__MAIN_TEXT__
feature-image

Page 1

,j#7

/4=q.

qw

COMUNE DI CORIGLIANO D'OTRANTO Provincia di Lecce Via Ferrovia, l0

-

73022 Corigliano d,Otranto (LE)

ts1o t t sotjo Te:. 0836/320701 fax a$6/3207 t e mail:direziane segretarìo(@canune coùsliana le.it

C.r.,

a

UfJìcio tlel Sindaco

prot. 2e

2T ,U

r3

r lln itiq Sua Eccellenza

Prefefto di Lecce PREFETTURA DI LECCE Via Umberto I

73100

LECCE

p.c

Al Presidente della Regione puglia Nicola Vendola Lungomare Nazario Sauro 33

70126

BARI

All'Assessore Regionale qualità dell'Ambiente deÌla Regione Puglia Dott. Lorenzo Nicastro Via delle Magnolie, 8 - Zona lndustriale ( Ex Enaip)70056 Modugno (B A)

Al Dirigente del Servizio Ciclo fuhuti

e

Bonifica

. Regione Puglia

Dott. Giovanni Campobasso

8 Zona Industriale ( Ex Enaip)70056 Modugno (B A)

Via delle Magnolie,

PRESIDENTE OGA LECCE Dott. Paolo perlone

Via Rubichi l6 73100 LECCE Posta elettronica certifi cata protocollo@pec.comune.lecce.it

RUP Ing. ciuseppe Col1i Regione puglia

Area Politiche per l,Ambiente Servizio Ciclo dei Rifiuti e Bonihca

Ufficio Gestione Rifiuti PROCURA DELLA REPUBBLICA LECCE

ALLE TESTATE GIORNALISTICHE TUTTE

OGGETTO: Discarica Commissariale.

di

servizio

di Corigliano d'Otranto. Ulteriore atto di forza della Struttura

In merito alì'oggetto, sono con la presente ad evidenziare la grave sconettezza, sia per quanto riguarda la procedura adottata, che

il mancato rispetto di obblighi istituzionali,

Responsabile de1 Procedimento della Struttura Commissariale Ing. Giuseppe Corti.

da parte del


La

convocazione

di un sopralluogo, finalizzalo alla chiusura del collaudo

tecnico

amministrativo necessario all'entrata in esercizio dell'intero sistema impiantistico, a firma del RUP Ing. Cotli prot. N. i41 /CD del 2710312014, risulta illegittimo essendo manchevole delf invito del Comune di Corigliano

d' Otranto,

attore principale nella presente procedura.

Altresì la stessa procedura risulta essere incongruente e palesemente elusiva sia degli obblighi procedurali aulorizzafli scaturenti dalle varie ordinanze commissariali oltre che degli impegni assunti dal Commissario Delegato nelle varie note e riunioni tecniche istituzionali.

L'azione del RUP appare sia inopportuna, sia autonoma ed indipendente, paventando la seria possibilità che la stessa possa essere quanto meno viziata da eccesso di potere.

La poca chiarezza della nota, gravemente lesiva del rispetto dei rapporti istituzionali, ha vanificato tutte le azioni intraprese dal Comune di Corigliano d'Otranto finalizzale alla sola tutela del territorio salentino.

Si evidenzia, a Sua Eceelenza

il

Prefetto,

che il

consesso

del

Comune

di Corigliano

d'Otranto ad unanimità dei voti, infatti, nella seduta del 13 marzo, prendeva atto del non rispetto

dei requisiti fondamentali richiesti da questa amministrazione

(

mancato completamento della

bonifica della vecchia discarica, mancata attuazione della raccolta differenziata nel bacino LE2 delle percentuali previste dalla normativa regionale) alfinché si potesse procedere alla messa in esercizio della discarica.

Inoltre , si rappresentava altresì alla Regione Puglia, al Presidente della Regione Puglia

Nicola Vendola, all'assessore all'Ambiente Lorenzo Nicastro. al presidente dell'oGA paolo Perrone, al Dirigente Servizio Ciclo dei Rifiuti e Campobasso, quanto segue

O

Bonifica della Regione Puglia Dott. Giovaruri

:

l'inaccettabilità dell'entrata in esercizio della discarica "scomunica" poiché posizionata sulla falda acquifera da cui emunge acqua l'intero Salento, in perfetta contraddizione con

il

di tutela delle acque approvato della stessa Regione Puglia che sottopone a vincolo idrogeologico assoluto l'intero territorio,oltre le contraddizioni di uno studio Piano

idrogeologico di parle, e non indipender.rte, su cui si è basata la procedura di VIA

;


E I' urgenza di adeguare la discarica di servizio prevista in località "scomunica" ad altro utilizzo, anche alla luce dei risultati che scaturirebbero dall'estensione della sperimentazione nella raccolta differenziata avviata da 6 Comuni dell'ARO5 ai restanti

.

Comuni dell'ex ATO 2;

tr la possibilità di organizzare il

la

sistema impiantistico coerentemente con

Regionale n.24 del 20.08.2012 non più a livello delle singole ex

ATO

Legge

ma su scala

provinciale prescindendo dall'utilizzo della discarica di Corigliano d'Otranto.

si dilfidar

Contestualmente.

E

a:

l'Acquedotto Pugliese affinché intervenga per far rispettare

misure precauzionali e preventive valide

in

materia

e

far adottare tutte le

di tutela della falda a

salvaguardia della salute e del benessere pubblico;

O Il

Presidente

della Commissione Collaudo,

ingegnere Ar-rtonio De Risi , a non

concludere la procedura senza aver attestato e constatato l'assenza

di

qualsiasi

rischio di inquinamento sulla falda sottostante la discarica di Corigliano;

E La Regione

Puglia, nella persona del Presidente, dell'Assessore Regionale

la Struttura burocratica Regionale competente, la Struttura Commissariale, il RUP Ing. Giuseppe Corli affinché si adoperino

all'Ambiente,

immediatamente a convefiire la discarica di Corigliano ad altro utilizzo.

Infine si invitava inoltre la Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento della Protezione Civile, il Ministero dell'Ambiente tutela del Tenitorio e del Mare, il Ministero della Salute, il Ministero dello Sviluppo Economico, ad esprimere un parere circa l'opportunità di realizzare e fare entrare in esercizio una discarica di

rifiuti

su un campo pozzi a servizio

dell' Acquedotto Pugliese

al fine di erogare acqua potabile alle comunità salentine.

Diffide ed istanze disattese ed ignorate dal RUP

e dalla Struttura Commissariale che rappresenta.

Si invita pedanto Sua Eccellenza a convocare un incontro istituzionale urgente finalizzalo

a

ripristinare con un urgenza il rispetto delle regole in un contesto di leale collaborazione frai diversi enti Pubblici Certa di

un

celere riscontro l'occasione è gradita per porgere distinti saluti.

Corigliano d'Otranto

3 1.03.20

l4

ILSINDACO

Profile for il tacco d'italia

Corigliano lettera al prefetto  

Corigliano lettera al prefetto

Corigliano lettera al prefetto  

Corigliano lettera al prefetto

Advertisement

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded