per scatole con tre flaps aperti. Il formatore di cartoni FS 400 forma, partendo da una fustella piana, una vaschetta oppure una scatola con coperchio. La macchina si compone di un magazzino fustelle con un braccio a ventose di prelevamento, di un dispositivo spruzzatore di colla a caldo per l’incollatura dei lembi. La scatola viene formata per mezzo di uno stampo e depositata su un nastro trasportatore. ll gruppo di formatura maschio è composto di un unico pezzo in modo da evitare regolazioni. La scatola precedentemente formata viene deposi-

tata su un nastro a moto intermittente passo passo per il carico manuale o automatico del prodotto La chiuditrice CL 300 chiude in modo automatico il coperchio superiore ed i lembi laterali di una scatola. La chiusura dei lembi avviene con colla a caldo (hot – melt) distribuita nei punti richiesti mediante incollatore con sistema a spruzzo. L’eventuale cambio formato è facilitato con regolazione tramite volantini e ricette memorizzate su touch panel.

Automation in carton packaging From Cartomac the new automatic line forminig and closing boxes

The carton former FS 400, is a machine which automatically erects folded cartons and forms boxes with or without cover. It consist of a carton magazine unit equipped with an automatic arm which lifts cartons from the magazine by means of suckers and of a hot glue spraying device for gluing flaps. Once the carton is formed by means of a mould it is transported on a conveyor. If necessary, you can

90

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

easily change the carton size by regulating the special hand-wheels. The forming unit consisting of one single parts has been constructed in order to avoid regulating operations. The conveyor step by step accepts the trays delivered by the forming machine and provides to send the box at the operators for load the product inside the boxes by hands or automatically, and syncronisation with closing machine. The CA 300 is a carton closing machine which automatically closes the top cover and side flaps of a box Flaps closure is carried out with hot-melt glue. Easy change format with handwheels and recipe by touch panel


S C I E N C E & T E C HNO L OG Y

“Siamo lieti che Anadolu Cam abbia scelto le soluzioni di progettazione virtuale di CATIA per sviluppare imballaggi creativi di alta qualità che soddisfano e superano le aspettative dei clienti. Anadolu Cam si è così assicurata un notevole vantaggio concorrenziale in un settore molto competitivo come quello degli imballaggi in vetro,” ha affermato Gianluca Gonella, PLM Value Selling Manager South Europe, Dassault Systèmes. “Anadolu Cam è un esempio eccellente della leadership e della vitalità industriale di questa regione, alla quale siamo fieri di contribuire. Inoltre, questa partnership riflette le ambizioni di DS sul mercato turco, dove proprio quest’anno abbiamo aperto una nostra filiale diretta”.

L’azienda turca ANADOLU CAM ha velocizzato il processo di realizzazione di imballaggi eleganti e originali

Dassault Systèmes (DS), azienda leader a livello mondiale nelle soluzioni 3D e nelle tecnologie per il Product Lifecycle Management (PLM), ha annunciato che Anadolu Cam Sanayii A. S. (Istanbul, Turchia), azienda del Gruppo Sisecam che progetta e produce imballaggi in vetro, utilizza il software CATIA per progettare tutti gli imballaggi in vetro, eseguire l’analisi delle sollecitazioni e la simulazione delle interferenze, e implementare modifiche e revisioni in tempi record. Da quando ha iniziato a utilizzare CATIA di Dassault Systèmes, Anadolu Cam ha dimezzato i tempi di progettazione ed è in grado di offrire un’ampia gamma di alternative ai propri clienti. L’azienda è così nelle condizioni di gestire più progetti e questo ha contribuito ad ampliare l’attività complessiva di Anadolu Cam. “In precedenza, sviluppare prodotti con superfici complesse o incisioni richiedeva processi molto lunghi, ma CATIA ci ha permesso di ridurre le tempistiche del 50%,” ha dichiarato Ozgun Hodul, progettista di stampi, Sisecam Anadolu Cam. “Ora possiamo progettare le forme più articolate, sviluppando soluzioni di packaging in vetro innovative e originali. Con CATIA, non esistono più bottiglie impossibili da disegnare”.

92

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

L’intero progetto viene aggiornato rapidamente e automaticamente nel momento in cui i progettisti apportano modifiche a dati, dimensioni o parametri, garantendo così la massima coerenza e affidabilità dalla progettazione alla produzione. I creativi di Anadolu partono dalla progettazione dello stampo degli imballaggi in vetro e dei vari accessori. I modelli generati vengono utilizzati per la costruzione degli stampi, che vengono poi inviati agli impianti di produzione per fabbricare le bottiglie. I costruttori di stampi possono utilizzare direttamente i dati 3D del progetto per realizzare lo stampo. Questo non solo ha permesso di ridurre i tempi dell’intero processo di produzione, ma ha anche eliminato il rischio di possibili errori derivanti da errori di interpretazione inevitabili con i disegni 2D. Lavorando in 3D, Anadolu Cam ha potuto velocizzare e semplificare il ciclo di iterazione dei progetti fra l’azienda e i clienti. Con il 3D, infatti, i clienti possono avere un’idea immediata del prodotto ed eventuali modifiche al prodotto e al progettto possono essere apportate in tempo reale. I clienti possono vedere una rappresentazione virtuale del prodotto finito prima che questo venga prodotto. A breve, l’azienda prevede di adottare template e metodologie specifiche per accelerare ulteriormente il processo di progettazione. In linea con la strategia di miglioramento costante della gestione del ciclo di vita dei suoi prodotti, Anadolu Cam sta valutando la possibilità di implementare 3DVIA Composer ed ENOVIA SmarTeam per creare la documentazione e gestire tutti i dati di prodotto.


S C I E N C E & T E C HNO L OG Y

Abbattuti i tempi di progettazione del 50% con CATIA di Dassault Systèmes Design time cut by 50% with Dessault Systèmes’ CATIA Dassault Systèmes (DS), a world leader in 3D and Product Lifecycle Management (PLM) solutions, announced today that Anadolu Cam Sanayii A.S. (Istanbul, Turkey) part of the Sisecam Group and a designer and manufacturer of glass packaging, relies exclusively upon CATIA software to design all its glass packaging, perform stress analyses and clash simulation, as well as implement revisions in record time. Since it began using Dassault Systèmes CATIA, Anadolu Cam has halved its design process time and offers a wider variety of design alternatives to its customers. As a result, the company can take on more projects and its overall business has significantly increased. “Before, it was a long process to develop products with complex surfaces or engravings but CATIA has reduced this time by 50%” said Ozgun Hodul, Mold Design Engineer, Sisecam Anadolu Cam. “We can now design the most difficult shapes, allowing us to create innovative, stylish, and original glass packaging. With CATIA, no bottle is impossible.”

Turkish manufacturer Anadolu Cam speeds up elegant and original glass packaging production

The entire design is rapidly and automatically updated when designers make a slight change to a figure, dimension, or parameter, ensuring consistency from design to production. Anadolu creatives start by designing the mold of glass packages and various accessories. The resulting models are used by the manufacturer to create the molds, which are then sent to production plants to manufacture the bottles. Mold manufacturers can now directly use the initial 3D data to process the mold. This has not only shortened the overall manufacturing process, but also prevented possible errors, since 2D drawings can sometimes be misinterpreted. Working in 3D has also facilitated Anadolu Cam’s design iteration process when working with its customers. With 3D, they can easily visualize and the product and design changes can be implemented in real-time. Customers can see a virtual representation of the finished product before it is even manufactured. In the near future, the company plans to use templates and methodologies to further accelerate the design process. In line with its strategy to continuously improve the lifecycle management of its products, Anadolu Cam is investigating the possibility of using 3DVIA Composer and ENOVIA SmarTeam to create its documentation and manage all product data.

“We are pleased Anadolu Cam is relying on CATIA’s cutting-edge virtual design solutions to introduce creative, high quality packaging designs that go above and beyond customers requirements and other standard design tools, allowing Anadolu Cam to keep a leading edge in the highly competitive glass packaging sector” said Gianluca Gonella, PLM Value Selling Manager South Europe, Dassault Systèmes. “Anadolu Cam is a prime example of the region’s industrial leadership and vitality that we are glad to support. It corresponds well to DS’s ambitions in the Turkish market following the opening of our office earlier this year.”

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

93


M A C H I N E R Y & D E V E L OPM E N T

Modularità, flessibilità, praticità Per offrire macchine innovative, Makro Labelling si concentra su tre punti fondamentali: modularità, flessibilità e praticità La Makro Labelling è una società nota da poco tempo ma si sta già imponendo sul mercato dell’etichettaggio con i propri prodotti. Grazie all’esperienza trentennale dei propri partners, in questo settore, Makro può garantire affidabilità ed efficienza nelle macchine e nel servizio. La gamma delle etichettatrici che la ditta può produrre è molto vasta. Si parte infatti dalle classiche applicazioni a colla a freddo per passare poi alle innovative autoadesive.

Questi due sistemi possono essere facilmente combinati e integrati assieme su di un’unica macchina. Non mancano poi le applicazioni con hot melt: etichette avvolgenti in carta o plastica pretagliata possono, infatti, essere applicate su contenitori in PET o vetro. Il gruppo dei progettisti della Makro ha cercato di sviluppare le proprie etichettatrici cercando di offrire alla clientela un prodotto con innovazione, in grado di una migliore qualità e performance. Partendo da questi obbiettivi da raggiungere Makro si è concentrata su tre punti fondamentali: modularità, flessibilità, praticità. Questi concetti sono stati sviluppati attraverso un’attenta e accurata ricerca tecnica e commerciale che ha permesso e permetterà ai prodotti della Makro di essere all’avanguardia sul mercato mondiale del labelling. I modelli, che la ditta produce, offrono tutti, dal più piccolo al più grande, alcuni particolari di base comune: struttura del basamento totalmente in acciaio inox Aisi 304, tavolo “roof”, trasmissione alle stelle e alla coclea con motori “brushless”, trattamenti al niploy sui componenti non in inox. A questo vanno aggiunte innumerevoli altre personalizzazioni che conferiscono alla macchina doti di solidità e longevità.

Modularity, flexibility and practicality To offer innovative machines, Makro Labelling focuses on three fundamental principles: modularity, flexibility and practicality

Although Makro Labelling is not yet very well-known, it has already stood out on the labelling market due to its products. Owing to thirty-year experience of its partners, gained in this sector, Makro can guarantee reliable and efficient machines and services. The company can offer a comprehensive range of labelling machines that ranges from the classic cold-glue applications to the innovative self-adhesive machines. These two labelling systems can be easily combined with each other and integrated in one single machine. Besides, hot-melt applications cannot be missed: paper and precut plastic wrapping labels can in fact be applied on PET or glass containers. Makro Labelling engineers have developed labelling 94

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

machines in order to offer an innovative product able to improve both quality and performances. Hence, Makro has therefore focused on the following three fundamental principles: modularity, flexibility and practicality. These concepts have been developed after careful and accurate technical and commercial research, which has enabled and will enable Makro products to be on the cutting-edge of worldwide labelling market. All the models offered by Makro Labelling, from the smallest to the biggest, feature some basic elements in common: stainless steel Aisi 304 basement structure, “roof” table, transmission to the stars and scrolls by brushless motors, niploy treatments for the components that are not made in stainless steel. Many other customizations need mentioning as they give the machines sturdiness and long life. Makro range of labelling machines includes the small Mak0 and Mak-1 featuring a carousel of 520 mm’s diameter in aluminium alloy which is then coated with a double-layer epoxy varnish. The machines can be broadly used in small-sized businesses with no particular packaging requirements but requiring levels of excellent quality.


M A C H I N E R Y & D E V E L O PM E N T

La gamma delle etichettatrici Makro parte dalle piccole Mak-0 e Mak-1 che sono costruite con un carosello di diametro 520 mm in lega di alluminio che poi viene verniciato con un doppio strato di vernice epossidica. Queste macchine trovano il principale impiego nelle piccole aziende, che non hanno particolari confezionamenti ma che pretendono invece ottima qualità. Mak-0 e Mak-1 possono essere eseguite con rotazione dei piattelli meccanicamente o con motori passo-passo e, a richiesta può essere installato il centraggio ottico sui modelli a 4, 6 e 8 piattelli. La velocità di produzione va da 1500 b/h ad un massimo di 8000 b/h. La serie continua poi con le Mak-2, 3, 4, 5 e 6 che logicamente hanno diametro di carosello che sono così suddivisi: • Mak-2 diametro 780 mm • Mak-3 diametro 1040 mm • MAk-4 diametro 1350 mm • Mak-5 diametro 1560 mm • Mak-6 diametro 1800 mm Il numero delle divisioni del carosello va da un minimo di 4 piattelli ad un massimo di 40. Le unità di etichettaggio applicabili a colla o autoadesive possono essere così suddivise: • N. 4/5 su D.780 • N. 6 su D.1040 • N. 7 su D.1350 • N. 8 su D.1800

Tutta questa gamma può coprire una velocità di produzione da 3000b/h a 36000 b/h. Le applicazioni principali, con i differenti sistemi, sono per etichetta di corpo, lunetta di spalla, collare avvolgente, retro e qualsiasi tipo di sigillo di garanzia a “I”, “L” o “U”. La Makro, con il suo ufficio tecnico, è comunque sempre a disposizione del cliente per applicazioni personalizzate, in maniera tale da soddisfare tutte le esigenze.

Mak-0 and Mak-1 can be equipped with mechanic plate rotation or step-by-step motors, but 4, 6, 8 plate optical centring can be installed upon request. Production speed ranges from 1500 b/h min. to 8000 b/h max. This range of machines also consists of Mak-2, 3, 4, 5 and 6, whose carousel diameter is as follows: • Mak-2 – 780 mm diameter • Mak-3 – 1040 mm diameter • Mak-4 – 1350 mm diameter • Mak-5 – 1560 mm diameter • Mak-6 – 1800 mm diameter The divisions of the carousel range from 4 plates minimum to 40 maximum. The labelling units, glue and self-adhesive, can be divided as follows: • N. 4/5 units in 780 diam. • N. 6 units in 1040 diam. • N. 7 units in 1350 diam. • N. 8 units in 1800 diam. The whole range covers production speeds from 3000 b/h to 36000 b/h. The main applications, with different systems, are: body label, side steady rest, wrapping collar, back seal and any kind of I-, L- or U-shaped guarantee seal. Makro Labelling, along with its technical department, can offer its customers tailored applications as to meet any requirements. Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

95


M A C H I N E R Y & D E V E L OPM E N T

Proposte integrate Forte del suo carattere distintivo Sacmi si presenta all’ottava edizione del salone Djazagro ad Algeri Carle & Montanari, consociata Sacmi, progetta e realizza, dall’inizio del ‘900, macchine e impianti sia per il processo del cacao sia per la lavorazione, il modellaggio e il confezionamento del cioccolato. Oltre 1700 impianti nel mondo producono cioccolatini, snack e tavolette di cioccolato con la tecnologia e le soluzioni impiantistiche di Carle & Montanari e il termine CAVEMIL (dal nome di CAValieri EMILio che negli anni ’50 inventò il primo impianto automatico) è sinonimo di modellaggio in tutto il mondo.

L’ingresso dell’azienda nel gruppo Sacmi ha consentito a Carle & Montanari di garantire ai propri clienti una presenza diretta in 23 paesi e le risorse per importanti investimenti in ricerca e sviluppo. Grazie all’integrazione della divisione packaging oggi Carle & Montanari è l’unico fornitore su scala globale in grado di assistere le aziende del settore dalla trasformazione del cacao, attraverso la produzione e il modellaggio, fino al confezionamento del prodotto finito, dando una risposta alle esigenze dell’industria del cioccolato in termini di flessibilità, efficienza ed affidabilità. Sacmi è l’unico impiantista interamente dedicato al mondo del beverage e del confectionery. Forte di questo carattere distintivo, che permette di qualificarsi come gestore dell’intera filiera dell’imbottigliamento e del cioccolato, attraverso la consociata Carle & Montanari, Sacmi si presenta, all’ottava edizione del salone Djazagro 2010, fiera internazionale dedicata ai settori della lavorazione e conservazione dei prodotti agroalimentari, attrezzature e macchine per la panificazione, pasticceria e ristorazione, che si terrà nella città algerina dal 12 al 15 aprile 2010, presso la Central Hall stand n. F62. Questo evento, dedicato alle tecnologie del packaging, sarà un’occasione per vedere le migliori e più recenti innovazioni per l’industria dell’imbottigliamento di SACMI. Dalle proposte integrate per la filiera del beverage agli impianti per la produzione, il modellaggio e il packaging dei prodotti di cioccolato. Linee complete di ultima generazione prodotte da Carle & Montanari.

Integrated solutions Thanks to its unique character Sacmi will be present at this year’s Djazagro in Algiers Sacmi subsidiary Carle & Montanari has been designing and building machines and complete plants for the cocoa process and the production, modelling and packaging of chocolate since the early 20th century. Over 1700 plants worldwide produce chocolates, snacks and chocolate bars using Carle & Montanari technology and plant engineering solutions: even the term CAVEMIL (from the name CAValieri EMILio, who, in the 1950s invented the first automatic plant) is synonymous with modelling all over the world. Joining the Sacmi Group has allowed Carle & Montanari to provide its customers with a direct presence in 23 countries and draw on the resources needed for major R&D investments. Thanks to integration of the packaging division Carle & Montanari is, today, the only worldwide supplier able to assist companies at every stage, from cocoa processing, through production and 96

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

modelling to finished product packaging, providing the chocolate industry with a clear response to its demand for flexibility, efficiency and reliability. Sacmi is the world’s only plant engineering firm fully dedicated to beverage and confectionery production. Its unique know-how allows it to provide unparalleled plants for the entire bottling process and, though its subsidiary Carle & Montanari, the chocolate making process as well. Djazagro 2010 is the 8th edition of an international fair dedicated to agroindustrial product processing and preservation and equipment/machines for breadmaking, confectionary and catering: it will be held in Algiers from 12th to 15th April 2010. Sacmi will be at Central Hall stand n° F62, showing off the best of its latest, highly innovative solutions. This event, which focuses on packaging technology, offers an excellent opportunity to see the best and most recent innovations SACMI has come up with for the bottling industry. From integrated solutions for beverage lines, then, to plants for the production, modelling and packaging of chocolate products: complete cuttingedge lines produced by Carle & Montanari.


FILLPACK snc - Via G. Olindo 18/20 - 14053 CANELLI (AT) ITALY - Tel +39 0141 835 388 Fax +39 0141 833 667 info@fillpack.it - www.fillpack.it


M A R K E T I NG & S T R A T E G Y

Quando strategia fa rima con successo Uno straordinario viaggio verso il successo grazie alla tecnologia Cryovac di Sealed Air

Odary, un nuovo marchio di Agroprodukt (Kazakistan) e il film richiudibile Cryovac ® EOR211, lanciato recentemente sul mercato, sono all’origine di una vera e propria rivoluzione commerciale e sociale. L’approccio di marketing e lo sviluppo del prodotto adottati da Agroprodukt costituiscono, da questo punto di vista, un vero esempio di strategia globale. Il tradizionale formaggio granulato Odary e il film EOR211 hanno trasformato abitudini alimentari vecchie di secoli e dato il via ad una crescita mensile pari al 30%! La richiudibilità del film permette al consumatore di aprire e chiudere la confezione sino a dieci volte senza perdita di qualità o freschezza del prodotto. Ciò significa praticità e convenienza in quanto è possible tenere in frigorifero il prodotto nella stessa confezione in cui si acquista.

Un’iniziativa programmata nei minimi particolari Il punto di partenza della straordinaria avventura del formaggio Odary è il Kazakistan, che con una superficie di 2.724.900 km², è il più grande paese senza sbocco al mare, Prima dell’adozione del film richiudibile Cryovac ®, il formaggio granulato Odary veniva confezionato in cartapecora, con una conservabilità di appena 3 giorni. Consapevole delle straordinarie possibilità di mercato legate ad un aumento della conservabilità e facendo leva sul valore simbolico del prodotto, che in Kazakistan viene impiegato come tradizionale dono di benvenuto, Agroprodukt iniziò un accurato studio di marketing. A seguito di appro-

Strategy spells success A spectacular journey from unknown brand to success thanks to Sealed Air technology

Odary, a new umbrella brand from Agroprodukt in Kazakhstan, and the recently launched Cryovac® EOR211 reclosable film, have succeeded in initiating an impressive business and social revolution. The highly strategic approach to brand and product development adopted by Agroprodukt is exemplary at a global level. Odary cottage cheese, protected by the innovative EOR211 film, has succeeded in transforming established consumer behaviour and in creating sales growth of 30% per month. The reclosability of the film allows customers to open and close their cheese packaging up to ten times without loss of quality or freshness. This means it can be stored safely in the fridge in the container it was purchased in – a vital ingredient of convenience and enjoyment. 98

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

A perfectly mapped out journey The starting point of the spectacular journey taken by Odary cottage cheese was the market of Kazakhstan, the world’s largest landlocked country, covering 2,724,900 km². Prior to the introduction of the Cryovac® reclosable film, all cottage cheese was packed in parchment paper, giving it a shelf life of just three days. Here, Agroprodukt recognized huge market potential through the increase of the shelf life and the possibility of product differentiation through branded packaging. A further motivating factor for the far-sighted dairy specialist was the leading role played by dairy products as a symbolic welcoming gift in a nation characterised by a strong hospitality culture. Using state-of-the-art brand development tools, such as in-depth market research and sophisticated merchandising methods, Agroprodukt successfully began to produce its Odary cottage cheese, safely sealed by the innovative Cryovac® EOR211 film, in June 2009. Meticulous preparation enabled a highly strategic rollout for the new Odary products and this soon reaped rewards. Initially the new product was placed next to cottage cheese in traditional packaging in the stores for customer orientation. A programme of tastings and demonstrations to show the benefits of the reclosable packaging helped consumers to understand and realise


NON VI FERMIAMO MAI!

É UNA PROMESSA I NOSTRI CLIENTI APPLICAN0 1,4 MLD DI ETICHETTE ANNO SENZA PROBLEMI

PILOT ITALIA S.p.A. Via Don G. Minzoni /  Usmate Velate (MI)

 World Label Award

 Finat Award

Telefono .. r.a Telefax . E-mail: info@pilotitalia.com www.pilotitalia.com


M A R K E T I NG & S T R A T E G Y

fondite ricerche, condotte con avanzati strumenti di merchandising, Agroprodukt iniziava, nel giugno 2009, la produzione del formaggio Odary, confezionato con l’innovativo film richiudibile Cryovac® EOR211. Il lancio del nuovo marchio e il suo subitaneo successo sono il risultato di un processo accuratamente programmato. Inizialmente i nuovi prodotti sono stati esposti vicino ai formaggi confezionati con la tradizionale cartapecora. Nei punti vendita sono stati organizzati programmi di degustazione e dimostrazione, finalizzati a spiegare ai consumatori i vantaggi del nuovo packaging. L’aumento della conservabilità da tre giorni a tre settimane ha risolto il problema delle consegne all’interno del paese. Il prodigioso aumento del fatturato (30% mensile) ha dimostrato la validità dell’approccio di marketing adottato da Agroprodukt che, con la prospettiva di penetrazione in altri mercati, ha aperto, nel gennaio 2010, una rappresentanza in Russia. Come sviluppare un packaging dall’A alla Z Basandosi su cinque anni di proficue relazioni commerciali, Sealed Air ha coadiuvato il suo dinamico cliente in tutta la fase di lancio del nuovo marchio. Agroprodukt ha acquistato quattro nuove macchine per le quali Sealed Air ha organizzato

the advantages of Odary cottage cheese during their usual shopping trips. The instant increase in shelf life, from three days to three weeks, also solved the challenging issue of product delivery across Kazakhstan. With recorded sales growth of 30% per month, the strategic approach started to pay off fast. Agroprodukt even plans to enter the Russian market with this product and in January 2010 opened a representative office in Russia. An A to Z package Sealed Air supported its dynamic customer throughout the launch of the new umbrella brand, based on a fiveyear relationship focused on cheese products. The customer purchased four new packaging machines to facilitate the brand introduction and Sealed Air conducted dedicated training sessions on the newly installed equipment. In addition, the Sealed Air Department of Graphic Services in Moscow created all the Odary adaptation for printing on the EOR film, ensuring the ultimate in modern product differentiation. The Odary brand story The newly launched Odary brand incorporates a broad spectrum of dairy products. This embraces pure cottage cheese, cottage cheese with fruit, sweet cottage cheese snacks, milk and cream. The first step 100

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

opportune sessioni di training. Il servizio grafico di Mosca ha infine sviluppato la presentazione del packaging per il nuovo marchio, garantendone un’efficace differenziazione. Il marchio Odary Il nuovo marchio Odary riunisce un’ampia gamma di prodotti: formaggio granulato naturale, alla frutta, snack dolci, latte e panna. Agroprodukt ha eseguito un’ampia indagine di mercato sulla mentalità e le preferenze dei consumatori e sul segmento dei latticini in generale. Il nome Odary, che allude a una giovane orientale, è stato scelto per evocare le caratteristiche tipicamente femminili di amore e cura della casa. Il design riproduce ornamenti tradizionali per porre l’accento sull’identità nazionale del Kazakistan. La meticolosa preparazione del lancio e l’adozione di avanzate tecnologie di packaging, infine, hanno spianato la strada al folgorante successo del marchio Odary.

for Agroprodukt when developing the new brand was extensive market research to gain detailed information on the Kazakh mentality, consumer preferences in dairy products and the dairy market segment in general. The name is close to an Oriental girls’ name and was chosen to convey the typical female characteristics of love and care. Packaging design features Kazakh ornaments to highlight the brand’s proud national identity. The careful preparation of the Odary launch, together with the progressive mentality leading to the use of state-of-the-art packaging solutions, has paved the way to rapid success.


Un'impresa di tipo Lean Con un nuovo consistente investimento, la società Santa Maria ha puntato ad una produzione efficiente attraverso una maggior automazione scegliendo FlexLink come fornitore per l’intero progetto. Santa Maria, la più grande azienda scandinava nel settore delle spezie, prodotti per il barbecue, prodotti Tex Mex e prodotti tailandesi ed indiani, ha deciso di introdurre il sistema Lean nell’intera organizzazione, dai reparti vendite e amministrazione al reparto di produzione, creando una vera e propria impresa Lean. Il nuovo sistema centrale di automazione dei pallet, che alimenta costantemente i cartoni confezionati destinati al carico su pallet, è un ottimo esempio in questo senso. Inoltre, anzichè effettuare costose riconfigurazioni o estensioni di linea, grazie al concetto Lean si è potuto liberare lo spazio precedentemente utilizzato come magazzino, rendendolo disponibile per la parte finale del processo di produzione. Il nuovo processo di automazione è perfettamente in linea con la filosofia del sistema Lean. E’ stato eliminato il rischio di ripetere errori: il sistema è integrato nel software aziendale e si è in grado di controllare costantemente il processo. Utilizzando la scansione automatica dei codici a barre di tutti i prodotti consegnati, occorre procedere in modo corretto fin dall’inizio. In caso contrario, la produzione s’interrompe e ci si accorge immediatamente dove è necessario intervenire.

A Lean-kind business With considerable investment, the biggest Scandinavian company Santa Maria aims to efficient production through increased automation and chooses FlexLink as supplies for the entire project. Santa Maria, producers of spices, barbecue products, Tex Mex products, Thai and Indian products, has decided to introduce the Lean system into its entire organization, from sales and administration departments right to the production area, so creating a real Lean-kind business. The new pallet automating central system, which fills continuously the boxes destined to palletization, is an excellent example. In addition, instead of making expensive ricofigurations or line extensions, it has been possible to have more space available, which was previously used as warehouse, for the final part of the production process, thanks to the Lean concept. The new automation process is perfectly in line with the Lean philosophy. No more risk of reiterated errors: the system integrated into the company software can control the whole process continuously by means of automation scanning of barcodes of all the products, since it is important to proceed in the correct way since the first stage. Otherwise, production would be interrupted for immediate intervention, where necessary.


- 11 8 giugno 2010 Rimini Fiera

Exhibition of Technology for Packaging and Processing

Nasce a Rimini il Salone del packaging promosso da UCIMA, l’Associazione dei costruttori italiani. Packology è l’evento internazionale dedicato all’innovazione e alle tecnologie di processo, confezionamento e imballaggio rivolto a tutti gli operatori del food, beverage, chimica per la casa, cosmetico, farmaceutico, health care e beni di consumo. A giugno 2010 il mondo del packaging si incontra a Rimini.

www.packologyexpo.com +39 0541 744506 - 744613 info@packologyexpo.com

Organizzato da


Etichettatrici Lineari Autoadesive

Una gamma completa di etichettatrici per contenitori cilindrici e sagomati Packlab Srl è un’azienda specializzata nella produzione di macchine etichettatrici autoadesive lineari ed è in grado di fornire una gamma completa di etichettatrici, sia per contenitori cilindrici che sagomati, particolarmente indicate per il settore alimentare. Punto di forza dell’etichettatrice Packlab è il gruppo adesivo modulare che è corredato di supporti a tre o cinque assi e si presta a soddisfare le più svariate richieste di applicazione. L’applicazione dell’etichetta può avvenire su contenitori rigidi e non, con una produzione oraria da 1.000 a 24.000 b/h. Le macchine lineari consentono inoltre di ottimizzare i tempi e i costi del cambio formato, in quanto operano senza necessità di sostituire parti a formato. Le etichette possono essere applicate sia sulla parte verticale del contenitore che sopra e sotto. Tutta la gamma delle etichettatrici è presente sul nostro sito Packlab www.packlab.it.

Linear Self-Adhesive Labellers A complete range of labellers for cylindrical and shaped containers Packlab Srl is specialized in manufacturing linear selfadhesive labelling machines and it offers a complete range of labellers, suitable to handle both cylindrical and shaped containers; its labelling machines are particularly indicated in the food sector. The main feature of Packlab labellers is the modular self-adhesive station, complete with three or five axles adjusting supports, that allows to satisfy many different kinds of application. Labels can be applied on rigid or soft containers, with an hourly production speed from 1,000 to 24,000b/h, and they can be applied on the vertical surface of the container, on the top and on the bottom of the container itself. Linear machines reduce size change time and costs because no size change part is needed. You can find the whole range of Packlab labelling machines on the company website www.packlab.it.


M A C H I N E R Y & D E V E L OPM E N T

Tecnologia Veripack Veripack coniuga sapientemente know-how, esperienza, innovazione e soprattutto cura per il cliente raggiungendo eccellenti risultati

La crescita degli impianti installati, in un mercato globalmente in difficoltà, è la miglior conferma di come la qualità dei prodotti Veripack sia riconosciuta dagli operatori del settore alimentare, in particolare nel campo delle carni fresche e trasformate, nei salumi a tranci od affettati. Tutte le fasi, dalla progettazione alla realizzazione, garantiscono una buona flessibilità per una maggiore rispondenza alle singole esigenze di ogni cliente. I componenti sono realizzati e controllati internamente all’azienda secondo procedure ben definite orientate al WCM (World Class Manufacturing), una parte proviene da un network di fornitori selezionati e formati dall’azienda stessa. La certificazione del sistema di qualità ISO 9001 garantisce il continuo miglioramento; mentre la ISO 14000 sancisce l’impegno di Veripack nei confronti dell’ambiente. La divisione “ricerca e sviluppo”, parte integrante dell’ufficio tecnico interno composto da progettisti e disegnatori estremamente qualificati, è costantemente impegnata nello studio di soluzioni innovative per migliorare ed aggiornare gli impianti, offrendo macchine sempre più aderenti alle richieste del mercato. Il reparto di “Customer Service” ha l’obiettivo di trovare una soluzione alle richieste tecniche dei clienti. Il servizio di Assistenza Tecnica consente di ottenere una riduzione dei tempi di fermo macchina, con relativo risparmio dei costi di intervento: può essere infatti personaliz-

zato su misura, viene erogato oltre che telefonicamente ed “on site”, presso la sede dei clienti, anche via Internet con controllo e monitoraggio visivo (tramite webcam), in collaborazione con gli operatori che lavorano sull’impianto. La gamma di termoformatrici Veripack comprende quattro modelli: Entry, Freedom, Flexi e Progress che presentano alcune caratteristiche costruttive comuni come l’utilizzo estensivo dell’acciaio inox, le pannellature laterali rimovibili e semplici da estrarre, il design concepito per massimizzare l’utilizzo degli spazi disponibili e per permettere la pulizia e sanificazione degli impianti con efficacia; particolare attenzione viene rivolta al software per il controllo e la regolazione dell’impianto, intuitivo e di semplice utilizzo tramite un pannello touch-screen. Ormai consolidati i cambi rapidi in formatura ed in saldatura che, con sistemi a cassetto e movimentazioni pneumatiche o meccaniche, permettono di abbattere drasticamente l’intervento manuale e conseguentemente i tempi per cambiare i formati, esigenza ormai imprescindibile da una produzione flessibile sempre più richiesta. Tutti i modelli sono stati arricchiti con nuove funzionalità che migliorano le prestazioni e semplificano l’utilizzo. Ogni modello possiede inoltre specifiche varianti che permettono di trovare la combinazione più adeguata alle svariate esigenze produttive della clientela. Alcune Referenze: Grandi Salumifici Italiani, Francia Latticini, Montana, Parmacotto, Scarlino, Modecor, BBraun, Isap, Gruppo Aoste, Madrange, Paul Predault, Viciunai e tante altre aziende. Veripack sarà alla fiera IFFA, Francoforte, Hall 8.0, stand D98.

Veripack Technology Veripack masterly combines know-how, experience, innovation and, and above all, customer care with excellent results

104

In a global market in distress, a growing turnover is the best feedback of the quality of Veripack machines, in particular from the fresh and processed meat, whole or sliced salami. All the phases, from design to realization, guarantee good flexibility for a right answer to any single requirement. All components are manufactured and controlled following procedures (such as the World Class Manufacturing) and choosing certified suppliers directly trained by the company. The Certification of Quality ISO 9001 is evidence of the company’s commitment to continuing development, while the Certification ISO 14000 is a sign of Veripack’s respect for the environment. The R&D department is a very important part of the company’s high skilled technical team committed to solving customers’ problems as to offer machines responding to the market needs, also to study new solutions to improve and update already existing plants. The company’s Technical Assistance Service enables lowering downtime for relevant savings in interventions: in fact, it can be customized and provided both on the phone and on site, on the customers’ premises,

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

via Internet through direct control and visual monitoring (webcam), in cooperation with the operators who work on the plant. Veripack proposes a series of thermoforming machines consisting of four basic models: Entry, Freedom, Flexi and Progress. All of them have some common features such as: stainless steel construction, removable side panels, easy cleaning design, maintenance and a userfriendly interface touch-screen with multi-level password. Due to drawer systems and pneumatic or mechanic movements, the well-known change of formats in forming and sealing allow a drastic reduction in the manual intervention and consequently in downtime, which have become fundamental requirements for increasingly soughtafter flexibility in production. All the models have been upgraded with new functions as to improve performances and simply the use. Moreover, any model is also provided with specific variants as to find the most suitable combination to the customers’ diverse production requirements. Some references: Grandi Salumifici Italiani, Francia Latticini, Montana, Parmacotto, Scarlino, Modecor, BBraun, Isap, Gruppo Aoste, Madrange, Paul Predault, Viciunai and many other companies. Veripack will be at Iffa, Frankfurt, Hall 8.0, Stand D98.


zelaschi - bg

Progress. La risposta.

Term ofor mat rice Prog ress

Siamo presenti a IFFA Francoforte 8-13 maggio 2010 Padiglione 8 Stand D98

www.veripack.it

info@veripack.it


M A C H I N E R Y & D E V E L OPM E N T

Versatile e dinamica Atlanta è un’azienda di primaria importanza nella produzione di macchine confezionatrici ATLANTA è un’azienda di primaria importanza nella produzione di macchine confezionatrici per l’industrie alimentari, bevande, brik, alimenti per animali, detergenti, lubrificanti e prodotti per cura personale. La gamma di macchine wrap-around e termoretraibili di ATLANTA si è affermata, nel mondo, grazie alle prestazioni, alle diverse gamme di prodotti confezionati, all’efficienza, all’affidabilità e alla bassa manutenzione.

L’azienda presenta diverse serie di macchine: • Il wrap-around GIOTTO, in grado di confezionare fino a 50 cartoni al minuto. • La fardellatrice ECOFARD, per il confezionamento fino a 300 fardelli al minuto (in tripla pista). • La fardellatrice AMBRA, per il confezionamento fino a 35 fardelli al minuto. • La macchina COMBI che è l’unione tra la fardellatrice e l’avvolgitrice cartoni. Sono disponibili diversi tipi di fardellatrici che possono avvolgere con solo film, falda e film, vassoio e film o solo vassoio. Il film può essere stampato. I benefici chiave di tutti questi modelli di macchine sono i cambi formato facili e veloci, uniti all’estrema facilità d’uso degli operatori. E’ inoltre possibile variare le dimensioni dei prodotti da lavorare in pochi minuti senza dover cambiare pezzi formato e senza l’uso di utensili. L’esperienza del personale ATLANTA garantisce la soluzione ottimale alle sfide del confezionamento. Diversi prodotti, diverse soluzioni.

Versatile and dynamic Atlanta is a significant and important company engaged in the production of packaging machines

ATLANTA is a significant and important company engaged in the production of packaging machines for food, beverage, pet food, brik, detergents, lubricants and personal care products. The extensive range of wrap-around case packers and shrink wrapping machines from Atlanta has established them in the marketplace thanks to performance, versatility, efficiency, reliability and low maintenance.

106

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

The company produces several ranges: • The wrap-around GIOTTO, can pack up to 50 cases per minute. • The Shrink Wrapper ECOFARD, for packing up to 300 packs per minute (Triple lane). • The Shrink Wrapper AMBRA, for packing up to 35 packs per minute. • The COMBI machine which is a union of a shrink wrapper and a wrap around case packer. All Atlanta shrink wrappers can be specified to run film only packs, with pad and film, with tray and film or just tray. Print registered film is an affordable option. Key benefits of all these models are fast and easy format changes, combined with operational convenience. Product changes take only a few minutes and can be completed without the use of tools or change parts. ATLANTA - its experienced staff ensure the optimum solution to any packaging challenge. Different products, different solutions.


M A C H I N E R Y & D E V E L OPM E N T

Investire nelle soluzioni informatiche Krones conviene

I sistemi informatici più adatti per sfruttare in modo più efficace le risorse disponibili

1. Il modulo per la misurazione delle prestazioni determina il grado d’utilizzo e l’efficienza complessiva dell’impianto: Overall Equipment Effectiveness (OEE). The module for performance measurement determines the overall equipment effectiveness (OEE). 2. La soluzione informatica proposta da Krones si concentra sull’impiego ottimale delle risorse produttive. Krones’ IT solution is focused on optimal deployment of the production resources available.

L’attuale crisi economica che coinvolge tutti i settori costringe le aziende a seguire la rotta del risparmio e a rivedere i costi d’investimento già programmati. Nel primo caso si tratta di lottare per l’esistenza e la sopravvivenza sul mercato, nel secondo caso di rinviare gli investimenti previsti e fare il possibile per sfruttare al meglio l’equipaggiamento già disponibile. Sfruttare il potenziale esistente Quando mancano i margini per effettuare investimenti importanti, l’obiettivo deve essere quello di sfruttare più efficacemente le risorse disponibili in modo da accrescerne l’efficienza. A questo scopo risulta indispensabile valutare oggettivamente le prestazioni produttive, in quanto i punti deboli e le “fonti di perdita” della produzione risultano evidenti solo sulla base delle condizioni effettive rilevate. Condizioni di partenza ed obiettivi variano da azienda ad azienda. L’impiego degli strumenti informatici Krones consente ai clienti di individuare i punti deboli e di prendere le decisioni più adatte per accrescere l’efficienza del processo produttivo.

Moduli informatici Krones a supporto della produzione Il know-how settoriale di Krones AG si basa sull’esperienza raccolta nel corso di molti anni nel campo della tecnologia di processo, del riempimento, dell’imballaggio e dell’intralogistica, e consente all’azienda di presentarsi come un punto di riferimento competente ed affidabile anche per l’installazione di moduli informatici destinati ad ottimizzare la produzione nell’industria delle bevande e dei generi alimentari. La gamma dei prodotti informatici di Krones AG è stata sviluppata per rispondere con precisione alle esigenze di questo settore e contribuisce in maniera determinante ad accrescere la produttività. Nel corso degli ultimi anni l’ormai collaudato approccio best-practice ha consentito di implementare ed integrare circa 750 sistemi. • Analisi delle prestazioni I risultati prestazionali della produzione vengono valutati confrontando i valori reali del processo produttivo con i valori teorici previsti. Il modulo per la misurazione delle prestazioni determina il grado d’utilizzo e l’efficienza complessiva dell’impianto: Overall Equipment Effectiveness (OEE). In questo modo è possibile misurare e valutare le perdite d’efficienza complessive degli impianti di produzione in base ad indici specifici per i singoli settori e, quindi, ridurre al minimo le perdite determinate da macchine e processi. Gli indici rilevati

Investments in Krones IT solutions pay off Making more efficient use of existing resources with fit-for-purpose information technology The ongoing cross-sectoral economic crisis is compelling companies to institute economies – and to rethink their planned expenditure on new investments. For some, the struggle to survive on the market has already begun, while others have postponed their new investment projects and are trying to manage for as long as possible with their existing equipment. Exploit the potentials now Since the scope for extensive new investment is now limited, the aim must be to utilise the resources available more efficiently, to upgrade their effectiveness. For this purpose, objective performance measurements for the production operation are essential, since weak points and 108

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

“loss sources” in the operations concerned will be identified for the first time in the as-is analysis. The preconditions and objectives involved will vary from company to company. Using IT tools from Krones helps the client to pinpoint weaknesses and to support the decision-making required to boost the efficiency of the production process involved.


M A C H I N E R Y & D E V E L O PM E N T

nell’OEE vengono utilizzati per eseguire confronti fra gli impianti di produzione in base a prodotti, linee e macchine, e consentono sia di rilevare ed identificare con precisione le cause di disturbi ed i tempi di fermo degli impianti, sia di rappresentare i tempi d’inattività in un modulo d’analisi downtime (DTA). • Pianificazione della produzione Con l’esecuzione di controlli di plausibilità intelligenti e le possibilità di visualizzazione, la pianificazione della produzione offre un valido aiuto nella fase di programmazione di tutte le operazioni in campo produttivo e consente quindi di configurare un processo di produzione più semplice e flessibile. La soluzione informatica proposta da Krones si concentra sull’impiego ottimale delle risorse produttive quali impianti, materiali necessari e personale considerando anche tutte le restrizioni settoriali specifiche, in modo da preparare programmi effettivamente realizzabili. L’utente ha quindi la possibilità di pianificare la produzione in modo più semplice e meno dispendioso in termini di tempo, con il vantaggio di riconoscere immediatamente i punti critici, di risparmiare sui costi grazie ad un utilizzo efficace delle risorse, e di poter confrontare e valutare versioni di pianificazione diverse.

Krones IT modules for supporting a production operation Krones AG, whose sectoral expertise is based on its long years of experience in process technology, filling and packaging technology and intralogistics, is also a reliable, can-do partner when it comes to installing IT modules for optimising production processes in the food and beverage industries. The IT portfolio of Krones AG has been responsively geared to the sector’s perceived needs, and provides crucial assistance for boosting productivity levels. Approximately 750 systems have been implemented and integrated in recent years, using the field-proven best-practice approach. • Performance analysis The performance results of the production operations are evaluated by comparing the actual figures achieved by the production process with the expected results. The performance measurement module determines what is called the overall equipment effectiveness (OEE). This calculation incorporates the measurement and evaluation of the total effectiveness losses exhibited by the production lines as quantified by sector-specific key statistics,

• Gestione degli ordini La gestione degli ordini per il settore produttivo elabora gli ordini di produzione della linea tramite interfacce con le macchine. Gli ordini di riempimento all’interno della linea vengono coordinati in base all’ordine in lavorazione ed al suo elenco; contemporaneamente vengono monitorati tutti i dati dei contatori importanti. La richiesta delle quantità di materiali di consumo è automatica e sempre aggiornata. L’impiego di questo modulo consente di risparmiare sia sul tempo, sia sui costi: la riduzione dei costi si attua con una produzione precisa a bottiglie e serbatoi, mentre la riduzione sui tempi si ottiene anche nelle fasi di lavaggio e cambio formato, con il vantaggio di garantire sia un grado elevato di disponibilità e qualità, sia un maggiore rendimento della linea.

and is then used for minimising the machinery/ process-related losses. The figures determined in the OEE calculation constitute the basis for cross-plant comparisons of production facilities, broken down by products, lines and machines. In addition, the causes of malfunctions and standstills are accurately detected, and line downtimes displayed in a downtime analysis module (DTA). • Production planning By providing intelligent plausibility checks and visualisation options, the production planning module assists the client’s planning staff in handling their entire remit, thus ensuring a simpler, more flexible planning process. Krones’ IT package here focuses on making optimum use of the production resources available, like lines, materials and staffing required, taking due account of all sectorally specific restrictions, so as to generate viably feasible plans. This provides the user with a simplified, time-saving production planning process, enabling bottlenecks to be detected immediately, and costs to be saved by efficient utilisation of the resources to hand. In addition, there is an option for comparing and evaluating planning variants.

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

109


M A C H I N E R Y & D E V E L OPM E N T

• Manutenzione e revisione Lo strumento di manutenzione e revisione offerto da Krones AG è un valido aiuto che consente agli addetti alla manutenzione non solo di lavorare in modo più efficace e con costi minori, ma anche di ridurre al minimo o evitare completamente gli arresti dell’impianto con un’attività di manutenzione appropriata. In questo caso si tratta di un cosiddetto sistema “Plug-and-Play” pronto ad entrare in esercizio subito dopo l’installazione. La manutenzione preventiva viene consentita da un Condition Based Monitoring, con sensori che rilevano tempestivamente l’affaticamento dei materiali e consentono quindi di sostituire sistematicamente i pezzi d’usura.

3. Lo strumento di manutenzione e revisione offerto da Krones AG consente agli addetti alla manutenzione di lavorare in modo più efficace e con costi minori. The care and maintenance tool from Krones AG supports the maintenance staff, enabling them to work more effectively and affordably.

di produzione con costi fissi minori. Krones AG, inoltre, si propone anche come un partner in grado di trasmettere l’ottima sensazione di non poter sbagliare nulla scegliendo una soluzione informatica Krones, ed anche clienti di spicco nell’industria del latte hanno già potuto ottenere risultati oltremodo positivi in numerosi progetti.

Krones: un interlocutore affidabile per l’integrazione nel settore lattiero Le soluzioni informatiche descritte consentono a Krones di offrire uno strumento ottimale a supporto della produzione, in grado di rivelare i potenziali d’ottimizzazione lungo l’intera catena di processo. E’ soprattutto in situazioni come quella attuale che le aziende hanno maggiore convenienza ad investire nelle tecnologie informatiche per accrescere l’efficienza della catena del valore aggiunto e poter pianificare in futuro un processo 3.

• Order control Through interfaces to the machines, the higher-level order control module manages the line’s production orders. The filling orders inside the line are coordinated in dependence on the current order and its parts list, and all the important counter readings are monitored. In addition, the requisite quantities of consumables are automatically and promptly requested. Using this module creates economies of both time and money. The cost savings are due to the production process being accurately tailored to the precise capacities of the bottles and tanks involved. Time-savings are also achieved with the change-over and cleaning routines, thus ensuring high levels of line availability, quality and overall efficiency. • Care and maintenance The care and maintenance tool from Krones AG supports the maintenance staff, enabling them to work more effectively and affordably, and to avoid or minimise unscheduled line standstills by means of appropriate maintenance work. This is a plugand-play system, ready for operation immediately

110

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

after being installed. Condition-based monitoring, moreover, provides options for preventive maintenance. Suitable sensors ensure early warning of material fatigue, enabling the wear parts to be replaced in good time. Krones as a dependable integration partner for the dairy sector With the IT packages described above, Krones provides an optimal tool for production support, enabling potentials for optimisation along the entire process chain to be identified for the first time. In the present-day situation, particularly, it’s worthwhile for companies to invest in information technology, to as to boost the efficiency of their value creation chain, enabling them in future to plan their operations with lower fixed costs in the production process. As a vendor, Krones AG is a reassuring guarantor that in opting for an IT solution from Krones you can’t be doing anything wrong. In numerous projects, prestigious clients from the dairy sector have already seen this claim validated by excellent empirical results.


M A R K E T I NG & S T R A T E G Y

Un polo interregionale specializzato nel fresco La Centrale del Latte di Torino & C. S.p.A. è un’azienda da sempre privata, dimensioni interregionali, specializzata nella produzione e commercializzazione diretta anche attraverso le controllate Centro Latte Rapallo S.p.A., Centrale del Latte di Vicenza S.p.A., nonché la partecipata al 40% Frascheri S.r.l - di prodotti dell’industria lattiero-casearia quali latte fresco, latte a lunga conservazione (UHT), yogurt e latte fermentato con fermenti probiotici. In aggiunta al core-business, l’azienda ha recentemente sviluppato altre aree di interesse ad elevata potenzialità in altri settori, quali insalate di IV gamma e Smoothie 100% frutta frullata, dei quali gestisce direttamente la produzione e la vendita. Inoltre, grazie alla forte dinamicità e all’orientamento alla diversificazione, la Centrale del Latte, attraverso aziende terze attentamente selezionate, commercializza con propri marchi, prodotti confezionati nel segmento fresco come uova, formaggi, pasta e desserts. La Centrale del Latte di Torino si caratterizza per un forte radicamento territoriale che vede in Piemonte, Liguria e Veneto la quasi totalità del suo giro d’affari, con posizioni di leadership per ciò che riguarda il latte fresco e il latte a lunga conservazione (UHT). La società può contare su cinque stabilimenti produttivi dotati delle più avanzate tecnologie per il trattamento, il confezionamento e lo stoccaggio refrigerato dei prodotti ubicati a: Torino, Rapallo (GE), Bardineto (SV), Vicenza e Casteggio (PV).

112

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

Il Gruppo distribuisce i suoi prodotti attraverso una capillare rete di oltre 190 automezzi refrigerati che giornalmente riforniscono circa 1.300 punti vendita nella Grande Distribuzione e oltre 9.000 negozi al dettaglio. Dopo 50 anni di attività e successo costante, a fronte di una situazione di mercato assolutamente matura, la Centrale del Latte di Torino ha attuato una politica di sviluppo, sia per via interna, attraverso l’ampliamento della gamma dei prodotti offerti al mercato, il miglioramento continuo degli impianti produttivi e il rafforzamento e la penetrazione sui mercati, che per via esterna attraverso acquisizioni.

Diversificazione della gamma di prodotti e forte radicamento territoriale per una posizione di leadership Non solo latte L’attività della Centrale del Latte di Torino & C. - storicamente caratterizzata nel mercato del latte fresco e a lunga conservazione (UHT) - ha visto negli ultimi anni una forte diversificazione della propria gamma di prodotti nel segmento fresco - freschissimo. A fine 2003 la Centrale del Latte ha ampliato la propria offerta attraverso la produzione e la commercializzazione di verdure fresche - quali spinaci, costine e insalate - e di pasta fresca con particolare attenzione ai prodotti tipici regionali. Nel luglio 2005 il Gruppo, attraverso Centro Latte Rapallo, entra nel mercato dei “Sughi freschi pronti” attraverso il lancio del Pesto Genovese.


M A R K E T I NG & S T R A T E G Y

Con il 46% dei ricavi (anno 2008) proveniente dalle vendite nel comparto del latte fresco, Centrale del Latte di Torino è leader di mercato in Piemonte con una quota di mercato a volume del 27,9% nella vendita del latte fresco, seconda in Liguria con una quota del 23,6 % e terza in Veneto con una quota del 13,1 % (Fonte: Panel Famiglie IHA 2008). A livello nazionale la Centrale del Latte si posiziona ai primi posti subito dopo i due principali player di settore. Centrale del Latte di Torino & C. SpA produce un’ampia e variegata gamma di prodotti nel mercato del latte; l’offerta è commercializzata utilizzando marchi diversi a seconda dei mercati di riferimento: “Tapporosso”, “Monviso”, “Tigullio”, “Alta Quota”, “Frascheri”, “Centrale del Latte di Vicenza” e “Piccole Dolomiti” per il latte fresco; “Piemonte”, “Tigullio”, “Frascheri”, “Latte Vicenza” e Alta Quota per il latte a lunga conservazione (UHT). Il latte fresco è prodotto nella tipologia intero di “Alta Qualità”, intero, parzialmente scremato e scremato; quello a lunga conservazione (UHT) in intero, parzialmente scremato, parzialmente scremato a ridotto contenuto di lattosio “Alta digeribilità” e scremato; quello pastorizzato a temperatura elevata (ESL) in parzialmente scremato a ridotto contenuto di lattosio “Alta digeribilità” e parzialmente scremato al cacao. Accanto al latte, Centrale del Latte produce e commercializza oltre 70 prodotti tra yogurt, formaggi, pasta fresca, uova, insalate, dessert, frutta e verdure. A presidio della catena del fresco, Centrale del Latte di Torino & C. S.p.A. è da alcuni anni entrata nel mondo del probiotico con linee di prodotti a marchio Flora Plus (2005) e Flora Fibre (2006). Prodotti nello stabilimento di Vicenza, Flora Plus e Flora Fibre, sono commercializzati anche nelle aree piemontesi e liguri. Nel corso del 2007 - 2008, la Centrale del Latte di Torino & C. S.p.A. ha investito importanti risorse al fine di supportare l’innovazione dei prodotti appartenenti al

proprio core business, ribadendo l’ orientamento al mercato dell’Azienda. Tali investimenti, concentrati principalmente nell’area del packaging al fine di incontrare maggiormente le esigenze dei consumatori (Elopak Diamond curve per il latte fresco negli imballi in cartone da 1000 ml, capsula metallica “apri e chiudi” per le bottiglie in vetro da 750 ml., TetraPak Square per il latte UHT negli imballi in cartone da 1000 ml), risultano oggi particolarmente strategici per affrontare l’importante evoluzione in atto nel mercato. Nel mese di gennaio 2009, Centrale del Latte di Torino, Centrale del Latte di Vicenza e Centro Latte Rapallo lanciano la nuova linea di prodotti a base frutta, da bere, a marchio “Smoothie 100 % frutta frullata”. Disponibile in quattro gusti, prodotto nello stabilimento di Vicenza, Smoothie è 100 % frutta frullata, senza aggiunta di acqua, zuccheri, dolcificanti, conservanti e aromi. La linea è proposta in confezioni da 4 bottigliette da 100 g cad. Nel mese di febbraio 2009, la linea di latte a ridotto contenuto di lattosio Alta Digeribilità, prodotta nello stabilimento di Torino per tutte le aziende del Gruppo e finora costituita esclusivamente da latte UHT, ha beneficiato dell’inserimento di una nuova referenza con caratteristiche più simili a quelle del latte fresco: latte ESL (Extended Shelf Life) Alta Digeribilità pastorizzato a temperatura elevata. La referenza è proposta in bottiglia di plastica PET barrierata di colore blu e si conserva in frigorifero.

Centrale del Latte di Torino & C. Centrale del Latte di Torino opera da circa 50 anni nel settore lattiero caseario, derivati del latte e prodotti freschi in Piemonte, Liguria, Valle d’Aosta e Veneto con quote leader, nei territori presidiati, nel comparto del latte fresco e in quello a lunga conservazione. A fine 2008 il Gruppo ha registrato ricavi netti consolidati pari a 104,4 milioni di Euro, l’Ebitda si è attestato a 6,7 milioni di Euro e il risultato netto è negativo per 1,2 milioni di Euro. A fine 2008 la posizione finanziaria netta del Gruppo è negativa per circa 30 milioni di Euro. In linea con il piano industriale, CLT ha avviato due nuovi stabilimenti produttivi ubicati a Vicenza e a Casteggio con l’obiettivo di crescere sia nel core business del latte e derivati, sia nei nuovi settori come frutta e verdura fresca confezionata.

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

113


M A R K E T I NG & S T R A T E G Y

An inter-regional centre Specializing in fresh products Centrale del Latte di Torino & C. S.p.A. has always been a private company, with an inter-regional scope, specializing in the production and direct sale – also through its subsidiary companies Centro Latte Rapallo S.p.A., Centrale del Latte di Vicenza S.p.A., as well as Frascheri S.r.l., of which the Group holds a 40% stake of dairy products, such as fresh milk, long-life (UHT) milk, yoghurt, and fermented milk with probiotic ferments. In addition to its core-business, the Company has recently developed other businesses of interest with a high potential in other sectors, like the fresh salad range and Smoothies, 100% fruit shake which it produces and sells directly. Owing to its strong dynamic nature and propensity for diversification, Centrale del Latte through carefully selected sub-suppliers is producing and selling, under its own brands, other packed products, all of them belonging to the fresh produce segment, such as eggs, cheeses, pasta, and desserts. Centrale del Latte di Torino stands out for its strong local roots, since almost all its sales are made in the regions of Piedmont, Liguria, and Veneto, where it is the market leader for fresh and long-life (UHT) milk.

Production is carried out in five production units equipped with leading-edge technology for product processing, packaging, and storage. They are located in Turin, Rapallo (GE), Bardineto (SV), Vicenza, and Casteggio (PV).

Ever expanding product range and strong local roots for market leadership The Group distributes its products through a widespread network of over 190 reefer vans, which every day supply about 1,300 points-of-sales of retail chains and over 9,000 retailers. After 50 years of business and uninterrupted success, faced by a very mature market situation, Centrale del Latte di Torino has carried out development policies aimed at both internal growth - through an ever expanding product range, ongoing upgrading of production plants, and the strengthening of its market position and penetration - as well as external growth, through acquisitions. Not only milk In the past few years, the business of Centrale del Latte di Torino & C. – historically focused on fresh and long-life (UHT) milk - has been strongly diversified with regard to the fresh/extra-fresh produce segment. By the end of 2003, Centrale del Latte extended its product offering with the production and sale of fresh vegetables - e.g. spinaches, chards, salads, etc. – as well as fresh-made pasta with a particular focus on typical regional products.

114

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry


M A R K E T I NG & S T R A T E G Y

In July 2005, the Group, through Centro Latte Rapallo, entered the market of “Fresh readymade pasta sauces” by launching Pesto Genovese. With fresh milk sales accounting for 46% (2008) of its total sales, Centrale del Latte di Torino is the market leader in Piedmont with a 27.9% share in fresh milk sales, second in Liguria with a 23.6% market share, and third in Veneto with a 13.1% share (Fonte: Panel Famiglie IHA 2008). Also on a domestic level, Centrale del Latte ranks among the market leaders, after the two main sector players Centrale del Latte di Torino & C. produces a wide range of different products in the milk market sold under different brands, depending on the reference market: “Tapporosso”, “Monviso”, “Tigullio”, “Alta Quota” “Frascheri” “Centrale del Latte di Vicenza”, and “Piccole Dolomiti” for fresh milk; “Piemonte”, “Tigullio”, “Frascheri”, “Latte Vicenza” and “Alta Quota” for long-life (UHT) milk Fresh milk is produced in various product types, namely “Alta Qualità” (high quality), full cream, semi-skimmed milk, and skim milk; long-life (UHT) milk is available as full cream milk, semiskimmed low lactose “Highly digestible” milk, and skim milk; high pasteurization temperature (ESL) milk is available as semi-skimmed low lactose “Highly digestible”, and semi-skimmed cocoa milk. In addition to milk, Centrale del Latte produces and sells 70 different products, including yogurt, cheeses, fresh-made pasta, eggs, salads, desserts, fruits and vegetables. In order to enter the cold supply chain market, a few years ago Centrale del Latte di Torino & C. began selling probiotic products with its own product line under the Flora Plus (2005) and Flora Fibre (2006) brands. Produced in the Vicenza plant, Flora Plus and Flora Fibre are also sold in Piedmont and Liguria. In 2007 - 2008, Centrale del Latte di Torino & C. S.p.A. invested major resources to innovate its core business product lines, thus stressing its original market focus. These investments were mostly made on packaging, to better meet consumer demand (Elopak Diamond curve packaging for fresh milk in 1000 ml carton boxes, “reclosable” metal cap for 750 ml glass bottles, Square TetraPak for UHT milk in 1000 ml carton boxes). They are all quite strategic today in order to cope with significant market changes. In January 2009, Centrale del Latte di Torino, Centrale del Latte di Vicenza, and Centro Latte Rapallo launched a new product line under the “Smoothie 100% fruit shake” brand. It’s a 100 % fruit drink in four different tastes. Produced in the Vicenza plant, Smoothie contains no water, sugar, sweeteners,

preservatives, or flavours. The line is sold in 4- bottle packs of 100 g each bottle. In February 2009, the Turin plant Highly Digestable low lactose content milk line - where until now UHT milk has almost exclusively been rolled out for all Group companies - introduced a new line for the production of a new product with features that are much closer to fresh milk: e.g. ESL (Extended Shelf Life) Highly Digestible high pasteurization temperature milk. This new product, sold in a blue barrier PET bottle, must be kept in the fridge.

Centrale del Latte di Torino & C. Centrale del Latte di Torino has been working for about 50 years in the production of milk and dairy products, and fresh produce in Piedmont, Liguria, Valle d’Aosta, and Veneto, enjoying a leading position in these regions in the sale of fresh and long-life milk. At the end of 2008, the Group reported consolidated net sales amounting to Euro 104.4 million, Ebitda totaling Euro 6.7 million, and a loss after tax amounting to Euro 1.2 million. At the end 2008, the Group’s net financial position amounted to Euro -30 million. In line with the industrial plan, CLT started up two new production plants, one located in Vicenza and the other in Casteggio, aimed at increasing its core-business of milk and dairy products, as well as production in the new sectors of packaged fresh fruits and vegetables.

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

115


17-21 OTTOBRE 2010 PARIS-NORD VILLEPINTE - FRANCIA

ATTREZZATURE PER LA TRASFORMAZIONE E IL CONFEZIONAMENTO DEI PRODOTTI ALIMENTARI

IL PROCESS HA UN FUTURO IPA VE LO ANTICIPA

NUOVE TECNOLOGIE, SOSTENIBILI E SICURE

RICHIEDETE IL VOSTRO PASS D’INGRESSO CONNETTENDOVI A WWW.IPA-WEB.COM An event by

SALONI INTERNAZIONALI FRANCESI TEL. : 02 43 43 531

NOVITà 2010

STESSE DATE E STESSO LUOGO


MILK ITALY S.r.l. Via Lago di Vico, 37 - 36015 Schio (VI) Italy

www.milkitaly.com


CALEIDOS-NEXXUS.IT

Tiam 2010. Dedicata alle tecnologie e ai prodotti per pasta, pane, pizza e dolci.

Mostra delle Tecnologie per l’Industria Agro-Alimentare Mediterranea

Napoli, 24-26 settembre 2010, Mostra d’Oltremare www.tiam.it Organizzata da:

Ipack-Ima spa - corso Sempione 4 - 20154 Milano tel. +39 023191091 - fax +39 0233619826 - ipackima@ipackima.it - www.ipackima.it

In collaborazione con:


S C I E N C E & T E C HNO L OG Y

Nuovo test per il formaggio

New test for cheese Con il Cheese Extensibility Rig di Stable Micro Systems è possibile oggi misurare l’estensibilità dei formaggi, come ad esempio la mozzarella With Stable Micro Systems’ Cheese Extensibility Rig is possible to scientifically evaluate the stretchability of cheese, such as mozzarella

Stable Micro Systems, l’azienda leader nella costruzione di strumentazioni per l’analisi della struttura, ha lanciato il suo nuovo attrezzo per misurare l’estensibilità dei formaggi (Cheese Extensibility Rig). Studiato per valutare scientificamente la stirabilità di formaggi come la mozzarella, questo modello comunitario registrato aiuta le aziende alimentari a giudicare il richiamo che il formaggio usato nelle guarnizioni, nelle salse e negli snack ha sul consumatore. 120

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

L’estensibilità del formaggio è un’importante caratteristica strutturale in un ampio campo di applicazioni alimentari - in particolare nella pizza. La surgelazione, lo sfilacciamento, lo scongelamento e persino la cottura del formaggio possono avere un impatto significativo sulle sue caratteristiche strutturali. Così pure, i prodotti a ridotto tenore di grassi mostrano caratteristiche molto diverse rispetto alle versioni ad alto contenuto di grassi.


S C I E N C E & T E C HNO L OG Y

Tutto ciò può dare come risultato una consistenza e una palatabilità poco gradite. Sino ad ora, uno dei modi più diffusi per esaminare la stirabilità del formaggio era quello di sollevarlo manualmente con una forchetta e valutare la forza necessaria a stirarlo, nonché la lunghezza a cui può venire stirato. Questo metodo è intrinsecamente soggettivo e inattendibile. In risposta alla necessità di avere un metodo di prova obiettivo e ripetibile per il formaggio, Stable Micro Systems ha messo a punto il suo Cheese Extensibility Rig. Utilizzato assieme ad un analizzatore di struttura TA.XTplus, l’attrezzo è costituito da un recipiente adatto per microonde, un dispositivo di bloccaggio del campione e una sonda a forchetta a doppia faccia. Il formaggio viene tagliato in cubetti e poi scaldato nel microonde nel suo contenitore sino a quando è fuso. Il dispositivo di bloccaggio viene inserito nel recipiente, che è saldamente fissato alla base dell’analizzatore di struttura. Dopo aver fissato la sonda a forchetta, il braccio dell’analizzatore di struttura tira la forchetta verso l’alto attraverso il formaggio fuso, e il software Exponent misura la forza occorrente a stirare il formaggio e la distanza percorsa sino al punto di rottura. Normalmente, i risultati indicano che maggiore è la distanza e più filante il formaggio. Per poter ripetere l’esperienza del consumatore, si può usare una sonda di temperatura PT100 per tenere sotto controllo la temperatura del campione. L’inizio del test può quindi essere programmato quando si raggiunge una temperatura prestabilita.

Stable Micro Systems, the leading manufacturer of texture analysis instrumentation, has launched its new Cheese Extensibility Rig. Designed to scientifically evaluate the stretchability of cheese, such as mozzarella, this Community Registered Design helps food manufacturers gauge the consumer appeal of cheese used in toppings, sauces and snack foods. The extensibility of cheese is an important textural characteristic in a wide range of food applications – in particular, pizza. Freezing, shredding, thawing and even cooking cheese can have a significant impact on its textural characteristics. Reduced-fat products also display very different characteristics compared to full-fat versions. All of this may result in a texture with undesirable mouthfeel. Previously, one of the most common ways to test the stretchability of cheese was to manually lift it with a fork and assess the force required to stretch it, as well as the length to which it stretches. This method is inherently subjective and unreliable. Responding to the need for an objective, repeatable test method for cheese, Stable Micro Systems developed its Cheese Extensibility Rig. Used in conjunction with a TA.XTplus texture analyser, the rig comprises a microwavable vessel, sample retainer and double-sided fork probe. The cheese is cut into small cubes and then microwaved in the vessel until molten. The sample retainer is slotted into the vessel, which is securely fastened to the base of the texture analyser. After the fork probe is attached, the arm of the texture analyser

I componenti innovativi dell’attrezzo sono stati prodotti impiegando nuove tecniche di prototipazione rapida, che fa uso di tecnologie di sinterizzazione laser diretta che creano rapidamente oggetti tridimensionali complessi direttamente da modelli CAD. Questo metodo è particolarmente utile per la creazione di componenti complessi o personalizzati e dà come risultato attrezzature robuste di qualità elevata che possono essere prodotte rapidamente a seconda delle esigenze. Il Cheese Extensibility Rig di Stable Micro Systems è l’ultima novità all’ampia gamma di strumenti per l’analisi della struttura che la società offre al settore alimentare. Altri test comprendono l’analisi della morbidezza del pane, dell’appiccicosità dell’impasto, della consistenza dello yogurt e della spalmabilità dei grassi.

pulls the fork upwards through the molten cheese and Exponent software measures the force required to stretch the cheese and the distance to breakpoint. Typical results show that the longer the distance, the stretchier the cheese. For repeatability and replication of consumer experience, a PT100 temperature probe may be used to monitor the temperature of a sample. The test can then be programmed to start when a chosen target temperature is attained. The innovative components of the rig have been produced using new rapid prototyping techniques, which uses advanced direct laser sintering technologies that quickly generate complex three-dimensional objects directly from computer-based models devised by Computer Aided Design (CAD). This method is particularly useful for the creation of complex or customer-specific components and results in robust, high-quality fixtures that can be produced rapidly according to need. Stable Micro Systems’ Cheese Extensibility Rig is the latest addition to the company’s comprehensive range of texture analysis instrumentation for the food industry. Other tests include the analysis of bread softness, dough stickiness, yoghurt consistency and the spreadability of fats.

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

121


S C I E N C E & T E C HNO L OG Y

La qualità è garantita Da Euspray® una ricca gamma di filtri di linea, ugelli spruzzatori a cono pieno stretto e snodi

All’interno della propria vasta gamma di filtri Euspray® propone alcuni modelli statici in linea prodotti in diversi materiali. Di semplice installazione e manutenzione, grazie alle loro dimensioni contenute, i filtri della Serie ASF/ALSF consentono di essere posizionati anche in spazi contenuti e limitati. Realizzati in alluminio, sono forniti con cartucce in acciaio inox e vari gradi di filtrazione (da 50 a 1.600 µ) e sono predisposti con valvola a sfera per il drenaggio delle impurità. La gamma prevede attacchi filettati femmina a partire da ½” sino a 3” a seconda dei modelli. Sempre all’interno di questa serie viene realizzato anche un modello in acciaio inox 316, per utilizzi con liquidi particolarmente aggressivi o in settori dove l’alluminio non può essere utilizzato. La Serie Y, realizzata interamente in acciaio inox 304 (a richiesta in AISI 316L), pur mantenendo le caratteristiche di facile installazione e manutenzione della Serie ASF/ ALSF, permette la filtrazione con portate superiori. Vengono realizzati due modelli: uno con attacchi filettati 2” maschio, l’altro con attacchi flangiati 4”. Le cartucce filtranti presentano gradi di filtrazione identici alla Serie ASF/ALSF. Di questa serie esiste anche un modello autopulente dotato di sistema di pulizia interno, movimentato da un motoriduttore ed una valvola di drenaggio automatica, gestito da una centralina di comando. A richiesta possono essere realizzati filtri adatti ad operare in ambiente alimentare.

Per applicazioni nel settore alimentare sono disponibili anche la Serie P-SF, filtri di linea realizzati in polipropilene con cartucce a rete inox. La gamma prevede attacchi filettati femmina a partire da ½” sino a 1 ½” a seconda dei modelli. Euspray® propone inoltre una nutrita gamma di ugelli e accessoristica nata e sviluppata con l’obiettivo di soddisfare le esigenze di ogni singolo cliente. Gli ugelli a cono pieno ad angolo di spruzzo stretto B7/BB7, sono particolarmente utilizzati nel settore alimentare grazie alla conformazione del getto, alla notevole forza di impatto ed alla ottimale distribuzione delle gocce che garantiscono un’eccellente qualità di lavaggio anche con portate d’acqua medio basse. Sono disponibili in svariate versioni con diversi coefficienti di portata, con diverse connessioni filettate (sia maschio che femmina) e con vari materiali di costruzione tra cui l’AISI 316, l’AISI 303 e l’ottone per poter coprire tutte le varie esigenze di impiego. Per agevolare l’installazione e la corretta direzione dello spruzzo, lo snodo orientabile e lo snodo orientabile AP sono la soluzione ad ogni problema. Grazie alla possibilità di orientamento della sfera che accoglie tutti i tipi di ugello, si ha la possibilità di dirigere lo spruzzo nella direzione desiderata e di bloccare il sistema in modo molto agevole: con tre viti per lo snodo orientabile e con una ghiera per lo snodo orientabile AP.

Quality is guaranteed From Euspray® a comprehensive range of line filters, full cone spray nozzles and joints

122

Euspray® range of filters also consists of some static models in line made in different materials. Easy to be installed and maintained thanks to their small size, the filters of the Series ASF/ALSF can be placed in small spaces. They are made in steel, provided with stainless steel cartridges and various degrees of filtration (from 50 to 1,600 µ), and are set to house a ball sphere to discharge impurities. This range of filters has thread female connections ranging from ½” up to 3” depending on the model. This Series also includes a stainless steel 316 model to be used in case of especially dangerous liquids, or in sectors where steel cannot be used. The Series Y, entirely in stainless steel 304 (and Aisi 316L upon request), enables a higher degree of filtration and offers the same easy installation and maintenance as the Series ASF/ALSF. The Series Y is composed of two models: one with thread male connections 2”, the other with flanged connections 4”. Filtering cartridges offers the same filtration as the Series ASF/ALSF. This Series also includes a self-cleaning model with an inside cleaning system that is run by a motor-reducer and an automatic draining valve. In addition, upon request the filters can also be produced in such a way as to work

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

in a food environment. For applications in the food sector, the Series P-SF is also available; these filters are made in polypropylene with stainless net cartridges. This range includes thread female connections from ½” up to 1 ½”, depending on the models. Euspray® also proposes a comprehensive range of nozzles and equipment designed and developed as to meet the requirements of any single customer. Full cone and narrow spray nozzles B7/BB7 are particularly used in the food sector due to the remarkable spray and optimal diffusion of the drops, which guarantee excellent washing quality also with medium-low water capacity. They are available in various versions with different capacity, different thread connections (both male and female) and materials such as Aisi 316, Aisi 303 and brass. To ease installation and correct set of the spray, the adjustable joint and adjustable joint AP are the key to any problem. By adjusting the direction of the sphere, which can house any kind of nozzles, it is possible to direct the spray toward the direction we want and stop the system in a comfortable way: with three screws for the adjustable joint and with a locknut for the adjustable joint AP.


SISTEMI DI FILTRAZIONE, TUBI E UGELLI SPRUZZATORI FILTER TECHNOLOGY, SHOWERS AND SPRAY NOZZLES EUROSPRAY Spray and Filter Technology SL Internet site: http://www.euspray.com

Domestic Market: comercial@euspray.com Export Market: export@euspray.com Italian Market: commerciale@euspray.com


M A C H I N E R Y & D E V E L OPM E N T

Non solo un fornitore di gas Importanti realtà scelgono Messer Italia come fornitore di qualità, affidabilità, sicurezza ed innovazione Sfruttare appieno le potenzialità offerte dai gas industriali per il settore alimentare significa conoscere in maniera approfondita le caratteristiche e le peculiarità produttive di un settore ad elevata complessità ed altissimo contenuto tecnologico e professionale. L’esigenza imprescindibile di qualità, sicurezza, salubrità ed igiene devono sposarsi perfettamente, nelle produzioni alimentari, con la garanzia del rispetto della tradizione culinaria italiana, verso la quale l’attenzione del consumatore non viene mai meno. Conoscere significa anche condividere ed è proprio in questa ottica che l’attività di Messer Italia, con la sua offerta di gas, tecnologie e processi per il settore alimentare, si sviluppa sul campo condividendo esperienze pratiche e conducendo test; in altre parole, accompagnando per mano il proprio cliente/partner ad un corretto impiego di ciò che è stato introdotto. L’innovazione, cardine fondamentale per lo sviluppo di eccellenze, passa in Messer Italia attraverso l’attività di R&D dei Centri di Ricerca del Gruppo, le partnership locali ed internazionali con centri universitari e l’esperienza

maturata giorno dopo giorno nel lavoro a contatto con le realtà produttive. Questo il background con il quale Messer si presenta al proprio cliente. L’innovazione di prodotto, di processo e le tecnologie che permettono di migliorare il flusso produttivo garantendo il rispetto dei più elevati standard qualitativi

Not only a gas provider Important businesses choose Messer Italia as a quality, reliability, safety and innovation provider

124

Exploiting fully all the potentiality that industrial gases can offer to the food industry means knowing deeply the production characteristics and peculiarities of a greatly complex, highly technologic and professional sector. Quality, safety, healthiness and hygiene need interweaving perfectly well in food production, always guaranteeing the respect of kitchen Italian tradition, which never fails in drawing customers’ attention. Knowledge also means sharing, and from this perspective Messer Italia’s activity, with its gas, and technology and process solutions for the food sector, has grown by sharing practical experience and carrying out tests; more precisely, the company helps its customer/partner in the correct application of what has just been introduced. Innovation, the key element in the development of excellences, in Messer Italia goes through the R&D activity of the Group’s Research Centres, local and international partnerships with university centres and the experience gained on a day-to-day contact with production realities. This is the background with which Messer introduces itself. Product innovation, process and technologies that enable to improve throughput and guarantee the highest quality standards, are the result of work that has grown throughout the years and strengthened by the daily commitment of the company’s experts.

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

Messer Italia understands modified atmosphere not only as a way of providing packaging gas but also as all the information on how to deal with packaging problems: from materials to mixes, from the management of refrigeration chain to active and intelligent packaging. In like manner, deep-freezing is not only synonym of ultra fast temperature blasting, but the finding the optimal conditions for the transfer of frigorie as to keep organoleptic and sensorial features of the product unaltered, thanks to special equipment that respects the environment and guarantee production economy. This is for any technology, process and gas produced by Messer Italia in the plant equipped with the most accurate control systems, which allows putting on the market a safe, traceable and natural product/ingredient/ additive. Messer Italia is in fact the main Italian producer (one of the major in Europe) of natural carbon dioxide, extracted from the geothermic springs in central Tuscany. The natural carbon dioxide from Messer Italia meets the highest quality requirements, like a HACCP plan for product traceability, a dedicated distribution channel with special delivery procedures and a comprehensive range of services. Thanks to all that specially demanding multinationals of the food industry such as Coca Cola and Nestlé, and important national businesses such as Parmareggio and Martini Carni have chosen Messer Italia as supplier of quality, reliability, safety and innovation.


M A C H I N E R Y & D E V E L O PM E N T

sono frutto di un lavoro costruito nel tempo e consolidato dall’attività giornaliera di specialisti sul campo. Per Messer Italia atmosfera modificata non significa solo fornire gas di imballaggio bensì offrire tutte le informazioni su come gestire le problematiche di confezionamento: dai materiali alle miscele, dalla gestione della catena di refrigerazione al packaging attivo ed intelligente. Per Messer Italia surgelazione non è solamente sinonimo di abbattimento ultrarapido di temperatura, ma individuazione delle condizioni ottimali affinché il trasferimento di frigorie mantenga le caratteristiche organolettiche e sensoriali del prodotto, con opportune apparecchiature che rispettino l’ambiente e garantiscano economie produttive. Così per ogni tecnologia, per ogni processo e per ogni gas prodotto da Messer Italia in impianti dotati dei più accurati sistemi di controllo che garantiscono l’immissione

sul mercato di un prodotto/ingrediente/additivo sicuro, tracciabile e naturale. Messer Italia è infatti il principale produttore italiano (e fra i maggiori a livello europeo) di anidride carbonica naturale, estratta dalle sorgenti geotermiche della Toscana centrale. L’anidride carbonica naturale di Messer Italia risponde ai più elevati requisiti di qualità tra cui un piano HACCP che prevede la tracciabilità del prodotto, un canale distributivo dedicato con speciali procedure di consegna e un ampio pacchetti di servizi ad esso correlati. Anche per questo Gruppi multinazionali alimentari particolarmente esigenti come Coca Cola e Nestlè, e importanti realtà nazionali come Parmareggio e Martini Carni hanno scelto Messer Italia come fornitore di qualità, affidabilità, sicurezza ed innovazione.


S C I E N C E & T E C HNO L OG Y

Efficienza e qualità... in rete Nuove dimensioni nel controllo dei processi con FreeWeigh.Net di Mettler Toledo Tutte le industrie sono tenute a monitorare la qualità dei prodotti e devono continuamente controllare che i propri processi di produzione soddisfino i requisiti definiti. La conformità alle specifiche, alla legislazione vigente e alle normative applicabili è una prerogativa essenziale. METTLER TOLEDO ha pensato a FreeWeigh.Net: un sistema software in rete per il controllo statistico della qualità che prevede il minimo apporto manuale per registrare le quantità di riempimento, documentandole in modo tale da trasformarle in criteri chiave nel processo decisionale del rilascio dei lotti o negli interventi sul processo. Tutti i dati acquisiti vengono controllati rispetto ai valori limite specifici. In tal modo, qualsiasi scostamento può essere immediatamente rilevato e visualizzato dall’operatore. FreeWeigh.Net consente, oltre al controllo dei processi di riempimento, di registrare, monitorare e tracciare una serie di parametri qualitativi, misurando valori aggiuntivi quali, ad esempio, la tenuta di un pacchetto, la chiusura di un tappo di bottiglia o la friabilità di una compressa. Le statistiche relative ai dati raccolti risultano essere sempre aggiornate, trasmesse come conferma alle stazioni di test e visualizzate automaticamente sui

sistemi di monitoraggio. Il vantaggio di utilizzare un sistema in rete, che consente di registrare in maniera continuativa i parametri di produzione direttamente presso il sito produttivo, è quello di avere a disposizione in qualsiasi momento i dati acquisiti. La struttura modulare del sistema consente l’adattamento rapido e semplice alle nuove condizioni operative e le prestazioni di questa strumentazione ne permettono l’utilizzo in diverse applicazioni e condizioni ambientali. Se durante il processo produttivo si riscontra una deviazione, è possibile intervenire immediatamente per le dovute modifiche e raggiungere la quantità di prodotto ottimale rispettando le normative in vigore. Una volta che il lotto produttivo è stato completato, si conoscono esattamente: il valore medio, la variazione e la deviazione standard senza dover aspettare l’analisi di rendiconti scritti manualmente. Ciò consente di ottimizzare la redditività produttiva, mentre la conformità con gli standard è documentata, nero su bianco.

Networking efficiency and quality New control of processes thanks to FreeWeigh.Net from Mettler Toledo Any industry is required to control the quality of their products and production processes as set by the law. It derives that complying with the requirements set, and the law and norms in force is crucial. To this regard Mettler Toledo proposes FreeWeigh. Net, a network solution for statistical quality control of filling and recording processes in order to make them key criteria to the decisional process in terms of batch release and interventions on the process. All data stored is then controlled so that any variable can be immediately detected and displayed by the operator. FreeWeigh.Net not only enables to control filling processes, but also record, monitor and trace qualitative parameters, measuring added values such as, for instance, 126

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

the resistance of a pack, the seal of a bottle cork or friability of a pill. The statistics of the data collected are always updated, transmitted to test stations as confirmations and then automatically displayed on monitoring systems. The advantage deriving from a networking system, which allows recording the flow of production parameters directly on the production site, is to have the collected data at hand at any time. The modularity of the system enables to adjust to new operational conditions simply and quickly, and the performances of this equipment enable to use different applications and environmental conditions. In case of deviation during the production process, it is possible to intervene promptly with modifications and get the optimal quantity of product with due respect of the norms in force. Once the production batch is completed, it is possible to know at once the following data: average value, standard variation and deviation without waiting for the handwritten analysis report. All that enables to optimize profitability, while the compliance with the standard set is proved with documents in black and white.


senza

con

Vai a www.density.com e vinci un brano mp3!

Ha semplicemente avuto un momento LiquiPhysicsTM Densità e indice di rifrazione One Click™ per alimenti e bevande migliori Succhi di frutta, concentrati e anche polpa: grazie ai numerosi accessori intelligenti, LiquiPhysics™ si adatta a qualsiasi campione. Gestione One Click™, valutazione automatica dei risultati: grazie a LiquiPhysics™ è possibile produrre bevande più gradevoli e alimenti più gustosi. • •

Bubble-Check™ per rilevare automaticamente gli errori e ottenere risultati migliori Smart Codes™ ovvero la tecnologia del codice a barre per la selezione dei metodi e la valutazione dei risultati

Mettler-Toledo S.p.A., Divisione Analitica, Via Vialba 42, I 20046 - Novate Milanese, Italia Tel. +39-02-33 33 2.397, Fax +39 02 38 200 454

www.mt.com/liquiphysics


Established 1992 – 19th Edition

We are giving away a FREE stand worth â‚Ź4,500 at World Food Moscow 2010! Over 1000 exhibitors Products from 55 countries Over 50,000 visitors

Simply enquire about participating in World Food Moscow 2010 and quote the reference to be entered into the draw. The draw will take place on 1 July 2010

14 -17 September 2010 Expocentre, Moscow, Russia

Note: If the winner is already participating in the show, the full cash sum will be taken from the cost of their stand. If the winner does not wish to have a stand at the exhibition, they can opt for a sponsorship package equivalent to the same price.

Remember to quote reference EDF05!

Where the world of food meets

For further information, please contact:

ITE Group Plc Tel: +44 (0) 20 7596 5086

Russia

www.worldfood-moscow.com


MARANO VICENTINO [VI] Via del Progresso, 12 - 36035 TEL: +39 0445 62 10 88 / FAX: +39 0445 62 16 31 E-mail: pietribiasi@pietribiasi.it

www.pietribiasi.it

PLANTS FOR FRUIT JUICE AND SOFT DRINKS PRODUCTION


M A R K E T I NG & S T R A T E G Y

La praticità dei contenitori metallici Convenience in Canning

130

Ogni anno nell’UE si consumano attorno ai 12 miliardi di chilogrammi di prodotti ittici, il che corrisponde a 24 kg per ogni cittadino dell’UE, ben al di sopra della media mondiale di 13 kg a persona. Per di più, in Europa la domanda di prodotti ittici è in crescita. Conducendo stili di vita caratterizzati da sempre maggiori impegni, i consumatori si stanno facendo più consapevoli della necessità di adottare un regime alimentare nutriente ed equilibrato per mantenersi in buona salute. Consumare pesce è pertanto considerato un ottimo modo per assumere proteine magre e introdurre più sostanze nutritive e vitamine nelle diete.

Questa crescita ha inoltre creato nuove opportunità per l’industria dei contenitori metallici di innovarsi e di progettare soluzioni che offrano maggiori scelte ai consumatori, allo stesso tempo aiutando i produttori a differenziare i propri marchi all’interno di un mercato sempre più competitivo. Anche nel difficile clima economico attuale, i contenitori in metallo continuano a rappresentare il modo più economicamente vantaggioso di confezionare prodotti alimentari a lunga conservazione. Proponendo ai consumatori un formato di confezionamento che offre versatilità, sostenibilità e praticità, i produttori possono

Every year, around 12 billion kg of fish is consumed in the EU. That equals 24 kg for every EU citizen, which is well over the world average of 13 kg per person. What’s more, the demand for fish in Europe is growing. With busier lifestyles, consumers are becoming more conscious of the need to eat a nutritious and balanced diet in order to maintain good health. For them, fish is a great way to consume lean protein and also boost the nutrients and vitamins in their diets. This growth has also created new opportunities for the metal packaging industry to innovate and design solutions that offer consumers more choice while helping manufacturers differentiate their brands in an increasingly competitive market. Even in today’s difficult economic climate, metal cans continue to offer the most cost-effective way to package shelf stable foods. By offering a packaging format that provides versatility, sustainability and convenience to consumers, they are able to better enhance the appeal of their products and target demographic segments in which demand for these three characteristics is rapidly growing.

Let’s take a look at how each of these characteristics become critical differentiators. The inherent strength of metal cans offers robust protection for the product throughout the supply chain, from manufacturer to retailer, delivering high quality products at low cost. Can manufacturers, like CROWN Food Europe, continually monitor can quality during the manufacturing process to assure that standards and requirements for universal can specifications are met in the markets they supply. The combination of a wide choice of fish can sizes together with long shelf life means the consumer can use these products at home straight from the cupboard, conveniently and very quickly without the need to store them in a fridge or freezer. This not only saves on energy costs but also helps reduce food waste, an important objective for the cost-conscious consumers. Furthermore, the unique properties of metal cans makes them 100% recyclable – they can be recycled again and again and again without loss of material quality meaning that in a new life they can come back as a new

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry


M A R K E T I NG & S T R A T E G Y

aumentare l’attrattiva dei propri prodotti e puntare a segmenti di popolazione nei quali la domanda di queste tre caratteristiche è in rapido aumento. Guardiamo come ognuna di queste caratteristiche diviene un fattore fondamentale di differenziazione. La resistenza caratteristica dei contenitori metallici offre al prodotto una robusta protezione lungo l’intera catena distributiva, dal produttore al rivenditore, permettendo di ottenere prodotti di alta qualità a basso costo. I produttori di contenitori metallici, come CROWN Food Europe, tengono costantemente monitorata la qualità dei contenitori durante tutto il processo produttivo per garantire che siano rispettati gli standard e i requisiti delle specifiche universali per i contenitori metallici applicabili nei mercati che riforniscono.

Utilizzare contenitori metallici per aumentare l’appeal del marchio nel mercato mediterraneo dei prodotti ittici L’ampia scelta di formati delle scatolette per prodotti ittici, abbinata a una prolungata shelf life, permette al consumatore di utilizzare questi prodotti a casa propria semplicemente prendendoli dalla credenza, in modo estremamente pratico e veloce, senza la necessità di conservarli in frigorifero o nel freezer. Questo non significa solo risparmiare sui costi energetici, ma aiuta anche a ridurre gli sprechi di cibo, un obiettivo ritenuto importante dai consumatori sensibili al fattore costo. Inoltre, le proprietà uniche dei contenitori metallici li rendono riciclabili al 100% (possono essere riciclati più e più volte senza che il materiale perda qualità); ciò significa che in un’altra vita possono rinascere sotto forma di un nuovo contenitore metallico o di altri prodotti

Using Metal Can Packaging to Enhance Brand Appeal in the Mediterranean Fish Market can or other metal goods like cars or fridges. The result is that metal is the most recycled material in the world compared to all other shelf stable packaging formats, a significant fact for resource savings. The can also offers a large surface area for brand messages and can be decorated with a wide range of eye-catching finishes or formed in unique shapes. These techniques help cans stand out on retail shelves and add consumer appeal. The options available from Crown include a wide range of bowl-shaped containers particularly suited for ready-to-eat foods. This format allows on-the-go consumers to serve the product directly from the bowl.

in metallo, ad esempio automobili o frigoriferi. Il risultato è che il metallo è il materiale più riciclato nel mondo in confronto a tutte le altre forme di confezionamento a lunga conservazione, un fatto significativo in termini di risparmio energetico. La scatoletta metallica dispone inoltre di un’ampia superficie su cui applicare messaggi legati al marchio e si presta ad essere decorata con un’ampia gamma di finiture destinate a catturare lo sguardo o ad essere modellata in forme speciali. Queste tecniche contribuiscono a fare sì che i contenitori in metallo risaltino sugli scaffali del punto vendita e fanno aumentare l’appeal nei confronti dei consumatori. Le opzioni messe a disposizione da Crown comprendono una vasta scelta di contenitori a forma di ciotola particolarmente adatti ad alimenti pronti per il consumo. Questo formato permette ai consumatori “on the go” di consumare il prodotto direttamente dalla ciotola. I prodotti ittici in scatola offrono al consumatore di oggi, sempre impegnato, di approfittare di tutti i benefici nutrizionali apportati dal pesce ma in un formato economico da conservare, semplice da preparare e veloce da consumare.

Canned fish products offer today’s busy consumer all the nutritional benefits that fish brings but in a format that is economic to store, easy to prepare and quick to consume. Openability is key for all packaging formats and metal cans are no exception. Brand owners have several options when it comes to closure types on food cans including both rigid and peelable easy-open ends. Crown’s recently launched Easylift™ patented technology, an evolution on its flagship Eole® easy-open end, offers greater consumer convenience by providing a larger gap between the can lid and tab, allowing easier finger access to open the can. Crown has also invested in new lines in Spain for its PeelSeamTM peelable ends to manufacture round lids, as well as various other options such as club and oval to address the growing needs in this market. The PeelSeam™ peelable lid offers an alternative easy and safe way to open fish cans, as well as a more convenient way to consume fish, especially for on-the-go consumers who need food options to meet their busy lifestyles.

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

131


M A R K E T I NG & S T R A T E G Y

132

L’apribilità è un aspetto chiave per tutti i formati di confezionamento e i contenitori metallici non fanno eccezione. I proprietari di marchi possono scegliere tra diverse opzioni per quanto riguarda le tipologie di chiusura dei contenitori metallici per alimenti, comprese quelle ad apertura facilitata sia pelabili che rigide. La tecnologia brevettata Easylift™ lanciata di recente da Crown, un’evoluzione della chiusura ad apertura facilitata Eole®, fiore all’occhiello dell’azienda, offre al consumatore una maggiore praticità grazie a un più ampio spazio tra il coperchio della confezione e la linguetta, che permette di inserire più facilmente il dito per aprire il contenitore. Crown ha inoltre investito in nuove linee in Spagna ed Italia per le sue chiusure pelabili PeelSeamTM con l’intento di produrre coperchi rotondi, oltre a varie altre opzioni, ad esempio club e ovali, per soddisfare le crescenti esigenze che si fanno sentire in questo mercato. Il coperchio pelabile PeelSeam™ offre un modo alternativo semplice e sicuro per aprire le scatolette di prodotti ittici, oltre a una modalità più pratica di consumare pesce, soprattutto per i consumatori “on the go”, che necessitano di opzioni alimentari che si adattino ai loro stili di vita sempre in movimento. Inoltre i coperchi pelabili PeelSeam™ si prestano a essere stampati con elementi grafici di alta qualità che, combinati con una grafica simile applicata su un contenitore a forma di ciotola, producono una confezione di alto livello dall’aspetto estremamente accattivante. Questa è una delle ragioni che ha indotto l’azienda Capitaine Cook a scegliere questo formato per rilanciare la sua linea a marchio “Odissee” di cibi pronti a base di pesce. Crown ha collaborato anche con Calvo, uno dei principali produttori spagnoli di prodotti ittici in scatola, per sviluppare una scatola decorata di 65 mm di diametro destinata al suo nuovo pâté di pesce. Il coperchio pelabile PeelSeam™ è stato incorporato nel design complessivo, insieme a un coperchio esterno che permette al consuma-

tore di richiudere il prodotto per un successivo riutilizzo. Recentemente Crown ha inoltre affiancato l’azienda spagnola produttrice di acciughe in scatola Gil Comes nel suo passaggio ai coperchi PeelSeamTM per le sue scatolette rettangolari da 80 g distribuite da Mercadona, il maggiore distributore spagnolo, che ha adottato questa moderna forma di chiusura nel mercato dei prodotti ittici a lunga conservazione. Secondo Datamonitor, i prodotti ittici in scatola occupano già una quota pari al 26% nell’industria europea dei cibi in scatola, il cui valore stimato ammonta a 26,4 miliardi di USD, e questo dato è destinato a crescere con l’aumentare della domanda. Va da sé che l’area mediterranea rappresenta un importante mercato per l’industria europea dei cibi in scatola. La Spagna detiene la quota più sostanziosa del mercato dei prodotti ittici in scatola, che è stato identificato come il settore in maggiore espansione all’interno di questa industria. Secondo un rapporto di Business Insights, tra il 2002 e il 2007 il volume delle vendite al dettaglio di prodotti ittici in scatola nell’area del Mediterraneo è passato da 166.800 tonnellate a 204.300 tonnellate. Tra il 2003 e il 2007 il numero dei nuovi prodotti ittici introdotti nel mercato del Mediterraneo è aumentato del 16%. Dato che i contenitori metallici rappresentano una soluzione estremamente pratica per fare fronte a questo incremento della domanda di prodotti ittici, numerose aziende confezionatrici hanno aumentato le loro attività nella regione. Crown è già fortemente presente nel mercato con grandi impianti produttivi per l’inscatolamento di prodotti ittici ubicati in zone strategiche, come la Galizia, nella Spagna settentrionale, e Casablanca, in Marocco. E addirittura, nel 2008 Crown ha annunciato la futura apertura di un secondo impianto in Marocco, con sede ad Agadir, per ampliare le propria capacità di fornire una gamma completa di contenitori metallici destinati al mercato europeo in crescita.

PeelSeam™ peelable lids can also be printed with high quality graphics which, in combination with similar graphics on a bowl-shaped container, produce an extremely appealing premium looking package. This is one of the reasons why Capitaine Cook chose this format to re-launch its “Odyssee” branded range of fishbased ready meals. Crown also worked with Calvo, a leading manufacturer of canned fish products in Spain, to develop a decorated 65mm diameter bowl for its new fish pâté. The PeelSeam™ peelable lid was incorporated into the overall design together with a plastic overcap enabling the consumer to re-close the product for a later re-use. Recently, Crown also supported Spanish anchovy canner Gil Comes with its conversion to PeelSeamTM lids on their 80g rectangular cans distributed by Mercadona, the leading Spanish retailer, who is committed to this modern form of closure in the shelf stable fish product market. Canned fish already has a 26% share in the estimated $26.4 billion European canned food industry, according to Datamonitor, and this is set to grow as demand increases.

It goes without saying that the Mediterranean region represents an important market for the canned foods industry in Europe. Spain holds the largest volume for the canned fish market and it has been identified as the largest growing sector within the industry. According to a Business Insights report, between 2002 and 2007 retail volumes for canned fish rose from 166,800 tonnes to 204,300 tonnes throughout the Mediterranean. Between 2003 and 2007, the number of new fish products introduced to the Mediterranean market increased by 16%. As metal packaging is such a convenient solution to meet this rising demand for fish products, a number of packaging companies have increased their operations in the region. Crown already has a strong presence in the market with large manufacturing plants for fish cans located in key fish filling locations such as Galicia in Northern Spain and Casablanca, Morocco. Indeed, in 2008 Crown announced that it would be opening a second plant in Morocco, based in Agadir, expanding Crown’s ability to supply a full range of cans to serve the growing European market.

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry


S C I E N C E & T E C HNO L OG Y

Livellostato FlexLevel 4401 Il FlexLevel Switch 4401 è il successore dell’ LSM ed è disponibile da giugno 2009. È stato sviluppato per applicazioni sanitarie: tutte le parti a contatto con il processo sono costruite in acciaio inossidabile o PEEK, resistenti ad acidi e approvate FDA. Il livellostato soddisfa le richieste EHEDG ed è pronto per l’approvazione 3A, rendendolo ideale per le applicazioni del settore Food&Beverage. Per applicazioni in aree pericolose (zona 0, zona 1 e zona 2) il dispositivo è disponibile in versione ATEX. Con le impostazioni di fabbrica e senza ulteriori regolazioni, il FlexLevel rileva liquidi, fluidi viscosi ed anche prodotti asciutti. Per prodotti particolarmente difficili come sostanze adesive, la funzione teach-in abilita una regolazione manuale del setpoint che deve essere rilevato. Lo stato dell’uscita può essere scelto come

FlexLevel Switch 4401

Con il livellostato FlexLevel 4401, Baumer Process Instrumentation introduce un nuovo livellostato igienico

“normalmente aperto” o “normalmente chiuso”. Il tipo di uscita può essere scelto tramite l’unità di programmazione tra PNP, NPN o digitale.

Il vostro partner di Livello per una soluzione “su misura”

With the FlexLevel Switch 4401, Baumer’s product segment Process Instrumentation introduces a new hygienic level switch The FlexLevel Switch 4401 is the successor of the LSM and will be available from June on. It has been developed for hygienic applications, so all wetted parts are made of FDAapproved acid-proof stainless steel or PEEK thermoplastic. The level switch complies with the EHEDG demands and is prepared for the 3A approval which makes it ideal for use in the food and beverage industry. For applications in hazardous areas zone 0, zone 1 and zone 2, the level switch is available in an ATEX version. Already preset ex works and without any further adjustment, the FlexLevel Switch detects the level of liquids, viscous fluids and even dry media. For particularly difficult media like adhesive substances, the teach-in function enables a manual adjustment of the level to be detected. The switching status can be chosen as “normally opened” or “normally closed”. The output type can be chosen as PNP, NPN or digital out by the programming unit.

La nostra linea di misura di livello offre: n 6 differenti tecnologie di misura n Utilizzabili per prodotti liquidi e solidi n Attacchi sanitari approvati 3A n Con o senza contatto con il prodotto n Realizzazioni in acciaio 316L

Per ulteriori informazioni visitate www.baumer.com/level

www.baumer.com


S C I E N C E & T E C HNO L OG Y

Garantire la sicurezza dell’olio da cucina La qualità e l’utilizzo ottimale dell’olio di cottura dipendono dalla misura precisa dei TPM - Total Polar Materials

Uno dei vantaggi principali offerti dal nuovo tester per l’olio da cucina Testo 270 è la praticità d’uso. Grazie al riconoscimento automatico del valore finale, lo strumento emette un segnale acustico dopo circa 20 secondi e visualizza il risultato finale, ovvero il contenuto di TPM (Total Polar Materials) nell’olio analizzato, sotto forma di percentuale sull’ampio display retroilluminato. Inoltre una barra allarmi, con LED verde, giallo e rosso, mostra lo stato dell’olio utilizzato. I valori limite possono essere definiti dall’utente a seconda di requisiti di qualità individuali. Oltre alla misura dei TPM, Testo 270 dispone anche di una funzione di allarme termico, che avvisa quando l’olio raggiunge una temperatura superiore a 190 °C durante la misura.

Misure sicure nel lungo periodo Testo 270 offre due possibilità di taratura e calibrazione. Per raggiungere un risultato più preciso possibile, si utilizza un olio di riferimento di cui è noto l’esatto contenuto di TPM. Un altro metodo, solitamente il più utilizzato, consiste nell’eseguire una calibrazione in campo con l’olio dell’utente, ancora non utilizzato. Con Testo 270, è possibile stabilire facilmente il valore iniziale di TPM. Si possono sempre effettuare rapidi controlli, ad esempio durante la sostituzione dell’olio. Un grosso vantaggio del nuovo tester per l’olio da cucina è l’esecuzione estremamente corta del sensore, che consente di misurare con facilità anche in piccole quantità di olio, per esempio in friggitrici poco profonde. Il sensore è incorporato nel metallo e laminato con uno strato protettivo, che ne facilita notevolmente la pulizia. Testo 270 è dotato di custodia di protezione “TopSafe” robusta, ergonomica, stagna e lavabile in lavastoviglie. Inoltre, la custodia comprende un cinturino da polso per il trasporto dello strumento. La precisione di misura e l’esecuzione robusta, unita alla facilità di utilizzo, rendono Testo 270 uno strumento indispensabile per la produzione di alimenti fritti, un settore dove è fondamentale garantire elevati standard di qualità e razionalizzare in modo ottimale l’utilizzo dell’olio da cucina.

Cooking oil always on the safe side Cooking oil quality and optimum oil use depend on an exact measurement of TPM Total Polar Materials The outstanding feature of the new cooking oil tester Testo 270 is its practicability. Thanks to the automatic final value recognition, it gives an audible signal after approximately 20 seconds, and shows the final result, the TPM - Total Polar Materials content of the analyzed oil, as a percentage in the easily legible, backlit display. In addition to this, an alarm bar based on the traffic light principle, with green, yellow and red phases, shows the status of the cooking oil. The limit values can be defined by the user according to individual quality requirements. In addition to the TPM measurement, the Testo 270 has also a temperature warning function which shows when the oil has reached a temperature of over 190 °C during measurement. 134

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

Secure measurement in the long term The Testo 270 offers two possibilities for calibration and adjustment. The most exact variant is reached using a reference oil whose TPM content is exactly known. Another method, and one often used in practice, is an adjustment on site with the user’s own, unused oil. The starting TPM value can be easily determined using the Testo 270. Quick checks can for example, always be carried out when the oil is changed. A great advantage of the new cooking oil tester is the extra-short sensor design, which allows for easy measurements even in a small quantity of oil, for example in shallow fryers. The sensor is embedded in metal and additionally laminated with a protective layer, which also considerably eases cleaning. The housing of the Testo 270 is of robust and ergonomic design, and watertight, thanks to the removable and dishwasher-safe “TopSafe” protective case. The optionally usable hand strap is particularly practical. Its measurement accuracy and robust design, coupled with its easy handling, make the Testo 270 an indispensible assistant where fried goods are produced, high quality standards have to be met, and the maximum useful life of cooking oil is the objective.


In anticipo sul futuro

a s o i z e r p è Ogni goccl’oia 0: 7 2 to s te a in c u c a d lio Il nuovo tester per icurati s s a io rm a p s ri e à lit a qu

Il nuovo tester per l’olio da cucina testo 270: Estremamente resistente, è ideale per l’uso quotidiano in mense, ristoranti e catering, panifici, forni e pasticcerie, e nell’industria alimentare! E’ igienico, robusto, affidabile e sicuro, semplice da pulire e utilizzare, fornisce misure altamente precise! Consente un notevole risparmio, grazie al razionale utilizzo dell’olio, e garantisce la soddisfazione dei clienti!

testo SpA · via F.lli Rosselli, 3/2 · 20019 Settimo Milanese (MI) · Tel: 02/33519.1 · www.testo.it

NUOVO!

nte, Oggi ancora più resiste e grazie al nuovo sensor

sigli pratica guida con con Testo ha realizzato una . ina cuc da io misura dell’ol e suggerimenti per la io /ol o.it est w.t ww tuita: Richiedi la tua copia gra


STURDY•POWERFUL•RELIABLE

A l l I s g e v m oto r s a re e n t i re l y d e s i g n e d , b u i l t a n d a s s e m b l e d i n I t a l y.

www.isgev.com

ISGEV S.p.A. - 36071 Arzignano (Vicenza), Viale Vicenza 62/bis Tel. ++39 0444 451928, Fax ++39 0444 673402, mail: info@isgev.com, www.isgev.com


M A C H I N E R Y & D E V E L OPM E N T

Nuovo Modello C570 Pompa intelligente progettata per raggiungere il più alto standard igienico-sanitario

Immagini /Picture 1. Pompa C220, tenute meccaniche frontali C220 pump, frontal mechanical seals 2. Pompa C220 con bocche verticali e rotori bi-lobo C220 pump with vertical mouths and bi-lobe rotors 3. CibusTec: pompa C570, a sinistra Cibus Tec 2009: C570 pump, on the left

OMAC, azienda leader nella produzione di pompe volumetriche a lobi, presenta il nuovo modello C570 con portata volumetrica di 6 l/giro, pressione massima 13 bar con rotori a tolleranza maggiorata e bocche DN125 o DN150. La C570 è il terzo modello della nuova serie “C”, è una pompa intelligente sviluppata anche per un maggiore rispetto dell’ambiente. Progettata per raggiungere il più alto standard igienico-sanitario, è dotata di una facilità di lavaggio che permette la riduzione del consumo di energia e dell’impiego di prodotti chimici per il lavaggio. I materiali utilizzati, la finitura superficiale e tutte le caratteristiche del progetto, hanno permesso di ottenere le certificazione EHEDG (European Hygienic Equipment Design Group). Come gli altri modelli attualmente disponibili, C100 e C220, è caratterizzata dal nuovo design con tenute meccaniche frontali che consentono una manutenzione facile e veloce. La manutenzione è semplificata anche dalla possibilità di registrazione assiale esterna e dai nuovi cuscinetti a rulli conici singoli. Tutte le parti a contatto con il prodotto sono in acciaio inox 1.4404, il corpo pompa è ricavato da fusione e gli attacchi sono integrali. I rotori sono stati disegnati per raggiungere la migliore efficienza e allo stesso tempo il minor danneggiamento del prodotto. Le pompe della serie C permettono anche un ulteriore risparmio energetico, minor potenza assorbita ottenuta

attraverso la riduzione degli attriti interni, dal nuovo disegno dei rotori ed al miglioramento dell’efficienza grazie alla possibilità di scegliere tre diverse tolleranze a seconda della pressione di lavoro. Inizialmente sono previsti due tipi di rotori, quadri-lobo e aspi (bi-lobi) con nuovo disegno. La scatola ingranaggi di nuovo design è in ghisa nichelata, robusta e compatta con profilo arrotondato e piedi per installazione orizzontale o verticale (auto-drenante). Anche le pompe a lobi della serie “C” possono essere fornite in esecuzione antideflagrante con classificazione II 2G kc T4, per installazione in luoghi con presenza di atmosfere potenzialmente esplosive determinate da gas/ vapori/nebbie di liquidi infiammabili.

New Model C570 Intelligent pump designed to attain the highest hygienic-sanitary standards

138

OMAC, leading company in the production of volumetric lobe pumps, presents the new model C570 with volumetric capacity of 6 l/revolutions, 13 bar pressure max with increased tolerance rotor and DN125 or DN150 mouths. C570, third model of the new C Series, is an intelligent pump that has also been developed to respect the environment better. Designed to attain the highest hygienic-sanitary standard, the pump enables easy cleaning for overall energy saving and less use of chemical products for the washing. Thanks to the materials used, surface finishing and all design features, the company could get the EHEDG – European Hygienic Equipment Design Group – Certification. Like the other models available, namely C100 and C220, the new pump is characterized by new design with front loading seals which enables easy and quick maintenance. In addition, maintenance is also simplified by outside axial adjustment and new single taper roller bearings. All wetted parts are in stainless steel 1.4404, the pump body is casted and has integral non welded connections. The rotors have been designed as to reach the best efficiency and cause less damage to the

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

product. The pumps Series C offer further energy saving, less power absorbed due to less inside friction, new design of the rotors and improved efficiency due to the possibility to choose different tolerance according to the work pressure. Two types of rotors are initially proposed: four-lobes and new dual wing design. New design also for compact and strong gear case in Nickel plated cast iron or 304 stainless steel with rounded profile and feet for horizontal and vertical installation (self draining position). The new C series lobe pumps can also be supplied in ATEX execution, II 2G kc T4 classified, for installation in areas with presence of atmosphere potentially explosive caused by gas/vapours and inflammable liquids.


NEW C series

Simply clever


M A C H I N E R Y & D E V E L OPM E N T

Caffè solubile e istantaneo Linee complete chiavi in mano per una resa molto elevata coniugata ad un’ottima qualità del prodotto finale ICF & Welko Special Plants, accanto alla classica produzione di essiccatori e granulatori per l’industria alimentare, è in grado di offrire linee complete “chiavi in mano” per la produzione di caffè solubile ed istantaneo, capaci di una resa molto elevata coniugata ad un’ottima qualità del prodotto finale. Le originali soluzioni adottate in tutte le fasi del processo rendono gli impianti estremamente flessibili e facilmente gestibili grazie ad altissimi livelli di automazione. La prima fase del processo di produzione prevede la pulizia del caffè verde che normalmente è ricevuto in sacchi che possono contenere oltre alla materia prima anche corpi estranei come sassi, chiodi, bottoni, etc. I chicchi possono poi venire separati in base alle dimensioni ed essere stoccati. La seconda fase del processo è la tostatura. Durante questo processo vengono sviluppati gli aromi del caffè che daranno il caratteristico gusto alla bevanda. A seconda delle preferenze e del mercato di destinazione è possibile effettuare una tostatura leggera oppure scura sviluppando diverse note aromatiche.

La successiva fase del processo è cruciale per l’ottenimento di un prodotto finito di buona qualità e resa: l’estrazione. In questa fase il caffè viene adeguatamente macinato e caricato all’interno di percolatori. Acqua ad alta temperatura e pressione viene fatta scorrere in successione all’interno delle celle di estrazione ottenendo il liquore di caffè. La quinta fase del processo prevede la concentrazione del liquore di caffè. Lo scopo di questo step è quello di diminuire il contenuto d’acqua del prodotto nel modo più economico possibile ed allo stesso tempo ottenere un contenuto di solidi idoneo per la successiva fase di essicazione. La trasformazione del liquore concentrato di caffè in polvere avviene nella sesta fase del processo mediante essicazione a spruzzo. Al termine di questa fase si ottiene quindi caffè solubile in polvere. Sebbene il caffè solubile in polvere sia a volte denominato istantaneo, esso se posto in acqua tende, come tutti i prodotti in polvere, a galleggiare sulla superficie ed a formare grumi e necessita di essere mescolato energeticamente per arrivare al completo scioglimento. Per ottenere un prodotto realmente disperdibile all’istante in acqua, la polvere di caffè deve attraversare l’ultima fase del processo, ovvero l’agglomerazione. In questa fase le particelle di polvere di caffè vengono trasformate in granuli porosi in grado di sciogliersi istantaneamente nei liquidi.

Soluble and instant coffee Tailor-made production plants to get a very high yield coupled with an exceptional final product quality ICF & Welko Special Plants, next to its classic food dryers and agglomerators production, can supply complete turnkey lines for the production of soluble and instant coffee and has developed a coffee process technology that allows to supply tailor-made production plants, able to get a very high yield coupled with an exceptional final product quality. The original solutions applied in all the steps of the process make these plant extremely flexible and easy to operate thanks to high automation levels. The first step of the production process is the cleaning of green coffee that usually comes in bags that contain, besides the raw coffee, also foreign materials like stones, ropes, nails, etc. The bean can then be separated according to the dimensions and stored. The second step of the process is the roasting. During this phase there is the development of the flavours that will give the characteristic drink taste. According to preferences and final 140

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

market it is possible to have a light or dark roast to get the desired taste. Next step, the liquor extraction, is crucial to get a good quality and yield of the final product. In this phase the coffee is suitably ground and loaded into special percolators. Water at high pressure and temperature flows through these cells which are connected in a raw producing the coffee liquor. The fifth step of the process involves the concentration of the coffee liquor. The aim of this phase is to decrease the amount of water in the most economical way while at the same time obtaining a solid content suitable to have a good drying operation. The transformation of concentrated coffee liquor into powder happens during the next spray-drying phase. At the end of this step the soluble coffee powder is formed. Even if it is quite common to call soluble coffe powder with the term “ instant coffee”, this product tends to float on the surface of water forming lumps that need vigorous mixing to be completely dissolved. To obtain a really instant product, the coffee powder has to go through the last phase of the process: the agglomeration. In this step the powder particles are bound to form porous granules that are instantly soluble in liquids.


M A C H I N E R Y & D E V E L OPM E N T

L’Infinito L’infinito inteso come quell’imprecisato numero di tipologie di lame e dell’altrettanto incalcolabile numero di impieghi che di queste si fa Parlare di lame è come parlare dell’infinito. Non certo dell’infinito interiore magistralmente descritto dal grande Giacomo Leopardi, ma più semplicemente di quell’imprecisato numero di tipologie di lame e dell’altrettanto incalcolabile numero di impieghi che di queste si fa. La Righi Inox è sicuramente una delle aziende che può vantare un’anzianità e quindi un’esperienza di primaria importanza nel campo della produzione di lame industriali. Nella sua lunga storia, ricordiamo che nell’anno passato ha festeggiato il suo “primo” ottantesimo anniversario, ha fornito una miriade di aziende, dalle più blasonate a quelle di livello artigianale, dall’industria locale o comunque nazionale a quella internazionale. Non c’è settore industriale che non utilizzi una macchina che annovera tra i suoi componenti una lama, e questo fa sì che le aziende come la Righi Inox non conoscano tregua nella ricerca e nello sviluppo. Entrando dentro

The Infinite The infinity understood as that undefined number of types of blades and just as many inestimable numbers of uses they have To speak about blades is just like speaking of the infinite. Certainly not the interior infinity masterly described by the great Giacomo Leopardi, but more simply of that undefined number of types of blades and just as many inestimable numbers of uses they have. Righi Inox is certainly a company that is able to boast its seniority and consequently its experience of primary importance in the production of industrial blades. Throughout its long history, we recollect that last year the company celebrated its “first” eightieth anniversary and has supplied blades to thousands of companies, from the most famous names to small companies of our local industry or in any event to national and international companies. There’s not one industrial field that doesn’t use a machine that counts a blade among its components and this means that companies such as Righi Inox never stop carrying out Research and Development activities. When you enter one of 142

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

the two factories of Righi Inox, both of which located in San Giorgio di Piano, you can actually feel the vitality and passion for this work that inspires both the owner personally and also his employees. These aspects are important to be able to meet customers’ requirements with peace of mind and naturally with great proficiency. The products that Righi Inox already offers on its catalogue are truly many and are used in the foodstuff industry, meaning by foodstuff a wide range of markets, amongst which the food packaging industry, meat processing in general, processing of vegetables, icecream and naturally everything related to the packaging of these products. In addition to the foodstuff industry, the blades of Righi Inox are used extensively in the plastic, paper, rubber and sheet metal processing industries too. There are so many industries that the list would be too long to mention. The products already available and tested are many, yet Righi Inox is always ready to design and produce new blades for the specific requests of its customers which, with the expansion of markets also in the Far East, are unavoidably becoming more frequent and pressing. A challenge that the eighty-year old company from Bologna will take on because, as the saying goes, novelties keep one young.


M A C H I N E R Y & D E V E L O PM E N T

uno dei due stabilimenti della Righi Inox, entrambi situati a San Giorgio di Piano, si respira la vitalità e la passione per il loro lavoro che anima sia il proprietario in prima persona sia i suoi collaboratori. Queste caratteristiche sono importanti per poter rispondere con serenità e naturalmente con grande professionalità alle esigenze dei clienti. I prodotti che la Righi Inox ha già in catalogo sono veramente tanti e trovano applicazione nell’industria alimentare, intendendo per alimentare una vasta gamma di settori tra i quali quello conserviero, della lavorazione della carne in genere, della lavorazione delle verdure, dei gelati e naturalmente di tutto quello che è il confezionamento di tutti questi prodotti.

Oltre al settore alimentare le lame Righi Inox trovano largo impiego anche nell’industria della plastica, della carta, della gomma, della lamiera. Insomma, in una quantità di settori il cui elenco sarebbe lunghissimo. I prodotti già disponibili e testati sono numerosi, però alla Righi Inox sono sempre pronti anche a progettare e produrre nuove lame secondo le necessità dei clienti che inevitabilmente, con l’allargamento dei mercati anche al far est, si fanno sempre più frequenti e pressanti. Una sfida che l’ottuagenaria azienda bolognese raccoglierà perché, come si dice, le novità mantengono giovani.


AUTOMATIC WEIGHING SYSTEMS

NPS-A Il nastro pesatore serie NPS-A, completamente realizzato in acciaio inox AISI 304 o AISI 316, materiali plastici alimentari e componentistica IP67/68, è dedicato all’utilizzo nel settore alimentare, anche in ambienti quali celle frigorifere. Gli accorgimenti studiati per questa macchina consentono la pesatura ed il dosaggio di prodotti delicati e ricchi di parti liquide ( ad esempio frutta e verdura cubettata ). I nastri sono sanificabili anche a getto d‘acqua a pressione. This weigh belt is entirely built in stainless steel AISI 304 or AISI 316, plastic alimentary materials and IP67/68 components; it is specifically designed for the application in the field of food and is suitable also for the use in places such as cold rooms. The machine is designed to weigh and batch delicate foods rich of liquids (for example fruits and vegetables in cubes). Water jet is suitable for belt cleaning.

STAD S.r.l. via per Reggio, 30/P 42019 Arceto di Scandiano (RE) Tel.: +39.0522.989791 - Fax: +39.0522.765854 www.stadsrl.com - info@stadsrl.com

Nastro pesatore Weighing belt


S C I E N C E & T E C HNO L OG Y

Alta rigidità torsionale Giunti con allunga modello ZA-ZAE per le più esigenti specifiche del mercato La serie di giunti con allunga a soffietto “ZA-ZAE” della ditta R + W è stata sviluppata per seguire le sempre più esigenti specifiche tecniche del mercato dell’automazione industriale. Questa serie di giunti permette il collegamento di alberi distanti tra loro, annullando completamente tutti gli effetti negativi generati da un cattivo allineamento tra gli alberi da collegare. Le allunghe infatti sono in grado di compensare eventuali disallineamenti assiali, laterali e angolari presenti tra gli alberi. La trasmissione della coppia è assolutamente priva di gioco angolare e con un alto livello di rigidità torsionale. Sono composti da due giunti a soffietto sulle estremità, collegati tra loro da un tubo in alluminio ad alta precisione. Il loro scopo principale, oltre a colmare la distanza tra gli alberi da collegare, è quello di permettere all’utilizzatore di adottare un componente che possa ruotare ad alta velocità, senza l’obbligo di prevedere un sistema di supporto centrale che risulterebbe complesso da montare ed antieconomico. Grazie anche a uno speciale supporto del soffietto metallico è possibile, in base alla lunghezza, raggiungere velocità di rotazione fino a 8.000 giri/min. I soffietti metallici sulle estremità del giunto sono molto

elastici lateralmente e generano forze di reazione molto basse, salvaguardando così la durata degli altri componenti della trasmissione come ad esempio i cuscinetti. Questo fattore è estremamente importante nelle applicazioni ad alta dinamica e velocità. La lunghezza nella versione standard, può variare da 200 a 6000 mm e sono previste soluzioni per lunghezze superiori con tubo in CFK. Tutte le caratteristiche elencate permettono al giunto di garantire una trasmissione bilanciata riducendo al minimo la possibilità di generare oscillazioni e vibrazioni pericolose anche per l’operatore. Il montaggio delle allunghe è radiale, mediante la completa estrazione del tubo intermedio nella serie ZA, oppure mediante mozzi con morsetto scomponibile nella serie ZAE.

High torsional rigidity Bellow-expansion couplings ZA-ZAE to meet the ever demanding requirements of the market The bellows-expansion couplings Series ZA-ZAE from the company R+W have been developed as to meet the ever demanding technical requirements of the industrial automation market. This series of couplings enables to connect distant shafts, thus totally zeroing all the negative effects due to the misalignment among the shafts to be connected. The extensions can compensate possible axial, side and angular misalignments between the shafts. Coupling transmission has no angle allowance but with a highlevel torsional rigidity. They consist of two bellows couplings on the edges and are connected one with the other by a high-precision aluminium tube. In addition to covering the gap between the shafts, the prime aim is also enabling the operator to use a component that can possibly revolve at high speed with no need of a central support system, which would be difficult to install and expensive. 146

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

It is also possible to reach a revolving speed of up to 8,000 revolution/min., depending on the length, thanks to a special support of the metal bellows. The metal bellows on the edges of the coupling are highly elastic sideways and generate very low reaction force, thus protecting the life of the other transmission components, such as the bearings for istance. This is a highly important factor to high-dynamic and high-speed applications. The standard length can vary from 200 to 6000 mm, but other solutions can also be proposed for longer lengths with a CFK tube. All these features enable the extensions to guarantee balanced transmission, reduce oscillations and dangerous vibrations to the minimum. The installation of the extensions is radial and carried out by extracting the intermediate tube from the ZA Series, or by means of hubs with modular clamp in the ZAE series. A special calculation programme enables to simulate the application taking into account all the parameters and therefore size the coupling in the most suitable way from the technical and economical points of view. The R+W range offers engineers many solutions for clamping hubs on the shafts, with the possibility to optimize procedures and setting times of the clamping itself, such


Limitari di Coppia | Giunti a Soffietto | Serie Mini | Giunti a Elastomero | Allunghe | Giunti Lineari

Uno speciale programma di calcolo permette di realizzare la simulazione dell’applicazione, tenendo conto di tutti i parametri e dimensionare quindi la taglia di giunto più efficace sia sotto il profilo tecnico che economico. All’interno della gamma R+W, il progettista potrà trovare una vasta scelta di soluzioni per il calettamento del giunto sugli alberi, associate alla possibilità di ottimizzare procedure e tempi di montaggio del giunto stesso, come ad esempio la versione con albero maschio ad espansione. Tutto ciò consente di realizzare l’allunga praticamente su misura del richiedente. Le sue caratteristiche prestazionali a la sua ampia gamma fanno del giunto a soffietto serie BK, la scelta più adeguata e più versatile per l’applicazione nei seguenti settori: portali, macchine transfer, fresatricialesatrici, presse, macchine lavorazione e deformazione lamiera, automazioni e robotica cartesiana a bordo macchina. Le allunghe sono anche disponibili nella versione con elastomero di precisione, per tutte quelle applicazioni dove sia richiesto un servizio di smorzamento delle vibrazioni. Le allunghe possono inoltre essere dotate della funzione di limitazione meccanica della coppia in caso di sovraccarico, mediante l’inserimento su una delle due estremità di un limitatore di coppia a sfere di precisione della serie SK. Quest’ultima è molto utile, in caso si vogliano preservare i componenti della trasmissione da eventuali urti evitando così, lunghi e costosi tempi di fermo per l’impianto.

SICUREZZA IMMEDIATA ED AFFIDABILE. COME EVITARE COSTI AVARIE E MANUTENZIONI.

CONCENTRATO DI PRESTAZIONI. SERVOMAX ®. COMPATTO, PRECISO, ECONOMICO.

as the version with male expanding shaft. All that allows making extensions upon the customers’ requirements. Its performances along with comprehensive range makes the Series BK bellows coupling the best and most versatile choice for the following sectors: portal, transfer machines, moulding-boring machines, presses, processing machines and strain machines, automation and Cartesian robotics. The extensions are also available in precision elastomeric material for any application where reducing vibrations is required. In addition to this, the extensions can also be programmed for mechanic coupling limiting in case of overload, by inserting a precision torque limiter of the Series SK on the two edges. The latter is very useful when we want to protect the transmission components from any bangs, and avoid long and expensive downtimes.

SOLUZIONE UNICA. ASSEMBLAGGIO VELOCE – ALTA PRODUTTIVITÀ.

IL GIUNTO PERFETTO. DA 0,1 A 10.000 NM. R+W Italia Srl. | Tel. 02 262 641 63 | E-Mail: info@rw-italia.it | Internet: www.rw-italia.it


INTERNATIONAL EXHIBITION AND CONVENTION

SAVE THE DATE

27a Mostra Internazionale della filiera ortofrutticola 27th International exhibition for the supply chain of fruit and vegetables

Cesena Italy • October 6-8, 2010 Organized by CESENA FIERA Tel. +39 0547 317435 Fax +39 0547 318431 info@macfrut.com www.macfrut.com


FOR YOUR DRAINAGE SYSTEMS: TESTED, FLEXIBLE, TECHNOLOGICALLY ADVANCED SOLUTIONS. CAGGIATI MAURIZIO Srl - Strada Langhirano, 351 - 43124 Corcagnano - Parma / ITALY tel +39 0521 632 050 - fax +39 0521 632 051 - e-mail: info@caggiatimaurizio.it www.caggiatimaurizio.it


M A C H I N E R Y & D E V E L OPM E N T

Valore per il cliente Un rapporto di collaborazione fattivo e umano con il cliente La Mingazzini Srl fin dalle sue origini, nel 1929, si è dedicata alla produzione di generatori sempre più potenti, fino alle odierne centrali termiche, per produzioni industriali su larga scala. Nello stabilimento di Parma la Mingazzini Srl produce generatori di vapore saturo e surriscaldato, acqua surriscaldata, acqua calda e calore studiati nei minimi dettagli e progettati su misura per le specifiche esigenze industriali: dalle singole unità alle più complete centrali termiche fornite chiavi in mano. I generatori di vapore Mingazzini della serie PB coprono potenzialità da 2000 a 25000 kg/h. Per le potenzialità più elevate è previsto di serie focolare ondulato Fox (a richiesta anche per le altre potenzialità). I generatori della serie PVR, ad inversione di fiamma, coprono potenzialità da 350 a 5000 kg/h. Le caratteristiche tecniche principali comprendono: • tre giri di fumo per il raggiungimento di alti rendimenti, • fondo bagnato senza alcun refrattario per eliminare i costi di manutenzione, le perdite di calore per irraggiamento ed il surriscaldamento della piastra tubiera posteriore, • focolare di grande diametro per garantire un elevato rendimento nel rispetto dei livelli di emissioni in atmosfera, • piastre sbordate con assenza di saldature ad angolo, per assorbire uniformemente le dilatazioni del corpo e del fascio tubiero fungendo da veri e propri compensatori, evitando i rischi di “rottura” tipici delle piastre piane

saldate ad angolo, • massima accessibilità e manutenibilità a mezzo di sportelli incernierati sia sulla camera a fumo anteriore che su quella posteriore per totale e immediata accessibilità ai tubi da fumo ed alle piastre tubiere (per pulizia, manutenzione e ispezionabilità da parte delle Autorità incaricate delle verifiche periodiche). La Mingazzini Srl produce inoltre generatori d’acqua surriscaldata con potenzialità fino a 14 MW e caldaie a recupero dei fumi a valle degli impianti di cogenerazione o di processo. Per la Mingazzini Srl il valore per il cliente non si limita alla massima qualità del prodotto fornito, ma deve anche necessariamente includere un elevato livello di servizio pre e post vendita, con la creazione di un rapporto di collaborazione fattivo e umano con il cliente.

Customer oriented A proactive and one-to-one cooperation relationship with the customer Since its origin in 1929, Mingazzini Srl has always been dedicated to the manufacturing of more and more powerful boilers, up to the realization of thermal plants for industrial productions on a wide scale. In the plant located in Parma Mingazzini Srl produces steam (saturated and superheated) boilers, hot and superheated water boilers and heat generators studied in the minimum details and designed on the measure for the specific needs of industrials: from single units to turnkey boiler rooms. Mingazzini steam boilers PB series cover ratings from 2000 to 25000 kg/h. For the highest ratings, the boiler comes with a Fox corrugated firetube as a standard (on request for the other ratings). PVR series boilers, reverse flame design, cover ratings from 350 to 5000kg/h. Main technical features include: • three pass to reach high efficiency, • wet back with reversal chamber totally immersed in water to widen the surface directly exposed 150

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

to the flame and no refractory material to cut off maintenance costs, the loss of heat through radiation and the overheating of the rear tube plate, • firetube with big diameter, to enhance the efficiency, always observing the most severe environmental standards for flue exhausts, • tube plates with rounded edges to uniformly absorb the expansion of the main body and the tube nest, functioning as real compensators, avoiding the risks of “breakage” typical of corner welded flat plates, • maximum accessibility and maintainability through hinged doors both in the front smoke chamber and the rear one for total and immediate accessibility to the smoke tubes and the tube plates (for cleaning, maintenance and ease of inspection on the part of the Authorities entrusted with periodic inspections). Furthermore, Mingazzini Srl also manufactures superheated water boilers with ratings up to 14 MW and heat recovery boilers to be installed downstream cogeneration and process plants. According to Mingazzini Srl attitude, “value for the customer” means not only maximum quality of the supplied equipment, but also a high level of “before and after sales service”, thus creating a proactive and oneto-one cooperation relationship with the customer.


Š www. corradofrignani.com

MINGAZZINI s.r.l.

Via Egidio Pini, 29/A - 43126 Parma - ITALY - Tel. +39 0521 1880611 - +39 0521 983641 - Fax +39 0521 293547 www.mingazzini.it - email: info@mingazzini.it


M A R K E T I NG & S T R A T E G Y

Qualità nel DNA Inherent quality

For many years Dalter Alimentari HAS BEEN committed to offering consumers safe and high-quality products

154

In Italia e in alcuni Paesi esteri, Dalter Alimentari S.p.A. è leader di mercato nel confezionamento di formaggi grattugiati e porzionati freschi (formaggi italiani - DOP e tipici - ed esteri) per il canale Ho.Re.Ca. e per l’industria alimentare. Dalla nascita, nel 1978, l’azienda ha sempre puntato sulla selezione dei migliori formaggi direttamente sul luogo d’origine, da offrire in innumerevoli tagli e da confezionare in modo classico o innovativo. Una cucina veloce e di alta qualità: è questa l’esigenza che soddisfano molte confezioni studiate da Dalter Alimentari. Pensiamo, ad esempio, alle vaschette o alle buste monodose, ai vassoi e ai sacchi oppure a prodotti estremamente innovativi come i cestini di Parmigiano-Reggiano, sinonimo

di creatività e di ricercatezza. Nella sua trentennale storia, Dalter Alimentari ha sviluppato packaging sempre più funzionali che permettono di conservare il formaggio per alcune settimane, fresco come appena grattugiato, offrendo così prodotti ad alto contenuto di servizio in termini di praticità, qualità, distintività e versatilità. Nel 2006 Dalter lancia Campirossi, il brand esclusivamente dedicato al canale retail con un’ampia gamma di confezioni e tagli di formaggio innovativi rivolti al consumatore finale per ricette rapide, creative e gustose. Sui mercati esteri, dove Dalter Alimentari realizza il 61% del fatturato, grazie a una rete di importatori locali, l’aziende

In Italy and in some foreign Countries, Dalter Alimentari S.p.A. is a market leader in the packing of grated and portioned cheese (DOP and typical Italian cheese and foreign cheese) for the Ho.Re.Ca. channel and catering industry. Since its foundation in 1978, the company has always aimed at selecting the best cheese directly on the place of origin, as to offer many cuts and classic or innovative packages. Many packages designed by Dalter Alimentari meet requirements of fast cooking and high quality. For example, tubs and single-serving sachet, trays and sachets, or greatly innovative products such as Parmigiano-Reggiano baskets, which are synonymous with creativity and elegance. In its thirty-year history, Dalter Alimentari has developed increasingly functional packages as to preserve cheese even for several weeks as fresh as just grated, thus

offering remarkable practicality, quality, appeal and versatility. In 2006 Dalter launched Campirossi, a brand exclusively for the retail chain, composed of a broad range of innovative packs and cheese cuts for fast, creative and taste recipes. Dalter Alimentari makes 61% of its turnover on foreign markets, owing to a widespread network of local importers, most of which serve the major chains of the British and French large-scale retail trade, internationally renowned industries and food service operators. Dalter Alimentari is also well-established in the Spanish market on account of the recent agreement reached with Star Gourmet, and expansion policy toward Switzerland, Belgium, Germany and Northern Europe. For many years Dalter Alimentari is committed to offering consumers safe and high-quality products; this mission means controlling a relevant number of products and

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry


M A R K E T I NG & S T R A T E G Y

serve alcune delle più importanti catene della GDO inglese e francese, industrie alimentari di caratura internazionale e operatori foodservice. È inoltre stabilmente presente sul mercato spagnolo, in virtù del recente accordo con Star Gourmet, e in espansione verso paesi come Svizzera, Belgio, Germania ed Europa del Nord.

Da anni Dalter Alimentari è impegnata a garantire al consumatore un prodotto sicuro e di elevata qualità

Dalter nella tutela della qualità Con l’obiettivo di tutelare il più possibile i propri clienti, Dalter Alimentari non si limita ad eseguire controlli interni ma commissiona a centri di ricerca internazionali, studi sui meccanismi naturali responsabili della stagionatura e, quindi, delle caratteristiche di sapore e di aroma dei formaggi duri e semi-duri. Periodicamente, i clienti stessi eseguono degli audit sui processi produttivi: si tratta di momenti di verifica e di controllo importanti, perché finalizzati al graduale perfezionamento delle metodologie di lavoro. Infine, fornitori qualificati garantiscono il controllo delle materie prime e degli imballaggi impiegati nel processo di produzione.

Da anni Dalter Alimentari è impegnata a garantire al consumatore un prodotto sicuro e di elevata qualità: concretamente questa sua missione si traduce in un gran numero di controlli di prodotto e processo, eseguiti sia internamente che da enti esterni, e in progetti all’avanguardia come quello del naso elettronico. Sebbene Dalter Alimentari sia una realtà imprenditoriale di piccole/medie dimensioni, da anni ha scelto di investire in un moderno dipartimento Assicurazione Qualità, composto da un team di quattro persone altamente specializzate. Questa unità controlla quotidianamente ogni fase del processo produttivo e di sviluppo di nuovi prodotti, assicurando sempre alti standard qualitativi grazie all’applicazione del piano di autocontrollo HACCP - Hazard Analysis Critical Control Point. Il laboratorio interno effettua costantemente analisi chimico-fisiche su ogni lotto di materia prima e di prodotto finito, sugli impianti e sull’ambiente di lavoro. Il personale inoltre segue regolari corsi di formazione, addestramento e aggiornamento: una garanzia dell’affidabilità dei controlli eseguiti in ogni fase della produzione.

processing, carried out in house or outside, and cuttingedge projects, such as the electronic nose. Although Dalter Alimentari is a small/medium-sized company, for years it has chosen to invest in a modern Quality Assurance department, consisting of a team of four highly specialized persons. This unit controls every stage of the production process, every day, and follows the development of new products to ensure the highest quality standard through application of the plan of selfcontrol HACCP- Hazard Analysis Critical Control Point. The internal laboratory performs constant chemical and physical tests on every lot of raw material and finished products, on the equipment and on the working environment. The personnel also follow regular training courses, updates and instructive seminars: a guarantee of reliability of the controls performed at every stage of production.

Dalter safeguards quality With the goal of safeguarding its clients as much as possible, Dalter Alimentari does not limit its actions to internal controls, but commissions studies by international research center on the natural mechanisms responsible for aging, and on the characteristics of flavor and aroma of hard and semi-hard cheeses. Periodically, the clients also perform audits of the production processes: these are important occasions of inspection and control, because they enable the company to perfect its working methods. Finally, qualified suppliers guarantee control of the raw materials and packing materials used in the production process.

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

155


M A R K E T I NG & S T R A T E G Y

Naso elettronico Nel 2006 Dalter Alimentari ha avviato una partnership con il Dipartimento di Chimica Organica e Industriale dell’Università degli Studi di Parma per lo sviluppo di una innovativa tecnologia del tipo SOA (Sistema Olfattivo Artificiale), più comunemente detta “naso elettronico”, applicata al settore dei formaggi: oggi questo dispositivo è pienamente operativo.

Tre sono le ragioni che hanno suggerito all’azienda un investimento di questo tipo. Innanzitutto, il naso elettronico è in grado di qualificare tipologia, genuinità e stagionatura del formaggio grattugiato, certificandone la bontà. Si tratta di una proprietà importante: infatti, il Parmigiano-Reggiano, in quanto icona di italianità, è fortemente esposto ai rischi di contraffazione e del cosiddetto “Italian Sounding Food”. In secondo luogo, questa tecnologia, grazie all’addestramento ricevuto, è in grado di distinguere non soltanto il Parmigiano-Reggiano da un’altra tipologia di formaggio a pasta dura ma anche un Parmigiano-Reggiano “scelto”, di prima qualità, da uno con evidenti difetti organolettici. Il naso elettronico è una testimonianza dell’impegno dell’azienda a fornire ai propri clienti e, quindi, al consumatore finale, la massima qualità. Concretamente, questo sistema viene utilizzato da Dalter Alimentari per garantire che le caratteristiche organolettiche del formaggio si mantengano costanti dal momento del confezionamento fino alla scadenza indicata sulla confezione. Inoltre, indirettamente, il naso elettronico costituisce una misura dell’efficacia degli imballaggi nel preservare nel tempo la freschezza e l’aroma del prodotto. Nel 1997, l’impegno a favore della qualità di Dalter Alimentari è stato premiato con la certificazione secondo le norme UNI EN ISO 9001:2000 da parte dell’Istituto Certiquality, aderente al circuito IQnet - The International Certification Network. Nel 2003, questa certificazione è stata aggiornata alla versione Vision 2000. Inoltre, Dalter Alimentari è certificata secondo le norme BRC - British Retail Consortium - e ICEA - Istituto per la Certificazione Etica ed Ambientale - per quanto riguarda il confezionamento di prodotti biologici.

Electronic Nose In 2006 Dalter Alimentari started a partnership with the Department of Organic and Industrial Chemistry of the University of Parma to develop a SOA-king innovative technology, also known as “electronic nose”, to be applied in the cheese sector and today this device is fully operational. Three main reasons have led the company to make such an investment. Most importantly, the electronic nose can recognize kind, genuineness and seasoning of the grated cheese, so certifying its quality. This is a paramount aspect since Parmigiano-Reggiano is an Italian icon and therefore subject to the so-called “Italian Sounding Food”. Secondly, this kind of technology can recognize not only Parmigiano-Reggiano from other cheese, but also first-class Parmigiano-Reggiano from another with clear organoleptic defects. 156

Maggio 2010

TecnAlimentaria Food Industry

The electronic nose is further evidence of the company’s commitment to giving its customers, and therefore final consumers, the highest quality. In concrete, Dalter applies this system as to guarantee cheese organoleptic characteristics unaltered from the packing phase right to the use-by date on the packages. Moreover, the electronic nose also proves the efficaciousness of the packages to preserve freshness and aroma in long time. In 1997, Dalter Alimentari’s commitment to quality was awarded the UNI EN ISO 9001:2000 certification from Certiquality Institute, part of the IQnet – The International Certification Network circuit. In 2003 this certification was updated and became Vision 2000. Moreover, the company is also BRC – British Retail Consortium and ICEA certified for the packing of organic products.


The companies we have dealt with

A.B.TECH EXPO ACF AgroProdMash Alimec Alma Packaging ALTECH AM Alu-Mixer ARTINOX Atlanta BASSANINA Baumer Italia Caggiati Cap It Cartomac Cidiesse Engineering CMA Colombo Pietro Cryovac – Sealed Air Cusinato Effedue Elettric 80 Emballage Escher Mixers Esmach Europain Eurospray Fillpack Fispal Flamic FlexLink FoodExpo IBIE ICF & Welko Intersicop IPA Ipack-Gida ISGEV Italpan Keller Italy Krones Lita Macfrut Makro Labelling MAS Masterpack Messer Italia Mettler Toledo Milk Italy Mingazzini MIX Modern Bakery Moriondo MTG Multivac New Day Novapan Omac Packlab Packology Partisani Pavan Pietribiasi Pilot Italia Pomati Praxair-Smaltiriva R+W Italia Re Pietro Righi Inox Rondo Sacmi Siab Sigma Soren Stad Starmix Tecalit Technosilos TecnoFidta Tecnopool TeknoStamap Testo TIAM Veripack Vitella VOMM World Food Moscow

Milano Galliera (BO) Mosca Torrebelvicino (VI) Cadorago (CO) Bareggio (MI) S. Giorgio delle Pertiche (PD) Conegliano (TV) Calderara di Reno (BO) Mason Vicentino (VI) Assago (MI) Corcagnano (PR) Passirana di Rho (MI) Schio (VI) Piovene Rocchette Budrio (BO) Oggiono (LC) Passirana di Rho (MI) S. Martino di Lupari (PD) Malo (VI) Viano (RE) Parigi Schio (VI) Grisignano (VI) Parigi Barcellona Canelli (AT) S. Paolo Brasile Schio (VI) Cascine Vica Rivoli (TO) Damasco Las Vegas Maranello (MO) Madrid Parigi Istanbul Arzignano (VI) Schio (VI) Milano Garda (VR) Poirino (TO) Cesena Roverbella (MN) Massanzago (PD) Monvalle (VA) Settimo Torinese (TO) Novate Milanese (MI) Schio (VI) S. Pancrazio (PR) Cavezzo (MO) Mosca Besana (MI) Grisignano di Zocco (VI) Corsico (MI) Pallagorio (KT) Cividino di Castelli Calepio (BG) Rubiera (RE) San Giorgio (MN) Rimini Forlì (FC) Galliera Veneta (PD) Marano Vicentino (VI) Usmate (MB) Codogno (LO) Monte Marenzo (LC) Sesto S. Giovanni (MI) Gaggiano (MI) S. Giorgio in Piano (BO) Schio (VI) Goito (MN) Verona Torbole Casaglia (BS) Corsico (MI) Bosco di Scandiano (RE) Schio (VI) S. Martino Lupari (PD) Capocolle (FC) Buenos Aires S. Giorgio in Bosco (PD) Grisignano di Zocco (VI) Settimo Milanese (MI) Napoli Cislago (VA) Schio (VI) Rozzano (MI) Mosca

40 37 - 39 58 3 84 - 85 2 53 55 106 - 107 45 133 149 157 90 - 91 111 74 - 75 61 98, 100 59 IV di Cop. 87 - 89 86 5 26 - 27 28 - 30 122 - 123 97 64 42 - 43 101 152 54, 72 140 - 141 60 116 136 137 47 4 108 - 110 III di Cop 148 1, 94 - 95 153 82 - 83 124 - 125 126 - 127 117 150 - 151 57 44, 46, 66 19 119 79 - 81 51 22 - 23 138 - 139 103 102 73 14 - 15 129 99 32 - 33 31 146 - 147 144 142 - 143 48-49 96 18 - 19 I di Cop, 24 - 25 69 145 6, 56 21 65 160 7 II Cop, 70 - 71 134 - 135 118 104 - 105 41 67 128


Fairs in Italy & in the world

SIGEP

23 - 27

ISM / PROSWEETS

Gennaio

Rimini

Salone internazionale di pasticceria, panificazione e gelateria

31 Gen. - 3 Febbraio

Colonia

Salone internazionale di panificazione e pasticceria

FRUIT LOGISTICA FRESH CONEX

3-5

Febbraio

Berlino

Salone Internazionale dell’industria agroalimentare

MIA

21 - 24 Febbraio

Rimini

Mostra internazionale di tecnologie alimentari

EUROPAIN

6 - 10

Parigi

Salone internazionale di panificazione e pasticceria

FOODEX / BIE Baking Industry Exhibition

21 - 24 Marzo

Birmingham

Salone internazionale per l’industria alimentare e delle bevande / panificazione e pasticceria

ALIMENTARIA BARCELONA

22 - 26

Marzo

Barcellona

Salone Internazionale dell’industria alimentare e delle bevande

BIAS

4-7

Maggio

Rho, Milano

Salone internazionale di automazione e strumentazione

IFFA

8 - 13

Maggio

Francoforte

Salone internazionale dell’industria della carne

BAKERY CHINA

12 - 15 Maggio

Shanghai

Salone internazionale di panificazione e pasticceria

SIAB

22 - 26 Maggio

Verona

Salone internazionale dell’industria della panificazione, pasticceria e pastificazione

TOTAL

25 - 27 Maggio

Birmingham

Salone internazionale del processo e del packaging

PACKOLOGY

8 - 11

Giugno

Rimini

Salone internazionale delle tecnologie del packaging

FISPAL

8 -11

Giugno

S. Paolo - Brasile

Salone internazionale dell’industria alimentare e della panificazione

EXPO PACK

22 - 25 Giugno

Città del Messico

Salone internazionale delle tecnologie del packaging

PROPAK CHINA

14 - 16 Luglio

Shanghai

Salone internazionale delle tecnologie di processo e confezionamento per l’industria alimentare

FIPAN

20 - 23 Luglio

S. Paolo - Brasile

Salone internazionale della panificazione e pasticceria

TIAM

24 - 26

Settembre

Napoli

Mostra Internazionale delle tecnologie alimentari Salone Internazionale del confezionamento

IBIE

26 - 29

Settembre

Las Vegas

Salone Internazionale dell’industria di panificazione, pasticceria e pastificazione

FACHPACK

28 - 30

Settembre

Norimberga

Salone internazionale del confezionamento e dell’imballaggio

INTERMEAT / INTERMOPRO / INTERCOOL

28 Sett. - 1 Ottobre

Düsseldorf

Salone internazionale per la lavorazione e il confezionamento della carne, per l’industria lattiero-casearia e della refrigerazione

MACFRUT

7 - 9

Ottobre

Cesena

Mostra internazionale delle tecnologie per il settore agroalimentare

PA.BO.GEL.

16 - 19

Ottobre

Roma

Salone internazionale tecnologie per la panificazione pasticceria e pasta fresca

IPA / SIAL

17 - 21

Ottobre

Parigi

Salone internazionale dell’alimentazione e delle tecnologie per l’industria alimentare

A.B.TECH EXPO

23 - 27

Ottobre

Milano

Salone internazionale dell’industria della panificazione, pasticceria e pastificazione

PACK EXPO

31 Ott.- 4 Novembre

Chicago

Salone internazionale tecnologie del packaging

EMBALLAGE

22 - 26

Parigi

Salone internazionale tecnologie per il confezionamento e l’imballaggio

Marzo

Novembre


ABBIAMO RAGGIUNTO QUOTA 8000*

* Grazie alla collaborazione di tutti abbiamo venduto 8000 macchine nel mondo * Thanks to everyone’s collaboration we have sold 8000 machines around the world

Via Dell’Artigianato, 10 36034 MALO (Loc. Molina) VI - Italy Tel. +39.0445.637.584 Fax +39.0445.637.592 info@effeduesrl.com www.effeduesrl.com

W E H AV E HIT THE 8000* MARK

Everest 8474mt


TecnAlimentaria - Food Industry - Maggio 2010