Page 1

IL PROGETTO

Percorsi di formazione e ricerca per la diffusione del Counselling e dell’approccio Patient and Family Centered Care (PFCC)


L’approccio Patient and Family Centered Care (PFCC) Ritrovare equilibrio, soddisfazione, riconoscimento

Dalla consolidata esperienza nella formazione di IMR srl Provider N° 1344 - Ministero della Salute - per la Formazione ECM www.italianmr.it

“un approccio che punta sulla relazione medico paziente per costruire alleanza terapeutica e ridare dignità al paziente, al suo dolore, all’arte di essere medici, oggi”


IMR e TRIO insieme per ... • Assicurare la penetrazione dell’approccio Patient and Family Centered Care (PFCC) in medicina, riducendo i conflitti e accrescendo il benessere di tutti. • Valorizzare il medico nel ruolo di esperto della malattia ma anche di professionista della relazione d’aiuto. • Realizzare un’innovativa modalità didattica realmente interattiva,

in cui il Sanitario si scopre protagonista del suo cambiamento. • Assicurare un approccio di formazione e ricerca, con percorsi in grado di dare risposte ai concreti bisogni del medico e dei pazienti. • Fornire al medico le abilità di counselling, facendole scoprire quali fondamentali strumenti del suo difficile mestiere.

La proposta

L’obiettivo è realizzare attività formative disegnate sull’esigenza del committente • Corsi di formazione ECM residenziali e FAD sul counselling e l’approccio Patient and Family Centered Care (PFCC) nelle diverse aree della medicina: Pediatria, Medicina Interna, Specialistica, Infermieristica, Fisioterapia, ecc... • Possibilità di integrazione di attività residenziali, FAD, di ricerca, di self audit.

La metodologia La reale convinzione è che le persone sono più importanti delle cose che si fanno e dello stesso profitto. Una didattica dove: • il protagonista è il discente ed il docente è un “facilitatore” • si apprende dagli errori • nessuno si sente giudicato

• Aiutare le Aziende del farmaco a leggere i bisogni dei Professionisti della Salute con un contatto informativo, di servizio, di supporto. • Offrire, attraverso la valutazione della realtà del mercato, proposte in sinergia, utilizzando i più moderni approcci editoriali.

• si scopre “di non essere soli” a sbagliare • si ritrova il valore di rapporti personali • si cambia attraverso liberi processi di consapevolezza • si pongono gradini per colmare la distanza tra Evidence Based Medicine e attività quotidiana • si passa da uno stile reattivo (ricco di ansia, stress, litigi) ad uno proattivo (in cui si è capaci di gestire positivamente le difficoltà e le crisi) • si apprendono specifici percorsi diagnostico terapeutici arricchiti dalla nuova ottica PFCC Dall’esperienza maturata in oltre 300 corsi si può affermare e assicurare con certezza che ogni partecipante • avvertirà sin dal primo approccio il valore della metodologia • acquisirà un gradimento positivo e contagioso • fornirà feedback positivi e spontanei • ricorderà l’offerta formativa nel tempo con una fidelizzazione spontanea.


Attività Gradimento dei Corsi Il gradimento dei corsi svolti, oltre 300, è stato sempre molto elevato, come viene registrato sul sito ECM dell’ Agenas e qui riportato nei grafici sintetici

RILEVANZA 60

60

50

50

40

40

30

30

20

20

10

10 0

Risultati formativi e un’attività che creano fidelizzazione

EFFICACIA

70

MOLTO RILEVANTE

RILEVANTE ABBASTANZA POCO RILEVANTE RILEVANTE

100 80 60 40 20 0

La formazione al counselling riesce a dare risultati significativi nel determinare un cambiamento nell’attività professionale. A titolo di esempio si riportano alcuni dei risultati dell’attività svolta, (per maggiori dettagli vedere bibiliografia in calce).

Focus group tenuto nel 2010, a seguito di un progetto internazionale sul Post Traumatic Stress Disorder (PTSD) realizzato in collaborazione con l’Ospedale Bambino Gesù di Roma, la Camillian Task Force, il Boston Children Hospital dell’università di Harvard1. A distanza di 5 mesi dall’attività formativa sul counselling applicato al PTSD, alla domanda rivolta ai pediatri partecipanti “È cambiato qualcosa nella tua pratica professionale a seguito del corso?” rispondevano come riportato nel grafico:

Sì IN MODO SIGNIFICATIVO

Sì IN PARTE

0

NON RILEVANTE

NO NON MODIFICHE

La metodologia determina un misurabile cambiamento negli atteggiamenti e nelle scelte del medico2. Da dati raccolti in 12 corsi di counselling sulla vaccinazione per il rotavirus in tutt’Italia, all’inizio del corso solo il 28% prescriveva il vaccino e il 20 % sporadicamente.

MOLTO EFFICACE

EFFICACE ABBASTANZA POCO EFFICACE EFFICACE

NON EFFICACE

Al termine del corso la quasi totalità dei partecipanti era orientata alla prescrizione del vaccino. Ciò è stato reso possibile perché non si è solo parlato di cos’è il vaccino e di come funziona, ma si è fatta esperienza di possibili strategie di counselling e si è applicata la didattica interattiva PFCC. % 50

QUANDO HAI MODIFICATO IL TUO ORIENTAMENTO A PRATICARE IL VACCINO?

40 30 20 10 0

ABITUALMENTE CONSIGLI IL VACCINO?

1

60

2

3 1 = MINIMO

4 5 6 = MASSIMO

6

50 40 30

Arigliani R et al, Children and natural disasters, what mental hearth, Roma 3-4 giugno 2011 2 Arigliani M et al, Improving counseling skills to increase the compliance to anti-rotavirus vaccination, submitted ESPID 2012, Lisbona 1

20 10 0 IN ALCUNI CASI

SEMPRE

NO


Efficacia dell’intervento I fattori di successo Dalla relazione al Congresso Nazionale della Società Italiana di Pediatria (SIP), tenutosi a Roma nel Novembre 2010, nell’ambito di una sessione sulla Formazione in pediatria, che ha illustrato i risultati ottenuti da un’Azienda Farmaceutica Sponsor, si coglie innegabilmente come i corsi di counselling rivolti a pediatri di famiglia, progettati e realizzati dalla IMR, siano stati il carrier per il successo dell’Azienda.

La metodologia didattica e la formazione che viene proposta si avvalgono della grande esperienza di un team di oltre 20 formatori distribuiti su tutto il territorio nazionale. Ogni occasione formativa si muove sulla base dell’analisi dei bisogni dell’utenza, che sempre più riferisce di avere incertezze non tanto sulle problematiche diagnostico-terapeutiche, quanto sugli aspetti della relazione e comunicazione con il paziente e sulle molteplici complessità organizzative3. La necessità di formazione al counselling e alle tematiche relazionali vengono confermate come primarie in un recente sondaggio del Sole 24 Ore4.

Il team dei docenti Il segreto del successo della IMR è nei suoi docenti. I docenti sono Formatori professionisti, provenienti da varie discipline (medicina, psicologia, pedagogia, ecc…), che hanno ricevuto un lungo training prima di essere ammessi tra i Formatori Senior IMR.

3 4

Dati IMR in corso di pubblicazione http://www.cgm-healthmonitor.it/upload/pdf/HM_11_Ildifficilemestieredelmedico.pdf

I Formatori affiancano il docente di contenuto (ad esempio uno pneumologo, un pediatra, o altro specialista) e caratterizzano il momento formativo per l’approccio PFCC applicato alla materia oggetto del corso. Per il dettaglio dei profili consultare il sito www.italianmr.it.


Come si svolge una giornata di corso L’apertura, con la breve presentazione dei partecipanti, ha l’obiettivo di coinvolgere e rendere l’ambiente più disteso. Seguono lavori individuali e quindi a piccoli gruppi in cui si esplicitano timori e abitudini rispetto alla propria attività professionale. Tale fase offre al discente l’opportunità di non sentirsi solo o anomalo nel provare paure o incertezze, e sarà la base del successivo apprendimento cognitivo ed emozionale. Preceduta dalle domande che sono state formulate dai diversi gruppi e portate alla conoscenza di tutti in Plenaria, segue una relazione che aggiorna sulle attuali conoscenze e servirà a chiarire molti dei dubbi e delle domande emerse. Sia i lavori di gruppo che la relazione sono modulabili sulla base della realtà locale. Inizia quindi la fase formativa sul counselling e PFCC, che alternerà momenti teorici a esercitazioni pratiche quali role play e dibattitti, lavorando sulla sfera emozionale ed esperenziale oltre che su quella cognitiva. Al termine della giornata vi sarà la valutazione del cambiamento percepito rispetto ai temi trattati, la valutazione dell’apprendimento (tramite una survey a scelta multipla secondo quanto previsto dalla normativa ECM), questionari di valutazione di qualità, efficacia e gradimento (secondo le procedure del manuale di qualità della IMR). Le informazioni raccolte nei lavori di gruppo e nelle valutazioni saranno in seguito oggetto di report ed eventualmente di pubblicazione scientifica.

TRIO srl - Via Cesare Beccaria, 3 - 34133 Trieste tel. +39 040 2469368 - fax +39 040 9897900 - info@t3io.eu - www.t3io.eu

Progetto SFERA  

Percorsi di formazione e ricerca per la diffusione del Counselling e dell’approccio Patient and Family Centered Care (PFCC), in collaborazi...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you