Page 1

www.tecnalimentaria.it

BEVERAGE INDUSTRY Technology for the Beverage Industry - International magazine in Italian/English Poste Italiane SpA - Spedizione in Abbonamento Postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1 comma 1 NE/TV - Anno 23 N°02/2018 - ISSN 2498-9541

N°2 Febbraio / February 2018


Hall 7.1 Stand D070


Hall 10.1 Stand F040 F048


Hall 08.1 Stand C079


sommario | contents 28 OLIO SAGRA Dal 1959 l’olio degli italiani Italian oil since 1959

20 DELLA TOFFOLA Un gruppo fortemente integrato A strongly integrated group

46 BONOLLO

DORANGE OF: quando il leone incontra il gattopardo nasce un capolavoro DORANGE OF: Italy’s NorthSouth amazing meeting

60 WATER SYSTEMS Risparmio energetico e massimizzazione della produzione Energy saving and maximum plant output

110

124

R-2000iC è il nuovo robot FANUC per il fissaggio a soffitto R-2000iC is the new Fanuc robot for upside down mounting

La qualità che ha conquistato il mercato The quality that conquers the market


138

140

Una vista perfetta Sharp vision

160

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it

TECNALIMENTARIA FOOD INDUSTRY Year XXIII - n°2 Febbraio/February 2018 Direttore responsabile F. Da Cortà Fumei Segreteria di redazione Sabrina Fattoretto Grafica Claudia Bosco Hanno collaborato: Anita Pozzi Elena Abbondanza Franco Giordano

Processo con qualità costante Constant process quality

All right reserved. Reproduction in whole or in part without written permission is prohibited. The Publisher is not responsible for any materials, nor for writers’ nor contributors’ expressed or implied opinions.

Autorizzazione Tribunale di Forlì n. 5 del 19.01.1996 In questo numero la pubblicità non supera il 45% Poste Italiane SpA - Spedizione in Abbonamento Postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1 comma 1 NE/TV ISSN 2498-9541 Publisher Editrice EDF Trend srl Corso del Popolo, 42 31100 Treviso – Italy

www.tecnalimentaria.it

BEVERAGE INDUSTRY Technology for the Beverage Industry - International magazine in Italian/English Poste Italiane SpA - Spedizione in Abbonamento Postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1 comma 1 NE/TV - Anno 23 N°02/2018 - ISSN 2498-9541

I formativa ex D.lgs 196/03 Ai sensi dell’art.2 comma 2° del Codice Deontologico dei giornalisti si rende nota l’esistenza di una banca dati di uso redazionale presso la sede di Corso del Popolo, 42 - Treviso. Responsabile del trattamento dati è il direttore responsabile a cui ci si può rivolgere presso la sede di Treviso - Corso del Popolo, 42 per i diritti previsti dalla legge 675/1996. Associato a:

Stampa L’ Artegrafica Direzione e Redazione Editrice EDF Trend srl Corso del Popolo, 42 31100 Treviso – Italy Tel. +39 0422 549305 Fax +39 0422 591736 redazione@tecnalimentaria.it info@tecnalimentaria.it www.tecnalimentaria.it

Centro di eccellenza Centre of excellence

IN COPERTINA Image S Spa www.imagesspa.it

Read Online magazines Sfoglia tutte te is iv r e r t s o n le Online!

N°2 Febbraio / February 2018


About Fairs

Beviale Moscow: unica piattaforma in Russia dedicata all’industria delle bevande La novità di quest’anno sarà il Pavilion for Wine Production & Manufacturing, promosso dal Ministero dell’Agricoltura russo e in collaborazione con l’Unione dei viticoltori russi

B

eviale Moscow si riconferma l’unica piattaforma specializzata in Russia dedicata all’intera catena del beverage: materie prime, nuove tecnologie, sistemi di imballaggio, logistica e idee di marketing creative per birra, vino, liquori, bevande analcoliche, acqua e latte rappresentano il fulcro della manifestazione. L’appuntamento è a Mosca dal 27 febbraio al 1 marzo 2018. La novità di quest’anno sarà il Pavilion for Wine Production & Manufacturing, promosso dal Ministero dell’Agricoltura russo e in collaborazione con l’Unione dei viticoltori russi, che nasce dall’incremento della produzione e della distribuzione di vino nel mercato locale, tanto da rappresentare il settore più dinamico nell’industria russa delle bevande. Il vino diventa un tema fondamentale anche nel programma collaterale della

fiera: è assolutamente da non perdere il concorso dei giovani viticoltori in collaborazione con Worldskills (che organizza una serie di competizioni in cui giovani professionisti da tutto il mondo si confrontano in oltre 45 mestieri). Dopo il successo della precedente edizione nel 2017 rimane confermata la PETarena (powered by PETnology), un’area dedicata alle soluzioni più innovative nel settore del PET, che, se da un lato rappresenta un argomento molto discusso in Russia, dall’altro rappresenta invece un fenomeno di tendenza nell’industria delle bevande. Per questo motivo il PET è un tema che sta a cuore alla Beviale Moscow e che verrà trattato durante le numerose presentazioni tenute da aziende italiane e internazionali leader nel settore. E non è finita qui: Beviale Moscow propone un’ampia scaletta di eventi, a cominciare dal VLB Seminar for Microbrewers organizzato dall’istituto di ricerca brassicola VLB di Berlino. A seguire, i visitatori potranno applaudire il vincitore di ROSGLAVPIVO, premio russo della birra, organizzato per la prima volta a Beviale Moscow 2017 dalla Barley, Malt, Hops, and Beer Union (BMBU) in collaborazione con le Private Brauereien Deutschland e.V., e potranno scoprire la varietà delle bevande artigianali al CRAFT DRINKS CORNER in collaborazione con la Partner Association of Beer and Beverage Market. Il gruppo NürnbergMesse dà prova a livello internazionale della propria competenza nel

settore beverage. La fiera “madre” è BrauBeviale, il salone internazionale di Norimberga dedicato all’industria delle bevande, che da oltre 40 anni propone soluzioni per l’intero processo produttivo del settore beverage: dalle materie prime, passando per tecnologie e logistica fino al marketing. La Beviale Family comprende altri eventi, in programma in diversi mercati mondiali in costante crescita, tra cui proprio Beviale Moscow. CRAFT BEER CHINA a Shanghai rappresenta un luogo d’incontro per il settore della birra artigianale cinese così come CRAFT BEER ITALY a Milano rappresenta la piattaforma B2B per il mercato italiano. Anche la Feira Brasileira da Cerveja di Blumenau in Brasile fa parte del network ed è “supported by BrauBeviale”. Altri progetti sono in via di sviluppo. Gli altri appuntamenti della Beviale Family: • Feira Brasileira da Cerveja: 7 – 9 marzo 2018 • CRAFT BEER CHINA: 16 – 18 maggio 2018 • BrauBeviale: 13 – 15 novembre 2018 • CRAFT BEER ITALY: 27 – 28 marzo 2019

........................................................................................................................................................................................

8

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


About Fairs

Beviale Moscow: Russian platform for the beverage industry

What’s new in 2018 is the Pavilion for Wine Production & Manufacturing, endorsed by the Russian Ministry of Agriculture in collaboration with the Russian Union of Winegrowers and Winemakers

B

eviale Moscow proves itself to be the no. 1 trade platform for the entire beverage process chain in Russia: raw materials, new technologies, packaging solutions, logistics and creative marketing ideas for beer, wine, spirits, non-alcoholic drinks, water and milk are the main topics of the trade fair. Save the date: from 27 February to 1 March 2018 in Moscow. What’s new in 2018 is the Pavilion for Wine Production & Manufacturing, endorsed by the Russian Ministry of Agriculture in collaboration with the Russian Union of Winegrowers and Winemakers, which was set up thanks to the increase in wine production and distribution in local markets. Wine has become indeed the most dynamic sector in the Russian beverage industry and for this reason it becomes an important topic in the trade fair supporting programme. The young winegrowers competition in collaboration with Worldskills (which organises a series of competitions where young experts from all over the world confront themselves in 45 professions) is not to be missed.After the success of the previous edition in 2017 the PETarena (powered by PETnology) will be back also at Beviale Moscow 2018: it consists of an area where exhibitors showcase their most innovative solutions in the PET sector. On the one hand PET is a very discussed topic in Russia, but on the other it represents a major trend in the beverage industry. For this reason PET becomes a leading subject at Beviale Moscow and the main topic of numerous presentations held by Italian and international companies. And that’s not all: the agenda of Beviale Moscow is full of events. Starting from the VLB Seminar for Microbrewers, which is organised by the Berlin-based Research and Teaching Institute for Brewing VLB Berlin. Visitors will also clap for the winner of ROSGLAVPIVO, the Russian beer prize, which was organised for the first time at Beviale Moscow 2017 by the Barley, Malt, Hops, and Beer Union (BMBU) in

collaboration with Private Brauereien Deutschland e.V.. Last but not least the CRAFT DRINKS CORNER, organised in cooperation with the Partner Association of Beer and Beverage Market, where visitors will discover the variety of craft drinks. The NürnbergMesse Group demonstrates its expertise in the beverage industry on an international stage. The original event is BrauBeviale, the international capital goods exhibition for the beverage industry in Nuremberg. This is where, for over 40 years, the sector has been showcasing all aspects of the production process chain for beverages: raw materials, technologies, logistics and marketing. Other members of the product family are operating in important growth markets worldwide, as for example the Beviale Moscow itself. CRAFT BEER CHINA in Shanghai is becoming established as the gathering place for the Chinese craft beer community, while CRAFT BEER ITALY in Milan is the B2B platform for the Italian sector. The Beviale product family is also represented in Brazil, as the Feira Brasileira da Cerveja in Blumenau is “supported by BrauBeviale”. Other projects are in the planning phase. www.beviale-family.com Dates Beviale Family: • Beviale Moscow: 27 February – 1 March 2018 • Feira Brasileira da Cerveja: 7 – 9 March 2018 • CRAFT BEER CHINA: 16 – 18 May 2018 • BrauBeviale: 13 – 15 November 2018 • CRAFT BEER ITALY: 27 – 28 March 2019

........................................................................................................................................................................................ INTERNATIONAL MAGAZINES

.it

Beverage Industry • Febbraio / February 2018

9


Machinery & Development

Vasta esperienza del settore della trasformazione degli agrumi Il successo del sistema di lavorazione Speciale risiede nel fatto che è il solo a estrarre dagli agrumi in un’unica operazione l’olio essenziale e il succo

I

l 50% circa degli estrattori agrumari utilizzati nel mondo é di tipo “In-Line” e addirittura in America Latina questo è, praticamente, l’unico sistema utilizzato. Negli ultimi decenni gli In-Line si sono diffusi anche in Italia, in Spagna e in altri Paesi del Mediterraneo come anche in alcuni Paesi asiatici. L’azienda Speciale, presente nel settore della trasformazione degli agrumi da oltre ottanta anni, realizza già da venti anni questo tipo di sistema con gli estrattori In-Line mod. SP40, i finitori per succo mod. FF50 e quelli per olio essenziale mod. FF50E.

Il successo di questo sistema di lavorazione risiede nel fatto che è il solo a estrarre dagli agrumi in un’unica operazione l’olio essenziale e il succo, a operare senza un taglio preventivo in due metà degli agrumi e senza dunque che il succo entri in contatto con la buccia, né con le membrane di separazione, né con i semi. Il succo prodotto é di conseguenza privo di olio essenziale che degraderebbe le qualità organolettiche del succo. A seguito dei processi preliminari di selezione, lavaggio, spazzolatura e calibratura, i frutti sono convogliati all’ingresso delle linee degli estrattori mod. SP40. Il sistema viene chiamato “in-line” in quanto gli estrattori sono montati in serie e sono allineati tra loro. Questo perché, per ottenere la quantità massima possibile di succo e di olio essenziale, gli estrattori lavorano ciascuno frutti di calibro diverso. Normalmente le linee sono composte da estrattori di tre calibri diversi: per frutti di diametro fino a mm 60, tra 60 e 80 mm e tra 80 e 105 mm in modo da coprire tutte le dimensioni dagli agrumi più piccoli come i mandarini a quelli di grosse dimensioni come i pompelmi. La capacità di lavorazione di ogni estrattore SP40 è di 500 frutti al minuto con una velocità di 100 colpi al minuto.

Per poter trattare efficacemente le diverse varietà commerciali di agrumi disponibili nelle diverse parti del mondo, il sistema In-Line consente flessibilità nella regolazione dei componenti e dell’estrazione. Attrezzando infatti le macchine SP40 di alcuni pezzi in più (coppe, coltelli e strainer) é possibile trasformare la gran varietà di agrumi del mondo, nelle diverse pezzature.

Wide experience in the citrus processing sector The success of Speciale processing system is mainly due to the fact that it is the only that extracts essential oil and juice from citruses, performing just one operation

A

bout 50% of all citrus extracting machines used the world over is of the “In-Line” kind and in Latin America this is the only system used. In recent decades, In-Line systems have been spread in Italy, Spain and in other Mediterranean Countries as well as in some Asian Countries. The company Speciale, which has been on the citrus processing sector for over eighty years, has been manufacturing this system with In-Line extracting machine Mod. SP40, juice finishers Mod. FF50, and essential oil finisher Mod. FF50E. The success of this processing system is mainly due to the fact that it is the only that extracts essential oil and juice from citruses, performing just one operation, without ever halving citruses and therefore preventing the juice to come into contact with skin, separation membranes, or seeds. On account of this, the juice produced is essential oil free, which would jeopardize juice organoleptic quality. Following the preliminary selection processes of washing, brushing and grading, the fruit is sent to the SP40 extractor lines. The system is called “in-line” because a set of extractors is aligned and to get the highest quality possible of juice and essential oil, extractors process fruits of different diameter. These lines are usually composed of extractors of three different diameters, such as: up to 60mm in diameter for the SP40-2, from 60 to 80 mm for Model SP40-3 and from 80 to

105 mm for the SP40-4. The absorption capacity for each extractor is 500 fruits per minute at a speed of 100 strokes per minute. In order to be able to treat different varieties of citrus fruit available in different parts of the world in the most efficient way, the In-line system allows for great flexibility in the adjustment of components to obtain the best extraction. In facts, when adding extra parts such as different sizes of cups, cutters and strainers to the SP40 machines, it is possible to transform the great variety of citrus fruits available throughout the world in different ways.

........................................................................................................................................................................................

10

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


Marketing & Strategy

Lightness trilogy P Purezza, leggerezza e preziosità sono i key concept della nuova campagna pubblicitaria di acqua Valverde

urezza, leggerezza e preziosità sono i key concept della nuova campagna pubblicitaria di acqua Valverde, famosa per le sue eccellenti caratteristiche organolettiche, nonché per la sua forma dal raffinato design, pulito e lineare nato dalla creatività del designer Matteo Thun. Le tre immagini di campagna, che celebrano i tre diversi gusti di Valverde e che esaltano i differenti colori dell’etichetta metallizzata - turchese per l’acqua naturale, fucsia per quella frizzante e verde acido per quella leggermente frizzante-interpretano le potenzialità naturali uniche di questa acqua. I colori tenui esprimono la purezza dell’acqua meravigliosamente cristallina che sgorga dalle pendici del Monte Rosa; le farfalle che tengono in sospeso le bottiglie ricordano l’inconfondibile ed unica leggerezza di Valverde con un residuo fisso di soli 38,8 mg/l., mentre il gioco di incastri dei vari elementi rappresenta il naturale equilibrio delle sue caratteristiche organolettiche. Il tocco dorato dei raffinati oggetti presenti nell’immagine conferma la preziosità unica della bottiglia in vetro dalle linee sinuose e dal carattere deciso. L’agenzia milanese Fluid Comunicazione, specializzata nello sviluppo di comunicazione integrata per il settore food, che per Valverde ha creato le edizioni speciali e il restyling del brand, ha firmato la campagna. Design puro per un’acqua dalle caratteristiche eccellenti, tra le più leggere al mondo. Valverde nasce pura e cristallina alle pendici del Monte Rosa con un bassissimo residuo fisso, soli 38,8 mg/l, che le conferisce la denominazione di “minimamente mineralizzata”. Servita nei migliori ristoranti in Italia e nel mondo e distribuita con il servizio a domicilio. Valverde è prodotta da Spumador Spa, azienda tra i maggiori produttori di bevande analcoliche in Italia.

Purity, lightness and preciousness are the key concepts of the new Valverde water advertising campaign

P

urity, lightness and preciousness are the key concepts of the new Valverde water advertising campaign, famous for its excellent organoleptic characteristics, as well as for its refined, clean and linear design born from the creativity of designer Matteo Thun. The three images of the countryside, which celebrate the three different tastes of Valverde and enhance the different colours of the metallic label - turquoise for natural water, fuchsia for the sparkling and acid green for the slightly sparkling one - interpret the unique natural potential of this water. The soft colours express the purity of the wonderfully crystalline water that flows from Monte Rosa’s slopes; the butterflies that hold the bottles in suspension are reminiscent of the unmistakable and unique lightness of Valverde with a fixed residue of just 38.8 mg /l, while the interplay of the various elements represents the natural balance of its organoleptic characteristics. The golden touch of the refined objects in the image confirms the unique preciousness of the glass bottle with sinuous lines and strong character.

The Milan-based agency Fluid Comunicazione, specializing in the development of integrated communication for the food sector, has created some special editions and brand restyling for Valverde, signing the campaign. Pure design for a water with excellent characteristics, among the lightest in the world. Valverde flows pure and crystalline on the slopes of Monte Rosa with a very low fixed residue, only 38.8 mg/ l, which gives it the name of “minimally mineralized”. Served in the best restaurants in Italy and in the world, it is also distributed by home delivery service. Valverde is produced by Spumador Spa, one of the largest producers of nonalcoholic beverages in Italy.

........................................................................................................................................................................................

12

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


Machinery & Development

Collaborazione duratura FBF Italia mantiene con il cliente un rapporto basato su reciproche evoluzione e innovazione

S

in dal 1987 FBF Italia progetta e costruisce omogeneizzatori ad alta pressione, pompe volumetriche, omogeneizzatori da laboratorio, gruppi di dosaggio e, grazie alla vasta esperienza acquisita in questo campo, l’azienda è oggi punto di riferimento chiave per i produttori di impianti, fornitori di attrezzature chiavi in mano e utilizzatori finali nei settori alimentare, chimico e farmaceutico. Continua innovazione, accurata sperimentazione di materiali speciali, severi controlli sulla qualità e test sulla durata permettono a FBF Italia di garantire massime prestazioni, lunga durata, affidabilità e sicurezza. La sua missione è offrire a tutti i suoi clienti non solo servizi di vendita eccellenti ma anche un continuo e diretto rapporto con l’assistenza post-vendita. L’obiettivo è mantenere un rapporto amichevole con il cliente, costruito su reciproche evoluzione e innovazione. Le macchine di FBF Italia sono adatte per la trasformazione di molti prodotti e possono essere installate in impianti completi di processo e produzione, sia con design sanitario che asettico. I principali settori in cui le macchine aziendali vengono usate sono:

- industria casearia (latte, panna, formaggio, yogurt, prodotti caseinati, proteine, latte di soia, ecc.); - industria del gelato; - industria alimentare, di trasformazione, di conservazione e delle bevande (succhi di frutta, salsa di pomodoro, olio, ketchup, uova, grassi vegetali, emulsioni, concentrati, alimenti per bambini, ecc.); - industria cosmetica, farmaceutica, chimica e petrolchimica (amido, cellulosa, cera, coloranti, creme di bellezza, dentifrici, detergenti, disinfettanti, emulsioni, inchiostri, lattice, lozioni, oli emulsionanti, pigmenti, proteine, resine, vitamine, ecc.). Cosa dire a proposito del principio di omogeneizzazione? Al fine di mescolare in modo permanente una o due sostanze in un liquido, l’omogeneizzatore deve fare in modo di micronizzare e disperdere le particelle sospese nel fluido rendendole altamente stabili, anche durante i successivi trattamenti e lo stoccaggio. Il prodotto raggiunge la valvola omogeneizzante a bassa velocità ma ad alta pressione. Mentre passa attraverso la valvola, esso è sottoposto a varie forze che ne determinano la miconizzazione delle particelle: una violenta accelerazione subito seguita da decelerazione causa cavitazione con esplosione dei globuli, forte turbolenza con vibrazioni ad alta frequenza, impatto derivante dal passaggio laminare tra le superfici delle valvole omogeneizzatici e la conseguente collisione con l’anello. L’omogeneizzazione può avvenire con l’uso di una valvola omogeneizzatrice ad un unico stadio (ideale per trattamenti di dispersione), oppure una valvola omogeneizzatrice a doppio stadio (raccomandata nell’uso di emulsioni e nei controlli di viscosità quando richiesti). La gamma di macchine di FBF Italia può essere classificata come segue:

• Omogeneizzatori ad alte pressioni. L’omogeneizzatore è spesso necessario per mescolare una o più sostanze in un liquido. La macchina permette di micronizzare e disperdere le particelle sospese nel fluido, cosicché il prodotto diviene altamente stabile indipendentemente dai successivi trattamenti e stoccaggio ai quali è sottoposto. Gli omogeneizzatori della Serie “Buffalo” sono costruiti conformi alle direttive europee e sono disponibili con capacità da 50 a 50.000 litri all’ora. Inoltre, la pressione può variare fino a oltre 2000 bars (29.000 psi) a seconda del prodotto da trasformare. • Pompe volumetriche. Queste pompe vengono usate per trasferire il prodotto da un sistema di stoccaggio o di trasformazione a un’altra parte dell’impianto ad alta pressione. Queste macchine sono comunemente usate per alimentare essiccatori a spruzzo, impianti di pasta di pomodoro, impianti ad osmosi, ecc. • Omogeneizzatori da laboratorio. Sono costruiti per replicare le stesse condizioni di omogeneizzazione che possono determinarsi in una produzione effettiva; queste macchine offrono la possibilità di eseguire test fino ad una pressione molto alta (1500 bars) e non necessitano di ulteriori unità per lavorare. Sono facili da usare e da muovere, offrono la più alta affidabilità e sono la miglior scelta per tenere la produzione sempre sotto controllo. • Pompe volumetriche per prodotti con particelle. Queste pompe sono principalmente usate nel caso di prodotti con particelle della misura di massimo mm 15x15x15, come ad esempio cubetti di pomodoro e frutta e verdura in pezzi. La costruzione di tale macchina è simile a quella degli omogeneizzatori, eccetto per la testata di compressione dotata di uno speciale gruppo di valvole a controllo pneumatico.

........................................................................................................................................................................................

16

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


Machinery & Development

Long standing cooperation

F

BF Italia has designed and manufactured since 1987, high pressure homogenizers, positive displacement pumps, laboratory homogenizers, dosing systems and, thanks to the wide experience gained in this field, is now a key point-of-reference for plants manufacturers, suppliers of turn-key equipment and end-users in the food, chemical and pharmaceutical sectors. On-going innovation, exacting experimentation of special materials, strict quality controls and endurance tests allow FBF Italia to guarantee maximum performance, durability, reliability and safety; its mission is to offer to all its customers not only excellent sales services but also continuous relationship with constant, direct post-sales technical assistance; the target is to keep friendly relationship built on mutual evolution and innovation. FBF Italia’s machines are suitable to process a lot of products and can be inserted into complete process/

production, both in sanitary and aseptic design. The main utilization fields of the company machineries are: - dairy industries (milk, cream, cheese, yoghurt, caseinates, proteins, soya milk, etc.); - ice-cream industries; - food, processing, preserving and beverage industries (fruit juices, tomato sauces, oil, ketchup, eggs, vegetable greases, emulsions, concentrates, baby food, etc.); - cosmetic, pharmaceutical, chemical and petrolchemical industries (starch, cellulose, wax, colorants, beauty creams, toothpaste, detergents, disinfectants, emulsions, inks, latex, lotions, emulsifiers oils, pigments, proteins, resins, vitamins, etc.). But what about the homogenizing principle? In order to permanently mix one or more substances in a liquid, a homogenizer must be used in such a way as to make it possible to micronize and disperse the suspended

FBF Italia keeps relationship with its customers built on mutual evolution and innovation

particles in the fluid, rendering it highly stable even during successive treatments and storage. The product reaches the homogenizing valve at a low speed and at high pressure. As it passes through the valve, it is subject to various forces that cause the micronization of the particles: violent acceleration followed by immediate deceleration causes cavitation with explosion of the globules, intense turbulence together with high-frequency vibrations, impact deriving from the laminar passage between the homogenizing valve surfaces and consequent collision with impact ring. Homogenization can occur with the use of a single stage homogenizing valve (suitable for dispersion treatment), or double stage homogenizing valve (recommended for use with emulsions and for viscosity control when requested). FBF Italia’s range of machines can be commonly classified as follows: • High pressure homogenizers: The homogenizer is often necessary to mix one or more substances within a liquid. This machine allows micronizing and scattering the particles suspended in the fluid, so that the product becomes highly stable, no matter the followings treatments and storage the product may undergo. The “Buffalo Series” homogenizers are manufactured according to the UE directives and are available with capacity ranging from 50 up to 50.000 litres/hour; according to the products to be processed, the requested pressure may vary up to 2.000 bars (29.000 psi) • Positive displacement pumps: these pumps are used to transfer the products from a storage system or process one to a further part of the plant at a high pressure. These machines are commonly used for feeding of spray driers, tomato paste plants, osmosis plants, etc. • Laboratory homogenizers: manufactured to replicate the same homogenization conditions that can be expected in a real production process these machines offer the possibility to execute tests up to very high pressure (1500 bar) and do not need of any other device to work. Easy to use and to move, with the highest reliability, is the best choice for keeping the production always under control. • Positive displacement pumps for product containing particles: these pumps are mainly used for product containing particles with a max. sizes of 15x15x15 mm such as tomato cubes, vegetable or fruit pieces. The construction of such a machine is much the same as the homogenizers, except for the compression head which is equipped with special pneumatically controlled valve groups.

........................................................................................................................................................................................ INTERNATIONAL MAGAZINES

.it

Beverage Industry • Febbraio / February 2018

17


Hall 08.1 Stand B010 C019


Machinery & Development

Un gruppo fortemente integrato Scegliere il gruppo Della Toffola vuol dire scegliere una soluzione personalizzata chiavi in mano, studiata appositamente per le esigenze della vostra azienda

L

’integrazione tecnologica è una parte fondamentale del DNA di Della Toffola Group. Questo perché dentro a ogni bottiglia di bevanda c’è un mondo fatto di tecnologia. Un universo complesso, che richiede un approccio integrato. Da 50 anni il gruppo Della Toffola offre soluzioni innovative per la gestione di tutta la filiera produttiva del beverage: dal ricevimento delle materie prime all’imbottigliamento e confezionamento finali. Scegliere il gruppo Della Toffola vuol dire scegliere l’affidabilità, l’esperienza e la competenza di un gruppo fortemente integrato, composto oggi da dieci aziende produttive e cinque filiali commerciali e di assistenza internazionali che hanno la tecnologia nel loro DNA. Scegliere il gruppo Della Toffola vuol dire scegliere una soluzione personalizzata chiavi in mano, studiata appositamente per le esigenze della vostra azienda, di qualunque dimensione essa sia. Voi metteteci la passione, il gruppo Della Toffola ci mette la migliore tecnologia. E questa tecnologia è messa a disposizione ad esempio con la filtrazione tangenziale che oggi ricopre un ruolo fondamentale nel beverage grazie alla possibilità di ottenere limpidezza e stabilità microbiologica con una sola operazione, indipendentemente dalla carica di torbido del prodotto. La garanzia di elevate prestazioni unite alla notevole riduzione dei costi di produzione rendono i filtri tangenziali Della Toffola la soluzione ottimale e praticamente definitiva per tutte le aziende.

Della Toffola propone i suoi filtri tangenziali a membrane ceramiche modelli CFKN, CFKI e OMNIA che fanno uso di fibre cave minerali o inorganiche, un concetto costruttivo ormai bene affermato che minimizza i tempi morti ed elimina diversi inconvenienti che sorgono invece con le membrane organiche. Il materiale utilizzato è pregiato, ma il suo costo è ampiamente giustificato dalle garanzie offerte fra le quali una lunghissima durata di funzionamento, una eccellente compatibilità chimica, resistenza alle alte temperature, alla pressione e di conseguenza ottima tolleranza agli agenti impiegati per il lavaggio e la sanitizzazione.

Per tutti questi fattori la scelta di Della Toffola è ricaduta sulle membrane di tipo minerale/ceramico che garantiscono oltre alla possibilità di filtrare prodotti di qualsiasi natura e con qualsiasi intensità di sporco, anche prodotti contenenti coadiuvanti di chiarifica come la bentonite. Grazie a queste prerogative, le membrane ceramiche sono oggi impiegate da Della Toffola anche per la filtrazione delle fecce con i modelli OMNIA. La necessità di filtrare questi prodotti è, infatti, sempre più sentita allo scopo di recuperare la maggior quantità possibile di prodotto, soprattutto se di elevata qualità. Con l’impiego delle membrane ceramiche viene praticamente superata qualsiasi difficoltà nella filtrazione delle fecce, garantendo il recupero di una quantità di prodotto senza paragoni. La conduzione di cicli di lavoro completamente automatici con gestione computerizzata di serie, la facilità e sicurezza di impiego senza coadiuvanti e senza presenza di personale pongono una volta di più i filtri tangenziali Della Toffola al centro delle esigenze dei clienti con la certezza di risolvere definitivamente qualsiasi problema di filtrazione. I lavaggi delle membrane ceramiche possono essere tranquillamente eseguiti con acqua ad alta temperatura o addirittura con sostanze chimiche e sanitizzanti, offrendo in assoluto le più elevate performance di resa proprio grazie alle ottime capacità di rigenerazione delle membrane che garantiscono una durata di oltre 10/15 anni. La completa gamma di modelli parte da 20 mq di superficie filtrante fino ad arrivare alle macchine da 1.000 mq e oltre.

........................................................................................................................................................................................

20

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


Machinery & Development

A strongly integrated group

T

echnological integration is a fundamental part of the DNA of Della Toffola Group. Inside every drink bottle there is a world of technology. A complex universe requiring an integrated approach. For 50 years, Della Toffola Group has been providing innovative management solutions for the whole beverage production sector: from raw materials inward to final bottling and packaging. Choosing Della Toffola Group means choosing the reliability, experience and knowledge of a strongly integrated group consisting of ten production companies and five international sales and assistance branches having technology inherent to the DNA. Choosing Della Toffola Group means choosing a turnkey solution tailored to your company’s requirements regardless of its size. You will put passion, while Della Toffola Group will put its best technology. This technology is available through, for instance, cross flow filtration which today plays fundamental role in oenology since it offers the possibility of getting limpidity and microbiologic stability by performing just one single operation, regardless of the turbidity of the wine. Guarantee of high performances combined with remarkable cost reduction makes Della Toffola cross flow filters the optimal solution and definitely the final one for all companies. Della Toffola proposes its ceramic membrane cross-flow filters, Mod. CFKN, CFKI and OMNIA with mineral and inorganic hollow fibres, which are a wellestablished construction concept minimizing dead time and eliminating inconveniences that may occur when using organic membranes.

The material used is precious and its cost is broadly justified by the guarantees it offers, such as very long operation, excellent chemical compatibility, high temperature resistance, pressure resistance and outstanding tolerance to washing and sanitization agents. For all these factors, Della Toffola has selected mineral/ceramic membrane since they guarantee not only the possibility of filtering any kind of product at any dirt level, but also products containing clarification adjuvant such as bentonite. Thanks to these priorities, Della Toffola applies ceramic membranes also in dreg filtration by means of its OMNIA models. The need to filter these products coming from oenologic processing has become increasingly important with the aim of recovering most part of wine, above all if it is firstclass aromatic wines. By using ceramic membranes, any difficulty in dreg filtration is ridden out while wine recovery is guaranteed. Fully automated work cycles with standard computer management, user friendliness and safety without adjuvant and with no operators, place one more time Della Toffola filters at the heart of customers’ requirements, knowing that they will solve any filtration problem for good. Ceramic membranes can be washed in hot water or in chemical or sanitizing solutions; they offer the highest yield thanks to their excellent recovery capacity, which grants some 10/15 year’s durability. The complete range of models starts from 20 square metres’ filering surface, up to and over 1,000 square metres.

Choosing Della Toffola Group means choosing a turnkey solution tailored to your company’s requirements

........................................................................................................................................................................................ INTERNATIONAL MAGAZINES

.it

Beverage Industry • Febbraio / February 2018

21


Hall 10.2 Stand A090 C119


Machinery & Development

Tecnologia di omogeneizzazione ad alta pressione GEA GEA è leader tecnologico e di mercato per gli omogeneizzatori ad alta pressione e pompe a pistoni disponibili per tutti i tipi di applicazioni e settori industriali

I

l beneficio dell’omogeneizzazione ad alta pressione è ben conosciuto nei settori del dairy, del food e del beverage per ridurre le particelle presenti in un fluido alle dimensioni più piccole possibili, fino al grado desiderato. Questo processo crea un’emulsione stabile nel tempo che migliora le caratteristiche organolettiche del prodotto: shelf-life, viscosità, sapore e colore. Inoltre, il design della valvola omogeneizzante, ottimizzato in base al prodotto da trattare, permette di lavorare alla pressione operativa più bassa possibile, garantendo un risparmio economico ed energetico. L’obiettivo primario di GEA di fornire soluzioni ecocompatibili va’ di pari passo con l’attenzione crescente verso i continui aggiornamenti tecnologici al fine di offrire omogeneizzatori sempre più performanti ed efficienti.

In quest’ottica GEA sarà presente ad Anuga FoodTec con l’ultimo modello della serie Ariete: l’Ariete Homogenizer 5400. GEA Ariete Homogenizer 5400: molto di più di un semplice omogeneizzatore GEA Ariete Homogenizer 5400 ha la più alta portata nel mondo (80.000 l/h a 120 bar) e la più grande versatilità per processare qualsiasi tipologia prodotto, dal settore lattiero caseario all’alimentare e alle bevande, dal farmaceutico al chimico. Le richieste del settore lattiero-caseario e alimentare per omogeneizzatori sempre più performanti ed efficienti ha fatto sì che GEA sviluppasse questo nuovo modello di macchina, in grado di essere più efficiente del 7% utilizzando la valvola ad alta efficienza

NanoVALVE (2,8 kilowatt per pastorizzare 1.000 litri di latte rispetto ai tre kilowatt di altre macchine comparabili). Tutto questo, associato alla possibilità di installare le altre opzioni GEA ad alta efficienza, come NiSoPURE e OPS, permette ulteriori risparmi nei costi di produzione (energia, acqua e olio) e un ridotto impatto ambientale dell’omogeneizzatore. Ariete Homogenizer 5400 è anche disponibile in una taglia di motore più piccolo, da 315 kilowatt (Ariete Homogenizer 5315). Questi due modelli sostituiranno i precedenti Ariete NS5355 e Ariete NS5250 prendendo i loro posti a capo della gamma degli omogeneizzatori GEA. Tutti gli omogeneizzatori GEA soddisfano severi requisiti igienici e sistemi di controllo qualità. Tutte le macchine permettono le pulizie in CIP e SIP e sono disponibili con documentazione cGMP. Selezione dei materiali, costante innovazione, prestazioni eccellenti rendono GEA il partner ideale per trovare soluzioni tecnologiche innovative per i vostri processi. Per maggiori informazioni visitate il sito gea.com

........................................................................................................................................................................................

24

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


Machinery & Development

GEA homogenization technology GEA is the technological leader for dynamic highpressure homogenizers and plungers pump for all industries and applications

T

he benefit of high-pressure homogenization is well-known in dairy, food & beverage industries, to subdivide particles or droplets present in fluids to reduce them to the smallest possible size, down to nanometer range. This process creates an emulsion that is stable over time, which improves the organoleptic characteristics of the product: shelf-life, viscosity, taste and colour. In addition, the optimized design of the homogenizing valve also allows particles to be subdivided at the required micronization at the lowest possible pressure, guaranteeing energy and cost savings. The GEA primary objective of providing customers with environmentally friendly solutions goes hand in hand with the latest set-up and continuous improvements on production technologies in order to guarantee premium performance and best efficiency ever. With this in mind, GEA will participate in Anuga FoodTec 2018 exhibiting the latest model of Ariete Series: Ariete Homogenizer 5400. GEA Ariete Homogenizer 5400: much more than a simple homogenizer GEA Ariete Homogenizer 5400 has the biggest capacity in the world (80,000 liters per hour at 120 bar) and the greatest versatility to handle any application in the dairy, food & beverage, pharma and chemical industries. Food and dairy industry’s requests for bigger, more powerful and more efficient homogenizers defined the new Ariete: GEA was able to make the Ariete Pump 5400 7% more efficient in its use of power when used with the high-efficiency GEA NanoVALVE (2.8 kilowatt to pasteurize 1,000 liters of milk compared with three kilowatt of other comparable machines). All of this coupled with the possibility to install GEA high-efficiency options, such as NiSoPURE and OPS allows further savings in production costs (power, water, oil). The Ariete Homogenizer 5400 is also available with a smaller, 315 kilowatt motor (Ariete Homogenizer 5315). These two models will replace the former Ariete NS5355 and Ariete NS250 and take their place at the head of the GEA homogenizer range. All GEA homogenizers meet stringent hygienic and quality control requirements. All machines are CIP and SIPable and available with cGMP documentation. Materials selection, constant design innovation, and excellent performances make GEA the ideal partner to find out innovative technological solutions for your processes. More information on gea.com

........................................................................................................................................................................................ INTERNATIONAL MAGAZINES

.it

Beverage Industry • Febbraio / February 2018

25


Machinery & Development

Pionieri nello sviluppo di nuovi sistemi energetici ICI Caldaie, specialista in soluzioni di eccellenza, è un punto di riferimento nel settore dei generatori di vapore per processi industriali e riscaldamento

I

CI Caldaie è un’azienda con 60 anni di storia ed esperienza nella gestione energetica e nella produzione del calore, un punto di riferimento tra le aziende operati nell’area dei generatori di vapore per processi industriali e riscaldamento. Lo spirito innovativo che la contraddistingue la spinge ad investire nella ricerca e sviluppo in progetti che puntino alla creazione di nuovi sistemi energetici a basso impatto ambientale, esplorando nuove tecnologie e tipologie di fonti energetiche alternative. Tra queste ultime, grandi risorse si stanno investendo nella produzione di calore da idrogeno per il mercato residenziale. ICI Caldaie è specialista nella progettazione e produzione di sistemi termici completi ad elevato contenuto tecnologico. A qualsiasi tipologia di soluzione associa sistemi di gestione che permettono la riduzione dei consumi ottimizzando il funzionamento del

generatore e degli elementi collegati. La lunga esperienza, inoltre, le ha permesso di creare una serie di servizi altamente qualificati in grado di soddisfare qualsiasi esigenza legata alla gestione e monitoraggio dell’impianto. Qualsiasi sia la richiesta dei clienti, ICI Caldaie trova la soluzione adatta per la sicurezza del suo impianto, per il suo risparmio e rispetto dell’ambiente. ICI Caldaie ha infine sviluppato un sistema proprietario di telegestione degli impianti in grado di connettere ogni generatore e accessorio, fino all’intera centrale, consentendo la visualizzazione e l’intervento su ogni parametro funzionale dell’impianto, anche da remoto. Vanta una capacità produttiva rara, grazie agli oltre 30.000 metri quadri coperti dotati di attrezzature e macchinari tra i più avanzati per la produzione in serie. A queste grandi potenzialità tecniche e produttive, affianca una squadra commerciale di tecnici

specializzati al vostro servizio, per accompagnarvi con competenza dallo studio, dimensionamento o rinnovamento dell’impianto. E’ presente in tutto il mondo con sedi dirette e uffici di rappresentanza in Russia, Bielorussia, Kazakistan, Romania, Polonia, Gran Bretagna, USA, e Cina e Singapore, con prodotti certificati secondo le più severe normative di settore locali. Generatori di vapore per l’industria alimentare Nel corso della sua lunga esperienza nel settore, ICI Caldaie ha sviluppato prodotti specifici per applicazioni dedicate all’industria alimentare, sistemi integrati in grado di soddisfare anche le richieste di vapore più gravose, con soluzioni complete progettate su misura per le specifiche caratteristiche di qualsiasi tipologia di applicazione, nella garanzia dei massimi livelli di efficienza e affidabilità. www.icicaldaie.com

Pioneers in the development of new energy-efficient systems ICI Caldaie, specialist in excellent solutions, is a benchmark in the sector of industrial and heating process steam generators

I

CI Caldaie boasts nearly 60 years of history and experience in energy management and heat production; it is a benchmark among the companies in the sector of industrial and heating process steam generators. Thanks to its distinguishing innovative approach, it invests in research and development of projects that aim to create new energy efficient systems, exploring new technologies, and alternative energy sources. Among the latter, significant resources have been invested in hydrogen-derived heat for residential production. ICI Caldaie specializes in the design and production of complete high-tech thermal systems. It provides management systems to any solution in order to reduce consumptions while optimizing the functioning of both the boiler and the equipment connected to it. Thanks to its extensive experience, it can also offer high-quality services to meet any management and monitoring requirements. No matter the requirement, ICI Caldaie always finds the most suitable solution to its customer’s plant safety, its energy efficiency, and environmental sustainability. ICI Caldaie has also developed a proprietary remote system to control the plants that is able to connect any boiler and equipment, right to the whole power plant, thus allowing the display of and intervention on any parameter of the plant, also remotely. ICI Caldaie boasts one-of-a-kind production capacity, thanks to its over 30,000 square metres’ indoor housing advanced equipment and machinery for standard

production. As well as these remarkable technical and production capacities, the company also offers a team of highly skilled technicians who will help you from the study, pre-sizing or renovation of the plant. The company is present all over the world through branches and dealers, in Russia, Belarus, Kazakhstan, Romania, Poland, Great Britain, the USA, China and Singapore, with products that are certified according to the local strictest standards. Steam boilers for the food industry In its extensive experience, ICI Caldaie has developed specific products for food applications, integrated systems that can meet even the most demanding requirements, complete solutions tailored to specific features, all guaranteeing the highest efficiency and reliability. www.icicaldaie.com

........................................................................................................................................................................................

26

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


Marketing & Strategy

Sagra, dal 1959 l’olio degli italiani A L’olio fa parte della cultura alimentare italiana, è un prodotto di tale ricchezza e versatilità che merita di essere ribadito

nche quest’anno Olio Sagra, dal 1959 l’olio degli italiani, partecipa a Olio Officina Festival, la manifestazione dedicata all’olio e ai condimenti, ideata dall’oleologo e scrittore Luigi Caricato, in programma a Milano dal 1° al 3 febbraio nel Palazzo delle Stelline. La manifestazione, interamente dedicata ai “Condimenti per il palato & per la mente” è un progetto che punta all’affermazione di una solida cultura dell’olio e, in generale, dei condimenti. Un aspetto che storicamente caratterizza la relazione con consumatori del brand Sagra, da sempre impegnato in attività di educazione e divulgazione sull’olio. “Condividiamo l’approccio culturale dell’evento – spiega Valentina Duffaut, Global Marketing Manager del Gruppo Salov, proprietario dei marchi Sagra (Italia) e Filippo Berio (export) - Per questo anche in questa edizione, come da molti anni, abbiamo deciso di esserne partner. L’olio fa parte della nostra cultura alimentare ma non per questo dobbiamo sottovalutare l’importanza di continuare una tenace attività di comunicazione; è un prodotto dalla tale ricchezza e versatilità che merita di essere ribadita, affinché resti radicata nella cultura delle nuove generazioni, peraltro sempre più sensibili al binomio alimentazione e benessere”. Il marchio Sagra, nel ruolo di sostenitore della manifestazione Olio Officina, avrà a disposizione uno spazio interamente dedicato al brand, dove saranno esposti i principali prodotti della gamma, in particolare gli Extra Vergine, come Il Classico, tra i prodotti più presenti nelle dispense degli Italiani, e il top di

gamma Bassa Acidità. “Sagra è stato storicamente il primo marchio ad investire nella comunicazione del concetto di acidità - spiega Valentina Duffaut - uno dei principali parametri qualitativi dell’olio Extra Vergine; e crediamo che sia importante continuare a farlo, per questo stiamo valutando proprio per il 2018 alcune attività di rilancio del nostro prodotto top”. Oltre agli oli Extra Vergine di oliva, Sagra proporrà ai visitatori della kermesse anche la nuova linea di oli di semi Biologici Mais e Girasole, che si caratterizzano, oltre per essere biologici, anche per l’origine 100% italiana. Insieme agli esperti degustatori di Olio Officina, il pubblico potrà inoltre scoprire le caratteristiche organolettiche dei prodotti Sagra durante una sessione di assaggi dedicata. Il profilo sensoriale che emergerà dal panel di degustazione sarà anche utile per suggerire ai consumatori i migliori abbinamenti in cucina. Come ogni prodotto dell’agricoltura, anche l’olio è vivo e ogni tipologia ha le sue caratteristiche, per questo ogni olio ha le sue specifiche funzionalità e si presta ad utilizzi diversi in cucina. Il simbolo dell’edizione 2018 della manifestazione, un olivo stilizzato e antropomorfo con il claim “Io sono un albero”, pone la massima attenzione agli olivi e al grande valore ambientale e paesaggistico del prodotto. Anche questo approccio accomuna Olio Officina a Sagra, che a seguito di un’imponente operazione di restyling, dal 2017 ha completamente rinnovato il packaging dei suoi oli ponendo al centro di ogni etichetta un’invitante oliva, sana e bella, un’opera d’arte della natura, che l’uomo con il suo sapiente lavoro deve rispettare e valorizzare.

........................................................................................................................................................................................

28

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


Marketing & Strategy

Sagra, Italian oil since 1959 Oil is inherent to Italian food culture and a product of such intense richness and versatility to deserve all our attention

O

lio Sagra, since 1959 the oil of the Italians, this year participates again in Olio Officina Festival. The event dedicated to oil and condiments, designed by the oleologist and writer Luigi Caricato, is scheduled in Milan, in the Palazzo delle Stelline, from 1 to 3 February. The event, entirely dedicated to the “Condiments for the palate & the mind”, is a project that aims at the affirmation of a solid culture of oil and, in general, of condiments. An aspect that historically characterizes the relationship with consumers of the Sagra brand, which has always been involved in education and dissemination activities regarding oil. “We share the cultural approach of the event – explained Valentina Duffaut, Global Marketing Manager of the Salov Group, which is the owner of Sagra (Italy) and Filippo Berio (export) brands - this is the reason why we have decided to be a partner in this edition, as for many years. Oil is part of our food culture, but we should not underestimate the importance of continuing a tenacious communication activity; richness and versatility of this product are such that deserves to be reaffirmed. In this way they remain rooted in the culture of the new generations, more and more sensitive to the combination of nutrition and well-being. The Sagra brand, supporter of the Olio Officina event, will have a space entirely dedicated to the brand, where the main products of the range will be exhibited, in particular the Extra Virgin, such as Il Classico, one of the most used products by Italians, and the top of the range Bassa Acidità. “Sagra has historically been the first brand to invest in the communication of the concept of acidity - explains Valentina Duffaut - one of the main qualitative parameters of Extra Virgin oil, we believe it is important to continue to do so, for this reason we are considering some of our top product relaunching activities for 2018”. In addition to Extra Virgin Olive oils, Sagra will also offer its visitors the new line of Organic Corn and Sunflower seed oils, which are characterized for being organic and also for the 100% Italian origin. Together with the expert tasters of Olio Officina, the public can also discover the organoleptic characteristics of the Sagra products during a dedicated tasting session. The sensory profile that will emerge from the tasting panel will also be useful to suggest consumers the best combinations in the kitchen. Like any agriculture product, oil is alive and each type of it has its own characteristics, so every oil has its specific features and lends itself to different uses in the kitchen. The symbol of the 2018 edition of the event, a stylized and anthropomorphic olive tree with the claim “I am a tree”, pays the utmost attention to olive trees and to the great environmental and landscape value of the product. This approach also unites Olio Officina to Sagra, which following an imposing restyling operation, since 2017 has completely renewed the packaging of its oils, placing at the center of each label an inviting olive, healthy and beautiful, a work of art of nature, which man must respect and value with his skilful work. ........................................................................................................................................................................................ INTERNATIONAL MAGAZINES

.it

Beverage Industry • Febbraio / February 2018

29


Machinery & Development

A.P.I., protagonista nel settore beverage I prodotti A.P.I. in acciaio inossidabile sono particolarmente indicati per i processi d’imbottigliamento grazie alla capacità di garantire il massimo livello di igiene

1

A

.P.I. Srl, azienda di Mozzate (CO), specializzata da trent’anni anni nella progettazione e nella produzione di componenti pneumatici per l’automazione industriale, mette a disposizione la propria grande esperienza e il proprio know-how per il settore Beverage. L’innovazione, la progettazione e la tecnologia racchiuse nei prodotti A.P.I. garantiscono prestazioni eccellenti per le applicazioni di questo specifico comparto industriale. La vasta gamma di prodotti standard (tra cui i microcilindri a norme ISO 6432, i cilindri a norme ISO 15552, i cilindri compatti a norme ISO 21287 ed a norme UNITOP, i distributori ed gli elettrodistributori in varie taglie con attacchi in linea od interfaccia Namur, ed elettrovalvole multipolari) e la linea completa di componenti in Acciaio Inossidabile “food grade” (come i microcilindri Inox a norme ISO 6432, i cilindri Inox a norme ISO 15552, i cilindri compatti Inox a norme ISO 21287, i nuovi cilindri tondi Inox, le elettrovalvole in acciaio inossidabile, la serie di gruppi modulari Inox e gli accessori in acciaio inox) sono componenti pneumatici ideali per questo comparto. I prodotti A.P.I. in acciaio inossidabile, in particolare, sono particolarmente indicati nei processi d’imbotti-

gliamento in ragione dell’idoneità al contatto con gli alimenti, all’alta resistenza alla corrosione e alla capacità di garantire il massimo livello di igiene, grazie all’integrale realizzazione in acciaio Inox AISI 316L, materia prima ideale per queste specifiche applicazioni. Tutti i cilindri pneumatici Inox di A.P.I. vengono forniti con lubrificazione “food grade” conforme alla Direttiva FDA, che garantisce basso attrito ed un velo di lubrificante stabile e duraturo nel tempo. I gruppi trattamento aria Inox AISI 316L sono disponibili nelle taglie da 1/4”, 1/2” ed 1”, Gas o NPT, e sono conformi alla Direttiva NACE (MR-01-75). Tutti questi prodotti, inoltre, sono fornibili in conformità alla Direttiva ATEX 2014/34/UE, in varie classificazioni. A ciò si aggiunga l’ampia possibilità di personalizzazione con numerose varianti a catalogo e, soprattutto, l’opportunità di fornire componenti speciali su disegno del cliente o direttamente progettati dall’Ufficio Tecnico interno e realizzati dalla efficiente officina meccanica di A.P.I., così da soddisfare anche la più specifica e particolare esigenza di automazione industriale. Scopri tutta la vasta gamma di componenti pneumatici A.P.I. su www.api-pneumatic.com

A.P.I.’s main character in the beverage sector A.P.I. stainless steel products are particularly recommended for bottling processes thanks to their capacity of guaranteeing high-level hygiene

A

.P.I. – Advanced Pneumatic Industry – is an Italian company specializing in the design and production of pneumatic components for industrial automation for thirty years, and it offers its extensive experience and know-how to the Beverage sector. Innovation, design and technology of A.P.I.’s products guarantee excellent performances of this specific sector applications. The wide range of standard products (including micro-cylinders according to ISO 6432 standard, cylinder according to ISO 15552 standard, compact

cylinders according to ISO 21287 standard and UNITOP standard, pneumatic and spool valves in various sizes, with in-line or Namur interface, and solenoid valves with multi-pole connection) and the full line of “food grade” stainless steel components (such as micro-cylinders according to ISO 6432 standard, cylinders according to ISO 15552 standard, compact cylinders according to ISO 21287 standard, all the new stainless steel round cylinders, the stainless steel spool valves, the stainless steel air-line equipment series, and the range of accessories in stainless steel) are pneumatic components suitable for the beverage industry. In particular, the A.P.I.’s stainless steel products are specifically recommended for bottling processes due to the eligibility to come in contact with aliments, long-lasting resistance to corrosion and to the capacity of guaranteeing a high level of hygiene, thanks to the full manufacture in AISI 316L stainless

steel, raw material suitable for this specific sector. All A.P.I.’s stainless steel cylinders, in particular, are supplied with “food grade” lubrication in accordance with FDA Directive, which guarantees low friction and also a stable and long-lasting lubricant film. The stainless steel AISI 316L Air-line equipment are available in 1/4”, 1/2” and 1” sizes, Gas or NPT, and supplied in accordance with the NACE Directive (MR-01-75). Furthermore, all these products are also available in accordance with ATEX Directive 2014/34/EU, in various classifications. Adding to this, the possibility of wide customization with many catalogue options and above all the opportunity to create special components based on customer’s project or directly designed by A.P.I.’s R&D department and realized by the efficient A.P.I.’s mechanical workshop, to meet even the most specific automation need. Discover all the A.P.I.’s wide and full range of pneumatic components on www.api-pneumatic.com

3

2

1. Gamma cilindri pneumatici A.P.I. / A.P.I.’s pneumatic cylinders range. 2. Gamma component Inox A.P.I. / A.P.I.’s stainless steel components range. 3. Gamma valvole ed elettrovalvole A.P.I. / A.P.I.’s valves and spool valves range

........................................................................................................................................................................................

30

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


Marketing & Strategy

L’eccellenza è una tradizione di famiglia Nuova acquisizione per Poderi Luigi Einaudi, al via il “progetto Barolo”, un percorso di valorizzazione dei migliori Cru

D

opo Bussia (4 ettari), Terlo-Costa Grimaldi (7 ettari), Cannubi (2,3 ettari) e Dogliani (40 ettari) è la volta di Monvigliero: 1,5 ettari già in gestione all’azienda e comprati per un valore di 3 milioni di euro. Quest’ultima acquisizione rientra in un importante progetto di Poderi Luigi Einaudi dedicato al Barolo, un percorso di acquisizioni dei migliori Cru di questo terroir. La volontà dell’azienda è infatti quella di investire nel proprio territorio, portando sul mercato l’eccellenza della produzione.

La cifra stanziata per l’intero progetto è di circa 12 milioni di euro e include anche circa 2 milioni di investimento per l’ampliamento della cantina e l’introduzione di vasche in cemento per la microvinificazione dei Cru del Barolo e l’affinamento del Dolcetto Dogliani. L’obiettivo è di continuare a elevare la qualità dei vini, perseguendo lo stile aziendale di massima eleganza e legame con il territorio, selezionando e concentrandosi solo sul meglio di ciascun Cru. Con l’acquisizione di Monvigliero, Poderi Luigi Einaudi punta a raggiungere la quota di 100mila bottiglie di Barolo nel 2020. Il fatturato 2017 si assesta a 2,5 milioni di euro con una previsione di crescita a 4-4,5 milioni nei prossimi anni a seguito dei nuovi investimenti. Questo ambizioso progetto è mosso in primis dalla passione di Matteo Sardagna Einaudi, quarta generazione coinvolta nell’azienda di famiglia, per il suo lavoro e per la sua terra; passione che gli è stata tramandata e che lui sente di dover portare avanti con impegno per passare il testimone a chi arriverà dopo di lui.

Excellence is family tradition Poderi Luigi Einaudi’s new acquisition, “Progetto Barolo” starts and aims to valorize the best Crus

F

ollowing Bussia (4 he), Terlo-Costa Grimaldi (7 he), Cannubi (2,3 he) and Dogliani (40 he), Monvigliero is going to be the next one: 1,5 he already managed by the company and bought for 3 million euro. The latest acquisition is part of Poderi Luigi Einaudi’s important project dedicated to Barolo and consisting of the acquisition of the best Crus of this terroir. The company means investing in its territory and putting in the market the excellence of its production. Poderi Luigi Einaudi has allocated about 12 million

Matteo Sardagna Einaudi – Poderi Einaudi’s owner

euro for the whole project that also includes some 2 million euro to expand the cellar and introduce micro-vinification cement tanks for Barolo Crus and Dolcetto Dogliani refining. The main goal is continuously increasing the quality of wines, following corporate policy of maximum elegance and bond with the territory, by selecting and focusing on the best of each Cru. By acquiring Monvigliero, Poderi Luigi Einaudi aims to reach production of 100,000 bottles of Barolo by

2020. Turnover accounts for 2,5 million euro and is expected to grow by 4-4,5 million in the years to come thanks to the new investments. This ambitious project is strongly wanted especially by Mr. Matteo Sardagna Einaudi, who is part of the fourth generation to be involved in this company business; this passion was handed down by his predecessors and he deeply feels the duty of working hard as to pass the baton on to whom will come next.

........................................................................................................................................................................................

32

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


Machinery & Development

Le parole chiave di Mini Motor Acciaio, azionamento integrato, connettività: Mini Motor, i successi del 2017 e i progetti per il 2018

M

ini Motor, azienda reggiana leader nel settore dei servomotori, motori elettrici e motoriduttori, fa il punto sull’anno appena concluso e presenta i progetti in cantiere per il 2018. “La parola chiave del 2017 è stata espansione: nuovi prodotti, nuove funzionalità, maggior integrazione e nuovi mercati” racconta Andrea Franceschini, managing director. “L’ampliamento dell’offerta ha facilitato la crescita della nostra presenza sui mercati internazionali, non solo quelli tradizionali, ma anche le piazze emergenti del Medio Oriente, dell’America del Sud, della Russia e della Cina, con una domanda in costante aumento per quanto riguarda qualità, innovazione e nuove tecnologie”. A fine 2017, in occasione di SIMEI-Drinktec a Monaco e Pack Expo a Las Vegas, Mini Motor ha presentato al pubblico internazionale i progetti in corso di sviluppo, in particolare il nuovo prodotto DR: evoluzione dei classici motori mono e trifase, i motori della serie DR saranno dotati di azionamento integrato, connettività e, soprattutto, di un nuovo design ottimizzato in grado di ridurre ulteriormente l’ingombro. “La serie DR è da pochi giorni in produzione - continua Franceschini - e rappresenta uno dei progetti fondamentali per quest’anno. Ma non è tutto. Per il 2018 le

parole chiave sono Industria 4.0, connettività e acciaio. Già lo scorso anno la serie DBS, punta di diamante della produzione Mini Motor per il mondo dell’automazione e del motion control, si è arricchita di motori brushless con azionamento integrato, dotati di encoder assoluto multigiro in grado di memorizzare per 6 mesi le quote relative all’ultimo posizionamento del motore. L’evoluzione della famiglia DBS proseguirà anche quest’anno, con un ulteriore potenziamento delle possibilità di integrazione e della connettività, punto sul quale stiamo raggiungendo risultati eccellenti, che contiamo di presentare ufficialmente a maggio, in occasione di SPS IPC DRIVES a Parma”. “Nel 2018 - conclude Andrea Franceschini - sono in arrivo novità anche per i motori della serie IP69K, già oggi punto di riferimento nel settore particolarmente esigente del food&beverage. Si tratta di motori che abbinano alle dimensioni ridotte le caratteristiche superiori dell’acciaio inox: con una superficie completamente liscia e priva di scanalature, questi motori sono conformi al livello di protezione IP69K e garantiscono un design estremamente compatto e ingombri ridotti”. Il prossimo appuntamento a livello internazionale per Mini Motor è in programma all’inizio di febbraio, a Los Angeles, per West Pack 2018.

Mini Motor’s keywords Stainless steel, integrated drive, connectivity: Mini Motor, success achieved in 2017 and future projects for 2018

T

he company Mini Motor, leader in the sector of servomotors, electric motors and gear motors, takes stock of recently ended year and presents its projects for 2018. “In 2017, keyword was expansion: new products, new functions, higher integration and new markets,” explains Mini Motor’s managing director Andrea Franceschini. “Extending our offer has made our presence in international

markets easier, and not only in international markets, but also in emerging like the Middle East, Southern America, Russia and China, whose request of quality, innovation, and new technologies is constantly growing.” At the end of 2017, on occasion of trade fairs SIMEIDrinktec in Munich and Pack Expo in Las Vegas, Mini Motor introduced to international attendance its products under development, and in particular new DR: being the evolution of traditional single and three-phase motors, DR motors will be provided with integrated drive, connectivity and feature new optimized design for overall smaller size. “Series DR has recently been in production and is one of our main goals for this year,” continues Mr.

Franceschini. “Moreover, keyword for 2018 are Industry 4.0, connectivity and steel. Series DBS – Mini Motor’s flagship product for the world of automation and motion control – was further extended last year with some models, such as brushless motors with integrated drive, equipped with multi-turn absolute encoder that stores the rate of the latest position of the motor for 6 months. DBS family will be implemented further also this year, with ever higher integration and connectivity, a feature we are getting excellent results, and we would like to introduce officially in May on occasion of SPS IPC DRIVES in Parma.” Andrea Franceschini concludes saying, “In 2018, Mini Motor will be introducing brand news also as regards its gear motors of Series IP69K, which are already a benchmark in the highly demanding Food & Beverage sector. These motors combine small size with the superior features of stainless steel: with fully smooth and flat surface, these motors comply with IP69K protection lever and therefore suitable for harsh environments and small areas.” The next international trade fair Mini Motor will be participating in is West Pack 2018, in early February in Los Angeles.

........................................................................................................................................................................................

34

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


Machinery & Development

Capsulatura e gabbiettatura di qualità superiore La crescita e lo sviluppo dell’attività di Robino & Galandrino deriva dall’essere costantemente messa alla prova da aziende che richiedono la massima qualità

R

obino & Galandrino nasce nel 1964 a Canelli, capitale del tradizionale vino spumante italiano, l’Asti, dove sono situate alcune tra le più grandi aziende nazionali di produzione vinicola. La crescita e lo sviluppo dell’attività dell’azienda deriva proprio da questo: l’essere costantemente messi alla prova da chi si propone sui mercati mondiali con i massimi standard di qualità e competitività.

Oggi, se Robino & Galandrino rappresenta l’emblema della capsulatura e gabbiettatura in più di 40 nazioni è perché la sua capacità di proporre nuove soluzioni tecnologiche risponde con puntualità, efficacia e flessibilità all’evoluzione delle esigenze dei clienti. Per questo, grazie alle sue macchine, l’azienda può garantire: aumento di produttività ed efficien-za, eliminazione degli scarti e delle imperfezioni, minima manutenzione, semplicità di funziona-mento, riduzione dell’inquinamento acustico e, soprattutto, la migliore tecnologia al prezzo più vantaggioso. La gamma aziendale di macchine si adatta a tutte le velocità di produzione, dalla semi-automatica alla super automatica. Può quindi offrire macchine per produzioni da 500 fino a 40.000 botti-glie/ora. La gamma di macchinari comprende specificatamente: - Distributori di capsule (in stagno, alluminio, polilaminato, PVC e PET); - Macchine rullatrici (per capsule in stagno, allumi-

nio, polilaminato); - Macchine termoretrattrici (per capsule in PVC o PET); - Distributori di capsuloni da spumante; - Macchine capsulatrici per capsuloni da spumante; - Monoblocchi versatili ed universali che raggruppano su di un unico basamento tutte le operazioni sopradescritte; - Macchine gabbiettatrici; - Monoblocchi di tappatura e gabbiettatura. Come si può notare, Robino & Galandrino è quindi specializzata nella “chiusura secondaria” di tutti i tipi di bottiglia e prodotti. E’ infatti il fornitore di tutte le più importanti aziende vinicole del mondo, oltre che di sidrerie, birrerie, distillerie, oleifici e acetifici.

Superior quality capsuling and wirehooding Robino & Galandrino’s growth and development depend on its being constantly tested by leading companies demanding top-quality standards

R

obino & Galandrino was founded in 1964 in Canelli, the town of Italian sparkling wine called “Asti Spumante”, where all the biggest national wineries are located.

Robino & Galandrino’s growth and development arise from this: to be constantly tested by world-known companies demanding top-quality standards and performance. If today “R&G” is the symbol of capsuling and wirehooding in more than 40 nations, it is because of its ability in proposing always new technological solutions with punctuality, effectiveness and flexibility to the evolution of customer’s needs. Thanks to its machines the company can assure productiveness and efficiency increase as well as complete discards’ erasure, reduced maintenance, simple running, noise pollution reduction and, last but not least, the best technology at the most convenient price. The company range of machines fits all production speeds, from the semi-automatic to the ex-treme automatic models. Therefore, it can offer machines for outputs from 500 up to 40,000 bph. The range of machines specifically includes: - Capsule dispensers (for tin, aluminium, polylaminate, PVC capsules); - Spinning machines (for tin, aluminium, polylaminate capsules); - Thermoshrinking machines (for PVC and PET capsules);

- Champagne capsule dispensers; - Champagne capsuling machines; - Universal monoblocs gathering on one single frame all the a.m. operations; - Wirehooding machines; - Corking and wirehooding monoblocs. As you can see Robino & Galandrino is specialized in the “secondary closure” of all kinds of bottles of still wine, sparkling wine, spirits. It is in fact supplier of all the most important wineries in the world besides cidreries, breweries, distillers, oil mills and vinegar works.

........................................................................................................................................................................................

36

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


Hall 07.1 Stand A071


Marketing & Strategy

Montelvini: leader nelle bollicine e prima nei vini rossi Arrivano nuovi riconoscimenti che premiano la sapienza enologica della cantina Montelvini

D

a oltre 135 anni Montelvini è sinonimo di “bollicine”, soprattutto Prosecco prodotto in una delle zone più vocate del Veneto, i colli di Asolo. Un’attitudine recentemente riconosciuta anche dalla guida vini 2018 dell’Espresso, che ha incluso l’Asolo Prosecco Superiore DOCG Extra Brut Serenitatis di Montelvini fra i 23 vini che rappresentano il meglio della produzione vinicola della Marca Trevigiana. Un’etichetta, l’Extra Brut,

che raccoglie sempre più appassionati e che anche il Touring Club ha voluto premiare, inserendola nell’edizione 2018 della Guida Vini Buoni d’Italia. Risultati importanti che riconoscono la vocazione spumantistica della famiglia Serena, da sempre interprete e portavoce di questo territorio, in cui i vigneti trovano la loro dimora d’elezione. Affiancati ai filari di Glera, infatti, in queste colline prosperano anche i vitigni rossi che danno vita a celebri tagli bordolesi dallo spirito internazionale. In particolare, l’anima rossa di Montelvini è oggi rappresentata dallo Zuitèr Montello Docg 2012, etichetta che ha conquistato i sommelier italiani e i titoli più ambiti. È di questi giorni, infatti, la notizia dell’assegnazione delle 4 Viti della Guida ai Vini d’Italia VITAE edita dall’Associazione Italiana Sommelier, riconoscimento che va ad aggiungersi ai risultati di Vinetia, guida ai vini del Veneto stilata dai sommelier della regione, in cui lo Zuitèr Montello Docg 2012 ha conquistato i 4 Rosoni (valutazione da 91 a 100 punti) e il Ducato (valutazione della qualità in rapporto al prezzo all’origine), a cui si affiancano i 4 Rosoni ottenuti dal Luna Storta, vino bianco passito.

........................................................................................................................................................................................

38

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


Marketing & Strategy “Un doppio riconoscimento – commenta Alberto Serena, A.D. Montelvini – che rappresenta per noi un risultato di grande valore, poiché a premiarci sono i sommelier nazionali e regionali, ovvero i professionisti della degustazione, a cui spetta il compito di proporre e raccontare le etichette al pubblico. E ci fa piacere che ha conquistare questi ultimi titoli sia stato lo Zuitèr, un vino a cui siamo molto legati perché da sempre fa parte della nostra storia”. Lo Zuitèr Montello Docg 2012 è infatti il vino tipico della collina del Montello nelle Prealpi trevigiane, ottenuto da uve Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon e Merlot. Il nome deriva da “zuita”, in dialetto veneto la civetta, il rapace che popola e custodisce le “terre rosse” in cui questo vino nasce. Simbolo di saggezza, conoscenza, sensibilità, profezia e moderazione, la civetta è un rapace affascinante che si ritrova nel linguaggio simbolico di ogni cultura, anche nelle più antiche. Per questo Montelvini ha voluto ergerla a stemma aziendale poiché rappresenta la sapienza nel cogliere i migliori frutti di un territorio, la saggezza nel condurlo, il rispetto della natura e i suoi ritmi. Un vino che, insieme alle bollicine dell’Asolo Prosecco Superiore Docg, dipinge l’inesauribile panorama enologico delle colline del Consorzio Asolo Montello, dove nascono vini che raccontano l’identità Montelvini e lo stretto legame con il territorio di appartenenza, in perfetta armonia con ambiente e natura, sempre all’insegna del motto “Alleati in Vigna”.

........................................................................................................................................................................................ INTERNATIONAL MAGAZINES

.it

Beverage Industry • Febbraio / February 2018

39


Marketing & Strategy

Montelvini:

leader in sparkling wines and first in red ones New awards for the oenological wisdom of the Montelvini winery

F

or over 135 years Montelvini has been synonymous with “bubbles”, particularly for Prosecco, which is produced in one of the most suitable area of Veneto: the hills of Asolo. In 2018 this attitude has been certified by Espresso, which included the Asolo Prosecco Superiore DOCG Extra Brut Serenitatis of Montelvini among the 23 wines that give the best of the production of the Marca Trevigiana. More and more fans are following the Extra Brut label, which has been included in the Touring Club, that rewarded the label inserting it in the 2018 edition of Guida Vini Buoni d’Italia.

Important results that gives value to the sparkling vocation of the Serena family, which has always been interpreter and spokesman of this land, in which the vineyards have their perfect place. Indeed, also red vines thrive in these hills, alongside the rows of Glera, creating famous Bordolese wines mix with an international spirit. In particular, the red soul of Montelvini is now represented by Zuitèr Montello Docg 2012, a label that has gained the most aimed titles and approval of Italian sommeliers. Guida ai Vini d’Italia VITAE, published by Italian Sommelier Association, has given its “4 grapevine” recognition that is added to the results of Vinetia, a guide to the wines of Veneto, drawn up by the sommeliers of the region, where the Zuitèr Montello Docg 2012 has conquered the 4 “Rosettes”(rating from 91 to 100 points) and the “Duchy” (quality evaluation in relation to the origin), which is accompanied by the 4

........................................................................................................................................................................................

40

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


Marketing & Strategy

“Rosoni” assigned to Luna Storta, a passito white wine. “A double acknowledgment - comments Alberto Serena, ceo of Montelvini - which for us represents a result of great value, since it is assigned by national and regional sommeliers, the tasting professionals, in charge of presenting and telling the labels to the public. And we are pleased that the last titles have been assigned to Zuitèr, a wine we are very attached to because it is always part of our history “. The Zuitèr Montello Docg 2012 is the distinctive wine of the Montello hill in the Treviso pre-alps, obtained from Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon and Merlot grapes. The name derives from “zuita”, in the Venetian dialect the owl, the raptor that populates and guards the “red lands” in which this wine is produced. Symbol of wisdom, knowledge, sensitivity, prophecy and moderation, the owl is a fascinating raptor that appears in the symbolic language of every culture, even in the oldest. This is why Montelvini wanted it as a company emblem, as it represents the wisdom in picking the best fruits of a territory, the wisdom in leading it, respect for nature and its rhythms. A wine that, together with the bubbles of Asolo Prosecco Superiore Docg, paints the inexhaustible enological panorama of the hills of the Consorzio Asolo Montello, where there are wines that tell the identity of Montelvini and the close relationship with the territory of belonging, in perfect harmony with environment and nature, always under the motto “Allies in the Vineyard”.

........................................................................................................................................................................................ INTERNATIONAL MAGAZINES

.it

Beverage Industry • Febbraio / February 2018

41


Machinery & Development

GAI, innovazione italiana MLE-4441-CAN è la soluzione di GAI altamente tecnologica per i birrifici artigianali che vogliono commercializzare la loro birra anche in lattina

L

a prima volta del SIMEI al Drinktec di Monaco di Baviera (11-15 settembre 2017) è coincisa con la presentazione in anteprima assoluta di un prodotto completamente innovativo e fuori dalla gamma standard dell’azienda: il primo modello MLE-4441-CAN, per l’imbottigliamento di lattine. Si tratta di soluzione altamente tecnologica per i birrifici artigianali che vogliono commercializzare la loro birra anche in lattina. Questo contenitore ha degli indubbi vantaggi pratici: più facile e sicuro da trasportare, in grado di proteggere integralmente il liquido contenuto dalla luce solare.

La macchina consta delle seguenti stazioni: • Sciacquatrice • Riempitrice • Distributore di coperchi: i quattro coperchi vengono rilasciati singolarmente dal relativo caricatore e depositati su un traslatore che li sposta al di sopra delle lattine. In questa posizione avviene l’insufflaggio di gas neutro e il getto di schiumatura. Le due operazioni avvengono solamente in presenza della lattina e i tempi relativi sono impostati dal quadro di comando e gestiti da PLC. L’iniezione di gas neutro ed il getto di schiumatura riducono sensibilmente la quantità di ossigeno nello spazio tra liquido e coperchio. • Aggraffatrice: la stella intermittente trasferisce la lattina sul piattello di sollevamento, che la alza e la porta a contatto con il mandrino rotante. Viene quindi eseguita l’aggraffatura. • Controllo ponderale: la lattina viene quindi trasferita su una cella di carico che ne verifica il peso: se non rientra nei valori prestabiliti, la lattina viene

GAI, Italian innovation MLE-4441-CAN is GAI new highly technologic solution for craft brewers who need to commercialize their beer in can

T

he first time of SIMEI at Drinktec in Munich (1115 September 2017) coincided with the world preview of a complete innovative product, out of GAI standard range: the first model MLE-4441-CAN, for can bottling. It is a highly technologic solution for craft brewers, needing to commercialize their beer in can. This format has some undoubted practical advantages: easier and safer to transport, able to fully protect the liquid inside of it from the solar light. Machine is composed of the following stations: • Rinser • Filler

• Can lid dispenser: Four lids are singularly released from the loader and dropped on a side shifter, which moves them above the cans. Then, the inert gas injection and water jet for beer foaming are performed. Those operations are performed only when the can is present and the duration is set on the control panel and handled by PLC. The neutral gas injection and the water jet for beer foaming substantially reduce the oxygen quantity in the space between liquid and lid. • Seamer: The intermittent star moves the can on the lifting plate, which lifts it and brings it next to the rotating spindle. So the seaming takes place.

successivamente scartata tramite l’espulsore fornito in dotazione. • Tunnel lavaggio: all’esterno del monoblocco è montato un tunnel di lavaggio delle lattine. Sulla stessa struttura sono posizionati quattro magazzini/caricatori di coperchi per il rifornimento del distributore. Il monoblocco è predisposto per essere collegato ad un sistema CIP di lavaggio e sanificazione. L’interesse per questa macchina è andato oltre alle più rosee previsioni, si sono subito concretizzate delle vendite e si prevede di consegnare i primi esemplari già nel 2018. GAI conta attualmente 210 dipendenti in Italia e 45 in Francia, e i suoi cardini restano immutati dalla sua fondazione nel 1946: assistenza tecnica e ricambi garantiti a vita, il 90% della componentistica prodotta internamente, l’80% del fabbisogno energetico derivante da fonti rinnovabili; l’investimento in capitale umano preparato. L’export rappresenta oggi circa L’80% del fatturato.

• Weight control: After the seaming, the can is moved on a load cell to check the weight: if it is less or more than the pre-set values, the can is then removed through the expeller included in the supply. • Washing tunnel: Outside the monobloc there is a washing tunnel for cans. On the same structure, there are four can lid storing columns/loaders to supply the distributor. The monobloc can be provided with a cleaning and sanitization CIP system. The interest for this machine has gone beyond the most optimistic forecast, some sales got closed very quickly and GAI is going to deliver the first units already in 2018. GAI has got nowadays 210 employees in Italy and 45 in France, and its milestones have been the same since its foundation in 1946: technical assistance and spare parts for machine lifetime, 90% of components manufactured in-house, 80% of energy needs arising from renewable sources; investment in skilled human resource. Export reaches actually 80% of the business turnover.

........................................................................................................................................................................................

42

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


Machinery & Development

Formula di forze dinamiche Enoplastic ha trovato il proprio successo nell’essere dinamica muovendosi verso nuovi mercati e tecniche per proporre prodotti e servizi unici

Q

uali sono gli elementi che contribuiscono al fatto che un’azienda diventi in poco tempo una realtà internazionale presente in vari Paesi con oltre 2500 clienti in più di 86 nazioni, 400 dipendenti e con una capacità produttiva che supera i 3 miliardi di pezzi l’anno? Il gruppo Enoplastic, leader mondiale nella produzione di capsule in materiale termoretrabile e polilaminato sia per vino, spirits, spumante, olio e aceto, ha messo a punto una formula vincente composta da una serie di elementi dinamici che hanno permesso all’azienda di raggiungere un fatturato che supera i 75 milioni di euro, vantando una costante crescita sul mercato.

Molti si chiederanno qual è la ricetta di questo successo? Enoplastic l’ha spiegato durante l’ultimo congresso di Assoenologi: l’insieme di una serie forze dinamiche costituite da tecnologia, materiali, colori, persone e idee. Tecnologia: Enoplastic non si è mai fermata investendo le proprie risorse in nuove tecniche e macchinari appositamente realizzati per l’azienda sulla base di esperienze maturate negli anni. La voglia di andare sempre oltre, trovando soddisfazione nei risultati positivi ottenuti, unita certamente ad intuizioni brillanti, ha portato alla messa a punto di materiali unici ed innovativi, prima non presenti sul mercato, come ad esempio il DERMA (speciale polilaminato che ha dato vita a una nuova generazione di chiusure di garanzia capace di coniugare eccellenti performance ad un ridotto impatto ambientale). E poi ci sono i colori, gli effetti, le sfumature, i dettagli che fanno la differenza contribuendo a dare appeal alla bottiglia in modo che il consumatore,

quando si trova davanti a tante etichette di vino sullo scaffale, sia attratto da un packaging esclusivo, compiendo così l’atto di acquisto. Sembra quindi che Enoplastic abbia trovato la formula giusta per affermarsi come leader di mercato internazionale vantando collaborazioni con i più grandi brand sia nel settore del vino che dei liquori. Ma state bene attenti. Enoplastic spiega quali sono gli altri elementi che compongono la ricetta fortunata e come miscelarli: persone e idee in movimento, da qui lo slogan “keep moving”. L’azienda è infatti convinta che le persone con le proprie intuizioni e quindi la combinazione dinamica di tutte le forze messe in campo, siano la spinta verso il successo. Le persone che compongono la squadra Enoplastic sono infatti tutti coloro che, sia dietro le quinte, che in prima linea sul territorio, contribuiscono a rispondere in modo pratico e puntuale alle esigenze specifiche di ciascuno.

Formula of dynamic strengths Enoplastic has founded its success being dynamic, moving towards new markets, creating new technologies, offering unique products and services

W

hich are the components that contribute to an Italian company’s growing and becoming an international group in a very short time, present in several countries, accounting for more than 2,500 customers in 86 countries, 400 employees and a production capability exceeding 3 billion units a year? Enoplastic, worldwide leader in the production of heat-shrinkable and polylaminate capsules for still and sparkling wine, spirits, oil and vinegar, worked out a successful formula combining a series of dynamic components reaching extraordinary results in terms of a continuous growth, dimensions, and turnover which surpasses 75 million euro. Would somebody like to know the recipe of this success? Enoplastic shared it during the last enologists convention in Italy: the potion is a special set of powerful forces in terms of technology, materials, colours, people and ideas. Technology: Enoplastic has never stopped investing its resources in new equipment and customized machines especially made to develop the internal expertise improved during the years. The desire to go further, getting satisfaction in new projects, positive results, combined with brilliant intuitions, has led to develop unique and innovative materials, not existing in the past, such as DERMA (the superior own-brand polylaminate offering a new generation of guarantee closures able to combine excellent performance with reduced impact on the environment in terms of reduced percentage of carbon footprint). In addition, there are the colours, the effects, the nuances, the tones, the details which make the difference contributing to increasing the appeal of bottles. It has

been proven that all these elements influence consumer’s actions when he is in the shop looking at different bottles. When attracted by fascinating or exclusive packaging, the consumer is encouraged to a positive attitude in finalizing the purchase. Thus, it looks like Enoplastic has found the correct formula to become the international leader in the market establishing significant cooperation with top brands in the wine and spirits business all over the world. However, pay attention to Enoplastic additional remarks clarifying which are the other components of the recipe and how to mix them. The people and their active ideas are the other essential ingredients of the blend, giving a meaning to the new slogan “keep moving” which identifies the company’s philosophy. In fact, Enoplastic is convinced that people, providing their own insights, can drive new evolutions offering concrete and punctual solutions for specific needs.

........................................................................................................................................................................................

44

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


Marketing & Strategy

DORANGE OF:

quando il leone incontra il gattopardo nasce un capolavoro La capacità di innovare delle Distillerie Bonollo Umberto di Padova non si esaurisce mai e si misura con imprese di gusto sempre inedite

N

el sempre più ricco bouquet di emozioni sensoriali offerto dalla gamma OF, la firma d’eccellenza nell’arte della distillazione, garantita da oltre cento anni di esperienza delle Distillerie Bonollo Umberto di Padova, sboccia un nuovo fiore. Questo capolavoro di stile profuma di mediterraneo, perché sono le calde note della scorza d’arancia a contraddistinguere il nuovo Dorange OF, un mix unico e sapiente di Grappa Of Amarone Barrique e infusi naturali di scorze di arance di Sicilia. Per la prima volta, l’unicità della Grappa Of Amarone Barrique incontra uno stuzzicante profumo del mondo mediterraneo: le scorze scelte di pregiate Arance di Sicilia. È un matrimonio straordinario, da cui nasce un liquore altrettanto eccezionale: aristocratico, vellutato, autentico, di forte personalità e senza aromi aggiunti. Dorange OF ha un carattere autentico nel quale le note inconfondibili dell’Of Amarone Barrique si sposano con l’intensa solarità siciliana. La capacità di innovare delle Distillerie Bonollo Umberto di Padova non si esaurisce mai e si misura con imprese di gusto sempre inedite, per continuare a stupire anche i palati più esigenti con emozioni sensoriali sempre nuove. Anche il più grande appassionato della Grappa che ha rivoluzionato la grappa, si stupirà di fronte a questa nuova esperienza. Non avete mai assaggiato un’OF così. E non assaggerete mai nulla di simile. Ancora una volta, dal mondo OF, un prodotto che non ha termini di paragone, perché non è da tutti poter vantare: oltre un secolo di competenza, un DNA da sperimentatori e innovatori e una costante ricerca e curiosità per trovare nuove declinazioni capaci di stupire i consumatori.

DORANGE OF: Italy’s North-South amazing meeting The ability to innovate of the Padua’s Bonollo Umberto Distillerie never runs out and it is measured with unprecedented taste businesses initiatives

This masterpiece smells of Mediterranean scent, because the new Dorange OF is characterised by aromatic orange peel notes. It is a unique and wellbalanced mix of Grappa Of Amarone Barrique and natural infusions of Sicily oranges. For the first time, the uniqueness of Grappa Of Amarone Barrique has gone with the tantalizing scent of the Mediterranean world represented by the precious oranges peel from Sicily. It is an extraordinary match, from which an equally noticeable liquor is born: its taste is aristocratic, velvety, authentic, strong personality and with no added aromas. Dorange OF has an authentic character in which the unmistakable notes of the Of Amarone Barrique are mixed with the intense Sicilian solarity.

The ability to innovate of Bonollo Umberto Distillerie of Padua is endless and is always matched with unprecedented tastes, to constantly impress even the most demanding palates, with new sensational emotions. Even those who are fonder of this revolutionary grappa will be amazed at this new experience. You have never tasted an OF like this one. And you will never taste anything like that. Once again, a product that has no comparative terms, came from the of the OF world. Over a century of expertise, experimenters’ and innovators’ DNA, and constant search and curiosity to find new ways to impress customers, are the features that make this product different from others.

........................................................................................................................................................................................

46

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


MADE IN GOOD SPIRITS


Machinery & Development

Continua ottimizzazione del processo produttivo

Distilleria Taris Tat, Turkey Alambicchi per la produzione di Raki Taris Tat Distillery, Turkey Pot Stills for Raki production

Frilli Srl è in constante e continua espansione perché il mercato mondiale le riconosce capacità tecniche e tecnologiche di primissimo piano

MADE IN GOOD SPIRITS

L

a Frilli Srl è una società di progettazione e fornitura di impianti di distillazione e/o distillerie complete, partendo da qualsiasi materia prima alcoligena, zuccherina e/o amidacea, per la produzione di distillati, alcol grezzo, alcol extra neutro ed alcol assoluto con proprio know-how, con tecnologie d’avanguardia e con un’esperienza realizzata in tutti i continenti. L’azienda, che realizza oltre il 90% del suo fatturato all’estero, è in costante e continua espansione perché il mercato mondiale le riconosce capacità tecniche e tecnologiche di primissimo piano. Affidabilità, correttezza e l’ottimo rapporto qualità/ prezzo sono i suoi punti di forza che, uniti ad un servizio di assistenza pre- e post-vendita di primo livello, le permettono di essere sempre all’altezza della situazione, con risposte rapide e qualificate.

Distilleria Isle of Harris, Scozia Alambicchi per la produzione di Gin Isle of Harris Distillery, Scotland Pot Stills for Gin production

Le Materie Prime • Sottoprodotti delle cantine (vinacce, fecce, vino) • Melassi di canna e di barbabietola • Cereali: mais, grano, orzo, riso • Altre sostanze amidacee: patate, cassava, castagne etc. • Altre sostanze zuccherine: sorgo, uva, sugo di canna e barbabietola • Frutta: mele, pere, albicocche, ciliegie e prugne • Frutta esotica: datteri, banane, ananas, papaia, mango, etc. • Frutti di bosco • Piante aromatiche, semi e bacche La società da alcuni anni opera con successo nel settore Whisky e Gin, con la progettazione, costruzione e fornitura di impianti continui a colonne e di alambicchi discontinui dalle classiche forme tradizionali a “cipolla” in Scozia ed in Irlanda. Frilli Srl ha realizzato nella sua officina alambicchi in rame da 0,5 a 18 m³ di capacità lavorativa per alcuni clienti scozzesi e irlandesi.

Glen Turner, Scozia - Distilleria completa per produzione di 75.000 l/day di Whiskey e alcol Glen Turner, Scotland - complete distillery for 75.000 l/day Whisky and Alcohol production

........................................................................................................................................................................................

48

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


Machinery & Development

Continuous production process optimization

Distilleria Teeling, Irlanda Alambicchi per la produzione di Whiskey Teeling Distillery, Ireland Pot Stills for Whisky production

F

rilli Srl is a company specializing in design, construction and supplies of distillation plants and/or complete distilleries, starting from any kind of raw material containing alcohol, sugar or starch for production of distillates, raw alcohol, extra neutral and absolute alcohol, with its own know-how, advanced technologies and experience developed worldwide. The company, realizing more than 90% of its turnover abroad, is constantly and continuously growing, as world-trade appreciates its leading technical and technological skill. Reliability, honesty, an excellent quality/price ratio together with pre- and after-sales services are its strength and allow it to be always up to the situation, giving quick and qualified answers. Raw Materials • By-products of wineries (pomace, lees, wine) • Cane and beet molasses • Cereals: corn, wheat, barley, rice • Other starchy substances: potatoes, cassava, chestnuts, etc.

• Other sugary substances: sorghum, grape, cane and beet juice • Fruits: apples, peaches, apricots, cherries, plums • Exotic fruits: dates, bananas, pineapples, papaya, mango, etc. • Soft fruits • Aromatic herbs, seeds and berries. During the last period, the company has operated with great success in the field of Whisky and Gin, by designing, manufacturing and supplying both continuous plants with columns and discontinuous pot stills with traditional onion shape in Scotland and Ireland. Frilli Srl has realized pot stills in copper from 0,5 up to 18 m³ of working capacity for its Scottish and Irish customers.

MADE IN GOOD SPIRITS

Frilli Srl is constantly and continuously growing, as world-trade appreciates its leading technical and technological skill

Laboratorio - Workshop

Distilleria La Versa, Italia - Alambicchi per la produzione di Grappa La Versa distillery, Italy - Pot stills for Grappa production

Laboratorio - Workshop

........................................................................................................................................................................................ INTERNATIONAL MAGAZINES

.it

Beverage Industry • Febbraio / February 2018

49


Machinery & Development

Orientamento e personalizzazione di chiusure per il settore vinicolo Per celebrare il 20esimo anno di attività, l’azienda Mar.Co. propone un rinnovato dispositivo ottico

M

ar.Co. Martini Costruzioni è impegnata nella realizzazione di soluzioni per l’intero processo di alimentazione, orientamento e personalizzazione di chiusure per il settore vinicolo, oleario, distillati e tutti i liquidi distribuiti in bottiglia. Per celebrare il 20esimo anno di attività, l’azienda Mar.Co. propone un rinnovato dispositivo ottico, con l’utilizzo della doppia telecamera a colori configurata in 64 programmi memorizzati e personalizzabili, che oltre ad individuare la marcatura sulla singola testa per poterla esporre all’esterno

bottiglia, permette anche di posizionare la parte migliore del tappo a contatto con il vino, con gli evidenti benefici in termini di cessioni e garanzia di chiusura. Il sistema è dotato di monitoraggio in tempo reale delle 2 immagini acquisite, settaggio tramite laptop o tabletPC in modalità wireless. La semplicità di gestione è il grande aiuto all’operatore nel valutare in una immagine le 2 teste del tappo, per una completa reportistica sulle fasce qualitative elaborate durante le lavorazioni.

Orientation and customization for the wine sector To celebrate its 20th anniversary, the company Mar.Co. proposes a renovated optic device

M

ar.Co. Martini Costruzioni is committed to producing solutions for the entire process of closure feeding, orientation, and customization for the following sectors: wine, oil, spirits, beverages and other bottled liquids. To celebrate its 20th anniversary, the company Mar.Co. proposes a renovated optic device provided with double colour camera with 64 stored and customizable programmes that in addition to selecting the marking on the single as to put it on the external surface of the bottle, it also enables to place the better side of the cork in contact with the wine, thus offering benefits in terms of release and guaranteed seal. The system is equipped with the monitoring of the two acquired images in real time, wireless setting by laptop or tabletPC. Simple management greatly helps the operator when the two cork heads need checking through an image, for a complete report on the qualitative asset elaborated during the processes.

........................................................................................................................................................................................

50

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


About Fairs

Record di presenze per i 40 anni di SITEVI Per i suoi 40 anni, SITEVI ha dato grande risalto ai servizi dedicati agli operatori e agli eventi collaterali per accompagnare in modo efficace i propri visitatori

S

ITEVI - salone delle attrezzature e del knowhow per le filiere vigna-vino, olivicoltura e ortofrutta - che si è svolto a Montpellier dal 28 al 30 novembre 2017 ha registrato per la seconda edizione consecutiva una netta progressione del numero dei visitatori. Durante i tre giorni dello svolgimento, il salone ha infatti registrato circa 57.000 ingressi, con un aumento del 5% rispetto all’edizione del 2015. Il dinamismo della 28a edizione conferma più che mai la mobilitazione e la fiducia degli operatori del settore delle tre filiere nel momento in cui ognuno di essi si deve confrontare con alcune sfide cruciali. Grazie a 1100 espositori provenienti da 25 paesi (+10 % rispetto all’edizione 2015) e ad un aumento dl 19% degli espositori internazionali, SITEVI 2017 ha proposto ai visitatori un appuntamento ricco di innovazioni (oltre 300 nuovi prodotti presentati), di momenti di confronto e di incontri per rispondere in modo concreto alle preoccupazioni delle tre filiere. Da sottolineare l’aumento notevole dei visitatori internazionali, provenienti da 60 paesi (da 52 nel 2015), prova dell’attrattiva e dell’offerta esaustiva del salone. Per i suoi 40 anni, SITEVI ha dato grande risalto ai servizi dedicati agli operatori e agli eventi collaterali per accompagnare in modo efficace i propri visitatori: • L’operazione Job dating ha permesso di mettere in relazione imprenditori e candidati grazie ai 402 dossier di candidatura valutati e ai 105 appuntamenti realizzati. • 40 appuntamenti, tra conferenze e workshop, seguiti in totale da circa 2000 partecipanti. Tra le tematiche accolte con particolare favore: La robotica, volano della viticoltura – La produttività degli oliveti – Le varietà di vitigni resistenti. • Lo spazio degustazioni ha consentito a circa 600 visitatori di familiarizzare con il profilo aromatico dei vini e di scoprire gli oli d’oliva del Sud della Francia. • Infine, il Polo Internazionale che quest’anno ha moltiplicato i servizi riservati ai visitatori internazionali e che ha proposto, oltre alle visite alle aziende del territorio, una zona in cui i produttori internazionali hanno proposto degustazioni di prodotti di tutto il mondo e sessioni di networking. Stéphane Travert, Ministro Francese dell’Agricoltura e dell’Alimentazione, in occasione della sua visita del salone giovedì 30 novembre, ha ribadito il suo sostegno alle tre filiere. Carole Delga, Presidente del Consiglio Regionale dell’Occitania, ha da parte sua annunciato un programma d’investimenti per il Parco delle Esposizioni di Montpellier in vista della prossima edizione di SITEVI che si svolgerà dal 26 al 28 novembre 2019. www.sitevi.com

........................................................................................................................................................................................

52

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


About Fairs

Record visitor attendance for SITEVI’s 40th anniversary

S

itevi, the exhibition of equipment and expertise for vine-wine, olive and fruit & vegetable professionals which took place from 28 to 30 November 2017, has recorded a significant increase in visitor numbers for the second consecutive edition. Over the space of three days, the show registered nearly 57,000 entries, representing a 5% improvement on the 2015 show. The vitality of this 28th edition provides clear confirmation of the commitment and confidence of these farming sectors at a time when crucial challenges lie ahead. With 1,100 exhibitors from 25 countries (up 10% on the 2015 show) and a 19% increase in international exhibitors, SITEVI 2017 offered visitors a meeting featuring a wealth of innovation (more than 300 new products presented), dialogue and encounters, thus providing tangible responses to the concerns of the three sectors. There was a noticeable increase in the number of international visitors who hailed from 60 countries (versus 52 in 2015), offering proof of the

exhibition’s appeal and wide-ranging offering. For its 40th anniversary, SITEVI gave centre stage to services and special features to support and assist visitors in a pragmatic and efficient way: The Job dating operation allowed employers and applicants to come together, with 402 applications studied and 105 interviews conducted. The 40 talks and workshops attracted a great many visitors, with a total of nearly 2,000 people taking part. Among the most popular themes: Robotics, a lever for winegrowing – Productivity of olive orchards – Disease resistant grape varieties. The tasting forum enabled some 600 visitors to become acquainted with the aromatic profiles of wines and olive oils from the South of France. Finally, the International Hub this year deployed an array of services for international visitors. In addition to farm visits, there was an international producers zone including tasting sessions of products from around the world, and networking sessions.

For its 40th anniversary, SITEVI gave centre stage to services and special features to support and assist visitors in a pragmatic and efficient way During his visit to the show on Thursday 30 November, Mr. Stéphane Travert, Minister of Agriculture and Food, reasserted his support for these farming sectors. Meanwhile, the Chairwoman of the Occitanie Regional Council, Ms. Carole Delga, announced an investment programme in favour of the Montpellier Exhibition Centre, to be implemented in time for the next edition of SITEVI, scheduled for 26 - 28 November 2019. www.sitevi.com

........................................................................................................................................................................................ INTERNATIONAL MAGAZINES

.it

Beverage Industry • Febbraio / February 2018

53


Machinery & Development

Acciaio inox: serbatoi in evoluzione INOXFRIULI offre ai propri clienti un’ampia gamma di prodotti di assoluta eccellenza che possono essere integrati da vari optional e automazioni

I

NOXFRIULI Srl da oltre 40 anni è specializzata nella lavorazione dell’acciaio inox per la produzione di serbatoi per cantine, distillerie, industrie chimiche, alimentari e dolciarie. Azienda leader nel suo settore, propone alla clientela soluzioni all’avanguardia e dall’alto contenuto tecnologico. Tutti i prodotti sono oggetto di severi controlli qualitativi e collaudi da parte di tecnici altamente qualificati.

La chiave del successo di INOXFRIULI Srl affonda le radici nella tradizione enologica del Friuli Venezia Giulia e nell’esperienza del suo personale. L’azienda è specializzata nella realizzazione di serbatoi enologici verticali e orizzontali in acciaio inox AISI 304 e AISI 316. L’esperienza decennale permette oggi di realizzare impianti di stoccaggio su misura per il settore enologico, ma anche per quello chimico e alimentare.

INOXFRIULI offre ai propri clienti un’ampia gamma di servizi che spazia dalla consulenza specifica e personalizzata alla progettazione di impianti su misura, per soddisfare al meglio le esigenze del cliente. Prodotti di assoluta eccellenza che possono essere integrati da vari optional e automazioni. I serbatoi enologici assicurano la massima tranquillità sotto il profilo igienico e tossicologico, salvaguardando tutte le caratteristiche del vino. I serbatoi enologici INOXFRIULI sono progettati e costruiti nel rispetto delle normative vigenti e garantiscono massima igiene e sicurezza di utilizzo, non necessitano di particolare manutenzione, sono facili da pulire e assicurano rendimenti elevati e lunga durata. INOXFRIULI realizza: • Serbatoi di stoccaggio e vinificazione tipo verticale, orizzontale; • Serbatoi di stoccaggio tipo sovrapposto; • Serbatoi tipo semprepieno con coperchio galleggiante; • Serbatoi termocondizionati con tasca esterna o piastra interna; • Criomaceratore per vini bianchi.

Stainless steel: the evolution of tanks INOXFRIULI offers its clients an extensive range of top-quality products that can be integrated with optional and computerised variations

I

NOXFRIULI SRL has specialised, for more than 40 years, in the manufacture of stainless steel for use in wine cellars, distilleries, and the chemical, food and confectionery industries. The sector leader offers state-of-the-art products with a highly technological content. All products undergo rigorous quality checks and trials, carried out by highly qualified technicians. The key to INOXFRIULI’s success has its roots in the Friuli Venezia Giulia region’s long tradition of wine production, and the experience of its staff. The company has specialised in the production of vertical and horizontal wine fermentation tanks in AISI 304 and AISI 316 stainless steel. Thanks to its long experience, today INOXFRIULI executes custom-made storage systems for the wine sector, as well as those relating to chemicals and food. INOXFRIULI offers its clients an extensive range of

services, from specific personalized consultancy to the design of custom-made systems, meeting its clients’ requirements in the best possible way. All products are of the highest quality and can be integrated with optional and computerised variations. The wine fermentation tanks ensure maximum peace of mind from a hygiene and toxicological perspective, protecting all the characteristics of the wine. INOXFRIULI fermentation tanks are designed and manufactured in complete accordance with current legislation and guarantee maximum hygiene and safety of use. They do not require any particular type of maintenance, are easy to clean and produce high and long lasting performance. INOXFRIULI manufactures: • Vertical and horizontal wine fermentation storage and vinification tanks; • Stacked storage tanks; • Always full-type tanks with floating cover; • Temperature controlled tanks with external compartment or internal plate; • Criomacerator for white wines.

........................................................................................................................................................................................

54

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


STEEL PROCESSING FOR THE PRODUCTION OF WINE AND INDUSTRIAL TANKS INOXFRIULI SRL

Via Crosade, 63 33040 - FAEDIS (UD) – ITALY +39 0432 728696 – 728381 +39 0432 728602

info@inoxfriuli.com www.inoxfriuli.com


Machinery & Development

La protezione dei rivestimenti fluorurati Grazie alla sua vasta esperienza nei rivestimenti fluorurati, Tomace Srl vanta la piena soddisfazione dei suoi clienti

T

omace Srl è una società specializzata nel settore dei rivestimenti fluorurati. Grazie all’esperienza acquisita in oltre vent’anni è in grado di garantire piena soddisfazione al cliente che va alla ricerca di una soluzione ai problemi di corrosione, antiaderenza e antiattrito di una determinata superficie. Le applicazioni sono delle più varie: da componenti di macchine per l’imballaggio, all’industria alimentare, farmaceutica, delle ceramiche, dello stampaggio di gomma plastica, alle macchine per la lavorazione del legno e l’industria meccanica in generale.

I vantaggi che si ottengono sono una più facile pulizia delle superfici rivestite, una maggior produttività, minori scarti di produzione, una più elevata qualità del prodotto finito. Le categorie di fluoropolimeri sono molteplici: PTFE, FEP, PFA che, a loro volta combinati con altre resine, permettono di ottenere una varietà infinita di prodotti ognuno dei quali in grado di esaltare la sua particolare caratteristica per ogni specifico impiego. Linea PTFE – ridottissimo coefficiente di attrito e antiaderenza “no stick”. Il suo uso principale è nel campo industriale con una vasta gamma di applicazioni. Linea PFA – FEP – SOLGEL comprende una vasta gamma di rivestimenti specificamente studiati e formulati per impedire l’aderenza di quei prodotti che per la loro natura tendono ad attaccarsi alle superfici (pasta fresca, prodotti da forno, ecc.).

Linea PTFE – VICOTE PEEK sviluppata per migliorare le prestazioni di elementi meccanici attraverso la massima riduzione del coefficiente d’attrito sia statico che dinamico in ambienti corrosivi. Linea MOLYKOTE – lubrificazione a secco. Tra i principali vantaggi: possibilità di trattare metalli e leghe sensibili a deformazione termiche o componenti con tolleranze dimensionali molto ristrette, eliminazione dello stick-slip, protezione dalla corrosione, riduzione del calore e del rumore generati dall’attrito, ottima resistenza alla temperatura da -195°C a +290°C. Linea PFA-ETFE unisce una resistenza meccanica di qualità superiore a un’eccezionale inerzia chimica. Linea Micro Pallinatura – con micro sfere di vetro e ceramica su acciaio inox e alluminio, elimina alla radice le cause della corrosione, garantendo un perfezionamento estetico, miglioramento di ordine meccanico, ma anche sanificazione della superficie.

High-protection fluorinated coating Thanks to its extensive experience in fluorinated coating, Tomace Srl grants its customers’ full satisfaction

T

omace Srl is a skilled company working in fluorinated coating fields. Thanks to the experience acquired in more than twenty years, Tomace is able to grant complete satisfaction to its customers who are looking for solutions against corrosion, stickiness and friction problems of a given surface. The applications are of the most varied: from packaging machine components, to food, pharmaceutical, ceramics and rubber moulding plastic industries, to the machines for wood processing and mechanical engineering in general. The benefits we have are easier cleaning of coated surfaces, bigger productivity, less waste production and higher quality of the finished product. The categories of fluoropolymers are multiple: PTFE, FEP and PFA combined with other resins allow obtaining an infinite variety of products able to enhance their own particular feature for any specific use.

PTFE line - very low friction and “no stick” coefficient. Its main use is in the industrial field with a wide range of applications. PFA-FEP-SOLGEL Line includes a wide range of coatings specifically developed to prevent products from sticking to surfaces such as pasta, bakery products and others, on account of their own nature. PTFE – VICOTE PEEK Line coatings have been developed to improve the performance of mechanical components through the maximum reduction of friction coefficient, both static or dynamic, even in event of corrosive conditions. MOLYCOTE Line – dry lubrification. Some of the main benefits of those coatings are: we can treat metals and alloys subject to thermal deformation or components with tight dimensional tolerances, no stick-slip, corrosion protection, heat and friction noise reduction, excellent resistance to temperatures between -195°C a +290°C. PFA – ETFE Line combines higher mechanical strength with exceptional chemical inertia. Micro Shot Peening Line with micro glass and ceramic balls on stainless steel and aluminum eliminates causes of corrosion, ensuring aesthetic improvement, improved mechanical characteristics, as well as sanitized surfaces.

........................................................................................................................................................................................

56

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


Tomace Srl, professionisti nei rivestimenti e finiture superficiale sui metalli Tomace Srl, leader in metal surface treatment and finishing

Trattamenti antiaderenti performanti per il settore alimentare certificati EU e FDA Non-stick tailored coatings that meet FDA and EU certifications for the food sector

AL SERVIZIO DEI VOSTRI METALLI AT YOUR METALS’ SERVICE Tomace SRL - metal surface treatments & finishing www.trattamentisuperficialimetalli.it Via B. Buozzi, 47 - 40057 Granarolo dell’Emilia (BO) Tel. +39 051 765482 Cell. +39 335 6910013 E-mail: info@tomacesrl.it


Machinery & Development

BIONICA®, simply the future HTS enologia presenta BIONICA®, strumentazione che permette di gestire, in modo automatico, l’andamento fermentativo, sia nelle fermentazioni primarie che nelle rifermentazioni e spumantizzazioni

H

TS enologia presenta BIONICA®, strumentazione che permette di gestire, in modo automatico, l’andamento fermentativo, sia nelle fermentazioni primarie che nelle rifermentazioni e spumantizzazioni. BIONICA® monitorando costantemente la produzione di CO2, raccoglie ed elabora le informazioni relative alla fermentazione, garantendo l’ottimale apporto nutrizionale al lievito, quando necessario e nella quantità ideale per il supporto delle sue funzioni.

BIONICA®, adatta ad ogni serbatoio o autoclave presente in cantina, consente al lievito di raggiungere le migliori performance in termini di efficienza e efficacia, per fermentazioni sostenibili e vini altamente qualitativi, intervenendo inoltre a risolvere eventuali problematiche che possono insorgere. Il tecnico potrà contestualmente ricevere da remoto dettagliati report sul processo fermentativo in corso, eventualmente modificando o riprogrammando l’impostazione delle attività che BIONICA® provvederà ad eseguire con precisione, nella massima sicurezza. BIONICA® è un insostituibile assistente, frutto della ricerca, di specifiche competenze e conoscenze di biotecnologi, enologi, ingegneri, di due aziende, HTS enologia e Parsec, caratterizzate da uno spirito fortemente innovativo e costantemente attente all’evolversi del mercato. BIONICA® SPARK è la versione specifica per il controllo, la gestione e il dosaggio di nutrienti e dell’ossigeno nelle rifermentazioni e spumantizzazioni in autoclave. BIONICA® SPARK oltre al monitoraggio delle rifermentazioni e delle spumantizzazioni, consente la registrazione e il controllo automatico di tutto il processo

fermentativo, con la possibilità di stabilire e controllare la temperatura dell’autoclave, il dosaggio dell’ossigeno, il dosaggio dei nutrienti, la gestione dell’agitatore e della sovrappressione in autoclave o eventuale ottimizzazione della pressione in pre-imbottigliamento. BIONICA® SPARK consente di quantificare automaticamente e gestire facilmente la quantità di zuccheri da trasformare a serbatoio aperto, controllando il consumo degli stessi. Inoltre può monitorare e gestire la velocità di fermentazione regolando mBar/h di CO2, consentendo di scegliere la durata della fermentazione e verificare lo stato di salute dei lieviti. BIONICA® SPARK consente di intervenire con modifiche o correzioni dei singoli parametri; tutte le funzioni di processo sono infatti interrelate ma, a scelta, programmabili singolarmente ogni volta che si desidera, anche da remoto.

BIONICA®, simply the future HTS enologia introduces BIONICA®, the innovative equipment that enables to monitor automatically the fermentation performance, both in alcoholic and second fermentation

H

TS enologia introduces BIONICA®, the innovative equipment that enables to monitor automatically the fermentation performance, both in alcoholic and second fermentations. BIONICA®, monitoring constantly the CO2 production, collects and analyses the information concerning the fermentation process, ensuring the optimal nutrients supply to the yeast in the quantity and time necessary to perform a correct, complete and regular alcoholic fermentation.

BIONICA® fits any tank or autoclave in the cellars. It allows the yeast to reach its best performance in terms of efficiency and effectiveness, for sustainable fermentations and high-quality wines. Moreover, it intervenes to solve any problem that may arise. The technician can, at any time, receive detailed reports from the remote device concerning the ongoing fermentation process; he can eventually modify or reprogram the setting of the activities that BIONICA® will perform with precision and safety. BIONICA® is an irreplaceable assistant, which is the result of the research, specific know-how and expertise of the biotechnologists, oenologists, engineers of two companies, HTS enologia and Parsec, characterized by a strong innovative spirit focused on the market evolution. BIONICA® SPARK is the specific version for the control, the management and the dosing of the yeast nutrients and oxygen in second fermentation and sparkling production process in autoclave.

BIONICA® SPARK, besides monitoring the second fermentations and sparkling production process, it enables to record and control automatically the whole fermentation process. It allows also to set and control the autoclave temperature, the oxygen and yeast nutrients dosing, the stirrer and the overpressure management in autoclave or eventually to optimize the pressure in the pre-bottling. BIONICA® SPARK allows to estimate automatically and monitor easily the quantity of sugar to be converted in open tank, monitoring at the same time its consumption. Moreover, it can monitor and manage the fermentation speed, adjusting the mBar/h of CO2, allowing to choose the fermentation duration and to check yeasts health. BIONICA® SPARK allows to intervene with modifications and adjustments of the single parameters; all the process functions are in fact interrelated but, optionally, they can be programmed individually every time it is required, also through remote device.

........................................................................................................................................................................................

58

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


Machinery & Development

Risparmio energetico e massimizzazione della produzione Tutti i sistemi WS sono interamente concepiti e progettati per rispondere alle richieste in termini di proprietà microbiologiche, fisico-chimiche e organolettiche

W

S, nata nel 2005, si propone come fornitore di impianti di processo per l’industria del beverage. Negli anni WS si è costruita un’ottima reputazione nel campo della produzione industriale delle bevande, ottenendo cooperazioni con i maggiori attori del settore, quali Coca Cola, Pepsi Cola, Nestlé Waters e OranginaSchweppes, e con investitori privati per l’installazione di nuovi impianti produttivi, spesso green field, nei Paesi emergenti. WS ha adottato i più recenti standard in termini di qualità del prodotto, risparmio energetico e massimizzazione della produzione, rispettando al contempo le più stringenti normative su igiene e sicurezza. Tutti i sistemi proposti sono interamente concepiti e progettati per rispondere alle richieste in termini di proprietà microbiologiche, fisico-chimiche, e organolettiche; l’intero processo produttivo e lo

sviluppo software sono gestiti internamente, e anche installazione e commissioning sono effettuati mediante risorse WS. I prodotti proposti da WS per l’industria del beverage sono: - impianti di purificazione acqua (filtrazione meccanica, microfiltrazione, osmosi inversa, disinfezione, sterilizzazione, stoccaggio, ecc.) progettati conformemente alle esigenze del cliente ed alle analisi dell’acqua da trattare;

- sistemi di dissoluzione zucchero (a singolo batch, doppio batch e in continuo fino a 35.000 l/h); - sale sciroppi semiautomatiche e automatiche; - sistemi premix; - pastorizzatori flash; - generatori di ozono; - sistemi di carbonatazione (acqua, vino, birra, bibite); - impianti di miscelazione in linea per sciroppo e altri ingredienti; - sistemi di microfiltrazione sanificabili a vapore (succhi di frutta, birra, vino, ecc.); - impianti di mineralizzazione; - sistemi di preparazione soluzioni non-chimiche di risciacquo e disinfezione bottiglie (generatori di ozono) e preparatori di soluzioni chimiche (acido peracetico, perossido di idrogeno, cloro, ecc.); - sistemi di preparazione acqua sterile; - sistemi CIP manuali ed automatici. Grazie all’esperienza acquisita, oggi WS è ampiamente presente a livello mondiale anche con soluzioni chiavi in mano che includono sistemi ausiliari (sistemi di raffreddamento, caldaie, ecc.). La filosofia aziendale è quella di realizzare sistemi affidabili e di alta qualità, equipaggiati con componentistica top brand: Alfa Laval, Endress+Hauser, Pall, Anton Paar, Siemens, Festo, Spirax Sarco sono le marche che il cliente troverà abitualmente sugli impianti WS. La scelta di fornire solo soluzioni all’avanguardia ha portato WS ad essere insignita del titolo di integratore ufficiale di Alfa Alval.

........................................................................................................................................................................................

60

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


Machinery & Development

Tra le numerose referenze, rilevante è la fornitura di due pastorizzatori per riempimento asettico ad Orangina-Schweppes in Francia; inoltre è significativo l’inserimento di WS nella lista ufficiale dei fornitori autorizzati di Nestlé Waters per i sistemi di purificazione dell’acqua. Tra le ultime forniture (2016) in ordine temporale, WS può vantare un impianto di processo completo per la produzione di soft drinks a Las Vegas (USA): dal trattamento dell’acqua al pastorizzatore del prodotto finito per hot fill, passando per la preparazione dello sciroppo, come anche il sistema CIP. WS considera il Servizio Clienti uno dei punti fondamentali per il raggiungimento del successo: l’intero business, il marketing, le vendite e I profitti, tutto è basato sulla soddisfazione del cliente e dunque il personale addetto al Servizio post-vendita è costantemente aggiornato al fine di trovare la miglior soluzione nel minor tempo possibile per supportare il business del cliente. Sistema PREMIX “BLENDSYSTEM M” La crescente fiducia dimostrata dal mercato nei confronti degli impianti di WS, ha consentito un significativo sviluppo della tecnologia di blending per la produzione di CSD sino a raggiungere un alto grado di specializzazione nella realizzazione di sistemi premix a controllo massico, chiamati BLENDSYSTEM M. Il BLENDSYSTEM M è una unità per la preparazione di bevande, completamente preassemblata su telaio per la massima semplicità di trasporto e installazione. È concepita principalmente per la produzione di soft drinks addizionati di anidride carbonica (CSD), ma anche di acqua gasata (CMW) e acqua piatta (addizionata di azoto per incrementare la resistenza meccanica della bottiglia). La quantità richiesta di ingredienti viene misurata accuratamente e dosata in

un processo continuo controllato elettronicamente. L’apparecchiatura, realizzata per garantire i più elevati standard qualitativi e una produzione qualitativamente costante anche in condizioni di cambio formato piuttosto impegnative, è completamente preassemblata su telaio in acciaio inox a sezione circolare per la massima pulibilità e si compone generalmente dei seguenti sottosistemi: - deaerazione acqua in ingresso (o di azoto in caso di produzione di acqua piatta): la rimozione dei gas incondensabili viene effettuata mediante pompa da vuoto, che garantisce un livello di ossigeno disciolto a valori inferiori a 1 ppm (e inferiori a 0,5 ppm in caso di deaerazione a doppio stadio); - dosaggio di anidride carbonica: l’iniezione di anidride carbonica viene effettuata mediante una valvola modulante e un trasmettitore di portata massico in maniera proporzionale alla quantità di acqua trasferita dal serbatoio di deaerazione; la portata d’acqua viene misurata mediante un trasmettitore di portata magnetico; uno speciale sistema di iniezione e miscelazione del gas, specificamente sviluppato da WS, consente una intima miscelazione con l’acqua da trattare e, conseguentemente, un ottimale perlage del prodotto; il tasso di anidride carbonica disciolta viene quindi mantenuto nel tank di ricevimento prodotto grazie al software di supervisione che tiene sotto controllo eventuali fluttuazioni nella temperatura di alimentazione dell’acqua o di stoccaggio del prodotto stesso; la concentrazione dell’anidride carbonica effettivamente disciolta nel prodotto viene verificato mediante una unità carbometrica installata sulla linea di alimentazione della riempitrice; - dosaggio e miscelazione dello sciroppo: l’iniezione dello sciroppo, alimentato inizialmente a un piccolo serbatoio di stoccaggio con atmosfera modificata e

arricchita di anidride carbonica per evitare qualsiasi fenomeno ossidativo, avviene mediante una valvola modulante sanitaria e un misuratore di portata massico in maniera proporzionale alla quantità di acqua trasferita dal serbatoio di deaerazione; il flussimetro massico consente inoltre di verificare in continuo l’effettiva densità dello sciroppo in arrivo all’impianto, permettendo di compensare istantaneamente il dosaggio e stabilizzare quindi, entro i limiti, la concentrazione zuccherina del prodotto finito; analogamente, in caso di produzione di prodotti diet, uno specifico rifrattometro consente la gestione ottimale dell’iniezione di sciroppo anche in presenza di eventuali fluttuazioni nella concentrazione del prodotto in arrivo dalla sala sciroppi; un secondo rifrattometro, installato sulla linea di alimentazione della riempitrice, consente la verifica del prodotto in continuo e, se necessaria, la correzione dello stesso; analogamente la strumentazione consente di minimizzare gli sprechi di sciroppo e prodotto durante le fasi transitorie di avvio e arresto della produzione consentendo rapporti di dosaggio acqua-sciroppo fino a 1:1. Sono disponibili soluzioni personalizzate per il raffreddamento del prodotto, progettate su misura del cliente in funzione delle condizioni ambientali. Il software del premix massico BLENDSYSTEM M è concepito per garantire i più raffinati risultati in termini di dosaggio, restando di semplice gestione grazie all’interfaccia user friendly. Il programma consente la registrazione e la visualizzazione grafica dell’andamento dei principali parametri di produzione nonché il calcolo e la registrazione dei parametri statistici ca, cp e cpk. L’apparecchiatura è completa di bus di campo (MPI, Profibus o Ethernet) per l’integrazione completa alla linea di imbottigliamento e per la gestione delle fasi di produzione e CIP.

........................................................................................................................................................................................ INTERNATIONAL MAGAZINES

.it

Beverage Industry • Febbraio / February 2018

61


Machinery & Development

Energy saving and maximum plant output WS devices are entirely conceived and designed to guarantee the best requirements in terms of microbiological, physical-chemical and organoleptic properties

W

S is a company, founded in 2005, working as process equipment supplier for the beverage industry. During these years, WS has achieved a very good reputation in the beverage industry field, managing to cooperate with the major global players, such as Coca Cola, Pepsi Cola, Nestlé Waters and Orangina-Schweppes, and with private investors installing new production facilities, quite often green fields, in emerging Countries. WS has met new standards for product quality, energy saving and maximum plant output while complying with the strictest criteria for hygiene and safety. All the devices are entirely conceived and designed to guarantee the best requirements in terms of microbiological, physical-chemical and organoleptic properties; the entire production process and software development are managed internally, as well as installations and commissionings which are carried out with WS’s own resources. WS products for beverage industry are: - water purification plants (mechanical filtration, microfiltration, reverse osmosis, UV disinfection, sterilisation) designed according to the customer’s exigencies and the chemical analysis; - sugar dissolving systems (single batch, double batch and continuous up to 35.000 l/h); - semiautomatic and automatic syrup rooms; - premix units; - flash pasteurising units; - ozone generators; - carbonating equipment (water, wine, beer, soft drinks); - in line syrup blending systems and ingredients mixing systems; - steam sterilisable microfiltering systems (juices, beer, wine); - mineralising equipment; - equipment for preparation of non-chemical bottles rinsing and disinfecting solutions (such as ozone) and chemical solutions preparing devices (peracetic acid, hydrogen peroxide, chlorine, etc.); - equipment for the preparation of sterile water; - manual and automatic CIP systems. Thanks to its skill and process expertise, today WS is widely present worldwide even with turnkey

solutions including ancillary equipment (cooling equipment, boilers, etc.). WS’s philosophy is to manufacture high-quality and reliable equipment, equipped only with top brand components: Alfa Laval, Endress+Hauser, Pall, Anton Paar, Siemens, Festo, Spirax Sarco are the typical components WS’s customers will find on their plants. The choice of providing only state-of-the-art solutions has brought this company to be appointed as officially authorized integrator by Alfa Laval. Between main technical references, WS can list the supply of two fruit juice tubular flash pasteurizers for aseptic filling to Orangina-Schweppes in France; furthermore, it is also significant to point out that WS is included in Nestlé Waters’ authorized suppliers list for water purification systems: recently, an important contract for the supply of a top-technology water treatment plant in the far East has been finalized. Amongst last supplies (early 2016), WS also boasts a complete line for soft drinks production in Las Vegas – USA (Coca Cola co-packer): from water treatment to hot fill pasteurizer, through sugar syrup preparation and ingredients mixing, also including CIP equipment. WS consider Customer Service one of the greatest keys to success: entire business, marketing, sales and profits depend on customers’ satisfaction so the after sales team is constantly trained to perform the simplest solution in the shortest possible time to support the customer’s business. “BLENDSYSTEM M” PREMIX Unit The growing market’s confidence gained by process plants manufactured by WS, allowed a continuous development of blending technology for carbonated soft drinks (CSD) production to such an extent that WS reached a very high level of specialisation in manufacturing mass controlled blending systems, named BLENDSYSTEM M. The BLENDSYSTEM M is a piece of equipment for preparing beverages, completely preassembled on a skid for an easy and quick shipment and installation, conceived mostly for the production of carbonated soft drinks (CSD), but also carbonated mineral water (CMW) and still water (charged with nitrogen in order to increase the mechanical resistance of the bottle). The required quantity of ingredients (water, syrup, and CO2) is carefully measured and dosed in an electronically controlled continuous process. The whole system, realized to guarantee the highest qualitative standards and a qualitatively constant production, also running in conditions of considerable format change, is completely preassembled on stainless steel circular-section skid for an easy and efficacious cleaning. It usually includes the following subsystems: - inlet water deaeration: a vacuum pump removes incondensable gases; the pump is conceived to maintain the dissolved oxygen level below 1 ppm values;

- carbon dioxide dosing (or nitrogen in case of still mineral water production): a modulating valve and a mass flow rate transmitter inject carbon dioxide in quantity that is proportional to water quantity loaded to the deaeration tank; the water flow rate is measured by a magnetic flow rate transmitter. A special gas injecting and mixing system - specifically developed by WATER SYSTEMS - performs a careful mixing with the water to be treated and, hence, best results in terms of product perlage; the carbon dioxide concentration is maintained constant in the product receiving tank by a supervising software, which checks possible fluctuations in temperature of feeding water and in product buffer tank; the effective dissolved carbon dioxide concentration in the product is checked using a carbometric unit, installed on the filling machine feeding line; - syrup dosing and mixing: at first syrup is stored in a small buffer tank, whose atmosphere is modified and enriched with carbon dioxide, in order to avoid oxidation. Syrup injection is made by a sanitary design modulating valve and a mass flow rate transmitter in a quantity which is proportional to the water amount fed from the deaeration tank; furthermore, the use of a mass flow rate transmitter also allows to check constantly the effective density of the inlet syrup and therefore to compensate immediately for the dosing and to stabilize the sugar concentration in the end product within established bounds. Analogously, when producing diet beverages, a specific refractometer allows the constant check of syrup injection also in case of flow rate fluctuations from syrup room; a second refractometer, installed on the filler feeding line, allows the continuous product check and, if necessary, its adjustment. Similarly, the instruments minimize waste of both syrup and product during transitory phases of production, such as start and stop, thence allowing water-syrup dosing ratio up to 1:1. Furthermore, customized solutions for product cooling are also available, depending on the environmental conditions of the system installation. The supervising software loaded on the mass premix unit - BLENDSYSTEM M - is conceived to guarantee the best results in terms of dosing, offering at the same time an easy control by a friendly user interface; this software enables on one hand to set the main production parameters and visualize their state graphically and on the other hand to set the statistics parameters (ca, cp e cpk) connected to that kind of production. Using a more advanced version of this software, associated with specific instruments, it is also possible to control automatically saccharose inversion, so that the need of intervention by laboratory technicians is reduced. The equipment is equipped with field buses (MPI, Profibus or Ethernet) for a complete integration in the bottling line and the control of production, cleaning and sanitizing processes.

........................................................................................................................................................................................

62

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


Machinery & Development

VLS Technologies intervista il General Manager Domenico Sambataro Chiediamo a Domenico Sambataro, Direttore Generale di VLS Technologies, di darci il suo punto di vista sul supporto al cliente attraverso l’innovazione tecnologica di VLS, e qual è la sua vision sul mercato delle tecnologie per il trattamento dei liquidi che può far intravedere oggi quale sarà il focus nel futuro dell’azienda

C

i dai il tuo punto di vista sull’approccio che caratterizza VLS Technologies? VLS Technologies è un partner tecnologico affidabile in grado di garantire trasversalità nei diversi settori di applicazione, flessibilità, ampiezza di gamma e conoscenza di processo. Partendo dalle competenze multidisciplinari e dagli impianti presenti nella sede produttiva di San Zenone degli Ezzelini, nella Provincia di Treviso, e appoggiandosi a un network internazionale di agenti, rivenditori autorizzati e assistenza, VLS Technologies è in grado di offrire un servizio a 360 gradi nelle soluzioni tecnologiche per i processi di lavorazione dei liquidi. Dalla consulenza e progettazione attenta alle esigenze dei diversi settori serviti, fino al collaudo, all’assistenza

post-vendita e alla gestione dei ricambi. Qual è la differenza sostanziale tra voi e “gli altri”? Non siamo gli unici a poter vantare nella propria squadra un know-how di ottimo livello maturato nel corso di una pluriennale e vasta esperienza effettuata sul campo a livello globale, sia in ambito allo staff tecnico e gestionale sia tra le fila delle maestranze in officina. Non siamo nemmeno gli unici a porci come mission aziendale la qualità dei prodotti e di conseguenza la soddisfazione del cliente. Ma siamo, ritengo, tra i pochi nel nostro settore che coniugando le due cose possono dire, senza peccare di presunzione, di aver raggiunto determinati obiettivi che ci siamo preposti.

Operi in VLS da soltanto due anni. Come sei riuscito a coniugare il tuo approccio al management con i valori fondanti di VLS Technologies? Da oltre 35 anni lavoriamo, ogni giorno, per poter servire al meglio sia le grandi aziende che le piccole attività a conduzione familiare, e tutte le tipologie di clienti che stanno che stanno “nel mezzo”, senza dimenticare i valori che Giovanni Velo ha posto come base della nostra azienda oggi come nel 1980: nella nostra genesi “artigiana” risiedono infatti le nostre migliori caratteristiche, come la flessibilità, la cure per il dettaglio e la passione che mettiamo nello sviluppo dei progetti. In prospettiva, come vedi il futuro di VLS Technologies? Nei settori della birra, dell’enologia e del beverage in generale stanno emergendo sempre di più le piccole aziende produttrici di alta qualità. Vedo in VLS Technologies il loro partner naturale.

VLS Technologies interviews General Manager Mr. Domenico Sambataro We ask Domenico Sambataro, General Manager at VLS Technologies, to give us his views on “supporting the customer creating innovation” at VLS, and what is his vision on the liquid treatment market that can give us a glimpse today of where the company’s focus will be tomorrow

C

Domenico Sambataro, Direttore Generale di VLS Technologies VLS Technologies’ General Manager, Mr. Domenico Sambataro

an you give us your view on the approach that characterizes VLS Technologies? VLS Technologies is a reliable partner able to work across several various technological fields of application while offering flexibility, a full range of products, all matched with process knowledge and moneysaving consultancy. With the expertise and facilities of our production unit at San Zenone degli Ezzelini in the Province of Treviso, and thanks to a worldwide network, VLS Technologies is the right technology partner when it comes to liquids processing. Starting from the multidisciplinary expertise available on its production site, and relying on an international network of agents, authorized resellers and support, you can rely on our truly turn-key service. From consulting and careful design to the needs of the various sectors we serve, through to testing, aftersales support and spare-parts management. What is the main difference between you and “the others”? We are not the only ones to claim that our team has great know-how gained over many years, and extensive international experience with respect to both

technical and management staff and to the workers we employ. Nor are we the only ones to present ourselves as having a mission of product quality and customer satisfaction. But without wanting to sound presumptuous, I think we are one of the few in our industry who, by combining the two, have reached certain goals we set ourselves. How do you identify your approach to management with the values that stand at the very foundations of the company? VLS Technologies has been working for over 35 years to best serve both large clients as well as and family runproduction companies, along with all those in between, without forgetting the values which Giovanni Velo laid down as the foundations of our company in 1980, and which continue today. Our best characteristics indeed stem from our craft-based beginnings: flexibility, attention to detail and the passion that we put into developing projects with our clients. Looking ahead, how do you see the future of VLS Technologies? In the sectors of beer- and wine-making and of beverages in general, small-scale, high-quality production facilities are increasingly emerging. I see VLS Technologies as the natural partner of these companies.

........................................................................................................................................................................................

64

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


Hall 08.1 Stand C079


Science & Technology

Trasmettitori di pressione compensati matematicamente Con i trasmettitori di pressione delle Serie 33 X e Serie 35 X, Keller SpA ha ridefinito lo stato attuale della tecnica manometrica

C

elle di misurazione alloggiate in posizione flottante, elaborazione digitale generalizzata del segnale, compensata con precisione matematica, microprocessore altamente dinamico – tutto ciò produce precisioni di riferimento fino allo 0,05%FS della fascia di errore complessivo. L’elemento sensore piezoresistivo – alloggiato in posizione flottante – è esente da forze non definibili di tipo meccanico e termico che agiscono sull’attacco di raccordo della pressione. Il trasduttore A/D del processore di segnale funziona con una risoluzione a 16 bit e in pochi millisecondi trasforma i segnali provenienti dal sensore di pressione e dal sensore di temperatura integrato in valori di misurazione esatti e compensati. L’uscita analogica del trasmettitore è aggiornata almeno 400 volte al secondo – e questo con una precisione complessiva di 0,05% FS (incluso l’influsso della temperatura nel campo 10°C …40°C). Nel medesimo campo di temperatura è disponibile in opzione una esattezza pari a 0,01%FS rispetto ai valori di riferimento degli standards primari (precisione 0,025%). Nel campo di temperatura di -10°C…+80°C tipico del processo – dunque uno scarto di 90 K – i trasmettitori di pressione 33 X e 35 X forniscono i rispettivi valori digitali di misurazione con una fascia di errore complessivo pari allo 0,1%FS. L’uscita digitale consente tra l’altro di visualizzare i valori di misurazione della pressione direttamente su un laptop o su un PC, e rende anche possibile collegare serialmente in rete fino a 128 trasmettitori. A seconda del modello della spina ovvero del numero dei contatti disponibili, i trasmettitori presentano

un’uscita digitale (RS485) e in più un’uscita analogica di corrente o di tensione – ad esempio 0…10 V (a 3 conduttori); 4…20 mA (a 2 conduttori). I campi di misurazione compresi tra 0,8 bar…1000 bar, per misurazioni di pressione assoluta e di sovrapressione, sono disponibili in base alla configurazione di costruzione – attacco di raccordo filettato, membrana affacciata o pressione differenziale. Attraverso l’interfaccia digitale (RS485) si possono allargare i campi di misurazione base in maniera specifica per le applicazioni e si può spostare il valore zero. Sono disponibili gratuitamente due programmi PC per i trasmettitori di precisione della Serie 30 X. Con il PROG30 tra l’altro gli apparecchi sono parametrizzati sul posto e sono rilevati i singoli valori di misurazione. Il READ30 consente agli utenti di combinare insieme tutti i dispositivi di rilevazione dei valori misurati, unitamente alla visualizzazione del segnale sotto forma di grafico, per un massimo di sedici trasmettitori. Per quanto riguarda l’attacco di raccordo del processo, la Serie 33 X dispone normalmente di una filettatura esterna G1/4’’ o G1/2’’. Nella Serie 35 X si trova un trasmettitore con membrana affacciata, mentre nella versione 36 X W nel programma di fornitura si trova una sonda di livello in funzione di misuratore idrometrico. Gli utenti possono scegliere fra tre connettori elettrici a spina. È possibile sostituirli facilmente agendo sulle parti scomponibili. Qualora sia richiesta la classe di protezione IP68 (standard nella sonda di livello 36 X W), è disponibile anche una versione con collegamento a cavo.

Pressure transmitter with mathematical compensation Keller SpA has now redefined the state of the art in high-precision pressure measurement technology with its Series 33 X and 35 X pressure transmitters

A

floating measurement cell, totally digital signal processing, compensation with mathematical accuracy and a highly dynamic microprocessor – these assets produce reference accuracies of up to 0,05%FS error bandwidth. The floating piezoresistive sensor element is free of outside influence from mechanical and thermal forces at the pressure connection. The A/D converter in the signal processor operates with a resolution of 16 bits (0,002%FS), using the signals from the pressure sensor and the integrated temperature sensor to calculate accurate compensated measurement values in just a few milliseconds. The transmitter’s analogue output is updated at least 400 times per second, with overall accuracy of 0,05%FS (including temperature influence in the 10°C…40°C range). As an option, precision of 0,01%FS in the same temperature range is available, in relation to the reference values of primary standards (accuracy: 0,025%). In the typical process temperature range of -10°C…+80°C (an interval of 90 degrees Kelvin), our 33 X and 35 X pressure transmitters supply their digital measured values with a total error band of 0,1%FS. The digital output permits functions such as direct display of measured pressure values on a laptop or PC, and serial networking for up to 128 transmitters. Depending on the plug type and the number of contacts available, the transmitters provide a digital

output (RS485) as well as an analogue current or voltage output, e.g. 0…10 V (3-wire); 4…20 mA (2-wire). Measurement ranges between 0,8 bar and 1000 bar can be supplied for absolute, gauge, and differential pressures. High overpressure measurements, depending on the structural design. The pressure port can be a threaded connection 33 X, or a frontflush diaphragm 35 X. Thanks to the digital interface (RS485), the analog signal span and zero can be adjusted across the whole of basic measurement range, to suit specific applications. Two PC programs are available free of charge for Series 30 X precision transmitters: PROG30 is used to parameterise the instruments locally and to record individual measured values, etc. READ30 allows users to assemble entire setups for recording measured values, including a graphic signal display for up to sixteen transmitters. Series 33 X typically offers a pressure port of G1/4” male or G1/2” male thread as the process connection. Series 35 X adds a transmitter with a flush front diaphragm to the product range; 36 X W is the depth / water level transmitter version. Users can choose from three electrical plug connectors. These are easily changed over when the instruments are used in different environments. If protection class IP68 is required (standard for the 36 X W depth sensor), a version with a cable connection is also available.

........................................................................................................................................................................................

66

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


Machinery & Development

Fristam Powder Mixer: la soluzione ideale per il dry hopping I Powder Mixer Fristam vengono utilizzati dove vi è la necessità di disciogliere, omogeneizzare una polvere in un liquido, come ad esempio nell’industria delle bevande, lattiero-casearia e dolciaria

I

Powder Mixer Fristam vengono utilizzati in tutta l’industria alimentare dove vi è la necessità di disciogliere, omogeneizzare una polvere in un liquido, come ad esempio nell’industria delle bevande, lattiero-casearia e dolciaria. Combinando pompaggio e miscelazione in un unico sistema compatto, i Powder Mixer Fristam riescono a risolvere tutte le problematiche legate alla miscelazione di polveri e liquidi nell’industria alimentare, riducendo il tempo di miscelazione fino al 90%. Sistema Tabletop Tabletop system

Fristam hops dosing solutions Da oltre dieci anni Fristam ha trovato una soluzione ottimale per incorporare il luppolo nella birra finita. Attraverso un’iniezione costante di CO2, il sistema sviluppato da Fristam permette di arrivare a valori di Ossigeno disciolto ≤3 ppb. Il sistema di incorporazione del luppolo permette di effettuare il batch di lavorazione in un unico step senza dover arrestare e far ripartire il processo. Due soluzioni adatte a ogni esigenza L’esperienza ha portato Fristam a trovare una soluzione che riesce a soddisfare le necessità di ogni birrificio. Per questo ha sviluppato due diverse soluzioni: - un sistema Tabletop, composto da due pompe, dove i pellet di luppolo introdotto vengono miscelati/ sminuzzati aumentando la superficie di luppolo in contatto con la birra e di conseguenza aumentando l’aroma del 30%. Questo è un gran vantaggio se si ha la necessità di aumentare l’essenza di luppolo nella birra, senza aggiungere altro luppolo. O in quei casi in cui si desidera mantenere lo stesso livello di essenza, utilizzando una minor quantità di luppolo.

- un sistema Modulare, composto da una sola pompa, per tutti quei birrifici che cercano una soluzione ai problemi di ergonomia e sicurezza derivanti dall’aggiunta di luppolo. Moltissimi birrifici iniziano con una produzione minima e il mastro birraio può tranquillamente introdurre uno o due sacchetti di luppolo direttamente nel serbatoio. Man mano che la birreria aumenta la produzione i serbatoi diventano sempre più grandi e alti. Ciò richiede la costruzione di piattaforme o scale per poter introdurre il luppolo. Il sistema Tabletop di Fristam permette di introdurre il luppolo in maniera molto veloce, ergonomica ripetendo su scala industriale l’operazione fatta nei piccoli birrifici. I sistemi Fristam sono prodotti in differenti taglie e l’azienda offre anche la possibilità di eseguire test pilota.

Sistema modulare Modular system

Fristam Powder Mixer: the best choice for dry hopping The Powder Mixer Fristam are used where there is a need to dissolve, mix a powder into a liquid, such as in the dairy, confectionery and beverage industries

T

he Powder Mixer Fristam are used throughout the food industry where there is a need to dissolve, mix a powder into a liquid, such as: dairy, confectionery and beverage. Combining pumping and mixing in a single compact system, the Powder Mixer Fristam solve all the problems related to the mixing of powders and liquids in the food industry, by reducing the mixing time of down to 90%. Fristam hops dosing solutions Over the past decade, the Fristam hops dosing system has proved itself to be a reliable and secure method to incorporate hops into finished beer. A unique CO2 blanket above the induction point ensures that oxygen exposure is minimized. The Fristam system achieves rates of ≤3ppb dissolved oxygen (DO). The continuous feed system allows you to run a full batch without starting and stopping. Other dry-hopping systems shear the hops pellets, altering the beer’s flavour from its original recipe.

Fristam’s system allows whole hops pellet induction with no shear, maintaining the beer’s authentic flavour. To shear… Through the many hop addition applications Fristam has made, this question comes up every time. The answer typically lies with the individual brewer. What Fristam has found is that shearing the hops during addition by the Fristam Powder Mixer can impart as much as a 30% increase in the hop aroma. This is a great thing if you are looking to increase the hop essence in your beer without adding more hops. Or in some cases where you want to maintain the same level of essence, but potentially use less quantity. When we say “to shear”, we are really talking about is breaking up the hop pellets to expose more surface area to the beer. This allows the hops oils to mingle with the beer more efficiently. For brewers looking to increase their hop aroma and get every bit of flavour they can, they can utilize the hops dosing system with two pumps.

Not to shear… But many brewers are simply looking for a solution to the ergonomic and safety issues by adding hops to the top of a very tall tank. A lot of breweries start out small, where the brewer can climb a couple steps and dump one or two boxes of hops into a short tank. But as these breweries grow, the tanks become taller and taller. This requires the building of tall platforms, or brewers climbing ladders or even the use of a mechanical lift to get the hops to the top of the tank. Fristam has also found that all hops do not behave the same. While some hops release more aroma by shearing, others can leave an off taste or grassy flavour to the beer when sheared. For the latter varieties you would want to avoid breaking the pellets up. You simply want to get them into the tank so that the beer can soak on them. You would want to introduce the hops to your tank with as little shear as possible. For brewers who are looking to take advantage of the ergonomics of the Fristam Hops Dosing unit, but do not want to shear their hops or alter the flavour of the beer, utilize the Hops Dosing system with one pump. Powder Mixers are manufactured in different sizes. To verify the efficiency, Fristam offers the possibility to perform pilot test.

........................................................................................................................................................................................

68

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


Visit us at Pad. 5 - Stand 165


About Fairs

A Beer Attraction il meglio della produzione birraria italiana e internazionale Un business che vale circa 6 miliardi di euro per gli esercenti del settore Ho.Re.Ca. che, attraverso i propri canali, commercializza quasi otto milioni (7,8) di ettolitri di birra annui

U

n business che vale circa 6 miliardi di euro per gli esercenti del settore Ho.Re.Ca. che, attraverso i propri canali (hotel, ristoranti, bar, caffè), commercializza quasi otto milioni (7,8) di ettolitri di birra annui (dati 2015). Un settore in salute, quello della produzione birraria, stando ai dati del recente studio sui consumi fuori casa condotto da Althesys per conto dell’Osservatorio Birra. È in questa cornice, che torna agli inizi del nuovo anno Beer Attraction, l’evento internazionale organizzato da IEG (Italian Exhibition Group) dedicato all’industria delle specialità birrarie, alle birre artigianali e speciali e al food per il canale Horeca, che si svolgerà dal 17 al 20 febbraio 2018 alla Fiera di Rimini, con la sezione Food Attraction (in collaborazione con la Federazione Italiana Cuochi) e la fiera BBTech expo che svilupperà contenuti propri, grazie a partner

importanti come il Cerb - Centro di Eccellenza per la Ricerca sulla Birra dell’Università di Perugia, al Dipartimento di Scienze e Tecnologie Alimentari dell’Università di Udine, DIEFFE e Unionbirrai. Ricco il parterre delle new entry, con marchi celebri come Guinness, Krombacher, Raderberger, Hausbrand con il marchio Theresianer, mentre si confermano le presenze di Ceres, Forst, Peroni, Amarcord, Eggenberger. A testimonianza di una edizione che si preannuncia ricca di espositori e di eventi cresce anche il numero e l’importanza dei distributori, da Interbrau che conferma e amplia la propria presenza ad importanti novità come quelle rappresentate da Cuzziol e San Geminiano. Si rafforza ulteriormente anche il settore Food, con gli ingressi di realtà leader come Grandi Molini Italiani Spa, Olitalia e il ritorno di Italmill Food, tre realtà che dominano nel settore pizza, un settore che anche quest’anno troverà ampia eco nell’ambito di Food Attraction nella Pizza Arena, dove torna la competizione per il titolo di Campione della Pizza: 30 pizzaioli si daranno battaglia a colpi di farina, mozzarella e pomodoro. L’unione fa la forza e a Food Attraction a dare forma concreta al concetto saranno le aziende Lantmannen Unibake, leader nella produzione di pane per hamburger gourmet, Baldi Carni, azienda marchigiana inventrice dell’Angusburger e Unilever Food Solutions

con il marchio Hellmann’s che condivideranno un’area all’interno della quale per l’intera durata dell’evento fieristico proporranno quotidianamente show cooking ed eventi che avranno il loro culmine nella giornata del 19 febbraio con la prima edizione della prima Burger Battle italiana. Con Beer Attraction IEG torna anche ad ospitare il premio Birra dell’Anno, promosso da Unionbirrai, giunto alla 13a edizione (la quinta a Rimini). Un riconoscimento, assegnato da una qualificata giuria internazionale, composta da 84 esperti degustatori provenienti da tutto il mondo, che premia le migliori birre artigianali italiane. La premiazione è prevista nella zona denominata Beer Arena sabato 17 febbraio 2018 alle 14. Proseguendo lungo un percorso che punta a suggerire e favorire l’abbinamento birra e food made in Italy, Food Attraction Lab organizzato da IEG con la collaborazione di Cast Alimenti e Unionbirrai punterà invece a costruire un ponte tra birra e food, mostrando agli imprenditori della ristorazione come fare dell’abbinamento tra il food di qualità e le birre artigianali un elemento di business. Beer Attraction è anche occasione di formazione per chiunque voglia approfondire le proprie competenze e conoscenze. In collaborazione con Unionbirrai, ogni giorno in programma momenti di formazione suddivisi in Corsi di degustazione e numerosi corsi di spillatura. www.beerattraction.it

........................................................................................................................................................................................

70

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


About Fairs

B

usiness worth about 6 billion euro for the Ho.Re.Ca. sector that, through its channels (hotels, restaurants, bars, and cafés, selling nearly eight billion (7,8) hectoliters beer a year (2015). The beer sector is significantly thriving, according to a recent study carried out by Althesys for Osservatorio Birra. This is the framework for Bear Attraction, international event taking place this year from 17 to 20 February and organized by IEG – Italian Exhibition Group and dedicated to specialty, artisan and special beer, and food service as regards the Ho.Re.Ca. area, with the Food Attraction section (in cooperation with Federazione Italiana Cuochi) and BBTech Expo developing its main core also thanks to important partners such as Cerb – Italian Brewing Research Centre of University of Perugia, Department of Science and Food Technologies of University of Udine, DIEFFE and Unionbirrai. A wealth of new brands will be attending the event, such as Guinness, Krombacher, Raderberger, Hausbrand with Theresianer, as well Ceres, Forst, Peroni, Amarcord, and Eggenberger that participated also in previous editions. To evidence a rich list of exhibitors and event programme, there is a growing number of important distributors, like Interbrau that confirms and extends with great news such as Cuzziol and San Geminiano. The Food sector has been further developed with new names such as Grandi Molini Italian Spa, Olitalia and Italmill Food, three highly renowned names of

the pizza sector, which is having great importance in Food Attraction’s Pizza Arena, competition for 30 pizzaioli who will compete to be the Pizza Champion. At Food Attraction companies such as Lantmannen Unibake, leader in gourmet hamburger bread, Baldi Carni, inventor of Angusburger, and Unilever Food Solutions with Hellmann’s, will concretize the famous saying “united we stand”: they will share a common exhibition area and propose daily show cooking events, which will top with the first Italian Burger Battle on 19 February. Beer Attraction will also house the 13th edition of Birra dell’Anno award (Beer of the Year), promoted by Unionbirrai. This award will be given by an international jury consisting of 84 expert tasters coming from the world over, who will decide on the best Italian craft beers. Award-giving ceremony – called Beer Arena – will take place on 17 February 2018, at 2 p.m. Following its course that wants to suggest and favour beer-Italian food match, Food Attraction Lab, organized by IEG jointly with Cast Alimenti and Unionbirrai, will aim at building a bridge between beer and food, showing to catering entrepreneurs that combining quality food and craft beer is addedvalue element to their business. Beer Attraction will also be a moment of training for anyone wanting to extend its knowledge and experience. In fact, beer tasting and tapping training courses will be held on a daily basis, in cooperation with Unionbirrai. www.beerattraction.it

The best Italian and international beer at Beer Attraction Business worth about 6 billion euro for the Ho.Re.Ca. sector that, through its channels, sales about eight million (7,8) hectoliters of beer a year

........................................................................................................................................................................................ INTERNATIONAL MAGAZINES

.it

Beverage Industry • Febbraio / February 2018

71


Pad A5 Stand 010


Machinery & Development

Nuove confezionatrici compatte CSK SMI presenterà alla fiera Anuga FoodTec soluzioni per Industria 4.0, supporto in termini di soluzioni innovative per affrontare le sfide di mercato

D

alle tecnologie di processo a quelle d’imballaggio e confezionamento, dagli ingredienti alla sicurezza degli alimenti e alla gestione della qualità fino alla logistica e alla movimentazione. Anuga FoodTec, che si terrà a Colonia – Germania, dal 20 al 23 marzo 2018, è tutto questo e molto di più. SMI, in qualità di fornitore di imprese che operano nel settore alimentare, sarà presente a questo importante appuntamento per presentare gli ultimi sviluppi nel settore dell’imballaggio, che sono il frutto di investimenti continui in nuovi prodotti e tecnologie per offrire agli utilizzatori un adeguato supporto in termini di soluzioni innovative per affrontare le sfide di mercato. Le aziende che operano nel settore alimentare e delle bevande devono infatti disporre di una forte competitività aziendale ed adattare velocemente le loro linee di produzione alle nuove necessità del mercato. La risposta a tali esigenze sta nella scelta di macchine e impianti di imbottigliamento e confezionamento caratterizzati da tecnologia avanzata e flessibilità di gestione, come quelli della gamma di SMI: dispositivi compatti, ergonomici, eco-sostenibili studiati per la

“smart factory” e dotati di sistemi di automazione e controllo evoluti ispirati ai principi di Industry 4.0 e Internet of Things (IoT). Automazione avanzata, flessibilità e risparmio energetico Per automatizzare ed ottimizzare il processo di imballaggio secondario di fine linea SMI propone diverse soluzioni adatte a soddisfare ogni esigenza di confezionamento: dai fardelli in solo film, con supporto di falda o vassoio, alle scatole di cartone, ai multipack in fascette avvolgenti etc. In occasione della fiera di Anuga FoodTec, SMI esporrà la nuova fardellatrice compatta della serie CSK di macchine d’imballaggio tecnologicamente all’avanguardia che si contraddistinguono per automazione avanzata, flessibilità di utilizzo, risparmio energetico e rispetto per l’ambiente. La serie CSK di fardellatrici SMI comprende modelli in singola e doppia pista, dal design compatto ed ergonomico, che racchiudono il meglio della tecnologia del settore per il confezionamento in film termoretraibile alla massima velocità di 50+50 pacchi/ minuto (in funzione delle dimensioni del contenitore e del formato di pacco). Vantaggi principali: • La confezionatrice è dotata di un sistema motorizzato di guide oscillanti, che facilita il corretto incanalamento dei contenitori sfusi su un nastro trasportatore dotato di catene in materiale termoplastico a basso coefficiente d’attrito; • Il raggruppamento dei contenitori sfusi nel formato desiderato è realizzato in modo continuo tramite pioli e barre di separazione sincronizzati elettronicamente; • il magazzino cartoni è posto sotto il nastro di

ingresso, da dove le fustelle di cartone sono prelevate tramite uno sfogliatore a movimento alternato, posizionato all’inizio della salita cartoni, composto da un gruppo di ventose con sistema di aspirazione a vuoto; • la salita dei cartoni ha una forma curvilinea nel tratto iniziale e finale, per facilitare l’inserimento di un vassoio al di sotto del raggruppamento di prodotti in uscita dal separatore elettronico; • l’unità di taglio film ha un design compatto, dove la lama è gestita da un motore brushless a trasmissione diretta “direct-drive” che rende più precisa l’operazione di taglio e semplifica la manutenzione; • nuovi motori ICOS, dotati di servo-azionamento digitale (driver) integrato, in grado di semplificare il cablaggio della macchina e assicurare maggior efficienza energetica, minor rumorosità e ridotta usura dei componenti. Il Gruppo SMI è oggi uno dei maggiori costruttori di impianti di imbottigliamento e di confezionamento a livello mondiale dedicati a prodotti alimentari e bevande, prodotti per la pulizia domestica e l’igiene personale e prodotti chimici e farmaceutici, in grado di soddisfare esigenze di produzione fino a 33.600 bottiglie/ora. Con il lancio della tecnologia ERGON, SMI ha dato il via alla “new age of packaging” e alla “new age of bottling”, dimostrando ancora una volta la capacità di proporre al mercato soluzioni all’avanguardia per offrire linee complete di imbottigliamento e macchine d’imballaggio efficienti, flessibili, eco-compatibili, ergonomiche, semplici da gestire e da monitorare, sempre più ispirate ai concetti di Industry 4.0 e Internet of Things (IoT).

........................................................................................................................................................................................

76

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


Machinery & Development

New CSK compact packers At Anuga FoodTec, SMI will present solutions for Industry 4.0, a sound support for facing market challenges

F

rom process to packing and packaging technologies, from ingredients to food safety and quality management, up to logistics and handling. All this and much more is Anuga FoodTec, taking place in Cologne -Germany from 20 to 23 March 2018. SMI, as supplier for businesses operating in the food sector, will attend this important appointment in order to showcase the latest developments in the packaging sector, resulting from continuous investments in new products and technologies, so as to provide users a proper innovative support for facing the market challenges. Thus, the companies operating in the food and beverage sector have to show strong entrepreneurial competitiveness and quickly adapt their production lines to the new market requirements. The answer to these needs is related to the choice of machines and bottling and packaging plants featuring advanced technology and operational flexibility, such as the ones of the SMI range: compact, ergonomic, eco-friendly devices designed for the “smart factory” and equipped with innovative automation and control systems inspired by Industry 4.0 and Internet of Things principles. Advanced automation, flexibility and energy saving To automate and streamline the end-of-line secondary packaging process, SMI offers solutions for satisfying all packaging requirements: from packs in film-only, to cardboard pad or tray + film up to to cardboard cases and multipacks in overlapping cardboard sleeves... At the Anuga FoodTec exhibition, SMI will showcase the new compact shrink wrapper of the CSK series

including technologically advanced machines which stand out for their advanced automation, operational flexibility, energy saving and environmental safeguard. The CSK series of SMI shrink wrappers includes models with both single and double lane, with a compact and ergonomic design, making use of the best technology for shrink wrap packaging with the maximum output of 50+50 pack/minute (according to the container size and the package format). Main advantages: • The packer is equipped with a motorized oscillating guiding system which properly lines up the loose containers carried by a conveyor belt equipped with low-friction chains made of thermoplastic material; • the loose containers are clustered in the desired format through electronically synchronized combs

and dividing bars operating in continuous motion; • the cardboard blanks magazine is situated beneath the infeed conveyor, from which the cardboard blanks are taken by means of an alternate-motion picker, placed at the initial section of the cardboard climb, composed of a group of suction cups with vacuum aspiration; • the initial and the final section of the cardboard climb has a curved shape, so as to simplify the insertion of a tray underneath the products coming out of the electronic separator; • the film cut unity has a compact design, in which the blade is driven by a brushless motor with directdrive transmission, which makes the cut operation more precise and the maintenance easier; • the new ICOS motors, equipped with digital servodrives, simplify the machine wiring and ensure more energy efficiency, lower noise level and reduced wear of the components. The SMI Group is today one of the world’s largest producers of bottling plants and packaging machines devoted to the industry of food and beverage, household cleaning and personal hygiene products, chemical and pharmaceutical products, able to meet production requirements up to 33,600 bottles per hour. With the launch of the ERGON technology, SMI has founded “the new age of packaging” and “the new age of bottling”, once again bringing to the market new advanced solutions, so as to provide complete bottling lines and packaging machines characterized by efficiency, flexibility, eco-friendliness, ergonomics, simplicity of management and control and increasingly inspired by Industry 4.0 and Internet of Things (IoT) principles.

........................................................................................................................................................................................ INTERNATIONAL MAGAZINES

.it

Beverage Industry • Febbraio / February 2018

77


Machinery & Development

Libera di essere... TMG Impianti L’azienda ha già festeggiato i 40 anni di attività, una meta prestigiosa che sottolinea la marcata presenza, a livello mondiale, nel settore delle macchine per l’imballaggio di fine linea

F

ondata nel 1976, TMG Impianti ha saputo imporsi nei mercati mondiali attraverso la continua applicazione delle esperienze maturate sul campo, riuscendo così a sviluppare una qualificata conoscenza tecnologica, grazie ad innumerevoli installazioni di proprie linee in tutto il mondo. Il contatto diretto con i clienti permette una costante innovazione dei macchinari, risultanti, quindi, sempre più adatti alle molteplici esigenze in continua evoluzione. La linea di prodotti comprende formatori di cartoni, incartonatrici, chiudi cartoni, palettizzatori, depalettizzatori e robot. Queste macchine sono poi combinate assieme in modo da fornire complete soluzioni chiavi in mano di impianti di confezionamento nel fine linea. Oggigiorno TMG progetta e realizza, in una prospettiva annuale, circa 200 linee di incartonamento e di palettizzazione. In 40 anni di attività, TMG ha installato circa 7000 macchine in tutto il mondo, un traguardo importante che rispecchia l’elevata professionalità dell’azienda. TMG Impianti è specializzata nella movimentazione di bottiglie e contenitori, di vetro e di plastica (come PVC e PET), nei settori del food, beverage

(vino, succhi, birra, ecc.), chimico e dei prodotti di cura personale e di casa (shampoo, detergenti, detersivi, ecc.) e alcune applicazioni specifiche come gli olii alimentari. Un altro settore importante per TMG Impianti è quello dei sacchi e dei contenitori. 40 anni di “packaging solution” Nel 2016 TMG Impianti ha festeggiato i 40 anni di attività, una meta prestigiosa che sottolinea la marcata presenza dell’azienda, a livello mondiale, nel settore delle macchine per l’imballaggio di fine linea. Se l’esperienza nel settore è fortemente consolidata e sempre più in grado di soddisfare le esigenze dei clienti più prestigiosi a livello internazionale, un altro aspetto che risalta in primo piano in questo lungo cammino è sicuramente la passione e la dedizione al lavoro che esprimono le persone che rappresentano la struttura portante dell’azienda. Con lo sguardo sempre rivolto al futuro, TMG Impianti si sente “FREE TO BE”, come richiamato dallo slogan del marchio del 40esimo anniversario, ossia libera di essere tutto ciò che la storia fino ad oggi ha raccontato di lei, consapevole del fatto che ancora molte pagine devono essere scritte dalle persone che ne fanno parte.

Free to be… TMG Impianti The company has already celebrated its 40th anniversary, a goal that underlines its strong presence – at world level – in the end-of-line packaging machine sector

E

stablished in 1976, TMG has been able to stand out in global markets thanks to continuous research and professional experience that allowed it to gain a qualified technological knowhow, deriving from its installing countless end of line systems all over the world. Direct contact with customers is a chance of constant innovation of its packing machineries range, resulting progressively suitable for any need and different applications. The products range comprises carton erectors, carton packers, carton sealers, palletisers, depalletisers and robots. These machines are often combined as to supply complete turnkey solutions of automated end-of-line packing systems. Nowadays, TMG Impianti produces around 200 palletisers a year and has installed almost 7000 palletising systems all over the world in 40 years. TMG Impianti is specialized in handling bottles and containers, both glass and plastic (like PVC and PET) for the food sector, beverage (wine, juices, beer, etc.), chemical, home and care industry (shampoo, detergents, washing powders), and special applications such as mineral oil and edible oil. Another important industry where TMG Impianti is present is the“Big bags and sacks” is further important industry to TMG Impianti. More than 40 years of packaging solution 2016 was unforgettable to TMG Impianti thanks to the celebration of its 40th anniversary, a goal that has different meanings to the company.

Such relevant goal underlines the company’s strong presence – at world level – in the end-ofline packaging machine sector. If on the one hand, experience is highly cemented and able to meet the requirements of renowned international customers, on the other hand it is worth pointing out the great passion and the devotion of the people being the backbone of this recognized Italian company. With eyes always set on future challenges, TMG Impianti’s feeling is “FREE TO BE”, as reminded by the claim of the 40th anniversary: free to be anything history has ever told about it so far, conscious that many other pages are going to be written by TMG Impianti staff.

........................................................................................................................................................................................

78

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


Hall 8 Stand C030


Un percorso di crescita commerciale

A course of commercial growth

Bianchi Industrial e Luigi Bianchi sono i primi “Official Partner” di Festo in Italia

U

n connubio storico per quanto riguarda le soluzioni riguardanti l’automazione industriale, pneumatica ed elettrica, ha vissuto nei mesi scorsi una tappa fondamentale nel suo percorso di crescita. Bianchi Industrial e Luigi Bianchi, due società appartenenti alla galassia dell’omonimo gruppo attivo nel campo della distribuzione di prodotti industriali, hanno ottenuto il riconoscimento di Official Partner da Festo spa. Si tratta della prima volta in Italia, e tra le primissime al mondo, che Festo concede ad un gruppo esterno questo prestigioso titolo. “Siamo convinti che la forza indiscussa del brand Festo ci possa aiutare a crescere ulteriormente e ci possa veicolare anche nell’approccio a nuovi business come quello richiesto dalle soluzioni “Industry 4.0” – ha commentato Mario Molteni, vice direttore delle aziende italiane del Gruppo. Associare il nostro nome a quello di Festo significa rafforzare i principi di qualità, affidabilità, sviluppo costante, forza commerciale e straordinaria capacità di gestire i processi”. Secondo Cornigliani la carta vincente, anche in prospettiva futura, è rappresentata da quella che si potrebbe definire una perfetta simbiosi nell’approccio commerciale. “Le nostre sono aziende impostate dal punto di vista commerciale in modo simile, si va sul mercato con un approccio di tipo consulenziale, con il cliente al centro. Servizio, consulenza, garanzia e disponibilità per il cliente, sia a livello di persone che a livello di azienda, sono i cardini di un rapporto che è destinato a crescere ancora”. Il sodalizio prevede anche iniziative di co-branding, quali l’utilizzo di un logo specifico, la definizione di uno spazio dedicato sul sito web Festo, la partecipazione comune a fiere ed eventi per la promozione reciproca.

Bianchi Industrial and Luigi Bianchi are the first “Official Partner” of Festo in Italy

T

his historical combination of industrial automation, pneumatics and electric solutions, has recently experienced crucial steps of its growth process. Bianchi Industrial and Luigi Bianchi are two companies of the same group active in the industrial product distribution sector; they have been recently appointed as “Official Partner” of Festo SpA. That is the first time that Festo has given such prestigious appointment to an external group in Italy and the very first in the world. “We utterly believe that Festo’s unquestioned strength will help us grow further and approach new types of business, such as the one requested by “Industry 4.0” solutions” stated Mario Molteni – vice director of the Group’s Italian companies. “Associating our name with Festo means strengthening our policy of quality, reliability, constant development, commercial strength and extraordinary capacity of managing processes.” Cordigliani believes that the winning element, also in the future, will be a sort of perfect symbiosis in the commercial approach. “Our companies are quite similar from the commercial point of view, and we operate in the market with a kind of advisory approach, where customers are at the core. Service, advice, guarantee and availability, in terms of people and company, are the milestones of this partnership that is bound to grow further.” The partnership also includes co-branding, such as specific logo, dedicated space on Festo website, common participation in exhibitions and events as to promote both names.


Machinery & Development

Universal Robots a MECSPE 2018 L’azienda danese, leader nel settore della robotica industriale collaborativa, di nuovo protagonista alla manifestazione di Parma

U

niversal Robots Italia, dopo il successo dell’edizione 2017, torna ad esporre a Mecspe, fiera di riferimento per il manifatturiero e l’automazione industriale, che si terrà dal 22 al 24 marzo prossimi presso i padiglioni espositivi di Parma. Durante la manifestazione l’azienda avrà modo di presentare, in collaborazione con i propri distributori ufficiali, una serie di applicazioni in grado di ripensare, rendere efficiente, produttiva e di successo la produzione industriale in particolare delle piccole e medie imprese. Proprio le PMI, infatti, sono la categoria di impresa che finora ha goduto meno dei vantaggi offerti dalla robotica sia per una questione di accessibilità a livello economico (acquisto delle soluzioni, installazione, formazione, ingombro del layout produttivo) sia per la sostanziale “rigidità” delle soluzioni di robotica tradizionale in termini applicativi e di ingombro dei layout degli impianti di produzione.

Le soluzioni basate sui cobot Universal Robots – da “toccare con mano” allo stand ufficiale (Pad. 5 – L53), presso gli stand di aziende partner e nell’area “Fabbrica Digitale” – dimostreranno invece l’esistenza di una robotica facile da installare e programmare anche da operatori con poca o alcuna esperienza. Metteranno in evidenza come robot dal peso contenuto garantiscano un’elevata flessibilità applicativa e operativa, proprio perché facili da spostare e da montare in ogni posizione. Chiariranno come sia possibile operare senza barriere protettive e quindi essere privi di vincoli in termini di ingombro di layout. Le caratteristiche della gamma Universal Robots cobot UR – UR3, UR5 e UR10, soluzioni standard che condividono la medesima tecnologia all’avanguardia, incluse 15 funzioni di sicurezza certificate TÜV, e differiscono per portata al polso e sbraccio – segnano dunque un reale evoluzione nell’ambito della robotica industriale e si presentano come una risposta collaborativa a 360 gradi per le esigenze delle PMI che si trovano a fronteggiare un mercato che richiede grande personalizzazione, cambiamenti repentini alla produzione e, sempre più spesso, la realizzazione di prodotti che testimonino “un tocco umano”. Mecspe 2018 sarà anche l’occasione per dare risalto all’intero “ecosistema” Universal Robots. L’azienda, infatti, ha costruito un’offerta completa attorno ai propri modelli di cobot. Accanto alle macchine trova spazio la piattaforma online Universal Robots+, un vero e proprio “store” all’interno del quale selezionare

end-effectors, software, utensili - e molto altro interamente “plug&play” verso i cobot UR e pertanto in grado di aumentare il tasso di collaborazione e integrazione delle soluzioni. A UR+ si affianca Universal Robots Academy, la piattaforma digitale di e-learning gratuito attraverso la quale, con una semplice registrazione, imparare ad utilizzare i cobot UR con 9 moduli formativi che spaziano dalla programmazione base ad una serie di applicazioni più evolute e complesse. Universal Robots è il risultato di numerosi anni di intensa ricerca e sviluppo presso il cluster di successo della robotica danese, sito ad Odense. L’azienda è stata fondata nel 2005 dall’attuale CTO, Esben Østergaard, che voleva rendere il mondo della robotica industriale accessibile a tutti tramite robot compatti e versatili, user-friendly, venduti ad un prezzo ragionevole, collaborativi e sicuri per automatizzare quasi ogni processo industriale. Dal momento del lancio del primo robot UR nel dicembre 2008, l’azienda è cresciuta considerevolmente grazie ai propri robot collaborativi user-friendly, vendendoli, ad oggi, in oltre 50 Paesi nel mondo. L’azienda, parte del gruppo americano Teradyne Inc. con sede a Boston, ha quartier generale a Odense e filiali presenti in Italia, USA, Germania, Francia, Spagna, Repubblica Ceca, Cina, India, Singapore, Giappone, Corea del Sud e Taiwan. Nel 2016 Universal Robots ha registrato un fatturato di 99 milioni di dollari.

........................................................................................................................................................................................

82

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


Machinery & Development

Universal Robots at MECSPE 2018 The Danish company, leader in the sector of industrial collaborative robots, is again one of the main players of Mecspe, in Parma

F

ollowing the success achieved in the previous edition in 2017, Universal Robots Italia will participate again in Mecspe, leading trade fair for the manufacturing and industrial automation industry, taking place from 22 to 24 March, in Parma. On this occasion, the company will introduce – jointly with its official dealers, a series of applications that can re-design, make industrial production, of SMEs in particular, more efficient, more productive, and more successful. SMEs have been the ones that have enjoyed the least the advantages offered by robotic automation, partly due to economic matters (purchase of solutions, setup, training, and production footprint) and to basically inflexible traditional robotic solutions in terms of application and footprint of the production plants.

Solutions based on Universal Robots cobots – exhibited at Mecspe, in the company’s official stand in hall 5 – stand L53, at partner companies’ stands and in the “Fabbrica Digitale” area – will evidence a kind of robotics that is easy to install and programme also by unexperienced staff. The company will highlight that lightweight robots can grant high-flexibility application and operation, on account of their being easy to move and set-up in a different place. The company will also explain how it is possible to work with no protective barrier and free from any footprint restriction. The characteristics of Universal Robots cobot UR – UR, UR5 and UR10 – standard solutions featuring the same state-of-the-art technology, including 15

TÜV certified safety functions, and differing from wrist and extension range – mark a real evolution in industrial robotics and stand out as an all-round collaborative answer to the requirements of the SMEs in a market that demands high personalization, fast production change, and products that ensure a soft of “human touch”. Mecspe 2018 will also be the moment to focus on Universal Robots’ entire “ecosystem”; in fact, the company has developed a complete offer around its cobot models. In addition to the machines, we can also find Universal Robots+ online platform, a real store where to select end-effectors, software, tools and much more – entirely “plug&play” toward UR cobots and therefore able to increase the level of collaboration and solution integration. In addition to this, Universal Robots Academy is worth of special mention; the digital platform of free e-learning through which by simply registering, it is possible to learn how to use UR cobots through 9 training modules ranging from basic programming to advanced and complex applications. Universal Robots is the result of extensive R&D at Danish robotics cluster in Odense. The company was founded in 2005 by CTO, Esben Østergaard who wanted to make industrial robotics more easily accessible to anyone by means of compact and versatile, user-friendly, costeffective, collaborative and safe robots. Since the launch of the first UR robot in December 2008, the company has grown significantly thanks to its user-friendly collaborative robots, which are sold today in more than 50 countries worldwide. The company – part of the American group Teradyne Inc. seated in Boston – is headquartered in Odense and accounts for branches in Italy, the USA, Germany, France, Spain, Czech Republic, China, India, Singapore, Japan, South Korea, and Taiwan. In 2016, Universal Robots recorded turnover of 99 million dollar.

........................................................................................................................................................................................ INTERNATIONAL MAGAZINES

.it

Beverage Industry • Febbraio / February 2018

83


Machinery & Development

La tecnologia più innovativa I componenti dei sistemi Fillpack sono scelti tra le migliori marche per garantire affidabilità e sicurezza; software programmabili gestiscono la movimentazione dei prodotti nelle varie fasi di trasporto

N

ella zona di Canelli, famosa nel mondo per i suoi prestigiosi vigneti, per lo Spumante e per la produzione di macchine enologiche di alta qualità, la ditta Fillpack è riconosciuta come un importante costruttore di impianti e sistemi di trasporto. Nata negli anni ’80 come piccola officina, la Fillpack è cresciuta fino a diventare un’importante realtà con interessi sia sul mercato nazionale sia su quello internazionale. Fillpack offre ai propri clienti molteplici soluzioni di trasporto in settori quali il beverage, il settore meccanico e chimico, l’industria alimentare, il packaging, per la movimentazione di prodotti confezionati oppure sfusi. Fillpack dispone di tecnici qualificati in grado di valutare i problemi legati al trasporto dei prodotti e offrire la soluzione più adeguata, facendo si che il risultato finale soddisfi le esigenze del cliente sia dal punto di vista dell’uso sia da quello della qualità. La qualità è infatti parte integrante della cultura dell’azienda e gioca un ruolo fondamentale nei

FULL DEPAL

processi di produzione, nell’assistenza tecnica, nello sviluppo dei prodotti, nelle politiche di acquisto dei componenti e nelle strategie di marketing. Attraverso uno sviluppo continuo dei processi interni di produzione e grazie alla spinta verso l’innovazione Fillpack è in grado di offrire ai clienti prodotti sempre competitivi. I sistemi di trasporto Fillpack sono costruiti con la tecnologia più innovativa. I componenti sono scelti tra le migliori marche per garantire affidabilità e sicurezza; software programmabili gestiscono la movimentazione dei prodotti nelle varie fasi di trasporto. Dal contatto preliminare con il cliente fino alla realizzazione della commessa uno staff esperto è in grado di soddisfare le necessità sia delle piccole aziende

sia dei grandi gruppi industriali assicurando sempre alti standard di qualità nella progettazione, nella fornitura e nell’installazione. Fillpack produce impianti e sistemi di trasporto per contenitori quali bottiglie, lattine, casse, fardelli, casse in legno, cartoni e pallet. Tutti gli impianti vengono interamente costruiti, assemblati e testati internamente. Oltre agli impianti di trasporto Fillpack costruisce i nuovi sistemi di depalettizzazione MICRO DEPAL e FULL DEPAL idonei a soddisfare le esigenze di depalettizzazione di inizio linea per le piccole/medie imprese. Per maggiori informazioni, visitate il nuovo sito web di Fillpack, www.fillpack.it

The latest technology Fillpack plants’ components are chosen among the best brands to assure reliability and confidence; programmable software for the logic management can control the conveyance of items in the different working phases

I

n the land of Canelli, famous all over the world for its first-class vineyards, for Spumante and for the production of high-quality wine machinery, the company Fillpack is known as a reputed manufacturer of conveying plants and systems. Originally established back in the 80s as a little workshop, Fillpack has since grown into an important company with interests in national as well as international markets. Fillpack offers customers various conveying solutions in many applications: beverage industry, mechanical and chemical divisions, food industry, packaging industry, for the handling of packed and unpacked products. The company provides skilled technicians who can evaluate any kind of problem concerning conveyance and submit the best solution, in order to ensure the final product meets all aspects of the customer’s specification in term of usage and quality. Quality is in fact an integral part of Fillpack culture and plays central role in production processes,

customer service, product development, purchasing policies and marketing strategies. By continually improving its internal processes and encouraging innovation, Fillpack is able to offer its customers competitive products. Fillpack systems are built using the latest technology. Components are chosen among the best brands to assure reliability and confidence; programmable software for the logic management can control the conveyance of items in the different working phases. From initial sales contact through to commissioning, Fillpack experienced staff can fulfil the needs both of small companies and great industries, always assuring high standard of quality in design, supply and installation. Fillpack manufactures conveying plants and systems for containers, such as bottles, cans, cases, bundlers, wooden cases, cartons and pallets. All plants are fully manufactured, assembled and tested in house on Fillpack premises. Besides conveyor plants, FILLPACK also produces the new depalletizing systems MICRO DEPAL and FULL DEPAL, suitable to satisfy depalletizing needs at the beginning of the line for small /medium-sized companies. For more information, visit FILLPACK new website www.fillpack.it

MICRO DEPAL

........................................................................................................................................................................................

84

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


CONVEYOR SYSTEMS FOR BOTTLING AND PACKAGING PLANTS

Fillpack S.n.c. - Via Giovanni Olindo 18/20 - 14053 Canelli (AT) - Tel 0141 835388 - Fax 0141 833667 - info@fillpack.it

• • • • • • • •

Complete Conveyor Lines Decompression/Slowing Tables Motorized/Gravity Roller Conveyors Rotating Platforms Accumulation and Alignment Systems Cartons/Packs Conveyors Conveyor Belts Depalletizing Systems

www.fillpack.it


O-I firma la bottiglia “WAVE” per gli spumanti Santero

O-I designs Santero WAVE bottle for sparkling wines

Il nuovo packaging permette a Santero di differenziarsi grazie ad un caratteristico motivo a onda

O

-I (Owens-Illinois), leader mondiale nella produzione di packaging in vetro, ha sviluppato una nuova bottiglia per Santero, gruppo vitivinicolo di Santo Stefano Belbo (CN). La bottiglia, realizzata in vetro bianco, è caratterizzata da un innovativo motivo decorativo a onda su tutto il corpo del contenitore. Santero ha voluto dare valore aggiunto alla propria linea di spumanti Egos, differenziandola nel packaging, al fine di rafforzare il posizionamento premium della gamma e risaltare nell’ampia offerta di spumanti, che include Asti D.O.C., Prosecco D.O.C, Moscato D.O.C. e lo spumante analcolico Egos “Zero Gradi”. La nuova bottiglia è stata sviluppata dai designer di O-I e prodotta nello stabilimento di Aprilia (LT). A causa delle complessità tecniche dovute alla forma stessa del prodotto, la realizzazione della bottiglia ha richiesto degli studi preliminari e diversi aggiustamenti alla linea produttiva, per realizzare l’idea di Santero mantenendo gli elevati standard qualitativi che contraddistinguono O-I. “Abbiamo lavorato a fianco di Santero per comprendere a fondo le loro esigenze e abbiamo studiato con loro la soluzione migliore che potesse rendere distintivo il loro prodotto, contribuendo a valorizzarlo in termini di design aumentandone la competitività sul mercato.” ha affermato Giovanni Saudati, Direttore Commerciale O-I Italia.

The new packaging helps Santero to stand out further thanks to a particular wave pattern

O

-I (Owens-Illinois), world leader in glass packaging production, has developed a new bottle for Santero, a wine group of Santo Stefano Belbo (Cuneo). The bottle, made in white glass, is characterized by innovative wave-like decoration all over the body. Santero has wanted to give added value to its line of sparkling wines “Egos”, with a different packaging as to strengthen its premium positioning and enhance its wide offer of sparkling wines, such as Asti D.O.C., Prosecco D.O.C., Moscato D.O.C. and zero-alcohol Egos “Zero Gradi”. The new bottle has been developed by designer O-I and produced in the factory in Aprilia, Latina. On account of technical difficulties due to the very shape of the product, bottle making required preliminary studies and various adjustments in the production line, as to concretize Santero’s idea and to maintain O-I’s top quality standards. “We have worked closely with Santero as to fully understand their requirements and studied the best solution as to make the product outstanding, valorizing its design and increase its competitiveness in the market” said Giovanni Saudati, the Commercial Manager of O-I Italia.”


Machinery & Development

BBM, B innovazione a 360° BBM SERVICE è un’azienda Italiana con una lunga e rinomata esperienza nel settore del beverage, specializzata nella fornitura chiavi in mano di impianti di imbottigliamento acqua e bevande

BM si propone come partner in grado di offrire un supporto a 360° e un servizio personalizzato, a misura di cliente. Flessibilità, rapidità, presenza costante sono solo alcuni dei punti di forza che i clienti le riconoscono e quindi le ragioni per cui continuano a scegliere BBM da più di 10 anni. Dall’analisi di fattibilità, passando dalla valutazione delle soluzioni possibili, fino alla realizzazione della fornitura: un unico referente sul quale poter contare per fare la giusta scelta di investimento. 1. Assistenza tecnica Forte della competenza maturata in oltre 20 anni di esperienza nel settore e con un team di oltre 50 tecnici qualificati, BBM propone una gamma completa di servizi per supportarvi durante tutto il ciclo di vita delle macchine, operando su diversi modelli di macchinari dei principali costruttori internazionali. 2. Eccellenza nei macchinari usati Una seleziona accurata di macchinari che vengono interamente revisionati, aggiornati e offerti a condizioni davvero vantaggiose. Nel plant produttivo BBM di 7.500 m2 è possibile visionare i modelli disponibili, seguendo la revisione in ogni fase fino al collaudo finale direttamente con i prodotti del cliente.

3. Ricambi Che si tratti di normale usura o urgenza, BBM rappresenta una valida alternativa per la fornitura dei ricambi grazie alla vastità di articoli disponibili a magazzino, alla rapidità della spedizione e ai prezzi competitivi. 4. Much more BBM offre il suo know-how, la sua struttura e un team qualificato per attività altamente specializzate, con l’obiettivo di innovare, risolvere problemi e ottenere un risparmio economico. Il suo portfolio si compone di upgrade, revamping, aggiornamenti, cambi formato da applicare ai modelli dei costruttori leader di mercato. 5. Training Il coinvolgimento attivo del vostro personale è un requisito imprescindibile per il successo. Con i training on-site i tecnici BBM condivideranno informazioni preziose per aiutare il vostro staff ad operare sulle macchine in maniera autonoma e a risolvere i problemi in tempi rapidi, così da far lavorare l’impianto alla massima efficienza. Affidate a BBM i vostri obiettivi, BBM sarà lieta di trasformarli in eccellenti certezze.

BBM, innovation with 360° support

B

BBM SERVICE is an Italian company with a long-term and widely renowned experience in the beverage market, specializing in the supply of turn-key bottling lines for water and soft-drinks

BM intends to be a partner able to offer a 360° support and a personalized service, custom tailored. Flexibility, quickness, and constant presence are only some of the strong points that customers recognize in BBM and therefore the reasons why they have been continuing to choose BBM for more than 10 years. From preliminary analysis of the business opportunity, through possible solutions evaluations, up to the final supply: a unique contractor you can rely on for making the right choice for your business. 1. Technical assistance Strong of the competence developed in over than 20 years of sector experience and with a team of over 50 qualified engineers, BBM offers you a complete service range to support you during all the lifecycle of the machines, working on several machine models of the main leading manufacturers. 2. Excellence in used equipment A wide range of selected machines completely overhauled, updated and offered at really competitive prices. In BBM production plant of 7.500 sq.m., it is possible to audit the available models, following the overhauling in each single phase up to the FAT with the customer’s products. 3. Spare parts Whether for scheduled maintenance or emergencies, BBM is a valid alternative to spare parts supply

thanks to the wide items available, to the quickness of delivery and to competitive prices. 4. Much more BBM offers its know-how, its structure and a qualified team for highly specialized activities, with the goal of innovating, solving the problems and obtaining a saving. BBM portfolio is composed of upgrade, revamping, update, changeover to put on the models of the main leading manufacturers. 5. Training The proactive involvement of your staff is critical to the success of your business. With on-site training, BBM engineers will share precious information to help your staff to operate on the machines on their own and to quickly solve problems, so the plant works at maximum efficiency. Give BBM your goals, it will be glad to turn them into excellent certainties.

........................................................................................................................................................................................

88

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


About Fairs

CHINAPLAS 2018 lancia Young Tech Hall

Nuovi fornitori di soluzioni di plastica e gomma da non perdere

D

opo 31 edizioni di continui progressi, CHINAPLAS, in linea con uno sviluppo tecnologico incredibilmente rapido, si sta evolvendo per rispondere alle esigenze delle industrie, trasformandosi da una piattaforma di business per l’acquisto di materiali e attrezzature a una vetrina internazionale di tecnologie avanzate. Lo spazio dedicato agli stand è sovraffollato, quindi CHINAPLAS si sposterà in uno spazio espositivo più ampio il National Exhibition and Convention Center (NECC), a Hongqiao, Shanghai. Oltre 4.500 aziende hanno presentato le domande per partecipare all’evento prima della scadenza, fissata per novembre 2017 e nonostante gli sforzi dell’organizzatore per massimizzare lo spazio, l’area totale necessaria supera del 40% dello spazio del padiglione. Si prevede che l’area espositiva raggiungerà i 340.000 mq, un’espansione di 100.000 mq rispetto alla scorsa edizione svoltasi a Shanghai due anni fa.

Per facilitare la necessità dei visitatori di incontrare nuovi fornitori sarà presto presentata a CHINAPLAS 2018 “Young Tech Hall”: si tratta di una sala espositiva completa che riunirà nuovi espositori provenienti da diversi settori. Young Tech Hall: una sala scintillante per gli innovatori Essendo la fiera della plastica e della gomma numero uno in Asia e seconda nel mondo, CHINAPLAS non è solo rinomata per la promozione di tecnologie all’avanguardia, ma anche famosa per il raggiungimento di una scala di grandi dimensioni. L’enorme dimensione dell’evento, 340.000 mq di superficie espositiva, è un’arma a doppio taglio: i visitatori hanno infatti bisogno di più tempo a disposizione per cercare specifici tipi di prodotti che hanno in mente, soprattutto cercandoli presso i nuovi espositori. La soluzione: Young Tech Hall. “La Young Tech Hall è stata introdotta per aiutare i visitatori a localizzare espositori e prodotti attraverso un’ulteriore segmentazione”, ha spiegato la signora Ada Leung, General Manager di Adsale Exhibition Services Ltd. “È una soluzione vantaggiosa per tutti. I nuovi espositori di CHINAPLAS possono cogliere l’opportunità di commercializzare strategicamente i loro marchi e nuovi prodotti a Shanghai, mentre CHINAPLAS può attingere a nuova linfa, energia fresca e tecnologie più avanzate “, ha aggiunto la signora Leung. La Young Tech Hall, che ospiterà oltre 350 nuovi espositori in un’area espositiva di 20.000 mq, è una sala espositiva completa. Questa nuova area presenterà additivi, pigmenti colorati e mescole madri, apparecchiature di collaudo, stampi e matrici, impianti per l’estrusione, macchinari per lo stampaggio a iniezione, tecnologia di produzione intelligente, imballaggi in plastica e tecnologia a film. La stampa 3D rafforza applicazioni di fascia alta Oltre alla Young Tech Hall, il mega evento è stato diviso in 18 diverse zone tematiche per facilitare la

ricerca degli acquisti da parte degli visitatori. “3D Technology Zone” e “Thermoplastic Elastomers & Rubber Zone” sono due nuove zone tematiche al loro debutto a CHINAPLAS 2018. Oggigiorno la personalizzazione e la produzione di piccoli lotti stanno acquisendo importanza, la produzione di alta gamma, come l’industria aerospaziale, automobilistica, medica e di consumo, ha urgente bisogno di soluzioni di stampa 3D (produzione additiva) per accelerare il ciclo di sviluppo e ridurre i costi di ricerca e sviluppo. CHINAPLAS creerà una “3D Technology Zone” per raggruppare i venditori e i fornitori di tecnologie di stampa 3D (produzione additiva). Gli espositori confermati includono Autodesk, ZWCAD, Hong Cheng, Hanbang 3D, dMac e altri. Altre soluzioni di stampa 3D possono essere trovate in altre zone tematiche, inoltre, di seguito sono evidenziate alcuni delle innovazioni esposte, che verranno presentate. Guangdong Hanbang 3D Tech Co., Ltd. porterà a CHINAPLAS 2018 la soluzione di stampa 3D HP Jet Fusion che reinventa il modo in cui vengono creati prototipi e prodotte parti funzionali, offrendo un output di qualità fino a 10 volte più veloce, dimezzando il costo. A CHINAPLAS 2018 Clariant lancerà nel mercato globale Exolit®, filamenti di stampanti 3D in poliammide 6 ignifugo. Il prodotto è realizzato in poliammide 6 di alta qualità con una buona fluidità e miscelato con Exolit OP 1230 per raggiungere la resistenza alla fiamma UL V-0. Supernova: elastomeri termoplastici al debutto nella nuova zona tematica Con l’avvento di un’economia a basse emissioni di carbonio, gli elastomeri termoplastici leggeri e a risparmio energetico, con una vasta gamma di applicazioni possibili, hanno una prospettiva promettente. Thermoplastic Elastomers & Rubber Zone, una nuova zona tematica dedicata al comparto di prodotti chimici e materie prime, riunirà circa 50 fornitori che mostreranno prodotti e soluzioni innovative. Gli espositori confermati includono Huntsman, Momentive, SIBUR, Top Polymer, Dawn, Huafon, Shin-Etsu, CPMC, Chinasound, KRAIBURG, Kraton, MIRACLL, LCY CHEMICAL, COIM e altri. CHINAPLAS 2018 sarà un’arena di innovazioni, che includerà anteprime asiatiche e mondiali delle nuove tecnologie. L’evento si trasferirà a NECC a Hongqiao, Shanghai, Repubblica Popolare Cinese, e si svolgerà dal 24 al 27 aprile 2018, RMB 50 e RMB 80 saranno utilizzabili rispettivamente per un ingresso di un giorno e per un abbonamento di quattro giorni. I visitatori che hanno effettuato la pre-registrazione prima dell’11 febbraio 2018 potranno usufruire dello sconto di ammissione a RMB 50, per ottenere un pass di quattro giorni e potranno ricevere in anticipo un badge visitatori per godere di un ingresso express. Per pre-registrarsi: www.ChinaplasOnline.com/ prereg. Per maggiori informazioni su CHINAPLAS 2018: www.ChinaplasOnline.com.

........................................................................................................................................................................................

90

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


About Fairs

CHINAPLAS 2018 to launch Young Tech Hall Not-to-be-missed new plastics and rubber solution providers

I

n line with unprecedented rapid development of technology, CHINAPLAS, after 31 editions of advancement, is evolving, in response to the needs of the industries, from a business platform for materials and equipment purchasing to an international showcase of high technologies. Booth space is still overbooked though CHINAPLAS will move to a larger show venue - National Exhibition and Convention Center (NECC), in Hongqiao, Shanghai. Applications from over 4,500 companies were received before the application deadline in November 2017. Despite the organizer’s efforts to maximize space, total area applied exceeds 40% of the hall space. It is expected that exhibition area will reach 340,000sqm, an expansion of 100,000sqm compared to the last edition held in Shanghai two years ago. To facilitate visitors’ need of sourcing new CHINAPLAS suppliers, a “Young Tech Hall” will be newly introduced at CHINAPLAS 2018. This is a comprehensive exhibition hall, which will gather together new exhibitors from diverse fields. A glittering hall of the young – the Young Tech Hall As the Asia’s no. 1 and world’s no. 2 plastics and rubber trade fair, CHINAPLAS is not only renowned for promoting cutting-edge technologies, but also

famous for achieving a massive show scale. The massive show scale, 340,000sqm of exhibition area, is a double-edged sword. It takes longer time for visitors to search for specific types of products in mind, especially from new exhibitors. The solution – a Young Tech Hall. “Young Tech Hall is introduced to help visitors locate exhibitors and products by further segmentation,” explained Ms. Ada Leung, General Manager of Adsale Exhibition Services Ltd. “It’s a win-win solution. New CHINAPLAS exhibitors can seize the opportunity to strategically market their brands and new products to Shanghai, while CHINAPLAS itself can draw in new blood, fresh energy, and more advanced technologies,” Ms. Leung further added. The Young Tech Hall, which will house over 350 new exhibitors in an exhibition area of 20,000sqm is a comprehensive exhibition hall. The new hall will present additive, colour pigments and masterbatch, testing equipment, die and molds, extrusion machinery, injection molding machinery, smart manufacturing technology, plastic packaging and film technology. 3D printing empowers high-end applications On top of the Young Tech Hall, the mega show has been divided into 18 different theme zones to facilitate successful sourcing of buyers. “3D Technology Zone” and “Thermoplastic Elastomers & Rubber Zone” are two new theme zones to be debut at CHINAPLAS 2018. Customization and small-batch production are gaining momentum nowadays. High-end manufacturing, like aerospace, automotive, medical and consumer products, is in urgent need for 3D printing (additive manufacturing) solutions to expedite development cycle and reduce R&D costs. CHINAPLAS will set up a “3D Technology Zone” to group together the vendors and providers of 3D printing (additive manufacturing) technologies. Confirmed exhibitors include Autodesk, ZWCAD, Hong Cheng, Hanbang 3D, dMac and more. More 3D printing solutions can be found in other theme zones. Some of the advances exhibits that will be displayed are highlighted below.

Guangdong Hanbang 3D Tech Co., Ltd. will bring HP Jet Fusion 3D Printing Solution to CHINAPLAS 2018. The solution reinvents how we prototype and produce functional parts, delivering quality output up to 10 times faster at half the cost. Clariant will make a global launch for Exolit® flame retardant polyamide 6 3D printer filaments at CHINAPLAS 2018. It is made of premium grade Polyamide 6 with good fluidity and blended with Exolit OP 1230 to achieve UL V-0 level flame retardancy. Supernova Thermoplastic Elastomers to debut in new theme zone With the advent of a low-carbon economy, light, energy-saving thermoplastic elastomers with a wide range of applications have a promising prospect. Thermoplastic Elastomers & Rubber Zone, a new theme zone to the Chemicals & Raw Materials Zone, will gather about 50 suppliers to demonstrate their latest products and solutions. Confirmed exhibitors include Huntsman, Momentive, SIBUR, Top Polymer, Dawn, Huafon, Shin-Etsu, CPMC, Chinasound, KRAIBURG, Kraton, MIRACLL, LCY CHEMICAL, COIM and others. CHINAPLAS 2018 is going to be an arena of innovations, covering Asian and world premieres of new technologies. CHINAPLAS 2018 will be relocated to NECC in Hongqiao, Shanghai, PR China, and run from April 24-27, 2018. For walk-in visitors, RMB 50 and RMB 80 will be charged for a one-day pass and a four-day pass respectively. Visitors who pre-registered before February 11, 2018, can enjoy admission discount at RMB 50 for a four-day pass. They can receive a visitor badge in advance to enjoy express entry on-site. To pre-register, please visit www.ChinaplasOnline. com/prereg. For more information about CHINAPLAS 2018, please visit www.ChinaplasOnline.com.

........................................................................................................................................................................................ INTERNATIONAL MAGAZINES

.it

Beverage Industry • Febbraio / February 2018

91


About Fairs

Le eccellenze della meccanica strumentale a Fiera Milano Dietro le quinte di settori produttivi nevralgici per la nostra economia c’è una lunga catena di eccellenze tecnologiche, delle macchine strumentali, alla lavorazione e al confezionamento delle materie prime, fino alla stampa di packaging o alla personalizzazione grafica

D

ai prodotti alimentari che troviamo sugli scaffali dei supermercati, ai libri che scorgiamo in libreria, passando per le case che abitiamo e le auto che guidiamo: “dietro le quinte” di settori produttivi nevralgici per la nostra economia c’è una lunga catena di eccellenze tecnologiche delle macchine strumentali, un mondo di tecnologie che va dalla lavorazione dei materiali, come l’ampia gamma delle materie plastiche (usate, per esempio, per realizzare prodotti, per costruire componenti di auto o per coibentare e termoisolare gli edifici), alla lavorazione di materie prime e al loro confezionamento (che si tratti di alimenti, come pasta e salumi, o di prodotti per la cura della persona), fino alla stampa di packaging o alla personalizzazione grafica che rende ogni oggetto uno strumento di comunicazione. Per arrivare al ruolo impattante che, sulla catena di fornitura e sull’ottimizzazione dei costi, hanno i sistemi di stoccaggio e movimentazione delle merci. Le macchine strumentali sono protagoniste di tanti comparti differenti ma spesso complementari e rappresentano una filiera importante per il nostro Paese, che, secondo i dati di preconsuntivo 2017, vale 23,6 miliardi di Euro di fatturato complessivi e impiega oltre 70.000 addetti. Ma sono soprattutto un potente volano per l’export del “Made by Italy” – cioè creato in Italia per essere venduto all’estero – visto che in media il 70% delle tecnologie prodotte in questi comparti viene esportata (dati aggregati da fonti ACIMGA, AMAPLAST, ANIMA, ARGI, UCIMA). Una community industriale vitale, che – attraverso l’offerta di brand leader nazionali e internazionali -

si metterà in mostra per la prima volta in maniera organica in un evento dedicato alla filiera nel suo insieme. The Innovation Alliance, a Fiera Milano dal 29 maggio al 1 giugno 2018, vedrà infatti svolgersi in contemporanea cinque manifestazioni specializzate, ciascuna leader nel suo comparto. Il progetto è promosso da Fiera Milano, impegnata a dare supporto allo sviluppo di eventi di sistema e fiere di filiera, intese come utili strumenti di business, ma anche occasione di crescita per i singoli settori coinvolti. Insieme per la prima volta saranno infatti tutte concomitanti le manifestazioni IPACK-IMA, leader per le tecnologie per il processing e il packaging; MEAT-TECH, specializzata nel processing e packaging per l’industria della carne; PLAST, manifestazione di riferimento per l’industria delle materie plastiche e della gomma; Print4All, nuovo format dedicato al mondo della stampa commerciale e industriale e INTRALOGISTICA ITALIA, che riunirà soluzioni innovative e sistemi integrati destinati a movimentazione industriale, gestione del magazzino, stoccaggio dei materiali e picking. The Innovation Alliance sarà l’occasione per condividere conoscenze e strategie e confermare la trasversalità di una filiera innovativa che sempre più guarda anche alle opportunità dell’Industry 4.0, per offrire sempre più valore aggiunto sia ai mondi produttivi di cui è al servizio, sia al cliente finale, inconsapevole fruitore dei benefici provenienti da queste realtà. Un progetto che il mercato italiano e internazionale ha accolto con grande entusiasmo, visti i numeri importanti raggiunti a più di sei mesi dall’appuntamento: ad oggi,

Industrial machinery excellence at Fiera Milano ‘Behind the scenes’ of Italian economy’s most central production sectors, lies a lengthy chain of outstanding and technological industrial machinery, a world of technologies that spans from the processing of materials, to raw material processing and packaging, and finally packaging printing or personalised graphics

F

rom the food products that we find on the supermarket shelves and the books that we peruse in the bookshop to the houses that we live in and the cars that we drive: ‘behind the scenes’ of our economy’s most central production sectors, lies a lengthy chain of outstanding and technological industrial machinery, a world of technologies that spans from the processing of materials, such as the

wide range of plastics (used, for example, to make products, build car components or insulate and heatinsulate buildings) to the processing of raw materials and their packaging (for both food products such as pasta and cold cuts and those for personal care), and finally the printing of the packaging or personalised graphics, which transform each and every object into a means for communication, before arriving at the

l’insieme delle manifestazioni coinvolte nel progetto copre 112.800 metri quadrati complessivi, per 1.662 espositori diretti da 42 Paesi, con importanti prospettive di crescita nei prossimi mesi. The Innovation Alliance occuperà infatti praticamente l’intera area del quartiere espositivo di Fiera Milano, rappresentando la manifestazione dedicata alla meccanica strumentale più grande in Italia e uno degli eventi più grandi in Europa. Un’occasione di grande interesse per gli operatori del mondo industriale di ogni latitudine. Al centro del progetto espositivo ci sarà l’offerta specializzata dei cinque eventi, ma non mancheranno occasioni per riflessioni trasversali su nuovi materiali, nuove tecnologie e opportunità di Ricerca&Sviluppo indispensabili per continuare ad essere competitivi nel mondo. L’importanza di queste realtà produttive per il nostro Paese è testimoniata dalle stime relative ai risultati 2017, tutti in positivo. Tra i settori che saranno rappresentati da The Innovation Alliance, infatti, si registra una crescita del 13% per le macchine per la stampa industriale e il converting su un fatturato di 3,2 miliardi di Euro (fonte aggregata Acimga e ARGI). Il settore delle macchine per la lavorazione della gomma e la plastica vale 4,45 miliardi di Euro, cresciuto del 5% in termini di fatturato (fonte AMAPLAST). Il settore packaging e processing, con un valore totale pari a 10,8 miliardi di Euro, vede una crescita del +5,9% del fatturato (fonte Centro Studi IPACK-IMA, da dati Ucima e ANIMA). Anche la logistica interna cresce del 4%, con un valore totale del fatturato pari a 5,2 miliardi di Euro (fonte ANIMA). Il nostro Paese ricopre dunque un ruolo fondamentale a livello internazionale confrontandosi alla pari con giganti della produttività come Germania, USA e Cina. Plus dell’offerta italiana sono capacità di innovare e di elaborare sistemi produttivi tailor made, caratteristiche che la pongono tra i primi esportatori in termini assoluti anche rispetto a questi colossi europei e mondiali.

important role that the goods’ storage and handling systems have on the supply chain and optimisation of costs. Industrial machinery in fact has a central role in many different yet complementary sectors and represents an important industry in Italy, which, according to the preliminary data for 2017, is worth 23.6 billion euros in terms of overall turnover and employs over 70,000 individuals. This said, industrial machinery constitutes, above all, a powerful driving force for ‘Made in Italy’ exports - i.e. created in Italy to be sold abroad - considering that an average of 70% of the technologies produced in these sectors is exported (sources: Italian Associations ACIMGA, AMAPLAST, ANIMA, ARGI and UCIMA). An essential industrial community that - owing to the offer provided by national and international leading brands - will be systematically on display for the first time at an event dedicated to the production chain as a whole. The Innovation Alliance, at Fiera Milano from the 29th of May to the 1st of June 2018, will in fact bring together five specialised exhibitions that each represent leading events in their relative sectors.

........................................................................................................................................................................................

92

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


The project is promoted by Fiera Milano, which is committed to supporting the development of system events and industry trade fairs, understood as business tools, as well as growth opportunities for the individual sectors involved. For the very first time, the following trade shows will be taking place simultaneously: IPACK-IMA, the leading event for technologies in the processing and packaging industry; MEAT-TECH, the event specialised in processing and packaging for the meat industry; PLAST, the event of reference for the plastic and rubber industry; Print4All, the new format dedicated to the commercial and industrial printing industry; INTRALOGISTICA ITALIA, the event that combines innovative solutions and integrated systems destined for industrial handling, warehouse management, material storage and picking operations. The Innovation Alliance will be an opportunity to share knowledge and strategies and confirm the cross-cutting nature of an innovative production chain that is increasingly looking towards the opportunities provided by Industry 4.0, so as to offer more added value for both the production sector that it serves and the end customer, the unknowing beneficiary of these organisations. A project that the Italian and international markets have welcomed with great enthusiasm, considering the significant numbers already achieved with over six months still to go until opening day: a total of 112,800 square metres and 1,662 direct exhibitors from 42 countries, with good prospects for growth in the coming months. The Innovation Alliance will essentially occupy the entire area that constitutes the Fiera Milano exhibition district, representing the largest event dedicated to industrial machinery in Italy and one of the leading sector events in Europe. A highly interesting opportunity for industrial sector operators from all over the world. The specialised offering provided by the five events will be the focus of the exhibition project; however, there will of course also be opportunities for cross-cutting reflection as regards new materials, novel technologies and indispensable Research&Development opportunities to enable companies to continue to be competitive in today’s market. The importance of these production sectors for Italy is demonstrated by the overwhelmingly positive forecasts for the year 2017. In fact, of the sectors represented by The Innovation Alliance, the industrial printing and converting machinery segment has seen growth of 13% and a turnover equivalent to 3.2 billion euros (source: Acimga and ARGI). The rubber and plastic processing machinery sector is worth 4.45 billion euros, representing a 5% increase in terms of turnover (source: AMAPLAST). The packaging and processing sector, with an overall value amounting to 10.8 billion euros, has seen a 5.9% increase in turnover (source: IPACK-IMA Research Centre derived from Ucima and ANIMA data). Even the internal logistics segment has seen growth of 4%, with an overall turnover equating to 5.2 billion euros (source: ANIMA). Italy therefore plays a fundamental role on an international scale and is able to compete on a par with manufacturing giants, such as Germany, the USA and China. An advantage of the Italian offer lies in its ability to innovate and develop tailor-made manufacturing systems, characteristics that have enabled Italy to establish itself as one of the world’s leading exporters.


Machinery & Development

Il futuro… in bianco e nero

Limitag V7 – white, il primo sistema di stampa in grado di accettare e vincere la sfida di marcare oggetti molto scuri

e innovazioni tecnologiche legate alle applicazioni industriali nel mondo della marcatura sono in continuo mutamento. L’end-user, sempre più esigente, è alla continua ricerca di tecnologie applicate che possano semplificare o, addirittura, risolvere alcune problematiche legate al processo di produzione come, ad esempio, la marcatura di oggetti molto scuri o addirittura completamente neri. Qualche mese fa sarebbe stato impossibile fornire una soluzione a getto d’inchiostro robusta per soddisfare tale esigenza. Dopo anni di ricerca, la Limitronic, azienda leader nel settore della marcatura a getto d’inchiostro, ha

sviluppato un sistema di stampa dedicato esclusivamente alla marcatura con inchiostro con pigmentazione bianca e la L.C.E. è lieta di lanciarla sul mercato in qualità di distributore Limitronic Italia. Dopo aver vagliato accuratamente le tecnologie da utilizzare e aver scelto il miglior motore di stampa in grado di gestire al meglio un inchiostro denso e difficile da manipolare, nasce la Limitag V7 – WHITE, il primo sistema di stampa in grado di accettare e vincere la sfida di marcare oggetti molto scuri. Il sistema di stampa, completamente in acciaio inox e con grado di protezione IP 54, può essere integrato facilmente in qualsiasi realtà esistente anche dove le condizioni ambientali si presentano difficili (umidità elevate, temperature tra 45°C e 5°C, presenza di polvere, ecc.). La flessibilità di integrazione è garantita dalla possibilità di collegare il sistema di stampa a qualsiasi rete e di averne il pieno controllo tramite Web Server e/o protocollo di comunicazione proprietario. Il target di applicazione è molto vasto. È possibile, ad esempio, marcare bottiglie molto scure oppure bottiglie che presentano un liquido scuro all’interno. Le superfici marcabili sono svariate. Grazie all’inchiostro polimerizzabile tramite LED UV, è possibile marcare vetro, ceramica, plastica, metallo, ecc. La velocità massima di stampa è di 30 metri/minuto. La L.C.E., distributore esclusivo Italia del brand Limitronic nonché centro di assistenza autorizzato dalla casa madre, offre soluzioni personalizzate per il cliente finale. Grazie alla ventennale esperienza maturata nel campo dell’automazione industriale, L.C.E. è in grado di fornire soluzioni chiavi in mano e/o integrare il sistema di stampa in realtà già esistenti.

manage such dense and difficult to treat ink, the company has created Limitag V7 – WHITE, the first print system to take up and win the challenge of marking dark items. The print system, fully stainless steel and with IP54 protection level, can be easily integrated in any work environment also when particularly harsh (high humidity level, temperature ranging between 45°C and 5°C, dust, etc.). Flexible integration is guaranteed by the possibility of connecting the print system to any network and having full control through Web Server and/ or proprietary communication protocol. Application

target is very large; for instance, it is possible to mark very dark bottles and bottles containing a dark liquid. Surfaces to be marked can be numerous. Thanks to the ink to be polymerized by LED UV, we can print glass, ceramic, plastic, metal, and more. Maximum print speed is 30 metre/m. L.C.E. , sole Limitronic distributor in Italy and official assistance centre, offers personalized solutions to end users. Thanks to twenty-year experience gained in industrial automation sector, L.C.E. can provide turnkey solutions and/or integrate print systems in alreadyexisting plants.

L

The future… in black and white Limitag V7 – white, the first print system to take up and win the challenge of marking dark items

T

echnological innovations somehow related to industrial applications of the world of marking are always changing. Increasingly demanding end users are constantly looking for applied technologies as to simplify and even solve problems connected to production processes, such as for instance the marking of very dark if not entirely black items. A few months ago, providing a valid inkjet solution to meet such requirement was still impossible. After extensive research, leading manufacturer in inkjet printer sector, Limitronic has developed a print system only for white marking and today, L.C.E. being Limitronic’s distributor in Italy can launch it in the market. Following accurate study of various technologies to apply, and after selecting the best print motor to

........................................................................................................................................................................................

94

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


Machinery & Development

Il servizio di progettazione coclee CRM Engineering CRM Engineering elabora soluzioni personalizzate in linea con le normative nazionali e comunitarie per il contatto con gli alimenti 1

S

pecializzata da oltre 30 anni nel settore del packaging e dell’imbottigliamento, CRM Engineering progetta e costruisce coclee per svariati settori ed usi. Sfruttando le peculiari caratteristiche dei molteplici materiali plastici, l’azienda è in grado elaborare soluzioni personalizzate e – nello specifico caso del settore alimentare – in linea con le normative nazionali e comunitarie per il contatto con gli alimenti. Le coclee vengono progettate in base alle specifiche esigenze del cliente. Questi macchinari possono dividere, riunire, selezionare e ruotare ogni genere di prodotto, anche delle più diverse forme: dalle bottiglie alle taniche, passando per lattine, flaconi, brick e tantissimi altri contenitori. CRM Engineering è inoltre altamente qualificata nell’utilizzo dei seguenti materiali: Polietilene, POM/ Resina Acetalica, PET/Arnite, PA6/Nylon, PVC, Polipropilene e PTFE Ecco un elenco più approfondito delle principali realizzazioni dell’azienda: Coclee a nocciolo conico Utili per deviare il percorso dei formati sulle linee. Vengono impiegate in particolari casi in cui i formati presentano criticità di forma e consistenza prodotto. (foto 1)

Coclee per movimentazione fardelli Nello specifico, visto le dimensioni e le masse in rotazione, è possibile alleggerire le coclee come nell’esempio in modo da bilanciare le coclee tramite progettazione CAD 3D. (foto 2) Coclee riunitrici Sono progettate per creare coppie di formati in uscita dalla coclea tramite rotazione e separazione. Tali coclee necessitano di particolari studi a livello cinematico che CRM è in grado di soddisfare. (foto 3) Coclee orientatrici Sono realizzate in maniera da orientare il prodotto secondo determinate posizioni su specifica del cliente. Tali posizioni vanno dalla semplice rotazione rispetto l’asse bottiglia alla movimentazione del formato tramite offset rispetto un asse di riferimento. (foto 4) Spirali generiche Tramite i nostri sistemi CAD-CAM che sono sviluppati internamente, CRM Engineering è in grado di spaziare sulla lavorazione a “spirale’’ comprendendo in tal modo la produzione di pompe, impastatrici, turbine, coclee industriali e molto altro. (foto 5) Lavorazione di materiali complessi come acciaio inox La produzione delle coclee non conosce vincoli dovuti al materiale da impiegare.

2 3

........................................................................................................................................................................................

96

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


Machinery & Development 4

CRM Engineering screw engineering service CRM Engineering elaborates personalized solutions that comply with national and European food standards

W

ith more than 30-year specialization in the packaging and bottling sector, CRM Engineering designs and builds screws for different sectors and usage. By exploiting the peculiar characteristics of plastic materials, the company elaborates personalized solutions also in compliance with the national and European food standards. The screws are designed upon customer’s specific requirements. This machinery can divide, unite, select and rotate any kind of product, also of various size: from bottles to cans, little bottles, bricks right to tanks, and many other containers. CRM Engineering is highly skilled also in the use of the following materials: Polyethylene, POM/ Acetal Resin, PET/Arnite, PA6/Nylon, PVC, Polypropylene and PTFE. A more detailed list of the company’s major productions follows: Conic-shaped core screws They are useful when it comes to diverting the course

5

of the formats on the lines, and in particular cases when formats are of critical shape and product consistency. (pic. 1) Screws for package handling Due to rotating size and weight, it is possible to make the screws lighter, as in the example, in such a way as to balance the screws by 3D CAD design. (pic. 2) Re-unifying screws They are designed to create twins of packages leaving the screws by rotation or separation. Such screws need particular study on kinematics, which CRM Engineering can provide. (pic. 3) Orientating screws They are produced in such a way as to orient the product to some positions upon customer’s requirement. The positions range from simple rotation to the bottle axis, to the format handling by means of offset to an axis of reference. (pic. 4) General spirals Through in-house developed CAD-CAM system, CRM Engineering can expand its “spiral” workings, thus including also pumps, mixers, turbines, industrial screws and much more. (pic. 5) Processing of complex materials like stainless steel Screws production has no restriction of materials to be used.


Machinery & Development

Una nuova shape per i brand russi di Efes Una shape unica e distintiva e, allo stesso tempo, flessibile grazie alla possibilità di cambiarne facilmente estetica e formato attraverso l’applicazione di inserti intercambiabili allo stampo originario

U

n solo stampo ma infinite possibilità di personalizzazione: questo è ciò che offre ITM, la soluzione a inserti sviluppata da PET Engineering che ha consentito a Efes Rus di immettere nel mercato tre nuovi packaging a un costo contenuto e con un investimento che si prefigura ancor più moderato nel futuro. La nuova shape dei brand di Efes Rus, Gold Mine Beer, Stary Melnik e Zolotaya Bochka si rivela

unica e distintiva e, allo stesso tempo, flessibile grazie alla possibilità di cambiarne facilmente l’estetica e il formato attraverso l’applicazione di inserti intercambiabili allo stampo originario: questo intervento consente di inserire sempre nuove decorazioni, di variarne l’ampiezza rispetto alla superficie della bottiglia, di spostare e ridimensionare la zona etichetta e, in ultima, di modificare il volume di circa il 5% , in base alle nuove abitudini di consumo dell’utente finale.

A new corporate shape for Efes Russian brands

single mould with infinite customization possibilities: that is what you get with ITM, PET Engineering’s solution that makes clever use of inserts. This solution allowed Efes Rus to launch three new PET bottles at a low cost and with an even more modest investment expected in the future. The new shape of the Efes Rus brands, Gold Mine Beer, Stary Melnik e Zolotaya Bochka, is unique and distinctive at the same time as offering flexibility, thanks to the fact that the appearance and format of the bottles can now be easily altered using interchangeable inserts with the original mould: this means that it is always possible to insert new decorations, to alter their size compared to the surface of the bottle, to move and resize the label area and, last but not least, to alter the capacity of the bottle by approximately 5%, depending on end users’ changing consumption patterns.

Unique and distinctive shape, at the same time offering flexibility, thanks to the fact that the appearance and format of the bottles can now be easily altered using interchangeable inserts with the original mould

A

Una sola shape che darà vita a infinite varianti con costi di implementazione contenuti: per Efes Rus, infatti, non si renderà più necessario l’acquisto di nuovi set di stampi per rinnovare l’immagine dei propri prodotti ma di un semplice inserto con un risparmio che è tanto più importante quanto più numerose saranno le varianti che si andranno a implementare sullo stampo originario. Inoltre, utilizzando la stessa shape e mantenendo, quindi, le dimensioni di massima invariate seppur modificando la bottiglia nella sua estetica generale non si renderanno più necessari costose operazioni di cambio formato sulla linea, che richiedono di sostenere i costi per la progettazione, la realizzazione e l’installazione delle parti macchina che devono essere modificate per poter processare un nuovo contenitore.

A single shape that is able to create infinite variants, all with low implementation costs: in fact, Efes Rus will no longer have to buy new mould sets if they want to revamp the image of their products. Instead, they will just need a simple insert, generating a saving that is just as significant as the variety of different alternatives that can be implemented using the original mould. What is more, despite the alterations to the bottle’s general appearance, its shape and overall dimensions remain the same, meaning that expensive interventions to change formats on the production line will no longer be necessary. Such interventions would previously have involved costs for the design, implementation and installation of the different machine parts necessary to process a brand-new container.

........................................................................................................................................................................................

98

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


Machinery & Development

MACA, il futuro degli imballaggi flessibili Lo sviluppo di materiali con gradi di elasticità sempre più elevati rende oggi MACA uno dei player più interessanti nel segmento delle stretch sleeves

M

ACA Srl è uno dei più interessanti produttori di packaging flessibile multiprodotto, tra cui laminati e non, roll fed, shrink e stretch sleeves, anche con cold foil, effetti olografici e paper touch. È un’azienda fortemente orientata all’innovazione ed all’approccio sostenibile dell’imballaggio. La necessità di sviluppare imballaggi sostenibili rappresenta per MACA un’esigenza sempre più sentita ed è per tale motivo che l’azienda investe fortemente su tecnologie che possano soddisfare le esigenze del mercato in termini di costi e prestazioni, puntando alla realizzazione di imballi che una volta usati, possano essere riciclati/riutilizzati in maniera efficiente in modo da fornire valide risorse per le generazioni future. L’offerta di MACA va dai materiali più comuni a quelli che offrono le massime garanzie di barriera funzionale, ai materiali rilevabili UV, alle spalmature con nanotecnologie, alle verniciature lucide/matt a registro sui film matt/lucidi. MACA è in grado di offrire soluzioni adeguate alle richieste tecnologiche o di marketing. Su supporti plastici o cartacei o su laminati tra film plastici e/o alluminio e/o cartacei. Oggi l’offerta si amplia con una gamma di prodotti nel segmento sia delle stretch e che delle shrink sleeve, puntando particolarmente alla diffusione delle tecnologie di impiego dei materiali elastici per il

confezionamento dei contenitori. Riduzione dei costi dei materiali e del ciclo produttivo, semplificazione dei processi produttivi, riciclabilità sono le direttrici lungo le quali le attività di R&S di MACA orientano i propri sforzi quotidiani. Con due stabilimenti produttivi a Calvi (BN) e Serino (AV), MACA punta a soddisfare non solo clienti italiani, ma anche internazionali, con l’obiettivo di entrare da leader tecnologico nei mercati in cui le esigenze sia dei produttori che dei consumatori si fanno sempre più complesse e sofisticate. Lo sviluppo di materiali con gradi di elasticità sempre più elevati rende oggi MACA uno dei player più interessanti nel segmento delle stretch sleeves, soprattutto grazie alla forte partecipazione allo sviluppo sia

dei materiali che delle tecnologie per l’applicazione degli stessi ed alle strette relazioni col mondo della ricerca universitaria e industriale. Ulteriore forte fattore distintivo di MACA è inoltre l’offerta integrata di sistemi automatici e materiali, sviluppati su specifiche esigenze del cliente, collaudati e offerti con soluzioni finanziarie di vantaggio che prevedono la diluizione degli investimenti mediante contratti di fornitura pluriennali dei materiali. Un meccanismo di offerta full service finalizzato alla realizzazione di accordi di partenariato commerciali e tecnologico con i propri clienti e volto non solo soddisfare l’esigenza attuale, ma costruire e sviluppare insieme il futuro nell’ambito degli imballaggi. info@macasrl.it / www.macasrl.it

........................................................................................................................................................................................

100

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


Machinery & Development

MACA, the future of flexible packaging The development of materials with increasing elasticity levels makes MACA today one of the most interesting players in the stretch sleeves segment

M

ACA Srl is one of the most interesting manufacturers of flexible multi-product packaging, including laminated and non, roll fed, shrink and stretch sleeves, even with cold foil paper touch effect. The company is extremely oriented towards innovation and to the sustainable packaging approach. The need to develop sustainable packaging is a growing requirement for MACA, and it is the reason why the company heavily invests in technologies that can meet the demands of the market in terms of cost and performance, aiming for the production of a packaging that once used, can be recycled/reused in an efficient way to provide valuable resources for future generations. MACA can offer from the most common materials to those that provide the maximum guarantees in functional barriers, to UV-detectable materials, nanotechnology coatings, glossy/matt finish coatings at pitch on matt/gloss films. MACA is able to offer the right solutions for technological or marketing demands, on plastic or paper backings or laminations between plastic films and/or aluminum and/or paper.

Today, the range expands with a series of products in the stretch and shrink sleeve segment, focusing in particular on the diffusion of the technologies for the use of elastic materials for the packaging of containers. Reducing material and production cycle costs, streamlining production processes, and recycling are the directives along which the activities of MACA’s R&D orient their daily efforts. With two production plants in Calvi (Benevento) and Serino (Avellino), MACA aims to satisfy not only Italian but also international customers, with the goal of becoming a technology leader in the markets where the needs of both producers and consumers are becoming increasingly complex and sophisticated. The development of materials with increasing elasticity levels makes MACA today one of the most interesting players in the stretch sleeves segment, especially thanks to the strong participation in the development of both materials and technologies for their application, and close relationship with the world of university and industrial research. Another strong distinctive feature of MACA is its proposal of integrated automated and material systems, tailored to specific customer needs, tested and offered with financial advantages that include dilution of investments through multi-year supply contracts. A full-service offer mechanism for the realization of commercial and technological partnership agreements with its customers and not only to meet the present needs, but to build and develop together the future in the packaging field. info@macasrl.it / www.macasrl.it

........................................................................................................................................................................................

102

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


Machinery & Development

Funzionalità e qualità costruttiva Gli impianti Ave Technologies sono adatti a produzioni fino a 80.000 bottiglie/ora e vengono realizzati con filosofia “clean design”

L

e nuove riempitrici isobariche elettropneumatiche SWAN a cannula corta sono la più recente realizzazione AVE e si contraddistinguono per le particolari doti di funzionalità e qualità costruttiva. Questi impianti sono adatti a produzioni fino a 80.000 bottiglie/ora e vengono realizzati con filosofia “clean design”, inoltre l’uso di materiali inossidabili è diffuso in ogni componente.

Il serbatoio pressurizzato esterno è dotato di pompa di rilancio a velocità variabile per il totale controllo della pressione del battente di riempimento. La macchina gestisce tre differenti gas di processo: CO2 pura alla pressione di riempimento, CO2 impura di ritorno dalla bottiglia durante la fase di riempimento isobarico a bassa pressione per il lavaggio bottiglia con vuoto e pressurizzazione e infine la creazione del vuoto per le fasi di pre-evaquazione e decompressione bottiglia. Il rubinetto isobarico modulare è a due velocità di riempimento e viene fornito con cannula corta oppure lunga per riempimento dal fondo. Per il trasferimento delle bottiglie si fa uso di un tavolo con profilo a cupola per favorire il drenaggio acqua e dei cocci di vetro. Struttura modulare con configurazione oraria/antioraria. Predisposizione per connessione rinser e tappatore a vite o in alternativa a corona nel caso di uso contemporaneo di più tappatori. Movimentazione tavolo di trasfe-

rimento bottiglie mediante motore brushless sincronizzato col motore principale della giostra di riempimento. Coclea di sincronizzazione bottiglie con comando a motore brushless con dispositivo di arresto bottiglie incorporato. Il sistema coclea lavora a centro fisso al variare del diametro delle bottiglie ed è montato su una struttura basculante per facilitarne la sostituzione nei cambi formato. Stelle e attrezzature guida bottiglie sono in acciaio inox e con profilo di usura in gomma per facilitare la pulizia del sistema handling. Le macchine sono inoltre dotate di scudi smontabili con profilo conico inclinato per evitare il rimbalzo dei cocci di vetro sul rubinetto dopo eventuali esplosioni della bottiglia. I martinetti inox di sollevamento bottiglia sono completamente pressurizzati per evitare il risucchio al loro interno di acqua o impurità. SWAN rappresenta la più recente e qualificata innovazione tecnologica di AVE, un’azienda Della Toffola Group.

Functionality and construction quality Ave Technologies plants are suitable for throughput up to 80,000 bottle/h and are engineered upon “clean design” philosophy

S

WAN new short-pipe electro-pneumatic isobaric fillers are AVE Technologies’ latest novelty standing out for their special features of functionality and construction quality. These plants are suitable for throughput up to 80,000 bottle/h and are engineered upon “clean design” philosophy; in addition, stainless steel materials are also used to produce all component. External pressurized tank is equipped with a variable speed restart pump for overall control on the pressure of the filling head. The machine manages three different process gases, such as: pure CO2 at filling pressure; CO2 impure from the bottle during low pressure isobaric filling phase to vacuum wash the bottles and pressurization, and vacuum making for bottle pre-discharge and decompression. The modular isobaric valve runs at two filling speeds and is provided with short or long pipe to perform filling from the bottom.

A dome-shaped board is used to convey the bottles and ease water and glass shards drainage. Modular structure with clockwise and anticlockwise configuration. Setting for rinser and screw capper, or crown capper as an alternative in case of simultaneous us of more cappers. Board handling of bottle conveying by means of synchronized brushless motor with main motor of the filling carrousel. Bottle synchronizing screw runs with fix centre with the varying of the diameter of the bottles, and it is mounted on a tilting structure as to ease change of

formats. Stars and bottle guiding equipment are in stainless steel while wear outline is in rubber as to ease the cleaning of the handling system. Machines are also equipped with dismountable shields with tilted conic-shape outline, to avoid glass shards from bouncing back on the valve after possible explosion of the bottles. Bottle lifting stainless steel jacks are fully pressurized as to avoid water or other impurities from being sucked in. SWAN is the latest and most qualified technological innovation from AVE Technologies, a company member of Della Toffola Group.

........................................................................................................................................................................................

104

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


Hall 08.1 Stand B010 C019


Machinery & Development

Forward-thinking: innovare per vocazione La propensione all’innovazione ha permesso a Comag di proporre macchine di elevata tecnologia, apprezzate dalle industrie di tutto il mondo

G

razie a un know-how trentennale, Comag si è specializzata in soluzioni per il packaging sempre innovative, finalizzate a migliorare la qualità dei prodotti e dei processi dei propri clienti. Più di 1.500 macchine installate in oltre 70 paesi nel mondo, con una forte presenza nelle più grandi multinazionali dell’industria alimentare e dei beni di largo consumo, sono il miglior riconoscimento della qualità delle macchine prodotte dall’azienda. Dal 1996 Comag produce etichettatrici e tunnel di termoretrazione per shrink sleeve di architettura tradizionale, anche se sempre contraddistinte da soluzioni particolari, come il sistema di taglio mediante perforazione e la pre-sagomatura della sleeve che asseconda la forma della bottiglia nell’applicazione. Questa importante esperienza ha portato a sviluppare, nel 2012, una nuova generazione di sleever assolutamente innovative, che superano tutte le difficoltà di applicazione di queste bellissime etichette, molto diffuse per la qualità che conferiscono al packaging. Questa nuova famiglia di macchine è stata chiamata: ISLa - Integrated Shrink Labeller. Applicare e termoretrarre shrink sleeves in 2x2 mq Nelle ISLa è stato eliminato il tunnel di termoretrazione: un particolare sistema a vapore è integrato nel rotore centrale della macchina e questa rivoluzionaria concezione la rende estremamente compatta: una ISLa per 24.000 bottiglie/ora richiede meno di 2 m per l’inserimento nella linea. Una sleever tradizionale, con tunnel separato, necessita invece di oltre 10 metri. Inoltre, non è necessario nessun sistema di asciugatura prima dell’etichettatrice, perché ISLa può lavorare anche bottiglie bagnate o ricoperte di condensa.

Ma l’ingombro ridottissimo è solo il vantaggio più evidente di questa tecnologia, che nasce per superare anche altre limitazioni delle sleever tradizionali. La posizione delle bottiglie è perfettamente controllata durante l’applicazione della sleeve: ogni bottiglia è fissata sul rotore ad un passo meccanicamente definito e non può muoversi né oscillare, favorendo l’inserimento della sleeve, che avviene in modo progressivo, durante il percorso della bottiglia sul rotore: questo permette di inserire facilmente anche sleeve con film molto sottile: in questi giorni sono in corso di esecuzione prove con un nuovo film ultra thin in PET da 20 my. Queste sleeve così leggere richiederanno poco calore per la retrazione, ma possono essere applicate solo grazie alla particolare tecnologia propria delle ISLa: la sleeve non ha avanzamenti intermittenti tra un taglio e l’altro e non viene proiettata direttamente sulla bottiglia, dove sarebbe difficoltoso posizionarla correttamente senza danneggiarla o farla ruotare. Il taglio, infatti, avviene prima della conformazione della sleeve, sul film ancora in forma di tubolare appiattito e in movimento continuo. Inoltre la sleeve tagliata viene prima inserita facilmente su un sistema ad espansione che poi, dopo averla aperta completamente, la trasferisce in modo progressivo sulla bottiglia. Dopo aver ricevuto la sleeve, ogni bottiglia scende in una cavità cilindrica, dove avviene la termoretrazione mediante l’iniezione del vapore. Il flusso è perfettamente distribuito intorno al contenitore ed è regolato da un’elettrovalvola, una per ogni cavità. Il tempo di iniezione viene modulato in funzione della forma del contenitore da lavorare e al setting di formato memorizzato nel PLC, indipendentemente dalla velocità della linea. La linea potrà rallentare o salire in overspeed per recuperare dei fermi, ma il tempo di esposizione al vapore di ogni singola bottiglia resterà costante, a tutto vantaggio della qualità della termoretrazione. Questo particolare processo (brevettato) così accuratamente ottimizzato, consente un’efficienza elevatissima, con un consumo di vapore fino a 10 volte inferiore ai tunnel tradizionali. Oltre al saving energetico, il ridotto calore apportato sia alle bottiglie che al loro contenuto, permette di lavorare prodotti sensibili alla temperatura (es. i

probiotici) ma anche di etichettare bottiglie vuote con pareti sottili, che si deformerebbero nei tunnel tradizionali. Nelle bottiglie a sezione ovale o rettangolare, la sleeve può essere avvolta di alcuni millimetri sotto la base per eliminare completamente lo sgradito effetto “smile” che tutti i produttori di flaconi sagomati conoscono bene. La produzione dei modelli ISLa più veloci può raggiungere 48.000 bph, con una termoretrazione perfetta su ogni forma di contenitore, ma Comag ha recentemente rinnovato la sua gamma di ISLa introducendo anche modelli per velocità più ridotte, rivolti a soddisfare le esigenze di qualità di ogni tipo di cliente. Questo processo, così particolare, può forse apparire complesso e troppo diverso dalle tecniche precedentemente conosciute. Per questo Comag ha allestito nella propria sede una demo room con almeno una macchina Isla sempre disponibile per dimostrazioni di funzionamento ad alta velocità (36.000 bph) e con dei gruppi simulatori mono-cavità per eseguire test sui prodotti dei propri clienti. Dopo averla vista in funzione, la reazione dei clienti più consueta e che riempie di soddisfazione tutto il team dell’azienda, è: “Ma perché non ci hanno mai pensato prima?...”.

Versione con neck handling per bottiglie con fondo petaloide Neck handling system for petaloid bottom bottles

........................................................................................................................................................................................

108

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


Machinery & Development

Forward-thinking: innovate by vocation Its inclination for innovation has allowed Comag to offer high technology machines, appreciated by industries all over the world

T

hanks to a thirty-year know-how, Comag has specialized in innovative packaging solutions aimed at improving the quality of its customers’ products and processes. More than 1,500 machines installed in over 70 countries worldwide, with a strong presence in the largest multinationals of the food industry and consumer goods, confirms the value and the quality of Comag’s machines. Since 1996, Comag has been producing sleevers and shrinking tunnels for shrink sleeves in the traditional architecture, even if always characterized by particular solutions, such as the cutting system by means of a perforation and the preshaping of the sleeve that follows the shape of the bottle in the application. This important experience has led to the development, in 2012, of a new generation of absolutely innovative sleevers, which overcome all the difficulties in applying these beautiful labels, which are increasingly widespread thanks to the quality they confer to the packaging: The name given to this range of machines is ISLa - Integrated Shrink Labeller. Apply and thermo-shrink sleeves in 2x2 square metres In the ISLa the shrinking tunnel has been eliminated: a special steam system has been integrated into the central rotor of the machine and this revolutionary concept makes it extremely compact: one ISLa for 24,000 bottle/hour requires less than 2 mt for its insertion into the line. Instead, a traditional sleever, with a separate tunnel, requires more than 10 meters. Furthermore, no drying system is required before the labeling machine, because ISLa can also work wet or condensation-covered bottles. Its small size is only the most evident advantage of this technology, which was created to overcome also other limitations of the traditional sleevers: The position of the bottles is perfectly controlled during the application of the sleeve: each bottle is fixed on the rotor at a mechanically defined pitch and cannot move or oscillate, favoring the insertion of the sleeve, which occurs progressively, during the bottle’s passage on the rotor. This allows to easily apply even sleeves of thinner film: at the moment tests are being carried out with a new ultra-thin film in 20 my PET. These lightweight sleeves will require less heat for the shrinking, but they can only be applied thanks to ISLa’s special technology: the sleeve does not have intermittent passages between one cut and the other and is not projected directly onto the bottle, where even the usual rotating brushes could place it without damaging or rotating it. The cut, in fact, takes place before the conformation of the sleeve, on the flattened tubular film and in continuous motion. Moreover, the cut sleeve is first inserted easily on an expansion system which then, after having completely opened it, transfers it progressively onto the bottle. After receiving the sleeve, each bottle descends into a cylindrical chamber, where the heat-shrinking takes place by means of steam injection. The flow is perfectly distributed around the container and is regulated by a solenoid valve, one for each chamber.

Underlap per evitare l’effetto smile Underlap to avoid the smile effect

The steam injection time is modulated according to the shape of the container to be labelled and to the format setting stored in the PLC, regardless of the line speed. The line may slow down or increase to over-speed to recover stops, but the steam exposure time of each individual bottle will remain constant, as will the quality of heat-shrinking. This particular process (Patented) so carefully optimized, allows a very high efficiency with a consumption of steam up to 10 times lower than traditional tunnels. In addition to energy saving, the reduced heat supplied to both bottles and their contents, allows working temperature-sensitive products (i.e. probiotics) but also the labelling of empty bottles with thin walls, which would deform in traditional tunnels. In bottles with an oval or rectangular section, the sleeve can be overlapped a few millimetres under the base to completely eliminate the unwelcome “smile” effect that all the manufacturers of shaped bottles know well. The production of the fastest ISLa models can reach 48,000 bph, with perfect heat shrinking on each container shape, but Comag has recently renewed its ISLa range by introducing even lower speed models, aimed at meeting the quality requirements of each type of customer. This particular process may perhaps appear to be complex and too different from previously known techniques. This is why Comag has set up, at its headquarters, a demo room with at least one Isla machine, which is always available for demonstrations of high-speed operation (36,000 bph), and with mono-cavity simulation groups to perform tests on its customers’ products. After having seen it in operation, the reaction of their usual customers, which fills them with satisfaction, is: “but why has it never been thought of before? ...”

Una versione speciale di ISLa con doppia testa applicatrice che consente di alimentare riempitrici di ultima generazione con doppio serbatoio di prodotto. La sleever può applicare due sleeve con diverse stampe in successione continua, secondo una sequenza liberamente programmabile. (per esempio 10 sleeve tipo A seguite da 10 sleeve tipo B) A special version of the ISLa with double applying head allows supplying the latest generation of fillers with a double product tank. The sleever can apply two sleeves with different prints in continuous succession, according to a freely programmable sequence (i.e. 10 sleeves type A followed by 10 sleeves type B)

........................................................................................................................................................................................ INTERNATIONAL MAGAZINES

.it

Beverage Industry • Febbraio / February 2018

109


Machinery & Development

R-2000iC è il nuovo robot FANUC per il fissaggio a soffitto Il robot R-2000iC/220U si presta a essere installato in tutti quegli ambienti dove lo spazio disponibile è limitato ed è necessario prelevare e manipolare carichi elevati da tutte le angolazioni

F

ANUC completa la serie di robot R-2000 con un modello a sei assi con montaggio capovolto e capacità di carico di 220 kg, ideale per ambienti di lavoro a ingombro ridotto che richiedono velocità, agilità e rigidità. La serie di robot industriali FANUC R-2000, caratterizzata da estrema compattezza, velocità elevata con polso e braccio sottili e progettata per le applicazioni di manipolazione e saldatura a punti, si completa di un nuovo modello con fissaggio a soffitto: il robot R-2000iC/220U si presta ad essere installato in tutti quegli ambienti dove lo spazio disponibile è limitato ed è necessario prelevare e manipolare carichi elevati da tutte le angolazioni. Quando lo spazio a pavimento è ridotto, o è necessario effettuare l’accesso dal basso, oppure quando la cella prevede che il robot sia installato sotto una piattaforma (come ad esempio nel caso degli estrusori, o quando occorre movimentare carrelli di grandi dimensioni su nastri trasportatori sopraelevati), l’ausilio di un robot con montaggio capovolto diventa fondamentale. FANUC ha progettato R-2000iC/220U con l’obiettivo

di renderlo ancora più agile e veloce, e per questo motivo ha rimosso il bilanciatore; rispetto al suo predecessore della serie B, questo robot a 6 assi è più leggero di circa 130 kg e presenta uno sbraccio di 2.518 mm (48 mm in più), con la medesima capacità di carico al polso di 220 kg. I nuovi servomotori assicurano prestazioni ancora più competitive che, unite al design ottimizzato in termini di peso e ingombro, alla rigidità e al movimento del polso, donano al robot caratteristiche uniche in termini di cinematica, velocità e accelerazione. La ripetibilità è di ± 0,05 mm. Il controllore R30iB, completo di interfaccia iHMI, garantisce prestazioni elevate in termini di potenza e velocità unitamente alla massima ergonomia. Lo sbraccio orizzontale del robot R-2000iC/220U è di 2.518 mm, mentre verticalmente raggiunge i 3.415 mm. Può inoltre spingersi fino a 370 mm al di sopra della superficie su cui è montato; si tratta di una caratteristica particolarmente vantaggiosa nel caso in cui, per esempio, siano montati utensili o organi di presa e il cambio utensile debba essere effettuato al di sopra

della rotazione dell’asse primario. L’impiego di componenti simili a quelli di altri modelli della serie R-2000iC offre anche un vantaggio economico, poiché la standardizzazione dei componenti ha come conseguenza la riduzione del costo dei ricambi. Il polso e l’asse J3 del robot sono disponibili con grado di protezione IP67. Il robot FANUC R-2000iC/220U si dimostra essere la scelta ideale per tutta una serie di applicazioni che comprendono la saldatura a punti, pallettizzazione, assemblaggio e carico/scarico di tutti i tipi di materiali.

R-2000iC is the new FANUC robot for upside down mounting This robot is a great solution to the limited space available on the ground and to pick and handle high loads from all angles

T

he six-axes R-2000iC/220U introduced by FANUC complements the highly successful R-2000 robot series. The new R-2000iC/220U model is the successor to the iB version with 220 kg payload capacity. The new R-2000iC/220U robot, specifically designed for upside down mounting, is indicated by “U” in the type of designation, which stands for “upside down”. This robot is a great solution to the limited space available on the ground, as it can be mounted on the ceiling or suspended from above instead. It is also ideally suited if access needs to be maintained in the space below or if the manufacturing process requires the robot to be mounted underneath a platform (e.g., extrusion equipment, handling large trolleys on overhead conveyor systems, etc.). In contrast to the floor mounted version, FANUC was able to dispense with the balancer for technical reasons, as this saves weight, which has a positive effect on the movement performance. “As with all FANUC robots, the new R-2000iC/220U is based on

the fundamental FANUC core principles of reliability and performance”, explains Thomas Schneider, Product Manager at FANUC. New servomotors lead to an increased performance, which together with the weight-optimised design set standards in speed, acceleration and dynamics. The R-2000iC robot series is particularly noted for its built-in rigidity as well as the best results for wrist moments. The repeatability of the robot is ±0,05 mm. The robot has a reach of 2,518 mm horizontally, and a respectable 3,415 mm vertically, whereby the robot can reach down to 370 mm above the level of its foot. This could be of advantage, for example, in cases where the robot carries tools and the tool change should be carried out above the rotation range of the primary axis. The use of similar components to other models of the R-2000iC series also gives the robot an advantage in terms of life cycle costs: standardisation of components results in reduced cost of spare parts. Moreover, the wrist and J3 arm are available in IP67 rating as standard. The R-2000iC/220U is suitable for a wide range of applications, such as spot welding, loading or unloading and all types of material handling, regardless of the industry sector. All data, media and supply lines come pre-installed. Plant engineers, system integrators and even plant operators, therefore, have a free choice in the selection of process units or operating medium for the gripper.

........................................................................................................................................................................................

110

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


Machinery & Development

Nuovi traguardi d’eccezione Flessibilità nella progettazione, elaborazione di nuove soluzioni tese a ottimizzare il rapporto efficienza ed economicità all’interno di rigidi standard qualitativi

E

levata qualità, legata alla massima personalizzazione dei progetti, e prezzi competitivi fanno di Bondani Srl – Packing Systems un valido partner per le industrie produttive nell’industria alimentare. Bondani, fondata nel 1994, ha raggiunto sempre nuovi traguardi nel settore della movimentazione e del fine linea degli alimenti grazie all’esperienza e alla competenza tecnica del suo fondatore e attuale amministratore unico Bruno Bondani, acquisita in decenni di attività nel comparto della costruzione di macchine per l’industria agroalimentare non solo, ma

Formatrici di vassoi Tray-forming machine

Termoretraibili Shrink wrapping machines

New remarkable targets H

Reliability of the projects, realization of new solutions in order to optimize efficiency and cheapness according to quality standard igh quality combining with absolute project customization and competitive prices, have made Bondani srl – Packing Systems a sound partner for producers of the food industries. Bondani, founded in 1994, has hit new remarkable targets in food handling and end-of-line process

anche a quella del figlio Alessio, direttore generale dell’azienda. La presenza sul mercato nazionale, testimonia come un’azienda familiare, di piccole dimensioni, può egregiamente competere con realtà più strutturate, senza mai mettere in secondo piano l’assistenza post-vendita e la qualità dei prodotti. Flessibilità nella progettazione, elaborazione di nuove soluzioni tese ad ottimizzare il rapporto efficienza ed economicità, all’interno di rigidi standard qualitativi, sono i criteri che sostengono ogni nuova idea o richiesta del cliente.

Clusteratrici Multipack machines

thanks not only to the extensive experience and technical expertise of its founder and sole director, Mr. Bruno Bondani, gained in decades of machine manufacturing in the agro-food sector, but also his son’s, Alessio, the company’s general manager. Its presence in domestic marketplace evidences how a small sized family-run company, can outstandingly compete with bigger realities without ever compromising after-sales service and the quality of products. Reliability of the projects, realization of new solutions in order to optimize efficiency and cheapness according to quality standard, are the principles that support new ideas or customer’s enquiries.

........................................................................................................................................................................................

112

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


About Fairs

Glass Pack quadruplica e sbarca a Milano Questa seconda edizione si terrà in collaborazione e in contemporanea con Ipack-Ima, la più grande fiera europea triennale sul processing e packaging food e non-food

G

lass Pack 2018, alla sua seconda edizione fa un salto di qualità. La mostra convegno dedicata alle aziende impegnate nella produzione e distribuzione del vetro contenitore per bevande, liquori e alimenti e a tutti gli aspetti correlati al packaging in vetro, sull’onda dell’ottima accoglienza ricevuta dalla prima edizione, sia dagli espositori che dai visitatori, cambia sede e prolunga il proprio programma. Questa seconda edizione si terrà in collaborazione e in contemporanea con Ipack-Ima, la più grande fiera Europea triennale sul processing e packaging food e non-food, dal 29 maggio al 1 giugno 2018 presso il Pad. 14 a Fiera Milano Rho. Glass Pack anche a Milano confermerà la propria vocazione di manifestazione

a doppia vocazione. All’area espositiva classica, quest’anno valorizzata anche dal fatto di trovarsi all’interno di una grande fiera internazionale con oltre 150.000 visitatori previsti, si affiancherà infatti un ricchissimo programma di conferenze e workshop che si distribuirà su tutte le quattro giornate. Dalla panoramica sul mercato e sui mercati del vetro contenitore in Europa e in Italia alle tecniche e strumenti di controllo di qualità del packaging in vetro; dal vetro per le conserve dolci e salate al drinkware come complemento del prodotto wine&spirits: sono solo alcune delle tematiche affrontate. Una giornata vedrà inoltre passare dal fuori al dentro e sarà dedicata agli ingredienti per il beverage, uno degli argomenti a maggiore tasso

di innovazione oggi a livello mondiale, dove il nostro Paese ha molto da dire, sia sul fronte della tradizione che su quella dell’innovazione. Glass Pack 2018 è organizzata da A151, la service company leader in Italia nella comunicazione e nella formazione nel settore del vetro contenitore e del vetro piano.

Glass Pack increases fourfold and ‘lands’ in Milan This second event will be held in collaboration with and at the same time as Ipack-Ima, the most important European trade fair for the processing and packaging of food and non-food

G

lass Pack 2018, now at its second edition, is making a quantum leap in quality. The conference and exhibition for companies involved in the production and distribution of container glass for beverages, spirits and food, along with all aspects connected to glass packaging, is making an important change in venue, and will also take place over four days, thanks to the excellent feedback from both exhibitors and visitors at its first edition.This second event will be held in collaboration with and at the same time as Ipack-Ima, the most important European trade fair for the processing and packaging of food and non-food, taking place 29 May to 1 June 2018 in Pavilion 14 at Fiera Milano Rho. At this Milanese venue, Glass Pack will confirm its

mission of event with a double vocation. Alongside the exhibition area, this year complemented by being part of an important international trade event with more than 150,000 expected visitors, will also include an intense programme of conferences and workshops over the entire four days. From market overviews regarding container glass markets in Europe and in Italy, to quality control technology and equipment for glass packaging; from glass for sweet and savoury conserves to drinkware as accessories for wine and spirits: these are just some of the topics that will be discussed. There will also be a day dedicated to beverage ingredients, one of the most innovative topics at global level, and where Italy has an important position with regards to tradition

as well as innovation. Glass Pack 2018 is organized by A151, the leading service company in Italy in communication and training in the field of container glass and flat glass.

........................................................................................................................................................................................

114

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


Machinery & Development

ALTECH - Tecnologia Avanzata di Etichettatura L’approfondita conoscenza delle problematiche logistiche, di packaging e dei materiali consentono ad ALTECH di configurare le macchine etichettatrici per qualsiasi problema di etichettatura e di definire soluzioni personalizzate per i suoi clienti

A

LTECH progetta, costruisce e distribuisce macchine etichettatrici industriali e sistemi di identificazione dei materiali mediante etichette autoadesive. Le etichettatrici ALTECH vengono utilizzate da multinazionali, grandi aziende e PMI che operano prevalentemente nei settori food & beverage, chimico, cosmetico, farmaceutico, e nei settori della componentistica. Oggi l’azienda distribuisce i suoi sistemi su tutto il territorio italiano attraverso una rete di vendita diretta, mentre la distribuzione commerciale per l’Europa e d’oltreoceano avviene in più di 50 paesi tramite una rete di 80 distributori qualificati e 3 sussidiarie nel Regno Unito, USA e Sudamerica. La gamma di sua produzione comprende:

• applicatori di etichette ALstep (low-cost); • testate etichettatrici ALritma (hi-tech); • sistemi di etichettatura lineari ALline per l’etichettatura fronte/retro e avvolgente di flaconi, barattoli, bottiglie; • sistemi di stampa / applicazione di etichette in tempo reale ALcode per l’etichettatura di scatole, fardelli e pallet; • sistemi di etichettatura per prodotti farmaceutici ALpharma; • sistemi per l’etichettatura sotto, sotto/sopra e c-wrap dei prodotti; • commercializzazione di stampanti SATO per codici a barre, unitamente a relativo software e gamma di nastri di stampa.

ALcode P

Punti di forza • Personale esperto con una grande passione per l’ingegneria; • Macchine e sistemi concepiti in modo modulare ed espandibile, tutti gli elementi sono accessibili e intercambiabili; • Utilizzo leghe ad alta resistenza, componenti elettronici e pneumatici di elevata affidabilità; • Rispetto normative sulla sicurezza e la buona fabbricazione. L’azienda esporrà un’ampia gamma di nuove soluzioni alla fiera IPACK-IMA 2018 di Milano (29 maggio – 1 giugno) presso lo Stand G38 – F37 Hall 14. Per maggiori informazioni: www.altech.it info@altech.it

ALTECH - Advanced Labelling Technologies Expert knowledge of logistics, packaging and materials issues allows ALTECH to configure its labellers to solve any labelling problems and to create customized solutions for its customers

A

LTECH engineers, manufactures and distributes systems for labelling and material identification, by means of self-adhesive labels. The labelling machines built by ALTECH are used in multinationals, big companies and SMEs mainly operating in the food & beverage, chemical, cosmetic, pharmaceutical and component industries. Today, the company distributes its systems all over the Italian territory through a network of direct sales, while the commercial distribution for Europe and overseas takes place in more than 50 countries through a network of 80 qualified resellers and 3 subsidiary companies in the United Kingdom, the United States and South America. ALline

ALritma

Its range encompasses the following products: • ALstep (low-cost) label applicators, • ALritma (hi-tech) labelling heads, • the ALline in-line labelling systems suitable for front/back and wrap-around labelling of jars, cans and bottles, • the ALcode real time printing/application units for labelling boxes, pallets and bundles, • advanced range ALpharma for the labelling of pharmaceutical products,

• ALbelt labelling machine for top, top/bottom and c-wrap labelling, • besides the trading of SATO barcodes printers sold in thermal label printers family with their software and ribbons. ALTECH’s strengths • Expert personnel with a true passion for engineering, • Machines and systems designed to be modular and expandable; all components are accessible and interchangeable, • Use of high-strength alloys, high-reliability electronic and pneumatic components, • Compliance with safety requirements and good manufacturing practices. The company will display a wide range of new solutions at IPACK-IMA 2018 in Milan (29th May – 1st June) at Stand G38 – F37 in Hall 14. For further information: www.altech.it – info@altech.it

........................................................................................................................................................................................

116

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


Machinery & Development

Come religione comanda Le linee produttive di alimenti e bevande devono rispettare anche le regole alimentari di Bibbia e Corano

L

e certificazioni Halal e Kosher sono fondamentali per accedere a due mercati importanti come quello dei fedeli musulmani e degli ebrei. Le certificazioni religiose Halal e Kosher si rivolgono, la prima, ai consumatori musulmani mentre la seconda, ai fedeli di religione ebraica. La valutazione delle potenzialità rappresentata dai consumatori di fede musulmana è basata su accurati studi di mercato. La comunità islamica, a livello mondiale, raggiunge oggi quasi i 2 miliardi di persone, un numero che si presenta ancora in crescita. Secondo le statistiche più recenti, in Europa la presenza dei musulmani ha superato i 50 milioni di fedeli e il Vecchio Continente ha sopravanzato, in percentuale, sia il Nord e il Sud America, sia i Paesi del Pacifico. Con questi numeri e la crescita del reddito disponibile, cresce anche la domanda per alimenti che rispettino le norme coraniche, costituiti essenzialmente dai prodotti alimentari Halal, vale a dire “leciti” da un punto di vista religioso. Secondo recenti studi coloro che pongono particolare attenzione nella scelta dei cibi ripongono maggior fiducia nei prodotti a certificazione islamica. E così, gli alimenti Halal, come quelli Kosher, finiscono per conquistare un target più ampio, non necessariamente legato a un credo religioso, perché entrambe le certificazioni richiamano in maniera inequivocabile la parola “purezza” e vengono associate all’idea di controlli severi e di igiene; i prodotti, quindi, offrono ampie garanzie sia per consumatori ebraici e musulmani, sia per i buongustai in generale.

I cibi Halal, nel credo musulmano, alla continua ricerca della perfezione, simboleggiano la purezza del cibo, elemento necessario per nutrire in maniera lecita l’anima dei praticanti. La certificazione Halal garantisce che il prodotto segua i dettami della religione musulmana in tutte le fasi della produzione, del confezionamento e della distribuzione. Il consumatore, musulmano e non, può avere così la certezza che ciò che acquista, garantito Halal, rispetti i dettami della Shari’a e cioè della religione (Corano, Hadith, Fatwe) e della giurisprudenza islamica. Halal in lingua araba vuol dire “lecito”, “permesso”, infatti i cibi e i relativi cicli produttivi devono essere controllati per assicurare che non siano presenti sostanze non Halal quali, ad esempio, parti del maiale o alcool oppure carne di animali che non siano stati uccisi secondo un determinato rituale. Esistono poi dei divieti anche per alcuni coloranti o conservanti di origine animale. Come per l’attestazione Kosher, anche quella Halal si occupa dell’intera filiera dalle materie prime alla produzione, fino al packaging e alla distribuzione. Occorre infatti controllare che le materie prime siano a loro volta Halal e che, durante la produzione, il prodotto non venga a contatto con prodotti che, non essendo Halal o Kosher, potrebbero contaminarlo. Non devono perciò essere utilizzate, ad esempio, macchine all’interno delle quali siano passati degli alimenti non Halal, oppure occorre sanificare (attraverso una semplice pulizia approfondita) tali macchine prima del loro utilizzo per la produzione Halal o Kosher.

In questo ambito si inserisce l’utilizzo dei lubrificanti CASSIDA e FM, nati per rispondere ai requisiti igienico sanitari ove sussista un rischio di contaminazione accidentale (NSF H1) o continuativa (NSF 3H), sono dotati di certificazione Kosher e Halal che ne attesta l’idoneità di utilizzo negli impianti di produzione di alimenti e bevande muniti di certificazioni religiose. Come per i cibi Halal, anche per quelli Kosher la domanda è molto interessante, a livello europeo ogni anno 2500 nuovi prodotti diventano Kosher. Kosher significa “valido, adatto, buono” ed è un termine impiegato per definire cibi preparati in conformità con le regole alimentari ebraiche. Queste, affondano le loro radici nella Bibbia e nel rispetto delle leggi della Torah. Tutti i cibi Kosher devono essere preparati con ingredienti Kosher, e con impianti e macchinari Kosher. Solo così possono essere consumati dagli ebrei osservanti. La certificazione si ottiene a seguito di un iter di controllo da parte di un ente rabbinico specializzato, che supervisiona la produzione per garantire la conformità alle regole ebraiche. Il loro rispetto è verificato periodicamente, e la certificazione (che ha una scadenza e va periodicamente ripetuta) può essere revocata in qualsiasi momento. Sono norme rigidissime le modalità di certificazione Kosher, sono più complicate di quelle per la certificazione Halal e costituiscono una tutela per tutti i consumatori, indipendentemente dalla religione. Con gli anni la certificazione Kosher è divenuta un marchio di qualità riconosciuto in tutto il mondo. In alcuni Paesi come l’America, infatti, i maggiori consumatori di prodotti Kosher non sono ebrei, ma persone di qualsiasi religione che ricercano in tale marchio una garanzia di qualità e genuinità.

........................................................................................................................................................................................

120

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


Machinery & Development

As religion commands H

alal and Kosher certifications are fundamental to get access to two of the most important marketplaces, such as the Muslim and the Jewish. Halal and Kosher religious certifications address Muslim and Jewish consumers respectively. The evaluation of the potentiality of Muslim consumers grounds on accurate market research. Islamic community accounts for nearly 2 billion people worldwide and still growing. According to more recent statistics, the number of Muslims has exceeded 50 million in Europe, thereby surpassing, in percentage, North and South America, and the Pacific Countries. With these figures and growing income, the demand of food that respects Koran rules, mainly Halal foodstuff, is growing. According to recent studies, consumers paying special attention to what they buy usually trust Islamic-certified products. It follows that Halal as much as Kosher food conquer a broader share of consumers, who are not necessarily bound by their religious creed; both certifications ground on the word “purity” and are associated to strict controls and hygiene. Therefore, these products grant ample guarantees to both Jew and Muslim consumers, as well as gourmands. In Muslim credo, which is constantly aiming to perfection, Halal food symbolizes the purity of food, the essential element to feed the souls of believers as it is allowed. Halal certification guarantees that products go through all the production, packaging and marketing phases as required by Islam. Consumers, Muslims and non, can be utterly certain

that what they buy, Halal guaranteed, is in full respect of both Shari’a rules, and therefore religious (Koran, Hadith, Fatwe), and the Islamic law. In Arabic, Halal means “allowed”, and it derives that food and production cycles are thoroughly controlled so as to grant that no non-Halal substance is present, such as parts of pork, alcohol, or meat of animals that are not killed following a special rite. Furthermore, some animal-derived dies or preservatives are also banned. Alike Kosher certification, Halal involves the entire chain of raw materials from production to packaging and distribution. In fact, only Halal raw materials are used and they can never come into contact with either non-Halal or non-Kosher products that may contaminate it. For instance, machines that previously processed nonHalal products cannot be used unless previous sanitization or thorough cleaning before further Halal or Kosher processing to follow. The use of CASSIDA and FM lubricants can be used in this environment for they have been created to meet the hygiene and sanitary requirements of places where accidental (NSF H1) or constant (NSF 3H) risk of contamination may occur; they are Kosher and Halal certified and can therefore be used in food and beverage production plants provided with religious certifications. Alike Halal food, Kosher demand is considerable and 2500 new products turn Kosher every year in Europe. Kosher means “valid, proper, good” and it is applied to define food prepared according to Jewish nutritional rules, which root in the Bible

Food and beverage production lines must respect also the rules on food in the Bible and the Koran

and respect for Torah laws. All Kosher foodstuff needs preparing with Kosher ingredients, and by means of Kosher plants and machinery. That’s the only way for them to be consumed by observant Jews. The certification can be attained by following a control procedure by a specialized rabbinic authority, which supervises the production as to guarantee its compliance to Jewish laws. Their compliance is regularly verified and the certification (with expiry and regularly re-attained) can be taken back at any moment. The process to obtain Kosher certification is rather strict and more complicated than Halal, but it safeguards all consumers regardless of their creed. With time, Kosher certification has become a household name of quality. In some Countries such as America, the majority of consumers of Kosher products are not Jewish but people of any creed who look at this brand as a guarantee of quality and genuineness.

........................................................................................................................................................................................ INTERNATIONAL MAGAZINES

.it

Beverage Industry • Febbraio / February 2018

121


Machinery & Development

Chiusini Caggiati Maurizio: igienici, inodori, pratici, costruiti in acciaio inox Tutta la produzione Caggiati è realizzata in acciaio inox 304 e 316 a seconda dell’articolo e delle esigenze del cliente

I

n tutti i settori dove l’igiene è esigenza assoluta, bisogna garantire le migliori condizioni per facilitare la pulizia degli ambienti. Dal 1966 ad oggi l’azienda Caggiati Maurizio ha così guadagnato la fiducia di molti clienti, italiani ed esteri, nei più svariati settori: dall’alimentare al chimico, dal farmaceutico all’edile civile, etc. I prodotti Caggiati si dividono in due famiglie: • I sistemi di drenaggio che comprendono i chiusini sifonati e le canaline a fessura o con grigliato. Grazie alla scelta tra numerosi modelli standard divisi per impiego e dimensioni, essi garantiscono il più alto standard qualitativo e il perfetto abbinamento con l’esigenze produttive del cliente.

• I diffusori di lavaggio e i galleggianti trovano impiego prevalentemente in cisterne e circuito di lavaggio centralizzato delle macchine alimentari. L’utilizzo di acidi combinati ad acqua calda per il lavaggio degli impianti richiede quindi materiali resistenti e di facile utilizzo. Tutta la produzione Caggiati è realizzata in acciaio inox 304 e 316 a seconda dell’articolo e delle esigenze del cliente. Grazie all’alta flessibilità del ciclo produttivo e alla propria struttura si realizzano qualsiasi tipo d’articoli su richieste specifiche del cliente. Per la rete di evacuazione l’azienda Caggiati propone soluzioni tecnologicamente avanzate, collaudate e flessibili. I chiusini Caggiati Maurizio, infatti, sono igienici, inodori, pratici, costruiti in acciaio inox AISI 304 nel rispetto delle normative C.E.E., resistono alle corrosioni, alle ossidazioni, alla ruggine e rappresentano per la loro durata un acquisto conveniente. Grazie alle loro elevate qualità tecniche, garantiscono le migliori condizioni igieniche e facilità di pulizia delle pavimentazioni. Assicurano il perfetto scarico delle acque, non solo negli stabilimenti agroalimentari come macelli e caseifici, ma anche nelle cucine professionali, negli ospedali, nei laboratori, nelle piscine e celle frigorifere.

Caggiati Maurizio drain trap covers: hygienic, odourless, practical, made of stainless steel Caggiati production is made in stainless steel Aisi 304 or 316 according to the item or the customer’s demand

I

n all fields where hygiene is an absolute request, the best conditions for an easier cleaning in all places must be guaranteed. The wide range of Caggiati’s products includes the most innovative construction technology possible thanks to 50 years of experience devoted to the creation of specific articles to meet any customer’s needs.

Since 1966 the company has earned the trust of many customers, Italian and foreign, in the most different sectors, such as: from food to chemical, from pharmaceutical to private and public building, etc. Caggiati’s products can be divided into two families: • The drainage system that include syphonic traps and gutters with slot or with grille. Thanks to a comprehensive range of many different standard models, which are sorted according to use and size, they guarantee the highest quality standard and the perfect match with the customer’s production requirement. • The sprayballs and floats can be applied mainly both on tanks and centralized washing systems of food machines. To wash the plants the use of

acids combined with warm water requires proof and user-friendly materials. Caggiati production is made in stainless steel Aisi 304 or 316 according to the item or the customer’s demand. Thanks to remarkably flexible production cycles and the company’s structure, it is possible to manufacture any type of articles with the specification required by the customer. For any drainage system the company Caggiati Maurizio proposes technically advanced, tested and flexible solutions. In fact, Maurizio Caggiati drain trap covers are hygienic, odourless and practical: made of Aisi 304 stainless steel in compliance with EEC regulations, they are resistant to corrosive vapours, oxidation and rust and are cost effective in view of their durability. Thanks to their high technical specifications, they guarantee the best hygienic conditions and facilitate cleaning of the premises. In addition, they also ensure that waste water is perfectly drained not only in food productions plants such as slaughterhouses and dairies, but also in professional kitchens, hospitals, laboratories, swimming pools and refrigerated chambers.

........................................................................................................................................................................................

122

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


Machinery & Development

La qualità che ha conquistato il mercato Negli impianti di riempimento vigono requisiti tecnici elevati e i sensori Balluff sono i più adatti a tale scopo

N

egli impianti di riempimento vigono requisiti tecnici elevati e condizioni ambientali difficili. I sensori Balluff sono i più adatti a tale scopo. Garantiscono che le bevande vengano versate in modo asettico e sterile, che le bottiglie vengano chiuse correttamente ed etichettate correttamente. I componenti Balluff consentono ritmi elevati nonché processi di riempimento rapidi ed efficienti. Tra gli esempi di applicazione troviamo il monitoraggio del livello durante il riempimento delle bottiglie, il monitoraggio tappi, il rilevamento del livello di riempimento in serbatoi di conservazione, il riconoscimento del liquido in bottiglie trasparenti e il riconoscimento delle etichette su bottiglie per bevande. Per quel che riguarda il monitoraggio del livello durante il riempimento delle bottiglie, nell’industria delle bevande, per la produzione delle bottiglie, si utilizzano macchine a soffiatura automatica. Le bottiglie possono essere riempite immediatamente consentendo di eliminare gli spostamenti. La sonda di livello SF Balluff, estremamente precisa, monitora i livelli nel processo di riempimento. Inoltre è possibile controllare la temperatura. Quanto al monitoraggio tappi, il controllo dei tappi nell’industria delle bevande prevede di verificare contemporaneamente molte caratteristiche. Il sensore di visione BVS soddisfa questi requisiti e garantisce un monitoraggio sicuro. Un affidabile rilevamento del livello di riempimento in serbatoi di conservazione avviene attraverso i sensori di pressione Balluff BSP. Ad esempio la birra, dopo il processo di fermentazione, deve maturare ancora per un certo periodo di tempo in serbatoi di conservazione, prima di poter essere versata. Il riconoscimento del liquido in bottiglie trasparenti avviene attraverso le fotocellule a forcella BGL Balluff. Con l’ausilio di luce infrarossa le BGL riconoscono tutti i liquidi con una percentuale di acqua superiore al 15%. Attraverso le pareti trasparenti del contenitore rilevano in modo affidabile i livelli di riempimento. Le fotocellule a forcella sono disponibili in versione in acciaio inossidabile con certificazione Ecolab e IP69K per il settore igienico. Per ciò che concerne infine il riconoscimento delle etichette su bottiglie per bevande, dopo il riempimento, le bottiglie vengono etichettate. È opportuno confezionare esclusivamente bottiglie etichettate correttamente e a tal fine è necessario controllare l’applicazione dell’etichetta. Il sensore ottico BOH Balluff con amplificatore separato fornisce informazioni in modo affidabile in merito al mancato e/o errato fissaggio dell’etichetta.

The quality that conquers the market Filling plants are characterized by high technical demands and Balluff sensors are the best to meet these requirements

F

illing plants are characterized by high technical demands and challenging environmental conditions. Sensors from Balluff are ideal for these situations. They ensure that beverages are filled aseptically and sterile, bottles are properly sealed and correctly labelled. Balluff components enable high cycle rates as well as fast and efficient filling processes.

Among the various application examples, we can mention level monitoring for bottling, seal monitoring, level detection in storage tanks, liquid detection in transparent bottles and label detection on beverage bottles. For what concerns level monitoring for bottling, in the beverage industry, stretch blow moulding machinery are used to produce bottles. The bottles can be filled immediately, and transport distances eliminated. The high-precision SF fill level sensor from Balluff monitors levels in the filling process. The temperature can also be monitored. About seal monitoring, checking seals in the beverage industry requires that many different features be inspected at the same time. The BVS Vision Sensor meets these requirements to ensure reliable monitoring. A reliable level detection in storage tanks is achieved

with Balluff BSP pressure sensors. For instance, after fermentation the green beer matures for an additional time in storage tanks before it can be filled. Liquid detection in transparent bottles is handled through BGL fork sensors from Balluff. They detect all liquids with a water content of over 15% with the help of infrared light. They reliably detect levels through transparent container walls. The fork sensors are available in stainless steel with Ecolab certification and in IP69K for hygienic areas. Regarding label detection on beverage bottles, bottles are labelled after filling. Only correctly labelled bottles may then be packaged. This means the label application process needs to be checked. Our BOH photoelectrical sensor with separate amplifier provides reliable information for missing or incorrectly placed labels.

........................................................................................................................................................................................

124

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


Machinery & Development

Alta specializzazione Farck S.p.A., grazie all’alta specializzazione acquisita, è in grado di realizzare impianti, macchinari e serbatoi, senza porsi limiti tecnici e dimensionali, il tutto nel rispetto delle rigide normative di progettazione vigenti

F

arck S.p.A. è una società italiana, certificata UNI EN ISO 9001:2008, specializzata nella progettazione, costruzione e installazione di: serbatoi in acciaio inossidabile di stoccaggio e processo per tutti i settori produttivi; impianti e macchinari per l’industria alimentare in genere, enologica e delle bevande; cisterne in acciaio inox per il trasporto di prodotti alimentari liquidi e prodotti liquidi pericolosi ADR. Farck S.p.A. è oggi sinonimo di innovazione, competenza, passione e professionalità. Lo stabilimento di produzione e gli uffici commerciali della Farck S.p.A. sono situati in Lombardia, a Pianengo (CR) e si sviluppano su un’area di circa 40.000 m², di cui circa 6.000 m² coperti. Farck S.p.A., grazie all’alta specializzazione acquisita, è in grado di realizzare impianti, macchinari e serbatoi, senza porsi limiti tecnici e dimensionali, il tutto nel rispetto delle rigide normative di progettazione vigenti. Impianti di concentrazione e desolforazione per l‘industria enologica, succhi e bevande con particolari caratteristiche e vantaggi: circolazione del prodotto a film discendente con scambiatori a fascio tubiero verticali a singolo effetto o a multiplo effetto (3-6 effetti); Impianti “TVR” con utilizzo del principio della “ricompres-

sione termica del vapore” che permette una drastica riduzione dei consumi energetici: meno di 1 kg di vapore per evaporare 10 kg di acqua; Impianti “MVR” con utilizzo del principio della “ricompressione meccanica del vapore”; capacità di concentrazione da 1.000 fino a 50.000 litri di acqua evaporata; mantenimento delle caratteristiche organolettiche e chimico-fisiche del prodotto trattato; elevata flessibilità nelle portate dei liquidi e dei vapori di processo; centralizzazione dei comandi in un semplice pannello touch screen. Impianti di termo vinificazione che offrono tempi di lavorazione ridotti; cicli continui e costi di esercizio contenuti; ottime rese nell’estrazione del colore delle uve; produzione di materia prima idonea alla vinificazione, al fine di ottenere prodotti dal gusto fruttato e dal colore attrattivo e possibilità di selezionare la temperatura di uscita prodotto variabile da 35 a 55°C. Serbatoi di processo e stoccaggio con sistemi di agitazione studiati per ogni tipologia di prodotto; sistemi di gestione e controllo temperatura e sistemi di coibentazione adattati alle esigenze dei vari prodotti da stoccare. Autoclavi collaudate PED, fermenter e sale cottura per il settore enologico e birra.

High specialization Farck S.p.A., thanks to the acquired specialization, is able to realize installations, equipment and tanks, without posing technical and dimensional limits, all in compliance with the strict planning regulations in force

F

arck S.p.A. is an Italian company, UNI EN ISO 9001:2008 certified, highly specialized in the design, construction and installation of plant and equipment for the food industry in general, wine and beverage; stainless steel storage and process

tanks for all productive sectors; tankers in stainless steel for the transport of food liquids and ADR dangerous liquids. Farck S.p.A. is now synonymous with innovation, competence, passion and expertise. Farck S.p.A.’s production facilities and sales offices are located in Lombardia, in Pianengo (Cremona) and cover an area of about 40,000 m², of which about 6,000 m² covered. Farck S.p.A., thanks to the acquired specialization, is able to realize installations, equipment and tanks, without posing technical and dimensional limits, all in compliance with the strict planning regulations in force. Concentration and desulphurization plants for the wine, fruit juice and beverage industry with features and advantages such as: product circulation “falling film” type, with vertical pipe-bundle heat exchangers, single or multiple effect (3-6 effects); “TVR” plants using the principle of the “thermal vapor recompression”, which allows a drastic reduction of the energy consumption: less than 1 kg of steam to evaporate 10 kg of water; “MVR” plants using the principle of the “mechanical vapor recompression”; capacity of concentration from 1,000 up to 50,000 liters of water evaporation; maintenance of the organoleptic and chemical-physical characteristics of the treated product; high flexibility in the liquid flows and process vapours; centralization of all controls in a simple touch-screen panel. Thermovinification plants which offer short process time; continuous cycles and low operating costs; excellent yields in the extraction of the color of the grapes; production of raw material suitable for the

vinification, in order to obtain products with fruity taste and attractive colour; possibility to select the product outlet temperature from 35 up to 55°C. Process and storage tanks with stirring system studied for every type of product; temperature control systems and insulation systems designed according to the characteristics of the products to be stored. PED tested autoclaves, fermenters and brewhouses.

........................................................................................................................................................................................

126

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


Hall 10.1 Stand F040 F048


Hall 10.2 Stand G062


Machinery & Development

Caffè istantaneo, un mercato florido I.C.F. & Welko Food Division ha sviluppato per il caffè una tecnologia di processo che le permette di offrire impianti di produzione studiati su misura

I

l mercato mondiale del caffè ha dimensioni enormi, seconde solo a quelle del petrolio, ed è in costante crescita ed espansione. Accanto al tradizionale caffè tostato e macinato, il caffè solubile e istantaneo pronto da sciogliere in acqua costituisce una buona quota di questo mercato. I.C.F. & Welko Food Division, accanto alla classica produzione di essiccatori e granulatori per l’industria alimentare, è in grado di offrire linee complete chiavi in mano per produzione di caffè solubile ed istantaneo. La prima fase del processo prevede la pulizia del caffè verde, che normalmente è ricevuto in sacchi che possono contenere, oltre alla materia prima, anche corpi estranei come sassi, chiodi, bottoni, ecc. I chicchi possono poi venire separati in base alle dimensioni ed essere stoccati. La seconda fase del processo è la tostatura. Durante questo processo vengono sviluppati gli aromi del caffè che daranno il caratteristico gusto alla bevanda.

A seconda delle preferenze e del mercato di destinazione, è possibile effettuare una tostatura leggera oppure scura sviluppando diverse note aromatiche. La successiva fase del processo è cruciale per l’ottenimento di un prodotto finito di buona qualità e resa: l’estrazione. In questa fase il caffè viene adeguatamente macinato e caricato all’interno di percolatori. Acqua ad alta temperatura e pressione viene fatta scorrere in successione all’interno delle celle di estrazione, ottenendo il liquore di caffè. Gli aromi del caffè sono sostanze delicate e volatili che, se non preservate, possono facilmente essere perse durante il processo. La fase del recupero aroma coinvolge sistemi che permettono di conservare le note aromatiche del caffè durante tutto il processo. La quinta fase del processo prevede la concentrazione del liquore di caffè. Lo scopo di questo step è quello di diminuire il contenuto d’acqua del prodotto nel modo più economico possibile ed allo stesso tempo ottenere un contenuto di solidi idoneo per la successiva fase di essiccazione. La trasformazione del liquore concentrato di caffè in polvere avviene nella sesta fase del processo mediante essiccazione a spruzzo. Al termine di questa fase si ottiene quindi caffè solubile in polvere. Sebbene il caffè solubile in polvere sia a volte denominato istantaneo, esso se posto in acqua tende, come tutti i prodotti in polvere, a galleggiare sulla superficie e a formare grumi e necessita di essere mescolato energicamente per arrivare al completo scioglimento.

Per ottenere un prodotto realmente disperdibile all’istante in acqua, la polvere di caffè deve attraversare l’ultima fase del processo, ovvero l’agglomerazione. In questa fase le particelle di polvere di caffè vengono trasformate in granuli porosi in grado di sciogliersi istantaneamente nei liquidi. I.C.F. & Welko Food Division ha sviluppato per il caffè una tecnologia di processo che le permette di offrire impianti di produzione studiati su misura, capaci di una resa molto elevata coniugata ad un’ottima qualità del prodotto finale. Le originali soluzioni adottate in tutte le fasi del processo rendono gli impianti estremamente flessibili e facilmente gestibili grazie ad altissimi livelli di automazione.

........................................................................................................................................................................................

130

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


Machinery & Development

Instant coffee, a thriving market I.C.F. & Welko Food Division has developed a coffee process technology which allows to supply tailor-made production plants

W

orld coffee market has huge dimensions, second only to oil, and is growing constantly. Besides the traditional roast & ground coffee, soluble and instant product ready to dissolve in water accounts for a big part of this market. I.C.F. & Welko Food Division, next to its classic food dryers and agglomerators production, can supply complete turnkey lines for the production of soluble and instant coffee. The first step of the process is the cleaning of green coffee that usually comes in bags that contain,

besides the raw coffee, also foreign materials like stones, ropes, nails, etc. The beans can then be separated according to the dimensions and stored. The second step of the process is the roasting. During this phase, there is the development of the flavours that will give the characteristic drink taste. According to preferences and final market, it is possible to have a light or dark roast to get the desired taste. Next step, the liquor extraction, is crucial to get a good quality and yield of the final product. In this phase, the coffee is suitably ground and loaded into special percolators. Water at high pressure and temperature flows through these cells, which are connected in a raw producing the coffee liquor. Coffee aroma is made of delicate and volatile components which, if not preserved, are easily lost during the process, so the next phase is called aroma recovery and includes equipment to save the gentle distinguishing notes of a good cup of coffee. The fifth step of the process involves the concentration of the coffee liquor. The aim of this

phase is to decrease the amount of water in the most economical way while at the same time obtaining a solid content suitable to have a good drying operation. The transformation of concentrated coffee liquor into powder happens during the next spray-drying phase. At the end of this step, the soluble coffee powder is formed. Even if it is quite common to call soluble coffee powder with the term “instant coffee”, this product tends to float on the surface of water forming lumps that need vigorous mixing to be completely dissolved. To obtain a really instant product, the coffee powder has to go through the last phase of the process: the agglomeration. In this step, the powder particles are bound to form porous granules that are instantly soluble in liquids. I.C.F. & Welko Food Division has developed a coffee process technology that allows to supply tailor-made production plants, able to get a very high yield coupled with an exceptional final product quality. The original solutions applied in all the steps of the process make these plants extremely flexible and easy to operate thanks to high automation levels.

........................................................................................................................................................................................ INTERNATIONAL MAGAZINES

.it

Beverage Industry • Febbraio / February 2018

131


Marketing & Strategy

Verso il Milk Day di Fieragricola Latte, la produzione Ue torna a salire, a settembre +3,5% clal: il settore punta su export e sostenibilità, monitoraggio importante

anche nei mesi successivi, qualche ripercussione in termini di deprezzamento dei listini si avrà anche in Italia, dal momento che i tre mercati sono fortemente interconnessi. A livello europeo nel solo mese di settembre sono state prodotte 12.323.000 tonnellate di latte, con un balzo in avanti del 3,5 per cento. Le esportazioni si riveleranno dunque fondamentali per evitare che la sovrapproduzione congestioni il mercato europeo. Usa e Nuova Zelanda in crescita. Produzioni di latte in aumento anche negli Stati Uniti (73.654.000 tonnellate, +1,5% rispetto ai primi nove mesi del 2016), e, nell’emisfero Sud, in Nuova Zelanda (12.757.000 tons, +1,2% su base tendenziale). Stock di SMP in aumento. Ad appesantire il quadro complessivo potrebbero essere anche le giacenze di mercato. I magazzini di stoccaggio comunitari della polvere di latte scremato (SMP) indicano una giacenza di 393.007 tonnellate, il 51,75% in più rispetto ai primi nove mesi del 2016. Anche negli Usa gli stock sono cresciuti del 19,48%, raggiungendo le 126.498 tonnellate fra gennaio e settembre di quest’anno. Mondo allevatoriale preoccupato. La Commissione Europea non mostra segnali di allerta, ma non mancano voci preoccupate fra i rappresentanti dei produttori. Già nelle scorse settimane il portavoce

dell’Associazione dei produttori di latte tedeschi (Bdm), Hans Foldenauer, aveva paventato sulla stampa un calo dei prezzi sulle borse merci, mettendo in guardia sul rischio di una nuova crisi di mercato. Basterà alla Germania un aumento delle esportazioni? E se fra i paesi destinatari conquistasse maggiore spazio l’Italia, come già avvenuto in passato per il latte alimentare, quali sarebbero le conseguenze per il nostro mercato? Per ora le mercuriali sono abbastanza stabili. Le quotazioni del latte crudo spot del 13 novembre scorso sulla piazza di Verona hanno confermato i 42 € per 100 kg della settimana precedente, con un deprezzamento del 3,4% rispetto a 12 mesi fa. Lieve diminuzione (-0,59%) per il latte spot a Lodi, quotato 42,25 € per 100 chili. In Baviera il prezzo del latte crudo alla stalla è venduto a 37,93 € per 100 kg, il 39,76% in più rispetto alle quotazioni di 12 mesi fa, ma non sufficiente a garantire la sostenibilità economica delle stalle, secondo l’associazione dei produttori di latte, che indica a 45 €/100 kg la soglia di equilibrio. I produttori irlandesi sollecitano l’intervento dell’Unione europea. Gerald Quain, presidente del comitato lattiero caseario della Irish Creamery Milk Suppliers Association (ICMSA) afferma che il comparto auspica l’applicazione di un nuovo programma di riduzione volontaria delle produzioni di latte per l’anno prossimo.

........................................................................................................................................................................................

132

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it

Veronafiere Press Service

L

a produzione di latte in Europa torna a salire. Lo rileva Clal.it, portale di riferimento per il settore, che a Fieragricola parteciperà al Milk Day del 2 febbraio 2018, giornata dedicata alla filiera lattiero casearia, una delle grandi novità della 113ª edizione della manifestazione internazionale di Verona. «Consapevole che il dialogo fra gli operatori è fondamentale, così come una tempestiva analisi di tutti i fattori chiave del mercato – afferma Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere – Fieragricola organizzerà il Milk Day proprio per favorire una strategia di ampio respiro per la filiera, accompagnano l’avvicinamento dell’evento con informazioni e analisi di scenario». Latte: consegne Ue-28 in aumento. Nel periodo gennaio-settembre di quest’anno le consegne nell’Ue-28 sono cresciute dello 0,49% su base tendenziale, arrivando a una produzione complessiva di 118.049.000 tonnellate. Di per sé, non sarebbe un aumento significativo, tuttavia, secondo il team di Clal.it, questo trend potrebbe lentamente innescare una flessione dei prezzi del latte alla stalla. Più decisa l’accelerazione italiana: 9.012.000 tonnellate nei primi nove mesi del 2017, il 3% in più sullo stesso periodo dell’anno precedente. «Non possiamo ancora parlare di allarme – dichiarano gli analisti di Clal.it – ma è bene tenere monitorato l’andamento produttivo in tempo reale, per consentire ai produttori e alla filiera di gestire il mercato. Un surplus di materia prima, se non accompagnato a un incremento significativo dell’export, potrebbe appesantire la situazione comunitaria». Dopo la grave crisi che ha caratterizzato il 2015 e i primi otto mesi del 2016 e ha portato alla chiusura di molte stalle in Europa, una nuova recessione dei listini rischierebbe di essere fatale per migliaia di allevamenti. «Oggi è tempo per gli allevatori di investire in sostenibilità e in nuove tecnologie, in grado di migliorare i bilanci aziendali e di rispondere alle esigenze del consumatore in chiave di ambiente, occupazione e custodia del territorio – prosegue il team di Clal -. Allo stesso tempo, i trasformatori e i consorzi, in particolari quelli che rappresentano i grandi formaggi Dop, devono concentrarsi per incrementare l’export e garantire la giusta marginalità alla filiera». La ripresa di Francia a Germania. In base ai dati elaborati da Clal.it, non si può minimizzare l’inversione di tendenza che hanno registrato Germania e Francia, i primi due Paesi europei in termini di volumi di latte. La Germania ha prodotto in settembre il 3,2% in più rispetto allo stesso mese del 2016, allungando la striscia positiva iniziata in agosto, col +0,9% su base tendenziale. Anche la Francia a settembre ha registrato un aumento delle consegne di latte del 3,3% e, se tale tendenza si confermerà


Marketing & Strategy

Run-up to the Fieragricola Milk Day Milk: Eu production up again, 3.5% in September clal: sector focus on exports and sustainability, important monitoring

M

ilk production in Europe is beginning to grow again. This is confirmed by Clal. it, the landmark portal in the dairy sector, which will take part in the Fieragricola Milk Day on 2 February 2018 dedicated to the dairy supply chain - one of the major innovations for the 113th edition of the international show in Verona. “We are well aware that dialogue between operators is fundamental, as well as a timely analysis of all key market factors,” said Giovanni Mantovani, CEO of Veronafiere. “And Fieragricola is organising Milk Day precisely to promote a broad strategy for the supply chain, accompanying the run-up to the show with information and scenario analysis.” Milk: deliveries up in EU-28. In the period JanuarySeptember this year, deliveries for EU-28 grew by 0.49% on a trend basis, achieving total production of 118.049.000 tonnes. On its own, this would not be a particularly significant increase; however, the Clal.it team suggests that this trend may well trigger off a downturn in prices for milk at source. The improvement in Italy was more decisive: 9,012,000 tonnes in the first nine months of 2017, 3% more than in the same period of the previous year. “We cannot yet speak of concerns,” Clal.it analysts point out, “but it is good practice to monitor production trends in real time so that producers and the supply chain can manage the market. Surplus raw materials, unless accompanied by a significant increase in exports, could well have a significant impact on the EU situation.” After the serious crisis that characterised 2015 and the first eight months of 2016, leading to the closure of many dairy farms in Europe, a new recession in terms of list prices could easily be fatal for thousands of animal

farming centres. “The time is ripe today for farmers to invest in sustainability and new technologies capable of improving company financial statements and responding to the needs of the consumer in terms of the environment, employment and land protection,” the Clal team added. At the same time, processing companies and consortia, especially those representing the main PDO cheeses, must focus on expanding export levels and ensuring the right margins for the supply chain.” Recovery by France and Germany. Based on data analysed by Clal.it, emphasis must also be given to the turnaround seen in Germany and France, the leading two European countries in terms of milk volumes. In September, Germany produced +3.2% than in the same month 2016, continuing the positive trend first seen in August, with +0.9% on a trend basis. France also posted an increase in milk deliveries of 3.3% in September and, if this trend is confirmed in coming months, there may be repercussions in terms of lower prices even in Italy, since these three markets are strongly interconnected. On a European scale, September saw 12,323,000 tonnes of milk produced, a leap of 3.5 percent. Exports will therefore be fundamental in order to prevent over-production causing congestion on the European market. Growth in USA and New Zealand. Milk production also increased in the United States (73,654,000 tonnes, +1.5% compared to the first nine months of 2016), and - for the Southern hemisphere - in New Zealand (12,757,000 tonnes, +1.2% on a trend basis). SMP stocks up. The overall picture may also be affected by market stocks. EU storage warehouses

for skimmed milk powder (SMP) indicate stocks of 393,007 tonnes, 51.75% more than in the first nine months of 2016. In the USA, stocks also grew by 19.48% to 126,498 tonnes between January and September this year. Concerns in the animal farming world. The European Commission has not announced any alerts but there is no shortage of gossip among producers’ representatives. In recent weeks, the spokesman of the Association of German Milk Producers (Bdm), Hans Foldenauer, issued a press warning over a possible fall in prices on commodity exchanges and the consequent risk of a new market crisis. Will exports suffice for Germany? And if, among recipient countries, Germany were to wine even more space in Italy, as happened in the past for drinking milk, what would the consequences be for the Italian market? Official price lists are currently fairly stable. Spot quotations for raw milk last 13 November in Verona confirmed the price of € 42 per 100 kg of the previous week - a downturn 3.4% compared to 12 months ago. There was a slight decrease (-0.59%) for spot milk prices in Lodi, quoted at € 42.25 per 100 kilos. In Bavaria, the price of raw milk paid at the production centre is € 37.93 per 100 kg, 39.76% more than prices 12 months ago but still insufficient to ensure economic sustainability for dairy farms, according to the association of milk producers, which indicates a balance threshold of € 45/100 kg. Irish producers are urging intervention by the European Union. Gerald Quain, chairman of the Irish Creamery Milk Suppliers Association (ICMSA) said that the sector hopes to implement a new program for voluntary reduction of milk production for next year.

........................................................................................................................................................................................ INTERNATIONAL MAGAZINES

.it

Beverage Industry • Febbraio / February 2018

133


Machinery & Development

Flocculatori completamente automatizzati Il particolare sistema di iniezione del vapore e il fondo con scarico centrale consentono una corretta agitazione del siero al fine di ottenere la massima resa

G

li impianti sono costituiti da uno o più flocculatori di diverse capacità, costruiti interamente in acciaio inox AISI 304, con fondo conico che permette una perfetta fuoriuscita della ricotta. Il particolare sistema di iniezione del vapore e il fondo con scarico centrale consentono una corretta agitazione del siero al fine di ottenere la massima resa. Il flocculatore è isolato termicamente sul fondo conico e sulla parete verticale; è munito di un boccaporto di ispezione sul tetto e di un efficiente sistema di lavaggio. Priamo Food Technologies predispone tutti i flocculatori per essere completamente automatizzati, realiz-

zando tutti gli attacchi per l’immissione degli aditivi tecnologici, per il controllo di temperatura, per il controllo dei livelli, ecc. I flocculatori sono affiancati da una passerella con relativa scaletta di accesso, vengono realizzati con il quadro di comando e controllo secondo la strumentazione richiesta dal cliente. L’azienda per la fase di drenaggio e asciugatura della ricotta propone due soluzioni, con grado di automazione diversa: • La prima soluzione prevede una vasca drenante, singola o doppia, posizionata sotto il flocculatore. Al suo interno viene inserita una apposita tramoggia con

Fully automated flocculators The particular steam injection system and the bottom with central discharge enable correct agitation of the whey as to get maximum yield

pompa per il trasferimento del prodotto; inoltre può essere fornita anche di coperchio per il lavaggio in C.I.P. • La seconda soluzione proposta è il tunnel, completamente costruito in acciaio inossidabile AISI 304 con un nastro interno che assicura il drenaggio e l’asciugatura del prodotto voluta. La struttura del tunnel, completa di boccaporti d’ispezione, permette il lavaggio in C.I.P. del nastro (realizzato in materiale microforato plastico atossico) e una facile pulizia giornaliera. Il sistema di avanzamento del nastro prevede un sistema di compensazione automatica delle dilatazioni termiche dello stesso, oltre ad una regolazione della velocità di avanzamento mediante convertitore statico di frequenza. Nel tunnel è installata un’elettropompa per il trasferimento del prodotto, oltre alla pompa di trasferimento del siero scotta. Alla fine la ricotta viene trasferita ad uno o più mixer dove può essere addizionata ad altri componenti per poi essere omogeneizzata e trasferita al confezionamento.

T

he plants consist of one or more flocculators of different size, entirely built in stainless steel AISI 304, featuring a cone-shaped bottom for a perfect discharge of ricotta. The particular steam injection system and the bottom with central discharge enable correct agitation of the whey as to get maximum yield. The bottom and sides of the flocculator are insulated; it features inspection hatch on the ceiling and efficient washing system. By building all connections for the inflows of technologic additives, for temperature control, level control and more, Priamo Food Technologies designs all its flocculators to be fully automated. As well as being provided with gangway and stairs, the flocculators are also equipped with control board according to customer’s specific requirements. The company proposes the following two solutions, with different automation level, for the draining and drying phases. • The first solution sees a draining tank, single or double, under the flocculator; inside the tank there is a hopper with a pump to transfer the product. Moreover, it can also be provided with a lid for C.I.P. washing. • The second solution sees a stainless steel AISI 304 tunnel with inside belt for the draining and drying of the product. The structure of the tunnel, with inspection hatches, enables C.I.P. washing of the belt (made in non-toxic, micropore plastic material) and easy ordinary washing. The belt feeding system features an automatic compensation system of thermal expansion of the same belt, as well as regulation of the feeding speed by means of a static frequency converter. An electro-pump for the transfer of the product and a pump for the transfer of the curd whey are installed in the tunnel. In the end, the ricotta is transferred to one or more mixers where it can be added with other components before the homogenization and packaging phases that follow.

........................................................................................................................................................................................

134

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


Hall 08.1 Stand B010 C019


L’export della meccanica italiana: +3,6% nel primo semestre 2017 I dati di export sembrano più che confermare la qualità delle relazioni commerciali tra l’Italia e il resto del mondo e le esportazioni possono crescere ancora

Q

uali sono le nuove corsie delle esportazioni italiane e quali i Paesi di destinazione delle nostre tecnologie? I dati elaborati dall’ufficio studi ANIMA Confindustria Meccanica Varia offrono indicazioni importanti per analizzare la fenomenologia dell’export della meccanica italiana. Rispetto al primo semestre 2016, gli scambi commerciali sono aumentati del +3,6% per una cifra complessiva pari a 14 miliardi di euro circa. Tra i primi dieci Paesi, che hanno richiesto in misura maggiore le tecnologie italiane, in prima posizione si trovano gli Stati Uniti che nel 2017 hanno fatto registrare un incremento (+22%) rispetto all’anno precedente, fino a raggiungere 1,4 miliardi di euro. Turbine a gas (+37,5%) e macchine per il sollevamento e la movimentazione (+148,2%) sono le due merceologie più attraenti per la bandiera a stelle e strisce. Si confermano partner storici dell’Italia la Germania, al secondo posto, e la Francia, al terzo. Secondo un andamento stabile, i due Paesi europei hanno importato l’italianità rispettivamente per 1,3 miliardi di euro e 1,2 miliardi di euro. Per entrambe le destinazioni aumentano le esportazioni di pompe (Germania +8,4% e Francia +7,4%) mentre si riduce la domanda di valvole e rubinetteria (Germania -27,1% e Francia -17,4%). Si contrae, anche se di pochi punti percentuali (-2,8%) l’export verso il Regno Unito, pari a 622 milioni di euro, che occupa il quarto posto. Il rallentamento è dovuto alla frenata di turbine a gas (-15,3%) e di valvole e rubinetteria (-16,6%), mentre sono in ripresa gli impianti termici (+25,5%). Subito dietro, in quinta posizione, la Spagna con un aumento positivo (+8%) degli scambi. Alberto Caprari, presidente ANIMA Confindustria Meccanica Varia, ha dichiarato nel suo intervento all’evento Smart Export promosso da ANIMA: “I dati di export sembrano più che confermare la qualità delle relazioni commerciali tra l’Italia e il resto del mondo. Le esportazioni possono crescere ancora, facendo leva su quei valori che tutti ci riconoscono fortemente, come: innovazione, serietà, professionalità, flessibilità, qualità dei nostri prodotti, servizi e soluzioni integrate”.

Export of Italian mechanics: 3,6% in the first half of 2017 Export data suggests top quality trade relation between Italy and the world and exportations are likely to grow further

W

hich are the new routes of Italian export and the destination countries of Italian technology? The data processed by ANIMA study offer important information to analyze the trend of Italian export of mechanics. Compared with the first half of 2016, trade grew by 3,6%, equal to 14 billion euro. Among the first ten Countires demanding more Italian technology we see the USA with +22% on the previous year, up to 1,4 billion euro. Gas turbines (+37,5%) and lifting and handling machines (+148,2%) are the two product categories mostly wanted by the states. Italy’s historical partners remain Germany, ranking second, and France, third. Following a stable trend, the two European countries imported Italian products worth 1,3 billion euro and 1,2 billion euro respectively. For both destinations the demand of pumps increased (Germany +8,4% and France +7,4%), while there is decrease in valve and fitting demand (Germany -27,1% and France 17,4%). Slightly decreasing the export to the UK (+2,8%), equal to 622 million euro, and ranking fourth. This slowdown is mainly due to gas turbines (-15,3%), valves and fittings (-16,6%). On the other hand, heat systems are growing (+25,5%). Spain follows suit with +8%. At the event Smart Export, promoted by ANIMA, Alberto Caprari, the president of ANIMA, said “export data suggests the quality of trade relations between Italy and the world. Exportations are likely to grow further, also thanks to the values that are so typical of Italians: innovation, reliability, professionalism, flexibility, quality of our products, service and integrated solutions.”


Machinery & Development

Una vista perfetta Per il settore beverage Image S propone sistemi di visione avanzati, in grado di individuare con velocità e precisione eventuali imperfezioni durante l’intero processo di imbottigliamento

N

ell’interesse della salute e della sicurezza dei consumatori, l’industria alimentare e delle bevande necessita di bottiglie, barattoli e lattine esenti da difetti e contaminazione nelle linee di riempimento automatizzate. A velocità di produzione superiori a 70.000 contenitori all’ora, un operatore umano non è in grado di svolgere questo compito: le telecamere ad alta velocità sono gli “occhi perfetti” per un sistema di ispezione così altamente automatizzato. Le telecamere proposte da Image S, azienda lombarda che fornisce al mercato italiano componenti per Image Processing destinati a diversi settori, sono utilizzate in una vasta gamma di applicazioni nell’industria delle bevande, per individuare eventuali imperfezioni durante l’intero processo di imbottigliamento. Le applicazioni più diffuse includono l’ispezione di bottiglie difettose da scartare prima che vengano immesse nella linea di produzione, la selezione di bottiglie e casse da imballaggio delle dimensioni e misure richieste, il controllo degli standard igienici, la verifica del livello di riempimento di bottiglie e flaconi, oltre che del posizionamento corretto di tappi ed etichette. Telecamere matriciali GigEVision Per applicazioni di ispezione di alimenti e bevande Image S propone le telecamere con interfaccia GigE Vision® Genie Nano di Teledyne DALSA, di facile utilizzo e con un alto rapporto prestazioni/prezzo. Queste telecamere uniscono i sensori CMOS più

Le telecamere ad infrarosso (LWIR) non raffreddate Calibir™ di Teledyne DALSA offrono prestazioni eccellenti per l’acquisizione di immagini e massima flessibilità Uncooled long wave infrared (LWIR) cameras Calibir™ from Teledyne DALSA offer outstanding imaging performance and great flexibility

avanzati del settore, fra cui Pregius di Sony e Python di On Semiconductor, a una telecamera ottimizzata per velocità elevate integrate con funzionalità estese di controllo in una custodia compatta e robusta, oltre a garantire una temperatura di lavoro molto estesa (che assicura un MTBF elevatissimo). Disponibili in numerosi modelli con differenti risoluzioni (a partire da 640x480 fino a 5120x5120), tutti proposti in versione monocromatica, NIR e a colori, queste telecamere contribuiscono ad aumentare le prestazioni e l’affidabilità dei sistemi di visione grazie al loro esclusivo pacchetto di funzionalità. Grazie alla tecnologia brevettata TurboDrive™ di Teledyne DALSA, le Genie Nano sono in grado di raggiungere velocità di trasferimento dei dati che possono arrivare fino al 40% in più rispetto ai valori GigE Vision standard. Questa serie di telecamere sfrutta inoltre i vantaggi del kit di sviluppo software (SDK) Sapera™ LT e della collaudata tecnologia Trigger-to-ImageReliability™ per offrire controllo e diagnostica a livello di sistema, dall’acquisizione dell’immagine fino al trasferimento in memoria.

Leggere (46 grammi di peso) e compatte (44mm x 29mm x 21mm), le telecamere Genie Nano sono ideali per applicazioni in spazi ridotti e sono dotate di una custodia resistente a un’ampia gamma di temperature (da -20 a +60 °C) per un utilizzo anche in ambienti ostili. Dispongono inoltre di due ingressi e due uscite optoisolati che ne facilitano l’integrazione e l’implementazione. Eccellenti prestazioni in un formato compatto Per le applicazioni di imbottigliamento Image S propone, inoltre, le telecamere ad infrarosso (LWIR) non raffreddate Calibir™ di Teledyne DALSA, che offrono prestazioni eccellenti per l’acquisizione di immagini e massima flessibilità in un formato molto compatto. Con un frontale da 29x29 mm, queste telecamere possono essere integrate facilmente in spazi estremamente compatti. La piattaforma basata su microbolometro copre le lunghezze d’onda da 8 a 14 µm e supporta un’ampia gamma di interfacce, ottiche e funzionalità di elaborazione avanzate a bordo, grazie a un’architettura che offre molte più funzionalità e possibilità. La telecamera Calibir non richiede alcun otturatore meccanico per la taratura, generando quindi immagini già pre-elaborate senza rumore. L’immagine resta stabile nel tempo anche ad una variazione ampia delle temperature, evitando la scomodità, gli ingombri e la complessità degli otturatori meccanici, dispositivi soggetti a guasti. La serie Calibir DX sfrutta algoritmi avanzati di elaborazione delle immagini che arricchiscono il contenuto dell’immagine stessa, ottimizzando il contrasto per mostrare i dettagli più fini indipendentemente dalle condizioni di variazione all’interno della scena. Senza alcun intervento manuale, la serie Calibir DX fornisce immagini di alta qualità in modo affidabile, in tutte le condizioni.

Con un frontale da 29x29 mm, le telecamere Calibir possono essere integrate facilmente in spazi estremamente compatti With a frontal form factor of 29mm x 29mm the Calibir camera can be integrated in tight spaces for compact solutions

........................................................................................................................................................................................

138

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


Machinery & Development

Sharp vision For the beverage industry, Image S offers advanced vision systems that can accurately identify flaws in high-speed bottling operations Lightweight (46 grams) and compact (44mm x 29mm x 21mm), Genie Nano cameras are ideal for applications in tight spaces and feature a wide temperature range (-20 to +60°C) housing for imaging in harsh environments. They are also equipped with 2 inputs and 2 opto-coupled outputs for easy integration and deployment.

Le telecamere con interfaccia GigE Vision® Genie Nano di Teledyne DALSA uniscono i sensori CMOS più avanzati del settore a una telecamera ottimizzata per velocità elevate. Teledyne DALSA’s Genie Nano cameras with GigE Vision® interface combine industryleading CMOS image sensors with a fully optimized camera platform to deliver high frame rates

I

n the interest of consumer health and safety, the food and beverage industry relies on 100% defect and contamination free bottles, jars and cans in automated filling lines. At production rates in excess of 70,000 containers per hour, a human operator could not fulfill this task. high speed cameras are the perfect eyes for such an automated inspection system. The cameras provided by Image S, a Lombardybased specialist in Image Processing components for several industries, are applied in a range of applications looking for imperfections throughout the entire bottling production process. The most popular applications include inspection for defective bottles to be rejected before entering the production line, sorting of bottles/crates in correct sizes and variants, hygiene inspection, fill level inspection, label inspection and control of bottle cap placement onto a product after the filling stage. GigEVision area scan cameras For food and beverage inspection applications, Image S offers Teledyne DALSA’s Genie Nano cameras with GigE Vision® interface, easy to use and featuring high performance/price ratio. The series combines industry-leading CMOS image sensors, including the Sony Pregius and On Semiconductor’s Python, with a fully optimized camera platform to deliver high frame rates and powerful features faster, stronger, smaller, and cheaper, besides extended operating temperature (resulting into extra-long MTBF). Available in several models with different resolutions (from 640x480 up to 5120x5120), all in monochrome and color versions, plus several IR models, the Genie

Nano cameras boost the performance and reliability of machine vision systems with an exclusive package of features and capabilities. Genie Nano cameras include patent-pending TurboDrive™ technology, delivering high speed data transfers exceeding the GigE limit up to 2X faster than standard GigE Vision speeds. The Genie Nano family also leverages the benefits of the Sapera™ LT software development kit (SDK) and field proven Trigger-to-Image-Reliability™ framework for full system-level monitoring, control, and diagnostics from image capture through transfer to host memory.

Excellent performance in compact size For bottling applications Image S also offers the uncooled long wave infrared (LWIR) cameras Calibir™ from Teledyne DALSA, boasting outstanding shutterless imaging performance and great flexibility in a very compact package. With a frontal form factor of 29mm x 29mm the camera can be integrated in tight spaces for compact solutions. The microbolometer-based platform covers wavelengths from 8-14 µm and offers a variety of interfaces, lenses and state of the art on-board processing features that serve a wide range of today’s uncooled imaging applications with an architecture that offers more capabilities and possibilities. The Calibir camera requires no mechanical shutter for calibration, meaning instant image output and no interruption for recalibration. The image output of the Calibir camera remains stable across time and temperature range, freeing your application from the inconvenience, size, and additional complexity of failure prone mechanical shutters. The Calibir DX series features advanced image processing algorithms that adapt to the image content, optimizing contrast to show the finest details regardless of conditions or intra-scene variations. With no manual intervention required, the Calibir DX series delivers high quality images reliably, wherever and whenever you deploy it.

Le telecamere Genie Nano XL raggiungono velocità di acquisizione di 20 fps con risoluzioni da 25 Mpixel Genie Nano XL cameras achieve 20 fps image acquisition speed rates at 25 Mpixel resolution

........................................................................................................................................................................................ INTERNATIONAL MAGAZINES

.it

Beverage Industry • Febbraio / February 2018

139


Machinery & Development

Centro di eccellenza

L

a società Navatta, fondata da Giuseppe Navatta nel 1983, produce e installa linee di lavorazione di frutta e verdura e vanta referenze in tutto il mondo. Navatta Group è anche centro di eccellenza per la produzione e installazione di macchine e fabbriche di pomodoro pelato e sottoprodotti; ha molte referenze con potenzialità variabili da 20 a 120 t/h di prodotto fresco in entrata. Navatta Group è oggi una realtà ben consolidata e tecnologicamente efficiente che produce pastorizzatori a scatola rotante e linee per la produzione di polpa di pomodoro; sistemi di movimentazione di fusti, svuotamento di cassoni e fusti, pallettizzatori e de-pallettizzatori, sistemi di lavaggio e lavorazione di frutta e verdura con brevetti internazionali per l’estrazione del succo e della purea, impianti di concentrazione e trattamento termico, impianti a batch per ketchup, salse e marmellate.

Gamma di produzione Navatta Group produce e realizza linee di processo, sistemi, apparecchiature per la frutta, pomodoro, verdure per: • pomodoro pelato / cubettato / pomodoro triturato, salse e puree, concentrato di pomodoro, riempiti in tutti i tipi di confezione o in asettico; • frutta in pezzi, puree, succhi di frutta (purea naturale o concentrata) da frutta mediterranea / frutta tropicale, confezionata in ogni tipo di confezione o in asettico; • line di triturazione frutta da IQF, da blocchi surgelati e da frutta surgelata in bidone; • estrazione a freddo ad alto rendimento brevettata, puree di frutta / succhi di frutta equalizzati in asettico; • ampia gamma di evaporatori per la produzione di concentrato di pomodoro e purea naturale e concentrata di frutta mediterranea e tropicale; • evaporatori per caffè e latte: evaporazione prima degli atomizzatori a spruzzo, liofilizzatori o altri essiccatori;

• evaporatori per l’industria di cogenerazione (trattamento dei rifiuti); • sterilizzatori asettici; • riempitrici asettiche per bag in box con bocchello o senza bocchello; Bag-in-Drum da 220 litri, Bag in-Box / IBC 1.000 - 1.500 litri; • raffreddatori a spirale; • produzione di prodotti formulati (marmellata, ketchup, salse, bevande) a partire dallo scarico della materia prima al dosaggio, miscelazione, stabilizzazione meccanica/termica per il riempimento in qualsiasi tipo di confezione o in piccole cisterne asettiche; • impianti di trasformazione pilota; • impianti di trasformazione di ortaggi comprendenti la ricezione, la reidratazione, cottura, grigliatura e il congelamento. La sede e le due unità produttive di Navatta Group si trovano a Pilastro di Langhirano, Parma, con una superficie totale di produzione di 10.000 metri quadrati. Navatta esporrà alla fiera Anuga FoodTec 2018 – Hall 4.2, Aisle D-030 E-039.

Riempitrice asettica a testa singola per sacchi piccoli senza bocchello. Mod. AFIWS Calypso – sistema brevettato. - Considerevole riduzione di prezzo dei sacchi - Riduzione dei volumi di stoccaggio dei sacchi vuoti - Riduzione dei volumi di stoccaggio dei sacchi pieni - In caso di stoccaggio temporaneo dei sacchi pieni (es. in drum), nessun danno derivante dalla pressione dei bocchelli contro altri sacchi Single head aseptic filler for small bags without spout Mod. AFIWS Calypso – Patented System Avdantages compared to web small bags with spout: - Dramatic price reduction of the bags - Reduction of storage volumes for empty bags - Reduction of storage volumes for filled bags - In case of temporary storage of filled bags (i.e. into drums), no damages due to spout pressing against other bags

Centre of excellence

N

avatta Group’s headquarters and the two production units are located in Pilastro di Langhirano, Parma, with a total production area of 10,000 square meters. The company Navatta, founded by Mr. Giuseppe Navatta in 1983, produces and installs fruit and vegetable processing lines and boasts references across the globe. Navatta Group is also centre of excellence for the production and installation of processing machines and plants for peeled tomato and tomato byproducts; it counts many references all over the world, with capacity ranging from 20 to 120 t/h of incoming fresh product. Navatta Group is today a well–established and technologically efficient reality, producing rotary can pasteurizers and tomato pulping lines, bins handling system, bins and drums emptying system, palletizers and de-palletizers, washing systems, fruit and vegetables processing lines, it boasts international patents for juice and puree extraction, concentration plants and thermal treatment, it is specialized in special batch plants for ketchup, sauces and jams. Manufacturing range Navatta Group manufactures and commissions processing lines, systems, equipment for fruit, tomato, vegetables for: • peeled / diced / crushed tomatoes, tomato sauces and purees, tomato paste, all filled into any kind of package or in aseptic;

• diced, puree, juices (single strength or concentrated) from Mediterranean / tropical fruit, all filled into any kind of package or in aseptic; • fruit crushing lines from IQF, frozen blocks and frozen drums; • high-yield patented fruit puree cold extraction, fruit purees / juices equalized in aseptic; • wide range of evaporators to produce tomato paste Mediterranean and tropical fruit concentrate; • evaporators for coffee and milk: evaporation before spray atomizers, freeze dryers or other dryers;

• evaporators for cogeneration industry (waste treatment); • aseptic sterilizers; • aseptic fillers for spout bags/ spout-less Bag-inBox 3–20 liters, Bag-in-Drum 220 liters, Bin-inBox / IBCs 1.000–1.500 liters; • spiral-cooler; • formulated products productions (jam, ketchup, sauces, drinks) starting from components unloading to dosing, mixing, mechanical / thermal stabilizing, to filling into any kind of package or into aseptic mini-tanks; • processing pilot plants; • vegetable processing as receiving, rehydration, cooking, grilling and freezing. Navatta will exhibit at trade fair Anuga FoodTec 2018 in Hall 4.2, Aisle D-030 E-039.

Sistema di trasferimento asettico Per trasferire in condizioni asettiche verso riempitrici asettiche prodotti sterilizzati e confezionati asetticamente per essere riconfezionati Aseptic transfer system To transfer in aseptic conditions sterilized and aseptically packed products to aseptic fillers for their re-packing

........................................................................................................................................................................................

140

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


Turbo estrattori di diversa dimensione Different size single body turbo extractors

Turbopressa per la spremitura dei cascami di pomodoro con sistema di recupero succo e rilancio in linea Turbo-press for the pressing of tomato waste with juice recovery system and in-line re–addition

Impianto per confetture di alta qualità con e senza pezzi. Alimentazione da purea, purea concentrata o da pani surgelati System for high quality jams production ‘with and without pieces. Feeding from puree, concentrated puree or from frozen slabs

Sterilizzatore asettico Tube in tube aseptic sterilizer

Evaporatore Multi Funzione: Circolazione Forzata Film Cadente con Hot Break e Recupero Aromi Multi Purpose evaporator: Forced Circulation Falling Film with Hot Break and Aroma Recovery

VISIT US! Hall 4.2 Aisle D-030 E-039

Riempitrice asettica a doppia testa per Bag-in-Drum da 220 l e Bag-in-Bin da 1000-1500 litri, con sistema di carico automatico integrato per web bag da 220-20-10-5 litri. Mod. WEBONE – in attesa di brevetto Double-head aseptic filler for palletized bags in drums 220 lt and bag in bin 1000-1500 l with integrated automatic loading system for 220-20-10-5 l web bags. Mod WEBONE – patent pending

Via Sandro Pertini, 7 43013 Pilastro (Parma) Italy Tel. +39 0521 630322 Fax +39 0521 639093 info@navattagroup.com www.navattagroup.com


Machinery & Development

Le birre migliori con le soluzioni di Ingegneria Alimentare Ingegneria Alimentare sviluppa e realizza macchine e impianti con elevato grado di automazione e nel totale rispetto delle normative vigenti in tema di sicurezza

I

ngegneria Alimentare Srl, con sede a Rende, in provincia di Cosenza, avvalendosi di uno staff tecnico altamente specializzato e della partnership con svariate officine meccaniche, sviluppa e realizza, in collaborazione con i propri clienti, macchine e impianti per l’industria alimentare con elevato grado di automazione e nel totale rispetto delle normative vigenti in tema di sicurezza. Sviluppo in ambiente virtuale Grazie ai mezzi tecnologici in proprio possesso, Ingegneria Alimentare è in grado di effettuare il ciclo di progettazione completo: dall’idea allo sviluppo in ambiente virtuale per i test di funzionamento prima della costruzione. In seguito all’analisi progettuale si procede allo studio di fattibilità tecnica e finanziaria e, successivamente, alla definizione dell’impianto tecnologico e alla simulazione con software ad elevata tecnologia, che consente di provare l’impianto in tutte le possibili modalità di utilizzo, abbattendo così i costi di produzione e gli errori di progettazione. Ingegneria Alimentare può effettuare simulazione di: • Processo industriale • Fluido dinamica computazionale • Analisi agli elementi finiti • Analisi statica e dinamica degli elementi • Gestione della vita utile del prodotto Tutte le prove di simulazione vengono successivamente validate da prove di laboratorio e l’intero processo viene eseguito nel pieno rispetto delle norme in materia di sicurezza e igiene vigenti nel Paese di destinazione dell’impianto o il macchinario. Ingegneria Alimentare Srl vanta una gamma completa di Mini Birrifici e Micro Birrifici per la produzione di

quindi micro-birrifici chiavi-in-mano che vanno semplicemente allacciati alla rete elettrica e a quella idrica. Per tutti viene garantita l’opzione di essere automatizzati con quadro elettrico sinottico computerizzato e controllabile via Internet. La composizione base, consigliata per i pub, prevede un impianto di cottura a doppio/triplo tino in singola/ doppia cotta. Si producono anche impianti a 4 tini fino a 5.000l in doppia cotta. Gli impianti possono essere realizzati in continuo e a batch, sia a circolazione di vapore che olio diatermico e possono essere dotati di generatore di vapore elettrico o a gas. Il controllo elettronico delle fasi è gestito da PLC con touch screen. In generale, quindi, i mini birrifici Ingegneria Alimentare sono costituiti da: • Tino di ammostamento, filtro per gli impianti a due tini in doppia cotta • Tino di bollitura, whirlpool per impianti a due tini in doppia cotta • Tino di grant • Scambiatore di calore, a piastre o a tubo • Controllo elettronico delle fasi di processo tramite PLC con touch screen I serbatoi che Ingegneria Alimentare realizza sono sempre prodotti in conformità alle normative vigenti più stringenti. Le tipologie vanno dal fermentatore completamente termo-controllato, ai maturatori in pressione con piastre di refrigerazione ad immersione. Possono essere semplici o in pressione, a circolazione di vapore, olio diatermico o fluido refrigerante. I serbatoi di fermentazione e stoccaggio sono completamente attrezzati con giunti di raffreddamento, isolamenti, sistema di raffreddamento e automazione di temperatura e pressione. ........................................................................................................................................................................................

142

birra artigianale. Accanto alla produzione di linee standard, l’azienda è in grado di personalizzare ogni impianto sulla base di specifiche esigenze del cliente. Tutte le attrezzature Ingegneria Alimentare per la produzione birra sono adatte a birrifici, ristoranti, birrifici artigianali e consentono di produrre birre corpose ed eccezionali. I sistemi di produzione di birra sono chiavi in mano e consistono in mulini per il malto, riscaldamento, cottura e fermentazione. Ingegneria Alimentare dota tutti i suoi impianti con i materiali migliori e con le ultime tecnologie disponibili affinchè i suoi prodotti durino nel tempo e siano flessibili e personalizzabili secondo le esigenze produttive di birrifici di ogni dimensione. Tutti gli impianti sono realizzati interamente in un unico monoblocco di acciaio inox AISI 304/316 e completi di tutti i componenti necessari allo sviluppo del prodotto finito. Ingegneria Alimentare realizza

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


Machinery & Development

The best beer with Ingegneria Alimentare solutions Ingegneria Alimentare develops and produces high-automation machines and plants in full compliance with safety regulations in force

I

ngegneria Alimentare Srl, based in Rende, in the province of Cosenza, using a highly specialized technical staff and partnership with various mechanical workshops, develops and implements, in collaboration with its customers, machines and plants for the food industry featuring high-level automation and in full compliance with current safety regulations. Development in virtual environment Thanks to its technological resources, Ingegneria Alimentare Srl is able to make the complete design cycle from the concept to virtual environment development for operating tests before construction. After design analysis, study of technical and financial feasibility, definition of the technology system and simulation with high technology software, it is possible to test the system in all ways of using, thus reducing the production costs and design errors. Ingegneria Alimentare Srl can simulate: • Industrial process • Dynamic computational fluid • Analysis of the finite elements • Static and dynamic analysis of elements • Handling the useful life of the product All the simulation tests are subsequently validated by laboratory tests and the whole process is carried out in full compliance with the safety and hygiene regulations in force in the country of destination of the plant or machinery.

Ingegneria Alimentare Srl has a full range of mini brewery and micro brewery for the production of craft beer. Alongside the production of standard lines, it can customize each plant based on specific customer requirements. It handles all of its plants with the best materials and the latest technology available because our products are flexible and customizable according to the brewing needs of all size breweries. All Ingegneria Alimentare systems are made entirely of a single AISI 304/316 stainless steel monobloc and completed with all the components required for the development of the finished product. Therefore, the company makes “plug and play” micro-breweries that simply connect to the power grid and water supply. For all, Ingegneria Alimentare has the option of being automated with a computerized and controllable online synoptic electric panel. Ingegneria Alimentare basic bedding, recommended for pubs, features a double / triple-sized single / double-baking system. However, the company comes up with 4 teens up to 3.000l in double glazing. The

Hall 4.2 Aisles C, D

plants can be continuously and batched, both with vapour and diathermic oil, and can be equipped with an electric or gas steam generator. The electronic phase control is operated by PLC with touch screen. The plants can be automated with a computerized and online controllable electronic synoptic panel. In general, the plant consists of: • Tinned tin, filter for double tin kettle plants • Boiling tin, whirlpool for double tin kettle plants • Tin of Grant • Plate or tube heat exchanger • Electronic phase process control via PLC with touch screen The tanks Ingegneria Alimentare produces are always manufactured in accordance with the most stringent regulations in force. Types range from the fully controlled thermo-controlled fermenter to the pressurized maturators with immersion refrigeration plates. They can be simple or under pressure, with steam circulation, diathermic oil or coolant.

Pad A5 Stand 110

........................................................................................................................................................................................ INTERNATIONAL MAGAZINES

.it

Beverage Industry • Febbraio / February 2018

143


Machinery & Development

Decolla il business delle cassette riutilizzabili CPR System, leader italiano degli imballaggi in plastica a sponde abbattibili, ha chiuso il bilancio con un fatturato record di 54,8 milioni di euro

È

stata un’annata d’oro per il gruppo cooperativo che associa tutti gli attori della filiera, dai produttori ortofrutticoli ai distributori (tra cui Coop, Conad, Pam, Bennet, Gigante, Selex, Sigma, Sisa, 3A e altri), passando per gli stampatori degli imballaggi e alcune aziende di servizio per gestire i trasporti, il facchinaggio, la movimentazione. La cooperativa di Gallo (Ferrara) ha presentato i numeri del bilancio 2016 nel corso dell’assemblea generale e che ha mostrato i risultati di una gestione sempre più sostenibile ed efficiente delle proprie risorse e dei propri processi produttivi con numeri di tutto rispetto anche per quanto riguarda il capitale sociale che ha raggiunto 16,1 milioni di euro e il patrimonio netto di 34,3 milioni di euro. E sono molte le novità di CPR System per il prossimo triennio, che consolidano i grandi cambiamenti strutturali realizzati negli ultimi anni. Il direttore generale Monica Artosi ha tracciato le linee guida dei progetti in corso di attuazione, che vedono CPR investire con decisione sulla ricerca e sullo sviluppo seguendo il

filo conduttore strategico della sostenibilità ambientale ed economica. È il caso ad esempio del pallet di legno con blocchetti riciclati, realizzato con la collaborazione di Ecoblocks. Si tratta dell’unico esempio in Italia di pallet ottenuti dal riutilizzo del legno e i risultati sono molto interessanti sia dal punto di vista economico che, naturalmente, da quello ambientale. Sarà inoltre immessa al più presto nel circuito la nuova cassetta CPR 2.0, migliorata dal punto di vista dell’utilizzo grazie ad una nuova chiusura a maniglia, più semplice nell’uso ma compatibile con i macchinari di lavorazione. Gli imballaggi riutilizzabili CPR ampliano gli orizzonti non coinvolgendo solo l’ortofrutta ma anche altri importanti settori del fresco come le carni, per cui sono state predisposte apposite cassette grigie o il pesce per il quale le casse CPR di colore azzurro potranno andare a sostituire l’attuale uso del polistirolo che è, come noto, un derivato della plastica non riciclabile. L’attività di ricerca e sviluppo che caratterizza da sempre il CPR è oggi indirizzata anche all’ottimizzazione logistica che è uno dei veri punti di debolezza del “sistema Italia”.

Reusable crate business on the rise CPR System, Italian leader in plastic packaging with removable sides, recorded record turnover of 54,8 million euro

A

golden year for CPR System, grouping all the major players of the sector chain, from fruit and vegetables producers to distributors of the large-scale retain trade (such as Coop, Conad, Pam, Bennet, Gigante, Selex, Sigma, Sisa, 3A and more), as well as packaging printers, and some transport, porter and handling companies. During the general meeting, this cooperative headquartered in Gallo, Ferrara, introduced the figures of financial balance 2016 which showed the results made possible thanks to an increasingly efficient and sustainable management of resources and production processes, and the figures showed share capital reaching 16,1 million euro e net assets of 34,3 million euro.

CPR System has much more news up on the sleeves for the three years to come, when the important changes made in latest year will be further cemented. General Manger Mrs. Monica Artosi has laid down the guidelines of the projects underway: CPR will invest strongly in R&D following the strategic central tread of environmental and economic sustainability. That is the case, for instance, of pallet in recycled wood, carried out with a cooperation with Ecoblocks. That is the only example in Italy of pallet made with recycled wood; the results are quite interesting from the economic and environmental points of view. Very soon, the company will also put in the circuit the new CPR 2.0 crate, improved from the use point of view thanks to a new handle closure, simpler and compatible with running machinery. CPR reusable packaging widens the horizon not only of the fruit and vegetable market, but also of important sectors such as meat, for which there are special grey crates, and fish, for which light-blue crates will replace polystyrene, deriving from nonrecyclable plastics. Research & Develoment activity always characterizing CPR is now also addressed to logistics optimization, which is real weakness of “Sistema Italia” (Italy System).

........................................................................................................................................................................................

144

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


Machinery & Development

60 anni di competenza e professionalità Galigani Filtri compie 60 anni di attività, impegnati a offrire prodotti e servizio di supporto di alta qualità

G

aligani Filtri, azienda leader negli impianti di filtrazione, compie 60 anni di attività nel 2018. Opera fin dal 1958 con competenza e professionalità per offrire un prodotto di elevata qualità e un servizio di supporto per utilizzatori, installatori e progettisti. Con oltre 3000 installazioni presenti nei 5 continenti, Galigani Filtri vanta un’esperienza specifica nel settore della separazione solido liquido. L’azienda, ubicata in un moderno stabilimento immerso nelle campagne senesi, si avvale dei più moderni sistemi di ricerca, studio e progettazione al fine di risolvere al meglio le problematiche di ogni singola applicazione, nonché fornire con i propri tecnici qualificati una tempestiva assistenza pre e post-vendita. All’interno dell’azienda è presente un laboratorio per eseguire test di filtrazione su campioni forniti dai clienti per determinare tutti i parametri necessari al dimensionamento del filtro più idoneo.

La produzione “Galigani Filtri” comprende filtri pressa e gruppi pompanti per l’alimentazione dei filtri pressa. La vasta gamma dei modelli varia dalle macchine a scarico manuale, fino ad arrivare a quelle completamente automatiche gestite da moderni PLC che possono essere interfacciati con altri presenti nel processo e che permettono di essere monitorati con sistemi di tele assistenza. I filtri pressa e gli impianti di filtrazione costruiti dalla Galigani filtri eseguono delle filtrazioni “meccaniche” che vanno a rimuovere le particelle solide presenti all’interno di liquidi di varia natura. Con questo tipo di filtrazione, il liquido non subisce alterazioni chimiche. Si possono realizzare filtri idonei a trattenere particelle solide di varia natura e dimensione; a tale scopo, la filtrazione può avvenire su tela filtrante in materiale sintetico o su cartone filtrante per le particelle di dimensioni pari ad 1 millesimo di millimetro o inferiori.

Il filtropressa è una macchina di tipo discontinuo dotata di un certo numero di elementi filtranti che operano in parallelo. Ogni filtropressa è caratterizzato dall’avere una superficie filtrante ed un volume che in funzione della sua dimensione possono essere più o meno grandi. A parità di applicazione si può dire che maggiore è la superficie filtrante e maggiore è la quantità di liquido che si riesce a filtrare, maggiore è il volume e più quantità di solidi si può trattenere al suo interno. Per poter soddisfare al meglio i requisiti della certificazione CE, tutte le macchine sono dotate dei più evoluti dispositivi di sicurezza, come ad esempio pacco filtrante completamente chiuso e protetto con porte scorrevoli o ali ruotanti; valvola di blocco idraulico montata direttamente sul cilindro (per evitare aperture accidentali a seguito di eventuali rotture di tubi).

60 years of competence and professionalism Galigani Filtri celebrates 60 years of business activity, committed to offering high-quality products and support service

G

aligani Filtri, company leader in the production of filtration systems, celebrates 60 years of business activity in 2018. Since 1958, it has been operating competently and professionally as to offer a high-quality products and service support to users, installers and designers. With over 3000 installations on the 5 continents, Galigani Filtri boasts specific experience in the field of solid-liquid separation. The company is located in Siena countryside and its modern facilities are equipped with the most modern research, study and design systems in order to solve

the problems of every single application, as well as providing a timely pre- and after-sales assistance thanks to with its qualified technicians. An in-house laboratory carres out filtration tests on samples provided by customers to determine all parameters needed for the most appropriate filter sizing. Galigani Filtri production includes filter presses and pumping units for filter presses. The wide range of models encompasses from machines with manual discharge up to fully automatic machines managed by modern PLC that can be interfaced with other machines present in the process and that can be monitored with tele-assistance systems. The press filters and filtration plants built by Galigani Filtri run “mechanical” filtration, removing the solid particles which are inside various types of liquids. With this type of filtration, the liquid does not undergo any chemical alteration. You can create special filters

to retain solid particles of varying size and nature; to this end, the filtration can be done through a synthetic filtering cloth or cardboard filter for particles the size of 1 thousandth of a millimetre or less. The filter press is a batch type machine featuring a number of filter elements operating in parallel. Each filter press is characterized by a filtering surface and volume which, in function of its size, may be more or less big. With equal application one can say the greater filtering surface and the greater the amount of fluid that can be filtered, the greater the volume and more quantity of solids can be retained inside. To comply with EC requirements, all machines are provided with the most advanced safety equipment, such as fully-sealed filtering package protected by sliding doors and rotating wings; hydraulic stop valve just in the cylinder (as to avoid incidental opening in case of tube break).

........................................................................................................................................................................................

146

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


Machinery & Development

Mettersi in sicurezza dal rischio CO2 e mancanza O2 MSR-Electronic fornisce sistemi di rivelazione gas affidabili per mettere i vostri impianti in perfetta sicurezza

O

vunque sono stoccate, imbottigliate, processate o trasportate sostanze infiammabili o tossiche, il rischio potenziale causato da gas e vapori è particolarmente elevato. Una corretta pianificazione e l’installazione di un sistema di rilevamento gas, tuttavia, riduce in modo significativo il rischio per le persone e beni. Che si tratti di ristoranti, pub, cantine di fermentazione, birrerie, impianti di imbottigliamento o anche impianti di stoccaggio e stabilimenti produttivi con sistemi di spegnimento a CO2, ovunque siano impiegate bombole di CO2, condotti di gas e serbatoi, si possono usare i rivelatori MSR-Electronic. La massima sicurezza è una priorità assoluta. Per questo motivo tante delle caratteristiche di sicurezza dei prodotti MSR-Electronic sono di serie e senza costi aggiuntivi. I sistemi di rivelazione gas devono essere sempre affidabili. In caso di perdite di gas, sono richiesti prodotti attendibili e un’assistenza rapida. Le caratteristiche di sicurezza controllano 24h su 24 i dispositivi di allarme collegati per la funzionalità e la continuità del collegamento (livello SIL2 secondo la norma EN 50271). Il modulo DEM-06-IO-A controlla l‘accesso alle stanze chiuse dove sono possibili perdite di CO2 e mostra in tempo reale la concentrazione potenzialmente aumentata. In questo modo la sicurezza è garantita.

Vantaggi: • Prodotto di sicurezza: più di quanto richiesta da tutte le normative nazionali • Risparmi sostanziali: costi di manutenzione notevolmente inferiori • Display a LED: avvertimento all‘ingresso nell‘area protetta • Funzione di test e manutenzione integrata • Espandibile con ingressi aggiuntivi • Plug and Play

Your safety from CO2 concentration and O2 deficiency MSR-Electronic offers reliable gas warning systems for the perfect safety of your installations

W

herever combustible or toxic substances are stored, bottled, processed or transported, the hazard potential caused by gases and vapours is particularly high. Correct planning and installation of gas detection systems can, however, significantly reduce the risks for humans and plants. Whether in restaurants, pubs, fermenting cellars, breweries, wineries, bottling plants or even in storage facilities and production halls with CO2 extinguishing devices, wherever CO2 bottles, gas lines and tanks are employed, the MSR-Electronic sensors can be used. Maximum safety is the top priority. For this reason, many safety features of MSR-Electronic are standard and without additional charge. Gas alarm systems must be reliable at all times. In case of leakages rapid assistance and dependable products are required. The safety features check the connected warning devices for functionality and wire break (SIL2 level according to EN 50271) around the clock. The module DEM-06-IO-A ensures access to closed rooms where CO2 leakage can occur and displays the potentially increased gas concentration in real time. This means that safety is perfectly guaranteed.

Your benefits: • Safety product: More than required by all national standards • Absolute cost savings due to significantly lower maintenance costs (compared to other manufacturers) • LED display: Warning against entering the room • Integrated test and maintenance function • Extendable for further entrances • Plug and Play

........................................................................................................................................................................................

150

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


About Fairs

Global Soft Drinks Congress, la chiave per accedere agli insight del mercato L’evento, 17-19 aprile, 2018, Corinthia Hotel, Praga, è stato pensato per leader, fornitori, clienti e adviser dell’industria, per dare loro una panoramica completa delle ultimissime tendenze di mercato

G

lobal Soft Drinks Congress di Zenith è giunta alla sua 14a edizione e continua ad essere la fonte chiave per avere aggiornamenti sulle tendenze internazionali e regionali del mercato, oltre che per avere opportunità eccellenti di networking. L’evento, 17-19 aprile, 2018, Corinthia Hotel, Praga, è stato pensato per leader, fornitori, clienti e adviser dell’industria, per dare loro una panoramica completa delle ultimissime tendenze di mercato, e approfondimenti da tutti in continenti da aziende leader di ogni regione per colloqui informali. I soft drink non solo sono rinfrescanti, offrono gusto e idratazione, ma hanno anche caratteristiche salutari e funzionali senza alcol. Esistono indubbiamente sfide relative all’impatto ambientale e contenuto calorico, ma possono essere sicuramente superate. L’evento è strutturato per aiutare l’industria a farsi valere e affermare il suo futuro roseo nell’indirizzare i temi e portare avanti l’innovazione. Tra gli highlight di Global Soft Drinks Conference ricordiamo: • Presentazioni di produttori e innovatori leader • Ampio networking con figure chiave dell’industria • Approfondimenti e aggiornamenti di mercato • Cena di gala con la presentazione degli InnoBev Awards 2018 Per maggiori dettagli e per prenotazioni visitare: www.zenithglobal.com/events Per partecipare agli InnoBev Awards contattare Alice Schofield scrivendo a aschofield@zenithglobal.com Per informazioni e pacchetti sponsorship, scrivere a Maxine Harle mharle@ zenithglobal.com o chiamare il +44 (0)1225 327341

Global Soft Drinks Congress, the key to get market insights The event, 17-19 April 2018, Corinthia Hotel, Prague, is designed for industry leaders, suppliers, customers and advisers to gain a complete overview of the latest market trends

Z

enith’s Global Soft Drinks Congress is now in its 14th year and continues to provide a key source of international and regional market updates, plus excellent networking opportunities. The event, 17-19 April 2018, Corinthia Hotel, Prague, is designed for industry leaders, suppliers, customers and advisers to gain a complete overview of the latest market trends, along with key insights across all continents from leading companies in each region and extensive time for informal discussion. Soft drinks offer all the virtues of refreshment, taste and hydration, as well as opportunities for health and functionality without alcohol. There are undoubtedly challenges with environmental impact and calories, but these are in the nature of business to be overcome. This event is designed to help the industry assert and affirm its healthy future by addressing the issues and forging ahead with innovation.

Highlights include: • Conference presentations by a range of leading producers and innovators • Extensive networking time with key industry figures • Market insights and updates • Gala industry dinner with presentation of 2018 InnoBev Awards For event details and how to book visit: www. zenithglobal.com/events For information on how to enter the InnoBev Awards contact Alice Schofield on aschofield@zenithglobal. com For information on sponsorship packages, contact Maxine Harle on mharle@zenithglobal.com or +44 (0)1225 327341

........................................................................................................................................................................................

152

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


Machinery & Development

Flessibilità ed efficienza per l’industria delle bevande SEW-EURODRIVE offre soluzioni di sistema modulari e personalizzabili che si adattano a tutte le tipologie di movimentazione negli ambiti applicativi dell’industria delle bevande

L

e aziende di produzione nel settore del beverage hanno da sempre bisogno di estrema flessibilità ed efficienza per poter soddisfare le più svariate esigenze dei propri clienti.

Personalizzazioni, variazioni dei volumi produttivi, realizzazione di nuovi prodotti, sollecitazioni degli impianti, ambienti umidi, sono solo alcune delle variabili che le società di automazione per l’industria delle bevande hanno dovuto affrontare con una componente tecnologica costantemente innovativa, affidabile e al contempo semplice e sicura da implementare, affinché i produttori potessero migliorare le prestazioni e la flessibilità delle proprie attrezzature. SEW-EURODRIVE offre soluzioni di sistema modulari e personalizzabili, come MOVISUITE, il software human-centered che assicura una gestione semplice e rapida di tutti gli aspetti di automazioni di macchina, con risparmio di tempo e di costi. Le soluzioni modulari di SEW-EURODRIVE si adattano a tutte le tipologie di movimentazione negli ambiti applicativi dell’industria delle bevande, sia che si tratti di ambienti asciutti come trasportatori, pallettizzatori o impachettatori, che di ambienti umidi come ad esempio gli impianti per il lavaggio delle bottiglie. MOVIFIT Compact è, fra i vari, un sistema di azionamento decentralizzato con design compatto ed elevata flessibilità nel controllo motore per movimentazioni orizzontali efficienti, configurabile con rivestimento High Protection per ambiti di produzione igienici o in condizioni di produzione asettica. Inoltre ha integrato un blocco FieldPower per un’affidabile distribuzione dell’energia che migliora anche l’effi-

cienza energetica del sistema. L’efficienza energetica è infatti un altro elemento distintivo delle soluzioni di SEW-EURODRIVE. MOVIGEAR è il sistema meccatronico di azionamento che consente la riduzione dei consumi fino al 50%, con il quale è possibile assolvere a diverse funzioni usufruendo di un’unica variante. Per le esigenze di movimentazioni mobili e incrementare la flessibilità in ottica “digital factory”, SEW-EURODRIVE ha inoltre sviluppato una gamma specifica di sistemi cyberfisici in grado di comunicare con tutti i livelli della fabbrica e connessi ai processi individuali di produzione e assemblaggio. Assistenti mobili autonomi (automated guided vehicle) che possono essere configurati per svolgere diversi compiti: movimentazioni logistiche, essere usati come banchi di lavoro, spedizione di imballi, carico e scarico di macchine e altri trasporti sia all’interno che all’esterno delle fabbriche.

Flexibility and efficiency for the beverage industry SEW-EURODRIVE offers modular and customizable modular systems that easily adapt to any kind of handling in the beverage industry

T

he companies of the beverage industry always need the highest flexibility and efficiency to meet their customers’ most different requirements. Personalization, changes in throughput, new products, plant stress, humid environments, are just some but few variables that automation companies in the beverage industry have to manage by means of constantly innovative, reliable albeit simple and easily developable technology, so that producers can improve performances and flexibility of their equipment. SEW-EURODRIVE offers modular and customizable modular systems, such as MOVISUITE, the human-centred software for simple and fast management of any machine tasks, providing also time and cost saving. SEW-EURODRIVE modular solutions adapt to any kind of handling in the beverage industry, in both dry environments by conveyors, palletizers or wrappers, and humid environment such as bottle washing plants. MOVIFIT Compact is a decentralized drive unit featuring compact and highly flexible design for AC motor controlling in efficient horizontal handling, to be configured with High-Protection coating for hygiene production and aseptic production environments. Moreover, the company has also integrated it with FieldPower for a reliable energy distribution that improves the system’s energy efficiency. It is just energy efficiency SEW-EURODRIVE’s further distinguishing element. MOVIGEAR is a mechatronic drive system that enables reducing consumption down to 50%, and with which it is possible to perform different tasks through one single variant. To mobile handling and to increase flexibility in a “digital factory” perspective, SEW-EURODRIVE has also developed a specific range of cyberphysics systems that can communicate with all factory’s levels connected with production and assembly processes. Automated guided vehicles can be configured for different tasks, such as: logistic handling, as work benches, package delivery, machine loading and unloading, and other transport both indoor and outdoor.

........................................................................................................................................................................................

154

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


Machinery & Development

Vasta esperienza per tutte le esigenze di produzione Pietribiasi ha acquisito una vasta esperienza e può soddisfare esigenze di produzione dal piccolo al grande impianto

P

ietribiasi Michelangelo Srl nasce verso la fine degli anni sessanta, in un momento di rapida crescita economica e in una specifica nicchia di mercato dove la domanda è piuttosto forte. Oggi il nome Pietribiasi, nel mercato lattiero-caseario, è tra i più conosciuti e apprezzati a livello internazionale, in particolare in impianti completi chiavi in mano, e nei vari comparti specialistici quali soft drink, succhi e bevande in generale. Per quanto riguarda più direttamente l’offerta produttiva, la Michelangelo Pietribiasi si occupa dello studio, progettazione, fornitura e messa in funzione di macchine, impianti completi per la produzione di latte alimentare (HTST – ESL – UHT) panna – prodotti

derivati dalla acidificazione del latte (yogurt nelle varie varianti – panne acide – smetana – kefir, ecc.), formaggi freschi e a vari livelli di stagionatura, formaggi da pasta filata (mozzarella, caciocavallo, ecc.), prodotti da latte vaccino e ovino. Impianti per succhi di frutta, miscele di gelato, succhi vari, soft drinks e bibite sono tra i prodotti che maggiormente hanno ampliato la gamma produttiva della Pietribiasi. Pietribiasi Michelangelo è nota anche per i suoi impianti di preparazione e pastorizzazione di mix gelato. Ogni impianto di pastorizzazione può essere semplice o corredato di deareatore, omogeneizzatore, separatore, gestione automatica, ecc. Per questi prodotti, la società ha acquisito una vasta esperienza e può soddisfare esigenze di produzione dal piccolo al grande impianto. Dispone sia di attrezzature per piccole realtà produttive che la capacità di progettare e realizzare impianti industriali di grandi dimensioni. Oltre a ciò, progetta e costruisce scambiatori di calore a piastre e tubolari per la pastorizzazione e trattamenti termici (riscaldamento e/o raffredda-

mento) di diversi prodotti liquidi alimentari (latte, panna, miscela di ice-cream, succhi di frutta, misto d’uovo, birra, vino e molti altri). Questi tipi di impianti sono progettati su misura per rispondere a specifiche esigenze dell’utilizzatore. Altri prodotti per i quali l’azienda è conosciuta e apprezzata sono: maturatori; pastorizzatori discontinui per panna; zangole burrificatrici (disponibili in una vasta gamma di modelli da lt 20 a 3.000 litri di capacità totale); formatrici semiautomatiche per panetti di burro, impianti di lavaggio CIP. La lunga esperienza consolidata nell’ambiente alimentare, le pluriennali collaborazioni con moltissime aziende europee, l’approfondita conoscenza a livello di materiali funzionali e tecnici dei vari componenti, e la qualifica del personale tecnico operante in Pietribiasi, unitamente a una sensibile e flessibile gestione tecnico-commerciale della proprietà, sono alcuni dei cardini principali della Pietribiasi Michelangelo Srl.

A wide experience to cover all equipment needs Pietribiasi has a wide experience and can cover all equipment needs from small to bigger plants

P

ietribiasi Michelangelo Srl was established between the end 1960 and the beginning of the next decade. From the beginning the family-run company specialized in the construction of equipment for the dairy industry and developed later into the field of soft drinks, juices and beverages in general. Today, the Pietribiasi name is among the more well-known in the dairy and beverages sector and the company is internationally acknowledged, particularly in the realization of “turnkey” projects regarding process of liquid foods. Looking more closely at the company’s product ranges, the Pietribiasi division covers the research, project design and supply of complete systems for the process of milk (HTST – ESL – UHT), cream – fermented products from milk process (yoghurts in

the various known versions, sour cream, Smetana, kefir, labneh, etc.), fresh soft cheeses, as well semi and hard cheeses, “pasta filata-pizza cheese” (such as mozzarella, caciocavallo, etc.) and other products processed from cow, sheep and goat milks. Pietribiasi Michelangelo is also very well-known for its ice cream mix preparation and pasteurization. In this field the company has wide experience and can cover all equipment needs from small to bigger plants for the production of pasteurized drinking milk, yoghurt, different kinds of cheese, butter, etc. Complete equipment means starting from milk receiving or recombination to final product including packaging. The same for juice processing, from juice preparation to filling. Pietribiasi designs and produces plate and tubular heat exchanger for pasteurization and thermal treatment (cooling and/or heating) of different liquid foods (milk, cream, ice-cream mix, fruit juice, eggs mixture, beer, wine, and many others). Skid mounted pasteurizers can be completed with degassing unit, separator, homogenizer.

In the beverage field, the range includes pre-mix units, sugar dissolving systems, filters, mixing and storage tanks as well as of course the complete thermal treatment up to the filling. These kinds of plants are “tailor-made” and designed according to customer’s specific demands. The company is also renowned and appreciated for following products: Batch pasteurizers; discontinuous cream pasteurizers; butter churns (available in a wide range of models from 20 L to 3000 L total capacity); semi-automatic butter forming machines. Its fifty-year experience in the food-stuff field, its longlasting cooperation with many European organizations and companies, the specialized knowledge in these processing fields, equipment and technologies, skilled level of staff operating in Pietribiasi, a flexible and friendly management and lead of company by ownership, are the powerful basis of the success of Michelangelo Pietribiasi company.

........................................................................................................................................................................................

156

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


MARANO VICENTINO [VI] Via del Progresso, 12 - 36035 TEL: +39 0445 62 10 88 / FAX: +39 0445 62 16 31 E-mail: pietribiasi@pietribiasi.it

Hall 10.2 Stand G019

www.pietribiasi.it

COMPLETE PLANTS FOR LIQUID FOOD PROCESSING

Pietribiasi Michelangelo Srl

Via del Progresso, 12 - 36035 Marano Vicentino (VI) Tel. +39 0445 62 10 88 - Fax +39 0445 62 16 31 pietribiasi@pietribiasi.it - www.pietribiasi.it

COMPLETE PLANTS FOR LIQUID FOOD PROCESSING + BEER AND DRINKS PASTEURIZERS


Machinery & Development

Progetti Sicuri con R+W L’egida “Progetti Sicuri” raggruppa una serie di iniziative che R+W mette in campo per facilitare il lavoro dei progettisti industriali, fra i quali spicca la consulenza che i professionisti dell’azienda offrono ai clienti

N

ella primavera di quest’anno R+W Italia compirà 10 anni: un’occasione da celebrare, che l’azienda sottolinea sin d’ora con la campagna che avete visto su questo numero e che ritroverete su queste pagine nel corso dell’anno. L’egida “Progetti Sicuri” raggruppa una serie di iniziative che R+W mette in campo per facilitare il lavoro dei progettisti industriali, fra le quali spicca la consulenza che i professionisti dell’azienda offrono ai clienti. Questa comprende diversi aspetti. In primo luogo, naturalmente, lo studio preliminare della meccanica dell’impianto; a questo segue un’accurata analisi della catena cinematica, per identificare i componenti ideali per soddisfare tutte le esigenze di quel punto della catena. Con questa consapevolezza il progettista potrà dedicare le proprie risorse ad altri aspetti sapendo che non occorrerà ritornare su quella parte del progetto. Inoltre R+W fornisce aggiornamenti, con una puntualità che solo una multinazionale leader nella produzione e progettazione dei giunti può garantire, relativi alle ultime novità di prodotto: in tal modo il progettista può essere certo di non scegliere per inerzia una soluzione già nota e pur

sempre efficace ma dall’efficienza resa subottimale dai recenti sviluppi della tecnologia. La crescente attenzione per l’economicità di gestione rende infatti fondamentale che un progetto non solo funzioni, ma che ottimizzi il processo sotto ogni aspetto, facilitando ad esempio, oltre al montaggio, anche lo smontaggio in fase di manutenzione, con conseguente riduzione dei costi e risparmio di tempo. I servizi di consulenza evidenziati nella campagna costituiscono la naturale evoluzione delle numerose attività che da anni R+W mette in campo per essere sempre più vicina ai propri interlocutori, fruibili con la grande flessibilità nel tempo e nello spazio che il lavoro di progettazione oggi richiede: dai manuali tecnici creati dall’azienda per facilitare l’utilizzo dei propri componenti, inviati gratuitamente a chi ne fa richiesta, alle istruzioni di montaggio e manutenzione scaricabili liberamente dal sito, dal software CAD che permette di inserire immagini a due o tre dimensioni dei giunti R+W direttamente nel proprio progetto, alla App di realtà aumentata per visionare, in versione tridimensionale e in movimento, dettagli e caratteristiche dei giunti e dei loro elementi, ai cataloghi aggiornati, fino a un pratico servizio di tracking online per seguire l’iter di spedizione e consegna dei prodotti ordinati. Anche sul fronte della comunicazione, R+W continua a evolversi: oltre al constante aggiornamento di sito e pagine social, quest’anno vedrà anche un ampliamento del blog dell’azienda. Agli apprezzati articoli sui settori di mercato in cui trovano impiego i giunti, si affiancheranno infatti articoli tecnici con descrizioni dettagliate di particolari applicazioni. Naturalmente anche quest’anno il personale dell’azienda rimane a disposizione per informazioni e consigli, che possono essere richiesti telefonicamente, via mail o tramite la pratica webchat attiva sul sito dell’azienda; chi infine volesse ricevere le

Marco Benvenuti, Marketing Manager - R+W Italia

notizie più interessanti sul mondo dei giunti non ha che da iscriversi alla newsletter di R+W. Come rileva Marco Benvenuti, Marketing Manager di R+W Italia, “la complessità dei processi produttivi e la competitività crescente del mercato rende fondamentale la rapidità di risposta e di intervento: la nostra struttura, flessibile e ricettiva, ci permette di rispondere in tempi brevi alle richieste delle industrie, e i numerosi strumenti che mettiamo a disposizione e che ci adoperiamo per arricchire e aggiornare costantemente vogliono significare la nostra determinazione ad essere in ogni momento vicini ai clienti, compagni di viaggio sulla strada verso il successo”. R+W Italia si propone sul mercato come partner ideale per la fornitura di giunti, alberi di trasmissione e limitatori di coppia standard e “speciali”, sviluppati su specifica richiesta del cliente con l’obiettivo di offrire il giunto corretto per ogni singola applicazione: l’ampia gamma di prodotti comprende soluzioni per tutte le esigenze. Per una consulenza personalizzata, contattate R+W telefonicamente (02 2626 4163), via mail (info@ rw-italia.it), tramite webchat disponibile sul sito www. rw-giunti.it o tramite i canali social dell’azienda: potrete contare su #progettiSicuri con R+W!

R+W Italia ha traslocato! Cambia solo l’indirizzo, gli altri recapiti restano invariati. A partire da gennaio 2018 il nuovo indirizzo è: R+W Italia moved! Only the address changes, all other contact details remain valid. The new address as from January 2018 is: R+W Italia s.r.l. Via Edmondo de Amicis 67 20092 Cinisello Balsamo (MI) Tel. +39 02 26 26 41 63 info@rw-italia.it www.rw-giunti.it

........................................................................................................................................................................................

158

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


Machinery & Development

Safe Projects with R+W The “Safe Projects” umbrella covers a series of initiatives which R+W is launching to help industrial designers; first and foremost, consulting activities, which the company’s personnel offer to customers

I

n the spring of 2018, R+W Italia will turn 10 years old: an occasion worth celebrating, which the company underlines with the campaign you can see on this issue and will find on this magazine in the course of the year. The “Safe Projects” umbrella covers a series of initiatives which R+W is launching to help industrial designers; first and foremost, consulting activities, which the company’s personnel offer to customers. These include different aspects. First of all, of course, the preliminary analysis of the mechanics of the plant; this is followed by a thorough study of the drive train, to identify the ideal components needed to satisfy all the requirements of that particular point of the train. Having been reassured as to this aspect, the designer will be able to dedicate resources to other aspects, knowing that this part of the project will require no second thoughts. Besides, R+W provides updates regarding product innovation with a timeliness such as only a multinational company, leader in the production and design of couplings, can guarantee: the designer will therefore be sure that the solution chosen will not be one suggested by habit, certainly tested and still effective but by now suboptimal on account of the most recent technological developments. The growing attention for the economic aspect of plant management demands that projects not only work, but that they optimize the process from every standpoint, facilitating, for instance, besides assembly, even disassembly in case of maintenance, thereby reducing costs and saving time. Consulting services highlighted by the advertising campaign are the natural evolution of a series of activities which R+W has been providing for several years, in order to be as close as possible to its stakeholders; these activities are made available with the great flexibility in terms of time and space required by present-day design activities. These include technical manuals designed by the company to facilitate the use of its components and sent free of charge upon request, assembly and maintenance instructions which may be freely downloaded from the website, CAD software allowing to insert 2- or 3-D images of R+W couplings directly in the designer’s project, an augmented reality App to view 3-D and moving versions of couplings and their elements in full detail, updated catalogues and a practical online tracking service to follow the shipment and delivery of the items once they have been ordered. Even as regards communication, R+W keeps on improving: as well as constantly updating its website and social pages, this year the company will also broaden the company’s blog. The market-themed articles regarding the industries where couplings are used, which have been appreciated during the past year, will now be accompanied by technical articles, with detailed descriptions of special applications. Of course even this year the company’s personnel will be available to provide details and suggestions, which may be requested over the phone, via e-mail or by means of the practical webchat found on the company’s website; furthermore, should you wish to be updated as to the world of couplings, all you need to do is subscribe to R+W’s newsletter. As Marco Benvenuti, Marketing Manager, R+W Italia, points out, “the complexity of production processes and the increasing competitiveness of markets imply that timely response and action are essential; our organization, which is flexible and receptive, allows us to respond very rapidly to the industry’s demands, and the numerous tools which we make available and endeavour to broaden and update constantly, go to show our determination in being close to our clients at all times, as travel companions on the road to success”. R+W Italia is an ideal partner for the supply of couplings, line shafts and torque limiters, both standard and special, developed to clients’ specifications with the aim of providing the correct coupling for every application: the wide product range includes solutions for every requirement. For customized consulting, please contact R+W by phone (02 2626 4163), via mail (info@rw-italia.it), using the webchat available on www.rw-giunti.it or by means of the company’s social channels: you can count on safe projects with R+W!

........................................................................................................................................................................................ INTERNATIONAL MAGAZINES

.it

Beverage Industry • Febbraio / February 2018

159


Machinery & Development

Processo con qualità costante Con i motori Pamoco, i profili di moto, le velocità lineari o rotative, le forze di spinta e le coppie di serraggio possono essere completamente controllate in maniera indipendente una dall’altra

I

motori lineari rotativi di LinMot, distribuiti in Italia da PAMOCO S.p.A. di Milano, permettono di combinare movimenti lineari e rotativi con un unico dispositivo. I profili di moto, le velocità lineari o rotative, le forze di spinta e le coppie di serraggio possono essere completamente controllate in maniera indipendente una dall’altra. In aggiunta la posizione del tappo può essere rilevata al termine della procedura di tappatura al fine di capire se il tappo non ha raggiunto la sua posizione finale oppure se si è inclinato. Per questi motivi il motore linearerotativo viene utilizzato per tappatrici flessibili ove il processo di tappatura è totalmente programmabile. Insieme all’azionamento modulare serie M8050 il motore lineare-rotativo permette una semplice

implementazione di giostre multi testa di tappatura. Soltanto l’alimentazione del motore, l’alimentazione delle logiche ed il bus di comunicazione devono essere forniti attraverso i “contatti rotanti” della “giostra” collegandoli direttamente ad ogni singolo modulo multi testa. Grazie al fatto che il cavo motore è fisso non ci sono cavi o catene portacavi in movimento sulla giostra, con il risultato di una lunga durata di vita e lunghi intervalli di manutenzione. I movimenti lineari e rotativi e tutti processi di tappatura possono essere totalmente disaccoppiati dal movimento della giostra; questo garantisce un processo con qualità costante anche a differenti velocità od in fase di partenza o di arresto della macchina. Con corse sino a 300 mm è ora possibile

utilizzare il motore lineare rotativo in tappatrici per bottiglie di grandi dimensioni, aerosols o spray nei quali il lungo tubo di aspirazione è inserito verticalmente insieme al tappo. Per l’utilizzo con prodotti alimentare o nell’industria chimica è disponibile il motore per ambiente asettico con la boccola e l’albero di uscita prodotti in acciaio inox AISI316/EN 1.4404. Questa versione è resistente ai detergenti. Il motore é anche disponibile con albero cavo ed in versione con riduttore per operazioni di carico e scarico di carichi a sbalzo rispetto all’asse di rotazione. Per ulteriori informazioni consultare il sito Internet www.linmot.com

Constant process quality With Pamoco motors, motion profiles, linear or rotary speeds, press forces or tightening torques can be controlled completely independent from each other

L

inMot linear rotary motors, distributed in Italy by Pamoco, can realize any arbitrarily combined linear and rotational movements with one device only. Motion profiles, linear or rotary speeds, press forces or tightening torques can be controlled completely independent from each other. In addition, the cap position can be monitored at the end of capping procedure in order to detect caps that did not reach their final position or slanted sitting caps. For this reason, linear-rotary motors are used in flexible cappers where the capping process is fully programmable. Together with the modular drive series M8050, the linear rotary motors allow easy and simple implementation of compact carousel multi head capping machines. Only motor, logic supply and communication bus have to be supplied through slip rings on the carousel, to be wired to the individual multi head modules. As the motor cables are mounted fix, no moving cables or cable tracks are needed on the carousel, resulting in long live and long service intervals. The linear and the rotary movements and therefore the complete capping process can be completely

decoupled from carousel movement. This guarantees a constant process quality also at different speeds or startup and shutdown of a machine. With strokes up to 300mm it is now also possible to use LinMot’s linear rotary motors in cappers for voluminous bottles or aerosols with pump or spray closure in which the long suction tube is inserted vertically together with the cap. For use with food products and in chemical industry, the motor is available in hygienic design with end parts and shaft made of EN 1.4404/AISI316 stainless steel. This version is resistant to cleaning agents. The motor is also available with hollow shaft and in gearbox variant for picking and placing loads outside of the axis of rotation. For more details, please visit the following web site: www.linmot.com

........................................................................................................................................................................................

160

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


Marketing & Strategy

Focus sull’acqua Il Simposio internazionale FRUTIC del 6 febbraio 2018 è dedicato all’uso efficiente dell’acqua lungo tutta la catena del valore aggiunto dell’ortofrutta, dalla coltivazione al punto vendita

L

’ 11 ° Simposio Internazionale FRUTIC, quest’anno sul tema “Efficient Water Use”, avrà luogo il 6 febbraio 2018, il giorno prima di Fruit Logistica, nel CityCube del Quartiere Fieristico di Berlino. Il contenuto della conferenza copre tutto il tema dell’acqua - dall’uso mirato grazie ad un’irrigazione precisa per una maggiore qualità della frutta alla nuova tecnologia di sensori per il monitoraggio dello stato dell’acqua nella frutta e l’uso dell’acqua nello stoccaggio e nella commercializzazione. Soprattutto

nel post-raccolto, l’acqua svolge un ruolo cruciale nel mantenimento della qualità e della sicurezza alimentare - dal lavaggio, pulizia, sanificazione, raffreddamento al trattamento dell’acqua calda della frutta. Oltre a questa molteplicità di nuove metodologie, vengono presentati concetti innovativi su come ridurre la formazione di acqua negli imballaggi. Inoltre, i contributi riguardano anche nuovi metodi non distruttivi per la determinazione della qualità, trattamenti mirati post-raccolta, nonchè stoccaggio di frutta, verdura e frutta secca. I Keynote-Speaker sono veri esperti internazionali: il prof. Juan José Alarcon del CEBAS CSIC (Spagna) e il Prof. Merete Edelenbos dell’Università di Aarhus (Danimarca). A FRUIT LOGISTICA, durante il Fresh Produce Forum ed il Future Lab, gli esperti presenteranno i loro temi anche nei giorni successivi. FRUTIC non solo fornisce una piattaforma per uno scambio professionale di grande intensità sulle tendenze attuali e sui nuovi sviluppi tra scienza e pratica, ma è anche un momento di incontro per esplorare le esigenze di ricerca nel settore.

Il simposio FRUTIC è congiuntamente curato dall’Istituto Leibniz per Ingegneria Agraria e Bio-economy (Germania) e dall’Università degli Studi di Foggia (Italia). Partner di cooperazione è FRUIT LOGISTICA, così come EurAgEng e il gruppo di lavoro VDI/VDE. FRUTIC è una serie di conferenze scientifiche internazionali. La prima conferenza ebbe luogo in Israele nel 1983. FRUTIC è diventata un’importante piattaforma per lo sviluppo e l’applicazione di tecnologie di produzione dell’ortofrutta fresca e frutta secca, riunendo importanti esperti di tutto il mondo e si rivolge, con questa nuova location, a tutti gli operatori del settore ortofrutticolo.

Focus on water efficiency The international FRUTIC Symposium on 6 February 2018 focuses on the efficient use of water across the fresh produce value chain – from cultivation to the point of sale

Water Efficiency” is the main topic at the 11th international FRUTIC Symposium taking place at CityCube Berlin on 6 February 2018, the day before FRUIT LOGISTICA opens. The conference covers the subject of water: from precise irrigation concepts for better fruit quality, to new sensor technology for monitoring fruit moisture

status, water usage in storage, and marketing. Water is a key factor for quality and food safety – especially during post-harvest washing, cleaning, sanitising, refrigeration, and hot water treatment of fruit. Along with new techniques, innovative concepts for reducing moisture formation in packaging will be introduced. The presentation topics will also focus on new, non-destructive approaches to quality assessment, targeted post-harvest treatment, and storage of fruit, vegetables, and nuts. Keynote speeches will be given by leading international experts, including Prof. Juan José Alarcon from CEBAS CSIC, Spain, and Prof. Merete Edelenbos from Aarhus University, Denmark. Researchers will also present their topics on the following days of FRUIT LOGISTICA in the Fresh Produce Forum and Future Lab.

FRUTIC not only offers a platform for an in-depth information exchange between science and industry on current trends and new developments. It also focuses on the research needs in the industry. The FRUTIC Symposium is organised by the LeibnizInstitut für Agrartechnik und Bioökonomie e.V. (Leibniz Institute for Agricultural Engineering and Bioeconomy, Germany) and the Università degli Studi di Foggia (Italy) in cooperation with FRUIT LOGISTICA, EurAgEng and the regional VDI/VDE working group. FRUTIC is a series of international scientific conferences. The first session was held in Israel in 1983. FRUTIC has evolved to become an important platform for the development and application of technologies in fruit, vegetable and nut production. It brings together scientists from around the world and is now reaching industry representatives with its new venue in Berlin.

........................................................................................................................................................................................

162

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


Machinery & Development

Il nome Tecnomeco è indissolubilmente legato alla vite senza fine Tecnomeco è in grado di offrire un servizio completo: verifiche di fattibilità, dimensionamento e costruzione dei pezzi finiti

L

’esperienza acquisita in questi campi permette all’azienda, non solo di soddisfare tutte le esigenze relative a particolari plastici a disegno, ma di offrire le migliori soluzioni inerenti l’introduzione in macchina dei flaconi, nonché movimentazioni particolari, quali possono essere la rotazione, la divisione o il capovolgimento. Nel mondo dell’imbottigliamento e del confezionamento il nome Tecnomeco è indissolubilmente legato alla vite senza fine. Da oltre quarant’anni progetta e realizza coclee speciali e di grandi dimensioni, con accortezze tecniche e soluzioni innovative in grado di risolvere gran parte dei problemi legati alla forma e alle dimensioni delle confezioni. Grazie all’utilizzo di tecnologia avanzata, ma soprattutto grazie all’esperienza maturata sul campo (concretizzata anche in macchine di propria produzione), Tecnomeco è in grado di movimentare con le coclee prodotti che spaziano dalla siringa o fialetta fino a cluster-pack o taniche di grandi dimensioni. Le soluzioni idonee a trattare oggetti dalle forme più complesse sono studiate e progettate internamente, lavorando su

The name Tecnomeco is inextricably linked to worm screws Tecnomeco can offer a complete service: feasibility study, sizing and construction of finished pieces

T

he experience acquired in these fields enables this company not only to meet every need relating to made-to-drawing plastic parts, but also to offer the best solutions for feeding bottles into machines, as well as special handling solutions, such as rotation, dividing or overturning. In the bottling and packaging industry, the name Tecnomeco is inextricably linked to worm screws. For over forty years, it has been designing and making special and large-sized screws, with special technical features and innovative solutions to solve most of the problems associated with the shape and

campioni dei prodotti e su dati tecnici forniti dal cliente. Da questi studi preliminari nasce la conferma di fattibilità, seguito da un progetto definitivo e una soluzione offerta ai clienti. Un modo chiaro e professionale di procedere, che fanno di Tecnomeco un punto di riferimento nella movimentazione flaconi. Rotatori Un posto di particolare risalto nella vasta produzione Tecnomeco è rappresentato dai rotatori. La rotazione dei contenitori è spesso richiesta per esigenze legate al packaging di fine linea, ma non soltanto. Si rende necessario anche per esigenze di posizionamento corretto di flaconi sagomati in ingresso alle macchine di riempimento, tappatura, ecc. Tecnomeco progetta e realizza coclee rotatrici da decenni e vanta in questo prodotto un’esperienza da leader. Vengono realizzati rotatori (45°, 90°, 180°, ecc.) che spaziano

dai più piccoli contenitori, come astucci di caramelle o piccole confezioni tascabili, fino a flaconi sagomati di grandi dimensioni, ad esempio contenitori per detersivi, olii, liquidi di vario genere. Spesso avviene che, dopo la rotazione, sia necessario realizzare una particolare configurazione per consentire il prelievo di un certo numero di prodotti da parte di un robot o per realizzare operazioni di lettura, controllo, imballaggio. In questi casi si realizzano coclee in grado di ruotare e poi creare le configurazioni a pacchi con il passo richiesto, cercando sempre di incontrare le esigenze dei clienti. Tecnomeco è in grado di offrire un servizio completo: verifiche di fattibilità, dimensionamento e costruzione dei pezzi finiti. Nell’ambito delle coclee e lavorazioni delle materie plastiche Tecnomeco srl è sinonimo di serietà e professionalità.

size of packages. Thanks to the use of advanced technology, but more importantly to the experience gained on the field (also with own-built machines), Tecnomeco can supply screws for handling products that range from syringes or vials to cluster packs or large tanks. Solutions for handling complex-shaped objects are studied and designed in-house, working on product samples and technical data supplied by the customer. These preliminary studies are the basis for feasibility confirmation, followed by the final design and the solution offered to customers. A clear, professional approach to projects, which has established Tecnomeco as a benchmark in the package handling industry. Rotators A prominent place in Tecnomeco’s extensive product range is occupied by rotators. Container rotation is often required in end-of-line packaging solutions, but not only there. It is also needed for correct positioning of special-shape bottles as they are fed into filling

machines, capping machines, etc. Tecnomeco has been designing and making rotator screws for decades and has vast experience as the leader in this product. Its rotators (45°, 90°, 180°, etc.) can handle from the smallest containers, such as candy packets or small pocket-size boxes, all the way to large-sized bottles with special shapes, such as containers for detergents, oil and liquids of various kinds. In many situations, a special configuration is needed after rotation to enable a given number of products to be picked up by a robot or to carry out reading, checking and packaging operations. In these cases, Tecnomeco designs screws that can rotate and then create pack configurations with the requested pitch and in line with the customer’s needs. Tecnomeco can offer a complete service: feasibility study, sizing and construction of finished pieces. In the area of worm screws and plastic part production, Tecnomeco is synonymous with reliability and professionalism.

........................................................................................................................................................................................

164

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


Machinery & Development

Studio e sviluppo di nuove tecnologie Enomet propone impianti innovativi grazie a diversi brevetti e al suo personale che vanta un’esperienza di 40 anni nel settore

E

nomet Impianti Srl è presente sul mercato dal 1996 e si occupa principalmente di progettazione e realizzazione di macchinari per enologia. Questa azienda è formata da una equipe di 15 persone con 2 enologi e diversi tecnici qualificati. Opera in Italia e all’estero, sviluppa progetti di cantine complete e occupa sia della parte architettonica che

tecnologica, proponendo impianti innovativi, avvalendosi di diversi brevetti e di personale che ha maturato un’esperienza di 40 anni nel settore. In particolare l’attività di Enomet si concentra sullo studio e sviluppo di nuove tecnologie, sulla progettazione di macchinari e linee di lavorazione, sulla realizzazione e commercializzazione di impianti per enologia quali: • Diraspapigiatrici e linee di selezione. • Presse a membrana. • Impianti di chiarifica dei mosti. • Filtri rotativi sottovuoto. • Filtri a farina fossile. • Filtri a piastre. • Filtri tangenziali. • Osmosi inversa.

• • • • • • • • • • • • • • •

Impianti di stabilizzazione tartarica. Centrali frigorifere. Scambiatori di calore. Quadri elettrici per il controllo delle temperature di fermentazione. Piastre di refrigerazione. Impianti per spumante e vino frizzante. Impianti per la birra. Generatori e Impianti d’azoto. Impianti di recupero della CO2. Impianti d’imbottigliamento di tutte le tipologie. Pompe di vario tipo. Serbatoi in acciaio inox. Vasche in cemento. Barrique, fusti e relativi accessori. Impiantistica e raccorderia inox.

Design and development of new technologies Enomet proposes innovative plants thanks to various patents and skilled personnel boasting 40-year experience in the sector

E

nomet Impianti Srl has been in the oenological sector since 1996 operating in planning and realization of machineries for oenological sector. This firm consists of a team of 15 people with 2 oenologists and some qualified technicians. It operates in Italy and abroad, develops projects of complete wine cellars, developing both architectural and technological features, proposing innovative plants, thanks to different patents and personnel boasting 40-year experience in the sector. In particular, Enomet’s activity focuses on the study and development of new technologies, on the design of machines and processing lines, on the manufacturing and marketing of oenological plants, such as: • Destemmers-crushers and selection lines. • Membrane pneumatic presses. • Must clarification machines. • Vacuum rotary filters. • Kieselguhr filters. • Plate filters. • Tangential filters. • Reverse osmosis. • Tartaric stabilization machines. • Cooling units. • Heat exchangers. • Control boards to control the fermentation temperatures. • Cooling plates. • Champagne and fizzy wine machines. • Machines for production of the beer. • Nitrogen generators and plants. • Machines for the recovery of CO2. • Bottling plants. • Pumps of several types. • Stainless steel reservoirs. • Barriques, barrels and relevant fittings. • Plant engineering and stainless steel pipe fittings. ........................................................................................................................................................................................

166

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


Machinery & Development

Customised automation

Automazione su misura Da Pilz il primo sistema PLC sicuro con grado di protezione IP67

C

on PSS67 PLC, il sistema di automazione PSS 4000 dispone del primo sistema di controllo sicuro con grado di protezione IP67. In questo modo è possibile gestire le funzioni di automazione anche senza quadro elettrico. Per esigenze di costi e spazio desiderate evitare l’impiego di un quadro elettrico di grosse dimensioni e preferite installare il sistema di controllo direttamente alla macchina? Siete alla ricerca di un sistema di controllo sicuro che possa essere montato direttamente alla macchina? Allora affidatevi al nuovo sistema PLC di Pilz con grado di protezione IP67 per il sistema di automazione PSS 4000. Automazione su misura Il sistema di automazione PSS 4000 può essere personalizzato in base alle esigenze del cliente. Sono disponibili sistemi di controllo, moduli I/O e i software di engineering e visualizzazione. Con il sistema PLC PSS67 PLC Pilz offre una soluzione per realizzare l’automazione decentralizzata senza quadro elettrico con grado di protezione IP67. Il sistema PSS67 PLC1 16FDI, realizzato in fusione piena, è particolarmente robusto e può essere impiegato anche in ambienti umidi e polverosi. L’integrazione ottimale per l’impiego decentralizzato in campo è costituita dal modulo PSS67 IO1 16FDI con grado di protezione IP67. Questo modulo trasmesse segnali di ingresso sicuri e standard a livello di campo. Massima semplicità di montaggio e programmazione PSS67 PLC viene montato in prossimità del processo effettivo - senza quadro elettrico. Questa soluzione consente un notevole risparmio in termini di spazio e attività di cablaggio rispetto ai sistemi dotati di quadro elettrico. La programmazione del sistema PSS67 PLC, come anche del sistema IP20 PSSuniversal PLC del sistema di automazione PSS 4000, avviene mediante il software di engineering PAS4000. Il software di visualizzazione PASvisu permette il controllo costante dell’impianto. Sostituzione rapida del dispositivo Come per il sistema di automazione PSS 4000, anche per i componenti IP67 è possibile salvare i progetti su una scheda micro SD. In caso di sostituzione del dispositivo è sufficiente la scheda dal vecchio dispositivo e inserirla nel dispositivo nuovo. Non è necessario riconfigurare o riprogrammare il progetto.

Pilz proposes the first safe PLC control system with protection type IP67

W

ith the PLC control system PSS67 PLC, the automation system PSS 4000 has the first safe control system with protection type IP67. This enables you to master your automation tasks now without a control cabinet. For cost or space reasons, do you want to remove the need for a large control cabinet and fit the control system directly at the machine? Are you looking for a safe control system which can be installed outside the control cabinet? Then opt for Pilz new, safe PLC control system with protection type IP67 for the automation system PSS 4000. Customised automation You can assemble the automation system PSS 4000 individually to suit your own requirements. Control systems, I/O modules and the appropriate visualisation and engineering software are available to do this. With the PLC control system PSS67 PLC, now Pilz offers a solution for decentralised automation without a control cabinet in protection type IP67. The control system PSS67 PLC1 16FDI is fully encapsulated and therefore particularly mechanically robust. It is therefore fully functional in dusty or humid environments. The ideal supplement for the decentralised use in the field is the module PSS67 IO1 16FDI in protection class IP67. In transfers safety-related and non-safety-related input signals on a field level. Simple installation and programming You install the control system PSS67 PLC close to the actual process - without a control cabinet. You will not only save space, the cabling and wiring expense is clearly reduced, compared to control cabinet-based systems. You can program the control system PSS67 PLC just as the IP 20 control system PSSuniversal PLC of the automation system PSS 4000 using the engineering software PAS4000. The visualisation software PASvisu enables you to always keep an eye on your entire plant. Save time when exchanging devices As in the automation system PSS 4000, you can also in the IP67 components save projects to a microSD card that is installed in a protected location. When replacing device, you simply replug the microSD card. There is no need to reconfigure or reprogram your project.

........................................................................................................................................................................................

168

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


Machinery & Development

L’impronta dell’innovazione

Ogni soluzione di B.G. Cisterne è il risultato della sinergia creatasi tra l’esperienza dell’azienda e le richieste sempre più personalizzate del cliente

B

.G. Cisterne è un’azienda italiana che si trova a Noceto, in provincia di Parma, nel cuore della Food Valley nel Nord Italia. Produce dal 1958 e ha acquisito negli anni esperienza nella produzione di cisterne in acciaio inox, con particolare attenzione alle richieste del cliente. B.G. Cisterne si concentra su soluzioni personalizzate interagendo direttamente con il cliente durante la fase di progettazione e produzione. Ogni cisterna commissionata è il risultato della sinergia creatasi tra la sua esperienza e le richieste sempre più personalizzate del cliente. I suoi certificati e omologazioni sono indizio di qualità dei prodotti.

B.G. Srl dal 2001 progetta e realizza serbatoi in acciaio inox per la lavorazione e lo stoccaggio di prodotto alimentari liquidi unitamente all’impiantistica per serbatoi. I prodotti di punta sono le cisterne orizzontali (standard o light – isolate o a parete semplice) e i serbatoi verticali (con boccaporto o coperchio apribile). Gli stessi sono creati in una gamma completa da 1.000 a 35.000 litri. I materiali usati per la realizzazione dei prodotti sono tutti di alta qualità con certificati di origine, analisi chimica e caratteristiche meccaniche documentate. B.G. Srl dispone di moderne macchine per la lavorazione dell’inox, delle saldature in TIG MIG, arco sommerso, filo continuo e laser; per ogni manufatto è prevista la simulazione computerizzata al fine di verificarne la rispondenza con il prodotto commissionato dal cliente. B.G. Srl è un’azienda di produzione, ma anche di servizi. La filosofia che contraddistingue da sempre B.G. Srl orientata alla soddisfazione scrupolosa e puntuale del cliente, ha spinto l’azienda di Noceto ad affiancare anche alla produzione di cisterne per latte anche produzioni speciali per acqua.

• Emergenza idrica • Serbatoi refrigerati • Tank stoccaggio Focus sul prodotto acqua Scenari d’intervento • cisterne per l’approvvigionamento e la distribuzione di acqua potabile • gruppi di erogazione per cisterne • equipaggiamento e dotazioni tecniche personalizzate • allestimenti autocisterne con la massima capacità per la motrice • scelta e garanzia di assetto per il migliore bilanciamento del veicolo • progettazione e realizzazione di serbatoi in acciaio inox per il trasporto, stoccaggio, approvvigionamento di risorse idriche. Campi di applicazione e utilizzo: • settore civile • settore agricolo • settore industriale

........................................................................................................................................................................................

170

Febbraio / February 2018 • Beverage Industry

INTERNATIONAL MAGAZINES

.it


Machinery & Development

The mark of innovation Every B.G. Cisterne’s solution is the result of a synergy that combines the company’s experience and customer’s increasingly personalized requirements

B

.G. Cisterne is an Italian company seated in Noceto, in the province of Parma, in the heart of the so-called Food Valley in Northern Italy. Since 1958, the company has been producing stainless steel tanks and throughout the years it has honed its experience and paid special attention to customer’s requirements. B.G. Cisterne focuses on customized solutions working closely with its customers during the design and production stages. Every tank is the result of a synergy coming out of experience and customer’s increasingly personalized requirements. Its certifications and homologations evidence the quality grade of its products. Since 2001, B.G. Srl has been designing and building stainless steel tanks to process and store edible liquid products, as well as tank equipment. Horizontal tanks (standard or light, insulated or with simple walls) and vertical tanks (with hatch or openable wall) are the company’s flagship products. They offer capacity ranging from 1,000 to 35,000 litres. All the products are built in top-quality materials, are provided with certifications of origin, chemical analysis, and mechanic features. B.G. Srl is equipped with advanced machines for steel processing, TIG MIG, submerged arch, continuous seam and laser welding. For any product, a digital simulation is performed as to check that the product fully meets customer’s requirements. Not only is B.G. Srl a producer but it also offers services. The company’s philosophy oriented to scrupulous customer’s satisfaction, has driven this company to produce special tanks for water: • Water emergency • Refrigerated tanks • Storage tanks Focus on water Possible uses: • Tanks for water supply, • Tank supply units, • Equipment and customized technical features, • Tanks with the highest capacity to the tractor, • Selection and guaranteed attitude for the best balance of the vehicle • Design and manufacture of stainless steel tanks for water transport, storage and supply. Fields of application: • Civil • Agriculture • Industry

........................................................................................................................................................................................ INTERNATIONAL MAGAZINES

.it

Beverage Industry • Febbraio / February 2018

171


Hall 7.1 Stand B021 A020


Indice/Index

Febbraio / February 2018 A DUE SPA www.adue.it

13

A.WATER SYSTEMS SRL www.watersystems.it

5, 60-62

ACMI SPA www.acmispa.it

III^ COVER

AFRICA’S BIG 7 www.africabig7.com

172

ALIMENTARIA 2018 www.alimentaria-bcn.com

86

ALLEGRI CESARE SPA www.allegricesare.com

33

ALTECH SRL www.altech.it

II^ COVER, 116-117

ANUGA FOODTEC 2018 www.anugafoodtec.com 22 API SRL www.api-pneumatic.com

30-31

AVE TECHNOLOGIES SRL www.ave-technologies.com 104-105 BALLUFF AUTOMATION SRL www.balluff.com

124-125

BBM PACKAGING SRL www.bbmpackaging.com

88-89

BEER ATTRACTION 2018 www.beerattraction.it

70-71

BEVIALE MOSCOW 2018 www.beviale-moscow.com 8-9 BONDANI SRL www.bondani.it

112-113

BOSELLI CISTERNE BG SRL www.bosellicisterne.com 170-171 C.E.M. COSTRUZ. ENOLOGICHE MILANO SRL www.cem-milano.com 75 CAGGIATI MAURIZIO SRL www.caggiatimaurizio.it

122-123

CF CHILLER FRIGORIFERI SRL www.chiller-frigoriferi.it 63 CHINAPLAS 2018 www.chinaplasonline.com

90-91, 163

COMAG ENGINEERING SRL www.comag.biz

107-109

CPR SYSTEM www.cprsystem.it

144-145

CRM ENGINEERING SRL www.crmengineering.it

96-97

DAIRY INNOVATION SUMMIT 2018 www.arena-international.com/dairy 148 DELLA TOFFOLA SPA www.dellatoffola.it

19-21

DRINKTECH INDONESIA 2018 www.drinktechindonesia.com 118 ENOLITECH 2018 www.enolitech.it

18

ENOMET IMPIANTI SRL www.enomet.it

166-167

ENOPLASTIC SPA www.enoplastic.com

44-45

FANUC ITALIA SRL www.fanuc.eu

110-111

FARCK ITALIA SPA www.farck.com

3, 126-127

FBF ITALIA SRL www.fbfitalia.it

14-17

FILLPACK SNC www.fillpack.it

84-85

FISPAL 2018 www.fispaltecnologia.com.br

128

FOODTECH BARCELONA 2018 www.foodtech-barcelona.com 136 FRILLI SRL www.frillisrl.com

47-49

FRISTAM PUMPEN www.fristam.de

68-69

FRUIT LOGISTICA 2018 www.fruitlogistica.de

162

FUCHS LUBRIFICANTI SPA www.fuchs.com

119-121

GAI SPA www.gai-it.com

42-43

GALIGANI FILTRI SRL www.galiganifiltri.com

146-147

GEA GROUP www.gea.com

23-25

GLASS PACK 2018 www.glasspack.show

103, 114

GLOBAL SOFT DRINK CONGRESS www.zenithglobal.com

106, 152

HTS ENOLOGIA www.hts-enologia.com

58-59

ICF&WELKO SPA www.icf-welko.it

129-131

ICI CALDAIE SPA www.icicaldaie.com

26-27

IMAGE S SPA www.imagesspa.it

I^ COVER, 137-139

IMPIANTI NOVOPAC SRL www.novopac.it

173

INGEGNERIA ALIMENTARE SRL www.ingegneriaalimentare.com

142-143

INOX FRIULI SRL www.inoxfriuli.it

54-55

IPACK-IMA 2018 www.ipackima.com

92-93

IRAN FOOD+BEV TEC 2018 www.iran-foodbevtec.com 80 KELLER ITALY SRL www.kelleritaly.it

66-67

L.C.E. ENGINEERING AND ROBOTIC SRL www.lcerobotica.it 94-95 L.C.Z. SRL www.lcz.it

149

MACA ENGINEERING SRL www.macaengineering.com

100-102

MAR.CO SRL www.martinicostruzioni.com

50-51


MINI MOTOR SRL www.minimotor.com

Fiere Fairs

1, 34-35

MSR-ELETRONIC GMBH www.msr-electronic.de

150-151

NAVATTA GROUP FOOD PROCESSING SRL www.navattagroup.com

I^ COVER, 140-141

NIMAX SPA WWW.nimax.it

87

PAMOCO SPA www.pamoco.it

IV^ COVER,160-161

PET ENGINEERING SRL www.petengineering.com

81, 98

PIETRIBIASI MICHELANGELO SRL www.pietribiasi.it

156-157

PILZ ITALIA SRL www.pilz.it

168-169

PRIAMO FOOD TECHNOLOGIES SRL www.priamosrl.com

134-135

PROPAK ASIA 2018 www.propakasia.com

74

PROPAK CHINA 2018 www.propakchina.com

176

PROPAK VIETNAM 2018 www.propakvietnam.com

99

R+W ITALIA SRL www.rw-italia.it

115, 158-159

ROBINO & GALANDRINO SPA www.robinoegalandrino.com

36-37

SAP ITALIA SRL www.sapitalia.it

72-73

SEW EURODRIVE www.sew-eurodrive.it

154-155

SITEVI 2017 www.sitevi.com

52-53

SMI SPA www.smigroup.it

2, 76-77

SPECIALE F. & C. SRL www.speciale.it

10-11

SPS IPC DRIVES ITALIA 2018 www.spsitalia.it

153

TECNOMECO SRL www.tecnomeco.it

164-165

TMG IMPIANTI SPA www.tmgimpianti.com

78-79

TOMACE SRL www.trattamentisuperficialimetalli.it

56-57

UNIVERSAL ROBOTS www.universal-robots.com

82-83

VELO ACCIAI SRL www.vlstechnologies.it

4, 64-65

2018

FEBBRAIO / FEBRUARY FRUIT LOGISTICA 7-9 febbraio / BERLINO / Salone internazionale dell’industria agroalimentare BEER ATTRACTION 17-20 febbraio / RIMINI / Salone internazionale dell’industria della birra PROPAK EAST AFRICA 27 febbraio - 1 marzo / NAIROBI / Salone internazionale dell’industria alimentare e delle bevande MARZO / MARCH CFIA 7-9 marzo / RENNES / Salone internazionale delle tecnologie alimentari e delle bevande SINO-PACK 10-12 marzo / GUANGZHOU / Salone internazionale dell’industria del packaging UK BOTTLED WATER INDUSTRY CONFERENCE 15 marzo / LONDRA /Conferenza sull’industria delle bottiglie dell’acqua

PROWEIN 18-20 marzo / DÜSSELDORF / Salone internazionale del vino

INNOBEV GLOBAL SOFT DRINKS CONGRESS 17-19 aprile / PRAGA / Congresso sulle tecnologie dei soft drink

ANUGA FOODTEC 20-23 marzo / COLONIA / Salone internazionale del processo alimentare e delle bevande

HANNOVER MESSE 23-27 aprile / HANNOVER / Salone internazionale delle tecnologie industriali

MECSPE 22-24 marzo / PARMA / Salone internazionale delle tecnologie per l’innovazione, movimentazione e logistica APRILE / APRIL SAVE 10 aprile / MILANO / Mostra convegno dell’automazione industriale MCT ALIMENTARE 10 aprile / MILANO / Mostra convegno delle tecnologie per l’ind alimentare e delle bevande VINITALY-ENOLITECH 15-18 aprile / VERONA / Salone internazionale FOODEX 16-18 aprile / BIRMINGHAM / Salone internazionale del processo alimentare e delle bevande ALIMENTARIA 16-19 aprile / BARCELLONA / Salone internazionale dell’industria alimentare

PLAST 29 maggio - 1 giugno / MILANO / Salone internazionale della lavorazione della plastica MAGGIO / MAY UK SOFT DRINKS INDUSTRY CONFERENCE 3 maggio / LONDRA / Conferenza sull’Industria dei soft drinks CIBUS 7-10 maggio / PARMA / Salone internazionale dell’alimentazione SPS IPC DRIVES 22-24 maggio / PARMA / Salone internazionale dell’automazione industriale IPACK IMA 29 maggio-1 giugno / MILANO / Salone internazionale del processo e packaging alimentare e delle bevande GLASS PACK 29 maggio - 1 giugno / MILANO / Salone internazionale del packaging


TecnAlimentaria Beverage Industry Febbraio/February 2018  

Italian Technology for the beverage Industry

TecnAlimentaria Beverage Industry Febbraio/February 2018  

Italian Technology for the beverage Industry